Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

VENEZUELA: LA SITUAZIONE: Venezuela: generale, fate entrare aiuti Appello ai militari, “come potreste essere così disumani?” Venezuela: Rincon, fate entrare aiutiRincon, “cosa vi hanno fatto le madri che vedono figli morire?” Venezuela: vietato volo a aerei privatiPer motivi legati a sicurezza Venezuela:Guaidò ordina apertura confiniIn decreto assicura “garanzie” ai militari che lo ubbidiscano

Tempo di lettura: 2 minuti

VENEZUELA

LA SITUAZIONE AGGIORNATA

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DAL MONDO IN TEMPO REALE

DALLE 19:34 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019 ALLE 04:18 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

VENEZUELA

CARACAS

– Hugo Carvajal Barrios, un ex generale venezuelano compagno d’armi di Hugo Chavez ed ex responsabile dell’intelligence militare del governo di Nicolas Maduro, ha chiesto oggi ai militari del suo Paese che lascino entrare gli aiuti umanitari internazionali. In un video su Twitter, Carvajal, rivolgendosi ai generali delle Forze Armate, ha chiesto loro: “come è che, avendo il potere di lasciare entrare l’assistenza umanitaria internazionale nel nostro Paese per salvare vite potreste decidere di non farlo?”. “Potreste essere così disumani, o è che non avete coraggio sufficiente per affrontare, come è il vostro dovere, chi oggi vi ordina di opprimere il popolo?”, ha aggiunto l’ex militare. Carvajal si è inoltre messo agli ordini di Juan Guaidò, il presidente del Parlamento che ha assunto i poteri dell’Esecutivo, dicendogli che “qui c’è un soldato in più per la causa della libertà e della democrazia”.
– Tomàs Rincon, capitano della nazionale di calcio venezuelana e centrocampista del Torino, ha chiesto oggi alle autorità del suo paese che permettano l’ingresso degli aiuti umanitari internazionali, in un breve video pubblicato su Twitter.
“Cosa vi hanno fatto le madri che vedono i loro figli morire negli ospedali perché non ci sono le medicine? Che cosa vi hanno fatto quei bambini che vedono morire le loro speranze perché non hanno le cure necessarie?”, ha chiesto il calciatore, rivolgendosi al governo di Nicolas Maduro.
Rincon ha aggiunto che è arrivato il momento di “restituire la speranza ai venezuelani che vogliamo ricostruire il nostro paese”, indicando che “io sarò una parte attiva per la ricostruzione di quel Venezuela che tutti sognamo”, prima di concludere: “non perdiamo la speranza, Venezuela, io sono con voi!”.

– L’Istituto Nazionale per l’Aeronautica Civile (Inac) venezuelano ha chiuso lo spazio aereo ai velivoli privati, secondo una circolare pubblicata dai media nazionali. A partire da oggi le “operazioni o circolazione sul territorio nazionale” dei “velivoli classificati di aeronautica generale e privata” sono proibite, si legge nella circolare. La nota fa riferimento a due articoli della legge che regola il traffico aereo in Venezuela, che stabiliscono che anche se la navigazione aerea è libera, il governo nazionale può “restringere, sospendere o proibire temporaneamente” la circolazione dei velivoli “per motivi di sicurezza del volo, interesse pubblico, sicurezza o difesa”.
– Juan Guaidò, il presidente del Parlamento venezuelano che ha assunto i poteri dell’Esecutivo, ha emesso un decreto nel quale autorizza l’ingresso degli aiuti umanitari nel Paese, ordina l’apertura delle frontiere e assicura “garanzie e benefici” ai membri delle Forze Armate che “adempiano il mandato della Costituzione”. Nel decreto, ricorda che due giorni fa l’Assemblea Nazionale ha varato una disposizione autorizzando l’ingresso degli aiuti, attualmente depositati vicino ai confini del Venezuela, aggiungendo che “usurpatori del potere legittimo” hanno promosso azioni per impedire che possano entrare nel territorio nazionale.         [print-me title=”STAMPA”]