Mondo tutte le notizie tutte le notizie dal Mondo sempre aggiornate!!! DA NON PERDERE!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 24 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 03:28 ALLE 16:18 DI VENERDì 19 GIUGNO 2020

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

“Voli militari per sorvegliare le proteste”, indagini negli Stati Uniti
Nyt, avviate dall’Air Force per sospetto uso improprio degli aerei
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
19 giugno 2020
03:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ispettore generale dell’Air Force statunitense sta indagando se sono stati impropriamente utilizzati aerei militari per voli di ricognizione tesi a sorvegliare le recenti proteste a Washington e Minneapolis, in supporto alle autorità civili. Lo riporta il New York Times citando un portavoce della Us Air Force secondo cui l’inchiesta è partita da alcune preoccupazioni condivise anche dal capo del Pentagono Mark Esper. Preoccupazioni legate a una possibile violazione delle libertà civili.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Twitter censura ancora Trump
Presidente pubblica un video virale: “Manipolazione dei media”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
19 giugno 2020
09:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Twitter censura ancora una volta Donald Trump. ‘Manipulated media’, la scritta comparsa sotto un tweet in cui il tycoon ha postato una versione ‘taroccata’ di un video molto popolare sui social, virale fin dal 2019: quello di due bimbi, uno bianco e uno afroamericano, che corrono l’uno verso l’altro alla fine abbracciandosi. Nel video postato dal presidente americano si vede invece il bimbo bianco inseguire quello nero e sotto la scritta: “Bambino terrorizzato fugge da bambino razzista”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia: Sarraj, Europa e Onu aiutino soluzione politica
Non permetteremo nascita dittatura. Con Italia rapporti storici
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
19 giugno 2020
09:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Il nostro governo non si arrenderà mai e non permetterà che in Libia sorga una dittatura, di nessun genere. Oggi chiedo che le nazioni europee e l’Unione europea ci sostengano nel realizzare questa visione. Chiedo che l’Onu continui a sostenerci nello sforzo di unire i libici e di lavorare a una soluzione politica, come ha fatto”: è l’appello del premier del governo di accordo nazionale libico Fayez al Sarraj contenuto in un suo intervento pubblicato oggi sul quotidiano la Repubblica.
Nell’articolo Sarraj ricorda inoltre i “rapporti storici di antica data” della Libia con l’Italia e sottolinea che la “Libia non dimenticherà i Paesi che sono stati accanto al suo popolo nei momenti più duri; renderemo omaggio a quei Paesi e stabiliremo forti basi di futura cooperazione”, scrive.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: processo per spionaggio contro due canadesi
Michael Kovrig e Michael Spavor arrestati a dicembre 2018
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
19 giugno 2020
09:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex diplomatico Michael Kovrig e l’uomo d’affari Michael Spavor, canadesi arrestati a dicembre 2018 in Cina, vanno a processo per spionaggio. La procura di Pechino, secondo i media cinesi, ha avviato un procedimento pubblico contro Kovrig per “furto di informazioni sensibili”, mentre la procura di Dandong, nel Liaoning, ha promosso una iniziativa analoga contro Spavor per “furto di informazioni sensibili di intelligence”. I due sono stati formalmente accusati di furto di segreti di Stato a marzo del 2019.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Cina, altri 25 casi a Pechino in 24 ore
Bilancio focolaio mercato all’ingrosso di Xinfadi sale a 183
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
19 giugno 2020
09:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pechino ha segnato giovedì altri 25 casi domestici di Covid-19, più dei 21 di mercoledì, portando il totale legato al focolaio del mercato all’ingrosso di Xinfadi a 183: lo ha detto la Commissione sanitaria municipale, secondo cui sono stati individuati 2 nuovi asintomatici.
Dall’inizio della pandemia la capitale ha avuto 603 contagi, di cui 411 guariti e 9 decessi. Allo stato, ci sono 183 persone sotto cure mediche, mentre sono 15 gli asintomatici sotto osservazione. Tra i 174 casi importati, una persona è ricoverata in ospedale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Turchia: ‘primo civile ucciso dai nuovi raid in nord Iraq’
Operazione in atto da inizio settimana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
19 giugno 2020
12:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi raid della Turchia nelle zone rurali del nord Iraq contro le roccaforti del Pkk curdo, lanciati all’inizio di questa settimana, hanno provocato nelle scorse ore la morte di almeno un civile. Lo riferiscono fonti dell’amministrazione curdo-irachena.
La prima vittima civile nota dell’intervento militare sarebbe un pastore locale che risiedeva nella zona montuosa di Bradost, a poche decine di chilometri dalla frontiera turca.
L’operazione turca viene condotta con raid aerei, che Ankara compie regolarmente da anni, ma anche con bombardamenti di artiglieria e con il dispiegamento sul terreno di un’avanguardia aviotrasportata delle forze speciali dell’esercito. Baghdad ha protestato chiedendo ad Ankara di ritirare le sue truppe e porre fine all’intervento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India: Modi, “Lo yoga uno scudo contro il Coronavirus’
Messaggio per Giornata Internazionale, il 21 giugno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
19 giugno 2020
12:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Lo yoga aiuta a rafforzare lo scudo immunitario contro il Coronavirus”: lo dice il premier indiano Narendra Modi nel video con cui presenta la sesta Giornata Internazionale dello Yoga, che si terrà domenica 21 giugno.
“Per la sua benefica azione multidimensionale, che agisce a livello mentale, fisico e psicologico, la pratica costante dello yoga si rivela strumento fondamentale nei momenti in cui ci è richiesto di affrontare sfide più impegnative del solito”, aggiunge il premier. Che conclude: “Quest’anno vi invito tutti a celebrare la giornata all’interno, ciascuno nella propria casa, per evitare il rischio di contagio da Coronavirus”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Iran, superati i 200 mila contagi
Altri 2.615 casi e 120 vittime in 24 ore, 159 mila i guariti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
19 giugno 2020
12:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a 200.262 i casi di Covid-19 in Iran, con 2.615 contagi nelle ultime 24 ore, sostanzialmente stabili rispetto ai giorni scorsi: lo ha reso noto la portavoce del ministero della Salute iraniano, Sima Sadat Lari.
Le nuove vittime sono 120, per il quinto giorno sopra quota cento nell’ultima settimana, con un totale di 9.392 decessi confermati dall’inizio della pandemia. I ricoverati in terapia intensiva aumentano a 2.833, i pazienti guariti crescono a 159.192. I test complessivi effettuati sono 1.370.718.
Lari ha confermato che al momento le province “rosse”, cioè considerate ad alto rischio, sono Khuzestan, Hormozgan, Kurdistan, Bushehr, Azerbaijan Occidentale e la zona dell’Iranshahr nel Sistan e Baluchistan.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Merkel, recessione più grave, Recovery in interesse Ue
Varare il piano entro l’estate
e
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
19 giugno 2020
15:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La prima discussione” su Recovery fund e bilancio “è stata molto positiva”, i leader hanno affermato di volere “un accordo prima di agosto” e sono consapevoli che “il successo del Recovery plan dipende anche dalla sua rapida adozione”: lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al termine del vertice europeo.
“Adesso passiamo ad nuova fase di una nuova negoziazione e abbiamo l’intenzione di tenere un summit in presenza a metà luglio. Prima di questo summit metterò sul tavolo alcune proposte concrete per provare ad arrivare ad una decisione. Siamo consci che una decisione vada presa prima possibile”. Così il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. Sul Recovery fund e il bilancio c’è un consenso emergente ma allo stesso tempo non dobbimao sottostimare le differenze di visione sui diversi punti. E’ necessario continuare la discussione”.
“Era chiaro che non si sarebbe stata decisione, oggi c’è stato un primo scambio. Andremo avanti a metà luglio”. Lo ha detto Angela Merkel, sottolineando che nel dibattito al consiglio europeo sul fondo di ripresa e sul bilancio pluriennale sono state messe sul tavolo “aspetti positivi e punti critici”. “La discussione si è svolta in un’atmosfera molto costruttiva”, ha aggiunto. La Germania si è spesa perché si arrivi velocemente a un’intesa in Ue. Lo ha detto Angela Merkel a Berlino dopo il Consiglio europeo in videoconferenza. Merkel ha citato la presidente della Bce Christine Lagarde e ha ribadito che “le implicazioni economiche della pandemia sono molto dure, siamo di fronte alla sfida più grande dalla Seconda guerra mondiale”. “Non credo che si possano versare i fondi già quest’anno”. Lo ha detto Angela Merkel a Berlino in conferenza stampa dopo la videoconferenza del Consiglio europeo, rispondendo a chi ha chiesto se Stati come l’Italia potranno ricevere i soldi europei prima del 2021. La cancelliera ha sottolineato che i Parlamenti devono ratificare le decisioni che si prenderanno in Europa, affermando poi che sarebbe positivo se i Paesi potessero sapere di poter contare sui fondi da gennaio.
“La proposta della Commissione è equa e ben bilanciata. Sarebbe un grave errore scendere al di sotto delle risorse finanziarie già indicate. E anche la combinazione tra prestiti e sussidi è ben costruita. Anche i tempi sono molto importanti. Dobbiamo assolutamente chiudere l’accordo entro luglio. E dobbiamo assecondare gli sforzi della Commissione di rendere disponibili alcune risorse già per quest’anno”. Lo ha sottolineato il premier Giuseppe Conte al Consiglio Ue.
“Il Recovery Fund non deve aprire la strada a un’unione del debito” perciò “deve esserci un limite di tempo” e “si deve discutere di chi paga quanto, di chi beneficia di più e di quali condizioni vincolano gli aiuti”. Così il cancelliere austriaco Sebastian Kurz in un messaggio diffuso su Twitter a margine del vertice Ue. “L’Austria è ben coordinata con Danimarca, Olanda e Svezia” e vuole “contribuire” al dibattito Ue, sottolinea Kurz, “l’obiettivo” di Vienna “è mostrare solidarietà ai Paesi più colpiti dal coronavirus”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pompeo difende Trump, ‘Bolton è un traditore’
‘Sono solo menzogne, cosa triste e pericolosa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
19 giugno 2020
13:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
John Bolton e’ “un traditore”: cosi’ il segretario di stato americano Mike Pompeo attacca l’ex consigliere per la sicurezza nazionale che in un libro ha mosso pesantissime accusa verso Donald Trump. “Sono solo menzogne”, ha affermato Pompeo: “E’ una cosa triste e pericolosa”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb stanzia 1 miliardo per scuole, debito record
Johnson, servirà a finanziare recupero allievi istituti chiusi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
19 giugno 2020
13:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo Tory britannico di Boris Johnson mette sul piatto un altro miliardo di sterline extra per le scuole dell’Inghilterra, destinato a finanziare attività di recupero per gli studenti degli istituti rimasti chiusi a causa del lockdown nel quadro dell’emergenza coronavirus. L’annuncio è arrivato oggi dallo stesso primo ministro, mentre dal fronte economico i dati certificano un deficit record da 55,2 miliardi per le casse del Tesoro nel mese di maggio e un debito pubblico totale salito a quasi 2000 miliardi di sterline: per la prima volta da mezzo secolo oltre l’ammontare del Pil nazionale, sullo sfondo della necessità di assicurare l’intervento di emergenza dello Stato nell’economia rivendicato dal cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak, per far fronte “al pesante impatto” della pandemia su business e famiglie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: in Germania 9,6 milioni hanno scaricato app
Bitkom: ’58 milioni di tedeschi possiedono uno smartphone’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
19 giugno 2020
13:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’app per il tracciamento del Coronavirus è stato scaricato già quasi 9,6 milioni di volte. Lo ha reso noto oggi il Robert Koch Institut. Se i Verdi contestano che per scaricare l’app siano indispensabili smartphone di recente produzione, il che escluderebbe una parte della popolazione, l’associazione digitale Bitkom ha affermato che in Germania 58 milioni di persone posseggono uno smartphone, l’80% delle quali lo avrebbe acquistato negli ultimi due anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vertice Ue finito, a breve conferenza stampa di Michel
Non sono previste conclusioni scritte
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
19 giugno 2020
14:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il vertice europeo dedicato al Recovery fund e al prossimo bilancio pluriennale ha terminato il dibattito su tutti i punti. Non sono attese conclusioni, ma a breve il presidente Charles Michel terrà una conferenza stampa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova Zelanda: poliziotto disarmato ucciso in un attacco
Feriti anche un altro agente e un passante
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
AUCKLAND
19 giugno 2020
14:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un poliziotto disarmato è stato ucciso a Auckland, in Nuova Zelanda, da un uomo che ha sparato con un fucile colpendo anche un altro agente, ferito ad una gamba, e un passante, che si trova in gravi condizioni.
L’assalitore, un uomo di 24 anni, è stato catturato dopo una caccia all’uomo durata diverse ore.
Secondo la ricostruzione del capo della polizia, Andrew Coster, i due agenti si sono avvicinati ad un auto che aveva subito un incidente. A quel punto il killer ha tirato fuori il fucile e cominciato a sparare all’impazzata. “E’ una notizia devastante, i nostri poliziotti lavorano duro per tenere al sicuro la nostra comunità”, ha dichiarato la premier Jacinda Ardern esprimendo le sue condoglianze alla famiglia dell’agente ucciso.
Sono soltanto 23 i poliziotti rimasti uccisi in servizio in Nuova Zelanda, in oltre 100 anni. L’ultimo risale al 2009.
Coster non ha fornito nessun tipo di indicazione sul possibile movente dell’attacco. In Nuova Zelanda gli agenti girano disarmati e la settimana scorsa per l’ennesima volta la polizia ha votato contro l’ipotesi di dotarli di armi. Da domani però, ha annunciato il capo, ai poliziotti in servizio nell’area della sparatoria, alla periferia di Auckland, saranno assegnate delle armi. VAI ALLA CRONACA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Merkel, Italia? I fondi Ue non prima del 2021
‘Serve prima ratifica parlamenti. Importante arrivino a gennaio’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
19 giugno 2020
14:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Non credo che si possano versare i fondi già quest’anno”. Lo ha detto Angela Merkel a Berlino in conferenza stampa dopo la videoconferenza del Consiglio europeo, rispondendo a chi ha chiesto se Stati come l’Italia potranno ricevere i soldi europei prima del 2021. La cancelliera ha sottolineato che i Parlamenti devono ratificare le decisioni che si prenderanno in Europa, affermando poi che sarebbe positivo se i Paesi potessero sapere di poter contare sui fondi da gennaio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia: Di Maio, vogliamo una tregua sostenibile
‘Irini non favorisce alcuna parte’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
19 giugno 2020
14:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo un cessate il fuoco sostenibile in Libia”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nella conferenza stampa ad Ankara con l’omologo turco Mevlut Cavusoglu. Il titolare della Farnesina ha inoltre sottolineato che la missione Ue Irini per il controllo dell’embargo delle armi, cui partecipa anche l’Italia, “non deve favorire nessuna delle parti”, ma “contribuire a fermare il conflitto”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Argentina, record di 2.000 contagi in 24 ore
La metà sono in provincia di Buenos Aires
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
19 giugno 2020
15:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nelle ultime 24 ore l’Argentina ha registrato un record di 2.000 contagi, per un totale dall’inizio della pandemia da coronavirus di 37.510 casi, che rappresenta un tasso di 82,7 casi per 100.000 abitanti. Lo riferisce oggi l’agenzia di stampa Telam. Nello stesso periodo, 41 persone sono morte portando il totale generale dei decessi a 954, che costituisce un tasso di mortalità di 20,9 per milione di abitanti.
Le autorità sanitarie argentine hanno inoltre sottolineato che la pandemia si è ormai concentrata soprattutto nell’agglomerato urbano di Buenos Aires e nella provincia.
Infatti, degli ultimi 1.958 casi, ben 1.106 sono stati registrati nella provincia di Buenos Aires, e 692 nella capitale.
In giornata è previsto un vertice fra i governatori di Buenos Aires, Horacio Rodríguez Larreta, e quello della provincia, Axel Kicilioff, per studiare eventuali misure più stringenti per frenare l’evoluzione del Covid-19. L’attuale meccanismo di isolamento, denominato ‘fase 2’, è in vigore fino al 28 giugno, ma già da ora a causa della crescita dei contagi nella capitale e in provincia, da oggi sono state disposte misure più rigide di controllo dei trasporti pubblici, riservati unicamente a persone munite di specifica autorizzazione.
Per quanto riguarda poi le attività di jogging, che hanno suscitato polemiche, continuano ad essere autorizzate, ma potranno essere praticate di sera, a partire dalle 19, a giorni alterni, a seconda dell’ultimo numero pari o dispari della carta d’identità.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Via il bus di ‘Into the Wild’ in Alaska, ‘era un pericolo’
Reso famoso da libro e film era costante meta di pellegrinaggio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
19 giugno 2020
15:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il famoso bus di ‘Into the Wild’ è stato rimosso dal sentiero dove si trovava da anni in Alaska. Il ‘magic bus’ è stato elitrasportato in una altra località in attesa di trovare una destinazione definitiva. Le autorità hanno deciso di rimuovere quella che ormai è una carcassa perché, vista la zona in cui si trovava, rappresentava un pericolo per turisti e avventurieri che cercavano di replicare le vicende di Christopher McCandless, il giovane protagonista del romanzo di Jon Krakauer ‘Nelle terre estreme’ (in Italia pubblicato da Rizzoli). McCandless morì di stenti in Alaska dopo un peregrinare di due anni per gli Stati Uniti.
Qualche mese fa, un gruppo di cinque escursionisti italiani lungo lo Stampede Trail furono tratti in salvo dalle autorità dell’Alaska di ritorno da una visita al bus abbandonato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: all’Oms la sequenza del genoma Covid-19 di Pechino
Le autorità cinesi hanno deciso di isolare il Peking University International Hospital
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
19 giugno 2020
15:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha rilasciato la sequenza del genoma del Covid-19 tracciato al mercato all’ingrosso di Xinfadi e l’ha comunicata anche all’Oms, tra le crescenti pressioni perché fossero rese pubbliche le evidenze trovate: è quanto ha riferito il Centro cinese di controllo e prevenzione delle malattie (Cdc). In base a quanto postato oggi sul sito del National Microbiology Data Center, le informazioni diffuse sono basate sui dati raccolti su due pazienti contagiati e su un campione ambientale.
Pechino ha deciso di isolare il Peking University International Hospital, fiore all’occhiello della sanità della capitale cinese, dopo che un’infermiera è risultata positiva ieri ai test del Covid-19 per essere entrata a stretto contatto il 14 giugno con un paziente del distretto di Haidian.
La capitale cinese ha segnato giovedì altri 25 casi domestici di Covid-19, più dei 21 di mercoledì, portando il totale legato al focolaio del mercato all’ingrosso di Xinfadi a 183: lo ha detto la Commissione sanitaria municipale, secondo cui sono stati individuati 2 nuovi asintomatici. Dall’inizio della pandemia la capitale ha avuto 603 contagi, di cui 411 guariti e 9 decessi. Allo stato, ci sono 183 persone sotto cure mediche, mentre sono 15 gli asintomatici sotto osservazione. Tra i 174 casi importati, una persona è ricoverata in ospedale.
Il nuovo coronavirus rilevato a Pechino nel mercato all’ingrosso Xinfadi viene dall’Europa, ma appartiene a un ceppo più vecchio dell’attuale che sta colpendo il Vecchio Continente. E’ l’ipotesi di Zhang Yong, vicedirettore del Centro di controllo e prevenzione delle malattie cinese. In un contributo sul sito della Commissione centrale per l’ispezione e la disciplina, l’Anticorruzione del Pcc, Zhang osserva che “un gran numero di campioni presi allo Xinfadi indica che il virus era presente lì già da tempo”.
I casi di coronavirus a livello mondiale hanno superato questa mattina la soglia degli 8,5 milioni: è quanto emerge dal conteggio della Johns Hopkins University. Le statistiche dell’università americana indicano ora un bilancio di 8.500.398 contagi globali, inclusi 454.215 decessi. Finora 4.169.082 persone sono guarite. I primi tre Paesi per numero di casi (Usa, Brasile e Russia) rappresentano il 44% del totale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti hanno registrato ieri oltre 25.700 nuovi casi di coronavirus: è quanto emerge dalle statistiche della Johns Hopkins University, secondo quanto riporta la Cnn. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 25.766. Secondo il conteggio aggiornato pubblicato dall’università americana, il bilancio complessivo dei casi nel Paese è adesso a quota 2.191.200 e quello dei morti a quota 118.435.
La Florida e il Texas sono ormai i nuovi epicentri della pandemia. In entrambi gli stati nelle ultime 24 ore è stato registrato il record dei nuovi casi giornalieri da quando si è diffuso il coronavirus: 3.516 in Texas, dove i contagi sfiorano oramai i 100 mila, e 3.207 in Florida, con un totale di quasi 86 mila contagi. Situazione critica anche in Arizona e in Lousiana. Intanto la California ha varato l’obbligo di indossare le mascherine nella maggior parte dei luoghi pubblici.
New York si prepara alla fase 2 della riapertura da lunedì 22 giugno, dopo essere stata l’epicentro della pandemia negli Usa. A ore è atteso l’annuncio del governatore dello stato Andrew Cuomo e del sindaco Bill de Blasio. Dovrebbero ripartire ristoranti, negozi e altre imprese. Il ritorno alla normalità però resta lontano, come dimostra l’annuncio del Carnegie Hall, del New York City Ballet e del Lincoln Center di cancellare l’intera stagione autunnale.
AMERICA LATINA – Non c’è ancora la luce in fondo al tunnel della pandemia di coronavirus in America Latina, dove nelle ultime 24 ore i contagi confermati sono saliti a 1.871.972 ed i morti a 88.823. E’ quanto risulta oggi da una elaborazione statistica dei dati riguardanti 34 Nazioni e territori latinoamericani. Continua l’emergenza in Brasile, secondo Paese al mondo sia per i contagiati, che sono 978.142 (+22.765), sia per i morti, arrivati a 47.748 (+1.238). Un dato positivo è che gli infettati ed i deceduti brasiliai di ogni giorno manifestano stabilità e non un incremento in termini numerici. Seguono il Perù con 244.388 contagi (+3.480) e 7.461 morti (+204), ed il Cile con 225.103 casi di contagio (+4.475) e 3.841 deceduti (+226). Al 4/o posto il Messico (165.455 e 19.747) con la seconda mortalità dopo il Brasile, al 5/o l’Ecuador (49.047 e 4.087), al 6/o la Colombia (60.217 e 1.960) e al 7/o l’Argentina (37.510 e 948).
INDIA – L’India ha registrato oltre 13.500 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, pari al livello più alto dall’inizio della pandemia: lo ha reso noto oggi il ministero della Sanità del Paese precisando che i nuovi contagi sono stati 13.586, un dato che porta il bilancio complessivo a quota 380.532. Allo stesso tempo, riporta la Cnn, i decessi sono stati 336: finora nel Paese sono morte a causa del virus 12.573 persone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GIAPPONE – Il Giappone ha registrato ieri 68 nuovi casi di coronavirus, di cui oltre la metà a Tokyo: lo ha reso noto il ministero della Sanità, sottolineando che nelle ultime 24 ore non è stato segnalato alcun decesso. Lo riporta la Cnn. La capitale ha visto 41 nuovi casi, in forte aumento rispetto al giorno precedente, quando il bilancio quotidiano era sceso sotto i 20 (a quota 16) per la prima volta da una settimana. Il totale dei casi confermati a Tokyo è di 5.633, inclusi 316 morti. A livello nazionale, il numero di casi di coronavirus è di 18.452 (inclusi 712 legati alla nave da crociera Diamond Princess), mentre i morti sono 935.
ISRAELE – Il numero dei casi di coronavirus continua a crescere in Israele e la scorsa notte ha superato la soglia dei 20 mila. Secondo i dati diffusi oggi dal ministero della Sanità, i contagiati sono stati finora 20.243, con un aumento di 260 rispetto a ieri. Le guarigioni sono state 15.567, ma il numero attuale dei malati ha subito intanto una forte accelerazione e ha raggiunto la cifra di 4.372: il doppio dei malati di due settimane fa (2.191). Nel frattempo il numero dei decessi è stato aggiornato a 304. Ieri sono stati esaminati oltre 16 mila test, di cui è risultato positivo l’1,9%. Alla luce di queste tendenze il premier Benyamin Netanyahu ha annunciato che per il momento non sarà autorizzato alcun nuovo alleggerimento del lockdown. Inoltre sono stati dichiarati ‘Zone rosse’ alcuni quartieri nella località beduina di Rahat (Neghev) e a Jaffa (Tel Aviv), dopo che negli ultimi giorni al loro interno si sono moltiplicati i contagi.
IRAN – Salgono a 200.262 i casi di Covid-19 in Iran, con 2.615 contagi nelle ultime 24 ore, sostanzialmente stabili rispetto ai giorni scorsi: lo ha reso noto la portavoce del ministero della Salute iraniano, Sima Sadat Lari. Le nuove vittime sono 120, per il quinto giorno sopra quota cento nell’ultima settimana, con un totale di 9.392 decessi confermati dall’inizio della pandemia. I ricoverati in terapia intensiva aumentano a 2.833, i pazienti guariti crescono a 159.192. I test complessivi effettuati sono 1.370.718. Lari ha confermato che al momento le province “rosse”, cioè considerate ad alto rischio, sono Khuzestan, Hormozgan, Kurdistan, Bushehr, Azerbaijan Occidentale e la zona dell’Iranshahr nel Sistan e Baluchistan.
RUSSIA – Sono 7.972 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Russia nelle ultime 24 ore, sale così a 569.063 il totale dei contagi nel Paese. Lo riporta il centro operativo russo anticoronavirus. Stando ai dati ufficiali, i decessi provocati dal nuovo virus sono stati 181 nel corso dell’ultima giornata e 7.841 in totale. I guariti sono 10.443 nelle ultime 24 ore e 324.406 in tutto.
REGNO UNITO – Il livello di allerta Covid nel Regno Unito è stato abbassato, da 4 a 3. Lo rendono noto i media locali, specificando che l’indicazione è stata fornita dalle autorità mediche di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord. Il livello 4 rappresenta un crescente livello di trasmissione dell’infezione. Con il livello 3 il virus si considera semplicemente in “circolazione” e ci potrà essere una graduale rimozione delle restrizioni. Il livello 5 è il più alto ed è quello che ha portato al lockdown. Per il ministro della Salute, Matt Hancock, si tratta di un “grande momento per il paese” ed è la prova che il piano del governo sta funzionando.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio: ‘In Libia vogliamo una tregua sostenibile’
Conferenza stampa ad Ankara del ministro degli Esteri con l’omologo turco Cavusoglu
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
19 giugno 2020
15:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo un cessate il fuoco sostenibile in Libia”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nella conferenza stampa ad Ankara con l’omologo turco Mevlut Cavusoglu. “Come noi, la Turchia ha accettato il governo riconosciuto dall’Onu di Sarraj. C’era stata una bozza di cessate il fuoco, ma la pandemia ha impedito alle parti di incontrarsi” per discuterne. “I prossimi passi – ha proseguito Di Maio – dovranno essere il cessate il fuoco e un processo politico. Nei prossimi giorni avrò interlocuzioni con le parti libiche. Deve esserci una soluzione riconosciuta dalle Nazioni Unite e dalla comunità internazionale”.
Turchia, con Italia per processo politico – “Continueremo a lavorare con l’Italia per una tregua duratura e un processo politico fruttuoso in Libia”. Lo ha detto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu nella conferenza stampa ad Ankara con Luigi Di Maio. “Purtroppo alcuni Paesi europei hanno sostenuto il golpista Haftar”, ha proseguito Cavusoglu. “Con l’Italia vogliamo lavorare anche sul Mediterraneo orientale”, ha aggiunto il capo della diplomazia di Ankara, ribadendo tuttavia che il suo Paese “rifiuta i passi unilaterali che escludono la Turchia” e che intende fare “tutto ciò che è necessario per difendere i diritti dei turco-ciprioti”.
Il nostro governo non si arrenderà mai e non permetterà che in Libia sorga una dittatura, di nessun genere. Oggi chiedo che le nazioni europee e l’Unione europea ci sostengano nel realizzare questa visione. Chiedo che l’Onu continui a sostenerci nello sforzo di unire i libici e di lavorare a una soluzione politica, come ha fatto”: è l’appello del presidente libico Fayez al Serraj contenuto in un suo intervento pubblicato sul quotidiano la Repubblica. Nell’articolo Serraj ricorda inoltre i “rapporti storici di antica data” della Libia con l’Italia e sottolinea che la “Libia non dimenticherà i Paesi che sono stati accanto al suo popolo ni momenti più duri; renderemo omaggio a quei Paesi e stabiliremo forti basi di futura cooperazione”, scrive.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa 2020, Klobuchar si fa da parte: ‘Biden scelga una donna afroamericana’
Salgono le quotazioni di Harris, Abrams e delle sindache di Washington e di Atlanta
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
19 giugno 2020
13:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La senatrice democratica Amy Klobuchar ha ritirato a sorpresa la sua candidatura alla possibile carica di vicepresidente in un ticket con Joe Biden, affermando che secondo lei la scelta migliore è quella di una donna afroamericana. “E’ un momento storico e questo è il momento di una donna di colore”, ha affermato. Salgono quindi le quotazioni della senatrice Kamala Harris, della ex candidata a governatrice della Georgia Stacey Abrams, della sindaca di Washington Muriel Bowser e di quella di Atlanta Keisha Lance Bottoms.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: processo per spionaggio contro due canadesi
Michael Kovrig e Michael Spavor sono stati arrestati a dicembre 2018
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
19 giugno 2020
13:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex diplomatico Michael Kovrig e l’uomo d’affari Michael Spavor, canadesi arrestati a dicembre 2018 in Cina, vanno a processo per spionaggio. La procura di Pechino, secondo i media cinesi, ha avviato un procedimento pubblico contro Kovrig per “furto di informazioni sensibili”, mentre la procura di Dandong, nel Liaoning, ha promosso una iniziativa analoga contro Spavor per “furto di informazioni sensibili di intelligence”. I due sono stati formalmente accusati di furto di segreti di Stato a marzo del 2019.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in altalena ma in rialzo, guarda a Consiglio Ue
Milano resta la migliore, future Usa si confermano positivi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
19 giugno 2020
11:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si confermano positive, sebbene in altalena, con i listini che guardano al Consiglio europeo e alle trattative sul Recovery Fund. L’indice d’area, l’euro stoxx 600, guadagna mezzo punto con l’evidenza di energia e titoli legati alla salute. Resta poi al rialzo l’intonazione dei future Usa. Tra le singole Piazze, Parigi guadagna lo 0,62%, Francoforte lo 0,57%. Più indietro Londra (+0,41%) all’indomani dello stanziamento della Bank of England di altri 111 miliardi di euro per aiutare l’economia britannica dopo il coronavirus.
Milano è sempre la migliore (+0,70%) con il Ftse Mib (19.646 punti) che cerca di recuperare i massimi segnati nella prima settimana di giugno.
Lo spread tra Btp e Bund è poco mosso a 179 punti (in avvio 178) mentre il petrolio si conferma in rialzo con il wti che si porta vicino ai 40 dollari al barile. L’euro resta stabile sul dollaro con la moneta unica a 1,121 sul biglietto verde. A Piazza Affari rallenta Fineco (+1%) mentre allungano Ferragamo (+2%), Terna (+1,8%), Campari (+1,75%).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pechino, il virus rilevato allo Xinfadi viene dall’Europa
‘È di un ceppo più vecchio dell’attuale, presente già da tempo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
19 giugno 2020
13:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo coronavirus rilevato a Pechino nel mercato all’ingrosso Xinfadi viene dall’Europa, ma appartiene a un ceppo più vecchio dell’attuale che sta colpendo il Vecchio Continente. E’ l’ipotesi di Zhang Yong, vicedirettore del Centro di controllo e prevenzione delle malattie cinese. In un contributo sul sito della Commissione centrale per l’ispezione e la disciplina, l’Anticorruzione del Pcc, Zhang osserva che “un gran numero di campioni presi allo Xinfadi indica che il virus era presente lì già da tempo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto lo scrittore Carlos Ruiz Zafon
Aveva 55 anni, scompare a Los Angeles a causa del cancro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
19 giugno 2020
14:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto lo scrittore Carlos Ruiz Zafón nella sua residenza a Los Angeles, a causa di un tumore, come riportato dai media spagnoli. Aveva 55 anni. “Oggi è una giornata molto triste per l’intero team Planeta che lo conosceva e ha lavorato con lui per vent’anni, in cui è stata forgiata un’amicizia che trascende la professionalità “, ha dichiarato l’editore Planeta che ha dato la notizia.
Ruiz Zafón viveva almeno sei mesi l’anno a Malibu, Los Angeles, dove lavorava per l’industria di Hollywood. Aveva raggiunto la notorietà internazionale con il suo romanzo “L’ombra del vento”, vincitore di numerosi premi e selezionato nella lista fatta nel 2007 da 81 scrittori e critici latinoamericani e spagnoli con i migliori 100 libri in lingua spagnola degli ultimi 25 anni.
Nato a Barcellona nel 1964, tradotto in oltre 40 lingue, considerato lo scrittore spagnolo più letto al mondo dopo Cervantes, Ruiz Zafon ha iniziato la sua carriera letteraria nei primi anni ’90 come autore di libri per ragazzi, giungendo al successo nel 2002, quando ha pubblicato con la casa editrice Planeta L’ombra del vento, uscito in sordina nel 2001 in Spagna ma arrivato a una trentina di edizioni grazie al tam tam dei lettori (in Italia nel 2004 con Mondadori). Con la storia di un ragazzino spagnolo, figlio di un libraio specializzato in edizioni per collezionisti e volumi usati, Zafon – come scrisse El Pais – ha fatto rivivere la grande tradizione del romanzo ottocentesco con una sensibilità contemporanea in un viaggio nel mondo delle storie perdute e ritrovate.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al primo romanzo, vincitore di numerosi premi internazionali, hanno fatto poi seguito Il gioco dell’angelo, Il prigioniero del cielo e Il labirinto degli spiriti, che fanno tutti parte della tetralogia del Cimitero dei Libri Dimenticati.
“Non scriverò mai più di Barcellona, né di libri. Dopo aver trascorso 16 anni immerso in questo mondo gotico e labirintico, mi sento pronto per qualcosa di nuovo”, aveva annunciato lo scorso settembre a Pordenonelegge. Tra i suoi romanzi anche Marina, seguito da Il Palazzo della Mezzanotte, Le luci di settembre, Il principe della nebbia. Zafon, che ha lavorato anche come sceneggiatore, ha collaborato regolarmente con le pagine culturali di ‘El Pais’ e ‘La Vanguardia’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio ad Ankara, Turchia importante partner commerciale
‘Contrastare la crisi economica con l’export del Made in Italy’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
19 giugno 2020
13:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ad Ankara per incontrare il ministro turco Mevlut Cavusoglu. La Turchia è un importante partner commerciale per il nostro Paese, con un interscambio annuo di quasi 18 miliardi di euro. È fondamentale dunque per le nostre imprese e per la nostra economia rafforzare i rapporti”.
Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
“Stiamo lavorando per contrastare la crisi economica derivante dalla pandemia ed è necessario – sottolinea il titolare della Farnesina – dare grande peso all’export del nostro Made in Italy e consolidare anche nuovi mercati per permettere alle nostre aziende di esportare sempre più prodotti all’estero. E grazie anche al patto per l’export siglato al ministero degli Esteri daremo il massimo supporto ad artigiani, startupper e imprenditori”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Malala realizza il suo sogno, si laurea a Oxford
La premio Nobel su Twitter: ‘Difficile esprimere la mia gioia’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
19 giugno 2020
14:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ forse il suo sogno più grande, portato avanti a rischio della propria vita, e finalmente lo ha realizzato. La 22enne Malala Yousafzai si è laureata all’università di Oxford in un corso di laurea iniziato nel 2017 che comprendeva come materie di insegnamento filosofia, politica ed economia. La giovane scampata nel 2012 in Pakistan a un attentato dei talebani, che volevano eliminarla in quanto simbolo della lotta per l’istruzione, e salvata dai medici nel Regno Unito, ha dichiarato su Twitter che è “difficile esprimere” la sua gioia e la gratitudine dopo questo risultato.
Oltre al messaggio, ha anche pubblicato alcune fotografie che la mostrano mentre festeggia il diploma coi suoi parenti. E ha aggiunto: “Non so per il futuro cosa mi aspetti. Al momento mi dedicherò a Netflix, alla lettura e al riposo”. Tante le congratulazioni che sono arrivate sul suo profilo, fra cui quelle dello scrittore Philip Pullman e dell’astronauta Anne McClain. Malala per il suo grande impegno in favore dell’istruzione aveva ricevuto il premio Nobel nel 2014.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova Zelanda: poliziotto disarmato ucciso in un attacco
Feriti anche un altro agente e un passante
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
AUCKLAND
19 giugno 2020
14:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un poliziotto disarmato è stato ucciso ucciso a Auckland, in Nuova Zelanda, da un uomo che ha sparato con un fucile colpendo anche un altro agente, ferito ad una gamba, e un passante, che si trova in gravi condizioni.
L’assalitore, un uomo di 24 anni, è stato catturato dopo una caccia all’uomo durata diverse ore.
Secondo la ricostruzione del capo della polizia, Andrew Coster, i due agenti si sono avvicinati ad un auto che aveva subito un incidente. A quel punto il killer ha tirato fuori il fucile e cominciato a sparare all’impazzata. “E’ una notizia devastante, i nostri poliziotti lavorano duro per tenere al sicuro la nostra comunità”, ha dichiarato la premier Jacinda Ardern esprimendo le sue condoglianze alla famiglia dell’agente ucciso.
Sono soltanto 23 i poliziotti rimasti uccisi in servizio in Nuova Zelanda, in oltre 100 anni. L’ultimo risale al 2009.
Coster non ha fornito nessun tipo di indicazione sul possibile movente dell’attacco. In Nuova Zelanda gli agenti girano disarmati e la settimana scorsa per l’ennesima volta la polizia ha votato contro l’ipotesi di dotarli di armi. Da domani però, ha annunciato il capo, ai poliziotti in servizio nell’area della sparatoria, alla periferia di Auckland, saranno assegnate delle armi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa 2020,Trump: ‘Il voto per posta il mio rischio maggiore’
Sondaggio Fox, Biden avanti di 12 punti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
19 giugno 2020
15:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Donald Trump ha definito il voto per posta, che il partito repubblicano sta combattendo a livello legale in vari Stati spendendo decine di milioni di dollari, il suo più grande rischio di perdere le elezioni. “Il mio rischio più grande è se non vinciamo le cause, ne abbiamo molte ovunque. E se non le vinciamo penso che questo metta le elezioni a rischio”, ha detto in una intervista a Politico. Il presidente ritiene che il voto per posta, introdotto o esteso da molti Stati per il coronavirus, favorisca i dem e i brogli.
Trump, difficile dire se accetterò risultati – In una intervista a Politico, Donald Trump resta evasivo di fronte alla domanda se accetterà i risultati elettorali in ogni caso, dopo aver definito il voto per posta il suo più grande rischio. “Non puoi mai rispondere a questa domanda perche’ Hillary Clinton continuo’ a dire che li avrebbe accettati e non lo ha mai fatto. Lo sapete, ha perso, ha perso male”. La Clinton ammise la sconfitta il giorno dopo le elezioni. In una precedente intervista a Fox, il tycoon aveva assicurato che in caso di sconfitta se ne sarebbe andato pacificamente. Trump lancia inoltre un monito ai repubblicani affinchè lo sostengano. “Se non accettano, perderanno perchè io ho una base molto dura, la più forte mai vista”, ha detto.
Sondaggio Fox, Biden avanti di 12 punti – Joe Biden stacca Donald Trump di 12 punti (50% a 38%) nell’ultimo sondaggio di Fox News per la Casa Bianca, condotto tra il 13 e il 16 giugno. Un ulteriore allungo rispetto alla rilevazione del mese precedente, quando l’ex vicepresidente guidava 48% a 40%. Il 61% del campione inoltre disapprova l’operato del presidente mentre solo il 32% lo promuove (56% contro 37% il mese prima).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Putin, l’Occidente ‘riscrive’ la seconda guerra mondiale
Giustifica Molotov-Ribbentrop a vigilia parata della Vittoria
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
19 giugno 2020
15:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente russo Vladimir Putin accusa l’Occidente di sottovalutare il ruolo dell’Urss nella sconfitta del nazismo e giustifica il patto Molotov-Ribbentrop col quale Urss e Germania nazista si spartirono l’Europa dell’est e diedero inizio all’invasione della Polonia.
In un articolo pubblicato dalla testata conservatrice americana ‘The National Interest’ poco prima della parata militare sulla Piazza Rossa in programma il 24 giugno per i 75 anni della vittoria sovietica nella seconda guerra mondiale, Putin punta il dito contro l’Occidente per il controverso accordo di Monaco del 1938 con cui si permise ai nazisti di prendere parte del territorio cecoslovacco e accusa l’Europa, e la Polonia in particolare, di voler “nascondere il tradimento di Monaco sotto il tappeto”.
L’articolo loda “il patriottismo” dei russi ed esce poco prima del voto in programma dal 25 giugno al primo luglio per legittimare la nuova riforma costituzionale che potrebbe permettere a Putin di restare presidente fino al 2036. Molti analisti politici pensano che l’articolo di Putin sia propaganda alla vigilia del voto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Argentina, record di 2.000 contagi in 24 ore
La metà sono in provincia di Buenos Aires
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
19 giugno 2020
16:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nelle ultime 24 ore l’Argentina ha registrato un record di 2.000 contagi, per un totale dall’inizio della pandemia da coronavirus di 37.510 casi, che rappresenta un tasso di 82,7 casi per 100.000 abitanti. Lo riferisce oggi l’agenzia di stampa Telam. Nello stesso periodo, 41 persone sono morte portando il totale generale dei decessi a 954, che costituisce un tasso di mortalità di 20,9 per milione di abitanti.
Le autorità sanitarie argentine hanno inoltre sottolineato che la pandemia si è ormai concentrata soprattutto nell’agglomerato urbano di Buenos Aires e nella provincia.
Infatti, degli ultimi 1.958 casi, ben 1.106 sono stati registrati nella provincia di Buenos Aires, e 692 nella capitale.
In giornata è previsto un vertice fra i governatori di Buenos Aires, Horacio Rodríguez Larreta, e quello della provincia, Axel Kicilioff, per studiare eventuali misure più stringenti per frenare l’evoluzione del Covid-19. L’attuale meccanismo di isolamento, denominato ‘fase 2’, è in vigore fino al 28 giugno, ma già da ora a causa della crescita dei contagi nella capitale e in provincia, da oggi sono state disposte misure più rigide di controllo dei trasporti pubblici, riservati unicamente a persone munite di specifica autorizzazione.
Per quanto riguarda poi le attività di jogging, che hanno suscitato polemiche, continuano ad essere autorizzate, ma potranno essere praticate di sera, a partire dalle 19, a giorni alterni, a seconda dell’ultimo numero pari o dispari della carta d’identità.

Annunci
No votes yet.
Please wait...

1 pensiero su “MONDO TUTTE LE NOTIZIE”

  1. Il post ne vale 5 di Stelle, altro che 1, solo che ho fatto una prova con il lettore di schermo Nvda, siccome le stelline vengono descritte solo dopo averne scelta una, cosa giusta che si vedano dopo aver cliccato, onde evitare voti accidentali, ma dovrebbero essere intercettate subito anche dalle sintesi vocale e siccome non avviene (lo segnalerò allo sviluppatore), ho usato l’intuizione e delle 5 valutazioni cliccabili (che, ripeto, sono solo cliccabili e non accompagnate dal tipo di votazione subito, che appare invece dopo aver votato; dunque ho errato dando un solo voto, vergognoso ed imbarazzante, visto l’impegno che ci metto, anche solo per questo 🙂 dunque non fate come me… e datene 5! 🙂 Sono un po’ interessato? Ma va? Almeno sono come sempre, sincero e diretto. Avrei potuto anche attivare l’incoraggiamento a votare se vi è già un risultato negativo, come quello che ho messo io, errando_, ma preferisco dirVi come è andata. Avrei anche potuto rimuovere con l’id il voto escludendolo dal post, ma va bene così, il lavoro cui ci si applica, se ben fatto, si vede e non sarà di certo un 1 che mi sono autodato per errore, a cambiare le cose 🙂 Grazie per l’attenzione ed ovviamente, restate qui e buona navigazione.

    No votes yet.
    Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.