Aggiornamenti, Cronaca, Notizie

CRONACA: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Tempo di lettura: 11 minuti

Ultimo aggiornamento 9 Giugno, 2018, 16:36:23 di Maurizio Barra

DALLE 11:35 ALLE 18:36

DI SABATO 9 GIUGNO 2018

Cognome candidato è’razzista’,stop di Fb
Stop perché non in linea con le norme antirazzismo

VICENZA09 giugno 2018
11:35

 

VICENZA, 9 GIU -Il suo cognome, stando agli algoritmi di Fb,non rispetta le norme anti razzismo e così il candidato di Fi al Comune di Vicenza Michele Dalla Negra è stato stoppato dal popolare social.Dalla Negra, ha subito una censura da Fb che ha bloccato le sue credenziali nella campagna elettorale che il candidato pensava di estendere su Facebook. Dalla Negra è stato avvertito da un amico: ‘Ciao Mich il video è partito, ma la campagna con il ‘santino’ è bloccata perché il sistema vede nel tuo cognome una parola denigratoria”. Dalla Negra pensa sia uno scherzo,ma si ricrede quando legge:”dal momento che non rispetta le nostre normative pubblicitarie che si applicano ai contenuti di un’inserzione, al suo pubblico e alla pagina di destinazione a cui rimanda,la tua inserzione non è stata approvata. Non sono consentite inserzioni che fanno riferimento alle caratteristiche fisiche delle persone che le vedono (ad esempio razza, etnia)”.L’ unica soluzione, ironizza dalla Negra è quella “di cambiare cognome,magari in Dalla Bianca”.
Donna sparita, marito non risponde a gipLegale chiede di non confermare fermo, poi rinuncia a incarico

BRESCIA09 giugno 201813:00

– BRESCIA, 09 GIU – Si è avvalso della facoltà di non rispondere Abdelmjid El Biti, il 50enne marocchino accusato di aver ucciso a Brescia l’ex moglie connazionale, Suad Allou, e di averne occultato il cadavere. L’uomo, in stato di fermo da mercoledì sera, non ha risposto alle domande del gip Lorenzo Benini nel corso dell’interrogatorio in carcere. Ad inchiodarlo sarebbero le immagini di una telecamera che lo ha ripreso mentre domenica sera trascinava fuori da casa della ex moglie un grosso sacco nero. L’avvocato Gianfranco Abate, legale del 50enne marocchino, ha chiesto di non convalidare fermo per mancanza di indizi. Poi ha rinunciato all’incarico.
Incassa assicurazione della moglie mortaTre giorni dopo il decesso, si presenta con donna e prende soldi

CATANIA09 giugno 201813:16

– CATANIA, 9 GIU – Avrebbe incassato 1.400 euro di un’assicurazione intestata alla moglie tre giorni dopo il suo decesso, esibendo la carta di identità della defunta e facendo firmare la quietanza a una donna che aveva spacciato per lei. E’ l’accusa contestata a un vedovo di Catania che è stato denunciato dal commissariato Borgo Ognina per truffa e sostituzione di persona. La polizia ha indagato due dipendenti dell’agenzia per calunnia e falso ideologico. Le indagini sono state avviate dopo la denuncia della figlia della coppia, anche lei erede legittima come il padre, all’assicurazione spiegando che la madre era morta da tre giorni e non poteva essere stata lei a esprimere la volontà di incassare il premio. Alla polizia l’assicuratore di Catania ha detto di essere stato ingannato dall’uomo che era in compagnia di una donna, spacciata per la defunta moglie, e di non essersi accorto del raggiro poiché la signora, che ha simulato di stare male, indossava un copricapo che ne ha reso difficile il riconoscimento.
Giù da finestra perché non paga, arrestiIl tossicodipendente ha riportato ferite guaribili in 40 giorni

BARI09 giugno 201813:17

– BARI, 9 GIU – Un tossicodipendente che non pagava le dosi di droga che acquistava è stato lanciato nel vuoto da una finestra interna al primo piano di un’abitazione da tre pusher arrestati oggi dai carabinieri. Nella caduta il tossicodipendente ha riportato ferite giudicate guaribili in 40 giorni. I fatti risalgono a circa un mese fa e si sono svolti a Casamassima (Bari). Gli arrestati hanno 32, 53 e 20 anni e sono accusati di spaccio di sostanze stupefacenti, tentata estorsione e lesioni personali aggravate.
Le indagini sono partite dal ricovero nell’ospedale di Acquaviva delle Fonti del tossicodipendente. I carabinieri ritengono di aver accertato che i tre indagati, da circa un anno, cedevano quotidianamente dosi di cocaina al giovane, il quale però non riusciva a pagarle. Da qui la reazione violenta dei fornitori di droga che hanno cominciato a minacciare il giovane per costringerlo a consegnare 2000 euro, ben oltre l’importo della droga acquistata. La mancata consegna del denaro ha portato all’epilogo drammatico.
Aveva 3 kg eroina, finto prete arrestatoDroga destinata al litorale romano, valore oltre 1 mln di euro

FIUMICINO09 giugno 201813:39

– FIUMICINO, 09 GIU – Smascherato ed arrestato all’aeroporto di Fiumicino un finto prete: aveva occultato circa tre chilogrammi di eroina purissima nella custodia del pc. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno scoperto, sotto le mentite spoglie di “prete missionario”, uno dei più insospettabili corrieri appartenente ad un’organizzazione dedita all’introduzione di sostanze stupefacenti nel territorio nazionale. Al Leonardo da Vinci, alle prime domande dei Finanzieri del Gruppo di Fiumicino, l’uomo ha dichiarato di avere la cittadinanza americana e di essere giunto a Roma, proveniente da Maputo (Mozambico), in transito dall’aeroporto di Lisbona, reduce da un impegnativo viaggio missionario. Nel corso del controllo dei documenti, i militari hanno scoperto come la sua vera cittadinanza fosse in realtà nigeriana e che era in possesso solamente di una semplice richiesta di cittadinanza statunitense, mai accolta.
Morto in studio medico: libero vigilanteResa indagato e verrà interrogato nei prossimi giorni

ROMA09 giugno 201813:53

– ROMA, 9 GIU – Torna libero Fabian Manzo, la guardia giurata di 40 anni accusata di omicidio colposo per la morte di Gaetano Randazzo, il pensionato raggiunto da un colpo di pistola partito accidentalmente dall’arma di servizio del vigilante mentre si trovava in uno studio medico a Roma. Lo ha deciso il gip Tamara De Amicis non accogliendo la richiesta della Procura che aveva sollecitato la convalida dell’arresto e la concessione degli arresti domiciliari. Manzo, difeso dagli avvocati Gianluca Tognozzi e Luca Pallotta, resta indagato e verrà interrogato nei prossimi giorni.
Roma: firmata ordinanza anti-alcolProvvedimento valido fino al 31 ottobre in zone ‘movida’

ROMA09 giugno 201813:53

– ROMA, 09 GIU – Primo weekend per l’ordinanza anti-alcol nella Capitale. Il Campidoglio annuncia, infatti, che la sindaca Virginia Raggi ha firmato il provvedimento per limitare la vendita e il consumo di bevande alcoliche nelle ore serali e “contrastare così i fenomeni della movida molesta che arreca disagi ai cittadini. L’ordinanza, subito in vigore, sarà valida tutta l’estate e fino al 31 ottobre e stabilisce divieti in specifiche aree del territorio comunale, individuate dopo l’esame da parte della Polizia Locale e i verbali delle altre forze dell’ordine”. Confermati i ‘perimetri’ interessati dal provvedimento precedente, ovvero quelli che si ritengono più esposti al fenomeno della ‘movida’: centro storico, comprese le banchine del Tevere e l’isola Tiberina, Rione Monti, Celio, Esquilino, Trastevere, Testaccio, Prati, San Lorenzo, Ponte Milvio, Eur, Ostia.
Arcivescovo Milano ordina 29 sacerdotiFra di loro due architetti, due ingegneri e un ex legale

MILANO09 giugno 201813:54

– MILANO, 9 GIU – Hanno fra i 25 e i 46 anni i 29 nuovi sacerdoti ordinati oggi dall’arcivescovo di Milano Mario Delpini in Duomo durante una messa concelebrata dal suo predecessore il cardinale Angelo Scola a cui hanno partecipato altri 300 sacerdoti.
Fra di loro ci sono due laureati in architettura, due in ingegneria, un ex avvocato, un laureato in scienze economiche, uno in ingegneria biomedica, uno in design e uno in matematica.
Ventitré sono stati assegnati alle comunità pastorali della diocesi, mentre sei sono religiosi che operano nel loro ordine di appartenenza.
“Voi – ha detto loro Delpini durante l’omelia -, ordinati per il ministero, siete solo dei servi. Voi siete i servi dell’ inquietudine. Voi siete incaricati di quella parola, di quella presenza, di quell’inquietudine che visita il figlio lontano, il figlio fallito, il figlio desolato, il figlio perso nella sua vita dissoluta per suscitare in lui la nostalgia di casa”.
Carabinieri recuperano libri antichiIndagine iniziata nel 2013 dal controllo a un antiquariato

TORINO09 giugno 201814:03

– TORINO, 9 GIU – Una serie di libri antichi di gran pregio, trafugati anni fa dalla biblioteca del Real Collegio ‘Carlo Alberto’ di Moncalieri (Torino), sono stati recuperati dai carabinieri del nucleo Tutela patrimonio culturale di Torino. Si tratta di un tomo del 1842 sulla storia artistica della Svizzera e di 14 volumi sull’analisi dello ‘Spettacolo della Natura’ risalenti al 1752.
L’operazione è il frutto di un’indagine scattata nel giugno 2013 dopo un controllo da un antiquario moncalierese. Il libro del 1842, proposto in conto vendita a un prezzo di gran lunga inferiore a quello di mercato, era accompagnato da note di possesso che lo rendevano riconducibile a una biblioteca pubblica. Con l’aiuto di un esperto del settore i carabinieri hanno scoperto che il volume era di pertinenza del ‘Real Collegio’, dove non si erano accorti dell’ammanco. Il mandatario è stato identificato e la successiva perquisizione ha portato alla luce anche i libri settecenteschi.
Morto schiacciato in un cantiereUn operaio di 31 anni stava lavorando in un capannone a Piacenza

PIACENZA09 giugno 201815:10

– PIACENZA, 9 GIU – Un operaio di 31 anni, originario del Bangladesh e residente a Torino, è morto nella tarda mattina a Piacenza in un incidente sul lavoro, in un cantiere di un capannone in costruzione nell’area della logistica piacentina. Dai primi accertamenti della polizia e dalla medicina del lavoro, pare che sia stato schiacciato mentre si trovava in cima a una piattaforma mobile. Immediato ma vano l’intervento dei soccorritori del 118 che hanno cercato di rianimarlo.
Migranti, Saluzzo accoglie stagionaliSindaco, diamo sistemazione dignitosa a chi è qui per lavorare

SALUZZO (CUNEO)09 giugno 201815:11

– SALUZZO (CUNEO), 9 GIU – Sono ospitati nell’ex caserma Filippi di Saluzzo, i migranti che ogni anno raggiungono la cittadina della provincia di Cuneo in cerca di un lavoro stagionale della raccolta della frutta. La struttura può ospitare fino a 368 persone. Per accedervi occorre registrarsi ed essere in regola coi documenti. La gestione del campo è affidata alla cooperativa Armonia, con il controllo costante delle forze dell’ordine.
“Lo scorso anno – ricorda l’assessora regionale alle Pari opportunità Monica Cerutti, che ha visitato il centro – si era creata una situazione ingestibile”, con decine di migranti stagionali accampati in tende di fortuna e, sotto i viali del foro boario, una vera e propria ‘bidonville’. “Questa non è la soluzione del problema, ma un passo in avanti importante – aggiunge il sindaco di Saluzzo, Mauro Calderoni – Grazie alla sinergia tra i Comuni del territorio, Regione, associazioni ed enti diamo una sistemazione dignitosa per chi viene a Saluzzo in cerca di lavoro nel comparto frutticolo”.
Frana Valle Susa, proseguono interventiOperazioni svolte da cc, vvf, protezione civile e volontari

TORINO09 giugno 201815:12

– TORINO, 9 GIU – Continuano in Valle Susa le operazioni di pulizia della zona di Bussoleno (Torino) coinvolta dalla frana che lo scorso giovedì. I vigili del fuoco, i carabinieri, la Protezione civile e numerosi volontari lavorano da 48 ore per sgomberare le strade e liberare le case dal fango.
La frana, causata dal maltempo di questi giorni, si è staccata dall’area interessata dal vasto incendio divampato lo scorso ottobre e ha coinvolto cinque abitazioni. 130 persone sono state evacuate.
Bagnante muore mentre nuota a RiminiSindrome da sommersione, soccorso invano a riva

RIMINI09 giugno 201815:50

– RIMINI, 9 GIU – E’ morto mentre nuotava in mare a Rimini. Protagonista della vicenda un bagnante 61enne soccorso – invano – all’altezza della zona 127 di Rivazzurra. A quanto si è appreso, intorno alle 11.30, l’uomo è stato notato dal bagnino di salvataggio mentre annaspava in acqua. Portato a riva, sono partite le manovre di soccorso.
Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con una ambulanza e un’auto medicalizzata. La causa del decesso è sindrome da sommersione.
Al bagno 127, oltre ai sanitari gli uomini della Capitaneria di Porto per i rilievi del caso.
Resta in carcere marito donna scomparsaMarocchino accusato di omicidio e occultamento cadavere

BRESCIA09 giugno 201816:05

– BRESCIA, 9 GIU – Il gip del tribunale di Brescia Lorenzo Benini ha convalidato il fermo del cinquantenne di origini marocchine accusato dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere della moglie, connazionale di 29 anni. Il giudice ha disposto che l’uomo resti in carcere dove si trova da mercoledì sera. Ad incastrarlo sarebbero soprattutto le immagini registrate da una telecamera di un bar sotto casa della donna che domenica sera hanno inquadrato il marito mentre trascinava nella sua auto un grosso sacco nero. Il corpo della ventinovenne però non è stato ancora trovato.
Prot.civile:finita esercitazione NeiflexOltre 1.400 operatori tra Fvg e Veneto, progetto Commissione Ue

TRIESTE09 giugno 201816:20

– TRIESTE, 9 GIU – Oltre 1.400 uomini e donne in campo, 13 scenari di intervento su due Regioni, 25 centri di coordinamento attivati sul territorio, osservatori internazionali inviati da 12 diversi Paesi europei ed extraeuropei, sono i numeri complessivi dell’esercitazione sul rischio idraulico “Neiflex” (North Eastern Italy Flood Exercise) che si è conclusa oggi, incentrata sull’intervento di squadre nazionali e internazionali per il soccorso in caso di alluvione in Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Svolta nell’ambito di un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea, l’esercitazione ha coinvolto più di 600 volontari delle organizzazioni nazionali, regionali e locali, personale della Protezione Civile del Trentino e delle Marche, di Vigili del Fuoco, Esercito, Forze di Polizia, Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo, Sistema sanitario regionale, Croce Rossa Italiana e dei gestori delle reti stradali, autostradali e ferroviarie.
Milano,manifestazione per Soumayla SackoA corteo slogan contro la Lega e contro Salvini

MILANO09 giugno 201816:45

– MILANO, 9 GIU – La Milano antirazzista è scesa in piazza per ricordare Soumayla Sacko, il migrante sindacalista di 29 anni ucciso il 2 giugno in provincia di Vibo Valentia. Il corteo, da via Palestro alla Stazione Centrale, è stato promossa da associazioni, come Naga e Libera, centri sociali come il Cantiere e partecipano anche i sindacati, inclusa Usb, i Sentinelli e Liberi e Uguali. In testa al corteo, composto da un migliaio di persone, campeggia lo striscione ‘Ucciso prima dalla mafia e poi dal vostro razzismo’. Un altro striscione ricorda, oltre a Soumayla Sacko, anche Abd Elsalam, il sindacalista egiziano travolto e ucciso da un camion lo scorso anno a Piacenza.
I manifestanti hanno scandito slogan contro la Lega e Matteo Salvini: “Odio la Lega” oppure, su un cartello, anche la scritta “Salvini la pacchia è finita …. ma per voi”.
Romeno tenta investire gruppo di nomadiVeicolo con targa bulgara, 2 in fuga, autista preso da Polizia

MILANO09 giugno 201817:03

– MILANO, 9 GIU – Un romeno è stato bloccato dalla polizia dopo aver tentato di investire con un’auto un gruppo di persone che stava raggiungendo una riunione di un campo rom nei giardinetti di via Odazio, a Milano.
Secondo quanto ricostruito finora dalla polizia, alle 13.30 circa 200 persone di etnia rom si stavano riunendo in un incontro non autorizzato quando un veicolo con targa bulgara, con a bordo tre persone, è salita sul marciapiede tentando di investire persone a caso. I pedoni sono riusciti a schivare la vettura che si è bloccata su un’aiuola. A quel punto due passeggeri dell’auto sono scappati, mentre il conducente è stato bloccato fino all’ arrivo della polizia, giunta poco dopo.
L’ipotesi è che la riunione fosse organizzata per discutere di attriti tra due gruppi rom e che a questo sia collegato il tentativo di investimento. Sul posto sono state inviate 10 pattuglie. L’organizzatore della manifestazione non preannunciata sarà indagato.
Per conquistare donna manda 1.800 roseOmaggio a commerciante Vercellese che promette, ‘ci penserò…’

VERCELLI09 giugno 201817:07

– VERCELLI, 9 GIU – Per conquistare una donna le ha mandato 1.800 rose. E adesso tutta Vercelli si sta interrogando sull’identità del misterioso spasimante.
La destinataria del corteggiamento è Benedetta Ferraris, 28 anni, commerciante, nella cui gioielleria di corso Libertà, nel centro cittadino, si è vista recapitare a scadenze successive cinque enormi vasi popolati di fiori: rose rosse, bianche, gialle portate da un furgone. L’ultima consegna, di mille esemplari, è di ieri. Il mittente è sconosciuto a tutti ma non a Benedetta: “So chi è – spiega – e l’ho chiamato per ringraziarlo. Non ci siamo mai frequentati. Se ci uscirò insieme? Non ho ancora deciso…”.
Tenta abusi su 15enne, arrestato operaioNel Cagliaritano uomo inviava foto osé a figlia della compagna

CAGLIARI09 giugno 201817:29

– CAGLIARI, 9 GIU – Ha inviato foto a luci rosse col telefonino alla figlia 15enne della compagna e, in un’occasione, avrebbe anche tentato di avere con lei un rapporto sessuale. Un operaio 49enne di Sestu (Cagliari), già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Sant’Avendrace per violenza sessuale aggravata.
L’uomo è stato arrestato su ordinanza di custodia cautelare in carcere a seguito della denuncia presentata dalla sua compagna il 10 maggio scorso. La donna ha denunciato ai carabinieri che l’operaio, il 20 aprile, aveva tentato di convincere la figlia 15enne ad avere un rapporto sessuale con lui. La ragazzina è riuscita a divincolarsi e fuggire, raccontando tutto alla mamma. Dalle indagini è poi emerso che in precedenza il 49enne aveva più volte mostrato le sue attenzioni verso la minore, inviandole foto e video a luci rosse che lo ritraevano.
Roma Pride: P&G, amore oltre pregiudiziCirca 50 dipendenti, assenza assoluta di discriminazione

ROMA09 giugno 201817:31

– ROMA, 9 GIU -‘Love Over Bias – Amore oltre i pregiudizi’ è lo slogan con il quale sono scesi in piazza questo pomeriggio a Roma una cinquantina di dipendenti della Procter and Gamble, per partecipare al Roma Pride 2018, la sfilata per i diritti del mondo omosessuale. “Questo è per noi il modo più bello per dimostrare uno dei principi in cui crediamo molto – ha spiegato Sonia Anelli, responsabile del team lgbt di P&G – cioè assenza assoluta di discriminazione e celebrazione di tutte le diversità. Ognuno deve essere libero di esprimere se stesso, e per una azienda esserlo vuol dire anche poter portare anche la propria creatività. Di questo siamo fortemente convinti”. Non è la sola iniziativa che vede la multinazionale in prima fila sul tema dei diritti: dallo scorso anno infatti P&G aderisce a ‘Parks – Liberi e Uguali’, una associazione nata proprio per aiutare le aziende a sviluppare la cultura dell’inclusione, della conoscenza e del rispetto della diversità, con un focus proprio sull’identità di genere.
– ROMA, 9 GIU -“Siamo qui con Procter and Gamble, con i nostri colleghi. Siamo una cinquantina di persone per rappresentare e testimoniare il nostro supporto a una società priva di pregiudizi, che è un po’ il nostro logo: ‘amore al di là dei pregiudizi’, affinché ognuno possa sentirsi libero di esprimersi, indipendentemente dalle proprie tendenze sessuali, etnia, religione e cultura”. Lo ha detto il direttore Risorse umane di Procter &Gamble Sud Europa Francesca Sagramora, partecipando al Roma Pride 2018. “Ci teniamo tantissimo – ha aggiunto – a creare in Procter un ambiente inclusivo, e questo è parte del nostro programma di etica e cittadinanza di impresa, affinché come tale possiamo rappresentare la nostra voce in modo responsabile nella società. Quali iniziative mettiamo in pratica? Ne facciamo moltissime con i nostri dipendenti – ha risposto la dirigente – dal punto di vista della formazione, dell’educazione, del training, del dialogo tra di noi per parlare di dinamiche e problematiche non sempre facili da affrontare”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.