Aggiornamenti, Notizie, Sport

TUTTE LE NOTIZIE SPORT

Tempo di lettura: 5 minuti

DALLE 10:02 ALLE 17:52

DI VENERDì 14 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

TUTTE LE NOTIZIE SPORT

F1: Singapore; FP1, Red Bull dettano passo con Ricciardo
Australiano davanti a Verstappen, terzo tempo per Vettel

Atletica: devastata pista campioniNel Milanese, ‘atto deliberato’ nel giorno omologazione Fidal

‘Parola sport manca nella Costituzione’N.1 Coni Malagò, sport a scuola è madre di tutte le battaglie

Singapore, Ferrari: ‘Un pensiero a Sergio’Durante commemorazione Marchionne team impegnato in prime libere

Malagò, corsa a 3 opportunità anche per il CioN.1 Coni: ‘Comitato entusiasta per idea, c’è strada ben delineata’

Canottaggio: Sorelle Lo Bue oro mondialiA Plovdiv (Bulgaria) hanno battuto gli Stati Uniti

Tiro a volo: Filippelli bronzo MondialeSkeet: militare di Pistoia sul podio Mondiale in Corea

Vettel ottimista ‘ho buone sensazioni’Tedesco Ferrari:fino al ‘bacio del muro’ la macchina era ok

TUTTE LE NOTIZIE SPORT

SPORT TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

TUTTE LE NOTIZIE SPORT

Le Red Bull hanno dettato il passo al termine della prima sessione di libere del Gp di Singapore.
Daniel Ricciardo ha ottenuto il miglior tempo in 1’39″711, precedendo di 201 millesimi il compagno di scuderia Max Verstappen. Terza e quarta le due Ferrari con Sebastian Vettel (+0.286) e Kimi Raikkonen (+0.775). Quinto, un po’ a sorpresa, Niko Hulkenberg con la Renault. Prove in sordina per la Mercedes, che ha piazzato Lewis hamilton al sesto posto (+1″521) e Valtteri Bottas all’ottavo (+1″718). Nono tempo per Leclerc, dall’anno prossimo pilota della Ferrari, che nel finale ha danneggiato la sospensione anteriore destra della sua Alfa Romeo picchiando contro un muretto.
– MILANO

– Doveva essere il giorno della rinascita, l’arrivo del tecnico della Fidal che avrebbe ridato l’omologazione a uno dei campi storici dell’atletica italiana.
Invece la pista di San Donato Milanese (Milano) dove hanno corso e saltato campioni come Fiona May, Gennaro Di Napoli, Andrea Nuti, Antonella Bevilacqua e Manuela Levorato è stata danneggiata nella notte tra mercoledì e giovedì.
Una parte del nuovo fondo costato 700mila euro è stato distrutto, probabilmente con un piccone o una pala, “in maniera consapevole da una mente malata”, come spiega Renzo Fugazza, che nel 2009 ha creato la Società Studentesca San Donato sulle ceneri della storica Snam. “Qui sono state scritte pagine della storia dell’atletica italiana – La Federazione è allibita e i nostri ragazzi hanno pianto quando hanno visto come è ridotto il campo”.
La Fidal ha comunque dato l’omologazione che verrà definitivamente firmata quando il campo verrà riparato “speriamo in una settimana”, ha detto l’assessore allo sport Andrea Battocchio.
– “L’Italia ha due ferite da sanare, la nostra Costituzione non ha pensato a tante cose, come quella di scrivere la parola sport. È un fatto grave”. Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, intervenendo alla presentazione dei dati di sperimentazione sul progetto ‘Studenti Atleti’ al Miur. “Al tempo stesso – ha precisato il capo dello sport italiano – chi ha resuscitato il Coni nel preparare la carta statutaria si è dimenticato di parlare di scuola. È evidente che lo Stato sa che bisogna fare qualcosa di più e di diverso e lo sappiamo anche noi. La scuola è la madre di tutte le battaglie, al ministro dell’Istruzione Bussetti ho detto che nel nostro bilancio, che è lacrime e sangue, abbiamo 10 milioni di euro da destinare al progetto scuola e sport. Ma servono numeri diversi, saremo felici di remare nella stessa direzione”.
“Ragazzi rivolgiamo in questo momento un pensiero a Sergio”. Nel giorno della commemorazione nel Duomo di Torino ad un mese dalla morte dell’ex presidente di Fca e Ferrari, Sergio Marchionne, ai box della Ferrari a Singapore, con le prime prove libere in corso, il team – come ‘tradotto’ dalle parole via radio del team principal di Maranello Maurizio Arrivabene dirette ai suoi uomini in Rosso – ha rivolto un pensiero al compianto ex numero uno del Cavallino Rampante.
“C’è una strada molto ben delineata e lo sostengo, oltre che per cognizione personale, perché sia le indicazioni del Cio quando uscì la tripla candidatura in una sia l’opinione di esperti investitori lasciano trapelare molto ottimismo. Sono considerazioni che spero ognuno stia facendo. Il Cio è estremamente entusiasta, altrimenti non avrebbe mai dato un’autorizzazione in questo senso. Anche per loro rappresenta un’opportunità che apre scenari futuri nuovi”. Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commentando l’eventuale candidatura unitaria delle città di Cortina, Milano e Torino per ospitare i Giochi olimpici invernali del 2026. Con l’imminente ritiro dalla corsa della giapponese Sapporo e il possibile dietrofront di Stoccolma per il noto cambio di vento in politica interna, alla domanda sul timore di un’eventuale nuova occasione persa, il capo dello sport italiano spiega: “Avete detto tutto, abbiamo davanti e dietro l’esperienza di quanto successo dopo la vicenda di Roma 2024”.
– PALERMO

– Medaglia d’oro per le sorelle Giorgia e Serena Lo Bue, che difendono i colori della Canottieri Palermo. Con la maglia della nazionale azzurra ai mondiali assoluti di Plovdiv, in Bulgaria, si sono lasciate alla spalle gli Stati Uniti, laureandosi campionesse del mondo. Giorgia e Serena Lo Bue sono partite forte, staccando sin dalle prime battute le avversarie americane, Jennifer Sager, Jilian Zieff.
“Sapevamo di poter fare una buona gara, e avrebbe potuto starci anche il record del mondo vista la velocità del campo.
Purtroppo il vento contro ci ha ostacolato ma va bene così, siamo molto felici di questo titolo e per noi è un punto di partenza nella categoria leggera assoluta”, hanno commentato, Giorgia e Serena a fine gara. Soltanto il sesto posto per il quattro di coppia pesi leggeri femminile che ha schierato nell’equipaggio anche Giulia Mignami dell’Aetna Catania.
– Riccardo Filippelli ha conquistato la medaglia di bronzo nello Skeet maschile ai Mondiali di Tiro a Volo, meritandosi anche la seconda Carta Olimpica italiana per i Giochi di Tokio 2020. Il militare di Pistoia, Campione Europeo nel 2016 a Lonato del Garda e medaglia d’oro lo scorso anno nella Prova di Coppa del Mondo e nella Finale a New Delhi (IND), ha centrato il biglietto per l’Olimpiade giapponese, salendo sul terzo gradino del podio iridato grazie ad una prestazione di altissimo livello. Primo l’inarrivabile statunitense Vincent Hancock, bicampione olimpico e già tre volte Campione del Mondo, che con l’oro conquistato oggi con un perfetto 125/125 in qualifica e un quasi perfetto 59/60 in finale ha eguagliato il record di quattro titoli mondiali per ora in mano all’azzurro Giovanni Pellielo e al francese Michel Carrega nella Fossa Olimpica. D’argento il norvegese Erik Watndal, per la prima volta su un podio iridato dopo un’assenza di undici anni dalle gare internazionali.
– ”E’ stato un po’ di più di un bacio, abbiamo perso tempo e non è stato ideale, ma ho buone sensazioni”. E’ un Sebastian Vettel ottimista quello visto al termine delle prove libere del Gran Premio di Singapore dove è stato protagonista di una sbandata che lo ha visto finire con la posteriore destra sul muretto del circuito. ”La chiave è un buon bilanciamento e – aggiunge il tedesco della Ferrari – dovrebbe andar bene. Non è poi così un dramma perdere tempo in pista perchè sappiamo dove andare. Credo che la macchina sia molto buona, i giri che ho fatto fino al bacio al muro sono buoni” Laconico Kimi Raikkonen autore del miglior tempo di giornata: ”faremo del nostro meglio – afferma il finlandese – le cose sono filate piuttosto lisce. Vediamo domani perché oggi è solo venerdì, del pacchetto è difficile dire, ho girato con due fondi diversi e non c’e’ differenza dal giorno alla notte”.
[print-me title=”STAMPA”]