Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 3 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 17:25 DI GIOVEDì 10 GENNAIO 2019

ALLE 06:49 DI VENERDì 11 GENNAIO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Fca: paga 800 mln dlr dispute Usa diesel
Stampa, da sanzione civile a compenso consumatori

NEW YORK10 gennaio 201917:25

Fca pagherà una cifra complessiva di circa 800 milioni di dollari per risolvere le dispute negli Stati Uniti sulle emissioni diesel. Lo riporta Automotive News.
Alla sanzione civile da 305 milioni di dollari si aggiungono infatti almeno 72,5 milioni che andranno agli stati americani e i 280 milioni di dollari per compensare i titolari delle auto.
Ci sono inoltre altre voci a carico dell’azienda che portano la cifra complessiva a circa 800 milioni di dollari.
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,63%)Indice Ftse Mib a quota 19.300 punti

MILANO10 gennaio 201917:45

– Chiusura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,63% a 19.300 punti.
Borsa: Europa chiude contrastataPositive Londra (+0,54%) e Francoforte (+0,26%)

10 gennaio 201917:58

– Chiusura contrastata per le principali borse europee. Parigi ha ceduto lo 0,16% a 4.805 punti, Londra ha guadagnato lo 0,54% a 6.943 punti e Francoforte lo 0,26% a 10.921 punti.
Spread Btp chiude in lieve rialzo a 263Tasso sul decennale al 2,88%

10 gennaio 201918:07

– Chiusura in lieve rialzo per lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale sale a 263 punti base dai 260 punti della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale del Tesoro è al 2,88%.
Borsa:Milano regina d’Europa in chiusuraSprint Salini Impregilo, multa Usa non ferma Fca, scivola Tod’s

10 gennaio 201918:25

– Piazza Affari ha chiuso in testa alle altre borse europee (Ftse Mib +0,63%), piuttosto disorientate, tra scambi in calo a 1,7 miliardi di euro di controvalore. Il listino dei titoli principali, spaccato in due per gran parte della seduta, ha visto prevalere il segno positivo nel finale, con Juventus (+4,59%) in evidenza, seguita da Terna (+2,25%), Cnh (+1,84%) ed Enel (+1,67%), mentre A2a (-3,41%) ha segnatoil passo. Lo spread in lieve rialzo a 263 punti base non ha impedito gli acquisti sui bancari Unicredit (+1,21%) e Intesa (+0,72%), mentre la multa da 0,8 miliardi di euro negli Usa per le emissioni dei motori diesel non ha fermato Fca (+0,79%), partita piuttosto debole, che aveva accantonato l’importo già nel terzo trimestre dell’anno. L’interesse della giapponese Ihi per Astaldi (-0,56%) non ha mosso più di tanto il titolo, ha corso invece Salini Impregilo (+4,2%), interessata alla partita. Sotto pressione Tod’s (-4,32%) e Amplifon (-2,42%), entrambe declassate dagli analisti finanziari.
Primi 253 Postamat ai piccoli comuniBusone (Uncem), percorso virtuoso, dialogo che porta benefici

10 gennaio 201918:42

– “Sono 253 i sindaci italiani di piccoli Comuni che nei giorni scorsi hanno ricevuto da Poste la lettera che li informa dell’attivazione di uno sportello automatico, un Postamat, per lo svolgimento di numerosi servizi”. Lo rende noto il presidente dell’Uncem (l’associazione, di Comuni, Comunità, Enti montani), Marco Bussone.
Era uno dei dieci impegni presi dall’Ad di Poste Italiane, Matteo Del Fante, ai tremila sindaci

di piccoli comuni che l’azienda ha riunito a Roma lo scorso 26 novembre.
“Prende dunque forma concretamente il nuovo patto che abbiamo formalizzato con l’azienda”, commenta Bussone, sottolineando la soddisfazione “dei sindaci, che è anche di Uncem e Anci impegnate – dice – con Poste in un nuovo virtuoso percorso, diverso dal passato in cui non sempre ci eravamo capiti. Cresce il dialogo che porta benefici”.
Tim: Vivendi, Cda ha perso già un meseSocio francese torna in pressing su assemblea

10 gennaio 201919:02

– “Sembra che i membri del board della lista Elliott stiano facendo tutto il possibile per evitare il voto democratico degli azionisti. È già stato perso un mese di tempo”. Un portavoce di Vivendi incalza i consiglieri di Tim che settimana prossima si riuniscono per decidere sulla richiesta di assemblea per la revoca di cinque amministratori.
La richiesta di convocazione, ricorda il socio francese, era sul tavolo già il 14 dicembre. “La tattiche volte a perdere tempo utilizzate dei membri del Cda di Elliott stanno avendo, di giorno in giorno, un effetto molto dannoso sui risultati finanziari dell’azienda. La decisione presa dal Cda del 21 dicembre, di ‘avviare le analisi’ sulla richiesta espressa molto chiaramente da Vivendi, è un perfetto esempio dell’esplicita tattica dilatoria, così come il nuovo Cda del 14 gennaio” sottolinea il portavoce di Vivendi.
Borsa: Tokyo, apertura in rialzoNikkei segue scia positiva mercato azionario Usa

TOKYO11 gennaio 201901:21

– La Borsa di Tokyo apre l’ultima seduta della settimana col segno più, in scia alla progressione degli indici azionari Usa – in rialzo per il quinto giorno consecutivo – e i segnali di ripresa dei consumi nella prima economia mondiale durante il periodo festivo. Il Nikkei guadagna lo 0,76% a quota 20.317,15, aggiungendo 153 punti. Sul mercato dei cambi lo yen arresta la fase di apprezzamento sul dollaro, trattando a 108,30, e sull’euro, a 124,70.
Borsa: Shanghai positiva, apre a +0,18%In rialzo anche Shenzhen, a +0,14%

PECHINO11 gennaio 201902:48

– Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio positivo: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un rialzo dello 0,18%, a 2.539,55 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,14% e si attesta a 1.305,36.         [print-me title=”STAMPA”]