Mondo tutte le notizie in tempo reale. Tutte le u ltimissime dal Mondo sempre aggiornate ed approfondite! INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cinema, Medicina, Salute e Benessere, Mondo, Notizie, Scienza, Spettacoli Musica e Cultura, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI ED APPROFONDIMENTI, IN TEMPO REALE, DELLE NOTIZIE INTERNAZIONALI: LEGGI ED INFORMATI!

Tempo di lettura: 199 minuti

Ultimo aggiornamento 15 Gennaio, 2022, 15:05:06 di Maurizio Barra

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 21:23 DI LUNEDÌ 10 GENNAIO 2022

ALLE 15:05 DI SABATO 15 GENNAIO 2022

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Usa chiedono liberazione Suu Kyi, condanna vergognosa
La sua condanna è ‘un affronto alla giustizia’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
10 gennaio 2022
21:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Usa hanno definito “un affronto alla giustizia” la condanna dell’ex leader civile della Birmania, Aung San Suu Kyi, e hanno chiesto la sua liberazione.
L’ex leader civile della Birmania, Aung San Suu Kyi ,è stata condannata a quattro anni di carcere in una parte del processo a suo carico al termine del quale rischia decenni di detenzione, Lo si apprende da una fonte vicina al caso.
Suu Kyi, agli arresti domiciliari dopo il colpo di stato del primo febbraio 2021, è stata dichiarata colpevole di importazione illegale di walkie-talkie.
Era già stata condannata a dicembre a quattro anni di reclusione per aver violato le restrizioni sul coronavirus, pena ridotta a due anni dalla giunta.   POLITICA   CRONACA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Primo trapianto con cuore di maiale geneticamente modificato
A Baltimora, su uomo di 57 anni. Il medico: ‘Per ora funziona’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
10 gennaio 2022
23:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Primo trapianto di successo del cuore di un maiale geneticamente modificato su un uomo.
Si tratta di David Bennett Sr, 57 anni, residente in Maryland.

L’operazione, scrive il New York Times, è durata otto ore ed è stata eseguita a Baltimora. Il nuovo organo “crea il battito, crea la pressione, è il suo cuore”, ha detto il dr. Bartley Griffith, direttore del programma di trapianti del centro medico, autore dell’intervento. “Funziona e sembra normale ma non sappiamo cosa succederà domani, non è mai stato fatto prima”, ha aggiunto.
L’uomo in questione aveva una malattia cardiaca che lo metteva in pericolo di vita. La potenziale svolta potrebbe portare un giorno alla fornitura di organi animali da trapiantare nei pazienti.
Lo scorso anno circa 41.354 americani hanno ricevuto un organo trapiantato, un rene per oltre metà di loro, secondo la United Network for Organ Sharing, una non profit che coordina gli sforzi nazionali per procurare organi. Ma c’è una grande carenza, tanto che circa una decina di persone nella lista muore ogni giorno. Gli scienziati hanno lavoro febbrilmente per sviluppare maiali i cui organi non siano rigettati dal corpo umano e la ricerca ha accelerato nell’ultimo decennio grazie alle nuove tecnologie di editing e clonazione genetica.MEDICINA SALUTE E BENESSERESCIENZA
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Insurrection, Fauci ouchie, Yassify sono le parole del 2021 in Usa
Scelte dall’ American Dialect Society. C’è anche ‘Hard pants’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
10 gennaio 2022
23:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La parola del 2021 in Usa? “Insurrezione”.
La parola o la frase più creativa dello scorso anno? “”Fauci ouchie”, una rima che unisce il nome del consigliere medico della Casa Bianca al termine italiano equivalente a ‘bua’ per indicare il vaccino anti Covid.
E quella più informale? “Yassify”, per indicare il processo di abbellimento della foto di una persona. Sono le decisioni dell’incontro annuale dell’American Dialect Society, una società fondata nel 1889 e composta di linguisti, lessicografi, etimologisti e studiosi dedicati allo studio della lingua inglese in Nord America. Oltre 300 membri prendono parte a questo evento.
La parola del 2021 è Insurrezione, che ha battuto ‘vax/vaxx’. “Oltre un anno dopo l’attacco al Capitol il 6 gennaio 2021, la nazione sta ancora facendo i conti con quello che accadde quel giorno”, spiega Ben Zimmer, presidente della commissione sulle parole nuove creata all’interno della società.
“In quel momento, parole come colpo di Stato, sedizione e rivolta sono state usate per descrivere gli eventi inquietanti al Capitol ma insurrezione – un termine per un tentativo violento di prendere il controllo del governo – è quella che molti pensano sintetizzi meglio la minaccia alla democrazia sperimentata quel giorno. I durevoli effetti di quell’insurrezione saranno sentiti per molti anni”, aggiunge.
“Fauci ouchie” ha battuto invece ‘Chin diaper’ (pannolino per il naso), per indicare la mascherina tenuta sotto il mento anzichè sopra la bocca e il naso. Il titolo di parola informale del 2021 è andato a “yassify”, che significa “applicare filtri alla foto di una persona per trasformarla in una meravigliosa immagine da cartone animato, o generalmente rendere bello o affascinante”.
Infine, il titolo di parola “più utile” è stato assegnato ad “hard pants” (pantaloni duri, senza una cintura o un tessuto elastici), in contrapposizione a ‘soft pants’, preferiti da quelli che lavorano da casa durante la pandemia. Mentre per American Dialect Society la parola “che ha più probabilità di aver successo” è “antiwork”, per indicare “una posizione che sostiene il rifiuto di lavorare, reagendo allo sfruttamento del lavoro”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fed: Powell, assicureremo che alta inflazione non si radichi
Atteso discorso in Senato, ‘l’economia post Covid sarà diversa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
11 gennaio 2022
00:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Fed si assicurerà che l’inflazione non si radichi nell’economia.
Lo afferma il presidente della Fed, Jerome Powell, nel discorso che terrà oggi in Senato nell’ambito dell’audizione per la sua riconferma.

“Useremo tutti i nostri strumenti per sostenere l’economia, un forte mercato del lavoro e prevenire che l’alta inflazione di radichi”, mette in evidenza Powell nelle anticipazioni diffuse del suo discorso.
La Fed è saldamente impegnata a centrare il duo duplice obiettivo della massima occupazione e della stabilità dei prezzi. “Possiamo iniziare a vedere che l’economia post-pandemia sarà probabilmente diversa. E il perseguire i nostri obiettivi terrà in considerazione queste differenze”, spiega Powell.
L’economia – ha detto ancora – si sta espandendo a una forte velocità e il mercato del lavoro è solido.   ECONOMIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Terremoti: scossa di magnitudo 6.5 al largo di Cipro
L’ipocentro è stato localizzato a 35 km di profondità
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
02:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un terremoto di magnitudo 6.5 è avvenuto a largo delle coste dell’isola di Cipro.
Lo riporta il sito dell’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia.

L’ipocentro è stato localizzato a 35 km di profondità.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Shanghai apre a -0,10%, Shenzhen a -0,36%
I mercati cinesi aprono la seduta in territorio negativo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
11 gennaio 2022
03:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio negativo: l’indice Composite di Shanghai cede nelle prime battute lo 0,10%, a 3.589,90 punti, mentre quello di Shenzhen per lo lo 0,36%, attestandosi a quota 2.466,96.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong negativa, apre a -0,29%
L’indice Hang Seng scivola a 23.678,69 punti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
11 gennaio 2022
03:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta in territorio negativo: l’indice Hang Seng cede lo 0,29%, scivolando a 23.678,69 punti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto il presidente del Parlamento europeo David Sassoli
Era ricoverato per una disfunzione del sistema immunitario
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
11 gennaio 2022
03:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.
Soltanto ieri era stata diffusa la notizia del suo ricovero in Italia per il sopraggiungere di una grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
David Sassoli, da volto del Tg alla guida di Strasburgo
Eurodeputato dem dal 2009, i libri e la Fiorentina le passioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
05:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Da volto familiare del TG1 a presidente del Parlamento europeo, quella di David Maria Sassoli e’ stata una vita divisa fra il giornalismo e la politica, a cavallo fra Firenze, Roma e Bruxelles fino a diventare nel 2019 presidente dell’Europarlamento.
Nato nel capoluogo toscano il 30 maggio 1956, ha frequentato da giovanme l’Agesci, Associazione guide e scout cattolici italiani.
Il padre era un parrocchiano di don Milani e lui ha cominciato fin da giovane a lavorare per piccoli giornali e in agenzie di stampa prima di passare a ‘Il Giorno’ e poi fare il grande salto in Rai.
Fiorentino di nascita ma romano di adozione, era diventato un volto noto alle famiglie italiane soprattutto per la sua conduzione del Tg della rete ammiraglia della Rai, di cui e’ stato anche vicedirettore durante l’era di Gianni Riotta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una carriera che si chiuse nel 2009, quando Sassoli decise di dedicarsi alla politica. Candidato come capolista del neonato Partito democratico nella circoscrizione Italia centrale, il presidente del Pe venne eletto la prima volta con oltre 400mila preferenze e, forte di questo successo, diventa subito il capo della delegazione del Pd al Parlamento europeo.
Nel 2013 il tentativo di rientrare in Italia come sindaco di Roma si incaglia nelle primarie del Pd. Candidato in quota franceschiniana, Sassoli si piazza secondo, battendo il futuro presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ma ottenendo la meta’ dei voti di Ignazio Marino. Dopo un decennio passato fra i banchi di Bruxelles e Strasburgo, Sassoli – giunto alla sua terza legislatura – era uno degli eurodeputati piu’ esperti. Nel 2014-2019 ricoprì la carica di vicepresidente per l’intero mandato, occupandosi soprattutto di trasporti (il cosiddetto terzo pacchetto ferroviario), politica euro-mediterranea e bilancio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il 3 luglio del 2019 David Sassoli, all’inizio del suo terzo mandato, venne eletto Presidente dell’assemblea. Nel suo discorso di apertura iniziale, Sassoli rabadì l’importanza di agire per contrastare il cambiamento climatico, la necessità di una politica più vicina a ai cittadini e ai loro bisogni, soprattutto ai giovani, e l’urgenza di rafforzare la democrazia parlamentare e di promuovere i valori europei. Durante la situazione eccezionale e senza precedenti causata dalla pandemia di Covid-19, Sassoli si è impegnato affinché il Parlamento europeo rimanesse aperto e continuasse ad essere operativo, introducendo – già nel marzo 2020 – dibattiti e votazioni a distanza, primo parlamento al mondo a farlo.
Sposato e padre di due figli, tifoso della Fiorentina, Sassoli viveva a Roma ma appena possibile si spostava nella casa di Sutri, un delizioso paese medievale della Tuscia lungo la via Cassia, una trentina di chilometri a nord della capitale, per coltivare le sue passioni per il giardinaggio e le buone letture.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli è stato il secondo presidente italiano del Parlamento europeo dopo Antonio Tajani da quando l’assemblea di Strasburgo viene eletta a suffragio universale. Il suo incarico sarebbe scaduto a giorni: la prossima settimana la riunione plenaria dell’Europarlamento che si riunirà a Strasburgo per eleggere il suo successore.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli, ‘Ue di libertà e diritti’ nel discorso di insediamento al Pe
Richiamo allo spirito Ventotene in suo intervento a Strasburgo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
05:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un’Europa delle libertà, dei diritti, della tutela della dignità umana e protagonista nella battaglia per la parità di genere: sono state questi alcuni dei pilastri che David Sassoli, il presidente del Parlamento Ue morto questa notte, indicò nel suo discorso di insediamento alla presidenza del Parlamento Ue.
Era il 3 luglio del 2019.

“Dobbiamo avere la forza di rilanciare il nostro processo di integrazione, cambiando la nostra Unione per renderla capace di rispondere in modo più forte alle esigenze dei nostri cittadini e per dare risposte vere alle loro preoccupazioni, al loro sempre più diffuso senso di smarrimento. La difesa e la promozione dei nostri valori fondanti di libertà, dignità e solidarietà deve essere perseguita ogni giorno dentro e fuori l’Ue”, erano state le parole di Sassoli, che aveva chiamato tutti alla necessità di recuperare “lo spirito di Ventotene e lo slancio pionieristico dei Padri fondatori, che seppero mettere da parte le ostilità della guerra, porre fine ai guasti del nazionalismo dandoci un progetto capace di coniugare pace, democrazia, diritti, sviluppo e uguaglianza”.
Quello di Sassoli fu in discorso di chiaro segno anti-sovranista. “In questi mesi, in troppi hanno scommesso sul declino di questo progetto, alimentando divisioni e conflitti che pensavamo essere un triste ricordo della nostra storia”, sottolineava infatti l’allora neo presidente dell’Assemblea di Strasburgo. E l’ex volto del Tg1 pose l’accento anche sulla necessità della tutela della democrazia e della libertà. “Sia chiaro a tutti che in Europa nessun governo può uccidere, che il valore della persona e la sua dignità sono il nostro modo per misurare le nostre politiche. Che da noi nessuno può tappare la bocca agli oppositori, che i nostri governi e le istituzioni europee che li rappresentano sono il frutto della democrazia e di libere elezioni. Che nessuno può essere condannato per la propria fede religiosa, politica, filosofica. Che da noi ragazze e ragazzi possono viaggiare, studiare, amare senza costrizioni”, aveva rimarcato Sassoli alla sua prima Plenaria di Strasburgo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Addio a David Sassoli, il cordoglio per la morte del presidente del Parlamento europeo
Mattarella: ‘Profondamente addolorato’. Era ricoverato per il sopraggiungere di una grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 202210:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.
Soltanto il giorno della scomparsa era stata diffusa la notizia del suo ricovero in Italia per il sopraggiungere di una grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario.
Lui stesso aveva parlato della sua malattia in un tweet nel novembre scorso:

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

“La scomparsa inattesa e prematura di David Sassoli mi addolora profondamente. La sua morte apre un vuoto nelle file di coloro che hanno creduto e costruito un’Europa di pace al servizio dei cittadini e rappresenta un motivo di dolore profondo per il popolo italiano e per il popolo europeo. Il suo impegno limpido, costante, appassionato, ha contribuito a rendere l’assemblea di Strasburgo protagonista del dibattito politico in una fase delicatissima, dando voce alle attese dei cittadini europei”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Draghi: ‘Protagonista in Ue, ha difeso i più deboli’
Il Papa ha inviato un messaggio di cordoglio alla famiglia di Sassoli. Nel telegramma, a firma del cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin, si evidenzia il “grave lutto che colpisce l’Italia e l’Unione europea”. Il Papa lo ricorda “quale credente animato di speranza e di carità, competente giornalista e stimato uomo delle istituzioni che, in modo pacato e rispettoso, nelle pubbliche responsabilità ricoperte si è prodigato per il bene comune con rettitudine e generoso impegno, promuovendo con lucidità e passione una visione solidale della comunità europea e dedicandosi con particolare cura agli ultimi”.
Bandiere dell’Unione europea a mezz’asta presso gli edifici delle istituzioni europee a Bruxelles in segno di lutto per la morte del presidente del Parlamento Ue David Sassoli. Nella sede dell’Europarlamento nella capitale belga le bandiere a sfondo blu con le 27 stelle dorate sventolano a mezz’asta dalle 8.30 di questa mattina. Poco dopo anche la Commissione e il Consiglio Ue hanno fatto lo stesso negli edifici del quartier generale europeo. “E’ un giorno triste per l’Europa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oggi la nostra Unione perde un convinto europeista, un sincero democratico e un uomo buono”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, parlando in italiano, ricordando David Sassoli nel corso di un punto stampa. Era “un uomo che ha lottato per la giustizia e la solidarietà e un buon amico, i miei pensieri vanno alla moglie Alessandra, ai figli Giulio e Livia e a tutti i suoi amici”, ha aggiunto la presidente, che indossava un abito e una mascherina neri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier Mario Draghi ha espresso il suo più sentito cordoglio per la morte di David Sassoli. “Uomo delle istituzioni, profondo europeista, giornalista appassionato, Sassoli è stato simbolo di equilibrio, umanità, generosità. Queste doti gli sono state sempre riconosciute da tutti i colleghi, di ogni collocazione politica e di ogni Paese Ue, a testimonianza della sua straordinaria passione civile, capacità di ascolto, impegno costante al servizio dei cittadini. La sua prematura e improvvisa scomparsa lascia sgomenti. Alla moglie, Alessandra Vittorini, ai figli, Livia e Giulio, e a tutti i suoi cari, le condoglianze del governo e mie personali”.
“Si può vivere e morire in tanti modi. David Sassoli ha combattuto e lavorato fino all’ultimo possibile istante, informandosi, partecipando attivamente alla causa del bene comune con curiosità e passione indomabili nonostante lo stato di salute sempre più precario, dopo la temporanea ripresa di qualche tempo fa”. E’ quanto si legge in un post sulla pagina Facebook di David Sassoli pubblicato dal suo entourage, che evidenzia come “per il Presidente del Parlamento europeo, per il politico Sassoli, per l’uomo David nella sua dimensione privata, alla base di ogni azione, di ogni comportamento, di ogni scelta erano, assai ben saldi, i valori umani di riferimento: lealtà, coerenza, educazione, rispetto”.
Gli esponenti delle alte istituzioni europee e i colleghi del giornalista e politico scomparso si stringono intorno alla sua famiglia. “Sono profondamente rattristata dalla morte di un grande europeo e italiano. David Sassoli è stato un giornalista appassionato, uno straordinario Presidente del Parlamento europeo e soprattutto un caro amico”. Lo scrive in un tweet in italiano la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. “I miei pensieri vanno alla sua famiglia. Riposa in pace, caro David”, aggiunge.
“Le parole che non avrei mai voluto pronunciare. Per un amico unico, persona di straordinaria generosità, appassionato europeista. Per un uomo di visione e principi, teorizzati e praticati. Che cercheremo di portare avanti. Sapendo che non saremo all’altezza. #AddioDavid #Sassoli”. Lo scrive su twitter il segretario del Pd Enrico Letta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La scomparsa di David Sassoli ci addolora profondamente e lascia un vuoto difficilmente colmabile nella politica europea. Per preservarne la memoria anche all’interno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ho deciso di intitolare al Presidente David Sassoli la Sala dei Trattati Europei che si chiamerà ‘Sala dei Trattati europei David Sassoli’. Un piccolo segno di riconoscenza nel ricordo di un amico e di una personalità che ha segnato la politica italiana ed europea. Ciao David!”. Lo annuncia il ministro Luigi Di Maio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli e’ stata una vita divisa fra il giornalismo e la politica, a cavallo fra Firenze, Roma e Bruxelles fino a diventare nel 2019 presidente dell’Europarlamento. Durante la situazione eccezionale e senza precedenti causata dalla pandemia di Covid-19, Sassoli si è impegnato affinché il Parlamento europeo rimanesse aperto e continuasse ad essere operativo, introducendo – già nel marzo 2020 – dibattiti e votazioni a distanza, primo parlamento al mondo a farlo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sposato e padre di due figli, tifoso della Fiorentina, Sassoli viveva a Roma ma appena possibile si spostava nella casa di Sutri, un delizioso paese medievale della Tuscia lungo la via Cassia, una trentina di chilometri a nord della capitale, per coltivare le sue passioni per il giardinaggio e le buone letture. Sassoli è stato il secondo presidente italiano del Parlamento europeo dopo Antonio Tajani da quando l’assemblea di Strasburgo viene eletta a suffragio universale. Il suo incarico sarebbe scaduto a giorni: la prossima settimana la riunione plenaria dell’Europarlamento che si riunirà a Strasburgo per eleggere il suo successore.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La poetessa afroamericana Maya Angelou sul quarto di dollaro
Inaugura serie di donne americane illustri, di origini diverse
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
11 gennaio 2022
13:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’effigie della poetessa e attivista afroamericana Maya Angelou compare su un nuovo conio di quarto di dollaro, i famosi 25 centesimi americani, la moneta più usata negli Usa.
Non si tratta di oggetti di collezione ma di pezzi che la Zecca Usa produrrà in grande quantità per l’uso quotidiano.
E’ il risultato di un voto del Congresso a fine 2020, su proposta della deputata californiana dem Barbara Lee, per celebrare le donne americane illustri, di origini diverse.
Seguiranno l’astronauta e fisica Sally Ridem Wilma Mankiller, prima nativa americana alla guida della nazione Cherokee, la politica e militante di origine ispanica Nina Otero-Warrren, e l’attrice Anna May Wong, prima star hollywoodiana di origine asiatica.
Il quarto di dollaro aveva avuto rare versioni alternative dal 1932: una serie di 50 pezzi rappresentanti gli altrettanti Stati Usa, all’inizio degli anni 2000, e i parchi e i siti nazionali, dal 2010 al 2021. La moneta continuerà ad avere su un lato il ritratto del primo presidente americano, George Washington.   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Morto Sassoli: von der Leyen,era grande europeo e italiano
‘E’ stato uno straordinario presidente del Parlamento europeo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
07:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono profondamente rattristata dalla morte di un grande europeo e italiano.

David Sassoli è stato un giornalista appassionato, uno straordinario Presidente del Parlamento europeo e soprattutto un caro amico”.
Lo scrive in un tweet in italiano la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.
“I miei pensieri vanno alla sua famiglia. Riposa in pace, caro David”, aggiunge. “David Sassoli ci ha lasciato. Una notizia terribile per tutti noi in Italia e in Europa. Ricorderemo la tua figura di leader democratico e europeista. Eri un uomo limpido, generoso, allegro, popolare. Un abbraccio alla famiglia. Riposa in pace”, ha scritto in un tweet il commissario Ue agli Affari Economici Paolo Gentiloni, mentre il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, ha sottolineato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Olimpiadi Pechino 2022 si svolgeranno senza nuove misure’
Comitato. ‘Stretta anti-Covid solo se molti casi nelle bolle’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
11 gennaio 2022
07:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le Olimpiadi invernali di Pechino si svolgeranno come previsto “senza adeguare le misure di prevenzione del Covid-19 a meno che non ci siano molti casi all’interno del sistema delle bolle”.
Huang Chun, funzionario del Comitato organizzatore di Pechino 2022, ha detto in un briefing online che, malgrado i casi Omicron, “non ci sono elementi per poter dire che la situazione sia cambiata”.
In vista dell’avvio dei Giochi del 4 febbraio, “qualunque difficoltà e sfide possiamo incontrare, la nostra determinazione a ospitare i Giochi di successo come previsto rimane ferma e incrollabile”, ha notato il ;;portavoce del Comitato Zhao Weidong.   SPORT

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Cina, lockdown ad Anyang dopo i due casi Omicron
E’ la terza città dopo Xi’an e Yuzhou, blocco per 20 mln persone
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
11 gennaio 2022
18:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cinque milioni e mezzo di di residenti della città di Anyang, nella provincia di Henan, hanno avviato oggi il confinamento domiciliare tra le misure anti-Covid decise dalle autorità locali dopo la conferma di 84 casi da sabato, di cui almeno due della temuta variante Omicron (uno è collegato al focolaio di Tianjin) e 58 accertati dalla mezzanotte di lunedì alle 8 del mattino.
Il blocco di Anyang porta a 20 milioni il totale in Cina dei residenti confinati nelle loro case dopo Xi’an (13 milioni di abitanti) e (Yuzhou con 1,1 milioni).
Pesanti restrizioni ci sono anche a Tianjin, primo focolaio interno di Omicron.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord: Yonhap, lanciato proiettile non identificato
Segnalato anche da Guardia costiera giapponese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SEUL
11 gennaio 2022
08:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha lanciato un “proiettile non identificato” in mare nella parte orientale della penisola, ha detto l’esercito sudcoreano citato dall’agenzia di stampa Yonhap, meno di una settimana dopo che Pyongyang aveva affermato di aver lanciato un missile ipersonico.

Il lancio è stato segnalato anche dalla Guardia costiera giapponese, che ha parlato di un “oggetto simile a un missile balistico”.

I capi di stato maggiore congiunti sudcoreani, da parte loro, non hanno fornito ulteriori dettagli, ha affermato Yonhap.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tokayev attacca Nazarbayev: ‘Ha creato classe di ricchi’
Il presidente kazako contro il suo predecessore. Le truppe guidate da Mosca lasceranno il Kazakhstan tra 2 giorni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NUR
12 gennaio 2022
19:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Kazakhstan, Kassym-Jomart Tokayev, ha accusato il suo predecessore Nursultan Nazarbayev di aver favorito la creazione di “una classe di persone ricche anche per gli standard internazionali”. Secondo l’agenzia di stampa statale russa Ria Novosti, il presidente del Kazakhstan Tokayev ha incaricato il governo di creare un elenco di società e grandi oligarchi che trasferiranno annualmente capitali a un fondo sociale.
“Grazie al primo presidente, l’Elbasy (leader della nazione, titolo dell’ex presidente Nazarbayev, ndr), nel Paese sono comparsi un gruppo di aziende molto redditizie e un ceto di persone ricche anche per gli standard internazionali”, ha detto Tokayev, parlando davanti ai membri del parlamento.
“Credo che sia giunto il momento di rendere il dovuto al popolo del Kazakhstan e aiutarlo in modo sistematico e regolare”, ha affermato Tokayev secondo Ria Novosti.
Tokayev ha inoltre annunciato che i circa 2.000 soldati del Csto, l’alleanza militare guidata dalla Russia e di cui fanno parte sei repubbliche ex sovietiche, cominceranno a lasciare il Paese tra due giorni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La missione delle forze di pace è stata completata con successo”, ha detto Tokayev precisando che il ritiro durerà una decina di giorni. Il presidente aveva chiesto ai Paesi del Trattato di sicurezza collettiva (Csto) guidato da Mosca di inviare soldati per aiutarlo a riprendere il controllo della situazione.
La Cina sostiene le forze militari a guida russa in Kazakhstan per aiutare il Paese a sedare i disordini: il ministro degli Esteri Wang Yi, nella telefonata avuta ieri con l’omologo russo Sergei Lavrov, ha detto che Pechino sostiene il presidente Kassym-Jomart Tokayev, secondo cui la fonte dei disordini era l’attività terroristica. Cina e Russia, secondo una nota diffusa oggi a Pechino, dovrebbero “opporsi alle forze esterne che interferiscono con gli affari interni dei Paesi dell’Asia centrale” e impedire che le “rivoluzioni colorate” e le “tre forze del male (separatismo, terrorismo ed estremismo, ndr) causino il caos”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Saipem: commesse in Australia e Guyana per 1,1miliardi dlr
Caio, segno della fiducia dei clienti nelle capacità del Gruppo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
08:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Saipem si è aggiudicata 2 nuovi contratti in Australia e Guyana per un valore complessivo di 1,1 miliardi di dollari (0,97 miliardi di euro).
Il primo è con Woodside e riguarda il progetto Scarborough, per il quale Saipem porterà a termine l’installazione e il rivestimento della ‘export trunkline’ del gasdotto che collegherà l’omonimo giacimento di gas al largo della costa con il corrispondente impianto sulla terraferma.

Il giacimento si trova nel bacino di Carnarvon, al largo dell’Australia occidentale e costituirà, secondo Saipem, “una delle fonti a più basse emissioni di carbonio a livello globale”. La consegna del primo carico di gas è prevista nel 2026, l’inizio delle operazioni invece è previsto per la metà del 2023. I lavori saranno eseguiti principalmente dalla nave Castorone. Scarborough Joint Venture è composta da Woodside Energy Scarborough (73,5%) e Bhp Petroleum (26,5%).
La seconda commessa è con Esso Exploration and Production Guyana, controllata di ExxonMobil, per lo sviluppo del progetto Yellowtail nel blocco di Stabroek al largo della Guyana ad una profondità di circa 1.800 metri. In questo caso, in attesa delle autorizzazioni governative e dell’approvazione dell’investimento, l’assegnazione del contratto consente l’avvio di attività iniziali di ingegneria e procurement necessarie per progredire in accordo con il programma del progetto. Il contratto riguarda l’ingegneria, il procurement, la costruzione e l’installazione (Epci) di linee ombelicali sottomarine, risers & flowlines (Surf). Fds2, la nave ammiraglia di Saipem, eseguirà le operazioni mentre l’impianto di fabbricazione di Saipem in Guyana si occuperà della costruzione degli elementi strutturali destinati alle acque profonde. Per l’amministratore delegato di Saipem Francesco Caio, l’assegnazione di questi due contratti rappresenta “un’importante conferma della fiducia dei nostri clienti nelle capacità di Saipem di eseguire progetti offshore complessi in tutto il mondo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Intesa si rafforza in Svizzera,a Reyl il 40% di 1875 Finance
Con via libera delle autorità vigilanza finalizzata operazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
09:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Reyl & Cie, il gruppo bancario svizzero diversificato controllato dal maggio 2021 da Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking, ha finalizzato l’acquisizione della quota del 40% di 1875 Finance, multifamily office e gestore patrimoniale indipendente per clienti privati con sede a Ginevra.
L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (Finma) e la Commission de surveillance du secteur financier (Cssf) in Lussemburgo hanno infatti approvato la partnership strategica tra le due società sottoscritte ad agosto 2021.

La partnership permetterà a Reyl & Cie e 1875 Finance di “creare sinergie di reddito e opportunità di sviluppo trasversali”, è spiegato in una nota. Le società intendono svolgere un ruolo attivo nell’accelerare il consolidamento del settore dei gestori patrimoniali in Svizzera. I cofondatori Olivier Bizon, Paul Kohler, Aksel Azrac e Jacques-Antoine Ormond mantengono congiuntamente il controllo di 1875 Finance con una quota del 60% e continuano l’impegno per lo sviluppo della società.
“Siamo entusiasti della finalizzazione di questa partnership strategica con 1875 Finance, leader di grande qualità con una mentalità imprenditoriale condivisa, un team di prim’ordine e valori comuni”, afferma François Reyl, ceo del Gruppo Reyl.
“Siamo lieti di dare il benvenuto a Reyl come nostro nuovo azionista, nell’ambito di un accordo che apre le porte a uno sviluppo sia a livello organico che tramite acquisizioni in Svizzera e all’estero”, sostiene Paul Kohler, ceo e socio fondatore di 1875 Finance, insieme a Olivier Bizon (Presidente), Aksel Azrac e Jacques-Antoine Ormond.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia: Williams incontra ministro degli Esteri tunisino
Ribadita importanza ruolo Paesi vicini in sostegno popolo libico
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
11 gennaio 2022
09:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La ripresa del processo politico in Libia è stata al centro di un incontro a Tunisi tra il ministro tunisino degli Esteri, Othman Jerandi, e il Consigliere speciale del segretario generale dell’Onu per la Libia, Stephanie Williams.
Durante questo colloquio, l’attenzione si è concentrata sugli “sforzi compiuti dalla missione Onu in Libia dopo il rinvio delle elezioni, in coordinamento con le varie parti libiche”, si legge in una nota del ministero degli Esteri di Tunisi che precisa come in questa occasione, Jerandi abbia ribadito il sostegno permanente della Tunisia alla Libia e il “suo fermo sostegno alle scelte degli amici libici di preservare l’interesse supremo del loro Paese, chiedendo la ripresa del dialogo per garantire la sicurezza della Libia e preservare la stabilità della Libia l’intera regione”.

Jerandi ha ricordato, in tale contesto, “la posizione del presidente tunisino Kais Saied, che sostiene un accordo interlibico”, esprimendo fiducia nella capacità dei libici di superare l’attuale situazione e garantire le migliori condizioni per il successo delle prossime elezioni.
Jerandi ha inoltre ribadito il sostegno della Tunisia alla missione dell’Onu in Libia e agli sforzi intrapresi dal consigliere del Segretario generale dell’Onu per avvicinare i punti di vista delle diverse parti libiche.
Da parte sua, Stephanie Williams ha elogiato “l’importante ruolo svolto dalla Tunisia per promuovere il dialogo tra i libici”, elogiando “il contributo della Tunisia all’avanzamento del processo politico in Libia, in particolare durante il suo mandato al Consiglio di sicurezza dell’ONU come membro non permanente per la legislatura 2020-2021.
“Abbiamo sottolineato l’importanza di mantenere lo slancio positivo in Libia per portare avanti il processo politico, compreso lo svolgimento delle elezioni nazionali il prima possibile”, ha scritto su Twitter Williams dopo l’incontro concludendo, di aver “anche sottolineato l’importanza del ruolo dei paesi vicini della Libia nel sostenere il popolo libico nella sua ricerca di pace, sicurezza e stabilità”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tokayev attacca Nazarbayev, ‘ha creato classe di ricchi’
Presidente kazako contro il suo predecessore
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
11 gennaio 2022
10:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Kazakhstan, Kassym-Jomart Tokayev, ha accusato il suo predecessore Nursultan Nazarbayev di aver favorito la creazione di “una classe di persone ricche anche per gli standard internazionali”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto Sassoli: bandiere a mezz’asta alle istituzioni Ue
Segno lutto negli edifici di Parlamento, Commissione e Consiglio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
10:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bandiere dell’Unione europea a mezz’asta presso gli edifici delle istituzioni europee a Bruxelles in segno di lutto per la morte del presidente del Parlamento Ue David Sassoli.
Nella sede dell’Europarlamento nella capitale belga le bandiere a sfondo blu con le 27 stelle dorate sventolano a mezz’asta dalle 8.30 di questa mattina.
Poco dopo anche la Commissione e il Consiglio Ue hanno fatto lo stesso negli edifici del quartier generale europeo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La poetessa afroamericana Maya Angelou sul quarto di dollaro
Inaugura serie di donne americane illustri, di origini diverse
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
11 gennaio 2022
07:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’effigie della poetessa e attivista afroamericana Maya Angelou compare su un nuovo conio di quarto di dollaro, i famosi 25 centesimi americani, la moneta più usata negli Usa.
Non si tratta di oggetti di collezione ma di pezzi che la Zecca Usa produrrà in grande quantità per l’uso quotidiano.
E’ il risultato di un voto del Congresso a fine 2020, su proposta della deputata californiana dem Barbara Lee, per celebrare le donne americane illustri, di origini diverse.
Seguiranno l’astronauta e fisica Sally Ridem Wilma Mankiller, prima nativa americana alla guida della nazione Cherokee, la politica e militante di origine ispanica Nina Otero-Warrren, e l’attrice Anna May Wong, prima star hollywoodiana di origine asiatica.
Il quarto di dollaro aveva avuto rare versioni alternative dal 1932: una serie di 50 pezzi rappresentanti gli altrettanti Stati Usa, all’inizio degli anni 2000, e i parchi e i siti nazionali, dal 2010 al 2021. La moneta continuerà ad avere su un lato il ritratto del primo presidente americano, George Washington.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Miliardario indiano Ambani compra Mandarin Hotel di New York
Tempio del lusso acquisito per 98 milioni di dollari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
11 gennaio 2022
13:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’uomo più ricco di tutta l’Asia, il miliardario di Mumbai Mukesh Ambani, si è aggiudicato il l’hotel Mandarin Oriental tempio del lusso di New York, per 98 milioni di dollari.
Lo fa sapere il gruppo Reliance Industries, di cui Ambani è presidente, che ha annunciato l’acquisizione della Investment Corporation of Dubai, l’azienda che controlla il 73.4% dell’hotel, registrata alle Isole Cayman.

Il contratto sarà perfezionato entro tre mesi; Reliance ha annunciato di essere intenzionata ad acquisire l’intera proprietà, se gli altri azionisti decideranno di rinunciare alle loro partecipazioni.
L’acquisto, scrivono i giornali, è avvenuto a condizioni molto favorevoli: nel 2007, il valore del Mandarin, acquisito nel 2015 dalla Investment Corporation of Dubai, era stato valutato pari a 340 milioni di dollari.
La pandemia di Covid 19 ha infierito duramente sul lussuoso hotel, punta di diamante dell’hotellerie di Manhattan.
Secondo quanto dichiarato dalla Reliance, nel 2020 l’hotel avrebbe guadagnato appena 15 milioni di dollari contro i 115 e 113 del 2018 e 2019.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto Sassoli: Zaki, sa quanto ho apprezzato i suoi sforzi
‘Sfortuna non aver avuto la possibilità di incontrarci’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
11 gennaio 2022
11:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Una tale sfortuna non aver avuto la possibilità di incontrarci ma nei pochi tweet che ci siamo scambiati lui sa quanto ho apprezzato lui e i suoi sforzi.
Possa la sua anima riposare nella pace eterna”.
Così Patrick Zaki su Twitter alla notizia della morte di David Sassoli. Oggi, ha scritto, se ne va “un grande giornalista, politico e un diplomatico che ha lavorato per servire il popolo”. “Aveva seguito il mio caso per due anni con vera passione e interesse – ricorda Zaki – Non aveva mai perduto un’occasione per parlare di me e per chiedere il rilascio immediato non solo per me ma per ogni prigioniero di coscienza”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto Sassoli: Scholz, la Germania perde un buon amico
‘L’Europa perde un presidente del Parlamento impegnato’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
11:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho appreso con sgomento la notizia della morte di David Sassoli” ha dichiarato il cancelliere tedesco Olaf Scholz, tramite l’account twitter del suo portavoce Steffen Hebestreit.
“L’Europa perde un un presidente del Parlamento impegnato, l’Italia un politico intelligente, la Germania un buon amico” prosegue il messaggio di cordoglio del cancelliere tedesco socialdemocratico.
“Il nostro pensiero va alla famiglia”. conclude Scholz.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: ministro Australia ‘sta ancora studiando il caso’
Decisione Hawke attesa per oggi, ‘non sappiamo quanto ci vorrà’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
11:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Immigrazione australiano Alex Hawke sta ancora valutando se annullare il visto al numero uno del tennis Novak Djokovic dopo che un giudice A della Corte federale ha ordinato il suo rilascio dal centro per migranti in cui era trattenuto.
Lo riferisce il suo portavoce in un comunicato pubblicato oggi e riportato dai media australiani.

“Il ministro Hawke sta valutando se annullare il visto a Djokovic”, si legge nella nota nella quale si sottolinea che “in linea con il principio del giusto processo, il ministro esaminerà a fondo la questione”. Non è chiaro quanto ci vorrà ancora per sapere se il campione serbo sarà espulso dall’Australia. Ieri sembrava che la decisione dovesse arrivare in giornata ma considerato che a Canberra sono già le 21 quest’ipotesi appare improbabile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oms, entro 2 mesi metà degli europei contagiati da Omicron
Le previsioni dell’Oms Europa in un briefing sull’andamento della pandemia del Vecchio Continente
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
18:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al ritmo attuale dei contagi, da qui a due mesi oltre il 50% degli europei sarà contagiato dalla variante Omicron del Covid.
Lo ha detto il direttore dell’Oms Europa Hans Kluge in un briefing sull’andamento della pandemia del Vecchio Continente. “In alcuni Paesi europei il picco della variante Omicron è già stato raggiunto ma la situazione all’interno del continente è molto variegata quindi bisogna sempre ricordarsi di proteggere i più vulnerabili”, ha aggiunto -.
“Sono anche profondamente preoccupato per il fatto che la variante si stia spostando verso est e quindi dobbiamo ancora vedere il suo pieno impatto in Paesi in cui i livelli di vaccinazione sono più bassi e dove si rischia una malattia più grave nei non vaccinati”, ha sottolineato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea del Nord testa missile 10 volte la velocità del suono
Militari Seul, ‘oltre test 5 gennaio, violate risoluzioni Onu’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
11 gennaio 2022
12:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha lanciato oggi un missile che ha volato per più di 700 km a un’altitudine massima di 60 km per una velocità massima di Mach 10, pari a 10 volte la velocità del suono.
“Valutiamo sia stato un modello migliorato rispetto a quello del 5 gennaio”, ha riferito il Comando di stato maggiore congiunto di Seul, definendo le attività di Pyongyang una “chiara” violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu.
La scorsa settimana, ha riferito l’agenzia Yonhap, il Nord ha sostenuto di aver testato un vettore ipersonico che, secondo Seul, ha percorso meno di 700 km a una velocità massima di Mach 6.
“I lanci rappresentano una minaccia significativa per la pace e la sicurezza non solo nella penisola coreana ma anche nel mondo e non sono utili per la riduzione delle tensioni militari”, ha aggiunto la nota delle forze armate di Seul. Il comando Indo-pacifico degli Stati Uniti ha parlato di “missile balistico”, parte dell’impatto “destabilizzante” del programma di armi illecite del Nord. C’è, tuttavia, una discrepanza nella distanza di volo tra quanto comunicato dalle autorità sudcoreane e giapponesi. Il ministero della Difesa nipponico ha notato che il probabile missile balistico avrebbe coperto meno di 700 km se avesse seguito la normale traiettoria, accreditando l’ipotesi di un modello ‘avanzato’.
Solo ieri sera l’ambasciatrice americana all’Onu, Linda Thomas-Greenfield, in una dichiarazione congiunta a nome di Albania, Francia, Irlanda, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti aveva condannato il penultimo lancio di missili balistici da parte della Nord Corea, in “chiara violazione di molteplici risoluzioni del Consiglio di sicurezza”. A margine di consultazioni a porte chiuse dei Quindici, nella dichiarazione i sei Paesi hanno spiegato che la “continua ricerca da parte di Pyongyang di armi di distruzione di massa e programmi di missili balistici rappresenta una minaccia per la pace e la sicurezza internazionali”. “Queste azioni aumentano il rischio di errori di calcolo e di escalation e rappresentano una minaccia significativa per la stabilità regionale”, prosegue la nota. “Invitiamo la Nord Corea ad astenersi da ulteriori azioni destabilizzanti – hanno affermato ancora – e ad abbandonare i suoi programmi proibiti di armi di distruzione di massa e missili balistici e ad impegnarsi in un dialogo significativo verso il nostro obiettivo condiviso di completa denuclearizzazione. Questo è l’unico modo per noi di raggiungere una pace duratura nella penisola coreana”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ocse: inflazione al 5,8%, mai così alta da 25 anni
L’aumento è stato particolarmente forte negli Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
11 gennaio 2022
16:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’inflazione nella zona Ocse ha continuato ad aumentare per raggiungere il 5,8% a novembre 2021, il tasso piu’ elevato degli ultimi 25 anni, dopo il 5,2% di ottobre e solo l’1,2% di novembre 2020: è quanto riferisce l’Ocse.
Si tratta del dato piu’ alto mai registrato dal maggio 1996.
L’aumento è stato particolarmente forte negli Usa (6,8% di novembre contro 6,2% di ottobre), il livello piu’ elevato dal giugno 1982.
Forte aumento anche nell’eurozona (4,9% a novembre contro il 4,1% di ottobre e -0,3% un anno prima). Il dato di Eurolandia è tuttavia rimasto inferiore a quello della zona Ocse nel suo insieme.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giappone estende restrizioni agli ingressi
Fino a termine febbraio, tetto giornaliero di 3.500 persone
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
11 gennaio 2022
18:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Restrizioni alle frontiere in Giappone prolungate fino al termine di febbraio e nuovi limiti sugli ingressi giornalieri.
Lo ha deciso il premier nipponico Fumio Kishida al termine del Consiglio dei ministri, estendendo il divieto ai cittadini stranieri non in possesso di un permesso di soggiorno – in vigore dallo scorso 30 novembre, la data in cui è stato segnalato nel Paese il primo caso della variante Omicron del Covid-19.

La misura era stata decisa per una durata di circa un mese a inizio dicembre e prevedeva l’imposizione di un periodo di quarantena in strutture governative, fino a 10 giorni di isolamento in hotel, in base alle nazioni di provenienza. Un tetto giornaliero di 3.500 persone è stato predisposto per gli arrivi giornalieri.
Il governo di Tokyo aveva inoltre vietato l’ingresso ai cittadini che si erano recati nelle precedenti due settimane in 11 paesi, incluso il Sudafrica, ma ha deciso di allentare le restrizioni sulla base di ‘considerazioni solidaristiche e umanitarie’.
Attualmente misure di ‘quasi emergenza’ sono state annunciate in tre prefetture in Giappone, Hiroshima, Okinawa e Yamaguchi, a causa dell’impennata dei contagi innescati anche dai focolai del virus presenti nelle basi militari Usa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bulgaria, presidente e premier in isolamento per Covid
In Serbia positivo il patriarca ortodosso Porfirije
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
13:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SOFIA, 11 GEN – Il presidente della Bulgaria Rumen Radev e i rappresentanti della sua equipe che hanno partecipato ieri a Sofia alla riunione del Consiglio consultivo per la sicurezza nazionale dedicata alla posizione della Bulgaria sui negoziati di adesione di Skopje e Tirana alla Ue, durata circa sei ore, si sono autoisolati per contatti con il presidente del parlamento bulgaro Nikola Mincev risultato positivo al coronavirus.

Mincev era presente alla riunione, al termine della quale si è sentito male.
Stamane l’ufficio stampa del governo ha reso noto che per la stessa ragione il premier Kiril Petkov si trova in autoisolamento.
A breve verrà stabilita la durata del periodo di quarantena per le persone coinvolte, che secondo la legge in vigore dovrebbe essere di almeno sette giorni. Per il 18 gennaio è prevista una visita ufficiale del neoeletto premier bulgaro Kiril Petkov a Skopje.
In Serbia il patriarca ortodosso serbo Porfirije è risultato oggi positivo al coronavirus. Nel darne notizia, i media a Belgrado aggiungono che il patriarca accusa sintomi lievi ed è in isolamento domiciliare. Nei giorni scorsi Porfirije ha partecipato a Banja Luka alle celebrazioni per il 30/o anniversario della fondazione della Republika Srpska, l’entità a maggioranza serba della Bosnia-Erzegovina.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Zelensky chiede nuovo summit Mosca-Parigi-Berlino
‘Pronti a prendere decisioni per mettere fine al conflitto’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
16:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente Volodymyr Zelensky ha chiesto la convocazione di un nuovo vertice con Francia, Germania e Russia per risolvere il conflitto in Ucraina.
“E’ tempo di concordare in maniera sostanziale la fine del conflitto e siamo pronti a prendere le decisioni necessarie durante un nuovo vertice dei leader dei quattro Paesi”, ha detto Zelensky in una nota a seguito di un incontro con i diplomatici europei.
Sherman: ‘Sulla Russia lavoriamo in parallelo con i partner’ – Gli Stati Uniti sono impegnati a lavorare in parallelo con i nostri alleati e partner per sollecitare la de-escalation e rispondere alla crisi di sicurezza causata dalla Russia”.
Lo scrive su Twitter la sottosegretaria Usa Wendy Sherman, che oggi si trova a Bruxelles. Sherman ha poi incontrato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, “in vista del consiglio Russia-Nato di domani” ricordando “l’incrollabile” sostegno degli Stati Uniti all’Ucraina.
Ue: ‘Siamo attori nella crisi ucraina, l’Europa non è assente’ – “L’Unione Europea sostiene l’Ucraina in questa crisi in molti modi, sia sul fronte dell’energia, sia sostenendo la sua economia, sia con la sua politica di sanzioni nei confronti della Russia. Sia la presidente che l’Alto rappresentante sono stati in visita in Ucraina e la nostra posizione è che l’Europa, anche attraverso i suoi stati membri, è già uno degli attori coinvolti nella questione della crisi e continuerà ad esserlo”. Lo ha detto un portavoce della Commissione Europea rispondendo a una domanda sull’assenza dell’Europa dalle negoziazioni fra Usa e Russia.
Nyt, la Russia comincia a posizionare elicotteri – Il numero di soldati russi al confine con l’Ucraina è rimasto stabile nelle ultime settimane (circa 100 mila), nonostante le previsioni dell’intelligence Usa di un aumento, ma dirigenti americani contattati dal New York Times e protetti dall’anonimato affermano che il leader del Cremlino Vladimir Putin ha cominciato a fare alcuni passi per trasferire elicotteri militari in loco: un possibile segnale che i piani per un attacco continuano nonostante i colloqui in Europa con Usa, Nato e Osce. I russi avrebbero posizionato elicotteri da attacco e da trasporto che, insieme ai caccia per gli attacchi a terra, sarebbero un vantaggio cruciale per Mosca nel caso Putin decidesse di invadere l’Ucraina. Secondo le stesse fonti la variante meteo potrebbe incidere sui tempi di un eventuale blitz: finora in molte aree dell’Ucraina c’è stato un inverno più mite del solito e Putin potrebbe essere costretto a rimandare l’ipotetica offensiva finché il terreno, al momento ancora fangoso, non ghiaccia agevolando il movimenti di truppe e mezzi.
Khrushcheva, obiettivo di Putin non è invasione – Per Nina Khrushcheva (nipote del defunto ex presidente dell’Urss Nikita Krusciov), analista, scrittrice e docente di relazioni internazionali alla The New School University di New York l’ipotesi di un’invasione dell’Ucraina da parte della Russia non è credibile: “E’ una tesi che rientra nella narrativa propagandistica anglosassone e di una parte dell’Occidente, molto semplicistica” spiega in un’intervista a La Stampa. Immaginiamo “che i russi entrino in Ucraina e si ritrovino contro quasi 45 milioni di persone da cui sono per la grande parte odiati, con un esercito regolare pronto a contrastarli e la resistenza armata dagli Usa determinata a rendere la trincea un inferno – aggiunge -. Cosa fanno? Devono mobilitare quasi tutte le forze che hanno a disposizione per sconfiggere gli ucraini. Ovvero un’invasione come quella della Germania nazista”. Putin “non è certo un personaggio buono, gli piace il rischio, ma ogni rischio che lui prende è calcolato. Questo risponde a una serie di affermazioni che vengono fatte dall’ Occidente e della stessa Ucraina, come l’allargamento della Nato ad Est, a cui risponde dando dimostrazione che è pronto a rispondere. Crea il caso come leva negoziale”. L’amministrazione Usa invece “vuole dimostrare che sono pronti a punire Putin, a mettere a punto sanzioni e bastonare il Cremlino se sarà necessario. Il tutto per rafforzare la loro influenza, credo che sia ‘policy’, non farina del sacco di Joe Biden, ma di alcuni ambienti della Casa Bianca e dell’ establishment politico”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brasile: maltempo provoca inondazioni e migliaia di sfollati
Colpiti Stati di Bahia, Minas Gerais, Espirito Santo e Goias
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RIO DE JANEIRO
11 gennaio 2022
18:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il maltempo continua a imperversare sul Brasile, soprattutto nella regione nord-orientale: dopo aver colpito con forza Bahia (almeno 25 i morti accertati), le piogge intense si sono abbattute anche sugli Stati di Minas Gerais ed Espirito Santo.

A Minas, dove 138 municipi hanno già decretato la situazione di emergenza, alcune città sono state allagate dalle inondazioni.
È il caso di Governador Valadares, dove il fiume Doce ha superato il livello di 4 metri, costringendo circa seimila persone ad abbandonare le proprie case.
Inondazioni e smottamenti anche a Espirito Santo, dove sono almeno mille le persone sloggiate. Secondo la locale Protezione civile, oggi è possibile che da 2 a 10 mm di pioggia si accumulino in parte delle regioni del Sud e di Serrana.
Situazione di emergenza da ultimo decretata anche in 15 città di Goias, nel centro-ovest del Paese, secondo la Tv Record.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scandalo party, ‘segretario Johnson resta al suo posto’
Premier Gb sostiene Martin Reynolds, inviò email ‘incriminata’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
11 gennaio 2022
16:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Resta al suo posto” Martin Reynolds, il capo della segreteria personale del premier britannico Boris Johnson, autore della email con cui si invitavano funzionari e collaboratori il 20 maggio 2020 a un party organizzato nel giardino di Downing Street in apparente violazione alle restrizioni del lockdown anti-Covid allora in vigore.
Lo ha affermato un portavoce di Downing Street, secondo cui Reynolds gode della “piena fiducia” del primo ministro conservatore, accusato lui stesso di aver preso parte all’evento con la moglie Carrie.
Sui media del Regno Unito erano circolate voci sulle possibili dimissioni del segretario di Johnson.
Il leader del Labour, Sir Keir Starmer, ha detto a Boris Johnson di “smetterla di mentire” e “di fare chiarezza” sulle accuse secondo cui il premier conservatore e sua moglie Carrie erano tra le circa 40 persone che presero parte il 20 maggio 2020 a un party organizzato dai funzionari nel giardino di Downing Street in apparente violazione alle restrizioni del lockdown anti Covid allora in vigore. In un tweet il capo dell’opposizione ha quindi invitato il primo ministro a essere onesto di fronte ai cittadini britannici. Intanto il partito laburista ha richiesto e ottenuto la discussione di una interrogazione urgente alla Camera dei Comuni prevista per le 12.30 locali (13.30 in Italia) su cui verrà dibattuto lo spinoso argomento dei party ‘vietati’ nelle sedi istituzionali. Secondo i media del Regno Unito, potrebbe dimettersi il capo della segretaria personale del primo ministro, Martin Reynolds, autore della email ‘indiziata’ con cui si invitavano funzionari e collaboratori a un incontro in giardino presentato come “un drink distanziato”, in cui ciascuno si sarebbe dovuto portare da bere.
Il governo britannico si è scusato “senza riserve” per il turbamento causato dalla vicenda del party organizzato il 20 maggio 2020 nel giardino di Downing Street in apparente violazione alle restrizioni del lockdown anti-Covid allora in vigore. Lo ha dichiarato il ministro Michael Ellis, Paymaster General (figura equivalente al ragioniere generale dello Stato) della compagine Tory, rispondendo a una interrogazione urgente presentata dal Labour alla Camera dei Comuni. Si è trovato lui, infatti, nell’infelice posizione di rappresentare l’esecutivo conservatore al posto del premier Boris Johnson finito al centro dello scandalo. Molti deputati delle opposizioni hanno criticato nei loro interventi l’assenza del primo ministro. Fra loro la vice leader laburista Angela Reyner, che ha presentato l’interrogazione e ha dichiarato: “I cittadini hanno già tratto le loro conclusioni. Il primo ministro può scappare ma non può nascondersi”. Il ministro Ellis ha sottolineato che anche l’evento del 20 maggio 2020 finirà sotto la lente dell’inchiesta indipendente sugli eventi organizzati nelli sedi istituzionali britanniche nel periodo in cui erano in vigore forme di lockdown.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden, non cedero’ su leggi a tutela diritto di voto
Presidente Usa difende legge bloccata in Congresso dal Gop
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
11 gennaio 2022
16:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente Usa, Joe Biden, è intenzionato ad andare avanti con il suo piano in difesa del diritto di voto, bloccato in Congresso dai repubblicani.
“I prossimi giorni, quando queste leggi arriveranno al voto- dice Biden in un’anticipazione sul suo discorso ad Atlanta, in Georgia -, segneranno un punto di svolta in questa nazione.

Sceglieremo la democrazia sull’autocrazia, la legge sulle tenebre, la giustizia sull’ingiustizia? Io so dove sto: non cederò, non trasalirò, difenderò il vostro diritto e la nostra democrazia contro tutti i nemici domestici e stranieri. E quindi la questione è dove sta l’istituzione del Senato”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Zelensky chiede nuovo summit Mosca-Parigi-Berlino
‘Pronti a prendere decisioni per mettere fine al conflitto’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KIEV
12 gennaio 2022
14:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KIEV – Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky ha chiesto la convocazione di un nuovo vertice con Francia, Germania e Russia per risolvere il conflitto in Ucraina.
“E’ tempo di concordare in maniera sostanziale la fine del conflitto e siamo pronti a prendere le decisioni necessarie durante un nuovo vertice dei leader dei quattro Paesi”, ha detto Zelensky in una nota a seguito di un incontro con i diplomatici europei.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto Sassoli: un minuto di silenzio all’Europarlamento
In centinaia davanti a sede Pe per cerimonia organizzata da S
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
15:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Centinaia di eurodeputati e funzionari del Pe si sono riuniti alle 13 nell’Esplanade di fronte alla sede del Parlamento europeo a Bruxelles e hanno osservato un minuto di silenzio per commemorare il presidente dell’Eurocamera, David Sassoli, mancato la scorsa notte in seguito a una grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario.

L’iniziativa, promossa dal gruppo dei Socialisti e democratici (S&D) di cui Sassoli era membro, è stata seguita da un lungo applauso, dopo il quale i parlamentari, molti dei quali con le lacrime agli occhi, si sono stretti in sentiti abbracci in un’atmosfera generale molto commossa.
Visibilmente scossa in particolare la capogruppo di S&d, Iratxe Garcìa Pèrez. Alla cerimonia hanno preso parte, oltre ai colleghi eurodeputati, anche funzionari e staff del Parlamento Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio,Sala Trattati Ue in Farnesina intitolata a Sassoli
Di Maio, ‘piccolo segno di riconoscenza, ciao David!’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
15:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La scomparsa di David Sassoli ci addolora profondamente e lascia un vuoto difficilmente colmabile nella politica europea.
Per preservarne la memoria anche all’interno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ho deciso di intitolare al Presidente David Sassoli la Sala dei Trattati Europei che si chiamerà ‘Sala dei Trattati europei David Sassoli’.
Un piccolo segno di riconoscenza nel ricordo di un amico e di una personalità che ha segnato la politica italiana ed europea. Ciao David!”. Lo annuncia il ministro Luigi Di Maio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libano:crisi,sale tensione per aumento prezzi pane e benzina
La lira perde ancora valore rispetto al dollaro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
18:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Torna a salire la tensione in Libano dopo che nelle ultime ore la lira locale ha perso ulteriormente valore rispetto al dollaro statunitense, mentre sono rincarati i prezzi del pane e della benzina in tutto il paese.

I media di Beirut riferiscono di episodi di tensione in varie regioni del paese sullo sfondo di rinnovate proteste popolari a seguito dei rincari dei beni di prima necessità.

Il sindacato dei panettieri ha fatto sapere nelle ultime ore che se non giungeranno rifornimenti di materie prime dall’estero, acquistate in valuta pesante, entro due settimane i forni smetteranno di produrre pane.
Analogamente, il sindacato dei benzinai aveva ieri avvertito di nuove possibili blocchi alla distribuzione di carburante nei prossimi giorni in vista di un razionamento dei combustibili.
Sul mercato di cambio, un dollaro è oggi scambiato a 33mila lire, un record negativo sorprendente considerando il fatto che la il dollaro veniva scambiato alla fine del 2019 al tasso fisso di 1.500 lire. La lira ha perso più del 95% del suo valore in due anni.
Il Libano è in default economico dal marzo 2000. Il sistema bancario libanese è fallito e da allora è stato di fatto imposto il controllo dei capitali in valuta pesante a piccoli e medi risparmiatori.
Il tasso di inflazione così come quello di disoccupazione continuano a salire in un contesto di perdurante tensione sociale e politica.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Frontex, +83% gli arrivi nel Mediterraneo centrale nel 2021
200 mila ingressi a frontiere europee e oltre livelli pre-covid
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
15:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati quasi 200 mila gli attraversamenti irregolari delle frontiere europee nel 2021, in crescita, oltre i livelli pre-covid e a nuovi massimi dal 2017, con la rotta del Mediterraneo centrale ancora una volta la più utilizzata verso l’Europa: qui si sono registrati un terzo di tutti i passaggi di frontiera irregolari, pari a 65.362, con una crescita dell’83%.
Sono i dati comunicati da Frontex.
Nel complesso 196.034 gli ingressi irregolari nell’Ue nel 2021, con una crescita del 36% dal 2019 e del 57% dal 2020, quando sulla mobilità globale avevano inciso in particolare le restrizioni legate al Covid.
Uno dei fattori che ha definito il 2021, segnala Frontex, è stato senza dubbio la situazione alle frontiere con la Bielorussia. Nel corso dell’anno, i siriani sono rimasti la nazionalità più frequentemente segnalata delle persone rilevate ad attraversare il confine senza permesso, seguiti da tunisini, marocchini, algerini e afgani.
Come nel 2020, le donne hanno continuato a rappresentare meno di un arrivo su 10, con un calo significativo della loro quota rispetto al 2019. Sostanzialmente invariata la percentuale di minori, così come quella dei minori non accompagnati.
L’aumento degli ingressi nel Mediterraneo centrale riflette in particolare un maggior numero di arrivi dalle coste libiche, tunisine e turche, una rotta che ha assunto un ruolo ancora più importante. I migranti tunisini sono stati più frequentemente rilevati in questa regione, e il 2021 ha visto il ritorno di un numero maggiore di migranti egiziani (un aumento di 7 volte rispetto al 2020).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Usa nuovo record, oltre 145 mila ricoverati
E 737.000 contagi al giorno nell’ultima settimana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
11 gennaio 2022
15:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le ospedalizzazioni per Covid hanno raggiunto un nuovo record negli Usa, sorpassando il precedente picco del 14 gennaio 2021: 145.982 ricoverati, secondo i dati del ministero della salute, quasi il doppio di due settimane fa, con quasi 24 mila posti letti di terapia intensiva in uso.
In aumento anche i contagi, che nelle ultime settimane sono stati 737.000 al giorno, superando anche in questo caso il dato dello scorso inverno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Funerali di Sassoli venerdì a Roma a S. Maria degli Angeli
Si terranno alle ore 12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
15:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I funerali del presidente del Parlamento europeo David Sassoli si svolgeranno venerdì 14 alle 12 nella chiesa di Santa Maria degli Angeli in piazza della Repubblica a Roma.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oms, le scuole devono essere gli ultimi luoghi a chiudere
‘Ma bisogna intensificare le misure anti-Covid’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
15:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Mantenere aperte le scuole ha importanti benefici per il benessere mentale, sociale ed educativo dei bambini.
Le scuole dovrebbero essere gli ultimi posti a chiudere e i primi a riaprire”.
Lo ha detto il direttore dell’Oms Europa, Hans Kluge, in un briefing sull’andamento della pandemia nel Vecchio Continente raccomandando tuttavia i governi che per tenere aperte le scuole bisogna intensificare le misure anti-Covid. ” A causa della maggiore trasmissibilità di Omicron, è fondamentale nelle scuole garantire la ventilazione, l’igiene delle mani e l’uso di mascherine adeguate”. L’ufficio europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda inoltre di vaccinare “insegnanti e altro personale scolastico” nonche’ di proporre il vaccino “ai bambini vulnerabili e ai bambini che entrano in contatto con adulti vulnerabili, nei Paesi in cui è disponibile”. Infine, almeno fino alla fine dell’inverno Kluge chiede ai governi di preparare piani di didattica a distanza che “affianchino le lezioni in presenza”. “Il numero di persone contagiate sarà così alto in molti Paesi che le scuole potrebbero non essere in grado di rimanere aperte, a causa della mancanza di personale”, ha sottolineato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India: allarme per raduno su Gange, rischio superfocolaio
Ieri 179 mila nuovi positivi al covid, Delhi chiude ristoranti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
11 gennaio 2022
16:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Allarme nello stato indiano del Bengala Occidentale, dove le autorità prevedono che quasi un milione di persone si raduneranno venerdi e sabato alla confluenza del fiume Gange con la Baia del Bengala per immergersi nelle acque, in occasione del festival annuale Makar Sankrati.

Su richiesta dell’Ordine dei medici, allarmati per l’inevitabile super focolaio che sarà creato dal raduno religioso, mentre in tutto il paese corre la terza ondata di contagi, l’Alta Corte di Calcutta ha deciso giovedì scorso che tutti i pellegrini dovranno avere un test di negatività al covid-19.
I medici si erano rivolti alla Corte chiedendo di bloccare il pellegrinaggio.
Bhramar Mukherjee, che insegna epidemiologia all’ Università of Michigan, ha scritto su Twitter che l’India “dovrebbe imparare dagli errori passati” e che “il raduno rischia di avere conseguenze disastrose”, citando quanto avvenuto un anno fa con altri pellegrinaggi di massa.
Diversamente dal Bengala, il governo di Delhi, una delle città più colpite dalla terza ondata, con un tasso di positività pari ormai al 25,65 per cento, ha deciso oggi la chiusura al pubblico di tutti i bar e ristoranti, autorizzando solo le consegne a domicilio; nella capitale, inoltre ,resteranno chiusi tutti gli uffici privati, con i dipendenti obbligati allo smart working. Secondo il bollettino quotidiano del ministero alla Salute, l’India ha visto ieri un ulteriore balzo dei nuovi positivi al Covid19, con 179.723 casi registrati in 24 ore, e 146 decessi: il dato è il più alto da 204 giorni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Frontex, +83% gli arrivi nel Mediterraneo centrale nel 2021
200 mila ingressi a frontiere europee e oltre livelli pre-covid
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
17:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati quasi 200 mila gli attraversamenti irregolari delle frontiere europee nel 2021, in crescita, oltre i livelli pre-covid e a nuovi massimi dal 2017, con la rotta del Mediterraneo centrale ancora una volta la più utilizzata verso l’Europa: qui si sono registrati un terzo di tutti i passaggi di frontiera irregolari, pari a 65.362, con una crescita dell’83%.
Sono i dati comunicati da Frontex.
Nel complesso 196.034 gli ingressi irregolari nell’Ue nel 2021, con una crescita del 36% dal 2019 e del 57% dal 2020, quando sulla mobilità globale avevano inciso in particolare le restrizioni legate al Covid.
Uno dei fattori che ha definito il 2021, segnala Frontex, è stato senza dubbio la situazione alle frontiere con la Bielorussia. Nel corso dell’anno, i siriani sono rimasti la nazionalità più frequentemente segnalata delle persone rilevate ad attraversare il confine senza permesso, seguiti da tunisini, marocchini, algerini e afgani.
Come nel 2020, le donne hanno continuato a rappresentare meno di un arrivo su 10, con un calo significativo della loro quota rispetto al 2019. Sostanzialmente invariata la percentuale di minori, così come quella dei minori non accompagnati.
L’aumento degli ingressi nel Mediterraneo centrale riflette in particolare un maggior numero di arrivi dalle coste libiche, tunisine e turche, una rotta che ha assunto un ruolo ancora più importante. I migranti tunisini sono stati più frequentemente rilevati in questa regione, e il 2021 ha visto il ritorno di un numero maggiore di migranti egiziani (un aumento di 7 volte rispetto al 2020).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La partita a scacchi tra Biden e Putin
Per i rappresentanti di Washington e Mosca sarà una settimana di fuoco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
16:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Come nell’estate del 1972 quando Bobby Fischer e Boris Spassky diedero vita alla sfida scacchistica più famosa della storia, adesso tocca a Joe Biden e Vladimir Putin giocare sul filo del rasoio di mosse e contromosse tra diplomazia, minacce e movimenti di truppe che ricordano sempre di più gli atteggiamenti cupi della vecchia Guerra fredda. E’ una battaglia con aspetti psicologici molto chiari ma anche con rischi concreti ed evidenti se solo fosse vero, come denuncia oggi il New York Times, che la Russia è in procinto di spostare anche elicotteri sul confine sempre più caldo con l’Ucraina.
Per i rappresentanti di Washington e Mosca sarà una settimana di fuoco con incontri nel bilaterale di Ginevra, al summit Nato-Russia di Bruxelles e poi alla riunione dell’Osce a Vienna.
Le posizioni sono molto distanti, quasi contrapposte per certi versi. Ma un vecchio adagio della diplomazia recita che fino a che si parla c’è sempre la speranza di evitare l’escalation. Su questo dialogo pesano però i dubbi e i sospetti reciproci.
Per gli Usa è evidente che Putin, contro le lezioni della storia, sta cercando di creare una nuova sfera di influenza nelle zone ex sovietiche chiedendo un inaccettabile veto su futuri allargamenti della Nato ad est. E dopo l’invasione della Crimea, le nuove manovre militari verso il Donbass non possono lasciare tranquille le cancellerie occidentali. Mosca, d’altra parte, vive una forte sindrome da accerchiamento e vede arrivare la Nato ad una distanza che ritiene pericolosa per i suoi equilibri strategici. Putin però dimentica che furono i russi ad entrare in Crimea, così come non è facile non pensare, cambiando per un attimo scacchiera, al ruolo dei militari russi in Siria o dei miliziani della divisione Wagner (vicini al Cremlino) in Libia. Insomma della Russia, gli Stati Uniti oggi fanno molta fatica a fidarsi.
L’atmosfera di questi incontri quindi è sicuramente difficile, la contrapposizione è evidente, le posizioni molto lontane e segnata da una forte diffidenza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tuttavia, scavando un po’ appare con una certa chiarezza che sia Washington sia Mosca avrebbero molti vantaggi da una soluzione diplomatica delle varie tensioni sul confine tra Europa e Russia, dove non c’è soltanto il nodo ucraino ma anche quelli di Kazakhstan e Bielorussia. Mosca dovrebbe assolutamente evitare la reazione americana che sarebbe fatta di pesanti sanzioni economiche e finanziarie che andrebbero a colpire un’economia russa già in crisi, oltre che isolare il Cremlino dal punto di vista politico. Washington continuerà a difendere i principi e i valori di libertà e indipendenza dei Paesi ma vorrebbe potersi liberare delle questioni con la Russia per dedicarsi a quello che ritiene sia il suo vero grande problema di oggi e del futuro: le tensioni con la Cina, la crescita politica e militare di Pechino nell’area dell’Indopacifico e la sua influenza globale in progressiva crescita.
Alla fine uno scontro sull’Ucraina non conviene a nessuno. Questo non vuol dire che si troverà facilmente una soluzione. Le crisi vanno gestite e quando questo non succede camminano per conto loro. E, fino ad oggi, sull’Ucraina non è complessivamente stata mostrata molta saggezza. Ma i colloqui di questa settimana possono portare almeno ad una nuova atmosfera se a prevalere saranno la moderazione e il dialogo. Altrimenti ogni possibilità, anche la peggiore, rimarrà aperta.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Chi al momento sembra ancora una volta tagliata fuori è l’Europa. L’Ue è rimasta sorpresa dal veloce ritiro americano dall’Afghanistan e dagli accordi Aukus con Australia e Gran Bretagna e anche oggi sembra in ritardo e fatica ad essere una vera protagonista della crisi che la tocca molto da vicino considerando i suoi interessi economici che sono diversi da quelli americani. Basterebbe soltanto pensare alle forniture energetiche che arrivano nel Vecchio continente da quell’angolo di mondo. I leader europei devono accelerare la costruzione di una concreta politica estera comune e di una vera identità di difesa europea. L’Europa dovrà velocemente essere in grado di muoversi in maniera autonoma di fronte alle grandi sfide di inizio millennio. Ma gli auspici della nuova presidenza di turno francese per ora rimangono quello che sono: parole.
La partita a scacchi è soltanto all’inizio. Ma è cominciata subito alla grande con i movimenti di torri e alfieri. A Reykjavik nell’estate del 1972 il mondo seguì e interpretò quella sfida come una lotta tra Occidente e Oriente nel pieno della contrapposizione tra Est ed Ovest. Disse Fischer: ‘Non basta fare la mossa giusta, devi farla al momento giusto’. E aggiunse: ‘Questo è il mondo libero contro i russi bari e bugiardi’. Gli rispose sommessamente Spassky: ‘Normalmente la commistione tra politica e scacchi va a finire male’.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
OMS: SERVONO VACCINI NUOVI,NON BASTANO BOOSTER CON ATTUALI
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
16:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA, 11 GEN – “Sono necessari e andrebbero sviluppati vaccini contro il Covid-19 che abbiano un alto impatto sulla prevenzione dell’infezione e della trasmissione, oltre che sulla prevenzione di malattie severe e morte”.
Lo affermano gli esperti dell’Organizzazione mondiale della Sanità, secondo cui contro l’emergere di nuove varianti non è utile continuare ad effettuare richiami con i vaccini già esistenti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo record di contagi in Francia, oltre 350.000
Lo ha anticipato il ministro Véran. ‘Gli ospedali a dura prova’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
11 gennaio 2022
18:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo record di contagi in Francia, “350.000 nuovi casi, anche un po’ di più”, ha annunciato il ministro della Salute, Olivier Véran, davanti all’Assemblée Nationale, anticipando i dati di fine giornata di Santé Publique.
Ieri i contagi erano stati 93.000, un numero relativamente basso che riflette, come ogni lunedì, il minor numero di tamponi della domenica.
“Anche il sistema ospedaliero – ha continuato Véran – è messo a dura prova. Ci sono 22 mila pazienti ricoverati per Covid, 3.900 in terapia intensiva in un periodo segnato anche dall’influenza e delle conseguenze della bronchiolite, che è stata particolarmente forte quest’anno”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto Magawa, il topo che fiutava le mine anti-uomo
Aveva 8 anni, nel 2020 ricevette una medaglia d’oro al valore
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
17:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È morto Magawa, il topo gigante africano celebrato per aver aiutato a scoprire oltre 100 mine anti-uomo e altri esplosivi in ;;Cambogia.
Lo rende noto la Bbc, che ricorda come il ratto si sia distinto non solo per il suo record nel fiutare le sostanze chimiche contenute negli ordigni inesplosi, ma anche per il proprio lungo servizio.

Nel 2020, Magawa è stato il primo topo a ricevere una medaglia d’oro al valore dall’ente di beneficenza veterinario della Gran Bretagna The people’s dispensary for sick animals (Pdsa). La specie cui apparteneva Magawa ha un forte senso dell’olfatto e può essere addestrata rapidamente, abilità che rendono il topo gigante africano eccellente nella ricerca delle mine.
Deceduto a 8 anni, Magawa è stato particolarmente longevo per la sua razza e aveva terminato la propria attività nel 2020, dopo quattro anni nei campi cambogiani. L’organizzazione benefica belga Apopo ha affermato di avere poco più di cento altri topi che svolgono lo stesso lavoro in tutto il mondo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ema, possibile ok a vaccini per Omicron ad aprile-maggio
‘Ma valutiamo se ulteriori dosi vadano a favore salute pubblica’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
11 gennaio 2022
18:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ok dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) ai vaccini adattati per fare fronte alla variante Omicron potrebbe arrivare “in aprile-maggio”.
Lo ha detto il capo della strategia vaccinale dell’Ema, Marco Cavaleri, precisando che bisogna ancora analizzare se sia necessaria una “discussione globale” su nuove dosi e se “inseguire il virus invece di anticiparlo” sia “la strategia giusta nell’interesse della salute pubblica”.

“Sta emergendo una discussione sulla possibilità di somministrare una seconda dose booster con gli stessi vaccini attualmente in uso: non sono ancora stati generati dati a sostegno di questo approccio”, ha detto anche Cavaleri. “Se l’uso dei richiami potrebbe essere considerato parte di un piano di emergenza, vaccinazioni ripetute a brevi intervalli non rappresenterebbero una strategia sostenibile a lungo termine”, ha evidenziato. I nuovi dati sui vaccini – ha detto ancora – sono molto rassicuranti e mostrano che essi riducono il rischio di ospedalizzazione e morte durante la gravidanza senza causare complicazioni o danneggiare il nascituro”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mike Pompeo ha perso 40 kg in sei mesi con dieta ed esercizio
Ex segretario Stato fa crescere speculazioni su candidatura 2024
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
11 gennaio 2022
16:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 40 kg in sei mesi con dieta ed esercizio fisico fai da te.
E’ il nuovo Mike Pompeo quello che si è visto nelle ultime foto pubblicate dopo un’intervista al New York Post.

“Ho iniziato a fare esercizio fisico – ha detto l’ex segretario di Stato, 58 anni – non quotidianamente ma quasi ogni giorno e mangiando in modo giusto. Il peso ha cominciato ad andare via”.
Pompeo ha spiegato che nel giugno del 2021, quando è salito sulla bilancia ha notato per la prima volta che gli mancavano solo pochi chili per sfiorare i 136 kg (300 libbre). “Il giorno dopo – ha continuato – mi sono alzato e ho detto a mia moglie, ‘Susan, oggi è il giorno'”.
Ha investito quindi in una piccola palestra a casa con pesi e un’ellittica. “Ho cercato di fare esercizio per cinque, sei volte a settimana per circa una mezz’ora. Non avevo alcun trainer, nessun dietologo, ero solo io” – ha sottolineato.
Pompeo ha spiegato anche che l’aumento di peso è iniziato quando è stato eletto al Congresso nel 2010. Inoltre quando è stato Segretario di Stato sotto l’amministrazione Trump era costretto a lunghi viaggi intercontinentali e orari di lavoro senza sosta. Alla fine si ritrovava a mangiare hamburger, carboidrati e dolci ipercalorici. Ora non rinuncia ai piaceri della tavola ma con opzioni più salutari e moderazione.
La perdita di peso potrebbe anche essere in vista di una candidatura nel 2024. Ma l’ex segretario di Stato per ora smentisce.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina elogia ‘unità’ Occidente contro ‘ultimatum’ Mosca
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
20:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KIEV, 11 GEN – Il ministro degli Esteri dell’Ucraina, Dmytro Kuleba ha elogiato “l’Unità” dell’Occidente nei confronti di quelli che chiama gli “ultimatum” della Russia in occasione dei colloqui sulla crisi ucraina con gli Stati Uniti a Ginevra.

“I colloqui di Ginevra hanno dimostrato che la nostra forza risiede nell’unità e nella coesione delle posizioni contro gli ultimatum russi”, ha dichiarato Kuleba in una conversazione telefonica con l’omologo americano, il segretario di Stato Anthony Blinken, dopo i colloqui ginevrini di ieri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Parlamento europeo alla prova della successione, Metsola in pole
A Strasburgo probabile l’arrivo del Cav. Letta ricorderà Sassoli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
11 gennaio 2022
20:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà la plenaria della commemorazione di David Sassoli e del cruciale voto per la sua successione, ma sarà anche il teatro del discorso di Emmanuel Macron per l’inizio della presidenza di turno francese dell’Ue.
La settimana prossima Strasburgo si proporrà come crocevia d’Europa.
E chissà che non lo sia anche di faccende più italiane, con vista sul Quirinale.

Lunedì, infatti, alle 18 sarà il segretario del Pd Enrico Letta a tenere il discorso ufficiale di commemorazione di Sassoli. Ma nella città alsaziana, stando ai rumors più recenti, una manciata di ore dopo è dato come probabile anche l’arrivo del leader di FI – ed europarlamentare – Silvio Berlusconi. Il voto dell’Assemblea per il nuovo presidente dell’Europarlamento comincerà martedì. Sarà segnato dal lutto per la scomparsa di Sassoli che, dopo un iniziale tentennamento, a metà dicembre aveva deciso comunque di farsi da parte.

Il candidato forte alla sua successione è l’attuale vice presidente vicaria Roberta Metsola, esponente del Ppe, come previsto nell’accordo di alternanza di inizio legislatura stipulato con S&D. Maltese, paladina della lotta alla corruzione, Metsola sarebbe la terza presidente donna della storia del Parlamento Ue e la più giovane in assoluto. La sua investitura potrebbe avvenire con una maggioranza quasi uguale a quella che elesse Sassoli, fatta di popolari, socialdemocratici e liberali. Ma i giochi non sono chiusi e le posizioni conservatrici sull’aborto da parte dell’esponente del Partito Nazionalista maltese hanno fatto storcere il naso a diversi europarlamentari del centro-sinistra. Da S&D a Renew, i vari gruppi si stanno preparando alla votazione con una serie di riunioni. Nel pomeriggio è toccato ai Conservatori e Riformisti – co-presieduti da Raffaele Fitto di Fdi e da Ryszard Legutko – incontrarsi per confermare che il loro candidato allo scranno più alto di Strasburgo sarà il polacco Kosma Zlotowski, esponente del Pis.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I sovranisti di Id hanno invece appena confermato il leghista Marco Zanni loro presidente e, avvertono, faranno pesare i loro voti. Obiettivo che verrà perseguito anche dai Verdi, che si erano opposti ad una conferma di Sassoli e che puntano a sfruttare il vento favorevole del nuovo governo semaforo a Berlino. Le candidature saranno ufficializzate lunedì sera e tra gli outsider potrebbe esserci anche l’olandese Esther de Lange, anche lei del Ppe ma sconfitta da Metsola nella votazione interna dei popolari. A rendere un unicum la plenaria di questo gennaio ci si è messa anche la nuova emergenza Covid: organizzare le votazioni per oltre 700 europarlamentari sotto la minaccia di Omicron, per il segretariato generale di Strasburgo non sarà certo una passeggiata.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kim Kardashian scivola su criptovalute, causa da investitori
Nel mirino anche Floyd Mayweather e Paul Fierce
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
11 gennaio 2022
21:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cripto grana per Kim Kardashian, il pugile Floyd Mayweather e l’ex giocatore di basket Paul Fierce.
Un’azione legale, riportano i media americani, li accusa di aver convinto i loro fan ad acquistare i token EthereumMax per poi vendere quelli che erano in loro possesso quando il prezzo è lievitato per la forte domanda.
I tre vip – è l’accusa – sono stati pagati per sponsorizzare i token e poi se sono liberati realizzando sostanziali guadagni e scaricando gli investitori.
La class action punta a rappresentare coloro che hanno acquistato i token fra il 14 maggio e il 27 giugno dello scorso anno e denuncia il modelli di business in cui EtherumMax ha cospirato con diverse celebrità per promuovere ingannevolmente i suoi token.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden: “Cambiare le regole al Senato per proteggere il diritto al voto”
“Dobbiamo sbarazzarci della norma sull’ostruzionismo”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
11 gennaio 2022
23:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Senato deve votare le leggi per proteggere il diritto di voto e ripristinare il Voting Right Act del 1965, e dobbiamo sbarazzarci della norma sull’ostruzionismo”, il cosiddetto ‘filibuster’ a cui l’opposizione può appellarsi per chiedere che una legge abbia almeno 60 senatori a favore”: lo ha detto Joe Biden.

“Io sostengo il cambiamento delle regole in Senato per evitare che una minoranza di senatori possa bloccare le leggi sul diritto di voto”, ha proseguito: “Votare non può essere un problema per così tante persone.
Deve contare il voto di tutti. Il mondo ci sta guardando”.
“Combatteremo per difendere la costituzione americana e i nostri diritti sotto attacco. Lo faremo”: lo ha detto la vicepresidente americana Kamala Harris parlando ad Atlanta in difesa del diritto di voto in America insieme al presidente Joe Biden.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden, cambiare regole Senato per proteggere diritto voto
‘Dobbiamo sbarazzarci della norma sull’ostruzionismo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
11 gennaio 2022
22:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Il Senato deve votare le leggi per proteggere il diritto di voto e ripristinare il Voting Right Act del 1965, e dobbiamo sbarazzarci della norma sull’ostruzionismo”, il cosiddetto ‘filibuster’ a cui l’opposizione può appellarsi per chiedere che una legge abbia almeno 60 senatori a favore”: lo ha detto Joe Biden.

“Io sostengo il cambiamento delle regole in Senato per evitare che una minoranza di senatori possa bloccare le leggi sul diritto di voto”, ha proseguito: “Votare non può essere un problema per così tante persone.
Deve contare il voto di tutti.
Il mondo ci sta guardando”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fauci, alla fine la variante Omicron troverà tutti
Ma vaccinati in vantaggio. Usa sulla soglia del vivere con virus
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2022
01:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Omicron, con il suo grado di trasmissibilità senza precedenti, alla fine troverà tutti.
I vaccinati e coloro con la terza dose saranno esposti” alla variante e molti di loro “saranno probabilmente infettati ma, molto probabilmente, non finiranno in ospedale e non moriranno”.

Lo afferma Anthony Fauci, il superesperto americano in malattie infettive e consigliere di Joe Biden per il Covid, sottolineando che i non vaccinati pagheranno invece un prezzo maggiore. Fauci quindi spiega come gli Stati Uniti potrebbero essere sulla soglia di un periodo di transizione dopo il quale potrebbe diventare possibile vivere con il Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: Kanye West entro l’anno in Russia, vedrà Putin
Il rapper vuole ampliare suo giro d’affari nel Paese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2022
01:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kanye West, il rapper che ha cambiato nome in Ye, volerà in Russia quest’anno e incontrerà Vladimir Putin.
Lo riporta Billboard citando alcune fonti vicine all’artista, secondo le quali il viaggio potrebbe avvenire in primavera o in estate.
Ye punta ad ampliare il suo giro d’affari in Russia con il miliardario Aras Agalarov, talvolta chiamato ‘il Trump della Russia’, e con suo figlio EMIN.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Shanghai apre a +0,40%, Shenzhen a +0,79%
I mercati cinesi aprono la seduta in rialzo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
12 gennaio 2022
03:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse cinesi aprono la seduta in rialzo: l’indice Composite di Shanghai segna nei primi minuti di negoziazioni un progresso dello 0,40%, a 3.581,15 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,79%, a quota 2.460,58.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong positiva, apre a +1,62%
L’indice Hang Seng a 24.124,49 punti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
12 gennaio 2022
03:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta positiva: l’indice Hang Seng segna nelle prime battute un rialzo dell’1,62%, a 24.124,49 punti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic ammette, fornita dichiarazione di viaggio errata
Il tennista serbo si scusa: ‘Errore umano del mio staff’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
07:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic ha ammesso in un post su Instagram che la dichiarazione di viaggio rilasciata alle autorità di frontiera al suo arrivo in Australia conteneva informazioni non corrette, avendo affermato nel questionario Covid che non aveva viaggiato nei 14 giorni precedenti, mentre in realtà si era recato in Spagna dalla Serbia.
Il tennista, che dopo una prima vittoria in tribunale attende ancora la decisione definitiva del governo di Canberra sul visto per restare nel Paese e partecipare agli Australian Open, ha parlato di un “errore umano e certamente non volontario” di un membro del suo staff, precisando che “nuove informazioni” sono state fornite alle autorità australiane per “chiarire questa questione”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic ha ammesso in un post su Instagram che la dichiarazione di viaggio rilasciata alle autorità di frontiera al suo arrivo in Australia conteneva informazioni non corrette, avendo affermato nel questionario Covid che non aveva viaggiato nei 14 giorni precedenti, mentre in realtà si era recato in Spagna dalla Serbia.
Il tennista, che dopo una prima vittoria in tribunale attende ancora la decisione definitiva del governo di Canberra sul visto per restare nel Paese e partecipare agli Australian Open, ha parlato di un “errore umano e certamente non volontario” di un membro del suo staff, precisando che “nuove informazioni” sono state fornite alle autorità australiane per “chiarire questa questione”.
Il campione ha inoltre affermato di rifiutare la “disinformazione” riguardo le sue uscite pubbliche in Serbia nonostante un test PCR positivo per Covid-19.
Djokovic, che ha descritto le accuse come “molto dolorose” per la sua famiglia, ha dichiarato di aver appreso del risultato del test del 16 dicembre solo il giorno successivo alla sua partecipazione a un evento di tennis giovanile.
Ma ha anche ammesso di aver poi concesso un’intervista al quotidiano francese L’Equipe quando era già consapevole di essere stato contagiato.
Intanto la decisione del governo australiano sulla possibile espulsione di Novak Djokovic sembra destinata a slittare ulteriormente. “I legali di Djokovic hanno da poco fornito ulteriori lunghe presentazioni e documentazione a supporto, che dovrebbe essere significativa in relazione alla possibile cancellazione del visto di Djokovic. Questo influenzerà ulteriormente la tempistica”, riferisce su Twitter il reportet Chris O’Keefe di 9 News Australia.
La mamma di Djokivic scende in campo in difesa del figlio – Novak Djokovic probabilmente “non era a conoscenza” del risultato positivo al test Covid-19 quando ha partecipato a un evento in Serbia senza mascherina. Lo ha detto sua madre in un’intervista al canale televisivo australiano Channel 7. Il tennista n.1 del mondo, non vaccinato, è stato visto a Belgrado il 16 dicembre, dopo la positività al Covid. Il 17 dicembre, la Federtennis serba ha annunciato sulla propria pagina Facebook che “il miglior tennista del pianeta” aveva assegnato lo stesso giorno coppe e diplomi ai giovani giocatori. Il post conteneva diverse foto di Djokovic con i funzionari della federazione e circa 20 adolescenti, tutti senza mascherine. “Probabilmente non sapeva – di essere positivo al Covid-19 all’epoca, ha sostenuto sua madre Dijana – Non lo sapeva perché quando si è accorto di essere positivo si è isolato”, ha aggiunto, sottolineando che sarebbe stato meglio chiederne conferma al figlio in persona. Secondo la madre Dijana, esiste ancora la possibilità che il campione serbo venga espulso dall’Australia, anche se la speranza è che il figlio possa restare e difendere il titolo agli Australian Open di Melbourne.
La violazione per un’intervista – Dopo aver scoperto di essere positivo al Covid, il 18 dicembre scorso Novak Djokovic ha violato l’isolamento previsto incontrando a Belgrado giornalisti dell’Equipe per un’intervista. Lo ha ammesso lo stesso tennista serbo su Instagram. “Non volevo deludere il giornalista, ma mi sono assicurato di mantenere il distanziamento sociale e di indossare una mascherina, tranne quando mi hanno fotografato. Dopo l’intervista sono tornato a casa per il previsto periodo di isolamento, ma ripensandoci è stato un errore di giudizio e ammetto che avrei dovuto riprogrammare l’impegno”, ha scritto Djokovic.
Il giornalista: “Non mi disse che era positivo” – Il giornalista francese dell’Equipe che lo scorso 18 dicembre ha intervistato in Serbia Novak Djokovic non era stato informato che il tennista era positivo al Covid. In un articolo pubblicato dallo stesso quotidiano sportivo francese, il reporter Franck Ramella spiega di aver appreso del contagio solo dopo il fermo del tennista in Australia. Il giornalista racconta poi che gli era stato chiesto di non fare domande sui vaccini nel corso dell’intervista, durata circa 30 minuti e organizzata nell’ambito del conferimento a Djokovic del Champions Award dell’Equipe. Il reporter riferisce inoltre che il serbo indossava la mascherina durante il colloquio ma se l’è tolta durante la sessione fotografica per il premio, come peraltro ammesso dallo stesso tennista. Ramella aggiunge poi di essere risultato negativo ad un test effettuato ieri.
Rischia 5 anni di carcere – Djokovic potrebbe rischiare fino a cinque anni di carcere in Australia. Secondo quanto scrivono The Sunday Morning Herald e The Age, le autorità del Paese stanno analizzando le discrepanze nelle informazioni fornite dal tennista serbo, che ha ammesso tra l’altro di aver effettuato attraverso un membro del suo staff un’errata dichiarazione di viaggio per l’ingresso in Australia e di aver violato l’isolamento Covid in Serbia. La pena massima per chi fornisce prove false, sottolineano i media, è appunto una condanna a cinque anni. “Possiamo rivelare che l’indagine del dipartimento degli Affari Interni sulla star del tennis è stata ampliata includendo la sua violazione delle regole sull’isolamento in Serbia, le errate dichiarazioni sul formulario di ingresso in Australia relativo ai viaggi e le incongruenze sulla data del suo test per il Covid-19”, scrivono i giornali australiani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong estenderà le fattispecie di reati sulla sicurezza nazionale
‘Normativa per rispettare l’art.23 della Costituzione locale’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
12 gennaio 2022
12:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong avrà una sua normativa con nuovi crimini sulla sicurezza nazionale, in aggiunta alla legge imposta alla fine di giugno del 2020 dalla Cina per reprimere il dissenso dopo le proteste di massa del 2019.
Lo ha ufficializzato la governatrice Carrie Lam, presiedendo la prima sessione del Consiglio legislativo (parlamentino locale), rinnovato a dicembre con il voto per i “soli patrioti” e senza opposizione pro-democrazia.
Lam, confermando le indiscrezioni, ha detto che la “legislazione locale” soddisferà l’art. 23 della Costituzione locale (Basic Law) che chiede alla città di approvare le proprie leggi sulla sicurezza nazionale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fauci: ‘Omicron troverà tutti’. Danimarca verso quarta dose
Il consulente della Casa Bianca sul Covid, i non vaccinati pagheranno un prezzo maggiore
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2022
22:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Omicron, con il suo grado di trasmissibilità senza precedenti, alla fine troverà tutti. I vaccinati e coloro con la terza dose saranno esposti” alla variante e molti di loro “saranno probabilmente infettati ma, molto probabilmente, non finiranno in ospedale e non moriranno”. Lo afferma Anthony Fauci, il superesperto americano in malattie infettive e consigliere di Joe Biden per il Covid, sottolineando che i non vaccinati pagheranno invece un prezzo maggiore.
Fauci quindi spiega come gli Stati Uniti potrebbero essere sulla soglia di un periodo di transizione dopo il quale potrebbe diventare possibile vivere con il Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Danimarca quarta dose per i più fragili – La Danimarca offrirà la quarta dose di vaccino anti-Covid ai soggetti più vulnerabili.
Lo ha reso noto il ministro della Salute Magnus Heunicke. Il Paese sta affrontando come altri in Europa un’impennata di contagi a causa di Omicron, ma allo stesso tempo le autorità hanno deciso di allentare alcune restrizioni, riaprendo cinema e locali nel week-end, perché il tasso di ospedalizzazioni e decessi resta stabile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Intanto la Germania ha registrato un nuovo record di 80.430 casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore. Lo indicano i dati del Robert Koch Institute, che conteggia altri 384 decessi. Negli ultimi giorni i contagi confermati erano risultati ridotti ma a fronte di dati ritenuti incompleti per il minor numero di test effettuati. L’incidenza è salita a 407,5 casi per 100mila abitanti su base settimanale, rispetto al precedente rilevamento di 387,9 casi.
“Quando si diagnosticano 370.000 casi in un giorno, si può considerare che non siamo lontani da un milione, nella realtà”: lo ha detto il ministro della Salute francese, Olivier Véran, ai microfoni di France Info, parlando degli ultimi record di casi positivi in Francia. Secondo Véran, la Francia “non lascia circolare la variante” Omicron ma le misure di prudenza adottate nelle precedenti ondate, questa volta non sono efficaci. “La certezza – ha detto – è che Omicron è destinata a circolare e attraversare il pianeta. Quando i paesi apriranno. Le misure tradizionali non hanno impatto su una variante così contagiosa”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Papa: governi diano a tutti possibilità guadagnare il pane
Il suo pensiero a chi si è suicidato perché ha perso il lavoro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
12 gennaio 2022
09:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa all’udienza generale ha parlato del lavoro e ha sottolineato che non si tiene abbastanza conto del fatto che “è una componente essenziale nella vita umana”, “lavorare non solo serve per procurarsi il giusto sostentamento”.
“Purtroppo però il lavoro è spesso ostaggio dell’ingiustizia sociale e, più che essere un mezzo di umanizzazione, diventa una periferia esistenziale”.

“Quello che ti dà la dignità non è portare il pane a casa” ma “guadagnare il pane. E se non dai questa possibilità questa è un’ingiustizia sociale”. “I governanti devono dare a tutti – è l’appello di Francesco – la possibilità di guadagnare il pane perché questo dà dignità”.
“In questi tempi di pandemia – ha proseguito Papa Francesco – tante persone hanno perso il lavoro, lo sappiamo, e alcuni, schiacciati da un peso insopportabile, sono arrivati al punto di togliersi la vita. Vorrei oggi ricordare ognuno di loro e le loro famiglie”. Il Papa ha allora invitato i fedeli presenti nell’Aula Paolo VI a fare “un istante di silenzio ricordando quegli uomini e quelle donne disperati perché non trovano lavoro”.
Poi ha dedicato un pensiero “a tutti i lavoratori del mondo, in modo particolare a quelli che fanno lavori usuranti nelle miniere e in certe fabbriche; a coloro che sono sfruttati con il lavoro in nero; alle vittime del lavoro e abbiamo visto, qui in Italia, ultimamente sono parecchi; ai bambini che sono costretti a lavorare e a quelli, poveretti, che frugano nelle discariche per cercare qualcosa di utile da barattare”. Papa Francesco ha posto l’accento sulla piaga del lavoro nero: “Danno lo stipendio di contrabbando, senza la pensione, senza niente”, “oggi c’è il lavoro nero, e tanto”. Sul lavoro minorile: “I bambini, questo è terribile, nell’età del gioco costretti a lavorare come persone adulte”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gas: prezzo torna a salire, ad Amsterdam a 82 euro
Attenzione a incontro Consiglio Nato-Russia su Ucraina
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
10:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I prezzi del gas in Europa rimbalzano mentre le forniture rimangono limitate con le tensioni geopolitiche che restano e lo sguardo rivolto all’incontro in programma oggi tra Consiglio Nato e Russia sull’Ucraina.

Ad Amsterdam il prezzo sale del 4,15% a 82 euro MWh mentre a Londra l’incremento è del del 4,61% a 199 penny per Mmbtu, l’unità termica britannica equivalente a 28,26 metri cubi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic, violato l’isolamento per l’intervista all’Equipe
‘Non volevo deludere il giornalista, è stato un errore’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
11:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo aver scoperto di essere positivo al Covid, il 18 dicembre scorso Novak Djokovic ha violato l’isolamento previsto incontrando a Belgrado giornalisti dell’Equipe per un’intervista.
Lo ha ammesso lo stesso tennista serbo su Instagram.
“Non volevo deludere il giornalista, ma mi sono assicurato di mantenere il distanziamento sociale e di indossare una mascherina, tranne quando mi hanno fotografato.
Dopo l’intervista sono tornato a casa per il previsto periodo di isolamento, ma ripensandoci è stato un errore di giudizio e ammetto che avrei dovuto riprogrammare l’impegno”, ha scritto Djokovic.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo aver scoperto di essere positivo al Covid, il 18 dicembre scorso Novak Djokovic ha violato l’isolamento previsto incontrando a Belgrado giornalisti dell’Equipe per un’intervista.
Lo ha ammesso lo stesso tennista serbo su Instagram.
“Non volevo deludere il giornalista, ma mi sono assicurato di mantenere il distanziamento sociale e di indossare una mascherina, tranne quando mi hanno fotografato.
Dopo l’intervista sono tornato a casa per il previsto periodo di isolamento, ma ripensandoci è stato un errore di giudizio e ammetto che avrei dovuto riprogrammare l’impegno”, ha scritto Djokovic.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Francia, ‘i casi reali sono un milione al giorno’
Véran: è cifra effettiva quando diagnosticati 370mila al giorno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
12 gennaio 2022
11:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Quando si diagnosticano 370.000 casi in un giorno, si può considerare che non siamo lontani da un milione, nella realtà”: lo ha detto il ministro della Salute francese, Olivier Véran, ai microfoni di France Info, parlando degli ultimi record di casi positivi in Francia.

Secondo Véran, la Francia “non lascia circolare la variante” Omicron ma le misure di prudenza adottate nelle precedenti ondate, questa volta non sono efficaci.
“La certezza – ha detto – è che Omicron è destinata a circolare e attraversare il pianeta. Quando i paesi apriranno. Le misure tradizionali non hanno impatto su una variante così contagiosa”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Spagna, ‘assente il 2,3% degli insegnanti’
Lo afferma alla radio pubblica la ministra dell’Istruzione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
12 gennaio 2022
11:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È di quasi il “98%” la percentuale di insegnanti che sono regolarmente al lavoro nelle scuole spagnole nonostante l’alto tasso di contagi di Covid nel Paese: è quanto ha reso noto la ministra dell’Istruzione iberica, Pilar Alegría, in un’intervista concessa a Radio Nacional (Rne).

Secondo Alegría, da quando sono riprese le lezioni (10 gennaio) è stata registrata l’assenza di solo il 2,3% degli insegnanti in media.
La ministra ha precisato che in questa percentuale sono comprese non solo le assenze “provocate dalla Omicron”, ma anche per altre cause.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha testato un missile ipersonico
E’ il secondo test missilistico in una settimana. Al lancio ha assistito il leader Kim Jong-un
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
11:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha annunciato di aver testato un missile ipersonico. Lo ha reso noto l’agenzia statale Korean Central News Agency (KCNA), secondo quanto riportano i media di Seul.
Il missile, secondo Pyongyang, ha colpito “l’obiettivo prefissato in acque a 1.000 km di distanza” ed il leader Kim Jong-un ha assistito al test.
Ieri il ministero della Difesa della Corea del Sud aveva affermato che il Nord aveva effettuato un lancio con un missile balistico nel Mare Orientale che aveva volato per oltre 700 chilometri a un’altitudine massima di 60 km, a 10 volte la velocità del suono.
Nelle ore successive è arrivata la conferma di Pyongyang: “Il test era finalizzato alla verifica finale delle specifiche tecniche generali del sistema d’armamento ipersonico, ed ha confermato l’eccellente manovrabilità dell’unità di combattimento”, hanno riferito i media di regime, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap. Si è trattato del secondo test missilistico del Nord in meno di una settimana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: via a Consiglio Nato-Russia, Borrel chiede unità Ue
Alto Rappresentante: ‘su sicurezza Europa sia ferma e concreta’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 gennaio 2022
11:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al via, nel quartier generale dell’Alleanza a Bruxelles, l’atteso Consiglio Nato-Russia chiamato a muovere i primi passi sulla via del dialogo sulla crisi ucraina.
Ad ora di pranzo è prevista una conferenza stampa del segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.

“La riunione odierna”, scrive in un Tweet il segretario generale dell’Alleanza transatlantica, Jens Stoltenberg, “è un’occasione opportuna di dialogo in un momento critico per la sicurezza europea. Quando la tensione è alta, è ancora più importante sederci attorno allo stesso tavolo e affrontare le nostre preoccupazioni”.
Nel frattempo, l’Alto Rappresentante per la Politica Estera Ue, Josep Borrell, atteso oggi al Consiglio informale dei ministri della Difesa europei a Brest, richiama l’Unione all’unità.
“La Russia sta minacciando l’Ucraina e sta ponendo sul tavolo la questione della struttura della sicurezza europea. Di fronte alle minacce della Russia l’Ue deve essere ferma, unita e, soprattutto, deve agire”, sottolinea Borrell. “Due cose – aggiunge – sono chiare: dobbiamo arrivare ad un’unica posizione dell’Ue e dobbiamo dare sostanza al nostro ruolo con azioni concrete. Non dobbiamo dire cosa pensiamo o cosa vogliamo ma cosa intendiamo fare”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al via, nel quartier generale dell’Alleanza a Bruxelles, l’atteso Consiglio Nato-Russia chiamato a muovere i primi passi sulla via del dialogo sulla crisi ucraina.
Ad ora di pranzo è prevista una conferenza stampa del segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.

“La riunione odierna”, scrive in un Tweet il segretario generale dell’Alleanza transatlantica, Jens Stoltenberg, “è un’occasione opportuna di dialogo in un momento critico per la sicurezza europea. Quando la tensione è alta, è ancora più importante sederci attorno allo stesso tavolo e affrontare le nostre preoccupazioni”.
Nel frattempo, l’Alto Rappresentante per la Politica Estera Ue, Josep Borrell, atteso oggi al Consiglio informale dei ministri della Difesa europei a Brest, richiama l’Unione all’unità.
“La Russia sta minacciando l’Ucraina e sta ponendo sul tavolo la questione della struttura della sicurezza europea. Di fronte alle minacce della Russia l’Ue deve essere ferma, unita e, soprattutto, deve agire”, sottolinea Borrell. “Due cose – aggiunge – sono chiare: dobbiamo arrivare ad un’unica posizione dell’Ue e dobbiamo dare sostanza al nostro ruolo con azioni concrete. Non dobbiamo dire cosa pensiamo o cosa vogliamo ma cosa intendiamo fare”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Esplosa un’autobomba a Mogadiscio, 6 morti
Le forze di sicurezza governative: ‘Diversi altri feriti, il bilancio potrebbe aggravarsi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
12:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Almeno 6 persone sono rimaste uccise e diverse altre sono rimaste ferite nella forte esplosione di un’autobomba” a Mogadiscio.
Lo ha riferito all’Afp un funzionario delle forze di sicurezza governative somale, Mohamed Abdi, avvertendo che si tratta di “informazioni iniziali” e il bilancio potrebbe aggravarsi ulteriormente.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: media Australia, rischia 5 anni per prove false
‘Indagini sulle discrepanze nelle sue dichiarazioni’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
12:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic potrebbe rischiare fino a cinque anni di carcere in Australia.
Secondo quanto scrivono The Sunday Morning Herald e The Age, le autorità del Paese stanno analizzando le discrepanze nelle informazioni fornite dal tennista serbo, che ha ammesso tra l’altro di aver effettuato attraverso un membro del suo staff un’errata dichiarazione di viaggio per l’ingresso in Australia e di aver violato l’isolamento Covid in Serbia.
La pena massima per chi fornisce prove false, sottolineano i media, è appunto una condanna a cinque anni.
“Possiamo rivelare che l’indagine del dipartimento degli Affari Interni sulla star del tennis è stata ampliata includendo la sua violazione delle regole sull’isolamento in Serbia, le errate dichiarazioni sul formulario di ingresso in Australia relativo ai viaggi e le incongruenze sulla data del suo test per il Covid-19”, scrivono i giornali australiani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morte Sassoli: minuto silenzio al Consiglio Ue
In occasione riunione ambasciatori dei 27 (Coreper)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 gennaio 2022
12:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli ambasciatori dei 27 presso l’Ue riuniti a Bruxelles hanno osservato oggi un minuto di silenzio per rendere omaggio alla memoria di David Sassoli, il presidente del Parlamento europeo morto ieri.
Lo ha reso noto la presidenza di turno francese dell’Unione a cui spetta il coordinamento delle cicliche riunioni dei rappresentanti permanenti dei Paesi Ue.
il cosiddetto Coreper.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Somalia: autobomba a Mogadiscio, almeno 6 morti
‘Diversi altri feriti, il bilancio potrebbe aggravarsi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOGADISCIO
12 gennaio 2022
12:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Almeno 6 persone sono rimaste uccise e diverse altre sono rimaste ferite nella forte esplosione di un’autobomba” a Mogadiscio.
Lo ha riferito all’Afp un funzionario delle forze di sicurezza governative somale, Mohamed Abdi, avvertendo che si tratta di “informazioni iniziali” e il bilancio potrebbe aggravarsi ulteriormente.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cina, 3 condanne fino a 57 mesi, violata prevenzione
Colpiti responsabili società di movimentazione merci di Dalian
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
12 gennaio 2022
17:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tre persone responsabili di una società di movimentazione merci nella città portuale di Dalian, nel Liaoning, sono state condannate a pene detentive tra i 39 e i 57 mesi per la violazione delle norme di prevenzione e cura delle malattie infettive, tra cui il mancato uso delle mascherine, per fatti risalenti a fine 2020.

La sentenza è stata emessa dal tribunale venerdì, ma è stata diffusa oggi dai media cinesi, ricostruendo il focolaio locale di novembre 2020 generato, secondo le autorità sanitarie locali, da una nave mercantile straniera che trasportava merci importate della catena del freddo contaminate.
Dopo l’accertamento di quattro dipendenti asintomatici della società dei tre condannati, multata per 800.000 yuan (126mila dollari), la cattiva gestione dell’emergenza portò il totale dei contagi a quota 83, tra infezioni confermate e asintomatiche.
Secondo la corte di Dalian, i tre non effettuarono la dovuta supervisione sul personale operativo che, tra l’altro, non indossava le mascherine secondo i requisiti e che consumava pasti con indumenti protettivi contaminati. In più, la mancata quarantena portò diversi commercianti e consumatori in un centro commerciale della città a contrarre il virus.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: rivolta Tory su ‘partygate’, Johnson si scusi o vada via
Premier in Parlamento, sotto tiro pure da suoi su scandalo Covid
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
12 gennaio 2022
11:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giornata di passione oggi in Parlamento per Boris Johnson, atteso nel Question Time del mercoledì alla Camera dei Comuni non solo dagli attacchi del leader dell’opposizione laburista, Keir Starmer, ma anche da malumori crescenti – con richieste di pubbliche scuse e persino qualche auspicio di dimissioni – nelle sue stesse file per lo ‘scandalo party-gate’ a Downing Street.
In particolare per le ultime rivelazioni su uno degli incontri organizzati nel giardino della sua residenza ufficiale nel 2020, in violazione alle restrizioni del lockdown anti Covid allora in vigore, organizzato il 20 maggio dal capo della sua segreteria, Martin Reynolds: con un un centinaio d’inviti e a cui il premier conservatore britannico risulta aver partecipato di persona accanto a una quarantina di funzionari effettivamente intervenuti e alla first lady Carrie.

Le mail dell’invito circolare di Reynolds, fatto filtrare sui media questa settimane con l’indicazione agli invitati a portarsi da bere, e le testimonianze sulla presenza personale di BoJo hanno rilanciato il putiferio.
Secondo il Telegraph, giornale amico, Johnson sta al momento “perdendo il consenso” in casa Tory, oltre che fra l’elettorato (sondaggi alla mano), e al di là dello sdegno di opposizioni e organizzazioni di familiari di vittime della pandemia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Grecia: MeToo, allenatore vela accusato di aver stuprato 11enne
Al via il processo ad Atene.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
12:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si è aperto ad Atene il processo ad un allenatore di vela accusato di aver violentato una ragazzina di 11 anni nel 2010.
Si tratta di un momento importante per il movimento MeToo in Grecia innescato un anno fa dalla denuncia di abusi sessuali da parte della campionessa olimpica di vela Sofia Bekatorou.
Lo riporta il Guardian.
A dicembre del 2020 l’atleta, aveva raccontato di aver subito molestie da un dirigente della Federazione durante la preparazione per le Olimpiadi di Sidney nel 2000, quando aveva 21 anni. Le sue rivelazioni hanno spinto altre donne – sportive ma anche studentesse, giornaliste e attrici – a denunciare le violenze subite. Ed è stata proprio Bekatorou a convincere la ragazza stuprata dal suo allenatore a denunciarlo e ad andare a processo. L’imputato, il 38enne Triantafyllos Apostolou, è accusato di “violenza sessuale e psicologica contro la minorenne”.
In un’intervista dello scorso anno, l’uomo ha sostenuto che i rapporti erano consensuali e che intendeva sposare la ragazza con la benedizione dei genitori. “Dovevamo sposarci e sua madre era d’accordo”, ha detto l’allenatore al quotidiano Proto Thema.
Il governo conservatore guidato da Kyriakos Mitsotakis ha di recente introdotto pene più severe per gli autori di abusi sessuali e ha esteso i termini di prescrizione per le violenze sui minori. Le autorità greche hanno anche creato una piattaforma online per la denuncia di molestie in tempo reale e hanno aperto linee di assistenza telefonica per le vittime.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si è aperto ad Atene il processo ad un allenatore di vela accusato di aver violentato una ragazzina di 11 anni nel 2010.
Si tratta di un momento importante per il movimento MeToo in Grecia innescato un anno fa dalla denuncia di abusi sessuali da parte della campionessa olimpica di vela Sofia Bekatorou.
Lo riporta il Guardian.
A dicembre del 2020 l’atleta, aveva raccontato di aver subito molestie da un dirigente della Federazione durante la preparazione per le Olimpiadi di Sidney nel 2000, quando aveva 21 anni. Le sue rivelazioni hanno spinto altre donne – sportive ma anche studentesse, giornaliste e attrici – a denunciare le violenze subite. Ed è stata proprio Bekatorou a convincere la ragazza stuprata dal suo allenatore a denunciarlo e ad andare a processo. L’imputato, il 38enne Triantafyllos Apostolou, è accusato di “violenza sessuale e psicologica contro la minorenne”.
In un’intervista dello scorso anno, l’uomo ha sostenuto che i rapporti erano consensuali e che intendeva sposare la ragazza con la benedizione dei genitori. “Dovevamo sposarci e sua madre era d’accordo”, ha detto l’allenatore al quotidiano Proto Thema.
Il governo conservatore guidato da Kyriakos Mitsotakis ha di recente introdotto pene più severe per gli autori di abusi sessuali e ha esteso i termini di prescrizione per le violenze sui minori. Le autorità greche hanno anche creato una piattaforma online per la denuncia di molestie in tempo reale e hanno aperto linee di assistenza telefonica per le vittime.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: strage del 2012 a Chevaline, fermata una persona
Perquisizioni in corso
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
12 gennaio 2022
13:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una persona è stata posta oggi in stato di fermo in Francia nel quadro dell’inchiesta sulla cosiddetta “strage di Chevaline”, nei pressi del lago di Annecy, il 5 settembre 2012, in cui sono rimasti uccisi alcuni membri di una stessa famiglia, gli al-Halli, turisti inglesi di origini irachene in vacanza in Francia, e un ciclista francese, Sylvain Mollier.

Solo due bambine, di 4 e 7 anni, sono sopravvissute.al crimine che rimane ancora oggi uno dei più grandi misteri giudiziari della Francia.
“Questo fermo ha l’obiettivo di procedere a delle verifiche” e delle “perquisizioni sono in corso presso il domicilio” di questa persona, precisa in una nota la procura di Annecy, nel sud-est della Francia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Brasile la media dei contagi è aumentata del 631%
A causa della rapida diffusione della variante Omicron
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
12 gennaio 2022
13:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La diffusione del coronavirus è di nuovo in rapida crescita in Brasile, dove il numero medio di contagi è aumentato di oltre il 600% nell’ultima settimana, trainato dalla presenza della variante Omicron, che è quella dominante nel Paese.

Il numero accumulato dei casi dall’inizio della pandemia è di 22.630.142, inclusi i 73.617 di ieri, con una media di 44.016 al giorno nell’ultima settimana, il 631% in più rispetto a 14 giorni fa.

Nelle ultime 24 ore si sono inoltre registrati altri 139 decessi, elevando il bilancio totale a 620.281. Parallelamente, 144,7 milioni di persone hanno ricevuto due dosi dei vaccini, che equivalgono al 67,8% della popolazione. Allo stesso tempo, 161,7 milioni di brasiliani hanno ricevuto almeno una dose, numero che rappresenta il 75,8% della popolazione, secondo i dati delle segreterie sanitarie dei governi statali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Boris Johnson ammette colpe sui party e si scusa
Leader dei Labour, Starmer: ‘Deve dimettersi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
13 gennaio 2022
10:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier britannico Boris Johnson si è scusato in Parlamento per il cosiddetto ‘party gate’ legato a un incontro organizzato nel giardino di Downing Street nel maggio del 2020 quando il Regno Unito era ancora in lockdown.

Egli ha insistito che le regole non sarebbero state “tecnicamente violate”, ma ha riconosciuto la rabbia del Paese.

Ma all’opposizione non basta: il leader laburista Keir Starmer ha sfidato in Parlamento il premier conservatore a dimettersi dopo l’ammissione di responsabilità . Starmer ha definito le scuse di Johnson “senza valore”, accusandolo di aver mentito alla Camera e al popolo britannico, scatenandone la furia. Johnson – in chiara difficoltà – ha replicato dicendo di assumersi la responsabilità, ma ha negato che l’evento sia stato un party e si è trincerato dietro i risultati di un’inchiesta interna.
In particolare hanno fatto scalpore le ultime rivelazioni su uno degli incontri organizzati nel giardino della sua residenza ufficiale nel 2020, in violazione alle restrizioni del lockdown anti Covid allora in vigore, organizzato il 20 maggio dal capo della sua segreteria, Martin Reynolds: con un un centinaio d’inviti e a cui il premier conservatore britannico risulta aver partecipato di persona accanto a una quarantina di funzionari effettivamente intervenuti e alla first lady Carrie.
Le mail dell’invito circolare di Reynolds, fatto filtrare sui media questa settimane con l’indicazione agli invitati a portarsi da bere, e le testimonianze sulla presenza personale di BoJo hanno rilanciato il putiferio.
Secondo il Telegraph, giornale amico, Johnson sta al momento “perdendo il consenso” in casa Tory, oltre che fra l’elettorato (sondaggi alla mano), e al di là dello sdegno di opposizioni e organizzazioni di familiari di vittime della pandemia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli: von der Leyen e Michel parteciperanno ai funerali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Venerdì prossimo a Roma
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 gennaio 2022
13:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I presidenti della Commissione europea e del Consiglio Europeo, Ursola von der Leyen e Charles Michel, parteciperanno ai funerali del presidente dell’Europarlamento David Sassoli che si svolgeranno venerdì prossimo a Roma.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Tunisia, scatta il coprifuoco per due settimane
Annullati assembramenti e eventi, sconsigliati viaggi all’estero
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
12 gennaio 2022
13:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di fronte al forte aumento dei contagi degli ultimi giorni la Tunisia inasprisce le misure anticovid, introducendo, da domani, il coprifuoco dalle 22 fino alle 5 del mattino.
Lo ha annunciato la presidenza del governo di Tunisi che ha decretato inoltre il divieto di assembramenti, l’annullamento e il rinvio di tutti le manifestazioni, all’aperto e al chiuso, l’intensificazione del controllo del pass sanitario e la prosecuzione della vaccinazione di massa.

Sconsigliati anche i viaggi all’estero se non assolutamente necessari, mentre consigliato è il telelavoro. La presidenza del governo ha indicato inoltre che è necessario rispettare il protocollo sanitario, per quanto riguarda l’uso della mascherina, il distanziamento fisico e la ventilazione degli spazi chiusi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Johnson si scusa per il party gate, l’opposizione all’attacco chiede dimissioni
Il premier in Parlamento ha riconosciuto la rabbia del Paese ribadendo le regole non erano state ‘tecnicamente violate’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
12 gennaio 2022
16:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier britannico Boris Johnson si è scusato in Parlamento per il cosiddetto ‘party gate’ legato a un incontro organizzato nel giardino di Downing Street nel maggio del 2020 quando il Regno Unito era ancora in lockdown.
Egli ha insistito che le regole non sarebbero state “tecnicamente violate”, ma ha riconosciuto la rabbia del Paese.
Secondo le ultime rivelazioni, uno degli incontri organizzati nel giardino della sua residenza ufficiale nel 2020 era in violazione alle restrizioni del lockdown anti Covid allora in vigore.
Organizzato il 20 maggio dal capo della sua segreteria, Martin Reynolds: con un un centinaio d’inviti e a cui il premier conservatore britannico risulta aver partecipato di persona accanto a una quarantina di funzionari effettivamente intervenuti e alla first lady Carrie.
Il leader dell’opposizione laburista Keir Starmer ha sfidato in Parlamento il premier conservatore Boris Johnson a dimettersi dopo l’ammissione di responsabilità sul cosiddetto party-gate. Starmer ha definito le scuse di Johnson “senza valore”, accusandolo di aver mentito alla Camera e al popolo britannico, scatenandone la furia. Johnson – in chiara difficoltà – ha replicato dicendo di assumersi la responsabilità, ma ha negato che l’evento sia stato un party e si è trincerato dietro i risultati di un’inchiesta interna.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Spagna: ministro critica ‘maxi-allevamenti’, forti polemiche
Titolare del Consumo: ‘Inquinano e la carne è di scarsa qualità’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
12 gennaio 2022
14:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È aperto da giorni in Spagna un acceso dibattito riguardante dichiarazioni con cui il ministro del Consumo, Alberto Garzón, ha criticato quelli che ha definito “maxi-allevamenti”.

“Bisogna distinguere tra allevamenti industriali e allevamenti estensivi”, diceva il ministro il 26 dicembre al giornale britannico The Guardian.
“Quest’ultimo tipo è ecologicamente sostenibile e ha molto peso in determinate regioni della Spagna, come le Asturie, la Castiglia e León e anche l’Andalusia e l’Estremadura”; aggiungeva, prima di dichiarare: “Ciò che non è assolutamente sostenibile sono i cosiddetti maxi-allevamenti (…). Prendono una località della Spagna spopolata, e ci mettono 4.000, 5.000 o 10.000 capi di bestiame, inquinano i terreni e l’acqua e poi normalmente si esporta… È una carne di peggior qualità, è maltrattamento degli animali ed è un impatto ecologico enorme”.
Le polemiche sulle parole di Garzón, che nel governo rappresenta la formazione Unidas Podemos (sinistra), sono partite dopo che alcuni esponenti dell’opposizione vi si sono soffermati alcuni giorni dopo. Dure critiche sul ministro sono piovute non solo dalla destra e da una parte del potente settore della produzione di carne spagnolo, che accusano Garzón di “attaccare gli allevatori”, ma anche dai soci di governo socialisti, compreso il premier Pedro Sánchez.
“Questa polemica mi crea moltissimo dispiacere”, ha dichiarato alla radio Cadena Ser. “Stiamo parlando di un settore che in Spagna produce una carne di assoluta qualità”, ha aggiunto. Nelle ultime ore, Garzón ha ribadito i concetti espressi a The Guardian, ricordando che sia in Spagna sia su scala europea si stanno prendendo provvedimenti per limitare i maxi-allevamenti. Già in estate, Garzón aveva invitato i cittadini a “mangiare meno carne” per renderne il consumo più sostenibile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scholz, giusta uscita dal nucleare, puntiamo su rinnovabili
Protezione clima è politica industriale, saremo più compeititivi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
12 gennaio 2022
14:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’uscita dal nucleare (da parte della Germania) è giusta e noi abbiamo scelto altre strade, e spingeremo sulle energie rinnovabili”, ha detto Olaf Scholz, rispondendo alle domande dei parlamentari al Bundestag, per la prima volta da cancelliere.

Scholz ha sottolineato che la Germania punterà su energia solare ed eolica, moltiplicando gli impianti: “Accelereremo i processi per le autorizzazioni”.
L’accelerazione “inizierà già quest’anno”. “La protezione del clima è politica industriale”, ha anche affermato assicurando che alla fine la Germania sarà anche “più competitiva”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Missione compiuta, le truppe russe via dal Kazakhstan’
Tokayev attacca predecessore Nazarbayev: ‘Ha creato una classe di ricchi’
12 gennaio 202215:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA – Kassym-Jomart Tokayev ha dichiarato che le truppe dell’alleanza Csto guidata da Mosca hanno “completato con successo” la loro “missione principale” e cominceranno a lasciare il Paese tra due giorni.
Il presidente dell’autoritario Kazakhstan ha precisato che i soldati inviati dalla Russia e dai suoi alleati durante i drammatici disordini della settimana scorsa, e che sarebbero più di 2.000, effettueranno un “ritiro graduale” che durerà “non più di dieci giorni”.
Poi ha lanciato una critica non troppo velata a Nursultan Nazarbayev, accusando di fatto il suo predecessore ed ex mentore di aver favorito la creazione di “una classe di persone ricche anche per gli standard internazionali”. “Credo che sia giunto il momento di rendere il dovuto al popolo del Kazakhstan e aiutarlo in modo sistematico e regolare”, ha affermato Tokayev che praticamente all’indomani delle violenze e delle repressioni che hanno sconvolto il suo Paese ha detto di aver incaricato il governo di creare un elenco di società e grandi oligarchi che trasferiranno annualmente capitali a un fondo sociale. Il presidente non ha fatto nomi, ma è risaputo che tra i cittadini kazaki più facoltosi ce ne sono diversi legati a Nazarbayev, come la figlia di questi, Dinara, e suo marito Timur Kulibayev, che controllano la banca commerciale Halyk.
Diversi osservatori ritengono che in Kazakhstan sia in atto una lotta interna tra gruppi di potere. Nazarbayev ha governato per trent’anni soffocando ogni forma di dissenso e diffondendo il culto della propria personalità, ma ha continuato ad avere un’enorme influenza anche dopo aver lasciato la poltrona presidenziale nel 2019. Oltre a riservarsi il titolo di Elbasy, cioè leader della nazione, Nazarbayev ha infatti mantenuto nelle sue mani le redini del partito Nur Otan, che controlla il Parlamento, e soprattutto si è fatto affidare a vita l’incarico di capo del Consiglio di sicurezza kazako. Qualcosa però adesso potrebbe cambiare. Tokayev ha infatti sollevato l’81enne Nazarbayev dall’incarico di capo del Consiglio di Sicurezza riservandolo a se stesso e nei giorni scorsi è stato inoltre arrestato il capo dell’intelligence, Karim Masimov.
Tutto questo nel bel mezzo delle proteste e delle violenze, durante le quali Tokayev ha chiesto alla Russia e ai suoi alleati della Csto di inviare i propri soldati in un’operazione che molti temono serva a Mosca per aumentare la propria influenza nel Paese. Ieri Tokayev ha parlato di tentativo di “colpo di Stato” e di “attacco terroristico” e Putin ha detto che il Kazakhstan è stato bersaglio del “terrorismo internazionale”, ma né l’uno né l’altro hanno fornito prove delle loro dichiarazioni. Non è neanche chiaro quante persone abbiano perso la vita nei disordini. Giovedì la polizia kazaka ha affermato di aver ucciso “decine” di manifestanti e sabato, nonostante gli appelli internazionali contro le violenze, Tokayev aveva detto di aver autorizzato la polizia a sparare “per uccidere, senza avvertimento”. Citando il ministero della Salute, diversi media lunedì riportavano di almeno 164 persone morte nelle proteste (un bilancio non verificabile in modo indipendente), ma il ministero dell’Informazione kazako ha poi ritrattato la dichiarazione parlando di “errore tecnico”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il ministero dell’Interno, le persone arrestate sarebbero quasi 10.000.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gas: Aie accusa la Russia e Gazprom della crisi in Europa
Birol, ci sono forti evidenze
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
14:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il responsabile dell’Agenzia internazionale per l’energia, Fatih Birol, accusa la Russia e Gazprom della crisi energetica in Europa.

“Ci sono forti evidenze del fatto che la carenza di gas in Europa sia causata dal comportamento della Russia”, ha detto Birol ai giornalisti secondo quanto riferisce la stampa.

“L’attuale deficit di stoccaggio nell’Unione europea – ha puntualizzato – è in gran parte dovuto a Gazprom”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Europarlamento alla prova della successione, Metsola in pole position
A Strasburgo probabile l’arrivo del Cav. Letta ricorderà Sassoli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
15:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES – Sarà la plenaria della commemorazione di David Sassoli e del cruciale voto per la sua successione, ma sarà anche il teatro del discorso di Emmanuel Macron per l’inizio della presidenza di turno francese dell’Ue.
La settimana prossima Strasburgo si proporrà come crocevia d’Europa.
E chissà che non lo sia anche di faccende più italiane, con vista sul Quirinale. Lunedì, infatti, alle 18 sarà il segretario del Pd Enrico Letta a tenere il discorso ufficiale di commemorazione di Sassoli. Ma nella città alsaziana, stando ai rumors più recenti, una manciata di ore dopo è dato come probabile anche l’arrivo del leader di FI – ed europarlamentare – Silvio Berlusconi.
Il voto dell’Assemblea per il nuovo presidente dell’Europarlamento comincerà martedì prossimo. Sarà segnato dal lutto per la scomparsa di Sassoli che, dopo un iniziale tentennamento, a metà dicembre aveva deciso comunque di farsi da parte. Il candidato forte alla sua successione è l’attuale vice presidente vicaria Roberta Metsola, esponente del Ppe, come previsto nell’accordo di alternanza di inizio legislatura stipulato con S&D. Maltese, paladina della lotta alla corruzione, Metsola sarebbe la terza presidente donna della storia del Parlamento Ue e la più giovane in assoluto. La sua investitura potrebbe avvenire con una maggioranza quasi uguale a quella che elesse Sassoli, fatta di popolari, socialdemocratici e liberali.
Ma i giochi non sono chiusi e le posizioni conservatrici sull’aborto da parte dell’esponente del Partito Nazionalista maltese hanno fatto storcere il naso a diversi europarlamentari del centro-sinistra. Da S&D a Renew, i vari gruppi si stanno preparando alla votazione con una serie di riunioni. Nel pomeriggio è toccato ai Conservatori e Riformisti – co-presieduti da Raffaele Fitto di Fdi e da Ryszard Legutko – incontrarsi per confermare che il loro candidato allo scranno più alto di Strasburgo sarà il polacco Kosma Zlotowski, esponente del Pis. I sovranisti di Id hanno invece appena confermato il leghista Marco Zanni loro presidente e, avvertono, faranno pesare i loro voti. Obiettivo che verrà perseguito anche dai Verdi, che si erano opposti ad una conferma di Sassoli e che puntano a sfruttare il vento favorevole del nuovo governo semaforo a Berlino. Le candidature saranno ufficializzate lunedì sera e tra gli outsider potrebbe esserci anche l’olandese Esther de Lange, anche lei del Ppe ma sconfitta da Metsola nella votazione interna dei popolari.
A rendere un unicum la plenaria di questo gennaio ci si è messa anche la nuova emergenza Covid: organizzare le votazioni per oltre 700 europarlamentari sotto la minaccia di Omicron, per il segretariato generale di Strasburgo non sarà certo una passeggiata.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nato, emerse differenze significative con la Russia
‘Ma per questo è ancora più importante continuare il dialogo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 gennaio 2022
15:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Nel corso del Consiglio Nato-Russia sono emerse differenze significative tra Mosca e gli alleati della Nato, non facili da superare.
Ma proprio per questo è ancora più importante continuare il dialogo”.
Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nel corso della conferenza stampa successiva al Consiglio Nato-Russia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ema, antivirali sono efficaci contro Omicron
Cavaleri: ‘Possono aiutare a limitare il carico della malattia’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 gennaio 2022
17:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Antivirali orali come Paxlovid e, per via endovenosa, come il Remdesivir “mantengono la loro efficacia contro Omicron e possono aiutare a limitare il carico di malattia associato a questa variante”.
Lo ha detto il capo della strategia vaccinale dell’Agenzia europea del farmaco (Ema), Marco Cavaleri, in conferenza stampa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Orlando, ok Ue a sgravi fino a giugno per donne e giovani
E per assunzioni al Sud, ‘è un sostegno importantissimo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
15:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Ottima notizia l’ok della Commissione Ue al prolungamento a giugno di esoneri contributivi per imprese che assumono donne e giovani e per lavoro al Sud”.

Lo scrive il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, in un tweet riferendo della proroga per “un sostegno importantissimo per chi è stato colpito più duramente da pandemia e per chi è perno fondamentale per ripresa e ripartenza”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stoltenberg, respinte richieste russe su allargamento Nato
Ma aperti su controllo armi, limitazioni missili e nucleare
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 gennaio 2022
15:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Nato ha di fatto respinto la richiesta di Mosca di avere “garanzie legali” per un freno all’allargamento dell’Alleanza a possibili nuovi membri.
Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nel corso della conferenza stampa successiva al Consiglio Nato-Russia.
“Gli Alleati non sono disposti a compromettere sui principi chiave come il diritto dei Paesi a scegliere la propria strada e il diritto dei membri dell’Alleanza alla difesa reciproca”, ha detto Stoltenberg. La Nato però è aperta al dialogo “sul controllo degli armamenti, limitazioni ai missili, la politica nucleare, la cyber-security”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sindaco Ny ‘taglia’ ruolo fratello, responsabile sua sicurezza
Nyt, dopo accuse di nepotismo non sarà più vice capo polizia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
12 gennaio 2022
15:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Parziale marcia indietro del neo primo cittadino di New York Eric Adams, dopo le accuse di nepotismo per aver nominato suo fratello Bernard vice capo della polizia.
Ma ora dirigenti dell’amministrazione, citati dal New York Times, hanno riferito che il titolo di Bernard Adams sara’ direttore esecutivo per la sicurezza del sindaco, senza spiegare perche’ la posizione e’ stata apparentemente ridimensionata.
In ogni caso sara’ sempre retribuita, con 210 mila dollari l’anno, una circostanza che continua a sollevare critiche e dubbi in base alle leggi etiche della citta’, che proibiscono a qualsiasi funzionario pubblico di usare o tentare di usare la sua posizione “per ottenere qualsiasi guadagna finanziario” per se stesso o per i suoi stretti collaboratori, compresi i fratelli.
La mossa inoltre appare come un segno di sfiducia verso il dipartimento di polizia.
Tra le prime mosse controverse del sindaco anche la nomina come vice sindaco dell’amico Philip Banks III, indagato (ma non ancora incriminato) in un caso di corruzione pubblica.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Berlinale si terrà, ma con test anche per vaccinati
La direzione annuncia: “fondamentale ruolo cultura in pandemia”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
12 gennaio 2022
15:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Berlinale 2022, al via il 10 febbraio, si terrà, nel rispetto delle regole del cosiddetto ‘2 G plus’, che prevede l’esibizione di un test negativo anche per i vaccinati, fatta eccezione per chi abbia già il booster.

“Siamo consapevoli della sfida rappresentata dall’incerto andamento della pandemia, ma allo stesso tempo riteniamo che la cultura abbia un ruolo così fondamentale nella società che non dobbiamo perdere di vista questo aspetto”, ha fatto sapere la direzione in un comunicato.   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA   CINEMA

MONDNO TUTTE LE NOTIZIE

Epstein: il principe Andrea andrà a processo negli Usa
Giudice respinge richiesta archiviare causa civile accusatrice
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
12 gennaio 2022
15:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe Andrea d’Inghilterra, coinvolto nello scandalo Epstein, andrà a processo negli Stati Uniti.
Un giudice statunitense ha infatti respinto la richiesta del duca di York di archiviare la causa civile intentata dalla sua accusatrice Virginia Giuffrè.
Lo riportano alcuni media britannici.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Bulgaria, proteste e scontri contro green pass, feriti
Manifestazione davanti al Parlamento promossa dai nazionalisti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
15:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una massiccia protesta contro l’obbligo del green pass in Bulgaria, degenerata in scontri con la polizia, ha bloccato oggi il centro di Sofia.
I manifestanti, organizzati dal partito nazionalista Vazrazhdane (Rinascimento), si sono radunati sulla piazza davanti al parlamento scandendo slogan quali “No al neofascismo!”, “Basta con la tirannide!”, “Non vogliamo i passaporti covid!”.

Centinaia di poliziotti e uomini della gendarmeria antisommossa hanno vanificato i tentativi dei manifestanti di entrare nell’edificio del parlamento. Negli scontri sono rimasti feriti quattro uomini delle forze dell’ordine e decine di manifestanti.
La settimana scorsa i deputati hanno deciso di introdurre l’obbligo del green pass anche per entrare nell’edificio del parlamento, una misura molto criticata dal gruppo parlamentare di Vazrazhdane, forza politica contraria al certificato vaccinale, che è obbligatorio nel Paese balcanico per entrare in negozi, centri commerciali, cinema, teatri, piscine, palestre.
In Bulgaria su una popolazione di poco più di 6,5 milioni di abitanti, i vaccinati sono circa 3,9 milioni dei quali meno di due milioni hanno completato il ciclo di immunizzazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stoltenberg, respinte richieste russe su allargamento Nato
Ma aperti su controllo armi, limitazioni missili e nucleare
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 gennaio 2022
16:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Nato ha di fatto respinto la richiesta di Mosca di avere “garanzie legali” per un freno all’allargamento dell’Alleanza a possibili nuovi membri.
Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nel corso della conferenza stampa successiva al Consiglio Nato-Russia di Bruxelles.
“Gli Alleati non sono disposti a compromettere sui principi chiave come il diritto dei Paesi a scegliere la propria strada e il diritto dei membri dell’Alleanza alla difesa reciproca”, ha detto Stoltenberg. La Nato però è aperta al dialogo “sul controllo degli armamenti, limitazioni ai missili, la politica nucleare, la cyber-security”.
“Nel corso del Consiglio Nato-Russia sono emerse differenze significative tra Mosca e gli alleati della Nato, non facili da superare. Ma proprio per questo è ancora più importante continuare il dialogo”, ha detto ancora Stoltenberg.
“Nelle ultime 24 ore, negli ultimi giorni, abbiamo visto che i colloqui in corso (sulle garanzie di sicurezza chieste dalla Russia, ndr) vengono accompagnati da dichiarazioni vivaci e aggressive da parte di Washington. Naturalmente tutto ciò suscita il nostro interesse, anche se ne capiamo il motivo”, ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalla Tass, mentre a Bruxelles si svolge il Consiglio Nato-Russia.
La capo della rappresentanza Usa, Wendy Sherman, ha dichiarato da parte sua con un tweet che “nel Consiglio Nato-Russia di oggi ho riaffermato i principi fondamentali del sistema internazionale e della sicurezza europea: ogni paese ha il diritto sovrano di scegliere la propria strada”.
Stoltenberg ha detto anche che l’Alleanza è disposta a riaprire le rispettive missioni, a Bruxelles e a Mosca, “senza precondizioni”. Il dialogo dunque è possibile in quelle aree dove i principi base dell’Alleanza non vengano messi in discussione. “L’allargamento della Nato non è e non è stato un processo aggressivo, è una strategia chiave per avanzare la democrazia e molti alleati oggi lo hanno detto, hanno ribadito di essere entrati nell’Alleanza di loro scelta”, ha aggiunto. “Finlandia e Svezia, che non sono parte della Nato, hanno capito benissimo che se s’inserisce l’ipotesi di un veto terzo alla possibilità di scegliere liberamente le proprie alleanze si creano paesi di serie A e serie B: Mosca vuole rintrodurre il concetto di sfere d’influenza”.
Stoltenberg ha poi sottolineato che va divisa “la questione di principio”, il diritto di Kiev di entrare nella Nato, e la “questione pratica”, se poi entrerà o meno. Che naturalmente spetta solo all’Ucraina e agli alleati risolvere. “Non è l’Ucraina che minaccia la Russia, ma il contrario, è Mosca che l’ha aggredita. La Nato dunque sostiene un suo partner dalla nazione militarmente più potente d’Europa. Ma l’Ucraina – ha ricordato Stoltenberg – non è un membro Nato e dunque non è coperta dall’articolo 5”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: Mitch McConnell si ricandida leader repubblicani in Senato
Nonostante la rottura con Trump sull’illegalità del voto 2020
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2022
16:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mitch McDonnell si ricandiderà a leader del Grand Old Party al Senato.
Lo ha annunciato lo stesso politico statunitense originario del Kentucky.
McDonnell è attualmente a capo della minoranza repubblicana al Senato.
“Ho intenzione di ricandidarmi di nuovo a leader quest’anno”, ha detto ai giornalisti, mettendo quindi a tacere ogni indiscrezione su una possibile riorganizzazione all’interno della catena di comando del Gop.
McDonnell, 80 anni a febbraio, cercherà la rielezione nonostante la rottura con l’ex presidente Donald Trump sia sulle sue accuse di “elezioni rubate” elezioni nel 2020 che sull’assalto al Congresso il 6 gennaio del 2021.
Al momento nessun esponente repubblicano ha intenzione di correre contro McDonnell per la stessa carica.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Epstein: il principe Andrea andrà a processo negli Usa
Il giudice respinge la richiesta di archiviare la causa civile intentata dalla sua accusatrice
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
10:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe Andrea d’Inghilterra, coinvolto nello scandalo Epstein, andrà a processo negli Stati Uniti.
Un giudice statunitense ha infatti respinto la richiesta del duca di York di archiviare la causa civile intentata dalla sua accusatrice Virginia Giuffrè.
Lo riportano alcuni media britannici.
Giuffrè ha accusato il finanziere Jeffrey Epstein, morto suicida in carcere, e la compagna Ghislaine Maxwell di aver abusato sessualmente di lei quando era minorenne, nel 2001. La donna ha anche raccontato di essere stata costretta a fare sesso col principe Andrea all’età di 17 anni. Ha avviato una causa civile nei confronti del duca di York lo scorso agosto, parlando anche di percosse e di stress emotivo causato intenzionalmente nei suoi confronti. Andrea ha sempre negato le accuse, difendendosi anche dietro ad un accordo raggiunto nel 2009 tra Giuffrè ed Epstein che lo metterebbe al riparo da ogni tipo di causa. Accordo che è stato svelato il gennaio scorso e in base al quale alla donna sarebbero stati versati 500mila dollari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: scaffali vuoti con Omicron, maltempo e crisi logistica
Nei supermercati nuovi gravi problemi di approvvigionamento
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2022
16:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il boom di casi di covid causati dalla variante Omicron e il maltempo, uniti alla crisi nella catena di approvvigionamento, stanno mettono in grave difficoltà i supermercati americani, dove i consumatori nelle ultime settimane vedono sempre più scaffali vuoti.
Le carenze sono diffuse a livello nazionale e hanno un impatto su prodotti come la carne, ma anche su beni confezionati come i cereali.

I generi alimentari Usa in genere hanno dal 5% al ;;10% dei loro articoli esauriti in un dato momento, mentre ora secondo il Ceo della Consumer Brands Association Geoff Freeman il tasso di indisponibilità si aggira intorno al 15%. Parte del problema, per gli esperti, è dovuto anche alle tendenze pandemiche che non sono mai diminuite e sono ora esacerbate da Omicron: gli americani mangiano a casa più del solito, soprattutto perché gli uffici e alcune scuole rimangono chiusi.
Le famiglie americane mediamente hanno speso 144 dollari a settimana al supermercato l’anno scorso, stando alle stime di FMI, un’organizzazione commerciale per generi alimentari e produttori di cibo. Numeri in calo rispetto al picco di 161 dollari nel 2020, ma ancora molto al di sopra dei 113,50 spesi nel 2019.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: ogni ora un bambino colpito da armi da fuoco
Nel ’21 a Philadelphia 36 minori uccisi in omicidi, a Chicago 59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2022
17:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Negli Stati Uniti ogni ora un bambino viene colpito da armi da fuoco: tanti sopravvivono, ma centinaia invece muoiono.
Il numero preciso di quanti hanno perso la vita a causa della violenza armata l’anno scorso non sara’ noto fino a quando i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) non rilasceranno i loro dati tra mesi.
Ma nel 2020 e’ stata superata quota 2.200 – di gran lunga il totale più alto degli ultimi due decenni – e si prevede che il conteggio del 2021 sarà ancora peggiore. Secondo i primi dati, a Washington DC, l’anno scorso 9 bambini sono stati uccisi in omicidi con armi da fuoco, a Los Angeles 11, a Philadelphia 36 e a Chicago 59. Cifre che peraltro non includono le centinaia di altri bambini morti in sparatorie accidentali o suicidi. Tra le vittime, ricordate dal Washington Post, ci sono due sorelle dell’Ohio, entrambe alle elementari, uccise dal padre, un alunno di terza media dell’Arkansas ucciso a colpi di arma da fuoco a scuola da un amico, e un ragazzino del Texas morto a casa per colpi sparati da una persone che passava in auto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 2022: Kummer in quarantena, in Italia il caso Costa
‘No vax’ e Olimpiadi: la svizzera già parte, per l’azzurro caos esenzione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
17:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pur di esserci, accetta di fare tre settimane di quarantena in un Covid hotel nei pressi di Pechino. Ma di farsi ‘inoculare’ il vaccino non se ne parla.
E’ la decisione di Patrizia Kummer, 34enne svizzera e campionessa di snowboard.
E anche olimpionica, visto che ai Giochi di Sochi 2014 ha vinto la medaglia d’oro nello slalom gigante parallelo.
Nella sua disciplina, in cui ha fatto anche collezione di Coppe del mondo (otto) e conquistato due argenti mondiali, il comitato olimpico elvetico non ha ancora ufficializzato la lista dei selezionati per la Cina, ma la Kummer avrebbe già avuto la conferma di essere stata scelta. Per questo, fanno sapere i media elvetici, entro le prossime 48 ore partirà per la Cina visto che all’inizio di Pechino 2022 mancano 23 giorni.
La campionessa svizzera è la prima atleta di questi Giochi invernali ad aver detto apertamente che non è vaccinata e che non intende farlo, aggiungendo però che non per questo infrangerà le regole: “dopo la mia decisione di non vaccinarmi, per motivi personali che non sono tenuta a spiegare – le sue parole -, ora la logica conseguenza è che io debba andare in quarantena: rispetto quanto stabilito dalle autorità locali e dal Cio: farò la quarantena di 21 giorni”.
Ora l’attenzione si sposta su Casa Italia, perché nel gruppo azzurro c’è il caso di Samuel Costa, 29enne poliziotto altoatesino e specialista della combinata nordica che ha strappato il pass per la rassegna a cinque cerchi ma che, dal 30 dicembre scorso, non può allenarsi e gareggiare con il gruppo azzurro perché la Fisi non ammette atleti non vaccinati. Così Costa ha il pass per la gara a squadre di Pechino ma è fuori squadra e a nulla è valsa, almeno finora, la spiegazione dell’azzurro, che ha rivelato di avere un’esenzione medica in quanto è allergico ai vaccini, “e se dovessi vaccinarmi e mi succede qualcosa a livello fisico, cosa faccio?”. Oltretutto il Cio riconosce la sua esenzione, che quindi gli permetterebbe di gareggiare a Pechino. Ma la Fisi non accetta questa stessa esenzione, e vuole far gareggiare solo vaccinati o guariti: “ho chiesto spiegazioni al presidente Roda, ma non mi ha risposto”.
Intanto la cerimonia di apertura di Pechino ’22 (4 febbraio) si avvicina.
E gli Usa che a Tokyo 2020 fecero molto parlare dei loro ‘no vax’, come il nuotatore Michael Andrew? Per i Giochi cinesi gli americani hanno tagliato la testa al toro, visto che lo scorso novembre hanno messo l’obbligo vaccinale per tutti coloro (tecnici compresi) che andranno a questa Olimpiade. Altro che boicottaggio: a Pechino lo squadrone Usa vuole fare sul serio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oms, 90 paesi ancora sotto 40% dei vaccinati
In Africa 85% deve ricevere ancora la prima dose
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
17:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Novanta paesi non hanno ancora raggiunto l’obiettivo del 40%” della popolazione vaccinata e “36 di questi paesi hanno vaccinato meno del 10% della loro popolazione”.
Lo ha riferito il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom nel briefing sulla pandemia, aggiungendo che “in Africa oltre l’85% delle persone deve ancora ricevere una singola dose di vaccino”.
E “possiamo porre fine alla fase acuta della pandemia soltanto colmando questo divario”.
Tedros ha spiegato che sul fronte della fornitura di dosi il programma Covax “sta facendo progressi ed a dicembre ne ha spedite più del doppio rispetto a novembre e nei prossimi giorni prevediamo di arrivare al miliardo di dosi”. Allo stesso, ha avvertito, “abbiamo ancora molta strada da fare per raggiungere il nostro obiettivo di vaccinare il 70% della popolazione di ogni paese entro la metà di quest’anno”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Oms,Omicron resta pericolosa soprattutto per non vaccinati
La scorsa settimana 15 mln di casi nel mondo, mai così tanti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
17:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Anche se Omicron provoca una malattia meno grave di Delta, rimane un virus pericoloso, in particolare per coloro che non sono vaccinati”.
Lo ha sottolineato il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom nel briefing sulla pandemia a Ginevra.
Ricordando che “l’enorme picco di infezioni” nel mondo “è guidato da Omicron, che sta rapidamente sostituendo Delta in quasi tutti i paesi”. E “la scorsa settimana più di 15 milioni di nuovi casi di Covid sono stati segnalati in tutto il mondo, di gran lunga il maggior numero di casi segnalati in una sola settimana”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Bulgaria, proteste e scontri contro green pass, feriti
Manifestazione davanti al Parlamento promossa dai nazionalisti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
15:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una massiccia protesta contro l’obbligo del green pass in Bulgaria, degenerata in scontri con la polizia, ha bloccato oggi il centro di Sofia.
I manifestanti, organizzati dal partito nazionalista Vazrazhdane (Rinascimento), si sono radunati sulla piazza davanti al parlamento scandendo slogan quali “No al neofascismo!”, “Basta con la tirannide!”, “Non vogliamo i passaporti covid!”.

Centinaia di poliziotti e uomini della gendarmeria antisommossa hanno vanificato i tentativi dei manifestanti di entrare nell’edificio del parlamento. Negli scontri sono rimasti feriti quattro uomini delle forze dell’ordine e decine di manifestanti.
La settimana scorsa i deputati hanno deciso di introdurre l’obbligo del green pass anche per entrare nell’edificio del parlamento, una misura molto criticata dal gruppo parlamentare di Vazrazhdane, forza politica contraria al certificato vaccinale, che è obbligatorio nel Paese balcanico per entrare in negozi, centri commerciali, cinema, teatri, piscine, palestre.
In Bulgaria su una popolazione di poco più di 6,5 milioni di abitanti, i vaccinati sono circa 3,9 milioni dei quali meno di due milioni hanno completato il ciclo di immunizzazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India: giudici Delhi, sesso imposto dal marito è stupro
Raccomandazione Alta Corte: mogli hanno diritto a dire no
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
12 gennaio 2022
13:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il sesso imposto nel matrimonio è una forma di stupro: è la raccomandazione emessa dai un collegio di magistrati dell’Alta Corte di Delhi, sottolineando che “ogni donna, sposata o nubile, ha diritto di dire no a un rapporto sessuale”.

I giudici Rajiv Shakdher e C Hari Shankar stavano discutendo una serie di petizioni sul tema della violenza sessuale all’interno del matrimonio presentate da alcune associazioni di donne, che chiedono di cancellare un passaggio della legge sullo stupro, ritenuto discriminante per le donne sposate che vengono aggredite sessualmente dai mariti.

In una raccomandazione del 2018, il governo centrale aveva sostenuto che la violenza sessuale nell’ambito del matrimonio non deve essere considerata reato criminale perché “questo approccio potrebbe destabilizzare l’istituzione del matrimonio e dare alle mogli uno strumento per molestare i mariti”.
Al contrario, i giudici hanno concordato con i firmatari della petizione e hanno aggiunto che “secondo la nostra Costituzione la dignità di una donna sposata non è diversa da quella di una donna senza marito”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa:editoriale Wsj,Hillary Clinton 2024, migliore chance dem
Ex segretario stato potrebbe tornare con Biden-Harris impopolari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2022
19:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hillary Clinton potrebbe tornare nel 2024: “diverse circostanze hanno creato un vuoto di leadership nel partito democratico che Hillary Clinton potrebbe colmare”.
Ad aleggiare l’ipotesi è un editoriale del Wall Street Journal firmato da Douglas Schoen e Andrew Stein, secondo i quali l’ex segretario di stato è già in una posizione di vantaggio per diventare la candidata democratica nel 2024.
“Se i democratici dovessero perdere il controllo del Congresso nel 2022, Clinton potrebbe usare la sconfitta come base per candidarsi”, affermano Schoen e Stein facendo riferimento al basso gradimento di Joe Biden e ai dubbi sulla sua possibile rielezione, alla scarsa popolarità di Kamala Harris e all’assenza di un democratico forte per guidare il ticket 2024.
“Se i democratici vogliono una chance di vincere la presidenza nel 2024, Clinton potrebbe essere la loro opzione migliore”, aggiungono gli autori.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: ogni ora un bambino colpito da armi da fuoco
Nel ’21 a Philadelphia 36 minori uccisi in omicidi, a Chicago 59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 gennaio 2022
19:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Negli Stati Uniti ogni ora un bambino viene colpito da armi da fuoco: tanti sopravvivono, ma centinaia invece muoiono.
Il numero preciso di quanti hanno perso la vita a causa della violenza armata l’anno scorso non sara’ noto fino a quando i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) non rilasceranno i loro dati tra mesi.
Ma nel 2020 e’ stata superata quota 2.200 – di gran lunga il totale più alto degli ultimi due decenni – e si prevede che il conteggio del 2021 sarà ancora peggiore. Secondo i primi dati, a Washington DC, l’anno scorso 9 bambini sono stati uccisi in omicidi con armi da fuoco, a Los Angeles 11, a Philadelphia 36 e a Chicago 59. Cifre che peraltro non includono le centinaia di altri bambini morti in sparatorie accidentali o suicidi. Tra le vittime, ricordate dal Washington Post, ci sono due sorelle dell’Ohio, entrambe alle elementari, uccise dal padre, un alunno di terza media dell’Arkansas ucciso a colpi di arma da fuoco a scuola da un amico, e un ragazzino del Texas morto a casa per colpi sparati da una persone che passava in auto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Regina Rossa, trilogia di Gómez-Jurado diventa serie Amazon
In Italia esce il 10 febbraio per Fazi secono volume Lupa nera
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
12 gennaio 2022
20:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
‘Regina Rossa’, la trilogia bestseller dello scrittore spagnolo Juan Gómez-Jurado che in Spagna ha venduto 2 milioni di copie, diventerà una serie tv Amazon Prime Video.
E il 10 febbraio esce in Italia il secondo volume, ‘Lupa nera’, sempre nella traduzione di Elisa Tramontin.

All’adattamento in corso è coinvolto Jurado in collaborazione con la sceneggiatrice Amaya Muruzabal.
Dopo ‘Regina Rossa’, thriller rivelazione dell’estate che in Italia ha venduto 30 mila copie, in ‘Lupa nera”, Antonia Scott, la nuova regina del thriller spagnolo, è alle prese insieme all’ispettore della polizia nazionale di Bilbao, Jon Gutierrez , con un nuovo caso e un’ineffabile spia russa.
Antonia e Jon vengono convocati da Mentor per la scomparsa di Lola Moreno, moglie di Yuri Voronin, tesoriere di un clan mafioso che opera nella zona di Malaga. La Moreno è svanita nel nulla da quando, in un centro commerciale, qualcuno ha cercato di ucciderla. Nel frattempo, il marito Yuri veniva brutalmente trucidato nella loro villa. Ma Jon e Antonia non sono i soli a cercare Lola. È a questo punto che entra in scena l’ineffabile donna russa che risponde al nome di Čërnaja Volčica: la Lupa Nera, pericolosissima sicaria al soldo dei mafiosi.
Dai paesaggi assolati dell’Andalusia, fino agli scenari innevati della sierra, Antonia Scott, che non è una poliziotta e neppure una criminologa ma ha risolto dozzine di casi, ed è sempre tormentata dai suoi demoni, dovrà affrontare una temibile nemica.
Giornalista e scrittore, nato a Madrid nel 1977, autore di romanzi di successo, Gomez-Jurado si è imposto all’attenzione internazionale con questa trilogia tradotta in 17 lingue.  ACQUISTA SU AMAZON

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Studio Usa, con Omicron rischio ricovero dimezzato
Rispetto a Delta. Ridotto pure pericolo terapia intensiva, morte
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
10:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una vasta ricerca di studiosi americani su circa 70 mila pazienti positivi al Covid (non ancora verificato dai colleghi) ha dimostrato un rischio di ospedalizzazione e di decessi sostanzialmente ridotto con la variante Omicron rispetto a quella Delta, e questo indipendentemente dal livello di immunita’ nella popolazione.
Le persone infettate da Omicron avevano un rischio di essere ricoverate pari alla meta’ in meno rispetto a quelli contagiati da Delta, mentre il pericolo di finire in terapia intensiva e’ risultato ridotto del 75% circa e quello di morire di oltre il 90% Tra le oltre 52 mila persone con Omicron nessuna ha avuto bisogno di un respiratore artificiale, contro 11 tra i 17 mila con Delta.
Inoltre la durata media del ricovero e’ stata di 1,5 giorni con Omicron contro i 5 per Delta.
Lo studio, che corrobora i dati accumulati da altri Paesi, come il Sudafrica e la Gran Bretagna, e’ stato condotto da ricercatori dell’Universita’ di California, Berkeley, Kaiser Permanente e i Cdc, l’agenda federale Usa contro la diffusione delle malattie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Musica:morta Ronnie Spector, leader Ronettes, icona anni ’60
Tra i suoi hit, ‘Be my baby’ e ‘Baby I love you’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
12 gennaio 2022
23:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ronnie Spector, leader del gruppo pop The Ronettes e potente voce dei suoi hit come “Be My Baby” e “Baby I love You” e’ morta di cancro a 79 anni.
Lo ha annunciato la sua famiglia.
La cantante, un’icona degli anni ’60, aveva formato il gruppo tutto femminile nel 1957 con la sorella maggiore Estelle Bennett e la cugina Nedra Talley.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Shanghai e Shenzhen aprono positive, a +0,10%
Rispettivamente a 3.601,03 e a 2.478,28 punti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 gennaio 2022
02:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio leggermente positivo: gli indici Composite di Shanghai e di Shenzhen segnano nelle prime battute un rialzo dello 0,10%, attestandosi, rispettivamente, a 3.601,03 e a 2.478,28 punti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong positiva, apre a +0,65%
L’indice Hang Seng a 24.561,48 punti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 gennaio 2022
03:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong torna agli scambi in territorio positivo in scia con i guadagni di Wall Street alimentati dall’aspettativa di una stabilizzazione dell’inflazione Usa: l’indice Hang Seng guadagna nelle prime battute lo 0,65%, attestandosi a 24.561,48 punti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Assalto al Capitol, McCarthy si rifiuta di cooperare a indagine
Era in contatto con Donald Trump prima, durante e dopo l’attacco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
04:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader della minoranza repubblicana alla Camera Kevin McCarthy ha annunciato che si rifiuterà di collaborare con la commissione della ‘House’ che indaga sull’assalto al Capitol.
I deputati-investigatori avevano chiesto una sua cooperazione volontaria, essendo stato in contatto con Donald Trump prima, durante e dopo l’attacco.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic gioca al primo turno nonostante incertezze visto
Premier Morrison: governo non ha ancora deciso se annullarlo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
13 gennaio 2022
06:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic giocherà al primo turno degli Australian Open di tennis nonostante l’incertezza sul visto.

Il primo ministro australiano Scott Morrison ha dichiarato che il governo non ha ancora deciso se annullare il permesso di ingresso del tennista serbo.
La precedente dichiarazione del ministro dell’Immigrazione Alex Hawke secondo cui sta valutando se annullare il visto “non è cambiata”, ha detto Morrison.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kazakhstan: truppe a guida russa annunciano inizio ritiro
Lo comunica il ministero della Difesa di Mosca
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
13 gennaio 2022
09:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le truppe guidate dalla Russia dislocate nel Kazakhstan per aiutare il governo a riportare l’ordine, dopo i violenti disordini della scorsa settimana, hanno iniziato le operazioni di ritiro.
Lo annuncia il ministero della Difesa russo da Mosca.

“Le unità di soldati di pace dell”Organizzazione del Trattato di Sicurezza collettiva (Csto), avendo adempiuto ai loro compiti prefissati, hanno iniziato a preparare il materiale militare e tecnico da caricare sugli aerei dell’aeronautica russa in vista di un ritorno alla loro base permanente”, si legge in una nota del ministero.
“In conformità con il piano”, le truppe della Csto “hanno iniziato la consegna di obiettivi socialmente importanti alle forze dell’ordine nazionali”, ha dichiarato il ministero della Difesa russo, citato dalla Tass.
Il presidente del Kazakhstan, Kassym-Jomart Tokayev, l’11 gennaio aveva annunciato che i circa 2.000 soldati della Csto avrebbero cominciato a lasciare il Paese entro due giorni, con un “ritiro graduale” che sarebbe durato “non più di 10 giorni”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cina, chiusi a Xi’an due ospedali per disservizi
Città in lockdown da 3 settimane, bufera su 2 casi di malasanità
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 gennaio 2022
09:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Due ospedali nella città cinese di Xi’an, tra cui uno che si è rifiutato di curare una donna incinta di otto mesi che in seguito ha avuto un aborto spontaneo, sono stati chiusi per consentire la “correzione” dei propri errori.

Il capoluogo dello Shaanxi è in lockdown totale da tre settimane a causa di un focolaio di Covid, in linea con la strategia della ‘tolleranza zero’ al virus, dopo aver collezionato un totale di oltre 2.000 contagi dal 9 dicembre.

Gli alti funzionari sanitari sono stati costretti a scusarsi la scorsa settimana dopo la denuncia sui social media, con foto e video, della donna seduta su uno sgabello di plastica fuori dall’ospedale Gaoxin in una pozza di sangue, suscitando indignazione su scala nazionale per l’applicazione rigida delle regole contro la pandemia, visto che il test anti-Covid negativo era appena scaduto rispetto alla durata delle 48 ore di validità.
Nell’incidente al secondo ospedale, una residente ha riferito che suo padre era morto la scorsa settimana perché non poteva avere le cure mediche per un disturbo cardiaco a causa delle “regole anti-pandemiche”.
Entrambi gli ospedali sono stati ripresi dalle autorità e costretti a “sospendere le operazioni per tre mesi al fine di eseguire la rettifica” delle procedure in vista di una riapertura possibile solo dopo una specifica approvazione.
La commissione sanitaria cittadina ha affermato in una dichiarazione che i due nosocomi “non hanno svolto i loro compiti di salvare vite umane e curare i feriti. Ciò ha portato a ritardi nel salvataggio, nella diagnosi e nel trattamento di pazienti critici, suscitando un’attenzione pubblica diffusa e avendo un impatto sociale negativo”.
Al Gaoxin, in particolare, è stato ordinata la sospensione del direttore generale e il licenziamento di diversi membri del personale, mentre al secondo ospedale è stato rimosso il presidente, sospeso il suo vice e licenziare la responsabile del suo ambulatorio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Borrell, nessun negoziato sotto la pressione della Russia
‘Nulla sarà deciso senza gli europei, perfetto coordinamento con gli Usa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BREST
13 gennaio 2022
09:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Non ci saranno negoziati sull’Ucraina sotto la pressione militare della Russia: lo ha detto il capo della diplomazia dell’Ue, Josep Borrell, parlando questa mattina a Brest, in Francia, dove oggi si tiene un incontro informale con i ministri della Difesa dell’Ue, in gran parte dedicato alla minaccia di un nuovo conflitto in Ucraina. “Non dovrebbero esserci negoziati sotto pressione” – ha detto – aggiungendo che “i movimenti russi fanno parte della pressione”.
“Ci è stato assicurato che nulla sarà deciso o negoziato senza gli europei e il coordinamento con gli americani è assolutamente perfetto”, ha detto ancora Borrell.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kazakhstan: truppe a guida russa annunciano l’inizio del ritiro
Lo comunica il ministero della Difesa di Mosca
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
13 gennaio 2022
16:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le truppe guidate dalla Russia dislocate nel Kazakhstan per aiutare il governo a riportare l’ordine, dopo i violenti disordini della scorsa settimana, hanno iniziato le operazioni di ritiro.
Lo annuncia il ministero della Difesa russo da Mosca.
“Le unità di soldati di pace dell”Organizzazione del Trattato di Sicurezza collettiva (Csto), avendo adempiuto ai loro compiti prefissati, hanno iniziato a preparare il materiale militare e tecnico da caricare sugli aerei dell’aeronautica russa in vista di un ritorno alla loro base permanente”, si legge in una nota del ministero.
“In conformità con il piano”, le truppe della Csto “hanno iniziato la consegna di obiettivi socialmente importanti alle forze dell’ordine nazionali”, ha dichiarato il ministero della Difesa russo, citato dalla Tass.
Il presidente del Kazakhstan, Kassym-Jomart Tokayev, l’11 gennaio aveva annunciato che i circa 2.000 soldati della Csto avrebbero cominciato a lasciare il Paese entro due giorni, con un “ritiro graduale” che sarebbe durato “non più di 10 giorni”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fed: Brainard, l’inflazione negli Usa è troppo alta
Vicepresidente istituto dopo +7% in dicembre, massimo in 40 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
09:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’inflazione e’ troppo alta”: e’ l’allerta che lancera’ il vicepresidente nominato della Fed Lael Brainard, secondo le anticipazioni del suo intervento domani in una audizione al Senato, all’indomani del dato di dicembre sull’inflazione (+7%), il piu’ alto da circa 40 anni.

“La nostra politica monetaria e’ orientata sulla riduzione dell’inflazione al 2% pur mantenendo una ripresa che includa tutto il mondo.
Questo e’ il nostro compito piu’ difficile”, si legge nel testo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Assalto al Capitol, McCarthy si rifiuta di cooperare a indagine
Era in contatto con Donald Trump prima, durante e dopo l’attacco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
10:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader della minoranza repubblicana alla Camera Kevin McCarthy ha annunciato che si rifiuterà di collaborare con la commissione della ‘House’ che indaga sull’assalto al Capitol.
I deputati-investigatori avevano chiesto una sua cooperazione volontaria, essendo stato in contatto con Donald Trump prima, durante e dopo l’attacco.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cina, chiusi a Xi’an due ospedali per disservizi
Città in lockdown da 3 settimane, bufera su 2 casi di malasanità
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 gennaio 2022
10:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Due ospedali nella città cinese di Xi’an, tra cui uno che si è rifiutato di curare una donna incinta di otto mesi che in seguito ha avuto un aborto spontaneo, sono stati chiusi per consentire la “correzione” dei propri errori.

Il capoluogo dello Shaanxi è in lockdown totale da tre settimane a causa di un focolaio di Covid, in linea con la strategia della ‘tolleranza zero’ al virus, dopo aver collezionato un totale di oltre 2.000 contagi dal 9 dicembre.

Gli alti funzionari sanitari sono stati costretti a scusarsi la scorsa settimana dopo la denuncia sui social media, con foto e video, della donna seduta su uno sgabello di plastica fuori dall’ospedale Gaoxin in una pozza di sangue, suscitando indignazione su scala nazionale per l’applicazione rigida delle regole contro la pandemia, visto che il test anti-Covid negativo era appena scaduto rispetto alla durata delle 48 ore di validità.
Nell’incidente al secondo ospedale, una residente ha riferito che suo padre era morto la scorsa settimana perché non poteva avere le cure mediche per un disturbo cardiaco a causa delle “regole anti-pandemiche”.
Entrambi gli ospedali sono stati ripresi dalle autorità e costretti a “sospendere le operazioni per tre mesi al fine di eseguire la rettifica” delle procedure in vista di una riapertura possibile solo dopo una specifica approvazione.
La commissione sanitaria cittadina ha affermato in una dichiarazione che i due nosocomi “non hanno svolto i loro compiti di salvare vite umane e curare i feriti. Ciò ha portato a ritardi nel salvataggio, nella diagnosi e nel trattamento di pazienti critici, suscitando un’attenzione pubblica diffusa e avendo un impatto sociale negativo”.
Al Gaoxin, in particolare, è stato ordinata la sospensione del direttore generale e il licenziamento di diversi membri del personale, mentre al secondo ospedale è stato rimosso il presidente, sospeso il suo vice e licenziare la responsabile del suo ambulatorio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bce: crescita Ue in forte ripresa nel corso del 2022
Sale spread Italia.Acquisti bond saranno flessibili
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
10:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La ripresa dell’economia nell’area dell’euro, dopo l’attuale rallentamento, “nel corso di quest’anno dovrebbe tornare a segnare un vigoroso recupero”.
E a trainare sarebbe “una vigorosa domanda interna” grazie al miglioramento del mercato del lavoro che dovrebbe sostenere redditi e consumi delle famiglie e dunque la domanda.
Lo scrive la Bce nel Bollettino economico, pur rappresentando i rischi posti dall’andamento della pandemia, dalle strozzature al commercio internazionale e dai prezzi delle materie prime, con un’inflazione che “rimarrà oltre il 2% per la maggior parte del 2022 ma dovrebbe “ridursi nel corso dell’anno”. La Bce condurrà gli acquisti di titoli di Stato tramite il programma per l’emergenza pandemica a un ritmo più basso da qui a marzo, quando il ‘Pepp’ sarà terminato. Tuttavia i reinvestimenti dei bond che giungono a scadenza saranno estesi “almeno sino alla fine del 2024” e “in caso di ulteriore frammentazione del mercato connessa alla pandemia, i reinvestimenti del Pepp potranno essere adeguati in maniera flessibile nel corso del tempo, fra le varie classi di attività e i vari paesi in qualsiasi momento”. Nel Bollettino economico la Bce sottolinea che nelle settimane di fine 2021 gli spread sul Bund tedesco “sono rimasti relativamente stabili in Portogallo e Spagna, ma in Italia sono aumentati di circa 15 punti base nel periodo in esame”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gas: Tap,trasportati in 2021 oltre 8mld metri cubi,6,8 in Italia
Schieppati, orgogliosi risultati, zero infortuni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BARI
13 gennaio 2022
10:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dal 31 dicembre 2020, giorno di avvio dei primi flussi di gas dall’Azerbaijan, al 31 dicembre 2021, il metanodotto Trans adriatic pipeline (Tap) ha trasportato complessivamente in Europa oltre 8,1 miliardi di metri cubi standard.
Di questi, oltre 6,8 hanno raggiunto l’Italia nell’entry point di Melendugno (Lecce), mentre circa 1,2 hanno alimentato, attraverso il punto di interconnessione di Nea Mesimvria, il mercato interno greco e quello bulgaro.
“Siamo molto orgogliosi dei risultati raggiunti – commenta Luca Schieppati, managing director di Tap – nel corso dell’anno che si è appena concluso Tap ha trasportato in totale sicurezza oltre 8 miliardi di metri cubi di gas naturale, contribuendo significativamente alla progressiva decarbonizzazione e al contenimento del rialzo dei costi dell’energia nei Paesi attraversati. Siamo altrettanto lieti di registrare zero infortuni lungo tutta l’infrastruttura, che si conferma essere strategica per la sicurezza degli approvvigionamenti dell’Italia e dell’Europa”.
In Italia, informa una nota di Tap – “nel rispetto del piano di monitoraggio ambientale approvato dagli enti vigilanti, a partire da gennaio 2021 è stato inoltre avviato il monitoraggio della fase post-operam in tutte le aree interessate dall’infrastruttura. Il monitoraggio, che non ha evidenziato anomalie rispetto a quanto precedentemente rilevato sia nella sezione offshore che in quella terrestre, ha l’obiettivo di verificare il clima acustico, la qualità dei terreni, l’efficacia delle operazioni di reimpianto delle piante rimosse e il grado di ricolonizzazione della vegetazione spontanea, i popolamenti ittici, lo stato dei fondi duri infralitorali e della Posidonia oceanica e, infine, lo stato di salute delle biocostruzioni reimpiantate. I risultati sono periodicamente condivisi con gli enti di controllo nel quadro della reportistica trimestrale del piano di monitoraggio approvato”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Filippine: si ribalta camion stracolmo, almeno 11 morti
Fra essi anche un bimbo. Oltre 50 a bordo, andavano a una festa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
11:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nelle Filippine almeno 11 persone, fra cui un bambino di 3 anni, hanno perso la vita quando un piccolo camion con almeno 50 persone a bordo che andavano a una festa in spiaggia si è ribaltato su una strada dell’isola meridionale di Mindanao.
Il bilancio potrebbe aggravarsi, per il numero elevato di feriti, fra i quali c’è una decina di bambini.

A quanto si appreso, l’autista ha perso il controllo del mezzo, forse per un guasto ai freni, in un tratto di strada in discesa. Urtando una pila di rocce, il camion si è ribaltato, uscendo di strada e fermandosi contro un albero nella scarpata.
L’autista, ricoverato in ospedale, è agli arresti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord: Usa propongono sanzioni Onu per ultimi lanci
La Cina: ‘Questa opzione americana non risolve i problemi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
11:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Usa propongono al consiglio di sicurezza dell’Onu di adottare nuove sanzioni internazionali contro la Corea del Nord dopo i suoi sei lanci di missili balistici dal settembre 2021, tutti in violazione delle risoluzioni dello stesso consiglio di sicurezza.
Lo ha twittato l’ambasciatrice Usa al Palazzo di vetro Linda Thomas-Greenfield.
Cina, sanzioni Usa non risolvono problemi  – La Cina “si oppone sempre alle sanzioni unilaterali e alla cosiddetta ‘estensione della giurisdizione’ su altri Paesi sulla base di norme nazionali”.
Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, criticando le misure Usa in risposta al lancio di missili di Pyongyang contro 5 funzionari nordcoreani, ha detto che “il ricorso ripetuto alle sanzioni non aiuterà a risolvere la questione della penisola coreana, ma intensificherà la conflittualitò”. L’auspicio, ha aggiunto Wang, è che “tutte le parti siano caute nelle loro parole e azioni, si attengano al dialogo e alla consultazione, e facciano di più per una soluzione politica”.

La Corea del Nord ha annunciato di aver testato un missile ipersonico. Lo ha reso noto l’agenzia statale Korean Central News Agency (KCNA), secondo quanto riportano i media di Seul. Il missile, secondo Pyongyang, ha colpito “l’obiettivo prefissato in acque a 1.000 km di distanza” ed il leader Kim Jong-un ha assistito al test. Il ministero della Difesa della Corea del Sud aveva affermato che il Nord aveva effettuato un lancio con un missile balistico nel Mare Orientale che aveva volato per oltre 700 chilometri a un’altitudine massima di 60 km, a 10 volte la velocità del suono. Nelle ore successive è arrivata la conferma di Pyongyang: “Il test era finalizzato alla verifica finale delle specifiche tecniche generali del sistema d’armamento ipersonico, ed ha confermato l’eccellente manovrabilità dell’unità di combattimento”, hanno riferito i media di regime, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap. Si è trattato del secondo test missilistico del Nord in meno di una settimana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Osce, rischio guerra maggiore che in ultimi 30 anni
Presidenza polacca organizzazione, lavorare a garanzie sicurezza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 gennaio 2022
11:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sembra che il rischio di guerra nell’area Osce sia oggi maggiore che mai negli ultimi 30 anni”.

Questo l’allarme lanciato a Vienna dal ministro degli affari esteri polacco Zbigniew Rau, nel suo discorso d’inaugurazione della presidenza polacca del Consiglio Permanente dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in India quasi 250 mila nuovi positivi in un giorno
Tasso di positività al 13,11%; 5.500 casi di variante Omicron
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
13 gennaio 2022
11:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono 247 mila i nuovi positivi al Covid-19 registrati ieri in India, con un salto del 27 per cento in più rispetto ai dati del giorno precedente.
I casi della variante Omicron sono 5.500.

Sempre secondo il bollettino del ministero alla Salute, il tasso di positività giornaliero è del 13,11 per cento.
Il governo informa inoltre che, allo stato attuale, anche se il virus si sta diffondendo con estrema rapidità, il numero delle ospedalizzazioni è ancora basso.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord: Cina, sanzioni Usa non risolvono problemi
Pechino critica mossa Washington dopo lancio missile Pyongyang
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 gennaio 2022
11:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina “si oppone sempre alle sanzioni unilaterali e alla cosiddetta ‘estensione della giurisdizione’ su altri Paesi sulla base di norme nazionali”.
Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, criticando le misure Usa in risposta al lancio di missili di Pyongyang contro 5 funzionari nordcoreani, ha detto che “il ricorso ripetuto alle sanzioni non aiuterà a risolvere la questione della penisola coreana, ma intensificherà la conflittualitò”.

L’auspicio, ha aggiunto Wang, è che “tutte le parti siano caute nelle loro parole e azioni, si attengano al dialogo e alla consultazione, e facciano di più per una soluzione politica”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord: Cina, sanzioni Usa non risolvono problemi
Pechino critica mossa Washington dopo lancio missile Pyongyang
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 gennaio 2022
11:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina “si oppone sempre alle sanzioni unilaterali e alla cosiddetta ‘estensione della giurisdizione’ su altri Paesi sulla base di norme nazionali”.
Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, criticando le misure Usa in risposta al lancio di missili di Pyongyang contro 5 funzionari nordcoreani, ha detto che “il ricorso ripetuto alle sanzioni non aiuterà a risolvere la questione della penisola coreana, ma intensificherà la conflittualitò”.

L’auspicio, ha aggiunto Wang, è che “tutte le parti siano caute nelle loro parole e azioni, si attengano al dialogo e alla consultazione, e facciano di più per una soluzione politica”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina, la Russia chiude al dialogo. L’Osce: la guerra mai così vicina
Gli Usa pensano a sanzioni contro Putin, l’ira del Cremlino
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 gennaio 2022
19:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mosca chiude al dialogo con Usa e Nato, vista l’indisponibilità dell’Occidente a prendere in considerazione le sue preoccupazioni sull’allargamento dell’alleanza.
Ed evoca possibili missioni militari all’estero, ad esempio della marina, se gli Stati Uniti aumenteranno la pressione (si fanno i nomi di Venezuela e Cuba).
Insomma, all’indomani del vertice Nato-Russia le nubi all’orizzonte, più che diradarsi, si addensano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il monito dell’Osce – che a Vienna si è riunito per inaugurare la presidenza polacca – risulta dunque davvero cupo: “Ci troviamo davanti al più grande rischio di guerra in Europa degli ultimi 30 anni”. Nata nel pieno della guerra fredda per ridurre le tensioni tra est ed ovest, l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa avrebbe dovuto accogliere il terzo round di negoziati tra Russia e Paesi occidentali, allargando così il “cerchio del dialogo”, secondo la formula usata da Washington per descrivere la sua strategia di ‘engagement’ con Mosca – tra le 57 nazioni dell’Osce ci sono d’altra parte molti partner vicini alla Russia. Ma il Cremlino ha tagliato corto, definendo i colloqui “infruttuosi”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il vice ministro degli Esteri Serghei Ryabkov, che a Ginevra aveva capeggiato la delegazione negli incontri con gli Usa, non considera a questo punto utile “proseguire con i negoziati”, dato che l’Occidente non ha intenzione di discutere le richieste russe sulle “garanzie di sicurezza” presentate a dicembre. Mosca allora minaccia la scelta di “diversi mezzi e metodi” per proteggere i propri interessi, adottando un linguaggio molto più fosco di quello scelto negli scorsi giorni. Certo, a pesare – e molto – c’è anche la comparsa del disegno di legge del Senato americano sul “rafforzamento della sovranità ucraina” che, tra le altre cose, immagina possibili sanzioni anche contro il presidente Vladimir Putin in persona. “Questo equivarrebbe all’interruzione della relazioni fra i nostri Paesi”, ha tuonato il portavoce dello zar Dmitry Peskov. La duplice strategia degli Usa, bastone e carota, dialogo e sanzioni, non piace per nulla alla Russia. Anche perché le aperture di ieri della Nato, notano diverse fonti moscovite, si concentrano tutte su “dossier minori” lasciando immutato lo zoccolo duro del contendere. Così i toni cambiano. I funzionari russi parlano apertamente “di piani d’azione militari” consegnati a Putin per fronteggiare “un deterioramento della situazione in Ucraina”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lo stesso Ryabkov non ha “escluso” né “confermato” la possibilità di ingaggiare le forze armate russe, con quel riferimento a eventuali missioni della marina a Cuba che riporterebbero davvero le lancette dell’orologio indietro nel tempo di esattamente 60 anni. La sensazione, allora, è che il balletto non possa continuare per sempre (Mosca chiede agli Usa “risposte scritte” entro una settimana). A Brest, dove si è tenuto l’informale Difesa dei 27 paesi Ue, seguito da quello degli Esteri, il caso russo è finito al centro dell’attenzione. “E’ stata un’occasione per uno scambio di vedute sul tema della sicurezza in Europa e come Europa siamo pronti ad assumerci le nostre responsabilità e imporre alti costi alla Russia se invaderà l’Ucraina”, ha detto la ministra della Difesa francese Florence Parly, sottolineando che la “bussola strategica” è la vera priorità del semestre di presidenza transalpino. “Abbiamo bisogno di un’Ue che sia capace di parlare a una sola voce, difendere i propri interessi e i propri cittadini nel mondo e che sia libera dagli appetiti degli altri Paesi”, ha chiosato. L’Alto rappresentante per gli affari esteri Ue, Josep Borrell, ha quindi ricordato il “perfetto coordinamento” tra Europa e Stati Uniti per quanto riguarda i negoziati con Mosca stroncando una volta di più i malumori per una presunta assenza dell’Unione dai tavoli che contano. Resta il fatto che gli “alti costi” per le eventuali scelte azzardate di Mosca restano confinate alle sfera “politico-economica”. Banalmente: se Putin muove i tank, gli ucraini se la dovranno vedere da soli.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Siria: ergastolo in Germania a ex torturatore per Assad
Raslan condannato da corte Coblenza per crimini contro umanità
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
COBLENZA
13 gennaio 2022
11:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Anwar Raslan, ex colonnello dei servizi di intelligence siriani con un ruolo di primo piano nella repressione del dissenso politico sotto Bashar al-Assad, accusato della morte di molti prigionieri e di migliaia di casi di tortura, è stato condannato all’ergastolo in Germania per crimini contro l’umanità.
La Suprema corte regionale di Coblenza si è espressa alla fine di un processo durato quasi due anni, da più parti definito “politico” e che si basa sul principio, applicato dalla giustizia tedesca, della giurisdizione universale.
Raslan, 58 anni, è stato arrestato a Berlino nel 2019 ed era come “rifugiato politico”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mosca, sanzioni Usa a Putin paragonabili a rottura relazioni
‘Misura oltre ogni limite’, se attuata
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
13 gennaio 2022
11:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’eventuale introduzione di sanzioni Usa contro il presidente russo Vladimir Putin sarebbe “una misura oltre ogni limite, paragonabile alla rottura delle relazioni”: lo ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ripreso dalla Tass.
“Introdurre sanzioni contro un capo di Stato e contro il leader della Russia, lo ripeto un’altra volta, è una misura oltre ogni limite, paragonabile alla rottura delle relazioni”: ha detto Peskov secondo la Tass.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Siria: ergastolo in Germania a ex torturatore per Assad
Raslan condannato da corte Coblenza per crimini contro umanità
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
COBLENZA
13 gennaio 2022
11:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Anwar Raslan, ex colonnello dei servizi di intelligence siriani con un ruolo di primo piano nella repressione del dissenso politico sotto Bashar al-Assad, accusato della morte di molti prigionieri e di migliaia di casi di tortura, è stato condannato all’ergastolo in Germania per crimini contro l’umanità.
La Suprema corte regionale di Coblenza si è espressa alla fine di un processo durato quasi due anni, da più parti definito “politico” e che si basa sul principio, applicato dalla giustizia tedesca, della giurisdizione universale.
Raslan, 58 anni, è stato arrestato a Berlino nel 2019 ed era come “rifugiato politico”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il processo concluso oggi e cominciato ad aprile del 2020 a Coblenza si è svolto nel corso di 108 udienze e ha previsto l’ascolto di oltre 80 testimoni, numerose vittime di tortura e parti civili di organizzazioni non governative.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Secondo la corte di Coblenza il condannato Anwar Raslan si è macchiato di crimini tra il 2011 e il 2012 durante lo svolgimento del suo incarico presso il famigerato dipartimento 251 di Damasco, una prigione dei servizi segreti siriani nota per l’efferatezza dei suoi trattamenti. Il 58enne è ritenuto responsabile della tortura di almeno 4000 persone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Russia, 21.155 nuovi casi in 24 ore ‘Picco dal 28/12’
Numero più alto di casi accertati in un giorno dal 28 dicembre
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
13 gennaio 2022
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Russia nel corso dell’ultima giornata sono stati registrati 21.155 nuovi casi di Covid-19, il numero più alto di casi accertati in un giorno dallo scorso 28 dicembre: lo riporta Novaya Gazeta citando i dati del centro operativo nazionale anticoronavirus.
Secondo il centro, in Russia nel corso dell’ultima giornata 740 persone sono morte a causa della malattia.

Nella giornata precedente, stando ai dati pubblicati ieri mattina, in Russia erano stati registrati 17.946 nuovi casi di Covid-19 e 745 decessi provocati dalla malattia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia, domani allentate restrizioni di viaggio con Gb
Introdotte il mese scorso a causa del Covid
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
13 gennaio 2022
12:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Da domani la Francia allenterà le restrizioni di viaggio introdotte il mese scorso nei confronti dei viaggiatori dalla Gran Bretagna a causa della pandemia di Covid-19, consentendo l’ingresso a chiunque sia in possesso di un test negativo.
Lo fa sapere l’ufficio del primo ministro.

Il 16 dicembre scorso il governo francese aveva annunciato il divieto per i viaggi non essenziali da e per la Gran Bretagna, quando “l’epidemia si stava diffondendo a un ritmo spettacolare nel Regno Unito”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kazakhstan: Mosca,Putin-Tokayev discutono ritiro truppe Csto
In una conversazione telefonica
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
13 gennaio 2022
12:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Cremlino afferma che nel corso di una conversazione telefonica il presidente russo Vladimir Putin e il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev hanno discusso dell’inizio del ritiro delle truppe dell’alleanza Csto dal Kazakhstan: lo riferisce la Tass citando il servizio stampa del Cremlino.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: quasi 50 mila nuove infezioni in Israele
In aumento anche i malati gravi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
13 gennaio 2022
12:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nelle ultime 24 ore Israele ha registrato quasi 50 mila (48.095) nuove infezioni da Covid, spinte dalla variante Omicron.
Lo testimoniano i dati diffusi dal ministero della Sanità secondo cui il tasso di morbilità è arrivato all’11.97% rispetto a 401.747 test tra molecolari e antigenici.
In crescita i malati gravi, giunti a 283.
Secondo i media, tuttavia, il numero dei malati gravi e delle morti durante Omicron resta molto più basso di quelli registrati nelle altre ondate.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Mosca, inutili altri colloqui con Occidente a breve
Peskov, ‘negoziati infruttuosi e ipotesi sanzioni Usa negativa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
13:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Russia non vede “alcun motivo per nuovi colloqui di sicurezza con l’Occidente” a causa della mancanza di progressi dei negoziati in corso sull’Ucraina: lo ha detto il viceministro degli Esteri Sergei Ryabkov, tra i più alti incaricati dei colloqui in un’intervista al canale in lingua russa RTVI.
“Non vedo ragioni per sedersi nei prossimi giorni, per riunirsi di nuovo e avviare le stesse discussioni”, ha detto.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha definito – riporta la Tass – i colloqui “infruttuosi” dando una valutazione “estremamente negativa” delle ipotesi di sanzioni Usa che pesano ulteriormente sui negoziati.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

COVID: MAPPA ECDC, TUTTA ITALIA IN ROSSO SCURO
Tutta Europa in rosso o rosso scuro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 gennaio 2022
13:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia diventa tutta rossa scuro, il colore del massimo rischio epidemiologico per il Covid-19: è l’indicazione della mappa aggiornata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc).

Passa dunque in rosso scuro anche la Sardegna ancora in rosso la scorsa settimana.
Per l’agenzia Ue, poi, è in rosso scuro tutta l’Europa Occidentale e Meridionale, con Scandinavia, Stati Baltici e gran parte dell’Europa Centro-Orientale. In rosso solo la Romania, parte dell’Ungheria e vasta parte della Polonia. Non c’è nessun Paese indicato con un rischio minore (giallo o verde).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Epstein: legali Giuffrè, non vuole accordo in denaro con Andrea
Parla alla Bbc il legale della 38enne che accusa il principe
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
13 gennaio 2022
13:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È improbabile che Virginia Giuffre accetti un “accordo puramente finanziario” per porre fine alla sua causa civile per aggressione sessuale da lei intentata negli Usa contro il principe Andrea.
Lo ha detto in una intervista alla Bbc David Boies, legale della 38enne che accusa il duca di York di averla sessualmente abusata tre volte nel 2001, quando a 17 anni gli fu presentata dal defunto finanziere Jeffrey Esptein e dalla sua fidanzata Ghislaine Maxwell.

Una delle opzioni di Andrea per evitare l’incombente processo sarebbe quella di tentare la carta dell’accordo extragiudiziale.
Ma Boies ha precisato: “Penso che sia molto importante per Virginia Giuffre che la questione venga risolta in un modo che dia ragione a lei e alle altre vittime”. Al momento, secondo l’avvocato, non c’è stata nessuna discussione riguardante un possibile accordo finanziario tra le parti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen, nucleare e gas necessari per transizione
Intervista a Die Zeit: ‘Rinnovabili in cima a tassonomia Ue’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
13 gennaio 2022
13:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ue deve valutare “quali sono i ponti necessari per creare la transizione ad un mondo con il 100% di rinnovabili” e di gas e nucleare “ne avremo bisogno fino a che non ci saranno sufficienti energie rinnovabili come l’energia a idrogeno”.
Lo dice la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, parlando a Die Zeit.

“La tassonomia è un aiuto per gli investitori privati” e “le energie rinnovabili sono in cima alla lista, questo è un enorme successo”, sottolinea von der Leyen, evidenziando come sia “decisivo che si esca velocemente dal carbone sporco che in Germania contribuisce ancora alla produzione del 30% di elettricità”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue vieta fusione cantieri navali sudcoreani Daewoo-Hyunday
Rischio abuso di posizione dominante sul mercato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 gennaio 2022
13:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea ha vietato la fusione tra i due più importanti costruttori di navi sudcoreane, Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering e Hyundai Heavy Industries Holdings.
L’operazione, dal valore di circa 2 miliardi di dollari, avrebbe creato una posizione dominante da parte della nuova società risultante e ridotto la concorrenza nel mercato mondiale della costruzione di grandi navi di gas naturale liquefatto (gnl).
Le parti non hanno offerto formalmente rimedi per rispondere alle preoccupazioni di Bruxelles.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele: media, Netanyahu cerca di patteggiare nel processo
Incontri segreti con Procuratore generale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
13 gennaio 2022
13:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex premier Benyamin Netanyahu sta tentando di patteggiare nel processo in corso a suo carico a Gerusalemme per corruzione, frode e abuso di potere.
Per questo – secondo quanto riporta il quotidiano Maariv – ha avuto incontri riservati con il Procuratore generale Avichai Mandelblit e con altri alti funzionari della procura.
Secondo lo stesso giornale, le parti hanno tenuto “segreti” gli incontri con l’obiettivo di arrivare all’accordo prima che questo sia bruciato da indiscrezioni.
Soprattutto – ha scritto sul giornale Ben Caspit – Netanyahu che ha sempre rivendicato, specie con i suoi sostenitori, che “non ci sarà nulla perchè non c’è nulla” e di volersi battere per dimostrare la propria innocenza in tribunale. Al momento, tuttavia le parti sembrano essere distanti: in particolare per l’insistenza dell’ex premier a non avere nel patteggiamento condanne morali che gli impedirebbero di continuare la vita politica.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Erdogan, ‘la Turchia ha salvato l’Ue dalla crisi migratoria’
‘Bruxelles sostenga Ankara in maniera più decisa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
13 gennaio 2022
13:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Senza l’azione della Turchia oggi Europa e Siria vivrebbero una situazione totalmente diversa e la crisi migratoria sarebbe molto più profonda, ci sarebbe più terrorismo e instabilità”.
Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante un incontro con gli ambasciatori in Turchia dei Paesi dell’Unione europea (Ue) ad Ankara.

“Nonostante i suoi sforzi per la crisi migratoria, la Turchia non è riuscita a ottenere un adeguato sostegno da parte dell’Ue” ha dichiarato il presidente turco chiedendo un aggiornamento dell’accordo del 2016 per cui Bruxelles stanzia fondi a favore di Ankara per sostenere la gestione dei rifugiati che si trovano in territorio turco – secondo i dati ufficiali almeno 3 milioni e 700 mila siriani – e in cambio della chiusura dei confini per i migranti che dalla Turchia tentano di raggiungere illegalmente l’Ue.
“Ci aspettiamo che l’Europa condivida con noi egualmente il peso di questa situazione” ha affermato Erdogan citando un mancato sostegno da parte di Bruxelles in progetti per il ritorno in patria di rifugiati siriani che si trovano in Turchia. Il presidente turco ha anche chiesto “una voce più forte da parte dell’Ue” contro presunti respingimenti di migranti che tentano di raggiungere le isole greche vicine alla costa turca da parte di Atene che spesso vengono denunciati dalle autorità di Ankara.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Francia, positivo il ministro della Salute Véran
Lo riferiscono persone a lui vicine
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
13 gennaio 2022
14:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro francese della Salute, Olivier Véran, è risultato positivo al Covid-19: è quanto riferiscono persone vicine al ministro citate dalla France Presse.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Notre Dame di Cocciante festeggia 20 anni e riparte da Milano
‘Opera record che nessuno voleva’, nuovo tour con cast originale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
14:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’artista deve saper soffrire per la sua differenza, e saper lottare quando vuole affrontare qualcosa di diverso e inedito”.
Per Riccardo Cocciante il successo ventennale di Notre Dame De Paris, l’opera popolare moderna più famosa al mondo e spettacolo tra i più imponenti mai realizzati, è un’altra conferma che problemi come “l’esclusione e la diversità sono eterni”.
L’anniversario, presentato a Milano in una conferenza stampa che in realtà si è poi trasformata in uno show del cantante al piano, con alcuni protagonisti del kolossal, prevede la ripartenza del tour, con debutto al Teatro degli Arcimboldi, a Milano, il prossimo 3 marzo e date in tutt’Italia fino a fine anno.
Per l’occasione lo spettacolo avrà come protagonista l’intero cast originale del debutto, nel 2002, con il grande ritorno di Lola Ponce nei panni di Esmeralda. Insieme a lei, sul palco ci saranno Giò Di Tonno – Quasimodo, Vittorio Matteucci come l’arcidiacono Frollo. L’opera che nessuno voleva produrre (il GranTeatro di Roma venne costruito appositamente per volontà del produttore David Zard), come ha ricordato Cocciante, è diventata poi quella dei record. In due decadi di storia italiana dello show, sono state visitate 47 città per un totale di 159 appuntamenti e 1.346 repliche complessive. L’opera è stata tradotta e adattata in 9 lingue diverse e ha attraversato 20 Paesi con più di 5.400 spettacoli, richiamando 13 milioni di spettatori internazionali.
“Era il 2002 e ora siamo nel 2022 , speriamo che queste cifre portino fortuna anche per superare quello che abbiamo vissuto con la pandemia – ha detto Cocciante -. Tutti noi artisti dobbiamo cercare di ripartire, la cultura fa andare avanti, anche se tutto sembra più difficile, ma proprio per questo dobbiamo cercare di vivere anche meglio, di approfittarne per ricreare qualcosa di diverso”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: Talebani approvano primo bilancio senza aiuti
Portavoce, 450 mln euro per 3 mesi 2022, ‘tutte risorse nostre’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KABUL
13 gennaio 2022
14:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I Talebani, al governo in Afghanistan, hanno approvato il primo bilancio dello Stato che non includa aiuti esteri.
“Per la prima volta da due decenni, abbiamo fatto un bilancio che non dipende dagli aiuti internazionali.
Per noi è un grande successo”, fa sapere il portavoce del ministero delle Finanze di Kabul, Ahmad Wakli Haqmal.
Il budget, che copre solo i primi tre mesi del 2022, e ammonta all’equivalente di 450 milioni di euro è consacrato alle spese di funzionamento dell’apparato statale. “Tutto il denaro proviene da nostre ricorse”. Agli investimenti sono dedicati 4,7 miliardi di afghani (circa 39 milioni di dollari), allocati allo sviluppo di infrastrutture dei trasporti. “Non è molto, ma è tutto quello che possiamo fare per ora”, ha detto il portavoce.
Dal ritorno al potere dei Talebani, lo scorso agosto, i donatori internazionali hanno sospeso gli aiuti, che rappresentavano l’80% del bilancio dello Stato. I nuovi padroni dell’Afghanistan hanno stabilito l’inizio dell’anno finanziario il 21 marzo, secondo il calendario solare.
Il prossimo bilancio, in via di preparazione, sarà presentato dopo tale data.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Kazakhstan: Mosca, ‘prime truppe in volo verso Russia’
Sono partite dal Paese a bordo di aerei militari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
13 gennaio 2022
15:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le prime unità russe del contingente della dell’Organizzazione del Trattato di Sicurezza collettiva (Csto) dispiegato in Kazakhstan sono partite dal Paese a bordo di aerei militari e stanno facendo ritorno in Russia: lo riferisce il ministero della Difesa di Mosca, ripreso dalla Tass.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Spagna, raccomandata la quarta dose per i più fragili
Francia, positivo il ministro della Salute. Regno Unito, prosegue il calo dei contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
18:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità sanitarie spagnole hanno dato l’ok alla somministrazione di una quarta dose di vaccino anti-Covid a persone con alta fragilità, come i pazienti sottoposti a chemioterapia o radioterapia, quelli trapiantati o sotto terapia con farmaci immunosoppressori.
Lo si apprende da un comunicato del Ministero della Sanità.
La quarta dose potrà essere somministrata dopo almeno cinque mesi da quella precedente. In Spagna le autorità sanitarie hanno esteso a tutti gli over 18 la possibilità di vaccinarsi con una terza dose contro il Covid dopo aver completato un primo ciclo. Lo ha reso noto la ministra della Sanità, Carolina Darias. Finora la terza dose era accessibile solo agli over 40. La ministra ha inoltre spiegato che è stato ridotto da 6 mesi a 5 mesi l’intervallo che deve trascorrere dal completamento del primo ciclo. Le persone reduci dal Covid devono attendere almeno quattro settimane dalla diagnosi prima di poter ricevere la terza dose.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue un rassicurante trend in calo per i dati relativi al Covid nel Regno Unito: nell’ultimo giorno sono stati registrati 109.133 contagi con 335 morti, in diminuzione rispetto ai 129.000 casi e ai 398 decessi di ieri e in linea con la flessione segnalata su base settimanale. Inoltre rallentano i ricoveri in ospedale, mentre prosegue la campagna di vaccinazione: sono state somministrate più di 126 mila terze dosi e ‘booster’ nelle ultime 24 ore, portando il totale a oltre 36 milioni. Intanto il professor Tim Spector, a capo dello studio Zoe Covid, in base ai dati raccolti dal suo centro ha dichiarato che l’ondata scatenata dalla variante Omicron del coronavirus ha raggiunto il suo picco e ormai il Paese naviga verso l’uscita dal difficile periodo. Le sue dichiarazioni confermano quanto già affermato da altri eminenti scienziati del Regno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro francese della Salute, Olivier Véran, è risultato positivo al Covid-19: è quanto riferiscono persone vicine al ministro citate dalla France Presse. La notizia è stata confermata sui social network dallo stesso ministro. “Sono appena risultato positivo al Covid. Di conseguenza, mi metto in isolamento e continuo ad esercitare le mie funzioni a distanza”, ha scritto Véran in un messaggio pubblicato sul suo profilo Twitter.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Tunisia ha registrato l’11 gennaio scorso 6.323 nuovi casi di covid su 24.271 test effettuati, con un tasso di positività del 26,05%, e 8 decessi. Sono gli ultimi dati resi noti dal ministero della Salute di Tunisi che segnano un forte aumento di contagi nel Paese nordafricano, che ha deciso di instaurare un coprifuoco notturno e il divieto di assembramenti e manifestazioni per due settimane a partire da questa sera. Dall’inizio della pandemia sono in totale 756.155 i positivi registrati e 25.731 le vittime. Attualmente sono 462 i pazienti ricoverati in ospedali privati e pubblici, di cui 112 in terapia intensiva, e 17 in respirazione assistita. Sono invece oltre 6 milioni (su circa 12 mln di abitanti) i tunisini ad aver completato il ciclo vaccinale, circa un milione le terze dosi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Ucraina mercoledì sono stati registrati 10.046 nuovi casi di Covid-19 e 191 decessi provocati dalla malattia: lo riferisce il ministero della Salute ucraino, ripreso dall’agenzia Ukrinform. Stando ai dati ufficiali, dall’inizio dell’epidemia in Ucraina sono stati rilevati 3.727.034 casi di Covid-19 e 97.928 persone sono morte a causa della malattia. In Ucraina vivono circa 42 milioni di persone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Russia nel corso dell’ultima giornata sono stati registrati 21.155 nuovi casi di Covid-19, il numero più alto di casi accertati in un giorno dallo scorso 28 dicembre: lo riporta Novaya Gazeta citando i dati del centro operativo nazionale anticoronavirus. Secondo il centro, in Russia nel corso dell’ultima giornata 740 persone sono morte a causa della malattia. Nella giornata precedente, stando ai dati pubblicati ieri mattina, in Russia erano stati registrati 17.946 nuovi casi di Covid-19 e 745 decessi provocati dalla malattia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono 247 mila i nuovi positivi al Covid-19 registrati mercoledì in India, con un salto del 27 per cento in più rispetto ai dati del giorno precedente. I casi della variante Omicron sono 5.500. Sempre secondo il bollettino del ministero alla Salute, il tasso di positività giornaliero è del 13,11 per cento. Il governo informa inoltre che, allo stato attuale, anche se il virus si sta diffondendo con estrema rapidità, il numero delle ospedalizzazioni è ancora basso.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Slovenia resta altissima l’incidenza di positività al Covid, risultata anche oggi superiore al 50% dei test effettuati. Come hanno reso noto le autorità sanitarie a Lubiana, su 13.335 test effettuati nelle ultime 24 ore, 6.855 sono risultati positivi, pari al 51,4% del totale. I decessi da ieri sono stati sette. Ieri con oltre 7.400 casi si era registrato il record assoluti di contagi giornalieri da inizio pandemia. I pazienti ricoverati in ospedale sono attualmente 527, 153 dei quali in terapia intensiva. I casi attivi nel Paese – riferiscono i media regionali – sono 50.641. L’incidenza su 14 giorni per 100 mila abitanti è 2.401, mentre quella su sette giorni è cresciuta a 4.844. Con tale pesante situazione aumenta la pressione sul sistema ospedaliero del Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi in Ungheria c’è la possibilità per chiunque lo richieda di ricevere la quarta dose del vaccino contro il Covid. Lo ha annunciato il capo di gabinetto del premier Viktor Orban, Gergely Gulyás, secondo quanto riportato dal Guardian. Si tratta del primo Paese in Ue a partire con la campagna per la quarta dose per tutti. La Grecia e la Danimarca hanno dato il via libera solo per i vulnerabili. Fuori dall’Europa hanno già iniziato a somministrare la quarta dose soltanto Israele e Cile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: gradimento Biden a nuovi minimi, scende al 33%
Sondaggio, disapprovazione sul lavoro del presidente al 53%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 gennaio 2022
15:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il gradimento del presidente americano Joe Biden ha raggiunto nuovi minimi.
Un sondaggio della Quinnipiac University rivela che il suo tasso di approvazione è sceso al 33%, dal 36% di novembre, mentre il 53% disapprova il suo lavoro.
Rispetto alla precedente proiezione è peggiorato parecchio il gradimento tra gli elettori democratici: oggi la percentuale di approvazione tra di loro è del 75%, mentre due mesi fa era all’87%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sudan: alto ufficiale di polizia ucciso durante le proteste
Contro il golpe militare
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KHARTOUM
13 gennaio 2022
15:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un alto ufficiale di polizia sudanese è stato oggi ucciso durante le proteste di migliaia di persone a Khartoum contro il colpo di stato militare, ha detto l’ufficio dei media della polizia, riportando la prima vittima delle forze di sicurezza dopo il golpe dello scorso ottobre.

Ali Bareema Hamad “è caduto martire mentre svolgeva i suoi doveri e assicurava proteste” nella capitale, afferma la dichiarazione della polizia su Facebook.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ungheria, via libera alla quarta dose di vaccino per tutti
Primo Paese in Ue. In Grecia e Danimarca solo per i vulnerabili
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
15:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi in Ungheria c’è la possibilità per chiunque lo richieda di ricevere la quarta dose del vaccino contro il Covid.
Lo ha annunciato il capo di gabinetto del premier Viktor Orban, Gergely Gulyás, secondo quanto riportato dal Guardian.
Si tratta del primo Paese in Ue a partire con la campagna per la quarta dose per tutti. La Grecia e la Danimarca hanno dato il via libera solo per i vulnerabili.
Fuori dall’Europa hanno già iniziato a somministrare la quarta dose soltanto Israele e Cile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bachelet, ergastolo a torturatore Assad è passo storico
Nella ricerca della verità e della giustizia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
13 gennaio 2022
15:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La condanna all’ergastolo emessa da un tribunale tedesco nei confronti di un ex colonnello siriano per crimini contro l’umanità nel suo Paese dilaniato dalla guerra segna un “passo storico” verso la giustizia.
Lo ha affermato l’Alto commissario dell’Onu per i diritti umani Michelle Bachelet.

“Si tratta di un importante passo avanti nella ricerca della verità, della giustizia e del risarcimento per le gravi violazioni dei diritti umani perpetrate in Siria in oltre un decennio”, ha detto Bachelet in una nota.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: 50 mila dollari per arruolarsi nell’esercito
Ma bisogna restarci per almeno 6 anni. Carenza di reclute
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 gennaio 2022
15:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cercasi soldati qualificati.

L’esercito americano è alle prese con una carenza di reclute e per questo ha messo sul piatto un bonus da 50 mila dollari per chi sceglie la carriera militare.
Ad alcune condizioni però, tra cui quella di rimanere nelle Forze Armate per almeno sei anni.
E’ la prima volta che si offre un incentivo così alto. Finora era arrivato a 40 mila dollari. L’Esercito sta cercando di trovare persone per coprire circa 150 settori sia come servizio attivo sia come riserva selezionata. Serve personale soprattutto nei centri di addestramento.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina: Senato Usa prepara sanzioni contro Russia
In caso di invasione. Ma Gop vogliono colpire subito Nord Stream
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
16:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ duello al Senato tra due progetti di legge che prevedono sanzioni contro la Russia per la crisi ucraina.

Il primo, sponsorizzato dal senatore repubblicano Ted Cruz, mira ad introdurre subito sanzioni contro il gasdotto russo-tedesco Nord Stream 2.

Il secondo, promosso dal senatore dem Bob Menendez e appoggiato dalla Casa Bianca, prevede un ampio spettro di sanzioni – anche contro Vladimir Putin e il suo inner circle secondo il Wall Street Journal – ma solo nel caso in cui Mosca invada l’Ucraina.
L’amministrazione Biden sta premendo sui senatori dem incerti, per evitare che votino il provvedimento repubblicano, riducendo così la leva di pressione sul Cremlino e aumentando la tensione già alta.
Anche la legge targata dem prevede sanzioni contro il Nord Stream 2 (le stesse che erano stato sospese per non compromettere i rapporti con Berlino), oltre al blocco dei servizi di messaggistica finanziaria in Russia (come lo Swift) e al divieto di transazioni legate al debito sovrano russo. Il provvedimento autorizza anche altri 500 milioni di aiuti militari e il trasferimento immediato di armi ed equipaggiamento militare a Kiev, sempre in caso di aggressione russa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: balletto di cifre sull’adesione allo sciopero degli insegnanti
Per il governo il 38, 5% dei prof. Il 75% secondo il principale sindacato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
13 gennaio 2022
18:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Solito balletto di cifre tra governo e sindacati sull’adesione all’odierno sciopero degli insegnanti contro la confusione dovuta al moltiplicarsi dei protocolli sanitari anti-Covid voluti dal presidente Emmanuel Macron per contrastare il coronavirus nelle scuole.
Secondo i dati del governo, hanno aderito all’odierno sciopero il 38,5% degli insegnanti.
SNUipp, primo sindacato della scuola primaria annuncia invece un’adesione al 75%. Secondo il sindacato, una scuola elementare su due è rimasta chiusa. Alle medie e al liceo, si sono invece mobilitati nel quadro della protesta il 23,7% degli insegnanti, secondo il ministero, mentre Snes-FSU, primo sindacato delle scuole superiori, evoca un’adesione al 62%.
Il premier francese, Jean Castex, vede le organizzazioni sindacali che rappresentano il personale dell’Istruzione Pubblica in sciopero per protestare contro la confusione dovuta al moltiplicarsi dei protocolli sanitari anti-Covid voluti dal governo per contrastare il coronavirus nelle scuole. Castex ha “risposto positivamente alla richiesta di incontro che gli è stata rivolta dalle organizzazioni sindacali”; ha riferito il servizio stampa del primo ministro a Parigi. L’incontro si terrà al ministero dell’Istruzione, in presenza del ministro responsabile del settore, Jean-Michel Blanquer, oggetto di dure critiche in questi ultimi giorni. Il ministro della Salute, Olivier Véran, che è appena risultato positivo al Covid ed è dunque costretto all’isolamento, parteciperà in videoconferenza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Amazzonia, 12 ore con il papà sulle spalle per vaccinarlo
L’impresa del giovane indigeno Zoé fa giro del mondo sui social
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
14 gennaio 2022
12:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sei ore di cammino nella selva brasiliana con il papà sulle spalle, e altre sei per tornare nel proprio villaggio: è l’impresa attribuita a Tawy Zoé, un giovane indigeno, per permettere al proprio genitore di vaccinarsi con la prima dose contro il Covid, secondo quanto raccontato dal medico Erik Jennings.
Il quale sul proprio profilo Instagram ha pubblicato una foto di padre e figlio che sta facendo il giro del mondo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“È lo scatto più significativo del 2021”, ha scritto Jennings, che ha diffuso la foto di Tawi Zoé e del padre Wahu lo scorso 2 gennaio.
Secondo Bbc World, la zona in cui vivono i due è lo stato di Pará, nel nord del Brasile, in una zona di foresta considerata altamente protetta per il proprio valore ecologico. Jennings ha spiegato al quotidiano spagnolo El Mundo di essersi occupato della vaccinazione della popolazione dell’area. “È arrivato il 2022 e nessun caso di Covid-19 è stato registrato nella popolazione di Zoé”, ha aggiunto il medico su Instagram.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Torna ‘Scream’, fa paura, diverte e si prende in giro
In sala il quinto episodio dell’horror, il primo senza Craven
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
16:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Se sei fan di una saga, ne sai sempre troppo e così nulla ti fa mai davvero contento e non bastano certo ‘sequel’, ‘prequel’ e ‘reboot’.
È quello che accade con il quinto episodio di SCREAM – il primo senza Wes Craven a cui l’horror è dedicato – in cui si mescola un po’ di tutto, mettendo in campo nuovi e vecchi personaggi e coinvolgendo, in maniera del tutto originale, anche gli stessi Scream-addicted che a un certo punto analizzano il genere e non mancano di prendersi anche un po’ in giro.
Questo ennesimo episodio, dal 13 gennaio in sala in ben 325 copie distribuite da Eagle Pictures, ci porta venticinque anni dopo la prima serie di efferati e crudeli omicidi che avevano sconvolto la tranquilla cittadina di Woodsboro e dieci anni dopo il quarto film del franchise. Chiaramente questa volta l’assassino è nuovo di zecca, ma sempre con l’istituzionale maschera di Ghostface ispirata all’Urlo di Munch, serial killer mascherato che punta il suo enorme coltello da macellaio sul solito gruppo di adolescenti, un po’ cretini, alle prese con le loro mille giovanili pulsioni. E nel segno del vecchio come del nuovo, troviamo nel cast: Neve Campbell (nei panni di Sidney Prescott), Courteney Cox ( in quelli di Gale Weathers) e David Arquette (Dewey Riley) che tornano a interpretare i loro storici ruoli insieme a Melissa Barrera, Kyle Gallner, Mason Gooding, Mikey Madison, Dylan Minnette, Jenna Ortega, Jack Quaid, Marley Shelton, Jasmin Savoy Brown e Sonia Ammar.
Diretto da Matt Bettinelli-Olpin & Tyler Gillett e basato sui personaggi creati da Kevin Williamson, il film inizia con un breve e minaccioso invito di Ghostface in persona che, dopo aver ricordato che il serial killer potrebbe essere chiunque, invita a non rivelarlo, pena una coltellata. E proprio in questo spirito sembra che, durante la lavorazione di SCREAM, la stessa produzione non abbia saputo chi fosse davvero l’assassino: sono state appositamente utilizzate più versioni della sceneggiatura per evitare spoiler involontari da parte degli addetti ai lavori.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Obama con Biden, cambiare regole Senato per leggi a tutela voto
McConnell accusa il presidente , ‘divide il Paese’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
16:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Con un editoriale su Usa Today, il primo da quando ha lasciato la Casa Bianca, Barack Obama scende in campo per dichiarare il suo “pieno sostegno all’appello del presidente Joe Biden per modificare le regole del Senato (sul filibuster, ossia l’ostruzionismo, ndr) allo scopo di votare le leggi sui diritti elettorali pendenti”.

Il filibuster “non ha alcuna base nella Costituzione”, sostiene, sottolineando che storicamente e’ stato uno strumento usato in gran parte da senatori del sud per impedire il passaggio delle leggi sui diritti civili e mantenere le leggi Jim Crow, quelle che legalizzarono la segregazione razziale.

“Negli ultimi anni il filibuster è diventato un modo abituale per la minoranza al Senato per bloccare importanti progressi su questioni sostenute dalla maggioranza degli elettori. Ma non possiamo consentire che sia usato per bloccare gli sforzi per proteggere la nostra democrazia”, scrive.
Intanto il leader della minoranza repubblicana al Senato Mitch McConnell ha duramente attaccato Biden per il suo appello lanciato in Georgia per modificare il filibuster, accusandolo di dividere il Paese. “Abbiamo un presidente in carica che invoca la guerra civile, che grida al totalitarismo e definisce milioni di americani i suoi nemici interni?”, ha chiesto retoricamente.
Il presidente, ha aggiunto, ha “versato un tanica gigante di benzina sul fuoco”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Australia eguaglia record sua giornata più calda, 50,7 gradi
La morsa di caldo non dovrebbe attenuarsi nei prossimi giorni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
16:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia ha eguagliato la sua giornata più calda mai registrata dopo che una remota città costiera ha riportato una temperatura pari a 50,7 gradi centigradi.
Lo riporta la Bbc online precisando che la temperatura è stata registrata dal Bureau of Meteorology nella cittadina di Onslow, nell’Australia occidentale, eguagliando così il record stabilito nel 1962 nell’Australia meridionale.

La morsa di caldo non dovrebbe attenuarsi nei prossimi giorni.
Venerdì ci si aspetta che la colonnina di mercurio possa segnare un nuovo record. Solo un mese fa la stessa regione era stata colpita da grandi incendi boschivi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: Macron continua a guidare i sondaggi presidenziali
Le Pen e Pécresse gomito a gomito al secondo e terzo posto
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
13 gennaio 2022
17:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Emmanuel Macron continua a risultare al primo posto nelle intenzioni di voto per le elezioni presidenziali francesi, con il 25% delle preferenze al primo turno del 10 aprile, davanti alla candidata del Rassemblement National, Marine Le Pen (18%) e quella dei Républicains, Valérie Pécresse: è quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’istituto OpinionWay – Kéa Partners per Les Echos e Radio Classique.
Secondo lo studio, l’ex polemista e candidato di estrema destra, Eric Zemmour, è dato al quarto posto, con il 13% dei favori.
A sinistra, il candidato della France Insoumise, Jean-Luc Mélenchon, si ferma al 9%, davanti all’ecologista Yannick Jadot (7%) e alla socialista, Anne Hidalgo (4%).
Nel ballottaggio del 24 aprile, Macron verrebbe confermato per un secondo mandato all’Eliseo in entrambe le configurazioni, sia contro Marine Le Pen (56% contro 44%) sia contro Valérie Pécresse (54% contro 46%).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fauci: ‘Serve vaccino universale contro i coronavirus’
‘La dose booster riduce dell’80% il rischio ricoveri. Il Covid non possiamo eradicarlo ma controllarlo. Italia meglio degli Usa nella vaccinazione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
21:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo un urgente bisogno di vaccini universali contro i coronavirus”: lo ha detto l’immunologo Anthony Fauci, durante la lectio magistralis tenuta in collegamento video con la Sapienza di Roma in occasione della cerimonia di conferimento del Dottorato di ricerca honoris causa in Advances in infectious diseases, microbiology, legal medicine and public health sciences.
Citando un articolo che ha recentemente pubblicato sul New England Journal of Medicine, Fauci ha ricordato che servono vaccini universali contro i coronavirus perché in futuro “vedremo certamente nuove varianti, non solo con SarsCoV2, ma magari con altri coronavirus”.
Al momento per l’immunologoi, consigliere per la pandemia del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, ‘il booster con gli attuali vaccini anti-Covid offre una buona protezione contro Omicron, per cui al momento non servono nuovi vaccini specifici per questa variante’. Citando i dati del Sud Africa, Fauci ha mostrato che con l’arrivo di Omicron l’efficacia dei vaccini contro l’infezione è scesa dall’80% al 33%, mentre la protezione contro il ricovero in ospedale è passata dal 93% al 70%.
“Per fortuna, però, sappiamo che con la dose booster gli anticorpi neutralizzanti contro Omicron aumentano di 38 volte, per cui è importante farla”, ha detto Fauci. Anche i dati della Gran Bretagna mostrano che la dose booster ha ridotto di oltre l’80% il rischio di ricovero
“E’ estremamente improbabile, se non impossibile, che riusciremo a eradicare il Covid”: “dobbiamo cercare di controllarlo a un livello così basso che non fermi la nostra società, come l’influenza e le altre malattie respiratorie con cui conviviamo oggi. Probabilmente stiamo andando in quella direzione, ma ora negli Stati Uniti con un milione di casi al giorno, 145mila ricoverati negli ospedali, non ci siamo ancora arrivati”. Lo ha detto l’immunologo Anthony Fauci sottolineando che “l’Italia ha fatto meglio degli Stati Uniti nel vaccinare le persone”, coprendo l’81% della popolazione con almeno una dose di vaccino, contro il 74% raggiunto negli Usa. Per questo “voglio congratularmi con gli italiani”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: a processo ex viceministro della Pubblica sicurezza
Sun Lijun accusato di tangenti e manipolazione mercati azionari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 gennaio 2022
17:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sun Lijun, ex potente viceministro del ministero della Pubblica sicurezza, va a processo con le accuse di aver accettato tangenti e manipolato i mercati azionari, e per il possesso illegale di armi.

Dopo la designazione della Procura Suprema del Popolo (Spp), la Procura del Popolo di Changchun, provincia di Jilin, ha esaminato il caso di Sun e lo ha depositato presso il tribunale del popolo intermedio della città.
Durante la fase di revisione, la Spp ha informato Sun dei suoi diritti procedurali secondo la legge, interrogandolo e ascoltando le opinioni dei suoi difensori.
Ora, quindi, Sun è accusato di aver approfittato dei suoi vari incarichi a Shanghai e presso il ministero della Pubblica sicurezza allo scopo di assicurare favori in cambio di “enormi tangenti”, oltre che per la manipolazione dei mercati azionari e la detenzione illegale di armi da fuoco.
Sun fu arrestato su disposizione della Procura suprema del popolo quasi alla vigilia del delicato passaggio Plenum (8-11 novembre) del Partito comunista dello scorso anno, che gettò le basi per il terzo e inedito mandato per il presidente Xi Jinping, con l’accusa di “aver accettato tangenti”. Sun, 52 anni, era apparso in tv proprio con Xi in visita a Wuhan il 10 marzo 2020, mentre era finito sotto indagine ad aprile dello stesso anno. Il 30 settembre scorso era stato espulso dal partito per “estrema ambizione politica”, per aver lavorato con altri “alla distruzione dell’unità e la sicurezza politica del partito” e per aver fondato fazioni per il controllo “di alcuni dipartimenti chiave”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan:appello Guterres a talebani,proteggere diritti donne
‘Nessun Paese può prosperare se nega diritti metà popolazione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 gennaio 2022
17:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha lanciato un appello alla leadership dei talebani in Afghanistan affinché “riconosca e protegga i diritti umani fondamentali delle donne e delle ragazze”.

“In tutto il paese sono scomparse dagli uffici e dalle aule, una generazione di ragazze sta vedendo le sue speranze e i suoi sogni infranti”, ha spiegato, sottolineando che “nessun Paese può prosperare mentre nega i diritti di metà della sua popolazione”.

Guterres ha ribadito che “le Nazioni Unite sono pronte a cooperare e sostenere le autorità afghane affinché ciò sia possibile con la massima urgenza”. E “andando avanti, è essenziale anche che venga compiuto ogni sforzo per costruire inclusive istituzioni governative in cui tutti gli afghani si sentano rappresentati, che promuovano la sicurezza e combattano il terrorismo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina, a processo l’ex viceministro della Pubblica sicurezza
Sun Lijun accusato di tangenti e manipolazione di mercati azionari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
13 gennaio 2022
17:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sun Lijun, ex potente viceministro del ministero della Pubblica sicurezza, va a processo con le accuse di aver accettato tangenti e manipolato i mercati azionari, e per il possesso illegale di armi.

Dopo la designazione della Procura Suprema del Popolo (Spp), la Procura del Popolo di Changchun, provincia di Jilin, ha esaminato il caso di Sun e lo ha depositato presso il tribunale del popolo intermedio della città.
Durante la fase di revisione, la Spp ha informato Sun dei suoi diritti procedurali secondo la legge, interrogandolo e ascoltando le opinioni dei suoi difensori.
Ora, quindi, Sun è accusato di aver approfittato dei suoi vari incarichi a Shanghai e presso il ministero della Pubblica sicurezza allo scopo di assicurare favori in cambio di “enormi tangenti”, oltre che per la manipolazione dei mercati azionari e la detenzione illegale di armi da fuoco.
Sun fu arrestato su disposizione della Procura suprema del popolo quasi alla vigilia del delicato passaggio Plenum (8-11 novembre) del Partito comunista dello scorso anno, che gettò le basi per il terzo e inedito mandato per il presidente Xi Jinping, con l’accusa di “aver accettato tangenti”. Sun, 52 anni, era apparso in tv proprio con Xi in visita a Wuhan il 10 marzo 2020, mentre era finito sotto indagine ad aprile dello stesso anno. Il 30 settembre scorso era stato espulso dal partito per “estrema ambizione politica”, per aver lavorato con altri “alla distruzione dell’unità e la sicurezza politica del partito” e per aver fondato fazioni per il controllo “di alcuni dipartimenti chiave”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scholz, sulla presenza ai giochi di Pechino si decide con Ue
Rutte, pandemia pone limiti su spostamenti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
13 gennaio 2022
17:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“È ancora in corso un coordinamento in Europa per la decisione sui giochi olimpici in Cina e la decisione non è ancora stata presa”.
Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Sholz, a Berlino, rispondendo a una domanda sulla linea tedesca sulla presenza all’evento sportivo.

Sulla questione l’olandese Mark Rutte ha aggiunto che anche la situazione del Covid “limita” gli spostamenti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli, un minuto di silenzio in avvio del vertice Ue
A Brest il ricordo di Di Maio, ‘David lascia un vuoto enorme’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BREST (FRANCIA)
13 gennaio 2022
17:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La scomparsa di David Sassoli lascia un vuoto enorme, era un grande italiano e un grande europeo”: queste le prime parole di Luigi Di Maio in apertura del vertice dei ministri degli Esteri Ue a Brest, nel nord-ovest della Francia, dove i rappresentanti delle diplomazie europee hanno osservato un minuto di silenzio, in piedi, in memoria del presidente del Parlamento europeo scomparso due giorni fa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Gb 109 mila contagi, prosegue trend in calo
Esperto, nel Paese è stato raggiunto il picco di ondata Omicron
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
13 gennaio 2022
18:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue un rassicurante trend in calo per i dati relativi al Covid in Gran Bretagna: nell’ultimo giorno sono stati registrati 109.133 contagi con 335 morti, in diminuzione rispetto ai 129.000 casi e ai 398 decessi di ieri e in linea con la flessione segnalata su base settimanale.
Inoltre rallentano i ricoveri in ospedale, mentre prosegue la campagna di vaccinazione: sono state somministrate più di 126 mila terze dosi e ‘booster’ nelle ultime 24 ore, portando il totale a oltre 36 milioni.

Intanto il professor Tim Spector, a capo dello studio Zoe Covid, in base ai dati raccolti dal suo centro ha dichiarato che l’ondata scatenata dalla variante Omicron del coronavirus ha raggiunto il suo picco e ormai il Paese naviga verso l’uscita dal difficile periodo. Le sue dichiarazioni confermano quanto già affermato da altri eminenti scienziati del Regno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Padrino compie 50 anni e si rifà il look
Restaurato capolavoro Paramount Pictures in sala dal 22 al 24/3
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
18:05
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono molto orgoglioso de Il Padrino, che ha certamente definito la prima parte della mia vita creativa” ha detto Francis Ford Coppola, regista del capolavoro prodotto dalla Paramount Pictures che celebra il 50/o anniversario del film-cult, amato per decenni da diverse generazioni fino ai giovani di oggi, con un restauro della pellicola.

Il magistrale adattamento cinematografico di Coppola del romanzo di Mario Puzo, che racconta, come tutti sanno, l’ascesa e la caduta della famiglia Corleone, è una trilogia cinematografica, considerata come una delle più grandi della storia del cinema.
In preparazione del 50/o anniversario dell’uscita originale del primo film, il 24 marzo 1972, la Paramount e la casa di produzione di Coppola, la American Zoetrope, hanno intrapreso un restauro scrupoloso di tutti e tre i film. Un restauro durato tre anni. Ogni sforzo è stato fatto per creare la migliore presentazione possibile per il pubblico di oggi, che può guardare i film usando una tecnologia che è progredita enormemente dal 2007, quando l’ultimo restauro è stato completato dall’eminente storico del cinema e conservatore Robert Harris. Usando quel lavoro come modello, il team ha speso migliaia di ore per assicurarsi che ogni fotogramma rimanesse fedele all’aspetto originale dei film. “Ci siamo sentiti privilegiati nel restaurare questi film e un po’ in soggezione ogni giorno che abbiamo lavorato” ha detto Andrea Kalas, vicepresidente senior della Paramount Archives.
E ora alcuni dettagli del restauro. Oltre 300 cartoni di pellicola sono stati esaminati per trovare la migliore risoluzione per ogni fotogramma dei tre i film. Più di 4.000 ore sono state spese per riparare macchie di pellicola, strappi e altre danni nei negativi. Oltre 1.000 ore sono state spese per una rigorosa correzione del colore per assicurare che gli strumenti ad alta gamma dinamica fossero rispettosi della visione originale di Coppola e del direttore della fotografia Gordon Willis. Oltre all’audio 5.1 approvato da Walter Murch nel 2007, le tracce mono originali de Il padrino e Il padrino: Parte II sono state restaurate. Tutto il lavoro è stato supervisionato da Coppola.   CINEMA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

I Maneskin annunciano la loro partecipazione al Coachella
Il festival in programma il 17 e 24 aprile in California
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
18:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I Maneskin saranno al Coachella festival in California, che si terrà il 17 e il 24 aprile.
La band farà parte della line up di uno dei festival più iconici del mondo insieme ad artisti come Harry Styles, Billie Eilish, Ye, Swedish House Mafia.
La band porterà live le sonorità dell’album “Teatro d’Ira – Vol. I” (certificato disco di platino e con oltre un miliardo di ascolti su Spotify) nel corso dell’estate 2022, con un tour che li vedrà protagonisti dei più importanti festival del mondo – oltre al Coachella -, come il Rock in Rio, il Rock Am Ring, il Reading & Leeds Festival e il Lollapalooza. Con 6 dischi di diamante, 133 platino e 34 oro a livello globale e quasi 4 miliardi di streaming su tutte le piattaforme digitali, Victoria, Damiano, Thomas e Ethan sono gli italiani più ascoltati al mondo su Spotify nel 2021, anno che li ha visti protagonisti di numerosi successi, dal primo posto al 71° Festival di Sanremo e all’Eurovision Song Contest con il brano “Zitti e buoni” (cinque dischi di platino, contenuto nell’album “Teatro d’Ira – Vol. I”) fino al premio “Best Rock” agli MTV EMAs, la prima vittoria di un artista italiano in una categoria internazionale, la doppia nomination ai BRIT Awards come “International Group” e “International Song” e l’inclusione di “I wanna be your slave” (triplo disco di platino) nella “Top 10 Tracks of 2021” secondo BBC. I Måneskin sono reduci dall’eccezionale esperienza negli Stati Uniti, con due speciali live a New York e Los Angeles e la presenza come special guest al concerto dei Rolling Stones a Las Vegas. Sono stati ospiti del Tonight Show con Jimmy Fallon e del popolare talk-show The Ellen DeGeneres Show e vantano una candidatura agli American Music Awards 2021 – in cui si sono esibiti con una straordinaria performance – come “Favorite Trending Song” con “Beggin'”. Sono inoltre stati nominati da Billboard come Best New Artist dell’anno e hanno ricevuto il prestigioso invito da parte dell’Academy al museo dei Grammy per leggere alcune delle nomination della 64/a edizione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Camera Usa vota la legge per la difesa del diritto di voto
Ora il testo va al Senato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
18:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Camera del Congresso americano, a maggioranza democratica, ha dato il via libera a una legge per la a difesa del diritto di voto che contiene le norme del Freedom to Vote Act e del John Lewis Voting Rights Advancement Act.

L’approvazione è avvenuta prima della visita del presidente Joe Biden a Capitol Hill.
Ora il testo andrà al Senato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio a ministeriale Ue, Sassoli grande italiano e europeo
‘La sua scomparsa lascia un vuoto enorme’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BREST (FRANCIA)
13 gennaio 2022
18:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La sua scomparsa lascia un vuoto enorme nella politica europea oltre che un grande italiano, David è stato un grande europeo.
Ne ricordiamo tutti la profonda umanità, la dirittura morale, la capacità di ascolto, il tratto signorile, lo slancio profondamente europeista e il grande lavoro al servizio delle istituzioni, prima come giornalista appassionato poi come uomo delle istituzioni”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ricordando David Sassoli in apertura del vertice di Brest.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa, la Camera approva la legge per la difesa del diritto di voto
Ora il provvedimento va al Senato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
18:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Camera del Congresso americano, a maggioranza democratica, ha dato il via libera a una legge per la a difesa del diritto di voto che contiene le norme del Freedom to Vote Act e del John Lewis Voting Rights Advancement Act. L’approvazione è avvenuta prima della visita del presidente Joe Biden a Capitol Hill.
Ora il testo andrà al Senato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid, al via in Spagna la quarta dose per i più fragili
Sarà raccomandata a pazienti con cancro o sottoposti a trapianto
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
13 gennaio 2022
18:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità sanitarie spagnole hanno dato l’ok alla somministrazione di una quarta dose di vaccino anti-Covid a persone con alta fragilità, come i pazienti sottoposti a chemioterapia o radioterapia, quelli trapiantati o sotto terapia con farmaci immunosoppressori.
Lo si apprende da un comunicato del ministero della Sanità.
La quarta dose potrà essere somministrata dopo almeno cinque mesi da quella precedente.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ue rinnova le sanzioni alla Russia fino a luglio
in vigore dal 2014 in risposta azioni destabilizzanti in Ucraina
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 gennaio 2022
18:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio Ue ha deciso oggi di prolungare di sei mesi, fino al 31 luglio 2022, le misure restrittive che riguardano attualmente alcuni settori economici della Federazione russa.
La decisione del Consiglio segue l’ultima valutazione dello stato di attuazione degli accordi di Minsk – inizialmente prevista per il 31 dicembre 2015 – al Consiglio europeo del 16 dicembre 2021.

Le sanzioni in vigore, introdotte per la prima volta il 31 luglio 2014 in risposta alle azioni destabilizzanti della Russia in Ucraina, limitano l’accesso ai mercati dei capitali primari e secondari dell’Ue per alcune banche e società russe e vietano forme di assistenza finanziaria e di intermediazione verso le istituzioni finanziarie russe.
Le sanzioni vietano anche l’importazione diretta o indiretta, l’esportazione o il trasferimento di tutto il materiale legato alla difesa e stabiliscono un divieto per i beni a doppio uso per uso militare o per gli utenti finali militari in Russia. Le sanzioni limitano ulteriormente l’accesso russo a certe tecnologie sensibili che possono essere utilizzate nel settore energetico russo, per esempio nella produzione e nell’esplorazione dei giacimenti petroliferi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il caso Epstein, via gli incarichi e i gradi militari al principe Andrea
“Rimessi nelle mani della regina” dopo la svolta sulla causa negli Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
13 gennaio 2022
18:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Niente più gradi od onori militari, perdita di ogni incarico di rappresentanza a nome della Royal Family, revoca del diritto a essere chiamato “Altezza Reale”: la regina e la corte britannica mettono in sostanza al bando il principe Andrea, terzogenito di Sua Maestà, in passato accreditato dell’etichetta di figlio prediletto di Elisabetta II, ma adesso travolto dal coinvolgimento nello scandalo del giro di giovani prede sessuali messe a suo tempo a disposizione di amici ricchi e potenti dal faccendiere americano Jeffery Epstein, morto in cella a New York nel 2019.
E di fatto lo congela, privandolo di ogni titolo residuo, come conseguenza della decisione della giustizia Usa di non archiviare la causa civile intentata nei suoi riguardi da Veronica Giuffre, una delle vittime di Epstein, che lo accusa di aver abusato di lei tre volte nel 2001 quando era ancora minorenne.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La decisione della sovrana è arrivata per mezzo di un secco, ma ormai tutt’altro che inatteso comunicato di Buckingham Palace. Poche righe in cui si assicura che il duca di York – 62 anni fra un mese e un passato punteggiato di passi falsi, dal matrimonio con la rossa Sarah Ferguson in avanti, a dispetto dell’immagine giovanile di coraggioso reduce di guerra – dovrà difendersi alla stregua di un comune cittadino nell’imbarazzante battaglia legale che lo vede coinvolto oltre Oceano. Battaglia destinata a costargli ancora molto in reputazione e soldi, malgrado le professioni d’innocenza, dopo la pronuncia con cui un giudice Usa ha rigettato ieri l’istanza dei suoi avvocati di un’archiviazione del caso. La rinuncia ai titoli è attribuita formalmente al principe in disgrazia, come fosse un gesto volontario. Essendo concordata nero su bianco con la madre appare tuttavia per quello che è: il frutto di un ordine sovrano della monarca, spinta secondo i media britannici ad adottare – seppure a scoppio ritardato – l’inevitabile linea dura per limitare i contraccolpi della vicenda sull’intera dinastia, nell’anno in cui la quasi 96enne Elisabetta celebra dinanzi ai sudditi e al mondo l’ennesimo record dei 70 anni sul trono col suo Giubileo di Platino. E d’intesa con l’erede alla corona Carlo, fratello maggiore e nemesi di Andrea, nonché con il primogenito di questi, William: futuri re inquieti entrambi per il buon nome della monarchia. Il provvedimento riguarda la revoca dai ruoli assegnati storicamente ad Andrea in rappresentanza di casa Windsor come patrono di associazioni caritative o culturali. Ma soprattutto dai vari comandi militari d’onore, a iniziare da quello di colonnello del prestigioso reparto delle Grenadier Guards, ereditato dal defunto padre Filippo e che peraltro diversi ufficiali a riposo gli avevano già chiesto pubblicamente di lasciare per non gettare discredito sul corpo: comandi ricoperti finora con orgoglio dal duca, anche nella veste di veterano delle forze armate decorato per la partecipazione in prima linea al conflitto delle Falkland/Malvinas vinto nel 1982 dal Regno Unito contro l’Argentina.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Con l’approvazione e l’accordo della Regina – si legge nella nota diffusa dal palazzo – le affiliazioni militari e i patronati Reali del Duca di York sono stati rimessi nelle mani” di Sua Maestà. “Il Duca – recita poi il testo in riferimento alla sospensione già in atto da mesi da qualunque attività ufficiale – continuerà a non svolgere impegni pubblici” durante tutta la durata della causa e “si difenderà in questo caso come privato cittadino”. Un ‘privato cittadino’ cui viene da oggi strappato pure l’appellativo – fortemente voluto a dispetto dello stigma di principe cadetto, a quanto si racconta, e sempre baldanzosamente esibito – di “Sua Altezza Reale”. E al quale toccherà sborsare di tasca sua le vertiginose spese legali americane (o magari i costi di un accordo extragiudiziale che gli avvocati della Giuffre tendono oggi a escludere se il duca non ammetterà le proprie supposte colpe, ma che stando ai giornali potrebbe essere alla fine trovato fra i 5 e i 10 milioni di dollari). Verosimilmente con la vendita dello chalet di lusso, amato dall’ex moglie Sarah e dalle figlie Beatrice ed Eugenia, che egli ha appena finito di pagare in Svizzera, visto che la regina e Carlo hanno fatto trapelare di non poterlo né volerlo coprire con le risorse dell’appannaggio reale. Intanto, una fonte vicina ad Andrea ribadisce in serata che il principe reprobo intende comunque “continuare a difendersi”. La fonte ammette che la “durezza” del verdetto del giudice americano Kaplan contro l’archiviazione non offre grande conforto, ma nota come in fondo “non sia una sentenza sul merito” di accuse che l’imputato Windsor insiste a respingere. Consapevole se non altro che il processo sarà “una maratona, non uno sprint”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele, il MeToo scuote il mondo ortodosso
Si toglie la vita uno scrittore accusato di abusi contro minorenni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
18:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
C’è aria di tempesta in questi giorni negli agglomerati urbani ortodossi di Israele.
I social sono in subbuglio e nelle strade – cosa del tutto insolita in una società caratterizzata da un tradizionalismo ad oltranza – pattugliano attivisti sociali, osservanti anch’essi.
Sui muri attaccano volantini intitolati ‘Noi vi crediamo’: un riferimento alle vittime di abusi sessuali da parte di membri della comunità, talvolta anche autorevoli.
Il caso più eclatante è quello del rinomato scrittore ortodosso Chaim Walder (52 anni), suicida il mese scorso dopo che Haaretz aveva pubblicato le testimonianze di tre donne che lo accusavano di essere stato anni prima un loro predatore sessuale, quando avevano tra i 13 e i 20 anni. Con i loro volantini gli attivisti puntano adesso il dito anche verso quanti nell’entourage di Walder gli hanno eretto attorno un muro protettivo, sia quando era in vita sia dopo la morte, screditando le accusatrici.
“Noi vi crediamo” replicano gli attivisti, che adesso sono impegnati a raccogliere una mole di testimonianze dolorose di quanti, in circostanze analoghe, affermano di aver sofferto per anni in silenzio perché l’argomento degli abusi sessuali era un tabù nella loro società conservatrice.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nella disperata lettera di addio, pubblicata dopo che si era tolto la vita sulla tomba del figlio, Walder si è proclamato innocente e ha scritto: “La pericolosa cancel culture è giunta anche qua dalla Grande Sorella America. Un fenomeno pericoloso, che distrugge carriere gloriose con un colpo di spugna. Sui social – ha polemizzato contro la versione casalinga di ‘MeToo’ – l’internauta è l’Accusatore autoproclamato, il Giudice, il Boia”. E le testimonianze raccolte nei suoi confronti da Haaretz prima, e dalla polizia dopo? ”Menzogne! Denigrazioni!” hanno tuonato al suo funerale autorevoli rabbini. Hanno anche ricordato che la Bibbia condanna senza appello i calunniatori. Sulla vicenda è poi calato un gelido muro di silenzio, ed i principali quotidiani ortodossi si sono astenuti dall’affrontarla.
Il dramma non era finito. Due giorni dopo una giovane ortodossa, Shifra Yocheved Horowitz, si è pure suicidata. Una scrittrice che la conosceva ha poi testimoniato che anche Shifra, da giovane, era stata oggetto di analoghi abusi sessuali. Si era disperata – ha aggiunto – alla vista delle esaltazioni rabbiniche della figura di Walder e per la censura nei mass media ortodossi circa le accuse specifiche mosse nei suoi confronti.
Di fronte ad un establishment religioso e politico ortodosso arroccato in difesa ad oltranza di un aspetto rispettabile della sua società sono insorti i singoli, feriti da episodi traumatici della loro giovinezza, che cercavano di far sentire la propria voce sui social. Si è così avuta una reazione a catena. I centralini telefonici di soccorso sono stati sommersi di chiamate, e la protesta sotterranea è emersa allo scoperto con volantinaggi aggressivi nelle vicinanze delle abitazioni di persone (uomini e donne) sospettati aver molestato minorenni.
Una leadership finora sicura del fatto suo viene adesso messa in questione da una base irrequieta. “Una protesta in vero stile MeToo – scrivono adesso i media laici israeliani – e nel luogo più inaspettato”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Olanda più contagi Covid ma si dimezzano ospedalizzazioni
Attesa per nuove disposizioni che il governo dovrebbe adottare
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 gennaio 2022
19:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Olanda i contagi da Covid continuano a crescere mentre scendono le ospedalizzazioni.

Secondo i dati resi noti oggi, negli ultimi sette giorni i contagi sono stati mediamente pari a 31.117 facendo registrare un aumento del 65% su base settimanale.
Le persone ricoverate in ospedale sono invece in calo. Rispetto al 14 dicembre scorso i pazienti ricoverati risultano essere la metà.
Domani scadranno le misure restrittive attualmente in vigore (chiusura di tutte le attività commerciali non essenziali) e il governo dovrebbe adottare nuove disposizioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Addio a Chiara Samugheo, la fotografa delle dive
Aveva 86 anni. Da Hollywood a Cinecittà ritrasse star del ‘900
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
13 gennaio 2022
19:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morta il 13 gennaio a Bari Chiara Samugheo, grande fotografa delle dive negli anni Sessanta e Settanta del Novecento, da Liz Taylor a Monica Vitti, da Shirley MacLane a Sophia Loren, Claudia Cardinale, Gina Lollobrigida.
Lo confermano fonti vicine alla famiglia.

Nata a Bari il 25 marzo 1935 (ma in molti sostengono che fosse del ’25: la sua data di nascita è stato uno dei segreti meglio conservati della sua vita), vero nome Chiara Paparella, era tornata nel capoluogo pugliese al termine di una intensissima vita professionale trascorsa tra Milano, Roma e Nizza, amica di giornalisti e intellettuali, da Enzo Biagi a Pierpaolo Pasolini, da Alberto Moravia a Giorgio Strehler. Fu il giornalista Pasquale Prunas, a lungo suo compagno di vita, a consigliarle di prendere un nome d’arte scegliendo per lei quello di un villaggio sardo.
L’approdo alla fotografia per il cinema dopo un primo periodo dedicato alla cronaca e a reportage sociali. Poi il successo che l’ha portata a firmare le copertine delle grandi riviste internazionali e ad affermarsi come la prima fotografa professionista italiana. Quello che la differenzia dai suoi colleghi è la capacità di creare con il suo soggetto un dialogo e una profonda intimità, facendoli trapelare dalle sue fotografie. Giocando sull’essenzialità delle linee, sui contrasti cromatici forti, su sontuose acconciature, ha rinnovato in modo eclatante il ritratto di studio, che diventerà un modello per la successiva fotografia di moda e cinema degli anni ’80. Buona parte del suo immenso archivio fotografico, che conta più di 165 mila scatti, è conservato al Centro Studi e archivio della comunicazione dell’università di Parma. L’ultima mostra, che volle dedicare a Raffaella Carrà, è stata allestita ad Avellino lo scorso autunno con la curatela di Gianluca Marziani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli: Macron, Michel e von der Leyen a Strasburgo lunedì
Commemorazione dalle ore 18, Enrico Letta farà elogio funebre
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
13 gennaio 2022
19:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La cerimonia di commemorazione alla Plenaria di Strasburgo si terrà lunedì dalle ore 18 alle 19:30 e sarà presieduta dalla presidente ad interim Roberta Metsola.

La cerimonia inizierà con la proiezione del breve video “David Maria Sassoli, Presidente del Parlamento europeo”.
L’ex primo ministro italiano ed ex deputato europeo, Enrico Letta, farà un elogio funebre, seguito da un intermezzo musicale della violoncellista Anne Gastinel. Successivamente, prenderanno la parola il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e il presidente francese Emmanuel Macron, anche a nome della presidenza di turno del Consiglio Ue, seguiti dai leader dei gruppi politici del Pe.
L’inno europeo “Inno alla gioia” di Ludwig van Beethoven, sarà suonato alla fine dell’evento.
Tra i leader italiani è prevista anche la presenza dell’europarlamentare e presidente di FI Silvio Berlusconi. Tra i capi di governo europei è invece probabile la presenza del premier lussemburghese Xavier Bettel e di quello greco, Kyriakos Mitsotakis.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: l’Fbi arresta capo ‘Oath Keepers’ per assalto a Capitol
Stewart Rhodes è accusato di cospirazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
19:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stewart Rhodes, il fondatore del gruppo di estrema destra americano Oath Keepers, è stato arrestato dall’Fbi nell’ambito delle indagini sull’assalto al Congresso del 6 gennaio 2020.
Lo riporta il New York Times.

L’accusa è di cospirazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele: nuovi disordini nel Negev per progetto forestazione
Centinaia di dimostranti beduini, 13 fermati da polizia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
13 gennaio 2022
20:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono proseguiti anche oggi – per il terzo giorno consecutivo – gli scontri nel sud di Israele tra centinaia di dimostranti beduini e la polizia a causa di un contestato progetto di forestazione di alcune località del posto.

Secondo la polizia, i manifestanti hanno bloccato la statale 31 vicino al villaggio di Sawe al-Atrash ed hanno lanciato pietre contro gli agenti.

Almeno 12 dei dimostranti, secondo i media, sarebbero stati feriti durante gli scontri con le forze dell’ordine e 13 quelli fermati dalla polizia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sanchez, la gestione del Covid come influenza non sarà immediata
Il premier spagnolo: si farà quando la scienza lo consentirà
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
13 gennaio 2022
20:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il passaggio a una gestione e sorveglianza dell’epidemia di Covid come quella di una “malattia endemica” non avverrà “da un giorno all’altro”, bensì verrà effettuato “quando sarà possibile dal punto di vista scientifico”, “con la massima cooperazione a livello europeo” e “con l’obbligo necessario dei governi di anticipare le fasi dell’emergenza sanitaria”: è quanto sostenuto dal premier spagnolo Pedro Sánchez, che a inizio settimana ha annunciato di voler promuovere questa linea di politica sanitaria e un dibattito a riguardo a livello europeo.
Il primo ministro spagnolo ha parlato a Madrid nel corso del forum Spain Investors Day.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brasile, il maltempo non dà tregua a Minas Gerais, 25 morti
Primo edificio storico di Ouro Preto distrutto da una frana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
13 gennaio 2022
20:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Brasile, è salito a 25 da ieri il numero delle vittime delle inondazioni che hanno colpito lo Stato sud-orientale di Minas Gerais, dove svariate migliaia di persone hanno già dovuto lasciare le loro case.

Nella città di Claro dos Pocoes, a nord, un uomo è morto oggi dopo essere stato travolto dalle acque mentre tentava di attraversare un ponte a cavallo.

A Ouro Preto, famosa per il suo patrimonio storico, una frana di terra e fango ha distrutto un edificio neocoloniale del 1800, il primo della città, per fortuna senza lasciare feriti.
Un’altra delle località più colpite è Brumadinho, dove, il 25 gennaio 2019, il crollo di una diga causò 270 morti.
Secondo l’ultimo rapporto della Protezione civile, Minas al momento registra 374 città in stato di emergenza e 30,5 mila sfollati. Ieri i numeri erano, rispettivamente, 341 e 29 mila.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Addio a Chiara Samugheo, la fotografa delle dive
Aveva 86 anni. Da Hollywood a Cinecittà ritrasse star del ‘900
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
09:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ morta il 13 gennaio a Bari Chiara Samugheo, grande fotografa delle dive negli anni Sessanta e Settanta del Novecento, da Liz Taylor a Monica Vitti, da Shirley MacLane a Sophia Loren, Claudia Cardinale, Gina Lollobrigida.
Lo confermano fonti vicine alla famiglia.

Nata a Bari il 25 marzo 1935 (ma in molti sostengono che fosse del ’25: la sua data di nascita è stato uno dei segreti meglio conservati della sua vita), vero nome Chiara Paparella, era tornata nel capoluogo pugliese al termine di una intensissima vita professionale trascorsa tra Milano, Roma e Nizza, amica di giornalisti e intellettuali, da Enzo Biagi a Pierpaolo Pasolini, da Alberto Moravia a Giorgio Strehler. Fu il giornalista Pasquale Prunas, a lungo suo compagno di vita, a consigliarle di prendere un nome d’arte scegliendo per lei quello di un villaggio sardo.
L’approdo alla fotografia per il cinema dopo un primo periodo dedicato alla cronaca e a reportage sociali. Poi il successo che l’ha portata a firmare le copertine delle grandi riviste internazionali e ad affermarsi come la prima fotografa professionista italiana. Quello che la differenzia dai suoi colleghi è la capacità di creare con il suo soggetto un dialogo e una profonda intimità, facendoli trapelare dalle sue fotografie. Giocando sull’essenzialità delle linee, sui contrasti cromatici forti, su sontuose acconciature, ha rinnovato in modo eclatante il ritratto di studio, che diventerà un modello per la successiva fotografia di moda e cinema degli anni ’80. Buona parte del suo immenso archivio fotografico, che conta più di 165 mila scatti, è conservato al Centro Studi e archivio della comunicazione dell’università di Parma. L’ultima mostra, che volle dedicare a Raffaella Carrà, è stata allestita ad Avellino lo scorso autunno con la curatela di Gianluca Marziani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa, l’Fbi arresta il capo di Oath Keepers per l’assalto a Capitol Hill
Stewart Rhodes è accusato di cospirazione con il suo gruppo di estrema destra
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
20:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Svolta nelle indagini sul sanguinoso assalto al Congresso americano del 6 gennaio 2020, costato la vita a cinque persone.
Stewart Rhodes, leader e fondatore delle milizie di estrema destra degli Oath Keepers, è stato arrestato dagli agenti dell’Fbi con l’accusa di eversione e di aver cospirato contro il Paese.
Sarebbe stato infatti una figura chiave nell’organizzazione della rivolta tesa rovesciare l’esito delle elezioni presidenziali, impedendo al Senato di certificare la vittoria di Joe Biden su Donald Trump. E’ la prima volta che gli inquirenti impegnati nella ricerca della verità sul 6 gennaio di un anno fa e il Dipartimento di giustizia muovono come capo di accusa quello dell’eversione, contestato anche ad altre dieci persone coinvolte nelle indagini. Rhodes – ex paracadutista dell’esercito americano, laureato a Yale ed ex collaboratore del deputato libertario Ron Paul – ha fondato gli Oath Keepers in Texas nel marzo del 2009, facendone il più importante gruppo paramilitare di estrema destra presente negli Stati Unti insieme all’organizzazione dei Proud Boys. Il giorno dell’attacco al Campidoglio, subito dopo il comizio di Trump, Rhodes era sicuramente a Capitol Hill, comunicando via telefono e chattando con alcuni membri e responsabili del suo gruppo introdottisi dentro i corridoi e le stanze del Congresso invasi da una folla di rivoltosi. Non ci sarebbero prove che anch’egli fosse dentro il palazzo, ma fu sicuramente lui a dare direttive e istruzioni agli uomini del suo gruppo. Nel mandato di cattura si legge come Rhodes e i suoi sono accusati non solo di essere entrati con la forza nel palazzo, usando tattiche militari e scagliandosi contro gli agenti della Capitol Police e della polizia di Washington che tentavano di arginare la folla, ma anche di aver organizzato una vera e propria “task force di reazione rapida” che stazionò al vicino Hotel Virginia di Washington, pronta a intervenire se necessario. I legali della difesa hanno sempre sostenuto come queste persone fossero state assunte per fungere da guardie del corpo a protezione dei vip amici e alleati di Donald Trump presenti alla giornata di protesta, come il controverso Roger Stone, da sempre stretto consigliere del tycoon, anch’egli all’Hotel Virginia in quelle ore. “I patrioti devono prendere la situazione nelle proprie mani”, scrisse Rhodes quel 6 gennaio in un post sulla piattaforma Signal subito dopo l’inizio dell’assedio al Capitol.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corte suprema Usa boccia obbligo vaccino in grandi aziende
Media, ok invece per certi operatori sanitari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
20:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corte Suprema ha bloccato l’obbligo di vaccino o di test anti Covid introdotto a livello nazionale dall’amministrazione Biden per le grandi aziende (con oltre 100 dipendenti) ma lo ha lasciato per certi operatori sanitari.
Lo riferiscono i media Usa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corte suprema Usa ha bloccato l’obbligo di vaccino o di test anti Covid introdotto a livello nazionale dall’amministrazione Biden per le grandi aziende (con oltre 100 dipendenti), ma lo ha lasciato per certi operatori sanitari.
Lo riferiscono i media americani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Assalto al Congresso, mandato di comparizione ai big del web
Commissione vuole sentire Facebook, Twitter, Reddit e Google
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
22:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La commissione del Congresso americano che indaga sull’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio 2020 ha spiccato un mandato di comparizione per i responsabili di tutti i principali big del web e dei social media, da Facebook a Twitter, da Reddit ad Alphabet, quest’ultima la holding che controlla Google e YouTube.
Big tech è accusata di non aver fornito le informazioni richieste già dallo scorso agosto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Biden ammette, non sono sicuro che le leggi su voto passino
Senatrice dem Sinema non appoggia cambio regole su ostruzionismo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
22:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden ha ammesso di non essere sicuro che le leggi a tutela dei diritti di voto siano approvate dal Congresso, dopo che la senatrice dem Krysten Sinema ha annunciato che non appoggerà la prova di forza per cambiare le regole dell’ ostruzionismo in Senato allo scopo di farle passare superando il boicottaggio dei repubblicani.

“Non sono sicuro”, ha detto, tornando dal Capitol, dove aveva incontrato i senatori dem proprio per convincerli a modificare le norme sul ‘filibustering’, che finora hanno consentito al Grand Old Party di bloccare la riforma elettorale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Assalto a Capitol Hill, mandato di comparizione per i big del web
La commissione Usa vuole sentire Facebook, Twitter, Reddit e Google
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
13 gennaio 2022
22:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Doppia svolta nelle indagini della commissione del Congresso americano che indaga sul sanguinoso assalto a Capitol Hill del 6 gennaio 2020, costato la vita a cinque persone.
Un mandato di comparizione è stato spiccato nei confronti di tutte le principali piattaforme social, da Facebok a Twitter, da Reddit a YouTube, controllata da Google a sua volta controllata dal gruppo Alphabet.
Intanto l’Fbi ha arrestato Stewart Rhodes, leader e fondatore delle milizie di estrema destra degli Oath Keepers, accusato di eversione e di aver cospirato contro il Paese. I vertici dei big del web sono accusati di non ave fornito tutte le informazioni richieste già dall’agosto scorso: “Due delle questioni chiave delle indagini – afferma la commissione di inchiesta del Congresso – sono come la diffusione sulla rete di disinformazione e di violento estremismo abbia contribuito all’attacco alla nostra democrazia e quali passi i social media hanno preso, se li hanno presi, per impedire che le proprie piattaforme siano terreno fertile per la radicalizzazione di tante persone spingendole alla violenza”. Violenza come quella perpetrata dagli Oath Keepers di Stewart Rhodes, finito in cella. Sarebbe stato infatti una figura chiave nell’organizzazione della rivolta tesa rovesciare l’esito delle elezioni presidenziali, impedendo al Senato di certificare la vittoria di Joe Biden su Donald Trump. Ed è la prima volta che gli inquirenti impegnati nella ricerca della verità sul 6 gennaio di un anno fa e il Dipartimento di giustizia muovono come capo di accusa quello dell’eversione, contestato anche ad altre dieci persone coinvolte nelle indagini. Rhodes – ex paracadutista dell’esercito americano, laureato a Yale ed ex collaboratore del deputato libertario Ron Paul – ha fondato gli Oath Keepers in Texas nel marzo del 2009, facendone il più importante gruppo paramilitare di estrema destra presente negli Stati Unti insieme all’organizzazione dei Proud Boys. Il giorno dell’attacco al Campidoglio, subito dopo il comizio di Trump, Rhodes era sicuramente a Capitol Hill, comunicando via telefono e chattando con alcuni membri e responsabili del suo gruppo introdottisi dentro i corridoi e le stanze del Congresso invasi da una folla di rivoltosi. Non ci sarebbero prove che anch’egli fosse dentro il palazzo, ma fu sicuramente lui a dare direttive e istruzioni agli uomini del suo gruppo. Nel mandato di cattura si legge come Rhodes e i suoi sono accusati non solo di essere entrati con la forza nel palazzo, usando tattiche militari e scagliandosi contro gli agenti della Capitol Police e della polizia di Washington che tentavano di arginare la folla, ma anche di aver organizzato una vera e propria “task force di reazione rapida” che stazionò al vicino Hotel Virginia di Washington, pronta a intervenire se necessario. I legali della difesa hanno sempre sostenuto come queste persone fossero state assunte per fungere da guardie del corpo a protezione dei vip amici e alleati di Donald Trump presenti alla giornata di protesta, come il controverso Roger Stone, da sempre stretto consigliere del tycoon, anch’egli all’Hotel Virginia in quelle ore. “I patrioti devono prendere la situazione nelle proprie mani”, scrisse Rhodes quel 6 gennaio in un post sulla piattaforma Signal subito dopo l’inizio dell’assedio al Capitol.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: ho sintomi e sono positivo al Covid
Lo comunica il ricercatore su Facebook
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 gennaio 2022
23:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi sono comparsi alcuni sintomi di Coronavirus e purtroppo è arrivata la conferma che sono positivo.
Chiunque mi abbia incontrato nei giorni scorsi è pregato di isolarsi”.
Lo scrive su Facebook Patrick Zaki, pubblicando anche una foto di un test antigenico al Covid.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Shanghai apre a -0,31%, Shenzhen a -0,51%
Avvio in territorio negativo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
02:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio negativo, in attesa della diffusione dei dati sulla bilancia commerciale di dicembre: l’indice Composite di Shanghai cede nelle prime battute lo 0,31%, a 3.544,07 punti, mentre quello di Shenzhen perde lo 0,51%, scivolando a quota 2.422,61.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong negativa, apre a -1,00%
L’indice Hang Seng scivola a 24.185,86 punti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
02:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta con una brusca correzione: l’indice Hang Seng cede nelle prime battute l’1,00%, scivolando a 24.185,86 punti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord a Usa, reazione più forte e decisa dopo sanzioni
‘Il test dei missili è un esercizio del diritto all’autodifesa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
03:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord dovrà adottare “una reazione più forte e decisa” contro gli Usa dopo che il Tesoro americano ha varato nuove sanzioni in risposta ai recenti lanci di missili fatti da Pyongyang.
In una dichiarazione diffusa dall’agenzia ufficiale Kcna, un portavoce del ministero degli Esteri ha affermato che il test missilistico di martedì, rivendicato come fatto con un nuovo modello ipersonico, è stato un “esercizio del diritto all’autodifesa”, avvertendo che “se gli Usa adottano una tale posizione conflittuale, la Corea del Nord sarà costretta a reagire in modo più forte e deciso”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: surplus commerciale 2021 vola a 676 mld, +29,9% export
Attivo record dicembre a 94,46 mld, import sotto attese a +19,5%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
04:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina chiude il 2021 con un boom del surplus commerciale salito a 676 miliardi di dollari grazie alle esportazioni in aumento del 29,9% con la solida domanda globale legata alla riapertura di molti Paesi dopo il superamento della parte più dura della crisi pandemica del Covid 19.
Le importazioni, in base ai dati diffusi dalle Dogane, sono cresciute del 30,1%.

Soltanto a dicembre, l’export è salito del 20,9% (poco più delle previsioni), mentre l’import del 19,5% (sotto le attese), generando un surplus di 94,46 miliardi, che il più ampio mai registrato su base mensile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’assassino di Bob Kennedy resta in carcere
Il governatore della California gli nega la libertà vigilata
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
14 gennaio 2022
07:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sirhan Sirhan, l’assassino di Robert Kennedy, resta in carcere.
Il governatore della California, Gavin Newsom, ha negato la concessione della libertà vigilata.
La decisione nonostante le raccomandazioni del California Parole Board e nonostante i due figli di Kennedy, Robert e Douglas, avessero espresso parere favorevole. Il resto della famiglia Kennedy resta contraria.
Sirhan, 77 anni, giordano di origine palestinese, è recluso da 53 anni. Bob Kennedy, fratello di Jfk, fu ucciso nel marzo del ’68 nella cucina dell’Hotel Ambassador di Los Angeles dopo un evento di campagna elettorale.
Birhan fu inizialmente condannato alla pena di morte, ma questa fu tramutata in ergastolo nel 1972, dopo che la Corte Suprema della California dichiarò incostituzionale la pena capitale. Il governatore Newsom non ha mai nascosto di essere un grande ammiratore della figura di Bob Kennedy, definendolo il suo “eroe politico”. “Dopo decenni di reclusione – ha scritto motivando la sua decisione – il detenuto ha fallito nell’affrontare le mancanze che lo hanno portato ad assassinare il senatore Kennedy. A signor Sirhan manca quel discernimento che potrebbe evitargli di compiere lo stesso tipo di azioni pericolose del passato”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Telegraph, party staff Johnson sera prima funerali Filippo
Il giorno dopo la regina in chiesa secondo norme anti Covid
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
07:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alcol e festeggiamenti la sera prima del funerale del principe Filippo si sarebbero tenuti a Downing Street, dove lo staff di Boris Johnson si sarebbe riunito, in pieno lockdown, per salutare James Slack, il capo della comunicazione del premier.
Era il 16 aprile 2021 e il giorno dopo tutto il mondo avrebbe visto le immagini della regina seduta da sola in chiesa, al funerale del marito, in osservanza delle norme anti-Covid.
Lo racconta in esclusiva il Telegraph citando nuovi report sul party-gate dopo le ammissioni del premier su un incontro nel giardino di Downing Street nel maggio del 2020 quando il Regno Unito era in lockdown.
Secondo il Telegraph consiglieri e funzionari pubblici si sarebbero riuniti dopo il lavoro in due occasioni, il 16 aprile dello scorso anno, per salutare Slack e anche per congedare uno dei fotografi personali del primo ministro. In entrambe le occasioni non sarebbe mancato l’alcol e testimoni avrebbero raccontato al Telegraph di gente che beveva e ballava fino a tarda notte. E di un membro dello staff che sarebbe stato mandato in un vicino supermercato con una valigia da riempire con bottiglie di vino. Sempre secondo il Telegraph un testimone avrebbe raccontato di aver visto un membro dello staff usare e rompere, in giardino, l’altalena del figlio di Johnson, Wilfred.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord: Seul, lanciato ‘proiettile non indentificato’
E’ il terzo lancio in 10 giorni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
07:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha lanciato “un proiettile ancora non meglio identificato” verso il mar del Giappone.
Lo affermano i militari di Seul.
E’ la terza iniziativa del genere da parte di Pyongyang dopo il test del 5 gennaio e quello di martedì, che ha portato gli Usa a sanzionare 6 nordcoreani legati ai programmi di sviluppo balistici dello Stato eremita. Martedì, in particolare, il Nord ha detto di aver lanciato con successo, sotto la supervisione del leader Kim Jong-un, un vettore ipersonico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: surplus commerciale 2021 vola a 676 mld,+29,9% export
Attivo record dicembre a 94,46 mld, import sotto attese a +19,5%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
08:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina chiude il 2021 con un boom del surplus commerciale salito a 676 miliardi di dollari grazie alle esportazioni in aumento del 29,9% con la solida domanda globale legata alla riapertura di molti Paesi dopo il superamento della parte più dura della crisi pandemica del Covid 19.
Le importazioni, in base ai dati diffusi dalle Dogane, sono cresciute del 30,1%.

Soltanto a dicembre, l’export è salito del 20,9% (poco più delle previsioni), mentre l’import del 19,5% (sotto le attese), generando un surplus di 94,46 miliardi, che il più ampio mai registrato su base mensile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Johnson si scusa con la regina per i party, ma ora trema
Nuova umiliazione per le feste prima delle esequie di Filippo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
19:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre la fanfara reale si preparava a suonare per le esequie del principe Filippo in un seminterrato di Downing Street, una trentina di membri dello staff di Boris Johnson, incluso il suo ex portavoce James Slack, ballavano spensierati e bevevano fino a tardi incuranti del lutto nazionale, della bandiera a mezz’asta che svettava sopra la residenza del primo ministro britannico e soprattutto delle restrizioni anti-Covid vigenti allora.
E’ l’ultimo capitolo del party-gate, ormai diventato saga di scandali e che è costato le ennesime scuse da parte del primo ministro, questa volta però rivolte alla regina Elisabetta che il 17 aprile scorso, il giorno dopo i bagordi dei funzionari al n.10, con la sua consueta compostezza piangeva da sola il marito scomparso rispettando le regole di distanziamento in vigore.
E’ probabile che il leader Tory porga le sue scuse di persona alla sovrana nel corso del loro prossimo incontro privato. Affronto ‘reale’ e ceneri cosparse sul capo dei personaggi coinvolti (come Slack) a parte, Johnson trema per la sua posizione sempre più difficile da tenere fra la raffica di nuove richieste di dimissioni dalle opposizioni e le trame interne al suo partito conservatore.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un suo portavoce ha comunicato ai media il mea culpa ufficiale nei confronti di Buckingham Palace. “È del tutto deplorevole che ciò sia avvenuto in un momento di lutto nazionale”, ha detto riferendosi ai ben due party di addio che si sono svolti il 16 aprile, quello del portavoce uscente del primo ministro, ora vicedirettore del Sun, e l’altro di un fotografo di Downing Street. Il portavoce ha poi in pratica ribadito quanto affermato dal premier alla Camera dei Comuni mercoledì, quando si è scusato per la serie di accuse per gli eventi al centro del party-gate e ha rimandato all’inchiesta indipendente avviata proprio per far luce su questi casi. Tutto questo non può che accrescere ulteriormente la pressione su Boris, che almeno non era presente a nessuno dei due nuovi eventi incriminati, mentre si allunga la lista dei deputati Tory che ne chiedono le dimissioni. Sono arrivati a cinque, dopo che anche Andrew Bridgen ha invocato un cambio di leader. Hanno inviato una lettera per la sfiducia di Johnson ma ne servono 54 (su un totale di 360 parlamentari) per avviare la sfida al vertice come prevede il regolamento del Comitato 1922, l’organismo interno al gruppo parlamentare Tory. Intanto il Consiglio dei ministri, almeno in apparenza, sembra ancora fare quadrato attorno al premier. Oggi la ministra degli Esteri, Liz Truss, percepita come una possibile candidata alla successione di BoJo, ha dichiarato di sostenerlo “al 100%”. L’altro potenziale sfidante, il Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak, continua invece a mantenere un profilo piuttosto basso. Molti dentro il partito aspettano come possibile resa dei conti l’inchiesta sul party-gate che di giorno in giorno si arricchisce di nuovi elementi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel pomeriggio si è fatta avanti anche Kate Josephs, l’ex responsabile della task force governativa anti-Covid, che si è scusata per un altro party di addio, in questo caso nella sede del Cabinet Office a Whitehall, quando ha lasciato il suo posto il 17 dicembre del 2020, in periodo di lockdown. Messo alle corde, Johnson però starebbe preparando una sorta di contrattacco su più fronti. Si parla infatti di un’epurazione interna di consiglieri e funzionari coinvolti nello scandalo, a partire da Martin Reynolds, il capo della segreteria personale del primo ministro, autore della email con cui si invitava un centinaio fra funzionari e collaboratori all’evento del 20 maggio 2020 nel giardino di Downing Street, con tanto di indicazione a portarsi l’alcol. Il premier punta poi a lasciarsi alle spalle l’incubo Covid, probabilmente eliminando già a fine mese le restrizioni previste dal piano B, come il green pass introdotto in Inghilterra un mese fa solo per gli ingressi alle discoteche e agli eventi di massa, e lanciando, grazie a dati su contagi, morti e ricoveri in diminuzione, la strategia per trattare il coronavirus non più come una pandemia ma come un’endemia con la quale convivere senza più misure troppo limitanti e condizioni di emergenza.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Djokovic resta detenuto al Park Hotel di Melbourne
Per il governo la sua presenza “potrebbe incoraggiare il sentimento contro i vaccini”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
13:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic è tornato nella struttura di detenzione del Park Hotel a Melbourne in attesa che il suo caso venga esaminato domenica mattina (sabato notte in Italia) dalla Corte federale australiana.
Lo riferisce la Cnn.
Il numero 1 del tennis è stato visto dentro un furgone bianco mentre arrivava all’hotel, utilizzato anche come struttura di detenzione per i rifugiati, dopo aver lasciato l’ufficio del suo avvocato sabato pomeriggio, ora australiana. Ieri mattina, il ministero dell’immigrazione australiano ha annullato per la seconda volta il visto di Djokovic, fermato a Melbourne dove si è recato per partecipare agli Australian Open previsti lunedì.
Secondo il governo australiano la presenza in Australia del numero uno del tennis mondiale, non vaccinato contro il Covid, “potrebbe incoraggiare il sentimento contro i vaccini”. Le autorità australiane hanno presentato per questo una memoria davanti alla giustizia, chiedendo l’espulsione del serbo dal Paese.
Il caso Djokovic sarà ascoltato a partire dalle 9:30 di domenica (le 23.30 in Italia) dall’intera Corte federale composta da tre giudici, un formato che lascia poco spazio per impugnare qualsiasi decisione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’Australian Open è molto più importante di qualunque giocatore”. Sono le parole di Rafa Nadal commentando la situazione di Novak Djokovic, ancora in stato di fermo in attesa che venga discusso il suo appello contro l’espulsione dall’Australia. “L’Australian Open sarà un grande Australian Open con o senza di lui”, ha concluso lo spagnolo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’ultimo saluto a Sassoli. L’omelia: ‘Portiamo nel cuore il tuo sorriso mite’
Le esequie solenni nella chiesa di Santa Maria degli Angeli con le più alte cariche dello Stato e i presidenti della Commissione e del Consiglio Ue von der Leyen e Michel
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
12:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ultimo saluto a David Sassoli, il presidente del Parlamento Ue morto nei giorni scorsi.
In mattinata si sono svolti i funerali di Stato nella chiesa di Santa Maria degli Angeli con le più alte cariche dello Stato e i presidenti della Commissione e del Consiglio Ue von der Leyen e Michel.
Ieri folla ininterrotta alla camera ardente allestita in Campidoglio.
Con una bandiera europea posata sopra, il feretro di David Sassoli è stato accompagnato da sei carabinieri in alta uniforme all’interno della basilica. A Sassoli sono stati tributati gli onori militari con tre squilli di tromba.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Tanti lo consideravano uno di noi per quell’aria empatica, un po’ per tutti era un compagno di classe, quello che tutti avremmo desiderato, che sicuramente ci avrebbe aiutato”. Così nella sua omelia al funerale di Stato di David Sassoli il cardinale e arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, amico sin dai tempi del liceo dello scomparso presidente del Parlamento europeo.
“Sceglievi parole pacate e calibrate, le scagliavi come un arciere nel nostro cuore, parole che hanno modellato il nostro Paese e l’Europa, parole che profumano di fraternità”. Lo ha detto padre Francesco Occhetta, gesuita e politologo, in apertura dei funerali di Stato dello scomparso presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Occhetta ha ricordato che Sassoli aveva “la forza per camminare se tare dalla parte del bene e dei deboli. Lo sapevi e lo dicevi, il miracolo dell’eucarestia è che più cresce condivisione e più diminuiscono pace e povertà – ha aggiunto -. Sempre spinto a fare un passo in più. Il popolo ti ha riconosciuto come un presidente mite e prossimo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Era un uomo di parte e anche un uomo di tutti, la sua parte era quella della persona: per lui la politica doveva essere per il bene comune. Ecco perché voleva un’Europa unita con i valori fondativi, e ha servito perché le istituzioni funzionassero. Non ideologie ma ideali, non calcoli ma una visione”. Lo ha detto nella sua omelia l’arcivescovo di Bologna, cardinale Matteo Zuppi, che ha citato l’ultimo messaggio di David Sassoli, prima di Natale, nell’omelia durante il funerale di Stato dello scomparso presidente del Parlamento europeo, suo amico dai tempi del liceo. “Abbiamo visto nuovi muri, i nostri confini in alcuni casi sono diventati confini tra morale e immorale, tra umanità e disumanità, muri eretti contro persone che chiedono riparo dal freddo dalla fame dalla guerra dalla povertà – aveva detto Sassoli in un messaggio di auguri sui social, pochi giorni prima dell’ultimo ricovero in ospedale -. Il periodo del Natale è il periodo della nascita della speranza e la speranza siamo noi quando non chiudiamo gli occhi davanti a chi ha bisogno, quando non alziamo muri ai nostri confini e quando combattiamo contro tutte le ingiustizie”.
“Hai sfondato muri di gomma con la tenacia della tua gentilezza, con l’ostentazione del rispetto che avevi per gli altri, con lo sfinimento del dialogo, la forza della prudenza e la dirompenza della tua mitezza. “A noi lasci una caparbia lezione di ottimismo”. Così gli ex colleghi del Tg1 hanno ricordato David Sassoli, in un messaggio letto durante il funerale di Stato dalla giornalista Elisa Anzaldo. Con voce rotta dalla commozione, Anzaldo ha rievocato quando “arrivava trafelato in studio” poco prima dell’inizio del Tg, il “maledettissimo vizio del fumo”, la sua ritrosia di fronte ai social network: “Lui diceva, ‘ma io sono qui, parliamoci’. Diceva che è social buttare giù un muro, perché dietro c’è un mondo. Che è social accogliere un migrante, perché dietro di lui c’è una comunità. Che La famiglia è più ricca e moderna di un gruppone Facebook”. “Un’ondata di affetto ci ha travolto al Tg1 – ha detto – e ci ha fatto ricordare tanti momenti: se a mensa se ti scappava poco poco l’inizio di una discussione politica non ti si fermava più, partivi da De Gasperi, per concludere che qualcosa comune bisognava farla. E l’hai fatta. Dicevi, il problema degli altri è il mio problema, L’indifferenza non è un’opzione, tutti gli insegnamenti di don Milani che avevi respirato a casa e raccontavi a noi”.
“Grazie papà, buona strada e, mi raccomando, giudizio”. Rievocando una raccomandazione paterna, Giulio Sassoli, accanto alla sorella Livia, ha concluso il suo messaggio durante il funerale di Stato del padre David, in cui ha ricordato “la sua spontaneità e i modi di fare sempre autentici, in ogni contesto”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Oltre a buongiorno e buonasera, esclamavi sempre ‘evviva’, come se anche solo incontrarsi fosse già una vittoria” ha ricordato Giulio Sassoli”, rievocando “la dignità di chi non ha mai fatto pesare la sua malattia, né ora né anni fa. In un mondo di scuse, dicevi ‘Sì ma io c’ho da fa”. Ci hai insegnato che la fama e la popolarità hanno senso solo se si riescono a fare cose utili”. E poi ancora “passione e amore”, sono le parole del tuo insegnamento pronunciate fino all’ultimo. La figlia Livia, poi, ha letto l’ultimo messaggio pronunciato da David Sassoli prima di Natale.
“Sarà dura, durissima, ma in questi anni ci hai dimostrato che niente è impossibile”. Con queste parole Alessandra Vittorini ha concluso un messaggio rivolto al marito David Sassoli, in conclusione del funerale di Stato dello scomparso presidente del Parlamento europeo. “Ci siamo cercati e trovati sui banchi di scuola. In questo tempo lo stare insieme ha fatto i conti con altro e altrove – ha ricordato -. Ti abbiamo sempre diviso e condiviso con altri, famiglia e lavoro, famiglia e politica, famiglia e passioni. Altri luoghi e altri impegni con cui hai costruito con tenacia il tuo modo di essere, di fare, i tuoi valori. Noi siamo stati il tuo punto fermo ma dividerti e condividerti con altri ha prodotto questa cosa immensa a cui stiamo assistendo in queste ore, e che abbiamo visto nei fiori e nei biglietti trovati l’altro ieri attaccati al portone in strada”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alla cerimonia hannno partecipato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e il presidente del Consiglio Mario Draghi. Entrato nella basilica, Draghi ha stretto la mano al premier spagnolo Pedro Sanchez, giunto poco prima di lui, e poi ha salutato i vertici delle istituzioni europee, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e il presidente del Consiglio Ue Charles Michel. Luciana Lamorgese, Luigi Di Maio e Renato Brunetta sono fra i primi ministri giunti alla basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, a Roma. Fra i circa 300 partecipanti già nella basilica ci sono anche il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, il segretario del Pd Enrico Letta, il senatore a vita Mario Monti, Gianni Letta, e la delegazione del Parlamento europeo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic, Australia annulla il visto per la seconda volta
Il tennista n.1 a mondo rischia un bando di tre anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
08:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministero dell’immigrazione australiano ha annullato per la seconda volta il visto di Novak Djokovic, il tennista n.1 al mondo fermato a Melbourne dove si è recato per partecipare agli Australian Open.

A quanto si è appreso rischia un bando di tre anni dall’ Australia.
Il ministro australiano dell’Immigrazione, Alex Hawke, ha precisato in una nota che la decisione di annullare il visto concesso a Novak Djokovic è stata presa “per motivi di salute e di ordine pubblico”. Era giunto a Melbourne il 5 gennaio scorso con un visto supportato da una esenzione medica basata su una infezione da Covid, essendo risultato positivo al test, secondo quanto sostenuto dai suoi legali, il 16 dicembre scorso.
La decisione implica che al giocatore serbo, che mirava al suo 21/o titolo di un Grande Slam, record agli Australian Open che iniziano lunedì, sarà vietato l’ingresso nel Paese per tre anni, tranne che in determinate circostanze.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministero dell’immigrazione australiano ha annullato per la seconda volta il visto di Novak Djokovic, il tennista n.1 al mondo fermato a Melbourne dove si è recato per partecipare agli Australian Open.

A quanto si è appreso rischia un bando di tre anni dall’ Australia.
Il ministro australiano dell’Immigrazione, Alex Hawke, ha precisato in una nota che la decisione di annullare il visto concesso a Novak Djokovic è stata presa “per motivi di salute e di ordine pubblico”. Era giunto a Melbourne il 5 gennaio scorso con un visto supportato da una esenzione medica basata su una infezione da Covid, essendo risultato positivo al test, secondo quanto sostenuto dai suoi legali, il 16 dicembre scorso.
La decisione implica che al giocatore serbo, che mirava al suo 21/o titolo di un Grande Slam, record agli Australian Open che iniziano lunedì, sarà vietato l’ingresso nel Paese per tre anni, tranne che in determinate circostanze.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’assassino di Bob Kennedy resta in carcere
Negata la libertà vigilata. Sirhan Sirhan uccise nel 1968 Robert Kennedy nella cucina dell’Hotel
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
14 gennaio 2022
15:39
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sirhan Sirhan, l’assassino di Robert Kennedy, resta in carcere.
Il governatore della California, Gavin Newsom, ha negato la concessione della libertà vigilata.
Lo riporta la Cnn. La decisione nonostante le raccomandazioni del California Parole Board e nonostante i due figli di Kennedy, Robert e Douglas, avessero espresso parere favorevole. Il resto della famiglia Kennedy resta contraria. Sirhan, 77 anni, giordano di origine palestinese, è recluso da 53 anni. Bob Kennedy, fratello di Jfk, fu ucciso nel marzo del ’68 nella cucina dell’Hotel Ambassador di Los Angeles dopo un evento di campagna elettorale.
Sirhan fu inizialmente condannato alla pena di morte, ma questa fu tramutata in ergastolo nel 1972, dopo che la Corte Suprema della California dichiarò incostituzionale la pena capitale. Il governatore Newsom non ha mai nascosto di essere un grande ammiratore della figura di Bob Kennedy, definendolo il suo “eroe politico”. “Dopo decenni di reclusione – ha scritto motivando la sua decisione – il detenuto ha fallito nell’affrontare le mancanze che lo hanno portato ad assassinare il senatore Kennedy. Al signor Sirhan manca quel discernimento che potrebbe evitargli di compiere lo stesso tipo di azioni pericolose del passato”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Russia, 23.820 nuovi casi e 739 morti in 24 ore
Picco di contagi dallo scorso 26 dicembre
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
14 gennaio 2022
09:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Russia nel corso delle ultime 24 ore sono stati registrati 23.820 nuovi casi di Covid-19, il numero più alto di casi accertati in un giorno dallo scorso 26 dicembre: lo riporta Novaya Gazeta citando i dati del centro operativo nazionale anticoronavirus.

Secondo il centro, in Russia nel corso dell’ultima giornata 739 persone sono morte a causa della malattia.
Nella giornata precedente, stando ai dati pubblicati ieri mattina, in Russia erano stati registrati 21.155 nuovi casi di Covid-19 e 740 decessi provocati dalla malattia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pil annuale Germania sale del 2,7% a 3.563,9 miliardi
Rialzo in linea con stime dopo calo precedente del 4,6%
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
10:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il prodotto interno lordo della Germania è cresciuto del 2,7% nel 2021, in linea con le stime degli analisti, raggiungendo quota 3.563,9 miliardi di euro.
Il dato si confronta con un precedente calo del 4,6% a 3.367,6 miliardi di euro.
Il Pil per abitante passa in questo modo da 40.494 a 42.839 euro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord: Seul, erano 2 i proiettili non indentificati
Lanci confermati anche dal Giappone, ‘missili balistici’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
10:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha lanciato due “proiettili non meglio identificati” verso est, secondo un aggiornamento fornito dai militari sudcoreani e diffuso dalla Yonhap, nella terza iniziativa del genere dal 5 gennaio.

Il nuovo test arriva dopo che gli Usa hanno imposto nuove sanzioni su 6 funzionari nordcoreani, spingendo Pyongyang a giurare di non rinunciare mai al suo “diritto all’autodifesa”.
I lanci sono stati confermati anche dal Giappone che ritiene, come la Corea del Sud, di trattarsi di missili balistici.
Questa mattina, in risposta all’iniziativa Usa, Pyongyang ha avvertito attraverso un portavoce del ministero degli Esteri che ci sarebbe stata una risposta “più forte e decisa” all’imposizione di nuove sanzioni americane. “Se gli Stati Uniti adottano una tale posizione conflittuale, la Corea del Nord sarà costretta a reagire in modo più forte e deciso”, ha affermato il portavoce.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: giudice convoca oggi udienza di emergenza
Belgrado, scandaloso visto annullato per la seconda volta
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MELBOURNE
14 gennaio 2022
11:14
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un giudice in Australia ha deciso di tenere per oggi una udienza di emergenza sul caso del tennista Novak Djokovic.
Lo riferisce lo stesso tribunale australiano.

Intanto il ministero dell’immigrazione australiano ha annullato per la seconda volta il visto del tennista n.1 al mondo. A quanto si è appreso rischia un bando di tre anni dall’ Australia.
La decisione di privare nuovamente Djokovic del visto d’ingresso in Australia è scandalosa: a riferirlo in una prima reazione da Belgrado è stato Dragan Markovic Palma, leader del partito Serbia Unita e politico molto popolare nel Paese balcanico. In dichiarazioni alla tv privata Pink, Markovic Palma ha detto che tale decisione era per lui attesa poiché è noto l’atteggiamento poco amichevole dell’Australia nei confronti della Serbia.
“Evidentemente a qualcuno disturbava il fatto che Nole ha vinto per nove volte gli Australian Open, e di certo li avrebbe vinti anche per la decima volta poiché dal punto di vista psicologico è uno dei migliori sportivi, e sappiano quante volte ha vinto in incontri dati ormai per persi”, ha detto il politico serbo. A suo avviso, Djokovic e la sua famiglia ne usciranno ancora più forti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: legale, ricorso contro espulsione dall’Australia
L’annuncio poco dopo l’annullamento del visto
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CANBERRA
14 gennaio 2022
11:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic ha chiesto alla giustizia australiana di bloccare la sua espulsione dal Paese: lo annuncia il suo avvocato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina respinge accuse spionaggio Gb, visti troppi film di 007
Per l’MI5 una spia di pechino si è infiltrata a Westminster
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
16:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina respinge le accuse dell’MI5, secondo cui una spia cinese si è infiltrata nel Parlamento britannico per interferire nella politica del Regno Unito, affermando che “gli individui potrebbero aver guardato troppi film di 007 e creato troppe associazioni non necessarie”.

Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha obiettato che “è molto irresponsabile fare osservazioni false e allarmistiche basate su presupposti soggettivi.
La Cina spera che i funzionari britannici competenti non facciano osservazioni senza basi fattuali, per non parlare della ‘teoria della minaccia cinese’ per ulteriori scopi politici”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Danimarca festeggia i 50 anni di regno di Margrethe II
La regina, 81 anni, è considerata forza unificante del Paese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
COPENAGHEN
14 gennaio 2022
11:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Danimarca festeggia oggi i 50 anni di regno della regina Margrethe II.
La sovrana, 81 anni, fumatrice accanita, elegante nel suo stile, è considerata la forza unificante del suo paese.

E’ salita al trono nel 1972 alla morte del padre Frederik IX ed in 50 anni di regno ha evitato scandali. La regina, ha inoltre contribuito a modernizzare l’istituzione, rendendo la famiglia reale danese una delle più popolari al mondo.
Spirito artistico, capelli bianchi legati in un caratteristico chignon, è molto amata dai suoi sudditi ed è una delle sovrane più longeve al mondo dopo la regina Elisabetta II.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un altro dramma nella Manica, morto un migrante di 20 anni
32 persone tratte in salvo in stato di ipotermia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
14 gennaio 2022
11:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un’altra terribile giornata di dolore e morte nella Manica.
Un giovane migrante che stava tentando di attraversare lo stretto di mare tra Francia ed Inghilterra con una trentina di altre persone a bordo di una piccola imbarcazione di fortuna, è morto questa mattina, al largo di Berck, nel dipartimento francese del Pas-de-Calais: è quanto riferisce la prefettura di Boulogne-sur-Mer citata dalla France Presse.

La vittima, di circa venti anni, sarebbe di nazionalità sudanese, precisa la procura di zona che ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo.
Si tratta del primo decesso di un migrante nella Manica del 2022, dopo il tragico bilancio del 2021, con 30 migranti morti e 4 dispersi. Secondo la procura, le altre 32 persone che tentavano l’attraversamento della Manica assieme alla giovane vittima sono state riportate a terra “sane e salve” dai soccorsi francesi, ma in stato di “ipotermia”. I migranti si trovavano a bordo di un “gommone semi rigido”, precisa la procura di zona.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Omicron: Filippine, scuole chiuse a Manila per aumento casi
Ordinata la sospensione delle lezioni online per una settimana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MANILA
14 gennaio 2022
11:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scuole chiuse a Manila, la capitale delle Filippine, a causa dell’aumento dei casi di coronavirus dovuti alla contagiosa variante Omicron.
Le lezioni online saranno sospese per una settimana, per “alleggerire il carico sanitario” per insegnanti e studenti, ha affermato in una nota l’Assessorato all’Istruzione regionale.
La metropoli filippina di 13 milioni di abitanti sta vivendo un’impennata record di infezioni. Il Covid-19 si sta infatti diffondendo nella regione della capitale e nelle province circostanti, causando disagi alle imprese, ai servizi e agli operatori sanitari.
Mentre quasi tutti i paesi del mondo hanno parzialmente o completamente riaperto le scuole per lezioni in presenza, le Filippine le hanno tenute in gran parte chiuse da marzo 2020.
I nuovi contagi hanno toccato oggi il record di 37.207 casi, mentre in tutto il paese sono oltre tre milioni le persone infettate dall’inizio della pandemia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: nuovo record contagi in Germania, 92.223 in 24 ore
Prima volta sopra la soglia dei 90 mila da inizio pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
14 gennaio 2022
11:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo record dei contagi da covid nelle 24 ore in Germania: stando al Robert Koch Institut, sono stati registrati 92.223 (per la prima volta sopra la soglia dei 90 mila, in tutta la pandemia); due giorni fa il dato aveva superato per la prima volta gli 80 mila.
I decessi segnalati sono 286.

Anche l’incidenza settimanale è aumentata a 470,6 casi su 100 mila abitanti. Il tasso di ospedalizzazione è di 3,09 pazienti ricoverati nelle terapie intensive per 100 mila abitanti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid, quasi 100mila contagi nelle ultime 24 ore in Brasile
Aumento del 10% in due giorni e del 737% rispetto al 3 gennaio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRASILIA
14 gennaio 2022
11:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Brasile nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 97.221 nuovi contagi da coronavirus, con una media che ha superato i 60 mila casi giornalieri nell’ultima settimana.
Le quasi centomila diagnosi positive di ieri indicano un aumento del 10% rispetto agli 88,4 mila di due giorni fa e un balzo del 737% rispetto ai 11,8 mila del 3 gennaio.

Il numero totale delle infezioni dall’inizio della pandemia ammonta a 22.815.827, con una media di 60.072 pazienti al giorno nell’ultima settimana, un aumento del 634% rispetto ai numeri di 14 giorni fa. Il numero totale di decessi è invece salito a 620.609, inclusi i 190 registrati nelle ultime 24 ore.
Dall’inizio della campagna di vaccinazione, a gennaio 2021, 145,1 milioni di brasiliani hanno intanto ricevuto le due dosi dei vaccini contro il Covid-19, che rappresentano il 68% della popolazione, mentre 161,8 milioni hanno ricevuto almeno una dose, pari al 75,8% del totale. I dati sulle vaccinazioni sono stati diffusi dalle segreterie sanitarie di 16 dei 27 governi statali, riporta il quotidiano O Globo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Etiopia: almeno 108 civili uccisi in attacchi aerei nel 2022
Secondo portavoce dell’Alto commissariato Onu per diritti umani
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
14 gennaio 2022
12:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Almeno 108 civili sarebbero stati uccisi e altri 75 feriti dall’inizio dell’anno, a seguito di attacchi aerei presumibilmente effettuati dall’aviazione etiope” nella regione del Tigré, ha affermato a Ginevra la portavoce dell’Alto commissariato Onu per i diritti umani, Liz Throssell.

“Siamo allarmati dai rapporti multipli e profondamente inquietanti che continuiamo a ricevere di vittime civili e distruzione di oggetti civili in seguito ad attacchi aerei nella regione del Tigré”, ha aggiunto.

L’attacco aereo che ha causato il più alto numero di vittime ha colpito il campo di Dedebit il 7 gennaio ed ha provocato la morte di almeno 56 persone e il ferimento di altre 30, ha precisato la portavoce, menzionando una lunga serie di raid aerei.
“Chiediamo alle autorità etiopi e ai loro alleati di garantire la protezione dei civili e delle strutture civili, in linea con i loro obblighi ai sensi del diritto internazionale.
Qualsiasi attacco, compresi gli attacchi aerei, dovrebbe rispettare pienamente i principi di distinzione, proporzionalità e precauzione”, ha detto Liz Throssel precisando che “il mancato rispetto dei principi di distinzione e proporzionalità potrebbe costituire crimini di guerra.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: Murray, non lo prendo a calci ora che è a terra
‘Vicenda non buona per il tennis, io pro vax ma rispetto scelte’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
12:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Andy Murray, tennista nettamente pro vax, ha commentato gli ultimi sviluppi della vicenda Djokovic affermando che “non è buona per il tennis” ma di non voler “prendere a calci” l’avversario “mentre è a terra”.

“Ecco perché dico che non va bene per il tennis – ha detto in una conferenza stampa rispondendo alle domande dei giornalisti, secondo quanto riportato dal quotidiano australiano The Age – .

Stiamo parlando di altre cose, di politica e di tutte queste cose. Preferirei parlare di quanto sono felice di tornare di nuovo nella finale di un torneo”.
Murray ha ribadito di essere a favore della vaccinazione. “La mia posizione è quella di incoraggiare le persone a vaccinarsi, ma sì, penso anche che le persone dovrebbero essere in grado di fare le proprie scelte”. “In un Paese come l’Australia, devi essere vaccinato per entrare, devi essere vaccinato per gareggiare e ovviamente la maggior parte dei giocatori ha scelto di farlo.
“In definitiva, le persone devono fare le proprie scelte, ma ci sono anche conseguenze per quelle decisioni”, ha concluso.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: l’Australia ne chiede il fermo da domani mattina
Lo afferma il suo legale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CANBERRA
14 gennaio 2022
12:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo australiano ha chiesto che Novak Djokovic sia messo in stato di fermo da sabato mattina.
Lo riferisce il suo legale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran: Amnesty, scarcerare medico Djalali condannato a morte
Oggi trascorre suo compleanno in cella, lontano dalla famiglia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
12:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Amnesty International Italia torna a ribadire la sua richiesta a scarcerare Ahmadreza Djalali, il medico iraniano-svedese condannato a morte in Iran, nel giorno del suo 50esimo compleanno.

“Per Ahmadreza Djalali è un drammatico compleanno in carcere Un compleanno tra i peggiori immaginabili.
Con un cappio che gli fa macabramente compagnia dal 21 ottobre 2017, giorno della condanna all’impiccagione a morte emessa da un tribunale iraniano”, afferma in una nota Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, precisando che “oggi, 14 gennaio 2022, Ahmadreza Djalali trascorre il suo cinquantesimo compleanno chiuso in una cella minuscola, infestata da insetti, lontano dalla moglie e dai due figli che vivono a Stoccolma”.
Noury ricorda che “Djalali, scienziato nato in Iran ma residente in Svezia, è stato arrestato nell’aprile 2016 mentre si trovava nel suo paese di origine per motivi di lavoro e accusato di aver fatto la spia in favore di Israele” e che “nei suoi confronti non è mai stata presentata alcuna prova”.
“In una lettera scritta dal carcere, nell’agosto 2017, ha accusato le autorità iraniane di aversi voluto vendicare per il suo rifiuto di collaborare a raccogliere informazioni riservate – prosegue la nota -.
Amnesty International Italia e l’Università del Piemonte Orientale, dove Djalali ha trascorso un lungo periodo di ricerca, continuano a chiedere la scarcerazione di un appassionato uomo di scienza”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Macao vuole dimezzare a 10 anni le concessioni per i casinò
Nell’ambito del riordino e della stretta sul settore
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
17:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Macao punta a ridurre la durata delle nuove licenze per il gioco d’azzardo a soli 10 anni, la metà della durata delle ultime concessioni assegnate, nell’ambito di un inasprimento dei regolamenti del più grande hub dei casinò al mondo.

L’industria multimiliardaria del gioco, unico posto esistente nel territorio cinese, è al centro di un ampio piano di riordino annunciato a settembre.
Oggi, i sei grandi operatori del settore nell’ex colonia portoghese hanno avuto la prima informativa sulle nuove regole, poiché il Consiglio esecutivo di Macao ha messo in chiaro che il gioco non deve minare la “sicurezza nazionale” della Cina.
Secondo la proposta di legge, il numero di concessioni, in vista delle assegnazioni di giugno, rimarrà a sei operatori, ma “non supererà i 10 anni”. In casi eccezionali, “potranno essere prorogate per un massimo di tre anni”.
Prima della pandemia del Covid, i casinò di Macao incassavano in una sola settimana quanto guadagnato in un mese da Las Vegas, la ‘Sin city’ nel Nevada.
Il settore dei giochi è cresciuto nella città fino a valere 24 miliardi di dollari, rappresentando circa l’80% delle entrate del governo locale e più della metà del Pil, dando lavoro a oltre 82.000 persone, un quinto quasi della popolazione attiva.
Sotto la presidenza di Xi Jinping, le autorità locali hanno cominciato a stringere le maglie dei controlli a partire dal riciclaggio.
Le entrate del gioco sono crollate a 7,5 miliardi nel 2020 a causa della pandemia, mentre lo scorso anno c’è stato un recupero a quota 10,8 miliardi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ex portavoce BoJo si scusa per festa prima delle esequie Filippo
Jack Slack è vicedirettore Sun. Due i nuovi eventi di party-gate
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
14 gennaio 2022
13:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre continua a infuriare il party-gate, arrivano le scuse di James Slack, l’ex portavoce del premier britannico Boris Johnson, per la sua festa d’addio avvenuta il 16 aprile scorso a Downing Street, con una trentina di partecipanti dello staff del primo ministro, la notte prima del funerale del principe Filippo e in possibile violazione delle restrizioni anti-Covid vigenti allora che imponevano il distanziamento negli eventi al chiuso.

Slack, che ha lasciato il suo posto al n.10 per diventare vicedirettore del tabloid Sun, ha fatto mea culpa per la “rabbia e il dolore” che la notizia dell’evento ha causato nel Regno Unito – se si considera in particolare la mancanza di rispetto per la regina Elisabetta in lutto dopo la morte del marito – e si è inoltre assunto la “piena responsabilità”, oltre a dirsi “profondamente dispiaciuto”.

In un altro party, avvenuto lo stesso giorno secondo le rivelazioni dei media, è stata festeggiata la partenza di un fotografo personale del primo ministro. Tutto questo non può che accrescere ulteriormente la pressione sul premier conservatore, che comunque non era presente a nessuno dei due nuovi eventi incriminati, mentre si allunga la lista dei deputati Tory che ne chiedono le dimissioni. Sono arrivati a cinque, dopo che anche Andrew Bridgen ha invocato un cambio al vertice. Numeri ancora ridotti e ben lontani da quelli che servono per una sfiducia a Johnson ma che rivelano insidiose manovre interne al partito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A 97 anni incide nuovo album, pianista che fu enfant prodige
L ‘ultima discepola vivente di Rachmaninoff
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
13:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La pianista Ruth Slenczynska compirà 97 anni domani e il suo nuovo album è in uscita il prossimo 18 marzo per la casa discografica Decca.
E diventa così una delle artiste più longeve, essendo in attività da oltre 90 anni.
Lo riferisce la Bbc.
La pianista, di nazionalità americana, ha vissuto infatti un successo precocissimo, al punto da essere considerata la maggiore enfant prodige da Mozart. Debuttò a Berlino all’età di sei anni e a Parigi a sette, ed considerata l ‘ultima discepola vivente di Rachmaninoff.
Molti i momenti indimenticabili della sua lunga carriera, come il duetto con il presidente Harry S Truman, durante la cerimonia di insediamento del presidente John F Kennedy.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nato, sostegno pratico all’Ucraina dopo il cyber-attacco
Stoltenberg: ‘Condanno episodio, ora patto per più cooperazione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 gennaio 2022
14:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Condanno fermamente gli attacchi informatici al governo ucraino.
Gli esperti informatici della Nato a Bruxelles hanno scambiato informazioni con le loro controparti ucraine sulle attuali attività informatiche dannose.

Gli esperti alleati stanno anche sostenendo le autorità ucraine sul terreno. Nei prossimi giorni, la Nato e l’Ucraina firmeranno un accordo su una maggiore cooperazione informatica, compreso l’accesso ucraino alla piattaforma di condivisione delle informazioni sui malware della Nato. Il forte sostegno politico e pratico della Nato all’Ucraina continuerà”. Lo ha detto il segretario generale Jens Stoltenberg.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brexit:Sefcovic vede nuovo negoziatore Gb, ‘ora più dialogo’
Nuovo incontro con Truss il 24/1, ‘vogliamo relazioni positive’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 gennaio 2022
14:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Primo incontro, a Londra, sul Protocollo Irlanda del Nord della Brexit tra il vice presidente della Commissione Mraos Sefcovic e il nuovo negoziatore britannico e segretario di Stato per gli Affari Ester, Liz Truss.

L’incontro, spiega una nota congiunta, si è svolto in una “atmosfera cordiale” e i due torneranno a vedersi il 24 gennaio a Bruxelles mentre nei giorni precedenti ci saranno incontri tecnici.

“Il dialogo si intensificherà. Condividiamo il desiderio di una relazione positiva tra l’Ue e il Regno Unito, sostenuta dalla nostra condivisa fede nella libertà e nella democrazia”, sottolineano Sefcovic e Truss.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Feste prima delle esequie di Filippo, Johnson si scusa
Portavoce, ‘deplorevole sia avvenuto durante lutto nazionale’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
14 gennaio 2022
14:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier britannico Boris Johnson, tramite un suo portavoce, si scusa ufficialmente con Buckingham Palace per le due feste avvenute a Downing Street il giorno prima del funerale del principe Filippo.

“È del tutto deplorevole che ciò sia avvenuto in un momento di lutto nazionale”, ha affermato il portavoce riferendosi al funerale del consorte della regina Elisabetta che si è svolto il 17 aprile scorso, mentre i due party di addio, uno per il portavoce uscente del primo ministro, James Slack (ora vicedirettore del Sun), e l’altro per un fotografo di Downing Street, si erano tenuti il giorno precedente, in possibile violazione delle restrizioni anti-Covid allora vigenti.
Ha poi in pratica ribadito quanto affermato dal premier conservatore alla Camera dei Comuni mercoledì, quando si è scusato per la serie di accuse per gli eventi al centro del party-gate. Johnson aveva precisato che Downing Street si impegna a rispettare le regole e ad assumersi le proprie responsabilità laddove non si agisca correttamente. Anche il portavoce, come fatto dal primo ministro, ha rimandato alla inchiesta indipendente avviata proprio per far luce su questi eventi che rischiano di costare molto caro a BoJo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cyber-attacco all’Ucraina, dalla Nato sostegno pratico al governo
Stoltenberg: ‘Condanno episodio, ora patto per più cooperazione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 gennaio 2022
14:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Numerosi siti del governo ucraino sono stati oggetto di un attacco informatico su larga scala, un attacco non immediatamente rivendicato, che avviene nel contesto delle accresciute tensioni tra Kiev e Mosca e porta a un intervento di sostegno pratico al Paese da parte della Nato.
“Condanno fermamente gli attacchi informatici al governo ucraino.
Gli esperti informatici della Nato a Bruxelles hanno scambiato informazioni con le loro controparti ucraine sulle attuali attività informatiche dannose”, ha detto il segretario generale Jens Stoltenberg. “Gli esperti alleati – ha aggiunto – stanno anche sostenendo le autorità ucraine sul terreno.
Nei prossimi giorni, la Nato e l’Ucraina firmeranno un accordo su una maggiore cooperazione informatica, compreso l’accesso ucraino alla piattaforma di condivisione delle informazioni sui malware della Nato. Il forte sostegno politico e pratico della Nato all’Ucraina continuerà”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lula paragona Bolsonaro allo ‘psicopatico’ Jim Jones
Nuove critiche dell’ex presidente alla gestione della pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RIO DE JANEIRO
14 gennaio 2022
14:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Brasile, l’ex presidente di sinistra, Luiz Inacio Lula da Silva, favorito nei sondaggi sulle intenzioni di voto in vista delle elezioni di ottobre, ha attaccato nuovamente l’attuale presidente di destra, Jair Bolsonaro, per la sua gestione della pandemia di coronavirus, paragonandolo al predicatore statunitense Jim Jones, divenuto famoso negli anni ’70 per aver ordinato il più grande suicidio di massa della storia.

“Solo uno psicopatico come Jim Jones sarebbe in grado di ripetere le follie di Bolsonaro di fronte alla pandemia”, ha scritto Lula sui social, riferendosi al fondatore di una setta che, nel 1978, portò alla morte di 918 persone a Jonestown, in Guyana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice dispone il fermo di Djokovic per domani mattina
Fino ad allora potrà stare con i suoi avvocati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
14:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic sarà posto in detenzione domani dopo essere stato sentito dalla polizia di frontiera e nel frattempo potrà restare a fianco dei suoi avvocati mentre preparano le richieste da presentare ad una nuova udienza prevista per domenica mattina.
Lo ha stabilito il giudice dello Stato di Vittoria Anthony Kelly dopo la richiesta del governo secondo quanto riferito dal quotidiano australiano The Age.
Il giudice ha ordinato ai funzionari di frontiera di non espellere il tennista fino all’esito della battaglia legale in corso. Ha anche ordinato ai legali di Djokovic di presentare e notificare le richieste e dichiarazioni giurate.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
America Latina, dramma della vulnerabilità che ci rende umani
In sala terzo film dei D’Innocenzo. Elio Germano protagonista
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
14:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ “figlio del tempo, di questa angoscia e di questa paura che abitano dentro di noi e che la pandemia ha fatto detonare tutto insieme” America Latina e anche per questo con coraggio affronta la sala, da giovedì 13 gennaio.

I gemelli Fabio e Damiano D’Innocenzo, i talenti “bulimici”, appassionati autodidatti esuberanti arrivano con il loro terzo film dopo gli exploit con La terra dell’abbastanza e Favolacce, premiato a Berlino per la sceneggiatura.
“E’ un film molto personale – dice Fabio D’Innocenzo – in grado pensiamo di dialogare con tutti perché allo stesso tempo universale”.
Dopo il passaggio in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, Vision Distribution che lo ha prodotto con Lorenzo Mieli per The Apartment (gruppo Fremantle), in co-produzione con Le Pacte e in collaborazione con Sky, ha deciso di confermare la data di uscita.
La storia è centrata su una sorta di discesa (e non solo metaforica) negli inferi di ciascuno di noi. Il protagonista è Elio Germano (al solito bravissimo) nella parte di Massimo Sisti, titolare di uno studio dentistico a Latina. E’ gentile, educato, con una moglie e due figlie, vive per loro, si commuove in salotto a vedere la bellezza della sua famiglia riunita.
Certo qualche indizio di profonda inquietudine si intravede: a cominciare dalla casa, una villa con piscina, uno status symbol dal design datato, con enormi vetrate. E’ una casa a piani e quello di sotto, il garage, ha uno scantinato segreto, è proprio lì dentro il cuore del film. “Massimo è in crisi, una modalità di vita che riguarda tutti quando ci rendiamo conto che siamo diversi rispetto al ruolo da rappresentare. Un ruolo maschile che deve essere sempre un modello vincente per la società, bisogna essere performanti e in questo senso chi non ci riesce si allontana”, dice Elio Germano.
America Latina è “una fotografia impietosa del maschio, senza voler dare giudizi sul personaggio – prosegue Damiano D’Innocenzo – è la mascolinità tossica, di cui siamo vittime e carnefici al tempo stesso, a venir fuori”. Prosegue Elio Germano: “E’ la storia di una ferita che si allarga sempre di più, è la storia di una vulnerabilità ma la vulnerabilità è essa stessa umanità, l’invulnerabilità è l’anti-umano. Possiamo ritrovarci un po’ tutti in questo contrasto, un bipolarismo tra la nostra fragilità, sensibilità e quello che ci viene richiesto dalla società. Massimo fa un viaggio dentro se stesso, nel suo abisso, nella sua palude, nell’orrore nascosto sotto al tappeto volendo che non trapeli, per ritrovare la sincerità nell’estremo dolore e proprio per questo è una storia d’amore seppure appare altro”. America Latina in questo sfugge ai generi: “E’ un thriller, una indagine antropologica, un horror e come sempre per noi c’è la famiglia al centro, il luogo delle nostre battaglie quotidiane”. Nel cast Astrid Casali, Sara Ciocca, Maurizio Lastrico, Carlotta Gamba, Federica Pala, Filippo Dini e con la partecipazione di Massimo Wertmüller.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: muore l’architetto catalano Ricardo Bofill
Uno dei più rinomati del Paese iberico, aveva 82 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
14 gennaio 2022
14:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È morto a Barcellona Ricardo Bofill, uno degli architetti spagnoli più rinomati, autore di progetti anche in Italia: lo riporta la stampa iberica.
La notizia è stata ripresa anche dal ministro della Cultura spagnolo, Miquel Iceta.
Bofill aveva 82 anni. In Spagna è stato autore di importanti progetti come il Parco Manzanares di Madrid o il Teatro Nazionale della Catalogna. Fu marito dell’attrice Serena Vergano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Epstein: media, Carlo e William cruciali nel ‘punire’ Andrea
Hanno esortato regina a revocare titoli per scandalo sessuale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
14 gennaio 2022
15:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe Carlo e il figlio William hanno fortemente esortato la regina Elisabetta a privare il principe Andrea dei suoi patrocini reali e dei titoli militari, in aggiunta alla perdita di ogni incarico di rappresentanza a nome della Royal Family, durante un incontro di un’ora al castello di Windsor.
E’ il retroscena rivelato dai media del Regno Unito sulla decisione della sovrana annunciata ieri da Buckingham Palace che ha anche revocato al terzogenito di Sua Maestà il diritto a essere chiamato “Altezza Reale” per il coinvolgimento nello scandalo del giro di giovani prede sessuali messe a suo tempo a disposizione di amici ricchi e potenti dal faccendiere americano Jeffrey Epstein, morto in cella a New York nel 2019.
William in particolare si sarebbe prodigato per convincere la nonna della gravità della situazione e della necessità di difendere la monarchia con una ormai inevitabile ‘messa al bando’ del duca di York. Secondo il Sun, i due futuri re si sono detti “furibondi” per il confine superato da Andrea, dopo la decisione della giustizia Usa di non archiviare la causa civile intentata nei suoi riguardi da Veronica Giuffre, una delle vittime di Epstein, che lo accusa di aver abusato di lei tre volte nel 2001 quando era ancora minorenne.
Il principe rischia anche di perdere il diritto alla scorta di Stato e di doversi trasferire dalla Royal Lodge, residenza vicino al castello di Windsor che attualmente occupa, verso un’altra proprietà reale come il cottage di Frogmore, lasciato libero da Harry e Meghan.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, contro caro-energia accelerare investimenti green
‘Altrimenti cala fiducia nella decarbonizzazione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
15:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La transizione europea verso un’economia più sostenibile rischia di essere “accidentata” se l’offerta non si adegua abbastanza velocemente, e ciò sta già producendo conseguenze con “una maggiore volatilità dei prezzi energetici, con l’utilizzo di tecnologie-ponte come il gas naturale per colmare il gap energetico”.

Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, aggiungendo che “c’è il rischio che ciò indebolisca la fiducia del pubblico nella decarbonizzazione.
La soluzione non può che essere accelerare gli investimenti nelle rinnovabili e altre tecnologie green”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A 97 anni incide nuovo album, pianista che fu enfant prodige
L’ultima discepola vivente di Rachmaninoff
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
16:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La pianista Ruth Slenczynska compirà 97 anni domani e il suo nuovo album è in uscita il prossimo 18 marzo per la casa discografica Decca.
E diventa così una delle artiste più longeve, essendo in attività da oltre 90 anni.
Lo riferisce la Bbc.
La pianista, di nazionalità americana, ha vissuto infatti un successo precocissimo, al punto da essere considerata la maggiore enfant prodige da Mozart. Debuttò a Berlino all’età di sei anni e a Parigi a sette, ed considerata l ‘ultima discepola vivente di Rachmaninoff.
Molti i momenti indimenticabili della sua lunga carriera, come il duetto con il presidente Harry S Truman, durante la cerimonia di insediamento del presidente John F Kennedy.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice dispone il fermo di Djokovic per domani mattina
Fino ad allora potrà stare con i suoi avvocati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
15:16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic sarà posto in detenzione domani dopo essere stato sentito dalla polizia di frontiera e nel frattempo potrà restare a fianco dei suoi avvocati mentre preparano le richieste da presentare ad una nuova udienza prevista per domenica mattina.
Lo ha stabilito il giudice dello Stato di Vittoria Anthony Kelly dopo la richiesta del governo secondo quanto riferito dal quotidiano australiano The Age.
Il giudice ha ordinato ai funzionari di frontiera di non espellere il tennista fino all’esito della battaglia legale in corso. Ha anche ordinato ai legali di Djokovic di presentare e notificare le richieste e dichiarazioni giurate.
In precedenza il ministero dell’immigrazione australiano aveva annullato per la seconda volta il visto di Novak Djokovic, il tennista n.1 al mondo fermato a Melbourne dove si è recato per partecipare agli Australian Open.
A quanto si è appreso rischia un bando di tre anni dall’ Australia. Il ministro australiano dell’Immigrazione, Alex Hawke, ha precisato in una nota che la decisione di annullare il visto concesso a Novak Djokovic è stata presa “per motivi di salute e di ordine pubblico”. Era giunto a Melbourne il 5 gennaio scorso con un visto supportato da una esenzione medica basata su una infezione da Covid, essendo risultato positivo al test, secondo quanto sostenuto dai suoi legali, il 16 dicembre scorso.
La decisione implica che al giocatore serbo, che mirava al suo 21/o titolo di un Grande Slam, record agli Australian Open che iniziano lunedì, sarà vietato l’ingresso nel Paese per tre anni, tranne che in determinate circostanze.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nato, sostegno pratico all’Ucraina dopo il cyber-attacco
Stoltenberg: ‘Condanno episodio, ora patto per più cooperazione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 gennaio 2022
15:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Condanno fermamente gli attacchi informatici al governo ucraino.
Gli esperti informatici della Nato a Bruxelles hanno scambiato informazioni con le loro controparti ucraine sulle attuali attività informatiche dannose.

Gli esperti alleati stanno anche sostenendo le autorità ucraine sul terreno. Nei prossimi giorni, la Nato e l’Ucraina firmeranno un accordo su una maggiore cooperazione informatica, compreso l’accesso ucraino alla piattaforma di condivisione delle informazioni sui malware della Nato. Il forte sostegno politico e pratico della Nato all’Ucraina continuerà”. Lo ha detto il segretario generale Jens Stoltenberg.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: boom di contagi in Svezia, premier Andersson positiva
Suo addetto stampa, ‘sta bene e lavora da casa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
15:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La prima ministra svedese Magdalena Andersson è risultata positiva al test per il Covid-19, mentre il paese nordico registra un boom di contagi.
Secondo il suo addetto stampa, Johan Ekstrom.
La prima ministra si sente bene, “sta seguendo le attuali raccomandazioni e svolgerà il suo lavoro da casa”.
Oltre ad Andersson, anche Per Bolund – che guida il Partito dei Verdi insieme a Marta Stenevi – e la leader del Partito di centro Annie Loof sono risultati positivi al coronavirus dopo un incontro dei leader di partito mercoledì scorso.
La Svezia, paese che conta 10,3 milioni di persone sta attualmente registrando un numero record di infezioni, con un massimo di 25.567 casi registrati nella giornata di ieri. Ad inizio settimana sono state annunciate una serie di nuove misure di contenimento del virus, tra cui la chiusura anticipata di bar e ristoranti e un limite di 500 persone per le riunioni pubbliche. Le autorità sanitarie hanno avvertito che la situazione dei servizi sanitari è già “molto tesa”.
La Svezia ha fatto notizia nei primi giorni della pandemia quando, a differenza della maggior parte degli altri paesi, non ha introdotto alcuna forma di lockdown o chiusura delle scuole.
Invece, ha adottato un approccio più morbido, raccomandando il distanziamento sociale, il lavoro a casa e un uso limitato delle mascherine. Allo stesso tempo la Svezia ha vietato le visite alle case di cura per anziani, limitato il numero di persone autorizzate a partecipare alle riunioni pubbliche e gli orari di apertura di bar e ristoranti. Il bilancio delle vittime in Svezia di circa 15.300 decessi è nella media europea.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’assassino di Bob Kennedy resta in carcere
Il governatore della California gli nega la libertà vigilata
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
14 gennaio 2022
07:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sirhan Sirhan, l’assassino di Robert Kennedy, resta in carcere.
Il governatore della California, Gavin Newsom, ha negato la concessione della libertà vigilata.
La decisione nonostante le raccomandazioni del California Parole Board e nonostante i due figli di Kennedy, Robert e Douglas, avessero espresso parere favorevole. Il resto della famiglia Kennedy resta contraria.
Sirhan, 77 anni, giordano di origine palestinese, è recluso da 53 anni. Bob Kennedy, fratello di Jfk, fu ucciso nel marzo del ’68 nella cucina dell’Hotel Ambassador di Los Angeles dopo un evento di campagna elettorale.
Birhan fu inizialmente condannato alla pena di morte, ma questa fu tramutata in ergastolo nel 1972, dopo che la Corte Suprema della California dichiarò incostituzionale la pena capitale. Il governatore Newsom non ha mai nascosto di essere un grande ammiratore della figura di Bob Kennedy, definendolo il suo “eroe politico”. “Dopo decenni di reclusione – ha scritto motivando la sua decisione – il detenuto ha fallito nell’affrontare le mancanze che lo hanno portato ad assassinare il senatore Kennedy. A signor Sirhan manca quel discernimento che potrebbe evitargli di compiere lo stesso tipo di azioni pericolose del passato”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Stop in Cina a 26 rotte internazionali a meno di un mese dalle Olimpiadi
Dagli Usa e da città come Milano e Parigi. Preoccupazione per Shanghai
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
16:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A tre settimane dalle Olimpiadi invernali di Pechino 2022, la Cina ha sospeso 26 rotte aeree – di cui 4 dagli Stati Uniti e altre da città quali Melbourne, Francoforte, Parigi, Vancouver, Toronto, Milano e Il Cairo – a causa delle infezioni di Covid-19.
La misura, annunciata dall’autorità aeronautica civile, vuole ridurre i rischi dei casi importati, soprattutto dopo le tensioni emerse a Shanghai, che ieri ha riportato 5 casi.
Lo stop, a partire dal 24 gennaio, include due voli ciascuno di American Airlines e Delta Air Lines, i cui ultimi voli hanno trasportato, rispettivamente, 7 e 9 passeggeri risultati positivi.
La Cina ha registrato ieri un totale di 201 casi, di cui 143 di trasmissione locale e 58 importati, secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale. Dei 143 contagi interni, 98 sono emersi nell’Henan, 34 a Tianjin, 8 nello Shaanxi, 2 a Shanghai e uno nel Guangdong. I 58 casi importati sono invece relativi a 9 province. A Shanghai, in aggiunta ai 5 casi tra confermati e asintomatici, ne sono stati individuati altri 9 sospetti provenienti dall’estero. La Commissione ha parlato di 42 nuovi asintomatici a livello globale.
A Tianjin, primo focolaio accertato di variante Omicron in Cina, sarà avviato domani mattina un terzo ciclo di test di massa per i suoi 14 milioni di residenti la cui conclusione, hanno specificato le autorità locali, è attesa in circa 24 ore. La città, che dista 150 chilometri da Pechino, ha segnalato la prima infezione l’8 dicembre e rappresenta uno dei punti più critici nella strategia della ‘tolleranza zero’ finora seguita dalla leadership comunista verso il Covid-19.
“Avviare un altro round di test all’acido nucleico per contenere la diffusione della variante Omicron altamente trasmissibile significa proteggere le vite e la salute dei cittadini”, ha affermato Han Jinyan, numero due della Commissione sanitaria municipale, nel resoconto dei media ufficiali, parlando in una conferenza stampa tenuta oggi. Nel conteggio fino a ieri, la città ha riportato un totale di 142 casi di trasmissione domestica e 22 asintomatici, mentre il conteggio della variante Omicron si è fermato ufficialmente a due.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: nuovo record contagi in Germania, 92.223 in 24 ore
Prima volta sopra la soglia dei 90 mila da inizio pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
14 gennaio 2022
15:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo record dei contagi da covid nelle 24 ore in Germania: stando al Robert Koch Institut, sono stati registrati 92.223 (per la prima volta sopra la soglia dei 90 mila, in tutta la pandemia); due giorni fa il dato aveva superato per la prima volta gli 80 mila.
I decessi segnalati sono 286.

Anche l’incidenza settimanale è aumentata a 470,6 casi su 100 mila abitanti. Il tasso di ospedalizzazione è di 3,09 pazienti ricoverati nelle terapie intensive per 100 mila abitanti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina sospende 26 rotte internazionali a ridosso Olimpiadi
Da Usa e città come Milano e Parigi. Preoccupazione per Shanghai
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
15:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A tre settimane dalle Olimpiadi invernali di Pechino 2022, la Cina ha sospeso 26 rotte aeree – di cui 4 dagli Stati Uniti e altre da città quali Melbourne, Francoforte, Parigi, Vancouver, Toronto, Milano e Il Cairo – a causa delle infezioni di Covid-19.

La misura, annunciata dall’autorità aeronautica civile, vuole ridurre i rischi dei casi importati, soprattutto dopo le tensioni emerse a Shanghai, che ieri ha riportato 5 casi.

Lo stop, a partire dal 24 gennaio, include due voli ciascuno di American Airlines e Delta Air Lines, i cui ultimi voli hanno trasportato, rispettivamente, 7 e 9 passeggeri risultati positivi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un altro dramma nella Manica, morto un migrante di 20 anni
32 persone tratte in salvo in stato di ipotermia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
14 gennaio 2022
16:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un’altra terribile giornata di dolore e morte nella Manica.
Un giovane migrante che stava tentando di attraversare lo stretto di mare tra Francia ed Inghilterra con una trentina di altre persone a bordo di una piccola imbarcazione di fortuna, è morto questa mattina, al largo di Berck, nel dipartimento francese del Pas-de-Calais: è quanto riferisce la prefettura di Boulogne-sur-Mer citata dalla France Presse.

La vittima, di circa venti anni, sarebbe di nazionalità sudanese, precisa la procura di zona che ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo.
Si tratta del primo decesso di un migrante nella Manica del 2022, dopo il tragico bilancio del 2021, con 30 migranti morti e 4 dispersi. Secondo la procura, le altre 32 persone che tentavano l’attraversamento della Manica assieme alla giovane vittima sono state riportate a terra “sane e salve” dai soccorsi francesi, ma in stato di “ipotermia”. I migranti si trovavano a bordo di un “gommone semi rigido”, precisa la procura di zona.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: media, il Regno Unito verso l’eliminazione del Green pass
A fine mese saranno riviste le misure, basta anche smart working
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
14 gennaio 2022
16:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo britannico va verso l’eliminazione del green pass in Inghilterra, introdotto un mese fa solo per gli ingressi alle discoteche e agli eventi di massa.

Potrebbe avvenire il 26 gennaio, quando saranno riviste le misure anti-Covid previste dal cosiddetto piano B per contrastare la variante Omicron.
E’ quanto si legge sui media del Regno Unito, secondo cui il ministro della Sanità, Sajid Javid avrebbe condiviso una forte insofferenza nei confronti del certificato già espressa da molti deputati conservatori, in particolare il centinaio che aveva votato contro la sua introduzione alla Camera dei Comuni (approvata solo grazie ai voti dell’opposizione Labour), in un segno di aperta ribellione al premier Boris Johnson.
Si pensa anche di abbandonare l’indicazione al lavoro da casa, altra misura prevista dalle restrizioni del piano B, mentre resterebbe quella per l’uso delle mascherine per trasporti pubblici e negozi. Questo alla luce dei “segnali incoraggianti”, come ha affermato ieri Javid, che arrivano: i contagi sono in diminuzione su base settimanale, come anche i ricoveri in ospedale, mentre secondo diversi scienziati l’ondata scatenata dalla variante Omicron del coronavirus ha raggiunto il suo picco e ormai il Regno Unito naviga verso l’uscita dal difficile periodo. Intanto Scozia e Galles hanno già alleggerito alcune delle loro restrizioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: muore l’architetto catalano Ricardo Bofill
Uno dei più rinomati del Paese iberico, aveva 82 anni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
14 gennaio 2022
16:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È morto a Barcellona Ricardo Bofill, uno degli architetti spagnoli più rinomati, autore di progetti anche in Italia: lo riporta la stampa iberica.
La notizia è stata ripresa anche dal ministro della Cultura spagnolo, Miquel Iceta.
Bofill aveva 82 anni. In Spagna è stato autore di importanti progetti come il Parco Manzanares di Madrid o il Teatro Nazionale della Catalogna. Fu marito dell’attrice Serena Vergano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Brexit:Sefcovic vede nuovo negoziatore Gb, ‘ora più dialogo’
Nuovo incontro con Truss il 24/1, ‘vogliamo relazioni positive’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 gennaio 2022
16:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Primo incontro, a Londra, sul Protocollo Irlanda del Nord della Brexit tra il vice presidente della Commissione Mraos Sefcovic e il nuovo negoziatore britannico e segretario di Stato per gli Affari Ester, Liz Truss.

L’incontro, spiega una nota congiunta, si è svolto in una “atmosfera cordiale” e i due torneranno a vedersi il 24 gennaio a Bruxelles mentre nei giorni precedenti ci saranno incontri tecnici.

“Il dialogo si intensificherà. Condividiamo il desiderio di una relazione positiva tra l’Ue e il Regno Unito, sostenuta dalla nostra condivisa fede nella libertà e nella democrazia”, sottolineano Sefcovic e Truss.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India: centinaia di migliaia si bagnano nel Gange, ‘bomba Covid’
Epidemiologi: ‘Super focolaio certo’. Oggi 260 mila nuovi casi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW DELHI
14 gennaio 2022
16:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A dispetto dei pressanti inviti alle precauzioni anti Covid lanciati nei giorni scorsi dalle autorità indiane, varie centinaia di migliaia di fedeli si sono radunate all’alba di oggi alla confluenza del fiume Gange con il Mar del Bengala, nello stato del Bengala Occidentale, per partecipare al festival religioso detto Gangasagar.
Centinaia di droni hanno spruzzato gocce di acqua prelevate dal fiume sacro sulle persone arrivate sulla penisola di Sangar da tutto il Paese, ma questo non ha impedito gli assembramenti lungo le rive per immergersi, quasi tutti senza indossare la mascherina.

I responsabili della sicurezza locali hanno ammesso di non essere stati in numero sufficiente per contenere la folla: “È impossibile fermarli”, ha detto un agente. “Questi fedeli credono che il bagno li purificherà da tutti i peccati e li proteggerà dal virus”. L’evento, giudicato dagli epidemiologi “super focolaio certo”, era stato autorizzato la settimana scorsa dall’Alta Corte di Calcutta.
L’India ha registrato ieri 260 mila nuovi casi di positività al virus, che sta galoppando in tutto il Paese in maniera vertiginosa: a metà dicembre i casi erano meno di diecimila ogni 24 ore. Secondo alcune previsioni, in poche settimane il Covid potrebbe toccare il picco degli 800 mila nuovi contagi al giorno. Mentre a milioni si ammassano sul Gange, la capitale si prepara a vivere da questa sera il secondo weekend di lockdown, mentre Mumbai ha proibito le riunioni di più di quattro persone.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: il Regno Unito verso l’eliminazione del Green pass
Secondo i media, a fine mese saranno riviste le misure, anche con lo stop allo smart working
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
14 gennaio 2022
16:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo britannico va verso l’eliminazione del green pass in Inghilterra, introdotto un mese fa solo per gli ingressi alle discoteche e agli eventi di massa.

Potrebbe avvenire il 26 gennaio, quando saranno riviste le misure anti-Covid previste dal cosiddetto piano B per contrastare la variante Omicron.
E’ quanto si legge sui media del Regno Unito, secondo cui il ministro della Sanità, Sajid Javid avrebbe condiviso una forte insofferenza nei confronti del certificato già espressa da molti deputati conservatori, in particolare il centinaio che aveva votato contro la sua introduzione alla Camera dei Comuni (approvata solo grazie ai voti dell’opposizione Labour), in un segno di aperta ribellione al premier Boris Johnson.
Si pensa anche di abbandonare l’indicazione al lavoro da casa, altra misura prevista dalle restrizioni del piano B, mentre resterebbe quella per l’uso delle mascherine per trasporti pubblici e negozi. Questo alla luce dei “segnali incoraggianti”, come ha affermato ieri Javid, che arrivano: i contagi sono in diminuzione su base settimanale, come anche i ricoveri in ospedale, mentre secondo diversi scienziati l’ondata scatenata dalla variante Omicron del coronavirus ha raggiunto il suo picco e ormai il Regno Unito naviga verso l’uscita dal difficile periodo. Intanto Scozia e Galles hanno già alleggerito alcune delle loro restrizioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lula paragona Bolsonaro allo ‘psicopatico’ Jim Jones
Nuove critiche dell’ex presidente alla gestione della pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
RIO DE JANEIRO
14 gennaio 2022
16:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Brasile, l’ex presidente di sinistra, Luiz Inacio Lula da Silva, favorito nei sondaggi sulle intenzioni di voto in vista delle elezioni di ottobre, ha attaccato nuovamente l’attuale presidente di destra, Jair Bolsonaro, per la sua gestione della pandemia di coronavirus, paragonandolo al predicatore statunitense Jim Jones, divenuto famoso negli anni ’70 per aver ordinato il più grande suicidio di massa della storia.

“Solo uno psicopatico come Jim Jones sarebbe in grado di ripetere le follie di Bolsonaro di fronte alla pandemia”, ha scritto Lula sui social, riferendosi al fondatore di una setta che, nel 1978, portò alla morte di 918 persone a Jonestown, in Guyana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Basta green pass e smart working, Londra verso la svolta
Francia, ipotesi solo agli over 16. In Germania resta l’allarme
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
15 gennaio 2022
08:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di fronte all’impennata di contagi da Covid, e alle curve che seguono traiettorie simili ma sfalsate nell’arco delle settimane, l’Europa si attrezza in modo diverso per rispondere all’attuale fase della pandemia.
E così la Gran Bretagna, dove l’ondata di Omicron avrebbe già raggiunto il suo picco, pensa a revocare il suo modello di Green pass, necessario solo per gli ingressi in discoteca e agli eventi di massa ma mai veramente digerito da molti deputati conservatori ostili allo stesso premier Boris Johnson, ora alle prese con le scuse alla regina per un party in violazione delle norme anti-Covid e per giunta alla vigilia del funerale del principe Filippo.
Secondo i media britannici, dunque, quando il 26 gennaio verranno riviste le misure previste dal cosiddetto piano B attualmente in vigore, si potrebbe abbandonare il certificato verde nonché l’indicazione di lavorare da casa, mentre resterebbe quella per l’uso delle mascherine nei trasporti pubblici e nei negozi. E questo proprio alla luce dei “segnali incoraggianti” di cui ha parlato mercoledì il ministro della Sanità, Sajid Javid: non solo diminuiscono i contagi su base settimanale – tornati sotto quota 100.000 nell’ultimo giorno – ma calano anche i ricoveri in ospedale. Scozia e Galles, del resto, hanno già alleggerito alcune delle loro restrizioni. E anche l’Olanda, ha annunciato il premier Mark Rutte, allenta il lockdown imposto a dicembre, con la riapertura di negozi, palestre e parrucchieri, ma non di ristoranti e bar che resteranno chiusi almeno fino al 25 gennaio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Al contrario del Regno Unito, in Francia il governo punta ancora a introdurre il pass vaccinale, l’equivalente del Super green pass italiano, nonostante lo stallo in parlamento e il terreno di scontro elettorale. Deputati e senatori hanno ripreso a lavorare su un progetto di legge comune: una delle ipotesi è che venga introdotto solo per i maggiori di 16 anni. Il presidente Emmanuel Macron ha intanto annunciato, attraverso il suo portavoce, una nuova ordinanza per definire meglio “le condizioni in cui la mascherina va usata all’aperto”, dopo che la giustizia amministrativa di Parigi ne ha bocciato l’obbligo nella capitale. Resta alto l’allarme Omicron anche in Germania, che ha superato per la prima volta dall’inizio della pandemia il record di 92.000 contagi giornalieri, appena due giorni dopo aver sfondato il tetto degli 80.000 casi in 24 ore. “Non si può dare il cessato allarme”, ha detto il ministro della Salute tedesco Karl Lauterbach, sottolineando che la variante Omicron non è affatto “innocua” e ribadendo di essere favorevole a un obbligo vaccinale a partire dai 18 anni. Berlino ha tra l’altro nuovamente inserito l’Austria tra i Paesi ad alto rischio Covid a partire da sabato, imponendo una quarantena di 10 giorni ai non vaccinati che rientrano dal Paese vicino o di 5 più un test negativo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un altro colpo alla stagione sciistica austriaca che ha costretto la ministra del Turismo di Vienna, Elisabeth Koestinger, a precisare che le nuove disposizioni tedesche non riguardano i vaccinati: “Chi è vaccinato può in ogni momento fare una vacanza sicura e riposante in Austria”. A causa di Omicron, gli ospedali sono in emergenza anche negli Usa, dove nell’ultima settimana si sono registrati oltre 800 mila casi e 1.871 morti al giorno: almeno l’85% delle terapie intensive sono piene a Washington e in 18 Stati americani, con le situazioni peggiori in Alabama, Missouri, New Mexico, Rhode Island e Texas. E a tre settimane dalle Olimpiadi invernali di Pechino 2022, la Cina cerca di blindarsi dalla nuova variante. Sospese dal 24 gennaio 26 rotte aeree internazionali: 4 dagli Stati Uniti e altre da città come Melbourne, Francoforte, Parigi, Vancouver, Toronto, Il Cairo e anche Milano.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Blinken, poche settimane per salvare l’accordo nucleare iraniano
Usa pronti a considerare ‘altre opzioni’ se negoziati falliscono
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 gennaio 2022
17:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mancano solo “poche settimane” per salvare l’accordo sul nucleare con l’Iran e gli Stati Uniti sono pronti a considerare “altre opzioni” se i negoziati falliranno.
Lo ha detto il segretario di Stato Usa Antony Blinken in un’intervista a Npr.

“Abbiamo molto poco tempo perché Teheran si sta avvicinando sempre di più al punto in cui potrebbe produrre in tempi brevi abbastanza materiale fissile per un’arma nucleare”, ha precisato il titolare di Foggy Bottom, secondo cui l’Iran ha compiuto progressi nucleari che “diventeranno sempre più difficili da invertire perché stanno imparando e facendo cose nuove a causa del superamento dei vincoli previsti dall’accordo”.
Dopo mesi di stallo dei colloqui a Vienna, Washington ha recentemente riportato progressi modesti ma ancora insufficienti. Per Blinken il ripristino dell’accordo “sarebbe il miglior risultato per la sicurezza americana, ma se non possiamo, stiamo guardando ad altre opzioni” con gli alleati anche in Europa e Medio Oriente. Opzioni che sono state “oggetto di intenso lavoro nelle ultime settimane e mesi”, ha detto, sottolineando che “siamo preparati per entrambi i percorsi”.
Ore prima il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov aveva dichiarato che “c’è un reale progresso” nelle trattative sull’accordo sul programma nucleare iraniano e che Mosca auspica che “un accordo venga raggiunto”, secondo l’agenzia Interfax.
“Per quanto riguarda il programma nucleare iraniano, io adesso prenderei una posizione più ottimista. Lì c’è un reale progresso, lì c’è una reale volontà, prima di tutto tra Iran e Usa, di comprendere le preoccupazioni concrete e capire come queste preoccupazioni possano essere considerate nel pacchetto generale”, aveva detto Lavrov.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corea Nord: Seul, lanciato ‘proiettile non indentificato’
E’ il terzo lancio in 10 giorni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
14 gennaio 2022
17:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord ha lanciato “un proiettile ancora non meglio identificato” verso il mar del Giappone.
Lo affermano i militari di Seul.
E’ la terza iniziativa del genere da parte di Pyongyang dopo il test del 5 gennaio e quello di martedì, che ha portato gli Usa a sanzionare 6 nordcoreani legati ai programmi di sviluppo balistici dello Stato eremita. Martedì, in particolare, il Nord ha detto di aver lanciato con successo, sotto la supervisione del leader Kim Jong-un, un vettore ipersonico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Macron annuncia una nuova ordinanza su mascherina all’aperto
Dopo la bocciatura a Parigi. Verso pass vaccinale solo a over 16
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
14 gennaio 2022
17:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il portavoce del governo francese nonché fedelissimo del presidente Emmanuel Macron, Gabriel Attal, ha annunciato oggi che un nuova ordinanza verrà “prossimamente” adottata dal ministero dell’Interno riguardante l’uso della mascherina all’aperto a Parigi, dopo che la giustizia ha bocciato il provvedimento in vigore da fine dicembre.
Il portavoce ha precisato che questa nuova versione “definirà in modo più sottile le condizioni in cui la mascherina va usata all’aperto”.

L’annuncio segue la sospensione, ieri, da parte del tribunale amministrativo di Parigi di un’ordinanza della prefettura con cui dal 31 dicembre si rendeva obbligatorio l’uso della mascherina nello spazio pubblico della capitale francese. Nella sentenza, il tribunale ritiene che questa regola “non risponda agli imperativi di stretta proporzione ai rischi sanitari incorsi prescritti al IV comma dell’articolo primo della legge del 31 maggio 2021”.
Mercoledì, il tribunale amministrativo di Versailles aveva sospeso un’ordinanza simile per il dipartimento delle Yvelines, ritenendo che la misura rappresentava un “oltraggio eccessivo, disproporzionato e non appropriato (…) alle libertà individuali”.
Intanto, dopo il fallimento nella ricerca di un compromesso tra senatori e deputati sull’adozione del pass vaccinale – l’equivalente transalpino del Super green pass -, i deputati francesi hanno rincominciato oggi a lavorare sul progetto di legge. La prospettiva è che il pass rafforzato venga reso obbligatorio solo agli over 16. Dinanzi alla pandemia “non c’è più tempo”, ha avvertito Attal, nel corso di un intervento in parlamento, in sostituzione del ministro della Salute, Olivier Véran, posto a sua volta in isolamento dopo essere risultato positivo al Covid. La Francia si era impegnata ad adottare questo nuovo dispositivo entro metà gennaio vista l’urgenza della situazione legata alla variante Omicron.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Blinken, poche settimane per salvare l’accordo nucleare iraniano
Usa pronti a considerare ‘altre opzioni’ se negoziati falliscono
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 gennaio 2022
17:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mancano solo “poche settimane” per salvare l’accordo sul nucleare con l’Iran e gli Stati Uniti sono pronti a considerare “altre opzioni” se i negoziati falliranno.
Lo ha detto il segretario di Stato Usa Antony Blinken in un’intervista a Npr.

“Abbiamo molto poco tempo perché Teheran si sta avvicinando sempre di più al punto in cui potrebbe produrre in tempi brevi abbastanza materiale fissile per un’arma nucleare”, ha precisato il titolare di Foggy Bottom, secondo cui l’Iran ha compiuto progressi nucleari che “diventeranno sempre più difficili da invertire perché stanno imparando e facendo cose nuove a causa del superamento dei vincoli previsti dall’accordo”.
Dopo mesi di stallo dei colloqui a Vienna, Washington ha recentemente riportato progressi modesti ma ancora insufficienti. Per Blinken il ripristino dell’accordo “sarebbe il miglior risultato per la sicurezza americana, ma se non possiamo, stiamo guardando ad altre opzioni” con gli alleati anche in Europa e Medio Oriente. Opzioni che sono state “oggetto di intenso lavoro nelle ultime settimane e mesi”, ha detto, sottolineando che “siamo preparati per entrambi i percorsi”.
Ore prima il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov aveva dichiarato che “c’è un reale progresso” nelle trattative sull’accordo sul programma nucleare iraniano e che Mosca auspica che “un accordo venga raggiunto”, secondo l’agenzia Interfax.
“Per quanto riguarda il programma nucleare iraniano, io adesso prenderei una posizione più ottimista. Lì c’è un reale progresso, lì c’è una reale volontà, prima di tutto tra Iran e Usa, di comprendere le preoccupazioni concrete e capire come queste preoccupazioni possano essere considerate nel pacchetto generale”, aveva detto Lavrov.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Scala: Scappucci dirige Capuleti e Montecchi, è fa un primato
Prima italiana su podio opera, ‘son salita su cavallo in corsa’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 gennaio 2022
18:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo abituati allo slalom”: il sovrintendente della Scala Dominique Meyer lo dice con il sorriso alla conferenza stampa di presentazione di I Capuleti e i Montecchi, opera di Vincenzo Bellini, che debutterà il 18 gennaio.
Un debutto messo a rischio dal forfait di Evelino Pidò, direttore che il giorno prima dell’inizio delle prove con l’orchestra si è scoperto positivo al Covid anche se asintomatico.

E’ stato quindi necessario trovare di corsa un sostituto. E così è arrivata di corsa all’epifania Speranza Scappucci che in questo modo diventa la prima italiana a dirigere un’opera alla Scala, terza in assoluto dopo Claire Gibault, che nel 1995 diresse La station thermale di Fabio Vacchi e Susanna Mälkki salita sul podio per il debutto di Quartett di Luca Francesconi nel 2011. Ma in quel caso si trattava di opere contemporanee, in questo caso invece del repertorio del belcanto.
Lei, sorridente, dice di sentire “la responsabilità” ma chiaramente l’impresa non l’ha spaventata. “Sono salita su un cavallo in piena corsa con un pizzico di follia che forse serve in queste cose” spiega in conferenza stampa dopo aver ringraziato Pidò e tutto il teatro per averla fatta “sentire a casa”.
D’altronde il suo curriculum è lungo: dal 2017 è direttore ospite principale della Opéra Royale de la Wallonie a Liegi e ha diretto in grandi teatri, dal Met di New York, all’Opéra di Parigi. Il 27 gennaio avrebbe dovuto dirigere il concerto inaugurale del Mozarteum, il festival Mozartiano di Salisburgo cancellato ieri a causa della pandemia. “E’ coraggiosa” sintetizza Meyer che ha riconosciuto l’impegno del regista (Alfred Noble, ex direttore della Royal Shakespeare Company al suo debutto milanese), di tutti i lavoratori del teatro “che fanno i salti mortali tutti i giorni” e del cast che include star come Lisette Oropesa (Giulietta) e Michele Pertusi (Lorenzo), Marianne Crebassa (Romeo) e vede il debutto scaligero del cinese Jinxu Xiahou (Tebaldo), anche lui chiamato all’ultimo dopo il forfait di René Barbera. Tutti disponibili a cambi di prove, programmazioni saltate per arrivare ad andare in scena.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ucraina, Usa: la Russia prepara il pretesto per invadere
Wsj: Mosca muove tank e armamenti da est verso ovest. Attacco hacker contro Kiev, la Nato e l’Ue
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
15 gennaio 2022
09:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Russia ha cominciato a muovere tank, veicoli da combattimento della fanteria, lanciatori di razzi e altro equipaggiamento militare dalle sue basi nell’estremo est verso ovest.
Lo scrive il Wall Street Journal, citando fonti Usa e notizie apparse sui social.
Mentre mezzi e materiali sono in transito, dirigenti e analisti discutono se la mossa rappresenti la prossima fase del rafforzamento militari russo in vista di un blitz in Ucraina o una tattica del Cremlino per tenere sotto pressione l’Occidente usandola come leva nei negoziati.

Le coincidenze non sono prove ma sta di fatto che, all’indomani del collasso dei negoziati tra Russia e Occidente, l’Ucraina è stata colpita da un massiccio attacco informatico e nel mirino sono finiti diversi siti governativi. “Abbiate paura e aspettatevi il peggio”, recitava un messaggio – in russo, ucraino e polacco – pubblicato sull’homepage dei portali hackerati, tra cui il ministero degli Esteri. L’episodio aggiunge tensione ad una situazione già esasperata e gli Usa fanno sapere di avere informazioni di un’imminente operazione clandestina russa in territorio ucraino per creare il pretesto di un’azione militare. La “false flag” – termine tecnico molto amato dai complottisti – ideata dal Cremlino prevedrebbe l’uso di un commando di forze speciali, già dislocata nel Paese, addestrato all’uso di esplosivi per compiere atti di sabotaggio contro le stesse forze sostenute dalla Russia nel Donbass. “L’esercito russo prevede di iniziare queste attività diverse settimane prima dell’invasione militare, che potrebbe iniziare tra metà gennaio e metà febbraio”, ha precisato un funzionario americano alla Cnn. “Abbiamo già visto questo schema nel 2014 con la Crimea”. Al contempo, i russi avrebbero varato un’intensa campagna di disinformazione digitale per preparare l’opinione pubblica, ucraina e non, alla necessità di tale intervento per evitare presunte violazioni dei diritti della popolazione russofona nelle aree contese dell’est ucraino – tutte accuse che il Cremlino ha liquidato come “senza fondamento”. La risposta al cyberattacco di oggi comunque è stata immediata. Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, esprimendo condanna, ha annunciato che nei prossimi giorni “l’Alleanza atlantica e l’Ucraina firmeranno un accordo su una maggiore cooperazione informatica, compreso l’accesso di Kiev alla piattaforma di condivisione della Nato delle informazioni sui malware”. Non solo. Gli esperti cibernetici alleati stanno già “sostenendo le autorità ucraine sul campo”. Che la sfera digitale sarebbe stata uno dei fronti caldi del confronto con la Russia non è un mistero e negli scorsi giorni in vari palazzi di Bruxelles si parlava apertamente di rafforzare le strutture ucraine in tal senso. Anche l’Ue farà la sua parte e il capo della diplomazia, Josep Borrell, ha annunciato una missione a Kiev della task force digitale europea. “Purtroppo – ha dichiarato a Brest al termine dell’informale Esteri dei 27 – questo non sarà l’ultimo cyber-attacco contro l’Ucraina”. Borrell ha sottolineato che al momento non si hanno prove chiare di chi si celi dietro a quest’azione destabilizzante. “Ma lo sapremo”, ha chiosato. Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian, dopo aver annunciato un’imminente visita in Ucraina insieme all’omologa tedesca Annalena Baerbock, ha ad ogni modo evidenziato il desiderio “unanime” dei 27 di continuare il dialogo con Mosca, chiedendo “il più ampio coinvolgimento europeo possibile”. Mentre il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto a Joe Biden di organizzare un “trilaterale” con Vladimir Putin (online) per favorire la distensione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Russia, due collaboratori di Navalny nella lista degli ‘estremisti’
Mosca inasprisce la repressione. Gli attivisti: “Metodi fascisti”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
14 gennaio 2022
20:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Russia di Vladimir Putin ha inasprito ancora la repressione contro l’opposizione.
Negli ultimi tempi le autorità russe hanno preso di mira dissidenti, giornali indipendenti, attivisti.
Un anno fa, l’avversario numero uno di Putin, Alexey Navalny, è stato arrestato non appena rimesso piede in Russia da Berlino, dove era stato curato per un avvelenamento del quale si sospettano gli 007 del Cremlino. Oggi – stando a diversi media russi e internazionali – Leonid Volkov e Ivan Zhdanov, due tra i più stretti collaboratori di Navalny, sono stati inseriti in una lista di persone che le autorità russe accusano di coinvolgimento in attività “estremiste o terroristiche”, Un provvedimento che appare come un’ennesima azione per soffocare il dissenso.
“Bisogna semplicemente capire che sono metodi fascisti dello Stato russo: stigmatizzare, definire ‘terroristi’, ‘agenti stranieri'”, ha detto Zhdanov in un’intervista a Current Time.
“Non c’è nulla di divertente in questo. Eppure non cesseremo in nessun modo di continuare la nostra attività”.
Leonid Volkov, 41 anni, era a capo degli uffici regionali di Navalny, ora in carcere con accuse ritenute di matrice palesemente politica. Il 33enne Ivan Zhdanov guidava invece la Fondazione Anticorruzione di Navalny, che con le sue popolarissime video-inchieste ha creato più di un grattacapo a Putin e ai suoi alleati. Sia la rete degli uffici regionali di Navalny sia la Fondazione Anticorruzione erano già state dichiarate “estremiste” in Russia con una mossa che molti osservatori ritengono senza dubbio politicamente motivata. E forse non è un caso che proprio l’etichetta di “estremista” venga usata ora dalle autorità per bollare due dissidenti di spicco come Volkov e Zhdanov. Tuttavia, stando alla testata online Meduza, coloro che si trovano in questa lista nera con l’accusa di “terrorismo” hanno un asterisco accanto al nome, segno che manca nel caso dei due oppositori.
Secondo il Moscow Times, l’inserimento in questa black list, stilata dal Servizio federale di monitoraggio finanziario, comporta di fatto l’esclusione dal sistema bancario russo perché agli istituti finanziari è vietato fornire servizi a persone e organizzazioni presenti nell’elenco. “Siamo pionieri in questo genere di cose insensate”, ha scritto Zhdanov su Twitter affermando che questo tipo di misura potrebbe diffondersi ulteriormente nel Paese. Negli ultimi tempi, diversi alleati di Navalny hanno avuto problemi con la giustizia russa e alcuni si sono trasferiti all’estero.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Brasile, modella muore a 18 anni per una trombosi
Valentina Boscardin era doppiamente vaccinata e in buona salute
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2022
21:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Aspirava ad una carriera internazionale di successo nel mondo della moda e poi, chissà, in televisione.
Come la madre, che per lei era sempre stata l’esempio da seguire.
Invece i sogni di Valentina Boscardin, modella brasiliana di appena 18 anni, sono stati stroncati dal Covid-19. Nonostante fosse doppiamente vaccinata e non soffrisse di patologie pregresse, infatti, la giovane si è spenta in un ospedale di San Paolo dove era stato ricoverata per l’aggravarsi dei sintomi dopo essere rimasta contagiata. Diversi media di lingua portoghese e spagnola parlano di un quadro clinico precipitato a causa di una polmonite e poi di una trombosi. La madre, Marcia Boscardin, un’affermata presentatrice televisiva, ha ricordato Valentina con parole commoventi: “E’ con grande dolore che dico addio all’amore della mia vita”, ha scritto. Valentina Boscardin faceva parte dell’agenzia Ford Model Brasil, che gestisce modelli del Paese sudamericano ma anche americani e francesi. Nonostante la giovanissima età, aveva già partecipato a fashion show all’estero. E come molti altri suoi coetanei, specie nel mondo dello spettacolo, era molto attiva sui social media, dove condivideva immagini di lei sulla passerella e nei dietro le quinte delle sfilate. L’ultimo post risale al 19 dicembre, quando pubblicò un’immagine di se stessa sorridente con alle spalle la spiaggia di Leblon, a Rio de Janeiro. Dopo la notizia della morte, la fotografia è stata commentata da moltissimi follower che hanno espresso il loro dolore. La madre Marcia era il modello al quale guardava Valentina. Come lei aveva debuttato sulle passerelle giovanissima, ad appena 16 anni, e ben presto era stata scelta come modella da molti famosi marchi, tra i quali Givenchy, Christian Dior, Valentino e Armani. Successivamente è diventata un volto noto della televisione, come attrice di soap opera, come ospite di diverse trasmissioni e poi come conduttrice. Le condizioni di Valentina avevano cominciato a peggiorare a metà della settimana scorsa, il 6 gennaio, per poi precipitare, sembra a causa di una grave forma di polmonite.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: Sinead O’Connor ricoverata a una settimana morte figlio
Dopo tweet in cui accennava a possibilità di suicidarsi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
14 gennaio 2022
22:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sinead O’Connor è ricoverata in ospedale.
La cantante di ‘Nothing Compares 2 U’ è stata ammessa giovedì notte per ricevere aiuto dopo una serie di tweet in cui faceva riferimento alla possibilità di togliersi la vita così da seguire suo figlio, trovato morto una settimana fa a soli 17 anni.
Lo riportano i media americani.
“Ho deciso di seguire mio figlio. Non c’è motivo di vivere senza di lui. Tutto quello che tocco lo rovino”, ha twittato la cantante da un account Twitter non verificato ma legato al suo account ufficiale. Un’ora dopo questo tweet O’Connor si è scusata e ha rassicurato i suoi fan: “Scusate, non avrei dovuto dirlo. Sono con la polizia diretta in ospedale. Sono persa senza mio figlio e mi odio. L’ospedale mi aiuterà per un po””.
O’Connor non ha mai nascosto in passato di soffrire di disturbi mentali e di aver avuto pensieri suicidi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Avvocati, Djokovic di nuovo in stato di fermo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
01:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic è di nuovo in detenzione.
Lo rendono noto i suoi avvocati.
Secondo il governo, infatti, la presenza in Australia del numero uno del tennis mondiale, non vaccinato contro il Covid, “potrebbe incoraggiare il sentimento contro i vaccini”. Le autorità australiane hanno presentato per questo una memoria davanti alla giustizia, chiedendo l’espulsione del serbo dal Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic:Nadal, Australian Open più importante di chiunque
“Sarà un grande torneo con o senza di lui”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
04:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“L’Australian Open è molto più importante di qualunque giocatore”.
Sono le parole di Rafa Nadal commentando la situazione di Novak Djokovic, ancora in stato di fermo in attesa che venga discusso il suo appello contro l’espulsione dall’Australia.
“L’Australian Open sarà un grande Australian Open con o senza di lui”, ha concluso lo spagnolo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa contattano big del gas in caso di conflitto tra Russia e Ucraina
Le aziende avrebbero risposto che le forniture globali sono limitate
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
15 gennaio 2022
09:21
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti hanno avuto contatti con alcune società energetiche internazionali per piani di emergenza sulla fornitura di gas naturale all’Europa nel caso in cui un conflitto fra Russia e Ucraina dovesse creare difficoltà e problemi alla forniture russe.
Lo riporta la Reuters sul proprio sito citando alcune fonti, secondo le quali il Dipartimento di Stati avrebbe chiesto ad alcune società dove poter reperire ulteriori forniture qualora fosse necessario.
Le aziende avrebbero risposto che le forniture globali sono limitate e c’è poco gas disponibile per sostituire gli ampi volumi della Russia.
IL PUNTO – di Mattia Bernardo Bagnoli
Le coincidenze non sono prove ma sta di fatto che, all’indomani del collasso dei negoziati tra Russia e Occidente, l’Ucraina è stata colpita da un massiccio attacco informatico e nel mirino sono finiti diversi siti governativi. “Abbiate paura e aspettatevi il peggio”, recitava un messaggio – in russo, ucraino e polacco – pubblicato sull’homepage dei portali hackerati, tra cui il ministero degli Esteri. L’episodio aggiunge tensione ad una situazione già esasperata e gli Usa fanno sapere di avere informazioni di un’imminente operazione clandestina russa in territorio ucraino per creare il pretesto di un’azione militare.
La “false flag” – termine tecnico molto amato dai complottisti – ideata dal Cremlino prevedrebbe l’uso di un commando di forze speciali, già dislocata nel Paese, addestrato all’uso di esplosivi per compiere atti di sabotaggio contro le stesse forze sostenute dalla Russia nel Donbass. “L’esercito russo prevede di iniziare queste attività diverse settimane prima dell’invasione militare, che potrebbe iniziare tra metà gennaio e metà febbraio”, ha precisato un funzionario americano alla Cnn. “Abbiamo già visto questo schema nel 2014 con la Crimea”. Al contempo, i russi avrebbero varato un’intensa campagna di disinformazione digitale per preparare l’opinione pubblica, ucraina e non, alla necessità di tale intervento per evitare presunte violazioni dei diritti della popolazione russofona nelle aree contese dell’est ucraino – tutte accuse che il Cremlino ha liquidato come “senza fondamento”.
La risposta al cyberattacco di oggi comunque è stata immediata. Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, esprimendo condanna, ha annunciato che nei prossimi giorni “l’Alleanza atlantica e l’Ucraina firmeranno un accordo su una maggiore cooperazione informatica, compreso l’accesso di Kiev alla piattaforma di condivisione della Nato delle informazioni sui malware”. Non solo. Gli esperti cibernetici alleati stanno già “sostenendo le autorità ucraine sul campo”. Che la sfera digitale sarebbe stata uno dei fronti caldi del confronto con la Russia non è un mistero e negli scorsi giorni in vari palazzi di Bruxelles si parlava apertamente di rafforzare le strutture ucraine in tal senso. Anche l’Ue farà la sua parte e il capo della diplomazia, Josep Borrell, ha annunciato una missione a Kiev della task force digitale europea. “Purtroppo – ha dichiarato a Brest al termine dell’informale Esteri dei 27 – questo non sarà l’ultimo cyber-attacco contro l’Ucraina”.
Borrell ha sottolineato che al momento non si hanno prove chiare di chi si celi dietro a quest’azione destabilizzante. “Ma lo sapremo”, ha chiosato. Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian, dopo aver annunciato un’imminente visita in Ucraina insieme all’omologa tedesca Annalena Baerbock, ha ad ogni modo evidenziato il desiderio “unanime” dei 27 di continuare il dialogo con Mosca, chiedendo “il più ampio coinvolgimento europeo possibile”. Mentre il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto a Joe Biden di organizzare un “trilaterale” con Vladimir Putin (online) per favorire la distensione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuove accuse di corruzione contro la leader birmana Aung San Suu Kyi
Avrebbe violato le regole su noleggio e acquisto di elicotteri
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
10:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La giunta militare al potere in Birmania torna all’attacco della ex leader e premio Nobel Aung San Suu Kyi, già condannata a sei anni di detenzione, contro la quale adesso spicca cinque muovi capi d’accusa legati al noleggio e all’acquisto di un elicottero.
Lo ha appreso la Afp da fonti informate.
Stando ai media ufficiali, San Suu Kyi è accusata di aver provocato una perdita finanziaria allo Stato birmano violando le regole relative proprio al noleggio e all’acquisto di elicotteri.
Anche l’ex presidente della Repubblica, Win Myint, è stato colpito dalle stesse accuse.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Epstein: il 28 giugno la sentenza per Ghislaine Maxwell
Giudice avverte, potrebbe slittare con richieste nuovo processo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
15 gennaio 2022
10:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La data per la sentenza nei confronti di Ghislaine Maxwell, l’ex socialite britannica colpevole secondo la giuria di reati sessuali con Jeffrey Epstein, è stata fissata al 28 giugno.
Lo ha annunciato il giudice Alison Nathan sottolineando comunque che la data potrebbe slittare a seconda dell’esito della richiesta di Maxwell per un nuovo processo sulla base dei commenti di uno dei giurati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Eruzione vulcano sottomarino, allarme tsunami da Tonga a Fiji
Emergenza in tutta l’area del Pacifico
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
10:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo una potente eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Haʻapai è scattato l’ allarme tsunami in un’ampia area del Pacifico che include il regno di Tonga, le Fiji e la Nuova Zelanda.
Lo riporta la Bbc.

Video postati sui social media da Tonga hanno mostrato onde anomale che si infrangono su una chiesa e diverse case.
Testimoni hanno detto che una pioggia di cenere sta cadendo sulla capitale, Nuku’alofa. I residenti sono stati invitati a trasferirsi su un terreno più elevato. I pennacchi di gas, fumo e cenere che si riversano dal vulcano hanno raggiunto i 20 km nel cielo, ha affermato il Servizio geologico di Tonga.
L’eruzione, l’ultima di una serie, è durata otto minuti ed è stata così violenta da essere stata udita nelle Fiji, a più di 800 km di distanza da Tonga, hanno detto i funzionari della capitale Suva.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Australia vicino al picco ondata di Omicron
Ma i contagi rimarranno ancora a livelli record
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
11:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia è vicina al picco dell’ondata di Omicron.
E’ quanto hanno affermato stamane le autorità che però avvertono che i contagi giornalieri rimarranno vicino ai livelli record per “le prossime settimane” dopo che sono stati segnalati oltre 100mila casi per il quarto giorno consecutivo.

Avendo limitato la diffusione del coronavirus attraverso rigide restrizioni all’inizio della pandemia, l’Australia ora riporta casi record dalla variante Omicron, riferisce la Reuters sul suo sito. La maggior parte degli Stati del Paese è passata a una strategia di convivenza con il virus poiché ha raggiunto tassi di vaccinazione più elevati. Quest’anno sono stati registrati oltre 1,2 milioni di contagi, rispetto ai 200.000 del 2020 e del 2021 messi insieme.
“Non abbiamo ancora superato la crisi e penso che ci sarà un gran numero di casi diagnosticati in Australia nelle prossime settimane”, ha detto il capo del dipartimento di Sanità, Paul Kelly, in una conferenza stampa, riferendosi all’epidemia di Omicron. Ma il modello adottato da alcuni Stati “mi porta a credere che siamo vicini al picco di questa ondata in termini di casi”, ha aggiunto.
La maggior parte degli Stati sta affrontando ricoveri record durante l’ondata di Omicron, con le autorità che affermano che i giovani non vaccinati formano un “numero significativo” di ricoveri in Australia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic resta detenuto al Park Hotel di Melbourne
Campione di tennis attende l’udienza della Corte federale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
12:20
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic è tornato nella struttura di detenzione del Park Hotel a Melbourne in attesa che il suo caso venga esaminato domenica mattina (sabato notte in Italia) dalla Corte federale australiana.
Lo riferisce la Cnn.

Il numero 1 del tennis è stato visto dentro un furgone bianco mentre arrivava all’hotel, utilizzato anche come struttura di detenzione per i rifugiati, dopo aver lasciato l’ufficio del suo avvocato sabato pomeriggio, ora australiana.
Ieri mattina, il ministero dell’immigrazione australiano ha annullato per la seconda volta il visto di Djokovic, fermato a Melbourne dove si è recato per partecipare agli Australian Open previsti lunedì.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Eruzione vulcano sottomarino, allarme tsunami da Tonga a Fiji
Emergenza in tutta l’area del Pacifico
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2022
14:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo una potente eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Haʻapai è scattato l’ allarme tsunami in un’ampia area del Pacifico che include il regno di Tonga, le Fiji e la Nuova Zelanda.
Lo riporta la Bbc.

Video postati sui social media da Tonga hanno mostrato onde anomale che si infrangono su una chiesa e diverse case.
Testimoni hanno detto che una pioggia di cenere sta cadendo sulla capitale, Nuku’alofa. I residenti sono stati invitati a trasferirsi su un terreno più elevato. I pennacchi di gas, fumo e cenere che si riversano dal vulcano hanno raggiunto i 20 km nel cielo, ha affermato il Servizio geologico di Tonga.
L’eruzione, l’ultima di una serie, è durata otto minuti ed è stata così violenta da essere stata udita nelle Fiji, a più di 800 km di distanza da Tonga, hanno detto i funzionari della capitale Suva.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Malta: ministro, tagli o Air Malta va in bancarotta
Nuova crisi compagnia bandiera. Personale dimezzato entro estate
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
15 gennaio 2022
14:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Aur Malta, la compagnia di bandiera direttamente partecipata dal governo maltese, “rischia la bancarotta” se entro l’estate non attuerà un drastico piano di tagli, a cominciare dal personale che sarà più che dimezzato.

La nuova crisi della compagnia, che attualmente perde 170mila euro al giorno, ed il piano per salvarla sono stati annunciati dal ministro delle finanze, Clyde Caruana, specificando che la forza lavoro scenderà dalle attuali 890 a 420 unità nel tentativo di risparmiare 15 milioni di euro.
“Dobbiamo essere molto seri con questo piano, che può facilmente essere l’ultima chance di Air Malta”, ha detto il ministro.
Lo scorso anno il governo maltese aveva chiesto alla Commissione europea il permesso di pompare 290 milioni nel bilancio della compagnia in deroga al divieto di aiuti di stato, ma dopo contatti con la Commissaria per la concorrenza Margrethe Vestager l’esecutivo della Valletta ha dovuto cambiare rotta. E’ stato lo stesso Caruana ad ammettere, secondo quanto riportato dai media maltesi, che per Vestager la Commissione “ha perso fiducia in Air Malta perché molte promesse non sono state mantenute”.
Molto più piccola di Alitalia, la compagnia di bandiera maltese condivide con quella tricolore una lunga storia di gestioni commissariali e salvataggi di stato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: presidenziali, clip di Le Pen al Louvre, museo protesta
La candidata sul luogo che segnò esordio Macron, museo furioso
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
15 gennaio 2022
14:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Marine Le Pen infiamma la campagna elettorale lanciando oggi una clip in cui è stata ripresa sullo sfondo della Piramide del Louvre, proprio dove Emmanuel Macron, appena eletto, iniziò il suo mandato con la camminata a passo lento ripresa dalle tv sulle note dell’Inno alla Gioia di Beethoven.

“Affossamento del paese, declassamento dei francesi: è al Louvre che è cominciato il mandato di Emmanuel Macron” dice Marine Le Pen nel clip, passeggiando in modo molto meno solenne di quanto fece il suo avversario dopo la vittoria.

Il Louvre, che non ha gradito le immagini di Marine Le Pen davanti alla Piramide e nella Cour Napoléon, all’interno del museo, ha fatto sapere che “tutti i diritti di immagine relativi alla piramide ideata dall’architetto Pei devono essere sottoposti a preventiva autorizzazione”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.