Politica tutte le notizie in tempo reale. Sempre approfondite, imparziali ed aggiornate! INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 6 minuti

Ultimo aggiornamento 31 Luglio, 2021, 23:37:03 di Maurizio Barra

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 18:45 ALLE 23:37 DI SABATO 31 LUGLIO 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Green pass: un migliaio a Padova, in corteo tante famiglie
Poche centinaia dimostranti a Verona e Vicenza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
31 luglio 2021
18:45
AGGIORNATO ALLE
20:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre un migliaio di persone ha preso parte a Padova al corteo organizzato dai movimenti contro il green pass e le vaccinazioni anti-Covid. Una manifestazione rumorosa, ma pacifica, con dimostranti di tutte le fasce d’età, in particolare giovani famiglie con bambini.
Anche a Padova sono risuonati i soliti slogan “ibertà, libertà’ “no al green pass’ e ‘lasciate stare i bambini’. Il serpentone è partito da piazza del Duomo e, snodandosi per le vie del centro storico, è confluito fino in Prato della Valle.
Poche centinaia di persone, invece, hanno caratterizzato la protesta a Verona e a Vicenza, circa 400, riunitisi in Campo Marzo.   CRONACA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Green pass: a Milano quasi 10 mila in corteo non autorizzato
Slogan contro la decisione del governo e per “la libertà”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
31 luglio 2021
20:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con il passare delle ore sono aumentati i manifestanti che partecipano alla manifestazione contro il green pass che si tiene a Milano. Il corteo, che non è stato autorizzato, ha visto sfilare per le vie della città migliaia e migliaia di persone che secondo una stima potrebbero essere circa 10 mila.

I manifestanti dopo aver lasciato piazza del Duomo si sono diretti verso il Tribunale di Milano, dove hanno sostato un po’ urlando slogan contro la decisione del governo e per “la libertà”. Poi sono rientrati verso piazza Duomo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Berlusconi loda Salvini: ‘Uniti sul centrodestra, divisi sui vaccini’
Green pass: Salvini, 10mila persone in piazza? Vanno ascoltate
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO MARITTIMA
31 luglio 2021
23:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Silvio Berlusconi e Matteo Salvini uniti sul futuro del centrodestra. Il Cavaliere in diretta telefonica alla festa della Lega a Milano Marittima loda il segretario leghista, dice che è un leader più forte da quando rappresenta tutta la coalizione e conferma: avanti tutta sulla federazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I due però restano distanti sul tema dell’obbligo vaccinale: il fondatore di Forza Italia è uno strenuo sostenitore del fatto che i medici e i professori si debbano vaccinare per forza. E lo ribadisce: “Sono assolutamente favorevole all’obbligo vaccinale per queste due categorie. Rispetto le opinioni altrui, del resto – aggiunge – se fossimo sempre d’accordo saremmo nello stesso partito”.
Sulla linea opposta il segretario leghista, molto dialogante con i manifestanti “No Green Pass” che hanno sfilato in molte città italiane. “Se ci sono 10mila persone in piazza il 31 luglio, vanno capite. Non penso che siano no vax, fascisti. Chiedono diritti e il dovere della politica è ascoltarli”, osserva intervistato da Bruno Vespa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Molto freddo, com’è noto, anche sul Green Pass: “Ho detto a Draghi – confida il leader della Lega – guardiamo i numeri, non massacriamo la stagione turistica. Se i numeri ci diranno di intervenire interveniamo ma non entriamo a gamba tesa oggi. Dio non voglia, ma se la situazione peggiora tra 20 giorni interveniamo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Qualche scintilla, nell’intervento di Silvio Berlusconi, con Fratelli d’Italia. Probabilmente, per lodare il padrone di casa, l’ex premier “trascura” il partito di Giorgia Meloni. “Torneremo al governo insieme, come centrodestra unitario, di cui Fi e Lega saranno il cuore pulsante.”. A quel punto, Bruno Vespa fa notare il passaggio. E chiede se Fratelli d’Italia avesse ragione o meno a rivendicare la presidenza della Vigilanza Rai.
“Sulla Presidenza della Vigilanza Rai – replica a caldo Berlusconi – la signora Meloni ha ragione: è stato uno sgarbo a cui dovremo rimediare”. Più tardi la precisazione: il partito, spiega un deputato azzurro, non lascerà la guida della commissione di Vigilanza Rai (presieduta oggi da Alberto Barachini), ma una sorta di compensazione per il partito di Giorgia Meloni dovrebbe arrivare nella prossima tornata di nomine alla guida delle reti e dei tg della tv di stato, con l’indicazione di un profilo d’area per una rete e un telegiornale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Infine, Salvini ribadisce le bordate già lanciate ieri contro il Movimento Cinque Stelle, annunciando per settembre la battaglia per rivedere il reddito di cittadinanza. Sin dall’inizio dell’intervista “battezza” un microfono non funzionante come uno del “Movimento”. “Se escono dal governo – attacca a fine serata – ce ne faremo una ragione, non sarebbe un grave danno per il Paese, ma, tranquilli, la poltrona non la mollano. Hanno già minacciato la crisi 10 volte… “. Il leader della Lega si dice “rassegnato” a votare nel 2023, indicando per Mario Draghi l’orizzonte di fine legislatura (nonostante lui stesso si sia detto a più riprese pronto a sostenerlo per la presidenza della Repubblica).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma dal Pd osservano con qualche preoccupazione le uscite di Salvini, contro gli altri partiti della maggioranza e contro scelte del governo come il Green pass: “E’ la solita Lega di lotta e di governo a cui siamo abituati, ma questa volta Salvini ha passato il segno”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tensioni No Tav, Questura ‘attacco senza precedenti’
Pietre e bombe carta in Val Susa, feriti due poliziotti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
31 luglio 2021
21:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quello di oggi pomeriggio contro le forze dell’ordine e i militari schierati a protezione del cantiere della Torino-Lione in Val di Susa è stato “un violento attacco senza precedenti”. Lo sostiene la Questura di Torino, al lavoro per identificare i responsabili degli scontri in cui due poliziotti sono rimasti feriti e cinque automezzi sono stati danneggiati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gli scontri si sono scatenati al termine del corteo partito da Giaglione nell’ambito del festival musicale e culturale ‘Alta felicità’, organizzato dai No Tav con il patrocinio del Comune di Venaus. I manifestanti hanno percorso il sentiero Gallo Romano sino ad arrivare nei pressi del cancello di sbarramento situato sulla strada delle Gallie. Qui circa 300 attivisti, travisati, hanno reciso in diversi punti la concertina utilizzando delle cesoie.
Secondo la ricostruzione della Questura, nello stesso momento 300 individui, servendosi dei sentieri alti, hanno raggiunto la recinzione dove hanno sferrato l’attacco, lanciando pietre, fumogeni e bombe carta “di elevato potenziale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gli antagonisti sono stati respinti dalle forze dell’ordine mediante “l’utilizzo calibrato” di lacrimogeni. Gli scontri, iniziati intorno alle 16 e terminati intorno alle 19.30 circa, hanno interessato anche le zone adiacenti l’autostrada che, per motivi di sicurezza, è stata chiusa al traffico per oltre un’ora.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano i No pass, in piazza slogan e poche mascherine
Ancora riferimenti al nazismo, la Digos denuncia 30 persone a Firenze
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
31 luglio 2021
23:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano, nella centrale piazza Duomo, in centinaia, assembrati e con poche mascherine sul volto, al grido di “Libertà Libertà” alzano cartelli con la scritta “No Green Pass” e scandiscono slogan come “Giù le mani dai bambini”. Alla stessa ora, a Roma, in piazza del Popolo, gli fanno eco i vari aderenti al Fronte del dissenso che si sono ripresentati nella piazza romana, dopo il mezzo flop di sabato scorso, per rilanciare i loro no alla “dittatura sanitaria”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Torna in piazza il popolo del “no” al Green Pass (ma anche al lockdown, ai vaccini, alle mascherine) da Milano passando per Aosta, Brescia, Genova, Torino, Verona, Firenze, Napoli fino alla Capitale, con slogan e parole d’ordine che già si erano visti lo scorso sabato quando, come per oggi, era stato il tam tam sulla Rete a mobilitare il variegato popolo “anti dittatura sanitaria”. E tornano anche le offese esplicite al premier Mario Draghi, raffigurato in piazza del Popolo in un cartello come Hitler sotto alla scritta “Traditore della Costituzione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Firenze la Digos denuncia 30 manifestanti senza mascherina, dei circa 400 che hanno preso parte alla manifestazione non preavvisata. A Milano il raduno dei no green pass è iniziato nel tardo pomeriggio in piazza Fontana, formando un corteo non autorizzato che ha sfilato fino al Duomo. Lì i manifestanti si sono fermati urlando gli slogan “Giù le mani dai bambini” e “No green pass”. A manifestare, senza adeguate protezioni e distanziamento, anche famiglie con figli al seguito.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Green pass = ricatto morale’, ‘Difendiamo il futuro’, ‘No Green pass, no Tso sperimentali’, ‘Scegliere non è un reato, discriminare si’, ‘No Nazi pass’, gli striscioni.

Con bandiere italiane, slogan contro la “dittatura sanitaria”, cori e zero mascherine i no pass sono tornati anche in piazza del Popolo, in una manifestazione preavvisata, promossa dal Fronte del dissenso. A prendere la parola anche Moreno Pasquinelli, voce storica dell’estrema sinistra. Proteste pure contro “i porti aperti dove non serve il green pass” e naturalmente contro i vaccini. Al raduno sono arrivati anche gli esponenti di Casapound che poco prima avevano inscenato un blitz davanti alla sede dell’Aifa esponendo lo striscione “Verità per De Donno”, l’ex primario di pneumologia dell’ospedale di Mantova che si è tolto la vita.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Napoli, circa trecento persone si sono radunate in Piazza Dante, tutti senza mascherina. Un dispositivo di protezione è anche stato simbolicamente bruciato. Sit-in e proteste anche a Torino dove un migliaio di persone si sono radunate in piazza Castello per poi sfilare in corteo lungo via Po. Tra i partecipanti gli anarchici della casa occupata Prinz Eugen, con lo striscione “Immunizziamoci dal tecno-capitale”, e Forza Nuova. In piazza anche Italexit, che contro il Green Pass ha raccolto un centinaio di firme.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’emergenza sanitaria è un pretesto per imporre un regime autoritario, una dittatura plutocratica” è uno dei cartelli esposti dai circa 300 manifestanti scesi in piazza a Brescia. In 200 hanno manifestato anche ad Aosta, circa 500 in piazza Ferrari a Genova, anche qui con diversi riferimenti al caso De Donno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Come per la settimana scorsa, raduni e cortei si sono inseriti nel solco di una mobilitazione internazionale, che oggi ha visto la sua punta principale, con disordini e tensioni, nelle manifestazioni di Parigi. Il tutto mentre continuano le intimidazioni contro gli amministratori impegnati nella lotta al Covid. L’assessore alla Salute della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco, ha ricevuto attestati di solidarietà bipartisan dopo l’apparizione di una scritta No Vax , in un cavalcavia del Barese, che lo indicava come “nazista”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.