Mondo tutte le notizie. Tutti i fatti e gli avvenimenti dal Mondo. Sempre aggiornati in tempo reale. Leggi e condividi!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 26 minuti

Ultimo aggiornamento 17 Gennaio, 2021, 20:33:10 di Maurizio Barra

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 21:54 DI SABATO 16 GENNAIO 2021

ALLE 20:33 DI DOMENICA 17 GENNAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Biden firmera’ i primi decreti già all’Inauguration Day
Su lotta a pandemia e aiuti ad economia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
16 gennaio 2021
21:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden firmerà i suoi primi decreti per la lotta alla pandemia e gli aiuti all’economia già nell’Inauguration Day del 20 gennaio, appena insediato alla Casa Bianca dopo il giuramento. Lo rende noto il suo transition team.

Sono in tutto una decina i decreti che verranno varati immediatamente da Biden, al massimo entro dieci giorni. Come nelle attese si tratterà in parte di norme che aboliranno alcuni dei più controversi provvedimenti di Donald Trump, come il divieto di ingresso negli Usa da alcuni Paesi musulmani. Via libera poi al ritorno degli Stati Uniti nell’accordo di Parigi sulla lotta ai cambiamenti climatici e al programma che permette di riunire le famiglie di immigrati separate al confine col Messico.
Tra le disposizioni sul fronte della lotta alla pandemia l’obbligo di indossare la mascherina nelle proprietà federali e nei viaggi tra stato e stato degli Usa. Previsto anche lo stop agli sfratti e lo slittamento dei pagamenti dei prestiti contratti dagli studenti universitari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tunisia: scontri in molte località del paese
‘Casseur’ in azione, a Sousse in fiamme stazione polizia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
16 gennaio 2021
22:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tensioni e scontri tra gruppi di giovani e forze dell’ordine si stanno registrando in queste ore a Cité Etthadamen, sobborgo popolare della capitale, ma anche a Monastir, Sousse (dove un incendio è stato appiccato a una stazione di polizia), Biserta e in altre località del Paese. Lo affermano i media locali.

Per disperdere i giovani, che hanno sfidato il coprifuoco in vigore scendendo in strada, incendiando pneumatici, e tentando di saccheggiare esercizi commerciali, la polizia ha dovuto far uso di gas lacrimogeni. Ieri sera scene analoghe si erano viste a le Kram, dove ci sono stati diversi arresti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: a Los Angeles i contagi superano il milione
Le vittime in città da inizio pandemia sono 13.741
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
17 gennaio 2021
00:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’area metropolitana di Los Angeles i casi di Covid-19 hanno superato la soglia di un milione, una persona su dieci. Nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono stati 14.669, con 253 morti.
Le vittime a Los Angeles dall’inizio della pandemia sono 13.741.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: uomo armato arrestato vicino al Campidoglio
Aveva con sè anche un falso accreditamento per giuramento Biden
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
04:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo pesantemente armato è stato arrestato a Washington mentre cercava di oltrepassare uno dei tanti posti di blocco vicino al Campidoglio, dove Joe Biden presterà giuramento tra pochi giorni, secondo un rapporto della polizia.
L’uomo, Wesley Allen Beeler, originario della Virginia aveva con sè un falso accreditamento per la cerimonia di investitura.

La polizia ha recuperato un’arma carica e più di 500 munizioni in suo possesso. Sul suo pick-up diversi adesivi inneggianti al diritto di portare armi. Beeler è stato arrestato per possesso di armi da fuoco non registrate e di munizioni.
In vista del giuramento di Joe Biden e dopo il violento assalto a Capitol Hill da parte dei sostenitori pro-Trump del 6 gennaio, Washington è una città blindata con blocchi di cemento e filo spinato. Membri della Guardia Nazionale sono stati mobilitati in diversi Stati e alcuni parlamenti locali, come California e Minnesota, sono stati transennati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tunisia: notte di disordini in varie città, centinaia di arresti
Tra questi molti minorenni. A Sousse sequestrate molotov
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
17 gennaio 2021
14:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ancora una notte di disordini e scontri tra gruppi di giovani e forze di sicurezza in molte città della Tunisia, nonostante il lockdown. Centinaia gli arresti, tra cui molti minorenni, riportano i media locali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I disordini hanno interessato tra le altre località Cité Etthadamen, sobborgo popolare di Tunisi, Sidi Hassine, Sidi Thabet, Sousse, Hammamet, Sfax, Monastir e Tozeur. Le forze dell’ordine hanno sequestrato a Sousse numerose bottiglie molotov pronte all’uso, un bidone di benzina e una spada. La situazione è tornata alla normalità intorno alla mezzanotte.
Per disperdere i giovani, che hanno sfidato il coprifuoco in vigore a causa della pandemia incendiando pneumatici e tentando di saccheggiare negozi, la polizia ha fatto ampio uso di lacrimogeni.
Appelli a manifestare erano stati lanciati nei giorni scorsi in vista del decimo anniversario, 14 gennaio, della cacciata di Ben Ali che segnò l’inizio della “rivoluzione dei gelsomini” e aprì la stagione della cosiddetta “primavera araba”.
Sotto pressione per lo scontento popolare dovuto all’aggravarsi delle preesistenti difficoltà economiche di fronte alla pandemia, il premier Hichem Mechichi ha annunciato ieri un ampio rimpasto di governo che riguarda 12 ministeri, tra cui quelli dell’Interno, della Giustizia e della Salute.
“L’obiettivo di questo rimpasto è di avere più efficacia nel lavoro del governo”, ha dichiarato il premier alla stampa. Il nuovo esecutivo, che deve ancora essere approvato dal parlamento, non include alcuna donna ministro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti da Honduras, scontri con la polizia in Guatemala
Carovana composta da almeno 9.000 persone, rimandati indietro
e
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
05:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
VADO HONDO, 16 GEN – Circa novemila migranti honduregni sono entrati in Guatemala forzando il confine con la speranza di raggiungere gli Stati Uniti e un gruppo di circa 3.500 persone si è scontrato con la polizia, dopo aver percorso circa 50 chilometri all’interno del Paese.
Decine di poliziotti e soldati erano schierati a un posto di blocco nella città di Vado Hondo, nel dipartimento di Chiquimula.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alcuni hanno forzato il passaggio del cordone di polizia prima di essere intercettati, secondo il servizio migratorio locale che ha nuovamente chiesto loro documenti e test Covid.
Il direttore generale delle Migrazioni, Guillermo Diaz, ha chiesto loro di tornare nel loro Paese e ha messo a disposizione camion e autobus per accompagnarli al confine. E ha assicurato all’emittente TN23 che d’ora in poi il sistema di polizia sarà “rafforzato”. Un nuovo ingresso illegale, come avvenuto al confine, non “accadrà più”, ha detto, “non potranno passare”.
La carovana era entrata nel Paese tra venerdì sera e sabato mattina al posto di frontiera di El Florido, 220 chilometri a est della capitale guatemalteca. Alla polizia era stato ordinato di lasciar passare i migranti, tra cui c’erano molte famiglie con bambini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: uccise due donne giudici della Corte Suprema
Nel centro di Kabul mentre si recavano al lavoro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KABUL
17 gennaio 2021
07:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Uomini armati hanno sparato a due donne giudici della Corte suprema afghana, uccidendole, al centro di Kabul. Lo ha riferito il portavoce del procuratore generale, precisando che l’agguato è avvenuto mentre le due donne si stavano recando al lavoro.
Il fatto segue una ondata di omicidi nel Paese.
“Sfortunatamente, abbiamo perso due giudici donne nell’attacco di oggi. Il loro autista è rimasto ferito”, ha confermato Ahmad Fahim Qaweem, il portavoce della Corte suprema.
“Uomini armati hanno attaccato il (loro) veicolo”, ha aggiunto, precisando che “più di 200 giudici donne lavorano per la Corte Suprema”. Da parte sua, il portavoce della polizia di Kabul, Ferdaws Faramarz, ha detto che le due donne sono state uccise nel centro della città alle 8:30 (le 5:30 in Italia).
L’attentato non è stato per il momento rivendicato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ecuador: cane antidroga fiuta 1,3 tonnellate di cocaina
Erano nascoste in un container destinato all’Estonia
e
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
QUITO
17 gennaio 2021
10:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia dell’Ecuador ha sequestrato 1,3 tonnellate di cocaina nascoste in un container destinato all’Estonia: lo ha reso noto oggi il ministro dell’Interno del Paese, Patricio Pazmino.
Il carico si trovava nel porto di Guayaquil (centrosud) ed è stato individuato grazie a un cane anti-droga.

L’anno scorso le autorità del Paese hanno sequestrato un record di 128 tonnellate di stupefacenti, ovvero 18 tonnellate in più rispetto al record precedente di 110 tonnellate del 2016.
Entrambi i più grandi Paesi produttori di cocaina al mondo, Colombia e Perù, confinano con l’Ecuador.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sisma Indonesia, il bilancio sale a 56 morti
Si scava ancora sotto le macerie, numerosi dispersi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MAMUJU
17 gennaio 2021
09:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ salito a 56 morti il bilancio del violento terremoto che ha scosso venerdì scorso l’isola di Sulawesi, in Indonesia. Lo riferiscono le autorità, mentre si continua a cercare tra le macerie nella speranza di trovare ancora dei sopravvissuti.
Il terremoto di magnitudo 6,2 ha lasciato migliaia di persone senza tetto e ha fatto centinaia di feriti, scatenando il panico tra gli abitanti dell’ovest dell’isola, già devastata nel 2018 da un fortissimo terremoto seguito da un devastante tsunami che ha provocato 4.300 morti.
Per due giorni decine di corpi senza vita sono stati rimossi dalle macerie di edifici crollati a Mamuju, la capitale della provincia. Altre vittime sono state trovate più a sud, dove sabato mattina è stata avvertita una forte scossa di assestamento. Cibo e attrezzature di emergenza sono stati spediti sull’isola in aereo e via mare, e la Marina ha inviato una nave medica per integrare gli ospedali ancora funzionanti, sopraffatti dall’afflusso di feriti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Israele crescono i decessi, arrivati a 4000
Da oggi si vaccina anche chi ha oltre 45 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
10:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre proseguono in Israele le vaccinazioni di massa contro il coronavirus, resta molto elevato il numero dei contagi e crescono i decessi. Secondo dati forniti dal ministero della Sanità, dall’inizio del mese sono morte oltre 600 persone ed il totale dall’inizio della pandemia ha raggiunto la cifra di 4.000.
Ieri si sono avuti altri 5.000 contagi, con una percentuale di infezione media del 7,2 per cento.
Malgrado il lockdown, infrazioni di massa continuano ad essere registrate in località arabe e in agglomerati urbani di ebrei ortodossi. In alcuni di essi si toccano percentuali di contagio che superano di tre volte la media nazionale.
Intanto oltre due milioni di israeliani hanno ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer e 250 mila di questi hanno preso anche la seconda, che è considerata quella determinante per l’immunizzazione. In seguito all’arrivo, la settimana scorsa, di centinaia di migliaia di nuove dosi del vaccino Pfizer il ministero della Sanità ha adesso esteso le vaccinazioni (che inizialmente erano riservate agli oltre sessantenni) anche a quanti hanno un’età superiore ai 45 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Brasile, 61.567 casi e 1.050 morti in 24 ore
Oltre 1.000 decessi per il quinto giorno consecutivo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
10:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Brasile ha registrato ieri 61.567 nuovi casi di coronavirus e ulteriori 1.050 decessi provocati dalla malattia: lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta il Guardian.
Si tratta del quinto giorno consecutivo che nel Paese i decessi legati al Covid superano quota 1.000.

Secondo i conteggi della Johns Hopkins University, il bilancio complessivo dei contagi in Brasile è attualmente di 8.455.059, inclusi 209.296 morti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gb offre prima dose vaccino ad adulti entro settembre
Lo ha detto il ministro degli Esteri Dominic Raab
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
11:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La popolazione adulta del Regno Unito avrà la possibilità di ricevere la prima dose di vaccino anti-Covid entro settembre: lo ha detto oggi a Sky News il ministro degli Esteri, Dominic Raab.
“Il nostro obiettivo è quello di offrire una prima dose a tutta la popolazione adulta entro settembre – ha detto Raab -.

Se possiamo farlo più velocemente ottimo, ma questo è il piano d’azione”.
Il ministro si è quindi augurato che entro “l’inizio della primavera” alcune restrizioni possano essere “gradualmente” abolite in modo che il Paese possa “ritornare alla normalità”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Atteso oggi il ritorno in Russia di Navalny, rischia l’arresto
Sostenitori pronti a incontrarlo, ma l’aeroporto è off limits
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
17 gennaio 2021
12:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alexey Navalny, ormai nemico pubblico numero uno del Cremlino, farà ritorno oggi in Russia, dove rischia l’arresto, dopo quasi cinque mesi di permanenza in Germania in seguito all’avvelenamento col Novichok patito lo scorso 20 agosto in Siberia. L’oppositore, infatti, dovrebbe atterrare allo scalo moscovita di Vnukovo alle 19:20 ore locali, sbarcando da un volo low-cost Pobeda (gruppo Aeroflot).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il servizio penitenziario russo ha già fatto sapere che sarà “costretto ad arrestarlo” poiché, in questi mesi di esilio e riabilitazione a Berlino, ha violato i termini della libertà vigilata legati alla sentenza sospesa nel caso Yves Rocher, per il quale dovrà scontare ora oltre 3 anni di prigione effettiva.
Inoltre pende su di lui un’indagine per appropriazione indebita pari a quasi 4 milioni di euro: accuse che Navalny respinge e definisce “politicamente motivate”.
Il principe dell’opposizione russa ha esortato i suoi sostenitori a “incontrarlo” all’aeroporto e su Facebook si è formato un gruppo di circa 2mila persone che dicono di voler rispondere a questo suo desiderio. Ma le autorità hanno già avvertito che non saranno tollerati raduni di massa nello scalo e ai giornalisti è stato vietato di usare telecamere e fotocamere all’interno dell’aeroporto.
Anche i gruppi che si oppongono a Navalny hanno in programma di presentarsi insieme a un movimento nazionalista che promette di accoglierlo con lo “zelyonka”, una soluzione antisettica verde brillante che si trova comunemente in Russia (usata già più volte per attaccare Navalny). Lo riporta il Moscow Times.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny fermato dalla polizia dopo l’atterraggio a Mosca
L’oppositore è tornato in Russia dopo 5 mesi in Germania: ‘Non ho paura, questa è casa mia’. Fermati una ventina di sostenitori
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
19:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny è stato fermato dalla polizia dopo essere atterrato a Mosca. Gli agenti gli hanno chiesto di seguirlo al controllo passaporti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La moglie lo ha baciato in segno di saluto. L’avvocato non ha potuto seguirlo. La testata Current Time ha trasmesso il tutto in diretta.

“All’aeroporto di Sheremetyevo di Mosca gli ufficiali del dipartimento operativo del Servizio Penitenziario Federale della Russia (FSIN) hanno fermato Alexey Navalny, che è stato condannato alla sospensione condizionale della pena ed è stato inserito nella lista dei ricercati il 29 dicembre 2020 per molteplici violazioni del periodo di prova”, ha detto il FSIN in una dichiarazione. Lo riporta RIA Novosti.

“Io sono qui e vi posso assicurare di essere felice, questa è casa mia. Tutti mi chiedono: hai paura? No, non ho paura. Passo la dogana con animo tranquillo, poi andrò a casa perché so che ho ragione ed esorto anche voi a non avere paura”. Lo ha detto Navalny parlando ai giornalisti all’interno del terminal D dell’aeroporto di Sheremetyevo, dopo essere sceso dal bus navetta, in una specie di conferenza stampa improvvisata. Navalny si è poi diretto al controllo passaporti.

L’aereo con a bordo Navalny e la moglie è atterrato allo scalo moscovita di Sheremetyevo, invece che quello di Vnukovo. Il servizio Flightradar24 ha riferito su Twitter che la fase di atterraggio del volo è stata attivamente seguita da circa 500mila utenti.

Navalny, ormai nemico pubblico numero uno del Cremlino, in Russia rischia l’arresto, dopo quasi cinque mesi di permanenza in Germania in seguito all’avvelenamento col Novichok patito lo scorso 20 agosto in Siberia.

In precedenza all’aeroporto di Berlino: “Sono innocente, non temo l’arresto” in Russia, aveva detto l’oppositore russo.
“Ragazzo, portaci della vodka. Torniamo a casa”. Lo dice in un video la moglie di Alexey Navalny, Yulia Navalnaya, guardando fisso nella telecamera mentre è seduta a bordo del volo Pobeda che la riporterà, insieme al marito, in Russia. Le immagini sono state pubblicate sul canale Instagram di Navalny.
Lyubov Sobol, Ruslan Shaveddinov e Konstantin Kotov, colleghi di Alexey Navalny, sono stati fermati dalla polizia all’aeroporto di Vnukovo a Mosca mentre erano in attesa dell’arrivo del suo volo da Berlino. Lo riportano diversi media russi come la testata indipendente Meduza.

Tra i fermati c’è anche Oleg Navalny, fratello di Alexey, Ilya Pakhomov, Anastasia Kadetova, Alexey Molokoedov, nonché il giornalista di Novaya Gazeta Vlad Dokshin.   VAI ALLA POLITICA   VAI ALL’ECONOMIA   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLA CRONACA   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Uganda: Bobi Wine, ora temo per la mia vita e per mia moglie
Candidato dell’opposizione alla Bbc: ‘La mia casa è circondata’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
11:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bobi Wine, il candidato dell’opposizione sconfitto nelle presidenziali in Uganda dall’eterno presidente Yoweri Museveni in elezioni che ritiene truccate e non valide, ora teme per la vita sua e per quella di sua moglie.
Il 38enne cantante prestato alla politica – vero nome, Robert Kyagulanyi – lo ha confessato in un’intervista telefonica alla Bbc: “Ho paura per la mia vita e per la vita di mia moglie”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Wine afferma che non gli è consentito lasciare la sua abitazione, che è circondata dalle forze di sicurezza. “A nessuno è permesso uscire o entrare in casa nostra. Inoltre a tutti i giornalisti, locali e internazionali, viene impedito di raggiungermi qui a casa”.
Wine ha detto che respinge i risultati elettorali “con il disprezzo che meritano”.
Museveni, che ufficialmente ha vinto con il 59% dei voti ed è stato così rieletto a 76 anni per un nuovo mandato di cinque anni dopo essere rimasto ininterrottamente al potere per 36 anni, le ha invece dichiarate le elezioni “più giuste di sempre”. Questo malgrado le diffusa violenza in campagna elettorale, con molti morti, e la chiusura totale di internet in tutto il Paese in coincidenza del voto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Indonesia: 73 morti bilancio sisma, piogge fermano ricerche
Gru e scavatrici sul posto, ma c’è rischio crolli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MAMUJU
17 gennaio 2021
12:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Torrenziali piogge monsoniche impediscono ai soccorritori di scavare fra le macerie alla ricerca di sopravvissuti nell’isola di Sulawesi, in Indonesia, colpita la notte fra giovedì e venerdì da un terremoto di magnitudo 6.2 che finora, secondo un bilancio del tutto provvisorio, ha fatto almeno 73 morti accertati e migliaia di sfollati.
Sul posto, e in particolare nella cittadina marittima devastata di Mamuju di 110.000 abitanti, sono schierate gru e scavatrici.
Le macerie includono molti edifici in cemento, fra cui un ospedale. E’ presente anche un’unità polizia con cani da ricerca.
“La pioggia costituisce un rischio perché gli edifici danneggiati possono crollare se diventa troppo pesante – spiega Octavianto, uno dei soccorritori – sommandosi agli effetti delle scosse di assestamento”. Allo stesso tempo, “rimuovere troppo velocemente le macerie con macchinari pesanti potrebbe uccidere eventuali sopravvissuti ancora sepolti là sotto”, aggiunge Octavianto, aggiungendo che le persone ritrovate finora erano morte.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Austria prolunga il lockdown al 7 febbraio, obbligo Ffp2
Nei negozi e sui mezzi pubblici, distanziamento fisico a 2 metri
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
13:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Austria prolunga il lockdown nazionale fino al 7 febbraio, a causa della cosiddetta variante inglese del coronavirus, e inasprisce alcune misure. Lo ha annunciato il cancelliere Sebastian Kurz in una conferenza stampa, riferisce l’agenzia Apa.

Inizialmente le chiusure erano previste fino al 24 gennaio.
Dal 25 verrà invece imposto l’uso di mascherine Ffp2 nei negozi e sui mezzi pubblici, mentre il distanziamento fisico è aumentato a 2 metri. L’Austria, con 8,9 milioni di abitanti, è al suo terzo lockdown, con solo i negozi essenziali aperti.
Finora ha registrato circa 390 mila contagi e più di 7.000 morti.
L’obiettivo del governo di Vienna è riaprire dall’8 febbraio i negozi al dettaglio, i fornitori di servizi alla persona (come i parrucchieri) e i musei, ma in condizioni ancora rigorose. Hotel e ristoranti dovranno invece attendere il mese di marzo ma una valutazione sarà fatta a metà febbraio. Restano ancora chiuse anche le scuole: dall’8 febbraio le lezioni in presenza ricominceranno a Vienna e in Bassa Austria, mentre l’Alta Austria e la Stiria stanno rinviando le vacanze invernali di una settimana per poter riprendere in presenza dal 15 febbraio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 6 francesi su 10 per passaporto sanitario
Ma governo si dice ‘molto reticente’ su documento vaccinazioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
17 gennaio 2021
12:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Contro ogni previsione, i francesi – fino a pochi giorni fa in maggioranza scettici sul vaccino – sono prevalentemente favorevoli al varo di un “passaporto sanitario” che consenta di individuare chi è vaccinato contro il Covid-19. Le autorità, al contrario, si dicono “molto reticenti” su questa ipotesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stando a un sondaggio Ifop per Le Parisien, tra fine novembre e oggi la percentuale dei francesi disposti a farsi vaccinare si è impennata, dal 41% al 54%. Al tempo stesso, 6 persone interrogate su 10 si dicono favorevoli al rilascio di un documento per dimostrare l’acquisita immunità grazie a vaccino.
E, in particolare, il certificato del vaccino effettuato – secondo il sondaggio – dovrebbe essere obbligatorio per chi vuole prendere l’aereo e recarsi all’estero (62%), per chi vuole recarsi a far visita a persone vulnerabili o anziani (60%) e per chi vuole utilizzare i trasporti pubblici (52%).
Sul tema del passaporto sanitario, il governo si dice invece “molto reticente” secondo quanto spiegato dal sottosegretario agli Affari europei, Clement Beaune, ai microfoni di France Info: “Se si parla di un documento che autorizza a viaggiare in Europa, credo sia molto prematuro”. “E’ un dibattito – ha continuato Beaune – che non ha senso e che, in un momento in cui ovunque sta ancora cominciando questa campagna di vaccinazione in Europa, sarebbe scioccante che ci fossero più diritti per alcuni che per altri. Non è la nostra concezione della protezione e dell’accesso ai vaccini”.
L’idea lanciata dalla Grecia e ripresa dalla presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, di un certificato di vaccinazione per rilanciare il turismo in Europa (nonostante l’ostilità dell’OMS) non deve essere “affrontata in questo momento”, secondo Parigi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gb valuta la quarantena in hotel per tutti gli arrivi
‘A loro spese’. Raab conferma l’indiscrezione del Sunday Times
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
13:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tutti i passeggeri in arrivo nel Regno Unito potrebbero presto essere costretti a trascorrere un periodo di quarantena in appositi hotel, a loro spese: lo ha detto il ministro degli Esteri, Dominic Raab, confermando un’indiscrezione in questo senso riportata oggi dal Sunday Times.
Come è noto, da domani tutti i passeggeri in arrivo nel Paese dovranno mostrare un risultato negativo del test anti-Covid, oltre ad osservare un periodo di autoisolamento di 10 giorni.
Ma Londra vuole andare oltre, e secondo il giornale i ministri del Regno hanno già ordinato la messa a punto di piani per la creazione di questi hotel.
Il governo britannico ha “preso in esame tutte le possibilità”, ha detto Raab a Sky Tv commentando l’indiscrezione del domenicale, riporta il Guardian. Londra, scrive il Sunday Times, seguirebbe così l’esempio dell’Australia e della Nuova Zelanda. Gli hotel utilizzerebbero la tecnologie Gps e le videocamere dotate di software per il riconoscimento facciale in modo da assicurarsi che i loro ospiti non violino la quarantena.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nepalesi riescono nella prima scalata invernale del K2
Ma nella giornata di festa muore l’alpinista spagnolo Mingote
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
13:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Era l’ultima sfida nel mondo dell’alpinismo himalayano, la più difficile e la più ambita: salire il K2 nella stagione invernale. Per anni ci hanno provato spedizioni di mezzo mondo, russi in primis, ma alla fine l’ha spuntata un team di alpinisti nepalesi, quasi tutti di etnia sherpa, abituati all’alta quota e a muoversi in condizioni estreme.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un’impresa funestata però dalla morte, sulla seconda montagna più alta al mondo, di un alpinista spagnolo.
Alle 17 (ora del Pakistan) del 16 gennaio Nirmal Purja, celebre per aver scalato tutti i 14 Ottomila della terra in 189 giorni, e i suoi nove compagni di cordata hanno piantato la piccozza nella calotta sommitale della seconda montagna più alta del mondo e considerata la più difficile da conquistare. Era l’unica a non essere mai stata salita in inverno. Per il piccolo paese asiatico, stretto tra i colossi di Cina e India, è un grande successo di immagine.
Da ieri il K2 non sarà più solo ‘la montagna degli italiani’, dopo la prima salita nel 1954 di Achille Compagnoni e Lino Lacedelli, ma anche un po’ la montagna dei nepalesi. Il team vincente – formato anche da Gelje Sherpa, Mingma David, Mingma G, Sona, Mingma Tenzi, Pem Chhiri, Dawa Temba, Kili Pemba e Dawa Tenjing – in meno di un mese ha allestito i campi di alta quota e ha sfruttato la prima finestra di bel tempo per attaccare la vetta. Una strategia – coordinata al campo base da Chhang Dawa Sherpa – basata sulla velocità che è risultata vincente. Sono partiti nella notte dal campo 4, a 7.800 metri di quota, hanno superato i delicati passaggi del Collo di bottiglia e del traverso, hanno risalito il pendio finale fino agli 8.611 metri della cima. E sono arrivati sulla vetta tutti assieme.
“Questo è il traguardo più grande nella storia dell’alpinismo – spiega Chhang Dawa Sherpa – ed un buon esempio del lavoro di squadra. Grazie alla montagna per aver concesso questa scalata, ‘se la montagna ti lascia scalare, nessuno ti ferma’. È K2 ed è inverno, possono accadere ancora tante cose incerte, non si sa mai. Spero che ora tutti scendano in sicurezza”. Per il team nepalese è iniziata infatti una lunga e pericolosa discesa per rientrare al campo base.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una giornata di festa per il mondo dell’alta quota macchiata però da un grave incidente: durante la discesa tra campo 1 e il Campo base avanzato l’alpinista spagnolo Sergi Mingote è caduto riportando ferite letali. A soccorrerlo sono stati lo spagnolo Alex Gavan, l’italiana Tamara Lunger e altri due scalatori polacchi. Dal campo base è stato inviato un team medico. Tutti i tentativi di salvarlo si sono rivelati inutili. La salma sarà evacuata nelle prossime ore in elicottero.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: allarme ospedali in Gb, un ricovero ogni 30 secondi
Il direttore dell’Nhs: ‘Da Natale sono 15 mila i pazienti’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
14:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Gran Bretagna viene ricoverato un paziente covid “ogni 30 secondi”. Lo ha detto il direttore dell’Nhs (il servizio sanitario britannico), Sir Simon Stevens, all’Andrew Marr show della Bbc, mettendo in guardia dalla “pressione estrema” cui sono sottoposti gli ospedali del Regno Unito.

Da Natale, ha aggiunto, il numero dei pazienti ricoverati è arrivato a 15 mila, l’equivalente di 30 ospedali pieni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pakistan: evacuato corpo alpinista spagnolo morto sul K2
Salma di Mingote Moreno trasportata a Skardu dall’esercito
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISLAMABAD
17 gennaio 2021
14:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il corpo dell’alpinista spagnolo Sergio Mingote Moreno, deceduto ieri sul K2, è stato trasportato nella cittadina di Skardu dalle autorità pachistane.
Mingote Moreno è morto per le ferite riportate precipitando in un crepaccio durante il ritorno dal Campo 1 al Campo Base della seconda vetta del mondo, conquistata ieri nella prima invernale da un team di sherpa nepalesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La salma è stata portata via oggi a Skardu dall’esercito”, ha detto Karar Haideri presidente del Club alpino del Pakistan.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Laschet l’erede di Merkel, la Cdu resta al centro
Sconfitto il falco Merz. Ma la sfida per la cancelleria è aperta
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
14:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La svolta a destra dei conservatori tedeschi non c’è stata neppure stavolta, e a vincere è di nuovo la linea Merkel: la Cdu ha eletto Armin Laschet come suo nuovo presidente, scegliendo di restare nel solco tracciato negli ultimi 15 anni dalla cancelliera. “Vinceremo solo restando forti al centro”, ha detto il presidente del Nordreno-Vestfalia, al primo congresso digitale dei democristiani, in un discorso che ha conquistato i delegati, portando ad un risultato decisamente migliore del previsto.
Laschet ha fatto fuori il falco Friedrich Merz al ballottaggio con 521 voti contro 466 dopo il testa a testa registrato alla prima tornata, quando Merz aveva un vantaggio di soli 5 delegati (385 contro 380).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Anche il terzo candidato, il deputato Norbert Roettgen, l’outsider della competizione, è uscito di scena con onore grazie a 224 preferenze. Il partito però resta diviso e anche la sfida per la cancelleria è ancora aperta. Un segnale dell’inquietudine interna è arrivato praticamente subito: incassata sportivamente la sconfitta sul palco, l’avvocato finanziario Merz, riportato alle ambizioni politiche anche dall’amico Wolfgang Schaeuble, ha immediatamente chiesto un posto nel gabinetto di Angela Merkel come ministro dell’Economia. E lo ha postato su Twitter. A stretto giro, il rifiuto della Bundeskanzlerin, veicolato dal portavoce: “Nessun cambio al governo in programma”. Un film già visto due anni fa ad Amburgo, quando a vincere fu Annegrett Kramp-Karrenbauer. La cancelliera non fa sconti ai suoi rivali, ed è chiaro che riportare il partito all’unità non sarà facilissimo per Laschet dopo la seconda forte delusione di quanti hanno nostalgia di una Cdu più conservatrice. “Diciamolo a chiare lettere: molti hanno fiducia in Angela Merkel, più di quanto ce l’abbiano nella Cdu.
E adesso il partito deve recuperare questa fiducia”, ha avvertito Laschet. “Io non sono perfetto – ha convenuto in uno dei passaggi più suadenti del discorso – ma sono Armin Laschet, e di me potete fidarvi”. Dopo una faticosa campagna elettorale in cui ha arrancato nei sondaggi, il governatore della Vestfalia ha dato il tono giusto al suo intervento che, pur non ricchissimo di contenuti, evidentemente ha attecchito. In più di un momento ha citato il padre, un minatore: “Mi ha dato il suo marco portafortuna per oggi e mi ha detto ‘dì alla gente che può fidarsi di te’ “.
Laschet non ha però citato la partita per la cancelleria, diversamente dal suo avversario principale, che l’aveva esplicitamente rivendicata: “Non mi candido solo alla guida del partito, ma anche a quella del Paese. E con me non sarà facile”, aveva annunciato Merz. Il governatore è stato molto più cauto: “Ora mi impegnerò per fare in modo che sia l’Unione a designare il prossimo cancelliere”. Un cenno esplicito all’accordo da prendere a marzo con Markus Soeder, il potente leader della Csu bavarese, considerato uno dei papabili alla successione di Merkel. La sfida sarà però probabilmente a tre, come ha fatto capire anche oggi Jens Spahn, il giovane ministro della Salute, che ha ribadito: “La candidatura a cancelliere non è all’ordine del giorno”.
Spahn, che ha sostenuto Laschet rinunciando nei mesi scorsi ad affrontare le competizione di oggi, avrebbe sondato nelle scorse settimane gli umori del partito per capire se vi sia spazio per scendere in campo personalmente in seconda battuta. Insomma, se le sfide sul tavolo per il più grande partito popolare d’Europa sono enormi – la digitalizzazione, il cambiamento climatico e la crisi demografica, nell’elenco fatto ieri dalla cancelliera – non sono piccoli gli ostacoli per una pacificazione interna della Cdu. Il nuovo presidente dovrà rimettere insieme le anime del partito e tener testa a due sfidanti forti, tanto popolari quanto pieni di sé.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: sparatoria stamattina a Phoenix, diversi feriti
La polizia interviene dopo una segnalazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
15:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Diverse persone sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta a Phoenix. Lo riferisce Abc Arizona.

Secondo quanto si apprende, la sparatoria sarebbe avvenuta alle 5 di stamane quando la polizia è intervenuta in una zona dopo una segnalazione. Sul posto gli agenti hanno soccorso diverse persone ferite subito trasportate nell’ospedale locale, secondo quanto riferiscono i funzionari del Dipartimento dei Vigili del fuoco di Phoenix. Al momento non si hanno altri dettagli, mentre la polizia indaga sulla dinamica della sparatoria.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al Cairo udienza su rinnovo detenzione Zaki, esito incerto
Quattro diplomatici assistono: Patrick è ‘in buono stato’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
17 gennaio 2021
15:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si è tenuta al Cairo l’udienza sul rinnovo della custodia cautelare per Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna in carcere in Egitto da quasi un anno con l’accusa di propaganda sovversiva su internet. Lo si è appreso nella capitale egiziana dove si precisa che – come la volta precedente a dicembre – per ora non vi sono indicazioni sull’esito dell’udienza, ossia se la carcerazione verrà rinnovata di altri 45 giorni o se verrà ordinata una scarcerazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
All’udienza ha assistito, come ad altre precedenti, un funzionario dell’ambasciata italiana al Cairo insieme ad altri diplomatici, oggi delle ambasciate francese, olandese e canadese. Lo si è appreso al Cairo, dove Patrick è detenuto nel carcere di Tora. I quattro diplomatici hanno potuto vedere Patrick Zaki e salutarlo, trovandolo in “buono stato”, si è appreso nella capitale egiziana. Lo studente ha ringraziato più volte i diplomatici presenti per il sostegno che viene dall’Ue e dai loro Paesi.
I funzionari si sono recati al tribunale su iniziativa italiana, nell’ambito del meccanismo di monitoraggio processuale dell’Unione Europea. Il caso Zaki è al momento l’unico attivamente monitorato da un gruppo di Paesi, e ciò sempre per iniziativa dell’ambasciata italiana al Cairo, mentre il meccanismo di monitoraggio nel suo complesso rimane momentaneamente sospeso a causa del Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: crolla la popolarità Trump, mai così bassa da 4 anni
Sondaggio del Pew Research Center dopo l’assalto al Congresso
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
17 gennaio 2021
15:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Donald Trump lascerà l’incarico mercoledì 20 gennaio con il più basso indice di gradimento della sua presidenza: il 29%, secondo l’ultimo sondaggio del Pew Research Center. Nei quattro anni alla Casa Bianca l’indice si è sempre attestato tra il 35% e il 45%.

Il crollo finale nella popolarità di Trump è dovuto ai fatti del 6 gennaio, con l’assalto dei suoi sostenitori al palazzo del Congresso. Secondo un altro sondaggio di Ssrs condotto per la Cnn, il 54% degli americani afferma che Trump dovrebbe essere rimosso dal suo incarico prima della fine del mandato il 20 gennaio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nucleare: Zarif, l’accordo è vivo grazie all’Iran
Ministro risponde a dichiarazione Parigi-Berlino-Londra
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEHERAN
17 gennaio 2021
15:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’accordo sul nucleare del 2015 (Jcpoa) è vivo solo grazie all’Iran e non ai leader” di Francia, Germania e Regno Unito. Lo ha twittato il ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif, in risposta ad una dichiarazione rilasciata il giorno prima da Parigi-Berlino-Londra in cui si esorta fortemente Teheran a sospendere la sua attività nucleare e a tornare all’accordo per preservarla.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“I 3 leader, che fanno affidamento all’Ufficio Usa per il controllo dei beni esteri per adempiere ai loro obblighi ai sensi dell’accordo nucleare del 2015, non hanno fatto nulla per mantenere l’intesa”, continua Zarif.
“Ricordate l’iniziativa nata morta del presidente francese Emmanuel Macron o il mancato pagamento del debito ordinato dal tribunale da parte del Regno Unito?”, ha chiesto il ministro.
In un altro messaggio su twitter, Zarif si è rivolto al ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian – che ieri ha accusato l’Iran di destabilizzare i suoi vicini nella regione – e ha detto: “Caro collega: hai mandato in frantumi la tua carriera con le armi vendute ai criminali di guerra sauditi.
Evita assurde sciocchezze sull’Iran. Tu stai destabilizzando la nostra regione. Smettila di proteggere i criminali che usano le tue armi per massacrare i bambini nello Yemen”, ha sottolineato Zarif.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Principe William, orgoglioso miei nonni si siano vaccinati
Videochiamata con il personale impegnato nel programma
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
15:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“I miei nonni si sono vaccinati e sono molto orgoglioso che lo abbiano fatto”. Lo ha detto il principe William in una videochiamata con il personale sanitario impegnato in prima linea con il programma di vaccinazioni in corso nel Regno Unito.

Il duca di Cambridge ha elogiato il personale del Servizio sanitario nazionale e ha definito il programma “straordinario”.
“Voglio congratularmi con lo staff coinvolto nel programma perché sembra straordinario”, ha detto mentre il personale ha scherzato sul fatto di “sognare” vaccini giorno e notte, lavorando 7 giorni su 7.
Nell’esprimere orgoglio per i nonni, il duca ha poi detto che “è importante che ci si vaccini quando viene chiesto”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Polizia sgombera sostenitori Navalny e media all’aeroporto
Si sente la gente gridare ‘fascisti’
w
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
17 gennaio 2021
18:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia in assetto anti-sommossa è entrata dentro l’aeroporto di Vnukovo per sgomberare giornalisti e sostenitori di Alexey Navalny. Lo riferisce l’emittente indipendente Dozhd la quale aggiunge che si sente la gente gridare “fascisti”.
La polizia ha già fermato Lyubov Sobol, Ruslan Shaveddinov e Konstantin Kotov, colleghi di Navalny, mentre erano in attesa dell’arrivo del suo volo da Berlino.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India, 224 mila vaccinati nei primi due giorni
Circa 450 hanno avuto effetti collaterali, tre i ricoverati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NUOVA DELHI
17 gennaio 2021
18:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
224 mila persone sono state vaccinate nei primi due giorni della campagna di massa anti Covid avviata ieri dal governo indiano: lo ha annunciato in una conferenza stampa il sottosegretario alla Salute Manohar Agnani.
Ieri il premier Modi aveva detto in un discorso alla nazione che nelle prime 48 ore ci sarebbero stati 300mila vaccinati.

Il ministero ha informato che in 447 persone sono stati riscontrati effetti collaterali di leggera gravità, come nausea, qualche linea di febbre, mal di testa. Tre persone sono state ricoverate, ma dopo poche ore sono state dimesse.
Prima della vaccinazione si deve firmare un modulo in cui si dà il consenso e si dichiara di essere stato informato dei possibili effetti collaterali del trattamento. La campagna proseguirà nei 3.351 punti di somministrazione in tutto il Paese, che saranno aperti quattro giorni la settimana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Michel, favorevole al passaporto vaccinale in Ue
Per tornare a viaggiare. ‘Affronteremo tema coi leader giovedì’
e
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
18:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio Ue Charles Michel è favorevole all’introduzione di una sorta di ‘passaporto vaccinale’ per tornare a viaggiare liberamente. “E’ un dibattito molto pertinente e lo inizieremo la prossima settimana”, al Consiglio europeo del 21 gennaio.
“E’ un tema delicato in molti Paesi ma va affrontato”, ha aggiunto. “Penso che anche fuori dall’Ue ci stiano pensando”, ha aggiunto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Atterrato a Mosca Sheremetyevo l’aereo di Navalny
Sulla navetta con la moglie verso il terminal
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
17 gennaio 2021
19:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’aereo con a bordo Alexey Navalny e la moglie è atterrato allo scalo moscovita di Sheremetyevo, invece che quello di Vnukovo. Il servizio Flightradar24 ha riferito su Twitter che la fase di atterraggio del volo è stata attivamente seguita da circa 500mila utenti.
Navalny e la moglie sono sbarcati dall’aereo e sono sul bus navetta che porta i passeggeri al terminal.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia, da domani vaccino aperto a tutti gli over 75
Possibile prenotare anche per soggetti vulnerabili di ogni età
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
17 gennaio 2021
19:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono 6 milioni i francesi che si aggiungeranno da domani agli oltre 500.000 che fino ad oggi sono stati vaccinati contro il Covid-19: si tratta delle persone over 75 che non vivono nelle case di riposo (5 milioni) e 800.000 con patologie “ad alto rischio”, come le insufficienze renali croniche e vari tipi di cancro.
Dopo il primo weekend di coprifuoco anticipato alle 18 per tutto il territorio e dopo aver toccato ieri quota 70.000 vittime della pandemia, la Francia passa alla velocità superiore nella somministrazione del vaccino, con la possibilità di telefonare e prenotare per farsi inoculare il farmaco che garantisce immunità negli 833 centri predisposti.

La piattaforma on line per le prenotazioni mostra oggi il tutto esaurito quasi ovunque. Giovedì, il primo giorno per prenotarsi, si sono precipitati in un milione per avere l’appuntamento. Molti di loro sono stati invitati a riprovare nei prossimi giorni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny a Mosca, ‘non ho paura, questa è casa mia’
‘Non abbiatene nemmeno voi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
17 gennaio 2021
19:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Io sono qui e vi posso assicurare di essere felice, questa è casa mia. Tutti mi chiedono: hai paura? No, non ho paura.
Passo la dogana con animo tranquillo, poi andrò a casa perché so che ho ragione ed esorto anche voi a non avere paura”. Lo ha detto Alexey Navalny parlando ai giornalisti all’interno del terminal D dell’aeroporto di Sheremetyevo, dopo essere sceso dal bus navetta, in una specie di conferenza stampa improvvisata. Navalny si è poi diretto al controllo passaporti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tunisia: ancora scontri giovani-polizia in varie città
Ieri una serata di disordini e saccheggi, 242 arresti
e
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
17 gennaio 2021
19:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono ripresi con il calare della sera, malgrado il lockdown, in molte città della Tunisia, disordini e scontri tra gruppi di giovani e forze di sicurezza.
Cité Ettadhamen, Mnihla, al Intilaka, sobborghi popolari della capitale ma anche Sbeitla, Beja, Kasserine, Jelma, Menzel Bouzalfa, Sousse, Gafsa, Biserta, Sidi Bouzid, le località finora interessate in cui le forze dell’ordine hanno dovuto usare gas lacrimogeni per disperdere gli “agitatori”.

La polizia ha schierato rinforzi in molte città per impedire a questi gruppi di facinorosi di danneggiare edifici pubblici e proprietà private. La notte scorsa le autorità tunisine hanno arrestato 242 giovani, in gran parte minori, con l’accusa di atti vandalici.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alexey Navalny fermato all’aeroporto di Mosca
L’avvocato non ha potuto seguirlo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
17 gennaio 2021
19:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alexey Navalny è stato fermato dalla polizia dopo essere atterrato a Mosca. Gli agenti gli hanno chiesto di seguirlo al controllo passaporti.
La moglie lo ha baciato in segno di saluto. L’avvocato non ha potuto seguirlo.
La testata Current Time ha trasmesso il tutto in diretta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Uganda:Bobi Wine impugnerà voto in tribunale ma chiede calma
Candidato sconfitto invita sostenitori a astenersi da violenze
e
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
19:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Uganda il candidato presidenziale dell’opposizione Bobi Wine, sconfitto nelle elezioni dall’inamovibile presidente Yoweri Museveni, ha annunciato che impugnerà legalmente il risultato elettorale, che non giudica valido, e invita i suoi sostenitori ad astenersi da ogni violenza.
L’annuncio – scrive Al Jazeera – è stato fatto sull’account di Facebook della National Unity Platform (Nup), il partito d’opposizione di cui è deputato l’ex cantante 38enne, che oggi ha detto alla Bbc di essere chiuso in casa, circondato dalle forze di sicurezza di Museveni, e di temere per la vita sua e di sua moglie.

“Mi assumo questa dolorosa ma inevitabile decisione da leader, invitandovi a desistere da ogni forma di violenza mentre ci prepariamo a contestare il risultato elettorale e i suoi lampanti difetti nelle corti di giustizia per la nostra vittoria a lungo termine e per l’Uganda”, ha scritto Wine rivolto ai suoi sostenitori.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Musica: morto produttore rock Phil Spector
Tmz,per complicanze causate da Covid. Scontava pena per omicidio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
17 gennaio 2021
17:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Phil Spector, uno dei più famosi produttori della storia della musica rock, è morto per complicanze legate al Covid: lo riferisce il sito Tmz, citando fonti informate. Spector, che aveva 80 anni, stava scontando una condanna che prevedeva da un minimo di 19 anni fino all’ergastolo per l’assassinio di Lara Clarkson.
Produsse il suo primo successo quando era ancora al liceo, ‘To Know Him is to Love Him’, e legò il suo nome a brani classici come ‘Be my baby’, ‘Unchained melody’, fino a partecipare alla produzione di ‘Let it Be’ dei Beatles.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Divi rock vendono musica, Fleetwood dopo Dylan
Boom legato a pandemia, tra successo streaming e stop concerti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
17 gennaio 2021
17:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Seguendo l’esempio di Bob Dylan e Neil Young, uno dei fondatori dei Fleetwood Mac, Mick Fleetwood, ha venduto la sua quota delle registrazioni della band al gigante musicale Bmg. L’accordo copre i diritti su album classici come “Rumours”, “Tango In The Night” e “Tusk” per un totale di circa 300 canzoni e “18 ore di batteria”, ha annunciato la divisione musicale del colosso dei media tedesco Bertelsmann.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pochi giorni fa il single del 1977 dei Fleetwood Mac “Dreams” aveva mandato in fibrillazione TikTok raccogliendo 2,9 milioni di visioni seguite da una valanga di vendite in streaming mentre nel 2020 la collezione di greatest hits “50 Years – Don’t Stop” e’ entrata tra gli album top ten dell’anno nel Regno Unito. L’intesa tra Bmg e Fleetwood si differenzia da quelli raggiunti da Dylan e Young: i due musicisti si sono limitati a vendere rispettivamente a Universal Music e al britannico Hipgnosis Songs Fund materiale dal loro catalogo musicale, non i diritti sulle vere e proprie registrazioni. A Mick Fleetwood Bmg ha pagato invece una somma una tantum in cambio dei futuri proventi derivati dalla distribuzione della sua musica compresi i “master tapes” creati in studio negli ultimi 50 anni.
Il boom di servizi in streaming come Spotify nei mesi della pandemia e’ dietro il boom delle vendite dei cataloghi musicali generano introiti ogni volta che vengono suonate sulla radio, internet o usati in film, show televisivi o programmi di fitness online come Peloton. Ma e’ anche in gioco il lockdown che ha bloccato concerti e tournee per non parlare del “fattore eta'”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.