cronaca tutte le notizie sempre aggiornate
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 4 minuti

Ultimo aggiornamento 31 Maggio, 2020, 10:13:05 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 19:46 DI SABATO 30 MAGGIO 2020

ALLE 10:13 DI DOMENICA 31 MAGGIO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Chiuso Covid Hospital di Jesolo
Ultime due dimissioni, poi festa e cori da stadio per sanitari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
JESOLO (VENEZIA)
30 maggio 2020
19:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il reparto Covid-19 dell’ospedale di Jesolo (Venezia) è stato chiuso dopo la dimissione delle ultime due pazienti e il personale medico-infermieristico si è lasciato andare a una grande festa. Stamani si sono date appuntamento circa 150 persone per celebrare il momento. Guidati dal primario del reparto di Malattie Infettive Lucio Brollo, i sanitari hanno curato complessivamente circa 200 pazienti: nei momenti di massima urgenza e incidenza della pandemia, ci sono state anche 60 persone ricoverate contemporaneamente.
Come una liberazione, questa mattina l’equipe del reparto si è ritrovata intonando canti e balli e perfino il più classico dei cori da stadio: “Chi non salta Covid-virus è”. Subito dopo il primario ha chiuso simbolicamente a chiave la porta del reparto in cui negli ultimi mesi si sono combattute battaglie quotidiane contro il Coronavirus e in cui complessivamente si sono alternati circa 300 sanitari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Dalle mascherine ai cinema, ecco cosa non si potrà ancora fare dopo il 3 giugno
Niente baci e abbracci: resta l’obbligo di distanziamento sociale. E non si può uscire di casa con la febbre se si ha una infiammazione respiratoria con febbre sopra 37.5
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
20:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Via la (vituperata) autocertificazione ma non le mascherine o l’obbligo di consumare ai tavoli entro una certa ora. La ‘Fase 3’ delle misure anti-pandemia non è certo un ‘tana libera tutti’ e permangono una serie ben precisa di divieti da rispettare.
Ecco cosa non si potrà fare anche dopo il via libera della circolazione tra le regioni:
TOGLIERE MASCHERINE – Non ci si potrà togliere la mascherina nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto.
NIENTE BACI E ABBRACCI – L’arrivo della Fase 3 non prevede allentamenti per quanto riguarda i contatti fisici: restano le norme previste del Dpcm in vigore che prevede l’obbligo del distanziamento sociale a un metro.
LA QUARANTENA RESTA OBBLIGATORIA – Non può uscire di casa chi ha una infezione respiratoria con febbre superiore ai 37,5 gradi.
ANCHE LA MOVIDA RESTA OFF LIMITS – Niente assembramenti che restano vietati su tutto il territorio nazionale.
NIENTE CONSUMAZIONI ‘A TUTTE LE ORE’ – Restano ‘sorvegliati speciali’ i luoghi delle città più frequentati per la presenza di bar e ristoranti e rimane l’obbligo di consumare ai tavoli entro una certa ora.
NIENTE CENTRI ESTIVI, MA ANCORA PER POCO – Non riaprono ancora i centri estivi per i minori che potranno, però, ripartire dal 15 giugno.
NO AGLI SPETTACOLI (PER ORA), NEMMENO SE ALL’APERTO – Stessa data di riapertura per cinema e teatri  mantenendo però il rispetto della distanza di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1.000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Adunata Alpini a Rimini rinviata al 2021
Sconsigliato riunire centinaia di migliaia di persone a ottobre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
30 maggio 2020
20:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inizialmente in programma a maggio e poi spostata a ottobre a causa dell’emergenza Sars-Cov2, l’Adunata nazionale degli Alpini di Rimini-San Marino è stata definitivamente rinviata di un anno e spostata a maggio 2021. Lo ha deciso il consiglio direttivo dell’Associazione nazionale Alpini (Ana). La situazione, spiega l’associazione, “pur in un quadro fortunatamente migliorato rispetto a marzo ed aprile, sconsiglia infatti l’opportunità di riunire in una sola località tra pochi mesi centinaia di migliaia di persone provenienti da tutto il mondo. Una decisione sofferta, ma che è stata presa in primo a luogo tutela della salute di tutti, un bene al di sopra di qualunque altra considerazione, anche alla luce della serie infinita di lutti che hanno colpito il nostro territorio ed anche, dolorosamente, le file della nostra Associazione”.
Pertanto la 93/a adunata di Rimini e San Marino slitterà a maggio del 2021, mentre la 94/a edizione, prevista nel 2021 a Udine, slitterà al 2022.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Test in Val Brembana, Covid positivo 40%
Nel bergamasco, effettuati circa mille test in una settimana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAN GIOVANNI BIANCO
30 maggio 2020
21:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 40% degli abitanti di San Giovanni Bianco che si è sottoposto al test sierologico volontario è risultato positivo al Covid-19 e ne ha sviluppato gli anticorpi. E’ il bilancio della prima settimana di test gratuiti nel primo e per ora unico Comune della Bergamasca a effettuarli in proprio e secondo la logica dello screening di massa, con una platea potenziale di 3.500 abitanti. “Abbiamo iniziato il 25 maggio – spiega il sindaco, Marco Milesi – e in una settimana sono stati effettuati circa mille test alla media di duecento al giorno. Il Comune ha acquistato 2.500 kit che contiamo di esaurire. Siamo molto soddisfatti di una così alta adesione anche se i dati ci confermano quanto sospettavamo e cioè che la presenza del virus nel nostro comune e pensiamo in tutta la Val Brembana è stata ed è davvero di grande rilievo”.
L’età media dei positivi è 50 anni. I risultati riguardano i primi tre giorni di test. Ora i positivi dovranno sottoporsi al tampone, pagando 90 euro, di cui 50 coperti dal Comune.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: stato d’emergenza nella contea di Los Angeles
Coprifuoco in diverse città della California,anche San Francisco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
08:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il governatore della California Gavin Newsom ha dichiarato lo stato di emergenza nella contea di Los Angeles. Lo rende noto la Cnn. In precedenza, il coprifuoco era stato annunciato in diverse città della California, tra cui San Francisco dove la Guardia Nazionale era stata messa in allerta per rispondere ai disordini. VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.