Aggiornamenti, Cinema, Notizie, Spettacoli Musica e Cultura, Ultim'ora, VIAGGI E VACANZE: TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, VIDEO NOTIZIE

Fiori Sopra l'inferno, Elena Sofia Ricci ruolo magico

Tempo di lettura: 2 minuti

Ultimo aggiornamento 25 Gennaio, 2023, 02:31:08 di Maurizio Barra

(ANSA) – ROMA, 24 GEN – ”Teresa è un personaggio
straordinario, una donna molto speciale, unica, con un passato
doloroso che l’ha fatta diventare ruvida, spigolosa, a tratti
virile, antipatica, per certi aspetti. Ma capace di empatizzare
sia con una bambina che è stata violata, ma anche con il killer,
perché si domanda da quale razza di inferno possano venire
queste creature mostruose. Per scoprire chi sia il killer devi
empatizzare con quell’ex bambino violato”. Parola di Elena
Sofia Ricci protagonista della serie Rai in tre serate “Fiori
sopra l’Inferno”, tratta dall’omonimo romanzo thriller di Ilaria
Tuti, diretta da Carlo Carlei e prodotta da Publispei e Rai
Fiction, in onda su Rai1 dal 13 febbraio. E’ Teresa Battaglia
una esperta investigatrice di 60 anni: “fiuto infallibile,
esperta profiler, che sta perdendo pezzi per l’Alzheimer. «Mi
sono innamorata subito di lei», racconta Elena Sofia Ricci
«perché tiene insieme tutte le contraddizioni. Sono grata alla
Rai che ogni tanto mette in campo una serie di tematiche
importanti, come la malattia, accompagnata dal tema della
solitudine che lei stessa ha scelto, ma poi probabilmente ne
ha paura nel momento in cui scopre la malattia”. Nell’arco di
tre episodi ed altrettante prime serate, Fiori sopra l’inferno è
ambientato in un piccolo paese di montagna, paradiso apparente
che nasconde tra i suoi vicoli silenzi e inconfessabili segreti.
   
Qui un killer si lascia alle spalle una efferata scia di sangue
per difendere un gruppo di bambini ignorati e maltrattati da chi
dovrebbe proteggerli. Ad indagare Teresa Battaglia (Ricci),
un’esperta profiler di quasi sessanta anni, arrivata dalla città
assieme alla sua piccola squadra, la sua famiglia, a cui si è
appena aggiunto un nuovo membro, il giovane Ispettore Massimo
Marini (Spata), in fuga da se stesso e dal proprio passato.
   
Teresa, durante le indagini, deve però affrontare anche un altro
nemico: l’Alzheimer, i cui sintomi iniziano a presentarsi ed a
metterla in difficoltà, mentre il serial killer potrebbe
costringerla ad empatizzare con lui pur non potendolo assolvere.
   
(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.