Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 25 Novembre, 2019, 09:39:09 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 2 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:43 ALLE 09:39 DI LUNEDì 25 NOVEMBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Papa al Giappone: accogliete i rifugiati
Caritas: nel 2018 solo a 42 riconosciuto lo status

TOKYO25 novembre 201905:43

– “Vi chiedo di stendere le braccia dell’amicizia e di accogliere quelli che vengono, spesso dopo grandi sofferenze, a cercare rifugio nel vostro Paese”. E’ l’appello rivolto da Papa Francesco in Giappone nell’incontro con i giovani nella Cattedrale di Santa Maria a Tokyo.
L’appello del Papa – spiega Caritas Japan – si inserisce in un quadro di norme “così restrittive che il numero di coloro che hanno ottenuto lo status di rifugiati nel 2018 è limitato a 42 persone”. Troppa competizione e frenesia portano alla solitudine, “la povertà più grande”, ha detto poi il Pontefice nell’incontro con i giovani a Tokyo. “Ci sono giovani che non ridono, non giocano, non conoscono il senso della meraviglia e della sorpresa. Come zombi – ha usato questa parola Papa Francesco -, il loro cuore ha smesso di battere a causa dell’incapacità di celebrare la vita con gli altri”. E allora occorre “fare spazio a Dio in una società frenetica e focalizzata sull’essere solo competitivi e produttivi”.
“Per crescere, per scoprire la nostra identità, bontà e bellezza interiore, non possiamo guardarci allo specchio. Hanno inventato tante cose, ma grazie a Dio non ci sono ancora i selfie dell’anima”. “Per essere felici, dobbiamo chiedere aiuto agli altri – ha indicato Francesco -, che la foto la faccia un altro, cioè uscire da noi stessi e andare verso gli altri, specialmente i più bisognosi”. “Non guardatevi troppo allo specchio, correte il rischio che a guardarvi troppo lo specchio si rompa”, ha aggiunto il Papa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong, ai democratici 90% dei seggiDuro colpo alla governatrice Lam e al governo di Pechino

PECHINO25 novembre 201905:48

– I candidati anti-governativi in corsa alle elezioni distrettuali di Hong Kong hanno conquistato quasi il 90% dei seggi, 396 sui 452 in palio, assestando un duro colpo alla governatrice Carrie Lam e al governo centrale di Pechino.
Mentre è in ballo ancora l’assegnazione di due seggi, riportano i media locali, il fronte pro-establishment ha perso più di 240 seggi rispetto alla tornata elettorale del 2015.

Il governo di Hong Kong ascolterà “certamente con umiltà le opinioni dei cittadini e rifletterà su di loro con serietà”. E’ l’impegno della governatrice Carrie Lam affidato a una nota, che è il primo commento dopo la pesantissima sconfitta del fronte pro-establishment alle elezioni distrettuali di domenica. Il governo, ha assicura la Lam, “rispetterà il risultato del voto”.”Hong Kong è parte integrante della Cina, a prescindere dal risultato elettorale”, ha detto il ministro degli Esteri cinese Wang Yi. “Qualsiasi tentativo di danneggiare il livello di prosperità e stabilità della città, non avrà successo”, ha continuato Wang nel primo commento ufficiale di Pechino sull’esito del voto a Hong Kong.

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.