Cronaca tutte le notizie in tempo reale in costante aggiornamento! SEGUILE!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 119 minuti

Ultimo aggiornamento 10 Giugno, 2021, 07:55:12 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:59 DI LUNEDÌ 07 GIUGNO 2021

ALLE 07:55 DI GIOVEDÌ 10 GIUGNO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Il 29,3% dei giovani studenti non sa scaricare file da piattaforma scuola
Lo studio di Save the Children, in collaborazione con il Cremit, è il risultato di un questionario somministrato ad un campione di 772 bambini di 13 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
06:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vengono chiamati ‘nativi digitali’ e quest’anno a causa del Covid hanno lavorato soprattutto in Dad, ma il 29,3% di loro non è in grado di scaricare un file da una piattaforma della scuola; il 32,8% non sa utilizzare un browser per l’attività didattica; l’11% non è capace di condividere uno schermo durante una chiamata con Zoom. E’ quanto emerge dalla prima indagine pilota sulla povertà educativa digitale realizzata da ‘Save The Children’ che ricorda, dati Istat, come il livello della povertà assoluta tra i minorenni nel 2020 abbia raggiunto il top dal 2005: in Italia sono un milione e 346 mila (13,6%), +209mila sul 2019.
Lo studio di Save the Children, in collaborazione con il Cremit, è il risultato di un questionario somministrato ad un campione di 772 bambini di 13 anni, che frequentano l’ultima classe della scuola secondaria inferiore, in 11 città e province: Ancona, Chieti, Mestre, Milano, Napoli, Udine, Palermo, Roma, Torino, Velletri, Sassari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I risultati indicano che un quinto dei ragazzi (il 22% contro il 17% delle ragazze) non è in grado di rispondere correttamente a più della metà delle domande proposte per valutare le competenze sugli strumenti digitali, né tantomeno eseguire semplici operazioni, del resto quasi 1 ragazzo su 3 non ha un tablet a casa e 1 su 7 neanche un Pc e l’82% dichiara di non aver mai utilizzato prima della pandemia il tablet a scuola.
Più della metà (54%) del campione vive in abitazioni dove ciascun membro della famiglia ha a disposizione meno di un dispositivo.
Circa il 10% degli studenti che hanno partecipato all’indagine pilota non è in grado di riconoscere una password di sicurezza media o elevata. Quasi un terzo (31,1%) pensa che l’età minima per avere un profilo sui social, ad esempio Tik Tok o Instagram, sia inferiore ai 13 anni. Circa il 7% pensa che l’età per poter accedere ai social sia 10 anni o meno. Inoltre, il 30,3% non conosce i passaggi necessari a rendere un profilo Instagram accessibile soltanto ai propri amici e non pubblico. Il 56,8% invece non è a conoscenza delle regole relative alla cessione ai social della propria immagine, mentre il 46,1% non è in grado di riconoscere una fake news riguardante l’attualità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coprifuoco a mezzanotte, altre 4 regioni bianche
Verso ok luglio con più giovani vaccinati. Bianco altre 4 Regioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Altre quattro regioni si aggiungono alla parte bianca dell’Italia. Dopo Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, riaprono anche le neopromosse Abruzzo, Umbria, Liguria Veneto mentre nel resto dei territori, in zona gialla, il coprifuoco slitta di un’ora, a mezzanotte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SCATTANO LE NUOVE REGOLE   E nel Paese che riparte, presto potrebbe cadere l’ultimo divieto, quello di ballare: è previsto martedì prossimo un incontro sulle discoteche. I locali potrebbero ripartire a luglio, ma è quasi certo che sarà necessario avere il green pass soprattutto alla luce dello sprint sulla campagna vaccinale per i giovani.
Il Piano in queste ore continua a macinare record (1,2 milioni di dosi in 48 ore) e procede spedito più della nuova variante ‘Delta’ del Covid, che al momento spaventa invece la Gran Bretagna. Tutto per scongiurare il nuovo diffondersi di mutazioni che possano influire sui numeri dei contagi, che al momento sono in calo e non creano allarme. Nelle ultime 24 ore ci sono stati solo venti ingressi in terapia intesiva, che hanno riguardato in tutto dieci regioni. Valle d’Aosta, Molise e Basilicata non hanno più pazienti ricoverati in rianimazione e la media nazionale del 9% di occupazione di terapie intensive e reparti di medicina sta scendendo quindi drasticamente. Secondo i dati dell’ultimo bollettino, si aggiungono purtroppo altri 51 morti per il virus. I nuovi contagi sono stati 2.275 e il tasso di positività è dell’1,5%. In tutta Itaia i malati di Covid sono al momento 192mila.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Le cose stanno andando bene e non dobbiamo continuare a preoccuparci di varianti”, spiega il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ma è necessario continuare a rispettare le regole e “tutti quanti dobbiamo sapere che il mese di luglio sarà la svolta completa e assoluta: avremo superato la metà della popolazione con almeno una dose di vaccino” e per settembre-ottobre si prevede di raggiungere una “protezione di comunità”.
L’ultimo dossier ancora sul tavolo di tecnici e politici è quello della riapertura delle discoteche. Anche se non si sa ancora con certezza come e quando, le sale da ballo dovrebbero ripartire il prossimo mese. Ma già martedì prossimo in serata al ministero della Salute è previsto un incontro con i gestori dei locali sul tema, i cui risultati – come da protocollo – potrebbero essere riportati al ministro della Salute, Roberto Speranza, affinché possa infine valutare i tempi e i metodi più adeguati. Anche su questo il sottosegretario Sileri si dice convinto che il nodo sarà sciolto in tempi brevi: “Ho fatto una riunione con la direzione generale della prevenzione – spiega – facendo presente che se abbiamo un green pass dobbiamo crederci per avere accesso a una maggiore libertà. Dovremmo arrivare a un punto quanto prima in cui si può anche ballare se si è muniti di green pass. Usiamo il green pass, magari riduciamo le persone”.
E sul rischio che si possano eludere le verifiche sul certificato verde, aggiunge: “se abbiamo più della metà della popolazione vaccinata e il numero dei giovani vaccinati continua a salire, le chance che si possa trovare qualcuno che sul green pass non viene controllato e che sia positivo sono estremamente basse”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su questo fronte proseguono le ispezioni anche nei ristoranti. A Milano un bar tavola calda è stato chiuso dalla polizia perché ancora aperto alle 2 di notte mentre in quel momento all’interno c’erano ancora persone che stavano mangiando e bevendo, con musica ad alto volume. Nella località turistica di Lignano Sabbiadoro è stato invece attivato dalla Questura di Udine un dispositivo per la sicurezza e l’ordine pubblico per monitorare e ‘arginare’ i comportamenti di diverse centinaia di giovani turisti per lo più austriaci presenti nella località balneare friulana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Istigavano violenze contro ebrei e extracomunitari,12 misure
Propaganda nazista e antisemita, pensavano azione contro Nato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
08:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Propaganda di idee naziste e antisemite, video e immagini dal contenuto razzista e discriminatorio, tesi negazioniste, istigazione a commettere azioni violente contro ebrei ed extracomunitari. Sono le accuse nei confronti di 12 soggetti tra i 26 e i 62 anni ritenuti appartenenti ad un’organizzazione chiama ‘Ordine ario romano e indagati nell’ambito di un’indagine del Ros e della procura di Roma che ha portato all’emissione di altrettante misure cautelari dell’obbligo di presentazione all’autorità giudiziaria.
L’organizzazione, dicono gli investigatori, aveva appena iniziato a pianificare anche un’azione contro una struttura della Nato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi al via esami terza media in presenza
Ultimo giorno di lezioni domani nel Lazio e in Valle d’Aosta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
14:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Concluse le lezioni in Emilia Romagna, Marche, Veneto e Molise, partono già da oggi gli esami di terza media per circa 570 mila studenti, e quest’anno, a differenza dello scorso, saranno in presenza. La data di inizio degli esami di terza media non è uguale per tutti ma viene decisa in autonomia dagli istituti, ovviamente anche in base alla fine delle lezioni nel territorio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’esame si svolge nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno.
Per 1 su 4 le prove inizieranno subito dopo la fine delle lezioni ma l’attesa sarà abbastanza breve per quasi tutti, visto che per un altro 55% gli esami inizieranno dalla settimana successiva (ovvero dal 14 giugno in poi) e solo 1 su 5 dovrà aspettare la seconda parte del mese.
E domani sarà la volta dell’ultima campanella nel Lazio e in Valle d’Aosta; il 9 in Sicilia, Liguria e Umbria; il 10 in Toscana, Friuli Venezia Giulia e Abruzzo; il giorno dopo la scuola terminerà in Basilicata, Piemonte e Puglia; il 12 in Sardegna Campania e Calabria; l’ultima sarà Bolzano il 16 giugno. Per evitare assembramenti fuori dagli istituti l’ultimo giorno di scuola, molti presidi hanno già provveduto ad emanare circolari con le quali scaglionano le uscite dei ragazzi, distanziandole di almeno un’ora l’una dall’altra.
L’esame di terza media prevede una prova orale a partire dalla discussione di un elaborato su una tematica che è stata assegnata a ciascuna alunna e ciascun alunno dal Consiglio di classe entro il 7 maggio. L’elaborato è stato poi trasmesso dagli alunni al Consiglio di classe. L’elaborato consiste in un prodotto originale, coerente con la tematica assegnata dal Consiglio di classe. Può essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione multimediale, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica. Coinvolge una o più discipline tra quelle previste dal piano di studi. Nel corso della prova orale saranno accertati i livelli di padronanza della lingua italiana, delle competenze logico matematiche, delle competenze nelle lingue straniere e delle competenze in Educazione Civica. La valutazione finale sarà espressa con votazione in decimi. Sarà possibile ottenere la lode. L’ammissione all’Esame viene deliberata dal Consiglio di classe. Con riferimento alla necessità di aver frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, possono essere disposte deroghe da parte del Consiglio stesso, tenuto conto delle specifiche situazioni dovute all’emergenza epidemiologica. Nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, il Consiglio di classe può deliberare, con adeguata motivazione, la non ammissione all’esame. E dal 16 giugno sarà la volta degli esami di maturità.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Istigavano a violenze contro ebrei e extracomunitari,12 misure
L’accusa ipotizzata nei confronti dei 12 indagati è di associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa.
APPROFONDIMENTO
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
13:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Propaganda di idee naziste e antisemite, video e immagini dal contenuto razzista e discriminatorio, tesi negazioniste, istigazione a commettere azioni violente contro ebrei ed extracomunitari. Sono le accuse nei confronti di 12 soggetti tra i 26 e i 62 anni ritenuti appartenenti ad un’organizzazione chiamata ‘Ordine ario romano’ e indagati nell’ambito di un’indagine del Ros e della Procura di Roma che ha portato all’emissione di altrettante misure cautelari.
L’organizzazione, dicono gli investigatori, aveva appena iniziato a pianificare anche un’azione contro una struttura della Nato.
L’accusa ipotizzata nei confronti dei 12 indagati è di associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le indagini sono partite nel 2009 e hanno portato alla scoperta del gruppo ‘Ordine ario romano’ del quale facevano parte gli indagati e che era molto attivo sui social dove – attraverso due pagine Facebook e una community Vk, uno dei social più utilizzati in Russia – venivano diffusi i contenuti razzisti e le tesi complottiste.
Collegato a ‘Ordine ario romano’ c’era poi il gruppo whatsapp chiamato ‘Judenfreie Liga (Oar)’ dal quale gli indagati istigavano a compiere azioni violente contro ebrei ed extracomunitari. E sempre su questo gruppo si era iniziato a pianificare un attentato contro una struttura della Nato, con ordigni confezionati in maniera artigianale anche grazie alla collaborazione di altri gruppi simili che operavano in Portogallo. Oltre alle misure, eseguite a Roma, Cagliari, Cosenza, Frosinone, Latina, L’Aquila, Milano e Sassari, sono scattate perquisizioni anche in altre città italiane.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il mio ringraziamento alla Procura di Roma e al Ros per l’operazione di questa mattina che ha portato allo smantellamento di un gruppo antisemita che voleva colpire ebrei ed extracomunitari. Questo dimostra come l’antisemitismo sui social è spesso organizzato in maniera scientifica, ed è preludio a forme di violenza più gravi. È da tempo che invitiamo a riflettere su come esista una strategia ben precisa dei gruppi nazifascisti e negazionisti per inondare i social di contenuti razzisti e antisemiti al fine di creare il clima per degli attacchi fisici. Dobbiamo mantenere alta l’attenzione affinché il web non diventi punto di ritrovo e di proselitismo dei gruppi suprematisti”. È quanto dichiara Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma, in merito all’operazione della Procura di Roma e del ROS.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: pioggia sulla movida, maxi assembramento a Cagliari
Ressa e cori da stadio nella notte, video virale sul web
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
07 giugno 2021
09:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un improvviso acquazzone sulla movida, sabato notte a Cagliari. E decine di giovani, la maggior parte senza mascherina, si accalcano nello spazio al riparo antistante la passeggiata coperta del Bastione di Saint-Remy, nel cuore del centro storico.

Oltre un centinaio le persone concentrate in pochi metri quadri, partono saltellamenti e cori e i video finiscono subito sui social, diventando virali. “Bevo, bevo: mi ubriaco e son felice anche se poi il Covid ho”, cantano i ragazzi. Una scena ripresa da tanti telefonini.
Proprio nei giorni scorsi il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu aveva incontrato in Prefettura i vertici delle forze dell’ordine locali per chiedere maggiori controlli, soprattutto nei weekend, proprio per evitare possibili assembramenti e rischi di contagio da Covid ora che il coprifuoco è stato abolito.
Sabato notte la pioggia ha fatto precipitare la situazione.
Anche chi stava scappando dall’acquazzone ha trovato davanti alla passeggiata del Bastione la via di fuga invasa dalla massa accalcata: impossibile superare quel muro umano per imboccare le scale che portano in piazza Costituzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Veneto diventa zona bianca, finisce coprifuoco
A Venezia riapre il Casinò
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
07 giugno 2021
09:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto entra da oggi in zona bianca, quella di rischio più basso per il contagio Covid, e riassapora ill ritorno alla quasi normalità, con tutte le attività economiche aperte (tranne le discoteche) e bar e ristoranti senza limiti per il servizio al chiuso, ad eccezione dei 6 posti al tavolo. La giornata è iniziata tuttavia senza cambiamenti rispetto alle scorse settimane di zona gialla.

Nessun effetto sul traffico e sui mezzi pubblici, dato che le scuole hanno terminato le lezioni sabato e gli studenti sono a casa. La prova del nove ci sarà stasera, perchè il Veneto – insieme alle altre 3 regioni passate in area bianca – sperimenterà la fine del coprifuoco alle 23, e si preannuncia un assalto di giovani ai locali e alle piazze della movida nei centri storici. Grazie alla fine dei divieti a Venezia riaprirà il Casinò. Tornano a viaggiare all’80% rispetto alla capienza di passeggeri anche i vaporetti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cantante Michele Merlo è morto
Era ricoverato in terapia intensiva a Bologna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
09:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto nella tarda serata di ieri il cantante Michele Merlo, 28 anni, già concorrente di X Factor e di Amici. Era ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Maggiore di Bologna dopo essere stato colpito, nella notte tra giovedì e venerdì, da un’emorragia celebrale scatenata da una leucemia fulminante e sottoposto a un delicato intervento chirurgico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo comunicano i consulenti della famiglia in una nota.
Le condizioni di Merlo, in arte Mike Bird, erano peggiorate nel corso delle ore. “Michele – ha fatto sapere ieri la famiglia in una nota – si sentiva male da giorni e mercoledì si era recato presso il pronto soccorso di un altro ospedale del bolognese che, probabilmente, scambiando i sintomi descritti per una diversa, banale forma virale, lo aveva rispedito a casa. Anche durante l’intervento richiesto al Pronto soccorso, nella serata di giovedì, pare che lì per lì non fosse subito chiara la gravità della situazione”. La famiglia Merlo ha anche voluto “smentire categoricamente quanto alcuni disinformati scrivono sui social: Michele non è stato in nessun modo vaccinato contro il Covid. Michele è stato colpito da una severa forma di leucemia fulminante con successiva emorragia cerebrale”.
Fan e colleghi, da Emma Marrone a Francesco Facchinetti a Ermal Meta, da Federico Rossi (del duo Benji & Fede) a Aka7even, concorrente dell’ultima edizione di Amici, allo stesso programma di Maria De Filippi, hanno invaso nelle scorse ore i social di messaggi di affetto, incoraggiamento e solidarietà.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: sbarco nel cosentino, arrestati i due scafisti
Bloccati ieri sera da Polizia e Carabinieri, stavano fuggendo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CARIATI
07 giugno 2021
09:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due uomini di nazionalità russa sono stati sottoposti a fermo perché ritenuti gli scafisti dell’imbarcazione che si è spiaggiata ieri a giunta ieri sulle coste di Cariati, nel cosentino, con a bordo 56 migranti di etnia curda tra i quali una donna con il figlio di 5 anni. I due, accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, sono stati individuati al termine di indagini svolte dagli agenti della Squadra mobile di Cosenza, dai carabinieri della Stazione di Cariati e da personale del Commissariato di Polizia di Corigliano Rossano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo sbarco è avvenuto intorno alle 8 di ieri. Una barca a vela di 15 metri si è spiaggiata sulle coste di Cariati ed è stato notato da alcuni cittadini che hanno dato l’allarme al 112. Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia che hanno soccorso e prestato assistenza ai migranti. I testimoni hanno anche fornito alcuni elementi su quelli che erano apparsi come gli scafisti. Gli ulteriori accertamenti della Squadra mobile cosentina, hanno permesso di ottenere ulteriori elementi che, uniti alle dichiarazioni delle persone informate, hanno portato all’individuazione di due cittadini russi che nel frattempo avevano fatto perdere le loro tracce cercando di contattare un servizio taxi per allontanarsi dalla Calabria. I carabinieri li hanno individuati in una via centrale di Cariati e, dopo averli identificati. Avuto anche il riconoscimento da parte di alcuni migranti, poliziotti e carabinieri hanno sottoposto a fermo i due.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Gdf scopre esperto d’arte evasore per 2 mln
Pordenone, vendieva opere “a nero” ma dichiarava reddito minimo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
07 giugno 2021
09:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia di Finanza di Pordenone ha indagato un noto esperto d’arte locale per un’evasione fiscale di quasi due milioni di euro e per condotte anti-riciclaggio. E’ stata accertata la vendita “a nero” di opere d’arte in Italia e all’estero, ed è stato disposto dal Gip del Tribunale un sequestro preventivo per un milione di euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Michele Merlo: la Procura apre un fascicolo per omicidio colposo
Contro ignoti, dopo la denuncia dei familiari del cantante
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
15:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la denuncia dei genitori del cantante vicentino Michele Merlo, già concorrente di X Factor e di Amici, morto a 28 anni a causa di un’emorragia cerebrale scatenata da una leucemia fulminante, la Procura di Bologna ha aperto un fascicolo contro ignoti per il reato di omicidio colposo. A farlo sapere è la stessa autorità giudiziaria, che spiega inoltre che l’apertura del fascicolo servirà per il “necessario svolgimento dell’autopsia e delle attività investigative connesse”.
I genitori di Michele Merlo hanno deciso di “chiedere alla magistratura di svolgere le necessarie indagini al fine di verificare se vi siano stati errori e/o omissioni antecedenti al ricovero al Maggiore che abbiano determinato irreversibilmente la sorte del proprio figlio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E quanto fa sapere, in una nota, la famiglia dell’artista.
Era ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Maggiore di Bologna dopo essere stato colpito, nella notte tra giovedì e venerdì, da un’emorragia cerebrale scatenata da una leucemia fulminante e sottoposto a un delicato intervento chirurgico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le condizioni di Merlo, in arte Mike Bird, erano peggiorate nel corso delle ore. “Michele – ha fatto sapere ieri la famiglia in una nota – si sentiva male da giorni e mercoledì si era recato presso il pronto soccorso di un altro ospedale del bolognese che, probabilmente, scambiando i sintomi descritti per una diversa, banale forma virale, lo aveva rispedito a casa. Anche durante l’intervento richiesto al Pronto soccorso, nella serata di giovedì, pare che lì per lì non fosse subito chiara la gravità della situazione”. La famiglia Merlo ha anche voluto “smentire categoricamente quanto alcuni disinformati scrivono sui social: Michele non è stato in nessun modo vaccinato contro il Covid. Michele è stato colpito da una severa forma di leucemia fulminante con successiva emorragia cerebrale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ausl di Bologna, “sentita anche la famiglia, sta ricostruendo la vicenda a partire dal primo accesso del giovane all’Ospedale di Vergato, avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 2 giugno, e dove risulta essere stato visitato dal medico di continuità assistenziale” ed è in corso “la ricostruzione puntuale del soccorso in emergenza avvenuto il giorno successivo che ha condotto all’intervento e al ricovero in rianimazione”. La direzione ha dato “mandato al risk manager aziendale di procedere ad attivare l’iter per un audit di rischio clinico”. Lo comunica l’Ausl su Michele Merlo, esprimendo “vicinanza e cordoglio alla famiglia”.
Fan e colleghi, da Emma Marrone a Francesco Facchinetti a Ermal Meta, da Federico Rossi (del duo Benji & Fede) a Aka7even, concorrente dell’ultima edizione di Amici, allo stesso programma di Maria De Filippi, hanno invaso nelle scorse ore i social di messaggi di affetto, incoraggiamento e solidarietà.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ciao Michele. Ieri sera ho cantato forte per te.. Stamattina il mio cuore si è rotto in mille pezzi. Non ho parole amico mio. Ti bacio sulla fronte e agli angoli della bocca sempre screpolati. Fai buon viaggio Michi”. E’ l’addio a Michele Merlo che Emma Marrone ha affidato ai suoi profili social. Al giovane collega, conosciuto ad Amici nel 2017, la cantante ha dedicato il suo concerto di ieri sera all’Arena di Verona: “Tante persone sono nel mio cuore – ha detto – ma stasera c’è una persona in particolare nel mio cuore ed è a lui che dedico tutto questo concerto, tutto il vostro calore e tutta la vostra energia: forza Miky”. Emma era stata tra i primi ad unirsi al coro di messaggi di affetto e solidarietà per Merlo che in questi giorni hanno invaso i social.

DA YOUTUBE: VIDEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Svastica disegnata su camper in campo sinti a Genova
Ennesimo episodio dopo volantino minaccioso meno di un mese fa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
07 giugno 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una svastica e una scritta “maledetti” sono state disegnate la notte tra sabato e domenica su un camper nel campo sinti di Bolzaneto. Il camper appartiene a una famiglia che era arrivata da poco e aveva parcheggiato il mezzo all’esterno del campo.
Sul posto sono arrivate le volanti della polizia e la digos che si occupa delle indagini. Il proprietario del camper ha spiegato di non aver avuto alcun dissidio, ma al momento non ci sarebbero testimonianze utili né telecamere per risalire all’autore o agli autori dell’ennesimo episodio grave nei confronti della comunità sinti. Meno di un mese fa infatti un volantino con una svastica e una scritta minacciosa era stato affisso all’esterno del campo: in quel caso le indagini erano state affidate ai carabinieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Voglia di ‘libertà’ in centro Perugia ‘zona bianca’
“Proviamo a rivivere normalità” dicono gestori locali e clienti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
07 giugno 2021
10:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è aria e voglia di libertà tra i tavoli dei bar che affollano corso Vannucci e le strade adiacenti del centro storico di Perugia, dopo che l’Umbria da oggi è tornata in “zona bianca” nell’emergenza Covid.
I gestori dei locali, mentre servono le colazioni o sistemano tavoli e sedie si preparano a tirare fino a tarda sera, anche se quasi tutti dicono che chiuderanno verso mezzanotte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Già con la ‘zona gialla’ avevamo ripreso a lavorare con meno restrizioni, adesso proviamo a rivivere quella normalità che ci manca da tanto, da troppo tempo”, dicono Mirko e Federico, dai rispettivi locali. “Anche se – aggiunge Federico – dobbiamo continuare a indossare le mascherine e mantenere il distanziamento, perché il virus ancora non è scomparso oggi è una bella giornata, soprattutto in una città universitaria come Perugia dove ci sono tanti giovani”.
A pochi metri dai due bar c’è l’edicola di Andrea: “Speriamo che il ritorno alla fascia bianca possa riportare i turisti in Umbria e qui a Perugia. Ci sono mancati tanto. Questi mesi trascorsi prima in lockdown e poi con le varie restrizioni sono stati a tratti devastanti”.
Rinaldo è invece un macellaio che da 61 anni e un giorno – come tiene a sottolineare – vende carni in piazza Matteotti. “Il ritorno in zona bianca spero che significhi tornare alla normalità – afferma -, ma credo che nulla tornerà come prima. Il Covid ha inciso sulla testa e sul morale della gente in maniera pesante, da oltre un anno non vedo alcuni dei miei clienti storici. Temo che lo smart working, ad esempio, contribuisca a svuotare ancora di più gli uffici del centro, per il futuro non sono troppo ottimista”.
In piazza Matteotti molti sono seduti ai tavoli dei bar a bere caffè e cappuccini, tra questi c’è Claudia, 19 anni, studentessa del liceo classico. “Per noi giovani – racconta – oggi è un giorno che segna il ritorno alla socializzazione ed è un giorno importante”.
“Oggi è una nuova ripartenza e dobbiamo essere ottimisti” conclude il barista alla cassa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Figliuolo: ‘Otto italiani su 10 vaccinati a settembre, c’è ipotesi terza dose’
Il commissario per l’emergenza Covid: ‘Per raggiungere obiettivo non dobbiamo sprecare niente’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
14:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A fine settembre sarà vaccinato l’80% degli italiani: è arrivato dunque il momento di cominciare a pensare al superamento della gestione emergenziale della pandemia, passando dai grandi hub ad un maggiore coinvolgimento di medici di base, pediatri e farmacie, anche in vista della possibilità di dover procedere ad una terza dose per far fronte alle varianti del Covid. Superati i 13 milioni di vaccinati, quasi un italiano su 4 (il 24,01%), con oltre 22milioni di dosi in arrivo a giugno e la soglia delle somministrazioni stabile sopra le 500mila al giorno, il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo indica il piano per l’autunno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’occasione di fare il punto sui primi tre mesi alla guida della struttura commissariale e tracciare le linee di quelli che verranno dopo l’estate, la offre l’audizione alla Camera in Commissione Bilancio, dove è in discussione il decreto Sostegni.
Entro il 30 settembre, dice il generale, avremo vaccinato l’80% della popolazione, vale a dire 54,3 milioni di italiani compresi quelli nella fascia tra 12 e 15 anni, per i quali al momento è autorizzato solo il vaccino di Pfizer, con Moderna che ha chiesto oggi all’Ema l’autorizzazione anche per gli adolescenti. Per raggiungere l’obiettivo di fine settembre, sottolinea però il Commissario, è necessario proseguire sulla strada intrapresa: collaborazione con le Regioni, il cui coinvolgimento è di “vitale importanza”, procedure “flessibili” per le prenotazioni ad agosto, mantenere target di almeno 500mila punture al giorno, continuare a “privilegiare” le somministrazioni agli over 60 e ai fragili. Su quest’ultimo punto, Figliuolo ha rivendicato con orgoglio i risultati ottenuti con le ordinanze che hanno ribadito le priorità del piano: dal 10 aprile al 2 giugno c’è stato un incremento pari al 22,58% di prime dosi somministrate agli over 80, al 63,24% nella fascia 70-79 e al 56,4% della fascia 60-69. Con l’autunno servirà invece una nuova strategia. Che parta dal superamento della gestione emergenziale della pandemia. La “poderosa e complessa” macchina della struttura commissariale che sta gestendo la vaccinazione di massa è stata ed è uno strumento “efficace e straordinario”, dice Figliuolo. Ma questa macchina “nei prossimi mesi deve condurre gradualmente”, a una gestione ordinaria delle attività sanitarie da parte delle amministrazioni centrali e locali competenti.
Tutti gli interventi, le scelte e le decisioni prese dal Commissario nel periodo “più critico e buio” dovranno tornare in mano alle strutture dello Stato che hanno competenza in materia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il generale non indica una data ma fa capire la sua idea: un progressivo assorbimento della struttura commissariale nella Protezione Civile, che si occuperà di approvvigionamenti, logistica e distribuzione dei dispositivi e dei vaccini, e restituzione ai territori della gestione di tutti gli aspetti sanitari. Sarà comunque il governo a decidere entro il 31 luglio, quando dovrà stabilire se varare un nuovo stato d’emergenza e per quanto, attraverso un passaggio parlamentare. La gestione ordinaria si porta dietro anche il superamento degli hub. Ci sarà, in sostanza, un “graduale ma necessario” passaggio dalle vaccinazioni effettuate in maniera centralizzata ad un sistema di “vaccinazioni delocalizzate, molto più capillare e prossimo ai cittadini”, utilizzando medici di famiglia, pediatri e farmacie. Il perché è chiaro: completare l’immunizzazione dei fragili e degli over 60 non ancora intercettati e che potranno a quel punto essere raggiunti a domicilio. Ma l’ordinarietà va considerata anche alla luce della possibilità di dover procedere ad una terza dose del vaccino.
Al momento, la convinzione della maggior parte degli scienziati è che l’immunità abbia una durata di circa un anno e, quindi, è necessario “organizzarci per i richiami” dice il generale che proprio oggi ha avuto una riunione con ministero della Salute e Protezione Civile su come organizzare e gestire questa nuova fase, anche alla luce delle varianti che continuano a mutare il virus. Fondamentale su questo aspetto sarà il ruolo dell’Istituto superiore di Sanità che a breve avvierà un progetto di tracciamento e sequenziamento che abbia un valore scientifico tale da continuare a studiare come circola il virus e come si evolve.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ragazzo aggredito nel Modenese, un pugno per un gioco
Vittima un 24enne, zigomo fratturato per ‘ko game’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MODENA
07 giugno 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Colpito da uno sconosciuto con un pugno in pieno volto che gli ha provocato la frattura dello zigomo, il tutto – secondo quanto ricostruito – per quello che sarebbe un ‘gioco’, denominato ‘ko game’ (‘knockout game’), con l’intera azione ripresa da uno smartphone. È quanto sarebbe accaduto sabato sera a Carpi, in provincia di Modena.
Lo riporta il Resto del Carlino.
Vittima un 24enne che, uscito da un locale del centro, verso le 23 stava raggiungendo la sua auto parcheggiata per fare ritorno a casa. Nel tragitto sarebbe stato raggiunto da un gruppo di ventenni, uno di loro lo avrebbe colpito all’improvviso mentre un altro riprendeva con il telefonino.
All’ospedale Ramazzini di Carpi il personale sanitario ha poi riscontrato la frattura. Il giovane dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico al Policlinico di Modena.
Probabilmente nella giornata di oggi sporgerà denuncia.
Episodi simili in passato, legati al ‘ko game’, si sono registrati anche in altre parti d’Italia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinema: incassi, balza in testa l’horror The Conjuring
Restano sul podio la Crudelia-Emma Stone e The Father-Hopkins
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il film horror The Conjuring – Per ordine del Diavolo di Michael Chaves balza in vetta al box office italiano. Il terzo capitolo della saga con Vera Farmiga e Patrick Wilson ha guadagnato incassato 614 mila euro (785 mila in 5 giorni) con la notevole media di 1.603 su 383 sale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scivola di un posto con un calo del 10% la disneyana Crudelia con Emma Stone che mette via altri 410 mila euro raggiungendo 1 milione 210 mila in 15 giorni. La media è di 722 su 569 schermi.
Al terzo posto con 195 mila euro di incasso (628 mila in 15 giorni) c’è The Father – Nulla è come sembra con la straordinaria interpretazione valsa a Anthony Hopkins anche l’Oscar.
Tra le altre nuove uscite film italiani: al settimo posto Maledetta primavera di Elisa Amoruso (con Emma Fasano, Manon Bresch, Giampaolo Morelli e Micaela Ramazzotti) e al nono The Shift di Alessandro Tonda con Clotilde Hesme, Adamo Dionisi, Adam Amara che racconta la vicenda di due giovani terroristi in azione a Bruxelles. Chiude la top ten Estate ’85 di Francois Ozon con Felix Lefebvre, Benjamin Voisin, Philippine Velge e Valeria Bruni Tedeschi.
Ancora in crescita i numeri complessivi: nel week end il box office ha raggiunto 1.652.912 euro per 236.257 presenze in salita del 32% sul week end scorso.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Volontaria aggredita e ferita, caccia all’uomo in Trentino
Lo stava accompagnando in auto ma è stata colpita
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
07 giugno 2021
11:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri stanno cercando un uomo ritenuto responsabile dell’aggressione ad una donna trovata ferita accanto alla sua auto in località Vezzano, in Trentino. La donna, 65 anni, volontaria presso la chiesa di Ranzo, frazione di Vallelaghi, stava accompagnando con la sua auto a Trento una delle persone di cui si prendeva cura ma dopo circa un chilometro questi l’ha ferita con un’arma da taglio poi è sceso dall’auto e si è dato alla fuga.

Davanti alla porta sbarrata della canonica – riferisce la Tgr Trento – sono state trovate la giacca e le valigie dell’uomo, che però non è ancora stato rintracciato. I carabinieri, con l’elicottero, i droni ed il supporto dei vigili del fuoco volontari della Valle dei Laghi, stanno perlustrando la zona in cerca dell’aggressore. La donna è stata trasportata con l’elicottero all’ospedale Santa Chiara di Trento in codice rosso ma non sarebbe in pericolo di vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Istigavano violenze contro ebrei e extracomunitari, 3 indagati
Propaganda nazista e antisemita, pensavano azione contro Nato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
17:15
AGGIORNATO ALLE
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono due sassaresi e un cagliaritano i tre sardi indagati dalla Procura di Roma per associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa nell’ambito di una indagine condotta dai carabinieri del Ros a partire dal 2019. Tra i tre spicca il nome di Mario Marras, 41 anni di Sassari, già finito alla ribalta delle cronache nel 2007 quando fu indagato insieme ad altre persone per aver promosso un movimento che si rifaceva al partito fascista.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con lui risultano indagati un altro sassarese di 26 anni e un cagliaritano di 34. I carabinieri del Ros hanno perquisito le loro abitazioni sequestrando computer e materiale informatico che sarà ora analizzato. I tre sardi, da quanto si apprende, sono coinvolti nell’inchiesta per aver pubblicato e condiviso messaggi o materiale nei profili social riconducibili alla sigla “Ordine Ario Romano”. Dodici in tutto le persone indagate, tutte raggiunte da provvedimenti di obbligo di presentazione all’autorità giudiziaria
LE ACCUSE – Propaganda di idee naziste e antisemite, video e immagini dal contenuto razzista e discriminatorio, tesi negazioniste, istigazione a commettere azioni violente contro ebrei ed extracomunitari. Sono le accuse nei confronti di 12 soggetti tra i 26 e i 62 anni – tre dei quali sardi – ritenuti appartenenti ad un’organizzazione chiama ‘Ordine ario romano e indagati nell’ambito di un’indagine del Ros e della procura di Roma che ha portato all’emissione di altrettante misure cautelari dell’obbligo di presentazione all’autorità giudiziaria. L’organizzazione, dicono gli investigatori, aveva appena iniziato a pianificare anche un’azione contro una struttura della Nato.
L’accusa ipotizzata nei confronti dei 12 indagati è di associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa. Le indagini sono partite nel 2009 e hanno portato alla scoperta del gruppo ‘Ordine ario romano’ del quale facevano parte gli indagati e che era molto attivo sui social dove – attraverso due pagine Facebook e una community Vk, uno dei social più utilizzati in Russia – venivano diffusi i contenuti razzisti e le tesi complottiste. Collegato a Ordine ario romano’ c’era poi il gruppo whatsapp chiamato ‘Judenfreie Liga (Oar) dal quale gli indagati istigavano a compiere azioni violente contro ebrei ed extracomunitari. E sempre su questo gruppo si era iniziata a pianificare un attentato contro una struttura della Nato, con ordigni confezionati in maniera artigianale anche grazie alla collaborazione di altri gruppi simili che operavano in Portogallo. Oltre alle misure, eseguite a Roma, Cagliari, Cosenza, Frosinone, Latina, L’Aquila, Milano e Sassari, sono scattate una serie di perquisizioni in diverse città italiane.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRA GLI INDAGATI MISS HITLER – C’è anche una donna tra i dodici indagati dalla Procura di Roma nel procedimento che ha portato oggi i carabinieri del Ros ad effettuare una serie di perquisizioni in tutta Italia. Si tratta di Francesca Rizzi che nel 2019 partecipò e vinse il concorso “Miss Hitler” svolto sul social network Vk. La donna, raggiunta come gli altri dal provvedimento dell’obbligo presentazione all’autorità giudiziaria, fa parte del gruppo antisemita ‘Ordine Ario Romano’ a cui i pm di Roma, coordinati dal procuratore Michele Prestipino, contestano il reato di associazione a delinquere finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa. Rizzi, secondo l’accusa, aveva cercato contatti con il gruppo estremista portoghese ‘Nova Ordem Social’. Degli indagati, sei vivono nel Lazio (4 a Roma), tre in Sardegna, uno in Calabria, uno in Abruzzo e uno in Lombardia. Dalle indagini è emerso che i dodici hanno avuti rapporti “via social” con Marco Gervasoni, il professore universitario indagato in una altra indagini per minacce a offese al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morti per ingestione sostanza tossica, Procura oscura sito
Community con 17mila iscritti, dava indicazione su avvelenamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
11:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma ha oscurato un sito internet che ospitava una community con oltre 17000 inscritti in tutto il mondo, tra cui anche ragazzi italiani, “tutti legati dall’interesse nel trovare supporto per portare a compimento l’intenzione di suicidarsi”.
Alcuni soggetti fornivano indicazioni su come trovare la morte mediante ingestione di salnitro, una sostanza tossica.
Le indagini sono state avviate a seguito dei decessi di due ragazzi di 19 anni verificatisi a febbraio e dicembre dell’anno scorso proprio dopo aver ingerito un preparato a base di nitrito di sodio.   TECNOLOGIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola: quando foresta e natura diventano materia di studio
In istituto Milano, obbiettivo diventare ‘climate positive’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 giugno 2021
11:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla teoria ai laboratori sul campo con messa a dimora di nuovi alberi, dalla scuola dell’infanzia fino ai licei linguistico e scientifico di scienze applicate: il bosco, inteso come ecosistema custode di biodiversità nonché ‘depuratore’ di aria e acqua, entra per la prima volta in didattica per consolidare, fin dalla tenera età, la consapevolezza degli studenti circa il ruolo fondamentale che le foreste svolgono nella vita dell’uomo e la propensione alla cura dell’ambiente e dei suoi fragili equilibri. Accade a Milano, dove l’istituto onnicomprensivo paritario Scuola Europa ha deciso di aderire dall’anno scolastico 2021-2022 al progetto pilota ‘A scuola di foresta’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quest’ultimo è strutturato da Etifor, spin-off dell’ Università di Padova impegnato nella valorizzazione del patrimonio naturale e in opere di riforestazione in tutto il mondo.
L’iniziativa – spiegano gli ideatori – si concretizza prima nell’affiancamento da parte del team di ricercatori di Etifor ai docenti per la declinazione della didattica a seconda dell’ordine di studio e in seconda battuta in una serie di laboratori realizzati direttamente nel bosco per dare ampio spazio alle modalità di apprendimento esperienziali. Il progetto gravita attorno a tre aree tematiche principali: cosa sono le foreste, la loro struttura e funzioni principali, il loro ruolo per la salute dell’uomo e nel contrasto al cambiamento climatico. “Il progetto nasce con l’obiettivo di formare nel lungo periodo, in maniera strutturata e coinvolgente, sul tema cruciale del patrimonio boschivo gli adulti di domani – spiega Ilaria Doimo, project manager di Etifor – ovvero coloro che saranno chiamati a risolvere, o quantomeno tentare di rallentare, la crisi climatica e i suoi effetti, capillari e devastanti, attraverso una gestione sostenibile delle risorse naturali, ovvero il nostro migliore alleato”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caccia: incostituzionale legge Molise su prelievo venatorio
‘No’ estensione periodo per eccessiva presenza specie faunistica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
07 giugno 2021
11:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale la norma del Molise che consente alla Giunta di estendere il periodo del prelievo venatorio in caso di eccessiva presenza sul territorio di una specie faunistica cacciabile. Con il ricorso il Presidente del Consiglio dei ministri ha promosso, in riferimento all’art. 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 12, comma 5, lettera a), della legge della Regione Molise 30 aprile 2020, n. 1 (Legge di stabilità regionale 2020). Tale disposizione aggiunge all’art.
27 della legge della Regione Molise 10 agosto 1993, n. 19 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio), il comma 1-bis, il quale prevede che: “Ai fini della tutela del patrimonio agroforestale, socio-economico, sanitario e nel riequilibrio ecologico della fauna selvatica, qualora la presenza sul territorio regionale di una specie faunistica venabile risulti eccessiva, la Giunta regionale, ai fini della riduzione delle criticità arrecate, può con propri atti estendere il periodo del prelievo venatorio per l’intero arco temporale inteso dall’inizio al termine dell’intera stagione venatoria”. Ad avviso del ricorrente, tale norma invaderebbe la competenza esclusiva statale di cui all’art. 117, secondo comma, lettera s), Cost., relativa alla materia “tutela dell’ambiente e dell’ecosistema”, in quanto in contrasto con gli artt. 18, commi 1, 2 e 4, e 19, comma 2, della legge 11 febbraio 1992, n. 157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio). “Queste disposizioni, secondo la costante giurisprudenza di questa Corte – si legge nel dispositivo – detterebbero infatti standard minimi di tutela della fauna sull’intero territorio nazionale, non derogabili in peius nell’esercizio della competenza legislativa residuale regionale in materia di caccia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, 20 positivi nelle Marche in un giorno
1.006 tamponi, 476 nuove diagnosi, positivi/testati 4,2%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
07 giugno 2021
11:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono appena 20 i positivi al covid rilevati nell’ultima giornata nelle Marche tra le 476 nuove diagnosi (su 1.006 tamponi complessivi): 7 in provincia di Ancona, 6 in provincia di Macerata, 2 in provincia di Pesaro Urbino, 1 in provincia di Ascoli Piceno e 4 fuori regione, mentre non ci sono nuovi casi in provincia di Fermo. Secondo il Servizio Sanità della Regione Marche, “nelle ultime 24 ore sono stati testati 1.006 tamponi: 476 nel percorso nuove diagnosi (di cui 118 nello screening con percorso Antigenico) e 530 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 4,2%)”.
I 20 nuovi casi comprendono 6 soggetti sintomatici, contatti in setting domestico (4 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (6), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (1) e un caso proveniente da fuori regione. Per altri 2 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 118 test del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 4 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare) per un rapporto positivi/testati pari al 3%”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: un morto in Alto Adige ma solo 3 nuovi positivi
I pazienti ricoverati sono 16 di cui tre in terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
07 giugno 2021
11:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Alto Adige si registra un altro decesso a causa del Covid-19. Lo segnala l’Azienda sanitaria provinciale.
Il totale delle vittime, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, è ora di 1.178.
Sono solo 3 i nuovi casi di positività rilevati nelle ultime 24 ore. Come avviene di solito nei fine settimana, però, il numero dei test è molto contenuto. I tamponi pcr effettuati sono stati 171 (72 dei quali nuovi test) e in tre casi hanno evidenziato l’infezione. Neanche un positivo, invece, è stato accertato sulla base dei 676 test antigenici eseguiti.
I pazienti Covid 19 ricoverati sono 16, tre dei quali in terapia intensiva. Altri 15 pazienti sono in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Le persone in quarantena o in isolamento domiciliare sono 1.118, mentre i guariti totali sono 72.874 (24 in più rispetto ad ieri).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Superati 400 mila con prima dose vaccino in Umbria
Sono il 52% dei residenti, ciclo completo per 23,7% residenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
07 giugno 2021
11:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Superati i 400 mila vaccinati per il Covid con la prima dose in Umbria. Secondo i portale della Regione aggiornato alla mattina del 7 giugno sono infatti 401.472, il 52 per cento dei residenti.

Sono invece 184.176 coloro che hanno completato il ciclo, il 23,7 per cento della popolazione.
Sulle 616.495 dosi consegnate all’Umbria – sempre in base al sito della Regione – ne sono state somministrate 571.952, il 92,7 per cento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Malore dopo un tuffo in piscina, morto un 15enne a Modena
Tra ipotesi che abbia battuto la testa o una congestione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MODENA
07 giugno 2021
11:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È morto all’ospedale Sant’Orsola di Bologna un 15enne della provincia di Modena, originario di Bastiglia, che sabato è stato soccorso a San Pietro in Elda, San Prospero (nel Modenese), dopo un grave malore a seguito di un tuffo in piscina.
Non è ancora chiaro se il giovane si sia sentito male dopo aver battuto la testa, oppure se per una congestione.
Ieri le sue condizioni apparivano disperate e intorno alle 23 è deceduto. Sempre nella giornata di ieri i carabinieri sono stati nell’impianto della piscina, dove sono rimasti per più di un’ora, e si sono intrattenuti con i titolari. Stando a quanto risulta, il 15enne sabato si era recato alla piscina in bicicletta, insieme a un gruppo di amici. A soccorrerlo, una volta dato l’allarme, erano stati i bagnini presenti sul posto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Calabria, prolungato open day maturandi e docenti
Da oggi somministrazione anche a ragazzi di terza media
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
07 giugno 2021
11:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato prolungato l’open day per i maturandi e i docenti in Commissione d’esame. Da oggi, inoltre, è anche il turno dei ragazzi della terza media.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I maturandi, infatti, hanno risposto con entusiasmo all’iniziativa promossa dalla Regione Calabria, Commissario ad acta per la sanità, Protezione Civile, Struttura Commissariale e Difesa, Aziende Sanitarie e Croce rossa, per realizzare gli esami in sicurezza e tranquillità. Tra sabato e domenica sono stati 5.194 i ragazzi nati nel 2002 e nel 2003 che si sono recati nei centri vaccinali.
Per dare la possibilità a coloro che nel weekend non si sono potuti recare nei vari punti, l’open day è stato prolungato sino a mercoledì 9 giugno. Gli studenti che devono sostenere la maturità e i docenti che fanno parte delle Commissioni d’esame e devono ricevere la prima dose, rende noto la Protezione civile regionale, potranno, quindi, ancora presentarsi per la vaccinazione senza bisogno di prenotazione ma solo muniti di un modello di autocertificazione che attesti la proprio condizione – firmata dai genitori in caso di minore – e la copia di un documento di identità allegato.
Da oggi, lunedì 7 giugno, scatterà anche il turno dei ragazzi della terza media, anch’essi impegnati nelle prove di esame.
Questi ultimi potranno ricevere il vaccino da parte dei pediatri di libera scelta o nei centri vaccinali, sempre dopo la consegna di un’autocertificazione firmata dalla madre o dal padre. Il modello di autocertificazione e l’elenco dei principali punti vaccinali aderenti sono scaricabili sul sito rcovid19.it.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gdf sequestra 20 mln a Dhl, niente contributi a lavoratori
Usando società di intermediazione, ‘meri serbatoi manodopera’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 giugno 2021
12:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf di Milano sta eseguendo un sequestro d’urgenza da circa 20 milioni di euro, firmato dal pm Paolo Storari, nei confronti della Dhl Supply Chain Italy spa, società del ‘colosso’ della logistica, per una presunta maxi frode sull’Iva.
Dall’inchiesta è emerso che, attraverso società di intermediazione e ‘finte’ cooperative, sarebbero stati creati “meri serbatoi di manodopera”, ossia lavoratori della logistica a cui le società intermediarie, tra l’altro, non versavano in gran parte i contributi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sequestro d’urgenza è stato firmato dal pm di Milano Paolo Storari, del dipartimento guidato dall’aggiunto Maurizio Romanelli, nell’inchiesta condotta dalla Gdf. In sostanza, a quanto ricostruito dalle indagini, la società del gruppo Dhl si interfacciava per avere “meri serbatoi di manodopera” con un consorzio a cui facevano capo diverse società di intermediazione di manodopera che assumevano formalmente i lavoratori della logistica.
Attraverso un presunto giro di false fatture, emesse dalle società a vantaggio di Dhl, quest’ultima avrebbe abbattuto i propri costi e allo stesso tempo le altre società non versavano l’Iva dovuta e nemmeno i contributi per i facchini impiegati nelle consegne per conto di Dhl. Il sequestro d’urgenza disposto dalla Procura dovrà passare per un gip per la convalida.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ambiente: alla Pelosa “ottima qualità della sabbia”
Studio Dipartimento di Scienze biomediche Università di Sassari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
STINTINO
07 giugno 2021
12:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È ottima la qualità della sabbia della Pelosa e del mare antistante la spiaggia ‘gioiello’ del nord Sardegna, da alcuni anni sotto osservazione per il pericolo erosione, con tanto di numero chiuso e ticket d’ingresso.
La situazione è nettamente migliorata, rispetto agli anni precedenti, da quando sono presenti le regole comunali sull’utilizzo delle stuoie e il numero contingentato degli ingressi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo dice un recente studio del Dipartimento di Scienze biomediche dell’Università di Sassari che ha condotto un’approfondita analisi sull’arenile stintinese.
Nel 2020 un’equipe del Dipartimento, composta dagli studiosi Massimo Deligios e Manuela Murgia e coordinata dai professori Vittorio Mazzarello e Salvatore Rubino in collaborazione con la ricercatrice Maura Fiamma, ha condotto il biomonitoraggio della spiaggia della Pelosa. L’equipe, attraverso una metodica con sequenziamento di nuova generazione, ha prelevato diversi campioni di sabbia nella riva, nel centro e nella duna, durante le diverse stagioni. I campioni sono stati analizzati nei laboratori di Microbiologia del Dipartimento di Scienze biomediche, permettendo di identificare le popolazioni microbiche fungine e batteriche e di valutare lo stato di salute della sabbia e la sua l’origine, con particolare attenzione alla possibile influenza dell’altissimo numero di bagnanti durante il periodo estivo. I dati sono stati inoltre confrontati con analisi effettuate negli anni precedenti, sempre dallo stesso gruppo di ricerca, per evidenziare gli effetti delle normative comunali che hanno imposto l’ingresso dei bagnanti a numero chiuso e l’uso di stuoie.
“Lo studio ci conforta – afferma il sindaco di Stintino Antonio Diana – e conferma le scelte che questa amministrazione ha preso nel tempo. Se da una parte, infatti, le azioni che stiamo portando avanti consentono di preservare la spiaggia, dall’altra determinano una maggior qualità dell’arenile e quindi una maggior sicurezza per i bagnanti stessi”.   SCIENZA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Istat: 2,7 milioni di anziani in forte difficoltà
Per cure e attività quotidiane e 1,2 milioni senza alcun aiuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
12:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Preoccupa la situazione per le persone anziane in Italia – nella classe di età 75 e più – per la mancanza di supporto sociale, del bisogno di sostegno, delle sfavorevoli condizioni abitative, delle difficili condizioni economiche: lo rileva l’Istat nel rapporto su ‘Gli anziani e la loro domanda sociale e sanitaria’. Lo studio evidenzia che su una popolazione di riferimento di circa 6,9 milioni di over 75, oltre 2,7 milioni di individui presentano gravi difficoltà motorie, comorbilità, compromissioni dell’autonomia nelle attività quotidiane di cura della persona.
Tra questi 1,2 mln non possono contare su un aiuto adeguato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes, Laura Samani in concorso alla Semaine de la critique
Con Piccolo Corpo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
12:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Laura Samani con Piccolo Corpo (Small Body) è in concorso a La Semaine de la Critique, la sezione autonoma che si svolge dal 7 al 15 uglio durate il festival di Cannes. Il fllm in anteprima mondiale è una coproduzione Italia-Francia e Slovenia in lingua friulana.
Si tratta di una storia di montagna, di nascita e di morte, di miracoli e respiri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: pm ‘incidente probatorio pregiudica indagini’
Magistrati chiedono inammissibilità o rigetto. Nuovo sopralluogo: la cabina verrà rimossa con un elicottero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
14:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’incidente probatorio, qualora dovesse essere effettuato, “pregiudicherebbe in modo irreversibile lo svolgimento delle attività di indagine” volte a individuare eventuali corresponsabili per la tragedia della funivia del Mottarone. Lo scrivono il procuratore di Verbania, Olimpia Bossi, e il pm Laura Carrera, nelle deduzioni depositate al gip Donatella Banci Buonamici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I magistrati chiedono l’inammissibilità o il rigetto della richiesta avanzata dalla difesa del caposervizio della funivia Gabriele Tadini, l’avvocato Marcello Perillo, sulla quale il gip dovrebbe decidere entro oggi.
E’ finalizzato a programmare la rimozione in sicurezza della cabina precipitata, intanto, il sopralluogo del consulente tecnico della Procura di Verbania, professor Giorgio Chiandussi, sul luogo dell’incidente in cui sono morte quattordici persone. “Si tenterà di rimuovere la cabina della funivia precipitata sulle pendici del Mottarone in un unico blocco, prelevandola con un elicottero. Se non sarà possibile si potrebbe procedere al taglio in due prima di spostarla. Sono le valutazioni fatte questa mattina al termine del sopralluogo, sotto la grandine. al quale ha partecipato un team speciale dei Vigili del fuoco di cui fanno parte anche i piloti. ‘L’operazione prevede diverse fasi – spiega il capitano Luca Geminale, comandante della Compagnia dei carabinieri di Verbania – per le quali sarà stilato un programma da parte dei vigili del fuoco, che sarà sottoposto alla Procura”.
La rimozione “non è una cosa semplice – ha prosegue il capitano Geminale – vista la posizione in cui si trova la cabina. Che andrà prima di tutto messa in sicurezza, onde evitare che durante la rimozione aerea possa muoversi”. L’intera zona dell’incidente sarà resa più sicura per le manovre dell’elicottero tagliando altri alberi. “La soluzione migliore – spiega il capitano – è la rimozione in un colpo solo di tutta la cabina, per preservarne l’integrità del corpo anche per un discorso di accertamenti investigativi. Se ciò non fosse possibile si dovrà procedere al taglio della cabina in due parti prima di rimuoverla”. Non è dato sapere, al momento, il luogo dove verrà portata: “Più a valle in una zona piana – dice Geminale – dove potrà poi essere caricata su un camion per il successivo trasferimento. I tempi? Difficile dirlo ora perché dipende del calendario stilato dei vigili del fuoco”. Al sopralluogo sul Mottarone ha partecipato anche il professor Giorgio Chiandussi, il perito nominato dalla Procura della Repubblica di Verbania.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Molise, esaurite in un’ora prenotazioni Vaccine Day
Somministrazione monodose Johnson per i duemila più veloci
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
07 giugno 2021
12:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Polverizzati in meno di un’ora i duemila posti disponibili per aderire al Vaccine Day di domani in Molise. La piattaforma è stata aperta stamattina alle 8 in punto e poco prima delle 9 le prenotazioni erano già state chiuse.
E’ stata una vera e propria sfida al click più veloce alla quale hanno partecipato tantissime persone nel tentativo di aggiudicarsi una delle duemila dosi del vaccino monodose Johnson che verranno somministrate nella giornata di domani a Campobasso, Isernia e Termoli. Per aderire era necessario solo essere maggiorenni, non c’erano altri limiti di età.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Veneto, un solo decesso in 24 ore
Crescita di nuovi positivi in continuo calo (+38)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
07 giugno 2021
12:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Numeri del Covid sempre più bassi in Veneto. Nelle ultime 24 ore è stato registrato un solo decesso, e 38 nuovi positivi al virus.
Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 424.040, quello delle vittime a 11.581.
Pian piano si svuotano i reparti Covid degli ospedali.
Complessivamente sono 571 (-5) i pazienti ricoverati, dei quali 506 (-4) nelle aree mediche, e 65 (-1) in terapia intensiva.
Dall’inizio della crisi sanitaria, i malati dimessi sono stati 21.846. I soggetti attualmente positivi e in isolamento sono 6.819.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola, esami terza media in ordine sparso nelle Marche
Oggi al via scrutini, 13.818 ragazzi coinvolti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
07 giugno 2021
12:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scrutini al via da stamane nelle Marche, dove le lezioni sono terminate sabato 5 giugno, mentre 13.818 ragazzi di 649 classi si preparano all’esame di terza media, che torna in presenza, anche se con differente modalità: solo in forma orale e con la presentazione di un elaborato alla commissione. In teoria gli esami di terza media sarebbero potuti cominciare già da oggi, ma i vari istituti stanno procedendo in ordine sparso.
Tra le prime a partire, già da domani, le scuole ‘Donatello’ e ‘Del Conero’ ad Ancona. Altre seguiranno da mercoledì 9 giugno e dal 14 giugno. Tutte le procedure dovranno essere completate entro il 30 giugno. Dei 13.818 alunni di terza media, 4.361 sono della provincia di Ancona, 3.341 di quella di Pesaro Urbino, 2.758 di quella di Macerata, 1.789 di quella di Ascoli PIceno, 1.569 di quella di Fermo. Sono complessivamente 109 gli studenti di scuole paritarie chiamati a sostenere la prova, 13.709 quelli di istituti statali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’addio di De Filippi e Amici a Merlo, eri speciale e sensibile
L’omaggio della conduttrice e del programma, messaggio e video
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
13:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Eri un ragazzo speciale e lo avevamo capito tutti. Avevi un’intensità unica, una capacità di guardarti dentro fin troppo spiccata che a volte ti faceva arrovellare attorno agli umori e alle sensazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Baudelaire diceva che ‘la sensibilità di ognuno è il suo genio’, la tua era tanta, Mike. Ed è quella sensibilità, quella profondità d’animo e di pensiero, quella capacità di scavare negli abissi dell’animo umano che ci porteremo dentro per sempre. Fa’ buon viaggio”. Si conclude con queste parole il messaggio di addio di Maria De Filippi e di Amici, il programma al quale il giovane cantante, morto a 28 anni, aveva partecipato nel 2017. “Profondo, malinconico nello sguardo e solare nel sorriso.
Così ci sei apparso nel primo momento in cui ti abbiamo visto e così sei rimasto fino all’ultimo giorno che hai trascorso in casetta”. Si legge nel messaggio, firmato ‘Maria e la redazione’ di Amici, postato sui social di witty tv, insieme con un video di repertorio che sintetizza i momenti più significativi della partecipazione di Michele Merlo alla scuola del talento di De Filippi: immagini – accompagnate dalle note del brano ‘Vorrei proteggerti dal mondo’ – che ci concludono con l’abbraccio tra la conduttrice e il giovane artista. “La tua era una malinconia speciale, che lottava ogni secondo con quel sorriso – continua il messaggio – che diceva l’esatto contrario. A volte prevaleva una cosa, a volte l’opposto. Tu eri entrambe le cose. E quando cantavi, quando eri al centro del palco a fare quello che ti piaceva di più al mondo, il tuo modo di essere prendeva il sopravvento e ti faceva mostrare al mondo senza filtri, senza paure. Eri Mike Bird e stavi cantando. Eri nel tuo elemento naturale, la valvola di sfogo per i tuoi pensieri profondi che ti esplodevano in petto e che avevi tanta voglia di condividere con il mondo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: in Molise in corso esami di terza media
La scorsa settimana a Guglionesi e Campomarino, oggi a Montenero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
07 giugno 2021
13:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono tre i comuni molisani nei quali sono già cominciati gli esami di scuola Media, la scorsa settimana il via a Guglionesi e Campomarino, stamattina invece è toccato a Montenero di Bisaccia (tutti centri in provincia di Campobasso). Tra domani e lunedì prossimo cominceranno anche tutti gli altri centri.
La decisione sulle date degli esami infatti spetta ai singoli dirigenti scolastici. L’esame quest’anno consiste in una sola prova orale che parte dalla discussione di un elaborato su una tematica che e’ stata assegnata a ciascun alunno dal Consiglio di classe a maggio.
Tutte le procedure dovranno essere concluse entro il 30 giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scendono a cinque pazienti Covid in intensive Umbria
Nell’ultimo giorno sei nuovi positivi e 25 guariti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
07 giugno 2021
13:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scendono a cinque i pazienti nelle terapie intensive dell’Umbria, uno meno di domenica, mentre sono 55, quattro in più, i ricoverati complessivi. Emerge dai dati sul portale della Regione.

Nell’ultimo giorno sono stati registrati sei nuovi positivi (come lunedì della passata settimana) e 25 guariti. Nessun morto invece a causa del virus. Gli attualmente positivi scendono ora a 1.214, 19 in meno rispetto a domenica.
Sono stati analizzati 518 tamponi e 255 test molecolari, con un tasso di positività totale dello 0,7 per cento (lo stesso dello stesso giorno della scorsa settimana).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da pane invenduto nasce birra contro lo spreco alimentare
A Genova. Biova project-Ricibo con Comunità S.Benedetto al porto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
07 giugno 2021
13:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pane recuperato nelle panetterie genovesi diventa birra grazie al Biova Project la start up nata per lottare contro lo spreco alimentare. Nasce così il progetto Biova Beer: 150 kg di pane invenduto trasformati in 2500 litri di birra artigianale premium,.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Biova Project fa parte della rete Ricibo, nata a Genova nel 2017, come risposta concreta al problema della povertà e dello spreco alimentare, dalla volontà di alcune organizzazioni cittadine laiche e religiose che hanno l’obiettivo di rafforzare l’impatto delle azioni di recupero e distribuzione per arrivare a una città ‘a spreco zero’. Ricibo ha recuperato 150 kg di pane invenduto dalla sua rete di panettieri sulla città di Genova e Biova Project ha provveduto al ritiro e alla trasformazione in birra, usando una delle sue ricette in esclusiva e creando un’etichetta dedicata con un claim specifico: “In Liguria del pane non si butta via niente”. l progetto Ricibo, nato su iniziativa del Comune di Genova e sostenuto da Fondazione Compagnia San Paolo e Fondazione Carige, è coordinato dall’Associazione Comunità San Benedetto al porto. Sei sono i partner fondatori (Caritas diocesana di Genova, Croce Rossa comitato Genova, Ass. Borgo Solidale, Ass. Sole e Luna, Arciconfraternita Morte e Orazione in Voltri) e attualmente coinvolge più di 60 tra Enti e Associazioni. Responsabile di progetto è Marco Malfatto, della Comunità San Benedetto al porto. La birra sarà presto disponibile in bar e ristoranti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Auguri Pippo Baudo, 85 anni per il re della tv
Valanga auguri, lui “sono sereno’. Pausini, Mi ha inventata lui
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
13:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La sua frase distintiva è “l’ho inventato io”. E a valanga sui social arrivano gli auguri per Pippo Baudo il “re dei presentatori” monumento della tv che compie oggi 85 anni con sana spavalderia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i tanti a festeggiarlo Laura Pausini che scrive sui suoi canali: “Mi ha inventata lui” allegando due video che li ritrae insieme, il primo di quando a soli 18 anni vinse il festival di Sanremo, e un altro in età adulta abbracciati insieme. E poi la la frase “tanti Auguri caro Pippo Baudo”. Antonella Clerici su Twitter: “Auguri mitico Pippo Baudo” e a seguire tanti emoticon. Giorgia, una raggiante foto che li vede abbracciati “auguri Pippo ti voglio tanto bene!”. Nino Frassica ricorda il recente incontro a Taormina, il profilo ufficiale di Che tempo che fa regala un accurato montaggio con momenti più belli della carriera di Pippo, corredato dalla scritta “quante ne ho fatte e quante ne farò”.
Ha un fiuto unico, ha scoperto talenti come Heather Parisi, Lorella Cuccarini e lanciato Beppe Grillo in Rai, detiene un record storico: ha condotto 13 festival di Sanremo. Non è tutto: ha rischiato anche una crisi internazionale con l’Iran durante il ‘Fantastico 7′ da lui condotto a causa di uno sketch del trio Lopez, Solenghi, Marchesini sull’Ayatollah Khomeini.
Oltre 150 programmi, diversi film e anche brani musicali scritti pure per altri artisti: “Pippo nazionale”, così come viene chiamato dai suoi colleghi e dal pubblico, ha superato i 60 anni di carriera e ha coinvolto nei suoi show diverse generazioni.
Nato a Militello in Val di Catania il 7 giugno 1936, si laurea in giurisprudenza ma, innamorato del mondo dello spettacolo, si sposta presto a Roma per inseguire il sogno del piccolo schermo.
La trasmissione di Rai Uno, Storie Italiane, è stata aperta stamane con una bella sorpresa per Baudo .Per l’occasione la conduttrice del programma, Eleonora Daniele, ha voluto omaggiarlo facendo gli auguri via telefono: “Festeggerò in maniera molto serena – racconta Pippo – Io ringrazio tutti, sia gente che conosco bene ma anche gente sconosciuta, mi arrivano tanti auguri e questo fa piacere, significa che ho seminato abbastanza. Un grazie a tutti voi e al pubblico di Rai Uno”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta dopo asportazione neo: indagata amministratrice centro
Accusa di circonvenzione di incapace
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
07 giugno 2021
15:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ indagata per concorso in circonvenzione di incapace Teresa Cuzzolin, amministratrice del centro Anidra, nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Roberta Repetto, l’insegnante stroncata da un melanoma dopo l’asportazione di un neo nel centro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per quella vicenda erano stati arrestati il “santone” Paolo Bendinelli e il medico di Brescia Paolo Oneda (a cui sono stati concessi poi i domiciliari).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I due sono indagati per omicidio volontario, violenza sessuale e circonvenzione di incapace. Indagata per violenza sessuale e circonvenzione anche la psicologa Paola Dora. Il nuovo avviso di garanzia è legato all’incidente probatorio chiesto dalla pm Gabriella Dotto, che coordina le indagini dei carabinieri, per stabilire se l’asportazione del nevo sia stata eseguita correttamente e se, con un esame istologico, la donna si sarebbe potuta salvare.
Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, Repetto era stata operata nel centro Anidra, su un tavolo della cucina, senza alcuna anestesia e senza che il nevo fosse analizzato. La donna aveva iniziato a stare male pochi mesi dopo ma era stata curata con tisane e meditazione fino alla morte avvenuta due anni dopo l’intervento. La procura aveva già avviato una indagine sul centro sospettando che la dottoressa Dora indirizzasse ragazze fragili nel centro dove poi venivano plagiate per partecipare a rapporti di gruppo, per donare ingenti quantità di soldi e lavorare gratis per il centro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Con il cuore’ per sostenere le mense francescane in Italia
Carlo Conti, Massimo Ranieri e il Custode del Sacro Convento presentano l’evento alle 17 – LIVE
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
15:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al via la raccolta fondi Con il cuore nel nome di Francesco, finalizzata a sostenere le mense francescane in Italia, le famiglie colpite economicamente dall’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia e le missioni francescane nel mondo. Durerà una settimana e sarà promossa anche all’interno dell’evento musicale ‘Nel nome di Francesco’, in onda su Rai1 in prima serata martedì 8 da Assisi, con Carlo Conti e la partecipazione di Renato Zero e Massimo Ranieri:

L’iniziativa – Saranno Massimo Ranieri e Renato Zero gli ospiti della XIX edizione di ‘Con il Cuore, nel nome di Francesco’ la maratona di solidarietà dei frati del Sacro Convento di Assisi per i poveri del nostro Paese e i dimenticati del mondo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’evento condotto da Carlo Conti, in diretta dal sagrato della Basilica Superiore di San Francesco d’Assisi, andrà in onda martedì 8 giugno alle 21.25 su Rai1 e in simulcast su Rai Radio1. Quest’anno verranno aiutati, tra gli altri, le mense francescane in Italia, le famiglie colpite economicamente dall’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia del Covid-19 e le missioni francescane nel mondo. Per partecipare alla gara benefica basta inviare un sms o chiamare al 45515.
Una serata unica che unisce musica, cultura e spiritualità vedrà la partecipazione di testimoni di solidarietà e fraternità civile, medica e religiosa. L’edizione 2021 di Con il Cuore prevede la partecipazione di due ospiti d’eccezione che si esibiranno con i loro brani di maggior successo anche dal vivo con le loro band e che hanno scelto questo consueto appuntamento televisivo dedicato alla solidarietà per aiutare gli ultimi.
Ogni anno i frati del Sacro Convento di Assisi organizzano una maratona di beneficenza e chiedono, a tutti gli uomini di buona volontà, un aiuto per le persone più disagiate e bisognose nel mondo. Immersi in un’atmosfera unica Conti, Zero e Ranieri daranno luogo ad uno straordinario evento, una serata unica di musica, racconto e solidarietà. Anche quest’anno ‘Con il Cuore’ andrà in onda in diretta radiofonica su Radio1 con la conduzione affidata a Gian Maurizio Foderaro e a Marcella Sullo.
Il programma televisivo andrà in onda in replica domenica 13 giugno alle 17.20 sempre su Rai1. «Sono certo che gli italiani guarderanno a Francesco d’Assisi per vivere e manifestare la loro solidarietà per un mondo più giusto e più equo» ha dichiarato il direttore della rivista San Francesco, padre Enzo Fortunato. ‘Con il Cuore, l’evento solidale che da diciannove anni tende la mano verso coloro che più hanno bisogno. Anche quest’anno con il vostro aiuto e dei tanti francescani sparsi nel mondo, potremo dare vita ad una catena umana che risolleverà e ridarà speranza a coloro che hanno perso tutto o non hanno mai avuto nulla scrivendo le parole futuro, dignità, lavoro nelle loro vite. Bambini, anziani, donne sole, famiglie povere: – continua padre Fortunato – da Assisi il vostro e nostro aiuto giungerà in Italia e nel mondo seguendo la traccia solcata da Francesco d’Assisi, il Santo della solidarietà della pace e del Creato’.
Sostieni ‘Con il cuore, nel nome di Francesco d’Assisi’: fino al 30 giugno dona 2 euro al 45515 con un sms da cellulare WINDTRE, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali. Oppure 5 o 10 euro per le chiamate da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali e 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile. L’iniziativa è promossa dal Sacro Convento di Assisi e dall’Istituto per il Credito Sportivo. Alla sua realizzazione ha contribuito Poste Italiane. La produzione televisiva del programma ‘Con il Cuore, nel nome di Francesco’ è affidata alla Rai con il patrocinio di: Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Assisi. Media partner dell’iniziativa Radio Subasio e Tv Sorrisi e Canzoni. Un evento in collaborazione con Rai Radio1.
Per maggiori informazioni e per sostenere i progetti visita il sito www.conilcuore.info.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ragazza scomparsa: nei frame i tre uomini con la pala
Il video del 29 aprile, per investigatori lo zio e due cugini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
07 giugno 2021
12:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre persone vestite con abiti scuri che camminano, distanti l’una dall’altra, una imbracciando una pala, un’altra un secchio con un sacchetto e un altro un attrezzo. E’ quanto si vede nel frame, diffuso dagli inquirenti, del filmato girato intorno alle 19.30 del 29 aprile vicino alla casa di Saman Abbas.
Secondo gli investigatori i tre uomini ripresi sarebbero lo zio della ragazza pachistana scomparsa e due cugini, che stavano andando a scavare la fossa per la giovane, scomparsa il giorno successivo da Novellara (Reggio Emilia), dopo essersi opposta a un matrimonio combinato.
Con l’accusa di aver ucciso la 18enne sono indagati i tre parenti e i due genitori, che sono rientrati in Pakistan. Uno dei cugini è stato fermato in Francia nei giorni scorsi e si attende che venga consegnato alle autorità italiane.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: curva contagi in picchiata in Sardegna, solo 9 casi
Ma ancora tre decessi, tasso positività scende allo 0,3%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
07 giugno 2021
15:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crollano i contagi da Covid 19 in Sardegna. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati solo 9 nuovi casi, ma si registrano ancora tre decessi (1.476 in tutto).
Complessivamente sono 56.886 i contagi accertati nell’Isola dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.320.784 tamponi, con un incremento di 2.941 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività scende allo 0,3 per cento.
I posti letto Covid negli ospedali continuano a calare. Sono 105 (-5) i pazienti attualmente ricoverati in area medica, 7 (-1) quelli in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.312, i guariti 42.986 (+59).
Sul territorio, dei 56.886 casi positivi accertati, 14.885 (+2) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.659 nel Sud Sardegna, 5.161 a Oristano, 10.924 (+2) a Nuoro, 17.243 (+5) a Sassari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Fvg 10 casi su 1.370 test e tamponi,nessun decesso
In terapia intensiva 2 degenti, in altri reparti 28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 giugno 2021
15:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 1.370 tra test e tamponi sono state riscontrate 10 positività al Covid 19, pari allo 0,72%. Nel dettaglio, dall’analisi di 908 tamponi molecolari sono stati rilevati 6 nuovi contagi con una percentuale di positività dello 0,66%.

Sono inoltre 462 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 4 casi (0,87). Nella giornata odierna non si registrano decessi; i ricoveri nelle terapie intensive sono 2 (+1) mentre quelli negli altri reparti restano 28. Lo comunica in una nota il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.792, con la seguente suddivisione territoriale: 816 a Trieste, 2.008 a Udine, 675 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 93.025, i clinicamente guariti 5.654, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 4.686 (-10).
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.187 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.260 a Trieste, 50.676 a Udine, 20.982 a Pordenone, 13.068 a Gorizia e 1.201 da fuori regione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morti in carcere a Modena, gip si riserva su archiviazione
Garante e parenti delle nove vittime chiedono alte indagini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MODENA
07 giugno 2021
16:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il giudice per le indagini preliminari di Modena Andrea Romito si è riservato in merito alla decisione se archiviare o meno le indagini relative ai decessi di nove detenuti, avvenuti l’8 marzo di un anno fa nel carcere di Sant’Anna, durante una rivolta scoppiata nei primi giorni di diffusione del Coronavirus.
A chiedere l’archiviazione sono stati i pubblici ministeri Francesca Graziano e Lucia De Santis, dopo che le autopsie hanno rilevato in overdosi da metadone e psicofarmaci le cause dei decessi.
Ad opporsi all’archiviazione, chiedendo nuove indagini, sono il garante dei detenuti, la onlus Antigone e il legale dei parenti di una vittima, l’avvocato Luca Sebastiani. Tra le richieste di chi si oppone all’archiviazione, anche quella di sentire il racconto dei detenuti che nelle giornate immediatamente successive alla rivolta hanno avuto contatti con le vittime. Stamattina davanti al tribunale di Modena attivisti e cittadini si sono dati appuntamento per manifestare contro l’archiviazione del caso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AssoIntrattenimento: ‘Ballo con il green pass ma senza mascherina’
‘Proponiamo di ripartire da luglio, ma sia chiaro che il nostro lavoro è l’assembramento’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
08:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si torna a far festa in altre quattro Regioni, ora in tutto sette. Ma resta comunque vietato organizzare party in casa o ballare nelle discoteche, che rimangono chiuse almeno per tutto il mese di giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel rebus delle nuove misure in zona bianca, l’ultima trattativa sul tavolo della politica riguarda la ripartenza del divertimento del popolo della notte. Dopo lo slittamento del coprifuoco a mezzanotte (fino alle 5) nelle zona gialle, a dividere adesso è il tema del divertimento nella fascia di rischio più bassa.
Nelle prossime ore il Sindacato italiano dei locali da ballo (Silb) incontrerà al ministero della Salute il sottosegretario Andrea Costa, al quale aveva chiesto di essere ascoltato. Stessa richiesta è arrivata dai gestori delle discoteche di ‘Asso Intrattenimento’ di Confindustria, che potrebbero incontrare Costa nei giorni successivi. Sul tema il ministro Speranza – il quale aveva pur mostrato un’apertura in vista di future valutazioni – resta cauto e non si è ancora pronunciato, ma il pressing del centrodestra, oltre a quello del settore, sale.
“Proponiamo di ripartire da luglio – spiega il presidente di Asso Intrattenimento, Luciano Zanchi – ma sia chiaro che il nostro lavoro è l’assembramento. La gente viene in discoteca per socializzare perché sono luoghi atti ad accogliere le persone quindi non è possibile tenere la mascherina in pista, dove si balla e si suda. Siamo assolutamente favorevoli all’entrata con green pass e al tracciamento, quindi entrerebbero nei locali solo persone con anticorpi o comunque risultate negative. E’ per questo che sarebbe impossibile rendere obbligatorio l’utilizzo della mascherina”.
Mantiene una linea più moderata il presidente del Silb, Maurizio Pasca, per il quale si può ripartire in pista anche con l’obbligo della mascherina, per toglierla solo al bancone del bar oppure bevendo o mangiando al tavolo. Entrambi i sindacati di categoria hanno proposto un protocollo sulla riapertura in sicurezza e la Silb era anche stata promotrice di un esperimento in due diverse discoteche a giugno, a Gallipoli ed a Milano, per verificare le condizioni sulla riapertura del settore. Ma quest’ultima richiesta, finita sul tavolo del Cts, non sembra ancora esser stata calendarizzata. Il dibattito è alimentato anche dalle polemiche per i diversi filmati pubblicati sui social in cui si vedono giovani ballare in bar e spiagge, nonostante i divieti. Ma Assobalneari avverte che si tratta di casi isolati e che in generale le regole vengono rispettate: “Siamo solidali nei confronti di altre imprese ancora chiuse e disposti ad accettare che non si balli nei lidi purché sia possibile farlo nelle discoteche, che su questo sono interessate da un’attività specifica per noi invece solo marginale. Non vogliamo che ci sia una guerra tra poveri”, sottolinea il responsabile nazionale Fabrizio Licordari. Resta possibile l’organizzazione di matrimoni, battesimi, cresime, compleanni e banchetti successivi a questo tipo di cerimonie: per ora solo in zona bianca, dal 15 giugno ovunque. E anche in questo caso sarà comunque necessario però avere il green pass.
Le feste private in casa, anche nelle sette Regioni ‘promosse’, sono vietate dal decreto. In bianco è consentito far visita agli amici restando all’interno della stessa zona, senza limiti di orario o nel numero di persone che si spostano. In zona gialla il limite è invece di quattro persone oltre ai figli minorenni o persone con disabilità. Le regole da ‘bianca’ saranno le stesse per tutto il Paese quasi sicuramente dal 21 giugno (ad esclusione della Valle D’Aosta, che forse aspetterà ancora un’altra settimana) proprio in virtù del trend di miglioramento dei dati nel Paese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: E-R ha aperto a 12-19enni, oltre 53mila prenotati
Acceleratore sui più giovani in vista di scuola a settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
07 giugno 2021
17:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I più giovani in Emilia-Romagna rispondono presente alla campagna vaccinale: alle 13 di oggi oltre 53mila ragazze e ragazzi tra i 12 e i 19 anni (i nati dal 2002 al 2009), per la precisione 53.678, hanno già il loro appuntamento con la vaccinazione contro il Covid. Lo fa sapere la Regione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si tratta della prima fascia di età under 40 a ricevere data, luogo e ora della somministrazione: la scelta di iniziare con i giovanissimi nasce dalla volontà di garantire con ampio margine temporale l’immunizzazione di chi a settembre dovrà tornare tra i banchi di scuola.
Dopo il via ai 12-19enni, la Regione ha fissato per i prossimi giorni a scaglioni l’apertura delle prenotazioni per tutte le altre fasce under 40.
Per i giovanissimi, commenta l’assessore regionale alla Salute Raffaele Donini, “c’è stata nelle primissime ore una risposta ottima, la riprova che i giovani vogliono vaccinarsi.
Sarebbe davvero importante arrivare alla fine dell’estate raggiungendo una immunità di gregge, che per la prima dose arriverà anche molto prima: il 41% degli emiliano-romagnoli, più di un milione e 800mila persone, hanno già ricevuto una somministrazione, e circa il 24%, oltre un milione e 60mila, ha già completato il ciclo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:Lopalco, in Puglia completata vaccinazione maturandi
‘Adesione vicina al 100%’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
07 giugno 2021
17:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ terminata la vaccinazione di tutti i maturandi in Puglia: lo annuncia l’assessore regionale alla Sanità, Pierluigi Lopalco. L’adesione, da quanto si apprende da fonti sanitarie, è vicina al 100%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In pochi giorni – spiega Lopalco – abbiamo completato la vaccinazione dei maturandi pugliesi in tutte le province, con una adesione altissima da parte degli studenti. Abbiamo lavorato bene con le Asl in sinergia con le scuole e gli uffici scolastici provinciali, secondo un modello già collaudato con il personale e i docenti.
Avevamo detto che i maturandi rappresentavano l’inizio di un percorso, per questo replicheremo le chiamate “scuola per scuola” dal 23 agosto allargandolo a tutti gli studenti dai 12 anni in su, per metterli in sicurezza col vaccino prima della ripresa delle lezioni. La nostra attenzione al mondo della scuola e dell’Università è massima”. “Ringrazio tutta la squadra che si è mossa per vaccinare tempestivamente i maturandi pugliesi – dichiara l’assessore all’Istruzione Sebastiano Leo – la Puglia ha dimostrato una grande efficienza in questo ambito, siamo stati primi in Italia a vaccinare il personale scolastico, abbiamo completato le somministrazioni ai maturandi e ci prepariamo a completare la platea degli studenti over 12, dal 23 agosto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: mille casi in meno di ieri, le vittime risalgono a 65
Tasso positività stabile all’1,5%. Continua calo dei ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
17:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 65 i morti per il Covid registrati nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 51). I positivi sono stati 1.273, in calo rispetto ai 2.275 di ieri, secondo i dati del ministero della Salute.

Sono 84.567 i tamponi molecolari e antigenici effettuati; ieri erano stati 149.958. Il tasso di positività è dell’1,5% lo stesso di ieri.
Sono 759 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, con un calo di 15 rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono stati 25 (ieri erano stati 20). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.910, in calo di 283 unità rispetto a ieri (quando il calo era stato di 230). In isolamento domiciliare ci sono 182.784 persone, in calo di 3.751.
In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.233.698, i morti 126.588. I dimessi ed i guariti sono invece 3.918.657, con un incremento di 5.024 rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi scendono a 188.453, in calo di 3.819 nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti lavoro: operaio muore nel Bresciano
Sarebbe caduto in tromba ascensore a Nave
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
07 giugno 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo è morto sul lavoro a Nave, in provincia di Brescia. Dalle prime ricostruzioni pare che si tratti di un operaio caduto nella tromba di un ascensore mentre stava effettuando lavori di manutenzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ragazza 15enne denuncia stupro di gruppo a Rimini
Violenza sarebbe accaduta ieri sera, opera di coetanei
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
07 giugno 2021
18:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una ragazza di 15 anni ha denunciato uno stupro di gruppo, che stando alle prime informazioni che la squadra mobile della Questura di Rimini sta verificando, sarebbe stato opera di un gruppo di coetanei. La violenza sarebbe accaduta ieri sera sulla spiaggia libera adiacente al porto di Rimini.
La ragazza insieme al gruppo di amici dopo aver trascorso la serata in un locale del lungomare, sarebbe andata in spiaggia con altre persone, tutte minorenni.
Poi la denuncia agli agenti della polizia intervenuti sul posto.
La ragazza, alla presenza del padre, avrebbe raccontato di aver subito atti sessuali contro la propria volontà.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IL-PUNTO/Covid:Riccardi, psicologi per disagio giovani
Asugi recluta 31 medici specializzandi; anche oggi nessun morto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
07 giugno 2021
18:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stanziare 411mila euro per il Friuli Venezia Giulia, grazie al decreto Sostegni bis, per il “reclutamento straordinario nel sistema sanitario regionale di nuovi psicologi” in un progetto che preveda “la presa in carico di casi di disagio psicologico, in particolare di bambini e adolescenti, causati dalla pandemia”.
è l’idea ipotizzata oggi dal vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, all’incontro con il presidente dell’Ordine degli psicologi Fvg, Roberto Calvani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso dell’incontro è stato affrontata anche l’applicazione del decreto legge 137/20 che – per assicurare le prestazioni psicologiche anche domiciliari ai cittadini e agli operatori sanitari e garantire le attività previste dai livelli essenziali di assistenza – dà la possibilità ai sistemi sanitari regionali di organizzare l’attività degli psicologi in un’unica funzione aziendale. Altro punto affrontato quello afferente alla mancanza sul territorio regionale di strutture accreditate adeguate ad ospitare i minori seguiti a livello psicologico e separati dalle famiglie da un provvedimento dell’autorità giudiziaria.
Sempre in giornata, l’Azienda sanitaria universitaria Giuliano isontina (Asugi) ha reso noto di aver reclutato ulteriori 31 medici specializzandi a supporto delle attività nei centri vaccinali, che si aggiungono ai 234 del precedente decreto del 6 maggio. Il reclutamento è necessario “per garantire il regolare e puntuale svolgimento della campagna vaccinale e il massimo livello di copertura sul territorio di competenza di Asugi”.
Anche oggi in Friuli Venezia Giulia non è stato registrato alcun decesso, mentre i i ricoveri nelle terapie intensive sono saliti da 1 a 2. Su un totale di 1370 tra test e tamponi sono state riscontrate 10 positività al Covid 19, pari allo 0,72% dei casi totali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Meduse e unicorni, Hirst trova casa alla Borghese
Tra Caravaggio e Bernini, antico e contemporaneo si ritrovano
Advertisement

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
07 giugno 2021
18:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le tele di Tiziano, Raffaello e Leonardo, una collezione ineguagliata di Caravaggio, le sculture direttamente commissionate a Bernini. Colto, ricco e potente, Scipione Borghese, il cardinale cui apparteneva la strepitosa villa che oggi ospita l’omonima Galleria, fu un collezionista senza eguali, innamorato dell’arte al punto da inseguirla senza scrupoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E chissà cosa direbbe oggi trovandosi a tu per tu con le 80 opere di Damien Hirst, l’artista più celebrato e controverso del nostro tempo che giganteggiano nel suo maestoso atrio e invadono ogni sala in un gioco di dialogo e di rimandi con i pezzi più amati della sua collezione, le meduse in oro o malachite o bronzo nella sala dei sei Caravaggio, le due grandi teste di unicorno davanti ai Raffaello, due minacciosi cerberi che sembrano ringhiare al ratto di Proserpina scolpito da Bernini. Intitolata “Archeology now”, la mostra che si apre dall’8 giugno al 7 novembre nel prestigioso museo romano, affolla uno scrigno del barocco di opere contemporanee che in realtà si dimostrano perfettamente in tema con il sogno del Cardinal Scipione e le idee degli artisti che resero unica la sua corte.
Ed ecco che affiancati e spesso addirittura mimetizzati tra le opere del passato, quasi come facessero parte da sempre della collezione Borghese, si incontrano in queste stanze, già di per sé incredibili per il numero di capolavori ma anche per il fasto dell’architettura e delle decorazioni, personaggi favolosi, soggetti mitologici, rielaborazioni raffinate e coltissime di reperti archeologici, frutto della sfrenata fantasia dell’artista di Leeds, con l’esibizione di una tecnica mirabile che emerge nelle grandi tele come nelle sculture dai materiali preziosi, oro e argento, marmo, bronzo e poi cristallo di rocca, corallo, pietre dure.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Proietti e il suo Globe, uniti anche nel nome
Raggi, riconoscimento per un grande artista. Al via stagione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 giugno 2021
10:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Globe Theatre, il teatro elisabettiano di forma circolare, nato nel cuore della Capitale grazie all’impegno di Gigi Proietti, compie 18 anni e arricchisce il proprio nome, in omaggio al grande attore e regista scomparso il 2 novembre 2020. “Questo teatro si chiamerà da oggi Gigi Proietti Globe Theatre Silvano Toti” annuncia tra gli applausi la sindaca di Roma Virginia Raggi in apertura della conferenza stampa per la nuova stagione del teatro (30 giugno -10 ottobre).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Grazie a tutti per la volontà di portare avanti il Globe in un momento piuttosto complesso. Questo teatro compie 18 anni e ciò accade grazie a nostro padre, un artista a cui penso che tutti dobbiamo molto – aggiunge Carlotta Proietti, che ha introdotto il programma insieme alla sorella Susanna -. Siamo felici che questa stagione mantenga la sua direzione artistica.
Gliela dedichiamo in un luogo di cui ci innamoriamo ogni volta che ci entriamo. Lui ci ha insegnato ad amarlo e a valorizzarlo al massimo delle sue potenzialità”.
Il cartellone di 12 titoli si apre proprio con il ritorno in scena della regia di Proietti che inaugurò 18 anni fa il Globe, quella per Romeo e Giulietta (dal 30 giugno al 25 luglio). Tra gli altri spettacoli La dodicesima notte (dal 28 luglio all’8 agosto), regia di Loredana Scaramella; Il Sogno di una notte di mezza estate (dal 10 al 15 agosto), regia di Riccardo Cavallo; Falstaff e le allegre comari di Windsor, regia di Marco Carniti (dal 17 settembre al 3 ottobre); Faust diretto da Stefano Reali con Giuseppe Zeno nel doppio ruolo di Faust e Mefistofele (7, 8 settembre).
Per la sindaca di Roma, “abbiamo vissuto un anno estremamente duro aggravato dalla durissima perdita che abbiamo tutti sentito tanto. Da subito però c’è stato il pensiero di continuare l’attività di Gigi, a partire dall’arricchimento del nome del suo teatro che lui ha voluto con grande tenacia, determinazione e come si dice a Roma, una tigna non comune”. L’aggiunta del nome “non è un dettaglio, ma una città che riconosce un artista importante e gli dedica il suo teatro. Anche le nuove generazioni ritroveranno qui il suo spirito ancora più presente”. Un ringraziamento “non può che andare alla famiglia e alla fondazione Toti, che hanno lavorato con grande precisione e velocità, superando anche una serie di complessità burocratiche”.
Il successo della stagione 2020, quando “siamo stati fra i pochi che hanno deciso di riaprire applicando protocolli anti Covid che si sono dimostrati di grande efficacia – ricorda Carlotta Proietti – ci ha fatto capire quanto le persone abbiano voglia e bisogno di tornare nelle sale”. Quest’anno “siamo grati di poter proseguire in questo progetto (il Globe da quattro anni è parte del Sistema di teatro Pubblico Plurale coordinato dal Teatro di Roma e promosso da Roma Cultura, ndr)”. Si propone “una stagione ricca, per cercare di dimostrare ancora una volta quanto il teatro sia fondamentale nella vita della città, un luogo di aggregazione sicuro e sano – sottolinea -. La cultura va difesa a tutti i costi, anche perché l’arte dà speranza”.
Tornare in questo teatro “significa tornare in un luogo dove si possano fare produzioni di qualità stando vicino al pubblico – dice, commosso Emanuele Bevilacqua, presidente del Teatro di Roma – Penso sia una lezione per tutti noi”. Con Proietti “ci siamo trovati subito d’accordo su tutto, anche sulla possibilità che il Globe fosse il luogo dove si potessero sperimentare giovani attori e registi – aggiunge Giorgio Barberio Corsetti, consulente artistico del Teatro di Roma – e infatti li troviamo in cartellone”. Tra gli altri spettacoli, Venere e Adone, regia di Daniele Salvo; Pene d’amor perdute, regia di Danilo Capezzani; Tutto scena – Il teatro in Camera al Globe Theatre con la direzione artistica di Duccio Forzano, trasmesso poi anche in streaming su Tvloft.it; Intestamé di Carlo Ragone e Loredana Scaramella. Per la rassegna Al Globe con mamma e papà, ‘Riccardino terzo’, ‘C’è del marcio in Danimarca’ e Nonna Lia(r) e le sue tre nipoti, scritti e diretti da Gigi Palla.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pullman prende fuoco in sud Sardegna, 15 studenti in salvo
Autista fa scendere in tempo i passeggeri, mezzo distrutto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
07 giugno 2021
20:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Momenti di paura oggi pomeriggio in pieno centro a Villanovafranca, nel sud Sardegna. Un pullman dell’Arst, l’Azienda regionale trasporti, ha preso fuoco e solo la prontezza di riflessi dell’autista che ha fatto scendere in tempo i 15 studenti che si trovavano a bordo, evitando il peggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’episodio è avvenuto intorno alle 17. Il pullman proveniente da Villamar stava facendo il consueto viaggio attraverso i paesi, con l’ultima tappa a Mandas. A bordo c’erano 15 ragazzi dell’Istituto Alberghiero che stavano facendo rientro a casa.
Mentre transitava nel centro abitato di Villanovafranca, l’autista ha avvertito un forte odore di bruciato e subito dopo ha visto uscire del fumo dal vano motore. L’uomo ha subito fermato la corsa e fatto scendere gli studenti, poi con l’estintore ha provato a spegnere il principio di incendio, ma le fiamme hanno subito avvolto il mezzo pubblico. Sul posto sono arrivate diverse squadre dei vigili del fuoco, che hanno domato il rogo nel giro di un’ora, e insieme a loro anche i carabinieri.
Il pullman dell’Arst è andato completamente distrutto, ma nessuno è rimasto ferito. Gran parte degli studenti ha fatto rientro nei propri paesi di residenza con altro mezzo dell’Arst, gli altri invece sono stati affidati ai genitori arrivati direttamente a Villanovafranca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Veneto zona bianca, via il coprifuoco
Nuovi contagi al minimo, vaccino express per invitati alle nozze
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
07 giugno 2021
20:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto entra in zona bianca, promosso da dati epidemiologici in continuo miglioramento, e le città riassaporano una quasi-normalità. Ripartono tutte le attività economiche, compresi i pachi tematici, e le piscine, e a Venezia il Casinò.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bar, pub e ristoranti hanno ora regole meno rigide per i posti occupati ai tavoli all’interno (massimo 6) e soprattutto non c’è più il limite del coprifuoco da rispettare.
Ripartono le iniziative legate al turismo, e tra queste anche uno dei settori più penalizzati dai lockdown: quello legato all’industria dei matrimoni. Proprio in quest’ottica è arrivato un annuncio da parte del governatore Luca Zaia. Chi ha avuto l’invito a partecipare a cerimonie di nozze potrà vaccinarsi subito. “Chi ha la ‘partecipazione’ – ha detto – avrà un canale preferenziale per fare subito l’inoculazione. Salta la fila.
Dovrà andare al centro vaccinale con la partecipazione”. Novità anche per gli over 60, che potranno recarsi senza ‘appuntamento con accesso diretto, ai centri vaccinali. Ci sono 70mila dosi disponibili dii Johnson & Johnson. La macchina dei vaccini prosegue a ritmo sostenuto. Nelle ultime 24 ore sono state 37.127 le dosi somministrate nei vari hub e sedi sanitarie della regione, per un totale dall’inizio della campagna di 3.065.632.
Il ciclo vaccinale è stato completato da 986.945 persone., il 20,2% della popolazione residente, mentre 2.054.697 hanno ricevuto almeno una dose. I numeri dei nuovi casi Covid sono ancora in discesa. Nelle ultime 24 ore il Veneto ha registrato 38 nuovi positivi al virus e un solo decesso. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 424.040, quello delle vittime a 11.581. Pian piano si svuotano i reparti Covid degli ospedali. Complessivamente sono 571 (-5) i pazienti ricoverati, dei quali 506 (-4) nelle aree mediche, e 65 (-1) in terapia intensiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: Cc sgominano ‘piazza spaccio’ a Catania, 25 arresti
Vendita in cortile protetto da porte blindate, telecamere e cani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
08 giugno 2021
05:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una ‘piazza di spaccio’ nello storico rione San Cristoforo di Catania, che ‘fatturava’ 10mila euro al giorno, è stata sgominata da un blitz dei Carabinieri del Comando provinciale che hanno arrestato 25 persone.
Militari, coadiuvati da reparti specializzati dell’Arma, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip, su richiesta della locale Procura, che ipotizza, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’indagine, denominata ‘Piombai’ dal nome della strada in cui operavano gli indagati, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia etnea e condotta dal nucleo Operativo della compagnia Piazza Dante, ha consentito di disarticolare un sodalizio criminale che gestiva una fiorente “piazza di spaccio” di cocaina e crack.
Lo spaccio, è emerso dalle osservazioni dei carabinieri, avveniva principalmente nel cortile comune a abitazioni della famiglia del ‘capo piazza’ al quale si si poteva accedere soltanto da due portoni blindati. Il cortile era costantemente sorvegliato da ‘vedette’, e protetto da cani di grossa taglia oltre che da un avanzato sistema di videosorveglianza attivato per allertare gli spacciatori dall’eventuale arrivo delle forze dell’ordine.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Neumair: fissati i funerali di Laura e Peter
Cerimonia il 18 giugno in duomo a Bolzano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
08 giugno 2021
09:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A oltre cinque mesi dalla loro morte, sono stati fissati i funerali di Laura Perselli e Peter Neumair, la coppia uccisa lo scorso 4 gennaio dal figlio Benno, poi reo confesso. La cerimonia è stata fissata in duomo per le ore 11, come riportano i quotidiani Alto Adige e Corriere dell’Alto Adige.
L’accesso al duomo sarà consentito nel rispetto delle norme anti-Covid, mentre le telecamere non saranno ammesse durante la liturgia. Le due salme saranno poi cremate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coprifuoco alle 24, la movida si prepara all’estate
Da Milano a Roma a Napoli, la prima sera con lo slittamento di un’ora del coprifuoco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una mezzanotte diversa eppure familiare in Italia, quella del primo coprifuoco alle ore 24 dell’era Covid nelle regioni gialle, sempre meno. Un prologo dell’estate e una preparazione della zona bianca nazionale in arrivo, con il 21 giugno che segnerà in ogni caso la fine dei limiti di orario per tornare a casa. La movida è già ripartita e dopo tante restrizioni i gestori dei locali sperano nel pienone della stagione calda per rifarsi di quasi un anno e mezzo di pandemia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è tanta voglia di ripartire, siamo abbastanza ottimisti per l’estate – dice il vicepresidente nazionale e responsabile Roma e Lazio di Fiepet (Federazione italiana esercenti pubblici e turistici) Confesercenti, Claudio Pica -. Solo che i ristori del decreto Sostegni bis non sono ancora arrivati a distanza di settimane dall’approvazione. Quelli del primo decreto Sostegni invece erano arrivati in una settimana”.
Sulla possibilità che ci siano più controlli sulle norme anti-virus ancora in vigore il rappresentante degli esercenti risponde: “Come Confesercenti siamo per il rispetto delle regole. Più controlli significano più sicurezza per i cittadini e per le imprese. Meglio un aperitivo in meno”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una preoccupazione, a Roma ma non solo, è legata al fenomeno delle risse tra minorenni ubriachi, spinti dalla voglia irrefrenabile di riassaporare la libertà. “Chiederemo un incontro al prefetto per cercare di prevenire problemi nelle piazze della movida, con conseguente rischio di chiusura delle stesse e danno economico per i locali – afferma Pica -. Una soluzione potrebbe essere riportare il divieto di asporto dalle ore 20 alle 19, specie per arginare la vendita di alcolici nei minimarket”.
Viene citata la lite di alcuni giorni fa a Campo de Fiori, nel cuore della movida e del centro di Roma. Ma episodi simili si sono verificati ad Arezzo, con due ventenni denunciati per il ferimento di un vigile urbano, sabato sera. Cinque invece a Reggio Emilia per una rissa. Nelle stesse ore a Cagliari a decine, molti senza mascherina, cantavano accalcati “Bevo, bevo, mi ubriaco e son felice anche se poi il Covid ho”, scena finita subito sui social. A Firenze il sindaco Dario Nardella promette che “sui controlli della movida non ci faremo trovare impreparati”, pur tenendo conto che “le persone sono da un anno e mezzo chiuse in casa, c’è una grande voglia di riprendere a vivere”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova misura cautelare per ex procuratore Taranto
Nuova inchiesta Procura Potenza su Capristo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
08 giugno 2021
09:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuova misura cautelare è stata notificata dai magistrati di Potenza all’ex procuratore di Taranto Carlo Maria Capristo. Per l’ex capo della Procura ionica è stato disposto l’obbligo di dimora a Bari.
A quanto si apprende l’ordinanza comprende anche misure cautelari nei confronti di altri indagati. I fatti contestati risalirebbero al periodo nel quale Capristo era procuratore a Taranto e riguarderebbero anche l’ex Ilva. Nel maggio 2020 Capristo è stato arrestato (tornato libero ad agosto) nell’ambito di un’altra inchiesta per la quale è attualmente a processo per tentata concussione, falso in atto pubblico e truffa aggravata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga:scoperta piantagione marijuana a Lamezia Terme,arresto
Oltre 2mila arbusti e 5 serre individuate da Guardia di finanza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LAMEZIA TERME
08 giugno 2021
09:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una piantagione di marijuana con 2.190 arbusti, di dimensioni variabili tra il metro e mezzo e gli oltre due metri, è stata scoperta e sequestrata a Lamezia Terme dalla Guardia di finanza che ha arrestato e posto ai domiciliari un cittadino italiano.
I finanzieri del Gruppo di Lamezia Terme, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Comando provinciale di Catanzaro, hanno individuato, in contrada Fialà, un terreno di 3.500 metri quadri recintato all’interno del quale si intravedeva un piccolo caseggiato e cinque serre.

L’appezzamento era provvisto di impianti di irrigazione. Gli accertamenti hanno consentito di identificare un cittadino italiano che aveva la disponibilità e l’uso del terreno. L’uomo, a seguito di ulteriori controlli, non è risultato in possesso di alcuna documentazione che giustificasse la liceità della coltivazione di cannabis.
La piantagione, alla fine del ciclo produttivo, avrebbe consentito di ricavare almeno 200 chili di sostanza stupefacente, fruttando introiti per oltre un milione di euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Moratti, Lombardia per prima a immunità
Vicepresidente regionale, fondamentale contributo dei giovani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2021
09:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Adesso la Lombardia corre, penso che saremo la prima Regione a raggiungere l’immunità di comunità. Il dato delle adesioni dei giovanissimi è stato molto importante e credo che ci sarà utile anche in futuro per la riapertura delle scuole in sicurezza”.
Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, intervenendo alla trasmissione ‘Mattino 5′.
“Il rigore e la prudenza che ci sono stati finora hanno pagato e ci hanno fatto avere numeri così buoni che la prossima settimana ci permetteranno di andare in zona bianca – ha aggiunto -. Credo che ci voglia sempre prudenza e responsabilità collettiva, ora si tratta di avere responsabilità individuale ma sono certa che sicuramente tutti saranno prudenti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex Ilva: arrestato l’avvocato Amara, “raccomandazioni per Capristo ai membri del Csm”
Nuova misura cautelare per l’ex procuratore di Taranto. Arrestato anche un poliziotto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
09 giugno 2021
10:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’avvocato Piero Amara è stato arrestato dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’inchiesta sull’ex Ilva coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza e nella quale è coinvolto anche l’ex procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo.
L’avvocato Piero Amara e il poliziotto Filippo Paradiso – in carcere nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Potenza – avevano messo in atto “un’incessante attività di raccomandazione, persuasione e sollecitazione” in favore del giudice Carlo Maria Capristo “su membri del Csm (da loro conosciuti direttamente o indirettamente) e su” persone “ritenute in grado di influire su questi ultimi” in occasione della pubblicazione di posti direttivi vacanti d’interesse” dello stesso Capristo, “fra cui la Procura generale di Firenze, la Procura della Repubblica di Taranto ed altri”.
“L’accordo corruttivo” tra Capristo e Amara ha avuto origine nel 2014 ed è andato avanti, secondo gli investigatori, per anni. E’ uno dei passaggi contenuti nell’ordinanza del gip di Potenza, Antonello Amodeo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L'”accordo corruttivo” era nato in concomitanza con la presentazione delle domande per il direttivo della Procura generale di Bari.
Per l’ex capo della Procura ionica è stato disposto l’obbligo di dimora a Bari. A quanto si apprende l’ordinanza comprende anche misure cautelari nei confronti di altri indagati. I fatti contestati risalirebbero al periodo nel quale Capristo era procuratore a Taranto e riguarderebbero anche l’ex Ilva. Nel maggio 2020 Capristo è stato arrestato (tornato libero ad agosto) nell’ambito di un’altra inchiesta per la quale è attualmente a processo per tentata concussione, falso in atto pubblico e truffa aggravata.
L’avvocato Piero Amara è stato “soggetto attivo della corruzione in atti giudiziari sia a Trani che a Taranto”. Carlo Maria Capristo  è accusato, quando era Procuratore a Trani, di aver accreditato presso l’Eni Amara (con cui era stato messo in relazione dal poliziotto Filippo Paradiso, oggi arrestato) come “legale intraneo agli ambienti giudiziari tranesi in grado di interloquire direttamente con i vertici della Procura”.
Amara è al centro pure dell’inchiesta della Procura di Milano sul cosiddetto “falso complotto Eni”: ai magistrati lombardi l’avvocato siciliano rilasciò dichiarazioni sulla presunta loggia Ungheria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: seconda dose a turisti Eolie dall’11 al 21 giugno
Priorità resta per i residenti e i lavoratori stagionali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIPARI
08 giugno 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I turisti in vacanza alle isole Eolie, per dieci giorni, possono fare la seconda dose del vaccino durante il periodo di soggiorno. Il periodo stabilito dal commissario Covid Alberto Firenze è quello compreso tra l’11 e il 21 giugno.
“I vacanzieri – spiega Giuseppe Zampagna, referente Usca ed assessore della sanità al Comune di Malfa – così potranno completare il ciclo direttamente in vacanza, a patto, però, che abbiano già ricevuto la prima dose. Ovviamente, la priorità verrà data ai residenti eoliani, ai lavoratori stagionali, e ai proprietari di immobili. Somministreremo tutti i vaccini e già abbiamo avuto grandi richieste, non solo di Pfizer e Moderna, ma anche di AstraZeneca”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Enzo Bianchi lascia Bose, ‘trasloco sofferente’
Si conclude il braccio di ferro iniziato oltre un anno fa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
10:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Enzo Bianchi ha lasciato la Comunità di Bose, pur dopo un lungo braccio di ferro, in ossequio al provvedimento della Santa Sede che gli ha intimato oltre un anno fa l’allontanamento dalla comunità monastica del Biellese, da lui fondata. “Cari amici/e per alcuni giorni sono stato silente e non vi ho inviato i pensieri emersi nel mio cuore ma un faticoso, sofferente trasloco me lo ha impedito: per noi vecchi migrare è uno strappo non pensabile anche perché ci prepariamo all’esodo finale, non a cambiar casa e terra”, scrive Bianchi su Twitter.
L’ex priore di Bose si è trasferito in un alloggio a Torino.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sequestrate 821 tonnellate pomodoro nocivo nel Salernitano
Livelli di pesticida nocivi per l’uomo: due fratelli denunciati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
08 giugno 2021
16:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura della Repubblica di Nocera Inferiore (Salerno) e i Carabinieri per la Tutela Agroalimentare hanno sequestrato, d’urgenza, 821 tonnellate di pomodoro semilavorato, del valore di circa un milione di euro, ritenuto contaminato da pesticidi.
I livelli dei composti chimici rilevati nel pomodoro era tale da far ritenere agli inquirenti concreto il rischio di nocività per la salute umana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La merce era stoccata in migliaia di fusti metallici contenenti ognuno mediamente 250 kg di prodotto in attesa di essere lavorata e confezionata, solitamente in barattoli e tubetti di diversi formati, per la successiva vendita sul mercato – prevalentemente estero – come doppio o triplo concentrato di pomodoro.
Per quanto ingente, la quantità di pomodoro semilavorato sequestrato rappresenta solo ciò che resta di una partita ancora più importante: è stato accertato, infatti, che già alcune centinaia di tonnellate sono state commercializzate in Paesi UE ed extra UE.
I fratelli A.P. e A.D., titolari dell’azienda dell’Agro-Nocerino-Sarnese, leader nel settore conserviero, dove il pomodoro è stato posto sotto sequestro, sono stati denunciati sia per frode in commercio (la fattispecie applicata tende difatti a tutelare l’interesse concernente l’ordine economico in relazione alla lealtà e alla moralità del commercio, assicurando così la buona fede negli scambi commerciali), sia per commercio di sostanze alimentari nocive.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Merlo, la famiglia chiede avvio indagine magistratura
In mattinata deposito denuncia per sequestro salma e cartelle
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
08 giugno 2021
10:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I genitori di Michele Merlo, il cantante scomparso a causa di un’emorragia cerebrale scatenata da una leucemia fulminante, hanno deciso di “chiedere alla magistratura di svolgere le necessarie indagini al fine di verificare se vi siano stati errori e/o omissioni antecedenti al ricovero al Maggiore che abbiano determinato irreversibilmente la sorte del proprio figlio”. E quanto fa sapere, in una nota, la famiglia dell’artista.
“Assistiti dai propri consulenti e legali procederanno in mattinata a depositare la formale denuncia necessaria per chiedere l’avvio delle procedure di sequestro della salma e delle cartelle cliniche”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genova in bianco fa festa per ritrovata libertà
Toti, riprendiamoci libertà ma grande attenzione e prudenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 giugno 2021
10:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un palco in piazza, la musica, una festa che non c’è stata per tanto, troppo tempo. Genova ha festeggiato ieri sera fino alla mezzanotte la zona bianca e la ripartenza con una serata come non la si vedeva da mesi e mesi nel ‘cuore’ della città, tra piazza de Ferrari e piazza delle Erbe.
“Stasera vi riprendete un po’ della libertà che in quest’anno e mezzo non c’è stata – ha detto il governatore della Liguria Giovanni Toti parlando ai ragazzi dal palco – però, per tutto quello che abbiamo passato, dobbiamo prometterci che ci riprendiamo questa libertà con grande attenzione, prudenza e responsabilità, perché si tratta della vostra vita e della vita di molti altri. È giusto tornare a vivere e divertirsi ma ricordando anche chi ha lottato e chi oggi non c’è più”. Le luci hanno scolpito sulla facciata della Regione la scritta ‘ReStart Liguria’, titolo ufficiale della campagna di promozione turistica della Regione comparso accanto allo striscione ‘più vaccinati più liberi’ che da giorni campeggia sotto le finestre della presidenza. Folla di giovani in San Donato e calca in salita Pollaiuoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex Ilva: arrestato l’avvocato Amara
Coinvolto in un’inchiesta della Procura di Potenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
08 giugno 2021
17:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’avvocato Piero Amara è stato arrestato dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’inchiesta sull’ex Ilva coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza e nella quale è coinvolto anche l’ex procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo. Amara è al centro pure dell’inchiesta della Procura di Milano sul cosiddetto “falso complotto Eni”: ai magistrati lombardi l’avvocato siciliano rilasciò dichiarazioni sulla presunta loggia Ungheria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:open hub al Valentino,posti esauriti in pochi minuti
Successo anche per il secondo weekend di inoculazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 giugno 2021
11:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora un successo per l’open hub del Valentino, a Torino. In pochi minuti, questa mattina, sono stati tutti prenotati gli slot disponibili – circa 7 mila – per chi ha più di trent’anni.
Nel weekend le vaccinazioni, che saranno replicate da venerdì 18 giugno per chi ha tra i 18 e i 29 anni. Una dimostrazione della voglia di vaccinarsi dei più giovani e dell’importanza delle iniziative last minute come appunto quella del Valentino.
Anche lo scorso fine settimana i 6 mila appuntamenti in palio per gli open days al Valentino erano stati prenotati in pochi minuti. “Se non hai ancora un appuntamento oppure hai la convocazione dopo almeno 10 giorni dagli open days prenotati su IlPiemontetivaccina“, è l’appello social del governatore Alberto Cirio accolto al volo dai più giovani. Numeri meno entusiasmanti invece tra gli over 60, a cui era riservata la giornata di ieri per prenotarsi. Sono state meno di 400 le adesioni.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ragazza sequestrata e abusata, 2 arresti vicino Roma
Vittima 19enne, seviziata da compagno e connazionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 giugno 2021
12:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Costretta a vivere reclusa in un appartamento assieme al compagno e a un connazionale, e nel tempo a subire violenze e abusi sessuali. E’ quanto accaduto a una ragazza tedesca di 19 anni, arrivata in Italia due anni fa assieme al suo compagno, un cittadino pachistano di 29 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 27 maggio, approfittando di un momento di distrazione da parte dei suoi aguzzini, è riuscita a scappare di casa e a chiedere aiuto a un passante che l’ha accompagnata alla Stazione dei Carabinieri Cesano, in provincia di Roma. I due uomini sono stati arrestati e portati nel carcere di Rieti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: a Torino appello Riesame pm Verbania
Contro scarcerazioni. Tempistica procedimento da definire
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
08 giugno 2021
12:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È arrivato in tribunale a Torino, sede competente per territorio, l’appello della procura di Verbania contro l’ordinanza con cui il gip Donatella Banci Buonamici. ha respinto, fra l’altro, due richieste di custodia cautelare nell’inchiesta sulla sciagura del Mottarone.
Ad occuparsi del caso sarà la sezione del riesame. La tempistica del procedimento è da definire.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Toti, in Liguria immunità gregge agosto-settembre
Dipenderà tutto dalle dosi che arriveranno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 giugno 2021
13:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In Liguria entro le prossime settimane tutte le categorie a rischio saranno protette, poi lavoreremo per l’immunità di gregge che arriverà tra agosto e i primi di settembre, vedremo le dosi di vaccino”. A dirlo il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.
“Dipende molto da quanto arriverà realmente in termini di vaccini nei mesi di giugno, luglio e agosto – ha spiegato – noi oggi abbiamo una programmazione reale della struttura commissariale fino all’ultima settimana di giugno che prevede circa 78-80mila vaccini, quindi non abbiamo ancora visto quell’aumento a 20 milioni di dosi a giugno e 25 a luglio. Ma siccome il generale Figliuolo è persona seria sono certo che appena avrà le date di consegna ce le comunicherà”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: nelle Marche da settembre la terza dose
Ad esempio per il personale sanitario che è stato il primo ad essere vaccinato a partire da fine dicembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
14:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nelle Marche si prevede di iniziare nell’ultima settimana di settembre la terza dose vaccinale anti-Covid, ad esempio per il personale sanitario che è stato il primo ad essere vaccinato a partire da fine dicembre. Lo riferisce l’assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini “acclarato che la copertura vaccinale dura circa 9 mesi”.  “L’immunizzazione dei marchigiani? I vaccini che le Marche hanno avuto a disposizione, sono stati inferiori alla proporzione con la popolazione e abbiamo chiesto al commissario di recuperare”; “Quando avremo superato un milione di vaccini su una platea di un milione e 250, avremo consapevolezza di essere un passo avanti”. Ma prima della questione terzo richiamo, c’è quella dei vaccini in vacanza: le Marche sono “in grado ora di fare lo scambio automatico con il sistema Poste solo con la Lombardia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Circa 400 già le telefonate al Cup (centro unico prenotazione) Marche per chiedere la somministrazione della seconda dose in vacanza o altrove. La Regione sta organizzando lo ‘scambio’ in base alla “concertazione tra tutte le regioni. Non è un problema solo delle Marche, deve essere risolto a livello di Conferenza delle Regioni e poi coordinate dal commissario Figliuolo”. Altro nodo è quello degli studenti che vogliono andare all’estero, per esempio per motivi di studio, e chiedono di anticipare la vaccinazione. La Regione valuta di “vaccinarli con il Johnson, con la dose unica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: in Toscana codice giallo per piogge e temporali
Fino alle 22 di oggi, martedì 8 giugno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
08 giugno 2021
14:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Piogge e temporali anche forti sono attesi su gran parte della Toscana fino alle 22 di oggi, martedì 8 giugno.
In base al codice giallo emesso dalla sala operativa della Protezione civile regionale, sono attualmente in corso e proseguiranno nel pomeriggio precipitazioni sparse e temporali anche forti sulle zone interne occidentali della regione e su quelle interne centro-meridionali.
Rimane interessata la zona delle colline Metallifere, quella delle colline pisane, dell’Amiata e zone limitrofe e parte del sud della costa. I fenomeni potranno risultare localmente di forte intensità e associati a forti colpi di vento e grandinate.
Per domani mercoledì 9 giugno la situazione migliorerà e le precipitazioni temporalesche saranno rare e isolate.   METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bimbo si fa male all’asilo, indagata sindaca di Crema
Bonaldi, ‘sistema necessita correttivi’. Decaro, ‘parte civile’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CREMONA
08 giugno 2021
14:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La sindaca di Crema, Stefania Bonaldi, ha ricevuto un avviso di garanzia per un incidente accaduto nell’asilo comunale della città dove, lo scorso ottobre, un bimbo si era ferito la mano nel cardine di una porta tagliafuoco, procurandosi lesioni da schiacciamento al terzo e al quarto dito della mano sinistra. Il bimbo ha riportato lesioni non permanenti ma comunque tali da richiedere cure per tre mesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato lo stesso primo cittadino della città, in provincia di Cremona, a dare notizia di essere indagata nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Ora alla sindaca, in concorso con altri, si contesta di aver omesso l’installazione di dispositivi idonei ad evitare la chiusura automatica.
“Non vi nascondo che questo episodio – ha detto Bonaldi ai consiglieri comunali -, fin dal suo accadere è stato per me fonte di grande avvilimento, lenito solo dal felice esito sanitario; tuttavia oggi è anche tempo di porre l’attenzione su un sistema che, a livello nazionale, necessita di interventi e correttivi, invocati anche da autorevoli opinionisti e studiosi in modo trasversale, che aumentino le tutele giuridiche a favore dei sindaci”.
“Insieme a Stefania siamo tutti indagati, se lo Stato non cambia regole ci costituiremo parte civile”, ha detto il presidente dell’Anci Antonio Decaro. “Avviso di garanzia a Stefania Bonaldi, sindaca di Crema, perché un bambino dell’asilo si è chiuso due dita nel cardine di una porta tagliafuoco ,senza conseguenze permanenti. L’accusa: avrebbe dovuto impedire che la porta si chiudesse automaticamente. Ma si può andare avanti così?”, ha scritto su Twitter il sindaco di Bergamo Giorgio Gori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lite per parcheggio, aggredita e minacciata dal clan
A Roma, vittima presidente associazione premiata da Mattarella
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 giugno 2021
15:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aggredita e minacciata da esponenti della criminalità per una banale lite per un parcheggio. E’ accaduto alla periferia di Roma, a Tor Bella Monaca, e la vittima è la fondatrice dell’associazione TorPiùBella, Tiziana Ronzio, premiata nel 2019 Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica dal presidente Sergio Mattarella.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A denunciare l’aggressione avvenuta ieri sera la stessa associazione in un post su Fb. “E’ l’ultimo episodio di una serie di atti intimidatori che ormai da mesi colpiscono Tiziana e chi le sta intorno. Provocazioni, minacce di morte ed intimidazioni, tutti atti sono documentati e portati all’attenzione delle istituzioni preposte ma ciononostante la situazione non appare migliorare”, si legge nel post. La lite per un parcheggio è avvenuta ieri sera. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. L’alterco ha inizialmente coinvolto due ragazzi, tra cui il figlio della presidente dell’associazione, e ha attirato un capannello di persone. Ad accorrere anche un componente della famiglia Moccia, gambizzato nei giorni scorsi, che avrebbe inveito contro i militari, minacciandoli. Il ragazzo è stato arrestato dai carabinieri di Tor Bella Monaca per resistenza e minacce. A scendere in strada anche sua madre che avrebbe avuto una discussione con Ronzio conclusa a suon di schiaffi.
L’associazione TorPiùBella è nata circa sei anni fa ed è composta da un gruppo di residenti del quartiere.
“E’ un fatto gravissimo che non può essere accettato”, ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ostia antica, ritrovate nel Tevere tre colonne di marmo
Prima campagna di tutela subacquea, con i carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
08 giugno 2021
15:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre grandi fusti di colonne in marmo sono stati individuati nelle acque del Tevere all’altezza della fossa Traiana, il canale artificiale scavato dall’imperatore Traiano per mettere in collegamento il porto di allora con il Tevere e che corrisponde all’odierno canale di Fiumicino. Il ritrovamento è il frutto della prima campagna portata a termine dall’archeologa subacquea Alessandra Ghelli – neo responsabile del Servizio tutela del patrimonio subacqueo appena istituito dal Parco archeologico di Ostia antica – con l’ aiuto del Nucleo carabinieri subacquei di Roma e del Nucleo Tutela del patrimonio culturale di Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le colonne, che devono ancora essere recuperate, si trovano ad una profondità di cinque metri. Pur parzialmente interrate nel letto e nell’argine, superano il metro di diametro e i due metri e mezzo di lunghezza.
Nelle prossime immersioni, spiega Alessandro D’Alessio, direttore del Parco archeologico di Ostia Antica, si proverà a prelevare dei campioni per determinare il tipo di marmo e la sua provenienza. Intanto, a dispetto della visibilità quasi inesistente dell’acqua in quel punto del Tevere il cui fondo è pieno di rifiuti, carcasse animali, detriti, fango, le tre colonne sono state fotografate e censite nella Banca dati dei Carabinieri dei beni culturali (Tpc) ai quali spetta il compito di controllare che non si tratti di opere trafugate. La presenza in acqua delle colonne potrebbe però più facilmente spiegarsi con il naufragio di un’imbarcazione nell’antica Roma. Il Tevere, ricorda era allora molto usato per i trasporti di merce e materiali. Nei primi secoli dopo Cristo, sottolinea D’Alessio, “la Roma imperiale era senza dubbio l’approdo più ambito, il più fiorente dei mercati per i marmi provenienti dalle cave disseminate lungo tutto il Mediterraneo, dalla Spagna al Mar Nero, passando per le coste egiziane. A volte una piccola parte dei carichi affidati al trasporto fluviale contro corrente lungo il Tevere, destinato alla stazione dei marmi al Testaccio, andava soggetto a incidenti di percorso e una volta finita fuori bordo diventava difficilmente recuperabile, specie se di dimensioni imponenti come le nostre colonne”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maturità: Floridia, mi auguro si torni a quella tradizionale
Sottosegretario, quest’anno simile a quella dello scorso anno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
15:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’anno prossimo vedremo ma mi auguro ci sia un ritorno all’esame di Stato tradizionale.
Quest’anno è un esame particolare ma espleta le valutazioni sulle competenze dei ragazzi.
Si potrà valutare la maturità del ragazzo e la competenza nelle varie discipline. Sarà un esame diverso dagli altri anni, simile allo scorso anno, che ci permetterà di valutare la maturità dei ragazzi”. Lo ha detto la sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia (M5S) su Radio1 all’interno di “Che giorno è”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: un positivo su nave Msc, Malta rifiuta ingresso
Crociera Seaside era cominciata il primo giugno da Siracusa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
08 giugno 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità maltesi ieri hanno vietato l’ingresso in porto alla nave da crociera ‘Msc Seaside’ perché un passeggero è risultato positivo al Covid-19 durante la navigazione, cominciata il primo giugno scorso da Siracusa. Lo riportano i media maltesi, tra cui il sito del canale pubblico TVM.
Una portavoce del ministero della salute ha confermato che la nave avrebbe dovuto fare tappa a Malta, quando il passeggero si è ammalato e, seguendo i protocolli della compagnia di navigazione Msc ed approvati dalle autorità sanitarie, è stato sottoposto a bordo ad un test risultato positivo. Secondo i protocolli della compagnia, tutti i passeggeri devono sottoporsi a test o essere completamente vaccinati per poter essere ammessi all’imbarco.
Secondo i dati del sito MarineTraffic, la nave (varata nel 2017 e lunga 323 metri) è arrivata nel porto di Siracusa attorno alle 3 di stamani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morti in Rsa, infermiere rinviato a giudizio
Accusato di omicidio premeditato e tentato omicidio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ASCOLI PICENO
08 giugno 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gup del Tribunale di Ascoli Piceno Rita De Angelis ha rinviato a giudizio Leopoldo Wick, l’infermiere ascolano accusato di omicidio premeditato e tentato omicidio premeditato in relazione alle otto morti sospette avvenute nella Rsa di Offidae quattro tentativi. Il processo inizierà il 27 ottobre prossimo davanti alla Corte d’Assise di Macerata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le otto morti oggetto dell’inchiesta sono avvenute tra il 2017 e il 2018, secondo l’accusa attraverso l’indebita somministrazione di farmaci. All’uomo sono contestate le aggravanti dell’aver commesso i fatti con mezzi insidiosi, ripetute somministrazioni indebite di insulina e psicofarmaci.
Sostanze farmacologiche che, per dosi ampiamente superiori ai range terapeutici e per la loro stessa tipologia, erano assolutamente controindicate e tali da poter causare, come in effetti accaduto, il decesso dei pazienti. Nel procedimento è presente quale responsabile civile l’Asur (Azienda Sanitaria Unica regionale) Marche Area Vasta 5. Sono 46 le parti civili: si tratta di parenti degli anziani deceduti e di quelli (e dei loro congiunti) per cui Wick è accusato di tentato omicidio.
Oggi i suoi legali Tommaso Pietropaolo e Francesco Voltattorni hanno chiesto per l’infermiere, che continua negare tutte le accuse, la scarcerazione: è detenuto da circa un anno. Il gup si è riservato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genova crea commissione speciale contro messaggi d’odio
Consiglio approva delibera, sarà intitolata a Liliana Segre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 giugno 2021
16:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stata approvata all’unanimità dal consiglio comunale di Genova la delibera di consiglio sull’istituzione della commissione speciale per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo, istigazione all’odio e alla violenza, cosiddetta commissione Segre. Un percorso iniziato alla fine del 2019, nelle settimane in cui il sindaco di Genova – in occasione del premio Levi a palazzo Ducale – aveva conferito la cittadinanza genovese onoraria alla senatrice a vita scampata ai lager nazisti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La commissione speciale, che avrà durata fino alla fine del mandato, quindi a metà del 2022, avrà tra i compiti quello di effettuare una valutazione degli episodi, dei provvedimenti adottati e l’elaborazione di proposte per contrastare questi fenomeni.
La delibera, proposta dal capogruppo di Forza Italia Mario Mascia, era stato un testo di compromesso che puntava a trovare il favore di tutta l’aula dopo quello presentato dalla Lista Crivello, all’opposizione, e che avrebbe rischiato di non essere votato dal centrodestra. La commissione, di fatto, è soprattutto contro il fenomeno dell’hate speech: “La commissione speciale è una garanzia di libertà contro ogni istigazione all’odio ed ogni violenza politica – ricorda Mario Mascia – non solo quella fisica ma anche quella verbale, che soprattutto sui social spesso trascende i limiti di una legittima critica politica e del rispetto della libertà di pensiero altrui per diventare l’anticamera della violenza politica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Muti e Gianotti la prima edizione del Premio De Sanctis Europa
Consegnato a Roma, il 25 ottobre tappa a Bruxelles
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
16:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È andato al maestro Riccardo Muti, tra i più grandi direttori d’orchestra al mondo, e alla professoressa Fabiola Gianotti, scienziata e direttrice generale del Cern, il Premio De Sanctis Europa, prima edizione del riconoscimento attribuito a figure di assoluto rilievo nel panorama culturale, scientifico e letterario europeo istituito in occasione del decennale del Premio De Sanctis.
“Due modelli di unione tra arte, scienza e creatività – sottolinea il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio alla cerimonia di consegna alla Farnesina – Due personalità straordinarie, due cittadini italiani ed europei, che si distinguono per il lustro che hanno portato all’Italia e all’Europa nel mondo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Dedico questo premio al mio Paese – commenta il maestro Muti – Come dico sempre, la strada che ho fatto la devo agli insegnanti italiani.
Noi non abbiamo bisogno di cose altisonanti. Abbiamo una forza interna per la quale continuare a combattere una battaglia culturale per la grandezza del nostro Paese. Non siamo secondi a nessuno, né abbiamo bisogno di seguire influencer o di qualcuno che ci dica che biancheria mettere. Abbiamo la grandezza di un passato che ci dice dove dobbiamo andare”.
“Un premio per me speciale – aggiunge la professoressa Gianotti – perché io sono cresciuta con de Sanctis per i miei studi classici, perché De Sanctis era anche un uomo di scienza e perché era un uomo che promuoveva una visione unitaria della cultura, l’umanesimo dell’arte e della scienza, come manifestazioni coerenti e unitarie, e forse le più elevate della curiosità, della creatività e dell’ingegno umano”.
Annunciato già per l’ottobre 2019, con premiazione finale a Bruxelles, ma rimandato causa pandemia, il Premio è stato quindi diviso in due segmenti, oggi a Roma e il 25 ottobre a Bruxelles.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: l’emozione dell’esame di terza media a 13 anni
Madre e figlio si fanno coraggio, ‘stamattina non ha mangiato’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
08 giugno 2021
16:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chi ha scelto l’amica del cuore, chi la mamma per farsi accompagnare a scuola a fare l’esame di terza media. Come Denis, 13 anni, della media Donatello di Ancona.
Poco dopo le 11 di oggi è toccato a lui. “È tutto emozionato – dice la madre – questa mattina non ha nemmeno mangiato, tanto era teso. E sono emozionata anche io”. Mamma e figlio si incoraggiavano a vicenda, lei ha anche con gli occhi lucidi. “Non è preoccupato per l’esito – continua – ha studiato, fino a ieri se ne è stato chiuso in cameretta a ripetere. Lui si emoziona. Cosa farà dopo? Si è iscritto al liceo scientifico Galilei”. La tesina di Denis è stata sulle risorse digitali a scuola. Ha iniziato da quella, per sciogliere il ghiaccio, poi subito una domanda in inglese. Davanti a lui tutta la commissione, formata da insegnanti interni alla scuola. La classe di Denis non ha avuto quarantene e ha fatto scuola quasi sempre in presenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: ultimo giorno di scuola oggi in sei regioni
Al via gli esami di terza media, dal 16 giugno la maturità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
16:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ultimo giorno di scuola oggi in sei regioni: nel Lazio, in Lombardia, Basilicata, Abruzzo, Sicilia e Valle d’Aosta. Sabato scorso si sono già concluse in Molise, Marche, Veneto, Emilia Romagna e Campania.
E via via, con il passare dei giorni, suonerà l’ultima campanella domani 9 giugno per gli studenti dell’Umbria e della Liguria, il giorno dopo in Provincia di Trento e in Sardegna, l’11 per quelli del Piemonte e della Puglia, il 12 andranno in vacanza gli studenti calabresi. Gli ultimi, il 16 giugno. saranno gli studenti della Provincia di Bolzano. Da domani inizieranno gli esami di terza media nelle regioni in cui si sono concluse le lezioni, anche a Roma. Al via la maturità dal 16 giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: allagamenti a Roma, 40 bimbi salvati in un asilo
A Ponte Milvio, intervengono pompieri.Disagi in strade zona Nord
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
17:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Allagamento in un asilo a Roma, a causa del nubifragio che sta interessando la città, con 40 bambini rimasti bloccati all’interno. Lo riferiscono i vigili del fuoco spiegando di essere intervenuti nella scuola a Ponte Milvio dove i bimbi e sei adulti sono impossibilitati a uscire a causa dell’acqua all’interno dai locali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I 40 bambini sono stati poi soccorsi da vigili del fuoco e polizia. A quanto riferito, sono stati portati in un albergo vicino e sono stati contattati i genitori per riprenderli. Sul posto anche la polizia locale del XV Gruppo. Sono circa 50 gli interventi effettuati finora dai vigili per la messa in sicurezza delle strade e per l’agevolazione della viabilità. Gli interventi hanno riguardato in particolare il quadrante nord della città e soprattutto via Cassia e Ponte Milvio con Corso Francia trasformata in un vero e proprio ‘fiume in piena’. Tra le aree più colpite anche Prati, Montemario e Nomentano.
“Non farò questo Virginia Raggi, ma occorre capire cosa è successo oggi. Se hai un’idea spiegalo alla cittadinanza”, scrive su Twitter Carlo Calenda, leader di Azione e Candidato sindaco di Roma che riposta sul suo profilo un tweet del 2015 di Virginia Raggi che scriveva: “Domani piove. Gonfiate i gommoni”.
“Se si continua a non tener puliti i tombini, rischiamo di dover farci prestare il Mose da Venezia”, scrive in un tweet il candidato alle primarie per il centrosinistra per il sindaco di Roma Roberto Gualtieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pezzo metallo precipita da A12 a Rapallo, nessun ferito
Secondo distacco da aprile. Sindaco, altro grave episodio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
08 giugno 2021
17:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una piastra di metallo si è staccata dal viadotto dell’autostrada A12 a Rapallo (Genova) ed è precipitata per 50 metri su una carrozzeria senza per fortuna colpire persone o cose. E’ la seconda volta in poche settimane che un pezzo di metallo cade da quel viadotto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile una piastra aveva danneggiato un’auto dentro la carrozzeria. “Non ho avuto neanche il tempo di ultimare una lettera diretta ad autostrade per una richiesta urgente di incontro sul tema viabilità che si è verificato un altro grave episodio – ha affermato il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco -. Nonostante le nostre continue segnalazioni si è appena verificato un altro distacco dal viadotto che sovrasta Via Betti. Sono in corso i necessari accertamenti da parte delle forze dell’ordine, comunicherò eventuali aggiornamenti non appena disponibili.
Ringrazio per la tempestiva segnalazione l’ex consigliere comunale Walter Cardinali”.
In città c’è preoccupazione anche in vista delle tradizionali celebrazioni delle feste per la Madonna di Montallegro. Una cittadina ha scritto al sindaco ringraziandolo per l’attenzione al problema e spiegando che “a breve inizierà la Novena a Montallegro con un numeroso passaggio di auto, sarebbe bene essere certi che il passare sotto sia sicuro. Grazie saremmo tutti un po’ stufi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Consiglio Veneto istituisce commissione d’inchiesta
Sulla gestione regionale della pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
08 giugno 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con voto unanime il Consiglio regionale del Veneto ha istituito la Commissione speciale d’inchiesta sulla gestione della pandemia d Sars-Cov-2 e sul diverso andamento di contagi e decessi che ha caratterizzato la seconda ondata.
Spetta ora al presidente del Consiglio, sentiti i gruppi consiliare, nominare entro venti giorni i 15 componenti, 10 di maggioranza e di 5 di opposizione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno i componenti designati ad eleggere al proprio interno il presidente (incarico che spetta alle opposizioni), nonché il vicepresidente e il consigliere segretario (che saranno di maggioranza). La commissione, che era stata oggetto di vivace scontro nelle scorse settimane tra maggioranza e opposizione in relazione a composizione, ambito di azione, metodo, compiti e pubblicità delle sedute, dovrà accertare le cause che hanno influito su contagi e decessi e verificare le eventuali responsabilità.
Dovrà inoltre riprendere e completare i lavori avviati dalla commissione speciale sulla gestione della pandemia nelle residenze sanitarie assistite e delle case di riposo per anziani, istituita nel luglio scorso e poi sospesa con la fine della legislatura. Le sedute saranno pubbliche, salvo diversa e motivata disposizione della terna di presidenza, e i lavori dovranno concludersi entro il 30 novembre, salvo proroghe. Come richiesto dai consiglieri di maggioranza, la relazione finale dovrà essere inviata all’Autorità giudiziaria, oltre che discussa in Consiglio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
WWF e Rio Mare insieme per pesca più sostenibile
Quasi 70% approvvigionamento da pesca certificata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’ alleanza per una pesca sempre più sostenibile e per la tutela degli oceani e delle comunità che dipendono da essi. Rio Mare e WWF hanno rinnovato, dopo quattro anni, la loro partnership alzando l’asticella dei loro impegni di sostenibilità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La certificazione MSC e i Fishery Improvement Projects rimarranno due strumenti importanti per la sostenibilità della pesca, ma in aggiunta a queste Rio Mare è pronto a fare di più e a considerare lo stato degli stock di tonno nel loro insieme. Le due organizzazioni lavoreranno anche per coinvolgere attivamente l’industria ittica e il mercato, sostenendo l’adozione di nuove misure, a livello di organizzazioni regionali di gestione della pesca del tonno, per la ricostruzione degli stock sovrasfruttati e la prevenzione della pesca eccessiva in futuro. La partnership sarà anche volta a creare consapevolezza verso le problematiche legate agli impatti della pesca insostenibile sull’ ambiente marino, con attività di comunicazione e progetti verso i consumatori. “Abbiamo l’ambizione di diventare l’azienda di tonno più sostenibile al mondo – ha spiegato Luciano Pirovano, Global Sustainable Development Director della Business Unit Food del Gruppo Bolton -. Confermiamo il nostro obiettivo del 100% di tonno proveniente da pesca certificata MSC o FIP Credibile e Completo entro il 2024 per tutto il perimetro della nostra business unit, sensibilmente aumentato grazie a una recente acquisizione, che ci ha permesso di rafforzare la nostra presenza in Europa e in Sud America”.
Grazie alla collaborazione tra WWF e Rio Mare, nel periodo 2016-2020 sono stati raggiunti importanti risultati: al momento, quasi il 70% dell’approvvigionamento di Rio Mare proviene da pesca certificata MSC o da FIP Credibile e Comprensivo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaca Crema, nostre responsabilità sproporzionate
Episodio ‘mi spinge a impegnarmi con ancora più volontà'”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2021
17:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I miei colleghi conoscono il problema. Le responsabilità che hanno i sindaci sono obiettivamente sproporzionate ed eccessive, direi anche meglio: non ben circostanziate”.
Lo ha detto il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, commentando l’avviso di garanzia per lesioni colpose in relazione all’infortunio accaduto a un bambino dell’asilo comunale che ha avuto le dita schiacciate da una porta. Bonaldi non ha dubbi alla domanda se, dopo questo episodio ha ancora voglia di amministrare la città: “Naturalmente – risponde – Non credo basti e non sarebbe giusto bastasse questo episodio per mettere in discussione il mio amore per la mia città e l’impegno amministrativo”. “In generale, politicamente parlando e parafrasando il grande Battiato, ‘mi spinge a impegnarmi con ancora più volontà'”, aggiunge.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Precipita dal quarto piano, morto operaio italiano a Malta
In un cantiere per la costruzione di una fabbrica. Aveva 40 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
08 giugno 2021
17:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un operaio italiano di 40 anni è morto precipitando dal quarto piano di una fabbrica in costruzione nell’area industriale di Hal Far, a Malta. Lo ha reso noto la polizia locale con un comunicato in cui è precisato che l’incidente è avvenuto attorno alle 11.30, quando l’uomo è caduto dal tetto della fabbrica su cui stava lavorando.
Soccorso dai medici, il lavoratore è morto sul posto.
La magistrata Monica Vella è stata incaricata dell’indagine sulle circostanze che hanno portato alla morte dell’uomo, di cui non sono state rese note le generalità. Secondo la polizia, si tratterebbe di un lavoratore stagionale di origine siciliana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Europei: all’Olimpico di Roma tunnel con termocamere
Misure anti Covid, fan zone saranno a numero chiuso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
18:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci saranno dei tunnel dotati di termocamere allo stadio Olimpico di Roma per la partita inaugurale degli Europei di calcio che si disputerà venerdì sera. Secondo quanto si apprende, verranno posizionati tra la prima verifica del biglietto e l’area prima dei controlli di sicurezza.
Al passaggio dei tifosi rileveranno la temperatura corporea. E’ una delle misure di sicurezza e anti Covid contenute nel piano sicurezza messo a punto dalla Questura di Roma in vista del match con il pubblico sugli spalti. Per quanto riguarda le fan zone saranno a numero chiuso. La fan zone di piazza del Popolo potrà contenere al massimo mille persone per ogni emiciclo. Gli ingressi saranno controllati ed è necessaria una prenotazione tramite app. Sempre tramite prenotazione si accederà ai Fori Imperiali dove ci sarà una grossa area con un maxi schermo.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Motoveliero con 40 migranti a Otranto
A bordo curdi, siriani e pakistani in buone condizioni di salute
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
OTRANTO (LECCE)
08 giugno 2021
18:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un motoveliero con oltre quaranta migranti è stato intercettato al largo delle coste di Otranto e indirizzato al porto, scortato da imbarcazioni della Guardia di Finanza. A bordo curdi, siriani e pakistani.
Tutti sarebbero in buone condizioni di salute. E’ stata allertata la ‘macchina’ dell’accoglienza coordinata da Prefettura, Questura e Croce Rossa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna,14 casi, ospedali si svuotano
Tre le vittime. Nelle ultime 24 ore vaccinate 12.225 persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
08 giugno 2021
18:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si mantiene bassa la curva dei contagi da Covid in Sardegna. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 14 nuovi casi e tre decessi (1.479 in tutto).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Complessivamente salogno a 56.900 le positività accertate nell’Isola dall’inizio dell’emergenza.
In totale sono stati eseguiti 1.323.121 tamponi, con un incremento di 2.337 test rispetto al dato precedente e un tasso di positività dello 0,5%.
Dati confortanti anche sul fronte degli ospedali. Sono 100 (-5) i pazienti attualmente ricoverati in area medica, 6 (-1) quelli in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.169, i guariti 43.142 (+155).
Ma resta il caso Aritzo, dove si registrano 50 casi di positività e 102 persone in quarantena. Numeri che crescono man mano che aumentano i tamponi effettuati e che hanno costretto due giorni fa il commissario straordinario del Comune, Antonio Monni, a emanare un’ordinanza che prevede la zona rossa rinforzata: chiuse le scuole, vietata l’apertura di tutte le attività commerciali compreso l’asporto, così come sono vietate le uscite o le entrate in paese se non per lavoro o urgenze di tipo sanitario. “Fortunatamente nessuno dei contagiati è ricoverato in ospedale: sono quasi tutti giovani, eccetto un anziano che non si era potuto vaccinare”, ha detto Monni che ha voluto fare un appello ai ragazzi affinché rispettino le regole sanitarie e si vaccinino al più presto per evitare nuove infezioni.
Sul fronte vaccini, dopo aver tagliato ieri il traguardo del milione di vaccinazioni dall’inizio della campagna, la Sardegna oggi arriva a quota 1.004.463 dosi somministrate (su un totale di 1.180.120 consegnate), con una percentuale dell’85,1%.
Nelle ultime 24 ore sono state vaccinate nell’Isola 12.225 persone. Quasi conclusa la vaccinazione degli anziani over 80: l’84,04% ha ricevuto almeno la prima dose, il 74,63% ha già completato l’intero ciclo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mohicani, nuovo singolo per i Boomdabash Baby K
In radio dall’ 11/6, in digitale su Spotify, iTunes, Apple Music
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
18:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
S’intitola Mohicani il nuovo singolo dei Boombadash & Baby K, da venerdì 11 giugno in rotazione radiofonica e disponibile in digitale su Spotify, ITunes, Apple music e in tutti i principali digital store. Il brano, in uscita su etichetta B1/Soulmatical – Polydor (Universal Music Italy) è già disponibile in pre save a questo link.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Mohicani segna il ritorno della band campione delle estati degli ultimi anni, che quest’anno ha legato con Baby K, altra hitmaker italiana da record. Il brano è una summer hit in stile reggae pop, un pezzo di grande effetto che rimanda alla dancehall tipica della Giamaica, rispecchiando il ritmo del gruppo.
“Mohicani come molti dei nostri brani è una canzone che intende regalare gioia, felicità, energia allo stato puro – commenta la band -. La musica ha il potere di unire le persone e di regalarci emozioni positive cercando di distrarci dalle mille difficoltà quotidiane. Crediamo molto nel linguaggio della musica e nel suo potere salvifico, molto spesso è proprio una canzone che riesce a farci sentire bene facendoci, anche solo per un attimo, dimenticare molti dei nostri problemi. Molto spesso è anche attraverso la musica che ci innamoriamo, riuscendo a comunicare il nostro stato d’animo. Mohicani nasce dalla voglia d’estate che è in ognuno di noi, un brano connotato da un forte desiderio di fiducia e ripartenza verso il futuro, una canzone che porta con sé la speranza di farci tornare a sorridere, vivendo ogni attimo con una nuova e migliore consapevolezza. Condividere questa nuova avventura di Mohicani con Baby K, artista che stimiamo da molti anni, è per noi un immenso piacere. Lei ha il nostro stesso background e condivide con noi la stessa passione per la musica giamaicana”.
“L’unione con i Boomdabash era destinata ad arrivare: sono felice che sia finalmente arrivato il momento – aggiunge Baby K -. La nostra musica è una fusione segnata dall’amore per la dancehall e dai ritmi caraibici. Siamo gli italiani che si affacciano al mondo e la nostra musica è una bandiera d’internazionalità e inclusività made in Italy, tema principale sia di Mohicani che dei valori a cui tengo e divulgo da sempre”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ReWriters, a giugno focus sulla salute
Dal 10/6 covid, differenze di genere e ricerca su nuovo mag-book
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
19:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ dedicato a un tema universale e di stretta attualità, la salute, non solo fisica ma anche psicologica, il nuovo mag-book di ReWriters, il movimento culturale indipendente fondato dalla scrittrice e giornalista Eugenia Romanelli, che uscirà il 10 giugno. Curato da Beatrice Curci, il mag-book riunisce 14 voci di medici, esperti, giornalisti e ricercatori, chiamati ad affrontare da vari punti di vista e differenti linguaggi molteplici questioni: la salute e le differenze di genere, i bambini, la ricerca scientifica e la sua comunicazione, la medicina personalizzata e di precisione oncologica, e poi l’impatto del covid, la cardiologia integrata, il benessere e il diabete, le malattie rare, la robotica, la nutraceutica e la medicina tra Oriente e Occidente.

A firmare la copertina del magazine lo street artist milanese Ivan, che ha realizzato per l’occasione un’immagine che rappresenta un omaggio alla gender equality: l’opera potrà essere acquistata a partire dal giorno dopo la pubblicazione sul sito rewriters.it. Il 10 giugno il mag-book verrà presentato alle 19 con una diretta streaming sui canali YouTube e Facebook di ReWriters Magazine, alla presenza di curatrice e autori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: passeggeri bus soccorsi da pompieri con gommone
Autobus bloccato a Busto Arsizio, allagamenti nel varesotto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 giugno 2021
19:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I passeggeri di un autobus rimasto intrappolato in oltre un metro d’acqua a causa del maltempo a Busto Arsizio (Varese), sono stati soccorso dai vigili del fuoco con l’ausilio di un gommone. Non si registrano feriti.

Diverse le segnalazioni a vigili del fuoco per allagamenti in tutta la provincia di Varese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Corsa dei giovani ai vaccini, dubbi degli esperti sugli open day
Campania e Friuli VG regioni con più dosi a 20enni. Al 26% e 21% fascia popolazione. Seguono Umbria e Lombardia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
10:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I giovani danno lo sprint alla campagna vaccinale, ma gli esperti frenano sugli Open Day, in particolare quelli con le inoculazioni di Astrazeneca, che porterebbero ad un rischio di trombosi “più alto del Covid-19”.
Al momento proseguono comunque in massa le prenotazioni dei ragazzi, che puntano al green pass. E’ proprio con il certificato vaccinale che potrebbero tornare in pista, in attesa dell’apertura delle discoteche: dopo un primo incontro al ministero della Salute tra il sottosegretario Andrea Costa e i gestori delle sale da ballo, emerge una convergenza sulla ripartenza a luglio e l’utilizzo del green pass.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho raccolto le richieste, da condividere ora con governatori e Cts, sottolineando la mia posizione a favore di una riapertura senza distanziamento, che comunque non avverrà a giugno”, chiarisce Costa. Resta ancora da stabilire se resterà obbligatoria la mascherina una volta entrati. Su questi provvedimenti il centrodestra è compatto e sale il pressing sul ministro della Salute, Roberto Speranza, che al momento resta cauto.
Anche il leader del Carroccio ha incontrato il sindacato dei gestori dei locali: “la Conferenza delle Regioni aveva già ipotizzato di togliere i divieti nelle zone bianche grazie al green pass”, dice Matteo Salvini, spiegando di aver “personalmente affrontato l’argomento con il Presidente del Consiglio” e di essere “in queste ore al lavoro in stretta collaborazione con il ministro Giancarlo Giorgetti. Vogliamo garantire il divertimento controllato, sicuro e ragionevole”. Anche in virtù dei nuovi allentamenti in zona bianca, presto estesa a tutto il Paese – e della fine del coprifuoco dal prossimo 21 giugno – le Regioni continuano ad immunizzare i più giovani con qualsiasi tipo di siero: negli ‘eventi vaccinali’ appositamente dedicati non si utilizzano soltanto gli Rna (Pfizer e Moderna), ma soprattutto quelli a vettore virale (Astrazeneca e Johnson & Johnson, raccomandati dall’Aifa per gli over 60). la Campania, il Friuli Venezia Giulia e l’Umbria sono le regioni che hanno somministrato il maggior numero di dosi di vaccino in Italia ai giovani in quella fascia d’età, coprendo rispettivamente il 26,1%, 21,8% e 21,3% di questa fascia di popolazione. E’ quanto emerge dai dati sulle vaccinazioni in Italia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In questa graduatoria, che comprende anche la province autonome di Trento e di Bolzano, quest’ultima ha raggiunto già il 30,3% mentre la Lombardia è al 20,7%, la Sicilia al 20,3% e la Basilicata al 20%.
Un gruppo di 24 medici vaccinatori ha però lanciato un appello, dicendosi contrario alla scelta di aprire ai più giovani le vaccinazioni con gli Open day AstraZeneca, “perché la somministrazione di questo vaccino ai soggetti minori di 40 anni, in particolare di sesso femminile, potrebbe comportare più rischi che benefici, causando anche se raramente complicanze potenzialmente mortali”.
Per l’uscita dalla pandemia “siamo sulla buona strada, ma non ancora al traguardo”, è il messaggio del capo dello Stato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In tutto questo periodo di “stress straordinario” per l’Italia, però, il nostro Paese “non è stato né inerte né passivo”. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sceglie Milano, tra le città più colpite dal Covid 19, per incoraggiare e, allo stesso tempo, esortare a comportamenti corretti e responsabili per uscire definitivamente dalla crisi sanitaria la quale, però, ci ha lasciato un’esperienza. “Ognuno ha bisogno degli altri, ciascuno di noi ha avuto bisogno di tutti gli altri e viceversa, e questo è un criterio che speriamo non venga rimosso. Non lo sia a livello di relazione tra le persone, e neanche nelle relazioni tra gli Stati. E’ un insegnamento che sarà bene custodire e mettere a frutto”, è la riflessione del Capo dello Stato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Meteo: dopo allerta gialla, arcobaleno orna Golfo di Napoli
Brevi ma intense piogge in zone città, allagamenti in provincia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
08 giugno 2021
20:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha fatto da cornice al Golfo ed al Vesuvio l’arcobaleno, per alcuni attimi raddoppiato da un altro meno nitido, apparso nel cielo di Napoli poco prima del tramonto. L’allerta meteo gialla ha avuto qualche riscontro solo in alcune zone della città ed in provincia dove ci sono stati brevi ma intensi scrosci di pioggia con locali allagamenti e qualche disagio alla circolazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alla Quinzaine è riscatto Italia con poker di film
‘A Chiara’, ‘Futura’, ‘Europa’ e ‘Re Granchio’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
08 giugno 2021
21:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alla Quinzaine des Realisateurs è riscatto Italia dopo TRE PIANI di Nanni Moretti, unico film in corsa per il nostro Paese, e PICCOLO CORPO di Laura Samani nella Semaine de la critique: approdano infatti alla sezione parallela del Festival di Cannes (6-17 luglio) e non competitiva (“che si distingue per libertà e carattere”) ben quattro film italiani molto diversi tra loro. Si tratta di A CHIARA di Jonas Carpignano, un ritorno per il regista che era già stato sulla Croisette quattro anni fa con A CIAMBRA; EUROPA di Haider Rashid, iracheno nato e cresciuto a Firenze che racconta il viaggio sulla cosiddetta ‘rotta balcanica’; FUTURA, documentario realizzato da Alice Rohrwacher (Lazzaro felice), Pietro Marcello (Martin Eden) e Francesco Munzi (Anime Nere), su come gli adolescenti italiani guardano al futuro e, infine, RE GRANCHIO, secondo lungometraggio, e il primo di finzione, di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis che affonda le radici nella tradizione popolare italiana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso dell’incontro stampa poi il delegato generale della Quinzaine, l’italiano Paolo Moretti, ha annunciato anche l’assegnazione della Carrosse d’Or, il premio alla carriera, al documentarista americano Frederick Wiseman, autore di capolavori come EX LIBRIS e BOXING GYM. Film d’apertura OUISTREHAM di Emmanuel Carrère con Juliette Binoche, distribuito in Italia da Teodora. Tornando agli italiani, A CHIARA, co-produzione Italia, Francia e Svezia, terzo capitolo del regista della ‘trilogia gioiese’ dopo MEDITERRANEA e A CIAMBRA (2017), ha ancora come protagonista Chiara che inizia questa volta ad indagare sui motivi che hanno spinto il padre Claudio a lasciare Gioia Tauro.
“Più si avvicinerà alla verità, più sarà costretta a riflettere su che tipo di futuro vuole per sé stessa”, si legge nella sinossi.
Tutt’altra storia per FUTURA di Marcello, Munzi e Rohrwacher prodotto da Avventurosa con Rai Cinema. Si tratta infatti di un’inchiesta dei tre registi per esplorare l’idea di futuro di ragazze e ragazzi tra i quindici e i venti anni, incontrati in un lungo viaggio attraverso l’Italia. “Dal nostro primo incontro – dicono i tre registi -, la nostra idea è stata quella di realizzare un’opera autenticamente collettiva. Così nasce Futura, un lavoro condiviso che ha lo scopo di raccontare i giovani italiani e tratteggiare, attraverso i loro occhi e le loro voci, un affresco del Paese”.
Per l’Italia alla Quinzaine ci sarà anche EUROPA di Haider Rashid che uscirà in sala con I Wonder Pictures. Il regista racconta il difficile viaggio di un giovane iracheno, Kamal, attraverso la frontiera tra Turchia e Bulgaria, ovvero la cosiddetta ‘rotta balcanica’. Kamal viene catturato dalla polizia di frontiera bulgara, ma riesce a scappare, cercando una via di fuga in una foresta popolata da un sottomondo dove le leggi non esistono.
RE GRANCHIO di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis, due registi Italo-americani amanti delle leggende popolari, racconta la storia, evocata da alcuni cacciatori, di Luciano, un ubriacone che vive in un borgo della Tuscia a fine Ottocento. La sua ribellione al dispotico principe locale lo ha reso un reietto della sua comunità. Per difendere poi la donna che ama dal principe, Luciano commette un atto scellerato che lo costringe a fuggire in esilio nella Terra del Fuoco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La tragedia del Mottarone, il 118 ai carabinieri: ‘E’ caduta una cabina’
La telefonata di allarme: ‘Stiamo mandando mezzi, che casino…’ ASCOLTA:

La tragedia del Mottarone Il 118 ai Carabinieri «È caduta una cabina¯ Martedì 08 giugno 2021 ASCOLTA:

TORINO
09 giugno 2021
10:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ il 118, salve. Stiamo mandando un po’ di mezzi, quelli che riusciamo a recuperare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non so se vi hanno detto, a Stresa pare sia caduta una cabina… aspetti, scusi un attimo…. si è schiantata una cabina… è caduta una cabina alla funivia di Stresa”. Sono passate da poco le 12 di domenica 23 maggio quando l’operatore del 118, una donna, comunica con queste parole ai carabinieri di Verbania quanto è appena accaduto al Mottarone. Le notizie sono ancora frammentarie, il momento è concitato, ma i nervi sono saldi. Ci sono delle persone da soccorrere ed è questa la priorità dell’operatrice del soccorso e del carabiniere dall’altra parte della cornetta.
La conversazione dura meno di tre minuti ed è spesso interrotta. L’operatrice del 118 cerca maggiori informazioni, il carabiniere impartisce le prime istruzioni alle pattuglie. “Sto mandando la medicalizzata, mando l’elicottero… ok, mandiamo la medicalizzata e i vigili del fuoco”, dice la donna ai colleghi della centrale. “Ma è sopra, in cima al Mottarone, quindi?”, chiede. “E’ sopra in cima…” “Alpino o Mottarone?” chiede il carabiniere. “Mi dicono in cima al Mottarone – è la risposta – che casino che casino…”.
Quel “che casino” è l’unica concessione all’emozione del momento. “Aspetti un attimo…”, chiede la donna per ottenere altre informazioni. La pausa serve al militare dell’Arma per mettersi in contatto con le pattuglie. “Nor da Verbania, nor.  Vai verso Stresa poi ti dico”. “Stresa da centrale, stai lì in zona che appena so dove è successo ti dico. Un attimo che ho il 118 in linea”. Un attimo dopo arrivano le prime indicazioni dell’operatrice: “inizio a mandarvi lì, ma stiamo cercando di capire perché pare che la cabina sia caduta in mezzo al bosco, ma non sappiamo di preciso dove. Pare non sia raggiungibile da terra”, dice con le parole sempre più veloci una dopo l’altra.
“All’interno c’erano almeno sei persone, non si sa le condizioni, sicuramente sono gravissimi. La devo salutare perché devo gestire tutto l’intervento”. “Ok, appena possibile mi fate sapere a che altezza?”, è la preoccupazione del carabinieri.  “Assolutamente si”, la risposta del 118.  La conversazione a questo punto si interrompe, ma la macchina dei soccorsi è già in moto, a conferma della prontezza dell’intervento e della grande professionalità di tutte le persone impiegate, che purtroppo non impedirà a questa tragedia di assumere le proporzioni ormai note, con quattordici vittime e il solo Eitan, di cinque anni, sopravvissuto a quel volo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola:finite lezioni, al via esami terza media in 6 regioni
Dal 16 giugno gli esami di maturità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
08:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terminate le lezioni, iniziano oggi gli esami di terza media in alcune scuole del Lazio, in Lombardia, Basilicata, Abruzzo, Sicilia e Valle d’Aosta. Sabato scorso si sono già concluse in Molise, Marche, Veneto, Emilia Romagna e Campania.
E via via, con il passare dei giorni, suonerà l’ultima campanella oggi per gli studenti dell’Umbria e della Liguria, domani in Provincia di Trento e in Sardegna, l’11 per quelli del Piemonte e della Puglia, il 12 andranno in vacanza gli studenti calabresi. Gli ultimi, il 16 giugno saranno gli studenti della Provincia di Bolzano. Mentre la data degli esami di terza media viene decisa dai singoli istituti, ovviamente terminate lezioni e scrutini, la maturità partirà in tutta Italia dal 16 giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sorprende ladri in casa e muore nel Torinese
Carabinieri trovano bossolo, forse colpito da proiettile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 giugno 2021
08:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo è morto nella sua abitazione a Piossasco, nel Torinese, dopo aver sorpreso dei ladri. Sul luogo stanno operando i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Torino e della Compagnia di Moncalieri.
Rianimato dal personale del 118 per quello che sembrava un malore, l’uomo è deceduto. Trovato un bossolo, verosimilmente di un colpo sparato dai malviventi a seguito di una colluttazione con la vittima, che potrebbe essere stata colpita allo stomaco. L’ispezione cadaverica è ancora in corso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gubbio-Roma a piedi, l’impresa di una nonna per le donne
Pensionata di 73 anni in cammino per raccogliere fondi per i centri antiviolenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
09:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il piacere di camminare per sentieri e farlo anche per qualcosa di utile, come una benefica raccolta fondi. E’ così che, zaino in spalla, scarponcini ai piedi, cellulare alla mano, camminando camminando un’insegnante di matematica in pensione – Giuliana Baldinucci, 73 anni – ha percorso strade, stradine e viottoli da Gubbio a Roma: circa 200 chilometri in due settimane, a partire dallo scorso 22 maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
n’impresa che lei, che si definisce “femminista da sempre”, ha voluto compiere allo scopo di trovare risorse da destinare ai centri antiviolenza dell’Umbria. Ora la camminatrice è a Roma dove domani, 9 giugno, sarà accolta, per iniziativa della cooperativa BeeFree, alla Casa Internazionale delle Donne e concluderà lì in modo simbolico questa sua inedita esperienza di cui è “molto soddisfatta e contenta”. Alle donne è infatti dedicata questo suo sforzo, perché arrivi loro un messaggio: “siano convinte della loro forza, abbiamo più fiducia in se stesse, possono fare quello che ritengono giusto”.
Tutto comincia alla fine del lockdown dello scorso anno quando Giuliana, una vita di impegno sociale alla Cgil ed ora presidente dell’Auser della sua zona, comincia a camminare e fa un’inattesa scoperta: “ho provato un gran piacere nel camminare nei sentieri, in mezzo alla natura, con un passo che adatti via via a te stesso. E siccome – dice – mi piace sfidarmi ho cominciato a pensare dove sarei potevo arrivare: a Roma, mi sono detta, dove abita mio figlio”. Prendendo poi spunto da sua nuora, che vive a Londra insieme all’altro suo figlio, che stava raccogliendo fondi per il non profit, il passo è stato breve: “abbinerò il mio camminare ad una causa giusta. La scelta dei centri antiviolenza è stato l’inevitabile passo successivo, sia per la mia storia di donna impegnata, sia per le carenti risorse di cui ora dispongono”. Per fare questa lunga camminata, Giuliana si è allenata quasi un anno: “volevo essere in forma e raggiungere il mio scopo. Ora il mio fisico si è rinforzato e ho meno dolori. Mi dicevano ‘ma sei pazza?’, un po’ pazzo lo sono, a Gubbio – dice con ironia – è normale”.
Le ultime due settimane sono passate non sempre facilmente. Una sera sono dovuti intervenire i vigili del fuoco, allertati dal figlio, visto che Giuliana in prossimità di Spoleto aveva perso il sentiero. Un inconveniente che non l’ha bloccata né tanto meno allarmata facendole riprendere la strada il giorno dopo ma che le ha permesso di fare l’incontro che porta nel cuore. “Una volta recuperata, ho visto un bambino di 4-5 anni che insieme alla mamma ed altre persone erano lì ad vedere il soccorso. Quel bimbo mi ha regalato un fiore con tanta dolcezza. Deve avermi vista come una nonna. Ecco, quel momento mi ha molto emozionata”. Giuliana ha percorso dai 15 ai 23 chilometri al giorno; di volta in volta si adattava a strade e ritmi personali. Il momento più difficile? “Quello da Piediluco a Rieti, in mezzo alla strada, senza un albero con un gran caldo. Quella è stata davvero una tappa molto difficile. La sera sono crollata e al mattino sono tornata sul mio percorso”. Giuliana ha dormito in ostelli, in B&B, anche un monastero, e la solitudine non le ha pesato.
Ad accompagnarla, i figli e un gruppo di whatsapp appositamente creato e alcuni oggetti che aveva con sé: lo zaino era del figlio, il bastone era quello dei suoi genitori. “In fondo non ero sola, con avevo con me persone care”. E poi gli incontri. Non tanti lungo i sentieri ma ogni occasione è stata buona per parlare della sua impresa e delle donne abusate. “Ho conosciuto tante persone gentili e generose. Persone che quando le incontri ti rimettono in pace col prossimo”. A chi ha voluto, Giuliana ha dato anche l’iban a cui fare una donazione; in questo caso a favore dell’associazione “Libera…mente donna” (https://www.liberamentedonna.it/) che gestisce i centri antiviolenza a Perugia e a Terni. “Mi piacerebbe che questa mia esperienza, nata come sfida con me stessa, resti un esempio per le donne, del resto sono un’insegnante ed insegnante si resta tutta la vita. Vorrei – tiene a sottolineare – che le donne capissero che se vogliono possono fare ciò che ritengono giusto, hanno la forza per farlo. Se io, a 73 anni, ho fatto questa lunga camminata, tutte possono fare ciò in cui credono. Devono avere più fiducia in se stesse. Le donne poi dovrebbero anche essere più solidali fra loro, evitare di farsi concorrenza l’una con l’altra”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: al Csm il caso del cambio del giudice
Chiesta l’apertura di una pratica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
10:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva al Csm il caso della sostituzione in corsa d’opera del giudice, Donatella Banci Buonamici, che si occupava dell’inchiesta sul Mottarone. I consiglieri Sebastiano Ardita e Nino Di Matteo hanno chiesto al Comitato di presidenza l’apertura di una pratica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimbo denutrito, genitori vegani a processo a Nuoro
Nel 2019 il piccolo di 2 anni era stato ricoverato in ospedale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
09 giugno 2021
10:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel settembre del 2019 erano finiti nella bufera dopo che il loro bambino di nemmeno due anni era stato ricoverato all’ospedale San Francesco di Nuoro con una diagnosi di denutrizione, in particolare di forte carenza di vitamina B12. Un caso finito anche in Senato, con un’interrogazione parlamentare del M5s.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nei confronti dei genitori, che seguivano un’alimentazione vegana, era partita una segnalazione alla Procura di Nuoro e ora sono stati rinviati a giudizio per lesioni personali colpose.
Come riportano i quotidiani sardi, ieri a Nuoro si sarebbe dovuto aprire il processo, ma l’avvocata della coppia, Caterina Zoroddu, ha chiesto e ottenuto dal giudice monocratico che venissero ammessi all’istituto della messa alla prova. Processo sospeso, quindi, mentre il giudice ha trasmesso le carte all’ufficio che si occupa di preparare i progetti nel campo dei lavori socialmente utili.
Secondo la Procura di Nuoro, i genitori avevano provocato danni alla salute del loro bambino, privandolo di sostanze nutritive importanti per la crescita come la vitamina B12. La coppia, nei giorni del ricovero del bambino, aveva fatto sapere di non seguire un regime vegano e aveva riferito di un malessere del bambino che era stato portato in ospedale. Qui gli accertamenti hanno portato a scoprire che lo stato di profonda debolezza del piccolo, apparso magrissimo e stanco, era dovuto alla carenza di vitamine. Per questo era stato ricoverato, tenuto sotto osservazione e nutrito nel corretto modo per fargli riprendere al più presto le forze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evade e blocca uomo, ‘dammi soldi per il compleanno’
Nel Napoletano era a domiciliari ma vittima riesce a chiamare Cc
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
09 giugno 2021
10:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evade dai domiciliari, ferma un automobilista e lo costringe a consegnargli dei soldi per festeggiare il suo compleanno. Ma l’uomo si rifiuta, scappa e chiede aiuto ai carabinieri.
La vicenda si è verificata ad Afragola, in provincia di Napoli.
Il 39enne, già noto alle forze dell’ordine, ha prima bruscamente fermato l’automobilista che stava tornando a casa di sera. Poi, quando il 29enne si è rifiutato, gli ha afferrato il polso ma lui è riuscito a scappare. Ha chiamato i carabinieri che poco dopo hanno arrestato il 39enne; per lui, in attesa di giudizio, sono stati disposti i domiciliari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi processo Eternit al via a Novara, Schmidheiny imputato
Accusato di omicidio con dolo, nel capo d’accusa oltre 350 casi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NOVARA
09 giugno 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prende il via oggi a Novara Il maxi-processo Eternit per i morti provocati dall’amianto lavorato dalla multinazionale nello stabilimento di Casale Monferrato (Alessandria). L’imputato è l’imprenditore svizzero Stephan Schmidheiny ed è chiamato a rispondere di omicidio con dolo.
I casi conteggiati nel capo d’accusa sono oltre 350.
L’udienza della Corte d’assise si celebra nella aula magna dell’Università del Piemonte Orientale. A. coordinare l’afflusso di pubblico e persone offese ci sono polizia e carabinieri. Sul posto è arrivato anche il questore, Rosanna Lavezzaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Figliuolo, Green Pass? Noi pronti in pochissimi giorni
Il Commissario per l’Emergenza: dosi in vacanza per casi eccezionali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
09 giugno 2021
13:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sul Green pass noi siamo pronti, è questione di pochissimi giorni”. Così il commissario Francesco Paolo Figliuolo a margine della consegna di un Defender alla struttura commissariale da parte dell’Agenzia industrie difesa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In 100 giorni di attività, abbiamo fatto tanto lavoro con la soddisfazione di essere vicini ai nostri cittadini e i risultati sono 39 milioni e 320mila somministrazioni . L’Italia è molto ben posizionata nelle classifiche europee e, soprattutto, c’è voglia di vaccinarsi e la vaccinazione è l’architrave per la messa in sicurezza del Paese e per la ripartenza economica “, ha spiegato Figliuolo.

“Laddove per eccezionali motivi dovesse rendersi necessaria la somministrazione della seconda dose a lavoratori e turisti che soggiornano al di fuori della Regione di residenza per un periodo di permanenza congruo, questa struttura, qualora informata con adeguato preavviso, è disponibile al riequilibrio delle dosi da distribuire”, ha scritto Figliuolo nella lettera di risposta alla richiesta delle Regioni, sottolineando che per quanto riguarda la registrazione sui sistemi informativi “le attuali procedure, qualora correttamente implementate” dalle Regioni, “già consentono la regolare tenuta dei flussi informativi”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non sappiamo ancora quanto ‘durerà’ questo vaccino, noi ragioniamo come se durasse un anno. Posso dire che abbiamo già opzionato di concerto con l’Unione europea, una quantità tale di vaccini, per coprire tutta la popolazione con un ulteriore dose ed anche con una robusta riserva”, ha aggiunto Figliuolo. “Per la futura vaccinazione immagino uno spostamento dagli hub agli ospedali, medici di base, farmacia, punti vaccinali aziendali”.

“Ora abbiamo la possibilità di vaccinare dai 12 anni in su, quindi gran parte degli studenti. Infine non è detto che non arrivino ulteriori autorizzazioni per arrivare ai 6 anni. Quindi l’architrave del discorso scuola, per riaprirla in massima sicurezza in presenza, è quello della vaccinazione, poi continueremo con il tracciamento e il diradamento, per questo all’inizio del prossimo anno scolastico sarà necessaria ancora la mascherina insieme ad ulteriori misure per mitigare i rischi”.

“Ad oggi sono state somministrate oltre 39 milioni e 300 mila dosi di vaccino: gli italiani che hanno ricevuto la prima dose sono circa 26 milioni, quasi il 48%”.  “Questo grazie alla grande efficienza raggiunta dalla macchina – ha ribadito il generale – con una media di somministrazioni compresa tra il 90 e il 95% delle dosi consegnate. E’ la bella Italia che quando si mette assieme e fa squadra, vince”.

“Non permetteremo mai che il Green Pass nazionale diventi un metodo per ricattare i cittadini, negando loro la libertà di viaggiare, andare ad un concerto o cenare al ristorante come tutti. L’idea di essere costretti ad avere un lasciapassare per partecipare alla vita sociale è raggelante, letteralmente incompatibile con gli standard di una Nazione libera. Lo diciamo da sempre: questo strumento non può e non deve rientrare nella “normalità” delle cose. Ripartire sì, ricattare no”. Lo afferma il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Concita De Gregorio, con Parenzo nell’estate che riparte
Approda a In Onda su La7 dal 28.Prima a Campania Teatro Festival
B
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Racconteremo l’estate della ripartenza, dopo l’impatto drammatico della crisi sociale e sanitaria, vedremo cosa aspetta gli italiani nei prossimi mesi, ma anche le opportunità che si aprono; analizzeremo con i nostri ospiti sia le incognite che le speranze, ma in un clima disteso.
In primo piano ci sarà l’ascolto delle domande e la chiarezza delle risposte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Perché il dibattito funziona se metti al bando il giro scomposto di chi alza di più la voce”. New entry al femminile alla conduzione di In Onda: arriva la giornalista e scrittrice Concita De Gregorio, storica firma de La Repubblica. Da fine giugno (dal 28), quando tornerà sugli schermi di La7, il talk show estivo vedrà De Gregorio affiancare lo storico e confermato timoniere del programma, David Parenzo, presenza fissa sin dalla prima edizione. Prima della partenza del programma sarà protagonista come autrice ma anche in scena al Campania Teatro Festival il 19 giugno con il suo spettacolo “Un’ultima cosa, cinque invettive, sette donne e un funerale”.
De Gregorio racconta questa sua estate ricca di impegni e che comprende anche la ripartenza ad agosto di “ConDominio” da lei curato con Sandra Toffolatti, per varie città d’Italia: “io non ci dovrò essere fisicamente, lo seguirà Sandra, ma avremo molti artisti in varie località”. De Gregorio confessa che non si aspettava la chiamata alla conduzione estiva del programma di La7: “Sono felice, ho trovato una grande squadra di autori ad accogliermi. Con David, con il quale in passato abbiamo avuto modo di conoscerci, ci siamo trovati in sintonia, poi ognuno avrà i suoi spazi e il suo modo di confrontarsi con chi ci viene a trovare. Avremo anche ospiti più giovani a seconda delle puntate: non i soliti noti, non è detto che persone preparate e competenti devono essere per forza di cose quelle che vanno più spesso in tv o sono più note al grande pubblico. Poi mai dire mai, nel senso che la porta è aperta a tutti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Toscana, altri 9 morti in un giorno, ricoveri -8,8%
Positivi totali in calo del 5,5% nelle 24h. Fine 1056 quarantene
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
09 giugno 2021
13:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ risalito subito sopra 100, a 127 nuovi casi (età media 39 anni) il rilevamento giornaliero Covid della Regione Toscana. Il rapporto delle 24 ore riporta anche di altri nove morti in un giorno (età media 80,2 anni) per un totale di 6.784 vittime dall’inizio della pandemia.
In Toscana salgono a 242.786 i casi di positività al Coronavirus (+0,1% sul giorno precedente). I guariti (altri 425 nelle 24 ore, tutte guarigioni complete a tampone negativo) crescono dello 0,2% sul totale e raggiungono quota 230.765 dall’inizio della pandemia. Gli attualmente positivi sono oggi 5.237 (-5,5% su ieri). Tra loro i ricoverati sono 341 (-33 su ieri, pari al -8,8%) di cui 80 in terapia intensiva (quattro in meno su ieri).
Ci sono 4.896 persone in isolamento curate a casa con sintomi o senza sintomi (-274 su ieri, -5,3%). Inoltre ci sono 13.061 persone (calo di 1.056 unità su ieri, -7,5%) in quarantena domiciliare, isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate e le Asl devono monitorare eventuali sviluppi clinici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: ragazza aggredita a Cosenza, caccia a autore
Ventisettenne stava scattando foto in un giardino pubblico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COSENZA
09 giugno 2021
13:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stava scattando delle foto all’interno della Villa Vecchia a Cosenza, quando un uomo l’ha afferrata alle spalle e spinta verso un muro. Una donna di 27 anni è la vittima di una violenza sessuale avvenuta in un giardino pubblico della città.

L’uomo, secondo quanto ha riferito la ragazza, ha iniziato a palpeggiarla, tenendola stretta tra sé e la parete, per poi scappare. La ventisettenne, in evidente stato di shock, è riuscita ad uscire dal giardino pubblico precipitandosi in strada, dove ha chiesto aiuto ad alcuni passanti.
Sul posto sono giunti gli uomini della Polizia di Stato, immediatamente allertati dai cittadini.
La ragazza ancora molto scossa non è riuscita a fornire una descrizione dell’aggressore, ma gli agenti hanno avviato le indagini anche con il supporto delle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza della zona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Puglia 185 nuovi casi e 8 morti, calano i ricoveri
Incidenza sale al 2,6% ma gli ospedali continuano a svuotarsi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
09 giugno 2021
13:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Puglia sono stati registrati 6.996 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati rilevati 185 casi positivi, con una incidenza del 2,6% in aumento di un punto percentuale rispetto a ieri. Dei nuovi casi, 77 sono in provincia di Bari, 27 in provincia di Brindisi, 17 nella provincia BAT, 31 in provincia di Foggia, 20 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 4 casi di provincia di residenza non nota.
Sono stati registrati 8 decessi: 7 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.549.087 test.
228.669 sono i pazienti guariti. 16.518 sono i casi attualmente positivi e 357 i ricoverati, 15 in meno di ieri. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 251.757.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaca Crema: procuratore, rispettare punto vista genitori
Sottolineatura dopo le polemiche per l’avviso di garanzia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 giugno 2021
13:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bisogna tenere presente anche il punto di vista dei genitori del bambino tornato a casa “con una manina massacrata”: è quanto ha sottolineato il procuratore di Cremona Roberto Pellicano dopo le polemiche per l’avviso di garanzia ricevuto dalla sindaca di Crema Stefania Bonaldi, dopo che un bimbo si è schiacciato la mano in una porta tagliafuoco all’asilo. “Propongono querela – ha aggiunto – perché ipotizzano che non sia normale andare al nido e subire gravi lesioni; qualcuno potrebbe portarne la responsabilità.
E loro chiedono all’autorità giudiziaria di accertarlo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caporalato e turni di 14 ore al giorno, arresti a Firenze
Indagine settore pelli, ditte ‘apri e chiudi’ per evadere Fisco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
09 giugno 2021
14:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caporalato, bancarotta fraudolenta e frode fiscale i reati contestati in un’inchiesta di procura e guardia di finanza di Firenze che ha portato a eseguire quattro misure cautelari e sequestri di beni per mezzo milione di euro.
L’operazione, denominata Panamera, trae impulso da un’ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di quattro soggetti, emessa dal gip e relativa a un contesto in cui sono state rilevate accuse di sfruttamento illecito dei lavoratori, bancarotta fraudolenta, frode fiscale, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I lavoratori stranieri, tra cui cinesi, pakistani e bengalesi, venivano trasportati in capannoni a Campi Bisenzio (Firenze) e tenuti a lavorare su turni di 14 ore al giorno, con una retribuzione media di poco superiore ai 3 euro l’ora, senza riposo, e consumando sul posto pasti di fortuna preparati con cucine alimentate da bombole a gas. La procura di Firenze e la GdF lo hanno scoperto con indagini su una coppia di imprenditori cinesi nella lavorazione del pellame e nella produzione di borse, finiti agli arresti in carcere e nei cui confronti è stato disposto un sequestro per equivalente di beni per 522.883. Sottoposti a divieto di dimora altri due cinesi, familiari degli arrestati. I due imprenditori affidavano le lavorazioni a ditte di breve durata operativa e a loro riconducibili, le cui ‘casse’ venivano di volta in volta svuotate per non pagare i debiti con l’Erario (imposte), e sostituite da altre operanti negli stessi luoghi con stessi macchinari e forza lavoro. Sempre in base agli accertamenti, la società di capitali e le ditte individuali seguitesi nel tempo, tra il 2013 e il 2019 avrebbero maturato circa 589.000 euro di debiti erariali iscritti ed evaso imposte per 522.883 euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gestore Praja, con mascherina e distanziamento falliremo
Paradiso, all’aperto sarebbe una follia, ok Passaporto sanitario
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
09 giugno 2021
14:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono due pareri discordanti: uno dice che per entrare nei locali da ballo all’aperto sarà necessario il Passaporto sanitario, e per noi va benissimo; altre voci sostengono che al Passaporto sanitario vadano aggiunti la mascherina e il distanziamento, ma se così fosse sarebbe una follia, perché il distanziamento e l’uso della mascherina in un locale all’aperto è qualcosa di improponibile: qualora passasse questa linea saremo destinati a fallire tutti”.
Lo ha detto l’amministratore della discoteca Praja di Gallipoli, Pierpaolo Paradiso, parlando delle regole per la possibile riapertura dei locali da ballo a luglio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La ‘Pulcinella di mare’ torna nel Golfo di Taranto
Uccello marino con becco colorato, tipico dell’Oceano Atlantico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
09 giugno 2021
14:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I ricercatori della Jonian Dolphin Conservation hanno avvistato nel Mar Ionio Settentrionale, a circa otto miglia dalla costa di Taranto, un esemplare di ‘Pulcinella di Mare’, documentandone la presenza. Si tratta di un uccello marino bianco e nero con una testa relativamente grossa ed un inconfondibile grande becco colorato, specie tipica delle scogliere dell’Oceano Atlantico settentrionale, in particolare dei paesi del Nord Europa, come l’Islanda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’importanza dell’avvistamento è stata confermata dagli esperti ornitologi del Centro Studi de Romita, un importante istituto di ricerca scientifica che da quattro anni ha avviato con la Jonian Dolphin Conservation una collaborazione per il monitoraggio degli uccelli marini nel Golfo di Taranto, con particolare riguardo alle specie prevalentemente pelagiche. “Gli avvistamenti nel Mediterraneo del Pulcinella di Mare – ha spiegato l’ornitologo Cristiano Liuzzi – sono molto rari, quasi esclusivamente limitati al Mar Tirreno settentrionale: l’ultima segnalazione precedentemente registrata nel Golfo di Taranto risale addirittura alla fine dell’800”.
Roberto Carlucci, professore di Ecologia del Dipartimento di Biologia dell’Università di Bari, ha precisato che “l’analisi qualitativa e quantitativa della biodiversità, attraverso le campagne di monitoraggio scientifico della Jonian Dolphin Conservation, evidenzia ancora una volta l’importanza del Golfo di Taranto come habitat di numerose specie marine”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bus prende fuoco su lungomare Bari, nessun passeggero ferito
I quattro a bordo hanno visto fumo dal retro ed evacuato mezzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
09 giugno 2021
14:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un bus di linea dell’Amtab, l’azienda municipalizzata barese che gestisce il trasporto pubblico cittadino, ha preso fuoco questa mattina sul lungomare di Bari.
A quanto si apprende, a bordo del mezzo c’erano in quel momento tre passeggeri oltre all’autista.
I quattro, mentre il bus era ferma al semaforo all’altezza del teatro Margherita, si sono accorti del fumo che proveniva dal retro, forse causato da una perdita di gasolio, e prima che scoppiassero le fiamme all’interno si sono messi in salvo. Sul posto sono intervenuti, oltre ai vigili del fuoco per spegnere l’incendio e mettere in sicurezza la zona, agenti delle Volanti e della Polizia locale.
Dopo diverse ore, a rogo spento e quando ormai il mezzo si era raffreddato, si è proceduto a rimuovere la carcassa interamente distrutta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Fvg 25 casi su 6.137 test e tamponi,nessun decesso
In terapia intensiva 3 degenti, in altri reparti 23
A
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
09 giugno 2021
15:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.137 tra test e tamponi sono state riscontrate 25 positività al Covid 19, pari allo 0,40%. Nel dettaglio, il totale dei casi è stato rilevato dall’analisi di 4.560 tamponi (tra i quali rientrano 7 migranti individuati sul territorio di Gorizia) con una percentuale di positività dello 0,55%; nessun caso è invece emerso dai 1.577 test rapidi antigenici realizzati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella giornata odierna non si registrano decessi. I ricoveri nelle terapie intensive rimangono 3 mentre quelli negli altri reparti scendono a 23 (-6). Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.793, con la seguente suddivisione territoriale: 817 a Trieste, 2.008 a Udine, 675 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 93.148, i clinicamente guariti 5.645, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 4.645 (-20).
Dall’inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive al Covid complessivamente 107.257 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.284 a Trieste, 50.689 a Udine, 21.000 a Pordenone, 13.079 a Gorizia e 1.205 da fuori regione.
Per quanto riguarda il sistema sanitario regionale, oggi – segnala la Regione – è stata riscontrata la positività al coronavirus di un infermiere dell’Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: a Rieti torna lo Junior Open Day per 12-16enni
Sabato e domenica a ospedale de’ Lellis e a Passo Corese
C
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
15:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il successo ottenuto domenica scorsa, con la somministrazione di 204 dosi di vaccino ai giovanissimi di età tra i 12 e i 16 anni, torna sabato e domenica prossimi lo Junior Open Day della Asl di Rieti che per l’occasione raddoppia, proponendo la somministrazione del vaccino Pfizer presso l’Ospedale provinciale de’ Lellis e il Poliambulatorio di Passo Corese, in Sabina. Al de’ Lellis di Rieti sarà possibile vaccinare i giovani della fascia di età 12 anni (già compiuti) e 16 anni (nati 2009 – 2005) sabato 12 giugno dalle ore 13:00 alle ore 19:00 e domenica 13 giugno dalle ore 9:00 alle ore 19:00 (Area prelievi, ingresso Medicina Fisica e Riabilitativa, blocco 2, piano -1), fa sapere la Direzione Aziendale Asl Rieti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al Poliambulatorio Asl Rieti di Passo Corese invece, sarà possibile vaccinare i giovani della fascia di età 12 anni (già compiuti) e 16 anni (nati 2009 – 2005) sabato 12 giugno dalle ore 9:30 alle ore 16:30 e domenica 13 giugno dalle ore 9:00 alle ore 14:00 (via Giuseppe Garibaldi, n.17). Le prenotazioni, fino ad esaurimento della disponibilità, partiranno domani, giovedì 10 giugno, alle ore 18:00. Le prenotazioni dovranno necessariamente essere guidate da uno dei 2 genitori o da chi ne fa le veci, sul sito di prenotazione regionale nella apposita card dedicata. LE PRENOTAZIONI A QUESTO LINK. QUI MAGGIORI INFORMAZIONI

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: già 70 riabilitati in palestra Genova per i guariti
Toti, straordinaria collaborazione tra specialità mediche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
09 giugno 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono già una settantina i pazienti guariti dal covid passati dalla speciale palestra di riabilitazione post covid creata a Genova nel Palazzo della Salute Fiumara dell’azienda sanitaria genovese Asl. “Questa palestra di riabilitazione post covid è stata visitata anche da professionisti di altri Paesi è uno dei primi esempi in questo senso, direi di straordinaria collaborazione tra più specialità mediche per un recupero totale della malattia, quindi siamo già un passo oltre”, ha commentato il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti, che ha visitato la struttura questa mattina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La medicina del territorio abbiamo scoperto quanto è stata importante e utile e dobbiamo ripartire da qui – ha aggiunto -. Ripartire dalle Case della Salute che sono l’asse portante di quel recovery Plan di cui tanto si parla è la cosa più opportuna da fare”.
“Abbiamo cominciato questo tipo di attività con la fase ascendente della curva pandemica della prima ondata”, ha raccontato il responsabile della struttura Piero Clavario.
“Abbiamo cercato di organizzare un programma che fosse il più completo possibile – ha spiegato -. Chiamiamo i pazienti che sono transitati attraverso le strutture di Asl3 con un tampone positivo, facciamo una telefonata e cerchiamo di capire che tipo di covid hanno avuto, e di telefonate ne abbiamo fatte circa mille ai pazienti. Quelli che hanno avuto la polmonite sono stati ricoverati li chiamiamo per una valutazione e di queste valutazioni ne abbiamo fatte più di 250”, ha aggiunto Clavario.
“Dopo una serie di esami e visite specialistiche viene deciso per ciascuno il percorso più appropriato”. Per chi ha un calo della capacità dal giugno 2020 è operativa la palestra. “Di questi ne abbiamo visti 60-70 e una cinquantina li abbiamo già dimessi”. “Si recupera circa il 10% al mese, quindi tanto più si parte basso tanto che tempo ci vuole per recuperare. La buona notizia è che tutti con un po’ di tempo e un po’ di impegno ritornano a una condizione normale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ambasciatore ucciso,funzionario Pam indagato da Procura Roma
Accusato omesse cautele in relazione all’omicidio due italiani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
16:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è un primo indagato nell’indagine della Procura di Roma relativa alla morte dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, morti in Congo il 22 febbraio scorso. Si tratta di un funzionario del Programma alimentare mondiale (Pam) accusato di omesse cautele in relazione all’omicidio dei due italiani.

L’indagato, cittadino congolese, era il responsabile della sicurezza del convoglio sul quale viaggiavano Attanasio e Iacovacci. L’iscrizione, effettuata dal procuratore Michele Prestipino e del sostituto Sergio Colaiocco, è avvenuta dopo l’audizione del funzionario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Willy: domani al via processo al branco di Colleferro
I genitori della vittima:”alla sbarra mondo della sopraffazione”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 giugno 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al via domani a Frosinone il processo al “branco” che nel settembre scorso pestò a morte Willy Monteiro Duarte, davanti ad un locale di Colleferro. In una aula chiusa al pubblico per l’emergenza Covid, compariranno davanti ai giudici della Corte d’Assise gli imputati Marco e Gabriele Bianchi, Mario Pincarelli, Francesco Belleggia.
Dei quattro, accusati dalla procura di Velletri di omicidio volontario aggravato dai futili motivi, il solo Belleggia sarà presente in aula mentre gli altri si collegheranno in videoconferenza dal carcere dove sono detenuti.
Domani il procedimento si limiterà ad affrontare le questioni preliminari e in particolare le costituzioni di parte civile. Ad avanzare istanza, tra gli altri, anche i comuni di Colleferro, Paliano e Artena. “Questo processo metterà di fronte due mondi”, spiega l’avvocato Domenico Marzi, legale dei genitori di Willy.
“Un mondo di un giovane sano, che lavorava già da due anni rispettando le regole e le leggi e un mondo fatto di violenza, sopraffazione e popolato da chi vive fuori dalla legge e che ha compiuto un delitto tremendo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaci Liguria, stop cantieri o li bloccheremo
Comuni pronti a usare ordinanze per fermarli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
09 giugno 2021
16:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per scongiurare il default di una economia in lenta ripartenza”, i sindaci e i presidenti delle Province della Liguria “chiedono la sospensione immediata di tutti i cantieri” aperti sulle autostrade “almeno fino alla prima settimana di novembre”. Altrimenti, spiegano, “emetteremo una sequela di ordinanze che bloccherà i cantieri e costringerà tutti ad assumersi la responsabilità di modificare dei calendari-lavori non compatibili né sostenibili con l’esigenza di rilancio dei nostri territori”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione è stata annunciata dopo una riunione dell’Ufficio di presidenza dell’Anci.
Da oltre un anno, dopo che ci fu un crollo in una galleria e furono riscontrati problemi ai viadotti, la rete delle autostrade liguri è costellata di cantieri per lavori di manutenzione che provocano gravi disagi al traffico, con code e ritardi di ore sui principali tratti, in particolare nel nodo di Genova. Da mesi si susseguono riunioni tra Aspi, ministero dei Trasporti e Regione Liguria per fissare date di apertura e chiusura dei cantieri compatibili con il traffico, ma, ad eccezione dei fine settimana, senza riscontri positivi. Una tregua si è avuta nei primi giorni di giugno con la sospensione di quasi tutti i cantieri in concomitanza con il ponte per la festa della Repubblica. Ora i cantieri hanno riaperto e il traffico è di nuovo in tilt. “Le chiusure, sia improvvise che programmate mettono in difficoltà un territorio che ha voglia di rimettersi in gioco accogliendo degnamente i turisti” affermano i sindaci. “Il problema è che nessuno vuole prendersi le responsabilità delle chiusure – aggiungono -. Noi non siamo più disposti a sopportare i disagi e se né Autostrade né Anas capiscono le nostre esigenze le responsabilità ce le prenderemo noi”. “Sappiamo che abbiamo, purtroppo, una rete autostradale trascurata e una viabilità secondaria minata dal dissesto idrogeologico – continuano -. Ma se i cantieri sono stati sospesi nelle ultime settimane non si capisce perché non si possa prolungare l’interruzione anche nei mesi estivi. Se le manutenzioni sono, invece, necessarie per la sicurezza allora chiediamo che qualcuno si assuma la responsabilità di certificarne l’indispensabilità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lite tra impiegati Poste,addetto accoltella collega a Mestre
L’aggressore è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 giugno 2021
17:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una lite tra colleghi delle Poste sfocia in un accoltellamento: è accaduto oggi a Mestre. La vittima è un 37enne addetto alla lavorazione della corrispondenza, raggiunto da due coltellate al collo e altrettante all’addome, mentre l’aggressore, 62 anni, è stato bloccato e arrestato dalla Polizia con l’accusa di tentato omicidio aggravato.

All’origine della vicenda vi sarebbero delle questioni lavorative. Improvvisamente durante una discussione il 62enne ha afferrato il coltello che portava nel marsupio e ha sferrato quattro colpi in rapida successione. Il personale di Poste Italiane presente nei locali, richiamato dalle urla del ferito, lo ha soccorso e affidato alle cure dei sanitari. L’uomo è stato ricoverato in ospedale. L’aggressore, tornato tranquillamente alla propria postazione di lavoro, è stato arrestato dalla Polizia Postale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio anticipa chiusura hub, stop ad agosto
D’Amato, entro l’8 raggiunta prima fase immunizzazione di massa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 giugno 2021
17:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nuovo obiettivo campagna vaccinale: entro 8 agosto raggiunta prima fase immunizzazione di massa e inizia chiusura degli hub. Sara’ mantenuta in piedi la rete vaccinale dei medici di medicina generale, dei pediatri e delle farmacie”.
E’ quanto afferma l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, -8 ricoveri (90) e nessun decesso in 24ore
Pronto soccorso sono Covid-free. Positivi ‘isolati’ 3.035 (-111)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
09 giugno 2021
17:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ricoveri in diminuzione (-8; 90) e nessun decesso correlato al Covid-19 nelle Marche nell’ultima giornata (resta 3.024 il bilancio delle vittime). Lo comunica il Servizi Sanità della Regione.
Buone notizie sul fronte delle Terapie intensive dove i degenti scendono a 11 (-4) e Semintensive (28; -3); un paziente in meno nei reparti non intensivi (51). Intanto gli ospiti di strutture territoriali scendono a 65 (-5) e i pronto soccorso sono ora Covid free (zero assistiti). Sono 14 le persone dimesse in 24ore. In diminuzione il numero dei positivi in isolamento domiciliare (3.035; -111) e delle quarantene per contatto con contagiati (-213). Il totale dei positivi (isolati più ricoverati) scende a 3.125 (-111) mentre i guariti/dimessi sono ora 97.106 (+201).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operazione Pangea in 55 paesi, sequestrati farmaci e chiusi siti online
L’attività di controllo si è focalizzata in modo particolare sui farmaci correlati alla cura del Covid-19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operazione Interpol contro la commercializzazione di farmaci e dispositivi medici illegali o falsificati venduti online. La XIV edizione dell’operazione Pangea, è svolta dal 18 al 25 maggio scorsi e ha portato, a livello globale, alla chiusura di 113.000 siti internet illegali, all’arresto di un considerevole numero di persone coinvolte nel traffico di medicinali potenzialmente dannosi per la salute e al sequestro di 9.089.549 farmaci/dispositivi medici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’operazione ha consentito di individuare trend emergenti, come le spedizioni illegali di farmaci provenienti da Singapore, e le spedizioni di farmaci di medicina tradizionale cinese utilizzati per la cura del Covid-19, presumibilmente destinati alle comunità asiatiche residenti in Italia. Nell’Operazione Pangea, l’attività di controllo si è focalizzata in modo particolare sui farmaci correlati alla cura del Covid-19, “consentendo – si legge in una nota dell’Aifa – di individuare e bloccare medicinali che non rappresentano una reale cura per i pazienti affetti dal virus e li espongono invece a seri rischi per la propria salute”. Nel corso della week of action circa 30.000 unità di farmaci illegali e falsificati, per un valore stimato di circa 100.000 euro.
L’operazione Interpol è stata coordinata per l’Italia dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale di Polizia Criminale. Le attività di controllo sono state effettuate presso i maggiori hub aeroportuali dei Corrieri Espresso e delle Poste. Negli hub sono state condotte verifiche congiunte da parte di “squadre miste” composte da personale di ADM e militari dei Nuclei dei Carabinieri Nas, coadiuvati dall’Ufficio Investigazioni della Direzione Antifrode ADM e dal Nucleo Carabinieri-Nas Aifa, con il supporto dell’Agenzia Italiana del Farmaco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Musica, danza e l’ Amazzonia di Salgado. L’estate di S. Cecilia
brani per la Foresta e le foto del maestro l’evento di stagione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
18:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Concerti diretti da Antonio Pappano nella Cavea dell’ Auditorium e poi in Italia e all’ estero, grandi maestri e solisti, danza, arte e, soprattutto, il mix tra la musica di Villa Llobos e l’ Amazzonia raccontata dall’ occhio straordinario di Sebastião Salgado. Promette grandi emozioni dal 6 luglio al 29 settembre il cartellone estivo di S. Cecilia presentato dal Sovrintendente Michele dall’ Ongaro. Il primo dei sei concerti al Parco della Musica, il 6 luglio, è un omaggio a Igor Stravinsky, a 50 anni dalla morte. Nei panni del compositore, Vladimir Derevianko, primo ballerino del Bolshoi.
Con lui un cast internazionale di ballerini e musicisti. Il 15 luglio Pappano dirigerà la Sinfonia dal “Nabucco” di Verdi, la Settima di Beethoven, e il Concerto per violino e orchestra di Čajkovskij, solista il russo Ilya Gringolts. Il 22 luglio la prima assoluta i Suoni dell’Amazzonia. Sul podio la direttrice italo-brasiliana Simone Menezez con brani di Heitor Villa-Llobos e di Philip Glass, concerto multimediale con la proiezione di 250 scatti scelti dal lavoro condotto per sette anni nella grande foresta da Salgado, che poi saranno dal 1 ottobre prossimo al 13 febbraio 2022 al Maxxi nella mostra Amazzonia, prodotta dal museo. ‘Spero che il concerto e la mostra – ha detto l’ artista – permettano lo sviluppo di una coscienza sui problemi dell’ Amazzonia, che il governo attuale sta alimentando ma che sono vecchi di 40 anni”. ”A Gershwin night”, il 29 luglio vedrà il ritorno a S. Cecilia di Wayne Marshall, anche pianista, per l’esecuzione di Rhapsody in Blue e di Porgy and Bess. I canti che hanno fatto l’ Italia raccontati da Corrado Augias il 6 agosto saranno interpretati da una formazione di circa 250 musicisti diretti da Carlo Rizzari. Il 29 settembre omaggio ad Astor Piazzolla con Richard Galliano per l’ esecuzione dei brani più celebri del compositore argentino e la prima mondiale nella versione per orchestra di Les chemins noirs (I sentieri cupi), oratorio con musica originale di Richard Galliano su libretto di Francine Couturier.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Lombardia in calo i ricoveri, 10 decessi
322 nuovi casi con tasso di positività in leggero calo allo 0,7%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 giugno 2021
18:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con 43.271 tamponi effettuati, sono 322 i nuovi casi in Lombardia con il tasso di positività in leggero calo allo 0.7% (ieri 0.8%). Diminuiscono sia i ricoveri in terapia intensiva (-2, 143) che quelli negli altri reparti (-63, 754).
I decessi sono 10 per un totale complessivo di 33.696 morti in regione dall’inizio della pandemia.
Per quanto riguarda le province, sono 72 i casi nella città metropolitana di Milano, di cui 44 a Milano città, 52 a Brescia, 26 a Como, 25 a Pavia, 24 a Varese, 23 a Mantova, 22 a Bergamo, 21 a Monza e Brianza, 14 a Lecco, 13 a Sondrio, 11 a Cremona, 5 a Lodi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 2.199 positivi, 77 vittime
Eseguiti 218.738 test, tasso positività stabile all’1%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 giugno 2021
18:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 2.199 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.896.
Sono invece 77 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 102. In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.237.790, i morti 126.767. I dimessi ed i guariti sono invece 3.936.088, con un incremento di 8.912 rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi scendono a 174.935, in calo di 6.791 nelle ultime 24 ore.
Sono 218.738 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri erano stati 220.917. Il tasso di positività al Covid è all’1%, stabile rispetto allo 0,8% di ieri. Sono 661 (688) i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, con un calo di 27 rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 24 (ieri erano stati 17). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.382 (4.685), in calo di 303 unità rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: seconda dose Astrazeneca per Reinhold Messner
Con lui alla Fiera di Bolzano anche il sindaco Caramaschi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
09 giugno 2021
18:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Reinhold Messner ha ricevuto all’hub di Bolzano la seconda dose Astrazeneca. Il suo ‘compagno di cordata’ alla Fiera è stato il sindaco del capoluogo altoatesino Renzo Caramaschi.
I due si sono scambiati alcune parole, oltre a complimentarsi con tutto il personale e gli operatori impegnati nel polo vaccinale della Fiera per un servizio che “funziona in maniera rapida, professionale e funzionale”.
Caramaschi ha voluto nuovamente lanciare un appello alla cittadinanza a procedere il più celermente possibile con la vaccinazione prenotando l’appuntamento con il vaccino, secondo quanto indicato dall’Asl. “La vaccinazione serve per mantenersi in salute e poter tornare il prima possibile ad una piena normalità. I bolzanini – ha aggiunto Caramaschi – stanno rispondendo bene, con percentuali di adesione che sono più alte rispetto al resto del territorio provinciale. Se vogliamo procedere e progredire, dobbiamo vaccinarci. Ci servirà a riprenderci quella normalità che per oltre un anno ci è stata sequestrata e negata”. Dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino il sindaco è tornato al lavoro in municipio ed ha quindi partecipato in serata al Consiglio comunale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: inattendibile collaborazione Grande Aracri
Depositata relazione magistrati Dda, sospetto disegno criminoso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
09 giugno 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La collaborazione del boss della ‘ndrangheta Nicolino Grande Aracri è inattendibile. Lo sostengono gli stessi magistrati della Dda di Catanzaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Le dichiarazioni del Grande Aracri Nicolino risultano prive di sviluppo investigativo ed anzi, le stesse, devono essere riferite ad una fonte di prova dichiarativa non credibile” scrivono nella relazione depositata nell’ambito di un procedimento in corso davanti al gip sulla richiesta di revoca della sentenza di non luogo a procedere nei confronti di Domenico Grande Aracri e firmata dal procuratore Nicola Gratteri,dall’aggiunto Vincenzo Capomolla e dai pm Domenico Guarascio e Paolo Sirleo.
Le dichiarazioni da Nicolino Grande Aracri non solo sono inattendibili ma i pm sospettano anche che dietro ci possa essere stato un disegno criminoso. Sono gli stessi magistrati a scriverlo nella relazione. “Nel tempestivo ambito di valutazione delle dichiarazioni del detenuto – sostengono i magistrati – l’Ufficio scrivente perveniva a conclusivo giudizio di inattendibilità (rectius non credibilità) del dichiarante, con il sospetto peraltro che l’intento collaborativo celasse un vero e proprio disegno criminoso”.
Durante i primi interrogatori, sono stati presi in esame alcuni casi di omicidio. “… lei non è il picciotto, lo sgarrista, che può non sapere certe dinamiche omicidiarie in maniera approfondita” gli fa presente il pm Guarascio mentre Gratteri, rivolgendosi al boss gli dice: “Grande Aracri, qua non possiamo andare avanti su ogni episodio, su ogni episodio stiamo facendo un processo. Noi, quando un killer, un estorsore, un usuraio, diventa collaboratore di giustizia, si mette a parlare per una settimana e con tremila dettagli…”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Indagato e interrogato a 10 anni da Cc, ‘cercavo il pallone’
Procura: ‘Strumento di difesa, pg formata per trattare minori’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
09 giugno 2021
18:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due ragazzini di 10 e 12 anni sono stati sottoposti a formale interrogatorio in caserma, per essere entrati in un immobile disabitato dove, avrebbe spiegato il più piccolo, era finito il pallone con cui stava giocando. E’ successo in provincia di Rimini e i due sono stati destinatari di un invito a comparire della Procura per i minorenni (pm Simone Purgato), dopo la querela del proprietario della casa, accusati di invasione di edifici in concorso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono stato molto sorpreso da questa convocazione di fronte ai carabinieri”, ha detto l’avvocato Alfonso Marra, che li assiste. Il fatto contestato risale a fine aprile. Il più grande, ha riferito il legale, ha spiegato che non era presente, mentre l’altro ha detto di essere entrato da una finestra aperta, per prendere un pallone. Un vicino li ha visti e, forse pensando si trattasse di ladri, ha avvisato il proprietario, che li ha denunciati.
“Sono rimasti traumatizzati e impauriti da questa vicenda. Il più piccolo, che fa la quarta elementare, pur consapevole di aver fatto una marachella, tutto si aspettava tranne che questa convocazione di fronte ai carabinieri, che ci tengo a dire sono stati squisiti, hanno avuto una grande sensibilità, lo hanno rassicurato quando si è messo a piangere”, ha aggiunto il legale.
“Il collega – ha spiegato il procuratore per i minorenni Silvia Marzocchi, interpellata sul caso – mi ha riferito che si trattava di un brutto fatto di invasione con atti vandalici, che l’interrogatorio serviva per raccogliere elementi su altri correi, e per far comprendere la gravità del fatto. Segnalo che l’interrogatorio è prima di tutto uno strumento di difesa, che c’è la possibilità di non presentarsi e che la polizia giudiziaria è formata per trattare con i minori. Segnalo anche che la Cassazione impone le indagini anche nei confronti dei non imputabili, che hanno diritto a proscioglimenti nel merito anziché la dichiarazione di non imputabilità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: proteste a Cagliari e Sassari, basta classi pollaio
Sindacati e prof in piazza anche per stabilizzazioni precari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
09 giugno 2021
18:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stabilizzazione di tutti i precari abilitati, specializzati o con 3 anni di servizio. Ma anche dei direttori di servizi generali e amministrativi facenti funzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In piazza, poi, per chiedere il superamento dei blocchi sulla mobilità, il rafforzamento degli organici del personale docente, educativo e Ata a partire dalla conferma dell’organico Covid e di consentire la partecipazione a un nuovo concorso anche in caso di mancato superamento del precedente. Di particolare importanza per la Sardegna, inoltre, la richiesta di riduzione del numero massimo di alunni per classe.
Sono alcune delle motivazioni che questo pomeriggio hanno portato docenti e sindacati – la manifestazione è organizzata a livello nazionale da Cgil, Cisl, Uil, Snals e Anief – davanti al Consiglio regionale a Cagliari e in Piazza Italia a Sassari. “La riduzione del numero massimo di alunni per classe – spiega Maria Luisa Serra, segretaria regionale della Cisl scuola – è una battaglia da anni proposta e sostenuta dal nostro sindacato per le caratteristiche del territorio sardo, con la presenza di numerosi piccoli comuni dove difficilmente si raggiungono i numeri richiesti dalle norme ministeriali, per migliorare la didattica e per non costringere i bambini fin da piccoli a spostarsi, non sempre di pochi chilometri, per raggiungere la scuola”.
Con bandiere e interventi al megafono tutta la scuola sarda si è unita alle manifestazioni di protesta organizzate dai sindacati. In piazza anche i Cobas. “Per stabilizzare tutti i docenti precari dopo i tre anni di servizio e gli Ata dopo i due anni, oltre i limiti posti dal decreto – spiegano – per trasformare le graduatorie per le supplenze in graduatorie a scorrimento per passare di ruolo; per eliminare la previsione di qualsiasi vincolo per i docenti che entrano in ruolo e l’obbligo di fare a inizio settembre corsi di recupero gratuitamente; per bloccare, infine, l’approvazione dell’introduzione dell’obbligo di formazione in servizio gratuito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna zona verde Ue,domani responso
Numero tamponi giornalieri è sufficiente per target richiesto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
09 giugno 2021
18:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è attesa per il responso sull’ingresso della Sardegna nella zona verde europea: il centro Ue per la prevenzione e il controllo delle malattie caricherà domani, giovedì 10 giugno, i dati trasmessi dal Ministero della Salute. Possono entrare nell’area verde le Regioni che per 14 giorni registrano meno di 25 contagi ogni 100mila abitanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un requisito che noi abbiamo, quindi dovremmo essere dentro – spiega il commissario straordinario dell’Ats Massimo Temussi – ma attendiamo di conoscere la decisione anche alla luce delle condizioni di Aritzo e degli altri piccoli focolai nati nelle ultime settimane”.
Sul calo dei tamponi effettuati, Temussi rassicura: se ne stanno facendo meno, ma quanti bastano – il minimo consentito è 2.700 – per accedere alla zona verde europea. “In questo momento la Sardegna sta facendo meno test, ma solo perché da una settimana non eseguiamo più quelli ai passeggeri in ingresso in porti e aeroporti. Ne stiamo facendo di media 2.700, ovvero il numero richiesto per mantenere un livello di certificazione di Rt a livello zero”.
Intanto nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 37 nuovi casi e due decessi.
Complessivamente sono 56.937 le positività accertate nell’Isola dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.326.989 tamponi, con un incremento di 3.868 (tasso di positività 0,9%). Sono 94 (-6) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre resta invariato il numero (6) in terapia intensiva.
Per quanto riguarda la campagna vaccinale, questa mattina sono arrivate circa 86mila dosi del siero Pfizer. Attese inoltre, tra oggi e domani, 4mila dosi del vaccino Janssen.
Intanto ieri sono state somministrate 14.448 dosi. Ammonta a 1.018.670 il totale della vaccinazioni eseguiti dall’inizio della campagna per un totale, attualmente, di 1.180.120 dosi a disposizione. Ad oggi il 45% della popolazione sarda ha ricevuto almeno la prima dose e circa il 19% ha completato in ciclo.
Vaccinato quasi il 90% dei cittadini over 80, di cui circa l’80% ha completato l’intero ciclo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: Contrada, La Barbera ne sapeva meno di mia madre
“Tinebra? Mi chiesi come poteva condurre inchieste su stragi”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 giugno 2021
19:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Quando ho letto i nomi dei 25 funzionari del gruppo d’indagine sulle stragi Falcone e Borsellino ho pensato: come si fa ad affidare un’indagine sulla strage di via D’Amelio dove viene ucciso un procuratore aggiunto e 5 agenti della polizia di Stato a persone che non sanno nulla di mafia che non hanno un’esperienza lunga di lavoro della criminalità organizzata? L’ex capo della mobile palermitana che poi fu messo a capo di quel gruppo, Arnaldo La Barbera, sarà stato un ottimo funzionario di polizia ma di mafia ne sapeva meno di mia madre che quando l’andavo a trovare a Napoli mi diceva: qualche giorno mi devi spiegare questa mafia che sta in Sicilia”. Lo ha detto l’ex numero 2 del Sisde Bruno Contrada, per anni ai vertici degli uffici investigativi siciliani, sentito dalla commissione regionale Antimafia che indaga sui depistaggi delle indagini sulla strage di Via d’Amelio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“A Firenze o ad Arezzo o a Bergamo si può mandare a fare il capo della squadra mobile uno che non ha mai fatto polizia giudiziaria, che non ha esperienza di anni e anni di lavoro con i criminali mafiosi. Ma non in Sicilia” ha aggiunto.
“La mattina del 20 luglio ’92 – ha anche detto – mi telefonò Sergio Costa, genero del capo della polizia di allora, Vincenzo Parisi, che mi disse ‘Parisi desidera che lei prenda contatti con il procuratore di Caltanissetta Giovanni Tinebra per la strage di Borsellino’. E io in quel momento seppi che il procuratore di Caltanissetta si chiamava cosi. Ma dopo che lo incontrai mi chiesi : come fa Tinebra a condurre un’inchiesta così importante?”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cassazione conferma condanna dell’ex governatore Durnwalder
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
09 giugno 2021
20:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Cassazione ha confermato la condanna dell’ex governatore dell’Alto Adige Luis Durnwalder a due anni e sei mesi per peculato nell’ambito di un procedimento per la gestione dei cosiddetti fondi riservati. Durnwalder era accusato di avere utilizzato fondi pubblici per spese private.

Dopo una lunga battaglia processuale, la suprema corte ha ora confermato la sentenza della corte d’appello di Trento di due anni fa. Il legale di Durnwalder, l’avv. Gerhard Brandstaetter, ha annunciato ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.
La Svp ha espresso solidarietà all’ex governatore. “Non un centesimo è finito nella tasche di Luis Durnwalder che ha sempre agito per il bene dei cittadini”, afferma il segretario Svp Philipp Achammer.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ventenne denuncia violenza di gruppo,3 arresti e un indagato
Vicenda a Siena, quarto ragazzo coinvolto è un minorenne
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SIENA
09 giugno 2021
20:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre giovani, tutti maggiorenni, sono stati arrestati e messi ai domiciliari dalla squadra mobile di Siena in seguito alla denuncia di violenza sessuale di gruppo presentata da una ragazza di 20 anni. Arresti e perquisizioni sono stati fatti a Siena e in Sicilia.
Le misure cautelari sono scattate dopo accertamenti coordinati dalla procura che hanno portato a individuare quattro presunti responsabili. Il quarto è un 17enne che, invece, non è agli arresti. La violenza sarebbe avvenuta durante una festa privata nella città del Palio. La scorsa settimana la ventenne ha presentato la denuncia e per lei è stato attivato il protocollo ‘Codice Rosso’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 3 nuove zone rosse in Sicilia da venerdì fino al 17
Ad Aidone, Francofonte e Valledolmo. Proroga per Prizzi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
09 giugno 2021
20:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre nuove “zone rosse” in Sicilia.
Si tratta dei Comuni di Aidone (Enna), Francofonte (Siracusa) e Valledolmo (Palermo).
Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che avrà efficacia a partire da venerdì 11 giugno fino a giovedì 17 giugno compreso.
Il provvedimento si è reso necessario in seguito alle relazioni epidemiologiche delle Asp che hanno evidenziato un considerevole aumento di positivi al Covid, ed è stato assunto dopo aver informato i sindaci competenti. Con la stessa ordinanza, è stata disposta inoltre la proroga delle misure restrittive (sempre fino al 17 giugno) per Prizzi (Palermo).

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.