Cronaca tutte le notizie in tempo reale! LEGGILE! NON PERDERLE!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 31 Luglio, 2020, 09:43:09 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 19 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:50 DI GIOVEDì 30 LUGLIO 2020

ALLE 09:43 DI VENERDì 31 LUGLIO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Accoltellò fratelli, arrestato quindicenne
Portato in carcere minorile a Torino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 luglio 2020
11:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri di Genova hanno arrestato un ragazzino di 15 anni, di origini albanesi, accusato di tentato omicidio. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, coordinati dalla procura del tribunale per i minori, il giovane avrebbe accoltellato due ragazzi italiani lo scorso 18 luglio nel centro storico della città. I due fratelli, 22 e 18 anni, stavano bevendo davanti un locale della movida quando hanno iniziato a litigare con un albanese. Al litigio si è unito il minorenne che ha colpito i due fratelli all’addome e alla schiena. I militari della compagnia Centro, guidati dal comandante Michele Zitiello, hanno interrogato i tanti giovani presenti sul posto e hanno incrociato i racconti con le immagini delle telecamere di sorveglianza fino ad arrivare a identificare il quindicenne. Il ragazzino è stato accompagnato nel carcere minorile Ferrante Aporti di Torino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cucinelli, Covid disputa Creato-biologia
Imprenditore invita a “non avere paura”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NORCIA (PERUGIA)
30 luglio 2020
12:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa pandemia credo sia una grande disputa che il Creato ha avuto con la biologia che esce perdente”: a dirlo Brunello Cucinelli parlando a Norcia, in piazza San Benedetto, in occasione del “Norcia 2020 Economic forum Esg89”. Del quale sono stati ospiti tra gli altri l’economista Carlo Cottarelli, il commissario straordinario alla ricostruzione post sisma, Giovanni Legnini e la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei.
“Credo – ha affermato Cucinelli – che questa pandemia non abbia creato una crisi strutturale, ma congiunturale molto forte, ma con tempi molto stretti. Adesso non dobbiamo avere paura e dobbiamo essere responsabili nel prendere decisioni”.
Cucinelli si è detto “fiero di essere italiano”, sottolineando che “occorre avere più rispetto per lo Stato e il Governo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage discoteca: al via udienza ad Ancona,prevista sentenza
Pm, tra 16 e 18 anni per 6 imputati. In aula famigliari vittime
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
30 luglio 2020
12:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziata ad Ancona verso le 10.40 quella che dovrebbe essere l’ultima udienza del processo di primo grado, davanti al gup Paola Moscaroli con rito abbreviato, nei confronti della cosiddetta ‘banda dello spray’ per la strage nella discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo, avvenuta la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018 mentre nel locale i ragazzi attendevano l’esibizione in dj set di Sfera Ebbasta.
La sentenza è prevista in giornata. In aula i sei giovani imputati, tutti del Modenese, accusati di associazione a delinquere finalizzata a rapine e furti con strappo, anche a Corinaldo, utilizzando anche lo spray al peperoncino. Gli spruzzi di sostanza urticante, per l’accusa, avrebbero generato il fuggi fuggi dalla discoteca e la calca all’esterno: morirono 5 adolescenti – Asia Nasoni, Benedetta Vitali, Daniele Pongetti, Emma Fabini, Mattia Orlandi – e la 39enne Eleonora Girolimini.
In aula stamattina anche diversi famigliari delle vittime. I pm Paolo Gubinelli e Valentina Bavai hanno chiesto pene tra i 16 e i 18 anni di carcere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pistole, spade e machete in casa, preso 18enne
Arresto Ps a Napoli per detenzione abusiva armi e ricettazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
30 luglio 2020
13:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha destato i sospetti dei poliziotti in quanto sembrava insofferente ai controlli: è stato così che gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato (coordinato dal primo dirigente Davide Della Cioppa) hanno fermato e controllato in piazza Garibaldi un giovane da poco 18enne che nel suo zaino trasportava una pistola scacciacani priva di tappo rosso con caricatore e un gilet tattico con fondina. Il ritrovamento ha spinto gli agenti ad estendere la perquisizione nell’abitazione dell’uomo nella quale sono state trovate due spade giapponesi tipo “katana”, 3 pugnali, un machete, 3 mazze da baseball, un manico in legno con due palle chiodate e, occultata in un armadio, una pistola calibro 45, con matricola abrasa, caricata con 4 cartucce. Il ragazzo, con precedenti di polizia, è stato arrestato per detenzione di arma clandestina, detenzione abusiva di armi e ricettazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Onlus, Dini non voleva vendere a noi
Ponte del sorriso, ‘era comunicazione generica, non un invito’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 luglio 2020
13:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non era un’offerta di vendita di camici diretta specificamente alla onlus il Ponte del Sorriso quella che compare in una chat tra Andrea Dini, amministratore delegato della Dama Spa, ed Emanuela Crivellaro, fondatrice e presidente della associazione varesina. E’ quanto hanno precisato fonti della onlus stessa, chiarendo che la conversazione ora tra gli atti della Procura milanese nell’indagine che ha coinvolto anche il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana era solo “una comunicazione generica” da parte di Dini e “non un invito a comprarli”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abbraccia vittime per derubarle,arrestato ladro ‘affettuoso’
Uomo derubato 2 volte, l’ha abbracciato e gli ha preso catenina
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 luglio 2020
13:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per derubare i passanti li distraeva abbracciandoli all’improvviso. Ma l’uomo, 31 anni, cittadino del Marocco, è stato scoperto dalla polizia che lo ha arrestato in piazza Caricamento, a Genova. L’intervento delle volanti era stato chiesto da una vittima che ha raccontato di essere stato derubato tre volte nel giro di pochi minuti. Prima un uomo gli ha strappato il cellulare dalle dalle mani, poi è arrivata una seconda persona che gli ha chiesto 20 euro per riottenere il telefono e al suo rifiuto gli ha portato via il portafoglio con 300 euro e infine, subito dopo si è presentato il marocchino che con la scusa di consolarlo lo ha abbracciato e gli ha sfilato la catenina d’oro dal collo. Mentre l’uomo raccontava la disavventura agli agenti è arrivata una persona che ha spiegato di essere stata vittima a sua volta del ladro “affettuoso” che lo aveva derubato del cellulare che aveva in tasca. Gli agenti lo hanno rintracciato poco dopo e lo hanno arrestato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: in decine sbarcati su spiagge Calabria
Arenati su barca a vela, alcuni rintracciati e bloccati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FERRUZZANO
30 luglio 2020
13:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alcune decine di migranti di varie nazionalità sono sbarcati stamattina sulla costa reggina posta a sud della Locride, alla periferia di Ferruzzano Marina.
I migranti che si trovavano a bordo di una barca a vela di circa 25 metri , tra i quali anche nuclei familiari, hanno raggiunto la battigia con l’imbarcazione. Dopo che il natante si è arenato, sono scesi sparpagliandosi lungo l’arenile, la tratta ferroviaria ionica e la Statale 106. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato, i Carabinieri e i militari della Guardia di finanza e della Capitaneria di Porto. Diversi migranti sono stati rintracciati e bloccati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giovane picchiato da poliziotto in borghese, aperta indagine
La vittima di 23 anni ha denunciato pestaggio da parte polizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
14:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ al vaglio dei pm della Procura di Roma, che hanno formalmente aperto un fascicolo di indagine, l’informativa dei Carabinieri relativa alla denuncia di un giovane di 23 anni che afferma di essere stato vittima di un pestaggio avvenuto dopo una lite stradale, la notte tra venerdì e sabato scorso, per mano di un poliziotto in borghese. Il procedimento, in cui si ipotizzano i reati di tentata rapina e lesioni, è stato affidato al pm Roberto Felici. Della vicenda scrive oggi il quotidiano Leggo. Il giovane, che ha riportato ferite al labbro suturate con alcuni punti, ha presentato una denuncia ai carabinieri della stazione di Porta Portese.
In base al suo racconto, uno dei due agenti, dopo una lite verbale, lo avrebbe colpito con degli schiaffi. I poliziotti, poi, si sarebbero identificati mostrando il tesserino. La vittima ha, quindi, deciso di chiamare il 112 e in risposta l’aggressore ha tentato di togliergli di mano il cellulare. Sul posto sono giunte varie pattuglie dei carabinieri che hanno proceduto all’identificazione dei due aggressori, risultati poliziotti in borghese, e delle vittime.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage discoteca: Padre Mattia, “sentenza? Non ridà figli”
Ad Ancona gup in camera di Consiglio per verdetto ‘banda spray’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
30 luglio 2020
14:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è ritirata in camera di consiglio poco prima delle 12:45, dopo le replice di pm e parti, il gup di Ancona Paola Moscaroli per la sentenza nei confronti della cosiddetta ‘banda delle spray’, in uno dei due procedimenti per la strage nella discoteca ‘Lanterna Azzurra’ di Corinaldo in cui, la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018, morirono nella calca cinque adolescenti e una madre 39enne. Sei i giovani imputati, tutti del Modenese, accusati di aver agito in gruppo per furti con strappo nel locale quella sera, utilizzando lo spray al peperoncino che generò il fuggi fuggi e la fatale calca. Per gli imputati, che negano le accuse di associazione e di aver spruzzato spray urticante, la procura ha chiesto condanne tra i 16 e i 18 anni di carcere. Tra le accuse viene contestato anche l’omicidio preterintenzionale. Sentenza attesa nel pomeriggio. “Cosa mi aspetto dalla sentenza? I figli non ce li ridà più nessuno…”. La voce rotta dall’emozione di Giuseppe Orlandi, padre di una delle vittime, Mattia dopo la fine dell’udienza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alpinista muore sulle Dolomiti di Sesto
Precipitato dalla Corda Rossa per 70 metri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
30 luglio 2020
14:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un alpinista ha perso la vita in un incidente, avvenuto in tarda mattinata sulle Dolomiti di Sesto. L’uomo stava percorrendo un tratto del sentiero ‘Strada degli Alpini’, quando in un punto particolarmente esposto è precipitato per una settantina di metri, morendo sul colpo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, il soccorso alpino e l’elisoccorso Pelikan 2 che ha trasportato la salma a valle.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage discoteca, sei condanne tra 10 e 12 anni banda spray
Sei morti nel 2018 a Corinaldo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
30 luglio 2020
15:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei condanne ad Ancona a pene comprese tra i 10 e i 12 anni e quattro mesi di carcere per la ‘banda dello spray’, giovani del Modenese che entrarono in azione la sera tra il 7 e l’8 dicembre 2018 nella discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo per commettere furti con strappo utilizzando spray al peperoncino: cinque adolescenti e una madre 39enne morirono nella calca. La sentenza è stata emessa in abbreviato dal gup Paola Moscaroli. Confermati l’omicidio preterintenzionale, rapine, furti con strappo e lesioni personali. Cade l’accusa associativa. La pena più alta a Ugo Di Puorto e Raffaele Mormone (12 anni e 4 mesi). Ecco le altre condanne: 11 anni e 6 mesi ad Andrea Cavallari, 11 anni e 2 mesi a Moez Akari, 10 anni e 11 mesi a Souhaib Haddada e 10 anni e 5 mesi a Badr Amouiyah. La Procura aveva chiesto pene comprese tra 16 e 18 anni di carcere ma l’accusa di associazione per delinquere non è stata riconosciuta contrariamente, invece, a quelle di omicidio preterintenzionale, rapine, furti con strappo e lesioni personali.  VAI ALLA POLITICA VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO VAI ALL’ECONOMIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Festini alcol-droga durante lockdown
Indagine carabinieri Terni, arrestati in quattro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
30 luglio 2020
15:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avevano l’abitudine – secondo gli investigatori – di organizzare e prendere parte, anche in periodo di lockdown, a ‘festini’ a base di stupefacenti, tra cui Ghb (conosciuta anche come ‘droga dello stupro’), le quattro persone arrestate dai carabinieri di Terni su disposizione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere del gip nell’ambito dell’operazione denominata Picasso. Le misure riguardano due ternani di 47 e 61 anni e un marocchino di 26, e una donna, anche lei italiana e di 46 anni.
Cessione di sostanze stupefacenti, abbandono di persona incapace e riciclaggio di denaro i reati contestati a vario titolo.
Altri due arresti sono stati eseguiti nelle scorse settimane in flagranza nell’ambito della stessa inchiesta, durante la quale sono stati sequestrati complessivamente 130 millilitri di Ghb e riscontrate numerose cessioni della stessa sostanza per 500 millilitri e di cocaina per 365 grammi. I proventi dell’attività sono stati invece stimati in circa 40 mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nessun paziente Covid più in intensiva
Registrati zero nuovi casi per il sesto giorno di fila
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
30 luglio 2020
16:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Umbria torna a non avere più pazienti Covid ricoverati nei reparti di terapia intensiva. E per il sesto giorno consecutivo non si registrano nuovi casi, 1.465 dall’inizio della pandemia. E’ il quadro delineato dai dati sul sito della Regione.
Restano 22 i soggetti attualmente positivi, 80 le vittime e 1.363 i guariti. I ricoverati negli ospedali sono sette, anche questo dato stabile.
I tamponi eseguiti finora sono 120.199, 940 più di ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivate a Genova Frecce Tricolori
Dopo scie bianco-rosso-verdi, forse Croce San Giorgio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 luglio 2020
17:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono atterrate stamattina all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova le Frecce Tricolori, la pattuglia acrobatica dell’aeronautica militare che il 3 agosto si esibirà al termine dell’inaugurazione del nuovo ponte sul Polcevera, il Ponte S.Giorgio che verrà inaugurato dal Capo dello Stato Mattarella.
Le Frecce hanno effettuato le prime prove di volo sopra il viadotto. Secondo quanto appreso, dopo il tradizionale Tricolore, le Frecce potrebbero eseguire una coreografia speciale per disegnare una croce di San Giorgio nel cielo, in onore di Genova e del Santo guerriero al quale sarà dedicato il viadotto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Disabili: Anna, pochi lidi handicap friendly
Paraplegica perché tardi in incubatrice dopo nascita prematura
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
30 luglio 2020
17:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sfiniti da decine di telefonate per trovare un lido balneare “handicap friendly”, cioè predisposto ad accogliere chi ha avuto la sfortuna di finire su una carrozzella, molti disabili stanno rinunciando alle gioie del mare. A raccontare la sua triste storia è Anna, una paraplegica di 40 anni, diventata vedova troppo presto, che combatte a dispetto della sua disabilità da quand’è nata.
Sulla sedia a rotelle, infatti, c’è finita per un errore medico.
E’ nata prematura, dopo appena 5 mesi e mezzo di gestazione. Ma i medici si sono dimenticati di metterla nell’incubatrice. Un caso di malasanità che, riferisce, hanno cercato di insabbiare addirittura tentando di posticipare di 4 giorni la sua nascita, per fortuna prontamente registrata all’anagrafe dai genitori.
“Ci sono discese e passerelle – spiega Anna – ma quasi nessun stabilimento ha la sedia job, una sedia che ci permette di vivere la spiaggia quasi in modo normale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Puglia in Albania per fermare il Covid
Emiliano, forte amicizia con popolo albanese e premier Rama
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
30 luglio 2020
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Regione Puglia e la Protezione civile regionale hanno risposto alla richiesta di supporto da parte delle istituzioni albanesi per limitare il più possibile la diffusione del Coronavirus. La missione anti Covid disposta dal Governo nazionale con la Protezione civile per rispondere alla domanda di assistenza da parte di Paesi esteri colpiti dalla emergenza sanitaria – informa una nota della Regione – è partita da Bari con un aereo della Guardia di Finanza diretto a Tirana. L’obiettivo è fornire dispositivi di protezione individuale, fare una attività di ricognizione sulla diffusione del virus sul territorio e dare supporto ai colleghi albanesi nel contenere i contagi, adottando giuste misure di sicurezza, a partire dal distanziamento sociale. “Il sistema sanitario e di protezione civile della Regione Puglia – sottolinea il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – è in grado di offrire oggi all’Albania tutto il supporto necessario per fronteggiare la minaccia del Covid-19, ricambiando così l’aiuto che l’Albania ha dato alla Lombardia nei mesi scorsi. I rapporti di amicizia tra la Puglia e il popolo albanese e il suo premier Edi Rama sono forti e si rinnovano in tutti i momenti importanti. Sappiamo di poter contare sempre gli uni sugli altri”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Treno deragliato,chiesto processo per 10
Pm, a giudizio ad Gentile. Verso archiviazione Trenord e Ansf
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 luglio 2020
17:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Milano ha chiesto il processo per 9 tra manager, dipendenti e tecnici di Rete Ferroviaria Italiana, tra cui l’ad Maurizio Gentile, e per la stessa società, tutti indagati nell’inchiesta sul disastro ferroviario di Pioltello, nel milanese, nel quale il 25 gennaio del 2018 morirono tre persone e diverse decine rimasero ferite.
Nell’istanza firmata dai pm Maura Ripamonti e Leonardo Lesti e inoltrata oggi all’ufficio gip, i reati contestati a vario titolo sono disastro ferroviario colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. Stralciata, invece la posizione in vista della richiesta di archiviazione, non solo di due dirigenti di Trenond e della società, ma anche di Amedeo Gargiulo all’epoca direttore dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e di un suo vice di allora.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lombardia, zero morti ma +88 nuovi casi
Lodi unica provincia senza nuovi contagiati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 luglio 2020
18:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non ci sono stati decessi per coronavirus in Lombardia ma aumentano i contagi: dai 46 casi di ieri, oggi si è arrivati a 88 nuovi casi positivi, di cui 17 ‘debolmente positivi’ e 13 a seguito di test sierologici.
Stabili i ricoverati in terapia intensiva (13), diminuiscono quelli negli altri reparti (-3, 151 in totale).
Tra gli 88 nuovi casi, 15 sono in provincia di Milano, di cui 6 a Milano città, 17 a Bergamo così come a Brescia, 11 a Varese.
Lodi è l’unica provincia lombarda senza nuovi contagiati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: abbreviato Grimilde, chiesti 264 anni di pene
Pm: 20 anni a Salvatore Grande Aracri e 15 a Giuseppe Caruso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
18:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Complessivamente 264 anni di reclusione in abbreviato per 47 persone, con pene fino a 20 anni. Sono le richieste di condanna formulate – nell’aula bunker del carcere bolognese della Dozza – dalla pm della Dda, Beatrice Ronchi al termine della requisitoria nel processo ‘Grimilde’ contro la ‘ndrangheta e che riguarda in particolare “le vicende riconducibili alla famiglia Grande Aracri di Brescello, le cui attività illecite, radicate nel campo economico e non solo, si sono snodate per più di un decennio” per usare le parole scritte nell’ordinanza dal gip Alberto Ziroldi. Sono 20 gli anni richiesti per Salvatore Grande Aracri (oltre alla confisca di quanto già sequestrato) – figlio di Francesco fratello di Nicolino ritenuto il boss della cosca di Cutro – accusato di associazione a delinquere di stampo mafioso e la sorella Rosita (chiesti per lei 3 anni e 6 mesi). Per Giuseppe Caruso – ex presidente del Consiglio Comunale di Piacenza tra le fila di Fratelli d’Italia nonché all’epoca dei fatti contestati funzionario dell’agenzia delle dogane, ruolo col quale avrebbe aiutato la criminalità organizzata – chiesti 15 anni e 10 mesi.
Pene severe richieste anche per Claudio Bologna (15 anni) e Francesco Muto classe ’67 (14 anni e 6 mesi), Domenico Spagnolo e Giuseppe Strangio (per entrambi 14 anni e 4 mesi) ritenuti fedeli esponenti dei Grande Aracri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dallo sbarco al tribunale, il caso Open Arms
Per Salvini accusa sequestro dopo blocco migranti su nave
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AGRIGENTO
30 luglio 2020
19:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Era il 20 agosto dello scorso anno quando il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, e l’aggiunto Salvatore Vella disposero il sequestro preventivo della Open Arms – nave da ricerca e soccorso della omonima Ong spagnola – e l’immediato sbarco dei migranti a bordo. Il fascicolo d’inchiesta, a carico di ignoti, era stato aperto per omissione e rifiuto di atti d’ufficio e per sequestro di persona.
Patronaggio, parlando “di situazione esplosiva”, raggiunse subito Lampedusa con un elicottero della Guardia costiera. Fu quello il giorno dell’ispezione all’Open Arms da dove gli immigrati (ne erano rimasti a bordo 88 degli iniziali 164 soccorsi in acque Sar libiche) continuavano a gettarsi in mare, sperando di riuscire a raggiungere la costa. Lo stesso giorno, il ministero della Difesa spagnolo annunciò che la nave militare Audaz era diretta verso Lampedusa (tre giorni di navigazione) per recuperare i migranti bloccati da 19 giorni sulla Open Arms e per portarli a Maiorca, nelle Baleari. Al momento dell’attracco al porto di Lampedusa, i migranti cantarono “Bella ciao”.
Il 29 agosto, il gip del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, convalido’ il sequestro. Secondo il capo dei pm, la mancata evacuazione della nave della Ong spagnola, che aveva salvato due gruppi di migranti, avrebbe messo a rischio “la sicurezza dei migranti a bordo, dell’equipaggio e delle stesse forze di polizia impegnate a garantire la sicurezza in mare”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La nave venne restituita pero’ alla Ong perche’ per il giudice “non sussistono, dopo l’evacuazione e il soccorso dei migranti, – scriveva, allora, Zammuto – esigenze probatorie anche in considerazione del fatto che non si ascrive all’organizzazione e all’equipaggio alcuna responsabilita'”. La nave, nel frattempo spostata a Porto Empedocle, rimase però ferma: la Guardia costiera aveva disposto infatti il fermo amministrativo per gravi anomalie relative alla sicurezza della navigazione, al rispetto della normativa in materia di tutela dell’ambiente marino.
All’inizio di ottobre, i pm di Agrigento si recarono al Viminale, a Roma, per individuare chi non aveva dato il via libera agli approdi nei casi della Sea Watch 3 e della Open Arms. A meta’ novembre, per sequestro di persona e omissione d’atti d’ufficio in concorso – reati commessi a Roma dal 14 al 20 agosto – l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini venne iscritto, dalla Procura di Agrigento, nel registro degli indagati e le carte vennero trasmesse a Palermo. Il 29 novembre, la Procura di Palermo invio’ gli atti relativi al procedimento a carico di Salvini al tribunale dei ministri.
Il primo febbraio scorso, il tribunale dei ministri di Palermo chiese al Senato l’autorizzazione a procedere. A carico dell’ex ministro, l’accusa di sequestro di persona e omissione d’atti d’ufficio in concorso. Il 26 maggio scorso la decisione della Giunta per le immunita’ del Senato che ha respinto la richiesta di autorizzazione a procedere. Ora è arrivato il responso definitivo dell’Aula.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trasportava 7,5 kg di cocaina in auto, arrestato poliziotto
Era insieme alla moglie e ad un figlio minorenne
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LOCRI
30 luglio 2020
19:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Viaggiava in auto con moglie e un figlio minorenne, ma trasportava anche 7,5 chili di cocaina: un agente di polizia è stato così arrestato dai carabinieri della Compagnia di Locri. I militari, nel corso di controlli alla circolazione, hanno fermato un’auto con alla guida un 40enne, B.C., residente in Sicilia, appartenente alla Polizia di Stato in servizio nel reggino. L’uomo, dopo aver esibito una fotocopia del tesserino di riconoscimento, si è mostrato agitato ed insofferente al controllo, destando così il sospetto che potesse avere qualcosa da nascondere. I carabinieri hanno quindi perquisito l’auto insieme ad operatori della Polizia di Stato opportunamente avvisati, e, nascosti all’interno di un doppio fondo ricavato dietro il vano portaoggetti, hanno trovato 7 confezioni plastificate da circa 1 kg ciascuna, che contenevano complessivamente 7,5 kg di cocaina. Dichiarato in stato i arresto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’agente è stato portato in carcere in attesa dell’udienza di convalida davanti al giudice di Locri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sub travolto da barca muore in Sardegna
Gamba tranciata dall’elica, inutili i soccorsi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
30 luglio 2020
20:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un sub è stato travolto e ucciso da un motoscafo nelle acque dell’Isola rossa, nel nord Sardegna.
L’uomo, che non è stato ancora identificato, ha perso una gamba, tranciata dall’elica dell’imbarcazione, ed è morto dissanguato.
Alla guida del motoscafo c’era un turista milanese: è stato lui a soccorrere il sub, lo ha portato a bordo e trasportato al porto Isola rossa, dove è arrivato già privo di vita. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Valledoria, la Guardia costiera e il 118.
La Procura di Tempio Pausania ha aperto un’inchiesta, affidata al pm Nadia La Femina, per chiarire la dinamica dell’incidente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
700 anni morte Dante, celebrazioni partono con Mattarella
Il 5 settembre a Ravenna, nel 2021 chiusura con concerto di Muti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
30 luglio 2020
17:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ad aprire il 5 settembre a Ravenna le celebrazioni del settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri, che coinvolgeranno la città, la regione Emilia-Romagna e l’intero Paese fino a settembre 2021, quando, domenica 12, un concerto del maestro Riccardo Muti in piazza San Francesco saluterà la conclusione degli eventi dedicati al padre della lingua italiana. Il concerto, parte integrante di un percorso di condivisione tra le città dantesche, verrà eseguito nei giorni successivi a Firenze e Verona.
Il programma di ‘Viva Dante-Ravenna 2020/2021′ comprende eventi istituzionali, letterari, espositivi, performativi, didattici e di ricerca, accompagnati – anticipano i promotori – “da interventi strutturali che lasceranno un segno tangibile di questo settimo centenario in un percorso che oltrepasserà il 2021”.
La serata del 5 settembre, alla presenza del capo dello Stato, vedrà la riapertura solenne della tomba e del vicino quadrarco di Braccioforte, al termine di un intervento di restauro che ha restituito al sepolcro dantesco, progettato dall’architetto Camillo Morigia, il suo volto originario, nonché l’inaugurazione della nuova illuminazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ italiano il nuovo film animato Pixar, Luca regia Casarosa
Cineasta italiano nominato a Oscar nel 2012 per corto ‘La luna’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
17:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Pixar annuncia i dettagli sul suo nuovo film originale in preparazione, intitolato, ‘Luca’, ambientato in Italia e diretto da un regista italiano, qui al suo esordio nel lungometraggio, il genovese Enrico Casarosa, che lavora in Usa da anni. Il cineasta ha già all’attivo una nomination all’Oscar nel 2012 per il suo corto animato La Luna, realizzato per la casa d’animazione creata da John Lasseter, dove ha lavorato anche su film come Ratatouille, Up e Coco .
‘Luca’ dovrebbe debuttare sugli schermi Usa all’inizio della prossima estate, il 18 giugno 2021 con Disney. “E’ una storia profondamente personale per me non solo perché è ambientata sulla Riviera Italiana dove sono cresciuto, ma perché il nucleo del film è una storia d’amicizia” spiega in una nota Casarosa, classe 1970, che dopo gli studi alla School of Visual Arts and Illustration del Fashion Institute of Technology di New York, ha lavorato principalmente come storyboard artist e background artist, fra gli altri per Disney Channel e Blue Sky Studios (L’era glaciale, Robots) prima di approdare alla Pixar. “Le amicizie infantili spesso tracciano il corso di ciò che vogliamo diventare ed è in quei legami il cuore della storia di ‘Luca”. Così insieme alla bellezza e al fascino del mare italiano il nostro film proporrà un’indimenticabile estate che cambierà in modo fondamentale Luca”. Il film è un racconto di formazione su un bambino italiano che condivide le sue avventure in Riviera con un nuovo migliore amico, che nasconde un segreto: è in realtà un mostro marino che appartiene a un altro mondo, esistente appena sotto la superficie dell’acqua. Nella prima immagine del film diffusa online traspare l’omaggio del regista a uno dei suoi modelli, Hayao Miyazaki Prima di ‘Luca, la Pixar/Disney ha in uscita negli Usa il 20 novembre, Soul, il cui debutto previsto in estate è stato rimandato per il coronavirus. Protagonista della storia, un insegnante di musica (doppiato in originale da Jamie Foxx) che sogna diventare un solista jazz, la cui vita viene ‘sconvolta’ quando per un incidente la sua anima lascia il corpo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Notturno di Rosi in concorso a Toronto
Unico italiano in gara a festival canadese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
16:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Notturno di Gianfranco Rosi è nella Selezione Ufficiale del Toronto International Film Festival, la cui lineup in 50 film è stata annunciata oggi.
Il film, girato nel corso di tre anni in Medio Oriente, sui confini fra Iraq, Kurdistan, Siria e Libano, per raccontare l’umanità oltre il conflitto, approderà a Toronto subito dopo la presentazione in Concorso ala Mostra del cinema di Venezia.
È un ritorno di Rosi a Toronto dopo Fuocoammare, già Orso d’Oro a Berlino e Nomination agli Oscar. È già presente un venditore per il Nord America, Submarine Entertainment, oltre a quello internazionale, The Match Factory.
«Durante tre anni di viaggio in Medio Oriente, – racconta Rosi – ho incontrato le persone che vivono nelle zone di guerra. Ho voluto raccontare le storie, i personaggi, oltre il conflitto.
Sono rimasto lontano dalla linea del fronte, ma sono andato laddove le persone tentano di ricucire le loro esistenze. Nei luoghi in cui ho filmato giunge l’eco della guerra, se ne sente la presenza opprimente, quel peso tanto gravoso da impedire di proiettarsi nel futuro. Ho cercato di raccontare la quotidianità di chi vive lungo il confine che separa la vita dall’inferno».
Con questo film Rosi dà voce ad un dramma umano che trascende le divisioni geografiche e il tempo dei calendari; illumina, attraverso incontri e immagini, la quotidianità che sta dietro la tragedia continua di guerre civili, dittature feroci, invasioni e ingerenze straniere, sino all’apocalisse omicida dell’ISIS. Storie diverse, alle quali la narrazione conferisce un’unità che va al di là dei confini. La guerra non appare direttamente. Tutt’intorno, e dentro le coscienze, segni di violenza e distruzione: ma in primo piano è l’umanità che si ridesta ogni giorno da un notturno che pare infinito. Notturno è un film di luce dai materiali oscuri della storia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ratched, una serie da Qualcuno volò sul nido del cuculo
Creata da Ryan Murphy, con Sarah Paulson, dal 18/9 su Netflix
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da dove arriva, chi era l’infermiera Mildred di ‘Qualcuno volò sul nido del cuculo’? Ce lo svela ‘Ratched’, la nuova serie di Ryan Murphy in otto episodi e con Sarah Paulson nel ruolo della protagonista, che sarà disponibile su Netflix in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo dal 18 settembre.
La serie è ispirata all’iconico e indimenticabile personaggio dell’infermiera del film leggendario (miglior film, regista, miglior attore, miglior attrice Louise Fletcher e migliore sceneggiatura non originale) diretto Milos Forman del 1975 con un inarrivabile Jack Nicholson.
Creata da Ryan Murphy (American Horror Story) insieme a Ian Brennan, ‘Ratched’ è una serie drammatica ricca di suspense, che racconta le origini di Mildred Ratched, infermiera di un istituto psichiatrico. Nel 1947, Mildred arriva nella California del Nord per trovare lavoro in un importante ospedale psichiatrico, dove vengono realizzati nuovi ed inquietanti esperimenti sulla mente umana.
Nel cast Sarah Paulson (Mildred Ratched), Cynthia Nixon (Gwendolyn Briggs), Judy Davis (Betsy Bucket), Sharon Stone (Lenore Osgood), Jon Jon Briones (Dr. Richard Hanover), Finn Wittrock (Edmund Tolleson), Charlie Carver (Huck), Alice Englert (Dolly), Amanda Plummer (Louise), Corey Stoll (Charles Wainwright), Sophie Okonedo (Charlotte) e Vincent D’Onofrio (Gov. George Wilburn).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bartolo e Castellitto, l’Europa grande assente sui migranti
Il medico di Lampedusa e il suo interprete in Nour di Zaccaro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
14:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La stringente attualità del tema – gli sbarchi di migranti, il voto del Senato sulla richiesta di autorizzazione a procedere per Matteo Salvini per il caso Open Arms e le recenti prese di posizione del sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello – ha spinto la conferenza stampa di ‘Nour’ di Maurizio Zaccaro, biopic di Pietro Bartolo, storico medico di Lampedusa, su una deriva politica: in primo piano, l’allarme sulla situazione e, allo stesso tempo, un comune appello all’Europa e alle sue responsabilità. Castellitto, che nel film – in sala dal 10 al 12 agosto con Vision e poi su Sky dal 20 agosto – interpreta Bartolo, dice: “Bisogna accettare l’idea di una responsabilità internazionale, oggi il grande assente è l’Europa”. Per il regista Zaccaro, “non è assente solo l’Europa, ma tutto il mondo. Mi spiace sentire Pietro preoccupato di come sta andando a Lampedusa”. Lo stesso Pietro Bartolo, ora parlamentare europeo eletto nelle liste del Pd, non nasconde la sua preoccupazione: “Devo dire che l’isola rimane accogliente, ma una certa indifferenza comincia a farsi sentire anche per colpa di questa narrazione brutale e menzognera da parte di chi ha fatto di questa battaglia una speculazione politica”. E ancora Bartolo: “Oggi, va detto, l’Europa si gira dall’altra parte, mentre, davanti a quei bambini migranti, dovrebbe chiedere scusa. Spero che nel semestre a conduzione tedesca si risolva tutto. In tal caso torno a fare il medico”.

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.