Cronaca tutte le notizie in tempo reale! TUTTI MA PROPRIO TUTTI I FATTI DI CRONACA IN COSTANTE E CONTINUO AGGIORNAMENTO! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

Ultimo aggiornamento 30 Settembre, 2020, 18:54:06 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:39 ALLE 18:54 DI MERCOLEDì 30 SETTEMBRE 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Formiche in ospedale, 17 indagati a Napoli
Indagini dei Nas. Procura ipotizza omissioni atti di ufficio e falso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
30 settembre 2020
04:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omissioni di atti di ufficio e falso: questi i reati che la Procura di Napoli ipotizza nei confronti di manager e sanitari dell’Ospedale di Napoli nell’ambito delle indagini del Nas sulla presenza del formiche nell’ospedale San Paolo di Fuorigrotta che vedono 17 persone, tra manager e sanitari, iscritti nel registro degli indagati. Lo rendono noto organi di stampa.
I fatti accertati dai militari sarebbero accaduti tra il 2018 all’anno in corso, anche durante il lockdown, criticità segnalate – sporcizia reiterata – a fronte di documentazione che invece attestava l’esecuzione di lavori di pulizia. In sostanza, a fronte delle richieste di intervento, non sarebbero scattate le dovute contromisure. Gli inquirenti stanno anche analizzando gli atti relativi alla ditta di pulizie che ha vinto l’appalto per le pulizie al San Paolo. In quest’ultimo filone gli investigatori ipotizzano il reato di peculato nei confronti dell’Asl che avrebbe liquidato la ditta senza però attendere l’attestato di corretta esecuzione dei lavori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Peschereccio sperona motovedetta italiana, aperto fuoco
Dopo inseguimento bloccato dai Gdf e Capitaneria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AGRIGENTO
30 settembre 2020
11:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una unità della Guardia di finanza ha aperto il fuoco contro un peschereccio tunisino che non s’è fermato all’Alt e che, tentando di scappare, ha speronato una motovedetta. Il peschereccio “Mohanel Anmed”, dopo l’inseguimento in acque internazionali, è stato bloccato dai militari delle Fiamme gialle che lo stanno adesso conducendo a Lampedusa (Ag). Il motopesca aveva calato, stando a quanto emerge in questi primissimi e concitati minuti, le reti a 9 miglia circa (in acque territoriali italiane) dalla costa di Lampedusa (Ag). E’ scattato il controllo da parte di Guardia costiera e Guardia di finanza, ma il natante non solo non s’è fermato ma ha anche speronato una motovedetta italiana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ scattato l’inseguimento in acque internazionali, durante il quale, prima di abbordare il peschereccio, sono stati esplosi tanti colpi.
La Guardia di finanza di Lampedusa (Ag) ha arrestato il comandante del peschereccio tunisino, impegnato in pesca illegale in acque territoriali italiane, che ha ignorato l’Alt delle motovedette, con l’accusa di resistenza e violenza contro nave da guerra e rifiuto di obbedire a nave da guerra. Ad intercettare il motopesca con le reti calate in mare, a circa 9 miglia dall’isolotto di Lampione, è stata la Capitaneria di Lampedusa. Il natante tunisino anziché fermarsi, ha invertito la rotta nel tentativo di darsi alla fuga guadagnando l’alto mare. La Guardia di finanza ha inviato, a supporto, il Pv 7 Paolini del comando operativo aeronavale e una vedetta del reparto operativo aeronavale della Guardia d finanza di Vibo Valentia, entrambe a Lampedusa. Durante l’inseguimento, durato alcune ore e filmato da velivoli del comando operativo aeronavale e dell’agenzia europea Frontex, nonostante l’esplosione di alcuni colpi a scopo intimidatorio da parte dell’unità maggiore, il peschereccio non solo non consentiva l’abbordaggio, ma metteva in atto una serie di manovre che hanno messo in pericolo l’incolumità degli stessi militari che cercavano di salire. Al termine dell’inseguimento, i militari hanno abbordato il peschereccio e lo hanno portato al porto di Lampedusa dove, con il coordinamento del procuratore capo Luigi Patronaggio e dell’aggiunto Salvatore Vella, è stato arrestato il comandante del motopesca e sequestrate le reti illecitamente utilizzate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Atti di vandalismo nel Bolognese, bimbi senza scuolabus
Sindaco di Budrio: ‘Tutto questo non rimarrà impunito’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
30 settembre 2020
11:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una statua divelta in centro ma soprattutto uno scuolabus vandalizzato, con un vetro rotto, che stamattina ha impedito a più di 40 bambini di essere portati a scuola. È successo la notte scorsa a Budrio, nel Bolognese, e a denunciarlo è lo stesso sindaco Maurizio Mazzanti che diffonde anche alcune foto dei danni causati, al momento, da ignoti.
“Non è solo un atto vandalico inqualificabile – sottolinea il sindaco – È uno sfregio alla civiltà e al vivere in una comunità. Su questa vicenda non saremo né tolleranti, nè comprensivi: questo non è disagio, è delinquenza e come tale va trattata. Non sappiamo se sono state le stesse persone ma sempre questa notte è stata danneggiata la statua davanti al negozio di fotografia in Viale Primo Maggio. Tutto questo non rimarrà impunito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al via processo Last Banner, 12 gli imputati
Associazione a delinquere tra accuse a leader curva bianconera
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
30 settembre 2020
11:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È iniziato questa mattina nell’aula 46 del Palagiustizia di Torino il processo ai leader della curva della Juventus. Dodici gli imputati, tra cui il capo storico del gruppo ‘Tradizione’ Umberto Toia presente all’udienza, nel procedimento ‘Last Banner’. Sono accusati di associazione a delinquere, estorsione aggravata, autoriciclaggio, violenza privata ai danni di alcuni tifosi e violenza privata nei confronti della società bianconera ricattata per avere biglietti delle partite all’Allianz Stadium e gestirne poi il bagarinaggio e controllare il merchandising.
A coordinare l’inchiesta i procuratori Patrizia Caputo e Chiara Maina, dopo che la stessa Juventus denunciò i capi dei gruppi ultrà. Nel corso dell’udienza preliminare dello scorso giugno erano già arrivate una condanna, tre assoluzioni, tre patteggiamenti e due proscioglimenti.  piemonte  CALCIO  JUVENTUS

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fontana ricorre Riesame su blitz Gdf Pavia su telefono
Anche difese Gallera-Martinelli. Legale, violazioni Costituzione

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
30 settembre 2020
12:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le difese del presidente della Lombardia Attilio Fontana, dell’assessore al Welfare Giulio Gallera e della responsabile della segreteria della presidenza regionale, Giulia Martinelli, hanno fatto ricorso al Tribunale del Riesame di Pavia contro l’operazione di acquisizione della Gdf di Pavia, disposta dalla Procura pavese nell’inchiesta sul caso Diasorin-San Matteo, con cui è stata effettuata copia forense dei contenuti e, in particolare della messaggistica, dei telefoni dei tre (non indagati) e di altre persone.
“Siamo convinti – ha spiegato il legale di Fontana, l’avvocato Jacopo Pensa – che vi siano state, nelle modalità di ricerca sui telefoni, violazioni di carattere costituzionale e di principi stabiliti dalla Cassazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pentito per furto ad amico 40 anni fa, restituisce 200 euro
Vittima ex sindacalista, rubati in casa 400mila lire stipendio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
30 settembre 2020
12:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il rimorso continuava a tormentarlo, nonostante fossero passati 40 anni, e così un uomo ha restituito in modo anonimo 200 euro ad un amico al quale aveva rubato in casa 400 mila lire, l’importo dello stipendio. A raccontare la vicenda è stata la vittima del furto, un ex sindacalista mestrino della Cgil, oggi in pensione. Erano gli anni delle lotte operaie e la casa dell’uomo, una figura di vertice anche nel Pci locale, era uno spazio ‘aperto’ per l’incontro di persone, militanti, attivisti del sindacato.
L’autore del furto dello stipendio non era mai stato individuato, e nemmeno cercato. Qualche giorno fa l’ex sindacalista ha trovato nelle cassetta della posta una busta anonima, con all’interno 200 euro, e la spiegazione del gesto: “Molti anni fa, quando lei abitava vicino al cavalcavia di Mestre, le sono stati rubati dei soldi. Questa è la cifra corrispondente”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: 4 casi in paese, sindaco chiude le scuole
Decisione nel Vibonese.Nel capoluogo lezioni sospese in 2 classi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VIBO VALENTIA
30 settembre 2020
13:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuole chiuse, in via precauzionale, fino a sabato a San Costantino Calabro, paese del vibonese. Lo ha deciso il sindaco Nicola Derito dopo quattro casi di coronavirus, uno la settimana scorsa e tre stamani, tra gli abitanti del paese. Una decisione dettata anche dal fatto che una delle persone risultate positive avrebbe – secondo quanto riferito al riguardo da fonti istituzionali – preso parte ad un matrimonio svoltosi domenica scorsa. Il sindaco ha chiesto al dipartimento di prevenzione dell’Asp di Vibo Valentia l’esame del tampone di tutti gli invitati all’evento.
Niente scuola, stamani, anche per gli alunni di due classi elementari degli istituti “Amerigo Vespucci”, nella frazione Marina di Vibo Valentia, e “Murmura”, a Vibo città. Il dipartimento di prevenzione dell’Asp di Vibo, infatti, di concerto con la dirigenza dei due istituti ha deciso – per come reso noto dai vertici dello stesso – in via del tutto precauzionale di far sospendere le attività didattiche dopo che gli istituti sono frequentati dai due figli di un agente di commercio risultato positivo.
Il dipartimento di prevenzione invita alla calma specificando che quella adottata è una “decisione del tutto precauzionale e che nessun caso di positività si è riscontrato fino ad oggi. Si tratta di una iniziativa ipergarantista”. La sospensione delle due classi sarà revocata nel caso in cui l’esito dei tamponi, ai quali saranno sottoposti i figli dell’agente di commercio, dovesse essere negativo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fidanzati uccisi: avvocato, ragazzo molto provato
De Marco detenuto nel carcere di Lecce, domani udienza convalida
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
30 settembre 2020
14:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il ragazzo è molto scosso e molto provato da questa situazione. E’ consapevole della delicatezza e della gravità dell’intera vicenda. Al momento è in isolamento per ragioni sanitarie, per le misure anti covid. E’ molto confuso e sofferente rispetto a quello che è successo”. Lo ha detto l’avvocato Andrea Starace, legale d’ufficio cui subentrerà un legale di fiducia, a proposito delle condizioni di Antonio De Marco, reo confesso dell’omicidio di Daniele De Santis e della fidanzata Eleonora Manta.
Starace ha incontrato De Marco questa mattina nel carcere di borgo San Nicola a Lecce dove lo studente è rinchiuso dall’altra notte in stato di fermo. Il gip ha fissato per domani mattina in carcere l’udienza di convalida.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vannini: Antonio Ciontoli condannato a 14 anni
9 anni e 4 mesi a moglie e 2 figli. Madre vittima,c’è giustizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2020
15:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antonio Ciontoli è stato condannato a 14 anni mentre la moglie e i due figli a 9 anni e 4 mesi per la morte di Marco Vannini avvenuta a Ladispoli nel maggio del 2015.
Per il capofamiglia i giudici, nell’ambito del processo di appello bis, hanno riconosciuto il reato di omicidio volontario con dolo eventuale. Per i componenti della famiglia, la moglie Maria Pezzillo e i figli Federico e Martina, fidanzata di Marco Vannini, è stato riconosciuto l’omicidio volontario anomalo.
“Chiedo perdono per quello che ho commesso e anche per quello che non ho commesso. So di non essere la vittima ma il solo responsabile di questa tragedia”, ha detto Antonio Ciontoli, nel corso di dichiarazioni spontanee.
“Finalmente è stato dimostrato quello che era palese fin dall’inizio. Se fosse stato soccorso subito Marco sarebbe qui.
La giustizia esiste e per questo non dovete mai mollare”, ha commentato tra le lacrime Marina, mamma di Marco Vannini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trovato ordigno bellico in centro Roma, isolata zona
Vicino Campo de’ Fiori, evacuati case e negozi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
30 settembre 2020
15:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ritrovato un piccolo ordigno bellico, probabilmente risalente alla seconda guerra mondiale, in via dei Cappellari, a due passi da Campo de’ Fiori, nel centro storico di Roma. L’ordigno, grande 15-20 centimetri, è stato trovato a circa un metro di profondità da alcuni operai che stavano effettuando lavori di ristrutturazione in un negozio. Sul posto carabinieri della compagnia Centro, artificeri e pattuglie della polizia locale del I Gruppo Trevi che stanno effettuando le chiusure per isolare la zona. I vigili stanno anche procedendo con la la rimozione di alcuni veicoli per consentire le operazioni di recupero e messa in sicurezza. Sono circa cento le persone momentaneamente evacuate da abitazioni private e negozi per la messa in sicurezza dell’ordigno bellico. Sul posto carabinieri e polizia locale. In arrivo il Genio Militare per l’intervento di messa in sicurezza. Isolate anche al passaggio dei pedoni le strade circostanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ballottaggio a Bolzano, si vota solo il 4 ottobre
Seggi aperti dalle 7 alle 21, subito spoglio schede
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
30 settembre 2020
15:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si voterà solo domenica 4 ottobre per il turno di ballottaggio per l’elezione diretta del sindaco di Bolzano. I seggi resteranno aperti dalle 7.00 alle 21.00. Gli elettori aventi diritto al voto sono 81.036, di cui 42.784 femmine e 38.252 maschi. Lo spoglio delle schede sarà effettuato subito dopo la chiusura dei seggi. Gli elettori che si trovano in trattamento domiciliare, in quarantena, in isolamento fiduciario per Covid -19 possono chiedere di esprimere il voto presso il proprio domicilio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccino Covid Moderna, buona risposta negli anziani
Anticorpi a livello dei più giovani, pochi effetti avversi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2020
14:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il vaccino per il Covid messo a punto dall’azienda statunitense Moderna, uno di quelli arrivati alla fase 3 della sperimentazione, produce una buona risposta immunitaria negli anziani e gli effetti collaterali sono ‘prevalentemente lievi o moderati’. Lo affermano i dati della sperimentazione di fase 1, pubblicati sul New England Journal of Medicine, secondo cui la risposta immunitaria è simile a quella che si raggiunge negli adulti. Lo studio riguarda 40 persone sopra i 56 anni, a cui sono state somministrate due dosi a circa un mese di distanza. “La risposta anticorpale appare simile a quella già documentata in chi ha ricevuto il vaccino tra i 18 e i 55 anni – si legge nell’articolo – ed è superiore alla media di un gruppo di controllo di persone che hanno donato il plasma da convalescenti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esordio in commedia per Andrea Delogu
Insieme a Morelli protagonista di ‘Divorzio a Las Vegas’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2020
15:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Divorzio a Las Vegas’, è una commedia romantica e ‘leggera leggera’ proprio come il suo titolo. In sala dall’8 ottobre con 01 in circa 300 copie, il film segna il debutto sul grande schermo della conduttrice tv e radiofonica Andrea Delogu – che sembra aver fatto l’attrice da sempre – al fianco di Giampaolo Morelli. Girato prima dell’emergenza coronavirus, tra l’Italia e Las Vegas, il film diretto da Umberto Carteni racconta, tra commedia e fiaba romantica, la storia di due diciottenni in vacanza studio in America: Lorenzo (Morelli) ed Elena (Delogu). I due si conoscono e, sotto gli effetti del peyote, si sposano quasi per gioco per poi perdersi di vista per ben vent’anni. Un matrimonio di poche ore, il loro, neppure consumato e del tutto dimenticato, ma che pesa come un macigno nella vita di Elena che finalmente ha trovato l’amore in un ricco imprenditore (Gian Marco Tognazzi).
Che fare? Elena, ormai donna in carriera di successo, contatta Lorenzo, che per lavoro fa il ghost writer dei politici e vive insieme a un amico appena abbandonato dalla moglie (Ricky Memphis), e lo convince a partire per Las Vegas per il divorzio.
Arrivati nella città della fortuna, del peccato e dalle mille luci Elena e Lorenzo si ritrovano a vivere un divorzio molto più complicato di quanto si aspettassero, che li costringerà anche a rivedere i loro sentimenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Azzolina, concorsi sicuri, chi dice no strumentalizza
“Famiglie chiedono docenti preparati”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2020
16:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il concorso straordinario si svolgerà in assoluta sicurezza grazie alla distribuzione territoriale e alla scansione temporale delle prove non ci sarà assembramento nè concentrazione dei candidati al di là di quello che qualcuno dice in modo strumentale”. Saranno “concorsi seri, selettivi. Serve una verifica concorsuale che selezioni chi merita di insegnare; le famiglie chiedono docenti preparati”. Così la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina in question time alla Camera.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sversamento Iplom, condanna 1 anno
Condanna di 1 anno. Multa da 150 mila euro per la società
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 settembre 2020
16:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha patteggiato la condanna a un anno Vincenzo Columbo, l’allora direttore della raffineria di petrolio Iplom, dal cui oleodotto il 17 aprile 2016 si sversarono 500 metri cubi di greggio per la rottura di un tratto. Anche la società, responsabile per illecito amministrativo, ha patteggiato una multa da 150 mila euro.
Secondo l’accusa, sostenuta dal sostituto procuratore Walter Cotugno, già nel 2010 erano stati individuati diversi segmenti di tubature con alcune criticità. Gli interventi negli anni successivi erano stati fatti solo in parte tanto che già nel 2012 si era verificato uno sversamento di greggio dallo stesso oleodotto che non fu seguito da ulteriori accertamenti. Il 17 aprile del 2016 una nuova rottura riversò nel Polcevera 500 metri cubi di greggio. A quel punto partirono le operazioni di messa in sicurezza d’emergenza (MISE) a carico della società per un valore di oltre 5 milioni di euro.
Il pm aveva indagato anche altre quattro persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mose:definite regole emergenza, con +130 cm barriere su
Ok Provveditorato a procedura, sabato non esclusa super-marea
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
30 settembre 2020
16:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Provveditorato ai Lavori Pubblici ha approvato la procedura di emergenza per il sollevamento del Mose. In questa che resta la fase dei test funzionali – dice il Provveditore Cinzia Zincone – è stato confermato che “le barriere potranno essere alzate dalla misura di 130 cm sul medio mare”. Potrebbe accadere già sabato, quando a Venezia è prevista un’acqua alta su questi livelli. La decisione di alzare le paratoie spetta al Commissario straordinario, Elisabetta Spitz, e allo stesso Provveditore. “Al momento la previsione del nostro centro – aggiunge Zincone – e proprio 130 centimetri. Dovremo monitorare, fino al limite di 6 ore dall’evento (tempo tecnico di chiusura delle bocche di porto), perchè dopo la procedura non è modificabile”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto Quino, il papà di Mafalda
Il disegnatore argentino aveva 88 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2020
18:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Quino, il disegnatore argentino che ha inventato il celebre personaggio di Mafalda. Ne dà notizia l’editore. Joaquín Salvador Lavado, questo il suo vero nome, aveva 88 anni. La notizia della morte è stata confermata su Twitter dal suo editore argentino, Daniel Divinsky. “Quino è morto. Tutte le brave persone del paese e del mondo lo piangeranno”, ha riferito Divinsky, cofondatore di Ediciones La Flor. Secondo quanto riferito dalla stampa locale, Quino aveva subito un ictus nei giorni scorsi, che ha provocato un peggioramento delle sue condizioni di salute. Il fumettista era figlio di immigrati andalusi ed è nato a Mendoza il 17 luglio 1932. Il suo personaggio più famoso, Mafalda, iniziò ad essere pubblicato sulla rivista argentina Primera Plana nel 1964.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Striscione contro Salvini, denunciata consigliera Aosta
Maschera Casa di carta, ha esibito striscione No Lega Bella Ciao
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
30 settembre 2020
17:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per aver violato il divieto di coprirsi il volto durante una manifestazione politica (legge 152/1975) la consigliera comunale uscente di Aosta Carola Carpinello (movimento di sinistra Adu) è stata denunciata a piede libero dalla polizia. I fatti risalgono al 16 settembre scorso quando il leader della Lega Matteo Salvini stava tenendo un comizio nella centrale piazza Chanoux del capoluogo valdostano: all’improvviso da un balcone del Municipio è stato srotolato uno striscione con la scritta ‘No Lega Bella Ciao’ da una persona con la tuta rossa e la maschera di Dalì, outfit dei protagonisti della celebre serie spagnola ‘La Casa di Carta’. Le indagini della Digos hanno portato all’individuazione della consigliera comunale quale autrice del gesto. “Non avevo nessun motivo – ha detto – per celare la mia identità, la mia era una performance di protesta che comprendeva l’utilizzo della maschera. Infatti sono entrata in Municipio timbrando il badge e senza nascondermi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccino influenza:12 dosi a farmacia, boom prenotazioni
Federfarma, corsa contro il tempo per avere quote più ampie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2020
18:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per la popolazione attiva che non fa parte delle fasce protette e non ha diritto al vaccino gratuito contro l’influenza, ci sono 12 dosi a disposizione per ogni singola farmacia italiana. Il conto è fatto, dicono da Federfarma, dividendo il numero di 250mila dosi indicato dalla conferenza Stato regioni per le farmacie sul territorio (comprese quelle comunali), ossia 19.330. La maggiore preoccupazione delle federazioni è il tempo di consegna: “Domani è primo ottobre, i cittadini stanno facendo pressioni per averlo, nelle farmacie c’è un boom di prenotazioni”.
L’Emilia-Romagna mette a disposizione dei privati nelle farmacie territoriali 36mila dosi di vaccino contro l’influenza pari al doppio della quota destinata in base all’accordo raggiunto dalla Conferenza Stato Regioni. Passando quindi dall’1,5% al 3%, stando a quanto si è appreso da una nota. L’Emilia Romagna è così la prima regione che rende disponibile al mercato privato una quota di vaccini rimodulando il numero iniziale che era di 18 mila dosi. L’incremento delle quote vaccinali richiesto dall’Emilia Romagna per quest’anno di pandemia è del 20,85% rispetto all’anno scorso.
Sono già pronte ad essere distribuite le 2,1 milioni dosi di vaccino anti influenzale acquistate dall’Asl Bari, l’azienda che ha svolto l’appalto unico regionale per la campagna 2020. Sono state acquistate dosi per oltre la metà della popolazione, obiettivo della Regione Puglia, infatti, è riuscire a vaccinare quante più persone possibili. “Da domani – spiega il professore Pierluigi Lopalco, assessore alla Sanità in pectore della Regione Puglia – alcune aziende sanitarie e ospedaliere partiranno con la vaccinazione degli operatori sanitari. Nei prossimi giorni sarà avviata la vaccinazione da parte dei medici di medicina generale, accompagnata da una opportuna campagna informativa. I vaccini sono stati acquistati e sono pronti per la distribuzione”. Il vaccino, ovviamente, non protegge dal Covid-19, però è utile per evitare che, in prima battuta, normali sindromi influenzali possano essere scambiate per contagio da Coronavirus e viceversa. Inoltre, vaccinare il 50% della popolazione pugliese eviterebbe di intasare gli ospedali con i ricoveri e accessi ai pronto soccorso che avvengono ogni inverno con l’arrivo dell’influenza stagionale. La campagna vaccinale, quindi, partirà nei prossimi giorni con almeno un mese di anticipo rispetto agli anni passati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola:in Sardegna 3000 banchi monoposto su 50.000 richiesti
Direttore Ufficio scolastico in Commissione Consiglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
30 settembre 2020
18:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su 50mila banchi monoposto richiesti in Sardegna ne sono arrivati solo circa 3mila consegnati alle scuole dell’Isola dove, tra i problemi legati all’avvio di questo anno scolastico caratterizzato dalle misure anti-covid, c’è anche quella della carenza di docenti. “Abbiamo coperto solo in minima parte i 2000 posti di cui abbiamo necessità e dovremo fare non meno di 30 concorsi a partire dal 22 ottobre”, ha spiegato alla Commissione pubblica istruzione del Consiglio regionale il responsabile dell’Ufficio scolastico regionale Francesco Feliziani. Il dirigente ha anche ricordato che il non aver scelto la procedura semplificata nei concorsi ha rallentato il sistema e il reclutamento “generalista” ha rinviato ancora una volta il ricambio generazionale nel mondo della scuola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
19enne morta:’Processare pusher e amico’
A Vinci decesso ragazza.Stralciata posizione titolare del locale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
30 settembre 2020
18:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Firenze ha chiesto il processo per due persone nell’ambito delle indagini sulla morte di Erika Lucchesi, la 19enne di Livorno morta il 20 ottobre 2019 dopo aver accusato un malore in una discoteca di Sovigliana di Vinci (Firenze). La richiesta di rinvio a giudizio è per un 28enne tunisino – in carcere da luglio scorso per aver venduto alla 19enne almeno 4 pasticche di ecstasy – e uno degli amici della ragazza. Sono accusati di morte in conseguenza di altro delitto e di spaccio. Ancora al vaglio degli inquirenti la posizione, stralciata, della titolare della discoteca. In base alle indagini la 19enne morì nella discoteca per un malore provocato dall’assunzione della droga. Il pusher, che si trovava ancora dentro, saputo del fatto avrebbe regalato le pasticche che gli erano rimaste agli altri giovani in modo da uscire senza stupefacente addosso ed evitare così problemi in caso di controlli dei carabinieri. Già nel 2018 l’attività di quella discoteca venne sospesa dopo un controllo la notte di Halloween quando i militari trovarono droga divisa in dosi nel guardaroba.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salone Libro dal vivo con Portici di carta e Vita Nova
Percorso di avvicinamento a edizione 13-17 maggio 2021
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
30 settembre 2020
17:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Salone Internazionale del Libro torna dal vivo, a Torino, con due importanti rassegne culturali “per rinnovare il patto con la sua comunità e accompagnarla verso la XXXIII edizione, che si terrà dal 13 al 17 maggio 2021”.
Si tratta di “un percorso di avvicinamento alla prossima primavera” che il Salone vuole intraprendere con i lettori, gli editori, i librai e gli autori, partendo da un caposaldo – Portici di Carta – che da 14 anni occupa fisicamente chilometri di città, per proseguire con una manifestazione nuova – Vita Nova – che anticipa il tema della XXXIII edizione: Vita Supernova.  PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Kenzo, cappelli-zanzariera simboli d’epoca incerta
A Parigi nuovi print floreali come lacrime da Oliveira Baptista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
30 settembre 2020
17:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il designer portoghese Felipe Oliveira Baptista, direttore creativo di Kenzo dal 2019, succeduto al duo Carol Lim e Humberto Leon alla guida della maison che dal 1993 fa capo al colosso francese del lusso LVMH, nel creare i cappelli-zanzariera protagonisti della nuova collezione SS 2021 donna e uomo, che ha sfilato oggi a Parigi nel giardino dell’Institut National des Jeunes Sourds, sotto la pioggia, non deve aver intenzionalmente pensato ad un’ alternativa alle mascherine, divenute essenziali alla sopravvivenza del genere umano in epoca di pandemia. Certo, i suoi cappelli a falde larghe, da cui partiva il tulle fino ad arrivare a coprire anche le gambe, se non avranno l’efficacia protettiva dal virus delle mascherine chirurgiche, creeranno comunque distanziamento sociale e risulteranno un’ottima barriera contro le noiose zanzare.
“Non ho mai iniziato una collezione con così tante domande di fronte a me – scrive lo stilista nel descrivere le sensazioni che lo hanno ispirato- e così tanti sentimenti contrastanti su presente e futuro. Sicuramente nessuno si può aspettare risposte lineari alla situazione attuale. Il mondo è perso e tutti devono provare a ritrovarvi una sorta di senso (e possibile ordine).
Come si può definire e cercare di dare risposte a una realtà che nessuno comprende o capisce appieno? Come si possono trarre conclusioni da una situazione lontana dal terminare e le cui conseguenze sono impossibili da prevedere? Il mondo è malato, il mondo sta sanguinando, ma è ancora vivo. E finché c’è vita c’è speranza. Una risposta ottimistica deve venire con pragmatismo.
Dunque, come procediamo da questo punto? Come voltiamo pagina? Come possiamo aiutare la gente? Farla sognare? Darle speranza e allo stesso tempo alleggerirle la vita?”.
Il risultato è una collezione dove sbocciano stampe macro floreali un po’ ovunque, su giubbotti, parka, spolverini over, camicie, abitini, pantaloni cargo e salopette. Colori dei fiori.
Accessori-icona per gli uomini zainetti e cappucci che partono dai colli dei capospalla o dagli zaini. Per le donne i cappelli -zanzariera. Ai piedi per tutti, nuove interpretazioni dei ‘geta’, i tipici zoccoli infradito giapponesi con suola di legno squadrata.

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.