Cronaca tutte le notizie! COSTANTEMENTE AGGIORNATE! LEGGILE!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:31 ALLE 14:57 DI GIOVEDì 04 GIUGNO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Mafia: colpo a clan Noce Palermo, 11 arresti
Operazione della squadra Mobile, impegnati 100 agenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
06:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operazione antimafia a Palermo condotta dalla Polizia di Stato. Circa 100 uomini della Squadra Mobile, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia, stanno eseguendo l’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal gip del locale Tribunale nei confronti 11 soggetti, indagati a diverso titolo, per associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione aggravata, trasferimento fraudolento di valori aggravato ed altro. Nove sono finiti in carcere e due ai domiciliari. Ad essere arrestati sono gli esponenti del mandamento della Noce, un quartiere di Palermo da sempre snodo strategico per gli interessi economici di Cosa Nostra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: sgominata ‘locale’ Verona,
Indagine Polizia, tra le accuse anche corruzione e truffa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
04 giugno 2020
08:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arresti sono in corso in Veneto al termine di un’indagine della Polizia che ha sgominato la ‘locale’ di ‘Ndrangheta di Verona, una struttura autonoma ma riconducibile alla cosca degli Arena-Nicoscia di Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone. L’inchiesta coordinata dalla Dda di Venezia, ha portato all’emissione da parte del Gip di 26 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, truffa, riciclaggio, estorsione, traffico di droga, corruzione, turbata libertà degli incanti, trasferimento fraudolento di beni e fatture false.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uomo scomparso,arresto per suo omicidio
Indagini nel Siracusano, per cc movente un debito di droga
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NOTO
04 giugno 2020
08:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della compagnia di Noto (Siracusa) hanno arrestato un uomo di Pachino ritenuto responsabile dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere di Emanuele Nastasi, 35enne, avvenuto nel 2015.
Il corpo della vittima, la cui autovettura fu ritrovata bruciata nelle campagne del Siracusano, non è mai stato ritrovato, ma le indagini, a distanza di cinque anni, hanno avuto una svolta con l’arresto del 35enne. Secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, Nastasi, per un debito di droga, avrebbe avuto delle discussioni e si era ribellato al suo interlocutore che a quel punto aveva deciso di farlo fuori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano Marittima stop addii celibato
Ordinanza del sindaco di Cervia, valida per il centro storico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
04 giugno 2020
08:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel centro di Milano Marittima sarà vietato girare in costume da bagno e a torso nudo, ma anche partecipare ad addii al celibato o nubilato. Lo prevede un’ordinanza “a tutela del decoro urbano” firmata dal sindaco di Cervia Massimo Medri per la località turistica famosa anche per il ‘Papeete Beach’ che un anno fa accolse Matteo Salvini. Richiamando anche i provvedimenti sul rischio del contagio da Covid-19, l’ordinanza, valida fino al 31 ottobre per le strade del centro storico, proibisce tra l’altro anche l’arte e la musica di strada, l’uso di petardi, fischietti, megafoni, e trombette, e la distribuzione di volantini o materiale promozionale, se non espressamente autorizzati dal Comune.
Vietata anche la “vendita itinerante di prodotti floreali e oggettistica varia”.
Il provvedimento si aggiunge a quello sul ‘numero chiuso’ per la movida. Dal venerdi’ alla domenica, nei festivi e prefestivi, dalle 21 alle 3.30, la zona dei locali sarà delimitata con accessi controllati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: riapre pronto soccorso ospedale Codogno
Era stato chiuso dalla notte tra il 20 e il 21 febbraio scorso, dopo l’accertamento del primo caso di Coronavirus in Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CODOGNO
04 giugno 2020
14:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riapre ufficialmente il pronto soccorso dell’ospedale di Codogno, chiuso dalla notte tra il 20 e il 21 febbraio scorso, dopo l’accertamento del primo caso di Coronavirus in Italia, quello di Mattia. Alla riapertura sono presenti oltre ai vertici della Asst di Lodi e ai dirigenti medici, anche Francesco Passerini, il sindaco del comune del Lodigiano, uno dei 10 compresi nella prima zona rossa, tra i simboli della lotta al Covid-19.
Un primo paziente sospetto Covid ha fatto ingresso al pronto soccorso. Il paziente sospetto Covid è stato instradato su un percorso dedicato che lo isola dagli altri malati. In tutto fino ad ora sono sette i cittadini che si sono recati al pronto soccorso di Codogno dalla riapertura di questa mattina per varie problematiche, ma non Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tromba d’aria scoperchia capannone
Intervento dei vigili del fuoco ieri sera. Non ci sono feriti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
04 giugno 2020
09:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una tromba d’aria ha scoperchiato il tetto di un capannone di una attività commerciale ieri sera a Genova Voltri, in via Don Giovanni Verità. Non ci sono feriti.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Multedo che hanno messo in sicurezza l’edificio ed evitato che il materiale si disperdesse per strada. Il maltempo, che si sta abbattendo da ieri sera su Genova, ha causato l’allagamento di una casa in via Novella, al Cep. Piogge interessano da ieri quasi tutto il territorio regionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fallimento casa cura,arresti e sequestri
Operazione Gdf, denaro sottratto anche per nolo barche di lusso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAOLA
04 giugno 2020
09:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno sottratto denaro da due società che gestivano la casa di cura Tricarico Rosano di Belvedere Marittimo portandole al fallimento. Per questo tre imprenditori, i fratelli Pasquale e Ciro Tricarico Rosano ed il figlio di quest’ultimo, Fabrizio sono stati arrestati – Fabrizio ai domiciliari – dai finanzieri del Comando provinciale di Cosenza che hanno sequestrato beni per 7 milioni di euro. Le accuse sono di associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta e a reati fiscali. Dalle indagini condotte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria Cosenza con il coordinamento del procuratore di Paola Pierpaolo Bruni e dei pm Mariafrancesca Cerchiara e Rossana Esposito, secondo l’accusa sono emerse le dinamiche che hanno portato al fallimento, nel 2018 e nel 2019, dell’Istituto Ninetta Rosano e della Casa di Cura Tricarico Rosano. Gli indagati avrebbero sottratto denaro versando a società estere nella loro disponibilità e l’avrebbero usato anche per il noleggio di imbarcazioni di lusso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Spaccio tra Puglia e Molise, 6 arresti
Il capo dell’organizzazione percepiva il reddito di cittadinanza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LUCERA (FOGGIA)
04 giugno 2020
10:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei foggiani sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza per spaccio di stupefacenti, in concorso tra di loro, e detenzione abusiva di armi, anche clandestine. Tre finiscono in carcere, tre ai domiciliari, tutti accusati di far parte di un gruppo criminale che gestiva un importante mercato di eroina e cocaina tra Lucera (Foggia) e Campobasso. Complessivamente sono state denunciate 20 persone e sequestrati più di 1,6 kg di eroina purissima, 70 grammi circa di cocaina, 19 Kg di sostanze da taglio, armi e munizioni. I finanzieri hanno monitorato i continui viaggi degli indagati tra la Puglia e il confinante Molise e spesso l’organizzazione si avvaleva anche di corrieri occasionali. I finanzieri hanno inoltre accertato che ii 34enne ritenuto al vertice del gruppo percepiva il reddito di cittadinanza e che un altro esponente aveva da poco presentato la richiesta per beneficiarne. Entrambi sono stati quindi anche segnalati all’Inps per la sospensione della prestazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio in Puglia,8 stub a pregiudicati
Esaminati esponenti del clan Miccoli-De Rosa, rivale dei Gallone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRINITAPOLI (BAT)
04 giugno 2020
10:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati compiuti 8 esami dello stub ad altrettanti pregiudicati di Trinitapoli (Bat), molti del clan Miccoli-De Rosa, tra i rivali dei Carbone-Gallone, più alcune perquisizioni. Così i Carabinieri del reparto operativo di Foggia hanno proseguito nella notte le indagini sull’omicidio di Giuseppe Lafranceschina, 43 anni, cugino di Giuseppe Gallone, ucciso ieri pomeriggio con tre colpi di pistola in via Mulini, alla periferia di Trinitapoli, nel Nord Barese. Lafranceschina è stato raggiunto al torace e al volto. I militari non hanno trovato bossoli.
A quanto si apprende, era appena uscito di casa in sella alla sua bici elettrica quando è stato affiancato da un’auto con a bordo tre o quattro sicari, forse incappucciati.
Le indagini sono affidate alla DdA di Bari e cercano di stabilire se l’omicidio possa essere inquadrato nella guerra di mafia in corso dal 2003 nel Nord Barese, tra i Carbone-Gallone da un lato e i rivali dei clan Miccoli-De Rosa e Valerio-Visaggio dall’altro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cocaina nel Pistoiese, 11 misure
Indagine della polizia in collaborazione con colleghi albanesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PISTOIA
04 giugno 2020
10:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in corso da stamani una vasta operazione antidroga della polizia di Pistoia che, in collaborazione con il Servizio per la cooperazione internazionale di polizia e con la polizia albanese, ha portato all’esecuzione di 11 misure cautelari in un’inchiesta contro lo spaccio di cocaina nella provincia pistoiese. L’operazione è coordinata dallo Sco e si avvale del supporto di pattuglie del Reparto prevenzione crimine Toscana. Impiegati cani antidroga nelle attività.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Corte Conti lombarda, vigileremo impiego risorse
‘Nessuna tolleranza per pratiche elusive della legalità’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
14:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte dei conti della Lombardia “sarà chiamata a vigilare sul corretto impiego delle risorse finanziarie pubbliche che saranno necessariamente destinate a sostenere la ripresa” economica. Lo scrive il presidente Antonio Caruso nella sua relazione annuale. Per Caruso “non potranno essere tollerate” pratiche “elusive della legalità “da parte di amministratori pubblici” e “dei privati destinatari del sostegno finanziario”.
Caruso, nella relazione che avrebbe dovuto leggere nella cerimonia di Inaugurazione dell’Anno giudiziario 2020, che è stata rinviata a data da destinarsi per la diffusione del Covid-19, ammonisce: “Non potranno infatti essere tollerate, nel futuro che ci aspetta, pratiche elusive della legalità da parte degli amministratori pubblici e prevaricazioni nell’accesso alla contribuzione da parte dei privati destinatari del sostegno finanziario, che è bene sempre ricordare, viene in ultima analisi alimentato dalla fiscalità generale e, quindi, dalle risorse appartenenti a tutti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestrato prodotto sanificante
Operazione Gdf Crotone, era privo indicazione ministero Salute
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CROTONE
04 giugno 2020
10:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I finanzieri del Comando provinciale di Crotone stanno procedendo, su tutto il territorio nazionale, al sequestro preventivo, disposto dal gip, di un prodotto venduto come sanificante. Le indagini, secondo gli investigatori, hanno consentito di individuare, in vari esercizi commerciali di Crotone, un prodotto venduto come sanificante ma sprovvisto sull’etichetta della prescritta indicazione del Ministero della Salute. I successivi approfondimenti, diretti dal procuratore di Crotone Giuseppe Capoccia e dal pm Gianpiero Golluccio, hanno portato alla scoperta di quella che per l’accusa è una frode in commercio da parte di un’azienda attiva nel settore della produzione e vendita di prodotti per la pulizia. Il rappresentante legale dell’azienda è indagato per frode in commercio. Inoltre il gip ha disposto il sequestro preventivo dei beni strumentali alla produzione nello stabilimento dell’azienda interessata, nonché, di tutti i prodotti immessi in commercio. VAI ALL’ECONOMIA VAI AL CALCIO VAI ALLO SPORT

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Brusaferro: ‘No al riuso delle mascherine chirurgiche’
‘Efficaci da 2 a 6 ore. Per quelle di comunità dipende da materiali’, ha detto il presidente dell’Iss in audizione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) Silvio Brusaferro in audizione in Commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti.
“Le mascherine chirurgiche possono esser utilizzate anche per un uso prolungato da 2 a 6 ore ma non ci sono evidenze che ne garantiscano il riutilizzo in sicurezza” e neppure il ricondizionamento. Per quelle di comunità “dipende dal materiale con cui sono realizzate” ma queste “non hanno potere filtrante, fungono solo da barriera”ù, ha spiegato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Brusaferro.
“Non è raccomandato usare mascherine molto sofisticate a livello domestico. Ma, in base ai diversi contesti, si può usare lo strumento di protezione più appropriato”. Pertanto, “usare la mascherina appropriata per l’uso appropriato potrebbe essere uno slogan da utilizzare” per campagne informative nella popolazione.
“Laddove le superficie sono mantenute pulite il virus è facilmente inattivabile, ma dobbiamo stare attenti a non esagerare. Le disinfezioni possono provocare effetti indesiderati se usate in modo estensivo e intensivo. Perché un eccesso di disinfettanti arriva negli scarichi ed entra in un ciclo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga e pizzo nel Napoletano, 5 arresti
Stupefacenti per le piazze spaccio ed estorsioni alle imprese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
04 giugno 2020
10:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gestiva l’approvvigionamento e la distribuzione della droga nelle piazze di spaccio di Nola e Saviano e anche in altre zone limitrofe del Napoletano il gruppo criminale sgominato dalla Squadra Mobile di Napoli che ha arrestato cinque persone accusate, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione aggravata dall’utilizzo del metodo mafioso e porto abusivo di armi.
Il gruppo malavitoso, armato, era composto da Eugenio D’Atri, 36 anni, Giovanni D’Avino, 61 anni, Carmine Giugliano, 61 anni, Giuseppe Liberti, 37 anni e da Domenico Nappi, 36 anni. Gli investigatori della Polizia di Stato e della DDA hanno scoperto che il gruppo ha chiesto e ottenuto il “pizzo” da imprese che si erano aggiudicate appalti pubblici nel Comune di Saviano (Napoli) per la riqualificazione della rete fognaria, il rifacimento del manto stradale e la gestione della raccolta di rifiuti. Sventato, infine, un attentato incendiario ai danni di un ristoratore della zona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da legale Fontana dossier ‘clima odio’
30 pagine di minacce.Pure lettere anonime ,’attento a incidente’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una trentina di pagine di documenti, intitolate “clima di odio”, in cui vengono raccolte tutte le minacce ed intimidazioni on line e non solo rivolte al governatore lombardo Attilio Fontana, sotto scorta. Le ha depositate oggi in Procura a Milano, come “produzione documentale”, il legale del presidente, l’avvocato Jacopo Pensa.
Ci sono anche lettere anonime spedite alla famiglia Fontana, come una nella quale si paventa “un incidente stradale occasionale”. Le carte sono state depositate al pm Alberto Nobili, capo dell’antiterrorismo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arrestato re discariche in Sicilia
Inchiesta su conferimento della spazzatura di oltre 200 comuni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
04 giugno 2020
12:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è anche Antonello ‘Nino Leonardi, della Sicula Trasporti considerato il re dei rifiuti nell’isola, tra gli arrestati dell’indagine della guardia di finanza di Catania sulla discarica di Lentini (Siracusa), la più estesa della Sicilia. L’inchiesta della Procura verte su un “perdurante e sistematico illecito smaltimento dei rifiuti solidi urbani provenienti da oltre 200 comuni siciliani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltella la ex, 30enne ricercato da Ps
49enne colpita con piu’ fendenti alla schiena, operata stanotte
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
04 giugno 2020
12:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al culmine di una lite accoltella la ex: è successo la scorsa notte a Pozzuoli (Napoli). La donna, che ha 49 anni, è stata sottoposta a una operazione chirurgica nell’ospedale Santa Maria delle Grazie, a causa delle ferite riportate alla schiena. Il suo aggressore, invece, un uomo di 30 anni, è ricercato dalla Polizia di Stato.
Secondo le prime informazioni i motivi dell’accoltellamento sarebbero riconducibili a dissidi sorti dopo fine della loro relazione sentimentale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Polstrada sequestra 17 ‘Vespe’ d’epoca
Con documenti contraffatti, erano dirette in Germania
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
04 giugno 2020
13:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia Stradale di Bologna Sud, impegnata in A1, ha sequestrato 17 ‘Vespe’ d’epoca, tutti mezzi perfettamente restaurati ma con documentazione contraffatta e numeri di matricola ribattuti. L’operazione, ribattezzata ’50 Special’, è scattata dopo il controllo di un rimorchio agganciato ad un camion con targa tedesca, partito dalla provincia di Napoli e diretto in Germania.
A bordo del tir c’erano tre cittadini campani pluripregiudicati, che hanno tentato di giustificarsi esibendo le carte di circolazione delle ‘Vespe’, poi risultate false. Una volta giunti in Germania, dove il valore degli scooter può raddoppiare rispetto all’Italia, sarebbero state nazionalizzate e, quindi, ‘ripulite’, per poi essere reimmesse in un canale commerciale apparentemente lecito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riapre il pronto soccorso di Codogno
(2)

In mattinata arriva anche il primo caso sospetto di Covid-19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CODOGNO
04 giugno 2020
13:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha riaperto questa mattina il pronto soccorso dell’ospedale di Codogno, chiuso dalla notte tra il 20 e il 21 febbraio scorso, dopo l’ accertamento del primo caso di Coronavirus in Italia, quello di Mattia. In tarda mattinata è poi giunto un primo paziente sospetto Covid che è stato instradato su un percorso dedicato che lo isola dagli altri malati. In tutto fino ad ora sono sette i cittadini che si sono recati al pronto soccorso di Codogno dalla riapertura di questa mattina per varie problematiche, ma non Covid. Alla riapertura era presente, oltre ai vertici della Asst di Lodi e ai dirigenti medici, anche Francesco Passerini, il sindaco del comune del Lodigiano, uno dei 10 compresi nella prima zona rossa.

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.