Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie

ECONOMIA: AGGIORNAMENTI DALLE 15:38 DI GIOVEDì 24 MAGGIO 2018, ALLE 00:13 DI OGGI, VENERDì 25 MAGGIO 2018

Tempo di lettura: 7 minuti

Ultimo aggiornamento 24 Maggio, 2018, 22:13:37 di Maurizio Barra

Padoan,recuperato metà Pil perso da 2008
Investimenti privati +10%, crediti deteriorati -30% in due anni

ROMA24 maggio 201815:38

– ROMA, 24 MAG – “L’azione di politica economica, del governo ha permesso all’Italia di uscire dalla crisi “recuperando circa la metà del prodotto perso a partire dal 2008, ricreando circa un milione di nuovi posti di lavoro, dando impulso a una ripresa degli investimenti privati di oltre il 10%, a una riduzione dei crediti deteriorati di circa il 30% in due anni”. E’ quanto si legge nel bilancio di fine mandato del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan che scrive: “lascio al mio successore un documento concepito come uno strumento di lavoro per conoscere nel dettaglio gli obiettivi delle politiche perseguite in questi anni, il contesto in cui sono maturate, i vincoli nei quali sono state formulate e i risultati attesi”.
Confesercenti,privacy costerà 2mld a pmiStima conservativa. Nessun vantaggio a cittadini

ROMA24 maggio 201816:25

– ROMA, 24 MAG – Il Gdpr, il nuovo regolamento sul trattamento e la protezione dei dati personali in vigore dal 25 maggio, è una stangata da 2 miliardi di euro per le circa 4 milioni di pmi italiane. E’ quanto sostiene in una nota Confesercenti, secondo la quale si tratta di una norma burocratica la cui applicazione a tutte le imprese non porta alcun vantaggio effettivo ai cittadini. La stima di 2 miliardi di euro, ‘estremamente conservativa’ secondo i commercianti, si basa su una spesa di 500 euro ad impresa, il minimo per l’istituzione e la tenuta del registro dei dati personali e per la redazione della nota informativa.
Ma, scrive Confesercenti, saranno moltissime le pmi che sborseranno molto di più, a seconda della tipologia di attività e del numero di dipendenti e clienti di cui si devono conservare le informazioni. Se riguardano oltre le 250 persone fisiche, infatti, si dovrà anche avere il Dpo, un responsabile esterno del trattamento dati che può costare fino a 5mila euro l’anno.
Spread, vola su Spagna e PortogalloDifferenziale oltre 100 contro bonos Madrid

ROMA24 maggio 201817:09

– ROMA, 234 MAG – Lo spread tra Btp e Bund torna a superare i 195 punti base segnati ieri e poi ripiega a 192, in una giornata particolarmente nervosa segnata dalle parole del segretario della Lega, Matteo Salvini, che nel mezzo della formazione del governo ha dichiarato di voler fare “l’opposto” di quanto suggerito da Bruxelles in merito alla correzione dei conti pubblici. Fiammata anche per lo spread dei titoli italiani nei confronti di altri periferici: il differenziale contro la SPagna supera i 100 punti base per la prima volta dal gennaio 2012, quello contro il Portogallo i 50 punti base per la prima volta dal luglio 2006 secondo i grafici Bloomberg.
Wall Street peggiora con Trump-KimS&P 500 perde lo 0,51%, Nasdaq -0,42%

NEW YORK24 maggio 201817:10

– NEW YORK, 24 MAG – Wall Street accentua le perdite con l’annuncio di Donald Trump, che ha cancellato il vertice del 12 giugno con il leader nordcoreano Kim Jong Un. Il Dow Jones perde lo 0,57% a 24.746,11 punti, il Nasdaq cede lo 0,42% a 7.395,40 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,51% a 2.719,47 punti.
“Sulla base dell’aperta ostilità mostrata nelle ultime dichiarazioni, ritengo sia inappropriato in questo momento tenere l’incontro”, afferma il presidente degli Stati Uniti, sottolineando che il “summit di Singapore non si terrà”.
Terna ammoderna rete laguna VeneziaLavori illustrati dall’ad Luigi Ferraris a sindaco Brugnaro

VENEZIA24 maggio 201817:13

– VENEZIA, 24 MAG – Gli interventi di ammodernamento ed efficientamento della rete elettrica nella laguna di Venezia, per un valore di 55 milioni di euro, sono stati illustrati oggi dall’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris, in incontro con il sindaco della città lagunare, Luigi Brugnaro, a Ca’ Farsetti. Ferraris ha presentato il completamento dei lavori del primo tratto dell’elettrodotto in cavo interrato a 132 kV da Sacca Serenella al Cavallino, che entrerà in esercizio nel mese di giugno, ed ha annunciato l’inizio dei lavori del secondo tratto, sempre nel mese di giugno, dell’elettrodotto in cavo interrato a 132 kV a Fusina-Sacca Fisola, che sarà completato entro la fine del 2018 e permetterà lo smantellamento dell’attuale linea aerea. Questi opere, che renderanno la rete elettrica di Venezia più sicura ed efficiente – ha spiegato – delineano l’approccio di sostenibilità ambientale che Terna ha intrapreso e che guida la sua attività coerentemente con il Piano Industriale 2018-2022.
Tim: sindacati incontro deludenteProssimo confronto al ministero del Lavoro il 31 maggio

MILANO24 maggio 201817:33

– MILANO, 24 MAG – L’incontro presso il ministero del Lavoro, tra i sindacati e Tim, dopo che nei giorni scorsi la società ha annunciato l’intenzione di ricorrere alla cassa integrazione per 29.000 dipendenti, è stato “deludente”. Lo definiscono così, le segreterie nazionali di Slc Cgil-Fistel Cisl-Uilcom Uil. I sindacati credono che alcuni temi siano “imprescindibili per un confronto proficuo”, per esempio la “chiarezza sul vero oggetto della procedura, il ricorso ad ammortizzatori sociali o 4500 licenziamenti tra 12 mesi, sulla tenuta del perimetro e della base occupazionale del gruppo, la necessità di ripristinare condizioni economicamente sostenibili per l’insieme delle attività affidate in appalto che evitino contraccolpi occupazionali, la ricomposizione di un quadro relazionale tra le parti ad oggi fortemente compromesso dal permanere del vulnus costituito dalla disdetta del secondo livello di contrattazione unilateralmente sostituito da un regolamento aziendale”. Il prossimo incontro si terrà il 31 maggio.
Borsa: Milano chiude in calo (-0,71%)L’indice Ftse Mib a 22.749 punti

MILANO24 maggio 201817:40

– MILANO, 24 MAG – Il Ftse Mib chiude in calo dello 0,71% a 22.749 punti.
Borsa: Europa flette, Francoforte -0,94%Male anche Londra (-0,92%) e Parigi (-0,31%)

MILANO24 maggio 201817:53

– MILANO, 24 MAG – Giornata negativa per i mercati europei. Francoforte chiude in calo dello 0,94%, Londra dello 0,92%, Parigi dello 0,31%.
Borsa: tensioni politiche, Milano frenaMale automotive, energetici. Scivola Mps dopo parole Vestager

MILANO24 maggio 201818:11

– MILANO, 24 MAG – Dopo un avvio positivo per le parole rassicuranti del premier ‘in pectore’ Giuseppe Conte, Piazza Affari allarga le perdite e poi chiude in calo dello 0,71%. Pesano le dichiarazioni di Matteo Salvini, che ‘blinda’ Paolo Savona ministro dell’economia e rimanda al mittente la richiesta Ue di una manovra correttiva. Lo spread tocca un massimo in giornata 195 punti. Ad influenzare i mercati anche le tensioni internazionali, col forfait di Donald Trump al vertice col nord coreano Kim Jong-un. La richiesta di un’indagine sulle importazioni di auto causa la flessione del settore (Fca -1,84%, Pirelli -1,75%). Giù l’energia (Saipem -3,07%, Italgas -2,84%).
Mps scivola (-3,13%) dopo che la commissaria Vestager, davanti alle ipotesi di statalizzazione, puntualizza che l’Ue ha dato l’ok all’ingresso dello Stato come misura temporanea. Acquisti su Brembo (+4,5%) e Trevi (+4,04%).
Spread Btp chiude in rialzo a 191Rendimento al 2,38%

ROMA24 maggio 201818:30

– ROMA, 234 MAG – Lo spread tra Btp e Bund, dopo un picco che l’ha visto tornare a 195 punti base, chiude in lieve rialzo a 191 da 189 di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è al 2,38% da 2,32% di ieri, dopo una fiammata alla soglia di guardia del 2,4%. Sui massimi il differenziale Italia-Spagna e Italia-Portogallo, fino a pochi mesi fa negativo: viaggia rispettivamente poco sopra i 100 punti base, massimi dal gennaio 2012, e 50 punti base, massimo dal 2006.
Vestager, per Mps misure temporaneeCommissaria Ue ricorda accordi che escludono ‘statalizzazione’

BRUXELLES24 maggio 201819:05

Le misure di ricapitalizzazione preventiva per Mps adottate dal governo italiano e che hanno avuto il via libera Ue hanno alla base “l’idea che si tratta di una cosa temporanea” che permette di “ristrutturare e rendere sostenibile la banca”. E quindi di “uscirne una volta che la situazione ritorna in acque tranquille” con la banca che “torna a camminare di nuovo sulle sue gambe”. Lo ha ricordato la commissaria Ue alla concorrenza Margrethe Vestager a chi le chiedeva di un’eventuale statalizzazione di Mps.
Dopo Winx stop Leone per mercato avversoFermata collocamento quote, pesa ‘instabilità politica’

MILANO24 maggio 201819:17

– MILANO, 24 MAG – Il gruppo Leone Film interrompe la procedura di accelerated bookbuilding (procedura con cui vengono cedute ad investitori quote societarie rilevanti, ndr) deliberata dal cda solo il 21 maggio scorso, per le “avverse condizioni di mercato, ampiamente influenzate dalla attuale contingenza di instabilità politico-economica”. Conseguentemente, spiega la società, anche le 176.165 azioni proprie e le 105.705 di nuova emissione da corrispondere e riservare a Paolo Genovese, verranno corrisposte ed emesse ad un prezzo in linea con quanto contrattualmente previsto tra le parti il 28 febbraio 2017. Solo tre giorni fa Rainbow, la casa di produzione nota per le fatine Winx, aveva deciso di sospendere l’annunciato processo di quotazione in Borsa Italiana “valutate le condizioni di mercato non favorevoli”.
Petrolio: chiude in calo a NyQuotazioni perdono l’1,60%

NEW YORK24 maggio 201820:38

– NEW YORK, 24 MAG – Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono l’1,60% a 70,71 dollari al barile.
Enel, al Tesoro cedola di 568 milioniPer Eletropaulo corsa a due, nessun terzo offerente

ROMA24 maggio 201821:07

L’assemblea dell’Enel ha dato il via libera con oltre il 99% dei voti al bilancio 2017, che si chiude con un utile netto ordinario di 3,7 miliardi, e al dividendo da 0,237 euro per azione. Al Tesoro, detentore di una quota del 23,5%, viene dunque staccato un assegno da 568 milioni.
Per la società di distribuzione elettrica brasiliana Eletropaulo la corsa sarà tra Enel e Iberdrola, senza terzi soggetti. E’ la stessa Eletropaulo, in un comunicato, ad annunciare che non sono pervenute, entro la scadenza prevista delle 15 (ora brasiliana) offerte da parte dei cosiddetti “interferenti”. Non si è dunque presentata State Grid of China, da più parti indicata come interessata all’asset. Per l’acquisto si andrà così direttamente all’asta in programma per il 4 giugno.
Moscovici, evitare frizioni con ItaliaMa su debito staremo attenti

BRUXELLES24 maggio 201821:07

“Dobbiamo evitare le frizioni politiche” e non parlare di cose che “non sono ancora sul tavolo”: lo ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici al termine dell’Eurogruppo rispondendo a una domanda sull’Italia. “Al momento dato lavoreremo insieme al Governo che sarà stato validato dal Parlamento”, ha aggiunto, ribadendo la “fiducia” nel fatto che l’Italia resterà un Paese “al cuore dell’Europa”.
Moscovici ha tuttavia aggiunto che “ci saranno punti su cui staremo attenti e uno specifico è il debito”, perché “abbiamo preoccupazioni tangibili, come mettere sotto controllo il debito che è alto”.
Cei, risale ma ancora sotto il miliardo 8 X mille 2018Percentuale delle scelte a favore della Chiesa Cattolica è stata dell’81%

24 maggio 201813:24

Risale, ma è ancora sotto il miliardo di euro, l’otto per mille per la Chiesa cattolica: la 71/a Assemblea generale della Cei ha preso atto che, come comunicato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, la somma relativa all’otto per mille dell’Irpef assegnata alla Chiesa Cattolica per il 2018 risulta pari ad euro 997.973.199,26 determinati da euro 1.005.513.846,19 a titolo di anticipo per l’anno in corso, ed un conguaglio negativo sulle somme riferite all’anno 2015 di euro 7.540.646,93. L’anno scorso l’assegnazione era stata di 986.070.639,38 euro.

La ripartizione dei fondi approvata dall’assemblea dei vescovi prevede che alle “esigenze di culto e pastorale” vadano 355 milioni 473 mila euro, così suddivisi: 156 milioni di euro alle diocesi, 132 milioni all’edilizia di culto (105 milioni all’esistente e nuova, 27 milioni alla tutela dei beni culturali ecclesiastici), 13 milioni 473 mila euro al Fondo per la catechesi e l’educazione cristiana, 40 milioni 500 mila euro alle esigenze di rilievo nazionale. Agli interventi caritativi sono stati destinati invece 275 milioni di euro, così suddivisi, 150 milioni alle diocesi (per la carità), 65 milioni al Terzo mondo, 60 milioni alle esigenze di rilievo nazionale. Infine, al sostentamento del clero vanno 367 milioni 500 mila euro. La Cei precisa anche che i dati trasmessi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze nell’anno 2018 e relativi alle dichiarazione dell’anno 2015 (redditi 2014) indicano che la percentuale delle scelte a favore della Chiesa Cattolica è stata pari all’81,22% (-0.01% rispetto all’anno precedente).

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.