Politica tutte le notizie. Tutta la Politica in tempo reale, sempre costantemente ed oggettivamente aggiornata ed approfondita. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 10 minuti

Ultimo aggiornamento 22 Novembre, 2020, 02:00:03 di Maurizio Barra

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:05 DI SABATO 21 NOVEMBRE 2020

ALLE 02:00 DI DOMENICA 22 NOVEMBRE 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Il Papa chiede ai giovani un “patto” per cambiare l’economia
Al Forum di Assisi, ‘Non siamo condannati al profitto’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
21 novembre 2020
11:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non siamo condannati a modelli economici che concentrino il loro interesse immediato sui profitti come unità di misura e sulla ricerca di politiche pubbliche simili che ignorano il proprio costo umano, sociale e ambientale”. Lo ha detto il Papa nel videomessaggio a conclusione di ‘The Economy of Francesco’, il Forum di Assisi.
“Non siamo costretti a continuare ad ammettere e tollerare in silenzio nei nostri comportamenti che alcuni si sentano più umani di altri, come se fossero nati con maggiori diritti”.
Il Papa ha dunque chiesto ai giovani un “patto” per cambiare i modelli economici perché “non possiamo andare avanti in questo modo”. ” Sapete che urge una diversa narrazione economica, urge prendere atto responsabilmente del fatto che l’attuale sistema mondiale è insostenibile”. “Siete chiamati a incidere concretamente nelle vostre città e università, nel lavoro e nel sindacato, nelle imprese e nei movimenti, negli uffici pubblici e privati”, “è tempo, cari giovani economisti, imprenditori, lavoratori e dirigenti d’azienda, è tempo di osare il rischio di favorire e stimolare modelli di sviluppo, di progresso e di sostenibilità in cui le persone, e specialmente gli esclusi” siano protagonisti. “Niente scorciatoie, lievito, sporcarsi le mani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: Sabatini (Abi), servono norme per le bad bank
‘Misure contenimento Covid incideranno su dinamiche del Pil’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
12:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per gestire i crediti deteriorati è fondamentale che sia introdotta in tempi rapidi una opportuna disciplina per le cosiddette bad bank (Asset management companies) nazionali e, nel contempo, che si consolidi uno strumento efficace come le Gacs, perseguendo la definizione di un quadro europeo che snellisca le procedure di autorizzazione e ne acceleri i tempi”. Così il direttore generale dell’Abi, Giovanni Sabatini, in audizione congiunta delle Commissioni di Camera e Senato sul disegno di legge di Bilancio 2021.
“Assistiamo a una importante recrudescenza della pandemia che rende nuovamente necessarie misure di contenimento, che, sebbene meno drastiche che in passato, incideranno sulla dinamica del Pil”, aggiunge Sabatini, secondo il quale “in questo contesto, le conseguenze sul piano sociale e finanziario sono state finora efficacemente mitigate dall’azione convergente delle politiche fiscali a livello nazionale, della politica monetaria europea e, per quanto riguarda nello specifico il settore bancario, della flessibilità delle politiche regolamentari e di vigilanza”, conclude il direttore generale dell’Abi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, aumenta di 1,5 miliardi fondo di ristori automatici
Nuovo scostamento di bilancio per 8 miliardi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
14:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con il Decreto RistoriTer si alimenta con 1,5 miliardi di euro di risorse già disponibili il Fondo che consente di finanziare in modo automatico, rapido ed efficiente, le misure di ristori destinate alle categorie costrette a chiudere, nelle regioni che cambiano di fascia a causa della recrudescenza del virus”. Lo scrive il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri sui social. “La dotazione complessiva sale in questo modo a 1,84 miliardi che serviranno a erogare i contributi a fondo perduto, ma anche per altre misure previste dai precedenti decreti ristori tra cui il credito di imposta sugli affitti commerciali, il congedo parentale e il bonus baby sitter”.
“Anche le risorse provenienti dal nuovo scostamento di bilancio, pari a 8 miliardi, serviranno a rafforzare le misure di sostegno economico, a partire dal rinvio delle nuove scadenze tributarie, per i settori più colpiti da qui alla fine dell’anno, attraverso un #decretoRistoriQuater che sarà adottato subito dopo il voto del Parlamento”. Lo spiega il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri.
“Lo abbiamo detto e lo stiamo mettendo in pratica: senza tentennamenti, faremo tutto quello che serve per sostenere famiglie e imprese italiane, tutelare l’occupazione. Ed andremo avanti con determinazione su questo sentiero di cura e solidarietà finché non supereremo questa sfida epocale, che sono sicuro riusciremo a vincere se manterremo tutti uno spirito di collaborazione, coesione e responsabilità.
Al tempo stesso, con la Legge di Bilancio e il Recovery Plan, predisponiamo un’ambiziosa strategia di rilancio e di trasformazione dell’Italia incentrata su investimenti, lavoro, welfare e istruzione, e orientata all’innovazione, alla sostenibilità, alla coesione e all’equità. Perché l’Italia del dopo Covid sia migliore, più forte e più giusta”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tirrenia: Uil, dall’1/12 chiudono tratte con Sardegna
Annunciati centinaia di licenziamenti, “è mobilitazione”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
21 novembre 2020
17:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tirrenia chiude dall’1 dicembre tutti i collegamenti in convenzione con la Sardegna e annuncia centinaia di licenziamenti “a causa della situazione di incertezza in merito alla proroga della Convenzione del servizio di continuità territoriale marittima”. Lo fa sapere William Zonca segretario generale della Uiltrasporti dell’Isola che annuncia la mobilitazione e chiede un intervento del ministero dei Trasporti e della Regione Sardegna: “Non possiamo permetterci una ulteriore riduzione dei collegamenti con la Penisola perché è a rischio l’economia di un intero territorio”.
In particolare, senza risposte sulla convenzione, saranno chiuse le tratte Genova-Olbia-Arbatax, Napoli-Cagliari, Cagliari-Palermo, Civitavecchia-Arbatax-Cagliari. Stop anche alla Termoli-Tremiti.
Restano invece in piedi i collegamenti merci e passeggeri da e per la Sardegna Civitavecchia-Olbia e Genova Porto-Torres e la tratta merci Livorno-Cagliari e le altre tratte non citate da Tirrenia. Nella lettera alle istituzioni la compagnia di navigazione ricorda che ad oggi, sono rimaste senza riscontro, le richieste sulla conferma in merito alla proroga della Convenzione per i collegamenti in continuità territoriale marittima scaduta lo scorso 18 luglio. Non solo Tirrenia è pronta a chiedere il corrispettivo dei servizi effettuati da luglio sino ad oggi.
“Siano fortemente preoccupati per la riduzione delle possibilità di movimento dei passeggeri e delle merci in Sardegna con questa contrazione delle rotte – osserva Zonca – ed esprimiamo molta preoccupazione per i quasi cinquecento marittimi i cui posti di lavoro sono messi a rischio da questa presa di posizione di Tirrenia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’arcivescovo di Milano negativo, non ha più il covid
Asintomatico, era in isolamento dal 30 ottobre. Riprende impegni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 novembre 2020
13:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la positività al Covid-19 riscontrata il 30 ottobre scorso, l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, si è sottoposto oggi a un nuovo tampone, che ha dato esito negativo.
L’arcivescovo – spiega una nota della Diocesi – può dunque interrompere l’isolamento fiduciario, trascorso senza alcuna sintomatologia, e riprendere i suoi impegni pubblici, a partire dalla celebrazione della Santa Messa in Duomo, domani alle 17 e 30.
Monsignor Delpini “ringrazia tutti coloro che in queste settimane hanno pregato per lui e gli hanno fatto giungere messaggi di affetto e incoraggiamento”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: atteso provvedimento per zone rosse in Fvg
All’opera gruppo di lavoro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
21 novembre 2020
15:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da ieri è all’opera un gruppo di lavoro costituito dalla Regione Fvg allo scopo di analizzare approfonditamente la situazione sanitaria e specificatamente del Covid in ogni comune della regione. I dati, secondo quanto si è appreso, saranno poi esaminati in una riunione alla quale dovrebbe partecipare il Governatore Massimiliano Fedriga, che proprio ieri in conferenza stampa aveva annunciato l’analisi del gruppo di lavoro.
Se la situazione di alcuni comuni dovesse presentare forti criticità, non è escluso che il Presidente emetta uno o più provvedimenti per limitare ulteriormente la mobilità in quelle zone allo scopo di frenare il contagio. Lo stesso Fedriga ieri aveva indicato come già critiche alcuni piccoli comuni della montagna, della bassa friulana, delle Valli del Natisone, e località periferiche del pordenonese e dell’isontino. Sarebbero queste le aree oggetto del provvedimento.
Ieri da Roma era giunta la raccomandazione alle autorità sanitarie di Friuli Venezia Giulia, Molise e Veneto, di valutare l’adozione di misure più stringenti, sulla base dei dati disponibili al 15 novembre, comunque precedenti agli ultimi dati che vedono in Fvg un’impennata in Fvg dei contagi – 2 mila i due giorni – dei decessi e, soprattutto, dei ricoveri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Anpi, consigliere di Municipio mostra croce celtica a Milano
Durante una riunione in streaming sulla scuola
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 novembre 2020
21:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Anpi Provinciale di Milano ha denunciato oggi una “grave provocazione avvenuta in Municipio 9 durante una riunione della commissione scolastica di mercoledì scorso, alla quale ha partecipato l’assessore Paolo Limonta. Il consigliere di Fratelli d’Italia Enrico Turato – scrive in una nota il presidente dell’Anpi provinciale di Milano, Roberto Cenati – si è presentato in video collegamento con uno sfondo in cui appariva una croce celtica”.
“L’episodio – scrive Cenati – è gravissimo perché oltre ad essersi svolto nel corso di una riunione istituzionale, anche se virtuale, del Municipio 9, ha rappresentato un vergognoso oltraggio alle istituzioni e a Milano Città Medaglia d’Oro della Resistenza”.
“Chiediamo che nei confronti del consigliere di Fratelli d’Italia che ha dimostrato una totale assenza di rispetto delle istituzioni e dei principi sanciti dalla Costituzione repubblicana – conclude l’Anpi – vengano presi severi provvedimenti”.
L’episodio era già stato denunciato sulla propria pagina Facebook dallo stesso assessore comunale: “Credo – aveva scritto Limonta il 19 novembre scorso – che l’abbia fatto come provocazione nei miei confronti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Morra escluso da trasmissione Rai: ‘E’ da sepolcri imbiancati’
‘Se dai fastidio alla mafia ti infangano’ dice il senatore M5s. Andrea Orlando: ‘Scelta Rai precedente grave’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
15:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dimettermi da presidente dell’Antimafia? Piacerebbe a tanti ma io credo che anche quello che è accaduto ieri sia un episodio all’ interno di una strategia, perché quando dai fastidio a Cosa Nostra, la mafia e la ‘ndrangheta, come ci hanno insegnato, allora bisogna sporcare, infangare e delegittimare”. Così il sen.Nicola Morra dopo la bufera scoppiata dopo le sue parole su Jole Santelli e sul voto dei calabresi. E’ stato travisato ‘il senso delle mie parole’, ribadisce il senatore 5S, che sulla sua esclusione da una trasmissione Rai dice che è ‘da sepolcri imbiancati’ e invita a ‘fare una riflessione sullo stato di salute della democrazia in alcune aziende, che un tempo erano le prime aziende culturali del Paese’.
” Questo è il Paese dell’ipocrisia e dei sepolcri imbiancati in cui forse qualcuno facendo servizio pubblico reputa che il presidente della Commissione Antimafia piuttosto che essere severamente giudicato da giornalisti che gli possono fare le pulci, debba essere semplicemente escluso da una trasmissione che avrebbe parlato di Calabria, di ndrangheta e altro”. Lo ha riferito il senatore 5S Nicola Morra, intervenendo a Omnibus su La 7, relativamente alla sua mancata partecipazione alla trasmissione Titolo V su Rai 3. “A questo punto – ha aggiunto – mi chiedo: il servizio pubblico può tranquillamente intervistare il figlio di Totò Riina o Salvatore Buzzi; invece il presidente dell’Antimafia che avrebbe detto parole disdicevoli non può essere ‘scartavetrato’ dai giornalisti – perchè è anche questo il loro compito – e tranquillamente accettiamo che tutto questo passi. Credo che si debba fare una riflessione sullo stato di salute della democrazia in alcune aziende, che un tempo erano le prime aziende culturali del Paese”. ha concluso Morra.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione di sospendere la partecipazione di Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia, al programma Titolo V su Rai3 “è stata presa ieri sera dalla Rai poiché da ore era in corso un dibattito particolarmente acceso su un argomento molto delicato che coinvolgeva i malati oncologici. Aldilà delle singole opinioni, la Rai, come servizio pubblico, pur nella consapevolezza della difficoltà di prendere una decisione che sarebbe stata comunque controversa, ha preferito adottare una linea di massima prudenza e tutela ed evitare di alimentare le molte polemiche che si stavano sviluppando su un tema così complesso”. Lo spiega l’azienda in una nota. “La Rai – sottolinea Viale Mazzini – si rammarica con il presidente della commissione parlamentare Antimafia per le modalità con le quali è stata comunicata questa decisione, sia per il riguardo che sempre va dato agli ospiti dei programmi, sia in particolare se, come in questo caso, rivestono funzioni pubbliche di rilievo. Allo stesso tempo va sottolineato che egli avrà altre opportunità, sempre attraverso le reti del servizio pubblico ed eventualmente nello stesso Titolo V, per esprimere i suoi punti di vista”.
Nel dibattito interviene con un tweet Andrea Orlando del Pd:

“La scelta della Rai è un precedente grave”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte al G20: ‘Vaccini e terapie siano un diritto per tutti ‘
“L’imminente presidenza dell’Italia proseguirà l’agenda del summit”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
21 novembre 2020
21:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso del G20 apertosi oggi sotto la presidenza dell’Arabia Saudita, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha inviato un messaggio nel quale assicura che “il G20 rifletterà il nostro impegno per una rapida ripresa” dalla crisi pandemica e per “trovare soluzioni per le maggiori sfide che l’umanità sta affrontando oggi, dal climate change al perdurare delle diseguaglianze. Noi dobbiamo restare uniti e usare le opportunità che ci ha offerto questa crisi per creare una nuova, migliore, normalità”. “L’imminente presidenza italiana del 2021 – ha proseguito -è determinata nel proseguire l’importante azione del G20” sulla base dei “risultati” del summit di Riad.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’imperativo – sottolinea Conte – deve essere garantire l’accesso alla diagnosi, alle terapie, e ai vaccini a tutta la comunità mondiale: per l’Italia sono beni pubblici globali, diritto di tutti e non privilegio di pochi”. Dobbiamo affrontare la terribile prova imposta dal Covid-19 investendo nella salute pubblica: è un imperativo morale e sociale oltre che politico. Usciremo dalla crisi solo concependo “un nuovo inizio”, ponendo la persona al centro degli sforzi sulle sfide globali. L’impegno italiano su queste prerogative continuerà con l’assunzione della Presidenza G20 per il prossimo anno: l’Italia promuoverà uno sforzo coordinato per superare la crisi economica, con particolare riguardo ai Paesi più vulnerabili, ha spiegato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il G20 ha preso misure senza precedenti” nella lotta al Covid e, “mentre continuiamo a combattere il virus e mentre accogliamo con favore le recenti notizie provenienti dalla ricerca sui vaccini, dobbiamo anche guardare avanti, al nostro futuro e al futuro delle giovani generazioni. Dobbiamo rafforzare la nostra collaborazione con le istituzioni multilaterali e renderle più efficaci, compresa un’Oms rafforzata”.
Negli ultimi mesi la comunità internazionale ha affrontato una pandemia senza precedenti dal secolo scorso, con impatti socioeconomici e sanitari sconvolgenti. Il bilancio delle vittime è salito a oltre un milione e il Fmi ha previsto che 90 milioni di persone in più cadranno in povertà entro la fine del 2020.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La recrudescenza della pandemia in molte regioni richiede, ancora una volta, decisioni difficili da parte dei governi e importanti sacrifici da parte dei loro cittadini”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: morto, a 54 anni, fondatore M5S di Tortona
Era ricoverato in terapia intensiva
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORTONA (ALESSANDRIA)
21 novembre 2020
20:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto, a 54 anni, Giuseppe Silipo, un dei fondatori del Movimento 5 stelle a Tortona (Alessandria). Era ricoverato in terapia intensiva colpito da Covid.
“Giuseppe, Frank come gli amici lo chiamavano, incarnava tutti i principi ispiratori del Movimento: – lo ricordano gli iscritti tortonesi – un uomo onesto, altruista, generoso, trasparente, dedito alla ‘sua creatura’ affinché non si perdesse o disperdesse I valori sui quali si fonda. Purtroppo, la sua fragilità fisica non ha retto contro il Covid e anche lui è stato portato via da questa terribile pandemia”.
Il consigliere regionale del Piemonte Sean Sacco (M5S), aggiunge: “Maledetto Covid. È difficile trovare le parole, eri una persona meravigliosa con una forte passione civica che manifestavi attraverso l’attivismo nel Movimento 5 Stelle a cui hai dedicato sempre tantissimo. Ti invidiavo per la tua forza d’animo, nonostante tutte le difficoltà c’eri sempre, un grande esempio per tutti”.   PIEMONTE   VAI ALL’ECONOMIA

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.