Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO DALLE 10:58 DI DOMENICA 15 APRILE 2018, ALLE 16:20 DI OGGI, LUNEDì 16 APRILE 2018

Tempo di lettura: 29 minuti

Ultimo aggiornamento 16 Aprile, 2018, 14:21:23 di Maurizio Barra

avete problemi di forza o legati alle ossa? Magari ai denti? Allora curatevi, immergendovi in questa enorme quantità di “Calcio”… ehm, magari bastasse, Vi auguro di non avere almeno quei problemi, ovviamente si scherza un po’… Ma ora torniamo seri e dunque, eccole, buona lettura.

Real-Juventus: minacce a moglie arbitro
Insulti su Twitter, la polizia britannica apre un’indagine

ROMA15 aprile 201810:58

– ROMA, 15 APR – Minacce di morte verso il marito e insulti sessisti hanno inondato gli account social di Lucy Oliver, la moglie dell’arbitro che ha diretto il quarto di finale di Champions League Real Madrid-Juventus, mercoledì scorso. Lo riporta la Bbc che pubblica alcune frasi offensive rivolte alla signora, anche lei arbitro del campionato di calcio femminile, tradotte dall’italiano all’inglese. “Devi crepare tu e quel pezzo di merda di tuo marito”, scrive un tifoso su Twitter. “Mena tuo marito bastardo”, attacca un altro. La polizia britannica ha aperto un’indagine e chiuso tutti gli account ma la moglie di Michael Oliver ha ricevuto messaggi minacciosi anche sul cellulare, il cui numero inspiegabilmente era stato pubblicato sui social.
Serie A: Fiorentina-Spal 0-0I viola frenano dopo sei vittorie, altro punto buono per estensi

ROMA15 aprile 201814:34

– ROMA, 15 APR – La Spal interrompe a sei la serie di vittorie consecutive della Fiorentina, fermando i viola sullo 0-0 al Franchi nell’incontro delle 12.30 della 327a giornata di serie A. La squadra di Stefano Pioli ha dominato il gioco, ma è mancata di precisione e lucidità in zona gol, mentre i biancazzurri, al quinto pareggio di fila, si sono difesi con discreto ordine rendendosi anche pericolosi in alcune occasioni.
La Fiorentina, con 51 punti, manca il possibile sorpasso al Milan, ancora sesto e stasera impegnato in casa col Napoli. La squadra di Semplici sale a quota 28 ed è quart’ultima.
Serie B: 11 squalificati per un turnoUna giornata di stop anche per tre allenatori

ROMA15 aprile 201814:39

– ROMA, 15 APR – Sono undici i giocatori squalificati per una giornata dal giudice sportivo di serie B dopo le partite della 35/a giornata. Tre, invece, gli allenatori fermati, sempre per una giornata. Agazzi dell’Ascoli e Campagnaro del Pescara sono stati squalificati per le espulsioni rimediate ieri, mentre gli altri giocatori fermati erano tutti diffidati. Si tratta di De Luca (Virtus Entella), Favalli (Ternana), Garcia Tena (Cremonese), Giani e Terzi (Spezia), Ndoj (Brescia), Petriccione (Bari), Settembrini (Cittadella) e Veseli (Empoli). Quanto agli allenatori, il giudice Emilio Battaglia ha fermato Stefano Colantuono (Salernitana), Fabio Grosso (Bari) e Attilio Tesser (Cremonese).
Abbiati, scambio Callejon? Terrei SusoClub manager Milan: Champions? Dobbiamo difendere posizione

ROMA15 aprile 201815:00

– ROMA, 15 APR – “Fino a che la matematica non ci dà sconfitti, nella Champions League continuiamo a crederci.
Comunque dobbiamo difendere la nostra posizione. Affrontiamo una squadra fortissima ma conosciamo il nostro valore e ce la giocheremo alla pari col Napoli”. Così il club manager rossonero, Christian Abbiati, prima di Milan-Napoli. Abbiati, ex portiere, ha anche parlato del confronto tra Donnarumma e Reina, “Sono due grandissimi numeri uno. Gigio oggi giocherà la centesima partita in Serie A e gli faccio i complimenti.
Dall’altra parte c’è Reina che ha vinto tutto: sarà una bella sfida tra di loro”, e delle voci su uno scambio Callejon-Suso: “Lo spagnolo del Napoli è un grande giocatore ma noi abbiamo Suso che è un campione e me lo terrei stretto. Poi se dovesse venire anche Callejon, ben venga”.
Record Donnarumma,più giovane a 100 gareContro Napoli portiere Milan supera leggende come Rivera e Piola

Record Donnarumma,più giovane a 100 gareContro Napoli portiere Milan supera leggende come Rivera e Piola

MILANO15 aprile 201815:17

– MILANO, 15 APR – Gianluigi Donnarumma diventa il più giovane di sempre a raggiungere le 100 presenze in Serie A. Il diciannovenne portiere del Milan, titolare nella sfida di San Siro contro il Napoli, supera leggende del calcio italiano come Gianni Rivera, Silvio Piola, Roberto Mancini, Paolo Maldini e Francesco Totti.
Secondo i dati Opta, dal 1994/95 Antonio Cassano è stato il più giovane a tagliare questo traguardo, a 21 anni e 71 giorni, oltre due anni più vecchio del rossonero, nato il 25 febbraio 1999. A partire dal suo esordio con il Milan nel massimo campionato (25 ottobre 2015), nessun giocatore è partito titolare in più match di Donnarumma (99, tutti consecutivamente). Da allora il rossonero ha collezionato 301 parate in Serie A: solo Sorrentino e Consigli lo superano in questa statistica.
Boxe: Mondiale Medi, Blandamura va KoArbitro interrompe all’8/o round match contro giapponese Murata

YOKOHAMA15 aprile 201815:52

– YOKOHAMA, 15 APR – Niente da fare per Emanuele ‘Sioux’ Blandamura. Il pugile nativo di Udine ma residente da anni a Roma è stato battuto per Ko tecnico all’ottava ripresa dal giapponese Ryota Murata, campione in carica, nel match valido per il Mondiale dei pesi medi Wba. Ad assistere all’incontro, svoltosi in Giappone nella Yokohama Arena, c’erano 17mila spettatori. Per Murata è stata l’11/a vittoria prima del limite nella carriera da professionista.
NOTA: ogni tanto faccio qualche “cross over posting” inserendo qualche notizia di altri sports, che comunque trovate con approfondimenti nella categoria “Notizie”. FINE NOTA.

Torino: Nkoulou ok, col Milan ci saràMigliora anche Niang, potrebbe aver spazio nell’infrasettimanale

TORINO15 aprile 201815:53

– TORINO, 15 APR – Ripresa della preparazione per il Torino, dopo lo 0-0 col Chievo. In vista del turno infrasettimanale contro il Milan, i granata hanno svolto al Filadelfia una doppia sessione di scarico. Intanto arrivano buone notizie dall’infermeria. E’ infatti rientrato l’allarme muscolare per Nkoulou, uscito anzitempo dal Bentegodi solo per crampi, mentre Niang ha svolto quasi tutto il programma con i compagni. L’attaccante ex Milan potrebbe rappresentare una alternativa per l’attacco granata in questo rush finale di campionato. Ancora lavoro personalizzato per Berenguer, è praticamente finita la stagione di Lyanco. Il difensore brasiliano è stato sottoposto ad una visita di controllo dal professor Van Dijk, che ha dato il via libera alla riabilitazione. Il giocatore effettuerà la prima parte del programma, piscina e palestra, nel suo Paese.
Fiorentina: Pioli, è mancato solo il golTecnico viola soddisfatto: “Dimostrato che siamo in forma”

ROMA15 aprile 201816:06

– ROMA, 15 APR – “E’ mancato solo il gol, assolutamente, è mancata la stoccata. La prestazione c’è stata, ed è la cosa più importante. Abbiamo creato tantissimo contro una squadra che ha sicuramente rischiato molto meno contro avversari più forti di noi. Probabilmente la Spal ha subito più azione da gol in una partita che nelle ultime otto partite. Oggi la palla non è voluta entrare, ma dobbiamo continuare, perché abbiamo dimostrato di essere una squadra in forma, capace di fare un buon calcio”. Lo ha detto il tecnico della Fiorentina Stefano Pioli al termine della partita pareggiata 0-0 dai suoi contro la Spal. “Merito ai miei giocatori per la prestazione ma è chiaro che se non la metti dentro non vinci. Testa alta, volevamo la vittoria per noi e per i nostri tifosi – ha proseguito l’allenatore. La fortuna e la sfortuna non esistono: a noi è mancata precisione. Sabato scorso abbiamo avuto la bravura di fare due gol su tre tiri, oggi è mancato quello”.
Spal: Semplici “Punto che ci dà fiducia”Tecnico “Grande prestazione nonostante l’emergenza infortuni”

FIRENZE15 aprile 201816:09

– FIRENZE, 15 APR – In casa Spal c’è soddisfazione per il punto portato via alla Fiorentina, arrivato tra l’altro nonostante le tante assenze dovute ad infortuni. “Mi tengo questa bella prestazione perché l’abbiamo ottenuta contro una grande squadra – ha detto il tecnico Leonardo Semplici a fine match – Noi eravamo in massima emergenza, alcuni giocatori erano schierati fuori ruolo e Mattiello si è anche fatto male. Mi prendo questo punto che ci dà fiducia. Sapevamo di affrontare la squadra più in forma del momento. Venivamo da un periodo positivo ma con la rosa in difficoltà, quindi faccio i complimenti ai miei ragazzi che oggi hanno fatto qualcosa di straordinario. Sotto l’aspetto della mentalità e della voglia hanno dimostrato di voler stare bene in campo. Abbiamo fatto una buona gara contro un’ottima Fiorentina”. Per l’allenatore della Spal, fiorentino e tifoso viola, una giornata particolare quella di Firenze. “Oggi all’ingresso del Franchi ho provato emozione”.
Jr. Tim Cup:Oratorio S.Michele in finaleSquadra Firenze contenderà trofeo ad altri 3 club il 9 maggio

ROMA15 aprile 201816:45

– ROMA, 15 APR – L’Oratorio C.G. San Michele di Firenze, vincitore del girone della Fase Finale Interregionale di Reggio Emilia, è il secondo dei 4 finalisti della VI edizione della “Junior TIM Cup – Il Calcio negli oratori”, il torneo giovanile di calcio a 7 under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e CSI. La squadra toscana ha superato la Parrocchia San Giuseppe Lavoratore (Bologna), la Parrocchia Santa Teresa del Bambin Gesù (Modena) e l’Oratorio Giovanni Paolo II (Reggio Emilia) conquistando così un posto per la Finale nazionale del 9 maggio all’Olimpico di Roma che si disputerà in occasione della Finale di TIM Cup 2017-2018. La Fase Finale Interregionale del torneo, dopo aver fatto tappa a Milano e Reggio Emilia, continuerà con i raggruppamenti Bergamo e Roma.
Stadio Roma: Codacons ricorre al TarViolante norme conferenza servizi e legge stadi. Criticità costi

ROMA15 aprile 201816:48

– ROMA, 15 APR – Il Codacons ha depositato al Tar del Lazio l’annunciato ricorso contro il nuovo Stadio della Roma di Tor di Valle, impugnando “tutti gli atti amministrativi relativi alla realizzazione dell’opera, chiedendone l’annullamento alla luce sia di evidenti profili di illegittimità, sia dei costi a carico della collettività legati ad infrastrutture accessorie allo Stadio che saranno interamente finanziate dai cittadini”.
Nel ricorso, in particolare, il Codacons, sottolinea che la determinazione del 22 dicembre 2017, e le successive note, “sono assolutamente illegittime poiché assunte dall’Amministrazione regionale in aperta violazione delle norme in materia di conferenza di servizi” e delle disposizioni della “Legge sugli stadi”. “Le dinamiche e le modalità operative osservate hanno, di fatto, trasformato la stessa conferenza di servizi – si legge nel ricorso – da luogo di semplificazione e accelerazione in strumento per dilatare o distorcere il processo decisionale e ciò si palesa assolutamente illegittimo”.
Calcio: Napoli frena, col Milan è 0-0Donnarumma miracoloso su Milik all’ultimo minuto

MILANO15 aprile 201817:02

– MILANO, 15 APR – Il Napoli frena a San Siro, non andando oltre lo 0-0 col Milan, I partenopei, sono ora a -3 dalla Juventus che scende in campo alle 18 con la Sampdoria.
Partita combattuta ed equilibrata che si dividono la posta ma che, allo stesso, tempo devono quasi dire addio ai rispettivi sogni stagionali (scudetto e zona Champions). Gli azzurri avrebbero la palla-gol all’ultimo minuto del recupero, con Milik che raccoglie in area la sponda di Insigne, controlla e calcia a botta sicura, sembra un gol fatto ma Donnarumma con una parata incredibile si allunga e devia in calcio d’angolo.
Tensione a 90′,scintille Biglia-InsigneBattibecco anche fra argentino e Sarri che poi si chiariscono

MILANO15 aprile 201817:37

– MILANO, 15 APR – Finisce 0-0 e con qualche attimo di tensione la sfida di San Siro fra Milan e Napoli. Ci sono state scintille in particolare fra Biglia e Insigne, con il centrocampista argentino rossonero che dopo il fischio finale è uscito dal campo invitando l’attaccante avversario a seguirlo negli spogliatoi per regolare i conti. C’è stato un battibecco anche fra Biglia e l’allenatore del Napoli Sarri: i due si sono confrontati a muso duro per poi chiarirsi dirigendosi verso gli spogliatoi, dopo un parapiglia che a bordo campo ha visto vari giocatori e dirigenti delle due squadre intervenire per evitare che la situazione degenerasse.
Juve: standing ovation tifosi per BuffonTutti in piedi per omaggiare il capitano dopo ko Champions

TORINO15 aprile 201818:22

– TORINO, 15 APR – Tutti in piedi all’Allianz Stadium per capitan Buffon. Al capitano della Juventus, espulso per le proteste dopo il discusso rigore che ha eliminato la squadra dalla Champions League contro il Real Madrid, è stata tributata una vera e propria standing ovation dal pubblico bianconero, che ha anche accolto il suo primo intervento contro la Sampdoria con un lungo applauso. A invocare l’omaggio per il portiere, che subito dopo l’eliminazione non ha fatto mancare le critiche all’operato dell’arbitro, è stata la curva con un coro.
Tifosi a Juve, ‘avanti a testa alta’Striscioni d’incoraggiamento dopo eliminazione dalla Champions

TORINO15 aprile 201818:27

– TORINO, 15 APR – “Grazie ragazzi, avanti a testa alta”. Questo lo striscione con cui i tifosi della Juventus hanno accolto la squadra all’Allianz Stadium, per la sfida di campionato con la Sampdoria, dopo l’eliminazione nei quarti di finale di Champions League. “Orgogliosi di voi”, recita un’altro striscione esposto in Curva Sud dai tifosi bianconeri.
Marotta: juve avanti con Allegri”Dopo Madrid rammaricati ma non rassegnati,ora scudetto e Coppa”

ROMA15 aprile 201818:28

– ROMA, 15 APR – “Il rammarico del post partita di Madrid non significa rassegnazione. Vogliamo portarci a casa lo scudetto e la Coppa Italia per confermare il nostro predominio in Italia”. Così l’ad bianconero, Beppe Marotta, a Premium nel prepartita di Juventus-Sampdoria, in cui il dirigente torna a parlare delle polemiche post Madrid (“bisogna assolutamente unificare il metodo arbitrale in tutta Europa, non si può avere la Var in Serie A, non avere gli arbitri di porta per esempio in Premier e poi avere gli arbitri di porta in Champions”) e parla anche della futura conduzione tecnica: “Il mister è con noi da 4 anni, ci conosce e sa come agiamo. Non ci saranno cambiamenti nella società e nelle strategie. Poi per il resto una sua esternazione del genere è sincera ma al di là della dichiarazioni i rapporti con Allegri sono eccellenti: sono certo che proseguiremo con lui”.
Pecchia, ‘che rabbia, meritavamo il pariTecnico Verona: ‘Ora pensiamo alla gara con il Sassuolo’

BOLOGNA 15 APR15 aprile 201818:58

– BOLOGNA 15 APR – “Provo rabbia e dispiacere, meritavamo il pari”, commenta il tecnico del Verona, Fabio Pecchia, che ripensa alle occasioni avute nel finale da Lee e Fares che avrebbero potuto scrivere l’1-1. Vietato, però, rimuginarci più di tanto e farsi prendere dallo sconforto, considerato che il Verona ospiterà nel prossimo turno il Sassuolo, in un delicatissimo scontro salvezza da dentro o fuori: “quella è la partita determinante. Dovremo recuperare più energie e uomini possibili per l’appuntamento, perché mancano sempre meno giornate. Il tempo stringe e ci servono risultati”.
Donadoni, Bologna in ripresaTecnico felsinei: ‘Verdi grande calciatore’

ROMA15 aprile 201819:01

– ROMA, 15 APR – Ha ritrovato il tridente pesante l’allenatore del Bologna Roberto Donadoni che contro il Verona ha schierato Verdi, Destro e Palacio. E Verdi, con un gol e un assist è risultato determinante: “oggi abbiamo interpretato la gara nel modo giusto. Poi Simone calcia le punizioni davvero da grande calciatore e ha una spiccata sensibilità”, spiega il tecnico rossoblù, che dopo il gol del vantaggio ha incassato l’abbraccio del suo numero nove e la dedica finale del suo fantasista.
“Il mio gol è per il mister – ha scandito Verdi -: mi ha sempre dato fiducia, è stato un abbraccio spontaneo, quasi da padre a figlio. Gli voglio bene e glielo dovevo, dopo tutte le critiche nei suoi confronti”.
Sarri, resto qui se posso fare risultatiSenza rinnovo guadagno meno di altri ma nodo economico non c’è

MILANO15 aprile 201819:10

– MILANO, 15 APR – “Se ho la percezione di poter ripagare l’amore della tifoseria a suon di risultati, io rimango volentieri, senza trattative economiche. Se non ho questa percezione rimango meno volentieri. Ho un dubbio mio interiore, e ho la fortuna di avere un presidente che non mi sta rompendo e si sta dimostrando comprensivo e affettuoso”. Così Maurizio Sarri sul suo futuro sulla panchina azzurra. “Ne parlo per ultima volta – ha chiarito nel post partita del Meazza – Un contratto ce l’ho, fino al 2020, se il presidente non avesse la generosità di propormi un rinnovo guadagnerei come adesso, che è una bella botta rispetto a qualche anno fa però è inferiore rispetto a qualche altro allenatore. Il presidente ha dato la disponibilità, quindi il problema economico avrebbe incidenza zero. Io non pago la clausola, su questo il presidente può stare certo”.
Neymar “Tra un mese torno”‘Non guardo partite in tv, a me piace stare in campo”

SAN PAOLO15 aprile 201819:18

– SAN PAOLO, 15 APR – Il Brasile tira un sospiro di sollievo: ai Mondiali in Russia Neymar ci sarà. La conferma è arrivata dal diretto interessato, nel corso del programma ‘Altas Horas’ di Tv Globo a cui ha preso parte come ospite d’eccezione.
Neymar si è operato in marzo dopo un infortunio di gioco, per la frattura del quinto metatarso del piede destro. Non può ancora camminare senza l’ausilio di scarpe ortopediche, ed è arrivato negli studi televisivi aiutandosi con delle stampelle.
“C’è ancora un mese di lavoro, ma sto recuperando bene – ha spiegato il n.10 della Selecao -. Va tutto secondo i programmi e non sento più dolore. Non posso ancora camminare autonomamente, però faccio terapia tutti i giorni e vado in palestra: insomma, mi sto preparando bene”. Cosa fa intanto Neymar? “Che ci crediate o meno, a me il calcio in televisione non piace ha risposto O Ney -, quindi non interrompo le cose che sto facendo per guardare la partita. Ciò che amo è stare in campo, sul terreno di gioco”.
Calcio: cori tifosi Lazio su Anna FrankDurante afflusso per il derby, anche saluti romani

ROMA15 aprile 201819:44

– ROMA, 15 APR – Cori “Anna Frank è della Roma” e saluti romani a ponte Milvio da parte di tifosi della Lazio diretti allo stadio Olimpico per assistere al derby di stasera.
In un video pubblicato sul Messaggero.it si vede un supporter che in primo piano intona il coro a squarciagola e in sottofondo altre voci, in coro, lo seguono mentre alle sue spalle alcuni tifosi fanno il saluto romano. E non è la prima volta che i supporter della Lazio tirano in ballo Anna Frank. A ottobre scorso ultrà biancocelesti durante la gara di campionato contro il Cagliari affissero in Curva Sud figurine antisemite che raffiguravano Anna Frank con la maglietta della Roma. Un gesto che fu duramente stigmatizzato.
Serie A: 3-0 a Samp,Juve a +6 sul NapoliGol Mandzukic, Howedes e Khedira su tre assist di Douglas Costa

ROMA15 aprile 201820:09

– ROMA, 15 APR – La Juventus batte 3-0 la Samp e vola a +6 sul Napoli. I bianconeri, reduci dall’amara eliminazione in Champions, si sono subito riscattati nel posticipo della 32/a giornata della Serie A portandosi a quota 84, con sei punti di vantaggio sul Napoli (salito a 78 punti) fermato dal pari in casa del Milan. I gol della squadra bianconera portano la firma di Mandzukic, al 45′ del primo tempo (su assist nel neoentrato Douglas Costa che pennella un cross perfetto per il croato), di Howedes al 15′ st (ancora su ‘pennellata’ di Douglas Costa) e di Khedira al 30′ st (sempre su assit del brasiliano, davvero imprendibile oggi, che entra in area e appoggia per l’arrivo del tedesco che insacca facilmente). Maluccio oggi la Sampdoria che resta a quota 48, comunque a -3 della zone Europa League, al momento appannaggio della Fiorentina, al momento 7/a con 51 punti (l’Atalanta ne ha 49).
Juve: Allegri, totale sintonia con club”Grazie Pjanic, senza l’infortunio non avrei inserito Douglas”

ROMA15 aprile 201820:36

– ROMA, 15 APR – “Douglas ingresso decisivo? Dobbiamo ringraziare Pjanic che si è fatto male perché magari in quel momento non avrei cambiato. Douglas e Higuain erano due giocatori che volevo mettere per cambiare la gara. Ho scelto il brasiliano per allargare la Samp”. Con questa battuta, Massimiliano Allegri, commenta a Premium la vittoria della Juve sulla Samp che porta i bianconeri a +6 sul Napoli.
“Allungo decisivo per lo scudetto? Assolutamente no. Era importante vincere dopo Madrid e i ragazzi sono stati bravi.
Dovevamo essere attenti e giocare una partita intelligente: abbiamo aspettato il momento giusto e siamo stati bravi.
Howedes? Era un match difficile e lui stava bene. Ha avuto un’annata nefasta perchè è stato fuori a lungo. Ma credevo che questa fosse la gara giusta per lui”. Poi il tecnico torna a parlare del suo futuro: “Forse sono state travisate le mie parole. Ho solo detto che come sempre mi incontrerò con la società per programmare il futuro: ho un contratto fino al 2020 e c’è totale sintonia”.
Giampaolo, 1/o gol Juve irregolareTecnico Samp,avremmo perso comunque ma occasioni vanno sfruttate

TORINO15 aprile 201821:25

– TORINO, 15 APR – “Mi sarebbe piaciuto tenere la gara in equilibrio come fatto nel primo tempo”. C’è rammarico nelle parole di Marco Giampaolo dopo la sconfitta della Sampdoria per 3-0 contro la Juventus. “I bianconeri avrebbero comunque fatto valere la differenza di valori – osserva il tecnico doriano -, anche se in occasione del gol forse poteva essere fischiato un fallo a nostro favore, dato che hanno battuto due volte la punizione”. Nessuna recriminazione comunque, “la Juve ha la forza e la qualità per vincere”, anche se le due occasioni dopo il gol subito avrebbero potuto riaprire il match. “Subito dopo il gol della Juve abbiamo avuto un’occasione con Zapata su calcio d’angolo e una nella ripresa con Ramirez. Vanno sfruttate con cinismo e un po’ di fortuna, devi capitalizzare perché la Juve non ti concede molto di più”.
Ligue: Psg è campione di FranciaParigini travolgono 7-1 monegaschi ora a -17 a 5 turni da fine

ROMA15 aprile 201823:06

– ROMA, 15 APR – Una valanga di gol, ben sette, per celebrare il settimo scudetto della storia, il quinto dell’era degli emiri. Il Psg batte il Monaco 7-1 e approfitta del primo match point per riprendersi lo scettro della Ligue1 che proprio i monegaschi avevano tolto loro un anno fa. E’ il terzo campionato che si è deciso oggi, con diverse giornate dal termine dei campionati, dopo Premier (City) e Eredivisie (Psv).
In classifica il Monaco è ora staccato di ben 17 punti a cinque partite dal termine della stagione. Gara ampiamente deciso già a metà tempo, grazie a i gol di Lo Celso (15′ e 27′), Di Maria (al 20′ e poi al 58′) e Cavani (17′). le altre reti portano la firma di Draxler (86′ e Falcap (autorete al 76′). La rete della bandiera per i monegaschi la segna Rony Lopes al 38′.
Calcio: Di Francesco “Partita sporca”In campionato dobbiamo avere stesso approccio Champions

ROMA15 aprile 201823:16

– ROMA, 15 APR – “E’ stata una partita sporca, non siamo stati bravi sulle seconde palle, poi quando abbiamo spostato Nainggolan dietro le punte siamo migliorati molto. Loro sono stati un po’ più determinati di noi, non è stato facile anche dopo il grande entusiasmo della Champions”. Così il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, a Premium dopo il pareggio nel derby. “Ci teniamo questo punto con un pizzico di rammarico per i legni presi ma in questa stagione siamo abbinati ai pali e alle traverse. Dovevamo essere più lucidi in alcuni tratti della gara. Perché in campionato si vede meno la Roma vista in Champions? “Perché si vede che è da campionato e non da Champions. Al di là di questo le dinamiche delle gare sono diverse, loro hanno sporcato la partita e l’hanno fatto al meglio. Il Barcellona invece vuole giocare e ti permette di avere un’aggressività diversa: noi abbiamo sempre sofferto le partite sporche. Ma noi dobbiamo sempre avere lo stesso atteggiamento, sia in Europa che in Serie A”.
Inzaghi “Lotta Champions fino alla fine””Macchia eliminazione E.League non cancella grande stagione”

ROMA15 aprile 201823:22

– ROMA, 15 APR – “Voglio fare i complimenti ai ragazzi che sono stati bravissimi. Non era semplice ma abbiamo reagito alla grande dopo l’eliminazione dall’Europa League. Siamo sempre stati in partita e siamo stati sempre lucidi: probabilmente con un pizzico di precisione in più avremmo potuto anche vincere”.
Lo ha detto il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, dopo lo 0-0 contro la Roma. “In dieci abbiamo sofferto un po’ – ammette a Premium – ma per il resto non abbiamo concesso quasi niente a una grande Roma. Ce la siamo giocata fino alla fine nonostante la trasferta europea e nonostante abbia cambiato pochissimo. Ho fatto i complimenti alla squadra. La gara di giovedì è stata una macchia che però non deve cancellare otto mesi di grande lavoro.
Corsa Champions? Ora siamo lì e ci giocheremo le nostre carte nel migliore dei modi. All’inizio del campionato non ci mettevano neanche nelle prime sette ma ora ci siamo e lotteremo fino alla fine”.
Pallotta: Mai offerta concreta per DzekoIl nuovo stadio? Adesso è sfida politica, tempo fino a luglio

ROMA15 aprile 201823:35

– ROMA, 15 APR – “Non è stata una serata bella come quella col Barcellona. E’ stata una sfida difficile. Non pensiamo al Liverpool perché prima abbiamo due gare molto importanti. Il prossimo obiettivo è il Genoa, per il Liverpool ci sarà tempo”. Così il presidente della Roma, James Pallotta, dopo il derby capitolino a reti bianche. “Non solo qui a Roma ma anche in America aspettano con ansia questa sfida – le sue parole a Premium – Il nuovo stadio? Adesso è una sfida politica, c’è tempo fino a luglio. E’ un peccato per i tifosi che non potranno avere in tempi brevi il nuovo stadio. Chi sta meglio tra noi, la Lazio e l’Inter? Non siamo preoccupati delle altre ma siamo molto concentrati su noi stessi. Soddisfatti di non avere venduto Dzeko a gennaio? E’ importante ascoltare tutte le offerte ma nessuno ha fatto un’offerta seria e concreta per Edin, abbiamo solo ricevuto delle chiamate. Che effetto farà affrontare Salah? E’ un grande giocatore, lo conosciamo e sono contento che a Roma abbia lasciato un bellissimo ricordo”.
Allegri, pronti per lo sprint finaleTecnico Juve: contro la Sampdoria “vittoria importante”

TORINO16 aprile 201812:28

Una “vittoria importante” quella ottenuta dalla Juventus contro la Sampdoria secondo il tecnico bianconero, Allegri. “Ora tenere dritto il manubrio e prepararsi per lo sprint finale”, ha proseguito l’allenatore nel consueto tweet post partita. A sei partite dalla fine del campionato, i bianconeri hanno sei punti di vantaggio sul Napoli, atteso a Torino il 22 aprile.
Nicchi, si rischia nuova CalciopoliN.1 Aia difende diritto di voto arbitri in assemblea Figc

ROMA16 aprile 201810:56

“Minare l’indipendenza e la terzietà della classe arbitrale potrebbe significare l’inizio di una nuova Calciopoli”. Marcello Nicchi, presidente Aia, prospetta “scenari nefasti”, nel caso l’associazione arbitri perdesse il suo 2% di diritto di voto in assemblea, se la Figc recepirà i principi informatori degli statuti federali approvati dal Consiglio nazionale Coni. “Lo sciopero? Io faccio di tutto per calmare gli arbitri – ha aggiunto – ma se un giorno qualcuno arriverà al campo e non troverà l’arbitro non si sorprenda”.
“L’arbitro deve votare perché è un principio democratico”, ha aggiunto Nicchi a ‘Radio anch’io sport’. “Qualcuno vuole mettere le mano sugli arbitri: il 2% è un’attribuzione residuale. A chi gioverebbe questa decisione, se non alla serie A che non ci vuole riconoscere questo diritto, come del resto dichiarato dal commissario Malagò? – ha aggiunto Nicchi – .
Tutte le altre componenti sono a nostro favore. Mettere le mani sugli arbitri significherebbe che ognuno dice la sua”.
Jorginho, dobbiamo tornare a vincereAmarezza centrocampista Napoli per il pari con il Milan

ROMA15 aprile 201817:19

– ROMA, 15 APR – “Non serve a niente pensare alla Juve se poi non vinciamo”: è amaro il commento del centrocampista del Napoli Jorginho dopo il pareggio con il Milan.
“Dispiace per il pareggio – le parole del brasiliano a Premium Sport – anche se il Milan è in salute ed era una gara difficile. Abbiamo avuto le nostre occasioni ma non siamo riusciti a segnare. Guardiamo avanti perché mancano ancora altre partite. Difficoltà a trovare la rete? Non saprei dire quale sia il problema a caldo. Ci troveremo e lavoreremo per cercare di tornare ad avere una vena realizzativa migliore”.
“Occhi puntati sulla gara della Juventus? Sì, ma prima dobbiamo pensare a vincere noi – conclude Jorginho – Non serve a niente pensare alla Juve se poi non vinciamo”.
Risultati e classifica Serie A, tutti i gol della 32/ma giornataTorna al gol Verdi. Doppiette Diabatè e Politano

15 aprile 201822:46

Risultati della 32/a giornata del campionato di calcio di serie A. Atalanta-Inter 0-0Bologna-Verona 2-0Cagliari-Udinese 2-1Chievo-Torino 0-0Fiorentina-Spal 0-0Genoa-Crotone 1-0Milan-Napoli 0-0Sassuolo-Benevento 2-2Juventus-Sampdoria 3-0Lazio-Roma0-0Classifica del campionatoJuventus 84
Napoli 78
Roma, Lazio 61
Inter 60
Milan 53
Fiorentina 51
Atalanta 49
Sampdoria 48
Torino 46
Genoa, Bologna 38
Udinese 33
Cagliari 32
Sassuolo 31
Chievo 30
Spal 28
Crotone 27
Verona 25
Benevento 14

Classifica marcatori: – 27 reti: Immobile (7 rigori-Lazio).- 24 reti: Icardi (5-Inter).- 21 reti: Dybala (3-Juventus).- 18 reti: Quagliarella (6-Sampdoria).- 17 reti: Mertens (4-Napoli).- 15 reti: Higuain (1-Juventus).- 14 reti: Dzeko (Roma).- 11 reti: Iago Falque (Torino).- 10 reti: Ilicic (2-Atalanta); Simeone (Fiorentina); D.Zapata (Sampdoria).- 9 reti: Pavoletti (Cagliari); Inglese (1-Chievo); Perisic (Inter); Luis Alberto e Milinkovic-Savic (Lazio); Belotti (Torino); Lasagna (Udinese).- 8 reti: Cristante (Atalanta); Verdi (Bologna); Khedira (Juventus); Callejon (Napoli); Antenucci (3-Spal).- 7 reti: Diabate’ (Benevento); Thereau (4-Udinese-Fiorentina); Cutrone (Milan); Insigne (Napoli); Politano (Sassuolo).

Fiorentina:tifosi a Orsato ‘insensibile’Ma quando l’arbitro toglie rigore a Spal cantano ‘Sensibile’

FIRENZE15 aprile 201817:38

– FIRENZE, 15 APR – Non si è ancora spenta l’eco dello sfogo di Gigi Buffon dopo l’eliminazione dalla Champions e il rigore decisivo concesso al ’93’ al Real Madrid dall’arbitro inglese Oliver che il capitano bianconero ha definito ”insensibile”. E infatti oggi, con quella dose di ironia (oltreché di storica antipatia nei confronti della Juve) che da sempre caratterizza i tifosi viola, quando al 12′ del primo tempo il direttore di gara di Fiorentina-Spal, Orsato, ha concesso un rigore alla formazione emiliana per un contatto tra Vitor Hugo e Felipe ecco che dalla curva Fiesole è partito all’indirizzo dell’arbitro di Schio il coro ‘Insensibile, insensibile’. Lo stesso Orsato poi ha deciso di andare a rivedere le immagini sul monitor della Var a bordo campo e ha annullato il provvedimento ravvisando nella stessa azione un fallo precedente di Felipe su Pezzella. A quel punto gli stessi tifosi della Fiesole hanno cambiato slogan e cantato, sempre rivolgendosi a Orsato, ‘Sensibile, sensibile’.
Milan: Gattuso,distacco Champions grande”Donnarumma perfetto, questa gara ci può far alzare l’asticella”

ROMA15 aprile 201817:40

– ROMA, 15 APR – “Siamo contenti, sapevamo che avremmo dovuto concedere qualcosa perché il Napoli è molto forte. Siamo sulla strada giusta ma questa gara ci può far alzare l’asticella, mi è piaciuto molto l’atteggiamento. Potevamo vincerla ma anche perderla però abbiamo avuto una grandissima personalità”. Rino Gattuso si ‘accontenta’ dello 0-0 con la squadra di Sarri. “Scintille nel finale? Io ho già dato da giocatore quando queste cose mi piacevano. Ma da allenatore devo dare il buon esempio – ha aggiunto il tecnico rossonero -. Il miracolo di Donnarumma alla sua centesima in Serie A? Al di là della parata mi è piaciuto come ha fatto ripartire tutte le azioni, non ha sbagliato niente, ci ha tanto grande tranquillità. Deve rivedersela questa partita, perché tecnicamente ha fatto una gara bellissima. Mi è piaciuto che abbiamo fatto correre il Napoli. Rincorsa Champions? Guardiamo a chi è più vicino. Fino a quando la matematica non ci condanna ci crediamo ma i punti dal quarto posto sono tanti”.
Mondiali: Ibra, grandi chance di giocareAttaccante svedese punta al ritorno in nazionale per Russia 2018

ROMA15 aprile 201818:33

“Le possibilità che io giochi ai Mondiali sono altissime”. Questo il tweet con cui oggi Zlatan Ibrahimovic è tornato sull’argomento di un ritorno nella nazionale svedese per partecipare a Russia 2018. Già il mese scorso, poco dopo il suo arrivo nel Los Angeles Galaxy Ibra aveva ipotizzato di andare ai Mondiali.
Napoli: Sarri, Juve non ci interessa”Rammarico è partita Sassuolo. Donnarumma? Parata straordinaria

ROMA15 aprile 201818:26

– ROMA, 15 APR – “A noi non interessa cosa fa la Juve.
Stiamo facendo il nostro percorso e lo stiamo facendo bene. In questo momento della stagione si guarda solo il risultato ma oggi la squadra ha fatto bene. Dobbiamo continuare così, il rammarico è la gara col Sassuolo dove avremmo dovuto giocare così e magari adesso avremmo qualche punto in più”. Maurizio Sarri commenta così il pareggio del suo Napoli in casa del Milan. ”Il miracolo di Donnarumma? E’ stata una parata straordinaria, fatta un portiere straordinario – le parole del tecnico – Non sono parate che si vedono con grande frequenza in tutta Europa”.
”Milik? Adesso valutiamo la sua condizione di settimana in settimana – aggiunge Sarri – Gli stiamo aumentando il minutaggio e lui sta rispondendo bene. Magari in una delle prossime potrebbe partire titolare. Come mi immagino la sfida contro la Juve? Sarà la solita partita difficilissima come sempre in quello stadio”.
United ko, City campione d’InghilterraScudetto aritmetico per Citizens, Red Devils ko contro l’ultima

ROMA15 aprile 201819:00

– ROMA, 15 APR – Complice l’harakiri all’Old Trafford dei cugini dello United con il West Bromwich (0-1) ultimo in classifica, il Manchester City ha vinto la Premier League con cinque giornate di anticipo. Il vantaggio dei citizens sui red devils è ora salito a 19 punti, ormai irrecuperabile. Per il Manchester City, che ieri nell’anticipo aveva vinto 3-1 sul campo del Tottenham, si tratta del quinto titolo della sua storia. All’Old Trafford ha deciso un gol di Rodriguez al 73′.
Ajax battuto, Psv campione d’OlandaVittoria per 3-0, per il club di Eindhoven è il 24mo titolo

ROMA15 aprile 201820:31

Dopo Bundesliga e Premier (e forse stasera anche il Ligue1 se il Psg batterà il Monaco), anche l’Eredivise, il campionato olandese, ha il suo campione 2018: si tratta del Psv che battendo nettamente 3-0 l’Ajax ha conquistato il titolo 2018, 24mo della sua storia. Con il successo odierno (firmato dalle reti di Pereiro, de Jong e Bergwijn), il club di Eindhoven allenata da Phillip Cocu si è portato a 80 punti, a +10 sui rivali quando mancano tre giornate alla fine del torneo.
Sassuolo: Iachini, potevamo vincereDe Zerbi, ‘punto ci fa comodo. Diabatè in area fa la differenza’

REGGIO EMILIA15 aprile 201819:13

– REGGIO EMILIA, 15 APR – “Abbiamo cominciato la partita con forza andando ad aggredire gli avversari per passare in vantaggio – ha spiegato il tecnico del Sassuolo Iachini a fine gara – ma non ci siamo riusciti: il Benevento l’ha sbloccata sfruttando una sbavatura in mezzo al campo ed è stato bravo Diabatè a segnare il vantaggio dei campani. Dopo il 2-1 non siamo riusciti a chiuderla. Peccato perchè potevamo vincerla, dopo questo incontro – ha concluso – pensiamo alla difficile partita che ci attende a Verona mercoledì”.
Quanto al Benevento, ha sottolineato il tecnico De Zerbi, “il primo punto in trasferta è arrivato un po’ tardi. Visto le occasioni create potevamo anche fare di più. E’ punto che ci fa comodo. Diabaté? – ha concluso parlando dell’attaccante maliano goleador di giornata – In Italia era sconosciuto. In area è un giocatore che fa la differenza”.
Donnarumma “Spero Napoli se la giochi””Non so se la mia è stata la parata-scudetto”

ROMA15 aprile 201819:13

– ROMA, 15 APR – “Non so se sia la parata scudetto perché mancano ancora molte partite e auguro al Napoli di giocarsela fino alla fine. E’ stata una bella parata all’ultimo secondo, non ho pensato agli avversari, ho esultato per la parata. Io continuo a lavorare e a dare sempre tutto come ho sempre fatto”. Così Donnarumma sulla parata che ha negato il successo del Napoli a S.Siro. “Fa piacere fare queste parate ma di mercato non so niente – dice il portiere a Premium -. Io penso solo a lavorare e a dare il massimo. Per il mercato ci penseranno il mio agente e la società. Reina degno di farmi da secondo? Questo non lo so. Gli faccio i complimenti perché è un grandissimo portiere, ha dato tanto al calcio e lo darà ancora per molto tempo. Questa parata come quella di Dida nel 2003 contro l’Ajax? L’ho vista molte volte quella parata, si stavano giocando la Champions e credo che la sua parata sia stata più difficile”.
Calcio: Lazio-Roma 0-0Derby con pochi squilli, i giallorossi colpiscono due legni

ROMA15 aprile 201822:46

– ROMA, 15 APR – Un derby senza squilli che si è acceso solo negli ultimi 10′: tra Lazio e Roma, posticipo della 32ma giornata di campionato, finisce 0-0, al termine di un match incolore fino all’espulsione di Radu (doppia ammonizione) all’80’ che ha di fatto dato il via a una nuova partita con i giallosossi arrembanti e pericolosissimi e i biancocelesti pronti a ribattere (anche in termini di occasioni-gol). La squadra di Di Francesco può recriminare per i due legni colpiti da Bruno Peres e Dzeko, uno per tempo, anche se i padroni di casa hanno mostrato una migliore tenuta di campo, nonostante abbiamo giocato giovedì scorso. Inzaghi e Di Francesco presentano le stesse squadre che hanno giocato in Europa, con la variante Peres (per Florenzi) in casa giallorosa e Anderson (per Luis Alberto) in quella biancazzurra, e alla lunga la stanchezza si sente. Un punto a testa alla fine giusto che permette alle due romane di restare davanti all’Inter di un punto in ottica Champions (61 punti conto 60).
Semplici, pareggi?Ci si salva anche cosìTecnico Spal, punto a Firenze risultato molto positivo

ROMA16 aprile 201812:35

– ROMA, 16 APR – “Uscire con un punto dal Franchi è stato senz’altro un risultato molto positivo. La Fiorentina in questo momento è una delle squadre più in forma”. Leonardo Semplici, ospite di ‘Radio anch’io sport’, ha espresso la sua soddisfazione per il punto preso in casa viola.
I 28 punti in classifica della Spal sono frutto di appena 5 vittorie e ben 13 pareggi: “Noi a vincere ci proviamo – ha risposto sorridendo il tecnico dei ferraresi – ma non sempre ci riusciamo. Sicuramente c’è stato un percorso da neopromossa, con tanti esordienti. Abbiamo pagata cara l’inesperienza della categoria. Siamo cresciuto, nelle difficoltà ci siamo cementati.
E la squadra ha acquisito la maturità necessaria. Abbiamo raggiunto una compattezza, un’identità di gioco che ci ha permesso di fare dei buoni risultati. Certo, nelle ultime sette partite qualcuna in più la potevamo vincere, però credo che questa continuità ci debba dare fiducia per arrivare a qualche successo. Alla fine del campionato sarebbe determinante”.
Napoli, Hamsik: ‘Scudetto? Ancora 18 punti in gioco'”Lotta è aperta, ora si deve battere l’Udinese”

NAPOLI16 aprile 201813:29

“Lotta scudetto? E’ ancora aperta. Fino alla fine del campionato ci sono in gioco ancora 18 punti. E lotteremo fino alla fine”. E’ il giudizio del capitano del Napoli, Marek Hamsik espresso sul proprio sito ufficiale.
“Abbiamo avuto una chance di segnare contro il Milan – ha scritto Hamsik – ma senza gol non si vince. Dispiace aver perso due punti. Ora dobbiamo pensare alla gara in casa contro l’Udinese in programma mercoledì prossimo. Vogliamo rendere felici i nostri tifosi con una vittoria”.
Lopez, vogliamo punti anche con l’InterTecnico Cagliari avverte ‘discorso salvezza non è chiuso’

CAGLIARI16 aprile 201814:06

– CAGLIARI, 16 APR – Cagliari senza centrocampisti per la trasferta di domani sera contro l’Inter. Anche gli ultimi allenamenti confermano i forfait di Deiola e Dessena, mentre Cigarini e Barella sono entrambi squalificati. Diego Lopez, per non far giocare nessuno in un ruolo che non è il suo, rilanciare il quasi 38enne Cossu in cabina di regia davanti alla difesa. Sul rebus formazione il tecnico non si sbilancia. “Ci sarà qualche cambio, può essere una bella opportunità per chi ha giocato meno – ha detto l’allenatore alla vigilia – ma, a prescindere dagli uomini, conterà l’atteggiamento. Non è vero che non abbiamo niente da perdere, ogni partita vale tre punti e noi vogliamo muovere la classifica. Ci aspetta una gara difficile contro una grande squadra, ma andremo a Milano determinati e con la voglia di fare punti. Icardi? Abbiamo visto all’andata, è capace di tramutare in gol una mezza occasione. Il discorso salvezza non è chiuso: bisogna conquistarla al più presto e con prestazioni convincenti”.
Diritti tv: Sky ‘ottenuto alt bando’Fino a 4/5. ‘Chiesta a Tribunale verifica aderenza a leggi’

MILANO16 aprile 201814:40

Sky Italia prima di lanciare la propria offerta sui diritti tv del campionato di calcio di Serie A, ha chiesto per vie legali al Tribunale di Milano una verifica dell’aderenza del bando di Mediapro alle leggi italiane, alla Legge Melandri e alle recenti indicazioni dell’Autorità della concorrenza, ottenendone la sospensione sino al 4 maggio. Lo apprende l’ANSA da fonti dell’emittente satellitare. Il termine per la presentazione delle offerte era fissato dal bando al 21 aprile. Secondo Sky, “il bando di Mediapro solleva così tante perplessità da rendere necessario verificarne la legalità prima di presentare importanti offerte”. Come spiegano le fonti, l’emittente satellitare si è rivolta al Tribunale che, dopo avere sospeso immediatamente il bando di Mediapro, fornirà il suo responso il 4 maggio.
Serbia, Stankovic nuovo ministro sport?Ex giocatore Inter è attualmente consigliere n.1 Uefa Ceferin

BELGRADO16 aprile 201814:41

– BELGRADO, 16 APR – Dejan Stankovic, in passato colonna della nazionale di calcio serba e del centrocampo dell’Inter, potrebbe diventare a breve il nuovo ministro dello sport in Serbia. A riferirlo e’ oggi con evidenza il quotidiano belgradese Srpski Telegraf, secondo il quale la nomina potrebbe avvenire nell’ambito dell’atteso rimpasto del governo guidato dalla premier Ana Brnabic. Per il giornale, la scelta sarebbe caduta su Stankovic non solo per la sua brillante carriera sportiva da calciatore, ma anche per la generale stima e considerazione di cui gode nel Paese e per i buoni risultati fatti registrare fuori dal campo. Stankovic è attualmente consigliere del presidente dell’Uefa Aleksandr Ceferin. Il dicastero dello sport e’ fra quelli che, secondo i media di Belgrado, potrebbero essere interessati dal previsto rimpasto.
L’attuale ministro, Vanja Udovicic, è a sua volta un ex campione di pallanuoto che – al pari di Stankovic per il calcio – ha giocato in passato oltre che in nazionale anche nel campionato italiano.
Buffon, tifosi non ci lasciano mai soliDopo 3-0 alla Samp portiere Juve ringrazia pubblico Stadium

TORINO16 aprile 201810:40

– TORINO, 16 APR – Quella con la Sampdoria “era una partita fondamentale” e la Juventus l’ha affrontata “con la testa e con il cuore giusto”. Gigi Buffon esalta il 3-0 contro la Sampdoria. E su Twitter ringrazia i tifosi bianconeri per il sostegno. “Come sempre il pubblico non ci lascia mai soli. Fino alla fine!”, scrive il portiere, che lo stadio ha accolto con una standing ovation dopo l’espulsione di Madrid e le polemiche per il discusso rigore costato l’eliminazione dalla Champions.
“Ripartiamo dal vostro affetto e dall’abbraccio dello Stadium” ha twittato Claudio Marchisio commentando una foto dell’Allianz Stadium. “Avanti a testa alta, ma sempre tutti insieme! Dobbiamo portare a casa Campionato e Coppa Italia senza se e senza ma” l’imperativo con cui il ‘Principino’ ha concluso il suo post.
Vincere è “L’unico modo per cancellare le delusioni – è il pensiero di Chiellini -. Ancora. Fino alla fine! Avanti così”.
Nicchi, Buffon? Attenzione alle parolePresidente Aia ‘ci sono i ragazzini che ascoltano’

ROMA16 aprile 201811:35

– ROMA, 16 APR – “Buffon è un grandissimo campione che si avvia, gli auguro, ad una bellissima carriera dirigenziale.
Quando siamo a certi livelli bisogna stare attenti a quello che si dice. Perché ci sono i ragazzini che ascoltano”. Il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, ospite di ‘Radio anch’io sport’, così si è espresso a proposito dello sfogo del portiere juventino, dopo il rigore fischiato a favore del Real Madrid dall’arbitro inglese Michael Oliver.
NOTA PERSONALE: Nicchi, ma fammi il piacere. Visto che i ragazzini ascoltano, sai quante cavolate non dovrebbero ascoltare, molto peggiori di quanto ha giustamente affermato Buffòn. Invece dovrebbero imparare da un uomo come te, caro Nicchi, che hai portato proprio un grande esempio di etica nello sport, pieno di princìpi e saggezza ed equilibrio, come direbbe Totò “Ma fammi il piacere”. Vendersi per difendere gli indifendibili non mi sembra un buon insegnamento per i ragazzini che ascoltano. FINE NOTA PERSONALE.

Sportium farà nuovo stadio CagliariDavid Manica, l’archistar del Camp Nou, tra progettisti

CAGLIARI16 aprile 201811:36

– CAGLIARI, 16 APR – Il Cagliari ha scelto il progetto dello stadio del futuro: la corsa a tre delle ultime proposte rimaste in gara è stata vinta dal consorzio Sportium. Gli altri due progetti erano stati presentati da Tractebel-Engie con Gau Arena e J+S con One Works. Prima dell’assegnazione formale dell’incarico, inizia adesso una fase di approfondimento con il gruppo prescelto volta alla definizione di tutti gli aspetti contrattuali ed operativi.
Sportium raggruppa i soci Progetto CMR, iDeas, B&L Real Estate e Manica Architecture, dello statunitense David Manica, archistar che ha messo la sua firma sui progetti di stadi e arene in tutto il mondo. Tra i suoi lavori anche il nuovo Camp Nou di Barcellona.
Sin dalle prime fasi il club ha voluto coinvolgere nella scelta istituzioni, tifosi e media. I tre progetti, selezionati su 25 proposte, sono stati illustrati in una conferenza – trasmessa in diretta sui social media rossoblù – e quindi esposti alla Sardegna Arena.
Nicchi, con Var ci saranno meno errori”Caposaldo resta che ultima parola è sempre dell’arbitro”

ROMA16 aprile 201811:41

– ROMA, 16 APR – “La Var è uno strumento riconosciuto, che funziona. Migliorabile, ma ormai da tutti accettato e voluto. Durante una partita Var e arbitro centrale si scambiano opinioni in modo silenzioso decine di volte. Però decide sempre l’arbitro in campo, questo rimane un caposaldo. Quando c’è un dubbio abbiamo detto che deve andare al monitor per verificare ed è quello che stanno facendo. Ma non deve avvenire ogni volta che c’è un decisione da prendere”. Marcello Nicchi, presidente Aia, ha così chiarito i criteri ai quali si deve attenere il direttore di gara nel ricorso allo strumento tecnologico.
L’utilizzo della Var, ha aggiunto Nicchi a ‘Radio anch’io port’, “si migliora con la conoscenza sempre più approfondita, cercando di creare un rapporto sempre più stretto con gli operatori. Dal punto di vista generale si deve essere non soddisfatti, di più, anche al netto degli errori che pure ci sono stati. Ma già l’anno prossimo, di questo passo, credo saranno ridotti al lumicino”.
Serie B: Cesena-Empoli a SaiaSacchi per Avellino-Frosinone, Cittadella-Palermo a Nasca

ROMA16 aprile 201813:32

Questi gli arbitri designati per le partite della 36/a giornata, 15/a di ritorno, di Serie B, in programma domani martedì 17 aprile con inizio alle 20.30.
Ascoli-Parma (stasera ore 20.30): Serra;Avellino-Frosinone: Sacchi;Bari-Novara: Marini;Carpi-Perugia: Di Martino;Cesena-Empoli: Saia;Cittadella-Palermo: Nasca;Cremonese-Salernitana: Balice;Pro Vercelli-Pescara: Ros;Spezia-Brescia: Baroni;Ternana-Foggia: Illuzzi;Venezia-Entella: Piscopo.
Serie A: Crotone-Juventus a FabbriCalvarese per Napoli-Udinese, Pairetto designato per Roma-Genoa

ROMA16 aprile 201813:23

Sarà Michael Fabbri di Ravenna, l’arbitro di Crotone-Juventus, partita valida per la 33/a giornata – 14/a di ritorno – di Serie A, in programma mercoledì 18 aprile con inizio alle ore 20.45. Gianpaolo Calvarese di Teramo è stato designato per Napoli-Udinese, Luca Pairetto di Nichelino dirigerà Roma-Genoa. Fiorentina-Lazio sarà arbitrata da Antonio Damato di Barletta mentre l’anticipo tra Inter e Cagliari sarà diretto da Fabrizio Pasqua di Tivoli.Il quadro della 33/ma giornataBenevento-Atalanta (ore 18): Ghersini di Genova (Manganelli-Crispo/Martinelli/Doveri-Di Vuolo);Crotone-Juventus: Fabbri di Ravenna (Alassio-Costanzo/Abbattista/La Penna-Giallatini);Fiorentina-Lazio: Damato di Barletta (Tegoni-Peretti/Abisso/Aureliano-Meli);Verona-Sassuolo: Guida di Torre Annunziata (Carbone-Di Fiore/Fourneau-Di Bello-Vivenzi);Inter-Cagliari (domani ore 20.45): Pasqua di Tivoli (La Rocca-Tolfo/Di Paolo/Mariani-Preti);Napoli-Udinese: Calvarese di Teramo (Dobosz-Bindoni/Giua/Tagliavento-Marrazzo);Roma-Genoa: Pairetto di Nichelino (De Meo-Prenna/Pezzuto/Gavillucci-Lo Cicero);Sampdoria-Bologna: Manganiello di Pinerolo (Posado-Longo/Rapuano/Giacomelli-Tasso);Spal-Chievo: Massa di Imperia (Ranghetti-Mondin/Chiffi/Mazzoleni-Paganessi);Torino-Milan: Maresca di Napoli (Valeriani-Di Iorio/Pinzani/Banti-Schenone).
Nel weekend a Roma l’ ‘Oratorio Cup’Al cs Torraccia le finali della XIII edizione

ROMA16 aprile 201813:10

– ROMA, 16 APR – Sabato e domenica prossimi, presso il CS Torraccia (via Francesco Paolo Bonifacio, a Roma) si svolgeranno le finali della XIII edizione della ‘Oratorio Cup’ 2017-’18, un evento calcistico organizzato dal Centro Sportivo Italiano (Comitato di Roma), che coinvolgerà 2.000 atleti e 3.000 persone al seguito delle squadre. L’Oratorio Cup può essere definita a pieno diritto la quintessenza dello sport di marca CSI. Non è solo il campionato dedicato alle parrocchie e nemmeno un modo per far giocare i ragazzi, ma un progetto educativo e formativo ad ampio respiro che coinvolge tutte le fasce d’età. Basti ricordare i numeri della passata stagione: 216 squadre, 2.354 atleti, 321 educatori, 1.211 partite disputate. L’Oratorio Cup è una proposta educativa e formativa a misura di parrocchie, oratori ed istituti religiosi della provincia di Roma che, oltre a proporre attività sportiva per i ragazzi, dedica un percorso formativo a dirigenti, educatori ed allenatori.
Iniesta-Barcellona, l’addio è vicinoL’annuncio dopo la finale di Coppa del Re, la Cina lo aspetta

ROMA16 aprile 201815:33

– ROMA, 16 APR – Potrebbe arrivare nel prossimo fine settimana, dopo la finale di Coppa del Re in programma sabato tra Barcellona e Siviglia, l’annuncio di Andres Iniesta di lasciare il Barça per chiudere la carriera da giocatore all’estero. Il futuro di uno tra i più grandi giocatori spagnoli di sempre suscita grande interesse nel Paese e molti cercano di indovinare che maglia andrà ad indossare la bandiera del Barca, dando per scontato che andrà in Cina e che verrà ricoperto d’oro, con un contratto da almeno trenta milioni a stagione per tre anni. Secondo Marca, i club più interessati sarebbero il Tianjian Quanjian e il Chongqing Dangdai, mentre Mundo Deportivo non cita squadre, sottolineando che il giocatore ha tempo fino al 30 aprile per informare della scelta la società, con cui ha firmato un contratto ‘a vita’. Iniesta sta per vincere un altro campionato, il nono in 16 stagioni in prima squadra, e conta di conquistare anche la sesta Coppa del Re, sperando poi di lasciare un segno anche al Mondiale di Russia.
Mondiali:Coverciano,via a raduno arbitriLezioni sulla Var, a seguire i lavori Collina e Busacca

FIRENZE16 aprile 201815:40

– FIRENZE, 16 APR – Al via oggi a Coverciano il raduno dei 36 arbitri e dei 63 assistenti selezionati dalla Fifa per preparare i Mondiali in programma in Russia il prossimo giugno.
A seguire i lavori Pierluigi Collina, presidente della Commissione Arbitrale della Fifa e Massimo Busacca, responsabile del Dipartimento arbitrale della Fifa. I direttori di gara e gli assistenti selezionati si tratterranno in Italia due settimane: la prima riguarderà il gruppo composto dai rappresentanti di Uefa e Caf (Africa) tra i quali gli italiani Gianluca Rocchi, Elenito Di Liberatore e Mauro Tonolini, oltre a rappresentanti di altre 45 Federazioni mondiali; la seconda coinvolgerà il gruppo formato dai rappresentanti di Afc (Asia), Concacaf (Nord e Centro America), Conmebol (Sudamerica) e Ofc (Oceania) Al raduno prenderanno parte anche i candidati per il ruolo di video assistant referee (Var) che poi saranno scelti dalla Commissione arbitrale Fifa al termine della preparazione a Coverciano.
Ibra vuole i Mondiali, ct Svezia fa muro’Possibilità altissime’, ma Andersson ‘comando e decido io’

ROMA16 aprile 201816:04

– ROMA, 16 APR – “Le possibilità che io giochi i Mondiali sono altissime”. Il tweet di ieri di Zlatan Ibrahimovic, di cui molti si sono accorti solo oggi, ha scatenato una serie di reazioni, perché ormai appare sempre più chiara la voglia del fuoriclasse svedese, ora ai LA Galaxy di prendere parte a Russia 2018 con la sua nazionale. Un messaggio diretto che non ha smosso il ct Jan Andersson che a marzo, commentando le parole di Ibra arrivate dalla California, si era espresso così: alzando una sorta di muro: “Zlatan ha lasciato la Nazionale nel 2016, se ora ci ha ripensato e lui a dover chiamare me. Io di sicuro non telefono a lui”. Un mese fa, sulla possibilità che Ibra vada ai Mondiali, Andersson dichiarò: “penso a concentrarmi sul lavoro e alle cose concrete. Voglio fare bene in Russia come contro l’Italia e su una cosa non si discute: qui comando io, non ci sono dubbi su chi sceglie i giocatori: io”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.