Aggiornamenti, Notizie, Sport

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 5 minuti

DALLE 12:40 ALLE 18:38

DI DOMENICA 07 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tennis: Medvedev batte Nishikori a Tokio
Il russo si impone per 6-2, 6-4 sull’idolo di casa

China Open, titolo alla danese WozniackiIn finale battuta la lettone Sevastova con un doppio 6-3

Nishikori ko, Medvedev vince Open TokyoIl russo si impone per 6-2, 6-4 sull’idolo di casa

Pallavolo: Italia-Azerbaigian 3-0Le azzurre ai Mondiali conquistano la sesta vittoria consecutiva

Pattinaggio: festeggiati azzurri MondialiIn aeroporto Fiumicino tricolori per l’iridato Roma Roller Team

Golf: Bjerregaard vince Dunhill LinksDanese supera Hatton e Fleetwood: “Vittoria attesa da tempo”

Tripletta Italia in Moto3, vince Di GiannantonioPrimo podio per Foggia dello Sky Racing Team ‘dedica a famiglia’

Moto2, doppietta Italia con Sky Racing TeamVince Bagnaia davanti a Marini, terzo Oliveira

Ciclismo: a Mollema il Gp BeghelliL’olandese precede Barbero e Belletti, sesto Trentin

Dettori record,6/a vittoria Arco TrionfoEnable concede il bis e vince per il secondo anno di fila

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI SPORT SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Il russo Daniil Medvedev ha vinto il titolo del Rakuten Japan Open tennis, che si è concluso oggi sui campi in cemento della capitale nipponica, battendo in finale l’idolo di casa Kei Nishikori in due set: 6-2, 6-4. Per Medvedev si tratta del terzo titolo stagionale su quattro finali disputate, dopo le vittorie a Sydney a gennaio e a Wiston-Samem ad agosto.
Trentesimo titolo Wta in carriera per Caroline Wozniacki che ha vinto oggi il ‘China Open’ disputato sui campi in cemento di Pechino. In finale la 28enne danese, n.2 del ranking, ha sconfitto per 6-3 6-3 la lettone Anastasija Sevastova. Per la Wozniacki è il terzo successo stagionale che l’ha vista vincere a Melbourne (Slam) e Eastbourne.
– Il russo Daniil Medvedev ha vinto il titolo del Rakuten Japan Open tennis, che si è concluso oggi sui campi in cemento della capitale nipponica, battendo in finale l’idolo di casa Kei Nishikori in due set: 6-2, 6-4. Per Medvedev si tratta del terzo titolo stagionale su quattro finali disputate, dopo le vittorie a Sydney a gennaio e a Wiston-Samem ad agosto.
– La Nazionale italiana femminile ha aperto la seconda fase dei Mondiali di pallavolo, conquistando il sesto successo consecutivo: in mattinata le azzurre hanno sconfitto nettamente l’Azerbaigian per 3-0 (25-12, 25-19, 25-10). La squadra guidata da Mazzanti si è presentata in campo con lo stesso atteggiamento che l’ha contraddistinta nel primo girone, le azere non sono mai state in grado di replicare.
L’Italia si è così confermata in vetta alla Pool F con sei successi e 18 punti. Domani, nella seconda giornata, Chirichella e compagne saranno impegnate a Osaka contro la Thailandia, con inizio alle 12,20 italiane.
Festosa accoglienza nell’aeroporto di Fiumicino, con tricolori, striscioni e fiori, per la rappresentativa italiana che si è laureata Campione del mondo ai Mondiali di pattinaggio artistico a rotelle in corso a La Vendee, in Francia, dove in lizza ci sono una quindicina di Nazioni. A rappresentare nella categoria Piccoli gruppi, con 12 atleti in gara, la Federazione Italiana Sport Rotellistici, il Roma Roller Team che ha conquistato il titolo iridato. Gli atleti del Roma Roller Team, 10 donne e due uomini, sono stati festeggiati calorosamente nello scalo romano, al loro rientro via Parigi, da familiari ed amici. A convincere le giurie il programma della formazione della capitale, che si allena all’Eur-Tre Fontane, con atleti uomini e donne che spaziano dai 20 ai 28 anni, che ha saputo descrivere la figura del grande maestro e artista universale Leonardo Da Vinci attraverso la storia delle sue scoperte e delle sue macchine.
davvero felice – il commento tra le lacrime di gioia del danese – ci sono andato vicino diverse volte e ora ce l’ho fatta. Il birdie alla 16 è stata la chiave di questa vittoria, attesa da tempo”. In Scozia è arrivato il 2° successo in carriera sull’European Tour per il 27enne di Frederikshavn, che con 273 (70 65 71 67, -15) ha superato la concorrenza di due tra i grandi protagonisti dell’euro-trionfo in Ryder Cup, Tommy Fleetwood e Tyrrell Hatton (campione uscente), entrambi 2/i con 274 (-14). Dopo i successi 2016 e 2017 Hatton ha dunque fallito la tripletta al termine di un ultimo round deludente che ha spalancato le porte al trionfo di Bjerregaard. Ancora una buona prova per Andrea Pavan che ha chiuso la rassegna in 5/a posizione, mentre Edoardo Molinari (282, -6) e Renato Paratore (284, -4) hanno ottenuto rispettivamente la 24/a e 32/a piazza.
Potevano essere cinque i piloti italiani a chiudere il GP a Buriram nelle prime cinque posizioni e, invece, sono ‘solo’ in tre per il quarto podio tutto italiano della Moto3. Vince Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3) davanti a Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing) e Dennis Foggia (Sky Racing Team VR46), per il numero 21 è il secondo successo stagionale e recupera in classifica iridata mentre per Foggia è il primo podio iridato.
La chiave di volta della gara e, forse del campionato, è l’uscita di scena di Marco Bezzecchi (Redox PruestelGP) nella battute finali. Il secondo iridato non può sfruttare la domenica no di Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3) ed è messo fuori gara da un troppo esuberante Enea Bastianini. “Dedico il podio alla mia famiglia e ad una persona in particolare che mi è sempre vicino, dice Foggia. “Sono uno che non molla, se si lavora bene i risultati arrivano. Ho un gran team. Ci mancava qualche cosa e sembra lo abbiamo trovato”.
Protagonista di una grande rimonta dalla 25esima posizione, il rookie romano arriva anche a dominare la gara e chiude alle spalle di Dalla Porta, sempre in lotta nelle prime posizioni per tutto il GP.

Doppietta italiana nel Gran Premio della Thailandia classe Moto2. Sul circuito thailandese di Buriram, a 400 chilometri da Bangkok, lo Sky Racing Team va sul gradino più alto del podio con Francesco Bagnaia davanti a Luca Marini. Terzo posto per Miguel Oliveira della Red Bull Ktm.  Con la settima vittoria della stagione – conquistata in sella alle speciali carene dedicate alla campagna europea per la salvaguardia dei mari “Sky, Un mare da Salvare” – Francesco Bagnaia diventa uno dei piloti italiani più vincenti della classe intermedia e aumenta il vantaggio in classifica su Oliveira a 28 punti (259 complessivi) con 4 gare ancora da correre. Festa completata dal secondo posto di Luca Marini, al quarto podio stagionale, che regala allo Sky Racing Team VR46 la prima doppietta della sua storia e il terzo doppio podio del 2018. ”Un weekend praticamente perfetto – afferma Pablo Nieto, team manager dello Sky Racing team – I nostri piloti nelle prime due posizioni, un altro importantissimo risultato di Pecco e un gran gioco di squadra che ci permette di aumentare il vantaggio in classifica su Oliveira. Non è stata una domenica facile, ma i nostri ragazzi hanno lavorato sodo, non hanno lasciato nulla al caso e hanno gestito gara e gomme perfettamente, soprattutto nel finale con queste altissime temperature. Bravissimi loro e tutti i tecnici. Dobbiamo continuare cosi, tenere duro e prepararci al meglio per queste tre gare che ci aspettano tra Asia e Australia”
– BOLOGNA

– Con un’azione solitaria a due chilometri e mezzo dall’arrivo, l’olandese Bauke Mollema (Trek Segafredo) ha vinto per distacco il Gran Premio Beghelli, la corsa organizzata dal Gs Emilia con traguardo a Monteveglio, in provincia di Bologna. Mollema, 31 anni, ha preceduto di poche centinaia di metri lo spagnolo Barbero della Movistar e l’italiano Belletti della Sidernec, anticipando il gruppo, dopo essere entrato in una fuga di una dozzina di corridori. Sesto il campione d’Europa Matteo Trentin, anche lui tra i più attivi nel finale.
– Frankie Dettori su Enable ha vinto per la sesta volta l’Arc De Triomphe, la famosa corsa francese di galoppo. Seconda vittoria di fila per Enable, cavalla inglese di quattro anni che ha battuto l'”italiana” Sea Of Class con in sella James Doyle e al terzo posto Cloth Of Stars.
Per Dettori è un trionfo assoluto con la sesta vittoria nella corsa dopo i successi del 1995, del 2001, del 2002, del 2015, del 2017 (sempre su Enable).   [print-me title=”STAMPA”]