Calcio tutte le notizie! Tutte le notizie di Calcio sempre costantemente approfondite e monitorate e curate! LEGGILE!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI ED APPROFONDIMENTI, IN TEMPO REALE, DAL MONDO DEL CALCIO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE: LEGGI!

Tempo di lettura: 750 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:05 DI SABATO 02 APRILE 2022

ALLE 14:14 DI MARTEDÌ 17 MAGGIO 2022

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Inzaghi, con Juve gara ideale per dare segnale
Servirà partita da vera Inter, mi aspetto arrivi il risultato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
02 aprile 2022
13:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà una partita molto importante e penso che non poteva esserci partita migliore per dare un segnale forte all’ambiente e a noi stessi”.
Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi, nella conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Juventus.

“Sappiamo che domani giocheremo in trasferta, però abbiamo il dovere di fare una partita da vera Inter – ha aggiunto -. Io mi aspetto il risultato, le prestazioni non sono mai mancate.
Domani abbiamo voglia di fare risultato, saranno 9 finali a cominciare da domani che sarà la gara più impegnativa per noi.
La Juve la conosciamo bene, normale che a gennaio con Vlahovic e Zakaria hanno fatto investimenti importanti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tifosi Genoa al ‘Signorini’ per salutare la squadra
In centinaia alla riapertura del centro sportivo dopo due anni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
02 aprile 2022
13:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Clima di festa e da stadio questa mattina per la riapertura ai tifosi genoani dopo oltre due anni di chiusura del centro sportivo Signorini.
In centinaia hanno affollato la nuova gradinata che fiancheggia il rinnovato terreno di gioco inaugurato appena pochi giorni prima dell’inizio della pandemia.
Cori, striscioni e fumogeni hanno accompagnato la prima mezz’ora di allenamento con la squadra che è stata accolta da un vero e proprio boato. I giocatori hanno salutato i tifosi, saltando ai loro cori e il tecnico Blessin si è lanciato poi in una corsa con scivolata finale sotto la gradinata.
La seduta è poi proseguita a porte chiuse in vista del posticipo di lunedì quando i rossoblù saranno impegnati a Verona dove , al momento, troveranno sicuramente almeno 2200 tifosi rossoblù tanti quanti i tagliandi venduti nel settore ospiti.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Serie A;capitani in campo con scritta ‘Peace’ su fascia
Artista ucraina e Gaia canteranno “Imagine” prima Juve-Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 aprile 2022
15:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lega Serie A e i venti Club associati si sono attivati, immediatamente dopo l’inizio del conflitto in Ucraina, con iniziative a sostegno della popolazione civile, duramente colpita dagli eventi ancora in corso.

A partire dalla 31ª Giornata della Serie A 2021/2022, tutti i Capitani scenderanno in campo indossando la fascia con la scritta “Peace”.
Messaggio che sarà ancora presente nelle grafiche televisive durante ogni incontro della Serie A TIM. E tornano in campo i bambini, grazie ai nuovi protocolli della Figc.
In occasione del big match, Juventus-Inter, l’artista italo-brasiliana Gaia e la cantante ucraina Kateryna Pavlenko, leader del gruppo Go_A, si esibiranno sul terreno di gioco, poco prima del fischio di inizio della partita, cantando “Imagine” di John Lennon, di fronte alle squadre in campo e ai tifosi presenti sugli spalti. “Ringrazio le società per quanto hanno fatto e stanno facendo per il popolo ucraino e per promuovere la pace – ha dichiarato il presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini – E grazie alla Juventus e all’Inter per aver accolto la proposta della Lega per domenica sera, nonchè a Dazn per la disponibilità dimostrata. Ho pensato alla canzone “Imagine” perché è un testo universale, di speranza, che oggi viene insegnato anche nelle scuole per far avvicinare i bambini ai valori della pace, della fratellanza e della tolleranza. La musica arriva dove altre forme d’arte non riescono ad arrivare: speriamo che questo messaggio di pace giunga in tutto il mondo, ricordando così anche i principi fondamentali dello sport.
Voglio ringraziare le due artiste, Gaia e Kateryna, per aver accettato con entusiasmo il nostro invito. Kateryna arriverà direttamente dall’Ucraina e speriamo possa restare in Italia un po’ di tempo, anche grazie all’ospitalità offerta dal Comune di Milano, per cui siamo grati al Sindaco Sala e all’Assessore Sacchi. Un ringraziamento infine al Presidente della SIAE, Mogol, per aver aderito subito all’iniziativa e a Sony Music Publishing nelle persone di Roberto Razzini (Mana-ging Director) e Paola Balestrazzi (A&R Director), per il coordinamento artistico e operativo”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Allegri, con società in linea su tutto
Tecnico su mancato rinnovo Dybala: “Le scelte si fanno insieme”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
02 aprile 2022
14:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Con la società in linea su tutto: quando parliamo, espongo le mie idee e i dirigenti le loro, poi troviamo unità d’intenti per programmare.
Le scelte si fanno insieme”: così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, commenta anche il mancato rinnovo di Paulo Dybala, destinato a salutare il club bianconero al termine del contratto a fine stagione.   JUVENTUS   GUARDA TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS   SEGUI TUTTE LE NOTIZIE DELLA JUVENTUS, IN AGGIORNAMENTO, IN TEMPO REALE! VAI!   PIEMONTE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Juve, con Inter titolari Chiellini e Alex Sandro
Allegri: “Bonucci in panchina ma è ancora indietro”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
02 aprile 2022
14:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Chiellini era già recuperato, Alex Sandro ci sarà: entrambi partiranno titolari”: il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, svela due scelte di formazione in vista del derby d’Italia contro l’Inter, domani sera all’Allianz Stadium.
“Bonucci verrà in panchina ma è ancora indietro – continua l’allenatore – e Zakaria è a disposizione, ma devo ancora decidere”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Allegri “Elkann sempre vicino, lavoriamo per vincere”
“Le sue parole mi hanno fatto piacere, prossima stagione meglio”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
02 aprile 2022
14:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Le parole di John Elkann mi hanno fatto piacere, io sono sempre stato sereno: non ha mai fatto mancare la sua presenza, la Juve è importante per la famiglia e la proprietà e fanno grandi sforzi”: il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, commenta la lettera agli azionisti del numero 1 di Exor.
“Quest’anno siamo partiti per costruire un futuro in cui vincere nel più breve tempo possibile – aggiunge l’allenatore – e l’anno prossimo saranno 100 anni di proprietà della famiglia: siamo cresciuti ma non abbastanza per vincere, dovremo presentarci in condizioni migliori ai nastri di partenza della prossima stagione”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli;Spalletti,domani chi abbassa gli occhi perde
Ha ragione Koulibaly, da qui alla fine 8 partite ‘da napoletani’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
02 aprile 2022
14:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La sfida di domani a Bergamo contro l’Atalanta “è una di quelle partite che ti guardano negli occhi.

Chi abbassa gli occhi in 90′ perde, contro una squadra che sa mantenere livello alto di forza e ritmo, che è costruita bene.

Non basterà una giocata, una finta per vincere, ma 95′ di sportellate, ribattendo colpo su colpo”. Così il tecnico del Napoli Luciano Spalletti parla della gara di domani: “Sono d’accordo con Koulibaly – dice – che da qui alla fine siamo napoletani e quindi abbiamo voglia di scrivere il percorso nelle ultime otto partite, anche se difficili”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gyasi affonda Venezia, Spezia punti salvezza
Gol nel recupero e Motta sorride, per i lagunari classifica dura
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
00:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia-batte Venezia 1-0 con un gol di Gyasi al 94′
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel st 49′ Gyasi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lo Spezia vince lo scontro salvezza contro il Venezia, conquista virtualmente il diritto a disputare il terzo campionato consecutive di serie A e condanna i veneti a tentare una rimonta miracolosa per mantenere la categoria.
Partita a lungo bloccata vista la pesante posta in palio, risolta nel recupero da un gol di Gyasi dopo i cambi di Thiago Motta, che riserva per gli ultimi minuti l’attacco titolare. In precedenza era stata la prudenza a tenere banco per almeno un’ora di gioco. Lo Spezia nel primo si era limitato più che altro a gestire il possesso palla con i difensori, in attesa che il Venezia si aprisse nel pressing. Ma gli avanti degli arancioneroverdi, oggi diretti da Bertolini in panchina a causa della squalifica di Zanetti, non si lasciavano ingolosire, limitando molto la loro presenza oltre la trequarti. D’altra parte gli stessi padroni di casa preferivano il lancio lungo verso Gyasi alla costruzione, in modo da tenere stretta la linea tra centrocampo e difesa, dove i veloci Johnsen e Okereke erano pronti a partire in contropiede. Una conclusione per parte nei primi 45 minuti: di Bastoni, murato nel cuore dell’area dopo una sponda di Maggiore, e di Aramu, capace di centrare la traversa con una punizione dai 25 metri. Nella ripresa è stato il Venezia ad alzare i ritmi, grazie ad un Okereke bravo a uscire dalla marcatura asfissiante di Erlic e Nikolaou e creare spazio alle proprie spalle per le conclusioni di Ampadu, murato da Amian, ed Ebuhei, bloccato da Provedel. A quel punto Motta fiuta il vento, ristruttura l’attacco con Verde e Manaj e la musica cambia. Lo Spezia avanza il baricentro e il Venezia ricade negli incubi vissuti con la Sampdoria, con tanti errori in difesa. Nell’azione decisiva, prima Ebuhei, che serve inavvertitamente Manaj pronto al tiro, e poi Caldara, che si fa sorpassare da Gyasi nel tentativo di arrivare per primo sulla respinta, aprono la strada ad una sconfitta che fa male al morale e alla classifica.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Empoli; Andreazzoli, Fiorentina più forte ma gara aperta
Tecnico: “Derby gara a sé ma a noi interessa risultato”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
EMPOLI (FIRENZE)
02 aprile 2022
15:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il derby come via d’uscita da un periodo che vede l’Empoli senza vittorie da 13 turni.
L’allenatore Aurelio Andreazzoli in vista della gara del ‘Franchi’ di Firenze contro la Fiorentina presenta la sfida alla squadra di Italiano: “Chiaramente è una gara diversa dalle altre, ma a noi principalmente ci interessa la classifica – ha detto -.
Poi è un derby, dobbiamo affrontarlo con la consapevolezza che sono più forti di noi. Cercheremo di mettere tutte le energie necessarie per superare una squadra che è più forte di noi. Cercheremo di ripetere quello che abbiamo fatto”.
Dopo la sosta e tanti azzurri chiamati nelle nazionali per Andreazzoli la squadra è in grande forma: “Molto bene. A volte pensando alla formazione mi viene più da considerare i problemi, questa volta dico che tutti sarebbero meritevoli di far parte del match – ha osservato -. Sono in crescita, poi ovviamente bisogna vedere alla prova dei fatti, sul campo”.
La Fiorentina è più forte, ma le statistiche dell’Empoli lo avvicinano molto ai viola. Per Andreazzoli “è una gara aperta.
Lo dimostrano i fatti e abbiamo fatto una gara alla pari all’andata. Siamo stati bravi anche dovendola inseguire. A noi manca qualcosa dal punto di vista individuale e dell’esperienza.
Giochiamo in uno stadio che a me piace molto, spero sia pieno e che ci sia tanta gente. Sarà una bella cornice”. Quanto alla Fiorentina: “La squadra pensa a giocare sempre, ha una grossa spiccata identità – ha detto -. Quando incontri una squadra che ha questa dote non devi basarti solo sulle individualità ma anche al contorno. Loro hanno tante cose che fanno a occhi chiusi e con una dedizione e una forza particolare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: Spalletti, Mertens dimostri al figlio di che pasta è
E’ giocatore in grado di cambiare sorti partita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
02 aprile 2022
15:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mertens è diventato napoletano perché ama questa città.
Oltre all’amore per i tifosi domani deve anche dimostrare al neonato figlio Ciro di che pasta è fatto suo papà come calciatore”.
Lo ha detto il tecnicp del Napoli Luciano Spalletti alla vigilia del match contro l’Atalanta in cui il belga giocherà al posto dello squalificato Osimhen..
“Pochi stranieri – dice Spalletti – si sono integrati nella storia in una città e in una tifoseria come lui. Spero che domani mi presenti il conto di quelle volte che non l’ho scelto e che avrebbe potuto giocare, perchè con una rosa così, spesso penalizzi qualcuno con le scelte. E’ un calciatore che può cambiare le sorti delle partite, è uno dei leader nello spogliatoio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spalletti, Nazionale avanti con Mancini è strada giusta
Insigne?Vorrei ripetesse in campo i numeri che fa in allenamento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
02 aprile 2022
15:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per la nazionale è bene continuare con Mancini ct, è la strada giusta.
Ha molti giovani nel gruppo, che servono per il futuro, e ha vinto l’Europeo.
Si può sbagliare una partita come è successo ma resta la qualità del gioco, del centrocampo, di molti che ha portato in nazionale”.
Lo afferma Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, commentando l’eliminazione dell’Italia e il futuro della nazionale.
“E’ chiaro – dice – che ci sono cose da migliorare come sempre. Sicuramente in Italia siamo indietro per stadi e strutture, perché per lavorare al meglio servono le infrastrutture e gli stadi di proprietà. Poi c’è anche il difetto che ai bambini si inculca la volontà della vittoria, invece bisogna farli giocare per tirare fuori la qualità senza cercare di vincere sempre il torneino da bimbi. Il settore giovanile non si vede dai tornei vinti ma da quanti calciatori fai crescere per essere d’aiuto al calcio nazionale”.
Spalletti parla anche dell’umore di Insigne tornato dalla delusione azzurra: “E’ sempre uguale nello spogliatoio – dice – può essere che sia turbato ma nel modo di confrontarsi con noi non lo dà a vedere, arriva sempre tra i primi agli allenamenti, è sempre disponibile e gioioso con tutti e in allenamento fa vedere cose che a volte non ha fatto vedere in partita e questo un po’ mi dispiace che non riesca a ripetere le sue qualità che si vedono quotidianamente”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Cagliari a Udine per giocarsi un pezzo di salvezza
Mazzarri con Rog in più, “basta parole, ora servono fatti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
02 aprile 2022
15:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Otto partite alla fine.
E domani con l’Udinese il Cagliari si gioca una fetta di salvezza.
Quanto grande? Molto: la squadra di Mazzarri è reduce da un parziale molto negativo (zero punti e zero gol nelle ultime tre partite) e ha bisogno di coraggio e soprattutto di muovere la classifica.
E se il Venezia ha più o meno il ritmo del Cagliari, il Genoa sta correndo trascinato – ora anche agli allenamenti – dal suo pubblico. “Non guardo le altre e il loro calendario – ha detto Mazzarri nella conferenza stampa della vigilia – io guardo solo quello che dobbiamo fare noi. Vero, non stiamo segnando. Ma stiamo creando gioco e occasioni, almeno con il Milan lo abbiamo fatto: la traversa, il tiro successivo di Marin. Ma anche qualche altra situazione prima. Su questo piano non sono preoccupato. Da qui in poi dobbiamo cercare di sbagliare meno partire possibili”.
All’andata fu zero a quattro alla Domus: “Diciamo che in quell’occasione abbiamo toccato il fondo – ha continuato il mister – e da allora abbiamo reagito, sin dalla partita successiva. Rimane il rammarico del girone di andata, ma anche lì avremmo potuto chiudere anche con cinque punti in più”.
Domani rossoblu senza Marin e Pavoletti, ancora alle prese con il Covid. Ma con un Rog in più: “Andrà in panchina – ha anticipato – e se sarà necessario giocherà anche uno spezzone di partita. Ci contiamo, ma bisogna fare i conti anche con il ritmo partita”.
Cagliari che deve fare punti. Ma che ha problemi in attacco: niente Pavoletti, Keita ha un solo allenamento, Joao Pedro è rientrato in settimana dopo una settimana azzurra senza sorrisi.
“Ma è chiaro – ha spiegato Mazzarri – che una volta tornati a casa, tutti si sono ricalati nella situazione e hanno il Cagliari come priorità. Il futuro azzurro sarà legato anche alle prossime otto partite”. Le premesse per un ritorno di Pereiro titolare ci sono tutte. Ma il mister rossoblù non si è sbilanciato: “Non possiamo dare vantaggi agli avversari. Basta parlare, ora servono solo i fatti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Mourinho ‘non esiste un caso Zaniolo’
‘Nicolò è infortunato, domani non sarà a disposizione’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
02 aprile 2022
15:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono tanti giocatori che vanno in panchina con il proprio club ogni tanto ed è normale.
Non vedo questo tipo di domande con altri allenatori o altri club.

Zaniolo è andato in panchina con la Lazio perché abbiamo adottato una strategia diversa per vincere una gara. Non c’è storia, non c’è nessun caso”. José Mourinho taglia corto così parlando del momento no di Zaniolo tra Roma e Nazionale. “Quello che succede con l’Italia poi non lo commento – ha continuato il tecnico giallorosso – E’ arrivato qui il giovedì mattina con il problema ai flessori. Non si è allenato ieri, venerdì e oggi, dunque non c’è storia. Non vedo chiedere ad Allegri perché non gioca Bernardeschi o Peppino. Di qua sembra che ci siano delle ossessioni per la situazione di Zaniolo. Se vuoi chiamare qualcosa in più chiama Nicolò o il suo entourage”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp: Giampaolo, spinta tifosi per mettere in crisi Roma
“Diamo continuità dopo la vittoria a Venezia”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 aprile 2022
15:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si va verso una Gradinata Sud completamente sold out domani allo stadio Luigi Ferraris e la Sampdoria punta molto sull’aiuto del pubblico nella sfida delle 18 contro la Roma.

“La partita sarà difficilissima ma sarebbe importante dare continuità – ha detto Marco Giampaolo -: dobbiamo provare a rendere la vita difficile ai nostri avversari e per farlo confido molto sul nostro dodicesimo uomo, che tornerà a riempire la Sud a Marassi per darci una mano”.
Il tecnico blucerchiato va oltre il successo a Venezia prima della sosta del campionato (“Ci ha portato in dote tre punti importanti per inseguire il nostro obiettivo ma è già dimenticata”. ha detto) e cerca con i giallorossi una risposta importante per fare un altro passo in avanti verso la sicurezza: “Da diverse giornate la Roma ha trovato la quadra – continua il tecnico -. Li affronteremo nel loro momento migliore: sappiamo che ci troveremo di fronte un avversario molto forte” prosegue l’allenatore che confermerà come modulo il 4-3-1-2 con Sensi che agirà una linea offensiva composta da Quagliarella e Caputo.
“Servirà una gara straordinaria per portare a casa un risultato positivo. Poi quello che chiedo sempre alla squadra è giocarsi le partite non col braccino corto ma con coraggio – ha sottolineato -. Dovremmo sfoggiare una prestazione super”. E domani Quagliarella può eguagliare le 527 presenze in Serie A di Gianni Rivera: “Il fatto che possa raggiungere un mito come Rivera la dice lunga sulla carriera di Fabio. E’ arrivato a questo obiettivo – ha concluso – che ne determina le sue qualità come calciatore, professionista e uomo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mondiali: Mourinho “amo l’Italia, mi dispiace che non ci sarà”
“Calcio italiano fatica? Ho opinione ma non giusto condividerla”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
02 aprile 2022
15:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi dispiace tanto che l’Italia non sia al Mondiale, come persona che ama questo paese sono dispiaciuto nel vedere un campionato del mondo senza di voi”.

Così José Mourinho alla vigilia della sfida con la Sampdoria commenta l’assenza degli Azzurri dal Mondiale del Qatar.
Sul perché il calcio italiano fatichi così tanto, invece, preferisce non rispondere. “Ho la mia opinione basata sulla mia esperienza qui – ha spiegato – ma non la voglio condividere perché non sarebbe etica. Se qualche persona con qualche potere istituzionale mi chiede un’opinione privata, risponderò con piacere. Io sto bene in Italia, non voglio alimentare un giudizio pubblico e non intendo farlo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lazio riparte dopo il derby, battuto un bel Sassuolo
Lazzari e Milinkovic-Savic rilanciano ambizioni europee Sarri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
00:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio batte Sassuolo 2-1.
Torna a vincere la Lazio in campionato dopo una partita intensa e giocate da entrambe le squadre a viso aperto.
Squadra di casa in vantaggio con Lazzari e che trova il raddoppio nella ripresa con Milinkovic Savic, allo scadere accorcia il Sassuolo con Traore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt Lazzari al 17′, nel st Milinkovic al 6′ e Traorè al 49′.
La Lazio riparte dopo lo choc della sconfitta nel derby battendo un Sassuolo bello a vedersi, ma poco cinico. A dare il via alla festa biancoceleste in un Olimpico infreddolito e semivuoto, ci pensa Lazzari nel primo tempo capace di spazzare via di colpo i fantasmi della stracittadina. Nella ripresa è Milinkovic-Savic a mettere in cassaforte il risultato con il raddoppio rilanciando le ambizioni europee della squadra di Sarri che in attesa delle altre partite della 31/a giornata scavalca Roma e Atalanta portandosi al quinto posto in classifica. Per i neroverdi tanti applausi per i suoi giovani gioielli, ma zero punti. Inutile il gol nei minuti di recupero firmato Traorè che fissa la partita sul 2-1 finale. Nella Lazio non c’è lo squalificato Pedro, assenza che impone la presenza di Zaccagni nel tridente con Immobile e Felipe Anderson. In regia Leiva è preferito a Cataldi, accanto a lui i soliti Milinkovic-Savic e Luis Alberto. Dietro giocano Patric e Marusic al posto di Luiz Felipe e Hysaj. Nel Sassuolo chi torna dalla squalifica è Raspadori, ma gli emiliani perdono gli indisponibili Berardi e Lopez: sarà 4-2-3-1 con l’attacco completato da Defrel e Traoré alle spalle di Scamacca. Spazio a Matheus Henrique in mezzo, mentre al centro della difesa Ayhan è titolare accanto a Ferrari. In avvio è il Sassuolo a fare la partita e la Lazio a ripartire in contropiede. Molto pericoloso Scamacca che per due volte sfiora il vantaggio. Gli risponde Immobile con un affondo in ripartenza che libera Lazzeri che si fa respingere il tiro da Consigli. E’ solo l’antipasto per il laterale laziale che poco più tardi porta la squadra di Sarri in vantaggio: non c’è intesa in impostazione tra Ferrari e Kyriakopoulos, anticipato dal pressing alto di Lazzari. L’esterno biancoceleste porta palla, rientra sul sinistro dal limite e scocca un bolide sul quale Consigli non può arrivare: 1-0 Lazio. Una volta in vantaggio Immobile e compagni appaiono galvanizzati sfiorando più volte il raddoppio con Felipe Anderson e lo stesso n.17 pericolosissimi. Sussulto del Sassuolo a tre minuti dalla fine della prima frazione con il palo centrato da Frattesi. La partita riparte e arriva subito il 2-0 della Lazio firmato da Milinkovic-Savic, un gol convalidato dopo quasi cinque minuti di analisti da parte del Var. Schema da palla inattiva affidato a Luis Alberto, che mette un pallone per l’inserimento di Milinkovic-Savic: la girata è sporca ma efficace, il pallone va lentamente in rete beffando Consigli. Raggiunto il doppio vantaggio, la Lazio controlla il match agevolmente sfiorando anche il 3-0 con Luis Alberto che coglie la traversa direttamente da calcio d’angolo. Dionisi prova a ravvivare il suo Sassuolo con i cambi (fuori Frattesi e Muldur, dentro Harroui e Toljan) ma la difesa biancoceleste è brava a rompere sul nascere le minacce emiliane. L’unico gol del Sassuolo arriva troppo tardi, al 94′, con Traorè: palla in area spizzata da Samele proprio per Traorè che solo davanti a Strakosha va a segno. Finisce così, 2-1, con Sarri e i suoi in ripartenza verso un’Europa ancora tutta da conquistare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zangrillo, salvezza obiettivo Genoa da raggiungere
Tifosi stanno dando prova di grande passione e attaccamento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
02 aprile 2022
16:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La salvezza? Sono assolutamente certo che questo sia l’obiettivo da perseguire”.

Così il presidente del Genoa, Alberto Zangrillo, a due giorni dalla trasferta di Verona.
Il numero uno rossoblù ha partecipato alla riapertura del centro sportivo Signorini ai tifosi. “È stata una grande dimostrazione di passione e attaccamento ai colori. Ho visto davvero tanti giovani e questo è molto bello – ha sottolineato Zangrillo -. C’è stato un momento bellissimo, quando mister Blessin ha fatto la scivolata sotto ila gradinata dei tifosi: lì avrebbe potuto chiedere qualunque cosa. Va al di là della competizione, al di là della categoria. Si è creato un clima bellissimo. Dobbiamo arrivare a Verona, tifosi e squadra, facendo un appello: grande compostezza, rigore, senso di responsabilità che sono propri di una squadra come il Genoa.
Dobbiamo insegnare un nuovo stile e una nuova presenza”.
Dopo il successo con il Torino, il Genoa è tornato in corsa per la salvezza e anche per questo la partita con il Verona avrà valore fondamentale. “Non dobbiamo mollare, non dobbiamo cavalcare l’entusiasmo in maniera facile, semplice. Abbiamo un obiettivo preciso, alla portata. Siamo all’apice della forma, abbiamo recuperato un sacco di calciatori, e non ci sono motivi per dubitare che non ci proveremo fino alla fine con grande entusiasmo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia-Venezia 1-0
Decide Gyasi nei minuti di recupero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SPEZIA
02 aprile 2022
17:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lo Spezia supera il Venezia 1-0 nel primo anticipo della 31/a giornata.
A decidere il match è una rete di Gyasi in pieno recupero.
Un gol pesantissimo che consente alla formazione allenata da Thiago Motta di portarsi a +10 sulla zona retrocessione.
Partita con poche emozioni e tanta pressione per i punti in chiave salvezza. Nel primo tempo chance per Bastoni (salva Maenpaa) e Aramu, che colpisce una traversa su punizione. A quattro minuti dalla fine altra grande parata di Maenpaa sul colpo di testa di Manaj. Poi al 49′ è di Gyasi il gol che vale l’1-0.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Thiago Motta esalta il gruppo, una gioia enorme
Lo Spezia sale a 32 punti: “Ma rimaniamo concentrati”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
02 aprile 2022
18:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci abbiamo creduto fino all’ultimo secondo: è davvero una gioia enorme.
Ho visto oggi una squadra che sa cosa vuole in campo, che sa gestire le emozioni nei singoli per poi potersi esprimere nel collettivo.

Abbiamo fatto una partita molto interessante, alla fine penso che la vittoria premi la fiducia di potercela fare”. Così Thiago Motta accoglie la nona vittoria del suo Spezia, che vince all’ultimo minuto l’ennesimo scontro diretto, sale a 32 punti e ora vede la salvezza ad un passo. “Sapevamo che avremmo dovuto affrontare un Venezia che è sempre ben messo in campo, che in passato ha vinto in campi importanti. Due squadre che giocano per lo stesso obiettivo e si sono affrontate con rispetto reciproco. Mantenendo equilibrio e avendo la capacità di capire quando sarebbe servito un pizzico di coraggio in più, siamo riusciti a vincerla”. Decisivi i cambi nel secondo tempo. In particolare Manaj, che con il suo peso specifico ha trascinato in avanti il baricentro dello Spezia. “Ottima prestazione quando è entrato. Lui, come Ferrer e Sala, sono ragazzi che hanno capito che c’è sempre modo di essere protagonisti. Si meritano di vivere queste emozioni”. La rete però l’ha segnata Gyasi, fino a quel momento piuttosto impreciso. “Ognuno dà il proprio massimo perché sappiamo di avere un obiettivo comune. Lui in questo campionato ha giocato in tanti ruoli con sacrificio, è stato in panchina, quando è entrato ha sempre dato il massimo.
Non è un caso abbia segnato lui, perché è un esempio per tutti.
Anche per me. E’ ancora giovane, ha tanto da dare in carriera”.
Classifica alla mano, potrebbero mancare davvero pochi punti al traguardo. Ma Motta chiede di non abbassare la guardia. “Rimango concentrato al mille per cento. Io come i miei giocatori. Avremo un giorno e mezzo per staccare la testa e da lunedì ci rimettiamo sotto per preparare la partita di Empoli. Se ripenso alle difficoltà avute ad inizio anno tra Covid e infortuni…
L’abbiamo vissuta assieme, combattendo e soffrendo, per arrivare a vivere un momento come questo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Incidente in A1,paura e qualche frattura per Trentalange
N.1 Aia con responsabile Can C Ciampi ricoverati in ospedale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 aprile 2022
19:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Grande spavento per il presidente dell’Aia Alfredo Trentalange che la scorsa notte è rimasto coinvolto, insieme al responsabile della Can C Maurizio Ciampi, in un incidente stradale in A1 all’altezza di Frosinone.

Trentalange e Ciampi sono stati ricoverati all’ospedale di Colleferro, hanno riportato alcune fratture ma fortunatamente nulla di particolarmente grave.
L’associazione italiana arbitri augura al presidente Trentalange ed a Ciampi di ristabilirsi velocemente.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio-Sassuolo 2-1
Apre Lazzari chiude Milinkovic-Savic, inutile gol Traorè
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 aprile 2022
19:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio batte Sassuolo 2-1 (1-0) in un anticipo della 31/a giornata del campionato di Serie A.
Apre Lazzari al 17′, chiude Milinkovic-Savic al 51′.
Inutile il gol nel finale di Traorè (94′)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio: Sarri “ho provato vergogna dopo il derby, bella reazione”
‘Immobile? Sempre lucido”. Dionisi, peccato ma hanno meritato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
02 aprile 2022
21:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo il derby ho provato vergogna entrando a Formello, ma oggi i ragazzi hanno raccolto la provocazione: sono contento della loro reazione, affrontavamo una delle squadre più forti d’Italia”.
Maurizio Sarri torna a sorridere dopo il successo casalingo della sua Lazio sul Sassuolo.
“Abbiamo lavorato sul riscatto morale dopo la sconfitta con la Roma, ci aveva lasciato scorie pesanti – prosegue il tecnico, che commenta anche la prestazione di Ciro Immobile – Lui turbato dopo la Nazionale? Un giocatore turbato la partita la sbaglia tutta, lui invece ha aiutato la squadra con grande lucidità, ha legato il gioco meglio di altre volte.
Mi preoccupo se non conclude, non se sbaglia qualche gol”.
L’allenatore biancoceleste applaude anche Felipe Anderson (“Anche se mi lascia sempre la sensazione che può fare ancora di più”) e Lazzari (“Mi ha detto che tre gol in campionato non li aveva mai fatti neanche come esterno a cinque”). Anche la prestazione di Milinkovic, autore del gol del raddoppio laziale, ha convinto Sarri: “Sergej può diventare uno dei top al mondo, perché ha ancora grandi margini di miglioramento”. Un battuta anche sull’ambiente capitolino, a cui il tecnico toscano si è affezionato: “Entrare in campo tra gli applausi dei tifosi mi dà ancora più responsabilità”.
Deluso l’allenatore del Sassuolo, Alessio Dionisi: “Abbiamo perso un’occasione per dare continuità alla nostra classifica, peccato. Potevamo fare di più soprattutto nel primo tempo, abbiamo pagato la sosta”. Il tecnico si assume “tutta la responsabilità” del ko, e si dice dispiaciuto soprattutto per il secondo gol laziale: “Non ho ancora capito come l’abbiamo preso, la partita si è decisa lì. Peccato che ci siano stati solo 5 minuti di recupero dopo un’interruzione al Var di 3 minuti e 15…”. Tuttavia, per Dionisi “la Lazio ha meritato di vincere”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern vince a Friburgo, nel st in campo in 12
L’anomalia durata circa 20″, l’arbitro ha interrotto la partita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FRIBURGO
02 aprile 2022
21:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern Monaco ha vinto 4-1 in casa del Friburgo ed ha messo 9 punti tra sé ed il Borussia Dortmund, secondo, sconfitto sul proprio campo dal Lipsia con lo stesso punteggio.
Ma la vittoria di bavaresi potrebbe essere inficiata da un ‘incidente’.

La partita è stata infatti interrotta per diversi minuti intorno all’85, quando l’arbitro si è reso conto che il Bayern aveva 12 giocatori in campo per un disguido durante i cambi. La violazione del regolamento è durata appena una ventina di secondi ed è stata naturalmente registrata dallo staff arbitrale.
Il Bayern ha faticato più di quanto dice il risultato finale a fare propri i tre punti, passando solo nella ripresa. Leon Goretzka (58′), Serge Gnabry (73′), Kingsley Coman (82′) e Marcel Sabitzer (90′) hanno segnato per i campioni in carica.
Nils Petersen aveva pareggiato sull’1-1 per il Friburgo al 63′.
A sei giornate dalla fine del campionato, il Bayern è in testa con 66 punti, il Dortmund ha 57 punti. Terzo è il Leverkusen (51 punti), che oggi ha vinto 2-1 in casa contro l’Hertha Berlino.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie B: pareggia la Cremonese, Lecce a -1
Pugliesi battono il Frosinone. Benevento travolge il Pisa 5-1. Monza cade a Como, successo Brescia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
22:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Reggina frena la Cremonese che mantiene la vetta della classifica, a +1 sul Lecce che ha battuto il Frosinone.
A -2 dalla vetta il Pisa, travolto 5-1 a Benevento.
Vince l’Ascoli, successi in trasferta per Parma e Ternana. Cade il Monza a Como, il Brescia supera il Vicenza
Il quadro della 32/ma giornata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Alessandria-Spal 2-2
Ascoli-Pordenone 1-0
Cittadella-Ternana 1-2
Cosenza-Parma 1-3
Cremonese-Reggina 1-1
Lecce-Frosinone 1-0
Benevento-Pisa 5-1
Brescia-Vicenza domenica ore 15:30
Como-Monza 2-0
Crotone-Perugia 1-1
La Serie B in pillole
Brescia-Vicenza 2-0. I gol: nel primo tempo Moreo al 28′ e Pajac su rigore al 45′.Crotone e Perugia 1-1 I gol: nel primo tempo per gli ospiti Olivieri al 36′; nel secondo tempo per i padroni di casa Maric su rigore al 5′
Como batte Monza 2-0. I gol: nel secondo tempo Cerri al 10′ e La Gumina al 35′
Alessandria e Spal 2-2. I gol: nel primo tempo per i piemontesi Corazza al 18′ e per i ferraresi Capradossi al 32′; nel secondo tempo per gli ospiti Viviani al 5′ e per i padroni di casa Marconi al 36′
Lecce batte Frosinone 1-0. Il gol: Coda al 40′.
Ascoli batte Pordenone 1-0. Il gol: nel secondo tempo Baschirotto al 39′.
Cremonese e Reggina 1-1. Il gol: nel secondo tempo per i lombardi Daniel Ciofani al 5′ e per i calabresi Galabinov su rigore al 35′.
Ternana vince a Cittadella 2-1. I gol: nel primo tempo per gli umbri Donnarumma al 37′; nel secondo tempo per i veneti Tavernelli su rigore al 45′ e ancora Alfredo Donnarumma per gli ospiti al 49′.
Parma vince a Cosenza 3-1. I gol: nel primo tempo per gli emiliani Bernabé Garcia al 9′; nel secondo tempo per gli ospiti Danilo Larangeira al 2′, per i silani Larrivey su rigore al 30′ e ancora per gli emiliani Bernabé Garcia al 43′.
Benevento-Pisa 5-1. I gol: nel primo tempo, al 3′ Ionita e al 32′ Caracciolo (aut). Nel secondo tempo, al 4′ Improta, al 24′ Forte, al 40′ Puscas e al 43′ Tello.   SEGUI TUTTA LA SERIE B IN TEMPO REALE: STAGIONE 2021-2022 RISULTATI E CLASSIFICA: VAI!

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Premier: cinquina Tottenham al Newcastle, vince il West Ham
Vittorie City e Liverpool, poker Brentford a Chelsea
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
23:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cinquina del Tottenham ai danni del Newcastle.
Gli Spurs vincono 5-1 e agganciano l’Arsenal al quarto posto a 54 punti.
I Gunners devono però recuperare due partite. Vittoria del West Ham sull’Everton. Brutto ko per il Chelsea, con la testa già all’imminente sfida in Champions con il Real Madrid. Il Brentford vince infatti 4-1 a Stamford Bridge con un gol di Eriksen e lascia i londinesi  terzi a 59 punti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Turno interlocutorio per le due big, in attesa della sfida diretta di domenica 10: il Liverpool batte il Watford 2-0 e resta a un punto dal City che ha vinto 2-0 in casa del Burnley.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro della 31/ma giornata
Liverpool-Watford 2-0
Brighton-Norwich 0-0
Burnley-Manchester City 0-2
Chelsea-Brentford 1-4
Leeds-Southampton 1-1
Wolves-Aston Villa 2-1
Manchester Utd-Leicester 1-1
West Ham-Everton 2-1
Tottenham-Newcastle 5-1
Crystal Palace-Arsenal lunedì ore 21.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Torino torna a vincere, Salernitana sempre in fondo
Decide il rigore di Belotti, per i campani salvezza è dura
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 aprile 2022
23:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Torino torna a vincere dopo due mesi.
Basta un gol su rigore di Belotti a far tornare il sorriso a Juric: l’attaccante granata se lo fa parare, ma l’arbitro fa ripetere il tiro dal dischetto e il Gallo regala il vantaggio al Toro.
I campani, a caccia di punti per risalire la classifica davvero complicata, sfiorano il pari con Radovanovic ed Ederson sfiorano il pari nella ripresa. Fazio per doppia ammonizione lascia la Salernitana in dieci nel finale. Per la squadra di Nicola, ferma in fondo alla classifica, la salvezza è sempre più in salita.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna, Real batte il Celta e si avvicina al titolo
Doppietta di Benzema, vince anche l’Atletico Madrid
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
02 aprile 2022
23:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Real Madrid ha battuto 2-1 il Celta Vigo nella 30/a giornata della Liga, avvicinandosi ancora al titolo.
Con 69 punti la squadra di Carlo Ancelotti precede di dodici lunghezze il Siviglia, che domani affronterà il Barcellona.
L’Atlético Madrid si è sbarazzato del già retrocesso Alavés con il risultato di 4-1 (doppietta del portoghese Joao Felix), tornando al terzo posto. Senza Ancelotti in panchina, positivo al Covid, le Merengues hanno beneficiato di tre rigori, due dei quali trasformati da Karim Benzema. L’attaccante francese ha trasformato il primo al 19′, poi il Celta ha pareggiato al ritorno dagli spogliatoi grazie a Nolito. Benzema ha visto il suo secondo rigore respinto da Matias Dituro (63′), ma si è rifatto al terzo tentativo cinque minuti dopo (65′). In panchina sedeva Abián Perdomo, capo della cantera del Real, perché Davide Ancelotti, primo assistente del papà Carlo, in Spagna non ha le qualifiche necessarie per poter sedere in panchina da primo allenatore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Atalanta-Napoli 1-3 Udinese travolge Cagliari 5-1.
A Bergamo sblocca un rigore di Insigne, raddoppio di Politano. Nella ripresa accorcia De Roon. Ospiti allungano con Elmas  . A Udine gol di Joao Pedro, poi i friulani dilagano con Becao, Beto (tripletta) e Molina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
03 aprile 2022
22:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta-Napoli 1-3.
il Napoli momentaneamente in vetta alla classifica grazie alla vittoria su una mai doma Atalanta: vantaggio su rigore con Insigne, raddoppio di Politano.
La Dea ha accorciato con de Roon, ma il contropiede di Elmas chiude ogni speranza per la formazione di Gasperini.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt 14′ Insigne (rigore), 37′ Politano; nel st 13′ De Roon, 36′ Elmas.
Stravince l’Udinese una sfida cominciata in maniera molto equilibrata e sbloccata proprio dal Cagliari grazie ad un tocco morbido di Joao Pedro. La partita degli ospiti finisce però li, l’Udinese da quel momento comincia a macinare gioco e gol. Tripletta di Beto, Becao e Molina chiudono il risultato sul 5-1.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt 32′ Joao Pedro, 38′ Becao, 45′ Beto; nel st 4′ e 28′ Beto, 14′ Molina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli: “Juve-Inter? Non conta più cosa fanno altri”
‘Al Milan c’è tensione positiva, dobbiamo salire sul treno’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 aprile 2022
10:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Questa sera la guardo sicuramente, ma con molto distacco.
Non conta più quello che fanno gli altri”.
Così l’allenatore del Milan Stefano Pioli sullo scontro diretto di questa sera tra Juventus e Inter, una gara che può cambiare gli equilibri delle prime quattro in classifica.
I rossoneri, invece, impegnati domani contro il Bologna a San Siro, scenderanno in campo consapevoli dei risultati delle dirette rivali per lo scudetto. Ma non è un problema per Pioli: “Non cambia nulla. Dobbiamo rimanere concentrati su ciò che possiamo determinare, ovvero la nostra gara. Ha ragione Tomori, stiamo vivendo un momento con tensione positiva che è un onore vivere. Ho trovato un Milan attento, concentrato che ha la sensibilità per capire che ogni partita è un treno che ti passa davanti, devi salirci sopra e guidarlo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Milan-Bologna 0-0
I rossoneri si riprendono la testa della classifica, ma il Napoli ora è a -1 e l’Inter a -4, con una partita da recuperare
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 aprile 2022
07:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Frenata del Milan nella corsa scudetto.
I rossoneri nel posticipo con il Bologna non vanno oltre lo 0-0.
I rossoneri restano in testa ma adesso hanno un solo punto di vantaggio sul Napoli e 4 sull’Inter che però ha una gara da recuperare. Nel primo tempo la squadra di Stefano Pioli va vicina al gol con Tomori e Giroud. La risposta degli emiliani arriva con una conclusione di Barrow.

Nel secondo tempo il Milan domina, crea tanto ma trova sulla sua strada uno Skorupski in serata di grazia. Ci provano ripetutamente Leao, Calabria, Bennacer, Ibrahimovic e Rebic ma il risultato resta inchiodato sullo 0-0. CRONACA
“Non siamo riusciti a trovare il guizzo, la giocata giusta. Abbiamo fatto 33 tiri e la partita l’ha fatta il Milan ma abbiamo trovati una squadra che si è difesa bene. Abbiamo lavorato senza palla ma con la palla ci è mancato il guizzo”: così Stefano Pioli analizza il pareggio del Milan contro il Bologna a San Siro. Trentatré i tiri del Milan questa sera, 69 quelli delle ultime tre partite, 18 nello specchio e solo due gol. “Escludo la componente mentale, la prestazione è stata quella giusta. E’ mancata qualità nei 20 metri finali – ammette Pioli – e sono giuste le accuse. In questo periodo stiamo costruendo tanto ma finalizzando poco. Non eravamo troppo sotto pressione. La prestazione rimane ma bisogna essere più lucidi. Non ho niente da dire alla squadra se non di essere più efficaci in area”.

“E’ stato un brutto pareggio, abbiamo fatto di tutto per prendere i tre punti. Ora pensiamo alle prossime partite, di giocare bene e vincere”: lo dice Rafael Leao a Sky Sport dopo lo 0-0 del Milan contro il Bologna a San Siro. Un punto che non soddisfa i rossoneri ora solo a +1 dal Napoli e a +4 dall’Inter che ha ancora una partita da recuperare. “Continuiamo a lavorare, dobbiamo lavorare tanto. E’ mancata lucidità. Ora pensiamo alle prossime partite”, conclude Leao.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli: “Ibra? E’ disponibile, ma convive con gli acciacchi”
‘Dovrà aiutare Milan a ottenere il massimo. Giroud? E’ in forma’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 aprile 2022
10:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Chi è rimasto a Milanello ha lavorato molto bene, chi purtroppo è stato eliminato dai Mondiali conto che abbia molta voglia di riscatto.
Ibrahimovic convive con i suoi acciacchi, ma con grande motivazione e disponibilità ed è a disposizione”.
Lo dice il tecnico del Milan, Stefano Pioli, alla vigilia della sfida contro il Bologna, aggiornando su quelle che sono le condizioni dell’attaccante svedese.
Il compito di Ibra fino alla fine della stagione sarà quello di “aiutare la squadra per cercare di ottenere il massimo”.
Intanto, però, Pioli può contare su un Giroud in gran forma.
“Olivier sta molto bene, ha segnato gol importanti e sono contento per lui”, conferma l’allenatore dei rossoneri, che ha guardato tutte le partite delle Nazionali tra cui, ovviamente, la Francia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Basta Gonzalez con l’Empoli, alla Fiorentina il derby toscano
La squadra di Andreazzoli in 10 per espulsione di Luperto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
14:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Basta il gol di Nico Gonzalez per regalare alla Fiorentina il derby toscano con l’Empoli.
Italiano si prende i tre punti, dopo una sfida giocata con equilibrio per tutto il primo tempo, con la rete annullata a Di Francesco per intervento del Var per un fallo di Pinamonti.
Il gol di testa al 14′ del secondo tempo con l’argentino che un minuto prima è protagonista dell’episodio che cambia il volto alla partita: subisce un fallo da Luperto che costa la seconda ammonizione al difensore dell’Empoli. Il presidente Corsi è andato a protestare con il designatore arbitrale Rocchi, presente al Franchi: contestato soprattutto il primo giallo a Luperto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: Blessin, non c’è motivo per euforia ma è bene che ci sia
‘A Verona per Genoa sarà durissima, tifosi ci copriranno spalle’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
03 aprile 2022
16:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà una partita durissima ma avremo i nostri tifosi a coprirci le spalle e questo sarà positivo”.
Alexander Blessin ha ancora negli occhi la grande festa che un migliaio di tifosi ha fatto alla squadra alla riapertura del centro sportivo dopo due anni di chiusura per covid- L’hanno fatta per incoraggiare la squadra in vista della trasferta di Verona di domani.
Saranno 3000 i genoani sulle gradinate del Bentegodi.
“Quello di ieri è stato un gesto eccezionale – ha sottolineato il tecnico -. E’ stato un segnale anche per noi vedere che tifosi, squadra e staff si sono uniti e compattati in queste settimane. Però chiaramente non abbiamo ancora raggiunto niente e dobbiamo continuare a lavorare in questo modo. Non c’è motivo di essere troppo sicuri ed euforici. Però vogliamo mantenere l’euforia. Ora serve essere concentrati per mantenere questa strada. Mi fa piacere che i giocatori abbiano preso la via giusta, ma bisogna continuare a lavorare come abbiamo fatto fino ad oggi”.
E allora sotto con la squadra di Tudor che Blessin ha analizzato attentamente. “Non solo cercano l’uno contro uno ma giocano anche a specchio e usano il tridente. Abbiamo scandagliato ogni dettaglio. Non sono una squadra che sfrutta contropiedi veloci ma hanno grandi qualità nel palleggio e nel possesso palla. Quando attaccano lo fanno tutti insieme e cercano di portare molti giocatori in area, per questo sono molto pericolosi. E’ una squadra che ha qualità. Dobbiamo stare molto attenti a non lasciare loro troppi spazi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Andreazzoli: “Arbitro? Se insensibile cambi mestiere”
Il tecnico dell’Empoli amareggiato per le decisioni arbitrali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
03 aprile 2022
16:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mancanza di sensibilità e decisioni prese in campo molto discutibili da parte dell’arbitro Massimi: l’allenatore dell’Empoli Andreazzoli è deluso e arrabbiato per una sconfitta che poteva essere evitata con decisioni arbitrali diverse: “Sono le forze in campo che decidono, non è l’emotività – dice il tecnico – La prima ammonizione a Luperto è decisiva, il fallo era al contrario.

Anche il quarto uomo mi sembrava della mia opinione.Se manca la sensibilità non funziona niente, in questo caso bisogna cambiare mestiere, poi gli arbitri svolgono un ruolo complicato e gli errori ci possono stare, ma bisogna offrire una sensibilità”.

“Sono dispiaciuto per quei dieci secondi finali quando stavamo battendo una rimessa laterale in attacco e l’arbitro non ce l’ha permesso- ha proseguito il tecnico dell’Empoli – Non capisco perché bisogna fischiare prima dei 5 minuti di recupero.
C’era una rimessa laterale, falla battere”. Empoli che era passato in vantaggio anche con Di Francesco ma poi annullato dal Var per fallo di Pinamonti su Terracciano: “L’Empoli fa giurisprudenza, come c’è una revisione da mettere in risalto ci tocca a noi. Nessuno aveva protestato, nemmeno Terracciano – ha sottolineato Andreazzoli -. Mentre su Luperto penso che sia stata fatta una valutazione al contrario, mentre il secondo giallo ci sta. Se nel primo caso andava ammonito qualcuno quello era l’avversario, non Luperto”. Empoli che oltre alla sconfitta contro la Fiorentina deve registrare anche il serio infortunio subito da Tonelli nel primo tempo: “Come sta? Molto male. Le sensazioni sono brutte – ha terminato Andreazzoli -. Potrebbe essere un infortunio grave. Potrebbe essere il terzo negli ultimi mesi per lui”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina: Italiano, ‘dobbiamo essere più cinici’
Su sogno viola Europa,’proviamo a vincere più partite possibili’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
03 aprile 2022
16:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Tenere vive certe partite ci fa prendere e rischiare qualche indecisione.
In questo momento non riusciamo ad essere concreti, abbiamo tirato in porta 24 volta ma ancora non siamo cinici come dovremmo essere.
Queste partite devono essere chiuse prime, se commetti un mezzo errore rischi di essere castigato. Mi tengo stretto comunque il risultato e sono contento di come abbiamo gestito la partita quando siamo rimasti in superiorità numerica”. Vincenzo Italiano è soddisfatto della vittoria della sua Fiorentina nel derby contro l’Empoli che permette ai viola di continuare a lottare per un posto in. Europa.
Se l’Empoli è furioso e protesta per la direzione di gara dell’arbitro Massimi, Italiano sottolinea che: “Sulla gestione arbitrale non mi piace discutere gli episodi, di situazioni così ce ne sono una valanga in un campionato. Spesso siamo stati penalizzati noi e non ho detto nulla – ha ricordato l’allenatore della Fiorentina -. Il presidente Commisso (al termine della gara ha chiamato dagli Stati Uniti allenatore e giocatori per complimentarsi con loro per la vittoria) è felice per la posizione in classifica e per come ci stiamo esprimendo. Tutta la proprietà deve essere contenta di quello che stiamo proponendo”.
Una Fiorentina che continua la sua lotta all’Europa: “Quando vinci le partite poi è normale andare a vedere la classifica – ha concluso Italiano, che al termine della partita è andato sotto la Fiesole per esultare con loro la gioia della vittoria -. Nelle prossime nove partite dobbiamo cercare di vincerne il più possibile. Ci godiamo intanto questa posizione di classifica”.
Sulla stessa lunghezza d’onda anche il ds viola Daniele Pradè: “Abbiamo 50 punti e dobbiamo guardare avanti visto che c’è anche una partita in meno. Anche oggi prestazione importante contro una squadra organizzata con un bravissimo mister, complimenti ai ragazzi e ad Italiano. Ikoné non ha giocato? Peccato per lui perché Jonathan ha avuto un problemino fisico altrimenti sarebbe stato della gara”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Udinese-Cagliari 5-1
Il match winner è il portoghese Beto, autore di una tripletta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
03 aprile 2022
17:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari travolto alla Dacia Arena, dove l’Udinese si è imposta sulla squadra sarda per 5-1.
Questa la successione delle reti: nel pt 32′ Joao Pedro, 38′ Becao, 45′ Beto; nel st 4′ e 28′ Beto, 14′ Molina.
Con questa sconfitta il Cagliari rimane al quartultimo posto, ma domani potrebbe essere raggiunto dal Genoa, in caso di successo dei rossoblù sul campo del Verona. L’Udinese sale invece a 33 punti, alla pari con Empoli e Bologna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Atalanta-Napoli 1-3
Azzurri temporaneamente in testa alla classifica con il Milan
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
03 aprile 2022
17:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Napoli espugna Bergamo, superando l’Atalanta per 3-1 nel big match di questo pomeriggio e aggancia il Milan (impegnato domani sera contro il Bologna) in vetta alla classifica.
Queste le reti: nel pt 14′ Insigne (rigore), 37′ Politano; nel st 13′ De Roon, 36′ Elmas.
Per la squadra di Gasperini, che giovedì prossimo affronterà il Lipsia per i quarti di Europa League, è l’ennesima sconfitta in campionato contro una ‘grande’.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Insigne “tre punti pesanti, scudetto? Napoli ci crede”
“Mancano sette partite, da domani subito testa alla prossima”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
17:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Erano tre punti pesanti, e noi abbiamo fatto tutto quello che c’era da fare.
Scudetto? Certo che ci crediamo, ma mancano ancora sette gare ed è lunga”.

Lorenzo Insigne, autore della rete che ha dato il via alla vittoria del Napoli in casa dell’Atalanta, non nasconde la soddisfazione per un successo che porta i partenopei ad agganciare in testa alla classifica il Milan, che gioca domani con il Bologna. “Bisogna pensare partita per partita – ha detto Insigne ai microfoni di Dazn – e da domani dobbiamo subito avere la testa sulla prossima. Intanto adesso ci godiamo questa vittoria importante”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spalletti, “prova maturità, non si puo’ più sbagliare”
“Squadra ha capito che si sta giocando la felicità di un popolo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
17:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Quando sei a questo punto non si puo’ piu’ sbagliare atteggiamento.
Siamo usciti da situazioni difficili e arrivati a questo punto qui non ci si puo’ piu’ tirare indietro, come abbiamo fatto oggi”: Luciano Spalletti, ai microfoni di Dazn, commenta il successo del suo Napoli in casa dell’Atalanta.
“Oggi abbiamo sofferto un po’ – sottolinea il tecnico dei partenopei – sul 2-0 l’Atalanta ci ha chiuso e dopo il loro gol è venuto fuori il carattere della mia squadra.
Abbiamo fatto passi avanti sotto l’aspetto della mentalità e del carattere. Oggi abbiamo fatto vedere di essere una squadra di livello alto contro una squadra difficile da affrontare”.
“Non bisogna abbassare la guardia – prosegue Spalletti – E’ vero che ci siamo stabilizzati sulle prestazioni, però poi bruciano ancora molto alcune sconfitte in casa, dobbiamo ricordarcele. Tutta la squadra è molto presente, compatta, si vuole aiutare. Ha capito che si gioca la felicità di un popolo intero e meriterebbero di farglielo vivere”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari: Mazzarri “mi assumo responsabilità sconfitta”
C’è tempo per reagire, bisogna cambiare registro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
03 aprile 2022
17:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi assumo le responsabilità di questa sconfitta, c’è tempo per reagire e mi aspetto una reazione, che si cambi registro, io per primo che ho fatto le scelte, ma sarebbe sbagliato commentare un 5-1 in serie A e per questo chiedo perdono a tutti, ma non risponderò ad alcuna domanda.
Domani ci alleniamo per ripartire”.
Lo ha detto il tecnico del Cagliari, Walter Mazzarri, commentando il pesante ko subito Udine.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese; Cioffi, mentalità giusta, ma testa al Venezia
Il pubblico ci sta accanto e sentiamo affetto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
03 aprile 2022
18:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Venivamo da un periodo in cui avevamo messo la giusta mentalità e il successo di oggi è il giusto coronamento”: lo ha affermato l’allenatore dell’Udinese, Gabriele Cioffi, commentando in sala stampa il 5-1 ai danni del Cagliari.

“Success è stata una scelta giusta che con la sua fisicità ha messo in grande difficoltà gli avversari, ma noi abbiamo 24 titolari e chi scende in campo non mi delude mai – ha aggiunto – quella di oggi è una vittoria della squadra, conquistata con il cuore e la testa.
Siamo orgogliosi del pubblico della Dacia Arena – ha concluso – ci piace essere riconosciuti come una squadra che sputa sangue, non nel senso di correre e dare gomitate, ma di renderli fieri del nostro impegno. Adesso però testa al Venezia, perchè abbiamo vinto una gara, ma il percorso è ancora lungo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli:Spalletti “posta in palio alta,certi carri non ripassano”
‘La squadra è cresciuta in mentalità e disponibilità’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
03 aprile 2022
18:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Nelle ultime sette partite serve comportarsi da squadra di rango che prende per il collo qualsiasi partita”.
Luciano Spalletti commenta il 3-1 sull’Atalanta a Bergamo convinto di poter lottare fino in fondo per lo scudetto.
“Non possiamo non valutare bene la situazione che c’è davanti in classifica. In casa e fuori non fa differenza, la posta in palio è troppo alta: sono carri che potrebbero non ripassare più”, afferma il tecnico del Napoli.
Sull’analisi della partita, Spalletti è netto: “A volte gli avversari ti inducono a non giocare secondo le tue caratteristiche. L’Atalanta ha sempre forza e determinazione nel duello fisico, nel ritmo e nella presenza: siamo noi a essere cresciuti, anche rispetto alla sconfitta casalinga. Siamo riusciti a uscire bene dalla pressione degli avversari”. Infine, un elogio ai singoli e alla squadra: “E’ cresciuta in mentalità, nell’atteggiamento e nell’esecuzione quando c’è bisogno di qualcosa di più. C’è stata disponibilità a soffrire e anche a rincorrere gli avversari: all’inizio del secondo tempo eravamo un po’ schiacciati, ma le qualità non scompaiono”.
“La partita è cambiata davvero solo col terzo gol, avessimo continuato a difenderci e basta non l’avremmo portata a casa – chiude l’allenatore azzurro -. Mario Rui ha fatto una grande partita, Zanoli è stato entusiasmante per la tranquillità con cui ha giocato. Anche Lobotka m’è piaciuto, ma tutta la squadra ha fatto bene. Insigne s’è ripresentato dalla delusione in Nazionale con la voglia di dare un contributo importante: sapere che i tifosi sono lì a spingere trasferendoci la loro gioia è fondamentale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta: Gasperini, niente Champions? Nessun dramma
Sul ko col Napoli: ‘Non abbiamo difeso bene su due episodi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
03 aprile 2022
18:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La classifica è quella che è, la partita di oggi ci ha detto che non è la stagione giusta per qualificarci alla Champions dal campionato, anche se è stata ottima al pari di quella contro tutte le altre big”.
Gian Piero Gasperini, con la sconfitta contro il Napoli, sancisce l’uscita dell’Atalanta dalla corsa al quarto posto preparandosi ai quarti di finale di Europa League.
“Tante grandi squadre italiane non vanno tanto avanti in Champions, non è un dramma se per un anno non la giochiamo noi – riflette il tecnico nerazzurro -. CoN Il Lipsia è un’altra competizione: partiamo da un’ottima condizione per una partita dalle difficoltà indubbie, ma pronti a giocarci le nostre carte”.
Sul fronte infermeria, qualche novità: “Speravo di dare qualche minuto a Zapata per riabituarlo ai contrasti, ma deve passare attraverso spezzoni perché dopo tanti mesi gli manca la gara e non è stato un infortunio da poco. A Djimsiti, invece, è uscita la spalla sinistra – continua Gasperini -. Demiral è tornato dalla Nazionale con qualche acciacco, ma Scalvini avrebbe giocato lo stesso: è straordinario contro avversari forti, aveva già fatto bene da titolare in difesa a Bologna e ha davanti una carriera importante”.
Infine, sulla partita di oggi, Gasperini ha spiegato che “abbiamo sbagliato la scalata sull’episodio del rigore, con Musso uscito troppo velocemente, e mancato la marcatura sulla punizione del 2-0. L’avevamo riaperta tenendo viva la speranza di poterla raddrizzare: a spazi aperti potevamo pareggiarla come prendere il contropiede e infatti è arrivato il 3-1”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bari batte il Latina e torna in B, la città festeggia
Caroselli dei tifosi per le strade. Sindaco: ‘ora vogliamo la serie A’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LATINA
03 aprile 2022
21:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bari torna in B dopo quattro anni di purgatorio tra D e C: i biancorossi, battendo il Latina in trasferta 0-1 con con gol di Antenucci al 23′ (poi l’attaccante si è fatto parare un rigore alla fine primo tempo), ritrovano la serie cadetta dopo averla persa per guai economici al tempo della gestione Giancaspro (causa mancata ricapitalizzazione nel 2018).
A sostenere in questa trasferta i biancorossi c’erano al ‘Francioni’ duemila tifosi, mentre tanti altri supporter erano rimasti a Bari a vedere la partita sui maxischermi al San Nicola.
“Non ci fermeremo qui – ha detto il sindaco di Bari Antonio Decaro subito dopo la vittoria – ora vogliamo la serie A”. In città, intanto, sono già cominciati i primi festeggiamenti, con i caroselli dei tifosi che suonano i clacson dalle auto e che sventolano la bandiera biancorossa in strada. Il club del presidente Luigi De Laurentiis aveva sfiorato la promozione nei due precedenti tornei di C, ma l’obiettivo era sfumato nei play off. In questo torneo, grazie alla rosa allestita dal ds Ciro Polito, e alla gestione tattica dell’allenatore Michele Mignani, il Bari ha dominato gli avversari, imponendo un ruolino di marcia insostenibile per le avversarie, in primis Catanzaro e Avellino. Il ritorno in B avviene al culmine della ricostruzione societaria e dopo aver cambiato cinque allenatori in quattro stagioni (da Cornacchini a Vivarini, da Auteri a Carrera): la giusta dimensione è stata raggiunta con in panchina Michele Mignani, allenatore che ha puntato su un modulo offensivo (il 4-3-1-2), su un calcio redditizio e poco lezioso, e sull’innesto di fantasia nella manovra con l’argentino Ruben Botta e il foggiano Cristian Galano. I trascinatori nella rosa sono stati però il bomber Mirco Antenucci, il mediano Mattia Maita e l’attaccante esterno Walid Cheddira, cresciuto nel corso della stagione sul piano tattico e temperamentale. Dopo i 25mila spettatori registrati al San Nicola domenica scorsa per il derby con la Fidelis Andria, nel prossimo impegno interno con l’Avellino, stante la rivalità storica tra le tifoserie, si punta alle 30mila presenze, dato che potrebbe confermare la piazza barese tra le prime dieci del calcio italiano per spettatori. La squadra è attesa a Bari all’una di questa notte, quando la festa potrebbe continuare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salernitana,su rigore ripetuto errore arbitro inequivocabile
Protesta del club granata, ‘molte perplessità su gestione gara’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
03 aprile 2022
20:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sia chiaro a tutti che la Salernitana non è e non può essere considerata retrocessa fin quando il dato aritmetico non lo confermerà”.

È quanto afferma in una nota l’amministratore delegato della Salernitana, Maurizio Milan.
Il club granata, dopo il ko casalingo contro il Torino, ha preso ufficialmente posizione, denunciando presunti torti arbitrali.
In particolare la società campana si è soffermata sulla decisione dell’arbitro Piccinini di Forlì che ha ordinato la ripetizione del penalty – inizialmente parato da Sepe a Belotti – dopo aver riscontrato un’irregolarità al momento della battuta. “Dopo la gara di ieri rimane amarezza insieme con molte perplessità sulla gestione della gara. In effetti, sia permesso dire, più che dubbi, sembra esservi certezza che sull’episodio della ripetizione del calcio di rigore, nel primo tempo ed in una fase delicata dell’incontro, sussista un inequivocabile errore tecnico degli arbitri, di campo e del VAR; già nell’immediato è parso davvero difficile rintracciare l’anomalia individuata dall’arbitro”, si legge nella nota.
“A una visione appena più accurata – quella che che ci attenderebbe dall’esame tecnologico dell’azione – poi – continua la nota della Salernitana – risulta davvero impossibile poter aderire a quanto deciso sul campo”.
“Per il rispetto che si deve a Salerno e ai suoi tifosi auspichiamo di avere lo stesso rispetto da tutti gli organi sportivi deputati a vigilare sulla regolarità del campionato – prosegue il club granata – assicurando una gestione arbitrale di partite così delicate davvero ineccepibile: qui non si tratta soltanto della percentuale, sempre presente, di erronea valutazione, ma di adeguata considerazione tecnica degli episodi in campo ed in videoassistenza”.
“Deve essere chiaro a tutti – conclude Milan . che la Salernitana non è e non può essere considerata retrocessa fin quando il dato aritmetico non lo confermerà”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sampdoria-Roma 0-1
Decide un gol di Mkhtaryan. Giallorossi sono quinti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
20:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Massimo risultato con il minino sforzo per la Roma, che vince a Genova contro la Sampdoria grazie ad un gol nel primo tempo di Mkhtaryan.
Per i giallorossi si tratta del decimo risultato utile consecutivo, e il quarto successo nelle ultime cinque partite che vale il quinto posto in solitario.
Alla Sampdoria non è bastato un secondo tempo arrembante per recuperare il gol: poco lucidi in attacco, i giocatori blucerchiati si sono spesso rivelati inconsistenti contro una Roma attenta a controllare senza troppo affanno consapevole della propria forza. Al 27′ il gol che vale la gara.
Pellegrini lancia Zalewski a sinistra, l’italo-polacco serve in mezzo un cross teso su cui si avventa Abraham, Colley lo anticipa ma il pallone rimane in area e Mkhtaryan lo raccoglie battendo Audero. Si attende la replica della Sampdoria che però non arriva.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rigore ripetuto e Var, vince Inter tra le polemiche
Derby d’Italia ai nerazzurri, Juventus recrimina per decisioni e pali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
13:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vince l’Inter, ma come in ogni derby d’Italia non mancano le polemiche.
I nerazzurri tornano ad espugnare l’Allianz Stadium a dieci anni di distanza dall’ultima volta, è decisivo un rigore di Calhanoglu fatto ripetere da Irrati per l’1-0 finale.
La Juve recrimina per due legni colpiti, uno per tempo con Chiellini e Zakaria, e per qualche decisione arbitrale che non ha convinto Allegri e i suoi ragazzi..La cronaca
Il tecnico dei bianconeri lancia tutti e tre i suoi ‘punteri’, in attacco ci sono Dybala, Morata e Vlahovic: dopo il terremoto per l’annuncio sul mancato rinnovo di contratto, l’argentino parte titolare insieme allo spagnolo e al serbo. Nell’inedito 4-2-3-1 bianconero c’è spazio per Cuadrado esterno alto, con Locatelli e Rabiot coppia di mediani davanti al quartetto difensivo formato da Danilo, De Ligt, Chiellini e Alex Sandro. Inzaghi recupera De Vrij ma soltanto per la panchina, e insieme a Skriniar e Bastoni gioca D’Ambrosio. Lautaro è guarito dal Covid e forma il tandem al fianco di Dzeko, a centrocampo dirige Brozovic con Barella e Calhanoglu interni e Dumfries e Perisic sulle corsie. Prima del fischio d’inizio di Irrati, l’artista italo-brasiliana Gaia e la cantante ucraina Kateryna Pavlenko cantano “Imagine” dal cerchio di centrocampo come messaggio di pace per la guerra in Ucraina ed emozionano i 40mila dello Stadium, tornato finalmente al 100% della capienza. Szczesny, sposato con una donna ucraina,. non trattiene le lacrime. Ritmi alti e contrasti al limite, il derby d’Italia entra subito nel vivo con l’ammonizione a Lautaro (diffidato, salterà il Verona) per un calcio in faccia a Locatelli. La Juve ha un piglio diverso rispetto ai nerazzurri, dopo otto minuti i padroni di casa sfiorano il vantaggio: Handanovic pasticcia smanacciando male, Chiellini non ne approfitta e da pochi metri colpisce goffamente la traversa. La squadra di Inzaghi patisce la carica agonista dei bianconeri, Morata prima non sfrutta il cross di Vlahovic e poi si fa ribattere un tiro a colpo sicuro. Locatelli alza bandiera bianca per un dolore al ginocchio ed esce piangendo sostituito da Zakaria, poi nel finale l’arbitro Irrati diventa protagonista. Grazie al Var, vede un fallo nel contatto a tre Morata-Alex Sandro-Dumfries e fischia il rigore, Szczesny ipnotizza Calhanoglu ma dopo una carambola tra De Ligt e Danilo il pallone finisce in rete. Gol annullato, anzi bisogna ripetere: protestano tutti e Allegri scaraventa via il giubbotto, poi il duello tra il turco e il polacco è vinto dall’interista che firma così l’1-0 durante un maxi-recupero da quasi dieci minuti complessivi. La Juve continua ad attaccare anche nella ripresa, Inzaghi prova a cambiare inserendo Darmian e Correa. Il muro nerazzurro trema sul destro di Vlahovic e soprattutto sulla botta dalla distanza di Zakaria, la deviazione di Handanovic è decisiva perché il pallone finisca sul palo. Nel finale c’è spazio anche per Vidal, fischiatissimo dai suoi ex tifosi, mentre Allegri prova l’assalto gettando nella mischia Kean. Dybala ha una punizione dalla sua “mattonella” ma calcia in curva, la Juve protesta per le cadute di Vlahovic e De Ligt in area di rigore. Al triplice fischio scoppia la gioia interista, che torna a vincere dopo due pareggi consecutivi e riprende la corsa allo scudetto. Per la Juve, invece, si spengono definitivamente le ultimissime speranze di tricolore, ma il quarto posto resta saldo con i cinque punti di vantaggio sulla Roma.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Mourinho, gara difficile ma vittoria meritata
Importante vittoria per classifica, abbiamo dato continuità
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
03 aprile 2022
21:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Decimo risultato utile consecutivo per la Roma che consolida il quinto posto vincendo a Genova contro la Sampdoria.
“E stata una partita dura e difficile -ha commentato Mourinho – In uno stadio bello dove è complicato passare come è complicato affrontare le squadre di Giampaolo sempre ben organizzate.
Ma era importante per noi, dopo la tradizione che c’è seguendo un derby che se vinci sei sulla luna e se perdi è un disastro, dimostrare stabilità”.
Una vittoria che comunque ha soddisfatto il tecnico portoghese. “E’ stata dura ma abbiamo meritato e nel secondo tempo anche senza essere aggressivi e con poca ambizione abbiamo gestito molto bene la gara, pur senza chiuderla”.
Una Roma che sembra aver trovato la sua strada con due trequartisti alle spalle di una punta. ” La Roma che mi piace è una Roma stabile. Sia che giochi meglio o peggio sia che vinca o perda quello che conta è avere stabilità ha sottolineato -. Mi piace giocare a tre e penso che questo aiuti tanto i giocatori come i terzini che non sono terzini e sono molto più offensivi come Zalewski, Shaarawy o Karsdrop, o trovare dinamiche in attacco dove è importante avere la profondità ma anche la sicurezza e la classe fra le linee dove hanno giocato Pellegrini e Mkhtaryan senza dimenticare la dimensione tattica di Cristante e Olivera. E oggi la squadra era comoda in campo, voleva il secondo gol ma è sempre apparsa stabile”.
Una Roma che non è così distante dal quarto posto ma Mourinho guarda a ben altro. “Non seguiremo la sfida tra Juventus e Inter perché saremo in aereo-ha spiegato- ma credo ci sia una lotta tra le prime quattro e una diversa per le squadre dal quinto all’ottavo posto. E una grandissima differenza in questo gruppo finire quinti o ottavi, per questa ragione dopo la vittoria della Lazio e della Fiorentina, anche se l’Empoli aveva segnato un bel gol, era importante vincere e mantenere quella piccolissima distanza tra noi e loro”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta-Napoli, insulto razzista a Koulibaly
‘Negro di m….’, mentre esce dal campo. E striscione ‘colerosi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
03 aprile 2022
21:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un grave e volgare insulto (‘Negro di m…”).
E’ l’audio, udibilissimo in un video ripreso da bordocampo sotto la Curva Nord del Gewiss Stadium di Bergamo, contenente le parole razziste dette da un tifoso a a Koulibaly all’imbocco del tunnel che ha riportato negli spogliatoi il Napoli alla fine della partita di campionato con l’Atalanta.

Diffuso dal giornalista Carlo Alvino e da altri, il breve filmato sta facendo il giro dei social. E su Twitter è spuntata anche la foto evidentemente scattata da un tifoso ospite dello stadio sull’inferriata dell’ultimo gradino del settore dedicato: “Di accogliervi in Italia sono fiero, benvenuti colerosi dal continente nero”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp: Giampaolo, l’unica recriminazione è sul risultato
1-0 non è giusto per la Roma gol e un pericolo su nostro errore
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
03 aprile 2022
21:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sconfitta di misura dalla Roma, alla Sampdoria è mancato solo il gol.
“Alla squadra ho detto che non devono avere niente da recriminare – ha spiegato Giampaolo – l’unica recriminazione ci può essere sul risultato.
L’abbiamo giocata come l’avevamo preparata al cospetto di una squadra in grande salute. Purtroppo il risultato non è quello che ci aspettavamo. Brava la Roma a fare gol ma non ricordo altre loro occasioni nitide se non quella scaturita da un nostro retropassaggio di Bereszynski”.
Per la Sampdoria di fatto un’occasione persa. “Dentro la partita ci siamo stati ma il risultato non ci da ragione. Sono convinto però che se tu giochi, fai prestazioni di buon livello alla fine l’obiettivo che devi raggiungere lo raggiungi. Mi è spiaciuto solo non aver festeggiato con il nostro pubblico, oggi straordinario. E’ stata una gradinata bellissima come eravamo abituati in passato”.
Non è bastato l’ingresso di Quagliarella per cambiare le carte in tavola. “Ho cambiato Sensi perché eravamo sotto di un gol e volevo giocare con un attaccante in più di ruolo, Quagliarella, così ho spostato Sabiri dietro le punte anche perché se la Roma non la allunghi ti mangia. Purtroppo il tasso tecnico tra noi e la Roma è molto diverso, hanno qualità e sanno palleggiare. Purtroppo in attacco non possiamo inventarci niente abbiamo Sabiri, Caputo, Quagliarella e Supriaha che non è pronto. I quattro che devono sostenere il peso offensivo sono loro. Se parto subito con Quagliarella e Caputo poi non ho cambi offensivi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Juventus-Inter 0-1
Bianconeri stop dopo 16 risultati utili.Decide rigore Calhanoglu
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
23:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un rigore trasformato da Calhanoglu al secondo tentativo (l’arbitro Irrati aveva fatto ripetere, dopo la parata di Szczesny sul turco) regala all’Inter la vittoria per 1-0 sul campo della Juventus nel ‘derby d’Italia’.

Ma il tiro dal dischetto è stato il frutto di un discusso caso da moviola a fine primo tempo.
Così ora i bianconeri di Allegri si fermano dopo sedici risultati utili consecutivi, mentre Inzaghi risponde al Napoli e rimane aggrappato al treno scudetto, in attesa di vedere cosa farà domani il Milan contro il Bologna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: magia di Pedri, il Barcellona batte il Siviglia
E il ragazzo delle Canarie diventa ‘il nuovo mago del Camp Nou’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
23:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un bel gol di Pedri, talento ribattezzato “il nuovo mago del Camp Nou”, regala al Barcellona il successo per 1-0 sul Siviglia nel big match del 30/o turno della Liga.
Ora i blaugrana hanno raggiunto gli andalusi e l’Atletico al secondo posto in classifica, con 57 punti e -12 dal Real Madrid, rispetto al quale la squadra di Xavi ha giocato una partita in meno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allegri, finalmente si potrà dire Juve fuori da giro scudetto
‘Evitiamo dire cose che non servono, con se e ma non si avanti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
23:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Evitiamo di dire cose che non servono, è stata una bella partita, abbiamo tirato molto in porta e peccato per la sconfitta.
Ma ho visto una buona Juve, con ampi margini di miglioramento.
Vedo il bicchiere mezzo pieno”. Così Massimiliano Allegri, intervistato da Dazn, dopo la fine di Juventus-Inter. “Finalmente si potrà dire – polemizza – che la Juve è tagliata definitivamente fuori dal giro dello scudetto. E’ inutile dire se avessimo vinto, con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Ma l’anno prossimo cercheremo di vincere il campionato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inzaghi, il rigore c’era e non andava ripetuto, era già gol
‘Società vuole prolungarmi contratto, ho detto io di aspettare’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 aprile 2022
23:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Era una tappa fondamentale, stiamo rincorrendo il Milan e Napoli e volevamo rimanere lì.
E’ normale che ci sia un po’ di pressione all’Inter, abbiamo avuto fuori dei giocatori importanti e ancora è lunghissima.
Diranno che la favorita è ancora l’Inter, però ricordo quello che si diceva all’inizio e non vinceva qui allo Stadium da undici anni”. Così Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter, dai microfoni di Dazn.
Poi una battuta sul suo futuro e certe voci circolate nei giorni scorsi.
“Ho un contratto di due anni che la società mi ha chiesto di prolungare – dice Inzaghi -. lo ho detto di aspettare perché i contratti valgono ciò che valgono. Sette mesi sono stati offuscati da tre pareggi, sento la fiducia della società, dei calciatori, della curva e sono contentissimo di quello che è stato fatto. E’ venuta fuori qualche critica, ma siamo nel calcio da trent’anni e possiamo capirle”.
C’era il calcio di rigore che ha deciso la sfida con la Juve? “Si c’era, era già gol sulla ribattuta perché non c’era niente su Calhanoglu. Non andava ripetuto. All’andata ho lanciato la casacca e sono stato espulso prendendomi un pareggio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rabiot ‘ottima gara, difficile giocare 11 contro 12′
Sui social juventino torna sulla sconfitta contro l’Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 aprile 2022
10:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il derby d’Italia vinto dall’Inter si lascia dietro una coda di polemiche anche sui social.
“Ottima partita, bravi tutti: peccato per il risultato, ma è difficile giocare in 11 contro 12”, scrive su Instagram Adrien Rabiot prendendosela, anche se non lo cita, con l’arbitro Irrati, protagonista di alcune decisioni che non hanno convinto il mondo bianconero.

“Puniti dagli episodi: atteggiamento positivo da grande squadra, bello giocare in uno stadio così”, si limita ad aggiungere, sempre sui social, Leonardo Bonucci, mentre Manuel Locatelli rassicura sulle sue condizioni: “Sto bene, farò altri esami in questi giorni – scrive il centrocampista – Grazie di cuore per i messaggi, il grande rammarico è ovviamente il risultato ed essere uscito in questa grande partita”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Abraham “tornare in Premier? Voglio vincere a Roma”
“Mourinho sa farti sentire speciale, è ciò di cui avevo bisogno”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
04 aprile 2022
10:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Quando vedo che mi accostano ad altri club mi fa sentire bene.
È una bella sensazione vedere il tuo nome su tutti i giornali, ma devo concentrarmi sulla Roma.

Naturalmente sono cresciuto in Inghilterra, sono un ragazzo londinese, quindi forse un giorno tornerò in Premier League. Ma in questo momento sono concentrato solo sulla Roma, voglio fare del mio meglio e spero di vincere con questi ragazzi un trofeo che manca da molti anni”. Lo ha detto Tammy Abraham in un’intervista a TalksSport parlando delle tante squadre di Premier interessate a lui dopo l’exploit nella Roma.
Un successo passato dalla fiducia totale di Mourinho nei suoi confronti. “E’ un personaggio che tutti conosciamo. C’è un motivo per cui lo definisco il miglior manager del mondo – ha continuato Abraham -. Sa come guidarti, sa come entrare dentro la tua pelle e sa come farti sentire un giocatore molto speciale. Questo è esattamente ciò di cui avevo bisogno, specialmente dopo la difficile stagione che ho avuto al Chelsea dove non stavo giocando. Venire qui e avere un manager come Mourinho che ti allena e crede in te, ti dà solo più fiducia”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Boniek, non mi preoccupa la Polonia ma 2 mln rifugiati
“Russi non capiscono la diplomazia, servono le sanzioni”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
10:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non sono preoccuparo per la Polonia, ma per le donne ed i bambini ucraini.
Ce ne sono oltre due milioni rifugiati nel mio Paese”.
Lo ha ricordato Zbigniew Boniek, ospite di ‘Radio anch’io sport’. “La guerra si combatte anche in altre parti del mondo – ha sottolineato l’ex giocatore della Juventus -, vedi quello che accade con la guerra civile nello Yemen. Mi colpisce che la gravità di un conflitto la giudichiamo a seconda dei chilometri che ce ne separano”.
“Sono contento che la Uefa abbia sospeso tutte le squadre russe – ha ribadito Boniek, che da vicepresidente dell’organo è stato fin da subito per la linea dura – I russi si sentono troppo superiori e non capiscono la diplomazia”. Per convincerli a cessare le ostilità in Ucraina “servono le sanzioni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lesione collaterale per Locatelli, stop 4 settimane
Ieri centrocampista Juve era uscito anzitempo contro l’Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 aprile 2022
16:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gli esami clinici a cui questa mattina si è sottoposto il giocatore della Juventus Manuel Locatelli, uscito anzitempo per infortunio nella partita di ieri sera contro l’Inter, hanno evidenziato una lesione di primo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro.
Lo rende noto il club bianconero, che individua in circa quattro settimane i tempi di recupero del centrocampista.
Un problema in più per Massimiliano Allegri in vista del rush finale tra campionato e Coppa Italia.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Insulti a Koulibaly: Senegal,triste abitudine tifosi Bergamo
Federcalcio campione d’Africa, ‘tu sei difensore nostro colore’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
14:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Federcalcio del Senegal (Fsf) interviene sugli insulti razzisti di cui è stato oggetto Kalidou Koulibaly nella gara vinta ieri dal Napoli in casa dell’Atalanta e che sono già stati pubblicamente condannati dalla società bergamasca.
La Fsf lo fa con dei tweet a sostegno del suo capitano: “Come da loro tristi abitudini, alcuni tifosi bergamaschi, dell’Atalanta, hanno ripetuto ancora una volta le loro sciocchezze umane pronunciando insulti spregevoli e razzisti rivolti al nostro capitano e leader Kalidou Koulibaly.

Questi idioti senza cervello non devono avere posto in uno stadio. Forza Kalidou, il popolo senegalese ti sostiene con tutto il cuore e si presenta come un solo uomo per essere orgoglioso del tuo coraggio, della tua fierezza, della tua esemplarità e della tua appartenenza alla nostra razza e al nostro Paese. Capitano coraggioso, non ti raggiungeranno mai”.
“L’hai detto tu stesso durante il ricevimento al Palazzo della Repubblica dopo la nostra vittoria della Coppa d’Africa – sottolinea la federazione senegalese -: ‘Siamo uccisi ma non disonorati’. Il Senegal e l’Africa sono orgogliosi di te. Sei l’irrefrenabile difensore del nostro colore, della nostra identità e della nostra cultura. Ecco perché sei più bello e più forte”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: sorridono inglesi, City di misura sull’Atletico
A Manchester decide De Bryyne nella ripresa. Liverpool passa a Lisbona, 3-1 al Benfica e semifinale ipotecata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
12:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I primi due quarti di finale della Champions League 2022 sorridono alle inglesi.
Manchester City-Atletico Madrid 1-0

e Benfica-Liverpool 1-3
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Guardiola apporta tre modifiche alla formazione del City che ha battuto il Burnley in Premier League nel fine settimana.
Stones, Mahrez e Bernardo Silva tornano titolari, Aké mantiene il suo posto in squadra. Primo tempo senza reti al City of Manchester Stadium: i padroni di casa prendono le redini del match sin dalle prime battute, ma non riescono a costruire pericoli alla porta di Oblak per merito della solidissima fase difensiva dell’Atlético. Retroguardia spagnola che cade però nella ripresa grazie al gol di Kevin De Bruyne che decide l’andata dei quarti di finale di Champions League conquistando un vantaggio prezioso in vista del ritorno a Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Decide De Bryyne nella ripresa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Alcune sorprese nell’undici scelto da Klopp, con Konaté preferito a Matip in difesa, e il colombiano Luis Díaz preferito a Diogo Jota in avanti. Sull’out di destra difensivo Alexander-Arnold torna dopo tre settimane di riposo. Tra le fila delle Aquile spazio all’esperienza di Otamendi e Vertonghen al centro della difesa, con Gilberto e Grimaldo a coprire le fasce. Il loro gioco di posizione sarà la chiave per fermare il virtuoso gioco offensivo del Liverpool. Sugli esterni di centrocampo spazio a Rafa Silva e Everton. Prima frazione completamente di marca Reds, gli uomini di Klopp oltre ai gol di Konaté e Mané hanno almeno altre tre nitide occasioni per realizzare. Nei secondi 45′ il Benfica sembra un’altra squadra: il gol 2-1 arriva subito con Nunez. Poi i portoghesi sfiorano il pari ma nel finale il Liverpool riparte chiudendo il match sul 3-1 firmato da Luis Diaz e mettendo una seria ipoteca sulla strada che porta in semifinale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A segno per i Reds Konatè al 17′, Manè (34′) e Luis Diaz (87′). Per i portoghesi in gol Nunez (49′).   SEGUI TUTTA LA CHAMPIONS LEAGUE IN TEMPO REALE: STAGIONE 2021-2022 RISULTATI E CLASSIFICHE: VAI!

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Corsi, un velo pietoso su arbitraggio di Massimi
Presidente Empoli, ‘ma per Rocchi errore è stato di Maresca’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
16:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’abbiamo tirata un po’ per le lunghe, Rocchi mi ha detto che l’errore principale l’ha fatto Maresca richiamando al Var per un’azione che era un contrasto di gioco di Pinamonti su Terracciano.
Il contatto non c’è perché l’attaccante si è messo davanti rispetto al portiere, che colpisce la palla”.
Dai microfoni di Radio Sportiva, il presidente dell’Empoli Fabrizio Corsi torna sulla partita di ieri persa contro la Fiorentina, segnata da più di un episodio arbitrale. “A occhio nudo – dice ancora Corsi – tutti hanno pensato che sarebbe stato rigore, in secondo luogo è stato il portiere ad essere andato addosso a Biraghi. Non si può considerare l’immagine del contatto perché non colpisce il piede d’appoggio che è alzato”.
Ma cosa ne pensa il presidente delle parole del suo allenatore Aurelio Andreazzoli, secondo il quale un arbitro se è insensibile è meglio che cambi mestiere? “Ho rivisto entrambe le ammonizioni di Luperto. Il quarto uomo invita l’arbitro a recedere dalla decisione e dare fallo all’Empoli – risponde Corsi -. Non c’era assolutamente il giallo: la parola sensibilità usata da Andreazzoli è la migliore possibile. Il velo pietoso sulla prestazione di Massimi è il fatto che abbia fischiato la fine a 5” prima di un possibile tiro di Bajrami”.
“Gli errori si fanno ma è inaccettabile – continua -. Devo dire che ieri anche i dirigenti della Fiorentina erano mortificati di come avevano vinto: fin dai primi minuti i viola hanno giocato a perdere tempo”. Noi siamo un po’ infastiditi perché non riusciamo più a vincere: dovremo cercare l’equilibrio giusto per affrontare la prossima partita”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Plusvalenze, processo sportivo dal 12 al 15 aprile
Juve, Napoli e altri 9 club erano stati deferiti tre giorni fa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
16:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata fissata al 12 aprile la prima udienza del processo sportivo sulle plusvalenze a carico di Juve, Napoli e altri 9 club, che proseguirà il 14 e il 15, in videoconferenza.
La data del processo arriva a soli tre giorni dal deferimento della procura Figc; i tempi della magistratura federale sono infatti stati accorciati con l’introduzione del nuovo codice di giustiza, voluta dal presidente Figc, Gabriele Gravina, nel 2019. I club sono accusati di “avere contabilizzato plusvalenze e diritti alle prestazioni dei giocatori per valori eccedenti quelli consentiti” per incidere sul rilascio della licenza nazionale.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
City-Atletico e Chelsea-Real, parte show Champions
Favoriti Bayern e Liverpool, Atalanta e Roma cercano semifinali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
12:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Guardiola contro Simeone, Tuchel contro Ancelotti (se guarirà dal covid).
Promettono scintille i quarti di andata di Champions che propongono la doppia sfida anglo spagnola Man City-Atletico e Chelsea-Real, con le vincenti al termine dei 180′ di gioco che si ritroveranno in semifinale.

Meno insidioso, ma non certo agevole, il compito di Liverpool e Bayern, che cominciano in trasferta l’avventura contro le sorprese Benfica e Villarreal, che hanno fatto fuori Ajax e Juventus. In Europa Legue l’Atalanta di Gasperini, bastonata dal Napoli, affronta la tedesca più in forma, il Lipsia. In Conference la Roma di Mourinho prova a vendicare in Norvegia l’1-6 subito nei gironi dal Bodo Glimt.
Dopo avere mandato a casa i cugini dell’United, l’Atletico alza il bersaglio e prova a cercare l’impresa contro il meccanismo di gioco quasi perfetto di Guardiola. Il City è impegnato nel consueto testa a testa col Liverpool, che vivrà il suo momento decisivo domenica prossima nella sfida diretta, ma il tecnico teme la caparbietà e la veemenza della squadra di Simeone, che ha anche tanta qualità in attacco con Sanchez, Joao Felix (autori di una doppietta con l’Alaves) e Griezmann. Il tecnico argentino proverà ad arginare gli schemi avvolgenti del City, che non danno punti di riferimento con il tourbillon di Mahrez, Sterling e Grealish e gli inserimenti di Cancelo, Bernardo Silva e De Bruyne.
Il Real ha ancora il dente avvelenato per l’eliminazione dello scorso anno, subita proprio dal Chelsea condotta da un sontuoso Kantè. I blues sembrano un po’ in affanno: in Premier governano un terzo posto non proprio scintillante, hanno problemi con Lukaku, vengono da un umiliante 1-4 col Brentford di Eriksen. Vince, ma tra le polemiche, il Real Madrid che fatica a Vigo e ha bisogno di tre rigori (due contestati e uno sbagliato) e di un gol annullato al Celta per imporsi 2-1.
Benzema, sempre grande protagonista, e i suoi collaudati compagni provano a ripetere l’impresa compiuta col Psg.
Il Benfica ha un modesto terzo posto in Portogallo, ma in Champions riesce ad eccellere. Ci vorrà ben altro però per mettere in ambasce il poderoso Liverpool di Klopp che è tornato da mesi in grande forma, ha un gruppo esperto, compatto e di qualità. E soprattutto un attacco formidabile con Manè, Salah, Diogo Jota, e con Firmino e Luiz Diaz pronti a subentrare. Il Villarreal, sconfitto dal modesto Levante, è concentrato sulla sfida in salita col Bayern. Lewandowski e compagni vogliono scalare la Champions e sono favoriti, in attesa degli esiti a tavolino del curioso incidente in Bundesliga. Hanno battuto 4-1 il quotato Friburgo, ma per un errore hanno giocato una manciata di secondi in dodici.
In Europa League l’Atalanta cerca riscatto dopo il pesante ko interno col Napoli, che toglie la speranza di acciuffare il quarto posto. Sarà molto interessante la doppia sfida col Lipsia, che ha rifilato un micidiale 4-1 esterno al Dortmund. Nelle altre gare Barcellona favorito sul Francoforte, equilibrio in West Ham-Lione e Braga-Rangers, ma con gli ospiti che appaiono favoriti. In Conference la Roma, che sembra avere trovato un assetto stabile che l’ha portata a inanellare dieci risultati utili consecutivi, ritrova i norvegesi del Bodo Glimt che le hanno inflitto un cappotto memorabile nella fase a gironi. Se passeranno, i giallorossi troveranno in semifinale la vincente del clou Leicester-Psv. Nelle altre due gare Marsiglia e Feyenoord sembrano favorite su Paok e Slavia Praga.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice: 10 squalificati per un turno in Serie B
Una giornata di stop a Modesto, allenatore del Crotone
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
17:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il giudice sportivo della Lega calcio di Serie B, Germana Panzironi, in relazione alle partite disputate fra sabato e ieri (13/a giornata di ritorno), fra i calciatori espulsi, ha squalificato per una giornata Crescenzi (Cremonese).
Fra i calciatori non espulsi un turno ad Angella e Santoro (Perugia), Ba (Alessandria), Bianchetti e Fagioli (Cremonese), Cotali e Gatti (Frosinone), Del Prato (Parma) e Montalto (Reggina).

L’allenatore del Crotone, Francesco Modesto, è stato squalificato per una partita, così come il tecnico in seconda del Lanerossi Vicenza, Alessandro Lazzarini. Il ds del Crotone, Giuseppe Ursino, è stato multato di 5 mila euro, per “avere, al termine della partita, negli spogliatoi, rivolto con veemenza una critica irrispettosa agli ufficiali di gara”. Un turno di squalifica, invece, è stato inflitto al ds del Pordenone, Emanuele Berrettoni.
Ammenda di 3 mila euro al Lecce per “avere suoi sostenitori, nel corso del primo tempo, lanciato nel recinto di gioco un fumogeno e un petardo. Ammenda di 2 mila euro al Frosinone per “avere suoi sostenitori, al 46′ del secondo tempo, intonato un coro insultante nei confronti dell’arbitro”. In merito al lancio di un oggetto che ha colpito l’arbitro Eugenio Abbattista a una spalla, in Cremonese-Reggina 1-1, il giudice ha disposto alla Procura un supplemento di accertamento istruttorio che specifichi a quale tifoseria sia da attribuire il gesto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Accordo Uefa-Nazioni Unite, con calcio città più sostenibili
Uva, ‘il nostro sport è un acceleratore del cambiamento’.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
17:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Uefa e la Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite (Unece) hanno firmato un Memorandum d’Intesa con l’obiettivo di mostrare come il calcio e l’organizzazione di eventi Uefa possono aiutare le città a diventare più sostenibili.
Per celebrare l’accordo, si è svolto al Palais des Nations di Ginevra un evento collaterale intitolato “Il calcio come acceleratore del cambiamento” con discorsi di Michele Uva della Uefa, Olga Algayerova dell’Unece e di rappresentanti della città di Copenaghen, nell’ambito del più ampio Forum dei sindaci Unece.

Tra gli intervenuti c’erano anche il sindaco di Copenaghen, Sophie Hæstorp Andersen, la cui città ha ospitato partite di Euro 2020 la scorsa estate e il capo del calcio femminile Uefa, Nadine Kessler, che ha parlato delle sue esperienze da ex giocatrice, passando poi nella governance del calcio e ispirando più ragazze a dedicarsi allo sport.
L’Unece è la Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite, che comprende 56 Stati membri Onu e mira a promuovere l’integrazione economica paneuropea. Gli obiettivi della cooperazione tra Uefa e Unece cercheranno anche di promuovere obiettivi urbani intelligenti e sostenibili, facilitando al contempo gli scambi di conoscenze e promuovendo una mobilità sicura e sostenibile nelle aree urbane.
Il memorandum si sforzerà inoltre di garantire che gli investimenti in eventi da parte di partner e host contribuiscano a rendere le città più sostenibili. La firma del Memorandum d’intesa rientra anche nell’ambito degli obiettivi di sostenibilità della Uefa.
“Gli eventi calcistici sono un acceleratore di cambiamento che può contribuire allo sviluppo sostenibile – commenta Michele Uva – e supportare le città ospitanti nel raggiungimento di obiettivi intelligenti. La Uefa non vede l’ora di aiutare a costruire ulteriori ponti tra calcio, città e comunità, guidata dalla convinzione che la sostenibilità sia al centro del successo della società civile e delle generazioni future. Il calcio non deve semplicemente intercettare e seguire la sostenibilità e le tendenze sociali; deve anticiparli e originarli”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari; Pavoletti e Marin negativi,pronti per Juve
Confronto Mazzarri-squadra dopo la bastosta di Udine
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
04 aprile 2022
17:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano due rinforzi per il Cagliari in vista della gara di sabato prossimo con la Juventus: tampone negativo per Pavoletti e Marin.

I due giocatori rossoblù saranno a disposizione di Mazzarri già da domani.
Il tecnico toscano, però, non potrà contare su Grassi, dopo il rosso rimediato ieri contro l’Udinese.
Dopo la batosta della Dacia Arena, allenatore e giocatori si sono ritrovati in tarda mattinata ad Assemini. Mazzarri – come annunciato ieri nel dopo partita – ha parlato a lungo con la squadra per chiedere una reazione e una svolta in vista delle ultime sette partite del torneo che decideranno le sorti delle squadre impegnate nella corsa salvezza.
Non è escluso un ritiro anticipato in vista della gara con la Juve.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari; Pavoletti e Marin negativi,pronti per Juve
Confronto Mazzarri-squadra dopo la bastosta di Udine
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
04 aprile 2022
17:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano due rinforzi per il Cagliari in vista della gara di sabato prossimo con la Juventus: tampone negativo per Pavoletti e Marin.

I due giocatori rossoblù saranno a disposizione di Mazzarri già da domani.
Il tecnico toscano, però, non potrà contare su Grassi, dopo il rosso rimediato ieri contro l’Udinese.
Dopo la batosta della Dacia Arena, allenatore e giocatori si sono ritrovati in tarda mattinata ad Assemini. Mazzarri – come annunciato ieri nel dopo partita – ha parlato a lungo con la squadra per chiedere una reazione e una svolta in vista delle ultime sette partite del torneo che decideranno le sorti delle squadre impegnate nella corsa salvezza.
Non è escluso un ritiro anticipato in vista della gara con la Juve.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salah vicino al rinnovo con il Liverpool. Klopp: ‘Bene così’
L’egiziano raddoppierà guadagni prendendo sui due milioni euro al mese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LIVERPOOL
04 aprile 2022
20:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo una lunga e non sempre facile trattativa.
‘Momo’ Salah sarebbe vicino al rinnovo contrattuale con il Liverpool.
L’ex della Roma andrebbe a guadagnare il doppio di quanto prende finora, portando il proprio stipendio da 200mila a 400mila sterline (circa 480mila euro) a settimana, per un vincolo quadriennale, fattore quest’ultimo decisivo per convincere l’egiziano. Così l’argomento del rinnovo di Salah è stato al centro della conferenza stampa di Juergen Klopp alla vigilia della sfida dei quarti di finale di Champions contro il Liverpool. “Bene così, sono felice – il commento del tecnico dei Reds -. Non c’è niente di nuovo da dire. Le parti stanno parlando tra loro e questo è tutto ciò che volevo sentirmi dire”. Una considerazione sul Benfica: “è una squadra che gioca bene, con terzini alti come se fossero attaccanti. Rischiano tanto – ha sottolineato Klopp -.. Dobbiamo essere bravi nel recuperare palloni e vincere i duelli, e poi sfruttare gli spazi. Forse contro di noi giocheranno in modo completamente diverso, quindi dovremo adattarci. Loro sono un mix di tecnica, velocità e buona organizzazione”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: 24 baby calciatori accolti dal Cagliari
In arrivo da Fc Minaj, alloggeranno dai Salesiani a Selargius
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
04 aprile 2022
18:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un aiuto a chi fugge dalla guerra in Ucraina.
Il Cagliari accoglierà nel suo settore giovanile 24 piccoli calciatori dell’FC Minaj, squadra che milita nel massimo campionato ucraino.

Un progetto sportivo e sociale nato in accordo con la Federazione calcistica dell’Ucraina per cercare di restituire un po’ di serenità e normalità attraverso il calcio, con la possibilità per tutti i ragazzi di ricominciare a giocare e divertirsi.
Lo sport come strumento di inclusione e pace: l’iniziativa, inserita nell’ambito delle attività di BeAsOne, si avvarrà della collaborazione della Caritas di Cagliari e dei Salesiani Don Bosco di Selargius.
I giovani atleti dell’FC Minaj, di età compresa tra i 13 e i 14 anni, arriveranno nella tarda serata di oggi. Accompagnati da dei tutor, verranno accolti all’aeroporto dal direttore generale, Mario Passetti, e dal responsabile del settore giovanile, Bernardo Mereu.
Nei prossimi giorni, una volta terminate tutte le procedure del caso, potranno entrare a far parte delle giovanili rossoblù: di nuovo allenamenti, partitelle, la possibilità di giocare con un pallone in compagnia dei propri coetanei.
Durante la loro permanenza in Sardegna alloggeranno nell’Istituto Salesiano di Selargius. Un’equipe di lavoro, guidata da don Marco Lai della Caritas di Cagliari e da don Michelangelo Dessì dei Salesiani Don Bosco, si è occupata di allestire la struttura e raccogliere beni di prima necessità, indumenti, giochi, grazie anche al contributo offerto dai calciatori del Cagliari. Ci sarà una mensa, a disposizione dei ragazzi educatori, interpreti, insegnanti di italiano.
L’arrivo in Sardegna dei piccoli atleti è stato possibile anche grazie al lavoro del Consolato d’Ucraina di Cagliari, impegnato in queste settimane a fare da tramite tra il Club rossoblù e l’FC Minaj. Il Cagliari nelle settimane scorse aveva già accolto nelle sue squadre giovanili anche Artiom, 15enne di Odessa, arrivato in Sardegna dopo un lungo viaggio in pullman dall’Ucraina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lo sport e il giornalismo uniti nel nome di Franco Lauro
Sono stati consegnati a Roma i premi Ussi per l’anno 2021
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
19:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La festa dello sport e del giornalismo, ma anche del modo di praticare la professione con garbo: come faceva Franco Lauro, che ha ispirato la giornata di consegna dei Premi Ussi 2021-‘Lo sport e chi lo racconta’.

L’evento è stato organizzato dall’Ussi, con la Federazione nazionale della stampa, l’Ordine dei giornalisti e la Fondazione Murialdi.
Alla cerimonia di consegna dei premi, al Coni, per la prima volta, ha preso parte anche Luca Pancalli, presidente del Comitato paralimpico. A ricevere il premio di mille euro i primi classificati delle cinque categorie in gara. Riconoscimenti anche per i secondi classificati: Dario Ricci (Radio 24) ha vinto nella sezione ‘reportage radio’, con il sevizio ‘Sulle strade di Valentino Rossi’; Maurizio Ruggeri Fasciani (Radio Rai 1); Monica Matano (Raisport) si è classificata al primo posto nella sezione ‘reportage video’, con il servizio ‘Nicole Orlando: vietato dire non ce la faccio’. Seconda piazza per il duo Stefania Cappa e Manuel Notari (Web Raisport). Nella sezione ‘fotografia’ vittoria della free lance Francesca Soli: l’immagine ‘All’alba vincerò, maratona di Roma 20-21’, ha colpito la giuria. Alle spalle della Soli il freelance Roberto Trabucchi. Fra i giovani ‘Under 40 carta stampata e web’ ha trionfato Alberto Dolfin (La Stampa) con il servizio dal titolo: ‘Oksana Masters, la straordinaria storia della stella delle Paralimpiadi’. Menzione speciale per la seconda classificata Gabriella Cantafio (VanityFair). Successo femminile anche fra gli ‘Over 40 carta stampata e web’, con Monica Colombo (Corriere della sera) autrice del servizio: ‘Milan-Inter, la coreografia del derby: nata nei giorni più bui del Covid’. Piazza d’onore per Alberto Caprotti (Avvenire). In sala è stato proiettato il video di Ilaria Alpi: ‘Avete dimenticato il cuore. Il mio ancora batte’, realizzato dalla Fondazione Murialdi. L’Ussi ha premiato anche Danilo Di Tommaso, capo della comunicazione del Coni.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Verona-Genoa 1-0
Prima sconfitta per Blessin. Decide un gol di Simeone
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
04 aprile 2022
21:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un gol dopo cinque minuti di gioco del ‘Cholito’ Simeone decide il primo dei due posticipi di oggi, quello fra Verona e Genoa.
Il match finisce quindi 1-0 ed è la prima sconfitta di Blessin da quando è alla guida del team genoano.
Risalire la classifica cercando la salvezza rimane quindi un’impresa molto difficile. A fine partita Simeone ha dedicato il gol al nonno paterno, scomparso la settimana scorsa.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan frena, col Bologna è 0-0
Rossoneri sempre primo a +1 sul Napoli e +4 sull’Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 aprile 2022
22:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Frenata del Milan nella corsa scudetto.
I rossoneri nel posticipo con il Bologna non vanno oltre lo 0-0.
I rossoneri restano in testa ma adesso hanno un solo punti di vantaggio sul Napoli e 4 sull’Inter che però ha una gara da recuperare.
Nel primo tempo la squadra di Stefano Pioli va vicina al gol con Tomori e Giroud. La risposta degli emiliani arriva con una conclusione di Barrow.
Nel secondo tempo il Milan domina, crea tanto ma trova sulla sua strada uno Skorupski in serata di grazia. Ci provano ripetutamente Leao, Calabria, Bennacer, Ibrahimovic e Rebic ma il risultato resta inchiodato sullo 0-0.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Frenata del Milan nella corsa scudetto.
I rossoneri nel posticipo con il Bologna non vanno oltre lo 0-0.
I rossoneri restano in testa ma adesso hanno un solo punto di vantaggio sul Napoli e 4 sull’Inter che però ha una gara da recuperare. Nel primo tempo la squadra di Stefano Pioli va vicina al gol con Tomori e Giroud. La risposta degli emiliani arriva con una conclusione di Barrow.

Nel secondo tempo il Milan domina, crea tanto ma trova sulla sua strada uno Skorupski in serata di grazia. Ci provano ripetutamente Leao, Calabria, Bennacer, Ibrahimovic e Rebic ma il risultato resta inchiodato sullo 0-0. CRONACA
“Non siamo riusciti a trovare il guizzo, la giocata giusta. Abbiamo fatto 33 tiri e la partita l’ha fatta il Milan ma abbiamo trovati una squadra che si è difesa bene. Abbiamo lavorato senza palla ma con la palla ci è mancato il guizzo”: così Stefano Pioli analizza il pareggio del Milan contro il Bologna a San Siro. Trentatré i tiri del Milan questa sera, 69 quelli delle ultime tre partite, 18 nello specchio e solo due gol. “Escludo la componente mentale, la prestazione è stata quella giusta. E’ mancata qualità nei 20 metri finali – ammette Pioli – e sono giuste le accuse. In questo periodo stiamo costruendo tanto ma finalizzando poco. Non eravamo troppo sotto pressione. La prestazione rimane ma bisogna essere più lucidi. Non ho niente da dire alla squadra se non di essere più efficaci in area”.

“E’ stato un brutto pareggio, abbiamo fatto di tutto per prendere i tre punti. Ora pensiamo alle prossime partite, di giocare bene e vincere”: lo dice Rafael Leao a Sky Sport dopo lo 0-0 del Milan contro il Bologna a San Siro. Un punto che non soddisfa i rossoneri ora solo a +1 dal Napoli e a +4 dall’Inter che ha ancora una partita da recuperare. “Continuiamo a lavorare, dobbiamo lavorare tanto. E’ mancata lucidità. Ora pensiamo alle prossime partite”, conclude Leao.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mondiali: al via seconda fase biglietti, già 800mila venduti
Da oggi e fino al 28 aprile acquistabili su FIFA.com/tickets
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
11:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 800.000 i biglietti per assistere alle partite del Mondiale di calcio in Qatar venduti nella prima fase, fa sapere la FIFA.
La nuova finestra di vendita inizia oggi (su FIFA.com/tickets.) con un periodo di estrazione a sorte che durerà fino a giovedì 28 aprile.

Dopo che si è svolto il sorteggio dei gironi saranno disponibili i biglietti per i tifosi, i quali potranno richiederne per un massimo di due partite al giorno. I fan possono ora vedere chi affronterà la loro squadra nella fase a gironi e inviare le richieste per le partite di apertura preferite. Questo è un vantaggio senza precedenti in una Coppa del Mondo – sottolinea FIFA – grazie alla natura straordinariamente compatta del torneo ed ai brevi tempi di percorrenza tra gli otto stadi che ospiteranno gli incontri.
Inoltre, per la prima volta, saranno offerti biglietti del tifoso e biglietti del tifoso subordinati, per coloro che si dichiarano sostenitori di una determinata Nazionale in gara e vogliono sedere con altri tifosi di quella squadra.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nella volata scudetto sgomitano Inter, Milan e Napoli
Nerazzurri pronti al sorpasso, partenopei lanciatissimi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
12:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Serie A non ha ancora trovato un padrone a sette turni dal termine.
La 31/a giornata che sembrava pro Milan, ha invece rilanciato le quotazioni scudetto di Inter e Napoli, dopo i blitz vincenti contro Juventus e Atalanta, mentre i rossoneri sono stati bloccati in casa dal Bologna.
Gli esperti Sisal, infatti, vedono il sorpasso dei nerazzurri che tornano favoriti per confermare lo scudetto conquistato lo scorso anno, tanto che la seconda stella nerazzurra si gioca a 2,25.
Il Milan, nonostante lo 0-0 con il Bologna, resta incollato ai cugini per carcare di conquistare un titolo che a Milanello manca da 11 anni e viene offerto a 2,75.
Il Napoli nelle ultime 10 giornate in Serie A, non hanno rivali avendo raccolto ben 23 punti sui 30 disponibili. Insigne e compagni sono staccati di un solo punto dal Milan e puntano a centrare uno scudetto che a Napoli aspettano da 32 anni. Il terzo tricolore partenopeo è dato a 3,00.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tv: DAZN con SUPERTELE per raccontare calcio in leggerezza
Esordio per nuovo programma, Pardo: ‘Orgoglioso ritorno Pizzul’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
12:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“È meraviglioso tornare a condurre, sono passati due anni e mi mancava questo tipo di adrenalina”.

Pierluigi Pardo racconta così il ritorno alla conduzione, con l’esordio ieri sera di “SUPERTELE – Leggero come un pallone” su DAZN.
La piattaforma streaming ha infatti lanciato per il posticipo tra Milan e Bologna il nuovo programma di approfondimento calcistico all’insegna di leggerezza e passione che ha visto protagonisti, tra gli altri l’ex campione del Milan Ricardo Kakà, il Direttore del Tg La7 Enrico Mentana e il presentatore Alessandro Cattelan.
“DAZN sperimenta da sempre nuove formule per raccontare lo sport – prosegue Pardo -. Con questo programma vogliamo raccontare il calcio in maniera credibile e puntuale, fare un racconto profondamente legato all’attualità ma nel quale possano trovare spazio protagonisti e storie diverse”. E anche il nome riporta al format: “SUPERTELE è stato il primo pallone di milioni di bambini. Con SUPERTELE – Leggero come un Pallone, vogliamo parlare di calcio in modo autorevole, ma declinato con leggerezza. Di settimana in settimana avremo grandi sorprese, ma non voglio svelare troppo anche perché ce ne saranno delle belle”.
Tra le grandi novità anche il ritorno di Bruno Pizzul, che commenta gli highlights delle gare. “Sono particolarmente orgoglioso – le parole di Pardo -. Oltre a essere uno dei padri del racconto del calcio in Italia, Pizzul è una di quelle persone che incarnano la genuinità, l’onestà intellettuale e la semplicità. Sentire la sua voce ogni settimana in esclusiva per SUPERTELE sarà un’emozione bellissima e non vedo l’ora di andarlo a trovare a Cormòns”, conclude Pardo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Presentato all’ICS il libro “Laudato sì, Sport!”
Quale l’impatto dei cambiamenti sociali e culturali in atto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
12:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un viaggio nelle profondità dei valori e dei significati dello sport, alla ricerca dei suoi tratti essenziali e universali, osservando l’orizzonte accompagnati da una guida d’eccezione: l’Enciclica del Santo Padre “Laudato sì” sulla cura della casa comune.
Un momento di riflessione, che Daniele Pasquini, presidente della Fondazione Giovanni Paolo II per lo sport, ha illustrato nel corso della presentazione del suo libro “Laudato sì, sport!”, orientamenti per una ecologia integrale attraverso lo sport (editrice AVE).

L’Istituto per il Credito Sportivo ha contribuito alla realizzazione del volume, ospitando presso la propria sede uno stimolante dibattito, moderato dal condirettore del Corriere dello Sport, Alessandro Barbano, al quale hanno partecipato, oltre all’autore, S.E. Monsignor Carlo Mazza, vescovo emerito di Fidenza e presidente onorario della Fondazione Giovanni Paolo II per lo Sport; Carlo Mornati, Segretario generale del CONI; il presidente dell’ICS, Andrea Abodi e Lucio Turra, Amministratore nazionale dell’Azione Cattolica Italiana.
L’ICS – ha dichiarato il presidente Abodi – ha deciso di sostenere il progetto editoriale che inizia con la pubblicazione di “Laudato sì, sport!”, perché ilsaggio di Daniele Pasquini offre una molteplicitàdi spunti valoriali orientati dal fattore-guida dell’Enciclica di Papa Francesco, l’ecologia integrale, e dalla sua relazione con lo sport. La qualità della vita della singola persona e della comunità della quale fa parte, nel rispetto del territorio di appartenenza, potrebbe avere dallo sport un contributo formidabile, ma dipende da come lo sport si predisporrà al cambiamento epocale che questi tempi stanno imponendo e determinando”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan; lesione al menisco per Florenzi, sarà operato
Infortunio rimediato ieri contro il Bologna, domani l’intervento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 aprile 2022
13:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Brutte notizie per il Milan.

Alessandro Florenzi nella gara di ieri sera contro il Bologna ha riportato un trauma al ginocchio sinistro.
Gli esami effettuati questa mattina hanno evidenziato una lesione del menisco interno. Florenzi domani dovrà quindi essere operato in artroscopia a Roma.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Razzismo: insulti a Koulibaly e Anguissa, supplemento indagini
Giudice sportivo su cori Bergamo dopo Atalanta-Napoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
13:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il giudice sportivo della serie A, Gerardo Mastrandrea, ha disposto un “supplemento di indagini” in relazione ai cori razzisti di domenica scorsa durante Atalanta-Napoli nei confronti dei giocatori partenopei Kalidou Koulibau e Zambo Anguissa.

“Il giudice sportivo – si legge nella nota – con riserva di assumere le decisioni di competenza in relazione ai cori discriminatori di matrice razziale da parte di alcuni sostenitori della curva nord ‘Pisani’ in prossimità del tunnel che conduce agli spogliatoi nei confronti dei calciatori Kalidou Koulibaly e Andre Franck Zambo Anguissa (Soc.
Napoli), segnalati dai collaboratori della Procura Federale, dispone, a cura della medesima Procura Federale, un supplemento di accertamento istruttorio che specifichi nel dettaglio la collaborazione della Società Atalanta per l’individuazione dei responsabili, acquisiti se del caso elementi dai responsabili dell’Ordine pubblico”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Ancelotti non vola a Londra con il Real
Tecnico potrebbe partire domani se si negativizza in tempo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
16:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Carlo Ancelotti non partirà oggi con il Real Madrid, che domani allo Stamford Bridge di Londra affronta il Chelsea, nell’andata dei quarti di Champion League.

Il tecnico italiano, risultato positivo al Covid mercoledì scorso, potrebbe però prendere un volo di domani – scrive la stampa spagnola – se risulterà negativo al test PCR.

Ancelotti ha già saltato la partita dello scorso fine settimana contro il Celta. Sta bene, non ha quasi nessun sintomo del Covid, ma non è ancora risultato negativo. Se nemmeno domani potesse partire, in panchina andranno ancora, come a Vigo, il figlio Davide Ancelotti e Abian Perdomo.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Real Madrid prova ad abbattere tabù Chelsea
Nell’altra sfida di domani dei quarti, Bayern visita Villarreal
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
14:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I quarti di finale di Champions League propongono domani la sfida tra i Campioni d’Europa in carica del Chelsea e il Real Madrid, detentore del record di vittorie, e quella, sulla carta meno equilibrata, che pone di fronte il Villarreal e il Bayern Monaco.

Secondo gli esperti Sisal, a Londra partono favoriti gli inglesi, dati a quota 2,10 contro il 3,60 dei madrileni mentre per il pareggio si scende leggermente a 3,40.
Nel doppio confronto c’è totale equilibrio, col passaggio del turno dato per entrambe a 1,90. Il Real prova a invertire il corso della storia: in cinque confronti diretti contro il Chelsea, la Casa Blanca non è mai riuscita a vincere rimediando due pareggi e tre sconfitte.
Domani sera, al Madrigal, la vittoria dei bavaresi è quotata a 1,60 contro il 5,25 del Sottomarino Giallo mentre il pareggio è dato a 4,25. Forbice ancora più ampia per il passaggio turno visto che i campioni di Germania, in semifinale, sono offerti a quota rasoterra, 1,08, rispetto all’impresa degli spagnoli che si gioca a 7,50.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: arbitro inglese Oliver per l’Atalanta a Lipsia
Olandese Gozubuyuk dirigerà la Roma col Bodo in Conference
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
16:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’arbitro inglese Michael Oliver è stato designato per dirigere la partita RB Lipsia-Atalanta, andata dei quarti di finale di Europa League, in programma giovedì prossimo alla RB Arena nella città tedesca.
In campo anche gli assistenti Stuart Burt e Simon Bennett, anche loro della federazione inglese, mentre il quarto uomo è lo scozzese William Collum.
Responsabili della Var altri due inglesi, Paul Tierney e Lee Betts.
In Conference League, sempre nell’andata dei quarti, la Roma ospite del Bodo/Glimt in Norvegia in un match che sarà diretto dall’olandese Serdar Gozubuyuk, assistito dai connazionali Joost van Zuilen e Johan Balder e dal quarto uomo Sander Van Der Eijk.   SEGUI TUTTA L’EUROPA LEAGUE IN TEMPO REALE STAGIONE 2021-2022 RISULTATI E CLASSIFICHE: VAI!

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ucraina: Mourinho ‘guerra fallimento umano e poi politico’
Conflitto è perdita principi o loro sviluppo in direzione errata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 aprile 2022
17:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Educazione, sport, valori umani e il conflitto in Ucraina.
Sono alcuni dei temi affrontati da Josè Mourinho nel dialogo promosso da ‘L’Osservatore Romano’ con il cardinale José Tolentino de Mendonça, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, lo scorso 29 marzo nella cornice del Vestibolo della Biblioteca Apostolica Vaticana.
“Percepisco la mia evoluzione come persona – ha raccontato lo Special One – Per molti anni ho voluto vincere per me stesso, mentre adesso sono in un momento in cui continuo a voler vincere, ma non più per me, ma per i giocatori che non hanno mai vinto, voglio aiutarli”. Una chiacchierata, quella con il cardinale Tolentino, legata dalla passione di entrambi per il filosofo Manuel Sérgio.
“Mi ha influenzato molto – ha continuato Mourinho – nel senso che ogni persona è diversa dall’altra, in questo caso ogni calciatore è diverso dall’altro. Io sono riuscito a lavorare bene basandomi su qualcosa di estremamente semplice: amore, empatia e rapporti umani. Ho raggiunto risultati inimmaginabili per me che mi consideravo molto impreparato dal punto di vista tecnico, basandomi esclusivamente sui rapporti umani”.
Inevitabile un commento sul momento che l’Europa sta vivendo con il conflitto tra Russia e Ucraina. “Il Papa per me è una fonte di ispirazione e quando dice che la guerra è un fallimento dell’umanità, dei politici. La penso esattamente così, anzi, penso che sia un fallimento umano prima ancora che politico. È un fallimento brutale, è la perdita dei principi o il loro mancato sviluppo, è l’evoluzione del pensiero umano verso la direzione errata”, ha concluso Mourinho.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Casini, task force con Figc per riformare sistema
Daremo giocatori Nazionale italiana per stage a novembre
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
19:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il presidente Gravina ha convocato per domani l’attivazione di una task force con tutte le componenti federali per lavorare su temi ampi di riforma del calcio italiano, non solo giovani e nazionali di cui abbiamo discusso anche oggi”.
Lo ha detto il presidente della Lega Serie A Lorenzo Casini in conferenza stampa al termine dell’assemblea.

“Dai club sono emerse una serie di proposte già pronte su cui lavorare, come le seconde squadre. Come segnale di buona volontà, inoltre, abbiamo approvato la disponibilità dei club a fornire i giocatori alla nazionale italiana per 10 giorni a novembre per uno stage o amichevoli, mettendoli a disposizione dei ct. Tra la Lega e la Figc non c’era una guerra, se il calcio italiano vuole ripartire lo può fare solo lavorando tutto insieme nella stessa direzione. E cercare un colpevole rispetto al disastro avvenuto non è utile, bisogna lavorare e basta”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ghirelli, la Var in serie C da semifinali playoff
N.1 Lega Pro, contiamo di partire del tutto da prossima stagione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
19:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A partire dalle semifinali playoff, anche la Serie C usufruirà della Var: lo ha annunciato all’assemblea di Lega Pro il presidente.
Francesco Ghirelli.

“Finalmente anche noi potremo contare sull’utilizzo della Var – ha detto Ghirelli -. Era un nostro obiettivo e queste prime sei partite di sperimentazione ci saranno d’aiuto, perché speriamo di poterlo poi avere per tutto il campionato. Nelle semifinali e finali, nella cabina di regia Var ci saranno arbitri di A e B in attesa che quelli della Can C possano fare dei corsi formativi specifici”.
Nel corso dell’assemblea, il presidente – informa la Lega Pro – ha rivolto un pensiero ai club ed alla guerra, “come sempre il cuore delle nostre società è immenso: in molte si stanno mobilitando con tante iniziative per aiutare l’Ucraina”, e parlato del lavoro che la Lega Pro ha svolto in questi mesi, “incontrando moltissimi giovani grazie al progetto del Beato Acutis e al grande evento suddiviso in più tappe dedicato ad Artemio Franchi. La scelta che operiamo – ha aggiunto – è volta alla formazione e punta su innovazione e infrastrutture. Siamo molto orgogliosi della nostra rappresentativa che sta ottenendo dei buoni risultati, confrontandosi con squadre di pari età di leghe superiori”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Benzema è Real, tripletta anche al Chelsea
Spagnoli vincono 3-1 a Londra, Bayern ko 1-0 a Villarreal
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
09:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il Psg, il Chelsea.
A suon di triplette, Karim Benzema è il faro e il trascinatore del Real Madrid, che torna dalla temuta trasferta a Stamford Bridge con uno preziosa, e finora inedita, vittoria sul Chelsea.
Col bottino di 3-1, in vista del ritorno al Bernabeu, la squadra di Carlo Ancelotti è nelle migliori condizioni per accedere all’ennesima semifinale della sua storia.I campioni in carica si inchinano al fuoriclasse francese, autore di un micidiale uno-due nel primo tempo e ancora a segno nella ripresa, pagando a caro prezzo i non pochi errori commessi, in attacco e in difesa, contro una macchina da Champions come il Real. La cronaca
La sorpresa della serata viene dalla Spagna, dove il Villarreal batte 1-0 il Bayern Monaco e sembra preparare per la corazzata tedesca la stessa trappola in cui è caduta la Juventus agli ottavi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A Londra si ritrovano le protagoniste di una semifinale 2021 e, nonostante la pioggia battente, da subito il match tiene fede alle attese. I Blues di Tuchel, che lascia fuori Lukaku e piazza Havertz come unica punta, stringono i rivali nella loro metà campo ma il Real sfrutta le ripartenze in modo chirurgico grazie ai lanci di Modric, alla velocità di Vinicius e alla classe di Benzema. Il brasiliano al 10′ colpisce una traversa e al 21′ confeziona un assist per la testa di Benzema, che allo stesso modo raddoppia al 24′ su pennellata del croato. Il Chelsea sbanda ma quando il Real rifiata si ributta avanti trovando il gol con Havertz al 40′. Al rientro in campo, un pasticcio Mendy-Ruediger offre la palla del 3-1 allo scatenato Benzema e nel resto della ripresa l’aggressività dei Blues rende poco. Courtois si fa trovare pronto quando serve e l’ingresso di Lukaku per uno spento Pulisic non cambia il risultato, col belga che si mangia di testa una facile occasione.
In Spagna, è l’olandese Darjuma a fare subito male al Bayern, che va sotto all’8′ e rischia nella ripresa di subire più volte il 2-0, col palo che salva Neuer su tiro di Gerardo Moreno.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari: squadra in ritiro da giovedì
L’obiettivo è trovare concentrazione in vista della Juventus
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
05 aprile 2022
21:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari in ritiro al centro sportivo di Assemini da giovedì pomeriggio in vista della gara di sabato con la Juventus.
La decisione, secondo quanto si apprende, sarebbe partita dal direttore sportivo Stefano Capozucca.
Dietro la scelta della “clausura” non ci sarebbe un intento punitivo, ma la necessità di ritrovare concentrazione e nuovo slancio dopo la pesante sconfitta con l’Udinese, la quarta di fila.     Mazzarri ha riaccolto nel gruppo Marin e Pavoletti, fuori gioco per una settimana a causa del Covid. Oggi allenamento regolare per Gagliano, ancora personalizzato per Ceppitelli.     Per la gara con i bianconeri il tecnico dovrà rinunciare allo squalificato Grassi. Tra le ipotesi c’è anche quella di un rilancio dal fischio di avvio di Rog, dopo che il centrocampista croato ha superato il test del ritorno in campo nella gara di domenica con l’Udinese dopo un lungo stop.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mancini con amici Samp scudetto per’dimenticare’ Mondiali
Stasera cena a Genova, presente anche Vialli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
05 aprile 2022
22:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mancavano in pochissimi e c’erano praticamente tutti questa sera a Genova in un ristorante del Levante: sono gli eroi della Sampdoria che vinse lo scudetto nella stagione 90-91′.
C’era anche Roberto Mancini che ha cercato di dimenticare per una serata la delusione per la mancata qualificazione ai mondiali del Qatar con l’Italia.
Tra i presenti anche Gianluca Vialli che i tifosi blucerchiati sognano sempre alla guida della Sampdoria come proprietario e Marco Lanna, oggi presidente proprio della società blucerchiata.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Manchester City-Atletico Madrid 1-0
Decide De Bryyne nella ripresa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
22:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Manchester City-Atletico Madrid 1-0 (0-0)nella partita di andata dei quarti di finale della Champions League.
A segno per gli inglesi De Bryyne al 70′
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Benfica-Liverpool 1-3
Apre Konatè
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
05 aprile 2022
22:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Benfica-Liverpool 1-3 (0-2) nella partita di andata dei quarti di finale della Champions League.
A segno per i Reds Konatè al 17′, Manè (34′) e Luis Diaz (87′).

Per i portoghesi in gol Nunez (49′).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premio Bearzot: il 13 aprile in Figc l’annuncio del vincitore
XI edizione organizzata da Us Acli e patrocinata da Federazione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
09:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo l’anno di stop forzato, a causa della pandemia, torna il Premio Bearzot, organizzato dall’Unione Sportiva Acli, con il patrocinio della Figc.
Il vincitore della XI edizione sarà annunciato il prossimo 13 aprile nella sede della Figc, mentre il premio sarà consegnato presso il Salone d’Onore del Coni il 16 maggio, insieme a un riconoscimento speciale alla carriera per il capitano della Nazionale dell’82 Dino Zoff.

La mattina del 13 aprile 2022, nella sede Acli di Roma, la Giuria presieduta dal presidente della Figc, Gabriele Gravina, e dal numero uno dell’US ACLI, Damiano Lembo, provvederà all’assegnazione del premio Bearzot, che sarà poi annunciato lo stesso giorno alle 14,15 in conferenza stampa nella sede della Figc, a Roma, in Via Allegri.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2023 Koeman tornerà sulla panchina dell’Olanda
Ex difensore centrale aveva guidato ‘Tulipani’ dal 2018 al 2020
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
10:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
– LE HAYE (FRANCIA), 06 APR – Ronald Koeman, esonerato dal Barcellona nell’ottobre del 2021, tornerà sulla panchina della Nazionale olandese nel 2023, dopo la fine dei Mondiali in Qatar: Koeman prenderà il posto di Louis Van Gaal, che nei giorni scorsi ha rivelato di avere il cancro alla prostata.
Lo ha annunciato oggi la Federcalcio olandese (KNVB).

“Non vedo l’ora di intraprendere questa nuova avventura. Poco più di un anno e mezzo fa, di certo non lasciai la Nazionale olandese per insoddisfazione personale”, ha precisato Koeman, in un comunicato. L’ex difensore centrale degli ‘orange’ aveva già ricoperto l’incarico di selezionatore olandese dal 2018 al 2020.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Ancelotti negativo, sarà in panchina contro Chelsea
L’allenatore guiderà il Real Madrid nei quarti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
10:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Carlo Ancelotti è risultato negativo al test del Covid-19 e potrà guidare dalla panchina il Real Madrid questa sera nella partita contro i campioni in carica del Chelsea, valido per l’andata dei quarti di finale della Champions League.
Lo ha annunciato questa mattina il club merengue.
“Ancelotti si recherà a Londra questa mattina per unirsi alla squadra”, ha fatto sapere il club spagnolo, con una nota. Risultato positivo una settimana fa, il 30 marzo, Ancelotti era quasi asintomatico, secondo la stampa madrilena.
Il tecnico non è riuscito a guidare il Real sul campo del Celta Vigo sabato per la 30/a giornata di Liga (successo per 2-1), dove è stato sostituito dal figlio e assistente Davide.
Quest’ultimo non ha le licenze necessarie per apparire come capo allenatore di una squadra in Spagna, quindi è stato Abian Perdomo ufficialmente a guidare il Real dalla panchina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Shakhtar di De Zerbi si ritrova, pronto tour per la pace
Giovedì squadra e tecnico a Istanbul per preparazione amichevoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
17:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roberto De Zerbi e lo staff italiano dello Shakhtar Donetsk partiranno domani per Istanbul.
A 44 giorni dallo scoppio della guerra in Ucraina e della sospensione delle attività sportive, tutti i calciatori ucraini dello Shakhtar, compreso qualche giovane della Under 19 e forse qualche altro calciatore ucraino tesserato per altro club, si ritroveranno in Turchia per iniziare la preparazione in vista di un possibile tour europeo di amichevoli benefiche in favore della popolazione ucraina.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta e Roma vanno a caccia di gloria in Europa
I bergamaschi in Europa League e i giallorossi nella Conference
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
12:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sono due le squadre italiane impegnate nelle coppe europee: l’Atalanta in Europa League e la Roma in Conference League.
Per arrivare alle finali servirà superare altri due turni: domani sera si tornerà in campo per l’andata dei quarti, con la squadra di Gian Piero Gasperini a Lipsia.
La quota per la vittoria dei nerazzurri è alta: il ‘2’ si gioca a 4,00, seconda offerta di tutti i quarti dietro solo alla vittoria casalinga dell’Eintracht Francoforte sul Barcellona a 4,50. Il successo del Lipsia, allenato dal tecnico di origini italiane Domenico Tedesco, vale invece 1,80, con il pari a 3,75. Se l’Atalanta parte dietro nell’1X2 relativo alla sfida d’andata, c’è equilibrio nelle quote sul passaggio del turno: i tedeschi restano favoriti a 1,70, ma l’Atalanta segue a ruota a 2,00. Lipsia e Atalanta sono anche seconda e terza nell’antepost vincente Snai, rispettivamente a 4,00 e 6,50, alle spalle del Barcellona che guida la lavagna a 2,50. In Conference League, la Roma ritrova i norvegesi del Bodoe Glimt, ai quali si lega il ricordo della più brutta serata della stagione giallorossa: il 6-1 subito a ottobre proprio a Bodo dalla squadra di José Mourinho nella fase a gironi. I norvegesi hanno cambiato diversi giocatori; la Roma, dall’altra parte, è in un buon momento (10 risultati utili di fila in campionato e ancora l’effetto del successo nel derby). Il ‘2’ è a 1,90, mentre la vittoria del Bodoe e il pareggio viaggiano a contatto, a 3,60 e 3,65. La porta di Rui Patricio è rimasta imbattuta in quattro delle ultime cinque partite di Serie A: occhio, quindi, al ‘No Goal’ a 2,25. Roma strafavorita anche per il passaggio del turno: la qualificazione alle semifinali vale 1,25, quella del Bodoe a 3,55. La squadra di Mourinho parte in pole position anche nell’antepost per chi alzerà la coppa nella finale programmata per il 25 maggio a Tirana: alla stessa quota della Roma (4,00) ci sono però anche il Leicester e il Marsiglia.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan;Florenzi operato al ginocchio, intervento riuscito
Il difensore inizierà subito percorso riabilitativo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 aprile 2022
13:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il difensore del Milan Alessandro Florenzi si è sottoposto come da programma ad intervento in artroscopia al ginocchio sinistro.
L’operazione è perfettamente riuscita.

Florenzi, che contro il Bologna ha rimediato una lesione al menisco interno, inizierà da subito il percorso riabilitativo.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
All’asta la maglia della ‘Mano de Dios’, base di oltre 5 mln
Annuncio Sotheby’s: è quella indossata contro l’Inghilterra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
17:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La maglia che Diego Maradona indossò contro l’Inghilterra ai Mondiali del 1986, in Messico, realizzando un gol con la mano e uno dopo avere dribblato l’intera difesa avversaria, verrà messa all’asta su internet.
Lo ha annunciato la società Sotheby’s.
Per più di 35 anni, questa maglia azzurra dell’Argentina, con il numero 10, è stata di proprietà dell’ex centrocampista inglese Steve Hodge, che la scambiò con il ‘Pibe de Oro’ al termine di quella partita vinta dagli argentini per 2-1 e disputata sul terreno dello stadio Azteca il 22 giugno 1986. La maglia era stata donata al National Football Museum di Manchester, per essere esposta.
Sotheby’s, che a sua volta lo esporrà nella propria sede londinese durante la vendita su Internet (20 aprile-4 maggio), ha fissato il prezzo di partenza a 4 milioni di sterline (oltre 5 milioni di euro). Il record dell’asta è stato fissato nel 2019 a 5,6 milioni di dollari per una maglia indossata dalla leggenda del baseball americano Babe Ruth, alla fine degli anni ’20. Al 6′ st di quella partita, subito dopo un pallone deviato nella propria area da Hodge, Maradona si elevò davanti al portiere inglese Peter Shilton e, facendo finta di segnare di testa, lo infilò, spingendo il pallone con una mano. ‘La mano de Dios’, disse il capitano argentino dopo la partita. Quattro minuti dopo, Maradona realizzò uno dei gol più belli del secolo scorso.
“Potrebbe esserci molta richiesta sul mercato per questo oggetto” – prevede il responsabile di Sotheby’s, Brahm Wachter -. Può andare a un museo, a un club, a collezionista o, forse, a qualcuno che vuole il meglio del meglio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Euro U.17: Italia contro Polonia, Kosovo e Ucraina
Sorteggio in Israele, Azzurrini dovranno aspettare esito gruppo 6
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
20:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Nazionale italiana Under 17 impegnata nelle qualificazioni all’Europeo di categoria dovrà aspettare l’esito della seconda fase del gruppo 6 (composto da Italia, Polonia, Kosovo e Ucraina) in programma a Siena dal 20 al 26 aprile, manifestazione posposta dalla Uefa per dare la possibilità all’Ucraina di partecipare nonostante la tragicità del momento.
Ma intanto in Israele si è svolto oggi a Herzliya, cittadina poco a nord di Tel Aviv, il sorteggio per la composizione dei gironi della fase finale dell’Europeo Under 17 che si giocherà dal 16 maggio al primo giugno.

Il sorteggio ha comunque stabilito in quale girone saranno collocati gli Azzurrini guidati da Bernardo Corradi: in caso di vittoria nell’élite round di prossimo svolgimento, sarà la terza posizione del girone A, insieme ai padroni di casa di Israele, Germania e Lussemburgo; qualora l’Italia raggiungesse la seconda posizione, i ragazzi di Corradi si ritroverebbero in un gruppo di ferro, il Girone B, composto da Francia, Olanda (campioni in carica, ultima edizione disputata nel 2019) e Bulgaria. ” Arrivati alle fasi finali – sottolinea Corradi – tutte le squadre sono temibili. Il nostro primo obiettivo, naturalmente, è superare la seconda fase di qualificazione e conquistare il pass per Israele. Metteremo in campo tutte le nostre capacità per arrivare primi e in questo caso, saremmo collocati nel girone A dove, comunque, incontreremmo delle difficoltà: affrontare i padroni di casa, per esempio, che godranno del favore del pubblico; avere di fronte una squadra come il Lussemburgo che nell’élite round è riuscita a superare l’Inghilterra e qualificarsi, per non parlare poi della Germania- conclude il tecnico Azzurro – che non ha bisogno di presentazioni”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Atalanta a Lipsia per ritrovarsi
In Conference League la Roma pronta a rifarsi sul Bodo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
16:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il Bayer Leverkusen, il Lipsia.

Il cammino dell’Atalanta in Europa League parla ancora tedesco: nei quarti di finale della competizione, la Dea si trova di fronte la formazione più in forma di tutta la Bundesliga insieme col Bayern Monaco.
La Roma, in Conference League, trova invece una vecchia conoscenza, il Bodo Glimt, e vola in Norvegia sia per vendicare il 6-1 subìto all’Aspmyra Stadion, sia per ipotecare la terza semifinale europea negli ultimi quattro anni.
I ragazzi di Gasperini devono ritrovare lo spunto dei giorni migliori visto che domani sera, alla Red Bulla Arena, partono sfavoriti secondo gli esperti Sisal: il successo del Lipsia è dato a 1,80 contro il 4,25 degli ospiti mentre il pareggio è offerto a 3,75. I tedeschi sono leggermente avanti anche per il passaggio turno, 1,80 contro 2,00.
I giallorossi, invece, sono dati per favoriti a 1,90 rispetto al 3,75 dei gialloneri norvegesi con il pareggio offerto alla stessa quota.
La forbice tra le due squadre si allarga ancora di più per il passaggio turno: Roma in semifinale data a 1,30 mentre il Bodo tra le migliori quattro della Conference si gioca a 3,50.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Trasferimento a Inter, De Vrij vince causa contro agenti
Maxi indennizzo di 4,75 milioni per difensore
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
17:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una vittoria fuori dal campo per il difensore dell’Inter, Stefan De Vrij.
Il centrale olandese aveva fatto causa alla sua vecchia agenzia di procuratori in seguito alle cifre, poi svelate ufficialmente, chieste come commissione per il suo trasferimento dalla Lazio all’Inter a parametro zero.

De Virj sosteneva che i 7,5 milioni di euro chiesti e ricevuti dalla SEG allora per portarlo a Milano costrinsero l’Inter a proporre al ribasso la cifra del suo attuale salario. Di fatto il difensore ha chiesto in Tribunale un risarcimento perché l’agenzia non è intervenuta nell’operazione con il fine di favorirlo nelle trattative, ma per favorire se stessa.
Oggi il tribunale di Amsterdam ha confermato che la richiesta di De Vrij fosse valida e ha condannato la SEG a risarcirlo per una cifra di 4,75 milioni di euro (comunque inferiore ai 10 milioni richiesti, ma di grande entità).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: gol e autogol, a Lipsia fa tutto l’Atalanta
Vantaggio di Muriel, rigore parato e autorete di Zappacosta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
08:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gasperini vira alla difesa a quattro, Muriel la mette in discesa con una magia e l’Atalanta si segna da sola, incappando nell’unica partita del suo cammino di Europa League senza vittorie, in casa del Rasen Ballsport Leipzig, nell’andata dei quarti di finale alla Red Bull Arena.
Risultato tutto sommato equo, con due legni ciascuno e il rigore parato da Musso appena prima dell’1-1 finale che lascia tutto aperto per il match decisivo per l’accesso alla semifinale che si giocherà tra una settimana a Bergamo.
Taccuino abbastanza impegnato in attesa del rientro da sinistra dell’unica punta nerazzurra in campo su appoggio di Zappacosta, per il dribbling ai danni di Klostermann e il destro a mezz’altezza implacabile. Vedi conclusione mancina entro i venti metri di Nkunku (7′) che non approfitta della palla persa da Freuler sulla trequarti difensiva, situazione ripetuta al decimo quando si aggiungono il sovrapposto Laimer e Henrichs che riceve lo scarico per il tiro lambendo la punta sulla traiettoria senza possibilità di deviazione. Se il laterale che dà il via alla serpentina del vantaggio sgancia dritto di seconda sul corner di Koopmeiners ribattuto e al ventesimo il raddoppio rimane in canna al colombiano, che ci riprova col piede debole allargando la traiettoria sull’invito in profondità di Demiral, tre giri di lancetta più tardi il palo alla destra di Musso nega il pari ad André Silva al culmine del suo stesso recupero ai danni dell’incerto Pessina, che in area cicca anche il rinvio favorendo la giocata a due Laimer-Nkunku per il compagno di linea. Dopo l’inserimento di Koopmeiners (39′) smorzato in angolo da Klostermann, responsabile però di aver regalato la corsia al marcatore atalantino, è Pasalic in combinazione con Freuler a sfiorare il bis alle soglie dell’intervallo prendendo il fondo a sinistra per pareggiare il conto dei legni: la sfera sbatte sulla base esterna a Gulacsi ormai battuto. Nella ripresa l’assistman dell’1-0 telefona al medesimo (4′) da fuori, poi i fuochi d’artificio. In attesa della controsterzata di Nkunku che prova il rigore di Demiral sprecato da André Silva con Musso a intercettare in controtempo per salvare sull’incornata di Orban, che poi induce (13′) Zappacosta a deviare nella propria porta per anticiparlo sul cross di Angelino, il bis negato in tuffo basso dall’estremo della nazionale ungherese (8′) a Muriel che aveva ripreso un tiro di Koopmeiners deviato. Non finisce qui, tra la girandola di cambi e l’infortunio muscolare di Freuler. Doppia occasionissima al 19′ per Scalvini, che spara alto da pochi passi in asse con Freuler e la new entry Zapata, e Koopmeiners che riprende il palo. Quindi Duvan indirizza male e con poca potenza (24′) e l’autore del fallo del penalty svetta pericolosamente sull’ammollo di Boga (28′). Il break del crossatore del pari trova la fronte di Szoboszlai in caduta che impatta sul 2-2 il conto dei legni cogliendo la traversa a 8′ dal 90′. Proprio lui, imbeccato in contropiede da Angelino, trova i pugni serrati di Musso e all’inizio del recupero Demiral si oppone a Mukiele nella mischia da corner. Orban si oppone a Koopmeiners al 93′ e a Bergamo tra una settimana si riparte da capo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: maledizione Bodo, la Roma perde ma ne prende solo 2
Gli errori dei suoi condannano Mourinho nell’andata dei quarti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
08:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il campo (sintetico) del Bodo Glimt si conferma maledetto della Roma, che esce di nuovo sconfitta dall’Aspmyra Stadion della città norvegese.
A differenza dello scorso ottobre, quando Mourinho visse la peggiore giornata della sua carriera di allenatore prendendone 6, questa volta si tratta di una battuta d’arresto rimediabile, perché finisce 2-1 per i gialli e quindi la Roma avrà la possibilità di ribaltare la situazione e guadagnare un posto in semifinale.
Ma preoccupa il fatto che questa volta ‘Mou’ ha schierato la formazione titolare, e quindi non ci sono scusanti (anche perché di gioco corale se n’è visto proprio poco), ancora di più se si considera che i due gol che hanno permesso al Bodo prima di pareggiare e poi di superare i rivali sono stati frutto di due imperdonabili errori. Il primo del portiere Rui Patricio, che si è fatto sfuggire dalle mani il tiro di Wembangomo, il secondo di concentrazione da parte dell’intera difesa, che ha lasciato solo, e liberissimo di colpire, il n.10 norvegese Vetlesen, che sulla punizione di Pellegrino (gelata da un inutile intervento di Vina) non ha avuto neppure bisogno di saltare per realizzare, di testa, il 2-1 che ha mandato in visibilio il pubblico. E pensare che Pellegrini aveva illuso i giallorossi segnando al 43′ nel primo tempo la rete che aveva fatto pensare che questa volta, in Norvegia, sarebbe andata diversamente. Invece non è stato così, anche se il punteggio finale non è stato tennistico, e al danno della sconfitta si aggiunge la beffa dell’infortunio occorso a Mancini che Mourinho ha attribuito “al campo di plastica” del Bodo Glimt. La squadra di casa, priva dello spauracchio Solbakken alle prese con un attacco influenzale, all’inizio mette subito in chiaro di voler giocare a viso aperto e senza timori reverenziali. I norvegesi cercano con insistenza le corsie laterali, specie a destra dove agisce Koomson, mentre la Roma contiene ma fatica a ripartire con pericolosità e a trovare spazi in una retroguardia rivale molto attenta. In mezzo si dà da fare Mkhitaryan e infatti serve un assist da maestro ad Abraham che fa una bella giocata e salta il marcatore e calcia, ma Haikin neutralizza. Dall’angolo seguente doppio tentativo di Pellegrini dalla bandierina con il portiere norvegese che entrambe le volte sventa il pericolo. Il gol è però nell’aria e arriva al 43′ con Pellegrini pescato alla perfezione da Mkhitaryan sul centrosinistra: botta potente e Roma in vantaggio all’intervallo. Il Bodo Glimt pareggia al 10′ della ripresa e ringrazia Rui Patricio per un clamoroso errore su tiro del terzino Wembangomo dal limite dell’area: conclusione non irresistibile che sorprende il portiere lusitano che si fa sfuggire la sfera, finita in fondo alla rete. Nel finale, dopo un paio di chance per la Roma con Pellegrini e Abraham, passa ancora il Bodo Glimt perché Vina commette un fallo evitabile sulla linea di fondo. Pellegrino batte calciando in mezzo per Vetlesen che di testa colpisce mandando il pallone sulla gamba dell’uruguayano: deviazione e gol del 21- per i padroni di casa. Mourinho giura che al ritorno i suoi passeranno, sospinti dai 58mila che hanno già acquistato il biglietto, ma qualche dubbio, vista la prova di questa sera è lecito averlo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: tripletta Benzema, il Real batte 3-1 il Chelsea
Bayern Monaco sconfitto 1-0 a Villarreal
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
06 aprile 2022
23:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il Psg, il Chelsea.
A suon di triplette, Karim Benzema è il trascinatore del Real Madrid, che torna dalla trasferta a Stamford Bridge con finora inedita vittoria sul Chelsea.
Col bottino di 3-1, in vista del ritorno al Bernabeu, la squadra di Ancelotti punta all’ennesima semifinale della sua storia. I campioni in carica si inchinano al fuoriclasse francese, autore di un micidiale uno-due nel primo tempo (21′ e 24′) e ancora a segno a inizio ripresa, pagando a caro prezzo i non pochi errori commessi, in attacco e in difesa, contro una macchina da Champions come il Real. Il gol di Havertz al 40′ pt lascia comunque un filo di speranza agli inglesi. La sorpresa della serata viene dalla Spagna, dove il Villarreal batte 1-0 il Bayern Monaco e sembra preparare per la corazzata tedesca la stessa trappola in cui è caduta la Juventus agli ottavi. E’ l’olandese Darjuma a fare subito male agli ospiti, che vanno sotto all’8′ e rischiano nella ripresa si subire più volte il 2-0, col palo che salva Neuer su tiro di Gerardo Moreno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: nessuna lesioni, Osimhen ci sarà domenica
Fastidio muscolare ieri, da esami non emergono infortuni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
07 aprile 2022
13:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un fastidio muscolare alla gamba di Osimhen che potrà quindi esserci nella sfida di domenica contro la Fiorentina.
Lo afferma il Napoli sul suo sito, spiegando che l’attaccante in seguito ad un fastidio muscolare avvertito ieri in allenamento, si è sottoposto, questa mattina, a esami strumentali che hanno dato esito negativo ed escluso lesioni.

Osimhen oggi ha svolto allenamento personalizzato in palestra e in campo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
#AccadeOggi
I principali avvenimenti previsti per la giornata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2022
00:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SORRENTO –  Forum Ambrosetti e Ministero per il Sud, presentazione del Libro Bianco sul rilancio del Sud Italia, con i ministri Brunetta, Cingolani, Carfagna, Colao, Di Maio, Franco, Giorgetti, Gelmini, Giovannini

BERLINO – Nato, riunione dei ministri degli Esteri sull’Ucraina
SAMARATE – Funerali di Stefania Pivetta e della figlia Giulia Maja uccise il 9 maggio

NAPOLI – Giro d’Italia, circuito di Napoli, ottava tappa

LE MANS – Motomondiale, Gp di Francia, prove libere e qualifiche delle tre classi, alle 14.10 la MotoGp

EMPOLI –  ore 15 Empoli-Salernitana, primo anticipo della 37/a giornata di serie A

UDINE – ore 18.00 Udinese-Spezia

VERONA – ore 18.00, Verona-Torino

ROMA – ore 20.45 Roma-Venezia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fifa: stanziati 16 milioni per fondo calciatori
Rimborsati altri 140 giocatori che non ricevevano stipendi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
14:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Fifa ha reso noto di aver stanziato un totale di 16 milioni di dollari da destinare al Fondo per i calciatori, istituito nel 2020 per dare un sostegno a coloro che non sono stati pagati e che non hanno la possibilità di ricevere regolarmente gli stipendi concordati con i loro club.
L’anno scorso più di mille calciatori hanno ricevuto pagamenti dal fondo durante la fase iniziale di presentazione delle domande e ora il Comitato direttivo di Fifa-Fifpro ne rimborserà altri 140 in seguito a una decisione presa in conformità con il protocollo del programma.

Le 140 domande approvate corrispondono alla fase due e sono relative al periodo compreso tra luglio e dicembre 2020, per un totale di 3 milioni di dollari stanziati. Complessivamente, sono state ricevute domande da 39 società di 22 federazioni, in seguito al fallimento del club per insolvenza, alla rescissione dell’affiliazione alla federazione o all’interruzione dell’attività di calciatore. Essendo terminati due dei quattro periodi di presentazione delle domande, la FIFA accoglie ora le domande per il terzo e il quarto periodo (anno solare 2021 e anno solare 2022), per i quali ci sono a disposizione otto milioni di dollari.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Brasile: Tite via dopo Mondiali, Guardiola in pole per panchina
Attuale tecnico del Manchester City, però, guadagnerebbe di meno
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
15:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La promessa del ct Tite di lasciare la panchina del Brasile dopo i Mondiali ha innescato il dibattito sul nome del proprio sostituito.
La Cbf, secondo quanto rivela Globe Esporte, riportando un articolo di Marca, ha in mente di affidare la Selecao a un allenatore straniero.
In Brasile rilanciano il nome circolato in Spagna, che è quello di Pep Guaridola, attuale tecnico del Manchester City. Il catalano sarebbe in cima alle aspirazioni del presidente della Cbf, Ednaldo Rodrigues, in carica da marzo. Di certo, precisa Globo Eporte, l’idea è quella di rivolgersi a un tecnico non brasiliano. Ednaldo ha cercato di avvicinarsi a Guardiola attraverso attraverso persone che compongono il Direttivo della Federazione: sarebbe già stato stabilito un contatto con Pere Guardiola, fratello e agente di Pep. Marca parla, invece, della possibile proposta della Cbf: quattro anni di contratto, con un occhio al Mondiale 2026 e uno stipendio che si aggirerebbe intorno ai 12 milioni netti all’anno. Un ingaggio molto alto per la Cbf, ma nettamente inferiore a quanto Guardiola percepisce attualmente nel Manchester City, dove il suo salario sfiora i 20 milioni di euro netti a stagione. Se Guardiola sceglie di lasciare i ‘cetizens’ per il Brasile dovrà farlo solo per una questione di prestigio, insomma.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli; Elmas, in corsa scudetto ho sempre creduto
Vinciamo tutte partite per napoletani a festeggiare in strada
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
07 aprile 2022
16:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo vincere tutte le partite.

Nello scudetto ci abbiamo sempre creduto, siamo una grande squadra e il nostro mister è grande.
Crediamoci fino alla fine”.
Queste le parole d’ordine di Eljif Elmas, centrocampista del Napoli, intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli verso il match di domenica contro la Fiorentina al Maradona.
“Stiamo preparando bene la partita con la Fiorentina – spiega l’esterno – c’è sempre entusiasmo. Ci alleniamo bene, pensiamo solo alla Fiorentina in questo momento perché sappiamo che è una partita dura e dobbiamo fare bene. Sappiamo che giochiamo per tutti i napoletani, si vede. Ne ho parlato anche con Pandev e lui mi ha spiegato come stanno le cose a Napoli. Anch’io non riesco ad aspettare, spero che vinceremo anche noi e vedremo questo popolo che si riversa in strada. Saremmo tutti felici, dopo 30 anni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rivoluzione Uefa, dal 2025 via a salary cap
Ceferin, con costi sotto controllo club più protetti nel futuro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
16:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cambia il financial fair play, arriva una prima forma di salary cap.
Il Comitato Esecutivo dell’Uefa ha approvato a Nyon il nuovo regolamento riguardante le licenze per club e la sostenibilità finanziaria, prima grande riforma alla normativa in materia dalla sua introduzione nel 2010_: “L’evoluzione dell’industria del calcio, insieme con gli inevitabili effetti finanziari della pandemia, ha evidenziato la necessità di una riforma completa e di nuove norme sulla sostenibilità finanziaria – ha sottolineato il presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin -.
Questi norme, che entreranno in vigore nel prossimo giugno per andare a pieno regime in tre anni, ci aiuteranno a proteggere e preparare il calcio a qualsiasi potenziale shock, incoraggiando al contempo a fare investimenti razionali e a costruire un futuro più sostenibile per l’intero comparto”.
“L’obiettivo si potrà raggiungere attraverso tre pilastri: solvibilità, stabilità e controllo dei costi – ha spiegato Ceferin -. La prima assicurerà una tutela migliore dei creditori, attraverso controlli trimestrali e minor tolleranza verso i morosi. I nuovi requisiti sui ricavi sono un’evoluzione degli attuali requisiti di pareggio di bilancio, e porteranno una maggiore capacità alle finanze dei club. Ma la più grande innovazione – ha sottolineato il n.1 dell’Uefa – è la norma che regolarizza i costi di gestione della squadra, al fine di portare un migliore controllo delle spese in relazione ai salari dei giocatori e ai costi per i trasferimenti. La normativa limita la spesa per gli stipendi, per i trasferimenti e per le commissioni degli agenti al 70% delle entrate del club. Le valutazioni saranno eseguite su base tempestiva e le violazioni comporteranno sanzioni finanziarie predefinite e misure sportive”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allegri, da noi i giovani dopo tre gare ritenuti subito campioni
‘I social? Ulteriore fonte di condizionamento per i giocatori’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
16:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“In Italia da qualche anno a questa parte c’è la tendenza a considerare campioni dei ragazzi dopo 2-3 partite, ma così si bruciano le tappe: a 20 anni un calciatore non può avere la maturità di un 28enne”.
Così l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, intervenuto da remoto al Festival dei Giovani in corso a Gaeta, organizzato da Noisiamofuturo in partnership con la Luiss.

“Le vittorie sono tutte belle, non saprei scegliere: mi ricordo il primo campionato di C a Sassuolo o il primo scudetto in Serie A – ha detto il tecnico livornese rispondendo ad alcune domande -. Le sconfitte invece sono tutte brutte, alcune di più perché ti rimane il dubbio che avresti potuto fare qualcosa meglio”. Parlando dell’importanza di ricaricare le energie mentali, Allegri ricorda come “al terzo anno di Milan o al secondo di Juventus partimmo molto male, e anche se lavoravamo tanto non ci rendevamo conto che stavamo perdendo lucidità: quando abbiamo semplificato tutto siamo andati molto meglio”.
Una battuta anche sui social, che ha definito “un’ulteriore fonte di condizionamento per i giocatori, a volte è utile tirarsi fuori da queste situazioni” e sulla sua Livorno, “dove vado quando ho bisogno di tornare nel mondo reale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dalma Maradona: “Quella all’asta non è maglia ‘Mano de Dios'”
‘Hodge ha quella del primo tempo’.Diego fece 2 gol nella ripresa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
07 aprile 2022
17:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ giallo sulla maglia che Diego Maradona indossò nella partita del 22 giugno 1986, Argentina-Inghilterra 2-1, nella quale segnò il gol con la ‘mano de Dios’ e quello ritenuto fra i più belli della storia del calcio.
Il cimelio, dal 20 aprile al 4 maggio, verrà messo all’asta da Sothebys su internet, partendo da una ‘base’ di 4 milioni di sterline (oltre 5 milioni di euro).

Dalma Maradona, figlia maggiore di Diego, nel corso di un programma che conduce su Radio Mitre, ha detto che la maglia messa all’asta da Sotheby’s, che è di proprietà dell’ex nazionale inglese Steve Hodge, quest’ultimo la scambiò con l’ex ‘Pibe de Oro’, e poi esposta negli ultimi anni nel Museo del calcio di Manchester, non è quella con la quale suo padre ha segnato i due gol contro l’Inghilterra ai Mondiali 1986 in Messico, ma quella che Maradona (a segno al 6′ e al 10′ st) indossò nel primo tempo. “No, quella non è la maglia che mio padre usò nel secondo tempo – ha detto Dalma -. La indossò in quella partita, ma nei primi 45′. Lui (Hodge, ndr) non può dirlo, e nemmeno può provare che la sua sia quella del secondo tempo, non ci sono filmati che lo dimostrano”.
“Ce n’è una del primo tempo e un’altra del secondo – ha detto ancora la figlia di Maradona – . Conoscendo papà, so che lui non ha regalato quella maglia a nessuno. Quest’uomo non ce l’ha. Non ce l’ha. Lo so per certo”, Dalma Maradona Napoli ha poi precisato di sapere chi ha la maglia che suo padre indossò durante il secondo tempo, ma ha evitato di fornire il nome del proprietario. “Non voglio dire chi ce l’ha, perché è pazzesco – le sue parole -. Non ce l’ha mia mamma, ma so chi ce l’ha, però non voglio dirlo per non esporre questa persona. L’unica cosa che posso affermare è che all’asta non sta andando la maglietta con la quale mio padre segnò i due gol. Non lo dico io, l’ha detto mio padre stesso. Una volta mi rivelò: ‘Come posso dargli la maglia della mia vita?’ E’ la verità. Hodge possiede una maglia importante, però è quella del primo tempo e non ha quel valore. Non mi importa fargli perdere (a Hodge, ndr) milioni di dollari, sono solo obiettiva e voglio che la gente sappia”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rivoluzione Uefa, dal 2025 via al salary cap
Stipendi al 70% delle entrate, sanzioni sportive nelle coppe
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NYON
07 aprile 2022
18:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Financial fair play addio, per cercare di salvare il calcio l’Uefa adotta nuove regole finanziarie, magari meno stringenti nei numeri ma che incidono di più sulla gestione dei club, introducendo anche una sorta di salary cap all’europea.
Le follie degli anni passati, la pandemia (che ha tagliato le entrate dei club per sette miliardi in un biennio) e i costi rimasti esorbitanti in stipendi e commissioni hanno portato sull’orlo del fallimento decine di società e il Ffp non era più adeguato, se mai lo è stato, nemmeno sul fronte delle ‘pari opportunità’.
Serviva un cambio di passo che l’Esecutivo Uefa ha adottato, approvando a Nyon il nuovo regolamento sulle licenze per club e la sostenibilità finanziaria, che in generale consente ai club di fare perdite maggiori rispetto al passato ma limita la spesa per stipendi e trasferimenti. “L’obiettivo sostenibilità si raggiunge attraverso tre pilastri – ha spiegato il presidente Uefa, Aleksander Ceferin -: stabilità, solvibilità e controllo dei costi. La più grande innovazione è la regola sui costi di squadra, per migliorarne il controllo in relazione agli stipendi dei giocatori e alle spese di trasferimento”. L’Uefa consentirà ai club di riportare perdite per 60 milioni di euro in tre anni rispetto ai 30 milioni precedenti, cifra che potrà salire fino a 90 milioni per un club “in buona salute finanziaria”. Tale allentamento pero sarà bilanciato dai nuovi massimali sui salari. In base alle leggi Ue e dei singoli Paesi non si può introdurre un salary cap come negli Usa, ma i club dovranno limitare la spesa per stipendi di giocatori e personale, per i trasferimenti e per gli agenti al 70% delle entrate totali entro la stagione 2025/26. Ci sarà quindi un approccio graduale della normativa, che entrerà in vigore da giugno, con il tetto che scenderà alla scadenza dei contratti attuali, in media di durata triennale: il 90% delle entrate del club nel 2023/24, l’80% nella stagione successiva per arrivare al 70% a regime. “Le violazioni comporteranno sanzioni pecuniarie e misure sportive”, ha affermato Ceferin. Si prevedono penalizzazioni di punti nei gironi delle competizioni europee o retrocessioni dalla Champions alla Europa League, peraltro ancora da confermare, ma anche divieti di utilizzo o trasferimento di giocatori. Forse questo non basterà ad arginare la strapotenza di club con fondi quasi illimitati, vedi il Paris saint Germain e il Manchester City, ma quanto approvato oggi, è stato fatto notare a Nyon, è solo il primo passo di un progetto “molto complesso, che prevedrà varie altre misure”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conte, Kane può diventare uno dei più grandi di sempre
Tecnico Spurs, sto lavorando per renderlo ancora più efficace
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
18:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Harry Kane è in grado di diventare uno dei più grandi attaccanti della storia, non solo della sua generazione.
Lo ha detto il tecnico del Tottenham, Antonio Conte, commentando il fatto che il suo centravanti a 28anni sta per diventare il miglior marcatore di tutti i tempi dell’Inghilterra ed in Premier League è a 82 gol dal record di Alan Shearer.

“Penso che Harry abbia l’età giusta per dimostrare che può diventare non solo uno dei migliori al mondo ma anche nella storia del calcio – ha affermato Conte in vista della trasferta di sabato con l’Aston Villa -. Lui è già nella storia perché ha segnato tanti gol per il club e per la nazionale, ma ha l’età per essere uno dei migliori al mondo. Il suo ruolo è un numero nove ma allo stesso tempo può essere un numero 10 per le sue qualità”. Riguardo al lavoro che facciamo con la squadra, sto cercando di migliorare non le sue qualità ma di renderlo più efficace – ha proseguito -. Ripeto che stiamo parlando di un giocatore fantastico, quindi è molto difficile migliorarlo ma stiamo cercando di lavorare, per spingerlo ad avere la massima ambizione per diventare il miglior attaccante”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ct Bertolini, battere Lituania poi testa a Svizzera
Domani Azzurre in campo a Parma per qualificazioni mondiali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
20:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia è pronta a riprendere il cammino nelle qualificazioni mondiali, che prevede domani a Parma la sfida con la Lituania, l’appuntamento che precederà lo scontro diretto con la Svizzera, in programma martedì a Thun.

Per agganciare la Nazionale elvetica in testa al Gruppo G, le Azzurre – ora a -3 dalla vetta – dovranno vincere entrambi i match, cercando di segnare il più possibile, dato che sarà eventualmente la differenza reti a decretare quale delle due squadre otterrà il pass diretto per il Mondiale 2023.

“Siamo contente di poter giocare in una città che ha una tradizione calcistica così importante – ha dichiarato la ct, Milena Bertolini, in conferenza stampa -, il pubblico ci darà una spinta in più: per qualificarci dovremo vincere tutte le partite, ma l’importante è che la squadra sia focalizzata sui 90′ contro la Lituania. Per favorire la crescita del movimento sarà fondamentale dare continuità al discorso iniziato nel 2019, mi auguro che gli italiani continuino a seguirci con passione”.
Anche Sara Gama, alla 134esima presenza in Nazionale, ha voluto ribadire il concetto espresso dalla ct: “Conosciamo benissimo il nostro obiettivo, ma al momento l’unica cosa che conta è la vittoria di domani – ha sottolineato la capitana -.
Dopo il Mondiale siamo cresciute tantissimo: il nostro gruppo ha un’identità ben precisa: stiamo facendo un cambiamento graduale, le cose fatte in fretta non vanno bene. Certe alchimie a livello calcistico e emotivo non si creano dal nulla, stiamo lavorando bene e questo ci permette di far esprime al meglio anche le nuove arrivate”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Lipsia-Atalanta 1-1
Gol di Muriel, Musso para un rigore poi autogol di Zappacosta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
20:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lipsia e Atalanta hanno pareggiato 1-1 nell’andata dei quarti di finale di Europa League.
Andati in vantaggio con Muriel al 17′ del primo tempo, i nerazzurri sono stati raggiunti da una sfortunata autorete di Zappacosta al 13′ della ripresa.
Due pali per parte e un rigore parato da Musso su André Silva testimoniano la vivacità della sfida alla Rb Arena.
Ritorno il 14 aprile a Bergamo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: De Roon, nostre chance intatte
‘A Lipsia avremmo meritato di vincere, dominato un tempo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
07 aprile 2022
21:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Nei quarti di finale ci è capitato un avversario fra i più forti, ma non ci ha messo sotto e le nostre chance per l’Europa League restano intatte.
Vogliamo le semifinali, anche se prima dobbiamo pensare al campionato e al Sassuolo”.
Marten de Roon, centrocampista dell’Atalanta, commenta favorevolmente l’1-1 di Lipsia: “Avremmo meritato di vincere, anche se nelle ultime situazioni avremmo potuto anche perderla dopo aver costretto il Lipsia a giocare in contropiede.
Nel primo tempo c’eravamo solo noi. Stasera abbiamo visto che possiamo farcela”, ha spiegato l’olandese in conferenza stampa.
“Le occasioni le abbiamo concesse praticamente solo alla fine, forse perché abbiamo aperto spazi alla ricerca del secondo gol – l’analisi di De Roon -. Con l’uscita di Freuler abbiamo avuto meno copertura. Ma non sarebbe stato giusto prendere il 2-1 in contropiede al novantesimo”. Infine, sulla sua funzione specifica: “Il mio compito era la marcatura su Dani Olmo, che è veloce ed è bravo con la palla. Il mister mi ha chiesto di ‘eliminarlo’: non ha toccato tanti palloni, la mia forza è contenere il centrocampista più avanzato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Lipsia; Tedesco, il risultato è giusto
‘Nel primo tempo poco pressing, bravi a recuperare da 0-1′
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
07 aprile 2022
21:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Entrambe le squadre hanno cercato il secondo gol, ma penso che il risultato sia giusto”.
Domenico Tedesco, tecnico del RB Lipsia, giudica equo il responso del campo nell’andata dei quarti di finale di Europa League con l’Atalanta: “Non era facile recuperare dallo svantaggio, nel primo tempo abbiamo mantenuto il possesso palla e il pressing alto solo nel primo quarto d’ora, tanto che Palomino ha rischiato il secondo giallo”, la sua analisi nel dopogara alla Red Bull Arena.
“Nella ripresa abbiamo alzato il ritmo cercando di aprire più spazi, per questo poi ho inserito Forsberg per André Silva che non ha tirato molto bene il rigore – ha proseguito Tedesco -. Palomino e Demiral hanno difeso bene fino alla fine, i nerazzurri marcano a uomo a tutto campo e macinano tantissimi chilometri. Basti pensare a come hanno marcato Dani Olmo, esattamente come avevano fatto con Demirbay del Leverkusen: nell’uno contro uno sono delle macchine”.
Da Willi Orban, difensore centrale della squadra sassone, un’ammissione: “Sull’1-1 ho toccato più il mio avversario (Zappacosta,ndr) che il pallone – chiosa -. Le chance di passaggio in semifinale restano al 50 per cento per ciascuna, sapevamo che avremmo dovuto affrontare una sfida intensa e anche eccitante per i tifosi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Bodo Glimt-Roma 2-1
Pellegrini illude giallorossi, nella ripresa sorpasso norvegese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 aprile 2022
23:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bodo Glimt-Roma 2-1 nella partita di andata dei quarti di finale della Conference League, giocata all’Aspmyra Stadion della città norvegese.
Queste le reti: nel pt 43′ Pellegrini; nel st 10′ Wembangomo, 44’ Vetlesen.
Il ritorno all’Olimpico tra una settimana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho, ‘totale fiducia nel ritorno, mi sento favorito’
‘A Roma avremo la nostra gente Mi preoccupa infortunio Mancini’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 aprile 2022
23:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I due gol sono uno su palla inattiva e l’altro assolutamente ridicolo.
La cosa che mi preoccupa di più è l’infortunio di Mancini: è preoccupante, perché dovuto a un campo di plastica”.
Così Jose Mourinho, intervistato da Sky Sport al termine di Bodo Glimt-Roma. “Il secondo tempo – aggiunge riferendosi alla gara di ritorno – lo giocheremo con la nostra gente e mi sento favorito per conquistare le semifinali.
C’è totale fiducia nei giocatori, nello stadio e nell’appoggio della nostra gente. Giocheremo contro una squadra difficile, ma sono sicuro che avremo un buon arbitro e un buon assistente. A Roma nella partita dei gironi ci sono stati negati due rigori, oggi ci sono stati un paio di fuorigioco dubbi”. Poi una battuta su Pellegrini: “deve fare di più”.
Poi, anche dai microfoni di Dazn. ‘Mou’ ribadisce la propria fiducia relativamente al match di ritorno, e nonostante la battuta d’arresto di oggi. “Non è sconfitta, perdiamo 2-1 e abbiamo il secondo tempo per giocare – dice -. Sconfitta è quando giochi nel girone o in un campionato dove perdi punti.
Abbiamo un secondo tempo da giocare con i nostri tifosi dalla nostra. Non abbiamo mai vinto contro di loro nelle tre partite precedenti, ma l’unica che conta è la prossima. La vinciamo e saremo in semifinale.
Di nuovo sul campo sintetico. “Che è un altro sport lo sappiamo, rende la situazione molto vulnerabile per gli infortuni e mi sembra che quello subito da Mancini sia importante. Ringraziamo per questo chi permette di giocare su questi campi” Ma al ritorno ci sarà Zaniolo? E’ recuperato? “Non ho idea”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zalewski, è assurdo giocare su un campo del genere
‘Si prendano provvedimenti, così c’è rischio farsi molto male’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
07 aprile 2022
23:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“C’è rammarico, perché è stata una partita controllata sullo 0-0, sullo 0-1 e sull’1-1.
Gli episodi fanno la differenza e loro sono stati molto fortunati, ma al ritorno sarà un’altra storia”.
Così Nicola Zalewski, intervistato da Sky Sport, nel dop partita di Bodo Glimt-Roma.
“Lo staff e i compagni mi aiutano nella mia crescita, non sento molta pressione – dice ancora il romanista -. Dell’infortunio di Manini non so l’entità, comunque giocare un quarto di finale di una competizione europea su un campo del genere è inimmaginabile: spero che prendano dei provvedimenti, perché campi del genere portano ad infortuni seri e spero non sia così per Mancini”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter favorita sul Verona, il Milan rischia a Torino
Napoli avanti nel big match al Maradona contro la Fiorentina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
11:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A sette giornate dalla fine del campionato, la volata scudetto è lanciata.
Il weekend del 32° turno di Serie A consegna al Napoli l’impegno sulla carta più complicato: al Maradona, domenica alle 15, arriva una Fiorentina che, nonostante la cessione di Vlahovic nel mercato di gennaio, è rimasta a contatto con la zona Europa e deve anche recuperare una partita, quella contro l’Udinese del 27 aprile.
La squadra di Spalletti, però, sogna un tricolore che a Napoli manca da 32 anni e, contro i viola, potrà contare anche sul rientro di Osimhen, che ha scontato il turno di squalifica. Le quote Snai sono tutte dalla parte degli azzurri, con l’«1» a 1,75, il pareggio a 3,80 e la vittoria della Fiorentina (che ha già sbancato lo stadio dedicato a Maradona in Coppa Italia, anche se dopo i supplementari) a 4,50. L’Inter, distante quattro punti dalla vetta ma con una partita in meno, sarà la prima delle tre in lotta per lo scudetto a scendere in campo. Sabato alle 18 a San Siro i nerazzurri ospitano il Verona di Tudor, già sicuro della salvezza e costretto alla sconfitta una sola volta nelle ultime sette partite giocate. Una serie positiva, però, di cui non sembrano tenere conto gli analisti, che piazzano il successo dell’Inter a 1,35, con il pari a 5,25 e il colpo dell’Hellas addirittura a 8,25. Domenica sera, invece, tocca al Milan, di scena sul campo del Torino, con l’obiettivo di dimenticare lo 0-0 contro il Bologna che ha mantenuto i rossoneri in vetta alla Serie A ma che rappresenta un’occasione fallita. Il «2» a 1,90 è l’esito con la quota più bassa, con la vittoria granata che vale invece 4 volte la posta. Un cammino, quello del Milan, contraddistinto dagli Under: ben cinque consecutivi, gli ultimi quattro addirittura sotto la soglia dell’1,5. Un risultato con meno di due gol segnati è quotato a 3,05, con l’Under “classico” a 1,70 e l’Over a 2,00. La Juventus, dopo la delusione dello scontro diretto perso contro l’Inter, riparte da favorita a Cagliari: il riscatto dei bianconeri paga 1,60.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho ‘Roma progetto diverso, ma io non cambio’
Tecnico’il club deve avere successo, cerco stabilità e identità’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 aprile 2022
11:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“So dove sono e so per cosa sono venuto.
Quello che cerco di trovare è un equilibrio: essere intelligenti sul mercato, creare un’identità e la stabilità nel club.
La Roma deve avere successo”, lo ha detto Jose Mourinho in un’intervista alla Cbs. “Ho il massimo rispetto per la Lazio e la sua storia, ma la Roma è la squadra della gente. I romani sono romanisti. Non avrei potuto trovare un club con una tifoseria così passionale. I romanisti sono speciali anche nel modo in cui vivono e respirano la loro squadra”, ha continuato lo Special One che poi si è soffermato sugli obiettivi della Roma. “È un progetto differente rispetto a quello a cui sono abituato, solitamente vado in club in cui gli obiettivi sono i successi immediati. Se sono pronto a cambiare la mia natura? No, non lo sono, ma sono pronto a cambiare il mio approccio”, ha concluso Mourinho.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve;Allegri’a Cagliari dobbiamo vincere,Roma è a -5′
‘Vengono da una brutta sconfitta, giocare lì è sempre difficile’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 aprile 2022
12:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Verrà fuori una brutta partita tecnicamente, per noi contano molto questi tre punti: la Roma è a -5 ma mancano tante partite, non dobbiamo perdere di vista l’obiettivo”: così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della trasferta di Cagliari.
“Vengono da una brutta sconfitta per 5-1, giocare lì è sempre difficile – aggiunge l’allenatore – e io non ho mai vinto facile su quel campo né con la Juve né con il Milan”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Balata, Serie B baluardo italianità giocatori
‘Dobbiamo tutelare i giovani, rappresentano arricchimento’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
13:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La Serie B è un baluardo dell’italianità nel calcio”.
Lo ha detto il numero uno della serie cadetta Mauro Balata durante la presentazione in Figc delle politiche giovanili e dei dati sui giovani all’interno del mondo della Serie B.
“Questi ragazzi rappresentano un patrimonio anche in vista dei mondiali del 2026, bisogna tutelare i giovani – ha continuato Balata – Sono un loro difensore e per noi sono un arricchimento. E’ chiaro che vanno messi insieme a persone più esperte. Giocando titolari e facendo esperienza in B diventano calciatori importantissimi pronti per i palcoscenici nazionali e internazionali. Se non si supera questo pregiudizio, non tanto da noi, ma in altre leghe, non riusciamo a risolvere questo problema che ha una matrice culturale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: Osimhen è ok, fa tutto l’allenamento in gruppo
Punta pronta a giocare titolare domenica contro la Fiorentina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
08 aprile 2022
14:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allenamento completo in gruppo per Victor Osimhen, che si è completamente ripreso dal dolore per l’affaticamento di due giorni fa ed è a disposizione per il match di domenica contro la Fiorentina.
La punta nigeriana, capocannoniere del Napoli con 11 gol in campionato e 15 coppe comprese, potrà quindi giocare da titolare contro i viola.
Out restano i reduci da infortuni Ounas, Petagna, Malcuit e Di Lorenzo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il giorno del giudizio in Premier, è Man City-Liverpool
Match che vale ipoteca su campionato, è sfida da calciospettacolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
17:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Domenica si rinnova la più “grande rivalità” del calcio inglese, in uno sconto al vertice di Premier League, possibile preludio della prossima finale di Champions League.
Mentre il calcio italiano si interroga tra eliminazioni precoci in Europa e spettacoli modesti in campo, il football d’Oltremanica apparecchia la sfida stellare tra Manchester City e Liverpool che vale una mezza ipoteca sulla vittoria del campionato.
Quando mancano ormai solo otto giornate al termine, un solo punto divide le due battistrada della Premier, massime interpreti del calcio più spettacolare e moderno, avversarie anche la settimana successiva nella semifinale di Coppa d’Inghilterra. Una sfida infinita che – dall’arrivo di Pep Guardiola e Jurgen Klopp – ha egemonizzato il calcio inglese, fatta eccezione per l’exploit del Chelsea di Antonio Conte nel 2017. Nel segno del bel calcio, così innovativo da aver spinto James Carragher – leggenda del Liverpool, oggi opinionista – ad aver definito questa rivalità “la più grande di sempre”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In palio, domenica pomeriggio, anche il primato tra i due manager, opposti in sfide domestiche già 9 volte: 4 i successi del City, due quelli dei Reds, che però si sono rifatti – con gli interessi – eliminando i rivali nei quarti di finale della Champions 2017-’18, con due vittorie per 3-0 e 2-1. Una sfida nella sfida, ma nel segno del massimo fair-play. “Pep è il miglior tecnico al mondo, e siamo tutti d’accordo – le parole alla vigilia di Klopp -. Non riesco neppure ad immaginare come qualcuno lo possa mettere in dubbio. Nello sport ciò che ti aiuta di più a crescere e migliorare è un avversario forte. Basta pensare a Roger Federer e a Rafa Nadal. Non posso dire di essere grato al City, ma di certo non ha danneggiato la nostra crescita”. Complimenti ricambiati dal collega catalano. “Jurgen ha reso il mondo del calcio un posto migliore – dice Guardiola -. E’ un grandissimo rivale, e penso che sia un bene per tutti. E’ un grande tecnico e un bravo ragazzo, se vinciamo lo invito a bere un bicchiere di vino assieme”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bundesliga: respinto ricorso Friburgo, niente sanzioni al Bayern
Bavaresi giocarono in 12 per 20”, per giudici “colpa arbitri”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
15:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il tribunale sportivo della Federcalcio tedesca (Dfb) ha respinto il ricorso del Friburgo che aveva chiesto fosse imposto lo 0-3 a tavolino al Bayern Monaco, che nella partita di Bundesliga di sabato scorso – vinta 4-1 dai bavaresi – aveva giocato per una ventina di secondi con 12 uomini in campo.
I giudici hanno stabilito, infatti, che la squadra non è stata responsabile dell’errore, causato invece degli ufficiali di gara durante di una sostituzione.
Grazie a questa decisione, il Bayern capolista mantiene un vantaggio di nove punti sulla seconda e sembra pronto per il decimo titolo consecutivo.
Nei giorni scorsi, la scelta del Friburgo di ricorrere alla giustizia sportiva è stata duramente contestata dal tecnico del Bayern, Julian Nagelsmann. Questi, oggi, ha accolto con sollievo la sentenza e ha anche fatto parzialmente retromarcia, sostenendo di non essere “mai stato arrabbiato con l’allenatore del Friburgo, Christian Streich, nè con la società per averlo fatto”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: escluse lesioni al ginocchio per Mancini
Solo trauma contusivo dopo gli accertamenti svolti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 aprile 2022
16:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nel botta e risposta tra Roma e Bodo, una buona notizia per i giallorossi è arrivata: gli esami strumentali eseguiti al rientro nella Capitale hanno escluso lesioni al ginocchio destro per Gianluca Mancini.
Semplice trauma contusivo per il difensore costretto ieri a lasciare il campo nell’andata dei quarti di finale di Conference League, persa 2-1 dalla squadra italiana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bremer, come mi piace giocare? preferisco difesa a 3
‘Messaggio’ del granata all’Inter. ‘Ibra? Gli sto attaccato’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
16:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lo cercano Inter, Juventus e Milan e se il Torino lo cederà in estate ne ricaverà una bella cifra da reinvestire sul mercato.
Ma Bremer, difensore che è il pilastro della difesa granata, non vuole pensare al mercato anche se, intervistato da Dazn, dà un indizio su quale sarebbe la sua soluzione preferita.
Infatti alla domanda, avendo lui giocato sia nella difesa a quattro che in quella a tre, quale sia la sua soluzone preferita, Bremer risponde così: “è un po’ difficile questa domanda, però sono abituato alla difesa a 3, è così che sono esploso. Quindi se devo scegliere, scelgo difesa a 3”. Come dire che sembra fatto su misura per l’Inter e per Simone Inzaghi.
Poi gli chiedono come si marcano avversari del calibro di Osimhen e Ibrahimovic. “Con Osimhen prendi 3-4 metri, a lui non piace mai la palla al piede ma lontano”, dice sul nigeriano del Napoli. E su Ibra: “con lui puoi stargli attaccato, non va in profondità così tanto come Osimhen. È meglio stargli attaccato e cercare di anticiparlo, perché lui è grosso e devi saper usare bene il corpo”. “Ma per giocare come vuole il mister (Juric ndr) – aggiunge – serve anche il cervello. Ogni tanto devi scappare e devi andare, quindi non è solo forza, intercettare e marcare”.
Così Bremer è diventato l’uomo nel quale i compagni ripongono la loro fiducia, come se non potesse mai sbagliare. “Questo è un errore che fanno loro perché tutti sbagliamo – commenta il difensore granata -. Però dobbiamo conoscere l’avversario, quindi se lui è veloce io non posso stargli sempre attaccato perché se lui mi fa un corto-lungo, sono morto. Se è uno lento e io sono più veloce allora gli sto sempre attaccato e posso restare subito sull’anticipo”. Lucio a parte, un difensore di riferimento? “Van Dijk secondo me è fortissimo, però adesso sta soffrendo un po’ l’infortunio”. Invece in Italia? “Koulibaly è forte”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Venezia: Zanetti “momento duro, bisogna cambiare approccio’
“Con l’Udinese non voglio una squadra timorosa, così si perde”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
08 aprile 2022
16:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Contro lo Spezia la squadra ha fatto qualcosina in più, anche se non siamo riusciti a buttarla dentro, pure il pareggio ci avrebbe lasciato il rammarico.
È un momento difficile, sfortunato, ma i ragazzi stanno tirando fuori tutto, consapevoli che il passato non si può cambiare”.
Il tecnico del Venezia, Paolo Zanetti, parte dall’analisi dell’ultima gara per parlare della sfida di domenica con l’Udinese, quando non vuole vedere una squadra timorosa, nè in avvio nè in finale di partita.
“Sui primi minuti si va a ragionare sull’approccio, ma spesso siamo entrati impauriti – ha affermato -. Nei finali invece c’è la preoccupazione di non farcela, data dalla mancanza di autostima che si ha quando si perdono così tante partite. Noi – ha proseguito – facciamo parte delle quattro squadre che si giocano la serie A, è importante capire chi siamo perché è un ottimo punto di partenza che ti da umiltà. Esser consapevoli dei propri limiti è determinante, ti consente di lavorare sui tuoi difetti e su consolidare i pregi”.
Quanto all’Udinese, a giudizio di Zanetti “è una squadra che sta benissimo, con giocatori importanti, meriterebbe una classifica diversa. È micidiale nelle ripartenze, molto fisica, sa fare blocco e si difende bene. È difficile da scardinare e ti punisce negli spazi che lasci. Abbiamo incontrato e battuto anche squadre più forti, e perso con squadre inferiori”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bodo-Roma con aggressione, Uefa apre inchiesta
‘Da Knutsen pugno a Nuno Santos’. Norvegesi: ‘ha attaccato lui’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
20:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il day after di Bodo-Roma è un mix di preoccupazione e rabbia.
Il primo è un sentimento nato dall’infortunio al ginocchio destro di Gianluca Mancini e svanito successivamente agli esami che hanno escluso lesioni, mentre il secondo nasce con la sconfitta per 2-1 e culmina nell’acceso post partita che ha visto arrivare al confronto il preparatore dei portieri giallorosso, Nuno Santos, e il tecnico dei norvegesi, Kjetil Knutsen.
Le versioni dell’accaduto delle due società, però, non combaciano e per questo Bodo-Roma è continuata anche fuori dal campo: ora indaga un ispettore dell’Uefa. Il primo a denunciare i fatti è stato Lorenzo Pellegrini. “Ho visto il loro tecnico aggredire il nostro preparatore dei portieri”, aveva detto nell’immediato post gara il capitano giallorosso. Stando infatti a quanto riportato dal club capitolino le tensioni verbali nei novanta minuti sarebbero sfociate in un confronto su toni ancora più alti al triplice fischio negli spogliatoi e conclusi con l’aggressione di Knutsen a Nuno Santos. Un pugno sferrato all’assistente di Mourinho che ha portato anche all’intervento della polizia locale, alla quale i vertici della Roma hanno consegnato la loro versione dell’accaduto così come al delegato Uefa, mostrando anche i segni sul volto di Santos. Ricostruzione dei fatti, però, “falsa” per il Bodo/Glimt, secondo cui il primo ad aggredire sarebbe stato il preparatore dei portieri della Roma dopo un comportamento irrispettoso tenuto per tutta la partita. “La Roma continua a spargere falsità sui media” ha denunciato la società norvegese in comunicato, menzionando anche un video in possesso dell’Uefa che mostrerebbe Santos mettere per primo le mani al collo di Knutsen. “È naturale poi che poi abbia dovuto difendermi” ha replicato l’allenatore, mentre il dg dei norvegesi rilancia con la denuncia esposta alla polizia locale per l’aggressione subita dal proprio tecnico. Insomma, sette giorni di fuoco separano le due squadre dalla gara di ritorno con l’Uefa che ha incaricato un suo ispettore della sezione disciplinare di condurre un’indagine sugli incidenti segnalati. La Roma si augura che vengano presi dei provvedimenti perché ritiene di essere nella ragione e che quanto accaduto sia grave e peggiorato dall’assenza di scuse della società norvegese. Intanto Mourinho (che domani non parlerà in conferenza) dovrà isolare la squadra in vista della Salernitana, gara per la quale perde Mancini, ma recupera Zaniolo e Veretout. Da valutare le condizioni di Abraham, avvistato claudicante al ritorno a Roma e giocatore imprescindibile per lo Special One. Ecco perché, se non al meglio, potrebbe riposare in vista del ritorno con il Bodo/Glimt. L’ultimo atto di una battaglia iniziata con il drammatico 6-1 e lunga ormai oltre cinque mesi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inzaghi, Inter ha mezzi per vincere qualsiasi gara
‘Con Juve vittoria importantissima, rimaniamo attaccati a vetta’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 aprile 2022
16:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Questa squadra ha i mezzi per vincere qualsiasi tipo di partita.
A Torino siamo stati bravi, quando c’era da soffrire lo abbiamo fatto tutti insieme e questo ci ha dato modo di vincere una partita fondamentale per il nostro prosieguo”.
Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi, intervistato da Inter Tv alla vigilia della gara contro l’Hellas Verona.
“Contro la Juventus è stata una vittoria importantissima sotto tutti i punti di vista perché l’abbiamo ottenuta contro una squadra molto forte in uno scontro diretto – ha sottolineato Inzaghi – è un successo che ci permette di rimanere attaccati alle prime e di giocarci questo finale di stagione nel migliore dei modi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inzaghi, contro il Verona servirà partita da vera Inter
‘Mancherà Lautaro ma ho tanti attaccanti a disposizione’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 aprile 2022
16:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà una partita molto importate per noi e difficile perché troviamo una squadra che ha grandissima intensità, giocatori di qualità quindi dobbiamo essere bravi a fare una grande partita, da vera Inter”.
Lo ha detto il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi,, intervistato da Inter Tv alla vigilia della gara col Verona.
“Domani mancherà Lautaro ma ho la fortuna di avere Dzeko, Correa, Caicedo e Sanchez che stanno bene e sono a disposizione, si stanno allenando nel migliore dei modi e penso che nella partita ci sia spazio per tutti ma al di là degli attaccanti servirà una partita importante da parte di tutta la squadra”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Frosinone,Grosso ‘domani serve grande determinazione’
Dopo due sconfitte di fila i ciociari affrontano la Cremonese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FROSINONE
08 aprile 2022
16:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo due sconfitte di fila in trasferta (Lecce e Pordenone) , domani il Frosinone ospita la capolista Cremonese dell’ex bomber Daniele Ciofani.
” Per domani serve una prestazione di alto livello per superare allo Stirpe..
“Chiedo grande coraggio – dice il tecnico dei ciociari, Fabio Grosso-, grande determinazione, grande senso di appartenenza e grande energia per affrontare una gara difficilissima contro la Cremonese Una squadra molto forte, anche loro avranno qualche assenza ma andremo comunque ad affrontare una delle squadre migliori del campionato. La migliore non si può dire, perché in vetta si sono alternate in diverse. Ce ne sono 6 molto forti, ne incontreremo ancora 2 in questo rush finale in cui abbiamo le qualità per prenderci quello che era insperato ad inizio stagione”. Per Grosso “è’ stata una seconda parte di campionato diversa dalla prima.
Abbiamo avuto tantissimi impegni nei quali non è stato facile recuperare le energie e preparare le gare. Non è stato facile il percorso di questo tour de force, siamo incappati in qualche errore che chiaramente ogni tanto di toglie qualcosina “. Per Grosso ” io di questo gruppo sono orgoglioso di quello che ha fatto e di quello che sta facendo.. E sarò sempre orgoglioso perché siamo stati in grado di fare un campionato bellissimo e di avere la possibilità di raggiungere un traguardo impensabile all’inizio. Ovviamente – conclude il tecnico – mettendo dentro tutto quello che abbiamo e provando a fare questo guizzo finale perché sono convinto, che se raggiungiamo questo obiettivo dei playoff, abbiamo le qualità importanti per dare fastidio alle altre squadre”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Catania: Tribunale, decaduta offerta di acquisto per il Catania
‘Inadempienza pagamento, chiedere fondi Lega Pro per campionato’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
08 aprile 2022
17:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I curatori fallimentari hanno comunicato al Fc Catania 1946 srl” dell’imprenditore Benedetto Mancini “la decadenza per inadempimento all’obbligo di pagamento integrale del corrispettivo”.
Lo ha reso noto il Tribunale del capoluogo etneo dopo gli accertamenti espletati sull’offerta per acquisire il ramo caratteristico della società Calcio Catania Spa, dichiarata fallita nel dicembre del 2021.

I curatori, informa inoltre il Tribunale, “hanno provveduto a dame comunicazione alla Figc e alle Lega Pro, richiedendo, ove possibile, un intervento o contributo di carattere economico finanziario straordinario da parte della Lega Pro, in misura tale da consentire di coniugare l’interesse alla regolare prosecuzione del campionato in corso con gli interessi della procedura fallimentare”. I curatori fallimentari sono stati incaricati infine di presentare una “relazione al Tribunale di Catania” sulla “permanenza delle condizioni economicoð finanziarie per il mantenimento dell’esercizio provvisorio del ramo caratteristico di azienda” che scade il prossimo 19 aprile.
La vendita, fissata dai tre curatori nominati dalla sezione Fallimentare del Tribunale, comprende “diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori; struttura e organizzazione del settore giovanile; immobilizzazioni materiali; indumenti, merce store, targhe, coppe e trofei; due marchi registrati”. Non fa parte della procedura il titolo sportivo, che non può essere ceduto a terzi, ma può solo essere attribuito dalla Figc a una diversa società in presenza dei requisiti richiesti dalle norme federali.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Milan, Napoli e Inter, tre tranelli nella corsa scudetto
Ostacoli Torino, Fiorentina e Verona. Spicca Sassuolo-Atalanta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
22:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La sciarada scudetto vive un’altra giornata di passione perchè le avversarie del weekend delle tre pretendenti hanno obiettivi e consistenza.
Dopo la stecca col Bologna (che medita di non fare sconti neanche all’Inter nel recupero), il Milan ha una trasferta poco malleabile con l’imprevedibile Toro di Juric.
Il Napoli, che viene indicato come il club più in forma e con l’organico meglio assemblato, riceve la mina vagante Fiorentina, che vuole restare incollata al treno europeo.
L’Inter, reduce dall’impresa allo stadium con una prestazione sofferta ma non scintillante, deve fare i conti col Verona, una squadra che sa giocare e segna con facilità. Mentre Atalanta e Roma rimandano alla prossima settimana la possibilità di proseguire il cammino nelle coppe, il mercato sussurra le prime ipotesi di colpi: Dybala all’Inter, Raspadori alla Juve, Scamacca al Milan. Ma i rossoneri per ora pensano agli attaccanti che hanno a disposizione per mantenere il punticipo di vantaggio: Giroud e Ibra, che dovrebbero alternarsi nei 90′, provano a scassinare la munita retroguardia granata- La regia resta affidata a Tonali, Saelemaekers guadagna spazio accanto al contestato Kessie, che agirà più avanzato. Il Toro ripropone Pobega alle spalle di Lukic e Mandragora, ma i gol Juric se li aspetta da capitan Belotti. Pioli avrà il vantaggio di conoscere il risultato delle avversarie, ma l’ultima volta questa circostanza ha messo solo più tensione. Il Napoli di Spalletti tira un sospiro di sollievo perchè potrà contare su Osimhen che farà compagnia ai piccoletti dell’attacco. Sarà confermato il giovane Zanoli ma sono i centrocampisti Lobokta, Zielinski e Fabian Ruiz deputati a impadronirsi del gioco. La spigliata Fiorentina di Italiano non ha piu’ i gol di Vlahovic, recupera Piatek ma deve rinunciare al suo elemento piu’ in forma, Torreira.
L’Inter di Inzaghi cerca di compattarsi per continuare la corsa scudetto. Non ci sara’ Lautaro, per cui Dzeko sara’ affiancato da Correa, autore nella gara di andata di una doppietta. Rientrera’ De Vrij, ma non sara’ facile regolare il quadrato Verona anche con l’apporto di 60 mila tifosi. Tudor rinuncia a Barak, ma puo’ contare sul fosforo di Caprari e sulle geniali conclusioni di Simeone. Non sara’ facile per le tre contendenti conquistare i tre punti nel weekend.
Nella lotta per l’Europa Max Allegri sprona i suoi ricordando che la Roma è a -5 dal quarto posto e che quindi ci vuole un successo pieno a Cagliari. La Juve non puo’ contare sugli squalificati De Sciglio e Morata per cui la responsabilita’ dell’attacco sara’ affidata al punto fermo Vlahovic e al partente Dybala. In difesa torna Bonucci a blindare il reparto col sempre piu’ convincente De Ligt. I sardi dopo quattro sconfitte consecutive sono ripiombati nell’incubo retrocessione e sono in ritiro ad Assemini. Mazzarri si consola in parte con la disponibilita’ di Marin e Pavoletti, guariti dal covid. La Roma di Mourinho, che fa risultati da dieci turni, pensa molto al ritorno col Bodo Glimt per rimediare alla sconfitta di giovedi’. Non dovrebbe avere grossi problemi con la Salernitana , che ha preso appena due punti nelle ultime cinque gare. Dopo l’ammonizione ‘chirurgica’ di Genova manchera’ per squalifica Pellegrini oltre all’infortunato Mancini. Ma in chiave europea l’incontro più stimolante è quello tra il Sassuolo dei gioielli di mercato Raspadori, Berardi, Traorè e Scamacca, e l’Atalanta, che sta recuperando Zapata e ha ripresentato un ottimo Muriel. Gasperini, senza De Roon, pensa a ruotare pero’ i suoi titolari in vista del ritorno col Lipsia. Problema che non ha Dionisi, che deve pero’ rinunciare a Berardi e Frattesi ma ripresenta Maxime Lopez. L’alterna Lazio di Sarri, che ha parlato di mercato e di rinnovo di contratto con Lotito in un meeting che non sembra essere stato risolutivo, gioca in casa di un Genoa sempre piu’ impelagato in zona retrocessione. Torna Pedro a fianco di Immobile mentre Basic dovrebbe sostituire Luis Alberto. Blessin affianca Ostgaard a Maksimovic per montare la guardia al temuto goleador biancazzurro.
Nuova chance del Venezia per rimettersi in marcia dopo cinque sconfitte consecutive, che stanno trasformando in un dramma la prima stagione in A dopo un promettente avvio. Ai veneti capita un avversario ostico come l’Udinese di Beto, che ha appena travolto il Cagliari e ha una classifica bugiarda visto che deve recuperare due gare. La Sampdoria di Giampaolo spera di conquistare nel posticipo di lunedi’ a Bologna i punti che le servono per salire in una posizione piu’ tranquilla. Ad inaugurare il weekend sarà domani la sfida senza troppi problemi tra Empoli e Spezia. Ma i toscani non vincono da 14 turni, un’onta che Andreazzoli spera finalmente di cancellare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari: Mazzarri, lotteremo sino alla fine
“Affrontare la Juve come se fosse l’ultima di campionato”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
08 aprile 2022
19:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho detto ai ragazzi di affrontare la Juventus come se fosse l’ultima di campionato e non ci fossero altre possibilità”.
Così l’allenatore del Cagliari, Walter Mazzarri, nella conferenza stampa alla vigilia dell’anticipo serale all’Unipol Domus contro i bianconeri dell’ex Allegri.

L’obiettivo è chiaro: provare a ripartire dopo quattro sconfitte consecutive. “Non possiamo certo scegliere dove e quando fare punti – ha spiegato il tecnico rossoblù – contro il Napoli siamo andati vicini alla vittoria, con il Milan abbiamo sfiorato il pareggio con la traversa di Pavoletti. Ma sono ottimista: se siamo riusciti ad andare bene nelle gare precedenti alle quattro sconfitte vuole dire che abbiamo qualcosa da dire. Ci sono 21 punti in palio, ce la giocheremo fino in fondo”.
Mai pensato di mollare, ha detto Mazzarri: “Non mi dimetterò mai – ha detto rispondendo a una domanda – uno si dimette se vede che la squadra non è con lui. Ma qui i ragazzi si stanno aggrappando a me per questa salvezza. C’è unità di intenti. Io credo nella causa Cagliari, ho già fatto delle scelte: bisogna lottare sino alla fine con l’elmetto in testa, indipendentemente da domani. Ma domani dobbiamo provare a mettere in difficoltà una super squadra come la Juventus”.
Mazzarri promette una squadra equilibrata: “Abbiamo visto gli errori commessi con l’Udinese, io stesso mi sono preso tutte le responsabilità. Non possiamo andare sei o sette nella loro area, perché poi paghiamo, come abbiamo fatto, nelle ripartenze”.
Dopo le polemiche sull’arbitraggio di Juventus-Inter, Mazzarri ha osservato: “Credo che arbitro e addetti al Var faranno una super prestazione, d’altra parte basta applicare il regolamento che è uguale per tutti. Sono sereno, non ho preconcetti, non penso a queste cose”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Barella e Dzeko stendono il Verona, Inter a -1 dal Milan
Secondo successo di fila per i nerazzurri, agganciato il Napoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
22:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Inter cercava conferme e le conferme sono arrivate: l’inverno per i nerazzurri pare essere alle spalle, perché gli uomini di Simone Inzaghi dopo il successo con la Juventus trovano anche una convincente vittoria per 2-0 contro il Verona, firmata da Barella e Dzeko.
Per la prima volta nel 2022 Handanovic e compagni trovano due successi consecutivi in campionato e quella con i gialloblù vale l’aggancio al Napoli al secondo posto in classifica e il -1 dal Milan capolista, impegnate domani rispettivamente contro Fiorentina e Torino.
Ma al di là del risultato, è la prestazione che può far contento Inzaghi, con i nerazzurri che lanciano un altro messaggio in chiave volata scudetto. Senza lo squalificato Lautaro Martinez, il tecnico rilancia il pupillo Correa insieme a Dzeko in attacco, scegliendo anche Dimarco in difesa per dare respiro a Bastoni. Mosse che funzionano, perché l’Inter soprattutto nel primo tempo a lunghi tratti dimostra di aver ritrovato geometrie, fiducia e fluidità di gioco che sembra aver perso. Le prime avvisaglie di pericolo per la porta veronese le portano Dimarco, De Vrij e Dumfries in avvio, ma la prima vera occasione capita sul destro di Perisic, che trova la pronta risposta di Montipò in tuffo. I maggiori pericoli partono sempre dal piede del croato, che poco dopo approfitta di un errore di Bessa per involarsi e trovare il cross col contagiri per Barella, esterno da pochi passi e nerazzurri in vantaggio. Spinti dai 60mila di San Siro, i padroni di casa non si fermano, con Montipò che salva in rapida sequenza su Correa e Dzeko. Ma è questione di istanti, perché su corner la spizzata dell’onnipresente Perisic trova proprio il bosniaco che, lasciato solo dalla difesa gialloblù, da dentro l’area piccola trova il raddoppio. Il Verona prova a reagire ma l’unica versa opportunità capita sul destro di Simeone, con Handanovic che in uscita salva tutto in quella che, di fatto, è il solo intervento complicato del capitano interista. Nella ripresa, i nerazzurri abbassano il baricentro e i ritmi, lasciando al Verona il pallino del gioco. Gli uomini di Tudor creano alcune potenziali occasioni ma la porta interista non corre veri pericoli. Anzi, sono Dumfries e D’Ambrosio (entrato al posto di de Vrij ko per un affaticamento alla coscia sinistra, era appena rientrato dopo un mese di stop) ad avere le opportunità per chiudere la sfida entrambe in contropiede, con l’olandese che calcia male mentre Montipò, con l’aiuto del palo, si salva sul mancino del difensore italiano. L’Inter controlla il finale e trova il secondo successo di fila, quanto basta per mandare un messaggio al campionato e alle rivali nella corsa scudetto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Empoli e Spezia non si fanno male, un passetto a testa
Zero gol ma la classifica si muove verso la salvezza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
09 aprile 2022
17:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Passo dopo passo, punto dopo punto.
L’Empoli pareggia ancora ed è un risultato che alla fine va benissimo allo Spezia che nella insidiosa trasferta del Castellani raccoglie un ‘punticino’ prezioso.
Poche emozioni, zero gol. Ma entrambe muovono la classifica e si avvicinano all’obiettivo che per queste realtà vale come uno scudetto: la salvezza. Equilibrio accompagnato peraltro da un gioco dinamico e non certo attendista. Ai punti avrebbe dovuto vincere la squadra di Andreazzoli che con Pinamonti e La Mantia vanno vicino al vantaggio e con Bajrami e Henderson confermano la non crisi di gioco, ma certamente di risultati visto che la vittoria manca da metà dicembre. Lo Spezia comunque ci prova a fare il colpaccio. Girata di Manaj, su cross di Reca, ribattuta dalla difesa e poi sul tentativo di Maggiore dal limite col pallone che finisce di poco a lato. Al quarto d’ora Di Francesco insidiosa da sinistra, il suo cross viene messo sul fondo da Nikolau rischiando l’autogol. L’Empoli inizia a spingere di più: al 36′ Pinamonti calcia di prima intenzione trovando la risposta dell’ex Provedel. Prima dell’intervallo occasione per lo Spezia con Manaj che dalla sinistra e mette dentro un pallone su cui nessuno arriva a deviare. Nella ripresa sale ancora il ritmo dei toscani ma l’occasione nitida è portata avanti dallo spezzino Agudelo che mette a terra Vicario dopo un bel inserimento dalla sinistra. Occasionissima per La Mantia, ma bravissimo Provedel sulla girata al volo girata da cross di Bajrami. Ancora gli azzurri ci provano dalla distanza con Asllani, poi sempre Pinamonti e il buon La Mantia (entrato al posto di Di Francesco) murato da Erlic. L’Empoli insiste, lo Spezia prova solo in ripartenza ma Vicario si fa trovare sempre pronto anche su una occasione dei liguri nel finale: Kovalenko serve Verde che calcia in diagonale impegnando Vicario alla respinta corta, poi è lui con l’aiuto di Viti a bloccare il tentativo di tap in di Nzola. Il finale è tutto azzurro: è Benassi a chiedere gli straordinari sempre a Provedel prima del fischio finale. Finisce 0-0 e per l’Empoli si allunga a 15 la striscia di gare senza successo: in questa stagione è quella più lunga in tutti i campionati maggiori in Europa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A, la Juve ribalta il Cagliari e blinda il quarto posto
Sardi avanti con Joao Pedro, De Ligt e Vlahovic firmano i 3 punti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2022
17:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus, ormai tagliata fuori dalla corsa per lo scudetto, a Cagliari blinda il quarto posto, conquistando una vittoria difficile e al termine di un match più combattuto forse di quanto in casa bianconera avessero previsto.
E la delusione per il ko nel Derby d’Italia, per un po’, è stata messa da parte.
Merito di De Ligt e Vlahovic, che rimettono in sesto una partita iniziata male per i bianconeri, a causa del gol dopo 10′ di Joao Pedro. Una partita non brillante: contro un Cagliari chiuso sempre dietro, la Juve ha vinto per sfinimento. Anche grazie agli spunti isolati dei giocatori più tecnici e ispirati: Cuadrado, autore del primo assist; Dybala, protagonista del passaggio-gol per Vlahovic. Per la Juve una partita da vincere in qualunque modo. Anche a scapito della lucidità. Era troppo importante reagire. Dal canto suo, il Cagliari non poteva fare di più e alla fine si è arreso. Per la squadra di Walter Mazzzari è la quinta di sconfitta di fila: ora rischia l’aggancio del Genoa e la Serie B. Una sconfitta amara, quella di questa sera, perché per un po’ il Cagliari si era anche illuso di poter conquistare dei punti. Lasciare sempre l’iniziativa agli avversari, alla fine, si è un boomerang. Lo schema della partita è tutto nei primi minuti: la Juventus comanda, ma è infastidita nel palleggio da un Cagliari che non lascia spazio libero per la manovra. Sembra facile, ma non lo è. Perché, proprio col pressing alto, il Cagliari conquista la prima palla pesante della partita e va in gol: Marin sradica la sfera dai piedi di Dybala a centrocampo e vola a destra, la Juventus perde i punti di riferimento, Arthur non chiude su Joao Pedro che piazza un destro comodo, comodo sotto il ‘sette’. Al 23′ la Juventus sembra avere già risolto il problema con il primo gol in A di Luca Pellegrini. È un diagonale che s’infila all’angolo, ma la traiettoria è deviata. Il Var scopre che il tocco decisivo è quello del gomito di Rabiot. Tutto da rifare. Nuova emozione alla mezz’ora con una punizione di Dybala finita fuori di poco. Proprio Dybala sembra l’elemento con più iniziativa, ma a volte gli manca la lettura giusta dello sviluppo dell’azione. E per Vlahovic palloni puliti non ce ne sono, nemmeno per far salire la squadra. Allora la Juventus ci prova, ripartendo dal basso con Arthur, ma l’azione è sempre farraginosa. Prova e riprova, però, il gol arriva. La mossa giusta è di Cuadrado, prestato alla fascia sinistra. Prima un tiro del colombiano costringe Cragno all’angolo. Poi, sempre Cuadrado sulla sinistra inventa dribbling e assist per De Ligt che, lasciato solo in area, segna di testa. Nel secondo tempo si riparte con una Juve più convinta che, nel giro di 3′, s’illude due volte. Prima con Chiellini (gol annullato per fuorigioco) e poi con un’occasione d’oro per Dybala. Ora la Juventus sembra più decisa e il Cagliari meno asfissiante rispetto alla prima frazione di gioco. Risultato? Si gioca solo nella metà campo rossoblu. Allegri rilancia Bernardeschi al posto di un Rabiot che poco aveva dato in termini di spinta in avanti. Alla fine spingi e spingi, la palla entra. Vlahovic segna su rimpallo con Altare dopo un passaggio filtrante di Dybala. Un gol che chiude il match.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Torino-Milan 0-0
Pioli a +2 su Napoli e Inter, ma a secco per due gare di fila
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
11 aprile 2022
07:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan non sfonda nemmeno contro il Toro, i rossoneri collezionano il secondo 0-0 consecutivo.

Niente allungo sul Napoli, il vantaggio sui partenopei e sull’Inter è ora di due punti.
Pioli fa nuovamente i conti con i problemi in fase realizzativa della sua squadra, appena quattro reti segnate nelle ultime sei. Juric, invece, dà seguito alla vittoria di Salerno e si prende gli applausi del Grande Torino, oltre a godersi un Bremer in formato super.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Sono ben sette le assenze per Pioli: oltre a Romagnoli, Kjaer e Florenzi, non partono per Torino nemmeno Rebic, Castillejo, Bennacer e Ibrahimovic. Kessie viene abbassato sulla linea mediana con Tonali, alle spalle di Giroud agiscono Saelemaekers, Diaz e Leao, in difesa c’è il quartetto ormai collaudato Calabria, Kalulu, Tomori e Theo. Juric preferisce Zima a Izzo e Rodriguez a Buongiorno, piazzati ai fianchi di Bremer, uno degli osservati speciali dalla dirigenza rossonera.
Mandragora si è fermato per un fastidio muscolare e insieme a Lukic gioca Ricci, a supporto di Belotti tornano titolari Pobega e Brekalo. In tribuna, al fianco del presidente Cairo, assiste alla sfida anche Ventura, ex tecnico del Toro e della Nazionale.
Più calci che calcio, granata e rossoneri non si risparmiano nei contrasti e l’arbitro Doveri sceglie di usare i cartellini già nelle prime battute: nel giro di 20 minuti finiscono sul suo taccuino Lukic e Tomori, poi è il turno di Pobega e Kalulu. Le trame delle due squadre sono molto spezzate, la formazione di Pioli non riesce ad alzare la qualità delle giocate e i ragazzi di Juric seguono alla lettera i dettami dell’allenatore, giocando uomo contro uomo a tutto campo e vincendo tanti duelli individuali. Berisha è impegnato soltanto al 24′ da Calabria, Ricci non inquadra la porta di Maignan da buona posizione dopo una bella triangolazione con Belotti e Brekalo. I due allenatori scelgono di non fare cambi durante l’intervallo, in avvio di ripresa si fa vedere pericolosamente il Toro: dopo quattro minuti, Maignan è costretto a volare sotto l’incrocio per deviare la conclusione di Vojvoda.
Pioli cerca la scossa con Messias, inserito al posto di uno spento Diaz, ma è Leao ad accendere la luce: Zima fatica a star dietro al portoghese, ci pensa Bremer a fermare la proiezione offensiva rossonera. Juric rivoluziona la sua colonna di destra togliendo Zima e Singo per Izzo e Aina, al 64′ Belotti ha l’occasione migliore della partita: il Gallo aggancia un lancio di Rodriguez dalle retrovie e calcia a botta sicura, Tomori si oppone e devia in corner. Berisha si fa trovare pronto sul tiro di Tonali e ancora Belotti colpisce l’esterno della rete, poi a 15 minuti dalla fine il capitano granata lascia il posto Pellegri. E proprio l’attaccante sfiora il gol dell’ex, ingaggiando un duello con Tomori ma calciando troppo centrale.
Juric finisce i cambi con Seck e Buongiorno, Pioli prova gli ultimi assalti affidandosi a Krunic.
In pieno recupero, Bremer e Messias vanno a contatto in area di rigore granata, ma il brasiliano colpisce nettamente il pallone. All’ultimo secondo ci prova Theo su punizione, è ancora Bremer ad opporsi alla conclusione e a mettere la firma sullo 0-0. Il Milan si ferma ancora ed è solo a +2 da Inter e Napoli, il Toro si prende gli applausi della sua gente ed è sempre più vicino all’aritmetica salvezza.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Napoli battuto dalla Fiorentina, 2-3
In campo anche Sassuolo-Atalanta 2-1 e Venezia-Udinese 2-1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2022
17:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Fiorentina si prende la vittoria al Maradona e interrompe il sogno scudetto del Napoli proprio nel momento di maggiore entusiasmo e fiducia di tutto l’ambiente.
Allo stadio, una volta rimosse le restrizioni dovute alla pandemia, erano presenti 55mila spettatori, tutti pronti a spingere la squadra verso un successo che avrebbe mantenute vive le speranze di conquista del tricolore. LA CRONACA DELLA PARTITA
Ma il Napoli, come spesso è avvenuto in questa stagione nei momenti decisivi, viene meno sul piano caratteriale, prima che su quello tecnico-tattico.
E la Fiorentina, pur senza fare nulla di straordinario, ma giocando con ordine e concretezza, si prende la vittoria e si propone in maniera molto concreta per giocarsi la conquista di un posto in Europa nel rush finale del campionato. La differenze nell’atteggiamento delle due squadre sta tutto nella linearità e compattezza tattica della Fiorentina contro il gioco scontato del Napoli che non ha altre idee se non quella di gettare la palla in verticale per Osimhen, nel tentativo e soprattutto nella speranza che il nigeriano, da solo riesca a inventarsi qualcosa di decisivo. Ma Osimhen è marcato a uomo da Igor il quale quasi sempre lo contrasta con successo e dunque le speranze del Napoli di aprirsi un varco nella difesa toscana finiscono per naufragare miseramente.
Nel primo tempo Spalletti, che aveva di recente utilizzato il 4-3-3 con costanza, si riaffida a un 4-2-3-1 che non regge all’urto con l’avversario anche perché Ruiz a centrocampo e Zielinski nel ruolo di supporto all’attacco giocano una delle loro peggiori partite dell’anno. Se a questo si aggiunge che Mario Rui non riesce mai a contenere Gonzalez e apre costantemente un buco sulla fascia sinistra della difesa, si ha il quadro completo della situazione e si capisce quali siano le basi sulle quali poggia la vittoria della Fiorentina. Gli ospiti vanno in vantaggio al 29′ del primo tempo grazie a una conclusione angolata di Gonzalez che sfrutta a centro area una respinta di testa di Rrahmani.
La reazione del Napoli, che prima del gol qualche buona occasione aveva pur creato, è impalpabile. Nella ripresa l’ingresso di Lozano al posto di Politano e soprattutto un atteggiamento più propositivo della squadra, consentono agli azzurri di farsi più minacciosi e di raggiungere il pareggio al 12′ con una conclusione rasoterra di Mertens, servito da Osimhen. A questo punto arriva la svolta della partita. Il Napoli si sfilaccia clamorosamente e la Fiorentina in contropiede ne approfitta al 21′ con Ikonè (dopo un’ingenuità di Mario Rui) e al 26′ con Cabral, dopo un’infelice uscita a centrocampo di Rrahmani. Sul 3-1 la gara sembra finita, ma al 39′ Osimhen riaccende le speranze quanto meno di un pareggio con uno stop di petto e una conclusione di destro che riduce lo svantaggio. Ma nei dieci minuti finali la Fiorentina riesce a mantenere quasi sempre il possesso del pallone e la partita si conclude con un risultato che costringe realisticamente il Napoli a mettere da parte le sue velleità di primato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne: Italia-Lituania 7-0
Successo a Parma in qualificazioni Mondiali, martedì la Svizzera
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
08 aprile 2022
21:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia ha battuto la Lituania 7-0 (3-0) a Parma in un incontro del Gruppo G europeo per le qualificazioni ai Mondiali 2023.
Per le azzurre, nel primo tempo doppietta di Caruso e rete di Bergamaschi.
Nella ripresa, sono arrivate le reti di Cernoia, Sabatino, ancora Bergamaschi e Bonetti. Martedì prossimo, l’Italia di Milena Bertolini giocherà in Svizzera la partita che deciderà la squadra vincitrice del girone.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Tripletta Immobile, il Genoa crolla con la Lazio
Attaccante guida classifica marcatori, padroni di casa inefficaci
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2022
17:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Trascinata da una tripletta di Immobile la Lazio sconfigge senza troppa difficoltà il Genoa e prosegue la corsa per la lotta al quinto posto.
Sconfitta senza appello per il Grifone che rimane comunque a tre punti dal Cagliari e che ha provato ad opporsi agli uomini di Sarri: ma la differenza tecnica, soprattutto in attacco, si è fatta sentire.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In realtà la Lazio ha fatto tutto da sola, compreso il gol del Genoa che è un’autorete di Patric su cross di Amiri.
Tra i biancocelesti ad aprire le danze è stato Marusic bravo a trasformare un regalo di Portanova a centrocampo nel gol del vantaggio. Poi è stato Immobile show, con il fischiatissimo ex che ha segnato in pieno recupero nel primo tempo suggellando la prestazione con una doppietta nella ripresa. Momento clou della gara proprio poco prima del vantaggio ospite con Piccoli travolto da Acerbi in area laziale e il Var che dopo un controllo fa proseguire anche se al replay il fallo sembrerebbe netto ma fuori area, dove il Var non può intervenire. Sul rilancio di Strakosha errore di Portanova a centrocampo che perde palla proprio a favore di Marusic, il montenegrino vola sulla sinistra entra in area superando Maksimovic, non impeccabile, e battendo Sirigu con un perfetto diagonale.
Il vantaggio gela il Ferraris e i giocatori rossoblù che accennano una reazione ma prima Galdames, fuori, e poi Piccoli anticipato, non riescono a lasciare il segno. E così all’ultimo secondo Lazzari trova l’assist perfetto per Immobile che batte Sirigu senza appello poco dentro il vertice destro dell’area rossoblù. Un solo cambio nell’intervallo per Blessin che come prima punta ha dato fiducia per tutta la gara a Piccoli schierando alle sue spalle Portanov, Amiri e Melegoni con i due esterni invertiti dopo circa venti minuti. Proprio Portanova, non nella sua migliore giornata, è rimasto negli spogliatoi per Ekuban con i padroni di casa subito aggressivi alla ricerca di quel gol che avrebbe potuto riaprire la gara. E invece dopo alcuni cross e una conclusione debole di Amiri ecco il terzo gol della Lazio. Invenzione di Luis Alberto che fa filtrare un pallone perfetto per lo scatto di Immobile, Sirigu in uscita tocca ma il rimpallo favorisce ancora l’attaccante della Nazionale che di testa ribadisce in gol. Il Genoa si lancia in avanti e trova finalmente il gol per merito di Amiri il cui cross colpisce Patric e dopo aver toccato la traversa entra in porta. Non è però l’inizio della rimonta perché un errore di Maksimovic permette a Pedro di recuperare palla praticamente in area rossoblù, servire Immobile che solo davanti a Sirigu non sbaglia per la tripletta personale che suggella il 4-1 finale. E all’ultimo minuto Immobile prova a ricambiare il favore per Pedro, ma Sirigu nega la gioia del gol allo spagnolo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Roma-Salernitana 2-1
Recuperato Zaniolo e Veretout. A nove mesi dall’infortunio torna Leonardo Spinazzola.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2022
20:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma batte Salernitana 2-1

ROMA-SALERNITANA 2-1 –
85’GOL! ROMA-Salernitana 2-1! Rete di Smalling.
Calcio piazzato di Veretout, Smalling insacca da dentro l’area piccola.

81 ROMA-Salernitana 1-1! Rete di Carles Perez.
Conclusione vincente a giro da fuori area di Carles Perez: tiro angolato, nulla da fare per Sepe.

22′ Roma-SALERNITANA 0-1! Rete di Radovanovic. Calcio di punizione: Ribery tocca per Radovanovic, il numero 16 da fuori area con un tiro potente di destro trafigge Rui Patricio.
A nove mesi dall’infortunio torna Leonardo Spinazzola. Il terzino sinistro è stato convocato da Mourinho e va in panchina nella gara tra Roma e Salernitana. Alle spalle la rottura del tendine d’achille dello scorso luglio nella gara dell’Italia col Belgio a Euro2020.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Bologna-Sampdoria 2-0
Posticipo della 32/a giornata del campionato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
23:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna-Sampdoria 2-0 nel posticipo della 32/a giornata del campionato di serie A, giocato a Bologna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, Dortmund vince a sale a -6 dal Bayern
Doppietta di Brandt e Stoccarda battuto 2-0 a domicilio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
STOCCARDA
08 aprile 2022
22:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Borussia Dortmund ha vinto 2-0 a Stoccarda grazie alla doppietta di Julian Brandt e si è portato momentaneamente a -6 punti dal Bayern Monaco, che domani ospiterà l’Augsburg per la 29/a giornata di Bundesliga.
E’ prevedibile che i campioni in carica si riportino a +9, a cinque turni dalla fine del campionato.
In questo caso il match che vale il titolo potrebbe essere il “Klassiker” Bayern-Dortmund in programma il 23 aprile all’Allianz Arena. Fedele alla sua reputazione di alternare buone prestazioni e fallimenti catastrofici in questa stagione, il Borussia ha fatto dimenticare l’umiliazione subita una settimana prima in casa contro il Lipsia, quando aveva perso 1-4. I gialloneri, eliminati in Coppa di Germania e nelle competizioni europee, si sono ormai quasi assicurati il posto di vicecampione, per il quarto anno consecutivo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sui campi della Lega Pro campagna antidiscriminazione
Appuntamento oggi e domani con ‘#unitidaglistessicolori’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
12:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Appuntamento oggi e domani sui campi della Lega Pro per la nuova campagna della FIGC, che per la prima volta vede tutto il mondo del calcio italiano unito in un fronte comune contro la discriminazione.
Le squadre della Serie C disputeranno le gare dando voce ad un messaggio universale: dire no alle discriminazioni razziali.
Per farlo organizzeranno una serie di iniziative, tra cui l’esposizione dello striscione #unitidaglistessicolori durante l’ingresso in campo dei giocatori. “Il calcio italiano dice no alla discriminazione – dichiara il presidente della FIGC Gabriele Gravina – e lo fa con una voce unica, mettendo in campo la sua forza comunicativa e l’impatto di un’immagine visiva molto chiara: siamo uguali nelle nostre diversità! Il coinvolgimento di tutte le componenti del nostro sistema, che ringrazio, dimostra la grande sensibilità del mondo del calcio, convinto, a ragione, del successo finale nell’indispensabile partita contro ogni forma di razzismo”.
“Lega Pro è parte attiva e integrante di questo progetto – sostiene il presidente della Serie C Francesco Ghirelli – e l’adesione alla campagna da parte di tutti i club dimostra l’attenzione verso un fenomeno, quello delle discriminazioni razziali, di fronte al quale non dobbiamo abbassare la guardia.
Al contrario, è nostro compito sensibilizzare la collettività, in particolare i più giovani, sui corretti comportamenti da adottare e lo dobbiamo fare raggiungendo capillarmente ogni angolo del territorio”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Roma-Salernitana: Sport e Salute e Fita ospitano atleti ucraini
Sugli spalti anche la medaglia d’oro a Tokyo Vito dell’Aquila
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 aprile 2022
13:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In occasione della gara di Serie A, Roma-Salernitana, in programma domani allo Stadio Olimpico alle ore 18:00, un gruppo di atleti arrivati dall’Ucraina saranno ospitati, insieme al campione olimpico di taekwondo Vito dell’Aquila da Sport e Salute S.p.A.
e dalla Fita (Federazione italiana Taekwondo) in tribuna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salernitana: Nicola, fare punti contro qualsiasi avversario
Tecnico campani: adesso arrivato momento di alzare l’asticella
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
09 aprile 2022
13:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Da quando siamo arrivati c’è stato un periodo di semina che ci ha portato a raccogliere meno di quanto meritavamo a livello di punti ma la squadra ha dimostrato una crescita dal punto di vista del gioco, dell’aggressività e delle idee”.
Lo ha detto Davide Nicola, allenatore della Salernitana, presentando in conferenza stampa la sfida di domani contro la Roma.

“Dobbiamo migliorare nella pulizia dei passaggi, nei tempi di gioco e in alcuni dettagli che possono fare la differenza” ha aggiunto. “Spesso abbiamo subito gol per errori nostri, dobbiamo continuare a lavorare con perseveranza in allenamento per correggerli. Adesso è arrivato il momento di alzare l’asticella, dobbiamo avere l’ambizione di voler raggiungere i risultati perché stiamo dimostrando di poter fare prestazioni importanti contro tutti”. Nicola ha spiegato che “la Roma è una grandissima squadra che viene da una serie impressionanti di risultati positivi”.
Per il tecnico della Salernitana, dunque, “servirà una grandissima prestazione: dovremo essere bravi nella gestione delle fasi di gioco. Dobbiamo essere uniti più che mai, convinti di poter fare bene. Adesso abbiamo tante gare ravvicinate ed una grande vittoria darebbe uno slancio importante a livello psicologico. In settimana abbiamo provato diverse soluzioni, domani deciderò le scelte migliori da fare”. Nicola ha quindi concluso: “Il nostro pubblico ha sempre dimostrato di essere da serie A e credo stia apprezzando il coraggio e le prestazioni della squadra. É il momento per noi di avere quella fame necessaria per cercare di raccogliere punti contro qualsiasi avversario. Dobbiamo avere il gusto e la serenità di andare a cercare la vittoria dovunque. Credo c- ha concluso Nicola – che la nostra rosa sia composta da calciatori con valori morali forti, nessuno di noi pensa che non abbiamo più niente da perdere. Abbiamo grande voglia e convinzione di potercela fare perché mancano ancora diverse gare per poter risalire la classifica”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino: Juric ‘credevo all’Europa,ora penso a queste 8 gare’
Domani il Milan capolista. Problemi muscolari per Mandragora
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 aprile 2022
14:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non penso alla prossima stagione, ma a far bene in queste ultime otto gare: a gennaio ho creduto di poter lottare per l’Europa”.
Così il tecnico del Torino, Ivan Juric, alla vigilia del posticipo serale contro il Milan capolista.
“In porta gioca Berisha, ma ci mancherà Mandragora, ha un problemino muscolare – svela l’allenatore – noi ci proveremo contro una squadra fortissima: è vero che lo stadio sarà pieno, ma ci saranno tantissimi tifosi rossoneri”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stop esercizio provvisorio,finito campionato del Catania
Decisione del Tribunale, società dichiarata fallita a dicembre
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
09 aprile 2022
14:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Finisce il cammino del Catania nel campionato di Lega Pro.
Il Tribunale ha disposto “la cessione dell’esercizio provvisorio del ramo caratteristico di azienda calcistica” che era previsto per il 19 aprile prossimo.
La squadra non giocherà più in Serie C, a partire dalla gara di domani con il Latina che non si disputerà. La società era stata dichiarata fallita nel dicembre dello scorso anno.
La decisione del Tribunale fa seguito alla “decadenza per inadempimento all’obbligo di pagamento integrale del corrispettivo” comunicata ieri dai curatori “al Fc Catania 1946 srl” dell’imprenditore Benedetto Mancini che aveva presentato l’unica offerta di acquisto, ma senza versare l’intero importo fissato dal bando che era di 500mila euro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina:Italiano,pronti per sfidare squadra migliore d’Italia
Domani viola a Napoli. Il tecnico è senza tre titolari
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
09 aprile 2022
14:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sappiamo di dover affrontare la squadra migliore d’Italia come già dissi a suo tempo, dovremo farci trovare pronti, con la stessa personalità messa in campo a San Siro contro l’Inter”.
Lo ha detto Vincenzo Italiano a 24 ore dalla trasferta al ‘Maradona’ con i partenopei, contro cui la Fiorentina si presenta reduce da quattro risultati utili di fila, ma senza i titolari Bonaventura, Odriozola e Torreira.

“Ho parlato con i ragazzi, avremo assenze importanti, ma chi subentrerà farà bene come già è successo in passato – ha detto il tecnico viola -. Arriviamo da un bel periodo e domani sarà un altro esame, faremo di tutto per rendere orgogliosi i nostri tifosi, a partire dai 300 che ci seguiranno a Napoli. Spalletti? Ho grande stima di lui, è un grande allenatore, uno dei più bravi d’Italia, sta portando la sua squadra ad un livello altissimo ed è tra le favorite per lo scudetto”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: Pioli, sarebbe giusto giocassimo tutti stesso orario
Non fa la differenza, serve mentalità vincente ma sarebbe meglio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 aprile 2022
15:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarebbe giusto soprattutto nelle ultime giornate che tutte le partite venissero giocate allo stesso orario”: lo dice il tecnico del Milan, Stefano Pioli, alla vigilia della sfida contro il Torino.
Come già accaduto lunedì sera contro il Bologna, anche questa volta i rossoneri scenderanno in campo conoscendo già il risultato delle dirette rivali al titolo.

L’Inter gioca oggi alle 18, il Napoli domani nel pomeriggio, poi toccherà al Milan a Torino in serata. “Poi non credo cambi nulla – precisa Pioli – giocare prima o dopo non fa la differenza. Per conquistare le scudetto devi avere una mentalità vincente. Credo che però giocare allo stesso orario nelle ultime giornate sarebbe la cosa migliore”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan; Pioli, abbiamo lavorato con efficacia sull’attacco
‘Consapevoli che dobbiamo migliorare la fase realizzativa’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 aprile 2022
15:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I grandi numeri dicono sempre qualcosa.
Siamo consapevoli che dobbiamo migliorare nella fase realizzativa.
Si lavora su tante situazioni e sull’attacco abbiamo lavorato con più precisione ed efficacia”: lo dice il tecnico del Milan, Stefano Pioli, alla vigilia della sfida contro il Torino, ammettendo delle difficoltà del reparto offensivo rossonero nelle ultime uscite, in particolare nel pareggio contro il Bologna di lunedì sera.
“A volte dovevamo concludere prima, altre abbiamo fatto il tocco in più, altre volte non abbiamo visto un compagno libero – ha sottolineato Pioli -. Se il guizzo si può allenare? Bisogna arrivare con la certezza che ogni pallone può essere decisivo”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese: Cioffi ‘Venezia è vivo, sarà gara insidiosa’
Obiettivo 40 punti salvezza, al più presto. Al Penzo 2000 tifosi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
09 aprile 2022
15:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi aspetto una partita insidiosa, da “battaglia”.
Saremmo sciocchi ad aspettarci altro.
Il Venezia è vivo, in piena corsa salvezza. E’ una squadra che ha profondità e gioco, ma anche una buona fisicità e gamba. Zanetti ha fatto un grande lavoro in serie B ma sta facendo lo stesso, con il suo staff, in A. Nel girone di andata hanno sorpreso tutti. E’ uno scontro salvezza e, se loro sono affamati, noi lo saremo altrettanto”. Lo ha affermato Gabriele Cioffi, alle telecamere di Udinese Tv, alla vigilia della trasferta in laguna della sua squadra.
Quanto alla sostituzione dello squalificato Pereyra, il tecnico ha ricordato: “Per raggiungere il nostro obiettivo abbiamo bisogno di tutti, non a chiacchiere ma con i fatti. Il Tucu per noi è importantissimo e sono convinto che diventerà tale anche per la nazionale argentina. Non ha età, è vivo, è determinato e fisicamente straordinario. Ma sono convinto che chi giocherà, con caratteristiche diverse, avrà un rendimento altissimo”.
Dopo la prima tripletta in serie A, con il Cagliari, il mister riserva un pensiero anche a Beto: “L’ho visto bene come lo vedevo le settimane passate. Un giocatore che esulta per un gol in allenamento, lavora a testa bassa, si mette in discussione chiedendo dove può far meglio, perché ha sbagliato o su cosa possa lavorare è un giocatore che sta bene e starà sempre bene”.
Tornando allo scontro diretto nel derby del Nordest, l’allenatore dei bianconeri ha ribadito che “le partite sono tutte importanti e da vincere. La continuità ci avvicina all’obiettivo e il nostro è raggiungere quanto prima i 40 punti, poi staremo a vedere”. Passaggio finale sui tifosi: il settore ospiti è esaurito da giorni. Ci saranno oltre duemila friulani al Penzo, campo sul quale l’Udinese in serie A non ha mai vinto.
“L’Udinese rappresenta non solo Udine ma tutto il Friuli. Avremo tanto affetto ma altrettanta responsabilità. Il nostro obiettivo è rendere la nostra gente orgogliosa di quello che stiamo facendo e di ciò che riusciamo a mettere in campo.
Credo che questa sia la cosa più importante”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: Spalletti, ridicolo non dire che lottiamo per scudetto
‘A questo punto dobbiamo andare per la nostra strada’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 aprile 2022
15:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”A questo punto sarebbe ridicolo se non ammettessimo apertamente che assieme a Milan, Inter e Juventus siamo in lotta per lo scudetto”.
Alla vigilia del match con la Fiorentina al Maradona, il tecnico degli azzurri, Luciano Spalletti, parla apertamente delle ambizioni sue e della squadra per il finale di campionato.

”Ce lo giochiamo fino alla fine – dice in conferenza stampa – al di là di quelli che saranno i risultati dei nostri avversari. A questo punto dobbiamo solo andare per la nostra strada”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Pro: Ghirelli, Catania? per la città è grande sofferenza
‘Cessazione è un grave nocumento al campionato di Serie C’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
09 aprile 2022
15:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Esprimo il massimo rispetto per l’operato della curatela e del giudice fallimentare.
Con grande dolore debbo constatare che la cessazione dell’esercizio provvisorio ;nel corso di svolgimento della stagione regolare arreca un grave nocumento al campionato di Serie C ;ed è questa una situazione che;, come presidente di Lega, non avrei mai voluto vivere”.
Lo ha detto il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, sulla decisione del Tribunale di Catania di cessare anticipatamente l’esercizio provvisorio per la società etnea.
“In questi mesi, ;e ancor prima fin dall’operazione Sigi – ha aggiunto Ghirelli – ho cercato in tutti i modi di far capire che gli impegni assunti dovevano essere rispettati; impegni che ;tuttavia non sono stati mantenuti. È innegabile, il Covid ha ;aggravato irreversibilmente la situazione, ma rimane il fatto che, in quest’ultima fase, sono state avanzate proposte prive di alcun senso che hanno determinato la più spiacevole delle conclusioni”.
La decisione del tribunale etneo comporta l’esclusione immediata della squadra dal campionato di serie C. “La Lega Pro e i suoi club – ha sottolineato Ghirelli – ;in quanto dotati di uno spiccato senso di responsabilità, sanno comunque ;affrontare e venire a capo di una situazione che avrebbe potuto determinare un danno non governabile. Concludo sottolineando la insopportabile sofferenza che tutta questa; vicenda provoca alla città, ai tanti tifosi del Catania in Sicilia, in Italia, nel mondo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne: auguri Parma ad Azzurre, al lavoro per la Svizzera
Domani partenza per Thun. Glionna infortunata lascia ritiro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
16:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue la preparazione delle Azzurre in vista del match con la Svizzera, decisivo nel cammino delle qualificazioni ai Mondiali 2023.
Questa mattina l’Italia si è allenata a Collecchio (Parma) e domani pomeriggio è prevista la partenza per Thun (Svizzera), sede della sfida di martedì prossimo.
Intanto ha lasciato il ritiro Benedetta Glionna, che ieri nella rifinitura prima della gara con la Lituania ha riportato una lesione muscolare alla coscia destra.
Domattina l’Italia tornerà al ‘Tardini’ per l’allenamento mattutino e la società gialloblù, dopo il bell’esordio della Nazionale di Milena Bertolini nello stadio di Parma, ha voluto ringraziare la Figc le calciatrici e tutta la delegazione azzurra: “Grazie ragazze, continuate così. Grazie per aver scelto Parma, vi accoglieremo sempre a braccia aperte, perché questa è casa vostra”, il messaggio pubblicato dal club.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta: Freuler infortunato, niente ritorno col Lipsia
Per centrocampista elongazione al flessore della coscia destra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
09 aprile 2022
16:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Elongazione al flessore della coscia destra per Remo Freuler.
Il centrocampista dell’Atalanta, uscito al 22′ del secondo tempo giovedì sera a Lipsia nel quarto di finale di Europa League, è stato sottoposto a esami prima della rifinitura odierna alla vigilia dell’impegno di campionato a Reggio Emilia con il Sassuolo.
Salterà quasi certamente il ritorno contro i tedeschi del 14 aprile a Bergamo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Mourinho pensa al turn over, Zaniolo torna titolare
Anche Abraham non al meglio può iniziare dalla panchina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 aprile 2022
16:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Roma affronta la Salernitana, ma la testa è già alla gara di ritorno con il Bodo/Glimt di giovedì prossimo.
Per questo Mourinho sta pensando al turn over e se in alcuni ruoli è obbligato viste le indisponibilità di Pellegrini (squalificato) e Mancini (infortunato), in altre posizioni si tratta di semplice scelta tecnica.
Zaniolo, infatti, tornerà titolare, così come Kumbulla che farà reparto con Smalling e Ibanez. Una chance potrà averla anche Veretout in mezzo al campo, probabilmente al posto di Oliveira che è diffidato.
Straordinari, invece, per Karsdorp e Mkhitaryan, mentre in attacco Shomurodov insidia un Abraham uscito non al meglio dalla gara di Conference League. La vera sorpresa, però, potrebbe essere legata a Spinazzola. Da qualche giorno è tornato ad allenarsi con il gruppo e Mourinho potrebbe convocarlo già con la Salernitana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figc revoca affiliazione Catania, tesserati svincolati
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
09 aprile 2022
16:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha revocato “l’affiliazione alla fallita società Calcio Catania Spa, con svincolo del parco tesserati”.
E’ quanto si legge sul sito della Federazione.

“Il presidente Federale – si legge nel comunicato – preso atto della dichiarazione di fallimento della società Calcio Catania Spa pronunciata dal Tribunale Civile di Catania – Sezione Fallimentare in data 22 dicembre 2021, con concessione dell’esercizio provvisorio successivamente prorogato sino al 19 aprile 2022 e della cessazione dell’esercizio provvisorio della società Calcio Catania Spa, disposta dal medesimo Tribunale in data 9 aprile 2022 e comunicata dai Curatori in pari data, ha deliberato di revocare l’affiliazione alla fallita società Calcio Catania Spa, con svincolo del parco tesserati”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Empoli-Spezia 0-0
Un piccolo passo verso la salvezza per toscani e liguri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
16:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Empoli e Spezia 0-0 nell’anticipo della 32/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio Carlo Castellani di Empoli (Firenze).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bundesliga: Bayern non brilla ma vince, titolo sempre più vicino
Scarsa reazione dopo ko a Villerreal e in vista ritorno martedì
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
18:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reduce dalla sconfitta col Villarreal nell’andata dei quarti di Champions League, il Bayern Monaco si ritrova un po’ in Bundesliga, conquista tre punti contro l’Augusta ma lo striminzito 1-0 casalingo ottenuto su rigore nel finale davanti a 75mila spettatori non rassicura in vista del ritorno di coppa di martedì prossimo.
Il successo lascia i bavaresi da soli in testa con 9 punti di vantaggio sul Dortmund a cinque turni dalla fine del campionato e ormai il decimo titolo consecutivo sembra ormai assicurato.

“Non eravamo al 100% in campo nei duelli e sulla seconda palla, specie nel primo tempo – ha detto Goretza – e col Villarreal, dovremo essere migliori ma sono sicuro che lo faremo e forniremo una partita degna del Bayern”, ha assicurato il nazionale tedesco. Di certo, la reazione che Nagelsmann aveva chiesto dopo la trasferta in Spagna non deve averlo soddisfatto, anche perchè contro la 14/a in classifica era lecito aspettarsi di più di un gol su rigore al 37′ st, trasformato dal solito Lewandowski.
Nelle altre partite della 29/a giornata, il Borussia Moenchengladbach ha sconfitto 2-0 il fanalino di coda Fuerth, mentre il Colonia resta in corsa per l’Europa battendo in rimonta il Magonza per 3-2. Netto 4-0 del Wolfsburg al Bielefeld.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reduce dalla sconfitta col Villarreal nell’andata dei quarti di Champions League, il Bayern Monaco si ritrova un po’ in Bundesliga, conquista tre punti contro l’Augusta ma lo striminzito 1-0 casalingo ottenuto su rigore nel finale davanti a 75mila spettatori non rassicura in vista del ritorno di coppa di martedì prossimo.
Il successo lascia i bavaresi da soli in testa con 9 punti di vantaggio sul Dortmund a cinque turni dalla fine del campionato e ormai il decimo titolo consecutivo sembra ormai assicurato.

“Non eravamo al 100% in campo nei duelli e sulla seconda palla, specie nel primo tempo – ha detto Goretza – e col Villarreal, dovremo essere migliori ma sono sicuro che lo faremo e forniremo una partita degna del Bayern”, ha assicurato il nazionale tedesco. Di certo, la reazione che Nagelsmann aveva chiesto dopo la trasferta in Spagna non deve averlo soddisfatto, anche perché contro la 14/a in classifica era lecito aspettarsi di più di un gol su rigore al 37′ st, trasformato dal solito Lewandowski.
Nelle altre partite della 29/a giornata, il Borussia Moenchengladbach ha sconfitto 2-0 il fanalino di coda Fuerth, mentre il Colonia resta in corsa per l’Europa battendo in rimonta il Magonza per 3-2. Netto 4-0 del Wolfsburg al Bielefeld.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Blessin, voglio un Genoa al cento per cento
Tecnico, serve atteggiamento giusto. Fermare la Lazio da squadra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
09 aprile 2022
18:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa per la salvezza, Lazio per l’Europa.
Domani al Ferraris motivazioni differenti ma punti in palio pesantissimi.
Chiaro e diretto come sempre Alexander Blessin. “A Verona abbiamo sbagliato atteggiamento e non possiamo permettercelo. Non deve più succedere. Adesso arriva una partita veramente difficile contro una squadra fortissima come la Lazio con giocatori di valore – ha sottolineato il tecnico rossoblù -. Sarà una partita interessante: da una parte la Lazio sotto pressione per un posto in Europa, noi perché vogliamo raggiungere più velocemente la salvezza, l’importante sarà fare quello che sappiamo fare come sempre”.
Il Genoa deve risolvere il problema dei pochi gol segnati e allo stesso tempo riuscire a fermare un bomber come Immobile.
“Bisognerebbe avere sempre un ‘apriscatole’, uno che segni ma credo nei miei giocatori perché hanno qualità. Immobile? Provare a fermarlo non sarà compito di un solo giocatore ma di tutta la squadra, senza dimenticare che non c’è solo lui nella Lazio.
Tutti dovranno dare il cento per cento e mettere in campo la giusta energia per vincere”.
Pronto a rientrare Ostigard in difesa dopo la squalifica, il tecnico perde Sturaro per motivi fisici ma è soprattutto l’attacco il reparto con i maggiori dubbi, difficile però un cambio di modulo. “Con Torino e a Verona abbiamo visto che possiamo ben reagire anche dalla panchina passando al 4-3-3 – ha concluso Blessin -. L’importante è saperlo fare, cambiando se necessario anche lo schieramento tattico”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rinnovato il contratto dell’allenatore del Perugia Alvini
Fino al 30 giugno 2024, con tutto lo staff
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
09 aprile 2022
19:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato rinnovato fino al 30 giugno 2024 il contratto dell’allenatore del Perugia Calcio, Massimiliano Alvini.
Lo ha reso noto la società in un comunicato.

Insieme a lui, anche lo staff composto da Renato Montagnolo (allenatore in seconda), Paolo Artico (preparatore atletico), Massimo Gazzoli (preparatore dei portieri) e Francesco Bonacci (collaboratore tecnico).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Inter-Verona 2-0
Decidono le reti di Barella e Dzeko realizzate nel primo tempo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
19:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter batte Verona 2-0 (2-0) nel secondo anticipo odierno della 32/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio Giuseppe Meazza di Milano.
I gol: nel primo tempo Barella al 22′ e Dzeko al 30′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter: Perisic, per scudetto serve continuare così
A febbraio e marzo risultati non positivi ma siamo ancora lì
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 aprile 2022
20:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se l’Inter è tornata? Sì, speriamo.
A febbraio e a marzo i risultati non sono stati positivi, ma siamo lì, non è ancora finita e dobbiamo continuare come fatto oggi”.
Così Ivan Perisic, intervistato da Dazn, analizza il successo dell’Inter contro il Verona. “Con il pubblico è tutto più facile, siamo stati senza di loro per due anni. Dopo queste due vittorie di fila, non ci sentiamo i favoriti: abbiamo fatto bene fino a febbraio e dobbiamo continuare così – ha continuato -. Se giochiamo, lottiamo e corriamo come oggi non ho paura di nulla. Di nuovo attaccante? Ho cambiato tante posizioni in carriera, a me interessa solo giocare e vincere”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Modena continua a sognare con un gol del portiere
Imolese ko, canarini a +4 sulla Reggiana a 2 turni dalla fine
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
20:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Modena continua la propria marcia verso la promozione in Serie B, da prima in classifica nel Girone B della Serie C, ma lo fa grazie a una super-prodezza del proprio portiere.
Riccardo Gagno, infatti, regala il successo ai canarini al 46′ del secondo tempo, rinviando il pallone dalla propria area e sorprendendo il collega avversario Rossi dell’Imolese, sorpreso fuori dai pali e che vede il pallone insaccarsi nella propria rete.
Gli ospiti, sul terreno del Braglia, avevano pareggiato proprio allo scadere del 90′ con Liviero, dopo essere andati sotto al 24′ – sempre della ripresa – per il gol di Pergreffi. Alla fine decide la prodezza del portiere Gagno che ha colto in controtempo l’estremo difensore ospite e lo ha scavalcato, firmando il 2-1 che ha permesso alla squadra di Attilio Tesser di portarsi a 84 punti in classifica, contro gli 80 della Reggiana, che ha vinto sempre per 2-1, ma a Fermo.
A due partite dalla fine della regoular season le due compagini emiliane sono divise da 4 punti: giovedì prossimo 14 aprile, il Modena sarà di scena a Gubbio (ore 21), mentre la Reggiana ospiterà la Virtus Entella (ore 21) ed è obbligata a vincere.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Chelsea e Spurs a valanga, Arsenal e United sconfitte che pesano
In Premier si lotta per Europa ma attesa per big match di domani
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
20:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Chelsea e Tottenham segnano dieci gol in due, Arsenal e Manchester United subiscono due sconfitte pericolose in chiave Europa ma la 31/a giornata di Premier League vive soprattutto nell’attesa nell’attesa del big match di domani tra Manchester City e Liverpool, che potrebbe essere decisiva per la conquista del titolo.

Intanto, il Chelsea recupera fiducia dopo la lezione subita da Benzema in Champions League e travolge 6-0 il Southampton, rafforzando il suo terzo posto, mentre il Tottenham di Conte ne fa quattro all’Aston Villa e si tiene il quarto posto ai danni dell’Arsenal, che col 2-1 subito dal Brighton è alla terza sconfitta nelle ultime quattro partite.

Il Chelsea si sfoga delle recenti sconfitte e finalmente Tuchel può sorridere guardando un tabellino che mostra le doppiette di Werner e Mount oltre alle reti di Havertz e Marcos Alonso, sperando di rivederne almeno qualcuna la prossima settimana col Real Madrid. Anche Conte è soddisfatto ma meno del suo attaccante Son Heung-min, autore di una tripletta al Villa che incornicia la rete dell’ex juventino Kulusevski.
Dopo una rimonta che sembrava premiarlo, l’Arsenal vacilla nel momento sbagliato e rischia di perdere un possibile pass per la Champions League dove manca dal 2016/17. Il Brighton fa la voice grossa all’Emirates Stadium portandosi sul 2-0 e troppo tardi arriva la rete di Odegaard per evitare la sconfitta dei Gunners. Il pericolante Everton ottiene un’importante vittoria sul Manchester United, che nonostante il rientro di CR7 paga il passo falso scivolando fuori dalla zona Europa. A Liverpool, la rete decisiva è frutto di un tiro del giovane attaccante Gordon, deviato in modo sfortunato dal difensore Maguire e dal portiere De Gea. Gli attaccanti dei Red Devils, a cominciare da Ronaldo, non ne azzeccano una e così l’ottava sconfitta in campionato si concretizza per la squadra di Ralf Rangnick.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter: Inzaghi, importante dare continuità dopo Juve
Con Milan e Napoli ci equivaliamo, ci sarà da lottare ogni gara
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 aprile 2022
20:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La vittoria di Torino ci ha dato fiducia, ma io fiducioso lo sono sempre stato perché so come lavoriamo.
Ma so che allenando l’Inter puoi riceve alcune critiche.
Abbiamo fatto benissimo il primo tempo e gestito il secondo, abbiamo fatto la partita che dovevamo fare per dare continuità alla vittoria di Torino. Ne mancano ancor tante ma abbiamo fatto bene”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi, intervis tato da Dazn dopo la vittoria contro il Verona. “Siamo stati bravi a vincere a Torino e ci siamo detti che dovevamo dare continuità perché altrimenti non sarebbe servito a niente. Lo abbiamo fatto contro una squadra che darà fastidio a tanti – ha aggiunto -. La fiducia non mi è mai mancata perché conosco il percorso che stiamo portando avanti. Mancano sette partite e vogliamo giocarle nel migliore dei modi. Cosa abbiamo in più di Milan e Napoli? Solo aver già vinto in questa giornata. Ci siamo equivalsi, siamo tutte lì e ci sarà da lottare in ogni gara”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Cagliari-Juventus 1-2
Sardi avanti, ma bianconeri ribaltano con De Ligt e Vlahovic
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
22:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juventus batte Cagliari 2-1 (1-1) nel terzo anticipo della 32/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno della Sardegna Arena di Cagliari.

I gol: nel primo tempo per i padroni di casa Joao Pedro al 10′ e per gli ospiti De Ligt al 45′; nel secondo tempo per i bianconeri Vlahovic al 30′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Battuto 2-0 il Getafe, il Real Madrid allunga le mani sulla Liga
Ora i ‘Blancos’ sono a +12 sul Siviglia e mancano sette giornate
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
23:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Real Madrid non si ferma più e allunga le mani sul 35/o titolo spagnolo.
La squadra guidata da Carlo Ancelotti, che di recente ha ipotecato la qualificazione alle semifinali della Champions League, battendo a Londra 3-1 i campioni in carica del Chelsea, questa sera ha superato in casa 2-0 il Getafe, portandosi a quota 72 punti in classifica, cioè a +12 sul Siviglia e a +15 sul Barcellona che, però, ha due partite in meno (29 contro le 31 dei ‘Blancos’).

Mancano sette giornate alle fine della Liga e il Real sembra ormai a un passo dal trionfo. Contro la squadra allenata da Quique Sanchez Flores sono bastati i gol del brasiliano Casemiro al 38′ pt e di Lucas Vazquez al 23′ st. Domani toccherà al Barcellona che, alle ore 21, sarà in campo a Valencia contro il Levante. Per Pasqua, sempre alle ore 21, big-match in Andalusia fra il Siviglia e il Real Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve, Allegri: “Preferisco essere criticato e vincere”
L’allenatore: “Giudizio su una squadra lo cambia il risultato”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
23:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non mi piace perdere: preferisco le critiche che ci piovono addosso quando giochiamo male, ma vinciamo.
Infatti, dopo avere perso il Derby d’Italia si parla solo dell’Inter che va a vincere lo scudetto.
I primi risultatisti siete voi. La prestazione rimane, ma il giudizio lo cambia il risultato, giustamente. Io mi diverto molto a sentire le critiche, poi però ogni tanto qualcuno la dice grossa, sul calcio in generale intendo. Credo che, come calcio italiano, siamo andati dietro a quello di Guardiola di 15 anni fa, ma lo stesso Guardiola intanto si è evoluto”. Così Massimiliano Allegri, ai microfoni di Sky Sport, dopo la risicata vittoria della Juventus a Cagliari. “Domenica abbiamo perso uno scontro diretto che ci avrebbe permesso di ambire allo scudetto. Infatti, l’Inter resta la favorita per il titolo – aggiunge -. Il contraccolpo è stato forte. Ovvio che il mondo poi ti crolla un po’ addosso. Questa, comunque, era una partita da vincere per consolidare il quarto posto. Dybala? Ci sono storie che nascono e finiscono. Fa parte della vita. La società è stata chiara, valutiamo le cose insieme. Paulo si sta impegnando molto, nonostante gli infortuni. Può darci ancora tanto fino alla fine, è un grande professionista”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari, Mazzarri: “Il pareggio era possibile, spirito giusto”
Tecnico: “Ora avanti con la prossima,col Sassuolo è finalissima”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
09 aprile 2022
23:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Quinta sconfitta consecutiva per il Cagliari.
Secondo Walter Mazzarri, però, contro la Juventus, la squadra ha fatto un passo in avanti.
“Siamo stati sfortunati in occasione dei due gol subiti, potevamo pareggiare. Ora abbiamo sei partite, questo è lo spirito giusto, così possiamo fare bene – le parole del tecnico -. Il nostro campionato comincia dalla prossima partita. Peccato perché, come contro il Milan, potevamo portare punti in più. In questa stagione non ci va bene quasi nulla, ma il nostro campionato comincia da domenica”.
“Adesso siamo attesi da cinque finali e abbiamo un jolly da giocarci: se scenderemo in campo con questo spirito, possiamo fare bene. Domenica ci aspetta una finalissima contro il Sassuolo”, conclude.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve; Chiellini, a Cagliari la reazione che serviva
Dybala, “importante tornare subito a vincere”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 aprile 2022
12:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Molto importante tornare subito a vincere”: l’attaccante della Juventus, Paulo Dybala, commenta sui social il successo per 2-1 sul campo del Cagliari arrivato dopo la sconfitta nel derby d’Italia contro l’Inter che ha permesso ai bianconeri di mantenere le distanze dalla Roma inseguitrice.
“La reazione che serviva per un successo determinante, avanti così” scrive su Instagram Giorgio Chiellini, titolare anche nella sfida in Sardegna.

Tra i marcatori c’è anche Matthijs De Ligt: “Felice del gol ma è più importante prendere i tre punti, ora tutta la nostra concentrazione deve andare sulla prossima partita” il post del centrale olandese. Festeggia anche Danilo: “Una vittoria che volevamo e dovevamo ottenere: avanti così, forza Juve”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bucha e Mariupol, Shakthar gioca con nomi città su maglie
Amichevole ad Atene, sugli spalti 176 giocattoli per bimbi morti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2022
12:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mariupol, Irpin, Bucha e tutte le altre città “eroiche” dell’Ucraina: con quei nomi sulla spalle, stampati sulle maglie arancioni, i giocatori dello Shakhtar Donetsk hanno giocato ieri la prima amichevole del ‘tour della pace’, contro l’Olympicos Pireo.
Sugli spalti dello stadio di Atene, 176 giocattoli erano stati collocati sui sedili vuoti in ricordo dei bambini uccisi nella guerra scatenata dall’invasione della Russia.
“No war”, c’era invece scritto sul petto dei giocatori di Roberto De Zerbi. “Prima della partita ho parlato ai miei compagni – ha raccontato il capitano, Taras Stepanenko – ricordando quel che succede in Ucraina. Dopo, dall’emozione molti erano in lacrime”. La partita e’ finita 1-0 per l’Olympiacos, l’incasso sara’ devoluto alle famiglie delle vittime di guerra. La prossima amichevole sara’ giovedi’ 14 contro il Legia Danzica, poi il 19 a Istanbul contro il Fenerbahce, e il 1° maggio a Spalato contro l’Hajduk.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: Blessin, Lazio vinto meritatamente ma episodio chiave
Allenatore, intervento su Piccoli avrebbe cambiato corso gara
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
10 aprile 2022
16:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Seconda sconfitta consecutiva per il Genoa che cade in casa contro la Lazio in una gara segnata però da una decisione non presa per un intervento di Acerbi su Piccoli, sullo 0-0, dopo la quale mentre ancora i rossoblù protestavano è arrivato il gol del vantaggio ospite.

“Prima di tutto anche se l’arbitro non fischia bisogna continuare ad essere concentrati e non lasciarsi distrarre -ha spiegato Blessin -.
Continuo a pensare che il Var sia una cosa positiva, ma anche in altre partite non ci ha aiutato come accaduto oggi. Episodi del genere possono far girare una gara diversamente. Se l’arbitro fosse intervenuto avrebbe potuto dare cartellino rosso, a quel punto le cose sarebbero cambiate, noi forse saremmo potuti passare in vantaggio e loro magari non avrebbero segnato. Detto questo vorrei sottolineare che la Lazio ha vinto meritatamente”.
Al di là del contatto tra Acerbi e Piccoli la gara del Genoa non era iniziata male e questo voleva il tecnico. “Nei primi venti minuti la squadra non mi è dispiaciuta ed ha fatto bene giocando con la giusta concentrazione. Purtroppo avevamo problemi a sinistra con Portanova, tanto che abbiamo poi invertito la sua posizione con Melegoni. La sensazione ripeto è che stavamo facendo bene ed eravamo pienamente in partita fino a quell’episodio”. Blessin ha voluto comunque ribadire il suo pensiero sul risultato finale. “La Lazio ha vinto meritatamente – ha ripetuto -, se poi analizziamo i fatti vediamo che abbiamo subito il primo gol quando non eravamo concentrati proprio per la discussione sul possibile rigore, ma soprattutto abbiamo fatto troppi regali”.
Per i rossoblù la salvezza rimane comunque a tre punti.
“Chiaro che adesso abbiamo ancora sei partite e vogliamo essere coraggiosi. Vogliamo dare tutto per riuscire a salvarci. Nel calcio gli sbagli ci stanno e si fanno errori, ma quello che conta è che dopo un errore, dopo un gol bisogna reagire e forse i giocatori si trascinano ancora delle scorie. Quando sbagli devi reagire e non lasciarti mai andare ma lottare sempre”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nella Roma torna Spinazzola, è in panchina
Si rivede il difensore a 9 mesi dall’infortunio all’Europeo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 aprile 2022
17:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A nove mesi dall’infortunio torna Leonardo Spinazzola.
Il terzino sinistro è stato convocato da Mourinho e va in panchina nella gara tra Roma e Salernitana.

Alle spalle la rottura del tendine d’achille dello scorso luglio nella gara dell’Italia col Belgio a Euro2020.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Sassuolo liquida l’Atalanta, 2-1
Bergamaschi non perdevano con gli emiliani da 15 partite
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO EMILIA
10 aprile 2022
18:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Due perle di Traorè regalano al Sassuolo una vittoria che contro l’Atalanta mancava da otto anni.
Risultato legittimato dalla perfetta condotta di gara degli emiliani che non hanno lasciato scampo alla formazione di Gasperini, apparsa stanca e con una manovra poco continua, raramente intensa che ha favorito le giocate degli avversari.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Per Traorè la conferma del suo stato di grazia, con la doppietta e un palo colpito.
Alla vigilia era più alta la motivazione dell’Atalanta che, tra i due impegni di Europa League, cercava di migliorare il suo settimo posto e invece con questa sconfitta scivola all’ottavo. Il Sassuolo voleva invece riprendere la sua marcia dopo la frenata con la Lazio centrando l’obiettivo, scavalcando il Verona e posizionandosi al nono posto. Gasperini cambia diversi uomini rispetto all’impegno di coppa, con Zapata dall’inizio. Nel Sassuolo rientrano Maxime Lopez ma soprattutto Berardi, con Ayhan in difese al posto di Ferrari.
La prima occasione è del Sassuolo con Sportiellio che al 2′ deve deviare la conclusione di Lopez. Risponde l’Atalanta all’11’ quando Zapata serve Pasalic, con Consigli che ci arriva deviando sulla traversa. Occasioni dall’una e dall’altra parte rendono la gara piuttosto avvincente e aperta. Al 17′ Traorè impegna di piede Sportiello, un minuto dopo, Zapata mette in mezzo per Hateboer, si salva con un po’ di affanno la difesa di casa.
Cresce il Sassuolo: al 21′ annullata la rete di Berardi per una posizione di fuori gioco dello stesso giocatore neroverde.
E’ tutta regolare l’azione che porta in vantaggio la squadra di Dionisi. Ripartenza micidiale del Sassuolo dopo un calcio di punizione dell’Atalanta. Berardi apre per Kyriakoupolos che vola sulla sinistra, la difesa ospite è scoperta, perfetto l’assist del greco che pesca sul filo del fuori gioco a centro area Traorè, il quale arresta di petto e supera Sportiello con un tiro al volo.
Insiste il Sassuolo che due minuti dopo sfiora il raddoppio sempre con Traorè il cui tiro a giro, con la deviazione del portiere, finisce sul palo. Soffre l’Atalanta che fatica a contenere la manovra elaborata dei neroverdi. Al 31′ altro opportunità per i padroni di casa: assist di Kyrakoupolos, di testa a centro area Chiriches chiama alla grande parata Sportiello.
Dopo l’intervallo due cambi per l’Atalanta con Zappacosta e Koopmeiners per Hateboer e Miranchuk. Nel Sassuolo c’è Magnanelli al posto di Henrique. Il Sassuolo insiste e all’8′ Sportiello deve uscire per chiudere su Traorè. Gasperini toglie anche l’ex Boga piuttosto in ombra inserendo Muriel. Al 16′ il raddoppio: parta palla al piede Traorè che riceve da Lopez, punta Demiral e dal limite dell’area con precisione firma il suo settimo gol stagionale.
Non si da per vinta l’Atalanta, squillo di Muriel ma Consigli risponde a modo suo deviando. Sassuolo vicino al terzo gol con un nuovo contropiede: Defrel dal limite dell’area con un diagonale colpisce il secondo palo di giornata per i neroverdi.
Nel finale a pochi secondi dalla fine la rete di Muriel su errore di Ruan Tressoldi ma che non cambia l’esito della partita.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari: dopo quinto ko di fila Mazzarri sfida voci esonero
Il tecnico oggi già in campo, rossoblù ancora quartultimi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
10 aprile 2022
18:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Quinta sconfitta consecutiva, record negativo per questo campionato.
Ma il Cagliari si consola con i ko degli altri, quello del Genoa con la Lazio e l’altro, più clamoroso, del Venezia in casa con l’Udinese.

Rossoblù quindi avanti con Mazzarri anche se – prima e dopo la sfida con la Juve – sono circolate voci su un possibile esonero.
Questa mattina, però, il tecnico ha guidato regolarmente l’allenamento. Domani giorno di riposo, poi martedì di nuovo in campo per iniziare il conto alla rovescia per la sfida con il Sassuolo. A questo punto proprio la partita con i neroverdi rischia di diventare decisiva. Sia per il Cagliari, sia per Mazzarri. Di fronte a un altro scivolone il presidente Giulini, che ha sempre mostrato grande fiducia nel tecnico anche in prospettiva futura, potrebbe decidere di cambiare.
Mazzarri sembra convinto. Lo era anche prima della sfida con la Juventus quando- rispondendo a una domanda in conferenza stampa- aveva messo sul tavolo due concetti chiave: dimissioni mai e spogliatoio accanto al mister. Tesi ribadite nel dopo gara con la Juventus quando ha parlato di squadra con lo spirito giusto per affrontare le sei “finali”.
Il Cagliari è formalmente in vantaggio: tre punti in più su Venezia e Genoa. Ma i lagunari devono recuperare una partita. A questo punto è un mini torneo a sei gare. La gara con la Juventus, per quanto abbia messo in luce vecchi problemi di carattere e di gioco, è considerata un passo avanti (anche se la classifica rimane ferma) rispetto al disastro con l’Udinese. E il ragionamento è inevitabile: il calendario offre partite più abbordabili rispetto alla Juventus. L’allenamento di oggi ha già detto che l’infortunio di Dalbert non è grave. E che Goldaniga probabilmente non ce la farà a recuperare per la gara contro la sua ex squadra, il Sassuolo. Per il resto Mazzarri recupererà Grassi in mezzo al campo e avrà a disposizione Marin e Pavoletti con più allenamenti sulle gambe dopo la sosta forzata da Covid.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sprofonda il Venezia, l’Udinese vede la salvezza
Zanetti non riesce a interrompere striscia di sconfitte, sono 6
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 aprile 2022
18:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La sfida delle multinazionali è dell’Udinese, che dopo la “manita” al Cagliari espugna il Penzo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Il Venezia, che perde 2-1 in casa, resta in acque sempre più agitate, vedendo sfuggire ancora una volta la partita nel recupero.
E arriva a 6 adesso la serie delle sconfitte consecutive.
A far sorridere i friulani sono le reti di Deulofeu nel primo tempo e quella di Becao al 94′. Nel mezzo, il gol della speranza dei veneti che con Henry, che non basta.
Il primo tempo al Penzo non offre molto. Le due squadre propongono uno spettacolo modesto con poche azioni degne di nota, frutto forse anche della paura di perdere. Gli ospiti ci provano un po’ di più ad affacciarsi nella metà campo avversaria e sono premiati al 33′ dal rigore di Guida. Ci vogliono però due minuti per arrivare al tiro dal dischetto, a causa del controllo del Var. Fa tutto Deulofeu, che penetra in area dalla sinistra, Cuisance affonda e lo spagnolo va giù. Il contatto c’è, rigore battuto con palla da una parte e portiere dall’altra. Sarà l’unico tiro in porta per i bianconeri. Il Venezia fa un po’ più di possesso palla, ma tranne Ampadu, sono poche le verticalizzazioni. In due occasioni il gallese salta la difesa friulana con lancio per Johnsen che non affonda. E proprio il norvegese è il simbolo degli arancioneroverdi: una squadra che cerca il gioco, ma non riesce ad affondare. Cioffi invece propone una squadra ordinata, senza tanti fronzoli, che fa di compattezza e ordine la sua arma.
Il secondo tempo parte con l’Udinese all’arrembaggio, sono cinque i calci d’angolo nei primi cinque minuti e al 4′ è Maenpaa a dire di no su un errore di Haps. Il surinamese fa uno scellerato retropassaggio corto, sul pallone si fionda Beto, nel contrasto con l’estremo difensore la palla si alza a campanile e il portiere riesce a tornare indietro salvando il risultato.
Girandola di sostituzioni e partita che si incattivisce (nove le ammonizioni effettuate da Guida). Fino al 20′ la partita rimane sui binari dell’Udinese, poi il Venezia ci prova con un po’ più di convinzione.
La rete del pareggio temporaneo arriva al 41′. Soppy rilancia malamente e la palla finisce sui piedi di Henry che a botta sicura trafigge Silvestri sotto la traversa. Due minuti dopo opportunità per i bianconeri Success riparte e lancia Beto in campo aperto che però si infortuna, permettendo il recupero di Haps. Nei minuti finali l’Udinese sfrutta un corner con Samardzic che mette al centro proprio per Becao. La punta di testa infila tra Maenpaa e Haps. Finisce 2-1 per l’Udinese, che vede sempre di più la salvezza. Notte fonda per il Venezia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
City-Liverpool 2-2,Guardiola resta in testa alla Premier
Match ha rispettato le attese, tutto aperto per il titolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2022
19:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ Pep Guardiola a sorridere dopo l’ennesima sfida sul campo con Juergen Klopp, dato che nel big match della 31/a giornata di Premier League il suo Manchester City ha pareggiato 2-2 in casa col Liverpool mantenendo un prezioso punto di vantaggio sulla rivale.
Due volte in vantaggio con De Bruyne e Gabriel Jesus nel primo tempo, il City è stato raggiunto prima da Diogo Jota e, a inizio ripresa, da Sadio Mane.

Nell’intero secondo tempo il risultato non è più cambiato e, anche se il livello del gioco è rimasto molto alto, entrambe le squadre hanno evitato di rischiare una sconfitta pericolosa. A sette giornate dalla fine, il titolo resta in bilico tra due squadre di enorme valore e ottimamente guidate che sono impegnate anche per l’altro grande traguardo, la Champions League.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Torino-Milan 0-0
Secondo pareggio consecutivo per i rossoneri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
10 aprile 2022
23:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan non sfonda nemmeno contro il Toro, i rossoneri collezionano il secondo 0-0 consecutivo.

Niente allungo sul Napoli, il vantaggio sui partenopei e sull’Inter è ora di due punti.
Pioli fa nuovamente i conti con i problemi in fase realizzativa della sua squadra, appena quattro reti segnate nelle ultime sei. Juric, invece, dà seguito alla vittoria di Salerno e si prende gli applausi del Grande Torino, oltre a godersi un Bremer in formato super.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne:Mondiali; Bertolini ‘con Svizzera daremo tutto’
Ct Italia: giochiamo sul sintetico? ‘D’accordo con Mourinho’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
09:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Questa Svizzera è il destino delle Nazionali di calcio italiane, la partita è difficile, mi aspetto che le ragazze diano tutto, andiamo per vincere è l’unico risultato per andare ai Mondiali fermo restando che rimangono altre due partite”.
La Ct della Nazionale italiana di calcio ai microfoni di Radio Anch’io lo sport, Milena Bertolini, lancia le azzurre in vista del decisivo match di domani con la Svizzera per qualificazioni ai Mondiali femminili del 2023.
“La squadra sta bene – aggiunge la Ct azzurra – il pari della Svizzera con la Romania ci ha galvanizzate e ci dà maggiore consapevolezza, non sarà facile ma queste ragazze quando scendono in campo danno tutto quello che hanno”. Si giocherà sul sintetico? “Sono d’accordo con Mourinho (che si era lamentato per match con Bodo sul sintetico in Conference, ndr) , io non amo giocare nè allenarmi sul campo sintetico: gli infortuni sono maggiori. Anche se i campi di ultima generazione sono ottimi è qualcosa di non naturale. Comunque – conclude la Ct Bertolini – non sono preoccupata perché già tante ragazze sono abituate a giocare sul sintetico”.
L’Italia femminile di calcio tornerà in campo domani per la sfida contro la Svizzera nell’ottava giornata delle qualificazioni ai Mondiali 2023. Si giocherà alle 17:45 sul manto erboso della Stockhorn Arena di Thun.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Moratti, Inter fatto passo giusto con Verona, mi convince
Ex patron: per scudetto si giochi a stessa ora, prenderei Dybala
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
09:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarebbe più giusto e interessante se tutte le squadre in lotta per lo scudetto giocassero alla stessa ora”, Parola dell’ex patron dell’Inter, Massimo Moratti, che ai microfoni di Radio Anch’io sport loda i nerazzurri per la vittoria contro il Verona: “Se vince il recupero – aggiunge Moratti – l’Inter è virtualmente al comando, questa volta l’Inter ha fatto passo giusto e ha convinto.
Dybala o Lukaku? Dybala lo considero talmente forte che lo prenderei sempre, comunque abbiamo bisogno anche di un altro centravanti forte”.

“La Juve – prosegue Moratti – non è fuori dai giochi bisogna fare attenzione. City-Liverpool? Uno spettacolo, ritmo e qualità diversa, fanno altro sport”.
Chiusura su San Siro e Josè Mourinho: “tenerlo lì come un monumento è inutile, ha la sua validità, un tifoso quando ci va sente tutto quello che è successo di bello. Ogni tanto sento Mourinho ed è sempre affettuoso e amico, gli auguro di fare molto bene, ma in questo caso (tra due giornate la Roma va a san Siro, ndr) c’e’ di mezzo l’Inter”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mancini, dobbiamo avere la forza di ripartire
Ct, da sconfitte possono nascere vittorie pure piu’ belle
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
14:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Lo sport è fatto di vittorie e di sconfitte: a volte ci sono vittorie incredibili come i nostri Europei, per i quali siamo ancora detentori per i prossimi due anni ed è una cosa molto importante.
Poi purtroppo ti trovi di fronte a delle prove difficili, esattamente come la vita”.
Lo ha detto il ct della Nazionale di calcio Roberto Mancini oggi alla Borsa internazionale del Turismo a FieraMilanoCity per presentare il nuovo spot di promozione della Regione Marche, di cui è testimonial.
“La vita è così, alle volte ti dà delle grandi gioie incredibili, alle volte delle delusioni, ma credo che la cosa più importante è avere la forza di ripartire – ha aggiunto- e poi da queste ripartenze nascono delle grandi emozioni, delle grandi vittorie ancora più grandi di quelle che ci sono state”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Ancelotti “Chelsea darà battaglia, pronti a soffrire”
Tecnico Real “non li sottovalutiamo, domani sarà dura”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
16:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Chelsea arriverà qui per dare battaglia.
Sarà dura per loro ovviamente, ma ci proveranno.
Le buone squadre non si arrendono mai, quindi non abbiamo certo intenzione di sottovalutarli. Noi abbiamo una grande opportunità per raggiungere la semifinale ma il Chelsea è un’ottima squadra.
Noi dobbiamo rispettarli”. Così l’allenatore del Real Madrid, Carlo Ancelotti, in conferenza stampa alla vigilia del ritorno dei quarti di Champions con la sua ex squadra, che ha battuta 3-1 a Londra la scorsa settimana con la tripletta di Benzema.
“Io conosco molto bene i miei giocatori – ha detto ancora Ancelotti -, sanno bene quello che è successo qualche settimana fa col Barcellona e quello che servirà domani. Quindi l’unico modo per prepararci a questa partita è pensare che il Chelsea domani sarà migliore e sarà pronto. Sappiamo che dovremo soffrire e siamo pronti a farlo”.
Interrogato sul suo futuro e sulle possibilità di restare sulla panchina madridista, Ancelotti ha risposto: “Lo spero. Ho un contratto relativamente lungo ma non è quello a cui penso in questo momento. Se il club è contento di me, benissimo In caso contrario, sarò grato per l’opportunità che ho avuto di gestire di nuovo il Real Madrid”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Nagelsmann “Villarreal ci ha graziato, lo puniremo”
Allenatore Bayern, ma dovremo fare il contrario dell’andata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
17:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Noi abbiamo commesso molti errori all’andata, loro ne hanno fatto uno: lasciarci in vita.
E per questo dobbiamo punirli.
Per farlo ci vorrà una partita del tutto diversa, metterci molta più intensità”. Lo ha detto l’allenatore del Bayern Monaco, Julian Nagelsmann, alla vigilia del ritorno dei quarti di finale di Champions League all’Allianz Arena. Il giovane tecnico si è detto fiducioso sulle possibilità di ribaltare l’1-0 subito in Spagna la scorsa settimana ma ha ammesso che “la posta in gioco è alta”, sapendo che un’uscita ai quarti dalla coppa per mano di una squadra teoricamente più debole sarebbe un fallimento soprattutto per lui.
Il capitano, Manuel Neuer, ha fatto leva sulle doti della sua squadra, “carattere e orgoglio”, spiegando che all’andata eravamo ancora più insoddisfatti della nostra prestazione che del risultato. La notizia migliore è che abbiamo perso solo 1-0″, ha aggiunto. Sarà lui, come sempre, uno dei punti di forza del Bayern, che no sta attraversando un momento molto brillante nonostante un campionato, sarebbe il decimo di fila, praticamente già vinto. “Non tutti sono al meglio in questo momento – ha ricordato -. Ma è normale che accada nel corso di una stagione così lunga. Dovremo mobilitare alcune virtù tedesche in questa partita”, riferendosi a quanto aveva detto Neuer. Nella lista degli assenti ci sono il centrale Niklas Suele, Tolissom Choupo-Moting e Sarr.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Roma-Bodo, l’Olimpico è sold out
Primo tutto esaurito allo stadio con la capienza al 100%
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
11 aprile 2022
17:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La passione dei tifosi della Roma non si ferma più.
Dopo i 64 mila spettatori di domenica con la Salernitana, la società giallorossa fa sapere come l’Olimpico (per la quota di biglietti riservati ai romanisti) sarà sold out (il primo con capienza al 100%) giovedì in Conference League per la gara di ritorno contro il Bodo/Glimt.
A Mourinho servirà una vittoria con due gol di scarto per andare in semifinale senza supplementari.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Real e Bayern, anche la tradizione è dalla loro
Blancos forti del 3-1 al Chelsea, tedeschi devono ribaltare 0-1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
17:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Real Madrid, dopo aver vinto in trasferta la gara di andata in competizioni europee, ha passato il turno in 34 occasioni su 36.
Normale quindi che, nel ritorno dei quarti di finale di Champions League in programma domani sera al Bernabeu, i Blancos partano favoriti nei confronti del Chelsea.
Quanto al Bayern Monaco, nonostante la sconfitta dell’andata col Villarreal che ha posto fine a una imbattibilità esterna in Champions che durava da 22 gare, parte nettamente favorito nei per la partita di ritorno all’Allianz Arena, anche se Unai Emery è un po’ la bestia nera dei bavaresi.
Secondo gli esperti Sisal, il Real vincente è a quota 2,40 rispetto al 2,90 dei londinesi con il pareggio offerto a 3,40 per il match di domani, mentre per il passaggio del turno è dato a 1,10 rispetto al 7,00 dei campioni d’Europa in carica.
Quote diverse per la partita tra i rossi di Germania, offerti a 1,25, e gli spagnoli (10), con il pareggio a 6,50.
Forbice meno ampia in ottica passaggio turno: 1,35 per i padroni di casa, 3,25 per il Villarreal.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Real-Chelsea 2-3, spagnoli avanti. Bayern-Villarreal 1-1, tedeschi eliminati
Inglesi a segno con Mount, Rüdiger e Werner. Accorcia Rodrigo. Decide Benzema nei supplementari
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
10:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Champions League continua a regalare emozioni, e non fanno certo eccezione le prime due partite del ritorno dei quarti di finale.
Al Santiago Bernabeu va in onda un autentico spot per il calcio, con una partita che è un concentrato di belle giocate ed emozioni.
Dopo il successo per 3-1 del Real Madrid a Londra nell’andata, il Chelsea sembrava praticamente spacciato, invece i campioni d’Europa in carica hanno sfoderato una prestazione maiuscola andando in vantaggio fino al 3-0 sui rivali (più un gol annullato a Marcos Alonso) con le reti di Mount, Rudiger e Werner, quest’ultima con una pregevole giocata. Ma a 10′ dalla fine Modric ha tirato fuori dal suo repertorio da Pallone d’Oro uno splendido assist per Rodrygo che ha segnato l’1-3 con un tiro al volo. Un gol che ha voluto dire tempi supplementari, e qui ci ha messo lo zampino il solito Karim ‘The Dream’ Benzema, che al 6′ dell’extra time ha segnato il secondo gol del Real con un colpo di testa su cross di Vinicius Junior, con il quale ormai si intende a meraviglia. Poi ci ha pensato di nuovo Modric, con tutta la sua classe e rendendosi efficace anche in fase di recupero, così come Valverde, a tenere il Madrid lontano dai pericoli e alla fine il Chelsea è stato beffato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Le reti: nel pt 15′ Mount; nel st 6′ Rudiger, 30′ Werner, 35′ Rodrygo; nel pts 6′ Benzema.
Stessa sorte è toccata al Bayern Monaco, dato per super favorito contro il Villarreal nonostante la sconfitta per 1-0 dell’andata. Si pensava che all’Allianz Arena Lewandowski e compagni avrebbero ribaltato il risultato, invece la squadra spagnola che eliminò l’Atalanta si è confermata ancora una volta un osso durissimo per chiunque e, con Chukwueze a due minuti dalla fine, ha segnato la rete dell’1-1 (per il Bayern aveva segnato, inutile dirlo, Lewandowski) che ha lasciato ammutolito il pubblico bavarese. Come dire che sono state punite la presunzione e la mancanza di idee del Bayern di questa sera, e che Unai Emery è davvero un magol.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Uefa, stop a Knutsen e Nuno Santos per Roma-Bodo
Squalifica provvisoria in attesa Disciplinare dopo rissa andata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
19:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Squalifica provvisoria per l’allenatore del Bodo, Kjetil Knutsen, e per il preparatore dei portieri della Roma, Nuno Santos, per i prossimi match europei e in attesa del giudizio definitivo della Disciplinare: e’ questa la decisione Uefa, in base alla quale i due non potranno sedere in panchina giovedì’ nel ritorno dei quarti di Conference, Roma-Bodo.
All’origine della decisione i fatti del dopo partita nell’andata: la Roma denuncio’ che Knutsen aveva colpito Nuno Santos con un pugno, il Bodo replico’ che il preparatore giallorosso aveva cominciato, mettendo le mani al collo del tecnico.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ex nazionale colombiano Rincón grave dopo incidente auto
Ricoverato in prognosi riservata in un ospedale di Cali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOGOTÁ
11 aprile 2022
20:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex centrocampista della nazionale colombiana Freddy Rincón, che ha giocato nel Napoli a metà degli anni ’90, è ricoverato dalla scorsa notte in un ospedale di Cali in prognosi riservata dopo un grave incidente automobilistico.

Rincón, che ha 55 anni e ha fatto parte delle nazionali che parteciparono ai Mondiali di Italia ’90, Stati Uniti ’94 e Francia ’98, era a bordo di un suv urtato violentemente da un autobus del servizio pubblico a un semaforo.
Nell’incidente sono rimaste ferite anche altre quattro persone.
Ricoverato nella clinica Imbanaco di Cali, è stato operato d’urgenza per un trauma cranico encefalico severo e posto in rianimazione in condizioni definite “molto critiche”.
Nella sua lunga carriera calcistica Rincón è ricordato per la rete messa a segno contro la Germania nei Mondiali di Italia ’90 che permise alla Colombia di accedere agli ottavi di finale.   MONDO
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Serie A: Bologna-Sampdoria 2-0
Doppietta di Arnautovic nella ripresa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
11 aprile 2022
22:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bologna ha battuto la Sampdoria 2-0 (0-0) nel posticipo della 32/a giornata del campionato di serie A.
Al Dall’Ara, protagonista Arnautovic, che nella ripresa ha segnato entrambe le reti rossoblù, oltre a colpire una traversa.
Il Bologna sale a 37 punti in classifica, la Samp resta a 29, +7 sulla zona retrocessione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma-Bodo panchine roventi, Uefa ferma Knutsen e Santos
Squalifica provvisoria. E il tecnico norvegese attacca Mourinho
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
12 aprile 2022
10:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma e Bodo, amici mai.
A pochi giorni dalla gara di ritorno dei quarti di finale della Conference League ci pensa il club norvegese a riaccendere veleni e dissapori del match d’andata.
L’Uefa ha squalificato provvisoriamente l’allenatore del Bodo, Kjetil Knutsen, e il preparatore dei portieri della Roma, Nuno Santos, per i prossimi match europei, in attesa del giudizio definitivo della Disciplinare che arriverà dopo giovedì. Una decisione che fa scontento il club norvegese che annuncia ricorso nonostante l’impossibilità di fare appello essendo quello dell’Uefa un provvedimento temporaneo.
Il club giallorosso, intanto, è certo di essere nel giusto e conferma la sua versione che vede accusare il tecnico dei norvegesi di aggressione nei confronti di Santos. Di contro il Bodo replica che a iniziare sia stato l’assistente di Mourinho e nel frattempo l’unica certezza è che giovedì nessuno dei due sarà in panchina. Per la Roma, però, iniziano a essere diverse le accuse di comportamento scorretto da parte degli avversari.
Domenica anche il ds della Salernitana, Walter Sabatini, ha espresso il suo disappunto per il comportamento della panchina giallorossa, al punto da costringere Mourinho a scusarsi nel dopo gara.
A cavalcare l’onda delle polemiche, poi, è sempre il tecnico del Bodo. “Questo tipo di atteggiamento è scioccante. I valori di Mourinho e il suo modo di allenare sono così lontani da ciò che rappresento. È un’incredibile delusione vedere certi comportamenti da un tecnico come lui, così titolato e che ha fatto parte del gioco per così tanto tempo” è stato l’attacco di Knutsen.
Giovedì sera poi riflettori accessi su un Olimpico sold out che proverà a spingere la sua Roma in semifinale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premio Bearzot; domani annuncio vincitore in Figc
Alle 14.15 conferenza nella sala Paolo Rossi della Federcalcio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
10:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà svelato domani l’allenatore vincitore del Premio Nazionale ‘Enzo Bearzot’, organizzato dall’US Acli con il patrocinio della Federcalcio.
La conferenza stampa di annuncio si terrà alle 14.15 presso la sede della FIGC in via Allegri a Roma, alla presenza del Presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, mentre la consegna del premio avverrà il prossimo 16 maggio al Coni, insieme a un riconoscimento speciale alla carriera per il capitano della Nazionale dell’82 Dino Zoff.

A presiedere la giuria il numero 1 della Federcalcio Gabriele Gravina ed il presidente dell’Unione Sportiva Acli, Damiano Lembo.
Nello stesso giorno e nel corso della conferenza nella sede della Figc, il vicepresidente dell’AIA, Duccio Baglioni, comunicherà il nominativo dell’arbitro emergente CAN A assegnatario del Premio “Stefano Farina”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Hall of fame: a Kjaer il premio intitolato a Davide Astori
Il difensore del Milan: “Felice di poter onorare il suo nome”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
11:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ricordo molto bene Davide in campo e ovviamente ricordo bene anche la sua tragica fine.
Sia Pioli sia i miei compagni mi hanno parlato di lui, so che la sua morte è stata scioccante per tutta Italia e per tutto il mondo del calcio.
Ricevere il premio dedicato a Davide significa molto, mi rende felice e orgoglioso; per me è un’opportunità di onorare il suo nome”. Simon Kjaer, difensore della nazionale danese e del Milan, non nasconde l’emozione per il premio della ‘Hall of Fame del Calcio Italiano’ dedicato a Davide Astori che gli è stato assegnato nelle scorse settimane per il coraggio e la prontezza di spirito dimostrati in occasione dell’arresto cardiaco che colpì Christian Eriksen nella partita inaugurale dell’Europeo, lo scorso 12 giugno a Copenaghen. La cerimonia si terrà a Firenze il 23 maggio, in Palazzo Vecchio.
“In Serie A mi sento a casa – dice ancora Kjaer – mi è piaciuto giocare ne ‘La Liga’ con il Siviglia, ma quando ho avuto la possibilità di rientrare in Italia non ci ho pensato due volte. E ora, lo dico con il cuore, sono felicissimo di essere al Milan. A volte i sogni si avverano: ricordo che tanti anni fa, quando ancora giocavo a Palermo, dissi al mio agente che mi sarebbe piaciuto tantissimo farlo nel Milan. E ora eccomi qui”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Solidarietà AIC ai giocatori del Catanzaro
“Vergognosa” l’aggressione subita da Iemmello a Foggia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
11:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’AIC esprime “totale solidarietà” al Catanzaro ed ai componenti della squadra calabrese dopo la “vergognosa aggressione” subìta da Pietro Iemmello, “oggetto di una vera e propria caccia all’uomo” durante la gara Foggia-Catanzaro.
In una nota, nel condannare duramente il gravissimo episodio, l’Assocalciatori “auspica che le autorità competenti facciano luce sulle circostanze che hanno determinato tale evento, inqualificabile ed inaudito”.

Un atto “gravissimo” che “si va ad aggiungere alla lunga lista di casi di intimidazioni e violenza nei confronti di tesserati evidenziata nel rapporto ‘Calciatori sotto tiro’ redatto annualmente dall’Associazione Calciatori”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Plusvalenze calcio: chiesti 12 mesi inibizione per Agnelli
Richieste Procura Figc, 11 mesi per De Laurentiis
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
12:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dodici mesi di inibizione per Andrea Agnelli, 16 mesi e 10 giorni per Fabio Paratici e undici mesi e 5 giorni di inibizione per Aurelio De Laurentiis.
Queste le richieste della procura federale, la cui requisitoria ha aperto a Roma il processo sportivo, in videoconferenza sul caso delle plusvalenze fittizie che vede coinvolti undici club, di cui cinque di Serie A (Empoli, Genoa, Juventus, Napoli, Sampdoria) e sessantuno dirigenti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Pro “condanna violenze Foggia, solidarietà a Iemmello”
“Gravissimo danno all’immagine,provvedimenti contro i colpevoli”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
13:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La Lega Pro condanna con fermezza il vile atto di violenza subito dal giocatore ad opera di alcuni delinquenti presenti allo stadio e che nulla hanno a che vedere con i veri tifosi.
Esprime la totale solidarietà ed il pieno sostegno a lui ed alla società giallorossa”.
Così una nota diffusa dalla Lega guidata da Francesco Ghirelli in riferimento “alla gravissima ed indegna aggressione” subita ieri sera dal calciatore del Catanzaro Pietro Iemmello nella gara di Foggia.
“Queste sono vicende che non hanno nulla a che vedere con lo sport e con i principi che animano la Serie C e che al contrario arrecano un gravissimo danno all’immagine di tutto il calcio” prosegue il comunicato della Lega Pro, “che, nel pieno rispetto del lavoro delle forze dell’ordine, auspica che le autorità competenti facciano immediata luce su questo riprovevole evento di violenza inaudita e sollecita i più fermi provvedimenti nei confronti dei colpevoli”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spalletti: ‘Puoi perdere di vista obiettivo, ma poi torna’
Tecnico Napoli parla per due ore a studenti ateneo Federico II
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
12 aprile 2022
16:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’obiettivo perso di vista? A noi è successo come accade in Toscana se c’è la nebbia e disturba la vista, ma poi scompare e torni a vedere l’obiettivo”.
Lo ha detto Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, nel corso della sua lezione agli studenti, chiusa alla stampa, ma con frasi riportate da siti web come Calcionapoli24 e Tuttonapoli.

Spalletti ha parlato per circa due ore a una ampia fascia di studenti dell’ateneo partenopeo, discutendo dei valori del calcio e anche chiamando alcuni studenti con lui sul palco a ipotizzare schemi in campo. “Per me – ha detto – lo studente è colui che nel caos della vita va da qualcuno che ha sempre la parola giusta per arricchire le sue conoscenze, per avere anche una buona qualità di dialogo nei confronti di chi cerca di imporsi: non si tratta solo di una figura che studia in un’università. Fondamentali nella vita sono le scelte, le decisioni, soprattutto per quanto riguarda il mio ruolo: io cerco sempre di tirar fuori le migliori decisioni, dalla formazione alle tattiche”. Spalletti ha parlato anche degli errori che possono capitare nel calcio: “Quando qualcuno sbaglia – ha detto – si deve essere bravi ad analizzare l’episodio, non il calciatore dentro l’episodio: bisogna essere sensibili nei confronti dei ragazzi, mantenendo un buon rapporto. Molte volte meglio non cambiare la propria erba con quella del vicino, basta trovare frasi corrette da dirgli. Non si può vincere sempre, qualche volta puoi perdere: a darti soddisfazione è l’impegno, il lavoro, non mi piacerebbe essere sempre in vacanza».

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salernitana: Iervolino “basta errori arbitri, il vaso è pieno”
Presidente “seriamente danneggiati, mi muoverò in Lega e Figc”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
12 aprile 2022
13:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il vaso è pieno.
Gli arbitri ci hanno notevolmente danneggiato.
Mi sto facendo sentire, vorrei portare in Lega e alla Figc un punto all’ordine del giorno, una maggiore professionalità da parte degli arbitri e, sicuramente, l’occhio di falco”. Lo ha detto il presidente della Salernitana, Danilo Iervolino, parlando degli episodi arbitrali a margine della cerimonia per l’anniversario della fondazione della Polizia di Stato.
“Non riesco a capire perché la tecnologia aiuta ad esempio il mondo del tennis e non lo debba fare anche con il calcio. Non penso al dolo sicuramente, penso solamente che gli errori sono frequenti. Capita non solo alla Salernitana – ha aggiunto Iervolino – forse soprattutto alla Salernitana, perché è un problema di professionalità, di formazione e anche di precisione perché manca una tecnologia adeguata. Sono curioso di sapere chi starà dalla mia parte e chi, invece, si defilerà perché vorrei ascoltare tutti i presidenti e le loro motivazioni. Il problema c’è, esiste – ha concluso il presidente del club campano – e non possiamo fare come gli struzzi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salernitana, Iervolino: ‘Danneggiati, speranze ridotte’
“Apprezzo rinuncia ricorso Udinese, auguro anche Venezia così”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
12 aprile 2022
16:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“È chiaro che le speranze si riducono.
Dobbiamo essere realisti.
La partita contro la Roma è stata bellissima, c’è stata tanta energia, abbiamo giocato fino all’80’ molto meglio della Roma, purtroppo gli episodi ci hanno condannato”. Lo ha detto il presidente della Salernitana, Danilo Iervolino, parlando del momento sportivo del club campano.
Il massimo dirigente ha parlato anche della decisione dell’Udinese di rinunciare al ricorso al Collegio di Garanzia del Coni per la partita non disputata contro i granata e che si dovrà recuperare il 20 aprile: “Ho apprezzato moltissimo l’atteggiamento dell’Udinese perché dopo i due gradi di giudizio era chiaro che avevamo tutte le ragioni per non aver disputato quella partita – ha detto -. Mi auguro che anche il Venezia possa farlo, l’ultima volta c’è stata una polemica e non vorrei innescarne un’altra perché abbiamo ottimi rapporti con la società del Venezia. Mi sembra giusto giocarle e poi chi vuole vincerle deve vincerle sul campo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il giudice di Lega Pro: “Per il Foggia multa di 10 mila euro e curve chiuse”
E riconosce al club pugliese che i suoi dirigenti “hanno collaborato con le Forze dell’Ordine”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
18:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Multa di diecimila euro e “l’obbligo di disputare una gara casalinga con i settori destinati ai tifosi locali denominati curva nord e curva sud privi di spettatori e la gara casalinga successiva con il settore destinato ai tifosi locali denominato curva nord privo di spettatori”.
Questa la pena inflitta dal giudice sportivo della Lega Pro, Stefano Palazzi, al Foggia in relazione a quanto accaduto nel corso della partita persa contro il Catanzaro.
In una nota, il giudice sportivo sottolinea che i tifosi del Foggia “hanno posto in essere fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e fatti violenti, integranti pericolo per l’incolumità pubblica, e hanno intonato cori ed esposto striscioni oltraggiosi nei confronti di un calciatore della squadra avversaria e delle istituzioni calcistiche e di loro rappresentanti”. Ma riconosce al club pugliese che i suoi dirigenti “hanno collaborato con le Forze dell’Ordine per far cessare i comportamenti tenuti dai propri sostenitori, con una condotta molto fattiva che merita di essere valutata in modo prevalente rispetto alle altre circostanze di segno negativo”.
“Per me è il fallimento dei valori che il calcio e lo sport devono trasmettere. Mia figlia ieri guardava il papà giocare e ha dovuto assistere a uno spettacolo che ha tutto tranne che sport. Foggia si dissoci”. Giulia Elettra Gorietti, compagna di Pietro Iemmello, il giocatore del Catanzaro aggredito ieri nella partita con il Foggia, si sfoga così sui social. Il calciatore, ha detto di non essere autorizzato a parlare dalla società, come confermato dal dg Diego Foresti.
“Decideremo il da farsi con la proprietà, preferiamo che il giocatore non parli. Chiediamo di rispettarlo perché umanamente molto colpito”. “Poi ci chiediamo perché il calcio in Uk è più sicuro – scrive ancora Gorietti che è attrice – perché è impensabile quello che è successo ieri, minacce di morte e tagli di gola mimati in diretta tv. Davanti a dei bambini che guardano la loro squadra. Non parlo mai di calcio, ma dopo ieri condanno fortemente il club del Foggia che non sa gestire la sua tifoseria e le partite che avvengono nel proprio stadio. Inutile che si dissocino nelle interviste, lo dimostrino con i fatti”.
La Procura di Foggia sta valutando se aprire un’inchiesta sui disordini avvenuti ieri sera durante la partita di calcio Foggia-Catanzaro conclusasi con il risultato di 6-2 per gli ospiti. L’ipotesi di reato è di ‘scavalcamento’, prevista dalla normativa sulle manifestazioni sportive.
Intanto, gli agenti della Questura di Foggia stanno identificando alcuni tifosi della curva Nord. Stando alla ricostruzione dell’accaduto in campo sono entrati tre ultrà, uno dei quali è entrato in contatto con l’ex del Foggia Pietro Iemmello. Stando a quanto si apprende, l’episodio non è legato a presunte infiltrazioni della criminalità nella tifoseria foggiana, anche perché al momento non vi sono indagini in corso né da parte della Procura di Foggia né della Dda di Bari su questo aspetto.
La partita, posticipo la 36/a giornata del girone C di serie C si è conclusa 6-2 per gli ospiti ma dopo ben due interruzioni per invasioni di campo. La furia di alcuni tifosi di casa si è accanita contro Iemmello, ex di turno. Dopo aver segnato due reti nel primo, sollevando le proteste di parte del pubblico di casa, Iemmello stava per calciare un rigore del possibile 6-1 ma un esagitato è entrato in campo cercando di aggredirlo prima di essere fermato dagli steward, come si vede in un video di Eleven Tv. Il giocatore ha rinunciare a tirare il penalty ed è stato sostituito, ma anche in panchina ha rischiato di essere aggredito. Dopo la seconda rete del Foggia, per il 6-2 finale, un’altra interruzione per invasione, con l’arbitro costretto a sospendere ancora il gioco per far calmare gli animi e riportare ordine in campo e fuori.
“La Lega Pro condanna con fermezza il vile atto di violenza subito dal giocatore ad opera di alcuni delinquenti presenti allo stadio e che nulla hanno a che vedere con i veri tifosi. Esprime la totale solidarietà ed il pieno sostegno a lui ed alla società giallorossa”. Così una nota diffusa dalla Lega guidata da Francesco Ghirelli in riferimento “alla gravissima ed indegna aggressione” subita ieri sera da Iemmello nella gara di Foggia. “Queste sono vicende che non hanno nulla a che vedere con lo sport e con i principi che animano la Serie C e che al contrario arrecano un gravissimo danno all’immagine di tutto il calcio” prosegue il comunicato della Lega Pro, “che, nel pieno rispetto del lavoro delle forze dell’ordine, auspica che le autorità competenti facciano immediata luce su questo riprovevole evento di violenza inaudita e sollecita i più fermi provvedimenti nei confronti dei colpevoli”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Klopp, tanti obiettivi ma ora conta solo il Benfica
“Questo Liverpool è il più forte da quando ci sono, senza dubbi”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
15:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Noi siamo ancora in corsa in quattro competizioni ma non puoi puntare a vincerle tutte.
Quest’anno siamo stati abbastanza bravi e fortunati da non uscire anticipatamente e la lista delle partite che abbiamo davanti è lunga, ma al momento l’unica che mi preoccupa è quella col Benfica”.
Lo ha detto l’allenatore del Liverpool, Juergen Klopp, alla vigilia del ritorno dei quarti di finale di Champions League ad Anfield, dove la sua squadra – che ritiene la più forte da quando è sulla panchina dei Reds – partirà da un vantaggio di 3-1.
“Il 3-1 dopo l’andata non è diverso dal 2-0, con le nuove norme. E’ una buona base ma se loro ne segnano uno, come è successo contro l’Inter, la partita cambia. L’abbiamo visto anche lì in Portogallo, abbiamo controllato il gioco, ma quando il Benfica ha segnato, all’improvviso sembra tutto un po’ diverso. Dobbiamo davvero far sentire loro che questo è un posto in cui non vogliono andare”. Parlando del Liverpool, Klopp ha ammesso che a suo giudizio la squadra attuale è la più forte in assoluto: “Da quando sono qui ho sempre avuto grandi squadre, a dire il vero. Le amo tutte. Ma ora abbiamo una rosa più grande, di alta qualità, tutti in forma per la prima volta da quando sono qui, più esperti. Ci conosciamo meglio. È di sicuro il mio Liverpool più forte”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fifa lancia FIFA+, gratis sul web il calcio da tutto il mondo
Da oggi partite live, archivio, statistiche, game, film e serie
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
15:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fifa lancia FIFA+, una piattaforma digitale creata “per avvicinare ancora di più i tifosi di tutto il mondo allo sport che amano, gratuitamente – fa sapere la Federazione internazionale -.
La piattaforma, disponibile da oggi, presenterà accesso a partite live da ogni parte del mondo, giochi interattivi, notizie, informazioni sui tornei, contenuti video rivoluzionari per offrire una narrazione di portata globale del calcio maschile e femminile e tanto altro”.

La Fifa sottolinea di essere la prima federazione sportiva della storia a offrire ai suoi fan un’esperienza contenutistica in streaming di tale portata. “FIFA+ è il passo successivo per realizzare la nostra visione di rendere il calcio realmente globale e inclusivo, ed è alla base della missione principale di Fifa di espandere e sviluppare il calcio a livello globale – affermato il presidente della Fifa, Gianni Infantino -. Questo progetto rappresenta un cambiamento culturale per il modo in cui diversi tipi di appassionati di calcio desiderano esplorare il calcio mondiale ed entrarvi in contatto ed è stato una parte fondamentale della mia visione per il 2020-2023. Accelererà la democratizzazione del calcio e siamo lieti di condividere questo progetto con i tifosi”.
Al lancio, FIFA+ sarà disponibile sui dispositivi mobili e web e in breve tempo su una gamma di dispositivi connessi. Sarà disponibile in cinque lingue (inglese, francese, tedesco, portoghese e spagnolo), a cui se ne aggiungeranno altre sei a giugno 2022. Entro la fine del 2022, FIFA+ trasmetterà in streaming l’equivalente di 40.000 partite live all’anno di cento Federazioni, incluse 11.000 partite di calcio femminile. In vista dei Mondiali in Qatar, sulla piattaforma sarà disponibile per la prima volta nella storia un archivio con tutte le partite mai filmate di tutti i Mondiali maschili e femminili.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma; dg Bodo polemico ‘Decisione Uefa irragionevole’
‘Caso provocato dai membri dello staff giallorosso’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
12 aprile 2022
16:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo rimasti sorpresi dalla decisione.
Entrare in una situazione come questa, in un caso provocato dai membri dello staff della Roma, sembra inaccettabile e irragionevole.
Ci auguriamo che la verità emerga”, lo ha detto il direttore generale del Bodo/Glimt, Frode Thomassen, parlando al tabloid norvegese Verdens Gang della squalifica provvisoria dell’Uefa al tecnico Knutsen e al preparatore dei portieri della Roma, Nuno Santos. Entrambi non andranno in panchina giovedì in attesa che la Disciplinare completi l’indagine.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Real-Chelsea 2-3, spagnoli avanti. Bayern-Villarreal 1-1, tedeschi eliminati
Inglesi a segno con Mount, Rüdiger e Werner. Accorcia Rodrigo. Decide Benzema nei supplementari
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
10:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Champions League continua a regalare emozioni, e non fanno certo eccezione le prime due partite del ritorno dei quarti di finale.
Al Santiago Bernabeu va in onda un autentico spot per il calcio, con una partita che è un concentrato di belle giocate ed emozioni.
Dopo il successo per 3-1 del Real Madrid a Londra nell’andata, il Chelsea sembrava praticamente spacciato, invece i campioni d’Europa in carica hanno sfoderato una prestazione maiuscola andando in vantaggio fino al 3-0 sui rivali (più un gol annullato a Marcos Alonso) con le reti di Mount, Rudiger e Werner, quest’ultima con una pregevole giocata. Ma a 10′ dalla fine Modric ha tirato fuori dal suo repertorio da Pallone d’Oro uno splendido assist per Rodrygo che ha segnato l’1-3 con un tiro al volo. Un gol che ha voluto dire tempi supplementari, e qui ci ha messo lo zampino il solito Karim ‘The Dream’ Benzema, che al 6′ dell’extra time ha segnato il secondo gol del Real con un colpo di testa su cross di Vinicius Junior, con il quale ormai si intende a meraviglia. Poi ci ha pensato di nuovo Modric, con tutta la sua classe e rendendosi efficace anche in fase di recupero, così come Valverde, a tenere il Madrid lontano dai pericoli e alla fine il Chelsea è stato beffato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Le reti: nel pt 15′ Mount; nel st 6′ Rudiger, 30′ Werner, 35′ Rodrygo; nel pts 6′ Benzema.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stessa sorte è toccata al Bayern Monaco, dato per super favorito contro il Villarreal nonostante la sconfitta per 1-0 dell’andata. Si pensava che all’Allianz Arena Lewandowski e compagni avrebbero ribaltato il risultato, invece la squadra spagnola che eliminò l’Atalanta si è confermata ancora una volta un osso durissimo per chiunque e, con Chukwueze a due minuti dalla fine, ha segnato la rete dell’1-1 (per il Bayern aveva segnato, inutile dirlo, Lewandowski) che ha lasciato ammutolito il pubblico bavarese. Come dire che sono state punite la presunzione e la mancanza di idee del Bayern di questa sera, e che Unai Emery è davvero un magol.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: caos a Madrid, Simeone attacca Guardiola
Il tecnico dell’Atletico: “Loda con disprezzo, noi meno bravi con parole ma non stupidi”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
15:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ finita a insulti e sputi nel tunnel verso gli spogliatoi del Wanda Metropolitano, con la polizia costretta ad intervenire per dividere i più inferociti tra i giocatori che cercavano di venire alle mani.
Epilogo degno di un torneo dilettantistico per il ritorno dei quarti di Champions tra Atletico Madrid e Manchester City.
Sfida già caldissima in campo, al fischio finale si è apertamente sfiorata la rissa. Rimasta a livello verbale tra l’allenatore degli inglesi Pepp Guardiola e quello degli spagnoli Diego Simeone, ma comunque capace di lasciare lividi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I gol: nel primo tempo Konatè al 21′, Goncalo Ramos al 32′. Nel secondo tempo al 10′ e al 20′ Firmino, al 28′ Yaremchuck, al 37′ Nunez.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La tensione si era andata accumulando fin dall’andata, dopo lo striminzito 1-0 a favore del City. Giustificato da Guardiola con lo schieramento 5-5-0 adottato dal collega, accusato di aver pensato solo a difendersi all’Etihad, secondo un’interpretazione del calcio “preistorica”. Parole che hanno evidentemente ferito l’argentino, anche se il catalano ha affermato che non era sua intenzione criticare il modulo degli avversari: “Ho solo detto che quando una squadra difende con tanti uomini è molto difficile segnare: è pura logica”.
Così, dimenticati i reciproci complimenti prepartita, Simeone ha risposto usando il fioretto, ma per lasciare il segno: “Molte volte chi dispone di grande lessico è intelligente nel lodarti, anche se con disprezzo. Noi forse abbiamo meno lessico, ma non siamo stupidi”. Stupidi no, molto arrabbiati certamente sì. A fine partita un pestone di Felipe su Phil Foden è costato l’espulsione al giocatore dei Colchoneros. Tensione alle stelle e diversi giocatori e membri degli staff coinvolti. Stefan Savic, punito con un cartellino giallo, era tra i più aggressivi. Altri giocatori, tra i quali Sime Vrsaljko, Jack Grealish e Kyle Walker, venivano trattenuti dai compagni di squadra. La polizia ha dovuto intervenire nel tunnel. “Sappiamo che a volte provano a fare cose del genere e l’abbiamo gestita bene – ha commentato il difensore del City John Stones – Abbiamo mantenuto la calma ed in questo siamo stati davvero bravi. In situazioni del genere è facile lasciarsi trascinare in azioni delle quali poi ti penti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Citizens affronteranno il Real Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: Ibrahimovic out 10 giorni
Salterà la sfida con Genoa, il derby di Coppa Italia e la Lazio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 aprile 2022
17:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zlatan Ibrahimovic non sarà a disposizione del Milan per dieci giorni.
L’attaccante rossonero che non è partito con il resto della squadra per la sfida di domenica scorsa contro il Torino per un sovraccarico al ginocchio sinistro, si deve sottoporre a terapie per dieci giorni.
Salterà quindi le sfide contro il Genoa, di venerdì, il derby della semifinale di ritorno di Coppa Italia in programma martedì prossimo e la sfida contro la Lazio. Un’assenza pesante nel momento più delicato della stagione, con la corsa scudetto sempre più nel vivo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice serie A, tre squalificati per una giornata
Un turno di stop anche per l’allenatore del Torino Juric
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
17:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tre giocatori sono stati squalificati per una giornata dal giudice sportivo della serie A, Gerardo Mastrandrea, in relazione alle partite della 32/a giornata.

Si tratta di Ethan Kwame Col Ampadu (Venezia), Mert Muldur (Sassuolo) e Szymon Piotr Zurkowski (Empoli).
Fermato per una gornata anche l’allenatore del Torino, Ivan Juric.
Per quanto riguarda i club, il giudice sportivo ha inflitto una ammenda di 2.000,00 euro alla Juventus “per avere suoi sostenitori, al 9′ del primo tempo, esposto per breve tempo uno striscione accompagnato da cori offensivi nei confronti delle istituzioni internazionali del calcio”. Ammenda di 2.000,00 euro all’Udinese “per avere suoi sostenitori, al 49′ del secondo tempo, lanciato quattro bicchieri di plastica nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS”, ed ammenda di € 1.000,00 al Venezia “per avere suoi sostenitori, al 34′ del primo tempo, lanciato un bicchiere di plastica nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett.
b) CGS”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Spinazzola, “ho passato momenti neri, ho anche pianto”
Giallorosso, intanto spero che la Roma passi con il Bodo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
12 aprile 2022
17:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho passato momenti in cui dicevo che non sarei tornato più veloce come prima, non riuscirò a fare determinate cose come prima, perché vedevo tutto buio e tutto nero.
Mia moglie in questi mesi è stata incredibile.
Ho pianto tre o quattro volte, soprattutto quando non riuscivo a fare delle cose, era come dare le testate ad un muro di cemento che non andava giù”. Così il giocatore della Roma, Leonardo Spinazzola, ha parlato dei momenti difficili passati dopo l’infortunio all’Europeo.
“La Roma spero che finisca bene la stagione e vinca le partite che rimangono – ha detto ancora Spinazzola, ospite di “Supertele, leggero come un Pallone”, su Dazn -. L’obiettivo è stare più in alto possibile in campionato e spero di passare giovedì contro il Bodo. Poi cercheremo di fare un grande finale di Conference”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice Lega Pro, per Foggia multa e curve chiuse
Aggressione a Iemmello: ammenda 10mila euro e Nord senza tifosi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
18:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Multa diecimila euro e “l’obbligo di disputare una gara casalinga con i settori destinati ai tifosi locali denominati curva nord e curva sud privi di spettatori e la gara casalinga successiva con il settore destinato ai tifosi locali denominato curva nord privo di spettatori”.
Questa la pena inflitta dal giudice sportivo della Lega Pro, Stefano Palazzi, al Foggia in relazione a quanto accaduto nel corso della partita persa contro il Catanzaro.

In una nota, il giudice sportivo sottolinea che i tifosi del Foggia “hanno posto in essere fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e fatti violenti, integranti pericolo per l’incolumità pubblica, e hanno intonato cori ed esposto striscioni oltraggiosi nei confronti di un calciatore della squadra avversaria e delle istituzioni calcistiche e di loro rappresentanti”. Ma riconosce al club pugliese che i suoi dirigenti “hanno collaborato con le Forze dell’Ordine per far cessare i comportamenti tenuti dai propri sostenitori, con una condotta molto fattiva che merita di essere valutata in modo prevalente rispetto alle altre circostanze di segno negativo”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne, qualificazioni Mondiali: 1-0 alla Svizzera, Italia prima
Decisiva la rete di Girelli al 38′ del secondo tempo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
19:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia ha battuto la Svizzera 1-0 in una partita del gruppo G delle qualificazioni per i Mondiali 2023 e ha conquistato la testa del girone.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Donne: Bertolini, vittoria sofferta ma meritata
Ct azzurra: Qualificazione Mondiali adesso dipende da noi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
19:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo felici, è stata una vittoria sofferta e meritata”: così ai microfoni di Rai Sport la ct dell’Italdonne che battendo la Svizzera si è portata in testa al gruppo G delle qualificazioni per i Mondiali 2023.

“Le ragazze sono state brave – ha aggiunto – sempre in partita fino alla fine.
Hanno avuto fiducia e la vittoria è meritata, l’abbiamo cercata. Adesso cambia la situazione, dipende tutto da noi. Abbiamo due partite a settembre, oggi abbiamo fatto un passo importante per questo Mondiale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pagliuca, ‘riaffermo il mio impegno nell’Atalanta’
Businessman Usa smentisce ‘uscita’ per puntare tutto su Chelsea
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
22:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Desideriamo riaffermare l’impegno della nostra famiglia e dei nostri partner nei confronti dell’Atalanta e la nostra partnership con la famiglia Percassi.

Siamo partner di lungo periodo ed entusiasti di continuare il successo del club”.
Il businessman americano Stephen Pagliuca mette a tacere, con questa nota, le voci che lo vorrebbero in fase di disimpegno dall’Atalanta per puntare tutto sull’acquisto del Chelsea, club del quale rimane uno dei potenziali compratori (gli altri sono Todd Boehly dei LA Dodgers, la famiglia Ricketts e Martin Broughton di International Airlines Group). Non a caso oggi il suo gruppo aveva diffuso un comunicato per far sapere che prima della scadenza di giovedì presentrà un’offerta “sostanziale e credibile, ci aspettiamo soddisfi i requisiti e regolamenti della Premier League, del governo britannico e della Uefa, e ci impegniamo a onorare il nostro impegno per la credibilità e la buona tutela del Chelsea Football Club fin dal primo giorno”.
Ma ciò non vuol dire che voglia disfarsi dell’Atalanta del cui Cda, proprio ieri, Pagliuca era formalmente entrato a far parte assieme al figlio Joseph Case. L’uomo d’affari americano che con il suo fondo di investimenti americani Capital Bain è già comproprietario dei Boston Celtics della Nba, rimane quindi l’azionista di maggioranza della Dea con il 47,5% del pacchetto azionario nerazzurro, mentre Percassi, che continua a ricoprire il ruolo del presidente, detiene il 39%. Il restante 13,5% è distribuito tra i soci minori bergamaschi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: 1-1 con Bayern, Villarreal in semifinale
Impresa degli spagnoli, che eliminano i super-favoriti bavaresi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
23:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gli spagnoli del Villarreal si sono qualificati per le semifinali di Champions League pareggiando 1-1 in casa del Bayern Monaco nella partita di ritorno dei quarti di finale, con reti di Lewandowski al 7′ st e Chukwueze al 43′ st.
All’andata il Villarreal aveva vinto 1-0, e ora affronterà la vincente del doppio confronto tra Benfica e Liverpool.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Real Madrid-Chelsea 2-3, spagnoli in semifinale
Un gol del solito Benzema regala la qualificazione ad Ancelotti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 aprile 2022
23:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Real Madrid si è qualificato per le semifinali di Champions League nonostante la sconfitta per 3-2 in casa, dopo i supplementari, contro il Chelsea nella partita di ritorno dei quarti di finale.
All’andata a Londra la squadra di Carlo Ancelotti aveva vinto per 3-1, identico punteggio, ma questa volta a favore dei Blues, con cui si sono chiusi i tempi regolamentari oggi al Bernabeu.
Per questo si sono resi necessari i supplementari in cui Benzema (tripletta all’andata) ha segnato il gol decisivo per il Real. Questa la successione delle reti del match di questa sera: nel pt 15′ Mount; nel st 6′ Rudiger, 30′ Werner, 35′ Rodrygo; nel pts 6′ Benzema.
In semifinale il Real affronterà la vincente della doppia sfida tra Manchester City e Atletico Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Ancelotti,Real ha sofferto poi magia del Bernabeu
‘Qui si fanno cose che riescono a pochi,il Madrid non muore mai’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
13 aprile 2022
00:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono stati minuti molto lunghi, abbiamo sofferto.
Ma è difficile spiegare la magia del Bernabeu, è qualcosa che si crea dentro questo stadio, una particolare atmosfera tra i giocatori e i tifosi, qui si riescono a fare cose che riescono a pochissimi, ma il Real Madrid non muore mai e io ci credevo”.
Così, dai microfoni di Sky Sport, Carlo Ancelotti analizza la qualificazione della sua squadra alle semifinali di Champions, ai danni del Chelsea.
“Ci siamo trovati 0-2 immeritatamente – dice ancora Ancelotti – e da lì c’è stato un blocco psicologico, abbiamo sofferto sui calci piazzati più che nel gioco. Ma da lì è uscito il carattere e l’energia di questo ambiente, non dico solo dei giocatori.
Cosa mi fender particolarmente felice? era un’eliminatoria alla pari, anche se avevamo vinto 3-1 sapevamo che il Chelsea ha una struttura: abbiamo rivaleggiato alla pari, forse abbiamo avuto qualcosa in più noi e ora siamo in semifinale”.
Ma quel qualcosa in più è Benzema? “Lui è un fuoriclasse – risponde il tecnico del Real – ma direi anche Carvajal, Lucas Vazquez, Camavinga, Toni Kroos: non voglio fare classifiche dei miei giocatori. Modric? è stato strepitoso, soprattutto per quel passaggio (a Rodrygo per il gol dell’1-3 ndr)”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vincono 40-0 in gara giovanile, condanna della Figc
“Bisognava pensare ai ragazzini e non al risultato”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 aprile 2022
11:19
APPROFONDIMENTO
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un 40 a 0 che rischia di passare alla storia per il numero di gol, ma soprattutto per le polemiche.
Soprattutto perché in campo c’erano ragazzini della categoria giovanissimi, di 14 e 15 anni.
L’arbitro non aveva strumenti in mano (il regolamento non prevede un triplice fischio in questi casi) per fermare la partita. E il risultato è andato a referto. Con la Federcalcio regionale che – come raccontato dal quotidiano ‘La Nuova Sardegna’ – intende approfondire l’argomento per capire che cosa sia successo tra Fanum Orosei e La Caletta (in provincia di Nuoro) e anche nelle precedenti partite. “Dobbiamo stare più attenti ai ragazzini che ai risultati”, spiega il presidente regionale Gianni Cadoni.
Le premesse per una gara equilibrata non c’erano. La squadra ospite si è presentata in campo con solo dieci giocatori, con un’età media più bassa di quella degli avversari. Può succedere, a fine stagione. Ma non era una partita qualsiasi. Per conquistare il primo posto del girone la Fanum Orosei aveva bisogno di fare tanti gol, almeno 35. Questo per fare la differenza con la Lupi Goceano di Bono (Sassari), appaiata in testa alla classifica. La settimana precedente la Lupi aveva battuto La Caletta 22 a 0.
Punteggio eclatante, anche quello. Ma nell’ultima gara si è andati quasi al raddoppio. Era nell’aria. Le due società avrebbero richiesto, per evitare quello che è poi successo, di effettuare uno spareggio anziché affidarsi alla differenza reti.
Ma era anche una sfida al regolamento: impossibile sovvertire le regole in corsa. “Ancora non abbiamo deciso niente perché stiamo verificando tutto quello che c’è da verificare – le parole del presidente della figc regionale, Gianni Cadoni -. Ho sentito la società La Caletta. E li ho sentiti molto sereni. Questo mi conforta, ma non mi tranquillizza. Cosa si può fare in futuro? Le regole vanno rispettate, ma eventualmente si potrebbero trovare delle deroghe, chiaramente d’accordo con la Lega Nazionale Dilettanti quando si capisce che ci sono situazioni che in qualche modo possono fare male a chi pratica questo sport, soprattutto quando si parla di ragazzini”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: l’appello degli sportivi contro Le Pen
Sportivi su Le Parisien, ‘combattiamo estrema destra al potere’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
13 aprile 2022
11:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Quegli sportivi che dicono no a Marine Le Pen”.
In un appello pubblicato oggi in prima pagina sul quotidiano Le Parisien, oltre una cinquantina di sportivi francesi – tra cui Yannick Noah, Dimitri Payet, Tony Parker, Laure Manaudou, Clarisse Aghbégnénou, dicono ‘no’ a una presidenza di estrema destra, e chiedono di “combattere l’arrivo al potere” della candidata del Rassemblement National in vista del ballottaggio del 24 aprile contro Emmanuel Macron.   SPORT   POLITICA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Champions: lodi a Villarreal,Emery “non siamo villaggio Asterix”
Tecnico “nostro progetto è solido, fiducia per la semifinale”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
11:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Noi non siamo il piccolo e simpatico villaggio di Asterix e Obelix”.
Dopo aver eliminato dalla Champions League il Bayern Monaco Unay Emery ha usato questo paragone per dichiarare con orgoglio che il Villarreal ha un gioco, un progetto e basi solide e la sua avventura in Europa non deve ritenersi conclusa.
E la stampa continentale è unanime nell’elogiare il Sottomarino giallo e il suo comandante, capaci di eliminare tante ‘grandi’ Dopo aver messo fuori dalla coppa la Juventus agli ottavi e il Bayern ai quarti, il tecnico spagnolo ha già nel mirino la vincente della sfida di stasera tra Liverpool e Benfica. “Il nostro obiettivo anche stasera non era quello di dare una buona immagine di noi, era la qualificazione – ha detto Emery -.
Contro il Bayern c’era anche una questione di mentalità.
Sapevamo che quando inizia a segnare può fare una valanga di gol, ma noi avevamo studiato il loro modo di giocare. Con la Juve abbiamo fatto una buona prestazione non solo per il gioco, ma anche per fiducia in noi stessi e a nelle nostre possibilità.
La qualificazione contro il Bayern ci ha fato fare un nuovo passo e al prossimo turno spero che anche noi avremo le nostre possibilità”.
Emery non è stato criticato per l’atteggiamento ultra prudente della sua squadra all’Allianz Arena, come capitato invece al collega dell’Atletico Madrid, Diego Simeone, nel match di andata col Manchester City. Anzi, l’impresa a Monaco segnata dal contropiede vincente di Chukwueze è esaltata da tutti i media europei.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Atalanta cerca pass per semifinale
Olimpico strapieno lancia la Roma col Bodo in Conference
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
11:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio italiano si aggrappa ad Atalanta e Roma per proseguire la sua avventura nelle coppe europee.
La squadra di Gian Piero Gasperini riparte dall’1‐1 ottenuto sul campo del Lipsia per approdare alle semifinali di Europa League, mentre in Conference i giallorossi devono ribaltare la sconfitta per 2‐1 subita in Norvegia col Bodo Glimt.

Per la gara di Bergamo, le quote degli esperti di Snai sono in equilibrio quasi perfetto: la vittoria tedesca a 2,55 è leggermente avanti rispetto al successo dell’Atalanta a 2,65, che porterebbe i nerazzurri in semifinale. Il pareggio, sinonimo di supplementari, paga 3,55. Il risultato dell’andata ha ribaltato le quote per il passaggio del turno: il Lipsia è dato a 2,00, mentre l’Atalanta a 1,75.
La Roma chiede aiuto a un Olimpico strapieno per accedere alle semifinali, ma in quota non sembra esserci spazio per le sorprese, con il successo nei 90′ a 1,35. I segni X e 2, si trovano a 5,00 e 8,50. La Roma qualificata resta avanti a 1,45 mentre la quota del Bodo è a 2,65.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Tedesco, con l’Atalanta occorre essere al top
Tecnico del Lipsia, ‘all’andata abbiamo concesso troppo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
13 aprile 2022
13:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per passare con l’Atalanta serve una prestazione al top, senza ripetere gli errori commessi all’andata”.
L’allenatore del RB Lipsia, Domenico Tedesco, introduce così la vigilia del quarto di finale di ritorno di Europa League a Bergamo.”Ho tutti a disposizione tranne Haidara.
Siamo consapevoli di essere in un buon momento dopo la partita in casa non perfetta. Cercheremo di migliorare, altrimenti sarà molto difficile – spiega il tecnico -. Abbiamo concesso troppo contro avversari aggressivi, mi pare otto corner, Pasalic e Koopmeiners hanno preso il palo. Se sbagliamo ancora negli ultimi metri delle transizioni, verremo puniti”.
Circa il momento difficile dei nerazzurri in campionato, Tedesco ha la risposta. “In Italia tanti sanno come affrontare l’Atalanta: coprono tutto il campo e in Germania non si fa spesso, perché si gioca a zona. Fanno tante cose in modo fantastico: serve una prestazione al top – ha ribadito -. Col Sassuolo, risultato a parte, ho visto una squadra compatta nonostante avesse cambiato molti elementi. Sono tutti giocatori di un certo livello: noi abbiamo vinto in casa con l’Hoffenheim e siamo in semifinale della coppa tedesca, abbiamo sia la tranquillità sia la leggerezza necessarie”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Serie A lancia campagna per persone scomparse
Accordo con Commissario straordinario Governo per iniziative
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
13:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Negli stadi di Serie A, per la 33/a giornata di campionato, sarà esposto a centrocampo lo striscione con il messaggio “Quando qualcuno scompare, facciamo squadra: chiama subito 112” e sui maxischermi comparirà uno spot realizzato dall’ufficio del Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse.
Lo prevede un accordo firmato da Lega Serie A e dal Commissario Straordinario.
L’obiettivo è informare il pubblico affinché si formi una coscienza sociale su un fenomeno drammatico che coinvolge tantissime famiglie: nel 2021, su 19.269 denunce di scomparsa in Italia, 9.650 persone hanno fatto perdere le loro tracce e la maggior parte di loro sono minori.
“La Lega Serie A è pronta a dare il suo contributo in questa importante campagna – ha detto il presidente, Lorenzo Casini -. Il calcio può e deve trasmettere messaggi utili alla collettività. Ringrazio il Commissario per aver pensato a noi come canale di comunicazione sociale e ringrazio i club che già hanno contribuito a questa causa”.
Il prefetto Antonino Bella, Commissario straordinario di governo per le persone scom-parse, nel ringraziare la Lega Serie A, ha definito l’iniziativa “bella e di grande aiuto. Necessario è diffondere la conoscenza del fenomeno delle persone scomparse, per contrastarlo e prevenirlo. Importante è fare squadra, coinvolgere tutti su un dramma che, ogni giorno, fa registrare casi di scomparsa e mette tante famiglie in stato di sofferenza”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Atalanta-Lipsia, all’insegna dell’equilibrio
Conference League, Roma prepara rimonta col Bodo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
12:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La gara di ritorno dei quarti di finale di Europa League tra Atalanta e Lipsia, dopo il pareggio in Germania, viaggia sul filo del totale equilibrio per un match che si preannuncia a totale viso aperto.
In Conference League, contro il Bodo, la Roma ha la spinta di poter raggiungere la sua terza semifinale in una coppa nelle ultime cinque stagioni.

A Bergano, come evidenziato dagli esperti Sisal, entrambe le squadre sono date vincenti a 2,60 con il pareggio offerto a 3,50. Stessa quota, 1,90, anche per il passaggio turno, a dimostrazione di come le formazioni di Gian Piero Gasperini e Domenico Tedesco si equivalgano in tutto.
I capitolini, anche se sconfitti all’andata, partono favoriti, per gli esperti Sisal, a 1,36 rispetto al’8,00 dei norvegesi con il pareggio dato a 5,00. I ragazzi di Mourinho sono avanti anche per il passaggio turno, 1,50 per la Roma contro il 2,50 del Bodo. Senza la regola dei gol in trasferta l’ipotesi supplementari, a 3,70, appare molto concreta. Josè Mourinho dovrà frenare la sua esuberanza se non vuol finire la gara prima del previsto: l’espulsione del tecnico romanista pagherebbe 9 volte la posta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference: Bodo;Saltnes,a nostri tifosi dico ‘divertitevi’
Tecnico non parla. Centrocampista ‘invidio chi fa Pasqua a Roma’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
12:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci aspettiamo uno stadio pieno, ma non sarà un aspetto negativo per noi.
Dobbiamo accettarlo, visto che non possiamo cambiare qualcosa in merito.
Mourinho ha parlato molto del campo sintetico? Mourinho lo fa di proposito, ma siamo tranquilli. Siamo bravi sia sul campo sintetico che in erba”.
Alla vigilia della partita di ritorno dei quarti di Conference League contro la Roma, per il Bodo Glimt parla il difensore Marius Hoibraten, visto che il tecnico, Kjetil Knutsen, ha deciso di rimanere in silenzio essendo stato sospeso dall’Uefa dopo i fatti dell’andata. Hoibraten, invece, parla e gli chiedono anche della scelta della sua società di allenarsi a Formello, nel centro tecnico della Lazio: è una provocazione? “Anche a Sofia ci siamo allenati su campi dei rivali (ovvero del Levski, visto che i norvegesi hanno affrontato il Cska), per allenarci sull’erba. Ci sono state un po’ di reazioni, ma se cerchi il pelo nell’uovo lo trovi”.
Per i campioni di Norvegia parla anche il centrocampista Ulrik Saltnes che ci scherza sopra: “Sono un po’ invidioso di chi può trascorrere la Pasqua qui a Roma”. “Ai nostri sostenitori dico divertitevi – aggiunge -, venite alla partita, fate il tifo. Non credo che ci capiterà spessissimo di giocare i quarti di finale in questo stadio”. Ma non ci sono rischi, dopo l’andata, dal punto di vista della sicurezza? “Siamo felici di avere tante persone con noi, al nostro seguito, e non siamo spaventati. I tifosi hanno raccolto 6000 euro per fare delle mascherine con la faccia di Knutsen? Trovo che sia fantastico. Se non fossi stato un giocatore avrei fatto sicuramente il tifoso”. Sì, ma la sicurezza? “Se accadesse qualcosa, sarebbe spiacevole. Conosco gente che è venuta qui con i figli, se dovessero sentire che questo clima toglie entusiasmo sarebbe, come detto, spiacevole”.
Ma è vero che ci sono stati problemi nelle vicinanze del vostro albergo? “No, tutto normale, e sono contento che sia uscita la Roma nel sorteggio e che magari potrò giocare”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Media Spagna lanciano Benzema Pallone d’Oro
Con l’eliminazione di Lewandowski, principali rivali sono out
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
19:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un altro gol decisivo in Champions League e l’eliminazione di un possibile rivale come Robert Lewandowski del Bayern sono due forti argomenti a favore di una ipotesi più che legittima sostenuta oggi dai media spagnoli: Karim Benzema è il grande favorito per conquista del Pallone d’Oro 2022.
È in particolare il quotidiano sportivo AS ad approfondire il tema, sottolineando come l’attaccante del Real Madrid, realizzando la rete del 2-3 nel primo supplementare della sfida col Chelsea, ha marcato per la 38/a in altrettante partite in questa stagione, con 12 centri nel torneo europeo di club più prestigioso.
“Ha strada libera”, scrive AS, per diventare il quinto giocatore francese a vincere il Pallone d’Oro, dopo Raymond Kopa (1958), Michel Platini (1983, 1984, 1985), Jean-Pierre Papin (1991) e Zinedine Zidane (1998).
La maggior parte dei suoi possibili contendenti sono fuori gara: Messi e Mbappé del Psg sono stati azzoppati proprio dalla tripletta del francese al Bernabeu, Cristiano Ronaldo è fuori dai giochi con un Manchester United deludente, così come Haaland e il suo Borussia.
Restava il polacco, ma la sua rete ieri al Villarreal non è bastata a salvare il Bayern dall’eliminazione che si ritorcerà contro di lui nelle scelte del vincitore del Pallone d’Oro.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sfuma il sogno dell’Atalanta, non punge e vince il Lipsia
Doppietta di Nkunku nel ritorno dei quarti, la Dea è fuori dall’Europa League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
14 aprile 2022
21:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Davanti al nuovo co-chairman Stephen Pagliuca, portato dal presidente Antonio Percassi sotto la Curva Nord, e a un Lipsia smaliziato quanto basta, con Nkunku a eludere la diagonale di Hateboer per farsi inseguire nel punteggio fino al raddoppio dagli 11 metri nel finale, l’Atalanta manca le semifinali di Europa League a 34 anni da quelle raggiunte in Coppa delle Coppe dal compianto Emiliano Mondonico.
I nerazzurri sono comunque apparsi poco incisivi sotto porta, e decisamente irritati per una direzione arbitrale, quella dello spagnolo Lahoz, pronta a chiudere un occhio su un evidente avambraccio-polso da palla inattiva di Dani Olmo su conclusione di Malinovskyi all’inizio della ripresa.
Una sfida vivace e aperta come nell’1-1 all’andata, a 3-4-2-1 contro il 3-4-1-2 contropiedista dei tedeschi. Al 6′ Gulacsi deve difendere il palo di competenza da Zappacosta, che lascia partire un destro secco su apertura di Malinovskyi, mentre dopo tre giri di lancetta è Demiral ad alzare in angolo il ‘rimorchio’ André Silva-Henrichs. Poi, intorno al quarto d’ora, gli ospiti sbucano altre due volte. La prima ancora con l’esterno (14′) che tocca appena dal fondo sul cross dell’allargato Leimer, e quindi ancora col portoghese ex Milan sulla combinazione rimpallata tra Nkunku e Henrichs. Lo stesso Heinrichs è poi l’autore del lancio della grande fuga per il vantaggio, senza che Demiral sulla riga di porta possa farci granché, segno a che a sinistra manca qualcosa ai bergamaschi in fase difendente. Ad esultare è Nkunku, autore del gol dello 0-1. Poi è la Dea a rendersi pericolosa, dopo un filtrante di Hateboer intercettato da Orban, per il tap-in alto di Zappacosta dal limite. Oltre la mezzora Nkunku scarica per l’accorrente Angeliño che col destro non può fare male da fuori, mentre Koopmeiners se la ritrova a sinistra sullo stesso piede debole e calcia alto. Due minuti e, in asse con Zapata, sul sinistro dell’olandese c’è Kampl. Comincia il secondo tempo ed è subito polemica per il mancato rigore sul mani (braccio largo) di Dani Olmo (5′) per dire di no alla punizione di Malinovskyi (sostituito da Muriel dopo 8′). L’ennesima ripartenza provoca il liscio di Musso sull’allungo di Nkunku, ma l’argentino rimedia su Laimer in extremis. Poi Hateboer alza la volée in scivolata, imbeccato davanti al secondo palo da Zappacosta sugli sviluppi di una punizione di Freuler (18′), quindi Gvardiol salva su Koopmeiners (24′) a rimorchio dello stesso svizzero. Alla mezzora, invece, Zapata non trova l’equilibrio nello stacco e indirizza oltre la traversa il corner da sinistra di Muriel. Sei giri di lancetta più tardi c’è Poulsen che guadagna al ‘doppiettista’ della serata, Nkunku, l’uscita da penalty di Musso che poi il francese di origini congolese dal dischetto trasforma nello 0-2 finale: la Dea è fuori dall’Europa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia: Thiago Motta, ci aspettiamo la migliore Inter
‘Mi sento fortunato ad essere qui e a vivere questi momenti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SPEZIALE
13 aprile 2022
14:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Thiago Motta saggia le ambizioni di scudetto della ritrovata Inter, di cui fu protagonista nell’annata d’oro con Mourinho, quella del ‘triplete’.
Lo fa con uno Spezia forte di 33 punti in classifica che, visto il passo stentato delle inseguitrici, sembra ad oggi un bottino di grande sicurezza.

“La affronteremo con il rispetto che è dovuto a tutte le squadre – dice Motta -. Sappiamo che l’Inter è la squadra campione d’Italia e che possono arrivare fino in fondo a giocarsela anche quest’anno. Il mio periodo da nerazzurro l’ho goduto al massimo e oggi faccio lo stesso da tecnico dello Spezia. Mi sento fortunato ad essere qui e vivo l’attimo appieno”.
Il pronostico è blindato. “Credo che con la vittoria contro la Juventus hanno ottenuto una grande spinta a livello morale – dice ancora il tecnico dello Spezia parlando dell’Inter -. Noi aspetteremo la migliore Inter possibile. Sono in grande forma, lo sappiamo. Dovremo essere al nostro massimo”.
I 39 punti di Italiano non sono lontani, ma non sono neanche vicini. “Punto sempre a migliorarmi, non c’è altro modo di vivere questo sport. Come dico sempre, oggi sono contentissimo e spero domani di esserlo ancora di più. Però penso solamente solo alla prossima partita e non oltre. Vale anche per la nostra corsa salvezza, obiettivo che non abbiamo ancora ottenuto. Poi se gli altri risultati ci aiutano, chiaramente per noi è un vantaggio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: 4-0 al Bodo Glimt, Roma in semifinale
Abraham al 5′. Zaniolo al 23′, al 29′ e al 49′
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 aprile 2022
08:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Fino alla vittoria” aveva chiesto la Curva Sud e così è stato, anche di più.
Una Roma travolgente in formato Champions spazza via i norvegesi del Bodo/Glimt con un poker sensazionale arrivato a ribaltare il 2-1 dell’andata e accede alle semifinali di Conference League dove ad attenderla ci saranno gli inglesi del Leicester.
A far impazzire un Olimpico strapieno e già in festa prima del via tra bandiere e coreografie mozzafiato, ci pensa prima Abraham, come al solito il più bravo di tutti a sbloccare il risultato, e poi uno Zaniolo finalmente ritrovato, capace di firmare una tripletta show. Una bella notizia non solo per Mourinho ma anche per il Ct Roberto Mancini in chiave Nazionale dopo la delusione del Mondiale ormai perduto. E così i gialli venuti dai ghiacci tornano improvvisamente sulla terra e anche quel 6-1 della fase a gironi in Norvegia da dimenticare sembra meno amaro. A sorpresa lo Special One schiera dal primo minuto proprio Zaniolo, con il portoghese Sérgio Oliveira che parte dalla panchina. In difesa, torna titolare Mancini, mentre a centrocampo arretra Mkhitaryan vicino a Cristante. Solito 4-3-3 per i norvegesi con il ritorno dal primo minuto di OlaSolbakken, che sulla sinistra prenderà il posto di Pellegrino. In un Olimpico pieno e con una Curva Sud che vale l’Europa vera, la Roma impiega 5 minuti a pareggiare i conti rispetto alla partita di andata. Dal corner battuto corto Zaniolo calcia forte sul primo palo, Cristante sfiora la palla mettendo in difficoltà il portiere del Bodo Haikin che respinge male al centro dell’area dove il più lesto è Abraham che con il piatto insacca in rete per l’1-0. La squadra di Mourinho si esalta subito e continua a spingere sull’acceleratore con Mkhitaryan e Abraham ad un passo dal raddoppio grazie a due azioni spettacolari. 2-0 che arriva al ventesimo: ancora un’azione fantastica dei giallorossi, Cristante verticalizza per Abraham che fa la sponda per Pellegrini, perfetto l’assist rasoterra per l’inserimento di Zaniolo che a tu per tu con Haikin non sbaglia realizzando con un preciso rasoterra. Cinque minuti e sempre Zaniolo fa tris: Zalewski raccoglie la respinta dal corner dei norvegesi e porta la sfera fino sulla trequarti, servizio perfetto in verticale per il numero 22 romanista che supera il portiere in uscita con un morbidissimo tocco sotto. E fino alla fine del primo tempo la musica all’Olimpico non cambia con la squadra di Mourinho a sfiorare più volte il poker. Un 4-0 meritato che arriva ad inizio ripresa con uno Zaniolo più straripante che mai: Cristante lancia il numero 22 giallorosso sulla destra, Zaniolo mette davanti il corpo, di testa si lancia in progressione e arrivato dentro l’area lascia partire un potentissimo sinistro che si infila sotto l’incrocio di un attonito Haikin. Chiusa la pratica qualificazione e affaticato per la grande prestazione, l’ex Inter a un quarto d’ora del via del secondo tempo può lasciare il suo posto a Felix Afena e prendersi la standing ovation dell’Olimpico tutto in piedi per lui. Il match continua tra altri cambi, esce anche Pellegrini sostituito da Oliveira, e gli attacchi della Roma ormai già in semifinale dove se la vedrà con il Leicester che ha rimontato il Psv in terra olandese passando il turno. E come già prima del fischio d’inizio l’Olimpico può andare avanti con la festa in onore dell’unica italiana rimasta in Europa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A De Zerbi il Premio Bearzot, “per me è un orgoglio”
Annunciato in Figc, la cerimonia il prossimo 16 maggio al Coni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
15:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ Roberto De Zerbi il vincitore dell’XI edizione del Premio Nazionale ‘Enzo Bearzot’ 2022, riconoscimento promosso dall’Unione Sportiva ACLI in collaborazione con la Figc.
L’attuale tecnico dello Shakhtar è stato scelto dalla giuria, riunitasi stamane presso la sede Nazionale dell’US ACLI a Roma, presieduta dal presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, coordinata da Piercarlo Presutti e alla quale hanno preso parte, tra gli altri, il Presidente Nazionale dell’US ACLI, Damiano Lembo, ed Emiliano Manfredonia, presidente nazionale Acli.

L’annuncio è stato dato durante la conferenza stampa nella sala ‘Paolo Rossi’ della FIGC. “È un premio prestigioso che mi rende molto felice in un momento difficile – ha commentato De Zerbi che sarà premiato il 16 maggio al Coni – È un orgoglio per me rappresentare l’Italia all’estero e spero di aver espresso nel mio piccolo e con professionalità valori come solidarietà e altruismo che da sempre caratterizzano il nostro paese”.
Assegnato anche il premio “Stefano Farina”, indicato dall’Associazione italiana arbitri (AIA), a Daniele Chiffi, fischietto padovano, classe 1984, per essersi distinto nella stagione sportiva in corso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina: ‘Mi farebbe piacere ospitare Shakhtar a Coverciano’
N.1 Figc: ‘Ci stiamo mobilitando, De Zerbi fa calcio che mi piace’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
21:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“A me farebbe piacere ospitare lo Shakhtar di De Zerbi nel centro tecnico di Coverciano a partire dal 20 di aprile al 10 di maggio.
Abbiamo qualche difficoltà nei primi due-tre giorni, ma ci stiamo mobilitando per questo.
Ci farebbe piacere, qualora riuscissimo sarebbe bello organizzare anche un’amichevole”. Lo ha detto Gabriele Gravina, presidente della Figc, durante la conferenza stampa d’annuncio del vincitore del Premio Bearzot, assegnato a Roberto De Zerbi.
“Grazie all’Us Acli per il supporto e per condividere con noi questa filosofia – ha continuato il n.1 della Figc -. Mai come questa volta il premio Bearzot è fatto su misura per identificare il valore e il destinatario del premio. Roberto De Zerbi sta dimostrando una capacità incredibile nel valorizzare la dimensione umana del calcio per sentimenti e partecipazione in un momento così difficile. Proprio per questo per me è un mito, rappresenta il calcio che mi piace. Alle sue doti umane ovviamente si aggiungono le motivazioni tecniche”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho “da Roma sempre fairplay, Bodo brutto episodio”
“Ma fuori contesto: domani vinca il più bravo, e siamo noi”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
13 aprile 2022
15:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Io non ho visto nessun giocatore sotto tensione in nessuna delle tre partite che abbiamo giocato contro loro.
La prima partita è una sconfitta storica per noi, abbiamo avuto un comportamento per me esemplare sapendo perdere come abbiamo perso e di avere anche tutta la dignità e il fairplay.
Noi abbiamo reagito con onore dopo quell’umiliazione.
Poi abbiamo giocato altre due partite e non c’è stato mai un problema. Quello che è successo giovedì scorso è una situazione fuori dal contesto, la partita è stata normale e anche il finale di partita è stata normale. 45 minuti dopo la partita è stato tutto normale: è un episodio brutto ma completamente isolato dal contesto”. Così Josè Mourinho ha commentato l’acceso finale della gara di andata dei quarti con il Bodo: domani la sfida di ritorno all’Olimpico con la Roma chiamata a rimontare il ko per 2-1. “Domani vogliamo giocare e andare in semifinale – ha ribadito l’allenatore portoghese -. Mi aspetto una grande partita con un vantaggio per noi, quello di avere uno stadio nostro con la nostra gente. Vogliamo giocare a pallone come abbiamo fatto nelle altre partite e anche in quella che abbiamo perso per 6 a 1: il comportamento è stato esemplare. Per domani mi aspetto solo una partita di calcio. Vinca il più bravo e sono convinto che i più bravi siamo noi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Empoli: Tonelli operato in Austria al ginocchio
Difensore in ospedale alcuni giorni, poi riabilitazione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
EMPOLI (FIRENZE)
13 aprile 2022
16:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il difensore dell’Empoli Lorenzo Tonelli è stato sottoposto ad intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro.
Si era infortunato nella partita con la Fiorentina di due settimane fa.
L’intervento, avvenuto martedì, è stato eseguito presso la clinica Hochrum di Innsbruck (Austria) dal professor Christian Fink, alla presenza dello staff medico del club. L’operazione, si apprende dalla società azzurra, è perfettamente riuscita. Tonelli rimarrà in ospedale alcuni giorni iniziando fin da subito il percorso riabilitativo.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina ricorda Morosini ‘un ragazzo d’oro’
Presidente Figc ‘Sono stato testimone dei suoi successi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
16:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Di Piermario Morosini ho un ricordo straordinario, quando si parla di lui mi viene subito la pelle d’oca.
Sono stato testimone dei suoi successi, anche con la ‘mia’ nazionale Under 21, purtroppo ho dovuto vivere anche quella giornata nera per il calcio italiano, per la sua famiglia e per tutti quando si è accasciato e ha perso la vita”.
Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ricorda così Morosini alla vigilia del decimo anniversario della tragica scomparsa del giocatore. “Era un ragazzo d’oro, chi lo ha conosciuto sa di cosa stiamo parlando”, conclude Gravina a margine del premio Bearzot in Figc.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lembo, Premio Bearzot rilancia valori importanti
N.1 Us Acli ‘Lo merita De Zerbi, simbolo di valori’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
16:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Premio Bearzot viene concesso ad allenatori che oltre al lato tecnico coltivino aspetti umani e sociali.
Per tutto quello che sappiamo e abbiamo visto, lo merita Roberto De Zerbi.
Il premio vuole rilanciare valori importanti, affiancare lo sport di base a quello di vertice”. Lo ha detto il presidente Us Acli, Damiano Lembo, durante l’assegnazione del Premio Bearzot in Federcalcio.
“Finalmente, dopo due anni di interruzione ripartiamo in presenza, siamo giunti all’undicesima edizione – ha proseguito -. Ci ritroviamo con la Giuria per decretare il vincitore. Un ringraziamento ai tanti amici e compagni di viaggio che hanno fatto sì che questa manifestazione raggiungesse questo livello, primo tra tutti il mondo dell’Us Acli, poi i tanti compagni come la Figc, la stampa sportiva che arricchisce la giuria e il Coni che hanno permesso di arrivare a questo grande risultato”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juventus: si ferma Arthur, infortunio alla caviglia
Le sue condizioni monitorate di giorno in giorno
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 aprile 2022
19:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nella Juventus si è fermato Arthur.

Durante l’allenamento di ieri il giocatore bianconero ha riportato un trauma contusivo-distorsivo della caviglia destra.

Gli accertamenti radiologici eseguiti questa mattina presso il J|Medical – informa il club bianconero – “hanno escluso un significativo interessamento capsulo legamentoso e pertanto le sue condizioni saranno monitorate di giorno in giorno”. (

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Legale Udinese, ‘con Atalanta partita non regolare’
‘Italia non avrebbe vinto staffetta a Tokyo se fermata 4 giorni’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
17:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci dobbiamo chiedere che sia regolare una partita di calcio di Serie A in cui una società era in condizioni normali e l’altra inattiva da 4 giorni”.

Esordisce così l’avvocato dell’Udinese, Enrico Lubrano, al Collegio di Garanzia del Coni durante il dibattimento sulla partita tra i friulani e l’Atalanta, vinta da quest’ultima 6-2 ma con i bianconeri in grandi difficoltà numeriche a causa di numerose positività al Covid.

“Siamo in Serie A, dove contano i centesimi e i millimetri.
Per noi non è regolare una partita prima della quale una squadra è stata fermata per 4 giorni da un provvedimento della Asl – ha proseguito Lubrano, che poi utilizza una metafora con l’atletica -. Al collegio chiedo: laddove fossero rimasti fermi 4 giorni, Jacobs e i suoi compagni avrebbero vinto la staffetta a Tokyo?” Il legale aggiunge che si può accettare “di arrivare a una partita menomati, ma non si può accettare una situazione eccezionale e irripetibile di blocco nei 4 giorni precedenti la gara”. Ciò porta il club friulano a insistere nell’annullamento senza rinvio con ordine di ripetizione della gara, e o quantomeno sulla subordinata, ossia annullamento con rinvio alla corte sportiva di appello”. La giustizia esiste “per correggere gli errori dell’amministrazione – prosegue l’avvocato – e se questa ha fatto l’errore di farti giocare una partita che tu non potevi rifiutarti di giocare, non ci può essere un elemento di fatto che sia preclusivo di una questione giusta di diritto”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Catania, Comune avvia iter per iscrizione in Serie D
Dopo cancellazione dal torneo di C per fallimento della società
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
13 aprile 2022
17:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La giunta comunale di Catania, presieduta da Roberto Bonaccorsi, ha deliberato l’espletamento di tutti gli adempimenti – inclusa una procedura esplorativa per acquisire eventuali manifestazioni di interesse da parte di società sportive candidabili – per l’iscrizione della squadra di calcio della città al campionato di Serie D per la stagione 2022/2023.
Lo rende noto l’amministrazione comunale.
La delibera arriva quattro giorni dopo la decisione della Figc di revocare l’affiliazione alla Calcio Catania Spa, con svincolo del parco tesserati, dopo la conclusione dell’esercizio provvisorio deciso dal Tribunale nell’ambito del fallimento della società dichiarato il 22 dicembre del 2021 Avvalendosi delle norme federali che ne danno facoltà, l’Amministrazione comunale di Catania si è pronunciata “per assicurare senza soluzione di continuità ai tanti appassionati in Italia e nel Mondo della massima espressione calcistica cittadina il prosieguo dell’attività agonistica e federale di una squadra in rappresentanza della città di Catania”.
“La grande passione per la maggiore espressione calcistica della città, a cui tutti siamo legati da ragioni affettive – ha detto Bonaccorsi – ci ha spinti già nelle ore immediatamente successive alla traumatica esclusione dal campionato di Lega Pro ad avviare l’interlocuzione informale con la Figc per consentire l’iscrizione nella prossima stagione sportiva di una società che la rappresenti nel massimo campionato dei Dilettanti”.
“Una volta ottenuto il via libera dalla Figc, auspichiamo in tempi rapidissimi – ha concluso Bonaccorsi – promuoveremo una procedura comparativa per scegliere il soggetto che presenti le migliori credenziali, che per quanto ci riguarda saranno ancora più stringenti sotto il profilo etico e progettuale di quanto stabilito dalle norme federali”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari da giovedì in ritiro in vista del Sassuolo
Prezzi popolari alla Domus, si va verso il tutto esaurito
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 aprile 2022
18:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari da domani in ritiro in vista dell’importante gara salvezza di sabato alle 12.30 con il Sassuolo.

La decisione è stata presa per cercare di toccare la massima concentrazione possibile per una gara decisiva per la lotta per la permanenza in serie A.

La squadra rossoblù, dopo l’allenamento al mattino, si ritroverà la sera al centro sportivo di Assemini. Uscirà dal ritiro soltanto sabato mattina per dirigersi direttamente alla Unipol Domus, stadio che va verso il tutto esaurito dopo la decisione della società del presidente Giulini di mettere in vendita i biglietti a prezzi popolari: 7 euro in Curva, 15 in Distinti e 25 in Tribuna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sfuma il sogno dell’Atalanta, non punge e vince il Lipsia
Doppietta di Nkunku nel ritorno dei quarti, la Dea è fuori dall’Europa League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
14 aprile 2022
21:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Davanti al nuovo co-chairman Stephen Pagliuca, portato dal presidente Antonio Percassi sotto la Curva Nord, e a un Lipsia smaliziato quanto basta, con Nkunku a eludere la diagonale di Hateboer per farsi inseguire nel punteggio fino al raddoppio dagli 11 metri nel finale, l’Atalanta manca le semifinali di Europa League a 34 anni da quelle raggiunte in Coppa delle Coppe dal compianto Emiliano Mondonico.
I nerazzurri sono comunque apparsi poco incisivi sotto porta, e decisamente irritati per una direzione arbitrale, quella dello spagnolo Lahoz, pronta a chiudere un occhio su un evidente avambraccio-polso da palla inattiva di Dani Olmo su conclusione di Malinovskyi all’inizio della ripresa.
Una sfida vivace e aperta come nell’1-1 all’andata, a 3-4-2-1 contro il 3-4-1-2 contropiedista dei tedeschi. Al 6′ Gulacsi deve difendere il palo di competenza da Zappacosta, che lascia partire un destro secco su apertura di Malinovskyi, mentre dopo tre giri di lancetta è Demiral ad alzare in angolo il ‘rimorchio’ André Silva-Henrichs. Poi, intorno al quarto d’ora, gli ospiti sbucano altre due volte. La prima ancora con l’esterno (14′) che tocca appena dal fondo sul cross dell’allargato Leimer, e quindi ancora col portoghese ex Milan sulla combinazione rimpallata tra Nkunku e Henrichs. Lo stesso Heinrichs è poi l’autore del lancio della grande fuga per il vantaggio, senza che Demiral sulla riga di porta possa farci granché, segno a che a sinistra manca qualcosa ai bergamaschi in fase difendente. Ad esultare è Nkunku, autore del gol dello 0-1. Poi è la Dea a rendersi pericolosa, dopo un filtrante di Hateboer intercettato da Orban, per il tap-in alto di Zappacosta dal limite. Oltre la mezzora Nkunku scarica per l’accorrente Angeliño che col destro non può fare male da fuori, mentre Koopmeiners se la ritrova a sinistra sullo stesso piede debole e calcia alto. Due minuti e, in asse con Zapata, sul sinistro dell’olandese c’è Kampl. Comincia il secondo tempo ed è subito polemica per il mancato rigore sul mani (braccio largo) di Dani Olmo (5′) per dire di no alla punizione di Malinovskyi (sostituito da Muriel dopo 8′). L’ennesima ripartenza provoca il liscio di Musso sull’allungo di Nkunku, ma l’argentino rimedia su Laimer in extremis. Poi Hateboer alza la volée in scivolata, imbeccato davanti al secondo palo da Zappacosta sugli sviluppi di una punizione di Freuler (18′), quindi Gvardiol salva su Koopmeiners (24′) a rimorchio dello stesso svizzero. Alla mezzora, invece, Zapata non trova l’equilibrio nello stacco e indirizza oltre la traversa il corner da sinistra di Muriel. Sei giri di lancetta più tardi c’è Poulsen che guadagna al ‘doppiettista’ della serata, Nkunku, l’uscita da penalty di Musso che poi il francese di origini congolese dal dischetto trasforma nello 0-2 finale: la Dea è fuori dall’Europa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Museo Coverciano ricorda Morosini con sua maglia U.21
Domani saranno dieci anni dalla scomparsa dell’ex del Livorno
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
18:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Domani 14 aprile, nel decimo anno dalla scomparsa di Piermario Morosini, il Museo del Calcio ricorda il calciatore attraverso la maglia numero 5 indossata in occasione dell’Europeo Under 21 del 2009 disputato in Svezia.

Morosini, scomparso prematuramente il 14 aprile del 2012 durante la partita Pescara-Livorno del campionato di Serie B, esordì con l’Under 21 nel settembre del 2006 e con la maglia degli ‘azzurrini’ ha collezionato 18 presenze.

La sua casacca è conservata al Museo del Calcio accanto a quella di un altro indimenticato giocatore come Davide Astori.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fifa: Romy Gai nuovo Chief Business Officer
Ex dirigente Juventus subentra a Kay Madati
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
19:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Romy Gai è stato nominato Chief Business Officer della Fifa.
Lo ha annunciato oggi la federcalcio mondiale.
Gai, ex dirigente della Juventus e presidente di Awe International Group, e un periodo come CEO di UAE Football League (UFL) negli Emirati Arabi Uniti, subentra a Kay Madati che, per motivi personali, lascerà l’organizzazione come Chief Commercial Officer nei prossimi mesi.
“La nomina di Romy rafforzerà ulteriormente l’impegno della FIFA nei confronti dei nostri partner commerciali e di marketing”, ha affermato il Segretario generale della FIFA Fatma Samoura. “Ha avuto un coinvolgimento a vita nel calcio e siamo lieti di avere la sua esperienza in vista delle nostre future iniziative imprenditoriali in tutto il mondo”.
“La FIFA ha molte opportunità per far crescere il calcio nel nostro mondo in rapida evoluzione – le parole di Romy Gai – e non vedo l’ora di garantire che la nostra squadra commerciale svolga un ruolo sostanziale nel garantire che l’organo di governo del calcio mondiale sia al centro di tutti questi importanti affari. sviluppi al fine di avvantaggiare il nostro sport a livello globale”.
La nomina del Sig. Gai coincide con l’annuncio della partenza del Sig. Madati, con l’attuale Chief Commercial Officer che rimarrà a bordo fino a fine giugno 2022 per supportare la divisione commerciale nella gestione del periodo di transizione.
“Vorrei anche ringraziare Kay per il suo impegno durante il tempo trascorso con noi”, ha aggiunto Fatma Samoura. “Uno dei mandati di Kay all’arrivo era quello di coltivare e sviluppare le innumerevoli opportunità che il panorama multimediale virtuale di oggi offre al calcio per soddisfare il nostro obiettivo FIFA Vision 2020-2023 di rendere il gioco davvero globale. Il lancio di FIFA+ è una testimonianza del suo lavoro e di quello della squadra che Romy eredita come parte della divisione Commerciale della FIFA”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Collegio garanzia respinge ricorsi Inter, Atalanta e Udinese
No anche a ricorso contro riduzione squalifica medici Lazio R
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
19:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Collegio di garanzia presso il Coni ha respinto i ricorsi presentati contro mancata disputa di Bologna-Inter e Atalanta-Torino, contro il risultato di Udinese-Atalanta e contro la riduzione della squalifica ai medici della Lazio per la violazione dei protocolli Covid.
Inter e Atalanta chiedevano la vittoria a tavolino per le prime due partite, non giocate per Covid; l’Udinese invece la ripetizione della partita giocata e persa 6-2.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: 3-3 con Benfica, Liverpool in semifinale
Per i Reds ora la sfida con gli spagnoli del Villarreal
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
23:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Liverpool si è qualificato per le semifinali della Champions League.
Nel ritorno dei quarti i Reds hanno pareggiato 3-3 con il Benfica.
I gol: nel primo tempo Konatè al 21′, Goncalo Ramos al 32′. Nel secondo tempo al 10′ e al 20′ Firmino, al 28′ Yaremchuck, al 37′ Nunez.
All’andata la formazione allenata da Jurgen Klopp aveva vinto 3-1. In semifinale gli inglesi affronteranno gli spagnoli del Villarreal.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions:0-0 con Atletico Madrid, Manchester City in semifinale
Finale incandescente al Wanda Metropolitano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2022
23:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Manchester City si è qualificato per le semifinali di Champions League.
Nel ritorno dei quarti di finale gli inglesi hanno pareggiato 0-0 con l’Atletico Madrid al Wanda Metropolitano.
All’andata il City aveva vinto 1-0. In semifinale i Citizens affronteranno il Real Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Area X, al via la seconda edizione di Protezione e Sport
Talk spazio Intesa Sanpaolo Assicura ripartono con Insuperabili
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
14 aprile 2022
08:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Proteggere se stessi, proteggere il proprio talento avendo cura di farlo crescere, proteggere il proprio sogno e, in fin dei conti, il proprio futuro: è indissolubile il legame della protezione con lo sport.
Si apre con questi temi il secondo ciclo di appuntamenti di ‘Protezione e Sport’, il talk promosso da Area X, spazio esperienziale e informativo nel centro di Torino realizzato da Intesa Sanpaolo Assicura per diffondere la cultura della protezione.

Il primo appuntamento del nuovo calendario di incontri online con giovani campioni dello sport, intervistati dal giornalista Massimo Caputi, è in programma alle ore 12 di oggi, giovedì 14 aprile, in streaming su Areax.info

Protagonisti Davide Leonardi, presidente e co-fondatore di Insuperabili insieme a Ezio Grosso, e Omar Hanafi, calciatore e social media della Onlus che fa del concetto di protezione legato allo sport uno dei temi fondanti. La mission, così come pensata dal presidente Davide Leonardi, è quella di portare un cambiamento culturale nella percezione delle disabilità creando ogni giorno un contesto sportivo sempre più inclusivo. Con Caputi, Leonardi e Hanafi raccontano quali sono gli ostacoli che hanno dovuto superare per realizzare il loro sogno.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Colombia: morto Freddy Rincon, fatale incidente auto
Ex capitano Nazionale suo paese e centrocampista Napoli e Real
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
15:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex stella del calcio colombiano Freddy Rincon, capitano della squadra nazionale e centrocampista di Napoli e Real Madrid, è morto a Cali, nel sud-ovest della Colombia, dove era ricoverato dopo aver subito un incidente stradale due giorni prima.
L’ex giocatore 55enne era stato ricoverato lunedì scorso in condizioni critiche, dopo una violenta collisione tra un autobus e il furgone su cui viaggiava.
“Nonostante tutti gli sforzi fatti dal nostro team medico, il paziente Freddy Eusebio Rincon Valencia è morto oggi”, ha reso noto la clinica Imabanaco di Cali, dove era in cura.
Soprannominato “El Coloso” (“il colosso”), Rincon è stato una delle stelle della nazionale colombiana durante i Mondiali del 1990 in Italia e ha fatto parte della generazione d’oro colombiana che si è qualificata per tre Mondiali consecutivi (1990, 1994 e 1998). Ha giocato per Real Madrid (Spagna), Napoli (Italia), Palmeiras e Corinthians (Brasile) e America de Cali (Colombia).

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atletico-City rissa in spogliatoi, interviene polizia
Simeone a Guardiola: ‘lui intelligente ma noi mica stupidi…’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
10:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Finale di fuoco nel quarto di finale di ritorno del Wanda Metropolitano tra Atletico e City ritorno dei quarti di Champions League che hanno visto passare gli inglesi.
La scintilla è il fallo di Felipe su Foden al 91′ seguita da una rissa tra i giocatori delle due squadre scoppiata nel tunnel degli spogliato.

Parapiglia – secondo Prime Video – innescato dal durissimo confronto tra Savic e Grealish, con lo spagnolo che ha preso per i capelli il giocatore inglese del Manchester City. Diversa la versione del quotidiano spagnolo Marca secondo cui i protagonisti del caos sarebbero stati Savic, Hermoso, il ds dell’Atletico Andrea Berta e alcuni giocatori del City: i delegati Uefa presenti a Madrid avrebbero richiesto l’intervento degli agenti di polizia per riportare la calma e dopo qualche minuto gli animi si sono rasserenati.
Botta e risposta in Conferenza stampa anche tra i due allenatori di City e Atletico. All’andata, Guardiola aveva fatto una battuta sul ‘5-5-0′ di Simeone Cholo, spiegando poi solo dopo il match di ritorno che non si fosse trattato di una critica: “Non ho mai criticato l’Atletico. Ho solo detto che quando una squadra difende con tanti uomini è molto difficile segnare: è pura logica”, ha detto Guardiola. E da parte sua Simeone ha risposto: “Se Pep mi ha mancato di rispetto? Non devo dire la mia se qualcuno ha parlato bene o meno bene di me. Molte volte chi dispone di grande lessico è intelligente nel lodarti ma con disprezzo. Noi forse abbiamo meno lessico, ma non siamo mica stupidi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A; Milan contro Genoa obiettivo gol e tre punti
Inter imbattuta con lo Spezia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
11:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Quattro gol fatti nelle ultime sei partite di campionato oltre a due pareggi consecutivi con Bologna e Torino.
Il Milan, sempre capolista in Serie A, inizia a mostrare un po’ di fiato corto e domani sera, tra le mura amiche di San Siro, deve ritrovare gol e tre punti se vuole allontanare i cugini dell’Inter, staccati di soli due punti ma con una gara da recuperare.
I rossoneri, per gli esperti Sisal, partono favoriti a 1,33 contro il Genoa offerto a 10 mentre il pareggio è dato a 5,00.
I rossoblù di Blessin sono reduci da due sconfitte consecutive e vedono la salvezza allontanarsi di più a ogni giornata che passa. Nonostante le difficoltà in fase offensiva, Giroud e compagni potrebbero ritrovare la via del gol visto che l’Over, a 1,75, si fa preferire all’Under, a 1,95. Maignan ha chiuso la porta visto che, in campionato, non subisce reti da 5 gare: il Genoa che non segna al portierone francese si gioca a 1,72. All’andata Junior Messias fu grande protagonista con una doppietta: ripetersi domani sera, di fronte al suo pubblico, pagherebbe 15 volte la posta. Blessin spera che Mattia Destro, 9 gol in stagione, faccia valere la legge dell’ex visto che al Milan ha già segnato in 5 occasioni: un’altra rete è in quota a 4,25.
Vola invece al Picco l’Inter che sembra aver ritrovato il ritmo dei giorni migliori. I nerazzurri, secondo gli esperti Sisal, vedono i tre punti a 1,30 rispetto al 10 dello Spezia padrone di casa con il pareggio in quota a 5,50. L’Inter, tra l’altro, non ha mai perso contro lo Spezia: 6 successi e un pareggio per la formazione di Inzaghi. Un rigore, a 2,75, non è da escludere così come un consulto del VAR da parte del direttore di gara, ipotesi offerta a 3,50. Dopo tre gare a secco, Edin Dzeko ha ritrovato la via del gol contro il Verona e non vuole certo fermarsi. L’attaccante bosniaco ha pochi rivali nel gioco aereo e così un gol di testa è in quota a 6,00.
Daniele Verde è stato, finora, l’uomo in più degli spezzini come dimostrano i 6 gol e 4 assist in campionato. Il numero 10 bianconero vuole far esultare nuovamente il Picco visto che la settima rete stagionale è data a 5,00.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Morte Morosini, parla la fidanzata: ‘La sua vita resta’
Anna Vavassori lo ricorda. La Serie B in campo per lui
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
15:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono in mille venti che soffiano.
Sono lo scintillio diamante sulla neve”.
Anna Vavassori sceglie con cura le parole di un antico canto dei nativi americani per parlare per la prima volta apertamente di questi ultimi dieci anni. E della vita che, dopo la morte di Piermario Morosini, avvenuta il 14 aprile 2012 mentre stava giocando in trasferta con il Livorno contro il Pescara, le è rimasta addosso. Le basta un pensiero soltanto per ricordarsi come era e come ancora è sentirsi vivi insieme a lui. Il finale della sua vita, racconta, “non ha niente a che fare con quel che lui è stato, quello che ha lasciato e quello che la morte non è riuscita a esaurire”.
In questi anni ci sono stati gli amici di sempre a stringersi, la promozione del Livorno in Serie A, un’associazione, la Live Onlus, che ha portato centinaia di defibrillatori a scuole, comuni e società sportive. C’è stata Bergamo, con il quartiere di Monterosso e il campetto di calcio dell’oratorio di Piermario. C’è stata una ragazza di ventiquattro anni diventata un’educatrice e, prima di tutto, una donna. “Ci sono giorni malinconici in cui è più doloroso affrontare la quotidianità, con alti e bassi emotivi impossibili da descrivere, che può capire soltanto chi vive qualcosa di simile”, spiega Anna. L’unica strada è farci i conti. “L’amore è stato tanto e il fatto che io riesca a nutrirmi di questo e a donarlo mi permette di dire quanta vita c’è stata anche dopo la morte di Mario”. Tanta da, prosegue, poterla tramandare oggi per “ricordarci di guardarci negli occhi”. E “sapere riconoscere cosa c’è stato, quali sogni non possono essere messi da parte, quali luci non possono essere spente”. Piermario resta come era: “Capace di generare cose bellissime con il suo carisma, l’affabilità, il sorriso, la bellezza e l’empatia”.
Domenica scorsa Bergamo ha camminato insieme per ricordarlo esattamente così. Anche Livorno in questi giorni si è unita nella memoria con un’esposizione delle maglie indossate nella sua carriera. Nei ricordi di Anna si mischiano “le onde del mare toscano, le andate e i ritorni a casa, le canzoni per condividersi, Ligabue e Jovanotti. Le righe di quel canto Navajo che ci fa sentire che chi muore non dorme, resta in mille venti che soffiano”.
Nel weekend di Pasqua tutte le squadre in cui Piermario ha giocato (Atalanta, Livorno, Udinese, Bologna, Vicenza, Reggina e Padova) indosseranno magliette con la patch ‘Moro10’, che verranno poi messe all’asta per raccogliere fondi per nuovi defibrillatori, e tutte le squadre di Serie B avranno la fascia da capitano in suo onore. Anna riprende un altro passo di un testo scritto questa volta dall’attore Filippo Timi: “dare valore al tempo e ai legami d’amore costruiti da Mario oggi significa anche sapere sacrificare se stessi” perché solo facendolo “l’attimo di una vita diventerà assoluto”. Lo aveva letto anche ai compagni di squadra di Piermario quando il Livorno salì in Serie A nel 2014. Per ricordarsi che “non si vince mai da soli e per se stessi”, per sapere “non dimenticare” e perché “nessuno cammina guardandosi all’indietro”. Affrontata la memoria, passati dieci anni, “questo è quello che vorrei trasmettere”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Al via partnership Lega B-OneFootball
Per portare contenuti ai fan di tutto il mondo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
16:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lega Nazionale Professionisti Serie B assieme a OneFootball, la più grande piattaforma multimediale al mondo, hanno annunciato oggi una partnership di contenuti globali al fine di supportare la strategia digitale del campionato.

Con l’obiettivo di portare ai tifosi un gioco più autentico e responsabile, la Lega Serie B è diventata un punto di riferimento nazionale per l’innovazione digitale e come fabbrica di talenti.
Numerosi calciatori italiani hanno iniziato la loro carriera nel campionato cadetto prima di diventare campioni nella massima categoria e rappresentare la nazionale, tra cui Lorenzo Insigne, Marco Verratti e Ciro Immobile.
Grazie a questa partnership, gli utenti di OneFootball di tutto il mondo avranno accesso agli ultimi contenuti originali della Lega B, tra cui notizie, statistiche e risultati delle partite di ogni giornata tramite l’app e il sito web. Inoltre, chi risiede in Italia potrà anche guardare gli highlights delle partite della Serie BKT. I contenuti editoriali saranno disponibili in italiano.
In occasione del lancio di questa partnership, OneFootball ha potuto intervistare in esclusiva il Presidente della Lega Serie B, Mauro Balata.
La nuova collaborazione si basa sulla consistente offerta di streaming da parte di OneFootball in Italia, che include gli highlights di tutte le partite di Serie A e Serie BKT per i fan in Italia.
L’obiettivo di OneFootball è alimentare la passione per il calcio mondiale. Raggiungendo 100 milioni di tifosi in tutto il mondo ogni mese, OneFootball è la piattaforma multimediale di calcio più popolare per la nuova generazione di appassionati. È l’unica app con uno streaming completamente personalizzato per notizie non-stop del proprio club preferito e l’unica azienda a offrire singole partite di calcio in diretta in-app su base gratuita e pay-per-view.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rinviati a giudizio il medico e lo staff sanitario di Maradona
In otto a processo per omicidio colposo. Il pm: ‘Condotta negligente’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
14 aprile 2022
17:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Otto rinvii a giudizio per omicidio colposo nell’inchiesta per la morte di Diego Armando Maradona, avvenuta il 25 novembre 2020 in un appartamento di Tigre, vicino Buenos Aires.
Si tratta del neurochirurgo e medico personale del ‘pibe’, Leopoldo Luque e della psichiatra Agustina Cosachov, ritenuti i principali responsabili della salute dell’ex calciatore.
Rinviati a giudizio anche lo psicologo Carlos Díaz, il coordinatore medico Nancy Forlini e il coordinatore infermieristico Mariano Perroni, gli infermieri Ricardo Almirón e Dahiana Madrid e il medico clinico Pedro Pablo Di Spagna. I pubblici ministeri, nella richiesta di rinvio a giudizio, hanno posto l’accento sulle “omissioni” e i maltrattamenti degli otto professionisti sanitari che avevano la responsabilità della salute di Maradona dopo l’intervento alla testa. I giudici hanno sottolineato che lo staff aveva ridotto l’ex calciatore in una “situazione di impotenza”, abbandonandolo “al suo destino” durante uno “scandaloso” ricovero domiciliare. La morte di Maradona è sopravvenuta il 25 novembre 2020 per un arresto cardiorespiratorio mentre si stava riprendendo da un intervento di neurochirurgia. L’indagine è stata condotta dai pm Laura Capra, Cosme Iribarren e Patricio Ferrari, una squadra coordinata dal procuratore generale di San Isidro, John Broyad . Gli otto rischiano pene che vanno dagli 8 ai 25 anni di reclusione. Secondo i pm, gli imputati “sono stati i protagonisti di un ricovero domiciliare senza precedenti, totalmente carente e sconsiderato”, e avrebbero inoltre commesso una “serie di improvvisazioni, cattiva gestione e mancanze”. Durante le indagini, la squadra speciale dei pubblici ministeri si è basata sul rapporto della commissione medica convocata dalle autorità giudiziarie per valutare l’assistenza sanitaria che ha circondato Maradona nelle sue ultime settimane di vita. E sotto questo aspetto il rapporto era stato lapidario. Tra le 13 conclusioni raggiunte dalla commissione medica – riporta il quotidiano La Nacion – si è sostenuto che “l’azione dell’équipe sanitaria preposta al trattamento di Maradona è stata inadeguata, carente e sconsiderata”; “Maradona ha iniziato a morire almeno 12 ore prima delle 12:30 del 25/11/2020, cioè presentava segni inequivocabili di un prolungato periodo di agonia″; “i segni pericolosi per la vita presentati dal paziente sono stati ignorati”; “L’assistenza infermieristica durante la permanenza presso la casa di Tigre, dopo che Maradona era stato dimesso dalla Clinica Olivos, è piena di carenze e irregolarità” e “lo stato di salute del paziente è stato abbandonato al suo destino”. Adesso la difesa degli imputati deve presentare le proprie argomentazioni e può chiedere l’archiviazione della causa. Il caso potrebbe poi essere portato in tribunale a San Isidro, nella periferia nord di Buenos Aires.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega B e Live Onlus insieme per ricordare Morosini
A dieci anni scomparsa capitano indosseranno fascia speciale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
17:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Era il 14 aprile 2012 quando Piermario Morosini morì per un arresto cardiaco a 25 anni durante Pescara-Livorno.
A dieci anni da quel drammatico evento la Lega Serie B non dimentica e il suo presidente Mauro Balata prosegue non solo nel ricordo di un giocatore bravo, gentile e che faceva del rispetto per l’avversario un suo tratto distintivo, ma anche nella promozione di attività che nel suo nome portino benefici e sostegni anche economici per la salvaguardia e la salute di tutti gli atleti.

Per questo nella 35a giornata della Serie BKT, che si giocherà per Pasquetta il 18 aprile, i capitani delle squadre indosseranno una particolare fascia realizzata da Live Onlus, partner dell’iniziativa, e che poi, dopo essere stata firmata dai capitani, sarà messa all’asta per continuare i progetti, portati avanti dall’associazione, di donazione di defibrillatori nelle scuole e nelle società sportive dilettantistiche.
‘Il grande cuore della Serie B, che prosegue in queste giornate nella sua opera di pace e di aiuto alle popolazioni colpite dalla guerra, si rende protagonista per il prossimo turno di campionato di un’iniziativa che vuole costruire, da un tragico episodio, un’azione positiva che possa garantire la sicurezza di centinaia di ragazzi che praticano attività sportive’, le parole del presidente della Lega di B, Mauro Balata.
L’utilizzo della fascia da capitano si inserisce all’interno di una serie di progetti strutturati che la Lega Serie B, con Mauro Balata, in questi anni ha intitolato a Piermario Morosini: per esempio, il premio Gentleman San Siro che celebra ogni anno un giocatore della Serie BKT che si è distinto per il suo comportamento dentro e fuori dal campo oppure la sottoscrizione del protocollo d’intesa per il passaporto ematico con la Fondazione “Fioravante Polito” per tutelare la salute degli atleti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: Blessin, ‘Nessuna paura del Milan’
Dobbiamo tornare ad essere compatti e uniti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
14 aprile 2022
18:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Milan è favorito ma andremo lì senza paura per fare la nostra partita”.
Alexander Blessin crede nel riscatto del suo Genoa dopo due sconfitte consecutive.
“Sarà importante tornare ad essere una formazione compatta in cui tutti giocano l’uno per l’altro. Dobbiamo ritrovare l’intensità delle prime sfide, essere compatti e fare pressing tutti insieme da squadra. Contro Lazio e Verona abbiamo fatto troppi regali adesso vorremmo farcene uno a noi”.
Il tecnico sta studiando nuove soluzioni soprattutto per l’attacco. “Ekuban è in crescita e Piccoli mi è piaciuto. Tra le ipotesi vi è anche quella di giocare con due attaccanti” ha ammesso Blessin che rischia però di non recuperare Sturaro. “E’ un giocatore importantissimo ma deve essere al cento per cento – ha sottolineato -. In ogni caso ho tante opzioni come Frendrup e Galdames e sto pensando a tutte le eventuali soluzioni”.
Di certo è stata una settimana particolare per i rossoblù dopo la pesante sconfitta con la Lazio. “Ognuno si è guardato allo specchio prendendosi le proprie responsabilità. In queste due gare ci sono state fasi di gioco fatte bene e altre meno perché non abbiamo dato quello che sappiamo dare. Anche dopo le otto gare positive ho sempre detto che non avevamo raggiunto niente, ma alla squadra ho detto che ha le qualità per restare in A. C’è stata forse troppa fiducia e si pensava che le vittorie sarebbero arrivate da sole. Siamo ancora vicini alla zona salvezza e questo può aver messo i ragazzi un po’ in difficoltà a livello psicologico. Questa settimana abbiamo fatto un’analisi collettiva e abbiamo chiarito tutto tra di noi. Sarà molto importante tornare al nostro modo di giocare, ritrovare quella strada”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Plusvalenze, Juve e Napoli: modello della Procura inapplicabile
Concluse le udienze del processo sportivo. Domani il dispositivo della sentenza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
18:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo tre giorni di requisitorie, udienze e videocall, adesso la palla passa al Tribunale federale nazionale della Figc.
Entro la serata di domani è atteso il dispositivo sul caso delle plusvalenze gonfiate che vede coinvolti club, di cui cinque di Serie A (Juve, Napoli, Samp, Genoa ed Empoli), e dirigenti.
Le richieste della Procura Federale sono state chiare: nessuna penalizzazione in classifica (nemmeno per le squadre che da atto di deferimento avrebbero rischiato), ma maximulte e inibizioni. Dal pomeriggio di martedì fino alle diciotto di oggi, però, i legali di società e manager coinvolti si sono succeduti nelle udienze per sostenere le rispettive tesi di difesa.
Su tutti Juve e Napoli, con la società bianconera che dalle undici di questa mattina, tra dirigenti e avvocati, ha parlato per circa un’ora. Il punto focale della difesa è la messa in discussione del modello adottato dalla Procura Federale per il calcolo del valore dei cartellini, contestando in tal senso anche l’utilizzo di ‘Transfermarkt’. Per l’avvocato Maurizio Bellacosa – che con Davide Sangiorgio e Nicola Apaje fa parte del collegio difensore della Juve – gli addebiti si basano su parametri, messi a punto dai consulenti della procura, che non si possono applicare. Lorenzo Pozza, docente della Bocconi, ha criticato la metodica messa a punto dai consulenti della procura federale. Poi è stata la volta di Fabio Paratici, per il quale la Procura ha chiesto 16 mesi e dieci giorni di inibizione. L’ex ds della Juve è rientrato a Milano per partecipare all’udienza da remoto e si è definito ‘addolorato’ dalle contestazioni mosse. Hanno concluso poi l’attuale direttore sportivo bianconero, Federico Cherubini, il quale ha sottolineato come nel modello d’accusa manchi di considerazione il concetto di ‘futuribilità’ di un giocatore, impossibile secondo il manager da calcolare perché soggettivo. A seguire l’udienza del Genoa e del Napoli con l’avvocato Mattia Grassani, chiamato a rispondere alle richieste di multa verso il club (392 mila euro) e di inibizione per Aurelio De Laurentiis (11 mesi e 5 giorni) e di altri componenti della società. Anche secondo il club partenopeo la difesa ruota attorno al modello usato dalla Procura. “Del resto, se esistesse un ‘tariffario’ o un ‘listino prezzi’ non avrebbe più senso il calciomercato e si svilirebbe il ruolo degli operatori di mercato e l’autonomia negoziale dei privati” ha spiegato Grassani durante l’udienza. Nel caso specifico di Osimhen, il Napoli ritiene congrua la spesa effettuata visto come dopo quasi 50 partite in Italia valga ancora di più dei 72 milioni spesi due anni fa. Ora non resta che attendere il dispositivo che arriverà domani, poi per i club insoddisfatti della sentenza ci sarà la possibilità di ricorso alla Corte d’Appello e in ultima istanza al Collegio di Garanzia del Coni.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Roma-Bodo; Zaniolo subito in campo
Fuori Sergio Oliveira, gioca Pellegrini
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 aprile 2022
20:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la sconfitta per 2-1 in Norvegia contro il Bodo/Glimt, la Roma è chiamata alla rimonta per un posto in semifinale nella Conference Leaguer.
Abraham ce la fa e gioca titolare.
C’è Zaniolo. Panchina per Sergio Oliveira, dal 1′ anche Pellegrini e Mkhitaryan.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Lipsia vince 2-0, Atalanta eliminata
Decide doppietta Nkunku a segno nel pt e su rigore nella ripresa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
20:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si ferma ai quarti di finale dell’Europa l’Atalanta, sconfitta in casa 2-0 dal Lipsia nella gara di ritorno.
La gara di andata in Germania era terminata 1-1.
Decisiva la doppietta di Nkunku, a segno al 18′ del primo tempo e poi, nella ripresa, al 42′, su rigore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Leicester in semifinale,vince a Eindhoven
Inglesi si impongono 1-2 in rimonta, in gol Maddison e Pereira
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
20:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gli inglesi del Leicester si sono qualificati per le semifinali dell’Europa League, in cui affronteranno la vincente di Roma-Bodo Glimt, grazie al successo per 2-1 sul campo del Psv Eindhoven.
All’andata era finita 0-0.

Olandesi in vantaggio al 27′ pt con Zahavi, Foxes a segno nella ripresa con Maddison al 32′ st e con Ricardo Pereira al 43′ st.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gli inglesi del Leicester si sono qualificati per le semifinali dell’Europa League, in cui affronteranno la vincente di Roma-Bodo Glimt, grazie al successo per 2-1 sul campo del Psv Eindhoven.
All’andata era finita 0-0.
Olandesi in vantaggio al 27′ del primo tempo con Zahavi; Foxes a segno nella ripresa con Maddison al 32′ e con Ricardo Pereira al 43′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Gasperini, confusione sul ‘mani’ da rigore
‘Era più fallo di quello che ha causato la punizione’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
14 aprile 2022
21:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sui falli di mano c’è una confusione assoluta, era più fallo di quello che aveva causato la punizione”.
Gian Piero Gasperini, dopo lo 0-2 col Lipsia, torna sull’episodio del penalty negato all’Atalanta per il braccio largo di Dani Olmo sulla conclusione da fermo di Malinovskyi: “L’interpretazione ci ha penalizzati – prosegue il tecnico nerazzurro -.
Purtroppo noi le palle inattive non riusciamo a sfruttarle”. Segue l’analisi del momento no: “In queste ultime gare abbiamo avuto difficoltà nell’effettuare l’ultimo passaggio e il tiro. Ma con una prestazione come questa sera possiamo comunque recuperare posizioni in campionato”.
Infine, sulla quarto di finale di ritorno: “Abbiamo fatto un’ottima partita per larghi tratti, purtroppo non è bastato – chiude Gasperini -. Abbiamo concesso qualcosa, com’era normale che fosse, anche perché in Europa non si vedono partite dove attacca solo una squadra”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: 4-0 a Bodo Glimt, Roma in semifinale
3 gol di Zaniolo, per i giallorossi in semifinale c’è Leicester
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2022
23:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Roma si è qualificata per le semifinali della Conference League, in cui affronterà il Leicester, battendo il Bodo Glimt per 4-0 nel ritorno dei quarti di finale giocato all’Olimpico.
All’andata i norvegesi avevano vinto per 2-1.

Queste le reti del match di stasera: nel pt 5′ pt Abraham; 23′ e 29′ Zaniolo: nel st 4′ Zaniolo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Eintracht vince al Camp Nou, Barcellona fuori
Tracollo della squadra Xavi, tedeschi sullo 0-3 poi finisce 2-3
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BARCELLONA
14 aprile 2022
23:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Grande sorpresa in un Camp Nou gremito in ogni ordine di posti.
La squadra di Xavi, grande favorita per la vittoria finale in Europa League, ha perso in casa per 3-2 contro l’Eintracht Francoforte e, dopo l’1-1 dell’andata, esce dalla competizione.

I tedeschi sono andati sullo 0-3 con una doppietta di Kositc (il primo gol su rigore) e un gol di Borré, mentre per il Barça hanno segnato, nei minuti di recupero della ripresa, Busquets e Depay.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Zaniolo, Roma ora non fermiamoci qui
‘Oggi abbiamo fatto la partita che Mourinho ci chiedeva’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 aprile 2022
23:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo fatto la partita che il mister chiedeva.
Ora ci godiamo la vittoria e la semifinale.

Sono contento. I tifosi sono sempre pronti a sostenerci per un grande traguardo ma ora non fermiamoci qui”. Così Nicolò Zaniolo, match winner di Roma-Bodo Glimt, ai microfoni di Sky Sport.
Ma adesso, dopo questa tripletta, è tornato lo Zaniolo di prima degli infortuni? “Nei periodi belli e brutti ho mantenuto l’equilibrio giusto – risponde -: nei momenti brutti è importante mantenerlo. Ma come ha vissuto la panchina nel derby? “Volevo giocare ma ha avuto ragione il mister – dice Zaniolo -. Io sono qua per dare una mano alla squadra come oggi”.
L’ultima battuta è per il pubblico, oggi presente all’Olimpico in quasi 62mila spettatori: “nei momenti brutti mi sono stati vicino, anche negli infortuni. Ho avuto più affetto nei momenti brutti che in quelli belli. Gli voglio bene”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League:Mourinho,già su 1-0 sentivo che era fatta’
Giocare bene e vincere è fantastico,noi meglio di ciò che dicono
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 aprile 2022
23:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Cosa mi ha colpito di più? Tutto.

Stare in semifinale è la cosa più importante.
Ma abbiamo avuto pressing e intensità dal primo minuto. Già dall’1-0 sentivamo che era fatta”. Così, dai microfoni di Sky Sport, José Mourinho dopo il poker di reti rifilate al Bodo Glimt, con annessa qualificazione alle semifinali della Conference League. “Ero fiducioso anche dopo il match di Bodo – dice ancora ‘Mou’ -, ho avuto la sensazione di essere superiori sempre. La gente si doveva concentrare sul campo. Inaccettabile vincere solo alla quarta partita contro questa squadra, ma era quella che contava.
Era 2-1 per loro è finita 5-2”.
Sulle polemiche fra chi vuole il bel gioco e chi al quale interessa solo il risultato, Mourinho dice che “giocare bene e vincere è fantastico. Giocare bene e perdere non mi piace, e penso che giochiamo meglio di come la gente parla. Anche con la Salernitana nel secondo tempo abbiamo giocato molto bene. Oggi non c’è storia e siamo stati la squadra più forte.”.
Come sta gestendo Zaniolo? “Zaniolo vende. Si parla troppo di lui sia se gioca che se è infortunato o in panchina – risponde -. Sarebbe meglio per lui e per noi lasciarlo tranquillo. Oggi siamo riusciti a nascondere che giocava, sapevo che sarebbe stato fondamentale per la profondità e lo ha fatto molto bene.
Domani sarà in prima pagine per cose positive”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Zaniolo, se resto alla Roma? non lo so
‘Tifosi sempre fantastici con me, anche nei momenti più bui’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 aprile 2022
23:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi godo questa serata.
Se il mio futuro è qui? I tifosi sono sempre stati fantastici con me anche nei momenti più bui, come quelli degli infortuni, gli voglio bene.
Poi non lo so”. Così Nicolò Zaniolo, mattatore di Roma-Bodo Glimt, risponde dai microfoni di Dazn a una domanda sul suo futuro in maglia giallorossa. ” Dedico questa tripletta a mio papà, mia mamma, mia sorella e tutta la mia famiglia che mi è sempre stata vicina – dice ancora Zaniolo -. Più che bisogno io ne aveva bisogno la Roma, sono molto felice di aver segnato questa tripletta. Giocheremo queste ultime gare tutte come una finale , poi a fine stagione vediamo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Figc ospiterà a Coverciano l’Ucraina Under 17
Gravina: “Nostro sport veicolo di amicizia e fratellanza”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2022
10:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lo sport come veicolo di pace e solidarietà, la Figc e il calcio italiano ancora una volta schierati compatti contro la guerra e al fianco della popolazione ucraina e della sua Federazione calcistica.
Con il supporto dell’Uefa, la Federcalcio si è attivata per consentire alla Nazionale Under 17 dell’Ucraina di raggiungere in sicurezza l’Italia in vista della seconda fase di qualificazione al Campionato Europeo di categoria, in programma dal 20 al 26 aprile in provincia di Siena.

Nella mattinata di ieri il pullman della Nazionale Italiana di calcio ha raggiunto Zahony, città di frontiera sul confine ucraino-ungherese, dove sono saliti a bordo alcuni membri della delegazione, staff e calciatori. Il pullman ha quindi fatto tappa prima a Budapest e poi a Zagabria, dove si sono aggregati altri giovani calciatori della nazionale ucraina nel frattempo riparatisi fuori dal Paese, e raggiungerà nel pomeriggio il Centro Tecnico Federale di Coverciano. Nel quartier generale degli azzurri, la Figc ospiterà la Giovanile ucraina fino a martedì, quando è previsto il trasferimento a Siena per il torneo di qualificazione all’Europeo Under 17 le cui finali si disputeranno in Israele dal 16 maggio al 1° giugno.
L’Under 17 Ucraina usufruirà delle strutture del Centro Tecnico Federale e del supporto logistico messo a disposizione dalla FIGC e potrà quindi prepararsi al meglio, pur in una condizione emotiva particolare, per le tre gare previste in Toscana. “Il calcio è uno straordinario strumento per testimoniare i valori di amicizia e fratellanza – dichiara il presidente federale Gabriele Gravina – e la Figc è in prima fila nell’aiutare il popolo ucraino e il calcio ucraino a superare questo momento terribile. Nonostante ciò che sta accadendo da molti, troppi giorni, la Nazionale ucraina ha manifestato la volontà di prendere parte al torneo organizzato nel nostro Paese sotto l’egida dell’Uefa, quindi ci siamo messi a disposizione per ospitarli e farli allenare, consentendogli di partecipare nelle migliori condizioni. Sarà l’occasione per ribadire ancora una volta il nostro convinto ‘no alla guerra’ e il nostro incondizionato supporto alla federazione ucraina”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino;Juric’Belotti? E’ onesto, strafelice se resta’
Torino domani contro Lazio. ‘Non esiste calino motivazioni’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
15 aprile 2022
11:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ un grande attaccante e mi piace molto anche umanamente: se dovesse restare, sarei strafelice”.

Il tecnico del Torino, Ivan Juric, commenta così la situazione legata ad Andrea Belotti.
“Gli credo ciecamente quando mi dice che deciderà a fine stagione – aggiunge l’allenatore – ed è di una onestà unica, valuterà ogni soluzione”. E sul rush finale: “Non esiste che calino le motivazioni, vogliamo continuare a crescere e a migliorare” conclude Juric in vista della sfida di domani contro la Lazio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier; Burnley licenzia l’allenatore Sean Dyche
Club inglese a rischio retrocessione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2022
12:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Burnley, club della Premier League a rischio retrocessione, ha annunciato di aver licenziato l’allenatore Sean Dyche.
Il club ha aggiunto in una dichiarazione che “è necessario un cambiamento per dare alla squadra le migliori possibilità di mantenere la permanenza in Premier League”.

Il Burnley è attualmente a quattro punti dalla zona salvezza.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Morata,futuro Juve?’Qui felice, non dovete chiedere a me’
Spagnolo: ‘non ci sono rimpianti per campionato, non servono’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2022
12:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Futuro alla Juve? Ogni giocatore della Juventus si gioca il proprio futuro qui, in ogni allenamento e ogni partita.
C’è una coda lunghissima di giocatori che vogliono venire qui.
Quello che ho detto sempre è che do tutto per vincere: per la squadra, per i miei compagni, per i tifosi. Mi sento molto bene alla Juve, sul futuro… non dovete chiedere a me”. Così l’attaccante spagnolo della Juventus Alvaro Morata in una intervista esclusiva a Dazn nel format 1vs1: “io sono contento di arrivare ogni giorno all’Allianz, faccio vedere ai miei figli lo stadio e loro mi chiedono di mettere l’inno della Juve ogni mattina e quindi sono felice”.
Rimpianti o soddisfazioni di questo campionato: “I rimpianti – prosegue Morata – non servono e non ci sono. Abbiamo passato una stagione che è stata come 2/3 mini stagioni in una sola, e non c’è niente di cui lamentarsi. A fine Campionato abbiamo la finale di Coppa Italia da giocare. Quando hai finito ed entri nella stanza dei ricordi, le foto con le coppe contano più di qualsiasi altra cosa. Abbiamo la possibilità di vincere una finale di Coppa Italia, di vincere una coppa.” E su Tevez: “Quando ho rivisto Tevez l’ho ringraziato – ha ricordato l’attaccante della Juve – gli devo tanto se sono il giocatore che sono oggi. All’inizio mi guardava male se non gli passavo il pallone quando era davanti alla porta e io calciavo, ma mi ha aiutato anche questo. Per me è uno dei più forti di sempre, ti buttava giù un muro se doveva buttarlo giù, o lo ricostruiva se doveva ricostruirlo in 5 minuti, a volte vinceva le partite da solo. Quando mi ha rivisto mi ha detto che non si aspettava avessi il fisico per giocare largo a sinistra”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan in vendita, Elliott tratta con fondo Barhain
Esclusiva con Investcorp, club sarebbe valutato 1 miliardo euro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2022
21:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Quattro anni dopo l’acquisizione del Milan, Elliott sarebbe vicino alla cessione del club al fondo del Bahrain Investcorp.
La trattativa in esclusiva sarebbe in fase avanzata e per una valutazione che si aggirerebbe intorno al miliardo di euro.
Una notizia clamorosa, a sei giornate dalla fine del campionato e con il Milan in piena lotta per lo scudetto. Project Redblack, la società lussemburghese fondata da Elliott per investire nel Milan, nel luglio del 2018 ha preso il controllo del Milan da Yonghong Li per circa 300 milioni di euro. In questi anni di gestione, Elliott ha versato nelle casse rossonere circa 700 milioni di euro. Se la valutazione di Ac Milan, 1 miliardo di euro, fosse confermata, è facile comprendere perché Elliott sarebbe disposto a cedere il club rossonero ancora prima della realizzazione del nuovo stadio San Siro, progetto molto caro all’attuale proprietà.
Potrebbe bastare poco meno di un mese per decidere il destino del Milan, di cui Investcorp sta trattando l’acquisizione dagli americani di Elliott. Sarebbe questa, infatti, la durata dell’esclusiva concessa al fondo mediorientale da Elliott, secondo quanto si apprende in ambienti finanziari. Confermato in un miliardo di euro, incluso il debito, il valore attorno a cui le parti stanno cercando un accordo per il club rossonero.
L’investimento frutterebbe circa 300 milioni di euro in quattro anni al fondo statunitente. Investcorp è un colosso degli investimenti a livello mondiale, tra gli azionisti c’è anche il fondo sovrano di Abu Dhabi Mubadala Investment Co. Fondato nel 1982 ha sedi a New York, Londra, Singapore, Doha, Mumbai, solo per citarne alcune. E’ una realtà globale di investimenti alternativi, 42 miliardi di dollari di asset con linee di business tra cui private equity, immobili, investimenti a ritorno assoluto, infrastrutture, gestione del credito e capitale strategico. In Europa dal 2017 ha già investito 1.1 miliardi di euro. Investcorp ha guardato con interesse in Italia, istituendo rapporti con Gucci e Riva, e acquistando immobili importanti sia a Milano che a Roma. E’ proprietario a Milano della sede di Kering, la multinazionale proprietaria di Gucci, Yves Saint Laurent e Bottega Veneta, mentre nella capitale ha recentemente acquisito per 128 milioni il palazzo dell’International Fund fot Agricultural Development, delle Nazioni Unite. Una delle strategie di investimento di Investcorp si concentra sul Real Estate. La costruzione del nuovo San Siro, rappresenterebbe quindi un’opportunità allettante per il fondo del Bahrain. Elliott al momento non commenta le indiscrezioni sulla trattativa con Investcorp. In passato però aveva smentito voci prive di fondamento. Il Milan, questa sera impegnato nel delicato match contro il Genoa, “preferisce concentrarsi sulle partite e non inseguire le voci”. C’è uno scudetto da vincere con un futuro tutto da scrivere.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juventus, Cuadrado rinnova il contratto fino al 2023
Il colombiano ha prolungato per un’altra stagione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
15 aprile 2022
13:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo l’annuncio di Mattia Perin, oggi è il turno di Juan Cuadrado.
L’esterno colombiano ha prolungato di un’altra stagione il suo rapporto con la Juventus.

Il club ha infatti ufficializzato il rinnovo fino a giugno 2023.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio:Immobile ‘col Torino speriamo festeggiare in anticipo’
Auguri e uova di Pasqua a bambini Suor Paola
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 aprile 2022
14:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mattinata di allegria all’Olimpico di Roma: per festeggiare la Pasqua, la Lazio ha ospitato delle delegazioni di bambini della So.Spe.
di Suor Paola e della Casa Famiglia di Santa Marta.
Auguri e uova di cioccolato hanno fatto felici i piccoli, che si sono goduti anche lo spettacolo del Mago Pablo. “Voglio ricordare a tutti noi che i bambini sono stati messi a dura prova dalla pandemia ed ora anche dalla guerra – ha affermato Cristina Mezzaroma – Spesso ci dimentichiamo di loro. Dobbiamo fare di tutto affinché i più giovani possano avere un futuro luminoso”. Presente all’evento anche Ciro Immobile, che portava gli auguri di tutta la rosa biancoceleste: “Gli adulti a volte dovrebbero osservare il mondo con gli occhi dei bambini: adesso stiamo soffrendo tutti. Suor Paola sta svolgendo un lavoro incredibile ed anche noi, come Lazio, stiamo facendo il nostro piccolo”. Domani all’Olimpico arriva il Torino, e Immobile spera “di festeggiare la Pasqua con anticipo, magari con una vittoria”. Enrico Lotito conclude: “È sempre bello organizzare iniziative benefiche. Vogliamo aiutare il popolo ucraino e lanciare un chiaro segnale di pace”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allegri, servono almeno 10 punti per la Champions
Tecnico Juventus ‘Bologna in un buon momento, sarà difficile’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
15 aprile 2022
14:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna fare almeno dieci punti per andare in Champions”: il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, fa i conti in vista del rush finale del campionato.
“Abbiamo ancora sei partite, ma la Fiorentina è quella con il calendario migliore, dobbiamo fare punti – aggiunge l’allenatore bianconero – e il Bologna sarà difficile: sono in un buon momento, hanno pareggiato a Milano e hanno vinto in casa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Milan-Genoa 2-0, gol di Leao e Messias
Rossoneri in testa a +2 sull’Inter che deve recuperare una partita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
10:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan torna a vincere, risponde punto a punto all’Inter (+2), riconquista la vetta e tiene viva l’appassionante corsa allo scudetto.
Contro il Genoa sblocca Leao che dopo 11′ interrompe l’astinenza dal gol dei rossoneri su splendido assist di Kalulu, poi sigilla Messias allo scadere.
Una prestazione non entusiasmante quella dei rossoneri ma è una vittoria che pesa tantissimo perché solleva il Milan di un po’ di pressione dopo i pareggi col Bologna e col Torino e perché arriva in una giornata in cui la clamorosa notizia della trattativa tra Elliott e il fondo del Barhain Investcorp rischiava di distrarre o per lo meno minare gli equilibri di squadra.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan raccoglie il massimo con uno sforzo minimo. Nel primo tempo si registra un solo tiro in porta dei rossoneri, quello della conclusione al volo di Leao su gran cross dalla destra di Kalulu, schierato terzino per sostituire Calabria non al meglio per problemi di stomaco e costretto al forfait dell’ultimo minuto. Così si rivede Gabbia, di nuovo titolare dopo più tre mesi, a far coppia con Tomori. Nonostante i problemi di formazione, il Genoa impensierisce il Milan solo sul finale del primo tempo con il tentativo di Galdames e al 93′ quando il solito Maignan compie il miracolo intercettando sulla linea il colpo di testa di Hernani. I rossoblù sono in piena lotta salvezza e non sono squadra in grado di impensierire chi lotta per il titolo. Ma alcuni giocatori rossoneri sono lontani dalla loro migliore condizione. Saelemaekers sbaglia tanto, forse troppo. Kessie, per l’occasione capitano al posto di Calabria, è ancora lontano dall’essere il metronomo del centrocampo rossonero. Giroud che non segna da un mese e mezzo, va vicino al gol al 12′ della ripresa ma spara alto di prima intenzione su cross troppo arretrato di Saelemaekers. Sbatte i pugni a terra, tanta è la voglia di tornare decisivo ma ci dovrà riprovare nel derby di Coppa Italia di martedì perché Pioli lo richiama in panchina per Rebic. Esce anche un deludente Saelemaekers, sostituito da Messias. Sono poche le emozioni pure nella ripresa, il colpo di scena arriva dalla panchina rossonera con Pioli che richiama Gabbia e inserisce Krunic. Kalulu torna centrale con Tomori e il centrocampista si improvvisa terzino. A cinque minuti dalla fine, l’allenatore rossonero cambia ancora dà una chance a Diaz e Ballo-Touré che triangola con Theo Hernandez, bravo a crossare al centro per Messias che trova il raddoppio. Il Milan festeggia sotto la Curva nella festa dei 70 mila tifosi di San Siro. Il popolo rossonero ci crede, Pioli aveva detto che lo si deve fare fino alla fine e martedì c’è da conquistare la finale di Coppa Italia affrontando proprio l’Inter. Il Genoa fermo a 22 punti rischia sempre di più e si fa decisiva la sfida contro il Cagliari della prossima giornata.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Contro una Spezia coraggioso l’Inter vince con i cambi
Decisivi nella ripresa gli ingressi di Lautaro e A.Sanchez
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
10:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Inter raccoglie il massimo dalla trasferta della Spezia, tenendo a bada la carica della squadra di casa e capitalizzando le occasioni create.
Momento chiave l’ingresso di Lautaro e Alexis Sanchez, dopo che Dzeko e Correa avevano trovato poche chance di mettersi in luce.
Simone Inzaghi dimostra già nell’11 iniziale di non voler snobbare l’impegno del Picco, stadio dove il Milan lo scorso campionato perse punti preziosi nella corsa allo scudetto proprio a vantaggio dell’altra metà di Milano.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Non c’è traccia del turn over ipotizzato in settimana: Alessandro Bastoni, Dumfries, Perisic e Dzeko giocano dal primo minuto. La prima mezz’ora di partita conferma la necessità di non prendere sottogamba lo Spezia, ben messo in campo da Thiago Motta che piazza Kovalenko trequartista a schermare Brozovic. Handanovic in verità corre un solo serio pericolo, quando deve lanciarsi in uscita su Gyasi, servito da Maggiore dopo cinque minuti. Ma Skriniar e compagni sono costretti a lavorare per sventare i cross che arrivano dalla sinistra, dove Reca e Simone Bastoni hanno grande intesa. L’Inter attende, prova tre volte dalla distanza con Calhanoglu, caparbio nello smarcarsi, e passa infine in vantaggio con una fiammata. Brozovic, in un raro momento in cui non è marcato, lancia per D’Ambrosio in posizione di centravanti, sponda di testa del difensore verso il limite dell’area dove accorre lo stesso croato: sinistro potente e preciso sotto l’incrocio, è 0-1 al minuto 31. I padroni di casa subiscono un nuovo colpo quando Reca si accascia a terra e chiede il cambio. Nella ripresa Motta propone Agudelo per Kovalenko, ma il colombiano manca il tap in nell’area piccola dopo l’ennesimo passaggio insidioso di Simone Bastoni. Negli altri 16 metri, prima Correa e poi Barella arrivano al tiro da buona posizione ma senza lucidità. All’ora di gioco i due tecnici ristrutturano i reparti avanzati. Lautaro e Sanchez saranno decisivi per indirizzare la partita, mentre Nzola rimarrà nella storia del match solo per aver lasciato la propria squadra in dieci per lunghi minuti, nel tentativo di estrarre un orecchino che l’arbitro Maresca gli aveva chiesto di rimuovere. Esasperato, Motta lo cambia con Antiste e l’angolano esce tra i fischi dei propri tifosi. Al minuto 73 arriva il colpo di biliardo di Lautaro, tocco di una sensibilità sopraffina su cross di Perisic e palla nell’angolo per il raddoppio. Lo Spezia non demorde e trova all’88’ il gol che riapre i giochi con un altro tiro di rara qualità: capitan Maggiore mira dal limite e centra l’incrocio alla destra di Handanovic. A pochi secondi dalla fine, con i padroni di casa tutti in avanti, Sanchez conclude un contropiede con un destro all’angolo e chiude i giochi al minuto 94.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari costretto a vincere; Mazzarri ‘lotteremo’
Domani contro Sassuolo. Tecnico ‘dobbiamo essere propositivi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 aprile 2022
15:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari costretto a vincere per mettere le mani sulla salvezza.
Dopo cinque sconfitte consecutive la squadra di Mazzarri domani alle 12.30 contro il Sassuolo non ha altre opzioni: servono assolutamente i tre punti.
Ma il tecnico chiede una prova aggressiva e attenta.
“Giochiamo contro una squadra che sa giocare, ricca di individualità – ha detto nella conferenza stampa della vigilia – sarebbe pericoloso partire senza criterio all’arma bianca.
Dobbiamo essere propositivi e avere la testa giusta perché affrontiamo una squadra che gioca bene a calcio, sarà importante saper leggere i momenti della gara. Ho parlato tanto con i ragazzi in settimana e sono convinto faranno una prestazione gagliarda per raggiungere l’obiettivo che tutti vogliamo”.
Qualche assenza (fuori Goldaniga, Ceppitelli e Obert) e qualche giocatore acciaccato (Bellanova). Ma Mazzarri chiederà il massimo. “Domani avremo bisogno dell’apporto di tutti – ha chiarito – gli undici che iniziano più i quattro o cinque che entreranno a partita in corso. I giocatori sanno già che ci saranno staffette in tutti i ruoli per avere una squadra che va a mille per tutti i novantacinque minuti, consapevoli che fino all’ultimo il risultato può essere stravolto. Il Sassuolo ha giocatori di qualità in tutti i reparti, per noi è importante mantenere gli equilibri, subire poco e fare un gol in più dell’avversario”.
Il tecnico chiede l’aiuto del pubblico. E delle circostanze giuste. “In passato ci è capitato di aver dominato per novanta minuti e poi di essere stati puniti da un unico e isolato episodio, penso per esempio alle sfide con Salernitana o Venezia. Gli incontri possono essere condizionati da numerose variabili – ha sottolineato Mazzarri – e a noi spesso le cose non sono girate per il verso giusto: sono sicuro meritassimo più punti nel girone d’andata. Il passato però purtroppo non si può cambiare, il futuro invece lo decidiamo noi: lotteremo per restare in questa categoria”.
Poi un appello ai tifosi: “È prevista una grande affluenza di pubblico e spero che questo possa aiutarci, dovremo essere bravi a portare la gente dalla nostra parte e lottare tutti insieme per vincere e raggiungere l’obiettivo quanto prima”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio, Torino da battere per un posto in Europa
Immobile: ‘Festeggiamo Pasqua in anticipo’. Rebus Pedro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2022
15:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vincere per rimanere attaccati al sogno Europa.
E’ questo l’obiettivo della Lazio, che domani sera ospita il Torino all’Olimpico.
La squadra di Maurizio Sarri è in caccia della terza vittoria di fila, un filotto che manca da aprile 2021: il successo casalingo sarebbe fondamentale per tenere distanti dal sesto posto Fiorentina e Atalanta (poste rispettivamente 2 e 4 punti sotto i capitolini, ma entrambe con una gara da recuperare). Battendo i granata, la Lazio sorpasserebbe provvisoriamente anche la Roma, in attesa del big match dei giallorossi contro il Napoli in programma lunedì 18 aprile. I precedenti contro la squadra allenata da Ivan Juric arridono agli aquilotti, che non perdono col Torino dalla stagione 2018-2019.
Capitolo formazione: Pedro ha svolto controlli alla clinica Paideia per valutare l’affaticamento al polpaccio destro che lo ha tenuto lontano da Formello negli ultimi tre giorni. C’è il rischio che l’ala spagnola non riesca ad andare nemmeno in panchina. In caso, sarebbe l’unico assente di una rosa totalmente al completo. Sarri – che oggi non ha tenuto la conferenza stampa pre-partita – punterà su Felipe Anderson: il brasiliano, che oggi compie 29 anni, ha nei piemontesi la sua vittima preferita con 5 gol segnati.
Intanto il re dell’attacco biancoceleste, Ciro Immobile, spera “di festeggiare la Pasqua in anticipo, magari con una vittoria”: queste le sue parole all’Olimpico questa mattina, quando la Lazio ha donato uova pasquali alle delegazioni di bambini della So.Spe. di Suor Paola e della Casa Famiglia di Santa Marta. Per il capitano, quella contro il Torino non è una partita qualunque: nel 2013-2014 si laureò capocannoniere della Serie A con 22 reti proprio con la maglia granata addosso. Quest’anno è già a quota 24 gol, primo davanti a Vlahovic.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Plusvalenze: tutti prosciolti dal Tribunale Figc
Dai dirigenti alle società finite a giudizio. Ambienti Juve soddisfatti per il proscioglimento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
15 aprile 2022
17:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tutti prosciolti i dirigenti e le società finite a giudizio al Tribunale nazionale federale per il caso delle plusvalenze.

La vicenda riguardava molti dirigenti della serie A di Juventus, Napoli, Sampdoria, Genoa ed Empoli. In B Pisa e Parma le società più coinvolte.
Nel dispositivo notificato dal Tribunale Federale nazionale a club e dirigenti coinvolti nel caso plusvalenze è presente solo il proscioglimento da tutte le accuse. Per le motivazioni bisognerà attendere perché saranno pubblicate e rese note più avanti, ma cadono le richieste della Procura Federale che aveva chiesto per il presidente della Juve, Andrea Agnelli, un anno di inibizione e 800 mila euro di multa al club, mentre e per il numero uno del Napoli, Aurelio De Laurentiis, 11 mesi e 5 giorni di inibizione e 392 mila euro di ammenda alla società. Stesso discoro per l’ex diesse bianconero Fabio Paratici, per il quale erano stati richiesti 16 mesi e dieci giorni di inibizione. In tutto attendevano la sentenza 59 dirigenti e undici società, di cui cinque di Serie A (Genoa, Sampdoria ed Empoli, oltre le già citate Juventus e Napoli).
Nessun commento, da parte della Juventus, alla decisione del Tribunale nazionale federale di prosciogliere dirigenti e società a giudizio per il caso plusvalenze. In attesa delle motivazioni, dagli ambienti bianconeri filtra però soddisfazione per la conclusione della vicenda, nella quale il club è stato assistito dagli avvocati Maurizio Bellacosa, Davide Sangiorgio e Nicola Apa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Figc, al Bambino Gesù parte dei ricavi Italia-Macedonia
Donazione volta a sostenere bimbi provenienti da paese in guerra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 aprile 2022
16:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Federcalcio ha scelto di devolvere all’ospedale pediatrico Bambino Gesù parte dell’incasso della partita Italia-Macedonia del Nord, in cui gli azzurri hanno mancato la qualificazione ai prossimi Mondiali.
La donazione – riferisce l’ospedale in una nota – “è volta a sostenere le attività di accoglienza dei bambini e delle famiglie ucraine che fuggono dalla guerra”.

Ad oggi sono circa 200 i pazienti ucraini già presi in carico dai medici del Bambino Gesù, di cui più di 40 attualmente ricoverati con patologie gravi o con ferite da guerra. Cinque di loro sono ricoverati nel centro di cure palliative pediatriche appena aperto dall’ospedale, e che la Figc ha contribuito a sostenere con una propria donazione. Altri pazienti sono in arrivo. Le spese per l’accoglienza di questi bambini e delle loro famiglie sono a carico della Fondazione Bambino Gesù onlus.
“La federazione non vuole far venire meno il suo impegno per sostenere gli sforzi straordinari che l’ospedale Bambino Gesù sta facendo per accogliere i bambini malati e i feriti che stanno fuggendo dall’Ucraina con i loro fratelli e li loro genitori – commenta il presidente della Figc Gabriele Gravina -.
Sentiamo che tutti possiamo fare qualcosa per rispondere con la solidarietà ad una situazione drammatica, che rappresenta una violenza inaccettabile nei confronti soprattutto di questi bambini”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cioffi, ‘Empoli è dinamico e veloce, ho massimo rispetto’
Prima si raggiunge salvezza, poi si definiscono altri obiettivi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
15 aprile 2022
16:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi aspetto una partita difficilissima perché ho un grande rispetto per l’Empoli.
È una squadra che a Firenze, Milano, Roma, Genova ha tenuto il campo con belle idee di calcio.
L’abbiamo definita resiliente e credo abbiano una progettualità chiara del presidente Corsi, dal settore giovanile fino alla Prima Squadra con concetti ben definiti”. Sono le parole con cui Gabriele Cioffi ha presentato, alle telecamere di Udinese Tv, la sfida di domani coi toscani.
“L’Empoli ha principi molto chiari – ha aggiunto – È una squadra dinamica e veloce che, nella transizione tra le due fasi, è tra le migliori della serie A. Credo abbiano sbagliato due o tre tempi dall’inizio della stagione”.
Cioffi si è poi soffermato sul traguardo salvezza: “Noi a 40 punti non ci siamo ancora, quando ci arriveremo senza guardare cosa fanno il Cagliari, il Genoa, lo Spezia possiamo parlare di ridefinire altri obiettivi, che non cambieranno perché andremo sempre domenica dopo domenica. Non possiamo permetterci il lusso di stare a guardare gli altri. L’obiettivo, quindi, è la partita di domani contro l’Empoli, un avversario difficilissimo, testa bassa e poi si vedrà. Una tappa alla volta”.
Quanto alla sostituzione dell’infortunato Beto (“sono convinto che tornerà più affamato di prima, pronto a segnare ancora gol”), Cioffi si è detto tranquillo, grazie ad attaccanti del calibro di Success, Pussetto, e Nestorovski, “ma, all’occorrenza – ha precisato -, anche Pereyra, dietro la punta, sarà all’altezza”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: dal Cagliari uova di Pasqua a giovani calciatori
I ragazzini scappati da guerra presto nelle giovanili
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 aprile 2022
17:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una rappresentanza rossoblù ha fatto visita oggi ai giovani calciatori ucraini ospiti all’Istituto Salesiano di Selargius.
Daniele Baselli, Alessandro Deiola, Edoardo Goldaniga, Leonardo Pavoletti e Kevin Strootman hanno regalato agli atleti le uova di Pasqua del Cagliari, intrattenendosi a giocare con loro.
I ragazzi di età compresa tra i 13 e i 14 anni, sono arrivati in Sardegna nell’ambito di un progetto di inclusione sportiva e sociale – nato in accordo con la Federazione calcistica dell’Ucraina e l’FC Minaj, inserito nelle azioni di BeAsOne – in collaborazione con la Caritas di Cagliari e i Salesiani Don Bosco di Selargius.
Obiettivo: ritrovare serenità attraverso il calcio, con la possibilità per tutti di ricominciare a giocare e divertirsi.
Presto potranno iniziare gli allenamenti nelle giovanili del Cagliari. Sabato scorso hanno accolto l’ingresso in campo le squadre di Cagliari e Juventus. Domani saranno nuovamente all’Unipol Domus per assistere al match contro il Sassuolo: stavolta seguiranno la partita dalla Curva Futura, protagonisti del progetto “Scuola di Tifo” e del “tifare positivo”. Con loro gli alunni e le alunne delle scuole di Nuraminis e Villasor.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta: Musso, abbiamo il dovere di rialzarci subito
Il portiere su Instagram: lo dobbiamo ai tifosi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
15 aprile 2022
18:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juan Musso, portiere dell’Atalanta, ha postato un messaggio su Instagram a commento della foto della standing ovation della Curva Nord di Bergamo ieri sera dopo l’eliminazione dai quarti di Europa League contro il Lipsia.
“Con un pubblico così abbiamo il dovere di rialzarci subito e fare il massimo per concludere al meglio il campionato – si legge -.
Giocare in Europa anche il prossimo anno è il nostro obiettivo e proveremo a raggiungerlo lottando fino all’ultima giornata”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cessione Milan, meno di un mese per decidere futuro
E’ la durata dell’esclusiva concessa da Elliott agli arabi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 aprile 2022
20:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Potrebbe bastare poco meno di un mese per decidere il destino del Milan, di cui Investcorp sta trattando l’acquisizione dagli americani di Elliott.
Sarebbe questa, infatti, la durata dell’esclusiva concessa al fondo mediorientale da Elliott, secondo quanto si apprende in ambienti finanziari.
Confermato in un miliardo di euro, incluso il debito, il valore attorno a cui le parti stanno cercando un accordo per il club rossonero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia-Inter 1-3
Nerazzurri tornano momentaneamente primi in classifica
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
15 aprile 2022
21:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Grazie alla terza vittoria consecutiva l’Inter è passata 3-1 sul campo dello Spezia nell’anticipo della 33ma giornata della serie A, portandosi momentaneamente in testa alla classifica con 69 punti, in attesa di vedere come risponderà il Milan, ora impegnato in casa del Genoa.

I nerazzurri si sono portati sul 2-0 con le reti di Brozovic nel primo tempo e Lautaro Martinez nel secondo.
All’88’ Maggiore ha riacceso le speranze dei liguri, ma nel recupero Alexis Sanchez, in contropiede, ha chiuso il match.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan-Genoa 2-0
Leao e Messias riportano i rossoneri in testa alla classifica
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 aprile 2022
23:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan ha battuto il Genoa 2-0 in un anticipo della 33/a giornata della serie A e si è riportato in testa alla classifica, con 71 punti, due sopra l’Inter che nell’altro anticipo ha battuto 3-1 lo Spezia.
Le reti sono state realizzate da Leao al 10′ del primo tempo e Messias a pochi minuti dal termine.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Cagliari-Sassuolo 1-0
Finisce 1-0, annullato per fuorigioco raddoppio di Joa Pedro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
17 aprile 2022
21:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Cagliari ha battuto il Sassuolo 1-0 nella gara dell’ora di pranzo della 33/a giornata della Serie A.
Dopo cinque sconfitte di fila la rete di Deiola al 42′ del primo tempo contro il Sassuolo fa fare festa ai sardi che si aggiudicano il match che ha aperto, dopo gli anticipi di ieri, le gare del sabato pre-pasquale della Serie A.
Dopo un inizio sottotono, la gara si accende nel finale del primo tempo: la sblocca Deiola su assist di Marin, poi Joao Pedro raddoppia ma il gol viene annullato per fuorigioco. Decisamente meno incisivo del solito il Sassuolo che, privo di Berardi, non si è mai reso pericoloso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Presidente Investcorp “complimenti al Milan per il primato”
Tweet di Al Ardhi ‘buona Pasqua al club e a tutti i tifosi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 aprile 2022
10:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Congratulazioni al Milan di nuovo in testa al campionato.
Buona Pasqua al club a tutti i tifosi e a coloro che osservano questa occasione #sempremilan”: è il tweet di Mohammed Al Ardhi, presidente esecutivo di Investcorp, il fondo del Bahrain che è in trattativa per l’acquisto del Milan, dopo il successo di ieri sera dei rossoneri contro il Genoa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraino del City Zinchenko “chi tace sostiene la guerra”
Sfogo giocatore Manchester: “Deluso dai russi, non condannano”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
10:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Odio sempre di più le persone che hanno invaso la nostra terra.
Non smetterò di parlarne, perché il mondo intero deve conoscere la verità.
Chi tace sostiene queste atrocità”. Oleksandr Zinchenko, classe ’96, gioca nel Manchester City di Pep Guardiola: è nato a Radomyshl, una città di circa 15.000 abitanti a 60 miglia a ovest di Kiev. Da due mesi, da quando è scattata l’invasione del suo paese da parte dei russi, dice di vivere attaccato al telefono perché la testa è sempre lì. “Nessuno vuole andarsene – racconta il giocatore in una intervista al Guardian – Gli uomini sono andati a combattere, stanno difendendo la loro terra e io sono orgoglioso di loro”.
“Non riesco a non pensare nemmeno un minuto a ciò che sta accadendo – continua Zinchenko -. Sono passate più di sette settimane e puoi vedere alcune persone che cominciano ad abituarsi alle atrocità che stanno accadendo nel mio paese. Non è possibile. Bisogna parlare ogni giorno di quanto avviene”. Per il giocatore del City (impegnato nella semifinale di Fa Cup con il Liverpool) tra le maggiori preoccupazioni c’è proprio il rischio che la gente si desensibilizzi alla guerra. Zinchenko è arrabbiato anche con i russi che non sono disposti a reagire e condannare. All’inizio della sua carriera ha vestito per due anni la maglia del club russo FC Ufa: “Ho amici lì, ma ora si sono ridotta quasi a nulla – racconta ancora -. Sono così deluso. I ragazzi che conosco mi hanno chiamato non appena è avvenuta l’invasione, mi hanno scritto ‘Mi dispiace tanto Alex, ma non possiamo fare nulla’. Certo che puoi. Se rimani in silenzio significa che sostieni ciò che sta accadendo in Ucraina. E’ un peccato che non dicano nulla”. Zinchenko è invece molto grato a Guardiola e ai suoi compagni di squadra: alla prima gara del City subito dopo l’inizio della guerra gli è stata data la fascia di capitano, mentre le bandiere dell’Ucraina sventolavano sugli spalti. “Avevo gli occhi pieni di lacrime – dice – davanti a quel sostegno ancora più forte ho sentito l’orgoglio di essere ucraino”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Samp, Giampaolo “non ho squadra di lavativi”
Con Salernitana gara tosta. In attacco Quagliarella – Caputo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOGLIASCO
15 aprile 2022
14:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Si sente l’importanza del match nell’ambiente ma devi essere sempre lucido e determinato nel raggiungere i tuoi obiettivi e puoi riuscirci mettendo in pratica il lavoro fatto in settimana”.
Così il tecnico della Sampdoria, Marco Giampaolo, alla vigilia della sfida con la Salernitana, tappa molto importante per la salvezza dei blucerchiati.
“La patita è tosta e noi dobbiamo affrontarla nella maniera giusta ma se la Samp fa quello che sa fare ha la possibilità di vincerla. La Salernitana? Verrà a Genova per fare una prestazione di spessore, la posta in palio è alta per entrambe le squadre”.
Per vincere Giampaolo si affida alla coppia Quagliarella, che torna dal primo minuto, e Caputo. Sensi giocherà sulla trequarti e nessun dubbio sulla presenza di Candreva dal primo minuto: “Lui è un calciatore forte con qualità. Si discute sulla posizione ma quando giochiamo offensivamente ha il compito di ritagliarsi il pezzetto di campo a lui più congeniale. La questione del ruolo è una c….a”. In difesa torna la coppia Colley – Yoshida.
Di certo non mancherà l’appoggio del pubblico che chiede però di accelerare verso la salvezza. “I tifosi anche a Bologna erano 1300 e ci hanno sostenuto dall’inizio alla fine: come sempre abbiamo bisogno del loro supporto. I giocatori sanno che hanno il dovere di rappresentare al meglio la maglia, non ho un gruppo di lavativi ma una squadra responsabile. I tifosi devono fare, come sempre hanno fatto il dodicesimo uomo in campo mentre la squadra deve uscire dal campo con la maglia sudata e lo sa benissimo”, conclude Giampaolo. Che inserisce tra i convocati per la prima volta da ottobre anche Damsgaard condizionato in questa stagione da un’infezione al ginocchio destro: per lui solo 7 presenze quest’anno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina batte Venezia 1-0 decide un gol di Torreira
Sampdoria-Salernitana 1-2 Udinese batte Empoli 4-1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2022
21:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Fiorentina prosegue la sua marcia virtuosa verso l’Europa: batte il Venezia con merito ma di misura con un gol di Torreira e si piazza al sesto posto a un punto dalla Roma, con la prospettiva di avere tre punti potenziali nel recupero con l’Udinese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt 30′ Torreira
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sampdoria-Salernitana 1-2.
La Salernitana trova il suo primo successo dal 9 gennaio scorso (2-1 contro il Verona) e sale a -9 dalla zona salvezza: il distacco è ancora ampio, ma adesso ci si può credere.
La Sampdoria, invece, perde per l’undicesima volta nelle ultime 14 giornate (record negativo tra i top 5 campionati europei) e resta sedicesima a quota 29: il vantaggio sulla zona rossa è solo di 7 punti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt 4′ Fazio, 6′ Ederson, 32′ Caputo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese-Empoli 4-1 .Udinese che porta a casa tre punti fondamentali per la salvezza, un successo netto su un Empoli che ha faticato a reagire alle reti locali. Poker friulano che ha visto protagonisti Deulofeu, Pussetto e Samardzic, la prima rete un autogol di Ismajli. Per l’Empoli il rigore di Pinamonti, prima sbagliato, poi ripetuto e realizzato dalla punta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt 6′ Ismajli (autorete); nel st 7′ Deulofeu; 25′ Pinamonti (rigore), 34′ Pussetto, 42′ Samardzic.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Academy Cup’ a Perugia; Balata ‘in B tanti giovani’
Presidente lega al Curi, festa con 54 società affiliate a Grifo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
16 aprile 2022
13:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si è conclusa allo stadio “Renato Curi” di Perugia, l’ottava edizione della ‘Academy Cup’, iniziativa promossa dall’AC Perugia con il Presidente biancorosso Massimiliano Santopadre e il vicepresidente Mauro Lucarini in prima linea.
Hanno partecipato 54 società affiliate composte da giovanissime calciatrici e calciatori provenienti da tutta Italia.

A testimoniare l’importanza della manifestazione, c’è stata la presenza del presidente della Lega di Serie B Mauro Balata che, nell’augurare una buona Pasqua, ha rilasciato alcune dichiarazioni sui giovani italiani e sul lavoro che la Lega Serie B svolge in tal senso. “In un momento di sport e convivialità, è bellissimo essere qui e vedere questi giovani campioni – le parole di Balata -. Voi siete il futuro del calcio. Ringrazio il Perugia per l’invito e la sensibilità del presidente Santopadre. I giovani rappresentano il futuro. Noi come Serie B abbiamo il minutaggio più alto in quanto a giovani talenti italiani e ci fa piacere vedere questo clima straordinario. La Serie B investe sui giovani e si sacrifica, come per esempio il presidente Santopadre, ma il calcio italiano dovrebbe restituire molto di più a chi investe sul futuro. Il calcio è uno dei beni più belli e preziosi che abbiamo: è gioia, socialità e condivisione”.
Prima di lasciare spazio all’ultimo atto della manifestazione, con le squadre che si sono affrontate in mini triangolari, i Presidenti Balata e Santopadre hanno condiviso una maglia e una targa celebrative, simboli di scambio culturale e generazionale, come il momento di saluti tra una rappresentanza dei calciatori del Perugia e i giovani delle società affiliate.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Col Sassuolo decide Deiola, tre punti d’oro Cagliari
Finisce 1-0, annullato per fuorigioco raddoppio di Joa Pedro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
14:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tre punti d’oro per il Cagliarti in chiave salvezza.
Dopo cinque sconfitte di fila la rete di Deiola al 42′ del primo tempo contro il Sassuolo fa fare festa ai sardi che si aggiudicano il match che ha aperto, dopo gli anticipi di ieri, le gare del sabato pre-pasquale della Serie A.
Dopo un inizio sottotono, la gara si accende nel finale del primo tempo: la sblocca Deiola su assist di Marin, poi Joao Pedro raddoppia ma il gol viene annullato per fuorigioco. Decisamente meno incisivo del solito il Sassuolo che, privo di Berardi, non si è mai reso pericoloso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dionisi, “passo indietro, il Cagliari ha meritato”
Tecnico Sassuolo: lenti nel muovere palla, così niente occasioni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
16 aprile 2022
15:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Metamorfosi Sassuolo.
Bella con l’Atalanta, passo indietro con il Cagliari.
E il tecnico Dionisi non cerca scuse: “Siamo stati meno bravi del recente passato – ha detto a fine gara – potevamo fare molto meglio, il Cagliari ha meritato. Oggi siamo tornati indietro, troppo lenti nel movimento della palla, così è difficile creare occasioni”.
Le ragioni della sconfitta? “Stanchi non credo, appagati spero di no – ha proseguito Dionisi – forse il caldo ha inciso, ma il caldo c’era per tutti”.
Pesante l’assenza di Berardi: “Domenico è il nostro top player, chiaro che l’assenza si nota. Il nostro obiettivo? Vincere la prossima partita”, ha concluso l’allenatore del Sassuolo.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mazzarri, “calcio arrembante, così anche col Genoa”
Tecnico Cagliari si gode vittoria, “creato tante occasioni”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
16 aprile 2022
15:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Walter Mazzarri ritrova vittoria e sorriso.
“Abbiamo creato occasioni su occasioni – ha detto l’allenatore del Cagliari a fine gara – potevamo chiuderla prima.
Tutti hanno fatto una partita stratosferica: abbiamo fatto un calcio bello e arrembante non concedendo nulla a una squadra che stava facendo benissimo”.
Ma non è finita: “Da martedì sarò un martello: dobbiamo affrontare sempre le squadre in questo modo. Così possiamo raggiungere l’obiettivo e toglierci delle soddisfazioni. Oggi sono stati determinanti anche i cambi: per questo percorso servono tutti”.
Ora il Genoa con sei punti di vantaggio: “Dopo il Torino avrei dovuto comportarmi diversamente – ha detto Mazzarri – e non mi ripeterò: da martedì li dovrò martellare. Ancora non abbiamo fatto niente. Mi piacerebbe che questo grande pubblico ora ci accompagnasse anche a Genova. Dobbiamo entrare sempre in campo come oggi: dobbiamo andare sempre cento all’ora ma mantenere la calma nell’ultimo passaggio. Questa è una squadra che quando vede il pericolo gioca bene: dobbiamo mantenere questa tensione”.
La svolta? “Un gruppo unito- ha detto- che segue l’allenatore: quando giocano come oggi la soddisfazione è tantissima”. Keita non giocava da dicembre: “Pavoletti ha fatto delle grandi partite- ha spiegato- e ho pensato a una staffetta. Con il Sassuolo però servivano, per l’atteggiamento della squadra, attaccanti rapidi. Magari con un’altra squadra ci possono essere scelte diverse”.
Deiola? “Alessandro è stupendo – ha concluso Mazzarri – è sardo e ci tiene tantissimo: un ragazzo che merita, ha fatto quattro gol, vuol dire che sa inserirsi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
U17 Ucraina a Coverciano, tecnico Kuznetsov “grazie Figc”
Primi allenamenti per la nazionale accolta al centro federale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
15:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Primi allenamenti a Coverciano per l’Ucraina Under 17.
Dopo l’arrivo in Italia, la nazionale dei giovani guidati da Oleh Kuznetsov ha provato i campi del centro federale azzurro dove resterà fino a martedì, prima di trasferirsi a Siena per disputare l’Elite Round, torneo nel quale sfiderà nell’ultima gara il 26 aprile gli azzurrini di Bernardo Corradi.
Lontano dalla guerra l’Ucraina Under 17 vuole tentare la qualificazione alla fase finale degli Europei di categoria. Dopo aver permesso – con il supporto della UEFA – di raggiungere l’Italia in sicurezza, la Figc ha messo a disposizione ‘la propria casa’ e i suoi campi, per consentire alla squadra gialloblù – come ha sottolineato il presidente Gravina – “di allenarsi, consentendo loro di partecipare nelle migliori condizioni”.
“Sono stato qui, a Coverciano – ha commentato il tecnico ucraino, Kuznetsov – anche trent’anni fa. La struttura è cambiata molto da allora, e l’ospitalità è davvero eccezionale.
Grazie Figc”.
Della lista dei venti calciatori che prenderanno parte all’Élite Round, fa parte anche Andrii Firman, attaccante della Juventus che ha iniziato la sua avventura sportiva già qualche anno fa in Italia: “Il calcio aiuta a non pensare alla situazione che stiamo vivendo e vogliamo far vedere sul campo le nostre capacità. Il mio ringraziamento va alla Figc per tutto quello che ha fatto per noi. Ieri siamo arrivati a Coverciano ed è stato strano trovare qui i miei compagni di club, che stavano finendo il loro raduno con la Nazionale italiana Under 17”.
Il torneo. L’Élite Round prenderà il via con le prime gare il 20 aprile: nella prima giornata l’Italia affronterà la Polonia a Siena, mentre l’Ucraina esordirà nel girone a Poggibonsi contro il Kosovo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Juventus-Bologna 1-1, pareggia Vlahovic al 95′
1-1 dei bianconeri che pareggiano in 11 contro 9 nel recupero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2022
08:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vlahovic salva la Juve dalla sconfitta, ma lo Stadium resta un tabù: la Juve pareggia contro il Bologna, su 17 gare in casa sono arrivati otto passi falsi.
I rossoblù imbrigliano i bianconeri, poi nel finale perdono Soumaoro e Medel per due cartellini rossi e in 9 contro 11 il muro dei felsinei crolla in pieno recupero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel st 7′ Arnautovic, 50′ Vlahovic
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allegri torna al tridente offensivo, Morata è al rientro dalla squalifica e il tecnico lo lancia titolare insieme a Dybala e Vlahovic. Danilo fa il centrale di centrocampo insieme a Rabiot complici le indisponibilità degli infortunati Arthur e Locatelli, mentre in difesa Chiellini vince il ballottaggio con Bonucci per affiancare De Ligt. I bianconeri vestono una casacca speciale: è la quarta maglia, con il blu come colore dominante e ispirata da un murale dell’artista Kobra. Nel Bologna guidato da Tanjga il tandem d’attacco è formato da Orsolini e Arnautovic, con Medel centrale di difesa tra Soumaoro e Theate. In tribuna un ospite speciale, ad assistere alla sfida c’è anche l’ex capitano Alessandro Del Piero, accolto da una vera e propria ovazione al suo ritorno allo Stadium a dieci anni dall’addio. Dybala e Orsolini calciano dalla distanza senza trovare la porta, Morata crossa per Vlahovic e il colpo di testa del serbo finisce di poco alto: già nei primi dieci minuti di gara, le due squadre partono all’attacco. La Juve pasticcia e non riesce mai ad impegnare Skorupski nonostante otto tentativi, così il Bologna non rischia più di tanto e trema solo in occasione della punizione di Dybala che sfiora la traversa. Arnautovic avvisa i bianconeri ad inizio ripresa, quando si gira e non trova la porta per questione di centimetri, ma al 52′ non perdona: l’austriaco viene servito da Soriano e sfila via a De Ligt e Chiellini, poi salta Szczesny e deposita in rete. Lo schiaffo sveglia la squadra di Allegri, le migliori occasioni arrivano da calcio piazzato e con due difensori. Danilo colpisce il palo interno ma il pallone non entra, De Ligt centra in pieno Skorupski e poi si fa male: l’olandese lascia il posto a Bonucci, il tecnico ne approfitta per scuotere i suoi inserendo anche Bernardeschi per uno spento Dybala e Zakaria per Pellegrini. Il Bologna continua a resistere, all’84’ l’episodio chiave della sfida: Soumaoro stende Morata e l’arbitro Sacchi viene richiamato dal Var, optando per una punizione dal limite dell’area e per il rosso al difensore rossoblu. Medel perde la testa e si fa espellere con doppia ammonizione per proteste, la Juve attacca a testa bassa in 11 contro 9 e con otto minuti di recupero a disposizione. Il pareggio arriva al 95′: su corner, Morata si inventa una rovesciata per trovare Vlahovic sul secondo palo pronto alla deviazione vincente. I bianconeri provano a completare la rimonta, ma Skorupski riesce a salvarsi e il Bologna conquista un punto prezioso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
3-2 al Manchester City, Liverpool in finale di FA Cup
Reds avanti di tre reti, ai Citizens non riesce la rimonta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
18:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Liverpool si è qualificato per la finale della Coppa d’Inghilterra (FA Cup) battendo il Manchester City per 3-2 (3-0) nella semifinale giocata oggi a Wembley.

Queste le reti: nel pt 9′ Konaté, 17′ e 45′ Mané; nel st 2′ Grealish, 47′ Bernardo Silva.

In finale i Reds di Juergen Klopp affronteranno la vincente di Chelsea-Crystal Palace, seconda semifinale che si giocherà domani.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Thank You Marcelo’, tifosi Leeds comprano pagina per Bielsa
Su giornale Rosario. ‘Hai trasformato disperazione in speranza’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
16 aprile 2022
20:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Marcelo Bielsa è stato esonerato dal Leeds a febbraio, ma è rimasto nel cuore dei tifosi della squadra che ‘El Loco’ ha riportato in Premier League, dopo anni di anonimato in Championship.
Così ora per ringraziarlo di quanto ha fatto per loro, un gruppo di supporter del Leeds ha comprato una pagina di pubblicità di ‘La Capital’, il principale quotidiano di Rosario, città di cui è originario Bielsa, per farci stampare un lungo messaggio all’ex allenatore della loro squadra, contenente sentimenti che vanno al di là del calcio.

Così, sotto a una vistosa scritta in nero ‘Thank You Marcelo’, queste persone scrivono così: “ci siamo fermati sotto il sole di agosto del 2018, ipnotizzati da un calcio che non pensavamo fosse possibile, e abbiamo di nuovo provato qualcosa. Ci hai ricordato che il calcio può essere bello e che una squadra può essere più forte della somma delle sue individualità. E ci hai dato molto di più del calcio. Ci hai guidato attraverso una pandemia e ci hai riuniti quando eravamo tutti dispersi. Ci hai mostrato che l’integrità e la decenza contano, nel bene e nel male. Hai accettato le nostre paure e hai trasformato la nostra disperazione in speranza, i nostri calciatori in eroi. Ci hai restituito il nostro orgoglio, ci hai dato gioia e creato ricordi preziosi che dureranno per tutta la vita. E’ stato bello, Marcelo, e sempre lo sarà”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Lazio-Torino 1-1, pari Immobile nel recupero
Granata erano andati in vantaggio con Pellegri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2022
21:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio-Torino 1-1.
Un punto a testa con la Lazio che acciuffa il pareggio nel recupero grazie ad Immobile, dopo una partita complicata e che ha visto il Torino passare in vantaggio con Pellegri.
Nei granata anche un palo colpito da Bremer. La Lazio non riesce ad accorciare sulla Juventus, portandosi così a 56 punti con la Fiorentina. Il Torino, che aveva assaporato la vittoria, torna a casa con un solo punto ma che gli permette di staccare l’Udinese a 40 lunghezze.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel st Pellegri all’11’, Immobile al 48′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Torino frena la rincorsa all’Europa della Lazio
All’Olimpico finisce 1-1, a Pellegri replica Immobile al 93′
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
23:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Finisce 1-1 il confronto tra Lazio e Torino all’Olimpico, con i granata per lunghi tratti della partita padroni del gioco, davanti ad una meno brillante delle ultime uscite, che fallisce il terzo successo consecutivo in campionato.
Dopo un primo tempo molto tattico e chiuso senza reti, è stato Pellegri – entrato al posto di Belotti in avvio di ripresa – a sbloccare il risultato all’11, con un colpo di testa su calcio d’angolo.
Il Torino ha avuto altre occasioni, ma al 93′ Milinkovic Savic ha crossato sul secondo palo per la testata di Ciro immobile che ha così realizzato il 25/o gol. Un punto che consente alla Lazio di non essere scavalcata dalla Fiorentina, che la raggiunge a quota 56 punti, ma con una partita da recuperare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio-Torino; Sarri, me l’aspettavo difficile
‘Rincorsa ad un posto Champions? E’ un discorso che non c’è”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2022
23:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Era una partita prevedibilmente difficile, ero un po’ in apprensione alla vigilia.
Questa sera ho visto pochi movimenti senza palla, abbiamo sofferto la loro fisicità su diverse palle ferme.
Per fortuna abbiamo reagito nei 20 minuti finali e dato l’andamento complessivo dell’incontro va bene così. Rimane il rammarico perché ho la sensazione che se fossimo riusciti a pareggiare qualche minuto prima…”. Maurizio Sarri, intervistato da DAZN, si accontenta del punto preso in recupero nell’incrocio con il Torino.
La Lazio è stata costretta a giocare “tanti palloni spalle alla porta e questa per gli attaccanti è una sofferenza continua, se non muovi la palla di prima contro avversari così non esci mai vincente dai duelli” ha aggiunto il tecnico.
Un punto perso nella rincorsa alla zona Champions? “Con la Juventus al quarto posto ed un distacco di sette punti a sei turni dalla fine non c’è un discorso Champions. Pensiamo a costruirci un posto in Europa” ha risposto Sarri.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia, dominio Inter: 3-0 al Milan e finale di Coppa Italia
Decidono Lautaro e Gosens, proteste per gol annullato a Bennacer
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
08:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
San Siro torna a colorarsi di nerazzurro.
L’Inter domina il Milan e vola in finale di Coppa Italia grazie a un netto 3-0 ma non mancheranno le polemiche per un gol annullato a Bennacer sul 2-0 che avrebbe potuto riaprire la sfida con oltre 25′ ancora da giocare.
I nerazzurri tornano così all’ultimo atto di Coppa Italia dopo 11 anni, quando la squadra allora allenata da Leonardo sconfisse il Palermo per 3-1 all’Olimpico conquistando l’ultimo trofeo del ciclo del Triplete.
Al quarto tentativo, Simone Inzaghi conquista il suo primo derby di Milano, grazie a una prestazione particolarmente efficace sotto porta e a un Lautaro Martinez in grande spolvero.
In casa Milan, invece, pesa proprio la scarsa lucidità in zona gol, anche considerando che le occasioni non sono mancate.
A mettere la sfida subito sui binari giusti per i nerazzurri, in una sfida che ha visto San Siro tornare a riempirsi da tutto esaurito per la prima volta dal post lock down (74.508 spettatori con incassi record per la Coppa Italia da 4,15 milioni di euro lordi), ci ha pensato proprio Lautaro Martinez, freddo dopo appena 4′ a battere Maignan con un destro al volo su assist di Darmian. Il gol sblocca subito la gara e accende anche gli animi, in una partita particolarmente ruvida soprattutto nel primo tempo e in cui non sono mancati attimi di nervosismo tra le due squadre, in lotta anche per il campionato. Dopo lo svantaggio, il Milan alza i giri, creando diversi pericoli dalle parti di Handanovic, sempre attento quando chiamato in causa in un paio di occasioni da Leao. La partita svolta, però, a pochi minuti dall’intervallo: Perisic salva in scivolata disperata su Kessie sulla riga di porta, Leao poco dopo calcia addosso ad Handanovic e sul capovolgimento di fronte Correa serve Lautaro, tocco sotto a Maignan in uscita e raddoppio interista.
Nella ripresa è ancora l’argentino subito protagonista, trovando la pronta risposta di Maignan su un destro rasoterra a concludere una fuga in solitaria. L’ingresso di Diaz e Messias tuttavia ridà vigore al Milan, che alza la pressione, ma l’Inter, con le unghie e con i denti, tiene. Handanovic, però, capitola su un mancino dal limite di Bennacer, che sembra riaprire la sfida per qualche minuto: quelli cioè che servono all’arbitro Mariani per valutare la posizione di fuorigioco di Kalulu sulla conclusione dell’algerino. Gol annullato, quindi, tra le proteste e le polemiche in campo e sugli spalti.
Dall’entusiasmo per essere tornati in gara alla delusione per la rete non concessa, il Milan così si spegne, senza praticamente far correre più pericoli ad Handanovic.
Dall’altra parte, invece, l’Inter appena può la chiude: Vidal premia l’inserimento di Brozovic, cross basso per l’accorrente Gosens che, appena entrato, insacca il suo primo gol in nerazzurro per il definitivo 3-0. Una rete che vale, così, per Simone Inzaghi e i suoi il pass per la finale del prossimo 11 maggio allo stadio Olimpico di Roma, dove l’Inter troverà la vincente della sfida tra Juventus e Fiorentina in programma domani.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pasqua di lavoro per la Juve, squadra si allena
Verso la semifinale di ritorno di Coppa Italia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
17 aprile 2022
16:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pasqua in campo per la Juventus, che ha iniziato a preparare alla Continassa la semifinale di ritorno di Coppa Italia.
Mercoledì allo Stadium arriva la Fiorentina, un calendario che impone ai bianconeri di lasciarsi subito alle spalle il pari di ieri col Bologna.

“Nel menù scarico per i giocatori maggiormente impegnati ieri, campo, con esercitazioni tecniche, lavoro sul possesso palla e partitina finale per il resto del gruppo”, si legge sul sito internet del club. Domani di nuovo in campo, sempre al mattino.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Media, squadra calcio ucraina si unisce all’esercito
Quattordici tra calciatori e allenatori hanno prestato giuramento di fedeltà al popolo ucraino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 aprile 2022
15:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La squadra di calcio “Prykarpattya” si è unita quasi al completo alle forze armate ucraine.

Quattordici tra calciatori e allenatori “hanno prestato giuramento di fedeltà al popolo ucraino”, secondo quanto riporta Ukrinform che posta anche le foto del giuramento.

“Avevamo paura di intralciare i lavoro dei professionisti presenti nell’esercito e per questo eravamo titubanti” ha detto il calciatore Vasyl Tsyutsyura, facendo l’esempio di un calciatore non professionista che si unisce ad una squadra di campionato: “rischia di intralciare e basta”.
“Ma quando ci è stato detto che saremmo stati preparati gradualmente e ci sarebbero state insegnate tutte le basi, come tenere le armi, come combattere e difendere l’Ucraina, abbiamo preso questa decisione e ci siamo uniti alle forze armate”, ha aggiunto. “Ci è stato già insegnato ad usare la mitragliatrice – ha spiegato – ci hanno insegnato a smontare, pulire, sparare.
Quindi stiamo gradualmente imparando tutto”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bayern sempre più vicino a 10/o titolo consecutivo
Batte 3-0 Arminia e può fare festa già sabato contro Dortmund
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MONACO
17 aprile 2022
19:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern Monaco è sempre più vicino al suo decimo titolo consecutivo in Bundesliga, che potrebbe festeggiare già sabato prossimo nel ‘Klassiker’ contro il Borussia Dortmund.
Infatti con la vittoria di oggi per 3-0 sull’Arminia Bielefeld (autorete di Laursen e gol di Gnabry e Musiala) i bavaresi hanno 9 punti di vantaggio sui rivali gialloneri a quattro giornate dalla fine del campionato.
Ciò vuol dire che con una vittoria nel big match del 23, all’Allianz Arena di Monaco, il Bayern sarà campione di Germania per il decimo anno di seguito.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
2-0 al Crystal Palace, Chelsea in finale di FA Cup
Il 14 maggio a Wembley i Blues sfideranno il Liverpool
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
17 aprile 2022
19:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Chelsea si è qualificato per la finale della Coppa d’Inghilterra (FA Cup) battendo i concittadini del Crystal Palace per 2-0 nella semifinale giocata a Wembley.
Reti di Loftus-Cheek e Mount.

In finale, il 14 maggio sempre a Wembley, i Blues londinesi (che giocheranno il match per la conquista della Coppa nazionale per la quinta volta negli ultimi sei anni) sfideranno il Liverpool, che ieri ha avuto la meglio sul Manchester City nella prima semifinale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bundesliga: Bayern sempre più vicino al 10/o titolo consecutivo
Può fare festa già sabato contro Dortmund. Lipsia vince ed è 3/o
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2022
21:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern Monaco è sempre più vicino al suo decimo titolo consecutivo in Bundesliga, che potrebbe festeggiare già sabato prossimo nel ‘Klassiker’ contro il Borussia Dortmund.
Infatti con la vittoria per 3-0 sull’Arminia Bielefeld (autorete di Laursen e gol di Gnabry e Musiala) i bavaresi hanno 9 punti di vantaggio sui rivali gialloneri a quattro giornate dalla fine del campionato.
Ciò vuol dire che con una vittoria nel big match del 23, all’Allianz Arena di Monaco, il Bayern sarà campione di Germania per il decimo anno di seguito.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Borussia Dortmund sabato ha travolto 6-1 il Wolfsburg. Protagonista Haaland, autore di una doppietta e di un assist. In zona champions, vittoria per 3-0 del Friburgo sul Bochum. Con i tre punti la squadra di Streich aggancia a 51 punti il Lipsia, impegnato nel posticipo a Leverkusen dove è in palio il terzo posto. Vola al sesto posto l’Union che batte 2-0 il Francoforte, sazio per l’impresa in Europa League con il Barcellona, mentre perde contatto con le parti alte della classifica l’Hoffenheim, fermato in casa sullo 0-0 dalla cenerentola Furth.
Nel posticipo il Lipsia vince 1-0 a Leverkusen e scavalca le aspirine al terzo posto. Decide un gol di Szoboszlai su assist di Nkunku, l’autore della doppietta che ha deciso l’eliminazione in Europa League dell’Atalanta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro della 30/ma giornata:
Augusta-Hertha 0-1
Dortmund-Wolfsburg 6-1
Friburgo-Bochum 3-0
Magonza-Stoccarda 0-0
Monchengladbach-Colonia 1-3
Bielefeld-Bayern 0-3
Hoffenheim-Furth 0-0
Union Berlino-Francoforte 2-0
Leverkusen-Lipsia 0-1.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho omaggia Maradona al murale dei quartieri spagnoli
Fiori deposti sotto al graffito dell’ex fuoriclasse del Napoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
15:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vigilia di Napoli-Roma all’insegna di Diego Armando Maradona.
La squadra giallorossa questo pomeriggio è partita per Napoli e, una volta arrivati nel capoluogo campano, Josè Mourinho ha deciso di omaggiare Maradona, portando un mazzo di fiori davanti al murale a lui dedicato nei Quartieri Spagnoli.
Un gesto apprezzato anche dai tifosi partenopei, che hanno applaudito e ringraziato lo Special One.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
2-1 all’Ajax, il Psv Eindhoven vince la Coppa d’Olanda
Team di Amsterdam recrimina per 2 gol annullati dal Var
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2022
21:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Psv Eindhoven ha vinto la Coppa d’Olanda battendo l’Ajax per 2-1 nella finale giocata al ‘de Kuip’ di Rotterdam.
Proprio la squadra di Ten Hag aveva chiuso in vantaggio il primo tempo con un gol del ‘gioiello’ Gravenberch al 23′ pt.
A inizio ripresa le reti di Gutierrez (3′ st) e Gakpo (5′ st) hanno ribaltato la situazione a favore del Psv. I biancorossi di Amsterdam recriminano per le due reti annullate dall’arbitro dopo ‘consulto’ al Var.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Real Madrid passa a Siviglia, ha la Liga in pugno
E’ 2-3,ancora una volta decisivo Benzema con un gol nel recupero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2022
23:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Real Madrid vince il rimonta a Siviglia, dopo aver preso le reti di Rakitic e Lamela nel primo tempo, e ormai ha il titolo della Liga 2022 in pugno.
A decidere il match è stato ancora una volta Karim Benzema, autore nel recupero del gol del 2-3 a favore degli ospiti.
In precedenza, al 5′ st aveva segnato Rodrygo (che poi ha servito l’assist a Benzema per la rete della vittoria), poi al 38′ st Nacho, subentrato due minuti prima a Lucas Vazquez, aveva realizzato il 2-2 su assist dalla destra di Carvajal. Al Real, sempre nella ripresa, è stato anche annullato un gol a Vinicius Jr per un fallo di mano prima di battere a rete.
Ora il Real Madrid, sei giornate dalla fine ha 15 punti di vantaggio su un terzetto di inseguitori che comprende, oltre al Siviglia, l’Atletico Madrid e il Barcellona, che però ha due partite in meno rispetto alle ‘merengues’.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Errore Donnarumma, ma Psg batte ugualmente Marsiglia
Al Parco dei Principi è 2-1, decisivo un penalty di Mbappé
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2022
23:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Passo decisivo del Paris SG verso il titolo, che per i parigini sarebbe il decimo, della Ligue 1.
Neymar, autore del primo gol con una splendida conclusione, e compagni hanno battuto il Marsiglia per 2-1 nella classica del calcio francese, giocata al Parco dei Principi.
Ora, a sei giornate dalla fine, il Psg è primo con 74 punti e 15 lunghezze di vantaggio sui marsigliesi e gli basterà battere l’Angers nel turno infrasettimanale per laurearsi campione. Il Marsiglia, ancora privo di Milik e con gli ex romanisti Pau Lopez, Gerson e Under nella formazione iniziale, era reduce da otto vittorie consecutive, e oggi aveva pareggiato grazie a un errore in uscita di Donnarumma su azione da calcio d’angolo, che aveva permesso a Caleta-Car di segnare l’1-1. Poi, nel recupero, Neymar si è procurato un rigore che Mbappé ha trasformato per il 2-1 finale. Proprio O Ney, fischiato dai suoi tifosi dopo l’uscita del Psg dalla Champions, questa volta è stato il migliore in campo e si è guadagnato gli applausi del pubblico, nonostante lo sciopero del tifo da parte degli ultrà del Cup (Collettivo Ultrà Parigini). Tra le file dei parigini ancora in ombra Messi, l’OM recrimina invece su un gol annullato dal Var a Saliba
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Nizza trascinato da una doppietta di Delort, batte 2-1 nel finale il Lorient e scavalca al quarto posto lo Strasburgo, 1-1 a Troyes e  il Monaco, vittorioso nell’anticipo 3-2 a Rennes. Il Lione travolge 6-1 il Bordeaux. Sabato vittoria del St. Etienne sul Brest e del Lens a Lilla.
Il quadro della 32/ma giornata:
Rennes-Monaco 2-3
St. Etienne-Brest 2-1
Lilla-Lens 1-2
Nizza-Lorient 2-1
Metz-Clermont 1-1
Montpellier-Reims 0-0
Nantes-Angers 1-1
Troyes-Strasburgo 1-1
Lione-Bordeaux  6-1
Paris SG-Marsiglia 2-1.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: Pioli, scudetto? Dovremo vincerle tutte
Derby di Coppa Italia non cambia corsa al titolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
18 aprile 2022
10:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A prescindere dal risultato di domani, che è comunque importante visto che ti potrebbe portare in finale, il percorso in campionato è un’altra cosa.

Indipendentemente da come andrà, in campionato dovremo cercare di vincerle tutte e lottare fino alla fine”: lo dice il tecnico del Milan Stefano Pioli alla vigilia del derby della semifinale di ritorno di Coppa Italia.

La corsa scudetto che vede i nerazzurri a 2 punti dai rossoneri ma con una partita da recuperare non verrà condizionata dall’esito del match di domani sera. “Vedo una squadra molto concentrata – assicura Pioli – e molto motivata.
La fiamma è accesa, ma è sotto controllo. Vedo i giocatori giustamente molto concentrati, attenti e motivati nel confermare ciò che di positivo stiamo facendo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia:Pioli, contro Inter dettagli faranno differenza
Importante schermare Brozovic, oggi valuto Romagnoli e Calabria
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
18 aprile 2022
10:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Tutte le esperienze passate ci hanno permesso di diventare una squadra migliore.
Contro l’Inter sono state tutte partite difficili, domani saranno i dettagli a fare la differenza”: lo dice il tecnico del Milan Stefano Pioli alla vigilia della semifinale di ritorno di Coppa Italia che vede i rossoneri affrontare l’Inter.

“È importante schermare Brozovic, per questo è più probabile che giocherà uno tra Krunic e Kessie che Diaz. Calabria ieri ha avuto qualche difficoltà, ma oggi si dovrebbe allenare.
Romagnoli non si è ancora allenato con la squadra – aggiorna l’allenatore – oggi vedremo. Gabbia ha avuto solo un affaticamento: sta bene”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
2-1 ad Ajax, Psv Eindhoven vince Coppa d’Olanda
Team di Amsterdam recrimina per 2 gol annullati dal Var
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2022
20:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Psv Eindhoven ha vinto la Coppa d’Olanda battendo l’Ajax per 2-1 nella finale giocata al ‘de Kuip’ di Rotterdam.
Proprio la squadra di Ten Hag aveva chiuso in vantaggio il primo tempo con un gol del ‘gioiello’ Gravenberch al 23′ pt.
A inizio ripresa le reti di Gutierrez (3′ st) e Gakpo (5′ st) hanno ribaltato la situazione a favore del Psv. I biancorossi di Amsterdam recriminano per le due reti annullate dall’arbitro dopo ‘consulto’ al Var.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho a Napoli visita anche Diego Maradona jr
Figlio ex fuoriclasse posta foto con tecnico, ‘ti voglio bene’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 aprile 2022
16:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ieri, vigilia di Napoli-Roma, José Mourinho ha fatto visita non solo al murale dedicato a Diego Armando Maradona a Napoli, nei Quartieri Spagnoli, dove ha deposto un mazzo di fiori.
E’ anche andato a trovare il figlio dell’ex fuoriclasse, Diego jr, che poi su Instagram ha condiviso una foto insieme all’allenatore della Roma.

“Ci siamo abbracciati ed emozionati ricordando Papà – scrive Diego jr -. Mourinho, tu amico vero e leale di Diego e dopo di Maradona, amico nel bene e nel male! Ti voglio bene quanto tu ne hai voluto a Papà”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ancelotti, quando chiudo con Real guarderò al Milan
‘Ce l’ho nel cuore. Torno da consigliere? No,Maldini bravissimo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 aprile 2022
17:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Milan è una delle poche squadre che ho nel cuore perché mi ha cresciuto: non come giocatore, ma come allenatore.
Ne parlerò il giorno in cui chiuderò con il Real Madrid.
Ma se chiuderò con il Real tra 20 anni penso che potrò andare in pensione invece che andare al Milan…”. Dai microfoni Rai di ‘Radio Anch’io Lo Sport’, Carlo Ancelotti fa un bilancio della sua carriera di allenatore che lo ha visto vincere ovunque, eccetto gli anni alla Juve.
“Nel calcio ora siamo abituati al fatto che le società vengano acquistate da fondi di investimento importanti – commenta Ancelotti, riferendosi al possibile passaggio di proprietà del club rossonero -.Nel caso specifico, se tutto va in porto, penso possa essere un bene per il Milan. Ma sarà una cosa molto positiva anche per il fondo, che acquisisce una società di grande storia e tradizione”.
Ma è possibile un ritorno al Milan come consigliere? “C’è Maldini che sta facendo un lavoro strepitoso, è bravissimo – risponde il tecnico emiliano -. Non ce n’è bisogno di due. Il titolo a cui sono più affezionato? È difficile fare delle classifiche sui risultati che ottieni. Sono sempre grandi soddisfazioni, soprattutto i campionati in cui conta molto la continuità. Il campionato del Milan del 2004 è stata una bella corsa, ma come dimenticare quello con il Chelsea”.
E’ più facile che il Real Madrid vinca la Champions o il Milan lo scudetto? “Il Milan ha le sue chance, come Inter e Napoli – spiega Ancelotti – Sarà una battaglia fino all’ultimo minuto dell’ultima partita. Sarà una corsa molto equilibrata. Ci saranno tanti altri risultati a sorpresa, si deciderà tutto alla fine”. Un commento anche sul possibile arrivo al Real di Mbappé: “dico che il futuro di questo club, grazie al presidente Perez, è di altissimo livello. E lo sarà anche nei prossimi anni a prescindere dai giocatori che possono venire”.
Infine una battuta sui Mondiali in Qatar. “Ai Mondiali tiferò Canada: manca da tanti anni ed è la mia seconda patria – dice Ancelotti, sposato con la canadese Mariann Barrena McClay -. E poi il presidente della federazione canadese è un abruzzese, quindi tutti a tifare Canada. Ha fatto un girone di qualificazione straordinario e ha degli ottimi giocatori”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Greco esordisce in B,è primo giocatore originario Madagascar
Tornato a Vicenza da una settimana dopo fallimento del Catania
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 aprile 2022
20:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tornato da una settimana in forza al Vicenza dopo il fallimento del Catania e la cancellazione degli etnei dalla serie C (con relativo svincolo dei suoi calciatori), Jean Freddi Greco oggi è entrato al 16′ st della partita persa 1-2 contro il Perugia stabilendo un primato.
E’ infatti il primo calciatore originario del Madagascar (è nato ad Andohatapenaka 21 anni fa) a giocare in uno dei principali campionati italiani.

Freddi Greco, adottato quando era bambino da una famiglia che vive a Roma, è un centrocampista mancino di tecnica, fisicità e molto duttile: infatti è stato impiegato in tutti i ruoli della mediana, oltre che da laterale di difesa. Il suo modello è Daniele De Rossi, e ha cominciato a mettersi in luce nelle giovanili della Roma, fino a guadagnarsi, essendo in possesso della cittadinanza italiana, la maglia azzurra delle nazionali under 17 (22 presenze), under 18 (20 presenze) e under 20 (per ora una sola apparizione, a marzo di quest’anno).
A livello giovanile ha fatto parte anche del Torino, dove la Roma lo mandò a luglio del 2019.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dramma Ronaldo, Giorgina partorisce ma perde figlio
Compagna fuoriclasse era incinta gemelli. La femmina sopravvive
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 aprile 2022
20:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ con la più profonda tristezza che comunichiamo la morte del nostro bebè.
E’ il dolore più grande che un genitore possa provare.
Solo la nascita di nostra figlia ci dà la forza di vivere questo momento con qualche speranza e felicità”. Con questo post sui propri social, Cristiano Ronaldo rende noto la tragedia che ha vissuto: la compagna Giorgina Rodriguez, che era incinta di due gemelli, un maschio e una femmina, ha partorito ma il bimbo non ce l’ha fatta.
“Vogliamo ringraziare i medici e gli infermieri per le loro cure e il loro supporto – scrive ancora CR7 -. Siamo devastati da questa perdita e chiediamo privacy in questo momento così difficile. Bambino nostro, tu sei il nostro angelo. Ti ameremo per sempre. Cristiano Ronaldo e Giorgina Rodriguez”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Napoli-Roma 1-1
Insigne segna su rigore dato al Var, al 91′ pari di El Shaarawy
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
18 aprile 2022
21:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tra Napoli e Roma al ‘Maradona’ finisce con un pareggio per 1-1 che pone una pietra tombale sui residui sogni di scudetto degli azzurri, ora a -4 dal Milan capolista, e tiene vive le speranze dei giallorossi di poter raggiungere in extremis la zona Champions.
Napoli in vantaggio nel primo tempo con Insigne all’11’ pt su rigore, concesso da Di Bello dopo consulto al Var.
Pareggio della Roma al 46′ st, quindi nel tempo di recupero, con El Shaarawy. Zaniolo è uscito per infortunio al 40′ st.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho, Di Bello? in alcuni momenti ho provato vergogna
‘Vogliamo rispetto, e avere il diritto di giocare per vincere’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 aprile 2022
21:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L”esultanza è perchè durante la partita sembrava impossibile uscire con un risultato positivo.

Dal primo minuto mi è sembrato impossibile vincere o trovare un punto, sono orgoglioso di questi ragazzi, però se mi date due secondi senza dire troppo vorrei dire che ci sono squadre che giocano per vincere lo scudetto e noi no.
Però abbiamo il diritto di giocare per vincere le partite e oggi non sembrava”.
Dai microfoni di Dazn José Mourinho lancia accuse al termine della sfida pareggiata contro il Napoli.
“Ho letto sui giornali che il campionato si decide anche se gli arbitri sbagliano contro chi gioca per lo scudetto – dice ancora il tecnico della Roma -. Ma anche se sbagliano a favore.
Io non voglio parlare troppo, ma il signor Di Paolo (oggi al Var ndr) e Di Bello non so…Ma in alcuni momenti ho provato vergogna ad essere lì. Quante volte? In tre occasioni: rosso a Zanoli, in tutti i campi del mondo nel primo tempo gli avrebbero dato il giallo, qui niente. Quindi nel secondo tempo sarebbe stato doppio giallo. Il rigore su Zaniolo è rigore, il portiere la prende ma poi c’è contatto”.
“Ma c’è di più, molto di più, per me basta – insiste Mourinho -. E’ ok, ma vogliamo un po’ di rispetto. Non c’erano i nostri tifosi ma sono a casa. Voglio il diritto di giocare, non siamo stati bravi nel periodo di formazione della squadra e non possiamo lottare per vincere lo scudetto ma voglio avere il diritto di lottare per vincere. E per me ci è stato tolto”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cristiano Ronaldo salta il match col Liverpool dopo la morte del figlio
Georgina lo ha partorito ma il piccolo non è sopravvissuto. Salva la gemellina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
15:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cristiano Ronaldo non scenderà in campo questa sera, nella sfida di Premier League contro il Liverpool, dopo la morte durante il parto del gemellino maschio che sua moglie Georgina Rodriguez portava in grembo insieme ad una sorellina, venuta alla luce regolarmente.
E’ stato lo stesso Manchester United ad annunciare il forfait del portoghese.
“La famiglia è più importante di qualsiasi altra cosa e Ronaldo sta sostenendo i suoi cari in questo momento estremamente difficile – si legge nel comunicato diffuso dal club di Manchester -. Sottolineando la richiesta di privacy espressa dalla famiglia, confermiamo l’assenza di Ronaldo nella partita di martedì sera ad Anfield”.
Ieri era stato lo stesso Ronaldo a dare la triste notizia via social: “E’ con la più profonda tristezza che comunichiamo la morte del nostro bebè. E’ il dolore più grande che un genitore possa provare. Solo la nascita di nostra figlia ci dà la forza di vivere questo momento con qualche speranza e felicità”.
“Vogliamo ringraziare i medici e gli infermieri per le loro cure e il loro supporto – scrive ancora CR7 -. Siamo devastati da questa perdita e chiediamo privacy in questo momento così difficile. Bambino nostro, tu sei il nostro angelo. Ti ameremo per sempre. Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez”.
“I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con te, con Georgina e con tutta la famiglia in questo momento”: la Juventus si stringe a Cristiano Ronaldo e, in un post in inglese su Instagram, esprime la sua vicinanza al giocatore e alla sua famiglia.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Roma: distorsione alla caviglia destra per Zaniolo
Mourinho, ‘non sembra un infortunio importante ma niente Inter’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
19 aprile 2022
15:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una distorsione alla caviglia destra.
Questo il responso dei primi controlli dello staff medico della Roma su Nicoló Zaniolo, costretto a lasciare il campo nella ripresa del match con il Napoli per infortunio.
Nelle prossime ore verranno eseguiti ulteriori accertamenti, ma per il momento Mourinho non sembra preoccupato per le condizioni del suo attaccante.
Alla domanda in conferenza stampa su come stesse Zaniolo, infatti, ha risposto attaccando Di Bello. “Non sembra un problema importante il suo, il problema è che non ci sarà con l’Inter. Come sempre con questo arbitro ha preso il giallo – ha detto lo Special One -. Mi pare che siano dieci partite che la Roma non vince con il Signor Di Bello. Zaniolo ha giocato una gran gara, Koulibaly è un giocatore tremendo. Per me ha fatto una grande gara, poi nel finale era stanco. Con Di Bello arriva sempre un momento di frustrazione, perché arriva sempre il giallo. Volevo finire la gara in 11 e per questo ho fatto il cambio. Il problema è che con l’Inter non può giocare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Atalanta-Verona 1-2
Terza sconfitta di seguito per la Dea, prima volta con Gasperini
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
18 aprile 2022
23:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ceccherini spiana la strada a porta sguarnita, Koopmeiners buca quella sbagliata nel tentativo di spezzare il break da raddoppio Tameze-Ilic e all’Atalanta ormai auto-esclusasi (terzo ko di fila, mai successo prima con Gasperini) dalla corsa all’Europa non basta aggrapparsi alla zuccata di Scalvini, al primo gol da professionista in gare ufficiali, nei pressi del 90′.
Così a Bergamo finisce 2-1 per il Verona e la Dea scivola all’ottavo posto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta: Gasperini, finiamo bene il campionato
‘Ma fin dall’inizio non c’erano presupposti per lo scudetto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
18 aprile 2022
23:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il mio futuro all’Atalanta? Spetta alla società, io penso solo al presente, ovvero a chiudere bene il campionato”.
Gian Piero Gasperini tira già i bilanci dopo la sconfitta casalinga col Verona: “Non resta che onorare il finale per noi, la società e i tifosi.
L’impegno dei ragazzi non è mai stato in discussione – commenta il tecnico nerazzurro -. Sono tante settimane che fatichiamo a segnare e ciò ci ha impedito una classifica migliore, mentre in Europa il nostro percorso è stato soddisfacente. Meno precisione e prolificità pesano molto su una squadra come la nostra”.
Capitolo infortuni: “Malinovskyi ha male al ginocchio destro, speriamo non sia una distorsione. Speriamo di recuperare qualcun altro”. Sul proseguimento del rapporto con la Dea, Gasperini sembra glissare: “Ringrazio Luca Percassi per le sue parole di stima dopo l’eliminazione col Lipsia. Devo tanto a questa società e a questo ambiente. Il problema è che stiamo perdendo tante partite pur giocando come abbiamo sempre giocato”. Sulle aspettative disattese: “Fin dall’inizio non c’erano i presupposti per ragionare in termini di scudetto, ma non è stato questo a frenarci. Cerco di essere onesto e realista, anche se speravo di essere smentito: non ci sono mai state le condizioni per lottare per il titolo. In Italia c’è più equilibrio, il Verona e il Sassuolo sono tra quelle che hanno progredito”.
Infine, un elogio: “La nota fantastica è Scalvini con la sua lucidità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Barcellona perde ancora, Cadice passa al Camp Nou
Dopo Eintracht un’altra brutta botta, addio speranze rimonta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BARCELLONA
19 aprile 2022
15:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Seconda sconfitta consecutiva al Camp Nou per il Barcellona, che dopo il brutto Ko di giovedì scorso contro l’Eintracht Francoforte in Europa League, cede anche davanti al Cadice in campionato.
Decide la gara un gol di Lucas Perez, ed è una sconfitta che mette fine alle già tenui speranze di rimonta in campionato dei blaugrana, che rimangono a -15 dal Real Madrid, assieme a Siviglia e Atletico Madrid.
E’ chiaro quindi che il 35/o titolo sia a un passo per il Real Madrid di Carlo Ancelotti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Verona: Tudor, non dico adesso se rimarrò
‘Prima finiamo il lavoro, poi mi siedo con ds e presidente’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
19 aprile 2022
15:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non posso dire adesso se resto al Verona o no.
Finito il lavoro, ci sarà il tempo per sedersi a parlare”.
Igor Tudor, dopo aver quasi estromesso l’Atalanta dalla corsa all’Europa, non si esprime circa la permanenza sulla panchina gialloblù: “Parleremo solo poi col direttore sportivo e il presidente. E non dico nulla su come andò l’anno scorso con Juric, non c’ero”, taglia corto il tecnico croato. Che commenta il finale in crescendo della sua squadra: “Meritavamo già all’andata quando avevamo perso con lo stesso risultato. Abbiamo raccolto quanto abbiamo seminato dopo una gara seria, i complimenti li meritano i ragazzi. A cinque partite dalla fine abbiamo ancora motivazioni per fare bella figura davanti a tutti. Facciamo le cose giuste, la qualità c’è”.
Il confronto è con la partita contro l’Inter persa a San Siro: “Il primo tempo non m’era piaciuto e durante la settimana ne abbiamo parlato, perché per fare il nostro calcio bisogna stare attenti sull’uomo e correre dietro la palla anche quando va verso la nostra porta”, spiega Tudor. Infine, le lodi al collega di turno e a Barak: “Gasperini è un maestro, un visionario, al livello del Cholo Simeone, Guardiola e Conte. Non ha avuto la chance di andare in grandi squadre ma fa cose importanti – dice -. Barak è un giocatore chiave, quest’anno è stato anche sfortunato ed è giusto che si prenda le sue rivincite”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dramma Ronaldo, messaggio Juve ‘nostri pensieri sono con te’
Club: ‘preghiamo per tutta la famiglia in questo momento’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 aprile 2022
09:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con te, con Georgina e con tutta la famiglia in questo momento”: la Juventus si stringe a Cristiano Ronaldo e, in un post in inglese su Instagram, esprime la sua vicinanza al giocatore e alla sua famiglia.
Nelle scorse ore il portoghese ha annunciato la perdita durante il parto di uno dei due gemelli attesi dalla coppia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Icon Series”, show negli Usa con Guardiola e Barty
A fine giugno sfida ‘match play’ con campioni sport e del green

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
09:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Da Pep Guardiola a Harry Kane, da Ashleigh Barty a Canelo Alvarez, da Michael Phelps a Oscar De La Hoya.
Dal 30 giugno al 1° luglio alcuni campioni dello sport, capitanati da icone del golf come il sudafricano Ernie Els e l’americano Fred Couples, si affronteranno sui green del Liberty National Golf Club, in New Jersey.
Secondo quanto rivelato da Sportsmail, negli Usa andrà in scena l’Icons Series, torneo – formato match play – a squadre composte ognuna da 14 giocatori.
Tra queste ecco il team del Resto del Mondo, guidato da Els, che potrà contare sul supporto di Guardiola, Barty e Alvarez. Con Couples, nel team Usa, ci saranno invece Phelps, De La Hoya ma anche Michael Strahan e Ben Roethlisberger, ex giocatori di football americano.
“Questi atleti sono abituati ad avere la pressione addosso, quindi sono sicuro che saranno all’altezza della sfida. Le partite saranno competitive e verranno giocate con lo giusto spirito”, ha dichiarato Ernie Els a Sportsmail.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari, la salvezza passa per la trasferta di Genova
Mazzarri chiama i giocatori in infermeria per rush finale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
19 aprile 2022
15:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una sfida contro le repubbliche marinare per mantenere la salvezza: battaglia sino alla fine con Genoa, Venezia e Salernitana (Amalfi è in provincia).
Manca giusto il Pisa.
Sei punti di vantaggio su Venezia (ma i lagunari devono recuperare una gara) e Genoa, tre scontri diretti e cinque partite da giocare. Sono i numeri della corsa salvezza del Cagliari dopo la vittoria-resurrezione sabato contro il Sassuolo. E subito c’è la partita delle partite, Genoa-Cagliari. Per i rossoblù liguri è la partita della vita, per la squadra di Mazzarri quasi un match point per sbarazzarsi almeno di una rivale. Da oggi comincia la preparazione in vista della sfida più calda della stagione. E il tecnico lo ha annunciato già: più che allenamenti saranno martellamenti. L’allenatore toscano, tra i rimpianti per il crollo delle cinque partite perse di fila, cita il fatto di essere stato troppo clemente con la squadra dopo la vittoria di Torino. Ora, parole sempre del mister, non vuole ripetersi. Anzi ha già detto che il Cagliari dovrà tenere la forma vista con il Sassuolo sino alla fine del campionato.
Una settimana forse decisiva. Domenica, al termine della sfida con il Genoa, il Cagliari dovrà contare i punti di distanza dalla formazione di Blessin. Con un occhio a quello che farà il Venezia, impegnato in casa con l’Atalanta. Mercoledì 27 aprile c’è poi un’altra sfida importante per il destino del Cagliari: il recupero della gara tra Salernitana e Venezia. La Salernitana è attesa da un tour de force: prima l’Udinese (altro recupero), poi la Fiorentina e quindi proprio il Venezia. La squadra di Mazzarri sembra in buona salute. Il tecnico ha lanciato l’idea delle “staffette” per motivare e tenere sempre pronti tutti i giocatori della rosa, anche chi non gioca dall’inizio. In questo gioco ora l’allenatore vuole coinvolgere anche Ceppitelli e Goldaniga, fuori per problemi fisici: per affrettare anche psicologicamente il recupero li ha portati in panchina. Anche perché con il Genoa, con la squalifica di Lovato, serviranno difensori esperti e battaglieri. Nelle prossime settimane Mazzarri potrebbe giocarsi anche un altro jolly: Nandez.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Supercoppa Spagna,Pique ‘non ho niente da nascondere’
Replica difensore Barcellona dopo polemiche evento in Arabia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
11:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono molto orgoglioso di questo accordo perché per il calcio spagnolo è un accordo importante, totalmente legale e secondo me non c’è conflitto di interessi”.

Il difensore del Barcellona Gerard Pique è apparso in una conferenza stampa in diretta sul suo canale Twitch in cui ha risposto a tutte le domande che più di 40 media collegati volevano fargli sulla vicenda relativa alle commissioni sulla Supercoppa spagnola in Arabia Saudita, per la quale la societa’ dell’ex difensore del Barcellona percepisce un totale di 24 milioni di euro.
“Quello che non farò – ha detto Pique come riporta ‘El Mundo Deportivo’ – è prendere decisioni a seconda di quello che pensa la gente. Non ho niente da nascondere. Per questo sono qui e se necessario sono qui fino alle tre del mattino. Abbiamo ottimi contatti in Medio Oriente e la gente in Arabia Saudita ci ha detto che voleva portare le competizioni calcistiche nel loro paese. Vedendo il panorama abbiamo deciso di parlare con Rubiales (presidente federcalcio spagnola, ndr) per vedere se potevano essere interessati a spostare la Supercoppa fuori dalla Spagna. Abbiamo proposto a Kosmos (la società di Piqué, ndr )di cambiare anche il formato. Con il senno di poi è stato un successo e la gente è super-appassionata”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Papà baby calciatore picchia allenatore squadra avversaria
Denunciato, verso Daspo a vita. Mister, speranza grazie a ragazzi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GABICCE MARE
19 aprile 2022
12:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Doveva essere un torneo di calcio tra poco più che bambini per la categoria esordienti.

Invece nel giorni di Pasqua, la partita a Gabicce Mare (Pesaro Urbino) tra Accademia Calcio Asd Terni e la Polisportiva Ponte di Nona di Roma si è trasformata in una follia durata dieci minuti, col padre di un 12enne romano che irrompe in campo dopo un contrasto di gioco in cui era coinvolto il figlio, si dirige verso l’allenatore ternano Francesco Latini ,di 33 anni, di professione impiegato, che aveva ripreso i bambini invitandoli alla calma, lo colpisce con un pugno in faccia, e una volta a terra, lo torna a colpire con un calcio alla schiena, provocandogli una lesione ad un rene.
Ne danno notizia oggi i media locali. I giocatori in erba hanno iniziato a piangere e i genitori sugli spalti ad urlare contro l’energumeno che pretendeva di avere ragione, rimanendo in mezzo al campo. Un altro papà, di professione poliziotto, lo ha identificato passando la segnalazione ai carabinieri del luogo che hanno aperto un’inchiesta. Il tecnico ternano è stato soccorso dal 118 e portato dapprima all’ospedale di Riccione, e poi trasferito al Bufalini di Cesena: per lui prognosi di 30 giorni.
I medici ritenevano che fosse necessario intervenire chirurgicamente per fermare l’emorragia, ma poi il pericolo è sfumato. Dal suo letto d’ospedale, il tecnico dei giovanissimi giocatori ternani ha scritto su fb che ha corso il rischio di farsi male veramente, ma che “malgrado tutto, grazie ai miei ragazzi, ho ancora un barlume di speranza in questo mondo marcio popolato da immondizia umana”. La partita è stata vinta dalla squadra di Terni a tavolino. L’aggressore è stato denunciato per lesioni gravi e presumibilmente avrà un Daspo a vita.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Via a Coverciano corso per ‘dirigente addetto a arbitri’
N.1 settore tecnico Figc Albertini: “contaminazione competenze”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
13:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dare nuovi impulsi alla nostra didattica e maggiori competenze a tutte le figure professionali in ambito calcistico”.
E’ uno degli obiettivi principali, come spiega il presidente del Settore Tecnico della Figc, Demetrio Albertini, del nuovo corso inaugurato questa mattina a Coverciano per ‘Dirigente addetto agli arbitri’: fino al prossimo 3 maggio gli allievi seguiranno un programma di 56 ore dedicato in maniera specifica a formare una figura professionale che si sta sempre più affermando all’interno dei club professionistici.

Oltre alle aule del centro tecnico federale, la cornice di questo nuovo corso sarà anche il Centro Var di Lissone, dove gli allievi si recheranno per due giorni, la prossima settimana, per vedere con i propri occhi – grazie ad una ‘guida’ d’eccezione, il designatore di Serie A e Serie B, Gianluca Rocchi – il quartier generale operativo che sottende le direzioni di gara nei due massimi campionati italiani. A dare il benvenuto ai corsisti in collegamento video, è intervenuto questa mattina lo stesso Albertini: “La parola chiave per il Settore Tecnico è ‘contaminazione’: per questo vogliamo aprirci a nuove realtà e questo corso si inserisce lungo questa direzione, cercando di dare nuovi impulsi alla nostra didattica e maggiori competenze a tutte le figure professionali in ambito calcistico”.
L’inaugurazione del corso è stata accompagnata dal saluto istituzionale del presidente dell’Aia, Alfredo Trentalange.
L’Associazione Italiana Arbitri è l’altra realtà che, insieme al Settore Tecnico federale, ha strenuamente voluto questo percorso didattico: “Credo che questo corso – ha sottolineato Trentalange in collegamento video – rappresenti un momento epocale e che vada incontro alla nostra necessità di migliorarci nella programmazione. Si cresce per didattica e per confronto: l’importante è parlare la stessa lingua”. Tra i docenti di questi primi tre giorni di spiegazioni nelle aule del centro di Coverciano, anche lo stesso Trentalange, il vice presidente dell’Aia, Duccio Baglioni, e il responsabile del Settore Tecnico AIA, Matteo Trefoloni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dramma Ronaldo, salta match Liverpool dopo morte del figlio
United: ‘famiglia piu’ importante di qualsiasi altra cosa’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
19 aprile 2022
13:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cristiano Ronaldo non scenderà in campo questa sera, nella sfida di Premier League contro il Liverpool, dopo la morte durante il parto del gemellino maschio che sua moglie Georgina Rodriguez portava in grembo insieme ad una sorellina, venuta alla luce regolarmente.
E’ stato lo stesso Manchester United ad annunciare il forfait del portoghese.
“La famiglia è più importante di qualsiasi altra cosa e Ronaldo sta sostenendo i suoi cari in questo momento estremamente difficile – si legge nel comunicato diffuso dal club di Manchester -.
Sottolineando la richiesta di privacy espressa dalla famiglia, confermiamo l’assenza di Ronaldo nella partita di martedì sera ad Anfield”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allegri: ‘Lapo tra i primi tifosi, ha espresso il suo pensiero’
Allegri: ‘Bonucci parte titolare e in porta giocherà Perin’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 aprile 2022
15:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non dico assolutamente nulla e non commento, Lapo è uno dei primi tifosi: in maniera affettuosa, dico che ha espresso il suo pensiero”: così Massimiliano Allegri sul tweet di Lapo Elkann (“Stiamo poco allegri!!! Allegri…; Ps: gli uomini passano la Juve resta”).
“Non penso alle critiche, ma solo a fare – continua l’allenatore bianconero – perché mancano ancora diverse partite e dobbiamo consolidare il quarto posto.
Dobbiamo essere bravi a difendere i cinque punti di vantaggio, non è un campionato dei ‘ciapa no’ ma dai valori molto simili delle squadre”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Juve, quattro attaccanti in ballo
Allegri: ‘Bonucci parte titolare e in porta giocherà Perin’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 aprile 2022
15:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Bonucci partirà titolare e in porta giocherà Perin”: il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, annuncia due undicesimi della squadra che mercoledì affronterà la Fiorentina nella semifinale di ritorno di coppa Italia.
“Devo ancora decidere, non so se gioca Vlahovic, Morata, Dybala o Kean – aggiunge l’allenatore – ma sicuramente avrò bisogno di tutti e quattro”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino: sollievo Belotti, escluse lesioni muscolari
È l’esito degli esami strumentali, come fa sapere il club granata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 aprile 2022
15:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Torino può tirare un sospiro di sollievo, Andrea Belotti non si è procurato nessuna lesione muscolare.
“Elongazione al bicipite femorale sinistro”: è l’esito degli esami strumentali, come fa sapere il club granata.
Il tecnico Juric, però, deve valutare la condizione fisica di molti altri giocatori: anche Izzo, Pobega e Lukic hanno svolto terapie e dovranno essere valutati in vista della sfida di sabato pomeriggio contro lo Spezia.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Italiano, nulla è impossibile
Il tecnico della Fiorentina: ‘Dobbiamo essere pronti e perfetti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
19 aprile 2022
15:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“È una partita da giocare con grande cuore ma usando la testa.
Il risultato dell’andata pesa, per questo dovremo essere pronti e perfetti, nulla è impossibile, dipende tutto da noi”.
Lo ha detto Vincenzo Italiano aspettando la semifinale di ritorno di Coppa Italia a Torino contro la Juventus, contro la cui la Fiorentina per accedere in finale dovrà ribaltare la sconfitta subita a Firenze per 1-0, in pieno recupero e su autogol. “Cerchiamo l’impresa anche se non sarà facile – ha continuato il tecnico viola – e comunque ai ragazzi ho parlato chiaro, indipendentemente dal risultato non dovrà essere questa partita a dare il giudizio sulla nostra stagione, ha pesare sul lavoro fatto finora”. Tornano convocabili Bonaventura e Odriozola, anche se non al cento per cento, ma mancherà di sicuro Castrovilli per il gravissimo infortunio al ginocchio sinistro subito sabato: “Ci dispiace tanto perché era in grande condizione, purtroppo sono incidenti che capitano, specie a quelli bravi. Ci ho parlato e gli ho detto che lo aspettiamo e tornerà più forte di prima”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europei U17: gli Azzurrini Corradi all’esordio con la Polonia
Partite di qualificazione dal 20 al 26 aprile in provincia Siena
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
15:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà la provincia di Siena ad ospitare dal 20 al 26 aprile la seconda fase di qualificazione all’Europeo Under 17.
Siena, Poggibonsi e Colle di Val D’Elsa le tre città coinvolte nell’ organizzazione delle partite al termine delle quali si saprà se la Nazionale Under 17, guidata da Bernardo Corradi, si qualificherà alle fasi finali del torneo continentale che si giocherà in Israele dal 16 maggio al primo di giugno.

Di questo si è parlato oggi nella conferenza stampa di presentazione del mini torneo presso la Sala delle Lupe del comune di Siena. Presenti il sindaco della città toscana, Luigi De Mossi; l’assessore allo Sport, Paolo Benini; l’allenatore della Nazionale Under 17, Bernardo Corradi e il capitano degli Azzurrini, Luca Lipani.
“Una grande opportunità e una bella vetrina per Siena”. Così De Mossi commenta l’élite round che vedrà la Nazionale Under 17 giocare due delle tre partite all’Artemio Franchi di Siena: “Desidero ringraziare la Figc continua il sindaco – per la scelta di Siena e naturalmente Bernardo Corradi, grande senese oltre che grande sportivo, che sono convinto saprà guidare la squadra azzurra con competenza e la passione che caratterizza noi senesi. La presenza dell’Ucraina, nonostante la drammaticità del momento, è un ulteriore esempio che lo Sport sa dare sulla solidarietà umana e sul desiderio di pace tra i popoli “.
Per Corradi si tratta di un ritorno a casa. Siena è il luogo dove è nato e dove ha mosso i primi passi nel mondo del calcio, fino a diventare giocatore professionista, realizzare 118 gol in carriera e approdare in Figc nel 2017: ” E’ per me una grande emozione – dice il tecnico azzurro – ritornare, seppur in veste diversa, nei luoghi che mi hanno visto crescere: Siena, Poggibonsi, dove ho esordito giovanissimo in Serie C, sono i posti dove ho calciato i primi palloni, insieme ai miei amici di sempre.” Sulle difficoltà del torneo: “In delle gare internazionali a livello giovanile – prosegue Corradi -, non bisogna mai dare per scontato nulla. Polonia, Kosovo e Ucraina sono avversarie di tutto rispetto e noi daremo tutto quello che abbiamo per vincere questo torneo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina: lesione a crociato e menisco,Castrovilli sarà operato
Giocatore viola si è infortunato durante match con Venezia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
19 aprile 2022
15:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Lesione del legamento crociato anteriore, del legamento collaterale mediale e del menisco esterno del ginocchio sinistro”, “tali lesioni necessitano di intervento chirurgico ricostruttivo che verrà effettuata nel corso dei prossimi giorni”.
Così la Fiorentina rende noto l’esito di esami medico-diagnostici eseguiti al calciatore Gaetano Castrovilli stamani.
Gli accertamenti sono stati necessari dopo l’infortunio riportato in Fiorentina-Venezia di sabato 16 aprile.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tribunale Figc, due punti di penalizzazione alla Reggina
Sanzione per mancato versamento ritenute e contributi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
16:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale federale nazionale della Figc, presieduto da Carlo Sica, ha sanzionato la Reggina (serie B) con due punti di penalizzazione in classifica da scontare nella corrente stagione sportiva, disponendo inoltre 45 giorni di inibizione per l’amministratore unico e legale rappresentante pro-tempore del club, Luca Gallo.

La società, informa la Federazione, era stata deferita per il mancato versamento, entro il termine del 16 febbraio scorso, delle ritenute Irpef riguardanti gli emolumenti dovuti ai tesserati per il periodo marzo-ottobre 2021 e dei contributi Inps riguardanti gli emolumenti dovuti ai tesserati per il periodo luglio-ottobre 2021 e comunque per non aver comunicato alla Covisoc, entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice serie A, due giornate a Medel
Per domenica i rossoblù perdono anche Soumaoro e Arnautovic
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
16:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le partite della 33/a giornata la punizione più pesante inflitta dal giudice sportivo ai giocatori di serie A riguarda Medel del Bologna, fermato per due turni (oltre ad una ammenda di 5.000 euro), espulso per proteste nei confronti dell’arbitro nel finale della partita contro la Juventus.
Sempre tra i giocatori espulsi, una giornata salteranno Fuzato (Roma), reo di aver contestato dalla panchina, una decisione arbitrale; Soumaoro (Bologna) per intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete.
Giocatori non espulsi: una giornata a Djuric e Mazzocchi (Salernitana); Arnautovic (Bologna); Haps e Kiyine (Venezia); K.Koulibaly (Napoli); Lovato (Cagliari); Molina (Udinese); Zaniolo (Roma).

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salernitana: Nicola, sfida con Udinese? Concentrati e aggressivi
Dobbiamo fare grande prestazione per continuare nostro sogno
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
19 aprile 2022
17:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Domani sarà la seconda gara in una settimana, dobbiamo andare a giocare con la voglia di sempre e continuare a dimostrare miglioramenti sotto tutti i punti di vista”.
Così Davide Nicola, allenatore della Salernitana, ha presentato la sfida di domani contro l’Udinese.

“Affrontiamo l’Udinese che è sesta in classifica nelle ultime otto gare, è una squadra fisica che gioca bene ed aggredisce l’avversario – dice ancora Nicola -. Dovremo riconoscere i loro punti di forza ed esprimere al meglio il nostro gioco cercando di essere ordinati, aggressivi e concentrati dall’inizio alla fine. Dobbiamo avere la gioia di andare a fare una grande prestazione per continuare il nostro sogno”.
Il tecnico della Salernitana spiega che “la squadra ha sempre dimostrato convinzione in quello che sta facendo, sono contento per la vittoria di Genova ma non basta. Fa piacere per la gente, per la società e per i ragazzi che la meritavano da tempo ma la nostra grande forza deve essere quella di resettare subito per essere concentrati sulla prossima gara e ripartire immediatamente”.
“Questa settimana – aggiunge – il calendario ci mette davanti tre autentiche prove di forza ma grazie alla metodologia di lavoro impostata e al lavoro dello staff sono sicuro che i ragazzi siano in grado disputare al meglio questi impegni ravvicinati”. “Il nostro è un lavoro di gruppo e tutti sanno di rivestire un ruolo importante – sottolinea -. Tutti sono concentrati sull’obiettivo e avranno l’occasione per dare il loro contributo. La capacità dei giocatori di entrare subito in partita è una risorsa molto importante per il gruppo. La differenza per continuare a lottare per il nostro obiettivo la faranno la fame e la mentalità con cui scenderemo in campo in ogni singola partita”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Psg: Pochettino, resto per avere rinvincita in Champions
“Dopo il titolo, spero già domani, penseremo a squadra futura”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
17:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho ancora un anno di contratto, quindi non è una semplice questione di volontà ma contrattuale.

Io ho ancora intatta la voglia di rivincita in Champions League.

Quando avremo conquistato il titolo, spero già domani, sarà il momento di sedersi tutti insieme per disegnare il futuro della squadra”. Lo ha detto il tecnico del Paris Saint Germain, Mauricio Pochettino, rispondendo ad una domanda sul suo futuro alla vigilia della 33/a giornata di Ligue 1 che potrebbe incoronare campione di Francia la sua squadra con cinque giornate di anticipo.
Il Paris Sg ha 15 punti di vantaggio sul Marsiglia e domani può già conquistare il suo decimo titolo se nella partita in programma ad Angers otterrà un risultato migliore di quello che l’OM conquisterà col Nantes. Per il primo match point stagionale, Pochettino dovrà fare a meno di tante stelle, dallo squalificato Neymar agli infortunati Messi e Verratti, ma avrà occasione di schierare qualche giovane a fare esperienza.
Eliminato dalla Champions League dal Real Madrid e dalla Coppa di Francia dal Nizza e battuto nella finale di Supercoppa francese dal Lille, Pochettino punta al suo primo scudetto col Psg, avendo vinto finora ‘solo’ una Coppa di Francia l’anno scorso e la Supercoppa nel 2020. prove.”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Guardiola “Haaland al City? Ho altri pensieri”
Tecnico Citizens “ancora tanti impegni, non guardo al futuro”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
17:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘No comment’ del tecnico del Manchester City, Pep Guardiola, sulle voci di un accordo molto vicino per portare nel club di Premier League l’attaccante del Borussia Dortmund Erling Haaland.
“Nessuna risposta alla tua domanda” – ha detto lo spagnolo alla vigilia della partita di campionato col Brighton -.
Ora ho altre preoccupazioni nella mia testa che pensare a cosa accadrà in questo club la prossima stagione”.
Secondo alcuni media, il City sarebbe pronto a pagare al Dortmund la clausola rescissoria di 75 milioni di euro prevista dal contratto di Haaland dopo aver concordato condizioni con gli agenti del nazionale norvegese, tra le quali uno stipendio di circa 600 mila euro a settimana. “Non sappiamo cosa accadrà nel futuro e io da anni non parlo mai di mercato, soprattutto quando abbiamo tanti traguardi incredibili ancora da raggiungere in questa stagione”, ha detto Guardiola.
Il City è in testa al campionato con un punto di vantaggio sul Liverpool e in Champions deve affrontare il Real Madrid nelle semifinali, ma è stato eliminato sabato scorso dalla FA Cup proprio dalla squadra di Juergen Klopp Le loro speranze di un ‘triplete’ sono finite sabato quando sono stati battuti 3-2 dal Liverpool nelle semifinali di Coppa d’Inghilterra a Wembley.
Guardiola aveva apportato sette modifiche per quello scontro poiché i suoi giocatori hanno subito gli effetti (leggi lividi…) del pareggio di Champions League del mercoledì precedente contro l’Atletico Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Uefa sanziona OM per incidenti col Paok
Chiusa curva ‘Velodrome’ per semifinale e multa 98mila euro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
18:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’OM Marsiglia dovrà giocare il ritorno della semifinale di Conference League con il Feyenoord con lo stadio ‘Velodrome’ parzialmente chiuso a causa di una sanzione imposta al club francese dall’Uefa dopo gli incidenti avvenuti dento e fuori l’impianto tra i tifosi di casa e quelli del Paok Salonicco in occasione del turno precedente.

Oltre alla chiusura della curva ‘Virage Nord’, quella occupata dai tifosi più accesi, il Marsiglia è stato multato per 98.000 euro per lanci di fuochi d’artificio e oggetti in campo.

Il Paok è stato sanzionato con una multa di 50.000 euro ed entro 30 giorni dovrà contattare il club francese per liquidare i danni causati dai propri tifosi.
Il Marsiglia farà visita al Feyenoord il 28 aprile nell’andata della semifinale e poi ospiterà il club olandese nella sfida di ritorno una settimana dopo. La vincente affronterà la Roma o il Leicester, protagoniste dell’altra semifinale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Ternana squalificato fino al 20 maggio
Per le protesta a fine partita, dopo pareggio con Frosinone
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
19 aprile 2022
18:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Squalificato fino al 20 maggio il presidente della Ternana calcio (serie B), Stefano Bandecchi, per il comportamento tenuto con l’arbitro al termine della partita di lunedì contro il Frosinone, finita 4-4 allo stadio Liberati.
Lo ha deciso il giudice sportivo Germana Panzironi, che ha anche disposto un’ammenda di 5 mila euro nei confronti della società rossoverde.

In base al comunicato ufficiale della Lega di serie B, al termine della gara Bandecchi, sul terreno di gioco, “con fare intimidatorio” ha rivolto “una critica irrispettosa” al direttore di gara, Ivan Robilotta. “Successivamente, negli spogliatoi – si legge ancora -, reiterava tale atteggiamento ed impediva fisicamente all’arbitro di accedere al proprio spogliatoio ponendogli una mano sul petto”.
A scatenare le polemiche del presidente della Ternana un rigore concesso al 94′ al Frosinone, che ha così permesso alla squadra ospite di pareggiare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta: Scalvini, rialziamoci da squadra
Appello del difensore, al primo gol da professionista
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
19 aprile 2022
20:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Alla sesta partita da titolare con l’Atalanta, Giorgio Scalvini ha voluto rivolgere un appello ai compagni dalla didascalia della gallery fotografica della rete dell’1-2 segnata al Verona, girando di testa in porta il cross di Zappacosta.
“Un’emozione indescrivibile segnare il primo gol tra i professionisti, soprattutto davanti ai nostri tifosi…

Rialziamoci da squadra”, si legge sul profilo Instagram del difensore.
Bresciano di Palazzolo sull’Oglio, Scalvini, nel settore giovanile nerazzurro dall’età di 12 anni, di recente ha esordito anche nelle competizioni Uefa giocando da riserva entrambi i quarti di finale con il Lipsia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mihajlovic in ospedale, la moglie con lui condivide foto
L’allenatore del Bologna compare per la prima volta dal ricovero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
20 aprile 2022
14:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sorridente, insieme alla moglie Arianna che pubblica su Instagram il selfie insieme: è la prima immagine di Sinisa Mihajlovich condivisa pubblicamente dalla famiglia da quando – a fine marzo – il tecnico del Bologna è stato ricoverato al Policlinico Sant’Orsola di Bologna per alcuni “campanelli d’allarme” circa il rischio ricomparsa di leucemia.
Malattia che lo aveva colpito nel 2019 e che l’allenatore aveva superato dopo un trapianto di midollo osseo.
“Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza.
Sei un Leone dal cuore tenero. Surprise”, sono le parole che la moglie Arianna accompagna allo scatto in bianco e nero pubblicato sul social.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I tifosi del Liverpool applaudono Cristiano Ronaldo in lutto
Omaggio al giocatore United assente per la morte del figlio appena nato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
15:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I tifosi del Liverpool hanno dedicato un applauso lungo un minuto a Cristiano Ronaldo, drammaticamente assente dal posticipo della 30/a giornata di Premier League col Manchester United a causa della morte di uno dei suoi gemelli appena nati.
Al 7′ minuto, come il numero di maglia del portoghese, gli spettatori di Anfield si sono alzati e hanno applaudito, mentre il Kop ha cantato l’inno dei Reds ‘You’ll Never Walk Alone’.
Il gioco non si è interrotto durante questo sentito fuori programma, con il Liverpool che era già in vantaggio per 1-0.
Ronaldo e la sua compagna, Georgina Rodriguez, avevano annunciato sui social di aver perso il loro bambino appena nato, mentre la gemella è in buona salute. Il cinque volte Pallone d’oro, 37 anni, era già padre di quattro figli, di cui tre avuti con maternità surrogata, prima del suo incontro con l’attuale compagna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: oltre 74mila tifosi al Meazza, incasso record
Primo tutto esaurito post-lockdown, oltre 4 mln da biglietti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 aprile 2022
22:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo sold-out di San Siro dopo il lockdown porta anche un record per gli incassi in Coppa Italia.
Sono infatti 74.508 gli spettatori al Meazza per la sfida di ritorno tra Inter e Milan, con un incasso lordo pari a 4,15 milioni: si tratta della cifra dai maggiori incassi nella storia della Coppa Italia, superando Milan-Juventus (finale 2016 con 3,92 milioni di incasso) e Juventus-Napoli (finale 2012 con 3,87 milioni).

L’ultimo tutto esaurito era stato fatto segnare a San Siro il 13 febbraio 2020, quando al Meazza per Milan-Juventus sempre di Coppa Italia erano presenti 72.738 spettatori.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: 3-0 al Milan, Inter in finale
Doppietta di Lautaro nel primo tempo, tris Gosens nella ripresa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
23:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Inter si è qualificata per la finale di Coppa Italia battendo il Milan 3-0 nella semifinale di ritorno.
La gara di andata si era conclusa 0-0.
Per i nerazzurri – che l’11 maggio all’Olimpico affronteranno la Juventus o la Fiorentina – sono andati in gol Lautaro Martinez, al 4′ e al 40′ del primo tempo, e Gosens al 37′ st.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier: Liverpool travolge lo United, 4-0 ad Anfield
I Reds sorpassano il City, che sarà in campo domani
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2022
23:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Liverpool ha inflitto un’altra lezione in campionato al Manchester United, imponendosi 4-0 ad Anfield Road dopo averlo sconfitto 5-0 nel girone di andata lo scorso ottobre a Old Trafford.
Il successo porta i Reds momentaneamente in vetta alla classifica di Premier League con 76 punti, mentre il Manchester City (74) gioca domani col Brighton.

Il poker porta le firme di Mohamed Salah, autore di una doppietta e sempre più capocannoniere con 22 reti, Luis Diaz e Sadio Mane. Lo United, che ha giocato senza Cristiano Ronaldo, in lutto per la morte del figlioletto neonato, resta sesto in classifica, con 54 punti.
Intanto festeggia il ritorno in Premier League il Fulham, che battendo 3-0 il Preston a Craven Cottage festeggia la promozione con quattro partite di anticipo. Protagonista l’attaccante serbo Aleksandar Mitrovic, autore di una doppietta che porta a 40 reti il suo bottino stagionale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Pioli, non c’è stata tutta questa differenza
‘Risultato pesante e netto, Inter ha segnato al momento giusto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 aprile 2022
23:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Volevamo vincere.
Il risultato è pesante e netto.
Non c’è stata tutta questa differenza ma l’Inter ha segnato al momento giusto. Anche sul 2-0 abbiamo continuato a giocare ma possiamo fare di più”. Lo ha detto l’allenatore del Milan, Stefano Pioli, intervistato da Mediaset dopo la sconfitta nella semifinale di Coppa Italia contro l’Inter. “Se subisci tre gol vuol dire che gli avversari hanno giocato con più qualità. Non ci sono mancate determinazione e occasioni da gol. La mia squadra ha ora l’opportunità di dimostrare di essere davvero forte perché abbiamo tutte le possibilità di far bene in campionato”, ha concluso l’allenatore rossonero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Lautaro, felice perché giochiamo altra finale
Difendo sempre questa maglia, ora mancano 6 partite dure
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 aprile 2022
23:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono contento perché giochiamo un’altra finale.
Siamo felici, lavoriamo per questo, per portare l’Inter in alto.
Lo abbiamo dimostrato un’altra volta, ora recuperiamo e pensiamo in avanti”. Lo ha detto l’attaccante dell’Inter Lautaro Martinez ai microfoni di Mediaset dopo la vittoria per 3-0 nella semifinale di Coppa Italia contro il Milan. “Io difendo sempre questa maglia e cerco di dimostrarlo sempre in campo. Ora mancano sei partite dure e dobbiamo pensare a partita dopo partita. Sappiamo che abbiamo perso punti importanti, ma dobbiamo pensare partita per partita, ne mancano sei, dobbiamo affrontare tutte come oggi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Inzaghi, abbiamo meritato vittoria e finale
Ragazzi fantastici, abbiamo colpito al momento giusto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 aprile 2022
23:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I ragazzi sono stati fantastici.

Abbiamo giocato una partita di intelligenza, colpendo al momento giusto.
Volevamo questo derby che era importantissimo perché valeva la finale di Coppa Italia e lo abbiamo meritato sul campo”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi, parlando a Mediaset dopo la vittoria per 3-0 contro il Milan nella semifinale di Coppa Italia.
“È una partita a cui tenevamo molto e ora abbiamo un campionato da concludere nel migliore dei modi. Siamo stati bravi a rimanere lucidi – ha aggiunto l’allenatore nerazzurro -.
C’è stato un mese e mezzo in cui abbiamo speso tantissimo, perdendo punti per strada. Ora però ci prendiamo questa finale che volevamo a tutti i costi. È un percorso lungo, stiamo inseguendo il Milan in vetta alla classifica ma vogliamo essere competitivi su tutti i fronti”,
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pelé in ospedale per ciclo mensile terapia anti cancro
Cure periodiche per il tumore al colon, stato di salute ‘buono’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
20 aprile 2022
15:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pelé è ricoverato in ospedale da lunedì a San Paolo per eseguire uno dei cicli mensili del trattamento per il cancro al colon scoperto lo scorso settembre.

Lo stato di salute di Edson Arantes do Nascimento, 81 anni è “buono e stabile, e dovrebbe lasciare l’ospedale nei prossimi giorni” ha detto l’Albert Einstein Hospital in una nota.
Pelé deve visitare la clinica almeno una volta al mese per sottoporsi ai test e continuare la terapia per il tumore al colon.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
C.Italia; Lapo alla Juve, stasera si va per vincere
Con la Fiorentina chiede una partita “cotta e mangiata”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
20 aprile 2022
11:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Caro mister e cari giocatori, stasera si va per vincere: che sia una partita cotta e mangiata”: Lapo Elkann torna a scrivere sui social rivolgendosi di nuovo a Massimiliano Allegri e ai suoi giocatori.
Un messaggio su Twitter per incitare i bianconeri in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Fiorentina dopo l’attacco al tecnico della Juventus che ha fatto seguito al pari di campionato contro il Bologna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Foggia-Catanzaro: Iemmello; Daspo a 2 tifosi pugliesi
Con la tentata aggressione all’ex attaccante squadra pugliese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FOGGIA
20 aprile 2022
12:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo i disordini avvenuti durante la partita Foggia-Catanzaro (serie C, girone C) disputata lo scorso 11 aprile, il Daspo (il divieto di accedere alle manifestazioni sportive) per cinque anni è stato disposto nei confronti di due tifosi foggiani.

Allo stadio Zaccheria, i tifosi invasero il campo, tentando di aggredire l’attaccante del Catanzaro Pietro Iemmello, ex calciatore del Foggia.
Sono in corso da parte degli agenti della Digos di Foggia ulteriori approfondimenti sui disordini avvenuti durante la partita.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ecco la Squadra del Papa, affronta quella dell’Isola d’Elba
Il 26 amichevole al Trastevere Stadium, poi dal Santo Padre
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
12:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La rappresentativa dell’Isola d’Elba, a nome delle 87 piccole isole italiane, e la ‘Squadra del Papa-Fratelli tutti’ giocheranno una partita di calcio martedì 26 (alle 18.30) al Trastevere- Stadium, in via Vitellia 50 a Roma.
Il giorno dopo, Papa Francesco riceverà in udienza le due squadre.
L’ingresso sarà libero, arbitro d’eccezione sarà Valeri. A rendere possibile l’organizzazione della partita sono la Lega Nazionale Dilettanti, la Lega Pro e il Trastevere Calcio. Tutto nasce dall’iniziativa di un gruppo di sportivi dell’Isola d’Elba che hanno scritto al Papa per raccontargli la realtà sociale che vivono ogni giorno i 240mila abitanti delle piccole isole d’Italia, domandandogli la possibilità di un incontro personale per essere incoraggiati a “investire” sul presente e sul futuro di questi “scogli” e far sì che il fenomeno dello spopolamento -soprattutto dei giovani – non metta in discussione i servizi essenziali per la sanità e per la scuola. E chiedendogli anche, richiesta accolta, di giocare una partita di calcio con la “Squadra del Papa-Fratelli tutti”, allenata dall’ex romanista Odoacre Chierico e composta da cittadini e dipendenti vaticani ai quali si aggiungono un giovane di Special Olympics con la sindrome di down, due migranti africani accolti dalla Comunità di Sant’Egidio e alcuni giovani ucraini. La squadra fa riferimento al Pontificio Consiglio della Cultura e ad Athletica Vaticana.
“Vogliamo rappresentare attraverso lo sport, veicolo di grande impatto, i disagi delle popolazioni che hanno scelto di vivere nelle piccole isole – dice Gaetano D’Auria, presidente della squadra dell’Elba -. Porteremo alla nostra gente il calore che ci trasmetterà il Santo Padre, al quale racconteremo la sensazione di sentirsi isolati, dimenticati dalle autorità centrali. Gli diremo che la Chiesa è sempre presente” A ospitare la partita il Trastevere Stadium, situato all’interno del parco di Villa Pamphili, e dove si tenne la prima partita di calcio a Roma nel 1892. Il principe Alfonso Doria Pamphili, appassionato di sport, infatti, permise ad un gruppo di seminaristi del Venerabile Collegio Inglese, che già praticavano il football, di allenarsi e giocare nella sua villa.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La sorella di Ronaldo ringrazia Liverpool ‘Non lo dimenticheremo mai’
Ieri al 7′ il toccante omaggio del pubblico di Anfield, ‘grazie’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
15:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Grazie per quello che avete fatto.

Non lo dimenticheremo mai”.
Con questa frase, sui social, Elma dos Santos Aveiro, sorella di Cristiano Ronaldo (ancora in silenzio, e scosso, dopo aver perso il figlio partorito dalla compagna Giorgina Rodriguez), ringrazia i tifosi del Liverpool per il toccante omaggio al fratello.
Ieri, al 7′ della partita dei Reds contro il Manchester United, tutto il pubblico di Anfield si è alzato in piedi ad applaudire e a cantare, dedicandolo a Ronaldo, ‘You’ll never walk alone’, un gesto che rimarrà impresso nella memoria. Da ciò quel “non lo dimenticheremo mai” espresso dalla sorella di CR7 a nome della famiglia del fuoriclasse plurivincitore del Pallone d’Oro.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Salernitana vince nel recupero e torna a sperare
Verdi in contropiede abbatte Udinese e riapre i giochi salvezza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
23:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
All’ultimo respiro, Verdi regala il successo alla Salernitana a Udine e infuoca la lotta salvezza, permettendo ai suoi di raggiungere Genoa e Venezia a quota 22, con ancora il recupero coi lagunari da giocare.
E’ una vittoria del sacrificio, di fronte a un’Udinese appagata e poco reattiva, che nel finale è stata anche presuntuosa, lanciandosi scriteriatamente in attacco e lasciando una prateria per il contropiede degli ospiti, sfociato nello 0-1 finale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel st 48′ Verdi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Orfano di Beto e Pereyra – infortunati – e dello squalificato Molina, Cioffi rivoluziona la formazione rispetto al poker rifilato all’Empoli alla vigilia di Pasqua, cambiando metà dei giocatori di movimento e lanciando dall’inizio tre 2002: Soppy, Udogie e Samardzic. L’ex Nicola si affida invece al 39enne Ribery per cercare di tenere accesa la fiammella della speranza, alimentata dall’impresa di Genova. La prima occasione la crea Deulofeu, da un mese in stato di grazia: al 7′ va via sulla sinistra e arriva sulla linea di fondo, a tu per tu con Sepe, ma sullo scavetto al centro Arslan non ci arriva di un soffio. Il folletto spagnolo si ripete al 16′ sul fronte opposto: doppio passo e palla che sibila accanto all’incrocio. Passano altri trenta secondi e Pussetto si libera all’altezza del dischetto, ma Sepe lo mura in uscita. Al 26′ sono i ventenni a mettere i brividi alla retroguardia ospite: Soppy scappa sulla destra, Udogie non arriva all’appuntamento con il tap-in per una frazione di secondo. Il tempo si chiude con l’unico tiro in porta degli ospiti, che è anche la più ghiotta occasione da rete: al 46′ punizione spiovente di Ribery, la difesa friulana si dimentica di Gyomber, che da tre metri incorna alto. Nel primo quarto d’ora della ripresa l’unica cosa apprezzabile è il tifo incessante dei supporter della Salernitana. Proprio al 15′ Pussetto mette un cross al centro e Sepe in uscita dà i brividi ai suoi ma gli attaccanti bianconeri non ne approfittano. Cioffi getta nella mischia Walace, Makengo e Success, protagonisti delle ultime vittorie, per sbloccare la gara. Nicola risponde togliendo un esausto Ribery per Mikael. E’ proprio il neo entrato che al 35′ ha la palla del colpaccio: il suo tiro dal limite viene deviato e si stampa sul palo a Silvestri battuto: sulla respinta Bonazzoli non trova la porta. Gli risponde, tre minuti dopo, il solito Deulofeu: la sua punizione, toccata dalla barriera, costringe Sepe a una difficile deviazione in angolo. I padroni di casa aumentano la pressione, ma Samardzic fa la frittata: a una manciata di secondi dal 48′ perde palla al limite dell’area, con la difesa sbilanciata. Ederson conduce il contropiede e attende di servire Verdi sul filo del fuorigioco. Il suo tocco in rete manda in estasi le migliaia di tifosi campani che hanno creduto nell’impresa. Che adesso riapre i giochi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Fiorentina al tappeto, Juve vola in finale
Reti di Bernardeschi e Danilo, Allegri contenderà trofeo a Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
14:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus vince anche il ritorno contro la Fiorentina e vola in finale di Coppa Italia: Bernardeschi apre, Danilo chiude, Allegri ha ancora la possibilità di vincere un trofeo.
Il prossimo 11 maggio, infatti, i bianconeri cercheranno la rivincita contro l’Inter dopo la sconfitta in Supercoppa.
Per i viola arrivano tanti applausi dagli oltre mille fiorentini arrivati sotto la Mole, Italiano ora penserà soltanto a conquistare un posto in Europa per la prossima stagione attraverso il campionato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt 32′ Bernardeschi; nel st 49′ Danilo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dybala parte dalla panchina, è questa la scelta di Allegri: il tandem è formato da Morata e dal grande ex Vlahovic, la Joya è fuori insieme a Cuadrado. Sulla fascia destra gioca Bernardeschi, altro giocatore dal passato in viola, e sull’out opposto Rabiot, mentre Zakaria è affiancato da Danilo proposto nuovamente in mediana. Come annunciato dal tecnico, Bonucci torna titolare dopo due mesi e fa coppia con De Ligt, sulle corsie esterne agiscono De Sciglio e Alex Sandro con Perin tra i pali. Nella Fiorentina c’è un’assenza dell’ultimo minuto: Milenkovic è messo fuori causa da un attacco di gastroenterite, Italiano sceglie Martinez Quarta per sostituirlo. In attacco Cabral è preferito a Piatek, in mezzo al campo manca Castrovilli, vittima di un brutto infortunio al legamento crociato che lo costringerà all’intervento chirurgico, e le due mezzali al fianco di Torreira sono Duncan e Saponara. I viola cercano di fare gioco, i bianconeri giocano in contropiede con Vlahovic e Morata ma sprecano un paio di ripartenze interessanti, così il primo tiro in porta è del serbo che impegna Dragowski al 13′. Le emozioni latitano, alla mezz’ora l’episodio che sblocca la sfida: sul cross di Morata, il portiere della Fiorentina sbaglia completamente l’uscita alta e Biraghi non riesce a rinviare, con il pallone finisce a Bernardeschi che controlla di petto e colpisce al volo con il sinistro. La Fiorentina fa molto possesso, arrivando fino al 67% al termine del primo tempo, ma riesce a creare un’occasione pericolosa soltanto al 41′, quando De Sciglio pasticcia in area di rigore e Cabral calcia troppo centralmente. E il terzino colleziona anche l’ammonizione che, essendo in diffida, lo costringerà a saltare la finalissima di Roma contro l’Inter. Durante l’intervallo Italiano sostituisce l’acciaccato Torreira con Amrabat, i suoi vanno subito vicini al pareggio: dal corner di Biraghi, il pallone carambola tra le teste di Quarta e De Ligt, con Perin costretto ad un grande intervento sulla sua destra. Pochi minuti dopo, in ripartenza, Vlahovic manda in porta Zakaria, ma lo svizzero colpisce il palo esterno della porta di Dragowski. A mezz’ora dalla fine, i viola si giocano la carta Sottil al posto di Saponara e Allegri lancia Dybala per Morata, mentre Biraghi sfiora l’incrocio da punizione. Il raddoppio di Rabiot è annullato al Var per una posizione di fuorigioco, i viola si salvano ma devono segnare due gol per ribaltare la gara e conquistare il pass per la finale. Cabral sfiora il palo anticipando De Ligt, per gli ultimi dieci minuti Italiano opta per il doppio centravanti e inserisce anche Piatek. La Juve alza il muro difensivo anche grazie al subentrato Chiellini, in contropiede trova il raddoppio sull’asse Cuadrado-Danilo. I bianconeri strappano il pass per la finale, la coppa Italia sarà il grande obiettivo nell’ultimo mese della stagione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta: messa in palio visita a Zingonia per tifosi
In un contest su Instagram: 4 giocatori coinvolti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
20 aprile 2022
19:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un incontro riservato a quattro tifosi con altrettanti giocatori della prima squadra, in sede, al Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia.
E’ il premio sponsorizzato messo in palio sul proprio canale Instagram dall’Atalanta nell’ambito del cosiddetto ‘Contest social Atalanta e Replay’ insieme al proprio partner di abbigliamento casual.

Nel post accompagnato da un video, il club, che si riserva di scegliere il commento per sorteggio, definisce le modalità di partecipazione, riservata ai maggiorenni iscritti al social network: “Vuoi avere l’opportunità di conoscere di persona i nostri ragazzi? Tagga le tre persone che vorresti portare con te a Zingonia per incontrare Aleksey Miranchuk, Jeremie Boga, Mario Pasalic e Matteo Pessina”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mancini,con Argentina ci saranno Immobile e Insigne
Ct vede Italia-Polonia U17: ‘dare a ragazzi possibilità giocare’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
19:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
19:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sara’ ricambio generazionale? Non ci sono tante scelte per poter cambiare tutto.
Come fatto in Turchia, qualche giovane giocherà ma la prima con l’Argentina se ci saranno tutti giocheranno quelli dell’Europeo, perchè è una partita guadagnata con la vittoria dell’Europeo”.

Nella prima uscita pubblica dopo la mancata qualificazione ai Mondiali 2022 il ct azzurro Roberto Mancini a margine di Italia-Polonia Under 17 guarda ai prossimi impegni della Nazionale maggiore: “anche Immobile e Insigne con l’Argentina? Sì – ha detto il ct alla Rai – ci saranno soprattutto per la prima poi vedremo per le altre, ma così anche gli altri. Non ho parlato con Ciro assolutamente, non so cosa pensi in questo momento ma credo che quando ci sono situazioni come queste è chiaro che il momento è difficile ma bisogna saperlo passare anche”.
Quanto è importante ripartire dai giovani? “Ci sono ragazzi che hanno prospettiva, hanno 17 anni, vanno sempre seguiti e gli va data la possibilità di giocare a livelli un po’ più alti”. Poi Mancini torna sulla mancata qualificazione ai Mondiali in Qatar: “è passato un mese dall’eliminazione? Deve passare per forza, delusione tanta, veramente ci sono dei momenti in cui le cose non devono andare bene e non ci vanno, non c’è niente da fare ma abbiamo fatto anche delle cose ottime , siamo sempre campioni d’Europa fino al 2024 con merito e tutto quello di buono che è stato fatto in tre anni e mezzo” Mancini – come fa sapere la Figc – si è intrattenuto, prima dell’inizio del match, con Bernardo Corradi e ha salutato tutti i giocatori della Nazionale giovanile. Una presenza estremamente significativa, per l’attenzione che il Ct rivolge ai giovani calciatori che seguono la trafila nelle Nazionali giovanili: “I ragazzi vanno seguiti sempre. In questa Nazionale – ha dichiarato Mancini – sono molto giovani, hanno appena 17 anni ma hanno prospettiva: bisogna continuare a seguirli e, nel tempo, dare loro l’opportunità di giocare a livello un po’ più alto.
Bisogna ripartire dalla base, avere fiducia nei giovani che all’inizio possono avere qualche difficoltà per mancanza di esperienza ma bisogna continuare a dare loro delle opportunità perché poi possono venire grandi soddisfazioni.”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Udinese-Salernitana 0-1
Decide nel recupero il gol di Verdi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
20:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese-Salernitana 0-1 (0-0) nel recupero della 19/a giornata del campionato di Serie A.
Decisivo il gol di Verdi al 93′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: 2-0 alla Fiorentina,Juve in finale con Inter
Decisivi i gol dell’ex viola Bernardeschi e Danilo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
20 aprile 2022
22:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus ha conquistato la finale di Coppa Italia battendo 2-0 (1-0) allo Stadium di Torino la Fiorentina già sconfitta 1-0 nella semifinale di andata.
Ad attendere i bianconeri nella finale in programma l’11 maggio ci sarà l’Inter.

A segno per la Juventus l’ex viola Bernardeschi al 32′ e Danilo al 94′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Fiorentina al tappeto, Juve vola in finale
Reti di Bernardeschi e Danilo, Allegri contenderà trofeo a Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
14:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus vince anche il ritorno contro la Fiorentina e vola in finale di Coppa Italia: Bernardeschi apre, Danilo chiude, Allegri ha ancora la possibilità di vincere un trofeo.
Il prossimo 11 maggio, infatti, i bianconeri cercheranno la rivincita contro l’Inter dopo la sconfitta in Supercoppa.
Per i viola arrivano tanti applausi dagli oltre mille fiorentini arrivati sotto la Mole, Italiano ora penserà soltanto a conquistare un posto in Europa per la prossima stagione attraverso il campionato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt 32′ Bernardeschi; nel st 49′ Danilo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dybala parte dalla panchina, è questa la scelta di Allegri: il tandem è formato da Morata e dal grande ex Vlahovic, la Joya è fuori insieme a Cuadrado. Sulla fascia destra gioca Bernardeschi, altro giocatore dal passato in viola, e sull’out opposto Rabiot, mentre Zakaria è affiancato da Danilo proposto nuovamente in mediana. Come annunciato dal tecnico, Bonucci torna titolare dopo due mesi e fa coppia con De Ligt, sulle corsie esterne agiscono De Sciglio e Alex Sandro con Perin tra i pali. Nella Fiorentina c’è un’assenza dell’ultimo minuto: Milenkovic è messo fuori causa da un attacco di gastroenterite, Italiano sceglie Martinez Quarta per sostituirlo. In attacco Cabral è preferito a Piatek, in mezzo al campo manca Castrovilli, vittima di un brutto infortunio al legamento crociato che lo costringerà all’intervento chirurgico, e le due mezzali al fianco di Torreira sono Duncan e Saponara. I viola cercano di fare gioco, i bianconeri giocano in contropiede con Vlahovic e Morata ma sprecano un paio di ripartenze interessanti, così il primo tiro in porta è del serbo che impegna Dragowski al 13′. Le emozioni latitano, alla mezz’ora l’episodio che sblocca la sfida: sul cross di Morata, il portiere della Fiorentina sbaglia completamente l’uscita alta e Biraghi non riesce a rinviare, con il pallone finisce a Bernardeschi che controlla di petto e colpisce al volo con il sinistro. La Fiorentina fa molto possesso, arrivando fino al 67% al termine del primo tempo, ma riesce a creare un’occasione pericolosa soltanto al 41′, quando De Sciglio pasticcia in area di rigore e Cabral calcia troppo centralmente. E il terzino colleziona anche l’ammonizione che, essendo in diffida, lo costringerà a saltare la finalissima di Roma contro l’Inter. Durante l’intervallo Italiano sostituisce l’acciaccato Torreira con Amrabat, i suoi vanno subito vicini al pareggio: dal corner di Biraghi, il pallone carambola tra le teste di Quarta e De Ligt, con Perin costretto ad un grande intervento sulla sua destra. Pochi minuti dopo, in ripartenza, Vlahovic manda in porta Zakaria, ma lo svizzero colpisce il palo esterno della porta di Dragowski. A mezz’ora dalla fine, i viola si giocano la carta Sottil al posto di Saponara e Allegri lancia Dybala per Morata, mentre Biraghi sfiora l’incrocio da punizione. Il raddoppio di Rabiot è annullato al Var per una posizione di fuorigioco, i viola si salvano ma devono segnare due gol per ribaltare la gara e conquistare il pass per la finale. Cabral sfiora il palo anticipando De Ligt, per gli ultimi dieci minuti Italiano opta per il doppio centravanti e inserisce anche Piatek. La Juve alza il muro difensivo anche grazie al subentrato Chiellini, in contropiede trova il raddoppio sull’asse Cuadrado-Danilo. I bianconeri strappano il pass per la finale, la coppa Italia sarà il grande obiettivo nell’ultimo mese della stagione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: Psg batte Angers ma rimanda festa titolo
Vittoria Marsiglia ritarda conquista 10/a Ligue1 per parigini
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
23:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Psg ha vinto 3-0 ad Angers con i gol di Kylian Mbappé, Sergio Ramos e l’ex Roma Marquinhos e ora avrà bisogno solo di un pareggio sabato contro il Lens per essere matematicamente campione in Ligue 1.

Il decimo titolo di campione di Francia per i parigini è stato rimandato dalla vittoria contro il Nantes (3-2) del suo più diretto rivale, il Marsiglia, che ha 15 punti in meno a cinque giornate dalla fine del massimo campionato francese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Del Piero,ritorno Stadium fantastico, nessun secondo fine
‘Non ci sono incontri segreti,visto Lapo così come tante volte’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2022
23:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ritorno alla Stadium fantastico, non commento ipotesi che al momento non ci sono”.
Così Alessandro Del Piero dallo studio di Sky commentando la vittoria della Juve contro la Fiorentina che vale la finale di Coppa Italia è tornato sul suo ritorno allo stadio a vedere i bianconeri dopo 10 anni.
“E’ stato emozionante come l’addio, tutto spontaneo ed è stato bello così.
Sono rimasto sorpreso dal tam tam di voci, nel mio ritorno allo Stadium nessun secondo fine.
Non ci sono incontri segreti – conclude Del Piero – ho visto Lapo così come tante volte”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Allegri ‘sarò tecnico Juve per prossimi tre anni’
‘Partita importante, c’e’ da essere contenti, spirito giusto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
20 aprile 2022
23:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ stata una partita importante, c’è stato lo spirito giusto anche in chi è subentrato: per l’undicesimo anno la Juve si giocherà un trofeo e dobbiamo essere contenti”: il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, commenta così la vittoria per 2-0 contro la Fiorentina che ha dato il pass per la finalissima di coppa Italia contro l’Inter.
“Non potevamo assolutamente mancare, l’11 maggio sarà una bellissima serata a Roma e si starà proprio bene – aggiunge l’allenatore bianconero – e adesso dobbiamo recuperare le energie per il campionato: è da quattro mesi che giocano sempre gli stessi e saranno gli stessi fino alla fine stagione”.
E sulla corsa al quarto posto: “La Fiorentina ha il calendario migliore e ci sarà lo scontro diretto contro di noi, dobbiamo essere bravi a fare punti”. Ai microfoni di Mediaset, Allegri parla anche di futuro: “Sarò il tecnico della Juve il prossimo anno e per i prossimi tre” dice dopo le critiche degli ultimi giorni. Sul fronte viola, Italiano è comunque soddisfatto per quanto visto nel doppio confronto: “Ho detto ai ragazzi che uscire a testa alta deve essere un orgoglio, oggi sarebbe servito un mezzo miracolo ma purtroppo non siamo riusciti a trovare il guizzo – commenta il tecnico della Fiorentina – e sono contento per la partita che abbiamo fatto qui allo Stadium”. Ora l’Europa passa dal campionato: “Non deve esserci nessun contraccolpo, abbiamo dimostrato di saper superare le difficoltà e adesso lavoreremo a testa bassa – continua in conferenza stampa – perché meritiamo di stare lassù: mancano sei partite e siamo tante squadre in pochi punti, questa sconfitta ci darà una spinta in più per il rush finale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Vlahovic ‘ce la giocheremo con orgoglio’
Bonucci, obiettivo finale raggiunto. Chiellini, un’altra finale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 aprile 2022
18:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ cucita sul petto, la portiamo nel cuore e con orgoglio torniamo a giocarcela”.
Conquistata la finalissima battendo la Fiorentina, Dusan Vlahovic lancia la sfida all’Inter in vista della finale di Coppa Italia dell’11 maggio, con la Juventus che si presenterà da campione in carica.
“Obiettivo finale raggiunto” scrive Leonardo Bonucci su Instagram dopo le due vittorie ottenute contro la Fiorentina in semifinale. “Un’altra finale, avanti così”, il commento di Giorgio Chiellini, che punta ad alzare al cielo la sesta Coppa Italia bianconero. “Finale raggiunta, abbiamo fatto il nostro dovere: grazie a Panita per l’assist, andiamo a prendercela” si legge sul profilo di Danilo, autore del secondo gol su passaggio vincente di Cuadrado. E proprio il colombiano aggiunge: “Dare tutto l’11 maggio per raggiungere l’obiettivo”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Le figurine finiscono all’asta, c’è anche Pizzaballa
Fra i lotti anche le iconiche immagini di Paolo Rossi e Senna
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
10:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Negli anni hanno alimentato la filastrocca del “ce l’ho, ce l’ho, mi manca…”, e colorato le giornate dei bambini di tutto il mondo, adesso finiscono all’asta: le figurine più rare e affascinanti verranno battute sul sito di Aste Bolaffi che, il 12 maggio, presenterà un catalogo con oltre 224 lotti: basterà collegarsi al sito http://www.astebolaffi.it e presentare un’offerta.
Oltre il 70% del catalogo è formato da figurine Panini, cui si aggiungono card stampate da altre case editrici italiane, quasi tutte nel tempo scomparse, tra cui Lampo, Imperia, Nannina ed Edis.
Nel capitolo calcio sono rappresentate tutte le fasi salienti della carriera di Roberto Baggio, tra cui la ‘mitica’ Baggio-Monelli del 1985.
Non solo una figurina nel suo anno da rookie, ma la quasi introvabile versione ‘errore’ doppia non tagliata in cui lo sbaglio clamoroso di Edis, ossia l’inversione dei nomi dei calciatori (con l’inconsapevole collega attaccante Paolo Monelli), è in bella vista (lotto 95, base 1.000 euro). Le fanno compagnia molte altre figurine, tra cui quelle di Paolo Rossi, Maldini, Vieri, Inzaghi, Totti. Tra i lotti di Maradona, si segnala l’esemplare in cui indossa la maglia dell’Argentinos Juniors 1979 (base 500 euro); tra quelli di Pelè la sua apparizione nella figurina di Messico ’70 si parte da 200 euro).
Figurine entrate nella storia di Panini sono la prima mai stampata, la Bruno Bolchi dell’album dei calciatori 1961/62 (da 75 euro) e la mitica Pizzaballa: l’introvabile portiere dell’Atalanta della raccolta 1963/64, chimera delle mancoliste Panini per eccellenza (lotto 56, base 200 euro). Tra i top lot degli altri sport si segnalano la figurina dell’anno da rookie di Ayrton Senna sulla Toleman 1984, molto rara, anche poiché unica figurina Panini serigrafata su carta plastificata trasparente (lotto 193, base 1.500 euro), quella da esordiente di Gino Bartali del 1935 in eccellente stato di conservazione (lotto 180, base 500 euro) e quella di Cassius Clay del 1966, (lotto 170, base 300 euro).

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Conference: Leicester-Roma, settore ospiti esaurito in 30 minuti
Conference league, 1600 biglietti venduti per i tifosi giallorossi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 aprile 2022
12:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Roma fa il pieno d’amore anche in trasferta.
Aperta alle 10 di oggi la vendita per il settore ospiti della sfida in Inghilterra tra Roma e Leicester.
Settore andato sold out in 30 minuti con 1600 tifosi giallorossi che seguiranno la propria squadra nella semifinale d’andata della Conference League in programma il 28 aprile. Sold out anche la gara di ritorno del 5 maggio all’Olimpico con oltre 62 mila spettatori.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sport: protocollo d’intesa Us Acli-ICS, “è un aiuto tangibile”
Abodi ‘motivati nel sostenere le realtà che hanno sofferto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
11:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Istituto per il Credito Sportivo e l’Us Acli hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa, che attraverso gli strumenti finanziari e i servizi erogati dall’ICS in favore dell’Ente e dei suoi associati, si propone di creare nuove opportunità per il sostegno ad attività con finalità assistenziali, ricreative e culturali.
L’accordo, con validità triennale, offre la possibilità a tutte le realtà affiliate all’U.S.
Acli di poter usufruire di prodotti dedicati, a partire dal Mutuo Light 2.0. “La fiducia riposta dal presidente Lembo nella nostra banca, non può che renderci orgogliosi – ha sottolineato il presidente dell’ICS, Andrea Abodi – ma al tempo stesso siamo ancor più motivati nel sostenere, mediante i nostri prodotti finanziari, tutte quelle realtà che non solo hanno sofferto nel corso dell’emergenza sanitaria, ma che si sono prodigate, tramite il volontariato, nella diffusione di buone pratiche al servizio dei territori e delle rispettive comunità”.
“Oggi è una giornata importante perché ci dà il senso e la misura del nostro ruolo – ha invece dichiarato il presidente dell’US Acli, Damiano Lembo – Accordi come questi aprono sempre di più al concetto di ‘sport per tutti’. L’ICS, inoltre, ci è sempre stato vicino, soprattutto in quei momenti, come durante il primo lockdown, dove lo sconforto era tanto. Ci ha aiutato con i finanziamenti agevolati per il mondo dello sport e non solo perché, al di là dell’importante e apprezzato strumento finanziario, è stato bello avere un’Istituzione al nostro fianco. Per questo ringrazio il presidente Abodi per il duro lavoro svolto e che continuerà a svolgere perché il suo e quello di tutto l’ICS è un aiuto tangibile e rassicurante per il nostro mondo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina: Piatek, grazie a Italiano sono migliorato molto
‘Lui è un grande allenatore. L’Europa? siamo sulla buona strada’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
13:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono molto contento di essere alla Fiorentina.
Siamo una grande squadra e in questa stagione stiamo giocando molto bene.
In questi primi mesi ho fatto sei gol in 10-11 partite, sono contento ma devo continuare. Italiano? è molto forte e ha tante idee per il calcio. E’ un grande allenatore, che predilige un calcio offensivo con grande intensità. Questo mi piace, perché voglio sempre migliorarmi come calciatore”. In un’intervista al format esclusivo di Dazn ‘1 vs 1′ in piattaforma da oggi, Krzysztof Piątek parla del suo ritorno in Italia e, nello specifico, alla Fiorentina. Che, grazie anche ai gol dell’attaccante polacco, ora è in piena corsa per un posto nelle coppe europee. “Siamo sulla buona strada ma dobbiamo guardare alle prossime partite – commenta Piatek -. Per Firenze questa è un’occasione incredibile per andare in Europa, anche per noi, per la squadra. Siamo forti ma vediamo, le prossime partite dobbiamo giocarle bene”.
Intanto per Italiano si riproporrà il dilemma se far giocare al cento dell’attacco Piatek o il brasiliano Cabral, anche lui arrivato a gennaio. “Dobbiamo aiutare la squadra, entrambi vogliamo giocare titolari – ammette – e aiutare la Fiorentina ad andare in Europa. Questa credo sia la strada giusta”.
Per vivere ha scelto il centro di Firenze: “è molto bello, mi piace, e quando esco con il mio cane i tifosi mi fermano per fare foto. E’ un piacere per me, perché rispetto tutti i sostenitori di questa squadra”.
A renderlo ancor più ottimista è il fatto di essere diventato “sicuramente un calciatore migliore, perché ho più esperienza.
Ho giocato in Germania e Italia”. Il merito principale è di Italiano: “penso di essere migliorato di più in questi due-tre mesi che in due anni in Germania, perché mi sto allenando con un grande allenatore Vincenzo Italiano che ci fa giocare bene e questo è l’importante”. Invece al Milan, con Giampaolo, cosa non ha funzionato? “Ho fatto tanti gol con Gattuso, poi è arrivato Giampaolo che ha cambiato modulo e idea – risponde -. Era un sistema dove i calciatori non hanno giocato nel proprio ruolo, io ho giocato con Castillejo come attaccante e Suso trequartista, queste non sono le loro posizioni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Verona si lega al Trastevere, ‘lavoreremo sui giovani’
Accordo collaborazione tra Hellas e squadra di Roma, ora in D
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
11:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Verona si lega al Trastevere.

Nel giorno del Natale di Roma nasce infatti uno stretto rapporto di collaborazione tra la società veneta che milita in Seie A e la terza squadra della Capitale attualmente terza nel girone F della Serie D e che negli anni scorsi ha ripetutamente sfiorato la promozione in C.
E in un caso, al termine della scorsa stagione, ha anche dovuto rinunciare al ripescaggio in terza serie per mancanza, stadio Olimpico a parte, di un impianto omologato per la C in tutta l’area metropolitana di Roma.
L’accordo di scouting e intercambio con l’Hellas gialloblù (“una collaborazione che veicoli giocatori da Trastevere a Verona ma anche da Verona a Trastevere”, fanno sapere dal club del Rione) è un passo in avanti importante per la società del presidente Pier Luigi Betturri, che guarda anche al di fuori dei confini romani mantenendo ben salda la propria identità.
Secondo il dg dei trasteverini Ettore Placidi, “diamo il via ufficialmente a questa nuova collaborazione, ci conosciamo anche di persona con il gruppo di lavoro dell’Hellas e per noi è un momento molto importante. Sarà una collaborazione aperta e con un occhio particolare verso il settore giovanile, sul quale da sempre la società ha puntato e continua a puntare molto”. Gli fa eco Luca Monese, responsabile affiliazioni e area scouting del club scaligero, per il quale “l’aspetto della crescita è fondamentale per chi collabora con noi. L’Hellas si sta ritagliando uno spazio importante negli anni, non solo per quanto riguarda la prima squadra ma anche per quanto riguarda i giovani. Vogliamo essere presenti sul territorio e aiutare il più possibile chi crede in noi e la nostra filosofia. Col Trastevere siamo in linea con l’idea di crescita dei ragazzi, vogliamo dare loro maggiori possibilità di essere visti”. Il coordinatore dell’attività di base dell’Hellas Verona, Daniele Cristofori sottolinea invece la capacità dei due club di formare ragazzi pronti per fare il grande salto. “Tra noi e il Trastevere – dice – ci sono punti in comune, abbiamo saputo costruire elementi che sono poi approdati tra i professionisti, e anche il Trastevere ha dato prospettive ai suoi ragazzi. Per noi è una bellissima opportunità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter-Roma arbitra Sozza, Lazio-Milan c’è Guida
La Juve troverà Maresca nel ‘Monday Night’ contro il Sassuolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
18:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
È Sozza l’arbitro designato per Inter-Roma, match di cartello del sabato calcistico e uno dei quattro anticipi della 34/a giornata di Serie A.
Lo rende noto l’Aia.
Per Lazio-Milan di domenica sera è stato scelto Guida, mentre la partita del ‘Monday Night’ del 25, Sassuolo-Juventus, sarà diretta da Maresca. Empoli-Napoli di domenica alle 15 verrà invece arbitrata da Marinelli.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier:Ten Hag sarà tecnico Manchester United prossima stagione
Olandese su panchina club inglese fino al 2025
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
12:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’olandese Erik Ten Hag, attualmente alla guida dell’Ajax Amsterdam, allenerà il Manchester United dalla prossima stagione.
Lo ha annunciato il club inglese.
“Il Manchester United è lieto di annunciare la nomina di Erik Ten Hag come allenatore della prima squadra”, scrivono i Red Devils, aggiungendo che il 52enne ha firmato fino al 2025, con una stagione extra facoltativa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Malagò “Roma-Leicester sold out? Mourinho decisivo”
N.1 Coni anche su Inter-Juve: “Coppa Italia favorisce le big’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
13:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Olimpico esaurito per Roma-Leicester? Mourinho è stato decisivo per l’entusiasmo, ha caricato la piazza.
Di sicuro i tifosi dopo due anni di covid avevano voglia di respirare l’atmosfera dello stadio”.
Così Giovanni Malagò in vista del match di Conference League dei giallorossi. “La Roma negli ultimi tempi ha giocato meglio, ed è l’unico club italiano rimasto sulla scena internazionale” ha aggiunto il presidente del Coni. La politica di prezzi viene lodata da Malagò, il quale ritiene che abbia aiutato moltissimo soprattutto le famiglie “perché c’è un’incidenza percentuale di romani che sono entrati nell’area di povertà e chi sta in quell’area non può certo permettersi certi prezzi per andare allo stadio”.
Una parola anche sulla prossima finale di Coppa Italia tra Juventus e Inter: “E’ stata definita il derby d’Italia: una sfida che valorizza al meglio la stessa formula della Coppa Italia, che mette in condizione le squadre di vertice di essere avvantaggiate. Partita in contemporanea con gli Internazionali di tennis? Da quando si è istituita la finale di coppa Italia all’olimpico, è sempre quella settimana. La colpa è di chi non è stato capace di creare nuove strutture”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Collegio Garanzia dà torto a Venezia, “giochi con Salernitana”
Il recupero di campionato fissato per mercoledì 27 aprile
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
13:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Respinto il ricorso del Venezia, la partita con la Salernitana va giocata.
La Presidente del Collegio di Garanzia dello Sport, avv.
Gabriella Palmieri, ha assunto “un decreto monocratico con il quale ha respinto l’istanza cautelare invocata dalla società Venezia F.C. ” che chiedeva di sospendere la decisione della lega calcio di Serie A del 30 marzo scorso, “nella parte in cui la gara Salernitana-Venezia, valida per la prima giornata di ritorno del campionato di Serie A, è stata programmata per il 27 aprile 2022”. In altre parole, il Collegio di Garanzia ha disposto che la partita venga disputata.
Nel ricorso il Venezia chiedeva di impugnare la decisione della corte d’appello federale “confermativa della decisione del Giudice Sportivo presso la Lega Seria A, con la quale il giudice di primo grado aveva deliberato di non applicare alla Salernitana le sanzioni previste dall’art. 53 Noif per la mancata disputa della gara Salernitana-Venezia in programma il 6 gennaio, rimettendo alla Lega Serie A i provvedimenti organizzativi necessari relativi alla disputa della gara”.
Il Venezia chiedeva la vittoria a tavolino, con annessa penalizzazione, per il match non disputato ad inizio gennaio a causa di un focolaio Covid nel club campano. Infatti in quella circostanza, riconosciuta da tutti, la Salernitana aveva a disposizione solo sette calciatori, tre dei quali portieri, senza la possibilità di attingere dalla formazione Primavera anche a causa dello stop dei campionati giovanili. Così la squadra era stata bloccata dalla Asl, e il Venezia, arrivato comunque a Salerno, aveva effettuato solo una ‘sgambata’ sul prato dell’Arechi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figc: da Calaiò a Storari, ecco i nuovi direttori sportivi
Tra diplomati molti nomi noti, migliore è Chief Scout Milan U19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
14:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Da Emanuele Calaiò a Marco Storari sono molto i nomi noti del calcio italiano che hanno conquistati il diploma da Ds.
Ad ufficializzarli il settore tecnico della Figc che ha reso noto i neodirettori sportivi che si sono diplomati dopo aver superato gli esami finali del corso.
I ds avevano riempito le aule del Centro Tecnico Federale dallo scorso 15 novembre – quando le lezioni sono state inaugurate – fino al 22 dicembre, seguendo un programma didattico di 144 ore caratterizzato da docenze di esperti del settore, come – tra gli altri – direttori sportivi del calibro di Piero Ausilio (Inter), Riccardo Bigon (Bologna), Daniele Faggiano (Sampdoria), Cristiano Giuntoli (Napoli) e Frederic Massara (Milan).
Tra i neodiplomati il migliore del corso è risultato Antonio D’Ottavio, Chief Scout delle squadre Under 16, 17 e 19 del Milan. Da segnalare inoltre le prove finali fatte registrare dall’Head of Sport Organization and Strategy dell’Inter, Marco Benetti, e dallo Sport Secretariat First Team – sempre del club nerazzurro – Domenico Vassallo.
Secondo la Commissione d’esame, invece, la migliore tesi tra i neodiplomati è stata quella redatta dalla Segretaria della Direzione Sportiva della Lazio Women, Maria Antonietta Pia Foti.
Grazie a questo riconoscimento, Foti ha vinto una borsa di studio che le ha coperto completamente il costo del corso.
Tra gli allievi più conosciuti del corso, oltre a Calaiò e Storari, si sono diplomati anche Daniele Conti, Andrea Cossu, Sergio Floccari, Christian Maggio, Giandomenico Mesto, Ivan Pelizzoli e Ferdinando Sforzini.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Al via la eSerie C’, campionato virtuale della Lega Pro
Si giocherà su Fifa 22. Ghirelli, ‘ci ho sempre creduto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
14:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio virtuale è di nuovo protagonista in Lega Pro.
Già tre anni fa la serie C aveva creduto negli eSports: il 25 maggio 2019, infatti, a Pordenone si giocò la “eSuper Cup Serie C”, un triangolare in cui ePlayer professionisti che rappresentavano le tre squadre impegnate nella Supercoppa di Lega – Pordenone, Virtus Entella e Juve Stabia – si affrontarono in un triangolare a colpi di joypad (vinse la Juve Stabia).

Quasi 3 anni dopo, grazie alla eSports partnership tra LegaPro e WeArena Entertainment S.p.A., azienda leader nel digital entertainment e più grande network di parchi di intrattenimento digitale d’Europa – il progetto di un campionato di calcio virtuale diventa realtà: tanti i club di C che hanno aderito partecipando attivamente al percorso di trasformazione culturale attivato da WeArena.
Questo campionato è motivo di grande orgoglio per il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Ho sempre creduto nell’importanza degli sport elettronici, perché è un fenomeno in espansione che arriva direttamente ai giovani. Nel 2019 organizzammo questo primo torneo, perché la Lega Pro deve essere sempre innovativa e cercare di giocare d’anticipo. Tre anni dopo non posso che essere felice di questo traguardo, perché è un progetto in cui ho sempre fortemente creduto”.
La nuova eSerieC si giocherà su EA SPORTS FIFA 22 con licenza di Electronic Arts. Una licenza ottenuta anche grazie alla validità del format proposto da WeArena. Le selezioni dei team eSport per i club che hanno aderito al progetto stanno per terminare: i due titolari di ogni team andranno a competere nel campionato eSerie C che avrà la struttura del winner e loser bracket.
Il campionato sarà presentato il 3 maggio con un evento live sui canali ufficiali di WeArena dove verrà effettuato il sorteggio per la composizione dei 3 gruppi in cui verranno suddivisi i team eSport rappresentativi dei club di Lega Pro: A, B e C. La competizione inizierà il 7 maggio, subito dopo alcune partite amichevoli che si terranno il 4 maggio. La fase a gruppi terminerà il 31 maggio per lasciare spazio alle ultime fasi che si terranno – dal vivo – all’interno della WeArena Ferrara.   TECNOLOGIA
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Motta, dobbiamo ancora giocare nostro campionato
Noi in campo con rispetto, Juric vuole sempre competere
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
21 aprile 2022
14:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Nel mio gruppo squadra la rilassatezza non esiste e non esisterà mai.
Dobbiamo ancora giocare il nostro campionato”.
Lo ha detto Thiago Motta in vista di Torino-Spezia che aprirà la 34/a giornata della serie A. I liguri hanno la teorica possibilità di ottenere la matematica salvezza con i tre punti, se contemporaneamente le tre di coda – Genoa, Salernitana e Venezia – perdessero. D’altra parte i 33 punti odierni potrebbero non bastare. “Il nostro modo di concepire il lavoro non è cambiato minimamente – ha detto Motta -. Oggi abbiamo fatto un grande allenamento per esempio e ne abbiamo un altro prima di andare a Torino a sfidare una squadra molto forte”.
Contro l’Inter una prova positiva, nonostante l’1-3 finale a favore dei nerazzurri. “Potevamo essere più lucidi negli ultimi metri, speriamo di esserlo a Torino. La squadra sta molto bene a livello fisico e mentale. Vedo entusiasmo e la giusta voglia di fare una buona prestazione anche sabato”. Potrebbe essere una delle ultime partite di Bremer in granata. “Un ottimo giocatore, sta facendo una stagione molto buona. Conoscendo il loro allenatore e la qualità dei giocatori, mi aspetto una partita giocata al massimo dal Torino. Scenderemo in campo con grande rispetto. Juric vuole sempre competere, lo conosco bene”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia, Motta non boccia Nzola: “Valuto gli allenamenti”
Dopo il problema del piercing nella partita contro Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
21 aprile 2022
14:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Come tutti gli altri, Nzola fa parte del gruppo.
Io sono un tecnico che valuta gli allenamenti e per me sono tutti sono potenziali titolari.
Fino all’ultimo momento, tutti hanno la possibilità di conquistarsi una maglia”.
Così Thiago Motta in merito al suo centravanti, protagonista di una scena surreale durante la partita contro l’Inter. Entrato nel secondo tempo, è stato rispedito fuori campo dall’arbitro Maresca per togliere un piercing che non è riuscito a rimuovere, venendo sostituito dopo pochi minuti. Il tecnico dello Spezia, nel dopo partita, aveva dribblato le domande in merito, preferendo concentrarsi sulla squadra. “Io poco loquace? Rispetto le opinioni di tutti. Ognuno ha il suo modo di vedere le cose. Se devo spiegare un episodio – ha detto Motta – lo faccio a mio modo, cercando di metterci il massimo della professionalità ma anche naturalezza. Sono così”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Superlega: ricorso Uefa accolto, club rischiano sanzioni
Erano state decise sanzioni per 100 mln ed esclusione da coppe
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2022
15:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La giustizia spagnola ha aperto le porte alle sanzioni contro i club promotori della Superlega, revocando il divieto di infliggere sanzioni ai club interessati – fra i quali la Juventus – imposto un anno fa a Uefa e Fifa.
Il giudice del Tribunale di Madrid, Sofia Gil, ha convalidato l’appello dell’Uefa contro le misure provvisorie di un anno fa, mettendo la Superlega e i suoi club promotori al sicuro da sanzioni.
Il magistrato ha ritenuto che il Tribunale non avesse “la competenza o la giurisdizione”, per vietare eventuali sanzioni. “Spetta agli organi disciplinari dell’Uefa e al Tas (Corte Arbitrale dello Sport) decidere sulle possibili sanzioni contro i club”, si legge nel documento, come riporta Marca. “I club interessati potranno opporsi, richiedendo le opportune misure di tutela”. Il magistrato ritiene, inoltre, che “la minaccia di sanzioni ai danni dei tre club rimasti nella Superlega non comporta l’impossibilità di realizzare un progetto dal finanziamento autonomo”.
Le misure preventive revocate dal giudice hanno finora impedito a Fifa e Uefa, nonché a Leghe e Federazioni nazionali, di adottare misure per escludere i giocatori e i club che hanno partecipato alla creazione della Superlega. Dopo l’annuncio un anno fa del progetto della Superlega, campionato semi-chiuso promosso da 12 club fondatori che si erano poi dissociati dal progetto (tranne Real Madrid, Barcellona e Juventus), la minaccia dell’espulsione era stata invocata dai principali organismi del calcio. Arsenal, Chelsea, Tottenham, Liverpool, Manchester City e United, Atletico Madrid, Milan e Inter avevano abbandonato di fronte alle proteste di tifosi, dei dirigenti e perfino di alcuni esponenti governativi. I promotori, invece, hanno indicato che il progetto è stato rinviato, ma in nessun modo sepolto. I club della Superlega si erano rivolti al Tribunale di Madrid, che aveva ordinato l’annullamento delle misure preventive nell’attesa che si decidesse nel merito.
In passato l’Uefa aveva deciso sanzioni per 100 milioni e l’esclusione dalle coppe per uno o due anni. Procedimenti sospesi con il primo atto del Tribunale di Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Hamilton e Serena Williams nel consorzio che vuole il Chelsea
Lo scrive il Mirror. Sarebbero pronti a dare 12 milioni a testa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
15:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono anche Lewis Hamilton e Serena Williams nel consorzio guidato da Martin Broughton, uomo d’affari che vuole rilevare il Chelsea da Roman Abramovich.
Lo scrive, sia nell’edizione in edicola che su quella online, il ‘Mirror’, precisando che sia il sette volte campione del mondo di F1 che la 40enne tennista ex n.1 del mondo sono disposti a versare 10 milioni di sterline a testa (circa 12 milioni di euro) per contribuire al cambio di proprietà dei Blues.
E tutto ciò anche se Hamilton è, notoriamente, un tifoso dell’Arsenal.
Quanto a Broughton, è vicepresidente dell’International Airlines Group, società che controlla British Airways, Iberia e Vueling, ma ha avuto un passato nel calcio. Infatti nel 2010 è stato nominato presidente del Liverpool con l’incarico di accelerare la cessione del club agli americani, come poi è avvenuto., Attualmente il Chelsea è, in pratica, in mano al governo britannico in seguito al congelamento dei beni di Abramovich, proprietario del club.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Venezia; Zanetti, salvezza discorso ancora aperto
Ma con l’Atalanta è partita proibitiva
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
21 aprile 2022
15:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“È difficile che bastino nove punti, chiaro che dipenderà da Genoa-Cagliari”.
Discorso salvezza ancora aperto per Paolo Zanetti, allenatore del Venezia che ora si trova ultimo a pari punti con Genoa e Salernitana.

“Ora abbiamo stesse partite e stessi punti con la Salernitana – rileva -, però la corsa l’abbiamo sempre fatta su chi sta davanti. Siamo in tre a inseguire il Cagliari o probabilmente qualcun altro. Almeno per il momento”. Le prossime partite non sono semplici per i lagunarie Zanetti nè è conscio. “Il calendario è più o meno difficile per tutti, adesso bisogna avere sangue freddo, guardare a quello che si può fare e non a quello che non è stato fatto – sottolinea -. Atalanta e Juve sono quasi proibitive, ma sono da giocare. Dobbiamo tirar fuori il nostro spirito di sopravvivenza, che delle volte fa cambiare i pronostici”.
Contro l’Atalanta sabato sarà una partita ostica: “È impossibile che non spaventi – conclude -. Vengono da un periodo particolare, tre sconfitte di fila. Ma discutere Gasperini…è straordinario, uno dei migliori in assoluto, di sempre. Ha cambiato il modo di vedere il calcio e insieme a Italiano è uno dei pochi che fa un calcio europeo, lascia in parità la difesa, non ha paura, aggredisce a tutto campo. I momenti difficili li ha anche l’Atalanta, nonostante i giocatori”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stéphanie Frappart prima donna a arbitrare finale Coppa Francia
Dirigerà il 7 maggio Nizza-Nantes allo Stade de France
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
21 aprile 2022
15:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stéphanie Frappart sarà la prima donna ad arbitrare la finale della Coppa di Francia.
L’arbitro francese è stata infatti nominata per dirigere il prossimo 7 maggio allo Stade de France Nizza-Nantes, come annunciato dalla Federcalcio transalpina.

La Frappart era già diventata la prima donna ad arbitrare una partita di Ligue 1 nel 2019, la Supercoppa Europea dello stesso anno e poi nella Champions League maschile a fine 2020. È stata inoltre selezionata nei giorni scorsi tra gli arbitri degli Europei femminili, previsti per luglio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli; Meret, pensiamo allo scudetto, senza mollare
Umore gruppo sia positivo anche se ora classifica più difficile
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
21 aprile 2022
17:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo continuare a lavorare e a farci trovare pronti ogni domenica.
E’ troppo importante pensare allo scudetto per noi, per tutto lo staff, per tutta la città.

Non si deve mollare, dobbiamo continuare a lottare”. Alex Meret lo ha detto in un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli, tenendo accesa la speranza di rimonta del Napoli.
“Sicuramente fa male – spiega riferendosi al pareggio della Roma nel recupero – prendere un gol così agli ultimi minuti, la vittoria era a un passo, ma dobbiamo accettarlo, essere più attenti e ripartire subito. L’umore del gruppo deve essere positivo. Ora è più difficile raggiungere l’obiettivo scudetto, ma non dobbiamo smettere di essere perfezionisti e andare in campo per vincere le partite”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: Meret “voglio restare qui, il club lo sa”
Molto triste vedere l’eliminazione della nazionale dai Mondiali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
21 aprile 2022
18:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Io spero di rimanere a Napoli.
La società sa che sto benissimo in questa città, quindi il mio obiettivo è questo.
Inoltre vorrei provare a giocare qualche partita con l’azzurro Nazionale. Il mio obiettivo è questo e sarà questo anche il prossimo anno”. Lo ha detto il portiere del Napoli Alex Meret a Radio Kiss Kiss Napoli.  Il portiere parla anche del rimpianto per l’eliminazione della nazionale dai Mondiali: “E’ stato molto triste vedere quel gol all’ultimo minuto dalla tv, è stata davvero una doccia fredda che ha fatto malissimo a tutti. Non dovevamo arrivare a questo punto, bisognava portare a casa la qualificazione prima.  Poi una serie di eventi non ci ha fatto qualificare. L’Europeo comunque non deve essere dimenticato, è un grandissimo obiettivo. Fa male, fa malissimo, ma dobbiamo guardare a giugno”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maguire minacciato, la polizia di Manchester indaga
Dopo il 4-0 col Liverpool segnalata una bomba vicino casa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
21 aprile 2022
19:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia di Manchester sta indagando sulle minacce anonime che parlavano di una bomba vicino casa di Harry Maguire, difensore della nazionale inglese e del Manchester United.
“Nelle ultime 24 ore Harry ha ricevuto una seria minaccia che prendeva di mira la sua casa di famiglia – ha detto un portavoce del giocatore – Lui ha sporto denuncia e la polizia sta indagando”.

La polizia ha confermato di essere stata contattata ieri “per una minaccia di bomba nell’area di Wilmslow”. “Nessuna evacuazione è stata disposta, ma a scopo precauzionale un cane poliziotto addestrato al rilevamento di esplosivi è stato portato a questo indirizzo oggi pomeriggio, per condurre una perquisizione nel giardino e nell’area circostante” hanno aggiunto gli agenti, precisando che nessun oggetto sospetto è stato trovato.
Maguire, 29 anni, sta vivendo una stagione difficile, come tutti i Red Devils, in termini di prestazioni individuali. “La sicurezza della sua famiglia e dei suoi cari è la priorità numero uno di Harry”, che vive con la compagna e due figli, ha detto il suo portavoce. “Continuerà a prepararsi normalmente per la partita questo fine settimana e non commenterà ulteriormente in questo momento”.
Lo United, sconfitto 4-0 dal Liverpool martedì, ha seriamente compromesso le sue possibilità di giocare la prossima Champions League. Attualmente è sesto con 54 punti, tre in meno di Tottenham e Arsenal che hanno entrambi una partita in meno.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Real Madrid: Mbappé primo obiettivo di mercato
L’allenatore Ancelotti punta anche sull’ex romanista Ruediger
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
09:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il possibile trasferimento di Kylian Mbappé dal Paris Saint-Germain al Real Madrid si propone come l’evento dell’anno in materia di calciomercato.
Lo rivela oggi L’Equipe, con un titolo indicativo: “Operazione Mbappé”.
Il quotidiano sportivo francese riferisce nei dettagli di un blitz dell’entourage del calciatore che ieri ha raggiunto Doha per conoscere le richieste della proprietà del club parigino, sempre orientato al prolungamento del contratto con l’attaccante.
Mbappé è il nome in cima alla lista delle richieste di Carlo Ancelotti al presidente del Real, Florentino Perez: per la difesa il nome caldo è quello del tedesco Antonio Ruediger, ex centrale della Roma, oggi in forza al Chelsea. L’allenatore dei ‘blancos’ vuole costruire una squadra ancora più competitiva di quella attuale, che si avvia a conquistare la Liga ed è già in semifinale di Champions.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Manchester United: la rivoluzione di Ten Hag, molti saluteranno
Da Pogba a Matic, da Bailly a Jones, quanti addìi a Old Trafford
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
15:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’arrivo dell’olandese Erik Ten Hag sulla panchina ridisegna la strategie di mercato del Manchester United e (ri)mette in discussione il futuro di alcuni cosiddetti intoccabili.
Il Sun rivela le mosse e gli scenari di mercato che si apriranno per il club dei ‘Red Devils’, dopo l’arrivo del sostituto di Ralf Rangnick: il francese Paul Pogba e il serbo Nemanja Matic, entrambi in scadenza di contratto, saluteranno Old Trafford; lo stesso faranno Marcus Rashford e Antonhy Martial, attualmente in prestito al Siviglia.
Il futuro di Aaaron Wan-Bissaka, Eric Bailly, Phil Jones e Alex Telles, invece, resta in bilico, ma difficilmente i quattro verranno confermati. Una vera e propria rivoluzione per svecchiare l’organico e dare nuova linfa a una squadra che vuole tornare fra le grandi, in Europa come in Inghilterra.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Assalto Cgil, indagato anche capo ultras Juventus
Claudio Toia, leader storico curva bianconera
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
22 aprile 2022
10:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Digos di Torino, insieme ai colleghi della Questura di Roma, hanno notificato questa mattina la misura cautelare, l’obbligo di dimora e obbligo di firma nei confronti di Claudio Toia, uno dei leader storici della curva della Juventus e capo del gruppo ultras ‘Antichi Valori’.
Secondo gli inquirenti Toia – considerato vicino al movimento di estrema destra Forza Nuova – era nel gruppo dei facinorosi che il 9 ottobre scorso, durante una manifestazione No Vax a Roma, diede l’assalto alla Cgil.
Toia ha già sulle spalle un altro obbligo di firma per un Daspo relativo agli scontri scoppiati nell’ultimo derby contro il Torino.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il futuro di Bale si colora a stelle e strisce
Il gallese potrebbe chiudere la carriera nella MLS statunitense
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
15:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Per Gareth Bale la lunga avventura nel Real Madrid è ormai avviata verso l’epilogo definitivo.
Il contratto scadrà a giugno, ma il futuro dell’attaccante gallese è ancora tutto da definire.
Liga o Premier League le possibili destinazioni, ma non solo: Bale potrebbe anche scegliere di giocare negli Usa. Circola voce, infatti, che sia già stata avviata dal suo entourage una trattativa con il DC United, al fine di perfezionare il trasferimento nella MLS statunitense.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino; Juric “contento per crescita, Belotti out 10 giorni’
Rientra Mandragora, problema a caviglia per Pobega
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
22 aprile 2022
11:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Tanti giocatori sono cresciuti, ecco perché sono soddisfatto: domani contro lo Spezia sarà una sfida tosta, nel girone di ritorno hanno fatto benissimo”: così il tecnico del Torino, Ivan Juric, alla vigilia della gara contro i liguri.
E sulla situazione in infermeria: “Belotti starà fermo una decina di giorno ma non ho ancora deciso se gioca Pellegri o Sanabria – aggiunge l’allenatore – e Mandragora torna dall’inizio, mentre penso che Pobega non riesca a recuperare dal problema alla caviglia”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega B per la ‘Giornata Nazionale sport vs bullismo’
Si svolgerà il 7 e l’8 maggio. Balata: “Combattere il fenomeno”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
11:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lega calcio di Serie B è ancora al fianco di ‘Mabasta’.
L’organismo, con il presidente Mauro Balata in prima linea, celebra la 2/a edizione della ‘Giornata nazionale sport vs bullismo’, che si svolgerà il 7 e 8 maggio.

Lo farà durante il 36/o turno di campionato, in programma il 25 aprile, durante la partita Lecce-Pisa, con la squadra salentina che co-parteciperà anche alla due giorni di maggio con altre 34 Federazioni nazionali. Dunque spetterà ancora alla Serie B lanciare l’iniziativa, dopo il grande successo dell’anno scorso in cui ‘Mabasta’ riuscì a coinvolgere grandi personaggi sportivi e tantissimi ragazzi, affrontando un problema purtroppo attuale e che tocca tantissimi giovani. Una scommessa, quella della 1/a edizione, vinta dalla LNPB che, come afferma Balata, intuendo l’urgenza del tema e la serietà del progetto, decise di puntare su una vera e propria startup sociale, dando piena disponibilità al sostegno. “Il bullismo è un male del nostro tempo, che rischia di provocare danni considerevoli alla vita delle persone – dice Balata -. Combattere questo fenomeno è un dovere per una Lega come la nostra che pensa ai giovani, ne capisce i bisogni e interviene sulle fragilità”. ‘Mabasta’ è animato da studenti-adolescenti e opera dal 2016. I ragazzi che lo animano hanno dai 14 ai 17 anni ed è il primo movimento che opera dal basso, creato dai ragazzi e rivolto ai ragazzi.
Quest’anno ‘Mabasta’ è l’unico rappresentante europeo fra i 10 finalisti al ‘Global Student Prize’, un premio Nobel pergli studenti più ‘impattanti’. Per l’occasione verranno realizzati post sui canali social della Lega B per sensibilizzare alla tematica, oltre a un messaggio dagli speaker degli stadi ai tifosi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Hamilton conferma, ‘Chelsea? Wow è grande occasione’
‘Ne ho parlato con Serena Williams, vogliamo essere coinvolti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
IMOLA
22 aprile 2022
11:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono un fan dello sport e il calcio è lo sport più importante al mondo.
Il Chelsea è uno dei più importanti.
Ho sentito di questa opportunità e ho detto ‘Wow, è una grande opportunità e sto cercando di coglierla'”. Così Lewis Hamilton, pilota Mercedes e grande campione di F1, dalla conferenza stampa del venerdì all’autodromo di Imola conferma il suo interesse per entrare per entrare nel consorzio che vuole rilevare il Chelsea da Roman Abramovich.
“Io sono tifoso di calcio – ha detto il britannico – da quando sono bambino. Ho giocato fino a quando ero teenager, nelle squadre della scuola. Giocavo all’angolo della strada dove vivevo, ero l’unico bambino di colore ma volevo ambientarmi e questo era uno dei modi. Mia sorella mi dava dei pugni al braccio e mi diceva ‘devi fare il tifo per l’Arsenal’ e io per 5-6 anni sono stato tifoso dell’Arsenal, ma mio zio Terry era tifoso dei Blues e ho visto tante partite con lui”. Hamilton conferma anche la partecipazione di Serena Williams al progetto: “Ne abbiamo parlato diverse volte, abbiamo un rapporto molto stretto, lei è un’atleta e una donna fenomenale. Lei mi ha chiesto cosa ne pensassi e io le ho detto che volevo esserne coinvolto e anche lei ha deciso di esserla”.
“Da ragazzino – ha continuato – ricordo che collezionavo le figurine, le scambiavo con i dolci, con i penny, con gli altri bambini e volevo avere quelle più preziose. Cercavo di essere il migliore nel calcio, alla fine ho seguito una strada da pilota, ma era comunque un sogno essere parte integrante di una squadra”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Proprietà Genoa ribadisce impegno e attacca Preziosi
777 Partners ‘notizie fantasiose, ci tuteleremo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
22 aprile 2022
12:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo giorni di silenzio la nuova proprietà del Genoa ha deciso di rispondere con un comunicato ufficiale alle accuse dell’ex patron Enrico Preziosi, in merito all’approvazione del bilancio che si terrà la prossima settimana e per il quale Preziosi ha già fatto sapere che voterà contro.

“777 Genoa Cfc Holdings S.r.l., in qualità di azionista proprietario del 99.89% di Genoa Cfc spa, insieme a tutto il Gruppo 777 Partners, conferma e ribadisce il proprio impegno a lungo termine per riportare il Genoa dove gli compete, per storia e tradizione – si legge nella nota-.
Nei primi mesi dall’acquisto della proprietà, il Gruppo 777 Partners ha investito nel Genoa oltre 50 milioni di euro, a riprova della grande fiducia nel progetto di rilancio e di sviluppo del club”.
777 partners, senza mai nominare Preziosi, attacca poi l’ex proprietario. “In merito alle fantasiose notizie apparse negli ultimi giorni su diversi organi di stampa, 777 Genoa Cfc Holdings, per ovvie ragioni di professionalità, eleganza e rispetto degli accordi presi, risponderà esclusivamente nelle sedi competenti, riservandosi ogni azione a tutela dell’immagine e della reputazione del Genoa, nonché del Gruppo 777 Partners”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Serie A propone la doppia sfida fra Roma e Milano
Milan sul campo della Lazio, i giallorossi su quello dell’Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
12:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il week-end in Serie A vive del doppio scontro Roma-Milano.
Nelle quote Snai, il Milan parte avanti: il ‘2’ si gioca a 2,40, la vittoria della Lazio a 2,90, il pareggio 3,45.
La porta dei rossoneri è imbattuta da 6 partite; se l’Under a 1,90 e l’Over a 1,80 sono in equilibrio, il ‘Goal’ a 1,63 ha una quota più bassa rispetto al ‘No Goal’ a 2,15. Per chi volesse dare fiducia a Maignan, invece, a 3,25 c’è l’opzione ‘segna squadra casa no’. Immobile domina la lavagna dei marcatori: un suo gol vale 2,50, dall’altra parte Giroud è a 2,75, Leao a 3,50. Domani alle 18, a San Siro, andrà in scena il primo atto della doppia sfida incrociata, quello fra l’Inter e Roma. Anche in questo caso il pronostico vede favorita l’Inter: la vittoria della squadra di Simone Inzaghi, secondo i betting analyst Snai, vale 1,65, con il pari che paga 4 volte la posta e il ‘2’ a 5,25. Se sull’1X2 non sembra esserci margine di sorpresa, pochi dubbi sul numero delle reti totali: ‘Goal’ e ‘Over’ a 1,67, con l’Under a 2,05 e il ‘No Goal’ a 2,10. La difesa della Roma dovrà fare attenzione all’ex Dzeko: una rete del bosniaco è a 2,50, alle spalle del 2,25 associato a Lautaro Martinez. Seguono Abraham a 3,00, Correa e Sanchez a 3,50.
L’espulsione di Mourinho si gioca a 15. Il Napoli spera nei passi falsi delle milanesi e sarà al Castellani per affrontare l’Empoli. Il ‘2’ è a 1,60; l’impresa di Andreazzoli, che per anni è stato vice di Spalletti, a 5,25. Lunedì sera sarà la Juventus a chiudere sul campo di un Sassuolo che all’andata riuscì a vincere all’Allianz Stadium: i bookmaker si fidano della ritrovata fiducia dei bianconeri, fissando il ‘2’ a 1,77, contro il 4,25 per la vittoria emiliana. Ma il week-end di A vedrà anche lo scontro diretto in zona-retrocessione fra Genoa e Cagliari. Marassi, in questo senso, può aiutare, tanto che l’1 è a 2,20 e il ‘2’ a 3,45 (in mezzo, il pari a 3,20). Se la vittoria del Venezia sull’Atalanta a 6,50 ha la quota più alta del fine settimana, l’1 della Salernitana sulla Fiorentina è a 5,00.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter: Inzaghi “contro la Roma per noi come una finale”
È in ottimo momento, sarà partita importantissima
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 aprile 2022
13:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Inter-Roma per noi è una finale, una partita importantissima.
Sappiamo che domani affrontiamo una delle squadre più forti del campionato, che è in un ottimo momento ed è allenata da un grande allenatore, conosciamo tutti il suo percorso anche qui all’Inter”.
Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi, in conferenza stampa alla vigilia della gara contro la Roma. “Non perdono dal 9 gennaio con la Juve, da tre mesi e mezzo. Dovremo prepararci nel migliore dei modi per fare una grande gara”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Pro sbarca nel mondo degli NFT
Progetto per tifosi: Ghirelli, avviciniamo i giovani a Serie C
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
13:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lega Pro sbarca nel mondo degli NFT, con il progetto “Serie C Playoff NFT” lanciato oggi assieme a due partner d’eccezione, Eleven Sports e DaChain, appartenenti al Gruppo Aser Ventures.
Un progetto formato da quasi 5.000 NFT per tifosi e appassionati, 3 collezioni esclusive, oltre un mese e mezzo la durata dei rilasci dei non-fungible token che avverranno in concomitanza di ciascun match della fase conclusiva del Campionato di Serie C.

Si partirà il 29 aprile, qualche giorno prima degli inizi dei Playoff, con la possibilità di collezionare su DaChain.com oggetti unici, racchiusi in tre collezioni digitali: “Top Moments Playoff” con le migliori azioni di ciascuna partita in diverse tirature limitate; “3D Da Collezione”, una serie di oggetti iconici tra cui il pallone ufficiale dei Playoff 2022 e il trofeo del Campionato; “Final 4 Art by Cristina Stifanic”, quattro opere d’arte create da Cristina Stifanic in edizione limitata per le Final Four.
I possessori degli NFT della Lega Pro potranno accedere a vantaggi esclusivi e bonus speciali come il pallone ufficiale della Serie C, biglietti omaggio per le finali dei Playoff e scontistiche sugli abbonamenti annuali alla piattaforma Eleven Sports per il Campionato 2022-23. “Questo progetto vuole far appassionare ancora di più i tifosi e i giovani al mondo della Serie C”, ha commentato Francesco Ghirelli, Presidente della Lega Pro”. “Siamo davvero contenti di poter offrire per la prima volta in Italia dei contenuti NFT esclusivi a tutti gli appassionati della Serie C, e rendere i momenti dei Playoff 2022 in digitale eterni per sempre” aggiunge Marco Corradino, Founder e CEO di DaChain.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Inter batte Roma 3-1
In gol Dumfries (30′ pt), Brozovic (40 pt) e Lutaro Martinez (52′ st). Accorcia per i giallorossi Mkhitaryan nel finale (85′ st)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
11:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Inter non si perde in pericolosi amarcord davanti a José Mourinho e si sbarazza senza troppe difficoltà della Roma, centrando la quarta vittoria consecutiva in campionato e riportamdosi in vetta alla classifica, nell’attesa che domani scenda in campo il Milan (ora a -1) contro la Lazio.
Davanti ai 75 mila di San Siro per lunghi tratti è un ko tecnico per i giallorossi che, dopo un avvio equilibrato, crollano sotto i colpi di Dumfries, Brozovic e Lautaro, prima che nel finale Mkhitaryan renda meno amara la trasferta milanese per gli uomini di Mourinho, il grande ex omaggiato dalla tifoseria interista durante la ripresa.
Una vittoria pesante per l’Inter, che torna a mettere pressione al Milan in chiave scudetto, ma il ko è altrettanto pesante per la Roma, che rischia di vedere spegnersi le speranze in ottica Champions League, con la Juventus che battendo il Sassuolo potrebbe volare a +8 dai giallorossi e con la Lazio che punta invece al sorpasso sui cugini, rimasti a +2 dai biancocelesti.
“La vittoria nel derby ci ha dato tanta convinzione”, aveva detto il tecnico interista Simone Inzaghi alla vigilia.
E la sfida contro la Roma ne è stata la dimostrazione, perché i nerazzurri hanno avuto la pazienza da grande squadre nell’aspettare il momento giusto per colpire con un 1-2 firmato Dumfries-Brozovic negli ultimi 15′ del primo tempo e per portare la sfida sui propri binari preferiti. Non che la Roma non ci abbia provato, ma dopo una lunga fase di studio, i giallorossi si sono resi pericolosi solo su corner, con un colpo di testa di Mancini a lato di poco. Passato lo spavento, l’Inter è stata glaciale nel colpire immediatamente: sulla rimessa dal fondo in seguito all’occasione romanista, una combinazione porta Calhanoglu a lanciare Dumfries, che a tu per tu con Rui Patricio non sbaglia portando avanti i nerazzurri. La reazione della Roma non c’è, anzi è l’Inter che accelera ancora, trovando il raddoppio con un destro di Brozovic a chiudere un’altra veloce ripartenza nerazzurra.
Nella ripresa la Roma sembra ripartire forte, con una buona occasione per Pellegrini su cui Dimarco chiude all’ultimo. Ma è solo un lampo, perché l’Inter torna subito a spingere: Rui Patricio mette in corner un destro velenoso di Lautaro e sul calcio d’angolo che ne segue è proprio Lautaro a trovare il 3-0, con uno stacco in mezzo all’area. Un gol (il quarto consecutivo nelle ultime tre gare per l’argentino) che mette la partita e i tre punti in ghiaccio per l’Inter, capace anche di sfiorare il 4-0 con Correa che non riesce a sfruttare un pasticcio tra Karsdorp e Rui Patricio a pochi metri dalla porta per insaccare.
Nel finale, la Roma riesce però ad accorciare le distanze nel finale con Mkhitaryan, che batte Handanovic dopo una azione personale di Shomurodov. Quanto basta per far vivere ai 75mila di San Siro qualche ulteriore minuto di tensione, anche perché i giallorossi ci credono e Bastoni deve salvare all’ultimo su Perez lanciato a rete. Non basta, però, per riaprire la sfida: l’Inter conquista tre punti fondamentali, aprendo al meglio una settimana in cui si deciderà tanto della lotta scudetto, considerando il recupero di mercoledì contro il Bologna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ghirelli: flop nazionale? Serve profonda riforma vivai
Calcio di fronte a problema futuro, serve innovazione come NFT
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
14:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Flop nazionale? C’è bisogno di cambiare un dato: se sono convocabili 100/120 italiani, non andiamo da nessuna parte.
C’è bisogno di un progetto rapidissimo sui vivai italiani e sulla loro crescita.
Dall’altra parte, contemporaneamente, bisogna fare un lavoro affinché si cominci a riaprire il dialogo coi giovani e per farlo dobbiamo essere un passo avanti nell’innovazione, come con il nostro progetto sugli NFT presentato oggi”. Lo ha detto Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, a margine della presentazione il “Serie C Playoff NFT” negli spazi di Talent Garden a Milano.
“Il calcio è di fronte a problema ancora più profondo, cosa fare per futuro e se ha un futuro. Come Lega Pro, per avere spazio bisogna essere un passo avanti rispetto agli altri nel campo delle innovazioni, perché il calcio deve innovare e noi su tante cose siamo arrivati primi, dai playoff allo streaming”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: super-Immobile lancia la sfida al Milan capolista
Ex nerazzurro Mourinho e Inzaghi si giocano tantissimo a S.Siro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
14:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’eterna sfida tra Milano e Roma va in scena nella giornata numero 34 di Serie A.
L’Inter, che ospiterà la Roma, per gli esperti Sisal, parte nettamente favorita, a 1,65, rispetto al 5,25 dei capitolini, con il pareggio a 3,90.
La vittoria dei giallorossi è a 6,50, mentre l’espulsione di Mourinho è data a 7,50, per quella di Simone Inzaghi si sale a 9,00. Edin Dzeko ha sempre fatto male alla ‘sua’ ex squadra e non vuole certo fermarsi: la terza rete del bosniaco ai giallorossi è a 2,50. Tammy Abraham vuole però mostrare di non essere da meno, come primo marcatore è in quota a 9,25. Domenica sera, all’Olimpico, la Lazio ospiterà il Milan: i rossoneri, per gli esperti Sisal, sono leggermente favoriti, a 2,40, contro il 2,85 dei padroni di casa; per il pareggio si sale a 3,50. La Combo Goal+Over 2,5, in quota a 2,05, è ritenuta molto probabile. Una consultazione della Var, a 3,00, non è da escludere, al pari di un rigore, offerto 2,75. Ciro Immobile è on-fire, come dimostrano i 4 gol nelle ultime due uscite in Serie A: ai rossoneri il capitano della Lazio ha già fatto male in 7 occasioni. L’ottava si gioca 2,50. Insieme a lui c’è un Sergej Milinković-Savić in forma, 9 gol e 10 assist in campionato, che vuole esorcizzare il diavolo: la decima rete del ‘Sergente’ pagherebbe 5 volte la posta. Pioli, senza Zlatan Ibrahimovic, spera che Rafa Leão possa far male anche alla formazione di Sarri: il portoghese che segna e regala un assist è dato a 16. Il Napoli si gioca le ultime chance di scudetto sul campo dell’Empoli: i 3 punti degli ospiti sono dati a 1,62, quelli dei toscani 5,25. La Juve vola sul campo del Sassuolo: trionfo bianconero a 1,75, impresa emiliana a 4,25. Ci si gioca tantissimo in chiave-salvezza nel match fra Genoa, vincente a 2,20, e Cagliari, 3 punti in quota a 3,50. Tante motivazioni, ma obiettivi opposti fra Salernitana e Fiorentina: il successo dei granata si gioca a 5,25, quello dei viola 1,65.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ghirelli, da playoff mi aspetto spettacolo
Tra novità anche Var per semifinali e finale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
14:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Cosa mi aspetto dai playoff del campionato? Mi aspetto spettacolo, mi aspetto soldout essendoci gli stadi aperti, come è stato l’ultima volta in cui abbiamo giocato i playoff a stadi aperti”.
Lo ha detto Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, a margine della presentazione il “Serie C Playoff NFT” negli spazi di Talent Garden a Milano.

“Mi aspetto che si rafforzi anche questo progetto sugli NFT, per la prima volta riguarda il calcio per il lungo periodo. E mi aspetto che ci sia una competizione leale. Tra le altre cose sarà il momento in cui sperimenteremo anche il Var, l’altra grande novità che metteremo in campo per le semifinali e le finali. Siamo in un momento scoppiettante, siamo davvero in rampa di lancio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il recupero Salernitana-Venezia slitta al 5 maggio
Decisione dopo fissazione udienza davanti Collegio Garanzia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
19:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La partita Salernitana-Venezia (1/a giornata di ritorno), si disputerà giovedì 5 maggio alle ore 18, e non mercoledì 27 aprile.
Lo rende noto la Lega calcio di Serie A.
La decisione segue la fissazione dell’udienza davanti al Collegio di Garanzia dello Sport per il 2 dello stesso mese per l’esame del ricorso presentato dal Venezia. I lagunari chiedono di “annullare la decisione della Corte Sportiva d’Appello con la conseguenza “di disporre, a carico della Salernitana la sanzione della perdita della gara con il risultato di 3-0”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sampdoria: quasi 2000 tifosi a Verona per match chiave
Blucerchiati ancora in bilico, vietati altri sbagli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
22 aprile 2022
19:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sono già 1700 i tifosi della Sampdoria che hanno acquistato il biglietto per la sfida di domani a Verona e potrebbero aumentare nelle prossime ore.
Una decina di pullman più auto private, la risposta del popolo doriano è stata sicuramente importante perché tutti sono consapevoli dell’importanza della gara del Bentegodi.
Un altro ko dopo quello clamoroso la settimana scorsa al Ferraris con la Salernitana renderebbe assai preoccupante il rush finale salvezza per la squadra del tecnico Marco Giampaolo che può contare su un piccolo margine di vantaggio sulle dirette concorrenti per la salvezza ma ormai i liguri non possono più sbagliare.
E nel ritiro di Verona, iniziato in anticipo per espressa richiesta dei giocatori, sono le ultimissime prove tecniche prima di scendere in campo con Giampaolo che in questi giorni ha provato diverse soluzioni tattiche ma sembra orientato a scegliere la continuità puntando ancora sul 4-3-1-2 con alcune variazioni sul tema per quanto riguarda gli interpreti. C’è il nodo del trequartista con Sensi in pole position e poi in attacco i favoriti sono Quagliarella e Caputo anche non è da escludere che il mister ligure alla fine possa stupire tutti provato Sabiri al fianco dell’ex bomber del Sassuolo.
Di certo per la Samp si tratta di uno snodo fondamentale del campionato anche perché tra una settimana c’è il derby della Lanterna e la stracittadina col Genoa può diventare un match pesantissimo se i blucerchiati non dovessero fare risultato positivo a Verona
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Badelj all’ultimo respiro, Genoa batte il Cagliari
Un gol del centrocampista condanna la squadra sarda nel finale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
07:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un gol di Milan Badelj a 1′ dal 90′ riapre la corsa salvezza per il Genoa e non solo.
Il Grifone ha sconfitto infatti il Cagliari, accorciando la classifica in coda e ora, a quattro giornate dalla fine, può succedere realmente di tutto.
Vittoria sofferta per il Genoa che era obbligato a vincere per continuare a sperare. E vittoria è stata ma solo all’ultimo respiro e dopo aver sofferto i contropiedi ospiti dopo un assedio continuo. Blessin conferma il modulo ma cambia alcuni interpreti affidandosi ad Ekuban quale prima punta supportato da Galdames, Amiri e Portanova.
Consueto 3-5-2 per Mazzarri che risponde con la coppia d’attacco composta da Joao Pedro e Keita Balde. Genoa che parte subito molto aggressivo sui portatori di palla ospiti e lanciandosi in avanti, ma senza ragionare troppo. Nascono così alcune azioni offensive mal sfruttate con Cragno bravo al 4′ ad anticipare Ekuban, poi è la volta di Portanova da fuori ma la sfera esce e all’8′ Galdames lancia Ekuban in area ma Cragno è ancora bravo ad anticipare l’attaccante genoano.
La sfida fra i due prosegue anche al 14′ con il portiere ospite che evita il gol grazie ad un rimpallo sempre su Ekuban. Lo sforzo iniziale dei padroni di casa va via scemando con il passare dei minuti e il Cagliari inizia ad alzare il baricentro rendendosi pericoloso con Joao Pedro che al 22′ impegna Sirigu con un diagonale rasoterra. Quella degli ospiti è però solo una fiammata con il Genoa che riprende in mano il pallino del gioco sfiorando il vantaggio alla mezz’ora.
Scampato il pericolo il Cagliari riesce a controllare senza problemi la pressione del Genoa mantenendo lo 0-0 sino all’intervallo. Blessin si gioca così la carta Destro consapevole che per il Genoa vi è solo un risultato possibile. Questo però aiuta il Cagliari che controlla bene anche nel momenti più difficili e anzi dopo appena 3′ Joao Pedro da fuori area colpisce il palo. Col passare dei minuti i padroni di casa crescono, schiacciando gli ospiti nella propria trequarti ma la miriade di cross producono solo un colpo di testa di Ostiagard alto. E, anzi, in contropiede il Genoa rischia, ma Sirigu prima su Keità e poi Marin che spara fuori graziano il Grifone. Nel finale Rog, da poco entrato, colpisce l’esterno della rete. A un minuto dalla fine dopo una serie di ribattute in area ospite, Yeboah serve Badelj che con un preciso rasoterra batte Cragno per il gol che vale la vittoria: il Genoa torna a sperare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juve rimonta il Sassuolo, terzo posto nel mirino
Bianconeri soffrono nel posticipo ma Kean risolve, -1 dal Napoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
07:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus batte nel finale il Sassuolo con un gol di Kean al 44′ e consolida la propria posizione Champions con otto punti di vantaggio sulla Roma, quinta, ma soprattutto si avvicina al Napoli, terzo, che ora precede i bianconeri di una sola lunghezza.
Un risultato quello del posticipo della 34/a giornata che penalizza il Sassuolo che, seppure con un maggiore possesso palla (63% contro il 37% dei bianconeri), non è riuscito a concretizzare la mole di gioco creata, anche per l’attenta difesa bianconera.
La Juve non ha particolarmente brillato nel gioco, ha attuato spesso una manovra di attesa, riuscendo prima a rimontare la rete di Raspadori con Dybala e trovando la rete della vittoria con Kean, subentrato a Morata. La cronaca
All’inizio Allegri sceglie il 4-4-2: senza Cuadrado infortunato, con Vlahovic in panchina, il tecnico propone in attacco Morata e Dybala, con Bernardeschi e Rabiot sulle corsie laterali, Danilo in mediana. Panchina anche per De Ligt, con Bonucci e Rugani coppia centrale difensiva. Il Sassuolo recupera invece Berardi, torna Muldur dalla squalifica offrendo a Dionisi la possibilità di poter contare sulla formazione tipo. Si comincia con un brutto fallo di Alex Sandro su Bonucci. Ritmi alti che permettono all’una e all’altra di cercare varie soluzioni offensive. Primo tentativo da Morata. Subito dopo la conclusione di Raspadori con un tiro a giro che fa tremare la difesa bianconera. Al 17′ Berardi da calcio d’angolo cerca Frattesi che manda la palla di poco sopra la traversa. Incide maggiormente il Sassuolo che costringe ad un alto intervento importante Szczesny sulla conclusione di Berardi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reti: nel pt 38′ Raspadori, 45′ Dybala; nel st 43′ Kean
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gol a parte, l’occasione più importante nel primo tempo per la Juve al 27′: De Sciglio dalla destra per Dybala, tempestiva la chiusura di Frattesi; sul rimpallo non è reattivo Zakaria. Il Sassuolo insiste. Al 34′ contropiede di Muldur, destro di Scamacca che impegna il portiere bianconero. Szczesny è ancora chiamato ad intervenire al 37′ su Frattesi, ,ma nulla può 39′ nell’azione del vantaggio neroverde: filtrante di Berardi per Raspadori che da posizione ravvicinata calcia sul primo palo regalando il meritato vantaggio al Sassuolo. Non tarda ad arrivare la reazione della Juventus che trova il pari con Dybala al 45′. L’azione è viziata da una netta trattenuta di Morata su Kryiakoupolos che Maresca ignora. Palla che arriva a Dybala che firma il pari e non esulta. Inutili le proteste dei neroverdi, ammonito Maxime Lopez. In apertura di ripresa sul colpo di testa ravvicinato di Morata, è miracoloso l’intervento di Consigli che sventa il pericolo deviando in angolo. Cala il ritmo di gioco, il Sassuolo manovra ma non punge, la Juve gioca di rimessa. Allegri fa entrare Vlahovic.La formazione di Dionisi sfiora la rete con Kyriakoupolos che manda la palla a pochi centimetri dal palo. Consigli sullo svarione di Chiriches, interviene di piede su Kean al 27′. Il Sassuolo insiste nel finale ma viene poi punito. Frattesi di testa al 37′ non è preciso, ci prova Scamacca. La Juve ci crede, Rabiot costringe Consigli ad una deviazione di piede. Al 43′ il gol partita: Kean evita la marcatura di Chiriches e manda la palla sotto le gambe del portiere di casa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: all’Olimpico il Milan batte la Lazio 2-1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
15:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan vince in casa della Lazio 2-1 in rimonta con un gol di Tonali nel recupero e sorpassa l’Inter.
Lo scudetto è un affare a due tra le milanesi, con i nerazzurri che hanno comunque una gara da recuperare.
Il Napoli si getta via malamente lasciando alle milanesi lo sprint finale per lo scudetto. Succede l’impensabile a Empoli: 2-0 a inizio ripresa e partita che sembra in cassaforte. Poi clamoroso rilassamento finale dei partenopei che consente ai toscani di segnare tre gol in 8′, di conquistare il primo successo dopo 16 gare, paradossalmente a quattro mesi dalla vittoria contro gli stessi avversari al Maradona. Per il Napoli e’ l’addio al sogno tricolore, inferto proprio da Andreazzoli, che con Spalletti ha collaborato per tanti anni e di cui e’ amico fraterno. Il club, furioso, vara un ‘ritiro permanente’, a partire da martedi’. Nel posticipo domenicale il Milan di Pioli vince all’ultimo respiro e in rimonta.
Decisivo il gol di Tonali al 48′ della ripresa dopo che il solito Immobile era andato segno dopo appena quattro minuti per il 26/o gol in campionato e nella ripresa ara arrivato il momentaneo pareggio con Giroud. La domenica dei portenti si apre con un altro risultato a sorpresa: la Salernitana mette un altro robusto mattone alle sue speranze di tornare in gioco per la salvezza battendo la Fiorentina con merito. E’ il terzo successo di fila per Nicola, che ha ancora una gara da recuperare. I viola scontano gli errori difensivi, soprattutto di Igor, e segnano il passo nella lotta ad un posto in Europa, che e’ ancora pero’ a portata di mano. I campani festeggiano poi anche per l’1-0 tra Genoa e Cagliari nel big match salvezza. Sblocca l’esperto Badelj alla fine e il successo crea un ingorgo batticuore: Venezia 22, Genoa e Salernitana 25, Cagliari 28 e Sampdoria 30. Venezia e Salernitana hanno una gara in mano ma ci sono ancora varie sfide dirette.
Emozioni e tanti gol, infine, tra due squadre tranquille, Bologna e Udinese, che stanno portando a termine un campionato positivo.
Che qualcosa non funzioni bene nella testa del Napoli lo si percepisce dal primo tempo al Castellani: qualche occasione sporadica, ma e’ l’Empoli che e’ piu’ in partita. Poi la classe superiore di due veterani sembra chiudere i giochi. Prima Mertens segna il gol 146 del suo straordinario percorso partenopeo, su velo di Osimhen, poi Insigne stacca Hamsik a quota 121, su assist di Anguissa. Ma nel finale c’e’ un imprevedibile black out: Henderson riapre la gara su sbaglio di Malcuit, poi c’e’ un grossolano errore di Meret che rinvia lento consentendo a Pinamonti di rimpallare in rete. Napoli impaurito e l’attaccante, di proprieta’ dell’Inter, trova il 3-2 in contropiede col 12/o sigillo personale.
A -5 dall’Inter con una gara in meno, il Napoli e’ ormai fuori dai giochi. Rientra a pieno titolo nella corsa salvezza invece la Salernitana che imbrocca un tris di successi in una settimana: dopo Samp e Udinese ecco quello con la piu’ blasonata Fiorentina. All’Arechi e’ una bolgia infernale: capitan Djuric spiana la strada svettando su Igor, poi i viola reagiscono e trovano il pari con Saponara. Ma i campani sono in piena fiducia e trovano il 2-1 con Bonazzoli su errore di Igor. Il merito di questa riscossa e’ da spartire tra Nicola, che ha rimotivato la squadra, e il ds Sabatini che l’ha rinforzato col solito mercato pirotecnico.
Meglio il Cagliari del Genoa nel corso della partita clou della zona salvezza, ma il gol di Badelj ha un valore inestimabile perche’ consente ai liguri di tornare a sperare. C’e’ un palo di Joao Pedro, occasioni per Keita e Rog, ma vince il Genoa inguaiando i sardi. Senza assilli di classifica Bologna e Udinese giocano e divertono: Hickey porta davanti gli emiliani, che vengono scavalcati da Udogie e Success, poi entra Sansone che acciuffa il pari. Le due squadre dimostrano di poter fare a meno dei due goleador Arnautovic e Beto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Torino-Spezia 2-1, Venezia-Atalanta 1-3
Gli anticipi delle ore 15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
17:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino-Spezia 2-1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Venezia-Atalanta 1-3
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Torino batte Spezia 2-1 (1-0) nell’anticipo della 34/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio Olimpico Grande Torino di Torino. I gol: nel primo tempo per i granata Lukic al 4′; nel secondo tempo ancora Lukic, ma al 24′, per i liguri Manaj su rigore al 52′.
Atalanta batte Venezia 3-1 (1-0) nell’altro anticipo della 34/a giornata disputato sul terreno dello stadio Pierluigi Penzo di Venezia.
I gol: nel primo tempo per i bergamaschi Pasalic al 44′; nel secondo tempo per gli ospiti Duvan Zapata al 2′ e Muriel al 18′, infine per i lagunari Crnigoj al 35′.

I gol
90’+8′ GOL! Torino-SPEZIA 2-1. Rete di Manaj. Manaj si procura il calcio di rigore e lo trasforma tirando forte sotto l’incrocio dei pali.
81′ GOL! VENEZIA-Atalanta 1-3. Rete di Crnigoj Domen
70′ GOL! TORINO-Spezia 2-0. Rete di Lukić. Dopo un tentativo a vuoto di Zima, Lukic si ritrova il pallone sui piedi e realizza la doppietta personale con un  tiro piazzato a fil di palo.
63′ GOL! Venezia-ATALANTA 0-3. Rete di Muriel
47′ GOL! Venezia-ATALANTA 0-2. Rete di Zapata
45′ GOL! Venezia-ATALANTA 0-1. Rete di Pasalic
5′ GOL! TORINO-Spezia 1-0. Rete di Lukić. Lukić spiazza Provedel e trasforma il calcio di rigore portando avanti il Toro!
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A, Salernitana-Fiorentina 2-1
All’Arechi finisce 2-1, per i campani terzo successo di fila
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
15:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Salernitana ha battuto la Fiorentina 2-1 nell’anticipo dell’ora di pranzo della 34/a giornata della Serie A.

Terza vittoria di fila e altri tre punti per continuare a sognare la salvezza.
In un Arechi da grandi occasioni, la Salernitana batte anche la Fiorentina di Italiano: finisce 2-1 dopo una partenza sprint dei padroni di casa che trovano la rete del vantaggio con Djuric. Nella ripresa Saponara pareggia; a 10′ dalla fine Bonazzoli segna la rete che regala il successo ai campani. Festa grande per la squadra di Davide Nicola che ora spera nel miracolo di rimanere in Serie A.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Empoli-Napoli 3-2, Bologna-Udinese 2-2
La squadra di Spalletti perde 3-2 al Castellani: avanti di due gol si fa raggiungere e superare. Partenopei in ritiro permanente
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
18:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Empoli batte Napoli 3-2 (0-1)  e Bologna-Udinese 2-2 (1-1)  nelle due partite delle ore 15 della 34/a giornata del campionato di serie A.
Il Napoli lascia le ultime speranze di concorrere per lo scudetto dilapidando ad Empoli un vantaggio di due reti e facendosi battere nel finale.
Avanti con Mertens e Insigne, i partenopei subiscono il ritorno dei toscani che in 7 minuti vanno a segno per tre volte, con Henderson e due volte Pinamonti.
Il Napoli va in “ritiro permanente” dopo la clamorosa sconfitta di Empoli. Lo annuncia il club azzurro. “La Società – è scritto sul profilo twitter del Napoli – ha deciso che da martedì, alla ripresa degli allenamenti, la squadra andrà in ritiro permanente”. Finisce 2-2 al Dall’Ara tra Bologna e Udinese.
Spalletti “responsabilità mia”  – “Prendo atto di quello che accade, immaginarsi un finale così era difficile. Ma sono partite in cui gli avversari lottano con l’attenzione giusta, come hanno fatto tutto l’anno, mentre noi sul finale abbiamo perso attenzione, fatto qualche errore che non dovevamo fare. Il responsabile sono io di questa squadra, dell’atteggiamento sia tecnico che mentale, quindi devo pagare io le conseguenze di quello che fa la squadra”: ai microfoni di Dazn, nel dopopartita di Empoli-Napoli, Luciano Spalletti si assume le responsabilità del tracollo dei partenopei. “Una squadra come la nostra deve avere un atteggiamento diverso – ha aggiunto – Poi quando si commettono leggerezze, subentra un po’ di timore e il resto lo fanno gli avversari che hanno forza e qualità. L’Empoli non vinceva da tempo, ma ha sempre giocato bene. Dovevamo aspettarci una squadra con questa fame, l’avevo detto anche ieri”.

I GOL

88′ EMPOLI-Napoli 3-2 Rete di Pinamonti

83′ EMPOLI-Napoli 2-2 Rete di Pinamonti

80′ EMPOLI-Napoli 1-2 Rete di Henderson

59′ BOLOGNA-Udinese 2-2 Rete di Sansone

53′ Empoli-NAPOLI 0-2 Rete di Insigne

46′ Bologna-UDINESE 1-2 Rete di Success

44′ Empoli-NAPOLI 0-1 Rete di Mertens

25′ Bologna-UDINESE 1-1 Rete di Udogie

6′ BOLOGNA-Udinese 1-0 Rete di Aaron Hickey.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Verona-Sampdoria termina 1-1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
23:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Ciccio’ Caputo illude la Sampdoria, l’ex Gianluca Caprari la riporta con i piedi per terra.
Dopo tre sconfitte consecutive, la squadra blucerchiata riesce a interrompere la striscia negativa e a conquistare un buon pareggio sul terreno del Bentegodi, con un Verona meno brillante rispetto alla vittoria conquistata a Bergamo, ma sorpreso dall’atteggiamento degli avversari.
I giocatori di Giampaolo sono bravi, infatti, a reggere l’urto sul piano fisico e a disputare una partita accorta in fase difensiva. Verona e Sampdoria giocano un primo tempo contratto, decisamente bloccato. I veneti provano a fare la partita, in apertura hanno anche una bella occasione con Faraoni, imbeccato dal traversone sul fronte opposto di Lazovic, ma poi la squadra di Giampaolo è brava nel chiudere gli spazi, nel fare densità in mezzo al campo, a impedire le linee di passaggio alle due mezze punte Caprari e Barak, resi inoperosi da un atteggiamento attento e sempre concentrato. Il Verona non trova spazi e paga a caro prezzo una disattenzione difensiva.
Thorsby sfrutta fisico e centimetri addomestica un pallone ai limiti dell’area gialloblù e premia l’inserimento di Caputo che va alla conclusione ma, dopo aver già calciato, subisce un pestone da Guenter. Ayroldi concede il penalty: dal dischetto Caputo si fa parare la conclusione da Montipò, ma ribadisce poi nella porta sguarnita. Nella ripresa il canovaccio tecnico è pressoché identico. Il Verona prova a cercare spazi, la Sampdoria è brava nel chiuderli. Il pareggio arriva dopo la mezz’ora, ma è un evidente errore della retroguardia blucerchiata. Sul lancio della difesa del Verona a saltare il centrocampo, Yoshida sale per mettere in fuorigioco gli attaccanti scaligeri, ma Murru si abbassa e tiene tutti in gioco. Caprari ha tecnica per controllare il suo primo tentativo, respinto proprio dal giapponese, saltare Audero e depositare nella porta dei liguri. Il Verona ha l’inerzia del match fra le mani, ma non ha la forza per mettere alle corde la Sampdoria. Anzi, è la squadra di Giampaolo a finire in crescita e a chiudere in attacco. È solo un punto, ma è un ottimo viatico per il prossimo match che vale la stagione: c’è il derby cittadino contro il Genoa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions donne:Barcelona-Wolfsburg 5-1,oltre 91mila al Camp Nou
Nuovo record per match femminile. Blaugrana a un passo da finale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
21:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo record di presenze per un match di calcio femminile ed ancora una volta a stabilirlo è il Barcellona: 91.648 spettatori hanno assistito alla semifinale di andata di Champions League tra le blaugrana ed il Wolfsburg, terminata 5-1 per le catalane.
Tre settimane dopo il record di presenze (91.553 spettatori) registrato nel quarto di finale contro il Real Madrid (vinto 5-2), il record è stato nuovamente battuto oggi dai tifosi catalani.

A segno per il Barcellona Aitana Bonmati (3′ pt), Caroline Hansen (10’pt), Jenifer Hermoso (33′ pt) e la capitana Alexia Putellas (38′ pt e 40′ st su rigore) mentre la rete del Wolfsburg è stata messa a segno dall’olandese Jill Roord (28′ st).
La gara di ritorno è in programma sabato 30 aprile in Germania. L’altra semifinale di andata, tra Lione e Psg è in programma domenica.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Manchester City-Real Madrid
Champions League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
22:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro delle semifinali
Manchester City-Real Madrid ore 21
Liverpool-Villarreal ore 21 (27  aprile)
Villarreal-Liverpool ore 21 (3 maggio)
Real Madrid-Manchester City ore 21 (4 maggio).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liverpool-Villarreal
Champions League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
22:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro delle semifinali
Liverpool-Villarreal ore 21
Villarreal-Liverpool ore 21 (3 maggio)
Real Madrid-Manchester City ore 21 (4 maggio)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Villarreal-Liverpool
Champions League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
22:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro delle semifinali
Villarreal-Liverpool ore 21
Real Madrid-Manchester City ore 21 (4 maggio)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Real Madrid-Manchester City
Champions League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
22:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Real Madrid-Manchester City ore 21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lipsia-Rangers e West Ham-Francoforte
Europa League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
22:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Semifinali di andata di Europa League
Lipsia-Rangers ore 21
West Ham-Francoforte
Francoforte-West Ham ore 21 (5 maggio)
Rangers-Lipsia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Francoforte-West Ham e Rangers-Lipsia
Europa League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
22:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Semifinali di ritorno di Europa League
Francoforte-West Ham ore 21
Rangers-Lipsia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Leicester-Roma e Feyenoord-Marsiglia
Conference League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
22:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro delle semifinali di Conference League
Feyenoord-Marsiglia ore 21
Leicester-Roma
Marsiglia-Feyenoord ore 21 (5 maggio)
Roma-Leicester ore 21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma-Leicester e Marsiglia-Feyenoord
Conference League
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2022
22:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro delle semifinali di Conference League
Marsiglia-Feyenoord ore 21
Roma-Leicester ore 21.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rangnick, allo United serve operazione a cuore aperto
Manager tedesco avverte successore ten Hag, situazione è chiara
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
10:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A poche ore dalla delicata e sentita sfida con l’Arsenal, che può essere decisiva per l’accesso alla prossima Champions League, il tecnico ad interim del Manchester United, Ralf Rangnick, ha messo un macigno sulle spalle del suo successore, Erik ten Hag, dichiarando che se l’olandese vorrà far rivivere ai red Devils le glorie passate dovrà eseguire l’equivalente di “un intervento chirurgico a cuore aperto”.

“Una delle pochissime cose buone della situazione attuale è che è cristallina – ha detto il tedesco -.
Non hai nemmeno bisogno di occhiali per analizzare e vedere dove sono i problemi, perchè è chiaro che non è sufficiente fare alcuni piccoli interventi, di estetica, ma si dovrà proprio procedere con una operazione a cuore aperto”. L’attuale allenatore dell’Ajax, che arriverà a Manchester a luglio, sarà il quinto dal ritiro di Alex Ferguson nel 2013, evento che segnò l’inizio della parabola discendente per lo United.
Privo di Pogba, messo fuori causa da un infortunio, Rangnick potrà schierare Cristiano Ronaldo, al rientro dopo il dramma della morte del figlioletto. Con 54 punti dopo 33 partite, lo United è a -3 dal quarto posto occupato da Tottenham e Arsenal, che però hanno entrambe una gara in più da disputare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese; Cioffi, ripartiamo più forte di prima
Mi spiace non poter stringere la mano a Mihajlovic
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
23 aprile 2022
14:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo la sconfitta interna con la Salernitana ho visto i ragazzi arrabbiati e consapevoli.
Non ho chiesto nessuna reazione perché ho visto una squadra che fino all’ultimo ha provato a vincere, chiaramente ha commesso un’ingenuità.
Questo non è banale perché avevamo raggiunto la salvezza la settimana prima ma ho visto una squadra che non si accontenta. Per raggiungere gli obiettivi ci vuole continuità, noi abbiamo avuto uno stop ma si riparte più forte di prima”. E’ l’auspicio di Gabriele Cioffi, davanti alle telecamere di Udinese Tv, alla vigilia della trasferta di Bologna.
“Per la voglia che avevamo, saremmo tornati in campo subito la mattina dopo – ha aggiunto – Quello che vogliamo domani è fare una partita di volontà, equilibrio tattico ed ambizione”.
Cioffi ha garantito che “la squadra sta bene sia a livello fisico che a livello mentale. La valutazione fatta con lo staff e con i ragazzi è che non siamo abituati a giocare cinque partite in quindici giorni quindi livello fisico ma soprattutto a livello psicologico ci sarà una grande richiesta. Sarà un’ulteriore prova di crescita ed è questa l’ambizione che ci poniamo per le prossime gare”.
Il tecnico friulano teme il Bologna anche in virtù delle ultime gare: “E’ una squadra che ottiene un pareggio a reti bianche a Milano, che vince uno scontro diretto in casa e, fino al 95/o, è in vantaggio 1-0 a Torino contro la Juve. Questo la dice tutta, c’è poco da aggiungere. Loro saranno volitivi e sull’onda dell’entusiasmo ma si troveranno di fronte una squadra più volitiva ed entusiasta ancora”.
Conclusione sul tecnico dei felsinei: “Mi dispiace tantissimo a livello umano e anche professionale non potergli stringere la mano in panchina domani. Nutro profonda stima, rispetto e ammirazione per lui e per le sfide che sta vivendo e per quelli come lui che le hanno vissute in passato come Tabarez, recentemente Vialli o Vilfort che, nel 1992, ha vissuto una commovente battaglia con la figlia. Quindi c’è un rispetto immenso per Mihajlovic”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: Spalletti, abbiamo il dovere di crederci ancora
‘Cinque risultati davanti, devono essere tutte vittorie’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
23 aprile 2022
14:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo la possibilità e quindi anche il dovere di crederci ancora, magari assumendosi il peso della responsabilità di quello che sta avvenendo.
Però ci crediamo”.
Alla vigilia della trasferta a Empoli, Luciano Spalletti ammette di non volersi dare ancora per vinto e di pensare che il traguardo dello scudetto non sia ancora sfumato.
”Ci sono cinque risultati davanti a noi – dice il tecnico – e dobbiamo puntare alla vittoria perché ci abbiamo sempre creduto noi, tutti i tifosi e tutto il Napoli”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina; Italiano, ripartiamo dalle nostre certezze
Viola a Salerno: Loro si giocano la vita, noi un grande sogno
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
23 aprile 2022
14:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Ci aspetta una gara in un campo caldissimo contro un avversario che vien da due vittorie e si gioca la vita: dobbiamo avere la sua stessa ferocia perché anche noi ci giochiamo qualcosa di importante”.
Così Vincenzo Italiano alla vigilia della trasferta con la Salernitana contro cui la Fiorentina punterà a rilanciarsi dopo la sconfitta nella semifinale di ritorno di Coppa Italia con la Juventus.

”Ripartiamo dalle nostre certezze e da quanto stiamo proponendo nell’ultimo periodo che è qualcosa che mi piace – ha dichiarato il tecnico viola – Finora abbiamo fatto un campionato fantastico, per trasformarlo in un capolavoro dobbiamo affrontare le ultime sei gare come fossero le prime sei della stagione, vogliamo cullare il sogno fino in fondo” ha ribadito riferendosi all’Europa. Senza Castrovilli operato al ginocchio e Torreira out per un infortunio muscolare e con Bonaventura non ancora al 100% la Fiorentina sarà in emergenza a centrocampo ma Italiano è apparso fiducioso. ,
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli, Ibra è il faro del Milan ed è a disposizione
Ha forza di volontà indomabile, è eccezionale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 aprile 2022
14:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Zlatan è il faro di questa squadra.
La sua forza di volontà è indomabile.
Quello che sta facendo per essere disponibile è eccezionale. Ha fatto bene sia ieri che oggi, partirà con noi”: lo annuncia il tecnico del Milan Stefano Pioli alla vigilia della sfida contro la Lazio.
Zlatan Ibrahimovic partirà per Roma insieme alla squadra rossonera dopo essere stato assente nelle ultime tre partite.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: Spalletti, il mio futuro? La gara con l’Empoli
‘Nessun problema che il presidente parli dei cambi in partita’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
23 aprile 2022
14:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Il mio futuro si chiama Empoli, il mio presente si chiama Empoli.
Di tutto il resto ci sarà tempo per parlare poi, a bocce ferme.
Però non sono cose importanti. Importanti sono i cinque risultati che sono davanti a noi e dobbiamo puntare alla vittoria perché ci abbiamo sempre creduto”. Luciano Spalletti non accetta di parlare del suo futuro né di chiarire se sarà ancora sulla panchina del Napoli.
Conferma soltanto che i suoi rapporti con De Laurentiis sono ottimi e che per lui non è assolutamente un problema quando il presidente parla dei cambi fatti dall’allenatore durante una partita.
”Non mi dà fastidio – spiega – probabilmente lui è abituato a farlo come fanno tanti. Ma come ho detto altre volte, con il senno di poi è troppo facile avere ragione sui cambi. Io mi prendo la colpa di aver immaginato dei cambi e quello che avevo immaginato non si è poi verificato. Sono – conclude il tecnico – io che faccio la formazione e le scelte e sono io che faccio bene o che sbaglio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio; Sarri, ‘Milan ti fa male pure se non domina’
‘Cerchiamo di assottigliare distanza tra noi e i rossoneri’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
14:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Milan è una squadra forte, non c’è da fare tante considerazioni tattiche.
Subiscono pochi gol, e contro di noi hanno vinto agevolmente due partite su due: la distanza che si è vista era abbastanza netta, ora cerchiamo di assottigliarla”.
Lo ha detto Maurizio Sarri, tecnico della Lazio, alla vigilia del big match contro i rossoneri di domani sera all’Olimpico. “Sia in campionato che in Coppa Italia abbiamo rovinato entrambe le partite tra il 40′ e il 60′. Il Milan anche quando non ti domina ti può far male”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli “Milan lotta per titolo, momento entusiasmante”
Derby? Delusi ma conta domani, Bennacer non ci sarà contro Lazio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 aprile 2022
14:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo consapevoli del percorso che stiamo facendo e del momento che stiamo vivendo, un momento elettrizzante, entusiasmante ed eccitante, mancano cinque partite e siamo in lotta per lo scudetto.
Siamo motivati e concentrati per la partita di domani”: lo dice il tecnico del Milan Stefano Pioli alla vigilia della sfida contro la Lazio.

Il Milan dovrà rialzarsi dopo il pesante 3-0 subito nel derby di Coppa Italia. “Come sta la squadra dopo il derby conta relativamente, conta quello che vogliamo fare domani. Perdere ci ha deluso, non ci ha fatto bene ma è un’altra competizione che non può influenzare il campionato”, spiega Pioli.
Domani contro la Lazio, partita che ciclisticamente Pioli definisce come la salita del Mortirolo, non ci sarà Bennacer.
“Nel derby ha avuto una distorsione alla caviglia e non è riuscito a recuperare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier: Arsenal vince 3-1, per United Champions più lontana
CR7 in gol ma non basta, Gunners tengono il quarto posto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
15:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un gol di Cristiano Ronaldo, tornato in campo dopo il dramma della morte del figlioletto, non è bastato al Manchester United per evitare la sconfitta (la terza nelle ultime quattro gare) in casa dell’Arsenal e dire probabilmente addio alle speranze di agguantare la zona Champions League.
I Gunners si sono imposti per 3-1 nell’anticipo della 34/a giornata di Premier League e mantengono il quarto posto con sei lunghezze di vantaggio sui Red Devils e tre sul Tottenham, che gioca più tardi.

L’Arsenal è andato in vantaggio con Tavares già al 3′, raddoppiando su rigore con Saka al 32′, ma la rete di Ronaldo due minuti dopo ha rimesso in corsa lo United, che però a inizio ripresa ha mancato l’occasione del pareggio con un errore su penalty di Bruno Fernandes. Al 25′ è arrivato il gol di Xhaka a mettere al sicuro la vittoria per la squadra di casa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari a Genova, scontro diretto per la salvezza
Vice allenatore Bellucci, “attenti, ma proviamo a vincere”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
23 aprile 2022
15:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Cagliari a Genova per provare a diventare irraggiungibile nella corsa salvezza.
Sei punti di distanza dal Genoa: ora l’obiettivo è quello di arrivare a quota nove.
Non l’ha detto Mazzarri – in lutto per la morte della madre Edda non ha partecipato alla tradizionale conferenza stampa della vigilia – ma il suo vice Claudio Bellucci.
“Dobbiamo essere bravi a fare una gara attenta perché loro – ha sottolineato – sono molto abili nelle ripartenze. Ma senza impaurirci: andiamo lì per fare una grande partita, per vincere e per aumentare il distacco con il Genoa”.
Al suo fianco Joao Pedro, il capitano. “Non c’è stato bisogno di caricare i compagni, loro sono già carichi da soli – ha chiarito il capitano – Con la testa giusta: dobbiamo solo riposare bene perché ci aspetta una giornata impegnativa e divertente”. Negli scontri diretti il Cagliari quest’anno, però, spesso è entrato in crisi. Ad esempio a La Spezia. “In stagione abbiamo perso punti in gare così nel girone d’andata e poi a La Spezia – ha spiegato Bellucci – ne siamo consapevoli e per questo l’esperienza dovrà servirci per affrontare questa partita. In generale la squadra sta bene, c’è la giusta mentalità e la vittoria col Sassuolo ci ha dato grande fiducia”.
D’accordo Joao Pedro. “Personalmente – ha continuato il capitano – non vedo l’ora di andare in campo, così dovrà essere per tutti noi. La gara da non ripetere sarà quella di La Spezia, una partita simile a questa a livello di importanza per il nostro cammino. In quell’occasione lo spirito non fu giusto: stavolta dovrà essere un’altra storia perché è davvero un’occasione dove poter determinare forse in modo decisivo il nostro destino”. Arrivano nel frattempo rinforzi dall’infermeria: Goldaniga, Strootman, Nandez e Obert hanno provato ad allenarsi con il gruppo. E si giocano la convocazione: se non sarà per il Genoa, almeno per il Verona. Mazzarri dovrà però fare a meno dello squalificato Lovato: Ceppitelli è favorito su Walukiewicz per il posto di centrale. Davanti ancora qualche dubbio sul partner di Joao Pedro: se la giocano Keita (in pole) e Pavoletti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salernitana: Nicola “per me non esiste ultima spiaggia”
‘Stiamo costruendo rincorsa, giochiamo con volontà fare e osare’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
23 aprile 2022
16:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per me non esiste l’ultima spiaggia.
Noi stiamo costruendo una rincorsa, giochiamo con la volontà di fare e l’animo di osare”.
Così Davide Nicola, allenatore della Salernitana, ha presentato la partita di domani contro la Fiorentina. “Incontriamo una squadra importantissima sia per identità di gioco che per il campionato che sta facendo.
È una squadra aggressiva, hanno uno sviluppo di catena consolidato. Ovviamente tutto questo fa si che la Fiorentina riesca, a tratti, a dominare la partita. Sono una squadra che ha pochi punti deboli. Sia per noi che per loro sarà la terza partita ravvicinata. Dovremo essere bravissimi ad essere squadra per tutta la partita”.
Il tecnico dei granata ha convocato anche Radovanovic che ieri non si era allenato per un affaticamento muscolare. “Questi impegni ravvicinati fanno sì che il lavoro non sia solo tecnico-tattico ma anche di recupero. Radovanovic è convocato, domani mattina faremo un allenamento molto corto, di rifinitura e verificheremo. Non escludo che ci siano dei cambi rispetto ad Udine”. A spingere la Salernitana ci saranno almeno 20mila tifosi: “L’euforia che possono trasferirti i tifosi deve essere concepita come una spinta propulsiva. Spero che domani noi e la nostra gente saremo una cosa sola”, ha rimarcato Nicola.
“Dobbiamo essere abili a restare compatti, abili a sviluppare il gioco come squadra. So che non è semplice ma so anche che si può fare”.
Nicola, infine, ha parlato del tour de force che attende la Salernitana da qui a fine campionato: “Gli impegni ravvicinati impongono di lavorare sia sulla preparazione della partita che sulle strategie di recupero. Ma con lo staff abbiamo fatto un grande lavoro per consentire alla squadra di assecondare le nostre richieste dal punto di vista tattico e fisico”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Torino-Spezia 2-1
Decisiva per il successo dei granata la doppietta di Lukic
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
17:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino batte Spezia 2-1 (1-0) nell’anticipo della 34/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio Olimpico Grande Torino di Torino.
I gol: nel primo tempo per i granata Lukic al 4′; nel secondo tempo ancora Lukic, ma al 24′, per i liguri Manaj su rigore al 52′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Venezia-Atalanta 1-3
Pasalic, Zapata e Muriel regalano la vittoria ai bergamaschi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
17:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta batte Venezia 3-1 (1-0) nell’anticipo della 34/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio Pierluigi Penzo di Venezia.
I gol: nel primo tempo per i bergamaschi Pasalic al 44′; nel secondo tempo per gli ospiti Duvan Zapata al 2′ e Muriel al 18′, infine per i lagunari Crnigoj al 35′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Da viaggi della speranza al fischietto, gambiano diventa arbitro
Ha 22 anni e ieri ha esordito, dirigendo la prima partita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MONTELEONE DI PUGLIA (FOGGIA)
23 aprile 2022
17:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dal barcone della speranza al fischietto dei campi di calcio.
E’ la storia di Ebrima Gaye, 22enne gambiano, che dal 2017 vive stabilmente a Monteleone di Puglia (Foggia) e che ieri ha esordito come arbitro sul rettangolo verde di Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino) dirigendo la gara San Giuseppe Siconoffi – Heraclea valevole per il campionato provinciale under 15.
A rendere nota la sua storia è la pagina facebook dell’Associazione Italiana Arbitri del Tricolle. Ebrima è arrivato in Italia all’età di 16 anni. Ha vissuto un anno a Salerno per poi trasferirsi a Monteleone di Puglia, presso il Piroscafo Duca d’Aosta ospite del SAI (Sistema di Accoglienza e Integrazione, ex SPRAR). “La scintilla per il fischietto – raccontano – è scoccata accompagnando sui campi polverosi della provincia l’amico e collega Giuseppe Antonio Morra. Ha seguito il percorso formativo e sta forgiando la crescita professionale il tutor Angelo Gizzo”. Ora Ebrima Gaye pensa un futuro in “casacca nera”. Ha imparato tutte le regole per far sì che un giorno il suo sogno di arbitrare la finale della Coppa d’Africa, o magari quella dei Mondiali, possa diventare realtà.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juric esalta Lukic, ‘è centrocampista completo’
Thiago Motta, “preso 2 gol evitabili ma reazione è stata buona”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 aprile 2022
18:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo fatto veramente bene: nel primo tempo potevamo segnare di più, nella ripresa un po’ di sofferenza ma sono soddisfatto”: così il tecnico del Torino, Ivan Juric, commenta il successo per 2-1 contro lo Spezia.
Il match-winner è stato Sasa Lukic: “Puntavo molto su di lui, è un centrocampista completo – i complimenti dell’allenatore all’autore della doppietta all’Olimpico Grande Torino – e ha sempre mantenuto un rendimento al di sopra delle aspettative”.

Si è visto Seck all’esordio, Praet è tornato a disposizione: “L’ex Spal ha margini di crescita enormi, il belga è un grande acquisto per questo finale di stagione” aggiunge Juric in conferenza stampa.
Lo Spezia, invece, si è svegliato troppo tardi: “Ma qui a Torino ha sofferto anche chi sta lottando per lo scudetto – dice Thiago Motta sulla formazione granata – e mi è piaciuta la reazione della mia squadra: abbiamo preso due gol evitabili, ma nella ripresa abbiamo giocato bene”. Ora c’è bisogno di ripartire dopo quattro gare di fila senza vincere: “Abbiamo un giorno di riposo per riprenderci e digerire la sconfitta, poi penseremo alla prossima partita – spiega il tecnico dei liguri – e già dal primo allenamento dovremo proiettarci a domenica prossima”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: Blessin, contro Cagliari gara da sei punti
Tecnico, ci vorrà pazienza e calma quando recupereremo i palloni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
23 aprile 2022
18:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Una partita da sei punti”.

Alexander Blessin non si nasconde e conosce benissimo il valore della gara di domani contro il Cagliari.
Solo con una vittoria il suo Genoa può tornare in piena corsa per la salvezza. Quello contro la squadra di Mazzarri è uno scontro diretto fondamentale.
“Che la gara sia importantissima lo abbiamo visto anche in settimana dalla tensione dei giocatori-ha spiegato il tecnico rossoblù-. Dovremo riuscire a trovare la via di mezzo: è giusto essere focalizzati e concentrati su questa gara ma non troppo altrimenti rischi di bloccarti”.
Per il Grifone la ricetta è semplice. “Bisognerà mettere in campo la stessa grinta vista contro il Milan, sarà una partita ricca di duelli sia sulle prime che sulle seconde palle e la cosa fondamentale sarà proprio come sapremo impostare la seconda fase. In settimana ad esempio abbiamo analizzato proprio la sfida con i rossoneri e ho fatto notare alla squadra che pur avendo recuperato almeno tredici palloni purtroppo poi abbiamo perso chiarezza e calma e li abbiamo giocati male. Per questo pur sapendo che vogliamo vincere sarà importante anche la pazienza”.
Blessin ritroverà Sturaro, “la sua grinta aiuterà i ragazzi, per noi è un giocatore importante perché trascina tutta la squadra” e potrebbe cambiare qualcosa in attacco avendo tutti gli uomini a disposizione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I medici: ‘Le condizioni Tacconi sono importanti, ma stazionarie’
Ex portiere di Juventus e Nazionale ricoverato dopo una emorragia cerebrale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
24 aprile 2022
17:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Al momento le condizioni di Stefano Tacconi “sono ancora importanti ma stazionarie e la stazionarietà in questo caso è un evento favorevole”.
E’ quanto comunica Andrea Barbanera, direttore della struttura di neurochirurgia dell’ospedale di Alessandria, dove è stato trattato l’ex calciatore.
Tacconi era stato portato nel presidio sanitario ieri in seguito a una emorragia cerebrale da rottura di un aneurisma.
“Le condizioni – spiega Barbanera – sono apparse subito importanti e serie. Abbiamo immediatamente condotto le indagini necessarie e, durante la notte, svolto un trattamento per evitare una seconda emorragia”. Barbanera afferma che “sarà possibile avere una idea più precisa sugli esiti solo nei prossimi giorni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Jesus cala il poker, il City va a +4 sul Liverpool
Premier sempre più avvincente. ‘Reds’ domani attesi dall’Everton
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
18:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Manchester City allunga nella classifica della Premier League, portandosi a +4 sul Liverpool, atteso domani alle ore 17,30 dal derby casalingo cittadino contro l’Everton.
La squadra di Pep Guardiola oggi ha travolto in casa per 5-1 il Watford di Roy Hodgson, grazie al poker firmato dal brasiliano Gabriel Jesus (4′ e 23′ pt, 4′ e 8′ st), condito dalla rete di Rodri (34′ pt).
Inutile il gol degli ospiti realizzato da Kamara al 28′ pt. I ‘Citizens’ in classifica hanno 80 punti, contro i 76 dei ‘Reds’ che, però, hanno una partita in meno.
Ha vinto anche l’Arsenal, quarto in classifica con 60 lunghezze, contro un Manchester United sempre più allo sbaraglio: sul terreno dell’Emirates Stadium di Londra finisce 3-1 con reti di Tavares (3′ pt), Saka (32′ pt) e Xhaka (25′ st) per i ‘Gunners’; la rete al 34′ pt di Cristiano Ronaldo rende meno netto il ko, mentre Bruno Fernandes ha suggellato il pomeriggio da tregenda dei ‘Red Devils’, fallendo un calcio di rigore. Il Manchester United adesso in classifica è sesto con 54 punti.
Domani è in programma anche l’ennesimo derby di Londra fra il Chelsea e il West Hame United: appuntamento a Stamford Bridge alle ore 15. Altri risultati odierni: Leicester-Aston Villa 0-0 e Norwich City-Newcastle 0-3 (Joelinton al 35′ e al 41′ pt, Guimaraes al 4′ st.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Battuta la Roma 3-1, l’Inter torna in testa
In attesa del Milan, i nerazzurri volano al comando
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
20:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Festa a grande a San Siro, ed è tutta per l’Inter.
Davanti a oltre 70mila spettatori i nerazzurri hanno battuto 3-1 la Roma dell’ex Mourinho e si prendono il comando momentaneo della classifica.
La squadra di Simone Inzaghi vola a quota 72 punti, scavalcando il Milan chiamato domani a vincere nel posticipo con la Lazio. Ad aprire le marcature Dumfries al 30′ del primo tempo, il raddoppio dell’Inter lo firma Brozovic al 40′. Nella ripresa il tris arriva con Lautaro (7′): la rete dei giallorossi al 40′ con Mkhitaryan.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Blessin recupera Sturaro ma perde Piccoli
Contro il Cagliari out anche Maksimovic, Criscito e Marchetti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
23 aprile 2022
20:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stefano Sturaro ci sarà domani in campo a guidare da capitano il suo Genoa.
Lo ha confermato in conferenza stampa lo stesso tecnico e dopo è arrivata la convocazione.

Purtroppo il tecnico tedesco dovrà fare a meno di Mimmo Criscito, non è al cento per cento e soprattutto di Roberto Piccoli fermato da un fastidio muscolare.
Non rientrano tra i convocati anche il terzo portiere Marchetti, avrà spazio Vodisek, e il difensore Maksimovic la cui esclusione è puramente di carattere tecnico dopo le ultime opache prove.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho “se devo perdere, meglio farlo con i più forti”
“Orgoglioso della mia Roma, ma con Inter devi essere perfetto”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
20:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per vincere contro l’Inter devi essere perfetto, noi siamo stati bravi ma non perfetti.
E loro sono la squadra più forte del campionato.
Se dovevo perdere dopo tre mesi preferisco averlo fatto con una squadra che è più forte di noi, ma sono orgoglioso dei miei”. Josè Mourinho commenta così il match di San Siro perso dalla sua Roma 3-1. “Alla fine del primo tempo abbiamo avuto un calo di fiducia e concentrazione, nel secondo tempo abbiamo preso il gol da palla inattiva – ha proseguito il tecnico portoghese ai microfoni di Dazn – abbiamo comunque avuto coraggio”.
Una battuta anche sull’arbitro Sozza, la cui designazione aveva sollevato polemiche tra i tifosi giallorossi. “Sozza è giovane, aveva una partita difficile e sono contento di come è andata – ha detto Mourinho -, ha fatto 19 partite di serie A e ha avuto una buona gara. I giocatori pure sono stati bravi e lo hanno aiutato. Ha fatto un buon lavoro complessivamente. Ora per noi un po’ di riposo perché vogliamo la finale di Conference.
Alla Roma manca ancora tempo e crescita dei giocatori, ma oggi è più squadra di tre mesi fa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Bundesliga al Bayern Monaco, è il 32/o titolo
Squadra Nagelsmann campione di Germania con tre turni d’anticipo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
22:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern Monaco trionfa per la 32/a volta in Germania, aggiudicandosi la Bundesliga per la 10/a volta di seguito (si tratta di un record nei top 5 campionati europei) grazie al successo casalingo sul Borussia Dortmund.
Nel match odierno della 31/a giornata (mancano da giocare ancora tre partite), la squadra guidata da Julian Nagelsmann si è imposta per 3-1 per effetto delle reti di Gnabry (15′ pt), Lewandowski (34′ pt) e Musiala (38′ st).
Inutile il punto nella ripresa di Emre Can su rigore al 7′. I bavaresi hanno adesso in classifica 75 punti, contro i 63 del Borussia Dortmund, e non possono più essere raggiunti né tantomeno superati dai rivali gialloneri, dal momento che i punti a disposizione in campionato restano 9.  Altri risultati odierni: Wolfsburg-Magonza 5-0 (ieri) Lipsia-Union Berlino 1-2 Eintracht F.-Hoffenheim 2-2 Friburgo-Borussia M. 3-3 Colonia-Arminia Bielefeld 3-1 Greuther F.Bayer Leverkusen 1-4
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inzaghi “vittoria importantissima, gara da vera squadra”
Tecnico Inter: “Momento intenso. Mourinho? Allenatore speciale”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
20:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Bisognava mettere in campo una prestazione di valore e i ragazzi sono stati bravissimi contro una squadra in salute, che non perdeva da tanto.
Grande concentrazione e serenità, è una vittoria importantissima”.

Simone Inzaghi ha esaltato la sua Inter dopo il successo sulla Roma che porta i nerazzurri a +1 sul Milan, che gioca domani contro la Lazio. “Dopo il ko nel derby sono stati bravi a recuperare in fretta – ha aggiunto Inzaghi ai micofoni di Dazn – e fare una partita di valore, grandissima da squadra vera. Ora abbiamo la gara di recupero col Bologna e va preparata al meglio. E’ un momento intenso e dovremmo essere bravi a investire energie. Ce la vogliamo giocare a petto in fuori.
Mourinho? E’ sempre molto gentile, è un allenatore speciale e parlare di calcio con lui un piacere”. Domani c’è da tifare la Lazio, la sua ex squadra. “La Lazio si tifa sempre a prescindere…” ha sorriso Inzaghi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Mourinho, troppa Inter per vincere
Ora spero si prendano loro il campionato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
21:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Loro sono troppa Inter.
Sono la squadra più forte del campionato con i giocatori più forti sotto tutti gli aspetti: tattico, tecnico e fisico.
Fisicamente, in senso positivo, ci sono tanti animali nella loro squadra”. Lo ha detto il tecnico della Roma Josè Mourinho, intervistato da Dazn dopo il ko all’Inter. “Tu per vincere contro l’Inter o vinci in un momento dove loro sono in difficoltà, o tutto deve essere perfetto. Noi non siamo stati perfetti, siamo stati bravi ma non perfetti – ha proseguito -. Il coro? Io amo l’Inter e l’Inter ama me, ma io voglio vincere tutte le partite. Io adesso posso dire che non giochiamo più con l’Inter, con il Milan, la Juve o il Napoli, oggi posso dire che mi piacerebbe che vincesse il campionato l’Inter”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Complimenti Ghirelli al Modena: “Vittoria di merito”
N.1 Lega Pro: “Dimostrato doti di grande tenuta”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
21:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Caro Presidente Rivetti, avete vinto un combattutissimo campionato di Serie C, avete dimostrato doti di grande tenuta, acquisendo un merito indiscutibile.

Permettetemi di ricordare il valore e la qualità della Reggiana e di rendere omaggio al suo splendido campionato.
Avete avuto rivali qualificate e valide, e questo accresce, in modo significativo, i meriti per la bella vittoria ottenuta sul campo”. Così il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha fatto i complimenti al Modena per la promozione in Serie B.
“Vi auguro di ottenere i risultati a cui aspirate nelle serie superiori – sottolinea Ghirelli -. In questi mesi avete raccolto una grande esperienza, quella del presidente Romano Seghedoni e da lì avete costruito un team forte, con mister Tesser che ha assicurato grande professionalità. Ci vedremo a Modena per consegnarti la Coppa, simbolo della vittoria ottenuta”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Al Paris Saint-Germain basta un pareggio, la Ligue 1 è sua
Messi segna il gol che vale il 10/o titolo francese della storia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
22:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Con quattro giornate d’anticipo sulla fine del campionato, il Paris Saint-Germain vince la Ligue 1, portandosi in classifica a 78 punti.
La squadra della capitale conquista così il 10/o titolo francese della propria storia, l’8/o negli ultimi 10 anni.
Agli squadra dell’argentino Mauricio Pochettino bastava un pareggio in casa con il Lens e il punto è arrivato, come previsto. Gli ospiti, malgrado l’inferiorità numerica dal 12′ st, a causa dell’espulsione di Danso per doppia ammonizione, sono riusciti a limitare i danni.  Leo Messi ha portato in vantaggio il PSG al 23′ st, a 2′ dalla fine della partita Jean ha regalato il pareggio al Lens. Al PSG andava comunque bene. La tanto attesa Champions è sfumata, ma la vittoria nella Ligue 1 non è sfuggita a Verratti (unico italiano in campo questa sera al Parco dei Principi) e compagni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Verona-Sampdoria 1-1
Caprari risponde alla rete del vantaggio dei doriani di Caputo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
23:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Verona e Sampdoria 1-1 (0-1) nel quarto e ultimo anticipo odierno della 34/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio Marc’Antonio Bentegodi di Verona.
I gol: nel pt per gli ospiti Caputo al 44′; nel st per i padroni di casa Caprari al 32′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PSG è campione ma ultrà sono delusi, Verratti: “Non li capisco”
‘A un certo punto si va avanti. Noi proviamo sempre a vincere’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2022
23:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
– PARIGI, 23 APR – “E’ magnifico.
Quando inizi a giocare al calcio sogni di vincere campionati di altissimo livello.
È il mio ottavo titolo ed è qualcosa che non avrei mai immaginato quand’ero bambino. Rimarrà sempre nel mio cuore. Non è mai facile vincere, lavoriamo ogni giorno per vivere notti come questa”. Così Marco Verratti, dopo la conquista del titolo di Francia con la maglia del Paris Saint-Germain. La squadra di Mauricio Pochettino, nonostante la conquista della Ligue 1, è stata contestata ancora una volta dagli ultrà, che non hanno digerito l’ennesima débacle in Champions (eliminazione per mano del Real Madrid negli ottavi) e hanno lasciato lo stadio per protesta quand’era l’ora di festeggiare.
“Non capisco il loro atteggiamento, noi ci proviamo sempre a vincere, lo facciamo con il cuore. Siamo persone normali, possiamo passare momenti belli o brutti… – le parole di Verratti -. Siamo i primi a voler vincere tutto. So che erano delusi per la sconfitta contro il Real Madrid, ma a un certo punto devi andare avanti nella vita”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna, Betis batte Valencia e vince Coppa del Re
Terzo titolo per la squadra di Siviglia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SIVIGLIA
24 aprile 2022
01:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Betis Siviglia ha vinto ieri sera allo stadio Cartuja la sua terza Coppa del Re, battendo ai rigori 5-4 il Valencia.

I tempi regolamentari e supplementari si erano conclusi sull’1-1.
Gli andalusi avevano aperto le marcature all’11’ con un gol di testa di Borja Iglesias, poi Hugo Duro aveva pareggiato alla mezz’ora. Decisivo il calcio dal dischetto di Juan Miranda per il Betis.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Allegri “quarto posto? E’ ancora lunga”
“Alla fine ci confronteremo per migliorare il lavoro fatto”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
24 aprile 2022
12:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna andarci piano, il quarto posto non è matematico: è ancora lunga con cinque partite e due scontri diretti, alla fine con la società ci confrontiamo perché bisognerà migliorare il lavoro fatto quest’anno”: così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, sulla corsa Champions.
“Abbiamo la possibilità di giocarci un trofeo in finale di coppa Italia – aggiunge l’allenatore – e vedremo come andrà: se saremo bravi e fortunati riusciremo a vincere, ma affronteremo la squadra più forte in Italia”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Allegri, non so se Locatelli recupera
Tecnico pessimista sul rientro per la fine della stagione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
24 aprile 2022
12:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Locatelli è ancora indietro, non so se riuscirà a recuperare per la fine della stagione”: arrivano brutte notizie in casa Juventus per il centrocampista, con Massimiliano Allegri pessimista sul suo ritorno.
“Speriamo- ha aggiunto il tecnico – che Arthur riesca a recuperare per il Venezia, McKennie ha appena ripreso a correre e domani saremo sempre gli stessi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allegri a Tacconi, “vogliamo rivederti presto”
In bocca al lupo tecnico Juve all’ex portiere colto da malore
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
24 aprile 2022
12:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Faccio la cosa più importante di tutta la conferenza: in bocca al lupo a Stefano Tacconi, speriamo di rivederlo presto”: al termine della sua conferenza stampa di oggi il tecnico Massimiliano Allegri ha rivolto un pensiero all’ex calciatore della Juventus, ricoverato in prognosi riservata dopo un malore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Allegri, serve gara seria o usciamo con ossa rotte
“Sassuolo ottima squadra, Dionisi tra giovani tecnici top”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
24 aprile 2022
12:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Vengono da una sconfitta contro il Cagliari e sono un’ottima squadra.
Serve una partita seria altrimenti rischiamo di uscirne con le ossa rotte”: così Massimiliano Allegri alla vigilia della sfida contro il Sassuolo.

“Per loro – ha aggiunto – battere la Juventus sarebbe un risultato di prestigio, noi dovremo fare una gara giusta e di tecnica”. Su Dionisi, il tecnico ha detto che “si è calato molto bene nella realtà neroverde, è tra i giovani con Italiano e Thiago Motta che possono andare ad allenare le prime tre squadre d’Italia”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Altro colpo salvezza, Salernitana batte anche la Fiorentina
All’Arechi finisce 2-1, per i campani terzo successo di fila
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
14:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Terza vittoria di fila e altri tre punti per continuare a sognare la salvezza.
In un Arechi da grandi occasioni, la Salernitana batte anche la Fiorentina di Italiano: finisce 2-1 dopo una partenza sprint dei padroni di casa che trovano la rete del vantaggio con Djuric.
Nella ripresa Saponara pareggia; a 10′ dalla fine Bonazzoli segna la rete che regala il successo ai campani. Festa grande per la squadra di Davide Nicola che ora spera nel miracolo di rimanere in Serie A.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Medici “condizioni Tacconi importanti, ma stazionarie”
Ex portiere ricoverato dopo una emorragia cerebrale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
24 aprile 2022
15:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Al momento le condizioni di Stefano Tacconi “sono ancora importanti ma stazionarie e la stazionarietà in questo caso è un evento favorevole”.
E’ quanto comunica Andrea Barbanera, direttore della struttura di neurochirurgia dell’ospedale di Alessandria, dove è stato trattato l’ex calciatore.

Tacconi era stato portato nel presidio sanitario ieri in seguito a una emorragia cerebrale da rottura di un aneurisma. “Le condizioni – spiega Barbanera – sono apparse subito importanti e serie. Abbiamo immediatamente condotto le indagini necessarie e, durante la notte, svolto un trattamento per evitare una seconda emorragia”.
Barbanera afferma che “sarà possibile avere una idea più precisa sugli esiti solo nei prossimi giorni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Empoli-Napoli 3-2, Bologna-Udinese 2-2
La squadra di Spalletti perde 3-2 al Castellani: avanti di due gol si fa raggiungere e superare. Partenopei in ritiro permanente
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
18:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Empoli batte Napoli 3-2 (0-1) e Bologna-Udinese 2-2 (1-1)  nelle due partite delle ore 15 della 34/a giornata del campionato di serie A.
Il Napoli lascia le ultime speranze di concorrere per lo scudetto dilapidando ad Empoli un vantaggio di due reti e facendosi battere nel finale.
Avanti con Mertens e Insigne, i partenopei subiscono il ritorno dei toscani che in 7 minuti vanno a segno per tre volte, con Henderson e due volte Pinamonti.
Il Napoli va in “ritiro permanente” dopo la clamorosa sconfitta di Empoli. Lo annuncia il club azzurro. “La Società – è scritto sul profilo twitter del Napoli – ha deciso che da martedì, alla ripresa degli allenamenti, la squadra andrà in ritiro permanente”. Finisce 2-2 al Dall’Ara tra Bologna e Udinese.
Spalletti “responsabilità mia”  – “Prendo atto di quello che accade, immaginarsi un finale così era difficile. Ma sono partite in cui gli avversari lottano con l’attenzione giusta, come hanno fatto tutto l’anno, mentre noi sul finale abbiamo perso attenzione, fatto qualche errore che non dovevamo fare. Il responsabile sono io di questa squadra, dell’atteggiamento sia tecnico che mentale, quindi devo pagare io le conseguenze di quello che fa la squadra”: ai microfoni di Dazn, nel dopopartita di Empoli-Napoli, Luciano Spalletti si assume le responsabilità del tracollo dei partenopei. “Una squadra come la nostra deve avere un atteggiamento diverso – ha aggiunto – Poi quando si commettono leggerezze, subentra un po’ di timore e il resto lo fanno gli avversari che hanno forza e qualità. L’Empoli non vinceva da tempo, ma ha sempre giocato bene. Dovevamo aspettarci una squadra con questa fame, l’avevo detto anche ieri”.

I GOL

88′ EMPOLI-Napoli 3-2 Rete di Pinamonti

83′ EMPOLI-Napoli 2-2 Rete di Pinamonti

80′ EMPOLI-Napoli 1-2 Rete di Henderson

59′ BOLOGNA-Udinese 2-2 Rete di Sansone

53′ Empoli-NAPOLI 0-2 Rete di Insigne

46′ Bologna-UDINESE 1-2 Rete di Success

44′ Empoli-NAPOLI 0-1 Rete di Mertens

25′ Bologna-UDINESE 1-1 Rete di Udogie

6′ BOLOGNA-Udinese 1-0 Rete di Aaron Hickey.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Crollo Napoli: Spalletti “responsabilità mia”
“Nel finale abbiamo perso attenzione, errori non andavano fatti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
17:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Prendo atto di quello che accade, immaginarsi un finale così era difficile.
Ma sono partite in cui gli avversari lottano con l’attenzione giusta, come hanno fatto tutto l’anno, mentre noi sul finale abbiamo perso attenzione, fatto qualche errore che non dovevamo fare.
Il responsabile sono io di questa squadra, dell’atteggiamento sia tecnico che mentale, quindi devo pagare io le conseguenze di quello che fa la squadra”: ai microfoni di Dazn, nel dopopartita di Empoli-Napoli, Luciano Spalletti si assume le responsabilità del tracollo dei partenopei.
“Una squadra come la nostra deve avere un atteggiamento diverso – ha aggiunto – Poi quando si commettono leggerezze, subentra un po’ di timore e il resto lo fanno gli avversari che hanno forza e qualità. L’Empoli non vinceva da tempo, ma ha sempre giocato bene. Dovevamo aspettarci una squadra con questa fame, l’avevo detto anche ieri”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo ko Empoli il Napoli in ritiro permanente
Decisione della società, a partire da martedì
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
24 aprile 2022
18:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Napoli va in “ritiro permanente” dopo la clamorosa sconfitta di Empoli.
Lo annuncia il club azzurro.
“La Società – è scritto sul profilo twitter del Napoli – ha deciso che da martedì, alla ripresa degli allenamenti, la squadra andrà in ritiro permanente”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Sudtirol va in Serie B, Ghirelli: “E’ una storica promozione”
Dal lontano 1947 un club altoatesino non approdava fra i cadetti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
18:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Alto Adige conquista una storia promozione in Serie B grazie all’Fc Sudtirol che, con una doppietta firmata da Daniele Casiraghi al 41′ pt e al 19′ st, supera la Triestina sul terreno dello stadio Nereo Rocco di Trieste (2-0) e sale a 90 punti, consolidando il primo posto nella classifica del Girone A di Serie C.
Dal 1947 un club altoatesino, il Bolzano, non approdava in B.
“Caro presidente Comper, la vittoria in un combattutissimo campionato di C, dimostra capacità di grande tenuta. E’ stata caratterizzata da un confronto sportivo, tecnicamente ed agonisticamente di alta qualità – il commento del presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli -. Questo è merito indiscutibile da ascrivervi.
Permettetemi di ricordare il valore e la qualità del Padova e di rendere omaggio al suo grande campionato. Questo continuo confronto accresce, in modo significativo, i meriti per la bella vittoria ottenuta sul campo. Avete ottenuto, per la prima volta, nella storia del Sudtirol una storica promozione in Serie B. Un risultato che si associa ad uno sviluppo delle infrastrutture sportive che vi fa onore e dimostra lungimiranza. Avete costruito un team forte in società’ e nella costruzione della squadra con mister Javorcic che ha assicurato grande professionalità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli sprofonda 2-3 a Empoli con 3 gol presi in 8 minuti
Stop scudetto per squadra Spalletti. Super-rimonta dei toscani
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
EMPOLI (FIRENZE)
24 aprile 2022
19:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tre gol dell’Empoli in otto minuti e il Napoli sprofonda in un attimo al Castellani abbandonando in Toscana ogni speranza di scudetto.
La rimonta degli azzurri di Andreazzoli entra di diritto nella storia e ora tutto sembra incredibile, alieno per la squadra di Luciano Spalletti che era in vantaggio di due reti e in assoluto controllo del match grazie alla sua superiorità tecnica.
Da 0-2 a 3-2 dal 35′ al 43′ della ripresa, questi i tempi del ribaltone per la formazione di casa che non vinceva da metà dicembre, proprio dalla gara in trasferta al ‘Diego Armando Maradona’.
Dopo Mertens e Insigne sono stati Henderson e poi la doppietta di Pinamonti a cancellare una prestazione normale da parte degli uomini di Spalletti ma comunque sufficiente a tornare a Napoli con i tre punti in tasca. Invece niente, zero punti e un’analisi attenta per questo crollo (mentale?) difficile da spiegare. La rincorsa su Inter e Milan sfuma senza pietà e per errori troppo gravi quelli nella formazione partenopea che fa un punto nelle ultime tre partite, troppo poco. Dopo il ko con la Fiorentina e il pareggio con la Roma Spalletti si aspettava un match diverso.
Decisivi i cambi dell’Empoli. Quando entrano Henderson, Bajrami, Di Francesco sembra la solita routine disperata di chi perde, invece Andreazzoli indovina tutte le sostituzioni, che determina la raffica di tre reti che rovesciano le sorti della partita negli ultimi dieci minuti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna-Udinese 2-2
Sansone firma il pari dopo le reti di Hickey, Udogie e Success
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
19:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Finisce 2-2 la sfida tra Bologna e Udinese, con le due squadre a spartirsi la posta e a giocare la gara a viso aperto.
Quattro gol e match divertente al Dall’Ara fra due squadre ormai senza obiettivi di classifica.
I rossoblù partono lanciati con la rete di Hickey ma è l’Udinese a mettere la freccia con Deulofeu a ispirare e Success a rifinire per Udogie e finalizzare in prima persona. Dentro Sansone al 12′ della ripresa e due minuti dopo il numero dieci è il più lesto sul cross basso di Orsolini, sfuggito a Perez ritrovando la rete che gli mancava dal 21 febbraio 2021. Il Bologna la riprende, sotto gli occhi del patron Saputo, l’Udinese vede sfumare la vittoria.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier League: 2-0 all’Everton, il Liverpool non molla
I ‘Reds’ vincono il derby cittadino e tengono il passo del City
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
19:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Liverpool tiene il passo del Manchester City, che ieri aveva travolto in casa il Watford per 5-1.
La squadra dell’allenatore tedesco Juergen Klopp, nello spigoloso posticipo odierno della 34/a giornata della Premier League (tanti gli epidosi al limite e i colpi proibiti), ha superato l’Everton di Frank Lampard per 2-0, aggiudicandosi così il derby cittadino.
Hanno deciso il durissimo confronto di Anfield Road le reti realizzate dallo scozzese Andrew Robertson al 17′ st e dal belga Divock Okoth Origi al 40′ st. Grazie a questo successo, in classifica il Liverpool è tornato a -1 dal Manchester City di Pep Guardiola (80 punti contro 79). Nel prossimo turno i ‘Citizens saranno di scena sul campo del Leeds United (sabato, ore 18,30), mentre i ‘Reds’ giocheranno a Newcastle (sabato, ore 13,30). La sfida ravvicinata per il titolo inglese, insomma, prosegue.
Altri risultati di oggi: Chelsea-West Ham United 1-0 Brighton-Southampton 2-2 Burnley-Wolves 1-0 Domani: Crystal Palace-Leeds United ore 21.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Genoa-Cagliari 1-0
Nel finale decide gol firmato dal centrocampista croato Badelj
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
19:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa batte Cagliari 1-0 (0-0) nel posticipo della 34/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio Luigi Ferraris di Genova.

Il gol: nel secondo tempo Badelj al 44′.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Lecce-Pisa in 4K HDR e corner cam
Serie B sempre più innovativa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
20:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una Serie BKT sempre più moderna e che offre ai propri tifosi standard qualitativi di altissimo livello.
Queste le premesse di quanto accadrà in occasione di Lecce-Pisa di domani con la Lega Serie B che produrrà, per la prima volta, in 4K HDR nativo, con definizioni di immagini e colori paragonabili all’occhio umano e con le corner cam, utilizzate per la prima volta in Italia, inserite all’interno delle due bandierine.

Il presidente della Lega Serie B Mauro Balata parla di uno straordinario processo di continua innovazione e valorizzazione della Serie BKT a 360 gradi ‘sia nella diffusione nel mondo, con 35 Paesi “collegati” al nostro campionato, che con la qualità delle immagini che mettiamo a disposizione dei milioni di tifosi e appassionati della serie BKT. È a loro che va il nostro pensiero, per noi rappresenta un asset strategico poter promuovere il campionato e arrivare nelle case di tutti gli appassionati con standard di altissimo livello e con sistemi innovativi che contraddistinguono ormai da alcuni anni il nostro campionato’.
L’High Dynamic Range ha il medesimo numero di pixel del 4K tradizionale (SDR), ma offre una gamma molto più ampia di colori e luminosità rispetto ai contenuti con gamma dinamica standard (SDR). L’HDR è in grado di replicare meglio ciò che è visibile all’occhio umano e girato da una telecamera, con una resa dello spettro dei colori molto più naturale di quella cui siamo abituati. Sarà possibile osservare più nitidamente i dettagli visivi, con colori più vivi e brillanti e la massima qualità e fluidità di visione. La tecnologia sarà disponibile su SKY.
Nella medesima partita, per la prima volta in Italia, verranno utilizzate dai tre broadcaster ufficiali (SKY, DAZN, Helbiz) delle speciali mini telecamere inserite all’interno di due bandierine del calcio d’angolo. Il punto di vista assolutamente nuovo consentirà di osservare da vicino le azioni, spesso spettacolari, a ridosso della linea di fondo campo oltre che, naturalmente, i calci d’angolo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio-Milan 1-2, rossoneri tornano in vetta
Tonali al 92′ regala la vittoria ai suoi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
23:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan batte 2-1 in rimonta la Lazio all’Olimpico e si riporta in testa alla classifica con due punti di vantaggio sull’Inter (che mercoledì recupera la sfida a Bologna).
Lazio in vantaggio dopo appena 4 minuti con il solito Immobile che capitalizza un assist di Milinkovic-Savic.
Nella ripresa, al 5′ arriva il pareggio dei rossoneri con Giroud servito da Leao. Il gol della vittoria dei rossoneri arriva in pieno recupero, al minuto 47 con Tonali che servito da Ibrahimovic batte Strakosha e manda in delirio i 10mila tifosi rossoneri accorsi all’Olimpico.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Barcellona crolla in casa, vince Rayo Vallecano 1-0
Ko blaugrana spalanca porte al Real a un punto dal titolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
23:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ancora una sconfitta per il Barcellona, battuto 1-0 al Camp Nou dal Rayo Vallecano.
Il ko dei blaugrana spalanca le porte del titolo al Real Madrid, a un solo punto dalla vittoria della Liga.

Quella contro il Rayo Vallecano (gol di Alvaro Garcia) è la terza sconfitta in casa in dieci giorni, dopo l’eliminazione in l’Europa League subita contro l’Eintracht Francoforte (3-2) e la sconfitta per 1-0 contro il Cadice nella Liga.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ancora una sconfitta per il Barcellona, battuto 1-0 al Camp Nou dal Rayo Vallecano.
Il ko dei blaugrana spalanca le porte del titolo al Real Madrid, a un solo punto dalla vittoria della Liga.
Quella contro il Rayo Vallecano (gol di Alvaro Garcia) è la terza sconfitta in casa in dieci giorni, dopo l’eliminazione in l’Europa League subita contro l’Eintracht Francoforte (3-2) e la sconfitta per 1-0 contro il Cadice nella Liga.

Il Betis Siviglia ha vinto ieri sera allo stadio Cartuja la sua terza Coppa del Re, battendo ai rigori 5-4 il Valencia. I tempi regolamentari e supplementari si erano conclusi sull’1-1. Gli andalusi avevano aperto le marcature all’11’ con un gol di testa di Borja Iglesias, poi Hugo Duro aveva pareggiato alla mezz’ora. Decisivo il calcio dal dischetto di Juan Miranda per il Betis.

E’ la terza coppa per la squadra di Siviglia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli, Milan è come un leone, deve avere sempre fame
“Orgoglioso della mia squadra, risultato pesante”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2022
23:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono orgoglioso.
E’ stata una partita difficile, la squadra è stata brava, lucida e attenta e vogliosa di vincerla.
Il risultato di stasera è pesante. Da qui alla fine saranno tutte così”: così l’allenatore del Milan, Stefano Pioli nel dopo partita della sfida con la Lazio.
“Serve questa ferocia – ha aggiunto – il mio Milan è come un leone, dobbiamo avere tutti i giorni la fame di vincere come questa sera”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Abraham ‘se in giornata battiamo chiunque’
Attaccante Roma: ‘posso lasciare un segno nel calcio italiano’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
11:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo andando forte, siamo convinti e in fiducia.
Loro giocano un po’ come noi, sfruttando il contropiede.
Hanno giocatori molto veloci a cui piace correre, ma se siamo in giornata possiamo battere chiunque. Si tratta solo di credere in noi stessi” lo ha detto Tammy Abraham al sito della Uefa sulla doppia sfida con il Leicester valida per la semifinale della Conference League. “Tornerò in Inghilterra – continua l’attaccante della Roma – e questa partita mi permetterà di dimostrare cosa ho imparato in Italia. Sono emozionato, credo che mi verrà a vedere tutta la famiglia”. Quando parla di Mourinho, poi, non mancano i complimenti. “L’ho sempre considerato una figura paterna – spiega l’inglese – e secondo lui questo è il posto migliore per me in questo momento.
Posso lasciare un segno nel calcio italiano e farmi conoscere in tutto il mondo, non solo in Inghilterra. Josè sa quando ci sono con la testa e quando dormo un po’. Sa guidare davvero la squadra e ispirarla a volere di più. È una boccata d’aria fresca”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli ‘in ritiro per lavorare e confrontarsi a cena’
Comunicato della Società:’Riunioni come si è sempre fatto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
25 aprile 2022
12:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il ritiro servirà per lavorare come sempre e per utilizzare le cene in comune per confrontarsi su problemi e incomprensioni.
Il Calcio Napoli in un comunicato, diffuso attraverso il sito ufficiale, chiarisce i motivi che hanno portato alla decisione di cominciare, a partire da domani, giorno in cui la squadra si ritroverà dopo la sconfitta di Empoli, un ritiro che al momento è fissato a tempo indeterminato.

”La società, la direzione sportiva, l’allenatore e lo staff – spiega la nota – hanno deciso che la cosa più importante da fare in questo momento sia quella di integrare l’abituale scheda quotidiana di allenamento. I turni di lavoro resteranno gli stessi con una grande attenzione per le singole componenti individuali e per il gruppo. Riunioni di teoria e valutazioni delle prossime partite, come sempre fatto. Il tutto integrato, e questa è la novità, da incontri serali a cena per aprirsi maggiormente su eventuali criticità, problematiche, incomprensioni, qualità di gioco, tutto per massimizzare l’eccellente qualità dei nostri calciatori dimostrata nella prima parte della stagione”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Pro; nasce ‘Noi ti ascoltiamo’
Primo network consulenza dedicato responsabilità sociale club
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
12:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gli impegni contenuti nel Manifesto della Lega Pro, documento che traccia in 10 punti l’impegno quotidiano della C sviluppato nel 2020 grazie al supporto e alla condivisione dei valori del personale della Lega Pro e dei suoi club, diventano realtà: nasce infatti il primo network di consulenza dedicato alla Responsabilità sociale per i club di C, presentato online alla presenza di tutti i referenti dei Club.

“Noi ti ascoltiamo…”, questo il nome dello sportello di consulenza sulla Responsabilità Sociale dedicato ai club della Lega Pro.
Gli obiettivi sono molteplici: diffondere la cultura della Responsabilità sociale per offrire un contributo concreto allo sviluppo sostenibile, favorire il dialogo tra la Lega Pro e le sue società e dare a tutti la possibilità di poter richiedere un supporto operativo circa le tematiche dell’etica organizzativa come la pianificazione strategica, incentivare i club ad applicare tematiche di sostenibilità anche attraverso un sostegno costante per la formazione del personale dei club, analizzare e realizzare studi e ricerche su buona governance, etica organizzativa e responsabilità sociale per lo sviluppo sostenibile.
Entusiasta il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “E’ un altro passo determinante verso i club. Il Manifesto della Responsabilità sociale entra nel vivo del suo percorso per aiutare i club nel loro percorso verso la sostenibilità e una dimensione sempre più importante e il Centro Studi è un supporto straordinario per accompagnare questa crescita”.
“L’obiettivo del network, dice il Coordinatore del Centro Studi di Lega Pro professor Paolo Del Bene, è quello di trasformare in azioni concrete gli impegni contenuti nel Manifesto di Lega Pro “La responsabilità sociale per il calcio 4.0″, al fine di diffondere la cultura della Responsabilità Sociale ed offrire un contributo concreto allo sviluppo sostenibile di ogni club”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lippi, Nazionale? Mai ricevuto chiamate
Ct campione mondo 2006: vedo qualità in A, soprattutto Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
13:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Vedo delle qualità, soprattutto nell’Inter.
Il centrocampo nerazzurro lo hanno poche squadre in Europa.
Anche lo stesso Milan con Tonali che ieri sera è stato determinante al di là del gol. Un buon segnale anche per la Nazionale”. Ai microfoni di Radio Anch’io sport l’ex ct azzurro campione del mondo 2006 Marcello Lippi parla di Serie A, Juve e azzurro. “L’Europeo vinto è stato molto importante. Io non sono d’accordo con nessuno di quanto detto sin qui dopo il mancato Mondiale. In questo momento non ci sono tantissimi giocatori, ma le qualità le abbiamo. Purtroppo siamo fuori dal secondo Mondiale, ma siamo fiduciosi per il futuro. La Nazionale? Non torno, ho deciso di smettere dopo la Cina. Non ho ricevuto alcuna chiamata, ma anche l’avessi ricevuta avrei rifiutato”.
Poi sulla lotta scudetto Lippi dice: “E’ un campionato sorprendente sia in testa e sia in coda. La lotta al vertice è avvincente con le due milanesi. Due squadre forti con ottimi giocatori, è ancora tutto in dubbio. Un leggero vantaggio per l’Inter visto il recupero da giocare. Il calendario non è scontato visto che ci sono squadre che lottano ancora per i propri obiettivi. Tutto è da decidere”.
Lippi infine si sofferma sulla Juve: “Campionato discreto, poteva fare di più. Nell’ultimo periodo ha ripreso un certo rendimento, ma tutti noi ci aspettiamo di più dalla Juve. Fa parte del gioco del calcio avere cicli, non sarebbe nemmeno bello vincesse sempre la stessa squadra. Allegri? Allenatore da grande squadra e uno dei più affidabili d’Europa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Crollo Fiorentina con l’Udinese, Europa a rischio
Poker dei friulani, per i viola terza sconfitta in sette giorni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
20:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Crollo della Fiorentina nel suo stadio: contro l’Udinese, recupero della 20esima giornata di campionato, è finita 4-0 per la squadra friulana che ha interrotto la striscia positiva dei viola che al Franchi durava da cinque partite e soprattutto compromette la loro corsa per un posto in Europa.
La squadra di Italiano sognava il sorpasso in classifica su Roma e Lazio invece ha subito la terza sconfitta di fila in una settimana dopo quelle nella semifinale di ritorno di Coppa Italia a Torino con la Juventus e nella trasferta di domenica a Salerno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Considerando che il prossimo impegno sarà fra 4 giorni a San Siro con il Milan la Fiorentina rischia di non centrare il traguardo a lungo inseguito, tuttavia alla fine dalla curva Fiesole hanno continuato a intonare cori di incitamento. Viceversa l’Udinese, già salva e senza la pressione del risultato, ha giocato leggera e guidata dal tecnico Chioffi, fiorentino di nascita e di tifo, ha colpito e affondato gli avversari con le sue ripartenze micidiali e i colpi di Marì e Deulefeu (il migliore) nel primo tempo e Walace e Udogie (che poco prima aveva pure colpito un palo) in pieno recupero.E dire che la Fiorentina si era presentata a questo appuntamento con Bonaventura e Torreira: il primo non giocava da metà marzo per un infortunio al ginocchio, il secondo ha smaltito a tempo di record la lesione addominale rimediata una settimana fa. In attacco Piatek tornava titolare dopo 40 giorni. Nell’Udinese più conferme che cambi: Walace preferito a Jajal, in attacco Deulofeu-Success. Al pronti via la squadra di Italiano è andata subito vicino al gol con Piatek (respinta di piede di Silvestri) e Gonzalez ma a sorpresa sono stati i friulani a passare al 12′ con Marì pronto a sfruttare un pasticcio difensivo. Primo gol in A per lo spagnolo, schiaffo per la Fiorentina che a caccia del pari si è rovesciata in avanti esponendosi però alle pericolose ripartenze degli avversari. E proprio da una di queste è nato il raddoppio dell’Udinese con Deulofeu, al 12° sigillo in campionato. I viola hanno provato a ricompattarsi e prima dell’intervallo hanno sfiorato la rete con Piatek (salvataggio di Udogie), Biraghi e Odriozola, ma senza trovarla. E vane sono state le proteste di Gonzalez per un contatto in area. Per dare la scossa alla propria squadra Italiano ha fatto tre cambi, uno per reparto: Igor per Milenkovic, Maleh per Bonaventura e Cabral per Piatek. Il canovaccio non è cambiato, i viola sono andati all’assalto impegnando Silvestri e compagni con Sottil, Torreira, Maleh e occupando di continuo l’area avversaria ma la porta pareva stregata, e mentre Italiano giocava il tutto per tutto inserendo anche Callejon e Ikoné l’Udinese, dopo essere andata vicina almeno tre volte, andava ancora a segno nel recupero con Walace e Udogie. Mentre sulla Fiorentina calava il buio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: polacco Marciniak arbitro Liverpool-Villarreal
Manchester City-Real Madrid sarà diretta dal rumeno Kovács
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
15:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà l’arbitro polacco Szymon Marciniak a dirigere la partita di andata delle semifinali di Champions League Liverpool-Villarreal in programma mercoledì 27 aprile alle 21.
L’altra semifinale che si giocherà domani sera in Inghilterra tra Manchester City e Real Madrid sarà arbitrata, invece, dal rumeno István Kovács.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Guardiola, onore sfidare Real ma vogliamo la finale
Tecnico City “formazione da decidere, in dubbio Walker e Stones”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
16:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La storia del Real parla da sé, abbiamo una gran voglia di affrontarlo e comunque giocarci contro è un test importante, un’occasione per migliorare.

Vogliamo provarci, soffrire, restare uniti e cercare di fare il meglio possibile.
Sarebbe lo stesso contro il Bayern o il Barcellona, che sono arrivati fin qui molte volte e noi solo negli ultimi anni. È un onore esserci, cercheremo di fare due belle partite e raggiungere la finale”. Così l’allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, nella conferenza stampa alla vigilia dell’andata della semifinale di Champions league. Il tecnico spagnolo conta anche sul pieno sostegno dei tifosi – “sono sicuro che ci sosterranno con tutta la forza, faranno del loro meglio e si spera che noi faremo lo stesso per averli vicini”, afferma – ma si tiene sul vago in merito alla formazione che intende schierare: “Oggi c’è allenamento e vedremo come stanno i giocatori, poi ci saranno stasera e domani per decidere – spiega -. Di sicuro sono in dubbio Kyle Walker e John Stones, che non allenano da un po’. Vedremo come si sentiranno e prenderemo una decisione domani”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maldini, per lo scudetto dobbiamo provarci fino in fondo
Orgoglioso del Milan, ci abbiamo sempre creduto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 aprile 2022
16:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non possiamo farlo passare come obiettivo banale.
Negli ultimi venti anni il Milan ha vinto due scudetti: sarebbe un risultato incredibile.
Quando ti capita l’occasione, ci devi provare fino in fondo. Poi se le cose non dovessero andar bene, sai di aver fatto il massimo”: lo dice il dt del Milan Paolo Maldini a Milan TV.
I rossoneri grazie alla vittoria contro la Lazio hanno riconquistato la vetta della classifica in attesa che l’Inter recuperi la gara col Bologna. “Sono orgoglioso della squadra, dello staff e di ciò che ci stanno dando i tifosi. È un’emozione vera, è il succo del nostro lavoro, ciò che ci fa stare bene e chi fa vivere con un’emotività, a volte instabile, ma che provoca sensazioni piacevolissime. In stagioni del genere l’obiettivo è fare il meglio possibile: noi dobbiamo puntare molto in alto”.
“All’inizio dell’anno – ricorda Maldini – qualcuno non ci dava così in alto, ma noi dobbiamo usare ciò come stimolo. I numeri parlano chiaro. Per essere qua e mantenere questo livello dobbiamo mantenere questo spirito di sacrificio. Se siamo qua è perché ci abbiamo sempre creduto… Magari anche quando non lo comunicavamo ci abbiamo sempre pensato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: gol e spettacolo, City-Real Madrid finisce 4-3
Per inglesi apre De Bruyne e chiude Silva, doppietta Benzema. Guardiola recrimina per le occasioni sprecate, deciderà il Bernabeu
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
17:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ethiad stadium come una giostra del gol, che al triplice fischio finale, al termine di una partita sontuosa per talento ed emozioni, intensità e ritmo stellare, premia meritatamente il City: ma il poker rifilato ad un Real Madrid mai domo, non basta ai Citizens per ipotecare la seconda finale consecutiva di Champions League.
Il verdetto finale di questa sfida stellare, che si è chiusa a Manchester 4-3 per i padroni di casa, è dunque rinviato tra una settimana al Bernabeu.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Per inglesi apre De Bruyne e chiude Silva, doppietta Benzema
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’avvio di gara dei Citizens è una scarica di adrenalina che tramortisce il Real Madrid.
Mentre a bordo campo Pep Guardiola si dilunga in un caloroso abbraccio con l’amico Carlo Ancelotti, in campo i suoi giocatori furoreggiano come indemoniati. E non passano neppure due minuti che sono già avanti. Spunto sulla destra di Riyad Mahrez che taglia indisturbato la difesa madridista, sul suo cross puntuale l’inzuccata di Kevin de Bruyne per la sua 15esima rete stagionale, che gli vale la più rapida marcatura di sempre in una semifinale di Champions League (73 secondi). Inerme e frastornato, il Real non sa reagire, il City è implacabile nell’infierire. Questa volta l’azione si sviluppa sulla sinistra, la finezza di Phil Foden libera Kevin de Bruyne, che centra basso: David Alaba indugia nel liberare, ne approfitta Gabriel Jesus per il raddoppio. Mai il Real aveva subito due gol nei primi 11 minuti di una partita di Champions.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Solo allora – avanti di due gol – i padroni di casa rifiatano, eppure sono ancora loro le occasioni migliori. Due, in rapida successione, come le loro vertiginose ripartenze: ma prima Riyad Mahrez quindi Foden sono troppo egoisti quanto imprecisi. Immeritatamente graziato, al Real basta così una manciata di minuti per ribaltare l’inerzia del confronto. A suonare la carica non può che essere Karim Benzema, alla 600esima partita con la maglia delle merengues. Alla mezz’ora il francese imbecca per Alaba che incorna di poco fuori. Quindi con una deviazione volante, sul traversone di Ferland Mendy, Benzema timbra il 16esimo gol nelle ultime 12 uscite con il Madrid.
Il City accusa il colpo e rischia subito anche il clamoroso pareggio: diagonale di Rodrygo, Ederson si salva in angolo. Non cambia l’inerzia della partita nella ripresa, che si apre con il palo colpito da Mahrez: sulla ribattuta di Foden, salva a porta vuota un provvidenziale Dani Carvajal. Il copione è il solito: Real guardingo rintanato nella propria trequarti, City padrone del campo con il suo fraseggio insistito. Strameritato, dopo 7′, arriva il tris: cross dalla sinistra di Fernandinho, inzuccata di Foden. Ma quando la sfida sembra finalmente sbilanciarsi dalla parte degli inglesi, ecco la nuova zampata del Real: palla al piede per tutta la metà campo del City, Vinicius Junior non sbaglia davanti a Ederson. Le mille vite del Real, che subisce la rete di Bernardo Silva ma accorcia dal dischetto con il solito Benzema, al 41esimo centro di questa strepitosa stagione. Finisce così 4-3 tra emozioni e occasioni sprecate soprattutto dal City: tutto rimandato al 4 maggio a Madrid per il discorso qualificazione alla finalissima di Champions League.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie B: il Crotone vince ma retrocede in C
Il contemporaneo successo del Cosenza condanna i crotonesi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
17:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La vittoria per 3-1 sulla Cremonese non è bastata al Crotone, che a due giornate dalla fine del campionato di serie B è matematicamente retrocesso e segue così nella terza serie il Pordenone.
Con 25 punti dopo 36 gare, il Crotone potrebbe ancora raggiungere il Cosenza (31 punti dopo la vittoria odierna sul Pordenone), ma gli scontri diretti sono a sfavore dei rossoblù crotonesi, che così in due stagioni passano dalla serie A alla serie C, che avevano lasciato 13 anni fa.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Zaniolo, vincere la Conference sarebbe punto partenza
‘Con Mourinho in panchina abbiamo più chance di vittoria’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
18:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Leicester è una squadra forte.

Corrono tanto, sono una squadra fisica, la classica squadra inglese.
Noi però siamo forti, siamo la Roma, abbiamo dimostrato quest’anno di potercela giocare con tutte: non abbiamo paura, andiamo a giocarci la partita con le nostre carte e con i nostri mezzi”. Lo ha detto Nicoló Zaniolo parlando al sito della Uefa a pochi giorni dalla prima delle due semifinali contro di Conference League contro il Leicester.
“Vincere un trofeo sarebbe motivo di grande orgoglio – ha continuato il 22 giallorosso -. Sarebbe un punto di partenza e non un punto d’arrivo. Per i tifosi significherebbe tantissimo, come per noi! Quattordici anni di attesa per un titolo sono un po’ troppi. Quindi noi quest’anno ci proveremo a portarlo a casa”. Poi ha concluso sul rapporto con Mourinho: “Ha inculcato a tutti l’arte del non mollare mai. E speriamo di vincere qualcosa con lui. Dal primo giorno che ci siamo riuniti a Trigoria, abbiamo subito lavorato per provare a fare qualcosa di importante quest’anno. Con il mister che sa come fare a vincere, penso che abbiamo più possibilità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Presidente Venezia “momento complicato, ma non si molla”
“Non sapevamo se eravamo pronti per la Serie A”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
25 aprile 2022
18:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Nell’ultimo anno abbiamo vissuto alti e bassi: ci siamo uniti come una squadra sa fare e siamo stati promossi in Serie A, abbiamo avuto un buon inizio di stagione nella massima divisione, e, più recentemente, stiamo affrontando un momento estremamente complicato.
Non sapevamo se la nostra organizzazione fosse pronta per la Serie A”.
Così il presidente del Venezia, Duncan Niederauer il quale rileva che “quest’anno abbiamo capito che abbiamo molto da imparare. I risultati in campo per la prima squadra non sono stati quelli che speravamo. I tifosi – osserva – ci hanno sempre supportato durante questo percorso. L’insoddisfazione manifestata dopo la partita contro la Sampdoria era giustificata, ed i giocatori li hanno ascoltati”. “Sebbene i risultati in campo siano stati deludenti per tutta la famiglia del Venezia FC – aggiunge -, non significa che il progetto sia completamente fuori rotta”. “Mi è dispiaciuto vedere lo striscione fuori dallo stadio – ricorda – che suggeriva a uno dei nostri colleghi di “andare a casa”. “Il sostegno espresso durante la partita per Collauto, Poggi e Zanetti è stato da loro apprezzato, ne sono certo, ma siamo tutti coinvolti in questo progetto, insieme. Il successo che abbiamo riscosso l’anno scorso l’abbiamo progettato insieme, e quest’anno stiamo lottando insieme. I giocatori, l’allenatore, la dirigenza della squadra sportiva e io condividiamo tutti la responsabilità e continueremo a farlo. Se qualcuno cerca un capro espiatorio per le nostre mancanze, incolpi me, non uno dei miei colleghi. Non abbiamo mollato, non lo faremo mai e – conclude Niederauer – nemmeno nessun altro dovrebbe farlo”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Ancelotti “lotteremo,la semifinale al Real non basta”
“Finora tante gare dure con favorite ma ci è andata bene”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
19:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“In questo tipo di partite c’è un misto di felicità, perché siamo molto vicini alla finale del torneo più importante del mondo, e la preoccupazione di giocare contro una squadra forte.
Ci siamo abituati perché in questa Champions abbiamo avuto partite molto dure contro squadre che erano le favorite per la vittoria finale.
Abbiamo lottato, è andata bene e da domani lotteremo ancora”. E’ semplice il programma di Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, alla vigilia della andata di semifinale col Manchester City.
“Non serve dire che sono una grande squadra – prosegue il tecnico italiano in conferenza stampa -. Lavorano insieme da molti anni, sanno bene come e cosa fare in ogni momenti, quando attaccano ma anche quando perdono la palla. Noi siamo pronti a reagire alle loro qualità e fare la nostra partita”. L’obiettivo è ovviamente la finale: “Per il Real Madrid non è un successo arrivare in semifinale. È un successo raggiungere la finale – sottolinea -. È il nostro obiettivo, perché se ci arriva il Real Madrid ha una percentuale più alta di vittorie rispetto a chiunque altro. Ancelotti, infine, spiega di avere qualche dubbio per le condizioni di Alaba e Casemiro, mentre Mendy “sta bene”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Bologna-Inter 2-1, Atalanta-Torino 4-4
Nel primo tempo gol di Perisic e Arnautovic, nella ripresa rete di Sansone dopo una papera di Radu
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
14:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna-Inter 2-1 (1-1)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta-Torino 4-4 (2-2)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Harakiri Inter: al Dall’Ara spreca l’occasione che può costare lo scudetto, con quattro giornate ancora da giocare.
Nella notte in cui il club campione d’Italia sognava il sorpasso sul Milan, arriva la disfatta che non ti aspetti: colpa di una papera di Radu, il secondo portiere chiamato a sostituire all’ultimo Handanovic. Su rimessa laterale liscia il rinvio, regalando il più facile dei gol vittoria a Sansone. A fine gara il portiere lascia il campo in lacrime, consolato dai compagni. E’ un ko che fa malissimo, perché l’Inter era partito forte, trovando il vantaggio dopo tre minuti con Perisic nel rematch del Dall’Ara, saltato lo scorso 6 gennaio a causa del Covid e della decisione dell’Asl di mettere in quarantena i padroni di casa del Bologna alla vigilia della sfida. Sono seguiti i ricorsi dell’Inter per ottenere il 3-0 che a nulla hanno portato se non a un rematch che conferma il Bologna arbitro imparziale della lotta scudetto: dopo aver strappato un punto a Milan e Juventus, ne prende tre con l’Inter, che resta all’inseguimento. Sorpresa al calcio d’inizio in casa nerazzurra: oltre al portiere titolare out anche Bastoni, non al meglio nel corso del riscaldamento, al loro posto Radu tra i pali e Dimarco nei tre centrali. Poi solo Inter, che pare mettere la partita in discesa al pronti via: al 3′, su rimessa laterale da sinistra, Perisic taglia alle spalle dei difensori, prende palla, salta Theate scambiando con un compagno, tunnel a Barrow e bolide nel sette per il vantaggio. L’Inter domina e sfiora il gol a più riprese con Lautaro e Dumfries, che si divorano tre occasioni non trovando la porta, complici anche un paio di provvidenziali chiusure di Soumaoro e Medel.

Il Bologna non c’è, fino al minuto 29, quando l’ex Arnautovic riesce a far salire la squadra, scarica a Barrow e prende posizione in area, per sovrastare Dimarco sul cross proprio di Barrow per il colpo di testa dell’1-1. Inzaghi lamenta un fallo di Soriano su Perisic sul recupero palla dei rossoblù, ma Doveri, che adotta un metro all’inglese convalida, ammonendo il tecnico interista per proteste. E’ il gol che cambia il match, con il Bologna che tenta il bis sullo stesso asse, senza riuscirci. L’Inter riprende l’assalto nella ripresa, con i tiri da fuori di Brozovic e Dimarco che trovano pronto Skorupski, miracoloso al 10′ sul colpo di testa di Correa su corner, il Bologna risponde con il contropiede Arnautovic-Barrow, che vede il gambiano sparare alto dal limite. L’Inter non sfonda, complici anche un paio di provvidenziali chiusure di Theate e Medel su Dumfries e Brozovic e allora Inzaghi cambia: dentro Dezko e Sanchez per Correa e Barella, che la prende male ed esce senza nascondere tutto il suo disappunto. Cala il tridente, Inzaghi, ma l’Inter perde equilibri e un minuto dopo, sempre sull’asse Barrow-Arnautovic è il Bologna ad avere il contropiede del vantaggio, ma l’austriaco si perde sul più bello. La partita si innervosisce: arriva il rosso al collaboratore tecnico nerazzurro Spicciarello, che si becca con Theate, e il giallo a Calhanoglu (diffidato, salterà l’Udinese. In casa Inter cresce l’ansia che costa carissimo: perché al minuto 37′ su rimessa laterale, Radu regala il vantaggio ai padroni di casa, con una papera simile nella dinamica a quella di Meret domenica a Empoli, e a quella di Buffon, lunedì a Perugia. Due minuti dopo Dominguez salva sulla linea su D’Ambrosio, l’Inter si deve arrendere e il portiere esce in lacrime.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’altro match delle 20.15, Atalanta e Torino hanno pareggiato 4-4. Granata in vantaggio subito con Sanabria, poi il pareggio su rigore di Muriel e i raddoppio di De Roon, ma sempre dal dischetto i granata con Lukic si sono portati sul 2-2. L’equilibrio si rompe nella ripresa, con un nuovo rigore trasformato da Lukic e un’autorete di Freuler. L’Atalanta accorcia con Pasalic e ancora su rigore e du nuovo con Muriel raggiunge il 4-4.
I GOL
GOL! BOLOGNA-Inter 2-1 all’81’! Rete di Sansone. Clamoroso errore di Radu in disimpegno che fa sfilare il pallone su un retropassaggio, ne approfitta Sansone che a porta vuota mette dentro.
GOL! ATALANTA-Torino 4-4 all’83’! Segna Luis Muriel su rigore!
GOL! ATALANTA-Torino 3-4 al 78′! Rete di Mario Pašalić, che sfrutta il passaggio filtrante di Muriel, si beve Lukic e buca Milinkovic-Savic.
GOL! Atalanta-TORINO 2-4 al 67′! Autorete di Remo Freuler, che sbaglia l’intervento sul cross del Toro e se la mette nella sua porta.
GOL! Atalanta-TORINO 2-3 al 63′! Rete di Saša Lukić, che tira ancora in maniera esemplare il calcio di rigore.
GOL! Atalanta-TORINO 2-2 al 36′! Rete di Saša Lukić, che tira il rigore in maniera perfetta: Musso intuisce, ma non basta.
GOL! BOLOGNA-Inter 1-1 al28′! Rete di Marko Arnautović. Cross dal vertice d’area sinistro di Barrow sul secondo palo per il colpo di testa perfetto di Arnautovic che pareggia.
GOL! ATALANTA-Torino 2-1 al 23′! Gol di Marten De Roon, che sfrutta alla grande il corner battuto da Muriel per far partire un destro sotto l’incrocio.
GOL! ATALANTA-Torino 1-1 al 17′! Rete di Luis Muriel su rigore. Tiro freddo e centrale, spiazzato Milinkovic-Savic!
GOL! Atalanta-TORINO 0-1 al 4′! Rete di Antonio Sanabria, che sfrutta al meglio l’assist di Praet per confezionare da pochi metri la rete del vantaggio ospite.
GOL! Bologna-INTER 0-1 al 3′! Rete di Ivan Perišić. Grande azione dell’esterno croato che da destra, su passaggio di Barella, si accentra e libera il tiro da fuori area che sorprende e batte Skorupski, Inter in vantaggio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Sassuolo-Juventus 1-2
Dybala risponde a Raspadori, centro di Kean nel recupero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
22:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus ha sconfitto 2-1 il Sassuolo a Reggio Emilia nel posticipo della 34/a giornata di serie A.
Una trasferta rivelatasi complicata per la Juventus, andata in svantaggio al 39′ per il decimo centro in campionato di Raspadori, ma prima dell’intervallo Dybala ha rimesso tutto in equilibrio.
Nella ripresa, il Sassuolo ha creato molto ma nel finale è stato Kean a completare la rimonta. La Juve sale a quota 66, a -1 dal Napoli e dal terzo posto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Allegri “vittoria importante, cerchiamo superare Napoli”
“Meglio il secondo tempo. Dybala ha fatto un gol meraviglioso”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 aprile 2022
23:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ soddisfatto, Massimiliano Allegri, per una vittoria che avvicina i bianconeri al terzo posto, attualmente occupato dal Napoli.
“E’ un successo importante contro un Sassuolo che ha disputato una bella partita, squadra tecnica che gioca bene.
Meglio il secondo tempo del primo quando abbiamo concesso troppi tiri in porta. Dybala? Ha fatto un gol meraviglioso e prezioso nell’economia della partita”.
“E’ un bel passo avanti in classifica – ha aggiunto -, dobbiamo recuperare tante energie per la partita di domenica.
Abbiamo diversi giocatori fuori, quattro-cinque con infortuni traumatici e spesso sono sempre gli stessi che giocano. Il terzo posto? Abbiamo il Napoli a un punto, speriamo di essere bravi per cercare di superarli, come speravamo di essere più vicini a quelle di testa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Paura e poi sollievo per Vavassori: “È ancora vivo”
L’ex calciatore di 29 anni è andato a combattere in Ucraina, sopravvissuto con tutto il suo team a un attacco russo a Mariupol
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 aprile 2022
07:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Per un giorno interno non si sono avute sue notizie, ma in serata l’allarme sembra rientrato: Ivan Luca Vavassori, l’ex calciatore di 29 anni che è andato a combattere in Ucraina, nelle file delle brigate internazionali, sarebbe sopravvissuto con tutto il suo team a un attacco russo a Mariupol.

Dopo ore di apprensione è stato pubblicato sui socal l’aggiornamento che ha riportato ottimismo: “La squadra di Ivan è sopravvissuta.
Stanno provando a tornare, il problema è che sono circondati da forze russe così non sappiamo quando e quanto tempo dovranno impiegarci”. Nell’attacco – conclude il messaggio serale – “ci sono 5 persone morte e 4 ferite, ma non sappiamo i loro nomi”.
L’allarme era scattato questa mattina, sempre sui social: “Ci dispiace informarvi – il messaggio in una story sul profilo dello stesso Vavassori – che la scorsa notte, durante la ritirata di alcuni feriti in un attacco a Mariupol, due convogli sono stati distrutti dall’esercito russo. In uno di questi c’era forse anche Ivan, insieme col 4/o Reggimento”.
Vavassori, nato in Russia, è stato adottato da una coppia piemontese, Pietro Vavassori, titolare dell’Italsempione, azienda nel ramo della logistica, e Alessandra Sgarella, sequestrata dalla ‘ndrangheta nel 1997 e morta nel 2011 per una malattia. Ha giocato a calcio in serie C per il Legnano, la Pro Patria e il Bra, facendo un’esperienza anche in Bolivia, nella squadra del Real Santa Cruz. Quando è iniziato il conflitto in Ucraina ha mollato il pallone per andare a combattere al fianco degli ucraini, arruolandosi nelle brigate internazionale. Nella ‘Legione di difesa internazionale Ucraina’, è diventato il ‘comandante Rome’ o ‘Aquila nera’ per quel suo vezzo, come ha raccontato su ‘Tik Tok’, di mettere un nastro nero intorno al caricatore del suo mitra. Vavassori sostiene di avere maturato altre esperienze militari, nella Legione Straniera: “Avevo firmato per cinque anni ma sono uscito dopo tre. Ero distaccato ad Aubagne e Castelnodary”, in Francia. Nel suo ultimo post, una settimana fa, appariva in mimetica e a volto coperto e scriveva: “Il soldato prega più di tutti gli altri per la pace, perché è lui che deve patire e portare le ferite e le cicatrici più profonde della guerra. Grazie mio Signore per essere ogni giorno al mio fianco, ti amo”.
Secondo le ultime informative, i ‘foreign fighter’ italiani che combattono in Ucraina sarebbero meno di venti, probabilmente diciassette: otto con i separatisti filo russi nel Donbass e nove con gli ucraini. Tra le vittime filo russe c’era anche Edy Ongaro, detto ‘Bonzambo, ultrà del Venezia e attivista dei centri sociali del Nord Est, ucciso a fine marzo. Invece per la Russia gli italiani in armi sarebbero 60, di cui dieci già tornati in patria e 11 morti in battaglia, una notizia che però “non risulta” all’intelligence italiana.
All’inizio del conflitto Vavassori, al pari di molti altri italiani, aveva raccolto informazioni in ambasciata per unirsi agli ucraini. Ma proprio per le sue origini russe aveva avuto alcuni problemi poco dopo essere entrato tra i combattenti. Alla trasmissione ‘Le Iene’ aveva raccontato che qualcuno sospettava che fosse una spia, il cellulare gli era stato sequestrato ed era stato interrogato per alcuni giorni. Poi era tornato a combattere. E a raccontare la sua guerra: “Morire vent’anni prima o vent’anni dopo poco importa”, aveva spiegato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Caiata conferma, lascio la guida del Potenza
Presidente dal 2017. Vittoria della D e poi quattro tornei di C
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
26 aprile 2022
10:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Come annunciato più volte nel corso della stagione, stamani, in una conferenza stampa allo stadio Viviani, Salvatore Caiata ha confermato che lascerà la presidenza del Potenza (serie C, girone C).

Caiata – che è deputato di Fratelli d’Italia – aveva acquisito le quote di maggioranza della società rossoblù nel luglio 2017.
Alla prima stagione, la vittoria della serie D, poi quattro campionati consecutivi di C, i primi due con la qualificazione ai play off, gli ultimi due con la salvezza diretta conquistata senza passare per i play out.
Rispondendo alle domande dei giornalisti, l’ormai ex presidente ha ricordato che “in questi anni la nostra società non ha mai avuto problemi federali: io – ha aggiunto – resto comunque a disposizione di chi prenderà in mano le redini del Potenza. E in questo senso – ha continuato – mi auguro che la città voglia contribuire all’azione dell’associazione Potenza 1919”, composta da imprenditori e professionisti del capoluogo lucano.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Chiellini tra addio Nazionale e Juve, ‘vittoria che vale tanto’
Ripresa in campo a Sassuolo, con Argentina l’ultima in azzurro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 aprile 2022
13:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Un successo che vale tanto: forza Juve, avanti così”.
C’è soddisfazione nel commento social di Giorgio Chiellini per i tre punti conquistati contro il Sassuolo dai bianconeri, che grazie al 2-1 del Mapei Stadium si sono avvicinati al terzo posto in classifica.

Il difensore, entrato nella ripresa, ha annunciato a fine partita l’addio alla Nazionale. “È normale a 38 anni fermarsi e capire delle cose. Se sto bene gioco e salutiamo la Nazionale a Wembley, dove ho raggiunto l’apice della mia carriera. Sarebbe il top salutare la maglia azzurra con una partita celebrativa come quella con l’Argentina: in Nazionale sarà l’ultima sicuro.
Lasciamo spazio ai ragazzi che son bravi”, ha detto a fine partita ai microfoni di Dazn il difensore, che ha invece glissato sul suo futuro alla Juve. “Lasciamo passare questo quarto posto importante, la finale di Coppa Italia, poi capirò con le mie due famiglie, quella a casa e quella al campo, cosa fare il prossimo anno”, le sue parole.
La qualificazione Champions e la Coppa Italia sono obiettivi che possono rendere meno amara la stagione e la vittoria di ieri sera “vale oro”, sottolinea su Instagram Mattia De Sciglio. Una “vittoria fondamentale” anche per Leonardo Bonucci. “Ciò che è nascosto nel buio viene sempre alla luce”, è il messaggio social di Moise Kean, match-winner con la rete nel finale di gara.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figlio Tacconi spera, ci sono piccoli miglioramenti
“Questi sono i giorni più delicati, continuiamo a essere uniti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ALESSANDRIA
26 aprile 2022
13:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Giorno dopo giorno ci sono piccoli miglioramenti, anche se i medici hanno detto che questi sono i giorni più delicati.
Continuiamo ad essere uniti, per lui”.
Lo scrive sui social Andrea Tacconi, figlio dell’ex portiere della Juventus e della Nazionale Stefano, ricoverato da sabato scorso all’ospedale di Alessandria in seguito a una emorragia cerebrale. L’ex calciatore, 64 anni, aveva accusato un malore mentre si trovava ad Asti per un evento benefico.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Medici Tacconi, dato qualche segno ma percorso lungo
“Situazione ancora stazionaria, gli serve tempo per combattere”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ALESSANDRIA
26 aprile 2022
13:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La situazione è ancora stazionaria.
Tacconi è farmacologicamente sedato, ma ha dato qualche segno di gesto finalistico.
Il percorso sarà ancora lungo e i prossimi giorni saranno determinanti per capire l’andamento della situazione”. Così Andrea Barbanera, direttore della Struttura di Neurochirurgia, e Fabrizio Racca, direttore della Terapia Intensiva, sulle condizioni di Stefano Tacconi.
“Sicuramente il fattore tempo è stato fondamentale: aver riconosciuto il problema e aver centralizzato le cure, trasferendo il paziente in un ospedale hub, ha fatto la differenza per un intervento precoce al fine di evitare una seconda emorragia che sarebbe potuta essere fatale – aggiungono in una nota i sanitari -. Ora dobbiamo dare tempo a Tacconi di combattere, grazie alle cure che sta ricevendo in Terapia Intensiva, e affrontare con forza i prossimi giorni”

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Credito sportivo: firmata intesa con Federazione cronometristi
Protocollo sottoscritto da presidenti Abodi e Rondinone
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
13:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I presidenti dell’Istituto per il Credito Sportivo (Ics), Andrea Abodi, e della Federazione italiana cronometristi (Ficr), Antonio Rondinone, hanno firmato a Roma un protocollo d’intesa per supportare la Federazione e le associazioni e società sportive dilettantistiche affiliate, attraverso prodotti finanziari e servizi dedicati.
La convenzione, informa l’Ics, prevede una gamma di opportunità come i prodotti “Top of The Sport”, dedicato alle Federazioni sportive, e il “Mutuo Light 2.0 – FSN”, per le associazioni e le società affiliate.
L’Istituto ha, inoltre, aggiunto anche il finanziamento di crediti fiscali, il factoring e l’advisory per lo sviluppo di progetti infrastrutturali.
“La Federazione cronometristi – ha dichiarato Abodi – è unica nel suo genere e, ha contribuito a scrivere pagine gloriose per lo sport italiano. Con questo accordo, l’Istituto si pone l’obiettivo di offrire supporto allo sviluppo e all’implementazione degli strumenti e delle attrezzature di altissimo livello che costituiscano un patrimonio da non disperdere, sempre più apprezzato anche a livello internazionale”.
“A riprova della centralità della Ficr e delle Asd Cronometristi sul territorio, quali acceleratori per lo sviluppo del mondo sportivo – ha detto a Rondinone – l’accordo con un partner storico garantisce la possibilità di investire in apparecchiature innovative e versatili. Sono felice di questa sinergia che sostiene la vocazione tecnologica della Ficr e rappresenta per la nostra base un’opportunità per l’accesso al credito con l’obiettivo di fornire servizi di timing sempre più al passo con i tempi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juric “stimolante sfidare Gasperini ,m’ha insegnato tutto”
Il Torino domani in campo nel recupero contro l’Atalanta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 aprile 2022
14:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà stimolante sfidare Gasperini: mi ha insegnato tutto a livello professionale e umano, lo ringrazierò per tutta la vita”: così il tecnico del Torino, Ivan Juric, alla vigilia del recupero di campionato contro l’Atalanta.
Sulle possibili scelte di formazione, “sono rimasto soddisfatto dalla prestazioni di tanti contro lo Spezia – aggiunge l’allenatore granata ai microfoni di Torino Channel – e prima di scegliere farò valutazioni sui recuperi dei giocatori”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Barcellona: Araujo prolunga al 2026, clausola da 1 mld
Annuncio del club blaugrana per il 23enne difensore uruguayano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
14:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il difensore della nazionale uruguaiana Ronald Araujo ha prolungato dal 2023 al 2026 il suo contratto con il Barcellona.
Il club catalano ha fissato la clausola rescissoria a un miliardo di euro, una cifra astronomica identica a quella di tutte le giovani stelle prorogate in questi mesi, come Ansu Fati e Pedri.

Il Barca ha annunciato la proroga con un video postato su Twitter dove si vede il 23enne uruguaiano bere un mate su un bicchiere marchiato con il numero 2026. Nato a Rivera nel 1999, Araujo è stato reclutato dalle giovanili blaugrana nel 2018 in cambio di poco meno di 5 milioni di euro. Divenuto uno dei difensori dall’arrivo di Xavi in ;;panchina, Araujo ha giocato 39 partite in questa stagione e ha segnato quattro gol.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese; Cioffi, a Firenze per raccogliere punti
Il tecnico allena per la prima volta nella sua città d’origine
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
26 aprile 2022
14:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo consapevoli delle difficoltà della partita ma determinati e con la volontà di strappare punti su un campo difficilissimo”.
Lo ha assicurato Gabriele Cioffi, alle telecamere di Udinese Tv, alla vigilia della trasferta di Firenze.

“La squadra sta bene sia mentalmente che fisicamente – ha proseguito -. Faremo 5 gare in 15 giorni quindi la cosa più importante sarà gestire la fatica mentalmente, mantenere alte le energie nervose per restare in partita e leggere bene il momento. In sintesi, possiamo permetterci un piccolo calo atletico ma dovremo compensare con il 200% di attenzione”.
Il tecnico dei friulani si aspetta una Fiorentina “coraggiosa che attacca e gioca per vincere in un ambiente infuocato. Basti pensare che, se non avesse perso a Salerno, la Fiorentina sarebbe stata in piena corsa per la Champions League e, quindi, ci si può solo che aspettare una bolgia”.
L’ultimo successo dell’Udinese al Franchi risale al novembre 2007, da quel momento una serie ininterrotta di sconfitte.
“La Fiorentina su 17 partite in casa ne ha vinte 11 – ricorda Cioffi -. Ha avuto degli scivoloni all’inizio contro Inter e Napoli e, recentemente, con la Lazio a febbraio. Il Franchi, pertanto, è sempre un campo difficile, cercheremo di fare più del massimo”.
Il tecnico bianconero è originario proprio di Firenze, dove arriva per la prima volta da capo allenatore in serie A: “E’ una partita emozionante, diversa dalle altre perché Firenze è la mia città – ammette -. Mio nonno mi raccontava che, nella pausa dal lavoro di autista dei pullman, andava a vedere le partite. Ho negli occhi la Fiorentina di Rui Costa, Batistuta, Trapattoni, della Champions, dei tempi di Roberto Baggio ma anche della partita contro il Benevento subito dopo la tragedia di Astori.
Sarà, quindi, una partita certamente non come le altre ma solo fino al fischio di inizio, da quel momento l’Udinese avrà 100 minuti per dimostrare che vuole i punti e per strapparli servirà una grande partita di volontà e sacrificio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Svolta Figc, sì al professionismo donne
Via libera alla Serie A dalla prossima stagione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
20:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio Federale della Figc ha completato oggi le modifiche normative con riferimento al passaggio al professionismo per la Serie A femminile a partire dalla prossima stagione.
“Dal primo luglio inizia il percorso del professionismo del calcio femminile, siamo la prima federazione in Italia ad avviare e ad attuare questo percorso” ha detto il presidente Gabriele Gravina.
“Con l’approvazione delle Norme organizzative interne (Noif) in Consiglio federale, abbiamo dato concretezza e una definitiva base giuridica al passaggio al professionismo previsto per l’1 luglio.
Soprattutto, abbiamo portato a compimento un lungo e prezioso lavoro fatto in questi mesi con la Divisione calcio femminile, le società, gli uffici federali e tutte le componenti a cui vanno i nostri ringraziamenti”. Così il presidente dell’Assocalciatori, Umberto Calcagno. commenta il voto in Figc che segna il passaggio al professionismo per la Serie A femminile. “Sarà l’inizio di una nuova sfida che ci vedrà come sistema impegnati a cogliere tutte le opportunità di questo epocale passaggio, anche per allargare ulteriormente la pratica del calcio nel nostro Paese”, ha concluso Calcagno.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: arbitro spagnolo per la Roma a Leicester
Giovedì a dirigere sarà del Cerro Grande
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
13:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà l’arbitro spagnolo Carlos del Cerro Grande a dirigere la Roma, giovedì prossimo in Inghilterra, nella gara di andata della semifinale di Conference League con il Leicester.
Il direttore di gara sarà coadiuvato dai connazionali Juan Carlos Yuste e Roberto Alonso Fernandez, quarto uomo Jesus Gil Manzano.
Al Var Juan Martinez Munuera e Alejandro Hernandez.
L’altra andata di semifinale, tra Feyenoord e Marsiglia, in programma a Rotterdam, è stata affidata all’inglese Michael Oliver.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zambrotta, nuovo ambasciatore del Museo Fifa
“Un onore rappresentarlo in giro per il mondo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
15:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gianluca Zambrotta, campione del Mondo con l’Italia nel 2006 in Germania, è il nuovo ambasciatore del Museo FIFA.
“La prima volta che sono venuto al Museo FIFA, nel dicembre dello scorso anno, ho subito provato l’emozione del calcio, la stessa emozione provata da tutti coloro che lo visitano”, ricorda l’ex giocatore.
Insieme al resto degli ambasciatori del Museo FIFA, sarà per me un onore portare la magia del calcio in tutte le sue sfaccettature in tutto il mondo e rappresentare questo museo come merita”.
“È un grande onore per noi aggiungere Gianluca Zambrotta come ambasciatore del Museo FIFA – le parole di Marco Fazzone, direttore del museo – In campo si è distinto per la sua intelligenza tattica, il suo onore e la sua dedizione. Ma in più è una persona molto simpatica e interessante, a cui si aggiunge la sua passione per il calcio e per la cultura e la storia che lo circondano. Come campione del mondo, ma anche come essere umano, Gianluca Zambrotta rafforzerà il nostro team di ambassador. Non vediamo l’ora di lanciare insieme il primo progetto del Museo FIFA”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figc:Gravina “indice liquidità 0,5 per A ma Lega contraria”
Serie A chiedeva 0,4 con alcuni correttivi per noi inaccettabili
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
15:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio Federale ha approvato l’impianto di norme relative alle Licenze Nazionali presentato dal presidente federale valide per l’iscrizione ai prossimi campionati che prevede il rispetto di un parametro, tra gli altri, quale l’indice di liquidità dal valore di 0,5 per la Lega di A e di 0,7 per Lega Pro e Lega di B.
“E un indice di liquidità ammissivo a 0,5 per la Lega di Serie A con soli due correttivi che sono quelli storici, senza ulteriori variazioni richieste dalla Serie A – ha commentato il presidente della Figc Gravina a margine del Consiglio Federale – .
I correttivi tengono conto sia della parte relativa al patrimonio sia di quella relativa al rapporto costi-ricavi del mondo lavoro allargato. La Lega di A ha votato contro e chiedeva lo 0,4 con alcuni correttivi che non abbiamo ritenuto accettabili”. La Serie B, invece, si è astenuta dal voto sull’indice di liquidità.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Plusvalenze: Gravina ‘ora serve una valutazione politica’
‘Chinè sereno, non so se farà appello’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
15:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“È quello che continuo a dire da tre anni: se trasformiamo tutto quello che è indagine conoscitiva in indagine che forse non ha elementi oggettivi facciamo fatica.

L’unico elemento, ed è una proposta politica che porterò a maggio, è che nell’ambito della valutazione del rapporto tra ricavi e costo del lavoro allargato non si terrà conto delle plusvalenze”.
A dichiararlo, uscendo dal consiglio federale, il presidente della Figc Gabriele Gravina in merito al processo sulle plusvalenze che si è concluso con l’assoluzione di tutti gli imputati. Rispondendo a una domanda sul fatto che il procuratore federale Chiné debba o meno dimettersi, il presidente ha espresso la sua posizione: “No assolutamente. Se in Italia ogni volta che il pubblico ministero chiede una condanna e poi l’imputato viene assolto allora diventa complicato. Lui ha fatto le sue valutazioni. Che qualcosa non funzioni ce lo dobbiamo dire ad alta voce. Il procuratore federale ha fatto la sua valutazione come hanno fatto i giudici.
Ho visto Chinè molto sereno, non so se farà appello o meno”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne: Calcagno, professionismo è passaggio epocale
Presidente Aic, e sarà l’inizio di una nuova sfida
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
17:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Con l’approvazione delle Norme organizzative interne (Noif) in Consiglio federale, abbiamo dato concretezza e una definitiva base giuridica al passaggio al professionismo previsto per l’1 luglio.
Soprattutto, abbiamo portato a compimento un lungo e prezioso lavoro fatto in questi mesi con la Divisione calcio femminile, le società, gli uffici federali e tutte le componenti a cui vanno i nostri ringraziamenti”.
Così il presidente dell’Assocalciatori, Umberto Calcagno. commenta il voto in Figc che segna il passaggio al professionismo per la Serie A femminile.
“Sarà l’inizio di una nuova sfida che ci vedrà come sistema impegnati a cogliere tutte le opportunità di questo epocale passaggio, anche per allargare ulteriormente la pratica del calcio nel nostro Paese”, ha concluso Calcagno.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Fiorentina; Italiano, sarebbe un peccato mollare ora
Viola domani nel recupero con l’Udinese “l’Europa è un sogno”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
26 aprile 2022
17:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarebbe un peccato mollare adesso, meritiamo questa classifica e di stare con le grandi, dobbiamo e vogliamo restarci anche nelle ultime cinque partite”.

Lo ha detto l’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Italiano, alla vigilia della partita con l’Udinese al Franchi, recupero di quella rinviata il 6 gennaio per il caos covid.

“L’obiettivo che inseguiamo tutti è arrivare in Europa, è questo il regalo che i tifosi ci chiedono – ha continuato il tecnico attraverso i canali ufficiali del club -. Non ho mai potuto disputare da calciatore le coppe europee e questo è il mio sogno ora di allenatore. La sconfitta con la Salernitana è archiviata, domani dobbiamo reagire e ripartire”. Fra i convocati figura anche Lucas Torreira dopo lo stop domenica per la lesione addominale rimediata durante la semifinale di Coppa Italia contro la Juventus.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sei squalificati in serie A, stop anche per Tudor
Unico espulso, a gara finita, era Kyriakopoulos del Sassuolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
17:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sono sei i giocatori squalificati dal giudice sportivo di serie A, Gerardo Mastrandrea, in relazione agli incontri del 34/o turno, tutti per una giornata, stessa sanzione inflitta al tecnico del Verona, Igor Tudor, che era diffidato.
Tra loro c’è Georgios Kyriakopoulos, del Sassuolo, unico espulso della giornata, tra l’altro al termine della partita con la Juventus, per “aver rivolto una critica provocatoria e irrispettosa al direttore di gara”.
Per il greco, anche una multa di cinquemila euro.
Erano invece tutti diffidati gli altri giocatori sanzionati con lo stop per un turno: Bandinelli (Empoli), Erlic (Spezia), Perez (Udinese), Oliveria (Roma) e Rincon (Sampdoria).
Il giudice ha poi inflitto l’ammenda di cinquemila euro alla Roma “per avere suoi sostenitori lanciato un bicchiere grande di carta semipieno nel settore sottostante occupato dalla tifoseria avversaria”, di quattromila alla Salernitana “per avere suoi sostenitori lanciato sul terreno di giuoco coriandoli che costringevano l’arbitro a ritardare l’inizio della gara di circa quattro minuti per permetterne la rimozione” e di duemila al Torino “per avere ingiustificatamente ritardato l’inizio del secondo tempo di circa tre minuti”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: ore decisive, venerdì probabile firma cessione
Valutazione 1.18 miliardi debiti inclusi, closing a fine stagione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 aprile 2022
19:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 aprile 2022
19:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giorni cruciali, sul campo come in società, per il Milan.
Mentre la squadra lotta per lo scudetto, riconquistando almeno fino a domani la vetta della Serie A con i tifosi che faranno registrare il tutto esaurito anche contro la Fiorentina, il club è ad un passo dal cambiare proprietà.
Entro la fine del mese, forse già venerdì, secondo quanto anticipato dalla Reuters, potrebbe arrivare la firma sulla trattativa tra Elliott e Investcorp per la cessione del Milan. La fase della due diligence, cioè il controllo dei conti e della situazione finanziaria del club, si sta per concludere. A breve quindi verrà siglato l’accordo per l’acquisizione per una valutazione del club di circa 1.18 miliardi di euro debiti compresi. Un’operazione che segnerà la storia del calcio italiano, perché sarà l’affare più ingente mai avvenuto in Serie A e perché per la prima volta farà il suo ingresso nel calcio nostrano un investitore del Medio Oriente.
Per il closing, fase in cui si ufficializzerà il passaggio di quote, bisognerà attendere la fine del campionato. Le questioni societarie non devono distrarre, né minare gli equilibri del club, ora che mancano solo quattro partite alla fine della stagione e il Milan è in corsa per il titolo. Quando si conosceranno le sorti sportive della squadra, allora si sapranno anche quelle societarie. Al momento è difficile ipotizzare il Milan del futuro. Investcorp è un fondo solido e ambizioso che fa degli investimenti immobiliari una delle sue principali attività. Il fondo del Barhain mira ad espandere il proprio asset in Europa, dove ha già investito 1.1 miliardi di euro per 80 proprietà tra Regno Unito, Germania, Paesi Bassi, Belgio e Italia. Tra gli azionisti, inoltre, c’è il fondo sovrano di Abu Dhabi Mubala Investment Co. Da tempo il presidente di Investcorp Mohammed Bin Mahfood Al Ardhi ha annunciato di voler ampliare gli interessi del fondo anche allo sport. Il Milan, le cui sorti sportive e finanziare sono state rilanciate dall’oculata gestione di Elliott, è un club storico, di fama mondiale, tornato competitivo. Investire in Serie A è meno dispendioso che nella Premier League ma l’appeal del campionato italiano è ancora importante. La certezza, poi, di poter costruire un nuovo stadio di proprietà, a Milano o a Sesto San Giovanni, in condivisione con l’Inter oppure in esclusiva, rende il Milan un affare imperdibile per Investcorp che fa del Real Estate la sua principale strategia economica. Una volta che saranno apposte le firme e che il closing sarà ufficializzato, la nuova proprietà dovrà decidere la nuova struttura manageriale. Probabilmente si sceglierà la continuità, rinnovando i contratti dello staff tecnico e dei dirigenti sportivi. Più difficile immaginare che l’ad Gazidis, in scadenza a dicembre, possa trovare spazio con una nuova proprietà. Ma per il momento sono solo ipotesi di un futuro tutt’altro che lontano.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A esita su professionismo donne, Lotito “un malinteso”
Incomprensione nel Consiglio Figc, poi dietrofront e nuovo voto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
17:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Piccolo giallo all’interno del Consiglio Federale durante la votazione per il passaggio al professionismo del calcio femminile.
“Erano tutti d’accordo, tranne qualche piccola resistenza sempre dalla Lega di A che riteneva di proporre un ulteriore rinvio del professionismo, ma su questo poi abbiamo raggiunto l’accordo perché non si poteva tornare indietro” ha spiegato il presidente della Figc, Gabriele Gravina.
La Serie A inizialmente a sorpresa aveva votato contro nonostante nella propria assemblea interna avesse votato a favore. Un momento di incomprensione che ha acceso la discussione portando il Consiglio a votare nuovamente. “C’è stato solo un malinteso” la spiegazione uscendo di Claudio Lotito, presidente della Lazio e consigliere federale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia:scambio verbale con compagno,Nzola escluso da allenamento
Il tecnico Motta lo manda via, angolano in dubbio con la Lazio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
26 aprile 2022
17:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calciatore dello Spezia Mbala Nzola è stato escluso dagli allenamenti questa mattina a seguito di uno scambio verbale avuto con un compagno di squadra.
Il tecnico Thiago Motta, che ha assistito all’episodio, ha invitato l’attaccante a lasciare il campo sportivo di Follo quando la sessione era iniziata da pochi minuti.
Con l’allenatore brasiliano, Nzola ha avuto un minutaggio minore rispetto a quello ottenuto con Vincenzo Italiano nel suo primo anno in serie A, concluso con 11 reti. Già escluso dai convocati contro il Torino, la convocazione dell’angolano per la partita di sabato contro la Lazio rimane in dubbio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Klopp loda Emery ‘ha fatto un lavoro incredibile’
Tecnico Liverpool: ‘Semifinale con Villarreal difficilissima’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
18:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Domani sarà una partita difficilissima, sarebbe anormale il contrario.
Impossibile che una semifinale di Champions League sia semplice.
Avevo già rispetto per Emery e la sua squadra, ma dopo aver analizzato attentamente il Villarreal, ho detto ‘Wow!’. Alla vigilia della semifinale di andata di Champions League, il tecnico del Liverpool Jurgen Klopp loda il tecnico del Villarreal Unai Emery. “È un allenatore ossessionato dai dettagli, la sua squadra è in grado di reagire a qualsiasi tipo di risultato, ha un piano sia se è in vantaggio 1-0, sia se è in svantaggio. È un allenatore di livello mondiale, che fa un lavoro incredibile”. “Possibile – aggiunge il tecnico del Liverpool – che siano stati sottovalutati da Juventus e Bayern Monaco, ma con noi non succederà. Ovviamente loro vogliono arrivare in finale, ma anche per noi è la stessa cosa. Ci saranno dei momenti in cui soffriremo, lo so. Non bisognerà innervosirsi, ma noi sappiamo come poter far soffrire loro. Lavoreremo per ottenere il risultato e lotteremo contro il Villarreal”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Emery ‘è miglior Liverpool che abbia mai visto’
Tecnico Villarreal: ‘Adesso l’effetto sorpresa è svanito’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
18:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ogni squadra che è in semifinale di Champions League si trova lì perché merita di esserci.
Il Liverpool sa che abbiamo una grande presenza europea, che siamo stati in grado di eliminare due grandi squadre come Juventus e Bayern Monaco.
Adesso l’effetto sorpresa è svanito, contro il Liverpool sarà ancora più difficile”. Il tecnico del Villarreal, Unai Emery, crede di poter continuare a stupire anche nella semifinale di Champions League che lo attende contro il Liverpool. “I Reds sanno che non sarà facile affrontarci, si sentiranno ovviamente i favoriti ma avranno rispetto per noi.
Questo è il migliore Liverpool che abbia mai visto. Lo vedo come una motivazione aggiuntiva, provare a battere il miglior Liverpool di sempre”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vezzali, passaggio professionismo donne grande conquista
Sottosegretaria Sport: “Ora al lavoro per risorse adeguate”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
18:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il passaggio al professionismo è per il calcio femminile una grande conquista.
Ora tutti insieme al lavoro per trovare le risorse adeguate”.
Così, in un post sul suo profilo twitter, la sottosegretaria allo sport, Valentina Vezzali ha commentato il via libera della Figc al professionismo per il calcio femmnile.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne:Valente ‘traguardo storico,ma c’è un ma essenziale’
Deputato 5s’riconoscere lavoratore sportivo,via maestra seguire’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
19:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La Figc ha riconosciuto il settore professionistico per le donne: questo è un traguardo storico ma c’è un ma essenziale, per quanto mi riguarda”.
E’ quanto afferma in un post su Instagram il deputato Cinque Stelle Simone Valente.
” Durante il mio incarico di Governo – spiega – raccolsi le battaglie di tante persone che si erano battute per decenni, senza mai essere ascoltate, per riconoscere il lavoratore sportivo. Ebbene, nella legge 86/2019 feci inserire un articolo ad hoc in cui per la prima volta nella storia si riconosceva il lavoratore sportivo “a prescindere dalla natura dilettantistica o professionistica”. Quella è per me ancora la via maestra da seguire, nonostante quella legge, ad oggi, non sia ancora stata attuata, ma auspico che, con le dovute migliorie, il Governo attuale lo faccia quanto prima”.
“Dare attuazione a quella legge – continua Valente – in combinazione con un cambio di mentalità da parte del mondo dello sport, il quale deve uscire dall’equivoco assistenzialista se si parla di lavoro sportivo, significa garantire i diritti di tutti i lavoratori, a prescindere dal sesso e dalla Federazione Sportiva e creare una nuova sostenibilità per quella parte di mondo dello sport oggi ancora definito impropriamente ‘professionistico’ “.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Liverpool-show ad Anfield, 2-0 al Villarreal
Reds straripanti, spagnoli travolti nel gioco e finale vicina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
23:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ad Anfield Road non si sono visti i fuochi d’artificio di City-Real, ma la seconda andata di semifinale di Champions League è stata ugualmente uno spettacolo, stavolta orchestrato e suonato solo da una delle due squadre, il Liverpool, col Villarreal rimasto in piedi solo un tempo prima di capitolare per 2-0.
Difficile, dopo quanto si è visto stasera, che il ritorno martedì prossimo possa ribaltare un verdetto annunciato, il passaggio alla finale della squadra di Juergen Klopp.
la terza in cinque stagioni e la decima assoluta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Partita di ritorno a Villarreal il 3 maggio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I Reds sono sempre più in corsa per diventare la prima squadra a vincere Champions, Premier, Fa Cup e coppa di Lega ma il tecnico tedesco non ha risparmiato le forze: solita difesa a quattro con Alexander-Arnold e Robertson sulle fasce, in mezzo Konatè insieme con Van Dijk, a centro campo con Fabinho e Thiago Alcantara ha inserito Henderson e davanti ha confermato il trio Salah-Manè-Luis Diaz. Emery si è affidato ancora al 4-4-2, con Foyth, Albiol, Pau Torres e Estupinan in difesa, a centrocampo è tornato Coquelin, a sinistra, con Capoue e Parejo in mezzo e Chukwueze scelto per la fascia destra. In attacco, Lo Celso e Danjuma. Il Liverpool ha fatto subito capire il suo piano, lanciandosi in un pressing alto e asfissiante ma i gialli non si sono fatti impressionare e hanno tenuto strette le fila, rischiando il minimo, col primo brivido arrivato al 12′ quando Mané di testa ha mancato il bersaglio su cross di Salah. A sinistra, Luiz Diaz si è mosso con velocità e precisione e non si è tirato indietro anche nell’aiutare la difesa. Dopo un palo di Henderson da posizione defilata e un’occasione di Salah, col pallone di poco alto sulla traversa, nel finale di tempo Thiago Alcántara ha cercato la soluzione personale e ha colpito a sua volta il palo. La diga spagnola è crollata a inizio ripresa, troppa la pressione instancabile e feroce del Liverpool che ne ha eroso le fondamenta. All 8′ una combinazione tra Thiago Alcantara e Mané ha fatto arrivare la palla a capitan Robertson, il quale dopo uno scambio con Salah ha messo al centro e una deviazione di Estupian ha costretto Rulli a capitolare. Sullo slancio, è arrivato il raddoppio dei padroni di casa, anche questo frutto di una rapida e devastante combinazione sull’asse Alexander-Arnold-Salah-Manè che a tu per tu con il portiere non ha sbagliato il tocco decisivo. Lo spettacolo è continuato fino al fischio finale, ma non è più cambiato il risultato, un po’ stretto per la supremazia mostrata dal Liverpool. E’ questo l’unico, flebile, motivo di speranza per il Sottomarino Giallo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Parla Bartoli, ‘professionismo dimostrerà forza nostro mondo’
Capitano Roma donne:’il coraggio ci ha permesso di andare oltre’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
20:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo due anni di lavori la Figc ha completato l’iter che porta il calcio femminile al professionismo dal prossimo primo luglio.
“Una notizia che coinvolge tutte quelle donne che hanno combattuto e combattono ancora per l’uguaglianza e le pari opportunità” ha raccontato la capitana della Roma Femminile, Elisa Bartoli.
“Posso dire che la nostra forza, la nostra perseveranza, il nostro coraggio e il nostro amore ci hanno permesso di andare oltre – ha proseguito – Oltre i pregiudizi, oltre alle offese che purtroppo abbiamo dovuto spesso subire. La nostra unione è stata la nostra vittoria”. La soddisfazione è tanta per un movimento che negli ultimi anni è cresciuto sempre di più. “La percezione e l’interesse del calcio femminile – ha spiegato Bartoli – sono cambiati con l’avvento delle squadre professioniste, che hanno contribuito ad alzare il livello del campionato e di conseguenza della Nazionale italiana. E non è un caso se nel Mondiale del 2019 l’Italia sia arrivata tra le prime otto al mondo e di quelle otto eravamo l’unica nazionale dilettantistica”. Un qualcosa che non accadrà più, già da quest’estate con l’Europeo inglese. Una decisione che “riuscirà a dimostrare ancora di più il potenziale e la forza del nostro calcio” ha proseguito. Un appeal cresciuto dopo il Mondiale, secondo la Bartoli.
“L’interesse del pubblico è aumentato tanto, sono aumentati i tifosi sugli spalti per le gare di campionato e mi sento di fare un ringraziamento speciale ai nostri tifosi romanisti che sono davvero magnifici, e stagione dopo stagione hanno aumentato la presenza al Tre Fontane”. Ringraziamenti allargati anche alle istituzioni del mondo del calcio. “Negli ultimi anni si è parlato sempre di più del professionismo nel calcio femminile, ringrazio quindi le istituzioni e tutte le persone che hanno lavorato affinché potessimo vincere questa battaglia. Nel mio piccolo devo dire che, anche se fino ad oggi il mio status e quello delle mie compagne è sempre stato quello di dilettanti, la Roma ci ha permesso di allenarci in un contesto professionistico e altamente qualificato, un ambiente in cui ogni calciatrice meriterebbe di lavorare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Manchester City-Real Madrid 4-3
Per inglesi apre De Bruyne e chiude Silva, doppietta Benzema
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
22:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Manchester City-Real Madrid 4-3 (2-1) nella semifinale di andata della Champions League.
A segno per i padroni di casa De Bruyne (2′) Jesus (11′), Foden (53′) e Bernardo Silva (74′).
Spagnoli in gol con Benzema (33′ e 82′ su rigore) e Vinicius Júnior (55′).
Partita di ritorno a Madrid il 4 maggio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ethiad stadium come una giostra del gol, che al triplice fischio finale, al termine di una partita sontuosa per talento ed emozioni, intensità e ritmo stellare, premia meritatamente il City: ma il poker rifilato ad un Real Madrid mai domo, non basta ai Citizens per ipotecare la seconda finale consecutiva di Champions League.
Il verdetto finale di questa sfida stellare, che si è chiusa a Manchester 4-3 per i padroni di casa, è dunque rinviato tra una settimana al Bernabeu.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’avvio di gara dei Citizens è una scarica di adrenalina che tramortisce il Real Madrid.
Mentre a bordo campo Pep Guardiola si dilunga in un caloroso abbraccio con l’amico Carlo Ancelotti, in campo i suoi giocatori furoreggiano come indemoniati. E non passano neppure due minuti che sono già avanti. Spunto sulla destra di Riyad Mahrez che taglia indisturbato la difesa madridista, sul suo cross puntuale l’inzuccata di Kevin de Bruyne per la sua 15esima rete stagionale, che gli vale la più rapida marcatura di sempre in una semifinale di Champions League (73 secondi). Inerme e frastornato, il Real non sa reagire, il City è implacabile nell’infierire. Questa volta l’azione si sviluppa sulla sinistra, la finezza di Phil Foden libera Kevin de Bruyne, che centra basso: David Alaba indugia nel liberare, ne approfitta Gabriel Jesus per il raddoppio. Mai il Real aveva subito due gol nei primi 11 minuti di una partita di Champions.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Solo allora – avanti di due gol – i padroni di casa rifiatano, eppure sono ancora loro le occasioni migliori. Due, in rapida successione, come le loro vertiginose ripartenze: ma prima Riyad Mahrez quindi Foden sono troppo egoisti quanto imprecisi. Immeritatamente graziato, al Real basta così una manciata di minuti per ribaltare l’inerzia del confronto. A suonare la carica non può che essere Karim Benzema, alla 600esima partita con la maglia delle merengues. Alla mezz’ora il francese imbecca per Alaba che incorna di poco fuori. Quindi con una deviazione volante, sul traversone di Ferland Mendy, Benzema timbra il 16esimo gol nelle ultime 12 uscite con il Madrid.
Il City accusa il colpo e rischia subito anche il clamoroso pareggio: diagonale di Rodrygo, Ederson si salva in angolo. Non cambia l’inerzia della partita nella ripresa, che si apre con il palo colpito da Mahrez: sulla ribattuta di Foden, salva a porta vuota un provvidenziale Dani Carvajal. Il copione è il solito: Real guardingo rintanato nella propria trequarti, City padrone del campo con il suo fraseggio insistito. Strameritato, dopo 7′, arriva il tris: cross dalla sinistra di Fernandinho, inzuccata di Foden. Ma quando la sfida sembra finalmente sbilanciarsi dalla parte degli inglesi, ecco la nuova zampata del Real: palla al piede per tutta la metà campo del City, Vinicius Junior non sbaglia davanti a Ederson. Le mille vite del Real, che subisce la rete di Bernardo Silva ma accorcia dal dischetto con il solito Benzema, al 41esimo centro di questa strepitosa stagione. Finisce così 4-3 tra emozioni e occasioni sprecate soprattutto dal City: tutto rimandato al 4 maggio a Madrid per il discorso qualificazione alla finalissima di Champions League.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: stop definitivo campionato calcio, titolo non assegnato
Shakhtar primo in classifica a inizio guerra accede a Champions
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
23:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I club ucraini, riuniti oggi in assemblea generale, hanno deciso di terminare anticipatamente la stagione del campionato di calcio, sospeso a febbraio a causa dell’offensiva russa in Ucraina, senza assegnare il titolo di campione.
Lo ha annunciato la Lega ucraina.

“La classifica al 24 febbraio 2022 sarà la classifica finale per la stagione 2021-2022 e non verrà assegnato alcun titolo”, ha scritto la Premier League ucraina (UPL) in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web.
“Questa decisione è stata sottoposta all’approvazione del comitato esecutivo della federazione calcistica ucraina”, ha affermato l’UPL.
Lo Shakhtar Donetsk, leader del campionato davanti alla Dinamo Kiev al momento dell’interruzione del campionato, quindi non vince il titolo di campione ma dovrebbe ottenere il primo posto di qualificazione con l’accesso ai turni preliminari di Champions League, così come come la Dinamo, seconda.
L’invasione dell’Ucraina lanciata il 24 febbraio da Mosca ha impedito la ripresa del campionato ucraino al termine della pausa invernale, costringendo, ad esempio, i giocatori dello Shakhtar Donetsk all’esilio fuori dai confini del Paese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Ancelotti, bravi a reagire, nessuno come Benzema
Tecnico Real Madrid: ‘ora la qualificazione è molto aperta’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2022
23:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Poteva andare meglio o peggio, è stata davvero una bella partita, di grande qualità, con qualche errore e tanti gol.
Se devo guardare il bicchiere mezzo vuoto, va detto che abbiamo preso 4 gol su errori individuali”.
Il tecnico del Real Madrid Carlo Ancelotti commenta così la semifinale di andata di Champions con il Manchester City terminata 4-3 per gli inglesi tra spettacolo e gol segnati e sprecati. “Abbiamo anche iniziato male come approccio, ma – aggiunge Ancelotti a Sky – poi siamo stati bravi a reagire e a stare in partita, tenendo molto aperta la qualificazione.
Abbiamo sofferto le loro giocate tra le linee, mentre con la palla tra i piedi abbiamo fatto molto bene. Benzema? Non so se vincerà il Pallone d’oro, ma non c’e nessuno con le sue qualità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference L.: Leicester ostacolo per la Roma verso la finale
Inglesi imbattuti in casa, giallorossi sempre a segno fuori
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
10:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Domani sera, al King Power Stadium, la Roma gioca l’andata delle semifinali di Conference League contro il Leicester e parte, secondo gli esperti Sisal, in svantaggio visto che la formazione inglese è favorita a 2,30 rispetto al 3,20 dei gialorossi, con il pareggio vicinissimo a 3,25.
Totale equilibrio per il passaggio del turno, visto che entrambe le formazioni sono offerte a 1,90.
I ragazzi di Rodgers in casa sono imbattuti in Europa, ma concedono molto in fase difensiva, mentre la Roma ha sempre segnato lontano dall’Olimpico: la Combo Goal + Over 2,5, in quota a 2,05, è nelle corde della sfida.
Nell’altra semifinale di Conference League, il Feyenoord ospita l’Olympique Marsiglia. Il Feyenoord parte avanti, secondo gli esperti Sisal, a 2,20 contro il 3,20 del Marsiglia con il pareggio offerto a 3,50. Transalpini leggermente favoriti, a 1,80 contro il 2,00 dei biancorossi, per il passaggio del turno.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina: Commisso incontro a cena con Infantino
Il patron viola ha spiegato al presidente Fifa le sue idee
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
27 aprile 2022
12:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rocco Commisso ha incontrato il presidente della Fifa Gianni Infantino per illustrare e spiegare le proprie idee e valutazioni per ”un calcio sostenibile e trasparente”.
A comunicarlo la Fiorentina attraverso i propri canali.
Il proprietario e presidente viola ha cenato sabato scorso a Manhattan con il numero uno della Fifa il quale, spiega ancora la nota che ha diffuso anche una immagine dei due, si è complimentato per gli investimenti fatti dal suo ingresso nel calcio italiano e per la costruzione del Viola Park, il futuro centro sportivo delle squadre maschili, femminili e giovanili.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Nasce Premio Pablito per capocannoniere Serie B
Trofeo intitolato a Paolo Rossi; Balata,di ispirazione per tutti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
12:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il premio “Pablito” al capocannoniere Serie B.
Da quest’anno il bomber della cadetteria riceverà il trofeo intitolato a Paolo Rossi, un riconoscimento importante che ricorda probabilmente il miglior attaccante della storia del calcio italiano e che lo rappresenta mentre alza le braccia al cielo “così come voleva essere ricordato”, racconta Federica Cappelletti, vedova di Rossi.
“Oltre ad essere un grandissimo campione che ha scritto pagine straordinarie, è stato anche un giovane partito dalla Serie B – ricorda il presidente Mauro Balata nella conferenza stampa di presentazione – che ha fatto poi una carriera meravigliosa. Può essere un motivo di stimolo per noi come Lega, sia per gli stessi calciatori”.
“Paolo sarebbe stato molto orgoglioso di questo premio. Era molto orgoglioso delle sue origini, del fatto che dalla B era arrivato a conquistare le vette più alte. Ripeteva sempre ai ragazzi – spiega Federica Cappelletti – di metterci determinazione, coraggio, senza arrendersi mai anche nei momenti difficili come ha fatto Paolo. E’ un premio che rispecchia molto il carattere di Paolo e i valori che lui voleva trasmettere”. Il capocannoniere della Serie B avrà dunque il premio ‘Pablito’ al termine del campionato, senza contare i playoff.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League, un pari d’oro per la Roma a Leicester
Segna Pellegrini, poi autogol di Mancini, si decide tutto all’Olimpico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
12:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Finisce in pareggio la prima sfida tra l’allievo, Brendan Rodgers, e il maestro José Mourinho nel match di andata a Leicester per le semifinali della neonata Conference League.
La Roma passa in vantaggio dopo solo un quarto d’ora con capitan Pellegrini e tiene l’1-0 fino a metà della ripresa quando si fa male Mkhitaryan: i giallorossi perdono così terreno ed equilibrio venendo ripresi poco dopo con l’autogol di Mancini propiziato da Lookman.
Un 1-1 in terra inglese che sorride più allo Special One che al suo ex assistente ai tempi del Chelsea e fa felici i tanti tifosi romanisti sbarcati al City Stadium memori delle tante brutte figure collezionate dalla loro squadra Oltre Manica. Confermato l’undici atteso alla vigilia per i Giallorossi, con Zaniolo al fianco di Abraham, il centrocampista che si accomoderà in panchina sarà Sergio Oliveira. Confermato il recupero di Bryan Cristante. Nel 4-3-3 del Leicester presente Vardy, recuperato all’ultimo momento da Rodgers. In difesa, spazio all’ex atalantino Castagne. Pronti via con i primi dieci minuti tutti targati Leicester che sembra padrone del campo almeno in avvio con la Roma subito in difficoltà. Poi però i giallorossi prendono campo e soprattutto coraggio con Zaniolo e Abraham molto attivi.
E così al quarto d’ora la ‘banda’ di Mourinho pasa in vantaggio grazie a capitan Pelegrini: ancora una volta è Zalewski ad ispirare in area per il taglio del numero 7 romanista, sinistro rasoterra sul primo palo che si infila sotto le gambe di Schmeichel e finisce in rete per l’1-0. Passata in vantaggio la Roma controlla il gioco fino alla mezz’ora quando gli inglesi ricominciano a spingere andando vicini al pari in due occasioni prima con Lookman e poi con Vardy e Maddison. Il Leicester continua a mantenere il predominio territoriale per tutto il resto del primo tempo, ma la difesa giallorossa regge bene chiudendo la prima frazione avanti. La ripresa comincia con la formazione di Brendan Rodgers all’arrembaggio alla ricerca del pari: rischio grandissimo per la Roma che lascia Lookman tutto solo dentro l’area piccola, per fortuna dei giallorossi il numero 37 inglese spedisce alto sopra la traversa da pochi passi. Mentre Vardy e compagni continuano a premere si fa male Mkhitaryan, Mourinho è costretto al cambio, spazio a Veretout. Anche Rodgers si affida a forze fresche e proprio Harvey Barnes appena entrato dà il via all’azione che porta i suoi all’1-1: errore nell’anticipo di Ibañez che inavvertitamente serve il passaggio di ritorno a Barnes, il numero 7 se ne va sulla sinistra e crossa forte nell’area piccola dove Mancini nel tentativo di anticipare Lookman devia nella sua porta. Raggiunta sul pari la squadra di Mourinho si rimette ad attaccare lasciando il fianco alle pericolose ripartenze dei padroni di casa. A 10′ dal termine i giallorossi sfiorano il nuovo vantaggio: gestione bellissima del pallone di Abraham che da solo si porta dietro tutta la difesa di casa, col tacco poi premia l’inserimento di Sérgio Oliveira, destro potente sul primo palo dove riesce a deviare Schmeichel. La Roma continua a provarci fino alla fine ma termina così con un pareggio d’oro per Abraham e compagni in attesa del ritorno il 5 maggio in un Olimpico già sold out a sognare la finalissima a Tirana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne:professionismo, Malagò’momento più unico che raro’
Salis: ‘E’ tema immenso, politica non pensi sia risolto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
13:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Faccio i complimenti a Gravina per l’ufficialità del professionismo nel calcio femminile, è un momento più unico che raro”.
Lo ha detto Giovanni Malagò, numero uno del Coni, nella conferenza stampa post giunta federale.
“Ora bisogna capire come si procede, c’è uno stanziamento statale per supportare il progetto. Bravo calcio, ma è abbastanza insostenibile pensare che la 21esima giocatrice della squadra più scarsa del campionato femminile riceva uno stipendio minimo, e altre atlete come la Goggia o la Egonu non siano professioniste”. Gli fa eco Silvia Salis, vice presidente vicario del Coni: “Oggi è stata una giornata epocale, ma il lustro del calcio non faccia derubricare il concetto di professionismo sportivo”. La Salis ribadisce infatti di come questo sia “un tema immenso”, dove “il mondo sportivo si gioca tantissimo: la politica non deve pensare che il problema del professionismo femminile sia risolto, o che il peso debba essere sostenuto dalle singole federazioni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Venezia esonera il tecnico Zanetti
L’allenatore aveva portato nella massima serie i lagunari
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
27 aprile 2022
16:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Venezia ha esonerato il tecnico Paolo Zanetti.
Alla vigilia della partita con la Juventus, la dirigenza lagunare ha ritenuto di sollevare dal ruolo l’allenatore che aveva portato in serie A il Venezia dopo una corsa inaspettata.
Il club ha disputato un girone di andata quest’anno che l’aveva portato a lottare per la salvezza, mentre nel girone di ritorno ha realizzato solo cinque punti. La squadra è ora all’ultimo posto della classifica, a sei punti dalla quartultima (con una partita in meno, il recupero contro la Salernitana).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A Venezia via Zanetti, è il nono esonero in Serie A – Sport
Prima del tecnico dei lagunari a febbraio Colantuono lasciò la Salernitana
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La società fa sapere in una nota di voler “ringraziare il tecnico per aver scritto una magnifica pagina della storia arancioneroverde con la promozione in Serie A dello scorso anno”. Con Zanetti “sono stati sollevati dall’incarico anche l’allenatore in seconda Alberto Bertolini, l’assistente Nicola Beati e il preparatore Fabio Trentin, a cui vanno i ringraziamenti della società per la collaborazione in queste due stagioni”. Per il presidente Duncan Niederauer: “Come abbiamo detto nei giorni scorsi, tutti condividiamo il merito dei successi della scorsa stagione, e tutti dobbiamo assumerci la responsabilità dei fallimenti di questa stagione. È anche chiaro che dobbiamo fare del nostro meglio per lottare con tutti i nostri mezzi – rileva – fino alla fine della stagione, e fare tutto ciò che pensiamo sia necessario per realizzare questo miracolo. I nostri fan non meritano nulla di meno”. Partendo da queste considerazioni, “abbiamo chiesto a Paolo Zanetti e al suo staff di fare un passo indietro per il resto della stagione – osserva il presidente -. Abbiamo passato momenti belli e brutti insieme, e abbiamo costruito un buon rapporto. Questi avvicendamenti sono normali nel mondo del calcio. Per le restanti cinque partite, abbiamo chiesto ad Andrea Soncin di guidare la squadra. Andrea conosce molto bene la società e i giocatori, e secondo noi ha fatto un ottimo lavoro con la Primavera in questa stagione”. Soncin è consapevole “che si tratta di una soluzione temporanea, fino alla conclusione della stagione – prosegue la nota -. Capisce anche che stiamo chiedendo a lui e ai giocatori di provare a fare un miracolo. Non abbiamo nulla da perdere e impareremo molto sulla nostra squadra dal modo in cui finiremo la stagione. Con questo cambiamento, ora tocca ai giocatori dimostrare che sono pronti a fare la loro parte. La responsabilità del nostro rendimento in questa stagione è anche loro – conclude Niederauer – e come ci comportiamo da ora fino alla fine della stagione dipende interamente da loro. Niente alibi. Niente scuse.”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli;De Laurentiis, chiedo scusa a tifosi per ko Empoli
‘Ho parlato con Mertens per rinnovo, Kvaratskhelia primo colpo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
27 aprile 2022
14:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Chiedo scusa a tutti i tifosi del Napoli per la bruttissima sconfitta di Empoli.
Il rinnovo di Mertens? Ieri sono stato a casa sua, ci siamo dati appuntamento al termine della stagione, ma lui ama Napoli e il Napoli”.
Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis affida a Radio Kiss Kiss le sue reazioni dopo l’intensa giornata di ieri durante la quale ha seguito l’allenamento degli azzurri a Castel Volturno, si è poi recato a casa di Dries Mertens e infine ha cenato assieme a Spalletti e alla squadra in un ristorante di Pozzuoli.
L’intervista a De Laurentiis andrà in onda questa sera alle ore 21 ma l’emittente radiofonica ha diffuso alcune anticipazioni.
”Mi è venuto un moto di stizza a vedere quei 10 minuti di follia finale. Il ritiro – ha detto De Laurentiis – appartiene a un calcio vecchio, arcaico, ma è una cosa che nasce di getto, dettata dalla rabbia”.
Il presidente ha infine confermato a Radio Kiss Kiss che il primo acquisto per la prossima stagione è stato già definito. Si tratta del giovane georgiano Kvaratskhelia della Dinamo Batumi.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference, Rodgers: ‘Leicester al top per battere la Roma’
‘Mourinho? Provo solo ammirazione per lui’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
20:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per arrivare in finale dobbiamo lavorare molto duramente, come abbiamo fatto nelle altre due partite.
Abbiamo di fronte un grande allenatore e giocatori fantastici.
Dovremo essere al meglio”. Lo ha detto Brendan Rodgers, allenatore del Leicester, alla vigilia della sfida di Conference League con la Roma. “Mourinho è un grande della nostra generazione – ha continuato – Quando ho cominciato ad allenare nell’estate del 2004, e Jose era lì, tutti volevano essere come lui. Non ho altro che ammirazione per lui e anche se nel tempo ci siamo allontanati, non dimenticherò mai quello che ho imparato da lui come allenatore”. Il focus di Rodgers poi torna sul match di domani: “Può dare un vantaggio, ma non è decisivo come abbiamo già dimostrato. È importante riuscire a portare un risultato per il ritorno. Ma vogliamo portare il nostro ritmo, il nostro calcio e usare il pubblico. Saranno così importanti”. Infine sulle condizioni di Vardy: “Non sono sicuro che possa giocare 90 minuti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A Venezia via Zanetti, è il nono esonero in Serie A
Prima del tecnico dei lagunari a febbraio Colantuono lasciò la Salernitana
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
16:05
APPROFONDIMENTO
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Con l’annuncio ufficiale da parte del Venezia Paolo ZANETTI è il nono tecnico a lasciare la sua panchina in Serie A in questa stagione.
L’ultimo prima dell’allenatore dei lagunari era stato lo scorso 15 febbraio Stefano COLANTUONO esonerato dalla Salernitana per far posto a Davide Nicola: una scelta quella dei campani che si è rivelata azzeccata visto che i granata sono ancora ancora in piena lotta per la salvezza grazie ad una serie di risultati positivi ottenuti nelle ultime giornate.

Prima di Colantuono a la sciare una panchina della massima serie era stato, il 17 gennaio, Roberto D’AVERSA alla Sampdoria, che il giorno stesso aveva richiamato in panchina Marco Giampaolo.
Due giorni prima, sempre a Genova ma sponda rossoblù, era toccato a Andriy SHEVCHENKO, sostituito dal tedesco Alexander Blessin, dopo il ‘no’ di Bruno Labbadia.
Il 7 dicembre scorso l’Udinese ha esonerato Luca GOTTI, affidando la guida tecnica della prima squadra a Gabriele Cioffi, una nomina ad ‘interim’ che ancora resiste.
I primi cambi di panchina in A sono entrambi successivi alla 3/a giornata: Leonardo SEMPLICI del Cagliari ed Eusebio DI FRANCESCO del Verona, sostituiti rispettivamente da Walter Mazzarri e da Igor Tudor. Ancora la Salerniatana, dopo l’8/a giornata, aveva licenziato Fabrizio CASTORI per prendere Colantuono.
Davide BALLARDINI ha terminato la quarta esperienza al Genoa dopo la 12/a giornata. Per rimpiazzarlo era stato scelto l’ex Pallone d’Oro Shevchenko.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: la Roma è partita per l’Inghilterra
Domani attesa da gara andata semifinale contro il Leicester
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 aprile 2022
16:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Roma è in volo per l’Inghilterra, dove domani incontreràil Leicester nella gara di andata della semifinale di Conference League.
I giallorossi sono partiti dall’aeroporto di Fiumicino alle 16.20 con un volo charter della compagnia aerea Neos diretto alla volta dello scalo di East Midlands.
Mourinho, giocatori e staff erano arrivati in pullman al Terminal 5 dello scalo romano, da dove poi si sono imbarcati sul volo, dove all’esterno hanno trovato alcuni tifosi a salutarli ed a sostenerli. L’allenatore ed Abraham si sono intrattenuti brevemente con loro per foto ricordo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne: aggressione a Hamraoui, arrestato un sospetto
Alta tensione in spogliatoio del Psg e rissa nell’allenamento di sabato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
16:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia francese ha arrestato un sospetto per l’aggressione in strada lo scorso novembre ai danni della calciatrice del Paris Saint-German Kheira Hamraoui.

L’ex Barcellona venne colpita alle gambe con una sbarra di ferro mentre tornava da una cena da due uomini incappucciati e rimase fuori dai campi per due lunghi mesi.
Si trattò di un caso che sconvolse il club parigino e la stessa opinione pubblica francese visto, Aminata Diallo, anche lei giocatrice del PSG e compagna di Hamraoui, venne sospettata di essere la mandante dell’aggressione per una presunta rivalità in squadra dove entrambe corrono per lo stesso ruolo di centrocampo: trattenuta per ore dalla polizia e interrogata per il suo presunto coinvolgimento ha sempre respinto le accuse.
Una fonte vicina al caso ha rivelato che l’uomo arrestato era un “amico” di Aminata Diallo arrestata all’epoca dei fatti e poi rilasciata. La polizia ritiene che il sospetto arrestato, descritto come “noto dalla polizia”, ;;possa aver avuto un ruolo nell’aggressione.
Secondo quanto emerso, il rapporto di Hamraoui con molte delle sue compagne di squadra è peggiorato perché la incolpano per l’arresto di Diallo. E sabato scorso, secondo una fonte vicina al club, si è verificata una nuova rissa durante l’allenamento del Psg femminile tra diverse giocatrici e Hamraoui.
Hamraoui non era nella rosa del Psg per l’andata della semifinale di Champions League contro il Lione domenica e non si unirà all’allenamento del club questa settimana né giocherà la gara di ritorno sabato. Il mese scorso, l’avvocato di Hamraoui, Said Harir, ha scritto al PSG per denunciare “una campagna di molestie e denigrazione”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve; De Sciglio escluse lesioni, solo affaticamento
Allarme rientrato per il difensore bianconero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 aprile 2022
16:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allarme rientrato in casa Juventus per Mattia De Sciglio.
Il difensore, dopo i problemi muscolari accusati a Reggio Emilia contro il Sassuolo, si è sottoposto ad esami strumentali e sono arrivate buone notizie.
Gli accertamenti “hanno escluso lesioni muscolari ed evidenziato un affaticamento a carico della coscia destra, le sue condizioni verranno monitorate di giorno in giorno” fa sapere il club in una nota ufficiale. La squadra bianconera ha così cominciato la preparazione in vista della gara contro il Venezia fissata per domenica primo maggio alle 12.30 allo Stadium.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rangnick, Champions ormai un miraggio per lo United
Manager tedesco, ma dobbiamo finire stagione al meglio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
17:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quarto posto in campionato è un miraggio ma il Manchester United, reduce da due pesanti sconfitte con Liverpool e Arsenal e con molti giocatori chiave indisponibili per infortunio, deve “finire la stagione nel miglior modo possibile, cercando di tenere alto il livello delle prestazioni”.
Così il manager dei Red Devils, Ralf Rangnick, alla vigilia del match di Premier League col Chelsea all’Old Trafford.
Lo United è sesto in classifica a -6 dal quarto posto ma è a rischio di restare fuori anche dalla Europa League.
“Dobbiamo essere realistici. Non credo che abbia senso speculare ancora sulla Champions – ha detto l’allenatore ad interim in conferenza stampa -. Anche se vinciamo tutte e quattro le partite che restano, il quarto posto non dipende da noi. Ma è nelle nostre mani invece il modo in cui giochiamo.
Anche per la prossima stagione è importante finire questa nel miglior modo possibile”. Il tedesco, che rimarrà a Manchester come consulente dopo l’arrivo in panchina dell’attuale tecnico dell’Ajax, Erik ten Hag, ha detto che lo United resta una destinazione attraente per i giocatori: “Con un nuovo approccio, con un nuovo allenatore e il modo in cui vuole giocare, questo è ancora un club estremamente interessante. Non vedo l’ora di aiutare sia Erik che il club, e tutti nel club, a ottenere il meglio e cambiare l’intero approccio di nuovo la prossima stagione in modo che lo United possa tornare ad essere un top club”.
Intanto, domani contro la squadra terza in classifica mancheranno il capitano Maguire, Pogba, Cavani, Shaw, Fred, Sanch e probabilmente anche Wan-Bissaka, e Rangnick dovrà schierare vari elementi delle giovanili.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pnrr: 500 manifestazioni interesse per Sport e inclusione
Vezzali, al lavoro per avviare maggior numero cantieri possibile
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
17:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
All’esito della chiusura degli avvisi del Pnrr Sport e Inclusione sociale, il Dipartimento per lo Sport comunica che sono giunte circa 500 manifestazioni di interesse.
Il tasso di partecipazione degli enti coinvolti è stato pressoché totale e ha compreso il 91% delle federazioni sportive, di cui il 100% delle federazioni paralimpiche, e il 97% dei Comuni aventi diritto.

“La piena partecipazione degli enti interessati e il gioco di squadra messo in campo mi riempiono di grande soddisfazione – le parole della sottosegretaria allo Sport, Valentin Vezzali -. Ora subito al lavoro per analizzare la documentazione ricevuta e avviare il maggior numero di cantieri possibile al fine di consentire a un sempre più crescente numero di persone lo svolgimento di una sana pratica sportiva in ambienti adeguati e funzionali, in coerenza con la riforma in atto che inserirà le attività sportive nella carta costituzionale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Falso flirt Nara-Brozovic: lei, da lì distacco Icardi-Inter
Moglie e procuratrice in processo a Corona, ‘sofferenze per noi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 aprile 2022
18:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Da quell’articolo “che riportava tutte cose non vere sono cominciati i problemi e Mauro poi ha dovuto cambiare squadra, l’Inter gli aveva fatto pesare anche questa situazione, gli era stato detto che doveva anche cambiare procuratore, che non doveva avere più una procuratrice donna”.
Lo ha raccontato Wanda Nara, moglie e procuratrice di Mauro Icardi, ex attaccante nerazzurro e ora al Paris Saint-Germain, testimoniando come parte civile nel processo milanese per diffamazione a carico dell’ex ‘re dei paparazzi’ Fabrizio Corona per un ‘pezzo’ del febbraio del 2019 sul suo sito ‘King Corona Magazine’ intitolato ‘Mauro Icardi divorzia da sua moglie – Wanda Nara ha tradito il suo compagno con Marcelo Brozovic’.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

L’uscita di quell’articolo, ha spiegato Nara, ex showgirl argentina, davanti al giudice Elisabetta Canevini della quarta penale, ha creato “sofferenze e patimenti in famiglia” anche perché “io ho 5 figli che andavano a scuola qua a Milano in quel periodo”. E da quel momento, ha aggiunto, “iniziò anche il distacco grande” tra Icardi “i tifosi, il club e dirigenti”. E ancora: “Noi siamo una famiglia tradizionale e questa storia ci ha portato problemi dentro la famiglia e fuori dalla famiglia”. E ha voluto sottolineare che è “ancora la procuratrice di mio marito, anche se non è facile essere una procuratrice donna”. Lasciando l’aula Nara ha detto ai cronisti che da questo processo si attende “giustizia” e che per lei e Icardi “Milano è la nostra casa”. Nella prossima udienza del 25 maggio saranno sentiti Brozovic, anche lui parte civile assistito dall’avvocato Danilo Buongiorno, Icardi, parte civile come Nara e sempre col legale Giuseppe Di Carlo, e pure Ivan Perisic, anche lui centrocampista dell’Inter e testimone.
La Procura aveva chiesto inizialmente l’archiviazione dell’indagine, ma Brozovic, assistito dall’avvocato Buongiorno, si è opposto e si è arrivati così al processo a carico dell’ex agente fotografico, difeso dal legale Ivano Chiesa. Tra l’altro, è in corso a Milano anche un altro processo a tre giornalisti accusati di aver diffuso la notizia della relazione tra Nara e Brozovic, falsa per entrambi. Hanno querelato e si sono costituiti parti civili, come lo stesso Icardi. “Nessuno poteva capire da dove avessero tirato fuori questa storia non vera – ha detto Nara – all’epoca già da 6 anni stavo con mio marito, non ho mai nemmeno avuto il numero di Brozovic, non era nemmeno una persona che frequentavamo come succede tra gli amici in una squadra e invece nell’articolo si parlava di messaggi tra me e lui”. La testata web di Corona scrisse pure che Brozovic aveva subito “aggressioni violente” da Icardi. “Icardi era il capitano della squadra – ha spiegato Nara – lui non è mai stato aggressivo con nessuno”. Quella notizia fu “ripresa su tante testate online, anche in Argentina, ha volato per tutto il mondo e io potevo dire solo che non era vera”. Una situazione, ha ribadito, che “ci ha fatto soffrire, io ero la sua procuratrice, e lo sono ancora, e gli ho dovuto cercare una squadra, lui lì non stava più bene”. E a domanda precisa dell’avvocato Buongiorno, Nara ha affermato di non aver “mai avuto” una relazione con Brozovic. Il legale di Corona, invece, “da interista” le ha domandato: “Ma non è accaduto che gli hanno tolto la fascia di capitano per motivi tecnici legati al suo rendimento?”. E lei: “No, penso di no”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Clivense di Pellissier raccoglie oltre 150mila euro
Lanciato crowdfunding, soldi in cassa in meno di un’ora
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
27 aprile 2022
18:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ bastata meno di un’ora alla FC Clivense di Verona, la società fondata dall’ex capitano del Chievo Sergio Pellissier, per superare l’obiettivo minimo di 150mila euro del crowdfunding.
Le sottoscrizioni sono state avviate oggi e ci sono ancora 49 giorni a disposizione per raggiungere quota un milione di euro ritenuta necessaria in vista dell’iscrizione al prossimo campionato di serie D.
Al momento sono state raccolte una novantina di sottoscrizioni per circa 190mila euro. La Clivense è stata fondata in questa stagione con l’iscrizione al campionato di 3/a categoria, il primo scalino del calcio dilettantistico. La società ambisce ad acquisire il titolo di serie D prima del campionato 2022/2023 e a ritornare in Serie B entro il 2027.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Fernandinho “a Madrid City non cambia,lì per vincere”
“Cercheremo però di difendere meglio e non dare loro occasioni”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
18:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Manchester City non cambierà tattica al Santiago Bernabeu, nel ritorno della semifinale di Champions League, e cercherà ancora di attaccare il Real Madrid come avvenuto ieri all’Ethiad Stadium.
Lo annuncia il difensore dei Citizens Fernandinho, tra i protagonisti della emozionante partita di ieri sera, conclusasi 4-3 per i padroni di casa, consci che il Real ha già saputo eliminare in rimonta il Paris Saint-Germain e il Chelsea.

“Andremo lì per cercare di vincere la partita – ha detto il 36enne nazionale brasiliano -, cercando di giocare come stiamo facendo finora. Cercheremo di tenere la palla il più possibile, di creare occasioni, di far loro male il più possibile e ovviamente essere un po’ più intelligenti, difendere meglio e non concedere alcuna occasione. Fernandinho ha ammesso che il City è rimasto deluso per aver subito tre gol e aver mancato tante occasioni per chiudere la sfida, ma ha sottolineato che la squadra è ora concentrata sul match di sabato prossimo a Leeds in Premier League, visto che è ancora impegnata nel serrato duello per il titolo con il Liverpool, mentre il Real lo stesso giorno può chiudere il discorso campionato con quattro turni di anticipo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Bologna-Inter 2-1, Atalanta-Torino 4-4
Nel primo tempo gol di Perisic e Arnautovic, nella ripresa rete di Sansone dopo una papera di Radu
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
14:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna-Inter 2-1 (1-1)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta-Torino 4-4 (2-2)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Harakiri Inter: al Dall’Ara spreca l’occasione che può costare lo scudetto, con quattro giornate ancora da giocare.
Nella notte in cui il club campione d’Italia sognava il sorpasso sul Milan, arriva la disfatta che non ti aspetti: colpa di una papera di Radu, il secondo portiere chiamato a sostituire all’ultimo Handanovic. Su rimessa laterale liscia il rinvio, regalando il più facile dei gol vittoria a Sansone. A fine gara il portiere lascia il campo in lacrime, consolato dai compagni. E’ un ko che fa malissimo, perché l’Inter era partito forte, trovando il vantaggio dopo tre minuti con Perisic nel rematch del Dall’Ara, saltato lo scorso 6 gennaio a causa del Covid e della decisione dell’Asl di mettere in quarantena i padroni di casa del Bologna alla vigilia della sfida. Sono seguiti i ricorsi dell’Inter per ottenere il 3-0 che a nulla hanno portato se non a un rematch che conferma il Bologna arbitro imparziale della lotta scudetto: dopo aver strappato un punto a Milan e Juventus, ne prende tre con l’Inter, che resta all’inseguimento. Sorpresa al calcio d’inizio in casa nerazzurra: oltre al portiere titolare out anche Bastoni, non al meglio nel corso del riscaldamento, al loro posto Radu tra i pali e Dimarco nei tre centrali. Poi solo Inter, che pare mettere la partita in discesa al pronti via: al 3′, su rimessa laterale da sinistra, Perisic taglia alle spalle dei difensori, prende palla, salta Theate scambiando con un compagno, tunnel a Barrow e bolide nel sette per il vantaggio. L’Inter domina e sfiora il gol a più riprese con Lautaro e Dumfries, che si divorano tre occasioni non trovando la porta, complici anche un paio di provvidenziali chiusure di Soumaoro e Medel.

Il Bologna non c’è, fino al minuto 29, quando l’ex Arnautovic riesce a far salire la squadra, scarica a Barrow e prende posizione in area, per sovrastare Dimarco sul cross proprio di Barrow per il colpo di testa dell’1-1. Inzaghi lamenta un fallo di Soriano su Perisic sul recupero palla dei rossoblù, ma Doveri, che adotta un metro all’inglese convalida, ammonendo il tecnico interista per proteste. E’ il gol che cambia il match, con il Bologna che tenta il bis sullo stesso asse, senza riuscirci. L’Inter riprende l’assalto nella ripresa, con i tiri da fuori di Brozovic e Dimarco che trovano pronto Skorupski, miracoloso al 10′ sul colpo di testa di Correa su corner, il Bologna risponde con il contropiede Arnautovic-Barrow, che vede il gambiano sparare alto dal limite. L’Inter non sfonda, complici anche un paio di provvidenziali chiusure di Theate e Medel su Dumfries e Brozovic e allora Inzaghi cambia: dentro Dezko e Sanchez per Correa e Barella, che la prende male ed esce senza nascondere tutto il suo disappunto. Cala il tridente, Inzaghi, ma l’Inter perde equilibri e un minuto dopo, sempre sull’asse Barrow-Arnautovic è il Bologna ad avere il contropiede del vantaggio, ma l’austriaco si perde sul più bello. La partita si innervosisce: arriva il rosso al collaboratore tecnico nerazzurro Spicciarello, che si becca con Theate, e il giallo a Calhanoglu (diffidato, salterà l’Udinese. In casa Inter cresce l’ansia che costa carissimo: perché al minuto 37′ su rimessa laterale, Radu regala il vantaggio ai padroni di casa, con una papera simile nella dinamica a quella di Meret domenica a Empoli, e a quella di Buffon, lunedì a Perugia. Due minuti dopo Dominguez salva sulla linea su D’Ambrosio, l’Inter si deve arrendere e il portiere esce in lacrime.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’altro match delle 20.15, Atalanta e Torino hanno pareggiato 4-4. Granata in vantaggio subito con Sanabria, poi il pareggio su rigore di Muriel e i raddoppio di De Roon, ma sempre dal dischetto i granata con Lukic si sono portati sul 2-2. L’equilibrio si rompe nella ripresa, con un nuovo rigore trasformato da Lukic e un’autorete di Freuler. L’Atalanta accorcia con Pasalic e ancora su rigore e du nuovo con Muriel raggiunge il 4-4.
I GOL
GOL! BOLOGNA-Inter 2-1 all’81’! Rete di Sansone. Clamoroso errore di Radu in disimpegno che fa sfilare il pallone su un retropassaggio, ne approfitta Sansone che a porta vuota mette dentro.
GOL! ATALANTA-Torino 4-4 all’83’! Segna Luis Muriel su rigore!
GOL! ATALANTA-Torino 3-4 al 78′! Rete di Mario Pašalić, che sfrutta il passaggio filtrante di Muriel, si beve Lukic e buca Milinkovic-Savic.
GOL! Atalanta-TORINO 2-4 al 67′! Autorete di Remo Freuler, che sbaglia l’intervento sul cross del Toro e se la mette nella sua porta.
GOL! Atalanta-TORINO 2-3 al 63′! Rete di Saša Lukić, che tira ancora in maniera esemplare il calcio di rigore.
GOL! Atalanta-TORINO 2-2 al 36′! Rete di Saša Lukić, che tira il rigore in maniera perfetta: Musso intuisce, ma non basta.
GOL! BOLOGNA-Inter 1-1 al28′! Rete di Marko Arnautović. Cross dal vertice d’area sinistro di Barrow sul secondo palo per il colpo di testa perfetto di Arnautovic che pareggia.
GOL! ATALANTA-Torino 2-1 al 23′! Gol di Marten De Roon, che sfrutta alla grande il corner battuto da Muriel per far partire un destro sotto l’incrocio.
GOL! ATALANTA-Torino 1-1 al 17′! Rete di Luis Muriel su rigore. Tiro freddo e centrale, spiazzato Milinkovic-Savic!
GOL! Atalanta-TORINO 0-1 al 4′! Rete di Antonio Sanabria, che sfrutta al meglio l’assist di Praet per confezionare da pochi metri la rete del vantaggio ospite.
GOL! Bologna-INTER 0-1 al 3′! Rete di Ivan Perišić. Grande azione dell’esterno croato che da destra, su passaggio di Barella, si accentra e libera il tiro da fuori area che sorprende e batte Skorupski, Inter in vantaggio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Fiorentina-Udinese 0-4
Nel recupero in gol P.Mari, Deulofeu, Walace e Udogie
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
20:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Udinese ha battuto la Fiorentina 4-0 al Franchi nel recupero dell’incontro della prima giornata di ritorno del campionato di serie A non giocato allora per problemi legati al covid.
I friulani hanno trovato il doppio vantaggio nel primo tempo con Pablo Mari e Deulofeu.
La squadra viola ha costantemente attaccato nella ripresa ma il risultato è cambiato solo in suo sfavore, con il 3-0 siglato da Walace e il 4-0 da Udogie nel recupero. La squadra di Italiano resta a 56 punti, al settimo posto, mentre l’Udinese sale a 43.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference: Roma; Mourinho ‘sogniamo e meritiamo la finale’
‘Leicester squadra da Europa League, questa è la nostra’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 aprile 2022
20:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Possiamo vincere.
Penso che la Roma e chi lavora nel club stia lavorando per migliorare.
Meritiamo la finale, ma dobbiamo battere una squadra forte con buoni giocatori e un buon allenatore. Dobbiamo realizzare il sogno di arrivare in finale. Devo ammettere che nella mia lunga carriera questa battaglia è unica”. Così Josè Mourinho alla vigilia della sfida con il Leicester parlando delle chance giallorosse di vincere la Conference League.
Nessun calcolo, però, in vista della sfida dell’Olimpico. “Il nostro obiettivo domani è vincere la gara, se perdiamo come abbiamo fatto a Bodo poi vedremo cosa fare nella seconda gara – ha spiegato lo Special One -. Magari è il Leicester che con merito ci porta a fare calcoli sulla seconda partita, ma il nostro obiettivo domani non è pensare solo ad arrivare con un risultato positivo alla partita dell’Olimpico”.
Sul Leicester, infine, non ha dubbi: “Sono una squadra da Europa League, quella è la loro competizione. Non questa, che è la nostra. E’ un momento chiave, non c’è una favorita, ormai c’è il 25% di possibilità di vincere la coppa per ogni squadra in semifinale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference: Abraham ‘felice a Roma, concentrato sul Leicester’
‘Domani il momento perfetto per il mio primo gol alle Foxes’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 aprile 2022
20:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo ancora partite importanti da giocare per finire questa stagione.
Conosco abbastanza bene alcuni dei loro giocatori, ma spero di essere quello che sorride nella gara di ritorno a Roma”, lo ha detto Tammy Abraham in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Leicester, squadra alla quale il centravanti inglese non ha mai segnato.

“Sappiamo che sono un buon team – ha continuato il 9 giallorosso -. Domani sarebbe il momento perfetto per me per segnare il mio primo gol contro il Leicester e aiutare la squadra a vincere”. Sorvola, invece, sul possibile ritorno in Premier: “Sono felice qui e la mia concentrazione va solo alla partita di domani”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Inter ko a Bologna, resta a -2 dal Milan
Nerazzurri battuti 2-1 per papera Radu, Atalanta-Torino 4-4
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
23:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Harakiri Inter: al Dall’Ara spreca l’occasione che può costare lo scudetto, con quattro giornate ancora da giocare.
Nella notte in cui il club campione d’Italia sognava il sorpasso sul Milan, arriva la disfatta che non ti aspetti: colpa di una papera di Radu, il secondo portiere chiamato a sostituire all’ultimo Handanovic.
Su rimessa laterale liscia il rinvio, regalando il più facile dei gol vittoria a Sansone. A fine gara il portiere lascia il campo in lacrime, consolato dai compagni. E’ un ko che fa malissimo, perché l’Inter era partito forte, trovando il vantaggio dopo tre minuti con Perisic nel rematch del Dall’Ara, saltato lo scorso 6 gennaio a causa del Covid e della decisione dell’Asl di mettere in quarantena i padroni di casa del Bologna alla vigilia della sfida.

Sono seguiti i ricorsi dell’Inter per ottenere il 3-0 che a nulla hanno portato se non a un rematch che conferma il Bologna arbitro imparziale della lotta scudetto: dopo aver strappato un punto a Milan e Juventus, ne prende tre con l’Inter, che resta all’inseguimento. Sorpresa al calcio d’inizio in casa nerazzurra: oltre al portiere titolare out anche Bastoni, non al meglio nel corso del riscaldamento, al loro posto Radu tra i pali e Dimarco nei tre centrali. Poi solo Inter, che pare mettere la partita in discesa al pronti via: al 3′, su rimessa laterale da sinistra, Perisic taglia alle spalle dei difensori, prende palla, salta Theate scambiando con un compagno, tunnel a Barrow e bolide nel sette per il vantaggio. L’Inter domina e sfiora il gol a più riprese con Lautaro e Dumfries, che si divorano tre occasioni non trovando la porta, complici anche un paio di provvidenziali chiusure di Soumaoro e Medel. Il Bologna non c’è, fino al minuto 29, quando l’ex Arnautovic riesce a far salire la squadra, scarica a Barrow e prende posizione in area, per sovrastare Dimarco sul cross proprio di Barrow per il colpo di testa dell’1-1. Inzaghi lamenta un fallo di Soriano su Perisic sul recupero palla dei rossoblù, ma Doveri, che adotta un metro all’inglese convalida, ammonendo il tecnico interista per proteste.

E’ il gol che cambia il match, con il Bologna che tenta il bis sullo stesso asse, senza riuscirci. L’Inter riprende l’assalto nella ripresa, con i tiri da fuori di Brozovic e Dimarco che trovano pronto Skorupski, miracoloso al 10′ sul colpo di testa di Correa su corner, il Bologna risponde con il contropiede Arnautovic-Barrow, che vede il gambiano sparare alto dal limite. L’Inter non sfonda, complici anche un paio di provvidenziali chiusure di Theate e Medel su Dumfries e Brozovic e allora Inzaghi cambia: dentro Dezko e Sanchez per Correa e Barella, che la prende male ed esce senza nascondere tutto il suo disappunto. Cala il tridente, Inzaghi, ma l’Inter perde equilibri e un minuto dopo, sempre sull’asse Barrow-Arnautovic è il Bologna ad avere il contropiede del vantaggio, ma l’austriaco si perde sul più bello. La partita si innervosisce: arriva il rosso al collaboratore tecnico nerazzurro Spicciarello, che si becca con Theate, e il giallo a Calhanoglu (diffidato, salterà l’Udinese. In casa Inter cresce l’ansia che costa carissimo: perché al minuto 37′ su rimessa laterale, Radu regala il vantaggio ai padroni di casa, con una papera simile nella dinamica a quella di Meret domenica a Empoli, e a quella di Buffon, lunedì a Perugia. Due minuti dopo Dominguez salva sulla linea su D’Ambrosio, l’Inter si deve arrendere e il portiere esce in lacrime.

Nell’altro match delle 20.15, Atalanta e Torino hanno pareggiato 4-4. Granata in vantaggio subito con Sanabria, poi il pareggio su rigore di Muriel e i raddoppio di De Roon, ma sempre dal dischetto i granata con Lukic si sono portati sul 2-2.
L’equilibrio si rompe nella ripresa, con un nuovo rigore trasformato da Lukic e un’autorete di Freuler. L’Atalanta accorcia con Pasalic e ancora su rigore e di nuovo con Muriel raggiunge il 4-4.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Liverpool-Villarreal 2-0
Un’autorete e gol di Manè nella ripresa lanciano i Reds
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
22:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Liverpool batte 2-0 il Villarreal nella semifinale di andata della Champions League, con un’autorete di Estupinan all’8′ st e raddoppio di Manè al 10′.
Partita di ritorno a Villarreal il 3 maggio, con i Reds favoriti per raggiungere la terza finale nel torneo in cinque stagioni.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter: Inzaghi “sconfitta pesante, non più padroni del destino”
“Ma ci sono 12 punti disponibili e tutto può succedere”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
27 aprile 2022
23:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“È una sconfitta pesante, ma la squadra deve reagire.
È normale che adesso ci siano teste basse, ma bisogna rialzarle perché tra tre giorni si gioca contro l’Udinese, ci sono 12 punti disponibili e tutto può succedere”.

Così l’allenatore dell’Inter, Simone Inzaghi, al termine di uno dei due recuperi della 20/ma giornata di Serie A, giocato al Dall’Ara di Bologna e vinto per 2 a 1 dai padroni di casa grazie ai gol di Arnautovic e Sansone. L’Inter perde quindi l’occasione per superare il Milan e resta secondo a due punti dal primo posto. “Difficile in questo momento essere ottimisti, perché prima eravamo padroni del nostro destino e ora non lo siamo più – ha aggiunto Inzaghi – però ho una squadra importante e faremo le quattro partite di campionato più la finale di coppa Italia nel migliore dei modi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A, Cagliari-H.Verona e Napoli-Sassuolo
‘Se non si vince con il Verona la strada è in salita’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
23:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sabato alle 15 in campo Cagliari-Verona e Napoli-Sassuolo
“Un campionato di alti e bassi, ma ora non abbiamo più alibi perché i giocatori ci sono tutti: raccoglieremo in queste quattro giornate ciò che meriteremo”.
Lo ha detto il presidente del Cagliari Tommaso Giulini, a margine dell’allenamento di 19 baby calciatori ucraini accolti dal club rossoblù dopo la fuga dalla guerra.
“Ho sempre pensato che alla fine raccogli quello che ti meriti. Ad esempio – ha ricordato Giulini – la retrocessione della prima stagione, nonostante il terzultimo posto, è stata meritata. Così come sono state meritate anche le salvezze e il campionato di B vinto nelle stagioni successive. Ora dobbiamo salvarci e le prestazioni della squadra, non quelle degli arbitri, decideranno se resteremo in A o scenderemo in B. Dipende da noi perché comunque siamo avanti tre punti dalla zona rossa”. Cagliari sulle montagne russe. “Eravamo ultimi con dieci punti alla fine dell’andata, da gennaio la squadra sì è ringiovanita e dopo un girone disastroso, anche grazie ai giovani, abbiamo compiuto una grande rimonta. Un po’ vanificata da quello che sta succedendo ora, a parte la vittoria con il Sassuolo. Ora il ritorno ci dà le carte per provare a salvarci in queste ultime giornate dopo che a gennaio sembrava davvero impossibile”. Prima tappa sabato col Verona: “Dobbiamo disputare una grande gara come contro il Sassuolo – ha detto Giulini – se non vinciamo, la strada sì fa decisamente in salita”. Ancora amareggiato per la gara persa con il Genoa. E d’accordo con Mazzarri sul rigore: “Era solare- ha detto Giulini- Keita dopo che ha colpito la palla è stato tranciato. Io non me ne sono accorto subito perché il giocatore si è rialzato immediatamente. Ho fatto anche i complimenti all’arbitro, ma riguardando le immagini penso che il Var sì sarebbe dovuto accorgere di quello che e accaduto, la partita poteva girare in un altro modo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Klopp, al ritorno dimentichiamoci del 2-0
“Il Villarreal resta una minaccia, andiamo lì per vincere”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2022
23:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per la finale il lavoro è ancora tutto da fare, nulla è completato.
Siamo 2-0 all’intervallo, dovremo essere concentrati al 100%, mantenere l’atteggiamento giusto che è non andare lì a difendere il vantaggio.
Ci sarà un clima difficile, loro danno tutto, combattono tutti tempo”. Lo ha detto l’allenatore del Liverpool, Juergen Klopp, in conferenza stampa, dopo la vittoria per 2-0 sul Villarreal nell’andata della semifinale di Champions League.
“Quello che mi piace di più del Villarreal è che appena lasci la pressione, diventa una minaccia – ha spiegato il tedesco -.
Abbiamo dovuto mettere tanti giocatori per recuperare palla e quando non l’abbiamo fatto eravamo fuori posizione. Comunque eravamo in buona forma nel primo tempo, che è stato intenso per noi ma lo è stato anche in difesa per l’avversario. Dovevamo essere molto positivi, provare, fallire, provare ancora. La cosa migliore, al ritorno, sarà dimenticare il 2-0, dirci che siamo sullo 0-0 e provare a vincere”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Barcellona su Lewandowski, pronti 35 milioni
Contatti con l’agente del polacco. Morata resta un possibilità
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
09:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La possibilità che Robert Lewandowski lasci il Bayern Monaco a fine stagione, per trasferirsi in Spagna e indossare la maglia del Barcellona, può diventare concreta.
Secondo quanto pubblica oggi il quotidiano Marca, Mateu Alemany, ds del club catalano, ha già incontrato l’agente del centravanti polacco, Pini Zahavi, per informarlo che il Barcellona è disposto a pagare 35 milioni per il cartellino del suo assistito.
A Lewandowski verrebbe offerto un contratto di biennale, che può essere prolungato di un anno. Il Barcellona continua anche a seguire un altro centravanti: si tratta di Álvaro Morata, attualmente alla Juventus, ma il cui cartellino appartiene all’Atletico Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nel Museo di Coverciano la maglia azzurra di Baggio
E’quella indossata dal ‘Divin codino’ contro il Messico nel 1993
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
11:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Museo del calcio di Coverciano amplia la propria collezione con un nuovo cimelio: la maglia indossata da Roberto Baggio nella partita Italia-Messico disputata allo stadio Artemio Franchi di Firenze (ex Comunale) il 20 gennaio 1993, e conclusa con il successo della Nazionale italiana per 2-0.

Al Museo del calcio, aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle 18, non mancano i campioni ‘raccontati’ attraverso i cimeli di grandi campioni come Gianni Rivera, Giacinto Facchetti (per l’Europeo 1968) e Francesco Totti.
C’è un’altra maglia di Roberto Baggio esposta: è quella dell’ultima sua partita disputata con la Nazionale il 28 aprile 2004 contro la Spagna.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Casini: “Decreto crescita? Concentriamoci sugli incentivi”
‘E’ diventato un totem ma i problemi sono strutturali’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
12:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il problema del decreto crescita non è l’uso ma l’abuso.
Più che concentrarsi sull’eliminazione, bisognerebbe focalizzarci su incentivi per chi contrattualizza giocatori cresciuti nel vivaio.
Il Decreto è diventato un totem ma i problemi sono più strutturali”: lo dice il presidente della Lega Serie A Lorenzo Casini durante l’intervento alla giornata di sport ‘Il Foglio a San Siro’, a proposito della discussione sulle norme per le agevolazioni fiscali sull’ingaggio di calciatori stranieri.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Casini: “Stadi? Serve accelerare lavori”
‘Agire su infrastrutture, ricavi e scuole’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
12:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Stadi? Il Pnrr poteva essere una occasione, per quello che lo stadio può restituire alla città era una occasione da sfruttare meglio.
Nulla è perduto.
Credo però che l’unica soluzione sia quella di creare struttura centrale con Figc, Lega, Coni, governo e anche ministeri come quello della cultura, le società spesso non ce la fanno da sole con l’amministrazione comunale”: lo dice il presidente della Lega Serie A Lorenzo Casini durante il suo intervento all’evento ‘Il Foglio a San Siro’. Come risposto già da Gravina, anche Casini spiega quali sono i tre aspetti su cui lavorare: “Risorse, perché calcio italiano ha bisogno di più risorse, servono interventi normativi per migliorare ricavi. Secondo aspetto, le infrastrutture, serve accelerare i lavori e infine la scuola, rispetto alle altre leghe la Lega Serie A fa molto poco per i ragazzi, aiuterebbe a trasmettere i valori positivi del calcio”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina: “Ben posizionati per Europei 2032”
Presidente della Figc: “Abbiamo le carte in regola”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
12:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Manca un grande evento, ci stiamo lavorando per EURO 2032 e siamo ben posizionati ma dobbiamo arrivare preparati.
Abbiamo le carte in regola”: lo dice il presidente della Figc Gabriele Gravina durante la giornata di sport ‘Il Foglio a San Siro’.

Gravina ha poi indicato i temi su cui migliorare il calcio italiano: “La sostenibilità, con norme che permettono di riallineare i conti a livello internazionale. Il calcio purtroppo sotto questo profilo ha visto un calo dei ricavi del 12%, un aumento del 5% del costo lavoro. Questo è uno degli obiettivi che dobbiamo cominciare a controllare. Poi c’è il miglioramento sociale delle strutture federali. Ma per fare questo ci vuole grande collaborazione con la Lega A, non è pensabile che la Figc abbia la sua accademia se non ha un’intesa con la Lega di riferimento. Il tema fondamentale nei prossimi mesi è avviare un percorso di collaborazione con l’obiettivo del calcio italiano”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
San Siro: Sala, nuova proprietà Milan non cambierebbe nulla
‘Presenza per molti anni puo’ facilitare le cose’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 aprile 2022
12:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Certamente qualora il Milan fosse ceduto non cambierebbe nulla, anzi una nuova proprietà che garantisce una presenza per molti anni può solo facilitare le cose”.
Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, parlando delle conseguenze che potrebbe avere un passaggio di proprietà della squadra per il progetto del nuovo stadio.

“Non ci sono novità se non il fatto che noi in questo momento siamo in grado di decidere a chi affidare il processo di dibattito pubblico – ha aggiunto il sindaco parlando del dibattito sul nuovo stadio a margine della presentazione della Stramilano -. Abbiamo fatto una selezione e siamo in grado di decidere. È evidente che dall’altra parte le squadre devono proporre un progetto, non uno esecutivo ma qualcosa di più di un rendering”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Valeri arbitrerà il big-match fra Milan e Fiorentina
Udinese-Inter affidata a Chiffi, Maresca per Sampdoria-Genoa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
13:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Paolo Valeri di Roma 2 arbitrerà la partita Milan-Fiorentina, in programma domenica alle ore 15.
Il confronto fra Udinese e Inter (domenica, ore 18) è stato affidato a Daniele Chiffi di Padova, mentre per dirigere Napoli-Sassuolo di sabato alle ore 15 è stato designato Antonio Rapuano della sezione di Rimini.
Alessandro Prontera di Bologna arbitrerà Juventus-Venezia di domenica alle ore 12,30; infine Fabio Maresca di Napoli ‘fischierà’ nel derby della Lanterna fra Sampdoria e Genoa che si affronteranno sabato alle ore 18.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Agnelli, Dybala? Decisioni figlie dei momenti
‘Risorse sono limitate e puntiamo ai giovani’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
13:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dybala un grande giocatore, le decisioni sono figlie di determinati momenti.
A dicembre non avrei mai detto che Dusan Vlahovic sarebbe arrivato alla Juve a gennaio.
La Fiorentina poteva ambire alla Champions, difficile pensare ad un addio a gennaio. Le risorse sono limitate: abbiamo Dusan, De Ligt, Locatelli, puntiamo sui giovani”: così il presidente della Juventus Andrea Agnelli torna sull’addio a fine stagione di Dybala con cui non è stato trovato l’accordo per il rinnovo. “Fare un’offerta a Paulo non consona al suo livello – continua Agnelli – non sarebbe stato giusto”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Raiola lotta per la vita, condizioni gravissime
Tweet dell’agente: mi uccidono per seconda volta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 aprile 2022
08:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mino Raiola sta combattendo per la vita al San Raffaele.
E’ ricoverato “in gravissime condizioni” all’ospedale di Milano dove già nel gennaio scorso si era sottoposto ad intervento chirurgico per problemi polmonari.
E’ un momento difficile e delicato quello che sta attraversando Raiola. La situazione sulle condizioni di salute del noto procuratore richiede prudenza ma in tarda mattinata si diffonde la notizia della sua presunta morte. Le principali testate italiane rilanciano l’annuncio nelle pagine online. Ci pensa quindi Alberto Zangrillo, primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione del San Raffaele a far chiarezza dicendosi “indignato dalle telefonate di pseudo giornalisti che speculano sulla vita di un uomo che sta combattendo”. Poco dopo è Raiola stesso, o comunque il suo staff, a fermare le voci incontrollate con un post su Twitter: “Stato di salute attuale per chi se lo chiede: incazzato.
Per la seconda volta in quattro mesi mi uccidono. Sembrano anche in grado di risuscitarmi”. Parole dirette e mai banali, come quello che si è ormai abituati ad indentificare come lo ‘stile Raiola’, uno dei più importanti procuratori al mondo. Un atteggiamento sincero, senza mai nascondersi, libero da convenzioni, come quando si siede al tavolo per trattare la sua percentuale nelle trattative. Gestisce alcuni dei migliori calciatori al mondo, campioni e personalità di spicco come Pogba, Haaland, Donnarumma, de Ligt e Zlatan Ibrahimovic con cui ha costruito anche un rapporto d’amicizia. Lo svedese gli è andato a far visita nel pomeriggio al San Raffaele. Un gesto d’affetto per chi lo sempre seguito, permettendogli di scrivere pagine importanti di sport. Arguto, intelligente e competente, Raiola è una spina nel fianco per molti dirigenti ed è stato spesso identificato come il ‘male’ del calcio moderno.
Ma alcuni protagonisti del sistema stesso, che si sono ritrovati a trattare e lottare a suon di milioni, con un sorriso, ammettono stima e apprezzamenti. “Spero possa stare bene – l’auspicio dell’ad dell’Inter Beppe Marotta – a lui mi lega un rapporto di amicizia basato anche su diversi scontri avuti. Lo conosco da quarant’anni. E’ un agente preparato, scaltro e furbo. Dice in faccia quello che pensa. E’ stato un pioniere. Ho gestito con lui operazioni, come ad esempio quella di Pogba, una trattativa importante sia nel portarlo alla Juve a parametro zero che nel venderlo a 110 milioni. E’ il suo e il mio fiore all’occhiello”. Fatti, operazioni, trasferimenti che hanno cambiato gli equilibri del calcio. Raiola ne è stato sempre uno dei principali artefici, ultimo – forse – l’approdo di Haaland al City, ennesimo capolavoro in dirittura d’arrivo.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Agnelli, con Allegri alla Juventus progetto lungo e molto valido
‘Sappiamo sarebbe stata stagione difficile, ma sono molto sereno’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
09:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono convinto che il progetto Max sia molto valido.
Con Lapo ci divertiamo, ha la qualità di intervenire con battute interessanti”.
Lo ha detto il presidente della Juventus Andrea Agnelli durante la giornata di sport Il Foglio a San Siro parlando del futuro del tecnico Massimiliano Allegri e di alcuni tweet piccati di Lapo Elkann.
AGNELLI: “SONO SERENO E NON FACCIO CASO AI RUMORS”
Sui rumors delle voci che lo davano in uscita dal club bianconero, Agnelli si dice molto sereno: “Non faccio caso a questi rumors.
Sono fondamentalmente sereno. So quello che stiamo facendo e continuo a divertirmi, cosa più importante”.
“Abbiamo detto che la partita contro l’Inter di due settimane fa ci ha portato il rammarico di non competere oggi per lo scudetto”, ha detto il presidente della Juventus, che però ha aggiunto: “Non essere felici è difficile. Abbiamo un progetto di lungo periodo. Sappiamo cosa vogliamo ottenere, sapevamo sarebbe stata una stagione difficile”.
“Chi vince lo scudetto? Spero in un suicidio collettivo e che noi vinciamo quattro partite di fila” ha aggiunto, con un sorriso, Andrea Agnelli. I bianconeri restano in corsa per la conquista della Coppa Italia, trofeo comunque da non sottovalutare per il numero uno della Juve. “Ogni torneo conta. Il più importante è il campionato, perché dà la misura della forza di una squadra durante una stagione. Quella con più appeal è la Champions League, ma ogni ‘titulo’ conta”.
“DYBALA È UN GRANDE GIOCATORE”
Il presidente della Juventus è poi tornato sull’addio a fine stagione di Dybala con cui non è stato trovato l’accordo per il rinnovo: “Fare un’offerta a Paulo non consona al suo livello non sarebbe stato giusto”.
“Dybala un grande giocatore, le decisioni sono figlie di determinati momenti. A dicembre non avrei mai detto che Dusan Vlahovic sarebbe arrivato alla Juve a gennaio.
La Fiorentina poteva ambire alla Champions, difficile pensare ad un addio a gennaio. Le risorse sono limitate: abbiamo Dusan, De Ligt, Locatelli, puntiamo sui giovani”, ha detto.
AGNELLI SU MAROTTA E I CONSIGLI ALL’INTER
Il presidente della Juventus alla domanda se è mancato Marotta risponde: “È una persona che manca perché gli voglio bene. In quel momento sono state prese determinate scelte, fatte riflessioni che inizialmente lo attiravano, poi meno. All’Inter sta facendo molto bene, con Steven Zhang ho un ottimo rapporto e c’è un mio ex compagno di Università. Quindi posso dire di voler abbastanza bene all’Inter il che è particolare”.
Agnelli, poi, consiglia all’Inter di lavorare su uno stadio di proprietà esclusivo, mentre per San Siro non ci deve essere futuro: “Lo dissi qualche anno fa, fui abbastanza criticato ma ci sono abituato. San Siro ha fatto il suo tempo. È stato sacrificato il Wembley in nome del nuovo Wembley. L’Italia avrà sempre bisogno di uno stadio da oltre 60 mila spettatori. È da valutare se a Milano o Roma – continua Agnelli – ma uno stadio come questo è antifunzionale per qualsiasi attività. Sarei per uno stadio destinato solo alla Nazionale, molto identitario”.
“DEL PIERO È IL BENVENUTO SEMPRE”
“Del Piero è il benvenuto sempre. Vive con i suoi figli a Los Angeles, ha una vita estremamente felice. È il benvenuto ogni qual volta voglia”. Tuttavia secondo Agnelli “entrare in società significa cambiare stile di vita, e lui è molto concentrato e felice della sua vita”. Probabile invece che Chiellini abbia un futuro nel club perché Agnelli spiega che per lui “c’è un posto da anni deve solo decidere lui quando”.
IL PROGETTO DELLA SUPERLEGA
“Il progetto Superlega ha avuto la condivisione da parte di 12 club che hanno siglato un accordo da 160 pagine, che come primo punto aveva quello di dialogare con la Uefa e la FIFA. Con Ceferin i dialoghi sono interrotti, ciò non toglie che quello che è stato il rapporto che abbiamo avuto e l’affinità su certi temi rimanga. Ha interpretato questo come attacco personale ma non lo è. Il tempo sarà galantuomo”, lo evidenzia Agnelli durante l’evento, rimarcando che “quello che fa riflettere è la veemente reazione da parte delle istituzioni internazionali su un numero di club, che si sono spaventati e per paura hanno indietreggiato: per una battaglia giuridica di questo calibro bisogna anche avere le spalle larghe.
La UEFA è regolatore operatore commerciale monopolista e gatekeeping per le competizioni. Non è una governance moderna ed è il punto saliente sul ricorso alla Corte di Giustizia dell’Ue, va a toccare il principio fondamentale della libera concorrenza in libero mercato. Determinate funzioni servono ma non possono essere incentrate su un unico operatore”.
Agnelli sostiene che una Superlega “esista già”: “Una Premier a 4,2 miliardi significa che attirerà tutto il talento. Ora rischiamo di avere due finali di Champions con sole squadre inglesi e una di Europa League con una inglese che sfida una scozzese”. Agnelli sottolinea poi come Lorenzo Casini possa essere una grande risorsa per il calcio italiano: “La Juventus è filo-governativa per principio, noi dialoghiamo con chi sta al governo. Casini ha grandissime competenze tecnico-amministrative, è conoscitore del calcio e può rivelarsi un ottimo presidente per la Lega”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Motta aspetta la Lazio, affrontare ogni gara al 200%
I complimenti di Allegri? Da uomo esperto come lui fanno piacere
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
28 aprile 2022
15:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lo Spezia ha quattro giornate per portare a casa gli ultimi risultati che valgano la salvezza, ma il calendario non può lasciare tranquilli nonostante i 33 punti in classifica, 8 punti di vantaggio sul terzultimo posto.

Ma Salernitana e Venezia hanno ancora lo scontro diretto da recuperare.
Thiago Motta è serafico alla vigilia del difficile impegno contro la Lazio. “Nel calcio niente è scontato. Lo abbiamo visto anche in Bologna-Inter”.
“La Lazio – ha detto tornando alla prossima avversaria – è una grande squadra e sta lottando meritatamente per la qualificazione alle coppe europee. Sanno molto bene quello che vogliono in campo, cercano di costruire da dietro e non buttano mai via il pallone. Hanno qualità e meccanismi ben assimilati”.
All’andata fu la peggior sconfitta stagionale per lo Spezia, un 6-1 che punì l’atteggiamento spavaldo con cui i bianchi scesero all’Olimpico. Anche imparando da quella giornata i liguri ha costruito il loro campionato. “Una partita che appartiene al passato – ha detto Motta – . Oggi conta pensare ad affrontare ogni giornata al 200% di qui alla fine”. Il pressing alto aprì la strada al contropiede degli uomini di Sarri, esaltando Immobile autore di una tripletta. “Quando escono dalla prima pressione sanno mantenere il possesso e attaccare velocemente.
Sono bravi ad aspettare l’errore dell’avversario per ripartire, compatti nel difendere. Mi ricordo le due reti su altrettante ripartenze contro il Cagliari… tutte situazioni a cui dobbiamo stare attenti”. Con l’esonero di Zanetti dalla panchina del Venezia, Motta è il più giovane della serie A. A 39 anni è vicino a traghettare il club ligure alla seconda salvezza consecutiva in A pur allenando la rosa più giovane di tutto il campionato. Anche per questo il tecnico della Juve Allegri, lo ha inserito tra i tecnici emergenti che potrebbero finire sulle grandi panchine d’Europa insieme a Italiano della Fiorentina e Dionisi del Sassuolo. “Lo ringrazio – ha detto Motta -. Da un uomo esperto come lui, un giudizio del genere fa molto piacere”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Marotta, sempre con Inzaghi sta facendo molto bene
Diventerà uno dei migliori in assoluto, ha margini crescita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 aprile 2022
15:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Inzaghi comunque vada? Assolutamente sì, sta facendo molto bene siamo molto contenti.

Ha margini di crescita forti, quando arriverà nell’età dei vari Ancelotti, Allegri e Conte, sarà uno dei migliori in assoluto”: lo dice l’ad dell’Inter Beppe Marotta durante ‘Il Foglio a San Siro’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice A, due squalificati per un turno dopo recuperi
Si tratta di Calhanoglu dell’Inter e Makengo dell’Udinese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
15:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Due calciatori sono stati squalificati per una giornata dal giudice sportivo della serie A, Gerardo Mastrandrea, in relazione ai recuperi della 20/a giornata disputati ieri.
Si tratta dell’interista Hakan Calhanoglu e Jean-victor Makengo dell’Udinese.

Il giudice sportivo ha poi comminato due ammende al Bologna: una di 5mila euro a titolo di responsabilità oggettiva, “per avere propri raccattapalle rallentato ripetutamente, durante il secondo tempo della gara, la regolare ripresa del giuoco”, ed un’altra di 3mila euro “per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato tre bengala nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS”.
Squalificato per una giornata, il preparatore atletico dell’Inter, Claudio Spicciariello, espulso “perchè, al 30′ del secondo tempo, si rivolgeva provocatoriamente nei confronti di un calciatore della squadra avversaria”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcagno,decreto crescita è un danno
“Se non si vogliono risolvere i problemi lo si dica chiaramente”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
16:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La soluzione dei problemi del calcio italiano non può essere ulteriormente rimandata continuando a fare demagogia e indicando che il problema è sempre un altro, frase che ha come unico obiettivo quello di non risolverne nessuno”: così, in una nota, il presidente dell’Associazione italiana calciatori, Umberto Calcagno.

“L’abuso del Decreto Crescita è evidente a tutti ed è un danno per il calcio italiano – ha aggiunto – Serviva solo per i campioni ma la realtà è un’altra.
Era da abrogare, poi è stato chiesto un tetto. Ora non va bene neanche il tetto. Prima il problema erano le grandi squadre, ora sono le piccole”.
Per Calcagno, “intervenire sul Decreto Crescita non risolverà tutti i problemi, ma da qualche parte bisogna pur iniziare. Non ci si può lamentare che non crescono i giovani, che non ci sono selezionabili per la Nazionale e poi appoggiare l’incentivo per tesserare calciatori stranieri. Se non si vogliono risolvere i problemi lo si dica chiaramente – ha concluso – senza continuare a sostenere che ‘il problema è sempre un altro'”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zaniolo ‘Pallone d’oro? Durissima, ma perché no?’
Abraham ‘Alla Roma mi sembra di aver avverato un sogno’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
28 aprile 2022
17:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Pallone d’Oro? Giochi per quello, è il sogno di ogni giocatore.
È durissima, ma perché no?”.
A dirlo è Nicoló Zaniolo a ‘The Athletic’ prima della sfida con il Leicester di Conference League. “Ora sono al 100%, ma dopo il secondo infortunio sono stato depresso. Non riuscivo a parlare.
Ora è finalmente tutto alle spalle”, ha raccontato il 22 giallorosso. Sulla Roma di Mou, poi, non ha dubbi: “Siamo un gruppo unito e ci vogliamo bene”. Ma le parole più dolci sono per lo Special One: “È un uomo vincente, un grande mister e motivatore. Consigli me ne dà tanti, mi chiede di migliorare la fase difensiva. Lo so anche io, è giusto così e ne ho bisogno”.
Insomma, Josè Mourinho come l’uomo giusto per aiutare la Roma a vincere e secondo Zaniolo i miglioramenti non sono mancati.
“Siamo in corsa per la Champions e in semifinale di Conference League. Penso quindi qualcosa sia cambiato, resta questo mese da fare al massimo per fare risultati”. Con Abraham poi l’intesa è speciale: “Lui è forte, ha fisico, tecnica, tiro, velocità. È completo. Anche lui ovviamente deve migliorare, come tutti, per me è fortissimo. Oltre a fare gol sa vedere il compagno libero, mi trovo molto bene con lui ed è anche una persona fantastica. È stata una bellissima scoperta”.
E proprio l’attaccante, sempre a The Athletic, parla dei suoi primi mesi romani: “È un club incredibile. Mi sembra di aver avverato un sogno. Da quando ho messo piede in questo posto, tutti mi hanno fatto sentire a casa. Anche dal ‘benvenuto’ in aeroporto. È stato incredibile vedere tanta gente ad accogliermi. E poi quando segno, wow: quanta passione. Qui senti parlare di calcio dovunque tu vada”. Per Abraham è proprio cambiata la vita: “Rispetto al Chelsea, qui mi guardano con occhi diversi. Non sono più ‘il giovane dell’academy’: alla Roma mi hanno fatto diventare una star”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Klopp prolunga contratto, col Liverpool fino al 2026
Allenatore tedesco: ‘alcune cose hanno reso decisione facile’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
18:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Jurgen Klopp e il Liverpool insieme fino al 2026.
Il club inglese ha annunciato che l’allenatore tedesco ha prolungato per altri due anni il contratto che lo lega ai Reds.
“Resto ancora due anni” le parole di Klopp in video pubblicato sul profilo twitter del club che ha annunciato anche che i collaboratori di Klopp, Pepijn Lijnders e Peter Krawietz hanno prolungato il loro contratto.
“Avere Pep e Pete con me nella firma di nuovi accordi e quindi assicurarmi di continuare a lavorare insieme è stato incredibilmente importante per me nel prendere la decisione di firmare il mio contratto – le parole di Klopp al sito del Liverpool – Ho detto che c’erano un certo numero di cose che hanno reso la mia decisione facile, e la firma di Pep e Pete è stata una di queste. È importante che rimangano qui per dare continuità al nostro progetto”.
Klopp siede sulla panchina del Liverpool dal 2015 ed il precedente contratto sarebbe scaduto nel 2024.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: West Ham-Eintracht Francoforte 1-2
Nell’andata delle semifinali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
23:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
West Ham-Eintracht Francoforte 1-2 (1-1) nell’andata delle semifinali di Europa League.
A segno per gli inglesi Antonio (21′).
Per i tedeschi in gol Knauff (1′) e kamada (54′)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Feyenoord-Marsiglia 3-2
Nell’andata delle semifinali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
23:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Feyenoord-Marsiglia 3-2 (2-2) nella semifinale di andata di Conference League.
Olandesi a segno con Dessers (18′ e 46′) e Sinisterra (20′).
Francesi in gol con Dieng (28′) e Gerson (40′).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Lipsia-Rangers 1-0
Nell’andata delle semifinali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
23:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lipsia-Rangers 1-0 (0-0) nell’andata delle semifinali di Europa League.
Decisivo il gol di Angelino (85′).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference: Leicester-Roma 1-1
Giallorossi avanti con Pellegrini, poi autogol Mancini
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
23:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Leicester-Roma 1-1 (0-1) nella semifinale di andata di Conference League: Leicester City (4-3-3): Schmeichel; Ricardo Pereira, Fofana, Evans, Castagne (21′ pt Justin); Dewsbury-Hall, Tielemans, Maddison; Albrighton (17′ st Barnes), Vardy (17′ st Iheanacho), Lookman (38′ st Perez) .
(12 Ward, 4 Soyunçu, 18 Amartey, 33 Thomas, 23 Vestergaard, 42 Soumaré, 20 Choudhury, 29 Daka).

All.: Rodgers.
Roma (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Mkhitaryan (11′ st Veretout), Zalewski (40′ st Vina); Pellegrini (40′ st Arena-Gyan), Zaniolo (23′ st Oliveira); Abraham. (87 Fuzato, 24 Kumbulla, 37 Spinazzola, 15 Maitland-Niles, 52 Bove, 92 El Shaarawy, 11 Carles Perez, 14 Shomurodov). All.: Mourinho.
Arbitro: Del Cerro Grande (SPA) Ammoniti: 8′ pt Abraham, 26′ pt Dewsbury-Hall, 13′ st Vardy, 18′ st Zaniolo per gioco scorretto Espulsi: – Reti: 15′ pt Pellegrini, 22′ st autogol Mancini Calci d’angolo: 11-1 per il Leicester Recupero: 2′ – 5′ Spettatori: circa 32 mila.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier; Manchester United-Chelsea finisce 1-1
Cristiano Ronaldo risponde a Marcos Alonso
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
23:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Manchester United-Chelsea finsice 1-1 in un match per la 37/a giornata della Premier League.
Un punto a testa per Red Devils (al terzo match consecutivo senza vittorie) e Blues nell’anticipo della massima serie inglese: prima il gol di Marcos Alonso, poi il pareggio di Cristiano Ronaldo.
Nel finale l’esordio di Alejandro Garnacho, esterno classe 2004 dello United.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Pellegrini,siamo ottimisti per il ritorno
N.7 giallorosso: piccolo mattone quello che andrà fatto a Roma
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
23:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ottimista per il ritorno? Siamo sempre ottimisti, sappiamo che sarà difficile ma la giocheremo a Roma a casa nostra con i nostri tifosi.
Siamo contenti, usciamo da qui contenti e carichi per affrontare al meglio la prossima partita contro di loro”.
Così Lorenzo Pellegrini, autore del gol del vantaggio della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky: “E’ normale avere difficoltà contro una squadra così, giocare qui non era semplice e lo abbiamo fatto. Abbiamo fatto però solo una piccola parte, un piccolo mattone di quello che andrà fatto al ritorno ma siamo fiduciosi, abbiamo voglia di fare bene. Oggi col sacrificio secondo me abbiamo portato a casa un buon risultato”.
Siete stati all’altezza dell’intensità di una squadra di Premier?. “E’ una cosa che si dice, perché magari c’è un pizzico di verità perché in Premier sono molto bravi a mettere intensità e lasciano tanti spazi essendo meno attenti tatticamente.
Secondo me – spiega Pellegrini – anche il campionato italiano si sta livellando, sono tante le squadre con cui incontri tante difficoltà, questo vuol dire che il livello si sta alzando e dobbiamo esserne contenti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Mourinho, tifosi avrebbero firmato per pari
Tecnico Roma: ma io non sorrido, perchè sarà dura all’Olimpico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 aprile 2022
23:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La squadra è rimasta organizzata, con le energie alte abbiamo giocato e pressato come volevamo, dopo con l’intensità più bassa ci siamo abbassati anche noi e la partita è stata difficile nel secondo tempo”.
Così Josè Mourinho ai microfoni di Sky Sport al termine del match contro il Leicester nella semifinale di andata di Conference League.
“Ma sono sicuro che prima di questa partita i tifosi della Roma avrebbero firmato, sorridendo, per giocarsi tutto tra una settimana. Io non sorrido, perché capisco che anche con 70mila persone allo stadio e tanto altri fuori è difficile. I tifosi sono incredibili, ma ora – aggiunge Mourinho – dobbiamo pensare anche al Bologna che è una squadra che gioca e vince, per noi sarà molto difficile domenica. Al contrario del Leicester che gioca solo la Conference, noi abbiamo la possibilità di qualificarci per l’Europa e arrivare quinti, dipendiamo da noi.
E la partita di domenica è molto difficile per noi , dobbiamo essere concentrati e abbiamo bisogno dei nostri tifosi, dimenticare la semifinale per tre giorni e mettere tutta la concentrazione sul Bologna”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bastoni “cresciuto all’oratorio, Gasperini fondamentale”
Nerazzurro protagonista dell’episodio di ‘Day Off’ su DAZN
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
11:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho mosso i miei primi passi a livello calcistico in un oratorio, son sempre stato un bambino molto timido e facevo fatica a interagire con gli altri nelle squadre di calcio, quindi venivo in Oratorio con i miei amici e giocavamo”.
Alessandro Bastoni, difensore dell’Inter e della nazionale, è il protagonista di “Day Off”, il programma di DAZN che racconta una giornata fuori dal campo in compagnia di un calciatore di serie A.

Il primo club a scoprirlo fu l’Atalanta: “Al provino mi ha portato il papà di una mia compagna d’oratorio che ha detto a un visionatore, Franco Maffezzoni, di venire a vedermi e lui mi ha portato nell’Atalanta a 7 anni e non me ne sono più andato fino ai 19” racconta, tra l’altro, Bastoni. “Gasperini per me è stato fondamentale, a 17 anni mi ha chiamato in prima squadra – ricorda ancora – in un’Atalanta che puntava già all’Europa. Ha puntato su di me fin da subito, io ho ripagato la sua fiducia e lo ritengo una persona fondamentale per il mio percorso”.
Un altro allenatore citato è Antonio Conte, “al quale devo veramente tanto, mi ha consacrato, mi ha trasmesso tanto a livello tecnico e di mentalità. Non è da tutti far giocare un ragazzo nell’Inter, in un Inter che doveva ripartire quindi gli devo tantissimo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Barcellona, Mingueza e Braithwaite hanno il Covid
Si teme focolaio dopo grigliata organizzata nel centro sportivo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
12:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Due giocatori del Barcellona sono risultati positivi al Covid: dopo il difensore Oscar Mingueza di ieri, oggi è toccato all’attaccante danese Martin Braithwaite.

Lo ha annunciato il club blaugrana in un comunicato.

Mingueza e Braithwaite non saranno quindi disponibili per la partita della Liga contro il Maiorca di domenica al Camp Nou.
Due assenze che non dovrebbero sconvolgere i piani di Xavi, perché il tecnico catalano ha giocato poco su questi due elementi in questa stagione.
Ma la stampa catalana teme un possibile focolaio di contagio, dopo una grigliata tra compagni organizzata al centro sportivo del Barça, alla quale ha partecipato Braithwaite.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rangnick diventerà l’allenatore dell’Austria
Attuale tecnico United firmerà un contratto di due anni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
13:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’allenatore ad interim del Manchester United Ralf Rangnick è stato nominato commissario tecnico dell’Austria.
Lo ha annunciato la Federcalcio austriaca, un mese dopo la partenza di Franco Foda.
Il 63enne tedesco, che rimarrà anche consigliere del club inglese, firmerà inizialmente per un periodo di due anni.
Di Rangnick si era parlato in passato anche come possibile allenatore del Milan.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari: Mazzarri, meritiamo la salvezza
Domani in casa col Verona, “la partita si vincerà sui duelli”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
29 aprile 2022
14:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Quartultima giornata, e ultima spiaggia per il Cagliari che se domani non batte il Verona alla Unipol Domus rischia di allontanarsi dalla Serie A.
Una sfida cruciale per i punti ma anche per reagire al momento no: sei sconfitte in sette partite; l’ultima, quella col Genoa, che brucia ancora.

Mazzarri ha tutta rosa a disposizione, ma la formazione base, a parte il ritorno di Lovato al centro della difesa, dovrebbe essere quella della vittoria con il Sassuolo. Il tecnico è convinto: “Abbiamo sbagliato le gare con Udinese e Spezia – ha detto – ma per il resto siamo incorsi anche in episodi poco fortunati. Ma aggressivi come noi in a A ce ne sono pochi.
Servono equilibrio e continuità. E mi aspetto una partita che si vincerà sui duelli. Siamo in debito con la sorte, gli episodi parlano chiaro, per questo il Cagliari oggi merita più di altri di mantenere la categoria”.
Corsa a quattro tappe. “Ci sono ancora 12 punti a disposizione – ha continuato Mazzarri – dobbiamo guardare a noi stessi e non agli altri o al calendario. Contro il Sassuolo abbiamo fatto una grande prestazione, bisogna partire da quella per affrontare al meglio la partita di domani. Personalmente sono molto carico, sono convinto che anche la squadra abbia la mia stessa fame, un sentimento che dovremo essere bravi a trasmettere alla nostra gente affinché ci spingano. Vedo una squadra per nulla fragile, spesso non sono arrivati i punti che avremmo meritato: guardiamo avanti, dobbiamo chiudere al meglio un’annata complicata. La squadra è viva, domani dovrà esserlo ancora di più. Adesso tocca a noi andare a prenderci ciò che vogliamo e meritiamo”.
Niente alibi, ha detto in settimana il presidente Tommaso Giulini: “Non ne ho mai dati alla squadra, lì nella zona calda siamo in tanti a giocarcela e ogni partita può determinare in un senso o nell’altro. Dobbiamo mantenere alta la fiducia e l’attenzione. Adesso dobbiamo pensare al prossimo impegno, una gara alla volta, e centrare l’obiettivo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: con ‘B for Peace’ inviati 900kg aiuti alla popolazione
Iniziativa Lega e club,materiale raccolto negli stadi da tifosi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
15:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘B for Peace’, lo slogan che sta accompagnando da tempo le partite del campionato di serie B, trova concretezza con l’invio di tutto il materiale (circa 900 kg tra viveri, medicinali e beni di prima necessità), alle popolazioni che soffrono per il conflitto russo-ucraino.
Grazie al lavoro svolto dai club su iniziativa della Lega, con il presidente, Mauro Balata, gli stadi si sono trasformati in centri di raccolta e i tifosi hanno fatto il resto: tutto ciò che è stato donato è arrivato in Slovacchia, vicino al confine, ed è stato trasferito allo stadio “Avanhard” di Uzhhorod da parte della Federazione Ucraina.

“E’ un’iniziativa che è stata ispirata dall’incontro che avemmo con il Papa il 25 gennaio scorso, insieme con tutte le società e con la Lega, e già in quell’occasione il Santo Padre ci manifestò la sua grande preoccupazione, chiedendoci di pregare affinché non accadesse quello che poi è accaduto – ha detto il presidente della Lega cadetta -. ‘B for Peace’ è il messaggio, cioè la B è per la pace. Lo sport e il calcio sono degli straordinari veicoli di pace, di gioia, di condivisione, di inclusione, di dialogo pacifico tra i popoli. Quindi noi abbiamo voluto dare questo messaggio che si è trasformato poi in un’iniziativa concreta grazie alle nostre società, grazie a tutti i tifosi, grazie a tutte le persone che hanno avuto la sensibilità di fare queste donazioni”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Quasi gol’, De Luca racconta Carosio, il padre dei telecronisti
Giornalista è autore e protagonista in scena
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
15:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La storia professionale di Nicolò Carosio, fondatore in Italia del mestiere di radio-telecronista sportivo, diventa uno spettacolo teatrale, dal titolo “Quasi gol”, che Massimo De Luca propone in forma di monologo, arricchito da brani musicali, dialoghi dal vivo, filmati e registrazioni radiofoniche d’epoca.

Un viaggio lungo quasi quattro decenni che spazia dal provino fatto da Carosio all’Eiar a Torino il 1/o maggio 1932, proprio 90 anni fa, al fatidico Mondiale di Messico 1970, quando il radiocronista fu improvvisamente messo da parte perchè ritenuto responsabile di aver apostrofato in termini razzistici il guardalinee etiope che annulla all’Italia un gol di Riva in occasione della partita con Israele, decisiva per l’ammissione ai quarti di finale.
Nello spettacolo si dimostra che Carosio, con tono un po’ stizzito, definì il guardalinee “etiope” mentre fu accusato di avergli dato del “negraccio” e quindi silurato, tanto che fu Nando Martellini a raccontare Italia-Messico 4-1 e poi la storica semifinale Italia-Germania. De Luca, che è autore e protagonista dello spettacolo, interpreta in molti momenti anche il ruolo di Carosio. “Per quelli come me – commenta il giornalista e conduttore – è stato un punto di riferimento. Mi sembrava doveroso ristabilire la verità sull’epilogo ingiusto e malinconico di una carriera leggendaria”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napili; Spalletti, col Sassuolo gara scomoda e difficile
Tecnico “noi bravi a crearci chance, non nello sfruttarla”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
29 aprile 2022
16:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Domani con il Sassuolo sarà una partita scomoda, difficile perché loro giocano bene.
Il risultato dipenderà da chi riuscirà a tenere la palla.
Se la terranno loro sarà una partita difficilissima, ma se saremo bravi ad averla noi allora il pericolo sarà invertito”. Luciano Spalletti esamina tatticamente il match di domani al Maradona e spiega che il Napoli avrà grosse difficoltà “se non avrà un comportamento corretto”.
Tornando sulla corsa scudetto ormai sfumata, il tecnico spiega: “Eravamo stati bravi a creare una chance importane ma non siamo stati altrettanto capaci di sfruttarla. E’ un dispiacere che abbiamo tutti, ma se si guarda nella sua completezza a tutta la stagione io ci sto benissimo dentro questo risultato perché a quattro giornate dalla fine siamo ancora in lotta per la Champions ed è quello che volevamo all’inizio. Abbiamo la possibilità di salire sul pullman che porta nel più bel torneo del mondo. E’ una cosa molto bella che dobbiamo far vivere ai nostri tifosi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Klopp “io al Liverpool fino a 2026, non so Salah e Manè”
Tecnico “mia scelta penso che li aiuterà a decidere, non cosa”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
16:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’allenatore del Liverpool, Juergen Klopp, ha ammesso di non essere sicuro che la sua decisione di restare sulla panchina fino al 2026 possa indurre alla stessa scelta Mohamed Salah e Sadio Mané.
I contratti dei due attaccanti scadono il prossimo anno, così come quelli di Roberto Firmino e del centrocampista Naby Keita.

“Se è un segnale positivo per i giocatori, tanto meglio, ma non credo che sarà decisivo nella decisione che prenderanno – ha detto il tedesco alla vigilia della partita di Premier League -.
Questo riguarda la loro vita ma volevamo solo assicurare a chiunque voglia giocare qui cosa aspettarsi”, ha spiegati.
Le trattative sulla proroga del contratto di Salah sono in corso da mesi e l’egiziano ha ammesso la scorsa settimana di non essere sicuro di restare al Liverpool. “Se un giocatore annuncia abbastanza presto che vuole andarsene, allora devi tenerne conto”, ha detto Klopp. L’egiziano, cin 22 reti e 13 assiste è con Mané uno dei grandi artefici del successo del club, in corsa per realizzare un poker unico: Champions League, campionato, Coppa di Lega e Fa Cup.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conte, Psg? Solo fake news, fatte per crearci problemi
“Spurs verso obiettivo importante, restiamo concentrati”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
16:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Antonio Conte bolla come ‘fake news’ le voci che lo darebbero in partenza da Londra per trasferirsi nella prossima stagione a Parigi, sulla panchina del Psg.
Nella conferenza stampa all’antivigilia del match di Premier col Leicester, il tecnico del Tottenham si è rivolto direttamente ai tifosi: “Non ascoltate le fake news.
C’è chi vuole creare problemi all’ambiente ma noi dobbiamo essere concentrati su un obiettivo importante – ha detto l’allenatore italiano -. Abbiamo una grande chance di ottenere un posto in Champions. Ci sono ancora cinque partite importanti poi a fine stagione, in privato, parlerò col club e troveremo la soluzione migliore”.
“Ovviamente penso che sia positivo che altri club apprezzino il mio lavoro – ha proseguito Conte -, ma la verità è che non mi piace quando le persone cercano di inventare notizie, solo per parlare, solo per creare problemi. Questo non è giusto, non è giusto per i club coinvolti o per i miei giocatori. Anche perché sento che siamo davvero concentrati su queste cinque prossime partite e sul risultato. Serve rispetto per tutti coloro che sono coinvolti e non bisogna inventare notizie false e dire bugie”. Il Tottenham è quinti in classifica, a -2 dall’Arsenal, sua unica vera rivale per l’ultimo pass disponibile per la Champions.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina: voglia di restare in corsa per l’Europa
Momento delicato e domenica c’è il Milan, ma nessuno molla
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
29 aprile 2022
17:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Testa al Milan per continuare a tenere vivo l’obiettivo Europa: la Fiorentina prova a ripartire dopo il 4-0 subito mercoledì al Franchi nel recupero con l’Udinese, gara che nelle mire di Italiano e del suo gruppo avrebbe dovuto sancire il sorpasso in classifica su Roma e Lazio e staccare l’Atalanta.
Invece è arrivata un fragoroso stop, il secondo di fila dopo il ko di domenica scorsa a Salerno.
Ieri Italiano ha concesso alla squadra e pure a se stesso una giornata di stacco dopo la gara da incubo con l’Udinese, dando appuntamento a stamani al centro sportivo. Il tecnico ha ampia possibilità di scelta per la sfida al Milan. I dubbi maggiori riguardano centrocampo e attacco: nel primo sono in ballottaggio l’ex Bonaventura e Maleh mentre dovrebbero essere riconfermati Torreira e Duncan (con Amrabat pronto a dare il proprio contributo) mentre in avanti c’è il solito duello fra Cabral e un altro ex, Piatek. A destra sembra destinato alla conferma Nico Gonzalez, a sinistra appare al momento in vantaggio l’ennesimo ex, Saponara, rispetto a Sottil e Ikoné. Infine la difesa: davanti a Terracciano dovrebbe essere rinnovata la fiducia alla linea formata da Odriozola, Milenkovic, Igor e Biraghi, tutti alla prova di Giroud e soci.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A Roma una tavola rotonda dedicata al ‘metodo’ di Aldo Biscardi
Si è svolta nell’ambito del premio intitolato al giornalista
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
29 aprile 2022
17:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Successo di pubblico e partecipanti alla tavola rotonda dal titolo lo ‘Sport dall’informazione all’entertainment, al sociale, dal metodo al brand Biscardi ai media digitali’, organizzata in occasione del premio intitolato ad Aldo Biscardi per la comunicazione e lo sport, in collaborazione con il master in marketing e management dello sport, master economia e management della comunicazione e dei media dell’università di Roma Tor Vergata.
Sono intervenuti, fra gli altri, il magnifico rettore dell’università degli studi di Roma Tor Vergata, Orazio Schillaci, e Giovanni Carnevali, ad del Sassuolo.

Aldo Biscardi è stato un innovatore nella comunicazione sportiva e non solo. Con l’invenzione de Processo del lunedì e poi del Processo di Biscardi ha sperimentato, rivisitando schemi tradizionali, elaborando un vero e proprio metodo comunicativo e creando un brand. L’intento della tavola rotonda era quello di dare una risposta ai tanti giovani che, nel corso degli anni, hanno chiesto di affrontare il giornalismo e la comunicazione proprio come faceva Aldo, con un metodo ed entusiasmo senza eguali, creando un nuovo linguaggio e portando l’entertainment nel mondo dell’informazione sportiva. La tavola totonda, con esperti di comunicazione, mass-mediologi e autori tv ha analizzato proprio questi temi. “Aldo Biscardi è entrato nelle nostre case e nell’immaginario collettivo, esplorando orizzonti inediti che hanno fatto scuola”, ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò. “Ringrazio chi ha partecipato e organizzato la tavola rotonda, un evento che ha ricordato Aldo Biscardi, il suo metodo e le sue idee, confrontandole con i tempi moderni e le nuove frontiere della video-comunicazione”, ha concluso Antonella, Biscardi, figlia del giornalista e presentatore tv.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Volata scudetto: pallino al Milan, l’Inter insegue e spera
Fiorentina e Udinese avversarie scomode, derby salvezza a Genova
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 aprile 2022
14:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan fa gli scongiuri: dopo il punto in tre gare del Napoli, è toccato all’Inter scivolare a Bologna vanificando le speranze riposte nel recupero.
Pare esserci una maledizione in atto per le aspiranti al titolo.
I rossoneri però hanno ormai il pallino in mano, a quattro turni dal termine. Pur avendo un calendario peggiore dei cugini devono capitalizzare i due punti di vantaggio in un finale da passo del gambero. Ma anche le contendenti per l’Europa non se la passano meglio: in quattro gare, su 12 punti la Juventus, la Roma e la Lazio ne hanno conquistato 7, la Fiorentina 6, l’Atalanta 4.
La prima della quattro tappe sulla via dello scudetto presenta aspetta indecifrabili: sulla carta il compito peggiore lo avrebbe il Milan che riceve la Fiorentina, crollata in quattro giorni con Salernitana e Udinese. Ma la forma mostrata dalle squadre indica che le difficoltà maggiori potrebbe averle proprio l’Inter, che affronta un’Udinese in stato di grazia, una macchina da gol da 17 reti e 13 punti in sei gare.
L’altro polo di attrazione del campionato riguarda la lotta per non retrocedere. Dopo la tripla vittoria della Salernitana e il successo del Genoa la classifica, che il 5 maggio recupera Salernitana-Venezia, presenta un gigantesco rimescolamento di carte: oltre al Cagliari rischia pure la Sampdoria ingessata di Giampaolo, che affronta un derby di capitale importanza, mentre il Venezia, che dopo sette ko di fila ha esonerato Zanetti, sembra votata al sacrificio contro la ringalluzzita Juve di Allegri, che viene solleticata dall’idea del terzo posto visto che il deludente Napoli riceve l’insidioso Sassuolo. “Gara scomoda e difficile la presenta Spalletti, che allontana intanto allontana le voci di addio: “Ho un altro anno di contratto e un altro ancora in opzione, poi io voglio rimanere. Mi sento benissimo in questa posizione”, dice il toscano, dando un segnale anche alla squadra.
La serie A regala gli ultimi bagliori di un rush finale che continua a sorprendere. Il Milan, che ha sorpassato la Lazio con un colpo di reni finale, si ritrova in fuga e stringe i denti. Pioli prova a mantenere il vertice puntando su Tonali e Kessie a centrocampo, Messias, Leao e Giroud in avanti sfidando una Fiorentina che mostra di avere il braccino del tennista, proprio quando l’Europa sembrava in pugno. Italiano cerca di rimotivare i suoi, magari ripetendo la super impresa dell’andata con lo spumeggiante successo per 4-3.
Il dramma Radu scuote l’Inter che si interroga sull’ errore di non avere testato mai il giovane portiere in gara meno impegnative. Inzaghi teme di avere rovinato tutto in un’unica partita: forse recupera Handanovic, mancheranno Calhanoglu e Bastoni, ma servono i gol di Lautaro per ripartire contro l’Udinese, che gira intorno al funambolo Deulofeu. Il ko con l’Empoli, nonostante i due gol di vantaggio, ha provocato un terremoto a Napoli: il ritiro punitivo si è trasformato in cena socializzante. Lo choc in parte è stato superato con la presenza fissa del patron De Laurentiis, che ha confermato Spalletti che recupera Di Lorenzo. Ma certo serve un riscatto contro il Sassuolo di Berardi che alterna prove scintillanti a prestazioni opache. Disco verde per la Juve di Allegri che potrebbe schierare il tridente Dybala, Vlahovic e Morata con un Venezia che sembra avere staccato la spina.
Il nuovo tecnico Soncin proverà a scuotere la squadra e un ambiente depressi. Dopo l’impresa con l’Inter, il Bologna vuole continuare a volare con una Roma tutta concentrata sulla doppia sfida col Leicester: dopo il pari di Mourinho dovrà dosare le forze (mancheranno Mikhytarian e Oliveira, potrebbero riposare Smalling e Pellegrini) e la gara potrà risultare equilibrata. La Lazio dopo la delusione col Milan conta di riprendere la corsa all’Europa in casa dello Spezia, che però vuole vendicare il 6-1 subito all’andata.
La sfida salvezza piu’ eclatante e’ il derby della Lanterna. Giampaolo ha un lungo feeling positivo nelle stracittadine, confermato dal 3-1 dell’andata. Ma la sua Samp arranca malamente e si e’ fatta risucchiare in zona retrocessione. Il Genoa non ha altro risultato che la vittoria per continuare a sperare. Potrebbero decidere Caputo e Destro. Ma la prima a rischiare di essere risucchiata e’ il Cagliari che non puo’ pensare di salvarsi al ritmo di tre punti in cinque gare. Mazzarri vuole conquistare tre punti basilari contro la mina vagante Verona affidandosi a Pavoletti, Rog e Nandez.
Molta curiosita’ suscita la sfida tra Atalanta e Salernitana: Gasperini ha molte attenuanti pero’ i suoi stanno disputando il peggior campionato degli ultimi anni. Per non restare fuori dall’Europa deve cominciare col battere i campani che hanno cambiato registro con gli inserimenti di mercato e la guida esperta di Nicola. L’unica gara con pochi assilli e’ quella tra Empoli e Torino, reduci dalle imprese con Napoli e Atalanta. Favoriti i granata nelle cui file Pobega e Belotti scalpitano per ritrovare un posto da titolari.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spalletti: ‘Il mio futuro è a Napoli’
‘Ho un altro anno di contratto e non vedo alcun problema’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
29 aprile 2022
17:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Ho un altro anno di contratto con il Napoli e un altro ancora in cui c’è l’opzione della società e io voglio rimanere a fare l’allenatore del Napoli.
Mi sento benissimo in questa posizione, in questo ruolo, in questa città per cui non vedo quale problema ci potrebbe essere”.
Così Luciano Spalletti ha risposto in conferenza stampa a una domanda sul suo futuro a Napoli.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

De Siervo:”Merito sportivo sia unico criterio per accesso coppe”
Ad Serie A “accordo Leghe.Non più di 8 gare in gironi Champions”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
19:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea generale delle Leghe europee di calcio, svoltasi a Istanbul, ha ribadito la sua posizione su due questioni relative alla riforma delle competizioni Uefa per club post 2024: il calendario e i criteri di accesso.
“Riguardo all’ultima riforma del calendario della Champions League, che potrebbe essere votata il 9-10 maggio, riteniamo necessario che le partite della fase a gironi siano al massimo otto”, ha commentato al termine dell’incontro l’ad della Lega serie A, Luigi De Siervo, spiegando che “un eventuale aumento comporterebbe un incremento di altre 100 gare e di fatto raddoppierebbe (da 125 a 225) di partite disputate, danneggiando ulteriormente le competizioni nazionali e la stragrande maggioranza delle squadre in Europa, a beneficio dei soli top club”.

Quanto ai criteri di accesso, i club partecipanti alla Champions passeranno da 32 a 36 e i quattro posti aggiuntivi “dovranno essere assegnati esclusivamente tramite la qualificazione diretta dai campionati nazionali – ha chiarito De Siervo -. I meriti sportivi devono essere l’unico criterio di accesso alle competizioni per club. Siamo, infatti, contrari all’introduzione del cosiddetto sistema European performance spot coefficient, che rappresenterebbe una seconda opportunità ingiustificata per alcune squadre che hanno mancato la qualificazione diretta attraverso la prestazione nel loro campionato nazionale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figlio di Tacconi: “Anche la seconda Tac è andata bene”
Andrea: “Nessun riscontro negativo, avanti così”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ALESSANDRIA
29 aprile 2022
21:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Anche la seconda Tac di questa sera è andata bene, nessun riscontro negativo.
Avanti così”.
Filtra ottimismo sulle condizioni di Stefano Tacconi dalle parole, postate su Facebook, da Andrea, figlio dell’ex portiere della Juventus e della Nazionale azzurra, ricoverato dal 23 aprile all’ospedale di Alessandria per un’emorragia cerebrale. L’ex calciatore si è sentito male ad Asti, dove si trovava per un evento benefico.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Union Berlino frena, è 1-1 con l’ultimo in classifica
Senza vincitori l’anticipo della 32/a con il Greuther Fürth
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
22:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Finisce 1-1 l’anticipo della 32/a giornata in Bundesliga, fra l’Union Berlino e il Greuther Fürth, sul terreno dell’An der alten Forsterei della capitale tedesca.

Ospiti in vantaggio con Hrgota al 33′ pt, ma raggiunti al 27′ st dalla rete di Michel.
I berlinesi sono sesti in classifica, con 51 punti, mentre il Greuther Fürth resta all’ultimo posto con appena 18 lunghezze. La corsa per il titolo tedesco si è risolta nello scorso week-end a favore del Bayern Monaco, che si è confermato campione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ligue 1: doppio Mbappé non basta, il PSG fermato sul 3-3
A Strasburgo i neocampioni di Francia raggiunti nel recupero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
23:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spettacolo e gol nell’anticipo della Ligue 1, disputato sul terreno dello Stade de la Meinau di Strasburgo, fra i padroni di casa e i neocampioni di Francia del Paris Saint-Germain, che avevano Donnarumma fra i pali.
Finisce 3-3, con i padroni di casa che erano passati in vantaggio dopo 3′ grazie all’ex Kévin Gameiro, attaccante di origini portoghesi; ci è ha pensato Kylian Mbappé a pareggiare al 23′.

Nella ripresa l’ex interista Hakimi ha portato in vantaggio i parigini dopo 19′, poi ancora Mbappé – sempre più capocannoniere in campionato con 24 reti – ha firmato il momentaneo 3-1 al 23′.
Alla mezz’ora lo Strasburgo ha accorciato le distanze grazie a un’autorete di Verratti, infine Caci ha realizzato il pari in pieno recupero. In classifica il PSG, che è già campione di Francia, ha 79 punti, lo Strasburgo è 5/o con 57 lunghezze, a pari merito con il Nizza.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
WSJ: “Chelsea a Boehly e Wyss, trattative esclusive”
‘La vendita del club londinese per oltre 4 miliardi di euro’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
23:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un gruppo di investitori guidato da Todd Boehly, e di cui fa parte anche il miliardario svizzero Hansjorg Wyss, si appresta a entrare in trattative esclusive per l’acquisto del Chelsea da Roman Abramovich.
Lo riporta il Wall Street Journal, citando alcune fonti, secondo le quali la vendita del club londinese dovrebbe essere valutata oltre 3 miliardi di dollari.
Il Daily Mail parla, invece, di un’intesa da 3,5 miliardi di sterline, oltre 4 miliardi di euro.

Il Chelsea, dunque, è sul punto di cambiare padrone, passando dalle mani del magnate russo Roman Abramovich al miliardario svizzero e imprenditore nel settore delle apparecchiature mediche, cofondatore, presidente, amministratore delegato e membro di controllo di Eldridge Industries. Wyss e Boehly dovranno adesso firmare i documenti per il passaggio del club di Stamford Bridge.

A quel punto, il Governo britannico sarà chiamato ad approvare l’accordo, dal momento che i beni dell’attuale proprietario Abramovich sono stati congelati a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Mai nella storia era stata spesa una cifra così ingente per acquisire una società sportiva professionistica: Wyss e Boehly, insieme, valgono circa 10 miliardi di dollari; dietro il consorzio c’è la società d’investimento californiana Clearlake Capital.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liga: il Siviglia è spuntato, il Cadice strappa un punto
Andalusi ora possono essere superati dal Barca al secondo posto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
29 aprile 2022
23:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Siviglia non va oltre l’1-1 nell’anticipo della 34/a giornata della Liga disputato sul terreno dello stadio Ramon Sanchez Pizjuan con il Cadice.
Gli andalusi erano andati in vantaggio con En-Nesyri dopo 7′ di gioco, ma sono stati raggiunti da Perez al 22′ st.
In classifica il Siviglia di Julen Lopetegui, che ha lasciato in campo il ‘Papu’ Gomez per 61′, occupa il secondo posto con 64 punti, ma domenica potrebbe essere scavalcato dal Barcellona che di punti ne ha 63 e che ospiterà il Maiorca; o raggiunto dall’Atletico Madrid, in campo domani nei Paesi Baschi contro l’Athletic Bilbao. I ‘Colchoneros’ attualmente sono fermi a quota 61.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Hope Solo lotta contro alcolismo, ‘andrò in cura’
Portiere Usa donne ha vinto 2 ori olimpici e un Mondiale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
30 aprile 2022
10:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Hope Solo, 40 anni, giocatrice simbolo e portiere della nazionale Usa che per anni ha dominato la scena del calcio femminile, ha deciso di sottoporsi a un trattamento di disintossicazione dall’alcol.
Questo dopo che, il 31 marzo scorso in North Carolina, era stata arrestata per essersi messa alla guida in stato di ebbrezza e con a bordo dell’auto i suoi figli gemelli di due anni d’età.
Secondo le forze dell’ordine, l’ex calciatrice aveva anche opposto resistenza al momento del fermo.
“Mi sottoporrò, volontariamente – ha scritto la Solo su Twitter -, a un programma di disintossicazione dall’alcol e vincerò questa sfida. In questo momento ogni mia energia è focalizzata sulla mia salute e sul prendermi cura di me stessa e della mia famiglia”.
Hope Solo ha vinto con gli Usa due ori olimpici, ai Giochi di Pechino 2008 e Londra 2012 (quando le sue dichiarazioni sul sesso al villaggio atleti fecero molto discutere) e un titolo mondiale, nel 2015. L’anno prossimo verrà introdotta nella ‘Hall of Fame’ del calcio statunitense.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino: Juric, per l’anno prossimo c’è tanto da fare
‘Lavoreremo sul mercato, ma ora concentriamoci sul campo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
30 aprile 2022
10:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’anno prossimo c’è tanto lavoro da fare sul mercato, ma adesso ci concentriamo sul finire bene questa stagione”: così il tecnico del Torino, Ivan Juric, alla vigilia della trasferta di Empoli.
E sulle possibili scelte di formazione per domani: “Voglio dare una chance dal primo minuto a Pellegri – aggiunge l’allenatore – mentre Belotti non partirà titolare e Bremer è in dubbio per un problema alla caviglia.
Il portiere? Non ho ancora scelto”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sala, sul nuovo stadio siamo vicini a una conclusione
Sindaco Milano, ‘le società abbiano ancora un po’ di pazienza’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
30 aprile 2022
10:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che noi arriveremo ad autorizzare il nuovo stadio con i nostri tempi, che non sono neanche dipendenti dalla mia volontà.
Ormai dopo questo lungo processo siamo vicino alla conclusione del tutto, quindi spero che le società abbiano un altro po’ di pazienza e che tutto si concluda al meglio”.

Lo ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala, a margine di un evento a Firenze, rispondendo a chi gli chiedeva un commento sull’ipotesi che il Milan possa costruire il nuovo stadio a Sesto San Giovanni e non all’interno del comune milanese.
Sala, tifoso interista, ha parlato anche della lotta scudetto tra Milan e Inter e della trasferta della Fiorentina a San Siro: “Se chiederò un regalo al sindaco Nardella? Io lo chiederei volentieri ma purtroppo sullo scudetto sono pessimista – ha detto -. Io per il calcio soffro e la botta di Bologna mi ha fatto dormire male la notte, credo e non lo dico per gufare che lo scudetto purtroppo vada nella direzione del Milan”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ad Borussia, ‘è vero, contratto Haaland contiene clausola’
Watzke, ‘se non ci fosse stata, sarebbe andato al Man United’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
DORTMUND
30 aprile 2022
10:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
C’è una clausola rescissoria che può liberare Erling Haaland dal Borussia Dortmund.
Ad ammetterlo per la prima volta è stato Hans-Joachim Watzke, amministratore delegato del club, che ha quindi confermato quanto era stato anticipato dalla stampa tedesca.
“E’ una condizione che abbiamo dovuto accettare, altrimenti sarebbe andato al Manchester United”, ha spiegato il dirigente al quotidiano ‘Ruhr Nachrichten’ riferendosi alla sessione di mercato invernale del 2020, quando l’attaccante norvegese sembrava a un passo dall’approdo in Premier League, e ai ‘Red Devils’.
Watzke non ha rivelato la cifra prevista dalla clausola (ch i media inglesi stimano sui 75 milioni di euro), limitandosi a constatare che la partenza del bomber 21enne gestito da Mino Raiola è imminente. “Ma sono sicuro che troveremo il nuovo Haaland – ha sottolineato -, perché ne abbiamo bisogno”. E a Dortmiund, a questo proposito, circola con insistenza il nome di Sebastien Haller dell’Ajax.
Nel frattempo su Haaland ci sono i grandi club d’Europa con il Manchester City in pole position. Secondo il ‘Daily Mail’, la dirigenza di Citizens è pronta a garantire al norvegese un contratto di cinque anni da 600mila euro a settimana, che ne farebbero il calciatore più pagato della Premier League.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ratcliffe ‘offerta per Chelsea, esito non ancora certo’
Ma patron Nizza conferma volontà di tenere anche club Ligue 1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NIZZA
30 aprile 2022
11:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il boss del colosso chimico Ineos, Jim Ratcliffe, che ha fatto un’offerta per rilevare il Chelsea, ha confermato ufficialmente la sua mossa – come raccontato dal Wall Street Journal – assicurando in un comunicato che questa sua volontà non sminuisce “in alcun modo” il suo impegno nei confronti del Nizza, club di Ligue 1 del quale è proprietario, e precisando che la trattativa per l’acquisto del club londinese non puo’ ancora considerarsi cosa fatta.

“Il gruppo Ineos conferma di aver fatto un’offerta per l’acquisizione del club del Chelsea – fa sapere Ratcliffe tramite comunicato -.
Non sappiamo per il momento se riusciremo nel nostro approccio, ma vogliamo rassicurare tutti coloro che sono coinvolti nel Nizza: questo non sminuisce il nostro impegno per la ‘Palestra’ (nomignolo con cui viene chiamata la squadra rossonera ndr)”. “Vivo vicino a Nizza e rimango totalmente immerso e impegnato per il successo del club – continua Ratcliffe -. E sono felice che, sotto la guida di Christophe (Galtier, l’allenatore ndr) abbiamo raggiunto la finale di Coppa. Ora abbiamo voglia di sollevare questo trofeo”. L’uomo d’affari britannico sottolinea anche che “abbiamo portato Christophe al Nizza per vincere e questo obiettivo non è cambiato. Voglio vedere il club giocare in Coppa dei Campioni la prossima stagione, e posso assicurarvi che continueremo a prenderci cura del Nizza e del suo futuro”.
Oltre al Nizza, Ineos possiede anche la squadra ciclistica Ineos-Grenadiers. Ieri il gruppo ha annunciato di aver fatto un’offerta di 4,25 miliardi di sterline (circa 5 miliardi di euro) per l’acquisizione del Chelsea. Il club londinese, campione del mondo in carica, è stato messo in vendita il 2 marzo scorso dal suo proprietario russo Roman Abramovich, a causa delle sanzioni a carico degli oligarchi russi dopo l’invasione dell’Ucraina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Un Secolo d’Azzurro’, mostra da non perdere a Tivoli
Dal 2 al 7 maggio al Convitto Nazionale tanti cimeli da ammirare
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TIVOLI
30 aprile 2022
12:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Convitto Nazionale Amedeo di Savoia Duca d’Aosta apre le porte, dal 2 al 7 Maggio 2022, a una importante esposizione storica della nazionale di calcio italiana.
Infatti la mostra “Un Secolo d’Azzurro”, promossa dall’Associazione S.Anna (accreditata alla Camera dei deputati), e curata da Mauro Grimaldi, consigliere delegato Federcalcio Servizi, sarà ospitata dal Convitto Nazionale di Tivoli.

L’esposizione, patrocinata da Figc , Anci e Adicosp, presenta un’accurata selezione tra i memorabilia originali, come i palloni e gli scarpini della fine dell’800, le maglie degli anni Cinquanta, come quella di Amedeo Amadei, le maglie degli anni Sessanta e Settanta come quella di Gianni Rivera, fino a quelle più recenti di Paolo Rossi, Vialli, Totti, Buffon, Verratti e tanti altri campioni.
La narrazione sportiva in mostra vuole anche essere un contenitore di eventi organizzati per stimolare la conoscenza dell’universo che ruota attorno al calcio, ‘chiave di volta’ per interagire con il territorio, in apertura e dialogo con le persone, scuole e istituzioni di vario grado. Il taglio del nastro inaugurale avverrà il 2 maggio 2022 alle15.30, in presenza delle autorità locali e dei partners: il curatore Mauro Grimaldi, i promotori Aldo Rossi Merighi e Sabrina Trombetti, e Francesco Meloni, Responsabile Area Figc.
Sempre il 2 magio, e solo in questo giorno, sarà esposta nell’Aula Magna del Convitto, la coppa originale di Euro 2000, vinta dall’Italia a Wembley nell’estate 2021.
“Back to home, back to Rome, welcome to Tivoli!” sarà aperta dal 2 al 7 Maggio, dalle 9 alle 18, con ingresso gratuito ma su prenotazione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina; lunedì raduno, tra un mese spareggi mondiali
Primo test 11/5 con Borussia MG, a giugno play off con la Scozia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 aprile 2022
13:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre la guerra continua a devastare il paese, la nazionale di calcio dell’Ucraina cerca di ripartire e sogna i Mondiali in Qatar.
Lunedì in Slovenia comincia infatti il raduno dei giocatori del ct di Oleksandr Petrakov, quello che un mese fa disse “odio i russi, e se vengono a Kiev, prenderò un’arma e difenderò la mia città.
Ho 64 anni ma penso che potrei uccidere due o tre nemici”.
Saltati, per ovvi motivi, gli spareggi mondiali di marzo, l’Ucraina giocherà le proprie chances di andare in Qatar affrontando l’1 giugno a Glasgow la Scozia e, se vincerà, il Galles a Cardiff quattro giorni dopo. E’ un sogno, ma realizzabile se la selezione giallo-azzurra ritroverà la verve che l’ha fatta chiudere al secondo posto, dietro la Francia, nel suo girone delle eliminatorie mondiali, chiuso senza sconfitte anche se con sole due vittorie e sei pareggi.
Detto che le ‘stelle’ Zinchenko (Manchester City), Yarmolenko (West Ham) e Malinovskyi (Atalanta) continueranno per ora a giocare nei rispettivi club e si uniranno alla nazionale solo in seguito, per ora Petrakov lavorerà con i calciatori di squadre del campionato locale che, a causa della guerra, è stato definitivamente sospeso senza assegnare il titolo, con Shakhtar e Dynamo Kiev che hanno giocato match benefici in giro per l’Europa.
Il primo test dell’Ucraina, secondo quanto è stato annunciato oggi, sarà l’11 maggio contro il Borussia Moenchengladbach nello stadio del club tedesco, con incasso devoluto alle vittime del conflitto e l’entrata gratuita per tutti i rifugiati ucraini.
Per questo, sempre oggi, la federcalcio ucraina ha diffuso una nota per “ringraziare sentitamente” il Borussia per la collaborazione ricevuta. In attesa che vengano annunciate date e sedi delle prossime amichevoli, l’Ucraina del calcio continuerà a sognare la pace e i Mondiali.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cristiano Ronaldo versione papà “Forever love”
Il portoghese su Instagram con in braccio la propria gemellina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 aprile 2022
14:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Forever Love…”.
E’ il messaggio postato da Cristiano Ronaldo sul proprio account ufficiale di Instagram, a corredo di una foto in cui tiene fra le braccia uno dei gemellini avuti dalla compagna.
La piccola è nata senza complicazioni, ma il maschietto invece non ce l’ha fatta, come annunciato dallo stesso portoghese il 18 aprile scorso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Napoli batte Sassuolo 6-1 e Cagliari-Verona 1-2
Nei primi 20 minuti del primo tempo i padroni di casa erano giù quattro gol avanti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 aprile 2022
18:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A, Napoli batte Sassuolo 6-1 e Cagliari-Verona 1-2 nei due match delle ore 15 della 35esima giornata di campionato
Spalletti, grande vittoria e nessun rimpianto  – Luciano Spalletti è pienamente soddisfatto e si toglie qualche sassolino dalla scarpa.
”E’ stata una grande vittoria.
Non c’è da oscurare il risultato della Champions – sottolinea – facendo finta che siamo delusi perché non abbiamo vinto il campionato. Di scudetto ho parlato io per alzare il livello della squadra. Avere quasi raggiunto il traguardo Champions a tre partite dalla fine è un risultato importante”. ”Abbiamo messo dietro di noi – aggiunge il tecnico del Napoli – squadre forti in pratica con lo stesso organico degli anni precedenti. C’è un livellamento verso l’alto, non c’è nessun rammarico. Abbiamo fatto quello che dovevamo. E’ vero che non possono esserci risultati come quello di Empoli ma la squadra non meritava di giocare questa gara con un tale clima. Temevamo questa partita perché il Sassuolo meritava molto anche contro la Juventus. E’ una grandissima vittoria”. ”Del ritorno in Champions – dice ancora Spalletti – se ne riparlerà. Ce la giochiamo ancora, non l’abbiamo conquistata matematicamente. Ci sono partite da giocare, pensiamo ad essere professionisti. Si fanno le cose seriamente e bene”. ”Giocare senza Di Lorenzo – osserva l’allenatore – non è la stessa cosa, Di Lorenzo è il top in quel ruolo lì. Un episodio può cambiare tutta la partita. La squadra ha lavorato benissimo. Mertens e Osimhen hanno lavorato benissimo. Mertens ha fatto vedere le sue qualità. Nella fase di possesso la squadra ha fatto vedere come si fa. Sono molto contento della prestazione dei ragazzi. Questo livello di pressione è un po’ il nostro nemico, invece c’è stata una grande gestione”. ”L’elemento decisivo sono stati i calciatori. Sono loro – precisa il tecnico – che hanno raggiunto questa vittoria con voglia e determinazione. La società ha lavorato nella maniera giusta. Dopo la sconfitta a Empoli c’era stata una reazione emotiva. De Laurentiis ha gestito la settimana come un padre di famiglia, dando suggerimenti su quello che c’era da fare. Lo staff del Napoli è di livello”.
Mazzarri “non me l’aspettavo, sconfitta meritata”  – “Non mi aspettavo questa partita nemmeno io”. È la confessione di Walter Mazzarri dopo la sconfitta con il Verona: “La prestazione non mi è piaciuta – ha detto l’allenatore del Cagliari a fine gara – abbiamo perso tanti duelli, forse i ragazzi hanno sentito troppo la partita. La sconfitta è stata meritata: c’è da fare una riflessione, mi dispiace per i tifosi”. Ora tre partite decisive: “Quello che non abbiamo fatto oggi- ha detto- lo dovremo fare nelle altre partite. Resettiamo. Ci sono gli scontri diretti, c’è l’Inter: noi dobbiamo fare il possibile, entrare in campo convinti di vincere”. I ricambi? “Nandez e Rog sono entrati benino – ha detto ancora Mazzarri – ma poi le energie sono mancate man mano che passavano i minuti: giocatori che sono stati fermi troppo tempo non possono avere un minutaggio troppo lungo. Ora cerchiamo di compattarci e vediamo che cosa saremo in grado di fare a Salerno”. Mazzarri non salva nemmeno il secondo tempo: “Le palle gol le abbiamo create più nel primo tempo, nella ripresa loro hanno rischiato di segnare il terzo gol. Abbiamo sbagliato la partita”.
Dionisi, giornata storta ma demerito soprattutto mio  – Alessio Dionisi è rassegnato per quanto è accaduto, con il suo Sassuolo sommerso sotto sei gol dal Napoli. ”Sapevamo – dice – che avremmo sofferto ma le cose si sono messe male subito e poi non siamo più stati in partita. Il demerito di quanto è accaduto è soprattutto mio. Certo ci sono da considerare i meriti del Napoli che ha giocato molto bene, ma ci sono stati anche e soprattutto i demeriti del Sassuolo”. ”Prima della gara – conclude Dionisi – i ragazzi si sono dati coraggio e si sono concentrati per dare tutto ma si è capito subito che era una giornata storta. Riprenderla dopo quello che è successo nei primi 20′ non era facile e ancora meno facile è stato arrivare fino in fondo”.
I GOL
Napoli-Sassuolo 6-1 Al 87′ gol della bandiera per gli ospiti di Lopez
Napoli-Sassuolo 6-0 – Al 80′ Rrahmani ancora per i partenopei su assist di Politano
Cagliari-Verona 1-2 – Al 57′ Joao Pedro accorcia le distanze per i sardi
Napoli-Sassuolo 5-0 – Al 54′ ancora Mertens in gol con un tiro imprendibile
Cagliari-Verona 0-2 – Al 44′ Caprari raddoppia per gli scaligeri
Napoli-Sassuolo 4-0 – Al 21′ Mertens realizza con un tiro dal limite per il poker dei padroni di casa
Napoli-Sassuolo 3-0 – Al 19′ Lozano allunga ancora la striscia degli azzurri con un tiro che finisce nell’angolino basso a sinistra del portiere
Napoli-Sassuolo 2-0 – Al  5 Osimhen raddoppia sempre di testa per gli uomini di Spalletti
Napoli-Sassuolo 1-0 – Al 7′ Koulibaly di testa porta in vantaggio i padroni di casa
Cagliari-Verona 0-1 – Al 8′ Barak porta in vantaggio gli ospiti su assist di Simeone.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Juventus-Venezia 2-1
Doppietta di Bonucci, tre punti d’oro per la Champions. I bianconeri si consolidano al quarto posto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
01 maggio 2022
14:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus ha battuto il Venezia 2-1 (1-0) nell’anticipo dell’ora di pranzo della 35/a giornata.
Partenza super per la squadra di Allegri che crea due occasioni da gol prima con Zakaria e poi con Pellegrini che colpisce la traversa.
Il match lo sblocca Bonucci (nel giorno del suo 35/o compleanno) a segno al 7′ sugli sviluppi di una punizione.
I lagunari provano a rientrare in partita e sfiorano il pari con Henry. Nella ripresa arriva il momentaneo pari di Aramu al 26′. Solo 5′ minuti più tardi ancora Bonucci riporta in vantaggio i bianconeri e sigla la doppietta, regalando tre punti d’oro per consolidare il quarto posto.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cioffi, con i campioni d’Italia è una gara di salto in alto
Tecnico Udinese, ‘c’è Inter, l’asticella si alza di parecchio’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
30 aprile 2022
14:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’asticella si alza di parecchio, da una corsa ad ostacoli diventa una gara di salto in alto.

Affrontiamo i Campioni d’Italia che lavorano insieme dal 2019.

Ci arriviamo emozionati, ambiziosi e mentalizzati. Emozionati perché ci aspettiamo di giocare in una Dacia Arena piena; ambiziosi perché credo che un giocatore debba sognare sempre l’impresa e mentalizzati perché sappiamo che sarà una partita di fatica, sofferenza e sacrificio”. Lo ha detto, alle telecamere di Udinese Tv, il tecnico Gabriele Cioffi.
Circa l’Inter, il tecnico se la aspetta “cattiva, decisa ed affamata”. “Ma noi lo saremo di più – ha aggiunto – Per quanto riguarda le assenze, non bado alle nostre, figuriamo se guardo quelle loro”.
Cioffi non nasconde un po’ di preoccupazione per la quinta gara in 15 giorni: “Non siamo abituati a questi ritmi, ma l’obiettivo è affrontare tutte le partite ad un livello psico-fisico alto. Sotto l’aspetto fisico, quindi, l’abbiamo preparata riposando. A livello emotivo, non credo sia una gara da preparare perché ho la fortuna di allenare una squadra di ragazzi ambiziosi”.
Molto si deciderà sulle fasce: “Con Udogie e Molina, noi abbiamo l’obiettivo di fare una partita robusta e solida, quindi loro, ma anche Soppy e Zeegelaar, avranno il compito di far parte di questa gara e leggere i momenti in cui questa cambierà”.
Per quanto riguarda Pereyra, reduce da un problema muscolare, il mister friulano ha assicurato: “Il Tucu è sempre pronto. Per Makengo, squalificato, è un peccato, perché è in un momento di forma strepitoso ma sono convinto che lo sarà fino a fine stagione. E’ un valore aggiunto. Adesso valuteremo quale sarà la miglior soluzione per sostituirlo”.
Lo stadio sarà praticamente tutto esaurito, per la prima volta in questa stagione: “I tifosi danno una marcia in più e ci danno più responsabilità. Ho sempre detto con i ragazzi che l’obiettivo condiviso è rendere chi ci guarda orgoglioso di ciò che viene fatto in campo, al di là del risultato. Questo deve essere sempre riconosciuto e credo che sia il motivo reale per cui la Dacia Arena sarà piena. Questo ci dà tanta voglia di lottare con ancora più ardore”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve, Allegri: “Per lo scudetto può succedere di tutto”
Il tecnico: “In questo campionato non esiste un valore assoluto”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
30 aprile 2022
14:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ un campionato in cui non c’è un valore assoluto, è divertente anche per questo perché può ancora succedere di tutto”.
L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, commenta la corsa allo scudetto.
E sul possibile sorpasso dei bianconeri al Napoli al terzo posto. “Sarebbe importante, anche perché gli azzurri fino a ieri lottavano per il titolo – spiega l’allenatore bianconero – ma, come prima cosa, dobbiamo consolidare un piazzamento in Champions: non dimentichiamoci che a gennaio eravamo in una brutta situazione di classifica, poi piano piano con il lavoro e i risultati c’è stata questa rincorsa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli, Milan con cuore caldo e mente fredda
Non pensiamo al 22 maggio,concentrati solo sulla gara di domani
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 aprile 2022
14:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Cuore caldo e testa fredda, è sempre la caratteristica migliore”: è la ricetta di Stefano Pioli per affrontare le ultime quattro partite di campionato per cercare di vincere lo scudetto.
Alla vigilia della sfida contro la Fiorentina, avendo due punti di vantaggio sull’Inter, per il Milan la pressione aumenta.
Ma Pioli chiede solo “massima concentrazione sulla sfida di domani”. “Se conta più testa o tattica da qui alla fine? Credo che conti tutto – spiega l’allenatore del Milan – poi le partite sono spesso decise da episodi e ci devi mettere qualcosa in più dell’avversario, che sia tecnica, intuito, ferocia. È quello che vogliamo fare ora. È sbagliato pensare alle prossime quattro sfide, dobbiamo pensare a quella di domani. Non pensiamo al 22 maggio ma solo alla Fiorentina”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan, Pioli: “Sottovalutati? Noi crediamo di valere tanto”
‘Conta solo ciò che pensiamo noi, Milan concentrato e generoso’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 aprile 2022
14:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se siamo stati sottovalutati? Non era quello che volevo dire e non mi interessa tanto se siamo apprezzati.
Mi interessa quello che pensiamo noi e noi crediamo di valere tanto.
Ed è l’unica cosa che conta”: lo dice il tecnico del Milan Stefano Pioli alla vigilia della sfida contro la Fiorentina, mentre i rossoneri sono primi in classifica a quattro giornate dalla fine. “Ho visto attenzione, determinazione, generosità: ci serviranno in campo domani. Che emozioni sto vivendo io personalmente? Ho solo grande concentrazione e grande voglia di fare bene il nostro lavoro fino in fondo”, assicura l’allenatore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan, Pioli: “Sfida Fiorentina determinante come contro Lazio”
‘Non mi piace definirle 4 finali, pensiamo una sfida per volta’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 aprile 2022
14:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La partita contro la Fiorentina sarà determinante ma credevo la stessa cosa prima della Lazio.

Domani sarà fondamentale, ma dirò la stessa cosa prima del Verona”.
Lo afferma l’allenatore del Milan, Stefano Pioli, alla vigilia della sfida contro la Fiorentina.
“Non mi piace dire che sono tutte finali – spiega l’allenatore dei rossoneri – noi abbiamo pensato sempre una partita alla volta. Non ci siamo mai abbattuti né esaltati. In settimana ho visto attenzione, determinazione e generosità.
Domani dovremo fare una partita con queste caratteristiche”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Sampdoria batte Genoa 1-0. Grifoni sbagliano un rigore al 96′
Ai blucerchiati basta un gol al 25′ di Sabiri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 aprile 2022
20:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GOL e momenti clou
Al 90’+6 Criscito sbaglia un rigore per il Genoa
Sampdoria-Genoa 1-0 – Al 25′ Sabiri porta in vantaggio i blucerchiati
Derby salvezza tutto esaurito tra Sampdoria e Genoa.
Ferraris colorato e pieno come da almeno tre anni non accadeva, complici le restrizioni per la pandemia e i risultati poco esaltanti delle due formazioni.
Come sempre tifosi pronti a stupire con le due coreografie da parte delle Gradinate e non solo. Per la Sampdoria, che gioca in casa, la Sud ha preparato un enorme striscione che ha coperto buona parte della gradinata inferiore con i colori della squadra e la scritta “la Sud” mentre altri tifosi ai piedi della gradinata hanno issato un lungo striscione con la scritta “Passione e orgoglio di questa città”, il tutto accompagnato da decine di bandiere blucerchiate sventolanti. La Nord, cuore del tifo genoano oggi in trasferta, ha risposto issando lo storico ed enorme striscione “Un cuore grande così” capace di coprire l’intera gradinata. All’ingresso delle squadre in campo lo striscione è stato tolto e in Gradinata è apparso uno striscione recante la scritta “questa lunga leggenda rossa e blu” mentre nella parte inferiore su sfondo rosso e blu il nome “Genoa” gigantesco in un tripudio di bandiere rossoblù.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Spezia-Lazio finisce 3-4
Altalena di gol al Picco, al 90′ la decide Acerbi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
01 maggio 2022
10:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lazio vince 4-3 alla Spezia in un anticipo della 35/a giornata del campionato di serie A e si porta momentaneamente al quinto posto in classifica.

I liguri hanno approfittato di due regali della difesa laziale per chiudere in vantaggio il primo tempo: al 9′ con Amian, libero di colpire in area di testa un pallone per una doppia indecisione di Strakosha e Basic, e al 35′, subito dopo il pareggio su rigore di Immobile, con Agudelo, bravo a rubare palla a un lento Patric e ad involarsi da solo verso la porta.

Nella ripresa, nuovo pari della Lazio, fortunata quando un potete tiro di Zaccagni da fuori area finisce prima sul palo e poi rimbalza su Provedev, finendo in rete. L’equilibrio dura 2′, perchè all’11’ Hristov di testa batte ancora Strakosha, ma al 23′ si ristabilisce quando Milinkovic-Savic trova la sua decima rete in campionato. Al 45′, è il tanto contestato Acerbi a regalare la vittoria ai biancocelesti di Sarri.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

GOL

Spezia-LAZIO 3-4 Al 90′ Rete di Francesco Acerbi

Spezia-Lazio 3-3 – Al 68′ rete di Sergej Milinković-Savić

Spezia-Lazio 3-2 – Al 56′  rete di Petko Hristov

Spezia-Lazio 2-2 – Al 54′ autorete di Ivan Provedel
Spezia-Lazio 1-1 – Al 35′ Agudelo riporta subito in vantaggio i padroni di casa
Spezia-Lazio 1-1 – Al 33′ Ciro Immobile su rigore per il pari biancoceleste

Spezia-Lazio 1-0 – Al 9′ Amian porta in vantaggio i liguri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Milan-Fiorentina 1-0 Empoli Torino 1-3
La squadra di Pioli fa un altro passo verso lo scudetto e consolida così il primato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 maggio 2022
18:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Torino ha battuto l’Empoli 3-1 (0-0) in una partita della 35/a giornata della Serie A.
LA CRONACA
Dopo un primo tempo senza grandi pericoli da una parte e dall’altra, il match si sblocca all’11’ della ripresa con la rete di Zurkowski.

Subito dopo l’Empoli resta in dieci per l’espulsione di Verre, prima sanzionato con il giallo per il fallo su Pellegri. Ma l’arbitro, richiamato dal Var cambia decisione e dà il rosso diretto. Nella ripresa il Toro mette a segno la rimonta con due rigori al 33′ e 42′, su entrambi la firma di Belotti.
Nell’Empoli rosso per doppia ammonizione anche a Stojanovic. Poi il tris del Gallo nel recupero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

MILAN-FIORENTINA 1-0 LA CRONACA
Il Milan fa un altro passo verso lo scudetto: la squadra di Pioli batte la Fiorentina 1-0 (0-0) e consolida così il primato (+5 sull’Inter che scende in campo alle 18). San Siro deve attendere il 37′ della ripresa per esultare alla rete di Leao. In avvio annullato un gol a Theo Hernandez per fuorigioco di Messias. Poi è Giroud a mangiarsi l’1-0. Nella ripresa Leao spreca mandando alto, il risultato non si sblocca: Pioli gioca anche la carta Ibrahimovic. Il match si accende, al 21′ la Fiorentina sfiora il vantaggio con un colpo di testa di Cabral, ma Maignan fa il miracolo e blocca in due tempi. Poi Leao regala tre punti d’oro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Udinese-Inter 1-2
Perisic e Lautaro a segno, i nerazzurri non mollano la corsa scudetto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 maggio 2022
20:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Grazie alle reti di Perisic e Lautaro Martinez l’Inter risponde al Milan e resta in corsa per lo scudetto.  LA CRONACA

Dopo il successo dei rossoneri a San Siro con la Fiorentina, la squadra di Simone Inzaghi si impone 2-1 (2-0) in casa dell’Udinese e resta a -2 dal Milan.
Al 12′ Perisic colpisce di testa e spiazza Silvestri.
Al 38′ rigore per l’Inter, al dischetto va Lautaro che colpisce il palo ma poi ribatte di testa e regala il raddoppio ai nerazzurri. Al 6′ della ripresa Dzeko spreca l’occasione per il 3-0, e al 28′ l’Udinese prova a rientrare in partita accorciando con Pussetto
I GOL
72′ Udinese-Inter 1-2 Rete di Pussetto. I padroni di casa riaprono il risultato: punizione di Deulofeu, grande parata di Handanovic ma Udogie serve Pussetto che insacca da pochi passi.
39′ Udinese-INTER 0-2 Rete di Lautaro Martinez. Raddoppio degli ospiti: rigore di Lautaro Martinez sul palo, deviazione involontaria di Silvestri e l’argentino può ribadire in rete di testa.
12′ Udinese-INTER 0-1 Rete di Perisic. Ospiti in vantaggio: corner di Dimarco e stacco vincente di testa di Perisic.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Italiano, meritiamo Europa e io rimango a Firenze
Tecnico viola, ‘non cambia nulla, con la società c’è feeling’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
30 aprile 2022
15:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Viene fuori la clausola e si dice ‘Italiano vuole andar via’.
Ma io penso a fare il professionista, al campo; io sono l’allenatore della Fiorentina e ho un contratto con la Fiorentina, questo certifica il mio presente e il mio futuro”.

Così Vincenzo Italiano rispondendo alle voci circolate in questi giorni su un suo possibile addio alla panchina viola. “E’ un contratto che esiste dal primo giorno, clausole o non clausole, opzioni o non opzioni – dice ancora -. Non cambia nulla, con la società ci sono unione e feeling e stiamo tutti inseguendo un sogno”.
Il riferimento è all’Europa, in attesa di affrontare domani il Milan battuto all’andata. “Meritiamo il posto in Europa – sottolinea Italiano -, perché dalle prime giornate siamo lì’ e al di là delle ultime due sconfitte abbiamo anche le qualità per rimanerci fino alla fine. Ma bisogna tornare a far punti a iniziare da domani. Il Milan è capolista e farà di tutto per vincere, ma noi vedremo di non farci battere”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie B: la capolista Lecce sconfitta dal Vicenza
Il Monza vince con il Benevento e si avvicina alla testa della classifica
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 aprile 2022
18:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Penultima giornata di Serie B ricca di colpi di scena.
La capolista Lecce sconfitta dal Vicenza mentre il Monza, secondo, batte il Benevento e si avvicina alla vetta.
Protagonisti in negativo i tifosi salentini per le bombe carta che hanno costretto il portiere dei veneti a uscire. Il petardo, al quale ne e’ seguito subito un altro, è stato lanciato dai supporter pugliesi per festeggiare il gol dell’1-0 segnato da Strefezza, che poteva valere la promozione in A. Il portiere Contini, che teneva la mano all’altezza del collo, è stato subito accompagnato in barella negli spogliatoi. Partita interrotta per quasi 10 minuti e poi ripresa, con l’arbitro che ha concesso 14 minuti di recupero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spal batte Frosinone 3-0 (2-0). I gol: nel primo tempo Dickmann all’8′ e Pinato al 12′; nel secondo tempo Esposito al 43′.
Monza batte Benevento 3-0 (0-0)  I gol: nel secondo tempo Mota al 3′, Gytkjaer all’8′ e ancora Mota al 43′.
Ascoli batte Cremonese 1-0 (0-0) Il gol: nel secondo tempo Baschirotto al 6′.
Parma e Alessandria 2-2 (1-1)  I gol: nel primo tempo per ospiti Palombi al 17′, per i padroni di casa Cobbaut al 43′; nel secondo tempo per gli emiliani Vazquez al 13′ e per i piemontesi Pierozzi al 36′.
Cittadella batte Brescia 1-0 (0-0). Il gol: nel secondo tempo Cassandro al 17′.
Pisa e Cosenza 1-1 (1-0). I gol: nel primo tempo a favore dei toscani autogol di Venturi al 6′; nel secondo tempo per i silani Liotti su rigore al 34′.
Ternana batte Perugia 1-0 (1-0). Il gol: nel primo tempo Donnarumma al 36′.
Pordenone e Crotone 3-3 (0-1). I gol: nel primo tempo per gli ospiti Nedelcearu al 45′; nel secondo tempo per i padroni di casa Candellone al 13′, per i calabresi Marras al 14′ e Maric al 19′, per i friulani Butic al 40′ e Zammarini al 45′.
Como batte Reggina 4-1 (2-0). I gol: nel primo tempo per i lariani Parigini al 20′ e Blanco Sanchez al 43′; nel secondo tempo Denis per i calabresi al 7′, per i lombardi Cerri al 16′ e La Gumina al 38′.   SEGUI TUTTA LA SERIE B IN TEMPO REALE: STAGIONE 2021-2022 RISULTATI E CLASSIFICA: VAI!

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

La famiglia, Mino Raiola è morto
Annuncio via twitter sul profilo dell’agente
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 aprile 2022
16:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mino Raiola è morto: lo annuncia la famiglia con un post sul profilo twitter del procuratore sportivo.

“Con infinito dolore annunciamo la scomparsa di Mino, il più straordinario procuratore di sempre”.
Con queste parole la famiglia Raiola annuncia la morte dell’agente sul suo profilo twitter con un lungo post accompagnato da una foto di Raiola giovane. “Mino ha lottato fino all’ultimo istante con tutte le sue forze – prosegue il post -, proprio come faceva per difendere i calciatori e ancora una volta di ha resi orgogliosi di lui senza nemmeno rendersene conto. Mino è stato parte di tanti calciatori e ha scritto un capitolo indelebile nella storia del calcio moderno”. “Ci mancherà per sempre – aggiunge la famiglia -, il suo progetto di rendere il mondo del calcio un mondo migliore per i calciatori sarà portato avanti con la stessa passione. Ringraziamo di cuore coloro che ci sono stati vicini e chiediamo a tutti di rispettare la privacy di familiari e amici in questo momento di grande dolore”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Roma-Bologna 0-0
Dopo il successo degli emiliani sull’Inter pari all’Olimpico, ma portieri super
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 maggio 2022
07:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bologna ferma anche la Roma.
LA CRONACA
Finisce 0-0 all’Olimpico il posticipo della 35/a giornata della Serie A.
Dopo il successo sull’Inter, gli emiliani strappano un punto con la squadra di Mourinho, attesa giovedì dalla semifinale di ritorno di Conference League con il Leicester.
Primo tempo all’insegna dell’equilibrio, con la Roma che ha cercato il vantaggio con Zaniolo e Carles Perez e gli emiliani con Arnautovic e Orsolini. Nella ripresa al 21′ occasione per il Bologna con Dominguez. Due minuti più tardi la super parata di Skorupski su Kumbulla. Altre fiammate nel finale, con Pellegrini prima e Barrow che prende la traversa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter: Inzaghi, se Handanovic non recupera pronto Radu
‘Mi ha sempre dato fiducia, avrà carriera importante’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 aprile 2022
16:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Handanovic ha un problema importante che non gli ha permesso di esserci a Bologna.
In caso di assenza di Handanovic giocherà Radu, avrà una carriera importante davanti a lui”.
Lo ha detto il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi, in conferenza stampa alla vigilia della gara con l’Udinese. “Radu è sempre allenato nel migliore dei modi, non sono per l’alternanza dei portiere per me ci sono delle gerarchie, Handanovic ha fatto un’ottima stagione, Radu mi ha dato sempre fiducia e non ho pensato fosse necessario fargli fare gare in più”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inzaghi, Inter ci vuole credere fino alla fine
Tecnico, ‘l’umore non è dei migliori ma ho visto bene squadra’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 aprile 2022
16:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’umore dopo Bologna non era dei migliori ma in questi giorni ho visto bene la squadra, ottimo spirito di gruppo e ci vogliamo credere fino alla fine”.
Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi in conferenza stampa alla vigilia della gara con l’Udinese.
“Tutte le gare sono difficili su qualunque campo, mancano quattro gare con la finale di coppa Italia e poi faremo la conta alla fine della stagione.
Ci auguriamo di regalare altre soddisfazioni ai nostri tifosi”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inzaghi, il Milan? Penso alla partita con l’Udinese
‘Questo campionato ci riserva sorprese ogni domenica’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 aprile 2022
16:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“In questo momento non penso a quello che faranno le altre, penso all’Udinese.
Ora siamo ad inseguire ma noi dobbiamo focalizzarci sulla nostre gare e dove possiamo incidere senza guardare gli altri campi.
Questo campionato riserva sorprese ogni domenica”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi in conferenza stampa alla vigilia della gara con l’Udinese. “L’Udinese ad aprile come media punti è dietro solo all’Inter, dovremo fare molta attenzione alla nostra gara. Tutte le gare vanno temute, sono tutte difficili, non farei troppi conti tra chi incontrare”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino: Juric, chiudiamo bene poi tanto da fare
Ad Empoli prove futuro con Pellegri davanti.In dubbio Bremer
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
30 aprile 2022
17:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’attualità si chiama Empoli, ma l’attenzione di Ivan Juric comincia a spostarsi sul futuro del Torino.
“In estate ci saranno tante cose da fare”, annuncia il tecnico granata alla vigilia della trasferta in Toscana, quart’ultima partita della stagione.
“Siamo concentrati sul finale di stagione, poi faremo tutte le valutazioni del caso – aggiunge – ma sicuramente avremo tanto lavoro: nel mercato, inoltre, non sai mai chi possa andare via”. E su due dei big granata restano enormi punti interrogativi: Belotti continua ad avere il contratto in scadenza e Bremer sta seriamente pensando di provare il salto in una big.
Ad Empoli il difensore potrebbe non esserci nemmeno: “Il Gallo non partirà titolare – l’annuncio di Juric in vista della gara di domani al ‘Castellani’ – e il difensore è da valutare perché non si è allenato per un problema alla caviglia”. Al Castellani potrebbero così cominciare le prove di futuro senza i due leader, con Buongiorno piazzato in mezzo al terzetto difensivo e Pellegri alla prima chance da titolare. “Penso proprio che comincerà lui, voglio dargli un’opportunità”, la scelta offensiva per cercare il sesto risultato utile consecutivo. Già a quota cinque i granata hanno centrato il record stagionale come striscia più lunga, ora il tecnico cerca ulteriori conferme.
“L’obiettivo è proseguire su questa strada, voglio andare avanti nel processo di crescita e di continuità”, è la richiesta di Juric ai suoi ragazzi. E potrebbero esserci altri rientri importanti: “Mandragora sta bene e penso giochi dal primo minuto, ci sarà anche Brekalo mentre su Praet voglio ancora vedere il suo percorso di recupero dopo gli sforzi di Bergamo”, le altre scelte anti-Empoli. Sul portiere, invece, “non ho ancora deciso – ammette il croato – perché contro l’Atalanta avevo bisogno dei lanci lunghi di Vanja, adesso devo valutare: fino allo stop di qualche settimana fa, Berisha era in vantaggio su Milinkovic-Savic nelle gerarchie”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Addio a Mino Raiola. La famiglia: ‘È stato il migliore di tutti’
Lo hanno scritto sul profilo Twitter del manager che ha gestito alcuni dei migliori calciatori del mondo: da Pogba a Donnarumma a Ibrahimovic
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 aprile 2022
18:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mino Raiola è morto: lo annuncia la famiglia con un post sul profilo Twitter del procuratore sportivo. “Con infinito dolore annunciamo la scomparsa di Mino, il più straordinario procuratore di sempre”.
Con queste parole la famiglia Raiola annuncia la morte dell’agente sul suo profilo twitter con un lungo post accompagnato da una foto di Raiola giovane.
“Mino ha lottato fino all’ultimo istante con tutte le sue forze – prosegue il post -, proprio come faceva per difendere i calciatori e ancora una volta di ha resi orgogliosi di lui senza nemmeno rendersene conto. Mino è stato parte di tanti calciatori e ha scritto un capitolo indelebile nella storia del calcio moderno”. “Ci mancherà per sempre – aggiunge la famiglia -, il suo progetto di rendere il mondo del calcio un mondo migliore per i calciatori sarà portato avanti con la stessa passione. Ringraziamo di cuore coloro che ci sono stati vicini e chiediamo a tutti di rispettare la privacy di familiari e amici in questo momento di grande dolore”:

Raiola ha gestito alcuni dei migliori calciatori del mondo, campioni e personalità di spicco come Pogba, Haaland, Donnarumma, de Ligt e Zlatan Ibrahimovic con cui ha costruito anche un rapporto d’amicizia. Lo svedese gli era andato a far visita al San Raffaele due giorni fa. Un gesto d’affetto per chi lo sempre seguito, permettendogli di scrivere pagine importanti di sport.
Arguto, intelligente e competente, Raiola è stato una spina nel fianco per molti dirigenti ed è stato spesso identificato come il ‘male’ del calcio moderno. Ma alcuni protagonisti del sistema stesso, che si sono ritrovati a trattare e lottare a suon di milioni, con un sorriso, ammettono stima e apprezzamenti.
“Non prendere in giro in Paradiso, loro conoscono la verità…tvb Mino”. E’ l’affettuoso messaggio, scritto in inglese (don’t take the piss in paradise, they know the truth…” ) dal presidente della Juventus Andrea Agnelli, suo suo account personale su Twitter

Non era un supereroe, ma il ‘Super-agent’ Mino Raiola, il ‘Re Mida’ del calciomercato. Se la morte a soli 54 anni, annunciata con un post dalla famiglia dopo le voci, le indiscrezioni e perfino le fake news, segna la parola fine al suo impegno, non potrà cancellare il ricordo di chi, dall’inizio del nuovo millennio, ha contribuito a plasmare, nel bene e nel male, l’attuale mondo del pallone. Da cameriere alle prime esperienze nel ristorante del padre, emigrato in Olanda con la famiglia da Nocera Inferiore, e da giocatore delle giovanili dell’Harleem, Raiola ha trovato in fretta la sua strada come intermediario, imparando a districarsi da maestro in un labirinto di contratti e clausole, rapporti e dritte, simpatie e contrasti, forte della padronanza di sette lingue e di un innato senso degli trattativa. Che l’hanno portato ad avere in ‘portafoglio’ campioni come Ibrahimovic e Pogba, trasferiti a suon di milioni – e di commissioni esorbitanti – da un club all’altro. Spesso nel mirino dei tanti detrattori, ritenuto il simbolo di una mercificazione estrema di un mondo che pure non ha mai brillato per limpidezza, il procuratore italiano è sempre andato avanti per la sua strada, scontrandosi con tanti club e allenatori, ma anche con le federazioni e addirittura la Fifa, mentre con una stretta di mano, una telefonata, una firma, segnava il destino di centinaia di giocatori e di tanti campioni, da Pavel Nedved a Zlatan Ibrahimovic, da Mario Balotelli a Paul Pogba, fino a Gigi Donnarumma ed Erling Haaland, solo per citarne alcuni.
Per tutti, si è sempre vantato di “dare il 100%”, cercando di giustificare così anche le commissioni monstre incassate. Secondo Forbes, nel 2020 la sua agenzia aveva portato a casa 75 milioni di euro, pari ad un giro d’affari almeno dieci volte superiore. Cifre che hanno creato invidie e anche dubbi sulla logica che sta dietro al sistema dove agiscono centinaia di altri personaggi. Ma Raiola, insieme con lo spagnolo Jorge Mendes, era sul podio, inamovibile. Tra i tanti aneddoti da riferire, c’è quello raccontato nella sua biografia di Zlatan Ibrahimovic e riguardante il loro primo incontro, quando giocava nell’Ajax. Lo svedese si presentò in Porsche, elegantissimo, e si trovò davanti un “ciccione in jeans e t-shirt”. Un tratto caratteristico dell’italiano, lo stile più che casual, che raccontava gli fosse stato suggerito da un suo professore di storia. Di fatto, invece di incantare Ibra con promesse di ingaggi milionari, Raiola lo mise al tappeto mostrandogli le sue statistiche di realizzazione, quasi misere di fonte ai gol segnati da Vieri, Inzaghi e Trezeguet. L’attaccante ne fu colpito e conquistato, si mise sul serio ad allenarsi per crescere e i risultati diedero ragione a entrambi. E proprio l’attuale attaccante del Milan negli ultimi giorni è stato tra i più vicini all’amico, andando anche a trovarlo al San Raffaele dove era ricoverato, ma decine sono già i post e i messaggi di commiato di giocatori e dirigenti che l’hanno conosciuto.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Bombe carta dai tifosi, in ospedale portiere e raccattapalle
È accaduto durante Vicenza Lecce in Serie B. Le loro condizioni sembrano tranquillizzanti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VICENZA
30 aprile 2022
18:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il portiere del Vicenza Nikita Contini e un giovane raccattapelli sono stati colpiti da due bombe carta e sono stati portati in ospedale in ambulanza Gli ordigni sono stati lanciati dalla curva dei tifosi del Lecce.
Il ragazzino è stato portato fuori dal campo a braccia e poi medicato dai sanitari, prima di essere accompagnato all’ospedale San Bortolo.
Le sue condizioni e quelle del portiere biancorosso sembrano tranquillizzanti, anche se saranno sottoposti ad ulteriori controlli.
Il petardo, al quale ne e’ seguito subito un altro, è stata lanciato dai supporter pugliesi per festeggiare il gol dell’1-0 segnato da Strefezza, che poteva valere la promozione in A. Il portiere Contini, che teneva la mano all’altezza del collo, è stato subito accompagnato in barella negli spogliatoi. Partita interrotta per quasi 10 minuti e poi ripresa, con l’arbitro che ha concesso 14 minuti di recupero.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mazzarri “non me l’aspettavo, sconfitta meritata”
Tecnico Cagliari, bisogna resettare e pensare a prossime partite
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
30 aprile 2022
18:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non mi aspettavo questa partita nemmeno io”.
È la confessione di Walter Mazzarri dopo la sconfitta con il Verona: “La prestazione non mi è piaciuta – ha detto l’allenatore del Cagliari a fine gara – abbiamo perso tanti duelli, forse i ragazzi hanno sentito troppo la partita.

La sconfitta è stata meritata: c’è da fare una riflessione, mi dispiace per i tifosi”.
Ora tre partite decisive: “Quello che non abbiamo fatto oggi- ha detto- lo dovremo fare nelle altre partite. Resettiamo. Ci sono gli scontri diretti, c’è l’Inter: noi dobbiamo fare il possibile, entrare in campo convinti di vincere”.
I ricambi? “Nandez e Rog sono entrati benino – ha detto ancora Mazzarri – ma poi le energie sono mancate man mano che passavano i minuti: giocatori che sono stati fermi troppo tempo non possono avere un minutaggio troppo lungo. Ora cerchiamo di compattarci e vediamo che cosa saremo in grado di fare a Salerno”.
Mazzarri non salva nemmeno il secondo tempo: “Le palle gol le abbiamo create più nel primo tempo, nella ripresa loro hanno rischiato di segnare il terzo gol. Abbiamo sbagliato la partita”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: Spalletti, grande vittoria e nessun rimpianto
‘Temevamo questa partita, straordinaria risposta della squadra’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
30 aprile 2022
18:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Luciano Spalletti è pienamente soddisfatto e si toglie qualche sassolino dalla scarpa.
”E’ stata una grande vittoria.
Non c’è da oscurare il risultato della Champions – sottolinea – facendo finta che siamo delusi perché non abbiamo vinto il campionato. Di scudetto ho parlato io per alzare il livello della squadra. Avere quasi raggiunto il traguardo Champions a tre partite dalla fine è un risultato importante”.
”Abbiamo messo dietro di noi – aggiunge il tecnico del Napoli – squadre forti in pratica con lo stesso organico degli anni precedenti. C’è un livellamento verso l’alto, non c’è nessun rammarico. Abbiamo fatto quello che dovevamo. E’ vero che non possono esserci risultati come quello di Empoli ma la squadra non meritava di giocare questa gara con un tale clima. Temevamo questa partita perché il Sassuolo meritava molto anche contro la Juventus. E’ una grandissima vittoria”. ”Giocare senza Di Lorenzo – osserva l’allenatore – non è la stessa cosa, Di Lorenzo è il top in quel ruolo lì. Un episodio può cambiare tutta la partita. La squadra ha lavorato benissimo. Mertens e Osimhen hanno lavorato benissimo. Mertens ha fatto vedere le sue qualità. Nella fase di possesso la squadra ha fatto vedere come si fa. Sono molto contento della prestazione dei ragazzi. Questo livello di pressione è un po’ il nostro nemico, invece c’è stata una grande gestione”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Scudetto Real e Ancelotti da record, campione in cinque nazioni
Dopo Italia, Inghilterra, Francia, Germania, titolo anche in Spagna
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 maggio 2022
20:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Come lui nessuno mai.
Ne e’ passato di tempo da quel piovosissimo 14 maggio 2000, giorno in cui la ‘sua’ Juventus naufrago’ nelle sabbie mobili dello stadio Curi, al cospetto del Perugia, e a Carlo Ancelotti venne affibbiato il poco edificante appellattivo di ‘eterno secondo’.
Da allora, l’allievo di Arrigo Sacchi ha preso la rincorsa, fino al Grande Slam degli scudetti: col titolo vinto in Spagna sulla panchina del Real Madrid, ‘Re Carlo V’ e’ divenuto il primo allenatore ad avere vinto i campionati dei cinque piu’ importanti del calcio continentale: nell’ordine, Italia, Inghilterra, Francia, Germania e, adesso, Spagna.
Dal passato remoto al presente che, per ‘Carletto’, ha i colori della vittoria. Successi straordinari e senza confine, indiscutibili, come il suo calcio avvolgente, che trae origine dalle teorie ‘Sacchiane’: l’Arrigo da Fusignano fu suo allenatore al Milan e poi lo guido’ nei primi passi da tecnico. Oggi che Ancelotti e’ diventato l’unico titolare di una panchina ad avere vinto almeno un titolo in tutti e cinque i maggiori campionati di tutta Europa, nessuno ricorda piu’ il diluvio di Perugia, Calori, ne’ tantomeno l’arbitro Collina, che aspetto’ tanto e poi fece giocare al Curi quel Perugia-Juventus, che sarebbe risultato decisivo ai fini dello scudetto (della Lazio). Ancelotti e’ salito sull’Olimpo delle leggende della panchina perche’ , dopo avere guidato al titolo il Milan (2003/04) dei Kaka’ e degli Shevchenko, il Chelsea (2009/10), il Paris Saint-Germain (2012/13) e il Bayern Monaco (2016/17), e’ salito sul tetto della Liga con quattro giornate d’anticipo: oggi si gode il proprio successo spagnolo, la terra dove ha gia’ vinto la ‘decima’ Champions proprio con i ‘Blancos’. Da domani si tuffera’ nel clima della serata da tregenda che lo attende contro il Manchester City di Pep Guardiola: in palio un posto nella finale di Parigi.
“Sono molto emozionato, la stagione e’ stata spettacolare, molto regolare e coerente. Devo ringraziare i giocatori per il lavoro svolto e l’atteggiamento. Oggi dobbiamo solo festeggiare e non parlare”, le parole di Ancelotti dopo la conquista della Liga, in un Bernabeu piu’ ‘blancos’ che mai. “Mi piace quello che faccio, ne sono fiero. Voglio continuare a vincere titoli con il Real Madrid. E dico ai tifosi che mercoledi’ , contro il Manchester City in Champions, servira’ questa atmosfera”, ha aggiunto. Con il titolo odierno, Ancelotti ha superato l’austriaco Ernst Happel, cui e’ dedicato il Prater di Vienna, il portoghese Jose’ Mourinho e Giovanni Trapattoni: tutti e tre tecnici vincenti in quattro nazioni differenti, mentre al primo posto in senso assoluto c’e’ il croato giramondo Tomislav Ivic (con un passato in Italia sulla panchina dell’Avellino, in Serie A), che e’ stato campione in sei nazioni differenti. La differenza fra Ancelotti e il collega croato e’ sostanziale e sta nel prestigio dei campionati, perche’ Ivic ha vinto nella ex Jugoslavia, in Olanda, in Belgio, in Grecia, in Portogallo e in Francia, Carletto si e’ impos