Tecnologia tutte le notizie in tempo reale! CONDIVIDI LEGGI INFORMATI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 7 minuti

Ultimo aggiornamento 23 Febbraio, 2021, 08:43:03 di Maurizio Barra

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:52 DI LUNEDì 22 FEBBRAIO 2021

ALLE 08:43 DI MARTEDì 23 FEBBRAIO 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Editori Ue e Microsoft insieme, big tech paghino notizie
Al lavoro su meccanismo in stile Australia per uso contenuti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 febbraio 2021
13:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli editori europei si uniscono a Microsoft e chiedono l’introduzione anche in Europa di un meccanismo in ‘stile Australia’ per costringere le Big Tech a pagare i contenuti delle notizie condivise sulle loro piattaforme.
Dopo che l’Australia ha aperto la via nei giorni scorsi presentando una legge sul tema, le associazioni degli editori europei (Emma, Enpa, Epc, Nme) e l’azienda informatica fondata da Bill Gates hanno concordato oggi di lavorare insieme a una soluzione per garantire all’industria editoriale una remunerazione equa dei contenuti delle notizie che i giganti del web utilizzano sulle loro piattaforme accrescendo il proprio traffico e gli introiti pubblicitari.
Il meccanismo di arbitrato europeo dovrebbe “considerare il modello stabilito dalla legge australiana, che consente a un collegio arbitrale di stabilire un prezzo equo” per l’uso dei contenuti “sulla base di una valutazione dei benefici derivati ;;da ciascuna parte”, nonché “i costi di produzione del contenuto e qualsiasi onere indebito” che imporrebbe un ulteriore costo, si legge in una nota degli editori.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Dipartimento New York, Facebook non deve raccogliere dati su salute
Le conclusionii di una indagine iniziata nel 2019
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:43
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook deve prendere misure più stringenti per evitare di raccogliere dati sensibili dalle app di terze parti legate alla salute, come quelle per le diete o che monitorano la gravidanza. Lo afferma il Department of Financial Services dello stato di New York, al termine di un’indagine iniziata nel 2019 a seguito di un’inchiesta del Wall Street Journal che aveva denunciato la pratica.
Secondo il rapporto finale dell’indagine, le app hanno condiviso dati come diagnosi, pressione sanguigna e persino periodi fertili con il social, che li ha raccolti attraverso il proprio Software Development kit, una applicazione condivisa gratuitamente con gli sviluppatori.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
A seguito dell’indagine, il social ha sviluppato un sistema di screening che individua e blocca le informazioni sensibili e ha annunciato l’avvio di procedure per rendere più chiaro agli sviluppatori l’obbligo di prevenire la trasmissione di dati sensibili.
Queste misure sono “un importante primo passo”, spiega Linda Lacewell, a capo dell’indagine, alla Abc, ma devono essere accompagnate da altri provvedimenti. “Facebook ha dato istruzioni a sviluppatori di app e siti di non condividere informazioni personali mediche, finanziarie e di altra natura – spiega -. Continuando a fare affare con chi ha violato le norme, il social si è messo nelle condizioni di approfittare di dati sensibili che non avrebbe dovuto avere. I consumatori meritano di meglio”.   TECNOLOGIA   MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple cerca ingegneri per lavorare sul 6G
Bloomberg, pubblica annunci di lavoro ad hoc
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:44
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple si porta avanti e cerca ingegneri per lavorare sulla tecnologia 6G che dovrebbe essere in pista tra una decina d’anni. A rivelarlo alcuni annunci di lavoro individuati da Bloomberg.
Le posizioni aperte riguardano quelle presso gli uffici di Apple nella Silicon Valley e a San Diego, dove Cupertino lavora allo sviluppo delle tecnologie wireless e alla progettazione di chip modem. Apple ha adottato la connettività 5G l’anno scorso nei suoi iPhone.
Alla fine del 2020, la multinazionale ha aderito ad un’alleanza di aziende che lavorano su standard per 6G e altre tecnologie cellulari di nuova generazione. Standard e tempistiche per il 6G non sono definite esattamente e dovrebbero consentire velocità di trasmissione dati 100 volte maggiori rispetto al 5G.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Unesco e Huawei per una transizione tecnologica sostenibile
Chen al MWC di Shangai: “credere nel potere della tecnologia”
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:49
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
I ministri di vari Paesi si sono riuniti al forum ‘Connected for Shared Prosperity’, organizzato da Huawei, GSMA, il Center for Environmental Economic Studies dell’Università di Fudan e The Paper, con il sostegno dell’Unesco. Parte del più ampio programma del MWC Shanghai 2021, l’incontro ha riunito rappresentanti internazionali con l’obiettivo di condividere una serie di operazioni per rendere la transizione tecnologia maggiormente sostenibile.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha ricordato Stefania Giannini, vicedirettore generale per l’istruzione dell’Unesco, aggiungendo che le tecnologie digitali sono diventate il fondamento dello sviluppo sostenibile e andranno sempre più a vantaggio delle persone sotto molteplici aspetti.
Tra questi, il supporto alla continuità educativa, in tempi in cui la partecipazione scolastica ha vissuto una serie di blocchi nel contrasto della pandemia. Il forum ha osservato come, nel raggiungimento del progresso, non è possibile più tralasciare il tema ambientale, come peraltro indicato dalle 17 azioni inserite nel programma sostenibile delle Nazioni Unite, che mira al 2030 come l’anno entro cui i Paesi si impegnano a realizzare un’agenda di sostenibilità globale.
“Ci siamo riuniti per discutere i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Personalmente, penso che la tecnologia sia fondamentale per il raggiungimento di questi obiettivi e, insieme, dobbiamo fare due cose per liberare appieno il suo potere nel guidare lo sviluppo sostenibile – ha spiegato Catherine Chen, Vice Presidente di Huawei – La prima sfida è raggiungere una parità di visione sul fatto che la tecnologia è motore irrinunciabile per il progresso umano. La seconda è intraprendere un’azione risoluta per far si che l’innovazione crei davvero valore per tutti. Bisogna credere al potere della tecnologia”.
Nel 2020 Huawei ha riciclato oltre 4.500 tonnellate di rifiuti elettronici attraverso molteplici iniziative, tra cui l’eliminazione di plastica nell’assemblaggio dei suoi smartphone (1,8 milioni di sacchetti risparmiati per 10 milioni di telefoni) e una riduzione di 148 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 in più di 60 regioni. La compagnia ha anche contribuito a costruire la più grande centrale fotovoltaica agricola del mondo e una centrale fotovoltaica per la pesca, rispettivamente a Ningxia e Shandong, contribuendo in modo significativo agli sforzi di protezione ambientale locale.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Huawei, più connettività per una prosperità condivisa
Al Mwc Shangai, 5G e nuove tecnologie per ridurre l’impatto ambientale
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:52
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Ridurre l’impatto dell’innovazione sul mondo, senza rinunciare al progresso. E’ uno dei punti toccati da Catherine Chen, Vice Presidente di Huawei, durante il Mobile World Congress 2021 in corso a Shangai.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“Mentre il mondo affronta la pandemia e si avvia alla ripresa – ha spiegato – c’è un rinnovato interesse intorno ad una crescita verde e inclusiva. Le tecnologie digitali possono, e devono, giocare un ruolo fondamentale nello spianare la strada alle ambizioni di emissioni zero”.
Huawei ha ospitato il dibattito, ‘Connected for Shared Prosperity’, nel quale sono intervenuti, tra gli altri, Siddhartha Chatterjee, Coordinatore delle Nazioni Unite in Cina, che ha parlato anche di 5G. “La tecnologia può aiutarci a ricostruire più velocemente e, cosa più importante – ha osservato – ad accelerare la trasformazione verso un futuro migliore. Però c’è bisogno di una governance condivisa: le sfide globali richiedono una risposta globale”. L’europarlamentare Frances Fitzgerald ha poi osservato che, con il lancio delle reti 5G, il mondo è sulla soglia di una rivoluzione concreta: “Ha il potenziale per portare un impatto positivo sulla vita delle persone in tanti settori, come la salute, l’istruzione e la produzione alimentare”.
L’educazione è un tema che torna poi nelle parole di Catherine Chen: “Garantire un’istruzione di qualità deve essere un’operazione permanente ed è parte degli obiettivi delle Nazioni Unite a breve termine”. Il colosso cinese ha in piedi i programmi, partiti a fine 2020, della serie TECH4ALL Connecting Schools e DigiTruck, portati in più di 200 scuole, a beneficio di oltre 60.000 insegnanti e studenti. E sta collaborando con l’Unesco ad un programma triennale di Open Schools in Egitto, Etiopia e Ghana per migliorare le competenze digitali.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Bitcoin: Yellen, strumento molto speculativo, è inefficiente
Usato spesso per transazioni illecite
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 febbraio 2021
16:29
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Bitcoin è inefficiente ed è spesso usato per finanziamenti e transazioni illecite. Lo afferma il segretario al Tesoro americano, Janet Yellen, sottolineando che il Bitcoin è uno strumento “molto speculativo”.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nasa pubblica primo video atterraggio rover su Marte
Immagini spettacolari ma non è stato registrato alcun rumore
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
22 febbraio 2021
22:09
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La Nasa ha pubblicato un video spettacolare dell’atterraggio del suo rover Perseverance, il primo del genere, dopo l’arrivo della missione su Marte. La clip, lunga poco più di tre minuti, svela le immagini di più telecamere situate in differenti posizioni, dopo l’entrata della sonda nell’atmosfera del pianeta rosso: una mostra il dispiegamento del paracadute supersonico, un’altra – sotto la sonda – il suolo di Marte che si avvicina e altre due il rover che tocca terra, appeso a tre cavi.
Durante la vertiginosa discesa non è stato tuttavia registrato alcun suono:

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Australia: accordo su legge media, Fb ripristina notizie
Compromesso tra Governo e social network su compensi a siti
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
23 febbraio 2021
06:40
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ha annunciato oggi la revoca “nei prossimi giorni” del blocco ai contenuti di attualità in Australia, avendo il Governo di Canberra accettato di modificare la legge volta a costringere i giganti della tecnologia a pagare i media per la ripresa delle loro notizie.
Il ministro delle Finanze australiano Josh Frydenberg e l’amministratore delegato di Facebook Australia, Will Easton, hanno dichiarato di aver trovato un compromesso su uno dei punti chiave di questo testo a cui i giganti statunitensi del settore sono ferocemente contrari
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
L’accordo è stato raggiunto dopo che il governo australiano ha concordato emendamenti dell’ultim’ora alle norme. Frydenberg e il collega delle Comunicazioni, Paul Fletcher, hanno confermato oggi le modifiche concordate, aprendo la strada all’approvazione della legge entro la settimana. “Questi emendamenti forniranno maggiore chiarezza sulla maniera in cui opererà il codice di condotta, rafforzando la struttura per assicurare che la produzione di news sia remunerata equamente.
Il codice di condotta prevede tuttora trattative tra le piattaforme come Facebook e Google, e le compagnie australiane dei media, per concordare il pagamento stesso”, dichiarano in due ministri in un comunicato congiunto. Il vicepresidente di ‘global news partnership’ di Facebook, Campbell Brown, ha confermato che la compagnia riprenderà il servizio di news “nei prossimi giorni”. “Dopo ulteriori discussioni con il governo australiano, abbiamo concordato una soluzione che ci permetterà di sostenere gli editori che noi scegliamo, inclusi quelli minori e locali”, ha detto. “Il governo ha chiarito che noi potremo mantenere la capacità di decidere quali notizie compaiono di Facebook, quindi non saremo automaticamente soggetti a negoziati obbligatori”. Intanto Google ha risolto la sua posizione davanti alle nuove norme con accordi separati, ciascuno per decine di migliaia di dollari l’anno, con i diversi gruppi editoriali operanti in Australia.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.