Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia

TUTTE LE NOTIZIE TECNOLOGIA: IA E MUSK

Tempo di lettura: 2 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DELLE 20:12

DI VENERDì 14 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

TUTTE LE NOTIZIE TECNOLOGIA: IA E MUSK

L’intelligenza artificiale riesce a montare i video da pochi fotogrammi
Sistema del Mit, aiuterà i robot a riconoscere il mondo esterno

Musk stacca il biglietto per il primo turista intorno alla LunaVolerà sullo Space X, l’identità sarà resa nota il 17 settembre

TUTTE LE NOTIZIE DI TECNOLOGIA SEMPRE AGGIORNATE

TUTTE LE NOTIZIE TECNOLOGIA: IA E MUSK

L’ARTICOLO

TUTTE LE NOTIZIE TECNOLOGIA: IA E MUSK

Bastano pochi fotogrammi per ricostruire l’intera sequenza di un video: è quanto è in grado di fare il sistema di intelligenza artificiale messo a punto dal Mit e presentato alla conferenza europea sulla Computer vision di Monaco, in Germania. Secondo gli ideatori, in futuro il sistema potrebbe essere utilizzato per aiutare i robot a capire meglio che cosa accade intorno a loro. I dettagli sono illustrati nello studio pubblicato su arXiv, archivio on line delle ricerche che non hanno ancora superato la revisione tra pari da parte di altri studiosi.
Il sistema realizzato al Mit è capace di riconoscere le attività mostrate in un filmato solo attraverso pochi fotogrammi, osservando come gli oggetti o le figure cambiano nel tempo. È il sistema stesso a imparare da solo a riempire i vuoti, le sequenze mancanti, riconoscendo scene analoghe in video differenti.
“Abbiamo messo a punto un sistema per riconoscere la trasformazione degli oggetti piuttosto che il loro aspetto”, ha spiegato uno degli ideatori, Bolei Zhou, adesso in forze all’Università cinese di Hong Kong. “Un risultato importante nella robotica – ha concluso – per la messa a punto di sistemi in grado di prevedere le conseguenze di una certa attività”.

‘Venduto il biglietto’ per il primo turista al mondo che volerà sulla Luna a bordo del Big Falcon Rocket (Bfr), il super razzo in costruzione della Space X alto 106 metri e largo nove, destinato alle future missioni su Luna e Marte. Ad annunciarlo su Twitter è lo stesso fondatore e magnate della compagnia, Elon Musk.

“Un passo importante per consentire alla gente comune di poter realizzare il sogno di viaggiare nello spazio”, continua Musk, che fa sapere anche che i dettagli sul nome del fortunato turista verranno resi noti il prossimo lunedì 17 settembre.

Tuttavia, nei commenti degli utenti di Twitter che gli chiedevano se fosse lui, Musk ha risposto mettendo la bandierina del Giappone, e molti hanno pensato che possa essere Daisuke Enomoto, un uomo d’affari giapponese, che non ha mai nascosto il proprio desiderio di farlo.

Finora, ha aggiunto Musk in un altro tweet, “solo 24 esseri umani hanno potuto volare sulla Luna nella storia. Nessuno l’ha più visitata dall’ultima missione Apollo nel 1972″. Noto per i suoi progetti eccentrici e ottimistici, Musk lo scorso anno aveva annunciato che avrebbe portato nello spazio, intorno alla Luna, i primi due turisti spaziali nel secondo trimestre del 2018. Un obiettivo che per quest’anno pare accantonato. Lunedì si saprà quando il primo turista spaziale potrà osservare la Luna da vicino.   [print-me title=”STAMPA”]