Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 12 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 09:20 ALLE 20:02

DI GIOVEDì 13 DICEMBRE 2018

SOMMARIO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Allegri, ci sono pure giornate storteKo Champions ‘indolore’, ma tecnico Juve bacchetta i bianconeri

Juve, Bonucci ‘ora pensiamo a sabato’Dopo la sconfitta in Champions con i Young Boys

Roma, ora sfida con Genoa è spartiacqueDopo ko con Viktoria Plzen, club si attende reazione immediata

Inter:Marotta in sede,attesa ufficialitàNel pomeriggio CdA per la nomina ad amministratore delegato

Espn, Roma e Flamengo trattano GersonClub carioca punta giocatore che ora è a Firenze in prestito

Scritte choc: Chiellini, educare il tifo”Paragone con Scirea un onore, Buffon e Del Piero miei esempi”

E’ Guida l’arbitro di Torino-JuventusInter-Udinese sarà diretta da Abisso, Orsato per Roma-Genoa

Serie b, gli arbitriGli arbitri delle partite del 16mo turno del girone di andata

Chiellini, Toro simpatico? Non nel derbyCapitano Juve: loro cresciuti, non dobbiamo accontentarci 1-0

Astori:Galanti a pm,mio operato correttoNessun interrogatorio per Stagno

Atletico Paranaense vince C.Sudamericana4-3 contro Junior Barranquilla, squadra record rigori sbagliati

Marotta, riporterò in alto l’Inter”Qui motivo d’orgoglio, voglia di regalare successi ai tifosi”

Giorgetti, a sport ridiamo il TotocalcioSottosegretario: “oggi non rende più, è uno strumento morente”

‘Spalletti deve lavorare con serenità’Marotta: l’Inter è a sua disposizione, è un ottimo allenatore

Giletti, in bacheca Inter titolo non suoGiornalista, “da nerazzurri mi aspettavo maggior responsabilità”

Lazio-Eintracht:tedeschi sotto controlloZona stadio bonificata e deserta, circa 9 mila in Curva Sud

Salvini ad Atene per Milan-OlympiacosPartito nel pomeriggio, vicepremier atteso a stadio Karaiskakis

Sampaoli nuovo allenatore del SantosAccordo già raggiunto,torna in panchina dopo fallimento Mondiali

Derby Mole: rafforzato ordine pubblicoToro-Juve sabato sera, presidiato stadio e centro dal mattino

Libertadores: ucciso un tifoso del RiverAveva 21 anni ed è stato accoltellato da due supporter del Boca

Champions, CR7 ‘avanti tutti insieme’
Dopo la sconfitta della Juve in Champions contro i Young Boys

Calcio: ufficiale, Marotta nuovo ad dell’Inter L’ex dg Juve, motivo di grande orgoglio ricoprire questa carica

Inter:Zhang,Marotta ci aiuterà a vincere’Cambiamento importante, Beppe è uno dei migliori dirigenti’

Lazio-Eintracht, scontri tra tifosi tedeschi e polizia, 5 fermatiSono novemila i supporter a Roma. Hanno sfilato per le vie del centro, lanciato petardi e bombe carta anche tra i passanti

Titolo 2006: Moratti,juventini accettino”Per me non c’era dubbio, è sancito: e con Agnelli sempre amici”

‘Miracolo volley’ spiegato in un libroN.1 Fipav Cattaneo: libro D’Arcangelo “unisce passione e numeri”

Coppa Italia:via ottavi con Lazio-NovaraIn campo sabato 12 gennaio

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– “Le giornate storte capitano, ma bisogna saperle contenere”. Massimiliano Allegri bacchetta la Juventus. Contro lo Young Boys la sconfitta è “indolore”, osserva il tecnico bianconero nel consueto tweet del dopo partita, ma “deve renderci ancora più determinati”.
– TORINO

– “Guardiamo avanti, fortunati a tenere il primo posto in un giorno dove molte cose non sono andate nel verso giusto”. Leonardo Bonucci vede il bicchiere mezzo pieno dopo il 2-1 rimediato dalla Juventus a Berna con lo Young Boys, seconda sconfitta nel girone di Champions League chiuso comunque al primo posto davanti al Manchester United.
“Adesso pensiamo a sabato” aggiunge su Twitter il difensore bianconero, indicando nel derby della Mole la partita per riscattare il ko di ieri sera.
Quello del difensore è uno dei pochi post sui social dei bianconeri dopo la sconfitta, oltre al “fino alla fine” di Paulo Dybala, a segno nella notte di Berna.
– ROMA

– Stop al ritiro, nonostante la sconfitta in Champions League. È questa la decisione presa dalla società in seguito al 2-1 subito dalla Roma sul campo del Viktoria Plzen. La squadra di Di Francesco, rientrata nella notte dalla Repubblica Ceca, è rimasta a dormire a Trigoria e tra meno di un’ora tornerà ad allenarsi ma al termine della seduta i calciatori potranno tornare a casa. Il prossimo impegno col Genoa, domenica sera all’Olimpico, è considerato spartiacque e per questo si attende una reazione immediata.
– MILANO

– Beppe Marotta è pronto a cominciare la sua avventura all’Inter. L’ex dirigente della Juventus è da poco entrato nella sede del club nerazzurro, senza rilasciare dichiarazioni: nel pomeriggio è attesa l’ufficialità della sua nomina ad amministratore delegato della società, che sarà ratificata nel corso di un Consiglio d’Amministrazione.
– RIO DE JANEIRO

– Perso Paquetà, andato al Milan, il Flamengo ha individuato nell’ex Fluminense Gerson il sostituto ideale del giocatore ora da Gattuso. Così emissari del club carioca si trovano in Italia dove hanno cominciato a parlare del giocatore con la dirigenza della Roma, proprietaria dei diritti sul brasiliano attualmente alla Fiorentina. La Viola non può opporsi ad un eventuale trasferimento, perché Gerson è a Firenze in prestito a titolo gratuito con clausola che concede alla Roma la possibilità di riprenderlo fin da gennaio in caso di affare conveniente. Il Flamengo ha già fatto presente alla Roma di non poter pagare i 16 milioni di euro che a suo tempo i giallorossi diedero al Fluminense, e a quel punto da Trigoria hanno chiesto come contropartita tecnica il ‘gioiello’ del vivaio del ‘Fla’ Lincoln, attaccante che compirà 18 anni fra tre giorni. La società carioca non vorrebbe però cederlo in quanto convinta che, fra Sudamericano e Mondiale under 20 il ragazzo possa ulteriormente valorizzarsi.
– TORINO

– “Quelle scritte non sono contro la persona, quello è odio verso il club”. Il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini, torna sulle scritte choc comparse fuori dal Franchi, a Firenze, contro i caduti dell’Heysel e Gaetano Scirea. “Il calcio è una valvola di sfogo – osserva il difensore – Speriamo che piano piano si riesca a educare al tifo positivo e non all’odio verso gli altri”. “Poter essere paragonato a Scirea, non tanto nello stile di gioco quanto nei valori che porto avanti, mi rende orgoglioso”, aggiunge Chiellini, che ha ereditato la fascia da capitano da Buffon.
“Con lui ho condiviso tutto – dice del n.1 -, quello che gli invidio è la capacità di toccare le corde giuste in quei momenti della stagione in cui il capitano deve compattare il gruppo. E Gigi riusciva ad arrivarti dentro”. Chiellini non dimentica neppure Del Piero: “Mi ha accolto a Torino quando avevo 21 anni – ricorda – Nei primi mesi mi sentivo inadeguato fra tanti campioni, ma lui ha sempre cercato di farmi sentire parte del gruppo”.
– Sarà l’arbitro Guida di Torre Annuziata a dirigere sabato sera Torino-Juventus, il big match del 16mo turno di andata del campionato di calcio di serie A.
Cagliari-Napoli in programma domenica alle 18 sarà invece arbitrata da Doveri. L’altro anticipo del sabato, fra Inter e Udinese sarà diretto da Abisso. Il posticipo di martedì fra Bologna e Milan è stato invece affidato a Maresca, mentre Roma-Genoa, serale di domenica, sarà arbitrato da Orsato.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Le designazioni arbitrali per le partite del 16mo turno di andata del campionato di calcio di serie B, in programma sabato 15 dicembre alle ore 15: Ascoli-Cittadella: Ghersini (Imperiale-Lanotte/Petrella); Brescia-Lecce (domenica, h 15): Fourneau (Colarossi-Muto/Maggioni); Carpi-Salernitana (domenica, h 15): Massimi (Baccini-Borzomì/ Ros); Cosenza-Benevento (h 18): Pillitteri (Rossi C.-Macaddino/ Nasca); Crotone-Venezia (domenica h 15): Di Paolo (Mastrodonato-Fiore/ Cascone); Foggia-Cremonese (venerdì h 21): Rapuano (Margani-Lomardi/ Dionisi); Palermo-Livorno: Marini (Cipressa-Opromolla/ Feliciani); Perugia-Spezia: Aureliano (Rossi L:-Scarpa/ Rutella); Verona-Pescara (lunedì h 21): Minelli (Bresmes-Pagliardini/Illuzzi).
– TORINO

“Il Torino è cresciuto tanto, ha fisicità e sono bravi nelle ripartenze: con Mazzarri hanno fatto un upgrade importante, possono mirare all’Europa e quindi metterci in difficoltà”. Archiviata la sconfitta indolore contro lo Young Boys, Giorgio Chiellini invita la Juventus a non fidarsi dei cugini granata nel derby di sabato. “E’ una squadra che mi sta simpatica, a parte quei 180 minuti in cui siamo rivali – rivela il capitano bianconero che quest’anno trasmetterà la stracittadina -. Cristiano (Ronaldo, ndr) ha già capito che due partite non sono come le altre: quella contro l’Inter e quella col Toro”. Anche la Juve, secondo il difensore, è migliorata molto. “In questi anni ci siamo sempre messi in discussione – sostiene – lavorando su quei difetti in cui abbiamo margini di miglioramento. Questa squadra si è saputa rinnovare tanto e in poco tempo, basta pensare a quanto è cambiato tra Cardiff e Berlino, 8 undicesimi della squadra erano diversi ma non si tratta solo di uomini, soprattutto di stile di gioco”.
– FIRENZE

– E’ durato circa un’ora e mezzo l’interrogatorio, davanti ai pm, di Giorgio Galanti, il medico di Firenze accusato insieme al collega Francesco Stagno di Cagliari, di omicidio colposo nell’inchiesta per la morte del capitano della Fiorentina Davide Astori. Da quanto appreso Galanti avrebbe fornito la sua versione dei fatti, difendendosi in merito a quanto contestato dalla procura. Anche Stagno aveva ricevuto un invito a comparire dalla procura di Firenze per oggi, ma non è comparso oggi davanti ai pm che volevano interrogarlo: secondo quanto emerso la sua assenza era stata preannunciata ieri dal suo legale. L’interrogatorio di Galanti si è svolto nella caserma del comando provinciale dei carabinieri. “Il professore ha reso interrogatorio ribadendo la correttezza del suo operato e la rigorosa osservanza di ogni legge medica e protocollo nazionale e internazionale”, ha detto l’avvocato Sigfrido Fenyes al termine dell’interrogatorio del suo assistito, professor Galanti.
– I brasiliani dell’Atletico Paranaense ha vinto la Coppa Sudamericana, equivalente Conmebol dell’Europa League, battendo in finale i colombiani dello Junior Barranquilla per 4-3 dopo i rigori. Il match si era chiuso sull’1-1, stesso risultato della finale di andata.
Curioso il fatto che nella sfida di ieri notte lo Junior abbia sbagliato con Barrera, nei tempi supplementari, il rigore che avrebbe dato la vittoria alla sua squadra. Questo è stato l’ottavo penalty fallito in partita dal team colombiano in questa competizione. Ne aveva sbagliato uno anche nella finale di andata, con Perez.
Ora l’Atletico Paranaense sfiderà il River Plate, campione della Libertadores, per la Supercoppa sudamericana.
– MILANO

– “Inizia un nuovo capitolo, un percorso con grande passione e determinazione e una grande voglia di portare in alto il più possibile l’Inter”. Lo ha detto il neo amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta, in un video pubblicato dal club in cui il dirigente compare insieme al presidente Zhang e all’ad Antonello nella sede della società.
“Per me è un grande orgoglio – ha proseguito -. Ho incontrato la proprietà e ho capito che c’è tanta voglia di regalare a tutti i tifosi grandi successi. C’è tanta fiducia nel management, sta a noi ripagarli”.
“Abbiamo definito con i Monopoli l’idea di restituire il Totocalcio al sistema dello sport”. Lo ha detto Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport a margine della presentazione di un libro sulla pallavolo a Palazzo Chigi. “Il Totocalcio così come è adesso – ha aggiunto – è uno strumento morente. E’ un’idea romantica: oggi non rende più niente, ai concessionari non interessa più, ci sono altre forme di scommesse. Noi invece vorremmo restituire allo sport i proventi del Totocalcio. Magari gli stessi sportivi potrebbero aiutarlo a riemergere. Tra oggi e domani questa idea può diventare realtà.
Altrimenti – ha concluso Giorgetti – così come è adesso può anche chiudere”.
– MILANO

– ”Spalletti deve lavorare con grandissima serenità perché la società è a sua disposizione”.
Il neo amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta commenta così la situazione del tecnico nerazzurro Luciano Spalletti.
”Spalletti è un ottimo allenatore, bisogna farlo lavorare tranquillamente – ha proseguito Marotta -. Sta alla società supportarlo. Non è impresa facile ottenere i risultati che l’Inter vuole ottenere ma abbiamo l’obbligo di crederci fino in fondo”.
– TORINO

La decisione della Cassazione di respingere il ricorso della Juve, confermando l’assegnazione dello scudetto 2005/2006 all’Inter, riaccende la rivalità dei tifosi. “Le sentenze si rispettano – è il punto di vista di Massimo Giletti, tifoso bianconero -. Mi sarei aspettato dall’ Inter una maggior responsabilità, una grande società non mette in bacheca un titolo che non le appartiene”. I nerazzurri quell’anno finirono al terzo posto, ma per Giletti c’è anche una questione morale: “Ho ben presente le intercettazioni che riguardano l’Inter, non puoi prendere uno scudetto che sai di non meritare, il procuratore Palazzi purtroppo non è riuscito a portare avanti quel filone per la prescrizione”.
– Situazione sotto controllo all’Olimpico, dove si gioca il match di Europa League tra Lazio e Eintracht. Dopo le tensioni del pomeriggio, la zona antistante lo stadio è stata completamente bonificata e gli ultimi tifosi tedeschi sono confluiti all’interno dell’impianto. Da Ponte Milvio fino a Ponte Duca d’Aosta è stata creata una zona di traffico obbligata e l’accesso all’interno della zona ‘rossa’ è consentito soltanto ai mezzi con permesso. Di fronte al Coni e all’obelisco del Foro Italico la zona è praticamente deserta e restano soltanto le tracce di tafferugli tra tedeschi e forze dell’ordine andati in scena nel primo pomeriggio, quando la massa di ultras teutonici aveva iniziato ad avvicinarsi ai cancelli. I circa 9 mila tifosi tedeschi, alcuni dei quali in evidente stato d’ebbrezza, riempiono l’intera curva sud ma al momento si limitano a cantare cori, alzare sciarpe e inneggiare contro la Lazio.
– Trasferta in Grecia da tifoso per il vicepremier Matteo Salvini. A quanto si apprende, il ministro dell’Interno, appassionato tifoso del Milan, è infatti atteso questa sera in tribuna allo stadio Karaiskakis di Atene, per assistere alla sfida di Europa League fra i rossoneri e l’Olympiacos, decisiva per la qualificazione ai sedicesimi di finale. Sciarpa rossonera al collo, Salvini si è imbarcato nel pomeriggio su un volo per Atene dall’aeroporto di Bergamo, come testimoniano le foto pubblicate sui social dal alcuni tifosi.
– L’ex ct dell’Argentina Jorge Sampaoli è il nuovo allenatore del Santos. L’annuncio via Twitter arriva dal club brasiliano dove si è da poco dimesso il tecnico Cuca, per motivi di salute. “Il Santos e Jorge Sampaoli hanno trovato l’accordo dopo la nostra proposta fatta all’argentino per il posto di allenatore – è scritto nel testo -. Gli ultimi dettagli e la firma del contratto saranno formalizzati durante incontri previsti in questo fine settimana”.
Per Sampaoli sarà la prima volta alla guida di una squadra brasiliana. In precedenza ha vinto la Coppa America del 2015 con il Cile, e poi ha allenato il Siviglia prima di diventare ct della nazionale del suo paese, con cui è stato eliminato dalla Francia negli ottavi di finale dei Mondiali di Russia 2018.
– TORINO

– Sarà rafforzato il dispositivo di ordine pubblico per il derby della Mole Torino-Juventus, in programma sabato alle 20.30 allo stadio Olimpico Grande Torino.
Su disposizione del questore Francesco Messina, gli agenti di polizia presidieranno, sin dal mattino, lo stadio e il centro città. Alle 17, gli ultrà bianconeri si sono dati appuntamento in piazzale Caio Mario per raggiungere lo stadio in corteo.
Negli scorsi giorni, i supporter juventini – identificati e sanzionati – hanno attaccato per la città alcuni manifesti con la scritta: “questa settimana i topi escono a cercare rogne.
Granata tornate nelle fogne” e l’immagine di un topo, in maglia granata, che viene ricacciato in un tombino da un braccio bianconero. Negli anni scorsi, prima del derby giocato al ‘Grande Torino’, ci sono stati due ‘assalti’ al pullman bianconero, con vetri infranti.
– Un tifoso del River Plate che, nella provincia di Misiones, stava festeggiando la vittoria della sua squadra nella finale della Libertadores contro i concittadini del Boca Juniors, è stato ucciso a coltellate da due supporter rivali. I fatti risalgono alla notte fra domenica e lunedì scorso, ma la stampa argentina li ha resi noti soltanto oggi, con tanto di foto del corpo del ragazzo di 21 anni che è stato assassinato. Si chiamava Exequiel Aaron Neris, stava tornando a casa dopo i festeggiamenti ed era vestito con la maglia del River. Gli è stata fatale, secondo quanto hanno appurato i medici che lo hanno soccorso, una coltellata che ha reciso l’arteria femorale.Era stato trasportato in gravi condizioni nell’Ospedale Favaloro di Villa Cabello, dove’è morto poche ore dopo il ricovero. La polizia ha trovato in un bagno pubblico il coltello usato per questo omicidio e, nell’ambito delle indagini, ha arrestato due fratelli di 18 e 22 anni tifosi del Boca Juniors: sarebbero loro gli autori del delitto.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– “Partita difficile, obiettivo raggiunto”. Cristiano Ronaldo riassume così, sui social, la trasferta della Juventus, incappata ieri sera in una sconfitta indolore contro lo Young Boys. L’attaccante si è mosso bene, ma non è andato oltre al palo. “Avanti tutti insieme fino alla fine”, aggiunge il portoghese commentando la foto della squadra in posa allo Stade de Suisse.
Ora è ufficiale: Beppe Marotta è il nuovo amministratore delegato dell’Inter per l’area sportiva. L’annuncio è stato dato dallo stesso dirigente, con un video sul canale twitter del club. ”Da oggi farò parte della grande Inter, per me è motivo di grande orgoglio ricoprire una carica importante come quella di amministratore delegato dell’area sport – le parole di Marotta -. Un capitolo importante della mia vita professionale, piena di grande responsabilità ma questo assolutamente non mi spaventa. Si inizia un nuovo percorso che deve essere vincente”.

– MILANO

– “Come Inter, vogliamo vincere, appassionare, ispirare e unire le persone attraverso il calcio.
Marotta è uno dei migliori dirigenti in ambito calcistico e ci aiuterà a raggiungere i nostri obiettivi”. Il presidente dell’Inter, Steven Zhang, commenta così la nomina di Marotta ad amministratore delegato del club. “Questo è un cambiamento importante, in linea con il nostro obiettivo di diventare una società vincente e un’azienda di successo – ha proseguito Zhang -. Fuori dal campo, Alessandro Antonello (che assumerà la carica di ad corporate) garantirà il miglioramento delle nostre performance, la realizzazione dei nostri progetti strategici e la promozione dei valori del club all’interno dell’organizzazione”. “Il presidente Steven Zhang ha un progetto ambizioso e sono impaziente di farne parte attivamente – ha aggiunto Marotta -. Voglio ringraziare il Chairman Zhang e il Gruppo Suning per la fiducia che mi hanno accordato, sono certo che insieme renderemo l’Inter nuovamente vincente”.
Scontri tra tifosi tedeschi e forze dell’Ordine. A due ore circa dal fischio d’inizio di Lazio-Eintracht Francoforte, sono diverse le zone di Roma sotto assedio dei novemila supporter tedeschi giunti nella Capitale. In zona piazzale Flaminio, dove fin dalla mattinata hanno iniziato a riunirsi i sostenitori dell’Eintracht, ci sono stati momenti di tensione con lancio di bombe carta e panico tra i passanti, a cui hanno fatto seguito cariche della Polizia che si è trovata costretta a delimitare la piazza, piena anche di bottiglie in vetro a terra nonostante il divieto di vendita scattato già da ieri sera. Momenti di tensione anche in zona stadio Olimpico, dove alcuni ultrà dell’Eintracht (tra i quali la questura sospetta si siano mescolati anche diversi ultrà dell’Atalanta, gemellati con i tedeschi) sono entrati in contatto con le forze dell’ordine e con un gruppo di tifosi laziali. Diversi i fermati tedeschi.Cinque tifosi tedeschi sono stati fermati. Un supporter sarebbe rimasto lievemente ferito a seguito delle tensioni con le forze dell’ordine nate dopo che un gruppo di circa 2-300 tifosi dell’Eintracht aveva tentato di andare verso ponte Duca d’Aosta. Il gruppo di tifosi, che si era staccato dal punto di raccolta a Villa Borghese per dirigersi verso lo stadio, era scortato dalle forze dell’ordine che per impedire che entrassero in contratto con i laziali ha fatto una carica di alleggerimento. Dopo essersi staccati dal punto di raccolta i circa 300 tifosi hanno sfilato per le vie del centro vestiti di nero, in silenzio. Hanno lanciato petardi e poi hanno bivaccato a Piazza del Popolo dove hanno lasciato un manto di rifiuti e residui di bottiglie.

“Tutto regolare, conseguenza di quello che è successo. Comunque bene, è sempre uno scudetto assicurato: ora devono accettarlo gli juventini”. Al telefono

Massimo Moratti, ai tempi di Calciopoli presidente dell’Inter, si compiace per la decisione della Cassazione di sancire che lo scudetto del 2005-2006 va assegnato alla squadra nerazzurra. “Ma io – aggiunge – ne ero certo. Con Agnelli ho fatto pace? Siamo sempre stati amici, diciamo che questo sentimento adesso è più pubblico…”.
– Un volume che “unisce passione e numeri”. Così il presidente della Fipav, Pietro Bruno Cattaneo, ha fotografato ‘Il miracolo volley’, libro di Enzo D’arcangelo che ripercorre la crescita del movimento dal 1971 al 2017, da “sport minore” ai 211 podi conquistati in campo internazionale.
La presentazione a Palazzo Chigi, con il sottosegretario Giancarlo Giorgetti ed il presidente del Coni, Giovanni Malagò.
D’Arcangelo – professore di Statistica presso l’università ‘La Sapienza’ di Roma e vicepresidente nazionale della Fipav dal 1993 al 2001 – basandosi sui dati Istat fa una panoramica della pratica sportiva in Italia e del ruolo della pallavolo, con il suo milione di praticanti. Una disciplina declinata soprattutto al femminile: oggi il 78% dei 322mila atleti tesserati è donna.
Sarà la partita Lazio-Novara ad aprire, sabato 12 gennaio 2019 alle 15 (in tv su Raidue), la serie degli incontri per gli ottavi di finale della Coppa Italia, secondo quanto definito e reso noto dalla Lega Serie A.
Nella stessa giornata si giocheranno Sampdoria-Milan (ore 18, Raidue) e Bologna-Juventus (ore 20.45, Raiuno). Altri tre incontri, sempre con la formula della eliminazione diretta, si giocheranno domenica 13 gennaio: Torino-Fiorentina (ore 15.00, Raidue), Inter-Benevento (ore 18.00, Raidue) e Napoli-Sassuolo (ore 20.45, Raiuno). Infine, lunedì 14 gennaio, in campo Cagliari-Atalanta (ore 17.30, Raidue) e Roma-Entella (ore 21.00, Raidue).      [print-me title=”STAMPA”]