Mondo tutte le notizie. Tutti i fatti dal Mondo in tempo reale sempre meticolosamente aggiornati. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

Ultimo aggiornamento 21 Novembre, 2020, 12:03:05 di Maurizio Barra

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 18:46 DI VENERDì 20 NOVEMBRE 2020

ALLE 12:03 DI SABATO 21 NOVEMBRE 2020

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Archiviata la denuncia di Amatrice contro Charlie Hebdo
Giudicata ‘irricevibile’ dal tribunale di Parigi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
20 novembre 2020
18:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La denuncia presentata dalla città di Amatrice contro il settimanale satirico francese Charlie Hebdo dopo il terremoto del 2016 in Italia è stata giudicata “irricevibile” dal tribunale di Parigi. Amatrice aveva denunciato Charlie per diffamazione e offese dopo la pubblicazione di due vignette sul terremoto in cui si mostravano alcune vittime insanguinate con la scritta “penne al pomodoro” e “penne gratinate”, o schiacciate sotto le macerie delle loro case con la scritta “lasagne”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Parigi potrebbe vaccinare 30-40% cittadini da gennaio
‘Priorità agli over 65 e ai più fragili’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
20 novembre 2020
21:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il comune di Parigi potrebbe vaccinare circa “30-40%” dei cittadini a partire da “inizio gennaio”, con priorità “agli over65 e ai più vulnerabili”: è quanto annunciato oggi dall’assessore alla Salute, Anne Souyris.
L’assessore ha precisato che la campagna anti-coronavirus potrebbe cominciare anche a dicembre se il vaccino fosse disponibile.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Uganda: candidato alla presidenza Wine liberato su cauzione
Arrestato per aver violato le misure imposte a causa di pandemia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
18:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader dell’opposizione e candidato alla presidenza dell’Uganda Bobi Wine è stato liberato oggi su cauzione. Wine è stato arrestato questa settimana con l’accusa di aver violato le misure imposte a causa della pandemia durante la sua campagna elettorale.
Secondo il bilancio più recente dato dalla polizia, sono 37 le persone morte negli scontri tra le forze di sicurezza e i sostenitori di Wine, che ne chiedevano il rilascio. Il parlamentare con trascorsi da cantante è il principale sfidante di Yoweri Museveni per la presidenza nelle elezioni del prossimo 14 gennaio 2021.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Uragano Iota lascia 44 morti in America Centrale
21 vittime in Nicaragua, 14 in Honduras, cinque in Guatemala
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
21:13
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le frane e le alluvioni provocate dalla tempesta Iota nei giorni scorsi hanno causato almeno 44 vittime in America centrale, secondo gli ultimi aggiornamenti delle autorità riportati dai media sudamericani. Il numero potrebbe aumentare con l’avanzare delle operazioni di ricerca e soccorso.
Secondo quanto riferito, 21 persone sono morte in Nicaragua a causa del fenomeno, 14 in Honduras, cinque in Guatemala, due nell’arcipelago colombiano di San Andrés, Providencia e Santa Catalina, una a Panama e un’altra in El Salvador.
Iota ha colpito lunedì la zona costiera settentrionale del Nicaragua come uragano di categoria cinque, la più alta della scala Saffir-Simpson, due settimane dopo che il ciclone Eta ha colpito la stessa area, provocando almeno 200 morti e 2,5 milioni di vittime.
Questa settimana, i governi centroamericani hanno chiesto aiuti internazionali per affrontare le conseguenze dei cicloni che hanno colpito i loro Paesi. L’Unione europea ha annunciato che stanzierà 10,7 milioni di dollari per il Nicaragua, mentre l’agenzia statunitense per la cooperazione internazionale ha annunciato un sostegno di 17 milioni di dollari per la regione.
Ieri, l’Unicef ha anche lanciato un appello urgente per raccogliere 42,6 milioni di dollari per rispondere ai bisogni umanitari della regione a seguito dei passaggi dei cicloni, sottolineando che secondo le sue prime stime, in sette paesi dell’America centrale, l’uragano Eta ha colpito circa 4,6 milioni di persone tra cui circa 1,8 milioni di bambini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: al via congresso Verdi, c’è Tichanowskaja
Tre giorni solo online, parte sfida alla Cdu
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
20 novembre 2020
21:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I verdi tedeschi hanno aperto oggi la tre giorni dedicata al congresso del partito, che a causa del Covid avverrà in formato digitale. Si tratta di un incontro politico importante, per gli ecologisti di Robert Habeck, che affrontano le prossime urne del 2021 con l’obiettivo di tornare al governo e conquistare addirittura la cancelleria.
Ad aprire i lavori sarà un discorso della copresidente Annalena Baerbock, mentre ospite d’onore è l’esponente dell’opposizione bielorussa Svetlana Tichanowskaja. Non sarà ancora l’occasione per parlare del programma elettorale, né per decidere chi sia il candidato alla guida del paese, ma da questo Parteitag partirà comunque la grande sfida all’Unione di Angela Merkel: un “gigante apparente”, ha detto oggi Habeck in un’intervista ai giornali del Funke Mediengruppe, ricordando che a calamitare i consensi verso la Cdu è appunto la Bundeskanzlerin, la quale non si presenterà alle prossime elezioni. Stando all’ultimo sondaggio Forsa, i Verdi hanno attualmente il 19% dei consensi e sono il secondo partito dopo l’Unione (Cdu-Csu), data al 36%. I socialdemocratici sono da tempo in una situazione di stallo al 15%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Steinmeier celebra i 75 anni del processo di Norimberga
Cerimonia chiusa al pubblico per il Covid, ma trasmessa via web
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
20 novembre 2020
21:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Settantacinque anni fa iniziò a Norimberga lo storico processo contro criminali nazisti del calibro di Hermann Goering, capo della Luftwaffe, e del ministro degli Esteri Joachim von Ribbentrop. Oggi, per questo anniversario, il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha partecipato in Baviera a una cerimonia chiusa al pubblico a causa del Covid, che verrà trasmessa via Internet.
Il 20 novembre del 1945 iniziò il primo processo che vedeva 24 imputati nella sala del palazzo di Giustizia di una delle città simbolo del nazionalsocialismo di Adolf Hitler. Per la prima volta nella storia venivano sottoposti al giudizio rappresentanti di uno Stato per violazioni del diritto internazionale. Il processo durò un anno, fino all’ottobre del ’46, e si concluse con le condanne a morte. Il secondo gruppo di processi, a carico di altri 12 nazisti tra giuristi, medici e imprenditori, durò dal ’46 al ’49.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Johnson ‘assolve’ ministra Patel, consigliere si dimette
Titolare dell’Interno era stata accusata di ‘bullismo’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
20 novembre 2020
21:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo scossone nel governo britannico di Boris Johnson, che ha deciso oggi di ‘assolvere’ la sua ministra dell’Interno Priti Patel, rampante falco brexiteer della compagine Tory e simbolo della linea dura sull’immigrazione, dall’accusa di aver avuto atteggiamenti intimidatori e prepotenti nei confronti di funzionari e dipendenti ministeriali. Una decisione in contrasto con le conclusioni di un rapporto interno sulla vicenda che ha indotto alle dimissioni immediate dal Public Service sir Alex Allen, consigliere di Downing Street in materia di standard di comportamento ministeriali.
Patel, 48 anni, era stata riconosciuta responsabile nel rapporto – firmato dallo stesso Allen e tenuto riservato per mesi dal premier prima di filtrare ieri sui media – di non essere stata talora all’altezza del codice di condotta previsto per i ministri, quand’anche non in modo intenzionale, mancando di rispetto verso alcuni funzionari, a loro volta additati per non averne seguito peraltro con scrupolo le indicazioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Curva si stabilizza in Gb, 20.000 casi e 511 morti
Mentre numero di test eseguiti balza al record di quasi 400.000
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
20 novembre 2020
21:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Curva della seconda ondata di coronavirus in via di stabilizzazione nel Regno Unito, dopo due settimane piene di lockdown nazionale bis in Inghilterra. Lo confermano i dati resi noti oggi a margine del briefing del venerdì sugli sviluppi della pandemia tenuto a Downing Street dal ministro della Sanità, Matt Hancock, con i professori Jonathan Van-Tam e Stephen Powis, consulenti medici del governo di Boris Johnson, stando ai quali nelle ultime 24 ore censite i nuovi contagi sono stati 20.252 contro i quasi 23.000 di ieri, con altri 511 morti contro i 501 di ieri.
Il totale dei test giornalieri processati si è impennato intanto a quasi 400.000, record europeo assoluto. Mentre la somma dei decessi calcolati dall’inizio della pandemia secondo i parametri comuni agli altri Paesi supera i 54.000: picco d’Europa in cifra assoluta, ma inferiore a Spagna o Belgio (e molto vicino all’Italia) in rapporto alla popolazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morto di Covid a Belgrado patriarca serbo ortodosso Irinej
Aveva 90 anni. Aveva presieduto cerimonie con migliaia di fedeli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
21:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il patriarca Irinej, capo della Chiesa ortodossa serba (Spc), è morto stamane all’età di 90 anni in un ospedale di Belgrado, dove era ricoverato da due settimane per le conseguenze del coronavirus. Ne ha dato notizia la Chiesa ortodossa. Il patriarca Irinej era risultato positivo al coronavirus pochi giorni dopo il suo ritorno dal Montenegro dove a inizio novembre, affiancato dal presidente serbo Aleksandar Vucic, aveva presieduto le cerimonie funebri per il metropolita Amfilohije, capo della Chiesa ortodossa serba in Montenegro morto anch’egli per le conseguenze del coronavirus all’età di 82 anni.
A quelle cerimonie avevano partecipato migliaia di fedeli, in massima parte senza rispettare il distanziamento fisico e le altre misure di prevenzione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa 2020: la Georgia certifica la vittoria di Biden
Margine di 0,2 punti, democratico al 49,5%. Trump al 49,3
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
20 novembre 2020
20:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il segretario di Stato della Georgia, Brad Raffensperger, ha certificato la vittoria di Joe Biden nelle elezioni del 3 novembre, dopo che il riconteggio manuale delle schede ha confermato il vantaggio, seppur di misura, dell’ex vicepresidente su Donald Trump, staccato solo di 0,2 punti. Biden si attesta al 49,5%, Trump al 49,3%. In valori assoluti Biden, alla fine del riconteggio manuale, ha conquistato 2.475.141 voti contro i 2.462.857 di Trump, dunque 12.284 voti in più. Un risultato molto simile a quello che era emerso dal primo scrutinio attraverso le macchine elettorali, anche se con qualche voto in meno per Biden.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Germania, ministro economia Altmaier in quarantena
Dopo che un collaboratore è risultato positivo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
20 novembre 2020
20:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’economia tedesco Peter Altmaier (Cdu) è di nuovo in quarantena.
L’isolamento è scattato a causa del fatto che un collaboratore stretto del delegato del governo Merkel è risultato positivo al Covid.
Finora l’unico ministro ad avere essere risultato contagiato dal virus è Jens Spahn, il responsabile del dicastero della Salute, che dopo un periodo di isolamento in casa è guarito ed è tornato al lavoro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La parabola di Rudy Giuliani, ora bersaglio sui social
Dopo le foto imbarazzanti scattate a un comizio pro Trump
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
20 novembre 2020
20:57
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli epiteti verso Rudy Giuliani, sui media e sui social media, in queste ore si sprecano. Per non parlare delle ironie sulla presunta tinta per capelli che, sotto i riflettori delle tv, gli colava sul viso durante l’ultima conferenza stampa, quella per convincere gli americani che le elezioni presidenziali sono state truccate e che Joe Biden non ha vinto. Accuse – attaccano i detrattori – non sostenute da prove, sorrette solamente da una serie di teorie del complotto.
Eppure Giuliani, 76 anni, padre e madre di origini italiane, tre mogli e due figli, nelle sue mille vite ha vissuto veri momenti di gloria. Dopo una carriera di avvocato e da procuratore newyorchese, è stato lui lo ‘sceriffo di New York’ che nella seconda metà degli anni ’90 ha ripulito le strade della Grande Mela dal crimine, usando pugno duro e tolleranza zero verso ogni tipo di reato. Nei suoi ultimi mesi da primo cittadino arrivò l’11 settembre, e fu incoronato ‘sindaco d’America’, simbolo di un Paese che resisteva e che non avrebbe mai ceduto davanti alla barbarie del terrorismo. Fu quello l’apice della sua popolarità.
Poi una parabola discendente.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Usa, 190 mila casi in 24 ore
In una settimana registrati 1,15 milioni di contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 novembre 2020
04:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti hanno registrato 192.805 nuovo casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore. Negli ultimi sette giorni i nuovi contagi hanno superato quota 1,15 milioni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: forti esplosioni a Kabul
Si temono morti, forse lancio di missili
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KABUL
21 novembre 2020
06:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una serie di forti esplosioni hanno colpito Kabul, secondo quanto riportato da giornalisti dell’Afp.
Secondo i racconti, i suoni sono arrivano in rapida successione, cosa che fa pensare ad un lancio di missioni. Non ci sono al momento notizie di morti ma le esplosioni sono avvenute in una zona piuttosto popolata della capitale afgana, anche vicino alla green zone e ad un quartiere del nord.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Bielorussia: migliaia ai funerali dell’oppositore ucciso
Morto il 12 novembre dopo essere stato picchiato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
21 novembre 2020
09:12
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migliaia di persone si sono radunate ieri attorno alla chiesa della Resurrezione di Cristo, a Minsk, per l’ultimo saluto a Roman Bondarenko: un giovane oppositore morto il 12 novembre in ospedale dopo essere stato picchiato da sconosciuti a volto coperto che si sospetta possano essere uomini delle forze speciali oppure “tikhar”, persone in abiti civili che appoggiano la polizia del regime bielorusso. Secondo i media, Roman Bondarenko era intervenuto in una diatriba tra alcuni abitanti locali e gli uomini a volto coperto che stavano togliendo da un cortile dei nastri bianchi e rossi simbolo dell’opposizione. Poco prima aveva scritto in una chat “sto uscendo”, una frase che adesso è diventata uno degli slogan della protesta contro il regime di Aleksandr Lukashenko.
La folla, stando ai filmati pubblicati da Radio Liberty, ha scandito “Roman, sei un eroe!” e “Lunga vita alla Bielorussia!” Molti avevano in mano dei fiori. Lukashenko è contestato da mesi in Bielorussia perché accusato di aver vinto le presidenziali del 9 agosto scorso ricorrendo a massicci brogli elettorali. Le autorità di Minsk, appoggiate dal Cremlino, finora hanno represso le proteste con arresti e violenze.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: oggi udienza su rinnovo carcerazione
Amnesty pessimista, rischia altri 45 giorni di prigione al Cairo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
21 novembre 2020
09:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si tiene oggi, davanti a una Corte d’assise del Cairo, la preannunciata udienza in cui verrà deciso se prolungare ulteriormente o meno di altri 45 giorni la custodia cautelare in carcere per Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’università di Bologna in prigione da oltre dieci mesi con l’accusa di propaganda sovversiva su Facebook.
L’udienza era stata annunciata il 7 novembre, al momento del rinvio di una convocazione slittata per motivi di sicurezza legati a una tornata elettorale, e confermata ieri da una sua legale, Hoda Nasrallah.
Amnesty International ieri si era detta pessimista per l’esito dell’udienza odierna visti gli arresti di tre dirigenti dell’ong egiziana per la difesa dei diritti umani “Eipr” per la quale Patrick era ricercatore in studi di genere: fermi e incarcerazioni ordinati fra domenica e ieri sono una “pessima” notizia anche per il 29enne, aveva detto Riccardo Noury, portavoce di Ai Italia.
Patrick, studente presso l’Alma Mater bolognese, era stato arrestato in circostanze controverse il 7 febbraio e secondo Amnesty rischia fino a 25 anni di carcere. In Egitto la custodia cautelare può durare anche due anni.
L’avvocatessa aveva precisato che l’udienza si terrà di nuovo all’Istituto per sottufficiali di polizia di Tora, la zona del Cairo dove si trova il complesso carcerario in cui il giovane è detenuto dal 5 marzo, quasi un mese dopo l’arresto.
Le accuse a carico di Patrick sono basate su dieci post di un account Facebook che i suoi legali considerano fake ma che hanno configurato fra l’altro il reato di diffusione di notizie false, incitamento alla protesta e istigazione alla violenza e al terrorismo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Donald Trump Jr è positivo
Il suo portavoce, ‘non presenta sintomi’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 novembre 2020
09:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Donald Trump Jr, il figlio maggiore di Donald Trump, è risultato positivo al Covid-19 all’inizio della settimana e finora non presenta sintomi. Lo afferma il portavoce del figlio maggiore di Donald Trump, sottolineando che Trump Jr è in isolamento. Nei mesi scorsi la fidanzata Kimberly Guilfoyle era risultata positiva.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Russia, nuovo picco di contagi, 24.822 in 24 ore
Morte 467 persone, il numero massimo di vittime in un giorno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
21 novembre 2020
09:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Russia si registra un nuovo picco sia di nuovi casi sia di vittime del Covid-19. Stando ai dati del centro operativo nazionale anti coronavirus, nelle ultime 24 ore nel Paese sono stati accertati 467 decessi provocati dalla malattia e 24.822 nuovi contagi: si tratta dei numeri più alti finora registrati in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia.
Il totale dei contagi sale così a 2.064.768. Le vittime, stando ai dati ufficiali, sono in tutto 35.778. Nella sola Mosca, nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 7.168 casi di Covid-19 e 74 decessi. Lo riportano le agenzie Tass e Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: Harry e Meghan cedono Frogmore Cottage ad Eugenie
La principessa incinta vivrà nella residenza con il marito
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
10:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe Harry e sua moglie Meghan Markle tagliano un altro ponte con il Regno Unito. Da qualche settimana, infatti, hanno ceduto la casa che la regina Elisabetta aveva donato loro, Frogmore Cottage, alla principessa Eugenie che vi si è trasferita con il marito Jack Brooksbank.
Secondo il tabloid Sun, il trasloco dei mobili dei duchi di Sussex è avvenuto durante la notte “per non dare nell’occhio”.
La cugina di Harry, incinta di qualche mese, e il consorte hanno preso possesso della casa a Windsor due settimane fa che si trova non lontano dal Castello nel quale la regina e Filippo stanno trascorrendo il lockdown. Il restauro milionario di Frogmore Cottage da parte di Harry e Meghan era stato oggetto di numerosi articoli sulla stampa scandalistica britannica. A settembre i Sussex hanno restituito i 2,4 milioni di sterline versate da un fondo di corte alimentato da denaro dei contribuenti britannici per i lavori nella residenza.
I duchi avevano concordato con il resto della famiglia di restituire la somma al momento della loro decisione di rinunciare allo status di membri senior del casato (con annessi doveri ufficiali di rappresentanza) per trasferirsi in California assieme al piccolo Archie.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cile: incidenti in proteste a Santiago contro il governo
Manifestanti chiedono le dimissioni del presidente
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SANTIAGO DEL CILE
21 novembre 2020
11:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti fra manifestanti e forze dell’ordine, segnati da barricate, incendi e saccheggi, sono avvenuti ieri sera e durante la scorsa notte nel centro di Santiago del Cile, in un ennesimo venerdì di protesta contro il governo del presidente Sebastián Piñera. Come in passato, il centro della manifestazione è stata la Plaza Baquedano, ribattezzata come ‘Plaza Dignidad’, dove molte centinaia di persone si sono riunite per chiedere le dimissioni del capo dello Stato e reclamare la liberazione delle persone arrestate durante l’anno di proteste sociali scoppiate nell’ottobre 2019.
Gli incidenti, hanno riferito i media cileni, si sono sviluppati a tratti con una tecnica di guerriglia urbana, con commando in azione in diversi punti del centro che hanno eretto barricate e lanciato bombe molotov e fuochi artificiali contro le forze dell’ordine, le quali hanno risposto con l’uso di sfollagente ed idranti.
Violenti scontri fra individui con il volto coperto e un reparto di ‘carabineros’ sono avvenuti anche davanti all’ingresso dell’Universidad de Chile, mentre immagini video hanno documentato vari episodi di vandalismo, fra cui il saccheggio di una agenzia della ScotiaBank e di una farmacia.
L’appello a scendere in piazza era stato diffuso ieri in giornata attraverso le reti sociali dalla cosiddetta ‘Primera Línea Revolucionaria’, il movimento che ha dato vita alle prime proteste contro il governo di un anno fa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Belgio, contagi e ricoveri ancora in calo
Casi sotto 4mila al giorno, secondo istituto Salute pubblica
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
21 novembre 2020
11:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il numero di contagi da Covid-19 in Belgio continua a diminuire in modo costante e ora è sceso sotto i 4.000 casi al giorno, secondo i dati provvisori dell’Istituto di Salute Pubblica Sciensano. In media, dall’11 al 17 novembre, ci sono stato 3.939 contagi giornalieri, ovvero un calo del 38% rispetto ai sette giorni precedenti. Continua a diminuire anche il numero dei ricoveri ospedalieri dovuti al Covid-19 del -29%, e si attesta attualmente a 344,3 in media al giorno (tra il 14 novembre e il 20 novembre). Dall’inizio della pandemia sono state ammesse 40.243 persone in ospedale a causa del Covid-19 e 15.352 sono morte. Il tasso di positività al test, ovvero la proporzione di persone positive su tutte quelle testate, ora ha raggiunto il 17,5% nella media nazionale. In totale dall’inizio dell’epidemia a marzo, 553.680 persone sono state testate positive al coronavirus. Lo scrive l’agenzia di stampa Belga.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: stop all’accordo sui viaggi tra Hong Kong e Singapore
Posticipato di due settimane per aumento casi nell’ex colonia Gb
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
11:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’accordo per i “viaggi sicuri” (travel bubble) siglato tra Hong Kong e Singapore che doveva entrare in vigore domani è stato posticipato dopo un improvviso aumento di casi di coronavirus nell’ex colonia britannica. “Alla luce della recente ondata di casi locali, abbiamo deciso, insieme al governo di Singapore, di posticipare di due settimane il lancio della bolla dei viaggi aerei”, ha dichiarato il ministro del Commercio di Hong Kong, Edward Yau. Oggi sono stati registrati 36 nuovi casi di Covid-19, di cui 13 da fonti di trasmissione sconosciuta, per questo le autorità temono una nuova ondata di contagi fuori controllo.
“IlCovid-19 è ancora tra noi, e anche se stiamo lottando per ritornare alla normalità il percorso sarà pieno di alti e bassi”, ha scritto il ministro dei trasporti di Singapore, Ong Ye Kung, sulla sua pagina Facebook
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Quando l’invito alla lettura è di David Bowie
I 100 libri che hanno cambiato la vita di una leggenda
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
09:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
JOHN O’CONNELL, IL BOOK CLUB DI DAVID BOWIE (BLACKIE EDIZIONI, PP 302, EURO 19,90) I libri non sono mai mancati nella vita di David Bowie. Anzi, non erano mai abbastanza per il Duca Bianco che li ha consigliati con passione agli amici e amati al punto di trasportarli, in una biblioteca portatile di 1.500 titoli, nei suoi viaggi attraverso gli Stati Uniti in treno, odiava l’aereo. E nel 1998 cominciò anche a scrivere recensioni per la catena di librerie americane Barnes & Nobles.
Nel 2013, tre anni prima di morire, il 10 gennaio 2016, David Bowie – nome d’arte di David Jones, nato a Brixton, a sud di Londra, l’8 gennaio 1947 – ha svelato la lista di quelli che più avevano influenzato il suo modo di guardare al mondo e la sua produzione artistica. E ora, quei 100 libri che hanno cambiato la vita di una leggenda sono stati raccolti in un volume, ‘Il Book Club di David Bowie’ del giornalista John O’Connell, con le illustrazioni di Luis Paadin, pubblicato da Blackie Edizioni.
Un libro prezioso e una lista che nei giorni della pandemia diventa un regalo ancora più grande, una guida che può ispirare nuove letture, un “invito a immergerci nei libri e nel loro potere di trasformarci”. E se a far da guida è l’autore di Heroes e Space Oddity non possono mancare le sorprese. Ci sono ‘Lo straniero’ di Albert Camus di cui è stata tanto evocata ‘La peste’ in questi mesi di emergenza sanitaria, ‘Money’ di Martin Amis, ‘Il Maestro e Margherita’ di Mikhail Bulgakov, ‘La terra desolata’ di T.S. Eliot e di Ian McEwan le narrazioni brevi di ‘Fra le lenzuola e altri racconti’. Su tutti brilla ‘Sulla strada’ di Jack Kerouac che gli fece conoscere, quando l’allora David Jones aveva 12 anni, il fratellastro maggiore, Terry. “Uno degli eventi più significativi della sua vita” come ha raccontato più volte Bowie. Oltre all”Inferno’ di Dante Alighieri, l’unico italiano è ‘Il Gattopardo’ di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
L’elenco, su cui si basa il volume, è quello pubblicato dal Victoria & Albert Museum e raccoglie – sottolinea O’Connell – “i cento volumi che Bowie considerava i più importanti e influenti, non, fate attenzione, i suoi preferiti in quanto tali, pescati tra le migliaia di opere che aveva letto nel corso della sua vita”. Tra quelli fuori lista adorava Stephen King: “mi fa cagare sotto dalla paura” disse alla rivista ‘Q’ nel 1999, ricorda O’Connell che spiega anche come un genere molto amato dalla popstar inglese, leggenda del rock, artista irripetibile, fosse il resoconto di viaggio. “In particolare su destinazioni esotiche, rappresentato sulla lista da David Kidd e Alberto Denti di Pirajno”.
‘Il Book Club di David Bowie’ può essere letto come un imperdibile elenco che può ispirare e ha ispirato gruppi di lettura, dal vivo e online – anche il figlio di Bowie, il regista Duncan Jones, ne ha animato uno sul suo profilo Twitter – ricorda l’editore. Ma, oltre alla condivisione di lettura, può essere vissuto come un viaggio pieno di aneddoti e storie sul Duca Bianco, grazie alla narrazione e alla ricerca compiuta da O’Connell – già senior editor a Time Out, che oggi scrive per The Times e The Guardian, ha intervistato Bowie a New York nel 2002 – che ha fatto, tra l’altro, largo uso di interviste e articoli archiviati sul sito bowiegoldenyears.com di Roger Griffin.
Così parlando de ‘La breve favolosa vita di Oscar Wao’ di Junot Diaz, l’autore dice che Bowie “doveva essersi immedesimato molto nelle traversie del disadattato Oscar de Leòn, il ragazzo di origini dominicane, strambo e sovrappeso, protagonista del romanzo di Junot Diaz vincitore del Pulitzer” che adora la fantascienza e il fantasy. Si scopre anche che il Duca Bianco, magro come un chiodo e vittima di una brutta dipendenza dalla cocaina, quando arrivò nel luglio del 1975 in New Mexico per le riprese dell’Uomo che cadde sulla Terra’ in cui era protagonista nel ruolo di un alieno, nelle pause dal set per non fare uso di droghe si dedicava alla lettura.
Per ogni titolo, O’Connell suggerisce anche un brano da ascoltare mentre lo leggi e altri titoli collegati. Così per ‘Gli anni fulgenti di Miss Brodie’ di Muriel Spark indica l’ascolto di Ziggy Stardust e se hai apprezzato il libro, la lettura de ‘Le ragazze di pochi mezzi’, sempre della Spark. Per l’Inferno di Dante, il brano da ascoltare è ‘Scary Monsters (and Super Creeps)’ e se ti è piaciuto, la lettura consigliata è ‘Pietro l’oratore’ di William Langland.
A O’Connell piace anche pensare che la lista di Bowie “rappresenti un omaggio a Borges” e sostiene che “se la si studia abbastanza a lungo ne emergono due filoni principali: il primo composto dai diversi elementi culturali che hanno dato vita alla sensibilità artistica di Bowie. Il secondo, un po’ più confuso, ha a che fare con la cronologia”. Certo nella sua storia trasgressiva, eclettica, affascinante, piena di curiosità autentica per tutte le forme d’arte e per la vita, che lo ha portato dal grande coreografo e mimo Lindsay Kemp all’amicizia con il guru tibetano Chime Rinpoche, quello che è chiaro è che i libri è la lettura hanno giocato per Bowie un ruolo fondamentale di insostituibili compagni di viaggio.   VAI ALLA POLITICA     VAI ALLA CRONACA   VAI ALLA TECNOLOGIA

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.