Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 11 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 09:35 ALLE 23:59

DI MERCOLEDì 16 GENNAIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Mercato: Milan insiste per Piatek, ecco anche Groeneveld
Roma lavora solo per giugno, e punta tutto su Barella e Belotti

15 gennaio 2019 09:35

Il valzer delle punte. E’ ancora questo il tema dominante del calciomercato, con la girandola di trattative che coinvolge HIGUAIN, MORATA e PIATEK. Quest’ultimo è cercato con insistenza dal Milan, segno quindi che sta per concretizzarsi anche la cessione del ‘Pipita’ al Chelsea, con Morata che andrebbe all’Atletico Madrid (prenderà il posto di KALINIC, destinato al Monaco). Così in rossonero arriverebbe il bomber del Genoa, anche se il d.g. dei rossoblù Perinetti ha tenuto a far sapere che per ora c’è stato solo un interessamento. “Ma nei prossimi giorni ci aspettiamo un’offerta – ha precisato -, ma se lo volessero nell’immediato dovrebbero formulare una proposta sostanziosa e non certo legata a formule strane”. Perinetti ha anche confermato la richiesta della Juve per ROMERO da giugno, mentre per KOUAME’ è un discorso tra il suo presidente Preziosi e quello del Napoli De Laurentiis.
Ma a proposito di Milan, va detto anche che nonostante le limitazioni imposte dall’Uefa sul mercato, la società rossonera si guarda intorno alla ricerca di occasioni perché ha nel mirino anche un esterno offensivo: piacciono GELSON MARTINS dell’Atletico Madrid e GROENEVELD del Bruges. Quest’ultimo avrebbe già detto sì al dirigente milanista Leonardo. In uscita è ferma la trattativa con il Besiktas per il trasferimento in Turchia di HALILOVIC.
Il Parma ha tesserato KUCKA e adesso tratta con il Benevento per il ritorno di CERAVOLO nella squadra sannita, che ha chiesto anche DEZI. Ma il presidente dei giallorossi campani Vigorito ha giudicato troppo elevate le richieste degli emiliani.
Il terzo portiere del San Paolo LUCAS PERRI non andrà alla Fiorentina: il club paulista ha raggiunto un accordo per cederlo in Inghilterra al Crystal Palace. Sempre dal Brasile, arriva la richiesta del Flamengo all’Inter per il prestito di MIRANDA, respinta dalla società nerazzurra.
La Roma lavora solo in prospettiva giugno, perché il ds Monchi ha avuto dal presidente Pallotta l’input per gennaio di acquistare solo con i soldi ricavati da eventuali cessioni. Per l’estate il primo obiettivo è il cagliaritano BARELLA, per il quale c’è una nutrita concorrenza. Il piano della Roma è di offrire 40 milioni di euro più due ragazzi promettenti come CELAR e RICCARDI, il secondo con possibilità di ‘recompra’ da parte dei giallorossi. Altre piste portano a BENNACER dell’Empoli, MEITE’ del Torino e HERRERA del Porto, mentre per il dopo DZEKO Monchi ha rivelato la propria predilezione per il granata BELOTTI. Due eventuali cessioni eccellenti come quelle di MANOLAS e UNDER verrebbero compensate dagli arrivi di MANCINI dall’Atalanta (che però chiede 25 milioni) e ZIYECH dall’Ajax. Per l’immediato, dopo l’infortunio di Juan Jesùs, era circolato il nome di GUEDES del Santos, ma in realtà si tratta di un terzino destro, alto 1.80, che no può giocare da difensore centrale. Piace invece, e molto, il 18enne KABAK del Galatasaray, che però anche lui non si muove fino a giugno.Dall’altra parte del Tevere, lavora molto in uscita il ds della Lazio Tare. Ceduto LOMBARDI al Venezia, ora si tratta con il Celta Vigo che vuole DURMISI. BADELJ ha chiesto di andarsene e c’è il forte interessamento di Villarreal e Galatasaray, ma il tecnico Simone Inzaghi ha chiesto di trattenere il croato. Possibile trasferimento in Turchia anche per PATRIC, richiesto dal Besiktas. Per CACERES è sfida emiliana tra Parma e Bologna. In entrata si tratta sempre con il Chelsea per ZAPPACOSTA, che è disposto a ridursi l’ingaggio e potrebbe arrivare in prestito con obbligo di riscatto.Dopo quella di TRAORE’ alla Fiorentina (dove arriverà a giugno), l’Empoli ha concluso la cessione di LOLLO al Padova. Sfumata le ipotesi italiane, il Frosinone cerca rinforzi all’estero, e il consulente di mercato Capozucca parla con il Benfica per SAMARIS e FERREYRA. Verrà comunque fatto un altro tentativo con la Spal per PALOSCHI. Lo juventino KEAN rimarrà invece un sogno, così come l’altro gioiello bianconero Franco TONGYA HEUBANG, che ha appena 16 anni.
“Qualche linea di febbre”,dubbio HiguainDal ritiro Milan filtra indisposizione per Supercoppa italiana

16 gennaio 201914:19

– Gonzalo Higuain è alle prese con qualche linea di febbre, secondo quanto filtra dal ritiro del Milan, a Gedda, a poche ore dalla sfida di Supercoppa italiana contro la Juventus. Alla vigilia Rino Gattuso, confermando che il futuro dell’argentino è incerto, ha detto che sarebbe stato titolare “al 90%”. Stando, però, alle indiscrezioni sull’indisposizione che lo staff starebbe monitorando in tempo reale, rischiano di aumentare le possibilità di un forfait da parte dell’attaccante, contro la squadra che in estate lo ha ceduto in prestito con diritto di riscatto. In mattinata non era passata inosservata l’assenza di Higuain da una foto di gruppo, dovuta al fatto che era impegnato in una seduta di massaggi, secondo quanto previsto dal club.
Minala ritorna nella SalernitanaIl calciatore di proprietà della Lazio giocherà in Campania

SALERNO16 gennaio 201914:23

– La Salernitana ufficializza il primo rinforzo della sessione invernale di calciomercato. La società di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma ha annunciato il ritorno in granata di Joseph Minala, centrocampista di proprietà della Lazio, che aveva indossato la maglia della squadra campana già in due precedenti stagioni. Il calciatore camerunense, idolo della tifoseria per il gol-vittoria siglato lo scorso anno nel derby di Avellino, arriva a titolo temporaneo dai biancocelesti dove negli ultimi sei mesi era rimasto fuori lista.
Fiorentina: visite per TraorèIl giovane tornerà a Empoli per concludere stagione agonistica

FIRENZE16 gennaio 201916:10

– Visite mediche oggi a Firenze per Hamed Junior Traorè, il centrocampista originario della Costa d’Avorio, classe 2000, che la Fiorentina ha acquistato dall’Empoli a titolo definitivo per 12 milioni più bonus. Dopo gli accertamenti di rito, Traorè è rientrato a Empoli dove resterà a giocare fino a giugno. Nel frattempo i viola stanno proseguendo la preparazione alla partita contro la Samp, in programma domenica al Franchi. Al momento Pioli ha tutta la rosa a disposizione: il rebus maggiore riguarda l’attacco, in particolare il dualismo fra Giovanni Simeone e Luis Muriel, uno dei grandi ex della partita. Nelle prossime ore, fra domani e venerdì, il gruppo viola attende la visita di Andrea Della Valle. La partita di domenica sarà preceduta, alle 11,30, dall’inaugurazione nei giardini di Campo di Marte (curva Fiesole) di un monumento realizzato in ricordo degli ultrà e di tutti i tifosi fiorentini scomparsi. A curare l’iniziativa il gruppo Unonoveduesei della curva Fiesole e l’Associazione tifosi fiorentini.
Roma: Cristante,ambientamento non facile’Normale impiegare un paio di mesi per capire nuovi meccanismi’

16 gennaio 201916:14

– “Non è mai facile quando si arriva in un ambiente nuovo e in una squadra nuova. Cambiano i meccanismi, gli allenamenti, i compagni. Ci vuole un po’ di tempo per trovare le giuste distanze, con i tifosi e con la squadra. Due mesi sono normali quando si inizia un nuovo percorso. Quando impari bene tutto riesci a dare il meglio di te”. Così il centrocampista della Roma, Bryan Cristante, sul proprio ambientamento nella Capitale. “I tifosi giallorossi mi hanno voluto bene dopo un po’, non proprio da subito, però si percepisce il calore della gente – aggiunge, in un botta e risposta via Twitter con i tifosi -. Nel nuovo ruolo mi trovo bene, è una posizione che trovo abbastanza congeniale. Stiamo trovando la quadra giusta e con Di Francesco il rapporto è buono, tiene al meglio la situazione nello spogliatoio”.
Cristante confessa poi un debole per Lampard: “Da ragazzino mi piaceva tantissimo, perché difendeva, attaccava e faceva tanti gol. Chi mi ha impressionato di più tra compagni e avversari? Al Milan Ibra”.
Coppa Italia: quarti, programma e orariAprirà Milan-Napoli il 29/1, chiuderà Inter-Lazio il 31/1

16 gennaio 201918:16

– E’ stato ufficializzato il calendario dei quarti di finale della Coppa Italia, in programma a fine mese. Si comincerà martedì 29 con Milan-Napoli, mentre l’ultimo dei quattro match sarà Inter-Lazio il 31 gennaio alle ore 21.
Questo il calendario dei quarti di Coppa Italia: Milan-Napoli, martedì 29 gennaio, alle 20,45 (Rai 1); Fiorentina-Roma, mercoledì 30 gennaio, alle 17,30 (Rai 2); Atalanta-Juventus, mercoledì 30 gennaio alle 20,45 (Rai 1); Inter-Lazio, giovedì 31 gennaio, alle 21 (Rai 2).
Le partite sono a eliminazione diretta: in caso di parità al 90′, tempi supplementari e calci di rigore.
Le lega calcio ha anche annunciato la variazione di due partite della terza giornata di ritorno di Serie A: Frosinone-Lazio si giocherà lunedì 4 febbraio alle 19 (anziché domenica 3 febbraio alle 15); Cagliari-Atalanta si giocherà lunedì 4 febbraio alle 21 (anziché alle 20.30).
Supercoppa: Higuain in panchinaJuventus col tridente CR7-Dybala-Douglas Costa

16 gennaio 201918:22

– Cutrone in campo, Higuain in panchina: e’ ufficiale la scelta di Gattuso per la Supercoppa di Lega, a Gedda. L’attaccante argentino del Milan, al centro di insistenti voci di mercato, aveva registrato in giornata un lieve stato febbrile. Nella Juve, assente Mandzukic, in campo un tridente composto da Cristiano Ronaldo, Dybala e Douglas Costa.
Politano, voglio far bene con l’InterVoglio convincere società, con Sassuolo sarà partita difficile

16 gennaio 201918:36

– ”Il fatto di giocarmi il riscatto è uno stimolo in più per fare bene sempre e convincere mister e società a continuare questo percorso”. Lo ha detto l’attaccante dell’Inter Matteo Politano, intervistato a pochi giorni dalla sfida con la sua ex squadra, il Sassuolo, con cui la società nerazzurra tratterà l’eventuale riscatto del giocatore (attualmente in prestito). ”Il mio obiettivo è di fare bene domenica dopo domenica per conquistarmi la maglia prestigiosa dell’Inter – ha proseguito -.
Possiamo arrivare in fondo in tutte le competizioni, abbiamo tre obiettivi importanti e sarà fondamentale concentrarci partita dopo partita. Il Sassuolo è una squadra forte che gioca bene a calcio, ha messo in difficoltà le grandi come con noi all’andata. Sarà una partita difficile anche perché non avremo l’aiuto dei nostri tifosi”, ha concluso Politano.
Torino: si ferma anche LukicTanti dubbi per Mazzarri dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia

TORINO16 gennaio 201918:38

– Ancora un infortunio per il Torino.
Nell’allenamento di oggi si è fermato, per un affaticamento muscolare alla coscia destra, Sasa Lukic. Le condizioni del centrocampista, candidato a sostituire contro la Roma lo squalificato Meitè, sono “da valutare”. In caso di forfait, per la ripresa del campionato, sabato all’Olimpico, Mazzarri potrebbe affidarsi all’esperto Ansaldi, dirottato al centro dalla fascia, dove ad agire ci sarebbe Ola Aina.
L’elenco dei giocatori alle prese con problemi fisici è lungo in casa granata. Da valutare ci sono anche Baselli, che oggi ha proseguito le terapie per la sofferenza all’anca dopo la botta subita in Coppa Italia contro la Fiorentina, e Zaza, assente domenica per un trauma distorsivo alla caviglia destra. Lavoro personalizzato per Moretti, anche lui alle prese con un problema muscolare patito in campionato contro la Lazio.
Squalificato Izzo, sono tanti i dubbi per Mazzarri, che prepara la trasferta senza tanti uomini chiave nel momento più delicato della stagione.
Mandzukic, torno in un paio di settimaneBianconero al lavoro a Torino, in bocca al lupo ai ragazzi

TORINO16 gennaio 201918:45

– Al lavoro a Torino “per tornare con i miei compagni in un paio di settimane”. Così Mario Mandzukic sui social quasi in contemporanea con il calcio d’inizio della Supercoppa Juventus-Milan. L’attaccante croato sta “lavorando duramente” dopo il risentimento muscolare agli adduttori che l’ha costretto a saltare la Coppa Italia e la Supercoppa in Arabia Saudita. “Nel frattempo sono il loro più grande tifoso, in bocca al lupo per stasera”, conclude Mandzukic.
1-0 al Milan, Supercoppa alla JuventusA Gedda decide CR7, per bianconeri è l’ottavo trofeo

16 gennaio 201920:31

– La Juventus ha vinto la Supercoppa Italiana battendo per 1-0 il Milan nella finale di oggi giocata a Gedda, in Arabia Saudita. A decidere la gara un gol di Cristiano Ronaldo che festeggia così il primo trofeo della sua esperienza con la maglia bianconera. La Juventus, in totale ha vinto otto volte la Supercoppa.
Supercoppa: CR7, cominciato bene 2019Partita difficile per il caldo. Obiettivi? Un passo alla volta

16 gennaio 201920:49

– “È stata una partita difficile, soprattutto per via del caldo. Però abbiamo giocato bene, abbiamo creato molte occasioni. Sono molto contento per aver segnato il gol decisivo. E’ il mio primo titolo con la Juve, volevamo iniziare al meglio il 2019”: così ai microfoni di Raisport Cristiano Ronaldo commenta il successo della Juve in Supercoppa. “Gli obiettivi? Dobbiamo proseguire passo dopo passo. Ora dobbiamo lavorare tranquillamente. Il campionato è il principale obiettivo della Juve, ma è ancora lungo. Dobbiamo continuare su questa strada”.
Supercoppa: Higuain nervoso a fine garaArgentino se la prende con Bonucci e compagni

16 gennaio 201920:56

– Gonzalo Higuain molto nervoso al fischio finale della Supercoppa vinta dalla Juventus contro il Milan. L’argentino – in procinto di essere ceduto al Chelsea e che a Gedda è partito dalla panchina ufficialmente per “qualche linea di febbre” ed in campo una ventina di minuti nella ripresa – ha protestato vibratamente contro la decisione dell’arbitro Banti di non concedere un rigore ai rossoneri nei minuti finali del match prendendosela anche con i suoi ex compagni bianconeri, in particolare con Bonucci.
Milan: Gattuso, addio Higuain? Non lo so’Aveva 38.5 di febbre, poi ho fatto di tutto per recuperarlo’

16 gennaio 201921:24

– E’ un Rino Gattuso amareggiato quello che si presenta ai microfoni di Rai Sport dopo la finale di Supercoppa. “Higuain? Ieri aveva 38,5 di febbre. Ho fatto di tutto per recuperarlo. Se è stata l’ultima partita col Milan? Non lo so, non posso rispondere, ho altri 25 giocatori a cui pensare, ora mi brucia tutto per come è andata la partita.
Sembra una barzelletta ma è vero, oggi quando è venuto il principe a salutarci non ho voluto io che ci fosse perché magari infettava gli altri col virus”, le parole del tecnico del Milan.
Allegri, CR7 decisivo? sempre lo stesso’Partita divertente, abbiamo sbagliato troppo ma portata a casa’

16 gennaio 201921:28

– “È stata una partita divertente con diverse occasioni. I ragazzi hanno affrontato la sfida nel migliore dei modi. È stato un buon Milan, che ci ha messo in difficoltà. Noi in undici potevamo fare meglio per chiuderla”.
Così Massimiliano Allegri, al termine della finale di Supercoppa italiana. Il caldo ha condizionato la partita, come ha detto Ronaldo? “Era la seconda partita dopo il rientro – risponde l’allenatore della Juventus -, e abbiamo affrontato due sfide decisive. Era importante portarla a casa”.
Cristiano Ronaldo è stato ancora una volta decisivo: è lui il valore aggiunto? “Diciamo sempre le stesse cose – sottolinea Allegri -. Lo abbiamo preso per quello, è il miglior giocatore e fa gol. Si era mosso bene anche in situazioni precedenti alla sua rete, ma tutta la squadra ha fatto una buona partita. Il Milan ha fatto una buona partita. Noi abbiamo sbagliato un po’ troppo. Nel primo tempo eravamo lenti, e abbiamo avuto delle situazioni in cui abbiamo affrettato troppo l’ultimo passaggio”.
Festa Juve a Gedda,”è nostra,una in più”SUi social è subito celebrazione bianconera con post giocatori

16 gennaio 201921:48

– Festa della Juventus nello spogliatoio dello stadio di Gedda, dopo l’1-0 al Milan che vale il primo trofeo stagionale. Dybala e Pjanic sono i primi a postare le foto sui social con la Supercoppa in braccio: “1 in più, campioni”, scrive l’argentino, che incassa subito il complimento di Claudio Marchisio, un grande ex: “Grandi!!!”. “Supercoppa è nostra”, scrive Pjanic. Chiellini, da buon capitano, preferisce pubblicare la foto del gruppo festante: “SuperJuve!!!Avanti così!. La stessa foto è utilizzata da Bonucci: “SuperCampioni!!!”, esulta il difensore, l’anno scorso al Milan.
Miccichè,Gedda utile,Salvini sarà felicePresidente Lega di A a Raisport parla di Supercoppa a Gedda

16 gennaio 201912:16

– “Una battuta con un pò di impeto” così il presidente della Lega di Serie A Miccichè giudica le parole del ministro Salvini che giorni fa ha criticato la scelta di far giocare in Arabia la finale di Supercoppa. Miccichè però si dice fiducioso sui frutti che lo scambio fra Italia e Arabia può dare al nostro Paese di cui “anche il ministro sarà sicuramente felice”. “Quelle parole -ha detto Miccichè- le ho interpretate come una battuta di impeto data dal ministro la prima volta. Già dopo la seconda dichiarazione, quando ha detto ‘non vedrò la partita’, mi sono rilassato, mi è sembrata qualcosa di più leggero. Io -prosegue Miccichè- ho incontrato il ministro lunedì scorso e spero di rivederlo; per carità non ho alcuna presunzione di fargli cambiare idea. Ma vediamo se poi i risultati della giornata, questi incontri diciamo così bilaterali Italia-Arabia possono generare possibilità per il paese. E quindi il ministro ne sarà sicuramente felice”.
Inter, infortunio muscolare per KeitaDistrazione alla coscia per attaccante, out con Sassuolo

16 gennaio 201913:41

Infortunio muscolare per Keita Balde. L’attaccante dell’Inter sarà out con il Sassuolo per un problema accusato in allenamento: gli esami hanno evidenziato una distrazione muscolare al bicipite femorale della coscia destra, spiega la società nerazzurra. La sua situazione sarà rivalutata la prossima settimana.
Supercoppa:Higuain carica,insieme si puòArgentino allo stadio con la squadra: “Condizioni migliorate”

16 gennaio 201917:21

– “Dai ragazziiiiii!!!!!! Tutti insieme si può!!”. Nell’attesa di capire se sarà in campo al centro dell’attacco del Milan nella sfida di Supercoppa italiana contro la Juventus, l’argentino sui social pubblica un messaggio di incitamento per la sua squadra, abbondando con vocali, punti esclamativi ed emoji. Protagonista di un intrigo di mercato, con il Chelsea sullo sfondo, nelle scorse ore Higuain sarebbe stato alle prese con la febbre, secondo indiscrezioni dal ritiro rossonero a Gedda, in Arabia Saudita. Intanto, secondo quanto filtra, Higuain sta raggiungendo lo stadio assieme al resto della squadra e le sue condizioni sarebbero migliorate.    Poi sappiamo come è finita: Juve 1-Milan 0 ed ottava Supercoppa ai Bianconeri.-

Romagnoli, noi ammoniti a ogni contatto
Capitano Milan, ‘portiamo rispetto e dobbiamo anche riceverlo’

16 gennaio 201922:49

– “La gestione dei cartellini è stata molto particolare, noi ad ogni minimo contatto siamo stati ammoniti o espulsi. Se io da capitano vado a parlare e vengo ammonito mi dà fastidio. Noi portiamo rispetto e dobbiamo riceverlo anche”. Così il capitano del Milan Alessio Romagnoli dopo la finale di Supercoppa a Gedda, persa contro la Juve.
“Su Conti mi ha detto (l’arbitro Banti n.d.r.) che non c’era neanche da vedere il Var – dice ancora Romagnoli -, ma secondo me avrebbero dovuto vederlo. Conosciamo le nostre qualità, dobbiamo continuare così, e continuare a fare meglio. Peccato, perché in una partita secca poteva succedere di tutto. Genova? Sarà difficile, speriamo di fare i tre punti per ripartire per la Champions League”.

[print-me title=”STAMPA”]