Politica tutte le notizie. Tutta la Politica completa, aggiornata ed in tempo reale! SEGUILA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

Ultimo aggiornamento 22 Febbraio, 2021, 14:37:36 di Maurizio Barra

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:59 DI DOMENICA 21 FEBBRAIO 2021

ALLE 14:37 DI LUNEDì 22 FEBBRAIO 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Umbria riduce scorte AstraZeneca per vaccinazioni
Dosi “a più presto” a personale scuole e servizi essenziali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
21 febbraio 2021
12:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Umbria riduce dal 50 al 30 per cento la scorta del vaccino AstraZeneca per avviare “al più presto” la vaccinazione di tutto il personale scolastico e delle forze dell’ordine (compresi vigili del fuoco e polizia municipale). Lo ha deciso il Comitato operativo regionale.

La Regione spiega che si tratta di una scelta dettata altresì dai tempi “abbastanza lunghi” (75 giorni) per la somministrazione della seconda dose, e dunque “tali da poter garantire la ricostituzione delle scorte medesime, senza compromettere il secondo vaccino”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Città Pieve attesa vana per il premier Draghi
Chi lo attendeva a messa, chi sperava vederlo in centro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DELLA PIEVE (PERUGIA)
21 febbraio 2021
15:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C’era chi lo attendeva alla messa delle 8 nella chiesa del monastero di Santa Lucia e chi sperava di incrociarlo magari in centro. Il neo presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha disatteso, invece, le speranze dei suoi concittadini di Città della Pieve.

Il premier ha trascorso il fine settimana a Roma, senza tornare nel borgo umbro scelto quale suo ‘buen ritiro’. I cancelli che si aprono sui viali che conducono alla casa del presidente sono rimasti chiusi per tutta la mattina, ma comunque piantonati da una pattuglia dei carabinieri. “Anche Serena, la moglie del premier, da alcuni giorni che non la vediamo in paese”, raccontano alcuni cittadini e commercianti del centro storico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ecuador: elezioni,Arauz e Lasso a ballottaggio presidenziale
Previsto per l’11 aprile
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
QUITO
21 febbraio 2021
15:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio nazionale elettorale (Cne) dell’Ecuador ha ufficializzato la notte scorsa che, sulla base dei risultati delle elezioni del 7 febbraio, il candidato progressista Andrés Arauz (Unes), con il 32,72% dei voti, e quello conservatore Guillermo Lasso (Creo-Psc) con il 19,74%, parteciperanno ad un ballottaggio l’11 aprile per stabilire chi dei due sarà il successore del presidente Lenin Moreno.
Si apre ora una fase in cui secondo la legge elettorale i candidati esclusi potranno presentare ricorsi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ed è quello che quasi certamente intende fare il candidato ambientalista indigeno Yaku Pérez, del partito Pachakutik che, terzo con il 19,38% dei suffragi, è convinto che la sua esclusione dal ballottaggio sia “frutto di brogli”.
Per questo ha organizzato con l’appoggio di varie organizzazioni indigene una marcia di quasi 700 chilometri che, partita da Loja, arriverà a Quito martedì prossimo. Le sue richieste riguardano un nuovo conteggio del 100% dei voti della popolosa provincia di Guayas e del 50% di quelli di molte altre province.
Per il momento il Cne ha accolto parzialmente soltanto un suo ricorso per un nuovo scrutinio di voti in una trentina di seggi delle province di Guayas e Los Rios. Le decisioni del Cne possono però ora essere impugnate davanti al Tribunale del contenzioso elettorale (Tce) per un nuovo esame dei ricorsi, Arauz è un economista di 35 anni che fra il 2015 ed il 2015 è stato ministro dell’ex presidente Rafael Correa, attualmente esule in Belgio.
Lasso invece è un uomo d’affari e imprenditore di 65 anni, già governatore di Guayas, e al terzo tentativo di conquista della massima carica dello Stato.   MONDO   POLITICA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Le Regioni: ‘Vaccini, ripresa economica, nuove norme’
Le richieste al governo, ‘indennizzi anche per chiusure locali’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
10:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Accelerare la campagna vaccinale, rivedere la tempistica dei provvedimenti e la revisione dei parametri che regolamentano le zone, prevedere indennizzi anche per le chiusure locali e coniugare la sicurezza sanitaria con la ripresa economica. Sono queste le richieste che la Conferenza delle Regioni ha inoltrato al Governo e che domani saranno portate in Consiglio dei ministri.
VACCINI Le Regioni ritengono priorità assoluta la campagna vaccinale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il meccanismo sta andando troppo a rilento – si legge nel documento – il problema adesso risiede nell’approvvigionamento delle dosi, che dipende dal Governo”. “Sarebbe auspicabile e urgente – scrivono le Regioni – una valutazione circa il diretto coinvolgimento delle nostre aziende nel processo produttivo, tenendo presente che vi sono aziende e filiere nazionali in grado di realizzare alcune fasi della produzione”.
TEMPISTICA DEI PROVVEDIMENTI Le Regioni chiedono di conoscere “con congruo anticipo” le misure anti Covid. “Occorre, altresì, poter procedere ad una programmazione delle attività anche attraverso una diversa organizzazione dell’esame dei dati della cabina regia, delle ordinanze e della relativa decorrenza”, scrivono.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
REVISIONE PARAMETRI Le Regioni chiedono “una revisione dei parametri e la contestuale revisione del sistema delle zone, nel senso della semplificazione, che passi funzionalmente anche da una revisione dei protocolli per la regolazione delle riaperture”. Chiedono “un cambio di passo che consenta di coniugare le misure di sicurezza sanitaria con la ripresa economica e delle attività culturali e sociali”.
MECCANISMI PIU’ SNELLI “Il presupposto per assumere decisioni valide è individuare una strategia che si fondi su elaborazioni oggettive tecnico scientifiche sulla base delle quali la politica si assumerà la responsabilità della decisione”, scrivono le Regioni che chiedono “nuovi e più snelli meccanismi che vedano una definizione più chiara da parte di Cts e dell’Iss” riguardo le limitazioni e le attività da chiudere.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
RISTORI “In via strutturale, lo stesso provvedimento che introduce restrizioni per il Paese e poi restrizioni particolari per singoli territori, deve anche attivare gli indennizzi e salvaguardare le responsabilità, garantendo la contestualità a prescindere da chi adotta il provvedimento”. Questa la richiesta delle Regioni che chiedono anche “l’ampliamento della cabina di regia ai Ministri dello Sviluppo economico, dell’Economia e degli Affari regionali”.
SCUOLA Per le Regioni “sarebbe necessario qualificare l’attività scolastica ed universitaria (al pari delle altre attività) con un’apposita numerazione di rischio, anche tenendo conto dei dati oggettivi del contagio nelle istituzioni scolastiche e nel contesto territoriale di riferimento”. I territori chiedono anche “forme di congedo parentale e ulteriori risorse economiche a sostegno dei genitori, nel caso di chiusura delle scuole”. Inoltre chiedono venga garantita la vaccinazione a tutti i docenti “indipendentemente dalla Regione in cui prestano servizio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milleproroghe: FdI ritira emendamenti, solo gli indispensabili
‘No a ostruzionismo, ci concentriamo su merito’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Aula alla Camera l’esame del decreto Milleproroghe
“Fratelli d’Italia ha presentato 350 emendamenti al decreto Milleproroghe ma non intendiamo fare alcun ostruzionismo e ci concentreremo nel merito del provvedimento. Vista la prossima scadenza del decreto ritireremo la maggior parte degli emendamenti, limitandoci a quelli che riteniamo indispensabile discutere.
Auspichiamo ci si possa confrontare nei prossimi provvedimenti su tutti gli altri argomenti. Verificheremo l’atteggiamento della maggioranza con serenità e senza pregiudizi. Speriamo di avere analogo riscontro”. Lo comunica in una nota il Gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Bonomi, pronti ad aprire le fabbriche per le vaccinazioni
Draghi è la discontinuità.Lavoro,serve ammortizzatore universale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
09:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pronti ad aprire le fabbriche per le vaccinazioni dei lavoratori e dei loro familiari. Così il presidente di Confindustria Carlo Bonomi in un’intervista in apertura di prima pagina su la Repubblica, dove parla anche della sua fiducia verso Mario Draghi e spiega che sullo sblocco dei licenziamenti si deve tornare alla normalità, riformando gli ammortizzatori sociali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo d’accordo con l’impostazione del presidente Draghi di coinvolgere i privati nel piano vaccinale – osserva Bonomi – i dipendenti delle aziende aderenti a Confindustria sono circa 5,5 milioni, se consideriamo una media di 2,3 componenti per nucleo familiare potremmo vaccinare più di 12 milioni di persone. Siamo disposti a mettere le fabbriche a disposizione delle comunità territoriali nell’ambito del piano nazionale delle vaccinazioni.
Abbiamo già inviato una nostra proposta operativa a Palazzo Chigi”.
“Sono certo che il presidente Draghi ascolterà le imprese”, dice, aggiungendo che devono essere ascoltate insieme con “i sindacati per trovare soluzioni rapide ed efficaci. Con Conte non c’è stato poco dialogo. Non c’è proprio stato”.
“Nel discorso programmatico ho ritrovato cose che Confindustria dice da tempo – rileva Bonomi – due esempi: che non possiamo scaricare sui giovani l’incremento del debito pubblico; che una riforma del fisco non si può fare a colpi di bonus bensì in maniera organica. La discontinuità è Draghi”.
Sul blocco dei licenziamenti: “Basta proroghe a ripetizione. La discussione non è licenziare sì o no. Il tema vero è come riformare le tutele per il lavoro sapendo che la pandemia ha accelerato la trasformazione dei processi produttivi. Il lavoro non si difende dov’era e com’era. Il punto è aumentare l’occupabilità delle persone, cioè la loro capacità di essere richiesti dal mercato. Siamo favorevoli ad una proroga selettiva. Sbloccare i licenziamenti non vuol dire affatto che ci sarà la corsa a licenziare”. La proposta di Confindustria punta a “introdurre un ammortizzatore universale, valido per tutti i lavoratori e per tutti i settori; favorevoli a rafforzare l’assegno di ricollocazione” e a “avviare politiche attive per il lavoro”. Poi rileva: “un’azienda come l’Alitalia non può essere perennemente sostenuta. Diverso è il caso dell’Ilva perché la produzione di acciaio è strategica per molte filiere produttive nazionali”.
Sul fisco, avverte Bonomi, “l’Irap va tolta: è una tassa inopportuna, inadeguata e anche folle”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: Garavaglia,lunedì vorrei firmare protocollo Regioni
A Sky Tg24, vaccinare tutti, chi fa prima è in vantaggio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
08:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima cosa che vorrei fare lunedì è firmare con le Regioni un protocollo che faccia vedere che si lavora tutti insieme, in squadra, per promuovere l’Italia nel mondo”. Lo ha detto in un’intervista a Sky TG24 il ministro del Turismo Massimo Garavaglia che ha aggiunto “Sulle zone rosse deciderà chi di dovere, l’importante è fare quello che è giusto fare in modo serio e organizzato, pianificando per tempo”.

Per far ripartire il turismo italiano, “bisogna fare una cosa: fornire i vaccini a tutti perché il mercato è molto competitivo.
Chi chiude prima il percorso della vaccinazione ha un vantaggio.
L’Europa deve vincere insieme”.

L’Italia ha perso quote di mercato nel turismo negli ultimi 10 anni, “crescendo del 4,5%, mentre i nostri competitor del 6,5%. Quindi quello che dobbiamo fare è recuperarle – ha detto il neo ministro del Turismo – è evidente che quello che è successo è molto più grave di quello che ci si aspettava. Il premier Draghi ha detto una cosa fondamentale e cioè che l’industria del turismo sarà la prima a ripartire. Parleremo con il Premier e i colleghi: le risorse – ha concluso – vanno trovate all’interno del budget di 32 miliardi”.   ECONOMIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Milleproroghe:Fdi ritira emendamenti,solo gli indispensabili
No a ostruzionismo, ci concentriamo su merito
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
09:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Fratelli d’Italia ha presentato 350 emendamenti al decreto Milleproroghe ma non intendiamo fare alcun ostruzionismo e ci concentreremo nel merito del provvedimento. Vista la prossima scadenza del decreto ritireremo la maggior parte degli emendamenti, limitandoci a quelli che riteniamo indispensabile discutere.
Auspichiamo ci si possa confrontare nei prossimi provvedimenti su tutti gli altri argomenti. Verificheremo l’atteggiamento della maggioranza con serenità e senza pregiudizi. Speriamo di avere analogo riscontro”. Lo comunica in una nota il Gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia alla Camera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: iniziato il Consiglio dei ministri
Previsto stop a spostamenti tra Regioni per 30 giorni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
10:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziata a Palazzo Chigi la riunione del Consiglio dei ministri. All’ordine del giorno c’è il nuovo decreto legge Covid.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pd: Bettini,c’è strisciante logorio interno,congresso presto
Bisogna farlo appena possibile
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
10:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Pd ha avuto tenuta molto positiva. Sono molto grato a Zingaretti, ha portato il Pd fuori dalle secche.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Faremo un grave errore se durante questa fase di transizione, il governo del Presidente, in cui le forze politiche hanno sovranità limitata, riununciassimo alla politica in modo passivo. Dobbiamo fare due cose: irrobustire il sistema politico italiano, con una riforma elettorale che si adegui al taglio dei parlamentari e poi che ognuno ridefinisca il suo sistema di valori, le finalità di fondo sull’Italia. In questo quadro, il congresso del Pd è un fatto positivo. Nardella ha detto che ora non si può fare. Mettetevi d’accordo, molti dirigenti della sua area lo hanno chiesto. Facciamolo appena si potrà fare”. Lo afferma Goffredo Bettini a Radio Immagina.
“Nel Pd c’è – dice Bettini – grandissima esigenza di chiarimento. Ho difeso linea decisa all’unanimità in direzione e nei gruppi dirigenti nazionali. Sulle critiche, più che chiedere a nome di chi parlo, rispondano sulle idee, sui propositi e sulla lettura della situazione italiana e internazionale. Visto che c’è strisciante logorio interno, è bene che posizioni si esplicitino. Bisogna stappare questa bottiglia compressa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Guterres, suprematisti e neonazisti minaccia transnazionale
Segretario generale Onu, ‘movimenti di odio sono in crescita’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
22 febbraio 2021
10:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I movimenti suprematisti bianchi e i movimenti neonazisti stanno diventando “una minaccia transnazionale”, ha messo in guardia oggi il Segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres.
Tali movimenti rappresentano la più grande minaccia alla sicurezza interna di molti Paesi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma questi “movimenti di odio crescono di giorno in giorno”, sono più di una minaccia terroristica interna e stanno diventando una minaccia transnazionale”, ha detto Guterres in un discorso davanti al Consiglio Onu sui diritti umani, che a causa della pandemia si svolge in modalità essenzialmente virtuale da oggi al 23 marzo a Ginevra.
Guterres ha lanciato un appello a “intensificare la lotta contro la rinascita del neonazismo, la supremazia bianca e il terrorismo di matrice razziale ed etnica”. Secondo il Segretario generale, questi gruppi, come altri, hanno approfittato della pandemia, così come della polarizzazione sociale e della manipolazione politica e culturale. “Troppo spesso, questi gruppi di odio sono incoraggiati da persone in posizioni di responsabilità, qualcosa che sembrava inimmaginabile poco tempo fa. È solo attraverso un’azione globale concertata che possiamo porre fine a questa grave e crescente minaccia”, ha aggiunto il Segretario generale.
Guterres ha inoltre stigmatizzato la volontà di alimentare il fuoco “del razzismo, dell’antisemitismo, del settarismo anti-musulmano, della violenza contro alcune comunità di minoranze cristiane, dell’omofobia, della xenofobia e della misoginia” che “non è nuovo, ma lo è la possibilità di intraprendere tali atti in modo “più visibile, più facile e più generalizzato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio vede Le Drian, parlato di Libia, Mediterraneo, Covid
Incontro prima del Consiglio Esteri a Bruxelles
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Prima dell’inizio del Consiglio Affari Esteri a Bruxelles, incontro con l’amico e collega francese Jean-Yves Le Drian per ribadire il comune impegno di Italia e Francia a rafforzare il coordinamento su Libia, Mediterraneo e lotta al COVID-19. Lo scrive stamane su Twitter il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
D’Amato, 8 marzo aprirà hub vaccini stazione Termini Roma
Ad Fs, inviteremo anche il premier Draghi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per il personale scolastico dopodomani apriremo anche la Nuvola’ all’Eur ed è questo un altro punto importante. L’8 marzo partirà anche l’hub della stazione Termini che è anch’esso per noi un altro punto importante”.
Lo ha annunciato l’assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato, sul piano vaccinale nella regione al termine del sopralluogo effettuato nell’hub di Fiumicino. “Sarà la prima stazione in Italia in cui si potranno fare le vaccinazioni – ha commentato l’ad di Ferrovie dello Stato, Gianfranco Battisti -. Probabilmente inviteremo anche Draghi a presenziare. Sarà il primo grande hub ferroviario a fare una cosa del genere. In quell’occasione presenteremo il treno sanitario che abbiamo messo a disposizione della Protezione Civile e della Croce Rossa per trasportare malati Covid o gravi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ok Cdm a decreto, stop spostamenti fino al 27 marzo
Prorogata anche regola spostamenti 2 adulti con minori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio dei ministri ha approvato, a quanto si apprende da fonti di governo, il decreto legge Covid. Il provvedimento proroga il divieto di spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo e anche la regola che limita gli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cdm nomina Serino capo stato maggiore dell’Esercito
Lo si apprende da fonti di governo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio dei ministri ha nominato il generale Pietro Serino nuovo capo di stato maggiore dell’Esercito. Lo si apprende da fonti di governo al termine della riunione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: fonti, stop in zona rossa a visite a case private
Novità nel nuovo decreto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
11:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Stop agli spostamenti in zona rossa verso abitazioni private. E’ la novità che, a quanto si apprende al termine del Cdm da fonti di governo, compare nel nuovo decreto legge Covid, che proroga al 27 marzo le limitazioni agli spostamenti.
Resta nelle zone gialle e arancioni la possibilità, una sola volta al giorno, di spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22, in massimo due persone, con i figli minori di 14 anni. Questa possibilità non varrà più nelle aree rosse.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Congo, uccisi l’ambasciatore italiano e un carabiniere
In un attacco a un convoglio della missione Monusco
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
12:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’attacco a Goma, in Congo, sono morti l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere che era nel convoglio con il diplomatico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore ed il militare stavano viaggiando a bordo di una autovettura in un convoglio della MONUSCO, la missione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo.
“E’ con profondo dolore che la Farnesina conferma il decesso, oggi a Goma, dell’Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Democratica del Congo Luca Attanasio e di un militare dell’Arma dei Carabinieri”, fa sapere il ministero degli Esteri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Congo: Di Maio: ‘Faremo ogni sforzo per fare luce’. Le reazioni
Ministro lascia Bruxelles e rientra a Roma
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
13:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, dopo aver informato i colleghi Ue del tragico evento esprimendo tutto il suo dolore per la morte del nostro ambasciatore in Congo e del carabiniere, ha deciso di lasciare in anticipo i lavori del Cae e sta rientrando in queste ore in Italia. “Ho appreso con sgomento e immenso dolore della morte oggi del nostro Ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo e di un militare dei Carabinieri – ha affermato Di Maio -.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Due servitori dello Stato che ci sono stati strappati con violenza nell’adempimento del loro dovere. Non sono ancora note le circostanze di questo brutale attacco e nessuno sforzo verrà risparmiato per fare luce su quanto accaduto. Oggi lo Stato piange la perdita di due suoi figli esemplari e si stringe attorno alle famiglie, ai loro amici e colleghi alla Farnesina e nei Carabinieri”.
“Un convoglio Onu in #Congo. Sono morti il nostro ambasciatore Luca Attanasio e un carabiniere. Uomini dello Stato al servizio della pace e della cooperazione nel Paese africano. Una preghiera li accompagni. Il loro sacrificio non sia vano, la pace vincerà sul terrorismo”, ha scritto il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani.
“Seguiamo con angoscia le notizie che arrivano dal Congo. Dolore per la morte dell’ambasciatore Luca Attanasio e di un carabiniere.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per l’Italia è un giorno di lutto, perdiamo due uomini delle istituzioni. Cordoglio e vicinanza a familiari, Carabinieri e a nostra diplomazia”, ha scritto il segretario Pd Nicola Zingaretti su twitter.
“Sconvolti e addolorati dalla notizia della morte dell’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio e di un carabiniere, rimasti uccisi in un attacco ad un convoglio Onu. Seguiamo con apprensione gli sviluppi e chiediamo al governo di riferire quanto prima in Parlamento”, ha scritto la leader di FdI Giorgia Meloni.
“Gravissimo attentato a un convoglio ONU in Congo, a Goma, sono purtroppo rimasti uccisi sia il nostro Ambasciatore che un carabiniere – ha scritto il deputato Pd Emanuele Fiano su Facebook -. Il nostro cordoglio per loro e per le loro famiglie a cui va il nostro abbraccio. Sto per chiedere in aula che il Ministro Di Maio venga a riferire su questo terribile evento”.
“Abbiamo visto le notizie” dell’attacco e dell’uccisione dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere nella Repubblica del Congo, “sono notizie estremamente preoccupanti e seguiamo da vicino – così il portavoce della Commissione Ue, Eri Mamer -. L’Alto rappresentante ha presentato le sue condoglianze all’Italia. Il ministro degli Esteri condivide le informazioni con i colleghi Ue”.
“Oggi nell’attacco al convoglio Onu nella Repubblica democratica del Congo hanno perso la vita due servitori dello Stato. Un vile e barbaro agguato che l’Italia, fermamente impegnata con la comunità internazionale, condanna con forza. Alle famiglie dei nostri connazionali e di tutto il personale delle Nazioni unite coinvolto va la nostra incondizionata riconoscenza e affetto. Siamo vicini e condividiamo il dolore delle famiglie per la perdita dei loro cari”: così il ministro della Difesa Lorenzo Guerni.
“È con profondo dolore che apprendiamo della morte dell’Ambasciatore italiano presso la Repubblica Democratica del Congo, Luca Attanasio, e di un carabiniere, uccisi in un attacco armato contro un convoglio delle Nazioni Unite”, ha scritto su Twitter il presidente del parlamento europeo David Sassoli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I miei pensieri e quelli del Parlamento europeo vanno alle famiglie delle vittime”, ha aggiunto.
“Esprimo profondo dolore per quanto avvenuto oggi a Goma in Congo, dove a seguito di un gravissimo attentato compiuto contro un convoglio delle Nazioni Unite sono morti il nostro ambasciatore Luca Attanasio e un militare dell’Arma dei carabinieri”, ha dichiarato il presidente del Senato Elisabetta Casellati. “L’Italia non dimenticherà mai i suoi ‘costruttori di pace’, caduti mentre cercavano di portare sicurezza e supporto ai popoli oppressi. Occorre però che la condanna nei confronti dei responsabili di questo ignobile atto sia accompagnata dall’impegno della comunità internazionale a combattere con ogni mezzo qualunque forma di violenza in quei territori. Ai familiari delle vittime giunga la mia vicinanza e il mio cordoglio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ok dal Cdm al decreto, stop agli spostamenti fino al 27 marzo
Il provvedimento proroga anche la regola che limita gli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
12:47
APPROFONDIMENTO
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio dei ministri ha approvato, a quanto si apprende da fonti di governo, il decreto legge Covid.
Il provvedimento proroga il divieto di spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo. Confermata la regola che limita gli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni.
Stop agli spostamenti in zona rossa verso abitazioni private.
E’ la novità che, a quanto si apprende compare nel nuovo decreto legge Covid.
Resta nelle zone gialle e arancioni la possibilità, una sola volta al giorno, di spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22, in massimo due persone, con i figli minori di 14 anni. Questa possibilità non varrà più nelle aree rosse.
Il Consiglio dei ministri ha nominato, poi, il generale Pietro Serino nuovo capo di stato maggiore dell’Esercito, secondo quanto si apprende da fonti di governo al termine della riunione.
Il ministro per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini, secondo quanto si apprende, ha illustrato in Consiglio dei ministri le proposte messa a punto dalle regioni per la gestione dell’emergenza Covid. Le richieste sono state poi inviate dagli uffici del ministro a tutti i ministeri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per Palamara anche accusa corruzione atti giudiziari
Contestata da pm Perugia in udienza preliminare
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
22 febbraio 2021
14:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuove accuse per l’ex consigliere del Csm Luca Palamara nel corso dell’udienza preliminare in corso a Perugia. La procura ha infatti modificato il capo d’imputazione contestandogli i reati di corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio e corruzione in atti giudiziari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Stessi addebiti contestati all’imprenditore Fabrizio Centofanti e ad Adele Attisani.
I magistrati del capoluogo umbro hanno depositato nuovi atti nell’udienza che si è svolta oggi. Tra questi una corposa informativa della guardia di finanza, verbali di diversi testimoni e riscontri acquisiti nel corso delle indagini.
In particolare Palamara – al quale era stato contestato inizialmente il reato di concorso in corruzione per un atto d’ufficio – è accusato di avere acquisito informazioni riservate da pubblici ministeri di Roma e di Messina rendendole note a Centofanti. Da questi sarebbero poi passate – sempre in base alla ricostruzione accusatoria – all’avvocato Piero Amara.
Palamara avrebbe quindi ricevuto da Centofanti viaggi, soggiorni e lavori eseguiti da varie ditte presso l’abitazione di Adele Attisani, amica di Palamara e considerata “istigatrice” delle presunte condotte illecite.
La procura perugina è stata rappresentata dal capo dell’Ufficio Raffaele Cantone e dai sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Consiglio Stato salva per ora chiusura sale gioco
Prevale rischio contagio,ma servono valutazioni più approfondite
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il rischio di contagio prevale sul pur evidente danno economico degli operatori. Con questa motivazione il Presidente della III Sezione del Consiglio di Stato ha respinto con 10 decreti la richiesta di sospendere il Dpcm del 14 gennaio 2021 che ha fermato integralmente fino al 5 marzo 2021, l’attività delle sale giochi, scommesse, bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente.
Le misure di precauzione tuttavia, si osserva nei decreti, vanno adottate “alla luce di una serie di valutazioni complete scientifiche”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco:Zingaretti,riforma serve,basta disuguaglianze
Segretario dem illustra 4 punti per la rinascita
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
22 febbraio 2021
14:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il professor Draghi lo ha detto chiaramente e lo ringrazio. Serve una riforma fiscale per portare più giustizia e più semplificazione.
La fiducia e la speranza passano anche per la riduzione di quel livello di disuguaglianze sociali diventato intollerabile e che rischia di mettere ai margini una parte importante del nostro paese”. Lo ha detto il governatore del Lazio e segretario del Pd Nicola Zingaretti nel corso di un convegno in cui ha illustrato le 4 direttrici a suo avviso per far rinascere l’Italia.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.