Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Tempo di lettura: 11 minuti

Ultimo aggiornamento 13 Giugno, 2018, 17:27:49 di Maurizio Barra

DALLE 11:04 ALLE 17:27

DI MERCOLEDì 13 GIUGNO 2018

Opposizioni contro tv, ‘è pro-Erdogan’
Principali sfidanti rinunciano a messaggi propaganda elettorale

ISTANBUL13 giugno 2018 11:04

– ISTANBUL, 13 GIU – I due più accreditati sfidanti di Recep Tayyip Erdogan per la presidenza della Turchia nel voto anticipato del 24 giugno hanno deciso di non utilizzare il loro diritto a trasmettere messaggi di propaganda sula tv di stato Trt, accusandola di favorire Erdogan e oscurare le rispettive campagne elettorali. Il rifiuto di apparire nei video di propaganda è stato annunciato da Muharrem Ince, candidato della principale forza di opposizione, il laico Chp, e da Meral Aksener, ex ministra degli Interni fondatrice del Buon partito di centro-destra. Ha invece scelto di registrare un video Selahattin Demirtas, candidato del filo-curdo Hdp dal carcere, che finora per fare campagna elettorale ha utilizzato le telefonate e i messaggi a familiari e legali concessi ai detenuti. Il suo messaggio è stato registrato in prigione.
Cremlino, Trump ospite gradito MondialiLo riferisce la Tass

MOSCA13 giugno 201811:27

– MOSCA, 13 GIU – Il presidente americano Donald Trump è ospite benvenuto alla Coppa del Mondo Fifa 2018 che si apre domani a Mosca. Lo fa sapere il Cremlino, citato dalla Tass. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e i leader di altri stati saranno ospiti benvenuti alla Coppa del Mondo FIFA in Russia, ha sottolineato Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino.
“Il presidente russo Vladimir Putin ha detto che sarebbe contento di vedere tutti gli ospiti qui a Mosca e certamente questo riguarda gli ospiti degli Stati Uniti al più alto livello”, ha detto Peskov, parlando sul fatto che Trump potrebbe essere invitato a Mosca come ospite alla Coppa del Mondo.
Yemen, colazione a 5 km da porto HudaydaOffensiva saudita-Emirati si chiama ‘Vittoria dorata’

BEIRUT13 giugno 201811:29

– BEIRUT, 13 GIU – Le forze saudite e degli Emirati Arabi Uniti, che compongono la Coalizione araba anti-insorti yemeniti Huthi, vicini all’Iran, “si trovano a cinque km di distanza” dal porto di Hudayda, scalo sul Mar Rosso controllato dalle forze Huthi. Lo riferisce la tv panarabo-saudita al Arabiya che stamani dà ampio spazio all’offensiva militare da terra, dall’aria e dal mare della Coalizione contro Hudayda. L’operazione è chiamata “La Vittoria dorata” e mira a scacciare gli insorti dallo strategico porto nello Yemen occidentale.
Rutte, misure collettive sui migrantiRendere equo e efficace sistema asilo, resistere ad afflusso

STRASBURGO13 giugno 201811:32

– STRASBURGO, 13 GIU – “Dobbiamo fare meglio sulla migrazione. Dobbiamo essere pronti ad affrontare la prossima crisi migratoria. Dobbiamo resistere all’afflusso incontrollato di migranti e lavorare di più ai rimpatri”. Così il premier olandese Mark Rutte al Parlamento europeo. “E dobbiamo davvero prendere provvedimenti per rendere equo ed efficace il sistema europeo di asilo. Se non prendiamo queste misure collettivamente rischiamo di perdere i vantaggi che Schengen ci ha portato”, ha aggiunto.
Corea Sud apre a stop ‘war game’ con UsaSeul, ‘da capire proposta Trump, ma vogliamo favorire negoziati’

SINGAPORE13 giugno 201811:38

– SINGAPORE, 13 GIU – La Corea del Sud ha aperto all’ ipotesi di sospendere le manovre militari congiunte con gli Usa per aiutare i negoziati di denuclearizzazione della Corea del Nord, all’indomani dell’annuncio di Donald Trump sullo stop ai “war game costosi e provocatori” con Seul. “Per ora, c’è ancora bisogno di capire il significato esatto e le intenzioni dei rilievi di Trump. Fintanto che si terranno negoziati seri tra Nord e Usa, crediamo di dover prendere in esame vari modi per favorirli”, ha detto il portavoce della presidenza Kim Eui-kyeom.
Trump-Kim, accettati reciproci invitiLo riportano fonti nordcoreane

NEW YORK13 giugno 201812:05

– NEW YORK, 13 GIU – Il presidente americano Donald Trump ha accettato l’invito del leader nordcoreano Kim Jong-un a visitare Pyongyang e anche il leader nordcoreano Kim Jong-un ha accettato l’invito del presidente americano Donald Trump a visitare gli Stati Uniti. Lo riferisce l’agenzia nordcoreana Kcna, ripresa dai media americani. Il leader coreano Kim Jong-un e il presidente americano Donald Trump condividono l’importanza di “azioni ‘passo-passo’ e ‘simultanee’ per raggiungere la pace e la denuclearizzazione”. La Kcna riferisce inoltre che Trump ha espresso l’intenzione di sospendere tutte le esercitazioni militari con la Corea del Sud durante i negoziati tra Pyongyang e Washington.
Iraq: riaperto oleodotto KirkukPorta il greggio verso Baghdad. Chiuso 4 anni per guerra a Isis

BAGHDAD13 giugno 201812:07

– BAGHDAD, 13 GIU – Il ministro del Petrolio iracheno, Jabbar Alluaiby, ha annunciato la riapertura di un importante oleodotto che trasporta il greggio dai pozzi di Kirkuk verso il sud e che era stato interrotto durante l’occupazione del nord dell’Iraq da parte dell’Isis.
Alluaiby ha detto che l’oleodotto numero 16 trasporterà il greggio da Kirkuk alle raffinerie di Baiji e Dora, e poi da questi due impianti verso Baghdad. La conduttura ha una capacità di 40.000 barili al giorno.
Fino ad oggi il trasporto alle due raffinerie avveniva con autocisterne.
La riabilitazione dell’oleodotto, ha sottolineato il ministro, “ha richiesto la rimozione di migliaia di mine e altri esplosivi che erano stati lasciati da Daesh durante la ritirata”.
Libano: Hariri a Mosca, incontra PutinPremier assisterà a partira Russia-Arabia Saudita

13 giugno 201812:09

– BEIRUT, 13 GIU – Il primo ministro libanese, Saad Hariri, è partito oggi per Mosca, dove ha in programma un incontro con il presidente russo Vladimir Putin e dove assisterà domani alla partita inaugurale dei Mondiali tra Russia e Arabia Saudita. Lo rende noto l’ufficio stampa dello stesso Hariri.
Secondo i media libanesi, il primo ministro dovrebbe avere un colloquio anche con il principe ereditario saudita Mohammad bin Salman. Riad è il principale sponsor politico di Hariri nella regione e al centro dell’incontro dovrebbero essere i suoi sforzi per formare un nuovo governo a Beirut dopo le elezioni politiche del 6 maggio scorso.
Migranti: Timmermans, serve risposta Ue’Senso di urgenza dovrebbe guidare le nostre azioni’

STRASBURGO13 giugno 201812:19

– STRASBURGO, 13 GIU – Sui migranti serve “una risposta che solo a livello europeo può funzionare”. Così il vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans dopo il discorso del premier olandese Mark Rutte. “Grazie a Rutte per il senso di urgenza che ha espresso oggi. questo senso di urgenza dovrebbe guidare le nostre azioni oggi”.
Unicef, a Hodeida bambini in pericolo11 milioni i minori bisognosi di aiuto umanitario nel Paese

ROMA13 giugno 201812:39

– ROMA, 13 GIU – Trecentomila bambini in pericolo a Hodeida, 11 milioni bisognosi di aiuto umanitario in tutto lo Yemen: è l’allarme lanciato dalla direttrice dell’Unicef Henrietta Fore poco prima dell’attacco sferrato nella notte dalla coalizione militare a guida saudita contro la città portuale yemenita.”Milioni di bambini in tutto lo Yemen dipendono per la loro stessa sopravvivenza dai beni umanitari e commerciali che passano per quel porto ogni giorno – afferma in una nota -. Senza importazioni alimentari, una delle peggiori crisi di malnutrizione al mondo non potrà che aggravarsi. Senza le importazioni di carburante, essenziali per pompare l’acqua, l’accesso all’acqua potabile si ridurrà ulteriormente, portando ad un numero ancora maggiore di casi di diarrea acuta e colera acquosa, che possono essere letali per i bambini piccoli.
Soffocare questa ancora di salvezza avrà conseguenze devastanti per ognuno di loro”.
Moavero alla Francia, sanare situazione’Le accuse sull’Aquarius compromettono le relazioni’

ROMA13 giugno 201812:53

– ROMA, 13 GIU – “Il Governo italiano considera inaccettabili le parole usate nelle dichiarazioni pubbliche rese nella giornata di ieri a Parigi, anche a livello governativo, sulla vicenda della nave Aquarius”. Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, ricevendo alla Farnesina l’incaricata d’affari dell’ambasciata francese, Claire Anne Raulin, dopo aver convocato questa mattina l’ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset che però era assente da Roma. Il ministro – sottolinea una nota della Farnesina – “ha chiarito che simili dichiarazioni stanno compromettendo le relazioni tra Italia e Francia”.
“Il Governo italiano – prosegue la nota – auspica che le autorità francesi, fatte le opportune valutazioni, assumano rapidamente le iniziative idonee a sanare la situazione che si è venuta a creare”.
Verhofstadt, non cooperare con SalviniE ‘amici delle cheerleader di Putin: Farage, Le Pen e Wilder’

STRASBURGO13 giugno 201813:05

– STRASBURGO, 13 GIU – “All’interno dell’Ue abbiamo una quinta colonna, si tratta delle cheerleader di Putin, di Farage, Le Pen e Wilder che ottengono i fondi e l’intelligence del Cremlino, ed i loro amici sono seduti qui. E’ tempo di smettere di cooperare con Orban, Kaczynski e Salvini, che lavorano con tutti questi nazionalisti e populisti”. Lo ha detto alla Plenaria a Strasburgo il leader dell’Alde al Parlamento europeo Guy Verhofstadt.
Russia, via a esercitazione navaleLa più grande da 10 anni, verranno testate nuove armi marine

MOSCA13 giugno 201813:18

– MOSCA, 13 GIU – La Flotta Nord della Russia testerà nuove armi nel corso della più grande esercitazione da dieci anni a questa parte. Lo ha detto il servizio stampa della flotta, citata dalla Tass. “Trentasei navi da guerra, sottomarini e navi rifornimento, circa 20 aerei, oltre 150 unità militari e speciali, artiglieria a razzo costiera e forze di terra, fanteria marina e truppe di difesa aerea saranno coinvolti nel più grande esercizio della Flotta del Nord nell’ultimo decennio”. L’esercitazione è iniziata oggi e durerà fino alla fine della prossima settimana. “Ci sono piani per testare nuove armi marine”, ha detto il servizio stampa. L’esercitazione coinvolgerà l’incrociatore missilistico Marshal Ustinov, la grande nave anti-sottomarino Severomorsk, il cacciatorpediniere della flotta Ammiraglio Ushakov, i sottomarini a propulsione nucleare e diesel-elettrica, le grandi navi da sbarco Kondopoga, Georgy Pobedonosets e Alexander Otrakovsky e altre navi.
Parigi, teniamo a cooperazione con RomaQuai d’Orsay, ‘mai messo in discussione impegno sui migranti’

PARIGI13 giugno 201813:43

– PARIGI, 13 GIU – “Siamo perfettamente coscienti del carico che la pressione migratoria fa pesare sull’Italia e degli sforzi di questo Paese. Nessuna delle parole pronunciate dalle autorità francesi ha ovviamente rimesso in discussione tutto questo, né la necessità di coordinarci strettamente fra europei”. Lo ha detto un portavoce del Quai d’Orsay rispondendo oggi a una domanda sulle proteste dell’Italia dopo le parole pronunciate ieri da Parigi sul caso Aquarius.
Nicaragua: domani sciopero contro OrtegaSocietà civile chiede democratizzazione e che cessi repressione

MANAGUA13 giugno 201813:45

– MANAGUA, 13 GIU – L’Alleanza Civica nicaraguense, che riunisce i settori della società civile opposti al presidente Daniel Ortega, ha proclamato uno sciopero nazionale di 24 ore per domani, 14 giugno, per esigere che cessi la repressione della protesta di piazza, che ha già causato la morte di 147 persone in meno di due mesi, e il ripristino del “dialogo nazionale” con il governo sandinista. In un comunicato comune imprenditori e studenti, “campesinos”, accademici e associazioni varie, hanno chiesto a Ortega una “risposta immediata” alla piattaforma di democratizzazione presentata la settimana scorsa al presidente dalla Conferenza episcopale, per riprendere il “dialogo nazionale”, sospeso dai vescovi lo scorso 31 maggio, dopo la brutale repressione della Marcia delle Madri delle vittime della protesta, che ha lasciato un bilancio di almeno 19 morti. Venerdì scorso, dopo aver ricevuto una delegazione di vescovi, Ortega ha chiesto “un paio di giorni” per riflettere alla loro proposta di democratizzazione

Moavero alla Francia: le accuse compromettono le relazioni’Ora la situazione va sanata’

ROMA13 giugno 201817:12

“Il Governo italiano considera inaccettabili le parole usate nelle dichiarazioni pubbliche rese nella giornata di ieri a Parigi, anche a livello governativo, sulla vicenda della nave Aquarius”. Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, ricevendo alla Farnesina l’incaricata d’affari dell’ambasciata francese, Claire Anne Raulin, dopo aver convocato questa mattina l’ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset che però era assente da Roma. Il ministro – sottolinea una nota della Farnesina – “ha chiarito che simili dichiarazioni stanno compromettendo le relazioni tra Italia e Francia”.
“Il Governo italiano – prosegue la nota – auspica che le autorità francesi, fatte le opportune valutazioni, assumano rapidamente le iniziative idonee a sanare la situazione che si è venuta a creare”.Secondo l’Eliseo tuttavia la Francia “non ha ricevuto nessuna informazione dalla presidenza del Consiglio italiana su una richiesta di scuse o su un possibile annullamento della visita di Giuseppe Conte”.A prendere la parola, per Parigi, è stata anche la ministra degli Affari europei francese, Nathalie Loiseau, durante il question time del governo all’Assemblea nazionale. “L’Italia – ha detto – è da anni di fronte a un afflusso massiccio di migranti e l’Europa non l’ha aiutata abbastanza. Dobbiamo fare molto di più rivedere le regole di Dublino, rafforzare il controllo alle frontiere esterne dell’Ue, rafforzare Frontex e lottare più efficacemente contro i passeur”.La stessa ministra ha ribadito però le critiche sulla vicenda della nave Aquarius. “Nel caso di soccorso da dare in mare di fronte a situazioni di emergenza – ha detto – le regole sono chiare: bisogna sbarcare i passeggeri nel porto sicuro più vicino. Queste regole devono essere applicate e non è successo. Ce ne rammarichiamo come se ne è rammaricata SOS Mediterranée”.

Turchia: ‘se vince Ince via emergenza’Promessa elettorale laici Chp, ‘segnale ritorno a democrazia’

ISTANBUL13 giugno 201813:51

– ISTANBUL, 13 GIU – Se verrà eletto presidente della Turchia nel voto anticipato del 24 giugno, il candidato del laico Chp contro Recep Tayyip Erdogan, Muharrem Ince, revocherà entro 48 ore lo stato d’emergenza post-golpe, in vigore da quasi due anni. A prometterlo è stato il leader del partito, Kemal Kilicdaroglu, sostenendo che al momento “nessuno ha la sicurezza della vita e della proprietà” nel Paese, visto che “ogni patrimonio può essere confiscato soltanto con un decreto”. Con questa scelta, ha aggiunto, “faremo capire al mondo che la nostra direzione va verso la democrazia”.
Negli ultimi giorni, lo stesso Erdogan ha ipotizzato una conclusione o revisione dello stato d’emergenza dopo la sua eventuale rielezione. Secondo il Chp, tuttavia, le norme d’eccezione “potrebbero persino essere rafforzate”.
‘Lasagne con Paella’, metafora MacronPresidente in video bacchetta suoi collaboratori su welfare

PARIGI13 giugno 201813:57

– PARIGI, 13 GIU – “Lasagne con la Paella”: impazza in Francia l’ultima originale metafora usata dal presidente francese, Emmanuel Macron, in un video postato dopo la mezzanotte sul profilo Twitter di Sibeth Ndiaye, la sua direttrice della comunicazione all’Eliseo. La scena si svolge in una delle stanze del palazzo presidenziale a Parigi. Macron è lì, in camicia bianca, dietro alla scrivania, discute animatamente i suoi consiglieri. Insieme stanno preparando il grande discorso in programma per oggi al 42/o Congresso della Mutualité a Montpellier. Nel video, il leader francese parla schiettamente, senza filtri, del sistema francese di welfare e aiuti sociali che, sono le sue parole, costa “un grano da pazzi” ma è di scarsa efficacia contro la povertà. “Non c’è filo conduttore – protesta poi Macron rivolgendosi ai collaboratori – è come una lasagna fatta con la Paella”. Una curiosa evocazione italo-spagnola, in cui alcuni hanno ravvisato un nesso con l’attuale crisi tra Italia, Francia e Spagna per la vicenda Aquarius.
Mondiali: Trump loda Usa-Canada-MessicoPer la decisione della Fifa sul torneo del 2026

ROMA13 giugno 201814:20

– ROMA, 13 GIU – “Gli Stati Uniti, insieme a Messico e Canada, hanno appena ottenuto la Coppa del Mondo.
Congratulazioni – una grande quantità di duro lavoro!”. Cosi, il presidente americano Donald Trump ha commentato via Twitter la decisione della Fifa di attribuire i mondiali di calcio 2026 a Stati uniti, Messico e Canada.
Gb: piratati dati clienti mega catenaDixons Carphone rivela la falla. Già multata nel 2015

LONDRA13 giugno 201814:23

– LONDRA, 13 GIU – I dati di 5,9 milioni di carte di credito e di 1,2 milioni di clienti dei negozi della grande catena britannica di elettronica Dixons Carphone sono stati piratati in un attacco hacker rivelato oggi dall’azienda.
La falla è stata scoperta nell’ambito di una verifica interna, come ha confermato l’amministratore delegato Alex Baldock, dicendosi “estremamente rammaricato”. Baldock ha precisato che al momento non risultano abusi delle carte di credito e furti di denaro sui conti dei clienti. Ha tuttavia ammesso la gravità dell’accaduto: “La tutela dei dati personali è al cuore del nostro business e questa volta non siamo stati all’altezza”, ha osservato chiedendo scusa. I dettagli dell’attacco informatico sono stati denunciati alla polizia e all’authority competente e un’indagine è stata aperta: per ora contro ignoti. Dixons Carphone era stata già multata per 400.000 sterline per ritardi nella denuncia di un attacco analogo subito nel 2015, quando vennero hackerati i dati personali di 3 milioni di clienti.
Migranti: Merkel per una soluzione UePortavoce cancelliera commenta cooperazione a 3 lanciata da Kurz

BERLINO13 giugno 201814:31

– BERLINO, 13 GIU – “Noi siamo per una soluzione unitaria europea della questione dei migranti”. Lo ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo a una domanda sulla cooperazione fra Germania, Austria e Italia, lanciata da Sebastian Kurz a Berlino in conferenza stampa con il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer. “L’Italia è un partner molto importate”, ha affermato il portavoce.
Migranti: Merkel, sosteniamo RomaPortavoce: ‘Italia partner importante per ricerca soluzione Ue’

BERLINO13 giugno 201815:30

– BERLINO, 13 GIU – “L’Italia per la sua posizione geografica è particolarmente esposta a un numero grande di profughi e di migranti. Noi siamo dell’idea che nessun paese dovrebbe esser lasciato solo con questo compito. Per questo sosteniamo l’Italia, e la riteniamo un importante partner nella ricerca di una soluzione europea”. Lo ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo a una domanda sulla cooperazione lanciata da Sebastian Kurz, stamattina nella capitale tedesca, fra Vienna Roma e Berlino.
Maas, allarme Italia, Ue dia risposte’In paese pilastro, uno su due non vede vantaggi dall’Europa’

BERLINO13 giugno 201815:32

– BERLINO, 13 GIU – “Ci deve allarmare che proprio in Italia, uno dei pilastri dell’Europa e finora uno dei nostri partner più stretti, quasi una persona su due sia dell’opinione che il Paese non tragga vantaggi dall’essere membro dell’Ue”. È questo uno dei passaggi del discorso sull’Europa del ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, a Berlino. “Alla legittima aspettativa delle persone del Sud di una solidarietà, l’Europa deve trovare una risposta convincente”, ha aggiunto.
Eliseo, da Roma nessuna richiesta scuse’O su un possibile annullamento della visita di Conte’

PARIGI13 giugno 201817:09

– PARIGI, 13 GIU – La Francia “non ha ricevuto nessuna informazione dalla presidenza del Consiglio italiana su una richiesta di scuse o su un possibile annullamento della visita di Giuseppe Conte”. Lo ha fatto sapere l’Eliseo ai media francesi. Il presidente francese Emmanuel Macron, intervenendo sul caso Aquarius, ha assicurato di “lavorare con l’Italia” ed ha lanciato un appello a “non cedere all’emozione”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.