Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. RESTA INFORMATO SU TUTTO CIò CHE VIENE DAL MONDO DELLA TECNOLOGIA. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 14 Gennaio, 2020, 13:41:13 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 10 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:37 DI LUNEDì 13 GENNAIO 2020

ALLE 13:41 DI MARTEDì 14 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple attiva donazioni per Australia
Contributo degli utenti da 5 a 200 dollari con iTunes e App Store

13 gennaio 2020 05:37

Apple ha lanciato una campagna di donazioni per aiutare l’Australia che combatte da settimane contro incendi devastanti che hanno provocato la morte di persone e animali.La società di Cupertino ha attivato una campagna di beneficenza in collaborazione con la Croce Rossa, si legge sul sito MacRumors. Gli utenti possono effettuare donazioni alla Croce Rossa tramite iTunes e l’App Store, utilizzando il metodo di pagamento associato al loro profilo. Per ogni operazione si potranno donare dai cinque ai 200 dollari, Apple non riscuoterà alcuna commissione.Nei giorni scorsi con una raccolta fondi da record su Facebook, la comica australiana Celeste Barber ha messo insieme circa 30 milioni di euro destinati alla lotta agli incendi. La cifra, che continua a crescere, è la più alta mai raggiunta su Facebook, ha confermato il social network a Cbs News.
E anche Leonardo DiCaprio, da sempre attento alle tematiche ambientaliste, è sceso in campo per l’Australia con una donazione di tre milioni di dollari.

Facebook, spot politici si potranno vedere meno Social attiva opzione, ma continua ad accettarli

13 gennaio 202014:40

Facebook annuncia ritocchi al proprio regolamento sugli annunci pubblicitari di stampo politico, senza però modificare la sua posizione di continuare ad accettarle e non sottoporle al fact checking. Sul social network e anche su Instagram gli utenti potranno attivare un’opzione che permetterà loro di vedere “meno frequentemente” annunci politici. La piattaforma ribadisce anche che, come tutti gli altri, gli annunci dovranno sottostare alle linee guida che riguardano l’incitazione all’odio e ai contenuti violenti. La società promette anche più completezza nei report sulle campagne pubblicitarie politiche: verrà divulgato il numero di utenti che sperano di raggiungere.In sostanza, le novità fanno parte dell’aggiornamento dello strumento Ad Library lanciato da Facebook a maggio 2018, un “archivio pubblico che consente alle persone di vedere tutti gli annunci dei politici e le campagne in corso su Facebook e Instagram, ma anche quelle passate”. “Negli ultimi mesi si è discusso molto della pubblicità politica online e dei diversi approcci che le aziende hanno scelto di adottare – spiega il social in un post ufficiale -.Mentre Twitter ha scelto di bloccare gli annunci politici e Google di limitare il ‘targeting’ degli utenti, noi scegliamo di aumentare la trasparenza e dare più controllo alle persone in materia. In definitiva – conclude – non pensiamo che le decisioni in merito agli annunci politici debbano essere prese da società private, motivo per cui

sosteniamo una regolamentazione che si applicherebbe a tutto il settore2.

Instagram sfida TikTok, nuovi effetti dedicati ad adolescentiSlowMo, Echo, Duo e Ritaglio si applicano a video Boomerang

13 gennaio 202014:54

Instagram risponde a TikTok: aggiunge effetti per Boomerang, l’app per realizzare brevi video, pensati soprattutto per i più giovani.

Gli effetti si chiamano ‘SlowMo’, ‘Echo’, ‘Duo’ e ‘Ritaglio’. Il primo serve a rallentare i video; con ‘Echo’ con cui viene inserita una scia dietro a ogni singolo elemento in movimento, così da creare quasi delle copie.’Duo’, invece, riavvolge molto rapidamente la clip e inserisce un effetto digitalizzato. Infine ‘Ritaglio’, come dice il nome, consente di ritagliare il video, un po’ come succede nel rullino fotografico.Questi nuovi effetti potrebbero aiutare Instagram a mantenere la sua popolarità, minacciata dall’esplosione di TikTok che sta prendendo piede tra gli adolescenti. “Boomerang è uno dei formati più amati e siamo entusiasti di espandere i modi creativi con cui si può utilizzare per trasformare i momenti quotidiani in qualcosa di divertente e inaspettato”, ha spiegato un portavoce della società al sito TechCrunch.

Amazon Women in Innovation, al via bandi universitàPer Politecnico Milano e Torino e Tor Vergata di Roma

13 gennaio 202016:19

Al via i bandi per la seconda edizione della borsa di studio ‘Amazon Women in Innovation’ a sostegno dell’innovazione e delle giovani donne meno avvantaggiate. Il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino e l’Università Tor Vergata di Roma hanno pubblicato sui loro siti le scadenze per accedere alle candidature create dalla multinazionale di Seattle per supportare giovani studentesse nelle discipline Stem (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica).”Stiamo cercando di fare la differenza per molte giovani donne che un giorno diventeranno leader nell’innovazione”, spiega Mariangela Marseglia, VP Country Manager di Amazon.it e Amazon.es. Aderiscono Donatella Sciuto, Pro-rettrice del Politecnico di Milano, Claudia De Giorgi, Vice Rettrice per la Qualità, il Welfare e le Pari Opportunità del Politecnico di Torino, e il Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Orazio Schillaci.Amazon Women in Innovation fa parte del progetto Amazon in the Community, a supporto della crescita delle nuove generazioni nel mondo digitale. Consiste in un finanziamento di seimila euro all’anno, per tre anni, a tre studentesse da altrettanti atenei italiani. Oltre a supportare economicamente le studentesse, Amazon mette a disposizione un mentore per aiutare a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro, come, ad esempio, le tecniche per creare un curriculum efficace o affrontare un colloquio di lavoro in Amazon o in altre aziende.

Samsung, l’11 febbraio arriva Galaxy S20Indiscrezioni, avrà 3 modelli. In arrivo anche nuovo pieghevole

13 gennaio 202016:18

Il prossimo smartphone top di gamma di casa Samsung non si chiamerà Galaxy S11 ma Galaxy S20. A confermare l’indiscrezione, che circola da giorni, sono alcune foto pubblicate in esclusiva dal sito XdaDevelopers. La presentazione del dispositivo è attesa nel corso dell’evento Galaxy Unpacked 2020 in programma l’11 febbraio, in cui Samsung dovrebbe svelare tre modelli del Galaxy S20 più un telefono pieghevole a conchiglia.

La serie S20, stando ai rumors, dovrebbe essere composta da una versione base, cui si affiancano il Galaxy S20+, dalle dimensioni più grandi, e il Galaxy S20 Ultra. Quest’ultimo sarà il modello più potente e costoso, con un comparto fotografico più performante basato su un sensore principale da 108 megapixel. Per tutti e tre, Samsung dovrebbe produrre sia una versione compatibile con le nuove reti 5G, sia una “normale” che supporta il 4G.
Accanto alla serie S20, Samsung potrebbe mostrare anche il suo nuovo smartphone pieghevole. Chiamato Galaxy Bloom, si differenzia dal Galaxy Fold per le dimensioni ridotte e la chiusura a conchiglia. Se il Fold si apre in due per assumere le dimensioni di un tablet, il Bloom si chiude in due per farsi meno ingombrante, in modo simile al Motorola Razr. Home Mappa del sito

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple ha venduto 60 milioni di AirPods nel 2019
Mercato triplicato, la Mela ne detiene oltre la metà

13 gennaio 202014:56

Nel corso del 2019 Apple ha venduto 60 milioni di auricolari AirPods. Lo affermano i ricercatori di Strategy Analytics, confermando la leadership della Mela in un segmento – quello degli auricolari completamente senza fili – che l’anno scorso ha triplicato sia i ricavi, sia i volumi (+200%).Apple ha chiuso il 2019 con oltre il 50% del mercato in termini di volumi, una percentuale che sale al 71% in termini di valore. “Gli AirPods sono i dispositivi Bluetooth dominanti per volumi di vendita e per ricavi nel segmento degli auricolari totalmente senza fili”, ha detto l’analista Ken Hyers, secondo cui “anche se altre aziende entreranno nel mercato, Apple continuerà a dominare categoria fino alla metà del decennio”.Apple, che ha di fatto lanciato questa tipologia di auricolari con i primi AirPods nel 2016, al momento sembra non avere rivali. Al secondo e terzo posto nella classifica delle vendite, infatti, ci sono Samsung and Xiaomi, ed entrambe hanno una market share inferiore al 10%. “La leadership di Apple non sorprende, dal momento che ha creato la categoria”, ha osservato l’analista Ville-Petteri Ukonaho. Ma anche se la compagnia d Cupertino resterà leader, “le altre aziende hanno ampie opportunità di ritagliarsi una propria fetta di mercato”.

Google: Alphabet verso i 1.000 miliardi di valore Si appresta a entrare nell’esclusivo club

13 gennaio 202015:31

Alphabet, la holding a cui fa capo Google, si appresta a entrare nell’esclusivo club delle società che valgono 1.000 miliardi di dollari. I titoli del colosso hanno guadagnato il 7% dall’inizio dell’anno. La volata è avvenuta nonostante le critiche e le crescenti richieste delle autorità per regole più stringenti della privacy e norme antitrust vincolanti.Apple è stata la prima società a raggiungere i 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato, seguita da Microsoft e Amazon. I big tecnologici sono stati superati da Aramco, che ha un valore di mercato di 1.870 miliardi di dollari.

Apple sostituisce battery case di iPhoneCover difettose per i modelli XS, XS Max e XR del melafonino

14 gennaio 202009:37

Apple ha avviato un programma di sostituzione gratuita di alcune custodie con batteria integrata per iPhone. Ad essere interessate sono le Smart Battery Case per iPhone XS, XS Max e XR, prodotte tra il gennaio e l’ottobre 2019. Alla base della sostituzione non c’è alcun rischio di sicurezza: la sostituzione è stata decisa perché le cover sono difettose.
Come si legge in una nota di Apple, le custodie difettose non si caricano, o si caricano in modo intermittente, quando collegate alla presa di corrente, oppure non ricaricano l’iPhone, o lo ricaricano a intermittenza.
“Questo non è un problema di sicurezza. Apple o un centro di assistenza autorizzato sostituiranno gratuitamente le custodie interessate dal malfunzionamento”, evidenzia Apple.

Mercato Pc cresce dopo 7 anni in caloTraina l’aggiornamento aziendale a Windows 10, Lenovo è in testa

14 gennaio 202012:16

Dopo sette anni col segno meno, il mercato mondiale dei personal computer torna a crescere. Stando ai dati preliminari degli analisti Idc, nel 2019 le consegne di Pc “tradizionali” (fissi, portatili e workstation) hanno raggiunto i 266,7 milioni di unità, pari a un +2,7%: il primo incremento dal +1,7% del 2011. Molto positivo il quarto trimestre, chiuso oltre le attese a 71,8 milioni di unità (+4,8%).A trainare il mercato, la domanda aziendale di computer con a bordo il nuovo sistema operativo Windows 10, in vista dello stop – previsto proprio per oggi – del supporto al vecchio Windows 7 da parte di Microsoft. Per l’analista di Idc Jitesh Ubrani, “nonostante i dati positivi del 2019, i prossimi 12-18 mesi saranno impegnativi per i Pc tradizionali, poiché la maggior parte degli aggiornamenti a Windows 10 sarà nello specchietto retrovisore”.Tra i costruttori, Lenovo si conferma in testa con 64,7 milioni di pc consegnati nel 2019 (+8,2%). Seguono HP (62,9 milioni, +4,8%) e Dell (46,5 milioni, +5,4%). Le tre compagnie detengono insieme quasi i due terzi del mercato. Fuori dal podio ci sono, in controtendenza, Apple con 17,7 milioni di Mac e un calo del 2,2%, e Acer con 17 milioni di consegne e un -4,6%.Confermano la crescita del settore, seppur con dati preliminari diversi, i ricercatori di Gartner, secondo cui nel 2019 le consegne di pc desktop, portatili e “ultramobile” (come il Surface di Microsoft) hanno totalizzato 261 milioni di unità, lo 0,6% in più del 2018. Per l’analista Mikako Kitagawa l’aggiornamento a Windows 10 delle imprese si è registrato soprattutto in Usa, Giappone ed Emea. Più rosee le stime sul 2020: “Prevediamo che la crescita continui quest’anno, anche dopo la fine del supporto di Windows 7, poiché molte aziende in regioni emergenti come la Cina, l’Eurasia e l’Asia-Pacifico non hanno ancora effettuato l’upgrade”.

Hacker russi contro società ucraina al centro impeachment Attaccata Burisma, forse cercavano informazioni su Biden

NEW YORK14 gennaio 202012:20

Hacker russi hanno attaccato Burisma, la società energetica ucraina al centro dell’impeachment di Donald Trump, quella in cui Hunter Biden sedeva nel consiglio di amministrazione. Lo riporta il New York Times citando alcune fonti. Anche se non è chiaro cosa gli hacker stessero cercando, alcuni esperti ritengono che la tempistica dell’attacco indichi che i russi stavano cercando informazioni potenzialmente imbarazzanti per la famiglia del candidato democratico alla Casa Bianca, Joe BidenGli attacchi hacker contro Burisma sono iniziati lo scorso novembre, mentre il Congresso teneva era impegnato nell’indagine per un eventuale impeachment di Donald Trump, afferma la società di cybersicurezza Area 1.Secondo gli esperti, gli attacchi sarebbero ancora in corso e sarebbero legati alla divisione di intelligence militare russa precedentemente conosciuta come Gru, la stessa che ha attaccato e diffuso le email dei democratici durante le elezioni americane del 2016.

Pe ripropone il caricatore universaleDibattito a Strasburgo per ridurre rifiuti e semplificare vita

STRASBURGO14 gennaio 202012:38

– La Plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo ha discusso oggi sull’introduzione del caricatore singolo e universale per tutti i telefoni cellulari, tablet e dispositivi portatili. L’obiettivo è ridurre i rifiuti elettronici ma soprattutto semplificare la vita dei consumatori.
Già nella direttiva del 2014 sulle apparecchiature radio, i legislatori europei avevano chiaramente espresso la necessità di sviluppare un unico caricatore e avevano incaricato la Commissione europea di perseguire questo obiettivo attraverso un atto delegato.
Il dibattito odierno sarà sintetizzato in una risoluzione che sarà votata alla prossima sessione plenaria.
Si stima che l’accumulo di caricabatterie generino più di 51.000 tonnellate di rifiuti elettronici all’anno.
Gli eurodeputati hanno stigmatizzato le difficoltà dovute alle differenze fra i produttori che non hanno portato ad una omogeneizzazione ma hanno prodotto frammentazione. “La Commissione europea sostiene fortemente l’armonizzazione dei caricabatterie per i cellulari”, ha sottolineato il vicepresidente dell’esecutivo comunitario Maros Sefcovic. “Nel 2009, abbiamo avuto 30 soluzioni per la ricarica. Ora ci sono tre soluzioni principali. Nella discussione con il comparto industriale insistiamo sui seguenti obiettivi: convenienza del consumatore, sicurezza e interoperabilità e️ riduzione dei rifiuti elettronici”, ha aggiunto Sefcovic.

Doublicat, genera in automatico deepfakeUsa l’AI per sostituire volti, società rassicura su privacy

14 gennaio 202012:52

– In un momento in cui si parla molto del fenomeno deepfake, video o immagini manipolate che vengono considerate la nuova frontiera della disinformazione, spunta un’app che permette di sostituire il proprio volto ad un fermo immagine. Si chiama Doublicat e rischia di diventare un caso come FaceApp, l’applicazione che invecchia i volti diventata popolare qualche mese fa. In sostanza Doublicat sfrutta l’intelligenza artificiale per creare un deepfake con il proprio volto. Per utilizzarla basta scattarsi un selfie e scegliere l’immagine in movimento (Gif) in cui trasformarsi. Un esempio mostrato in un video e’ la sostituzione del volto di un utente ad un fotogramma di un film con Leonardo DiCaprio. L’applicazione è sviluppata da NeoCortext, la stessa società che qualche tempo fa ha lanciato Reflect, l’app di sostituzione facciale basata sull’intelligenza artificiale e dedicata alle foto. NeoCortex assicura gli utenti sulla privacy, di non immagazzinare i dati biometrici e di cancellare immediatamente i selfie scattati. Secondo indiscrezioni di qualche giorno fa, anche TikTok starebbe realizzando un generatore di deepfake. Mentre invece le grandi aziende tecnologiche si stanno impegnando per combattere il fenomeno. Amazon, Facebook e Microsoft hanno messo insieme una ‘Deepfake Detection Challenge’, mentre Google ha condiviso un database contenente diversi filmati deepfake allo scopo di allenare i meccanismi di riconoscimento a smascherare i video contraffatti.

Apple, aiutiamo Fbi 14 in indagini su attacco in Florida Non interviene su sblocco iPhone, no porte secondarie per buoni

14 gennaio 202013:04

Apple respinge le critiche e afferma che sta aiutando l’Fbi a indagare sull’attacco terroristico del 6 dicembre alla base militare di Pensacola, in Florida.Cupertino in una nota spiega che gli agenti federali le hanno notificato di aver bisogno di ulteriore aiuto lo scorso 6 gennaio: “solo a quel punto abbiamo saputo dell’esistenza di un secondo iPhone legato all’indagine”.Apple precisa di aver fornito tutte le informazioni a sua disposizione, fra le quali quelle relativi all’account Apple del killer. Apple infine ribadisce quello che ha più volte detto in merito allo sblocco degli iPhone: “non ci sono accessi secondari per i buoni. Accessi secondari sono perseguiti solo da coloro che minacciano la nostra sicurezza nazionale e la sicurezza dei dati dei nostri clienti”.Il ministro della Giustizia, William Barr, ha chiesto ad Apple aiuto per sbloccare l’iPhone del terrorista saudita che ha aperto il fuoco nella base di Pensacola. Barr ha poi precisato di non aver ricevuto da Apple un’assistenza concreta.

Musk, le auto Tesla parleranno ai pedoniIn un video la Model 3 dice: ‘Non stare lì a fissare, salta su’

14 gennaio 202013:05

– Le auto di Tesla “presto” saranno in grado di parlare con i pedoni nelle vicinanze. Lo ha twittato Elon Musk, pubblicando un breve video in cui si sente una Model 3 dire: “Bè’, non stare lì a fissare, salta su”.
“Le Tesla presto parleranno alle persone, se vorrete. E’ vero”, ha scritto Musk su Twitter. La novità sfrutta presumibilmente gli altoparlanti esterni che Tesla sta installando sulle sue auto per ottemperare alle norme di sicurezza che impongono ai veicoli elettrici di fare rumore, così da poter essere uditi.
La possibilità di far parlare le auto potrebbe avere un’utilità in futuro, nella realizzazione del piano di Musk per far operare le Tesla come una flotta di taxi a guida autonoma.
Le auto, in pratica, si aggiungerebbero alla flotta quando non sono usate dal proprietario, e guadagnerebbero denaro per lui.

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.