Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

ECCO PERCHE' IL RAGIONAMENTO SULLE PLUSVALENZE E' INSENSATO SE PENALIZZI SOLO LA JUVE!

Tempo di lettura: 2 minuti

Ultimo aggiornamento 26 Gennaio, 2023, 02:40:23 di Maurizio Barra

Il ragionamento sulle plusvalenze svolto dalla procura è un ragionamento che fa acqua da tutte le parti e meriterebbe un approfondimento. Non è possibile che la Juventus venga penalizzata per un tema che non è illecito per nessuna federazione e soprattutto che coinvolge solo la Juventus che ha forse fatto più operazioni degli altri, ma che sicuramente ha operato in modo lecito.


La discussione è molto semplice e molto logica, in qualsiasi operazione di plusvalenza ci sono due formazioni coinvolte, una parte che acquista ed una parte che vende.


Chi acquista dalla Juventus può pagare il giocatore quanto vuole, se intende strapagarlo è un rischio tutto suo, non della Juventus, quindi questo è un elemento che non può riguardare minimamente i bianconeri.


Se nell’operazione Pjanic il Barcellona decide di pagare il calciatore 60 milioni e contestualmente la Juventus decide di pagare Arthur72 milioni sono operazioni che riguardano i due club.


Nessuno in questo caso contesta nulla al Barcellona, quindi i blaugrana hanno fatto bene a spendere 60 milioni che è l’incasso della Juventus, perchè mai allora, si contestano alla Juve i 72 milioni di euro spesi per Arthur. Se mai è un’operazione di mercato poco intellingente, ma chi l’ha fatto non avrebbe mai pensato che il giocatore incappasse in un momento così negativo.


Stesso discorso per l’operazione che porta Rovella alla Juve per 18 milioni e Portanova e Petrelli al Genoa. Rovella ora ne vale almeno 30, quindi è stata un’operazione fortunata, mentre per il Genoa, Portanova e Petrelli non sono riusciti ad imporsi ma erano due prospetti di valore come potrebbero essere oggi Soulè e Akè della Under 23.


I due casi sono opposti, in un caso la Juve prende un giocatore che si svaluta e nell’altro prende un giocatore che si rivaluta, ma in entrambe le situazioni alla controparte non viene contestato nulla, ma viene contestato tutto, solo alla Juventus.


Strano no? Soprattutto perchè a livello bilancistico i 18 milioni del Genoa incidono molto di più dei 18 della Juventus.


Qui non si parla di sistema, ma di valutazioni unilaterali che impediscono alla Juventus di comprare chi vuole al prezzo che vuole, scambiando giocatori che può ritenere più utili e che si possono imporre. Ricordiamo che la Juventus ha sempre due squadre e le operazioni sono doppie rispetto a chi ne ha solo una.


Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve 

source

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.