Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 15 Dicembre, 2019, 01:06:05 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 7 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:55 DI SABATO 14 DICEMBRE 2019

ALLE 01:06 DI DOMENICA 15 DICEMBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Sudan: condannato ex presidente Bashir
Due anni per riciclaggio e corruzione

KHARTOUM14 dicembre 2019 09:55

– L’ex presidente sudanese Omar al Bashir, deposto lo scorso aprile dopo mesi di proteste popolari, è stato oggi riconosciuto colpevole di riciclaggio di denaro e corruzione da una Corte di Khartoum, che lo ha condannato a due anni di reclusione. Si tratta della prima sentenza emessa contro l’ex ‘uomo forte’ del Sudan, che ha governato il Paese per 30 anni e contro il quale ha emesso un ordine di arresto anche la Corte penale internazionale con l’accusa di crimini di guerra e genocidio, in relazione al conflitto nel Darfur negli anni 2000.

Di Maio si congratula con TebbouneAl presidente eletto in Algeria conferma ‘storica amicizia’

14 dicembre 201911:49

– Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha fatto le sue “congratulazioni al neo Presidente-eletto algerino, Abdelmadjid Tebboune”, a seguito della proclamazione dei risultati provvisori delle elezioni presidenziali del 12 dicembre da parte dell’Autorità Nazionale Indipendente per le Elezioni. “L’Italia – sottolinea Di Maio in una nota diffusa dalla Farnesina – conferma la sua storica amicizia con l’Algeria lungo tutti gli assi della strategica cooperazione bilaterale in campo politico, economico, culturale e di sicurezza, e per affrontare assieme le sfide comuni nel bacino del Mar Mediterraneo”. “Auguriamo pieno successo – aggiunge Di Maio – all’impegno per rispondere alle attese del popolo algerino, al quale confermiamo la nostra vicinanza in una fase importante della sua Storia”.

Corea Nord: effettuato ‘test decisivo’Nella base di lancio satellitare Sohae al confine con la Cina

PECHINO14 dicembre 201912:26

– La Corea del Nord ha effettuato un altro “test decisivo” alla base di lancio satellitare di Sohae, nel nord-ovest del Paese, al confine con la Cina. Lo riferisce la Kcna.
La Corea del Nord ha effettuato “con successo un altro test decisivo” al suo sito di lancio di razzi di lungo raggio di Sohae, utile “a rafforzare “la sua affidabilità di deterrenza nucleare strategica”. Le operazioni si sono tenute “al Sohae Satellite Launching Ground dalle 22:41 alle 22:48 del 13 dicembre (14:41 e 14:48 in Italia, ndr)”, ha affermato un portavoce della National Academy of Defence Science in una nota rilanciata dalla Kcna. L’annuncio è maturato nel mentre Pyongyang continua a premere sull’amministrazione Usa per la svolta negoziale in vista della scadenza di fine anno, superata la quale, in assenza di novità, il leader Kim Jong-un potrebbe prendere iniziative di diverso tipo sulla moratoria volontaria sui test nucleari e di missili.

Gb: parte dal nord il tour della vittoria di Boris Johnson Dal nord dell’Inghilterra, nei seggi strappati al Labour

14 dicembre 201914:02

Il primo ministro britannico Boris Johnson sarà nel nord dell’Inghilterra oggi, cominciando così il suo tour della vittoria proprio dalle circoscrizioni strappate al partito laburista: come Bishop Auckland nel nord-est che era territorio Labour dal 1935, o Great Grimsby, laburista dal 1945.E’ atteso inoltre per lunedì l’annuncio di un parziale rimpasto di governo, mentre i deputati torneranno a Westminster martedì dando inizio all’iter di insediamento e giuramento del nuovo parlamento, prima che questo venga ufficialmente “aperto” dalla regina giovedì.

Iran: petizione di cineasti e artistiPetizione online. 19 dicembre iniziativa a Casa Cinema di Roma

14 dicembre 201915:17

– Diversi cineasti e artisti iraniani, tra i quali il regista due volte premio Oscar Asghar Farhadi, hanno fatto circolare una petizione in cui denunciano la repressione delle manifestazioni del mese scorso nella Repubblica islamica, scatenate dall’aumento dei prezzi della benzina. “Le immagini di giovani uccisi, di donne e uomini feriti, di madri e padri disperati sono davanti agli occhi di tutti noi”, affermano i firmatari dell’appello. Secondo Amnesty International i morti accertati sono almeno 208. Ma l’Alto commissario per i diritti umani dell’Onu, Michelle Bachelet, afferma che le vittime potrebbero essere anche “il doppio”. Il testo della petizione è stato diffuso da Parisa Nazari, presidente dell’Associazione culturale italo-iraniana Alefba, che in collaborazione con l’Associazione Italiana Cultura e Sport (Aics) organizzerà il 19 dicembre presso la Casa del Cinema di Roma la proiezione del docufilm ‘Tales’ (Racconti) di Rakhshan Banietemad. PER TUTTE LE NOTIZIE DI ECONOMIA: FAI CLICK QUI

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

India: manifestazione Congresso a Delhi
Sonia Gandhi attacca Modi, ‘è ora di salvare il Paese’

NEW DELHI14 dicembre 201915:22

– Decine di migliaia di persone – quasi centomila secondo gli organizzatori – hanno partecipato oggi alla manifestazione “Bharat bachao, salviamo l’India”, organizzata dal partito del Congresso nel centro di New Delhi.
Parlando dal palco dopo i figli Pryianka e Rahul, Sonia Gandhi, presidente del partito, ha lanciato un feroce attacco al governo dicendo che i leader del Bjp, il partito del primo ministro Narendra Modi, sono confusi e lo Stato in condizioni caotiche. Sonia ha denunciato la crisi dell’economia, la disoccupazione crescente, il crollo delle esportazioni, i negozi chiusi; e ha promesso giustizia a tutti i cittadini che saranno toccati dalla legge sulla cittadinanza che, ha aggiunto “distruggerà il Paese”. “L’agenda di Modi e (del ministro dell’Interno) Shah prevede solo di mettere le persone le une contro le altre e di nascondere la realtà dei problemi. Il governo – ha affermato Sonia Gandhi – viola la Costituzione ogni giorno. È arrivato il momento di salvare il Paese”.

Gb: Johnson, il popolo siamo noiPremier nel nord, ‘grazie della fiducia, svetteremo sul mondo’

LONDRA14 dicembre 201918:18

– Saremo “il governo del popolo”: è la promessa rivolta oggi da Boris Johnson alla piccola folla plaudente che lo ha accolto a Sedgefield, ex collegio di Tony Blair nel cuore del cosiddetto muro rosso dell’Inghilterra settentrionale, storicamente laburista ma in maggioranza pro Brexit, espugnato dai conservatori per la prima volta dopo 84 anni.
“Noi crediamo che i talenti siano distribuiti in modo uniforme nel nostro Paese, mentre le opportunità sono distribuite in modo iniquo”, ha detto il premier nel comizio culminante del suo tour di vittoria elettorale nel nord. “Noi intendiamo rettificare tutto questo con un governo conservatore One Nation, un governo del popolo”, ha rimarcato, ringraziando chi ha votato Tory “rompendo un abito di generazioni” e giurando di ripagarne la fiducia sulla Brexit e non solo. “Ricostruiremo la nostra autostima, la nostra magia, la fede in noi stessi”, ha promesso: “sarà un tempo meraviglioso per il nostro Paese, meraviglioso. E torneremo a svettare sul mondo”.

Afghanistan:verso ritiro 4mila americaniMedia, Trump si prepara all’annuncio

NEW YORK15 dicembre 201900:09

– L’amministrazione Trump si prepara ad annunciare il ritiro di 4.000 truppe americane dall’Afghanistan. Lo riporta Nbc citando alcune fonti, secondo le quali con il ritiro resteranno nel paese fra le 8.000 e le 9.000 truppe. L’annuncio è atteso per la prossima settimana.

Impeachment: deputato dem cambia partitoLa mossa mostra le tensioni in vista del voto in aula

NEW YORK15 dicembre 201900:11

– Il deputato Jeff Van Drew del New Jersey, un moderato democratico contrario all’impeachment di Donald Trump, ha comunicato ai suoi consiglieri che intende cambiare partito la prossima settimana e dichiararsi repubblicano. Il cambio mostra le tensioni all’interno del partito democratico in vista del voto in aula per la messa in stato di accusa del presidente americano.

Bolivia:pronto ordine cattura su MoralesLo ha assicurato la presidente ad interim Anez

LA PAZ15 dicembre 201900:15

– La presidente ad interim della Bolivia, Jeanine Añez, ha avvertito l’ex presidente boliviano Evo Morales, attualmente in Argentina dove attende di ottenere lo status di rifugiato, che “può ritornare nel Paese quando vuole”, sapendo però che “presto sarà emesso contro di lui un mandato di cattura”.
In dichiarazioni alla stampa dal dipartimento meridionale di Tarija, riferisce l’agenzia di stampa statale Abi, Añez ha fatto allusione alle accuse di “gravi irregolarità” rivolte a Morales per le elezioni da lui vinte e poi annullate del 20 ottobre, sottolineando che “i boliviani non permetteranno che questo succeda un’altra volta”.

Greta, ‘2020 anno dell’azione, lottiamo per futuro’A Torino coi giovani di Fridays For Future, ‘siete con me?’

TORINO14 dicembre 201912:02

– TORINO

– La battaglia per il clima è soltanto all’inizio, il 2020 sarà l’anno della svolta. E dell’azione. Greta Thumberg sceglie Torino per rinnovare l’impegno a favore dell’ambiente. Nel giorno in cui i potenti della Terra concludono a Madrid i lavori della Cop25, l’attivista svedese scende in piazza coi giovani di Fridays For Future, davanti all’Aula del primo Senato Italiano. E ricorda che bisogna “continuare a difendere il Pianeta”, perché “non ci ci sono opzioni”.
Cappellino di lana e cerata gialla ‘d’ordinanza’, la stessa che indossa nell’immagine sulla copertina del suo libro, Greta parla con un filo di voce, ma arriva dritta al cuore della piazza, che la applaude e scandisce più volte il suo nome. “Sono contenta di essere in questa bellissima città e sono colpita da come avete organizzato tutto in così poco tempo”, dice la giovane, scelta da Time come personaggio dell’anno. “Quella foto è stata un gran divertimento, fortunatamente il fotografo era di grande talento”, è l’unica concessione alla vanità dei suoi 16 anni.
I ragazzi che l’accolgono ricordano che Torino “è la città più inquinata d’Europa” e che sotto la Mole lo smog uccide novecento persone all’anno. Non sono l’oceano colorato scelto dall’attivista svedese lo scorso 27 settembre come immagine social del terzo sciopero mondiale per il clima, ma difendono con determinazione le loro ragioni. “Siamo qui come ogni venerdì per chiedere alla politica di occuparsi di quella che è una vera emergenza, non siamo solo i ragazzi di Greta…”, dicono annunciato che il capoluogo piemontese è candidato con Dresda a ospitare, la prossima estate, il secondo meeting internazionale di Fridays For Future.
La sindaca Appendino, in piazza in mezzo alle persone per ascoltare Greta, assicura che la città “darà tutto il suo supporto” alla candidatura. “Incontrare Greta mi ha trasmesso una determinazione ancora più forte nel portare avanti le politiche per l’ambiente che abbiamo avviato. Il tema dell’emergenza climatica è una necessità per tutti”, sostiene indicando come “priorità assoluta quella di consegnare a chi verrà in futuro una città più pulita, più sostenibile, più sana e più sicura”. Anche a costo di fare scelte “che possono non portare consenso”. “La politica dovrebbe dimostrare più serietà e fornire risposte che si basano sui dati e sugli studi, non sui soli simboli”, ribatte il segretario cittadino della Lega, Fabrizio Ricca, convinto che “Appendino, e come lei anche altri consiglieri d’opposizione, cerchino solo di cavalcare il fenomeno mediatico ‘Greta'”.
La polemica politica non riguarda la svedese, che ha trovato anche il tempo di visitare i Musei Reali e la cappella della Sindone di Guarino Guarini. “Cosa faremo nei prossimi 10 anni influenzerà le nostre vite, quelle dei nostri figli e dei nostri nipoti – conclude -. Ecco perché il 2020 è l’anno dell’azione.
L’anno in cui ci impegneremo perché taglino le emissioni.
Dobbiamo essere uniti. Siete con me?”.

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.