Aggiornamenti, Notizie

AGGIORNAMENTO NEWS DALLE 07:16 DI GIOVEDì 19 APRILE 2018, ALLE 01:45 DI OGGI, VENERDì 20 APRILE 2018

Tempo di lettura: 92 minuti

Ultimo aggiornamento 19 Aprile, 2018, 23:46:36 di Maurizio Barra

Mafia:blitz contro clan Bari, 21 arresti
Traffico droga, armi da guerra, estorsioni e furti

BARI19 aprile 201807:16

– BARI, 19 APR – Dalle prime luci dell’alba a Bari e in provincia è in corso una vasta operazione della Polizia di Stato che ha portato all’arresto di 21 persone, ritenute dagli investigatori esponenti di spicco e gregari del clan ‘Capriati’, attivo nel Borgo Antico e in altri quartieri cittadini. Devono rispondere di associazione per delinquere di stampo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso e dall’uso delle armi, porto e detenzione di armi da guerra, estorsioni aggravate dal metodo mafioso e continuate, associazione per delinquere aggravata e finalizzata alla realizzazione di furti. Le indagini sono state coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) e condotte dalla Squadra mobile della Questura di Bari.

 

Mafia, 22 fermi in rete Messina DenaroRicostruito passaggio ‘pizzini’, ai vertici due cognati

ROMA19 aprile 201807:53

– ROMA, 19 APR – Si stringe il cerchio sul capo di Cosa nostra Matteo Messina Denaro: Polizia, Carabinieri e Direzione investigativa antimafia (Dia) stanno eseguendo un provvedimento di fermo emesso dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Palermo nei confronti di 22 presunti affiliati alle famiglie mafiose di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna (Trapani). Le accuse nei confronti degli indagati sono, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, detenzione di armi e intestazione fittizia di beni. Tutti reati aggravati dalle modalità mafiose.
L’indagine ha consentito di individuare la rete utilizzata dal capo di Cosa nostra per lo smistamento dei ‘pizzini’ con i quali dava le disposizioni agli affiliati. Al vertice, oltre allo stesso Messina Denaro di cui si conferma il ruolo preminente nella provincia di Trapani, alcuni suoi familiari, tra cui due cognati del latitante. Il vincolo mafioso finisce spesso col coincidere con quello familiare.

 

Maxisequestro falsi Yves Saint LaurentGdf Como scopre merce ‘taroccata’ per 25 milioni di Euro

MILANO19 aprile 201808:25

– MILANO, 19 APR – Un maxi sequestro di 165.785 capi d’abbigliamento e accessori con marchio contraffatto “Yves Saint Laurent” del valore di circa 25 milioni di euro è stato effettuato dai militari della Guardia di Finanza di Como che hanno perquisito due società comasche operanti nel commercio all’ingrosso e al minuto di capi di abbigliamento, trovando numerosi bancali di sciarpe, cravatte e pochette provenienti dalla Cina con il marchio “Yves Saint Laurent” e la dicitura “Made in Italy”. Ricostruendo i passaggi commerciali, è emerso che una società argentina, con sede a Buenos Aires, la quale aveva dichiarato falsamente di essere licenziataria del marchio francese, aveva commissionato la produzione dei capi d’abbigliamento a una società di Milano la quale, come intermediaria, aveva trasmesso l’ordine di acquisto e le etichette a due imprese comasche. Queste, dopo aver comperato i prodotti (sciarpe, cravatte e pochette) in Cina li aveva consegnati ad altre due imprese per il ricamo ed etichettatura.

 

Borsa: Milano apre a +0,03%Ftse Mib a 23.766 punti

MILANO19 aprile 201809:04

– MILANO, 19 APR – Piazza Affari apre poco variata. Il primo Ftse Mib segna un +0,03% a quota 23.766 punti.

 

Salvini:da Casellati provo a convincerli”Provo a inventarmi qualcosa di più. Il Paese non può aspettare”

CATANIA19 aprile 201811:29

– CATANIA, 19 APR – “Io ultimatum non ne pongo, vediamo se oggi dal presidente Casellati, insieme a tutti, riesco a convincere gli altri”. Così Matteo Salvini a Catania parlando delle consultazioni di centrodestra e M5S a margine di un incontro con i lavoratori della Auchan, “Adesso sono qui con questi lavoratori, la realtà, la vita reale è questa – dice il leader della Lega. Vediamo se riesco ad inventarmi qualcosa in più rispetto alla posizione più coerente che abbiano avuto per iniziare a partire”. “L’Italia non può aspettare – aggiunge Salvini -. Non c’è alcuna novità. Se tutti continuano a rimanere fermi sulle loro posizioni”.

 

Toti: impossibile intesa centrodestra-PdGovernatore Liguria (Fi): “Nessuno lo ha votato, meglio con M5S”

GENOVA19 aprile 201811:37

– GENOVA, 19 APR – Per un Governo centrodestra-Pd “non ci sono le condizioni: gli italiani non lo hanno votato”. Lo dice il presidente della Liguria Giovanni Toti (Forza Italia) ad ‘Agorà’ su Rai Tre. “Gli italiani non hanno scelto questo”, afferma. “Credo che tutti sappiano che a votare nei prossimi due o tre mesi non si andrà visto che ci sono scelte importanti da prendere per il Paese – secondo Toti -. Magari si voterà il prossimo anno. Qualcuno a Palazzo Chigi ci dovrà andare. Un Governo centrodestra-M5S ha un sapore politico che può far guardare a un orizzonte più lungo”.

 

Toninelli:Pd faccia passo avanti su temiCapogruppo M5S Senato: spero accada su sollecitazione Mattarella

ROMA19 aprile 201811:45

– ROMA, 19 APR – “Noi parliamo solo della Lega perché il presidente Mattarella ha dato alla Casellati un mandato specifico, noi non è che non stiamo parlando al Pd al quale rinnoviamo la proposta di sedersi a un tavolo e scrivere un contratto di governo. Io spero che su sollecitazione anche del presidente della Repubblica facciano un passo avanti”. Lo afferma a Rtl 102.5 il capogruppo del M5S al Senato Danilo Toninelli. “Se il Pd vuole realizzare un programma serio noi ci siamo – aggiunge -, noi abbiamo il reddito di cittadinanza e loro hanno il reddito di inclusione, troviamo una via di mezzo e combattiamo la povertà”. “All’interno del metodo del contratto alla tedesca a me che ci sia Matteo Renzi o meno importa poco perché lui sarà obbligato a votare quelle proposte in Parlamento”, sottolinea Toninelli.

 

Expo, Sala: bilancio in utileSindaco, sui conti in campagna elettorale sono stato massacrato

MILANO19 aprile 201811:50

– MILANO, 19 APR – Sui conti di Expo “ci sono state alcune polemiche e in campagna elettorale sono stato massacrato sui presunti buchi nel bilancio, ma la società sta chiudendo in utile”. Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, parlando dei conti dell’esposizione universale che ha guidato come commissario unico e amministratore delegato. “Oggi di Expo vediamo i vantaggi e la società sta chiudendo in utile – ha concluso – cioè restituirà soldi ai soci”.

 

Leone d’oro alla carriera a CronenbergCda accoglie proposta direttore Mostra Alberto Baratta

VENEZIA19 aprile 201812:13

– VENEZIA, 19 APR – E’ stato attribuito a David Cronenberg il Leone d’oro alla carriera per un regista della 75/a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia che si terrà dal 29 agosto all’8 settembre. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, che ha fatto propria la proposta del Direttore della Mostra Alberto Barbera.

 

Foto sexy di 13enne diventano viraliIn provincia Genova,dirigente scolastico informa polizia postale

GENOVA19 aprile 201819:04

– GENOVA, 19 APR – “Se mi ami, mandami le foto”.
Davanti a quella richiesta lei ha acconsentito. Le foto che mostrano la ragazzina seminuda sono finite sui cellulari dei compagni di classe dei due fidanzatini e il dirigente scolastico ha fatto denuncia alla polizia postale. I due frequentano una scuola media di un comune in provincia di Genova. Dopo il caso di Milano, altri tredicenni protagonisti di sexting. Anche qui, come nel filmato dell’episodio avvenuto a Milano, la ragazza si spoglia e invia le immagini. Le foto, che sarebbero dovute rimanere cosa privata fra i due, via whatsapp sono diventate virali. Di smartphone in smartphone, sono andate ben oltre il privato. Le foto intime, dice il dirigente scolastico, non sono state scattate nel contesto scolastico. Ma, attraverso le chat di classe e compagni, si sono diffuse viralmente.

 

Strega, i 12 in corsa per edizione 2018Allo Strega Giovani corrono in 11, escluso Carlo D’Amicis

ROMA19 aprile 201812:25

– ROMA, 19 APR – Ecco i 12 candidati al Premio Strega 2018 scelti tra le 41 opere segnalate: la dozzina in corsa è stata annunciata a Roma. La cinquina sarà votata alla Fondazione Bellonci il 13 giugno. Il vincitore il 5 luglio al Ninfeo di Villa Giulia, a Roma.
Sono: Marco Balzano, Resto qui (Einaudi); Carlo Carabba, Come un giovane uomo (Marsilio); Carlo D’Amicis, Il gioco (Mondadori); Silvia Ferreri, La madre di Eva (NEO Edizioni); Helena Janeczek, La ragazza con la Leica (Guanda); Lia Levi, Questa sera è già domani (Edizioni E/O); Elvis Malaj, Dal tuo terrazzo si vede casa mia (Racconti Edizioni); Francesca Melandri, Sangue giusto (Rizzoli); Angela Nanetti, Il figlio prediletto (Neri Pozza); Sandra Petrignani, La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza); Andrea Pomella, Anni luce (ADD Editore); Yari Selvetella, Le stanze dell’addio (Bompiani).
Escluso dagli 11 in corsa al Premio Strega Giovani, “per i temi trattati”, ‘Il gioco’ di Carlo D’Amicis, perché “adatto esclusivamente a un pubblico di adulti”.

 

Indonesia: terremoto 4.4 con 3 mortiIn isola di Giava. Oltre 2.000 persone evacuate da aree colpite

GIACARTA19 aprile 201812:28

– GIACARTA, 19 APR – Un terremoto superficiale di magnitudo 4.4 nel centro dell’isola di Giava, in Indonesia, ha ucciso tre persone e danneggiato oltre 300 case. Lo rendono noto oggi le autorità locali, dichiarando un’emergenza di due settimane per le aree colpite.
L’Agenzia di meteorologia e geofisica indonesiana ha dichiarato che il sisma ha avuto ipocentro a soli 4 km di profondità ed epicentro 52 km a nord di Kebumen, distretto densamente popolato della provincia di Giava Centrale. Le vittime sono due anziani e un ragazzo di 13 anni, rimasti schiacciati da edifici crollati; 21 persone sono state ricoverate in ospedale per ferite e oltre 2.100 sono state evacuate in rifugi temporanei.
L’Indonesia è soggetta a terremoti ed eruzioni a causa della sua posizione lungo la ‘cintura di fuoco’ del Pacifico. Nel 2004 un potente terremoto di magnitudo 9.1 e il successivo tsunami nell’Oceano Indiano hanno ucciso 230.000 persone in una dozzina di Paesi, la maggior parte delle quali in Indonesia.

 

Cadavere a Rimini: è omicidio, un fermoSenegalese ucciso a colpi pistola, forse identificato l’autore

RIMINI19 aprile 201812:39

– RIMINI, 19 APR – E’ stato ucciso con due colpi di pistola, e ci sarebbe già un fermo per l’omicidio, il 27enne senegalese trovato cadavere l’altra notte sulla passeggiata degli Artisti a Rimini. Lo ha rivelato l’autopsia condotta dal professore Giuseppe Fortuni nominato dalla Procura di Rimini.
Due i colpi di pistola che hanno raggiunto il ragazzo e che in un primo momento non sono stati notati né dagli investigatori della polizia né dal medico legale intervenuto sul posto per constatarne il decesso.
Il giovane senegalese, in Italia con regolare permesso di lavoro, senza precedenti e senza alcun legame col mondo dello spaccio, sarebbe morto tra la mezzanotte e le 2. Un residente in zona avrebbe raccontato alla polizia di aver udito distintamente due colpi di arma da fuoco.

 

Rosato a Toninelli,Pd non è ruota scortaNon basta sbianchettare programma se per M5S Pd è male assoluto

ROMA19 aprile 201813:00

– ROMA, 19 APR – “Caro @DaniloToninelli non siamo la ruota di scorta di nessuno, nemmeno delle mancate vostre intese con la #Lega. Non è sufficiente sbianchettare il programma elettorale per farci dimenticare che per anni avete considerato le riforme del Pd il male assoluto”. Così su twitter il vicepresidente della Camera Ettore Rosato (Pd) replica al capogruppo M5S.

 

Bullismo su 14enne, obbligo casa per dueTribunale Minorenni dispone provvedimento misura cautelare

LANCIANO (CHIETI)19 aprile 201813:11

– LANCIANO (CHIETI), 19 APR – Sono stati obbligati a stare a casa i due studenti minorenni che hanno aggredito, minacciato e insultato a scuola un ragazzo di 14 anni: lo ha deciso il Tribunale per i Minorenni dell’Aquila disponendo l’ordinanza di permanenza in casa per i responsabili degli atti di bullismo avvenuti in una scuola nei confronti di un ragazzo che frequenta la prima classe dell’istituto e che beneficia del sostegno. L’8 novembre scorso i due studenti, indagati per minacce e lesioni, hanno preso a pugni il 14enne, insultandolo, minacciandolo e gli hanno sbattuto la testa sul banco. Il giorno dopo alla vittima sono giunte minacce su whatsapp, anche con file audio. Il ragazzo, che frequenta il convitto della scuola, tornando a casa nel fine settimana aveva mostrato grande apprensione al punto che la mamma lo aveva spogliato scoprendo il corpo pieno di lividi: i medici gli hanno diagnosticato una distorsione del rachide cervicale, la contusione di una costola ed ecchimosi.

 

Tim: Bolloré, in Italia serve coraggioMediaset? Non è finita, siamo ancora azionisti

MILANO19 aprile 201813:08

– MILANO, 19 APR – “In questo momento gli investimenti in Italia fanno gridare…Ma come si dice in casa nostra è alla fine della fiera che si contano gli animali. Fu la stessa cosa tanti anni fa, quando entrammo in Mediobanca, alla fine ci furono benefici e contribuimmo alla stabilità di Mediobanca e Generali. Penso che alla fine tutto ciò fa parte delle cose della vita: bisogna essere coraggiosi”: lo ha detto Vincent Bolloré rivolgendosi agli azionisti durante l’Assemblea Generale di Vivendi con un chiaro riferimento a Tim. Azienda che, secondo i francesi, il fondo Elliott vuole smantellare. Invece, per Arnaud de Puyfontaine (presidente di Tim e ceo di Vivendi) come “primo azionista Vivendi contribuisce a ricostruire le fondamenta di Telecom Italia”. Un portavoce del gruppo francese, durante la assemblea a Parigi, si è detto sorpreso per i commenti del ministro Carlo Calenda secondo cui “Vivendi è stato un pessimo azionista”. Quanto alla vicenda Mediaset, “non è finita,siamo ancora azionisti”.

 

Fermato a Bologna maniaco serialePer aggressione studentessa. Arrestato nel 2014 tornò in libertà

BOLOGNA19 aprile 201813:11

– BOLOGNA, 19 APR – Fermato dalla squadra mobile per l’aggressione sessuale di una studentessa Cesarin Tivadar, romeno, maniaco seriale che nel 2014 seminò paura nella zona universitaria di Bologna. Conosciuto anche come il ‘palpeggiatore di Bologna’, aveva assalito alcune donne. L’identikit con il suo volto dai capelli biondi fu affisso in tutta la città e fece il giro del web, prima della sua cattura in Danimarca. Patteggiò due anni, con pena sospesa. E’ rimasto quindi in libertà, fino a ieri sera.
Difeso dall’avvocato Ercole Cavarretta, fu arrestato a fine gennaio 2014 con mandato d’arresto europeo e poi fu giudicato per due sole aggressioni sessuali di un paio di settimane prima, nonostante all’inizio gli accertamenti fossero su vari episodi. La vicenda processuale si chiuse in pochi mesi, a luglio, dopo l’interrogatorio in cui l’indagato ammise le proprie responsabilità per due episodi e chiesto scusa, alle vittime e alla città.

 

“Ti sciolgo nell’acido”, bulli in aulaStudente minaccia, video virale. Informativa carabinieri a pm

ROMA19 aprile 201813:15

– ROMA, 19 APR – “Te faccio scioglie in mezzo all’acido, te mando all’ospedale professorè”. Un nuovo episodio di bullismo in classe ai danni di una professoressa questa volta in un Istituto Tecnico di Velletri, alle porte di Roma, dove uno studente ha rivolto alla propria insegnante esplicite minacce il tutto ripreso da uno smartphone e condiviso sui social riscuotendo tantissime visualizzazioni. Il caso è avvenuto un anno fa ma ora, dopo che il video è diventato virale, i carabinieri hanno inviato un’informativa in Procura.

 

Saldo contratti stabili febbraio +15.000405.702 assunzioni totali, saldo positivo per 87.000 unità

ROMA19 aprile 201813:15

– ROMA, 19 APR – A febbraio i contratti a tempo indeterminato firmati tra nuove assunzioni e trasformazioni di contratti a termine e da apprendistato sono stati oltre 120.000 con un saldo positivo rispetto alle 104.723 cessazioni di contratti stabili nel mese di 15.468 unità (erano oltre 70.000 a gennaio). Lo si legge sull’Osservatorio Inps sul precariato riferito al settore privato. Nel complesso le assunzioni a febbraio 2018 sono state 405.702 (+8,23% su febbraio 2017). Si registra un saldo complessivo tra assunzioni e cessazioni pari a 87.008 unità (+15,9% su febbraio 2017). Le assunzioni complessive nel settore nei primi due mesi del 2018 sono state 1.139.000 (+19,3% sul 2017). Sono in crescita tutte le componenti. I nuovi contratti a tempo indeterminato crescono dell’8,4%, quelli di apprendistato del 23,2%, i contratti a tempo determinato del 15,2%, i contratti in somministrazione del 26,5% e i contratti intermittenti dell’85,3%. Le cessazioni nel complesso sono state 844.000 (+14,8% sui primi due mesi 2017).

 

Stretta Pe su norme emissioni autoVigilanza europea più rigorosa. Ora passa a Consiglio

STRASBURGO19 aprile 201813:50

– STRASBURGO, 19 APR – Il Parlamento ha approvato oggi in via definitiva una vigilanza europea più rigorosa sull’omologazione delle auto per garantire che le norme siano applicate in modo uniforme nell’Ue. Il regolamento, approvato con 547 voti in favore, 83 voti contrari e 16 astensioni, dovrà essere ora formalmente approvato dall’altro co-legislatore, il Consiglio dell’Ue, dopodiché le nuove regole saranno applicabili dal 1 settembre 2020.
Il nuovo regolamento mira a rafforzare l’indipendenza dei controlli e a prevenire i conflitti di interesse, facendo chiarezza sulle responsabilità delle autorità nazionali di omologazione, dei centri di test e degli organismi di vigilanza del mercato.

 

Macron-Merkel, presto visione comune UeConferenza stampa a Berlino, ‘comune sovranità messa alla prova’

BERLINO19 aprile 201814:16

– BERLINO, 19 APR – “Entro giugno abbiamo l’obiettivo di presentare una visione comune” per l’Europa. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron in conferenza stampa con Angela Merkel, presso il cantiere del nuovo castello di Berlino.
“Abbiamo deciso che per il vertice di giugno avremmo affrontato grandi temi centrali”, ha detto Merkel. Fra i temi centrali da trattare entro l’estate, la cancelliera tedesca ha citato, fra gli altri, il sistema dell’asilo, l’unione bancaria e la competitività dell’Europa. “La nostra comune sovranità viene messa alla prova”, ha detto poi Macron nella conferenza stampa, citando il rischio rappresentato dai “forti nazionalismi” e ribadendo che “adesso è decisivo” lavorare per il futuro dell’Europa. Merkel ha aggiunto che la Nato “è un grande tesoro che intendo vivere e curare”, sottolineando il valore dell’alleanza, al di là delle divergenze che ci sono.
Macron ha dovuto attendere molti mesi i tedeschi a causa dello stallo politico in cui la Germania è finita dopo le elezioni.

 

Spara a moglie in strada si costituisceDonna ferita a colpi di pistola per strada in Brianza

MONZA19 aprile 201814:33

– MONZA, 19 APR – Ha sparato alla moglie e poi si è costituito. E’ avvenuto a Bovisio Masciago (Monza) oggi attorno alle 13. La donna stava camminando per strada quando è stata raggiunta da alcuni proiettili. La 35enne è stata trasportata in condizioni disperate all’ospedale San Gerardo di Monza. Il marito si è poi costituito nella caserma dei carabinieri di Seveso (Monza).

Gb: nozze, agenti armati nelle stazioniPolizia rassicura, a un mese esatto da matrimonio Harry-Meghan

LONDRA19 aprile 201817:12

– LONDRA, 19 APR – Anche gli apparati di sicurezza britannici si preparano, inevitabilmente, per il matrimonio in programma fra un mese esatto, il 19 maggio, al Castello di Windsor, fra il principe Harry, secondogenito dell’erede al trono Carlo e della defunta lady Diana, e l’attrice americana Meghan Markle. Lo conferma in particolare la polizia ferroviaria annunciando il dispiegamento nelle stazioni principali sulla rotta fra Londra e il castello di pattuglie armate e agenti sotto copertura: fatto non ordinario nel Regno dove i poliziotti di ronda di solito girano senza armi da fuoco.
Un team speciale di personale addestrato sarà inoltre in campo per coordinare le attività di prevenzione, individuare potenziali “comportamenti pericolosi”, verificare qualsiasi allerta e disporre di eventuali pacchi od oggetti sospetti e abbandonati, come ha riferito il sovrintendente John Conaghan.
Il tutto in stretto contatto con le autorità locali e quelle governative allo scopo di scongiurare possibilmente anche il minimo incidente.
Villa Getty riapre con Atleta di LisippoIn mostra seimila anni di arte, dal Neolitico al Tardo Antico

NEW YORK19 aprile 201817:32

– NEW YORK, 19 APR – Da decenni rivendicato dall’Italia, torna in mostra a Malibu l’Atleta Vittorioso, noto come l’Atleta di Lisippo: la Villa Getty, costruita negli anni ’70 (e mai abitata) dal petroliere J.P. Getty per ospitare le sue raccolte, ha riaperto con un nuovo allestimento che offre un’esperienza completamente diversa – cronologica e multiculturale – rispetto alle gallerie tematiche che fino a 15 mesi fa avevano costituito l’ossatura dell’itinerario.
Seimila anni di arte, dal Neolitico al Tardo Antico, in quella che è oggi l’Europa sono ancora il filo conduttore del percorso in cui per la prima volta gli Etruschi avranno una galleria tutta per loro. Materiale visto raramente, come gli affreschi del primo secolo da poco restaurati dalla villa di Numerius Popidius Florus a Boscoreale vicino a Pompei sono usciti dai magazzini.
La prima mostra, ospitata per tre anni, raccoglierà ritratti funerari di Palmira, la città della Siria attaccata dall’Isis: i pezzi vengono dalla Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen.
Venezuela-Spagna ripristinano relazioniAmbasciatori torneranno nei Paesi dopo rottura rapporti gennaio

ROMA19 aprile 201818:11

– ROMA, 19 APR – I governi di Spagna e Venezuela hanno annunciato il ripristino delle relazioni diplomatiche e il ritorno dei rispettivi ambasciatori nei Paesi, dopo la rottura avvenuta lo scorso gennaio a seguito delle sanzioni concordate dall’Unione europea contro sette alti funzionari venezuelani.
In un comunicato congiunto, i ministeri degli Esteri di Spagna e Venezuela hanno deciso di “iniziare un processo di normalizzazione delle relazioni diplomatiche a beneficio dei cittadini, che sono uniti da stretti vincoli che devono essere preservati”.
Per questo motivo, i due Paesi hanno convenuto sul “ritorno dei loro ambasciatori nei prossimi giorni, al fine di ripristinare i canali di dialogo diplomatico tra i due governi, nel quadro del rispetto reciproco e del diritto internazionale”.
Il presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha celebrato il “passo avanti” nel ripristino delle relazioni diplomatiche con la Spagna e il ritorno degli ambasciatori, nel quadro di “rispetto reciproco e del diritto internazionale”.
Diaz-Canel,’continua Rivoluzione a Cuba’Nel primo discorso promette, niente spazio per capitalismo

L’AVANA19 aprile 201818:14

– L’AVANA, 19 APR – Miguel Diaz-Canel ha inaugurato oggi il suo mandato come presidente di Cuba con un discorso nel quale ha difeso la continuità della Rivoluzione comunista, in piena fedeltà con la “generazione storica” dei dirigenti che parteciparono nella guerra contro il regime di Fulgencio Batista.
“Non c’è spazio per una transizione che comprometta l’eredità gloriosa della Rivoluzione”, ha detto Diaz-Canel ai deputati dell’Assemblea Nazionale, pochi minuti dopo la sua elezione agli incarichi di presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei ministri.
“Il mandato che abbiamo ricevuto è quello di dare continuità alla Rivoluzione”, ha aggiunto, sottolineando che “non c’è nessuno spazio per una restaurazione capitalista nell’isola” e “solo il Partito Comunista può garantire la sicurezza e il benessere del popolo cubano”.
Terrorismo: Halili, voglio vita onestaDiscusso ricorso contro carcere, ‘letture su web non c’entrano’

TORINO19 aprile 201818:16

– TORINO, 19 APR – “Io desidero solo vivere tranquillamente e onestamente, mantenendomi con il mio lavoro.
Nella quotidianità mi comporto così. Le mie letture su internet non c’entrano nulla”. Sono di questo tenore, secondo quanto si apprende, le dichiarazioni rese oggi a Torino da Halili Ehlmadi, il ventitreenne arrestato il 28 marzo dalla polizia con l’accusa di terrorismo. L’occasione è stata l’udienza in cui il tribunale del riesame ha discusso il ricorso contro la misura cautelare in carcere presentato dal suo difensore, l’avvocato Enrico Bucci.
Halili abita a Lanzo (Torino) insieme alla famiglia.
Neri arrestati, capo polizia si scusaPrima difende agenti poi ci ripensa, ‘fallito miseramente’

NEW YORK19 aprile 201818:49

– NEW YORK, 19 APR – Il capo della polizia di Filadelfia si e’ scusato con i due afroamericani che sono stati arrestati in uno Starbucks in città per aver tentato di usare il bagno nonostante non avessero consumato. Il commissario Richard Ross, anche lui afroamericano, si è scusato con Rashon Nelson e Donte Robinson dopo avere in precedenza difeso strenuamente i poliziotti per come avevano gestito l’incidente. Ora, anche sotto la pressione delle proteste, ha detto di aver “fallito miseramente” nel messaggio che ha inviato sulla vicenda.
Francia: molotov contro poliziaMigliaia di persone sfilano per dire ‘no’ a riforme di Macron

PARIGI19 aprile 201818:57

– PARIGI, 19 APR – Scontri a Parigi a margine della manifestazione contro le riforme del presidente Emmanuel Macron.
Secondo la prefettura, una molotov è stata lanciata in direzione delle forze dell’ordine nei pressi della redazione del quotidiano le Monde, sul Boulevarrd Auguste-Blanqui. Qualche minuto più tardi, diversi oggetti sono stati lanciati contro gli agenti in Place d’Italie, precisa l’emittente LCI. Alla protesta indetta dalla Cgt e Solidaires, hanno partecipato 15.300 persone secondo un conteggio realizzato dal centro studi Occurence, 11.500 secondo la questura, mentre la Cgt non ha ancora comunicato i dati ufficiali della protesta in larga maggioranza pacifica.
Siria: raid governativi su Isis a YarmukDopo notizie di accordo per evacuazione

19 aprile 201819:22

– BEIRUT, 19 APR – Media governativi siriani affermano questa sera che le forze di Damasco hanno cominciato a bombardare un’area a sud della capitale dove sono trincerati centinaia di miliziani dell’Isis e qaedisti.
In precedenza, invece, la televisione panaraba Al Mayadin aveva detto che un accordo era stato raggiunto per l’evacuazione di questi miliziani, che da anni resistono nell’ex campo profughi palestinese di Yarmuk e nel vicino quartiere di Hajr al Aswad. La televisione Al Ikhbariya, citata dall’agenzia Ap, afferma ora che jet governativi stanno bombardando queste due aree.
Nessuna spiegazione viene data sul perché il presunto accordo sarebbe fallito.
Prince, la morte non ha un responsabileMancano le prove su chi prescrisse i ‘farmaci killer’

NEW YORK19 aprile 201819:40

– NEW YORK, 19 APR – La morte di Prince non ha un responsabile. Lo ha deciso un procuratore della contea di Carver, in Minnesota, dopo aver chiuso l’indagine sulla morte del cantante avvenuta il 21 aprile del 2016. Non ci sono prove – spiega il giudice – per determinare chi procuro’ all’artista gli antidolorifici oppiacei sotto forma di Percocet falso.
Time, Trump e Kim tra i più influentiLa Silicon Valley presente con Bezos e Musk, manca Zuckerberg

NEW YORK19 aprile 201820:08

– NEW YORK, 19 APR – In attesa dello storico incontro Donald Trump e Kim Jong-un si ritrovano intanto insieme nella classifica delle 100 persone piu’ influenti al mondo stilata come ogni anno da Time. Accanto a loro figura un altro attore fondamentale della partita coreana, il presidente cinese Xi Jinping. Il tycoon pero’ non sara’ molto contento di vedere compreso nella top 100 di Time anche Robert Mueller, il procuratore speciale che con le sue indagini sul Russiagate potrebbe arrivare addirittura a far cadere l’inquilino della casa Bianca. Tra i leader che stanno di piu’ lasciando il segno in questo 2018 anche il presidente francese Emmanuel Macron, sempre piu’ leader in Europa e preferito stavolta alla cancelliera tedesca Angela Merkel. Poi il sindaco londinese di origini musulmane Sadiq Khan e la coppia dell’anno: il principe Harry e la futura sposa Meghan Markle. Non mancano nella categoria ‘titani’ gli esponenti di una Silicon Valley sempre piu’ influente, ma fa rumore l’assenza di Mark Zuckerberg.
Costruzioni, a febbraio produzione -3,6%Istat, pesa il meteo. Rispetto al 2017 flessione del 2%

ROMA19 aprile 201810:36

A febbraio 2018 la produzione nelle costruzione vede un “forte calo” del 3,6% sul mese precedente, secondo i dati dell’Istat, e una flessione del 2% rispetto all’anno precedente. “Il forte calo congiunturale registrato a febbraio – commenta l’Istat – interrompe una fase moderatamente positiva per la produzione del settore delle costruzioni. Cionostante, la variazione congiunturale trimestrale, che consente di evidenziare più chiaramente le tendenze di fondo al di là delle oscillazioni di più breve periodo, permane positiva”. “Sul risultato negativo di febbraio – continua l’istituto di statistica – possono avere influito le condizioni meteorologiche particolarmente avverse registrate in questo mese”.
Generali:Greenpeace ruba scena assembleaManifestazione alla Stazione marittima di Trieste

19 aprile 201810:38

Manifestazione di Greenpeace alla Stazione marittima di Trieste dove si tiene l’assemblea degli azionisti di Generali. Gli attivisti dell’associazione ecologista di sono arrampicati sul tetto dell’edificio e hanno calato uno striscione con la scritta ‘Generali basta assicurare carbone e cambiamenti climatici’. Due attivisti si sono appesi con il cartellone all’ingresso principale. “Chiediamo a Generali di smettere di assicurare le miniere e le centrali a carbone in est Europa e Polonia” afferma Luca Iacoboni, responsabile campagna energia e clima di Greenpeace.
Lavoro: Inps, a marzo 21,9 milioni ore Cig, -40,9% su anno -5,3% su mese; nei primi 3 mesi -38,6% su stesso periodo 2017

ROMA19 aprile 201822:18

A marzo 2018 sono stati autorizzati 21,94 milioni di ore di cassa integrazione con un calo del 5,3% rispetto a febbraio e del 40,9% su marzo 2017. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sulla cassa integrazione spiegando che nei primi tre mesi dell’anno sono stati autorizzati nel complesso 62,39 milioni di ore con un calo del 38,68% sui primi tre mesi del 2017. Nel mese di febbraio sono arrivate all’Inps 108.405 domande di disoccupazione nel complesso, con un calo del 38,1% rispetto alle 175.210 arrivate a gennaio 2018. Le domande di disoccupazione sono cresciute del 2,3% rispetto a febbraio 2017.  Nei primi due mesi del 2018 sono arrivate all’Istituto 283.615 domande di sussidio con un aumento del 4,5% rispetto allo stesso periodo del 2017.
Cannes ‘perdona’ Lars von TrierAl festival con The House That Jack Built con Dillon e Thurman

ROMA19 aprile 201812:35

– ROMA, 19 APR – Pierre Lescure e il consiglio d’amministrazione del Festival di Cannes hanno ‘perdonato’ il regista danese Lars von Trier, Palma d’oro nel 2000 e poi, nel 2011, dichiarato persona non grata quando alla conferenza stampa di Melancholia fece delle dichiarazioni considerate filo naziste. Il suo nuovo film The House That Jack Built con Matt Dillon e Uma Thurman sarà presentato così fuori concorso alla manifestazione cannense in calendario dall’8 al 19 maggio. Il film nato come progetto di una miniserie, a detta dello schivo e problematico regista danese, si annuncia come il più brutale della sua carriera. Ambientato nell’arco di 12 anni racconta le vicende di un serial killer, Jack (Matt Dillon), ispirato probabilmente a Jack lo Squartatore. Le sue vittime sono cinque e tutte donne: oltre Uma Thurman, Siobhan Fallon Hogan, Sofie Gråb›l e Riley Keough. Ma lo stesso von Trier ha precisato che Jack non si concentrerà solo ed esclusivamente sulle donne. Nel cast anche Bruno Ganz.
Tv: è morto Marco Garofalo, coreografo di tanti showDa Cuccarini a Bonolis, alla scuola di Amici di Maria De Filippi

ROMA19 aprile 201812:50

E’ morto a Roma, all’età di 61 anni, Marco Garofalo, ex ballerino e coreografo di tanti show televisivi di successo, da Ciao Darwin a Fantastica italiana, nonché insegnante nella scuola di Amici di Maria De Filippi.
“Marco Garofalo è tornato alla casa del Padre. Abbiamo perso un amico, un artista sensibile ed un padre meraviglioso. Un abbraccio a Rosa e ragazzi”, ha scritto su Facebook il manager Lucio Presta. Tra i numerosi messaggi di cordoglio e di affetto che si moltiplicano in queste ore sui social network, Ivan Zazzaroni ricorda Garofalo come “apprezzatissimo coreografo, ex maestro di @AmiciUfficiale e grande appassionato di calcio. Si avvicinò alla danza ventunenne proprio a causa di un infortunio che gli interruppe carriera e sogni calcistici”.Dopo l’infortunio al ginocchio, Garofalo aveva iniziato a studiare danza a 21 anni con Enzo Paolo Turchi. Dopo aver lavorato nella compagnia di Tuccio Rigano, nel 1978, aveva debuttato in tv con Ma che sera con Alighiero Noschese e Raffaella Carrà. Dal 1989 aveva iniziato a lavorare come coreografo per la tv, da Lascia o raddoppia? a Buona domenica, da Fantastica italiana a Ciao Darwin, Luna Park, Re per una notte e L’eredità, collaborando con Lorella Cuccarini, Lorenza Mario, Mia Molinari, Fabrizio Mainini, Matilde Brandi, Heather Parisi, Laura Freddi, Natalia Estrada e Silvio Oddi. Era stato anche insegnante e coreografo per Amici di Maria De Filippi.I funerali di Marco Garofalo saranno celebrati venerdì 20 aprile alle 14.30 alla chiesa degli Artisti in piazza del Popolo.
Elliott, Vivendi non conta più di noiGenish, se cambia cda deve riconfermare il mio piano

MILANO19 aprile 201813:11

Le schermaglie tra Vivendi, primo azionista di Tim con il 23,9% e Elliott socio con il 5,4% continuano. “Non è l’azionista ‘principale’ di Tim. E’ solo il più grande azionista” ma “i suoi interessi non sono più importanti di quelli di altri azionisti” dichiara il fondo americano. Serve “un consiglio unito, non uno impantanato in contenzioso con i propri revisori legali”. E il cambiamento “inizia con l’elezione di un Cda veramente indipendente il 24 aprile”. Intanto l’ad Amos Genish ribadisce di essere impegnato sulla realizzazione del piano Digitim. Guidare il gruppo “è un privilegio” dichiara in un’intervista al Sole24Ore ma se il cda cambierà “il piano andrà riconfermato” e poi “occorrerà verificare se nel board ci sarà un clima di fiducia e allineamento con il ceo: è una questione di ‘chimica'” .
Inail: al via Bando ISI 2017 da 249 mlnDe Felice, strumento strategico per innescare circuiti virtuosi

ROMA19 aprile 201813:12

Prende il via oggi la prima fase della procedura di assegnazione dei 249.406.358 euro di incentivi a fondo perduto, suddivisi in cinque assi di finanziamento in base ai destinatari, del Bando Isi 2017, ottava edizione dell’intervento che dal 2010 ha visto l’Inail stanziare 1,8 miliardi per migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
“In questi otto anni – spiega in una nota il presidente dell’Istituto, Massimo De Felice – il Bando Isi si è rivelato uno strumento di importanza strategica per innescare circuiti virtuosi nel tessuto produttivo italiano, contribuendo alla realizzazione di importanti interventi in materia di prevenzione, volti a ridurre il costo umano ed economico che gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali hanno per i singoli lavoratori, per le imprese e per lo stato sociale in generale”.
Generali: Donnet, nuovo piano sarà di profonda trasformazione Strategia molto diversa, scriveremo nuova storia di successo

19 aprile 201813:56

La strategia di Generali delineata nel nuovo piano che sarà presentato a novembre sarà “molto diversa, basata su un’ulteriore massimizzazione finanziaria, su un’espansione profittevole e su una profonda trasformazione del nostro gruppo. Generali sta per scrivere la nuova storia di successo del settore assicurativo”. Lo ha detto il group ceo Philippe Donnet rivolgendosi agli azionisti in assemblea. Oggi “siamo concentrati sull’esecuzione del piano per confermare ulteriormente la nostra competitività e garantire il raggiungimento di tutti gli obiettivi. Però vogliamo anche porre le basi del prossimo sviluppo del gruppo. Annunceremo la nostra strategia il 21 novembre a Milano a Citylife”, ha quindi ricordato.”Nel 2018 concluderemo l’esecuzione dell’attuale piano strategico, siamo in linea con tutti gli obiettivi che ci siamo posti all’inizio di questo piano e in alcuni casi siamo anche in anticipo rispetto agli obiettivi iniziali”. Lo ha affermato il group ceo di Generali Philippe Donnet nel proprio intervento in avvio dell’assemblea degli azionisti della compagnia a Trieste. Quella scelta è “la strategia giusta per la nostra compagnia”, ha aggiunto. “L’efficacia del nostro piano strategico e la nostra capacità di metterlo in pratica ci sono riconosciute anche dal mercato finanziario: questa mattina il prezzo di Generali era superiore a 16 euro, quasi vicino ai 16,5 euro – ha detto Donnet -. Da quando abbiamo annunciato l’attuale strategia nel novembre del 2016 il prezzo di Generali è cresciuto del 40,7% facendo segnare una performance molto superiore a quella dei titoli assicurativi europei che è stata pari al 18,4%”. “Anche alla luce degli eccellenti risultati dell’esercizio 2017 che confermano la validità ed efficacia del piano strategico, il gruppo Generali è perfettamente posizionato per raggiungere tutti gli obiettivi fissati per il 2018 – ha poi ricordato Donnet -. Nello specifico questo riguarda anche il target di dividendo cumulato di 5 miliardi, che dal 2015 ha seguito una traiettoria in crescita”.Il bilancio Generali raccoglie una approvazione quasi integrale dall’assemblea degli azionisti, con una percentuale ‘bulgara’: Al momento del voto erano presenti azionisti in proprio o per delega con il 52,8% del capitale e di questi per il 99,7% hanno votato a favore. n assemblea fondi esteri al 22,91% del capitale

Jacir, per la mia Palestina rabbia e speranzaRegista di Wajib, a Betlemme si spara anche a bambini

19 aprile 201814:02

Per la regista palestinese Annemarie Jacir, essere candidata dal suo Paese agli Oscar, sta diventando un’abitudine. Le è capitato con i tutti e tre i suoi film, ‘Il sale di questo mare’ e Quando ti ho visto, e agli ultimi Academy Awards con Wajib – Invito al matrimonio, commedia drammatica che mette a confronto, attraverso un padre e un figlio due generazioni tra tensioni personali, politiche e sociali. Premiato, fra gli altri a Locarno e al London Film Festival, è il primo dei suoi lungometraggi ad, arrivare in sala in Italia, il 19 aprile con Satine. Protagonisti due dei più famosi attori del cinema palestinese, realmente padre e figlio nella vita, Mohammad e Saleh Bakri (doppiati nella versione italiana, da Marco Mete e il figlio Andrea). “I miei film sono storie personali e riflettono quello che provo per la situazione nel mio Paese, molta rabbia, ma non rinuncio alla speranza- spiega la regista, classe 1974, oggi a Roma con Saleh Bakri – . Si vive sotto una costante pressione.
Io sono originaria di Betlemme, dove i soldati israeliani ogni venerdì sparano anche ai bambini e il muro di divisione è proprio di fronte alla casa della mia famiglia. E ad Haifa, dove vivo, vedo costantemente la discriminazione subita dei palestinesi”. Secondo Saleh Bakri, che ha lavorato in Italia sia in teatro che al cinema, in Salvo di Grassadonia e Piazza “in genere crescendo diventi meno arrabbiato, mentre io sento il contrario, la mia rabbia, con l’età, cresce. E’ un fardello pesante da portare ma anche salutare vista la situazione del mio Paese. Anche perché ho scoperto che in parallelo cresce anche quell’amore che mi consente di fare il mio lavoro”. A dare il titolo al film, è la tradizione, ancora molto seguita soprattutto nella Palestina del nord, degli uomini di una famiglia di consegnare a mano gli inviti ad amici e parenti quando qualcuno si sposa. Un dovere, che, nella storia, in vista delle nozze della giovane Amal, devono assolvere il padre Abu Shadi (Mohammad Bakri), professore rimasto a crescere i figli in una realtà complessa come quella di Nazareth (la più grande città della Palestina storica, oggi Stato d’Israele, i cui abitanti sono per il 40% palestinesi cristiani e il 60% musulmani) dopo che la moglie li ha abbandonati, e il figlio maggiore Shadi (Saleh Bakri), architetto, che da anni vive e lavora in Italia.
“Nazareth è una città piena di tensioni. Da quando, nel ’48 è diventata territorio di Israele nel ’48 i palestinesi hanno dovuto acquisire la cittadinanza israeliana ma vivono come cittadini di seconda classe – spiega la regista -. Ho pensato di ambientare questo confronto padre – figlio, bloccandoli in un luogo, la vecchia auto di famiglia. Per il figlio è una trappola, dove sente lo stesso senso di soffocamento che prova quando torna a Nazareth mentre per il padre rappresenta l’ultimo simbolo dell’armonia perduta della sua famiglia”. Annemarie Jacir aveva già diretto Saleh Bakri nei suoi precedenti film mentre è la prima volta che lavora con Mohammad Bakri: ” Lui è una leggenda del nostro cinema, e ho esitato a metterlo insieme a Saleh, è sempre difficile emotivamente lavorare con la propria famiglia. Poi Mohammad è un uomo molto carismatico ed elegante, mentre Abu Shadi è un uomo spezzato, per il quale il figlio ha perso il rispetto. Ne ho parlato con lui ed era consapevole che sarebbe stata una delle sfide più impegnative della sua carriera, ma anche fra le più belle”. E’ difficile per una donna essere regista in Palestina? “In realtà nel cinema sono molto libera, la nostra è un’industria cinematografica indipendente dove ci sentiamo tutti uguali e uniti. Le discriminazioni le trovo più forti in occidente, basta guardare alle poche registe in concorso nei grandi festival”.
Leone d’oro alla carriera a CronenbergCda accoglie proposta direttore Mostra Alberto Baratta

VENEZIA19 aprile 201814:38

E’ stato attribuito a David Cronenberg (SCHEDA ANSA CINEMA) il Leone d’oro alla carriera per un regista della 75/a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia che si terrà dal 29 agosto all’8 settembre. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, che ha fatto propria la proposta del Direttore della Mostra Alberto Barbera. Cronenberg nell’accettare la proposta ha dichiarato di aver “sempre amato il Leone d’oro di Venezia. Un leone che vola su ali d’oro è l’essenza dell’arte, non è vero? L’essenza del cinema. Sarà davvero entusiasmante ricevere il Leone d’oro”. La 75/a Mostra del cinema si terrà dal 29 agosto all’8 settembre. A proposito di questo riconoscimento, Alberto Barbera ha aggiunto: “Benché in origine Cronenberg sia stato relegato nei territori marginali del genere horror, sin dai suoi primi film scandalosamente sovversivi il regista ha mostrato di voler condurre i suoi spettatori ben al di là del cinema di exploitation, costruendo film dopo film un edificio originale e personalissimo”. Ruotando intorno all’inscindibile relazione, ha spiegato, “di corpo, sesso e morte, il suo universo è popolato di deformità grottesche e allucinanti accoppiamenti, nel cui orrore si riflette la paura per le mutazioni indotte nei corpi dalla scienza e dalla tecnologia, la malattia e il decadimento fisico, il conflitto irrisolto fra lo spirito e la carne. La violenza, la trasgressione sessuale, la confusione di reale e virtuale, il ruolo deformante dell’immagine nella società contemporanea – ha concluso – sono alcuni dei temi ricorrenti, che contribuiscono a fare di lui uno dei cineasti più audaci e stimolanti di sempre, un instancabile innovatore di forme e linguaggi”.
Siria: tv, accordo governo-Isis per resa campo YarmukTv, miliziani jihadisti accettato di essere deportati in zona

19 aprile 201815:54

– BEIRUT, 19 APR – E’ stato raggiunto un accordo tra autorità siriane e l’Isis che prevede che si arrendano i miliziani jihadisti ancora in armi in un quartiere della periferia sud di Damasco, secondo quanto riferisce la tv panaraba al Mayadin vicina all’Iran, alleato del governo siriano.
Le fonti citate dalla tv precisano che circa 1.200 miliziani affiliati all’Isis e che da anni sono presenti in quel che rimane del campo profughi palestinese di Yarmuk hanno accettato di arrendersi e di lasciare la zona. La tv afferma che saranno trasferiti nella Siria centrale, dove l’Isis è ancora attivo. Altri miliziani affilati ad Al Qaida dell’area di Yarmuk e del vicino quartiere di Hajar al Aswad saranno invece deportati nella regione di Idlib, nel nord-ovest della Siria, in una zona di fatto sotto influenza turca.
Il quotidiano al Watan, vicino al governo, parla invece di un “ultimatum di 48 ore” che le forze lealiste hanno dato ai combattenti di Yarmuk e Hajar al Aswad.
Lagarde: ‘Prospettive positive ma nubi all’orizzonte”Da finanza a commercio, andare avanti con riforme strutturali’

WASHINGTON19 aprile 201816:10

Le prospettive di breve termine per l’economia mondiale sono positive, ma ci sono ”piu’ nubi all’orizzonte” di quante non ce ne fossero lo scorso ottobre. Lo afferma il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, citando il debito ai massimi storici, le debolezze finanziarie e le tensioni commerciali. ”Le autorita’ devono rispondere” a questi rischi, aggiunge Lagarde invitando i governi a proseguire sulla strada delle riforme strutturali.Il Fmi e’ impegnato a continuare a sostenere la Grecia. Lo afferma il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, sottolineando i mercati vedono la situazione della Grecia piu’ positivamente che in precedenza.

A Rosario Fiorello il David di Michelangelo “per non avere fatto un film”Gag a ‘Non è un paese per giovani’ nell’ex studio di Viva Radio2 con Cervelli, Veronesi e Buy

19 aprile 201816:40

Fiorello, in onda ogni giorno su Radio Deejay con ‘Il Rosario della Sera’, torna nello studio U della sede Rai di via Asiago a Roma, che ospitò le prime edizioni di Viva Radio2, nelle vesti di ospite di ‘Non è un paese per giovani’, la trasmissione condotta da Giovanni Veronesi e Massimo Cervelli. In studio anche Margherita Buy.Con una gag gli viene assegnato il primo Premio David di Michelangelo (e non di Donatello) “per non avere fatto un film, non cedendo alle lusinghe di noi registi”, spiega Veronesi.”Ma se per girare tre minuti con Gabriele Muccino (per il videoclip del brano ‘Mio fratello’ di Biagio Antonacci ndr) – risponde ironico Fiorello – ci volevano 20 minuti solo per capire come fare ‘uno sguardo normale’, figuriamoci come sarebbe girare un intero film!”.Nonostante le sollecitazioni di Veronesi sui progetti cinematografici ai quali ha detto no, lo showman dribbla le domande e non fa neanche un nome.

1 Maggio, Ambra-Guenzi a concertone RomaL’attrice e il cantante dello Stato Sociale anche autori show

ROMA19 aprile 201817:12

Ambra Angiolini e Lodo Guenzi dello Stato Sociale condurranno il concerto del Primo Maggio di Roma, promosso da Cgil, Cisl e Uil e organizzato da iCompany. I due presentatori sono anche autori del programma.
Questi i nomi degli artisti ad oggi confermati che saranno sul palco dell’edizione 2018 del Concertone: Fatboy Slim, Max Gazzè & Form, Carmen Consoli, Sfera Ebbasta, Lo Stato Sociale, Cosmo, Le Vibrazioni, Calibro 35, I Ministri, The Zen Circus, Canova, Gemitaiz, Ultimo, Nitro, Achille Lauro e Boss Doms, Gazzelle, Francesca Michielin, Frah Quintale, Maria Antonietta, Galeffi, Mirkoeilcane, John De Leo, Willie Peyote, Wrongonyou, Dardust ft. Jaon Thiele. Il concerto sarà trasmesso in diretta tv da Rai3 e in diretta radio da Radio2 che quest’anno per la prima volta racconterà anche il backstage, in diretta sulla pagina Facebook di Radio2 e sul canale YouTube della Rai e sarà presente in piazza con Andrea Delogu, Ema Stokholma, Melissa Greta Marchetto e Carolina Di Domenico.
Tod’s, Macchi di Cellere nuovo adRicavi al 963,3 mln euro, utile a 69,4 mln e dividendo 1,4 euro

SANT’ELPIDIO A MARE (FERMO)19 aprile 201817:27

L’assemblea dei soci Tod’s, riunita nel quartier generale di Casette d’Ete, a Sant’Elpidio a Mare (Fermo, ha approvato a maggioranza il bilancio 2017 con ricavi per 963,3 milioni di euro (-4,1%), un utile netto consolidato di Gruppo di 69,4 milioni di euro pari al 7,2% delle vendite (cioè 71 milioni di euro di risultato netto meno 1,64 milioni di euro per progetti di solidarietà) e un dividendo pari a 1,4 euro per azione. Durante l’assemblea Diego Della Valle ha annunciato che Umberto Macchi di Cellere subentrerà a Stefano Sincini come amministratore delegato.
Velocità, capacità di dialogo con i nuovi mezzi di comunicazione, novità e e-commerce che costituisce attualmente il 5% del fatturato del Gruppo. Sono – secondo il presidente Della Valle alcuni ingredienti fondamentali per avere una Tod’s “forte e tonica nei prossimi” anni mentre “il nostro mondo sta cambiando anche nel modo di relazionarsi”.
Merkel e Macron si incontrano a Berlino: ‘Entro giugno una visione comune per l’Ue’ Temi sul tavolo: le riforme europee, lo sviluppo del conflitto siriano, la questione iraniana e i dazi

BERLINO19 aprile 201817:27

BERLINO19 aprile 201817:27

Angela Merkel ed Emmanuel Macron sono arrivati al cantiere del nuovo castello di Berlino. Dopo la visita e una conferenza stampa, è in programma un confronto che dovrebbe durare 4 ore. Temi sul tavolo: le riforme europee, lo sviluppo del conflitto siriano, la questione iraniana e i dazi. La scelta del cantiere del castello progettato dall’architetto italiano Franco Stella ha una valenza simbolica: anche l’Europa è un cantiere in corso, e l’approfondimento dell’integrazione europea è uno dei nodi principali della bilaterale, in vista del vertice di giugno.Macron ha dovuto attendere molti mesi i tedeschi a causa dello stallo politico in cui la Germania è finita dopo le elezioni.
E adesso che la nuova Grosse Koalition è in grado di agire il negoziato non sarà comunque semplice: la Cdu frena sulle riforme finanziarie dell’eurozona, mentre i socialdemocratici impugnano il contratto di coalizione. “Entro giugno abbiamo l’obiettivo di presentare una visione comune” per l’Europa, ha detto il presidente francese Emmanuel Macron a Berlino in conferenza stampa con Angela Merkel.  Nella gestione dei migranti in Europa “servono elementi di solidarietà esterna e interna”. Lo ha detto Emmanuel Macron. “Non è possibile che un Paese venga lasciato da solo nell’accoglienza e nell’integrazione”, ha sottolineato a Berlino in conferenza stampa con Angela Merkel.

Inail: al via procedura assegnazione 249 milioni euro Bando Isi 2017De Felice, strumento strategico per innescare circuiti virtuosi

ROMA19 aprile 201817:29

ROMA – Prende il via oggi la prima fase della procedura di assegnazione dei 249.406.358 euro di incentivi a fondo perduto, suddivisi in cinque assi di finanziamento in base ai destinatari, del Bando Isi 2017, ottava edizione dell’intervento che dal 2010 ha visto l’Inail stanziare 1,8 miliardi per migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

“In questi otto anni – spiega in una nota il presidente dell’Istituto, Massimo De Felice – il Bando Isi si è rivelato uno strumento di importanza strategica per innescare circuiti virtuosi nel tessuto produttivo italiano, contribuendo alla realizzazione di importanti interventi in materia di prevenzione, volti a ridurre il costo umano ed economico che gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali hanno per i singoli lavoratori, per le imprese e per lo stato sociale in generale”. Come sottolineato dal direttore generale, Giuseppe Lucibello, “insieme allo sconto per prevenzione, gli incentivi Isi rappresentano una delle due leve finanziarie utilizzate dall’Inail per sostenere le aziende disposte a investire in sicurezza”. “E’ un sostegno concreto e tangibile di cui negli ultimi anni, in una fase di congiuntura economica negativa, hanno beneficiato soprattutto le micro imprese con meno di 10 dipendenti”.

I fondi sono suddivisi in cinque assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia degli interventi che saranno realizzati:

1) progetti di investimento e per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (a cui sono destinati 100 milioni di euro),

2) progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (44.406.358)

3) progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (60 milioni)

4) progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori del legno e della ceramica (10 milioni)

5) progetti per le micro e piccole imprese del settore agricolo (35 milioni), alle quali nel 2016 era stato dedicato un bando specifico.

Per i primi quattro assi il contributo per ciascun progetto ammesso al finanziamento è pari al 65% dell’investimento, fino a un massimo di 130mila euro (fino a 50mila per i progetti per micro e piccole imprese).

Quello destinato alle imprese agricole, invece, è pari al 40% dell’investimento per la generalità delle aziende e al 50% per i giovani agricoltori, fino a un massimo di 60mila euro.

Fino alle ore 18 del 31 maggio le aziende interessate possono inserire la propria domanda sul sito Inail. Gli incentivi saranno poi assegnati fino a esaurimento, sulla base dell’ordine cronologico di ricezione delle domande, nel “click day” dedicato all’inoltro online delle richieste di finanziamento, le cui date saranno comunicate dopo il 7 giugno.

Basket Artisti torna in campo con Fabrizio Frizzi nel cuoreEra promotore iniziativa, la sua maglia numero 10 sarà ritirata

19 aprile 201817:43

“Da 15 anni Fabrizio Frizzi era il faro della nostra squadra, il presidente, l’amico di tutti, l’uomo buono che sapeva fare del bene. Il 27 aprile vorrei che tutta Roma e non solo venisse al palazzetto dello sport di Viale Tiziano per fargli ancora tanti applausi e sorridere con lui”: così l’ideatore di Nazionale Basket Artisti Simone Barazzotto presenta la partita-evento ‘Ciao Fabri’ dedicata al presentatore la cui scomparsa ha commosso migliaia di persone accorse alla camera ardente e per partecipare ai funerali.”In 18 anni di attività è la prima volta che scrivo un comunicato di una partita della Nazionale Basket Artisti che non avrei mai voluto scrivere per parlare di una serata di basket che mai avrei voluto organizzare”, premette Barazzotto, prima di aggiungere: “Non riesco ancora a credere che non dovrò più mandare il solito Whatsapp a Fabrizio per sentire se riuscirà ad essere con noi in campo”. L’evento, organizzato in collaborazione con Eurobasket Roma con il patrocinio del Comune di Roma, inizierà nel pomeriggio con un torneo di mini basket delle società romane che coinvolgerà più di 500 bambini delle scuole elementari e medie. Alle 20, prima dell’inizio del match tra Basketartisti Unicusano e Friends, ci sarà la toccante cerimonia del ritiro della maglia numero 10 che spesso Fabrizio indossava quando scendeva in campo con gli artisti del basket. Dallo scorso 26 marzo è stato deciso che nessuno indosserà più quel numero e un’opera realizzata dagli artisti Sergio e Marcello Franchi con la canotta Basketartisti numero 10 rimarrà sempre sui muri del palasport romano insieme alle maglie ritirate dalle società romane di Ancillotto, Tonolli e Righetti.Alle 20.30 scenderanno in campo la Basketartisti Unicusano capitanata per l’occasione da Fabio Frizzi, fratello di Fabrizio, con Massimo Giletti, Fabio Tamburini, Valeria Solarino, Jonis Bascir, Carlo Massarini, Alessio Bernabei, Simona Molinari, Fabrizio Biggio, Gianguido Baldi, Stefano Sarcinelli, Antonello Riva, Stefano Meloccaro, Pippo Palmieri, Giorgio Borghetti, Valerio Di Benedetto, Domenico Fortunato, Bibi Velluzzi, Elisa D’Ospina, Mercedesz Henger e i rinforzi di due bandiere del basket romano come Alessandro Tonolli e Alex Righetti. Dall’altra parte del campo il team Friends, che indosserà la divisa Eurobasket Leonis, capitanato da Claudio Fasulo, cugino di Fabrizio e vicedirettore di Rai1, che per ora tra campo e panchina schiererà Flavio Insinna, Paolo Belli, Enzo De Caro, Federico Moccia, Marco Luci, Massimo Cotto, il capitano dell’Eurobasket Roma Daniele Bonessio con Giulio Casale, Eugenio Fanti e il general manager ex Nazionale Davide Bonora. Presente a bordo campo anche Valeria Favorito, la giovane a cui Fabrizio nel 2000 donò il midollo che le permise di guarire da una grave forma di leucemia. Supporteranno l’iniziativa la Nazionale Italiana Cantanti, Fondazione Telethon e AIRC, tre realtà solidali a cui Fabrizio era molto legato. L’ingresso al palasport è gratuito a porte aperte per tutti dalle 14 alle 23.30.

Venezuela-Spagna ripristinano relazioniAmbasciatori torneranno nei Paesi dopo rottura rapporti gennaio

ROMA19 aprile 201818:26

I governi di Spagna e Venezuela hanno annunciato il ripristino delle relazioni diplomatiche e il ritorno dei rispettivi ambasciatori nei Paesi, dopo la rottura avvenuta lo scorso gennaio a seguito delle sanzioni concordate dall’Unione europea contro sette alti funzionari venezuelani.
In un comunicato congiunto, i ministeri degli Esteri di Spagna e Venezuela hanno deciso di “iniziare un processo di normalizzazione delle relazioni diplomatiche a beneficio dei cittadini, che sono uniti da stretti vincoli che devono essere preservati”.
Per questo motivo, i due Paesi hanno convenuto sul “ritorno dei loro ambasciatori nei prossimi giorni, al fine di ripristinare i canali di dialogo diplomatico tra i due governi, nel quadro del rispetto reciproco e del diritto internazionale”.
Il presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha celebrato il “passo avanti” nel ripristino delle relazioni diplomatiche con la Spagna e il ritorno degli ambasciatori, nel quadro di “rispetto reciproco e del diritto internazionale”.
Gemitaiz, mi racconto in ‘Davide’Il rapper presenta il nuovo album, live al concerto del 1 maggio

MILANO19 aprile 201819:35

Ci sono attacchi d’ansia, stanze caotiche, silenzi e isolamenti nel cuore di ‘Davide’, nuovo album di Gemitaiz in uscita il 20 aprile. “Il periodo di lavoro sul disco è stato piuttosto difficile, un periodo di solitudine e di difficoltà a prendere posto nel mondo – racconta all’ANSA il rapper, al secolo Davide De Luca -. Mi sono sentito particolarmente solo e ho avuto differenti segnali che stavo andando nel baratro: ho fatto quel che dovevo e ora sto meglio”.A testimoniare questi stati d’animo sono soprattutto le rime di rap ballad come ‘Diverso’ e ‘Buonanotte’, arricchita quest’ultima da una produzione di Frenetik & Orang3 con una chitarra alla Pink Floyd. “Per certi versi è stata quasi una cronaca di quello che mi stava capitando. Per esempio ho scritto ‘Diverso’ in diretta mentre stava succedendo quello che racconto: lì dico di essere tornato a casa alle 9, e alle 11 ho cominciato a scrivere”. L’autobiografia era già centrale in ‘Nonostante tutto’, ma qui prende il sopravvento, dalla title-track ‘Davide’ con Coez alla nostalgica ‘Un giro con noi’: “Il disco ha preso forma in maniera spontanea, ma una volta finito non potevo chiamarlo in altro modo se non con il mio nome”.Quasi un autoritratto, insomma, non a caso accompagnato nella versione deluxe dal meglio dei 13 mixtape pubblicati dal 2006. Tra i lenti sui quali Gemitaiz sfoggia un flow spesso dal tempo raddoppiato e perciò più dinamico, si fanno largo i ritmi tirati di ‘Keanu Reeves’ con Achille Lauro, i motivi elettronici vibranti prodotti da Mixer T di ‘Tanta Roba Anthem’ con Guè Pequeno, o ancora tocchi di trap come nella dissonante ‘Chiamate perse’. La trap è anche oggetto di un divertissement al fianco di Fabri Fibra, ‘Pezzo trap’: “E’ un pezzo ironico ma in cui volevo inserire alcune nozioni importanti, come il fatto che anche senza il rap sarei stato con la mia gente”.Se i featuring nascono da suggestioni insite nello spirito delle produzioni, o sono frutto di una lunga fratellanza come con MadMan (‘Holy Grail’), con Priestess è andata diversamente: “Abbiamo costruito il pezzo insieme da zero perché volevo fare una cosa particolare, un po’ ignorante ma con tanto significato, per dire cose non semplici a livello personale”. Dopo l’instore che lo porterà in tutta Italia tra aprile e maggio, Gemitaiz tornerà dal vivo. Primi appuntamenti al Concertone del Primo Maggio a Roma e il 26 maggio al Wired Next Fest di Milano: “Il Primo Maggio per me è un traguardo, anche perché non sono tanto un artista da Concertone: sarà un bel trampolino e una bella festa”.

Il Salone del Libro “più ricco di sempre”Lagioia promette, sarà un’edizione straordinaria

TORINO19 aprile 201819:45

Una serata dedicata ad Aldo Moro, nel quarantennale del suo rapimento e della sua morte, il 9 maggio, e una lectio magistralis sull’Europa dello scrittore spagnolo Javier Cercas, il giorno dopo al Lingotto, scandiscono i primi passi del Salone del Libro di Torino. Una edizione, la 31/esima in programma dal 10 al 14 maggio, “più ricca di sempre”, con oltre 1.500 incontri, il ritorno delle grandi case editrici e una occupazione degli spazi – tutti sold out – cresciuta del 28%.Al Sermig, l’Arsenale della Pace scelto dai vertici del Salone per presentare il programma, il direttore Nicola Lagioia e il presidente Massimo Bray scorrono il lungo elenco dei partecipanti. Tutti nomi di peso. Da Havier Marias, amatissimo scrittore spagnolo autore de L’uomo sentimentale, a Roberto Saviano, che parlerà di come cambia il mestiere di scrittore quando si lavora per la tv; da Niccolò Ammaniti, che presenterà la sua serie tv Il miracolo, a Andrew Sean Greer, fresco vincitore del Premio Pulitzer sezione Fiction con il romanzo Less. “Mi hanno telefonato ieri sera alle 23 per inserirlo – rivela Lagioia – vuoi dirgli di no?”. “Questo Salone non è una semplice fiera commerciale, ma un progetto culturale legato alla trasformazione di questa città, che noi amministratori abbiamo il dovere di difendere”, sottolinea il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino. Un “dovere morale” per la sindaca Chiara Appendino, secondo cui il Salone è “un pezzo di storia di Torino”. Parole, quelle dei rappresentanti delle istituzioni, che confermano l’intenzione di mettere a posto i conti e di dar vita a una nuova forma di gestione, per dare alla kermesse un futuro più solido di quella degli ultimi anni.”Se non ci fossero state tante persone che hanno lavorato a testa bassa, nella convinzione di contribuire ad un progetto importante per Torino e non solo, non ce l’avremmo fatta”, sostiene Chiamparino, paragonando l’impresa di oggi a quella che portò il capoluogo piemontese a realizzare le Olimpiadi invernali del 2006. A prendere le redini della Fondazione del Libro, per la quale è stata avviata la procedura di liquidazione, sarà una newco pubblico-privata di imminente creazione. Una grande operazione per un grande Salone, il cui tema di quest’anno – ‘Un giorno, tutto questo’ – vuole essere l’invito a fare proprio “quello spirito di unità e di concordia – conclude Bray – necessario a vincere le sfide”. Quella di salvare la buchmesse come di far ripartire il Paese.

Strega, i 12 in corsa per l’edizione 2018Allo Strega Giovani corrono in 11, escluso Carlo D’Amicis

 

ROMA19 aprile 201819:48

Non entrano i libri postumi di Giuseppe Sgarbi, Il canale dei cuori (Skira), e di Severino Cesari, Con molta cura (Rizzoli) – al quale però sarà dedicato un ricordo – tra i 12 candidati al Premio Strega 2018, annunciati oggi al Tempio di Adriano, a Roma. C’e’ invece, tra i libri in corsa per la cinquina, un titolo in parte “censurato”, ‘Il gioco’ (Mondadori) di Carlo D’Amicis, che da voce a un triangolo ironico e tragico sul sesso: è in gara alla 72/ma edizione ma non potrà concorrere al Premio Strega Giovani perché ritenuto dal Comitato direttivo “adatto esclusivamente a un pubblico di adulti”.Due i titoli Neri Pozza in lizza: Sandra Petrignani con ‘La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg’ e Angela Nanetti con ‘Il figlio prediletto’. “Negli ultimi mesi si è parlato molto di Severino Cesari, grande innovatore dell’editoria italiana, morto il 25 ottobre 2017. In modo unanime la Fondazione ha ritenuto di doverlo ricordare in questa 72/ma edizione e lo faremo nelle giornate di chiusura del Premio” ha spiegato Giovanni Solimine, presidente della Fondazione Bellonci. Almeno sei i voti che sono stati necessari per entrare tra i 12 libri candidati, selezionati dal Comitato direttivo tra i 41 titoli segnalati. Il boom di libri proposti è un effetto del cambiamento di alcune regole del premio per cui nel 2018 ogni Amico della Domenica (la storica giuria del Premio) ha potuto segnalare un’opera senza associarsi a un altro giurato, come in passato. Inoltre il Comitato direttivo, presieduto da Melania G. Mazzucco, si è riservato la possibilità di poter integrare ulteriormente la lista.Ma in questa edizione, “di fronte a un panorama così ampio e rappresentativo di tutte le tematiche non è stato necessario utilizzare questa possibilità” ha spiegato Solimine. Tra i 12 spicca l’esordio narrativo del direttore editoriale della narrativa italiana Mondadori, Carlo Carabba, ‘Come un giovane uomo’ (Marsilio). Mentre non sono riusciti a essere tra i candidati La Nave di Teseo con ‘Gli autunnali’ di Luca Ricci e neppure Dori Ghezzi, Giordano Meacci, Francesca Serafini con ‘Lui, io, noi’ (Einaudi Stile Libero). Per la prima volta è invece allo Strega Racconti Edizioni con ‘Dal tuo terrazzo si vede casa mia’, libro di racconti del più giovane tra i candidati, l’albanese Elvis Malaj, del 1990, che ha scelto di scrivere in italiano. Tra i titoli di punta: Marco Balzano, Resto qui (Einaudi), Helena Janeczek, La ragazza con la Leica (Guanda), Francesca Melandri, Sangue giusto (Rizzoli) e Lia Levi ‘Questa sera è già domani (E/O). “Il panorama – ha spiegato la Mazzucco – è completo anche dal punto di vista anagrafico, si va dal 1921 al 1990. Il nucleo più consistente è nato negli anni ’70. I temi ricorrenti sono la riflessione sugli anni del fascismo, la Storia, la maternità, la sessualità e la musica”.Da segnalare anche gli “autori che scrivono in una lingua che non è la loro e che hanno scelto l’italiano come Malaj e la Janeczek. Poi ci sono i libri che parlano di un amico o un’amica scomparsa” ha detto la Mazzucco. All’incontro – aperto dal segretario generale della Camera di Commercio di Roma, Pietro Abate – è stato lanciato anche un appello alle istituzioni da Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti Benevento, “perchè si realizzi un beneficio fiscale, tipo art bonus, anche per la letteratura”. E BPER Banca ha rafforzato nel 2018 il suo sostegno al Premio con “un riconoscimento speciale alla cinquina” ha spiegato il responsabile relazioni esterne, Eugenio Tangerini, in cui sono direttamente coinvolte le Accademie di Belle Arti di Roma, Bologna e Napoli per realizzare una scultura ispirata all’importanza della lettura e della scrittura.La giuria, ha ricordato il direttore della Fondazione Bellonci Stefano Petrocchi, parlando dei cambiamenti nelle regole e delle novità introdotte nel premio a partire dal 2008, è composta da 660 aventi diritto: 400 Amici della domenica, 200 votanti all’estero selezionati da 20 Istituti italiani di cultura, 40 lettori forti selezionati da 20 librerie associate all’ALI, e da 20 voti collettivi di biblioteche, università e circoli di lettura tra cui 15 coordinati dalle Biblioteche di Roma. Il 13 giugno sara’ votata a Casa Bellonci la cinquina e il 5 luglio sara’ proclamato il vincitore, al Ninfeo di Villa Giulia.

Al via sperimentazione auto senza pilotaDecreto in Gazzetta.Da oggi Ministero trasporti può autorizzarle

ROMA19 aprile 201819:55

Da oggi il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti potrà autorizzare le sperimentazioni su strada di veicoli a guida automatica. La pubblicazione, ieri sera in Gazzetta Ufficiale, del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti previsto dalla Legge di Bilancio 2018, dà infatti il via libera alle smart road e alla sperimentazione su strada dei veicoli a guida automatica.
Lo si legge in una nota del Ministero.
Picasso, il genio con volto BanderasNational Geographic, prodotta da Ron Howard e nel cast Bellè

ROMA19 aprile 201820:08

– La prima scena della serie prodotta da Ron Howard e Brian Grazer, in 10 puntate, è dedicata alla venuta al mondo di Pablo Picasso, quando al momento della nascita, per alcuni istanti, viene creduto morto. Il fagottino, avvolto in un asciugamano, viene consegnato dalla levatrice nelle braccia del padre, che tiene in bocca un sigaro. L’uomo aspira sulla bocca del bebè del fumo ed eccolo il primo vagito del più grande artista del Novecento. La nuova stagione di Genius, dedicata a Pablo Picasso, va in onda su National Geographic (Sky, 403) dal 10 maggio ogni giovedì alle 20.55 con protagonista Antonio Banderas che sfoggia una capigliatura laterale bianca appiccicata alle tempie (identico al suo celebre autoritratto ma simile ad alcune foto in bianco e nero d’epoca).
Negli Usa Genius debutterà sull’americana National Geographic già il 24 aprile. La serie esplora la carriera artistica di Picasso che ha interpretato il mondo dell’arte in un modo totalmente nuovo e decisamente poco ortodosso, alle prese con la reinvenzione costante della nostra percezione dell’arte e della creatività. Banderas, attore spagnolo di fama mondiale, nato e cresciuto a Malaga proprio come Picasso. Nell’attesa, arriva dagli Upfront di NY, National Geographic ha annunciato una terza stagione, dedicata questa volta alla scrittrice britannica Mary Shelley, autrice tra gli altri del capolavoro Frankenstein.
Così dopo il successo ottenuto con la prima stagione su Albert Einstein (oltre 45 milioni di spettatori in tutto il mondo), le nuove dieci puntate che raccontano la vita del pittore spagnolo considerato un genio dell’arte del novecento. Banderas si è sempre dichiarato affascinato dall’artista andaluso: “E’ il mio eroe da quando avevo 5 anni. Mia madre mi portava a scuola e ci fermavamo sempre davanti alla sua casa”, ha raccontato in più interviste oltreoceano. La serie antologica presenterà sia la storia personale di Picasso sia il suo lavoro, la creatività sul campo, la vita tra Francia e Spagna, i rapporti con le donne. Spazio alla creazione che lo spinsero al capolavoro Guernica ci mise 33 giorni, usandoli come pretesto per raccontare la violenza, la guerra civile e tutto quello che accadde in Spagna a quel tempo.
L’uomo e l’arte: a 14 anni Pablo dipingeva così bene che il padre, pure pittore, smise dopo averlo visto. Pablo del genitore non usò il cognome, preferendogli quello della madre. Il trauma della perdita della sorellina. La carriera artistica si sviluppa in oltre 80 anni per lo più in Francia, sua seconda patria.
Picasso diede un’interpretazione del mondo completamente fuori dagli schemi, reinventando la concezione di arte e creatività. Con le sue oltre 50mila opere, fu estremamente prolifico .
La sua passione e la sua creatività sono inestricabilmente collegate con la sua vita privata, fatta di matrimoni tumultuosi, amanti, figli e alleanze politiche e personali.
Picasso ha vissuto la maggior parte della sua vita a Parigi, incontrando numerosi scrittori e artisti tra cui Ernest Hemingway, Coco Chanel, Henri Matisse, Marc Chagall, Gertrude Stein, Georges Braque e Jean Cocteau. Cifra distintiva della sua vita e della sua produzione atistica è stata la sua continua spinta a rinnovarsi per sfidare e superare i confini.
Al maxi cast si aggiungono due attori italiani Valentina Bellè (Fabrizio De Andrè: Principe Libero, Una questione Privata dei Taviani) nei panni dell’ultima moglie di Picasso Jacqueline Roque e l’attore italiano Andrea Scarduzio (Walking to Paris, I Medici) nel ruolo del pittore ungherese Endre Rozsda. Alex Rich è il giovane Picasso; Clémence Poésy è il Francoise Gilot, la pittrice francese che fu la compagna di Picasso per 10 anni ed ebbe da lui 2 figli; Samantha Colley è Dora Maar, fotografa e pittrice, amante di Picasso; Poppy Delevingne è Marie-Thérèse Walter, amante e musa del pittore e madre della sua prima figlia; Robert Sheehan è l’artista catalano Carles Casagemas, grande amico di Picasso; l’attrice di origini italiane Aisling Franciosi è Fernande Olivier, l’artista e modella francese che posò per Picasso per oltre 60 ritratti; T.R. Knight veste i panni di Max Jacob, uno dei migliori amici di Picasso. Genius: Picasso è prodotto da Fox 21 Television Studios, Imagine Television (la società di produzione di Ron Howard), Madison Wells Media’s OddLot Entertainment E EUE/Sokolow.  Molti gli ospiti all’anteprima dei due episodi di Genisu- Picasso presentati all’Auditorium Parco della Musica Di Roma che affascinati dal mondo National Geographic e dalla figura del celebre pittore, accolti dall’Amministratore delegato di National Geographic Partners Italia Kathryn Fink, hanno partecipato alla serata sfilando su un red carpet unico. Ciascun ospite, infatti, ha potuto lasciare il segno su tela, matite e pennelli per una firma speciale che per alcuni si è trasformato in un vero e proprio disegno. Tra i vari ospiti Valentina Bellè e Andrea Scarduzio (gli unici due attori italiani presenti anche nel cast della serie) Carolina Crescentini, Giulio Berruti, Andrea Delogu e Francesco Montanari, i The Pills, Massimo Ghini, Davide Iacopini, Alessandro Tersigni, Michelangelo Tommaso, Barbara Chichiarelli, Caterina Guzzanti, Bianca Nappi, la cantante Paola Turci e tanti altri altri ospiti del mondo dello spettacolo e del mondo dell’arte.
Giovanni Allevi, nel mio libro un inno al disequilibrioPer Solferino il volume ‘L’equilibrio della Lucertola’

MILANO19 aprile 201820:14

Un libro per parlare di equilibrio e disequilibrio, di quando il primo aiuta ad avere delle certezze e di quando il secondo ti aiuta a riflettere in generale. Il titolo del volume è ‘L’equilibrio della Lucertola’ e l’autore è Giovanni Allevi, musicista e compositore, ma anche laureato in filosofia e questa volta alle prese con un viaggio non in musica (ma forse anche si), facendo un punto su quanto vissuto e pensato in particolare negli ultimi anni. “Ho perso l’equilibrio – scrive Allevi nelle prime pagine del libro – Se fosse solo un discorso meccanico di tendini, muscoli, orecchio, terminerei qui. Eppure sono convinto che ogni evento della nostra esistenza sia misteriosamente connesso ad altri, così come le diverse sfere della nostra personalità comunicano e s’intersecano. Ci ho messo poco per rendermi conto di aver perso l’equilibrio non solo nella statica del corpo ma in tutti i campi, nella musica, nelle relazioni, nell’immaginazione, nel cibo, nell’umore, nella percezione di me e del mondo”. E’ quindi una sorta di inno al disequilibrio, quello di Allevi, che dopo aver affrontato il medesimo tema attraverso le note dell’album ‘Equilibrium’, ha approfondito l’argomento attraverso la forma di un racconto autobiografico e dedicato a chi, nelle varie accezioni del termine, perde l’equilibrio e comincia ad esercitarsi per ritrovare uno stato di ‘simmetria’ nelle cose e in se stesso: protagonista, un’artista in principio impaurito e poi incuriosito, a proposito di una condizione fisica che ha aperto al compositore una riflessione in progredire e dagli sviluppi potenzialmente infiniti. “E’ andata esattamente così – ci spiega Allevi – perché uno status fisico che mi ha messo nelle condizioni, di fatto, di non riuscire a stare in equilibrio su un piede solo, mi ha portato a ragionare su tante cose, su me stesso come la persona Giovanni ma anche al mondo a tutto tondo, in termini anche filosofici”. Da quel punto, per Allevi, è cominciata una ricerca dell’immobilità per essere invece in movimento, con tutto il corpo e con la mente, tra parole scritte e musica da immaginare. “Le note in quanto tali – racconta Allevi – nel libro c’entrano ma marginalmente. In realtà però il mio inno al ‘disequilibrio’ è qualcosa che esercito da sempre nella musica che scrivo. L’esempio l’ho trovato negli antichi compositori che alla ricerca della simmetria univano quella per l’asimmetrico, il fragile e proprio per questo affascinante”. In uscita oggi per la casa editrice Solferino, ‘L’equilibrio della Lucertola’ è il quinto libro firmato da Giovanni Allevi, che nella scrittura ha trovato una seconda dimensione d’espressione, diversa da quella musicale.
“Dovrò esercitare e scaldare tutti i muscoli – scrive ancora Allevi nel nuovo libro – non per correre più veloce, bensì per azzerare il movimento, e trovare finalmente l’immobilità del corpo, e magari con essa una centratura dell’anima, obiettivo assai più difficile da realizzare”.

Viaggia Vegan e vivi feliceDa Food Vibration, 155 strutture e 500 attività cruel free e bio

ROMA19 aprile 201820:17

– ROMA, 19 APR – (GUIDA VIAGGIA VEGAN, TERRA NUOVA EDIZIONI, PP. 256 – 15,00 EURO). C’è chi lo fa per ragioni etiche. Chi per ragioni salutistiche, perché l’alimentazione può essere la prima medicina. E chi per ragioni sociali, perché la morte per denutrizione di una percentuale rilevante della popolazione mondiale è causata dal fatto che la metà dei terreni agricoli non vengono coltivati per alimentare gli esseri umani, ma per allevare un numero sempre maggiore di animali. E’ così che anche in Italia cresce il popolo di chi rinuncia alla carne in primis, ma sempre più spesso anche agli altri alimenti derivati da animali, ponendo sempre maggiore attenzione ai metodi di coltivazione, al chilometro zero, al non uso di sostanze chimiche potenzialmente dannose per l’organismo. Ma se in casa è più facile stare attenti a cosa si porta in tavola, cosa accade quando si è fuori e in viaggio? Nasce così la ”Guida Viaggia Vegan”, sottotitolo ”Mangia buono, bevi bene, dormi meglio, vivi felice” (Ed. Terra Nuova, pp.256 – 15,00 euro), la prima guida a ristoranti, B and B, agriturismi, gastronomie vegane e vegetariane, animal friendly, amanti del bio e del km zero, in libreria in questi giorni con la sua seconda edizione. A realizzarla è Food Vibration, associazione no profit nata per promuovere una cultura gastronomica e del viaggio ”tanto superiore quanto più utilizza cibo L.O.V.E”, ovvero Local, Organic, Veg ed Ecosostenibile.
”E’ un momento importante, di cambiamento – spiega Simone Salvini, chef vegetariano vegano con lunga esperienza in India e autore del volume – Sta a noi mostrare la bellezza insita nella nostra scelta, per far sì che, caduti i pregiudizi, vengano apprezzati i numerosi lati positivi di un’alimentazione 100% vegetale: nessuna privazione, ma tantissime possibilità!”.
”Scegliere un’alimentazione vegana e viaggiare fino a qualche tempo fa voleva dire arrangiarsi, digiunare o restare a casa – aggiunge nella guida Gianluca Felicetti, presidente della L.A.V – Ora che l’offerta si è diffusa è necessario un periscopio per orientare le nostre scelte ed evitare brutte sorprese. Il desco deve essere piacente sia per gli occhi che per le papille gustative, per avvicinare sempre più persone alla normalità di essere vegani”.
E allora, da nord a sud, ecco 155 schede di strutture vegane e vegetariane e oltre 500 attività in tutta Italia, valutate anche in base all’ecosostenibilità della gestione e della qualità dei prodotti impiegati. Regione per regione, si va dal Bevegan a L’Aquila, con lo chef Francesco in arrivo dall’Alma di Gualtiero Marchesi, a La locanda del gusto di Vicenza, da visitare non solo per la pasta fresca fatta a mano con farine genuine, ma anche perché è nata dentro la casa natale di Antonio Fogazzaro.
E poi ancora, da non perdere gli Spaghetti di rapa rossa nei dammusi di Destino vegetariano a Pantelleria (Tp) o il servizio di Chef vegano a domicilio (con tanto di lezione di cucina) della Mucca felice di Clivio (Va) o, per una serata a Roma, il Rockabrilli, tra note e birre artigianali. Per ciascuna struttura, oltre a indirizzi, orari e prezzi, la guida valuta anche l’impatto ambientale (raccolta differenziata, energia rinnovabile, stoviglie compostabili, eco detergenti); la presenza di prodotti biologici, a km0 e locali; la disponibilità ad accogliere amici a quattro zampe. Più tutta un sezione sui rifugi per gli animali, per meglio conoscerli e programmare una visita ai loro ospiti. E se non è abbastanza, c’è anche il sito e l’app (www.viaggiavegan.it) per restare sempre aggiornati.
”Una mappa – scrive nelle prefazioni Maurizio Pallante, fondatore del Movimento Decrescita Felice – dei luoghi in cui si sta costruendo un rapporto diverso tra gli esseri umani e gli altri esseri viventi. In cui l’altro mondo possibile, che molti auspicano, va prendendo forma. Lentamente, ma con passo costante”.

Fmi: Ft, spagnoli più ricchi italiani, sorpasso nel 2017Lo riporta Financial Times sulla base dei dati dell’Fmi. In cinque anni Spagna più ricca del 7%

19 aprile 201821:22

Gli spagnoli sono piu’ ricchi degli italiani: il Pil procapite della Spagna ha superato quello dell’Italia nel 2017. E’ quanto emerge dai dati diffusi del Fmi che confrontano i paesi sulla base della ”parità del potere d’acquisto”. Lo riporta il Financial Times citando alcuni dati del Fmi. Secondo le rilevazioni la Spagna sarà il 7% più ricca dell’Italia nei prossimi cinque anni. Dieci anni fa l’Italia era il 10% più ricca.

Def: Pil 2018 accelera a +1,6%, poi scende con IvaFonti del Mef, indiscrezioni sono ipotesi ancora allo studio

19 aprile 201821:23

Il Pil 2018 dovrebbe accelerare all’1,6% dall’1,5% previsto finora, rallentando poi all’1,4% nel 2019 e all’1,3% nel 2020 per l’effetto ‘recessivo’ delle clausole di salvaguardia sull’Iva previste a legislazione vigente. E’ quanto prevede, a quanto si apprende, il quadro tendenziale del Def ‘tecnico’ messo a punto dal Mef.

“Il quadro tendenziale del Documento di economia e finanza non è ancora stato definito ed è al momento oggetto di analisi dei tecnici del Mef”. E’ quanto affermano fonti del Ministero dell’Economia, precisando che “le indiscrezioni riportate da alcune agenzie di stampa sono soltanto ipotesi ancora allo studio”.

Il governo potrebbe presentare il Def in versione ‘asciutta’ all’inizio della prossima settimana, probabilmente tra lunedì a martedì. Secondo quanto si apprende, si tratterebbe, come ribadito più volte dal governo, solo del quadro macroeconomico tendenziale, a legislazione vigente. Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, rientrerà dalla riunione del Fondo monetario internazionale a Washington domenica sera.

Tasse evase, sequestrati beni Casa curaSigilli a conto corrente società gestione clinica in Calabria

BELVEDERE MARITTIMO (COSENZA)19 aprile 201809:35

– BELVEDERE MARITTIMO (COSENZA), 19 APR – La Guardia di finanza di Cosenza ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni per un ammontare di 5 milioni nei confronti della Casa di cura Tricarico Rosano srl di Belvedere Marittimo e del rappresentante legale della società, Fabrizio Tricarico Rosano. Il provvedimento è stato disposto dal gip del Tribunale di Paola su richiesta della Procura.
I reati contestati vanno dall’infedele dichiarazione dei redditi all’omesso versamento di ritenute certificate negli anni dal 2011 al 2014. La misura scaturisce da una verifica fiscale eseguita dai finanzieri del Nucleo di polizia economico – finanziaria di Cosenza che, nel periodo, ha interessato i comparti imposte dirette e Iva e ha fatto emergere l’omesso versamento di ritenute, relative ad emolumenti erogati, per circa 4 milioni di euro, nonché un’evasione d’imposta (Ires) superiore a 800 mila euro. I sigilli sono stati apposti ad un conto corrente della società con disponibilità finanziarie per vari milioni di euro.
Droga e riciclaggio, 50 arrestiNapoli,provvedimenti per traffico internazionale stupefacenti

NAPOLI19 aprile 201809:52

– NAPOLI, 19 APR – È in corso un’operazione da parte del Comando provinciale dei carabinieri che stanno dando esecuzione a provvedimenti cautelari emessi dal Gip di Napoli su richiesta della Dda nei confronti di oltre 50 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico internazionale e allo spaccio di stupefacenti, intestazione fittizia di beni, impiego di denaro di provenienza illecita e riciclaggio, tutti reati aggravati da finalità mafiose.
Alluvione Baganza, Pm accusa PizzarottiDisastro colposo coi vertici protezione civile. Sindaco:’Sereno’

PARMA19 aprile 201810:08

– PARMA, 19 APR – La Procura di Parma ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco Federico Pizzarotti per l’alluvione dell’ottobre del 2014 del torrente Baganza, l’esondazione che devastò una parte della città emiliana.
L’accusa per il primo cittadino è di disastro colposo in concorso.
Con Pizzarotti, scrive oggi Gazzetta di Parma, la Procura ha chiesto lo stesso per l’ex dirigente della protezione civile Alifraco, il direttore dell’Agenzia regionale della protezione civile Mainetti, l’ex comandante della polizia Municipale Noè e il responsabile della protezione civile Pattini. Secondo il pm Dal Monte il sindaco avrebbe dovuto aggiornare il piano protezione civile e non avrebbe attivato le fasi di allarme. Il sindaco Pizzarotti si è detto tranquillo: “Ho fatto tutto quello che si doveva fare”.
Violenza sessuale, fermato un uomoL’aggressione domenica mattina nel centro storico di Bologna

BOLOGNA19 aprile 201810:10

– BOLOGNA, 19 APR – La squadra mobile della Polizia di Bologna ha eseguito un fermo emesso dal Pm Michele Martorelli nei confronti del presunto responsabile di una violenza sessuale avvenuta all’alba di domenica mattina, vittima una studentessa universitaria. La ragazza è stata seguita e aggredita verso le 6 in vicolo Santa Lucia, pieno centro storico, dentro dell’androne di casa. La giovane ad un certo punto è riuscita a divincolarsi e a fuggire nel proprio appartamento.
L’indagine, condotta dalla sezione ‘contrasto alla violenza di genere’, in raccordo con la Procura, ha identificato l’uomo grazie ad acquisizione di immagini di telecamere e ad altri riscontri. Il fermo è scattato ieri sera.
Cadavere a Rimini: è omicidio, un fermoSenegalese ucciso a colpi pistola, forse identificato l’autore

RIMINI19 aprile 201810:13

– RIMINI, 19 APR – E’ stato ucciso con due colpi di postola, a ci sarebbe già un fermo per l’omicidio, il 27enne senegalese trovato cadavere l’altra notte sulla passeggiata degli Artisti a Rimini. Lo ha rivelato l’autopsia condotta dal professore Giuseppe Fortuni nominato dalla Procura di Rimini.
Due i colpi di pistola che hanno raggiunto il ragazzo e che in un primo momento non sono stati notati né dagli investigatori della polizia né dal medico legale intervenuto sul posto per constatarne il decesso.
Il giovane senegalese in Italia con regolare permesso di lavoro, senza precedenti e senza alcun legame col mondo dello spaccio, sarebbe morto tra la mezzanotte e 2, in quel lasso di tempo un residente in zona avrebbe raccontato alla polizia di aver udito distintamente due colpi di arma da fuoco.
‘Zona rossa’ attorno al cantiere No TapRipristinato provvedimento per una settimana per ‘evitare danni’

LECCE19 aprile 201810:16

– LECCE, 19 APR – Il prefetto di Lecce, Claudio Palomba, ha ripristinato da oggi e fino al 25 aprile la cosiddetta ‘zona rossa’ attorno all’area del cantiere di San Basilio, a Melendugno (Lecce), dove sono in corso i lavori di costruzione del terminale gasdotto Tap che porterà gas dal Mar Caspio alla Puglia.
Il prefetto ha ordinato il transito e l’accesso controllato a veicoli e persone dalla mezzanotte scorsa fino alle 24.00 del 25 aprile prossimo nelle strade che portano all’area del cantiere.
La percorribilità stradale è concessa ai frontisti ed è garantita all’utenza sulle provinciali 145 e 366. Il provvedimento è stato disposto per “prevenire ulteriori gravi turbative dell’ordine pubblico connesse alle operazioni di cantiere da parte del cosiddetto Movimento No Tap e di aderenti al mondo anarchico insurrezionalista ed alla galassia dell’antagonismo, come già avvenuto nei mesi scorsi e più recentemente nelle prime settimane di aprile”.
Ruby ter, nuovo rinvio udienza a TorinoProcesso per donazioni denaro Berlusconi a ex infermiera Bonasia

TORINO19 aprile 201811:32

– TORINO, 19 APR – Nuovo rinvio a Torino per l’udienza preliminare del filone piemontese del procedimento Ruby ter, che riguarda Silvio Berlusconi e l’ex infermiera di Nichelino Roberta Bonasia. Il pm Laura Longo ha modificato il capo d’accusa e il gup Francesca Christillin ha aggiornato l’udienza al 16 maggio. Dalle contestazioni è stata esclusa la concessione in comodato gratuito alla Bonasia di un immobile in Torre Velasca.
Il processo riguarda le donazioni di denaro che Berlusconi, secondo l’impostazione dell’accusa, avrebbe fatto alla Bonasia perché, nel corso delle sue testimonianze nei processi di Milano, rendesse dichiarazioni non veritiere su quanto avveniva nel corso delle cene eleganti ad Arcore. La pm Longo ha escluso la concessione dell’immobile perché risale al 2008 e le deposizioni furono rese nel 2011 e 2012.
Expo, Sala: bilancio in utileSindaco, sui conti in campagna elettorale sono stato massacrato

MILANO19 aprile 201811:50

– MILANO, 19 APR – Sui conti di Expo “ci sono state alcune polemiche e in campagna elettorale sono stato massacrato sui presunti buchi nel bilancio, ma la società sta chiudendo in utile”. Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, parlando dei conti dell’esposizione universale che ha guidato come commissario unico e amministratore delegato. “Oggi di Expo vediamo i vantaggi e la società sta chiudendo in utile – ha concluso – cioè restituirà soldi ai soci”.
Rugby in Piazza San Marco, multatiScoperti dalla Polizia municipale a improvvisare azioni di gioco

VENEZIA19 aprile 201812:25

– VENEZIA, 19 APR – Doveva essere solo uno spot a favore del rugby ma si è trasformato in una mini-stangata da parte della Polizia municipale di Venezia: protagonista una decina di giocatori del San Donà Rugby che avevano scelto Piazza San Marco come scenografia della loro esibizione. Per tutti è scattata una multa di 50 euro, pagata immediatamente con il pos.
Ai giocatori, in larga parte australiani e neozelandesi, è stato contestato di non essersi limitati alla foto e al video di rito ma di aver voluto confezionare uno spot promozionale inserendo alcune azioni di gioco come touche e alzate.
Ambulante ucciso nel’92,chieste condanneDelitto nel Torinese per motivi legati a criminalità organizzata

TORINO19 aprile 201813:00

– TORINO, 19 APR – L’8 giugno del 1992 un venditore ambulante, Agatino Razzano, fu ucciso a colpi di pistola tra le bancarelle del mercato a Moncalieri: per quell’omicidio oggi il PM Livia Locci, a Torino, ha chiesto due condanne. La vicenda risulta legata a questioni della criminalità organizzata catanese, attiva a Torino fino ai primi anni ’90.
Il processo che si celebra con il rito abbreviato nasce dopo le rivelazioni di Roberto Cannavò, che nel 2014 spedì una lettera ai magistrati torinesi confessando di essere l’esecutore: per lui sono stati proposti 20 anni di carcere.
Trent’anni invece è la richiesta per il presunto mandante, Santo Mazzei, detenuto da un ventennio, considerato dagli inquirenti un personaggio di spicco dei clan catanesi.
Caldo anomalo in mezza Europa, in Italia è quasi estateSoprattutto al centro-nord, con picchi di 27-28°c

ROMA19 aprile 201813:05

Caldo anomalo in mezza Europa: oggi previsti 29°c a Parigi, 27°c a Londra. E l’Italia non fa eccezione: valori da inizio estate nel nostro paese soprattutto al centro-nord, con picchi di 27-28°c. Mentre qualche temporale pomeridiano è previsto sul basso versante tirrenico e isole.

L’alta pressione determinerà una fase stabile e soleggiata fino all’inizio della prossima settimana. “Nei prossimi giorni l’alta pressione – spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo – favorirà la persistenza del caldo fuori stagione che caratterizza le attuali condizioni climatiche soprattutto al Nord (ieri a Bolzano il termometro ha raggiunto i 29°C). Gli ultimi aggiornamenti indicano tendenzialmente una persistenza di questa situazione fino alla prima parte della prossima settimana.”

Sulla stessa linea 3bmeteo.com che conferma l’aumento del caldo con temperature da inizio Giugno, “in intensificazione dapprima soprattutto al Nord, Toscana, Lazio, Umbria e alta Campania, dove tra venerdì e sabato le massime raggiungeranno i 25-26°C ma con punte locali di 27-28°C. Sulle vallate alpine non esclusi persino picchi vicini ai 30°C”. Tra le città più calde, conclude Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com: “Trento, Bolzano, Milano, Torino, Verona, Bologna, Firenze, Terni, Grosseto, Roma, Frosinone, Benevento.

Bullismo su 14enne, obbligo casa per dueTribunale Minorenni dispone provvedimento misura cautelare

LANCIANO (CHIETI)19 aprile 201813:12

– LANCIANO (CHIETI), 19 APR – Sono stati obbligati a stare a casa i due studenti minorenni che hanno aggredito, minacciato e insultato a scuola un ragazzo di 14 anni: lo ha deciso il Tribunale per i Minorenni dell’Aquila disponendo l’ordinanza di permanenza in casa per i responsabili degli atti di bullismo avvenuti in una scuola nei confronti di un ragazzo che frequenta la prima classe dell’istituto e che beneficia del sostegno. L’8 novembre scorso i due studenti, indagati per minacce e lesioni, hanno preso a pugni il 14enne, insultandolo, minacciandolo e gli hanno sbattuto la testa sul banco. Il giorno dopo alla vittima sono giunte minacce su whatsapp, anche con file audio. Il ragazzo, che frequenta il convitto della scuola, tornando a casa nel fine settimana aveva mostrato grande apprensione al punto che la mamma lo aveva spogliato scoprendo il corpo pieno di lividi: i medici gli hanno diagnosticato una distorsione del rachide cervicale, la contusione di una costola ed ecchimosi.
Ogm: Fidenato assolto per semina 2015Decisione Tribunale Udine dopo sentenza Corte europea

UDINE19 aprile 201813:16

– UDINE, 19 APR – Il leader di Agricoltori Federati Giorgio Fidenato è stato assolto dall’accusa di aver violato il divieto di semina di mais Ogm anche per la semina 2015 nel campo di Colloredo di Monte Albano (Udine). Lo ha deciso il giudice monocratico del tribunale di Udine Carlotta Silva “perché il fatto non è previsto dalla legge come reato”. Assoluzione anche per Leandro Taboga, proprietario del terreno di Colloredo di Monte Albano. Lo ha riferito il loro avvocato Francesco Longo.
La pronuncia discende dalla sentenza della Corte di Giustizia europea che a settembre scorso aveva fornito l’interpretazione autentica del regolamento comunitario 1829 del 2003. “Abbiamo sostenuto l’ingiustizia dell’imputazione perché si basava su un decreto dichiarato non conforme alla norma comunitaria da parte della Corte europea – ha spiegato il legale – Lo Stato non poteva intervenire con un potere cautelare in assenza dei presupposti per poterlo esercitare”.

Baby arrampicatore morì,chieste condannePer l’istruttore e il produttore dell’attrezzatura utilizzata

TORINO19 aprile 201813:19

– TORINO, 19 APR – Il 3 luglio 2013 una giovanissima promessa dell’arrampicata sportiva, Tito Traversa, di Ivrea, morì in un incidente a Orpierre, nell’alta Provenza. Il pm Francesco La Rosa ha chiesto due condanne per omicidio colposo: 4 anni e 4 mesi per l’istruttore e 4 anni per l’imprenditore bergamasco che produsse una parte dell’ apparecchiatura utilizzata dal giovane senza però allegare nel manuale, secondo l’impostazione accusatoria, adeguate indicazioni sul suo utilizzo. Per il responsabile della scuola frequentata da Traversa è stata invece proposta l’assoluzione. La sentenza è prevista a maggio.
Undicenne solo a casa, assolti genitoriLa procura aveva chiesto la condanna di padre e madre

TORINO19 aprile 201813:29

– TORINO, 19 APR – Assolti per non aver commesso alcun reato. Si è concluso così, questa mattina in tribunale a Ivrea, il processo per abbandono di minore nei confronti dei genitori – che si stavano separando – di un ragazzino undicenne all’epoca dei fatti. Era stato lasciato solo in casa dal padre, che era sceso in cortile per una passeggiata con la nuova compagna.
Il ragazzino, allarmato, chiamò la madre che, anziché andare a prenderlo, lo convinse a chiamare la polizia. Il padre è stato assolto anche dall’accusa di violenza privata per aver costretto il figlio a partecipare a un pranzo di famiglia e per avergli dato due schiaffi.
La Procura di Ivrea ha chiesto 8 mesi per il padre e 6 mesi per la madre.
Buscema,bilancio armonizzato è complessoVia libera da sezioni riunite a esercizio Sardegna 2016

CAGLIARI19 aprile 201813:50

– CAGLIARI, 19 APR – “Oggi in occasione del giudizio di parifica del rendiconto della Sardegna ho colto un problema che non riguarda solo la regione ma è nazionale: l’armonizzazione contabile richiede una terapia complessa, una modifica culturale, quindi l’osservazione di oggi è coerente col panorama generale, qui è stata data una raccomandazione, ma ho colto anche nell’incontro col presidente della Regione la volontà ad allinearsi nel breve periodo”. Lo ha dichiarato il presidente nazionale della Corte dei conti, Angelo Buscema, dopo il via libera delle sezioni riunite, da lui presiedute a Cagliari, al Bilancio della Regione Sardegna per il 2016 e in relazione ad alcune problematiche evidenziate nella requisitoria della relatrice Maria Paola Marcia.
Truffa, indagati due dirigenti S.DonatoAccusati di associazione a delinquere, Lombardia parte lesa

MILANO19 aprile 201814:06

– MILANO, 19 APR – Ci sono due dirigenti del gruppo ospedaliero San Donato, Massimo Stefanato e Mario Giacomo Cavallazzi, e la rappresentante legale dell’azienda farmaceutica Mylan, Cinzia Volpin Falasco, fra gli indagati nell’inchiesta della Procura di Milano su una presunta truffa riguardo i rimborsi a carico del sistema sanitario nazionale per i farmaci acquistati dagli ospedali e, in particolare, i medicinali chiamati ‘File F’, ossia quelli comprati direttamente dagli ospedali per curare tumori, Aids e malattie rare ma anche quelli meno cari ma sempre a carico del servizio sanitario nazionale.
eno cari ma sempre a carico del servizio sanitario nazionale.
Il reato contestato è associazione per delinquere finalizzata alla truffa e vengono contestate condotte che vanno dal primo gennaio del 2013 al primo gennaio 2017. La Regione Lombardia risulta parte lesa.
Accoltella moglie dopo lite per gelosiaStamane nella casa della coppia: donna soccorsa in codice rosso

GENOVA19 aprile 201814:11

– GENOVA, 19 APR – Un cinquantenne albanese è stato fermato stamane dai carabinieri per avere accoltellato più volte la moglie al torace dopo una lite per gelosia. L’aggressione è avvenuta nell’abitazione della coppia, in via Donghi, sulle alture del quartiere popolare di San Fruttuoso. A chiamare i medici del 118 e i carabinieri sono stati i vicini di casa che hanno udito le urla di aiuto della donna: la ferita è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale San Martino in codice rosso ed è sempre rimasta cosciente. Il marito è accusato di tentato omicidio.
Investivano in Nigeria proventi ShabooIndagine della Polizia a Verona, Modena e Reggio Emilia

MODENA19 aprile 201814:13

– MODENA, 19 APR – Sette fermi – due a Modena, due a Reggio Emilia e tre a Verona – e cinque kg di shaboo sequestrati per un valore stimato di 600mila euro: la squadra mobile della Polizia di Modena ha stroncato una rete di spacciatori di spessore, tutti nigeriani, che piazzava la potente metanfetamina in varie parti del Nord Italia. Ai vertici marito, moglie e una terza persona, residenti tutti a Nogara, nel Veronese. A Modena e Reggio Emilia, invece, i referenti di zona, che gestivano il commercio sul mercato di competenza: nel primo caso, ad esempio, lo spaccio riguardava l’area del parco XXII aprile. Secondo le indagini, coordinate dal pm di Modena Francesca Graziano, la rete di spacciatori trasferiva gli introiti direttamente in Nigeria, dove acquistava case e terreni. Metà della droga sequestrata è stata trovata a Modena, l’altra a Nogara. Anche in Italia tutti e sette, regolari, tra i 38 e i 65 anni, conducevano vite agiate e ufficialmente lavoravano nei mercatini dell’usato.
Spara a moglie in strada si costituisceDonna ferita a colpi di pistola per strada in Brianza

MONZA19 aprile 201814:33

– MONZA, 19 APR – Ha sparato alla moglie e poi si è costituito. E’ avvenuto a Bovisio Masciago (Monza) oggi attorno alle 13. La donna stava camminando per strada quando è stata raggiunta da alcuni proiettili. La 35enne è stata trasportata in condizioni disperate all’ospedale San Gerardo di Monza. Il marito si è poi costituito nella caserma dei carabinieri di Seveso (Monza).
Comune Novara, no patrocinio a Gay PrideSindaco leghista contrario. Pd insorge, scelta discriminatoria

TORINO19 aprile 201814:37

– TORINO, 19 APR – Il Comune di Novara, guidato dal sindaco leghista Alessandro Canelli, ha negato il patrocinio al ‘Novara pride’, la manifestazione in programma il 26 maggio che porterà in città l’orgoglio omosessuale. Per il primo cittadino si tratta infatti di una “inutile ostentazione”, come scritto in una lettera agli organizzatori. Il no dell’amministrazione comunale diventa un caso politico, con il Pd che parla di “una decisione anacronistica e discriminatoria”.
“Il sindaco Canelli dimostra di essere prevedibile e scontato nel ruolo di moralizzatore – sostiene il Pd di Novara in una nota -: mentre la Regione Piemonte e la Provincia di Novara hanno dato il patrocinio e sosterranno l’iniziativa, il Comune di Novara sarà assente dando prova di non rappresentare realmente tutti i novaresi”.
“Certe battaglie di libertà e di civiltà appartengono a tutti”, osserva Nino Boeti, neo presidente del Consiglio regionale, che anche quest’anno sosterrà le iniziative del Coordinamento Lgbt.
Ex consigliera M5s, voglio scranno RaggiPresidente assemblea,decide la capigruppo. Ferrara, non lo avrà

ROMA19 aprile 201814:37

– ROMA, 19 APR – “Continuerò a parlarvi dal posto che quando era all’opposizione era occupato dall’attuale sindaca, con una sola variante rispetto a prima: uno non varrà più uno, perché questo è stato solo un grande inganno”. Lo ha detto in Assemblea Capitolina la consigliera capitolina Cristina Grancio, espulsa la scorsa settimana dal gruppo M5S, annunciando di voler prendere lo scranno che fu di Virginia Raggi. “La definizione dei posti dell’Aula è materia di capigruppo, per cui dalla capigruppo di domani lei sarà ritualmente convocata come facente parte del gruppo misto e si procederà alla definizione”, ha precisato il presidente d’Aula Marcello De Vito. “Per me lo scranno della sindaca è come maglia n.10 di Totti, non si può dare a nessuno”, rincara il capogruppo del M5S in Campidoglio Paolo Ferrara.
Sui bus tornelli contro i ‘portoghesi’Sperimentazione sui mezzi di Atp

GENOVA19 aprile 201814:51

– GENOVA, 19 APR – Contro i “portoghesi” tornelli sui mezzi pubblici. La sperimentazione, se darà i risultati sperati, diventerà operativa sui mezzi pubblici della provincia di Genova. L’innovazione parte da Atp, azienda di trasporto genovese che su quattro linee in funzione su Chiavari e il suo entroterra ha installato il sistema di controllo per evitare che si salga a bordo senza biglietto.
Il tornello, montato in corrispondenza dell’entrata anteriore e ad apertura verticale, si aprirà al momento dell’obliterazione del biglietto. I possessori di abbonamento invece dovranno mostrare il titolo di viaggio al conducente il quale aprirà il tornello con un pulsante.
Convinto della scelta e deciso a portarla avanti è il consigliere delegato della Città Metropolitana, Claudio Garbarino: “E’ la soluzione ideale per combattere l’evasione, che rappresenta un problema su tutte le linee, sia quelle costiere sia nell’entroterra. Credo che i primi ad essere contenti siano i passeggeri che pagano il biglietto”.
Adunata alpini 2018 presentata a TrentoDall’11 al 13 maggio, è la quinta volta nel capoluogo

TRENTO19 aprile 201815:05

– TRENTO, 19 APR – I vertici dell’Ana, Associazione nazionale alpini, hanno presentato ufficialmente a Trento l’adunata 2018, la 91ma, in programma dall’11 al 13 maggio. In prima fila il presidente, Sebastiano Favero, che ha evidenziato l’impegno dell’associazione per il volontariato e quello delle truppe per la pace.
L’appuntamento, con autorità civili e militari, è stato occasione per presentare il ‘Libro Verde della solidarietà 2017’, con le attività dello scorso anno, e il numero della rivista ‘l’Alpino’ dedicato all’adunata, con il titolo ‘Tutti a Trento’.
La manifestazione, nell’ultimo anno del centenario della Grande guerra, vedrà la Cittadella, luogo di incontro e di esposizione di mezzi e di equipaggiamenti, allestita al parco Santa Chiara. Nelle vie della città sono intanto già comparse le bandiere italiane sui lampioni, mentre iniziano i lavori di allestimento delle aree attrezzate per ospitare tende e camper.
Per Trento si tratta della quinta adunata, dopo quelle del 1922, 1938, 1958 e 1987.
Angeli in aula contro Spada,non ho pauraIn segno di solidarietà in tribunale la sindaca Virginia Raggi

ROMA19 aprile 201815:06

– ROMA, 19 APR – “Hanno provato in tutti i modi a privarmi della mia libertà e sono riusciti a privarmi di quella fisica perché ho la scorta ma sicuramente io alle loro regole non ci sto e oggi posso dirvi che mi sento libera, è una bellissima sensazione. Non ho paura”. Lo ha detto la giornalista Federica Angeli, sentita oggi come testimone nel processo a carico di esponenti del clan Spada. – Nel corso dell’udienza la cronista di Repubblica ha ricordato che vive sotto scorta da 1736 giorni. “In questi anni – ha raccontato – ho ricevuto minacce dirette e indirette, insulti sui social, avvertimenti.
Anche mio figlio quando aveva 8 anni venne preso di mira da Carmine Spada che gli fece il segno della croce. Ricordo quando vennero sotto casa mia a brindare due imputati di questo processo che erano stati scarcerati. Vivo blindata, non posso neppure affacciarmi sul balcone di casa, da cui vidi le fasi del conflitto a fuoco”. In segno di solidarietà in aula la sindaca Virginia Raggi e il direttore di Repubblica Mario Calabresi.
Investì vigilante, cade ipotesi del doloA giudizio per delitto stradale. 800mila euro a famiglia vittima

BOLOGNA19 aprile 201815:24

– BOLOGNA, 19 APR – Cade l’accusa di omicidio volontario col dolo eventuale per l’impiegato 36enne accusato a Bologna della morte di Iulian Cucu, il vigilante romeno di 40 anni investito la notte tra il 2 e il 3 aprile 2016 in via Casteldebole. Il Gup Domenico Panza ha infatti rinviato a giudizio l’imputato, ma ha riqualificato il reato nell’ipotesi più lieve di omicidio stradale. L’uomo si era appartato con una prostituta nei pressi di un casolare in periferia. Raccontò agli investigatori di essersi spaventato quando Cucu e un collega, entrambi addetti alla vigilanza di un immobile diroccato, si erano avvicinati alla vettura con le torce, in un punto sterrato. Era quindi partito e aveva urtato il 40enne romeno, poi la stessa notte, poco più tardi, si costituì. I familiari, difesi dall’avvocato Gennaro Lupo, sono stati risarciti dall’assicurazione con 800mila euro. “Soddisfatto” che al vaglio del Gup non abbia retto l’ipotesi della Procura, si è detto il difensore dell’imputato, avvocato Claudio Cenacchi.
Spara e uccide moglie,crisi matrimonialeLa segue e le spara per strada, poi va in caserma a costituirsi

MILANO19 aprile 201815:59

– MILANO, 19 APR – Stava probabilmente facendo ritorno a casa a bordo della sua Alfa Romeo Giulietta Valeria Bufo, 56enne (e non 35enne come riferito in un primo momento) di Seveso (Monza), uccisa a colpi di pistola dal marito Giorgio Truzzi, 57 anni, oggi a Bovisio Masciago (Monza). Secondo quanto ricostruito fino ad ora dai carabinieri di Desio (Monza) che indagano sul delitto, l’uomo la stava seguendo a bordo della sua smart quando, nei pressi di un semaforo, il 57enne ha fatto fuoco. Ancora da chiarire se la donna sia scesa o meno volontariamente dall’auto prima di essere aggredita a colpi di pistola in mezzo alla strada. Tre i figli della coppia che, a quanto si è appreso, era in crisi da tempo ed era vicina alla separazione. Dopo il delitto, l’uomo si è costituito nella caserma dei Carabinieri di Seveso.
Ancora bullismo a Lucca in nuovo videoStudente con casco mima testate contro prof dell’Itc Carrara

FIRENZE19 aprile 201816:14

– FIRENZE, 19 APR – Un ragazzo che indossa un casco da motociclista, si avvicina al professore e mima il gesto di prenderlo a testate, un altro studente che appoggia due cestini per la carta sulla cattedra. E poi una voce di sottofondo che dà del ‘buffone’ al docente mentre un compagno gli mette un giubbotto in testa. Il tutto tra ragazzi che ridono e si muovono tra i banchi. E’ quanto appare in un altro video registrato nella classe dell’Itc Carrara di Lucca e postato sui social insieme a quello in cui uno studente minaccia lo stesso professore intimandogli di mettergli sei.
Bullismo: Fedeli, non ammessi a scrutiniE siano sospesi anche coloro che hanno girato il video

ROMA19 aprile 201816:16

– ROMA, 19 APR – “Serve una linea rigorosa e l’attuazione delle sanzioni già previste: di fronte ai fatti di Lucca e di Velletri i ragazzi vanno sospesi, il consiglio d’Istituto deve valutare la gravità dei fatti, che secondo me c’è, e gli studenti devono essere sanzionati fino a non essere ammessi agli scrutini finali”. Così la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli. “Vanno sospesi e sanzionati anche i ragazzi che hanno girato il video e che hanno guardato quanto avveniva in classe” senza intervenire in difesa del docente.
Napoli, giovani in corteo contro ‘stese’Studenti e gente comune tra vicoli dove si spara per guerra clan

NAPOLI19 aprile 201816:18

– NAPOLI, 19 APR – Studenti e gente comune in corteo tra i palazzoni di San Giovanni a Teduccio, periferia est di Napoli, contro le ‘stese’, raid armati che esponenti dei clan in guerra utilizzano per affermare il proprio predominio sul territorio. “Portiamo tutti un cartello con la scritta ‘Io non ci sto’, lo slogan della manifestazione, – ha spiegato uno dei promotori – perché vogliamo affermare la nostra determinazione a non voler abbandonare il quartiere nelle mani della criminalità organizzata. Una scossa di orgoglio che ci piacerebbe coinvolgesse tutte le istituzioni preposte per perseguire l’obiettivo di restituire una pacifica San Giovanni a Teduccio ai suoi onesti cittadini”. I manifestanti, partiti dal Parco intitolato a Massimo Troisi, hanno attraversato lungo il tragitto alcune strade teatro nei giorni scorsi di questi pericolosi raid ultimo dei quali è avvenuto nel rione Villa luogo di arrivo del corteo per anni roccaforte e piazza di spaccio di boss della camorra ed ora terra contesa tra diversi clan.
Lancia cagnolino del figlio da finestraArrestato un 44enne a Roma, “ste pagliacciate per un cane”

ROMA19 aprile 201816:33

– ROMA, 19 APR – “Tutte ‘ste pagliacciate…è solo un cane”. Queste le parole che un 44enne romano ha rivolto ai poliziotti che stavano confortando il figlio a cui aveva appena ucciso, lanciandola dal settimo piano di un condominio di Roma, la sua cagnolina. Gli agenti erano intervenuti sul posto dopo una segnalazione al numero unico delle emergenze. Dopo aver individuato l’abitazione hanno trovato un adolescente in lacrime che stringeva al petto la femmina di Jack Russell che il padre aveva ucciso lanciandola nel vuoto. Quando ormai si era formato un capannello di gente, è arrivato l’uomo che, già da lontano, ha iniziato ad insultare gli agenti, poi ha colpito con calci e pugni i due poliziotti che cercavano di fermarlo. Per ostacolarlo, gli agenti hanno usato lo spray al peperoncino.
L’uomo è stato arrestato.
Attentati Sardegna: sindaci, ora i fattiAnci, rendere operativi patti per sicurezza ancora sulla carta

ORISTANO19 aprile 201816:38

– ORISTANO, 19 APR – “Basta parole. Si è arrivati alla fine della discussione, dei protocolli e delle carte”. Sindaci sardi di nuovo all’attacco contro la recrudescenza degli attentati ai pubblici amministratori, l’ultimo in ordine di tempo la bomba che ha distrutto la casa di campagna del vice sindaco di Esporlatu, in provincia di Sassari. Riuniti in assemblea ad Abbasanta dall’Anci, i primi cittadini hanno fatto il punto su un fenomeno criminale che sta creando forte allarme nell’Isola: oltre 220 episodi negli ultimi sette anni sino al 2017, già cinque nel 2018.
“Serve un riconoscimento del ruolo dell’amministratore locale, che non può essere delegittimato da altre istituzioni – spiega all’ANSA il presidente dell’Anci Sardegna Emiliano Deiana, sindaco di Bortigiadas, in Gallura – O ci sono più fondi per i Comuni, più uomini con la presenza sul territorio delle forze dell’ordine e più risorse tecnologiche con la videosorveglianza, oppure tutti i patti per la sicurezza rimangono solo su carta.
Il 7% degli studenti ha assistito scatti di ira contro i prof Skuola.net: ‘Uno su quattro dice che in classe sono state scattate foto o video’

19 aprile 201816:49

Le aggressioni di studenti nei confronti dei propri professori, stando alle cronache, sembrano fenomeni all’ordine del giorno. Eppure, secondo quanto hanno raccontato i circa 7mila alunni di scuole medie e superiori interpellati da Skuola.net, il fenomeno è meno grave di quanto si percepisca. Almeno in apparenza. Solo il 7% dei ragazzi, infatti, dice di aver assistito a uno scatto d’ira di un proprio compagno che aveva come bersaglio proprio il docente di turno. Si parla quindi di poco più di 1 studente su 20. E, nella maggior parte dei casi, si tratta di aggressioni verbali: il 55% degli intervistati riporta che il coetaneo si è ‘limitato’ a insulti e improperi. Più di un terzo delle volte (36%), però, lo studente è passato alle vie di fatto, alzando le mani verso l’insegnante. Che, in termini assoluti, si traducono in pochissimi episodi. Ovviamente comunque da condannare. Il problema, semmai, è l’atteggiamento della classe, perché, quando accadono cose del genere, gli altri studenti non intervengono.Anzi, contribuiscono a far diventare virale la scena, tra chi frequenta la scuola e non solo, mettendo in atto una sorta di cyberbullismo ai danni dei prof. Per il 27% degli intervistati, infatti, i ragazzi che hanno assistito allo scontro si sono limitati a riprendere con lo smartphone, per scattare foto o girare video di quanto stava avvenendo, da caricare online sui social network o passarsi via chat, per ridicolizzare il docente o esaltare l’impresa. A cui va aggiunto un 20% che sottolinea come nessuno abbia difeso l’insegnante. Secondo il 16%, c’è stato chi ha preso addirittura le parti del compagno. Appena 1 su 5 – il 21% – conferma che c’è stato almeno il tentativo di placare gli animi.Forse è anche per via del timore di una diffusione di foto o video o per la paura che aumenti a dismisura l’attacco nei propri confronti, ben oltre le mura della scuola, che tantissimi professori decidono di subire in silenzio, come è avvenuto spesso negli ultimi episodi raccontati dalle cronache. Sempre in base ai racconti degli studenti, nel 43% dei casi i docenti non hanno reagito alla violenza fisica o verbale. Per il 57%, invece, gli insegnanti hanno risposto all’affronto adottando la stessa arma usata dall’alunno. Un quadro che vede gli insegnanti messi sotto pressione anche da un altro fronte: quello dei genitori. Perché quasi 1 ragazzo su 10 sostiene che pure le famiglie si danno il loro da fare: l’8% dice che più di un genitore ha offeso un docente per il trattamento riservato al figlio e qualcuno avrebbe persino alzato le mani. E allora il problema diventa sistemico. E i numeri tornano.

Volume Tv alto, indagata novantenneVicina di casa chiede anche risarcimento di 3 mila euro

GENOVA19 aprile 201817:21

– GENOVA, 19 APR – Tiene il volume della tv troppo alto e la vicina la denuncia. Indagata una donna di 90 anni, sorda, a cui sono stati anche chiesti 3 mila euro di risarcimento. Tutto nasce dalla denuncia di una giornalista freelance che sarebbe stata disturbata durante il suo lavoro. L’anziana, difesa dall’avvocato Andrea Testasecca, vive da sola e ha anche problemi a deambulare, per cui si serve di un girello per camminare. I condomini le hanno regalato un apparecchio wifi che collega la televisione al suo apparecchio acustico ma il sistema ogni tanto salta e la donna è costretta, con molta fatica e lentezza, ad avvicinarsi alla tv per abbassare di nuovo l’audio.
A volte sono gli altri vicini a intervenire per aiutare la nonnina. Gli accorgimenti, però, non sono bastati e l’anziana è stata indagata per disturbo della quiete pubblica.
In fabbrica Winx scuola sognatori domaniNel verde 30 bambini imparano giocando con matematica e arte

LORETO (ANCONA)19 aprile 201817:48

– LORETO (ANCONA), 19 APR – Una scuola d’infanzia bilingue per i sognatori di domani. L’ha creata Iginio Straffi, fondatore del colosso di animazione Rainbow, all’interno della storica sede di Loreto, dove vengono progettate le storie delle fatine Winx e di tanti altri personaggi. Immersa nel verde con spazi esterni attrezzati e sette grandi e luminosi locali per un totale di 1.000 mq, la Liberi Reggiomonte International School, avviata nel settembre scorso, ospita 30 bambini di nazionalità diverse, divisi in due classi e sei insegnanti, di cui due di madrelingua inglese. Vi si insegna arte, musica, teatro, matematica, cucina, scienza e ginnastica divertendosi e giocando in spazi coloratissimi e specificatamente attrezzati. “E’ un investimento nel territorio e un progetto di formazione per il futuro basato sulla creatività”, ha spiegato Straffi.
Api, no Comune Falconara a rinnovo AiaSindaco, aspettiamo documenti Asur. Slitta conferenza servizi

FALCONARA MARITTIMA (ANCONA)19 aprile 201818:42

– FALCONARA MARITTIMA (ANCONA), 19 APR – La giunta comunale di Falconara Marittima ha deciso all’unanimità di esprimere parere contrario al rinnovo dell’Aia (Autorizzazione Integrata Ambientale) per la raffineria Api, da cui nei giorni scorsi si sono sprigionate esalazioni di benzene a causa della fuoriuscita di greggio durante le operazioni di manutenzione di un serbatoio. Lo ha reso noto il sindaco di Falconara Goffredo Brandoni, spiegando che comunque il parere dell’amministrazione comunale è stato sempre vincolato, anche in passato, alle attestazioni di Arpam e Asur sui parametri ambientali e sanitari. “Al momento – ha spiegato all’ANSA – le certificazioni dell’Asur non sono arrivate. Intanto è stata rinviata al 3 maggio la Conferenza dei servizi, in programma per domani, in cui di doveva discutere dell’Aia”.
Ragazzo precipita da balcone e muorePolizia indaga a Mantova su disgrazia o suicidio

MANTOVA19 aprile 201818:42

– MANTOVA, 19 APR – Un 15nne è precipitato dal balcone del quarto piano della sua abitazione in centro a Mantova e, dopo un volo di oltre 12 metri, è caduto nel cortile interno della palazzina. Inutili i soccorsi. Il ragazzo, che frequentava la scuola superiore, è morto durante il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale di Mantova. Per la Polizia non è ancora chiaro se si tratti di una disgrazia o un suicidio. Il fatto è avvenuto oggi pomeriggio. Quando i medici sono arrivati la situazione era già compromessa e il 15enne è morto dopo un’ora dall’arrivo al pronto soccorso.
Accoltellato consigliere comunaleArrestato l’aggressore, uno straniero con problemi psichici

BELLUNO19 aprile 201818:49

– BELLUNO, 19 APR – Un consigliere comunale di Belluno, Bruno Longo, è stato ferito a coltellate oggi da un uomo, in cura per problemi psichici, che è stato poi arrestato dalla polizia. Il consigliere, che si trovava all’interno della sua auto, ferma davanti ad un bar, è stato dapprima colpito con pugni al volto, è poi nel tentativo di difendersi è stato raggiunto da alcuni fendenti ad un avambraccio. Ricoverato all’ospedale è stato giudicato guaribile in 30 giorni. Le sue condizioni non destano preoccupazione. L’aggressore, un uomo di nazionalità straniera, disoccupato, con precedenti per minacce e lesioni, è finito in manette con l’accusa di tentato omicidio, porto d’armi illegale e danneggiamento. Dopo essersi accanito contro il consigliere, esponente della lista “Belluno è di tutti”, ha sfogato la sua rabbia colpendo anche la vettura della vittima. Il fatto non avrebbe alcun collegamento con l’attività politica di Longo. L’arrestato avrebbe sostenuto che l’uomo gli era creditore di una somma di denaro.
Bimbo investito da auto genitori, graveE’ accaduto alla periferia di Brescia

BRESCIA19 aprile 201819:03

– BRESCIA, 19 APR – Un bambino di quattro anni è ricoverato in gravi condizioni dopo essere stato investito dall’auto dei genitori durante una manovra in retromarcia. I soccorritori stanno ancora cercando di capire se alla guida della vettura ci fosse la madre o il padre. E’ accaduto alla periferia Brescia, in via Ronchi San Francesco di Paola. Il bambino è stato rianimato sul posto e trasferito d’urgenza in ospedale.
Bimbo 3 anni cade da un balcone, è graveIl piccolo precipita sul parabrezza di una vettura in sosta

BOLOGNA19 aprile 201819:34

– BOLOGNA, 19 APR – Un bimbo di tre anni è precipitato da un balcone di un appartamento al terzo piano di una palazzina della periferia di Bologna, in via Antonio Di Vincenzo, in zona Bolognina. Il piccolo è caduto sopra il parabrezza di una vettura in sosta. Soccorso dal 118, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Maggiore in gravi condizioni, anche se non sarebbe in immediato pericolo di vita. Sul posto, Polizia e Vigili del Fuoco che hanno aperto la porta dell’abitazione per permettere agli operatori di accedere.
Roma: ok a mozione per una via a BikilaPresentata dal Pd, “serietà dopo gaffe sul sito del Comune”

ROMA19 aprile 201819:56

– ROMA, 19 APR – L’assemblea capitolina ha approvato una mozione per intitolare una strada della Capitale al maratoneta Abebe Bikila, simbolo e immagine delle Olimpiadi di Roma del 1960. La mozione è stata presentata dal gruppo Pd e approvata dall’Aula a maggioranza M5S. l’etiope passato alla storia per aver vinto scalzo la maratona alle olimpiadi di Roma del 1960.
La mozione è stata presentata dal gruppo PD e approvata dall’Aula a maggioranza M5S. “Correndo la maratona a piedi nudi, vincendola e conquistando anche il primato mondiale, realizzò una impresa che fece scalpore in tutto il mondo e lo consacrò nella leggenda divenendo il simbolo delle Olimpiadi di Roma”, si legge nel documento approvato. “Dopo la recente gaffe sul sito del Comune di Roma che dava Bikila tra i presenti ad un evento sportivo abbiamo voluto riportare la questione nei ranghi della serietà e proposto di intitolare una strada ad un uomo che ha reso famosa anche Roma con la sua impresa”, spiega il capogruppo Dem Giulio Pelonzi.
Giudice autorizza cambio sesso minorenneAvvocata, risultato storico, giudice sardo all’avanguardia

TEMPIO PAUSANIA19 aprile 201820:21

– TEMPIO PAUSANIA, 19 APR – Potrà diventare donna il diciassettenne sardo che ha chiesto al giudice di Tempio Pausania l’autorizzazione a cambiare sesso, accompagnato e sostenuto dai genitori. Nato ragazzo, da un anno in terapia ormonale, l’adolescente ha ottenuto dal Tribunale del capoluogo gallurese il consenso all’autodeterminazione. E’ il terzo caso in Italia di un minore che si rivolge alla magistratura per il cambio di genere, appoggiato dalla madre e dal padre. A rappresentare l’adolescente e i suoi genitori è stata l’avvocata bolognese Cathy La Torre, da anni impegnata nelle cause per i diritti dei trans e nelle battaglie di genere.
“E’ un risultato storico – afferma soddisfatta l’avvocata, ex consigliera comunale di Bologna, attivista Lgbt e da anni nel Movimento identità transessuale (Mit) – perché il giudice ha affermato che il soggetto minore è anche portatore di interesse e può essere capace di scegliere. C’erano stati altri due precedenti, ma nessun Tribunale era stato così chiaro e all’avanguardia

Pipì loggiato Uffizi, supermulte turistiSono una 18 enne danese e un tunisino

FIRENZE19 aprile 201821:29

– FIRENZE, 19 APR – Hanno orinato sotto il Loggiato della Galleria degli Uffizi a Firenze e per questo sono stati multati con sanzioni salate. Protagonisti della bravata, in due differenti episodi, il primo due notti fa, l’altro la notte scorsa, praticamente nello stesso punto, sono stati rispettivamente una studentessa danese 18enne, in vacanza nel capoluogo toscano e un tunisino 33enne residente a Padova. Gli agenti hanno fatto un verbale per atti contrari alla pubblica decenza, reato depenalizzato che però prevede il pagamento di una sanzione amministrativa che potrà variare tra 5.000 e 10.000 euro. Stanotte la stessa sanzione è stata elevata a un tunisino di 33 anni residente a Padova.
Lascia capo di Save The Children, dopo scandalo molestie ongAlan Parker si fa da parte dopo 10 anni, suo mandato in scadenza

19 aprile 201823:51

Si fa da parte con qualche mese d’anticipo sul previsto sir Alan Parker, da 10 anni presidente di Save The Children International, il cui mandato alla guida della nota organizzazione umanitaria era previsto in scadenza per dicembre. L’annuncio è stato dato dalla stessa ong, coinvolta nei mesi scorsi sulla scia di altre – in primo luogo Oxfam – nello scandalo sui casi di molestie sessuali di alcuni operatori, di comportamenti impropri e di parziali insabbiamenti. In una lettera indirizzata al board, Parker riconosce che un cambiamento è necessario per affrontare le sfide aperte dinanzi alla charity e in generale al settore delle attività umanitarie internazionali. E aggiunge di ritenere che il momento giusto per provvedere alla successione sia adesso.

Ex modella Playboy può parlare di TrumpAccordo con Enquirer. Cade causa che poteva coinvolgere tycoon

WASHINGTON19 aprile 201807:41

– WASHINGTON, 19 APR – L’ex coniglietta di Playboy Karen McDougal è libera ora di parlare della sua presunta relazione con Donald Trump: lo stabilisce un accordo con America Media, la società editrice del National Enquirer, che le aveva pagato 150 mila dollari per acquistare in esclusiva con un contratto i diritti sulla storia, poi mai pubblicata. Un modo per seppellirla prima delle presidenziali, secondo i detrattori.
L’accordo mette fine anche alla causa intentata dalla modella contro America Media per contestare il contratto, mettendo così al sicuro Trump dal rischio di dover essere trascinato nella disputa legale.
Trump, lascio summit con Kim se inutile’Potrei ancora non andare se pensassi che non darà frutti’

WASHINGTON19 aprile 201810:14

– WASHINGTON, 19 APR – Se il summit con il leader nordcoreano Kim Jong Un “non sarà proficuo, me ne andrò rispettosamente dall’incontro”: lo ha detto il presidente americano Donald Trump durante la conferenza stampa congiunta con il premier giapponese Shinzo Abe, nella sua residenza di Mar-a-Lago. Trump ha aggiunto comunque che potrebbe ancora disertare il summit se pensasse che esso “non dovesse essere fruttuoso”.
Pakistan, dicono no alle nozze, sfregiate con l’acidoNella provincia del Punjab. Colpite mentre aspettavano il bus

ISLAMABAD19 aprile 201812:09

Tre studentesse universitarie pachistane sono state sfregiate oggi con acido nella provincia del Punjab a quanto sembra perchè una di esse avrebbe rifiutato una proposta di matrimonio. Lo riferisce oggi la tv DawnNews.
L’emittente ha citato fonti della polizia secondo cui l’incidente e’ avvenuto a Gujrat quando due sorelle ed una loro amica aspettavano un autobus ad una fermata. Qui sono state avvicinate da tre giovani in motocicletta che le hanno lanciato l’acido sul volto e sul corpo.
L’operazione, a quanto risulta, sarebbe stata organizzata dagli zii delle due sorelle e dell’amica, che sono latitanti, e riguarderebbe la decisione di una delle ragazze, sostenuta dalle altre due, di rifiutare una offerta di matrimonio.
La regina Elisabetta piange il suo cane corgi più anzianoMorto Willow, di 15 anni. La notizia irrompe sui tabloid

LONDRA19 aprile 201812:12

E’ nota la passione della regina Elisabetta per i suoi amati cani ‘corgi’: se ne può dunque immaginare il dolore, evidenziato oggi dai tabloid, per la morte del suo più anziano compagno a quattro zampe. Nella notte di domenica scorsa, infatti, come confermato una fonte di Buckingam Palace, Willow, corgi di 15 anni, è spirato a causa di un tumore. Willow era l’ultimo della ‘dinastia reale’ iniziata con Dookie, entrato a palazzo nel 1933, quando Elisabetta era ancora una bambina. Nel corso degli anni la regina ha poi allevato oltre 30 esemplari. Poco più di un anno fa se ne era andata anche Holly, che proprio con Willow era apparsa nel video per l’apertura delle Olimpiadi di Londra 2012, in cui la sovrana si era mostrata a fianco dello 007 Daniel Craig. I due cani erano stati ritratti in seguito con Sua Maestà anche nel servizio fotografico realizzato per lei nel 2016, in occasione del 90esimo compleanno, dalla famosa fotografa Annie Leibovitz.
Troppo caldo, pericolo coralli AustraliaTolleranza a calore più bassa di quanto finora ritenuto

SYDNEY19 aprile 201812:13

I coralli della Grande Barriera Corallina australiana hanno una tolleranza allo stress da calore più bassa di quanto finora ritenuto e questo contribuisce a cambiamenti permanenti nel mix di specie in alcune delle regioni più incontaminate della Barriera, che è parte del patrimonio mondiale Unesco e si estende per 2300 km al largo della costa nordest dell’Australia. E’ il risultato di uno studio internazionale pubblicato su Nature e guidato da Terry Hughes, direttore dell’ARC Centre of Excellence for Coral Reef Studies, che ha esaminato il legame fra il livello di esposizione al calore, il susseguente sbiancamento e in molti casi la morte, dei coralli. Gli scienziati hanno studiato l’effetto dell’ondata di caldo marino del 2016 che ha causato la morte di circa un terzo dei coralli della Barriera. L’estensione e la severità del danno hanno sorpreso i ricercatori.Dall’analisi dei dati è emerso uno stretto legame fra la moria dei coralli e le aree in cui l’esposizione al caldo è stata più estrema.
Terremoto in Iran, scossa di magnitudo 5.9 a BushehrIn città c’è centrale nucleare, ma finora nessun riscontro danni

Terremoto in Iran, scossa di magnitudo 5.9 a BushehrIn città c’è centrale nucleare, ma finora nessun riscontro danni

TEHERAN19 aprile 201812:16

Un sisma di magnitudo 5.9 ha colpito la città di Bushehr, nell’Iran occidentale, dove sorge una centrale nucleare attiva dal 2011 ed un’altra è in costruzione. L’epicentro è stato individuato nella città di Kaki, sempre nella provincia iraniana di Bushehr. Non c’è ancora riscontro di danni neanche all’impianto nucleare.
Il terremoto è stato avvertito anche in altri paesi del Golfo, come Kuwait e Qatar.
Giordania: campagna contro spose-bambine10.000 matrimoni di minorenni all’anno

19 aprile 201812:18

– AMMAN, 19 APR – Un gruppo di attivisti per i diritti umani in Giordania ha avviato una campagna per combattere il fenomeno dei matrimoni precoci, che sembra essere andato fuori controllo negli ultimi anni nel Paese a causa dell’aumentata povertà e dell’arrivo di rifugiati dai Paesi vicini, in particolare la Siria. Oltre 10.000 ragazze sotto i 18 anni si sposano ogni anno in Giordania, secondo i dati resi noti dall’organizzazione che ha avviato la campagna, la Sisterhood is Global Institute (SIGI). L’iniziativa è stata denominata ‘Nujoud’, dal nome di una ragazza yemenita nota per essersi sposata a soli 10 anni e avere divorziato pochi mesi dopo, diventando la più giovane divorziata di cui si abbia notizia nel mondo. I sostenitori della campagna vogliono che il Parlamento giordano abolisca un articolo di legge che consente il matrimonio sotto i 18 anni di età e impedisce ai giudici di decidere eccezioni alla normativa.
Macron-Merkel, presto visione comune UeConferenza stampa a Berlino, ‘comune sovranità messa alla prova’

BERLINO19 aprile 201814:16

– BERLINO, 19 APR – “Entro giugno abbiamo l’obiettivo di presentare una visione comune” per l’Europa. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron in conferenza stampa con Angela Merkel, presso il cantiere del nuovo castello di Berlino.
“Abbiamo deciso che per il vertice di giugno avremmo affrontato grandi temi centrali”, ha detto Merkel. Fra i temi centrali da trattare entro l’estate, la cancelliera tedesca ha citato, fra gli altri, il sistema dell’asilo, l’unione bancaria e la competitività dell’Europa. “La nostra comune sovranità viene messa alla prova”, ha detto poi Macron nella conferenza stampa, citando il rischio rappresentato dai “forti nazionalismi” e ribadendo che “adesso è decisivo” lavorare per il futuro dell’Europa. Merkel ha aggiunto che la Nato “è un grande tesoro che intendo vivere e curare”, sottolineando il valore dell’alleanza, al di là delle divergenze che ci sono.
Macron ha dovuto attendere molti mesi i tedeschi a causa dello stallo politico in cui la Germania è finita dopo le elezioni.
70 anni di Israele, parata nel cieloLancio paracadutisti ed acrobazie jet militari, compresi F-35

19 aprile 201814:48

– TEL AVIV, 19 APR – Centinaia di migliaia di israeliani stanno celebrando il 70/mo anniversario del Giorno dell’Indipendenza. Dopo l’avvio della ricorrenza cominciata ieri sera con feste, fuochi d’artificio, concerti e manifestazione, questa mattina a Tel Aviv – come lungo gran parte della costa – in migliaia sono accorsi sulla spiagge per vedere la parata aerea dell’aviazione dello stato ebraico.
Tra il lancio di paracadutisti e voli acrobatici dei jet militari, quelli degli F-35 considerati tra i velivoli più avanzati al mondo. A Gerusalemme, in una cerimonia nella residenza presidenziale, il capo dello stato Reuven Rivlin, il premier Benyamin Netanyahu, il ministro della difesa e il capo di stato maggiore dell’esercito Gadi Eisenkot hanno insignito oltre 100 soldati di riconoscimenti d’eccellenza.
Mosca,a Ghuta contenitori cloro tedeschiMinistero Esteri, anche candelotti fumogeni prodotti a Salisbury

MOSCA19 aprile 201815:21

– MOSCA, 19 APR – Le truppe governative siriane hanno trovato a Ghuta Est, in Siria, “contenitori di cloro” di fabbricazione tedesca e “candelotti fumogeni” prodotti a Salisbury. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova.
Migranti,Macron chiede solidarietà in UeNon si può lasciare Paese da solo in accoglienza e integrazione

BERLINO19 aprile 201815:12

– BERLINO, 19 APR – Nella gestione dei migranti in Europa “servono elementi di solidarietà esterna e interna”. Lo ha detto Emmanuel Macron. “Non è possibile che un Paese venga lasciato da solo nell’accoglienza e nell’integrazione”, ha sottolineato a Berlino in conferenza stampa con Angela Merkel.
Per il presidente francese, inoltre, “serve solidarietà nell’eurozona”. “Nessuna unione monetaria – ha sottolineato – potrebbe sopravvivere senza elementi di convergenza” e “questa convergenza ancora non c’è”. Quello di cui abbiamo bisogno è una sovranità finanziaria ed economica”, ha aggiunto.
Siria: tv,accordo per resa Isis a YarmukTv, miliziani jihadisti accettato di essere deportati in zona

19 aprile 201815:59

– BEIRUT, 19 APR – E’ stato raggiunto un accordo tra autorità siriane e l’Isis che prevede che si arrendano i miliziani jihadisti ancora in armi in un quartiere della periferia sud di Damasco, secondo quanto riferisce la tv panaraba al Mayadin vicina all’Iran, alleato del governo siriano.
Le fonti citate dalla tv precisano che circa 1.200 miliziani affiliati all’Isis e che da anni sono presenti in quel che rimane del campo profughi palestinese di Yarmuk hanno accettato di arrendersi e di lasciare la zona. La tv afferma che saranno trasferiti nella Siria centrale, dove l’Isis è ancora attivo. Altri miliziani affilati ad Al Qaida dell’area di Yarmuk e del vicino quartiere di Hajar al Aswad saranno invece deportati nella regione di Idlib, nel nord-ovest della Siria, in una zona di fatto sotto influenza turca.
Il quotidiano al Watan, vicino al governo, parla invece di un “ultimatum di 48 ore” che le forze lealiste hanno dato ai combattenti di Yarmuk e Hajar al Aswad.
Alfano protesta con Vienna su consolati’Decisione Austria non conforme a norme Ue su cittadinanza’

ROMA19 aprile 201816:02

“Il progetto di legge austriaco sulla protezione consolare per gli altoatesini di lingua tedesca e ladina si configura come assolutamente non conforme alle norme UE in materia di cittadinanza europea e in materia consolare e del tutto contrario al diritto internazionale”. Per tale ragione, già ieri, abbiamo dato mandato all’ambasciatore d’Italia a Vienna di presentare una formale protesta al governo austriaco – basata su puntuali elementi di diritto – sul suddetto disegno di legge”. Lo annuncia il ministro degli Esteri Angelino Alfano.
Caldo anomalo in Gran Bretagna, è record per aprile Londra verso i 28-29 gradi, ma previsioni indicano che non dura

LONDRA19 aprile 201816:14

L’ondata di caldo registrata in queste ore in Europa, a livelli anomali per la stagione, ha raggiunto oggi un picco record in Gran Bretagna. Lo rende noto il Met, l’ufficio meteorologico nazionale del Regno, indicando la massima di 27,9 gradi fatta segnare nella zona nord di Londra nel primissimo pomeriggio come il record assoluto per un qualunque giorno di aprile, in città, fin dal 1949 quando le rilevazioni divennero costanti.Il meteorologo Graham Madge non esclude peraltro qualche ulteriore incremento delle temperature entro la fine della giornata verso quota 29. Il fenomeno, accompagnato da ieri su gran parte dell’Inghilterra e del Regno da un bel sole che rappresenta decisamente una sorpresa insolita quanto piacevole per i britannici, non è tuttavia destinato a durare stando alle previsioni: da sabato è atteso un calo graduale, ma piuttosto netto e per la settimana prossima anche a Londra torneranno le nuvole con massime sui 15-16 gradi e minime sotto i 10.

Alfano, l’Austria ritira sui consolatiMinistro degli Esteri: ‘Soddisfazione per lo stop all’iter’

ROMA19 aprile 201816:44

– ROMA, 19 APR – “Apprendiamo con soddisfazione che dal ministero degli Esteri austriaco è giunta notizia del ritiro del disegno di legge sull’Alto Adige” che riguardava l’apertura dei consolati austriaci agli altoatesini di lingua tedesca e ladina. “L’iter del procedimento legislativo è stato, infatti, bloccato”. Lo annuncia il ministro degli Esteri Angelino Alfano.
‘Corruzione agevole strage rinoceronti”Save the Wild’ denuncia una ‘rete sistematica’ di coperture

IL CAIRO19 aprile 201817:26

– IL CAIRO, 19 APR – In una lettera aperta sottoscritta anche dal fondatore del gruppo Virgin (Sir Richard Branson) e dalla ex-premier neozelandese Helen Clark, una ong animalista ha accusato il Sudafrica di tollerare una “rete di sistematica corruzione” all’origine dell’uccisione di migliaia di rinoceronti. Lo riporta il sito della Bbc. Il gruppo “Saving the Wild” indica il caso della riserva statale “Hluhluwe-iMfolozi Park dove sono stati uccisi “la maggior parte” dei 222 rinoceronti abbattuti da bracconieri per lucrare sui loro corni nel KwaZulu-Natal, provincia orientale sudafricana dove il bracconaggio è aumentato di un terzo. L’ong sostiene che “non è stato preso alcun provvedimento contro questo presunto cartello di responsabili della giustizia smaccatamente corrotti” e “sotto tutela politica”. Visti i pochi bracconieri in galera, la Giustizia non starebbe affatto funzionando da deterrente.
Diaz-Canel è il nuovo presidente di CubaIl primo capo stato dalla Rivoluzione che non si chiama Castro

L’AVANA19 aprile 201818:23

Miguel Diaz-Canel ha inaugurato oggi il suo mandato come presidente di Cuba con un discorso nel quale ha difeso la continuità della Rivoluzione comunista, in piena fedeltà con la “generazione storica” dei dirigenti che parteciparono nella guerra contro il regime di Fulgencio Batista.
“Non c’è spazio per una transizione che comprometta l’eredità gloriosa della Rivoluzione”, ha detto Diaz-Canel ai deputati dell’Assemblea Nazionale, pochi minuti dopo la sua elezione agli incarichi di presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei ministri.
“Il mandato che abbiamo ricevuto è quello di dare continuità alla Rivoluzione”, ha aggiunto, sottolineando che “non c’è nessuno spazio per una restaurazione capitalista nell’isola” e “solo il Partito Comunista può garantire la sicurezza e il benessere del popolo cubano”.Miguel Diaz-Canel è stato eletto oggi presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei ministri dall’Assemblea Nazionale cubana e diventerà anche segretario del Partito Comunista Cubano (Pcc) quando il leader uscente, Raul Castro “verrà a amancare”, ha annunciato lo stesso Castro. E’ il primo capo di Stato cubano dalla Rivoluzione del 1959 che non porta il cognome Castro ed è nato dopo la Rivoluzione stessa, era l’unico candidato per questi incarichi ed è stato eletto da 603 dei 604 deputati del Parlamento unicamerale dell’Avana presenti.

 

Francia: molotov contro poliziaMigliaia di persone sfilano per dire ‘no’ a riforme di Macron

PARIGI19 aprile 201818:57

– PARIGI, 19 APR – Scontri a Parigi a margine della manifestazione contro le riforme del presidente Emmanuel Macron.
Secondo la prefettura, una molotov è stata lanciata in direzione delle forze dell’ordine nei pressi della redazione del quotidiano le Monde, sul Boulevarrd Auguste-Blanqui. Qualche minuto più tardi, diversi oggetti sono stati lanciati contro gli agenti in Place d’Italie, precisa l’emittente LCI. Alla protesta indetta dalla Cgt e Solidaires, hanno partecipato 15.300 persone secondo un conteggio realizzato dal centro studi Occurence, 11.500 secondo la questura, mentre la Cgt non ha ancora comunicato i dati ufficiali della protesta in larga maggioranza pacifica.
Siria: raid governativi su Isis a YarmukDopo notizie di accordo per evacuazione

19 aprile 201819:22

– BEIRUT, 19 APR – Media governativi siriani affermano questa sera che le forze di Damasco hanno cominciato a bombardare un’area a sud della capitale dove sono trincerati centinaia di miliziani dell’Isis e qaedisti.
In precedenza, invece, la televisione panaraba Al Mayadin aveva detto che un accordo era stato raggiunto per l’evacuazione di questi miliziani, che da anni resistono nell’ex campo profughi palestinese di Yarmuk e nel vicino quartiere di Hajr al Aswad. La televisione Al Ikhbariya, citata dall’agenzia Ap, afferma ora che jet governativi stanno bombardando queste due aree.
Nessuna spiegazione viene data sul perché il presunto accordo sarebbe fallito.
Swaziland cambia nome, sarà ‘eSwatini’La modifica nel cinquantenario dell’indipendenza del Paese

ROMA19 aprile 201820:01

– ROMA, 19 APR – Il re Mswati III dello Swaziland ha annunciato di voler ribattezzare il Paese “il regno di eSwatini, parola che nella lingua locale significa peraltro “terra degli swazi” come l’attuale nome inglese. Lo riporta la Bbc.
Il monarca ha annunciato il cambiamento ufficiale in uno stadio durante le celebrazioni per il cinquantesimo anniversario dell’indipendenza, coincise anche con il cinquantesimo compleanno del re. Il cambiamento è stato inatteso nel Paese, nonostante il re Mswati si sia riferito allo Swaziland da anni con il nome eSwatini.
La Germania accoglierà 10.200 migrantiProgramma concordato nell’Ue per persone ‘vulnerabili’

BERLINO19 aprile 201820:03

– BERLINO, 19 APR – Il ministro degli interni tedesco, Horst Seehofer, ha annunciato che la Germania accetterà 10.200 migranti nel programma di reinsediamento previsto dalla Ue. Si tratta di persone considerate “vulnerabili”, cioè bisognose di protezione umanitaria, dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, e sono per la maggioranza provenienti dal Nord Africa e dal Medio Oriente.
La decisione, fa notare l’edizione online del quotidiano Sueddeutsche Zeitung, è stata ereditata dall’ex ministro degli interni ed era stata concordata al livello Ue tra i partner degli Stati membri, dunque non era una scelta evitabile.
L’Unione europea entro il 2019 dovrebbe accogliere, secondo quanto concordato a Bruxelles, 50.000 rifugiati “vulnerabili” su 1 milione e 200mila persone in stato di necessità censite dall’organizzazione umanitaria delle Nazioni Unite.
Siria: preso reclutatore 11 settembreMembro di Al Qaeda arrestato dai curdi nel nord del Paese

ROMA19 aprile 201820:08

– ROMA, 19 APR – Un sospetto per l’attacco alle Torri Gemelle del 2001 è stato arrestato dalle forze curde in Siria.
Lo conferma l’Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus). Mohammed Haydar Zammar, un siriano di nazionalità tedesca, è accusato dal governo statunitense di aver reclutato terroristi per effettuare gli attacchi dell’11 settembre. La data della cattura di Zammar non è stata rivelata dalle forze curde, ma la prima notizia del suo arresto è stata data martedì scorso dal tabloid tedesco Bild.
Citando fonti militari, l’Osservatorio ha sottolineato che Zammar è detenuto dai curdi dell’Ypg nel nord della Siria. Nato ad Aleppo, Zammar fu incarcerato dalle forze governative siriane ma è stato liberato nel 2013. Oltre ad essere un membro della rete terroristica di Al Qaeda, ha anche legami con il gruppo jihadista dello Stato Islamico.
Usa: via a piano trivellazioni in AlaskaTrump ha aperto strada con provvedimento in riforma fisco

WASHINGTON19 aprile 201820:12

– WASHINGTON, 19 APR – L’amministrazione Trump accelera sul piano per le trivellazioni petrolifere in Alaska, nell’Arctic National Wildlife Refuge, dopo il via libera inserito nella riforma fiscale approvata nei mesi scorsi. Così in questi giorni sul registro federale competente è stato pubblicato l’annuncio che dà il via ad una valutazione di 60 giorni per la vendita di licenze nella remota regione, considerato un luogo pressoché incontaminato nel nord-est dell’Alaska, popolato da orsi polari, caribù e uccelli migratori. Il presidente Bill Clinton aveva posto il veto nel 1995 ad un piano dei repubblicani che autorizzava le trivellazioni, i democratici bocciarono poi un simile piano anche nel 2005.
Ecco com’era New York nel 1911ll video, dal Museo di Arte moderna, fu girato dalla società svedese Svenska Biografteatern

Slot illegali in cantina, sanzionato barScoperte da guardia finanza a Torino,porta blindata come accesso

TORINO19 aprile 201809:49

– TORINO, 19 APR -Era frequentato da assidui giocatori un bar di Torino, nel quartiere Lingotto, dove la guardia di finanza ha rinvenuto, nascosti nella cantina sottostante il locale, 6 videopoker totalmente abusivi e sprovvisti di ogni autorizzazione. Il titolare, un quarantenne di origine cinese, è stato sanzionato per oltre 140mila euro dalle fiamme gialle, che hanno accertato una evasione di quasi 800 mila euro.
L’imprenditore aveva creato, all’interno del locale sottostante il bar, una vera e propria sala slot illegale. Per permettere l’ingresso solamente ai clienti “selezionati” all’ingresso era stata piazzata una porta blindata.
Le slot, oltre ad essere sprovviste delle autorizzazioni necessarie, non erano nemmeno state collegate alla rete dei Monopoli di Stato, in modo che l’imprenditore evadesse tutte le imposte.
In Triennale la Dolce Vita 3.0 di AzimutEvento a Palazzo dell’Arte nel segno del grande design nautico

MILANO19 aprile 201810:39

– MILANO, 19 APR – Al Fuori Salone serata nel segno del grande design nautico, su iniziativa di Azimut/Benetti. Per una sera lo yacht di 21 metri che il gruppo espone all’esterno della Triennale è diventato il simbolo stesso della Fiera del design più importante al mondo. Anche per questo all’evento “la Dolce Vita 3.0” ha voluto essere presente anche il sindaco di Milano, Beppe Sala. “Per noi è stato un impegno portare a Milano questa barca – ha detto la vicepresidente di Azimut, Giovanna Vitelli -. Abbiamo dovuto trasportarla in due tranche, per poi montarla in loco. Ma crediamo ne sia valsa la pena. Perché uno yacht come questo non è solo un’imbarcazione di lusso, è progetto industriale, occasione di ricerca, prodotto manifatturiero, oggetto di design. C’è dietro un lavoro accuratissimo, tutto made in Italy. Ci tenevamo a far vedere tutto questo ad un appuntamento mondiale come il Fuori Salone”.
All’evento, organizzato da FeelRouge, hanno partecipato i designer Achille Salvagni, Alberto Mancini, Vincenzo De Cotiis.
Ruby ter, nuovo rinvio udienza a TorinoProcesso per donazioni denaro Berlusconi a ex infermiera Bonasia

TORINO19 aprile 201811:32

– TORINO, 19 APR – Nuovo rinvio a Torino per l’udienza preliminare del filone piemontese del procedimento Ruby ter, che riguarda Silvio Berlusconi e l’ex infermiera di Nichelino Roberta Bonasia. Il pm Laura Longo ha modificato il capo d’accusa e il gup Francesca Christillin ha aggiornato l’udienza al 16 maggio. Dalle contestazioni è stata esclusa la concessione in comodato gratuito alla Bonasia di un immobile in Torre Velasca.
Il processo riguarda le donazioni di denaro che Berlusconi, secondo l’impostazione dell’accusa, avrebbe fatto alla Bonasia perché, nel corso delle sue testimonianze nei processi di Milano, rendesse dichiarazioni non veritiere su quanto avveniva nel corso delle cene eleganti ad Arcore. La pm Longo ha escluso la concessione dell’immobile perché risale al 2008 e le deposizioni furono rese nel 2011 e 2012.
Salvini, macerie cavalcavia lì dopo annoOggi interrogazione della Lega su danni per lavoratori e aziende

CATANIA19 aprile 201811:21

– CATANIA, 19 APR – “Esattamente un anno fa il crollo della tangenziale di Fossano (Cuneo), che solo per miracolo non costò la vita ai Carabinieri che si trovavano lì sotto. Sindaco Pd. Regione Pd. Governo Pd… nessun lavoro in corso. Le macerie sono ancora lì, con viabilità compromessa, e enormi danni per lavoratori e aziende”. Lo scrive Matteo Salvini sul proprio profilo Facebook annunciando per “oggi un’interrogazione della Lega al ministro”. “Domani – aggiunge – spero, azione da posizioni di governo: gli italiani si aspettano da chi ha vinto le elezioni tanti fatti, tanto buonsenso e risposte concrete, con veti, ultimatum e giochi di palazzo non si va da nessuna parte. Sbaglio? #andiamoagovernare”.
Salone del Libro “più ricco di sempre”Direttore artistico promette, sarà un’edizione straordinaria

TORINO19 aprile 201813:32

– TORINO, 19 APR – Il programma della 31/a edizione del Salone del Libro, al Lingotto dal 10 al 14 maggio, “è il più ricco di sempre”. Lo afferma Nicola Lagioia, che della buchmesse è il direttore artistico.
“Senza una grande volontà di guardare al futuro di questo straordinario evento culturale italiano e un clima di fiducia reciproca, non sarebbe stato possibile fare nulla di tutto questo”, sottolinea Lagioia, ricordando il sold out degli spazi, con un’occupazione che rispetto allo scorso anno è aumentata del 28%. “Sarà una edizione straordinaria, di grande ricchezza, con un tema, ‘Un giorno, tutto questo’, che vuole aiutare tutti noi a guardare il futuro”.
Ad aprire la kermesse sarà una lectio magistralis sull’Europa dello scrittore Javier Cercas.
Soffre la reputazione di Amazon e IkeaItaly Reptrack, giù anche Apple e Facebook per crisi trasparenza

MILANO19 aprile 201815:32

– MILANO, 19 APR – Soffre la reputazione di alcune aziende globali impattate da crisi nella percezione del loro posto di lavoro, come Amazon Ikea, o della loro trasparenza, come Apple o Facebook. Emerge dall’Italy Reptrak 2018 del Reputation Institute, studio che misura la reputazione delle 150 aziende più riconosciute in Italia.
Il rapporto è stato presentato al Museo della Scienza e della tecnologia di Milano in collaborazione con l’Università Iulm e la Federazione relazioni pubbliche italiana. Nel 2018 la reputazione delle aziende in Italia è scesa (-3,5 punti) rispetto all’indice dello scorso anno portando il valore medio al punteggio di 67,3 punti/100. Amazon ha perso 4,7 punti, Ikea 7,1, Apple 10,4 e Facebook 9,1. Il rapporto evidenzia anche il crollo della reputazione delle settore delle imprese delle telecomunicazioni (-7,8 punti) nell’anno caratterizzato dalle polemiche per le ‘bollette a 28 giorni’. Guardando la top ten, Ferrero è l’azienda con la miglior reputazione, tallonata da Ferrari e Walt Disney.
Centrale del Latte investe 22 milioniPunta a crescere all’estero, nessun dossier per acquisizioni

TORINO19 aprile 201815:45

– TORINO, 19 APR – La Centrale del Latte d’Italia investe 22 milioni di euro nello storico stabilimento di Torino e punta a crescere all’estero con l’obiettivo di portare al 20% l’incidenza dell’export sul fatturato entro i prossimi dieci anni. Per ora non ci sono dossier aperti su nuove acquisizioni.
I progetti del gruppo, che ha 5 stabilimenti, un fatturato di 190 milioni e circa 450 dipendenti, sono stati illustrati dal presidente Luigi Luzzati, dall’amministratore delegato Riccardo Pozzoli e dal direttore commerciale Marco Luzzati.
I lavori per rinnovare lo stabilimento, in via Filadelfia 220, sono stati avviati in questi giorni e finiranno nel 2020.
E’ prevista la costruzione di un magazzino di stoccaggio dei prodotti finiti automatizzato 4.0, quattro nuove linee di confezionamento, due impianti di ultima generazione per il trattamento del latte, l’ampliamento di l.300 metri quadrati dello stabilimento. La società, quotata al segmento Star di Borsa Italiana, è presente in Piemonte, Toscana, Liguria e Vicenza.
Tuffi: a Torino i campionati italianiTania Cagnotto farà la commentatrice, Dallapè neomamma in gara

TORINO19 aprile 201817:23

– TORINO, 19 APR – Sarà ancora la Piscina Monumentale di Torino ad ospitare i Campionati Italiani Assoluti Indoor Open di tuffi. Da domani al 22 aprile in scena la 6/a edizione torinese della rassegna tricolore, conferma del connubio tra la città piemontese e il mondo dei tuffi. Sarà la prima edizione senza la Tania Cagnotto, presente come commentatrice Rai dopo il ritiro dalle gare. Non mancherà invece Francesca Dallapè, neomamma, in gara nel trampolino da un metro. Insieme a lei saranno presenti i migliori interpreti del mondo dei tuffi, vista l’imminente edizione dei campionati europei in programma a Edimburgo dal 6 al 12 agosto. I campionati Italiani saranno infatti prova di selezione per le rassegne europee: 76 atleti al via, 34 in campo femminile e 42 in quello maschile, con la presenza di due atleti spagnoli, Nicolas Garcia e Alberto Arevalo. Un occhio di riguardo per gli azzurri Elena Bertocchi e Giovanni Tocci, reduci dal bronzo mondiale nel trampolino da un metro, e per Maria Elisabetta Marconi e Noemi Batki.
Torino partecipa a Shenghen Design WeekCon padiglione di 1.300 mq dal 20 aprile al 4 maggio

TORINO19 aprile 201818:14

– TORINO, 19 APR – Torino, città con forte tradizione nel design e World Design Capital nel 2014, partecipa alla seconda Shenzhen Design Week che apre domani nella città cinese, con un padiglione di 1.300 mq e un ciclo di conferenze, seminari e workshop. Shenzhen, riconosciuta capitale internazionale del design e dell’innovazione, è gemellata con Torino. “Per Torino il design è una delle chiavi per lo sviluppo economico e sociale, oltre a essere un fattore strategico per individuare le politiche urbane”, spiega una nota congiunta del Politecnico e della Città di Torino. Il tema del padiglione, allestito dall’Italian Designers Association (Ida) con base a Shenzhen, è ‘Da micro a macro: designer italiani nel sud della Cina’. La curatela generale e i contenuti scientifici sono stati affidati al Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. Inaugurano il padiglione, domani, l’ambasciatore italiano in Cina, Ettore Sequi e Marco Giusta, presidente del Gai (Giovani Artisti italiani) e assessore a Torino.
Emone, a Torino Antigone in napoletanoNuova produzione sostenuta da Platea,Compagnia San Paolo,Einaudi

TORINO19 aprile 201818:26

– TORINO, 19 APR – Va in scena al Teatro Gobetti di Torino nel cartellone del Teatro Stabile, dal 24 al 29 aprile, un nuova produzione, ‘Emone’ di Antonio Piccolo, regia di Raffaele di Florio. Un’opera di teatro classico pensato per parlare all’uomo contemporaneo riproponendo il mito di Antigone da un punto di vista nuovo, quello di Emone, figlio di Creonte e promesso sposo dell’eroina di Sofocle. Con alcune varianti che riguardano, tra l’altro, i rapporti tra Ismene, la sorella di Antigone, e lo stesso Emone. Un’originale rappresentazione del mito sofocleo che attraversa tutti i generi teatrali, dalla commedia alla farsa, alla tragedia, in un dialetto napoletano che mescola alto e basso, registri letterari e popolari, lirismo e comicità. ‘Emone’, prima opera teatrale di Antonio Piccolo, è il testo vincitore nel 2016 del Premio per la Nuova Drammaturgia Italiana promosso da Fondazione Platea, e sostenuto da Compagnia di San Paolo e Giulio Einaudi Editore. E’ coprodotto con il Teatro Stabile di Napoli e il Teatro di Roma.
Fond.Agnelli, John Elkann presidenteMaria Sole lascia la carica dopo 14 anni. Tiziana Nasi vice

TORINO19 aprile 201816:18

– TORINO, 19 APR – John Elkann è il nuovo presidente della Fondazione Agnelli. Dopo 14 anni, Maria Sole Agnelli lascia l’incarico, che aveva assunto nel dicembre 2004. Elkann, già vicepresidente, è stato eletto all’unanimità dal cda che ha nominato Tiziana Nasi vicepresidente. Il nuovo presidente ha ringraziato Maria Sole Agnelli “per quanto fatto in questi anni, nei quali la Fondazione ha lavorato per il futuro della società e dei giovani, alimentando la discussione pubblica sull’istruzione, proponendo idee e agendo concretamente per migliorarla”.
Il cda ha ricordato il consigliere Vittorino Chiusano, scomparso a 93 anni, che ha rivestito per alcuni anni la carica di segretario generale ed è stato per 51 anni consigliere della Fondazione. “Dal 1966 – ha ricordato Elkann – quando l’Avvocato Agnelli decise di dare vita alla Fondazione, Chiusano ne è stato un protagonista fondamentale. Il suo contributo a definirne la mission, il profilo culturale e gli orientamenti strategici è stato inestimabile e ci mancherà”.
Juve, Pjanic in dubbio per il NapoliSzczesny,concentrarsi su fine stagione. D.Costa,appello a tifosi

TORINO19 aprile 201815:48

– TORINO, 19 APR – Allenamento pomeridiano per la Juventus reduce dal pareggio di Crotone. A Vinovo il tecnico Massimiliano Allegri deve valutare la condizione dei giocatori scesi in campo e capire se Miralem Pjanic recupererà per il Napoli. Di certo, per lo scontro scudetto di domenica, c’è il rientro di Giorgio Chiellini. “Bisogna concentrarsi e spingere sul finale di stagione”, scrive su Instagram Wojciech Szczesny.
Deluso dal risultato di ieri anche Douglas Costa: “Non era quello che volevamo”, ammette il brasiliano, che su Instagram chiede il sostegno dei tifosi in vista della partita con i partenopei. “Contiamo su di voi ancora una volta”, scrive il numero 11 bianconero.
Folkestra&Folkoro a Casa Teatro RagazziNuovo repertorio per l’eclettico gruppo piemontese

TORINO19 aprile 201818:48

– TORINO, 19 APR – Apre alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino, il 21 aprile, la stagione concertistica 2018 di “Folkestra&Folkoro”, l’eclettica formazione musicale piemontese che, oltre a proporre brani di propria composizione, riprende brani dai repertori delle valli piemontesi e musiche tradizionali di tutta Italia, rielaborandoli con un sound raffinato che tocca il jazz, il pop, la musica contemporanea. Ne sono artefici i direttori artistici Filippo Ansaldi, Nicolò Bottasso, Daniele Bouchard e Marta Caldara.
Alla Casa del Teatro il gruppo presenta il nuovo repertorio, miscellanea di brani di propria composizione e di testi riarrangiati. Apre la serata uno ‘spin-off’ del gruppo, ‘Folkestra Young’, ensemble di giovanissimi tra i 9 e i 14 anni che per la prima volta sperimenta la musica d’insieme. Ospite della serata il ‘Collettivo Decanter’, quartetto di worldmusic mediterranea impegnato in brani ripresi dal loro primo album ‘Aria con da capo’, storie di gatti e di streghe, tra la buleria e la bourrée.
Consultazioni, centrodestra andrà unitoSecondo giro, delegazione M5S a Palazzo Giustiniani alle 17.30

ROMA19 aprile 201811:37

– ROMA, 19 APR – Il secondo giro di consultazioni a Palazzo Giustiniani riprenderà oggi alle 14.30 con la delegazione del centrodestra che si presenterà unita. Alle 17.30 il presidente del Senato Elisabetta Casellati ha invece convocato gli esponenti del M5S. Domani mattina Casellati andrà a riferire al Quirinale sul mandato esplorativo ricevuto per vedere se ci sono possibilità di formare un governo fra centrodestra e M5S.
Toti: impossibile intesa centrodestra-PdGovernatore Liguria (Fi): “Nessuno lo ha votato, meglio con M5S”

GENOVA19 aprile 201811:37

– GENOVA, 19 APR – Per un Governo centrodestra-Pd “non ci sono le condizioni: gli italiani non lo hanno votato”. Lo dice il presidente della Liguria Giovanni Toti (Forza Italia) ad ‘Agorà’ su Rai Tre. “Gli italiani non hanno scelto questo”, afferma. “Credo che tutti sappiano che a votare nei prossimi due o tre mesi non si andrà visto che ci sono scelte importanti da prendere per il Paese – secondo Toti -. Magari si voterà il prossimo anno. Qualcuno a Palazzo Chigi ci dovrà andare. Un Governo centrodestra-M5S ha un sapore politico che può far guardare a un orizzonte più lungo”.
Toninelli:Pd faccia passo avanti su temiCapogruppo M5S Senato: spero accada su sollecitazione Mattarella

ROMA19 aprile 201811:45

– ROMA, 19 APR – “Noi parliamo solo della Lega perché il presidente Mattarella ha dato alla Casellati un mandato specifico, noi non è che non stiamo parlando al Pd al quale rinnoviamo la proposta di sedersi a un tavolo e scrivere un contratto di governo. Io spero che su sollecitazione anche del presidente della Repubblica facciano un passo avanti”. Lo afferma a Rtl 102.5 il capogruppo del M5S al Senato Danilo Toninelli. “Se il Pd vuole realizzare un programma serio noi ci siamo – aggiunge -, noi abbiamo il reddito di cittadinanza e loro hanno il reddito di inclusione, troviamo una via di mezzo e combattiamo la povertà”. “All’interno del metodo del contratto alla tedesca a me che ci sia Matteo Renzi o meno importa poco perché lui sarà obbligato a votare quelle proposte in Parlamento”, sottolinea Toninelli.
Governo: Malpezzi (Pd), nessun margine per alleanza con M5S

ROMA19 aprile 201811:47

– ROMA, 19 APR – “Toninelli si arrenda all’evidenza dei fatti. Non ci sono margini per una alleanza M5S Pd”.
Lo dichiara la senatrice dem Simona Malpezzi. “I nostri programmi sono diametralmente opposti- sottolinea la parlamentare – e non bastano le continue retromarce di Di Maio.
Il Pd è un partito di persone serie e responsabili, non possiamo trovare un’intesa con chi per anni ha sparato sui principali provvedimenti del governo Renzi e si propone di fare l’esatto opposto di ciò che proponiamo noi”.

Governo: Martina, Pd sempre responsabileSiamo gli unici a essere saliti al Quirinale con punti concreti

ROMA19 aprile 201812:59

– ROMA, 19 APR – Se il presidente della Repubblica chiedesse un atto di responsabilità al Pd? “Anche in queste ore, in questi giorni, abbiamo sempre fatto passaggi di responsabilità. Siamo gli unici a essere saliti al Quirinale con delle proposte concrete. Ancora ieri abbiamo proposto tre precisi punti programmatici, concreti. Così il Pd può fare bene il suo mestiere per l’Italia”. Così il reggente Pd Maurizio Martina in un’intervista registrata ieri in Molise a “Tutti candidati”, risponde a una domanda sul governo.
Maroni, tifo Salvini, ma manca soluzioneUn governo “da qui a ottobre lo si trova”, ma meglio voto

MILANO19 aprile 201815:07

– MILANO, 19 APR – “Tifo per Salvini premier perchè faccia tutto quanto ha promesso in campagna elettorale a partire dall’abolizione della legge Fornero. Valutato quello che sta succedendo e valutati i veti incrociati, ritengo che una soluzione si poteva trovare ma non si è voluta trovare”. Lo ha detto l’ex governatore lombardo Roberto Maroni, oggi al Palazzo di Giustizia di Milano.
Maroni ha aggiunto di augurarsi che “i 5 stelle superino i veti incrociati e che l’incarico venga dato a Salvini”. Maroni però, pur ritenendo che un governo “da qui a ottobre lo si trova”, ha ribadito che “la prospettiva più conveniente è andare a elezioni anticipate con una nuova legge elettorale con premio di maggioranza e doppio turno, così i due giovani leader andrebbero uno al governo e l’altro all’opposizione”.
Ue: Gentiloni, egoismi bloccano bilancioMigranti siano priorità, non fattore di paura ma di sviluppo

BUCAREST19 aprile 201815:12

– BUCAREST, 19 APR – “Confidiamo che il semestre a guida rumena del Consiglio europeo, nei primi sei mesi del 2019, possa dare un contributo a ravvicinare le diverse posizioni, a impostare nel modo giusto la discussione sul quadro finanziario pluriennale dell’Ue che non può essere dominata da interessi egoistici che porterebbero alla difficoltà di arrivare a una soluzione positiva. Abbiamo ascoltato in questi mesi opinioni che rischiano di portarci fuori strada”. Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni al termine di un incontro con il presidente della Repubblica romeno, Klaus Werner Iohannis. “Dentro il cammino unitario – sottolinea – c’è anche lo sforzo sul fenomeno migratorio che deve essere una delle grandi priorità dell’Europa: non è un fenomeno transitorio e dobbiamo impegnarci perché non sia fattore di paura ma controllato e di sviluppo per le nostre economie. Responsabilità e solidarietà devono stare insieme”.
Papa:a Molfetta anche un ulivo sul palcoUltimi ritocchi alla vigilia della visita di Bergoglio

MOLFETTA (BARI)19 aprile 201815:28

– MOLFETTA (BARI), 19 APR – C’è anche un albero di ulivo sul palco allestito a Molfetta dove domani Papa Francesco concelebrerà la messa con 60 vescovi, durante la seconda tappa della sua visita in Puglia sulle orme di don Tonino Bello. Il Santo Padre andrà prima ad Alessano, dove nacque don Tonino, e poi a Molfetta dove fu vescovo per oltre 10 anni. Stamani gli operai sono al lavoro per gli ultimi ritocchi e allestimenti sul palco, sulla banchina del porto, e lungo il tragitto che Bergoglio percorrerà con la papamobile.
E’ stato montato un maxi schermo e su una struttura metallica ai lati del palco una gigantografia del Papa, che volge lo sguardo alla città e le spalle al mare. Per l’evento di Molfetta sono attese almeno 40.000 persone.
Governo: Salvini, novità da M5sNutriamo fondata speranza che si superi politica del no

ROMA19 aprile 201815:54

– ROMA, 19 APR – “Sì, ci sono dei segnali di novità dal M5S, confidiamo oggi in quel che dirà Di Maio”. Così Matteo Salvini all’uscita da Palazzo Giustiniani.
“Nutriamo la fondata speranza che si riesca finalmente a superare la politica del no che in molti hanno portato avanti fino a oggi”, aggiunge.
Orlandiani chiedono direzione PdDavanti a stallo utile confronto interno quanto più largo

ROMA19 aprile 201816:23

– ROMA, 19 APR – “Alla luce del rinvio dell’assemblea nazionale del partito e a fronte dello stallo che caratterizza l’attuale scenario istituzionale, sarebbe utile prevedere la convocazione della direzione nazionale del Pd per avviare un confronto quanto più largo e collegiale sulla delicata fase politica che stiamo vivendo”. A chiederlo è il portavoce dell’area del Pd che fa capo al ministro Andrea Orlando, Marco Saracino.
Governo: Salvini, si parte, ok dialogoSperiamo che oggi sia il giorno buono

ROMA19 aprile 201816:38

– ROMA, 19 APR – “L’accordo con i cinquestelle è di parlare di cose da fare. Se cadono i veti si parte, si parla di programmi. Noi siamo disponibilissimi a farlo, come Di Maio chiede da tempo”. Così Matteo Salvini dopo il secondo giro di consultazioni a Palazzo Giustiniani.
“Speriamo che oggi sia il giorno buono: confidiamo che si possa fare un governo di chi ha vinto le elezioni. Se cadono i veti, se cadono i ‘no’ si può iniziare a lavorare”.
Renzi,vediamo se vincitori sono in gradoTocca a loro, come diciamo da sempre

ROMA19 aprile 201818:35

– ROMA, 19 APR – “Adesso, come abbiamo detto dal primo giorno, tocca ai vincitori delle elezioni. E vediamo se saranno in grado di farcela. Tocca a loro, come diciamo da sempre”. Lo scrive Matteo Renzi, ex segretario del Pd, nella sua newsletter Enews.
Governo, Di Maio gela Salvini: ‘Non tratto con Berlusconi e Meloni”Da Di Maio una prova di immaturità’, replica FI. E il leader della Lega avverte: ‘Se non si muove nulla, ci provo io’

19 aprile 201822:49

Dopo una giornata segnata dall’ottimismo sull’ipotesi di un governo M5s-centrodestra, Di Maio gela Salvini: ‘Non arriverò a trattare con Berlusconi, ci sono dei limiti’, dice dopo l’incontro con la Casellati. Ma apre uno spiraglio sull’appoggio esterno ‘non ostile’ di Fi e Fratelli d’Italia ad un governo che nescesse su un ‘contratto’ firmato con la Lega. E’ il sentiero stretto di cui si parlerà al Quirinale quando la presidente del Senato andrà a riferire a Mattarella della sue esplorazione. ‘Da Di Maio una prova di immaturità’, replica Fi. E Salvini avverte: ‘Se non si muove nulla, ci provo io: o la va o la spacca’. Ma il Pd non crede alla rottura: ‘Di Maio sdogana Fi, il resto è tattica’, dice Rosato.M5S A COLLOQUIO – Nel tardo pomeriggio la delegazione del M5s guidata da Di Maio va dalla presidente del Senato. “Con tutta la buona volontà a collaborare nulla per me è perduto e nulla si chiude ma non possiamo andare oltre certi limiti”, ha detto il capo politico M5S Luigi Di Maio al termine delle consultazioni sottolineando che “se poi mi si chiede di sedermi a un tavolo con tre forze politiche, Di Maio, Salvini, Berlusconi e Meloni per concordare un programma di governo e personalità che vengono dalle singole forze politiche, voi capirete che è molto complicato per noi digerire questo scenario”. “Con molta onestà vi dico: andremo avanti ma senza pensare a colpi di scena a Di Maio al tavolo con quattro partiti a trattare sui ministri, a Di Maio al governo senza essere alla presidenza del Consiglio, immaginatevi se M5s potrebbe essere disponibile a ciò”.  “Con Matteo Salvini abbiamo avuto sintonia su vari temi. E’ chiaro che ci sia disponibilità a discutere su programmi”, ha detto ancora Di Maio. “Ce la stiamo mettendo tutta ma oltre determinate barricate non possiamo andare, ho detto chiaramente che c’era disponibilità a firmare un contratto con Matteo Salvini a formare un governo. Sulla base di quel governo ho detto a Matteo Salvini che siamo disposti ad accettare che quel contratto e quel governo firmato con lui fosse sostenuto da Fi e Fdi, ma era chiaro ed evidente che l’interlocuzione è tra noi due”, ha spiegato ancora Di Maio. “Se poi mi si chiede di sedermi a un tavolo con tre forze politiche, Di Maio Salvini, Berlusconi e Meloni per concordare un programma di governo e personalità che vengono dalle singole forze politiche voi capirete che è molto complicato per noi digerire questo scenario”.IL CENTRODESTRA A COLLOQUIO – A palazzo Giustiniani Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. “Nutriamo la fondata speranza che si riesca finalmente a superare la politica del no che in molti hanno portato avanti fino a oggi”, ha detto al termine delle consultazioni con la Casellati, Matteo Salvini. “Confidiamo che il secondo partito superi i veti e accetti finalmente di sedersi al tavolo parlando di programmi e non dai posti”. “Per noi è improponibile un governo con chi ha perso”, ha detto ancora il leader della Lega. “E’ l’ultimo appello alla responsabilità si parli di temi e non di posti e spero che questo venga consegnato alla presidente Casellati”.”Sì, ci sono dei segnali di novità dal M5S, confidiamo oggi in quel che dirà Di Maio”, ha detto Salvini all’uscita di Palazzo Giustiniani. “Ieri siamo usciti di qui con gli schiaffoni, se oggi usciamo con i sorrisi metà dell’opera è fatta, il resto lo facciamo la prossima settimana. Speriamo che oggi sia il giorno buono: confidiamo che si possa fare un governo di chi ha vinto le elezioni. Se cadono i veti, se cadono i ‘no’ si può iniziare a lavorare”. “Se oggi si parte? Parlatene con il presidente Casellati, speriamo di averle consegnato un buon lavoro – ha aggiunto -. Oggi si può partire, finalmente si può costruire qualcosa”. “L’accordo con i cinquestelle è di parlare di cose da fare. Se cadono i veti si parte, si parla di programmi. Noi siamo disponibilissimi a farlo, come Di Maio chiede da tempo”, ha affermato ancora Salvini.

Poi in serata: “Ci proverò fino alla fine, se serve mi metto in campo direttamente io, pur di non perdere altro tempo. Non mi interessano logiche politiche, come ‘non farti avanti se no ti bruci’. Non ho tempo da perdere e l’Italia non ha tempo da perdere”, ha detto Salvini da Isernia per poi aggiungere “mi metto in campo, io e o la va o la spacca”.LE REAZIONI – “Il supplemento di veto pronunciato dal Movimento 5 Stelle dimostra, al di là di ogni ragionevole dubbio, il rifiuto di formare un governo – replica, attraverso una nota, Forza Italia -. Si tratta dell’ennesima prova di immaturità consumata a danno degli italiani. Il centrodestra unito e Forza Italia hanno invece dimostrato di essere pronti e compatti nella volontà di dare le risposte che il Paese necessita”. “Ci proverò fino alla fine, se serve mi metto in campo direttamente io, pur di non perdere altro tempo. Non mi interessano logiche politiche, come ‘non farti avanti se no ti bruci’. Non ho tempo da perdere e l’Italia non ha tempo da perdere”, ha detto Salvini da Isernia per poi aggiungere “mi metto in campo, io e o la va o la spacca”. “Stiamo facendo esercizio di pazienza e dialogo, perchè ti alzi la mattina con Tizio che insulta Caio. Sto cercando di mettere d’accordo tutti, ma se non si muove nulla il governo lo metto in piedi io”, ha aggiunto ancora il leader della Lega. “E se non ce la facciamo si va alle urne”, ha aggiunto tra gli applausi. “E’ evidente che un governo a guida M5S non credo che potrebbe avere l’appoggio né esterno, né interno, di Forza Italia o di Fratelli d’Italia, un governo a guida di un nostro alleato come la Lega, una riflessione potrebbe provocarla”: è lo scenario prospettato dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti a ‘105 Matrix’ su Radio 105.”Per noi il balletto che fanno il M5S e centrodestra è tutta tattica sulla pelle degli italiani – dice Ettore Rosato (Pd) alla Camera -, anche dopo un appello di Gentiloni a non perdere tempo che andrebbe accolto da chi ha responsabilità. Di Maio ha sdoganato Fi con la scelta di aprire la trattativa in maniera indiretta, per cui i punti di Fi arriveranno attraverso Salvini. Mi pare una presa in giro non adatta a chi vuole guidare il paese. Restiamo in attesa di capire quali conclusioni Casellati proporrà al presidente della Repubblica”. “Adesso, come abbiamo detto dal primo giorno, tocca ai vincitori delle elezioni. E vediamo se saranno in grado di farcela. Tocca a loro, come diciamo da sempre”, ha scritto Matteo Renzi nella sua newsletter Enews. E dalla riunione della segreteria del Pd la conferma della linea di ‘minoranza parlamentare e proposta al Paese’.   “L’Italia – è l’appello del premier Gentiloni – non può permettersi di restare fuori della dinamica che disegna il futuro dell’Ue e l’Ue non si può permettere di affrontare il dibattito senza l’Italia”. “L’attuale governo è impegnato, nessuno ha staccato la spina. Ma certamente serve una soluzione politica in tempi rapidi che dia certezza del ruolo dell’Italia”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.