MONDO TUTTE LE NOTIZIE TUTTI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI DELLE NEWS DA TUTTO IL MONDO SEMPRE COSTANTEMENTE MONITORATE, AFFIDABILI, DETTAGLIATE, APPROFONDITE: LEGGI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 66 minuti

Ultimo aggiornamento 8 Maggio, 2021, 20:47:05 di Maurizio Barra

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:12 DI VENERDÌ 07 MAGGIO 2021

ALLE 20:47 DI SABATO 08 MAGGIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Libia: comandante Aliseo telefona al figlio, ‘sto bene’
Peschereccio in rotta verso Mazara dopo assalto militari libici
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
07 maggio 2021
01:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sto bene, non preoccuparti”. Una telefonata di pochi minuti per rassicurare il figlio e confermare che presto sarà a Mazara del Vallo con tutto il suo equipaggio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È arrivata a tarda notte la telefonata che il giovane armatore Alessandro Giacalone aspettava da ore. Solo dopo le 23 ha avuto la possibilità di sentire suo padre Giuseppe, il comandante del peschereccio Aliseo rimasto ferito al braccio e alla testa ieri per i colpi d’arma da fuoco sparati da una motovedetta della Guardia Costiera libica. “Sono stati pochissimi minuti trascorsi al telefono satellitare di bordo, durante i quali, dalla voce di mio papà, ho potuto constatare che stava bene e che era rimasto ferito solo lievemente”, dice il figlio.
A soccorrerlo a bordo sono saliti i medici militari della fregata Libeccio della Marina Militare. “Mio papà mi ha riferito che i colpi d’arma da fuoco sono stati sparati ad altezza d’uomo – spiega Alessandro Giacalone – e la prova è il fatto che alcuni vetri della cabina di comando sono andati in frantumi. I cocci lo hanno colpito alla testa, mentre un proiettile lo ha ferito di striscio a un braccio”.
L’Aliseo in queste ore sta facendo rotta verso il porto di Mazara del Vallo dove dovrebbe arrivare all’alba di domani.
A bordo i sette uomini d’equipaggio, compreso il comandante: cinque sono italiani, due tunisini. Il motopesca era uscito venti giorni fa per una lunga battuta di pesca del gambero rosso. La zona dove ieri è avvenuto l’abbordaggio da parte della motovedetta libica è particolarmente pescosa, battuta dai pescherecci della marineria mazarese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Voto Gb: Tory strappa seggio Labour, 1/o colpo per Johnson
Spoglio amministrative solo all’inizio, attesa per la Scozia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
07 maggio 2021
07:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Primo colpo a favore di Boris Johnson nella tornata elettorale locale di ieri nel Regno Unito, la più ampia mai svolta elezioni politiche generali escluse. Il suo Partito Conservatore ha infatti strappato dopo 57 anni il collegio di Hartlepool (nell’ex ‘muro rosso’ del nord Inghilterra) al Labour, che ha appena riconosciuto la batosta, eleggendo deputata Jill Mortimer alla Camera dei Comuni nell’unico voto suppletivo nazionale.
Quanto alle amministrative, assegnati finora seggi in una dozzina di consigli locali inglesi su 143, mentre s’attende entro domani l’esito del cruciale voto di Scozia e Galles e per il sindaco di Londra.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coppia bloccata in India: legale, atterrano domani a Pisa
Ieri sera gli ultimi ok: volo sanitario parte oggi da Norimberga
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
07 maggio 2021
10:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Atterrerà domani, sabato 8 maggio, all’aeroporto di Pisa alle ore 20.45 il volo sanitario organizzato per riportare in Italia la coppia di Campi Bisenzio (Firenze) bloccata da oltre una settimana a New Delhi insieme alla bambina adottata in India perchè la donna, Simonetta Filippini, è risultata positiva al tampone di controllo per rientrare in Italia. A spiegarlo è l’avvocata Elena Rondelli che assiste da Prato la famiglia e che ha ricevuto ieri sera il piano volo e l’ultima autorizzazione necessaria da parte del ministero della Salute italiano per fare entrare la signora in Italia, nonostante sia ancora positiva. Il volo, secondo quanto spiegato, partirà oggi da Norimberga con destinazione New Delhi, farà una pausa di 12 ore obbligatoria per i piloti e poi ripartirà con a bordo la famiglia con destinazione Pisa. Simonetta sarà poi trasferita all’ospedale fiorentino di Careggi.
“Ieri sera ho ottenuto tutti gli ok – dice l’avvocata – c’è stata grande collaborazione: il console che è stato sempre presente mandandomi anche i preventivi delle compagnie aeree, la Regione Toscana che ha subito organizzato l’accoglienza a Careggi e il ministero della Salute che ha autorizzato il rimpatrio”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A bordo del volo ci saranno un medico e un paramedico, che sono già in contatto con il personale sanitario dell’ospedale di New Delhi per avere aggiornamenti sullo stato di salute della signora. “Simonetta ha la broncopolmonite bilaterale, ma non ha l’ossigeno – spiega ancora il legale – era importante portarla a casa prima di un eventuale aggravamento. Mi hanno spiegato che se ci fossero problemi durante il volo, l’aereo può scendere di quota per una questione di ossigenazione”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Germania, domata la terza ondata
Ministro salute, nuovi contagi in costante calo da una settimana. In Gb sale l’allarme per la variante indiana. In India 414 mila nuovi contagi in 24 ore
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
13:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La GERMANIA sembra aver fermato una aggressiva ondata di infezioni da coronavirus spinta dalla cosiddetta variante inglese, ha detto oggi il ministro della Salute tedesco, Jens Spahn, dopo un costante calo dei nuovi casi nell’ultima settimana. “La terza ondata sembra essere infranta”, ha detto Spahn in una conferenza stampa, quando la camera alta del Bundesrat ha accettato di ammorbidire le misure anti-Covid, comprese le restrizioni sui contatti sociali per le persone vaccinate. Anche il Bundesrat tedesco ha approvato l’ammorbidimento delle misure anticovid per i vaccinati e i guariti, e dunque già dal weekend sarà in vigore l’equiparazione di chi è coperto con due dosi di vaccino a chi presenta un test negativo.
In FRANCIA il ministro della Salute, Olivier Véran, ha annunciato un nuovo record sul fronte della vaccinazione contro il Covid-19, con 600.000 dosi iniettate in un solo giorno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Un nuovo limite è stato superato – ha scritto Véran in un tweet – con oltre 600.000 vaccinazioni realizzate in 24 ore in Francia. Di nuovo, grazie a tutti quelli che, giorno dopo giorno, proteggono i nostri cittadini. Continuiamo!”. Fino a ieri, il numero dei francesi che hanno ricevuto una dose era di 16.791.193, mentre sono stati 7.554.787 a ricevere le due dosi necessarie. Oltre un francese adulto su 4 è vaccinato.
Sale nel REGNO UNITO l’allarme per la variante indiana del Covid, individuata inizialmente nel Paese asiatico dove è ora considerata alla radice di un’ondata micidiale di contagi e decessi. Lo riporta la Bbc citando fonti ufficiose del sistema sanitario britannico secondo le quali questa mutazione doppia – indicata con il codice B.1.617.2 e ritenuta più aggressiva di quella originaria, nonché potenzialmente più resistente ai vaccini – va ormai classificata non non più solo motivo “di attenzione”, come finora, bensì “di allerta”, come già accade nell’ambito delle misure prese per contenere le varianti ‘brasiliana’ e ‘sudafricana’. In cifra assoluta, la sua diffusione nel Regno resta limitata. Ma stando alla Bbc, i casi censiti sono passati da 202 indicati una decina di giorni fa a circa 500, con minacce specifiche di focolai concentrati in alcune aree di Londra e di altre zone dell’Inghilterra. Al momento si sta indagando per capire se l’origine sia da ricondurre all’afflusso di viaggiatori – tradizionalmente rilevante fra India e Gran Bretagna – e a qualche arrivo sfuggito ai controlli precauzionali prima del divieto totale temporaneo dei viaggi dai gigante del Subcontinente: imposto dal governo di Boris Johnson dalla seconda metà di aprile con l’inserimento del Paese fra quelli della ‘lista rossa’ a più elevato rischio d’importazione di varianti.
L’INDIA ha registrato nelle ultime 24 ore 414.188 nuovi casi di positività al Covid e 3.915 decessi. Lo riporta una nota del ministero alla Salute Le infezioni si concentrano in dieci stati Maharashtra, Uttar Pradesh, Delhi, Karnataka, Kerala, Bihar, West Bengal, Tamil Nadu, Andhra Pradesh e Rajasthan che vedono il 71,81% dei nuovi positivi. Il dato più preoccupante è quello del Maharashtra, con il più alto numero giornaliero di nuovi positivi:62,194; seguono il Karnataka, con 49.058 e il Kerala con 42.464. Ieri sono stati vaccinati 2milioni 370mila indiani, facendo così salire il totale dei vaccinata a 160 milioni 490mila.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spahn, in Germania la terza ondata di Covid si è infranta
Dal fine settimana vaccinati e negativi sono equiparati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
07 maggio 2021
11:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Germania sembra aver fermato una aggressiva ondata di infezioni da coronavirus spinta dalla cosiddetta variante inglese, ha detto oggi il ministro della Salute tedesco, Jens Spahn, dopo un costante calo dei nuovi casi nell’ultima settimana.
“La terza ondata sembra essere infranta”, ha spiegato Spahn in una conferenza stampa, quando la camera alta del Bundesrat, come aveva fatto ieri il Bundestag, ha approvato l’ammorbidimento delle misure anti-Covid per i vaccinati e i guariti: già dal weekend sarà in vigore l’equiparazione di chi è coperto con due dosi di vaccino a chi presenta un test negativo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India: 414 mila nuovi contagi in 24 h, quasi 4 mila i morti
Totale della popolazione vaccinata supera i 160 milioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
07 maggio 2021
11:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’India ha registrato nelle ultime 24 ore 414.188 nuovi casi di positività al Covid e 3.915 decessi. Lo riporta una nota del ministero alla Salute Le infezioni si concentrano in dieci stati Maharashtra, Uttar Pradesh, Delhi, Karnataka, Kerala, Bihar, West Bengal, Tamil Nadu, Andhra Pradesh e Rajasthan che vedono il 71,81% dei nuovi positivi.
Il dato più preoccupante è quello del Maharashtra, con il più alto numero giornaliero di nuovi positivi:62,194; seguono il Karnataka, con 49.058 e il Kerala con 42.464. Ieri sono stati vaccinati 2milioni 370mila indiani, facendo così salire il totale dei vaccinata a 160 milioni 490mila.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giappone, esteso lo stato d’emergenza a 80 giorni dai Giochi
Il premier Suga annuncia il prolungamento fino al 31 maggio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
07 maggio 2021
11:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Giappone ha esteso lo stato di emergenza dettato dalla pandemia da Covid-19, a meno di 80 giorni dalle Olimpiadi di Tokyo. Lo riferiscono fonti ufficiali.

Già a fine aprile il Giappone aveva ripristinato lo stato di emergenza in quattro dipartimenti, fra cui quello di Tokyo, a fronte di una recrudescenza della pandemia e viene adesso prolungato di tre settimane fino al 31 maggio, ha confermato il premier giapponese Yoshihide Suga.
La decisione riguarda Tokyo e le tre prefetture di Osaka, Kyoto e Hyogo (ovest), oltre a due altri dipartimenti, quelli di Aichi e di Fukuoka.   SPORT

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

INCENDIO IN UN PALAZZO A LONDRA, 100 POMPIERI IMPEGNATI
Il rogo in un edificio di 19 piani nella zona est della città
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un centinaio di vigili del fuoco e venti mezzi sono impegnati a Londra per spegnere un incendio in un palazzo di edilizia popolare di 19 piani. Lo rendono noto i vigili del fuoco della capitale britannica su Twitter.

L’incendio riguarda in particolare l’ottavo, il nono e il decimo piano del palazzo, nel quartiere Poplar, nella zona est di Londra.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran: Biden pronto a scongelare fondi per un mld di dollari
Fonti Usa, ‘accordo possibile prima delle elezioni iraniane’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
11:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente americano Joe Biden sta valutando di scongelare un miliardo di dollari di fondi iraniani da mettere sul tavolo della trattativa con Teheran. Lo riporta la Cnn citando fonti dell’amministrazione Usa.
Le risorse potrebbero essere utilizzate per aiuti umanitari. E alla vigilia della ripresa dei colloqui di Vienna, dal dipartimento di Stato fanno sapere anche come un’intesa per salvare l’accordo sul nucleare iraniano sia possibile prima delle elezioni nel Paese islamico in programma a giugno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spento l’incendio nell’edificio di Londra, solo tanta paura
Rientra l’incubo della Grenfell Tower. ‘Pannelli esterni simili’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
15:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato riportato sotto controllo senza conseguenze gravi per le persone l’incendio divampato stamattina in un edificio residenziale di Londra di 19 piani, nella zona di Poplar, a est della capitale britannica. Lo riporta la Bbc, citando i vigili del fuoco, intervenuti in forze con 125 uomini e svariati mezzi dopo l’allarme scattato verso le 9 locali (le 10 in Italia).
Le fiamme si sono sprigionate nella Torre D del New Providence Wharf Estate, un complesso di nuova costruzione che in totale conta diverse torri, 1.535 appartamenti e un hotel della catena Radisson Blu hotel, coinvolgendo parte dell’ottavo, del nono e del decimo piano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sul posto sono giunte anche ambulanze e team medici che si sono limitati ad assistere alcune persone intossicate dal fumo.
Al momento non si registrano vittime né ricoverati in ospedale. La paura è stata tuttavia tanta, nel racconto di testimoni ed inquilini di case o grattacieli circostanti. Mentre le immagini e la dinamica del rogo, innescatosi a mezza altezza, hanno richiamato alla memoria di molti l’incubo della Grenfell Tower: palazzone di edilizia popolare divorato ai piani alti dal fuoco quattro anni fa, nel giugno 2017, ai margini del quartiere londinese del lusso di Kensington & Chelsea, con un bilancio finale allora di ben 72 morti, inclusa una coppia di giovani architetti italiani originari del Veneto.
Taluni media ed esponenti politici hanno definito i pannelli esterni installati nell’edificio coinvolto dall’incendio di oggi “simili” a quelli – infiammabili, a basso costo e ora vietati – che contribuirono ad alimentare l’inferno di Grenfell. Un dettaglio non confermato dall’impresa costruttrice Ballymore, ma che ha indotto comunque il deputato del collegio locale, Ed Devey, leader del Partito Liberaldemocratico, a polemizzare con il governo Tory di Boris Johnson: accusato di non aver ancora garantito “la rimozione di tutti i pannelli esterno a rischio” da ciascun palazzo britannico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spazio: Cina, rischi ‘estremamente bassi’ da rientro razzo
Dopo allerta Usa, ‘detriti potrebbero cadere su aree abitate’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 maggio 2021
12:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha affermato che il rischio di danni sulla Terra dalla ricaduta del suo razzo lanciato il 29 aprile per inviare nello spazio il primo modulo della stazione spaziale orbitante “è estremamente basso”. Lo ha assicurato il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, dopo che gli Stati Uniti hanno avvertito che i detriti potrebbero schiantarsi su un’area abitata.

“La gran parte dei componenti saranno distrutti dall’ablazione durante il rientro nell’atmosfera e la probabilità di causare danni alle attività o alle persone a terra è estremamente bassa”, ha aggiunto Wang.
“La probabilità di causare danni alle attività aeree o (a persone e attività) a terra è estremamente bassa”, ha detto ancora, parlando nella conferenza stampa quotidiana, e osservando che la maggior parte dei componenti del razzo dovrebbe essere distrutta al rientro nell’atmosfera e assicurando che le autorità “informeranno il pubblico della situazione in modo tempestivo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia: fermata Veronika Nikulshina del gruppo Pussy Riot
Lo fa sapere il suo avvocato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
07 maggio 2021
12:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La polizia russa ha fermato oggi l’attivista del gruppo di protesta Pussy Riot Veronika Nikulshina “mentre stava lasciando la sua casa”: lo fa sapere l’agenzia Interfax citando l’avvocato Mansur Gilmanov, che però non ha fornito ulteriori dettagli. Secondo una fonte interpellata da Interfax, il fermo sarebbe legato alla possibile preparazione di un’azione di protesta durante le prove della parata militare per il 9 maggio, giorno in cui in Russia si festeggia la vittoria sovietica sulle truppe naziste nella seconda guerra mondiale.
Questa informazione non è però verificabile in maniera indipendente.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Indonesia: nuova eruzione del vulcano Sinabung
Dal cratere una colonna di fumo e cenere alta oltre 2.800 metri
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MEDAN
07 maggio 2021
12:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il vulcano Sinabung, in Indonesia, è oggi esploso, vomitando una massiccia colonna di fumo e cenere fino a 2.800 metri nel cielo. Il vulcano, nella provincia di Sumatra settentrionale, ha iniziato a eruttare cenere e lava alle 9 del mattino e l’eruzione è durata quasi sei minuti, ha riferito un’agenzia geologica locale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Non sono stati emessi ordini di evacuazione e non sono state segnalate interruzioni dei voli. Le autorità hanno ordinato ai residenti di evitare un raggio di cinque chilometri attorno al cratere, una zona che è stata lasciata libera per anni con l’aumento dell’attività vulcanica.
“Residenti e turisti non dovrebbero svolgere alcuna attività intorno al Monte Sinabung perché le attività vulcaniche rimangono elevate”, ha detto Muhammad Nurul Asrori, un funzionario del centro di monitoraggio del Monte Sinabung, aggiungendo che lo stato di allerta rimane invariato al livello tre.
Sinabung, un vulcano di 2.460 metri, è rimasto inattivo per secoli prima di risvegliarsi nel 2010. Dopo un altro periodo di inattività, è esploso di nuovo nel 2013 e da allora è rimasto molto attivo. L’anno successivo un’eruzione ha ucciso almeno 16 persone, mentre sette altre sono morte in un’esplosione del 2016. L’Indonesia – un arcipelago di oltre 17.000 isole e isolotti – ha quasi 130 vulcani attivi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: nuovo record Francia, 600.000 dosi in un giorno
Vaccinato oltre un francese adulto su 4
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
07 maggio 2021
12:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute, Olivier Véran, ha annunciato un nuovo record sul fronte della vaccinazione contro il Covid-19 in Francia, con 600.000 dosi iniettate in un solo giorno.
“Un nuovo limite è stato superato oggi – ha scritto Véran in un tweet – con oltre 600.000 vaccinazioni realizzate in 24 ore in Francia.
Di nuovo, grazie a tutti quelli che, giorno dopo giorno, proteggono i nostri cittadini. Continuiamo!”.
Fino a ieri, il numero dei francesi che hanno ricevuto una dose era di 16.791.193, mentre sono stati 7.554.787 a ricevere le due dosi necessarie. Oltre un francese adulto su 4 è vaccinato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran: Khamenei, Israele è una base terroristica
Attacco Guida suprema nel giorno dedicato alla causa palestinese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
07 maggio 2021
13:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele “non è un Paese, ma una base terroristica contro i palestinesi e altre nazioni musulmane”. Così la Guida suprema iraniana Ali Khamenei, nel suo discorso alla nazione in occasione della ‘Giornata di Qods’ (Gerusalemme), ricorrenza annuale dedicata dalla Repubblica islamica al sostegno della causa palestinese, che si tiene nell’ultimo venerdì di Ramadan.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Twitter sospende profilo che riposta contenuti di Trump
Non si può ‘circumnavigare’ bando ad ex presidente Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
13:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Twitter ha sospeso un profilo dalla sua piattaforma che condivideva contenuti attribuiti all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump a sua volta bandito dal servizio di microblogging. Lo riferisce fra gli altri la Bbc.
Il provvedimento è scattato, hanno spiegato da Twitter, proprio in seguito alla violazione della regola che non consente la condivisione di contenuti “affiliati ad un account sospeso”.
La Bbc ha da parte sua individuato altri profili simili ancora attivi. Nello specifico Twitter ha spiegato che sebbene il servizio non vieti la condivisione di contenuti dal nuovo sito lanciato da Trump -che si chiama ‘From the Desk of Donald J.
Trump’, un website dove sono postati comunicati e video- ciò che le sue regole non consentono è che venga “circumnavigato” il bando.   TECNOLOGIA   POLITICA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Israele: Lapid vede Bennett e Saar, contatti ‘positivi’
Colloqui in corso per la formazione del nuovo governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
07 maggio 2021
13:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I confronti in corso per la formazione del nuovo governo avanzano “in maniera positiva”. Lo ha detto Yair Lapid depositario del mandato da parte del presidente Reuven Rivlin di stabilire un nuovo esecutivo di “unità nazionale”, dopo il fallimento dell’obiettivo da parte del premier Benyamin Netanyahu.
Lapid ha incontrato sia il leader di ‘Yamina’ Naftali Bennett sia quello di ‘Nuova Speranza’ Gideon Saar. Lapid, come è noto, si è detto disponibile a far sì che sia Bennett il primo a servire come premier in un accordo che prevede la rotazione tra i due alla guida del governo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: superati i 15 milioni di contagi in Brasile
Il numero complessivo dei morti sfiora i 417 mila
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
07 maggio 2021
13:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ieri il Brasile ha superato la soglia dei 15 milioni di casi di Covid-19 dall’inizio della pandemia, secondo i dati del Consiglio nazionale dei segretari alla salute (Conass).
Complessivamente, il Paese accumula 15.003.563 contagi, di cui 73.380 nelle ultime 24 ore.
In base all’ultimo aggiornamento, inoltre, al bilancio si aggiungono altri 2.550 morti, elevando il totale delle vittime a 416.949.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Voto Gb: Johnson, primi risultati molto incoraggianti
Mentre nel Labour di Starmer riesplode la polemica interna
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
07 maggio 2021
13:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Boris Johnson esulta per i primi risultati del voto di ieri in Gran Bretagna, con la trionfale vittoria Tory nelle suppletive dello storico collegio laburista inglese di Hartlepool (unico seggio nazionale in palio alla Camera dei Comuni), ma anche per l’avanzata complessiva un Inghilterra del suo partito dopo lo spoglio di 20 consigli locali su 143. Sono dati “molto incoraggianti” per noi, ha commentato il premier: “le nostre priorità di governo, sul rilancio del dopo pandemia, sono le priorità della gente”.
Caos invece nel Labour, dove si parla di disfatta e la sinistra interna rimette in discussione la leadership di Keir Starmer.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia, sosteniamo contratto per Pfizer ma posti quesiti
‘Si parla di dosi per 2022-2023 che non sappiamo se serviranno’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 maggio 2021
14:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Contrariamente a quanto si dice, la Francia ha ufficialmente confermato il proprio sostegno al contratto BioNTech-Pfizer. È sorprendente che siamo criticati per aver posto domande di buon senso sulle sfide per la salute che dobbiamo affrontare”.
Così il portavoce della ministra francese per l’Industria, Agnès Pannier-Runacher, rispondendo all’articolo di die Welt sull’ostruzionismo di Parigi sul nuovo ordine Ue da 1,8 miliardi di dosi.
“Le prime dosi di richiamo sono già state assicurate, stiamo parlando di garantire le dosi del secondo e terzo richiamo nel 2022 e 2023 (di cui non sappiamo ad oggi se avremo bisogno)”, precisa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kenya: al via primo censimento nazionale di fauna selvatica
Per determinarne le tendenze e identificare minacce a sua tutela
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
14:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità del Kenya lanciano oggi il primo censimento nazionale della fauna selvatica.
L’operazione parte nell’area orientale del Paese, presso la riserva nazionale Shimba Hills, come riporta la Bbc.

L’organismo Kenya Wildlife Service (Kws) ha affermato che il censimento nazionale della fauna selvatica ha lo scopo di determinarne il numero complessivo e la sua distribuzione.
L’operazione dovrebbe anche “determinare le tendenze della popolazione della fauna selvatica nel tempo e identificare le minacce alla sua tutela”, ha affermato Kws.
Quest’ultimo è coinvolto nell’iniziativa insieme all’Istituto di ricerca e formazione per la fauna selvatica, organizzazione indipendente che si occupa di ricerca per la salvaguardia e la gestione della fauna selvatica. Il Kws gestisce 55 parchi naturali, riserve e santuari.
Il bracconaggio ha ridotto il numero di elefanti e rinoceronti, determinando maggiori sforzi a difesa della fauna selvatica. Per il governo del Kenya, il turismo è una delle maggiori fonti di reddito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Erdogan,vaccini siano disponibili liberamente a tutti
‘Quando la Turchia produrrà il suo, lo condividerà con tutti’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
07 maggio 2021
14:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I vaccini anti-Covid dovrebbero essere resti disponibili liberamente a tutti i Paesi. Lo ha sostenuto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, intervenendo nel dibattito internazionale sull’eliminazione dei brevetti.
“La scienza è un bene comune dell’umanità, non devono esserci gelosie”, ha detto il leader di Ankara, secondo cui un siero turco potrebbe essere disponibile tra settembre e ottobre.
“Quando sarà pronto, la Turchia condividerà con tutti il suo vaccino contro il Covid-19”, ha promesso Erdogan.
Finora, Ankara ha utilizzato il vaccino cinese Sinovac e Pfizer-BioNTech e ha annunciato una prossima fornitura di Sputnik V. Dall’avvio della campagna, a metà gennaio, le somministrazioni nel Paese sono state quasi 25 milioni, di cui oltre 10 milioni di richiami.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Di Maio, liberarlo subito, silenzio ha funzionato
Amnesty: ‘è prigioniero, non parlare aiuta i governi repressivi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
07 maggio 2021
12:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Tutte le iniziative sono meritorie, ma più aumenta la portata mediatica del caso e più l’Egitto reagisce irrigidendosi. Non ci illudiamo che dall’altra parte otteniamo un risultato facendo così”, “dobbiamo liberare subito Patrick Zaki e farlo tornare dalla sua famiglia”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È quanto dichiarato dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a proposito della situazione dello studente egiziano dell’Università di Bologna detenuto dal 7 febbraio del 2020 al Cairo con accuse legate alla sua attività politica e giornalistica. “Per quelli che abbiamo portato a casa in questi anni – ha aggiunto Di Maio – la notizia è stata data quando hanno messo piede in Italia”.
“Se non fosse stato per la mobilitazione della società civile e per il sostegno dei mezzi d’informazione in questi 15 mesi, la drammatica situazione di Patrick Zaki avrebbe rischiato di finire dimenticata. Il silenzio è proprio ciò che aiuta governi repressivi a continuare a commettere violazioni dei diritti umani”, afferma invece Riccardo Noury, portavoce Amnesty International in Italia. “Qui non stiamo parlando di un sequestro compiuto da un gruppo armato con cui negoziare in silenzio – sottolinea Noury – ma di un prigioniero di coscienza in carcere da 15 mesi e privato di ogni suo diritto dalle autorità di uno stato amico dell’Italia col quale sarebbe necessario alzare la voce e non abbassarla””.
“Tutti vogliamo la libertà di Patrick Zaki – ha scritto da parte sua su Twitter il deputato Pd Filippo Sensi – Tutti.
Nessuno ha la verità in tasca. Nessuno. Vale per me. Vale per il ministro degli Esteri che dice di abbassare i toni su Zaki.
Sappia che il Parlamento ha fatto e continuerà a fare la sua parte. La faccia anche il governo”. Oggi a Roma, al Nazareno, il segretario del Pd Enrico Letta ha scoperto una targa in sostegno del ricercatore dell’Alma Mater.   POLITICA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Blinken a Onu, multilateralismo in serio pericolo
Segretario stato Usa a riunione virtuale Consiglio Sicurezza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 maggio 2021
15:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ordine multilaterale è “in serio pericolo” con la rinascita del nazionalismo, la repressione in aumento, le rivalità che si approfondiscono.
“Alcuni si chiedono se la cooperazione multilaterale sia ancora possibile.
Gli Usa credono che non solo sia possibile, ma sia un imperativo, e che rimanga lo strumento migliore”. Lo ha detto il segretario di stato americano, Anthony Blinken, partecipando ad una riunione virtuale del Consiglio di Sicurezza Onu sul multilateralismo presieduta dal ministro degli esteri cinese Wang Yi. All’incontro partecipa anche il collega russo Sergei Lavrov.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Brasile minimizza polemica con Cina su origine virus
Dopo parole di Bolsonaro su possibile ‘guerra batteriologica’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
07 maggio 2021
15:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Esteri brasiliano, Carlos Franca, ha minimizzato le possibili ripercussioni diplomatiche nelle relazioni con Pechino che potrebbero seguire alle ultime polemiche dichiarazioni del presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, secondo il quale il mondo si troverebbe di fronte a una “guerra batteriologica”, lasciando intendere, senza citarla direttamente, che la Cina potrebbe aver creato di proposito il nuovo coronavirus.
Ieri il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Webin, ha risposto, a una domanda sulle affermazioni di Bolsonaro, che “il virus è un nemico dell’umanità”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci opponiamo fermamente a qualsiasi tentativo di politicizzare o stigmatizzare il virus”, ha detto il portavoce cinese.
Nel frattempo, durante un’audizione al Senato di Brasilia, il ministro degli Esteri brasiliano ha dichiarato che “i rapporti con la Cina devono continuare ad essere i migliori” possibili.
“Le relazioni con la Cina sono ampie, vanno oltre i vaccini”, ha sottolineato Franca, rispondendo alla obiezione dei senatori circa l’impatto che questo nuovo attrito con Pechino potrebbe avere sulla fornitura di vaccini cinesi contro il Covid-19 e sulla materia prima per produrli in Brasile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Ciocca, sospendere brevetti di aziende finanziate da Ue
‘Finanziare ricerca anche per trovare una cura’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
17:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ necessario e urgente sospendere temporaneamente i brevetti delle aziende farmaceutiche, in gran parte sostenute da finanziamenti della Ue, per consentire la liberalizzazione nella produzione dei vaccini per accelerarne il loro utilizzo in tutto il mondo, unico modo per cui la pandemia può essere davvero sconfitta”: lo chiede l’europarlamentare pavese della Lega, Angelo Ciocca, che annuncia la presentazione di una mozione in tal senso al Parlamento europeo chiedendo al “premier Draghi di condividere questa posizione”.
“Il vaccino è fondamentale ma non basta, bisogna finanziare e sostenere la ricerca anche per trovare una cura – sottolinea l’europarlamentare Ciocca – e per impegnarsi da subito nell’affrontare le patologie provocate dal Covid anche in chi è guarito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le analisi dimostrano che il Coronavirus determina serie conseguenze per chi lo ha contratto in maniera grave”.
“Quindi – conclude Ciocca – dobbiamo procedere rapidi con la vaccinazione nei Paesi sviluppati come in quelli poveri, con lo studio di una cura efficace e con la preparazione e l’adeguamento delle strutture sanitarie, oltre che con studi ad hoc, per le conseguenze sulla salute che potrebbero determinarsi nei prossimi anni in chi si è ammalato”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Museo delle cere di Parigi prepara riapertura con Joe Biden
Riapre il 19, ‘smontata e rimossa’ la statua di Trump
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
07 maggio 2021
17:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Musée Grévin, il celebre museo delle cere di Parigi, riaprirà le porte il 19 maggio alle ore dieci con un nuovo arrivato, Joe Biden.
La statua in cera del presidente Usa verrà sistemata nell’ufficio ricostituito dell’omologo francese, Emmanuel Macron, in occasione di una “visita ufficiale per festeggiare la riapertura del Museo Grévin e dei luoghi di cultura”, spiegano i responsabili del museo citati dalla France Presse.
E’ stata invece smontata e portata via, nei mesi scorsi, la statua dell’ex presidente Usa, Donald Trump.
Dopo una chiusura di oltre sei mesi, Grévin riaprirà le porte con un massimo di 200 visitatori, con uno spazio minimo di 8 metri quadrati a persona, cinque volte meno che la capienza abituale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, dalla pandemia emerga un’Europa più forte
‘Serve segnare una discontinuità dalle formule del passato’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
18:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nei due giorni della conferenza State of the Union è emersa in particolare “la necessità che dalla crisi pandemica emerga un’Europa più forte, che riduca le distanze dai cittadini”: lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio concludendo i lavori e sottolineando come l’imminente conferenza sul futuro dell’Europa offra “un’occasione storica per segnare una discontinuità da formule del passato”.
“Il progetto europeo – ha detto Di Maio – ha dato da un lato prova di robusti margini di resilienza, dall’altro ha mostrato che il ruolo dell’Unione è molto più esteso della sommatoria delle sue competenze”.
Ora “trovare il corretto bilanciamento tra le molteplici istanze della cittadinanza e gli interessi nazionali degli Stati membri è il principale nodo che l’Europa deve sciogliere”.
Ma, ha avvertito, l’approfondimento del sistema di integrazione europea “non deve significare un cedimento a tentazioni protezionistiche, tantomeno deve assecondare anacronistiche illusioni di autarchia che allenterebbero indispensabili vincoli solidaristici con i nostri tradizionali partner transatlantici”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giappone: stop alle sigarette Philip Morris entro 10 anni
L’annuncio dell’ad Olczak: ‘Puntiamo a tecnologie alternative’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
07 maggio 2021
18:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Giappone sarà il primo mercato al mondo in cui la Philip Morris interromperà la vendita delle sigarette tradizionali nei prossimi 10 anni. Lo ha detto l’amministratore delegato della multinazionale statunitense, Jarek Olczak, in un’intervista al Nikkei, aggiungendo che l’obiettivo è quello di realizzare una società senza sigarette.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden, spero di incontrare presto Putin
Si lavora per definire data e luogo dell’incontro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
18:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden spera di incontrare presto Vladimir Putin nonostante il rafforzamento delle truppe russe vicino al confine ucraino. Lo ha ribadito il presidente americano parlando alla Casa Bianca e precisando che si sta ancora lavorando per definire data e luogo dell’incontro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa chiedono il ritorno di Taiwan nell’assemblea dell’Oms
Mossa osteggiata dalla Cina
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
18:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Usa chiedono di ripristinare la presenza di Taiwan nell’assemblea mondiale della sanità, l’organo legislativo dell’Oms che si riunirà dal 24 maggio. Una mossa che potrebbe suscitare le reazioni cinesi.

“Non c’è alcuna giustificazione ragionevole per proseguire l’esclusione di Taiwan da questo forum, e gli Usa chiedono al direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità di invitare Taiwan a partecipare come osservatore, come negli anni precedenti, prima che fossero registrate le obiezioni della Cina”, ha detto il segretario di Stato Antony Blinken.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: sondaggio, maggioranza a favore passaporto vaccinale
Soprattutto per viaggi e eventi con grandi assembramenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 maggio 2021
19:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La maggioranza degli americani è a favore del passaporto vaccinale, soprattutto per i viaggi aerei ed eventi con grandi assembramenti come concerti o incontri sportivi. Lo rivela un’indagine della Gallup.

In particolare il 57% vorrebbe l’obbligo del passaporto vaccinale per i viaggi aerei, il 55% per concerti ed eventi sportivi, tuttavia il consenso cala quando si parla di luoghi di lavoro, con il 45% a favore, soggiorni in alberghi (44%) e ristoranti al chiuso (40%).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb revoca quarantena da 12 Paesi turistici, non l’Italia
Via libera tra gli altri a Portogallo e Israele, dal 17 maggio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
07 maggio 2021
18:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo britannico di Boris Johnson alleggerisce le regole Covid sui viaggi turistici dal 17 maggio con un sistema a semaforo, ma la luce verde per le mete da cui si potrà rientrare nel Regno senza quarantena riguarda per ora solo 12 tra Paesi e isole, inclusi Portogallo, Israele e Gibilterra.
Lo ha annunciato nel briefing a Downing Street il ministro dei Trasporti, Grant Shapps.
Resta per ora in giallo, con quarantena obbligatoria, la gran parte dei Paesi, comprese Italia, Francia e Spagna. Mentre la lista rossa (divieto di viaggio e rimpatri solo con quarantena in hotel sorvegliati) si allarga a Turchia, Maldive e Nepal.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Due soldatesse israeliane danzano al confine con l’Egitto
Dall’altra parte frontiera lo fanno anche i militari del Cairo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
07 maggio 2021
19:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Due soldatesse israeliane che danzano a pochi metri dalla frontiera con l’Egitto mentre dall’altra parte del confine, su una collinetta, lo stesso fanno militari del Cairo. Le immagini compaiono in un video postato su twitter che sta suscitando interesse e commenti sui media e i social.

I passi di danza delle due soldatesse sono ripresi e reinterpretati dall’altra parte del confine da due militari. Il tutto sulle note di ‘Habib Galbi’ (Amore del mio cuore), brano eseguito dalla band israeliana ‘Awa’ composta da tre sorelle. Le soldatesse israeliane – ha osservato il Jerusalem Post – dovrebbero appartenere ai battaglioni misti ‘Caracal’ e ‘Bardelas’ di stanza lungo la frontiera sud del Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Burkina Faso: Unhcr, 45 morti e 17.500 in fuga in 10 giorni
Gruppi armati hanno attaccato civili in tre regioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
20:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gruppi di uomini armati hanno sferrato una serie di attacchi in tre diverse regioni del Burkina Faso, dando fuoco alle case e uccidendo i civili con un bilancio – riferisce l’Unhcr, l’agenzia Onu per i rifugiati – di 45 morti e 17.500 persone in fuga negli ultimi 10 giorni.
L’Agenzia esprime “profonda preoccupazione per le conseguenze umanitarie degli attacchi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli aggressori hanno dato fuoco alle case, saccheggiato ambulatori medici e danneggiato case e negozi.
Nella regione dell’Est, oltre 4.400 persone sono fuggite dirigendosi alle città di Foutouri e di Tankoualou in seguito a un attacco contro il villaggio di Kodyel. Nella regione del Nord, le violenze hanno costretto 10.200 persone a fuggire in direzione di Ouahigouya, un’area che aveva già fatto registrare altri arrivi quest’anno. Nella regione del Sahel, infine, sono più di 3.200 le persone rimaste senza alloggio. Il personale dell’UNHCR osserva sempre più persone in fuga verso centri urbani più sicuri e più grandi.
La maggior parte degli sfollati arriva con pochi o nessun effetto personale. Alcuni sono stati accolti generosamente da famiglie delle comunità locali, mentre altri hanno cercato riparo all’interno di edifici pubblici, quali scuole, o trovato altre soluzioni temporanee. Necessitano urgentemente di cibo, alloggio, acqua potabile e assistenza medica.
L’UNHCR chiede “un’azione coordinata per ripristinare pace e stabilità e resta solidale con le autorità burkinabé e con le vittime delle violenze. Insieme ai partner, l’Agenzia è pronta ad assicurare assistenza ai nuovi sfollati e a supportare autorità e comunità di accoglienza impegnate a rispondere in prima linea”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gerusalemme: violenti scontri su Spianata Moschee, feriti
Tra polizia e dimostranti palestinesi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
07 maggio 2021
20:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Violenti scontri sono in corso a Gerusalemme sulla Spianata delle Moschee (Monte del Tempio per gli eberi) tra polizia e manifestanti palestinesi nell’ultimo venerdì di Ramadan.
Decine di dimostranti – secondo i media – sono rimasti sul luogo al termine delle preghiere ed hanno cominciato a protestare contro gli sfratti di famiglie palestinesi nel quartiere di Sheikh Jarrah nella parte est della città.
Secondo la tv pubblica israeliana sono segnalati diversi feriti tra i dimostranti. La polizia ha inoltre chiuso la Porta di Damasco.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli, dobbiamo riformare il Patto di stabilità e crescita
Neo politica stampo europeo di Biden ci invita a non avere tabù
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 maggio 2021
20:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Per non tornare indietro e per ridurre le disuguaglianze dovremo anche lavorare sui debiti contratti per proteggere i nostri cittadini in questi tempi di pandemia. Non vogliamo che i nostri cittadini più vulnerabili, più fragili, le donne e i giovani, portino domani il peso della crisi.
Ecco il motivo per cui dobbiamo avviare oggi un grande dibattito sulle regole dopo il Covid e riformare il Patto di Stabilità e Crescita. Anche la nuova politica di Biden, ci invita a non avere tabù ed è politica di chiaro stampo europeo”.
Così il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli.
“Indietro non vogliamo tornare, indietro non sarà possibile tornare”, ha aggiunto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Spagna, scattano i piani per gli under 60
Almeno una dose per il 28% della popolazione, due per il 12,6%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
07 maggio 2021
20:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono già scattati in diverse regioni della Spagna i piani di vaccinazione contro il covid della popolazione generale al di sotto dei 60 anni. Secondo l’agenzia di stampa Efe, tra le prime ad aver iniziato ci sono Murcia e Madrid, mentre altre comunità hanno iniziato a dare appuntamenti ai pazienti e altre ancora contano di partire la settimana prossima.
In precedenza, tra gli under 60 solo appartenenti a categorie prioritarie come sanitari o professori erano già stati vaccinati.
Dagli ultimi dati pubblicati dal Ministero della Sanità si apprende che hanno ricevuto almeno una dose 13,2 milioni di persone (il 28% della popolazione), mentre ne sono state già iniettate due a quasi 6 milioni (12,6%). L’83,5% degli over 60 ha già ricevuto una dose, il 38% le due dosi.
Nel frattempo, ieri sono state superate di nuovo le 550.000 dosi somministrate in 24 ore, dopo il record assoluto del giorno precedente (oltre 573.000). Intanto, l’incidenza dei contagi torna sotto i 200 casi ogni 100.000 contagi negli ultimi 14 giorni, fermandosi a 198,6.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa, appello per ridurre le tensioni a Gerusalemme
‘Preoccupati per possibili sfratti di famiglie palestinesi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
21:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Usa hanno lanciato un appello per ridurre le tensioni a Gerusalemme e per evitare lo sfratto dei palestinesi nel quartiere di Gerusalemme est a vantaggio dei coloni israeliani. dopo i violenti scontri sulla Spianata delle Moschee tra polizia e manifestanti palestinesi nell’ultimo venerdì di Ramadan.
“Siamo profondamenti preoccupati per l’aumento delle tensioni a Gerusalemme”, ha detto la portavoce del dipartimento di Stato Usa Jalina Porter.
Porter si è detta preoccupata anche “per gli sfratti potenziali delle famiglie palestinesi” nel quartiere di Gerusalemme est, “molte delle quali vivono naturalmente nelle loro case da molte generazioni”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Summit Porto, ok a obiettivi sociali ma non vincolanti
Leader Ue s’impegnano su agenda, ma rispettando competenze Stati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 maggio 2021
22:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I leader Ue, nel summit sociale di Porto, si impegnano a “mantenere le misure d’emergenza finché è necessario, promuovendo un approccio per facilitare la creazione di posti di lavoro”, e chiedono che il Consiglio Ue approvi gli obiettivi dell’agenda sociale entro il 2030, tra cui il 78% di occupazione, il 60% di lavoratori adulti impegnati in una formazione annuale. Ma i leader, nella dichiarazione conclusiva, precisano che tutto dovrà essere fatto “rispettando il principio di sussidiarietà (quindi le competenze a livello dei singoli Stati, ndr) e limitando il peso amministrativo sulle Pmi”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nella dichiarazione finale i leader Ue e le parti sociali accolgono con favore il piano d’azione sul pilastro europeo dei diritti sociali presentato dalla Commissione all’inizio di marzo, che definisce azioni concrete per raggiungere gli obiettivi sociali. Il piano d’azione propone inoltre obiettivi europei in materia di occupazione, competenze e inclusione sociale, da conseguire entro il 2030. Ridurre il numero di persone a rischio di esclusione sociale o povertà di almeno 15 milioni, tra cui 5 milioni di bambini è uno degli obiettivi dell’agenda sociale europea, indicati al Social Summit di Oporto. Tra gli obiettivi c’è anche l’acquisizione di competenze digitali di base per l’80% degli adulti e la riduzione dei tassi di abbandono scolastico. Inoltre, il dimezzamento del divario dei tassi di occupazione degli uomini e delle donne nel 2030, rispetto ai dati del 2019; l’aumento dei servizi per l’infanzia; la riduzione del numero di giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano né lavorano dal 12,6% del 2019 al 9% nel 2030.
“Gli obiettivi sociali dell’Europa devono andare di pari passo con quelli verdi e digitali. Vogliamo avvicinarci alla piena occupazione, fare in modo che un maggior numero di europei abbia accesso alle competenze di cui ha bisogno e garantire pari opportunità a tutti i cittadini in un’economia più digitale e sostenibile. Il vertice sociale di Porto rappresenta il nostro impegno congiunto a costruire un’Europa sociale che sia adatta all’epoca in cui viviamo e che funzioni per tutti”, ha detto la presidente della Commissione Ursula von der Leyen.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
45.000 volontari per uccidere 12 bisonti nel Grand Canyon
Ne saranno scelti solo 12 e dovranno portarli via a spalla
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
22:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 45 mila volontari si sono offerti per uccidere una dozzina di bisonti nel parco nazionale americano del Grand Canyon, in Arizona, nel quadro di un programma volto a regolare la crescente popolazione di questi animali. Lo ha annunciato il servizio per i parchi naturali.
L’eccessivo numero di bisonti può nuocere alle risorse d’acqua del parco, alla vegetazione e al suolo, secondo gli esperti. Tra i 45 mila candidati verranno sorteggiati 25 finalisti ma solo 12 verranno scelti entro il 17 maggio. Ciascuno di loro sarà autorizzato ad uccidere un bisonte e poi dovrà essere in grado di portarlo fuori della zona a piedi, senza l’ausilio di un veicolo motorizzato, il cui uso è vietato nell’area.
Per poter partecipare, i volontari devono essere cittadini americani maggiorenni, in “buone condizioni fisiche” e disporre di un proprio fucile, seguire un corso di formazione e avere “solide competenze di comunicazione verbale”. Le carcasse degli animali saranno ripartite tra i partecipanti, nel limite di un bisonte per ciascun gruppo di volontari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gerusalemme, oltre 50 dimostranti palestinesi feriti
Abu Mazen, ‘Israele responsabile delle violenze’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
07 maggio 2021
23:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono più di 50 i manifestanti palestinesi feriti nei violenti scontri ancora in corso sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme. Lo riferisce l’agenzia Wafa aggiungendo che 23 di questi sono stati portati in ospedale.
Secondo i media gli agenti israeliani feriti sono più di 10. Il presidente palestinese Abu Mazen ha intanto accusato Israele di essere “responsabile degli sviluppi pericolosi e degli attacchi in corso” a Gerusalemme e “delle relative conseguenze”. Abu Mazen ha poi invitato “la comunità internazionale ad assumersi tutte le sue responsabilità per fermare l’aggressione” contro i palestinesi” e “fornire protezione internazionale”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Colombia: proteste,ong denunciano almeno 379 ‘desaparecidos’
Altri 89 scomparsi sono poi stati individuati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOGOTA
08 maggio 2021
00:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un gruppo di 26 organizzazioni non governative (ong) colombiane hanno denunciato che dal 28 aprile, giorno dell’inizio degli scioperi contro la riforma fiscale voluta dal governo e poi ritirata, almeno 471 persone sono state denunciate come scomparse, 92 delle quali sono poi state localizzate, mentre di ben 379 ‘desaparecidos’ non si ha alcuna notizia.
Le ong, che integrano la ‘Mesa de Trabajo sobre Desaparición Forzada en Colombia, hanno consegnato a Bogotà un rapporto contenente questa informazione all’Ufficio dell’Ombudsman (Difensore civico).

Tuttavia, segnala il quotidiano El Tiempo, lo stesso Ufficio del Difensore civico aveva compilato un elenco di 89 scomparsi, 47 dei quali poi ritrovati.
Nel rapporto si sostiene che “le persone portate via a forza e poi rilasciate hanno denunciato di essere state malmenate, sottoposte a torture, a trattamenti crudeli, degradanti e inumani”, mentre vi sono stati “casi di violenze sessuali nei confronti di donne e di omossessuali”.
Infine, si sostiene che i cadaveri di due delle persone denunciate come ‘desaparecidos’ sono stati ritrovati nel Rio Cauca.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gerusalemme: almeno 169 feriti negli scontri
163 palestinesi e sei poliziotti. Aperto un ospedale da campo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GERUSALEMME
08 maggio 2021
00:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Almeno 163 palestinesi e sei agenti di polizia sono rimasti feriti venerdì negli scontri a Gerusalemme, che, inizialmente concentrati sulla Spianata delle Moschee si sono estesi a tutta la città. Lo riferiscono la Mezzaluna Rossa palestinese e la polizia israeliana.

La Mezzaluna Rossa ha detto che gli scontri più violenti sono avvenuti nel complesso della moschea di Al-Aqsa e che la maggior parte delle ferite sono state causate da proiettili di gomma.
Una portavoce ha detto che i medici hanno aperto un ospedale da campo per curare l’elevato numero di pazienti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brexit: 30 cittadini europei detenuti alla frontiera nel 2021
Anche italiani. Volevano entrare senza visto di lavoro, espulsi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
11:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trattenuti fino a sette giorni nei centri per l’immigrazione prima di essere rimpatriati nei loro Paesi d’origine: è quanto è avvenuto finora nel Regno Unito ad almeno una trentina di cittadini europei, tra cui tedeschi, greci, italiani, rumeni e spagnoli, che dopo la Brexit avevano tentato di entrare nel Paese per lavoro senza avere il visto necessario o lo status di residenza previsto dallo ‘EU Settlement Scheme’. A fornire i numeri dei cittadini dell’Ue detenuti in questi centri dall’inizio dell’anno è il sito Politico.eu.
Il ministero dell’Interno britannico non ha ancora rilasciato dati ufficiali.
La maggior parte dei casi, riferisce Politico citando anonime fonti diplomatiche di Paesi Ue, riguarda giovani, molti dei quali cercano di entrare nel Regno Unito per lavori poco qualificati e per brevi periodi di tempo. La durata della loro detenzione si spiegherebbe in parte con le restrizioni di viaggio imposte a causa della pandemia, che si traducono in meno voli disponibili per il rimpatrio. Le ambasciate europee a Londra, sempre secondo il sito, offrono consulenza legale e stanno intervenendo per cercare di abbreviare il periodo di detenzione, sebbene non tutti i cittadini dell’Ue chiedano sostegno consolare.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia, arrestati tre neonazisti che progettavano attentato
Nel mirino del gruppo una loggia massonica
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
08 maggio 2021
11:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stavano progettando un attacco a una loggia massonica, ma la polizia li ha arrestati prima che potessero metterlo a segno: tre membri di un piccolo gruppo neonazista sono finiti in manette nella Francia orientale e sono stati posti in custodia cautelare, secondo quanto riferisce una fonte giudiziaria. I tre sospetti, due uomini di 29 e 56 anni e una donna di 53, sono stati incriminati per “associazione criminale terroristica”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gerusalemme: Ue, violenze inaccettabili, ora de-escalation
Portavoce servizio azione esterna, autorità agiscano con urgenza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
11:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Negli ultimi giorni le tensioni e le violenze nella Cisgiordania occupata, in particolare a Gerusalemme Est, sono aumentate pericolosamente. La scorsa notte si sono verificati gravi scontri sulla Spianata delle Moschee che hanno causato molti feriti.
La violenza e l’istigazione alla violenza sono inaccettabili e gli autori di ogni parte devono essere ritenuti responsabili”. Così in una nota il portavoce del servizio di azione esterna della Ue, l’ufficio dell’Alto rappresentante Josep Borrell. “L’Unione europea invita le autorità ad agire con urgenza per allentare le attuali tensioni a Gerusalemme”, prosegue la nota.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brexit, 30 cittadini Ue detenuti alla frontiera nel 2021
Anche italiani. Volevano entrare senza visto di lavoro, espulsi
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
11:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trattenuti fino a sette giorni nei centri per l’immigrazione prima di essere rimpatriati nei loro Paesi d’origine: è quanto è avvenuto finora nel Regno Unito ad almeno una trentina di cittadini europei, tra cui tedeschi, greci, italiani, rumeni e spagnoli, che dopo la Brexit avevano tentato di entrare nel Paese per lavoro senza avere il visto necessario o lo status di residenza previsto dallo ‘EU Settlement Scheme’. A fornire i numeri dei cittadini dell’Ue detenuti in questi centri dall’inizio dell’anno è il sito Politico.eu.
Il ministero dell’Interno britannico non ha ancora rilasciato dati ufficiali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran, nuovo round di colloqui a Vienna sul nucleare
Quarto incontro per far rivivere l’intesa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
11:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo avviato il quarto round dei colloqui di Vienna per portare l’accordo sul nucleare iraniano a tornare in vita”. Lo scrive su Twitter il vicesegretario generale e direttore per gli Affari politici del servizio esterno Ue, Enrique Mora.

“Nessuna scadenza ma come coordinatore provo un certo senso di urgenza – prosegue -. Il tempo non è dalla nostra parte. Felice di vedere che tutte le delegazioni, inclusi Iran e Stati Uniti, affermano di condividere questo” obiettivo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sudafrica, scelto fra le proteste il nuovo re degli Zulu
E’ il 46enne principe Misizulu, figlio maggiore del defunto re
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
08 maggio 2021
13:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il figlio maggiore del defunto re degli zulu del Sud Africa, Goodwill Zwelithini, è stato scelto come successore al trono concludendo per ora un’aspra faida familiare per la successione. Lo segnala il sito della Bbc.

Il principe Misizulu, 46 anni, è stato nominato re nel testamento della regina zulu Mantfombi Dlamini-Zulu – sua madre e reggente – morta inaspettatamente la scorsa settimana.
Durante la lettura del testamento avvenuta ieri sera al Palazzo reale di KwaKhangelamankengane e trasmessa in televisione alcuni membri della famiglia hanno espresso apertamente la loro disapprovazione e il principe Misizulu è stato portato via dalla sicurezza armata. Gli Zulu sono il più grande gruppo etnico del Sud Africa e i loro re non hanno potere politico formale ma grande influenza su milioni di persone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al via seconda giornata vertice informale leader Ue a Porto
Sarà seguito dal summit Ue-India

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
11:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al via la seconda giornata del vertice informale dei capi di Stato e di governo dell’Ue a Porto. Il vertice sarà seguito dal summit Ue-India.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia, dimostrazione di forza delle milizie a Tripoli
Incursione contro appello a uscita delle forze turche
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TRIPOLI
08 maggio 2021
11:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Uomini armati hanno compiuto una dimostrazione di forza durante la notte scorsa davanti a un hotel a Tripoli che funge da quartier generale del Consiglio presidenziale libico.
Immagini pubblicate su social media mostrano dozzine di uomini armati riuniti davanti all’ingresso del Corinthia Hotel.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La portavoce del Consiglio presidenziale, Najwa Wheba, ha confermato che c’è stata un’incursione contro “una delle sedi dove si riunisce il Consiglio” anche se al momento non c’erano esponenti dell’istituzione.
La dimostrazione di forza delle milizie a Tripoli ha puntato, secondo media locali, a protestare contro il recente appello del ministro degli Esteri Najla al-Mangoush per il ritiro dei mercenari e dei combattenti stranieri dislocati nel Paese, comprese le truppe turche.
Altri media, come segnala in un tweet del sito Ean Libya, hanno ridimensionato la portata dell’episodio sostenendo che capi dell’operazione “Vulcano di collera” -l’alleanza di milizie che nel 2019/’20 con l’aiuto turco difesero Tripoli dal fallito attacco del generale Khalifa Haftar – si sono diretti all’hotel Corinthia per incontrare il consiglio presidenziale e discutere “alcune questioni”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Macron, Usa mettano fine a restrizioni su export vaccini
‘Esportazioni dall’Ue al 50%, dagli Usa solo il 5%’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
13:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non possono rimproverare lentezza” e mancanza di solidarietà all’Ue. “Su 400 milioni di dosi di vaccino prodotte, ne abbiamo esportate 200 milioni.

Siamo stati più lenti con le campagne di immunizzazione in Europa perché siamo stati aperti fin dall’inizio. Gli Stati Uniti per ora hanno esportato solo il 5% a Canada e Messico, mettano fine” alle restrizioni sull’export. Così il presidente francese, Emmanuel Macron, ad una domanda.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Georgia: Ue paga cauzione per rilascio oppositore Melia
Delegazione europea, passo importante per fine crisi politica
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
14:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Unione europea ha annunciato di avere pagato una cauzione per la liberazione del leader dell’opposizione della Georgia, Nika Melia che si trova attualmente in carcere, aprendo così la strada al suo rilascio e ponendo fine alla crisi politica post-elettorale nel paese del Caucaso. “Oggi, è stata pagata una cauzione per consentire il rilascio di Melia dalla custodia cautelare”, ha reso noto la delegazione dell’Ue in Georgia, stando alla Afp, definendo la mossa “un importante passo importante per porre fine al crisi politica in Georgia”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Maldive: due arresti per l’attentato all’ex presidente
Per la polizia è terrorismo. Nasheed operato 16 ore, sta meglio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MALE
08 maggio 2021
15:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Due persone sono state arrestate per l’attentato all’ex presidente delle Maldive, Mohamed Nasheed, avvenuto giovedì a Malé, capitale dello Stato insulare nell’Oceano indiano. Lo ha reso noto la polizia locale su Twitter, definendo “attacco terroristico” l’esplosione che ha provocato serie ferite al leader politico di 53 anni sottoposto a diversi interventi chirurgici durati circa 16 ore per rimuovere schegge dai polmoni, dal fegato, dal torace, dall’addome e dagli arti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nasheed, che ieri versava in condizioni critiche secondo l’ospedale Adk, ora respira autonomamente, e parlando con la sua famiglia ha detto di sentirsi “molto meglio”, come riferito da suo fratello, Ibrahim Nasheed.
La polizia delle Maldive sta ricevendo assistenza dalla polizia federale australiana nelle indagini sull’attentato. La Forza nazionale di difesa delle Maldive ha reso noto che è stato utilizzato un ordigno artigianale, montato su una motocicletta parcheggiata vicino all’auto di Nasheed, e attivato con un telecomando a distanza. L’attacco non è stato rivendicato ma potrebbero esserci un movente politico secondo dirigenti del Partito democratico di Nasheed, che oggi è presidente del Parlamento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Voto Gb: Labour salva da disastro Galles e grandi città
Corbynano Drakeford resta capo governo Cardiff. Scozia in bilico
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
08 maggio 2021
15:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Solo il Galles e le grandi città sembrano salvarsi dalla disfatta subita dal Labour di Keir Starmer nella vasta tornata elettorale locale di giovedì in Gran Bretagna, segnata per il maggior partito d’opposizione da un arretramento ulteriore rispetto alle amministrative del 2016 svoltesi sotto la leadership di Jeremy Corbyn: soprattutto in Inghilterra, nel confronto con i Conservatori di Boris Johnson.
Il conteggio, che si avvia lentamente alla fine sullo sfondo delle precauzioni dell’emergenza Covid, ha consolidato almeno il tradizionale predominio ‘rosso’ in Galles, con 30 deputati regionali eletti al Parlamento di Cardiff (contro 29 uscenti) e la conferma certa a first minister gallese del 66enne Mark Drakeford, uomo della sinistra interna più vicino a Corbyn che a Strarmer, in un territorio dove peraltro i conservatori a loro volta guadagnano seggi e scavalcano al secondo posto gli indipendentisti locali (ben più minoritari dei cugini scozzesi e in calo) di Plaid Cymru.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Per il resto i laburisti portano a casa la scontata conferma al primo turno di alcuni sindaci urbani mai in discussione, come a Liverpool Città e a Liverpool Area Metropolitana, dove vincono rispettivamente Joanne Anderson, prima sindaca nera nella patria dei Beatles, e un altro esponente della sinistra corbyniana, il rieletto Steve Rotheram, nonché a Manchester. Mentre è destinato a farcela, sebbene con un calo di consensi nell’assemblea municipale, pure il primo cittadino uscente della Grande Londra, Sadiq Khan. In generale, nei consigli locali inglesi, il partito di Starmer incassa però finora oltre 200 seggi in meno di 5 anni fa e 600 in meno rispetto ai rivali Tory (che ne guadagnano circa 170, strappando diverse amministrazioni di contea).
Resta infine l’attesa cruciale per la Scozia, dove gli indipendentisti dell’Snp di Nicola Sturgeon s’incamminano verso un consolidamento alla guida del governo locale, ma non sono ancora sicuri di raggiungere la fatidica soglia della maggioranza assoluta di 65 seggi nel Parlamento di Edimburgo: premessa per dare maggiore peso al tentativo di ottenere un referendum bis sulla secessione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Documentario ambasciata su Museo di Teheran e opere italiane
Sesto episodio della serie ‘Domus Eyes on Iran’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
15:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’incredibile storia del Museo di Arte Contemporanea di Teheran (TMoCA) è stata raccontata nel nuovo episodio della serie “Domus Eyes on Iran”, prodotta dall’ambasciata italiana in Iran in collaborazione con la rivista di architettura e design Domus.
Disegnato all’epoca dello Shah Pahlavi negli anni ’70 dal cugino della regina Farah Diba, l’architetto Kamran Diba, il TMoCA nasce con l’obiettivo di raccogliere e valorizzare l’arte di giovani artisti iraniani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il museo ha poi raccolto una formidabile collezione di arte contemporanea tanto da essere considerato al primo posto tra i Musei extra-europei e nordamericani per valore della collezione di arte moderna e contemporanea occidentale che ospita al suo interno.
Nel corso dell’episodio è possibile ascoltare direttamente dalle parole di Kamran Diba, che nel 1977 ne è divenuto anche il primo Direttore, l’affascinante genesi del museo.
L’episodio, presentato in una serata ospitata dall’Ambasciatore d’Italia a Teheran Giuseppe Perrone, presenta altresì i gioielli di arte italiana nella capitale iraniana, a partire da quelli nella collezione del museo, tra cui la strepitosa “Tenda Verde” di Michelangelo Pistoletto, uno dei pezzi più pregiati della serie “Cavallo e Cavaliere” di Marino Marini, fino alle iconiche sculture di bronzo di Boccioni (dalla serie “Forme uniche della continuità nello spazio”) e Pomodoro (dalla serie “La Sfera”).
La serie “Domus Eyes on Iran”, giunta al sesto episodio, riprende articoli pubblicati dalla rivista Domus a partire dagli anni ’40 del secolo scorso, ricostruendo una storia di collaborazione e scambio tra Italia e Iran che non si è mai interrotta.
Il documentario sul museo, intitolato “The Tehran’s Contemporary Museum. The Anti-Monument”, e i precedenti episodi della serie sono visibili sulle piattaforme social dell’Ambasciata d’Italia a Teheran.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue-India, comune interesse a sicurezza, prosperità, sviluppo
Dichiarazione finale dei leader al termine del vertice a Porto
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
16:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo convenuto che le due più grandi democrazie del mondo, l’Ue e l’India hanno una cosa in comune, l’interesse a garantire sicurezza, prosperità e sviluppo sostenibile in un contesto multipolare mondiale”. E’ un passo della dichiarazione finale dei leader Ue-India al termine del vertice a Porto.
Una “riunione che ha messo in luce i nostri interessi, principi e valori condivisi di democrazia, libertà, stato di diritto e rispetto dei diritti umani, che sono alla base del nostro partenariato strategico”, prosegue la nota.
“Abbiamo deciso di sviluppare ulteriormente queste convergenze e di promuovere nuove sinergie per contribuire congiuntamente a un mondo più sicuro, più verde, più pulito, più digitale, resiliente e stabile, in in linea con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e l’accordo di Parigi”, prosegue la dichiarazione finale dei leader.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue, realistico obiettivo intesa su pass Covid a maggio
Von der Leyen sistema tecnico sarà operativo a giugno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
16:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sul certificato digitale Ue per i viaggi “il lavoro tecnico e legale è in carreggiata. Il sistema operativo sarà operativo a giugno.
E sul fronte politico possiamo puntare realisticamente all’obiettivo di raggiungere un accordo tra Consiglio e Parlamento europeo per fine maggio”.
Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen sul pass europeo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gerusalemme: Netanyahu, lavoriamo per mantenere libertà fede
Premier, assicurare legge e ordine
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
08 maggio 2021
17:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo agendo in maniera responsabile per assicurare la legge e l’ordine a Gerusalemme e mantenere la libertà di fede nei luoghi santi”. Lo ha detto il premier Benjamin Netanyahu dopo aver incontrato alti ufficiali della sicurezza dopo gli scontri violenti sulla Spinata delle Moschee.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sette morti in due valanghe sulle Alpi francesi
Autorità avevano avvertito del pericolo per il clima più caldo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LIONE
08 maggio 2021
18:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sette persone sono morte in due valanghe sulle Alpi francesi. Lo riferiscono le autorità locali che avevano messo in guardia contro l’instabilità del manto nevoso a causa delle temperature più calde.

La prima massa di neve si è staccata in tarda mattinata nel comune di Valloire nel settore del Col du Galibier situato a 2.642 metri sul livello del mare. Per quattro persone, di età compresa tra 42 e 76 anni e provenienti dalla provincia di Grenoble, non c’è stato nulla da fare. Le vittime facevano parte di un gruppo di 5 escursionisti: solo uno di loro è sopravvissuto. La seconda valanga si è verificata nel pomeriggio nel settore del Mont Pourri, a 3.779 metri nel massiccio della Vanoise, dall’altra parte del comune. Tre persone sono morte, secondo quanto riferisce la prefettura.
Le autorità avevano messo in guardia ieri contro il rischio di valanghe “particolarmente alte” questo fine settimana poiché le temperature si sono attenuate dopo le abbondanti nevicate sui monti nei giorni scorsi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scozia: Snp vince, ma manca la maggioranza assoluta
Gli indipendentisti della Sturgeon si fermano a 63 seggi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
08 maggio 2021
18:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Quarta vittoria elettorale consecutiva per gli indipendentisti dell’Snp di Nicola Sturgeon nel cruciale voto della Scozia alle consultazioni locali britanniche, ma niente maggioranza assoluta al Parlamento di Edimburgo. Secondo i calcoli della Bbc, i secessionisti, che miravano a questo obiettivo per dare maggior forza alla richiesta di un referendum bis sull’addio a Londra finora negato dal governo centrale di Boris Johnson, ottengono 63 seggi come nel 2016.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sufficienti a garantirsi anche la guida del prossimo governo locale, ma non a toccare quota 65 che avrebbe dato loro il 50% più uno dell’assemblea. Le proiezioni della Bbc, mentre lo spoglio si avvia a conclusione e in attesa della proclamazione ufficiale, anticipano l’assegnazione della quota minoritaria di seggi destinata ad essere attribuita attraverso il voto alle liste con un sistema di compensazione rispetto ai risultati ormai completi e definitivi dei collegi maggioritari (nei quali l’Snp ha fatto quasi l’en plein).
In base a questa stima, il partito della Sturgeon resta a due seggi dalla maggioranza assoluta, con gli stessi numeri di 5 anni fa e un seggio in meno del record assoluto (64) del 2010. Mentre i conservatori di Boris Johnson rimangono seconda forza con 31 seggi, come nel 2016, confermando lo storico sorpasso sui laburisti di Keir Starmer, che perdono altri 2 seggi e si fermano a 22.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nigeria: 7 poliziotti uccisi in un attacco nel sudest
Sicurezza rafforzata in tutte le stazioni di polizia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PORT HARCOURT
08 maggio 2021
18:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sette poliziotti sono rimasti uccisi in tre attacchi diversi avvenuti nello stato petrolifero di Rivers, in Nigeria. Lo rende noto la polizia.

Nelle ultime settimane la Nigeria sudorientale ha assistito a un’impennata degli attacchi alle forze di sicurezza che le autorità attribuiscono agli attivisti separatisti. Ieri sera, “uomini armati su due veicoli hanno attaccato un posto di blocco sul ponte Choba, uccidendo due poliziotti”, ha detto il portavoce della polizia di stato di Rivers, Nnamdi Omoni.
Gli stessi uomini armati hanno poi attaccato la stazione di polizia di Rumuji, uccidendo altri due poliziotti in servizio.
“Due degli aggressori sono rimasti gravemente feriti e sono morti sul colpo”, ha aggiunto il portavoce.
In un terzo attacco alla stazione di polizia di Elimgbu, sono rimasti uccisi tre agenti. “La sicurezza è stata rafforzata in tutte le stazioni di polizia statale”, ha sottolineato il portavoce.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: nuovo record Francia, 600.000 dosi in un giorno
Vaccinato oltre un francese adulto su 4
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
07 maggio 2021
12:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute, Olivier Véran, ha annunciato un nuovo record sul fronte della vaccinazione contro il Covid-19 in Francia, con 600.000 dosi iniettate in un solo giorno.
“Un nuovo limite è stato superato oggi – ha scritto Véran in un tweet – con oltre 600.000 vaccinazioni realizzate in 24 ore in Francia.
Di nuovo, grazie a tutti quelli che, giorno dopo giorno, proteggono i nostri cittadini. Continuiamo!”.
Fino a ieri, il numero dei francesi che hanno ricevuto una dose era di 16.791.193, mentre sono stati 7.554.787 a ricevere le due dosi necessarie. Oltre un francese adulto su 4 è vaccinato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Indonesia: nuova eruzione del vulcano Sinabung
Dal cratere una colonna di fumo e cenere alta oltre 2.800 metri
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MEDAN
07 maggio 2021
12:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il vulcano Sinabung, in Indonesia, è oggi esploso, vomitando una massiccia colonna di fumo e cenere fino a 2.800 metri nel cielo. Il vulcano, nella provincia di Sumatra settentrionale, ha iniziato a eruttare cenere e lava alle 9 del mattino e l’eruzione è durata quasi sei minuti, ha riferito un’agenzia geologica locale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Non sono stati emessi ordini di evacuazione e non sono state segnalate interruzioni dei voli. Le autorità hanno ordinato ai residenti di evitare un raggio di cinque chilometri attorno al cratere, una zona che è stata lasciata libera per anni con l’aumento dell’attività vulcanica.
“Residenti e turisti non dovrebbero svolgere alcuna attività intorno al Monte Sinabung perché le attività vulcaniche rimangono elevate”, ha detto Muhammad Nurul Asrori, un funzionario del centro di monitoraggio del Monte Sinabung, aggiungendo che lo stato di allerta rimane invariato al livello tre.
Sinabung, un vulcano di 2.460 metri, è rimasto inattivo per secoli prima di risvegliarsi nel 2010. Dopo un altro periodo di inattività, è esploso di nuovo nel 2013 e da allora è rimasto molto attivo. L’anno successivo un’eruzione ha ucciso almeno 16 persone, mentre sette altre sono morte in un’esplosione del 2016. L’Indonesia – un arcipelago di oltre 17.000 isole e isolotti – ha quasi 130 vulcani attivi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb offrirà un’alternativa al vaccino AstraZeneca agli under 40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
07 maggio 2021
13:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità britanniche hanno deciso di offrire un’alternativa al vaccino anti Covid di AstraZeneca non più solo alle persone sotto i 30 anni, ma a tutti gli under 40. Lo ha annunciato il Joint Committee on Vaccination and Immunisation, organismo scientifico che assiste il governo di Boris Johnson sulla campagna vaccinale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Secondo i dati aggiornati si sono registrati nel Regno non più di 242 casi di trombosi rara su 28,5 milioni di persone vaccinate con AstraZeneca, ma la percentuale appare leggermente più elevata fra i più giovani.
La raccomandazione del Joint Committee on Vaccination and Immunisation (Jcvi) al governo britannico e alle autorità sanitarie è ora in sostanza quello di limitare l’uso di AstraZeneca per ragioni di cautela estrema solo a chi abbia da 40 anni in su. Una raccomandazione che del resto, rileva la Bbc, riflette anche una situazione in cui le forniture di questo vaccino al Regno Unito si sono ridotte, mentre nuovi approvvigionamenti sono stati concordati con Pfizer e Moderna.
“La sicurezza – ha sottolineato il professor Wei Shen Lim, uno dei responsabili del Jcvi – rimane la nostra priorità numero uno. E mentre il tasso di contagio da Covid 19 continua a essere sotto controllo (nel Regno), noi suggeriamo ora di offrire a tutte le persone fra 19 e 39 anni di età, anche senza condizioni mediche preesistenti, un’alternativa al vaccino Oxford/AstraZeneca laddove disponibile”.
L’accademico ha quindi ribadito che il rapporto tra rischi e vantaggi di tutti i vaccini autorizzati resta enormemente a favore di questi ultimi . Ma ha aggiunto che l’opportunità di scegliere fra gli under 40 è considerata utile in questa fase di fronte al timore che i dati aggiornati su AstraZeneca possano indurre una parte dei più giovani a esitare a vaccinarsi e “causare ritardi” nella campagna d’immunizzazione. Nel Regno Unito sono state finora somministrate quasi 52 milioni di dosi e l’obiettivo è di arrivare a garantire almeno una prima dose a tutti gli adulti ultra-diciottenni residenti non oltre il 31 luglio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Prima d’essere l’Europa’, l’omaggio di Edoardo De Angelis alla Ue
Il cantautore pubblica il video del suo brano, con immagini dell’Istituto Luce, in occasione della Festa dell’Europa che si celebra il 9 maggio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2021
16:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Era l’Europa…prima di essere l’Europa”, canta Edoardo De Angelis pubblicando un video che racchiude preziose immagini in bianco e nero dell’Istituto Luce a corredo delle parole della sua canzone ‘Prima d’essere l’Europa’, contenuta nell’album intitolato ‘Io volevo sognare più forte’.  Il filmato è un omaggio alla Festa dell’Europa che si celebra il 9 maggio.
Questa iniziativa, spiega Edoardo De Angelis, “nasce da un evento del Parlamento europeo e della Commissione europea realizzato il 18 dicembre 2020 presso l’Auditorium del MAXXI, un convegno sull’attualità dell’Europa unita intitolato proprio come la canzone scritta insieme a Francesco Giunta. Da qui l’idea di proseguire sulla linea ‘istituzionale’ chiedendo all’Istituto Luce Cinecittà, al quale devo molta gratitudine, la selezione e la concessione di filmati storici per la realizzazione di un video che mi permettesse di rappresentare, con il canto e le parole della canzone, lo svolgimento degli eventi che hanno preceduto e poi accompagnato la costruzione dell’Europa unita”.
De Angelis spiega il testo della sua canzone: “Ce n’è voluto del tempo perché un’idea straordinariamente felice come quella dell’Europa unita si facesse strada nel discordie, nelle divisioni, nel sangue, fino alle tragiche esperienze delle guerre mondiali del secolo scorso, delle persecuzioni razziali, dei lager.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La riconciliazione – aggiunge il cantautore – ha generato ormai da molti decenni una pace stabile e un lavoro comune in favore di una civile e condivisa cultura di scambio, accoglienza, uguaglianza, libertà. Ce n’è voluto del tempo… Era l’Europa – canta – prima d’essere l’Europa”.
‘Prima d’essere l’Europa’, l’omaggio di Edoardo De Angelis:

‘Prima d’essere l’Europa’, l’omaggio di Edoardo De Angelis – VIDEO ESCLUSIVO:

Usa: sondaggio, maggioranza a favore passaporto vaccinale
Soprattutto per viaggi e eventi con grandi assembramenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 maggio 2021
19:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La maggioranza degli americani è a favore del passaporto vaccinale, soprattutto per i viaggi aerei ed eventi con grandi assembramenti come concerti o incontri sportivi. Lo rivela un’indagine della Gallup.

In particolare il 57% vorrebbe l’obbligo del passaporto vaccinale per i viaggi aerei, il 55% per concerti ed eventi sportivi, tuttavia il consenso cala quando si parla di luoghi di lavoro, con il 45% a favore, soggiorni in alberghi (44%) e ristoranti al chiuso (40%).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden, spero di incontrare presto Putin
Si lavora per definire data e luogo dell’incontro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
19:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden spera di incontrare presto Vladimir Putin nonostante il rafforzamento delle truppe russe vicino al confine ucraino. Lo ha ribadito il presidente americano parlando alla Casa Bianca e precisando che si sta ancora lavorando per definire data e luogo dell’incontro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa chiedono il ritorno di Taiwan nell’assemblea dell’Oms
Mossa osteggiata dalla Cina
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
19:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Usa chiedono di ripristinare la presenza di Taiwan nell’assemblea mondiale della sanità, l’organo legislativo dell’Oms che si riunirà dal 24 maggio. Una mossa che potrebbe suscitare le reazioni cinesi.

“Non c’è alcuna giustificazione ragionevole per proseguire l’esclusione di Taiwan da questo forum, e gli Usa chiedono al direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità di invitare Taiwan a partecipare come osservatore, come negli anni precedenti, prima che fossero registrate le obiezioni della Cina”, ha detto il segretario di Stato Antony Blinken.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giappone: stop alle sigarette Philip Morris entro 10 anni
L’annuncio dell’ad Olczak: ‘Puntiamo a tecnologie alternative’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
07 maggio 2021
19:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Giappone sarà il primo mercato al mondo in cui la Philip Morris interromperà la vendita delle sigarette tradizionali nei prossimi 10 anni. Lo ha detto l’amministratore delegato della multinazionale statunitense, Jarek Olczak, in un’intervista al Nikkei, aggiungendo che l’obiettivo è quello di realizzare una società senza sigarette.

L’azienda produttrice delle Marlboro aveva annunciato nel 2016 un obiettivo di lungo termine che prevede la sostituzione delle tradizionali ‘bionde’ con alternative meno nocive, senza però mai fornire un riferimento temporale. “Vogliamo che il Giappone sia il primo mercato al mondo”, ha affermato il numero uno della Philip Morris, che punta al successo del dispositivo Iqos, capace di scaldare il tabacco senza bruciarlo, e l’introduzione di una nuova serie di tecnologie alternative.
Il Paese del Sol Levante è considerato uno dei paradisi per i fumatori, dove le sigarette sono molto più a buon mercato, con un prezzo medio di 3,80 euro a pacchetto, e le confezioni generalmente non contengono immagini di denuncia sui rischi per la salute. Il governo di Tokyo deriva cospicui introiti dall’industria del fumo e controlla un terzo del capitale azionario di Japan Tobacco, il terzo produttore di sigarette al mondo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb revoca quarantena da 12 Paesi turistici, non l’Italia
Via libera tra gli altri a Portogallo e Israele, dal 17 maggio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
07 maggio 2021
19:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo britannico di Boris Johnson alleggerisce le regole Covid sui viaggi turistici dal 17 maggio con un sistema a semaforo, ma la luce verde per le mete da cui si potrà rientrare nel Regno senza quarantena riguarda per ora solo 12 tra Paesi e isole, inclusi Portogallo, Israele e Gibilterra.
Lo ha annunciato nel briefing a Downing Street il ministro dei Trasporti, Grant Shapps.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Resta per ora in giallo, con quarantena obbligatoria, la gran parte dei Paesi, comprese Italia, Francia e Spagna. Mentre la lista rossa (divieto di viaggio e rimpatri solo con quarantena in hotel sorvegliati) si allarga a Turchia, Maldive e Nepal.
La limitazione della lista verde a poche destinazioni non desta alcuna sorpresa, notano fonti diplomatiche, tenuto conto delle indicazioni improntate alla massima cautela già anticipate nei giorni scorsi dal governo Tory e dallo stesso Johnson: sulla base della necessità di contenere il rischio d’importazione di qualunque variante del Covid ora che il Regno Unito – forte anche di una campagna vaccinale spedita – è riuscito a riportare ai minimi i casi e i decessi interni. Anzi, rispetto alle indicazioni trapelate dal Foreign Office, sono state eliminate anche le possibili eccezioni di alcune isole greche e spagnole, per il ritorno dalle quali al momento la quarantena precauzionale in casa non risulta abolita.
Le 12 mete indicate, oltre a Portogallo, Israele e Gibilterra, sono tutte remote e a bassissimo tasso di contagio attuale da coronavirus: Singapore, Australia, Nuova Zelanda, Brunei, Islanda, Isole Faroe, Falkland, Isole di South Georgia e South Sandwich e Isole di Sant’Elena, Tristan de Cunha, Ascensione.
Nel corso del briefing, Shapps ha confermato poi le indicazioni positive sulla tendenza al calo dei contagi nel Regno Unito, malgrado qualche allarme rafforzato sulla ‘variante indiana’: con un totale d’infezioni inferiore adesso a una ogni 1000 abitanti, altri 600.000 vaccini somministrati nelle ultime 24 ore (fino a un totale di quasi 52 milioni, inclusi 16,7 milioni di richiami), un numero di morti giornalieri non superiore a 15, una somma di meno di 2500 casi su oltre un milione di tamponi e non più di 1200 persone circa ricoverate al momento per Covid in tutti gli ospedali britannici fra reparti ordinari e terapie intensive.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Di Maio, liberarlo subito, silenzio ha funzionato
Amnesty: ‘è prigioniero, non parlare aiuta i governi repressivi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 maggio 2021
18:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Tutte le iniziative sono meritorie, ma più aumenta la portata mediatica del caso e più l’Egitto reagisce irrigidendosi. Non ci illudiamo che dall’altra parte otteniamo un risultato facendo così”, “dobbiamo liberare subito Patrick Zaki e farlo tornare dalla sua famiglia”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È quanto dichiarato dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a proposito della situazione dello studente egiziano dell’Università di Bologna detenuto dal 7 febbraio del 2020 al Cairo con accuse legate alla sua attività politica e giornalistica. “Per quelli che abbiamo portato a casa in questi anni – ha aggiunto Di Maio – la notizia è stata data quando hanno messo piede in Italia”.
“Se non fosse stato per la mobilitazione della società civile e per il sostegno dei mezzi d’informazione in questi 15 mesi, la drammatica situazione di Patrick Zaki avrebbe rischiato di finire dimenticata. Il silenzio è proprio ciò che aiuta governi repressivi a continuare a commettere violazioni dei diritti umani”, afferma invece Riccardo Noury, portavoce Amnesty International in Italia. “Qui non stiamo parlando di un sequestro compiuto da un gruppo armato con cui negoziare in silenzio – sottolinea Noury – ma di un prigioniero di coscienza in carcere da 15 mesi e privato di ogni suo diritto dalle autorità di uno stato amico dell’Italia col quale sarebbe necessario alzare la voce e non abbassarla””.
“Tutti vogliamo la libertà di Patrick Zaki – ha scritto da parte sua su Twitter il deputato Pd Filippo Sensi – Tutti.
Nessuno ha la verità in tasca. Nessuno. Vale per me. Vale per il ministro degli Esteri che dice di abbassare i toni su Zaki.
Sappia che il Parlamento ha fatto e continuerà a fare la sua parte. La faccia anche il governo”. Oggi a Roma, al Nazareno, il segretario del Pd Enrico Letta ha scoperto una targa in sostegno del ricercatore dell’Alma Mater.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Draghi con Biden sui brevetti ma chiede di aprire l’export
Il presidente del Consiglio italiano da Oporto sostiene la linea, rilanciata con forza da Emmanuel Macron, di andare in pressing sui Paesi extra Ue, a partire dagli Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
11:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I brevetti sui vaccini possono essere sospesi ma vanno insieme rimossi tutti i blocchi alla loro esportazione. Mario Draghi precisa così la sua posizione, nel corso della cena di lavoro dei leader europei che chiude la prima giornata del Social Summit di Oporto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier italiano sostiene la linea, rilanciata con forza da Emmanuel Macron, di andare in pressing sui Paesi extra Ue, a partire dagli Stati Uniti, perché la smettano di bloccare l’export dei vaccini Covid. Ma sui brevetti plaude a Joe Biden. Non frena la sua proposta di sospensione, come fanno leader e istituzioni europee. Non sposa lo scetticismo di Angela Merkel. Draghi afferma il suo “favore” per la proposta del presidente americano e afferma che un intervento “temporaneo ben congegnato” è possibile. Anche perché è tempo per “Big Pharma”, che dai governi ha ricevuto tanto, di restituire qualcosa. Per un Paese, come l’Italia, che con qualche difficoltà sta lavorando per produrre vaccini Covid sul proprio territorio, è importante agire sulle filiere produttive a livello europeo e mondiale. Così come è cruciale dare una mano ai Paesi meno sviluppati, a partire da quelli del Nord Africa e dell’Asia, sia per ragioni umanitarie che per evitare un ritorno del contagio che a fatica si sta arginando. Non solo l’aumento della produzione e lo sviluppo di filiere diffuse a livello globale potrebbe avere effetti positivi sul costo dei vaccini, osservano fonti ministeriali italiane, ma vanno anche tenute in conto considerazioni geopolitiche e il tentativo di sottrarre Paesi come il Marocco o l’India all’influenza di Cina e Russia. Draghi a Roma il 21 maggio ospiterà il Global Health Summit, che tenterà anche di disegnare una prospettiva sul fronte della produzione e distribuzione dei vaccini. L’imperativo, dice ai colleghi nel suo intervento alla cena di lavoro di Oporto, è accelerare l’immunizzazione dei cittadini, con trasparenza e affidabilità. E insieme aumentare la produzione in ogni parte d’Europa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ma l’Ue, sottolinea, non può far cadere il grido di allarme che risuona dai Paesi meno sviluppati: siamo di fronte all’evento unico di milioni di persone che stanno morendo perché non in condizione di acquistare vaccini. Anche per questo è giusto esigere che tutti i Paesi produttori rimuovano i blocchi alle esportazioni: l’Ue può esigerlo, dal momento che esporta l’80% della propria produzione verso paesi che invece non esportano. In questo contesto, di rimozione dei blocchi, che la proposta di Biden può essere sposata, afferma Draghi. Sapendo che la sospensione dei brevetti – che non sarebbe, sostiene, un disincentivo all’industria farmaceutica – è un’idea realistica se insieme si affrontano i problemi di sicurezza della produzione e della incredibile complessità del processo produttivo. E’ in questo ragionamento che si inserisce la sferzata alle cosiddette “Big Pharma”. I giganti dei vaccini hanno ricevuto – osserva Draghi – finanziamenti enormi dai governi, e a questo punto ci sarebbe quasi da aspettarsi che ne restituissero almeno una parte a chi ha bisogno. Come europei non possiamo ignorare questo problema. Sappiamo che le risorse finanziarie non sono e non saranno mai sufficienti. Ma – sottolinea il premier italiano – il grido risuona.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che dovremmo essere aperti alla discussione” sulla deroga sulla proprietà intellettuale. Ma quando usciremo di qui dovremo avere “una visione a 360 gradi su questo” argomento. “Abbiamo bisogno di vaccini ora. La deroga sulla proprietà intellettuale non risolverà problema. Quello che serve è una condivisione dei vaccini, l’export di dosi e investimenti per accrescere” la capacità produttiva. “L’Unione europea è l’unica regione democratica del mondo che esporta su larga scala. Circa il 50% di quanto viene prodotto in Europa viene esportato verso circa 90 Paesi, incluso Covax. Sono circa 200 milioni di dosi che sono state esportate e circa 200 milioni di dosi distribuite agli europei. Invitiamo tutti quanti si impegnano nel dibattito della deroga temporanea dei brevetti di unirsi a noi ad impegnarsi ad esportare una larga parte di quanto producono”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Violenti scontri a Gerusalemme, oltre 180 feriti
Prosegue escalation di violenze, Usa preoccupati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
08 maggio 2021
13:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ salito ad almeno 175 palestinesi e sei poliziotti israeliani il numero di persone ferite ieri nel corso degli scontri avvenuti per lo più sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme. Si tratta di uno dei confronti violenti più gravi degli ultimi anni nella Gerusalemme est occupata, teatro di una rinnovata tensione che preoccupa anche Washington.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Decine di migliaia di fedeli si sono radunati nella Spinata delle Moschee – chiamato dagli ebrei il Monte del Tempio – per l’ultima grande preghiera del venerdì prima della fine del mese di Ramadan. E’ a quel punto che sono scoppiati gli scontri tra i palestinesi, che hanno anche usato armi da fuoco, e la polizia israeliana, che ha lanciato granate assordanti e ha sparato ai manifestanti con proiettili di gomma.
Almeno una dozzina i manifestanti feriti al volto. “Centinaia di rivoltosi hanno lanciato pietre, bottiglie e altri oggetti in direzione degli agenti che hanno reagito”, ha detto la polizia israeliana, il cui portavoce, Wassem Badr, ha parlato di “disordini violenti”. Gli scontri si sono verificati anche nel vicino quartiere di Sheikh Jarrah, dove le manifestazioni notturne quotidiane contro il possibile sgombero delle famiglie palestinesi a favore dei coloni israeliani sono sfociate nei giorni scorsi in scontri con la polizia. La Mezzaluna Rossa ha riferito che almeno quattro palestinesi sono rimasti feriti gravemente. Al momento una fragile calma sembra essere tornata a Gerusalemme Est.
“Negli ultimi giorni le tensioni e le violenze nella Cisgiordania occupata, in particolare a Gerusalemme Est, sono aumentate pericolosamente. La scorsa notte si sono verificati gravi scontri sulla Spianata delle Moschee che hanno causato molti feriti. La violenza e l’istigazione alla violenza sono inaccettabili e gli autori di ogni parte devono essere ritenuti responsabili”. Così in una nota il portavoce del servizio di azione esterna della Ue, l’ufficio dell’Alto rappresentante Josep Borrell. “L’Unione europea invita le autorità ad agire con urgenza per allentare le attuali tensioni a Gerusalemme”, prosegue la nota.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Razzo spaziale cinese “cadrà tra l’1 e le 7, remota l’ipotesi Italia”
Tuttavia continua il monitoraggio fino all’avvenuto impatto al suolo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
19:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si è ridotta – indica la Protezione civile – la finestra di incertezza relativa al rientro incontrollato in atmosfera del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” previsto per questa notte. Al momento, le tre traiettorie che potrebbero interessare alcuni settori di nove regioni centro-meridionali italiane si collocano tra l’1:00 di notte e le 7:30 del mattino.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Resta remota”, spiega il Dipartimento, la probabilità che uno o più frammenti possano cadere sul nostro territorio. Tuttavia il tavolo tecnico continuerà a seguire l’evolversi della situazione attraverso i dati disponibili fino all’avvenuto impatto al suolo.
Il punto è stato fatto sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana (Asi) durante il nuovo incontro del tavolo tecnico che si è aggiornato nel pomeriggio di oggi presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile. Al tavolo hanno partecipato anche rappresentanti delle Regioni potenzialmente interessate, per la condivisione di analisi e aggiornamenti sull’evoluzione delle operazioni con i territori e con le strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile.
Le previsioni di rientro, rileva la Protezione civile, sono soggette a continui aggiornamenti perché legate al comportamento dello stesso razzo e agli effetti che la densità atmosferica imprime agli oggetti in caduta, nonché a quelli legati all’attività solare.
“Sulla scorta delle informazioni attualmente rese disponibili dalla comunità scientifica – sottolinea la Protezione civile – è possibile fornire alcune indicazioni utili alla popolazione affinché adotti responsabilmente comportamenti di auto protezione: è poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici, che pertanto sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti”. Si consiglia, comunque, indica il Dipartimento, “di stare lontani dalle finestre e porte vetrate; i frammenti impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i tetti stessi e i solai sottostanti, così determinando anche pericolo per le persone: pertanto, non disponendo di informazioni precise sulla vulnerabilità delle singole strutture, si può affermare che sono più sicuri i piani più bassi degli edifici; all’interno degli edifici i posti strutturalmente più sicuri dove posizionarsi nel corso dell’eventuale impatto sono, per gli edifici in muratura, sotto le volte dei piani inferiori e nei vani delle porte inserite nei muri portanti (quelli più spessi), per gli edifici in cemento armato, in vicinanza delle colonne e, comunque, in vicinanza delle pareti; è poco probabile che i frammenti più piccoli siano visibili da terra prima dell’impatto; alcuni frammenti di grandi dimensioni potrebbero resistere all’impatto. Si consiglia, in linea generale, che chiunque avvistasse un frammento, di non toccarlo, mantenendosi a una distanza di almeno 20 metri, e dovrà segnalarlo immediatamente alle autorità competenti”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Ue boccia deroga ai brevetti, ‘bisogna esportare’
I 27 leader riuniti a Porto. Von der Leyen, vaccini servono ora
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 maggio 2021
22:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’Unione europea è l’unica regione democratica del mondo che esporta su larga scala. Circa il 50% di quanto viene prodotto in Europa viene esportato verso circa 90 Paesi, incluso Covax.
Sono circa 200 milioni di dosi che sono state esportate e circa 200 milioni di dosi distribuite agli europei. Invitiamo tutti quanti si impegnano nel dibattito della deroga temporanea dei brevetti di unirsi a noi ad impegnarsi ad esportare una larga parte di quanto producono”.
Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen ha risposto, al termine del summit di Porto, alla proposta statunitense di concedere una deroga temporanea ai brevetti per consentire ai Paesi meno sviluppati di produrre vaccini in casa.
“I vaccini servono ora – ha aggiunto -. La deroga temporanea sui brevetti” non risolve il problema nel breve e medio periodo. Ciò che serve è una condivisione dei sieri, l’export di dosi, e investimenti per accrescere” la capacità produttiva, anche nei Paesi africani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in India superata soglia 4mila morti in un giorno
Sono 4.187 i decessi delle ultime 24 ore, 401.078 i nuovi casi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
14:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’India ha registrato per la prima volta più di 4.000 morti per coronavirus in un giorno. Lo ha fatto sapere il governo indiano. I 4.187 decessi registrati nelle ultime 24 ore hanno portato il bilancio complessivo dell’India a 238.270 vittime del virus dall’inizio della pandemia.
Sempre nelle ultime 24 ore, si contano altri 401.078 nuovi casi di positività.
Sono ora quasi 21,9 milioni le persone colpite dal virus nel Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue, via libera contratto 1 miliardo e 800mln dosi con Pfizer
Lo annuncia la presidente della Commissione Ursula von der Leyen
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
12:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Felice di annunciare che la Commissione europea ha appena approvato un contratto per 900 milioni di dosi garantite più 900 milioni di opzioni con Pfizer-BioNTech per il 2021-2023. Seguiranno altri contratti e altre tecnologie per i vaccini”.
Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, su Twitter.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sulle riaperture bisogna “calcolare bene il rischio. I dati sono abbastanza incoraggianti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Se l’andamento dovesse continuare in questa direzione, la cabina di regia procederà ad altre riaperture. E’ importante essere graduali, anche per capire quali riaperture avranno più effetto sui contagi e quali meno”. Lo dice il premier Mario Draghi al termine del vertice europeo di Oporto.
“Come credo la maggior parte degli italiani – ha detto Draghi – voglio riaprire, voglio che le persone tornino fuori a lavorare, a divertirsi, a stare insieme, ma bisogna farlo in sicurezza cioè calcolando bene il rischio”.
“Con la ripartenza del turismo bisogna considerare anche che gli aeroporti sono luoghi cui bisogna guardare con molta attenzione, perché sono luoghi dove i contagi possono succedere, quindi bisogna rinforzare i controlli negli aeroporti. Questo non vuol dire chiudere: vuol dire riaprire ma farlo con la testa”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo chiesto con molta enfasi – ha detto inoltre il premier – che commissione e parlamento Ue procedano con la massima rapidità al certificato verde” per il Covid, “per avere un modello europeo su cui confrontarsi per la misure turistiche. Altrimenti ci sarà molta confusione”.
LA CONFERENZA STAMPA:

Il premier è intervenuto anche sulla questione dei vaccini. “La questione è molto più complessa” della sola liberalizzazione dei brevetti dei vaccini perché “farlo sia pur temporaneamente non garantisce la produzione dei vaccini che è molto complessa. E poi la produzione deve essere sicura e questo non viene garantito dalla liberalizzazione dei vaccini. La situazione è molto molto più complicata”. Lo dice il premier Mario Draghi al termine del vertice europeo di Oporto.
Che quella sui brevetti “sia una mossa tattica diplomatica degli Stati Uniti per battere la politica internazionale del vaccino di Russia e Cina non lo credo perché i numeri di oggi fan vedere che questa è una cosa per il momento molto buffa. La Russia ha annunziato 750milioni di dosi, finora ne ha consegnate sei. La Cina 600 milioni e ne ha consegnate 40. Non sono avversari tali da impensierire gli Usa”. “La proposta di Biden ha aperto una porta, poi vedremo. C’e’ chi protegge la sacralità del brevetto e chi e’ piu’ aperto”.
La posizione di Biden sui brevetti “credo che venga da una constatazione: ci sono milioni di persone che non hanno accesso ai vaccini o per mancanza di distribuzione o per mancanza di denaro, che stanno morendo”. “Ci sono le grandi case farmaceutiche hanno avuto sovvenzioni governative imponenti. Semplicemente si potrebbe dire che ci si aspetta qualcosa in cambio da queste case farmaceutiche”.
“Prima di arrivare” alla liberalizzazione dei brevetti dei vaccini “bisognerebbe fare cose più semplici tipo la rimozione del blocco alle esportazioni che oggi gli Stati Uniti per primi e il Regno Unito continuano a mantenere. E’ dato di oggi che l’Europa esporta tanto quanto ha dato ai propri suoi cittadini: il 50% della produzione dell’Unione è andata al Canada o a Paesi che bloccano le esportazioni”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La dichiarazione di Oporto – ha detto in un altro passaggio – “come tale non sembra essere di grande importanza a prima vista, ma non è così: il momento è la fine di un lungo viaggio nel campo della tutela dei diritti sociali. Sembra ovvio ma è un processo che iniziò nel 2017, allora lanciato dal presidente della commissione Juncker. Ci sono voluti quattro anni per portare tutto il Consiglio europeo a condividere una prima forma di coordinamento dei mercati del lavoro e soprattutto dei diritti sociali”.
La dichiarazione “deve essere accompagnata da politiche di contorno parte delle quali sono state messe in atto nella pandemia, parte delle quali sono politiche fiscali e di bilancio. Io ma anche altri” leader europei “hanno fatto riferimento sia al programma Sure che è un inizio di sussidio alla disoccupazione a livello europeo e un piccolo passo verso la creazione di un mercato comune di lavoro. Ma anche la necessità che certe politiche espansive di bilancio non vengano ritirate troppo presto finché la ripresa non venga consolidata”.
“In Europa dobbiamo continuare ad accelerare le vaccinazioni con trasparenza e in sicurezza aumentando la produzione”. E’ la linea che il premier Mario Draghi ha assunto nel suo primo vertice Ue in presenza a Oporto dedicato ai temi sociali. Una posizione che – riferiscono fonti di palazzo Chigi – ha raccolto ampio consenso da parte dei leader e che ha orientato il dibattito nel corso della cena di preparazione al primo vertice informale in presenza per il premier. Il monito di Draghi – viene confermato – è rivolto anche a quei Paesi che ancora pongono blocchi alle esportazioni mentre l’Ue esporta l’80% della propria produzione.
Intanto la presidente della commissione Europea Ursula Von der Leyen scrive su twitter dicendosi: “Felice di annunciare che la Commissione europea ha appena approvato un contratto per 900 milioni di dosi garantite più 900 milioni di opzioni con Pfizer-BioNTech per il 2021-2023. Seguiranno altri contratti e altre tecnologie per i vaccini”.
Nel decreto sostegni arrivano nel frattempo fondi per i pazienti long Covid.”Il Coronavirus – dice il ministro Speranza -può lasciare, nei pazienti che lo hanno avuto in forma grave, conseguenze anche dopo la guarigione. Per questo ho proposto che vengano stanziati 50 milioni di euro affinché il Servizio Sanitario Nazionale prenda in carico gratuitamente, con esami diagnostici e terapie, tutti i pazienti maggiormente colpiti dal virus anche dopo le dimissioni dalla struttura ospedaliera. Questo provvedimento consentirà, inoltre, di avviare un monitoraggio per acquisire ulteriori dati da mettere a disposizione dei nostri ricercatori”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il castello di Dracula diventa un centro vaccini per turisti
In Romania. Nel pacchetto iniezione Pfizer e visita alla mostra
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
12:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il castello di Bran, meglio conosciuto come il ‘castello di Dracula’, diventa anche un centro di vaccinazione anti-Covid per i viaggiatori. Che potranno unire, come ormai sta avvenendo in molte destinazioni turistiche in giro per il mondo, l’utile al dilettevole.
I rappresentanti del castello rumeno, reso celebre da Bram Stoker che vi ambientò il suo romanzo gotico, hanno annunciato che chi sceglierà di vaccinarsi da loro riceverà un “certificato di vaccinazione al Castello di Bran” e l’accesso gratuito alla mostra di strumenti medievali di tortura.
Il farmaco utilizzato, riferisce il quotidiano rumeno Libertatea, sarà quello Pfizer e non servirà fissare appuntamenti. Il centro opererà solo nei fine settimana, per un mese, ma in caso di adesioni significative il periodo sarà esteso a tre mesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Thelma & Louise, i 30 anni di un film seminale
Due donne diverse, un’auto e la voglia di libertà
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
15:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un regista noto per film d’azione muscolari (Ridley Scott), un’auto decappottabile (non una qualsiasi: una Thunderbird azzurra del 1966), una pistola, la voglia di evasione da un mondo a misura di maschio, gli spazi americani arcinoti (il Grand Canyon di John Ford, per dire), gli stilemi del Buddy Movie, la strada (e quindi l’on the road, altro genere a prevalenza maschile, prima e dopo Easy Rider) ma due indimenticabili eroine trasformate in Bonnie & Clyde (quasi) per caso: 30 anni dopo, la casalinga Thelma (Geena Davis, mai più così smagliante) e la cameriera Louise (Susan Sarandon molto prima dell’Oscar per Dead Man Walking) hanno ancora qualcosa da dire alle loro nipotine del Me Too.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le due fuggono ma la strada per la libertà è controversa e costellata, diciamolo pure, di stronzi: camionisti libidinosi, stupratori, autostoppisti belli e disonesti (Brad Pitt, folgorante e definitivo esordio da sex symbol). Anche in questo però il film è tutt’altro che scontato: Ridley Scott, anzi la sua sceneggiatrice, Callie Khouri, ribaltano anche lo stereotipo del poliziotto-cacciatore: l’unico maschio che sembra essere sulla loro lunghezza d’onda è un Harvey Keitel in una delle sue migliori interpretazioni.

cinema

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Esplosione davanti una scuola a Kabul, almeno 25 morti
52 i feriti, tra cui molti studenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KABUL
08 maggio 2021
19:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Almeno 30 persone sono morte e altre 52, tra cui molte studentesse, sono rimaste ferite in un’esplosione avvenuta davanti a una scuola femminile a Kabul. Lo riferisce il ministero degli Interni.
L’esplosione è avvenuta nel distretto di Dasht-e-Barchi, a ovest della capitale afghana, mentre i residenti stavano facendo acquisti per l’avvicinarsi della festa musulmana di Eid al-Fitr che segnerà la fine del mese di digiuno del Ramadan la prossima settimana. A causare l’esplosione sarebbe stata un’autobomba fatta detonare proprio mentre le ragazze uscivano dalla scuola seguita da due razzi. Sdegno e cordoglio per l’attentato sono state espresse dalla missione Ue in Afghanistan e dalla Missione di assistenza delle Nazioni Unite nel Paese. Il ministero dell’Interno afghano ha annunciato di aver aperto un’inchiesta per terrorismo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le dive pop Spears, Hilton e Lovato stelle da docu
Demi, ho potuto raccontare la mia storia. Britney polemica
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
17:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Britney Spears, Demi Lovato e Paris Hilton: abituate al successo ma anche oggetto dello scrutinio dei media e del pubblico fin da adolescenti; tampinate dai paparazzi e dall’interesse ossessivo di fan e testate di gossip soprattutto rispetto alle loro fragilità e aspetti intimi. Mondi diventati fonti di racconto dal vero negli ultimi mesi con la docuserie Demi Lovato: Dancing with the Devil di Michael Ratner e i documentari This is Paris di Alexandra Dean e Framing Britney Spears di Samantha Stark.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un rinnovato interesse, nel caso della cantante di Toxic (sulla quale ci sono già altri film non fiction in cantiere), rivelatosi utile per rilanciare la sua azione legale contro la tutela del padre (si parla di una nuova udienza a metà luglio), che ora gestisce il suo patrimonio, per quanto Britney Spears abbia bollato su Instagram i film su di lei come ‘ipocriti’ perché criticano i media che l’hanno attaccata ma “poi fanno come loro” continuando ad esaltare “le parti negative e più traumatiche della mia vita”. Totalmente diversi i punti di vista di Demi Lovato e Paris Hilton, che sono state coproduttrici esecutive delle opere su di loro. Nel caso della docuserie in quattro puntate per YouTube originals Demi Lovato: Dancing with the Devil di Michael D.
Ratner, la cantante, i suoi collaboratori e famigliari raccontano senza censure anche l’overdose quasi mortale affrontata dalla popstar nel 2018 e le conseguenze che ha causato. “Ho avuto la possibilità di raccontare la mia storia in un momento in cui il mondo era stato reso silenzioso dal covid – spiega Lovato negli incontri in streaming organizzati dalla testata Deadline per i Contenders di stagione nelle categorie documentario e programmi ‘unscripted’ -. E’ stata un’esperienza terapeutica”.
D’accordo con lei Paris Hilton, che in This Is Paris di Alexandra Dean (YouTube Originals), per la prima volta parla degli abusi che avrebbe subito in un collegio specializzato nel ‘raddrizzare’ ragazzi difficili. Prima che il film debuttasse “ero terrorizzata – dice – ma quando è uscito la quantità d’amore e supporto ricevute da ogni parte del mondo è stata travolgente”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue, realistico obiettivo intesa su pass Covid a maggio
Von der Leyen sistema tecnico sarà operativo a giugno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 maggio 2021
16:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sul certificato digitale Ue per i viaggi “il lavoro tecnico e legale è in carreggiata. Il sistema operativo sarà operativo a giugno.
E sul fronte politico possiamo puntare realisticamente all’obiettivo di raggiungere un accordo tra Consiglio e Parlamento europeo per fine maggio”.
Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen sul pass europeo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Golden Globe, Netflix e Amazon tagliano i ponti
Sarandos, da Hollywood Foreign Press aspettiamo vere riforme
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 maggio 2021
15:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La bufera sulla Hollywood Foreign Press non accenna a placarsi: prima Netflix e poi a ruota Amazon hanno tagliato i ponti con l’organizzazione che ogni anno assegna i Golden Globe fino a quando quest’ultima non avrà adottato “riforme più significative” sul fronte della membership e delle regole etiche.
L’associazione dei giornalisti stranieri a Hollywood era finita nella bufera dopo un’inchiesta del “Los Angeles Times” pubblicata alla vigilia della cerimonia di quest’anno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non abbiamo lavorato con la Hfpa da quando sono stati sollevati questi problemi e, come il resto dell’industria, ci aspettiamo una risposta più incisiva per cambiare posizione”, ha detto la capo degli studi Amazon Jennifer Salke.
Poche ore prima era stata Netflix a dare la linea: il colosso dello streaming che quest’anno ha ricevuto più nomination (42) e vinto più Golden Globe (10) di ogni altro studio di Hollywood aveva chiuso i rapporti con l’organizzazione dietro i premi in attesa di una vera riforma. L’avvertimento era arrivato sotto forma di una lettera del co-ceo e capo dei contenuti Ted Sarandos ai vertici della Hfpa poco dopo che l’assemblea dell’associazione aveva approvato una serie di misure proposte dal board.
Accusata di essere una “casta” che non include al suo interno giornalisti neri, l’associazione aveva adottato due giorni fa un piano in base al quale si impegnava di aumentare il numero dei reporter di colore, introducendo al tempo stesso restrizioni sui doni da parte degli studi e sui pagamenti che i membri hanno finora ricevuto per far parte dei suoi comitati. Secondo Sarandos, la riforma approvata non basta a segnalare un vero cambio di rotta: il capo di Netflix ha giudicato inaccettabili i tempi che la Hfpa si è data per aumentare del 50% la sua membership (attualmente 86 giornalisti, nessuno dei quali nero) nell’arco dei prossimi 18 mesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Papa, sospendere brevetti, dare accesso a tutti
‘Protezione proprietà intellettuale è virus dell’individualismo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
08 maggio 2021
11:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa chiede di “abbandonare i nostri individualismi e promuovere il bene comune”. Per questo è necessario “uno spirito di giustizia che ci mobiliti per assicurare l’accesso universale al vaccino e la sospensione temporanea dei diritti di proprietà intellettuale”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Così Papa Francesco in un videomessaggio ai giovani partecipanti al “Vax Live”, evento benefico per sostenere la distribuzione globale ed equa dei vaccini. Occorre “uno spirito di comunione che ci permetta di generare un modello economico diverso, più inclusivo, equo, sostenibile”. “La pandemia ci ha messo tutti in crisi, ma non dimentichiamo che non si esce uguali da una crisi, o ne usciamo migliori o peggiori”.
La società ha bisogno di “una guarigione delle radici, che guarisca la causa del male e non rimanga solo sui sintomi. In queste radici malate troviamo il virus dell’individualismo, che non ci rende né più liberi né più uguali né più fratelli, anzi ci rende indifferenti alla sofferenza degli altri. E una variante di questo virus – sottolinea il Papa – è il nazionalismo chiuso, che impedisce, per esempio, un internazionalismo dei vaccini. Un’altra variante è quando mettiamo le leggi di mercato o di proprietà intellettuale sopra le leggi dell’amore e della salute dell’umanità”, conclude il Pontefice.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia: giunto a Mazara del Vallo peschereccio Aliseo
Mitragliato giovedì da motovedetta libica, ferito il comandante
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
08 maggio 2021
10:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ arrivato nel porto di Mazara del Vallo, scortato da una motovedetta della Guardia costiera, il peschereccio “Aliseo”, con sette uomini d’equipaggio compreso il comandante Giuseppe Giacalone, rimasto lievemente ferito dai colpi d’arma da fuoco sparati da una motovedetta militare libica. L’assalto è avvenuto due giorni fa a nord della costa di Tripoli, in acque internazionali anche se all’interno della Zona di protezione pesca libica.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’intervento tempestivo della Marina militare italiana, giunta in soccorso del peschereccio con la fregata Libeccio e un elicottero, ha convinto i militari libici a rilasciare l’imbarcazione.
Il comandante Giuseppe Giacalone è sceso dall’imbarcazione con la maglietta ancora sporca di sangue e una benda in testa per le ferite riportate. I militari della Capitaneria lo stanno interrogando a sommarie informazioni. La procura di Roma ha aperto un’inchiesta.
“Prima ci hanno abbordato, tre militari armati sono saliti a bordo e poi si sono portati il nostro comandante a bordo della loro motovedetta”. Questo il primo racconto di Girolamo Giacalone, ufficiale del motopesca ‘Aliseo’, sceso dal mezzo ormeggiato in banchina a Mazara del Vallo. “Quando il comandante è tornato a bordo, ci ha detto che gli hanno chiesto scusa. Ma scusa per cosa? Potevano ucciderci. È stato un miracolo, bastava qualche centimetro e ci uccidevano. I fori sono visibili sul vetro, su uno schermo e nelle pareti di ferro. Tornare in quelle acque per lavorare è impossibile, non ci sentiamo per nulla sicuri”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia: ufficiale Aliseo, salvi per questione di centimetri
Il racconto di Girolamo Giacalone
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
08 maggio 2021
10:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Prima ci hanno abbordato, tre militari armati sono saliti a bordo e poi si sono portati il nostro comandante a bordo della loro motovedetta”. Questo il primo racconto di Girolamo Giacalone, ufficiale del motopesca ‘Aliseo’, appena sceso dal mezzo ormeggiato in banchina a Mazara del Vallo.

“Quando il comandante è tornato a bordo, ci ha detto che gli hanno chiesto scusa. Ma scusa per cosa? Potevano ucciderci. È stato un miracolo, bastava qualche centimetro e ci uccidevano. I fori sono visibili sul vetro, su uno schermo e nelle pareti di ferro. Tornare in quelle acque per lavorare è impossibile, non ci sentiamo per nulla sicuri”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
Rocca, 1,5 milioni di giorni di volontariato da inizio pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
09:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa non potrà essere una festa ma “la celebrazione dell’enorme sforzo dei volontari della Croce Rossa Italiana, tanto in prima linea nella lotta alla pandemia quanto in tutte le altre attività che hanno continuato a portare avanti, senza sosta”. Lo afferma il presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Francesco Rocca che ricorda “l’enorme lavoro” fatto per il covid in un milione e mezzo di giorni di volontariato dall’inizio della pandemia.
Per la giornata, istituita l’8 maggio in occasione dell’anniversario della nascita del suo fondatore Henry Dunant, la Croce Rossa ha messo in campo numerose iniziative per riconoscere il lavoro degli oltre 150mila volontari Cri in tutta Italia e anche delle circa 50.000 persone che hanno richiesto di aderire al programma di “volontariato temporaneo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sui canali social la campagna ha l’hashtag #Inarrestabili e a livello internazionale #Unstoppable, lanciato dalla Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.
I centri della Croce Rossa hanno somministrato più di 100.000 dosi di vaccini solo a Roma “ad oggi stiamo effettuando – spiegano in una nota – una media di circa 1000 tamponi gratuiti al giorno nelle due strutture nelle stazioni di Milano e Roma e, da maggio, in diverse altre città italiane”.
La Cri ha consegnato oltre 160.000 pacchi alimentari e quasi 35.000 consegne di buoni spesa a persone e famiglie bisognose. In 90 Comuni italiani le Unità di Strada hanno operato in supporto delle persone senza dimora, ancora più ai margini a causa della pandemia” “Nell’ultimo anno la crisi legata alla pandemia di Covid-19 – sottolinea Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa – ha catalizzato il 100% dell’attenzione dell’opinione pubblica ma la CRI, oltre ad essere stata parte sostanziale del sistema di Protezione Civile e oggi asse strategico della campagna vaccinale, è stata inarrestabile nel dare risposta alle conseguenze economiche del virus attraverso un sostegno diretto e concreto alle famiglie, nel fornire supporto alle persone vulnerabili, nel sostenere chi fosse vittima delle conseguenze psicologiche di questa dura situazione, nel continuare a veicolare le buone pratiche come la donazione del sangue, i corretti stili di vita. Tutto questo si traduce in un numero impressionante: oltre un milione e mezzo di giorni di volontariato dall’inizio della pandemia” e aggiunge: “l’8 maggio è l’occasione per dire grazie a “Un’Italia che aiuta”.
Per oggi è prevista una serata evento in streaming “Many Hearts One Love”, a cui prenderanno parte, tra gli altri, Milo Manara e Michelangelo Pistoletto, Malika Ayane, John Mclaughlin, Ermal Meta, Paolo Fresu & Bebo Ferra, Olivia Trummer, Enrico Ruggeri, Tosca con l’obiettivo di sostenere i 14 milioni di volontari della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, sparsi in 192 Paesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Ny chiude con record, Dj +0,66%, S & P 500 +0,73%
Nasdaq +0,88%. L’euro guadagna lo 0,85% sul dollaro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
07 maggio 2021
22:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street chiude con un nuovo record, nonostante il deludente rapporto di aprile sull’occupazione: il Dow Jones cresce dello 0,66% a 34.776,44 punti, lo S&P 500 dello 0,73% a 4.232,43 punti. Positivo anche il Nasdaq: + 0,88% a 13.752,24 punti.
L’euro è scambiato a 1,2166 dollari dopo la chiusura di Wall Street. La moneta unica guadagna lo 0,85% verso il biglietto verde.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Shock a Grey’s Anatomy, esce il dottor Jackson Avery
Il 20 maggio l’ultimo episodio per l’attore Jesse Williams
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 maggio 2021
17:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un altro personaggio abbandona Grey’s Anatomy: si tratta del dottor Jackson Avery, al secolo Jesse Williams. L’addio avverrà durante l’episodio intitolato ‘Tradition’, in onda su Abc il 20 maggio.

Avery è entrato a far parte dello staff del Seattle Grace Mercy West Hospital nell’episodio Invasione nel 2009. Apparso all’inizio come il bel ragazzo senza cervello, lascerà lo staff in seguito alla decisione di prendere il controllo della fondazione della sua famiglia (è infatti il nipote del celeberrimo chirurgo Harper Avery) nel tentativo di aiutare a combattere le diseguaglianze nel campo della medicina. Per questo si trasferirà a Boston accompagnato da April (Sarah Drew) e dalla loro figlia, Harriet. Williams è il secondo attore che abbandona la serie durante la 17/a stagione: prima di lui è uscito Giacomo Gianniotti, il cui personaggio, il dottor Andrew DeLuca, ha lasciato traumaticamente la storia lo scorso marzo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Blinken a Onu, multilateralismo in serio pericolo
Segretario stato Usa a riunione virtuale Consiglio Sicurezza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 maggio 2021
15:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ordine multilaterale è “in serio pericolo” con la rinascita del nazionalismo, la repressione in aumento, le rivalità che si approfondiscono.
“Alcuni si chiedono se la cooperazione multilaterale sia ancora possibile.
Gli Usa credono che non solo sia possibile, ma sia un imperativo, e che rimanga lo strumento migliore”. Lo ha detto il segretario di stato americano, Anthony Blinken, partecipando ad una riunione virtuale del Consiglio di Sicurezza Onu sul multilateralismo presieduta dal ministro degli esteri cinese Wang Yi. All’incontro partecipa anche il collega russo Sergei Lavrov.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia, sosteniamo contratto per Pfizer ma posti quesiti
‘Si parla di dosi per 2022-2023 che non sappiamo se serviranno’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
07 maggio 2021
14:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Contrariamente a quanto si dice, la Francia ha ufficialmente confermato il proprio sostegno al contratto BioNTech-Pfizer. È sorprendente che siamo criticati per aver posto domande di buon senso sulle sfide per la salute che dobbiamo affrontare”.
Così il portavoce della ministra francese per l’Industria, Agnès Pannier-Runacher, rispondendo all’articolo di die Welt sull’ostruzionismo di Parigi sul nuovo ordine Ue da 1,8 miliardi di dosi.
“Le prime dosi di richiamo sono già state assicurate, stiamo parlando di garantire le dosi del secondo e terzo richiamo nel 2022 e 2023 (di cui non sappiamo ad oggi se avremo bisogno)”, precisa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Johansson, il cinema faccia un passo indietro da Hpfa
‘In loro conferenze stampa domande che rasentavano molestie’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2021
20:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scarlett Johansson si unisce al coro contro la Hollywood Foreign Press Association (Hpfa) e con una dichiarazione ripresa da testate come Variety invita l’industria del cinema a “fare un passo indietro” dall’organizzazione creatrice dei Golden Globes fino a quando non metterà in atto riforme più sostanziali. Da chi promuove un film “ci si aspetta che prenda parte alla stagione dei riconoscimenti partecipando a conferenze stampa e alle cerimonie di premiazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In passato, questo ha spesso significato affrontare domande e osservazioni sessiste da parte di alcuni membri dell’Hfpa che rasentavano le molestie sessuali.
È il motivo esatto per cui, da molti anni, mi rifiuto di partecipare alle loro conferenze “, ha spiegato l’attrice.
“L’Hfpa è un’organizzazione che è stata legittimata da personaggi come Harvey Weinstein in modo da avere lo slancio per il riconoscimento dell’Academy e l’industria ha seguito l’esempio. A meno che non ci sia una riforma fondamentale all’interno dell’organizzazione, credo che sia tempo di fare un passo indietro dall’Hfpa e di concentrarci sull’importanza e la forza dell’unità all’interno dei nostri sindacati e del settore nel suo complesso” conclude l’interprete di Black Widow.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Tunisia sventa partenza verso l’Italia, 34 fermi
Sorpresi in una casa abbandonata 34 africani pronti a salpare
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
08 maggio 2021
20:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ambito della lotta al fenomeno dell’immigrazione clandestina, le forze dell’ordine tunisine hanno fermato ieri in una casa abbandonata a Awlad El Hajj”, nel governatorato di Sfax, 34 persone di varie nazionalità africane, che si stavano preparando a partecipare ad una operazione di emigrazione illegale verso l’Italia. Lo ha reso noto il ministero dell’Interno tunisino in un comunicato precisando che la pubblica accusa ha autorizzato “l’adozione di misure legali nei loro confronti”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Libia: Guterres, serve meccanismo per uscita mercenari
Segretario generale Onu, e anche delle altre truppe straniere
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
08 maggio 2021
20:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha sottolineato la necessità di trovare un meccanismo efficace per espellere mercenari e forze straniere dalla Libia. Come segnala oggi il sito dell’emittente Lpc, la sottolineatura è venuta ieri durante un incontro di Guterres con i rappresentanti degli Stati membri dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York.

La discussione si è concentrata su una serie di questioni, tra cui la situazione in Libia, Yemen e Medio Oriente, in particolare alla luce degli sviluppi in Palestina e degli eventi della moschea Al-Aqsa.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.