Aggiornamenti, Juventus, Notizie

TUTTE LE NOTIZIE SULLA JUVENTUS, DALLE 10:00 DI DOMENICA 1 APRILE 2018, ALLE 00:05 DI OGGI, LUNEDì 2 APRILE 2018

Tempo di lettura: 7 minuti

Ultimo aggiornamento 2 Aprile, 2018, 00:41:25 di Maurizio Barra

PARTITE
CLUB
FANS
ALLIANZ STADIUM & JUVENTUS MUSEUM
MEMBERSHIP
BIGLIETTI
SHOP
<
Home/
News/
Latest News/
Juventus-Milan, talking points
01.04.2018 10:00 – in: Serie A
Juventus-Milan, talking points
Condividi con: 132
Cinque statistiche che raccontano la vittoria di ieri sera all’Allianz Stadium
Vittoria fondamentale, quella di ieri sera per la Juventus, che allunga a + 4 sul Napoli. Ecco i dati generali del match.
Attacco
Gol
Juventus
Confronto
Milan
3
75%
25%
1
Tiri Totali (inclusi respinti)
Juventus
Confronto
Milan
7
41.2%
58.8%
10
Tiri nello specchio
Juventus
Confronto
Milan
4
44.4%
55.6%
5
Tiri respinti
Juventus
Confronto
Milan
1
100%
0%
0
Tiri da fuori area
Juventus
Confronto
Milan
3
37.5%
62.5%
5
Tiri da dentro l’area
Juventus
Confronto
Milan
4
44.4%
55.6%
5
Precisione Tiri
Juventus
Confronto
Milan
66.7%
66.7%
50%
50%
Gioco generale
Possesso (%)
Juventus
Confronto
Milan
52.1%
52.1%
47.9%
47.9%
Duelli vinti (%)
Juventus
Confronto
Milan
61.3%
61.3%
38.7%
38.7%
% Contrasti aerei vinti
Juventus
Confronto
Milan
65%
65%
35%
35%
Intercettazioni
Juventus
Confronto
Milan
12
48%
52%
13
Fuorigioco
Juventus
Confronto
Milan
4
80%
20%
1
Calci d’angolo
Juventus
Confronto
Milan
2
40%
60%
3
Distribuzione
Totale passaggi
Juventus
Confronto
Milan
563
52.4%
47.6%
511
% passaggi lunghi
Juventus
Confronto
Milan
8.5%
8.5%
10.2%
10.2%
% Passaggi riusciti
Juventus
Confronto
Milan
85.8%
85.8%
85.7%
85.7%
% Passaggi riusciti metà campo avversaria
Juventus
Confronto
Milan
77.7%
77.73584905660378%
81.56028368794325%
81.6%
Totale cross
Juventus
Confronto
Milan
14
40%
60%
21
% cross riusciti
Juventus
Confronto
Milan
28.6%
28.6%
14.3%
14.3%
Difesa & Disciplina
Contrasti
Juventus
Confronto
Milan
8
44.4%
55.6%
10
% Contrasti Vinti
Juventus
Confronto
Milan
87.5%
87.5%
70%
70%
Respinte
Juventus
Confronto
Milan
16
51.6%
48.4%
15
Falli fatti
Juventus
Confronto
Milan
9
34.6%
65.4%
17
Ammonizioni
Juventus
Confronto
Milan
1
25%
75%
3
Espulsioni
Juventus
Confronto
Milan
0
0%
0%
0
IL RITORNO DI JUAN!
Cuadrado è tornato in campo dopo più di tre mesi (ultima gara nel dicembre scorso) : non segnava da novembre, a Benevento, e ha come sempre “spaccato” la partita. Non è la prima volta: nelle 10 partite di Serie A della Juventus in cui ha segnato Juan Cuadrado, la Juventus ha sempre vinto la partita. Decisivo.
FORTISSIMAMENTE PAULO
Paulo Dybala ha segnato 7 gol da fuori area in questo campionato, un primato nel torneo in corso. La Joya inoltre ha segnato in tutte e 3 le gare di Serie A giocate con la maglia della Juventus all’Allianz Stadium contro il Milan.
A PROPOSITO DI GOL DA FUORI AREA…
La Juve è la squadra che ha segnato più gol da fuori nel torneo in corso (13). La perla di Paulo ha confermato questa tendenza.
SAMI!
Ancora una volta una prestazione di personalità di Sami Khedira, che chiude il match con un gran gol e un assist. Il tedesco ha eguagliato il suo record di reti in un singolo campionato da professionista: 7 come nel 2008/09 con lo Stoccarda.
LETALI DA SINISTRA E… FINO ALLA FINE
Grande importanza questa sera ha rivestito la fascia sinistra. Da qui sono arrivati il 42% dei palloni d’attacco (netta maggioranza) compreso l’assist per il gol poi decisivo, di Cuadrado. Una Juve che, ancora una volta, ha compiuto lo scatto decisivo nei minuti finali. 5 degli ultimi 11 gol in Serie A della Juventus, sono arrivati nell’ultimo quarto d’ora di gioco.

APARTITECLUBFANSALLIANZ STADIUM & JUVENTUS MUSEUMMEMBERSHIPBIGLIETTISHOP<Home/News/Latest News/L’analisi tattica della vittoria sul Milan01.04.2018 10:30 – in: Serie AL’analisi tattica della vittoria sul MilanCondividi con: 132Game Review: come sono maturati i tre gol che hanno permesso di battere i rossoneriTre reti splendide, tre modi diversi di arrivare in porta, tutti accomunati però dalla qualità tecnica delle giocate. Analizziamo le azioni dei gol bianconeri contro il Milan.IL COLPO DI PAULO

Quando la Juve alza il baricentro, il Milan sa chiudere bene gli spazi, ma l’aggressività dei bianconeri consente loro di recuperare palla subito. È il caso dell’azione che porta al gol di Dybala: il primo pallone calciato verso l’area parte dal piede di Chiellini, che arriva a pochi metri dall’area prima di effettuare il traversone respinto dalla difesa rossonera. È lo stesso Chiellini però ad arretrare prontamente e a toccare per Pjanic, dopo l’immediato recupero di Benatia. Una volta ricevuta palla, il bosniaco ha due opzioni per verticalizzare il gioco: si propongono infatti Khedira e Dybala, bravi ad occupare i pochi spazi concessi dalla difesa. Il passaggio arriva all’argentino, che è un fulmine nel controllare di destro e infilare di sinistro una rasoiata che, rimbalzando a pochi metri dalla porta, sorprende Donnarumma e si infila nell’angolino.IL TUFFO DI JUAN

Dall’aggressività, o meglio, dalla determinazione nel voler recuperare palla nasce anche il secondo gol bianconero:Bentancur, che aveva perso il possesso proprio nella stessa azione, rientra fin nella propria metà campo e sradica il pallone a Calhanoglu. Quando la manovra si sposta dal lato opposto del campo, entra in gioco l’abilità di Douglas Costa nel saltare l’uomo. Il brasiliano ha ripetuto più volte il dribbling a rientrare nel corso della gara, sempre con identico successo. Questa volta però, invece di crossare, tocca di esterno per Khedira, ancora una volta presente in fase offensiva. Il cross del tedesco è una pennellata per Cuadrado, che per altro, aveva già partecipato all’azione, ricevendo proprio da Bentancur il primo tocco. Calhanoglu è rientrato, ma lascia troppo spazio al colombiano, che ha tutto il tempo di colpire con forza e di schiacciare il pallone sul palo lontano, prendendo in contro tempo Donnarumma.LA RASOIATA DI SAMI

Douglas Costa dà il là anche al terzo gol dei bianconeri, con un’altra giocata di qualità eccelsa. Niente dribbling questa volta, ma astuzia e tecnica: prima attira su di sé Bonucci e Suso, poi trova uno spiraglio ridotto nel quale riesce comunque a infilare un passaggio rasoterra teso, preciso, perfetto, per Dybala. Intanto Khedira ha già capito quale potrà essere lo sviluppo dell’azione e si accentra, mentre la Joya porta via altri due uomini e libera lo spazio per l’inserimento del compagno, che serve con un’altra giocata da incorniciare. Altrettanto bravo è Khedira, che potrebbe venire chiuso da Kessie, Bonaventura e Calabria, ma anticipa tutti colpendo di prima intenzione e indirizzando sul primo palo. Anche in questo caso, Donnarumma è preso in contro tempo e può solo raccogliere il pallone dalla propria porta.

 

APARTITECLUBFANSALLIANZ STADIUM & JUVENTUS MUSEUMMEMBERSHIPBIGLIETTISHOP<Home/News/Latest News/L’allenamento della Juve del 1° aprile01.04.2018 14:00 – in: Champions LeaguePasqua in campo, Real nel mirinoCondividi con: 132Bianconeri al lavoro già questa mattina per preparare la gara di Champions contro le “merengues”Dal Milan, al Real Madrid. Dalla soddisfazione per il successo contro i rossoneri, alla concentrazione per la sfida con le “merengues”. La Juventus ha trascorso così la Pasqua: recuperando dalle fatiche di sabato sera e focalizzandosi sul prossimo impegno, che già martedì la vedrà in campo all’Allianz Stadium, opposta a Cristiano Ronaldo e soci.

I bianconeri si sono ritrovati già questa mattina a Vinovo, poche ore dopo la gara contro il Milan. I giocatori che l’hanno vissuta sul campo, cui si sono uniti Alex Sandro e Bernardeschi, si sono limitati ad un lavoro di scarico, mentre il resto del gruppo si è dedicato ad esercizi di atletica e tecnica. Domani la preparazione del match di Champions entrerà nel vivo, con un nuovo allenamento in programma al pomeriggio.

Qui il programma completo della vigilia di Juve-Real Madridche già ho postato nei miei posts precedenti, ma di cui lascio il link al sito della Juve:

http://www.juventus.com/it/news/news/2018/juve-real-madrid–gli-orari-della-vigilia.php

APARTITECLUBFANSALLIANZ STADIUM & JUVENTUS MUSEUMMEMBERSHIPBIGLIETTISHOP<Home/News/Latest News/Alla scoperta dei Blancos01.04.2018 17:00 – in: Champions LeagueAlla scoperta dei BlancosCondividi con: 132La disposizione tattica, l’allenatore, la stagione: tutto sul Real MadridLa squadra di Zidane è terza in campionato a 15 punti dal Barça, ma è alla ricerca della sua terza Champions League consecutiva. Vediamo come si avvicinano gli spagnoli alla sfida di martedì all’Allianz Stadium.LA STAGIONECCristiano Ronaldo (repertorio)Dopo aver raggiunto la doppietta della scorsa stagione, il Real Madrid ha apportato alcuni cambiamenti nella propria squadra. Pepe, James, Danilo e Morata hanno lasciato la squadra e sono arrivati giovani come Ceballos, Theo Hernández, Marcos Llorente e Vallejo. Ad agosto il Real ha vinto la Supercoppa Europea contro il Manchester United e la Supercoppa spagnola a Barcellona.Ma la partenza in campionato non è stata buona, con due pareggi e una sconfitta (in casa) nei primi cinque turni. La vittoria del Barcellona al Santiago Bernabéu del 23 dicembre ha lasciato i blancos a 14 punti di svantaggio, una distanza che è ancora la stessa, in questo momento della stagione.Dopo 29 giornate, il Real conta 18 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte, con 73 gol a favore e 33 subiti. I blancos sono migliorati apparentemente negli ultimi due mesi: 9 vittorie negli ultimi 11 turni del campionato con 41 gol segnati (una media di 3,72 per partita).Inoltre, a metà dicembre il Real Madrid ha vinto il suo terzo titolo stagionale: la Coppa del Mondo per club, battendo il brasiliano Gremio nella finale per 1-0.Nella Copa del Rey, il Real ha vinto due partite di qualificazione contro Fuenlabrada e Numancia prima di perdere contro Leganes il 24 gennaio (1-2 al Bernabéu). Nella prima fase della Champions League, è arrivato secondo dietro al Tottenham in un gruppo che comprendeva anche il Borussia Dortmund e Apoel Nicosia. In totale, 4 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta, 17 gol a favore e 7 contro. Negli ottavi, ha battuto Paris Saint Germain (3-1 e 1-2).LINEA PER LINEACUn passato duello fra Marcelo e LichtsteinerZidane ha iniziato la stagione scommettendo sul 4-3-3, ma in numerosi match quest’anno ha optato per il 4-4-2.In porta, il costaricano Keylor Navas è indiscutibile, con Kiko Casilla come sostituto.La linea difensiva è composta da Carvajal-Varane-Ramos-Marcelo, con Nacho come sostituto6 per ognuno di loro.A centrocampo il trio Casemiro-Modric-Kroos di solito è quello titolare, ma in molte partite Isco è entrato come interno o con loro per giocare con una linea a quattro. Ultimamente (ad esempio contro il PSG) gli spagnoli Lucas Vázquez e Marco Asensio, oltre che il croato Kovacic, hanno guadagnato molta importanza nelle rotazioni. In avanti, Gareth Bale, è stato out per infortunio per diverse settimane e non ha ancora recuperato il ruolo da titolare. Benzema, 4 punti in campionato, ha la fiducia di Zidane. L’indiscusso capocannoniere è ancora Cristiano Ronaldo, autore di 21 gol nelle ultime 11 partite con la maglia madridista.IL TECNICO ZIDANEL’ex giocatore della Juventus (1996-2001) era l’assistente di Carlo Ancelotti e, dopo essersi formato a Castilla (una sussidiaria bianca), ha assunto la carica di capo allenatore il 4 gennaio 2016, sostituendo Rafa Benítez. Da allora, ha conseguito 97 vittorie in 135 partite totali dirette (quasi l’80%), tra cui una Liga e due UCL.CZidane sfida il nostro Vicepresidente Nedved quando entrambi erano in campo con le maglie di Juve e Real

NEWSSQUADRAPARTITECLUBFANSALLIANZ STADIUM & JUVENTUS MUSEUMMEMBERSHIPBIGLIETTISHOP<Home/News/Latest News/Tanti auguri, Miralem!02.04.2018 00:05 – in: Serie ATanti auguri, Miralem!Condividi con: 132Pjanic compie oggi 28 anni. Buon compleanno, campione!

Pasquetta speciale per Miralem Pjanic, che oggi spegne 28 candeline. Un regalo anticipato è arrivato sabato, con gli importantissimi tre punti conquistati contro il Milan: gara che Miralem ha segnato con un assist per il primo gol di Dybala, ma anche con l’89% di precisione nei passaggi, 74 palloni giocati e 10 duelli.Questa è la seconda stagione in bianconero, per Pjanic, che ha saputo farsi conoscere e amare fin dai primi giorni, con quel suo piede vellutato che, da solo, può cambiare una partita, ma anche con la voglia di non far mancare mai il suo apporto quando c’è da recuperare un pallone, magari decisivo.Oggi è la vigilia di un grande appuntamento europeo, ma prima, tutti noi vogliamo fermarci un secondo per festeggiare insieme a lui.Auguri, campione!

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.