Conferenza Sarri pre Juventus-Roma Coppa Italia
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA SARRI PRE JUVENTUS-ROMA DI COPPA ITALIA | VIDEO

Tempo di lettura: < 1 minuto

CONFERENZA SARRI PRE JUVENTUS-ROMA VIDEO

LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DI MAURIZIO SARRI DELLE 18:00 DI MARTEDì 21 GENNAIO 2020, PRE JUVENTUS-ROMA DI COPPA ITALIA

CONFERENZA SARRI PRE JUVENTUS-ROMA VIDEO

In vista del match di qualificazione dei quarti di Coppa Italia Juventus-Roma, in programma domani mercoledì 22 Gennaio 2020 alle 20:45 all’Allianz Stadium, ecco la presentazione dell’incontro nella conferenza stampa di vigilia, con le parole di Maurizio Sarri, che spaziano dalle valutazioni della Roma, che, sottolinea il Mister, rende meglio in trasferta che in casa, dunque sarà un match difficile, alla situazione infortuni, ai moduli, naturalmente soppiantati dalle caratteristiche dei singoli giocatori visti nel gruppo squadra.

Ciò che conta di più è l’interpretazione della gara, che va dunque oltre i moduli.

ASCOLTA SU YOUTUBE JUVENTUS

Roma-Juventus 1 - 2 Highlights video interviste conferenza stampa
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

ROMA-JUVENTUS 1 – 2: HIGHLIGHTS, VIDEO, INTERVISTE, CONFERENZA STAMPA

Tempo di lettura: 4 minuti

ROMA-JUVENTUS 1 – 2

ROMA-JUVENTUS 1 – 2 BIANCONERI CAMPIONI D’INVERNO, TUTTO CIò CHE C’è DA SAPERE SUL MATCH: VIDEO, HIGHLIGHTS, INTERVISTE, CONFERENZA STAMPA. IN “JUVENTUS” E “JUVENTUS TUTTI I VIDEO”

AGGIORNAMENTO DELLE 08:27 DI LUNEDì 13 GENNAIO 2020

ROMA-JUVENTUS 1 – 2

Campioni d’Inverno
Demiral e Ronaldo firmano in dieci minuti i due gol che permettono ai bianconeri di superare la Roma all’Olimpico e di staccare l’Inter in classifica
ROMA-JUVENTUS 1 – 2 IL VIDEO:

Una Juve inedita, più cinica e meno dominante del solito, supera la Roma all’Olimpico grazie ad una partenza a razzo segnata dia gol di Demiral e Ronaldo. I bianconeri lasciano poi il gioco in mano alla Roma, ma resistono al ritorno dei giallorossi, staccando così di due punti l’Inter in classifica.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
BUM BUM JUVE Tempo di partire e la Juve è in vantaggio. Mancini atterra Ronaldo sulla tre quarti, Dybala pennella la punizione e Demiral piazza il destro al volo sul secondo palo. Tempo di ripartire e la Juve raddoppia: Dybala ruba palla a Veretout al limite dell’area, appena varcata la linea e Ronaldo trasforma dal dischetto.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
Sono passati dieci minuti ed è 2-0.DEMIRAL E ZANIOLO OUTSi gioca su ritmi pazzeschi, perché la Roma vuole reagire alle due sventole e la Juve vuole colpire ancora.
Demiral, cadendo male dopo un traversone, accusa dolore al ginocchio sinistro e lascia il posto a de Ligt. I giallorossi vanno vicinissimi al gol quando Smalling crossa dalla destra, Szczesny devia e Pellegrini colpisce con la porta sguarnita, centrando in pieno Rabiot.
La Roma perde Zaniolo, costretto a uscire in barella, e Fonseca manda in campo Under. Ora la Juve abbassa il baricentro, lasciando l’iniziativa agli avversari, ma è comunque Ronaldo ad avere la migliore occasione nel finale di tempo, partendo in contropiede e provando il diagonale, respinto da Lopez.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
PEROTTI DAL DISCHETTOLa ripresa offre ritmi meno alti, ma sempre dettati dalla squadra di casa che dopo una ventina di minuti accorcia le distanze: prima Dzeko colpisce il palo esterno, poi crossa e Under colpisce di testa trovando il muro di Alex Sandro. Il pallone rimbalza sul corpo del brasiliano e poi sul braccio e Guida, dopo aver consultato il Var, concede il rigore, che Perotti trasforma.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
CAMPIONI D’INVERNOSarri opera immediatamente un doppio cambio, richiamando Dybala e Ramsey e inserendo Higuain e Danilo. Cuadrado avanza così il proprio raggio d’azione e si passa al 4-3-3. I bianconeri si fanno rivedere in avanti un colpo di testa di Ronaldo a lato, anche se è ancora la Roma a scuotere l’Olimpico con il colpo di testa di Kolarov, bloccato da Szczesny, quindi con il sinistro di Pellegrini, che in pieno recupero calcia alto da ottima posizione.
La Juve serra i ranghi, ribatte colpo su colpo e respinge ogni tentativo dei padroni di casa. E quando Guida fischia la fine, mette in tasca tre punti pesantissimi, il primato in solitaria e il titolo, platonico, ma comunque piacevolissimo, di Campione d’Inverno.
RETI: Demiral 3′ pt, Ronaldo 10′ pt, Perotti rig. 23′ st
ROMA
Lopez; Florenzi, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout (21′ st Cristante); Zaniolo (36′ pt Under), Pellegrini, Perotti (36′ st Kalinic);  Dzeko
A disposizione: Mirante, Fuzato, Bruno Peres, Spinazzola, Juan Jesus, Cetin
Allenatore: Fonseca
JUVENTUSSzczesny; Cuadrado, Demiral (19′ pt de Ligt), Bonucci, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi; Ramsey (24′ st Danilo); Dybala (24′ st Higuain), RonaldoA disposizione: Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, Rugani, Emre Can, Pjaca, Bernardeschi, Douglas Costa
Allenatore: Sarri
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
ARBITRO: Guida
ASSISTENTI: Meli, Fiorito
QUARTO UFFICIALE: GiacomelliVAR: Mazzoleni, Paganessi
AMMONITI: 9′ pt Vetetout, 13′ pt Pjanic, 15′ pt Kolarov, 26′ pt Mancini, 32′ pt de Ligt, 46′ pt Cuadrado, 37′ st Cristante, 38′ st Kalinic, 50′ st Florenzi.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
Sala Stampa | I commenti del dopo Roma-Juve
Le parole di Mister Sarri e Blaise Matuidi:

ROMA-JUVENTUS 1 – 2
E’ affidata a Mister Sarri e a Blaise Matuidi l’analisi dell’importantissima vittoria bianconera all’Olimpico di Roma, che significa primo posto solitario in classifica al termine del girone di andata.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
MAURIZIO SARRI«Abbiamo giocato bene per 60 minuti. Bisognava mettere in conto un po’ di sofferenza nel giocare qui conto una squadra che ha gamba, accelerazione e tecnica. Era quasi inevitabile. Non mi è piaciuta è stata la gestione del risultato quando invece c’erano i presupposti per fare male: quando siamo riusciti a ripartire in maniera serena siamo andati tre volte in tre contro uno.
Siamo contenti perché abbiamo conquistato tre punti in un campo difficilissimo facendo, per buoni tratti, anche una bella prestazione; oggi abbiamo palleggiato bassi nella nostra zona senza voler andare nella metà campo avversaria e quello è un rischio.
Ramsey e Rabiot stanno facendo bene, danno la sensazione di essere in crescita e ogni partita fanno qualcosa in più. Aaron con gli inserimenti ha sempre fatto gol, li ha nel DNA: per un inglese venire a giocare da noi non è semplice, poi lui ha avuto una serie di problemi fisici all’inizio.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
Era da aspettare e ora mi piace come sta emergendo, sono convinto che farà una grande seconda parte di stagione, come Rabiot.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
Oggi abbiamo fatto una buona fase difensiva anche nel finale, più cattiva rispetto ad altre volte, solo che eravamo così bassi che era sempre un pericolo. Io preferisco difendere 30 metri più avanti, ma la situazione era quella e mi sono dovuto adeguare cambiando modulo nel finale».
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
BLAISE MATUIDI«Non era facile giocare qui, contro una grande squadra. Abbiamo fatto bene per 60 minuti, poi abbiamo sofferto un po’ di più, ma l’importante era vincere.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
Può succedere di soffrire e concedere qualcosa, è il calcio: noi dobbiamo lavorare per stare sempre meglio in campo sia in fase difensiva che in fase offensiva.
ROMA-JUVENTUS 1 – 2
Abbiamo anche avuto le occasioni per fare il terzo gol, oggi è stata una vittoria importante, ma la stagione è ancora lunga». Home Mappa del sito

Conferenza Sarri vigilia Roma-Juventus
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA SARRI VIGILIA ROMA-JUVENTUS VIDEO

Tempo di lettura: < 1 minuto

CONFERENZA SARRI VIGILIA ROMA-JUVENTUS

LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DI MAURIZIO SARRI IL VIDEO

DELLE 13:00 (INIZIATA POI ALLE 13:10) DI SABATO 11 GENNAIO 2020

CONFERENZA SARRI VIGILIA ROMA-JUVENTUS

INTANTO LEGGI ANCHE: JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

calcio tutte le notizie sempre aggiornate! SEGUILE!
Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 25 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:05 ALLE 21:42 DI MARTEDì 14 MAGGIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

De Rossi annuncia l’addio alla Roma
Col Parma il 26 maggio l’ultima in giallorosso, poi all’estero

ROMA14 maggio 2019 09:05

– Daniele De Rossi ha annunciato l’addio alla Roma a fine stagione, ma non al calcio giocato. Il centrocampista della Roma, in una conferenza stampa a Trigoria, spigherà dove proseguirà la sua carriera. La gara col Parma del 26 maggio all’Olimpico sarà l’ultima di De Rossi in giallorosso.
Ha ufficialmente ereditato la fascia di capitano da Totti a seguito del ritiro dell’ex n.10 nel maggio del 2017. “Quasi 18 anni fa un giovanissimo Daniele De Rossi – ricorda la Roma su twitter – faceva il suo debutto contro l’Anderlecht. Con il Parma all’Olimpico, giocherà la sua ultima partita con la nostra maglia. Sarà la fine di un’era”.
Pallotta, De Rossi cuore della Roma”Ha sempre incarnato il tifoso sul campo con orgoglio”

ROMA14 maggio 201909:32

– “Per 18 anni, Daniele è stato il cuore pulsante dell’AS Roma”. Così il presidente giallorosso James Pallotta nel giorno in cui arriva la notizia ufficiale dell’addio di De Rossi alla Roma al termine della stagione. “Ha sempre incarnato il tifoso romanista sul campo con orgoglio, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti d’Europa, a partire dal suo debutto nel 2001 fino a quando ha assunto la responsabilità della fascia da capitano” prosegue Pallotta in una nota de club di Trigoria. “Ci commuoveremo tutti quando, contro il Parma, indosserà per l’ultima volta la maglia giallorossa e rispettiamo la decisione di proseguire la sua carriera da calciatore, anche se, a quasi 36 anni, sarà lontano da Roma. A nome di tutta la Società – conclude il presidente – voglio ringraziare Daniele per lo straordinario impegno profuso per il Club. Le porte della Roma per lui rimarranno sempre aperte con un nuovo ruolo in qualsiasi momento deciderà di tornare”.

“Mi è stato comunicato ieri, ma io ho 36 anni non sono scemo, e questo mondo lo conosco. Avevo capito se nessuno ti chiama per 10 mesi neanche per ipotizzare un contratto la direzione è quella. Io ho sempre parlato poco, anche quest’anno, un po’ perché non mi piace, non c’era niente da dire e non volevo creare rumori che potevano distrarre”. La conferenza stampa di Daniele De Rossi a Trigoria si è conclusa con un toccante abbraccio tra il centrocampista e i compagni di squadra, presenti al completo e con indosso una maglia speciale della Roma con sulle spalle il simbolo dell’infinito. “Il 27 maggio (giorno successivo all’ultima di campionato col Parma, ndr) vado in vacanza, una cosa che mi è mancata, ho un gran bisogno di non pensare al calcio anche se poi devo trovarmi una squadra – ha concluso De Rossi -. Mai in Italia? Vediamo… è una cosa completamente nuova per me, ne devo parlare con la mia famiglia, col mio procuratore e con me stesso”.

“Oggi è un giorno triste. Oggi si chiude un altro capitolo importante della storia dell’As Roma, ma sopratutto di Roma…della nostra Roma”. Così Francesco Totti nel giorno in cui il club giallorosso ha comunicato la decisione di non rinovare il contratto a Daniele De Rossi. “Voglio solo dirti che sei stato e che rimarrai per sempre il mio fratello di campo acquisito – scrive Totti -. Ti auguro il meglio in ogni cosa che farai…perché sono sicuro che la farai alla grande, come tutto quello che hai fatto finora. Ti voglio bene Dani”.

“Stamattina ho avuto 500 messaggi. Vedrò se c’è qualche offerta, ma al momento non ho direzioni particolari. Io mi sento un calciatore e mi ci sono sentito quest’anno. Ho ancora voglia di giocare a pallone, mi farei un torto a smettere adesso”. Così Daniele De Rossi nella conferenza stampa di addio alla Roma. “La sensazione che si sarebbe potuto andare avanti per uno o due anni c’era, ma sono decisioni che si prendono a livello societario e globalmente: la società è divisa in più parti, sono cose che vanno rispettate e non posso uscire diversamente”.

E’ stata la Roma a comunicare a Daniele De Rossi che non gli sarebbe stato rinnovato il contratto, e da qui la decisione del giocatore di smettere. Ma, gli viene chiesto, non sarebbe stato più giusto che fosse stato il diretto interessato a decidere quando e come smettere? “Un po’ come è successo a Del Piero – risponde – Ho sempre detto anche a Francesco (Totti ndr), la penso uguale anche per Del Piero. Non sono d’accordo su questo, c’è una società che decide se puoi o non puoi giocare. Possiamo discutere 10 ore su quanto sarei potuto essere importante per la squadra, che non li guardo perché altrimenti scoppio, ma qualcuno un punto deve metterlo. Ci siamo parlati poco quest’anno, un po’ mi è dispiaciuto, le distanze a volte creano questo e spero che migliori perché sono un tifoso della Roma. Non posso dire diversamente”.

La gara col Parma del 26 maggio all’Olimpico sarà dunque l’ultima di Daniele De Rossi in giallorosso. De Rossi ha ufficialmente ereditato la fascia di capitano da Totti a seguito del ritiro dell’ex n.10 nel maggio del 2017.
“Quasi 18 anni fa un giovanissimo Daniele De Rossi – ricorda la Roma su twitter – faceva il suo debutto contro l’Anderlecht. Con il Parma all’Olimpico, giocherà la sua ultima partita con la nostra maglia. Sarà la fine di un’era”.
“Per 18 anni, Daniele è stato il cuore pulsante dell’AS Roma”. Così il presidente giallorosso James Pallotta nel giorno in cui arriva la notizia ufficiale dell’addio di De Rossi alla Roma al termine della stagione.
“Ha sempre incarnato il tifoso romanista sul campo con orgoglio, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti d’Europa, a partire dal suo debutto nel 2001 fino a quando ha assunto la responsabilità della fascia da capitano” prosegue Pallotta in una nota de club di Trigoria.
“Prima o poi si chiude sempre un ciclo per un calciatore, ma sinceramente è una cosa che mi sorprende”. Così Paolo Maldini, bandiera e attuale dirigente del Milan, commenta l’addio alla Roma di Daniele de Rossi. “Non me l’aspettavo – dice ancora a margine di un evento della Lega serie A all’Ara Pacis -, ma lui è sempre stato un’anima molto indipendente. Saprà bene quel che fa e quello che vuole, anche se di sicuro è una scelta dolorosa ma il suo amore per la Roma non è certo in discussione”. “Come giocatore e’ sempre stato un capitano di fatto in campo, di grande personalità e grande tecnica, uno dei calciatore che ho più ammirato”.

“Sono convinto che se potesse finirebbe la carriera a Roma”. Marcello Lippi, l’ex ct che lanciò De Rossi in nazionale, parla così dell’addio ai giallorossi di ‘Capitan Futuro’. “Se è responsabilità delle società? Di questo non dico niente, parlo delle mie impressioni perché non ho neanche parlato con Daniele – aggiunge Lippi ai microfoni di Radio Capital – Probabilmente, siccome la voglia di giocare a calcio è ancora grande, ha deciso di andare altrove per non smettere. Ci siamo goduti questa persona straordinaria, un grande campione e un ragazzo fantastico. Ho avuto il piacere e l’onore di farlo esordire in nazionale, e di accompagnarlo fino a diventare campione del mondo. Come ho detto anche per altri ragazzi presenti in quella fantastica avventura del Mondiale vinto nel 2006, qualunque cosa faranno nella vita sicuramente la faranno bene, perché sono uomini veri, con la U maiuscola”. E sul mondiale in Germania Lippi Lippi ricorda che “qualche erroruccio l’ha commesso anche De Rossi, in certi momenti non si è saputo controllare, come in occasione dell’espulsione contro gli Stati Uniti. Rischiò di far finire il suo mondiale. Ha avuto poi la fortuna di essere disponibile per la finale. E contrariamente a quello che pensavano tanti altri che mi dicevano che non meritava di giocare, io lo feci giocare: aveva sbagliato e pagato, c’era bisogno di lui. E ha avuto anche la soddisfazione di segnare uno dei rigori decisivi. E’ un giocatore molto particolare, che ha segnato tanto e si è prestato a tante soluzioni tattiche. Non vedo in questo momento altri giocatori con queste caratteristiche”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Coppa Italia: appello Lotito ai tifosi
Domani la finale Atalanta-Lazio “sia una giornata di sport”

ROMA14 maggio 201911:31

– “E’ indispensabile sottolineare il rispetto delle regole per far sì che quella di domani sia una giornata di spettacolo e di sport. Rispetto delle regole, orgoglio di appartenenza ai colori biancocelesti”. È l’appello che il presidente della Lazio, Claudio Lotito, rivolge ai tifosi in vista della finale di Coppa Italia in programma domani sera allo stadio Olimpico contro l’Atalanta. “Mi auguro che i tifosi abbiano un comportamento consono” ha sottolineato Lotito in una conferenza stampa. “Sia una bella giornata di sport, che la Lazio abbia la giusta cornice, come l’Atalanta. L’immagine è importante per tutti – ha aggiunto Lotito – l’appello è rivolto soprattutto alle tifoserie più agitate. Il lavoro che si farà alla Lazio sarà su tutto il comparto sicurezza che riguarda il club biancoceleste”.
Maldini, scelta De Rossi mi sorprende”Non in dubbio suo amore per la Roma, in campo vero capitano”

14 maggio 201911:56

– “Prima o poi si chiude sempre un ciclo per un calciatore, ma sinceramente è una cosa che mi sorprende”. Così Paolo Maldini, bandiera e attuale dirigente del Milan, commenta l’addio alla Roma di Daniele de Rossi. “Non me l’aspettavo – dice ancora a margine di un evento della Lega serie A all’Ara Pacis -, ma lui è sempre stato un’anima molto indipendente. Saprà bene quel che fa e quello che vuole, anche se di sicuro è una scelta dolorosa ma il suo amore per la Roma non è certo in discussione”.
“Come giocatore e’ sempre stato un capitano di fatto in campo, di grande personalità e grande tecnica, uno dei calciatore che ho più ammirato”.
A Torino parco intitolato a V. MazzolaDecisione della commissione toponomastica in centenario nascita

TORINO14 maggio 201913:49

– La Città di Torino dedica un giardino a Valentino Mazzola. Nell’anno del centenario della nascita, la commissione toponomastica ha approvato all’unanimità la decisione di intitolare allo storico capitano del Grande Torino e della nazionale italiana, l’area verde all’interno di piazza Galimberti, che prenderà quindi il nome di Parco Valentino Mazzola. Una buona notizia per i tifosi del Torino che lo scorso 4 maggio hanno ricordato il 70esimo anniversario della tragedia di Superga.
R.Sensi, De Rossi meritava più rispetto’Ancora peggio dopo aver sentito sue parole,c’era dell’amarezza’

ROMA14 maggio 201918:40

– “E’ una giornata tristissima, da tifosa e da persona che vuole bene a Daniele. Sono ancora più triste dopo aver sentito le sue parole. Questa decisione sarebbe dovuta arrivare ma non in questo momento, non così non sentendo la sua amarezza”. Rosella Sensi, ex presidente della Roma, commenta così l’addio al club giallorosso di Daniele De Rossi, al quale non verrà rinnovato il contratto in scadenza a giugno. “Queste sono cose che mi dispiacciono – dice ancora – e poi mi vengono in mente tanti ricordi, tanti periodi passati insieme, quando rifiutai l’offerta che mi fu fatta per venderlo. Con Daniele se ne andrà via un pezzo di romanità e di appartenenza. Il futuro della Roma non lo posso immaginare, ma penso sia importante che nel calcio rimangano questo simboli e che non si pensi solo al business”. “Credo che Daniele andasse considerato un po’ di più – aggiunge – e rispettato in maniera diversa. La società ha fatto le sue scelte ma uno come lui è molto importante. Daniele è anche una persona sensibile”.
Miccichè, Uefa arrogante su ChampionsPresidente Lega serie A, sottovalutato ruolo Leghe

14 maggio 201918:41

– “Io dico prima vediamo il contratto, poi lo vediamo e daremo delle risposte adeguate. Ma stando così le cose, a quanto emerso finora, credo che sia stato un errore da parte dell’Uefa e dell’Eca non aver interessato subito le più importanti leghe nazionali. E’ stato un atteggiamento arrogante”.
Lo ha detto il presidente della Lega di serie A, Gaetano Miccichè, intervenendo ad un panel nell’ambito dell’evento “Awords”, organizzato della stessa Lega all’Ara Pacis a Roma.
“C’e’ stata una sottovalutazione dei ruoli – ha aggiunto Miccichè -. E le prese di posizione contrarie di questi giorni fanno capire che non sarà una passeggiata”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Giudice ‘grazia’ Cagliari per cori Kean
“Censurabili ma di rilevanza oggettivamente limitata”

14 maggio 201920:15

– Oltre all’Inter anche il Cagliari non si è visto applicare alcuna sanzione dal giudice sportivo, relativamente alla gara interna contro la Juventus del aprile scorso, quella dei buu razzisti da parte dei tifosi rossoblù nei confronti di Kean e Matuidi. In quell’occasione, Gerardo Mastrandrea aveva disposto nuove indagini sull’accaduto arrivando oggi alla determinazione di non procedere ad alcuna sanzione verso il club rossoblù, “rilevato che è emerso che i cori in questione, pur certamente censurabili, hanno avuto durante la gara una rilevanza oggettivamente limitata anche in ordine alla effettiva percezione”.

NOTA DI MAURIZIO BARRA

Bel lragionamento applicare le sanzioni in questo modo, così facendo, in qualche maniera, si giustificano i cori, non importa quanti li fanno: non si fanno e basta, altrimenti un manipolo di teste di… fa ciò che vuole e nessuno, poichè sono ochi, non applica lel sanzioni e li perdona. Con i mezzi che vi sono per trovare questi disgraziati, si tende a giustificarne fatti di razzismo col fatto che non erano così rilevanti. é meglio che non prosegua e mi autocensuri, ma tutto ciò è vergognoso ed indecente.

FINE NOTA DI MAURIZIO BARRA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Uva, Super Champions? No falsi allarmi
Vicepresidente Uefa “non saranno svalutati i tornei nazionali”

14 maggio 201912:16

– “Le Leghe stanno creando un falso allarme perché stiamo facendo delle consultazioni con tutte le parti interessate: le Federazioni – che incontreremo a Budapest venerdì – i club, le Leghe, i giocatori, i supporter. Il merito sportivo non è trattabile, la partecipazione alle competizioni europee sarà sempre per merito sportivo. Non saranno toccati i weekend, non saranno devalorizzati i campionati nazionali”. Così Michele Uva, vicepresidente Uefa, è intervenuto ai microfoni di Rai Radio1Sport sul contestato progetto Uefa-Eca sulla Super Champions. “L’incidenza dei ricavi delle competizioni Uefa sui fatturati delle top Leghe europee è solo del 9% – ha sottolineato Uva – Se fossi la Lega mi concentrerei su investimenti non solo legati ai diritti tv ma anche al prodotto, alle infrastrutture, ai settori giovanili. Ci deve essere un’evoluzione se vogliamo guardare al futuro. Sentire parlare di sciopero non fa piacere, nello sport questa parola non dovrebbe esistere. Stiamo studiando un percorso dal 2024 in avanti”.
Champions: NY Times “City rischia stop”Per giornale verso esclusione 1 anno per fair play finanziario

14 maggio 201912:39

– Il Manchester City rischia l’esclusione dalla Champions League per almeno un anno avendo violato le regole del fair play finanziario. Lo scrive il ‘New York Times’ che avrebbe appreso la notizia da fonti vicine all’Uefa. Il quotidiano statunitense precisa comunque che la sanzione potrebbe essere scontata nella stagione 2020-2021 e non nella prossima. Questo dopo indagini e verifiche, durante quattro mesi, da parte di un’apposita commissione dell’ente calcistico europeo e da parte anche della Football Association, la federcalcio inglese. In particolare il club che ha appena rivinto il titolo della Premier League, e che ora giocherà anche la finale di FA Cup (dopo aver vinto, contro il Chelsea, anche la coppa di Lega), avrebbe commesso violazioni relative ai contratti di sponsorizzazione che, secondo i commissari, testimonierebbero “la malafede” da parte della società. Chi ha condotto le indagini ha fatto riferimento anche ai documenti resi pubblici a suo tempo da ‘Football Leaks’.
Mancini,da Juve qualcosa di irripetibileCt azzurro: “Vincere 8 scudetti consecutivi non succederà più”

14 maggio 201913:00

– “Non è un caso che abbia vinto tanto in questi anni. Il target può essere la Champions League ma anche vincere otto scudetti consecutivi è una cosa enorme e penso che probabilmente non succederà più”. Ne è certo il commissario tecnico della Nazionale italiana, Roberto Mancini, al forum del Corriere dello Sport ‘Il calcio che vogliamo’. “La Juventus ha lavorato molto bene in questi anni – ha aggiunto il ct azzurro – non solo perché ha preso bravi giocatori e ne ha molti anche in panchina. Ha una rosa molto ampia e molto migliore rispetto alle altre squadre. Ha lo stadio, che è una fonte enorme per una società. Ha lavorato molto bene in questi anni anche strutturalmente”.
Idea Gravina, playoff e playout Serie AN.1 Figc: “E’ libro fantascienza, ma ci possiamo confrontare”

14 maggio 201913:04

– “Il calcio sta vivendo una crisi che ha bisogno non tanto di regole ma di un nuovo cambiamento. Deve cambiare verso. In maniera molto provocatoria, avevo parlato di play off e play out in Serie A. E una modalità per aprire un confronto, ma è un’idea che mettiamo sul libro di fantascienza e poi ci possiamo confrontare”. Lo dice il n.1 della Figc, Gabriele Gravina. “Ci può essere una prima fase di campionato con 10 squadre da play off e 10 da play out, poi una seconda fase che genererebbe interesse”.
De Rossi,Lippi,”se potesse, resterebbe”Ct mondiale: “Grande campione, segnò rigore in finale a Berlino”

14 maggio 201913:29

– “Sono convinto che se potesse finirebbe la carriera a Roma”. Marcello Lippi, l’ex ct che lanciò De Rossi in nazionale, parla così dell’addio ai giallorossi di ‘Capitan Futuro’. “Se è responsabilità delle società? Di questo non dico niente, parlo delle mie impressioni perché non ho neanche parlato con Daniele – aggiunge Lippi – Probabilmente, siccome la voglia di giocare a calcio è ancora grande, ha deciso di andare altrove per non smettere. Ci siamo goduti questa persona straordinaria, un grande campione e un ragazzo fantastico. Ho avuto il piacere e l’onore di farlo esordire in nazionale, e di accompagnarlo fino a diventare campione del mondo”. E sul Mondiale in Germania Lippi Lippi ricorda che “qualche erroruccio l’ha commesso anche De Rossi, in certi momenti non si è saputo controllare, come in occasione dell’espulsione contro gli Stati Uniti. Rischiò di far finire il suo mondiale. Ha avuto poi la fortuna di essere disponibile per la finale. in cui segnò un rigore”.
‘Parisien’,Psg vuole Kroos,Isco e BaleI tre sono in uscita da Madrid. Pronti 210 milioni per averli

14 maggio 201913:30

– Il Paris St. Germain ha messo un trio del Real Madrid al centro dei propri obiettivi del mercato estivo. Lo scrive il giornale ‘Le Parisien’, precisando che il principale obiettivo del Psg, richiesto espressamente dal tecnico Tomas Tuchel, è il regista delle ‘merengues’ Toni Kroos.
Ma i francesi punterebbero anche su Bale, in uscita dal Real e al passo d’addio al Bernabeu contro il Betis, e su Isco, un altro del quale l’allenatore del Madrid Zinedine Zidane avrebbe deciso di fare a meno nella prossima stagione.
Il Psg avrebbe anche già stanziato la cifra necessaria per portare i tre sotto la torre Eiffel, e che sarebbe di 210 milioni di euro: 80 per Kroos, 70 per Bale e 60 per Isco. E’ invece da escludere, secondo il quotidiano parigino, che Neymar possa fare il percorso inverso, trasferendosi a Madrid.
De Laurentiis,Gravina controlli i debitiN.1 Napoli, ‘Perché investire tanto e poi avere solo tre cambi?’

14 maggio 201913:38

– “Non si può permettere a qualcuno di spendere più di quanto fattura, bisognerebbe far luce e lo dico a Gravina che si è appena insediato: come si può far ripartire i campionati con gente che ha dei debiti e continua a indebitarsi? Come si fa ad avere dei media che incitano a spendere di più per comprare i grandi giocatori?”. Se lo domanda il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, nel corso del forum ‘Il calcio che vogliamo’ organizzato dal Corriere dello Sport a Roma. “Il calcio non è più uno spettacolo per giovani, ma per vecchi – ha aggiunto il patron del club partenopeo – La più grossa cazzata del mondo è comprare giocatori e poter fare solo tre cambi. Ma chi l’ha detto? Chi l’ha scritta questa regola? Siamo industriali o no? Vogliamo innovarci o no? Vogliamo essere dipendenti da Fifa e Uefa oppure solo al mondo del calcio?”.
De Rossi,”io no dirigente,potere a Totti”Potrebbe piacermi allenare: nessun rancore, ma non sono felice”

ROMA14 maggio 201913:40

– “Potrebbe piacermi studiare e fare l’allenatore, per ora mi interessa molto meno fare il dirigente, non mi attira particolarmente perché credo che si possa incidere poco per cambiare le cose. Faccio fare il lavoro sporco a Francesco (Totti, ndr) e spero prenda più potere possibile. Poi se cambio idea, lo raggiungerò”. Così Daniele De Rossi in conferenza stampa a Trigoria nel giorno in cui la Roma ha annunciato la conclusione della sua carriera in giallorosso.
“Non ho rancore, ma certo non posso essere felice, un giorno forse ne parlerò anche col presidente (Pallotta, ndr) e con Franco Baldini. Sono dispiaciuto che ci siamo parlati poco quest’anno ma le distanze creano incomprensioni di questo genere e spero che la società migliori in questo senso” conclude il centrocampista.
Coppa Italia:De Siervo,entusiasmo finaleAd Lega Serie A “sarà spettacolo all’Olimpico, andrà tutto bene”

14 maggio 201913:43

– “Il successo nella vendita dei biglietti dimostra come il pubblico abbia accolto questa finale di Coppa Italia un po’ come le semifinali di Champions. C’è grande entusiasmo, ci sono due squadre che hanno giocato il calcio più bello quest’anno e siamo contenti che sia una finale inedita”. Così l’amministratore delegato della Lega serie A, Luigi De Siervo, a margine di un evento di Dazn nell’ambito di “Aword”, organizzato dalla stessa Lega all’Ara Pacis.
“C’è grande fermento anche perché abbiamo voluto costruire intorno una serie di eventi come questo – ha proseguito De Siervo – ma lo spettacolo più grande sarà all’Olimpico con un bellissimo pre-partita, con tante sorprese, e la cerimonia finale”. “Sono fiducioso che tutto vada bene anche sotto il profilo dell’ordine pubblico – ha proseguito -. Ci sono duemila poliziotti e credo che le istituzioni abbiano tutti gli strumenti per far bene in armonia con le tifoserie. Penso a una grande festa di sport e non temo davvero niente”.
De Rossi, se io ds mi sarei confermatoAddio Roma del giallorosso: “Sereno nell’accettare la decisione”

14 maggio 201913:46

– “Se fossi stato un dirigente gli avrei consigliato altro. Io a un giocatore come me lo avrei rinnovato il contratto, ma sono sereno nell’accettare questa decisione”. Così Daniele De Rossi nella conferenza stampa convocata a Trigoria per spiegare il divorzio a fine stagione con la Roma.
Miccichè, fare meglio su diritti esteri’Tranne Premier League, Serie A alla pari di Liga e Bundesliga’

14 maggio 201913:47

– “Il nostro problema nei confronti della Liga sono i diritti che abbiamo venduto all’estero a meno di loro, e su questo si può fare sicuramente meglio”. È quanto riferito dal presidente della Lega di A, Gaetano Miccichè, al forum ‘Il calcio che vogliamo’ organizzato dal Corriere dello Sport a Roma. “La Premier League è un’altra cosa per tutta una serie di motivazioni”, ha aggiunto Miccichè sottolineando che comunque “il fatturato del calcio italiano è analogo a quello spagnolo e tedesco e superiore a quello francese. Quello spagnolo ha vissuto una situazione unica con Messi e Ronaldo che negli ultimi anni hanno valorizzato il loro prodotto”.
De Siervo,riforma Champions uccide sogno”Business conta ma con equilibrio, Lega pronta a dire no”

14 maggio 201913:50

– “Se quella riforma dovesse essere varata come è stata scritta, cinque grandi campionati nazionali rischiano di diventare quasi irrilevanti. Se pensiamo alla disparità che oggi ha portato la Juve a vincere con largo anticipo il campionato, quella forbice rischia di diventare ancora più grande. La Lega serie A chiede con le altre quattro leghe europee più importanti attenzione ed equilibrio. Se così non fosse, tutte le scelte sarebbero possibili, compresa quella dello sciopero, anche se come più estrema”. Cosi’ l’ad della Lega Serie A, Luigi De Siervo, a margine di un evento di Dazn organizzato a Roma all’Ara Pacis dalla stessa Lega. “Il calcio è business, ma resta sempre e soprattutto sogno di fare l’impresa e vincere contro una squadra più titolata – ha dteto ancora De Siervo -. La rincorsa al super fatturato è legittima ma sembra non siano state valutati gli impatti sulle leghe nazionali e soprattutto sulle piazze. Feste come quelle di domenica a Lecce rischiamo di non vederle più”.
Tommasi, chi lancia giovani è esoneratoN.1 Aic e l’esempio Zaniolo “non si accetta medio-lungo termine”

14 maggio 201913:54

– “Chi lancia i giovani in Italia viene esonerato. Zaniolo lo ha lanciato un allenatore che non è più l’allenatore della Roma e ci sono altri esempi. Non si accetta in Italia il medio-lungo termine”. Lo ha detto il presidente dell’Associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi, al Forum ‘Il calcio che vogliamo’ al Corriere dello Sport.
N.1 Figc, ‘Questione sarà approfondita da Consiglio federale’

14 maggio 201914:21

– “E’ nelle prerogative della Lega di B dare seguito alla sentenza (sulla retrocessione del Palermo, ndr) che è esecutiva e proseguire con i playoff. Una riflessione più approfondita dobbiamo farla sui playout, perché mi sembra che il Consiglio direttivo della Serie B non abbia competenza in materia. Per cui sarà questo motivo di approfondimento al prossimo consiglio federale”, in programma giovedì 16 maggio. Lo dice il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, al forum al Corriere dello Sport dal titolo ‘Il calcio che vogliamo’.
Gravina:su playout Lega B non competenteN.1 Figc, ‘Questione sarà approfondita da Consiglio federale’

14 maggio 201914:24

– “E’ nelle prerogative della Lega di B dare seguito alla sentenza (sulla retrocessione del Palermo, ndr) che è esecutiva e proseguire con i playoff. Una riflessione più approfondita dobbiamo farla sui playout, perché mi sembra che il Consiglio direttivo della Serie B non abbia competenza in materia. Per cui sarà questo motivo di approfondimento al prossimo consiglio federale”, in programma giovedì 16 maggio. Lo dice il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, al forum al Corriere dello Sport dal titolo ‘Il calcio che vogliamo’.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Balata ‘Palermo? Fatti gravi,Figc aiuti’
N.1 Lega B, ‘Vicenda per cui ci sto male personalmente’

14 maggio 201914:31

– “Stiamo cercando di strutturare un sistema interno di regole che sia più chiaro e di facile applicabilità. È chiaro che abbiamo bisogno del contributo della federazione. Ci troviamo improvvisamente catapultati in una vicenda che leggendo le carte e leggendo la decisione che è arrivata ieri mentre eravamo riuniti in consiglio direttivo, si tratta di fatti molto gravi di anni antecedenti”. Lo dice il presidente della Lega di B, Mauro Balata, commentando la decisione del Consiglio direttivo della Lega di bloccare la corsa dei playout a seguito della sentenza di condanna alla retrocessione del Palermo per la questione dei presunti illeciti amministrativi del club rosanero tra le stagioni 2014 e 2017. “Questa cosa mi ha afflitto personalmente. Fatti che iniziano tre stagioni prima dovevano essere gestiti diversamente”.
C.Italia: Snai pronostico in equilibrioLa ‘settima’ della Lazio a 1,85, il bis dell’Atalanta a 1,95

14 maggio 201914:33

– Il miglior rendimento dell’Atalanta in campionato avvantaggia, seppur di pochissimo, la squadra di Gasperini, nelle quote sul risultato al 90′. La maggior esperienza della Lazio in partite del genere mette i biancocelesti in una leggera posizione di favore nella scommessa secca su chi alzerà il trofeo nella finale di Coppa Italia. Gli analisti Snai disegnano quindi un pronostico bilanciatissimo in vista della gara di domani sera all’Olimpico. La squadra di Gasperini ha battuto la Lazio in entrambi gli scontri diretti di quest’anno in campionato e sta tenendo un ritmo forsennato (ha vinto cinque di gare di fila in tutte le competizioni e non perde da fine febbraio): è favorita a 2,65 per fare suo il risultato al 90′, contro il 2,70 sugli avversari e il 3,35 sul pareggio. La situazione si ribalta nella giocata su chi alzerà il trofeo: la squadra di Inzaghi, ha già vinto sei Coppe Italia ed è alla sua decima finale: il settimo trionfo è dato a 1,85, il secondo successo atalantino vale invece 1,95.
Gravina “De Rossi da tutelare”Presidente Figc: “Testimone valori encomiabili, cuore di Roma”

14 maggio 201914:38

– “Daniele è un ragazzo straordinario, è stato con me nel 2004 nell’ultimo Europeo Under 21 vinto dall’Italia e sempre con la nostra Nazionale ha vinto l’ultima medaglia olimpica. Daniele è un cuore di Roma, sempre fedele alla Roma e testimone di valori encomiabili, da tutelare e rispettare”. Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a margine del forum al Corriere dello Sport ‘Il Calcio che vogliamo’, commentando l’annuncio di Daniele De Rossi di lasciare la Roma a fine stagione.
Trofeo Galeazzi a Roma,ecco gli Under 14Trastevere, Ostiamare, Petriana,Lodigiani, c’è tutta la capitale

14 maggio 201914:46

– Entra nel vivo la 33/a edizione del Torneo Galeazzi, organizzato dalla Fondazione Cavalieri di Colombo, in ricordo della figura del Conte Enrico Pietro Galeazzi. Negli Under 14 siamo giunti ai quarti di finale e ci sono le otto qualificate ai quarti, che si affronteranno così accoppiate: Grifone M.-Trastevere, Ostiamare-SVS Roma, Tor Tre Teste-Petriana, Romulea-Lodigiani. Dopo le semifinali, le due vincenti andranno ad affrontare in due gironcini da tre squadre nella fase finale Roma, Frosinone, VJS Vantaa e NK Maribor queste ultime due provenienti rispettivamente da Finlandia e Slovenia. Proseguono invece a gran ritmo le eliminatorie nei Primi Calci e nei Pulcini. Per arrivare sul podio sono complessivamente 99 le gare calcistiche programmate nel torneo, a cui si va ad aggiungere la più importante partita “sociale” che il torneo intende realizzare. Si gioca nei cinque centri sportivi dei Knights of Columbus a Roma, ovvero Pio XI, Lungotevere di fronte al Foro Italico, San Lorenzo, Primavalle e Valle Giulia.
De Laurentiis, spacciatori negli stadiSanta Thatcher mentre noi siamo Paese più corrotto del mondo

14 maggio 201914:54

– “Il calcio inglese ha avuto una santa come la Thatcher mentre da noi il Ministero degli Interni dorme ed è assente da 20 anni e si nasconde dietro un dito, mentre noi abbiamo spacciatori di cocaina nei nostri stadi”. Così il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, al forum del Corriere dello Sport ‘Il calcio che vogliamo’. “Parliamo dell’interruzione delle partite? Ci deve pensare il questore? Ma che ne sa il questore – aggiunge De Laurentiis – Paghiamo la Polizia senza che sia negli stadi, e avete anche inventato il problema degli steward che a volte sono collusi con la malavita. Questo è il Paese più corrotto del mondo”.
Micciché, situazione A non così negativaN.1 Lega:”E’ vero che Juve domina, ma in sei lottano per Europa”

14 maggio 201915:14

– “Io non sono convinto che la situazione del calcio italiano e della Serie A sia così negativa. E’ vero che c’è una squadra che sta dominando, la Juventus, ma siamo a due giornate dalla fine del campionato e abbiamo ancora sei squadre che lottano per l’Europa e altre sei che lottano per non retrocedere in Serie B”. Lo ha dichiarato il presidente della Lega di Serie A Gaetano Miccichè nel corso del forum “Il calcio che vogliamo” organizzato presso la sede de ‘Il Corriere dello Sport’ a Roma.
Sloveno Skomina arbitra finale ChampionsTottenham e Liverpool in campo l’1 giugno al Wanda Metropolitano

14 maggio 201915:56

– E’ lo sloveno Damir Skomina l’arbitro designato per la finale di Champions League Tottenham-Liverpool di sabato 1 giugno al Wanda Metropolitano di Madrid. Lo ha reso noto l’Uefa. Collaboratori del direttore di gara saranno gli assistenti Jure Praprotnik e Robert Vukan, anche loro sloveni, mentre il ruolo di quarto uomo è affidato allo spagnolo Antonio Mateu Lahoz. Al Var l’olandese Danny Makkelie che avrà come videocollaboratori Pol van Boekel, Felix Zwayer e Mark Borsch.
Coppa Italia: Atalanta arrivata a RomaPapu Gomez incoraggiato da turisti argentini a Fiumicino

FIUMICINO (ROMA)14 maggio 201916:00

– L’Atalanta, che domani sera allo stadio Olimpico sfiderà la Lazio nella finale di Coppa Italia, è a Roma. Gasperini ed i giocatori sono sbarcati alle 15.20, da un volo charter, all’aeroporto di Fiumicino. I bergamaschi, sotto l’occhio delle forze di polizia, sono poi saliti sul pullman societario, nerazzurro, all’esterno del Terminal 1 partenze, che ha lasciato allo scalo romano pochi minuti dopo. Diversi i curiosi, tra passeggeri ed operatori aeroportuali, che si sono fermati a riprendere con telefonini l’arrivo della squadra e non è mancato l’incitamento di alcuni di chiara fede romanista. Alcuni argentini hanno richiamato a gran voce “Papu” Gomez che, sorridente e sorpreso, si è fermato con loro per dei selfie e per ricevere degli incoraggiamenti.
De Rossi: Nainggolan, storia già vistaTweet di Radja che non dimentica la sua ex squadra

14 maggio 201916:33

– Radja Nainggolan non dimentica la Roma, sua ex squadra alla quale continua a sentirsi legato. Lo dimostra con il tweet con cui commenta l’addio a fine stagione ai colori giallorossi di Daniele De Rossi, al quale la società ha comunicato di non voler rinnovare il contratto. “DDR, Che dire – commenta Nainggolan -. Una storia già vista”. La considerazione del ‘Ninja’ belga sembra un riferimento all’addio dell’altro ex capitano Francesco Totti e, forse, anche alla propria vicenda.
“Insigne non si sente amato abbastanza”Adl “Se vuole andare via non lo posso obbligare a rimanere ”

14 maggio 201916:37

– “Se Insigne giocherà nel Napoli la prossima stagione? Insigne mi risulta che sia un giocatore del Napoli, è napoletano. Ha sempre dimostrato un grande attaccamento alla maglia, se poi questa grande responsabilità di essere anche napoletano gli ha giocato nel passato e gli potrebbe giocare nel futuro una idiosincrasia con quei tifosi, che dico che non sono tifosi, non posso certo obbligarlo a rimanere suo malgrado”. Queste le parole del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. “Lui più volte, quattro anni fa o sei anni fa e anche recentemente prima di accordarci con Raiola, mi ha chiesto di andare via perché non si sentiva amato”, ha aggiunto il patron partenopeo a margine del forum ‘Il calcio che vogliamo’ al Corriere dello Sport’.
“Playoff e playout Serie A inattuabili”De Laurentiis boccia proposta “Quale pepe darebbe?”

14 maggio 201916:41

– “Playoff e playout in Serie A? Secondo me è una proposta inattuabile, quale pepe darebbe?”. È la risposta del patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis all’idea lanciata da Gabriele Gravina sulla possibilità di istituire playoff e playout in Serie A. “Credo che noi dobbiamo fare una seria riflessione su una questione primaria, smetterla solamente di pensare allo stadio reale ma soprattutto pensare allo stadio virtuale – ha sottolineato il numero uno del club partenopeo a margine del forum ‘Il calcio che vogliamo’ organizzato presso la sede del Corriere dello Sport a Roma – perché quando noi ci rivolgiamo allo stadio virtuale parliamo di 20-25 milioni di tifosi in Italia e 300-400 milioni nel mondo. Invece quando parliamo di stadi parliamo di domeniche dove al massimo abbiamo decine di migliaia di presenze”.
De Rossi: Zaniolo “ho pianto””Mi ha accolto come un figlio: sogno è regalargli la Champions”

14 maggio 201917:09

– “Non mi interferisco nelle scelte della società e di Daniele. Perdere un capitano così sarà pesante, io lo ringrazio per avermi accolto e trattato alla Roma come un figlio. Ricordo che ancora prima di arrivare mi ha scritto dicendomi ‘benvenuto nella tua nuova famiglia, io sono il vecchio di casa, sei uno di noi'”. Così Nicolò Zaniolo sull’addio di De Rossi alla Roma. “Non nascondo che qualche lacrima mi è scesa al saluto di oggi – ha aggiunto a margine della cerimonia di consegna del premio ‘Beppe Viola’ al Salone ‘onore del Coni – perché ancora una volta Daniele ha dimostrato quanto conta per la società e per la squadra. È un giocatore assurdo, un leader sia in campo che fuori. La Roma senza di lui perderà tanto. La nostra speranza e il nostro obiettivo è quello di fargli un regalo portando la Roma in Champions. Anche se è difficile ce la metteremo tutta”.
Relazione su cori in ritardo,Inter salvaGiudice sportivo, sette squalificati per un turno

14 maggio 201917:09

– Nessun provvedimento a carico dell’Inter per i cori di denigrazione territoriale segnalati dalla Procura ieri durante Inter-Chievo, posticipo della 36ma giornata di Serie A. Così il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea che ha “deciso di non applicare sanzioni alla società Internazionale in quanto la relazione non è pervenuta nei termini previsti”.
Sono sette i giocatori di Serie A squalificati, tutti per un turno, dal Giudice sportivo dopo la 36ma giornata di campionato.
Si tratta di Bourabia (Sassuolo), Bruno Alves, L.Rigoni (Parma), N.Rigoni (Chievo), Palomino (Atalanta), Radu (Lazio) e Romero (Genoa). Ammende per Inter (10.000 euro), Torino (3.500 euro) e Spal (3.000 euro).
Zaniolo “Vedo mio futuro in giallorosso””A fine stagione ci vediamo, contento di restare alla Roma”

14 maggio 201917:12

– “Il mio futuro? Ho ancora quattro anni di contratto con la Roma, a fine campionato ci metteremo a tavolino con il mio procuratore e la società ma sono sereno e vedo il mio futuro ancora giallorosso. Sono positivo sul mio rinnovo contento di restare alla Roma”. Così Nicolò Zaniolo a margine della cerimonia di consegna del premio Beppe Viola al salone d’onore del Coni.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

De Rossi: Pjanic, sua storia emoziona
Bosniaco su Instagram:”privilegio aver condiviso parte percorso”

TORINO14 maggio 201917:14

– Quella tra Daniele De Rossi e la Roma “è una storia che ti emoziona solo a sentirla raccontare”.
Parole di Miralem Pjanic, centrocampista della Juventus ma con un passato alla Roma insieme a De Rossi, che proprio oggi ha annunciato il suo addio al club giallorosso. “Aver avuto il privilegio di condividerne un pezzo è qualcosa di cui sarò per sempre grato – ha aggiunto il centrocampista bosniaco nel post su Instagram dedicato all’ex compagno -. Buona fortuna Daniele, Brate moj (fratello mio, ndr)”.
De Rossi: Totti, oggi è un giorno triste”Si chiude altro capitolo,Daniele per sempre fratello acquisito”

14 maggio 201917:43

– “Oggi è un giorno triste. Oggi si chiude un altro capitolo importante della storia dell’As Roma, ma sopratutto di Roma…della nostra Roma”. Così Francesco Totti nel giorno in cui il club giallorosso ha comunicato la decisione di non rinovare il contratto a Daniele De Rossi. “Voglio solo dirti che sei stato e che rimarrai per sempre il mio fratello di campo acquisito – scrive Totti -. Ti auguro il meglio in ogni cosa che farai…perché sono sicuro che la farai alla grande, come tutto quello che hai fatto finora. Ti voglio bene Dani”.
Inzaghi “Vinciamola, è nel nostro Dna”C.Italia, tecnico Lazio ‘E’ la strada più corta per l’Europa’

14 maggio 201917:54

– “E’ una partita importantissima, ho la fortuna di avere tanti giocatori in rosa che hanno giocato partite importanti ma ci dobbiamo arrivare molto lucidi e consapevoli di noi stessi. Ce l’abbiamo nel nostro dna questo tipo di partite”. Lo dice il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi alla vigilia della finale di Coppa Italia con l’Atalanta. “Per andare in Europa abbiamo due strade, questa è la più corta e semplice”, ha aggiunto Inzaghi, rivelando che “l’ho detto anche al Presidente Mattarella, queste squadre hanno meritato di arrivare in finale dopo una cavalcata esaltante”.
‘Mio futuro? Ne parliamo alla fine’Tecnico, ‘Non dipende da una partita, decideremo con società’

14 maggio 201917:56

– “Il mio futuro alla Lazio? Penso non si debba decidere da un’unica partita. Verrà deciso a fine campionato tra Inzaghi stesso e la società senza alcun problema.
Questo non è il momento per parlarne”. Lo dice l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, parlando del suo futuro sulla panchina biancoceleste alla vigilia della finale di Coppa Italia contro l’Atalanta.
Giorgetti,droga in stadi?Viminale vigilaSottosegretario risponde a frasi De Laurentiis su spacciatori

14 maggio 201917:57

– “Spacciatori in stadi? Probabilmente ci sono, temo che sia vero, ma il Viminale non dorme, fa quello che fa e con dei risultati ma c’e molto da fare. Noi abbiamo presentato proposte ad hoc ma il Parlamento ha preferito operare con norme ordinarie, ma magari servono interventi più incisivi”.
Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, a margine dell’ evento “Awords” organizzato dalla Lega serie A all’Ara Pacis, commentando le parole del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, in merito all’ordine pubblico negli stadi.
Lulic “Vediamo chi corre di più”Capitano Lazio, ‘Io come 26 maggio? Basta che segni qualcuno’

14 maggio 201917:57

– “Abbiamo analizzato la sconfitta in campionato ma domani sarà un’altra partita e cercheremo di non fare gli stessi errori di dieci giorni fa. Serve la testa ma anche la fisicità, se corrono loro, corriamo anche noi. Domani vediamo chi corre di più”. È la sfida lanciata all’Atalanta dal capitano della Lazio, Senad Lulic, alla vigilia della finale di Coppa Italia. A chi gli chiede se sogna di ripetersi in finale dopo il gol decisivo nel derby del 26 maggio 2013 contro la Roma, Lulic replica: “Spero che domani segnerà qualcun altro: non importa chi segna, importa che la vinciamo”. “Siamo pronti – ha concluso – ma per battere l’Atalanta ci servirà qualcosa di più di Cagliari”.
De Rossi: Mancini, giorno triste calcioCt, ‘Provai a portarlo al City ma aveva maglia Roma addosso’

14 maggio 201918:08

– “Sicuramente provo un grande dispiacere perché quando un giocatore dalla sua gioventù gioca per una sola squadra nella sua carriera questa è una cosa particolarissima. È un giorno triste perché non succede spesso nel calcio”. Lo dice il ct della nazionale, Roberto Mancini, parlando dell’addio alla Roma di Daniele De Rossi. “L’ho sempre considerato uno dei migliori centrocampisti al mondo e lo volevo al Manchester City – ha rivelato Mancini a margine della cerimonia di consegna del Premio Beppe Viola al Salone d’Onore del Coni – quell’anno ho pensato che poteva essere il giocatore adatto per noi. Ma non ce l’abbiamo fatta perché lui valeva la maglia della Roma addosso ed è stato impossibile”.
Gasperini, non favoriti ma ci crediamoTecnico Atalanta: Lazio già battuta ma domani è un’altra partita

14 maggio 201919:22

– “Vedo la squadra molto concentrata.
Questa è stata la nostra forza, saperci isolare dal contesto esterno. La Lazio è un avversario forte e averli battuti pochi giorni fa ci ha dato la consapevolezza che possiamo vincere, ma domani è un’altra partita. Si riparte dallo 0-0 e non ci sono favoriti. È una finale imprevedibile, aperta a ogni risultato, una partita alla nostra portata. Abbiamo le nostre chance”. Così il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, alla vigilia della finale di Coppa Italia in programma all’Olimpico.
Nesta, De Rossi tra più forti d’Europa”Grande rispetto nei derby” dice ex capitano della Lazio

PERUGIA14 maggio 201919:42

– “Daniele De Rossi? Uno dei centrocampisti più forti del calcio italiano ed europeo.
Giocatore tecnico, forte, bravo di testa, capace di difendere e di fare gol. Con lui c’è sempre stato un rapporto speciale, ai derby sempre grande rispetto e stima sia con lui che con Francesco Totti”. Così l’ex capitano della Lazio, Alessandro Nesta, nel giorno dell’addio del capitano alla Roma.
“Daniele un mio grande amico e durante i mondiali del 2006 che l’Italia ha vinto in Germania, complice il mio infortunio e la sua squalifica, abbiamo trascorso moltissimo tempo insieme.
Oltre ad essere stato un giocatore fenomenale, uno dei mediani più completi che c’è stato – ha spiegato l’attuale allenatore del Perugia – De Rossi è un ragazzo intelligente e una persona molto piacevole. Dal punto di vista del carattere mi sento molto simile a lui”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Il Genoa è in vendita, nominato advisor
E’ ‘Assietta’, affiancata da un soggetto internazionale

GENOVA14 maggio 201920:34

– Il Genoa è ufficialmente in vendita. Con un comunicato emesso in serata la società del presidente Enrico Preziosi ha annunciato l’advisor che seguirà l’eventuale cessione del club. Proprio la nomina di un advisor era una delle condizioni imposte dalla tifoseria che da settimane ha iniziato una durissima contestazione nei confronti del presidente Enrico Preziosi.
“Il Genoa comunica che è stato conferito mandato ad Assietta spa, società di consulenza finanziaria specializzata in Corporate Finance, quale advisor per la cessione della Società.
A supporto del processo di vendita, l’advisor verrà altresì affiancato da un soggetto avente profilo e network internazionali”.           [print-me title=”STAMPA”]

SINTESI ROMA VS JUVENTUS JUVE CON LA NUOVA MAGLIA 2019-2020
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

SINTESI ROMA VS JUVENTUS 2-0 LA CRONACA ED IL VIDEO DEGLI HIGHLIGHTS

Tempo di lettura: 2 minuti

SINTESI ROMA VS JUVENTUS 2-0

SINTESI ROMA VS JUVENTUS 2-0 LA CRONACA ED IL VIDEO DEGLI HIGHLIGHTS

SINTESI ROMA VS JUVENTUS LA CRONACA

Florenzi e Dzeko castigano i bianconeri che sprecano troppo, specie nel primo tempo
Una buona Juve, soprattutto nel primo tempo, non riesce a sfruttare le tante, buone occasioni create e deve arrendersi nella ripresa alla zampata di Florenzi e alcontropiede di Dzeko, che rilanciano la Roma nella rincorsa verso la Champions
SINTESI ROMA VS JUVENTUS
BELLA JUVE, MIRANTE SALVA LA ROMA

La squadra di Allegri in effetti ha già lo scudetto in tasca, mentre i giallorossi devono ancora sudarsi la qualificazione in Europa, ma all’inizio la differenza di motivazioni non traspare minimamente e i bianconeri sembrano tutto, tranne che appagati, tanto che Emre Can libera subito Cuadrado davanti a Mirante, che risponde da campione al destro del colombiano, ripetendosi poco dopo sul sinistro di Dybala, servito da Ronaldo dopo una fuga che manda nel panico mezza difesa giallorossa.

La reazione della Roma è tutta nel tentativo di Pellegrini, che dalla distanza colpisce l’incrocio dei pali, ma il conto viene presto pareggiato da Dybala, il cui sinistro viene deviato sul legno dall’ennesimo prodigioso intervento di Mirante. Infine un puntuale intervento di Chiellini su El Shaarawy, archivia un primo tempo brillante, che la Juve meriterebbe decisamente di chiudere in vantaggio.
FLORENZI COLPISCE NEL FINALE

In avvio di ripresa sono gli errori tecnici a dominare e non a caso l’occasione capitata a El Shaarawy nasce da un passaggio sbagliato di Emre Can, che scatena in contropiede giallorosso. La prima conclusione del Faraone è sballata, ma la ribattuta gli permette di riprovarci… e di sbagliare nuovamente la mira.

SINTESI ROMA VS JUVENTUS

La gara si fa più vivace intorno al ventesimo: Ronaldo colpisce, ma scatta con leggero anticipo sull’assist di Dybala, terminando in fuorigioco, subito rilevato dalla terna arbitrale. Poi Mirante respinge una rasoiata di Emre Can, servito ancora dalla Joya, mentre Szczesny deve alzare sopra la traversa una sventola dalla distanza di El Shaarawy. Il ritmo cala nuovamente, ma a cinque minuti dalla fine, un disimpegno errato dei bianconeri permette a Florenzi di partire verso l’area, di presentarsi di fronte a Szczesny e di superarlo con un elegante pallonetto. Allegri interviene immediatamente, richiamando Matuidi e De Sciglio e inserendo Alex Sandro e Cancelo, ma la Roma è attenta a non lasciarsi sfuggire l’occasione di portare a casa tre punti pesantissimi per la rincorsa all’Europa e non solo non concede nulla, ma colpisce ancora con il contropiede finale di Dzeko, che punisce ancora, a dire il vero troppo severamente, i bianconeri.
SINTESI ROMA VS JUVENTUS
ROMA-JUVENTUS 2-0

RETI: Florenzi 35′ st, Dzeko 47′ st

ROMA
Mirante; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov;  Zaniolo, Nzonzi, Pellegrini (22′ st Cristante)  ; Kluivert 33′ st Under), Dzeko, El Shaarawy
A disposizione: Olsen, Cerantola, Karsdorp, Juan Jesus, Marcano, De Rossi, Coric, Pastore, Perotti, Schick
Allenatore: Ranieri

SINTESI ROMA VS JUVENTUS

 

JUVENTUS
Szczesny; De Sciglio (40′ st Cancelo), Caceres, Chiellini, Spinazzola; Emre Can, Pjanic (26′ st Bentancur), Matuidi (40′ st Alex Sandro); Cuadrado, Dybala, Ronaldo
A disposizione: Pinsoglio, Del Favero, Barzagli, Pereira, Kastanos, Nicolussi Caviglia
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Massa
ASSISTENTI: Meli, Preti
QUARTO UFFICIALE: Guida
VAR: Mazzoleni, Carbone

AMMONITI: 6′ st Dzeko, 29′ st Emre Can, 30′ st Zaniolo, 46′ st Kolarov.

SINTESI ROMA VS JUVENTUS IL VIDEO DEGLI HIGHLIGHTS

Sintesi cronaca Roma-Juventus 2-0 12 Maggio 2019

 

VUOI CONTINUARE A VEDERE TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS? ALLORA CLICCA QUI           [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

RAGGI RISPONDE A SALVINI

Tempo di lettura: < 1 minuto

RAGGI RISPONDE A SALVINI

AGGIORNAMENTO IN “POLITICA”

DELLE 00:11 DI LUNEDì 15 APRILE 2019

RAGGI RISPONDE A SALVINI

“A Salvini voglio dire che ho le spalle larghe e non mi spavento facilmente. Io le villette dei clan mafiosi le ho abbattute, dopo decenni di silenzio delle precedenti giunte: otto case del clan Casamonica buttate giù dalla ruspa. Infine, per togliere la spazzatura non serve assolutamente uno scienziato ma sono necessari duro lavoro e costanza. Di certo non bastano due tweet e qualche battuta ad effetto. Ma io non voglio inutili polemiche elettorali.
Lavoriamo!”. Lo scrive su fb la sindaca di Roma Virginia Raggi- “Chiariamolo ancora una volta – aggiunge -. Non facciamo sborsare un euro in più allo Stato e alle altre amministrazioni per il vecchio debito di Roma. Anzi facciamo risparmiare agli italiani e ai romani 2,5 miliardi di euro, tagliando i folli tassi di interesse delle banche su quei 13 mld di debito che hanno fatto le precedenti amministrazioni. Da quando ci siamo noi, il debito è addirittura sceso perché noi teniamo i conti in ordine e non ne facciamo altro”.          [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LEL NOTIZIE

Tempo di lettura: 5 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:50 ALLE 14:45 DI GIOVEDì 11 APRILE 2019

CALCIO

CR7, contento per altro gol in Champions
Portoghese su Instagram festeggia ritorno in campo con gol

TORINO11 aprile 201909:50

– “Contento di essere tornato ed aver segnato un altro gol in questa competizione”. Cristiano Ronaldo festeggia su Instagram il suo ritorno in campo dopo l’infortunio e il gol segnato contro l’Ajax, che gli ha permesso di arrivare a quota 125 reti nella massima competizione europea. Numeri da record per il portoghese, autore di 24 gol in 21 partite giocate nei quarti di finale di Champions League.
Champions, Bonucci “il sogno continua”Chiellini “Bravi tutti, semifinale si decide a Torino”

TORINO11 aprile 201910:47

– Il pareggio con gol della Johan Cruijff Arena è un risultato positivo per la Juve, ma lascia aperto ogni risultato in vista del ritorno a Torino: “Bravi tutti, la semifinale si deciderà a Torino -scrive Chiellini sui social. Avanti così”. Il capitano bianconero ha dovuto alzare bandiera bianca alla vigilia per un infortunio al polpaccio e resta in dubbio per il ritorno.
“Da un quarto di Champions -è il punto di vista di Rugani- non ci si può aspettare niente di meno, ma noi vogliamo molto di più”: il difensore bianconero, chiamato a sostituire Chiellini, ha disputato una partita solida non facendo rimpiangere il capitano bianconero.
“Il cammino è lungo e ci sarà da soffrire – conferma Bonucci in vista del ritorno – la partita di ieri ne è l’esempio. Con energia e positività verso il ritorno per continuare il sogno”.
Tra Champions League e campionato, è dunque arrivato il periodo decisivo per la Juventus: “Ora recuperiamo e pensiamo a chiudere il campionato sabato”.
Ranieri’Totti uomo giusto per il futuro’E’ capace, e sta entrando sempre di più nel ruolo dirigenziale”

11 aprile 201911:46

– Francesco Totti è “l’uomo giusto per il futuro” della Roma. Parola di Claudio Ranieri tecnico giallorosso e soprattutto profondo conoscitore dell’ambiente romanista e del campione romano. Per il futuro del club “Totti è la persona giusta, ama la Roma, è capace, passo dopo passo sta entrando sempre di più nel suo ruolo dirigenziale. Nessuno nasce imparato, lui ha tanta voglia di arrivare ad alti livelli, lui è la persona giusta per fare il dirigente. Bisogna farlo con i tempi giusti, bisogna aspettarlo. Lui – ha concluso Ranieri- già sa moltissimo del calcio giocato e sta ampliando le sue conoscenze”.
Inter, Lautaro “voglio meritare n. 10″Con Mauro in campo, lui punta e io trequartista

MILANO11 aprile 201911:48

– ”Lavoro sempre per dare il massimo, il numero sulla schiena serve per identificare. So cosa significa essere il numero 10 dell’Inter, ma cerco di meritarlo in questo modo”. In un’intervista a La Oral Deportiva, Lautaro Martinez promette massimo impegno per i colori nerazzurri.
L’argentino ha recuperato dal problema fisico e domenica sarà a disposizione di Luciano Spalletti contro il Frosinone. E il tecnico potrebbe anche preferirlo a Mauro Icardi nell’undici titolare. ”Dal primo momento in cui sono venuto all’Inter – spiega Lautaro – mi ha chiamato Mauro. Mi ha aiutato in un sacco di cose, è stato molto bravo per farmi inserire nel nuovo gruppo.
Abbiamo giocato con diversi sistemi, quello più utilizzato è con una mezza punta dietro al centravanti. Lo abbiamo fatto anche insieme e mi sono trovato bene”.
Ranieri,Udinese avversario duro per Roma”Chiedo aiuto al pubblico, partita per noi fondamentale”

11 aprile 201911:49

– L’Udinese è “l’avversaria più difficile che potevamo incontrare in questo momento”: Così il tecnico della Roma Claudio Ranieri in conferenza stampa. La formazione friulana “è caparbia, si chiude e riparte in contropiede. Sono molto preoccupato, dovremo essere lucidi, pazienti e attenti”. A Ranieri non basta l’impegno dei giocatori in campo: “chiedo aiuto al pubblico, ci deve stare vicino, capire che è una partita fondamentale per noi. La Champions sta là, ci vogliamo andare, abbiamo bisogno del nostro pubblico”.
Roma: Ranieri “mancano gol di Dzeko””Cristante? è un piacere averlo in squadra”. Florenzi sta meglio

ROMA11 aprile 201911:49

– “I gol di Dzeko mancano alla Roma”, ma l’allenatore Claudio Ranieri dà fiducia al suo attaccante. “I gol del goleador principe di una squadra mancano sempre” ha detto Ranieri nella conferenza stampa in vista della sfida di sabato all’Olimpico contro l’Udinese. Ed ha aggiunto: “Quando hai un goleador che ti abitua sui 18-20-25 reti all’anno, la volta che non vengono pesa. Ma il ragazzo è determinato e sono convinto che in questo finale di campionato tornerà al gol”.
L’allenatore giallorosso ha poi confermato il miglioramento delle condizioni di Florenzi, “ha fatto finora allenamento differenziato, oggi si allena con noi e vediamo come sta”.
Ranieri ha poi detto di vedere in Cristante “grandi potenzialità. Si era fatto conoscere alla grande nell’Atalanta.
E’ quel giocatore che fa da stantuffo, che lavora da area a area, di buona qualità, grandi inserimenti e un potenziale di gol molto importante. Mi fa piacere averlo in squadra”.
Ranieri “presto per dire crisi passata'”Vittoria con Samp ha dato fiducia,ma a Roma ancora non basta”

11 aprile 201912:15

– La vittoria sulla Sampdoria di domenica scorsa non è sufficiente a far dire al tecnico della Romna Claudio Ranieri che i giallorossi sono “fuori dalla crisi”. Nella conferenza stampa in vista della sfida contro l’Udinese il tecnico romanista ha confermato la sua abituale prudenza: “è troppo presto per dire che è scattato qualcosa nella squadra. Ci vogliono ancora altre prove. Logico che la gara con la Sampdoria ha dato fiducia a tutti, ma dobbiamo continuare su questa strada.
Liga: Atletico, 8 giornate a Diego CostaAttaccante Atletico era stato espulso durante sfida con Barça

11 aprile 201913:38

– Stangata sull’Atletico Madrid che perde Diego Costa squalificato per otto giornate dopo l’espulsione sabato scorso durante la sfida con il Barcellona.
Costa è stato squalificato quattro giornate per gli insulti al direttore di gara Gil Manzano e altre quattro per averlo strattonato. La federcalcio spagnola ha multato sia il giocatore sia l’Atletico Madrid.
Maldini, la Uefa? Il Milan ha tante armiIncostituzionale non permettere a un club sano di fare mercato

MILANO11 aprile 201914:04

– “Anche l’anno scorso dovevamo essere esclusi dalle coppe europee e poi è intervenuto il Tas.
Siamo pronti a tutto, abbiamo tante armi. Come club vogliamo che non sia un confronto duro e senza dialogo, il Financial Fair Play ha azzerato i debiti nel calcio europeo ma non permettere ad una società sana e senza debiti di intervenire sul mercato è anche incostituzionale. La Uefa ha ben capito che il Milan è una società sana, con persone competenti e vuole tornare in alto”.
Così il direttore sviluppo strategico area sport rossonero, Paolo Maldini, all’indomani del deferimento per violazione del Fair play finanziario. “La comunicazione non è una sorpresa, c’è un dialogo settimanale con l’Uefa – ha spiegato il dirigente rossonero -. Sono comunque in discussione gli anni precedenti ad Elliott”.
Maldini, mai pensato di cambiare GattusoNon gli abbiamo chiesto Champions ma ora che ci siamo…

11 aprile 201914:22

– “Da parte del club c’è un rapporto molto diretto con lui, come con i calciatori. Rino sa tutto, sa cosa pensiamo di lui e del suo lavoro. Non abbiamo mai pensato di cambiarlo, può anche dare una mano ai più giovani visto che conosce bene questo ambiente. Ha ancora due anni di contratto, non gli era stata chiesta la Champions ad inizio anno ma ora che ci siamo…”. Così Paolo Maldini ha rassicurato sul futuro di Rino Gattuso sulla panchina del Milan.
“Io e Leonardo ci diciamo spesso che sarebbe bello tornare a vincere con Rino in panchina. Tra me e Rino è rimasta una certa schiettezza nel dirsi le cose, parliamo in modo diretto. Molto meglio che parlarsi alle spalle”, ha aggiunto il direttore sviluppo strategico area sport rossonero.
Younes, al Napoli fino allo scudetto”Inizio duro ma ora sto bene, nostro gioco simile all’Ajax”

NAPOLI11 aprile 201914:26

– “Il Napoli è il club perfetto per me, in città mi sento a casa. Non voglio andare via prima di aver vinto lo scudetto”. Lo ha detto il centrocampista del Napoli Amin Younes in un’intervista al sito web spox.com. Il tedesco ha analizzato il campionato del Napoli: “La Juventus è stata più forte di noi in questa stagione. Il loro calcio non è bello, però è efficace. Hanno giocatori come Cristiano Ronaldo, Mandzukic o Chiellini con esperienza e un’enorme forza mentale”.
Younes ha raccontato di essersi ambientato a Napoli, fugando le voci su un possibile addio che erano circolate già a gennaio.
“La mia condizione fisica – racconta – è molto migliorata, se paragonata ai primi mesi passati qui. Ora sto bene ma all’inizio è stata dura: non è semplice trasferirsi in un altro paese, parlare una lingua diversa. Poi mi sono infortunato e non ho potuto esordire prima di dicembre. Ora sto bene e lo stile di gioco del Napoli non è molto diverso da quello dell’Ajax, con tanto possesso palla e un livello molto alto”.          [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 10 minuti

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:49 DI VENERDì 08 MARZO 2019

ALLE 09:52 DI SABATO 09 MARZO 2019

CALCIO

LaLiga: Real prova a ripartire a Valladolid
Insidie per l’Atletico, vuole allungare il Barcellona

08 marzo 2019 16:49

Il Real Madrid prova a ripartire dopo la mazzata Ajax giocando a Valladolid. L’unica cosa positiva per il Real, terremotato dall’eliminazione Champions, e’ che, dopo 4 ko consecutivi in casa, puo’ tentare di tornare a galleggiare in trasferta col modesto Valladolid. Ma ormai, fuori da ogni obiettivo e con una squadra in smobilitazione, deve almeno mantenere il posto nella Champions del futuro.Se la ride il Barcellona, che si avvia a vincere in carrozza la Liga e ha un oppositore modesto nel Rayo prima di rituffarsi nella Champions. Piu’ complicato il cammino dell’Atletico, con la testa alla Juventus e che ospita domani la mina vagante Alaves, in lizza per il quarto posto che per ora e’ saldamente in mano alla sorpresa Getafe, che ha un comodo turno in casa con l’Huesca. Il Siviglia tenta di recuperare (e’ a -5 dal quarto posto) ma ha una gara non facile con la Real Sociedad.Il quadro della 27/ma giornata

Athletic-Espanyol ore 21Alavés-Eibar sabato ore 13Atlético Madrid-Leganés ore 16.15Barcellona-Rayo Vallecano ore 18:30Getafe-Huesca ore 20.45Celta Vigo-Betis domenica ore 12Girona-València ore 16.15Siviglia-Real Sociedad ore 18.30Levante-Villarreal Valladolid-Real Madrid ore 20.45

CALCIO

 

Roma, ufficiale Ranieri nuovo tecnicoPallotta “obiettivo Champions”, tecnico “Impossibile dire di no”

ROMA08 marzo 201916:49

– Claudio Ranieri è il nuovo allenatore della Roma. Il tecnico, come informa il club giallorosso, ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2019. “Siamo lieti di dare il bentornato a Claudio – le parole del presidente Pallotta -. L’obiettivo è ottenere la qualificazione in Champions League”. “Sono felice di essere tornato a casa. Quando la Roma ti chiama è impossibile dirle di no” ha dichiarato Ranieri.

CALCIO

 

Champions:flop PSG,Di Maria e Cavani viaSe dovessero arrivare offerte interessanti lascerebbero Parigi

08 marzo 201916:49

– L’ennesimo fallimento in Champions rischia di mietere vittime illustri dalle parti del Parco dei Principi, la casa del PSG. Secondo il quotidiano spagnolo Sport, il patron del club parigino, Nasser Ghanim Al-Khelaifi, ha intenzione di disfarsi di due big nel prossimo mercato estivo: si tratterebbe dell’argentino Angel Di Maria, che contro il Manchester United negli ottavi è stato fra i migliori in campo, e dell’uruguayano Edinson Cavani, lasciato in panchina e gettato nella mischia nel finale di partita dall’allenatore Thomas Tuchel. Non si tratterebbe di una scelta forzata ma, se dovesse arrivare l’offerta giusta, i due attaccanti sudamericani farebbero le valige, lasciando definitivamente la capitale francese.

CALCIO

 

Totti: Ranieri per finire tra prime 4Dirigente Roma: Claudio è in grado di guidarci fino in Champions

ROMA08 marzo 201916:51

– Dopo l’esonero di Eusebio Di Francesco, alla Roma servivano “mani esperte” per tornare a giocare il prossimo anno l’Europa che conta. Così Francesco Totti spiega la scelta di richiamare Ranieri a Trigoria.
“Claudio non è solo un tifoso della Roma, nato e cresciuto nella Capitale, ma è uno degli allenatori più esperti nel mondo del calcio – le parole del dirigente giallorosso riportate sul sito del club -. Ora abbiamo bisogno di mani esperte, in grado di guidarci tra le prime quattro per rigiocare la Champions League nella prossima stagione. Ci mancano dodici partite in campionato e dobbiamo vincerne il più possibile”.

CALCIO

 

Simeone: Juve? Col Leganes no turn-overAllenatore Atletico Madrid:”Real e PSG fuori non mi sorprendono”

08 marzo 201916:53

– Turn-over? No, Grazie. Diego Pablo Simeone, nella conferenza stampa della vigilia della sfida casalinga contro il Leganes (appuntamento domani, alle 16,15), confessa di non poter “fare tanti cambi”, in vista della sfida di martedì in Champions contro la Juventus. “Non ci troviamo in una posizione di classifica comoda come quella dei bianconeri – spiega l’allenatore dell’Atletico Madrid -: loro hanno tanti punti di vantaggio sulle inseguitrici, per noi la situazione è diversa. Giocheremo con gli uomini che ci hanno permesso di portarci al secondo posto della Liga: Kalinic sarà in avanti, al fianco di Griezmann”. “In Champions – ha proseguito – ci sono sempre difficoltà nuove, diverse, bisogna sempre valutare una partita nell’arco dei 180′. Le eliminazioni di Real Madrid e PSG? Possono sorprendere solo chi non conosce il calcio, non me: conosco il valore e il peso delle squadre che hanno passato il turno in Europa”. Sulla Var, Simeone sostiene di condividere la preoccupazione dei tifosi e dei giornalisti.

CALCIO

 

Fellaini dice addio alla Nazionale belgaDopo 87 presenze con i ‘Diavoli rossi’: “Ora spazio ai giovani”

08 marzo 201917:07

– Marouane Fellaini dice addio alla Nazionale del Belgio dopo 12 anni. Lo ha annunciato il 31enne centrocampista, in un post via social. L’ex giocatore di Everton e Manchester United, passato adesso ai cinesi del Shandong Luneng, ha vestito 87 volte la maglia dei ‘Diavoli rossi’ (con 18 reti), partecipando a due edizioni dei Mondiali, col terzo posto raggiunto a Russia 2018.
“Ho molti ricordi incredibili e sono molto orgoglioso che il Belgio sia attualmente al primo posto del ranking Fifa”, ha detto Fellaini, che ha debuttato in Nazionale nel 2007. “Sento che è giunto il momento per me di chiudere e consentire alla nuova generazione di calciatori di continuare questo periodo di grande successo nella storia del calcio belga”, ha concluso Fellaini.

CALCIO

 

L.Enrique, problemi con Messi all’inizio’Adesso posso solo parlarne meravigliosamente, è un grandissimo’

08 marzo 201917:11

– Il commissario tecnico della Spagna, Luis Enrique, in un’intervista rilasciata a Radio Catalunya, ha confessato di avere avuto problemi con Leo Messi durante la prima stagione vissuta sulla panchina del Barcellona, “perché dovevo gestirlo in una momento di grande tensione”. “Adesso, però – ha aggiunto -, posso solo parlarne meravigliosamente bene e dire che è un grandissimo campione”.
“All’inizio della mia terza stagione alla guida del Barca – sottolinea Luis Enrique – informai la dirigenza del club di trovare un sostituto, perché non avevo più nulla da dare alla squadra. Ho preferito lasciare, perché ero veramente stanco e avevo bisogno di cambiare aria, ma soprattutto di riposarmi un po'”.

CALCIO

 

Bundesliga: Dortmund in crisi trova la StoccardaQualche difficolta’ in piu’ per il Bayern che riceve il Wolfsburg

08 marzo 201917:22

Il Dortmund in crisi di risultati, maltrattato dal Tottenham e raggiunto dal Bayern, ha un compito facile con lo Stoccarda per tornare al successo (ne ha ottenuto uno in otto gare da febbraio). Qualche difficolta’ in piu’ per il lanciato Bayern che riceve il Wolfsburg e ha la testa gia’ alla sfida col Liverpool. Le altre squadre impegnate nella volata Champions (Lipsia, Moenchengladbach, Leverkusen e Francoforte) hanno ostacoli abbordabili.Il quadro della 25/ma giornata

Werder Brema-Schalke ore 20:30Borussia Dortmund-Stoccarda sabato ore 15:30Friburgo-HerthaBayern Monaco-WolfsburgLipsia-AugustaMagonza-Mönchengladbach ore 18.30Hoffenheim-Norimberga domenica ore 15:30Hannover-Bayer Leverkusen ore 18Fortuna-Eintracht Frankfurt lunedì ore 20:30

CALCIO

 

Ligue1: clou derby di Balotelli Marsiglia-Nizza PSG rinvia sfida con il Nantes e recupera con il Digione

08 marzo 201917:32

Ennesima atroce delusione per il Psg in Champions. Stavolta non e’ bastato neanche il netto successo in trasferta per approdare ai quarti, quindi un’altra stagione buttata visto che il titolo in Ligue1 e’ , al solito, in cassaforte da tempo. Rimandata la gara di domenica a Nantes, i parigini recupereranno martedi’ la gara col Digione. Interessante la trasferta del Lilla a St.Etienne e soprattutto il derby di Balotelli Marsiglia-Nizza. Il Monaco, allontanatosi dalla zona retrocessione grazie ai gol di Falcao, ospita il Bordeaux.Il quadro della 28/ma giornataStrasburgo-Lione sabato ore 17
Amiens-Nimes ore 20
Digione-Reims
Monaco-Bordeaux
Nantes-Paris SG rinviata
Montpellier-Angers domenica alle 15
St. Etienne-Lilla
Tolosa-Guingamp
Rennes-Caen ore 17
Marsiglia-Nizza ore 21

CALCIO

 

Torino: Lukic in dubbio a FrosinoneFastidio al polpaccio per centrocampista serbo, Aina ancora out

TORINO08 marzo 201917:39

– Lukic è in dubbio per la trasferta del Torino domenica a Frosinone. Il centrocampista serbo ha accusato un fastidio al polpaccio sinistro alla fine dell’allenamento di ieri. A Frosinone mancherà quasi certamente ancora Aina, che oggi ha lavorato parzialmente con il gruppo. Il difensore aveva accusato un problema al muscolo retto addominale nel riscaldamento della partita di domenica scorsa con il Chievo.

CALCIO

 

Pochettino “Real? Allora lavoro bene”Tecnico tra i candidati per panchina Madrid: “Aperti a novità”

08 marzo 201917:41

– Maurizio Poachettino è tra i candidati a diventare il futuro allenatore del Real Madrid la prossima stagione e il diretto interessato non nega che il presunto interesse del club blancos lo lusinghi. “Lo prendo come qualcosa di positivo, significa che sto facendo bene”, spiega il tecnico del Tottenham in un’intervista a TVE. “Bisogna sempre essere aperti a nuove esperienze e nuovi progetti – ha aggiunto l’allenatore argentino, che in passato ha già lavorato in Liga sulla panchina dell’Espanyol – Il mio rapporto è sempre lì, magari ci lavorerò ancora facendo un calcio che piace e che porti risultati”, conclude Pochettino che chiude con una battuta: “Questa intervista farà arrabbiare il mio presidente…”.

CALCIO

 

Sampdoria in campo con maglia storicaPer ricordare i 120 anni della Sampierdarenese

GENOVA08 marzo 201917:51

– Domenica la Sampdoria giocherà con una maglia speciale nella sfida fondamentale contro l’Atalanta per la corsa europea in programma alle 15 al Ferraris. Si tratta di una casacca celebrativa ideata per festeggiare i 120 anni della Società ginnastica Sampierdarenese. Il 12 agosto 1946 nacque la Sampdoria dalla fusione proprio di Sampierdarenese e Andrea Doria. Sarà una maglia bianca con fascia rossonera, pantaloncini e calzettoni neri. Se 100 esemplari saranno destinati alla vendita – già domenica nello store dello stadio, al Sampdoria Point e online nei giorni successivi -, gli altri saranno messi all’asta nelle prossime settimane per un nuovo progetto benefico in favore dell’Istituto ‘Gaslini’.

CALCIO

 

Champions: il 15 marzo doppio sorteggioUrna dell’Uefa a Nyon deciderà accoppiamenti quarti e semifinali

08 marzo 201918:02

– L’Uefa ha comunicato, sul proprio sito online, che i sorteggi per i quarti di finale e le semifinali della Champions League si svolgeranno lo stesso giorno, il 15 marzo a Nyon (Svizzera) alle 12. Quel giorno, dunque, si potranno conoscere non solo gli accoppiamenti del prossimo turno del massimo torneo europeo, ma anche quelli della sessione successiva, che poi dà l’accesso alla finale del Wanda Metropolitano. Verrà compilato di fatto un tabellone come ai Mondiali o all’Europeo, con la vincente del primo quarto di finale che incontrerà la vincente del secondo, mentre quella del terzo se la vedrà con la quarta vincente. Per la finale ci sarà un sorteggio per stabilire il nome della squadra che giocherà in casa l’ultimo atto del primo giugno a Madrid.

CALCIO

Claudio Ranieri alla Roma: “Sono tornato a casa”
Pallotta: “Obiettivo è la Champions”. Via anche Monchi, si rompe il sogno spagnolo

08 marzo 201918:28

Claudio Ranieri è il nuovo allenatore della Roma. Il tecnico ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno. “L’obiettivo è ottenere la qualificazione in Champions League”, ha detto il presidente Pallotta. “Quando la Roma ti chiama è impossibile dirle di no” ha dichiarato Ranieri. Va via anche il direttore sportivo Monchi, subentra Frederic Massara.

Dopo l’esonero di Eusebio Di Francesco, alla Roma servivano “mani esperte” per tornare a giocare il prossimo anno l’Europa che conta. Così Francesco Totti spiega la scelta di richiamare Ranieri a Trigoria. “Claudio non è solo un tifoso della Roma, nato e cresciuto nella Capitale, ma è uno degli allenatori più esperti nel mondo del calcio – le parole del dirigente giallorosso riportate sul sito del club -. Ora abbiamo bisogno di mani esperte, in grado di guidarci tra le prime quattro per rigiocare la Champions League nella prossima stagione. Ci mancano dodici partite in campionato e dobbiamo vincerne il più possibile”.

Inter: incontro entourage Icardi-MarottaSituazione in miglioramento, c’è ottimismo fra le parti

MILANO08 marzo 201918:31

– Nuovo incontro fra l’ad dell’Inter, Beppe Marotta, e l’entourage di Mauro Icardi, rappresentato dal legale Paolo Nicoletti. Dopo quello di mercoledì è andato in scena un altro confronto: secondo quanto emerso, la situazione è in via di miglioramento e c’è ottimismo tra le parti, sebbene la vicenda si stia evolvendo con calma. Non ci sono ancora tempistiche per il rientro in squadra dell’attaccante argentino (che oggi si è allenato ancora a parte), nell’attesa di nuovi incontri per chiudere definitivamente la questione.
Legale Maradona “3 figli a Cuba”‘Pronto a riconoscerli, tornerà nell’isola per test Dna”

BUENOS AIRES08 marzo 201918:33

– L’avvocato di Diego Maradona ha fatto sapere che il suo assistito riconoscerà legalmente tre figli nati a Cuba. Matias Morla, questo il nome del legale dell’ex ‘Pibe de Oro’ oggi allenatore del club messicano dei Dorados di Sinaloa, parlando alla tv argentina ’13’ ha detto che i tre bambini sono frutto di due relazioni con due donne diverse. Chiestogli se Maradona avesse riconosciuto legalmente i suoi figli cubani, Morla ha risposto: “Ad oggi no, ma si prenderà cura di loro e farà quello che deve fare. Quando tornerà sull’isola nelle prossime settimane Diego si sottoporrà alla prova del Dna per l’eventuale riconoscimento”. Maradona ha altri cinque figli: Dalma e Giannina, avuti dall’ex moglie Claudia Villafane, Diego jr, Jana e Diego Fernando.
Roma: Manolas ko, si ferma 3 settimaneDifensore greco out con Pellegrini e De Rossi fino alla sosta

08 marzo 201918:38

– Dopo De Rossi e Pellegrini anche Manolas si ferma. Il difensore della Roma, così come il capitano giallorosso, è stato sottoposto ad accertamenti strumentali che hanno evidenziato una lesione al soleo del polpaccio destro.
Infortunio muscolare anche per Pellegrini che deve fare i conti con una lesione al bicipite femorale della coscia destra. Tutti e tre i giocatori salteranno le prossime due partite con Empoli e Spal e proveranno a recuperare per la sfida col Napoli in programma il 31 marzo dopo la sosta di campionato.
Herrera a un passo dall’Atletico MadridMessicano del Porto è in scadenza di contratto a giugno

08 marzo 201918:54

Hector Herrera, il centrocampista messicano del Porto, è a un passo dall’Atletico di Madrid. Lo scrive lo spagnolo ‘AS’ ricordando che il 28enne centrocampista è in scadenza di contratto a giugno e che ha recentemente respinto l’offerta di rinnovo offertagli dal club portoghese. Su Herrera radiomercato aveva parlato nei mesi scorsi anche dell’interessamento di Inter, Arsenal e Roma, ma le fonti interpellate dal quotidiano spagnolo assicurano che l’accordo con i colchoneros è a un passo ed Herrera potrebbe firmare per tre o quattro stagioni.
Roma: Ranieri, ci giochiamo il futuro”Ai tifosi dico: rimanete vicini anche nelle difficoltà”

ROMA08 marzo 201919:18

– “Ho parlato con la squadra e ho chiesto determinate cose. Ai tifosi invece dico che è un momento particolare, in 12 giornate ci giochiamo il futuro”. Così il nuovo tecnico della Roma, Claudio Ranieri, alla tv ufficiale del club giallorosso. “C’è la possibilità di tornare in Champions League, i ragazzi sono sensibili e può darsi che qualcuno non è abituato ancora perché giovane a stare su una piazza così importante, a giocare con serenità e tranquillità” aggiunge Ranieri rivolgendosi alla tifoserie e chiedendo “di stargli vicino, di incoraggiarli anche e sopratutto nei momenti difficili”.
E’ ufficiale, Sousa allenatore BordeauxIl tecnico portoghese ha firmato con i girondini fino al 2022

08 marzo 201923:15

– Ora è’ ufficiale, Paulo Sousa è il nuovo tecnico del Bordeaux. L’allenatore portoghese, entrato nel toto nomi dei possibili sostituti di Di Francesco sulla panchina della Roma che invece ha salutato il ritorno di Claudio Ranieri, si è legato al club francese firmando un contratto fino al 2022.
E’ lo stesso Bordeaux ad annunciarlo sul suo profilo Twitter. Il portoghese, ex allenatore tra gli altri della Fiorentina, esaurita l’esperienza in Cina, alla guida del Tianjin Quanjian, riparte così dalla Ligue francese e prende il posto dell’esonerato Ricardo Gomes.
Serie A: Juventus-Udinese 4-1Kean mattatore con una doppietta. In gol pure Emre Can e Matuidi

08 marzo 201922:23

– Tutto facile per la Juventus che batte l’Udinese nell’anticipo della 27/a giornata del campionato di calcio di Serie A. Un buon viatico per la Champions League. Kean ha aperto le marcature all’11 e ha raddoppiato al 39′. Nella ripresa Emre Can ha calato il tris su rigore, concesso per un fallo sullo stesso Kean al 22′. Infine, Matuidi ha fatto poker al 26′. Lasagna al 39′ ha reso meno umiliante, sia pure di poco, la serata.
Allegri: “Siamo pronti per l’Atletico”‘Juve sta facendo qualcosa di straordinario, arriviamo in fondo’

08 marzo 201922:52

– “Bisogna disputare una partita molto tecnica, con gli uomini che ho a disposizione saremo pronti”.
Massimiliano Allegri, dopo il successo facile della Juve sull’Udinese, si proietta subito al match di martedì contro l’Atletico Madrid che vale il passaggio ai quarti della Champions League. “Martedì con questo risultato andrebbe molto bene, ma sarà una partita molto diversa – sorride il tecnico bianconero, ai microfoni di Sky -. Saremo nelle condizioni di giocare un’ottima partita e poi che la buona sorte ci assista.
Intanto pensiamo a questa vinta, i ragazzi stanno facendo qualcosa di straordinario. Dobbiamo arrivare fino in fondo e cercare di sollevare due trofei. Sono stati bravi, c’eravamo preparati bene, ci mancano cinque vittorie per lo scudetto: 75 è una bella quota a 11 partite dalla fine”.

Serie B: Perugia-Verona 1-2Di Bianchetti e Henderson gol veneti, Verre accorcia le distanze

08 marzo 201923:14

– Il Verona ha battuto in trasferta il Perugia per 2-1 (0-0) nell’anticipo della 28/a giornata del campionato di calcio di Serie B, disputato sul terreno dello stadio Renato Curi. I gol per i veneti sono stati realizzati da Bianchetti al 9′ del secondo tempo e da Henderson – su assist di Faraoni – al 15′. Nel finale Verre al 41′ ha accorciato le distanze per la squadra umbra. In panchina due campioni del mondo con la Nazionale nel 2006 a Berlino: Alessandro Nesta (Perugia) e Fabio Grosso (Verona).         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

Roma: Di Francesco esonerato “La società ringrazia l’allenatore per il lavoro svolto” Roma: Pallotta ringrazia Di Francesco”Ha sempre lavorato con un atteggiamento professionale”

Tempo di lettura: < 1 minuto

ROMA: DI FRANCESCO ESONERATO

AGGIORNAMENTO DELLE 19:03

DI GIOVEDì 07 MARZO 2019

ROMA: DI FRANCESCO ESONERATO

 

Eusebio Di Francesco è stato esonerato dalla Roma. L’ho personalmente appreso dalle Agenzie alle 18:13.

Il club giallorosso ha poi dato via social la notizia: “L’#ASRoma comunica che da oggi Eusebio Di Francesco non è più il responsabile tecnico del club – il posto su twitter -. La società ringrazia l’allenatore per il lavoro svolto sulla panchina giallorossa e gli augura il meglio per il futuro”.
– ROMA, 7 MAR – “Da parte mia e di tutta la Roma, vorrei ringraziare Eusebio Di Francesco per l’impegno profuso”.
Così il presidente della Roma, James Pallotta, dopo l’esonero del tecnico abruzzese. “Ha sempre lavorato con un atteggiamento professionale e ha messo al primo posto gli interessi del club rispetto a quelli personali. Gli auguriamo il meglio per la sua carriera”.         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 6 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 12:37 ALLE 15:03

DI SABATO 26 GENNAIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Allegri: Con Caceres il mercato è chiuso
‘Dispiaciuto per Benatia, ora tocca a Rugani. Spero Kean resti’

TORINO26 gennaio 201912:37

– Con l’addio di Benatia, e l’arrivo di Caceres, il mercato di riparazione della Juventus “può dirsi chiuso”. Lo afferma Massimiliano Allegri, che esclude la possibilità di un ritorno di Pogba. “Avete una fantasia allucinante – dice ai giornalisti -. Io credo sia molto difficile che Pogba torni alla Juventus…”. Alla vigilia della trasferta contro la Lazio, l’allenatore si è soffermato a lungo sul mercato, occasione per parlare anche dell’impiego dei giovani, tra cui Rugani e Kean. “Volete la botte piena e la moglie ubriaca. Volete che Rugani giochi sempre e Benatia rimanga, ma più di 11 io non ne posso far giocare – spiega -.
Rugani ora ha la possibilità di giocare tante partite e dare la conferma della sua crescita in questi 4 anni. Kean? Per me deve rimanere alla Juventus, a febbraio ha 19 anni e del calcio deve imparare tutto. Ma tutto! E la sua fortuna è essere alla Juventus, in un club che lo segue in tutto e per tutto. Andando via può fare qualche minuto in più, ma perde il suo percorso di crescita”.
Caceres alla Juve visite in corsoPer la terza volta il difensore torna sbarca in bianconero

TORINO26 gennaio 201912:39

– Visite mediche in corso per Martin Caceres, difensore uruguayano in procinto di approdare, per la terza volta in carriera, alla Juventus. Il centrale difensivo, che ha iniziato la stagione con la maglia della Lazio, collezionando quattro presenze in campionato e altrettante in Europa League, si sta sottoponendo alle visite mediche al JMedical: se tutto dovesse procedere senza intoppi, Caceres sarà un calciatore della Juventus.
Inter: Spalletti, Toro avversario tosto’Squadra ha lavorato bene, il mercato toglie attenzione’

MILANO26 gennaio 201912:52

– “Nell’ultima partita non abbiamo offerto una prestazione di livello, mi aspetto ci siano attenzione e forza per vincere la partita contro un avversario tosto”. Lo ha detto l’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, nella conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Torino. “Ho visto la squadra lavorare nella maniera corretta per affrontare una partita così delicata e difficile – ha proseguito -. Sono una squadra fisica e di corsa, ci sarà da essere pronti.
Il mercato? Quando si va a giocare partite di questo livello, metterci altre attenzioni mi toglie qualcosa in funzione del mio lavoro e in funzione dell’attenzione che bisogna metterci”.
Spalletti: Perisic? Serve offerta giustaTecnico Inter: “È un giocatore forte, voci mercato sono normali”

MILANO26 gennaio 201912:55

– “È normale che, durante il mercato, si parli di un giocatore come Perisic, perché è un giocatore forte che tutti vorrebbero nella propria squadra. Però, poi bisogna che le voci diventino concrete e ci siano numeri corretti che poi le supportino”. L’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, commenta così le voci di mercato su Ivan Perisic in conferenza stampa. “Lui sa qual è la sua professione, di conseguenza ci si aspetta che continui a fare quello che sa fare, tentando anche di andare a metterci di più come per tutti i calciatori di livello, come anche Icardi. Mauro sta facendo una stagione in linea con il suo valore”.
Spalletti:Vrsaljko?Valutare con AtleticoTecnico Inter:”Arrivo Cedric legato a condizioni, Dalbert resta”

MILANO26 gennaio 201912:58

– “Sulla situazione di Vrsaljko stiamo valutando il da farsi insieme all’Atletico Madrid, che è proprietaria del suo cartellino. Insieme stiamo valutando il meglio anche per il giocatore”. L’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, commenta così le condizioni fisiche di Sime Vrsaljko, per il quale, visti i problemi al ginocchio, si fa largo l’ipotesi dell’operazione. “L’arrivo di Cedric è legato alle condizioni di Vrsaljko – ha proseguito Spalletti -. Abbiamo anche le limitazioni Uefa, quella casella andava sostituita.
Dalbert in uscita? È un calciatore fortissimo, uno di quelli su cui puntiamo. Godin? Non è corretto fare ragionamenti, ora ho a che fare con altri giocatori”.
Allegri: “Lazio squadra tosta”Allenatore della Juventus: “Mancano ancora tante vittorie”

TORINO26 gennaio 201913:04

– “Mancano ancora tante vittorie per vincere lo scudetto…”. Massimiliano Allegri mantiene alta la concentrazione della Juventus, attesa domani sera dalla Lazio all’Olimpico. “Con la Lazio è sempre una partita difficile, complicata, inoltre vorranno vincere per la prima volta contro una grande in questa stagione – osserva l’allenatore dei bianconeri -. La Lazio è una squadra fisica e tecnica, ha segnato molto su palle inattive, in casa tira molto”. Domani, inoltre, “vorrà riscattare la sconfitta di Napoli – prosegue -, mentre per noi è importante dare continuità”. Tante le assenze in casa Juve, tra cui quelle pesanti di Mandzukic, Pjanic, Khedira e con Cancelo destinato alla panchina. “Le assenze non contano, ne ho 15 da far giocare – sostiene il tecnico dei bianconeri -. Rientra Cancelo e andrà in panchina, Mandzukic sarà a disposizione contro il Parma, mentre Pjanic e Khedira da lunedì si alleneranno con la squadra”.
Spalletti:Tifosi meritano un’Inter forte’Politano va valutato e Nainggolan continua a lavorare’

MILANO26 gennaio 201913:07

– “Mi fa piacere ci siano prospettive importanti e che la società voglia sempre cercare di organizzare una squadra più forte, perché se lo merita la storia, il tifoso in generale. I nostri tifosi sono molti e gli vanno date risposte importanti per una squadra sempre più forte”.
L’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, commenta così l’ingresso in società di LionRock Capital, nuovo socio di minoranza del club. Verso la partita di domani, contro il Torino, l’allenatore dei nerazzurri ha poi dato un aggiornamento sulle condizioni di Politano e Nainggolan: “Politano ha avuto un affaticamento martedì, dobbiamo valutare ma siamo fiduciosi che sia a disposizione. Nainggolan? Se possa partire dal 1′ non lo raccontiamo, ma sta continuando a mettere a punto quella che è la sua macchina potente. E che ha bisogno di essere sostenuta per andare forte, altrimenti si sbanda”.
Fifa pensa a un trasferimento a ParigiCi sarebbe già stato un incontro Macron-Infantino all’Eliseo

PARIGI26 gennaio 201913:09

– La Fifa sta pensando a trasferire la propria sede da Zurigo a Parigi, secondo informazioni raccolte da Le Monde, in edicola oggi. Contatti operativi in questa direzione sarebbero già stati avviati dal presidente dell’organismo mondiale di Governo del calcio, Gianni Infantino, con il presidente francese, Emmanuel Macron. Infantino “sembra apprezzare particolarmente la capitale francese”, e “all’Eliseo confermano lo svolgimento di ‘discussioni informali’ sul progetto tra il presidente Fifa e Macron. La proposta è arrivata da Infantino, che è stato ricevuto dal presidente della Repubblica il 7 dicembre 2018, in piena crisi dei gilet gialli.
La Fifa, contattata da Le Monde, ha fatto sapere che un trasferimento a Parigi non è attualmente “all’ordine del giorno”.
Di Francesco: Atalanta rivale ChampionsTecnico Roma: “Florenzi e Pellegrini, problemi nella rifinitura”

ROMA26 gennaio 201913:38

– “Ritengo l’Atalanta un avversario forte e molto temibile per il quarto posto. Non ha impegni europei e per questo fa paura, ha tutte le carte in regola per ambire alla Champions. Domani sarà una partita combattuta sotto tutti i punti di vista, contro una squadra che in casa contro le grandi ha sempre fatto molto bene. Dobbiamo essere bravi a imporre il nostro gioco, nonostante le loro qualità”. Eusebio Di Francesco mette in guardia la Roma dalle insidie di Bergamo contro la formazione allenata da Gasperini. Riguardo alla formazione, il tecnico dei giallorossi confessa di dover fare i conti con dei contrattempi. “Florenzi e Pellegrini hanno accusato qualche problema durante la rifinitura, dobbiamo valutarli – spiega -.
La formazione è un po’ in bilico. Non penso ai diffidati, giocherà la squadra migliore”. In attacco spazio a Dzeko. “Si è allenato bene, credo che più importante dell’aspetto fisico sia quello psicologico perché un attaccante ha bisogno di gol – conclude Di Francesco -. Edin fa girare la squadra”.
Inzaghi: Juve? La Lazio l’ha già battuta’Domani serviranno testa, cuore e gambe. Importante l’approccio’

26 gennaio 201914:30

– “Sappiamo che giocheremo contro i numeri uno in Italia e in Europa dovremo fare una partita importante, che ci è già riuscita in passato, quindi speriamo di poterla ripetere domani”. Così l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, alla vigilia della sfida casalinga contro la Juventus.
“Dovremo giocare una partita con tutte le componenti: testa, cuore e gambe, tutto il possibile”, ha aggiunto il tecnico dei biancocelesti, specificando: “Non è vero che non abbiamo niente da perdere”, che “la cosa più importante sono le motivazioni e l’approccio. Ronaldo? Sarà un osservato speciale, si è integrato subito nel campionato italiano. È il più forte al mondo insieme a Messi”.
Atalanta: Gasperini,vittoria come regaloAllenatore compie 61 anni e punta al successo contro la Roma

BERGAMO26 gennaio 201914:32

– “Vincere contro la Roma sarebbe già un gran regalo”. Alla vigilia del match casalingo coi giallorossi, Gian Piero Gasperini esprime il desiderio per i 61 anni compiuti proprio oggi, evitando di fare previsioni sul quarto di Coppa Italia di mercoledì 30 contro la Juventus. “Con l’ottimo rendimento dalla fine del girone d’andata ci siamo meritati la possibilità di affrontare partite come questa per vincerle. Siamo circondati da entusiasmo e curiosità – spiega il tecnico dell’Atalanta -. Sotto il profilo degli obiettivi è presto per parlare, perché ci sono tante squadre in pochi punti, dalla Champions all’Europa League. Ci sono le due romane, il Torino, la Sampdoria, la Fiorentina e il Milan”. Una parola sull’avversario di turno: “Mi piace molto la filosofia della Roma, Di Francesco ha fatto un gran lavoro su molti giovani cui poter dare fiducia per il futuro. Non so se sia una squadra con pochi punti rispetto alle sue potenzialità: il campionato è estremamente equilibrato”.
Lazio: Inzaghi, Caceres voleva giocareTecnico conferma anche fallito trasferimento Lukaku a Newcastle

ROMA26 gennaio 201914:35

– “Caceres alla Juve? Io devo avere giocatori entusiasti di restare qui, poi so che tutti vogliono giocare sempre. Purtroppo, a Caceres non sono riuscito a dare una maglia da titolare fisso. Non ha mai creato problemi, è un ottimo professionista e non posso rimproverargli nulla: gli auguro il meglio nella Juve”. Lo ha detto l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, alla vigilia del match di domani sera all’Olimpico contro la Juventus che ha appena annunciato l’arrivo dell’ormai ex laziale Caceres. Percorso inverso per Jordan Lukaku, di ritorno alla Lazio dopo il mancato ok del Newcastle seguito alle visite mediche del giocatore belga con il club inglese: “Jordan – ha detto Inzaghi – sa che per me è un giocatore importante, all’inizio della settimana mi ha detto che voleva giocare titolare. So che ha avuto complicazioni con il Newcastle e da domani tornerà con noi. Quando mi dimostrerà di stare bene assieme agli altri si giocherà una maglia”. Inzaghi ha confermato il possibile reinserimento in rosa di Dusan Basta.         [print-me title=”STAMPA”]