Economia tutte le notizie in tempo reale
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 12 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:00 DI LUNEDì 06 LUGLIO 2020

ALLE 06:08 DI MARTEDì 07 LUGLIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Oro: poco mosso a 1.776 dollari l’oncia
In rialzo quotazioni argento e platino
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
06:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro poco mosse sui mercati asiatici,. Il lingotto con consegna immediata passa di mano a 1.776 dollari l’oncia, segnando un guadagno dello 0,2%, dopo il picco vicino ai 1.800 dollari registrato martedì scorso.
A crescere, pur in maniera frazionale, sono anche le quotazioni dell’argento (+0,2%) e del platino (+0,6%). In calo il palladio (-0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti in lieve calo, Brent sale sopra 43 dollari
Greggio americano di nuovo sul mercato dopo pausa del 4 luglio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
08:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio contrastate questa mattina. Il Brent, il greggio di riferimento europeo guadagna lo 0,6% portandosi a 43,05 dollari al barile, mentre il Wti americano perde 18 centesimi rispetto alle quotazioni di giovedì scorso (venerdì i mercati statunitensi erano chiusi in vista della festività del 4 luglio), scendendo a 40,47 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro sale a 1,1290 dollari in avvio
Moneta unica vale 121,58 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in lieve rialzo per l’euro rispetto al dollaro. La moneta unica vale a 1,1290 dollari, con un guadagno dello 0,36%. Calo dello 0,46% invece nei confronti dello yen a 121,58.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund stabile a 168 punti base
Rendimento del decennale italiano all’1,25%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stabile rispetto alla chiusura di venerdì lo spread tra Btp e Bund decennali. Il differenziale segna 168 punti base con un rendimento per il titolo italiano dell’1,25%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia positiva con finanza e tecnologici, Shanghai +5,4%
Volume scambi sopra media mensile. Tokyo +1,8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati asiatici positivi, trainati da finanza e tecnologici, con un volume di scambi sopra la media mensile, con i prezzi delle azioni cinesi in ascesa. Chiusa Taiwan a +1,7%, il Topix in Giappone guadagna l’1,6% e il Nikkei l’1,83%. A mercati ancora aperti a Hong Kong i guadagni arrivano al 3,4%, a Shanghai al 5,4% e a Shenzen al 3,6%. Più contenuti in Corea (Kospi +1,6%) Positivi i future di Piazza Affari e della altre principali Borse europee, nella giornata degli indici Sentix della fiducia degli investitori dell’Eurozona, dei direttori degli acquisti nelle costruzioni nel Regno Unito, degli ordini alle fabbriche tedesche di maggio e della produzione industriale spagnola. Per l’Italia giornata di avvio del collocamento dei nuovi Btp Futura e del periodo di offerta dell’Ops Intesa-Ubi. Le attese degli analisti, con le preoccupazioni per un’ulteriore ondata di coronavirus, sono di influenze negative sulle valute rispetto al dollaro e sul petrolio, con il rincaro invece dell’oro. VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA VAI ALLA POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano apre in rialzo (+2,1%)
Il Ftse Mib a 20.141 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 luglio 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in netto rialzo per la Borsa di Milano. Il Ftse Mib è a 20.141 punti, in crescita del 2,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre positiva
Parigi (+2,1%), Francoforte (+1,9%) e Londra (+1,8%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
09:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per le principali Borse europee. La migliore è Madrid (+2,2%), 7.566, seguita da Parigi (+2,1%) a 5.112 punti, Francoforte (+1,9%) a 12.774 punti e Londra (+1,8%) a 6.281 punti poco dopo l’inizio delle contrattazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano corre con le banche, su Leonardo
Bene petroliferi con greggio in ascesa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
09:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corre la Borsa di Milano (+2,2%) nella mattina della prima seduta di settimana, giornata di avvio del collocamento dei nuovi Btp Futura. In linea con il resto d’Europa e sulla scia dell’ottimismo in Asia, Piazza Affari vede banche a trainare in positivo e lo spread Btp-Bund a 167 punti.
La migliore è Unicredit (+4,6%), poi Intesa (+3,4%) mentre si apre il periodo di offerta dell’Ops su Ubi (+2,3%), e sale anche Banco Bpm (+3,6%). Rimbalza Leonardo (+4%) e c’è ottimismo per Fca (+3,4%).
In positivo i petroliferi, da Tenaris (+3,2%) a Saipem e Eni (entrambe +2,7%), con il greggio che torna a cresce (wti +0,8%) a 40,9 dollari al barile, mentre l’oro è piatto (+0,04%).
Unico titolo in rosso del listino principale è Hera (-0,3%) e sono deboli Diasorin (+0,1%), Inwit (+0,5%) e Recordati (+0,8%).
Bene Atlantia (+2,8%), Poste (+2,3%) e Tim (+2%). Tra i semiconduttori guadagna Stm (+1,2%) e nel lusso Moncler (+1,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa guadagna con le banche, su scia ottimismo Asia
Bene petroliferi con greggio in crescita, positive le auto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
10:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Positive le principali Borse europee, sulla scia delle asiatiche, cinesi in particolare, che hanno offuscato i timori dei nuovi contagi da coronavirus in una serie di Paesi, tra cui gli Stati Uniti del sud. Positivi i future Usa, dov’è in arrivo l’indice Ism non manifatturiero, atteso in crescita, con gli indici Sentix della fiducia degli investitori dell’Eurozona e gli ordini alle fabbriche tedesche.
La migliore è Madrid (+2,8%), seguita da Londra (+2,3%), Francoforte (+2,2%) e Parigi (+2%). Prosegue bene Milano (+1,9%) con lo spread sceso a 166.
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna l’1,7%, trainato da finanza e energia. Guadagni per le banche: picchi di Hsbc (+6,1%) e Commerz bank (+6,6%) con l’annunciato cambio ai vertici. Vivaci i petroliferi, in particolare Omv (+3,9%), Repsol (+3,7%9 e Tenaris (+3,5%), col greggio che sale (wti +0,8% a 40,9 dollari al barile). In rialzo le auto, con uno sprint di Peugeot (+4,2%) e Renault (+4%) e guadagni consistenti anche per Daimler (+3,6%) e Fca (+3,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
P.A: più pensionati che lavoratori, sorpasso nel 2021
Forum Pa, uscite accelerate anche da Quota 100. Mezzo milione di over62, così 1 dipendente su 6. Sono già 540mila e 200mila hanno 38 anni di anzianità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
11:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tutto fa pensare che presto nella Pubblica Amministrazione gli ‘ex’ oltrepasseranno i lavoratori in funzione. “Entro il 2021 la P.A italiana potrebbe avere più pensionati che dipendenti”. E’ questo lo scenario disegnato nella ricerca che apre il Forum Pa di quest’anno. La causa del sorpasso? “Il continuo calo del personale e – si spiega – un equilibrio fra ingressi e uscite che, nonostante lo sblocco del turnover, non è ancora stato raggiunto”. A fronte di 3,2 milioni di impiegati i pensionati sono “già” 3 milioni”, viene fatto notare. “Un numero in crescita costante e destinato a salire perché i ‘pensionabili’ oggi sono molti”, l’avvertimento.  Inoltre, l’uscita anticipata, si sottolinea, è stata “parzialmente accelerata da Quota 100”.  Nella Pubblica Amministrazione sono “540 mila” i dipendenti che hanno compiuto 62 anni di età, pari al “16,9% del totale”, mentre in “198 mila hanno maturato 38 anni di anzianità”. Così lo studio che apre la nuova edizione del Forum Pa. Praticamente ci troviamo con una P.A dove un lavoratore su sei è over62.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa-Ubi: parte periodo adesione a Ops, si chiude il 28/7
Entrambe in rialzo a Piazza Affari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
11:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partita oggi l’Ops di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca, con il periodo di adesione che si conclude il 28 luglio. L’offerta propone un concambio di 1,7 azioni di Intesa per una di Ubi. Intesa oggi guadagna a Piazza Affari il 2,5% a 1,79 euro e Ubi l’1,6% a 3,12 euro.
Il 3 luglio era arrivata la bocciatura unanime all’operazione dal Cda di Ubi, che ha aggiornato il piano industriale al 2022, parlando di un potenziale monte dividendi di 840 milioni di euro, circa 330 milioni in più rispetto a quanto previsto dal piano annunciato a febbraio e diffondendo valutazioni di advisor secondo cui il concambio sarebbe penalizzante per gli azionisti di Ubi. Oggi la replica di Intesa, che afferma che “per le valutazioni del Cda di Ubi Banca sulla non congruità del rapporto di cambio dell’offerta, non è stato adottato un approccio omogeneo” per i due istituti di credito, oltre a intervenire sul piano industriale aggiornato, sostenendo che “nonostante una redditività rivista al ribasso – e in contrasto con quanto storicamente registrato da Ubi – indica un incremento, rispetto a quanto comunicato precedentemente, dell’obiettivo in termini di distribuzione cumulata di dividendi nel triennio 2020-2022”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva (+1,8%) con Europa, bene banche
Positivi petroliferi e auto, in salita il greggio, spread a 165
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
12:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Positiva la Borsa di Milano (+1,8%) a metà mattina, come le altre principali Piazze europee, con lo spread Btp-Bund in discesa, verso 165 punti. A farla da padrone sono banche, auto e petroliferi, col greggio in lieve crescita (+0,4% a 40,8 dollari al barile) e l’oro piatto (-0,01%), nonostante i timori della crescita di nuovi casi di coronavirus, soprattutto nel sud degli Usa. Per gli Stati Uniti è in arrivo l’indice Ism non manifatturiero e i future sono positivi, atteso l’indomani l’intervento del vicepresidente della Fed Randal Quarles sul rapporto di stabilità finanziaria.
In Europa la migliore resta Madrid (+2,2%), mentre in Spagna a maggio la produzione industriale è calata oltre le aspettative, seguita da Londra (+1,9%), Parigi e Francoforte (entrambe +1,5%), con gli ordinativi di fabbrica a maggio positivi in Germania, meno delle attese degli analisti. In calo, meno del previsto, l’indice Sentix della fiducia degli investitori nell’Eurozona, mentre per le vendite al dettaglio di maggio la crescita è sotto le attese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: Ey, Cdp e Luiss, sfide di un settore che vale 10% Pil
Lo studio, per l’Italia 170miliardi di euro, 300mila occupati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
12:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Impatti, nuove strategie e possibili investimenti” per un settore, quello automotive, “che rappresenta il 10% del Pil e si contraddistingue per le sue eccellenze e specializzazioni produttive, ma fortemente impattato dalla crisi, con un calo delle vendite su base mensile superiore all’85%”. Da qui prende le mosse il ‘Digital Talk Italia Riparte’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al centro lo studio a cura di Cassa depositi e prestiti, Ey e Luiss Business School.
Un dialogo, insieme a interlocutori del mondo istituzionale e imprenditoriale italiano, per confrontarsi “su azioni e strumenti per avviare la ripresa di un settore che in Italia vale oltre 170 miliardi di euro e conta circa 300.000 occupati”.
Si analizzerà, quindi, l’impatto che il Covid-19 ha avuto sulla filiera, “passando attraverso la sostenibilità della rete di vendita, e i nuovi modelli omnicanale”.
Se ne parlerà con: Ilaria Bertizzolo (Cassa depositi e prestiti), Paolo Boccardelli (Luiss business school), Paolo Lobetti Bodoni (Ey), Mauro Fenzi (Sogefi group), Federico Fubini (Corriere della Sera), Radek Jelinek (Mercedes-Benz Italia), Daniele Maver (Jaguar Land Rover Italia), Marco Mignani (Ey), Andrea Montanino (Cassa depositi e prestiti), Giovanni Passalacqua (Ey), Stefania Radoccia (Ey), Paolo Scudieri (Anfia), Annalisa Stupenengo (Cnh Powertrain), Plinio Vanini (Autotorino).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ivass: indagine per capire conoscenza italiani assicurazioni
Ricerca con Doxa e Università Bicocca per interessi consumatori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
13:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Parte l’indagine nazionale Ivass per capire quanto sono consapevoli gli italiani dei rischi a cui sono esposti e il loro bisogno di copertura e quanto a loro sono chiare e comprensibili le polizze offerte sul mercato.
La ricerca verrà condotta in collaborazione con l’Università di Milano-Bicocca e gli Istituti di ricerca BVA e DOXA e, come spiega il presidente Ivass Daniele Franco nella lettera inviata al campione di cittadini (selezionato casualmente in base alle liste elettorali) l’obiettivo è quello di “individuare le iniziative di educazione finanziaria più adeguate alla tutela dei consumatori”.
Le informazioni saranno rese in forma anonima e le risposte analizzate in maniera aggregata. L’identità dei partecipanti resterà totalmente sconosciuta. L’adesione all’iniziativa è volontaria.
Il progetto è stato finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico, nell’ambito della Strategia Nazionale per l’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale. Il questionario, se somministrato periodicamente, consentirà di misurare nel tempo i risultati delle iniziative di educazione assicurativa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cantieri Autostrade: De Micheli, stasera decido su controlli
Accumulati profondi ritardi. Toti fa campagna elettorale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO EMILIA
06 luglio 2020
14:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Stasera, prima del Consiglio dei ministri, prenderò una decisione sui controlli della rete autostradale in Liguria”. Lo ha detto la ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli, a margine di una conferenza stampa alla stazione alta velocità ‘Mediopadana’ di Reggio Emilia. “La Liguria – ha aggiunto – ha più della metà delle gallerie presenti in tutto il sistema della viabilità italiana e nel tempo si sono accumulati pesanti e profondi ritardi nei controlli e nelle manutenzioni”.
Il presidente della Liguria Giovanni Toti, ha detto poi De Micheli, “fa campagna elettorale. Il punto sulla Liguria è molto serio, non va sottovalutato o banalizzato. Non mi sembra di aver sentito grandi proclami nei cinque anni precedenti da parte di chi ora, compatibilmente con la situazione elettorale, si lamenta. Ci siamo noi adesso e ci assumiamo questa responsabilità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva (+1,55%), Ubi guida rally banche
Euforia su tutti i listini. A Francoforte vola Commerzbank
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 luglio 2020
20:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari corre con gli altri listini europei in una seduta euforica su un po’ tutte le piazze finanziare: dalla Cina, sull’idea di un nuovo rally alle porte, agli Usa. Qui, sotto la spinta dei tecnologici il Nasdaq, segna nuovi record.
Con lo spread a 167,3 punti base e un rendimento del decennale pari all’1,23%, nel giorno in cui il Tesoro ha avviato il collocamento del Btp Futura, a Milano (Ftse Mib +1,55%) come altrove corrono in particolare banche e tlc. Tra le prime Ubi fa un balzo del 4,2% a 3,2 euro con l’avvio dell’ops di Intesa (+2,6% a 1,79 euro) seguita sul podio di Banco Bpm (+4,19%) e Unicredit (+3,75%) e a breve distanza da Fineco (+3,65%). In fondo restano soltanto Hera (-2,34%), A2a (-0,31%) e Nexi (-0,12%).
Mentre Londra (+2,09%) è la migliore nel Vecchio Continente, a Francoforte (+1,64%) vola Commerzbank (+7,49%) dopo lo scossone provocato dalle dimissioni al vertice della malmessa banca tedesca.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni rivede scenario prezzi, accelera decarbonizzazione
Il 30 luglio l’andamento sul secondo trimestre dell’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
20:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni rivede lo scenario dei prezzi petroliferi a lungo termine, fissando un prezzo del brent a 60 dollari al barile ma conferma e anzi punta ad accelerare la propria strategia di decarbonizzazione, con le relative azioni di implementazione.
Lo si legge in un comuncato della società nel quale si spiega che alcune poste di bilancio vengono leggermente svalutate e si rinvia al 30 luglio per avere una prima valutazione sui dati consolidati del secondo trimestre.
“Confermiamo la nostra strategia finalizzata a far diventare Eni leader nella decarbonizzazione – ha affermato l’amministratore delegato, Claudio Descalzi – nonostante gli impatti di ampia portata che la pandemia COVID-19 sta avendo sull’economia e sul gruppo. Possibili accelerazioni del percorso sono in corso di valutazione. Questo ci consentirà di ottenere un miglior bilanciamento del portafoglio, riducendone l’esposizione alla volatilità dei prezzi degli idrocarburi, e di coniugare gli obiettivi di redditività e di sostenibilità che Eni si è posta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo assetto del Gruppo Editoriale Mauri Spagnol
Marco Tarò nominato ad dal cda. Nicola Gardini presidente Salani
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
21:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riassetto organizzativo del Gruppo editoriale Mauri Spagnol, nel segno della più lineare continuità e nel rispetto delle tradizioni editoriali, in seguito alla recente scomparsa di Luigi Spagnol, vicepresidente GeMS e editore incaricato dell’Area Salani e Vallardi.
Il cda di GeMS ha nominato Marco Tarò amministratore delegato. Direttore generale della società dalla sua fondazione, a sua volta editore incaricato di una importante area editoriale e presidente del Gruppo editori di varia di AIE, Tarò condividerà con Stefano Mauri, presidente e amministratore delegato, anche la responsabilità e l’indirizzo del gruppo.
Entra nel consiglio d’amministrazione, in rappresentanza della famiglia Spagnol (azionista per il 21,8%), Giulio Spagnol, al momento impegnato in un PHD ad Oxford in neuroscienze.
La casa editrice Salani ha nominato presidente Nicola Gardini, professore a Oxford di letteratura italiana e letterature comparate, autore di saggi sull’antichità classica e sul rinascimento. Fortunatissimo ‘Viva il latino’, edito da Garzanti e pubblicato in diverse lingue.
“Il Gruppo editoriale Mauri Spagnol è diventato il secondo gruppo editoriale rivitalizzando grandi tradizioni editoriali, rispettandone l’identità o fondandone di nuove attraverso una sapiente ricerca editoriale, una efficace capacità di raggiungere i lettori e una solida conoscenza di tutti i risvolti del mestiere della quale hanno beneficiato arricchendola a loro volta i molti editori che ne fanno parte.
La libertà assicurata alle direzioni editoriali e agli autori, il fiuto per il talento, il rigore della gestione e la consapevolezza che la diversità è ricchezza sono i tratti del gruppo dei quali anche Luigi Spagnol era particolarmente orgoglioso e che fanno parte del nostro Dna” ha spiegato Stefano Mauri, presidente e amministratore delegato GeMS.
La Salani recentemente ha visto anche l’arrivo di Stefano Izzo, editor della narrativa italiana, e di Riccardo Barbagallo, nuovo responsabile dell’ufficio stampa.
La Adriano Salani editore rimane sotto la felice guida operativa di Gianluca Mazzitelli, già editore incaricato dell’area assieme a Luigi Spagnol, e del direttore editoriale Mariagrazia Mazzitelli. “La casa editrice continuerà il suo lavoro di ricerca attraverso i numerosi marchi e responsabili editoriali, con la curiosità, l’intelligenza e la fantasia che l’hanno sempre caratterizzata” spiega una nota del Gruppo.
La casa editrice La Coccinella ha nominato presidente il fondatore e direttore editoriale, Domenico Caputo. Gianluca Mazzitelli è confermato nel ruolo di amministratore delegato.
Entra a far parte del consiglio d’amministrazione Cristina Foschini che con le sue competenze potrà dare impulso alla proiezione internazionale della società.
La Casa editrice Vallardi, che include anche il marchio editoriale Duomo Ediciones con sede a Barcellona, ha nominato presidente Stefano Mauri e confermato Gianluca Mazzitelli nel suo ruolo di amministratore delegato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ismea, le carni bianche vincono la sfida Covid
Rapporto, filiera autosufficiente a marzo +25% i consumi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
06 luglio 2020
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ha tenuto meglio di altri il settore delle carni bianche in tempo di Covid. Questo grazie alla presenza di una filiera nazionale autosufficiente per il 108% e ben integrata, che non ha quindi risentito di problemi legati alla dipendenza dall’estero. E’ quanto emerge dal Rapporto Ismea sulla filiera avicola che, negli ultimi mesi ha saputo sviluppare delle linee e dei confezionati, riuscendo a dar maggior durabilità e flessibilità ad una buona fetta dei propri prodotti e assecondando le esigenze dei consumatori. Il risultato è stato evidente, perchè nel mese di marzo, in pieno lockdown, sono stati superati i 31 milioni di consumi, in aumento rispetto alla media degli ultimi 5 anni del 25% Un contesto positivo per la filiera che, secondo il Rapporto, ha risentito meno della contrazione generalizzata degli acquisti di carne rilevate sempre negli ultimi 5 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le avicole, infatti, si sono difese meglio limitando le perdite a -2,2%, contro il -26% della carne cunicola, il -9% di quella suina o -4% della carne bovina. Quanto agli acquisti delle famiglie italiane, secondo i dati Nielsen Consumer Panel, sono tra i 21 e i 26,5 milioni di Kg ogni 4 settimane, con un consumo a testa rilevato nel 2019 di 20 chili. A livello europeo, segnala ancora Ismea, l’Italia è il settimo produttore, puntando su innovazione, differenziazione e miglioramento degli standard qualitativi degli allevamenti e delle carni, piuttosto che sull’espansione geografica del mercato. Una produzione che negli ultimi 3 anni ha viso aumentare polli (+8%) e galline (+17%) e un calo, invece, per il tacchino (-3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,32%)
Nikkei interrompe serie positiva e scende a 22.641 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
07 luglio 2020
02:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo oggi per la Borsa di Tokyo, dopo tre giorni in territorio positivo: l’indice Nikkei perde nei primi scambi 73,22 punti (-0,32%), a quota 22.641,22.

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.