Sport tutte le notizie. Tutte le discipline sempre aggiornate in tempo reale. SEGUILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 7 minuti

Ultimo aggiornamento 18 Ottobre, 2020, 00:55:14 di Maurizio Barra

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:48 DI SABATO 17 OTTOBRE 2020

ALLE 00:55 DI DOMENICA 18 OTTOBRE 2020

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Mondiali Mezza Maratona: ugandese Kiplimo vince prova uomini
Migliore degli italiani è il vicentino Faniel,ritirato N. Crippa
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
GDYNIA
17 ottobre 2020
13:48
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Vince un ugandese al maschile, ma non il più atteso. A trionfare nella gara maschile dei Mondiali di mezza maratona a Gdynia, in Polonia, è Jacob Kiplimo, ventenne che si prende il successo in 58:49 dopo l’argento mondiale dell’anno scorso nella campestre. Battuti il keniano Kibiwott Kandie (58:54) e l’etiope Amedework Walelegn (59:08).
Quarto e fuori dal podio il grande favorito Joshua Cheptegei, 59:21 al debutto sulla distanza per l’ugandese, autore nel 2020 di tre record mondiali (5000 e 10.000 su pista, ma anche 5 km su strada).
L’azzurro Eyob Faniel sfiora il primato personale con 1h00:53, mancandolo di appena nove secondi. Al traguardo il poliziotto vicentino è 26/o. Buoni riscontri per altri tre italiani, che corrono insieme durante l’intera gara. Il 23enne piemontese Pietro Riva finisce 43/o, e arriva praticamente appaiato con Stefano La Rosa, 44/o in 1h02:28. Si migliora l’abruzzese Daniele D’Onofrio, anche lui poliziotto e campione italiano in carica, 49/o in 1h02:32 con un netto progresso in confronto al tricolore di febbraio in 1h03:15. Ritirato invece il trentino Nekagenet Crippa.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Cecchinato vola in finale al Sardegna Open
Battuto Petrovic, affronterà Djere. Musetti ko per ritiro
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SANTA MARGHERITA DI PULA
17 ottobre 2020
17:38
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Marco Cecchinato in finale al Sardegna Open di Santa Margherita di Pula. Affronterà domani a mezzogiorno il serbo Laslo Djere che questa mattina ha battuto Lorenzo Mosetti, costretto al ritiro al quarto set per un problema al gomito. Per Cecchinato è la quarta finale in carriera: le altre tre le ha vinte tutte. Per il siciliano l’accesso alla finale vale un ulteriore balzo in avanti nella classifica ATP: a questo punto dovrebbe essere intorno all’ottantesimo posto.
Cecchinato ha vinto una semifinale senza storia contro il serbo Petrovic, proprio il giocatore che aveva sostituito il favorito numero uno Fognini dopo il forfait per Covid. Facile cavalcata nel primo set con un solo game concesso all’avversario. Nella seconda frazione Cecchinato si è concesso il lusso di lasciare a zero il serbo.
Peccato invece per Musetti che al primo set aveva dato l’impressione di poter arrivare anche lui in finale: avvio perfetto contro Djere con un 6-2 fedele specchio di quanto accaduto in campo. Poi il serbo si è ripreso e ha restituito il punteggio all’italiano pareggiando i conti. Nel frattempo Musetti ha iniziato ad avvertire delle fitte al gomito mentre serviva. E, sul 4 a 1 per Djere, ha optato per prudenza e ritiro. Ma è andata bene anche così: durante la settimana Musetti ha conquistato il record di precocità in tornei del circuito principale sia per quarti, sia per semifinali: mai nessun diciottenne era arrivato così in alto.  Assegnato anche il primo trofeo: nel doppio la coppia Daniell (Nuova Zelanda)- Oswald (Austria) si è imposta sui colombiani Cabal e Farah in due set: 6-3, 6-4.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Giro: Ganna vince 14/a tappa, Almeida sempre in rosa
Azzurro grande protagonista: ‘Non era nei miei programmi’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
17 ottobre 2020
17:23
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il campione del mondo della specialità Filippo Ganna ha vinto la 14/a tappa del Giro d’Italia, una cronometro in linea da Conegliano a Valdobbiadene, lungo 34,1 km, coprendo la distanza in 42’40”. Al secondo posto l’australiano Rohan Dennis a 26″, terzo lo statunitense Brendon McNulty a 1’09”. Il portoghese Joao Almeida, sesto, ha conservato la maglia rosa.
In classifica generale Almeida, oggi sesto nella cronometro, ha guadagnato su tutti i più diretti inseguitori. Infatti adesso il portoghese ha 56″ di vantaggio sull’olandese Wilco Kelderman e 2’11” sullo spagnolo Pello Bilbao, che sono sempre secondo e terzo. Al quarto posto, dopo la bella prova di oggi, è salito l’americano Brandon McNulty, a 2’23” da Almeida, mentre Vincenzo Nibali è quinto, e migliore degli italiani, a 2’30” dal leader.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ganna grande protagonista, ‘non era nei miei programmi’  – È un Filippo Ganna pacato e sorridente quello che commenta a caldo, ai microfoni della Rai, il trionfo nella cronometro Conegliano-Valdobbiadene del Giro, la 14/a tappa denominata ‘del Prosecco’. “Sono soddisfatto- ha detto Ganna, alla sua terza vittoria in questa edizione della corsa rosa – non era nei programmi iniziali un Giro così da protagonisti, ma poi il forfait del nostro capitano ha aperto altri scenari”. Il trionfo di oggi il neo campione del mondo di cronometro lo vuole dividere con i compagni di team. “Questa vittoria – ha aggiunto Ganna – la voglio dividere con la mia squadra, in questi giorni siamo riusciti ad andare tutti bene”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Giro: Almeida, io bene? I conti si faranno alla fine
Portoghese rafforza primato ma domani c’è tappa di montagna
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
17 ottobre 2020
17:50
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
È un Joao Almeida quasi sorpreso quello che commenta la propri performance nella crono del Prosecco al Giro d’Italia, che gli ha permesso di rafforzare il primato in classifica generale. “È stata buona cronometro – dice il portoghese -. Oggi si conclude la seconda settimana e domani ci aspetta una tappa di montagna molto difficile. Ma io dico che i conti si faranno solo alla fine, a Milano”. “Onestamente, oggi non pensavo di aumentare il vantaggio in classifica – dice ancora il portoghese -, in particolare nei confronti di Kelderman. Anzi, ero convinto di perdere terreno. Ecco perché sono felice della mia prova. Ora assieme ai miei compagni di squadra viviamo alla giornata, e vedremo di far bene anche se nell’ultima settimana ci saranno tante insidie”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: doppietta Bassino-Brignone, subito valanga rosa
Primo e secondo posto nel gigante di Soelden che apre la Cdm
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SÖLDEN
17 ottobre 2020
20:27
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
”Una partenza perfetta” ha detto giustamente Marta Bassino dopo aver vinto lo slalom gigante di Soelden, la gara di apertura della stagione 2020-21, e guidato l’Italia in una giornata trionfale visto che al secondo posto è finita Federica Brignone che ha così confermato di esser assolutamente impegnata nella corsa per la riconquista della coppa del mondo. Il tutto è accaduto sulla solita pista del ghiacciaio Rettenbach di Soelden che è sempre stata caratterizzata dalle grandi difficoltà tecniche, con un fondo gelato, un ripidissimo muro centrale su cui è vietato sbagliare e un lungo e filante tratto finale su cui lasciar correre gli sci. Le due azzurre sono riuscite ad essere le migliori di tutte nella prima come nella seconda manche, sempre entrambe al comando e nello stesso ordine. Il tutto mentre già dalla quinta posizione le rivali hanno arrancato con ritardi pesanti ritardi date le difficoltà del tracciato. Basti pensare che la pur forte Sofia Goggia, la terza italiana in classifica, ha chiuso ottima sesta ma con un distacco di ben 2 secondi e 47 centesimi. Sofia- non a caso oro olimpico in discesa a Sochi – è stata bravissima soprattutto sulla filante parte finale della pista. L’unica avversaria capace di impensierire un po’ le azzurre è stata la ceca Petra Vlhova che, dopo una eccellente seconda manche, ha chiuso però terza a ben un secondo e 13 centesimi da Bassino. Per Marta – piemontese di Borgo San Dalmazzo – a 24 anni è il secondo successo in carriera dopo quello dello scorso anno a Killington, negli Usa. Anche allora fu doppietta azzurra con Marta davanti a Federica: tra le due compagne di squadra ed amiche e così in corso una sfida evidentemente stimolante e positiva.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: cdm; gigante Soelden, in testa Bassino e Brignone 2/a
Ottavo tempo per Sofia Goggia
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SOLDEN (AUSTRIA)
17 ottobre 2020
11:00
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ grande Italia nella prima manche dello slalom gigante di cdm di Soelden, gara di apertura della stagione 2020-21 che avrà al centro il Campionato del mondo in febbraio a Cortina d’Ampezzo. In testa c’è infatti la piemontese Marta Bassino in 1.09. 54 seguita da Federica Brignone, detentrice della coppa del mondo, in 1.10.12.
Terzo tempo per la norvegese Mina Fuerst Holtmann in 11.046.
Per l’Italia, dopo la prova delle prime trenta migliori atlete, c’è poi Sofia Goggia, buona 8/a in 1.11.30. I distacchi tra le prime atlete e le altre sono consistenti.
Si gareggia con un pò di nebbia in quota, su una pista molto tecnica e sempre difficile dal fondo ghiacciato, un ripido muro centrale ed una lunga parte finale più pianeggiante.
Seconda manche alle ore 13 con tracciatura di un tecnico della squadra italiana.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: cdm; Bassino vince gigante Soelden e Brignone 2/a
Sofia Goggia 6/a e domani gigante uomini.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SÖLDEN
17 ottobre 2020
14:10
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Trionfo azzurro nel gigante di cdm di Soelden: ha vinto Marta Bassino, 24 anni e secondo successo in carriera, in 2.19.69, mentre al secondo posto c’è Federica Brignone in 2.19.83. Terza la ceca Petra Vlhova in 2.20. 82.
Per l’Italia in classifica c’è poi Sofia Goggia, sesta con un ritardo di 2 secondi e 47 centesimi.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Moto: ad Aragon pole Quartararo, batte Vinales e dolore
In Moto 3 pole a Fernandez, in Moto 2 a Lowes
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
17 ottobre 2020
17:37
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Uscito molto dolorante dalla pista per una brutta caduta nelle terze libere, Fabio Quartararo non solo è riuscito a tornare in sella alla Yamaha Petronas, ma ha anche conquistato la pole per il Gp di Aragon di domani, undicesima prova del mondiale MotoGp. Il leader della classifica, nonostante un forte colpo subito ad una gamba, ha beffato all’ultimo Maverick Vinales e la sua Yamaha ufficiale. Con loro in prima fila partirà anche Cal Crutchlow su Honda Lcr, il quale ha tolto la terza piazza a Franco Morbidelli che apre la seconda col quarto tempo. Se alla Yamaha ridono, il clima è del tutto diverso alla Ducati, visto che il migliore è stato Jack Miller, quinto, e Danilo Petrucci, vincitore dell’ultima gara a Le Mans, ha chiuso solo ottavo con la Desmosedici ufficiale. Partirà addirittura 13/o Andrea Dovizioso, furente dopo l’esclusione dalla Q2 dove invece sono riusciti a entrare il compagno di scuderia umbro e l’australiano della Pramac. Il forlivese, che punta molto al doppio appuntamento di Aragon, ha mancato di soli 15 millesimi l’accesso alla Q2 in favore di Miller, che peraltro non ha sprecato l’occasione avuta. Petrucci ha sfruttato per due volte la scia del compagno, situazione che invece, date le posizioni di classifica, doveva forse essere invertita in favore del forlivese. “Andrea è partito prima e Danilo se l’è trovato per strada, è stata una casualità, ognuno stava svolgendo il suo lavoro”, ha spiegato il team manager della Ducati, Tardozzi cercando di stemperare la tensione. “Per Dovizioso stiamo facendo di tutto e di più, crediamo sia ancora in lotta per il Mondiale e possa fare una grande gara”, ha aggiunto. E’ molto soddisfatto, invece, Quartararo: “E’ stato difficile oggi, dopo la caduta della mattina ero abbastanza preoccupato, mi faceva tanto male la gamba – ha ammesso il francese -. Ora siamo contenti, in qualifica siamo stati veloci. Certo la pole mi ha sorpreso”. E’ la quarta stagionale per lui, a conferma di una crescita continua. Dovrà però guardarsi le spalle da Vinales, che ha ancora grandi aspirazioni per il mondiale e almeno nelle qualifiche ha mostrato il suo lato migliore, ma anche da Joan Mir, sesto nei tempi ma sempre in agguato con l’ottima Suzuki. Festeggia la terza fila l’Aprilia, conquistata grazie al nono tempo fatto segnare da Aleix Espargaro, il quale curiosamente è stato ‘tamponato’ dalla Ktm del fratello Pol, senza conseguenze per nessuno.   VAI AL CALCIO

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.