Mondo tutte le notizie in tempo reale. Tutti i fatti e gli avvenimenti del Mondo! SEGUILI E CONDIVIDILI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 36 minuti

Ultimo aggiornamento 25 Febbraio, 2021, 11:27:07 di Maurizio Barra

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:00 DI MERCOLEDì 24 FEBBRAIO 2021

ALLE 11:27 DI GIOVEDì 25 FEBBRAIO 2021

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tiger Woods: ‘E’ sveglio e si sta riprendendo’
Affermano i medici e la TGR Foundation su Twitter
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tiger Woods “è sveglio, reattivo e si sta riprendendo nella sua stanza di ospedale” dopo aver subito lesioni multiple alle gambe nell’incidente stradale di ieri: lo hanno reso noto in un messaggio pubblicato sul suo account Twitter il suo team di medici e la TGR Foundation.
Il campione di golf, prosegue il messaggio, ha subito “una lunga procedura chirurgica alla parte inferiore della gamba destra e alla caviglia destra”.
In particolare, Woods ha riportato fratture alla tibia e al perone, oltre che al piede e alla caviglia.
“Ringraziamo tutti per l’enorme sostegno ed i messaggi ricevuti in questo difficile periodo”, sottolinea il messaggio.   SPORT

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Di Maio, chiesto a Onu e Pam apertura inchiesta
‘Ci aspettiamo risposte chiare ed esaustive’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
11:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Al Pam e all’Onu abbiamo chiesto formalmente l’apertura di un’inchiesta che chiarisca l’accaduto, le motivazioni alla base del dispositivo di sicurezza utilizzato e in capo a chi fossero le responsabilità di queste decisioni. Abbiamo anche spiegato che ci aspettiamo, nel minor tempo possibile, risposte chiare ed esaustive”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Esteri Luigi Di Maio, riferendo alla Camera sull’uccisione dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio ha ricostruito l’agguato in Congo sottolineando che “il convoglio è stato attaccato alle 10:15 all’altezza del villaggio di Kanya Mahoro, nei pressi di una località chiamata ‘Tre Antenne'”. Il gruppo, “formato da 6 elementi – ha proseguito – avrebbe costretto i mezzi a fermarsi ponendo ostacoli sulla strada e sparando alcuni colpi di armi leggere in aria”.

“Il rumore degli spari ha allertato i soldati delle Forze Armate congolesi e i ranger del parco Virunga che, trovandosi a meno di un chilometro di distanza, si sono diretti verso il luogo dell’evento”, ha aggiunto.

Secondo la ricostruzione del Governatore, gli assalitori hanno quindi ucciso l’autista del Pam e avrebbero poi condotto il resto dei membri nella foresta poco dopo l’intervento dei Ranger. “Secondo il Ministero dell’Interno congolese – ha proseguito il ministro – nel momento in cui la pattuglia di Ranger ha intimato agli assalitori di abbassare le armi (o semplicemente ha mostrato le armi al seguito), questi ultimi avrebbero aperto il fuoco contro il militare dell’Arma dei Carabinieri, uccidendolo, e contro l’Ambasciatore italiano, ferendolo gravemente”.

Attanasio è stato quindi portato in ospedale, “dove sarebbe avvenuto il decesso a causa delle ferite riportate nell’attacco”. “Qui -ha concluso il ministro – si fermano le informazioni fino ad ora raccolte e che andranno naturalmente verificate dalle indagini in corso da parte della Procura”.   POLITICA   CRONACA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Lungo applauso alla Camera a memoria Attanasio e Iacovacci
Prima dell’intervento del ministro degli Esteri Di Maio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un lungo applauso in memoria dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, uccisi in Congo, ha preceduto l’inizio dell’intervento del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: calo casi nel mondo per sesta settimana consecutiva
Oms, ma aumenta la diffusione delle varianti
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
09:52
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi casi di coronavirus a livello globale sono diminuiti dell’11% a quota 2,4 milioni nel periodo 15-21 febbraio, segnando così il sesto calo settimanale consecutivo: ha reso noto l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo quanto riporta la Cnn.
Nella settimana in questione, inoltre, sono stati registrati 66mila ulteriori decessi, pari a un calo del 20% rispetto alla settimana precedente.
I dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 110,7 milioni e quello delle vittime ad oltre 2,4 milioni.
Sempre secondo l’Oms, aumenta però la diffusione delle varianti del coronavirus nel mondo: la ‘variante inglese’ è stata rilevata finora in 101 Paesi, mentre quella sudafricana in 51 Paesi e quella brasiliana in 29 Paesi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Breton, 2-3mld vaccini prodotti in Ue entro fine anno
‘L’Unione è al lavoro per accelerare la produzione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
24 febbraio 2021
11:03
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario Ue responsabile della task force sui vaccini anti Covid, Thierry Breton, promette “2-3 miliardi di dosi” prodotte nell’Unione europea “entro fine 2021”: intervistato questa mattina ai microfoni di radio Europe 1, Breton ha assicurato che l’Unione è al lavoro per accelerare la produzione di vaccini sul suolo europeo.
“Se le cose si svolgono bene, e si svolgeranno bene, 2-3 miliardi di dosi annuali potranno essere prodotte entro la fine dell’anno”, ha detto il commissario.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Secondo Breton, l’Ue è impegnata in una “lotta” per il vaccino che si svolge in due fasi. “Prima, la fase scientifica.
Su questo abbiamo guadagnato terreno, con un vaccino prodotto in dieci mesi. Un exploit”. La seconda fase riguarda invece la produzione. “Dobbiamo assicurarci che i vaccini vengano prodotti, il che è più complicato”, ha puntualizzato, aggiungendo che in Europa le industrie farmaceutiche sono “numerose”. Il che in prospettiva favorisce la produzione sul territorio dell’Unione. Ma per questo bisogna fare in modo che ciascuna di esse si “adatti alle specificità dei vaccini”, procurandosi, in particolare, il materiale necessario all’elaborazione dei flaconi.
“Il vaccino necessita 400-500 diverse componenti da assemblare in tempo reale. Se manca una sola di esse, tutta la catena viene interrotta”, ha avvertito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Capo Isis in Germania Abu Walaa condannato 10 anni carcere
Ritenuto responsabile di aver radicalizzato giovani tedeschi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
24 febbraio 2021
11:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’uomo ritenuto capo dell’Isis in Germania, Abu Walaa, è stato condannato a 10 anni e mezzo di reclusione dalla Corte di appello di Celle. Si tratta di un iracheno di 37 anni, ritenuto responsabile di aver radicalizzato giovani, in Bassa Sassonia e nell’area della Ruhr, per poi inviarli a combattere per l’organizzazione terroristica.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Niger: presidenziali, leader opposizione rivendica vittoria
Dati ufficiali lo danno sconfitto per 11 punti percentuali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NIAMEY
24 febbraio 2021
11:41
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader dell’opposizione in Niger, Mahamane Ousmane, ha affermato oggi di aver vinto di misura le elezioni presidenziali. I risultati ufficiali diffusi ieri lo danno invece sconfitto per oltre 11 punti percentuali.

“La raccolta dei risultati … che abbiamo in nostro possesso tramite i nostri rappresentanti nei vari seggi elettorali ci dà la vittoria con il 50,3 per cento dei voti”, ha detto Ousmane in un discorso pronunciato nella città sud-orientale di Zinder.
Secondo i risultati provvisori annunciati dalla Commissione elettorale nazionale indipendente (CENI), l’ex ministro dell’Interno Mohamed Bazoum ha ottenuto il 55,75% dei voti nel ballottaggio di domenica e Ousmane il 44,25%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cremlino, ‘incontro fruttuoso tra Putin e Lukashenko’
I due leader si sono visti a Sochi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
24 febbraio 2021
11:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I presidenti russo e bielorusso, Vladimir Putin e Alexander Lukashenko, hanno concordato nei colloqui d’intensificare il lavoro tra le agenzie economiche e i servizi fiscali dei due Paesi. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

I due leader si sono incontrati a Sochi il 22 febbraio e hanno avuto una conversazione telefonica il 23 febbraio.
“L’incontro è stato molto fruttuoso, tempestivo, costruttivo e franco. Hanno soprattutto discusso l’espansione e il miglioramento della cooperazione tra le agenzie economiche”, ha detto Peskov, notando che c’è stato un certo calo nell’interscambio commerciale a causa della pandemia. Lo riporta la Tass.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny: media, per Amnesty non è più prigioniero coscienza
Decisione dovuta a passato nazionalista, ‘usò parole d’odio’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
24 febbraio 2021
11:49
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Amnesty International ha ritirato la sua designazione di “prigioniero di coscienza” concessa ad Alexei Navalny dopo essere stato arrestato dalle autorità russe al suo ritorno in patria. Lo riportano diversi media russi.

“Amnesty International ha preso la decisione interna di smettere di chiamare Alexei Navalny ‘prigioniero di coscienza’ per i commenti che ha fatto in passato”, ha detto l’organizzazione in una mail in russo citata dal Moscow Times, sottolineando che alcune delle osservazioni di Navalny della metà degli anni 2000 “raggiungono la soglia delle parole d’odio in contraddizione con la definizione di Amnesty di prigioniero di coscienza”.
Amnesty International ha detto che continuerà comunque a chiedere il rilascio di Navalny, anche con la presentazione la scorsa settimana di quasi 200.000 firme da 70 paesi che chiedono al governo russo di liberarlo immediatamente. Amnesty International non ha però ancora pubblicato in nessuno dei suoi siti tale decisione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mosca, sul disarmo nucleare coinvolgere Parigi e Londra
La Russia aperta al dialogo con i Paesi che hanno armi nucleari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
24 febbraio 2021
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
a è aperta al dialogo multilaterale sul disarmo con tutti i Paesi che possiedono armi nucleari. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghey Lavrov nel suo discorso video ai partecipanti alla conferenza sul disarmo di Ginevra.
La Russia continuerà a dare un notevole contributo pratico al disarmo dei missili e delle armi nucleari, ha assicurato. “L’ulteriore cammino su questa strada richiederà il coinvolgimento di tutti gli stati che possiedono potenziali nucleari militari, in particolare la Gran Bretagna e la Francia.
La Russia è aperta a un dialogo multilaterale che dovrebbe svolgersi nel rispetto degli interessi legittimi di tutte le parti e con il loro consenso”, ha sottolineato Lavrov. Lo riporta la Tass.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny: Mosca, con queste sanzioni l’Ue fa solo teatro
‘E’ solo una storia assurda, inventata’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
24 febbraio 2021
12:06
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La decisione dell’Unione Europea di espandere le sanzioni individuali alla Russia per il caso di Alexey Navalny non è altro che “teatralità” priva di “qualsiasi logica”. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, all’emittente Primo Canale.

“Questa è solo una storia assurda, inventata, sullo sfondo di una campagna informativa”, ha aggiunto. “Per l’Europa, che un tempo privilegiava davvero il tema dei diritti umani, ed è ricca di storia e cultura, si tratta di un’umiliazione”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Grecia, lockdown Atene prorogato fino a primo marzo
In seguito ad un incremento dei contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
13:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità greche hanno prorogato fino al primo marzo il lockdown imposto l’11 febbraio ad Atene ed in tutta l’Attica, la regione più popolosa del Paese: lo riporta il Guardian sottolineando che la decisione è stata presa in seguito ad un incremento dei contagi da coronavirus nella regione. La misura scadeva il 28 febbraio.

Ieri sono stati registrati nel Paese 2.147 nuovi casi, di cui circa la metà nell’Attica, e 22 decessi. Nel complesso, dall’inizio della pandemia, secondo i dati della Johns Hopkins University, la Grecia conta 182.783 infezioni, inclusi 6.343 decessi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb: Londra supera New York, più milionari che metropoli Usa
Pesa il valore medio degli immobili. Ma cresce la disuguaglianza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
24 febbraio 2021
13:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In barba ai contraccolpi della Brexit o a quelli di Covid, Londra sembra per ora tenere botta quanto a concentrazione di ricchi e super ricchi tra i suoi abitanti: non solo ai piani altissimi dei miliardari, ma anche fra quelli medio-alti dei milionari (in dollari), il cui numero – secondo un’ultima indagine ripresa fra gli altri dal Guardian – è ora superiore a quello di New York. Il sorpasso sulla Grande Mela è stato certificato da una ricerca della società di consulenza immobiliare Frank Knight, che stima in 875.000 i milionari residenti nella capitale britannica contro 820.000 nella metropoli americana.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta di dati, aggiornati al dopo pandemia, sui quali pesa il valore medio (molto elevato) degli immobili di proprietà londinese. La cui tenuta di mercato – almeno sul fronte di quelle di un certo pregio – sembra aver retto ad oggi meglio di quanto indicassero alcune previsioni malgrado le oscillazioni degli ultimissimi anni.
Lo stesso Guardian nota del resto – sulla faccia opposta della luna – i segnali di ulteriore crescita della disparità e delle disuguaglianze sociali in riva al Tamigi come altrove: ricordando statistiche recenti diffuse dallo stesso governo britannico che attestano, a fronte del 10% di milionari totali in rapporto alla popolazione complessiva di Londra, un 28% di persone (2,5 milioni circa) indicati entro la soglia di povertà calcolata secondo i parametri del Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Epstein: Ghislaine Maxwell offre rinuncia a passaporto Gb
Per cercare di ottenere la scarcerazione su cauzione negli Usa
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
24 febbraio 2021
13:22
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ghislaine Maxwell, la 59enne ex socialite d’origine inglese incarcerata negli Usa come presunta complice del defunto miliardario americano Jeffrey Epstein nell’ambito delle indagini sul giro di minorenni e giovani donne sfruttate a sfondo sessuale a beneficio di potenti e famosi, è pronta a rinunciare alla sua cittadinanza britannica e a quella francese in cambio di quel rilascio su cauzione che la giustizia d’oltre oceano le ha finora negato. Lo hanno reso noto i suoi avvocati a New York, secondo notizie riprese oggi anche dai media del Regno Unito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ghislaine – figlia del controverso editore e deputato britannico Robert Maxwell, morto in disgrazia anni fa, e poi a lungo amica e partner di Epstein – è detenuta in attesa di un processo fissato per luglio e respinge le accuse che le vengono rivolte.
Nelle ultime udienze ha fra l’altro denunciato d’essere stata aggredita fisicamente nel carcere newyorchese di Brooklyn in cui si trova. Finora il no alla richiesta di cauzione presentata a suo nome dai legali della difesa è stata motivata con il pericolo di fuga all’estero della donna, date le sue connessioni internazionali. Di qui – ora – l’offerta della rinuncia ai suoi due passaporti europei, avanzata dagli avvocati assieme alla disponibilità ad accettare non solo il congelamento dei propri beni, ma anche il blocco dell’accesso al denaro del marito Scott Borgerson, sposato nel 2016.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Stato S.Paolo valuta coprifuoco per aumento ricoveri
Ospedali al collasso ad Araraquara, decretato il lockdown totale
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAN PAOLO
24 febbraio 2021
13:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo di San Paolo, lo Stato più importante del Brasile, sta valutando la possibilità di decretare un coprifuoco parziale visto l’aumento dei ricoveri in terapia intensiva di pazienti affetti da coronavirus.
La raccomandazione di un coprifuoco tra le 22:00 e le 5:00 è arrivata dal Centro di contingenza del Covid-19, dipendente dal governo statale.

Il governatore di San Paolo, Joao Doria, potrebbe decretare già oggi l’applicazione di un provvedimento in questa direzione o di un’altra misura comunque severa, hanno riferito i giornali O Globo e Estado de Sao Paulo.
Lo Stato di San Paolo – che finora ha totalizzato 1,9 milioni di contagiati e 58,2 mila morti – ha al momento 6.410 camere di terapia intensiva occupate, il numero più alto dall’inizio della pandemia, supera il precedente record di 6.257 registrato nel 2020.
La situazione più grave riguarda la città di Araraquara, dove il Comune ha determinato un lockdown totale, data la saturazione degli ospedali, e chiesto l’aiuto dell’esercito per disinfettare alcuni edifici pubblici a causa della diffusione della variante amazzonica (P1).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Francia, governo, ‘situazione peggiora’
‘Urgono misure rapide e forti’. Domani annunci Castex
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
24 febbraio 2021
13:35
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La situazione dei contagi da coronavirus “sta peggiorando” in Francia ed “è molto preoccupante in una decina di dipartimenti”: lo ha detto oggi, al termine del Consiglio dei ministri, il portavoce del governo, Gabriel Attal.
Il peggioramento “impone misure rapide e forti”, ha aggiunto Attal, precisando che il primo ministro Jean Castex le annuncerà domani in una conferenza stampa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: altri due attacchi nel Nord Kivu, ’13 morti’
Attribuiti alle milizie ugandesi islamiche dell’Adf
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BENI
24 febbraio 2021
14:10
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono almeno 13 le vittime di un duplice attacco a Beni, nella provincia del Nord Kivu nella Repubblica democratica del Congo, attribuito ai ribelli delle Forze Democratiche Alleate (Adf), un gruppo armato ugandese islamico. L’agguato in cui pochi giorni fa hanno perso la vita l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci ed il loro autista Mustapha Milambo è avvenuto sempre nel Nord Kivu, provincia martoriata dalla presenza di milizie etniche, criminali e jihadiste.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, 16 tonnellate di cocaina sequestrate ad Amburgo
Carico maggiore mai trovato in Europa in 5 container da Paraguay
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
24 febbraio 2021
14:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alla dogana di Amburgo sono state sequestrate oltre 16 tonnellate di cocaina, la quantità maggiore mai sequestrata in Europa. La droga era contenuta in cinque container provenienti dal Paraguay.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Venezuela espelle l’ambasciatrice Ue
In risposta alle ‘misure coercitive unilaterali dell’Ue’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
CARACAS
24 febbraio 2021
18:25
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo del Venezuela ha dichiarato ‘persona non grata’ l’ambasciatrice dell’Unione europea (Ue), Isabel Brilhante Pedrosa, concedendole 72 ore per lasciare il Paese. Il ministro degli Esteri Jorge Arreaza ha consegnato alla diplomatica una lettera contenente la decisione governativa.
Poco prima era stata l’Assemblea nazionale, il Parlamento del Venezuela a maggioranza chavista,a chiedere al governo del presidente Nicolás Maduro di espellere la rappresentante dell’Unione europea nel Paese, in risposta alle sanzioni imposte lunedì da Bruxelles contro 19 funzionari venezuelani. I parlamentari hanno chiesto all’Esecutivo di dichiarare Brilhante “persona non grata” e hanno raccomandato la chiusura dell’ufficio dell’Ue a Caracas. Tali risoluzioni sono contemplate nell'”Accordo per respingere le misure coercitive unilaterali dell’Unione Europea”, approvato martedì all’unanimità dai deputati venezuelani in seduta plenaria.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Fda, ‘forte protezione dal vaccino Johnson&Johnson’
Usa pronti a distribuirne 3-4 milioni di dosi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 febbraio 2021
18:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il vaccino anti-Covid monodose della Johnson&Johnson fornisce una protezione forte contro il virus e può ridurre il contagio dalle persone vaccinate. Lo afferma la Food and Drug Administration in una nuova analisi postata online e riportata dai media americani.
Il vaccino ha mostrato il 72% di efficacia negli Usa e il 64% in Sudafrica.
Gli Stati Uniti sono pronti a distribuire da 3 a 4 milioni di dosi del vaccino di Johnson&Johnson la prossima settimana: è stato annunciato durante il briefing della task force anti-Covid della Casa Bianca.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
AstraZeneca, 180 milioni di dosi all’Ue nel 2/o trimestre
‘Stiamo lavorando per aumentare la produzione in Europa e fuori’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
AstraZeneca “sta lavorando per aumentare la produttività nella sua catena Ue” e userà anche la sua “capacità globale per raggiungere la consegna di 180 milioni di dosi all’Ue nel secondo trimestre”. Lo ha detto un portavoce del gruppo britannico all’Afp.
“Circa la metà del volume previsto dovrebbe provenire dalla catena di approvvigionamento dell’Ue”, mentre il resto dovrebbe arrivare dalla sua rete di approvvigionamento internazionale, ha aggiunto confermando le indiscrezioni su problemi nella fornitura dei vaccini pattuita con con l’Ue.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Mozambico: trovati cento delfini morti al largo della costa
Si ipotizza un effetto del ciclone Guambe della scorsa settimana
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:44
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I corpi di circa cento delfini ormai senza vita sono stati trovati al largo della costa del Mozambico, dopo altre ottantasei carcasse trovate ieri sull’isola di Bazaruto, a nord della capitale Maputo, a seguito di un primo gruppo portato a riva domenica. La causa di questi decessi è ancora sconosciuta, ha detto il ministero dell’Ambiente mozambicano citato dalla Bbc, e altri esperti si stanno dirigendo sul luogo.

Si ipotizza la possibile causa di queste morti nel ciclone Guambe, abbattutosi sull’isola la scorsa settimana. Tomas Tanasse, a capo di un’ispezione, ha affermato che i delfini sono noti per la loro abitudine di seguire il loro leader verso la riva quando sono in pericolo. L’autopsia non ha trovato problemi relativi a pelle, lingua o intestino degli animali, ha aggiunto, specificando che più campioni sono stati mandati in un laboratorio a Maputo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Terremoti: scossa del 5.6 in Islanda, attività vulcanica
Avvertito anche a Reykjavik, nessun danno a persone o cose
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
REYKJAVIK
24 febbraio 2021
18:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una serie di forti terremoti hanno scosso l’Islanda sudoccidentale, inclusa la capitale Reykjavik, innescando un aumento dell’ attività vulcanica ma senza causare gravi danni alle persone o alle cose, secondo quanto riferito dalle autorità.
La prima e più forte scossa, di magnitudo 5,6, è stata avvertita poco dopo le 10 ora locale (le 11 in Italia), con epicentro, secondo l’ente europeo Emsc e quello statunitense Usgs, a una quarantina di chilometri dalla capitale, vicino al porto di Grindavik.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Numerose altre scosse, di cui almeno dodici di intensità superiore a 4.0. si sono susseguite, l’ultima, finora, intorno alle 15.
“È una zona di intensa attività sismica, ne siamo ben consapevoli, ma non ho mai sperimentato o sentito così tanti forti terremoti in un periodo di tempo così breve”, ha detto all’emittente pubblica Ruv Kristin Jonsdottir, coordinatrice dei rischi di terremoto presso il Centro meteorologico islandese (IMO). Il Centro ha segnalato un codice giallo di rischio per il traffico aereo sopra il sistema vulcanico Krysuvik, tra le maggiori aree geotermiche del Paese vicino all’epicentro del sisma.
“Il vulcano sta mostrando movimenti elevati, al di sopra dei livelli di fondo noti”, sottolineano gli esperti. Tuttavia non ci sono al momento segnali di una imminente eruzione vulcanica.
L’ultima eruzione in questo sistema vulcanico si è verificata nel XII secolo. La penisola di Reykjanes, tuttavia, situata su una faglia tettonica, è stata scossa da numerosi terremoti nell’ultimo anno. Il più recente di una certa entità, del 5,6 quindi pari a quello di oggi, era stato registrato nello scorso ottobre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo, diplomatici obbligati a segnalare spostamenti
Decisione della presidenza dopo l’uccisione di Luca Attanasio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KINSHASA
24 febbraio 2021
18:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In seguito all’uccisione dell’ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo Luca Attanasio, “tutti i diplomatici presenti sul territorio nazionale” congolese “sono obbligati a segnalare al governo qualsiasi spostamento all’interno del Paese”. Lo annuncia un comunicato della presidenza della Rdc annunciando una decisione presa in una riunione tenuta ieri sotto la guida del capo di Stato Felix Tshisekedi.
Oltre che “informare assolutamente il ministero degli Affari esteri” prima di ogni trasferta, i diplomatici dovranno anche “segnalarsi” alle autorità locali al loro arrivo, ha precisato la ministra degli Esteri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Khashoggi: ‘domani rapporto 007 Usa, bin Salman coinvolto’
Axios, Biden chiama oggi re Salman alla vigilia della diffusione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 febbraio 2021
19:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Joe Biden intende telefonare oggi al re Salman dell’Arabia Saudita in vista in particolare della diffusione prevista per domani del rapporto dell’intelligence Usa che confermerebbe il coinvolgimento del figlio, il principe ereditario Mohammed bin Salman, nell’omicidio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Lo riporta Axios, citando una fonte protetta dall’anonimato.

“Il rapporto, un documento non classificato prodotto dalla direzione della National Intelligence e atteso per domani, implica che il principe ereditario Mohammed bin Salman sia coinvolto nell’omicidio e nello smembramento di Khashoggi nel consolato saudita a Instabul nel 2018”, scrive Axios. Bin Salman ha negato ogni coinvolgimento ma ha accettato la responsabilità come leader de facto del Paese. Se avverrà come da programma, sarà la prima telefonata del presidente Usa al re saudita. Biden ha deciso di ricalibrare la relazione con Riad, anche scegliendo come interlocutore il sovrano, e non il figlio, come aveva fatto Donald Trump.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Caso Springsteen,cadono accuse per guida in stato di ebrezza
The Boss in aula. Si era dichiarato colpevole per consumo alcol
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
24 febbraio 2021
19:42
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cadono le accuse contro Bruce Springsteen. The Boss è apparso in video in un’aula di tribunale per rispondere di guida spericolata e guida in stato di ebbrezza, reati per i quali era stato fermato nel novembre 2020.

Si era dichiarato colpevole solo per il consumo di alcol in zona chiusa.
Tuttavia un giudice del New Jersey ha stabilito che il livello di alcol nel sangue era ben al di sotto del limite massimo consentito. Springsteen inoltre non ha precedenti penali, motivo per cui si e’ deciso di non procedere con una condanna.
La rockstar dovrà tuttavia pagare una multa di 540 dollari appunto per essersi dichiaro colpevole di consumo di alcol in un parco nazionale americano. Aveva infatti bevuto due shot di tequila all’interno del Gateway National Recreation Area nei pressi di Sandy Hook. Quando gli è stato chiesto quanto tempo gli servisse per pagarla, Springsteen ha risposto, “Credo di poterla pagare immediatamente vostro onore”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ecuador: scontri carceri, Cidh e Onu chiedono azione governo
Con il bilancio dei detenuti morti in 4 prigioni salito a 79
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
QUITO
24 febbraio 2021
22:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione interamericana dei diritti umani (Cidh) e il sistema Onu in Ecuador sono intervenuti con preoccupazione sugli scontri avvenuti in quattro carceri ecuadoriane che hanno avuto un bilancio di almeno 79 detenuti morti, sollecitando il governo ad assumere la gestione dei centri di detenzione d’accordo con gli standard previsti dalla legge e dai trattati internazionali. Lo riferisce oggi il quotidiano El Comercio di Quito.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Attraverso le reti sociali la Cidh si è rammaricata per “l’accaduto in diversi centri di riabilitazione sociale (due a Guayaquil, e uno a Turi e Cotopaxi) e che hanno causato la morte di 79 persone”. La Cidh, si sostiene, “ricorda il dovere giuridico ineludibile che hanno gli Stati di adottare azioni concrete per garantire i diritti alla vita, all’integrità personale e alla sicurezza delle persone private della libertà”. La Commissione ha inoltre chiesto all’Ecuador di investigare e con la necessaria accuratezza i fatti, adottando misure che evitino il loro ripetersi come l’auento della sicurezza e della vigilanza nei centri di riabilitazione e la prevenzione delle azioni delle organizzazioni criminali al loro interno”. Anche l’Onu si è pronunciata sugli incidenti chiedendo allo Stato “un’indagine rapida e imparziale”, la punizione prevista per i responsabili, ed una gestione della crisi coerente con gli standard della Costituzione e con i trattati internazionali sui diritti umani”. Le Nazioni Unite hanno infine rivolto un appello alle autorità ecuadoriane ad “affrontare le cause strutturali della situazione. affinché questo tipo di episodi non si ripetano mai più”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti si candidano al Consiglio diritti umani dell’Onu
Svolta di Biden dopo l’abbandono sotto la presidenza Trump
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
24 febbraio 2021
11:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti si candidano per un seggio nel Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite.
Lo ha annunciato oggi il Segretario di Stato Usa Antony Blinken.

“Sono lieto di annunciare che gli Stati Uniti si candideranno per un seggio nel Consiglio dei diritti umani per il triennio 2022-2024”, ha detto Blinken, in un intervento video nel corso del Segmento di Alto Livello della 46esima sessione del Consiglio Diritti Umani, in corso a Ginevra. L’annuncio odierno sottolinea la svolta dell’amministrazione Biden ed il ritorno degli Usa nel Consiglio per i diritti umani, abbandonato sotto il presidente Donald Trump.

“Chiediamo umilmente il sostegno di tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel nostro tentativo di tornare in questo organismo”, ha detto Blikden nel suo intervento al Consiglio, composto da 47 Stati membri eletti dall’Assemblea Generale per un periodo di 3 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Niger: presidenziali, leader opposizione rivendica vittoria
Dati ufficiali lo danno sconfitto per 11 punti percentuali
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NIAMEY
24 febbraio 2021
11:55
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il leader dell’opposizione in Niger, Mahamane Ousmane, ha affermato oggi di aver vinto di misura le elezioni presidenziali. I risultati ufficiali diffusi ieri lo danno invece sconfitto per oltre 11 punti percentuali.

“La raccolta dei risultati … che abbiamo in nostro possesso tramite i nostri rappresentanti nei vari seggi elettorali ci dà la vittoria con il 50,3 per cento dei voti”, ha detto Ousmane in un discorso pronunciato nella città sud-orientale di Zinder.
Secondo i risultati provvisori annunciati dalla Commissione elettorale nazionale indipendente (CENI), l’ex ministro dell’Interno Mohamed Bazoum ha ottenuto il 55,75% dei voti nel ballottaggio di domenica e Ousmane il 44,25%.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Ungheria al via la somministrazione del vaccino cinese, primo Paese nell’Ue
L’annuncio del premier Viktor Orban
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
12:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ungheria inizia la somministrazione del Sinopharm, il vaccino cinese contro il Covid. Lo ha annunciato il premier ungherese Viktor Orban.
Si tratta del primo paese dell’Unione europea che fa ricorso a questo tipo di vaccino, dopo aver annunciato, sempre unico in Ue, anche l’uso dello Sputnik V.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Paul McCartney, esce autoritratto in 154 canzoni a novembre
In contemporanea mondiale, in Italia per Rizzoli
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
18:38
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà in libreria a novembre 2021, in contemporanea mondiale, l’autoritratto in 154 canzoni di Paul McCartney,’The Lyrics: 1965 to the Present’, curato e introdotto dal Premio Pulitzer Paul Muldoon. In Italia uscirà per Rizzoli che annuncia la pubblicazione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Non so quante volte mi è stato chiesto se avrei scritto un’autobiografia, ma non era mai il momento giusto. L’unica cosa che sono sempre riuscito a fare, a casa o in viaggio, è scrivere nuove canzoni. So che, quando si arriva a una certa età, un diario aiuta a rievocare i giorni passati. Ma io non ho mai preso appunti. Quello che mi rimane sono le mie canzoni, centinaia di canzoni che, ho capito, equivalgono a una sorta di diario. In queste canzoni c’è tutto l’arco della mia vita” dice Paul McCartney.
Sono due volumi in cofanetto in cui McCartney racconta, con straordinaria sincerità, la sua vita e la sua arte attraverso 154 canzoni che coprono tutte le fasi della sua carriera – dalle prime composizioni giovanili al leggendario decennio con i Beatles, dai Wings fino agli album da solista. Organizzati in ordine alfabetico, non cronologico, sono raccolti qui per la prima volta i testi definitivi delle canzoni, insieme al racconto delle circostanze in cui sono state scritte, delle persone e dei luoghi che le hanno ispirate. Ci sono inediti e preziosi materiali del suo archivio personale, manoscritti, lettere, fotografie.
“Spero che quello che ho scritto mostri ai lettori qualcosa delle mie canzoni e della mia vita che non avevano mai visto prima. Ho provato a dire qualcosa su come nasce la musica, su cosa significa per me e cosa spero possa significare anche per gli altri” spiega Paul McCartney che ha scritto la sua prima canzone a 14 anni. “Questi testi, tratti da cinque anni di conversazioni con Paul McCartney, sono quanto di più vicino a un’autobiografia potremo mai avere. Quello che Paul ci dice sul suo processo creativo conferma una cosa che prima potevamo soltanto sospettare: siamo di fronte a uno scrittore di primaria importanza che si inserisce perfettamente nella lunga tradizione della poesia in lingua inglese” afferma Paul Muldoon.   SPETTACOLI, MUSICA E CULTURA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Svolta in Cina, ‘marito paghi alla ex i lavori di casa’
Storica sentenza di divorzio a Pechino, indennizzo di 7.700 dollari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
24 febbraio 2021
19:08
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un tribunale di Pechino ha ordinato a un uomo di pagare alla ex moglie l’equivalente di 7.700 dollari come risarcimento per i lavori domestici fatti durante il loro matrimonio di pochi anni. La causa di divorzio, storica per la sua portata, è stata decisa dal Tribunale del popolo del distretto di Fangshan in conformità con il codice civile, entrato in vigore il primo gennaio del 2021, prevedendo che un coniuge che si assume maggiori responsabilità nell’educazione dei figli, nella cura dei familiari anziani o nell’assistenza nelle faccende domestiche non retribuite può richiedere un indennizzo al partner in fase di divorzio. L’importo dovrebbe essere demandato alle parti, ma in caso di nulla di fatto è la corte a intervenire.
Il tribunale, secondo i media locali, ha stabilito che il marito Chen dovrà pagare alla sua ex moglie Wang la somma di 50.000 yuan per essersi disimpegnato dai doveri di casa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Chen, infatti, ha lasciato il loro figlio a Wang mentre andava al lavoro e “non si curava né partecipava ad alcun tipo di lavoro domestico”, ha riferito la donna alla corte.
La coppia si era sposata nel 2015 e si era separata tre anni dopo. Il figlio viveva con Wang, ma Chen chiese il divorzio l’anno scorso. Dopo la riluttanza iniziale, Wang accettò di chiudere la relazione legalmente, richiedendo la divisione delle proprietà e un risarcimento finanziario, definito dalla corte in 50.000 yuan, oltre ai 2.000 yuan (circa 310 dollari) di alimenti mensili per la custodia del figlio. Il giudice Feng Miao, titolare della causa, ha affermato che la divisione della “proprietà tangibile” non sarebbe stata possibile includendo i lavori domestici che, tuttavia, “possono migliorare la capacità dell’altro coniuge di avere una crescita lavorativa personale e individuale”. Il giudice ha spiegato, in assenza di indicazioni del codice, di aver considerato il tenore di vita, il reddito di Chen, il tempo trascorso insieme dalla coppia e cosa Wang ha fatto per la famiglia.
Il caso è il primo a fissare un valore monetario ai lavori domestici con il nuovo codice che copre i diritti della persona, di famiglia e contrattuali. Il verdetto ha scatenato un dibattito sui social media in mandarino sul valore finanziario delle faccende domestiche che nel matrimonio eterosessuale sono svolte in prevalenza dalle donne, secondo più sondaggi. I dati dell’Ufficio nazionale di statistica hanno indicato che le donne sposate hanno speso più del doppio del tempo dedicato ai lavori domestici rispetto ai mariti nel 2016, più di quanto registrato nel 1996.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La top model Natalia Vodianova nuova ambasciatrice Unfpa
Con l’agenzia Onu per la salute sessuale e riproduttiva si punta a smantellare tabù
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
19:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La top model e filantropa 39enne Natalia Vodianova e’ stata nominata oggi ambasciatrice di buona volontà dell’Unfpa, l’agenzia Onu per la salute sessuale e riproduttiva. “Per troppo tempo l’approccio della società alle mestruazioni e alla salute delle donne è stato definito da tabù e stigma – ha detto Vodianova – Questo ha minato i bisogni e i diritti più elementari delle donne.
Ora è nostra responsabilità ridefinire culturalmente ciò che è normale”. “Le mestruazioni sono una normale funzione corporea – ha aggiunto – In qualità di ambasciatore di buona volontà di Unfpa voglio lavorare per costruire un mondo in cui non abbiamo più bisogno di spiegarlo”.
Cresciuta in povertà da sua madre in Russia, con una sorellastra affetta da paralisi cerebrale e autismo, Vodianova è un’ appassionata sostenitrice dei diritti umani, compresi i diritti riproduttivi e i diritti delle persone con disabilità. Il suo obiettivo e’ collegare le industrie di moda e tecnologia con le Nazioni Unite per aiutare a raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile 2030. Negli ultimi tre anni la modella e Unfpa hanno ospitato una serie di eventi globali con lo slogan ‘Parliamo’ per smantellare i tabù e promuovere la salute delle donne e l’uguaglianza di genere.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hillary Clinton giallista di un thriller politico
Co-autrice di “State of Terror” della canadese Louise Penny
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
24 febbraio 2021
20:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una Segretaria di stato di fresca nomina con il compito davanti a se’ di ricostruire la leadership americana dopo anni di diminuita influenza all’estero viene subito messa alla prova da una ondata di attentati terroristici che rischiano di destabilizzare l’ordine mondiale. Se il soggetto sembra familiare, una ragione c’e’: ‘State of Terror’, il nuovo thriller politico della giallista canadese Louise Penny ha una co-autrice di eccezione, Hillary Clinton.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In una inconsueto esempio di collaborazione, il romanzo a quattro mani sara’ pubblicato il 12 ottobre da Simon and Schuster e St. Martin’s Press, che sono poi le rispettive case editrici della Clinton e della Penny. Le due donne sono amiche da tempo e non hanno mai nascosto l’ammirazione reciproca. Nel suo memoir, “What Happened”, Hillary racconta di essersi immersa nei gialli di Louise per trovare conforto dopo aver perso nel 2016 contro Donald Trump. “Quando mi e’ stato suggerito che scrivessimo un thriller politico assieme, non ho esitato a dire di si”, ha detto a sua volta la scrittrice canadese che ha al suo attivo 16 romanzi, tutti ambientati a Three Pines, un idillico villaggio al confine tra Quebec e Vermont dove l’incanto della campagna viene rotto da un assassinio.
Hillary attingera’ a decenni di esperienze personali in politica per dare tocchi di realismo alla narrativa: tra gli echi del suo recente passato trasferiti nella trama c’e’ il personaggio della protagonista che “si e’ unita all’amministrazione del suo rivale”, proprio come quando la Clinton divenne segretario di Stato di Barack Obama che l’aveva battuta alle primarie. Come il marito Bill, anche Hillary e’ una avida lettrice di gialli e come lui e’ rappresentata da Robert B. Barnett, l’avvocato di Washington che nel suo carnet di vip scrittori annovera anche gli Obama e i Bush.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Rapporto Usa su Khashoggi, ‘bin Salman coinvolto’
Biden chiama il re saudita alla vigilia della diffusione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
24 febbraio 2021
20:27
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman è coinvolto nell’agghiacciante uccisione del giornalista dissidente del Washington Post Jamal Khashoggi. E’ la conclusione dell’esplosivo rapporto degli 007 americani, atteso per domani, secondo le anticipazioni di Axios.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Il rapporto, un documento non classificato prodotto dalla direzione della National Intelligence, implica che il principe ereditario Mohammed bin Salman sia coinvolto nell’omicidio e nello smembramento di Khashoggi nel consolato saudita a Istanbul nel 2018”, scrive il sito citando una fonte protetta dall’anonimato.
Era stata la stessa Avril Haines, nella sua audizione di conferma al Senato come prima donna alla guida della National Intelligence, ad impegnarsi nella diffusione del rapporto: “Sì, senatore, seguiremo la legge”, aveva risposto ad una domanda. L’intelligence americana aveva già raggiunto in passato una convinzione di “livello medio alto” sull’implicazione del controverso principe saudita (ritenendolo il mandante) ma non aveva diffuso alcun documento ufficiale, mentre Donald Trump aveva fatto di tutto per salvare l’immagine di bin Salman dopo averlo scelto come suo principale alleato nella regione mediorientale, insieme ad Israele.
Mbs ha sempre negato ogni coinvolgimento ma ha accettato la responsabilità come leader de facto del Paese, pur sempre senza alcuna grave conseguenza. Ora però rischia un altro danno d’immagine e di non essere più un interlocutore della Casa Bianca. Joe Biden infatti intende tenere i rapporti non con lui ma con il padre, l’85enne re Salman, che dovrebbe chiamare a breve per la prima volta informandolo preventivamente dell’imbarazzante rapporto degli 007 Usa. “E’ lui la sua controparte”, ha sottolineato la Casa Bianca confermando la pubblicazione del rapporto.
Del resto il presidente americano ha già detto di voler ricalibrare le relazioni con Riad, dalla riapertura all’accordo sul nucleare iraniano allo stop del sostegno ai sauditi nella guerra in Yemen. Senza cedimenti sui diritti umani. Durante la campagna elettorale, Biden aveva accusato apertamente bin Salman di aver ucciso Khashoggi, promettendo in caso di vittoria che non avrebbe venduto armi ai sauditi e che li avrebbe resi “i paria che sono”. Ora bisognerà vedere quali conseguenze avrà la conclusione degli 007 Usa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Germania, condannato 007 di Assad per torture in Siria
E’ la prima volta. Dieci anni anche al capo dell’Isis nel Paese
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
24 febbraio 2021
20:48
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
È stato complice dei “crimini contro l’umanità” commessi in Siria. È la storica sentenza pronunciata da un tribunale tedesco nel corso di un processo del tutto atipico: il primo su scala globale a carico di un elemento del regime di Assad.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta di Eyad Al Gharib, 007 siriano, condannato oggi dall’alta Corte di Coblenza a 4 anni e mezzo di detenzione per aver collaborato a forme di tortura e gravissime privazioni di libertà. La procura aveva chiesto per lui cinque anni. Nelle stesse ore è arrivato anche il giudizio per l’uomo ritenuto la massima guida dell’Isis in Germania: Abu Walaa, condannato dalla Corte d’appello di Celle, che dovrà scontare invece 10 anni e mezzo di prigione.
La sentenza sull’agente siriano, scappato in Germania, segna una svolta. Al Gharib, 44 anni, è accusato di aver collaborato all’arresto di 30 persone durante una manifestazione fra il settembre e l’ottobre del 2011. Nel pieno del sollevamento popolare sfociato nella guerra civile che tuttora attraversa il paese, i dissidenti furono portati in un centro dei servizi segreti di Damasco, nominato Al-Kathib, e qui torturati. Ed è la prima volta che un tribunale si pronuncia su un crimine legato alla brutale repressione del regime di Assad.
La Corte di appello di Celle ha invece pronunciato una condanna a carico di Abu Walaa, iracheno di 37 anni, ritenuto guida dei terroristi dell’Isis in Germania. L’ex imam di una moschea poi chiusa dovrà scontare 10 anni e mezzo di carcere. È accusato di aver reclutato giovani leve per lo Stato islamico: ragazzi agganciati e radicalizzati fra la Bassa Sassonia e l’rea della Ruhr per poi essere inviati sul campo a combattere.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina: Xi ufficializza la “sconfitta la povertà estrema”
I 128 mila villaggi censiti come in estrema difficoltà sono stati rimossi dalla lista dell’indigenza
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
25 febbraio 2021
08:40
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha ufficializzato “la vittoria totale” nell’eliminazione della povertà estrema. Durante la cerimonia tenuta nella Grande sala del popolo, il presidente Xi Jinping, chiudendo la campagna iniziata 8 anni fa con la sua salita al potere, ha marcato il ruolo centrale avuto dal Partito comunista cinese battutosi “per migliorare il benessere delle persone” e avendo la lotta alla povertà come “la sua missione originaria”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha speso 1.600 miliardi di yuan (246 miliardi di dollari) nella campagna ad hoc dal 18/mo congresso del Pcc, portando fuori dalla povertà oltre 10 milioni di persone all’anno, fino a totali 98,99 milioni.
I 128.000 villaggi e le 832 contee, ufficialmente censiti come in estrema difficoltà, sono stati tutti rimossi dalla lista dell’indigenza. Nel complesso, in 40 anni, a partire dalle riforme e dall’apertura del Paese verso l’esterno, “oltre 770 milioni di persone sono state portate fuori dalla povertà”, contribuendo per più del 70% alla riduzione del fenomeno su scala globale, sempre nello stesso periodo, anticipando anche di 10 anni il target del 2030 del piano del’Onu.
Con tali obiettivi raggiunti, la Cina ha creato un altro “miracolo” che “passerà alla storia”, ha aggiunto con enfasi Xi, rimarcando vantaggi politici ed efficacia del modello socialista che consentono di mettere insieme le risorse necessarie per centrare un obiettivo ambizioso: solo formando “una comune volontà e un’azione congiunta” si creano i requisiti indispensabili per battere la povertà. La sua eliminazione “nelle aree rurali è un contributo fondamentale per raggiungere l’obiettivo di costruire una società moderatamente prospera sotto tutti gli aspetti”, ha detto il presidente. Il Paese, ha osservato, ha creato un “esempio cinese” e ha dato un enorme contributo agli sforzi globali sulla complessa materia.
I media statali di Pechino hanno inquadrato il risultato come un regalo anticipato per il prossimo centesimo anniversario della fondazione del Pcc, che si festeggia quest’anno. Il Quotidiano del Popolo, la sua voce ufficiale, ha pubblicato un commento di due pagine in cui ha lodato il “salto storico” per piegare l’indigenza estrema sotto la guida di Xi.
La Cina definisce la povertà rurale estrema un reddito pro capite inferiore a 4.000 yuan (620 dollari) all’anno, pari a 1,52 dollari al giorno, a fronte della soglia globale definita dalla Banca Mondiale di 1,90 dollari al giorno.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova variante Covid si diffonde a New York, Biden estende emergenza nazionale
La mutazione potrebbe indebolire l’efficacia dell’immunizzazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
25 febbraio 2021
09:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Una nuova forma di coronavirus si sta diffondendo rapidamente a New York e ha una mutazione che potrebbe indebolire l’efficacia dei vaccini. Lo riporta il New York Times citando due studi, uno di Caltech e uno della Columbia.
La nuova variante è chiamata B.1.526 e contiene una mutazione che potrebbe aiutare il virus a schivare il sistema immunitario.
Il presidente americano Joe Biden ha esteso l’emergenza nazionale a causa del Covid. “Il Covid 19 continua a causare significativi rischi alla salute pubblica e alla sicurezza del Paese. Per questo l’emergenza nazionale dichiarata il 13 marzo 2020, e iniziata l’1 marzo del 2020, deve continuare a restare in effetto dopo l’1 marzo 2021”, si legge in una nota.
Intanto la California supera la soglia dei 50.000 morti, divenendo il primo stato americano a superare il traguardo. La soglia arriva mentre una variante del virus rintracciata in California durante l’inverno si sta rapidamente diffondendo e ora rappresenta il 50% delle infezioni in 44 contee.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Birmania: Facebook chiude tutti gli account dell’Esercito
Vietato l’accesso anche a ‘entità commerciali’ militari
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BANGKOK
25 febbraio 2021
07:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Facebook ha chiuso oggi tutti gli account rimanenti collegati all’Esercito birmano: lo ha reso noto lo stesso social network spiegando che la decisione è stata presa alla luce dell’uso della forza “mortale” da parte della giunta contro i dimostranti anti golpe.
La misura ha effetto immediato e riguarda anche gli account di Instagram sia dei militari, sia di non meglio precisate “entità commerciali” controllate dall’esercito, alle quali è stato inoltre vietato di acquistare spazi pubblicitari sulla piattaforma.

“Gli eventi dopo il colpo di Stato dell’1 febbraio, inclusa la violenza mortale, hanno accelerato il bisogno di questo divieto”, ha reso noto Facebook in un comunicato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Ucraina, +40% nuovi casi in 24 ore
Ieri raggiunto il livello giornaliero più alto da metà gennaio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
09:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ucraina ha registrato un incremento di quasi il 40% di nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore a quota 8.147, il livello giornaliero più alto da metà gennaio.
Lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta il Guardian.

Gran parte dei nuovi contagi sono stati segnalati nell’ovest del Paese e nella capitale Kiev. Dall’inizio della pandemia l’Ucraina conta un totale di 1.325.841 infezioni e 25.596 decessi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Finlandia, lockdown di 3 settimane dall’8 marzo
La misura non prevede il coprifuoco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
09:26
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier della Finlandia ha annunciato un lockdown nazionale di tre settimane a partire dall’8 marzo a causa di un aumento dei casi di coronavirus nel Paese. Lo riporta il Guardian.

La misura non prevede il coprifuoco, ha reso noto il governo, ma la chiusura dei ristoranti e l’insegnamento da remoto per gli studenti di oltre 13 anni di età.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Francia,tampone molecolare anche per transfrontalieri
Sarà richiesto per chi entra dalla Germania in Mosella
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
25 febbraio 2021
09:45
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Francia chiederà il certificato di un tampone molecolare negativo effettuato da meno di 72 ore – a partire da lunedì prossimo – per chiunque si sposti fra la Germania e il dipartimento della Mosella, uno dei più colpiti in Francia dalla pandemia di Covid-19.
Un tampone molecolare negativo è già richiesto per chiunque entri in Francia proveniente dai paesi UE e non sia un lavoratore transfrontaliero.
“La deroga dall’obbligo di presentare un tampone molecolare effettuato non più di 72 ore prima dell’ingresso sul territorio nazionale sarà limitata alle sole attività professionali”, hanno annunciato stamattina il ministro della Salute, Olivier Véran, e il sottosegretario agli Affari europei, Clément Beaune, in un comunicato congiunto.
“I frontalieri che si spostano per motivi diversi da quelli professionali – hanno spiegato – dovranno presentare il certificato del tampone negativo”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Premier armeno, tentato golpe, scendete in piazza
Forze armate hanno chiesto dimissioni del premier e del Governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
09:58
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Invito tutti i nostri sostenitori a ritrovarsi subito in Piazza della Repubblica”. Lo ha detto su Facebook il premier armeno Nikol Pashinyan.
Le forze armate armene hanno chiesto le dimissioni del Pashinyan e del governo.
Pashinyan ha chiamato la dichiarazione dello Stato Maggiore un tentativo di colpo di stato militare. Lo riporta RIA Novosti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: premier,’ho licenziato capo dello Stato Maggiore’
Gasparyan aveva chiesto dimissioni del premier e del Governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
10:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha destituito Onik Gasparyan – che ha chiesto le sue dimissioni e quelle del governo – dal posto di capo dello Stato Maggiore delle forze armate armene. “Oggi ho firmato la decisione di sollevare Onik Gasparyan dalle sue funzioni.

Considero la sua dichiarazione come un tentativo di colpo di stato militare”, ha detto Pashinyan durante un livestream sulla sua pagina Facebook. Lo riporta Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: diplomatici in silenzio nel piazzale della Farnesina
Per onorare Attanasio e Iacovacci durante i funerali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:33
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il personale diplomatico del ministero degli Esteri ha voluto onorare il collega e amico Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi in un agguato in Congo.
All’ora d’inizio dei funerali di Stato i diplomatici, che non hanno potuto partecipare alla funzione nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a Roma per il contingentamento causato dal Covid, sono scesi nel piazzale antistante la Farnesina e si sono raccolti in silenzio.

Distanziati e con la mascherina, hanno preso parte numerosi all’iniziativa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Malaysia: Alta Corte boccia legge statale contro sesso gay
Per la comunità Lgbt è un verdetto ‘storico’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KUALA LUMPUR
25 febbraio 2021
10:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Un malese ha vinto oggi la prima battaglia legale nel Paese contro le leggi islamiche che vietano i rapporti sessuali tra gay. Si tratta di un verdetto “storico” secondo gli attivisti gay della Malaysia, che rappresenta un passo avanti “monumentale” nella lotta alla persecuzione della comunità Lgbt.

L’uomo, di cui non è stata resa nota l’identità, era stato accusato da un tribunale islamico nel 2019 di avere cercato di “fare sesso contro l’ordine della natura”.
In Malaysia i tribunali islamici si occupano di alcune questioni riguardanti i cittadini musulmani (circa il 60% della popolazione) e le leggi della sharia vengono stabilite dai singoli Stati. Nel caso specifico, l’uomo era stato giudicato da un tribunale dello Stato di Selangor, che vieta il sesso gay.
Tuttavia, le leggi locali non possono entrare in conflitto con la legislazione federale e la sodomia seppure è un reato a livello nazionale, raramente viene perseguita.
Nella sua sentenza, l’Alta Corte del Paese si è quindi schierata a favore dell’uomo che ha presentato il ricorso, stabilendo che la legge in questione dello Stato di Selangor è illegale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Caso Caruana: capo polizia, ora presi tutti i responsabili
Oggi formalmente incriminati anche i due fornitori della bomba
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
25 febbraio 2021
10:46
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I pregiudicati maltesi Robert Agius e Jamie Vella, arrestati due giorni fa in base alle rivelazioni di uno dei sicari di Daphne Caruana Galizia, sono stati formalmente incriminati oggi di complicità in omicidio per aver fornito la bomba che uccise la giornalista il 16 ottobre 2017 e per partecipazione ad una organizzazione criminale.
“Con le prove che abbiamo, ora siamo in grado di dire che tutte le persone coinvolte nell’omicidio di Daphne Caruana Galizia, dal mandante all’ultimo complice, sono state arrestate o incriminate” ha dichiarato il capo della polizia Angelo Gafà.

Tra le persone incriminate come complici nell’omicidio non c’è nessun politico. Accusato di essere il mandante è il tycoon Yorgen Fenech. Gli esecutori materiali, arrestati già a dicembre 2017, sono i fratelli George e Alfred Degiorgio con Vince Muscat. Quest’ultimo martedì si è dichiarato colpevole, ha patteggiato 15 anni per l’omicidio Caruana ed ha ottenuto la grazia per quello, finora irrisolto, dell’avvocato Carmel Chircop nel 2015.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In Australia i giganti del web pagheranno per condividere le news
Varata una legge dopo l’accordo raggiunto con Facebook per superare il blocco
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia ha adottato la legge che obbliga i giganti del web a pagare i media per la condivisione delle notizie. La proposta di legge aveva fatto infuriare Facebook che aveva bloccato le news australiane sul social network.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’impasse era stata poi superata nei giorni scorsi con un accordo per l’introduzione di alcuni emendamenti al testo.
LA VICENDA –  Gli australiani torneranno – come il resto degli abitanti del globo – a leggere le notizie su Facebook. Lo hanno annunciato nei giorni scorsi i vertici del social network dopo l’accordo raggiunto con il governo di Canberra per superare l’impasse che aveva fermato dallo scorso giovedì la ripresa da parte di Facebook dei contenuti di media australiani. Difficile stabilire a questo punto chi l’abbia spuntata, sta di fatto che a un braccio di ferro così i giganti dell’high tech ancora non li aveva costretti nessuno. Il precedente lo segna quindi l’Australia nel pensare e adottare una legge volta a costringere i giganti della tecnologia a pagare i media per pubblicare le loro notizie.
Una scelta dettata dalla necessità di fermare l’utilizzo gratuito di contenuti prodotti dai media locali per salvare il salvabile di un settore da tempo in crisi, che però finisce per aprire un dibattito molto più vasto sul tema che inevitabilmente supera i confini australiani. L’idea di Canberra a riguardo era di imporre un codice di condotta per l’utilizzo delle notizie, allo scopo di generare una negoziazione “giusta” sul valore dei contenuti delle notizie. In altre parole: pagarlo.
Il dibattito resta però per il momento aperto, perché in Australia si è trovato il compromesso, con il governo di Canberra che ha accettato di modificare la legge cui i giganti tech erano ferocemente contrari. In sostanza saranno aggiunti al testo quattro nuovi emendamenti, fra cui quello cruciale, ovvero la clausola secondo cui il governo non potrà sottoporre Facebook al nuovo codice se questo riesce a dimostrare di contribuire in maniera “significativa” al giornalismo locale. Il ministro australiano delle Finanze Josh Frydenberg e il collega responsabile per le Comunicazioni, Paul Fletcher, hanno confermato oggi le modifiche, aprendo la strada all’approvazione della legge entro la settimana. “Questi emendamenti forniranno maggiore chiarezza sulla maniera in cui opererà il codice di condotta, rafforzando la struttura per assicurare che la produzione di news sia remunerata equamente. Il codice di condotta prevede tuttora trattative tra le piattaforme come Facebook e Google, e le compagnie australiane dei media, per concordare il pagamento stesso”, hanno spiegato. E anche i gruppi editoriali locali tirano un sospiro di sollievo: i maggiori fra questi, come Guardian Australia e News Corporation di Rupert Murdoch, hanno fatto sapere di aver già ripreso i contatti con Facebook.   TECNOLOGIA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Torna Cormoran Strike in ‘Sangue inquieto’
Quinto romanzo della serie di Robert Galbraith ossia J.K.Rowling
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ROBERT GALBRAITH, SANGUE INQUIETO (SALANI, PP 1104, EURO 24,90). Strike e la sua socia Robin sono tornati e questa volta sono alle prese con un caso mai affrontato prima, un cold case, forse il più difficile della loro carriera.
Una donna è scomparsa nel nulla, sparita da oltre 40 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Era il 1974 quando Margot Bamborough, giovane medico di base, sposata con una figlia di un anno, finita la giornata di lavoro era uscita dall’ambulatorio e da quel momento non c’è stata più nessuna traccia di lei. Aveva un appuntamento con un’amica che la ha aspettata invano. Nessuno la ha più vista. E’ stata rapita, uccisa, è scappata? La figlia Anna, ormai adulta, non si è rassegnata e chiede a distanza di così tanti anni di tornare a indagare su questo mistero all’investigatore Cormoran Strike.
Peccato che la richiesta arrivi in una sera d’agosto, quando Strike è fuori servizio e davanti al mare della Cornovaglia, dove è andato a trovare la sua famiglia, l’ultima cosa che desidera è parlare con Anna, per lui una sconosciuta, che vuole scoprire che fine ha fatto la madre. Ma si sa, Strike è uno che “aiuta le persone”.
E’ la complessa indagine dentro alla quale ci porta ‘Sangue inquieto’, l’attesissimo quinto romanzo di Robert Galbraith, lo pseudonimo con cui J.K.Rowling, la creatrice della saga bestseller di Harry Potter, ci ha raccontato le indagini di Strike e della sua socia Robin Ellacott. Il libro esce il 25 febbraio per Salani, nella traduzione di Valentina Daniele, Barbara Ronca, Laura Serra e Loredana Serratore, dopo il successo dei precedenti quattro e delle prime tre stagioni di ‘Strike’ in onda su Sky e Top Crime.
Partita con ‘Il richiamo del cuculo’ cui sono seguiti ‘Il baco da seta’, ‘La via del male’ e ‘Bianco letale’ la serie ha venduto oltre 400 mila copie in Italia, è stata tradotta in 40 lingue ed è stata in cima alle classifiche inglesi e internazionali.
Sul “metro e novanta di corporatura massiccia, con il naso leggermente schiacciato e una gran chioma bruna e ricciuta”, l’investigatore Cormoran Strike, che ha perso una gamba in un’esplosione in Afganistan, ha un anno di tempo per scoprire cosa è successo. Le indagini si mostrano subito più complesse del previsto fra predizioni dei tarocchi, testimoni sfuggenti, temi astrali e piste oscure.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Tutto questo con un serial killer psicopatico tra i piedi e una vecchia indagine della polizia controversa e inconcludente. Strike sente le testimonianze delle persone più vicine a Margot, tra cui la sua assistente di studio Gloria. L’ultimo paziente di Margot era stato un certo Theo dall’identità controversa, un uomo travestito da donna o proprio una donna, che non faceva parte della clientela abituale e che Gloria resta convinta non fosse un uomo. Ogni capitolo si apre con una citazione da ‘La regina delle fate’, il poema di Edmund Spenser che suggerisce l’atmosfera del libro. La prima, in esergo, dice: “La cercarono ovunque, chiedendo informazione sul destino di lei, senza però trovarne.
Sarebbe troppo lungo ridire, adesso, per quale sfortunato evento e grave sciagura ella fosse stata portata via di lì e rubata alla sua amata compagna”.
Diviso in sette parti, ‘Sangue inquieto’ è un libro complesso che sull’asse portante della trama gialla inserisce altre linee e suggestioni. Un libro che chiede molto al lettore, se non altro per la mole, ripagato però dalla grandezza e abilità narrativa della Rowling- Galbraith.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Armenia: premier,’ho licenziato capo dello Stato Maggiore’
Gasparyan aveva chiesto dimissioni del premier e del Governo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
25 febbraio 2021
10:32
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha destituito Onik Gasparyan – che ha chiesto le sue dimissioni e quelle del governo – dal posto di capo dello Stato Maggiore delle forze armate armene. “Oggi ho firmato la decisione di sollevare Onik Gasparyan dalle sue funzioni.

Considero la sua dichiarazione come un tentativo di colpo di stato militare”, ha detto Pashinyan durante un livestream sulla sua pagina Facebook. Lo riporta Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo: al via funerali Stato Attanasio e Iacovacci
A Santa Maria degli Angeli, presenti Draghi e ministri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
25 febbraio 2021
10:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono iniziati, nella basilica di Santa Maria degli Angeli, i funerali di Stato per l’Ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi in Congo. I feretri, avvolti nel tricolore sono stati trasportati nella chiesa dai carabinieri del 13/o reggimento, quello di Iacovacci.

Presenti il premier Mario Draghi, i ministri Lorenzo Guerini, Luigi Di Maio, Luciana Lamorgese, Giancarlo Giorgetti e i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico e Maria Elisabetta Casellati, oltre alle famiglie degli scomparsi. La chiesta è chiusa al pubblico.
Le bare sono avvolte nel tricolore. In prima fila, oltre ai rappresentanti delle massime istituzioni italiane, tra i familiari delle vittime c’è la moglie di Luca Attanasio che indossa un velo nero e tiene una delle figlie in braccio. A celebrare i funerali di Stato dei due italiani uccisi in un agguato in Congo è il cardinale Angelo De Donatis.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
All’asta a Parigi una rara Montmartre di van Gogh
Da Sotheby’s a marzo. Valutato 5-8 milioni di euro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
19:02
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Andrà all’asta a fine marzo a Parigi, battuto da Sotheby’s, un raro van Gogh proveniente da una collezione privata francese. Lo annuncia la casa d’aste, precisando che si tratta di una tela del periodo parigino con scene di strada a Montmartre, dipinto nel 1887.
Si tratta di un olio su tela che misura 46 cm per 61. La stima d’asta oscilla tra i 5 e gli 8 milioni di euro.
Si tratta di un soggetto piuttosto raro per Van Gogh. Il quadro è citato nei cataloghi, ma non è mai stato esposto al pubblico dal 1920, quando è stato acquistato da una famiglia francese che adesso lo mette in vendita. Prima di essere battuta all’asta a Parigi l’opera verrà esposta ad Amsterdam e ad Hong Kong.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Congo, diplomatici obbligati a segnalare spostamenti
Decisione della presidenza dopo l’uccisione di Luca Attanasio
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
KINSHASA
24 febbraio 2021
18:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
In seguito all’uccisione dell’ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo Luca Attanasio, “tutti i diplomatici presenti sul territorio nazionale” congolese “sono obbligati a segnalare al governo qualsiasi spostamento all’interno del Paese”. Lo annuncia un comunicato della presidenza della Rdc annunciando una decisione presa in una riunione tenuta ieri sotto la guida del capo di Stato Felix Tshisekedi.
Oltre che “informare assolutamente il ministero degli Affari esteri” prima di ogni trasferta, i diplomatici dovranno anche “segnalarsi” alle autorità locali al loro arrivo, ha precisato la ministra degli Esteri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Unhcr-Oim, il 20 febbraio naufragio con 41 dispersi
Lo riferiscono superstiti soccorsi da mercantile Vos Triton
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
13:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il team di Unhcr, presente a Porto Empedocle in attesa dello sbarco dalla nave mercantile Vos Triton di 77 migranti e rifugiati, ha raccolto “testimonianze accurate circa il naufragio avvenuto sabato 20 febbraio nel Mediterraneo Centrale che confermano come almeno 41 persone sarebbero annegate e sono ora disperse”. Lo fanno sapere Unhcr e Oim.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Grecia, lockdown Atene prorogato fino a primo marzo
In seguito ad un incremento dei contagi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
24 febbraio 2021
13:00
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità greche hanno prorogato fino al primo marzo il lockdown imposto l’11 febbraio ad Atene ed in tutta l’Attica, la regione più popolosa del Paese: lo riporta il Guardian sottolineando che la decisione è stata presa in seguito ad un incremento dei contagi da coronavirus nella regione. La misura scadeva il 28 febbraio.

Ieri sono stati registrati nel Paese 2.147 nuovi casi, di cui circa la metà nell’Attica, e 22 decessi. Nel complesso, dall’inizio della pandemia, secondo i dati della Johns Hopkins University, la Grecia conta 182.783 infezioni, inclusi 6.343 decessi.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.