Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 20:47 DI DOMENICA 28 APRILE 2019

ALLE 05:33 DI LUNEDì 29 APRILE 2019

CALCIO

Il Pordenone è promosso in Serie B
Terza trionfo per Tesser. Arriva dopo 3-1 a Giana Erminio

28 aprile 2019 20:47

– Per la prima volta nella sua storia il Pordenone è promosso in serie B. La squadra allenata da Attilio Tesser, alla terza vittoria del campionato di C dopo quelle con Novara e Cremonese, ha ottenuto la certezza del salto di categoria grazie al successo di oggi per 3-1 contro il Giana Erminio, con reti di Candellone, Ciurria e Barison. Questo successo vale la B perché consente ai ‘ramarri’ di mantenere il vantaggio di +5 sulla Triestina a un turno dalla fine del torneo.
Allegri, non si discute lavoro altruiTecnico Juve a ‘Che tempo che fa’ torna sulla lite con Adani

28 aprile 201922:02

– “Mi sono arrabbiato ieri, oggi sono calmo”: così Massimiliano Allegri ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa” torna sulla lite di ieri con Daniele Adani nel dopopartita della sfida con la Juve. “E’ una questione di rispetto del lavoro – spiega Allegri riferendosi al battibecco con l’opinionista di Sky impegnato questa sera in Torino-Lazio – dopo una partita normale ma non mi va ogni volta di sentire la ramanzina. Mi sono arrabbiato perché io accetto le critiche, posso piacere o non piacere ma andare a discutere del lavoro altrui quando non si è ferrati no, non è giusto. Che poi – dice ancora Allegri – l’anno scorso è successa la stessa cosa con l’Inter, dopo il 2-3 di Higuain. Non scrivo niente, però mi ricordo”.
Allegri conferma, resto alla JuventusTecnico a “Che tempo che fa”, ho ancora un anno di contratto

28 aprile 201922:47

“Se resto? L’abbiamo già detto. Rimango alla Juventus! Ho ancora un anno di contratto, poi col presidente ci incontreremo”. Così l’allenatore bianconero Massimiliano Allegri ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa” su Raiuno. Rispondendo ai complimenti, Allegri, ridendo sottolinea: “Con cinque giornate di anticipo? Sì, siamo andati in vacanza un po’ prima. Era meglio se non ci andavamo, perché la Champions ci è rimasta un po’ di traverso. Però lo sport è bello anche perché si devono celebrare le vittorie e accettare le sconfitte perché non si può sempre vincere”.
“La Champions è una competizione così, è difficile – sottolinea Allegri – Ci sono squadre che a vincere hanno impiegato tanti anni. Qualcuno dirà che la Juve non vince la Coppa da 23 anni ed è vero, però negli ultimi 5 anni il livello europeo della squadra si è alzato notevolmente”. Scudetto già cucito sulla maglia, eppure il finale della Juventus appare a nervi tesi. Le scintille in tv tra il tecnico bianconero, teorico del risultato anteposto al bel gioco, e l’opinionista di Sky Adani, che non ha mai risparmiato critiche, per quanto mediate, al gioco della Juventus, hanno mostrato la furia di Allegri, non nuovo a dire il vero a risposte piccate se attaccato. “Mi sono arrabbiato ieri, oggi sono calmo”, esordisce Allegri ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa” tornando sulla lite di ieri con Adani. “E’ una questione di rispetto del lavoro – spiega Allegri riferendosi al battibecco con l’opinionista di Sky impegnato questa sera in Torino-Lazio – dopo una partita normale ma non mi va ogni volta di sentire la ramanzina. Mi sono arrabbiato perché io accetto le critiche, posso piacere o non piacere ma andare a discutere del lavoro altrui quando non si è ferrati no, non è giusto. Che poi – dice ancora Allegri – l’anno scorso è successa la stessa cosa con l’Inter, dopo il 2-3 di Higuain”. E infatti, lo scorso anno, dopo la vittoria sull’Inter, andò in scena il primo “scontro” in diretta tv, con l’affermazione di Allegri a travolgere le idee dell’ex difensore: “Fate troppa teoria, il calcio è semplice”. Un aspetto che l’allenatore bianconero ha sempre messo in evidenza, la semplicità contro chi di schemi e teoria vive, contrapposizione che nel post partite di Inter-Juventus è esplosa in tutta la sua virulenza.

CALCIO

Torino-Milan 2-0 nel posticipoBelotti su rigore e Berenguer affondano Diavolo, che ora è 5/o

28 aprile 201922:40

– Torino batte Milan 2-0 nel posticipo della 34/a giornata del campionato di serie A. Reti granata nel secondo tempo, con Belotti su rigore al 13′ st e Berenguer al 24′ st. Ora il Milan è scavalcato dalla Roma ed è quinto, raggiunto proprio dal Torino, e alla pari anche con l’Atalanta che domani affronta l’Udinese.

CALCIO

Gattuso,facciamo fatica, io responsabile
“Stiamo facendo fare brutta figura a squadra storica”

28 aprile 201923:15

– “Oggi la squadra ha fatto quello che doveva fare, abbiamo pagato l’episodio. Stiamo facendo fatica e dobbiamo analizzare bene il momento, non riusciamo a reagire, neanche in allenamento. Il responsabile sono io e cerco di essere sempre onesto” così a Sky l’allenatore del Milan Gennaro Gattuso commenta il ko con il Torino. “Ci impegniamo ma facciamo fatica – ha aggiunto – è venuto a mancare l’entusiasmo. Il mio futuro? Dipende tutto dai risultati, al momento stiamo facendo fare bruta figura ad una squadra storica”. “Mentalmente siamo troppo preoccupati e non stiamo bene e non soltanto fisicamente – ha aggiunto Gattuso -. Fino al loro gol non ricordo occasioni del Toro, poi la partita è svoltata. A noi mancano la tranquillità e i risultati. Ho visto una squadra viva e dobbiamo ripartire da questo – ha sottolineato il tecnico rossonero – Erano anni che a 5 gare dalle fine non ci giocavamo la Champions, possiamo crescere, ho commesso errori e devo migliorare se vorrò continuare a fare questo lavoro”.        [print-me title=”STAMPA”]

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.