Aggiornamenti, Notizie

AGGIORNAMENTO NEWS DALLE 07:35 DI VENERDì 20 APRILE 2018, ALLE 03:42 DI OGGI, SABATO 21 APRILE 2018

Tempo di lettura: 80 minuti

Ultimo aggiornamento 21 Aprile, 2018, 01:41:34 di Maurizio Barra

Usa: giustiziato detenuto più anziano
In Alabama, 83enne uccise giudice nel 1989

WASHINGTON20 aprile 201807:35

– WASHINGTON, 20 APR – E’ stato giustiziato in Alabama un detenuto di 83 anni, che era stato condannato alla pena di morte per aver ucciso un giudice federale nel 1989 in un’ondata di azioni terroristiche nel sud degli Stati Uniti: è il più anziano detenuto messo a morte da quando le esecuzioni della pena capitale sono riprese negli anni ’70.
La morte di Walter Leroy Moody Jr. è stata pronunciata alle 20:42 ora locale, dopo essere stato sottoposto ad un’iniezione letale nella prigione di Atmore.
Putin a Trump, prostitute russe al topSecondo memo dell’ex direttore Fbi consegnati a Congresso

WASHINGTON20 aprile 201807:43

– WASHINGTON, 20 APR – Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, riferì all’allora direttore dell’Fbi, James Comey, che il presidente russo Vladimir Putin gli disse: “Abbiamo alcune delle più belle prostitute del mondo”.
E’ quanto emerge dai memo di Comey consegnati dal dipartimento di Giustizia al Congresso e di cui l’Associated Press ha preso visione.
Gaza: volantini di Israele, ‘Non vi avvicinate al confine’L’esercito si rivolge alla popolazione: ‘Hamas vi sta usando’

20 aprile 201813:04

In previsione della quarta ‘Marcia del ritorno’ prevista oggi, e appoggiata da Hamas, velivoli israeliani hanno lanciato questa mattina su Gaza volantini in arabo chiedendo alla popolazione di “evitare di avvicinarsi alla barriera difensiva”. “Vi consigliamo caldamente – è scritto – di non partecipare ad atti di violenza contro le forze israeliane e di tenervi lontano dai terroristi. Hamas vi usa come strumento per i suoi interessi. I nostri soldati faranno tutto il necessario per bloccare attacchi o assalti”.Appelli ricorrenti alla popolazione affinchè partecipi in massa alle dimostrazioni di oggi (‘Una giornata di collera in onore dei martiri e dei prigionieri’) sono diffusi da ieri dai minareti delle moschee. Oggi, al termine delle preghiere del venerdì, autobus trasporteranno i fedeli dalle moschee fino al confine, a cinque luoghi di confronto con l’esercito israeliano. Nel frattempo nelle strade si notano attivisti intenti a raccogliere pneumatici di grandi dimensioni a cui probabilmente si accingono a dare fuoco.Dal 30 marzo, quando Hamas ha iniziato ad organizzare una ‘Marcia del Ritorno’ a ritmo settimanale, 35 palestinesi sono stati uccisi dal fuoco dei soldati, e altre centinaia sono stati feriti. Nel frattempo una delegazione di Hamas è impegnata al Cairo in colloqui con responsabili egiziani. Fra gli argomenti sul tavolo, le difficoltà registrate nella riconciliazione fra Hamas ed al-Fatah e la richiesta del presidente Abu Mazen di recuperare un controllo completo della Striscia di Gaza.

Lavrov, nessuna guerra fra Russia e UsaMinistro Esteri russo, ‘i presidenti non lo permetteranno’

MOSCA20 aprile 201810:00

– MOSCA, 20 APR – Vladimir Putin e Donald Trump non permetteranno lo scontro armato tra Russia e Stati Uniti. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov a RIA Novosti in un’intervista. “Parlando dei rischi di uno scontro militare, sono sicuro al 100%” che le forze armate statunitensi e russe “non lo permetteranno, e naturalmente nemmeno il presidente Vladimir Putin o il presidente Donald Trump”, ha detto Lavrov. “Dopo tutto sono leader, eletti dal popolo e responsabili per la pace”, ha aggiunto il ministro degli Esteri russo.
Natalie Portman rifiuta il Nobel ebraicoPer ‘recenti avvenimenti paese’. Regev, ha ceduto a boicottaggio

20 aprile 201811:22

L’attrice e produttrice israelo-americana Natalie Portman ha fatto sapere che non verrà in Israele a giugno a ritirare il ‘Premio Genesis’ (definito il ‘Nobel ebraico’) a “causa di recenti avvenimenti” nel paese. La cerimonia è stata cancellata. Un rappresentante di Portman – citato dal Genesis – ha spiegato che “recenti avvenimenti in Israele sono stati estremamente dolorosi per lei”. Il ministro della cultura Miri Regev ha detto che l’attrice “ha ceduto alle pressioni del Bds”, movimento boicottaggio di Israele.
Scontro treni a Salisburgo, 54 feritiCoinvolto un treno proveniente da Venezia

BOLZANO20 aprile 201811:38

– BOLZANO, 20 APR – E’ di 54 feriti il bilancio di un incidente ferroviario avvenuto questa mattina all’alba nella stazione di Salisburgo, in Austria.
Alle ore 4.45 si sono scontrati due treni, uno proveniente da Venezia e l’altro da Zurigo. Lo scontro è avvenuto a una velocità di 25 km orari. Molti passeggeri sono stati feriti da oggetti e valigie caduti dai ripiani.
Coree: linea rossa Kim-Moon verso summitVenerdì prossimo incontro tra Kim Jong Un e Moon Jae-in

20 aprile 201812:04

– SEUL, 20 APR – La Corea del Nord e la Corea del Sud hanno aperto una linea rossa tra i rispettivi leader – Kim Jong Un e Moon Jae-in – in vista del summit venerdì prossimo.
92/mo regina, Commonwealth guarda a dopoVigilia del compleanno. Toccherà a Carlo o vi sarà elezione?

LONDRA20 aprile 201812:06

– LONDRA, 20 APR – Discussione a porte chiuse, oggi, nell’ultima giornata del summit del Commonwealth, sul tema delicato della futura successione alla regina al vertice dell’organizzazione nata dalle ceneri dell’Impero britannico. Un tema che impegna i leader dei 53 Paesi riuniti a Londra proprio alla vigilia del 92esimo compleanno di Elisabetta II: sebbene la sovrana non abbia per ora annunciato intenzioni di rinuncia.
Il ruolo, rappresentativo, di capo del Commonwealth è stato attribuito a Sua Maestà fin dalla fondazione della comunità che raduna il Regno Unito e buona parte delle sue ex colonie. Ma non è (da statuto) ereditario, a differenza del trono britannico: pertanto bisognerà decidere se immaginare di lasciarlo nelle mani della dinastia dei Windsor, quando Elisabetta non sarà più regnante, od optare viceversa per un presidente elettivo a rotazione. Ieri la stessa regina ha chiarito agli ospiti che è suo “sincero desiderio” promuovere il passaggio di consegne al “principe Carlo”, quando sarà il momento.
Gaza: palestinese ferito in modo graveAquiloni con bottiglie incendiarie sul confine

20 aprile 201812:10

– GAZA, 20 APR – Per il quarto venerdì consecutivo le tensione e’ oggi molto elevata lungo la linea di demarcazione fra la Striscia di Gaza e il territorio israeliano mentre Hamas continua nelle iniziative legate alla ‘Marcia del ritorno’. Nei primi incidenti della giornata, nella zona di Jabalya, un palestinese e’ stato colpito alla testa dal fuoco di militari israeliani e, secondo fonti mediche locali, ”versa in condizioni critiche”.
In altri punti di frizione lungo la linea di demarcazione giovani palestinesi stanno lanciando in cielo – secondo testimoni sul posto – aquiloni ai quali hanno legato bottiglie molotov. Ciò nell’intento di appiccare incendi in territorio israeliano, come gia’ avvenuto nei giorni scorsi.
Spagna: l’Eta si scusa con le vittimeIn una dichiarazione pubblicata oggi su un giornale basco

MADRID20 aprile 201814:45

Il gruppo armato basco Eta ha chiesto scusa alle vittime per il dolore inflitto dalla sua campagna violenta per l’indipendenza della regione dalla Spagna, impegnandosi a non tornare all’uso della violenza. In una dichiarazione pubblicata oggi sul giornale basco Beria and Gara, l’Eta riconosce “la sua diretta responsabilità nel causare dolore durante il suo percorso, così come il suo impegno a superare alla fine le conseguenze del conflitto e non ripeterle”. In 50 anni di lotta armata l’Eta ha causato oltre 800 morti. “Ci dispiace davvero”, si legge nella dichiarazione. Durante la sua campagna l’Eta ha ucciso oltre 800 persone, inclusi agenti di polizia, politici e imprenditori. Come è noto, l’organizzazione annuncerà il suo scioglimento definitivo all’inizio del mese prossimo. Dopo oltre 40 anni di autobombe, sparatorie e rapimenti, il gruppo ha rinunciato alla violenza nel 2011 e ha deposto le armi un anno fa.

In Francia i primi ‘autovelox’ privatiAnonime ‘auto-radar’ potranno multare chi supera limiti velocità

PARIGI20 aprile 201812:12

– PARIGI, 20 APR – In Francia arrivano i primi ‘autovelox’ gestiti da società private: le cosiddette ‘auto-radar’ irriconoscibili dagli altri automobilisti cominceranno a multare da lunedì prossimo in Normandia ma il sistema verrà esteso a tutto il territorio nella seconda metà del 2019.
Il controverso progetto viene duramente criticato dalle associazioni specializzate ma anche dal Front National che denuncia una “privatizzazione” senza reali effetti sulla sicurezza stradale. Per l’associazione ’40 millions d’automobilistes’ questa “privatizzazione degli autovelox” ha come unico obiettivo di rimpinguare le casse dello Stato.
Gaza: morti 4 manifestanti, oltre 400 i feritiAquiloni con bottiglie incendiarie sul confine

20 aprile 201818:52

E’ salito a 4 il numero dei palestinesi morti negli scontri di oggi con l’esercito israeliano lungo la barriera difensiva. Lo dice il ministero delle sanità di Gaza citato dai media palestinesi annunciando che ci sono altre due vittime, tra cui un ragazzo di 15 anni morto per le ferite alla testa riportate a Jabaliya. I feriti sono, invece, saliti a 445.Sono circa 3000 i palestinesi che stanno partecipando “ai tumulti” in cinque luoghi lungo la barriera difensiva con Israele. Lo dice l’esercito dello stato ebraico secondo cui ci sono stati “tentativi di avvicinarsi alle infrastrutture di sicurezza, con l’incendio di copertoni vicino a queste e con tentativi di lanciare aquiloni con oggetti incendiari attaccati. Diversi di questi hanno superato la barriera passando in Israele. I soldati stanno rispondendo con mezzi di dispersione e con spari secondo le regole di ingaggio”.In mattinata velivoli israeliani avevano lanciato su Gaza volantini in arabo chiedendo alla popolazione di “evitare di avvicinarsi alla barriera difensiva”. “Vi consigliamo caldamente – c’era scritto – di non partecipare ad atti di violenza contro le forze israeliane e di tenervi lontano dai terroristi. Hamas vi usa come strumento per i suoi interessi. I nostri soldati faranno tutto il necessario per bloccare attacchi o assalti”.In risposta, attivisti di Gaza hanno subito stampato volantini che hanno poi lanciato verso Israele, appesi ad aquiloni. Nel testo, in arabo e in ebraico, si legge: ”Sionisti, per voi non c’e’ spazio in Palestina. Tornate nei Paesi dai quali provenite. Non obbedite ai vostri leader, che vi mandano alla morte o alla prigionia”. Come firma e’ stato usato un hashtag: #Al-Quds (Gerusalemme)_Capitale_Palestina.

Rogo in centro disabili Londra,1 vittimaIncendio nella notte per cause da accertare

LONDRA20 aprile 201812:16

– LONDRA, 20 APR – E’ di una donna morta e alcune persone intossicate non gravemente il bilancio di un incendio divampato nella notte in un ricovero per persone afflitte da ritardi mentali a Chingford, nella zona nord-est di Londra. Lo riferiscono i servizi di soccorso britannici citati dai media.
Le fiamme si sono propagate, per cause ancora da accertare, dopo le 2 di notte e sono state spente dai vigili del fuoco, intervenuti con una decina di unità, solo all’alba.
Nel frattempo otto pazienti e quattro addetti erano riusciti a mettersi in salvo, ma per una donna rimasta intrappolata all’interno non c’è stato nulla da fare. Il suo corpo senza vita è stato trovato e recuperato solo quando si è domato il rogo e la temperatura s’è abbassata. Altre 16 persone sono state evacuate precauzionalmente da edifici vicini.
Gaza: morto palestinese feritoMaan, in ospedale per colpi arma da fuoco soldati Israele

20 aprile 201812:51

– TEL AVIV, 20 APR – E’ morto in ospedale uno dei manifestanti palestinesi rimasto ferito negli scontri con l’esercito israeliano presso la barriera difensiva tra Gaza e lo stato ebraico. Lo riporta l’agenzia palestinese Maan spiegando che Ahmed Nabil Abu Aqel (25 anni) è morto per le ferite alla testa da colpi di arma da fuoco riportate due ore fa ad est di Jabalya nella Striscia negli scontri con i soldati.
Mosca, a rischio collegamenti aerei diretti Russia-UsaGli equipaggi russi hanno difficoltà ad ottenere i visti

20 aprile 201817:59

I collegamenti aerei diretti fra Russia e Stati Uniti sono a rischio a causa dei problemi riscontrati dagli equipaggi russi nell’ottenere i necessari visti. Lo ha annunciato il ministero degli Esteri russo in una nota. Il Cremlino, attraverso il portavoce Dmitri Peskov, ha confermato che tali difficoltà esistono. “Queste difficoltà sono state create deliberatamente perché i tagli ai diplomatici non hanno influenzato la sezione consolare”, ha detto Peskov, precisando che la responsabilità “ricade sugli Usa”.Russiagate: Dem fanno causa a Mosca e a campagna Trump – Il partito democratico ha presentato una causa multimilionaria alla corte federale di Manhattan contro il governo russo, la campagna di Trump e Wikileaks per una presunta cospirazione che avrebbe interferito nelle presidenziali 2016 per favorire il tycoon danneggiando Hillary Clinton. Lo rivela il Wp.La causa di risarcimento danni per cospirazione intentata dai democratici contro il governo russo, la campagna di Trump e Wikileaks riecheggia secondo il Wp la tattica legale usata dai dem durante lo scandalo Watergate. Nel 1972 il partito fece causa contro il comitato elettorale per la rielezione del presidente Richard Nixon chiedendo un milione di dollari di danni per la violazione del quartier generale dem nell’edificio del Watergate. L’allora attorney general John Mitchell defini’ l’iniziativa un caso di “assoluta demagogia”. Ma la causa civile, intentata dall’allora presidente del comitato nazionale democratico Lawrence o’Brien, ebbe successo, aprendo la strada ad un accordo per 750 mila dollari dalla campagna di Nixon, raggiunto il giorno in cui lo stesso Nixon si dimise.

Nicaragua: 3 morti in protesteOrtega censura canali Tv che trasmettevano manifestazioni

MANAGUA20 aprile 201813:16

– MANAGUA, 20 APR – Tre persone sono morte e almeno altre decine sono rimaste ferite in scontri violenti fra manifestanti che si oppongono alla riforma pensionistica lanciata dal governo di Daniel Ortega, unità antisommossa della polizia e militanti sandinisti pro governativi.
Rosario Murillo, vicepresidente e moglie di Ortega, ha confermato il bilancio di vittime in un intervento diffuso dai media ufficiali durante la notte scorsa. I tre morti sono un agente della polizia, un impiegato commerciale che partecipava alla proteste e una terza persona, un giovane 17enne, che secondo il governo era un militante sandinista.
Murillo ha attribuito la responsabilità delle proteste di piazza, che si susseguono da tre giorni a Managua e in altri punti del paese, a “gruppi minuscoli che attizzano l’odio sociale” e ha difeso i militanti sandinisti accusati di aver aggredito i manifestanti, sottolineando che hanno agito “in legittima difesa”.
Valls ‘studia’ da sindaco di BarcellonaCittà in cui è nato ex premier francese, proposta di Ciudadanos

PARIGI20 aprile 201813:44

L’ex premier francese, Manuel Valls, “studia” la possibilità di candidarsi alla poltrona di sindaco di Barcellona, la città spagnola in cui è nato 55 anni fa, dopo la proposta avanzatagli in questo senso dal Movimento spagnolo Cuidadanos. E’ quanto scrive Le Figaro ricordando che in questi ultimi mesi il deputato francese del movimento En Marche! è stato spesso in Catalogna per militare contro l’indipendenza dalla Spagna. Le elezioni per il rinnovo del sindaco di Barcellona si terranno il prossimo anno. Appena pochi giorni fa, Valls aveva annunciato la sua rottura dopo 12 anni di amore con la violinista Anne Gravoin. E chissà che non cambi anche Paese.
Disinnescata bomba II Guerra a BerlinoOperazione ha reso necessaria l’evacuazione di 10 mila persone

BERLINO20 aprile 201814:36

La bomba della seconda guerra mondiale, ritrovata vicino alla Stazione centrale di Berlino, è stata disinnescata senza alcun danno. Lo ha comunicato la polizia. Si tratta di un ordigno britannico di 500 chili, rinvenuto da alcuni operai in un cantiere. Le operazioni di neutralizzazione hanno reso necessaria l’evacuazione di 10 mila persone, che hanno dovuto lasciare le loro abitazioni per precauzione. I residenti della “zona rossa”, adesso, possono adesso tornare a casa, è stato annunciato. A causa della chiusura della “Hauptbahnhof” (stazione centrale), diversi treni sono stati dirottati in altri scali della capitale e anche le linee della metropolitana hanno subito un’interruzione. Ora la circolazione dei treni tornerà alla normalità.
Commonwealth: Carlo sarà il nuovo capoSuccederà a Elisabetta quando non sarà più regnante

ROMA20 aprile 201815:00

Il principe Carlo sarà il nuovo capo del Commonwealth una volta che la madre, la regina Elisabetta, non sarà più regnante. Lo hanno deciso i leader dell’organizzazione a quanto apprende la Bbc. La nomina di Carlo non era scontata. Il ruolo, rappresentativo, di capo del Commonwealth è stato attribuito a Sua Maestà fin dalla fondazione della comunità che raduna il Regno Unito e buona parte delle sue ex colonie. Ma non è (da statuto) ereditario, a differenza del trono britannico.
Secondo palestinese ucciso, 40 feritiLo riferisce il ministero della Sanità della Striscia

20 aprile 201814:51

– TEL AVIV, 20 APR – Il ministero della Sanità di Gaza ha annunciato la morte di un secondo manifestante, ucciso dagli spari dell’esercito israeliano durante gli scontri nei pressi della barriera difensiva tra la Striscia e lo Stato ebraico. Lo riferiscono fonti locali secondo cui il numero dei feriti è salito ad oltre 40.
Trump protesta per alto prezzo petrolio’Lo tengono alto artificialmente, non va bene’

NEW YORK20 aprile 201814:53

– NEW YORK, 20 APR – “Sembra che l’Opec lo stia facendo di nuovo. Con quantita’ record di petrolio ovunque, comprese navi completamente cariche in mare, i prezzi del petrolio sono tenuti artificialmente molto alti! Non va bene e non sara’ accettato!”: lo afferma il presidente americano Donald Trump in un tweet.
Usa respinge accuse su visti equipaggiAmbasciata americana a Mosca, ‘slot riservati e non sfruttati’

MOSCA20 aprile 201815:17

– MOSCA, 20 APR – “Le dichiarazioni secondo cui i membri degli equipaggi di Aeroflot non sono in grado di ottenere i visti in Russia sono semplicemente false”. Lo ha detto il portavoce della’ambasciata degli Stati Uniti, Andrea Kalan, a Interfax. Secondo Kalan i consolati Usa in Russia riservano agli equipaggi “appuntamenti dedicati” e molti di questi slot in realtà “non vengono utilizzati”. Kalan ha quindi definito l’allarme russo come “controproducente” e ha esortato gli equipaggi a sfruttare i “canali dedicati”.
Aflie: Corte Suprema nega nuovo ricorsoInammissibile appello contro la decisione di staccare la spina

LONDRA20 aprile 201815:49

La Corte Suprema britannica ha dichiarato oggi inammissibile il ricorso presentato dai genitori del piccolo Alfie Evans, 23 mesi, per ottenere un riesame del caso. Resta così confermato il verdetto con il quale i giudici hanno dato l’ok ai medici a staccare la spina al bimbo – colpito da una patologia neurologica degenerativa mai diagnosticata esattamente – contro il volere di papa Thomas e mamma Kate. I genitori invocavano il trasferimento del piccolo al Bambino Gesù di Roma. Nei giorni scorsi il padre aveva incontrato il Papa.
Ai Weiwei difende un selfie contestatoCon leader ultradestra tedesca: ‘Bisogna comunicare’

BERLINO20 aprile 201817:38

Alice Weidel, sorridente, accanto al noto artista e dissidente cinese Ai Weiwei: un selfie postato dalla leader del partito della destra populista Alternative fuer Deutschland ha scatenato polemiche in Germania, ma sul caso è intervenuto lo stesso Ai, secondo il quale le divergenze d’opinione anche forti, in politica, non dovrebbero trasformarsi in conflitti personali. “Anche se le mie idee sono totalmente opposte alle sue, nessuno ha il diritto di andare contro di lei”, ha affermato alla Dpa. Weidel è stata eletta democraticamente, ha ricordato l’artista, che viene spesso a Berlino.
“Non ritengo che visioni politiche o valori contrapposti debbano essere un ostacolo alla comunicazione. Io mi batto per superare le barriere”, ha aggiunto. Due giorni fa Alice Weidel ha postato in rete un selfie con Ai, scrivendo “Ai Weiwei è nella capitale!!! Quasi non osavo chiedergli un selfie”.
Governatore Ny, ‘Carrie’ tifa ‘Miranda’Sarah Jessica Parker di ‘Sex and the City’ su collega candidata

WASHINGTON20 aprile 201817:04

– WASHINGTON, 20 APR – Sarebbe “giusta per New York” e la sua corsa e’ “esaltante”. Cosi’ l’attrice Sarah Jessica Parker, la Carrie di ‘Sex and the City’, esprime il suo sostegno alla collega Cynthia Nixon – l’amica Miranda nella serie Tv culto – in corsa nelle primarie democratiche per la candidatura a governatore di New York. In brevi commenti raccolti dai media Usa durante il red carpet per la prima mondiale del suo nuovo film ‘Blue Night’ al the Tribeca Film Festival di New York, Sarah Jessica Parker ha affermato che a suo avviso la candidatura della collega “e’ stata ottima per il dibattito”.
Russiagate: Dem fanno causa a MoscaWp, anche contro Wikileaks. ‘Cospirazione contro Hillary’

WASHINGTON20 aprile 201817:37

Il partito democratico ha presentato una causa multi milionaria alla corte federale di Manhattan contro il governo russo, la campagna di Trump e Wikileaks per una presunta cospirazione che avrebbe interferito nelle presidenziali 2016 per favorire il tycoon danneggiando Hillary Clinton. Lo rivela il Wp.
Alfie: nuovo tentativo a StrasburgoLo annuncia associazione cristiana pro-life

LONDRA20 aprile 201818:20

– LONDRA, 20 APR – Nuovo tentativo in extremis di fronte alla Corte Europea di Strasburgo per i Diritti Umani, da parte dei genitori del piccolo Alfie Evans, per cercare di ottenere un nuovo giudizio sul verdetto che autorizza i medici a staccare la spina al piccolo, dopo l’ultimo ricorso respinto dalla Corte Suprema britannica. Lo annuncia per oggi stesso Andrea Williams, presidentessa del Christian Legal Centre, precisando che un’eliambulanza polacca e 3 ospedali son pronti a dare assistenza al bimbo, ma che la sentenza britannica lo impedisce.
Gaza: sale a 4 morti e 445 feritiFonti mediche, una delle due vittime è un 15enne

20 aprile 201818:22

– TEL AVIV, 20 APR – E’ salito a 4 il numero dei palestinesi morti negli scontri di oggi con l’esercito israeliano lungo la barriera difensiva. Lo dice il ministero delle sanità di Gaza citato dai media palestinesi annunciando che ci sono altre due vittime, tra cui un ragazzo di 15 anni morto per le ferite alla testa riportate a Jabaliya. I feriti sono, invece, saliti a 445.
Usa: studenti ricordano strage ColumbineE protestare contro armi. 13 secondi silenzio in 2000 scuole

WASHINGTON20 aprile 201819:38

– WASHINGTON, 20 ARP – Gli studenti tornano in piazza in tutti gli Stati Uniti contro la violenza legata alle armi da fuoco e l’inazione della politica. Questa volta l’iniziativa parte dalla scuola superiore di Columbine, Connecticut, teatro della strage del 20 aprile 1999 (13 morti e 24 feriti), la prima di una lunga serie. Gli alunni lasceranno le aule alle 10 locali nei loro stati e si raduneranno per 13 secondi di silenzio, tanti quante furono le vittime alla Columbine. Prevista una manifestazione anche davanti alla Casa Bianca.
La protesta, che coinvolge piu’ di 2000 scuole, e’ stata promossa sul sito Change.org, dove hanno dato la loro adesione oltre 250 mila persone. Il ‘walkout’ segue quello del 14 marzo per la strage di Parkland (Florida) e l’ondata di marce dieci giorni dopo in tutto il Paese per chiedere una svolta nel controllo delle armi.
Familiari vittime respingono scuse Eta’Vogliono annacquare responsabilità e riscrivere la storia’

ROMA20 aprile 201819:41

– ROMA, 20 APR – Le associazioni dei familiari delle vittime della violenza dell’Eta hanno respinto il messaggio di scuse e richiesta di perdono rivolto agli spagnoli dall’organizzazione separatista basca, giudicando negativo il ‘distinguo’ implicito fra vittime “innocenti” e le altre come tentativo di “giustificarsi” e di “riscrivere la storia”.
Secondo l’Associazione delle vittime del terrorismo (Avt) il messaggio costituisce “un nuovo passo” nella strategia dell’Eta volta ad “annacquare le sue responsabilità” e a “mettere in sordina il suo passato criminale”. “Trovo vergognoso e immorale che possano fare una distinzione fra le persone che hanno ‘meritato’ una pallottola nella nuca o una bomba nell’automobile e ‘vittime accidentali’ che non lo meritavano”, ha dichiarato la presidente dell’Avt, Maria del Mar Blanco, citata da vari media fra cui Bbc.
Usa: 25 anni in braccio morte, innocenteDetenuto California accusato stupro e omicidio bimba 2 anni

NEW YORK20 aprile 201820:34

– NEW YORK, 20 APR – Per 25 anni sul punto di essere giustiziato per una colpa non commessa. Un detenuto della California, Vicente Benavides, 68 anni, e’ tornato libero dopo un quarto di secolo dopo che la Corte Suprema dello Stato ha stabilito che invece era innocente. Benavides era stato condannato a morte nel 1993 perche’ giudicato colpevole di avere stuprato e ucciso la figlia di quasi due anni della fidanzata. Ma dopo una recente revisione dei fatti e’ stato stabilito che all’epoca fu presentata una falsa testimonianza medica.
Nell’autunno del 1991, Benavides stava facendo da baby sitter alla piccola mentre la madre era al lavoro quando la perse di vista ed in seguito la ritrovo’ ferita. Lui e la donna portarono la bambina in ospedale dove mori’ una settimana dopo. L’autopsia rivelo’ che la piccola era stata violentata.
Polizia arresta banda rapina a caveauNel 2016 a Catanzaro armi pesanti e ruspa per sfondare muro

CATANZARO20 aprile 201807:48

– CATANZARO, 20 APR – La Polizia ha arrestato gli autori della rapina compiuta nel dicembre 2016 al caveau dell’istituto di vigilanza Sicurtransport di Catanzaro. La rapina, messa in atto con metodi paramilitari e l’uso di mitra e sofisticate apparecchiature elettroniche, fruttò oltre 8 milioni di euro. I banditi sfondarono con un mezzo cingolato i muri corazzati del caveau e bloccarono le strade di accesso incendiando 11 auto. Agli arrestati viene contestata l’aggravante della metodologia mafiosa perché una parte dei proventi è stata corrisposta alle famiglie di ‘ndrangheta della zona. Le indagini sono state coordinate dalla Dda di Catanzaro e condotte dallo Sco e dalle Squadre mobili di Catanzaro e Foggia.
La rapina fu possibile grazie anche ad un dipendente dell’Istituto che fece da basista. Importanti per le indagini le dichiarazioni di una collaboratrice di giustizia legata ad uno degli organizzatori. Dalle indagini è emerso uno stretto collegamento tra soggetti pugliesi “specializzati nel settore” e basisti locali.
Donna morta a Bressanone, forse omicidioCadavere in un appartamento del centro storico

BOLZANO20 aprile 201808:01

– BOLZANO, 20 APR – Il cadavere di una donna è stato scoperto questa notte in un appartamento del centro di Bressanone. Non si esclude l’omicidio.
Sul posto sono intervenute diverse pattuglie dei carabinieri e le squadre per le investigazioni scientifiche. Al momento c’è il massimo riserbo da parte degli investigatori.
Papa in prega su tomba don Tonino BelloFrancesco saluta i familiari dei vescovo morto 25 anni fa

ALESSANO (LECCE)20 aprile 201809:18

– ALESSANO (LECCE), 20 APR – Papa Francesco, nel cimitero di Alessano, si è raccolto in preghiera sulla tomba di don Tonino Bello, semplice e spoglia, rimanendovi in raccoglimento per alcuni minuti. Il Papa vi ha deposto un mazzo di fiori bianchi e gialli. Il Pontefice saluta quindi i familiari dell’ex vescovo di Molfetta, di cui oggi ricorre il 25/o anniversario della morte, in particolare i due fratelli Trifone e Marcello.
Papa Francesco oggi visita in Puglia i luoghi di don Tonino Bello nel 25/o anniversario della morte: il paese natale Alessano (Lecce), nel Salento, e Molfetta (Bari), la diocesi di cui è stato vescovo. Il Papa è stato accolto da mons. Vito Angiuli, vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca, e dal sindaco di Alessano, Francesca Torsello. Il Papa impugnerà in questa visita il pastorale in legno di ulivo che era di don Tonino e che la Diocesi custodisce insieme con la croce del suo vescovo più amato.
Blitz antidroga, 16 misure cautelariOperazione Speedball:4 in carcere,9 domiciliari,3 divieti dimora

NAPOLI20 aprile 201809:19

– NAPOLI, 20 APR – I carabinieri di Castellammare di Stabia (Napoli) hanno arrestato 16 persone ritenute componenti una rete di spaccio nell’ambito dell’ operazione “Speedball”, dal nome del mix di droghe assunto da alcuni clienti. I militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Torre Annunziata (Napoli) su richiesta della locale Procura nei confronti di 16 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di spaccio di stupefacenti e porto e detenzione illegale di armi.
Quattro sono stati chiusi in carcere mentre per altri nove il giudice ha disposto i domiciliari; per altri tre, infine, è scattato il divieto di dimora nel comune stabiese.
Dia sequestra 22mln beni affiliato coscaProvvedimento anche per società gestione albergo di lusso

REGGIO CALABRIA20 aprile 201809:37

– REGGIO CALABRIA, 20 APR – Beni per 22 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Reggio Calabria a Girolamo Giovinazzo, di 45 anni, di Cittanova, detto Jimmy, attualmente detenuto, ritenuto organico alla cosca Raso-Gullace-Albanese di Cittanova. L’uomo è sposato con la nipote del defunto capo cosca Girolamo Raso.
A Giovinazzo sono stati sequestrate otto società con sede tra Cittanova, Roma e Pomezia (Roma), operanti nei settori turistico-alberghiero – c’è anche la gestione dell’albergo di lusso “Uliveto Principessa Park Hotel” di Cittanova – ristorazione, agricolo, lavorazione del legname e trasporto rifiuti, 16 terreni e due capannoni ad uso industriale e disponibilità finanziarie e titoli comunitari Arcea.
Il sequestro, coordinato dalla Dda reggina ed emesso dal Tribunale – Sezione misure di prevenzione, fa seguito all’operazione Alchemia del luglio 2016, nella quale Giovinazzo è coinvolto insieme ad altre 40 persone.
Incidenti lavoro, morto operaioIn una azienda del Torinese, inutili i soccorsi

TORINO20 aprile 201809:47

– TORINO, 20 APR – Incidente sul lavoro questa mattina alla RG polietilene di Salassa, nello stabilimento di via Ex internati. Per cause ancora in fase di accertamento, un operaio è stato schiacciato dal materiale in lavorazione della ditta ed è morto sul colpo. A dare l’allarme sono stati i colleghi di lavoro. Sul posto è prontamente intervenuto il personale del 118, ma per l’uomo non c’è stato niente da fare. Accertamenti in corso sulla dinamica dell’incidente da parte dello Spresal dell’Asl To4.
Donna uccisa a Bressanone, fermato uomoSalma presenta ferite da arma da taglio

BOLZANO20 aprile 201809:51

– BOLZANO, 20 APR – C’è un fermato per l’omicidio di una donna a Bressanone. La vittima è una brissinese di 57 anni.
La salma, che presenta ferite da arma da taglio, è stata rinvenuta in un appartamento in via Alta Angelo Custode, a pochi passi dal centro storico.
Falde fideiussioni, Gdf arresta ‘mente’Finisce ai domiciliari amministratore di Consorzio Italia Fidi

BOLOGNA20 aprile 201810:09

– BOLOGNA, 20 APR – Dopo due anni di indagini, la Guardia di Finanza di Bologna ha arrestato la persona ritenuta ‘la mente’ di un’associazione per delinquere finalizzata all’emissione di false fideiussioni, rilasciate a prezzi vantaggiosi ma senza le coperture finanziarie. E’ Claudio De Angelis, 45enne di Latina residente a Cassino (Frosinone), secondo le Fiamme Gialle amministratore di fatto del ‘Consorzio Italia Fidi bolognese’, con sede in via Caprarie a Bologna, ma operante su tutto il territorio nazionale attraverso una fitta rete di broker. Risponde di bancarotta fraudolenta, esercizio abusivo di attività finanziaria e omesse dichiarazioni ed è ai domiciliari.
A quanto risulta non aveva ufficialmente cariche di rilievo nel Consorzio, ma per i finanzieri ne era in realtà il ‘dominus’. I militari hanno proceduto al ‘blocco’ di tutti i rapporti bancari intestati al 45enne e delle relative proprietà immobiliari e mobiliari (tra cui una barca da 10 metri ormeggiata nel porto di Gaeta), per circa 500mila euro.
Al Papa ‘La bisaccia del cercatore’Sindaco di Molfetta consegnerà libro scritto da Don Tonino Bello

MOLFETTA (BARI)20 aprile 201810:18

– MOLFETTA (BARI), 20 APR – Il sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, donerà al Papa “La bisaccia del cercatore” il libro scritto da Don Tonino Bello e nel quale sono illustrati i “semi valoriali” del vescovo pugliese morto 25 anni fa. Con il libro, il sindaco donerà al Papa una vera bisaccia ed una sciarpa realizzate a Molfetta da artigiani locali. “Don Tonino diceva che quando qualcuno si mette in viaggio, nella bisaccia porta qualcosa – ha spiegato Minervini – e lui ci metteva il ciottolo del fiume Giordano, del pane azzimo avanzato, un pezzo di terra e un pezzo della croce: sono i simboli di don Tonino di cui nel libro spiega il significato e sono i simboli valoriali del cammino di ogni cristiano”.
Donna uccisa a Bressanone,fermato maritoTrovato dai carabinieri nei pressi della stazione ferroviaria

BOLZANO20 aprile 201810:19

– BOLZANO, 20 APR – E’ il marito l’uomo fermato per l’omicidio di una donna di 57 anni a Bressanone. La procura di Bolzano lo sospetta di essere l’autore del delitto e ha ordinato il fermo.
Il cadavere è stato rinvenuto questa notte da alcuni parenti che da giorni non avevano più notizie di lei ed hanno quindi deciso di entrare in casa dando quindi l’allarme al 112. Da un primo esame la donna presentava evidenti ferite da arma da taglio in più punti del corpo. I carabinieri hanno quindi indirizzato le loro ricerche sul marito della donna. Dopo alcune ore di intense attività di ricerca gli investigatori hanno individuato l’uomo nei pressi della stazione ferroviaria di Bressanone. Fermato e condotto in caserma l’uomo è stato ascoltato dagli uomini dell’arma per alcune ore, in termine delle quali è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto.
La procura di Bolzano ha coordinato sul posto le attività investigative. L’uomo si trova in questo momento nel carcere di Bolzano a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Tentativo di omicidio, 2 fermi in PugliaDurante litigio avvenuto per futili motivi a Gagliano del Capo

GAGLIANO DEL CAPO (LECCE)20 aprile 201810:28

– GAGLIANO DEL CAPO (LECCE), 20 APR -Due persone, padre e figlio, sono state fermate dai carabinieri in quanto ritenute responsabili di un tentativo di omicidio avvenuto nel corso di un litigio, per futili motivi, con un giovane di 28 anni che è stato accoltellato e che nella notte è stato sottoposto ad intervento chirurgico. I medici si sono riservati la prognosi. I fermati sono Salvatore Savarelli, di 24 anni, e suo padre, Antonio, di 47 anni, entrambi di Gagliano del Capo. Il litigio è avvenuto ieri sera a tarda ora in piazza Falcone e Borsellino. I due hanno litigato con il 28enne che è stato prima colpito con calci e poi ferito con un coltello al polmone destro e alla scapola destra, quindi abbandonato sul posto agonizzante. Una donna, convivente della vittima, che si trovava insieme al 28enne, ha chiamato i soccorsi e i carabinieri che sono riusciti a risalire ai presunti responsabili. La vittima è stato trasportato nell’ospedale ‘Panico’ di Tricase dove è ricoverato in terapia intensiva. Non è in pericolo di vita.
Marijuana nello zaino, arrestata 16enneNel Brindisino, sottoposta a controllo mentre era con amici

BRINDISI20 aprile 201810:29

– BRINDISI, 20 APR – E’ stata trovata con 39 grammi di marijuana nello zainetto per la scuola una sedicenne di San Vito dei Normanni (Brindisi) che è stata arrestata dai carabinieri e accompagnata nel carcere minorile. La ragazzina è stata sottoposta a controllo all’interno della villa comunale dove era in compagnia di altri giovani del luogo. In uno zaino di colore nero c’era la droga, contenuta in una busta di cellophane trasparente: accanto il diario scolastico e un quaderno, con annotati il nome della proprietaria, un astuccio e un portafogli con all’interno 70 euro e un portamonete con 27 euro. La studentessa ha ammesso di essere la proprietaria del materiale.
8 mln in viaggio 25/4 e 7 mln 1 maggioFederalberghi, Italia con la gioia di vivere malgrado difficoltà

ROMA20 aprile 201810:30

– ROMA, 20 APR – Saranno 7 milioni e 969 mila per un giro di affari 2,85 miliardi di euro gli italiani che si muoveranno per la festa della Liberazione mentre 7 milioni 517 mila (per circa 2,46 miliardi) per il 1 maggio. La maggior parte resterà in Italia. Emerge dall’indagine di Federalberghi. “I ponti di Primavera sono un bel banco di prova nella prospettiva di una stagione che corre verso l’estate. Il nostro è un Paese che sembra dimostrare la gioia di vivere, malgrado le innegabili difficoltà ed il clima di incertezza” dice il presidente Bernabò Bocca.
Il 25 aprile la spesa media pro capite destinata al viaggio e comprensiva di tutte le voci (trasporto, alloggio, cibo e divertimenti) sarà pari a 358 euro (309 euro nel 2017). In crescita la durata media della vacanza: circa 3,7 notti fuori casa, in netta crescita rispetto alle 3,1 notti del 2017. Nel 34,2% dei casi, si tratterà di un “super-ponte”, che includerà sia il 25 aprile sia il 1 maggio.
Uccide moglie, trovata arma delittoEra nascosto tra i rovi a lato di una strada a Cesano Maderno

MONZA20 aprile 201810:56

– MONZA, 20 APR – I carabinieri di Desio (Monza) hanno trovato la pistola che Giorgio Truzzi, 57enne di Seveso (Monza), avrebbe utilizzato per uccidere sua moglie Valeria Bufo, 56 anni, ammazzata con almeno tre colpi ieri per la strada a Bovisio Masciago (Monza). A quanto si è appreso si tratta di un revolver Smith&Wessons, recuperato dai militari tra i rovi che lambiscono la strada 44 in corrispondenza del Comune di Cesano Maderno (Monza), su indicazione dello stesso Truzzi. L’uomo, dopo aver sparato, si è costituito.
Lascia 1 kg marijuana in treno, arrestoSi rivolge alla Polfer che ritrova zaino con dentro stupefacente

ANCONA20 aprile 201811:33

– ANCONA, 20 APR – Dimentica lo zaino con dentro in kg di marijuana in treno e si rivolge alla Polfer per recuperarlo.
E’ successo ad un 26enne nigeriano, che è stato arrestato in un’operazione congiunta degli uffici di polizia ferroviaria di Foligno e Fabriano e della squadra di polizia giudiziaria del Compartimento Polfer di Ancona. Dopo essere sceso a Foligno dal treno regionale 2322 proveniente da Roma si è rivolto alla Polfer per recuperare il bagaglio, subito ritrovato sul convoglio, alla stazione successiva a Fabriano. Dove gli agenti, si sono insospettiti per l’odore forte e caratteristico proveniente da un involucro, che conteneva un panetto di marijuana. Di concerto con gli uomini della Polfer di Ancona, è stato organizzato un servizio di appostamento. Il nigeriano presentatosi per ritirare lo zaino ha tentato di disconoscere la paternità dell’oggetto, che però appariva sulle sue spalle mentre saliva sul treno nella stazione di Roma, come mostrato dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza.
Cassazione, prescrizione per MilaneseDeciso anche il risarcimento a favore del Consorzio Venezia

ROMA20 aprile 201811:37

– ROMA, 20 APR – La Cassazione ha dichiarato la prescrizione per Marco Milanese, l’ex consigliere del ministro dell’economia Giulio Tremonti, in relazione alla condanna a due anni e sei mesi di reclusione per traffico di influenze per la costruzione del Mose a Venezia. Milanese era stato condannato nel giugno 2017 dalla Corte d’Appello di Milano per traffico di influenze dopo aver ricevuto 500.000 euro da parte del Consorzio Venezia in cambio del suo intervento per ottenere una norma ad hoc e salvare il finanziamento di 400 milioni per il Mose, soldi che altrimenti rischiavano di essere assegnati dal Cipe per il Mezzogiorno. È stato poi confermato dalla Cassazione il risarcimento danni in favore del Consorzio Venezia e del Ministero dell’economia.
Trovato corpo carbonizzato donna a RomaL’ipotesi della polizia è che sia stata uccisa

ROMA20 aprile 201812:09

– ROMA, 20 APR – Il corpo di una donna completamente carbonizzato è stato trovato stamattina intorno alle 7.30 nel parco delle Tre Fontane, in zona Eur a Roma. A dare l’allarme un uomo che faceva jogging e ha visto che il corpo ancora bruciava tra le fiamme. Sul posto la polizia che sta effettuando rilievi e cercando eventuali altri testimoni. Secondo la squadra mobile che conduce l’indagine, potrebbe trattarsi di un omicidio. Dalle prime informazioni sembra che la donna – che non è stata ancora identificata – indossasse una gonna e fosse senza scarpe.
Norman Atlantic, chiuse indagini per 32Disastro causato da rogo, 12 morti, 19 dispersi e 64 feriti

BARI20 aprile 201812:27

– BARI, 20 APR – La Procura di Bari ha chiuso le indagini nei confronti di 32 indagati (30 persone fisiche e due società) sul naufragio della motonave Norman Atlantic, avvenuto al largo delle coste albanesi la notte del 28 dicembre 2014 dopo un incendio scoppiato a bordo e che costò la vita a 12 persone e il ferimento di altre 64 (19 degli oltre 500 passeggeri sono ancora dispersi). Nell’avviso di conclusione delle indagini preliminari sono contestati, a vario titolo, i reati di cooperazione colposa in naufragio, omicidio colposo e lesioni colpose plurime e anche numerose violazioni sulla sicurezza e al codice della navigazione. Dagli accertamenti della Capitaneria di Porto di Bari, coordinati dal pm Ettore Cardinali e Federico Perrone Capano, sono emerse una serie di negligenze, soprattutto sulla valutazione dei rischi e sulla organizzazione delle operazioni di evacuazione della nave, che avrebbero causato il naufragio e la morte di alcuni passeggeri.
Migranti: 104.776 in meno da 1 luglioDati Viminale, decimo mese consecutivo calo sbarchi

ROMA20 aprile 201812:33

– ROMA, 20 APR – Sale a 104.776 il saldo negativo degli sbarchi di migranti dall’1 luglio scorso ad oggi rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. Negli ultimi dieci mesi, cioè, sono giunte via mare in Italia 43.166 persone, contro le 147.942 del periodo 1 luglio 2016-20 aprile 2017. Lo indicano i dati del Viminale che registrano un calo degli sbarchi per il decimo mese consecutivo.
Proprio ai primi di luglio dello scorso anno, ricordano al Viminale, è stata messa in campo una strategia che ha portato ad un’inversione di tendenza, dopo che i primi sei mesi del 2017 avevano fatto segnare un boom degli arrivi. In particolare, alla fine di giugno sbarcarono circa 13mila migranti in un weekend.
Un’emergenza che costrinse il ministro dell’Interno Marco Minniti a far tornare in Italia l’aereo che lo stava portando a Washington per una visita ufficiale.
Donna uccisa, il marito ‘sono stato io’Confessione su un biglietto nella sua giacca

BOLZANO20 aprile 201812:58

– BOLZANO, 20 APR – “Sono io l’assassino di mia moglie”. E’ quanto ha scritto in tedesco su un foglietto, trovato nella sua giacca, il marito della donna di 57 anni trovata morta nella sua abitazione a Bressanone. L’uomo – si apprende dagli investigatori – è stato trovato la scorsa notte nei pressi della stazione in stato confusionale. Presentava varie ferite sul corpo e non si esclude che avesse in mente di togliersi la vita gettandosi sotto un treno. Davanti agli inquirenti, l’uomo si è comunque avvalso della facoltà di non rispondere e il gip ha convalidato l’arresto.
L’omicidio è avvenuto alcuni giorni fa. Ieri sera i due figli si sono recati nell’appartamento dei genitori e hanno trovato il cadavere sul letto matrimoniale con diverse coltellate in prossimità della gola. I figli – si è appreso avrebbero poi chiamato il padre che avrebbe risposto “sto cercando di raggiungere vostra madre”.
Papa: Chiesa non si accodi ai potentiFrancesco sui passi di don Tonino Bello, “Pace nel Mediterraneo”

ALESSANO/MOLFETTA20 aprile 201813:20

– ALESSANO/MOLFETTA, 20 APR – “Il Mediterraneo, storico bacino di civiltà, non sia mai un arco di guerra teso, ma un’arca di pace accogliente”. Lo ha detto Papa Francesco nel suo discorso ai fedeli ad Alessano (Lecce), paese natale di don Tonino Bello, di cui ricorrono oggi i 25 anni dalla morte.
“Capire i poveri era per lui vera ricchezza. Aveva ragione, perché i poveri sono realmente ricchezza della Chiesa.
Ricordacelo ancora, don Tonino, di fronte alla tentazione ricorrente di accodarci dietro ai potenti di turno, di ricercare privilegi, di adagiarci in una vita comoda”, ha detto ancora Papa Francesco.
Poi nella messa a Molfetta (Bari), il pontefice ha sottolineato: “Don Tonino sosteneva che ‘la pace non viene quando uno si prende solo il suo pane e va a mangiarselo per conto suo. La pace è qualche cosa di più: è convivialità’. È ‘mangiare il pane insieme con gli altri, senza separarsi, mettersi a tavola tra persone diverse’, dove ‘l’altro è un volto da scoprire, da contemplare, da accarezzare'”.
Processo Macchi: difesa,Binda va assoltoL’accusa aveva chiesto l’ergastolo, ragazza fu uccisa 30 anni fa

VARESE20 aprile 201813:22

– VARESE, 20 APR – “Chiedo che Stefano Binda venga assolto per non aver commesso il fatto”. Con queste parole l’avvocato Patrizia Esposito, difensore del 50enne Stefano Binda, imputato a processo in Corte d’Assise a Varese per l’omicidio di Lidia Macchi, la studentessa varesina trovata morta 30 anni fa nei boschi di Cittiglio (Varese), ha concluso stamani la sua arringa difensiva. Secondo il legale, che assiste insieme al collega Enrico Martelli il 50enne per cui l’accusa ha chiesto una condanna all’ergastolo, Binda non ha mai commesso reati o manifestato atteggiamenti violenti e, benché la sua vita possa apparire “strana” perché segnata dalla tossicodipendenza che lo avrebbe portato a tornare a vivere nella casa dei genitori, le sue scelte non possono rappresentare il punto di partenza “dal quale costruire il personaggio assassino”, tesi dell’accusa. Sempre secondo il difensore, il 5 gennaio 1987, giorno in cui Lidia Macchi fu uccisa, “Binda era in vacanza a Pragelato”.
Vallanzasca:giudici, ‘no’ a condizionaleRespinta anche l’istanza presentata per la semi libertà

MILANO20 aprile 201813:57

– MILANO, 20 APR – Il tribunale di Sorveglianza di Milano ha respinto le richieste di liberazione condizionale e di semilibertà presentate dalla difesa di Renato Vallanzasca, il protagonista della mala milanese negli anni ’70 e ’80 condannato a 4 ergastoli e a 296 anni di carcere.
Offese a prof Lucca, 6 studenti indagatiViolenza privata e minacce gravi i reati ipotizzati

FIRENZE20 aprile 201814:03

– FIRENZE, 20 APR – Sono sei, secondo quanto si apprende, gli studenti che al momento risultano indagati dalla procura presso il tribunale dei minori di Firenze per gli episodi di bullismo avvenuti all’istituto tecnico di Lucca, e registrati con video poi diffusi in rete. I reati ipotizzati sarebbero quelli di violenza privata e minacce gravi.
Sempre secondo quanto emerso, gli inquirenti starebbero vagliando anche la possibilità di contestare il reato di tentato furto dell’Ipad col registro elettronico, che uno studente prova a strappare dalle mani del professore. Quest’ultimo, secondo quanto riportato oggi da due quotidiani, ieri è stato intanto ascoltato dalla polizia giudiziaria, come persona informata sui fatti.
Ponti primavera all’insegna città d’arteAssoturismo Confesercenti, già prenotato 80% camere online

ROMA20 aprile 201814:17

– ROMA, 20 APR – Ponti di primavera all’insegna delle città d’arte. Complessivamente, secondo le stime del Centro studi turistici di Firenze per Assoturismo Confesercenti, tra il 25 aprile e il 1 maggio le località di interesse storico-artistico si avviano a registrare 4,3 milioni di presenze, segnando un aumento dell’1,5% sullo stesso periodo dello scorso anno.
Una performance in controtendenza con le altre tipologie di destinazione, per le quali si prevedono invece risultati stabili o in lieve arretramento rispetto al 2017, anno in cui la vicinanza tra i ponti di primavera e la Pasqua alta (festeggiata il 16 aprile) aveva portato ad un’accelerazione dei flussi turistici. Tra le città più gettonate, come sempre, Roma, Venezia e Firenze, ma anche Napoli, Bologna, Torino, Matera, Mantova, Milano e Palermo. Ad oggi, nelle principali città d’arte italiane, risultano già prenotate l’82% delle camere disponibili online per il periodo del 25 aprile e l’88% per il 1 maggio, ma le percentuali sono destinate a salire.
Papa:fedeli cantano preghiera don Tonino’Uomini sono angeli con un’ala soltanto,volano solo abbracciati’

MOLFETTA (BARI)20 aprile 201814:27

– MOLFETTA (BARI), 20 APR – “Ho letto da qualche parte che gli uomini sono angeli con un’ala soltanto. Possono volare solo rimanendo abbracciati. A volte, nei momenti di confidenza, oso pensare, Signore, che anche Tu abbia un’ala solo. L’altra la tieni nascosta: forse per farmi capire che anche Tu non vuoi volare senza di me. Per questo mi hai dato la vita: perché io fossi tuo compagno di volo”. È l’inizio della preghiera di don Tonino Bello, musicata da Felice Spaccavento e cantata da lui e da Elvira Zaccagnini, oggi a Molfetta in occasione della visita del Papa nei luoghi di don Tonino Bello. Spaccavento, primario di rianimazione all’ospedale di Corato, e Zaccagnini, che è stata con lo stesso don Tonino e con l’ex sindaco di Molfetta Guglielmo Minervini, una dei fondatori della casa editrice La Meridiana, sono due dei tanti ragazzi che quando erano poco più che ventenni seguivano il presule. Come 25 anni fa al passaggio del feretro di don Tonino, l’hanno cantata, insieme alle migliaia di molfettesi, alla fine della cerimonia

Piazza S.Carlo, depositati atti indagineSono relativi all’inchiesta sulla organizzazione della serata

TORINO20 aprile 201814:28

– TORINO, 20 APR – Sono stati depositati in Procura a Torino gli atti su piazza San Carlo. Si tratta di oltre 16 mila pagine relative al filone principale dell’inchiesta, quello che nei giorni scorsi ha portato alla notifica dell’avviso conclusioni indagini – l’atto che di norma precede il rinvio a giudizio – nei confronti di 15 persone che organizzarono e gestirono l’evento.
Nell’elenco la sindaca Chiara Appendino, l’ex capo di gabinetto Paolo Giordana con il direttore Paolo Lubbia e la dipendente Chiara Bobbio, l’allora questore Angelo Sanna con due dirigenti, i responsabili e collaboratori di Turismo Torino, la partecipata del Comune organizzatrice della proiezione su maxi-schermo della finale Champions sfociata nelle ondate di panico che provocarono 1.500 feriti e il decesso di una donna, Erika Pioletti. Il secondo filone dell’indagine è invece quello che nei giorni scorsi ha portato all’arresto di alcuni giovani di origini nordafricane, ritenuti autori di una rapina con lo spray urticante che creò il caos.
Truffe in serie fingendosi un politicoIl Tribunale di Milano lo condanna anche a usare contanti

MILANO20 aprile 201814:34

– MILANO, 20 APR – In “oltre 40 anni” avrebbe commesso una serie di reati contro il patrimonio, tra cui una sfilza di truffe, riuscendo una volta a comprare oltre 3mila euro di dolci in una pasticceria e quasi 4mila euro di alimenti in un altro negozio, senza mai pagare, spacciandosi per un esponente della Lega. Il tutto condito da condotte violente, come quando colpì con un tubo di ferro un inviato de ‘Le Iene’. Data la sua “pericolosità”, la Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano ha deciso di applicare ad Alberto Chiapatti la misura della sorveglianza speciale con anche il divieto di fare acquisiti, se non “in contanti o in moneta elettronica”.
I giudici, partendo dalla “specificità dei reati di truffa e insolvenza fraudolenta commessi serialmente da Chiapatti”, che sarebbe riuscito ad acquistare merce senza sborsare nulla chiedendo il “differimento” del pagamento, gli hanno imposto “a fini di difesa sociale, il divieto di effettuare acquisti” se non pagando “a vista” o in “maniera anticipata”.
Il principe Carlo sarà il nuovo capo del CommonwealthQuando la regina non sarà più regnante

ROMA20 aprile 201814:42

Il principe Carlo sarà il nuovo capo del Commonwealth una volta che la madre, la regina Elisabetta, non sarà più regnante. Lo hanno deciso i leader dell’organizzazione a quanto apprende la Bbc. La nomina di Carlo non era scontata.

Il ruolo, rappresentativo, di capo del Commonwealth è stato attribuito a Sua Maestà fin dalla fondazione della comunità che raduna il Regno Unito e buona parte delle sue ex colonie. Ma non è (da statuto) ereditario, a differenza del trono britannico.

 

Omicidio Molteni,ergastolo amante moglieLa donna era già stata condannata a 20 anni in abbreviato

MILANO20 aprile 201814:39

– MILANO, 20 APR – La Corte d’assise di Como ha condannato all’ergastolo Alberto Brivio, accusato dell’omicidio dell’architetto Alfio Molteni, ucciso a Carugo, nel Comasco, nel 2015. Per il delitto era già stata condannata a 20 anni con rito abbreviato la moglie della vittima, Daniela Rho, l’amante di Brivio, ritenuta la mandante dell’omicidio, eseguito da un gruppo di ‘sbandati’.
GdF denuncia finte nullatenenti TriesteMadre e figlia beneficiavano alloggio popolare con canone minimo

TRIESTE20 aprile 201815:22

– TRIESTE, 20 APR – Risultavano nullatenenti in Italia e per questo beneficiavano di un alloggio popolare pagando un canone molto basso, ma in Slovenia possedevano beni per 260 mila euro: per questo motivo due donne, madre e figlia, di 66 e 27 anni, sono state denunciate dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della GdF di Trieste. La finta condizione di povertà ha consentito alle due donne di beneficiare di un canone di locazione agevolato di 40 euro, invece di 400, e di percepire dal Comune di Trieste benefici economici non spettanti per alcune migliaia di euro. Il capo famiglia che ha sottoscritto le dichiarazioni per la richiesta dell’Isee – nascondendo l’esistenza delle cospicue disponibilità bancarie in Slovenia – dovrà rispondere di indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato. A madre e figlia sono state contestate anche le violazioni amministrative relative agli illeciti contributi ricevuti dal Comune di importo inferiore alla soglia penalmente rilevante di 3.999,96 euro.
Rischio radicalizzazione, via migranteEscalation di minacce contro musulmani che non seguono Corano

LA SPEZIA20 aprile 201815:24

– LA SPEZIA, 20 APR – “Sei un porco, un cane, un miscredente. Se trovo il modo ammazzo tutti. Algerini, marocchini, tunisini di tutto il mondo”. Frasi pronunciate all’indirizzo di quegli arabi che, secondo un richiedente asilo del Mali che adesso sarà rimpatriato, non rispettavano fedelmente il Corano. L’uomo, un giovane ospite di una struttura della Croce Rossa di Varese Ligure (La Spezia), sospettato di essere a rischio radicalizzazione è stato allontanato dalla provincia della Spezia e accompagnato dalla polizia al Cie di Torino da dove non potrà allontanarsi nell’attesa che gli venga revocata la richiesta di permesso d’asilo per poi essere rimpatriato. Il ragazzo di 22 anni arrivato in Sicilia nel 2016 con un barcone e ospitato a Varese Ligure, aveva dimostrato di non voler integrarsi in alcun modo non partecipando nemmeno alle attività proposte dalla struttura fino a arrivare a una vera escalation di minacce nell’ultimo mese nei confronti degli operatori e degli altri richiedenti asilo considerati ‘impuri’.
Studenti inventano ‘divieto cellulare’Premiazione concorso a Napoli.Sindaco,forti messaggi di legalità

NAPOLI20 aprile 201815:25

– NAPOLI, 20 APR – No all’uso del cellulare non solo mentre si è alla guida ma anche quando da pedoni si attraversa la strada. Sono i messaggi lanciati dagli studenti campani che hanno partecipato al concorso ‘Inventa un segnale stradale’ nell’ambito del progetto ‘Sii saggio, guida sicuro’ promosso dall’associazione Meridiani.
La sensibilità degli studenti si è focalizzata contro lo smodato utilizzo del cellulare. Ecco dunque segnali come ‘Insegnare ai bambini a non attraversare la strada con il cellulare in mano’, ‘Ultimo selfie’ che ritrae un giovane investito sulle strisce mentre è intento a scattarsi una foto.
Altri spunti da drammatici fatti di cronaca come la morte di bambini dimenticati in auto al sole dai genitori: ecco il cartello ‘Don’t forget’. Tanta l’attenzione anche agli effetti causati da alcool e droghe. “Questi ragazzi – ha sottolineato il sindaco de Magistris – hanno lanciato messaggi molto forti che fanno comprendere quanto l’educazione alla legalità e la sensibilità alla sicurezza siano crescenti”.
Super anticiclone con assaggio d’estate in arrivo, specie al nordEdoardo Ferrara: ‘Attenzione, però ancora qualche temporale al Sud e Isole, anche forte in Sicilia’

20 aprile 201815:50

“Vasto e potente anticiclone dal cuore molto caldo staziona sull’Europa centrale, mantenendo le perturbazioni atlantiche lontane dal Mediterraneo e determinando un clima praticamente estivo su diversi Stati”: lo comunica 3BMETEO.COM spiegando che “fino al weekend l’alta pressione manterrà il proprio baricentro sul comparto europeo centrale per poi spanciare sul Mediterraneo nei giorni a seguire”.“Avremo dunque tempo in prevalenza stabile, soleggiato e anche piuttosto caldo almeno fino al 25 aprile compreso sull’Italia”, conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che aggiunge: “Entro fine mese l’anticiclone potrebbe mostrare i primi segnali di indebolimento a partire dal Nord con qualche nota instabile in più”RESIDUI TEMPORALI AL SUD, ISOLE – “Il Sud rimarrà tuttavia ancora esposto a qualche rovescio o temporale anche di forte intensità – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – in particolare la Sicilia dove i fenomeni insisteranno almeno fino a domenica, ma anche su Sardegna, Calabria. Giovedì qualche fenomeno possibile anche su basso Lazio, Campania”.CALDO IN AUMENTO, TEMPERATURE DA INIZIO GIUGNO E PUNTE DI 28°C – “Le temperature saranno in costante aumento con caldo in intensificazione dapprima soprattutto al Nord, Toscana, Lazio, Umbria e alta Campania, dove tra venerdì e sabato le massime raggiungeranno i 25-26°C ma con punte locali di 27-28°C. Sulle vallate alpine non esclusi persino picchi vicini ai 30°C. Tra le città più calde: Trento, Bolzano, Milano, Torino, Verona, Bologna, Firenze, Terni, Grosseto, Roma, Frosinone, Benevento.Farà caldo anche sulle Alpi con punte di oltre 21-22°C a 1000m e fino a 19-20°C a 1500m, con zero termico diurno oltre i 3000m (attenzione al pericolo valanghe).Farà invece più fresco al Sud ma soprattutto lungo i versanti adriatici, dove fino al weekend le massime non dovrebbero in genere superare i 20-22°C. Su queste regioni l’aumento termico si farà sentire soprattutto nella prossima settimana, contestualmente ad un lieve calo al Nord e sulle centrali tirreniche con clima comunque molto mite.

Sequestra e violenta donna,Ps lo arrestaDonna segregata 15 giorni a Rosarno dopo convivenza in Germania

ROSARNO (REGGIO CALABRIA)20 aprile 201815:54

– ROSARNO (REGGIO CALABRIA), 20 APR – Ha segregato per 15 giorni una donna inglese conosciuta su facebook e con la quale ha convissuto alcuni mesi in Germania, violentandola ripetutamente insieme anche ad alcuni connazionali. E’ l’accusa mossa a un cittadino del Burkina Faso, Momodou Jallow, di 37 anni, arrestato a Rosarno dalla Polizia di Stato con l’accusa di sequestro di persona e violenza sessuale. Due cittadini del Mali sono stati denunciati in stato di libertà per gli stessi reati.
A dare l’allarme è stata la donna che è riuscita a telefonare ai servizi sociali inglesi che hanno girato l’allarme all’Interpol che ha allertato il Commissariato di Gioia Tauro della Polizia di Stato. Il dirigente e l’operatore della centrale operativa sono riusciti a contattare la donna sul telefonino dandole indicazioni per fuggire ed avvertendola che a Rosarno erano già presenti numerose pattuglie inviate non appena ricevuta la notizia. E’ stato così che gli agenti hanno visto la donna fuggire da una finestra inseguita da Jallow.
Prof, no auguri a Hitler ma a fotografoWalter Hahn,nato lo stesso anno.Associazione forzata e esagerata

ASCOLI PICENO20 aprile 201815:55

– ASCOLI PICENO, 20 APR – “Non volevo fare gli auguri a Hitler ma ad un fotografo tedesco nato 129 anni fa”. E’ la spiegazione che il prof Felice Spicocchi dà del suo post su Facebook di auguri in tedesco per “129 compleanni” nel giorno dell’anniversario della nascita di Hitler. Il post è stato rimosso direttamente da Facebook “e non da me”, dice il professore, il quale, non potendo accedere al suo profilo, ha pubblicato un lungo messaggio di spiegazioni tramite la moglie “Surreale il pandemonio che si è creato -. Stamattina mi è venuta la ‘brillante’ idea di fare gli auguri di buon compleanno a Colmar Walter Hahn, artista e fotografo nato il 20 aprile 1889 a Berlino. Chi conosce l’artista e sa di cosa stavo parlando, ha infatti commentato ‘tanti auguri allo zio di Berlino’ e ho messo anche un like al commento. Dopodiché si è scatenato l’inferno.
“Non so chi abbia iniziato ma il mio post è stato travisato. Non sono di sinistra e lo sanno anche i sassi, ma questo tipo di associazione mi appare forzata e esagerata”.
Doposcuola e lavoro per i bulli a scuolaDal 2010 vi hanno aderito 300 ragazzi tra 12 e 15 anni

PADOVA20 aprile 201815:57

– PADOVA, 20 APR – Doposcuola e lavoro con i più piccoli, gli anziani, i disabili e i senzatetto come alternativa alla sospensione per i ragazzini che compiono atti di bullismo.
E’ il progetto promosso dal Centro Servizio Volontariato di Padova per combattere bullismo e cyberbullismo. “Sì, possiamo cambiare” ha preso il via nel 2010 e ha visto finora la partecipazione di circa 300 ragazzi tra i 12 e i 15 anni. Quando si evidenziano casi di bullismo, le scuole della provincia che aderiscono al progetto contattano gli psicologi del Csv per un colloquio insieme ai genitori. Al posto della sospensione, i tutor organizzano per gli studenti ‘difficili’ ore di lavoro pomeridiane con bambini, attività ricreative con anziani, assistenza a disabili con attività ricreative e artistiche, persone senza fissa dimora. Tutto in comunità piccole e controllate, come case-famiglia, assistiti continuamente da tutor, psicologi e psicoterapeuti e quindi senza rischi emotivi per i minori.
Violenza sessuale, carcere per TivadarUdienza di convalida del fermo per il maniaco seriale di Bologna

BOLOGNA20 aprile 201816:11

– BOLOGNA, 20 APR – Custodia cautelare in carcere per Cesarin Tivadar, fermato mercoledì sera per l’aggressione sessuale di una studentessa universitaria, seguita e palpeggiata all’alba del 15 aprile nel centro storico di Bologna. La decisione è del Gip Aldo Resta, dopo l’udienza di convalida del fermo disposto dalla Procura, durante la quale l’indagato, difeso dall’avvocato Ercole Cavarretta, avrebbe integrato con alcune informazioni la confessione già resa alla squadra mobile della Polizia. Tivadar, romeno 30enne, fu già arrestato in passato per due episodi simili, accuse per cui patteggiò una pena di due anni.
Antinori, pm ribadisce: tutti a giudizioSegretaria clinica Matris chiede abbreviato. Gup decide il 14/5

MILANO20 aprile 201816:14

– MILANO, 20 APR – Tutti a processo: lo ha ribadito oggi il pm di Milano nel corso dell’udienza preliminare davanti al gup nel quale sono imputati Severino Antinori e altre 16 persone accusate a vario titolo di un presunto commercio di ovuli destinati alla fecondazione eterologa e anche per l’appropriazione indebita di materiale biologico. La richiesta di rinvio a giudizio riformulata oggi dal pm riguarda l’indagine con al centro due associazioni per delinquere, una con a capo il medico romano e l’altra con a capo il suo presunto ‘braccio destro’, il ginecologo Piero Mita. Stamane in aula Bruna Balduzzi, la segretaria della clinica Matris dove sarebbero stati venduti i gameti alle coppie che si rivolgevano al ginecologo per la procreazione assistita di tipo eterologo, ha chiesto di essere processata con il rito abbreviato.
Secondo i difensori del medico, Antinori invece va prosciolto per “insussistenza del fatto”. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 14 maggio per la decisione del giudice.
Terrorismo, Halili resta in carcereMarocchino ha respinto accuse sostenendo di volere vita onesta

TORINO20 aprile 201816:21

– TORINO, 20 APR – Resta in carcere Elmahdi Halili, il giovane di origini magrebine residente nelle Valli di Lanzo arrestato a marzo dalla polizia a Torino per terrorismo. Il Tribunale del riesame ha respinto il ricorso del suo avvocato difensore, Enrico Bucci.
Halili ieri era stato ascoltato dai giudici e aveva respinto le accuse, imperniate sulle sue attività su internet, affermando che il suo comportamento nella vita di tutti i giorni è sempre stato corretto e che il suo unico desiderio e vivere tranquillamente e onestamente lavorando.
Stato-Mafia: condannati ufficiali RosPena anche per Massimo Ciancimino, assolto Mancino

PALERMO20 aprile 201816:25

– PALERMO, 20 APR – La Corte di Assise di Palermo ha condannato a pene comprese tra 8 e 28 anni di carcere per al cosiddetta trattativa Stato-Mafia gli ex vertici del Ros Mori, Subranni e De Donno, l’ex senatore Dell’Utri, Massimo Ciancimino e i boss Bagarella e Cinà. Assolto dall’accusa di falsa testimonianza l’ex ministro democristiano Nicola Mancino.
Prescritte le accuse nei confronti del pentito Giovanni Brusca.
Condannati tutti gli altri imputati.
Inquinamento Fiume Santo, tutti assoltiSassari, cadono accuse di concorso in disastro ambientale

SASSARI20 aprile 201816:31

– SASSARI, 20 APR – Il gup del Tribunale di Sassari ha assolto il direttore della centrale idroelettrica di Fiume Santo, Marco Bertolino, dall’accusa di disastro ambientale in concorso. Romano, 51 anni, a capo dell’impianto già con E.On, Bertolino aveva scelto il rito abbreviato. Per lui la Procura aveva chiesto due anni di reclusione. Con il direttore erano imputati anche Salvatore Signoriello, 66 anni, amministratore delegato di E. On all’epoca dei fatti, Paolo Venerucci, di 63, responsabile delle risorse umane per la multinazionale tedesca, Livio Russo, capo della centrale, e Alessandro Muscas, amministratore della società che doveva eseguire i campionamenti del terreno. Anche per loro sono cadute tutte le accuse: il giudice per le udienze preliminari ha infatti deciso il non luogo a procedere.
Bertolino e Russo erano accusati di inquinamento ambientale doloso nel suolo, sottosuolo e nelle acque del golfo dell’Asinara. Per loro nell’aprile del 2015 erano scattate anche le manette.
Trump, Flynn rovinato mentre Comey fa soldi con brutto libro’Suoi memo dimostrano che non c’e’ collusione ne’ ostruzione’

WASHINGTON20 aprile 201817:35

Prosegue il duello a distanza fra Donald Trump e l’ex capo dell’Fbi James Comey. “Cosi’ la vita del generale Michael Flynn puo’ essere totalmente distrutta”, accusa su Twitter il tycoon, lamentandosi che invece “Comey puo’ continuare a far trapelare notizie e a mentire e a fare un sacco di soldi da un libro di terz’ordine (che non avrebbe mai dovuto scrivere)”. “E’ questo davvero il modo di vivere in America che dovrebbe funzionare?”, si chiede il presidente. Poi scaglia un altro tweet sostenendo che i memo dell’ex capo dell’Fbi “mostrano chiaramente che non c’e’ collusione e ostruzione. Inoltre ha diffuso informazioni classificate. Wow! La caccia alle streghe continuera’?”. Infine Trump sostiene che il rapporto dell’ispettore generale del dipartimento della giustizia “e’ un disastro” sia per Comey che per il suo ex vice Andrew McCabe.

Alpi: intercettati, ‘uccisa da italiani’Documenti anticipati da’Chi l’ha visto?’.Pm valuta riaprire caso

ROMA20 aprile 201817:46

– ROMA, 20 APR – “L’hanno uccisa gli italiani”, così due somali intercettati dalla guardia di finanza durante una inchiesta della polizia tributaria di Firenze, secondo quanto riferisce il programma di Rai3 ‘Chi l’ha visto?’ a proposito della morte della giornalista Ilaria Alpi. In base a queste intercettazioni la Procura di Roma potrebbe riaprire il caso. In un documento del 2012 si leggono le conversazioni di due somali che parlano di soldi arrivati dalla Somalia e da destinare all’avvocato che sta difendendo Hashi Omar Hassan, il giovane arrestato e condannato ingiustamente per l’omicidio della giornalista del tg3. Questo è il contenuto del dialogo:”che cosa è successo a questo uomo che è in carcere?”; “Ti ricordi la giornalista che avevano ucciso al paese e si chiamava Ilaria Alpi? Lui è il ragazzo che hanno detto che l’ha uccisa ed è ancora dentro il carcere, se anche sanno chi l’ha uccisa, l’hanno uccisa gli italiani stessi, poi lui lo hanno portato qui per testimoniare ed invece hanno condannato lui”.
Appendino, su famiglie forziamo manoSindaca Torino, ferma volontà di dar loro riconoscimento

TORINO20 aprile 201818:42

– TORINO, 20 APR – La Città di Torino “ha la ferma volontà di dare pieno riconoscimento alle famiglie di mamme e di papà con le loro bambine e i loro bambini. Da mesi stiamo cercando una soluzione compatibile con la normativa vigente.
Dopodiché la nostra volontà è chiara e procederemo anche forzando la mano”. Così la sindaca di Torino Chiara Appendino, su Facebook, sulle “nuove forme di genitorialità” dopo il caso del bimbo con due madri concepito con la procreazione assistita che non è stato registrato dall’anagrafe di Torino.
Insulti a prof Velletri, c’è un indagatoSu posizione studenti indaga Procura dei minori

ROMA20 aprile 201819:16

– ROMA, 20 APR -C’è un indagato nell’inchiesta sul video che ritrae uno studente di un istituto tecnico di Velletri minacciare pesantemente una professoressa dicendole: “Te faccio scioglie in mezzo all’acido”. In base a quanto si apprende la persona iscritta nel registro degli indagati avrebbe una “responsabilità collaterale” rispetto alla vicenda e probabilmente sarebbe chi ha materialmente postato il video. La posizione degli studenti, tutti minorenni, invece è stata trasmessa alla Procura dei miniori. La Procura di Velletri sulla vicenda ha aperto un fascicolo per per minacce e oltraggio al pubblico ufficiale. Secondo quanto si è appreso la persona indagata non sarebbe l’autore dell’aggressione verbale alla docente: non è escluso che l’indagato possa essere la persona che materialmente ha ‘postato’ in rete il video, che risale al 2016, e che in pochi giorni è diventato virale.
Usa: ‘Carrie’ tifa per l’amica ‘Miranda’ governatore di NYSarah Jessica Parker di ‘Sex and the City’ su collega candidata

WASHINGTON20 aprile 201817:37

Sarebbe “giusta per New York” e la sua corsa e’ “esaltante”. Cosi’ l’attrice Sarah Jessica Parker, la Carrie di ‘Sex and the City’, esprime il suo sostegno alla collega Cynthia Nixon – l’amica Miranda nella serie Tv culto – in corsa nelle primarie democratiche per la candidatura a governatore di New York. In brevi commenti raccolti dai media Usa durante il red carpet per la prima mondiale del suo nuovo film ‘Blue Night’ al the Tribeca Film Festival di New York, Sarah Jessica Parker ha affermato che a suo avviso la candidatura della collega “e’ stata ottima per il dibattito”.
A domiciliari dirigente Policlinico BariIn interrogatorio convalida ha negato di aver ricevuto tangente

BARI20 aprile 201819:47

– BARI, 20 APR – Sono stati concessi i domiciliari al dirigente del Policlinico di Bari, Giovanni Giannoccaro, in cella tre giorni fa per concussione. Giannoccaro, dirigente dell’area Risorse Finanziarie dell’azienda ospedaliera e attualmente sospeso, era stato arrestato in flagranza di reato dalla Finanza dopo aver ricevuto – secondo l’accusa – la somma di 3000 euro da un imprenditore, rappresentante di un’azienda specializzata in riproduzione dei supporti registrati, titolare di un appalto per l’archiviazione documentale, in proroga, stipulato con in Policlinico. Nell’interrogatorio di convalida dinanzi al pm che coordina le indagini, Chiara Giordano, e al gip Giulia Romanazzi, l’indagato ha risposto alle domande respingendo gli addebiti. Ha spiegato, cioè, che quel denaro non era una tangente ricevuta dall’imprenditore ma una somma consegnata per motivi personali. Accogliendo l’istanza dei difensori, gli avvocati Francesco Paolo Sisto e Angelo Loizzi, il giudice ha concesso a Giannoccaro i domiciliari.

Il sisma raccontato dai bambini’Ci vorrebbe tanta colla’, focus su psicologia dell’emergenza

PIEVE TORINA (MACERATA)20 aprile 201821:23

– PIEVE TORINA (MACERATA), 20 APR – “Un libro che dà voce alle emozioni dei bambini e racconta il terremoto attraverso i ricordi, i disegni e i rimedi per allontanare la paura”. Così il presidente dell’Assemblea legislativa delle Marche Antonio Mastrovincenzo ha presentato oggi a Pieve Torina il libro edito nella collana dei Quaderni del Consiglio: “Ci vorrebbe tanta colla”. Il titolo, che è stato coniato da uno degli alunni dell’Istituto Comprensivo Paoletti, riassume il senso di un volume che da un lato fa conoscere come i bambini hanno vissuto il trauma del sisma, e dall’altro spiega l’importante azione della psicologia dell’emergenza, fondamentale in contesti traumatici come quello del terremoto.
“La psicologia dell’emergenza – ha detto Mastrovincenzo – è un pezzo importante di una moderna visione della Protezione civile che rappresenta un valore aggiunto del sistema di prevenzione, mitigazione e risposta ai grandi rischi naturali”.
Bullismo a Lucca, proposte 5 bocciatureDa consiglio di classe, domani deciderà quello di istituto

LUCCA20 aprile 201821:41

– LUCCA, 20 APR – Per 5 studenti sospensioni la cui durata comporterà la bocciatura, mentre per un sesto studente niente scuola per 15 giorni: questi i provvedimenti del consiglio di classe dell’Itc di Lucca dopo gli episodi di bullismo contro un professore. Domani il consiglio di istituto valuterà se confermare o meno i provvedimenti proposti.
MotoGp: Marquez si scusa, Rossi: quello che penso l’ho dettoValentino: ‘Continuare sarebbe una perdita di tempo, ora c’è una gara’

ROMA20 aprile 201811:16

La MotoGp prova a ripartire dalla pista e superare l’ennesimo incidente tra Marc Marquez e Valentino Rossi. Il riaccendersi dell’astio tra “due divinità” del motociclismo – come li ha definiti Johann Zarco ad Austin – ha monopolizzato l’interesse di media ed appassionati, mettendo in ombra la vittoria di Cal Crutchlow a Termas de Rio Hondo. “In Argentina ho fatto tutto quello che ritenevo opportuno e tornerei a farlo. Ho detto che non cambierò il mio modo di correre, ma mi piace imparare dagli errori. Da quella domenica tutti possiamo imparare molte cose. Non ho alcun rancore verso Valentino, gli ho subito chiesto scusa, non avrei nessun problema a parlare con lui”.

Marquez ha parlato prima della conferenza stampa ufficiale ed è stata l’occasione per chiarire, spiegare e a provare a tendere una mano. Valentino Rossi parla in conferenza stampa a tarda sera. ”Le mie dichiarazioni in Argentina? Ho riguardato la gara e penso esattamente le stesse cose, confermo le mie parole, ma è meglio guardare avanti – ha sottolineato il pesarese – Noi come Senna e Prost? Loro si giocavano il Mondiale, invece quello che è successo in Argentina non ha avuto senso perché Marquez mi avrebbe superato alla curva successiva. Ma magari un giorno ci siederemo insieme e ne parleremo”. Rossi poi pensa al gran premio di Austin di domenica prossima: ”Lo stato d’animo è buono – ha aggiunto – mi dispiace per quello che è successo in Argentina, mi sarebbe servito portare a casa qualche punticino, però mi sento pronto, tornare in pista e guidare di nuovo la moto è la cosa che ci serve di più”.

Il clima di tensione ai piloti ‘terreni’ non piace, se Jack Miller, davanti ai giornalisti, ha sottolineato: “La vita è breve e noi la rischiamo ad ogni gara. Vorrei ricordare cosa successe tra Simoncelli e Pedrosa e come andò a finire”. Nel maggio 2011, a Le Mans, un contatto tra l’italiano e lo spagnolo durante un sorpasso causò la caduta di Pedrosa che si fratturò la clavicola e saltò diverse gare. Tornato al Mugello, rifiutò di stringere la mano che il Sic gli tendeva, evitando anche di guardarlo in faccia. Simoncelli morì a Sepang, a ottobre dello stesso anno. “Solo allora ho capito quanto sia importante il perdono” si disperò poi Pedrosa. Fortunatamente in questa storiaccia nessuno si è fatto male, ma che un pilota esperto come Miller ricordi quell’episodio è significativo. Marquez ha spiegato anche che lo spegnimento del motore a Termas è stato causato da “un problema al cambio che ha influito sull’elettronica.

La sfortuna ha voluto che sia successo in griglia, subito prima del via della gara”. “Quando si è spento il motore stavo cercando di tornare ai box, perché normalmente è quasi impossibile far ripartire una MotoGP da solo. Volevo tornare ai box perché lì i meccanici avrebbero riacceso il motore – ha aggiunto – ma poi c’è stata un po’ di confusione anche con la Race Direction. C’è stato un malinteso, ma ora tutti sappiamo bene cosa bisogna fare in quella situazione”. A chi gli ha fatto notare che così ha però volutamente infranto le regole, ha risposto: “E’ vero, so che bisogna alzare la mano, ma quando la tieni alzata per due secondi, sulla griglia ti sembra che siano quattro. Ho visto che non arrivava nessuno, quindi mi sono mosso per cercare di raggiungere i box il più velocemente possibile. Ho provato ad avviare il motore e si è acceso, è stato questo che ha creato confusione per tutti. Ora so cosa devo fare, ma spero che capiti più in futuro”. Rossi, a caldo, l’ha definito un pilota pericoloso, del quale avere paura. “Sono opinioni, sensazioni rispettabili, io in moto non ho mai avuto paura. Ho rivisto la gara ed è stato un caos. Le condizioni della pista erano al limite”. Come la pazienza degli altri protagonisti del motomondiale.
Tecnico del Besiktas colpito al capo, aperta inchiestaLancio di oggetti nel derby col Fenerbahce, fermato un sospetto

ISTANBUL20 aprile 201812:11

La procura anatolica di Istanbul ha aperto un’inchiesta sugli incidenti avvenuti ieri sera nello stadio della squadra di calcio del Fenerbahce, che ospitava il Besiktas in un derby valido per il ritorno della semifinale di coppa di Turchia. A seguito di un fitto lancio di oggetti dagli spalti, tra cui monetine e bottiglie di plastica, l’allenatore degli ospiti, Senol Gunes, è stato colpito alla testa da un oggetto al 57′, riportando ferite che, secondo i media locali, hanno richiesto diversi punti di sutura.

 

Il tecnico è stato portato in ospedale e la partita sospesa. Una rissa si è poi scatenata nel tunnel che porta agli spogliatoi. Il sospetto autore del lancio incriminato sarebbe stato individuato grazie alle telecamere di sorveglianza e fermato dalla polizia. La federazione turca dovrà ora decidere se far riprendere a porte chiuse la partita – che al momento dell’interruzione era sullo 0-0, dopo il 2-2 dell’andata – o attribuire una vittoria a tavolino al Besiktas.
Giovanni Allevi, un inno al disequilibrioPer Solferino il volume ‘L’equilibrio della Lucertola’

20 aprile 201812:21

MILANO – GIOVANNI ALLEVI, L’EQUILIBRIO DELLA LUCERTOLA (Solferino, pag. 140, 13 euro).
Un libro per parlare di equilibrio e disequilibrio, di quando il primo aiuta ad avere delle certezze e di quando il secondo ti aiuta a riflettere in generale. Il titolo del volume è ‘L’equilibrio della Lucertola’ e l’autore è Giovanni Allevi, musicista e compositore, ma anche laureato in filosofia e questa volta alle prese con un viaggio non in musica (ma forse anche si), facendo un punto su quanto vissuto e pensato in particolare negli ultimi anni. “Ho perso l’equilibrio – scrive Allevi nelle prime pagine del libro – Se fosse solo un discorso meccanico di tendini, muscoli, orecchio, terminerei qui. Eppure sono convinto che ogni evento della nostra esistenza sia misteriosamente connesso ad altri, così come le diverse sfere della nostra personalità comunicano e s’intersecano. Ci ho messo poco per rendermi conto di aver perso l’equilibrio non solo nella statica del corpo ma in tutti i campi, nella musica, nelle relazioni, nell’immaginazione, nel cibo, nell’umore, nella percezione di me e del mondo”. E’ quindi una sorta di inno al disequilibrio, quello di Allevi, che dopo aver affrontato il medesimo tema attraverso le note dell’album ‘Equilibrium’, ha approfondito l’argomento attraverso la forma di un racconto autobiografico e dedicato a chi, nelle varie accezioni del termine, perde l’equilibrio e comincia ad esercitarsi per ritrovare uno stato di ‘simmetria’ nelle cose e in se stesso: protagonista, un’artista in principio impaurito e poi incuriosito, a proposito di una condizione fisica che ha aperto al compositore una riflessione in progredire e dagli sviluppi potenzialmente infiniti. “E’ andata esattamente così – ci spiega Allevi – perché uno status fisico che mi ha messo nelle condizioni, di fatto, di non riuscire a stare in equilibrio su un piede solo, mi ha portato a ragionare su tante cose, su me stesso come la persona Giovanni ma anche al mondo a tutto tondo, in termini anche filosofici”. Da quel punto, per Allevi, è cominciata una ricerca dell’immobilità per essere invece in movimento, con tutto il corpo e con la mente, tra parole scritte e musica da immaginare. “Le note in quanto tali – racconta Allevi – nel libro c’entrano ma marginalmente. In realtà però il mio inno al ‘disequilibrio’ è qualcosa che esercito da sempre nella musica che scrivo. L’esempio l’ho trovato negli antichi compositori che alla ricerca della simmetria univano quella per l’asimmetrico, il fragile e proprio per questo affascinante”. In uscita oggi per la casa editrice Solferino, ‘L’equilibrio della Lucertola’ è il quinto libro firmato da Giovanni Allevi, che nella scrittura ha trovato una seconda dimensione d’espressione, diversa da quella musicale.
“Dovrò esercitare e scaldare tutti i muscoli – scrive ancora Allevi nel nuovo libro – non per correre più veloce, bensì per azzerare il movimento, e trovare finalmente l’immobilità del corpo, e magari con essa una centratura dell’anima, obiettivo assai più difficile da realizzare”.

Nuova scuola in Congo, ha il nome di una ragazza italianaE’ parte del sistema scolastico del paese, equiparata alle scuole pubbliche

20 aprile 201813:38

Dal prossimo ottobre una cinquantina di ragazzi di un villaggio della Repubblica Democratica del Congo – il villaggio si chiama Mutwanga e si trova nella provincia del Nord Kivu – avranno una nuova scuola, potranno così contare su una nuova opportunità di vita. E’ una scuola di istruzione superiore, autorizzata dalle autorità locali nelle scorse settimane, che porta il nome di una giovane italiana, Emanuela Panetti.

Lì gli studenti potranno imparare soprattutto un’attività lavorativa; infatti la struttura è stata autorizzata per l’insegnamento di materie sulla nutrizione e sul settore alberghiero, per la sartoria, l’elettronica, l’informatica. L’idea nasce dalla Fondazione Emanuela Panetti, onlus sorta per iniziativa dei genitori di Emanuela, una romana di 28 anni, dopo la sua tragica scomparsa avvenuta in un incidente stradale nel 2008, e che già nel 2010 si sono attivati per progetti educativi nella Rdc. Progetti resi possibili con la collaborazione sul luogo dell’associazione ‘Groupe de Renouveau Charismatique Catholique’ della Diocesi di Butembo-Beni.

Il progetto educativo ha già realizzato nel villaggio di Mutwanga una scuola materna ed elementare (nelle foto), una struttura in muratura operativa dal 2011 e che finora ha accolto un migliaio di bambini e che è entrata ufficialmente nel sistema educativo e d’istruzione del paese africano. Ora con la nuova autorizzazione, la scuola potrà offrire ai giovani della zona un nuovo percorso scolastico in vista di un’occupazione. La scuola ‘Emanuela Panetti’ è a disposizione non solo di Mutwanga ma anche di altri paesi limitrofi. Spesso – sottolineano dalla Fondazione – i bambini che la frequentano sono malnutriti, le loro famiglie non dispongono di mezzi necessari per mantenerli a scuola; l’abbandono scolastico da parte dei meno fortunati è frequente.Per ovviare a questi disagi, la Fondazione italiana ha avviato due progetti complementari. Il primo, ‘Adotta l’istruzione’, permette con il solo contributo di 20 euro l’anno di sostenere un bambino nella sua vita scolastica. Il secondo, ‘La fattoria del sorriso’, consente di donare una capretta alla scuola perché possa fornire del latte ai bambini durante le lezioni. La scuola è stata definita di interesse nazionale dal Ministero dell’Educazione di Kinshasa; è equiparata alle scuole pubbliche del paese. Lo scorso anno le è stata consegnata anche la bandiera nazionale. Della struttura fa parte anche un centro polivalente (‘Tabasumu’, che in swahili significa ‘sorriso’) dove sono proposte e realizzate iniziative culturali e sociali per l’intera popolazione della zona.

Una struttura dove è stata allestita anche una biblioteca. “Con l’ampliamento del nostro progetto scolastico – ha affermato la presidente della Fondazione, Maria Teresa Savastani Panetti – si apre una nuova sfida. Tenuto conto che il paese sta vivendo un momento davvero drammatico, in cui continua la guerra civile e in cui viene sempre di più colpita la popolazione civile, in cui si fugge dai piccoli villaggi circondati da militari e guerriglieri che si fronteggiano”. La presidente lancia anche un invito a partecipare alla Fiaccolata e alla Marcia per la pace nella Repubblica Democratica del Congo che si terranno domani e dopodomani, 21 e 22 aprile, a Reggio Emilia.

Per ulteriori informazioni visitare il sito della Fondazione: http://www.fondazioneemanuelapanetti.org.

Berlusconi contro M5s: ‘A Mediaset pulirebbero i cessi’. La replica: ‘Meglio che accordarsi con la mafia’ Di Maio ha buona parlantina, ma non ha fatto niente di buono

20 aprile 201817:26

“E’ gente che non ha mai fatto nulla nella vita: nella mia azienda li prenderei per pulire i cessi”. Così il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un comizio a Casacalenda, seconda tappa del suo giro in Molise.L’ex premier ha quindi attaccato il capo politico dei 5 stelle: “Di Maio ha una buona parlantina, non posso negarlo, ma non ha mai combinato niente di buono per sé, per la sua famiglia, per il Paese. Non possiamo affidare l’Italia a gente come lui”.  Arriva la replica via twitter del M5S:  “Meglio vivere onestamente, magari grazie al “pulire i cessi”, piuttosto che accordarsi con la #Mafia. Capito, Silvio?”, scrive, in un tweet, il senatore M5S Nicola Morra.E il consigliere comunale M5S di Bologna posta questa immagine

Commonwealth: gaffe di Carlo su colore pelle scrittrice’Non sembra di Manchester’. Lei replica: spero non vada su trono

LONDRA20 aprile 201813:57

– LONDRA, 20 APR – Gaffe del principe Carlo a margine del summit del Commonwealth, proprio poche ore prima che la regina lo promuovesse esplicitamente per la sua successione anche alla guida dell’organismo che raccoglie le ex colonie britanniche. Incontrando alcune persone a un Forum parallelo del vertice, l’erede al trono si è rivolto a una giornalista e scrittrice di origini familiari indo-caraibiche, Anita Sethi, chiedendole di dove fosse. E quando lei ha detto “di Manchester”, il principe ha replicato sorridendo, con apparente riferimento al colore della pelle della Sethi: “Beh, non lo sembri molto”.
Una battuta nello stile di suo padre, il 96enne Filippo, che l’interessata non ha gradito affatto e alla quale ha replicato in una sua colonna sul Guardian. Sethi ha ricordato altri episodi di “razzismo” involontario in seno alla dinastia e ha suggerito polemicamente a Carlo un ripasso della storia coloniale britannica. Non solo. Ha pure auspicato apertamente che il principe del Galles non diventi re, o almeno presidente del Commonwealth (carica che non è ereditaria, ha notato), e che venga “saltata una generazione” nella successione. Magari per fare spazio a quella di suo figlio Harry, il quale si appresta a sposare l’afroamericana Meghan Markle.

Fmi fiducioso, Italia non invertirà rotta sulle riformeIl responsabile Dipartimento Ue Thomsen: ‘Paese è cresciuto in modo robusto’

20 aprile 201819:25

E’ essenziale che non si inverta rotta sulle riforme. Lo afferma Poul Thomsen, responsabile del Dipartimento Europe del Fmi, dicendosi fiducioso che anche il prossimo governo continuera’ su questa strada in modo graduale.

Le sfide dell’Italia sono ben note: il paese ha visto un rallentamento nella produttività del lavoro da ben prima della crisi. ”L’Italia ha portato avanti delle importanti riforme negli ultimi anni: dalla riforma del lavoro a quelle delle pensioni. E questa è una delle ragioni per cui è cresciuta in modo robusto negli ultimi due anni e ha approfittato della ripresa europea” aggiunge Thomsen.

“L’Ue sta sperimentando una solida ripresa, ma molti paesi non ne stanno approfittando per portare avanti le riforme”. Afferma Thomsen sottolineando che la ripresa in corso sta favorendo la creazione di posti di lavoro anche se il tasso di disoccupazione resta alto in diversi paesi.

I rischi per l’Ue sono bilanciati nel breve termine, ma al ribasso in un arco temporale più lungo. Fra i rischi che pesano sulla ripresa c’è l’inflazione che resta al di sotto del target della Bce. Thomsen ribadisce l’invito ai governi ad approfittare della crescita in atto per portare avanti le riforme. ”Se non ora, quando?” dice Thomsen.

Stato-mafia: in principio era ‘sistemi criminali’L’inchiesta tra colpi di scena, polemiche e scontro col Colle

PALERMO20 aprile 201816:31

In principio fu “sistemi criminali”, un’inchiesta su un presunto golpe che avrebbe visto protagonisti negli anni ’90, in un tentativo di destabilizzazione del Paese, Cosa nostra, massoneria deviata, pezzi di Stato ed eversione nera. L’indagine, aperta dall’allora pm della Procura di Palermo Roberto Scarpinato, portò a poco e venne archiviata. Poi il fascicolo tornò a nuova vita. Per la prima volta i pm ipotizzarono un’ipotesi di reato specifica: la violenza o minaccia a Corpo politico dello Stato, reato che poi tante critiche avrebbe sollevato tra i giuristi, iscrivendo nel registro degli indagati i boss Totò Riina e Nino Cinà. Seguì una seconda archiviazione. E, nel 2008, grazie alle rivelazioni di Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco mafioso di Palermo Vito, sedicente depositario delle verità sui rapporti mafia-politica-007 degli ultimi 30 anni, la riapertura dell’inchiesta. Ciancimino jr è un fiume in piena: racconta di una trattativa con la mafia avviata, con la copertura di pezzi delle istituzioni e mai identificati agenti segreti, dai carabinieri del Ros tramite suo padre Vito, confermando in parte le dichiarazioni del pentito Giovanni Brusca. Nel registro della Procura il nuovo fascicolo porta il numero 11609/2008. Tra polemiche, colpi di scena, interrogatori di testimoni eccellenti come Ciriaco De Mita, Arnaldo Forlani e Claudio Martelli, il 24 luglio del 2012 la Procura di Palermo chiede il rinvio a giudizio per 12 persone. A firmare la richiesta, però, non sono tutti i pm del pool che hanno condotto l’indagine. Se l’ex capo della procura Francesco Messineo, che non aveva sottoscritto l’avviso di chiusura dell’inchiesta, ci ripensa e firma, esce di scena il pm Paolo Guido in palese dissenso coi colleghi Antonio Ingroia, Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene. Il fascicolo si ingrossa di migliaia di pagine: audizioni di pentiti, politici, esponenti delle forze dell’ordine, magistrati, centinaia di migliaia i documenti: tra tutti, atteso per mesi dai pm e annunciato a più riprese da Ciancimino, il “papello”, l’elenco delle richieste che Riina avrebbe fatto allo Stato per fermare le stragi a cui in oltre dieci anni non si è mai attribuita una paternità. Tra polemiche – la Procura viene accusata di volere riscrivere la storia d’Italia – e colpi di scena – come, nel 2011, l’arresto di Ciancimino per calunnia ai danni dell’ex capo della polizia Gianni De Gennaro – il 29 ottobre del 2012 inizia l’udienza preliminare davanti al gup Piergiorgio Morosini. Durerà 5 mesi. Il 7 marzo del 2013 con un lungo e poco consueto decreto, che in parte rivedrà l’impianto della Procura integrandolo, il gup rinvia a giudizio 11 persone.
Il boss Bernardo Provenzano intanto esce dal processo: non ha le condizioni mentali per partecipare lucidamente. Il procedimento a suo carico viene sospeso e non riprenderà più. Provenzano morirà il 13 luglio del 2016.
Dall’inchiesta originaria di tempo ne è passato: i personaggi coinvolti ora sono molti di più. Totò Riina e Cinà, gli ex ufficiali del Ros Mario Mori, Antonio Subranni, Giuseppe De Donno, pentiti come Giovanni Brusca, lo stesso Ciancimino, che è reo confesso. E politici illustri: da Marcello Dell’Utri a Calogero Mannino, ultimo a essere indagato ma perno della ricostruzione dei pm, fino a Nicola Mancino, ex ministro dell’Interno accusato di falsa testimonianza. I pm lo intercettano per mesi sospettando che stia tentando di inquinare le indagini. E ascoltano una serie di sue telefonate con Loris D’Ambrosio, l’ex consigliere giuridico del capo dello Stato che morirà poco dopo: per gli inquirenti sono la prova che l’ex politico Dc cerca di sottrarre l’indagine a Palermo e di evitare un confronto in aula con l’ex ministro della Giustizia Claudio Martelli. Mancino, citato a deporre in un altro processo al generale Mario Mori, finisce indagato per falsa testimonianza.
Poi il colpo di scena dell’intercettazione “casuale”, diranno i pm, delle telefonate tra l’ex politico dc e il presidente della Repubblica: irrilevanti per l’indagine, ma finite al centro di un vero e proprio scontro tra la Procura e il Colle. Si arriva al conflitto di attribuzioni davanti alla Consulta. Il 4 dicembre del 2012 i giudici danno ragione a Napolitano: le chiamate non dovevano essere ascoltate e vanno distrutte.
Educazione finanziaria, al via censimento

20 aprile 201816:47

Si tratta di un’iniziativa promossa dal Comitato per l’educazione finanziaria nell’ambito dell’attuazione della Strategia Nazionale per l’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale.Prende il via il Censimento dei programmi di educazione finanziaria attualmente presenti in Italia. Si tratta di un’iniziativa promossa dal Comitato per l’educazione finanziaria presieduto da Annamaria Lusardi nell’ambito dell’attuazione della Strategia Nazionale per l’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale.  L’indagine,  spiega una comunicato del ministero dell’Economia e delle Finanze, sarà condotta dalla Banca d’Italia per conto del Comitato e consentirà di raccogliere informazioni sull’offerta formativa disponibile, le sue caratteristiche e la sua evoluzione rispetto alla precedente rilevazione, relativa al triennio 2012-14.Sarà in questo modo possibile individuare buone prassi ed eventuali aree di sovrapposizione o sulle quali intervenire, facilitare il confronto e il coordinamento delle iniziative e acquisire la disponibilità dei singoli promotori a collaborare con il Comitato. Ciò potrà innescare un processo virtuoso che favorisca l’efficacia delle attività formative e un’efficiente allocazione delle risorse impegnate sul campo.Le informazioni raccolte saranno disponibili entro la fine dell’anno anche al pubblico e rappresenteranno un punto di riferimento per chi fosse interessato a conoscere o ad avvalersi delle iniziative presenti sul territorio nazionale.

A Roma il Vintage computer festival

20 aprile 201818:21

Com’erano i personal computer quando sono nati, più di quarant’anni fa? Qual è stata la loro evoluzione? Com’erano i giochi e i programmi di allora?Per scoprirlo, vederli e toccarli, basterà andare al Vintage Computer Festival Italia 2018, l’evento che si terrà il 28 e 29 aprile a Roma, dove grandi personaggi della storia del computer e ospiti internazionali racconteranno la nascita e l’evoluzione di uno degli oggetti che più ha cambiato il mondo e che oggi fa parte della nostra vita quotidiana.Tra gli speaker di rilievo internazionale c’è anche Lee Felsenstein: padre del Sol 20, il primo home computer della storia venduto pre-assemblato nel 1976, e progettista dell’Osborne One, il primo computer portatile della storia, nonché primo moderatore dell’Homebrew Computer Club, la fucina di geni frequentata dal 1975 anche da personaggi come Steve Jobs e Bill Gates.

Presidente Nobel pace, spero vengano premiate più donneReiss-Andersen ai Lincei, in 116 anni solo 13 ‘iridate’

ROMA20 aprile 201818:55

“Nel futuro spero di vedere più donne ricevere il Nobel per la Pace. Non per una forzatura, i premiati devono essere eccellenze nel loro operato. Ma perché spero che nei fatti le donne possano avere ruoli maggiori nella vita”.
Camicia blu, capello cortissimo, appena il vezzo di un filo di rossetto, a parlare alla platea, quasi tutta maschile, dell’Accademia dei Lincei è Berit Reiss-Andersen, dal 2017 presidente del Comitato per l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace. Una visita a Roma densa di appuntamenti (“solo 10 minuti per le domande, perché poi la presidente ha altri impegni”, si avvisa), a chiusura del ciclo di conferenze di donne insigni personalità che contribuiscono alla scienza e alla politica per lo sviluppo umano organizzato dai Lincei, in cui la Reiss-Andersen ha tenuto una lezione sui 116 anni di vita di quello che definisce “il più prestigioso premio al mondo, a dispetto anche delle controversie che talvolta lo hanno accompagnato”. Avvocatessa e politica laburista, norvegese (quello per la Pace è l’unico dei cinque Premi che deve essere assegnato da Commissione di 5 membri tutti norvegesi), procuratrice del distretto di polizia di Oslo negli anni ’80, partner della DLA Piper, studio legale globale specializzato in questioni aziendali e crimini dei colletti bianchi, con oltre 100 casi discussi alla Corte Suprema, dal 2011 è in forze nel Comitato del Nobel.
“Dalla sua nascita ad oggi – racconta ripercorrendo la storia del Premio, sin dalla morte del fondatore, in solitudine nella casa di Sanremo nel 1896 – il Nobel per la Pace è andato solo 13 volte a una o più donne”, nonostante, ricostruisce, proprio una donna, l’attivista Bertha von Suttner (premiata nel 1905), fosse tra le ispiratrici del fondatore (anche in Commissione, solo nel ’49 la prima presenza femminile, Aase Lionaes). Per il 2018 si è già a lavoro. Un primo incontro, da rigoroso calendario, si è tenuto a febbraio. A ottobre si avrà l’annuncio, a dicembre la consegna. “Ma al riguardo non posso davvero dire nulla. Nemmeno su cosa si discute. No – prosegue – non credo sia in atto la terza guerra mondiale. Viviamo un momento di conflitti frammentati, ma ‘guerra mondiale’ è una parola troppo forte”. Ma come si sceglie dunque a chi assegnare il Nobel per la Pace? “Noi siamo semplici esecutori di un testamento, è tutto scritto lì”, spiega citando le indicazioni di Nobel. “Deve essere un contemporaneo e questo complica il nostro lavoro, perché spesso i processi di pace richiedono tempo. E non deve riguardare una sola particolare area o nazione. Molti credono che noi viaggiamo in tutto il mondo, per osservare i conflitti: non viaggiamo per nulla. Abbiamo ricercatori che ci forniscono accuratissime relazioni”. E si scopre che anche un riconoscimento tanto rigoroso ha avuto le sue ‘tendenze’. Più concentrato sulle questioni giuridiche e sui movimenti internazionali nei primi 35 anni, per tre volte ha guardato alla questione apartheid, spesso si è occupato di grandi conflitti come il Vietnam con Kissinger e la guerra civile in Colombia con Juan Manuel Santos. Ha celebrato la nascita dell’Unione Europea e, nel caso di Gorbaciov, indicato “come si può utilizzare la politica per i processi di pace”. Un premio dunque d’auspicio o per un cambiamento raggiunto? “Sono accadute entrambe le cose”, ricorda con l’assegnazione nel ’94 ad Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzhak Rabin. “Ma è solo un premio, non può prevenire la guerra”. Ci sono poi “i Nobel mancati, come al gigante della Pace Gandhi”. Ma in nessun caso, neanche dopo le critiche al governo di Aung San Suu Kyi in Myanmar, “il Nobel può essere ritirato”.

Di Matteo: ‘Dell’Utri tramite tra Cosa nostra e governo Berlusconi’. Forza Italia: ‘Quereliamo pm’Scintille per le dichiarazioni del pm Nino Di Matteo, storico magistrato del pool che ha istruito il processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia

20 aprile 201819:09

“La sentenza dice che Dell’Utri ha fatto da cinghia di trasmissione tra le richieste di cosa nostra e l’allora governo Berlusconi che si era da poco insediato. La corte ritiene provato questo”. Lo ha detto il pm Nino Di Matteo, storico magistrato del pool che ha istruito il processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia, dopo la lettura del verdetto che ha condannato, tra gli altri, Marcello Dell’Utri per minaccia a Corpo politico dello Stato.”Il verdetto – ha aggiunto – dice che il rapporto non si ferma al Berlusconi imprenditore ma arriva al Berlusconi politico”.Pronta la replica dell’ex Cav, affidata ad una nota del suo partito: “Forza Italia respinge con sdegno ogni tentativo di accostare, contro la logica e l’evidenza, il nome di Berlusconi alla vicenda della trattativa stato-mafia. Il fatto che uno dei Pubblici Ministeri coinvolti nel processo – non a caso assiduo partecipante alle iniziative del Movimento Cinque Stelle – si permetta, nonostante questo, di commentare la sentenza adombrando responsabilità del Presidente Berlusconi è di una gravità senza precedenti e sarà oggetto dei necessari passi in ogni sede”.

Corea del Nord, stop ai test nucleari e missilisticiA partire dal 21 aprile

ROMA21 aprile 201800:14

La Corea del Nord ha annunciato che fermera’ i test nucleari e missilistici a partire dal 21 aprile. Lo riferisce la agenzia di Stato nordcoreana KCNA.

‘Le Pen Academy’, il sogno di Marion’Scuola politica per formare elite destra’. E cita Gramsci

PARIGI20 aprile 201821:25

– PARIGI, 20 APR – ‘Tutti a scuola da Marion-Maréchal Le Pen’: la beniamina del Front National che dopo la sconfitta della zia Marine contro Emmanuel Macron nelle presidenziali di un anno fa, annunciò il ritiro dalla vita politica dicendo di volersi dedicare alla figlia Olympe, torna a far parlare di sé.
La nuova ambizione della ventottenne di estrema destra e più giovane deputata all’Assemblea Nazionale nella passata legislatura, è ora quella di contribuire alla fondazione di un'”Accademia politica” per formare la nuova classe dirigente.
Secondo Lyon Mag, la ‘Le Pen University’ avrebbe già trovato la sua futura sede a Lione. Apertura prevista, per l’inizio del prossimo anno accademico. La nipote del fondatore del Fn Jean-Marie Le Pen assicura che “la scuola sarà libera e indipendente”. Addirittura, si richiama al filosofo marxista Antonio Gramsci, del quale vanno “applicate le lezioni”, a cominciare da quella sull’egemonia culturale come condizione preliminare per la vittoria politica.
Morto centauro nella notte a TorinoL’incidente in corso Svizzera, vigili indagano su dinamica

TORINO20 aprile 201808:31

– TORINO, 20 APR – Un motociclista è morto, ieri notte a Torino. A bordo di uno scooter Piaggio X9, era in corso Svizzera all’incrocio con via Giovanni Battista Gardoncini, quando ha perso il controllo dello scooter e si è schiantato contro la banchina centrale alberata. L’uomo è morto sul colpo.
Gli agenti della squadra infortunistica della municipale stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente ascoltando chi ha assistito alla scena. Un testimone ha raccontato di aver visto l’uomo procedere in maniera incerta e a velocità irregolare.
Mano bionica per ironman ZandaFornita gratis da Officine Ortopediche Maria Adelaide

TORINO20 aprile 201811:41

– TORINO, 20 APR – Riavrà la mano destra Roberto Zanda, l’ultramaratoneta a cui un mese fa sono stati amputati gli arti congelati durante la Yukon Artic Ultra, 480 chilometri tra i ghiacci dell’Alaska e del Canada a 50 gradi sotto zero.
L’atleta cagliaritano ha iniziato oggi il primo test con il prototipo dell’arto bionico fornitogli gratuitamente dall’Officina Ortopedica Maria Adelaide. Una mano iLimb di ultima generazione, capace di una performance mai raggiunta da altri prototipi.
“Non sono uno che depone le armi senza combattere, non vedo l’ora di cominciare questa nuova battaglia”, annuncia in un video messaggio ai suoi sostenitori Zanda, che deve ora imparare a utilizzare la nuova mano in titanio, l’unica con controllo gestuale in grado di effettuare fino a 36 prese personalizzabili.
Zanda è ricoverato all’ospedale Cto della Città della Salute di Torino, nella Struttura Chirurgica della mano e arto superiore diretta da Bruno Battiston. La mano destra è stata amputata a livello del polso.
Premio per la Pace al presidente BoetiRiconoscimento per l’attività del Comitato regionale Resistenza

TORINO20 aprile 201812:26

– TORINO, 20 APR – Il Premio Internazionale per la Pace Principessa Mafalda di Savoia, dell’Associazione Regina Elena, è andato quest’anno al presidente del Consiglio regionale Nino Boeti e al Comitato Regionale Resistenza e Costituzione da lui presieduto. “Avere dentro di sé la parola pace fa sì che quanto accaduto non succeda mai più”, ha detto Boeti ricevendo questa mattina il premio a Palazzo Lascaris.
“La pace – ha detto Boeti – sarà il tema su cui il Consiglio regionale investirà molto quest’anno, 70esimo anniversario della Costituzione che è figlia della lotta di liberazione e della pace”. In occasione della consegna del riconoscimento è stato anche presentato il progetto ‘Adotta un partigiano’, di due classi terze della scuola media Giulio Nicoletti di Coazze, ideato per mantenere vivo il ricordo dei partigiani che hanno lottato in Val Sangone. Adottare un partigiano, ha sottolineato Boeti, vuol dire “adottare le storie, gli ideali, i valori per cui hanno combattuto garantendoci un futuro di pace e democrazia”.
Fed. Europea Circo, un italiano in CdaE’ Paolo Stratta, fondatore e direttore Cirko Vertigo

TORINO20 aprile 201813:55

– TORINO, 20 APR – Paolo Stratta, fondatore e direttore della Fondazione Cirko Vertigo di Torino, è stato eletto per la quinta volta dall’Assemblea generale della Federazione europea delle scuole di circo professionali (Fedec), a Bruxelles, rappresentante italiano nel consiglio di amministrazione della Federazione (50 membri) che quest’anno ha accolto anche come membro partner l’Associazione Circo contemporaneo Italia (Acci).
In carica dal 2005 nel cda, Stratta è il più giovane tra i direttori europei e al tempo stesso l’amministratore più navigato della Fedec (resterà in carica fino al 2021). Nel prossimo mandato, insieme ai colleghi di Montreal, Parigi, Londra e Barcellona, si occuperà del sostegno all’inserimento dei giovani artisti nel mondo del lavoro e dell’ampliamento del network a livello mondiale.
Anteprima Torino Jazz nel weekendConcerti nei mercati e nel centro storico, serata a Lovers

TORINO20 aprile 201813:59

– TORINO, 20 APR – Un concerto happening della marching band Bandakadabra accompagnata dalle danze scatenate dei ballerini di Lindy Bross e Dusty Jazz, il 21 aprile nei mercati e il 22 nel centro storico, fa da apripista al Torino Jazz Festival 2018, in programma dal 23 al 30 aprile.
Sabato 21 al cinema Massimo, nell’ambito del festival a tematiche lgbt Lovers, si tiene inoltre una serata letteraria con musiche dal vivo di alcuni dei protagonisti del Torino Jazz Festival tra cui Enrico Degani e Fabrizio Modonese Palumbo. “Una words session all’insegna dell’armonia delle arti – dice il direttore del Tjf – nel segno della diversità per un’edizione del festival con produzioni originali e in dialogo con il territorio e i jazz club”.
Tra i grandi nomi attesi ci sono maestri del jazz americano, come Archie Shepp, e della scena europea, come Nils-Petter Molvaer, musicisti che hanno mescolato il linguaggio afro-americano con il rock, la world music e l’elettronica, big italiani come Fabrizio Bosso e Banda Osiris.
Nuovi mezzi Prot. civile AlessandriaDodici pickup con bando della Fondazione Crt

ALESSANDRIA20 aprile 201814:48

– ALESSANDRIA, 20 APR – “Con questi mezzi arriviamo all’80% della colonna mobile regionale di Protezione Civile”.
Così Roberto Bertone, presidente del Coordinamento piemontese del volontariato, ha introdotto al Presidio regionale di Protezione Civile della frazione San Michele di Alessandria la cerimonia di consegna di 12 dei 22 pickup assegnati dal bando 2017 della Fondazione CRT ai Coordinamenti territoriali e alle associazioni aderenti.
Alla consegna dei mezzi erano presenti, tra gli altri, l’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia, e il prefetto di Alessandria, Romilda Tafuri. “Questa consegna vuole essere una restituzione a chi si impegna per gli altri – osserva Massimo Bianchi, della Fondazione Crt – e uno dei tanti modi, non solo economici, in cui continuare a esservi vicini ed essere parte con voi di questa storia, una storia che vogliamo continuare”. “Non possiamo che essere contenti – conclude l’assessore regionale Alberto Valmaggia – e dire a tutti, ancora una volta, il nostro grazie”.
Fiom, cig per 5.800 impiegati FcaAgli Enti Centrali Mirafiori. Sindacato, la progettazione langue

TORINO20 aprile 201815:13

– TORINO, 20 APR – Fca ricorrerà alla cassa integrazione ordinaria per 5.799 addetti (su 6.400) degli Enti Centrali di Mirafiori: le fermate riguarderanno le giornate del 18, 25, e 28 maggio. Queste giornate – spiega la Fiom – fanno seguito a quelle attivate a dicembre 2017, marzo 2018 e aprile 2018, per un totale di 11 giorni di cassa integrazione e agli stop programmati a inizio gennaio, con permessi individuali.
“Da mesi evidenziamo il rallentamento delle attività agli Enti Centrali e soprattutto la scarsità di nuovi progetti.
Purtroppo si conferma l’incertezza delle prospettive di Fca per gli stabilimenti italiani, e del polo del lusso torinese in particolare: le premesse in vista dell’Investor Day del primo giugno non sono delle migliori, perché se la progettazione langue, vuol dire che anche gli eventuali modelli che venissero annunciati non sono dietro l’angolo”, commentano Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom e Ugo Bolognesi, responsabile degli Enti Centrali per la Fiom.
‘Divieto di sesso’, ironia sui socialA Masserano, nel Biellese. Sindaco, “sensibilità verso le donne”

TORINO20 aprile 201815:13

– TORINO, 20 APR – Dopo l’ ordinanza emessa alla fine del 2016 contro i clienti delle prostitute, a Masserano (Biella) il sindaco continua la sua battaglia rafforzando il provvedimento con una precisazione ancora più esplicita sui cartelli sistemati lungo le strade: “Divieto di contrarre prestazioni sessuali sul territorio comunale”, i trasgressori saranno puniti con una sanzione di 500 euro.
Il divieto si riferisce, ovviamente, agli incontri con le prostitute, ma sui social ha scatenato un’ondata di ironia e proteste. “Per noi si tratta di un problema grave – spiega il sindaco Sergio Fantone -. Siamo un territorio frequentato da numerose prostitute, soprattutto di colore, che lavorano in strada. Non è solo una questione di decenza ma anche di sensibilità nei confronti di queste donne che vengono sfruttate e trattate come schiave. Di togliere i cartelli non se ne parla”.
Malagò ‘per ora 3 candidature Olimpiadi’Tra i temi affrontati anche Cortina ’21 e mondiali ciclismo ’20

ROMA20 aprile 201815:37

– ROMA, 20 APR – Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha incontrato questa mattina al Foro Italico il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia. Al centro del colloquio, la candidatura di Cortina per le Olimpiadi invernali del 2026. Al termine del confronto, il numero uno dello sport italiano ha dichiarato: “Se si va verso tre candidature distinte? In questo momento sì. Senza dubbio, poi vediamo quello che succede”. Zaia ha presentato a Malagò i suoi programmi sulla candidatura per la quale verrà attivato un progetto compatibile con le norme e le disposizioni del Cio nel rispetto della fase di dialogo attivata dal Coni nei tempi previsti. All’incontro, al quale hanno partecipato anche il segretario generale Carlo Mornati e la coordinatrice delle candidature olimpiche Diana Bianchedi, sono stati affrontati anche altri temi di politica sportiva a cominciare dai Campionati Mondiali di Sci Alpino 2021 e dalla candidatura del Veneto ai Campionati Mondiali di ciclismo 2020.
Nuova app per mostra Gaudenzio FerrariOltre 200 gruppi prenotati tra Varallo, Vercelli e Novara

TORINO20 aprile 201816:10

– TORINO, 20 APR – Continua a crescere il numero delle prenotazioni per la mostra ‘Il Rinascimento di Gaudenzio Ferrari’, che dal 24 marzo e all’1 luglio 2018, coinvolge tre città del Piemonte, Varallo Sesia (Pinacoteca e Sacro Monte), Vercelli (L’Arca) e Novara (Broletto) con un corollario in altre sedi in chiese e spazi dei tre territori. Tra le prenotazioni, 231 gruppi, ma le richieste continuano ad arrivare. Per la sede di Varallo è prevista la proroga fino al 16 settembre. Per promuovere la mostra è stata anche creata un’app gratuita ‘Gaudenzio’, disponibile per Android e iOS, che offre le spiegazioni dei curatori sulle opere della mostra e di quelle degli itinerari esterni.
“E’ ancora presto – dice l’assessore alla Cultura della regione Piemonte, Antonella Parigi – per parlare di scommessa vinta, ma la mostra sta ottenendo una risonanza ampia oltre ad un notevole successo di pubblico e critica. La mostra ha acceso i riflettori su Gaudenzio, un grandissimo artista prima sostanzialmente disconosciuto”.
Ciak ‘Bene ma non benissimo’ su bullismoSi gira a Torino. Regia di Mandelli, con Francesca Giordano

TORINO20 aprile 201816:50

– TORINO, 20 APR – Iniziano domani a Torino le riprese di ‘Bene ma non benissimo’ di Francesco Mandelli. Una storia di bullismo tra i banchi di scuola, a lieto fine, che vede protagonista la giovanissima Francesca Giordano (La mafia uccide solo d’estate – La serie), Ian Schevchenko nel ruolo del coprotagonista. Con loro Euridice Axen, Gioele Dix, Giordano De Plano, Gisella Donadoni, Ugo Conti, Rosario Terranova, Emanuele Succa, Luca Zunic, Francesco Bottin e il rapper Shade, nel ruolo di se stesso.
Il film é prodotto da Pier Paolo Piastra e coprodotto da Riccardo Neri, Fabio Troiano e Vincenzo Terracciano con il patrocinio del Comune di Torino e della Film Commission Torino Piemonte. Protagonista è Candida, adolescente paffutella e amante del rap, orfana di madre, che vive col padre Salvo in un piccolo paese del sud. Costretta a trasferirsi a Torino con il padre, Candida diventa lo zimbello della classe. La salva l’amicizia affettuosa con Jacopo, un ragazzino introverso e bullizzato, da cui riparte tutto.
Progetto scrittura Ogr-Stabile TorinoPrima sessione dal 21 al 27 aprile. Curato da Fausto Paravidino

TORINO20 aprile 201816:25

– TORINO, 20 APR – Nasce alle Ogr di Torino, dalla collaborazione con il Teatro Stabile, una sorta di cantiere dedicato alla scrittura teatrale contemporanea. Si tratta del progetto triennale Playstrom, curato da Fausto Paravidino, la cui prima sessione si tiene dal 21 al 27 aprile. L’iniziativa promossa dello Stabile torinese è mirata a dare vita ad un ‘ecosistema’ favorevole al lavoro su nuovi testi, attraverso la creazione di un laboratorio aperto, che si concentrerà sul processo e sulla ricerca drammaturgica, più che sulla creazione di uno spettacolo. L’idea è quella di riunire intorno a un palcoscenico autori, attori, registi, e non solo, per dare vita a sessioni di lavoro intensive e collettive sui testi inediti ed originali. I partecipanti per il primo anno sono stati selezionati attraverso una call pubblica, rivolta ad autori italiani alla quale hanno risposto in 130. Tra questi Fausto Paravidino ne ha scelti 10 con i quali dare il via alla prima sessione.
Juve: Pjanic e Mandzukic in gruppoTerapie per il difensore De Sciglio e il centrocampista Sturaro

TORINO20 aprile 201817:30

– TORINO, 20 APR – Cresce la fiducia per la disponibilità di Mandzukic e Pjanic per lo scontro-scudetto di domenica prossima con il Napoli. L’attaccante croato e il centrocampista bosniaco hanno partecipato oggi a Vinovo, anche se solo in parte, all’allenamento in gruppo. Sotto un sole quasi estivo, e con una temperatura vicina a 30 gradi, Allegri ha concentrato l’attenzione sulla tattica. Domani la rifinitura, alle 12 la conferenza stampa dell’allenatore dei bianconeri.
Anche oggi, infine, è proseguito il programma di terapie specifiche di De Sciglio e Sturaro.
Panta Rei, l’industria in 30 scattiFoto in bianco e nero, a Torino dal 26 aprile al 30 giugno

TORINO20 aprile 201817:31

– TORINO, 20 APR – Trenta scatti di grande formato, in bianco e nero, per entrare nel mondo dell’industria italiana con un focus dedicato alle grandi aziende piemontesi. Sono le immagini del fotografo torinese Niccolò Biddau, classe 1966, esposte alla galleria Panta Rei, a Torino, dal 26 aprile al 30 giugno. Tutte le fotografie in mostra sono state realizzate negli ultimi anni in analogico, utilizzando la luce ambientale, con una macchina di medio formato e una pellicola a bassa sensibilità. Stampate in fine art su carta baritata le foto raccontano come ne fossero il ritratto i prodotti e i contesti in cui vengono pensati, costruiti e messi in commercio.
Gli scatti eseguiti da Biddau nelle aziende possiedono bellezza, cura grafica, confidenza con la luce e i suoi riflessi. Tra le aziende piemontesi Fca, Avio, Alessi, Pirelli, Skf, Comau, Vergnano, Camparisoda, Borbonese, Menabrea. La mostra Factory Portraits, curata da Edmondo Bertaina, ha il patrocinio di Unione Industriale di Torino e Confindustria Piemonte.
Juve: Chiellini, con Napoli serve testaDifensore: “L’equilibrio è tanto, la tattica viene dopo”

TORINO20 aprile 201818:36

– TORINO, 20 APR – “Contro il Napoli saranno decisivi gli episodi. Ogni particolare può fare la differenza”. Giorgio Chiellini traccia la strada da percorrere per superare i partenopei nel big-match dell’Allianz stadium, scontro diretto che vale un bel pezzo di scudetto. “L’equilibrio è tanto, serve la massima concentrazione – ha spiegato il difensore, ai microfoni di Mediaset premium -. Ogni piccola situazione può cambiare la partita, a favore o contro. Servirà più la testa che la tattica”. Con ancora quattro giornate da giocare, la sfida contro il Napoli non sarà decisiva, “il campionato non finirà domenica prossima, perché poi ci saranno altre gare difficili ma siamo consapevoli dell’importanza di questa partita”.
Brucia Muntisel, luogo simbolo VaralloGravi danni alla struttura in legno, luogo ritrovo varallesi

VERCELLI20 aprile 201818:43

– VERCELLI, 20 APR – Un incendio di vaste proporzioni ha causato gravi danni al ‘Muntisel’, struttura di proprietà del Comune di Varallo (Vercelli) e uno dei luoghi simbolo della cittadina valsesiana. Ancora da chiarire le cause del rogo che ha quasi raso a terra l’edificio: i locali ospitavano attività ristorative, pub e brasserie.
Secondo una prima ricostruzione, le fiamme sarebbero partite dal sottotetto per poi divorare presto tutto il locale. Sul luogo diverse squadre dei vigili del fuoco, che hanno cercato di domare le alte fiamme che si sono sviluppate. A lanciare l’sos gli stessi gestori del Muntisel, allarmati dal fumo che stava invadendo i locali, quasi tutti in legno. L’incendio ha incenerito la struttura sotto gli occhi increduli di decine di varallesi, per i quali l’edificio rappresentava un luogo di ritrovo e aggregazione.
Pif e Gabbani aprono festival Lovers33/a edizione 20-24 aprile. Anteprima ‘Postcards from London’

TORINO20 aprile 201820:42

– TORINO, 20 APR – Pif e Francesco Gabbani, insieme alla prima nazionale del film ‘Postcards from London’ di Steve McLean, hanno dato il via al Cinema Massimo, a Torino, al 33/o Lovers, festival a tematiche lgbt.
“In un paese davvero civile – ha detto Pif – un festival come questo non avrebbe un significato sociale, ma solo artistico, invece essere omosessuale qui è ancora un problema. Di meno nelle città e di più nelle periferie. Mi sembra questa oggi la differenza maggiore piuttosto che tra nord e sud. Penso che essere gay a Palermo sia meno difficile che nelle campagne lombarde. C’è ancora un po’ di strada da fare”. “Non sono gay, ma sono contento di essere qui con voi perchè ci sono ancora diritti da conquistare”, ha aggiunto Gabbani, prima di eseguire un mini set acustico di 3 brani tra cui ‘Occidentalis’s Karma’. In platea anche le assessore alla Cultura di Regione Piemonte e Città di Torino, Antonella Parigi e Francesca Leon. Il festival chiude il 24 aprile.
Centinaio, accordo c.destra-M5S? Al 51%Il leghista ad Agorà, “io sono un ottimista di natura”

ROMA20 aprile 201809:40

– ROMA, 20 APR – – “Io sono un ottimista di natura, al 51%” l’accordo tra centrodestra e Lega si fa. Gianmarco Centinaio, capogruppo della Lega al Senato ha risposto così ad Agorà, Rai3, sulla probabilità di un accordo centrodestra-Cinque Stelle.
G.Grillo, a Fi-Fdi chiesto non ostilitàCon Lega numeri autosufficienti per far partire esecutivo

ROMA20 aprile 201810:34

– ROMA, 20 APR – “In politica quando si parla di appoggio esterno si parla di voti per la fiducia; invece per noi questi voti non sono necessari perché M5s e Lega in quanto a numeri sono autosufficienti. Non si può insomma parlare di appoggio esterno ma, come diciamo noi, di ‘non ostilità’ del M5s ad un appoggio” di Fi e Fdi ad un governo di programma tra M5s e Lega. Lo ha detto la capogruppo M5s Giulia Grillo ad Agorà su La7 dove ha ripetuto: “Non è un appoggio esterno, perché quello sarebbe un appoggio necessario a far partire un governo: mentre noi abbiamo comunque i numeri”.
Ronzulli, accordo c.destra-M5S è chiusoDi Maio vuole solo P.Chigi.Fiducia in Salvini,non rompe alleanza

ROMA20 aprile 201810:40

– ROMA, 20 APR – “Basta schiaffi: l’accordo Movimento 5 Stelle-centrodestra è definitivamente archiviato”. A chiudere il fascicolo è Licia Ronzulli, senatrice di Forza Italia vicinissima a Berlusconi: “Non si può continuare a prendere schiaffi in faccia pur mostrando grande disponibilità, responsabilità e generosità”, dice a Circo Massimo, su Radio Capital. “L’apertura di Di Maio è durata meno di sette ore, sembrava ci fosse uno spiraglio per far cadere i veti. Quando Salvini ha riferito la possibilità, Berlusconi si è detto d’accordo, a condizione di avere pari dignità e di non mettere Forza Italia in un angolo”. Ronzulli nega che ci sia mai stata una discussione su un appoggio esterno di Fi a un governo Lega-M5S e attacca il leader dei 5 stelle: “Non ho ancora capito cosa vuole fare Di Maio da grande. Evidentemente vuole solo sedersi sulla poltrona di P.Chigi, non gli interessa degli italiani”. Nessun problema di fiducia, invece, con l’alleato leghista: “Ci fidiamo di Salvini, non romperà l’unità del centrodestra”.
Toninelli, tirare a campare? Meglio votoCe la stiamo mettendo tutta per italiani.Ma rimaniamo noi stessi

ROMA20 aprile 201811:06

– ROMA, 20 APR – “Ce la stiamo mettendo tutta per dare agli italiani un Governo che migliori loro la vita. Rimaniamo noi stessi: intransigenti e legati ai nostri principi, in primis la coerenza. Un governo che tiri a campare non ci interessa, a quel punto meglio il voto. Stateci vicini. Grazie”. Lo scrive su Twitter il capogruppo alla Camera del MoVimento 5 Stelle Danilo Toninelli.
Presidente Senato al Colle alle 12Per riferire di esito incarico esplorativo a lei assegnato

ROMA20 aprile 201811:28

– ROMA, 20 APR – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella riceverà oggi alle ore 12 al palazzo del Quirinale il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati per riferire dell’esito dell’incarico esplorativo che le è stato assegnato in vista della formazione del governo.
Salvini, di tutto contro governo tecnicoHo netta sensazione che ci sia qualcuno che vuole perdere tempo

RHO20 aprile 201811:29

– RHO-PERO (MILANO), 20 APR – “Vi dico solo, e lo ribadisco, che ho la netta sensazione che ci sia qualcuno che vuole perdere tempo, che non vuole nessun governo per arrivare a un governo tecnico alla Monti, telecomandato da Bruxelles per spennare gli italiani. E per evitare questa fregatura io farò tutto il possibile”: lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini questa mattina al Salone del Mobile. “Farò tutto quello che è possibile fare – ha aggiunto – se possibile mettendomi anche in campo in prima persona”.
Governo: Casellati lascia il Senato per salire al Colle –

Partita in auto dall’ingresso principale di Palazzo Madama

ROMA20 aprile 201812:21

La presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha lasciato Palazzo Madama dall’ingresso principale per recarsi, a bordo di un auto, al Quirinale per incontrare il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo il giro di consultazioni per la formazione del Governo.

Cav, io disgustato. Italiani votato maleC’è una grande confusione, di male in peggio. No accordo con M5S

LARINO (CAMPOBASSO)20 aprile 201812:33

– LARINO (CAMPOBASSO), 20 APR – “Sono arrivato qui in grave ritardo perché sono dovuto rimanere a Roma per seguire le consultazioni: regna una grande confusione, gli italiani hanno votato molto male. Seguo tutto con disgusto, va tutto di male in peggio”. Così il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, appena giunto a Larino, prima tappa di questo ultimo tour elettorale che terminerà stasera in piazza a Campobasso.
“Nessun accordo – ribadisce poi il leader azzurro – è possibile con i 5 Stelle, un partito che non conosce l’abc della democrazia, che prova invidia sociale, formato solo da disoccupati, e che rappresenta un pericolo per l’Italia”.
Casellati, spunti su cui Colle decideràSaprà individuare il percorso migliore da intraprendere

ROMA20 aprile 201813:23

– ROMA, 20 APR – “Ringrazio tutti i leader per avere avviato una discussione che pur nella diversità di opinioni ha consentito di evidenziare spunti di riflessione politica. Sono certa che il presidente Mattarella saprà individuare il percorso migliore da intraprendere”. Lo dice la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati al termine dell’incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Salvini, Governo con Pd? Sarà senza LegaSbaglia su italiani che votato male e risbaglia sui Dem

RHO20 aprile 201813:28

– RHO-PERO (MILANO), 20 APR – “Sbaglia Berlusconi quando dice che gli italiani votano male e risbaglia quando dice che si deve riportare al governo il Pd. Non è rispettoso verso gli italiani e lo fa senza la Lega”: lo ha detto il segretario del Carroccio Matteo Salvini al Salone del Mobile.
Rosato, “tocca a loro” è linea giustaFanno confusione ma troveranno accordo M5s-C.destra con FI

ROMA20 aprile 201813:33

– ROMA, 20 APR – “La linea ‘tocca a loro’ era quella giusta: che provino loro”. Lo dice Ettore Rosato, vicepresidente Pd della Camera, commentando le trattative tra M5s e centrodestra per il governo. “Si è dimostrato che stanno facendo una grande confusione, ma all’interno di questa confusione che danneggia il paese, alla fine un accordo lo troveranno. Un accordo al ribasso, dopo aver sdoganato Fi e Berlusconi”, aggiunge.
Governo: per Colle 2 giorni riflessioneLa pausa dopo che Casellati ha riferito esito del suo mandato

ROMA20 aprile 201813:44

– ROMA, 20 APR – Dopo che la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati ha riferito l’esito del suo mandato esplorativo, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha deciso di prendersi due giorni di riflessione.
Rosato,sostegno Pd a c.destra? Cav sogna”Non faremo la ruota di scorta di nessuno”

ROMA20 aprile 201813:46

– ROMA, 20 APR – “Berlusconi sogna se pensa di potersi prendere alcuni esponenti del Pd. E sogna ancora di più se pensa che possa esserci il Pd a sostegno di un governo con Salvini e la Meloni”. Lo dice Ettore Rosato, vicepresidente Pd della Camera, parlando con i giornalisti in Transatlantico. “Non faremo la ruota di scorta di nessuno”, aggiunge con riferimento sia al centrodestra che al M5s.
Ex ministro Landolfi schiaffeggia giornalista Non è l’ArenaDurante servizio su vitalizi. Giletti, reazione sconsiderata

L’ex ministro Mario Landolfi ha colpito con uno schiaffo in pieno volto l’inviato di Non è l’arena Danilo Lupo, che stava realizzando interviste sul tema dei vitalizi ai politici. Il giornalista stava chiedendo un parere a Landolfi che – sottolinea una nota del programma, che ha diffuso il video dell’episodio – “si è mostrato sin da subito visibilmente contrariato. L’ex ministro ha iniziato ad alzare i toni della conversazione per poi sferrare un potente schiaffo colpendo in pieno volto Danilo Lupo.L’aggressione, avvenuta nei vicoli dietro Palazzo Montecitorio, è stata vista da turisti e passanti rimasti sbigottiti dalla scena”. “Sono estremamente rammaricato – commenta Massimo Giletti – che un ex ministro nonché giornalista reagisca in modo sconsiderato. Le immagini riprese non hanno bisogno di nessun commento e ci raccontano di come, purtroppo, il tema dei vitalizi per gli ex parlamentari continui ad essere un nervo scoperto. Posso comprendere una reazione dialettica forte, ma non la violenza”. Il video completo dell’aggressione e l’intera vicenda saranno al centro della prossima puntata di Non è l’arena in onda domenica 22 aprile alle 20.30 su La7.

Martina, nessuno dividerà il PdMassimo impegno per l’Italia a partire dalle nostre proposte

ROMA20 aprile 201816:23

– ROMA, 20 APR – “Rivendico con forza la posizione chiara del Partito democratico, e dico a chi pensa di dividerci che questo scenario non esisterà mai”. Lo scrive su Facebook Maurizio Martina. “Continueremo a seguire il lavoro delicato del presidente Mattarella con il massimo impegno verso l’Italia e gli italiani a partire dai temi che abbia già indicato e dalle nostre proposte concrete”, aggiunge il reggente del Pd.
Salvini, prendo in mano la situazioneSiamo la prima forza della maggioranza, non staremo a guardare

RHO20 aprile 201816:33

– RHO-PERO (MILANO), 20 APR – “Mattarella si prende due giorni? Bene, meglio”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini. “Siamo la prima forza della maggioranza, non staremo a guardare, aspettiamo Mattarella e prenderemo in mano la situazione – ha detto durante la visita al Salone del Mobile – con chi faremo il governo se non con il Pd? Togliete il Pd e vedete cosa resta”.
Salvini,Cav,insulto non costruisce nullaFarò giro di telefonate poi farò nostre proposte

(RHO20 aprile 201816:44

– (RHO-PERO) MILANO, 20 APR – “Berlusconi? Non l’ho sentito e non credo di sentirlo. L’insulto non serve a nulla e non costruisce nulla. Fino alle 15.15 sarò qua al Salone, poi dalle 15.30 farò un giro di telefonate e faremo le nostre proposte”. Lo ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini al Salone del Mobile.
Di Maio, oggi muore Seconda RepubblicaDopo le condanne di oggi. Grazie a magistrati per la verità

ROMA20 aprile 201817:01

– ROMA, 20 APR – “La trattativa Stato-mafia c’è stata.
Con le condanne di oggi muore definitivamente la Seconda Repubblica. Grazie ai magistrati di Palermo che hanno lavorato per la verità”. Lo scrive il capo politico del M5S Luigi Di Maio in un tweet.
M5S, consiglieri Bologna puliscono cessiE’ risposta a Cav, che li “utilizzerebbe” così nelle sue aziende

BOLOGNA20 aprile 201817:52

– BOLOGNA, 20 APR – I consiglieri comunali di Bologna – il cui capogruppo, Massimo Bugani, fa parte del direttivo dell’associazione Rousseau ed è vicinissimo a Davide Casaleggio – ‘rispondono’ a Silvio Berlusconi postando sulle loro pagine social loro foto in cui, armati di guanti e scope, puliscono i bagni: “4 grillini a pulire i cessi”, scrive Bugani.
L’iniziativa di Bugani e dei suoi colleghi Marco Piazza, Addolorata Palumbo ed Elena Foresti è una risposta a Silvio Berlusconi che ha detto, riferendosi agli esponenti del Movimento 5 Stelle, “è gente che non ha mai fatto nulla nella vita: nella mia azienda li prenderei per pulire i cessi”.
M5S, Stato-mafia obbliga Lega a decidereCon sentenza e parole Cav, cadono ipotesi dialogo con azzurri

ROMA20 aprile 201818:08

– ROMA, 20 APR – I vertici del Movimento 5 Stelle, a quanto apprende l’ANSA, in queste ore restano in attesa della prossima mossa di Matteo Salvini. La sentenza sulla trattativa Stato-mafia, si sottolinea, obbliga il leader della Lega a prendere una decisione. E comunque la sentenza di Palermo, assieme alle dichiarazione di oggi di Silvio Berlusconi, per i vertici del Movimento mettono una pietra tombale su ogni ipotesi di interlocuzione con Forza Italia.
Playoff Nba, 3 su 3 per Golden State e New OrleansBene anche Philadelphia che vince a Miami e va su 2-1

ROMA20 aprile 201810:50

Golden State e New Orleans corrono nei playoff della Nba e si portano sul 3-0 sui rispettivi avversari San Antonio Spurs e Portland Trail Blazers. Nelle partite giocate questa notte infatti Warriors e Pelicans hanno battuto ancora i rivali (110-97 i primi, 119-102 i secondi) portandosi così a un passo dalla vittoria in questo primo turno dei playoff. La terza sfida di questo turno dei playoff vedeva di fonte i Philadelphia di Marco Belinelli e i Miami Heat, i 76ers hanno vinto 128-108 e si sono così portati sul 2-1. Per il campione azzurro dei Philadelphia, 21 punti, 5 assist e 4 rimbalzi.
Texas Open, Garcia delude ancoraLo spagnolo è 87/o dopo il primo giro. Murray in testa

ROMA20 aprile 201809:31

– ROMA, 20 APR – Dopo quella rimediata al Masters ancora una delusione per Sergio Garcia. Nel primo giorno di gare del Valero Texas Open di golf falsa partenza per l’iberico, che ha chiuso il giro in 74 (+2) attestandosi all’87/o posto della classifica, lontanissimo dalla vetta. A San Antonio (Stati Uniti) al comando c’è l’americano Grayson Murray, protagonista di un ottimo inizio grazie a uno score di 67 (-5). Secondo posto attuale per Chesson Hadley, Billy Horschel, Ryan Moore, Keegan Bradley e Matt Atkins (tutti a -4), distanti una sola lunghezza dal connazionale. Chiudono la Top Ten, in 7/a piazza, il messicano Roberto Diaz e un quartetto tutto statunitense composto da Andrew Landry, Jon Curran, Harris English e Joshua Creel (-3). Mentre Matt Kuchar e Jim Furyk (capitano degli Stati Uniti alla prossima Ryder Cup) hanno guadagnato la 21/a posizione (-1).
Universiadi: presidente Cti,a buon punto’Visitato 50 impianti, ci sono lavori da fare ma è normale’

NAPOLI20 aprile 201814:57

– NAPOLI, 20 APR – “Siamo a buon punto e siamo molto positivi”: così il francese Jean-Paul Clémençon, presidente della Commissione Tecnica Internazionale (Cti) della Fisu, al termine della seconda visita a Napoli nell’ambito della marcia di avvicinamento all’Universiade 2019.
I 27 delegati sportivi nazionali ed internazionali (inviati dalle Federazioni italiane e dalla FISU) hanno avuto modo di valutare i progetti di ristrutturazione ed effettuare i sopralluoghi negli impianti che ospiteranno le competizioni di pallavolo, nuoto (sia in piscina che di fondo), tiro con l’arco, judo, pallanuoto, calcio, vela, tennis, ginnastica artistica e ritmica.
Commenta Clémencon: “Abbiamo visitato circa 50 impianti, una vera ricchezza di Napoli e della Campania, ci sono dei lavori da fare, come per il Palavesuvio, ma questi interventi sono normali e siamo stati rassicurati sulle tempistiche. Tutti gli impianti campani sono adatti ad ospitare le gare di un evento importante e complesso come l’Universiade”.
Atp Montecarlo, Nadal batte Thiem e vola in semifinaleOra spagnolo affronterà il bulgaro Dimitrov

ROMA20 aprile 201815:24

Rafael Nadal si è qualificato per le semifinali del torneo di Montecarlo. Ai quarti il n.1 del ranking ha battuto con un perentorio 6-0 6-2 il tedesco Dominic Thiem in un’ora ed otto minuti di gioco. Domani in semifinale – la tredicesima per lui a Montecarlo – Nadal troverà dall’altra parte della rete il bulgaro Grigor Dimitrov che ha battuto per 6-4 7-6(5), in poco più di un’ora e tre quarti di gioco, il belga David Goffin.
Calciopoli, assolto Diego Della ValleIn processo a Firenze per falso in bilancio e ostacolo vigilanza

FIRENZE20 aprile 201815:39

– FIRENZE, 26 MAG – Nessun falso in bilancio nè ostacolo alla vigilanza: il gup di Firenze ha assolto i componenti del cda e del collegio sindacale della Fiorentina e Diego Della Valle, imputato come amministratore di fatto, al processo con rito abbreviato a Firenze sulla vicenda dei presunti mancati accantonamenti in bilancio, eventualmente da destinare a risarcire il Bologna per Calciopoli. In tutto erano 16 gli imputati.
Tennis: Fed cup, aprirà Paolini-MertensLa sfida Italia-Belgio per i Play-off del World group 2019

GENOVA20 aprile 201815:44

– GENOVA, 20 APR – Saranno Jasmine Paolini e Elise Mertens a aprire sabato alle 13,30, a Genova, la sfida della Fed cup di tennis fra Italia e Belgio, valida per i Play-off promozione del World group 2019, in programma nel week-end sulla terra rossa di Valletta Cambiaso, a Genova. A seguire Sara Errani e Alison van Uytvanck. Domenica, dalle 12, la sfida tra le due numero uno dei rispettivi team, Errani e Mertens e a seguire quella tra le due numero due, Paolini e Van Uytvanck. In chiusura il doppio tra la coppia azzurra Deborah Chiesa-Jessica Pieri e quella belga Kirsten Flipkens-Elise Mertens. Questo l’esito del sorteggio ufficiale che si è svolto oggi a Valletta Cambiaso. Per la sfida il capitano azzurro Tathiana Garbin ha convocato Sara Errani (n. 91 Wta), Jasmine Paolini (145), Deborah Chiesa (172) e Jessica Pieri (214). Il belga Ivo Van Aken ha invece scelto di affidarsi a Elise Mertens (17), Alison Van Uytvanck (50), Kirsten Flipkens (70) e Ysaline Bonaventure (133).
Open d’Italia, al via vendita bigliettiIngresso gratis per tesserati Federgolf e Under 16

ROMA20 aprile 201815:57

– ROMA, 20 APR – La 75/a edizione dell’Open d’Italia entra nel vivo, al via la vendita dei biglietti. Da oggi è possibile acquistare, attraverso i circuiti TicketOne (www.ticketone.it) e Vivaticket (www.vivaticket.it), sia on line che negli appositi punti vendita, i tagliandi per assistere alla massima manifestazione nazionale di golf. Che si terrà al Gardagolf Country Club di Soiano del Lago (BS) da giovedì 31 maggio a domenica 3 giugno. La vendita continuerà anche nel ticket point del Gardagolf durante i giorni di gara. Il costo del biglietto sarà di 10 euro (più prevendita) per le prime due giornate (giovedì 31 maggio, venerdì 1 giugno) e di 15 euro (più prevendita) per quelle conclusive (sabato 2, domenica 3 giugno).
L’abbonamento per assistere all’intera rassegna costerà invece 30 euro. L’ingresso sarà invece completamente gratuito per i tesserati della Federazione Italiana Golf e per tutti gli under 16.
Ciclismo: Pinot vince il Tour the AlpsFroome è quarto e Aru sesto. L’ultima tappa all’ucraino Padun

ROMA20 aprile 201816:11

– ROMA, 20 APR – Thibaut Pinot ha vinto il Tour of the Alps di ciclismo, ex Giro del Trentino. L’ultima tappa, la 5/a, è invece andata al 21enne neoprofessionista ucraino della Bahrain-Merida, Mark Padun, che è scattato a cinque chilometri dalla fine e si è involato verso il traguardo. Padun si è imposto in 4h16’10”, nella frazione partita da Rattenberg e conclusa a Innsbruck (sede dei prossimi Mondiali su strada), dopo 164,2 chilometri. Padun ha preceduto il neozelandese George Bennett di 5″, il ceco Jan Hirt di 6″, l’italiano Giulio Ciccone e l’altro neozelandese Ben O’Connor, sempre a 6″. Il francese Pinot si è piazzato al sesto posto, a 9″. Nono, invece, Domenico Pozzovivo, sempre a 9″. Nella classifica generale finale Pinot, con il tempo di 18h28’48”, precede Pozzovivo e il colombiano Miguel Angel Lopez Moreno, entrambi a 15″. Quarto l’inglese Chris Froome a 16″ e sesto Fabio Aru a 1’19”.
Ciclismo: Aru, attenti a salita MondialiCt Cassani avverte: “La chiamano la ‘salita dell’inferno'”

INNSBRUCK (AUSTRIA)20 aprile 201817:32

– INNSBRUCK (AUSTRIA), 20 APR – “Il percorso è veramente duro, la salita – da affrontare sette volte – è selettiva. Abbiamo appena provato l’ultimo strappo che si affronta solo all’ultimo passaggio e devo dire la verità: farà tanta selezione. All’inizio non è durissimo, ma l’ultimo chilometro è davvero impegnativo”. Così Fabio Aru, che ha appena concluso le fatiche al Tour of the Alps, rileva le insidie del circuito del Mondiale di ciclismo su strada, a Innsbruck. “Non è la prima volta che vengo qui: da bambino ci ho trascorso qualche volta la vacanze con i miei genitori – aggiunge il sardo dell’Uae Emirates -. Gareggiare oggi su queste strade è stato veramente bello”. “Il tratto finale viene denominato la ‘salita dell’inferno’, basta chiedere a chi ci seguiva: c’erano delle auto che non riuscivano più ad andare avanti – osserva il ct degli azzurri, Davide Cassani -. La fai dopo 250 chilometri…
L’impressione che avevo avuto con Nibali è la stessa che ho avuto oggi con Aru”.
F1: ‘Ayrton Day’ il primo maggio a ImolaAll’autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari’, nel 24/o anniversario morte

IMOLA (BOLOGNA)20 aprile 201818:48

– IMOLA (BOLOGNA), 20 APR – Torna a Imola il primo maggio all’Autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari’ l’Ayrton Day, celebrazione in ricordo di Ayrton Senna il fuoriclasse brasiliano della Formula Uno scomparso il primo maggio del 1994 in un incidente al Gran Premio di San Marino sul circuito del Bolognese. L’evento è organizzato da IF Imola Faenza Tourism Company, in collaborazione con la Cooperativa Bacchilega Editore.
La giornata, che cade nel 24/o anniversario della morte del pilota sudamericano, vedrà celebrata una messa nell’area della curva del Tamburello, dove avvenne l’incidente mortale e alla Terrazza del Museo ‘Checco Costa’ un incontro pubblico con alcuni protagonisti della Formula 1 di allora, dal costruttore Giancarlo Minardi al pilota Pierluigi Martini. Saranno inoltre presenti gli autori del libro ‘Nel regno di Ayrton – La F1 ai tempi di Senna’, edito da Bacchilega Editore: Giuseppe Annese, Marco Serena e Giovanni Talli.
‘Fai tutto bene’,storia di Marta PagniniMalagò: l’ex capitana azzurra “ha una marcia in più”

ROMA20 aprile 201819:54

– ROMA, 20 APR – ‘Fai tutto bene. Come la fatica mi ha insegnato a vincere’. È il titolo del libro di Marta Pagnini scritto assieme a Ilaria Brugnotti (ed. Baldini+Castoldi), presentato oggi al Coni, sulla storia della ex capitana della ginnastica ritmica azzurra, bronzo a Londra 2012. “Fai tutto bene, questa frase deve essere ben impressa nella mente di tutti -dice Marta- significa che si può sempre andare avanti nella vita e superare le difficoltà. Nel libro racconto della fatica fatta per riuscire, dimostrando a me stessa che si può arrivare in alto anche senza doti fisiche. Questo libro è dedicato a piccole e piccoli atleti non solo della ginnastica”.
Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha detto che “Marta è un bel personaggio, da studiare, sveglia, micidiale, riflessiva, si capisce che ha un’altra marcia, è di un’altra categoria. In quel ‘fai tutto bene’ c’è un messaggio alle nuove generazioni. Che bisogna fare poche cose e fatte bene. E Marta le ha fatte”.
F1:scatta a Imola il MotorLegendFestivalDomani in pista anche Patrese, Merzario e Pirro

ROMA20 aprile 201821:00

– ROMA, 20 APR – Grandi personaggi, tanto pubblico nel paddock, il messaggio di benvenuto nel mondo del motorsport da parte del presidente FIA Jean Todt-il link e soprattutto centinaia e centinaia di vetture da togliere il fiato: la prima giornata di MotorLegendFestival a Imola ha confermato l’unicità di questa manifestazione. Un autentico tripudio per chi non ha dimenticato i campioni e i gioielli che hanno fatto la storia del motorismo dagli Anni ’60 a oggi.
La giornata è iniziata con l’esibizione delle Ferrari facenti parte dei programmi F1 Clienti e di XX Programmes ed è proseguita con la prima sfilata dei campioni di motociclismo, guidati da Giacomo Agostini in sella alla MV Agusta. È stata poi la volta delle prove di qualificazione che hanno stabilito la griglia di partenza per il 1 Gran Premio di San Marino, valido per il FIA Master F.1 Championship, con tante monoposto, ben 24, che con la musica dei motori Cosworth DFV hanno fatto rivivere agli spettatori i suoni che si ascoltavano a Imola negli Anni’80.
Noyz Narcos guida hit parade con EnemyNew entry anche Carmen Consoli, seconda, e Federica Carta, 4/a

ROMA20 aprile 201820:01

– ROMA, 20 APR – E’ il nuovo disco d’inediti del rapper Noyz Narcos, “Enemy”, a debuttare in vetta alla classifica degli album più venduti della settimana, secondo Fimi/Gfk. Il disco è primo anche tra i vinili. New entry anche in seconda posizione con Carmen Consoli e il suo Eco di Sirene, doppio album live con orchestra al femminile. Scivola al terzo posto Laura Pausini con Fatti Sentire, che presenterà dal vivo in anteprima con due date al Circo Massimo di Roma il 21 e 22 luglio. L’ex allieva di Amici Federica Carta torna con il secondo album “Molto più di un film” e si piazza al quarto posto.
Il resto della top ten non presenta grossi cambiamenti: Benji & Fede sono quinti con Siamo solo Noise, davanti a Sfera Ebbasta e al suo Rockstar. Mina è settima con il nuovo disco d’inediti Maeba. Stabile Tedua con Mowgli – Il disco della giungla.
Chiudono la classifica Bellaria di Vegas Jones e Divide di Ed Sheeran (alla 59/esima settimana dall’uscita).
Tra i singoli, la posizione più alta è per X di Nicky Jam & J. Balvin.
E’ morto in Oman a 28 anni AviciiProduttore e dj svedese, pioniere Edm, Le7els tra le sue hit

20 aprile 201819:50

– ROMA, 20 APR – Il produttore e dj svedese Avicii, 28 anni, è stato trovato morto a Muscat, in Oman. Lo riferisce Variety e altri media, citando la portavoce dell’artista, Diana Baron.
Avicii, all’anagrafe Tim Bergling, è stato un pioniere della Edm (Electronic Dance Movement). Ha vinto due MTV Music Awards, un Billboard Music Award e conquistato due nomination ai Grammy.
Il suo successo più grande è stato “Le7els”.
La sua morte arriva a pochi giorni dalla sua nomination ai Billboard Music Award per il suo EP “Avicii (01).
Sequestro bimbo 2 anni,coppia in carcereSottratto da una comunità di Molfetta (Bari), ha gravi patologie

BARI20 aprile 201818:45

– BARI, 20 APR – Avrebbero sequestrato un bimbo di 2 anni, con la complicità della mamma, sottraendolo circa un anno fa da una comunità per minori di Molfetta alla quale il piccolo era stato affidato prima su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Bari. Per il reato di sequestro di persona aggravato gli agenti di Polizia Locale di Bari hanno arrestato una pregiudicata 53enne di origini napoletane e il suo compagno, un 47enne di Palo del Colle. Il bimbo, con gravi patologie congenite, è stato rintracciato il 6 febbraio scorso.
Russiagate: Dem fanno causa a MoscaWp, anche contro Wikileaks. ‘Cospirazione contro Hillary’

WASHINGTON20 aprile 201817:31

– WASHINGTON, 20 APR – Il partito democratico ha presentato una causa multi milionaria alla corte federale di Manhattan contro il governo russo, la campagna di Trump e Wikileaks per una presunta cospirazione che avrebbe interferito nelle presidenziali 2016 per favorire il tycoon danneggiando Hillary Clinton. Lo rivela il Wp.
Draghi, crescita Eurolandia robustaTasso disoccupazione a minimi da 2008. Preservare scambi liberi

WASHINGTON20 aprile 201817:27

– WASHINGTON, 20 APR – L’economia di Eurolandia e’ cresciuta in modo ”robusto”: questa solida perfomance si e’ tradotta in ”notevoli miglioramenti del mercato del lavoro. Il tasso di disoccupazione nell’area euro e’ sceso ai minimi dal 2008”. Lo afferma il presidente della Bce, Mario Draghi, nel discorso depositato all’Imfc. Il momento positivo ”continuera”’. Ma un ampio grado di stimoli monetari resta necessario per sostenere l’inflazione. Il piano di acquisti – spiega – andra’ avanti all’attuale velocita’ di 30 miliardi fino alla fine di settembre 2018 e oltre se necessario.
Secondo Draghi le condizioni del sistema bancario dell’area euro hanno continuato a migliorare. Ma nonostante gli ”sviluppi positivi alcune sfide strutturali continuano a pesare sulle prospettive di redditivita’ delle banche”. Infine per Draghi occorre preservare scambi commerciali aperti e liberi: questo e’ cruciale per la crescita globale.
Wells Fargo patteggia in Usa, 1 mld dlrGruppo risolve disputa su gestione del rischio

WASHINGTON20 aprile 201815:43

– WASHINGTON, 20 APR – Wells Fargo patteggia con le autorità americane e si impegna a pagare 1 miliardo di dollari per la risolvere la disputa sulla gestione del rischio all’interno della banca. I titoli avanzano a Wall Street dove salgono dello 0,80% dopo la maxi sanzione, la più alta dell’era Trump.
Sollima, primo ciak ZeroZeroZero per SkyRiprese in 6 Paesi e 6 lingue, il debutto mondiale nel 2019

ROMA20 aprile 201812:22

– ROMA, 20 APR – Tre continenti, sei paesi, sei lingue (inglese, spagnolo, italiano, francese, wolof e arabo) e oltre 8 mesi di riprese per ZeroZeroZero, la nuova serie originale Sky diretta da Stefano Sollima tratta dal bestseller di Roberto Saviano, che ha da poco battuto il suo primo ciak. La serie è una produzione Cattleya per Sky, CANAL+ e Amazon.
La serie è attesa al debutto nel 2019 su Sky non soltanto in Italia, ma anche nel Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria, su CANAL+ in Francia e nei paesi francofoni di Europa e Africa, su Amazon negli USA, in Canada, America Latina e Spagna. Il distributore internazionale è Studiocanal.
Dopo il successo di Gomorra – La Serie, Sollima torna a dirigere la trasposizione tv di un’opera di Saviano, il romanzo inchiesta sui traffici internazionali di cocaina e le relative conseguenze economiche e politiche su scala mondiale. Cast internazionale, con protagonisti Andrea Riseborough, Dane DeHaan, Gabryel Byrne, Harold Torres, Giuseppe De Domenico e Francesco Colella.
Lux Vide, Don Matteo 12 si faràA Spoleto festa con protagonisti per ultima puntata della serie

PERUGIA20 aprile 201811:55

– PERUGIA, 20 APR – “Don Matteo 12” si farà. A dirlo sono stati Matilde e Luca Bernabei, presidente e amministratore delegato della Lux Vide, società produttrice della fortunata serie tv con protagonista Terence Hill, che ha chiuso il 19 aprile l’11/a stagione su Rai1 volando al 30% di share. “Vogliamo produrre una 12/a edizione di ‘Don Matteo’ ancora più bella e con dei temi ancora più forti, stiamo pensando a una collezione di tv movie, ma non possiamo svelare il tema”, hanno aggiunto i vertici della società di produzione a margine della festa che si è svolta il 19 aprile al Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti” di Spoleto in occasione dell’ultima puntata di Don Matteo 11. La location sarà ancora Spoleto, “ma ci potrebbe essere anche qualche altra località coinvolta”, svela la presidente Bernabei, senza escludere che il prete più famoso d’Italia possa girare alcune puntate in alcune parti dell’Umbria colpite dal sisma: “Ci stiamo lavorando, tutto è possibile”.
Tim: Elliott in Tribunale per ricorsiFondo americano si presenta all’udienza, chiede di costituirsi

MILANO20 aprile 201811:23

– MILANO, 20 APR – Anche Elliott si è presentata oggi in tribunale, rappresentata dai suoi legali tra cui Sergio Erede, e chiede di costituirsi come parte nel procedimento relativo ai ricorso presentato da Tim e Vivendi contro la decisione dei sindaci di inserire all’ordine del giorno dell’assemblea del 24 aprile. L’udienza è al via, a porte chiuse, davanti al giudice Elena Riva Crugnola che come primo passo dovrà decidere se accogliere la richiesta del fondo americano.
Beni Stabili verso fusione con FoncièreGruppo francese già azionista di maggioranza, doppia quotazione

MILANO20 aprile 201811:05

– MILANO, 20 APR – Foncière des Régions, azionista di maggioranza al 52,4%, ha proposto un’operazione di fusione a Beni Stabili, che prevede la quotazione oltre che sulla Borsa francese anche su quella italiana.
La fusione – si legge in una nota del gruppo italiano sospeso stamane dalle contrattazioni di Piazza Affari e il cui Cda ha “preso atto” della proposta – si ipotizza che avvenga sulla base di un rapporto di cambio pari a 8,5 azioni di Foncière ogni 1.000 di Beni Stabili e si concluda “entro la fine del corrente esercizio”.
Borsa: Tokyo chiude poco mossa, -0,13%Cambi: yen si svaluta su dollaro ed euro

TOKYO20 aprile 201808:26

– TOKYO, 20 APR – La Borsa di Tokyo termina l’ultimo giorno della settimana col segno meno, in scia alla correzione dell’indice tecnologico Nasdaq negli Stati Uniti, e in attesa di maggiori indicazioni dai risultati trimestrali: l’indice Nikkei segna una variazione negativa dello 0,13%, a quota 21.162.24, con una perdita di 28 punti. Sul mercato valutario lo yen si svaluta leggermente sul dollaro, a quota 107,60, e sull’euro a un livello di 132,90.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.