Politica tutte le notizie in tempo reale! TUTTO SULLA POLITICA ED IL SUO MONDO
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 140 minuti

Ultimo aggiornamento 11 Giugno, 2021, 00:00:45 di Maurizio Barra

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:37 DI LUNEDÌ 07 GIUGNO 2021

ALLE 00:00 DI VENERDÌ 11 GIUGNO 2021

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Figliuolo: ‘Otto italiani su 10 vaccinati a settembre, c’è ipotesi terza dose’
Il commissario per l’emergenza Covid: ‘Per raggiungere obiettivo non dobbiamo sprecare niente’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
17:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A fine settembre sarà vaccinato l’80% degli italiani: è arrivato dunque il momento di cominciare a pensare al superamento della gestione emergenziale della pandemia, passando dai grandi hub ad un maggiore coinvolgimento di medici di base, pediatri e farmacie, anche in vista della possibilità di dover procedere ad una terza dose per far fronte alle varianti del Covid. Superati i 13 milioni di vaccinati, quasi un italiano su 4 (il 24,01%), con oltre 22milioni di dosi in arrivo a giugno e la soglia delle somministrazioni stabile sopra le 500mila al giorno, il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo indica il piano per l’autunno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’occasione di fare il punto sui primi tre mesi alla guida della struttura commissariale e tracciare le linee di quelli che verranno dopo l’estate, la offre l’audizione alla Camera in Commissione Bilancio, dove è in discussione il decreto Sostegni.
Entro il 30 settembre, dice il generale, avremo vaccinato l’80% della popolazione, vale a dire 54,3 milioni di italiani compresi quelli nella fascia tra 12 e 15 anni, per i quali al momento è autorizzato solo il vaccino di Pfizer, con Moderna che ha chiesto oggi all’Ema l’autorizzazione anche per gli adolescenti. Per raggiungere l’obiettivo di fine settembre, sottolinea però il Commissario, è necessario proseguire sulla strada intrapresa: collaborazione con le Regioni, il cui coinvolgimento è di “vitale importanza”, procedure “flessibili” per le prenotazioni ad agosto, mantenere target di almeno 500mila punture al giorno, continuare a “privilegiare” le somministrazioni agli over 60 e ai fragili. Su quest’ultimo punto, Figliuolo ha rivendicato con orgoglio i risultati ottenuti con le ordinanze che hanno ribadito le priorità del piano: dal 10 aprile al 2 giugno c’è stato un incremento pari al 22,58% di prime dosi somministrate agli over 80, al 63,24% nella fascia 70-79 e al 56,4% della fascia 60-69. Con l’autunno servirà invece una nuova strategia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Che parta dal superamento della gestione emergenziale della pandemia. La “poderosa e complessa” macchina della struttura commissariale che sta gestendo la vaccinazione di massa è stata ed è uno strumento “efficace e straordinario”, dice Figliuolo. Ma questa macchina “nei prossimi mesi deve condurre gradualmente”, a una gestione ordinaria delle attività sanitarie da parte delle amministrazioni centrali e locali competenti.
Tutti gli interventi, le scelte e le decisioni prese dal Commissario nel periodo “più critico e buio” dovranno tornare in mano alle strutture dello Stato che hanno competenza in materia. Il generale non indica una data ma fa capire la sua idea: un progressivo assorbimento della struttura commissariale nella Protezione Civile, che si occuperà di approvvigionamenti, logistica e distribuzione dei dispositivi e dei vaccini, e restituzione ai territori della gestione di tutti gli aspetti sanitari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà comunque il governo a decidere entro il 31 luglio, quando dovrà stabilire se varare un nuovo stato d’emergenza e per quanto, attraverso un passaggio parlamentare. La gestione ordinaria si porta dietro anche il superamento degli hub. Ci sarà, in sostanza, un “graduale ma necessario” passaggio dalle vaccinazioni effettuate in maniera centralizzata ad un sistema di “vaccinazioni delocalizzate, molto più capillare e prossimo ai cittadini”, utilizzando medici di famiglia, pediatri e farmacie. Il perché è chiaro: completare l’immunizzazione dei fragili e degli over 60 non ancora intercettati e che potranno a quel punto essere raggiunti a domicilio. Ma l’ordinarietà va considerata anche alla luce della possibilità di dover procedere ad una terza dose del vaccino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al momento, la convinzione della maggior parte degli scienziati è che l’immunità abbia una durata di circa un anno e, quindi, è necessario “organizzarci per i richiami” dice il generale che proprio oggi ha avuto una riunione con ministero della Salute e Protezione Civile su come organizzare e gestire questa nuova fase, anche alla luce delle varianti che continuano a mutare il virus. Fondamentale su questo aspetto sarà il ruolo dell’Istituto superiore di Sanità che a breve avvierà un progetto di tracciamento e sequenziamento che abbia un valore scientifico tale da continuare a studiare come circola il virus e come si evolve.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Messa. in autunno possiamo riaprire le università in presenza
Ministro, ripresa sarà progressiva per prudenza e attenzione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
10:42
AGGIORNATO ALLE
17:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Già adesso la maggior parte degli atenei si sono attrezzati per fare molti degli esami e delle discussioni delle tesi di laurea in presenza. La riapertura sarà progressiva per prudenza e per attenzione, però credo che con il prossimo autunno, se le cose stanno così e procediamo con questo livello di vaccinazioni, potremo veramente riaprire in sicurezza”.
Lo ha detto il ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, a margine del convegno nazionale della Rus (Rete delle Università per lo sviluppo sostenibile) sul tema della “Mobilità, accessibilità e diritto allo studio nelle Università italiane” all’università di Milano Bicocca.
“Il tema è anche quello dei trasporti: la mobilità diventa un punto cruciale di tutte le nostre attività, soprattutto in luoghi urbani – ha aggiunto il ministro, alla sua prima uscita in presenza -. Le università sono un ottimo modello per il cambio di passo della mobilità perché sono dei campus, sono un modello abbastanza semplice e riguardano i giovani, che sono quelli più pronti a cambiare abitudine rispetto ad altre fasce della popolazione. Credo che potrebbe servire da apripista”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Marcello De Vito (ex M5S) aderisce a Forza Italia
L’annuncio della decisione del Presidente dell’Assemblea capitolina viene dato in una conferenza stampa con Antonio Tajani e Maurizio Gasparri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
14:44
AGGIORNATO ALLE
17:41
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Marcello De Vito, presidente dell’Assemblea capitolina (il consiglio comunale di Roma) ed ex M5S aderisce a Fi. E’ stato annunciato in una conferenza stampa da Antonio Tajani e Maurizio Gasparri.
“Sono molto contento e convinto della mia scelta e pronto alle sfide che ci saranno, a partire dalle prossime Amministrative”, ha detto De Vito, aggiungendo: “Non ho più retto alle mille capriole ideologiche del M5S, cui dico… Buon tutto!”. “Da oggi FI ritorna nell’Assemblea capitolina. Avrei potuto smettere di far politica o mettere a disposizione l’esperienza acquisita in questi anni nel Consiglio comunale ed in maniera naturale mi sono rivolto all’area politica che aveva sempre rappresentato le mie idee e la mia cultura prima di entrare nel M5S. Ci siamo confrontati con Gasparri sui temi romani dallo scorso gennaio”, ha detto. Maurizio Gasparri ha definito l’adesione di De Vito a Fi come “un ulteriore segno di vitalità del partito”.
“La mia scelta prescinde dalle vicende giudiziarie. Il comportamento di M5S e dei suoi principali esponenti lo definisco inqualificabile ma non ha influito sulla mia scelta”, spiega De Vito che, a proposito delle possibili scelte della sorella, Francesca, che siede nel Consiglio regionale del Lazio dove è stata eletta nel M5S, dichiara: “Le scelte politiche di mia sorella sono di carattere individuale. Da quello che leggo, vedo che per motivi analoghi ai miei è in contrapposizione con il M5S. A cosa porterà saranno decisioni di mia sorella”, conclude.
“Provo autentico ribrezzo per la scelta, di cui nulla sapevo fino a stanotte, e da cui mi dissocio, di imbarcare in Forza Italia un grillino dei peggiori, personaggio pessimo non perché indagato ma perché candidato contro Forza Italia a suon di video in cui ci dava dei ladri e dei mafiosi”. Così Andrea Ruggieri, in un video su Instagram, commenta l’adesione di Marcello De Vito a Forza Italia. “Davvero non si riesce a importare gente nuova e in gamba, e si preferisce riciclare un grillino insultatore poi persino arrestato per corruzione, e che oggi si permette persino di indicare la rotta a Forza Italia? Se la dirigenza di Forza Italia è così disperata e ormai capace solo di dissipare consenso con scelte folli, anziché cercarne di nuovo reclutando persone nuove e in gamba, rifletta se passare di mano il testimone”, conclude Ruggieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Istigavano violenze contro ebrei e extracomunitari, 3 indagati
Propaganda nazista e antisemita, pensavano azione contro Nato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
17:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono due sassaresi e un cagliaritano i tre sardi indagati dalla Procura di Roma per associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa nell’ambito di una indagine condotta dai carabinieri del Ros a partire dal 2019. Tra i tre spicca il nome di Mario Marras, 41 anni di Sassari, già finito alla ribalta delle cronache nel 2007 quando fu indagato insieme ad altre persone per aver promosso un movimento che si rifaceva al partito fascista.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con lui risultano indagati un altro sassarese di 26 anni e un cagliaritano di 34. I carabinieri del Ros hanno perquisito le loro abitazioni sequestrando computer e materiale informatico che sarà ora analizzato. I tre sardi, da quanto si apprende, sono coinvolti nell’inchiesta per aver pubblicato e condiviso messaggi o materiale nei profili social riconducibili alla sigla “Ordine Ario Romano”. Dodici in tutto le persone indagate, tutte raggiunte da provvedimenti di obbligo di presentazione all’autorità giudiziaria
LE ACCUSE – Propaganda di idee naziste e antisemite, video e immagini dal contenuto razzista e discriminatorio, tesi negazioniste, istigazione a commettere azioni violente contro ebrei ed extracomunitari. Sono le accuse nei confronti di 12 soggetti tra i 26 e i 62 anni – tre dei quali sardi – ritenuti appartenenti ad un’organizzazione chiama ‘Ordine ario romano e indagati nell’ambito di un’indagine del Ros e della procura di Roma che ha portato all’emissione di altrettante misure cautelari dell’obbligo di presentazione all’autorità giudiziaria. L’organizzazione, dicono gli investigatori, aveva appena iniziato a pianificare anche un’azione contro una struttura della Nato.
L’accusa ipotizzata nei confronti dei 12 indagati è di associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa. Le indagini sono partite nel 2009 e hanno portato alla scoperta del gruppo ‘Ordine ario romano’ del quale facevano parte gli indagati e che era molto attivo sui social dove – attraverso due pagine Facebook e una community Vk, uno dei social più utilizzati in Russia – venivano diffusi i contenuti razzisti e le tesi complottiste.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Collegato a Ordine ario romano’ c’era poi il gruppo whatsapp chiamato ‘Judenfreie Liga (Oar) dal quale gli indagati istigavano a compiere azioni violente contro ebrei ed extracomunitari. E sempre su questo gruppo si era iniziata a pianificare un attentato contro una struttura della Nato, con ordigni confezionati in maniera artigianale anche grazie alla collaborazione di altri gruppi simili che operavano in Portogallo. Oltre alle misure, eseguite a Roma, Cagliari, Cosenza, Frosinone, Latina, L’Aquila, Milano e Sassari, sono scattate una serie di perquisizioni in diverse città italiane.
TRA GLI INDAGATI MISS HITLER – C’è anche una donna tra i dodici indagati dalla Procura di Roma nel procedimento che ha portato oggi i carabinieri del Ros ad effettuare una serie di perquisizioni in tutta Italia. Si tratta di Francesca Rizzi che nel 2019 partecipò e vinse il concorso “Miss Hitler” svolto sul social network Vk. La donna, raggiunta come gli altri dal provvedimento dell’obbligo presentazione all’autorità giudiziaria, fa parte del gruppo antisemita ‘Ordine Ario Romano’ a cui i pm di Roma, coordinati dal procuratore Michele Prestipino, contestano il reato di associazione a delinquere finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa. Rizzi, secondo l’accusa, aveva cercato contatti con il gruppo estremista portoghese ‘Nova Ordem Social’. Degli indagati, sei vivono nel Lazio (4 a Roma), tre in Sardegna, uno in Calabria, uno in Abruzzo e uno in Lombardia. Dalle indagini è emerso che i dodici hanno avuti rapporti “via social” con Marco Gervasoni, il professore universitario indagato in una altra indagini per minacce a offese al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Caccia: incostituzionale legge Molise su prelievo venatorio
‘No’ estensione periodo per eccessiva presenza specie faunistica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
07 giugno 2021
11:14
AGGIORNATO ALLE
17:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale la norma del Molise che consente alla Giunta di estendere il periodo del prelievo venatorio in caso di eccessiva presenza sul territorio di una specie faunistica cacciabile. Con il ricorso il Presidente del Consiglio dei ministri ha promosso, in riferimento all’art. 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 12, comma 5, lettera a), della legge della Regione Molise 30 aprile 2020, n. 1 (Legge di stabilità regionale 2020). Tale disposizione aggiunge all’art.
27 della legge della Regione Molise 10 agosto 1993, n. 19 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio), il comma 1-bis, il quale prevede che: “Ai fini della tutela del patrimonio agroforestale, socio-economico, sanitario e nel riequilibrio ecologico della fauna selvatica, qualora la presenza sul territorio regionale di una specie faunistica venabile risulti eccessiva, la Giunta regionale, ai fini della riduzione delle criticità arrecate, può con propri atti estendere il periodo del prelievo venatorio per l’intero arco temporale inteso dall’inizio al termine dell’intera stagione venatoria”. Ad avviso del ricorrente, tale norma invaderebbe la competenza esclusiva statale di cui all’art. 117, secondo comma, lettera s), Cost., relativa alla materia “tutela dell’ambiente e dell’ecosistema”, in quanto in contrasto con gli artt. 18, commi 1, 2 e 4, e 19, comma 2, della legge 11 febbraio 1992, n. 157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio). “Queste disposizioni, secondo la costante giurisprudenza di questa Corte – si legge nel dispositivo – detterebbero infatti standard minimi di tutela della fauna sull’intero territorio nazionale, non derogabili in peius nell’esercizio della competenza legislativa residuale regionale in materia di caccia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: quando foresta e natura diventano materia di studio
In istituto Milano, obbiettivo diventare ‘climate positive’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 giugno 2021
11:12
AGGIORNATO ALLE
18:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla teoria ai laboratori sul campo con messa a dimora di nuovi alberi, dalla scuola dell’infanzia fino ai licei linguistico e scientifico di scienze applicate: il bosco, inteso come ecosistema custode di biodiversità nonché ‘depuratore’ di aria e acqua, entra per la prima volta in didattica per consolidare, fin dalla tenera età, la consapevolezza degli studenti circa il ruolo fondamentale che le foreste svolgono nella vita dell’uomo e la propensione alla cura dell’ambiente e dei suoi fragili equilibri. Accade a Milano, dove l’istituto onnicomprensivo paritario Scuola Europa ha deciso di aderire dall’anno scolastico 2021-2022 al progetto pilota ‘A scuola di foresta’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quest’ultimo è strutturato da Etifor, spin-off dell’ Università di Padova impegnato nella valorizzazione del patrimonio naturale e in opere di riforestazione in tutto il mondo.
L’iniziativa – spiegano gli ideatori – si concretizza prima nell’affiancamento da parte del team di ricercatori di Etifor ai docenti per la declinazione della didattica a seconda dell’ordine di studio e in seconda battuta in una serie di laboratori realizzati direttamente nel bosco per dare ampio spazio alle modalità di apprendimento esperienziali. Il progetto gravita attorno a tre aree tematiche principali: cosa sono le foreste, la loro struttura e funzioni principali, il loro ruolo per la salute dell’uomo e nel contrasto al cambiamento climatico. “Il progetto nasce con l’obiettivo di formare nel lungo periodo, in maniera strutturata e coinvolgente, sul tema cruciale del patrimonio boschivo gli adulti di domani – spiega Ilaria Doimo, project manager di Etifor – ovvero coloro che saranno chiamati a risolvere, o quantomeno tentare di rallentare, la crisi climatica e i suoi effetti, capillari e devastanti, attraverso una gestione sostenibile delle risorse naturali, ovvero il nostro migliore alleato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Orlando, sui licenziamenti pronto a ragionare su selettività
Se bisogna intervenire farlo subito, perché i tempi sono stretti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
07 giugno 2021
17:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è una coalizione ampia in cui si tratta di tenere insieme posizioni anche diverse, ho visto che si sta facendo strada un ragionamento sulla selettività rispetto ad alcune filiere. Se questo ragionamento c’è io sono pronto: naturalmente bisogna sempre ricordare che, se bisogna intervenire, va fatto subito perché i tempi sono abbastanza stretti”.
Così il ministro Andrea Orlando, commentando sul tema del blocco dei licenziamenti, alla luce delle diverse anime che compongono la maggioranza politica che sostiene i Governo.
Orlando è intervenuto alla firma con Stefano Bonaccini del Protocollo su formazione e occupazione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AssoIntrattenimento: ‘Ballo con il green pass ma senza mascherina’
‘Proponiamo di ripartire da luglio, ma sia chiaro che il nostro lavoro è l’assembramento’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
08:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si torna a far festa in altre quattro Regioni, ora in tutto sette. Ma resta comunque vietato organizzare party in casa o ballare nelle discoteche, che rimangono chiuse almeno per tutto il mese di giugno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel rebus delle nuove misure in zona bianca, l’ultima trattativa sul tavolo della politica riguarda la ripartenza del divertimento del popolo della notte. Dopo lo slittamento del coprifuoco a mezzanotte (fino alle 5) nelle zona gialle, a dividere adesso è il tema del divertimento nella fascia di rischio più bassa.
Nelle prossime ore il Sindacato italiano dei locali da ballo (Silb) incontrerà al ministero della Salute il sottosegretario Andrea Costa, al quale aveva chiesto di essere ascoltato. Stessa richiesta è arrivata dai gestori delle discoteche di ‘Asso Intrattenimento’ di Confindustria, che potrebbero incontrare Costa nei giorni successivi. Sul tema il ministro Speranza – il quale aveva pur mostrato un’apertura in vista di future valutazioni – resta cauto e non si è ancora pronunciato, ma il pressing del centrodestra, oltre a quello del settore, sale.
“Proponiamo di ripartire da luglio – spiega il presidente di Asso Intrattenimento, Luciano Zanchi – ma sia chiaro che il nostro lavoro è l’assembramento. La gente viene in discoteca per socializzare perché sono luoghi atti ad accogliere le persone quindi non è possibile tenere la mascherina in pista, dove si balla e si suda. Siamo assolutamente favorevoli all’entrata con green pass e al tracciamento, quindi entrerebbero nei locali solo persone con anticorpi o comunque risultate negative. E’ per questo che sarebbe impossibile rendere obbligatorio l’utilizzo della mascherina”.
Mantiene una linea più moderata il presidente del Silb, Maurizio Pasca, per il quale si può ripartire in pista anche con l’obbligo della mascherina, per toglierla solo al bancone del bar oppure bevendo o mangiando al tavolo. Entrambi i sindacati di categoria hanno proposto un protocollo sulla riapertura in sicurezza e la Silb era anche stata promotrice di un esperimento in due diverse discoteche a giugno, a Gallipoli ed a Milano, per verificare le condizioni sulla riapertura del settore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ma quest’ultima richiesta, finita sul tavolo del Cts, non sembra ancora esser stata calendarizzata. Il dibattito è alimentato anche dalle polemiche per i diversi filmati pubblicati sui social in cui si vedono giovani ballare in bar e spiagge, nonostante i divieti. Ma Assobalneari avverte che si tratta di casi isolati e che in generale le regole vengono rispettate: “Siamo solidali nei confronti di altre imprese ancora chiuse e disposti ad accettare che non si balli nei lidi purché sia possibile farlo nelle discoteche, che su questo sono interessate da un’attività specifica per noi invece solo marginale. Non vogliamo che ci sia una guerra tra poveri”, sottolinea il responsabile nazionale Fabrizio Licordari. Resta possibile l’organizzazione di matrimoni, battesimi, cresime, compleanni e banchetti successivi a questo tipo di cerimonie: per ora solo in zona bianca, dal 15 giugno ovunque. E anche in questo caso sarà comunque necessario però avere il green pass.
Le feste private in casa, anche nelle sette Regioni ‘promosse’, sono vietate dal decreto. In bianco è consentito far visita agli amici restando all’interno della stessa zona, senza limiti di orario o nel numero di persone che si spostano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In zona gialla il limite è invece di quattro persone oltre ai figli minorenni o persone con disabilità. Le regole da ‘bianca’ saranno le stesse per tutto il Paese quasi sicuramente dal 21 giugno (ad esclusione della Valle D’Aosta, che forse aspetterà ancora un’altra settimana) proprio in virtù del trend di miglioramento dei dati nel Paese.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FI: Carfagna, non vorrei si trasformasse in Forza Lega
Le federazioni non si fanno attraverso i blitz
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MANDURIA
07 giugno 2021
17:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che una federazione non si faccia attraverso un blitz, perché i blitz si fanno quando si vuole nascondere qualcosa. Non vorrei fosse il sogno di chi vuole trasformare Forza Italia in Forza Lega.
Sono convinta non sia questo l’intento, ma abbiamo bisogno di tempo perché questo ci venga spiegato”. Lo ha detto il ministro per il Sud, Mara Carfagna, collegandosi con ‘Forum in Masseria’. “Tanti elettori – ha aggiunto – mi dicono che non si riconoscono in un partito unico, nemmeno io ho capito cosa sia la federazione, nessuno me l’ha spiegata”.
“Sono stata teorica del centrodestra unito- ha concluso – fino a quando aveva certi connotati, un centrodestra trainato da Fi, moderato. Quando poi c’è stata una estremizzazione, anche i teorici del centrodestra unito come me hanno avuto difficoltà”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Riccardi, psicologi per disagio giovani
Asugi recluta 31 medici specializzandi; anche oggi nessun morto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 giugno 2021
18:20
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Stanziare 411mila euro per il Friuli Venezia Giulia, grazie al decreto Sostegni bis, per il “reclutamento straordinario nel sistema sanitario regionale di nuovi psicologi” in un progetto che preveda “la presa in carico di casi di disagio psicologico, in particolare di bambini e adolescenti, causati dalla pandemia”.
è l’idea ipotizzata oggi dal vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, all’incontro con il presidente dell’Ordine degli psicologi Fvg, Roberto Calvani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso dell’incontro è stato affrontata anche l’applicazione del decreto legge 137/20 che – per assicurare le prestazioni psicologiche anche domiciliari ai cittadini e agli operatori sanitari e garantire le attività previste dai livelli essenziali di assistenza – dà la possibilità ai sistemi sanitari regionali di organizzare l’attività degli psicologi in un’unica funzione aziendale. Altro punto affrontato quello afferente alla mancanza sul territorio regionale di strutture accreditate adeguate ad ospitare i minori seguiti a livello psicologico e separati dalle famiglie da un provvedimento dell’autorità giudiziaria.
Sempre in giornata, l’Azienda sanitaria universitaria Giuliano isontina (Asugi) ha reso noto di aver reclutato ulteriori 31 medici specializzandi a supporto delle attività nei centri vaccinali, che si aggiungono ai 234 del precedente decreto del 6 maggio. Il reclutamento è necessario “per garantire il regolare e puntuale svolgimento della campagna vaccinale e il massimo livello di copertura sul territorio di competenza di Asugi”.
Anche oggi in Friuli Venezia Giulia non è stato registrato alcun decesso, mentre i i ricoveri nelle terapie intensive sono saliti da 1 a 2. Su un totale di 1370 tra test e tamponi sono state riscontrate 10 positività al Covid 19, pari allo 0,72% dei casi totali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La ‘Geopolitica del Mediterraneo’ al centro dei dialoghi del Farnese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
19:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
‘Geopolitica del Mediterraneo: il vicinato Sud al servizio di un nuovo equilibrio regionale’ è il titolo dell’incontro organizzato dall’Ambasciata di Francia e dall’Institut Français in Italia, nell’ambito dei Dialoghi del Farnese, domani 8 giugno alle 18 e in diretta streaming in Italiano qui, qui in Francese

“Il Mediterraneo è uno spazio condiviso e un bene comune particolarmente caro alla Francia e all’Italia, potenze mediterranee. Nel 2021 questo spazio continuerà ad essere attraversato da profonde fratture, di vario tipo: sanitarie, sociali, etnoreligiose, politiche, geopolitiche – spiega una nota dell’IF -.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In questo complesso panorama, spiccano due temi che abbiamo scelto come argomenti di discussione per le due tavole rotonde: il conflitto israelo-palestinese da una parte, e il ruolo dell’Europa dall’altra”. Nel corso dell’incontro, introdotto dall’ambasciatore Christian Masset, Gilles Kepel, politologo e islamologo, e Giampiero Massolo, Presidente dell’Ispi, interverranno sul tema: ‘Gli accordi di Abramo: rivoluzione copernicana o ricomposizione delle alleanze nel Vicino e Medio Oriente?’. Modera: Mathéo Malik, capo redattore di Le Grand Continent. L’ambasciatore Pasquale Ferrara, direttore generale per gli Affari politici e di sicurezza della Farnesina, e Anne Gueguen, vice segretaria generale del ministero degli Esteri francese discuteranno invece del ‘Partenariato europeo: geopolitica di un nuovo vicinato Sud’.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

COVID: crollo contagi, Sardegna vede verde Ue
Nove casi in 24 ore, tagliato traguardo 1 milione di vaccini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
07 giugno 2021
18:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Crollano i contagi – solo 9 nelle ultime 24 ore – e c’è attesa per l’ingresso della Sardegna nella zona verde europea. Il responso è atteso per giovedì, quando il centro Ue per la prevenzione e il controllo delle malattie caricherà i dati trasmessi dal Ministero della Salute.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per entrare nell’area verde significa che per 14 giorni i contagi registrati devono essere meno di 25 ogni 100mila abitanti, numeri non lontani per la Sardegna. Tuttavia – come spiegato dall’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu – “il numero dei tamponi diagnostici fatti ogni giorno è basso”. E questo potrebbe anche impedire il passaggio di categoria.
L’Isola, sarebbe, comunque, la seconda Regione italiana ad approdare in quest’area dopo il Molise.
Intanto salgono a 56.886 i casi di positività complessivamente accertati dall’inizio dell’emergenza: Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati solo 9 nuovi casi, ma si registrano ancora tre decessi (1.476 in tutto). In totale sono stati eseguiti 1.320.784 tamponi, con un incremento di 2.941 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività scende allo 0,3%. I posti letto Covid negli ospedali continuano a calare. Sono 105 (-5) i pazienti attualmente ricoverati in area medica, 7 (-1) quelli in terapia intensiva.
Sul fronte della campagna vaccinale, la Sardegna ha raggiunto il milione di dosi somministrate. Circa il 45% della popolazione ha già ricevuto la prima inoculazione, con il 75% degli over 80 che ha già completato il ciclo vaccinale.
Nelle ultime 24 ore sono state vaccinate poco meno di 10.100 persone. Intanto ieri sono state consegnate altre 9.900 dosi del siero Moderna ed entro metà settimana sono attesi gli arrivi di 86.500 dosi del vaccino Pfizer e di oltre 4.000 Johnson&Johnson.
Attraverso il sistema di Poste Italiane, dalla sua attivazione, sono state effettuate 650mila prenotazioni, di cui oltre 100mila tra venerdì e sabato con l’apertura ai nati dal 1982 al 2004.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ipotesi iforma riscossione, cartelle cancellate dopo 5 anni
Il Messaggero, per pianificare meglio attività riscossione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
22:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Restringere a cinque anni la prescrizione dei crediti iscritti a ruolo accorciando così i tempi della riscossione per renderla più efficiente. Rinunciare all’illusione dei 1000 miliardi custoditi dal cosiddetto “magazzino” dell’Agezia delle Entrate, facendo piazza pulita delle cartelle che risultano inesigibili.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Infine nel riavviare a fine giugno la macchina delle cartelle, sospese dal marzo 2020, si pensa di prevedere un meccanismo di ripresa dei pagamenti soft, con allungamento delle rateizzazioni soprattutto per non far perdere tale diritto a chi la rateizzazione aveva chiesto. Sono le ipotesi che girano sulle scrivanie di chi lavora alla riforma del Fisco e alla riforma della Riscossione. Mentre ancora non è chiaro se i due pacchetti vivranno ognuno di vita e percorso attuativo proprio o se rientraranno entrambi nella legge delega che il Governo preparerà anche in base al documento redatto dalle commissioni Finanze di Camera e Senato al termine della dell’indagine conoscitiva condotta in questi mesi. Dal Ministero dell’Economia arriva, intanto, la buona notizia che migliorano, e di molto, le entrate tributarie erariali. Segnale ulteriore di una ripresa avviata. Nel primo quadrimestre dell’anno le entrate accertate in base al criterio della competenza hanno toccato quota 133,816 miliardi di euro, segnando un incremento di oltre 10 miliardi rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (+ 8,2%). L’effetto ripresa emerge soprattutto dal balzo dato dall’Iva (+6,380 miliardi pari a un +20,7%) e in particolare dall’Iva sugli scambi interni (+5,768 miliardi per un +21,3%). Portare a 5 anni il tempo entro il quale L’Agenzia dell Entrate-Riscossioni può riscuotere quanto dovuto, oltre il quale questi vengono dichiarati inesigibili è una decisa riduzione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cofferati, Epifani un amico prima che sindacalista
Condiviso molti anni lavoro, determinante per la sinistra riformista
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
19:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Guglielmo è stato un amico prima ancora di essere un sindacalista con il quale ho diviso molti anni di lavoro. Era una persona dolce e nel contempo assai determinato nell’affrontare anche le situazioni più difficili. Ha dato un contributo rilevante alla sinistra riformista sia nel sindacato che nella sua esperienza politica, costruendo consenso e condivisioni alle scelte economiche e sociali più impegnative di questi decenni.
Ci mancherà molto.” Lo afferma Sergio Cofferati nel commentare la scomparsa di Epifani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Franco, si allargano aiuti al fondo perduto per le Partite Iva
Spunta ‘tesoretto’ da 4 miliardi. Governo verso rialzo Pil 2021
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
10:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Utilizzare il ‘tesoretto’ di circa quattro miliardi emerso per le domande inferiori a quanto stimato dai contributi a fondo perduto alle partite Iva, “per l’intervento estivo sulla base dei risultati di esercizio”. alzando la soglia per accedere agli aiuti fino a 15 milioni di fatturato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Economia Daniele Franco, con i dati in arrivo dall’Agenzia delle Entrate che cominciano a fare chiarezza sulla platea di negozi, ristoratori, operatori del turismo che hanno fatto domanda per gli aiuti a fondo perduto dei decreti ‘Sostegni’ e ‘Sostegni Bis’, delinea l’intervento estivo che sarà focalizzato su queste categorie, le più colpite dalla pandemia, dopo aver qualificato l’ultimo decreto economico come indispensabile per evitare un “danno permanente all’economia” e sull’onda di previsioni economiche che migliorano: “è probabile che se tutto continua al ritmo delle ultime settimane, sul profilo economico e su quello sanitario, la previsione annua del Pil possa essere rivista al rialzo”. Un’apertura a rivedere in meglio la stima del 4,5% di crescita nel 2021.che arriva dopo l’Istat, vari centri studi e da ultimo Confindustria.
In audizione alla Commissione Bilancio della Camera sul Dl Sostegni Bis, Franco ha spiegato che le domande di sostegni a fondo perduto dalle partite Iva, attese a 3 milioni, sono state inferiori e “dall’Agenzia delle Entrate emerge un numero di domande sotto i due milioni”. Le stime, progressivamente ribassate dagli 11 miliardi iniziali, darebbero disponibilità aggiuntive per 4-5 miliardi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Dl Sostegni Bis già prevede di utilizzare risorse aggiuntive per alzare la platea delle partite iva beneficiarie, portando la soglia di accesso dai 10 ai 15 milioni di fatturato. Il prossimo intervento, con quattro miliardi che verrebbero distribuiti a al termine dell’estate”, è quello per le partite iva commisurato alla perdita: “l’ipotesi che personalmente formulerei è utilizzare questo margine, che vedremo quanto grande fra due settimane, per l’intervento estivo calcolato sui risultati d’esercizio – – spiega Franco ai parlamentari in ascolto – quindi i quattro miliardi dovrebbero diventare una cifra più considerevole”. Un rafforzamento della componente a fondo perduto che arriva mentre Bankitalia dà ‘luce verde’ alle misure del Governo.   ECONOMIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Franco, probabile rialzo della stima di crescita del 2021
Ministro in audizione alla Camera
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
19:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ probabile che se tutto continua al ritmo delle ultime settimane, sul profilo economico e su quello sanitario, la previsione annua del Pil possa essere rivista al rialzo”. Lo ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco in audizione alla Commissione Bilancio della Camera riferendosi alla previsione del Governo di una crescita 2021 del 4,5% e alle previsioni “più ottimistiche” di diversi uffici studi delle ultime settimane, fra cui l’Istat (4,7%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Veneto zona bianca, via il coprifuoco
Nuovi contagi al minimo, vaccino express per invitati alle nozze
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
07 giugno 2021
20:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto entra in zona bianca, promosso da dati epidemiologici in continuo miglioramento, e le città riassaporano una quasi-normalità. Ripartono tutte le attività economiche, compresi i pachi tematici, e le piscine, e a Venezia il Casinò.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bar, pub e ristoranti hanno ora regole meno rigide per i posti occupati ai tavoli all’interno (massimo 6) e soprattutto non c’è più il limite del coprifuoco da rispettare.
Ripartono le iniziative legate al turismo, e tra queste anche uno dei settori più penalizzati dai lockdown: quello legato all’industria dei matrimoni. Proprio in quest’ottica è arrivato un annuncio da parte del governatore Luca Zaia. Chi ha avuto l’invito a partecipare a cerimonie di nozze potrà vaccinarsi subito. “Chi ha la ‘partecipazione’ – ha detto – avrà un canale preferenziale per fare subito l’inoculazione. Salta la fila.
Dovrà andare al centro vaccinale con la partecipazione”. Novità anche per gli over 60, che potranno recarsi senza ‘appuntamento con accesso diretto, ai centri vaccinali. Ci sono 70mila dosi disponibili dii Johnson & Johnson. La macchina dei vaccini prosegue a ritmo sostenuto. Nelle ultime 24 ore sono state 37.127 le dosi somministrate nei vari hub e sedi sanitarie della regione, per un totale dall’inizio della campagna di 3.065.632.
Il ciclo vaccinale è stato completato da 986.945 persone., il 20,2% della popolazione residente, mentre 2.054.697 hanno ricevuto almeno una dose. I numeri dei nuovi casi Covid sono ancora in discesa. Nelle ultime 24 ore il Veneto ha registrato 38 nuovi positivi al virus e un solo decesso. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 424.040, quello delle vittime a 11.581. Pian piano si svuotano i reparti Covid degli ospedali. Complessivamente sono 571 (-5) i pazienti ricoverati, dei quali 506 (-4) nelle aree mediche, e 65 (-1) in terapia intensiva.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Licenziamenti, governo apre a interventi per settori
Orlando e Giorgetti insistono, Draghi lascia che decidano Camere
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
11:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Intervenire in modo selettivo sul blocco dei licenziamenti, prorogandolo solo per i settori più in crisi. Il governo apre all’ipotesi, ma la palla passa al Parlamento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Anche perché se il Pd con il ministro del Lavoro Andrea Orlando si dice disponibile a percorre questa strada, la Lega non parla con una voce sola: il ministro Giancarlo Giorgetti ci sta, ma il leader Matteo Salvini rivendica “assoluta sintonia” con il punto di equilibrio trovato dal premier Mario Draghi. Mentre il M5s sembra sposare la linea dei sindacati, che vogliono la proroga del blocco. In pratica: fra la formula scelta dal governo – che apre ai licenziamenti da luglio, ma frenandoli in base alla cig – e la richiesta dei rappresentanti dei lavoratori, alla fine la strada potrebbe essere quella di un prolungamento per le filiere più in crisi – come il tessile e il calzaturiero – con uno sblocco invece per quelle in ripresa, come l’edile, baciato dal superbonus. Palazzo Chigi segue gli sviluppi: a breve il terreno di gioco si sposterà in Parlamento – è il ragionamento – sarà quello il luogo in cui le varie forze politiche dovranno cercare una sintesi. “C’è una coalizione ampia in cui si tratta di tenere insieme posizioni anche diverse – ha spiegato il ministro dem Orlando – ho visto che si sta facendo strada un ragionamento sulla selettività rispetto ad alcune filiere.
Se questo ragionamento c’è io sono pronto. Ma i tempi sono stretti”. Nei giorni scorsi, anche il ministro allo Sviluppo Economico, il leghista Giancarlo Giorgetti, ha detto che il blocco dei licenziamenti andrebbe “declinato più utilmente sui settori: ad esempio il tessile avrà una uscita più lenta rispetto ad altri”. Diversa la linea del leader della Lega, Matteo Salvini: “I settori che crescono, che corrono, hanno bisogno di assumere, non di licenziare – ha detto – Penso all’industria e all’edilizia, che devono tornare a essere liberi di agire sul mercato. Mentre i settori che hanno sofferto di più, penso al commercio, ai servizi, al turismo, avranno tempo fino a ottobre per organizzarsi”. I sindacati restano fermi sulla richiesta di proroga a ottobre. E sulla “selettività” c’è chi rileva qualche difficoltà, soprattutto sulla possibilità tecnica di definire i perimetri delle varie filiere. C’è poi il timore dei tempi: il blocco dei licenziamenti scade il 30 giugno. Il Parlamento può intervenire nel dl sostegni Bis, all’esame della commissione Bilancio alla Camera, ma le cui eventuali modifiche entrerebbero in vigore solo a fine luglio. Il rischio, quindi, è che i tempi non siano allineati. Anche per questo i sindacati stanno portando avanti una serie di vertici con le forze politiche di maggioranza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rai, i dipendenti confermano Laganà in cda
Rieletto con 2888 voti. Affluenza alle urne del 55,49%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
21:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Riccardo Laganà, consigliere di amministrazione Rai uscente, è stato confermato in cda dal voto dei dipendenti di Viale Mazzini.
Gli scrutini si sono appena conclusi.
Il quorum necessario per la validità della votazione (maggioranza +1 dell’elettorato attivo) è stato superato. La votazione – spiega una nota – si è svolta attraverso una piattaforma di voto elettronico che garantisce la totale segretezza del voto. Lo scrutinio, effettuato alla presenza del Notaio e della Commissione Elettorale, ha sancito l’elezione di Riccardo Laganà con 2888 voti (Fabrizio Tosini 1275, Cesare Cantù 807, Anna Lupi 624, Claudia Pregno 592, schede bianche 183). L’affluenza alle urne è stata del 55,49% con 6369 voti.
Nell’arco della giornata, alle 11 aveva votato il 22,6 %, alle 14 il 35,8%, alle 17 il 47,8 %.
Si poteva votare a partire dalla mezzanotte e fino alle 21 di oggi. I candidati ammessi che hanno concorso: Cesare Cantù, il consigliere uscente Riccardo Laganà, Anna Lupi, Claudia Pregno e Fabrizio Tosini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Moratti, non obbligo ma incentivi come ‘green pass’
Vicepresidente Lombardia, giovani potranno viaggiare liberamente
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2021
09:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Quando si parla di salute è un tema delicato. È un bene pubblico, ma anche individuale.
Non penso che si debba mettere un obbligo (rispetto ai vaccini ndr), ma incentivi e disincentivi. Per esempio per i giovani avere il ‘green pass’ sarà un bell’incentivo perché permetterà loro di viaggiare in tutta Europa”. Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, intervenendo alla trasmissione ‘Mattino 5’ su Canale 5.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coprifuoco alle 24, la movida si prepara all’estate
Da Milano a Roma a Napoli, la prima sera con lo slittamento di un’ora del coprifuoco – LE FOTO
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
13:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una mezzanotte diversa eppure familiare in Italia, quella del primo coprifuoco alle ore 24 dell’era Covid nelle regioni gialle, sempre meno. Un prologo dell’estate e una preparazione della zona bianca nazionale in arrivo, con il 21 giugno che segnerà in ogni caso la fine dei limiti di orario per tornare a casa. La movida è già ripartita e dopo tante restrizioni i gestori dei locali sperano nel pienone della stagione calda per rifarsi di quasi un anno e mezzo di pandemia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è tanta voglia di ripartire, siamo abbastanza ottimisti per l’estate – dice il vicepresidente nazionale e responsabile Roma e Lazio di Fiepet (Federazione italiana esercenti pubblici e turistici) Confesercenti, Claudio Pica -. Solo che i ristori del decreto Sostegni bis non sono ancora arrivati a distanza di settimane dall’approvazione. Quelli del primo decreto Sostegni invece erano arrivati in una settimana”.
Sulla possibilità che ci siano più controlli sulle norme anti-virus ancora in vigore il rappresentante degli esercenti risponde: “Come Confesercenti siamo per il rispetto delle regole. Più controlli significano più sicurezza per i cittadini e per le imprese. Meglio un aperitivo in meno”. Una preoccupazione, a Roma ma non solo, è legata al fenomeno delle risse tra minorenni ubriachi, spinti dalla voglia irrefrenabile di riassaporare la libertà. “Chiederemo un incontro al prefetto per cercare di prevenire problemi nelle piazze della movida, con conseguente rischio di chiusura delle stesse e danno economico per i locali – afferma Pica -. Una soluzione potrebbe essere riportare il divieto di asporto dalle ore 20 alle 19, specie per arginare la vendita di alcolici nei minimarket”.
Viene citata la lite di alcuni giorni fa a Campo de Fiori, nel cuore della movida e del centro di Roma. Ma episodi simili si sono verificati ad Arezzo, con due ventenni denunciati per il ferimento di un vigile urbano, sabato sera.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque invece a Reggio Emilia per una rissa. Nelle stesse ore a Cagliari a decine, molti senza mascherina, cantavano accalcati “Bevo, bevo, mi ubriaco e son felice anche se poi il Covid ho”, scena finita subito sui social. A Firenze il sindaco Dario Nardella promette che “sui controlli della movida non ci faremo trovare impreparati”, pur tenendo conto che “le persone sono da un anno e mezzo chiuse in casa, c’è una grande voglia di riprendere a vivere”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Moratti, Lombardia per prima a immunità
Vicepresidente regionale, fondamentale contributo dei giovani
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2021
09:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Adesso la Lombardia corre, penso che saremo la prima Regione a raggiungere l’immunità di comunità. Il dato delle adesioni dei giovanissimi è stato molto importante e credo che ci sarà utile anche in futuro per la riapertura delle scuole in sicurezza”.
Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, intervenendo alla trasmissione ‘Mattino 5’.
“Il rigore e la prudenza che ci sono stati finora hanno pagato e ci hanno fatto avere numeri così buoni che la prossima settimana ci permetteranno di andare in zona bianca – ha aggiunto -. Credo che ci voglia sempre prudenza e responsabilità collettiva, ora si tratta di avere responsabilità individuale ma sono certa che sicuramente tutti saranno prudenti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ue, green pass dovrà essere accettato in tutta Europa
Regolamento in vigore dal primo luglio ma emissione da subito
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 giugno 2021
10:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il certificato digitale Covid della Ue “sarà gratuito, verrà emesso da tutti gli Stati membri e dovrà essere accettato in tutta Europa, contribuirà all’eliminazione graduale delle restrizioni” e “sarà di facile accesso e disponibile a tutti gli europei”. Lo ha detto il commissario europeo alla giustizia Didier Reynders, intervenendo al dibattito al Parlamento europeo a Strasburgo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Gli Stati membri non potranno imporre restrizioni aggiuntive alla circolazione a chi detiene un certificato Covid a meno che queste restrizioni non siano necessarie e proporzionate alla necessità di tutela della salute pubblica”, ha sottolineato Reynders. Il certificato “permetterà di circolare in Ue per lavoro, motivi familiari e per il tempo libero”, inoltre “garantirà un’alta protezione dei dati”, ha aggiunto, precisando che la Commissione sta lavorando con gli Stati membri “affinché questo certificato diventi una realtà concreta”.
Reynders ha poi confermato che “il regolamento entrerà in vigore il primo luglio ma l’introduzione inizia subito, più certificati verranno emessi nelle prossime settimane più riusciremo ad evitare problemi”. La “piattaforma europea – ha poi ricordato il commissario – è stata introdotta a inizio mese e già dei certificati vengono emessi negli Stati membri e stiamo continuando a lavorare con la presidenza portoghese sulle raccomandazioni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: seconda dose a turisti Eolie dall’11 al 21 giugno
Priorità resta per i residenti e i lavoratori stagionali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
LIPARI
08 giugno 2021
10:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I turisti in vacanza alle isole Eolie, per dieci giorni, possono fare la seconda dose del vaccino durante il periodo di soggiorno. Il periodo stabilito dal commissario Covid Alberto Firenze è quello compreso tra l’11 e il 21 giugno.
“I vacanzieri – spiega Giuseppe Zampagna, referente Usca ed assessore della sanità al Comune di Malfa – così potranno completare il ciclo direttamente in vacanza, a patto, però, che abbiano già ricevuto la prima dose. Ovviamente, la priorità verrà data ai residenti eoliani, ai lavoratori stagionali, e ai proprietari di immobili. Somministreremo tutti i vaccini e già abbiamo avuto grandi richieste, non solo di Pfizer e Moderna, ma anche di AstraZeneca”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Genova in bianco fa festa per ritrovata libertà
Toti, riprendiamoci libertà ma grande attenzione e prudenza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 giugno 2021
10:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un palco in piazza, la musica, una festa che non c’è stata per tanto, troppo tempo. Genova ha festeggiato ieri sera fino alla mezzanotte la zona bianca e la ripartenza con una serata come non la si vedeva da mesi e mesi nel ‘cuore’ della città, tra piazza de Ferrari e piazza delle Erbe.
“Stasera vi riprendete un po’ della libertà che in quest’anno e mezzo non c’è stata – ha detto il governatore della Liguria Giovanni Toti parlando ai ragazzi dal palco – però, per tutto quello che abbiamo passato, dobbiamo prometterci che ci riprendiamo questa libertà con grande attenzione, prudenza e responsabilità, perché si tratta della vostra vita e della vita di molti altri. È giusto tornare a vivere e divertirsi ma ricordando anche chi ha lottato e chi oggi non c’è più”. Le luci hanno scolpito sulla facciata della Regione la scritta ‘ReStart Liguria’, titolo ufficiale della campagna di promozione turistica della Regione comparso accanto allo striscione ‘più vaccinati più liberi’ che da giorni campeggia sotto le finestre della presidenza. Folla di giovani in San Donato e calca in salita Pollaiuoli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:open hub al Valentino,posti esauriti in pochi minuti
Successo anche per il secondo weekend di inoculazioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 giugno 2021
11:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora un successo per l’open hub del Valentino, a Torino. In pochi minuti, questa mattina, sono stati tutti prenotati gli slot disponibili – circa 7 mila – per chi ha più di trent’anni.
Nel weekend le vaccinazioni, che saranno replicate da venerdì 18 giugno per chi ha tra i 18 e i 29 anni. Una dimostrazione della voglia di vaccinarsi dei più giovani e dell’importanza delle iniziative last minute come appunto quella del Valentino.
Anche lo scorso fine settimana i 6 mila appuntamenti in palio per gli open days al Valentino erano stati prenotati in pochi minuti. “Se non hai ancora un appuntamento oppure hai la convocazione dopo almeno 10 giorni dagli open days prenotati su http://www.ilpiemontetivaccina.it”, è l’appello social del governatore Alberto Cirio accolto al volo dai più giovani. Numeri meno entusiasmanti invece tra gli over 60, a cui era riservata la giornata di ieri per prenotarsi. Sono state meno di 400 le adesioni.   PIEMONTE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ambiente: Fico, il ruolo del mare è vitale
Serve a qualità ambiente e clima
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
12:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Quella che si celebra oggi è la Giornata mondiale degli Oceani, un momento per riflettere sul ruolo vitale di questo elemento naturale e sul dovere della collettività umana di interagire in modo sostenibile con esso, per il bene delle generazioni future e per la sopravvivenza dello stesso pianeta”. Lo afferma il presidente della Camera Roberto Fico.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sarò a Napoli questa mattina – sostiene – per la riapertura al pubblico – voluta proprio in occasione di questa giornata – dell’acquario della storica Stazione zoologica Anton Dohrn, un centro di eccellenza nel campo della ricerca e della divulgazione scientifica. La salvaguardia del mare impatta in modo significativo sulla sostenibilità e sulla qualità dell’ambiente e del clima e, al tempo stesso, crea grandi potenzialità di sviluppo per le nostre comunità. Dal rapporto Onu sullo stato di avanzamento dell’Agenda 2030 emerge la necessità – prosegue il presidente della Camera – di ‘implementare urgentemente una gestione sostenibile degli oceani per scongiurare ripercussioni a lungo termine sull’ambiente marino, causate principalmente dall’inquinamento, dal riscaldamento delle acque e dall’acidificazione dei mari. La protezione degli ecosistemi acquatici è legata a doppio filo con la sopravvivenza di almeno tre miliardi di persone che vivono a stretto contatto con mari e oceani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coraggio Italia: Quagliariello, entro giugno il simbolo
Ci sarà conferenza programmatica della lista
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
08 giugno 2021
12:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Entro fine giugno ci sarà una conferenza programmatica della lista e in quel momento sarà presentato il simbolo, perché sapremo se questo percorso che auspichiamo sarà andato in porto”. Lo ha annunciato il senatore Gaetano Quagliariello, leader di “Coraggio Italia”, il neonato gruppo politico che fa riferimento al governatore della Liguria Giovanni Toti (promotore di “Cambiamo”) e al sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, a margine di un incontro che si è tenuto oggi a Trieste.

“Oggi ‘Coraggio Italia’ sono solo gruppi parlamentari e non esiste come partito – ha spiegato Quagliariello – perché noi abbiamo detto che si formerà quando ci sarà un documento sulle idee e sull’organizzazione votato dai quattro quinti delle commissioni che si sono formate”, ha specificato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: riparte domanda, a giugno oltre livelli pre-Covid
Unioncamere-Anpal, previste 1,3 mln di assunzioni nel trimestre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
15:51
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Riparte la domanda di lavoro: sono oltre 560mila le opportunità offerte dalle imprese a giugno che salgono a quasi 1,3 milioni avendo come orizzonte l’intero trimestre giugno-agosto. Sebbene con dinamiche eterogenee a livello settoriale e territoriale, le imprese provano a ripartire, tanto che la ricerca di personale dovrebbe superare questo mese anche quella registrata a giugno 2019, in epoca pre-Covid.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ quanto mostra il bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal. Manifatturiero, turismo, commercio e costruzioni i settori trainanti.
Secondo il bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, in particolare, l’industria programma a giugno 163mila entrate (36mila assunzioni in più rispetto al mese scorso) e 378 mila nel trimestre; circa 397mila i contratti di lavoro che saranno offerti dal settore dei servizi nel mese in corso (+134mila assunzioni) e oltre 900mila quelli previsti per il trimestre. Si tratterà nel 56% dei casi di contratti a tempo determinato, nel 19% a tempo indeterminato, nel 10% in somministrazione e nel 5% in apprendistato; altre tipologie riguarderanno il restante 10% dei contratti. Aumenta anche la quota di imprese che programmano assunzioni passando dal 12% di maggio al 15% di giugno. A trainare la domanda di lavoro sono i principali comparti dell’industria manifatturiera con circa 106mila entrate complessive programmate per giugno: le industrie alimentari (67mila entrate, +60,1% sul mese scorso), le industrie metallurgiche e dei prodotti in metallo (55mila entrate, +49,1%) e le industrie meccaniche ed elettroniche (52mila entrate, +15,4%), tra i comparti più dinamici. In decisa ripresa anche la filiera turistica con 99mila entrate (+48,2% sul mese precedente), grazie anche ai contratti stagionali da attivare per il periodo estivo, il commercio, che prevede 84mila assunzioni (+83,2% in un mese), i servizi alle persone con 73mila assunzioni (+46,6%) e le costruzioni con 58mila ingressi programmati (+25,6%). Con le previsioni sul recupero dell’economia italiana, il quadro – viene sottlineato – favorisce “un cambio di passo” nei programmi di assunzione che arrivano a superare anche i livelli pre-Covid: rispetto a giugno 2019 sono 87mila le entrate complessive programmate in più (pari a +18,4%). Fanno però eccezione le imprese del turismo che formulano previsioni ancora lontane dai livelli occupazionali pre-crisi (-26mila ingressi a giugno) e -77mila nel trimestre giugno-agosto) e quelle della comunicazione (-2mila assunzioni a giugno e -6mila nel trimestre). A livello territoriale sono le regioni del Nord Ovest a mostrare un maggior dinamismo (+31.110 entrate programmate rispetto a giugno 2019), seguite dal Nord Est (+20.290), Sud e isole (+18.650) e Centro (+16.860).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: vendite al dettaglio giù ad aprile, -0,4%
rispetto ad aprile 2020, le vendite al dettaglio aumentano del 30,4% in valore e del 31,5% in volume
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
12:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile 2021 le vendite al dettaglio segnano un calo rispetto al mese precedente pari a -0,4% in valore e -0,5% in volume. Le vendite dei beni alimentari sono in aumento (+1,0% in valore e in volume) mentre calano quelle dei beni non alimentari (-1,5% in valore e -1,7% in volume).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rispetto ad aprile 2020, le vendite al dettaglio aumentano del 30,4% in valore e del 31,5% in volume. Lo comunica Istat. Nel trimestre febbraio-aprile 2021, in termini congiunturali, le vendite al dettaglio aumentano del 4,3% in valore e in volume.
L’Istat osserva che “ad aprile 2021 emerge un lieve ripiegamento congiunturale delle vendite al dettaglio che segue la stagnazione del mese precedente”, quando le vendite avevano segnato un calo dello 0,1% in valore rispetto a febbraio e un aumento dello 0,1% in volume. “Negli ultimi due mesi il risultato congiunturale complessivo è stato sostenuto dall’andamento positivo del comparto alimentare, mentre quello dei beni non alimentari ha contribuito negativamente”. “Il fortissimo incremento tendenziale che si osserva per quasi tutti gli aggregati – commenta l’istituto di statistica – è ovviamente il risultato del confronto con le vendite di un mese, l’aprile dello scorso anno, caratterizzato dalle estese chiusure dovute alle misure di contrasto all’emergenza sanitaria”. Tra i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali positive per tutti i gruppi di prodotti. Gli aumenti maggiori riguardano Mobili, articoli tessili, arredamento (+653,0%) e Calzature, articoli in cuoio e da viaggio (+431,3%), mentre per i Prodotti farmaceutici si evidenzia la crescita di minore entità (+6,0%). Rispetto ad aprile 2020, il valore delle vendite al dettaglio aumenta in tutti i canali distributivi: la grande distribuzione (+22,8%), le imprese operanti su piccole superfici (+38,1%), le vendite al di fuori dei negozi (+61,0%) e il commercio elettronico (+35,2%)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Renzi,sarà boom economico,vivere di lavoro non di sussidi
Inutile parlare di sondaggi, elezioni sono film diverso
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
12:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il cambio di passo sui vaccini non ha solo conseguenze sanitarie, ma anche conseguenze economiche: il PIL italiano sarà rivisto al rialzo. E questo significa che siamo alle porte di un vero e proprio boom economico, se solo riusciremo a fare le scelte giuste, infondere fiducia, vivere di lavoro e non di sussidi.
Valeva la pena prendersi tutti gli insulti che ci siamo presi per avere adesso Draghi al posto di Conte? Sì, ne valeva la pena”. Così Matteo Renzi nell’enews.
“Ed è inutile – afferma Renzi – continuare a parlare di sondaggi. Le elezioni sono sempre un film diverso dai sondaggi, come dimostrano anche le recenti elezioni regionali in Germania.
I sondaggi sono più uno strumento per condizionare il dibattito politico che non la fotografia della realtà. Per questo, io suggerisco a tutti di concentrarsi sulle idee più che sui sondaggi. Fa la differenza chi fa politica, non chi segue i sondaggi. E il mondo politico italiano del 2023 sarà totalmente diverso”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s: Appendino, non farò mancare il mio contributo
Ma su mio ingresso in segreteria a oggi non c’è niente
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 giugno 2021
12:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nei giornali il mio nome si è letto in tutti i modi in questi ultimi tre anni. Sono sindaca fino a ottobre e porto avanti il mio mandato.
Se ci saranno la possibilità e le condizioni non farò mancare il mio contributo, come tantissimi attivisti e chi ha fatto parte del Movimento in questi anni. A oggi non c’è niente”. Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, commenta le voci su una possibile ‘chiamata’ da parte di Giuseppe Conte nella segreteria del M5S.
“I se e i ma non li commento mai, io mi sento parte di questa comunità, del Movimento. Vediamo il nuovo progetto, se sarà credibile, come penso, darò il mio contributo. In questo momento il Movimento ha bisogno di ripartire”, ha aggiunto a margine dell’inaugurazione delle nuova aule del Politecnico di Torino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Epifani: in Aula Camera un minuto di silenzio ed applauso
Al suo banco un mazzo di fiori
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
21:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Aula della Camera ha osservato un minuto di silenzio in memoria di Guglielmo Epifani, il deputato di Leu ed ex leader della Cgil e del Pd scomparso ieri e ha tributato un unanime applauso. Al suo posto in Aula è stato depositato un mazzo di fiori. Il vicepresidente Ettore Rosato ha annunciato che nei prossimi giorni Fico terrà una commemorazione solenne di Epifani in Aula.
Il capogruppo di Leu Federico Fornaro ha letto in Aula il messaggio di cordoglio che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato in memoria di Epifani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fornaro era fisicamente il compagno di banco di Epifani ed era visibilmente commosso. “Alla fine di ogni intervento gli chiedevo come fossi andato. Non posso più farlo”, ha detto prima di iniziare la propria dichiarazione di voto sul dl Riaperture.
Anche l’Aula del Senato ha osserva un minuto di silenzio per ricordare Guglielmo Epifani scomparso ieri “in unione e vicinanza alle persone a lui più care”. A ricordare l’ex leader della Cgil e Pd e deputato di LeU la vicepresidente di turno Anna Rossomando che ha annunciato anche una prossima commemorazione per Epifani. “Dirigente sindacale che ha sempre tenuto al primo posto nella scala dei valori il lavoro e i diritti dei lavoratori, – ha sottolineato Rossomando – un impegno portato avanti anche in Parlamento, nella scorsa legislatura ha presieduto la commissione attività produttive alla Camera dei deputati. Un uomo del sindacato, della Cgil, sempre attento al rispetto anche nella durezza delle posizioni assunte durante la sua attività”.
I funerali di Gugliemo Epifani si terranno mercoled’ alle 11.30 presso la Chiesa San Roberto Bellarmino, in Piazza Ungheria a Roma. La camera ardente è stata allestita presso il Policlinico Agostino Gemelli. La commemorazione laica avverrà intorno alle 13.00, alla Casa del Cinema, a Villa Borghese.
La bandiera della Cgil sarà esposta a mezz’asta in tutte le sedi e saranno annullate tutte le iniziative sindacali in programma in segno di lutto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Saman: Tajani, giustizia per lei e per ragazze vittime
La sua storia non può lasciarci indifferenti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
12:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La vicenda di Saman non può lasciarci indifferenti. È intollerabile che in Italia e in Europa accadano queste cose.
La libertà è un valore fondamentale e nessuna pratica, religiosa o meno, può metterla in discussione. Giustizia per Saman e per le donne vittime dei loro aguzzini”. Lo scrive su Twitter Antonio Tajani, Coordinatore nazionale di Forza Italia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Decreto riaperture: Camera conferma fiducia, 466 sì
Domani il voto finale sul provvedimento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
19:06
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Camera conferma la fiducia al governo sul dl riaperture. I voti a favore sono stati 466, 47 i contrari, un astenuto.
Al voto finale sul provvedimento si giungerà domani pomeriggio: oggi verranno illustrati gli ordini del giorni che verranno votati domattina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Consip: gara fornitura elettricità a PA per 2 miliardi
Presentazione offerte entro il 24 giugno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
12:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Consip ha bandito la nuova gara per la fornitura di energia elettrica alle PA, per un totale – compresi gli eventuali incrementi contrattuali – di circa 17,7 Terawattora (TWh). Lo si legge in una nota.
La Convenzione “Energia Elettrica ed. 19” è suddivisa in 16 lotti geografici più il lotto “Italia”, per un valore stimato a base d’asta di oltre 2 miliardi di euro. Il termine per la presentazione delle offerte è fissato per le ore 16 del 24 giugno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Mattarella: ‘Sulla buona strada ma non ancora al traguardo’
Mattarella all’Università Statale di Milano per la cerimonia dell’anno accademico
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2021
19:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per l’uscita dalla pandemia “siamo sulla buona strada, ma non ancora al traguardo”, ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella intervenendo all’Università Statale di Milano.
“Non è stato uno stress test straordinario solo per l’università, lo è stato per tutti, in ogni parte del mondo ed è bene mantenere alta l’attenzione su quanto avvenuto soprattutto perché quando l’emergenza sarà alle nostre spalle sarà bene non cancellarla dal ricordo, tenerla sempre presente per ricavarne alcuni criteri di comportamento”, ha detto ancora Mattarella. “Una delle esperienze che questa drammatica fase dalla quale stiamo cercando di uscire” è che “ognuno ha bisogno degli altri, ciascuno di noi ha avuto bisogno di tutti gli altri e viceversa, e questo è un criterio che speriamo non venga rimosso. Non lo sia a livello di relazione tra le persone, e neanche nelle relazioni tra gli Stati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ un insegnamento che sarà bene custodire e mettere a frutto”.
“Da queste riflessioni sulla pandemia emerge anche il senso del valore della ricerca e della riflessione critica – ha detto Mattarella -. Il rettore ha sollecitato una riflessione sulla governance dei nostri atenei, per pervenire a modelli adeguati per efficienza e aderenza ai tempi che attraversiamo, in linea con quanto detto dalla ministra Messa. Ed è la linea che ha attraversato la lectio magistralis del professor Dionigi”. Ha poi sottolineato come “in questa stagione è emerso agli occhi di tutti il valore della scienza e della ricerca. Non saremo mai abbastanza grati al mondo della scienza per la velocità e l’impegno con cui hanno consegnato all’umanità gli strumenti per sconfiggere la pandemia”.
Il presidente della Repubblica ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2020/2021. Ad accoglierlo al suo arrivo il rettore dell’ateneo, Elio Franzini, il ministro dell’Università e della Ricerca, Cristina Messa, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.
IL VIDEO:

Al termine della cerimonia all’Università Statale il presidente Mattarella all’aeroporto di Linate per l’inaugurazione della nuova area imbarchi. Il rinnovamento dell’aeroporto di Linate “è una prova del fatto che il nostro paese durante la pandemia non è stato né inerte né passivo. L’Italia ha reagito con saggezza anche coltivando le ragioni della resilienza e pensando al futuro post pandemia”, ha detto Mattarella. “Questo aeroporto ne è un esempio e dimostrazione – ha aggiunto – perchè non ritorna alle condizioni passate ma presenta un’immagine totalmente nuova e adatta al futuro”, quindi è “un’opera di grande rilievo e importanza”.
Durante la pandemia, “il traffico aereo è stato talmente compresso da giungere quasi all’azzeramento e questo pone per le istituzioni un’esigenza e un obbligo di attenzione per l’importanza che il trasporto aereo riveste”. “Si richiede attenzione per sorreggere e incentivare la ripresa del trasporto aereo, dei trasporti in generale e del turismo”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Fico e Casellati designano 4 membri per Conferenza futuro Ue
Sono Alfieri e Taverna, Bianchi e Montaruli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
12:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I quattro rappresentanti del Parlamento italiano presso l’Assemblea plenaria della Conferenza sul futuro dell’Europa saranno i senatori Alessandro Alfieri (Pd) e Paola Taverna (M5S) e i deputati Matteo Luigi Bianchi (Lega) e Augusta Montaruli (FdI). É quanto emerge da fonti parlamentari dopo la decisione dei presidenti di Camera e Senato sulle candidature dei maggiori partiti di maggioranza per gli incarichi.
Oltre ai 4 parlamentari la delegazione italiana sarà composta, per la parte governativa, dal ministro degli esteri Luigi Di Maio e dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Enzo Amendola. La prima riunione del nuovo organismo si terrà il 19 giugno a Strasburgo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella, sorreggere e incentivare trasporti e turismo
Attenzione all’importanza che trasporto aereo riveste
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2021
13:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Durante la pandemia, “il traffico aereo è stato talmente compresso da giungere quasi all’azzeramento e questo pone per le istituzioni un’esigenza e un obbligo di attenzione per l’importanza che il trasporto aereo riveste”: lo ha sottolineato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella intervenendo all’inaugurazione della nuova area imbarchi dell’aereoporto milanese di Linate, aggiungendo che “si richiede attenzione per sorreggere e incentivare la ripresa del trasporto aereo, dei trasporti in generale e del turismo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: von der Leyen, nostra ripresa sta per cominciare
Soldi cominceranno ad arrivare nelle prossime settimane
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 giugno 2021
13:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ringrazio tutti e 27 gli Stati membri per il lavoro titanico che hanno fatto. In meno di un anno, quindi, ci siamo, la nostra ripresa sta per cominciare, i piani sono il faro e i soldi cominceranno ad arrivare nelle prossime settimane”.
Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen intervenendo al dibattito al Parlamento europeo a Strasburgo.
“Ad oggi abbiamo ricevuto 23 piani nazionali, piani che lanciano un messaggio molto chiaro – ha aggiunto -: gli europei sono pronti per un nuovo inizio. I nostri cittadini sono pronti per vivere in modo sostenibile, più digitale e più resiliente nel futuro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5S: Fico, auspicio positivissimo, sono ottimista
Presidente Camera a Napoli parla del futuro del movimento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
08 giugno 2021
13:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’auspicio sul Movimento è un auspicio positivo, e sarà positivissimo. Io sono ottimista”.

Cosi il Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico rispondendo a Napoli a una domanda dei giornalisti sul futuro del Movimento Cinque Stelle.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Toti, in Liguria immunità gregge agosto-settembre
Dipenderà tutto dalle dosi che arriveranno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 giugno 2021
13:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In Liguria entro le prossime settimane tutte le categorie a rischio saranno protette, poi lavoreremo per l’immunità di gregge che arriverà tra agosto e i primi di settembre, vedremo le dosi di vaccino”. A dirlo il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.
“Dipende molto da quanto arriverà realmente in termini di vaccini nei mesi di giugno, luglio e agosto – ha spiegato – noi oggi abbiamo una programmazione reale della struttura commissariale fino all’ultima settimana di giugno che prevede circa 78-80mila vaccini, quindi non abbiamo ancora visto quell’aumento a 20 milioni di dosi a giugno e 25 a luglio. Ma siccome il generale Figliuolo è persona seria sono certo che appena avrà le date di consegna ce le comunicherà”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Senato: giovedì in Aula Cartabia, Giorgetti e Speranza
Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
13:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per il question time di giovedì 10 giugno in Aula del Senato a partire dalle ore 15 saranno presenti il ministro della Giustizia Marta Cartabia, il ministro per lo Sviluppo Giancarlo Giorgetti e il ministro per la Salute Roberto Speranza. Lo ha stabilito questa mattina la conferenza dei capigruppo di palazzo Madama.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: nelle Marche da settembre la terza dose
Ad esempio per il personale sanitario che è stato il primo ad essere vaccinato a partire da fine dicembre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
14:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nelle Marche si prevede di iniziare nell’ultima settimana di settembre la terza dose vaccinale anti-Covid, ad esempio per il personale sanitario che è stato il primo ad essere vaccinato a partire da fine dicembre. Lo riferisce l’assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini “acclarato che la copertura vaccinale dura circa 9 mesi”.  “L’immunizzazione dei marchigiani? I vaccini che le Marche hanno avuto a disposizione, sono stati inferiori alla proporzione con la popolazione e abbiamo chiesto al commissario di recuperare”; “Quando avremo superato un milione di vaccini su una platea di un milione e 250, avremo consapevolezza di essere un passo avanti”. Ma prima della questione terzo richiamo, c’è quella dei vaccini in vacanza: le Marche sono “in grado ora di fare lo scambio automatico con il sistema Poste solo con la Lombardia”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Circa 400 già le telefonate al Cup (centro unico prenotazione) Marche per chiedere la somministrazione della seconda dose in vacanza o altrove. La Regione sta organizzando lo ‘scambio’ in base alla “concertazione tra tutte le regioni. Non è un problema solo delle Marche, deve essere risolto a livello di Conferenza delle Regioni e poi coordinate dal commissario Figliuolo”. Altro nodo è quello degli studenti che vogliono andare all’estero, per esempio per motivi di studio, e chiedono di anticipare la vaccinazione. La Regione valuta di “vaccinarli con il Johnson, con la dose unica”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La pesca si ferma, misure Ue uccidono turismo e ristorazione
Alleanza pesca, protesta il 12 giugno in tutta Italia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
14:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La pesca italiana si fermerà in segno di protesta il 12 giugno, una battaglia di tutte le economie perché sul settore vivono e prosperano turismo e ristorazione in prima fila. “Fermiamo le restrizioni della politica europea prima che sia troppo tardi”, fa sapere l’Alleanza pesca lanciando l’hashtag #salviamolapescaitaliana.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Se la politica europea della pesca in Mediterraneo continuerà a ridurre l’attività dei nostri pescherecci costringendo alla chiusura le imprese – avverte l’Alleanza – ci accorgeremo di quanto fosse importante per la ristorazione e per il turismo”.
La cultura del mare e la vitalità delle comunità costiere rischiano di essere un ricordo del passato, precisa l’Alleanza, “a causa di una politica dissennata che mira a chiudere la pesca a strascico, il comparto principale che rifornisce di pesce fresco le tavole degli italiani e dei turisti”. Difficile pensare a una riconversione della cucina di mare italiana verso sogliole di Dover, merluzzo atlantico o pangasio del Mekong, denuncia l’Alleanza ed ancora più difficile sperare che i turisti vengano in Italia per mangiare lo stesso pesce che trovano a casa loro. “Eppure questa è una prospettiva che Bruxelles sta rendendo sempre più probabile cercando di ridurre la nostra pesca al punto di ucciderla”, conclude l’Alleanza, annunciando manifestazioni per sabato a partire dalle 10.30 a Venezia-Fondamenta Le Zattere e a Mazara del Vallo-Piazza della Repubblica e da Nord a Sud in tantissimi porti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bimbo si fa male all’asilo, indagata sindaca di Crema
Bonaldi, ‘sistema necessita correttivi’. Decaro, ‘parte civile’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CREMONA
08 giugno 2021
14:44
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La sindaca di Crema, Stefania Bonaldi, ha ricevuto un avviso di garanzia per un incidente accaduto nell’asilo comunale della città dove, lo scorso ottobre, un bimbo si era ferito la mano nel cardine di una porta tagliafuoco, procurandosi lesioni da schiacciamento al terzo e al quarto dito della mano sinistra. Il bimbo ha riportato lesioni non permanenti ma comunque tali da richiedere cure per tre mesi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato lo stesso primo cittadino della città, in provincia di Cremona, a dare notizia di essere indagata nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Ora alla sindaca, in concorso con altri, si contesta di aver omesso l’installazione di dispositivi idonei ad evitare la chiusura automatica.
“Non vi nascondo che questo episodio – ha detto Bonaldi ai consiglieri comunali -, fin dal suo accadere è stato per me fonte di grande avvilimento, lenito solo dal felice esito sanitario; tuttavia oggi è anche tempo di porre l’attenzione su un sistema che, a livello nazionale, necessita di interventi e correttivi, invocati anche da autorevoli opinionisti e studiosi in modo trasversale, che aumentino le tutele giuridiche a favore dei sindaci”.
“Insieme a Stefania siamo tutti indagati, se lo Stato non cambia regole ci costituiremo parte civile”, ha detto il presidente dell’Anci Antonio Decaro. “Avviso di garanzia a Stefania Bonaldi, sindaca di Crema, perché un bambino dell’asilo si è chiuso due dita nel cardine di una porta tagliafuoco ,senza conseguenze permanenti. L’accusa: avrebbe dovuto impedire che la porta si chiudesse automaticamente. Ma si può andare avanti così?”, ha scritto su Twitter il sindaco di Bergamo Giorgio Gori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lite per parcheggio, aggredita e minacciata dal clan
A Roma, vittima presidente associazione premiata da Mattarella
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 giugno 2021
15:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aggredita e minacciata da esponenti della criminalità per una banale lite per un parcheggio. E’ accaduto alla periferia di Roma, a Tor Bella Monaca, e la vittima è la fondatrice dell’associazione TorPiùBella, Tiziana Ronzio, premiata nel 2019 Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica dal presidente Sergio Mattarella.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A denunciare l’aggressione avvenuta ieri sera la stessa associazione in un post su Fb. “E’ l’ultimo episodio di una serie di atti intimidatori che ormai da mesi colpiscono Tiziana e chi le sta intorno. Provocazioni, minacce di morte ed intimidazioni, tutti atti sono documentati e portati all’attenzione delle istituzioni preposte ma ciononostante la situazione non appare migliorare”, si legge nel post. La lite per un parcheggio è avvenuta ieri sera. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. L’alterco ha inizialmente coinvolto due ragazzi, tra cui il figlio della presidente dell’associazione, e ha attirato un capannello di persone. Ad accorrere anche un componente della famiglia Moccia, gambizzato nei giorni scorsi, che avrebbe inveito contro i militari, minacciandoli. Il ragazzo è stato arrestato dai carabinieri di Tor Bella Monaca per resistenza e minacce. A scendere in strada anche sua madre che avrebbe avuto una discussione con Ronzio conclusa a suon di schiaffi.
L’associazione TorPiùBella è nata circa sei anni fa ed è composta da un gruppo di residenti del quartiere.
“E’ un fatto gravissimo che non può essere accettato”, ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Maturità: Floridia, mi auguro si torni a quella tradizionale
Sottosegretario, quest’anno simile a quella dello scorso anno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
15:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’anno prossimo vedremo ma mi auguro ci sia un ritorno all’esame di Stato tradizionale.
Quest’anno è un esame particolare ma espleta le valutazioni sulle competenze dei ragazzi.
Si potrà valutare la maturità del ragazzo e la competenza nelle varie discipline. Sarà un esame diverso dagli altri anni, simile allo scorso anno, che ci permetterà di valutare la maturità dei ragazzi”. Lo ha detto la sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia (M5S) su Radio1 all’interno di “Che giorno è”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fedriga, macchina Regioni è pronta per terze dosi
Presidente, ma se annuale serve coinvolgere medici e farmacie
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
08 giugno 2021
16:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo una macchina delle Regioni che è pronta già da adesso a partire, ma è chiaro che una cosa è se serve una terza dose e poi finisce là, un’altra se sarà un vaccino annuale”. Così il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a Sky Tg24, sull’ipotetica somministrazione di una terza dose di vaccini.

“Se diventasse un vaccino ripetitivo – ha spiegato – a quel punto noi dovremmo passare dalla straordinarietà di questa campagna vaccinale all’ordinarietà, che significa coinvolgere i medici di medicina generale e le farmacie”. Solo allora “potremo smantellare gli hub vaccinali”, come ipotizzato da Figliuolo.
“Un’organizzazione straordinaria sul lungo periodo diventa insostenibile – ha sottolineato Fedriga – ma dall’altra parte dobbiamo avere la certezza di garantire il diritto alla salute dei nostri cittadini”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Genova crea commissione speciale contro messaggi d’odio
Consiglio approva delibera, sarà intitolata a Liliana Segre
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 giugno 2021
16:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
È stata approvata all’unanimità dal consiglio comunale di Genova la delibera di consiglio sull’istituzione della commissione speciale per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo, istigazione all’odio e alla violenza, cosiddetta commissione Segre. Un percorso iniziato alla fine del 2019, nelle settimane in cui il sindaco di Genova – in occasione del premio Levi a palazzo Ducale – aveva conferito la cittadinanza genovese onoraria alla senatrice a vita scampata ai lager nazisti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La commissione speciale, che avrà durata fino alla fine del mandato, quindi a metà del 2022, avrà tra i compiti quello di effettuare una valutazione degli episodi, dei provvedimenti adottati e l’elaborazione di proposte per contrastare questi fenomeni.
La delibera, proposta dal capogruppo di Forza Italia Mario Mascia, era stato un testo di compromesso che puntava a trovare il favore di tutta l’aula dopo quello presentato dalla Lista Crivello, all’opposizione, e che avrebbe rischiato di non essere votato dal centrodestra. La commissione, di fatto, è soprattutto contro il fenomeno dell’hate speech: “La commissione speciale è una garanzia di libertà contro ogni istigazione all’odio ed ogni violenza politica – ricorda Mario Mascia – non solo quella fisica ma anche quella verbale, che soprattutto sui social spesso trascende i limiti di una legittima critica politica e del rispetto della libertà di pensiero altrui per diventare l’anticamera della violenza politica”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Copasir: Pd, per presidenza voto favorevole a proposta Fdi
Per motivi di carattere meramente istituzionale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
16:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Pd, in ordine alla presidenza” del Copasir “esprimerà in seno al Comitato un voto di consenso alla proposta avanzata dall’opposizione di Fratelli d’Italia per motivazioni di carattere meramente istituzionali”. Lo dichiara in una nota Enrico Borghi, responsabile delle Politiche per la sicurezza della segreteria del Pd.
“Il voto favorevole alla proposta di candidatura avanzata dall’opposizione, oltre che assicurare il pieno ripristino delle necessarie piene funzioni del Copasir, vuole andare nel senso” di “mantenimento della istituzione nel perimetro delle funzioni che la legge le attribuisce e di cooperazione parlamentare”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: ultimo giorno di scuola oggi in sei regioni
Al via gli esami di terza media, dal 16 giugno la maturità
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
16:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ultimo giorno di scuola oggi in sei regioni: nel Lazio, in Lombardia, Basilicata, Abruzzo, Sicilia e Valle d’Aosta. Sabato scorso si sono già concluse in Molise, Marche, Veneto, Emilia Romagna e Campania.
E via via, con il passare dei giorni, suonerà l’ultima campanella domani 9 giugno per gli studenti dell’Umbria e della Liguria, il giorno dopo in Provincia di Trento e in Sardegna, l’11 per quelli del Piemonte e della Puglia, il 12 andranno in vacanza gli studenti calabresi. Gli ultimi, il 16 giugno. saranno gli studenti della Provincia di Bolzano. Da domani inizieranno gli esami di terza media nelle regioni in cui si sono concluse le lezioni, anche a Roma. Al via la maturità dal 16 giugno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pezzo metallo precipita da A12 a Rapallo, nessun ferito
Secondo distacco da aprile. Sindaco, altro grave epidosio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 giugno 2021
17:24
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una piastra di metallo si è staccata dal viadotto dell’autostrada A12 a Rapallo (Genova) ed è precipitata per 50 metri su una carrozzeria senza per fortuna colpire persone o cose. E’ la seconda volta in poche settimane che un pezzo di metallo cade da quel viadotto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile una piastra aveva danneggiato un’auto dentro la carrozzeria. “Non ho avuto neanche il tempo di ultimare una lettera diretta ad autostrade per una richiesta urgente di incontro sul tema viabilità che si è verificato un altro grave episodio – ha affermato il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco -. Nonostante le nostre continue segnalazioni si è appena verificato un altro distacco dal viadotto che sovrasta Via Betti. Sono in corso i necessari accertamenti da parte delle forze dell’ordine, comunicherò eventuali aggiornamenti non appena disponibili.
Ringrazio per la tempestiva segnalazione l’ex consigliere comunale Walter Cardinali”.
In città c’è preoccupazione anche in vista delle tradizionali celebrazioni delle feste per la Madonna di Montallegro. Una cittadina ha scritto al sindaco ringraziandolo per l’attenzione al problema e spiegando che “a breve inizierà la Novena a Montallegro con un numeroso passaggio di auto, sarebbe bene essere certi che il passare sotto sia sicuro. Grazie saremmo tutti un po’ stufi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Consiglio Veneto istituisce commissione d’inchiesta
Sulla gestione regionale della pandemia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
08 giugno 2021
17:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con voto unanime il Consiglio regionale del Veneto ha istituito la Commissione speciale d’inchiesta sulla gestione della pandemia d Sars-Cov-2 e sul diverso andamento di contagi e decessi che ha caratterizzato la seconda ondata.
Spetta ora al presidente del Consiglio, sentiti i gruppi consiliare, nominare entro venti giorni i 15 componenti, 10 di maggioranza e di 5 di opposizione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno i componenti designati ad eleggere al proprio interno il presidente (incarico che spetta alle opposizioni), nonché il vicepresidente e il consigliere segretario (che saranno di maggioranza). La commissione, che era stata oggetto di vivace scontro nelle scorse settimane tra maggioranza e opposizione in relazione a composizione, ambito di azione, metodo, compiti e pubblicità delle sedute, dovrà accertare le cause che hanno influito su contagi e decessi e verificare le eventuali responsabilità.
Dovrà inoltre riprendere e completare i lavori avviati dalla commissione speciale sulla gestione della pandemia nelle residenze sanitarie assistite e delle case di riposo per anziani, istituita nel luglio scorso e poi sospesa con la fine della legislatura. Le sedute saranno pubbliche, salvo diversa e motivata disposizione della terna di presidenza, e i lavori dovranno concludersi entro il 30 novembre, salvo proroghe. Come richiesto dai consiglieri di maggioranza, la relazione finale dovrà essere inviata all’Autorità giudiziaria, oltre che discussa in Consiglio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaca Crema, nostre responsabilità sproporzionate
Episodio ‘mi spinge a impegnarmi con ancora più volontà'”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2021
17:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I miei colleghi conoscono il problema. Le responsabilità che hanno i sindaci sono obiettivamente sproporzionate ed eccessive, direi anche meglio: non ben circostanziate”.
Lo ha detto il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, commentando l’avviso di garanzia per lesioni colpose in relazione all’infortunio accaduto a un bambino dell’asilo comunale che ha avuto le dita schiacciate da una porta. Bonaldi non ha dubbi alla domanda se, dopo questo episodio ha ancora voglia di amministrare la città: “Naturalmente – risponde – Non credo basti e non sarebbe giusto bastasse questo episodio per mettere in discussione il mio amore per la mia città e l’impegno amministrativo”. “In generale, politicamente parlando e parafrasando il grande Battiato, ‘mi spinge a impegnarmi con ancora più volontà'”, aggiunge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo:Meloni,Battisti chiede trasferimento,non assecondarlo
E’ un terrorista e pluriassassino
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
17:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il terrorista e pluriassassino Cesare Battisti continua a protestare in carcere – chiedendo il trasferimento – e invia un appello “strappalacrime” alla giustizia. 40 anni di esilio da cittadino contribuente? Dovevi passarli in carcere a scontare la tua pena.
Nessuno assecondi le ridicole richieste di questo individuo”.
Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Discoteche: Salvini, farle riaprire dall’1 luglio
Leader Lega incontra il presidente dall Silb-Fipe Maurizio Pasca
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
17:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Incontro tra Matteo Salvini e il presidente della Silb-Fipe Maurizio Pasca, organizzazione leader del settore dell’intrattenimento notturno. Al centro del colloquio, le esigenze dei locali, a partire dalle discoteche e dalle sale da ballo.
La richiesta del settore – che conta 100mila posti di lavoro, 3mila locali e un fatturato da 2 miliardi – è riaprire il primo luglio, quando non ci sarà più il coprifuoco nazionale. Salvini ha sottolineato che anche gli amministratori locali della Lega, a partire dai governatori, sono allineati e favorevoli”. Lo fa sapere una nota della Lega.
“La Conferenza delle Regioni aveva già ipotizzato di togliere i divieti nelle zone bianche grazie al green pass. Il leader della Lega – spiega la nota – ha personalmente affrontato l’argomento con il Presidente del Consiglio Mario Draghi, ieri, e in queste ore è al lavoro in stretta collaborazione con il ministro Giancarlo Giorgetti”. “Vogliamo garantire il divertimento controllato, sicuro e ragionevole” assicura Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Landini a P. Chigi, un’ora di incontro con Draghi
Segretario Cgil ha lasciato sede governo alcuni minuti fa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
17:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un’ora di incontro, a Palazzo Chigi, tra il premier Mario Draghi e il segretario della Cgil Maurizio Landini, arrivato nella sede del governo attorno alle 16 e uscito alcuni minuti fa. L’incontro informale ha avuto luogo proprio mentre è in corso il dibattito, nel governo, nella maggioranza e nelle parti sociali, sul nodo del blocco dei licenziamenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia:incontro Cartabia-Letta, pieno appoggio riforma
Leader dem, questa è legislatura svolta, Camere protagoniste
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
17:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un’ora di colloquio “molto costruttivo e cordiale” si è svolto oggi pomeriggio tra il.ministro della Giustizia Cartabia e il segretario Pd Letta in cui il segretario dem ha espresso pieno sostegno suo personale e del partito al lavoro del ministro.Letta ha illustrato, spiegano fonti del Nazareno, proposte Pd sulla riforma del CSM, giustizia civile e penale.Questa deve essere la legislatura di svolta, avrebbe detto Letta secondo quanto riferiscono fonti del Nazareno, sulla giustizia dopo 30 anni di guerra politica c’ è un allineamento formidabile da cogliere per fare tutti ciò che non si è riusciti a fare negli ultimi decenni. E’ il Parlamento, è la convinzione di Letta, che deve cogliere questa opportunità e fare la riforma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna,14 casi, ospedali si svuotano
Tre le vittime. Nelle ultime 24 ore vaccinate 12.225 persone
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
08 giugno 2021
18:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si mantiene bassa la curva dei contagi da Covid in Sardegna. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 14 nuovi casi e tre decessi (1.479 in tutto).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Complessivamente salogno a 56.900 le positività accertate nell’Isola dall’inizio dell’emergenza.
In totale sono stati eseguiti 1.323.121 tamponi, con un incremento di 2.337 test rispetto al dato precedente e un tasso di positività dello 0,5%.
Dati confortanti anche sul fronte degli ospedali. Sono 100 (-5) i pazienti attualmente ricoverati in area medica, 6 (-1) quelli in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.169, i guariti 43.142 (+155).
Ma resta il caso Aritzo, dove si registrano 50 casi di positività e 102 persone in quarantena. Numeri che crescono man mano che aumentano i tamponi effettuati e che hanno costretto due giorni fa il commissario straordinario del Comune, Antonio Monni, a emanare un’ordinanza che prevede la zona rossa rinforzata: chiuse le scuole, vietata l’apertura di tutte le attività commerciali compreso l’asporto, così come sono vietate le uscite o le entrate in paese se non per lavoro o urgenze di tipo sanitario. “Fortunatamente nessuno dei contagiati è ricoverato in ospedale: sono quasi tutti giovani, eccetto un anziano che non si era potuto vaccinare”, ha detto Monni che ha voluto fare un appello ai ragazzi affinché rispettino le regole sanitarie e si vaccinino al più presto per evitare nuove infezioni.
Sul fronte vaccini, dopo aver tagliato ieri il traguardo del milione di vaccinazioni dall’inizio della campagna, la Sardegna oggi arriva a quota 1.004.463 dosi somministrate (su un totale di 1.180.120 consegnate), con una percentuale dell’85,1%.
Nelle ultime 24 ore sono state vaccinate nell’Isola 12.225 persone. Quasi conclusa la vaccinazione degli anziani over 80: l’84,04% ha ricevuto almeno la prima dose, il 74,63% ha già completato l’intero ciclo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Comunali: Meloni, non capisco continui rinvii vertice
La leader di FdI: ‘Penso che Michetti sia un’ottima proposta’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
18:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ il rinvio sine die che comincio a non capire più, non lo capiscono più nemmeno i cittadini e veramente con il cuore in mano chiedo agli alleati di stringere, perché è veramente importante partire”. Lo ha detto a proposito del rilancio della riunione del centrodestra sulle amministrative Giorgia Meloni, leader di Fdi, alla trasmissione Fuori dal coro, in onda stasera su Rete 4.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Io sui sindaci – ha spiegato – chiedo solo di decidere, voglio vincere. Penso ci siano le condizioni per fare bene, francamente questo continuo rimandare comincio a non comprenderlo più. Sappiamo quali sono le proposte sul tavolo”.
“Loro hanno detto – ha aggiunto riferendosi agli alleati Giorgia Meloni – che preferivano fare prima la riunione sulla federazione che dovrebbe esserci domani e che ci saremmo visti poi”. “Io credo che oggi scegliere dei candidati sindaci e partire con la campagna elettorale sia la priorità. Cinque anni fa non abbiamo trovato una soluzione a Roma e il risultato non l’ha pagato il centrodestra, lo hanno pagato i romani”, ha concluso la Meloni.
“Io penso che Michetti sia un’ottima proposta. Roma ha bisogno di una persona che conosca molto bene la macchina, perché Roma è una macchina molto complessa, e quindi il rischio di trovarsi un sindaco modello Raggi che non sa dove mettere le mani e che gira in tondo, è alto. Una certezza che io ho è che Michellti, che è forse il più profondo conoscitore di amministrazione pubblica, tanto che aiuta i sindaci a risolvere i problemi, sa dove mettere le mani. Sa cosa fare se un dirigente non fa il suo lavoro , sa come comportarsi sulla grandi questioni della capitale. A me sembra una ottima proposta. Se qualcuno ne ha una migliore la faccia basta che decidiamo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Di Maio, l’Italia con il G20 protagonista sulla Global tax
‘Accordo raggiunto al G7 è una buona notizia’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
18:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sulla Global tax, “dopo l’accordo raggiunto al G7, che è una buona notizia, il prossimo passaggio vede protagonista l’Italia con il G20”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervistato dal direttore del Sole 24 Ore Fabio Tamburini per l’evento Pre-Summit Think Tank di ‘Made in Italy: Setting a New Course’.
Il titolare della Farnesina ha ricordato che “l’Italia aveva provato a fare la digital tax ed aveva ricevuto in risposta la minaccia dei dazi da oltreoceano, ora gli Usa e tutto il mondo hanno raggiunto un accordo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bonificate 51 discariche:la relazione del Commissario Vadalà
In 40 mesi. Risparmiati 20,4 milioni all’anno di sanzioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
18:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Su 81 discariche consegnate il 24 marzo 2017 nelle mani del commissario di governo per la bonifica dei siti inquinati più della metà, 51, sono state portate fuori dalla procedura di infrazione, permettendo all’Italia di risparmiare 20milioni e 400mila euro ogni anno”. Sono alcuni dei dati contenuti nella settima relazione semestrale sullo stato delle discariche abusive Italiane, che sarà presentata dal commissario unico alle bonifiche, Giuseppe Vadalà, presso la sala parlamentino del Comando Unità forestali, alimentari e agroalimentari dei Carabinieri, a partire dalle 11:00.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’evento è stato voluto in sinergia con il Sottosegretario del Ministero della Transizione Ecologica Ilaria Fontana. Relatori: Alessia Rotta, Presidente VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati; Don Luigi Ciotti, Direttore della “Associazione Libera”; Filomena Maggino, Coordinatore del Dipartimento per il Benessere Integrale della Pontificia Accademia Mariana Internazionale della Santa Sede; Stefania Dota, Vice Segretario Generale Anci; Suor Alessandra Smerilli, Sotto-Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale della Città del Vaticano;, Antonio Pietro Marzo, Comandante dell’Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dei Carabinieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Ue, prossima settimana primi via libera a piani
Dombrovskis, ‘qualche limatura da fare ma quadro promettente’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
08 giugno 2021
18:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo ancora discutendo alcune questioni con gli Stati membri”, sui piani di rilancio, “ci sono limature da fare, tuttavia però il quadro sembra promettente”.
Così Valdis Dombrovskis, commissario europeo, intervenendo al Parlamento europeo.
“La prossima settimana la Commissione europea comincerà ad approvare i primi Pnrr per passare poi alla fase di attuazione con il Consiglio e se tutto va bene a luglio cominceremo ad erogare i primi fondi agli stati membri”, ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Partiti al lavoro su Irpef, da scaglioni a no tax area
Depositati in Commissione Finanze documenti per riforma
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
18:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Partiti al lavoro sulla riforma del fisco. I gruppi hanno depositato in Commissione Finanze alla Camera i documenti con le loro proposte da cui far scaturire una posizione comune in vista della legge delega che il governo si è impegnato a presentare entro luglio.
Leu e Pd non escludono una maggiore progressività dell’Irpef adottando una aliquota continua ‘alla tedesca’. La Lega punta, insieme ad Iv, ad abolire l’Irap e con FI guarda alla pace fiscale e ad ampliare la no tax area. Il Movimento 5 Stelle propone di semplificare “la giungla” delle tax expenditures, proponendo rimborsi immediati delle detrazioni direttamente sul conto corrente, legandoli al cashback.
Sotto gli occhi di tutti il maxiscaglione tra la seconda e la terza aliquota che per i redditi tra 28.000 e 55.000 sale di 11 punti, dal 27% al 38%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Corsa dei giovani ai vaccini, dubbi degli esperti sugli open day
Campania e Friuli VG regioni con più dosi a 20enni. Al 26% e 21% fascia popolazione. Seguono Umbria e Lombardia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
10:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I giovani danno lo sprint alla campagna vaccinale, ma gli esperti frenano sugli Open Day, in particolare quelli con le inoculazioni di Astrazeneca, che porterebbero ad un rischio di trombosi “più alto del Covid-19”.
Al momento proseguono comunque in massa le prenotazioni dei ragazzi, che puntano al green pass. E’ proprio con il certificato vaccinale che potrebbero tornare in pista, in attesa dell’apertura delle discoteche: dopo un primo incontro al ministero della Salute tra il sottosegretario Andrea Costa e i gestori delle sale da ballo, emerge una convergenza sulla ripartenza a luglio e l’utilizzo del green pass.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho raccolto le richieste, da condividere ora con governatori e Cts, sottolineando la mia posizione a favore di una riapertura senza distanziamento, che comunque non avverrà a giugno”, chiarisce Costa. Resta ancora da stabilire se resterà obbligatoria la mascherina una volta entrati. Su questi provvedimenti il centrodestra è compatto e sale il pressing sul ministro della Salute, Roberto Speranza, che al momento resta cauto.
Anche il leader del Carroccio ha incontrato il sindacato dei gestori dei locali: “la Conferenza delle Regioni aveva già ipotizzato di togliere i divieti nelle zone bianche grazie al green pass”, dice Matteo Salvini, spiegando di aver “personalmente affrontato l’argomento con il Presidente del Consiglio” e di essere “in queste ore al lavoro in stretta collaborazione con il ministro Giancarlo Giorgetti. Vogliamo garantire il divertimento controllato, sicuro e ragionevole”. Anche in virtù dei nuovi allentamenti in zona bianca, presto estesa a tutto il Paese – e della fine del coprifuoco dal prossimo 21 giugno – le Regioni continuano ad immunizzare i più giovani con qualsiasi tipo di siero: negli ‘eventi vaccinali’ appositamente dedicati non si utilizzano soltanto gli Rna (Pfizer e Moderna), ma soprattutto quelli a vettore virale (Astrazeneca e Johnson & Johnson, raccomandati dall’Aifa per gli over 60). la Campania, il Friuli Venezia Giulia e l’Umbria sono le regioni che hanno somministrato il maggior numero di dosi di vaccino in Italia ai giovani in quella fascia d’età, coprendo rispettivamente il 26,1%, 21,8% e 21,3% di questa fascia di popolazione. E’ quanto emerge dai dati sulle vaccinazioni in Italia. In questa graduatoria, che comprende anche la province autonome di Trento e di Bolzano, quest’ultima ha raggiunto già il 30,3% mentre la Lombardia è al 20,7%, la Sicilia al 20,3% e la Basilicata al 20%.
Un gruppo di 24 medici vaccinatori ha però lanciato un appello, dicendosi contrario alla scelta di aprire ai più giovani le vaccinazioni con gli Open day AstraZeneca, “perché la somministrazione di questo vaccino ai soggetti minori di 40 anni, in particolare di sesso femminile, potrebbe comportare più rischi che benefici, causando anche se raramente complicanze potenzialmente mortali”.
Per l’uscita dalla pandemia “siamo sulla buona strada, ma non ancora al traguardo”, è il messaggio del capo dello Stato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In tutto questo periodo di “stress straordinario” per l’Italia, però, il nostro Paese “non è stato né inerte né passivo”. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sceglie Milano, tra le città più colpite dal Covid 19, per incoraggiare e, allo stesso tempo, esortare a comportamenti corretti e responsabili per uscire definitivamente dalla crisi sanitaria la quale, però, ci ha lasciato un’esperienza. “Ognuno ha bisogno degli altri, ciascuno di noi ha avuto bisogno di tutti gli altri e viceversa, e questo è un criterio che speriamo non venga rimosso. Non lo sia a livello di relazione tra le persone, e neanche nelle relazioni tra gli Stati. E’ un insegnamento che sarà bene custodire e mettere a frutto”, è la riflessione del Capo dello Stato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo protocollo su apertura discoteche a breve al Cts
A luglio in zona bianca. Differenze tra spazi chiusi e all’aperto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
20:48
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ripartire a luglio in zona bianca con il green pass, ma con eventuali differenziazioni tra esterno o interno. In quest’ultimo caso con con capienza ridotta.
È quanto emerso dall’incontro di oggi al ministero della Salute tra i gestori delle discoteche e il sottosegretario Andrea Costa. L’obiettivo ora è di ripresentare al Cts un protocollo che contenga queste disposizioni, entro un paio di giorni affinché sia valutato a breve dal Comitato Tecnico Scientifico.
Gestori al ministero, verso riapertura a luglio – Far ripartire le discoteche da luglio con green pass, anche avendo a disposizione altri 20 giorni di vaccinazioni ai giovani per arrivare a una soglia di sicurezza tale da poter aprire le attività. Ipotesi del mantenimento della mascherina almeno in una prima fase, escludendo il momento del ballo. Sono le ipotesi emerse dall’incontro al ministero della Salute con il Silb, il sindacato dei gestori delle sale da ballo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conte disegna il nuovo M5s, non sarà un vecchio partito
Ma è guerra su segreteria. Altolà di Giarrusso, la base la voti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
21:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giuseppe Conte guarda con ottimismo alla prossima sfida in cui si lancerà per la guida del Movimento, su cui, assicura, “c’è molto entusiasmo e chi pensa che sia spaccato sarà sorpreso”. “Ci saranno organi collegiali nuovi ma non ricadremo nelle tradizionali forme di partito: saranno luoghi di confronto anche per la linea politica” annuncia in tv il prossimo leader del Movimento che in questo ruolo si prepara anche a fare una proposta agli altri capi di partito: “una riforma costituzionale che possa rafforzare il nostro sistema”.
Ma è sull’organizzazione del nuovo partito che già si iniziano a creare le prime frizioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La futura “segreteria” Conte non è stata ancora tratteggiata ma già nei 5 Stelle è iniziata la “corsa” a farne parte. Le prime indiscrezioni sugli esponenti che potrebbero essere chiamati ad entrare hanno fatto infuriare gli eletti che ora chiedono sia garantita una votazione degli iscritti.
A farsi portavoce dell’istanza è l’europarlamentare del Movimento Dino Giarrusso: la sua non solo è una auto-candidatura ma la precisazione di un metodo. “Dobbiamo legittimare tutta la nuova struttura del Movimento tramite la base, se qualcuno pensa di farlo dall’alto, sappia che poi gli elettori se ne vanno”, dice citando anche le indiscrezioni che parlano di un possibile ingresso di Alessandra Todde, imprenditrice e viceministro allo Sviluppo economico, candidata dal M5s come europarlamentare ma non eletta. E’ bravissima, dice di lei Giarrusso che tuttavia sottolinea: “io però nel mio collegio ho preso 30 mila voti in più di lei. Mi auguro che Conte ne prenda atto”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Palermo, sfiduciato l’assessore alla mobilità Catania
Nuova tegola per giunta Orlando dopo scontro con Iv e inchieste
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 giugno 2021
07:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il consiglio comunale di Palermo ha votato ieri sera la sfiducia nei confronti dell’assessore alla Mobilità Giusto Catania, esponente di Sinistra Comune più volte al centro di polemiche per le sue posizioni su Ztl e altre iniziative legate ai trasporti pubblici.
La mozione è passata in aula con 21 voti favorevoli; il presidente del consiglio Totò Orlando si è astenuto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre alle opposizioni, da Lega a Forza Italia, hanno votato la sfiducia anche i consiglieri di Italia Viva, di M5s e di Io Oso; i consiglieri di Avanti Insieme e Sinistra Comune sono usciti dall’aula senza però riuscire a far mancare il numero legale.
All’ordine del giorno era prevista l’approvazione del bilancio consolidato, che è passata però in secondo piano rispetto a una vecchia mozione del 2019, firmato dal consigliere Fabrizio Ferrandelli contro l’assessore accusato di “aver calpestato più volte le prerogative del consiglio di cui lui stesso ha fatto parte”. L’assessore Catana ha risposto pubblicando un post su Twitter con la foto di Groucho Marx e la frase “Una risata vi seppellirà”.
Nelle ultime settimane il sindaco Orlando ha sostituito prima gli assessori di Italia Viva, il cui gruppo era entrato in rotta di collisione con la maggioranza; un mese fa si è dimesso l’assessore alla cittadinanza solidale Giuseppe Mattina, in seguito a un’inchiesta sull’attività di alcune Onlus in cui è indagato; quattro giorni fa l’assessore ai lavori pubblici Maria Prestigiacomo, anche lei coinvolta in un’inchiesta della Procura sul servizio di depurazione, ha rimesso la delega alle partecipate.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola:finite lezioni, al via esami terza media in 6 regioni
Dal 16 giugno gli esami di maturità
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
08:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Terminate le lezioni, iniziano oggi gli esami di terza media in alcune scuole del Lazio, in Lombardia, Basilicata, Abruzzo, Sicilia e Valle d’Aosta. Sabato scorso si sono già concluse in Molise, Marche, Veneto, Emilia Romagna e Campania.
E via via, con il passare dei giorni, suonerà l’ultima campanella oggi per gli studenti dell’Umbria e della Liguria, domani in Provincia di Trento e in Sardegna, l’11 per quelli del Piemonte e della Puglia, il 12 andranno in vacanza gli studenti calabresi. Gli ultimi, il 16 giugno saranno gli studenti della Provincia di Bolzano. Mentre la data degli esami di terza media viene decisa dai singoli istituti, ovviamente terminate lezioni e scrutini, la maturità partirà in tutta Italia dal 16 giugno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Orlando, a luglio al via riforma ammortizzatori
Sblocco licenziamenti, proteggere le aziende più piccole
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
14:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La riforma degli ammortizzatori sociali sarà pronta per i primi di luglio, ma servirà un confronto il Mef per le risorse. L’annuncio dal ministro del Lavoro Andrea Orlando in un’intervista alla Stampa.
Nei settori in cui si va allo sblocco licenziamenti a luglio – riflette – la cassa integrazione c’è, il problema sono le aziende più piccole e che saranno interessate dallo sblocco a ottobre. Le ipotesi di Confindustria sulle assunzioni sembrano ottimistiche al ministro, ‘ma spero abbia ragione – aggiunge Orlando -. Credo che in alcuni settori ci sia voglia di assumere, ma anche che ci siano aree di sofferenza’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: spesa media famiglie 2020 -9%, a livelli 2000
Contrazione più accentuata dal ’97
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
9 giugno 2021
10:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020, la stima della spesa media mensile delle famiglie residenti in Italia è di 2.328 euro mensili in valori correnti con un calo del 9,0% rispetto al 2019. Lo rileva l’Istat.
Considerata la dinamica inflazionistica (-0,2% la variazione dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività nazionale, NIC), spiega l’Istituto, il calo in termini reali è appena meno ampio (-8,8%).
È la contrazione più accentuata dal 1997 (anno di inizio della serie storica), che riporta il dato medio di spesa corrente al livello del 2000.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020, la stima della spesa media mensile delle famiglie residenti in Italia è di 2.328 euro mensili in valori correnti con un calo del 9,0% rispetto al 2019. Lo rileva l’Istat.
Considerata la dinamica inflazionistica (-0,2% la variazione dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività nazionale, NIC), spiega l’Istituto, il calo in termini reali è appena meno ampio (-8,8%). È la contrazione più accentuata dal 1997 (anno di inizio della serie storica), che riporta il dato medio di spesa corrente al livello del 2000.
La spesa media mensile nel primo trimestre del 2021 diminuisce del 3,4% rispetto allo stesso trimestre del 2020, per gli effetti persistenti della crisi sanitaria. Lo rileva l’Istat sulla base di stime preliminari. Al netto delle spese alimentari e per l’abitazione, il calo è più ampio e pari a -7,5%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Concluso a Tunisi primo ‘Forum economico per la Libia’
Ilbda: “al lavoro per ripetere l’iniziativa a Tripoli e Bengasi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
UNISI
09 giugno 2021
11:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si è chiuso all’Hotel Laico di Tunisi il primo ‘Forum Economico per la Libia’. Organizzato dall’Associazione Italo Libica di Sviluppo Commerciale (Italian Libyan Business Development Association, Ilbda), l’evento ha riunito per due giorni istituzioni, municipalità, enti, aziende ed imprenditori provenienti da Italia, Libia e Tunisia alla ricerca di alleanze strategiche commerciali, finanziarie e tecnologiche.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I numeri sono importanti, 30 tra sponsors ed endorsers, 28 espositori, 150 aziende partecipanti di cui circa 80 nuovi soci, 12 sindaci e 15 municipalità libiche hanno aderito all’iniziativa. “Il Forum è stato estremamente positivo per creare contatti e rafforzare le relazioni tra i nostri tre Paesi”, hanno detto gli organizzatori evidenziando come durante i lavori si sia ‘discusso di progetti importanti che vedranno la collaborazione tra settore pubblico e privato. “Le prossime ore e i prossimi giorni saranno cruciali per dare concretezza al Forum. Ci sono partnership che stanno nascendo grazie ad Ilbda e questo ci rende molto orgogliosi”, ha dichiarato Sandro Fratini, presidente dell’associazione. L’evento, presentato e coordinato dalla giornalista Vanessa Tomassini, è stato anche l’occasione per l’annuncio di notizie importanti, come quello della prossima apertura di un desk promozionale presso l’ambasciata italiana a Tripoli dell’Ice, secondo quanto dichiarato dalla direttrice dell’Ice di Tunisi, Donatella Iaricci. Il vicepresidente di Ilbda, Ashraf Tulty, ha già anticipato i prossimi step: ripetere il forum economico in Libia, a Tripoli e a Bengasi, partecipare nell’organizzazione di una due giorni dedicati all’Italia alla Misurata International Fair ad ottobre; rendere operativa già da subito una sede di rappresentanza di Ilbda a Bengasi. I sindaci libici di Ghadames, Ghat, Souq al-Jumaa, Tawergha, Tripoli, Zawiya e Zliten, hanno partecipato al panel di dialogo dedicato alle opportunità, presentando personalmente la reale situazione dei loro territori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Figliuolo, Green Pass? Noi pronti in pochissimi giorni
Il Commissario per l’Emergenza: dosi in vacanza per casi eccezionali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 giugno 2021
13:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sul Green pass noi siamo pronti, è questione di pochissimi giorni”. Così il commissario Francesco Paolo Figliuolo a margine della consegna di un Defender alla struttura commissariale da parte dell’Agenzia industrie difesa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In 100 giorni di attività, abbiamo fatto tanto lavoro con la soddisfazione di essere vicini ai nostri cittadini e i risultati sono 39 milioni e 320mila somministrazioni . L’Italia è molto ben posizionata nelle classifiche europee e, soprattutto, c’è voglia di vaccinarsi e la vaccinazione è l’architrave per la messa in sicurezza del Paese e per la ripartenza economica “, ha spiegato Figliuolo.

“Laddove per eccezionali motivi dovesse rendersi necessaria la somministrazione della seconda dose a lavoratori e turisti che soggiornano al di fuori della Regione di residenza per un periodo di permanenza congruo, questa struttura, qualora informata con adeguato preavviso, è disponibile al riequilibrio delle dosi da distribuire”, ha scritto Figliuolo nella lettera di risposta alla richiesta delle Regioni, sottolineando che per quanto riguarda la registrazione sui sistemi informativi “le attuali procedure, qualora correttamente implementate” dalle Regioni, “già consentono la regolare tenuta dei flussi informativi”

“Non sappiamo ancora quanto ‘durerà’ questo vaccino, noi ragioniamo come se durasse un anno. Posso dire che abbiamo già opzionato di concerto con l’Unione europea, una quantità tale di vaccini, per coprire tutta la popolazione con un ulteriore dose ed anche con una robusta riserva”, ha aggiunto Figliuolo. “Per la futura vaccinazione immagino uno spostamento dagli hub agli ospedali, medici di base, farmacia, punti vaccinali aziendali”.

“Ora abbiamo la possibilità di vaccinare dai 12 anni in su, quindi gran parte degli studenti. Infine non è detto che non arrivino ulteriori autorizzazioni per arrivare ai 6 anni. Quindi l’architrave del discorso scuola, per riaprirla in massima sicurezza in presenza, è quello della vaccinazione, poi continueremo con il tracciamento e il diradamento, per questo all’inizio del prossimo anno scolastico sarà necessaria ancora la mascherina insieme ad ulteriori misure per mitigare i rischi”.

“Ad oggi sono state somministrate oltre 39 milioni e 300 mila dosi di vaccino: gli italiani che hanno ricevuto la prima dose sono circa 26 milioni, quasi il 48%”.  “Questo grazie alla grande efficienza raggiunta dalla macchina – ha ribadito il generale – con una media di somministrazioni compresa tra il 90 e il 95% delle dosi consegnate. E’ la bella Italia che quando si mette assieme e fa squadra, vince”.

“Non permetteremo mai che il Green Pass nazionale diventi un metodo per ricattare i cittadini, negando loro la libertà di viaggiare, andare ad un concerto o cenare al ristorante come tutti. L’idea di essere costretti ad avere un lasciapassare per partecipare alla vita sociale è raggelante, letteralmente incompatibile con gli standard di una Nazione libera. Lo diciamo da sempre: questo strumento non può e non deve rientrare nella “normalità” delle cose. Ripartire sì, ricattare no”. Lo afferma il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bonifiche: dal 2017 regolarizzate 55 discariche abusive
Risparmiati oltre 20 milioni sulle sanzioni ogni anno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
12:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dal marzo 2017 sono stati regolarizzati 55 siti di discarica abusivi, tra i quali si contano anche sette dossier al vaglio della Commissione europea, inviati a dicembre 2020 e giugno 2021. 48 quindi quelli usciti dalla procedura sanzionatoria.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Operazioni di bonifica, o messa in sicurezza, che hanno consentito all’Italia di risparmiare oltre 20 milioni di euro ogni anno sulle sanzioni imposte dall’Ue. Sono alcuni dei dati contenuti nella settima relazione semestrale sullo stato delle discariche abusive italiane, presentata nel corso di una conferenza stampa dal commissario unico alle bonifiche, il generale dell’Arma dei Carabinieri Giuseppe Vadalà. Nel rapporto si sottolinea che sono stati bonificati “più della metà degli 81 siti abusivi affidati al commissario quattro anni fa, con l’obiettivo di mettere in sicurezza i rimanenti 26 entro dicembre 2023”. Dall’inizio della procedura d’infrazione, avviata nel 2014, l’Italia ha complessivamente bonificato 174 discariche abusive. Includendo anche gli ultimi dossier inviati alla Commissione europea, l’importo semestrale della sanzione scenderà quindi a 5 milioni e 800mila euro, cifra ben distante dai 42.800.000 euro del dicembre 2014. Ad oggi il nostro Paese ha versato una sanzione complessiva di circa 300 milioni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
G7, vertice blindato e testato per il dopo pandemia
Recinzioni e polizia in Cornovaglia, governo Gb prepara la sfida
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
09 giugno 2021
16:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà il primo vertice dei leader del G7 dallo scoppio della pandemia, ma sarà anche l’ennesimo vertice blindato: lontano dalle aree metropolitane e dalle grandi direttrici stradali – stavolta nella stretta penisola della Cornovaglia, estrema propaggine a sud-ovest dell’Inghilterra – presidiato da rigidi apparati di sicurezza, oltre che da precauzioni sanitarie puntigliose, ormai operativi a due giorni dall’inizio dei lavori dell’11-13 giugno.
Le anticipazioni sulla riunione a presidenza britannica dei capi di Stato e di Governo delle nazioni democratiche più industrializzate al mondo non riguardano solo i dossier politici che i leader di Regno Unito, Usa, Italia, Germania, Francia, Canada, Giappone e dell’Ue affronteranno nei primi due giorni (dalla ripresa post Covid, alla lotta ai cambiamenti climatici, ai conflitti e alla sicurezza internazionali); o quelli della sessioni finali allargate ad Australia, Corea del Sud e India nella prospettiva d’una proiezione orientale mirata evidentemente al contenimento della Cina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bensì anche l’organizzazione e il protocollo del primo appuntamento globale di questo livello faccia a faccia da oltre un anno.
Sul fronte sanitario, il summit 2021 prevede un sistema di tamponi preliminari e di test fai-da-te da eseguire e registrare per tutti i giorni della sua durata sul sito del governo britannico da parte di ciascuno dei partecipanti ammessi. Con l’esenzione della quarantena cautelare di 10 giorni tuttora in vigore nel Regno – dove la campagna di vaccinazioni vola e morti e ricoveri sono adesso ai minimi europei, ma dove aleggia l’inquietudine legata al rimbalzo di contagi alimentati dall’ultima variante del coronavirus d’importazione, la variante Delta (ex ‘indiana’) – concessa soltanto alle persone ufficialmente accreditate in arrivo dall’estero.
In materia di sicurezza il governo di Boris Johnson si prepara invece a mettere sul piatto più di 70 milioni di sterline (oltre 81 milioni di euro) per la protezione degli ospiti, delle loro delegazioni, del seguito mediatico. Tutela affidata a circa 6.500 poliziotti (1.500 in forza alla Devon and Cornwall Police locale, il resto di rinforzo da altre contee) la cui presenza crescente, fra pattugliamenti e presidi, appare visibile già da qualche giorno fra le sparpagliate località coinvolte. Si tratterà della “più vasta operazione di pubblica sicurezza” nella storia della pittoresca quanto appartata Cornovaglia, ha sottolineato un alto funzionario al Guardian.
Il cuore della macchina organizzativa, e il centro della zona di allerta rossa contro ogni possibile minaccia o infiltrazione di gruppi o gruppuscoli di protesta, è a Carbis Bay, lussuoso resort balneare old fashion nel quale i leader (Boris Johnson, Joe Biden, Mario Draghi, Angela Merkel, Emmanuel Macron, Justin Trudeau e Yoshihide Suga, affiancati da Charles Michel e Ursula von der Layen per l’Ue) si riuniranno alle porte di St. Ives: paese di 11.000 anime (vacanzieri esclusi) attorno al cui perimetro è stata intanto eretta un’incombente recinzione di metallo che non manca di creare qualche disagio alla comunità locale. Ma la zona da sorvegliare è molto più ampia, con gli alberghi e gli alloggi occupati da delegazioni e giornalisti in uno spettro di cittadine e villaggi sparsi, un media center televisivo e uno dedicato alla carta stampata sistemati ad alcune decine di chilometri da Carbis Bay (quello principale a Falmouth, sulla costa opposta della penisola), gli arrivi dei treni da Londra (5 ore di viaggio circa) localizzati nelle cittadine di Truro e di Penzance, sedi delle stazioni ferroviarie principali della regione. Non mancheranno inoltre posti di blocco e chiusure stradali, a partire da domani, oltre al presidio ad hoc del piccolo aeroporto di Newquay, riservato in questi giorni ai soli voli di Stato.
In un quadro che già suscita la protesta degli attivisti raccolti nel cartello di Resist G7 Coalition: decisi a trovare comunque il modo di manifestare o di far sentire la propria voce e convinti che sia il G7 in sé a essere diventato ormai “uno spreco di denaro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fedriga, serve chiarezza su applicabilità Green pass
Dobbiamo dare certezza a categorie devastate da pandemia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
13:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sul Green pass stiamo chiedendo di avere chiarezza sull’applicabilità perché ad oggi non c’è ancora il Green pass europeo e dobbiamo dare certezze a delle categorie, e penso ad esempio al wedding che è un settore già devastato dalla pandemia, e nello stesso tempo garantire tutta la sicurezza possibile”. Lo dichiara Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia e presidente delle Regioni, interpellato all’uscita da Palazzo Chigi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quirinale: Mattarella riceve vertici de ‘Il Mulino’
Al Colle Mario Ricciardi, Bruno Simili, Paolo Onofri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
13:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 70° anniversario di fondazione della rivista “il Mulino”, ha ricevuto questa mattina al Quirinale il Direttore Mario Ricciardi e il Vicedirettore Bruno Simili.
Era presente il Vicepresidente dell’associazione “Il Mulino”, Paolo Onofri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Meloni,Green pass non sia mezzo ricatto per cittadini
Raggelante idea lasciapassare per poter fare vita sociale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
13:43
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non permetteremo mai che il Green Pass nazionale diventi un metodo per ricattare i cittadini, negando loro la libertà di viaggiare, andare ad un concerto o cenare al ristorante come tutti. L’idea di essere costretti ad avere un lasciapassare per partecipare alla vita sociale è raggelante, letteralmente incompatibile con gli standard di una Nazione libera.
Lo diciamo da sempre: questo strumento non può e non deve rientrare nella “normalità” delle cose. Ripartire sì, ricattare no”. Lo afferma il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue avvia procedura contro Italia, apra mercato dei mutui
‘Non rispetta direttiva che promuove concorrenza’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
09 giugno 2021
13:46
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Ue ha aperto una procedura di infrazione contro l’Italia perché non applica pienamente la direttiva Ue sul credito ipotecario, in particolare le disposizioni su libertà di stabilimento, libera circolazione e vigilanza dei servizi degli intermediari del credito. L’obiettivo della direttiva, ricorda Bruxelles, è aumentare la protezione dei consumatori nel settore dei mutui e promuovere la concorrenza, tra l’altro, aprendo i mercati nazionali agli intermediari.
“Una maggiore concorrenza dovrebbe andare a vantaggio dei consumatori, consentendo una scelta più ampia e a costi inferiori”, precisa Bruxelles.
La Commissione ha aperto inoltre una procedura d’infrazione contro la Germania per violazione del primato del diritto dell’Ue, nonché del rispetto della competenza della Corte Ue, perché il 5 maggio 2020 la Corte costituzionale tedesca dichiarava “ultra vires” il Programma di acquisto titoli della Bce (Pepp), esulando dall’ambito delle proprie competenze. Per Bruxelles il tribunale tedesco “ha privato una sentenza della Corte di giustizia dell’Ue dei suoi effetti giuridici in Germania, violando il principio del primato del diritto dell’Ue”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaca Crema: procuratore, rispettare punto vista genitori
Sottolineatura dopo le polemiche per l’avviso di garanzia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
13:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bisogna tenere presente anche il punto di vista dei genitori del bambino tornato a casa “con una manina massacrata”: è quanto ha sottolineato il procuratore di Cremona Roberto Pellicano dopo le polemiche per l’avviso di garanzia ricevuto dalla sindaca di Crema Stefania Bonaldi, dopo che un bimbo si è schiacciato la mano in una porta tagliafuoco all’asilo. “Propongono querela – ha aggiunto – perché ipotizzano che non sia normale andare al nido e subire gravi lesioni; qualcuno potrebbe portarne la responsabilità.
E loro chiedono all’autorità giudiziaria di accertarlo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: accordo a vertice centrodestra su Michetti
Il magistrato Simonetta Matone candidato vicesindaco. Meloni. ‘Due professionisti straordinari, capaci di parlare con i cittadini’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
21:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Enrico Michetti sarà il candidato sindaco del centrodestra a Roma. E’ l’accordo chiuso al vertice del centrodestra.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il magistrato Matone dovrebbe essere candidato vicesindaco.
“Piena sintonia nel centrodestra che ha scelto Enrico Michetti candidato sindaco per Roma Capitale, in ticket con Simonetta Matone che sarà prosindaco. Paolo Damilano è il candidato sindaco a Torino. Entro la settimana sarà ufficializzata la candidatura per la Regione Calabria”, ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini. “Ci siamo riconvocati per mercoledì prossimo e chiuderemo su Milano e Bologna”.
Enrico Michetti e Simonetta Matone “sono due professionisti straordinari, con curriculum straordinari” ma “anche capaci di parlare coi cittadini”. Lo ha detto la leader di Fdi Giorgia Meloni al termine del vertice del centrodestra a proposito del candidato sindaco e della candidata vicesindaco a Roma.  “Il ticket Michetti-Matone è la soluzione migliore che offriamo ai romani per vincere le elezioni e guidare la città”. Lo ha detto il vicepresidente di Fi Antonio Tajani al termine del vertice del centrodestra commentando il candidato sindaco scelto per Roma. “Combatteremo – ha proseguito – per vincere e governare bene la città dopo i disastri della Raggi”. Tajani ha ricordato anche la proposta di legge sui poteri speciali per Roma Capitale presentata da Fi e in discussione alla Camera, con l'”azzurra” Annagrazia Calabria come relatrice: “Pensiamo Roma come a una capitale europea, come il vero biglietto da visita dell’Italia, con i poteri adeguati a quelli delle altre grandi capitali. Per Fi è una sfida da vincere”.
“Sono assolutamente lusingato e ringrazio per questo tutti i partiti della coalizione di centrodestra. Sono contentissimo del ticket con la dottoressa Matone insigne magistrato. Roma è la mia città e il mio sogno. Ora iniziamo insieme questa grande avventura per restituire insieme alla Città Eterna il ruolo di Caput Mundi”. Lo dichiara in una nota il candidato di centrodestra per la corsa al Campidoglio Enrico Michetti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C.destra:Lollobrigida,unità su programmi, non serve contenitore
Non siamo interessati all’ipotesi di una federazione
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
14:26
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Non siamo interessati all’ipotesi di una federazione, ci sembra solo il tentativo di FI e Lega di arginare il potere di sinistra e M5s nel governo Draghi. Teniamo all’unità del centrodestra, basata su programmi che ci hanno portato fino ad oggi a guidare molte amministrazioni comunali e regionali, ma pensiamo che per questo non serva un contenitore unico”.
Lo ha detto intervenendo a Studio24 su Rainews il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Chiesa gremita per l’ultimo saluto a Guglielmo Epifani
Presenti il presidente della Camera Fico e il ministro Speranza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
16:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Una chiesa gremita, distanziamenti Covid permettendo, ha salutato per l’ultima volta Guglielmo Epifani. Esponenti politici e della società civile hanno affollato la chiesa di San Roberto Bellarmino ai Parioli, Roma.Al termine della cerimonia un lungo applauso ha accompagnato l’uscita del feretro dalla Chiesa tra le corone di fiori.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad attendere la funzione accanto alla famiglia al completo, nipotini compresi, molto esponenti politici, in prima fila il ministro della Salute Roberto Speranza e il presidente della Camera Roberto Fico. Guglielmo Epifani era “l’amico che poteva aiutare la sinistra a rilanciarsi”, ha commentato entrando Sergio Cofferati. “Un galantuomo sempre disponibile ad ascoltare gli altri” per Pierferdinando Casini. Secondo Stefano Fassina l’ex leader della Cgil lascia una “lezione morale che porteremo con noi”.
Tra i banchi il Partito Democratico, con il segretario Enrico Letta, Graziano Del Rio, Deborah Serracchiani, Simona Malpezzi. Presenti tra gli altri Pierluigi Bersani, io segretario della Cgil, Maurizio Landini, Pietro Grasso, Maria Elena Boschi, Luca Lotti, Francesco Boccia, Renata Polverini, Piero Fassino, e l’ex presidnete di Bnl Luigi Abete. Fausto Bertinotti, lasciando la chiesa esprime “dolore di una perdita così repentina. Per me un compagno di un lungo cammino fatto insieme nella Cgil”. Durante l’omelia il prete ha rivelato: “Qualche anno fa ha scoperto una fibrosi polmonare. Ha dimostrato di avere la capacità di affrontare con coraggio e determinazione” questa malattia, “è la conferma di ciò che ha operato nel suo impegno pubblico. Questo di fa ammirare l’uomo e il coraggio”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Copasir: Urso eletto presidente
Assenti i due componenti leghisti Volpi e Arrigoni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
15:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Adolfo Urso, si apprende, è stato eletto presidente del Copasir. Assenti alla votazione i due leghisti Raffaele Volpi e Paolo Arrigoni.
Meloni, da FdI buon lavoro a presidente Urso – “Congratulazioni e buon lavoro da me e da Fratelli d’Italia ad Adolfo Urso, neo presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica.
E il nostro ringraziamento al presidente uscente Raffaele Volpi per il lavoro svolto. Già da vicepresidente del Copasir, il senatore Urso aveva dimostrato capacità e competenza e siamo certi che saprà ricoprire questo importante e delicato incarico allo stesso modo, sempre nell’interesse della Nazione e degli italiani”. E’ quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli:Maresca,camorra cancro da combattere senza esitazioni
Messa lotta a camorra al centro della discussione politica
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 giugno 2021
15:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono contentissimo che la nostra scelta di impegno per Napoli abbia avuto un immediato effetto, cioè quello di mettere la lotta alla camorra al centro della discussione politica. È già un grande vantaggio e una grande vittoria”.
Lo ha detto Catello Maresca, candidato a sindaco di Napoli e pm in aspettativa, commentando l’operazione che ha portato alla scoperta dei vertici di camorra nella sede dell’Aiscat a Melito, in provincia di Napoli.
“Io – ha aggiunto Maresca – lo faccio da anni ovviamente, ho un po’ di esperienza sul campo E sono contento che anche altri se ne stiano accorgendo e inizino a considerare la camorra un cancro assoluto da combattere senza alcun confine e senza alcuna esitazione”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Amministrative: al via vertice centrodestra
Leader cercano quadra su candidati sindaci
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
15:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Con circa mezz’ora di ritardo sull’orario inizialmente concordato, è iniziato attorno alle 15 il vertice del centrodestra per decidere le candidature alle amministrative di ottobre. Presenti Antonio Tajani, Giorgia Meloni, Matteo Salvini, Maurizio Lupi, Gaetano Quagliariello e Vittorio Sgarbi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Copasir: Meloni, da FdI buon lavoro a presidente Urso
E grazie a Volpi per lavoro svolto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
15:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Congratulazioni e buon lavoro da me e da Fratelli d’Italia ad Adolfo Urso, neo presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica. E il nostro ringraziamento al presidente uscente Raffaele Volpi per il lavoro svolto.
Già da vicepresidente del Copasir, il senatore Urso aveva dimostrato capacità e competenza e siamo certi che saprà ricoprire questo importante e delicato incarico allo stesso modo, sempre nell’interesse della Nazione e degli italiani”.
E’ quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Assegno unico: Serracchiani, riforma è orgoglio per Pd
E’ semplice e trasparente
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
15:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’assegno unico ” è una riforma che ha trovato larghissimo consenso perché se ne è compresa la forza e la capacità di dare risposte. E’ una riforma semplice e trasparente e soprattutto è una riforma che nasce in casa nostra ed è importante: l’abbiamo condivisa con tutti ma è stata una delle strategie del Pd apprezzata dentro il Parlamento e fuori”.

Lo ha detto durante un webinar sull’assegno unico la capogruppo del Pd alla Camera, Debora Serracchiani.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Salvini, non voterò norme che aumentano tasse
Leader Lega aderisce a Appello di Mercatus
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
15:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Aderisco volentieri all’appello dell’istituto Mercatus, che tramite l’ottimo Daniele Capezzone ha chiesto anche a me di sottoscrivere un patto liberale: non voterò provvedimenti o norme che comportino aumenti di tasse.
Ricordo che è anche una promessa della Lega, condizione necessaria per il sostegno al governo Draghi.
Sono felice di sottolineare che proprio il Presidente del Consiglio ha dichiarato pubblicamente “non è il momento di chiedere soldi, è il momento di darli”. Una risposta chiara, soprattutto a chi pensa che l’Italia debba meritare la patrimoniale”. Lo dice il leader Matteo Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: a Rieti torna lo Junior Open Day per 12-16enni
Sabato e domenica a ospedale de’ Lellis e a Passo Corese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
15:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il successo ottenuto domenica scorsa, con la somministrazione di 204 dosi di vaccino ai giovanissimi di età tra i 12 e i 16 anni, torna sabato e domenica prossimi lo Junior Open Day della Asl di Rieti che per l’occasione raddoppia, proponendo la somministrazione del vaccino Pfizer presso l’Ospedale provinciale de’ Lellis e il Poliambulatorio di Passo Corese, in Sabina. Al de’ Lellis di Rieti sarà possibile vaccinare i giovani della fascia di età 12 anni (già compiuti) e 16 anni (nati 2009 – 2005) sabato 12 giugno dalle ore 13:00 alle ore 19:00 e domenica 13 giugno dalle ore 9:00 alle ore 19:00 (Area prelievi, ingresso Medicina Fisica e Riabilitativa, blocco 2, piano -1), fa sapere la Direzione Aziendale Asl Rieti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al Poliambulatorio Asl Rieti di Passo Corese invece, sarà possibile vaccinare i giovani della fascia di età 12 anni (già compiuti) e 16 anni (nati 2009 – 2005) sabato 12 giugno dalle ore 9:30 alle ore 16:30 e domenica 13 giugno dalle ore 9:00 alle ore 14:00 (via Giuseppe Garibaldi, n.17). Le prenotazioni, fino ad esaurimento della disponibilità, partiranno domani, giovedì 10 giugno, alle ore 18:00. Le prenotazioni dovranno necessariamente essere guidate da uno dei 2 genitori o da chi ne fa le veci, sul sito di prenotazione regionale nella apposita card dedicata.
Prenotazioni sul link: https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/welcome Ulteriori informazioni su questo link.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: già 70 riabilitati in palestra Genova per i guariti
Toti, straordinaria collaborazione tra specialità mediche
r
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
09 giugno 2021
15:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono già una settantina i pazienti guariti dal covid passati dalla speciale palestra di riabilitazione post covid creata a Genova nel Palazzo della Salute Fiumara dell’azienda sanitaria genovese Asl. “Questa palestra di riabilitazione post covid è stata visitata anche da professionisti di altri Paesi è uno dei primi esempi in questo senso, direi di straordinaria collaborazione tra più specialità mediche per un recupero totale della malattia, quindi siamo già un passo oltre”, ha commentato il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti, che ha visitato la struttura questa mattina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La medicina del territorio abbiamo scoperto quanto è stata importante e utile e dobbiamo ripartire da qui – ha aggiunto -. Ripartire dalle Case della Salute che sono l’asse portante di quel recovery Plan di cui tanto si parla è la cosa più opportuna da fare”.
“Abbiamo cominciato questo tipo di attività con la fase ascendente della curva pandemica della prima ondata”, ha raccontato il responsabile della struttura Piero Clavario.
“Abbiamo cercato di organizzare un programma che fosse il più completo possibile – ha spiegato -. Chiamiamo i pazienti che sono transitati attraverso le strutture di Asl3 con un tampone positivo, facciamo una telefonata e cerchiamo di capire che tipo di covid hanno avuto, e di telefonate ne abbiamo fatte circa mille ai pazienti. Quelli che hanno avuto la polmonite sono stati ricoverati li chiamiamo per una valutazione e di queste valutazioni ne abbiamo fatte più di 250”, ha aggiunto Clavario.
“Dopo una serie di esami e visite specialistiche viene deciso per ciascuno il percorso più appropriato”. Per chi ha un calo della capacità dal giugno 2020 è operativa la palestra. “Di questi ne abbiamo visti 60-70 e una cinquantina li abbiamo già dimessi”. “Si recupera circa il 10% al mese, quindi tanto più si parte basso tanto che tempo ci vuole per recuperare. La buona notizia è che tutti con un po’ di tempo e un po’ di impegno ritornano a una condizione normale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’ambasciatore di Israele a Roma, ‘da Hamas crimini di guerra’
‘Contro i civili israeliani e contro la popolazione di Gaza’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
16:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Hamas ha lanciato 4.000 razzi contro i nostri cittadini, i nostri civili. Ogni razzo aveva lo scopo di uccidere ebrei e cittadini israeliani in generale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il fatto che, grazie alla nostra tecnologia, siamo riusciti ad intercettare alcuni di quei razzi non cambia le cose”. Lo ha sottolineato l’ambasciatore di Israele a Roma, Dror Eydar, durante un’audizione oggi al Senato in cui – come da lui stesso rimarcato – ha voluto spiegare i motivi della recente campagna a Gaza.
“Hamas intendeva uccidere gli ebrei ovunque si trovassero, indiscriminatamente, e va giudicato per questa sua intenzione – ha continuato il diplomatico israeliano -. Per noi, ogni razzo è un razzo di troppo. Israele, come ogni Stato che cerca la vita, ha l’obbligo di proteggere i suoi cittadini, proprio come ogni genitore ha l’obbligo supremo di proteggere i propri figli da pericoli per la loro vita”.
“Il crimine di guerra di Hamas – ha detto ancora Eydar – è duplice: primo, sparare indiscriminatamente alla popolazione civile israeliana. In secondo luogo, lo fa agendo in mezzo alla sua popolazione civile, e usa la gente di Gaza come scudo umano.
Le scorte dei razzi sono nascoste sotto asili e ospedali. I quartier generali di Hamas si trovavano all’interno di normali edifici residenziali, incluso un edificio che conteneva le sedi di media da tutto il mondo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ambasciatore ucciso,funzionario Pam indagato da Procura Roma
Accusato omesse cautele in relazione all’omicidio due italiani
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
16:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C’è un primo indagato nell’indagine della Procura di Roma relativa alla morte dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, morti in Congo il 22 febbraio scorso. Si tratta di un funzionario del Programma alimentare mondiale (Pam) accusato di omesse cautele in relazione all’omicidio dei due italiani.

L’indagato, cittadino congolese, era il responsabile della sicurezza del convoglio sul quale viaggiavano Attanasio e Iacovacci. L’iscrizione, effettuata dal procuratore Michele Prestipino e del sostituto Sergio Colaiocco, è avvenuta dopo l’audizione del funzionario.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Assegno unico: Letta, misura va rafforzata
Non ci rassegniamo al declino demografico
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
16:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’assegno unico “è una misura che dovrà essere rafforzata. Noi non ci rassegniamo al declino demografico perché questo significa e porta con sé anche un declino culturale e sociale del Paese”.
Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, intervenendo al webinar organizzato dal partito sulla nuova misura a sostegno delle famiglie.
“Dobbiamo rafforzare questa iniziativa: questa riforma deve essere l’inizio di un percorso riformatore davvero rivoluzionario.
Abbiamo una grande opportunità” ha detto Letta che ha ringraziato “il governo per aver fatto la sua parte, la ministra Bonetti e i presidenti del consiglio Mario Draghi e Giuseppe Conte che l’ha avviata”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: accordo a vertice centrodestra su Michetti
Matone sarebbe vicesindaco
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 giugno 2021
16:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Enrico Michetti sarà il candidato sindaco del centrodestra a Roma. E’ l’accordo chiuso al vertice del centrodestra.
Il magistrato Matone dovrebbe esere candidato vicesindaco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaci Liguria, stop cantieri o li bloccheremo
Comuni pronti a usare ordinanze per fermarli
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
09 giugno 2021
16:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Per scongiurare il default di una economia in lenta ripartenza”, i sindaci e i presidenti delle Province della Liguria “chiedono la sospensione immediata di tutti i cantieri” aperti sulle autostrade “almeno fino alla prima settimana di novembre”. Altrimenti, spiegano, “emetteremo una sequela di ordinanze che bloccherà i cantieri e costringerà tutti ad assumersi la responsabilità di modificare dei calendari-lavori non compatibili né sostenibili con l’esigenza di rilancio dei nostri territori”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione è stata annunciata dopo una riunione dell’Ufficio di presidenza dell’Anci.
Da oltre un anno, dopo che ci fu un crollo in una galleria e furono riscontrati problemi ai viadotti, la rete delle autostrade liguri è costellata di cantieri per lavori di manutenzione che provocano gravi disagi al traffico, con code e ritardi di ore sui principali tratti, in particolare nel nodo di Genova. Da mesi si susseguono riunioni tra Aspi, ministero dei Trasporti e Regione Liguria per fissare date di apertura e chiusura dei cantieri compatibili con il traffico, ma, ad eccezione dei fine settimana, senza riscontri positivi. Una tregua si è avuta nei primi giorni di giugno con la sospensione di quasi tutti i cantieri in concomitanza con il ponte per la festa della Repubblica. Ora i cantieri hanno riaperto e il traffico è di nuovo in tilt. “Le chiusure, sia improvvise che programmate mettono in difficoltà un territorio che ha voglia di rimettersi in gioco accogliendo degnamente i turisti” affermano i sindaci. “Il problema è che nessuno vuole prendersi le responsabilità delle chiusure – aggiungono -. Noi non siamo più disposti a sopportare i disagi e se né Autostrade né Anas capiscono le nostre esigenze le responsabilità ce le prenderemo noi”. “Sappiamo che abbiamo, purtroppo, una rete autostradale trascurata e una viabilità secondaria minata dal dissesto idrogeologico – continuano -. Ma se i cantieri sono stati sospesi nelle ultime settimane non si capisce perché non si possa prolungare l’interruzione anche nei mesi estivi. Se le manutenzioni sono, invece, necessarie per la sicurezza allora chiediamo che qualcuno si assuma la responsabilità di certificarne l’indispensabilità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per la task force niente virus in Italia all’inizio di febbraio 2020
Il 6 febbraio l’Iss suggerisce di aumentare i posti in terapia intensiva
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
09:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A inizio febbraio 2020, gli esperti ritenevano che l’infezione da SarsCov2 fosse circoscritta alla Cina e che non ci fosse circolazione del virus in Italia e in Europa. Emerge dai resoconti della task force Coronavirus relativi al periodo 22 gennaio 2020-21 febbraio 2020 pubblicati dal ministero della Salute.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella riunione del 6 febbraio 2020, inoltre, l’Istituto superiore di sanità indica che “non c’è trasmissione del virus prima della comparsa dei sintomi” e suggerisce di predisporre “un piano per implementare i posti di terapia intensiva nell’eventualità che ci fosse un’epidemia nel nostro Paese”.
Dalle prime riunioni, quando ancora sulla prime pagine dei quotidiani non campeggiava la parola pandemia, a quella del giorno in cui venne reso noto il ricovero del ‘paziente uno’, il 38enne di Codogno: sono stati pubblicati online sul sito del ministero della Salute i resoconti della task-force coronavirus relativi al periodo 22 gennaio-21 febbraio 2020. A stabilire la pubblicazione di tutti i documenti inerenti le riunioni è stato il Tar del Lazio con una sentenza pubblicata il 7 maggio scorso, che ha accolto il ricorso del deputato di Fratelli d’Italia Galeazzo Bignami, a cui era stato negato l’accesso agli atti. La task force ministeriale, come viene indicato nel verbale della seduta del 21 gennaio e reso noto all’epoca con un comunicato stampa, era stata istituita con il compito di “coordinare ogni iniziativa relativa al Coronavirus 2019-nCoV”. Operativa in modo permanente, si riuniva quotidianamente ed era composta: dalla direzione generale per la prevenzione, dalle altre direzioni competenti, dai Carabinieri dei Nas, dall’Iss, dall’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, dagli Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera, dall’Aifa, dall’Agenas e dal consigliere diplomatico.
Di misure più rigorose per affrontare la pandemia in Italia il ministro della Salute Roberto Speranza aveva parlato almeno due volte nelle riunioni della task force del febbraio 2020. Si legge negli atti delle riunioni della task force coronavirus del ministero pubblicati oggi. “Negli ultimi 3-4 giorni non abbiamo aumentato le misure, ma ne avremmo potuto adottare di più rigorose”, aveva detto il ministro il 19 febbraio. “Leggendo i dati in evoluzione potremmo anche disporre altre misure anche più drastiche, ma è opportuno valutare ora dopo ora”, aggiungeva nella stessa riunione.
Verbali della task force: ‘Aggiornare il Piano Pandemico’- La necessità di aggiornare il piano pandemico nazionale messo a punto nella pandemia di influenza del 2009 viene rilevata per la prima volta il 15 febbraio 2020 nelle riunioni della task force coronavirus del ministero della Salute, i cui rapporti sono stati pubblicati oggi. A evidenziare il problema era stato Francesco Paolo Maraglino, del dipartimento Prevenzione del ministero. “Il dottor Maraglino – si legge nel verbale della riunione – evidenzia la necessità di procedere ad un aggiornamento del Piano nazionale di preparazione e risposta ad una pandemia influenzale, risalente al 2009”. Si torna a parlare del Piano Pandemico nella riunione del 16 febbraio, quando ancora Maraglino “informa che il tavolo di lavoro per l’aggiornamento del Piano pandemico si riunirà il 18 febbraio. Si lavorerà in sottogruppi per accelerare i lavori”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Vaccini: Lazio anticipa chiusura hub, stop ad agosto
D’Amato, entro l’8 raggiunta prima fase immunizzazione di massa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
17:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nuovo obiettivo campagna vaccinale: entro 8 agosto raggiunta prima fase immunizzazione di massa e inizia chiusura degli hub. Sara’ mantenuta in piedi la rete vaccinale dei medici di medicina generale, dei pediatri e delle farmacie”.
E’ quanto afferma l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dai viaggi alle discoteche, come funziona il green pass
In Italia c’è già, a breve con le app. Sistema attivo per 1 anno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
10:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rivivere la quasi normalità, tornando a viaggiare, partecipare a cerimonie e – probabilmente – ad eventi sportivi, concerti o entrare in discoteca in zona bianca. E’ questo l’obiettivo del green pass in Italia, già attivo, ma che avrà ulteriori applicazioni rispetto a quelle già previste sugli spostamenti in tutta l’Unione europea, dove il sistema entrerà invece in vigore dal primo luglio. Ecco le regole, il funzionamento e i requisiti per ottenerlo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CHI POTRÀ OTTENERLO – E’ gratuito, ma per averlo bisogna essere vaccinati contro il Covid oppure effettuare un test con esito negativo nelle ultime 48 ore o ancora essere guariti dall’infezione. Dunque, si tratta di tre certificati distinti.
Chi è in possesso della certificazione verde al momento deve comunque continuare a indossare le mascherine, rispettare il distanziamento fisico e igienizzare frequentemente le mani. In Italia di fatto è già in vigore ed è stato introdotto con il decreto sulle riaperture del 18 maggio, ma dal primo luglio confluirà nel sistema europeo e sarà digitalizzato con il sistema del ‘Qr code’ (il codice a barre di identificazione che rivela le varie informazioni).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COME SI ESIBISCE – Potrà essere esibito durante un controllo, mostrando il codice Qr: si può stampare in formato cartaceo o sarà visibile scaricando dal cellulare le app ‘Io’ oppure ‘Immuni’.

QUANTO DURA – Ha scadenze variabili. Se si è vaccinati, ha una durata massima di nove mesi dalla vaccinazione. Per chi non ha ancora effettuato il richiamo, il pass è valido temporaneamente quindici giorni dopo la somministrazione della prima dose e fino alla data prevista di inoculazione della seconda: da quel momento sarà poi rilasciato il certificato valido nove mesi. Se si è guariti dal Covid, la relativa certificazione in Italia ha una durata massima di nove mesi dalla dichiarata guarigione mentre nel resto d’Europa (salvo specifiche di alcuni Stati) dura sei mesi. Per il rilascio del certificato dopo i test, invece, quelli molecolari avranno una validità di 72 ore, mentre quelli rapidi 48 ore.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COMPATIBILE IN TUTTA EUROPA – Il documento sarà riconosciuto in tutta l’Unione e con un sistema in vigore per 12 mesi.
Secondo la norma approvata, gli Stati dell’Ue non potranno imporre ulteriori restrizioni di viaggio ai titolari di certificati – come quarantena, autoisolamento o test – “a meno che non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica” e in quel caso si dovrà tenere conto delle prove scientifiche, “compresi i dati epidemiologici pubblicati dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COSA SI PUÒ FARE – Con il green pass dal primo luglio si può circolare – e dunque viaggiare – liberamente in tutti Paesi dell’Unione europea. In Italia ci si può spostare tra le varie regioni e territori a prescindere dalla fascia di rischio assegnata a quel luogo (quindi anche in zona arancione o rossa, ma per spostarsi tra zone bianche o gialle non sarà obbligatorio averlo). Sarà utilizzato soprattutto in zona bianca, dove già adesso permette l’accesso alle cerimonie, come i matrimoni (anche nelle zone ancora gialle dal 15 giugno). Ma presto potrebbe diventare un lasciapassare anche per entrare in discoteca, per gli eventi culturali o sportivi come quelli organizzati allo stadio, oppure per partecipare ai concerti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: seconda dose Astrazeneca per Reinhold Messner
Con lui alla Fiera di Bolzano anche il sindaco Caramaschi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
09 giugno 2021
18:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Reinhold Messner ha ricevuto all’hub di Bolzano la seconda dose Astrazeneca. Il suo ‘compagno di cordata’ alla Fiera è stato il sindaco del capoluogo altoatesino Renzo Caramaschi.
I due si sono scambiati alcune parole, oltre a complimentarsi con tutto il personale e gli operatori impegnati nel polo vaccinale della Fiera per un servizio che “funziona in maniera rapida, professionale e funzionale”.
Caramaschi ha voluto nuovamente lanciare un appello alla cittadinanza a procedere il più celermente possibile con la vaccinazione prenotando l’appuntamento con il vaccino, secondo quanto indicato dall’Asl. “La vaccinazione serve per mantenersi in salute e poter tornare il prima possibile ad una piena normalità. I bolzanini – ha aggiunto Caramaschi – stanno rispondendo bene, con percentuali di adesione che sono più alte rispetto al resto del territorio provinciale. Se vogliamo procedere e progredire, dobbiamo vaccinarci. Ci servirà a riprenderci quella normalità che per oltre un anno ci è stata sequestrata e negata”. Dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino il sindaco è tornato al lavoro in municipio ed ha quindi partecipato in serata al Consiglio comunale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Salvini, Michetti-Matone squadra prossimi 10 anni
Spero in vittoria al primo turno
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 giugno 2021
18:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi una buona notizia, Roma non ha un candidato ma una squadra”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini parlando del ticket Michetti-Matone come candidati per Roma del centrodestra, in una intervista a RadioRadio, l’emittente in cui Michetti fa l’opinionista.

Salvini ha detto che “questa sarà la squadra che guiderà la città nei prossimi dieci anni”, auspicando che Enrico Michetti vinca già al primo turno, ottenendo quindi subitoil 50% dei voti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: proteste a Cagliari e Sassari, basta classi pollaio
Sindacati e prof in piazza anche per stabilizzazioni precari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
09 giugno 2021
18:39
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Stabilizzazione di tutti i precari abilitati, specializzati o con 3 anni di servizio. Ma anche dei direttori di servizi generali e amministrativi facenti funzione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In piazza, poi, per chiedere il superamento dei blocchi sulla mobilità, il rafforzamento degli organici del personale docente, educativo e Ata a partire dalla conferma dell’organico Covid e di consentire la partecipazione a un nuovo concorso anche in caso di mancato superamento del precedente. Di particolare importanza per la Sardegna, inoltre, la richiesta di riduzione del numero massimo di alunni per classe.
Sono alcune delle motivazioni che questo pomeriggio hanno portato docenti e sindacati – la manifestazione è organizzata a livello nazionale da Cgil, Cisl, Uil, Snals e Anief – davanti al Consiglio regionale a Cagliari e in Piazza Italia a Sassari. “La riduzione del numero massimo di alunni per classe – spiega Maria Luisa Serra, segretaria regionale della Cisl scuola – è una battaglia da anni proposta e sostenuta dal nostro sindacato per le caratteristiche del territorio sardo, con la presenza di numerosi piccoli comuni dove difficilmente si raggiungono i numeri richiesti dalle norme ministeriali, per migliorare la didattica e per non costringere i bambini fin da piccoli a spostarsi, non sempre di pochi chilometri, per raggiungere la scuola”.
Con bandiere e interventi al megafono tutta la scuola sarda si è unita alle manifestazioni di protesta organizzate dai sindacati. In piazza anche i Cobas. “Per stabilizzare tutti i docenti precari dopo i tre anni di servizio e gli Ata dopo i due anni, oltre i limiti posti dal decreto – spiegano – per trasformare le graduatorie per le supplenze in graduatorie a scorrimento per passare di ruolo; per eliminare la previsione di qualsiasi vincolo per i docenti che entrano in ruolo e l’obbligo di fare a inizio settembre corsi di recupero gratuitamente; per bloccare, infine, l’approvazione dell’introduzione dell’obbligo di formazione in servizio gratuito”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna zona verde Ue,domani responso
Numero tamponi giornalieri è sufficiente per target richiesto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
09 giugno 2021
18:40
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C’è attesa per il responso sull’ingresso della Sardegna nella zona verde europea: il centro Ue per la prevenzione e il controllo delle malattie caricherà domani, giovedì 10 giugno, i dati trasmessi dal Ministero della Salute. Possono entrare nell’area verde le Regioni che per 14 giorni registrano meno di 25 contagi ogni 100mila abitanti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Un requisito che noi abbiamo, quindi dovremmo essere dentro – spiega il commissario straordinario dell’Ats Massimo Temussi – ma attendiamo di conoscere la decisione anche alla luce delle condizioni di Aritzo e degli altri piccoli focolai nati nelle ultime settimane”.
Sul calo dei tamponi effettuati, Temussi rassicura: se ne stanno facendo meno, ma quanti bastano – il minimo consentito è 2.700 – per accedere alla zona verde europea. “In questo momento la Sardegna sta facendo meno test, ma solo perché da una settimana non eseguiamo più quelli ai passeggeri in ingresso in porti e aeroporti. Ne stiamo facendo di media 2.700, ovvero il numero richiesto per mantenere un livello di certificazione di Rt a livello zero”.
Intanto nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 37 nuovi casi e due decessi.
Complessivamente sono 56.937 le positività accertate nell’Isola dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.326.989 tamponi, con un incremento di 3.868 (tasso di positività 0,9%). Sono 94 (-6) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre resta invariato il numero (6) in terapia intensiva.
Per quanto riguarda la campagna vaccinale, questa mattina sono arrivate circa 86mila dosi del siero Pfizer. Attese inoltre, tra oggi e domani, 4mila dosi del vaccino Janssen.
Intanto ieri sono state somministrate 14.448 dosi. Ammonta a 1.018.670 il totale della vaccinazioni eseguiti dall’inizio della campagna per un totale, attualmente, di 1.180.120 dosi a disposizione. Ad oggi il 45% della popolazione sarda ha ricevuto almeno la prima dose e circa il 19% ha completato in ciclo.
Vaccinato quasi il 90% dei cittadini over 80, di cui circa l’80% ha completato l’intero ciclo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5s: ieri incontro Grillo-Conte su nuovo Statuto
In villa Marina di Bibbona del fondatore del Movimento
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
18:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un incontro tra Beppe Grillo e il leader in pectore del M5s Giuseppe Conte sarebbe avvenuto ieri, nella villa di Marina di Bibbona del fondatore del Movimento.
Secondo le indiscrezioni Conte si sarebbe recato da Grillo per illustrargli la stesura del nuovo Statuto e della Carta dei valori M5s, i documenti rifondativi del Movimento che nei prossimi giorni verranno votati dagli iscritti al M5s.
Il reggente Vito Crimi, ha confermato in un’intervista che il M5s è ormai in possesso dei dati sugli iscritti e che nei prossimi giorni ci saranno due votazioni: sulla modifica allo Statuto e subito dopo sul “nuovo assetto” del Movimento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Riaperture: Camera, ok al testo, passa al Senato
384 voti a favore, 39 contrari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
19:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera dell’Aula della Camera al decreto legge sulle riaperture legate alla pandemia Covid-19. Il testo, su cui il governo ha incassato a Montecitorio la fiducia, è stato approvato con 384 voti a favore, 39 contrari e cinque astenuti.
Passa ora al Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
M5S:Patuanelli, serve stare in governo e portare nostri temi
Stando fuori si fanno solo dei sit in
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
19:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Se c’è la tentazione che il M5S è meglio rifondarlo fuori dal governo? “No, perché fuori dal governo facciamo dei sit-in. Io credo sia necessario stare al governo per portare i nostri temi e su quei temi insistere”.
Lo ha spiegato il capodelegazione M5S Stefano Patuanelli interpellato da Fanpage a margine della cabina di regia a Palazzo Chigi sulla cybersecurity. Rispetto al Pd “ci sono dei temi su cui noi siamo più centrati e sui ci cerchiamo di fare la differenza, ma qui il problema non è marcare la differenza per cercare consenso come si fa dall’altra parte, il tema è proporre le cose e dare le risposte che servono a migliorare la vita dei cittadini”, ha sottolineato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Michetti, Roma è la mia città, torni Caput Mundi
Lusingato, ringrazio il centrodestra
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 giugno 2021
19:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono assolutamente lusingato e ringrazio per questo tutti i partiti della coalizione di centrodestra. Sono contentissimo del ticket con la dottoressa Matone insigne magistrato.
Roma è la mia città e il mio sogno.
Ora iniziamo insieme questa grande avventura per restituire insieme alla Città Eterno il ruolo di Caput Mundi”. Lo dichiara in una nota il candidato di centrodestra per la corsa al Campidoglio Enrico Michetti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: Contrada, La Barbera ne sapeva meno di mia madre
“Tinebra? Mi chiesi come poteva condurre inchieste su stragi”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 giugno 2021
19:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Quando ho letto i nomi dei 25 funzionari del gruppo d’indagine sulle stragi Falcone e Borsellino ho pensato: come si fa ad affidare un’indagine sulla strage di via D’Amelio dove viene ucciso un procuratore aggiunto e 5 agenti della polizia di Stato a persone che non sanno nulla di mafia che non hanno un’esperienza lunga di lavoro della criminalità organizzata? L’ex capo della mobile palermitana che poi fu messo a capo di quel gruppo, Arnaldo La Barbera, sarà stato un ottimo funzionario di polizia ma di mafia ne sapeva meno di mia madre che quando l’andavo a trovare a Napoli mi diceva: qualche giorno mi devi spiegare questa mafia che sta in Sicilia”. Lo ha detto l’ex numero 2 del Sisde Bruno Contrada, per anni ai vertici degli uffici investigativi siciliani, sentito dalla commissione regionale Antimafia che indaga sui depistaggi delle indagini sulla strage di Via d’Amelio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“A Firenze o ad Arezzo o a Bergamo si può mandare a fare il capo della squadra mobile uno che non ha mai fatto polizia giudiziaria, che non ha esperienza di anni e anni di lavoro con i criminali mafiosi. Ma non in Sicilia” ha aggiunto.
“La mattina del 20 luglio ’92 – ha anche detto – mi telefonò Sergio Costa, genero del capo della polizia di allora, Vincenzo Parisi, che mi disse ‘Parisi desidera che lei prenda contatti con il procuratore di Caltanissetta Giovanni Tinebra per la strage di Borsellino’. E io in quel momento seppi che il procuratore di Caltanissetta si chiamava cosi. Ma dopo che lo incontrai mi chiesi : come fa Tinebra a condurre un’inchiesta così importante?”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cassazione conferma condanna dell’ex governatore Durnwalder
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
09 giugno 2021
20:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Cassazione ha confermato la condanna dell’ex governatore dell’Alto Adige Luis Durnwalder a due anni e sei mesi per peculato nell’ambito di un procedimento per la gestione dei cosiddetti fondi riservati. Durnwalder era accusato di avere utilizzato fondi pubblici per spese private.

Dopo una lunga battaglia processuale, la suprema corte ha ora confermato la sentenza della corte d’appello di Trento di due anni fa. Il legale di Durnwalder, l’avv. Gerhard Brandstaetter, ha annunciato ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.
La Svp ha espresso solidarietà all’ex governatore. “Non un centesimo è finito nella tasche di Luis Durnwalder che ha sempre agito per il bene dei cittadini”, afferma il segretario Svp Philipp Achammer.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 3 nuove zone rosse in Sicilia da venerdì fino al 17
Ad Aidone, Francofonte e Valledolmo. Proroga per Prizzi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 giugno 2021
20:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Tre nuove “zone rosse” in Sicilia.
Si tratta dei Comuni di Aidone (Enna), Francofonte (Siracusa) e Valledolmo (Palermo).
Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che avrà efficacia a partire da venerdì 11 giugno fino a giovedì 17 giugno compreso.
Il provvedimento si è reso necessario in seguito alle relazioni epidemiologiche delle Asp che hanno evidenziato un considerevole aumento di positivi al Covid, ed è stato assunto dopo aver informato i sindaci competenti. Con la stessa ordinanza, è stata disposta inoltre la proroga delle misure restrittive (sempre fino al 17 giugno) per Prizzi (Palermo).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce un’agenzia nazionale per la cybersecurity, bozza da 19 articoli
Il governo attende il parere del Copasir, poi il Cdm per il decreto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
22:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva un’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn), organismo pubblico con autonomia regolamentare, amministrativa, patrimoniale, organizzativa. E’ quanto prevede una bozza di 19 articoli, con ancora dettagli incompleti e suscettibile di modifiche, del decreto legge sulla cybersecurity atteso in Cdm.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il premier ha “l’alta direzione e responsabilità generale delle politiche di cybersicurezza, anche per la tutela della sicurezza nazionale” e nomina il direttore generale dell’Acn. Viene anche istituito un Comitato interministeriale per la cybersicurezza e un Nucleo per la cybersecurity presso l’Agenzia e a supporto del premier.
Il governo stringe sull’Agenzia ad hoc per la cybersecurity, oggetto della cabina di regia a Palazzo Chigi alla quale hanno partecipato, oltre al sottosegretario ai Servizi Franco Gabrielli, i ministri Lorenzo Guerini, Stefano Patuanelli, Maria Stella Gelmini, Giancarlo Giorgetti e Roberto Speranza. La proposta dell’Agenzia per la cybersecurity è stata consegnata nelle ore scorse al Copasir. Il Comitato parlamentare per la sicurezza pubblica, a quanto si apprende da fonti parlamentari, avrebbe chiesto informalmente al governo un po’ di tempo per esaminare la proposta. Una volta arrivato il parere del Copasir sarebbe pronto il decreto che istituisce l’agenzia. Il Consiglio dei ministri chiamato a dare il via libera si terrà nei prossimi giorni.
Intanto è in programma alle 8.45 di domani l’audizione al Copasir dell’Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica, Franco Gabrielli. All’esame il decreto che istituirà la nuova Agenzia per la cybersecurity, a breve atteso in Cdm. Il Comitato, chiamato ad esprimere un parere sul testo, potrà chiedere chiarimenti al sottosegretario sul nuovo organo che ridisegna l’architettura della difesa italiana dalla minaccia cyber. Il Paese, per Gabrielli, ha una fragilità “per mancanza dei consapevolezza dei rischi, per un deficit di cultura su questi temi: purtroppo siamo molto in ritardo e dobbiamo camminare a passi molto svelti”.
“Domani approfondiremo nei dettagli il testo” sull’agenzia per la cybersecurity, “pronti a dare il nostro contributo, anche attraverso i 4 seminari che abbiamo organizzato nel mese di giugno e che saranno conclusi direttamente dal segretario nazionale Letta. L’esigenza di una moderna normativa nel campo cyber si pone sia per adempiere agli obblighi europei, sia soprattutto per mettere in sicurezza le infrastrutture connesse con la realizzazione degli investimenti innescati e garantiti dal Recovery Plan. Il fatto che il governo preveda una struttura interamente pubblica in grado di coordinare e realizzare progetti anche in partnership pubblico-privata rappresenta una proposta del Pd che è stata recepita, e costituisce per noi un elemento di valutazione positiva. Per gli altri aspetti rimandiamo ogni ulteriore valutazione all’esame più compiuto del testo”. Lo dichiara Enrico Borghi, deputato del Pd e membro della segreteria Dem, interpellato al telefono.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A settembre si torna a scuola con la mascherina
Ipotesi ok ai vaccini per i bimbi delle elementari. Sindacati della scuola in piazza
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
All’inizio del prossimo anno scolastico sarà necessario ancora utilizzare la mascherina insieme ad ulteriori misure per mitigare il rischio contagio: la notizia – insieme a quella di un possibile via libera in tempi brevi per vaccinare anche i bambini più piccoli – arriva direttamente dal generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, e gela le speranze di quanti auspicavano – tra docenti e studenti – di tornare in classe a settembre senza le mascherine che certamente non rendono semplice la socialità tra i ragazzi e anche lo scambio con i loro docenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ora abbiamo la possibilità di vaccinare i ragazzi dai 12 anni in su, quindi gran parte degli studenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
E non è detto che non arrivino ulteriori autorizzazioni per arrivare ai 6 anni.  Quindi l’architrave del discorso scuola, per riaprirla in massima sicurezza in presenza, è quello della vaccinazione, ma continueremo anche con il tracciamento e il diradamento”, spiega il commissario, che qualche giorno fa ha espresso il proprio pensiero anche riguardo a chi non vorrà vaccinare i propri figli o, maggiorenne, sceglierà di non vaccinarsi. I presidi dovranno “rendere sicura la permanenza” a scuola dei bambini e dei ragazzi che sceglieranno di non vaccinarsi”, ammonisce Figliuolo. “Il vaccino è uno dei pilastri della lotta al virus – chiarisce – ma per me nessuno mai deve essere discriminato: finchè ci sono le leggi che permettono la non obbligatorietà, chi organizza l’attività scolastica deve mettere in campo tutto quello che è possibile” per garantire a “coloro i quali, per scelta personale o dei propri genitori, abbiano pensato legittimamente di non vaccinarsi, di rendere sicura la loro permanenza negli istituti scolastici”. Un tema, questo, che certamente si riporrà con la ripresa dell’anno scolastico.
Intanto i sindacati non sembrano felici all’idea di un ritorno a scuola con le mascherine. “E’ una notizia non piacevole: molti genitori quest’anno hanno denunciato i dirigenti scolastici perchè non volevano che i figli tenessero questi dispositivi in classe. Ci auguriamo che venga ridefinito o puntualizzato un piano anche perchè le mascherine assegnate dall’ex commissario Arcuri erano spesso di basso livello qualitativo, con odori forti e grandi, tanto che sono state definite ‘mutande'”, commenta la segretaria della Cisl Scuola, Maddalena Gissi. Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi dice di “contare molto sul tema della vaccinazione dei ragazzi” mentre la sottosegretaria Barbara Floridia ricorda che si sta lavorando per diminuire il numero di studenti per classe e che sono state prorogate le misure per dare anche l’anno prossimo spazi aggiuntivi alle scuole affinchè a settembre le lezioni si possano svolgere con il distanziamento previsto “e col tempo speriamo si possa tornare alla normalità in spazi più ravvicinati”. Intanto sono iniziati in diverse regioni gli esami di terza media e dal 16 giugno partiranno quelli di maturità: il protocollo siglato tra Ministero e sindacati prevede che sia necessario mantenere due metri di distanza fra candidato e commissione, studentesse e studenti possono avere un solo accompagnatore, si deve indossare la mascherina. E oggi sono scesi i maggiori sindacati della scuola in piazza: chiedono di rivedere il Dl sostegni anche per assicurare i docenti in classe a settembre, il rischio è di 200 mila cattedre scoperte.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella,Matteotti esempio,sprone ad avere cura Repubblica
Ancora parla ai giovani,a valori Carta dedicò impegno ed energia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
09:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La Resistenza e la Liberazione, che hanno conquistato libertà e democrazia al Paese, affondano le proprie radici proprio nella testimonianza di personalità come Giacomo Matteotti. I valori che la Costituzione è riuscita a portare nelle nostre vite erano per lui ideali ai quali dedicare ogni impegno ed energia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questo rende Matteotti un esempio che ancora parla ai giovani, e sprona tutti i cittadini ad avere cura della nostra Repubblica”. Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel 97° anniversario dell’uccisione di Giacomo Matteotti.
“La Repubblica – dice ancora il Capo dello Stato – ricorda Giacomo Matteotti, martire della democrazia, nell’anniversario del rapimento e dell’assassinio ad opera di sicari fascisti dopo che, nell’Aula di Montecitorio, denunciò con coraggio le violenze squadriste e i brogli nelle elezioni del 1924. L’ultimo discorso di Matteotti segnò il drammatico epilogo della vita parlamentare, ben presto definitivamente soppressa dal regime”.
“Matteotti era un socialista che non si rassegnava alle fratture ideologiche aperte nel proprio campo – prosegue Mattarella -. Il suo impegno per i diritti del lavoro e per l’emancipazione del mondo contadino lo spinse, nel Polesine sua terra natale, a una battaglia a viso aperto con il fascismo sin dalle origini. Quando venne ucciso, era pronto anche a rendere pubbliche denunce sulla corruzione di uomini molto vicini a Mussolini. Ma la spietata azione squadrista non gli diede scampo”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella, salvaguardia vita umana in mare condizione pace
Messaggio a Capo Stato Maggiore Marina Militare, Cavo Dragone.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
09:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Alle donne e agli uomini della Marina Militare che celebrano, in questo 75° anno di vita della Repubblica, la loro festa, mi è grato rivolgere il più cordiale augurio e apprezzamento per l’impegno svolto in adempimento dei compiti loro affidati dal Parlamento e dal Governo.
Il mare, elemento di connessione globale, costituisce una risorsa strategica imprescindibile per l’Italia.
La garanzia della libertà di navigazione, la salvaguardia della vita umana in mare, la sicurezza delle coste, costituiscono una cornice essenziale allo sviluppo delle relazioni internazionali e sono condizioni per il mantenimento della pace tra i popoli”. Lo dice il Capo dello Stato Sergio Mattarella.in un messaggio inviato al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone, in occasione dell’anniversario della Marina.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Parlamento Ue chiede la revoca dei brevetti dei vaccini
Ok a risoluzione alla plenaria
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
10 giugno 2021
10:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per accelerare il dispiegamento a livello globale della vaccinazione anti-Covid-19, gli eurodeputati chiedono una revoca temporanea della protezione dei diritti di proprietà intellettuale.
In una risoluzione adottata oggi con 355 sì, 263 contrari e 71 astensioni, il Parlamento europeo chiede una deroga temporanea all’accordo ‘Trips’ dell’Organizzazione mondiale del Commercio, al fine di migliorare l’accesso globale a medicinali connessi alla Covid-19 a costi abbordabili e di affrontare i vincoli della produzione mondiale e le carenze nell’approvvigionamento.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Istat, produzione aprile +1,8%, oltre pre-Covid
Rimbalzo del 79,5% nel confronto annuo con il lockdown
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
10:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile 2021 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti dell’1,8% rispetto a marzo: si tratta del quinto mese consecutivo di crescita congiunturale e il livello “supera i livelli prepandemici di febbraio 2020”. Lo comunica l’Istat, indicando anche il fortissimo rimbalzo tendenziale.
Nel confronto annuo e corretto per gli effetti di calendario l’indice complessivo aumenta infatti del 79,5%, “in ragione del dato eccezionalmente basso di aprile 2020”, quando ebbero luogo le maggiori restrizioni all’attività produttiva per il contenimento del Covid, con il lockdown.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ad aprile 2021 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti dell’1,8% rispetto a marzo: si tratta del quinto mese consecutivo di crescita congiunturale e il livello “supera i livelli prepandemici di febbraio 2020”. Lo comunica l’Istat, indicando anche il fortissimo rimbalzo tendenziale.
Nel confronto annuo e corretto per gli effetti di calendario l’indice complessivo aumenta infatti del 79,5%, “in ragione del dato eccezionalmente basso di aprile 2020”, quando ebbero luogo le maggiori restrizioni all’attività produttiva per il contenimento del Covid, con il lockdown.
Nella media del periodo febbraio-aprile, indica inoltre l’Istat, il livello della produzione industriale cresce dell’1,9% rispetto ai tre mesi precedenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice destagionalizzato mensile mostra aumenti congiunturali in tutti i raggruppamenti principali di industrie: variazioni positive caratterizzano, infatti, i beni strumentali (+3,1%), l’energia (+2,4%), i beni intermedi (+1,1%) e, in misura meno rilevante, i beni di consumo (+0,5%). Nel confronto annuo, incrementi “straordinariamente ampi” caratterizzano tutti i comparti: l’aumento, meno pronunciato per l’energia (+14,2%), risulta elevatissimo per i beni strumentali (+119,5%), i beni intermedi (+98,1%) e quelli di consumo (+62,2%). Tutti i principali settori di attività economica registrano aumenti su base tendenziale, ad esclusione della produzione di prodotti farmaceutici di base (-3,2%). La crescita più ampia caratterizza i settori delle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (+363,2%), della fabbricazione di mezzi di trasporto (+327,3%), delle altre industrie (+160,9%), della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche (+149,3%) e della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+132,8%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cuba lancia smartphone ‘socialista’, fatto in casa
Scelta autarchica anche per i vaccini Covid
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
13:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2018 è arrivato Internet sugli smartphone, nel 2021 Cuba si fabbrica da sola i suoi telefoni. Entro fine giugno l’isola avrà il suo primo dispositivo ‘socialista’, così come è stato ribattezzato dagli articoli in rete, fatto interamente in casa. E’ fabbricato dall’azienda di Stato Gedeme e utilizzerà NovaDroid, una versione del sistema operativo Android modificata per soddisfare le esigenze dei cittadini cubani che non possono accedere a tutti i servizi tecnologici.
Un dispositivo che può avere un valore simbolico ed è una tendenza tecnologica autarchica già adottata da alcuni paesi come la Russia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto è rimbalzato negli ultimi giorni grazie alla notizia diffusa da Radio Rebelde: le prime 6.000 unità inizialmente previste saranno distribuite entro fine mese tramite i negozi di Etesca, l’azienda telefonica di Stato, e di Copextel. Gedeme ha pubblicato i disegni di tre modelli di fascia medio-bassa.
Nel 2018 L’Avana ha iniziato a fornire connessione dati che prima era disponibile solo negli hotel turistici dell’isola. La scelta tecnologica autarchica di un paese sotto le sanzioni americane, fa il paio con quella adottata nell’emergenza Coronavirus. Cuba, infatti, ha messo appunto due vaccini autoprodotti con l’isola ancora in piena emergenza per i contagi.   TECNOLOGIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Atteso per oggi parere Cts su vaccino AstraZeneca a giovani
Al momento alcune Regioni hanno cancellato gli open day
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
10:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Comitato tecnico scientifico (Cts), secondo quanto si apprende, dovrebbe esprimersi oggi in merito all’utilizzo del vaccino anti-Covid di AstraZeneca per i giovani dai 18 anni in su. Al momento, alcune Regioni hanno cancellato gli open day con il vaccino AstraZeneca aperti anche ai ragazzi, a seguito di casi di trombosi rare verificatisi in alcune giovani donne.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Curva epidemica Covid umbra ancora in “forte discesa”
Indice Rt scende a 0,72, “ci fa ben sperare” dice epidemiologo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
10 giugno 2021
11:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La curva epidemica relativa al Covid in Umbria “continua ancora in una forte discesa”, con l’indice Rt calcolato a 0,72 (0,68 quello italiano), mentre la scorsa settimana era 0,87. Lo ha detto Marco Cristofori, del nucleo epidemiologico della Regione nella conferenza stampa settimanale di aggiornamento sull’andamento della pandemia.

“Siamo arrivati a livelli veramente bassi di incidenza perché le misure adottate e il monitoraggio capillare fatto comune per comune ha permesso di identificare sempre qualsiasi piccola anomalia” ha spiegato.
“Quando uno ha i casi molto bassi – ha detto Cristofori – generalmente l’Rt si attesta intorno a uno perché la capacità di discesa diminuisce ma qui abbiamo ancora margini di calo.
Andando avanti così possiamo ancora continuare a diminuire l’incidenza. Questo ci fa ben sperare”.
L’incidenza di casi è stata quindi indicata in 16 per 100 mila abitanti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C.destra:Tajani,su federazione c’è confronto
Un rapporto più stretto fu intuizione Berlusconi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
11:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Il rapporto più stretto tra forze del centrodestra fu un’intuizione di Berlusconi, ha parlato anche di partito unico che garantisse stabilità al paese e riforme, è un tema su cui c’è confronto magari per le elezioni del 2023 o quando si voterà si può pensare alla nascita di una grande forza”. Così Antonio Tajani a Radio Anch’io.
Sulle differenze nel centrodestra, Tajani dice che tutto l’elettorato di centro destra “vuole certi cambiamenti:la riduzione del fardello fiscale, la rivoluzione della giustizia che purtroppo non funziona, c’è un problema che riguarda la burocrazia, questa rivoluzione vogliono gli elettori di centrodestra”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
60 anni fa la ‘Notte dei fuochi’ in Alto Adige
Ondata di attentati a tralicci in Alto Adige
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
10 giugno 2021
11:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La notte tra l’11 e il 12 giugno del 1961 il movimento irredentista sudtirolese Bas fece esplodere 37 tralicci in Alto Adige. L’ondata di attentati entrò nella storia come la Feuernacht, la Notte dei fuochi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A 60 anni di distanza Eva Klotz, ex consigliera provinciale e figlia di Joerg Klotz, detto il “martellatore della val Passiria”, ed Edoardo Mori, ex presidente del tribunale del riesame di Bolzano, rispondono, tra l’altro, alla domanda: Terroristi oppure combattenti per la libertà? Eva Klotz non ha dubbi: “Combattenti per la libertà. C’era il tentativo di sottomissione da parte dell’Italia. La pulizia etnica è stata fermata con la Notte dei fuochi e la battaglia per la libertà del Sudtirolo. L’Italia aveva l’obiettivo di raggiungere entro gli anni ’70 la maggioranza italiana in Sudtirolo e allora di noi avrebbero fatto quello che volevano”, dice. D’altro avviso l’ex giudice Mori. “Finché – dice – uno non ammazza lo si può definire volendo combattente per la libertà, nel momento in cui uccide è un delinquente punto e basta”.
A oltre mezzo secolo di distanza si torna a parlare di grazia. Anche in questo caso la ‘Pasionaria del Sudtirolo’ è convinta: “Grazia sì, ovviamente, perché non erano terroristi.
Hanno fatto di tutto per evitare morti e feriti”, sostiene Klotz. Secondo Mori, invece, “ci sono più motivi per negarla che per concederla”. “Questi terroristi – aggiunge – non hanno fatto nulla per meritarsela, nessun pentimento, nessun risarcimento, nessun atto di ossequio allo Stato. Sono rimasti terroristi e nemici dello Stato italiano”, afferma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Rixi, minacce morte a Bucci, Salvini e Meloni su muri Genova
Parlamentare, ‘è un attacco diretto alla democrazia’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
10 giugno 2021
11:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le minacce di morte al sindaco Marco Bucci, a Matteo Salvini e Giorgia Meloni sono un attacco diretto alla democrazia. Le scritte comparse in queste ore in alcune strade di Genova non devono essere sottovalutate, né derubricate a ragazzata”.
Lo dice in una nota il deputato Edoardo Rixi, commissario della Lega in Liguria. “Sono le stesse strade in cui si trovano ancora frasi che esaltano le Brigate Rosse e la lotta armata, di vecchia e nuova manifattura. Genova è la città in cui di recente sui social circolava la foto choc di Salvini imbavagliato come Aldo Moro nella ‘prigione del popolo’. Ci auguriamo una condanna anche dalle forze di sinistra, senza ambiguità e a voce alta, contro chi predica l’uso della P38 per eliminare i rappresentanti dello Stato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Alto Adige: Kompatscher, violenza non è mai la soluzione
(v. “60 anni fa la ‘Notte dei fuochi’ in Alto Adige” 11:18)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
10 giugno 2021
12:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In occasione dei 60 anni della Notte dei fuochi, il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher ricorda la difficile situazione dell’Alto Adige negli anni ’60 e i successivi sviluppi positivi. “Spetta agli storici – commenta – giudicare se l’Alto Adige, senza la Notte dei fuochi avrebbe ottenuto o meno lo Statuto di autonomia che oggi conosciamo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ciò che è certo, però, è che sia prima che dopo questi fatti, vi fu bisogno di lunghe e complicate trattative politiche per portare l’autonomia dell’Alto Adige ad essere quella che conosciamo oggi”.
Secondo il presidente Kompatscher, “la violenza non può mai rappresentare la soluzione, ma non bisogna dimenticare ciò che ha portato ad azioni così drastiche. La Notte dei fuochi va inserita nel contesto dei conflitti dell’epoca. Molte persone erano deluse e non si sentivano prese sul serio: lo Stato non manteneva le promesse fatte, vi erano tentativi di repressione e il nostro territorio viveva ulteriori ondate di immigrazione a fronte di una contemporanea emigrazione di giovani sudtirolesi in cerca di lavoro”. Il governatore sottolinea inoltre che “l’autonomia conquistata nel 1972 dopo un duro confronto dall’allora presidente Silvius Magnago, grazie anche al significativo sostegno austriaco, rappresentò l’inizio di una nuova era, che fece seguito all’annessione, alla politica di italianizzazione portata avanti dallo Stato e alla soppressione della lingua e della cultura tedesca e ladina. Da quel momento in avanti, l’Alto Adige ha ripreso in mano le sorti del proprio destino e ha iniziato a costruire una propria autonomia amministrativa e legislativa, saldamente ancorata non solo ai principi della Costituzione, ma anche – grazie all’Accordo di Parigi e al coinvolgimento dell’Onu – al diritto internazionale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nato: Draghi sente Stoltenberg in vista vertice Bruxelles
Discussi iniziativa Nato 2030 e cooperazione von Ue
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
12:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha avuto stamattina un colloquio telefonico con il Segretario Generale della Nato, Jens Stoltenberg, in preparazione del Vertice della Nato che si svolgerà a Bruxelles lunedì 14 giugno. Lo rende noto Palazzo Chigi.
Fra i temi discussi, il processo di adattamento dell’Alleanza Atlantica attraverso l’iniziativa Nato 2030 e la cooperazione fra la Nato e l’Unione Europea.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Salvini- Michetti, un’ora di colloquio su temi caldi
Dalla sicurezza a rifiuti,periferie e trasporto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 giugno 2021
12:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un’ora con Enrico Michetti, candidato sindaco di Roma, per parlare del futuro della città. Lo annuncia Matteo Salvini su twitter .
I temi affrontati per il “futuro della città”: sicurezza, decoro, trasporto,periferie, rifiuti.
“La lega e tutto il centrodestra ci sono”, scrive ancora.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
C.destra: Salvini, avanti con federazione, serve unità
E ottimismo su amministrative dopo decisioni su Roma e Torino
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
13:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Avanti tutta con la federazione del centrodestra al governo e grande ottimismo in vista delle elezioni amministrative, soprattutto dopo le decisioni ufficiali su Roma e Torino. Matteo Salvini ha presieduto il consiglio federale del partito, questa mattina, e ha fatto il punto sulla situazione politica”.
Così una nota della Lega, per la quale Salvini ha detto: “Ora servono unità e concretezza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Letta, sbagliato candidare magistrati in funzione in città
C.destra lo ha fatto a Napoli e a Roma, è un errore
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
13:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho visto le candidature” del centrodestra “a Napoli e il ticket a Roma. Il centrodestra è molto attento alla giustizia: hanno candidato due magistrati, a Napoli come sindaco e come vicesindaco a Roma, peccato che siano in funzione nel posto dove si candideranno.
Hanno preso decisioni delicatissime e hanno accesso a dati sensibili della terra dove si candidano. La legge italiana ha un buco e non lo impedisce. Ed è un errore”. Lo ha detto il segretario Pd, Enrico Letta, a ‘L’Aria che tira’, su La 7.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Amministrative: Letta, da esito voto non trarrò scelte politiche
Si tratta di elezioni amministrative, non di politiche
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
13:09
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Si tratta di elezioni amministrative e non trarrò scelte politiche se andranno in un verso o nell’altro”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, a L’Aria che tira su La7.
“Sono elezioni amministrative – ha ribadito – i cittadini sceglieranno i sindaci. Quello che invece sarà competenza totale del partito a livello nazionale saranno le elezioni politiche, che ci saranno tra 20 mesi. Non sarà un sondaggio, ma il voto vero, io sto facendo di tutto perché il centrosinistra sia rinnovato”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa respinge le dimissioni del cardinale Marx
In una lettera, scritta in spagnolo, Bergoglio lo ringrazia per il suo “coraggio”. Il cardinale: ‘ Francesco mi ha commosso, accetto la sua decisione’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
10 giugno 2021
19:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco ha respinto le dimissioni presentategli dal cardinale di Monaco Reinhard Marx. “Questa è la mia risposta, caro fratello – gli ha scritto stamane in una lettera -.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Continua come tu proponi ma come Arcivescovo di Monaco e Frisinga. E se sei tentato di pensare che, nel confermare la tua missione e nel non accettare la tua rinuncia, questo Vescovo di Roma (tuo fratello che ti ama) non ti capisca, pensa quello che ha provato Pietro davanti al Signore quando, a suo modo, gli presentò la sua rinuncia: ‘Stammi lontano che sono un peccatore’, e ascolta la risposta: ‘Pasci le mie pecore’. Con affetto fraterno”.
Nella lettera scritta in spagnolo, il Papa ringrazia dapprima Marx per il suo “coraggio”. “Mi dici che stai attraversando un momento di crisi – afferma poi -, e non solo tu ma anche la Chiesa in Germania lo sta vivendo. Tutta la Chiesa è in crisi per il problema degli abusi; di più ancora, la Chiesa oggi non può fare un passo avanti senza farsi carico di questa crisi”. Secondo il Pontefice, “la politica dello struzzo no, non porta a nulla, e la crisi va assunta dalla nostra fede pasquale”. “I sociologismi, gli psicologismi sono inutili – prosegue -.  Assumere che la crisi, personalmente e come comunità, sia l’unico modo fruttuoso perché da una crisi non esce da soli ma in comunità e dobbiamo anche tenere conto che da una crisi si esce migliori o peggiori, ma mai uguali”.
“Sono d’accordo con te nel definire una catastrofe la triste storia degli abusi sessuali e il modo di affrontarla che la Chiesa ha preso fino a poco tempo fa”, aggiunge Francesco.  “Dobbiamo farci carico della storia, sia personalmente che come comunità. Non si può restare indifferenti di fronte a questo crimine – aggiunge -. Assumerlo significa mettersi in crisi. Non tutti vogliono accettare questa realtà, ma è l’unico modo, perché fare ‘risoluzioni’ di cambiare vita senza ‘mettere la carne alla brace’ non porta a nulla”.
“Pertanto, a mio avviso – spiega il Papa -, ogni Vescovo della Chiesa deve assumerlo e chiedersi: ‘cosa devo fare davanti a questa catastrofe?’. Il ‘mea culpa’ di fronte a tanti errori storici del passato lo abbiamo fatto più di una volta di fronte a molte situazioni, anche se personalmente non abbiamo partecipato a quel frangente storico. E questo stesso atteggiamento è quello che ci viene chiesto oggi. Ci viene chiesto di riformare, cosa che – in questo caso – non consiste di parole ma di atteggiamenti che abbiano il coraggio di mettersi in crisi, di assumere la realtà qualunque ne sia la conseguenza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In spirito di obbedienza accetto la sua decisione”. Lo afferma il cardinale di Monaco Reinhard Marx, esprimendo sorpresa e commozione, dopo che il Papa ha respinto oggi le sue dimissioni. “Non contavo – scrive il porporato sul sito dell’arcidiocesi – su una reazione così veloce e nemmeno mi aspettavo la decisione che io dovessi continuare nel mio servizio”. E aggiunge di essere rimasto colpito “dal tono fraterno” delle parole del Papa, dalla percezione di essere stato compreso nelle ragioni riguardanti la richiesta di dimissioni, richiesta che aveva sullo sfondo il dramma che vive la Chiesa tedesca in materia di abusi.
“Dici bene nella tua lettera – riconosce Francesco – che seppellire il passato non ci porta a nulla. I silenzi, le omissioni, il dare troppo peso al prestigio delle Istituzioni porta solo al fallimento personale e storico, e ci porta a convivere con il peso di ‘avere scheletri nell’armadio’, come si suol dire”. “È urgente ‘dare aria’ a questa realtà degli abusi e di come la Chiesa ha proceduto – avverte -, e lasciare che lo Spirito ci conduca al deserto della desolazione, alla croce e alla risurrezione”. “È la via dello Spirito che dobbiamo seguire – continua -, e il punto di partenza è l’umile confessione: abbiamo sbagliato, abbiamo peccato. I sondaggi e il potere delle istituzioni non ci salveranno. Non ci salverà il prestigio della nostra Chiesa che tende a nascondere i suoi peccati; non ci salverà né il potere del denaro né l’opinione dei media (spesso ne dipendiamo troppo)”.
“Come Chiesa dobbiamo chiedere la grazia della vergogna, e che il Signore ci salvi dall’essere la spudorata prostituta di Ezechiele 16”, afferma il Pontefice che conclude: “Mi piace come finisci la lettera: ‘Continuerò con piacere ad essere sacerdote e vescovo di questa Chiesa e continuerò ad impegnarmi a livello pastorale finché lo riterrò sensato e opportuno. Vorrei dedicare più intensamente alla cura pastorale i prossimi anni del mio servizio e adoperarmi per un rinnovamento spirituale della Chiesa, come instancabilmente chiedi'”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:Fontana,pronti a farli a turisti
‘Potremo farlo se avremo più dosi’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 giugno 2021
13:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi fin dal primo momento abbiamo detto che se ci danno una disponibilità aggiuntiva di dosi da destinare ai turisti, siamo pronti ad offrire il servizio”: il presidente della Lombardia Attilio Fontana lo ha ribadito a Pavia a margine dell’inaugurazione dell’elisoccorso del Policlinico San Matteo.
“E’ chiaro che è una cosa complessa, ma la macchina organizzativa che abbiamo in campo – ha assicurato – può gestirla.
Si tratta di far comunicare tra loro le anagrafi vaccinali delle regioni, la nostra è già informatizzata e pronta”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, centomila morti in più in Italia per il Covid
Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra. Più colpito il Nord-est, più morti al Sud
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra in poi. Ad evidenziarlo è il rapporto Istat-Iss sull’impatto del Covid in Italia, secondo il quale nell’anno della pandemia sono stati registrati complessivamente 746.146 decessi, 100.526 in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso). Considerando le variazioni nei tassi standardizzati di mortalità, poi, la mortalità ha registrato nel 2020 un aumento del 9%, rispetto alla media del quinquennio 2015-2019; le regioni che riportano aumenti significativamente più alti sono Piemonte, Valle D’Aosta, Lombardia e la Provincia autonoma di Trento.
La stima del contributo dei decessi Covid-19 alla mortalità generale conferma come l’impatto sia più marcato nel genere maschile. Si evidenzia inoltre come la fascia di età in cui si riscontra un’incidenza maggiore di decessi Covid-19 sui decessi totali sia la 65-79 anni, in questa classe un decesso su 5 è attribuibile al Covid-19.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scrive l’Istat nel suo rapporto sull’impatto del Covid in Italia.  Il rischio di decesso per Covid si riduce del 95% a partire dalla settima settimana dopo la somministrazione della prima dose di vaccino. Lo rivela il nuovo rapporto Istat-Iss sull’incidenza della pandemia in Italia. Analizzando il primo quadrimestre del 2021, il documento spiega che “la vaccinazione ha portato a una notevole riduzione del rischio di morte a meno di due mesi dalla prima dose del vaccino”. Rispetto al 2020 si è registrato un ulteriore calo in termini percentuali dei contagi registrati nella popolazione molto anziana (80 anni e più) e un abbassamento dell’età dei casi segnalati. “Questo – spiega l’Istat – è un segnale di come la campagna di vaccinazione, le raccomandazioni e la prevenzione messa in atto abbiano dato esiti postivi nel ridurre la trasmissione di malattia nella fascia anziana della popolazione, ma è anche una conseguenza dell’aumentata capacità diagnostica e delle attività di contact tracing”.
In particolare, il report segnala che alla data del 7 giugno 2021 in Italia sono state somministrate 38.178.684 dosi di vaccino per la prevenzione dell’infezione da SARS-CoV-2, con un totale di 13.028.350 di persone che hanno ricevuto il ciclo completo (24,01% della popolazione over 12 anni). Il rapporto evidenzia una riduzione progressiva del rischio di infezione da SARS-CoV-2, di ricovero e di decesso.
PIU’ MORTI AL SUD- Analizzando la diffusione del virus nei primi mesi del 2021 le Province con il maggior tasso di incidenza sono state quelle del versante Nord-orientale: Bologna, Gorizia, Forlì-Cesena, Udine, Rimini, Bolzano/Bozen. Molto bassa appare l’incidenza in alcune province della Sardegna (Sud Sardegna, Oristano, Sassari), in alcune Province della Calabria (Catanzaro, Cosenza, Crotone) e della Sicilia (Ragusa, Enna, Agrigento). Rispetto all’intero anno 2020, nei primi quattro mesi del 2021 l’impatto dei decessi per Covid-19 sui decessi totali è aumentato soprattutto nelle regioni del Centro e del Mezzogiorno; questo accade sia perché è aumentata la capacità di rilevazione dei decessi Covid-19 da parte delle Regioni sia per lo scenario di diffusione del virus che è notevolmente mutato interessando le regioni del Centro e del Mezzogiorno, le quali avevano registrato una scarsa presenza del virus nella prima ondata (marzo-maggio 2020). Lo rivela il nuovo rapporto Istat-Iss sull’incidenza della pandemia in Italia.
IL GIORNO PIU’ NERO, IL 28 MARZO – Il numero più alto di decessi giornalieri causa Covid si è registrato il 28 marzo 2020 con un totale di 928 vittime, mentre nella seconda ondata il record è stato registrato il 19 novembre con 805 morti. Lo rivela il nuovo rapporto Istat-Iss sull’incidenza della pandemia in Italia. Nei primi quattro mesi del 2021, sono stati riportati 42.957decessi. Se si considerano i soli mesi di marzo e aprile 2021 rispetto al 2020 i decessi riportati sono 21.004 rispetto ai 30.064 dei rispettivi mesi nel 2020. Complessivamente dall’inizio dell’epidemia il numero di decessi è avvenuto prevalentemente tra gli uomini (56,7%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaca Crema: Sala,no tweet ma riforme
‘Capire ragioni difficoltà a trovare candidati’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 giugno 2021
13:28
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi rivolgo ai segretari dei partiti: credo che dei tweet di solidarietà a noi interessi il giusto. Noi vogliamo invece vedere le riforme che ci facilitano la vita e quindi facilitano la vita alla città”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha sottolineato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, tornando a parlare della vicenda della sindaca di Crema, Stefania Bonaldi, che ha ricevuto un avviso di chiusura indagini dopo che un bambino si è schiacciato le dita in una porta taglia fuoco all’asilo. “Prendo il caso di Crema come la classica goccia che fa traboccare il vaso: – ha aggiunto a margine della posa della prima pietra del nuovo edificio dell’Università di Milano Bicocca – prima è toccato alla sindaca Appendino, poi a un’altra serie di sindaci. Oggi si rischia troppo. E non vorrei che questo dibattito sul fatto che non si trovano candidati sindaci sia caldo oggi, ma poi ce ne si dimentica. Bisogna invece capire le ragioni per cui c’è così difficoltà a trovare persone che vogliono candidarsi”. “Un punto centrale” secondo Sala ” è la riforma delle regole, l’abuso d’atto d’ufficio è facile da prendersi, come una denuncia per omissione d’atto d’ufficio – ha concluso -.
Quindi a volte quando devi firmare non sai dove rischi di più”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Meloni,su giudici candidati da Letta due pesi e due misure
Ora parla di errore,ma allora Emiliano, de Magistris o Ingroia?
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
13:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“E non se ne è accorto quando si è candidato Emiliano, o de Magistris o Ingroia. E’ è il classico due pesi e due misure della sinistra.
Se è consentito è consentito. Se ne può parlare ma se si può fare si fa. Credo che ci fosse anche lui quando fu candidato Emiliano…”. Lo ha detto la leader di Fdi Giorgia Meloni a L’aria che tira su La7, a proposito della critica di Enrico Letta al centrodestra che ha candidato due magistrati a Roma e Napoli (Matone e Maresca). “Un errore” per il segretario del Pd.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Botta e risposta Letta-Meloni sui magistrati candidati
Salvini a colloquio con Michetti, rilancia anche la federazione del centrodestra
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
13:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho visto le candidature” del centrodestra “a Napoli e il ticket a Roma. Il centrodestra è molto attento alla giustizia: hanno candidato due magistrati, a Napoli come sindaco e come vicesindaco a Roma, peccato che siano in funzione nel posto dove si candideranno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno preso decisioni delicatissime e hanno accesso a dati sensibili della terra dove si candidano. La legge italiana ha un buco e non lo impedisce. Ed è un errore”. Lo ha detto il segretario Pd, Enrico Letta, a ‘L’Aria che tira’, su La 7.
Ieri la notizia dell’accordo nel centrodestra sui candidati alle Comunali che vede tra l’altro il ticket Michetti-Matone a Roma.
“E non se ne è accorto quando si è candidato Emiliano, o de Magistris o Ingroia. E’ è il classico due pesi e due misure della sinistra. Se è consentito è consentito. Se ne può parlare ma se si può fare si fa. Credo che ci fosse anche lui quando fu candidato Emiliano…”, così la leader di Fdi Giorgia Meloni a L’aria che tira su La7, a proposito della critica di Enrico Letta al centrodestra che ha candidato due magistrati a Roma e Napoli (Matone e Maresca). “Un errore” per il segretario del Pd.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In mattinata c’è stato un colloquio di un’ora tra Matteo salvini ed Enrico Michetti, candidato sindaco di Roma, per parlare del futuro della città. I temi affrontati per il “futuro della città”: sicurezza, decoro, trasporto,periferie, rifiuti.”La lega e tutto il centrodestra ci sono”, scrive ancora.
In una nota Salvini ha rilanciato la federazione del centrodestra. “Avanti tutta con la federazione del centrodestra al governo e grande ottimismo in vista delle elezioni amministrative, soprattutto dopo le decisioni ufficiali su Roma e Torino. Matteo Salvini ha presieduto il consiglio federale del partito, questa mattina, e ha fatto il punto sulla situazione politica”. Così una nota della Lega, per la quale Salvini ha detto: “Ora servono unità e concretezza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Saman: commissione Femminicidio Senato apre indagine
Valente sgomenta,cercò di salvarsi chiedendo aiuto a istituzioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
13:38
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi l’ufficio di presidenza della Commissione d’inchiesta sul femminicidio del Senato ha deliberato di avviare subito un’indagine sul caso della scomparsa di Saman Abbas, la ragazza appena maggiorenne di Novellara (Re) che gli inquirenti ritengono sia stata uccisa dallo zio perché rifiutava un matrimonio combinato. “E’ motivo di sgomento – spiega La senatrice Valeria Valente, Presidente della Commissione – che una giovane donna possa rischiare la fine che temiamo abbia fatto Saman Abbas, soprattutto dopo aver cercato di salvarsi, chiedendo ripetutamente aiuto alle istituzioni del nostro Paese”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In Umbria via a vaccinazione con Johnson in farmacie
Intervento di supporto per gli ultrasettantenni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
10 giugno 2021
13:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì in Umbria “partirà un intervento vaccinale di supporto con le farmacie e il vaccino appropriato, dunque Johnson&Johnson, per gli ultrasettantenni”: ad annunciarlo è stato il commissario regionale all’emergenza Covid, Massimo D’Angelo, nel corso del punto settimanale sull’andamento della pandemia.
Sono 116 – è stato spiegato – le farmacie che hanno aderito alla campagna.
Ciascuna agirà attraverso “un’agenda ad hoc”, dopo l’adesione da parte del cittadino, che poi riceverà la comunicazione con data, ora e luogo della somministrazione.
“Essendo capillarmente distribuite sul territorio regionale – ha proseguito D’Angelo – le farmacie assicureranno un’ulteriore forma di adesione all’intervento vaccinale”.
Intanto, entro questa settimana verranno concluse le vaccinazioni negli hub per gli ultracinquantenni che hanno aderito, mentre “in sei distretti – ha spiegato Fortunato Bianconi, amministratore unico di Umbria Digitale – già in queste ore si comincerà chiamare i soggetti della fascia 40-49 anni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini in vacanza, in Vda solo per soggiorni oltre un mese
Usl, “ma deve essere un evento quasi eccezionale”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
10 giugno 2021
13:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La somministrazione della seconda dose del vaccino anti-Covid19 solo per i turisti che soggiornino oltre i 30 giorni in Valle d’Aosta: è la linea guida, ancora da ufficializzare, su cui punta l’azienda Usl della regione alpina dopo la decisione in merito del generale Figliuolo.
Ma, sottolinea Guido Giardini, direttore sanitario dell’Usl della regione alpina, “deve essere -come ha scritto il commissario Figliuolo – un evento quasi eccezionale.
Perché è chiaro che se il cittadino sta qua ma è di Torino, il buon senso dice che è meglio che vada nella sua città a ricevere la seconda dose, è talmente vicino”. “Il nostro problema – aggiunge Giardini – è di avere una programmazione in anticipo, in modo da poter chiedere una consegna ulteriore per i turisti alla struttura commissariale”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da domani riprende tratta ferroviaria diretta Vienna-Trieste
Dopo 160 anni, lungo la storica rotta Graz-Maribor-Lubiana
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
10 giugno 2021
14:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo 160 anni, domani da Vienna alle 7. 58 partirà il treno che ripercorrerà l’antica tratta che collegava, via Graz (Austria), Maribor e Lubiana (Slovenia), la capitale dell’impero con il porto dell’impero, Trieste, dove il convoglio arriverà alle 16:52, accolto da una cerimonia nell’atrio della Stazione centrale, con tanto di autorità cittadine e regionali oltre che a rappresentanti istituzionali sloveni e austriaci. Sarà con l’occasione ripercorsa la storia del collegamento su rotaia e dei legami passati di Trieste con Vienna.
Un servizio ferroviario che dal giorno successivo, sabato 12 giugno, viaggerà anche in senso contrario, con partenza da Trieste alle 13. 03 e arrivo a Vienna alle 22. 02, come specifica Il Piccolo che pubblica un lungo articolo in prima pagina oggi.
Il convoglio sarà formato da tre carrozze delle ferrovie slovene e il resto da carrozze austriache. La tratta diretta era stata interrotta all’indomani dei due confini, Jugoslavia e Austria, per raggiungere Vienna da Trieste occorre passare per Udine e risalire la Pontebbana, sconfinare a Villach e di lì proseguire fino a Vienna. Ora e Öbb, le ferrovie austriache, con un ‘ritorno al passato’ riattivano un collegamento diretto lungo la rotta di un tempo. A svolgere il servizio sarà un Eurocity al giorno in andata e ritorno.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Bce: lascia tassi invariati, tasso depositi a -0,50%
Tasso principale fermo a zero.Politica resta ‘molto accomodante’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale Europea lascia, come nelle previsioni, i tassi d’interesse fermi: il tasso principale rimane a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria, confermando che l’orientamento resta “molto accomodante” e che continuerà a fornire abbondante liquidità attraverso le sue operazioni di rifinanziamento e a portare avanti i programmi di acquisti di asset.
In particolare, l’istituto centrale prevede di rinforzare gli acquisti del programma per l’emergenza pandemica e si attende che anche nel prossimo trimestre “gli acquisti netti nell’ambito del Pepp continuino a essere condotti a un ritmo significativamente più elevato rispetto ai primi mesi dell’anno”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Camera: Dialoghi sul referendum del 2 giugno del 1946
Il primo di tre incontri dedicati a questa importante data
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
17:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si tiene oggi il primo di una serie di incontri che il Comitato per la documentazione della Camera dei deputati promuove a settantacinque anni dal 2 giugno 1946 e dedicati alla consultazione referendaria che sancì la vittoria della Repubblica, all’estensione del voto alle donne e all’elezione dell’Assemblea Costituente.
Nella Sala della Lupa, dove proprio nel pomeriggio del 10 giugno del 1946 vennero proclamati i risultati ufficiali, lo storico Maurizio Ridolfi, professore ordinario di Storia contemporanea all’università della Tuscia e docente anche a Roma Tre e la giornalista Alessandra Sardoni dialogheranno sul tema del referendum istituzionale. Interverrà il Presidente della Camera, Roberto Fico.
Introdurrà i lavori il Vicepresidente Ettore Rosato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Beltrame: Italia Ucraina, accordo per rafforzare legami imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Ucraina è un partner strategico con cui vogliamo sviluppare ancora di più le nostre relazioni economiche. Il livello degli scambi tra i nostri paesi è stato considerevole negli ultimi anni, ma occorre fare molto di più per aumentare gli investimenti e i partenariati industriali”.

Così la vicepresidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria Barbara Beltrame Giacomello nel corso del Business Forum Ucraina-Italia a Kiev, durante il quale ha firmato per Confindustria un accordo con il Consiglio degli Esportatori e degli Investitori sotto il Ministero degli Affari Esteri dell’Ucraina per rafforzare i legami economici tra i due sistemi imprenditoriali. “Nelle aree di collaborazione in settori quali l’agroindustria, l’energia e le infrastrutture, le aziende italiane possono offrire prodotti e tecnologie all’avanguardia nel mondo, adatti alle esigenze di sviluppo dell’industria ucraina”, evidenzia. Alla missione è presente, a causa delle limitazioni dovute al covid, una delegazione ristretta di aziende e associazioni imprenditoriali dei settori agroindustria, energia, trasporti e infrastrutture.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, via libera del Garante alla piattaforma per il rilascio
Autorizzato l’uso di Immuni, blocco provvisorio per l’app IO
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
20:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Garante per la Privacy ha dato parere favorevole sullo schema di decreto attuativo che attiva la Piattaforma nazionale-DGC per il rilascio del green pass, prevedendo adeguate garanzie per l’utilizzo delle certificazioni verdi. In merito alle app per recuperare il green pass, il Garante ha autorizzato l’uso dell’App Immuni, ma ha rinviato l’impiego dell’App IO a causa delle criticità riscontrate.
Ma la società PagoPA, contrastando l’affermazione del Garante per la Privacy secondo cui l’App prevede “un trasferimento verso Paesi terzi (es. Bce: lascia tassi invariati, tasso depositi a -0,50%
Tasso principale fermo a zero.Politica resta ‘molto accomodante’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale Europea lascia, come nelle previsioni, i tassi d’interesse fermi: il tasso principale rimane a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria, confermando che l’orientamento resta “molto accomodante” e che continuerà a fornire abbondante liquidità attraverso le sue operazioni di rifinanziamento e a portare avanti i programmi di acquisti di asset.
In particolare, l’istituto centrale prevede di rinforzare gli acquisti del programma per l’emergenza pandemica e si attende che anche nel prossimo trimestre “gli acquisti netti nell’ambito del Pepp continuino a essere condotti a un ritmo significativamente più elevato rispetto ai primi mesi dell’anno”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Camera: Dialoghi sul referendum del 2 giugno del 1946
Il primo di tre incontri dedicati a questa importante data
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
17:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si tiene oggi il primo di una serie di incontri che il Comitato per la documentazione della Camera dei deputati promuove a settantacinque anni dal 2 giugno 1946 e dedicati alla consultazione referendaria che sancì la vittoria della Repubblica, all’estensione del voto alle donne e all’elezione dell’Assemblea Costituente.
Nella Sala della Lupa, dove proprio nel pomeriggio del 10 giugno del 1946 vennero proclamati i risultati ufficiali, lo storico Maurizio Ridolfi, professore ordinario di Storia contemporanea all’università della Tuscia e docente anche a Roma Tre e la giornalista Alessandra Sardoni dialogheranno sul tema del referendum istituzionale. Interverrà il Presidente della Camera, Roberto Fico.
Introdurrà i lavori il Vicepresidente Ettore Rosato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Beltrame: Italia Ucraina, accordo per rafforzare legami imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Ucraina è un partner strategico con cui vogliamo sviluppare ancora di più le nostre relazioni economiche. Il livello degli scambi tra i nostri paesi è stato considerevole negli ultimi anni, ma occorre fare molto di più per aumentare gli investimenti e i partenariati industriali”.

Così la vicepresidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria Barbara Beltrame Giacomello nel corso del Business Forum Ucraina-Italia a Kiev, durante il quale ha firmato per Confindustria un accordo con il Consiglio degli Esportatori e degli Investitori sotto il Ministero degli Affari Esteri dell’Ucraina per rafforzare i legami economici tra i due sistemi imprenditoriali. “Nelle aree di collaborazione in settori quali l’agroindustria, l’energia e le infrastrutture, le aziende italiane possono offrire prodotti e tecnologie all’avanguardia nel mondo, adatti alle esigenze di sviluppo dell’industria ucraina”, evidenzia. Alla missione è presente, a causa delle limitazioni dovute al covid, una delegazione ristretta di aziende e associazioni imprenditoriali dei settori agroindustria, energia, trasporti e infrastrutture.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, via libera del Garante alla piattaforma per il rilascio
Autorizzato l’uso di Immuni, blocco provvisorio per l’app IO
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
20:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Garante per la Privacy ha dato parere favorevole sullo schema di decreto attuativo che attiva la Piattaforma nazionale-DGC per il rilascio del green pass, prevedendo adeguate garanzie per l’utilizzo delle certificazioni verdi. In merito alle app per recuperare il green pass, il Garante ha autorizzato l’uso dell’App Immuni, ma ha rinviato l’impiego dell’App IO a causa delle criticità riscontrate.
Ma la società PagoPA, contrastando l’affermazione del Garante per la Privacy secondo cui l’App prevede “un trasferimento verso Paesi terzi (es.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Usa, India, Australia) di dati particolarmente delicati”, sostiene che L’App IO “è un’applicazione sicura e affidabile”. PagoPA, insieme al Dipartimento per la Trasformazione Digitale, “sta esaminando i dettagli tecnici e giuridici del provvedimento per ogni opportuna iniziativa e, con spirito collaborativo e determinato, ha avviato un tavolo con le strutture del Garante per portare celermente il Green Pass su App IO”. “A riprova, lo stesso Garante ha dato parere favorevole a tutti i servizi esposti sull’App IO fra cui il Cashback e il Bonus Vacanze, che restano attivi per milioni di cittadini, proprio perché essa opera nel pieno rispetto del Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR)”, sottolinea ancora la società. “PagoPA, insieme al Dipartimento per la Trasformazione Digitale, sta esaminando i dettagli tecnici e giuridici del provvedimento per ogni opportuna iniziativa e, con spirito collaborativo e determinato, ha avviato un tavolo con le strutture del Garante per portare celermente il Green Pass su App IO, nell’interesse dei milioni di cittadini italiani utilizzatori della stessa app. L’App IO è un’applicazione sicura e affidabile nonché uno dei pilastri della strategia di trasformazione digitale dei servizi della Pubblica Amministrazione inseriti nel PNRR ed è già stata installata da oltre 11,5 milioni di cittadini. La piattaforma pagoPA, integrata sull’App IO, è il moderno sistema di pagamenti per le Pubbliche Amministrazioni e ha registrato nel solo mese di maggio oltre 12 milioni di transazioni per un controvalore economico di circa 2,5 miliardi di euro e rappresenta una best practice italiana a livello europeo”.
Il Garante per la protezione dei dati personali, all’esito di lunghe e proficue interlocuzioni con il ministero della Salute – spiega una nota dell’Autorità – ha dato parere favorevole sullo schema di decreto attuativo, che attiva la Piattaforma nazionale-DGC per il rilascio del green pass, prevedendo adeguate garanzie per l’utilizzo delle certificazioni verdi.
Il green pass, introdotto dal decreto “Riaperture” per consentire gli spostamenti tra Regioni e l’accesso a eventi pubblici e sportivi, è ora previsto, nelle zone gialle, anche per partecipare alle feste in occasione di cerimonie civili e religiose. L’Autorità, che ha già avvertito il governo sulle criticità dell’attuale versione del decreto “Riaperture”, ricorda la necessità di individuare con chiarezza, in sede di conversione in legge del decreto, i casi in cui può essere chiesto all’interessato di esibire la certificazione verde per accedere a luoghi o locali. Proprio l’attuale indeterminatezza delle circostanze in cui è richiesta l’esibizione del green pass ha favorito l’adozione, da parte di alcune Regioni e Province autonome, di ordinanze che ne hanno imposto l’uso anche per scopi ulteriori rispetto a quelli previsti nel decreto riaperture e nei confronti delle quali il Garante è già intervenuto. L’Autorità sottolinea, inoltre, che anche il Regolamento europeo sul green pass, attualmente in fase di adozione, prevede che lo stesso possa essere utilizzato dagli Stati membri per finalità ulteriori, rispetto agli spostamenti all’interno dell’Ue, ma solo se ciò è espressamente previsto e regolato da una norma nazionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità – pur valutando positivamente, nel complesso, lo schema di Dpcm, che recepisce gran parte delle indicazioni fornite del Garante nel corso delle interlocuzioni con il ministero della Salute – rileva alcuni profili sui quali ritiene necessario un intervento di modifica. In particolare, il Garante chiede chiarezza sulle finalità per le quali potrà essere richiesto il green pass che dovranno essere stabilite con una norma di rango primario. Inoltre, la norma dovrà prevedere che le certificazioni possano essere emesse e rilasciate solo attraverso la Piattaforma nazionale-DGC e verificate esclusivamente attraverso l’App VerificaC19. Tale app infatti è l’unico strumento in grado di garantire l’attualità della validità della certificazione verde, in conformità ai principi protezione dei dati personali, garantendo inoltre che i verificatori possano conoscere solo le generalità dell’interessato, senza visualizzare le altre informazioni presenti nella certificazione (guarigione, vaccinazione, esito negativo del tampone). Altra misura, chiesta e ottenuta dal Garante nel corso delle interlocuzioni con il ministero della Salute, è che i soggetti deputati ai controlli delle certificazioni verdi siano chiaramente individuati e istruiti.
Quanto alle modalità con le quali ottenere il green pass, lo schema di decreto prevede che venga messo a disposizione attraverso diversi strumenti digitali (sito web della Piattaforma nazionale-DGC; Fascicolo sanitario elettronico; App Immuni; App IO) che permetteranno agli interessati di consultare, visualizzare e scaricare le certificazioni. Inoltre gli interessati potranno rivolgersi anche al medico di famiglia e al farmacista per scaricare la certificazione verde. In merito alle app per recuperare il green pass, il Garante ha autorizzato l’uso dell’App Immuni, ma ha rinviato l’impiego dell’App IO a causa delle criticità riscontrate in merito alla stessa. Nella stessa riunione del Collegio, con distinto provvedimento, l’Autorità, in relazione a criticità di ordine generale sul funzionamento dell’App IO, ha ordinato in via d’urgenza alla società PagoPA di bloccare provvisoriamente alcuni trattamenti di dati effettuati mediante la predetta app che prevedono l’interazione con i servizi di Google e Mixpanel, e che comportano quindi un trasferimento verso Paesi terzi (es.
Usa, India, Australia) di dati particolarmente delicati (es.
transazioni cashback, strumenti di pagamento, bonus vacanze), effettuato senza che gli utenti ne siano stati adeguatamente informati e abbiano espresso il loro consenso. Profili sui quali l’Autorità aveva già richiamato l’attenzione con diversi provvedimenti del 2020fornendo peraltro indicazioni per rendere conforme l’uso dell’app alla normativa sulla privacy.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: lascia tassi invariati, tasso depositi a -0,50%
Tasso principale fermo a zero.Politica resta ‘molto accomodante’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale Europea lascia, come nelle previsioni, i tassi d’interesse fermi: il tasso principale rimane a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria, confermando che l’orientamento resta “molto accomodante” e che continuerà a fornire abbondante liquidità attraverso le sue operazioni di rifinanziamento e a portare avanti i programmi di acquisti di asset.
In particolare, l’istituto centrale prevede di rinforzare gli acquisti del programma per l’emergenza pandemica e si attende che anche nel prossimo trimestre “gli acquisti netti nell’ambito del Pepp continuino a essere condotti a un ritmo significativamente più elevato rispetto ai primi mesi dell’anno”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Camera: Dialoghi sul referendum del 2 giugno del 1946
Il primo di tre incontri dedicati a questa importante data
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
17:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Si tiene oggi il primo di una serie di incontri che il Comitato per la documentazione della Camera dei deputati promuove a settantacinque anni dal 2 giugno 1946 e dedicati alla consultazione referendaria che sancì la vittoria della Repubblica, all’estensione del voto alle donne e all’elezione dell’Assemblea Costituente.
Nella Sala della Lupa, dove proprio nel pomeriggio del 10 giugno del 1946 vennero proclamati i risultati ufficiali, lo storico Maurizio Ridolfi, professore ordinario di Storia contemporanea all’università della Tuscia e docente anche a Roma Tre e la giornalista Alessandra Sardoni dialogheranno sul tema del referendum istituzionale. Interverrà il Presidente della Camera, Roberto Fico.
Introdurrà i lavori il Vicepresidente Ettore Rosato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Beltrame: Italia Ucraina, accordo per rafforzare legami imprese
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Ucraina è un partner strategico con cui vogliamo sviluppare ancora di più le nostre relazioni economiche. Il livello degli scambi tra i nostri paesi è stato considerevole negli ultimi anni, ma occorre fare molto di più per aumentare gli investimenti e i partenariati industriali”.

Così la vicepresidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria Barbara Beltrame Giacomello nel corso del Business Forum Ucraina-Italia a Kiev, durante il quale ha firmato per Confindustria un accordo con il Consiglio degli Esportatori e degli Investitori sotto il Ministero degli Affari Esteri dell’Ucraina per rafforzare i legami economici tra i due sistemi imprenditoriali. “Nelle aree di collaborazione in settori quali l’agroindustria, l’energia e le infrastrutture, le aziende italiane possono offrire prodotti e tecnologie all’avanguardia nel mondo, adatti alle esigenze di sviluppo dell’industria ucraina”, evidenzia. Alla missione è presente, a causa delle limitazioni dovute al covid, una delegazione ristretta di aziende e associazioni imprenditoriali dei settori agroindustria, energia, trasporti e infrastrutture.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass, via libera del Garante alla piattaforma per il rilascio
Autorizzato l’uso di Immuni, blocco provvisorio per l’app IO
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
20:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Garante per la Privacy ha dato parere favorevole sullo schema di decreto attuativo che attiva la Piattaforma nazionale-DGC per il rilascio del green pass, prevedendo adeguate garanzie per l’utilizzo delle certificazioni verdi. In merito alle app per recuperare il green pass, il Garante ha autorizzato l’uso dell’App Immuni, ma ha rinviato l’impiego dell’App IO a causa delle criticità riscontrate.
Ma la società PagoPA, contrastando l’affermazione del Garante per la Privacy secondo cui l’App prevede “un trasferimento verso Paesi terzi (es.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Usa, India, Australia) di dati particolarmente delicati”, sostiene che L’App IO “è un’applicazione sicura e affidabile”. PagoPA, insieme al Dipartimento per la Trasformazione Digitale, “sta esaminando i dettagli tecnici e giuridici del provvedimento per ogni opportuna iniziativa e, con spirito collaborativo e determinato, ha avviato un tavolo con le strutture del Garante per portare celermente il Green Pass su App IO”. “A riprova, lo stesso Garante ha dato parere favorevole a tutti i servizi esposti sull’App IO fra cui il Cashback e il Bonus Vacanze, che restano attivi per milioni di cittadini, proprio perché essa opera nel pieno rispetto del Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR)”, sottolinea ancora la società. “PagoPA, insieme al Dipartimento per la Trasformazione Digitale, sta esaminando i dettagli tecnici e giuridici del provvedimento per ogni opportuna iniziativa e, con spirito collaborativo e determinato, ha avviato un tavolo con le strutture del Garante per portare celermente il Green Pass su App IO, nell’interesse dei milioni di cittadini italiani utilizzatori della stessa app. L’App IO è un’applicazione sicura e affidabile nonché uno dei pilastri della strategia di trasformazione digitale dei servizi della Pubblica Amministrazione inseriti nel PNRR ed è già stata installata da oltre 11,5 milioni di cittadini. La piattaforma pagoPA, integrata sull’App IO, è il moderno sistema di pagamenti per le Pubbliche Amministrazioni e ha registrato nel solo mese di maggio oltre 12 milioni di transazioni per un controvalore economico di circa 2,5 miliardi di euro e rappresenta una best practice italiana a livello europeo”.
Il Garante per la protezione dei dati personali, all’esito di lunghe e proficue interlocuzioni con il ministero della Salute – spiega una nota dell’Autorità – ha dato parere favorevole sullo schema di decreto attuativo, che attiva la Piattaforma nazionale-DGC per il rilascio del green pass, prevedendo adeguate garanzie per l’utilizzo delle certificazioni verdi.
Il green pass, introdotto dal decreto “Riaperture” per consentire gli spostamenti tra Regioni e l’accesso a eventi pubblici e sportivi, è ora previsto, nelle zone gialle, anche per partecipare alle feste in occasione di cerimonie civili e religiose. L’Autorità, che ha già avvertito il governo sulle criticità dell’attuale versione del decreto “Riaperture”, ricorda la necessità di individuare con chiarezza, in sede di conversione in legge del decreto, i casi in cui può essere chiesto all’interessato di esibire la certificazione verde per accedere a luoghi o locali. Proprio l’attuale indeterminatezza delle circostanze in cui è richiesta l’esibizione del green pass ha favorito l’adozione, da parte di alcune Regioni e Province autonome, di ordinanze che ne hanno imposto l’uso anche per scopi ulteriori rispetto a quelli previsti nel decreto riaperture e nei confronti delle quali il Garante è già intervenuto. L’Autorità sottolinea, inoltre, che anche il Regolamento europeo sul green pass, attualmente in fase di adozione, prevede che lo stesso possa essere utilizzato dagli Stati membri per finalità ulteriori, rispetto agli spostamenti all’interno dell’Ue, ma solo se ciò è espressamente previsto e regolato da una norma nazionale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità – pur valutando positivamente, nel complesso, lo schema di Dpcm, che recepisce gran parte delle indicazioni fornite del Garante nel corso delle interlocuzioni con il ministero della Salute – rileva alcuni profili sui quali ritiene necessario un intervento di modifica. In particolare, il Garante chiede chiarezza sulle finalità per le quali potrà essere richiesto il green pass che dovranno essere stabilite con una norma di rango primario. Inoltre, la norma dovrà prevedere che le certificazioni possano essere emesse e rilasciate solo attraverso la Piattaforma nazionale-DGC e verificate esclusivamente attraverso l’App VerificaC19. Tale app infatti è l’unico strumento in grado di garantire l’attualità della validità della certificazione verde, in conformità ai principi protezione dei dati personali, garantendo inoltre che i verificatori possano conoscere solo le generalità dell’interessato, senza visualizzare le altre informazioni presenti nella certificazione (guarigione, vaccinazione, esito negativo del tampone). Altra misura, chiesta e ottenuta dal Garante nel corso delle interlocuzioni con il ministero della Salute, è che i soggetti deputati ai controlli delle certificazioni verdi siano chiaramente individuati e istruiti.
Quanto alle modalità con le quali ottenere il green pass, lo schema di decreto prevede che venga messo a disposizione attraverso diversi strumenti digitali (sito web della Piattaforma nazionale-DGC; Fascicolo sanitario elettronico; App Immuni; App IO) che permetteranno agli interessati di consultare, visualizzare e scaricare le certificazioni. Inoltre gli interessati potranno rivolgersi anche al medico di famiglia e al farmacista per scaricare la certificazione verde. In merito alle app per recuperare il green pass, il Garante ha autorizzato l’uso dell’App Immuni, ma ha rinviato l’impiego dell’App IO a causa delle criticità riscontrate in merito alla stessa. Nella stessa riunione del Collegio, con distinto provvedimento, l’Autorità, in relazione a criticità di ordine generale sul funzionamento dell’App IO, ha ordinato in via d’urgenza alla società PagoPA di bloccare provvisoriamente alcuni trattamenti di dati effettuati mediante la predetta app che prevedono l’interazione con i servizi di Google e Mixpanel, e che comportano quindi un trasferimento verso Paesi terzi (es.
Usa, India, Australia) di dati particolarmente delicati (es.
transazioni cashback, strumenti di pagamento, bonus vacanze), effettuato senza che gli utenti ne siano stati adeguatamente informati e abbiano espresso il loro consenso. Profili sui quali l’Autorità aveva già richiamato l’attenzione con diversi provvedimenti del 2020fornendo peraltro indicazioni per rendere conforme l’uso dell’app alla normativa sulla privacy.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Cartabia in Antimafia: ‘Chiesta estradizione per Morabito’
Il narcotrafficante della ‘ndrangheta considerato il secondo latitante più pericoloso dopo Matteo Messina Denaro
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
17:53
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per Rocco Morabito, il narcotrafficante della ‘ndrangheta considerato il secondo latitante più pericoloso dopo Matteo Messina Denaro l’Italia ha chiesto l’estradizione dal Brasile. Lo ha detto la ministra della Giustizia Marta Cartabia alla Commissione Antimafia.
“La criminalità organizzata è attratta da facili sorgenti di ricchezza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non possiamo consentire che i fondi del Recovery finiscano nelle mani sbagliate e l’intervento sia inquinato da interessi illeciti”.
“Stavolta il Parlamento non dovrebbe mancare l’occasione di raccogliere l’invito della Corte Costituzionale a rimuovere i profili di incostituzionalità per scrivere nuove norme che tengano in considerazione le peculiarità del fenomeno mafioso e della criminalità organizzata”, ha detti Cartabia parlando dell’ergastolo ostativo. Occorre “evitare che siano assimilati al trattamento” dei detenuti comuni e “si potrebbero prevedere specifiche condizioni e procedure per l’accesso alla liberazione condizionale, più rigorose di quelle applicabili a altri detenuti”.
“Non sono insensibile al dolore dei familiari delle vittime” per la liberazione di Brusca, ma la norma sui collaboratori di giustizia è “da preservare”.
“I poteri di indirizzo e vigilanza dell’Anac non saranno intaccati. E cito parole recentemente sottolineate da Palazzo Chigi”.
Sono 753 i detenuti sottoposti al 41 bis, il regime del carcere duro. Sono quasi tutti uomini, visto che le donne sono solo 13. Sei di loro hanno chiesto di fruire dei permessi premio, “ma nessuno lo ha ottenuto”, solo uno del circuito di alta sicurezza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fontana, da lunedì Lombardia sarà in zona bianca
Governatore, da 3 settimane i dati sono buoni merito dei vaccini
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 giugno 2021
14:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Anche questa settimana i dati in Regione Lombardia sono da zona bianca. L’indice di incidenza è di 23 su 100mila, è la terza settimana che vengono confermati buoni dati di questo tipo, quindi da lunedì, saremo in zona bianca”.
Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, a margine della presentazione del bando ‘La Lombardia è dei Giovani 20/21″. Se sarà zona bianca, ha aggiunto Fontana, “lo dobbiamo anche alla partecipazione di tutte le persone che si sono sottoposte alla vaccinazione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eni Nigeria: Indagati a Brescia i pm De Pasquale e Spadaro
Ipotesi, rifiuto atti ufficio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Segnalazione a pg, Csm e ministero
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
14:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il procuratore aggiunto di Milano Fabio De Pasquale e il pm Sergio Spadaro sono indagati dalla Procura di Brescia con l’ipotesi di rifiuto d’atti d’ufficio in relazione al processo Eni/Shell-Nigeria di cui ieri il Tribunale ha depositato le motivazioni dell’assoluzione di tutti gli imputati. L’iscrizione risalirebbe a una decina di giorni fa dopo l’interrogatorio del pm Paolo Storari, pure lui indagato a Brescia per il caso dei verbali dell’avvocato Amara e i contrasti con i vertici del suo ufficio.
La segnalazione del procedimento a carico dei due pm è arrivata al pg della Cassazione Salvi, al Csm e al Ministero della Giustizia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Genova, in mostra con foto di Majoli a Palazzo Ducale
‘Tragedia Contemporanea’, otto scatti del fotografo della Magnum
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
10 giugno 2021
15:07
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Un viaggio dalla Sicilia al confine con la Slovenia in otto grandi fotografie in bianco e nero che raccontano la ‘Tragedia Contemporanea’ del Covid-19. Palazzo Ducale di Genova aggiunge un nuovo tassello alla mostra: “L’Italia di Magnum.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Da Robert Capa a Pao Pellegrin”, con una sezione dedicata al lavoro di Alex Majoli, importante fotografo e reporter dell’agenzia Magnum. “Ogni giorno i medici, ma anche noi giornalisti cercavamo di capire cosa sarebbe successo – spiega – io ho lavorato un anno a questo progetto è questo è un estratto di qualcosa di molto più ampio che sta ancora proseguendo. Io ero a Reggio Emilia per un lavoro dedicato ai teatri e a un certo punto il Covid in un modo o nell’altro ha iniziato ad entrare nelle mie immagini. Era inevitabile che io iniziassi a intraprendere questo lavoro e, una volta che i teatri hanno chiuso ho deciso con il mio assistente di non andare a casa ma di iniziare questo viaggio perché stava succedendo qualcosa di unico. Abbiamo girato tutta l’Italia con l’auto per raccontare quello che stava succedendo”. La mostra, che sarà aperta fino all’11 luglio con ingresso libero, è un omaggio alla città per invitare le persone a riflettere su questa terribile esperienza e sperare in una nuova ripartenza.
“Sono immagini strazianti, di una potenza incredibile – sottolinea il presidente della Fondazione Palazzo Ducale, Luca Bizzarri – e con otto immagini si racconta una tragedia mondiale”. “Noi siamo convinti del valore cella memoria – conclude la direttrice di Palazzo Ducale, Serena Bertolucci – e crediamo che sia la base sulla quale costruire il futuro. Per questo la mostra sarà aperta alla città e invitiamo tutti a incontrare questi scatti, per ricordare il nostro recente passato e vivere con consapevolezza il momento che abbiamo di fronte”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, la ripresa accelera ma stretta Bce creerebbe rischi
Istituto alza le stime di crescita 2021 dell’Eurozona a +4,6%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
15:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La ripresa economica accelererà nel secondo trimestre e l’inflazione sta risalendo, principalmente a causa di fattori temporanei. Per questo, in questo momento “una stretta sarebbe prematura e creerebbe dei rischi”.
Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, in conferenza stampa dopo il Consiglio direttivo, aggiungendo poi che “qualsiasi discussione sull’uscita dal Pepp (il programma di acquisti per l’emergenza pandemica) è prematura”.
La Bce ha rivisto in meglio le sue previsioni di crescita per l’Eurozona nel 2021 e 2022, rispettivamente a +4,6% e +4,7%, mantenendo il 2023 a +2,1%.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: D’Incà, produzione conferma utilità misure governo
Interventi esecutivo stanno favorendo ripresa
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
16:04
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo i dati positivi sulle prospettive del Pil, arrivano conferme anche da dall’Istat sulla produzione industriale: nonostante le restrizioni dovute al covid, lo scorso trimestre ha registrato +1,9% rispetto al trimestre precedente. Gli interventi del Governo stanno favorendo la ripresa”.
Lo scrive in un tweet il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Fdi: Meloni, miei parlamentari preparati, altro che M5s
Questa cosa che noi non avremmo classe dirigente non la capisco
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
16:10
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa cosa che noi non avremmo classe dirigente non la capisco. Ma qualcuno ha letto i curricula dei parlamentari di Fdi? Io ho letto quelli di M5s, e fanno i ministri.
Ciascuno dei miei ha fatto la trafila di militanza, e sono preparatissimi. Io preferisco chi ha iniziato a fare politica da prima di entrare in Parlamento, perché vuol dire che la facevano per passione”. Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fdi, a L’ara che tira, rispondendo alle affermazioni di Galli della Loggia, secondo il quale Fdi non ha classe dirigente.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Quirinale: Mattarella a pranzo con nuovi cardinali italiani
Presente anche il Segretario di Stato Vaticano Parolin
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
16:12
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha offerto oggi, al Palazzo del Quirinale, la tradizionale colazione in onore dei nuovi Cardinali italiani nominati nel Concistoro del 28 novembre 2020, il Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, il Cardinale Augusto Paolo Lojudice, Arcivescovo di Siena – Colle Val d’Elsa – Montalcino, il Cardinale Mauro Gambetti, Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, il Cardinale Silvano Maria Tomasi, Arcivescovo titolare di Asolo, Nunzio Apostolico, il Cardinale Raniero Cantalamessa, Predicatore della Casa Pontificia e il Cardinale Enrico Feroci, Parroco di Santa Maria del Divino Amore.
Erano presenti il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità, Monsignor Emil Paul Tscherrig, Nunzio Apostolico in Italia e Pietro Sebastiani, Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede.

Lo riferisce un comunicato del Quirinale.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, inflazione risale ma ancora non ci siamo
Nel 2021 ora è attesa a 1,9%, tre mesi fa la previsione era 1,5%
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
16:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo lontani dall’obiettivo di un’inflazione vicina, ma inferiore al 2%: siamo vicini, ma ancora non ci siamo”. Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde commentando le discussioni del Consiglio direttivo nonostante gli economisti della Bce abbiano migliorato le previsioni di medio termine per l’andamento dei prezzi: ora l’inflazione 2021 è attesa a 1,9% (da 1,5% di marzo) e 1,5% per il 2022 (da 1,2%).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde ha spiegato che la Bce vede il rialzo attuale dei prezzi come legato all’effetto-base dato dal confronto con i dati ‘depressi’ di un anno fa, e a fattori temporanei come alcuni colli di bottiglia nella catena degli approvvigionamenti che in gran parte verranno superati. Per questi motivi la Bce ha deciso di mantenere una linea di politica monetaria molto accomodante, nonostante la valutazione dei rischi sullo scenario economico sia ora tornata bilanciata e non più “al ribasso”. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, in conferenza stampa dopo il Consiglio direttivo, tornando a una formula che non si vedeva dal dicembre 2018. Successivamente, la valutazione dei rischi per lo scenario economico, uno dei fattori che orienta la politica monetaria, erano di rischi tendenti al ribasso. In questo momento “una stretta sarebbe prematura e creerebbe dei rischi” e per questo la posizione della Bce è “tenere la barra dritta”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
G20: Venezia, a luglio vertice ministri economico finanziari
Dall’8 all’11/7, una sessantina di delegazioni in Arsenale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
10 giugno 2021
16:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Venezia torna ad ospitare un grande evento internazionale, il vertice dei ministri dell’economia e delle finanze del G20, il gruppo dei 20 Paesi più industrializzati, che si terrà dal’8 all’11 luglio negli spazi dell’Arsenale. In città è già pienamente attiva la macchina dell’organizzazione, che dovrà garantire la sicurezza dei partecipanti al summit e l’ospitalità di una sessantina di delegazioni, per un totale di oltre 300 persone.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il cordone blindato della sicurezza, spiegano fonti della Prefettura, sarà creato soprattutto attorno all’Arsenale – uno spazio già difficilmente vulnerabile – per consentire invece il normale svolgimento della vita cittadina, e di tutte le attività in corso, da quelle economiche al turismo. Nessuna ‘zona rossa’ in sostanza, ma misure stringenti nei punti sensibili del centro storico e una sorveglianza mirata nel perimetro dell’Arsenale, l’antica fabbrica di navi della Serenissima. Per questo arriverà a Venezia un rinforzo di circa 1.500 uomini delle forze dell’ordine. I lavori del G20 saranno ospitati negli spazi del Comune e della Marina Militare dentro l’Arsenale. Secondo il programma pubblicato sul sito del G20 – di cui l’Italia ricopre la presidenza nel 2021 – si inizierà tra l’8 e il 9 luglio con il Global Forum on Productivity dell’Ocse; e, sempre nella giornata del 9, l’International Taxation Symposium;. Tra il 9 e il 10 luglio è previsto l’evento clou, l’incontro dei ministri delle Finanze dei governatori delle banche centrali. Infine l’appuntamento veneziano si concluderà il l’11 luglio con la conferenza G20 sul clima.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Voli blu: M5s, ddl trasparenza per quelli delle Alte Cariche
Pavanelli, non vogliamo abrogarli ma serve sobrietà
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
16:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ho depositato un disegno di legge, sottoscritto anche da tanti colleghi del MoVimento 5 Stelle, per estendere il regime di pubblicità dei voli di Stato anche a quelli effettuati dal presidente del Senato, dal presidente della Camera, dal presidente del Consiglio e dal presidente della Corte Costituzionale, attualmente esclusi da qualsiasi obbligo di pubblicità”. Lo annuncia in una nota la senatrice del MoVimento 5 Stelle Emma Pavanelli, componente del direttivo del gruppo pentastellato a Palazzo Madama.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I voli di Stato – aggiunge – sono effettuati utilizzando denaro pubblico, quindi soldi derivanti dalle imposte versate da cittadini e imprese. Per questo motivo riteniamo doveroso ci sia la massima trasparenza anche sull’uso che ne fanno queste quattro alte cariche istituzionali. La fiducia dei cittadini italiani nelle istituzioni si può tutelare nonché aumentare mostrando come vengono utilizzati i mezzi privilegiati di cui dispongono alcune persone per l’esercizio della loro alta funzione. Naturalmente non vogliamo mettere in discussione la possibilità che vi siano i voli di Stato, che in alcune precise circostanze possono essere molto utili o indispensabili per garantire efficienza, puntualità e sicurezza, ma vogliamo far fare un salto di qualità alla sobrietà e al rigore delle nostre istituzioni. Restano esclusi i voli di Stato la cui pubblicazione potrebbe mettere in pericolo la sicurezza nazionale oppure compromettere i rapporti diplomatici con altri Stati” conclude Pavanelli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Calenda, se non arrivo al ballottaggio ho fallito
E se ci arrivo non farò accordi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
10 giugno 2021
16:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Se non arrivo la ballottaggio, per la mole di lavoro che ho fatto, per le persone che mi hanno aiutato, vuol dire che avrò fallito, che i romani non si sono fidati del fatto che Roma può cambiare con una lista civica”. Lo ha detto a Tagadà, su La 7, il candidato sindaco a Roma, Carlo Calenda, leader di Azione.
“Al ballottaggio non farò accordi”, ha poi aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ex Ilva, ‘Non ci fu l’incontro Casellati-Amara’
La precisazione del Procuratore di Potenza, Francesco Curcio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
10 giugno 2021
19:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sono cominciati a Potenza gli interrogatori di garanzia dell’inchiesta della Procura della Repubblica del capoluogo lucano sulle vicende giudiziarie di Trani e dell’ex Ilva di Taranto. Il primo a essere ascoltato dal gip Antonello Amodeo sarà il poliziotto Filippo Paradiso, in collegamento con il Palazzo di Giustizia di Potenza in videoconferenza dal carcere militare di Santa Maria Capua Vetere (Caserta).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In seguito, nel carcere “Antonio Santoro” del capoluogo lucano toccherà all’avvocato Piero Amara. Due giorni fa Guardia di Finanza e Polizia hanno eseguito anche due ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari per l’avvocato Giacomo Ragno e per Nicola Nicoletti, consulente dell’Ilva in amministrazione straordinaria dal 2015 al 2018. Per l’ex Procuratore di Trani e Taranto, Carlo Maria Capristo (in pensione da alcuni mesi) è stato disposto l’obbligo di dimora a Bari. Per l’ex magistrato l’interrogatorio di garanzia è stato fissato per domani, nel Palazzo di giustizia di Potenza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Non è “confermata la circostanza che l’allora componente del CSM, Elisabetta Casellati, abbia avuto un incontro diretto e personale con l’avvocato Piero Amara”. Lo scrive, in una nota, il Procuratore della Repubblica di Potenza, Francesco Curcio, evidenziando che la precisazione è stata fatta “per garantire una informazione aderente alle attuali emergenza investigative, ferme restando la perdurante sussistenza delle circostanze di fatto e diritto poste a sostegno della ordinanza cautelare adottata contro gli indagati” nell’inchiesta sulle vicende giudiziarie di Trani e dell’ex Ilva di Taranto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
L’avvocato Piero Amara “ha risposto ampiamente” al gip Antonello Amodeo, “anche nella non condivisione dell’impianto giuridico dell’ordinanza di custodia cautelare”. Lo ha detto l’avvocato difensore, Salvino Mondello, parlando con i giornalisti all’uscita dal carcere di Potenza dove si è tenuto l’interrogatorio di garanzia. “Amara – ha aggiunto Mondello – ha precisato i fatti, come sempre ribadendo la sua collaborazione con la giustizia, che ha fatto in tutte le sedi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Regione Fvg, calano ricoveri ordinari e isolamenti
Oggi un decesso, 3 ricoveri intensive; 21 in altri reparti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
10 giugno 2021
18:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.878 tamponi molecolari sono stati rilevati 32 nuovi contagi con una percentuale di positività dello 0,83%. Sono inoltre 1.705 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 10 casi di contagio (0.59%).
Nella giornata odierna si registra un decesso, i ricoveri nelle terapie intensive rimangono 3 mentre quelli negli altri reparti scendono a 21. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.794, con la seguente suddivisione territoriale: 818 a Trieste, 2.008 a Udine, 675 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 93.205, i clinicamente guariti 5.643, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 4.633.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.299 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.297 a Trieste, 50.702 a Udine, 21.012 a Pordenone, 13.080 a Gorizia e 1.208 da fuori regione.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Fvg aperte agende a maturandi
Vaccini,domani seconda tranche dipendenti Cimolai HUB Real Asco
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
10 giugno 2021
18:36
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le tre aziende sanitarie del Friuli Venezia Giulia, Asugi, Asufc e Asfo, hanno aperto le agende per consentire la prenotazione dei vaccini anti-Covid agli studenti che si accingono ad affrontare l’esame di maturità”. A darne notizia è il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute Riccardo Riccardi, specificando che “l’Asufc metterà a disposizione 200 posti complessivi, di cui 100 oggi dalle 20 alle 21 nel centro vaccinale allestito all’intero dell’Ente Fiera di Udine.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Altri 100 posti sono previsti invece per domani dalle 19 alle 20, alle Manifatture di Gemona del Friuli. Anche Asfo apre da oggi agende a favore dei maturandi, per la prima dose, nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 giugno nei punti vaccinali presenti in Fiera a Pordenone e a San Vito al Tagliamento. Infine in Asugi le prenotazioni sono aperte nelle varie sedi vaccinali già operative”. Le prenotazioni si potranno effettuare utilizzando gli usuali canali di prenotazione quali call center regionale, farmacie, Cup locali e webapp.
Domani comincia la seconda tranche di vaccinazione anti COVID-19 di vaccinazione per i dipendenti Cimolai all’HUB Real Asco (ex Seleco) di Pordenone. In una settimana circa 80 dipendenti sono stati vaccinati; domani lo saranno altri 40.
L’iniziativa si svolge nell’ambito del progetto “Ancora più sicuri in fabbrica”, promosso da Confindustria Alto Adriatico, a cui la Cimolai ha aderito e che ha comportato l’ impegno dell’azienda a livello organizzativo e di investimento.
L’obiettivo della Cimolai è favorire la vaccinazione del numero maggiore di persone nel più breve tempo possibile.
In regione su 3.878 tamponi molecolari sono stati rilevati 32 nuovi contagi (positività dello 0,83%) e sono 1.705 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 10 casi di contagio (0.59%). Oggi si registra un decesso, i ricoveri nelle terapie intensive rimangono 3; quelli negli altri reparti scendono a 21. I decessi ammontano a 3.794, con la seguente suddivisione territoriale: 818 a Trieste, 2.008 a Udine, 675 a Pordenone e 293 a Gorizia.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna, sfuma la zona verde europea
Vaccini, in arrivo la prossima settimana altre 117mila dosi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
10 giugno 2021
18:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna non entra a far parte, almeno per il momento, della zona verde europea. E’ quanto si evince dai dati caricati sulla piattaforma online del centro Ue per la prevenzione e il controllo delle malattie.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il responso era atteso per oggi. Per far parte della green zone è necessario avere meno di 25 contagi al giorno per 100mila abitanti per 14 giorni consecutivi. Ma la Sardegna ha registrato nell’arco di due settimane un numero di casi pari a 27 al giorno. Insomma, l’obiettivo è stato mancato per meno di cinquanta casi.
L’unica regione italiana promossa zona verde europea resta dunque il Molise.
Intanto non si registrano vittime nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale, che conta invece 19 nuovi contagi su 3.932 tamponi effettuati per un tasso di positività dello 0,48%. Si svuotano gli ospedali: sono 87 (-7) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica; 5 (-1) i pazienti in terapia intensiva.
Per quanto riguarda i vaccini, dopo la consegna ieri di 86mila dosi Pfizer, domani arriveranno circa 4.000 dosi di Janssen.
Programmata per la prossima settimana la consegna di circa 117mila dosi, di cui 79.500 Pfizer, 28.000 AstraZeneca e 9.500 Moderna. Complessivamente, dalla settimana prossima ed entro l’1 luglio, salvo rimodulazioni, sono attese in Sardegna 227mila dosi di vaccini.
Intanto nella giornata di ieri sono state somministrate 15.172 dosi, in linea con quanto previsto nei target giornalieri assegnati alle Regioni dalla Struttura commissariale per l’emergenza Covid-19.
Sulla piattaforma di Poste italiane salgono a 729mila le prenotazioni per la prima somministrazione negli hub e nei centri di vaccinazione del territorio regionale, 134mila i cittadini nella fascia d’età 16-39 anni, da venerdì scorso abilitati alle prenotazioni in Sardegna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva l’agenzia per la cybersicurezza, ok dal Cdm
Via libera anche al disegno di legge per riforma Codice dello Spettacolo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
22:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Il cdm ha dato il via libera al decreto che, tra l’altro, istituisce l’agenzia per la cybersecurity.
“Soddisfazione” per il riconoscimento del ruolo del Copasir nel testo finale del decreto legge sulla cybersecurity approvato questa sera dal Consiglio dei ministri è stata espressa dal presidente del Comitato, Adolfo Urso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera anche al disegno di legge per riforma Codice dello Spettacolo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo annunciano i ministri Franceschini e Orlando che sottolineano: “Completerà, al termine dell’esame parlamentare, l’opera avviata con il decreto legge Sostegni bis per un nuovo sistema di welfare in favore del mondo dello spettacolo e aprirà contestualmente a una importante stagione di riforme”. Tra le principali novità la nascita del registro nazionale dei lavoratori dello spettacolo e l’introduzione del Set (Sostegno economico temporaneo).

Si tratta, spiegano Franceschini e Orlando, di “un insieme organico di misure, capace di rivedere e aggiornare gli ammortizzatori sociali per i lavoratori di un comparto caratterizzato da prestazioni strutturalmente discontinue e da significative originalità”. E non solo: il rinnovo della delega al governo per la riforma del settore, sottolineano i due ministri, “permetterà di arrivare al varo di un vero e proprio Codice dello Spettacolo, che ridisegnerà il funzionamento del sostegno pubblico alla lirica, al teatro, alla musica, alla danza, al circo e a tutte le arti performative”.

Il Consiglio dei Ministri, in base a quanto si apprende, ha deliberato la nomina del prefetto di Messina, Cosima Di Stani, a commissario straordinario del governo per la demolizione, la rimozione, lo smaltimento dei materiali di risulta, il risanamento, la bonifica e la riqualificazione urbana e ambientale delle Baraccopoli di Messina. La nomina del prefetto Di Stani fa seguito alla norma inserita nel Dl Covid su impulso del ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Eni: Nigeria; Procura Brescia perquisisce computer pm Milano
Prese le mail che si sono scambiati De Pasquale e Storari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 giugno 2021
19:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Brescia, nell’ambito dell’indagine in cui sono indagati il procuratore aggiunto di Milano Fabio De Pasquale e il pm Sergio Spadaro, lunedì scorso ha disposto una perquisizione informatica per sequestrare le mail che i due magistrati si sono scambiati. Il decreto riguarda in particolare il materiale raccolto dal pm sempre di Milano Paolo Storari e che avrebbe dimostrato la falsità delle prove portate dall’ex manager di Eni Vincenzo Armanna.

Materiale a loro inviato ma che i due pm non avrebbero messo a disposizione delle difese e del Tribunale nel processo sul blocco Opl245 che ha visto assolti tutti gli imputati.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Confermata in appello la condanna per Verdini
Pena ridotta a 3 anni e 10 mesi. Ex deputato era presidente Ccf
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
20:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Confermata in Corte di appello a Firenze una condanna per bancarotta all’ex parlamentare Denis Verdini, con riduzione della pena dai 4 anni e 4 mesi del primo grado a 3 anni e 10 mesi. Si tratta di un crac di ditte edili in cui fu coinvolto da presidente del Credito cooperativo fiorentino.
La Corte ha confermato la sentenza di primo grado anche per gli imprenditori Ignazio Arnone e Marco Arnone, padre e figlio, di Campi Bisenzio, ma pure nel loro caso con riduzione di pena per prescrizione di un reato: Ignazio Arnone ha avuto 3 anni (erano stati 3 anni e 4 mesi in primo grado), Marco 2 anni (da 2 anni e 4 anni).
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora stallo sui licenziamenti, la decisione alle Camere
Pd: stop selettivo fino a 30 settembre, patto con i sindacati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
10 giugno 2021
20:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Restano distanti le posizioni dei partiti sulla proroga dello stop ai licenziamenti, il ministro Orlando apre all’ipotesi di un blocco selettivo, il Pd propone 13 settimane di cassa Covid aggiuntiva fino a fine settembre – e stop ai licenziamenti – per le imprese che sottoscrivono un accordo con i sindacati e che appartengono ai settori ancora in crisi. Per il presidente dell’Inps Tridico “i settori più colpiti hanno bisogno di un’ulteriore protezione” fino al 31 ottobre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dubbi di Sbarra (Cisl): “Complicata una selettività per comparti e settori”.
Pioggia di emendamenti in Commissione Bilancio della Camera al decreto Sostegni-bis. Le proposte di modifica presentate dai gruppi parlamentari sono quasi 4.000. Al centro dell’attenzione, in particolare, il delicato tema dei licenziamenti.

Tredici settimane di cassa Covid aggiuntiva, dal primo luglio a fine settembre, per le imprese che sottoscrivono un apposito accordo con le organizzazioni sindacali e che appartengono ai settori ancora in crisi, individuati con decreto ministeriale dei ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico, con contemporaneo blocco delle procedure di licenziamento. E’ questa la proposta principale su cui punta il Pd per modificare il decreto Sostegni-bis e prolungare selettivamente lo stop ai licenziamenti. L’emendamento è stato depositato in Commissione Bilancio della Camera.

Il blocco selettivo dei licenziamenti “è una strada possibile, però a questo punto credo che la dicussione debba passare soprattutto nel confronto tra le forze politiche” perché “è inutile” fare ipotesi che “non trovano poi la convergenza nella maggioranza”. Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ad “Un giorno da pecora” su Rai Radio1. “Il problema fondamentale è capire qual è il meccanismo più utile ad attenuare, a ridurre rischi e traumi”, ha rimarcato il ministro. Alla domanda sui posti a rischio “non credo ci sarà quello che ho sentito dire, l’ecatombe”. Tipo 70mila? “L’ordine di grandezza credo sia quello”, ha risposto.

“I settori più colpiti hanno bisogno di un’ulteriore protezione, per loro e sotto determinati requisiti si può pensare di consentire il blocco dei licenziamenti fino al 31 ottobre”. Lo ha detto il presidente dell’Inps Pasquale Tridico in una intervista all’Huffington Post, spiegando che tra i settori per i quali è opportuno allungare il blocco dei licenziamenti c’è “sicuramente il tessile, ma anche la produzione e la vendita di articoli di abbigliamento e delle pelli” quindi “le produzioni di stampe e supporti di registrazione e il settore del tabacco”. E “anche quello della fabbricazione di auto e rimorchiatori è in affanno, ma qui conta soprattutto la crisi strutturale del settore”, specifica il presidente dell’Inps.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sul blocco dei licenziamenti “la strada non è individuare i settori particolarmente critici: non è con i codici Ateco che si può affrontare l’impatto sul piano occupazionale che le ripartenze avranno. Bisogna, e ci stavamo già lavorando con il Conte 2, riformare integralmente il sistema degli ammortizzatori sociali che è completamente vetusto e introdurre dei meccanismi di protezione dell’occupazione che più che basarsi sui codici Ateco e su settori astrattamente definiti, si basi sui cali di fatturato reali, su criteri circostanziati e precisi “. Così Giuseppe Conte durante l’iniziativa “Verde e Giusta” .

“La polemica sul blocco dei licenziamenti e la sua proroga credo che ormai abbia perso ogni fondamento”, dice il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, al Tg5. “I dati economici stanno significando che il Paese è ripartito – rileva -: per il quinto mese consecutivo la produzione industriale aumenta, nei primi quattro mesi dell’anno l’industria manifatturiera ha assunto 123.000 persone in più. Credo che ormai il Paese sia indirizzato sulla crescita che dovrebbe essere il solo obiettivo che dobbiamo avere tutti noi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Queen Elizabeth in Sicilia, ‘impegno Gb per la sicurezza’
La portaerei britannica guida flotta diretta nell’Indo-Pacifico
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AUGUSTA
10 giugno 2021
20:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Su questa flotta, il Carrier Strike Group e la Queen Elizabeth che la guida, sventola la bandiera delle Global Britain che si impegna per la sicurezza globale. E’ un modo per dimostrare la dedizione ed il continuo impegno del Regno Unito per la sicurezza nel Mediterraneo, in Europa ed anche oltre.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questa missione ha l’obiettivo di collaborare con i nostri alleati e di difendere i nostri valori affrontando insieme le sfide di oggi e di domani”. Lo ha affermato l’ambasciatrice britannica in Italia Jill Morris incontrando la stampa a bordo della portaerei HMS Queen Elizabeth, giunta ieri per la prima volta in Italia nel porto commerciale di Augusta (Siracusa) alla guida di una flotta, il Carrier Strike Group – sette navi, un sottomarino, una fregata olandese e un cacciatorpediniere statunitense – che, diretta nell’area dell’Indo-Pacifico, visiterà 40 nazioni, tra cui India, Giappone, Repubblica di Corea e Singapore. Il gruppo prenderà anche parte, tra l’altro, ad esercitazioni con la portaerei francese Fs Charles De Gaulle nel Mediterraneo.
Nel Pacifico le navi segneranno il 50esimo anniversario degli accordi di difesa delle cinque potenze tra Malesia, Singapore, Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito partecipando all’esercitazione Bersama Lima. Nel gruppo di lavoro vi sono più di 30 velivoli, inclusi i jet F-35. La nave ripartirà domenica alla volta di Cipro.
L’ambasciatrice ha reso noto che domani a bordo della HMS Queen Elizabeth si incontreranno i ministri della Difesa britannico ed italiano, definendo l’incontro “un’opportunità per approfondire la nostra collaborazione nell’ambito della difesa ed in quello industriale”. “Questa missione – ha concluso Morris – simboleggia la visione del Regno Unito. Siamo determinarti a continuare ad avere il nostro ruolo fianco a fianco con i nostri alleati e scegliere l’Italia come prima sosta e come unico approdo nel Mediterraneo è un segno forte della profondità della nostra collaborazione”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ddl Zan: R. Comunista, a Como manifesti vergognosi
‘Affissi in spazio a pagamento del Comune’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 giugno 2021
21:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
A Como, in via Castellini, sono apparsi diversi manifesti a firma Provita&Famiglia, che “hanno il vergognoso scopo di diffondere odio verso le persone che fanno parte della comunità LGBT+ e di generare paura e confusione nei confronti di una legge, il DDL Zan, che sarebbe, secondo la visione transfobica ben descritta da questo manifesto, una “minaccia” per i bambini e per la loro educazione scolastica.
Lo denunciano Rifondazione Comunista e Giovani Comunisti/e che ritengono “inaccettabile la presenza di questi vergognosi manifesti, affissi oltretutto in uno spazio a pagamento di proprietà del Comune di Como”.

“Il Ddl Zan, seppur sia solo un primo passo e non del tutto sufficiente – spiegano – serve a tutelare le persone LGBT proprio da soggetti come gli appartenenti a Provita, che negli anni, con la loro propaganda di tutela della cosiddetta famiglia tradizionale, hanno diffuso e legittimato l’odio e le discriminazioni omobitransfobiche e misogine”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bancarotta ditte edili, appello conferma condanna a Verdini
Pena ridotta a 3 anni e 10 mesi. Ex deputato era presidente Ccf
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
10 giugno 2021
21:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Confermata in corte di appello a Firenze una condanna per bancarotta all’ex parlamentare Denis Verdini, con riduzione della pena dai 4 anni e 4 mesi del primo grado a 3 anni e 10 mesi. Si tratta di un crac di ditte edili in cui fu coinvolto da presidente del Credito cooperativo fiorentino.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La corte ha confermato la sentenza di primo grado anche per gli imprenditori Ignazio Arnone e Marco Arnone, padre e figlio, di Campi Bisenzio, ma pure nel loro caso con riduzione di pena per prescrizione di un reato: Ignazio Arnone ha avuto 3 anni (erano stati 3 anni e 4 mesi in primo grado), Marco 2 anni (da 2 anni e 4 anni). Per tutti gli imputati, Verdini compreso, la diminuzione delle condanne in appello si è verificata per la prescrizione dell’accusa di bancarotta preferenziale.
Confermata, invece, l’accusa di bancarotta delle due ditte degli Arnone a causa di operazioni dolose che portarono al fallimento delle stesse aziende. Gli Arnone avevano eseguito lavori di ristrutturazione a una sede dell’ex banca Ccf, in viale Belfiore a Firenze, una filiale prestigiosa che accoglieva la clientela cittadina dell’istituto di Campi Bisenzio. I lavori furono eseguiti e completati e la banca avrebbe saldato gli importi verso la ditta Cdm di Marco Arnone. Tuttavia, secondo le accuse, Verdini e i due imprenditori avrebbero operato con passaggi di somme di denaro, in questo caso per lavori inesistenti, dalla Cdm alla Arnone srl di Ignazio Arnone e da questa ditta all’ex Ccf a titolo di rientro dell’esposizione debitoria dell’azienda verso l’istituto di credito maturata per precedenti impegni. Per l’accusa anche se la banca recuperò un credito l’azione del suo presidente Verdini violò la ‘par condicio creditorum’ (da cui l’accusa di bancarotta preferenziale prescritta con la sentenza di oggi) e agì con azioni dolose tali da causare non solo il fallimento della Cdm ma anche della Arnone srl proprio per via dei consistenti movimenti di denaro da una ditta all’altra e poi verso la banca. La corte di appello ha mantenuto l’impianto originario del processo.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.