Economia tutte le notizie rigorosamente ed accuratamente aggiornate approfondite dettagliate ed affidabili!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 17 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:34 DI MARTEDÌ 27 APRILE 2021

ALLE 04:18 DI MERCOLEDÌ 28 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Gucci: con Facebook contro la contraffazione sui social
Avviano una causa in California. Usati anche account Instagram
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
22:51
AGGIORNATA IL
27 APRILE 2021
05:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook e Gucci hanno avviato una causa congiunta per violazione dei termini di servizio e delle condizioni d’uso di Facebook e Instagram e per violazione dei diritti di proprietà intellettuale di Gucci, contraffazione dei marchi Gucci e concorrenza sleale. La causa è al Tribunale distrettuale nord della California e il soggetto in questione, una persona fisica, è accusato di avere usato degli account Facebook e Instagram per eludere le precedenti azioni e accertamenti di Facebook e per continuare a promuovere la sua attività online, vendendo prodotti contraffatti di Gucci e violando i termini di servizio di Facebook e Instagram.   TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: prezzo in deciso rialzo a 62,5 dollari +1%
Brent avanza a 66,3 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
08:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio in deciso rialzo sui mercati. Il Wti del texas avanza dell’1,02% a 62,54 dollari mentre il Brent del Mare del Nord sale dell’1,04% a 66,33 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro parte stabile a 1,2077 dollari
Yen a 108,12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza stabile per l’euro sui mercati. La moneta unica europea scambia a 1,2077 dollari.
In Asia lo yen passa di mano a 108,12.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in negativo con timori Covid, Europa verso calo
Giappone lascia tassi fermi. Future degli Stati Uniti in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
08:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico in flessione con gli investitori che considerano i rischi crescenti che derivano dall’incremento dei casi di covid nell’area. Tokyo cede lo 0,46% mentre la Boj ha lascato i tassi d’interesse invariati ha rivisto al ribasso le stime (dal +0,5% al +0,1%) sull’inflazione per l’anno e migliorato invece quelle sul PIl (dal +3,9% al +4%) Deboli anche le Piazze cinesi (Shanghai -0,08%, Shenzhen -0,18%,) con le autorità che stanno indagando sul gigante della consegna di cibo Meituan per sospette pratiche monopolistiche.

Cali poi per Sydney (-0,17%) Seul (-0,07%). Negativi anche i future sull’Europa mentre sono positivi quelli su Wall Street.
Tra i macro attesi l’Istat diffonde i dati sulla fiducia dei consumatori e delle imprese di aprile e i dati sul commercio estero extra-Ue di marzo. Dagli Usa la fiducia dei consumatori ad aprile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Energia:Italia quarta in Ue per brevetti tecnologia ‘pulita’
Rapporto Epo, sono il Il 7,6% di tutti i brevetti italiani
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
08:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia è il quarto player europeo e il nono globale per numero di brevetti in energia pulita. E’ quanto emerge dallo studio di European Patent Office (EPO) e International Energy Agency (IEA) che, seppur mostrando il ritardo globale nella lotta alle emissioni in quanto quasi metà delle riduzioni necessarie per raggiungere quota zero nel 2050 deriveranno da tecnologie che non sono ancora sul mercato, “evidenzia l’ottimo posizionamento dell’Italia nel settore dell’energia pulita”.
Il rapporto evidenzia come il solare termico, geotermica, combustione, costruzioni e trasporto ferroviario siano le specializzazioni italiane in energia pulita. Il 7,6% dii tutti i brevetti italiani riguarda tecnologie per l’ energia pulita mentre il 7% all’anno è il tasso di crescita medio registrato dai brevetti “clean” italiani tra il 2000 e il 2019. Dallo studio si evidenzia come Fiat Chrysler, Eni, Leonardo, Magneti Marelli, Sind International siano le aziende con il maggior numero di brevetti a basse emissioni di carbonio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund apre stabile a 105 punti
Rendimento allo 0,8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
09:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread Btp/Bund apre stabile a 105 punti. Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre invariata
Ftse Mib a 24.514 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 aprile 2021
09:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre invariata con il Ftse Mib a a quota 24.514 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre debole, Francoforte -0,09%
Parigi -0,03%, Londra +0,05%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono deboli.
Francoforte segna un -0,09% con il Dax a quota 15.282 punti.

Parigi registra un -0,03% con il Cac 40 a quota 6.256 punti.
Londra è invece sopra la parità (+0,05%) con il Ftse 100 a 6.962 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ubs:utile trimestre a 1,8 mld ma perdita 774 mln da Archegos
Esposizioni liquidate,nessun impatto in secondo trimestre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
09:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo svizzero Ubs chiude il primo trimestre con un utile netto di 1,8 miliardi di dollari ma accusa una perdita di 734 milioni di dollari dalla vicenda Archegos il family office di Bill Hwang la cui liquidazione è costata miliardi di dollari di perdite a molte banche mondiali come Nomura e Credit Suisse. Nei risultati diffusi oggi, il gruppo elvetico parla di un impatto di 434 milioni sull’utile netto.
Tutte le esposizioni rimanenti sono state liquidate ad aprile 2021 con perdite collegate a questo incidente riconosciute nel secondo trimestre 2021 di entità trascurabile per il gruppo” sottolinea Ubs.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,2%), a Diasorin la maglia nera
Tra i più venduti anche Pirelli, Atlantia e Bper, spread a 106
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
09:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano, dopo un avvio invariato, cede lo 0,23% con il Fste Mib a 24.463 punti. Tra i titoli più venduti Diasorin (-3,3%), seguita da Pirelli (-1,57%) e Atlantia (-1,56%) nell’attesa del cda di venerdì che esaminerà l’offerta di Cdp su Aspi.
Sul versante opposto del listino Prysmian (+1,07%) e e fuori dal paniere principale Mediaset (+0,93%) dopo i conti e la convocazione di una assemblea straordinaria per trasferire la sede legale in Olanda.
Piatte Generali (+0,03%), Snam (+0,04%) mentre Saipem perde l’1,27% e, sempre nell’energia, Eni è marginale a -0,22%.
Vendite sui bancari con Bper che perde l’1,31% mentre lo spread tra Btp e Bund è verso i 106 punti con il rendimento del decennale italiano che sfiora lo 0,80%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa si conferma debole, Milano cede lo 0,43%
Sguardo a Fed domani e a stagioni trimestrali Usa, spread a 106
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
10:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse Europee fiacche e senza grandi spunti con l’indice d’area lo Stoxx 600 poco sotto la parità con vendite in particolare sull’immobiliare e i finanziari. I listini guardano più Oltreoceano con la riunione della Fed nel clou domani e la stagione delle trimestrali, iniziata con i dati di Tesla.
I future su Wall Street si confermano in rialzo.
Tra le singole Piazze, Londra cede lo 0,02% con ill Parlamento europeo che si esprimerà oggi per dare il suo consenso all’accordo che stabilisce le regole per le relazioni future tra l’Ue e il Regno Unito. Parigi segna invece un +0,03% e Francoforte registra un -0,16%) nonostante le aspettative Ifo di export nell’industria tedesca siano cresciute ad aprile da 23,8 punti a 24,6: il valore più alto da gennaio 2011.
Milano è la peggiore con il Ftse Mib che perde lo 0,41% a 24.415 punti con vendite su Diasorin (-3,6%); Pirelli (-3,36%) e Bper (-2,24%). Acquisti sempre su Prysmian (+1,07%) e fuori dal paniere principale su Mediaset (+1,53%) . Lo spread è 106 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps, 1,48 milioni di famiglie con il reddito di cittadinanza
L’importo medio è stato di 553 euro a famiglia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
10:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le famiglie che hanno avuto almeno una mensilità del reddito o della pensione di cittadinanza tra gennaio e marzo 2021 sono state 1.484.444 per quasi 3,4 milioni di persone coinvolte. Lo si legge nell’Osservatorio Inps sul Reddito e di cittadinanza dal quale si evince che l’importo medio è stato di 553 euro a famiglia.
I beneficiari del reddito di cittadinanza sono 1.343.624 nuclei per 3.238.931 persone coinvolte e 582 euro. Hanno ricevuto almeno una mensilità della pensione di cittadinanza 140.820 famiglie per 159.672 persone coinvolte e un importo medio di 269 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: non esclusa fusione con Spagna, ma non ora
Giordani: basta cause legali, difficili stime economiche su 2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 aprile 2021
12:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Non escludiamo una futura fusione con Mediaset Espana, ma non è un dossier sul tavolo per i prossimi mesi”. Così Marco Giordani, direttore finanziario del Biscione, rispondendo agli analisti durante la conference call sui conti 2020.

La fusione con la Spagna era il pilastro per la nascita di MediaforEurope, l’holding con sede in Olanda nella quale Mediaset intendeva far confluire tutte le sue attività. Ora Il Biscione intende spostare la sua sede legale ad Amsterdam come possibile piattaforma per la nascita di un gruppo pan-europeo, ma al momento senza la fusione con Mediaset Espana. Nelle ultime settimane “dai Tribunali è venuta qualche reazione negativa, ma non vogliamo far influenzare le nostre strategie industriali da questo: è ora di muoversi e il primo passo è lo spostamento ad Amsterdam”, deciso ieri all’unanimità per la sola sede legale dal Cda di Mediaset, che dovrà essere ratificato dall’assemblea straordinaria del 23 giugno prossimo. “Un passo alla volta”, spiega Giordani.
Il direttore finanziario del Biscione rispondendo a diverse domande, anche molto teoriche, dice che in astratto “ci piacerebbe comprare la Rai, ma onestamente non è praticabile” mentre, sulla manifestazione di interesse per il gruppo televisivo e radiofonico francese M6, Giordani conferma che Mediaset “è in corsa”, ma vede “poche possibilità” per il Biscione.
“Vogliamo rinforzare la nostra strategia europea, siamo sempre più convinti della nostra scelta”, aggiunge direttore finanziario di Mediaset, confermando che questa strada punta anche all’abbandono delle cause legali e dovrebbe creare il terreno migliore perché non si ripetano i ricorsi da parte degli azionisti. Sul piano finanziario per il Biscione “è difficile fornire stime” sull’andamento economico dell’intero 2021, anno nel quale punta a “rafforzare la generazione di cassa proveniente dal core business”, dopo un 2020 con un utile di 139 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: 1,48 mln famiglie con reddito cittadinanza nel 2021
553 euro importo medio. In 2 anni spesi 13 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
12:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le famiglie che hanno avuto almeno una mensilità del reddito o della pensione di cittadinanza tra gennaio e marzo 2021 sono state 1.484.444 per quasi 3,4 milioni di persone coinvolte. Lo si legge nell’Osservatorio Inps sul Reddito e di cittadinanza dal quale si evince che l’importo medio è stato di 553 euro a famiglia.
I beneficiari del reddito di cittadinanza sono 1.343.624 nuclei per 3.238.931 persone coinvolte e 582 euro. Hanno ricevuto almeno una mensilità della pensione di cittadinanza 140.820 famiglie per 159.672 persone coinvolte e un importo medio di 269 euro.
Tra aprile 2019 e marzo 2021 sono stati spesi per il reddito e la pensione di cittadinanza quasi 13 miliardi di euro (12,94). A marzo 2021 sono stati spesi oltre 633 milioni. Il mese nel quale si è speso di più per il sussidio è gennaio 2021 con quasi 700 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, l’export extra Ue a marzo +2,5% al mese
Su base annua +23,1%. Import +6,8% sul mese e +35% sull’anno. Coldiretti annuncia che cresce anche l’export con gli Usa dopo lo stop ai dazi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
12:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’export verso i Paesi extra Ue a marzo segna un aumento congiunturale del 2,5% mentre per le importazioni si registra un incremento maggiore pari a +6,8%. Lo rileva l’Istat spiegando che “dopo il lieve calo di febbraio, l’export registra a marzo un nuovo rialzo congiunturale spiegato per oltre la metà dall’aumento delle vendite di energia”.
Sempre a marzo, l’export aumenta su base annua del 23,1%.

L’import registra una crescita tendenziale ancora più sostenuta (+35,0%).
L’Istat osserva che “rispetto a marzo dello scorso anno – mese in cui le esportazioni italiane iniziarono a subire gli effetti della crisi sanitaria – la crescita dell’export è molto sostenuta e determinata per due terzi dall’aumento delle vendite di beni strumentali e beni intermedi.
La crescita dell’export è diffusa verso tutti i principali partner commerciali extra Ue; nettamente superiore alla media è l’aumento delle vendite verso la Cina. Anche il rialzo congiunturale dell’import, più marcato di quello dell’export, è dovuto soprattutto ai maggiori acquisti di energia. Il deciso incremento tendenziale, giunto dopo un anno di ampie flessioni, riguarda in maniera generalizzata tutti comparti.
Torna ad aumentare l’export Made in Italy in Usa che fa segnare un incremento del 2,8% nel primo mese senza dazi, grazie all’entrata in vigore dell’accordo tra Unione Europea e Stati Uniti. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti su dati Istat relativi al commercio estero con Paesi extra Ue a marzo 2021. L’accordo infatti ha segnato lo stop ai dazi aggiuntivi che colpivano le esportazioni agroalimentari Made in Italy per un valore di circa mezzo miliardo di euro su prodotti come Grana Padano, Gorgonzola, Asiago, Fontina, Provolone ma anche salami, mortadelle, crostacei, molluschi agrumi, succhi, cordiali e liquori come amari e limoncello. La sospensione di tutte le tariffe relative alle controversie Airbus-Boeing su aeromobili e prodotti non aerei è prevista per un periodo iniziale di 4 mesi a partire dall’11 marzo 2021. “Con il nuovo presidente Usa Biden occorre ora avviare un dialogo costruttivo tra Paesi alleati in un momento drammatico per gli effetti della pandemia”, sottolinea il presidente di Coldiretti, Ettore Prandini, nel ricordare che gli Stati Uniti rappresentano nell’agroalimentare Made in Italy il primo mercato di sbocco fuori dai confini comunitari per un valore vicino ai 5 miliardi nel 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: l’Europa si conferma debole, i future Usa sono positivi
Tra metalli il rame continua la corsa, spread vicino a 107 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
13:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si confermano fiacche a metà sedute e senza grandi spunti con l’indice d’area lo Stoxx 600 che è sotto la parità con le vendite che si concentrano su finanziari e beni di prima necessità. Gli investitori guardano più alla Fed il cui clou è domani e alle trimestrali oltreoceano mentre future su Wall Street sono positivi.
Le prospettive di ripresa dell’economia globale continuano a spingere le quotazioni dei metalli con il rame che resta sui massimi da quasi 10 anni. Tra le singole Piazze, Londra e Parigi cedono lo 0,19% e Francoforte lo 0,4% nonostante le aspettative Ifo di export nell’industria tedesca siano cresciute ad aprile da 23,8 punti a 24,6: il valore più alto da gennaio 2011. Milano cede lo 0,26% con vendite soprattutto su Diasorin (-4,6%) sui cui pesa il taglio della guidance di BioMerieux che cede il 10%.
Tra i peggiori anche Saipem (-2,35%), Pirelli (-2,19%), Atlantia (-1,14%) in attesa del cda di venerdì sul nodo Aspi. Sale, invece, Mediaset (+3,6%). Lo spread si avvicina a 107 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano fiacca (-0,15%), bene Prysmian, scivola Diasorin
Segno meno per Saipem, Leonardo e Atlantia, acquisti su Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
13:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Appare fiacca Piazza Affari al traguardo di metà seduta, con l’indice Ftse Mib in calo dello 0,15% a 24.477 punti, in linea con le altre piazze europee. In rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali a 106,8 punti.
In rialzo significativo solo Prysmian (+1,03%), con il rame sui massimi, mentre Nexi (+0,85%), Ferrari (+0,73%) e Unicredit (+0,45%) si muovono con più cautela. Scivolone di Diasorin (-4,59%) insieme ai rivali dopo il taglio delle previsioni sulle vendite di BioMerieux, che cede oltre l’8% sulla piazza di Parigi a seguito della trimestrale sotto le stime degli analisti. Segno meno anche per Pirelli (-2,03%), Saipem (-2,13%) pur con il con il greggio in rialzo (Wti +0,74% a 62,38 dollari al barile) e alla vigilia della trimestrale. Più cauta Eni (-0,36%), ancora debole Leonardo (-1,62%), penalizzata dagli analisti di Morgan Stanley e Intesa Sanpaolo e sulla scia del calo della vigilia a seguito dell’acquisizione della tedesca Hensoldt. Segno meno per Cnh (-1,12%), Atlantia (-1,14%) e Moncler (-0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira al rialzo (+0,05%), bene Prysmian e Unicredit
Scivolano Diasorin e Saipem, bene Stm, spread sfiora i 107 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
14:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari gira al rialzo (Ftse Mib +0,05% a 24.529 punti) staccando le altre piazze europee ad eccezione di Madrid (+0,04%), con lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali che sfiora i 107 punti base. Accelerano Prysmian (+1,37%), con il rame sui massimi, Nexi (+1,3%), Stm (+1,2%), Ferrari e Unicredit (+1% entrambe), più cauta Intesa (+0,6%).
Scivola Diasorin (-3,97%) insieme ai rivali dopo il taglio delle previsioni sulle vendite di BioMerieux, che cede il 7,5% sulla piazza di Parigi a seguito della trimestrale peggiore delle stime degli analisti. Segno meno anche per Saipem (-2%) pur con il con il greggio in rialzo (Wti +0,9% a 62,5 dollari al barile) e alla vigilia della trimestrale. Più cauta Eni (-0,16%), ancora debole Leonardo (-1,5%), penalizzata dagli analisti di Morgan Stanley e Intesa Sanpaolo e dopo il calo della vigilia a seguito dell’acquisizione della tedesca Hensoldt. Riduce il calo Cnh (-0,85%), deboli Atlantia (-1,14%) e Tenaris (-1,33%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
S&P, dal Recovery Fund fino al 6,5% del pil per l’Italia
In caso di basso impatto spinta dell’1,9%. Per Eu tra 1,5 e 4,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
15:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In uno scenario “ad alto impatto” il Next Generation Eu potrebbe valere fino a 6,5 punti percentuali aggiuntivi di Pil per l’Italia nei prossimi cinque anni, contributo che si ridurrebbe all’1,9% in uno scenario a “basso impatto”. Lo stima S&P Global in un report dedicato agli effetti del Recovery Fund sulla crescita dell’Unione Europea, per la quale prevede un contributo complessivo compreso tra un massimo del 4,1% e un minimo dell1,5%.
La diversa spinta alla crescita, spiega S&P, è legata alle “differenti assunzioni sulla tempistica delle erogazioni, sull’assorbimento dei fondi e sulla dimensione dei moltiplicatori della crescita dalla spesa pubblica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 62,60 dollari
Le quotazioni salgono dell’1,10%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 aprile 2021
15:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,10% a 62,60 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giovannini, pronto il decreto sul mobility manager
In città sopra 50.000 abitanti e imprese sopra 100 addetti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
15:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa settimana spero che sarà approvato da me e dal ministro Cingolani il decreto che rende obbligatorio il mobility manager per le città oltre i 50.000 abitanti e per le imprese oltre i 100 addetti. Il decreto è pronto, spetterà agli enti locali attuarlo”.
Lo ha detto stamani il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, a un webinar del Consumers’ Forum sulla mobilità. Al mobility manager secondo il ministro “spetterà capire come spalmare lo smart working lungo la settimana. E’ chiaro che se tutti fanno smart working il venerdì, poi negli altri giorni si crea intasamento”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: apertura Wall Street, Dj -0,15%, Nasdaq +0,12%
S 500 sale dello 0,07%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 aprile 2021
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre debole. Il Dow Jones perde lo 0,15% a 33.928,13 punti, il Nasdaq sale dello 0,12% a 14.154,48 punti mentre lo S&P 500 avanza dello 0,07% a 4.190,13 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Caio, Ita non sarà mini compagnia
Lazzerini ,aviation, handling e manutenzione restano nel piano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
16:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Non stiamo organizzando un’azienda mini”. Lo ha detto il presidente di Ita, Francesco Caio, in audizione alle Commissioni riunite Trasporti e Attività produttive della Camera, spiegando che “stiamo organizzando un’azienda che parte necessariamente allineata con la capacità che ha il mercato di assorbire la domanda” e che “da sempre abbiamo prospettato un orizzonte di crescita dell’impresa, ma questa crescita deve essere accompagnata da un insieme di alleanze”.
L’amministratore delegato di Ita, Fabio Lazzerini, ha rimarcato che “nel nostro piano continua ad esserci la parte aviation, handling e manutenzione, non cambia” e ha parlato di “situazione tragica” per i ritardi nel pagamento degli stipendi ai dipendenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa giù con Wall Street, Milano arretra (-0,3%)
Spread vicino a 108 punti, sale il greggio, domani tassi Fed
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
16:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiorano le principali borse europee con gli indici Usa in territorio negativo in piena stagione di trimestrali e alla vigilia della decisione della Fed sui tassi. Torna in territorio negativo Milano (Ftse Mib -0,3%), con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in rialzo fino a quasi 108 punti, dopo un’inversione di rotta a metà seduta.
Si confermano deboli Francoforte (-0,35%), Londra (-0,28%) e Parigi (-0,2%), mentre resiste Madrid (+0,13%). Risale il greggio (Wti +0,97% a 62,5 dollari al barile) in attesa delle scorte settimanali di greggio negli Usa. In crescita meglio delle stime la fiducia dei consumatori americani a 121,7 punti contro i 113 attesi, invariato a 17 punti l’indice manifatturiero della Fed di Richmond in attesa di quello analogo della Fed di Dallas.
In ordine sparso i petroliferi, con Bp (+1%) positiva dopo la trimestrale migliore delle stime degli analisti, mentre cedono Repsol (-0,77%), Shell (-0,63%) e Total (-0,15%), invariata invece Eni. In luce i bancari Hsbc (+3,77%), Santander (+2,26%), alla vigilia dei conti trimestrali, CaixaBank (+1,8%), SocGen (+1,12%) e, in Piazza Affari, Unicredit (+1,3%) e Banco Bpm (+0,9%). Prese di beneficio sugli estrattivo-minerari Bhp (-1,65%), Rio Tinto (-1,16%) e Anglo American (-1,27%), colpita da prese di beneficio dopo il rialzo della vigila sulla scia del balzo delle quotazioni dei metalli. Si conferma oggi il record del rame (+2% a 9.751 dollari la tonnellata), mentre scendono il ferro (-1,65% a 1.131 dollari la tonnellata) e l’acciaio (-0,7% a 5.358 dollari la tonnellata). Segno meno per gli automobilistici Volkswagen (-1,12%), la holding Porsche (-1,59%), Michelin (-1,56%), dopo la trimestrale inferiore alle stime degli analisti, che penalizza anche Pirelli (-1,83%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano di nuovo in calo (-0,2%), giù Diasorin e Saipem
Spread scende a 107 punti, bene Unicredit, Prysmian, Nexi e Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
17:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari peggiora nel finale e torna in territorio negativo (Ftse Mib -0,2% a 24.465 punti) con lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali che ridiscende a 107 punti base. Pesa Diasorin (-5,35%) insieme ai rivali europei dopo il taglio delle previsioni sulle vendite di BioMerieux, che cede il 7% a Parigi a seguito della trimestrale peggiore delle stime degli analisti.
Sotto pressione anche Saipem (-2,7%), nonostante il rialzo del greggio (Wti +0,9% a 62,5 dollari al barile), alla vigilia della trimestrale. In calo anche Tenaris (-2,2%) e Leonardo (-2%), penalizzata dagli analisti di Morgan Stanley e Intesa Sanpaolo, dopo il calo della vigilia a seguito dell’acquisizione della tedesca Hensoldt.
In controtendenza Unicredit (+1,56%), Prysmian (+1,14%), con il rame sui massimi, Nexi (+1%), Ferrari (+0,98%) e Tim (+0,96%). Più caute Intesa (+0,33%), Stm (+0,29%) Inwit (+0,41%). Deboli invece Cnh (-0,43%), Stellantis (-0,5%), Bper (-0,99%), Atlantia (-1,23%), Moncler (-1,13%) e Pirelli (-1,91%), sulla scia della trimestrale e del calo di Michelin (-1,64% a Parigi). Di nuovo giù Fiera Milano (-2,3%), che azzera il balzo della vigilia dopo il crollo di lunedì sui timori per il Salone del Mobile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in ribasso, -0,17%
Indice Ftse Mib a quota 24.473 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 aprile 2021
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso la seduta in ribasso. L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,17% a 24.473 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Caltagirone: assemblea nomina cda, approva bilancio e cedola
Nell’esercizio utile netto +4%. Via libera a dividendo 0,07 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
17:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea degli azionisti della holding Caltagirone ha nominato il consiglio di amministrazione per il triennio 2021-2023. E’ composto da 12 membri.
Dalla lista di maggioranza presentata da Finanziaria Italia 2005 sono stati eletti: Francesco Gaetano Caltagirone, Alessandro Caltagirone, Azzurra Caltagirone, Francesco Caltagirone, Nobile Francesca Comello, Saverio Caltagirone, Mario Delfini, Elena De Simone, Massimo Lapucci, Sarah Moscatelli e Filomena Passeggio. Dalla lista di minoranza, presentata dai gestori di fondi Anima, Bancoposta Fondi, Eurizon Capital, Fideuram Asset Management Ireland e Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking Asset Management, è stato eletto Luciano Mozzato.
Gli azionisti hanno approvato il bilancio 2020 chiuso, come già noto, con un risultato netto, compresa la quota di pertinenza dei terzi, in crescita del 4% a 85,4 milioni, di cui 44,8 milioni di competenza del gruppo (+1,6%). Via libera dei soci anche alla distribuzione di un dividendo da 0,07 euro per azione, invariato rispetto all’anno precedente. Il pagamento avverrà a partire dal 26 maggio 2021 con data 24 maggio 2021 per lo stacco della cedola e con record date alla data del 25 maggio 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude debole (-0,17%), giù Diasorin e Saipem
Spread scende a 107 punti, bene Unicredit, Prysmian, Nexi e Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
18:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso la seduta in lieve ribasso (Ftse Mib -0,17% a 24.473 punti) tra scambi piuttosto fiacchi, per 1,8 miliardi di euro di controvalore, in linea con l’andamento delle ultime due sessioni. In rialzo a 106,9 punti lo spread tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento in crescita allo 0,818%.
Sotto pressione Diasorin (-5,45%) insieme ai rivali europei dopo il taglio delle previsioni sulle vendite di BioMerieux, che ha ceduto quasi il 7% a Parigi dopo una trimestrale con dati inferiori alle stime degli analisti. In forte calo anche Saipem (-2,67%), nonostante il rialzo del greggio (Wti +0,85% a 62,45 dollari al barile), alla vigilia della trimestrale. Segno meno per Tenaris (-2,09%) e Leonardo (-1,95%), penalizzata dagli analisti di Morgan Stanley e Intesa Sanpaolo e all’indomani di uno scivolone a seguito dell’acquisizione della tedesca Hensoldt (-5,81%), oggetto di prese di beneficio.
In controtendenza Unicredit (+1,78%) in vista di operazioni tra banche con al centro i soliti protagonisti da Banco Bpm (+1,04%) a Bper -1,1%) ed Mps (-0,04%). In rialzo anche Prysmian (+1,56%), con le quotazioni del rame, materia prima per i cavi elettrici, sui massimi. Bene Nexi (+1,07%), Ferrari (+0,75%) e Tim (+0,89%). Più caute Intesa (+0,55%), Stm (+0,41%), Inwit (+0,27%). Segno meno per Cnh (-0,74%), Stellantis (-0,36%), Atlantia (-1,17%), Moncler (-0,97%) e Pirelli (-1,67%), sulla scia della trimestrale e del calo di Michelin (-1,6% a Parigi).
Di nuovo in calo Fiera Milano (-2,04%), che ha azzerato il balzo della vigilia dopo il crollo di lunedì sui timori per il Salone del Mobile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Popolare Bari: chiede danni a Commissione Ue per Tercas
Cda avvia iniziative legali per decisione Ue del 2015
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 aprile 2021
21:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cda della Banca Popolare di Bari ha deciso di chiedere alla Commissione europea il risarcimento dei danni per la vicenda Tercas, salvata dall’istituto pugliese nel 2014 con l’aiuto del fondo Fitd che la Ue giudicò aiuto di stato imponendo la restituzione di quasi 300 milioni di euro, decisione poi annullata dal Tribunale europeo. In una nota la banca controllata da Mediocredito Centrale, “ha deliberato, in esito agli approfondimenti condotti anche con l’ausilio di esperti indipendenti in merito alle potenziali responsabilità configurabili in capo alla Commissione europea per la decisione del 23 dicembre 2015, la cosiddetta sentenza Tercas, poi annullata dal Tribunale dell’Unione europea in data 19 marzo 2019 (con sentenza confermata dalla Corte di Giustizia in data 2 marzo 2021) e ai danni subiti dalla Banca per effetto di tale decisione, di avviare le opportune iniziative volte al risarcimento dei suddetti danni”.

A tale ultimo riguardo “la Banca ha deliberato di incaricare i propri legali di dare avvio alle suddette iniziative” conclude la nota.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo apertura in calo (-0,31%)
Cambi, yen si svaluta su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
28 aprile 2021
02:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo comincia la seduta col segno meno, dopo la chiusura mista degli indici azionari statunitensi e in attesa dei dati sui consumi in Giappone previsti in mattinata. Il Nikkei segna una flessione dello 0,31% a quota 28,901.11, con una contrazione di 90 punti.
Sul mercato valutario lo yen torna a perdere terreno sul dollaro a un livello di 108,70, e a 131,40 sulla moneta unica.

Economia tutte le notizie Borse cambi valute oro petrolio manovre risultati retroscena investimenti e tanto altro! LEGGI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 21 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:18 DI LUNEDÌ 26 APRILE 2021

ALLE 05:34 DI MARTEDÌ 27 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro stabile in avvio a 1,2105 dollari
Il cambio con lo yen è a 130,52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
05:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è stabile sul dollaro in avvio di settimana. La moneta unica segna 1,2105 dollari, con un rialzo quasi impercettibile dello 0,07%.
Il cambio con lo yen è a 130,52 anche in questo caso con una variazione minima di +0,02%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti in calo a 61,4 dollari, arretra anche il Brent
Il greggio europeo scende a 65,3 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in calo questa mattina i prezzi del petrolio. Il Wti americano con consegna a giugno perde l’1,14% e si porta a 61,43 dollari al barile.
Arretra anche il Brent quotato a Londra, che scende a 65,33 dollari, in calo dell’1,18%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot poco mosso a 1.778,6 dollari l’oncia
Rialzo frazionale dello 0,08%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro è poco mosso in avvio di settimana. Il metallo prezioso con consegna immediata è quotato a 1.778,65 dollari l’oncia con un rialzo minimo dello 0,08%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread stabile a 104 punti, rendimento Btp sale allo 0,8%
Venerdì il tasso sul titolo italiano era allo 0,77%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund è stabile a 104 punti questa mattina, ma il rendimento sul titolo decennale italiano sale allo 0,8%. Venerdì scorso alla chiusura dei mercati il tasso sul Btp era allo 0,77%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin: ancora giù poi rimbalza a 52.000 dollari
Record toccato il 14 aprile a 64.870 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
08:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin arretra ancora e scende fino a 47.000 dollari per poi rimbalzare e ritrovare quota 52.000 dollari. La criptovaluta ha perso progressivamente terreno dopo un avvertimento di JP Morgan sui rialzi ritenuti eccessivi e soprattutto dopo le indiscrezioni sul piano Biden per aumentare le tasse sulle plusvalenze.
Dopo giorni di calo, gli investitori hanno però invertito la rotta riportando il valore ben sopra la soglia dei 50.000 dollari.
Il record rimane a 64.870 dollari, livello toccato il 14 aprile.   TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Asia in ordine sparso, attesa per Fed, Tokyo +0,36%
Futures contrastati, in arrivo fiducia Germania e ordini Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono mosse in ordine sparso le principali borse di Asia e Pacifico nel pieno della stagione delle trimestrali ed in vista del comitato federale della Fed sui tassi, previsto per mercoledì. In rialzo Tokyo (+0,36%), Taiwan (+1,57%) e Seul (+0,73%), debole Sidney (-0,21%), ancora aperte Hong Kong (-0,23%), Shanghai (-0,46%) e Mumbai (+1,4%).

Contrastati i futures in Europa, con Milano e Francoforte previste in rialzo, e negli Usa. In arrivo in giornata la fiducia economica tedesca (Ifo) e dagli Usa gli ordini di beni durevoli e di merci.
Segno meno per il greggio (Wti -0,92% a 61,57 dollari), sprint del rame (+1,6% a 9.551 dollari la tonnellata), balzato sui massimi degli ultimi 10 giorni, del ferro (+4,92% a 1.151 dollari la tonnellata) e dell’acciaio (+2,63% a 5.386 dollari la tonnellata), che indicano una ripresa dei consumi dell’industria in Cina. In calo il dollaro nei confronti dell’euro, dello yen e della sterlina. Contrastati sulla piazza di Tokyo gli automobilistici Toyota (-0,43%) e Honda (+1,76%), che venderà solo veicoli elettrici a partire dal 2040. Sprint di Canon (+2,4%) dopo la trimestrale migliore delle stime degli analisti, segno meno per il colosso finanziario Nomura (-0,57%), sull’onda lunga del fallimento del fondo speculativo Archegos.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,17%
Indice Ftse Mib a quota 24.627 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 aprile 2021
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,17% a 24.627 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa contrastata in apertura, Francoforte +0,12%
Fiacca Parigi (-0,03%), invariata Londra, bene Madrid (+0,10%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
09:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta contrastato per le principali borse europee. Francoforte guadagna lo 0,12% a 15.297 punti, Londra è invariata a 6.938 punti, Parigi cede lo 0,03% a 6.256 punti e Madrid guadagna lo 0,1% a 8.627 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora (-0,2%), scivola Leonardo, bene Cnh
Spread sopra quota 104, debole Banco Bpm, balzo Maire Tecnimont
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
09:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari gira subito in calo dopo un avvio positivo (Ftse Mib -0,22 a 24.331 punti), frenata da Leonardo (-3,2%) dopo l’acquisizione del 25% della tedesca Hendsolt annunciata sabato scorso. Giù anche Stellantis (-1,01%), Pirelli (-1,36%) e Banco Bpm (-0,75%), con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in lieve rialzo sopra i 104 punti segnati in apertura.
Più caute Bper (-0,17%) e Unicredit (-0,1%), tiene invece Intesa (+0,23%). Rialzo per Moncler (+1,1%), Cnh (+1,03%), Interpump (+0,89%), Atlantia (+0,83%) e Terna (+0,58%). Poco mossa Mps (-0,09%), debole Creval (-1,21%), segno meno per la Juventus (-0,73%). Fiacca Eni (-0,24%), con il calo del greggio, balzo di Maire Tecnimont (+2,78%) dopo una commessa in India.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Philips: utile trimestre stabile a 40mln, +9% vendite
Accantona 250mln per difetti prodotti respiratori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
09:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo Philips chiude il primo trimestre con un utile netto stabile a 40 milioni di euro e una crescita delle vendite del 9% a 3,8 miliardi. Lo si legge in una nota che ricorda come i risultati non includano quelli della divisione Domestic Appliance ceduta al fondo Hillhouse Capital.

Nonostante l’incertezza del Covid, il gruppo si attende una crescita delle vendite annue fra il 3 e il 5%.
Nel trimestre l’azienda ha inoltre accantonato, a scopo precauzionale, 250 milioni di euro a causa di difetti in un componente utilizzato in alcuni prodotti medicali di terapia respiratoria e del sonno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: Delphina, 15 mln di investimenti per servizi famiglie
Aperte tutte le strutture da giugno in Sardegna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
10:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 15 milioni di investimenti che arricchiscono l’offerta degli hotel e resort Delphina, che si prepara ad accogliere i suoi ospiti da giugno in tutte le strutture. Sono già aperte le prenotazioni dei 12 hotel 5 e 4 stelle, residence, Spa e ville nei giardini mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l’Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara.
Per la stagione 2021 sono stati fatti 15 milioni di nuovi investimenti realizzati negli ultimi 18 mesi.
Eletta come migliore gruppo alberghiero italiano agli ultimi World Travel Awards, Delphina hotels & resorts dal 2018 è anche in Elite, il progetto di Borsa Italiana per le imprese ad alto potenziale realizzato in collaborazione con Confindustria.
“Gli investimenti realizzati negli ultimi 18 mesi – dichiara Francesco Muntoni, fondatore e presidente della catena alberghiera sarda che gestisce e commercializza direttamente tutte le strutture – rientrano nella nostra visione a lungo periodo, che negli anni ci ha portato a crescere con coerenza con un’offerta sempre più ecosostenibile, che rispetta l’ambiente e valorizza uno stile di vita sano, la cultura e l’enogastronomia locale”.
Per un soggiorno sereno e confortevole la catena alberghiera promuove il Protocollo Delphina Vacanza Sicura, progetto attuato per garantire la sicurezza di ospiti e collaboratori: “L’ospitalità sicura è la nostra priorità. – prosegue Muntoni – Dallo scorso anno abbiamo messo in atto con successo procedure semplici e chiare per tutti gli hotel e resort, residence e ville seguendo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e le normative del Governo italiano”.
“Le strutture Delphina – dice ancora Muntoni – sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio We are green. Siamo la prima catena alberghiera italiana, ed una delle prime al mondo, ad utilizzare in tutti gli hotel, resort e nella sede centrale energia al 100% verde, proveniente da fonti rinnovabili, con un risparmio di 3.536 tonnellate di Co2 ogni anno. Negli ultimi quattro anni circa 13.828 tonnellate risparmiate: l’equivalente della Co2 assorbita da circa 97765 mila alberi in un anno intero. Siamo poi impegnati – aggiunge – nel sostegno ai fornitori locali con il progetto “Genuine Local Food Oriented”, marchio di qualità Delphina, a sostegno di una cucina sana basata su ingredienti genuini che rispettano la stagionalità, preferibilmente a km 0. Per questo più del 70 per cento dei fornitori è nel raggio di 150 chilometri o sull’isola, con l’obiettivo di raggiungere l’80 per cento entro la fine del 2021″.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa nervosa, futures contrastati, Milano (+0,2%)
Listini scivolano e poi risalgono, occhi su trimestrali e Fed
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
10:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Appaiono piuttosto nervose le principali borse europee nel primo giorno della settimana in cui si riunisce, mercoledì prossimo, il comitato federale della Fed sui tassi. La migliore è Madrid (+0,68%), seguita da Francoforte (+0,35%), a pochi minuti dalla diffusione dei dati sulla fiducia economica in Germania, Milano (+0,31%), Londra (+0,2%) e Parigi (+0,15%).
Contrastati i futures Usa in vista degli ordini di beni durevoli.
Nel pieno della stagione trimestrali, con Philips (-2,31%) che ha fatto meglio delle stime ma ha annunciato accantonamenti per 250 milioni per uno prodotto medicale, gli occhi sono puntati sui conti di Tesla attesi per oggi, Microsoft e Google domani ed Apple e Facebook tra due giorni, per arrivare giovedì alla trimestrale di Amazon.
Il calo del greggio (Wti -1% a 61,51 dollari) frena i petroliferi Shell e Total (-0,6% entrambe), mentre salgono Eni (+0,28%) e Bp (+0,1%). Deboli gli automobilistici Volkswagen (-1,48%), Porsche (-1,34%), Renault (-1,53%) e Stellantis (-0,6%). Bene gli estrattivo-minerari Rio Tinto (+1,24%), Anglo American (+1,12%) e e Bhp (+0,99%), spinti dalle quotazioni del rame, del ferro e dell’acciaio, mentre in campo bancario spiccano Bbva (+1,4%), Intesa (+1,17%), Unicredit (+1%), Santander (+1%), SocGen (+0,86%), più caute Banco Bpm (+0,7%) e Bper (+0,63%). Pesante Leonardo (-1,9%) dopo l’acquisizione del 25% della tedesca Hensoldt (+5,39%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ex Ilva: Dimastromatteo nuovo direttore stabilimento Taranto
Ex Arvedi subentra a Pascucci che passa a Investimenti speciali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
26 aprile 2021
10:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vincenzo Dimastromatteo, ex Arvedi (già direttore di produzione della Ferriera di Servola-Trieste) assume da oggi l’incarico di direttore dello stabilimento siderurgico Acciaierie d’Italia (ex Ilva) di Taranto, alle dirette dipendenze del Ceo Lucia Morselli e del coordinamento tecnico dell’ingegner Adolfo Buffo.
Dimastromatteo (che ha lavorato in Ilva durante la gestione dei Riva) subentra a Loris Pascucci che a sua volta assume l’incarico di direttore degli Investimenti Speciali per lo stabilimento di Taranto, alle dirette dipendenze del Ceo Lucia Morselli.
L’ordine di servizio è firmato dal direttore delle Risorse Umane di Acciaierie d’Italia, Arturo Ferrucci.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stop auto diesel e benzina, appello per ‘solo elettrico’ al 2035
Coca Cola,Ikea,Volvo,27 aziende chiedono a Ue nuova era zero CO2
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
10:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vietare la vendita di auto diesel, benzina, e anche ibride, entro il 2035. Per quella data soltanto mezzi elettrici.
Questo l’obiettivo dell’appello rivolto alla commissione Europea, al Parlamento europeo e ai governi dei Paesi membri Ue, sottoscritto da 27 grandi aziende – tra cui Coca-Cola, Ikea, Sky, Uber, Volvo, e le italiane Enel X e Novamont – insieme con 6 associazioni di automotive, energia, sanità, finanza. Nell’appello – aperto a nuovi ingressi – si fa presente che, fissando “un obiettivo di CO2 per i costruttori di veicoli a 0 grammi per chilometro”, si potrebbe inaugurare “una nuova era di mobilità a zero emissioni”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa fiacca dopo fiducia Germania, Milano +0,05%
Indici Ifo in miglioramento ma meno di stime, spread sale a 106
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
11:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riducono il rialzo le principali borse europee dopo i dati sulla fiducia economica in Germania, salita ma meno delle stime degli analisti. In rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 106,3 punti.
Milano (Ftse Mib +0,05%) si porta appena sopra la parità così come Francoforte (+0,07%) e Parigi (+0,1%). Invariata Londra, più brillante invece Madrid (+0,77%). Contrastati i futures Usa, positivi sul Dow Jones e negativi sul Nasdaq in vista degli ordini di beni durevoli e a due giorni dalla riunione del Comitato Federale della Fed sui tassi. In arrivo numerose trimestrali, da Tesla, attesa per oggi, seguita domani da quelle di Microsoft e Google. Mercoledì tocca ad Apple e Facebook per concludere giovedì con Amazon.
Scivola ad Amsterdam Philips (-3,1%), nonostante il Mol trimestrale migliore delle stime, che ha annunciato accantonamenti per 250 milioni per uno prodotto medicale. Poco mossi i petroliferi Total (-0,33%), Eni (-0,1%), Shell (+0,01%) e Bp (+0,34%) con l’ulteriore calo del greggio (Wti -1,7% a 61,1 dollari). Soffrono gli automobilistici Volkswagen (-1,33%), Porsche (-1,3%), a monte della catena di controllo, Stellantis (-1,24%) e Renault (-0,7%). Riducono il rialzo gli estrattivo-minerari Bhp (+0,95%), Anglo American (+0,8%) e Rio Tinto (+0,7%), sostenuti dalle quotazioni del rame (+1,6%), del ferro (+3,65%) e dell’acciaio (+2,55%), mentre segnano il passo i produttori di semiconduttori Ams (-4,09%), dopo un report di Credit Suisse ed Asm (-1,4%) dopo la trimestrale. Più cauta Stm (-0,43%) a Milano e Parigi. In campo bancario accelerano Unicredit (+1,93%), Intesa (+1,91%), Banco Bpm (+1,64%) e Bper (+1,54%). Bene SocGen (+2%), Bbva (+1,73%), Santander (+1,26%) e Bnp (+1,13%), Mps (+0,65%). Pesante Leonardo (-2,7%) dopo l’acquisizione del 25% della tedesca Hensoldt (+3,59%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: con Almaviva per mobilità sostenibile e sicura
Accordo promuoverà made in Italy anche in questo settore
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
26 aprile 2021
11:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri, attraverso la controllata Fincantieri NexTech, e Almaviva, gruppo italiano leader nell’innovazione digitale, hanno firmato un accordo di collaborazione per supportare e accelerare il processo di digitalizzazione del settore dei trasporti e della logistica.
L’obiettivo è favorire un sistema di mobilità più vicino alle nuove esigenze di spostamento delle persone e delle merci, con un’attenzione particolare all’impatto ambientale e alla sicurezza.

La partnership è volta allo sviluppo di soluzioni improntate alle nuove esigenze di mobilità, come il connected vehicle (vettura dotata di sensori per percepire la realtà circostante e interagire con essa) e la smart road (che consente la comunicazione e l’interconnessione tra i veicoli), finalizzate all’incremento della sicurezza dei viaggi e dei viaggiatori.
Verranno inoltre realizzate applicazioni per la sicurezza nei trasporti e per i processi di manutenzione predittiva, con il supporto di algoritmi di intelligenza artificiale e del digital twin, che riproduce in un formato digitale tridimensionale e virtualmente “navigabile” tutte le caratteristiche dell’infrastruttura.
Tali soluzioni saranno rivolte ai gestori, agli operatori che offrono servizi, alle authority e ai soggetti pubblici deputati alla programmazione e controllo.
L’accordo tra le due società prevede inoltre un piano di sviluppo sui mercati internazionali, per valorizzare il made in Italy.
Alberto Tripi, Presidente del Gruppo Almaviva, ha sottolineato che “al settore trasporti e logistica sarà destinata una parte rilevante delle risorse del PNRR, opportunità unica per lo sviluppo del Paese in ambiti strategici quali mobilità sostenibile e trasporto collettivo, sicurezza stradale e logistica intermodale. Con la partnership con Fincantieri mettiamo a disposizione del Sistema Paese solide competenze e tecnologie digitali made in Italy”.
Giuseppe Bono, Amministratore delegato di Fincantieri, è convinto che l’accordo accrescerà “ulteriormente le nostre competenze digitali, puntando sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale per il monitoraggio delle infrastrutture e del territorio nonché sull’integrazione delle diverse reti di mobilità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scala: Giorgio Armani nuovo socio fondatore
Stilista sarà tenuto a versare 600mila euro in 5 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 aprile 2021
12:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giorgio Armani è nuovo socio fondatore sostenitore del teatro alla Scala. La decisione è stata comunicata alla fine della riunione del cda del teatro questa mattina.
Da statuto, un socio sostenitore è tenuto a versare 600 mila euro in cinque anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Moody’s, da riaperture spinta a crescita
Decisione ha rischi ma salute pubblica più forte con vaccini
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
12:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le riaperture delle attività in vigore da oggi e le nuove disposizioni per i viaggi fra regioni in Italia dovrebbero “sostenere a breve termine la crescita economica” prima degli effetti del Recovery plan anche se non sono prive di rischi. Lo scrive Moody’s in un rapporto dedicato al nostro paese dove nota come i casi di infezione da Covid siano ancora alti e se queste “riaperture scateneranno una ripresa dei casi” questo avrebbe conseguenze sulla stagione turistica.
Tuttavia “la situazione della sanità pubblica” è ora più solida grazie anche all’aumento delle vaccinazioni. I fondi del Recovery plan e le riforme, se completamente attuate (oltre alle risorse stanziate in deficit) “dovrebbero supportare la crescita dell’economia italiana nel prossimo decennio” grazie a una spesa totale di circa 300 miliardi di euro entro il 2026, il 20% del Pil pre-pandemia. Secondo Moody’s, ai 40 miliardi di scostamento di bilancio approvati dal Parlamento e ai 6 miliardi annui nel 2022 e nel 2023 per i finanziamenti pubblici, vanno sommati quelli appunto provenienti dalla Ue (fra cui il Sure) con una spesa concentrata “nei primi due anni del programma”.
Cruciali saranno le riforme nei settori chiave della “giustizia, fisco e pubblica amministrazione” che saranno, sottolinea l’agenzia di rating, facilitate proprio grazie agli investimenti con fondi Ue.   POLITICA   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano +0,15%, bene Intesa e Unicredit, giù Leonardo
Spread a 107 punti, positive Atlantia e Tenaris, frena Prysmian
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
12:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si muove con cautela (Ftse Mib +0,15%), mentre lo spread tra Bpt e Bund tedeschi si porta a 107 punti base con il rendimento trentennale ai livelli dello scorfso settembre. Sostengono il listino i bancari Intesa (+2,14%) e Unicredit (+1,95%) spinte dalle attese per le trimestrali in calendario per la prossima settimana.

Più caute Bper (+1,38%) e Banco Bpm (+1,37%), mentre Creval (-0,97%), ormai in mani francesi dopo la conclusione dell’Opa di Credit Agricole di venerdì scorso, sconta lo stacco della cedola. Frena Leonardo (-2,5%) dopo l’acquisizione del 25% della tedesca Hensodlt (+4,75% a Francoforte) annunciata nel fine settimana. Pesano anche Prysmian (-2,25%) e Stellantis (-1,15%), più caute invece Pirelli (-0,68%) e Diasorin (-0,52%).
Invariata Eni (+0,02%), con il greggio sempre in calo (Wti -1,75% a 61,06 euro), positive Atlantia (+1,19%) e Tenaris (+1,1%).
Inverte la rotta Juventus (+0,27%), balzo di Maire Tecnimont (+2,78%) dopo una commessa in India.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: raccolta pubblicità del primo trimestre +6%
Publitalia, terzo trimestre consecutivo con ricavi in crescita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
12:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gennaio e marzo scorsi i ricavi pubblicitari consolidati di Mediaset generati da tutte le concessionarie del gruppo sono cresciuti del 6,1% rispetto allo stesso periodo del 2020.
Per Publitalia ’80 si tratta del terzo trimestre consecutivo con andamento dei ricavi in aumento “pur in un contesto di mercato fortemente condizionato dall’emergenza sanitaria”, afferma una nota del Biscione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resiste, futures Usa incerti, Milano +0,38%
Salgono rendimenti titoli di Stato, mercoledì Fed sui tassi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
14:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Resistono in territorio positivo le principali borse europee, dopo dati sulla fiducia economica in Germania inferiori alle stime degli analisti e in vista della decisione della Fed sui tassi attesa per mercoledì. Si stabilizza a 106 punti base lo spread tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento decennale in crescita doppia (+4 punti allo 0,82%) rispetto agli altri titoli europei, tutti in crescita comunque in vista di una accelerazione della ripresa economica.

Si conferma in testa Madrid (+0,85%), seguita da Milano (+0,38%), Parigi (+0,25%), Londra (+0,2%) e Francoforte (+0,05%) e Londra (-0,05%). Positivi i futures su Wall Street, negativi quelli sul Nasdaq in vista degli ordini di beni durevoli negli Usa, dove sono previste diverse trimestrali rilevanti come quella di Tesla, in arrivo oggi. Seguono domani Microsoft e Google, Apple e Facebook mercoledì per concludere il giorno dopo con Amazon.
Scivola ad Amsterdam Philips (-3,66%), pur con il Mol trimestrale migliore delle stime, che ha annunciato accantonamenti per 250 milioni per un apparecchio medicale per la respirazione. Girano al rialzo i petroliferi Bp (+0,87%) e Shell (+0,65%), più caute invece Eni (+0,16%) e Total (+0,01%), nonostante il calo segnato ancora dal greggio (Wti -1,6% a 61,15 dollari). Le vendite intanto si spostano sugli automobilistici Volkswagen (-1,57%) e Porsche (-1,14%) a monte della catena di controllo, insieme a Stellantis (-0,9%) e Renault (-0,67%).
Acquisti- sugli estrattivo-minerari Glencore (+1,35%), Anglo American (+1,3%), Bhp (+1%) e Rio Tinto (+0,9%), sostenuti dai prezzi del rame (+1,6%), del ferro (+3,65%) e dell’acciaio (+2,55%). Sotto pressione i semiconduttori Ams (-3,84%), dopo un report di Credit Suisse ed Asm (-2,26%) dopo la trimestrale. Più cauta Stm (-0,42%) mentre . In campo bancario accelerano con decisione Intesa (+2,5%), Unicredit (+2,25%), Banco Bpm (+2,12%) e Bper (+2%). Analogo il rialzo di SocGen (+2,85%), Bbva (+2,35%), Bnp (+2%), Santander (+1,9%) e Bnp (+1,13%).
Pesante Leonardo (-2,4%) dopo l’acquisizione del 25% della tedesca Hensoldt (+3,59%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cresce (+0,5%), bene le banche, corre Tenaris
Pesante l’industria, guadagna Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
15:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crescono i guadagni a Piazza Affari (+0,5%), in linea con le altre principali Borse europee e sulla scia dei future positivi a Wall Street. A Milano vanno bene le banche, da Intesa (+2,2%) a Unicredit (+1,9%), in attesa delle trimestrali, ma anche Bper (+1,8%), Fineco (+1,5%) e Banco Bpm (+1,4%), con lo spread sceso di qualche decimale a 105,3 punti, dopo un picco a 107,5 poco prima delle 12.30.
Guadagni anche per Mediobanca (+2%). In decisa controtendenza Banca Profilo (-4,9%). Vola Tenaris (+3%), in vista dei conti, mentre è più cauta Eni, che è piatta (+0,06%), e lascia qualcosa sul terreno Saipem (-0,3%), col greggio che continua a scendere (wti-1,7%9 a 61 dollari al barile. Se ne avvantaggia Pirelli (+0,4%). Tra i titoli che guadagnano c’è Atlantia (+1,4%), con il fascicolo Aspi sempre aperto.
Per le auto è in rialzo Ferrari (+0,6%), non Stellantis (-0,8%). Pesante l’industria con Prysmian (-2,3%) e Leonardo (-2,4%). Perde Enel (-1%). Tra i farmaceutici male Diasorin (-0,7%) e meno peggio Recordati (-0,09%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo con l’apertura positiva di Wall Street
Ottimiste banche e compagnie aeree, contrastati i farmaceutici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
15:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Restano positive le principali Borse europee, con l’apertura in rialzo di Wall Street, mentre i dati sugli ordini di beni durevoli negli Usa aumentano, ma meno delle attese, in uno scenario sempre dominato dalla lotta al covid 19 e dalla corsa ai vaccini, ma che sembra vedere gli States dominare la fase di ripresa. In Europa la Piazza migliore è Madrid (+0,8%), seguita da Parigi e Londra (entrambe +0,3%), con Francoforte piatta (+0,09%), che in mattinata ha avuto i dati sulla fiducia economica, inferiori alle stime.
Con segno più anche Milano (+0,3%), mentre l’Italia attende la presentazione del Recovery da parte del premier, Mario Draghi.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,2%, trainato da finanza e materiali, con in ribasso invece beni di prima necessità e utility. Tra le banche, tutte in rialzo, spiccano Kbc (+3,8%), Bank of Ireland (+4,8%) e SocGen (+2,9%). Tra le industrie dei materiali corre l’acciaio, con vantaggi soprattutto per Evraz (+3,4%) e Thyssenkrupp (+2%). In positivo la maggioranza dei petroliferi, a iniziare da Koninklijke (+1,4%) e Galp (+1,2%), mentre sono in controtendenza altri come Omv (-2%) e Polski Koncern (-0,4%), col greggio in calo (wti -1,7%) a 61 dollari al barile. Netto ottimismo tra le compagnie aeree, da Ica (+4,2%) a easyJet (+3,6%), con i segnali di ripresa della circolazione delle persone In rosso molte case automobilistiche, cominciando da Volkswagen (-1,3%) e Porsche (-0,9%), con all’opposto Ferrari (+0,7%). In ordine sparso i farmaceutici, con alcuni in salita, come Ipsen (+1,5%) e Vifor (+1,2%), e altri in discesa come Roche (-0,8%) e Hikma (-0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano guadagna (+0,6%) con le banche, pesa l’industria
In forma i petroliferi, vola Tenaris, bene Atlantia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
17:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue la seduta guadagnando Piazza Affari (+0,6%), in accordo con le altre principali Borse europee e con l’andamento di Wall Street e mentre il premier, Mario Draghi, illustra il Recovery al Parlamento. Continuano con ottimismo le banche, a iniziare da Bper (+3,1%), Intesa (+2,5%) e Unicredit (+1,8%), le ultime due verso la trimestrale, con lo spread stabile a 105,5 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,79%.
In controtendenza Banca Profilo (-4,5%).
Forti i guadagni per Mediobanca (+2,9%). Tra i petroliferi vola Tenaris (+3,9%) e vanno bene Eni (+0,4%) e Saipem (+0,2%), mentre il greggio riduce il calo (wti -1,2%) a 61,4 dollari al barile. Fra i titoli in deciso positivo Amplifon (+2,5%) e Atlantia (+1,7%), col dossier Aspi ancora aperto.
In fondo al listino principale una parte dell’industria, con Prysmian (-2,9%) e Leonardo (-2,4%). Pesante Enel (-1%), in rosso Campari (-0,7%). Fra le auto perde Stellantis (-0,5%), in linea col comparto in Europa.
Tra i titoli a minore capitalizzazione, tenta il rimbalzo Fiera Milano (+3,6%), dopo che nell’ultima settimana le vendite avevano fatto crollare del 10% le quotazioni della società che ospita il Salone del Mobile, per i timori che l’appuntamento possa saltare e tenersi non prima del 2022.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: bene l’Europa con le banche e le compagnie aeree
Guadagnano industria dell’acciaio e i petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
17:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vanno verso fine seduta in positivo le principali Borse europee, in linea con l’andamento di Wall Street, mentre il contrasto alla pandemia da Covid 19 resta centrale, in particolare con la corsa ai vaccini e alcuni Paesi, come l’India, che continuano a registrare numeri importanti di contagi e decessi. In Europa la migliore è Madrid (+0,8%), seguita Londra (+0,4%), Parigi (+0,3%) e Francoforte (+0,1%).

Bene anche Milano (+0,4%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx, 600, guadagnalo 0,2%, sostenuto soprattutto dalla finanza, mentre pesano in negativo i beni di prima necessità. Guadagni per le banche, in particolare per Kbc (+3,9%)e Abn Amro (+3,7%).
Ottimista la maggioranza dei petroliferi, con rialzi come per Galp (+1,6%), con in rosso Omv (-1,4%), mentre il greggio riduce ulteriormente il calo (wti -0,5%) a 61,8 dollari al barile.
Guardingo l’oro, che resta piatto (-0,07%) a 1.778, 2 dollari l’oncia, mentre le prospettive di ripresa dell’economia globale spingono in generale le quotazioni dei metalli, con il rame che rivede i massimi da quasi 10 anni a 9.750 dollari la tonnellata sul London Metal Exchange, toccando il livello più alto dal 2011, per poi attestarsi a 9.551 dollari. Nell’industria dei materiali corre quella dell’acciaio, soprattutto per Evraz (+3,9%9 e Thyssenkrupp (+3,6%). L’ottimismo del riavvio della circolazione spinge le compagnie aeree, a partire da Ica (+4,1%) e esasyJet (+3,8%).
Contrastato il comparto auto, con guadagni per alcune case, come Renault (+1%) e Daimler (+0,9%), non per altre, come Volkswagen (-1,2%) e Porsche (-1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,5%)
Il Ftse Mib a 24.513 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 aprile 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,52% a 24.513 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva, Madrid la migliore (+0,9%)
Londra (+0,3%), Parigi (+0,2%), Francoforte (+0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
18:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le principali Borse europee. La migliore è stata Madrid (+0,97%) a 8.701 punti, seguita da Londra (0,35%) a 6.963 punti, Parigi (+0,28%) a 6.275 punti e Francoforte (+0,11%) a 15.296 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiusura in rialzo a 105,2 punti
Il rendimento del decennale italiano è salito allo 0,79%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha chiuso in rialzo a 105,2 punti base il differenziale tra Btp e Bund, rispetto ai 104 punti della chiusura di venerdì. Nel corso della seduta ha toccato un massimo di 107,5 punti poco prima delle 12.30 e un minimo di 103,2 punti poco dopo l’apertura.

Il rendimento del decennale italiano è salito allo 0,79%, rispetto allo 0,77% di venerdì. Nella giornata ha toccato un massimo dello 0,82% verso le 12.30 e un minimo dello 0,78% poco prima delle 9.30.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ottimista (+0,5%) con le banche, vola Tenaris
Rialzo petroliferi, debole l’industria. Su Atlantia, rally Aeffe
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
18:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prima seduta di settimana ottimista a Piazza Affari (+0,5%), in linea con le altre principali Borse europee e con l’andamento di Wall Street, mentre la pandemia da Covid 19 continua a impegnare i governi, in particolare nella campagna vaccinale e si vedono le prime aperture. Una giornata in cui il premier italiano, Mario Draghi, ha illustrato il Recovery al Parlamento.

A Milano le banche sono saldamente in positivo, con i più grandi guadagni per Bper (+3%), Intesa (+2,3%), Unicredit (+2,2%), le ultime due in attesa nei prossimi giorni della trimestrale, ma anche per Banco Bpm (+%) e Fineco (-1,7%). In controtendenza Banca Profilo (-4,3%) e, dopo l’opa, Creval (-0,8%). Tra quelle d’affari corsa di Mediobanca (+2,8%). In salita i petroliferi, con Tenaris in volo (+3,4%) e rialzi per Saipem (+0,6%) e Eni (+0,4%), col greggio che verso sera ha ridotto le perdite (wti -0,5%) a 61,8 dollari al barile. Bene Atlantia (+1,8%) con il fascicolo Aspi ancora aperto e Cdp che valuta un rilancio dell’offerta.
Pesante una parte dell’industria, con Prysmian (-3,1%) e Leonardo (-2,1%), male Enel (-1%), mentre Eurelectric chiede maggiori investimenti nelle reti e deboli le utility in generale, come nel resto d’Europa. Non molto in forma Stellantis (-0,2%) tra le auto e Poste (-0,3%).
Fuori dal listino principale tenta il rimbalzo Fiera Milano (+1,6%), dopo una settimana in cui ha ceduto circa il 10%, nel dubbio che il salone del Mobile, di cui è sede, venga rinviato al 2022. E nel settore rally per Italian Exhibition Group (+10,4%). Nella moda invece in sprint Aeffe (+10,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: ricavi 2020 a 2,6 miliardi, utile di 139 milioni
Assemblea per ritirare voto maggiorato contestato da Vivendi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 aprile 2021
19:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 Mediaset ha registrato ricavi per 2.636 milioni contro i 2.925 dell’anno precedente, con un utile netto di 139 milioni contro i 190 del 2019. I costi complessivi Italia sono in calo del 6,8%, mentre il ‘free cash flow’ di gruppo cresce a 311 milioni.

Previsto un ampio risultato positivo per la raccolta pubblicitaria anche del secondo trimestre di quest’anno, con il gruppo che punta “nel 2021 a rafforzare ulteriormente i propri risultati economici e la generazione di cassa grazie anche a una costante azione di controllo dei costi”.
Il Biscione intanto si prepara a ritirare a il procedimento per l’attuazione del voto maggiorato, contestato da Vivendi, che avrebbe ‘blindato’ ulteriormente la società nel controllo di Fininvest.
Il Cda del gruppo televisivo ha infatti convocato un’assemblea straordinaria il 27 maggio prossimo su questo tema, con il board che “ritiene nell’interesse della società, al fine di evitare ulteriori contenziosi e auspicabilmente ristabilire un dialogo costruttivo con tutti gli azionisti, l’abrogazione della maggiorazione del voto ai sensi dell’articolo 127-quinquies del TUF, di cui all’articolo 7 dello Statuto sociale, introdotta con delibera dell’assemblea straordinaria del 18 aprile 2019 oggetto di impugnazione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: assemblea per sede legale in Olanda
Scelta Amsterdam, sede effettiva e fiscale resta in Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 aprile 2021
19:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset intende trasferire la sede legale in Olanda, il Paese nel quale voleva far sorgere la nuova Mfe. Lo ha deciso il Cda odierno, con un’assemblea straordinaria convocata per il prossimo 23 giugno.

Il Consiglio di amministrazione del Biscione ha stabilito all’unanimità che “sia fondamentale per la strategia del Gruppo accedere a un ecosistema, con un modello di Governance ispirato ai migliori standard internazionali e in linea con quello adottato da Mediaset fino a oggi” che potrà generare benefici per gli azionisti, spiega il gruppo televisivo in un comunicato emesso per i conti 2020.
La data dell’assemblea è la stessa di quella già convocata per approvare il bilancio e varare il nuovo Cda del gruppo. La nuova sede legale è stata individuata ad Amsterdam “da realizzarsi mediante l’adozione da parte della società della forma giuridica di una ‘naamloze vennootschap’ regolata dal diritto olandese, e l’adozione di un nuovo statuto conforme al diritto olandese”.
A seguito del trasferimento, le azioni della società rimarranno quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana. In Italia rimarrà anche la sede effettiva nonché la residenza fiscale, con un trasferimento che “avverrà senza soluzione di continuità dei rapporti giuridici in essere”, specifica Mediaset.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: ipotesi nuovo stop invio cartelle
Ancora non è stata presa nessuna decisione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
19:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova proroga dell’invio delle cartelle fiscali, sospese dall’inizio della pandemia: secondo quanto si apprende il governo starebbe ragionando su questa ipotesi, che potrebbe concretizzarsi con un decreto ad hoc da varare entro la fine di aprile. L’invio delle nuove cartelle è stato infatti già più volte prorogato e al momento la sospensione scade il 30 aprile.
Senza interventi cioè, da inizio maggio l’agenzia della riscossione ricomincerebbe a mandare avvisi e cartelle ai contribuenti. Al momento comunque nessuna decisione sarebbe stata presa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia, slitta il pagamento stipendi di aprile
‘Procederemo con i pagamento non appena ci verranno erogati gli indennizzi previsti a sostegno dell’emergenza Covid-19′
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 aprile 2021
21:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il destino di Alitalia e in particolare dei suoi dipendenti non sembra conoscere momenti di tregua. I continui summit tra il governo e la Commissione europea non hanno finora portato ad un risultato e sebbene ci sia stato lo sblocco di parte dei ristori chiesti, la società ha avvertito che non pagherà domani gli stipendi dei propri lavoratori (che di norma ricevono le buste paga il 27 di ogni mese).
I commissari straordinari Gabriele Fava, Giuseppe Leogrande e Daniele Santosuosso, in una comunicazione interna, hanno infatti informato i lavoratori che “come di consueto procederemo con i pagamento degli stipendi di aprile non appena ci verranno erogati gli indennizzi previsti a sostegno dell’emergenza Covid-19”. Del resto per salvare gli stipendi dei dipendenti di Alitalia è intervenuto nei giorni scorsi il governo stanziando 50 milioni con il decreto contro la pandemia.
Prosegue intanto il confronto con Bruxelles. “Siamo in contatto con le autorità italiane, ma non abbiamo commenti a riguardo” spiega una portavoce dell’esecutivo Ue rispondendo a chi le chiedeva se il piano B su cui sarebbe al lavoro il governo italiano per il decollo di Ita con una sessantina di aerei in affitto dalla vecchia compagnia sia in linea con le norme Ue e con le raccomandazioni avanzate dopo le polemiche avanzate dall’Italia su una possibile asimmetria di trattamento per il vettore tricolore rispetto agli altri protagonisti del trasporto aereo europeo.
Domani intanto è attesa in commissione Trasporti alla Camera una audizione informale in videoconferenza del Presidente Francesco Caio e dell’Amministratore delegato, Fabio Lazzerini, di Italia Trasporto Aereo appunto sulla predisposizione del piano industriale della società.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo apertura poco mossa (+0,14%)
Attesa riunione Banca centrale del Giappone
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
27 aprile 2021
02:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia gli scambi all’insegna della cautela, in attesa di maggiori indicazioni dalla riunione della Banca centrale del Giappone (Boj), prevista oggi, mentre è in atto lo stato di emergenza su gran parte del Paese per via dell’ascesa dei contagi di coronavirus. Il Nikkei segna un lieve progresso dello 0,14% a quota 29,168.20, e un aumento di 41 punti.
Sul mercato valutario lo yen tratta a 108,10 sul dollaro, e a 130,60 sull’euro.

Economia tutte le notizie in tempo reale sempre aggiornate
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: < 1 minuto

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:10 DI DOMENICA 25 APRILE 2021

ALLE 05:18 DI LUNEDÌ 26 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Recovery: Castelli ‘hub intelligenza artificiale a Torino’
Viceministro, modifiche Pnrr tengono conto mappature precedenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 aprile 2021
10:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il centro per l’intelligenza artificiale sarà a Torino, come previsto”. Lo scrive su Facebook il viceministro dell’Economia, Laura Castelli.

“Con le modifiche apportate ieri, infatti, il Pnrr prevede bandi per identificare le città Campioni Nazionali di R&S, ma ‘tenendo conto delle mappature precedenti’ – spiega -. Questo, nel rispetto di quanto deciso dal Consiglio dei Ministri del 4 settembre 2020, permette alla Città di Torino di vedere assegnato direttamente il I3A. Dunque i bandi interverranno solo dove non sono state fatte scelte precedenti. Torino sarà la sede dell’I3A”.   POLITICA   PIEMONTE   TECNOLOGIA

Borsa: Tokyo, apertura poco variata (+0,10%)
Timori su impatto stato emergenza anti-Covid in Giappone
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
26 aprile 2021
02:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre la prima seduta della settimana poco variata, malgrado l’avanzata dei mercati azionari statunitensi, con gli investitori che guardano agli effetti sull’economia dello stato di emergenza entrato in vigore in Giappone a causa dell’ascesa dei contagi di coronavirus. Il Nikkei segna una variazione appena positiva dello 0,10%, a quota 28,990.50 punti.
Sul fronte dei cambi lo yen è stabile sul dollaro a 107,80 e a 130,50 sull’euro .

Economia tutte le notizie Tutte le notizie di Economia sempre aggiornate complete ufficiali approfondite e dettagliate!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:37 DI VENERDÌ 23 APRILE 2021

ALLE 19:00 DI SABATO 24 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano ferma (-0,2%), bene Tod’s e Banco, giù Moncler
Spread risale sopra i 102 punti, nuovo calo per la Juventus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
12:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resta ancorata sotto la parità (Ftse Mib -0,22% a 24.343 punti) a fine mattinata, con lo spread tra Btp e B und tedeschi in rialzo a 102,3 punti. Non cambia molto il paesaggio del listino milanese con Tod’s (+8,78%) sempre in forte rialzo dopo il rafforzamento nel capitale di Lvmh, salita al 10%.
Prosegue anche la caduta di Moncler (-6,82%), dopo conti che, secondo gli analisti di Equita, sono stati “appena sopra le attese” in termini di ricavi. Il titolo azzera in questo modo due rialzi consecutivi sulla scia dei risultati dei rivali. Accelera Banco Bpm (+1,11%), miglior titolo tra le blue chip, seguita da Poste (+1,05%), Unipol (+0,97%), Stellantis (+0,58%) e Unicredit (+0,66%). Rialzo più modesto per Bper e Tim (+0,55% entrambe), segno meno per Recordati (-1,42%), Buzzi (-1,03%) e Inwit (-0,99%). Fiacca Intesa (-0,25%), positiva Creval (+1,23% a 12,39 euro), che accelera nell’ultimo giorno dell’Opa di Credit Agricole, mantenendosi comunque al di sotto del prezzo di 12,5 euro. Il greggio poco mosso sotto i 62 dollari al barile (Wti +0,15% a 61,5 dollari) non favorisce né Eni (-0,55%) né Saipem (-0,85%). Nuovo calo per la Juventus (-1,0678%), che ha archiviato il progetto Superlega con un vero e proprio tonfo in Borsa due giorni fa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Pedroni, pronti al via con commessi Coop a maggio
Se fiale disponibili. Gli italiani li indicano come prioritari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
15:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Entro fine maggio Coop Italia è pronta ad avviare la vaccinazione dei 55 mila dipendenti al lavoro nei punti vendita, se ci saranno vaccini disponibili. “In questi giorni oltre ad aver dato la nostra disponibilità alle autorità, abbiamo già attivato i rapporti con tutta una serie di soggetti che agiscono sul territorio idonei a sviluppare la vaccinazione”, dice il presidente di Coop Italia, Marco Pedroni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Se i vaccini ci saranno, io penso che già alla fine del prossimo mese si possa cominciare”, continua Pedroni spiegando che il vero collo di bottiglia è rappresentato dalla disponibilità dei vaccini.
Commessi e cassieri del settore alimentare sono tra le persone da considerare prioritarie nella campagna di vaccinazione, secondo un recente sondaggio condotto da Coop con Nomisma su un campione rappresentantivo di mille persone.
Addetti alla vendita di cibo, insieme a badanti e personale sanitario, sono indicati come categoria da vaccinare subito dopo super fragili e malati cronici e anziani.
Oltre alla vaccinazione dei proprio dipendenti, Coop ha offerto al governo delle sue strutture più grandi per la campagna su tutta popolazione. “Lo abbiamo fatto già un paio di mesi fa, noi ci siamo: non solo in termini di spazi ma anche di organizzazione” dice Pedroni indicando che sarebbero almeno 200 punti i vendita con caratteristiche utili.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa debole, futures Usa positivi, Milano -0,25%
Spread scende a 101,5 punti, in arrivo fiducia manager e Lagarde
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
13:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ampliano il calo le principali borse europee a metà seduta dopo i dati contrastati sulla fiducia dei manager, migliore delle stime in Francia e nell’Ue, mentre in Germania è salita solo nel settore manifatturiero.
Indici Pmi in rialzo oltre le stime anche nel Regno Unito sia a livello composito che nei servizi e nel settore manifatturiero.

Positivi i futures Usa in attesa degli analoghi indicatori americani e, nel pomeriggio, dell’intervento della presidente della Bce Christine Lagarde ad un seminario sul clima organizzato da Bloomberg. Segno meno per Milano e Francoforte (-0,25% entrambe), Parigi (-0,2%), Londra (-0,44%) e Madrid (-0,45%) In calo a 101,5 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, mentre si rafforza il greggio (Wti +0,54% a 61,76 dollari al barile), che resta comunque al di sotto della soglia dei 62 dollari. Gira al rialzo l’oro (+0,14% a 1.787,5 dollari l’oncia) , restano deboli invece gli altri metalli ad eccezione del ferro (+0,5% a 1.097 dollari la tonnellata) e dell’acciaio (+0,69% a 5.248 dollari la tonnellata).
In calo il dollaro a 1,2 sull’euro e a 1,388 sulla sterlina, a sua volta in rialzo a 1,15 sulla moneta unica. Effetto conti trimestrali su Daimler (+1,26%), Continental (+2,72%) e Dometic (+2,67%). Ancora debole Renault (-0,51%), cauta Stellantis (+0,21%). Giù Moncler (-7,23%) , corre Tod’s (+10,48%) con Lvmh (-0,55% a Parigi) al 10% del capitale. In calo i petroliferi Bp (-1,17%), Shell (-0,68%) Eni (-0,41%) e Total (-0,34%). Giù Essilor Luxottica (-1,21%) dopo la trimestrale di Grandvision.
Sprint di Bankinter (+2,46%) e Commerzbank (+1,9%). Più caute Banco Bpm (+0,75%), Bper (+0,58%) e Unicredit (+0,48%). Fiacca Intesa (-0,22%), positiva Creval (+1,72% a 12,45 euro), vicina al prezzo dell’Opa di Credit Agricole.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Pedroni (Coop), miri a nuovi poveri e consumi eco
Incentivi anche per la riqualificazione dei centri commerciali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
13:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sostegno alle persone a basso reddito come strategia anche per rilanciare i consumi. Promozione degli acquisti green a partire dalla tassazione.
Incentivi per la riqualificazione ecologica dei centri commerciali, come per le abitazioni. Sono tre proposte per il piano di ripresa e resilienza che arrivano dal presidente di Coop Italia, Marco Pedroni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A livello generale, “il Covid rischia di creare nuove povertà e portare una parte della classa media verso situazioni di grande difficoltà, noi pensiamo che vada sostenuta questa parte della popolazione, che è anche la parte che può sostenere di più i consumi”, afferma Pedroni.
Quanto poi alla specifica realtà dei centri commerciali, il presidente di Coop Italia ricorda un “trend abbastanza lungo che ha portato le persone a frequentarli di meno” e poi il “colpo molto duro” portato dal Covid. Per questo, per Pedroni “sarebbe buona cosa fare una politica di incentivi alla riconversione e ristrutturazione dei centri commerciali”, permettendo ad alcuni di “cambiare pelle”, diventando centri di servizi con funzioni pubbliche e migliori prestazioni ambientali.
Si interverrebbe così su una tipologia di punti vendita tra le più colpite dalla pandemia, anche a causa delle chiusure obbligate nei fine-settimana. Ora Pedroni aspettava l’apertura nei weekend dei centri commerciali per dare una spinta alla ripresa, ma la misura inizialmente prevista nella bozza del Dl Apertura è invece saltata nel testo finale approdato in Gazzetta Ufficiale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fondimpresa, Aurelio Regina è il nuovo presidente
Annamaria Trovò vicepresidente. Nominati dal cda all’unanimità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
14:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aurelio Regina è il nuovo presidente di Fondimpresa, il fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. Annamaria Trovò vicepresidente.
Sono stati nominati dal cda all’unanimità.
“Ricoprire una carica così prestigiosa ed importante in un periodo molto delicato per la vita del Paese, mi riempie di orgoglio e di responsabilità e per questo voglio ringraziare Confindustria, Cgil, Cisl e Uil”, commenta Aurelio Regina: “L’emergenza sanitaria ha reso ancora più evidente la necessità di competenze digitali ed il valore di una formazione continua e aggiornata per il lavoratore. Il lavoro sarà sempre più qualificato e ancor di più in continua evoluzione, per stare al passo con gli obiettivi che ci impongono di sostenibilità ambientale, sociale ed economica e con lo sviluppo del sistema produttivo. Su questo punto Fondimpresa continuerà a dare tutto il sostegno possibile, migliorando e aumentando gli strumenti e le opportunità di formazione a beneficio soprattutto delle piccole e medie imprese del Paese, che rappresentano l’ossatura portante della nostra economia. Fondimpresa – dice ancora il neo presidente – dovrà continuare ad impegnarsi per definire le competenze di oggi e di domani, diventando sempre di più uno strumento cardine al servizio del lavoro, dell’impresa e della società. Ringrazio il mio predecessore Bruno Scuotto per aver ulteriormente valorizzato il ruolo di Fondimpresa e della formazione specie in questi anni così difficili”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia:cda,riconvocazione in tempo utile su offerta Cdp
Per le necessarie determinazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
14:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il consiglio di amministrazione di Atlantia, riunitosi oggi sotto la presidenza di Fabio Cerchiai, ha deliberato di riconvocarsi in tempo utile per le necessarie determinazioni in ordine all’offerta vincolante per l’acquisto dell’intera partecipazione dell’88% del capitale detenuta da Atlantia in Autostrade per l’Italia presentata dal consorzio formato da Cdp Equity, Blackstone Infrastructure Advisors e Macquarie Infrastructure and Real Assets (Europe) Limited.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: Agricole sopra soglia per assemblea, oltre il 67%
Lo riporta Bloomberg. Opa termina nel pomeriggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
15:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Credit Agricole è pronta a prendere il controllo del Credito Valtellinese dopo aver ottenuto il sostegno di oltre il 67% degli azionisti. Lo riporta Bloomberg citando fonti a conoscenza.

La Banque Verte ha raggiunto e superato il 66,7%, la soglia necessaria per avere le leve dell’assemblea straordinaria. Il periodo di offerta scade alle 17:30 di oggi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusi gli ordini del Btp Futura, raccolti 5,48 miliardi
Sottoscrizioni leggermente al di sotto delle precedenti edizioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
14:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si è concluso con una raccolta di circa 5,48 miliardi di euro il collocamento del Btp Futura, il bond destinato ai risparmiatori e con un ‘premio’ legato al tasso di crescita del Pil che serve a finanziare le misure per la ripresa economica post Covid-19 e la campagna di vaccinazioni. Nella quinta giornata di vendita del Btp sono stati sottoscritti titoli per un controvalore di 327,1 milioni di euro.
La terza edizione del Btp Futura si colloca leggermente al di sotto delle due precedenti, chiuse con ordini per 5,7 miliardi nel novembre del 2020 e per 6,1 miliardi nel luglio dello stesso anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: apertura Wall Street, Dj -0,18%, Nasdaq +0,38%
S 500 sale dello 0,18%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 aprile 2021
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre contrastata. Il Dow Jones perde lo 0,18% a 33.747,57 punti, il Nasdaq sale dello 0,38% a 13.872,66 punti mentre lo S&P 500 avanza dello 0,18% a 4.143,27 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole con Europa nonostante Wall Street
Bene Ny con dati macro. A Piazza Affari giù Buzzi, Saipem, Terna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari prosegue in calo dopo l’apertura di Wall Street, al pari delle principali Borse europee. Il Ftse Mib cede lo 0,4%, in linea con Londra (-0,5%) e Parigi (-0,5%), mentre Francoforte, in flessione dell’1%, indossa la maglia nera.
Gira invece in positivo, dopo un avvio negativo, New York, sostenuta dagli ottimi dati sulle vendite di case nuove e sugli indici pmi, con gli investitori che archiviano i timori per un aumento delle tasse sulle rendite finanziarie da parte del presidente Biden.
A Milano soffre Moncler (-5,9%), dopo che i dati del primo trimestre non hanno entusiasmato gli analisti, sono vendute anche Buzzi (-1,9%), Saipem (-1,7%) e Terna (-1,5%), debole con le altre utilities come Snam (-1,2%) e Italgas (-1%). Fiacchi anche gli energetici con Eni (-1%), Tenaris (-0,8%) ed Enel (-0,8%) mentre dall’altra parte del listino corrono Poste (+1,8%) ed Stm (+1,4%) e tengono Pirelli e Prysmian (+0,4%).
Fuori dal Ftse Mib vola Tod’s (+11,4%) dopo che l’ascesa di Lvmh nel capitale lascia intravedere un potenziale acquirente per il gruppo di Della Valle.
Lo spread Btp-Bund si allarga a 103 punti base nel giorno della chiusura del collocamento del Btp Futura mentre il petrolio è in rialzo con il wti che sale dello 0,6 a 51,8 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude poco mossa (-0,05%)
L’indice Ftse Mib scende a 24.386 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 aprile 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura poco sotto la parità per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in flessione dello 0,05% a 24.386 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: il 28 aprile in asta Bot a 6 mesi per 6,5 mld
Lo informa il Mef
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro offrirà in asta, il prossimo 28 aprile, Bot a sei mesi per 6,5 miliardi di euro. Lo si aprede dal Mef secondo cui la data di regolamento è il 30 aprile quando scadranno titoli per pari importo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: l’Europa chiude debole, Francoforte -0,3%
Parigi cede 0,1%, Londra è invariata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura fiacca per le principali Borse europee, che recuperano nel finale buona parte dei cali accumulati nel corso del pomeriggio, sostenute dal buon andamento di Wall Street. Londra ha teminato le contrattazioni invariata, Parigi ha ceduto lo 0,15% e Francoforte lo 0,27%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano fiacca con Moncler e utility, vola Tod’s
Brilla Poste, debole l’energia con Saipem, in luce l’immobiliare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
18:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano chiude la settimana con una seduta fiacca, in cui l’indice Ftse MIb ha terminato con un calo dello 0,05% dopo aver recuperato nel pomeriggio buona parte delle perdite in scia, al pari delle altre Borse europee, all’andamento tonico di Wall Street.
Sul listino principale ha sofferto Moncler (-4%) dopo la pubblicazione dei ricavi del trimestre, giudicati non particolarmente entusiasmanti dagli analisti.
Deboli energetici ed utilities con Saipem (-1,4%), Terna (-1,4%), Italgas (-0,9%), Snam (-0,7%) ed Eni (-0,6%). Vendite anche su Inwit (-1%) e Recordati (-1%) mentre dall’altra parte del listino si è messa in luce Poste (+2,3%), un passo avanti a Stm (+1,5%) e Prysmian (+1,5%). Positive anche Pirelli (+0,8%) e Cnh (+0,7%), in rialzo le banche con Banco Bpm (+0,6%) e Bper (+0,5%) e le assicurazioni con Unipol (+0,6%). Fuori dal Ftse Mib decolla Tod’s (+11,4%), spinta dalle speculazioni della Borsa per una cessione a Lvmh, dopo l’incremento della quota di Arnault, molto bene l’immobiliari, con Brioschi (+9,1%) e Risanamento (+7,3%) in spolvero, e Cattolica (+2,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: L’Agricole al 91,17% capitale, adesioni al 90,94%
Successo dell’opa, superate le soglie per assemblea e delisting
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
20:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Credit Agricole conquista il Creval. Le adesioni all’opa, a chiusura dell’offerta, fermano l’asticella al 90,94% del capitale.
Se si aggiunge quanto acquistato ai blocchi sale al 91,17%. Percentuale che certifica il pieno successo dell’operazione con la Banque Verte che ha superato sia la soglia del 66,7%, necessaria per avere le leve dell’assemblea straordinaria, sia la soglia del 90% per il delisting del titolo.
“Oggi abbiamo concluso, con grande soddisfazione, un’operazione che rappresenta un successo per tutti. Si tratta di un’ulteriore conferma del profondo radicamento nel territorio italiano e della fiducia del Gruppo Crédit Agricole nel nostro Paese”. Lo sottolinea in una nota, in relazione all’opa sul Creval, Giampiero Maioli, Ceo di Agricole
Italia.
“Con Creval rafforzeremo ulteriormente l’impegno nella crescita sostenibile, in grado di generare benefici per tutti gli stakeholder, gli azionisti e, in particolare, i clienti e le persone che vi lavorano”, aggiunge.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Angela Barbaro responsabile comunicazione
Via Nazionale,elevate competenze nell’ambito della comunicazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
19:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Angela Barbaro è stata nominata Responsabile del Servizio Comunicazione della Banca d’Italia. Lo si apprende da una nota dell’istituto centrale secondo cui “nel suo percorso professionale Angela Barbaro ha maturato elevate competenze nell’ambito della comunicazione istituzionale e aziendale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York, +1,2%
A 62,14 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 aprile 2021
20:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,2% a 62,14 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: Maioli (Agricole),operazione è un successo per tutti
Rafforzeremo ulteriormente l’impegno nella crescita sostenibile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
20:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giampiero Maioli, Ceo di Credit Agricole Italia esprime “grande soddisfazione” per la conclusione dell’opa sul Creval che ha permesso alla Banque Verte di conquistare il 91% del capitale. “Un’operazione – sottolinea – che rappresenta un successo per tutti.
Si tratta di un’ulteriore conferma del profondo radicamento nel territorio italiano e della fiducia del Gruppo Credit Agricole nel nostro Paese”. “Con Creval rafforzeremo ulteriormente l’impegno nella crescita sostenibile, in grado di generare benefici per tutti gli stakeholder, gli azionisti e, in particolare, i clienti e le persone che vi lavorano”, aggiunge Maioli che è anche Head dell’Agricole per l’Italia. “Il nostro gruppo è sempre stato e continuerà ad essere al servizio del nostro Paese, per contribuire alla fase di rilancio che ci vede protagonisti in Europa”, spiega ancora Maioli rilevando come il gruppo continuerà a “investire nell’economia reale, mettendo a disposizione di imprese e famiglie tutte le nostre competenze e la nostra solidità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset, Tribunale annulla delibere assemblee senza Simon
Efficacia retroattiva per il voto della Fiduciaria di Vivendi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
21:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale Civile di Milano, con sentenza di primo grado del 22 aprile 2021, accogliendo le richieste di Simon Fiduciaria, ha annullato una delibera dell’assemblea di Mediaset del giugno 2018. Secondo il Tribunale l’articolo della Legge Gasparri, sulla base del quale la Fiduciaria (alla quale Vivendi ha dovuto girare parte del suo pacchetto di azioni) non è stata ammessa a partecipare all’ assemblea del 2018, va disapplicato con efficacia retroattiva.

Tale disapplicazione travolge quindi tutti gli atti compiuti nel periodo della sua vigenza, tra cui l’esclusione dal voto di Simon Fiduciaria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
S&P conferma il rating dell’Italia a BBB e outlook stabile
Il pil italiano +4,7% nel 2021, +4,2% nel 2022
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 aprile 2021
22:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
S&P mantiene invariato a BBB il rating dell’Italia, confermando anche la prospettiva sul merito di credito a ‘stabile’. E’ quanto emerge dalle tabelle pubblicate sul sito dell’agenzia di rating.
Il pil italiano crescerà del 4,7% nel 2021 e del 4,2% nel 2022.
Lo prevede S&P, secondo la quale il deficit si attesterà all’11,6% del pil quest’anno con un debito al 149%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo: a.d Ensoldt, sosterrà nostra strategia di successo
Muller, sarà non solo azionista ma importante partner strategico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2021
10:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Accogliamo con favore l’investimento di Leonardo in Hensoldt”, commenta l’a.d della società tedesca, Thomas Müller. “Attraverso questa operazione – dice -potremo contare su un secondo azionista di riferimento di lungo periodo nella nostra società e un potenziale partner strategico importante con cui collaboriamo già con successo su una serie di programmi.
In qualità di leader nella fornitura di sensori per applicazioni in ambito difesa e sicurezza, vediamo molteplici opportunità di collaborazione con Leonardo per supportare ulteriormente la nostra strategia di successo e rafforzare la crescita di Hensoldt nel lungo periodo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consulenti, smart working ‘amaro’, disagi a casa per 5 su 10
Ricerca, ma 71% ammette d’aver risparmiato, investendo in svaghi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2021
15:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi la metà degli italiani ‘boccia’ il lavoro da casa, divenuto, però, necessario durante la pandemia da Covid-19: se, infatti, emerge da una ricerca della Fondazione studi dei consulenti del lavoro (effettuata su un campione significativo di occupati ‘agili’), il 71,1% degli ‘smart workers’ dichiara di aver “diminuito le spese per spostamenti, vitto e vestiario, investendo in consumi legati al tempo libero (nel 54,7% dei casi)”, c’è un 48,3% che paga il conto ‘salato’ sul fronte psico-fisico per “l’utilizzo di sedie e scrivanie improvvisate” tra le mura domestiche. Colpisce, poi, nell’analisi dei professionisti, la differente reazione tra uomini e donne, rispetto agli incarichi svolti ‘da remoto’: in termini relazionali e di carriera, la componente maschile pare averne patito maggiormente (il 52,4% contro il 45,7% delle donne), “guadagnando, tuttavia, in produttività e concentrazione.
Viceversa – si legge – le occupate hanno sofferto l’allungamento dei tempi di lavoro (il 57% contro il 50,5% degli uomini) e l’inadeguatezza degli spazi casalinghi (42,1% contro 37,9%), evidenziando un maggior rischio di disaffezione verso le proprie mansioni (44,3% rispetto al 37% dei colleghi)”, concludono i consulenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Superbonus, ecco la norma che agita la maggioranza
Diecimila richieste per 1,2 mld, la burocrazia frena i cantieri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2021
15:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prorogare il Superbonus fino al 2023: banche, costruttori, imprese e tutti i partiti della maggioranza – che lo hanno scritto nero su bianco nella risoluzione al Def – è altissimo il pressing per allungare di un anno il tempo per accedere all’incentivo al 110% per ristrutturare case e condomini e migliorarne l’efficienza energetica, e anche la resistenza antisismica.
La misura, introdotta con il decreto Rilancio di maggio 2020 ma operativa da agosto, è già stata più volte rimaneggiata, da ultimo con la legge di Bilancio, e a oggi consente di prenotare il credito d’imposta per i lavori entro giugno 2022 in caso di abitazioni singole, con possibilità di arrivare a fine anno per finire i lavori per i condomini che a giugno abbiano già completato almeno il 60%.

Per le sole case popolari, gli edifici Iacp, è possibile allungare fino a giugno del 2023. Al momento nel Recovery Plan sono previsti per la misura 10,26 miliardi – ‘sostitutivi’ dei fondi nazionali – cui si dovrebbero aggiungere altri 8,25 miliardi dal fondo ‘extra’ che porterebbero le risorse totali agli stessi 18,5 miliardi già indicati anche nella vecchia bozza di gennaio, che comunque non bastavano per una proroga generalizzata fino alla fine del prossimo anno che interessi tutte le abitazioni private.
La richiesta che arriva da ultimo dall’Abi (“fondamentale” la proroga per un incentivo “determinante per la ripresa di importanti filiere della nostra economia), ma che nei giorni scorsi è stata sollevata anche da Confindustria e dall’Ance insieme a tutta la filiera delle costruzioni, è quella di dare un orizzonte più ampio, fino al 2023, per permettere di sfruttare appieno la misura e di aprire i cantieri con la garanzia di riuscire a finire i lavori in tempo per ottenere l’incentivo.
Se il Superbonus non è ancora decollato, infatti, secondo gli operatori è per via delle procedure complesse per accedere all’incentivo, a partire dalla verifica della regolarità urbanistica degli edifici. Finora l’incentivo ha interessato più le abitazioni singole che i condomini, dove le assemblee per approvare i lavori sono state rese più complicate anche a causa del Covid. Guardando alla dimensione dei lavori, peraltro, l’analisi dell’Ance evidenzia che “si rilevano interventi mediamente più grandi nel Mezzogiorno (125mila euro), contro una media per il Centro Nord che si attesta intorno ai 117mila euro (dato complessivo 119mila euro circa)” e che si tratta comunque di valori “triplicati nel Mezzogiorno e quadruplicati nel Centro-Nord” rispetto a febbraio.
Lo strumento ha registrato al 13 aprile oltre 10mila interventi per quasi 1,2 miliardi, con un aumento costante, il 9,2% rispetto ai 15 giorni precedenti, con buone performance anche al Sud come si evince da un’analisi dell’Ance sugli ultimi dati del monitoraggio congiunto Mise-Enea.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 consumi italiani crollano sotto media Ue
Eurostat, rispetto a 2019 hanno perso 1.700 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2021
11:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I consumi individuali effettivi degli italiani crollano nel 2020 per la prima volta sotto la media dell’Ue a 27: nell’anno della pandemia, fatto 100 i consumi degli europei in media – si legge su tabelle Eurostat sul Pil – gli italiani hanno avuto un consumo individuale pari a 98,7, in calo rispetto al 102,1 del 2019. In pratica hanno avuto consumi pari a 19.290 euro a fronte dei 19.560 della media Ue a 27.

Rispetto al 2019 si sono persi oltre 1.700 euro a fronte dei mille persi dell’Ue a 27 in media. Nel 2000, anno di inizio delle serie storiche gli italiani potevano contare, su un indice di 120.
Se si guarda al prodotto interno lordo a prezzi di mercato sempre in percentuale del Pil pro capite nell’Ue a 27, l’Italia perde posizioni passando da 95,2 a 92,8 mentre la Germania cresce da 133,2 a 135,2.
I dati sul Pil e sui consumi sono legati all’andamento della pandemia da Covid 19 e al lungo periodo di lockdown sperimentato dall’Italia seguito da restrizioni alle attività economiche soprattutto per i servizi. Il prodotto interno lordo pro capite a prezzi correnti nel 2020 è diminuito in Italia da 29.680 a 27.500 euro con oltre 2.000 euro di perdita a fronte dei 1,510 persi in media nell’Ue a 27 (da 31.170 a 29.660). La spesa per consumi finali delle famiglie – secondo Eurostat – è diminuita dai 1.087,25 miliardi nel 2019 a 958,493 nel 2020 con un calo dell11,84% (oltre 128 miliardi in meno).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo acquista il 25,1% di Hensoldt. Profumo: ‘Entusiasti dell’investimento’
Diventerà insieme a KfW maggior azionista della società tedesca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2021
11:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo ha chiuso un accordo per l’acquisizione del 25,1% della società per l’lettrronica nella difesa tedesca Hensoldt al prezzo di circa 606 milioni, 23 euro per azione. L’accordo è con Square Lux Holding II, indirettamente di Kkr.

“Hensoldt è la società leader in Germania nel campo dei sensori per applicazioni in ambito difesa e sicurezza, con un portafoglio in continua espansione nella cyber security, gestione dei dati e robotica. Chiusa l’operazione, nella seconda metà del 2021, Leonardo diventerà il maggior azionista di Hensoldt insieme a Kreditanstalt für Wiederaufba, partecipata all’80% dalla Repubblica Federale Tedesca, che ha concordato l’acquisizione di una partecipazione del 25,1% in Hensoldt a marzo 2021 “Siamo entusiasti dell’investimento in Hensoldt come catalizzatore per la creazione di una collaborazione più stretta che rafforzerà ulteriormente le rispettive posizioni nel mercato dell’elettronica per la difesa previsto in crescita”, commenta l’a.d. di Leonardo, Alessandro Profumo.
La scietà spiega che “Leonardo manterrà una solida struttura finanziaria anche attraverso cessioni e la quotazione di Leonardo Drs” Attraverso l’investimento in Hensoldt – spiega una nota – Leonardo stabilirà una presenza strategica di lungo periodo nel mercato tedesco della difesa in rapida crescita. Già oggi, Leonardo e Hensoldt hanno una partnership consolidata che include la collaborazione sul programma Eurofighter Typhoon come operatori indipendenti all’interno del consorzio. Una “cooperazione più stretta si baserà su una forte complementarità delle due società in termini geografici, di portafoglio prodotti, mercati, clienti e fornitori nei domini aereo, terrestre e navale e consentirà di rafforzare l’accesso ai rispettivi mercati, offrire soluzioni complete ai propri clienti e condividere le best practice per lo sviluppo di tecnologie future”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Raggi a Zuckerberg, visto il Mausoleo? ti aspettiamo a Roma
Fondatore FB posta visita virtuale con Tim, sindaca rilancia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 aprile 2021
18:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Mark Zuckerberg hai visto che meraviglia il Mausoleo di Augusto? Noi italiani siamo orgogliosi di averlo restituito al mondo intero. Con la realtà virtuale è bellissimo ma non immagini dal vivo che meraviglia! Ti aspettiamo a Roma per visitarlo”, scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi rilanciando dal suo profilo un video postato dal fondatore di Facebook dopo la visita tramite realta’ virtuale al sito archeologico, riaperto da pochi mesi dopo 14 anni di chiusura ed un lungo restauro.
“Ho fatto un incontro tramite realtà virtuale con il nostro partner Tim, e’ stato davvero meraviglioso” scrive Zuckerberg su Facebook. (31mila visualizzazioni e 1300 condivisioni).
Zuckenberg era in collegamento da Menlo Park e indossava gli Oculus VR, il marchio di visori di proprietà di Facebook Technologies; mentre a Roma erano collegati l’Amministratore Delegato di Tim Luigi Gubitosi e il Presidente Salvatore Rossi, accompagnati da Luca Josi, Responsabile Brand Strategy, Media & Multimedia Entertainment di Tim e ideatore del progetto e da Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia.
Una passeggiata virtuale, anche attraverso le epoche, dal presente al I secolo avanti Cristo e poi un nuovo balzo nel 1900 quando il Mausoleo si trasforma in auditorium per Toscanini e Mascagni che, ancora qualche settimana di test e poi sarà lanciata una app che renderà l’esperienza accessibile a tutti.   TECNOLOGIA

Economia tutte le notizie Tutte le informazioni i dati i risultati gli avvenimenti economici sono qui! LEGGI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 33 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:24 DI GIOVEDÌ 22 APRILE 2021

ALLE 12:37 DI VENERDÌ 23 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Bankitalia:Tpl arranca al Sud, ora bus green e concorrenza
Studio, risorse recovery per rinnovo mezzi e riforma governance
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
11:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Covid e, soprattutto, il post Covid che vedrà un cambio delle abitudini di vita e lavoro degli italiani, dovrà far ripensare e trasformare il trasporto pubblico locale nell’ottica di riconversione, maggiore concorrenza e meno impatto ambientale. Un settore che è entrato nella pandemia in una situazione non esaltante, con punte critiche al Sud e a Roma ma che dovrà essere rilanciato e integrato in una mobilità sostenibile, anche per il suo impatto sulla capacità di attrazione delle città e delle aree urbane e sul mercato del lavoro.

A tracciare un’analisi e possibili spunti per il futuro, non facili vista l’incertezza che resta ancora sulla pandemia, è un paper di due ricercatori della Banca d’Italia, Sauro Mocetti e Giacomo Roma (ma le opinioni non riflettono necessariamente quelle dell’istituto centrale). Il lavoro parte dalla situazione pregressa al Covid dove “la qualità percepita del TPL è significativamente inferiore rispetto ai centri urbani delle altre principali economie dell’Unione europea” . Il panorama è quello di società non molto efficienti per corse e puntualità, per oltre il 70% pubbliche e, se si guarda solo al Sud e al Centro, con indici più negativi. Spesso gli affidamenti diretti o in house, senza concorrenza, portano a risultati peggiori. Nel Mezzogiorno inoltre una società su quattro è in perdita e con un parco veicoli vecchio e inquinante. Con servizi scadenti, sottolinea la ricerca, l’utilizzo dei cittadini è più basso creando così un circolo vizioso. La pandemia e lo smart working ha poi svuotato i mezzi. E se i precedenti storici (Sars o terrorismo) indicano che vi sarà un ritorno dei passeggeri, l’offerta dovrà essere ripensata perchè vi saranno meno picchi nei flussi di viaggio a causa degli orari di lavoro più flessibili e un ricorso allo smart working che si manterrà seppure in maniera parziale.
Sfide non facili che potranno essere affrontate con le risorse del Recovery plan per svecchiare il parco veicoli, più concorrenza per far entrare operatori nuovi e la tecnologia che affianchi il servizio pubblico con soluzioni ‘a domanda’ sulle tratte meno frequentate.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: bozza da 191,5 mld, 57 al Green, 42 a digitale
6 missioni: 31 mld a istruzione. Altri 30 mld a fondo “extra”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
12:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Piano nazionale di ripresa e resilienza ammonta complessivamente a 221,5 miliardi, di cui 191,5 riferibili al Recovery fund e 30 miliardi di fondo complementare. E’ quanto emerge dalle tabelle inserite nel documento che il Consiglio dei ministro dovrebbe esaminare domani.
Sei le missioni: digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, con 42,5 miliardi; rivoluzione verde e transizione ecologica con 57 miliardi; infrastrutture per la mobilità sostenibile con 25,3 mld; istruzione e ricerca con 31,9 mld; inclusione e coesione con 19,1 mld; salute con 15,6 mld.

La quota più alta dei 30 miliardi del fondo ‘extra’ Recovery andrebbero a rimpinguare la missione “Rivoluzione green e transizione ecologica”: al green , secondo quanto si legge nella bozza, andrebbero quasi 12 miliardi, (11,65) di cui 8,25 per il Superbonus. Le cifre sono ancora oggetti di limature. Altri 6,13 miliardi spetterebbero rispettivamente a digitale e mobilità (dalla banda larga e il 5G che prendono 1,4 miliardi a un sistema di monitoraggio da remoto di ponti, tunnel e viadotti che guadagna 1,15 miliardi), 3,25 miliardi andrebbero a progetti legati alla missione “Inclusione e Coesione” e 2,89 alla sanità.   POLITICA   TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Inps: con Covid oltre 5 mld ore di cig, 620 mln a marzo
Boom di richieste, 4 volte quelle di febbraio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
11:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il numero totale di ore di cassa integrazione guadagni autorizzate dal 1 aprile 2020 al 31 marzo 2021, per emergenza sanitaria supera i 5 miliardi. Lo si legge nell’Osservatorio dell’Inps sulla cassa integrazione con causale Covid secondo il quale le ore di fermo chieste dalle aziende sono pari a 5.016,7 milioni di cui: 2.259,5 milioni di cig ordinaria, 1.728,4 milioni per l’assegno ordinario dei fondi di solidarietà e 1.028,8 milioni di cig in deroga.
Solo nel mese di marzo sono state autorizzate oltre 620 milioni di ore tra cassa e assegni di solidarietà con causale Covid, un dato quasi quattro volte quello di febbraio (157,8)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria:Intesa,nei distretti rimbalzo produzione +11,8%
Nel 2020 a causa della pandemia calo fatturato del 12,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
11:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei distretti industriali italiani, dopo un calo di fatturato stimato pari al 12,2% nel 2020, è atteso per quest’anno un rimbalzo dei livelli produttivi, con un incremento dell’11,8%. E’ quanto emerge dalla tredicesima edizione del rapporto annuale che la Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo dedica all’evoluzione economica e finanziaria delle imprese distrettuali.
Il recupero sarà parziale e lascerà il fatturato dell’aggregato distrettuale del 3% circa inferiore al livello del 2019. Pesano le difficoltà del Sistema moda e, più in generale, una prima parte dell’anno ancora penalizzata dalla pandemia. La reazione, secondo il rapporto di Intesa Sanpaolo, è significativa considerando che lo scorso anno il 25,2% delle imprese aveva avuto una marginalità negativa; circa la metà di queste imprese ha potuto contare sulla liquidità interna per appianare le perdite; le restanti hanno potuto attivare moratorie o finanziamenti garantiti a tassi agevolati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: traffico città fa accettare lavori di ‘ripiego’
Studio, scelta spesso per vicinanza. Effetti su prezzi case
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
11:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il traffico delle città non incide solo sull’ambiente e la qualità della vita ma ha anche effetti negativi sui prezzi delle case e sul mercato del lavoro, costringendo ad accettare lavori di ‘ripiego’, non adatti alla propria istruzione solo perchè i tempi di spostamento sono minori. Ad analizzare il fenomeno è uno studio di due ricercatori della Banca d’Italia, Sauro Mocetti e Giacomo Rom, (ma le opinioni non sono necessariamente quelli dell’istituto centrale) dedicato al Trasporto pubblico locale.

“Un’elevata congestione, oltre ai costi diretti misurati in termini di ore perse nel traffico, – si legge – ha effetti anche sul funzionamento del mercato del lavoro e sul mercato immobiliare”. “Vivere in un’area caratterizzata da maggiori tempi di spostamento limita il raggio geografico di mobilità dell’individuo, restringendo il suo mercato del lavoro potenziale. Questo, a sua volta, si dovrebbe riflettere in tempi di ricerca del lavoro più lunghi per i disoccupati e, per coloro che sono occupati, in un maggiore rischio di accettare occupazioni “di ripiego”, svolgendo mansioni per le quali sarebbe stato sufficiente avere livelli di istruzione più bassi”: C’è poi l’effetto sui prezzi delle case e sulla crescita generale della città. Se, infatti, la domanda di abitazioni fosse più diffusa sul territorio e riguardasse, quindi, anche le aree periferiche (non solo il centro quindi dove sono concentrate le attività economiche e dove i prezzi degli immobili sono più alti) caratterizzate da una offerta immobiliare più elastica, il prezzo medio delle case sarebbe più basso”.
“Ciò, a sua volta, renderebbe la città più attrattiva, favorendo i flussi migratori e la crescita della popolazione.
Anche le imprese riallocherebbero risorse dalle rendite immobiliari ai fattori produttivi, contribuendo anche per questo canale alla crescita” conclude lo studio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Messina, Italia Paese delle filiere; Pnrr deve tenerne conto
‘Il nostro è un Paese con punti di forza unici’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
12:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il nostro è un Paese che ha dei punti di forza unici in Europa. C’è una infrastruttura solida che si affianca al risparmio delle famiglie unico del panorama europeo”.
Lo ha detto il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, nel corso della presentazione del rapporto sui distretti industriali. “Risparmio cresciuto in questo periodo di pandemia – ha aggiunto – e pronto a tornare nell’economia reale.
Attraverso una accelerazione della crescita il nostro debito manterrà un livello di sostenibilità Bisogna investire sulle imprese e sulle filiere. L’Italia è il Paese delle filiere e l’unico motore che può fare leva per aumentare la crescita è il Piano nazionale di ripresa e resilienza. Deve essere impostato come il piano delle filiere. Intesa è la banca delle filiera, abbiamo una quota di mercato che ci porta ad essere l’infrastruttura finanziaria del Paese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Credit Suisse: paga effetto Archegos, tonfo in Borsa (-6%)
Trimestre in rosso per hedge fund Usa, deve rafforzare capitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
12:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crdit Suisse paga la vicenda Archegos e alla Borsa di Zurigo perde quasi il 6% sulla scia dell’annuncio del rafforzamento del capitale attraverso bond convertibilli che riguarda 203 milioni di nuove azioni, ai valori attuali del valore di 1,8 miliardi di franchi.
L’obiettivo è portare il Cet1 al 13% dal 12,2% La banca, per quanto abbia estinto il 97% delle posizioni sull’hedge fund americano, ha chiuso il trimestre con una perdita netta di 252 milioni di franchi (da un risultato positivo 1,3 miliardi) e una rosso pre-tasse di 757 milioni (da un utile di 1,2 nello stesso periodo dell’anno scorso) per l’ impatto complessivo da 4,4 miliardi già preannunciato dalla banca dall’hedge fund, come ha sottolineato il ceo Thomas Gottstein.

Nel frattempo la Finma, l’autorità di controllo svizzera, ha aperto un’indagine sulle perdite legate al caso Archegos dopo il crack di Greensill nel quale Credit Suisse era già rimasta danneggiata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: 50 milioni salva-stipendi nel nuovo decreto Covid
Approvato ieri in Cdm, anticipa una quota dei ristori 2020. Ue: ‘Spetta all’Italia notificare nuovi ristori’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
14:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano 50 milioni salva-stipendi per Alitalia. Il governo nel decreto Covid approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri – secondo quanto si apprende – ha inserito un articolo con il quale ‘anticipa’ una parte dei ”ristori” previsti in favore della compagnia italiana per i mancati guadagni relativi al 2020.
Al momento i rimborsi relativi alle ‘perdite’ da Covid per il 2020 sono stimati in circa 350 milioni, 195 milioni dei quali già girati per coprire i mancati guadagni fino al 30 giugno scorso. Della parte rimanente sono stati ora anticipati 50 milioni. Serviranno come liquidità per gli stipendi di aprile.
“Abbiamo appreso dalla stampa il pagamento degli stipendi” di Alitalia da parte del governo italiano e “non abbiamo commenti specifici a riguardo”, ma “spetta agli Stati membri valutare se una misura comporta aiuti di Stato che devono essere notificati alla Commissione in base alle norme comunitarie”. Così una portavoce dell’esecutivo Ue commentando il via libera del governo alla nuova tranche da 50 milioni di ristori.
“In base all’articolo 1 della Costituzione chi lavora deve essere pagato”, ha detto il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti.
“In questa fase non possiamo fare ulteriori considerazioni sulla questione della continuità economica” tra Alitalia e la newco Ita, “non abbiamo elementi conclusivi al riguardo”, ha detto ancora una portavoce della Commissione Ue, indicando che “i contatti con il governo continuano ma non è possibile anticipare i tempo o l’esito” della trattativa. La portavoce ha ricordato che, per valutare la discontinuità necessaria all’ok Ue per il decollo di Ita, Bruxelles valuta “una serie di indicatori”, tra cui “il trasferimento degli asset, il loro prezzo e le tempistiche, l’identità dell’acquirente e la logica economica della transazione”. Le indagini dell’antitrust Ue sui prestiti ponte da 900 e 400 milioni di euro concessi ad Alitalia nel 2017 e nel 2019 “sono in corso, ci stiamo lavorando, e ci confrontiamo con le autorità italiane proprio sui dubbi” che riguardano “la compatibilità e l’effetto sulla concorrenza”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A. Mittal: impiegato licenziato, ‘rivoglio il mio posto’
Presidio Usb al Mise. Partecipano Ricky Tognazzi e Simona Izzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
22 aprile 2021
13:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiedo alla dottoressa Morselli di ripensarci e di riprendermi. Chiedo il reintegro sul posto lavoro.
Credo di non aver offeso nessuno. Non sono una persona che offende, non è il mio caso. Sicuramente c’è stata una incomprensione”. Lo ha detto, durante il sit-in davanti al Mise, Riccardo Cristello, l’impiegato licenziato da ArcelorMittal per aver condiviso su Fb un post, ritenuto denigratorio, che invitava alla visione della fiction ‘Svegliati amore mio’, sulle conseguenze dell’inquinamento di un’acciaieria.
Alla manifestazione dell’Usb partecipano i registi della serie televisiva, Ricky Tognazzi e Simona Izzo, e l’attrice Luciana Zanella (che nella fiction ha interpretato una delle “mamme d’acciaio”).
Durante il sit-in la regista Simona Izzo ha lanciato un appello all’Ad dell’azienda Lucia Morselli: “Io penso che una donna e una madre – ha affermato Izzo – forse con più attenzione e senso di giustizia deve ripensare a questa storia. La prego, ci pensi. Non è successo niente e lei ha in mano il destino di tante persone che hanno figli, tante famiglie. Dia un esempio: restituisca questo posto a Riccardo”.
Per Tognazzi, inoltre, non si può “mettere sul piatto della bilancia da una parte la libertà d’espressione e dall’altra il lavoro. Come non si può mettere sullo stesso piatto della bilancia la salute e il lavoro”. “Salute e lavoro – ha evidenziato – sono due diritti costituzionali e la libertà di espressione pure. Quindi di cosa stiamo parlando?”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (+0,53%) sale con Europa, guarda a Bce
In luce Stm e Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
13:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si confermano positive le borse europee in attesa dell’appuntmento della Bce, dove la presidente Christine Lagarde potrebbe fornire qualche indicazione sulla dimensione e la durata del supporto finanziario che la banca centrale intende continuare ad erogare all’eurozona.
Tuttavia i futures su Wall Street, all’indomani del rally sui buoni risultati trimestrali, ondeggiano sotto la parità anche per i timori che permangono sui contagi del virus in alcuni paesi.

Milano si è rafforzata (+0,53%) trainata da Nexi (+2,98%) ed Stm (+2,95%) quest’ultima sulla scia dei conti oltre le attese della concorrente Asml che alla vigilia hanno fatto volare la società di chip sul listino olandese. Stellantis è invece in fondo al paniere principale (-0,78%). Fuori, Creval debole (-0,64% a 12,36 euro) in attesa che si chiuda l’opa di Agricole a 12,5 euro per azione.
Parigi rimane la migliore (+0,67%), Francoforte segna un rialzo dello 0,48% mentre Londra resta indietro (+0,07%) al pari di Zurigo dove pesa lo scivolone di Credit Suisse (-6,1%) costretta a rafforzare il capitale per circa 1,8 miliardi di franchi dopo le perdite registrate per Archegos.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: 50 mln salva-stipendi in nuovo decreto Covid
Approvato ieri in Cdm, anticipa una quota dei ristori 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano 50 milioni salva-stipendi per Alitalia. Il governo nel decreto Covid approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri – secondo quanto si apprende – ha inserito un articolo con il quale ‘anticipa’ una parte dei ”ristori” previsti in favore della compagnia italiana per i mancati guadagni relativi al 2020.
Al momento i rimborsi relativi alle ‘perdite’ da Covid per il 2020 sono stimati in circa 350 milioni, 195 milioni dei quali già girati per coprire i mancati guadagni fino al 30 giugno scorso. Della parte rimanente sono stati ora anticipati 50 milioni. Serviranno come liquidità per gli stipendi di aprile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Filiera edilizia al governo,certezze su proroga superbonus
Sgombrare il campo da ipotesi ridimensionamento, evitare frenate
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
13:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La filiera dell’edilizia, dalle imprese alla rete delle professioni tecniche fino agli amministratori di condominio, chiede “rassicurazioni al Governo sulla proroga alla detrazione fiscale del 110% per gli interventi di efficientamento energetico e messa in sicurezza sismica degli edifici”, “sgomberando il campo dalle ipotesi circolate negli ultimi giorni di ridimensionamento della misura”. Lo si legge in una nota congiunta.
“Gli interventi del Superbonus 110% stanno finalmente iniziando a partire, per questo occorre dare certezza alla misura ed evitare brusche frenate”, si legge nella nota firmata da dieci sigle.
L’appello al governo dalla filiera dell’edilizia, arriva da Ance, Federcostruzioni, Anaci, Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, ISI Associazione Ingegneria Sismica Italiana, Consiglio Nazionale dei Geologi, Consiglio Nazionale dei Geometri, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Consiglio Nazionale Periti Industriali, Oice.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Messina, 400 miliardi a imprese e famiglie a supporto Pnrr
‘Per continuare a giocare un ruolo di sostegno all’economia’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
13:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per continuare a giocare il ruolo a sostegno dell’economia reale e di accelerazione della crescita e, al contempo, per proporsi quale grande soggetto istituzionale a supporto dell’attuazione del Recovery Plan, Intesa Sanpaolo intende mettere a disposizione nell’orizzonte del Pnrr oltre 400 miliardi di erogazioni a medio-lungo termine”. Lo ha detto Carlo Messina, concludendo la presentazione del rapporto sui distretti industriali.

“Circa 120 miliardi – ha aggiunto – per Imprese con fatturato fino a 350 milioni. Circa 150 miliardi a Imprese con fatturato superiore a 350 milioni e oltre 140 miliardi a privati”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde: ‘C’è ancora incertezza, ma la ripresa si rafforzerà’
‘Urgente far partire il recovery’ aggiunge. Intanto la Bce lascia i tassi invariati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
15:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le prospettive di breve termine per l’economia europea sono “offuscate da incertezza” per i livelli ancora alti di infezione da Covid-19 e per i ritmi di vaccinazione, che comportano misure di contenimento. “Guardando in avanti, i progressi nella campagna di vaccinazione e l’attesa di un graduale rilassamento delle misure sono alla base di una solida ripresa dell’attività nel corso del 2021”: lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio direttivo.
“Varianti Covid fra i principali rischi” – “Il protrarsi della pandemia, inclusa la diffusione di mutazioni del virus, e le sue implicazioni per le condizioni economiche e finanziarie continuano ad essere fonti di rischi al ribasso” ha sottolineato la presidente della Bce, Christine Lagarde.
‘Urgente far partire il recovery’  – La Bce ritiene che il pacchetto Next Generation Eu sia centrale e sottolinea “l’urgenza che diventi operativo senza ritardo” con una ratifica “tempestiva” della decisione sulle risorse proprie che consentirà alla Commissione europea di emettere i bond per finanziarlo.
Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio direttivo.
‘Non discusso ridimensionamento acquisti bond’ – “Non abbiamo discusso alcun ridimensionamento del programma pandemico Pepp. E’ prematuro”. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio direttivo.
Pil in ripresa nel secondo trimestre  – Le previsioni della Bce danno per probabile un calo del Pil dell’area euro nel primo trimestre di quest’anno, e una crescita positiva nel secondo. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio direttivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde ha spiegato comunque che “l’economia dell’area euro deve ancora attraversare il ponte” che la porterà fuori pandemia” e che “siamo ancora lontani” da questo risultato. Dunque “continuano ad essere necessarie entrambe le stampelle, quella di bilancio e quella monetaria”.
Bene se i Paesi fanno ‘debito buono’- Se i Paesi dell’area euro emettono più debito per superare la pandemia e per riforme che spingono la produttività, con ciò contribuendo a mantenere condizioni di finanziamento favorevoli, “allora quello è debito usato bene”. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, rispondendo a una domanda sui livelli elevati di rapporto debito/Pil previsti in alcuni Paesi. Lagarde ha spiegato che “è fuori discussione” che, per tenere l’economia a galla durante la prima fase della pandemia, alcuni Paesi abbiano dovuto superare la soglia del 3% del Patto di stabilità. Ora, in una fase successiva, si tratta di uscire dall’impatto della pandemia e “la vera domanda è che uso si fa del debito”.
La Banca Centrale Europea lascia, come nelle previsioni, i tassi d’interesse fermi: il tasso principale rimane a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria. Il Consiglio della Bce ha deciso di “riconfermare la sua posizione di politica monetaria accomodante”: continuerà a condurre gli acquisti del programma pandemico ‘Pepp’ per 1850 miliardi complessivi “almeno fino alla fine di marzo 2022 e comunque finché non giudicherà esaurita la crisi del coronavirus”, e “si aspetta che gli acquisti nel trimestre attuale siano condotti a un ritmo significativamente più alto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conferma rialzi dopo tassi Bce, Milano +0,5%
Futures Usa negativi, spread sale a 103 punti, giù Credit Suisse
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confermano i rialzi della mattinata le principali borse europee dopo la decisione della Bce di lasciare i tassi invariati. Milano e Francoforte salgono dello 0,5%, Parigi dello 0,6% e Madrid dell’1%, mentre resta al palo Londra (+0,04%), nell’orbita della parità.

In calo il greggio all’indomani dell’inaspettato aumento registrato dalle scorte settimanali di greggio negli Usa. In rosso i futures su Wall Street e sul Nasdaq in attesa dell’indice manifatturiero della Fed di Chicago e delle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione.
Segnano il passo i petroliferi Shell (-1,11%), Total (-0,8%) e Bp (-0,68%), più cauta Eni (-0,14%). Acquisti sui bancari Bbva (+2,29%), Santander (+0,82%) e Commerzbank (+0,756%), mentre il lancio di bond convertibili per 1,8 miliardi di franchi (1,66 miliardi di euro) per far fronte al fallimento del fondo speculativo Archegos frenano Credit Suisse (-5,56%) sulla piazza di Zurigo. In Piazza Affari, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in rialzo a 103 punti base, sale Banco Bpm (+0,76%), caute Bper (+0,08%) e Intesa (+0,09%), debole Unicredit (-1,1%).
Segno meno anche per Creval (-0,64%), sotto ai 12,5 euro offerti da Credit Agricole (+0,33%) nell’ambito dell’Opa. Bene gli automobilistici Valeo (+3,36%), Bmw (+1,27%) e Volkswagen (+0,9%). Effetto conti trimestrali su Renault (-1,77%), che ha chiuso i primi 3 mesi dell’anno con vendite inferiori alle stime degli analisti. Giù anche Stellantis (-1,05%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snaitech: ‘Dl riaperture dimentica settore gioco’
Schiavolin: ‘Punti di gioco legale sono adeguati e pronti a garantire la massima sicurezza’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
15:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Apprendiamo con sconcerto che la bozza del DL Riaperture, diffusa nella giornata di ieri, non menziona la riapertura dei negozi di gioco legale. Da marzo 2020 ad oggi i punti gioco hanno osservato quasi 300 giorni di chiusura, questo nonostante abbiano adottato tutti i presidi e i dispositivi di sicurezza necessari a garantire la tutela della salute di dipendenti e clienti.
Non dimentichiamo, inoltre, che i nostri negozi hanno un’ampia dimensione media e per tipologia di attività presentano profili di rischio molto inferiori rispetto ad altre attività commerciali, già riaperte da tempo”. Lo afferma in una nota Fabio Schiavolin, amministratore delegato di Snaitech. “Constatiamo come nella bozza di Decreto siano annoverate molteplici attività, come palestre, piscine, congressi, parchi divertimento e centri termali, ma non i punti di gioco legale, che, ribadisco, sono adeguati e pronti a garantire la massima sicurezza – prosegue Schiavolin -. Le chiusure stanno mettendo in ginocchio i gestori delle sale, minando la sostenibilità di una filiera composta da 12mila punti vendita e che impiega complessivamente 60mila lavoratori. Questa crisi è peraltro oggetto di attenzione specifica da parte del Sottosegretario con Delega ai Giochi, Durigon: parliamo di un enorme danno anche per l’erario, che ha registrato mancati introiti per oltre 5 miliardi di euro. Senza contare che le chiusure stanno favorendo la proliferazione di attività di gioco illegali, come più volte sottolineato dal Procuratore Nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho, ed emerso dai controlli effettuati dalle forze dell’ordine e dall’Agenzia Dogane e Monopoli”. “Vorrei infine sottolineare che il criterio adottato per la selezione delle riaperture sia basato sulle categorie merceologiche e non invece, come dovrebbe essere, sulla valutazione dei presidi e delle misure di sicurezza adottabili. Questa scelta, oltre a penalizzare settori come il nostro, non è neanche allineata a livello internazionale. Portiamo, ad esempio, la nostra esperienza in Germania dove i punti di gioco possono svolgere la propria attività in continuità con gli altri pubblici esercizi in virtù delle garanzie di sicurezza che possono offrire al pari di altre attività merceologiche. Un criterio oggettivo e univoco. Le regole di sanificazione degli ambienti, il distanziamento sociale, le modalità di fruizione senza lunga permanenza negli ambienti chiusi, sono tutte disposizioni che i nostri punti vendita sono preparati ad offrire già da diversi mesi. La discriminazione ai danni del gioco legale è una iniquità che il Governo ha il dovere di affrontare, sia in emergenza che in via definitiva, con una riforma che garantisca alle aziende, agli investitori, ai lavoratori di poter operare in sicurezza e rispetto delle regole da parte di tutti”. Snaitech è uno dei principali operatori in Italia nel settore gioco legale. La società è attiva nel comparto Betting Retail (con una quota di mercato del 18,7%), in quello degli apparecchi da intrattenimento (14,9% del mercato) e in quello dei giochi e delle scommesse on line (con una quota complessiva del 10,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, cruciali politiche bilancio ambiziose e coordinate
I rischi a breve termine sono “ancora orientati al ribasso”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
15:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rimane cruciale l’orientamento ambizioso e coordinato delle politiche di bilancio. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, in conferenza stampa osservando che i rischi a breve termine sono “ancora orientati al ribasso”, mentre “nel medio termine sono più bilanciati” e i dati segnalano una ripresa dell’Eurozona dal secondo trimestre di quest’anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa accelera dopo Lagarde su ripresa, Milano +0,9%
Futures Wall Street in rialzo dopo indice Fed Chicago e sussidi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
15:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Allungano il passo le principali borse europee dopo la previsione della presidente della Bce Christine Lagarde sull”Eurozona, che nel corso dell’anno vedrà una “solida ripresa dell’attività”. Milano sale dello 0,9%, Francoforte dello 0,65%, Parigi dello 0,7%, Madrid dell’1,1% e Londra dello 0,34%).
Ridiscende a 102,5 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, mentre girano al rialzo i futures su Wall Street e sono poco variati quelli sul Nasdaq (-0,04%), con il balzo dell’indice manifatturiero della Fed di Dallas (+1,71 punti) e l’inatteso calo delle richieste di sussidi di disoccupazione.
Acquisti sui bancari Bbva (+2,77%), Santander (+1,2%), Bnp (+0,87%) e Commerzbank (+0,86%). Scivola invece Credit Suisse (-4,69%), costretta a emettere bond convertibili per 1,8 miliardi di franchi (1,66 miliardi di euro) per far fronte al fallimento del fondo speculativo Archegos. In Piazza Affari migliora Banco Bpm (+1%), ancora cauta invece Bper (+0,18%), fiacca Intesa (-0,07%), deboli Unicredit (-1%) e Creval (-0,72% a 12,35 euro), sotto ai 12,5 euro offerti da Credit Agricole (+0,3%) nell’ambito dell’Opa.
Inverte la rotta il greggio (Wti +0,15% a 61,43 dollari) e riducono il calo i petroliferi Shell (-0,8%), Total (-0,45%) e Bp (-0,02%), mentre Eni si porta in parità. Bene gli automobilistici Valeo (+3,7%), Bmw (+1,2%) e Volkswagen (+1,25%). Effetto conti trimestrali su Renault (-1,8%), che ha chiuso i primi 3 mesi dell’anno con vendite inferiori alle stime degli analisti, contrastate Stellantis (-0,73%) e Cnh (+0,68%), fiacca la Juventus (-0,4%) dopo il crollo della vigilia con il fallimento del progetto Superlega.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 61,44 dollari
Le quotazioni salgono dello 0,15%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 aprile 2021
15:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,15% a 61,44 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,21%, Nasdaq -0,02%
S 500 perde lo 0,11%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 aprile 2021
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre negativa. Il Dow Jones perde lo 0,21% a 34.078,31 punti, il Nasdaq cede lo 0,02% a 13.949,13 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,11% a 4.168,82 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa accelera dopo Lagarde su ripresa, Milano +0,9%
Futures Wall Street in rialzo dopo indice Fed Chicago e sussidi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
15:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Allungano il passo le principali borse europee dopo la previsione della presidente della Bce Christine Lagarde sull”Eurozona, che nel corso dell’anno vedrà una “solida ripresa dell’attività”. Milano sale dello 0,9%, Francoforte dello 0,65%, Parigi dello 0,7%, Madrid dell’1,1% e Londra dello 0,34%).
Ridiscende a 102,5 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, mentre girano al rialzo i futures su Wall Street e sono poco variati quelli sul Nasdaq (-0,04%), con il balzo dell’indice manifatturiero della Fed di Dallas (+1,71 punti) e l’inatteso calo delle richieste di sussidi di disoccupazione.
Acquisti sui bancari Bbva (+2,77%), Santander (+1,2%), Bnp (+0,87%) e Commerzbank (+0,86%). Scivola invece Credit Suisse (-4,69%), costretta a emettere bond convertibili per 1,8 miliardi di franchi (1,66 miliardi di euro) per far fronte al fallimento del fondo speculativo Archegos. In Piazza Affari migliora Banco Bpm (+1%), ancora cauta invece Bper (+0,18%), fiacca Intesa (-0,07%), deboli Unicredit (-1%) e Creval (-0,72% a 12,35 euro), sotto ai 12,5 euro offerti da Credit Agricole (+0,3%) nell’ambito dell’Opa.
Inverte la rotta il greggio (Wti +0,15% a 61,43 dollari) e riducono il calo i petroliferi Shell (-0,8%), Total (-0,45%) e Bp (-0,02%), mentre Eni si porta in parità. Bene gli automobilistici Valeo (+3,7%), Bmw (+1,2%) e Volkswagen (+1,25%). Effetto conti trimestrali su Renault (-1,8%), che ha chiuso i primi 3 mesi dell’anno con vendite inferiori alle stime degli analisti, contrastate Stellantis (-0,73%) e Cnh (+0,68%), fiacca la Juventus (-0,4%) dopo il crollo della vigilia con il fallimento del progetto Superlega.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa tiene con Wall Street fiacca, Milano +0,6%
Pesano timori su contagi e variante virus in India, spread a 102
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
16:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si mantengono in rialzo le principali borse europee nonostante il calo degli indici Usa, frenati dai timori per i contagi e la variante indiana del virus. Milano riduce il rialzo allo 0,6%, in linea con Francoforte (0,55%), Parigi (+0,67%), Madrid (+1,05%) e Londra (+0,3%).
Ridiscende sotto quota 102 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi.
In ordine sparso le banche, con rialzi per Bbva (+1,9%), seguita da Santander (+0,5%) e Barclays (+0,8%), mentre dimezza il calo Credit Suisse (-1,9%), costretta a emettere bond convertibili per 1,8 miliardi di franchi (1,66 miliardi di euro) per far fronte al fallimento del fondo speculativo Archegos. In Piazza Affari resiste solo Banco Bpm (+0,75%), mentre cedono Bper (-0,18%), Intesa (-0,47%), Unicredit (-1,38%%) e Creval (-1,13% a 12,3 euro), sotto ai 12,5 euro offerti da Credit Agricole (-0,02%) nell’ambito dell’Opa.
Fiacco il greggio (Wti -0,11% a 61,28 dollari) con ripercussioni sui petroliferi Shell (-1,1%), Bp (-0,6%), Total (-0,4%) ed Eni (-0,3%).
In campo automobilistico acquisti su Valeo (+3,7%) e Bmw (+1%), spinta dagli analisti di Alpha Value sull’onda lunga della trimestrale diffusa oggi da Renault (-1,66%), che ha chiuso i primi 3 mesi dell’anno con vendite inferiori alle stime degli analisti. contrastate Stellantis (-0,3%) e Cnh (+0,6%), fiacca la Juventus (-0,1%) dopo il crollo della vigilia con il fallimento del progetto Superlega.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Lagarde, urgente far partire il recovery
Ripresa in secondo trimestre. Da pandemia ancora incertezze
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
16:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce ritiene che il pacchetto Next Generation Eu sia centrale e sottolinea “l’urgenza che diventi operativo senza ritardo” con una ratifica “tempestiva” della decisione sulle risorse proprie che consentirà alla Commissione europea di emettere i bond per finanziarlo. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio direttivo in cui si deciso di lasciare invariati il tasso principale a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%.
Il Consiglio della Bce ha anche deciso di proseguire gli acquisti del programma pandemico ‘Pepp’ per 1850 miliardi complessivi “almeno fino alla fine di marzo 2022 e “si aspetta che gli acquisti nel trimestre attuale siano condotti a un ritmo significativamente più alto”.
Le previsioni della Bce danno per probabile un calo del Pil dell’area euro nel primo trimestre di quest’anno, e una crescita positiva nel secondo, e Lagarde ha evidenziato che “il protrarsi della pandemia, inclusa la diffusione di mutazioni del virus, e le sue implicazioni per le condizioni economiche e finanziarie continuano ad essere fonti di rischi al ribasso”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Educazione finanza:con Covid più online ma criticità
Rinaldi, da indagine Onef 2019-2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
16:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Più ricorso all’online, più progetti da parte di altri soggetti non bancari e destinati a chi è più indietro come gli anziani, i migranti e le donne ma anche meno programmi (da 297 a 280), meno qualità, e meno monitoraggio. L’analisi dell’indagine Oneef (osservatorio nazionale educazione finanziaria) 2019-2020 svolta da Emanuela Rinaldi, ricercatrice dell’Università Bicocca e responsabile scientifica dell’osservatorio, in un webinar, evidenzia come “tra gli aspetti positivi, si rileva un sensibile aumento delle iniziative più mirate per alcuni target che, secondo le ricerche scientifiche, hanno livelli di competenze finanziarie più basse (donne, anziani, migranti…), così come la riduzione delle disuguaglianze territoriali nella realizzazione dei progetti (anche perché nel 2020 molti progetti sono stati realizzati online – a causa della pandemia COVID-19).)”.
Infine, è stata evidenziato un incremento del “lavoro di rete” tra soggetti di tipo diverso (profit, non-profit, pubblici) accompagnato spesso (ma non sempre) da una reale progettazione condivisa” Fra i fattori negativi, spiega Rinaldi, sono “tre i principali elementi critici che emergono dall’indagine ONEF. Il primo: c’è una scarsa qualità delle iniziative messe in campo, in cui gli obiettivi raramente sono definiti in modo chiaro e specifico, nonostante le raccomandazioni Ocse Oneef degli esperti. Il secondo: c’è uno scarso ascolto delle reali esigenze e bisogni dei pubblici di riferimento. Il terzo: pochi sono i programmi la cui efficacia viene monitorata e valutata e, laddove anche ci siano riscontri positivi, è spesso difficile trovare dei fondi per ripetere il programma in quanto a volte le logiche di allocazione delle risorse per l’educazione finanziaria non sono logiche di efficienza ed efficacia, ma più di sostegno della visibilità mediatica o della social reputation degli enti coinvolti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piattaforma logistica Trieste: concessione a HHLA PLT ITALY
Firmato atto per 31 anni con Autorità Sistema Portuale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
22 aprile 2021
17:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato formalizzata oggi alla Torre del Lloyd, la concessione della Piattaforma Logistica di Trieste di proprietà di HHLA PLT ITALY, società facente capo al colosso del porto di Amburgo HHLA. La concessione ha durata di 31 anni, e scadrà nel 2052, riguarda una superficie di circa 120 mila metri quadrati inaugurata a fine 2020 e operativa da settimane.

La Hamburger Hafen und Logistik AG (HHLA) ha acquisito di recente il 50,01% della Piattaforma (PLT), realizzata dalla società PLT (costituita dalla casa di spedizioni Francesco Parisi, dall’impresa di costruzioni ICOP e dall’interporto di Bologna), con un progetto di oltre 150 milioni di euro, dei quali 99 resi disponibili dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, che gestisce lo scalo giuliano, primo porto d’Italia per volumi totali e traffico ferroviario.
Il rilascio di questa concessione s’inserisce nel percorso già delineato con atti strategici in precedenza adottati dall’Autorità di Sistema Portuale. In particolare, l’Accordo Quadro siglato con specifico riferimento alla Piattaforma Logistica, e l’Accordo di Programma del 26 giugno 2020 per la riconversione industriale e sviluppo produttivo nell’area della ferriera di Servola, attigua alla Piattaforma.
Stanno infatti proseguendo le azioni contemplate da tale Accordo di Programma, che prevede investimenti per la messa in sicurezza dell’area e per la riconversione del sito produttivo. Completata la fase di demolizione e smantellamento dell’altoforno della Ferriera, inizierà una nuova fase di espansione del porto di Trieste verso sud, con l’obiettivo di far nascere un polo logistico sostenibile a servizio dell’economia del territorio, dotato di un raccordo ferroviario che potrà accogliere treni completi da 750 metri, e di un collegamento stradale diretto sulla grande viabilità triestina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa tiene con Wall Street fiacca, Milano +0,6%
Pesano timori su contagi e variante virus in India, spread a 102
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
17:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee positive nel finale, con gli indici Usa in lieve calo dopo il dato sulle vendite di case inferiore alle stime, che segue il rialzo dell’indice manifatturiero della Fed di Chicago e il dato contrastato sulle richieste di sussidi di disoccupazione: in calo quelli iniziali, in rialzo invece il dato complessivo. Milano guadagna lo 0,63%, in linea con Francoforte (0,56%), Parigi (+0,67%), Madrid (+1,04%) e Londra (+0,24%).
In ribasso a 101,5 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi .
A due velocità le banche, con rialzi per Bbva (+2,6%), Santander (+0,85%) e Barclays (+0,75%), debole Credit Suisse (-2%), che ha annunciato due bond convertibili per 1,8 miliardi di franchi (1,66 miliardi di euro) per far fronte al fallimento del fondo speculativo Archegos. In Piazza Affari sprint di Nexi (+4,44%), tengono Banco Bpm (+0,6%) e Bper (+0,36%), stabile Intesa (+0,07%), deboli Unicredit (-0,69%) e Creval (-1,37% a 12,27 euro), al di sotto dei 12,5 euro offerti da Credit Agricole (-0,03%) nell’ambito dell’Opa.
Gira in positivo il greggio (Wti +0,28% a 61,53 dollari) ma non abbastanza per risollevare Shell (-0,9%). Più caute invece Bp (-0,17%), Total (-0,12%), in controtendenza Eni (+0,3%).
In campo automobilistico acquisti su Valeo (+3,88%) e Bmw (+1,13%), sostenuta dagli analisti di Alpha Value sull’onda lunga della trimestrale. Scivola Renault (-1,52%), che ha chiuso i primi 3 mesi dell’anno con vendite inferiori alle stime degli analisti, contrastate Stellantis (-0,18%) e Cnh (+0,92%), timido rimbalzo della Juventus (+0,6%) dopo il crollo della vigilia con il fallimento del progetto Superlega. Sprint dei produttori di microchip, da Stm (+2,14%) ad Asml Holding (+2,05%), sull’onda lunga della trimestrale e Soitec (+3,46%) dopo i conti dell’intero esercizio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo, +0,98%
Indice Ftse Mib 24.398 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 aprile 2021
17:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,98% a 24.398 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo, Parigi +0,91%, Londra +0,62%
Positive anche Francoforte (+0,82%) e Madrid (+1,61%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le principali borse europee. Parigi ha guadagnato lo 0,91% a 6.267 punti, Londra lo 0,62% a 6.938 punti, Francoforte lo 0,82% a 15.320 punti e Madrid l’1,61% a 8.656 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria:invece di risorse a Alitalia darle a industria
Orsini, siamo gli unici ad aver reagito ai colpi della crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
18:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Invece di destinare ancora una volta ingenti risorse ad Alitalia, il Governo dovrebbe puntare sull’industria, l’unica ad aver reagito ai colpi della crisi e che continua a sostenere il Paese”: così Emanuele Orsini, Vice Presidente di Confindustria per il credito, la finanza e il fisco polemizzando sulla mancata proroga del superbonus. “Il Superbonus 110% è una misura che, con l’ammodernamento del patrimonio immobiliare del Paese, consente di raggiungere gli obiettivi di transizione ecologica previsti dal PNRR”, afferma Orsini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vivendi: ricavi primo trimestre +5% a 3,9 miliardi
A cambi e perimetro costanti, molto bene Universal Music (+9,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
18:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre dell’anno Vivendi ha registrato un aumento dei ricavi del 5% a cambi e perimetro costanti, con ottimi risultati per Universal Music (+9,4%). Stabile Canal +, mentre il gruppo Havas registra ricavi “migliori del previsto”.
Lo afferma una nota del gruppo francese, azionista di Tim e Mediaset in Italia.
I ricavi del primo trimestre per il gruppo francese sono stati di 3.901 milioni, ma “come previsto attività come Havas e Vivendi Village (in particolare i live di intrattenimento) sono stati influenzati dagli effetti della pandemia”, spiega il gruppo guidato da Vincent Bolloré, secondo il quale “è difficile in questo momento determinare in che modo la pandemia influirà sui risultati di Vivendi nel 2021”.
Nella crescita dei ricavi, che su base effettiva è dello 0,8%, ha contribuito anche il balzo del 40% di Editis. “Sebbene la pandemia COVID-19 stia avendo un impatto più significativo su alcuni Paesi o aziende rispetto ad altri, nell’anno fiscale 2020 e nel primo trimestre del 2021, Vivendi ha dimostrato resilienza nell’adattare le proprie attività per continuare a servire e intrattenere al meglio i propri clienti, riducendo i costi per preservare i suoi margini”, aggiunge il gruppo francese.
Vivendi conferma infine il progetto di distribuzione di quote di Universal music agli azionisti, con il completamento previsto nel prossimo autunno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria: grave errore mancata proroga superbonus 110%
Misura consentirebbe di raggiungere gli obiettivi di transizione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dalle indiscrezioni che circolano sul PNRR, sembra che da parte del Governo non ci sia la volontà di prorogare la misura del Superbonus 110% fino a dicembre 2023.
Sarebbe un gravissimo errore perché danneggerebbe il settore delle costruzioni, che è volano dell’economia ed è ad alta intensità di occupazione.
La proroga è necessaria, tanto più che il Superbonus è partito in ritardo viste le complessità amministrative”. Così Emanuele Orsini, Vice Presidente di Confindustria per il credito, la finanza e il fisco.
“Il Superbonus 110% è una misura che, con l’ammodernamento del patrimonio immobiliare del Paese, consente di raggiungere gli obiettivi di transizione ecologica previsti dal PNRR”, afferma Orsini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Frederik Geertman
E’ il nuovo amministratore delegato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
18:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il neo a.d di Banca Ifis Frederik Geertman, 50 anni, è laureato in Ingegneria Chimica presso la Delft University of Technology in Olanda,
e ha conseguito un MBA ad INSEAD, a Fontainebleau in Francia Dal 2016 e per 5 anni è stato vice direttore generale e Chief Commercial Officer di UBI Banca, coordinando operazioni di rilancio economico e industriale di rilevanza nazionale. Precedentemente ha trascorso quasi dieci anni nel gruppo UniCredit, fra gli altri come Responsabile Global Marketing and Segment Management per diversi Paesi europei e come Responsabile della rete italiana di filiali per le Famiglie e le PMI.
Geertman ha iniziato la propria attività lavorativa in McKinsey, prima in Olanda e poi in Italia.
Nel corso della propria carriera, Geertman ha guidato la digitalizzazione dei rapporti con la clientela in un’ottica omnicanale, incrementando al contempo la produttività commerciale delle società in cui ha operato attraverso il ridisegno dell’organizzazione e dei processi commerciali.
Geertman in Banca Ifis guiderà il percorso di sviluppo e digitalizzazione del Gruppo, sviluppando sinergie tra le diverse linee di business della Banca, ulteriormente ampliatesi di recente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano, sprint finale (+0,98%) con Nexi ed Enel
Bene Stm e Moncler, giù Diasorin e Unicredit, minirimbalzo Juve
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
18:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha chiuso sui massimi di seduta Piazza Affari in una sorta di sprint finale per tutte le borse europee spalleggiate dal Nasdaq, girato in rialzo a differenza del Dow Jones, ancora sotto la parità. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,98% a 23.398 punti, tra scambi piuttosto sottili, inferiori ai 2 miliardi di euro di controvalore, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in lieve calo a 100,8 punti rispetto al valore segnato in apertura.

In Nexi (+4,97%), al secondo rialzo consecutivo dopo lo scivolone di martedì scorso. Acquisti su Enel (+2,72%), che ha confermato le stime in un recente incontro con gli investitori italiani ed il management promosso da Equita. Seguono Moncler (+2,18%), che ha diffuso la trimestrale a borsa chiusa, ma già nella vigilia era stata spinta dai conti di Kering. Acquisti anche su Inwit (+2,18%) ed Stm (+2,14%) sull’onda lunga della trimestrale della rivale Asml Holding. In rialzo Amplifon (+1,65%), Interpump (+1,55%), Prysmian (+1,29%) e Pirelli (+1,27%). Pochi i ribassi, limitati a Diasorin (-1,19%), Unicredit (-0,72%) e Fineco (-0,68%). In ambito bancario acquisti su banco Bpm (+0,85%), più caute Intesa (+0,27%) e Bper (+0,17%), mentre Creval (-1,61% a 12,24 euro) si è mantenuta al di sotto dei 12,5 euro messi sul piatto da Credit Agricole con l’Opa c he si chiude domani. Debole Fincantieri (-0,6%), brillante Illimity (+3,69%), minirimbalzo di Juventus (+0,66%) dopo il crollo della vigilia con la fine del progetto Superlega, bene Pharmanutra (+3,05%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata Terra: Saipem conferma l’impegno per la transizione
Da sempre sviluppo sostenibile è nel Dna del Gruppo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
19:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saipem conferma il proprio impegno per la transizione energetica in occasione della Giornata mondiale della Terra. Lo si legge in un post pubblicato su Linkedin in cui il Gruppo sottolinea il proprio “supporto” offerto ai clienti per “individuare i migliori approcci e soluzioni tecnologiche low carbon oltre a definire il percorso verso la decarbonizzazione, individuando rischi e opportunità legati al clima e a far leva sulle nostre capacità, competenze e asset altamente tecnologici distintivi”.

Indicando il “fattore E” di ‘earth’ (terra), ‘environment’ (ambiente) ed ‘extraordinary’ (straordinario), Saipem sostiene che “da sempre” fa parte del proprio Dna, a indicare “un modo responsabile per fare il nostro business e per contribuire allo sviluppo sostenibile del pianeta”. “Sempre un passo avanti – conclude Saipem – sempre straordinari”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York a 61,43 dollari
Le quotazioni salgono dello 0,14%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 aprile 2021
20:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,14% a 61,43 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lvmh sale al 10% di Tod’s, titolo vola in Borsa
‘Si consolida amicizia tra le famiglie Della Valle e Arnault’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
21:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
LVMH sale a 10% di Tod’s e il titolo della società di Diego Della Valle vola in Borsa. Dopo un rialzo teorico del 15%, Tod’s è riuscita a fare prezzo a 40 euro ad azione, con un’impennata del 13%.
Una nota diffusa ieri sera ha annuciato l’operazione, spiegando che “si consolida con questa operazione la ventennale amicizia tra la Famiglia Arnault e la famiglia Della Valle”.

Diego Della Valle & C, società controllata da Diego Della Valle, ha sottoscritto con Delphine, società interamente detenuta da LVMH, un contratto per la vendita di 2.250.000 azioni di Tod’s, pari al 6,80% del capitale sociale. Lvmh già possiede il 3,2% del capitale di Tod’s. A seguito del completamento dell’operazione, che sarà seguita il prossimo 28 aprile, Diego Della Valle deterrà, direttamente e indirettamente, una partecipazione pari al 63,64% del capitale sociale di Tod’s e LVMH deterrà una partecipazione pari al 10,00%”.
“L’amicizia con Diego Della Valle e la sua famiglia risale ad oltre 20 anni fa. E’ un legame forte, cementato da valori umani e professionali comuni. Siamo molto contenti di rafforzare ancora di più questa partnership”, commenta Bernard Arnault.
E Diego Della Valle dice: “”Sono molto contento, con questa operazione, di consolidare un’amicizia che lega me e la mia famiglia a Bernard ed alla sua famiglia da oltre 20 anni. La condivisione dei valori del lusso, della qualità e della desiderabilità dei prodotti potrà essere un ottimo motivo per pensare ad eventuali opportunità da cogliere insieme nel futuro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,85%)
Nikkei segue correzione Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
23 aprile 2021
02:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre l’ultima seduta della settimana in calo, seguendo la reazione dei mercati azionari statunitensi sulle aspettative di un aumento delle aliquote sulle plusvalenze negli Usa. Il Nikkei registra un ribasso dello 0,85% a quota 28,939.12, con una perdita di 249 punti, mentre la capitale si prepara a un nuovo stato di emergenza, il terzo dall’inizio della pandemia del coronavirus.

Sul fronte dei cambi lo yen si è andato rafforzando sul dollaro a 107,90, e sull’euro a 129,60.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti in rialzo a 61,8 dollari al barile
Guadagna anche il Brent a 65,7 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
08:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio è in rialzo questa mattina. Il Wti americano con consegna a giugno segna 61,84 dollari al barile (+0,67%) mentre il Brent guadagna lo 0,52% salendo a 65,74 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in lieve rialzo a 1.786 dollari l’oncia
Per il metallo prezioso guadagno dello 0,13%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro è in rialzo sui mercati asiatici. Il metallo prezioso è quotato a 1.786,21 dollari l’oncia, con un guadagno dello 0,13%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro sale a 1,2027 dollari in avvio di giornata
La moneta unica vale 129,8 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro recupera parzialmente sul dollaro questa mattina dopo l’arretramento di ieri. La moneta unica è scambiata a 1,2027 dollari (+0,10%).
Il rapporto di cambio rispetto allo yen è di 129,80 con una variazione di +0,06%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund stabile a 101 punti base
Rendimento del decennale italiano allo 0,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedesco è stabile in avvio di giornata a 101 punti base. Il rendimento del titolo decennale italiano segna 0,75%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, sale Pmi Giappone, Tokyo -0,57%
Futures in calo, in arrivo fiducia Europa e Usa, parla Lagarde
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
08:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini in ordine sparso in Asia e Pacifico, con il crescere dei contagi da coronavirus in India, dove è stata identificata una variante particolarmente aggressiva, mentre è salita la fiducia dei manager (Pmi) in Giappone. Tokyo ha ceduto lo 0,57%.
Taiwan ha guadagnato l’1,19%, Seul lo 0,27% e Sidney lo 0,07%. Ancora aperte Hong Kong +0,55%), Shanghai (-0,11%) e Mumbai (+0,21%). Negativi i futures sull’Europa e sui listini americani. Meglio delle stime le vendite in marzo nel Regno Unito (+5,4%), in arrivo la fiducia dei manager in Francia, Germania, Regno Unito, nell’Ue e negli Usa, dove sono attese le vendite di case. Previsto nel pomeriggio un intervento della presidente della Bce Christine Lagarde. Rimbalza il greggio (Wti +0,5% a 61,73 dollari), negativi i metalli stabile il dollaro sullo yen, debole invece sull’euro e sulla sterlina. Sulla piazza di Tokyo in calo Toyota (-1,09%), i tecnologici Screen (-3,12%) e Tokyo Electron (-1,45%), bene invece Nomura (+0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, -0,49%
Indice Ftse Mib a 24.277 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 aprile 2021
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,49% a 24.277 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre debole, Parigi -0,12%, Londra -0,35%
Segno meno anche per Francoforte e Madrid (-0,3%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta negativo per le principali borse europee. Parigi cede lo 0,12% a 6.259 punti, Londra lo 0,35% a 6.916 punti, Francoforte lo 0,34% a 15.267 punti e Madrid lo 0,3% a 8.630 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano fiacca (-0,2%), sprint Tod’s, scivola Moncler
Spread sale a 101,5 punti, banche in ordine sparso, giù la Juve
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
09:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari appare poco mossa dopo un avvio debole, con l’indice Ftse Mib in calo dello 0,2% a 24.350 punti. In rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 101,5 punti.
Sugli scudi Tod’s +8,78%, dopo il rafforzamento di Lvmh, salita al 10% del capitale, mentre scivola Moncler (-6,36%) all’indomani dei conti, azzerando uno sprint che si è protratto per due sedute consecutive. In ordine sparso i bancari Unicredit (-0,45%), Intesa (-0,11%), Bper (-0,14%) e Banco Bpm (+0,18%). Sale di poco anche il Creval (+0,16% a 12,26 euro), che si mantiene al di sotto dei 12,5 euro riconosciuti da Credit Agricole con l’Opa che si chiude oggi. Il rimbalzo del greggio (Wti +0,85% a 61,95 dollari) non favorisce né Eni (-0,35%) né Saipem (-0,76%). Contrastate Stellantis (-0,26%) e Cnh (+0,12%), di nuovo in calo la Juventus (-1,06%) archiviata la vicenda Superlega. Acquisti su Diasorin (+0,97%), Hera (+0,65%), Tim (+0,46%) ed Enel (+0,45%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa fiacca, indici Pmi contrastati, Milano stabile
Futures Usa positivi, attese fiducia manager e parole Lagarde
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
11:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee poco mosse dopo i dati contrastati sulla fiducia dei manager, migliore delle stime in Francia e nell’Ue, mentre in Germania è salita solo nel settore manifatturiero. Positivi i futures Usa in attesa degli analoghi indicatori americani.
Previsto nel pomeriggio un intervento della presidente della Bce Christine Lagarde ad un seminario sul clima organizzato da Bloomberg. Stabile Milano (-0,02%), che riduce il calo insieme a Parigi (-0,03%). Più deboli Londra (-0,10%), Francoforte (-0,2%) e Madrid (-0,24%).
In cauto rialzo il greggio (Wti +0,31% a 61,6 dollari), segno meno per i metalli ad eccezione del ferro (+0,5% a 1.097 dollari la tonnellata) e dell’acciaio (+0,69% a 5.248 dollari la tonnellata). In calo il dollaro a 1,2 sull’euro e i1,387 sulla sterlina, a sua volta in rialzo a 1,149 sulla moneta unica.
Acquisti su Daimler (+0,7%) dopo la trimestrale, diffusa anche da Moncler (-6,62%), mentre corre Tod’s (+10,08%) dopo il rafforzamento di Lvmh (-0,19% a Parigi) al 10% del capitale. In calo i petroliferi Bp (-0,83%), Shell (0,57%) Eni (-0,35%) e Total (-0,34%). Giù Essilor Luxottica (-0,55%) dopo la trimestrale di Grandvision (+0,19%), che ha confermato il proprio sostegno nel processo di acquisizione da parte del Gruppo italo-francese. Acquisti sui bancari Commerzbank (+1,53%), Bankinter (+1,41%) e Banco Bpm (+0,94%). Bene anche Bper (+0,75%), stabile Intesa, positiva Unicredit (+0,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Draghi, impatto sul Pil 3,6% nel 2026
Effetto sull’occupazione stimato al 3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un piano in 318 pagine con l’indicazione di obiettivi, missioni, priorità trasversali e riforme che lo accompagneranno: è la bozza del Recovery Plan italiano che dovrebbe arrivare oggi per un primo esame sul tavolo del Cdm. Il Piano “comprende un ambizioso progetto di riforme” con “quattro importanti riforme di contesto – p.a, giustizia, semplificazione della legislazione e promozione della concorrenza”.
Ci sono poi la “modernizzazione del mercato del lavoro; il rafforzamento della concorrenza nel mercato dei prodotti e dei servizi” e la riforma del fisco, anche in chiave ambientale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’impatto sul Pil del Piano nazionale di ripresa e resilienza legato al Recovery sarà nel 2026 “di almeno 3,6 per cento più alto rispetto all’andamento tendenziale”. Lo si legge nella premessa a firma di Mario Draghi alla bozza del Pnrr, in cui si specifica che l’effetto sull’occupazione sarà di quasi 3 punti percentuali.

“Il Pnrr è parte di una più ampia e ambiziosa strategia per l’ammodernamento del Paese. Il governo intende aggiornare e perfezionare le strategie nazionali in tema di sviluppo e mobilità sostenibile; ambiente e clima; idrogeno; automotive; filiera della salute. L’Italia deve combinare immaginazione e creatività a capacità progettuale e concretezza. Il governo vuole vincere questa sfida e consegnare alle prossime generazioni un Paese più moderno, all’interno di un’Europa più forte e solidale”. Lo scrive Mario Draghi nell’introduzione al Pnrr, nella bozza in ingresso in Cdm su cui Il Foglio ha fatto oggi un ampio servizio.

Aumentare di 228mila posti l’offerta per la prima infanzia, di cui “152.000 per i bambini 0-3 anni e circa 76.000 per la fascia 3-6 anni”. E poi la “costruzione o la ristrutturazione degli spazi delle mense per un totale di circa 1.000” scuole per spingere il tempo pieno. Sono alcuni degli investimenti contenuti nella missione istruzione alla componente “aumento dell’offerta di servizi”, che ha a disposizione complessivamente 19,88 miliardi. Tra le voci anche la costruzione o l’adeguamento strutturale di “circa 900 edifici da destinare a palestre o strutture sportive” anche per contrastare la dispersione scolastica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La supervisione politica del piano è affidata a un comitato istituito presso la Presidenza del Consiglio a cui partecipano i ministri competenti”. Lo scrive Mario Draghi nella premessa del bozza del Pnrr, illustrando la governance. C’è “una struttura di coordinamento centrale presso il ministero dell’Economia” che “supervisiona l’attuazione del piano ed è responsabile dell’invio delle richieste di pagamento alla Commissione Ue”. La affiancano una struttura di valutazione e una di controllo. Le amministrazioni sono responsabili di singoli investimenti e riforme. Il governo costituirà task force locali per aiutare le amministrazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Biden pensa a maxiaumento tasse sui ricchi, crolla il bitcoin
Settimo calo consecutivo in otto sedute
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 aprile 2021
09:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden si prepara ad annunciare aumenti delle tasse per i ricchi, facendo tremare i mercati. Ieri i listini di Wall Street hanno perso in media l’1%, stamattina Tokyo ha perso lo 0,57% e il Bitcoin è crollato sotto i 50.000 dollari. Nella settima seduta in calo su otto, la moneta virtuale ha perso il 5,8% scendendo a circa 48.596 dollari.
JPMorgan e Tallbacken Capital Advisors LLC avevano recentemente avvertito su un potenziale ulteriore ribasso della criptovaluta, dopo il record di 64.870 dollari toccato il 14 aprile.
Biden dovrebbe presentare il proprio piano nei prossimi giorni, prima dell’intervento al Congresso. Le nuove entrate fiscali serviranno a finanziare l’istruzione e i servizi per l’infanzia, due capitoli di spesa su cui i democratici non intendono arretrare. L’inasprimento della pressione fiscale è infatti considerato un modo per rendere più equa l’economia. Fra le proposte dell’amministrazione c’è l’aumento delle tasse sui capital gain, che potrebbero quasi raddoppiare per chi guadagna più di un milione salendo al 39,6%. Se si aggiunge anche la
tassa sul reddito da investimento introdotta da Barack Obama a e fissata al 3,8% si arriva a un’aliquota del 43,4%.

Economia tutte le notizie rigorosamente ed accuratamente aggiornate approfondite dettagliate ed affidabili!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 22 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:26 DI MERCOLEDÍ 21 APRILE 2021

ALLE 11:24 DI GIOVEDÌ 22 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Creval: Credit Agricole offre 12,5 euro senza soglia 90%
Francesi oltre il 52%, prorogati i termini dell’Opa fino al 23/4
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
05:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Credit Agricole Italia aggiorna i termini dell’offerta pubblica di acquisto su Creval e decide di riconoscere un corrispettivo di 12,5 euro per azione a prescindere dal superamento della soglia del 90%. E’ quanto si legge in una nota di Credit Agricole Italia, che con le adesioni fin ad ora incassate nell’ambito dell’Opa sul Creval, è al 52,3% del capitale dell’istituto della Valtellina ed è quindi sopra la soglia psicologica del 50% più un’azione.

Prorogato in automatico fino alla chiusura di Borsa del 23 aprile il periodo di adesione all’offerta dei Francesi, visto l’aggiornamento del corrispettivo riconosciuto per ogni singola azione. In questo modo la data di pagamento, originariamente prevista per il 26 aprile, è ora fissata per il giorno 30 aprile.
Per effetto del rilancio di Credit Agricole la holding Dgfd dell’imprenditore francese Denis Dumont e i fondi Alta Global, Hosking Parteners, TIG Advisors e Petrus Advisers, che rappresentano il 22% del capitale, hanno deciso di aderire all’offerta e hanno manifestato il proprio impegno al Credit Agricole Italia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo Wti apre in calo, -0,8% a 62,17
Brent -0,7% a 66,1
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
08:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per il prezzo del petrolio. Il Wti del Texas scende dello 0,8% a 62,17 dollari al barile mentre il Brent del Mare del Nord perde lo 0,8% a 66,1 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo in crescita, +0,43%
Metallo a 1786 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in crescita sui mercati. Il metallo con consegna immediata sale dello 0,43% a 1786 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro parte invariato a 1,2035 dollari
Yen in lieve calo a 107,97
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza invariata per l’euro sui mercati valutari. La moneta unica passa di mano a 1,2035 dollari.
In Asia lo yen cala dello 0,1% a 107,97.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo chiusura in deciso calo (-2,03%)
Indice riferimento ai minimi in un mese su timori contagi Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
21 aprile 2021
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo si assesta ai minimi di un mese, mentre va concretizzandosi la possibilità di un nuovo stato di emergenza su scala nazionale in Giappone a causa del progressivo aumento dei contagi di coronavirus. Il Nikkei evidenzia un calo del 2,03% a quota 28,508.55, lasciando sul terreno 591 punti.
Sul fronte valutario lo yen è tornato ad apprezzarsi sul dollaro, poco sopra a 108, e sull’euro a 129,90
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund apre in calo a 102 punti
Rendimento del decennale allo 0,77%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 102 punti contro i 104 della chiusura della vigilia.
Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,77%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in difficoltà, pesano timori Covid, Tokyo -2,03%
Futures contrastati, attese scorte di greggio Usa, domani Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
08:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’emergenza Covid è tutt’altro che finita in Asia e Pacifico con il listini in rosso a parte Shanghai(+0,08% ancora aperta), per l’insorgere di nuovi casi in Giappone, con la minaccia della variante indiana del virus.
Tokyo ha ceduto il 2,03%, Taiwan lo 0,7%, Seul l’1,52% e Sidney lo 0,29%.
Ancora aperte Hong Kong (-1,81%) e Mumbai (-0,51%) più cauta rispetto allo scivolone della vigilia. Positivi i futures sull’Europa, contrastati invece quelli americani nel pieno della stagione delle trimestrali, in attesa del discorso del governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey a fine mattinata e delle scorte settimanali di greggio. C’è attesa sui mercati per il direttivo della Bce di domani sui tassi, che verranno lasciati presumibilmente invariati, con le annesse dichiarazioni di politica monetaria.
In calo il greggio (Wti -0,59% a 62,3 dollari al barile), bene l’oro (+0,91% a 1787,2 dollari l’oncia)I a la maggior parte dei metalli, in rialzo il dollaro a 107,99 yen, stabile invece sull’euro e sulla sterlina. Sulla piazza di Tokyo scivolone di Toshiba (-3,33%), che ha dichiarato che l’offerta di Cvc si trova in una “fase di stallo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,44%
Indice Ftse Mib a quota 24.195 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,44% a 24.195 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Parigi +0,25%, Londra +0,35%
Positive anche Madrid (+0,49%) e Francoforte (+0,33%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,25% a 6.180 punti, Londra lo 0,35% a 6.883 punti, Madrid lo 0,49% a 8.501 punti e Francoforte lo 0,33% a 15.179 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva (+0,66%) con Tenaris, Saipem ed Eni
Scivolone Juventus, giù Diasorin e Amplifon, corre Creval
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
09:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si conferma in rialzo Piazza Affari dopo quasi un’ora di scambi, con l’indice Ftse Mib (+0,6%) spinto da Exor (+1,41%) e Stellantis (+1,35%), mentre scivola la Juventus (-9,8% a 0,78 euro) frenata dalla defezione delle squadre inglesi dal progetto Superlega. Il calo del greggio (Wti -0,43% a 62,4 dollari) in vista delle scorte settimanali Usa non impedisce di salire a Tenaris (+1,5%), Eni (+1,05%) e Saipem (+0,9%).
Bene anche Pirelli e Leonardo (+1,2% entrambe), seguite dai bancari Banco Bpm (+0,84%), Unicredit (+0,68%), Bper (+0,62%) e Intesa (+0,49%), con lo spread in calo sotto i 102 punti dell’apertura. Sprint del Creval (+3,76%) dopo il rilancio dell’offerta di Credit Agricole, ormai sopra il 52%, che ha convinto i grandi soci ad aderire. Deboli Diasorin (-1,12%), Buzzi (-0,76%), Amplifon (-0,45%) e Campari (-0,28%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo, effetto trimestrali, Milano +0,65%
Futures Usa positivi, attesa per scorte di greggio, domani Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
10:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee positive all’inizio della stagione delle trimestrali, con i primi Gruppi che hanno svelato i propri conti. La migliore è Madrid (+1,2%), seguita da Londra e Parigi (+0,7% entrambe), Milano (+0,65%) e Francoforte (+0,45%).
In rialzo anche i futures Usa in attesa del discorso del governatore della Boe Andrew Bailey, delle scorte settimanali di greggio americane e alla vigilia del direttivo della Bce sui tassi, che resteranno prevedibilmente invariati.
Stabile a quota 102 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, in calo il greggio (Wti -0,27% a 62,5 dollari), bene invece l’oro (+0,64% a 1.782,25 dollari l’oncia) insieme al ferro, all’argento e all’acciaio.
Effetto conti trimestrali su Carrefour (+3,78%), Roche (+1,23%), Asml Holding (+4,43%), Heineken (+4,24%) e Vopak (-5,64%). Acquisti sui petroliferi Bp (+2,09%), Shell (+1,96%), Total (+1,14%) ed Eni (+0,95%). In luce gli automobilistici Stellantis (+1,9%) e Renault (+1,6%) a differenza di Volkswagen (-0,47%) e Bmw (-0,78%). Bene tra i bancari Creval (+3,76%), dopo il rilancio dell’Opa di Credit Agricole (+1,11%), certa ormai del risultato. Acquisti su Bnp (+1,22%), Ing (+1,58%), Barclays (+1,56%) e Bbva (+1,3%). Sotto pressione la Juventus (-10,43%) dopo l’abbandono delle squadre inglesi al progetto Superlega. Segno meno anche per la Roma (-1,24%), in controtendenza la Lazio (+1,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Costruzioni: cresce la produzione, supera livello pre-Covid
Istat, a febbraio aumento dell’1,4% sul mese, +2,4% sull’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La produzione delle costruzioni supera il livello pre-Covid. A febbraio 2021 l’Istat registra “il secondo mese consecutivo di crescita congiunturale per l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni” che sale dell’1,4% rispetto a gennaio.
Su base tendenziale, l’indice grezzo aumenta del 2,4% e l’indice corretto per gli effetti di calendario del 3,5%, dopo due mesi di flessioni. “I livelli della produzione – osserva l’Istat – al netto della stagionalità, risultano più elevati rispetto a febbraio 2020, mese antecedente l’inizio di misure generalizzate di contrasto all’emergenza sanitaria”.
Nella media dei primi due mesi del 2021, l’indice grezzo cala del 2,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre l’indice corretto per gli effetti di calendario cresce dell’1,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Juventus: autogol Superlega, titolo cede oltre 11% in Borsa
Progetto vacilla con l’abbandono delle squadre di calcio inglesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
10:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto Superlega è diventato un autogol per la Juventus in Piazza Affari. Sul listino di Borsa milanese il titolo cede l’11,75% a 0,77 euro, ampliando il già forte rialzo segnato in apertura.
Un crollo che segue le prime difficoltà del progetto Superlega, con l’abbandono annunciato delle squadre di calcio inglesi.   JUVENTUS   CALCIO   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa in rialzo, effetto trimestrali, Milano +0,65%
Spread sotto i102 punti, greggio amplia calo, attese scorte Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
11:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riducono il rialzo le principali Borse europee positive con i futures Usa contrastati. Madrid (+0,83%) scende sotto al punto percentuale, tiene Londra (+0,58%), si infiacchiscono invece Parigi (+0,4%), Milano (+0,35%) e Francoforte (+0,29%).
Atteso a fine mattinata il discorso del governatore della Boe Andrew Bailey, mentre arrivano nel pomeriggio le scorte settimanali di greggio Usa.
Occhi puntati sul direttivo della Bce di domani sui tassi, che resteranno prevedibilmente invariati. Si riporta sotto quota 102 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi. Amplia il calo il greggio (Wti -1,04% a 62,02 dollari), bene invece l’oro (+0,45% a 1.778 dollari l’oncia) insieme al ferro.
Hanno presentato i conti trimestrali Carrefour (+3,58%), Roche (+1,29%), Asml Holding (+4,57%), Heineken (+3,93%) e Vopak (-5,64%). Tengono i petroliferi Bp (+1,44%), Shell (+1,29%), Total (+0,62%), cauta invece Eni (+0,32%). Contrastati gli automobilistici, con rialzi per Stellantis (+1,1%) e Renault (+0,8%), mentre cedono Volkswagen (-0,7%) e Bmw (-1,1%). Poco mossa Credit Agricole (+0,2%) dopo il rilancio dell’Opa su Creval (+3,85%). Acquisti su Caixabank (+1,4%), Bbva (+0,9%) e Sabadell (+0,88%). Amplia ulteriormente il calo la Juventus (-12,3%) dopo l’abbandono delle squadre inglesi al progetto Superlega. Segno meno anche per la Roma (-1,6%), in controtendenza la Lazio (+0,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alstom punta alla leadership della mobilità sostenibile
Per treno idrogeno in arrivo contratti con operatori ferroviari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
13:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alstom punta a diventare leader nel settore della mobilità sostenibile, grazie anche al treno a idrogeno per il quale sono in arrivo contratti con operatori ferroviari. E’ quanto emerso nel corso di un evento digitale sulle soluzioni e i progetti futuri della società relativi all’idrogeno in Europa.

La mobilità sostenibile deve essere messa nelle “condizioni di funzionare al meglio. Dobbiamo trovare soluzioni per decarbonizzare il trasporto ferroviario non elettrificato, per questo abbiamo lanciato il treno a idrogeno”, afferma il ceo di Alstom, Henri Poupart-Lafarge.
“Elettrificare le linee – ha aggiunto – costa per questo abbiamo pensato che il treno a idrogeno fosse la soluzione ideale. Responsabilità di Alstom è diventare leader nel settore della mobilità sostenibile. La prospettiva del treno a idrogeno va oltre la Germania e ci sono contratti in Italia, Francia, nel Regno Unito e in Spagna E’ necessario creare un ecosistema completo per l’idrogeno”.
Il Presidente di Alstom Dach, Muslum Yakisan, ha spiegato come il “treno a idrogeno è parte integrante della nostra offerta ferroviaria per le reti non ancora elettrificate. I treni a idrogeno riescono a affrontare territori difficili in montagna in Austria, viaggeranno in Francia e in Italia e sono in arrivo altri contratti con operatori ferroviari”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano resiste (+0,22%) bene Moncler, crolla Juventus
Il rilancio dell’Opa di Credit Agricole spinge Creval, giù Bper
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
13:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari riduce il rialzo ma resiste in territorio positivo (Ftse Mib +0,22%) a fine mattinata, spinta da Moncler (+2,91%) sulla scia dei conti trimestrali di Kering, mentre scivola la Juventus (-12,55% a 0,76 euro) dopo che lo stesso presidente Andrea Agnelli ha riconosciuto la fine del progetto Superlega. Il calo del greggio (Wti -1,39% a 61,81 dollari) in vista delle scorte settimanali Usa non frena Tenaris (+0,9%) e Eni (+0,44%), scambiate sotto ai massimi della mattinata, mentre gira in calo Saipem (-1,21%).

Rialzi per Nexi (+1,81%), che ha avviato una partnership con l’operatore Fiskl, attivo con le piccole imprese, Pirelli (+1,25%) ed Stm (+1,29%), sulla scia della trimestrale di Asml Holding. Pesa tra i bancari Bper (-1,52%) nonostante il calo dello spread a 100,8 punti. Giù anche Unicredit (-0,83%), Banco Bpm (-0,53%) e Intesa (-0,33%), mentre prosegue la corsa di Creval (+3,85% a 12,42 euro), ancora sotto però ai 12,5 euro del rilancio dell’Opa di Credit Agricole, che ha oltre il 52% della banca e può contare sull’appoggio dei grandi soci. Rialzi per Leonardo (+0,76%), Exor (+0,83%) e Stellantis (+0,55%), al di sotto dei massimi della mattinata. Segno meno per Diasorin (-1,03%), Atlantia (-0,9%) e Amplifon (-0,87%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Grimaldi ha Eco Savona, nave più grande e green al mondo
Ibrida e azzera emissini in porto, porta oltre 500 camion
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
SAVONA
21 aprile 2021
14:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Battesimo per la nave ro-ro ibrida Eco Savona del Gruppo Grimaldi nel porto di Savona, con la sindaca Ilaria Caprioglio come madrina. La Eco Savona, realizzata in Cina, è la quarta delle dodici unità ro-ro ibride della serie Grimaldi Green 5th Generation.
La Eco Savona, che batte bandiera italiana, è “la nave ro-ro più grande e sostenibile al mondo”. Lunga 238 metri e larga 34 metri, ha una stazza lorda di 67.311 tonnellate e una velocità di crociera di 20,8 nodi. La nave può trasportare 7.800 metri lineari di merci rotabili, pari a circa 500 trailer e 180 automobili. La rampa di accesso a poppa permette di caricare unità con un peso fino a 150 tonnellate. I consumi sono ottimizzati da tecnologie innovative e durante la sosta in banchina azzera le emissioni utilizzando l’energia elettrica immagazzinata da mega batterie al litio. La Eco Savona sarà impiegata sul servizio tra Italia (Livorno e Savona) e Spagna (Barcellona e Valencia), come le gemelle Eco Valencia, Barcellona e Livorno.
“La Grimaldi Green 5th Generation per noi è un progetto importante. La Eco Savona ha una efficienza raddoppiata rispetto alle navi precedenti. La ‘zero emission in port ‘ non è uno slogan ma una realtà”, ha detto Guido Grimaldi. “Parlando con la sindaca abbiamo condiviso che l’ecosostenibilità non è un vincolo ma un volano e ciò accomuna la nostra visione con quella della città, prima in Europa certificata Leed For Cities. La nave che oggi è qui è 30 anni avanti. Savona e Genova hanno dimostrato durante la pandemia quanto fossero fondamentali gli scambi commerciali: ci aspettiamo che il governo sostenga questo settore che in pandemia non si è mai fermato .Oggi siamo qui a sventolare il tricolore: auguro di navigare in mari tranquilli e con il vento sempre in poppa”, ha concluso Grimaldi.
“E’ un onore essere la madrina di una nave ecosostenibile, un tema su cui la nostra città è sempre stata attenta. Ora vediamo piccoli segnali di riapertura, ma ci sarà l’onda lunga di una crisi economica e sociale dovuta alla pandemia. Sarà importante affrontarla con una visione nuova, quella della sostenibilità, e non sperare di tornare cosa eravamo. Il Gruppo Grimaldi questa sfida l’ha già vinta”, ha detto Caprioglio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tod’s rinnova il cda, entra Chiara Ferragni
Assemblea nomina il nuovo board e approva il bilancio 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
16:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tod’s rinnova il consiglio di amministrazione, con l’ingresso, come annunciato, di Chiara Ferragni. L’assemblea degli azionisti ha anche approvato il bilancio 2020 chiuso, come già noto, con un risultato netto in perdita per 73,2 milioni a livello di gruppo e in perdita per 116,8 milioni per la spa.

Nel nuovo cda, nominato per il triennio 2021-2023, di 15 componenti, tutti dall’unica lista di candidati presentata dall’azionista di maggioranza, il presidente Diego Della Valle in comitato esecutivo con Andrea Della Valle, Umberto Macchi di Cellere, Emilio Macellari, poi Luigi Abete, Maurizio Boscarato, Marilù Capparelli, Luca Cordero di Montezemolo, Sveva Dalmasso, Chiara Ferragni, Romina Guglielmetti, Vincenzo Manes, Cinzia Oglio, Emanuela Prandelli, Pierfrancesco Saviotti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Cingolani, sfida procedure è la più importante
“Se le norme fermano la ecotransizione è una sconfitta enorme”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
16:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’idrogeno mancano le infrastrutture, ma quello è ancora il problema minore. Le tecnologie le abbiamo.
La sfida più difficile è come accelerare i tempi per realizzarle. La sfida delle normative, delle procedure, è quella che conta di più ora. Se le norme fermassero la transizione ecologica, sarebbe una sconfitta enorme”. Lo ha detto il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani. L’idrogeno è fantastico per la transizione ecologica, ma non è vero che è pronto adesso – ha spiegato il ministro -. Non è che domani siamo pronti a partire.
Dobbiamo lavorare moltissimo. E ci sono possibilità intermedie accettabili nella transizione, come l’idrogeno blu (prodotto dal metano, ma con la cattura della CO2 prodotta nel processo, per non avere emissioni di gas serra, n.d.r.)”. “Vorremmo tutti arrivare all’idrogeno verde (prodotto a zero emissioni attraverso l’elettrolisi dell’acqua, n.d.r.) – ha continuato Cingolani -. Questo però richiede tanta energia rinnovabile. Il target europeo prevede che arriviamo al 72% nel 2030. Vuol dire installare 60-70 gigawatt di rinnovabili in dieci anni, 6 o 7 all’anno, quando finora installiamo un decimo di quello che progettiamo: solo qualche centinaio di megawatt all’anno, a causa delle procedure”. Secondo il ministro “la Ue ci ha chiesto non solo i progetti, ma anche la riforma dei processi. Con le attuali performance, non saremo in grado di mettere a terra le opere. Quindi lavoriamo ai progetti e a come farli camminare.
Con i ministri Brunetta e Giovannini lavoriamo sulla catena dei permessi, per accelerare le procedure”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enel: Oxford studia caso sostenibilità e innovazione gruppo
Ciorra, ‘sostenibilità uguale valore’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
16:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Saïd Business School dell’Università di Oxford ha pubblicato un case study dedicato alla trasformazione e all’evoluzione del business di Enel attraverso il valore condiviso e l’innovazione “Questa pubblicazione da parte di un’autorevole istituzione accademica come l’Università di Oxford ci onora” ha commentato Ernesto Ciorra, direttore Innovability© del Gruppo Enel. “Nel corso degli anni, il nostro Gruppo ha trasformato con successo il proprio business, diventando leader nel valore condiviso e nella sostenibilità: la premessa fondamentale della nostra strategia è ‘sostenibilità uguale valore”.
“Inoltre, abbiamo integrato la sostenibilità nell’innovazione attraverso l’Open Innovability, che significa adottare un approccio che fa leva su molteplici ecosistemi creati dai protagonisti dei mercati di tutto il mondo, con l’obiettivo di generare innovazione.” Enel sottolinea di aver assunto un ruolo di primo piano nella transizione energetica e punta direttamente su quattro SDG principali: SDG 7 (Energia pulita e accessibile), SDG 9 (Imprese, innovazione e infrastrutture), SDG 11 (Città e comunità sostenibili), tutti al servizio dell’SDG 13 (Lotta contro il cambiamento climatico) e che la sua leadership è riconosciuta attraverso la sua in numerosi indici e ranking di sostenibilità, come i Dow Jones Sustainability Indices World e Europe, gli MSCI ESG Leaders Indices, la serie FTSE4Good Index, la CDP Climate “A” List, gli indici Euronext Vigeo-Eiris 120, l’indice STOXX Global ESG Leaders, il rating “Prime” di ISS, il Refinitiv TOP 100 Diversity and Inclusion Index, il Bloomberg Gender-Equality Index, l’Equileap Gender Equality TOP 100 Ranking, gli indici ECPI e i Thomson Reuters/S-Network ESG Best Practices Indices.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: Bardi, Governo Draghi abbia un ruolo più attivo
Riunione straordinaria del Consiglio regionale della Basilicata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
21 aprile 2021
16:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Governo Draghi abbia un ruolo più attivo nella vicenda Stellantis”: lo ha chiesto il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi (centrodestra), aprendo la riunione straordinaria del Consiglio regionale che ha come unico punto all’ordine del giorno la situazione dello stabilimento di Melfi (Potenza).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cementir Holding, l’assemblea approva bilancio 2020 e dividendo
Francesco Caltagirone Jr, spero anche 2021 sia ricco di successi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
17:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea di Cementir Holding (gruppo Caltagirone), oggi ad Amsterdam, ha approvato il bilancio dell’esercizio 2020 e la distribuzione di un dividendo pari a 0,14 euro per azione (in linea con l’esercizio 2019) “utilizzando a tal fine l’utile dell’esercizio per 14.995 migliaia di euro – spiega una nota – e gli utili portati a nuovo per 7.283 migliaia di euro”.
Il dividendo sarà in pagamento il 19 maggio 2021 con stacco della cedola il 17 maggio 2021 e record date il 18 maggio.

L’assemblea ha inoltre espresso un voto consultivo favorevole in merito alla relazione sulla remunerazione per il 2020 e ha approvato la politica di remunerazione per il 2021.
“Va ricordato che il 2020 è stato un anno straordinario anche perché abbiamo avviato un buyback da 60 milioni di euro al fine di ottimizzare la struttura del capitale del gruppo e sostenere la remunerazione complessiva degli azionisti, che a fine 2020 ha portato al riacquisto di 694.500 azioni sul mercato, pari allo 0,44% del capitale sociale con un esborso complessivo di circa 4,5 milioni di euro. Spero che il 2021 sia un altro anno ricco di successi, che contribuiranno a rendere Cementir un luogo ancora più speciale in cui lavorare” ha, tra l’altro, detto il chairman Francesco Caltagirone Jr rivolgendosi agli azionisti.
Il 2020, “un anno per certi versi eccezionale nella storia di Cementir Holding”, anche per gli “importanti cambiamenti nella gestione operativa”richieste dall’emergenza Covid, come già noto, nonostante l’impatto del Covid sul sistema economico globale si è chiuso per Cementir Holding con un utile netto di gruppo in forte crescita, +22,1% a 102 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in lieve rialzo, Ftse Mib +0,30%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 24.161 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 aprile 2021
17:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta leggermente positiva per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib è salito dello 0,30% a 24.161 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cementir Holding, l’assemblea approva bilancio 2020 e dividendo
Francesco Caltagirone Jr, spero anche 2021 sia ricco di successi
(2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
17:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea di Cementir Holding (gruppo Caltagirone), oggi ad Amsterdam, ha approvato il bilancio dell’esercizio 2020 e la distribuzione di un dividendo pari a 0,14 euro per azione (in linea con l’esercizio 2019) “utilizzando a tal fine l’utile dell’esercizio per 14.995 migliaia di euro – spiega una nota – e gli utili portati a nuovo per 7.283 migliaia di euro”.
Il dividendo sarà in pagamento il 19 maggio 2021 con stacco della cedola il 17 maggio 2021 e record date il 18 maggio.

L’assemblea ha inoltre espresso un voto consultivo favorevole in merito alla relazione sulla remunerazione per il 2020 e ha approvato la politica di remunerazione per il 2021.
“Va ricordato che il 2020 è stato un anno straordinario anche perché abbiamo avviato un buyback da 60 milioni di euro al fine di ottimizzare la struttura del capitale del gruppo e sostenere la remunerazione complessiva degli azionisti, che a fine 2020 ha portato al riacquisto di 694.500 azioni sul mercato, pari allo 0,44% del capitale sociale con un esborso complessivo di circa 4,5 milioni di euro. Spero che il 2021 sia un altro anno ricco di successi, che contribuiranno a rendere Cementir un luogo ancora più speciale in cui lavorare” ha, tra l’altro, detto il chairman Francesco Caltagirone Jr rivolgendosi agli azionisti.
Il 2020, “un anno per certi versi eccezionale nella storia di Cementir Holding”, anche per gli “importanti cambiamenti nella gestione operativa”richieste dall’emergenza Covid, come già noto, nonostante l’impatto del Covid sul sistema economico globale si è chiuso per Cementir Holding con un utile netto di gruppo in forte crescita, +22,1% a 102 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Juventus: conclude a -13% in Borsa dopo stop Super League
Titolo tornato a quotazioni precedenti al lancio del progetto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
17:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Forti vendite sulla Juventus in Piazza Affari dopo il rapido ritiro del progetto Super League: il titolo della società bianconera, che alla vigilia aveva corso ampiamente, ha chiuso in calo del 13,7% a 0,75 euro, sugli stessi livelli precedenti al lancio dell’alleanza tra i principali club del calcio europeo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in aumento, Londra +0,5%
In leggera crescita anche Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini azionari europei tutti in rialzo in una giornata che non ha segnalato strappi particolari: Londra ha concluso in aumento dello 0,52%, con Parigi in crescita dello 0,74% e Francoforte dello 0,45%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund conclude in lieve calo a 101 punti base
Rendimento del prodotto del Tesoro allo 0,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata senza scosse per lo spread tra Btp e Bund tedesco decennale: sui mercati telematici il differenziale ha chiuso a 101,5 punti base.
Il rendimento del prodotto del Tesoro è allo 0,75%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: fonti, non ci sono risorse per gli stipendi di aprile
Commissari in attesa del Mise su sblocco ristori residui
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
19:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Allo stato attuale Alitalia non ha le risorse per pagare gli stipendi di aprile. Lo si apprende da fonti sindacali, dopo l’incontro con i commissari straordinari della compagnia.
Comunque i commissari stanno aspettando notizie a breve, tra stasera e domani, dal Mise sullo sblocco di ristori residui, pari a circa 55 milioni di euro, spiegano le stesse fonti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano calma con Europa, corre Moncler
Creval si porta sui prezzi dell’Opa, scivolone per la Juventus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 aprile 2021
19:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pochi spunti sui mercati azionari del Vecchio continente che sembrano aspettare la riunione della Bce dell’indomani e anche la Borsa di Milano si è adeguata: l’indice Ftse Mib è salito dello 0,30% a 24.161 punti mentre l’Ftse All Share ha concluso con un rialzo dello 0,29% a quota 26.420.
Di qualche frazione di punto ha fatto meglio Londra che ha chiuso in aumento dello 0,52%, con Parigi in crescita dello 0,74% e Francoforte dello 0,45%.
Giornata senza scosse anche per lo spread tra Btp e Bund tedesco decennale: sui mercati telematici il differenziale ha chiuso a 101,5 punti base, con il rendimento del prodotto del Tesoro allo 0,75%.
In questo contesto in Piazza Affari il titolo migliore tra quelli a elevata capitalizzazione è stato di gran lunga Moncler, salito del 4,2% finale a 52,3 euro anche in scia ai conti del gruppo del lusso Kering. Acquisti anche su Recordati (+2,5% finale), Ferrari e Inwit, saliti entrambi del 2,4%, con Tim in aumento dell’1,4%.
Piatta Atlantia (+0,1%), qualche vendita nel settore finanziario con Mediobanca che ha perso un punto percentuale, Intesa l’1,1%, Banco Bpm e Mediolanum (-1,2%). Più pesante Bper (-2,2% finale a 1,8 euro) dopo l’assemblea nella quale la lista più votata per il Cda è stata quella dei fondi di Assogestioni.
Nel paniere dei titoli più ‘sottili’, il Credito Valtellinese è salito del 4% a 12,4 euro avvicinandosi al nuovo prezzo dell’Opa mentre è scivolata la Juventus dopo il rapido ritiro del progetto Super League. Il titolo della società bianconera, che alla vigilia aveva corso ampiamente, ha chiuso in calo del 13,7% a 0,75 euro, sugli stessi livelli precedenti al lancio dell’alleanza tra i principali club del calcio europeo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in calo a New York a 61,35 dollari
Le quotazioni perdono l’1,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 aprile 2021
20:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono l’1,75% a 61,35 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+1,29%)
Nikkei tenta recupero dai minimi in un mese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
22 aprile 2021
02:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo tenta un recupero dai minimi in un mese in apertura di seduta, seguendo la ripresa dei mercati azionari statunitensi e con gli investitori che guardano agli sviluppi sui contagi di coronavirus a livello globale. Il Nikkei registra un rialzo dell’1,29% a quota 28,875.73, aggiungendo 367 punti.
Sul fronte dei cambi lo yen è stabile dopo essersi rafforzato sul dollaro a 108, e sull’euro a un valore di poco superiore a 130.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo, Wti a 60,90 dollari al barile
Brent -0,7% a 64,86
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per le quotazioni del petrolio sull’onda delle scorte in aumento anche a fronte della situazione della pandemia in alcuni grandi paesi importatori come l’India. Il Wti del Texas scende dello 0,7% a 60,9 dollari al barile come il Brent del Mare del Nord, sempre in calo dello 0,7% a 64,86 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia rialza la testa, corre Tokyo (+2,38%)
Future europei positivi, occhi puntati sulla Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano a salire le principale borse asiatiche dopo due sedute in ribasso sulla scia del rally dei listini amercani con gli investitori attenti alle stime sugli utili aziendali in una economia in recupero. Si è messa in luce Tokyo (+2,38%) mentre Hong Kong, che guadagna lo 0,43% (a seduta ancora aperta) e l’Australia (in chiusura +0,83%) segnano rialzo più timidi.
Più volatili le borse cinesi.
Deboli i segnali che arrivano dai futures americani mentre sono positivi quelli europei preannuncianodo un avvio postivo sui listini del Vecchio Continente. Qui in giornata l’attenzione è sulla Bce che dovrebbe lasciare i tassi invariati e confermare il programma pndemico di acquisto di titoli, e alla successiva conferenza stampa della presidente Christine Lagarde.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in lieve calo a 1.788 dollari l’oncia
Cede lo 0,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in lieve calo sui mercati asiatici dopo gli aumenti dei giorni scorsi. Il metallo con consegna immediata cede lo 0,2% a 1788 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund stabile in avvio a 101 punti
Rendimento del decennale allo 0,73%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 101 punti come ieri a fine giornata.
Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,73%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro parte invariato a 1,2034 dollari
Yen a 129,9
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza invariata per l’euro sui mercati valutari. La moneta unica passa di mano a 1,2034 dollari come ieri dopo la chiusura di Wall Street.
Sullo yen la moneta unica passa di mano a 129,9.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,38%)
Indice Ftse Mib a 24.252 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
09:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari apre in rialzo.
L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,38% a 24.252 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: in Europa avvio positivo, Parigi +0,32%
Poco meglio Francoforte (+0,37%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
09:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in rialzo per i principali listini europei. Francoforte guadagna lo 0,37%, Parigi lo 0,32% mentre Londra alle prime battute della seduta mostra un crescita più cauta (+0,15%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Clima:Cingolani,potremmo fare di più ma alcune misure letali
Attenzione categorie colpite da crisi, trovare giusto equilibrio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
09:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Potremmo fare molto di più per essere verdi ma dobbiamo fare attenzione perché alcune misure potrebbero essere “letali” per le categorie più colpite dalla crisi. Così il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani su Sky tg24 parla degli interventi per la lotta contro i cambiamenti climatici, su cui – dice – serve il “giusto equilibrio tra diverse istanze”; anche perché “la sostenibilità” è una conquista che deve essere “graduale” e “ragionevole”.
La sostenibilità va conquistata con passaggi successivi, ragionevoli e in alcuni casi anche reversibili – osserva Cingolani – nel post Covid, con la società in ginocchio e in grande difficoltà a partire dalla nostra, potremmo fare molto di più per essere verdi ma alcune misure rischiano di essere definitivamente letali per le fasce sociali che hanno sofferto moltissimo”. “Dobbiamo essere prudenti – dice – nelle misure che possono caricare troppo” sulle categorie più colpite dalla crisi. “Se l’economia si rimetterà in moto – rileva – allora potremo investire di più”, ed “essere anche più drastici”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano: cauta (+0,16%), debole Atlantia, piatta Creval
Juve cerca il recupero
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
09:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in cauto rialzo Piazza Affari (+0,16%) in linea con gli altri listini europei in attesa della Bce dalla quale non si attendono grandi sorprese sul fronte dei tassi nè degli acquisti di titoli di stato del piano pandemico ma dove il debito in aumento del’Italia potrebbe finire al centro. Lo spread Btp Bund intanto è sui livelli della vigilia (101 punti) Prese di profitto sui farmaceutici Diasorin (-1,28%) e Recordati (-0,42%), male Atlantia (-0,99%), piatta Mediobanca (-0,04%) e nel risparmio gestito Banca Generali (-0,07%) e Mediolanum (-0,03%).
Si mettono in luce invece industriali e titoli retail come Interpump (+1,5%), Amplifon (+1,45%), Campari (+1,35%), Cnh (+1,29%). Fuori dal paniere principale nell’ultimo giorno di adesione Creval viaggia sotto i 12,5 euro offerti dal Credit Agricole (-0,16% a 12,42 euro) con la percezione che i giochi siano ormai fatti per un successo dell’opa dei francesi. Prova ancora a rialzare la testa la Juve (+1,46%) reduce dal colpo incassato col fallimento del progetto Superlega.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva in attesa Bce, giù Credit Suisse
Parigi (+0,54%) e Francoforte (+0,34%) e futures Usa al palo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
10:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee in rialzo in attesa della Bce dalla quale l’attesa dei mercati è che la presidente Christine Lagarde prosegua nella politica accomodante mentre sarà più probabile che la riunione di giugno possa essere accompagnata da revisioni significative con un ritorno a un ritmo più normale di acquisti Pepp per il terzo trimestre.
Il listino fuori dall’eurozona, quello di Londra (+0,18%), è il più cauto con i petroliferi (Bp -0,93%) deboli per il calo del greggio, al pari di Piazza Affari.
Più toniche appaiono Parigi (+0,54%) e Francoforte (+0,34%) mentre i futures Usa si muovono poco sotto la parità.
A Zurigo (+0,29%) soffre Credit Suisse (-3,8%) che è chiamata a rafforzare il capitale per arginare l’impatto di Archegos dopo lo scandalo Greensill.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Istat, fatturato febbraio +0,2% mese, +0,9% anno
Migliora mercato Interno, mentre cala il mercato estero
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
10:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A febbraio il fatturato dell’industria, al netto dei fattori stagionali, registra un aumento dello 0,2%, risultante da una crescita sul mercato interno (+0,9%) e da un calo sull’ estero (-1,3%). Nella media degli ultimi 3 mesi l’indice complessivo segna una crescita del 2,4% rispetto ai tre mesi precedenti (+2,6% mercato interno e +1,9% estero).
In termini tendenziali, corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 20 come a febbraio 2020), il fatturato totale cresce dello 0,9%. Il risultato è la sintesi di un aumento del 2,3% sul mercato interno e di una diminuzione dell’1,8% sull’ estero. Lo stima l’Istat .
“A febbraio il fatturato dell’industria, segna il terzo incremento consecutivo su base congiunturale”. Lo evidenzia l’Istat nella sua nota metodologica sul fatturato dell’industria. “Nella media degli ultimi 3 mesi la crescita è più sostenuta sul mercato interno. Nel confronto tendenziale – osserva l’Istat – è significativo l’apporto positivo proveniente dalla metallurgia e dal settore dei macchinari e attrezzature; si conferma, invece, la performance negativa delle industrie tessili, abbigliamento, pelle e accessori, in flessione tendenziale quasi ininterrotta da febbraio 2020. Anche al netto della componente di prezzo, il settore manifatturiero evidenzia una crescita congiunturale sia su base mensile sia su base trimestrale” conclude Istat.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery, Von der Leyen: ‘Portogallo primo a presentare il piano’
‘Importante pietra miliare per uscire più forti dalla crisi’. Gentiloni: ‘Inizia una nuova fase. Trasformiamo Next Generation Ue in realtà
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
10:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Portogallo ha presentato il suo piano per il Recovery. Accolgo questa importante pietra miliare affinché l’Ue emerga più forte dalla crisi”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, su Twitter. Il Portogallo (presidenza di turno del Consiglio Ue) è il primo dei 27 a presentare ufficialmente il suo piano.
“La presentazione del piano portoghese per il Recovery segna l’inizio di una nuova fase per ricostruire meglio la nostra economia europea.
Nelle prossime settimane riceveremo e valuteremo i piani di quasi tutti i Paesi dell’Unione trasformando Next Generation Ue in realtà”, ha commentato, sempr su Twitter, il commissario Ue all’Economia, Paolo Gentiloni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul Recovery “l’Italia rispetterà i tempi” per la presentazione del piano entro il 30 aprile. Sulla governance “è una questione che si sta discutendo. E’ una discussione che faremo nell’arco delle prossime ore” e sarà “sciolta nell’arco di questo fine settimana”, ha spiegato il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, a La7.
A Palazzo Chigi la riunione del premier Mario Draghi e del ministro dell’Economia Daniele Franco con i capidelegazione e i ministri coinvolti sul dossier Recovery. Sul tavolo c’è la bozza del Pnrr che dovrebbe arrivare domani in Consiglio dei ministri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa, focus sui distretti industriali per il rilancio
La presentazione del Rapporto annuale con il Ceo Carlo Messina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 aprile 2021
09:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A un anno dallo scoppio della pandemia, Intesa Sanpaolo presenta il suo tredicesimo rapporto annuale dedicato all’evoluzione economica e finanziaria delle imprese distrettuali realizzato dalla Direzione Studi e Ricerca della banca. Il rapporto si pone l’obiettivo di rappresentare lo stato di salute dei distretti, evidenziando le criticità da superare, i fattori di resilienza su cui far leva e le priorità da affrontare per un rilancio economico duraturo e sostenibile.
L’analisi sarà illustrata dal capo economista di Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice, e dal responsabile della ricerca Industry & Banking, Fabrizio Guelpa. Concluderà il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo Carlo Messina. I lavori saranno moderati dal responsabile Media and Associations Relation, Matteo Fabiani. Il rapporto contiene una analisi dell’andamento della produzione e del fatturato delle imprese distrettuali e le prospettive per il 2021. Ampio spazio anche sul ruolo delle filiere per il rilancio dell’economia italiana e le priorità su cui puntare, come il digitale e il green, per sfruttare al meglio i fondi del Next Generation Eu.

Economia tutte le notizie in tempo reale sempre aggiornate!!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 29 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:23 DI LUNEDÌ 19 APRILE 2021

ALLE 05:26 DI MERCOLEDÌ 21 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa in ordine sparso con apertura negativa di WS
Bene le banche, in ordine sparso i petroliferi, soffrono le auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
16:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In ordine sparso le principali Borse europee, con l’apertura in negativo di Wall Street, mentre il mondo guarda soprattutto alla situazione della pandemia da Covid 19, con l’esplosione dei contagi in India e le vaccinazioni che vanno a ritmi diversi nei Paesi. C’è un lieve peggioramento per Londra (-0,2%) e Francoforte (-0,1%), mentre migliora Madrid (+1,3%) ed è stabile Parigi (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna piatta Milano (+0,02%), con lo spread Btp-Bund riassestato a 101,3 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,78% L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, è piatto e sono in positivo energia e finanza, mentre perdono beni di prima necessità e informatica. I petroliferi sono in ordine sparso, con guadagni per alcuni, come Neste Oyj (+1,9%) e Koninklijke (+0,7%) e perdite per altri, quali Polski Koncern (-1%) e Lundin (-0,5%), con il greggio in rialzo (wti +0,6%) a 63,5 dollari al barile). Guadagna la maggioranza delle banche, tra cui spiccano Banco Bilbao (+3,2%), Banco Santander (+3%) e Commerzbank (+2,9%), mentre cedono altre, come Danske Bank (-1,7%) e Swedbank (-1,2%). Farmaceutici indecisi, con rialzi per una parte, come per Ipsen (+2%) e Bayer (+1,9%), e ribassi per un’altra, come ad esempio per Glaxo (-1%) e Merck (-0,8%).
Soffrono le auto, soprattutto Stellantis (-2,2%) e Porsche (-1,2%), con eccezioni come Renault (+0,1%). Patiscono i semiconduttori, con picchi negativi per Nordic Semiconductor (-1,4%) e Asm (-1,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in negativo (-0,3%), vola la Juve e pesa Cnh
Bene le banche, auto in rosso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
17:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha girato in negativo nel tardo pomeriggio Piazza Affari (-0,3%), con Cnh che resta pesante (-4,5%), tra i titoli che staccano la cedola, il giorno dopo l’interruzione delle trattative con la cinese Faw per Iveco.
Nell’industria male Prysmian (-3%) dopo un incontro con analisti, bene Leonardo (+2,4%) e Atlantia (+1%), pesante Stm tra i semiconduttori (-2,2%).
Sofferente il comparto auto, in particolare Stellantis (-1%), ma anche Ferrari (-0,7%), e patisce Exor (-1,4%). Male Pirelli (-1,3%).
Bene le banche, in particolare Bper (+3%), Unicredit (+1,2%) e Intesa (+0,5%), con lo spread tornato a salire a 102 punti.
Vero e proprio rally per la Juventus (+17,2%) a 0,9 euro, nella giornata in cui si è diffusa la notizia della costituzione di una Superlega di calcio. Tra i farmaceutici guadagni per Diasorin (+1%). Fuori dal listino principale vola Fiera Milano (+7,7%) con le riaperture e Ovs (+10,6%) che annuncia temporary store nelle località balneari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: cda, aumento prezzo opa non è sufficiente
Non ancora riconosciuto in maniera adeguata valore della banca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
17:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cda del Creval, “pur ribadendo che l’integrazione con il gruppo Credit Agricole Italia possa generare benefici per gli stakeholder coinvolti, rileva che l’aumento dell’opa a 12,2 euro “non riconosca ancora in maniera adeguata il valore della banca e non sia, pertanto, di per sé sufficiente a mutare le precedenti considerazioni e valutazioni espresse” dal board.
Il Consiglio rileva inoltre che il bonus di 0,30 euro per ciascuna azione Creval (che porterebbe il corrispettivo complessivo a 12,5 euro) “è comunque condizionato al raggiungimento da parte di Cai di una partecipazione superiore al 90% del capitale sociale di Creval” che è “una soglia molto alta” rendendo, pertanto, “incerto il riconoscimento di tale componente incrementale di corrispettivo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: sprint Juve (+17%) con notizie su Superlega. Manchester corre a Wall street
La squadra bianconera guadagna ora il 15,6% a 0,89 euro e ha un valore ormai ben oltre 1 miliardo di euro (quasi 1,2 miliardi la capitalizzazione a questi prezzi)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
17:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Festeggiano sui mercati i titoli delle squadre che hanno aderito al progetto della Superlega. Sprint per il titolo della Juventus in Borsa (+17%) a 0,9 euro, nella giornata in cui viene annunciata la costituzione di una Superlega di calcio.
Non fa lo stesso effetto alla Lazio (+0,35%) a 1,14 euro e tantomeno alla Roma (-0,1%) a 0,28 euro.
Avvio di corsa per il Manchester United che in avvio di seduta fa un balzo del 9,3% a 7,6 dollari a Wall Street, dove il club inglese è quotato. E la sua capitalizzazione sale 2,88 miliardi di dollari. Nel premarket il titolo della squadra aveva segnato un rialzo ancora più deciso nell’ordine del 13%, in linea col rally alla Borsa di Milano della Juve, l’altro club quotato su un listino fra quelli che hanno fondato la Super League. La squadra bianconera guadagna ora il 15,6% a 0,89 euro e ha un valore ormai ben oltre 1 miliardo di euro (quasi 1,2 miliardi la capitalizzazione a questi prezzi).   JUVENTUS   CALCIO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano chiude in calo (-0,2%)
Il Ftse Mib a 24.691 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 aprile 2021
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Piazza Affari.
Il Ftse Mib ha perso lo 0,21% a 24.691 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude incerta, bene Madrid (+1,1%)
Parigi (+0,1%), Londra (-0,3%), Francoforte (-0,6%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
18:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura con andamenti diversi per le principali Borse europee. La migliore è stata Madrid (+1,14%) a 8.711 punti, seguita da Parigi (+0,15%) a 6.296 punti, Londra (-0,28%) a 7.000 punti e Francoforte (-0,59%) a 15.368 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in rialzo a 102,4 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,78%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
18:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo a 102,4 punti per il differenziale tra Btp e Bund, rispetto ai 100,9 punti della chiusura di venerdì. Poco dopo le 17.30 ha toccato un massimo di 102,5 punti, mentre era sceso intorno ai 98,9 punti poco dopo le 10.

Il rendimento del decennale italiano è allo 0,78%, rispetto allo 0,74% della chiusura di venerdì. In giornata è arrivato a un minimo dello 0,72% poco prima delle 10 e a un massimo dello 0,8% poco dopo le 15.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Superlega: Juve chiude in Borsa con un balzo del 17,8%
Vale 1,2 miliardi di euro. Al palo As Roma e Lazio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
18:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La spinta della Superlega fa volare la Juventus a Piazza Affari dove il titolo chiude con un balzo del 17,85% a 0,91 euro. Si tratta di un valore che spinge la capitalizzazione ben oltre 1 miliardo, a 1,22 miliardi di euro.

Corre a Wall Street anche il Manchester United (+9,53% a 17,7 euro a seduta ancora in corso).
Trascurate invece gli altri due club italiani quotati alla Borsa di Milano che non fanno parte dei big che hanno dato vita alla Superlega. La Roma termina in leggero rialzo (+0,17% a 0,28 euro) e lo stesso fa la Lazio (+0,18% a 1,14 euro) .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,2%), ma banche in rialzo e Juve top
In rosso le auto, tonfo di Cnh. Corsa di Fiera Milano e Ovs
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
18:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta debole per Piazza Affari (-0,2%) nell’inizio di settimana, in un contesto europeo contrastato, dove la la pandemia da Covid 19 resta protagonista, con la corsa ai vaccini in primo piano. A Milano hanno pesato una serie di titoli allo stacco cedola, tra cui Cnh (-4,5%), il giorno dopo lo stop ai colloqui con la cinese Faw per la cessione di Iveco.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vero e proprio rally d’altra parte per la Juventus (+17,8%) a 0,9 euro con la notizia della creazione di una Superlega nel calcio. Bene le banche, a partire da Bper (+3,1%), Unicredit (+1,2%) e Intesa (+0,6%), con lo spread che ha chiuso in lieve rialzo a 102,4 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,78%, mentre nel primo giorno di sottoscrizioni il Btp Futura ha raccolto 2,28 miliardi di euro con un totale di 50.300 contratti.
Nell’industria male Prysmian (-3,3%) dopo un incontro con analisti, bene Leonardo (+2,3%), pesante tra i semiconduttori Stm (-2,3%). In rosso le auto, da Stellantis (-1%) a Ferrari (-0,9%), con Exor in sofferenza (-1,4%). In ribasso Pirelli (-1%) e Tim (-0,7%). Tra i petroliferi, col greggio in rialzo (+0,4%) a 63,3 dollari al barile, perde Eni (-0,2%), mentre hanno guadagnato Tenaris e Saipem (+0,7% entrambi).
Fuori dal listino principale volano Borgosesia (+11,1%) e Ovs (+10,6%) mentre annuncia l’apertura di temporari store in località balneari e sale molto anche Fiera Milano (+9%) con le notizie delle riaperture in vista.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: Vivendi deve risarcire Biscione su Premium
Tribunale Milano: danno da 1,7 milioni, respinte altre richieste
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 aprile 2021
20:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale di Milano ha condannato Vivendi a risarcire Mediaset per il mancato acquisto di Premium da parte dei francesi. La decisione del collegio composto dal presidente Angelo Mambriani e dai giudici Daniela Marconi e Amina Simonetti del Tribunale di Milano è stata depositata e contiene un risarcimento per il Biscione di circa 1,7 milioni.
Respinte altre richieste di Mediaset e Fininvest.
Il collegio nella sua decisione sulle cause civili intentate da Mediaset contro Vivendi “ha ritenuto che l’operazione di acquisto, da parte di Vivendi, di azioni Mediaset a partire dal dicembre 2016 per un quantitativo complessivamente di poco inferiore al 30 % del capitale non sia avvenuto in violazione delle previsioni del contratto stipulato l’ 8 aprile 2016 e risoltosi il 30 settembre 2016”, cioè quello per l’acquisto di Premium da parte dei francesi che ha generato il braccio di ferro che dura ancora tra il Biscione e Vivendi. Per i giudici l’operazione non può “essere ritenuta illegittima ai sensi del Tusmar della legge Gasparri superato dalla sentenza della Corte Europea di Giustizia del 3 settembre 2020 e “l’operazione non integra le contestate condotte di concorrenza sleale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Btp Futura al debutto, la raccolta sfiora i 2,3 miliardi
Terza edizione. Nel primo giorno sottoscritti 50.300 contratti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
20:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sfiora i 2,3 miliardi di euro la raccolta nel primo giorno di collocamento del Btp Futura, il bond destinato ai risparmiatori e con un ‘premio’ legato al tasso di crescita del Pil che serve a finanziare le misure per la ripresa economica post Covid-19 e la campagna di vaccinazioni.
Al debutto di questa terza edizione gli ordini hanno raggiunto i 2,28 miliardi di euro con 50.300 contratti sottoscritti, posizionandosi poco al di sotto dei 2,5 miliardi raccolti nella prima giornata di offerta nella precedente edizione di novembre scorso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Questa nuova emissione potrebbe replicare il risultato delle due precedenti edizioni di luglio e novembre 2020 chiuse con una raccolta complessiva di 5-6 miliardi. Il titolo, che ha la durata di 16 anni con rimborso al 27 aprile 2037 e garantisce un “doppio premio fedeltà”, sarà in offerta fino alle 13 di venerdì prossimo, ma non è da escludere una chiusura anticipata a mercoledì, se il livello delle richieste dovesse essere molto elevato.
Per questa edizione del 2021, il Btp Futura è stato formulato con una scadenza molto più lunga rispetto ai dieci e otto anni delle due precedenti emissioni, per garantire tassi cedolari più attraenti e intercettare così una platea più ampia di risparmiatori tenuto conto anche della liquidità rimasta parcheggiata in quest’anno di pandemia. Quattro i tassi cedolari minimi garantiti: 0,75% dal primo al quarto anno; poi 1,20% dal quinto all’ottavo anno; 1,65% dal nono al 12esimo, e infine 2% dal 13esimo al 16esimo anno di vita, per chi avra’ mantenuto l’investimento fino a scadenza. Livelli che vanno ben oltre la ‘forchetta’ 0,35% -1% dell’emissione a otto anni dello scorso autunno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: si accelera, dossier su tavolo Draghi
Riunione interlocutoria a P. Chigi.Sindacati in piazza mercoledì
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
21:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo spinge sul pedale dell’acceleratore per cercare di trovare in fretta una soluzione per Alitalia. Il dossier è sul tavolo del presidente del consiglio Mario Draghi, che nel pomeriggio, ha incontrato a Palazzo Chigi i ministri coinvolti per fare il punto su una vertenza sempre più in bilico, con la liquidità quasi agli sgoccioli della vecchia compagnia e la nuova aviolinea da far decollare al più presto per non perdere la stagione estiva.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’incontro a Palazzo Chigi, cui hanno partecipato oltre al premier i ministri coinvolti nella partita (sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, delle infrastrutture e mobilità sostenibili Enrico Giovannini, dell’economia Danierle Franco e del Lavoro Andrea Orlando), è stato interlocutorio, ma sicuramente un segnale della volontà di imprimere una spinta per chiudere la partita al più presto. Il governo deve trovare la soluzione che garantisca la discontinuità economica chiesta a più riprese dall’Ue per poter dare il via libera alla nascita di Ita. La trattativa è difficile e Bruxelles nei giorni scorsi ha chiarito che sta attendendo ancora molte risposte dal governo su Alitalia. Diversi i nodi da sciogliere, che vanno dal perimetro aziendale, alla riduzione di asset, personale e slot. Un altro scoglio è quello del brand su cui però il governo sembrerebbe intenzionato a non cedere: “Il Governo considera il brand come un elemento importante della trattativa”, ha detto nei giorni scorsi Giovannini. Una delle ipotesi su cui si era ragionato era quella del trasferimento diretto degli asset dalla vecchia alla nuova compagnia, ma tra i possibili piani B c’è anche l’idea dell’affitto degli asset.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo apertura in calo (-1,11%)
Cambi: yen si rafforza sul dollaro, stabile sull’ euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
20 aprile 2021
02:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia le contrattazioni in ribasso, seguendo la contrazione degli indici azionari statunitensi e in attesa della decisione della banca centrale cinese sul tasso di riferimento sui prestiti. Il Nikkei registra una flessione dell’1,11% a quota 29,355.87, e una perdita di 329 punti.
Sul mercato valutario lo yen si rafforza sul dollaro a 108,10, e sull’euro a130,20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo, Wti sopra i 64 dollari al barile
Brent a 67,90 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata all’insegna del rialzo per le quotazioni del petrolio, spinte dalla debolezza del dollaro e dalle buone indicazioni sul calo delle scorte. Il greggio Wti passa di mano a 64,08 dollari al barile (63,38 ieri sera a New York) con un aumento dell’1,10%.
Il Brent guadagna l’1,27% a 67,90 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: stabile a 1.771 dollari l’oncia
Segna -0,1% sui mercati asiatici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro stabili sui mercati asiatici in avvio di settimana. Il lingotto con consegna immediata passa di mano a 1.771 dollari l’oncia con una variazione negativa dello 0,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund: apre stabile a 102 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,80%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata stabile per il differenziale tra Btp e Bund che segna 102 punti base, come ieri a fine giornata. Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,80%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve rialzo sul dollaro a 1,2049
Su Yen scende a 130,52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro ancora in lieve rialzo sul dollaro in avvio di giornata: la moneta unica europea passa di mano a 1,2049 dollari a fronte della quotazione di 1,2040 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Sullo yen l’euro scende a quota 130,52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, Covid pesa su Tokyo (-1,97%)
Future su Europa in negativo, positivi quelli su Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
08:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico sulla debolezza dei tecnologici negli Stati Uniti con gli investitori che guardano da una parte ai risultati delle trimestrali e dall’altra al Covid e alla diffusione della pandemia. Tra le singole Piazze soffre Tokyo che lascia l’1,97% con il peggioramento del quadro sanitario in Giappone.
A ridosso della parità le Piazze cinesi con Shanghai che segna un -0,08%, Shenzhen un +0,05% e Hong Hong -0,01%. Seul è invece in rialzo dello 0,68% mentre Sydney cede lo 0,68%. I future su Wall Street sono positivi mentre quelli sull’Europa sono in negativo. Tra gli eventi in agenda l’audizione di Banca d’Italia sul Def alle Commissioni bilancio Camera e Senato congiunte, l’incontro del del premier Mario Draghi con le parti sociali sul Recovery Plan e la prosecuzione del collocamento della terza emissione del Btp Futura dedicato al retail.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre piatta, +0,03%
Ftse Mib a 24.697 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 aprile 2021
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre piatta. Il primo Ftse Mib segna un +0,03% a quota 24.697 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre debole, Parigi -0,25%
Francoforte -0,05%, Londra -0,34%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono deboli.
Francoforte segna un -0,05% con il Dax a quota 15.361 punti.

Parigi cede lo 0,25% con il Cac 40 a quota 6.281 punti. Mentre Londra segna un -0,34% con il Ftse 100 a 6.976 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -0,39% con Mediaset e Juve
In calo Banco Bpm e Generali, acquisti su Mediolanum
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
09:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa d Milano si conferma debole nei primi scambi. Il Ftse Mib perde lo 0,39% a 24.600 punti.
Lo spread tra Btp e Bund è stabile 102 punti base con il rendimento del decennale italiano allo 0,79%.
A Piazza Affari tra i big si mettono in luce Mediolanum (+1,85%), Cnh (+1,92%), Banca Generali (+1,66%) mentre cedono Banco Bpm (-1,5%), Generali (-1,28%) e Recordati (-0,96%).
Fuori dal paniere principale realizzi sulla Juventus (-6%), dopo il rally della vigilia sull’annuncio della Superlega. Vendite anche su Mediaset (-3%) all’indomani della decisione del Tribunale di Milano che ha condannato Vivendi a risarcire Mediaset per il mancato acquisto di Premium da parte dei francesi In calo il Creval (-1,06) a 12,1 euro, sotto i 12,20 dell”offerta di rilancio (12,50 con extra bonus di 30 cent se l’adesione copre il 90%) del Credit Agricole Italia che nella serata di ieri ha ribadito che il corrispettivo è quello “finale e definitivo”. L’opa si chiude domani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Costruzioni: +32,8% nuove abitazioni in terzo trimestre
Istat, permessi di costruire in forte crescita, ma su anno -4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
10:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel terzo trimestre del 2020 l’Istat “registra una forte crescita congiunturale sia per il comparto residenziale sia per quello non residenziale, con il recupero della caduta registrata nel secondo trimestre, particolarmente segnato dagli effetti dell’emergenza sanitaria” ma su base annua tutti i settori sono in calo. La crescita congiunturale, nel comparto residenziale, raggiunge il 32,8% per il numero di abitazioni e +26% per la superficie utile.

Anche la superficie dei fabbricati non residenziali è in marcata crescita rispetto al trimestre precedente (+23,3%).
In termini tendenziali, nel residenziale emerge una flessione del 4% per il numero di abitazioni e del 5,1% per la superficie utile abitabile rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’edilizia non residenziale nel terzo trimestre dell’anno diminuisce del 18,7%.
Il numero abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali, al netto della stagionalità, si colloca poco al di sotto della soglia delle 13,3 mila unità, la superficie utile abitabile è pari a 1,15 milioni di metri quadrati, mentre quella non residenziale sale al di sopra dei 2,3 milioni di metri quadrati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cgil, Cisl e Uil, Primo Maggio in tre luoghi simbolo
Tre eventi distinti ma unitari a Terni,Amazon e Ospedale Catelli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
10:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cgil Cisl Uil hanno scelto di celebrare il Primo Maggio organizzando, unitariamente, tre distinti eventi sindacali che si svolgeranno presso alcuni luoghi simbolici del mondo del lavoro del nostro Paese. Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, sarà all’acciaieria AST di Terni; il segretario generale della CISL, Luigi Sbarra, sarà all’Ospedale dei Castelli in località Fontana di Papa in provincia di Roma; il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, sarà davanti alla sede Amazon di Passo Corese, in provincia di Rieti.

Le manifestazioni, sottolineano i sindacati, si svolgeranno nel pieno rispetto delle regole anti covid e con una presenza limitata di delegate e delegati. Lo slogan della giornata del Primo Maggio sarà: “L’Italia Si Cura con il lavoro”. In una fase difficile della vita del Paese, in cui c’è bisogno di ripartire nel segno dell’unità, della responsabilità e della coesione sociale, Cgil, Cisl, Uil vogliono ribadire unitariamente il valore della centralità del lavoro, per ricostruire su basi nuove il nostro Paese ed affrontare con equità e solidarietà le gravi conseguenze economiche e sociali della pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Def: Bankitalia,plausibile ripresa significativa II semestre
Ma condizionata da vaccini
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
11:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“È plausibile che nella seconda parte dell’anno si possa avviare una ripresa significativa, trainata dagli investimenti e, più gradualmente, dai consumi; le prospettive sono però fortemente condizionate dal successo delle campagne vaccinali e dall’avvio del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Assicurare la riduzione dei contagi è condizione indispensabile per sostenere l’economia”.
Lo ha detto Eugenio Gaiotti, capo del Dipartimento Economia e statistica di Bankitala, in audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in negativo, Milano è la maglia nera (-0,93%)
Spread a 103 punti base, anche future Wall Street sono in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
11:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si confermano deboli con l’indice d’area lo Stoxx 600 che perde oltre mezzo punto con vendite su finanziari e industriali. Negativi anche i future su Wall Street.
Tra le singole Piazze Londra cede lo 0,54%, Parigi lo 0,87%, Francoforte lo 0,3%. La peggiore è Milano con il Ftse Mib che cede lo 0,93% a 24.461 punti.
Tra i big male le banche con Unicredit (-2,32%), Banco Bpm (-2,08%) e Leonardo (-2,36%). Fuori dal paniere principale Mediaset perde il 4,3% e la Juve l’8,45%. Lo spread tra Btp e Bund è a 103 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,80%. Il petrolio resta in rialzo con il wti oltre 64 dollari al barile. L’euro passa di mano a 1,2074 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Def: Bankitalia, essenziali sostegni a imprese e famiglie
Ma servono interventi selettivi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
11:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In Italia, come negli altri principali paesi avanzati, con le nuove ondate di contagi e il conseguente rinnovo delle misure di distanziamento sociale resta essenziale l’azione a sostegno delle imprese e delle famiglie e per il rilancio dell’economia. È però al contempo opportuno introdurre ed estendere elementi di selettività negli interventi, per indirizzare le risorse finanziarie ove più necessario” .
Lo ha detto Eugenio Gaiotti, capo del Dipartimento Economia e statistica di Bankitala, in audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: l’Europa scivola con il covid, Milano cede l’1,3%
Spread sale a 104 punti, vendite su finanziari e beni di consumo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
12:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scivolano ancora le Borse europee mentre la pandemia continua a pesare su diversi Paesi e a far paura. L’indice d’area lo Stoxx 600 cede oltre un punto con le vendite che colpiscono diversi settori ed in particolari finanziari, informatica, beni di consumo ma anche i viaggi.
A Londra che cede lo 0,88% vendite su British American Tobacco e Imperial Brands sull’intenzione dell’amministrazione Biden di richiedere alle grandi aziende del tabacco di ridurre i livelli di nicotina in tutte le sigarette vendute negli Stati Uniti. Tra le altre Piazze, Francoforte perde lo 0,82%. Le peggiori sono Parigi (-1,28%) e Milano (-1,3%) con lo spread che sale a 104 punti base mentre il rendimento del decennale italiano resta fermo a 0,80% . Sul Ftse Mib la maglia nera è dei bancari con Unicredit che lascia il 2,92%. Male poi Leonardo (-2,94%). Fuori dal paniere principale Mediaset perde il 4,63% e la Juve il 7,5%. Il Creval è sotto i 12 euro, nel penultimo giorno dell’opa a 12,2 euro dell’Agricole.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enac, nel 2020 crollo traffico aereo, passeggeri -72,5%
Giovannini, tornare viaggiare in sicurezza è obiettivo ripresa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
12:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati 52.759.724 i passeggeri transitati negli aeroporti italiani nel 2020, tra traffico nazionale e internazionale, con un decremento rispetto al 2019 del -72,5%. Emerge dai dati di traffico 2020 pubblicati dall’Enac.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il traffico – evidenzia una nota – è stato fortemente condizionato dalla crisi innescata dal Covid che ne ha causato una forte contrazione. “Una diminuzione media del -72,5% con punte di oltre il -90% in alcuni momenti dell’anno – commenta il direttore generale Alessio Quaranta – è un fenomeno mai registrato nell’aviazione civile moderna che, al contrario, ha avuto una crescita più o meno costante nel tempo”.
In particolare, il traffico nazionale, con i suoi 25 milioni di passeggeri ha registrato una diminuzione più moderata, -61,1%, rispetto al traffico internazionale, -78,3%, con un totale di circa 27.700.000 passeggeri.
L’aeroporto di Roma Fiumicino si conferma al primo posto per numero di passeggeri, seguito da Milano Malpensa che, invece, è risultato in prima posizione per il trasporto cargo. E’ quanto emerge dai Dati di traffico 2020 pubblicati dall’Enac. La graduatoria complessiva dei collegamenti nazionali e internazionali di linea e charter vede al primo posto la compagnia Ryanair, seguita da Alitalia e da EasyJet Europe.
Alitalia, invece, si consolida come prima compagnia per il traffico nazionale.
“Tornare a viaggiare in piena sicurezza non è solo un auspicio, ma un obiettivo di ripresa verso il quale devono convergere tutte le categorie interessate”, commenta il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, spiegando che “il governo è al lavoro non solo per riportare i settori colpiti dalla crisi alla normale attività ma per individuare, attraverso l’analisi dei possibili scenari, soluzioni in grado di produrre tassi di crescita elevati e sostenibili nel lungo periodo per rendere il Paese resiliente”.   POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa si appesantisce ancora, Milano -1,7%
Spread stabile a 103 punti, future Usa si confermano negativi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
13:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non si arresta il rosso per le Borse europee appesantite dai nuovi timori legati al Covid con molti Paesi nel mondo che devono fare i conti con la recrudescenza della pandemia. Anche i future su Wall Street si confermano negativi.
Lo stoxx 600 perde oltre un punto percentuali con finanziari, beni di consumo, industriali ed energia sotto vendita. Tra le singole Piazze Londra perde l’1,12%, Parigi l’1,38%, Francoforte lo 0,8%. Milano è la peggiore: Ftse Mib- ‘1,7% a 24.625 punti. Lo spread tra Btp e Bund è a 103 punti.
Sotto pressione i bancari con Unicredit, Bper e Banco Bpm che perdono oltre 3,3%. Trai big la maglia nera è di Leonardo (-3,9%). Fuori dal paniere principale si spegne l’effetto SuperLega sulla Juve che cede il 6,3%. Mediaset registra un -4,9% all’indomani della decisione del Tribunale di Milano che ha condannato Vivendi a risarcirla per il mancato acquisto di Premium. Tra i titoli sotto la lente il Creval che continua a viaggiare a 12 euro sotto i livelli dell’opa di Agricole.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Embraco: sindacati, il curatore interrompa i licenziamenti
Incontro con Todde, lavoratori Torino e Belluno davanti al Mise
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
20 aprile 2021
14:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiediamo al curatore fallimentare di Embraco di interrompere immediatamente la procedura di licenziamenti, di inoltrare domanda di cassa integrazione al Ministero del Lavoro e di sbloccare l’utilizzo del fondo a suo tempo costituito da Embraco a beneficio dei lavoratori”. Lo affermano i rappresentanti di Fim, Fiom, Uilm e Uglm dopo l’incontro con la viceministra allo Sviluppo Economico Alessandra Todde.
Davanti al ministero hanno manifestato i lavoratori dell’ex Embraco e dell’Acc di Belluno per chiedere al governo di riassumere il progetto Italcomp e di agire con la massima urgenza per scongiurare gli imminenti licenziamenti alla Embraco di Torino e la interruzione della produzione alla ACC di Belluno per problemi di liquidità.
“Per quanto riguarda invece il Governo, speriamo che l’incontro di oggi dimostri un rinnovato interessamento da parte del Ministero dello Sviluppo economico dopo un lungo periodo di inerzia e di passaggio di consegne che ha messo gravemente a repentaglio il futuro dei lavoratori sia di Belluno sia di Torino, spiegano i sindacati.   PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Estate 2021, si andrà in spiaggia con ‘regole’ 2020
Coordinatore tavolo interregionale, anche ministro d’accordo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
20 aprile 2021
15:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quest’estate potremo tornare in spiaggia esattamente con le regole adottate nel 2020. Lo ha detto il coordinatore del tavolo interregionale sul Demanio e assessore ligure Marco Scajola al termine di una riunione con le regioni sulle linee guida per l’avvio della stagione balneare 2021.
Linee che, “secondo il ministro al Massimo Garavaglia – ha detto Scajola – sono quelle da cui ripartire”. “Lo scorso anno come Regioni avevamo lavorato per realizzare linee guida che il governo recepì e che non ha mai visto spiagge chiuse per Covid – ha detto Scajola – Noi per l’estate 2021 ripartiamo da lì”. Scajola ha sottolineato “l’unione tra Regioni che, al di là del colore politico, fanno squadra per affrontare al meglio la situazione che abbiamo di fronte, che coinvolge economia, turismo e sicurezza”, poi ha spiegato che alle 16 incontrerà le associazioni di categoria per condividere con loro queste linee guida.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 63,68 dollari
Le quotazioni salgono dello 0,47%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 aprile 2021
15:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,47% a 63,68 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,35%, Nasdaq -0,07%
S 500 perde lo 0,53%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 aprile 2021
15:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre negativa. Il Dow Jones perde lo 0,35% a 33.962,32 punti, il Nasdaq cede lo 0,07% a 13.906,96 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,53% a 4.163,26 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla pandemia al rilancio, il ruolo delle biotecnologie
Le richieste del mondo del biotech al Governo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
18:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È passato più di un anno dallo scoppiare dell’emergenza Coronavirus nel mondo. Un anno in cui le biotecnologie hanno posto sotto gli occhi di tutti il ruolo cruciale del settore.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con risposte tangibili per studiare, conoscere e poi bloccare la pandemia: dal sequenziamento del virus, alla diagnostica molecolare, ai vaccini, agli anticorpi monoclonali in sviluppo. Ma anche con proposte concrete per una ripresa e ripartenza del Paese capaci di conciliare, per la prima volta, sviluppo economico e sostenibilità.
Secondo le stime dell’Ocse, nel 2030 le biotecnologie avranno un peso enorme nell’economia mondiale: saranno, infatti, biotech l’80% dei prodotti farmaceutici, il 50% dei prodotti agricoli, il 35% dei prodotti chimici e industriali, arrivando a incidere complessivamente per il 2,7% del PIL globale. Un comparto che si dimostra dinamico: l’80% dell’industria delle biotecnologie in Italia è costituito da imprese di piccola e micro dimensione, fra il 2017 e il 2019 sono state registrate oltre 50 nuove startup innovative attive nelle biotecnologie, altre 44 solo nei primi 9 mesi del 2020.
Le richieste del mondo del biotech al Governo è al centro di  ‘Biotech, il futuro migliore: l’importanza dell’ecosistema per il rilancio del Paese’ organizzato da Federchimica Assobiotec, realtà che rappresenta 130 imprese e parchi tecnologici e scientifici operanti in Italia.
Interverranno l’economista Lorenzo Bini Smaghi (presidente Société Générale), l’On. Angela Ianaro (presidente Intergruppo parlamentare Scienza e Salute), Luigi Nicolais (Ministero Università e Ricerca – PNRR e sviluppo della Ricerca nazionale), Elena Sgaravatti (vicepresidente Federchimica Assobiotec), Anna Lisa Mandorino (segretaria generale Cittadinanzattiva), Pierluigi Paracchi (componente board Federchimica Assobiotec – Area Startup e Pmi) e Valentino Confalone (AD Gilead Sciences Italia):

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa:Europa prosegue in calo dopo Waall Street,Milano -1,6%
A Piazza Affari scivolano le banche, in rosso le squadre calcio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
16:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in netto calo dopo l’avvio in terreno negativo di Wall Street con i nuovi timori legati al Covid e molti Paesi che fanno i conti con la recrudescenza della pandemia. Nel Vecchio continente pesano le banche (-1,8%), l’energia (-1,2%), le utility e le tlc (-1,1%).

L’indice d’area stoxx 600 cede l’1,2%. In rosso Madrid (-2%), Milano (-1,6%), Parigi (-1,4%), Londra (-1,1%) e Francoforte (-0,9%).
A Piazza Affari pensano le banche con Banco Bpm (-4,2%), Unicredit (-4%), Bper (-3,9%), Intesa e Mps (-2%). In rosso anche le squadre di calcio con Juventus (-4,2%) e Roma (-0,6%).
Scivola Mediaset (-4,8%), dopo la decisione del tribunale di Milano sulla vicenda Vivendi. Male anche l’energia con Saipem (-2,5%), Eni (-1,5%). In controtendenza Amplifon (+1,1%), Diasorin (+1%) e Recordati (+0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -2,1%, pensano le banche
Unicredit sospesa con calo teorico del 4,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
16:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano in netto calo, in linea con gli altri listini europei. Il Ftse Mib cede il 2,1% a 24.182 punti, appesantito dalle banche con Unicredit sospesa e con un calo teorico del 4,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora ancora (-2,3%)
In calo le banche, male Leonardo. Spread Btp-Bund a 103 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
16:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano peggiora ancora con il Ftse Mib che cede il 2,3%. A Piazza Affari soffrono le banche con Unicredit (-4,7%), rientrata agli scambi dopo una breve sospensione.
In rosso anche Bper (-4,6%), Banco Bpm (-5%), Intesa (-2,8%) e Mps (-2,%). Andamento negativo anche per Leonardo (-4,2%), Eni (-2,2%) e Stm (-3,5%). Lo spread tra Btp e Bund tedesco si attesta a 103 punti con il rendimento del decennale italiano allo 0,78%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Santosuosso, vaglieremo piano Ita
Deve essere sostenibile, noi attenti a occupazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
16:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con la chiusura della trattativa tra governo e Ue il piano industriale di Ita “dovrà essere vagliato dai commissari ai sensi di legge”. Lo ha detto il commissario straordinario di Alitalia, Daniele Santosuosso, alle Commissioni riunite Trasporti e Attività produttive della Camera.
“Essendo nei poteri-doveri della terna commissariale quello di scegliere l’acquirente” ha spiegato, “è fondamentale il profilo della sostenibilità del piano”, “tenendo conto della sua affidabilità e dell’affidabilità del suo piano di prosecuzione dell’impresa, anche con riferimento alle garanzie di mantenimento dei livelli occupazionale, che rappresentano un patrimonio umano che la terna commissariale intende salvaguardare come bene primario, con tutti gli strumenti possibili”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Def: Corte Conti, cammino finanza pubblica molto stretto
Più spesa buona, contenere quella cattiva. Non rinviare riforme
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
16:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Occorrerà seguire un cammino di finanza pubblica molto ‘stretto'”: è quanto prescrive la Corte dei Conti nella memoria Memoria sul Def 2021, presentata oggi alle Commissioni congiunte Bilancio di Senato e Camera. “La crisi ha, infatti, evidenziato l’esigenza di aumentare strutturalmente alcune componenti della spesa sia corrente, sia in conto capitale.
Se la sfida implicita nel DEF è quella di finanziare tali incrementi attraverso una maggiore crescita, si dovrà tuttavia fare il possibile, non appena le condizioni lo consentiranno, per affiancare all’espansione della “spesa buona” anche il contenimento di quella cattiva”.
La Corte dei conti osserva poi che “certamente il Recovery Plan rappresenta un’opportunità unica per effettuare investimenti che aumentino il potenziale di crescita del Paese; ma per raggiungere tale obiettivo sarà necessario non rinviare ancora una volta la stagione di riforme da tempo sollecitate da tutti gli osservatori internazionali”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lvmh, Prada e Cartier su una sola blockchain
I 3 big del lusso uniti da tecnologia per garantire autenticità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
16:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
LVMH, il Gruppo Prada e Cartier, marchio del gruppo Richemont, fondano Aura Blockchain Consortium, un consorzio a sostegno della prima blockchain globale dedicata all’industria del lusso. Si chiama Aura Blockchain Consortium ed è “aperta a tutti i marchi del lusso a livello mondiale, per garantire ai consumatori maggiore trasparenza e tracciabilità” spiega una nota.
Bulgari, Cartier, Hublot, Louis Vuitton e Prada sono già attivi sulla piattaforma. La tecnologia offerta permette al consumatore di avere accesso diretto alla storia dei prodotti e alla loro garanzia di autenticità. I clienti possono seguire facilmente e in modo trasparente il ciclo di vita di un prodotto, dalla sua creazione alla distribuzione attraverso dati affidabili lungo tutto il processo, rafforzando così la relazione con i loro marchi di riferimento. Il sistema tecnologico, spiega una nota, è costituito da una blockchain privata multi-nodale ed è protetto dalla tecnologia ConsenSys e da Microsoft. Registrerà le informazioni in modo sicuro e non riproducibile e genererà un certificato unico per ogni proprietario.   TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa scivola ancora, Milano -2,5%
Madrid (-2,7%), Parigi (-2%), Londra (1,9%), Francoforte (-1,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
17:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee scivolano ancora, in scia con l’andamento di Wall Street e con i timori di un aumento dei contagi da coronavirus. In rosso Madrid (-2,7%), Milano (-2,5%), Parigi (-2%), Londra (1,9%) e Francoforte (-1,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce Women’s Forum G20 Italy, donne al centro della ripresa
Per individuare le priorità post covid da proporre ai leader
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
17:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una ‘She-covery for all’ per mettere il mondo femminile al centro della ripresa post pandemia. Nasce con questi obiettivi il Women’s Forum G20 Italy che si terrà il 17, 18, 19 Ottobre a Milano, in collaborazione con il Politecnico di Milano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Advisory Board Italy è composto da 25 personalità italiane del mondo delle Istituzioni, dell’industria, dell’economia, dell’università e della scienza, che dovranno individuare priorità, linee guida e obiettivi strategici per delineare una Call to Action ai Leader del G20. All’evento di Milano sono previsti 250 ospiti e uno streaming internazionale per oltre 30mila partecipanti con un programma incentrato su tematiche quali: accesso all’educazione STEM, lotta al cambiamento climatico, finanza etica, sistemi sanitari post Covid-19, diplomazia al femminile, nonché l’accesso al capitale, l’intelligenza artificiale, Tech4Good e i programmi di riconversione e riqualificazione, tenuto conto che la pandemia ha colpito in particolare l’occupazione femminile.
Al centro dei lavori della prima riunione dell’Advisory Board, le personalità da invitare e le tematiche intorno alle quali elaborare le proposte da inviare ai Leader riuniti a Roma, in vista del Summit G20 di quest’anno. L’obiettivo è di individuare un insieme di azioni molto concrete ed incisive affinché alle donne sia riconosciuto un ruolo, al pari degli uomini, per il rilancio economico e sociale.
“È una grande sfida e per questo desideriamo ringraziare le donne e gli uomini formidabili che hanno accettato di far parte dell’Advisory Board Italy, credendo in questa iniziativa e sostenendola con impegno e determinazione”, ha sottolineato per il Women’s Forum for the Economy and Society Chiara Corazza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: Abi, a marzo lieve frenata per depositi, +9,2%
Prestiti salgono del 4,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
17:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si indebolisce lievemente l’aumento dei depositi bancari. Secondo il rapporto mensile Abi sono cresciuti del 9,2%, (era +10,6% a febbraio) con un aumento in valore assoluto su base annua di circa 147 miliardi di euro, portando l’ammontare dei depositi a 1.749 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna vedere quale sarà l’evoluzione della pandemia nei prossimi mesi” sottolinea il vice dg Gianfranco Torriero – e se potrà iniziare la smobilizzazione di queste risorse, specie da parte delle imprese, cui le banche potranno attingere. C’è ancora molta cautela sulle stime”. Lieve frenata per la crescita dei prestiti bancari a marzo.
I finanziamenti a famiglie e imprese sono saliti del 4,5% contro il 5,2 del mese precedente In piccola crescita il tasso sui mutui bancari. Secondo quanto emerge dal rapporto Abi il tasso sui prestiti in euro alle famiglie per l’acquisto di abitazioni – che sintetizza l’andamento dei tassi fissi e variabili ed è influenzato anche dalla variazione della composizione fra le erogazioni in base alla tipologia di mutuo – era pari a 1,37% (1,30% nel mese precedente; 5,72% a fine 2007).
“Si tratta – spiega il vice dg Gianfranco Torriero – di variazioni molto contenute. Nei prossimi mesi si potrà capire se vi sarà un andamento in crescita dei tassi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in forte calo (-2,44%)
Ftse Mib a 24.000 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 aprile 2021
17:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in forte calo.
L’indice Ftse Mib ha perso il 2,44% appiattito sopra la soglia dei 24.000 punti (a 24.088).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Leogrande, marchio vale sui 150 milioni
E’ essenziale per l’azienda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
17:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il valore del marchio Alitalia si aggira sui 150 milioni di euro”. Lo ha detto il commissario straordinario di Alitalia, Giuseppe Leogrande, in audizione alle Commissioni riunite Trasporti e Attività produttive della Camera, auspicando che possa rimanere “operativo sul ramo aviation, conservare il valore in quanto è un bene strumentale, essenziale per l’esercizio di questa impresa”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa termina seduta in pesante ribasso
Londra la peggiore (-2%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
17:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta pesante per le Borse europee trascinate al ribasso da Wall Street sui timori per i picchi di contagi da Covid in paesi come India e Giappone. Francoforte ha segnato un calo dell’1,57%, Parigi del 2,17% e peggio ancora ha fatto Londra (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiude in rialzo a 104 punti
Rendimento del decennale italiano pari allo 0,77%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread fra Btp e Bund chiude in rialzo a 104,2 punti secondo la piattaforma di Bloomberg. Il rendimento del Btp decennale si attesta allo 0,77 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: chiude male in Borsa (-5%) dopo sentenza Vivendi
Analisti abbassano stime su potenziale incasso da accordo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
18:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata di vendite su Mediaset in Piazza Affari il giorno dopo la sentenza del Tribunale di Milano che ha condannato Vivendi a un ‘mini risarcimento’ di 1,7 milioni sul mancato acquisto di Premium, rigettando le altre richieste del Biscione che chiedeva risarcimenti per circa tre miliardi: in una seduta progressivamente pesante per le Borse europee, il titolo del gruppo televisivo italiano ha chiuso in calo 5,2% a 2,33 euro vicino ai minimi di seduta.
Forti gli scambi, pari a 3,8 milioni di pezzi passati di mano contro i 710mila della vigilia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il titolo Mediaset è così ai livelli di febbraio, dopo che aveva recuperato molto rispetto ai minimi recenti di fine ottobre, quando si trovava a quota 1,5 euro. Nessun effetto su Vivendi, che a Parigi ha concluso in ribasso dello 0,8% a 28,3 euro, con il titolo che storicamente viene influenzato sempre molto poco alle vicende italiane.
Gli analisti di Equita ora guardano all’assemblea del 23 giugno di Mediaset, con il cda che ha proposto il rinnovo della delega per il buyback fino al 20% del capitale (la società già detiene il 3,5% circa). Alla luce della prima decisione del Tribunale, che sarà appellata, Equita riduce da 392 a 115 milioni il valore atteso per la causa per danni con Vivendi, con una sentenza finale che però potrebbe arrivare tra anni.
Mediobanca vede invece “un potenziale incasso di 300 milioni da un accordo con Vivendi, ovvero un decimo dei danni” richiesti, e conferma un rating neutro, mentre Banca Akros ritiene che il mercato “difficilmente stava scontando un contributo notevole” dalla causa “dopo anni di battaglie legali”. Gli analisti della banca comunque ritengono ora “praticamente nullo” il contributo finanziario che potrebbe venire dal procedimento giudiziario, mentre prima stimavano un possibile introito tra i 100 e i 150 milioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano pesante, giù le banche guidate da Banco Bpm
Tiene Recordati. Scivola Mediaset
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
19:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha terminato una seduta pesante (indice Ftse Mib -2,44%) in linea con le altre borse europee e Wall Street sul ritorno dei timori per l’espandersi dei contagi da covid in Giappone e in India insieme agli inevitabili realizzi su listini che viaggiavano sui massimi storici.
Mentre lo spread è salito oltre i 104 punti, a soffrire sono stati in prima battuta le banche con in testa il Banco (-5,61%), Bper (-5,38%), Unicredit (-5,16%).
Male anche Leonardo (-4,66%) mentre fuori dal paniere principale Mediaset (-5,28%) fa uno scivolone all’indomani della sentenza su Vivendi.
Tra i big l’unico titolo controcorrente è Recordati (+0,13%).
Limitano poi le perdite i difensivi Italgas (-0,63%) e Snam (-0,87%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Air Italy: nuova fumata nera su Cig, sindacati all’attacco
I liquidatori confermano il no a proroga ammortizzatori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
20 aprile 2021
19:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Proroga degli ammortizzatori sociali almeno al 31 dicembre, per consentire una soluzione imprenditoriale diversa dalla chiusura”. L’hanno chiesto i sindacati ai vertici aziendali di Air Italy e ai liquidatori della società durante il confronto odierno sul licenziamento di 1.383 dipendenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ma è stata fumata nera. “Prendiamo atto dell’indisponibilità dei liquidatori ad accedere alla proroga”, riferisce il segretario regionale della Filt Cgil, Arnaldo Boeddu. “Indisponibilità ad un altro periodo di cassa integrazione”, conferma Marco Bardini, segretario regionale dell’Anpav.
La motivazioni? “Mancanza di mandato dalla proprietà, risorse per l’eventuale proroga, mancanza di un quadro normativo per accedere alla Cig”, spiega Boeddu che però ricorda: “sottosegretari e viceministri confermano che, se richiesto, un ulteriore periodo di cassa integrazione verrebbe accordato”.
“Senza un atto di responsabilità dell’azienda e della proprietà, dal 30 giugno 1.383 famiglie non avranno alcun sostegno al reddito”, rincara Bardini.
Quanto alle manifestazioni di interesse per acquisire i rami d’azienda aviation e non aviation, “dicono che nessuna si è concretizzata e che loro non ne hanno rifiutato alcuna”, riassume Boeddu.
“Dato che la liquidazione avrà tempi lunghi, chiediamo che non venga formulata istanza all’Enac di cancellazione del Certificato di operatore aeronautico – chiede Bardini – in attesa di manifestazioni di interesse per i residui asset della compagnia”. Boeddu avverte che “senza accordo in sede aziendale, chiederemo il confronto al Ministero del Lavoro”. Bardini sottolinea che “questa vertenza è la principale crisi industriale in atto in Sardegna e Lombardia, perciò il silenzio delle istituzioni locali è inaccettabile”. Ecco perché , ribadisce, “il 26 aprile manifesteremo a Cagliari, davanti a Villa Devoto, chiedendo al presidente Christian Solinas e agli assessori competenti di riceverci”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sky: Ibarra si dimette, inizia ricerca nuovo a.d.
Manager resterà fino a luglio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
20:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’amministratore delegato di Sky Italia Maximo Ibarra ha rassegnato le sue dimissioni che, internamente all’azienda, sono già state comunicate. È iniziata così la ricerca di un nuovo a.d.
che per ora, secondo quanto si apprende non è ancora stato individuato ma il manager resterà nel suo ruolo ancora fino a luglio.
Ibarra andrà a guidare il gruppo Engineering.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple: Cook apre evento, arrivano nuovi iPhone e iPad Pro
iPhone disponibile dal 30 aprile, ordini da venerdì
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
20:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tim Cook lancia l’evento Apple.
L’amministratore delegato, in maglietta e pantaloni, è all’esterno del campus di Apple a Cupertino.
Dando il benvenuto al pubblico, Cook presenta un nuovo colore per l’iPhone 12, il viola: sarà disponibile dal 30 aprile, con la possibilità di ordine da venerdì. Arriva anche l’iPad Pro con processore M1, il dispositivo più veloce del suo genere ed è 5G, oltre ad essere munito di una fotocamera migliorata. Presentati poi AirTag per trovare gli oggetti ‘smarriti’ in casa e la nuova generazione di Apple Tv 4K. Tra gli ultimi nati della galassia, Apple i nuovi iMac con un design “rivoluzionario” tutto nuovo realizzato intorno al chip M1. Il nuovo iMac è sottile e colorato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: per la Ue la soluzione non è imminente
Serve la discontinuità con la newco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 aprile 2021
20:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I contatti su Alitalia tra la Commissione Ue e il governo proseguono, ma negli ultimi giorni non si sono registrati particolari passi in avanti e l’accordo per il decollo di Ita non è imminente. Si apprende a Bruxelles da fonti vicine al dossier che evidenziano come gli scogli da superare restino sempre gli stessi – slot, asset, marchio e personale – legati alla discontinuità economica.
In queste ore non sono emersi dettagli nuovi o rilevanti per dare uno slancio ai negoziati e non si prevede una soluzione entro 48 ore, spiegano le stesse fonti. Non è per ora atteso neanche un incontro tra i ministri e la vicepresidente Ue, Vestager.
Nel confronto su Alitalia con il governo italiano, la Commissione Ue non impone diktat – spiegano le fonti – ma evidenzia che il modello della compagnia così com’è non funziona, mentre Ita deve poter stare in piedi da sola. Per questo il fattore della discontinuità è chiave. La sofferenza tra i lavoratori è comprensibile, ma se la newco si presentasse con lo stesso numero di dipendenti, si tratterebbe della stessa società, dimostrando continuità con la vecchia compagnia e il suo modello di business che non regge da tempo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo apertura in netto ribasso (-1,56%)
Crescono i contagi da coronavirus, verso nuovo stato emergenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
21 aprile 2021
02:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre la seduta in sostenuto ribasso, in scia alla correzione degli indici azionari statunitensi, mentre si concretizza la possibilità di un nuovo stato di emergenza in Giappone con il progressivo aumento dei contagi di coronavirus. Il Nikkei evidenzia un calo dell’1,56% a quota 28,646.49, lasciando sul terreno 453 punti.
Sul mercato valutario lo yen è stabile sul dollaro a 108,10, e sull’euro poco sopra a 130.

Economia tutte le notizie Tutte le news del Mondo economico sempre aggiornate! LEGGI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 20 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:25 ALLE 16:23 DI LUNEDÌ 19 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: a Tokyo apertura in calo (-0,32%)
Attesa per trimestrali societarie, timori ascesa contagi Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
19 aprile 2021
02:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la prima seduta della settimana col segno meno, con gli investitori che attendono maggiori ragguagli dalla stagione delle trimestrali, mentre aumentano le preoccupazioni per la recente ascesa dei contagi di coronavirus a livello nazionale. L’indice di riferimento Nikkei registra una flessione dello 0,32% a quota 29,587.44, e una perdita di 95 punti.
Sul mercato valutario lo yen è poco variato sul dollaro a 108,70 e sull’euro poco sopra a 130.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: poco mosso in avvio, Wti poco sopra 63 dollari
Dopo rialzi settimana precedente.Brent a 66,64 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
19 aprile 2021
08:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana riflessivo per le quotazioni del petrolio dopo la corsa delle ultime sedute sulla scia di una sequenza di buoni indicatori economici.Il greggio Wti passa di mano a 63,06 (63,17 venerdì sera a New York). Il Brent cede lo 0,1% a 66,64 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: stabile a 1.776 dollari l’oncia
Segna +0,1% sui mercati asiatici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
08:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro stabili sui mercati asiatici in avvio di settimana. Il lingotto con consegna immediata passa di mano a 1.776 dollari l’oncia con una variazione positiva dello 0,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, preoccupa Covid, Tokyo +0,01%
Variante indiana frena Mumbai, balzo esportazioni giapponesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse in ordine sparso in Asia e Pacifico, frenate dalle crescenti preoccupazioni per i nuovi contagi da Covid 19, saliti nel mondo oltre i 5,2 milioni di unità la scorsa settimana e con lo spettro della variante indiana. Una spia rossa che ha azzerato il balzo segnato dalle esportazioni giapponesi in marzo (+16,1%) ben al di sopra delle aspettative (+11,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha ridotto il calo all’1,3% invece la produzione industriale in febbraio.
Poco mosse Tokyo (+0,01%) Seul (+0,11%) e Sidney (+0,03%).
Più vivaci Shanghai (+1,27%) e Taiwan (+0,61%). Ancora aperte Hong Kong (+0,57%) e Mumbai (-2,4%), sconvolta dalla nuova variante indiana del virus e dal dato sulle infezioni giornaliere, che hanno sfiorato quota 274mila unità.
Positivi i futures sull’Europa, negativi a Wall Street in una giornata contrassegnata da aste di titoli di Stato in Francia e negli Usa. Dalla Germania è atteso il rendiconto mensile della Bundesbank e dall’Ue il dato sulla produzione edile in febbraio.
In calo il greggio e i principali metalli ad eccezione del ferro (+1,62%), in recupero lo yen a 108,51 dollari, mentre resta al palo l’euro a 1,197 dollari e risale la sterlina a 1,386 dollari. Contrastati a Tokyo gli automobilistici Honda (+0,72%) e Toyota (-0,09%), in luce i tecnologici Sumco (+5,66%), Tokyo Electron (+1,89%) e Advantest (+1,04%). Segno meno per i finanziari Nomura (-1,25%), Credit Saison (-1,39%) e Mizhuo (-0,9%).   MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Spread Btp Bund: avvio di settimana stabile a 100 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,73%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana stabile per lo spread tra Btp e Bund che segna 100 punti, allo stesso livello di venerdì scorso in chiusura di giornata . Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,73%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre stabile sul dollaro a 1,1973
Su Yen a 129,91
get name
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro poco mosso in avvio di settimana. La moneta unica europea passa di mano a 1,1973 dollari a fronte della quotazione di 1,1984 di venerdì sera dopo la chiusura di Wall street.
Sullo yen l’euro è a quota 129,91 in rialzo dello 0,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in lieve calo, -0,03%
Indice Ftse Mib a quota 24.734 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 aprile 2021
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede lo 0,03% a 24.734 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre contrastata, Parigi +0,12%, Londra -0,21%
Positiva Francoforte (+0,24%), in lieve calo Madrid (-0,03%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta contrastato per le principali borse europee,. Parigi guadagna lo 0,12% a 6.294 punti e Londra cede lo 0,21% 7.004 punti.
A due velocità anche Francoforte (+0,24% a 15.496 punti) e Madrid (-0,03% a 8.611 punti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in parità (+0,05%), giù Cnh, rally Juventus
Bene Stellantis, spread a 100 punti, cedono Banco e Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
09:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si mantiene in equilibrio dopo un avvio in calo frazionale. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,05% a 24.755 punti frenato da Stellantis (-4,57% a 12,72 euro) nella prima seduta di borsa dopo la rottura con le trattative con i cinesi di Faw per la cessione di Iveco.
In controtendenza Stellantis (+1,33%) sull’onda lunga dei dati sulle vendite di auto in Europa. Acquisti su Diasorin (+1,21%), terna (+1,07%) e Atlantia (+0,88%). Lo spread a 100,3 punti non agevola i bancari Banco Bpm (-1,47%), Unicredit (-0,55%) e Intesa (-0,37%), tiene invece Bper (+0,34%). Sprint di Juventus (+5,76%), debole la Roma (-1,4%) e cauta la Lazio (+0,7%) dopo l’annuncio della nascita della Superlega.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta, futures Usa contrastati, Milano -0,2%
Stacco cedole in Piazza Affari, spread scende sotto quota 100
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
10:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si muovono con cautela le principali borse europee dopo un avvio contrastato, frenate dai timori di una nuova ondata di pandemia dopo il crescere dei contagi in India con la nuova variante del virus. Milano (Ftse Mib -0,22%) è la peggiore, frenata anche dallo stacco di alcune cedole.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La precedono Londra (+0,05%), Francoforte (+0,08%), Madrid (+0,15%) e Parigi (+0,2%). Contrastati i futures americani in attesa del rapporto mensile della Bundesbank e con il greggio in lieve calo (Wti -0,22% a 62,99 dollari al barile), mentre gira al rialzo l’oro (+0,45% a 1.786,36 dollari l’oncia), che sale insieme al ferro (+1% a 1.062 dollari la tonnellata) a differenza degli altri metalli. In calo lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 99,1 punti, sotto la soglia dei 100 segnata in apertura.
Staccano la cedola a Milano Banco Bpm (-1,26%), Unicredit (-0,38%), Cnh (-4,72%), frenata dalla rottura della trattativa con Faw su Iveco, e Stellantis (+0,82%). Deboli i petroliferi Repsol (-1,14%), Eni (-0,6%), Shell (-0,66%), Bp (-0,53%) e Total (-0,46%). In campo bancario cedono CaixaBank (-0,59%), Barclays (-0,56%) e Credit Agricole (-0,61%). Deboli Volkswagen (-0,96%) e la holding Porsche (-0,77%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pa:Deloitte, in Italia efficienza inferiore a media Paesi Ue
Analisi su rapporto con imprese, criticità accentuate al Sud
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In Italia si riscontrano livelli di efficienza della Pubblica Amministrazione inferiori al livello medio dei Paesi dell’Unione Europea, con criticità molto accentuate al Sud. E’ quanto emerge da una analisi di Deloitte sulla semplificazione amministrativa e le iniziative per migliorare il rapporto tra Pa e imprese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nelle regioni del Mezzogiorno, secondo quanto emerge dalla ricerca, il peso della burocrazia sottrae fino a 100 giorni all’anno al lavoro in azienda e le inefficienze generate dalla Pubblica amministrazione frenano l’avvio di nuove attività di impresa. Inoltre, gli imprenditori del Mezzogiorno fornitori di beni e servizi alla pubblica amministrazione devono rapportarsi con attese più lunghe per i pagamenti dalla Pa: in media aspettano 17 giorni in più rispetto al centro Nord. All’opposto, le regioni in cui la Pa funziona meglio sono Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, che hanno portato avanti iniziative di semplificazione.
L’amministrazione pubblica italiana, secondo l’analisi di Deloitte, è poco efficiente perché troppo frammentata: la Pa conta in totale circa 10.500 istituzioni. La Pa annovera tra i propri collaboratori solo il 2,2% di giovani contro il 30% di quella tedesca e il circa 21% della francese: una caratteristica che comporta una fisiologica mancanza di profili con competenze aggiornate. Non esiste una vera mappatura delle competenze digitali del personale dell’apparato pubblico italiano.
“Riformare la burocrazia è una priorità assoluta per l’Italia ed è anche una condizione imprescindibile perché le risorse del Next Generation Eu diano i frutti sperati nei prossimi anni”, afferma Fabio Pompei, ceo di Deloitte Italia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alta formazione e ricerca, partnership università di Pavia-Intesa Sanpaolo
Accordo con Intesa Sanpaolo e Fondazione Banca Monte Lombardia per 11 nuove borse triennali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
14:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Università di Pavia ha siglato una convenzione quadro con Fondazione Banca del Monte di Lombardia e Intesa Sanpaolo per sostenere il processo di innovazione nell’offerta formativa dell’ateneo e la valorizzazione economica, sociale e culturale del territorio pavese. L’Università di Pavia ha promosso un progetto di potenziamento del dottorato di ricerca, trovando in Intesa Sanpaolo e in Fondazione Banca del Monte di Lombardia due partner attenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un accordo realizzato con la regia di Paolo Grandi, Chief Governance Officer di Intesa Sanpaolo, che per la banca ne ha seguito tutte le fasi. La nuova partnership inizia con il prossimo anno accademico e prevede 11 borse triennali all’anno per 5 cicli consecutivi. I temi sono quelli strategici per la società nella prospettiva di una crescita equa e sostenibile: dalle fonti di energia rinnovabili allo studio della neuro-robotica, dalle minacce virali al trattamento automatico del linguaggio. La convenzione prevede anche l’attivazione di un “Centro studi sul Diritto delle grandi imprese azionarie” intitolato al Prof. Guido Rossi, già allievo e docente dell’Ateneo, e di un Corso di perfezionamento specialistico in materia di “Grandi imprese azionarie, sostenibilità e compliance” presso il Collegio Ghislieri. Il progetto sarà organizzato dal Centro con il Dipartimento di Giurisprudenza e sarà sostenuto in via esclusiva da Intesa Sanpaolo. La nuova convenzione tra l’Università di Pavia, Fondazione Banca del Monte di Lombardia e Intesa Sanpaolo è stata presentata nel corso di un incontro online trasmesso in diretta streaming.
Alla presentazione sono intervenuti Mario Cera, ordinario dell’Università degli studi di Pavia; Gian Maria Gros-Pietro, presidente Intesa Sanpaolo; Aldo Poli presidente Fondazione Banca del Monte di Lombardia; Ferruccio Resta, presidente conferenza dei Rettori delle Università Italiane e rettore Politecnico di Milano; Francesco Svelto, rettore Università degli Studi di Pavia e Daniela Viglione, direttore scientifico Italiadecide.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’iniziativa contribuirà a consolidare il “prestigio e la qualità dell’Università di Pavia, con riflessi positivi sull’economia del territorio”, è emerso nel corso dell’incontro. Il ruolo che le università sono “chiamate a svolgere per sviluppare conoscenza e valorizzare i risultati della ricerca, determinando così un impatto sulla società in termini di nuova occupazione e benessere, è destinato ad assumere anche nel quadro del Next Generation Eu un’importanza sempre più significativa”, è stato evidenziato.
Gros-Pietro, convezione è strumento sviluppo – “La convenzione con l’Università di Pavia, una delle più antiche al mondo e tra le più prestigiose, e la Fondazione Banca del Monte, oggi azionista Intesa Sanpaolo, costituisce un potente strumento di sviluppo delle capacità di ricerca dell’Ateneo e della sua possibilità di attrarre talenti”. Lo ha detto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, nel corso della presentazione della convenzione sottoscritta con Fonda Banca del Monte di Lombardia e l’Università di Pavia. “Undici borse di dottorato triennali per cinque cicli consecutivi – ha aggiunto – rappresentano un fattore di stabilità importante per la programmazione delle attività di ricerca e di studio. Il nostro intervento si inserisce in un programma che vede oltre 60 atenei italiani e alcuni stranieri collaborare con la Banca attraverso borse di studio e progetti di ricerca, impegno potenziato nell’ultimo anno di emergenza sanitaria. Sosteniamo il sistema universitario per favorire il progresso del sapere e per la formazione della futura leadership, due elementi che consideriamo centrali per lo sviluppo del Paese. Ne beneficia anche il Gruppo che, grazie a questo scambio vivace e continuo con gli atenei, trae conoscenza specialistica e risorse competenti: l’83% delle persone che assumiamo infatti è laureata, un dato importante rispetto ai 3.500 giovani che entreranno in Intesa Sanpaolo da qui al 2024”. “L’Italia ha bisogno di potenziare il suo investimento in formazione. E la formazione è utile non solo al sistema economico ma anche alle singole persone”. Lo ha detto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, nel corso della presentazione della convenzione sottoscritta con Fonda Banca del Monte di Lombardia e l’Università di Pavia. “Un adulto laureato – ha aggiunto – guadagna il 55% in più rispetto ad una persona senza titolo e il 25% rispetto ad un diplomato delle medie superiori. L’accordo che presentiamo vuole lasciare un segno. Intesa Sanpaolo abitualmente collabora con le università. Più di sessanta in Italia e alcune all’estero, compreso Oxford. Ma in Italia siamo soci di due competence center a Padova e Bologna che coinvolgono altre 13 università e due istituti di ricerca”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gros-Pietro: ‘Unici con azionisti con obiettivi sociale. Con Ubi siamo leader consolidamento in Ue’ – “Come Intesa Sanpaolo riteniamo che dare alle imprese degli obiettivi in Esg è essenziale per la continuazione dello sviluppo dell’umanità”. Lo ha detto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, nel corso della presentazione della convenzione sottoscritta con Fonda Banca del Monte di Lombardia e l’Università di Pavia. “Noi – ha aggiunto – ci siamo dati questi obiettivi inserendoli nel piano d’impresa. Per noi gli obiettivi ambientali e sociali sono elencati e oggetto di comunicazione dei risultati. Andremo avanti su questa strada e contiamo molto sui nostri azionisti che hanno nel loro statuto l’obiettivo di operare a favore del territorio”. “Noi siamo la terza banca per capitalizzazione dell’Eurozona. Ma siamo l’unica che ha degli azionisti che hanno nei loro statuti il perseguimento di obiettivi di naturale sociale”, ha detto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros- Pietro. “E questi particolari azionisti – ha aggiunto – ci fanno essere una banca diversa dalle altre ai vertici dell’Eurozona”. “Il rafforzamento che Intesa Sanpaolo ha avuto con l’aggregazione di Ubi Banca è stato fondamentale. E questo – ha sottolineato – sia perchè abbiamo portato al nostro interno altri azionisti stabili e sia perchè dentro Ubi abbiamo trovato competenze e aggiornamenti personali che sono coerenti con quello che a noi piace. Con l’operazione di Ubi siamo diventati, anche nella considerazione della Bce, uno dei potenziali leader del continuo consolidamento che si avrà in Europa anche negli anni futuri. Noi portiamo al servizio del territorio, e quindi degli operatori economici, la potenza della banca. Siamo presenti in 26 Paesi del mondo e 100 mila persone lavorano per noi. Quindi le imprese troveranno il nostro appoggio per svolgere la loro attività”.
Svelto, incrementate borse di dottorato – “La nuova convenzione dell’Università di Pavia con Intesa Sanpaolo e Fondazione Banca del Monte di Lombardia permetterà di coinvolgere giovani studiosi nell’ambito delle attività di ricerca attraverso un significativo incremento di borse di dottorato”. Lo ha detto il rettore dell’Università di Pavia, Francesco Svelto, nel corso della presentazione della convenzione siglata con Intesa Sanpaolo e la Fondazione Banca del Monte di Lombardia. “In particolare, proporremo temi legati alla sostenibilità – ha aggiunto – e alle nuove sfide della società. È mia ferma convinzione che una università impegnata nella ricerca è una università che coinvolge i giovani”.
Cera, rapporto con banca è virtuoso – “Il rapporto tra l’Università e le banche nelle loro successive evoluzioni è un esempio virtuoso”. Lo ha detto Mario Cera, ordinario dell’Università degli studi di Pavia, nel corso della presentazione dell’accordo con Intesa Sanpaolo e Fondazione Banca del Monte di Lombardia. “La storia bancaria del novecento – ha aggiunto – è contrassegnata da esempi virtuosi per la società italiana. Dopo l’operazione di Intesa con Ubi permane un rapporto intimo tra la banca e l’Università. Anzi questo rapporto ora viene ora rivalutato e valorizzato dopo una certa stasi degli ultimi anni dove l’attenzione della vecchia Ubi su Pavia era calata. L’Università è motore economico di Pavia e di tutta la provincia. La qualità degli interventi di una banca su un certo territorio costituisce il valore aggiunto rispetto al mero sussidio. Una Università come quella di Pavia ha bisogno di connotarsi per la qualità e la ricerca”.
Resta, ripartire da formazione e ricerca – “Abbiamo vissuto un anno difficile durante il quale la formazione e la ricerca sono state portate al centro dell’attenzione”. Lo ha detto Ferruccio Resta, presidente della conferenza dei Rettori delle Università Italiane e Rettore del Politecnico di Milano, nel corso della presentazione dell’accordo tra l’Università di Pavia, Intesa Sanpaolo e la Fondazione Banca del Monte di Lombardia. “Ora dobbiamo ripartire – ha aggiunto – dall’alta formazione, dalle competenze, e naturalmente dalla ricerca scientifica. Vedo una formazione nuova, digitale, moderna ma anche ricca di esperienza. Deve essere una alta formazione puntando sul dottorato di ricerca. In Germania hanno da 6-7 volte il numero di dottorato di una Università italiana e questo ci insegna che si deve puntare sul dottorato come strumento per fare innovazione. L’insegnamento che ci portiamo a casa dopo questa anno è che la formazione è una responsabilità di tutti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Viglione, accordo contiene grande progetto – “Il posizionamento delle università italiane nelle varie classifiche sta rapidamente migliorando con risultati molto lusinghieri per tutto il sistema”. Lo ha detto Daniela Viglione, direttore scientifico Italiadecide, nel corso della presentazione dell’accordo tra Università di Pavia, Intesa Sanpaolo e Fondazione Banca del Monte di Lombardia. “L’Italia ha un numero di Università – ha aggiunto – che è confrontabile con quello della Germania della Cina e della Francia. In secondo luogo quasi la metà dei nostri atenei è presente nel gruppo delle migliori mille università del mondo. Il risultato si fa anche più positivo se normalizziamo il dato per abitanti per ciascun Paese. E in questo caso l’Italia supera la Germania, gli Stati Uniti e la Francia. L’accordo che viene presentato oggi tra L’Università di Pavia, Intesa Sanpaolo e la Fondazione Banca del Monte di Lombardia presenta una grande proposta ed una grande progetto. I contenuti di questo accordo sono i migliori mattoni per accrescere la reputazione delle università”.
Poli, accordo è attenzione per territorio  – “Questo eccellente progetto conferma ciò di cui eravamo convinti, ovvero che l’acquisto di Ubi Banca da parte di Intesa Sanpaolo rinnova l’attenzione al territorio che era stata garantita”. Lo ha detto il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Aldo Poli, nel corso della presentazione della convezione siglata con Intesa Sanpaolo e l’Università di Pavia. “Nei passaggi – ha aggiunto – che si sono verificati, dalla Banca del Monte di Lombardia attraverso i vari istituti di credito che si succeduti, non è cambiata la posizione centrale dei territori, in particolare pavese e milanese. L’iniziativa presentata oggi costituisce un importante tassello nel percorso di sviluppo economico e sociale del territorio a cui da sempre la fondazione dedica il proprio impegno”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano fiacca con stacco cedole, giù Cnh, rally Juventus
Al via Btp Futura, spread sotto i 100 punti, bene Stellantis
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
9 aprile 2021
10:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari appare fiacca dopo quasi due ore di scambi in una giornata di stacco cedole, che influisce per uno 0,15% sull’indice Ftse Mib, che cede a sua volta lo 0,09%. Frena Cnh (4,72%) tra i titoli che staccano la cedola, nella prima seduta di borsa dopo la rottura con le trattative con i cinesi di Faw per la cessione di Iveco.
Tiene Stellantis (+0,11%), che stacca anch’essa la cedola insieme a Banco Bpm (-1,26%) e Unicredit (-0,28%). Scende sotto quota 100 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi (99,7 punti) nel primo giorno di emissione del Btp Futura, che paga un premio extra oltre alle cedole legato all’andamento del Pil italiano. Sugli scudi Juventus (+8,6%), debole la Roma (-1,4%), bene la Lazio (+0,7%) dopo l’annuncio della nascita della Superlega. Acquisti su Leonardo (+1,7%), Moncler (+1,67%), Atlantia (+1,65%) e Diasorin (+1,37%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Def: sindacati, ricadute occupazionali sono modeste
Servono un piano straordinario e riforma ammortizzatori sociali


ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
11:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ricadute occupazionali “modeste”, con “una ripresa occupazionale collocata nel 2024”: per questo serve un “piano straordinario per la pena occupazione in sinergia con la riforma degli ammortizzatori sociali, provando a dare una risposta ai lavoratori più colpiti, giovani e donne”.
E’ una delle criticità evidenziata da Cgil e Cisl nel corso dell’audizione sul Def che, anche secondo la Uil, è “timido” e non ha un chiaro collegamento con il Recovery Plan.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Servirebbe un intervento sul versante della qualità del lavoro perché una ripresa fondata sulla precarietà in questa fase non è accettabile” ha detto il vicesegretario generale Cgil Gianna Fracassi aggiungendo anche che “abbiamo chiesto una riforma fiscale complessiva, unitariamente con Cisl e Uil” in modo da “affrontare i temi delle diseguaglianze fiscali”. Ignazio Ganda della Cisl chiede di prorogare il blocco dei licenziamenti “almeno fino al 31 ottobre” per poi mettere in campo “un piano straordinario per le politiche attive che faccia perno su fondo nuove competenze e assegno ricollocazione”. I sindacati riscontrano nel Def anche “l’assenza totale del sistema previdenziale” mentre – puntualizza il segretario confederale Uil Domenico Proietti – c’è la necessità di introdurre una “flessibilità più diffusa dopo la scadenza di Quota 100”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia:a febbraio acquisto esteri 7,5mld titoli Stato
Surplus conto corrente di 59,2 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
12:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A febbraio 2021 gli investitori esteri hanno acquistato titoli pubblici italiani per 7,5 miliardi di euro. E’ quanto emerge dalla bilancia dei pagamenti stilata dalla Banca d’Italia secondo cui gli investitori esteri hanno effettuato investimenti diretti in Italia per 2,8 miliardi e acquisti di titoli di portafoglio italiani per 8,8 miliardi, concentrati nel comparto dei titoli pubblici (7,5 miliardi, in prevalenza BTP).
Negli “altri investimenti” sono stati registrati afflussi legati alla terza tranche di prestiti SURE al settore pubblico italiano.
Nei dodici mesi terminanti a febbraio 2021 il surplus di conto corrente è stato pari a 59,2 miliardi di euro (il 3,6 per cento del PIL), da 59,4 miliardi nel corrispondente periodo del 2020. Le attività nette sull’estero sono cresciute di 9,6 miliardi. I residenti hanno effettuato investimenti in titoli di portafoglio esteri per 16,0 miliardi (sia quote di fondi comuni sia titoli di debito a medio-lungo termine) e investimenti diretti per 1,2 miliardi; hanno invece ridotto le proprie attività in prestiti, depositi e altri investimenti (per 7,7 miliardi).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Università Pavia potenzia ricerca, 11 nuove borse triennali
Accordo con Intesa Sanpaolo e Fondazione Banca Monte Lombardia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
13:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Università di Pavia ha siglato una convenzione quadro con Fondazione Banca del Monte di Lombardia e Intesa Sanpaolo per sostenere il processo di innovazione nell’offerta formativa dell’ateneo e la valorizzazione economica, sociale e culturale del territorio pavese.
Sono previste 11 borse triennali all’anno per 5 cicli consecutivi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I temi sono quelli più strategici nella prospettiva di una crescita equa e sostenibile. La convenzione prevede anche l’attivazione di un “Centro studi sul Diritto delle grandi imprese azionarie” intitolato a Guido Rossi e di un Corso di perfezionamento specialistico in materia di “Grandi imprese azionarie, sostenibilità e compliance” presso il Collegio Ghislieri. Il progetto sarà organizzato dal Centro in collaborazione col Dipartimento di Giurisprudenza e sarà sostenuto in via esclusiva da Intesa Sanpaolo.
La nuova “convenzione permetterà di coinvolgere giovani studiosi nell’ambito delle attività di ricerca attraverso un significativo incremento di borse di dottorato”, afferma il rettore dell’Università di Pavia, Francesco Svelto.
Si tratta di un “un potente strumento di sviluppo delle capacità di ricerca dell’Ateneo e della sua possibilità di attrarre talenti”, evidenzia Gian Maria Gros-Pietro, presidente di Intesa Sanpaolo.
L’iniziativa presentata costituisce un “importante tassello nel percorso di sviluppo economico e sociale del territorio a cui da sempre la fondazione dedica il proprio impegno”, sostiene Aldo Poli, presidente della Fondazione Banca del Monte di Lombardia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta, futures Usa negativi, Milano -0,2%
Spread a 100 punti, al via Btp Futura, Superlega spinge la Juve
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
13:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si confermano poco mosse le principali borse europee con i futures Usa negativi e il persistere dell’allarme Covid dopo il crescere dei contagi in India e la nuova variante del virus, che hanno frenato la borsa di Mumbai (-1,81%). Milano (Ftse Mib -0,22%) è ancora ultima dietro a Francoforte (-0,13%), Londra (+0,12%), Parigi (+0,27%) e Madrid (+0,44%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In lieve calo il petrolio (Wti -0,11% a 63 dollari al barile), negativi i metalli ad eccezione dell’oro (+0,5% a 1.787,24 dollari l’oncia) e del ferro (+1% a 1.062 dollari la tonnellata). Stabile a 100 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi nel primo giorno di collocamento del nuovo Btp Futura.
Staccano la cedola a Milano, per un peso dello 0,15% sull’indice generale, Banco Bpm (-1,35%), Unicredit (-0,36%), Cnh (-5,21%), frenata dalla rottura della trattativa con Faw su Iveco, e Stellantis (-0,2%). Deboli i petroliferi Repsol (-1,55%), Eni (-0,54%), Bp (-0,38%) e Shell (-0,34%). Cauta Total (+0,0%). In ordine sparso le banche, con rialzi per Santander (+0,78%), Bbva (+0,74%), Lloyds (+0,39%), Ing (-1,44%), Credit Agricole (-0,58%) e Intesa (+0,04%). Segno meno per la holding Porsche (-2,41%) e Volkswagen (-1,7%), deboli i produttori di semiconduttori Nordic (-1,6%), Infineon (-1,32%) ed Stm (-0,5%) in Piazza Affari dove corre la Juventus (+13,32%), che partecipa alla Superlega insieme a Milan e Inter.
Bene anche Fiera Milano (+8,53%) con la prospettiva delle riaperture.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano invariata, giù Cnh, rally Juve e Fiera Milano
Al via Btp Futura, spread risale a 101 punti, bene Stellantis
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
14:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari è invariata a metà della prima seduta della settimana, contrassegnata dallo stacco cedole di alcuni titoli rilevanti, che influisce per uno 0,15% sull’indice di riferimento. In rialzo lo spread tra Btp e Bund a 101 euro nel primo giorno di collocamento del Btp Futura, che in 4 ore ha già raccolto 1,5 miliardi di euro in sottoscrizioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Frena Cnh (4,76%) tra i titoli che staccano la cedola, nella prima seduta di borsa dopo la rottura con le trattative con i cinesi di Faw per la cessione di Iveco. Sugli scudi la Juventus (+14,68%), tra i fondatori della nuova Superlega di calcio insieme a Milan e Inter. La affianca Fiera Milano (+10,2%), congelata anche per eccesso di scostamento, che riprenderà le attività espositive in settembre con il Salone del Mobile. Poco mossa Stellantis (+0,08%), che stacca la cedola insieme a Banco Bpm (-0,17%) e Unicredit (+0,81%). In ambito calcistico contrastate la Roma (-0,7%) e la Lazio (+2,63%), entrambe fuori dal progetto Superlega. Acquisti su Leonardo (+3,92%), inserita tra i titoli favoriti di Citigroup insieme ai rivali europei.
Bene Bper (+2,8%), tra i protagonisti della prossima stagione di aggregazioni tra banche. Seguono Atlantia (+2%), Mediolanum (+1,76%) Unipol (+1,7%) e Interpump (+1,4%). Segno meno per Prysmian (-2,94%), reduce da un recente incontro con gli analisti internazionali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: in lieve rialzo a 102 punti
Il rendimento del decennale allo 0,79%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
15:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il differenziale tra il Btp e il Bund tedesco è in lieve rialzo a 102 punti base rispetto alla chiusura a 100,9 punti della chiusura di venerdì. In apertura di seduta ha toccato i 102,1 punti, mentre era sceso intorno ai 98,9 punti poco dopo le 10.

Il rendimento del decennale italiano è allo 0,79%, rispetto allo 0,74% della chiusura di venerdì. In giornata è arrivata a un minimo dello 0,72% poco prima delle 10.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa a più velocità, bene banche e farmaceutici
In rosso le auto, i petroliferi e i semiconduttori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
15:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono a più velocità le principali Borse europee, mentre sono negativi i future Usa, in un contesto in cui il Covid 19 è ancora protagonista, con l’esplosione dei contagi in India e la corsa ai vaccini in tutti i Paesi. In Europa la migliore è Madrid (+1%), seguita da Parigi (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In debole rosso Francoforte (-0,1%) e piatta Londra (-0,04%). In lieve rialzo Milano (+0,2%), con lo spread in lieve rialzo a 102 punti.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,1%, sostenuto da finanza e salute e tirato verso il basso da informatica e beni di prima necessità. Bene la maggioranza delle banche, a cominciare da Abn Amro (+3%), Banco Bilbao (+2,9%) e Banco Santander (+2,8%), con eccezioni come Danske Bank (-1,5%) e Swedbank (-1%). Guadagnano tanti farmaceutici, soprattutto Ipsen (+2,3%) e Bayer (+2%), con rare eccezioni come Glaxo e Merck (-0,6%).
In rosso quasi tutti i petroliferi, a iniziare da Polski Koncern (-0,9%) e Repsol (-0,8%), mentre sono in controtendenza altri, come Neste Oyj (+1,5%), con il greggio in lieve rialzo (wti +0,1%) a 63,2 dollari al barile. Male le auto, in particolare Stellantis (-1,8%), Porsche (-1,5%) e Daimler (-1,1%). Rosso compatto per i semiconduttori, cominciando da Nordic Semiconductor (-1,5%) e Asm (-1,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre negativa, Dj -0,18%, Nasdaq -0,52%
S 500 perde lo 0,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
19 aprile 2021
15:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre negativa. Il Dow Jones perde lo 0,18% a 34.139,75 punti, il Nasdaq cede lo 0,52% a 13.980,29 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,19% a 4.177,61 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confesercenti: in 3 mesi -1,5% consumi, calo 6,6 miliardi dall’estate
Elemento di maggior fragilità, non c’è attenzione in Def e Recovery
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
14:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“I consumi si confermano come l’elemento di maggior fragilità dello scenario di previsione e ad essi il DEF non dedica specifica attenzione”. Così Mauro Bussoni, segretario generale Confesercenti, in audizione sul Def, sottolineando che l’associazione “stima che la spesa delle famiglie possa essersi ridotta nei primi tre mesi del 2021 dell’1,5%, cumulando un arretramento di 6,6 miliardi dalla scorsa estate (-2,7%)”.
La spesa delle famiglie, aggiunge, “non è, purtroppo, considerato elemento propulsivo della ripresa post- pandemica, ruolo affidato invece agi investimenti, anche per il traino atteso dall’attuazione del PNRR”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Btp Futura: 35mila contratti e 1,5 miliardi raccolti in 4 ore
Primo giorno di sottoscrizioni per il titolo legato al Pil
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
13:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
S
Il Btp Futura ha realizzato 35 mila contratti per un totale di 1,5 miliardi di euro raccolti in 4 ore di sottoscrizioni. Sono i dati del primo giorno di collocamento del titolo che oltre alla cedola crescente riconosce un premio legato all’andamento del Pil.
Le operazioni si chiuderanno venerdì prossimo 23 aprile alle 13, con regolazione dei contratti il 27 aprile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria, senza liquidità a rischio anche le imprese solide
Bene Def, mantenere misure compensative fino all’uscita da crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
11:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il crollo del cash flow dell’ultimo anno “crea un problema di liquidità che può diventare di solvibilità senza misure adeguate” e “mette a rischio la sopravvivenza anche di quelle imprese che prima dell’epidemia avevano bilanci e prospettive solide”. Lo osserva il Centro studi di Confindustria in audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato, sottolineando che da un lato “è importante mantenere le misure” che hanno compensato la carenza del cash flow “fino all’uscita dalla crisi come indica il Def”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Anac, facilitare le gare di appalto per le imprese in crisi
Busia: “Abbiamo voluto spronare le stazioni appaltanti ad utilizzare tutta la flessibilità consentita dal Codice dei contratti pubblici”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
11:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fare in modo che le imprese che hanno risentito dell’emergenza Covid, con calo di fatturato e commesse, non siano penalizzate nelle gare pubbliche. Per questo l’Anac fornisce una serie di suggerimenti per la predisposizione dei bandi, a normativa invariata, per facilitare la massima partecipazione. “Abbiamo voluto spronare le stazioni appaltanti ad utilizzare tutta la flessibilità consentita dal Codice dei contratti pubblici”, afferma il presidente Giuseppe Busia, illustrando le nuove indicazioni
“La crisi ha ridotto il fatturato delle imprese, e gli affidamenti pubblici non devono rappresentare un ostacolo, ma uno strumento per consentire loro di rialzarsi”, aggiunge Busia, sottolineando che “molto si può fare anche senza riforme normative e l’Anac intende usare tutte le leve a sua disposizione in questa direzione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I suggerimenti dell’Autorità Nazionale Anticorruzione per la predisposizione dei bandi di gara riguardano i requisiti di capacità economica finanziaria e di capacità tecnica. A causa dell’emergenza sanitaria in corso – sottolinea una nota dell’Autorità Nazionale Anticorruzione – alcuni settori produttivi hanno avuto un calo significativo di fatturato a fronte della mancata erogazione dei servizi. Questo può avere un impatto potenzialmente limitativo della partecipazione alle gare future in quanto il fatturato minimo annuo è uno degli elementi che le stazioni appaltanti possono richiedere ai fini della dimostrazione dei requisiti di capacità economica e finanziaria.
L’Anac pertanto suggerisce alle stazioni appaltanti, come previsto dal Codice, di valutare attentamente la necessità di richiedere la dimostrazione di tali requisiti tramite il possesso di un fatturato minimo annuo per il triennio precedente la gara che comprende gli anni 2020 e 2021. Qualora le stazioni appaltanti ritengano necessario richiedere la dimostrazione del fatturato minimo annuo, sarebbe opportuno che il valore del fatturato richiesto fosse inferiore a quello massimo consentito dalla norma, ossia al doppio dell’importo a base d’asta. Per quanto riguarda la capacità tecnica delle imprese, l’Autorità, nel rilevare che la mancata erogazione dei servizi può avere un impatto anche sulla dimostrazione dei principali servizi effettuati negli ultimi tre anni, ricorda che, per assicurare un livello adeguato di concorrenza, le amministrazioni aggiudicatrici possono prevedere nei bandi che “sarà presa in considerazione la prova relativa a forniture o a servizi forniti o effettuati più di tre anni prima”, come previsto dal Codice dei contratti pubblici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon avvia visite virtuali a centri distribuzione Italia
Per seguire processi prodotto da ordine a consegna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 aprile 2021
11:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
S
Amazon avvia le visite virtuali dei centri di distribuzione presenti in Italia per seguire tutto il processo che va dall’acquisto alla consegna a casa. Le guide dei tour, spiega una nota di Amazon, saranno collegate in diretta da diversi siti e accompagneranno i visitatori alla scoperta dei centri mostrando loro i vari processi e le postazioni attraverso cui vengono preparati gli ordini dei clienti.
Per partecipare ci si dovrà registrare su un apposito sito. Amazon negli scorsi anni aveva aperto le porte dei suoi centri di distribuzione italiani alle visite poi interrotte con l’emergenza pandemica.
“Abbiamo ideato questa soluzione alternativa e innovativa per continuare ad accogliere le persone nei nostri centri consentendo loro di farsi un’idea autentica su Amazon e capire realmente cosa accade all’interno dei nostri centri “, spiega Salvatore Schembri Volpe, amministratore delegato di Amazon Italia Logistica. I tour virtuali di Amazon si terranno ogni martedì, giovedì e venerdì – mattina e pomeriggio – e dureranno circa un’ora.   ACQUISTA SU AMAZON

 

Economia tutte le notizie Tutte le news del Mondo Economico sono qui! BASTA CLICCARE! LEGGI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 5 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 20:10 DI SABATO 17 APRILE 2021

ALLE 14:12 DI DOMENICA 18 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Industria matrimoni al palo, crolla il wedding tourism -90%
Jfc, ripresa nella primavera 2022 ma per alcuni anche più in là
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2021
20:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il grido di allarme lanciato qualche giorno fa dal wedding and fashion designer Enzo Miccio viene confermato da una ricerca di Jfc: oltre al turismo la pandemia ha messo in ginocchio la prolifica “industria” legata al settore matrimoni e ha totalmente massacrato il Wedding Tourism che prima della pandemia faceva registrare numeri da sballo (nel 2019 1 milione 783 mila presenze generate dall’organizzazione di 9.018 matrimoni di stranieri in Italia, per complessivi 486 milioni di euro di fatturato). Toscana, Costiera amalfitana ma anche Puglia, Lago di Como e ovviamente Venezia hanno stregato anche moltissimi vip stranier,i da George Clooney e Amal Alamuddin a Tom Cruise e Katie Holmes, da Justin Timberlake e Jessica Biel a Kanye West e Kim Kardashian. “Considerando che i mercati Usa e Gran Bretagna – afferma Massimo Feruzzi, amministratore unico di Jfc e direttore dell’Osservatorio Italiano Destination Wedding Tourism – rappresentavano in epoca pre-pandemia ben il 39,6% del valore del wedding tourism, è interessante focalizzare l’attenzione su come si stanno comportando proprio questi mercati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla rilevazione emerge che i wedding specialists operanti in questi due mercati hanno perso, nel 2020, il 69,7% degli eventi e il 78,9% di fatturato. Tuttavia rimane elevato l’interesse per l’Italia come destination wedding, in quanto oggi il 59,2% dei wedding specialists di questi due mercati anglofoni dichiara di avere molta richiesta per l’Italia, purtroppo al momento impossibile da soddisfare”. La ripresa non è dietro l’orizzonte: per il 45,2% degli operatori non sarà prima della primavera 2022, ma c’è anche un 35,5% che prevede il ritorno in Italia in data successiva.
Feruzzi continua: “Questi dati, provenienti dai due principali mercati generatori di flussi di Wedding Tourism, fanno comprendere il perché del tracollo del settore in Italia: nel 2020 ha purtroppo segnato un -87,3% di presenze ed un ancor più significativo -92,7% di fatturato rispetto ai dati dell’anno precedente, assestandosi pertanto a 35,5 milioni di fatturato generati da 226 mila presenze (rispetto agli oltre 486 milioni di fatturato e 1 milione 783 mila presenze del 2019)”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi:Tci scrive al Governo,non metta pressione su Atlantia
C’è interferenza politica, dare tempo per valutare offerta Acs
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 aprile 2021
13:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il fondo Tci, azionista di Atlantia, ha scritto al governo italiano chiedendo che non metta “alcuna pressione su Atlantia per chiudere una trattativa” su Aspi e che si permetta ad Atlantia di prendere “il tempo necessario” per considerare l’offerta del gruppo spagnolo Acs. Nella missiva, indirizzata al premier Mario Draghi e ai Ministri dell’Economia e delle Infrastrutture Franco e Giovannini, e per conoscenza alla Commissione Ue, si fa riferimento ad una missiva inviata dal Ministero delle infrastrutture ad Atlantia, con cui – dice Tci – “il governo italiano sta esercitando una interferenza politica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Online affossa negozi, 70mila a rischio quest’anno
Confesercenti,metà in centri commerciali,inserirli in riaperture
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 aprile 2021
13:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le restrizioni per il Covid spingono le vendite online e affossano quelle di negozi e supermercati e questo, insieme alla crisi dei consumi innescata dalla pandemia, sta mettendo in grave difficoltà l’intero comparto del commercio al dettaglio. Lo evidenzia un’analisi di Confesercenti, secondo le cui stime sono circa 70mila le attività commerciali che, senza una decisa inversione di tendenza, potrebbero cessare definitivamente nel 2021.
A rischio soprattutto le 35mila attività nei centri e gallerie commerciali, dice Confesercenti, che chiede che “anche i centri commerciali” vengano “inseriti nel piano delle riaperture”. Le restrizioni per il Covid spingono le vendite online e affossano quelle di negozi e supermercati e questo, insieme alla crisi dei consumi innescata dalla pandemia, sta mettendo in grave difficoltà l’intero comparto del commercio al dettaglio. Lo evidenzia un’analisi di Confesercenti, secondo le cui stime sono circa 70mila le attività commerciali che, senza una decisa inversione di tendenza, potrebbero cessare definitivamente nel 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A rischio soprattutto le 35mila attività nei centri e gallerie commerciali, dice Confesercenti, che chiede che “anche i centri commerciali” vengano “inseriti nel piano delle riaperture”.
Nel primo bimestre del 2021, evidenzia l’analisi di Confesercenti, gli acquisti presso la grande distribuzione e le piccole superfici si sono ridotti, rispettivamente, del 3,8 e del 10,7%, mentre le vendite sul canale on-line sono aumentate del 37,2%. Significativamente, l’espansione del commercio elettronico ha segnato un’accelerazione a partire dallo scorso ottobre, quando le misure adottate per contrastare la seconda e poi la terza ondata del contagio hanno piegato vero il basso le vendite nei canali tradizionali, spiega lo studio, precisando che si tratta di un’evoluzione già osservata in occasione del primo lockdown di marzo-aprile 2020. Lo spostamento delle quote di mercato a vantaggio dell’online, unitamente alla crisi dei consumi innescata dalla pandemia, sta mettendo in grave difficoltà l’intero comparto del commercio al dettaglio. “Di fatto, le misure di restrizione, per le modalità con cui continuano a essere attuate, stanno determinando una strutturale e non governata redistribuzione delle quote di vendita verso il canale on-line”, commenta Confesercenti. “A rischio sono soprattutto le 35mila attività collocate dentro i centri e gallerie commerciali. L’obbligo di chiusura nel fine settimana, che rappresenta il 40% delle vendite di queste attività, è un cataclisma sul comparto. Un divieto – puntualizza Confesercenti – che ignora gli alti standard di sicurezza, dall’areazione al controllo degli ingressi, disposti da centri e gallerie e che genera una perdita di almeno 1,5 miliardi di euro per ogni weekend, in buona parte a vantaggio del canale di distribuzione online”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ristoratori a Città della Pieve, vogliamo riaprire
“I piatti per Draghi li potremmo servire nei nostri locali”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA’ DELLA PIEVE (PERUGIA)
18 aprile 2021
13:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo riaprire subito in sicurezza. I piatti che oggi abbiamo preparato per donare al presidente del Consiglio Draghi li vogliamo servire nei nostri ristoranti, non ce la facciamo più”: a dirlo è stato Simone Ciccotti, chef perugino e animatore del sit-in che si è svolto a Città della Pieve (Perugia), dove il premier ha una casa, per riaccendere i riflettori sui temi della crisi che ha colpito il settore della ristorazione e del food in generale a causa dell’emergenza Covid.
“Vogliamo date certe sulle riaperture.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poter fare ristorazione all’aperto non basta, soprattutto in questa stagione in cui per mangiare fuori fa ancora freddo”, ha aggiunto Ciccotti, sostenuto, tra gli altri dal maestro della cucina italiana, Gianfranco Vissani e dal produttore di vino Marco Caprai, presenti nel borgo umbro che da oltre dieci anni ospita il premier.
Ma Draghi, in questo fine settimana, è rimasto lontano da Città della Pieve, deludendo le aspettative degli organizzatori dell’iniziativa che avrebbero voluto consegnargli di persona alcuni prodotti enogastronomici dell’Umbria che in questi 15 mesi di pandemia non sono stati serviti nei ristoranti. Il piatto principale preparato in onore del presidente è stato un “uovo in uovo”, con sopra una grattata di tartufo bianco. “È un piatto – ha spiegato Ciccotti – che simboleggia la continuità. E rappresenta anche le nostre volontà, noi vogliamo andare avanti, e anche se siamo stanchi non ci arrendiamo, ma adesso fate i lavorare”.   POLITICA

Economia tutte le notizie Tutte le news del Mondo economico sempre aggiornate! LEGGI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 10 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:06 DI VENERDÌ 16 APRILE 2021

ALLE 20:10 DI SABATO 17 APRILE 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa migliora, bene industria, auto e banche
In negativo i petroliferi, guadagnano molti farmaceutici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2021
17:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano le principali Borse europee, mentre i Paesi restano concentrati nella lotta al Covid 19 e in particolare sulle politiche vaccinali, mentre tra le tensioni internazionali emergono quelle sul nucleare iraniano, per le sanzioni Usa verso la Russia e d’altra parte dal ministero degli esteri cinese arrivano auspici di maggiori progressi nelle relazioni con l’Ue. In Europa la Piazza migliore è ancora Francoforte (+1,3%), seguita da Parigi (+0,9%), Londra (+0,5%) e Madrid (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In linea Milano (+0,8%), con lo spread praticamente stabile, a 101,5 punti. In allerta l’oro (+1,8%) a 1.778 dollari l’oncia.
L’indice d’area, Stoxx 600, guadagna lo 0,8%, trainato da industria e beni voluttuari, mentre pesa in negativo l’energia.
Nell’industria corrono Siemens (+4%) e Melrose Industries (+2,5%), ma anche Metso Outotec Oyj (+3,9%) e Volvo (+3,1%), insieme a Cnh (+2,3%). In perfetta forma le auto, soprattutto Porsche (+3,3%) coi risultati del primo trimestre, Volkswagen e Daimler (+2,8%). Positive le banche, da Bank of Ireland (+8.3%) a Barclays (+2,6%) e Kbc (+2,1%).
In rialzo molti farmaceutici, come Bayer (+2%) e Dechra (+1,7%), con eccezioni quali Hikma (-1,7%), Roche (-0,6%) e AstraZeneca (-0,5%). Petroliferi quasi tutti in perdita, cominciando da Equinor (-1,1%) e Royal Dutch (-1%), con casi a parte come Neste Oyj (+2,1%), col greggio in calo (wti -0,7%) a 63 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude positiva (+0,8%)
Il Ftse Mib a 24.744 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 aprile 2021
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,88% a 24.744 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Davide Croff
Un banchiere alla presidenza di Cattolica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2021
17:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna a ricoprire un ruolo di primo piano nell’arena della finanza, come presidente di Cattolica Assicurazioni, Davide Croff.
Veneziano, classe 1947, alle spalle una carriera di lungo corso.
Prima come funzionario di Bankitalia poi all’intero del gruppo Fiat e infine una lunga traiettoria al vertice di Bnl. Entrato nella Banca Nazionale del Lavoro come vicedirettore generale nel 1989 Croff ne è diventato amministratore delegato e ha mantenuto l’incarico fino al 2003 passando attraverso le vicende che hanno interessato l’istituto romano.
Croff è, più tardi, tornato a fare il banchiere pochi anni nella Banca Popolare di Milano dal cui consiglio è uscito nel 2016. Nell’intervallo ha ricoperto un incarichi di prestigio in un altro campo, come presidente della Biennale di Venezia. Ma non ha mai lasciato il mondo dell’impresa e della finanza dove è stato alla presidenza di Permasteelisa e consigliere di Terna e Snam.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo, in testa Francoforte (+1,3%)
Parigi (+0,8%), Londra (+0,5%), Madrid (+0,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2021
18:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per le principali Borse europee. La migliore è stata Francoforte (+1,34%) a 154.59 punti, seguita da Parigi (+0,85%) a 6.287 punti, Londra (+0,52%) a 7.019 punti e Madrid (+0,49%) a 8.613 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund: chiusura in calo a 100,9 punti
Il rendimento del decennale italiano allo 0,74%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2021
18:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo, a 100,9 punti base, per il differenziale tra Btp e Bund, rispetto ai 102,2 punti della chiusura del giorno precedente. Nel corso della seduta ha toccato un massimo di 102,8 punti poco dopo l’apertura.

Il rendimento del decennale italiano è allo 0,74%, rispetto allo 0,72% del giorno precedente. Nella giornata ha toccato un minimo dello 0,72% poco dopo l’avvio e un massimo dello 0,76% intorno alle 10.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ottimista con industria e banche, corre Cnh
Male i petroliferi, guadagni per le auto. Su Unipol e Moncler
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 aprile 2021
18:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di fine settimana chiusa con ottimismo a Piazza Affari, in una giornata in cui Bankitalia ha stimato la possibilità di crescita del Pil oltre il 4%, evidenziando come la crescita economica sia dipendente dai vaccini. Fitch intanto ha ipotizzato un decennio per il ritorno ai livelli pre-Covid del debito italiano e il premier, Mario Draghi, ha annunciato intanto un allentamento delle restrizioni per la pandemia dal 26 aprile, della campagna vaccinale e delle prossime misure economiche.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad avere la meglio a Piazza Affari sono stati nell’industria Cnh (+2,5%) il giorno successivo ai conti, Buzzi (+1,7%) e Prysmian (+1,5%), tra le assicurazioni Unipol (+2,3%) e il lusso con Moncler (+2,1%), col settore che brilla in Europa. Bene le banche, cominciando da Banco Bpm (+2,2%), Unicredit (+1%), nel giorno della lettera ai dipendenti del nuovo ad, Andrea Orcel, Intesa (+0,9%), piatta invece Bper (-0,08%) e in calo Mps (-1,4%), con lo spread che ha terminato in calo a 100,9 punti.
Sono andate bene le auto, iniziando da Stellantis (+1,4%), e i componenti come Pirelli (+1,8%), avvantaggiati anche dal calo del greggio (wti -0,3%9 a 63,2 dollari al barile, che ha penalizzato i petroliferi, con ribassi per Saipem (-1,5%), Tenaris (-0,3%) e Eni (-0,1%). Giù Inwit (-0,6%) e la paytech Nexi (-0,4%). Fuori dal listino principale corsa per Seri Industrial (+10,9%) e per Ovs (+10,2%) il giorno dopo i conti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aumenta la pressione fiscale, è al 43,1%
Studio della Cgia, stessa soglia del 2014. Nel 2020 a fisco, Inps e casse previdenziali 48,3mld in meno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
17 aprile 2021
10:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 la pressione fiscale è salita attestandosi al 43,1% , la stessa soglia toccata nel 2014, a soli 0,3 punti percentuali dal record storico che registrato nel 2013. Lo rileva la Cgia di Mestre sottolineando che la pressione fiscale è data dal rapporto tra le entrate fiscali e quelle contributive sul Pil.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’incremento di 0,7 punti percentuali rispetto al 2019 è ascrivibile in massima parte al crollo del Pil che l’anno scorso è sceso dell’8,9%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche le entrate fiscali e contributive hanno subito una forte contrazione del gettito (-6,3%). In termini assoluti il fisco, l’Inps e le casse previdenziali hanno riscosso 711 miliardi di euro, 48,3 miliardi in meno di quanto registrato nel 2019.
Per la Cgia, è evidente che il carico fiscale complessivo che grava sulle famiglie e sulle imprese costituisce un grosso problema. Lo era prima della pandemia, figuriamoci adesso, con moltissime aziende a rischio chiusura e con tantissime persone scivolate verso la soglia di povertà.
Anche per queste ragioni gli Artigiani mestrini tornano a ribadire che l’erogazione dei nuovi sostegni alle micro e piccole imprese che il Governo Draghi sta mettendo a punto in questi giorni deve essere accompagnata da un azzeramento del carico fiscale per l’anno in corso. Altrimenti si rischia che, una volta incassati, questi rimborsi vengano subito restituiti allo Stato sotto forma di imposte, tasse e contributi. Una partita di giro che si è già verificata l’anno scorso che per molti imprenditori ha rappresentato una vera e propria beffa. Questo taglio generalizzato di tasse e imposte erariali per tutto l’anno in corso costerebbe al fisco tra i 28/30 miliardi di euro. Una stima che è stata calcolata ipotizzando di consentire a tutte le attività economiche con un fatturato 2019 al di sotto del milione di euro di non versare per l’anno in corso l’Irpef, l’Ires e l’Imu sui capannoni. Queste aziende, che ammontano a circa 4,9 milioni di unità (pari all’89% circa del totale nazionale), dovrebbero comunque versare le tasse locali, in modo tale da non arrecare problemi di liquidità ai Sindaci e ai Presidenti di regione. Oltre all’azzeramento delle tasse, l’Ufficio studi della Cgia auspica che l’Esecutivo metta sul tavolo almeno altri 50 miliardi di euro entro il prossimo mese di luglio che consentano di rimborsare in misura maggiore di quanto è stato fatto sino a ora le perdite subite dalle aziende e permettano agli imprenditori di compensare anche una buona parte dei costi fissi sostenuti. Modalità, quest’ultima, che la Francia e la Germania hanno applicato da alcuni mesi, avendo recepito le nuove disposizioni introdotte dall’Ue in materia di aiuti di stato alle imprese. Costi, quelli fissi, che, nonostante l’obbligo di chiusura e il conseguente azzeramento dei ricavi, le attività economiche continuano a sostenere. Questo sforzo così importante, per la Cgia, deve essere fatto entro l’estate, periodo in cui, grazie agli effetti della campagna vaccinale e alle condizioni climatiche, si dovrebbe lasciare alle spalle la pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 persi 40 mld di salari, Italia peggiore in Ue
Eurostat, massa salariale arretra del 7,5%, media europea -1,9%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2021
10:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia ha perso nel 2020 oltre 39,2 miliardi di salari e stipendi con un calo del 7,47% sul 2019. Lo si legge nelle tabelle Eurostat appena aggiornate sulle principali componenti del Pil, secondo le quali si è passati da 525,732 miliardi nel 2019 a 486,459.
Nello stesso periodo in Francia sono stati persi 32 miliardi (ma su una massa salariale passata da 930 a 898 miliardi) con un -3,42% e in Germania appena 13 miliardi su oltre 1.500 (-0,87%). Nell’Ue a 27 il calo del monte salari è stata dell’1,92%. Il dato è legato ai lunghi periodi di lockdown e alle altre chiusure con la riduzione dell’occupazione e il massiccio uso della cig.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia ha perso nel 2020 oltre 39,2 miliardi di salari e stipendi con un calo del 7,47% sul 2019. Lo si legge nelle tabelle Eurostat appena aggiornate sulle principali componenti del Pil, secondo le quali si è passati da 525,732 miliardi nel 2019 a 486,459.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nello stesso periodo in Francia sono stati persi 32 miliardi (ma su una massa salariale passata da 930 a 898 miliardi) con un -3,42% e in Germania appena 13 miliardi su oltre 1.500 (-0,87%). Nell’Ue a 27 il calo del monte salari è stata dell’1,92%. Il dato è legato ai lunghi periodi di lockdown e alle altre chiusure con la riduzione dell’occupazione e il massiccio uso della cig.
Il dato sula massa dei salari a prezzi correnti nel 2020 in Italia (486,59 miliardi) è inferiore ai livelli 2016 (era a 490,6 miliardi) e di fatto azzera la crescita registrata sui salari a partire dal 2015 con la decontribuzione sulle assunzioni introdotta dal Governo Renzi. Nello stesso periodo nei maggiori paesi Ue la riduzione è stata minore, mentre in alcuni come l’Olanda si è registrato addirittura un aumento della massa salariale a prezzi correnti (+3,29%). Un calo paragonabile a quello italiano lo ha avuto la Spagna con 28,37 miliardi di stipendi in meno pari a un calo del 6,44% ma con una riduzione più sostanziosa dell’occupazione. In Spagna nell’anno della pandemia si sono persi quasi 600.000 occupati a fronte dei 464.000 in meno in Italia (dati che non tengono conto delle nuove regole di calcolo secondo le quali chi è in cassa integrazione da oltre tre mesi non è considerato occupato). La riduzione del tasso di occupazione è stata di 2,4 punti (dal 63,3% al 60,9%) a fronte dei 0,9 punti in meno registrati in Italia (dal 59% al 58,1%). In Italia il calo de complesso delle retribuzioni è stato legato alle restrizioni sulle attività per contenere il contagio da Covid con il crollo dei contratti a termine e il largo uso degli ammortizzatori sociali. I contributi sociali dei datori di lavoro sono diminuiti dai 194,2 miliardi del 2019 a 184 nel 2020 con una riduzione del 5,24%.. Nello stesso periodo in Ue i contributi sociali, sempre a prezzi correnti si sono ridotti dell’1,37%. Tra il 2019 e il 2020 il prodotto interno lordo a prezzi di mercato (prezzi correnti) secondo Eurostat è diminuito da 1.790,94 miliardi a 1.651,59 con un calo del 7,78% (-8,9% la contrazione calcolata invece dall’Istat in volume).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il primo giugno nuovo sciopero del trasporto pubblico locale
La protesta per il rinnovo del contratto, dopo quelle dell’8 febbraio e del 26 marzo scorsi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2021
15:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nuovo sciopero di 24 ore il prossimo primo giugno nel trasporto pubblico locale”. A proclamare la protesta, dopo quelle dell’8 febbraio e del 26 marzo scorsi, sono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl Fna “per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro scaduto da più di tre anni”.

“Malgrado le consistenti risorse stanziate dal Governo a salvaguardia del settore, a seguito delle possibili conseguenze della pandemia per le aziende e sul servizio – sottolineano le organizzazioni sindacali – le rappresentanze aziendali Asstra, Agens e Anav continuano a sostenere proposte irricevibili e a negare a lavoratrici e lavoratori del Tpl quello che è un loro sacrosanto diritto, ancor più motivato dal fatto di non aver mai interrotto l’attività, garantendo il diritto costituzionale alla mobilità di tutti i cittadini italiani anche nei momenti più difficili dell’emergenza sanitaria”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: Toto e Apollo riaprono il dossier
Dopo mossa Acs valutano offerta ad Atlantia o per cordata Cdp
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2021
16:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Toto e Apollo vogliono rientrare in gioco nella partita per il controllo di Autostrade per l’Italia dopo la mossa a sorpresa di Acs che ha manifestato l’interesse a rilevare la concessionaria italiana. Secondo indiscrezioni, il gruppo italiano, che già gestisce le autostrade A24 e A25, e il fondo americano sarebbero pronti a riaprire il dossier per presentare un’offerta per l’intera quota di Aspi detenuta da Atlantia o, in alternativa, a ribadire l’intenzione di far parte della cordata con Cdp.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per lotta a evasione nuovo patto con i contribuenti
Def, agevolare pagamenti elettronici, ridurre costi transazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 aprile 2021
16:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo rinnova l’impegno per la lotta all’evasione, considerata un obiettivo prioritario, e punta a semplificare regole e adempimenti “al fine di instaurare un nuovo ‘patto’ con i contribuenti”. E’ la linea indicata nel Def in cui si specifica che il contrasto all’evasione fiscale “sarà, inoltre, perseguito anche agevolando, estendendo e potenziando i pagamenti elettronici e riducendo drasticamente i costi delle transazioni cashless”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Agendo contemporaneamente sulle due leve a disposizione – azioni di policy ed efficientamento delle performance dell’Amministrazione finanziaria – sarà possibile aggredire, e auspicabilmente ridurre, il tax gap, precisa il Documento in un focus dedicato al tema.
Il governo ricorda quindi che l’approvazione da parte della Commissione Europea del Pnrr “è subordinata” all’adozione di riforme strutturali, in linea con le Raccomandazioni approvate dal Consiglio. Per l’Italia la prima Raccomandazione sulla politica fiscale prevede proprio di “contrastare l’evasione fiscale, in particolare nella forma dell’omessa fatturazione, potenziando i pagamenti elettronici obbligatori anche mediante un abbassamento dei limiti legali per i pagamenti in contanti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cnh: salta accordo con cinese Faw per Iveco,avanti spin off
Giorgetti, bene stop, governo segue. Sindacati soddisfatti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
17 aprile 2021
19:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cnh Industrial non cederà Iveco alla Faw. L’azienda, in una nota, ha confermato di avere terminato le discussioni con l’azienda cinese relative al business On-Highway dell’azienda e di continuare a perseguire i piani esistenti in vista della separazione di queste attività nella prima parte del 2022.

Nel confermare le indiscrezioni sullo stop alle trattative, Cnh Industrial sottolinea di credere “sussistano significative opportunità per sviluppare il proprio business On-Highway come fattore di accelerazione nell’attuazione di soluzioni e infrastrutture per trasporti sempre più sostenibili, in linea con le ambizioni del Green Deal dell’Unione Europea”.
Soddisfatti i sindacati, valuta “positivamente la notizia del mancato perfezionamento della trattativa” il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti: “Il governo italiano ha seguito con attenzione e attiva discrezione tutta la vicenda perché ritiene la produzione di mezzi pesanti su gomma di interesse strategico nazionale – dice -. Il Mise, a questo punto, è pronto a sedersi al tavolo per intervenire per tutelare e mantenere questa produzione in Italia”.   POLITICA   PIEMONTE