CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 95 minuti

Ultimo aggiornamento 15 Luglio, 2021, 23:16:24 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:55 DI LUNEDÌ 12 LUGLIO 2021

ALLE 23:16 DI GIOVEDÌ 15 LUGLIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Europei: a Milano 15 feriti in piazza
Bombe carta,dita amputate e altre gravi lesioni per tre ventenni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 luglio 2021
09:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata un’esplosione di gioia, ma anche di follia, a Milano, quella che ha caratterizzato la notte dei festeggiamenti per la vittoria agli Europei, con 15 feriti soccorsi, di cui tre gravi, in piazza del Duomo, dove si sono riversati migliaia di tifosi da pochi minuti dopo la mezzanotte a circa l’una.
In particolare un 21enne di origine straniera è stato ricoverato in codice rosso al Policlinico per una ferita penetrante all’addome dovuta all’esplosione di una potente bomba carta; un 22enne è stato portato, sempre in rosso, all’ospedale Niguarda, per una ferita penetrante dovuta, pare, a una transenna (non si capisce se gettata contro di lui); un altro 21enne ha invece subito in ospedale l’amputazione di tre dita di una mano per l’esplosione di una bomba carta.

Nel corso della nottata sono stati segnalati assalti ai mezzi pubblici, soprattutto ai tram, sui quali molti tifosi sono saliti, cestini dell’immondizia incendiati, tuffi nei Navigli e in Darsena, e anche una rapina a due persone che stavano festeggiando in auto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata un’esplosione di gioia, ma anche di follia, a Milano, quella che ha caratterizzato la notte dei festeggiamenti per la vittoria agli Europei, con 15 feriti soccorsi, di cui tre gravi, in piazza del Duomo, dove si sono riversati migliaia di tifosi da pochi minuti dopo la mezzanotte a circa l’una. In particolare un 21enne di origine straniera è stato ricoverato in codice rosso al Policlinico per una ferita penetrante all’addome dovuta all’esplosione di una potente bomba carta; un 22enne è stato portato, sempre in rosso, all’ospedale Niguarda, per una ferita penetrante dovuta, pare, a una transenna (non si capisce se gettata contro di lui); un altro 21enne ha invece subito in ospedale l’amputazione di tre dita di una mano per l’esplosione di una bomba carta.
Nel corso della nottata sono stati segnalati assalti ai mezzi pubblici, soprattutto ai tram, sui quali molti tifosi sono saliti, cestini dell’immondizia incendiati, tuffi nei Navigli e in Darsena, e anche una rapina a due persone che stavano festeggiando in auto.
A Venezia un corpo che galleggiava in acqua è stato ritrovato la scorsa notte, in un rio vicino a Campo San Polo. Il cadavere, non ancora identificato, è di un uomo, apparentemente di mezza età, che indossava un costume da bagno. Sul posto sono intervenuti il personale sanitario e gli agenti delle Volanti lagunari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il corpo non presentava segni di violenza, e sarà disposta l’autopsia per capire le cause del decesso. Non si esclude che possano essere collegate ai festeggiamenti per la vittoria italiana agli Europei di calcio.
Un vasto incendio è divampato dopo la mezzanotte nella collina di Biscollai, a Nuoro, con le fiamme alte che hanno anche minacciato le abitazioni. Un rogo che è stato innescato da un bengala lanciato durante i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia sull’Inghilterra. Imponente il dispiegamento di mezzi e uomini dei Vigili del Fuoco arrivati sul posto con quattro squadre, autobotte e mezzi fuoristrada, e del Corpo forestale della Regione Sardegna. Dopo cinque ore di lavoro, alle prime luci dell’alba, l’incendio è stato spento dai pompieri, che hanno lavorato in stretto raccordo con la Prefettura di Nuoro. Non si sono registrati danni alle abitazioni né ai residenti.
Migliaia di persone hanno festeggiato anche a Genova. I festeggiamenti si sono protratti fino all’alba e svariate sono state le chiamate ai centralini del 112 per assembramenti senza mascherina, schiamazzi, sparo di botti e fuochi artificiali anche nei vicoli. Al pronto soccorso dell’ospedale San Martino sono andati in 9: 6 per incidenti e traumi, tutti con prognosi dai 7 ai 30 giorni. Un ragazzo minorenne ha avuto il naso fratturato (30 giorni prognosi) per una aggressione e due ragazzini sono stati assistiti perché completamente ubriachi. All’ospedale Galliera sono finiti in sei: anche in questo caso tre adolescenti ubriachi e due ragazzi con politraumi leggeri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Corpo in acqua a Venezia, forse morto durante festeggiamenti
Cadavere di uomo di mezza età, era in costume e senza documenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
12 luglio 2021
11:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un corpo che galleggiava in acqua è stato ritrovato la scorsa notte a Venezia, in un rio vicino a Campo San Polo. Il cadavere, non ancora identificato, è di un uomo, apparentemente di mezza età, che indossava un costume da bagno.

Sul posto sono intervenuti il personale sanitario e gli agenti delle Volanti lagunari. Il corpo non presentava segni di violenza, e sarà disposta l’autopsia per capire le cause del decesso. Non si esclude che possano essere collegate ai festeggiamenti per la vittoria italiana agli Europei di calcio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: ReiThera, risposta anticorpi 93% dopo prima dose
A 99% con la seconda. Ben tollerato e niente eventi avversi seri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
11:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il vaccino ReiThera funziona. Già tre settimane dopo la prima dose si osserva una risposta anticorpale contro la proteina Spike in oltre il 93% dei volontari, e si raggiunge il 99% dopo la seconda somministrazione.
A cinque settimane dalla prima vaccinazione il livello degli anticorpi che legano la proteina Spike e che neutralizzano il virus, è comparabile a quello misurato in un gruppo di riferimento di pazienti convalescenti dall’infezione COVID-19. E’ quanto annuncia la società biotech con sede a Castel Romano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: contento per le vittorie di Italia e Argentina
Per Francesco “è importante accettare qualsiasi risultato”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
12 luglio 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco, ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, ha gioito per la vittoria dell’Italia agli Europei e dell’Argentina nella Coppa America di calcio. “Nel condividere la gioia per la vittoria della nazionale argentina e di quella italiana con le persone che gli sono vicine, Sua Santità – riferisce il portavoce Matteo Bruni – si è soffermato sul significato dello sport e dei suoi valori, e su quella capacità sportiva di saper accettare qualsiasi risultato, anche la sconfitta: ‘solo così – ha detto il pontefice -, davanti alle difficoltà della vita, ci si può sempre mettere in gioco, lottando senza arrendersi, con speranza e fiducia'”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: Bruni, resta ricoverato ‘ancora qualche giorno’
Portavoce,’per ottimizzare terapia,fine decorso post operatorio’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
12 luglio 2021
13:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco, ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, “ha trascorso una giornata tranquilla ed ha completato il decorso post operatorio chirurgico. Al fine di ottimizzare al meglio la terapia medica e riabilitativa, il Santo Padre rimarrà ricoverato ancora qualche giorno”.
Lo ha riferito il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Black Widow subito al top, incassi +88%
Sul podio La notte del giudizio per sempre e A quiet place
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
13:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ un nuovo ingresso della classifica Cinetel ad occupare la vetta della top ten del weekend appena trascorso, che va dall’8 all’11 luglio. Si tratta di Black Widow, film di fantascienza-azione, uscito nelle sale italiane in 743 copie, diretto da Cate Shortland, con Scarlett Johansson e Florence Pugh, distribuito da Walt Disney Pictures, prodotto da Marvel Cinematic Universe: il film, che racconta cosa ha combinato la Vedova Nera tra Captain America-Civil War e Avengers- Infinity War, ha incassato 1.405.947 euro, 2.015.103 euro in 5 giorni di programmazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo posto per un’altra new entry, La notte del giudizio per sempre, horror-thriller diretto da Everardo Gout, quinto capitolo della saga “La notte del giudizio” che segna 194.815 euro. A quiet place scende dal primo al terzo posto con 63.981 euro (totali in tre settimane 764.206 euro). Scivola dal secondo al quarto gradino della classifica Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga con 57.527 euro (totali 240.278 euro).
Nuovo ingresso in quinta posizione, con The book of vision, regia di Carlo Hintermann, film drammatico che ha ottenuto 3 candidature ai Nastri d’Argento, 1 candidatura a David di Donatello, che raccoglie 51.752 euro. Ultima new entry della top ten Godzilla vs Kong, in sesta posizione, che ottiene 46.287 euro.
L’incasso del weekend è di 2.153.317 euro, +88% rispetto al precedente fine settimana che aveva segnato 1.144.972 euro.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Europei: bengala durante festa provoca incendio a Nuoro
Momenti di paura nella notte per le fiamme vicino alle case
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
12 luglio 2021
13:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un vasto incendio è divampato dopo la mezzanotte nella collina di Biscollai, a Nuoro, con le fiamme alte che hanno anche minacciato le abitazioni. Un rogo che è stato innescata da un bengala lanciato durante i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia sull’Inghilterra che ha regalato agli Azzurri dopo 53 anni il titolo di campioni d’Europa.

Imponente il dispiegamento di mezzi e uomini dei Vigili del Fuoco arrivati sul posto con quattro squadre, autobotte e mezzi fuoristrada, e del Corpo forestale della Regione Sardegna.
Dopo cinque ore di lavoro, alle prime luci dell’alba, l’incendio è stato spento dai pompieri, che hanno lavorato in stretto raccordo con la Prefettura di Nuoro.
Non si sono registrati danni alle abitazioni né ai residenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco resta ricoverato ‘ancora qualche giorno’
Portavoce,’per ottimizzare terapia, fine decorso post operatorio’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
13 luglio 2021
09:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco, ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, “ha trascorso una giornata tranquilla ed ha completato il decorso post operatorio chirurgico. Al fine di ottimizzare al meglio la terapia medica e riabilitativa, il Santo Padre rimarrà ricoverato ancora qualche giorno”.
Lo ha riferito il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes: Scamarcio, ‘troppi’ applausi volevo vedere l’Italia
Moretti, ho perso la partita ma ho gioito dopo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
12 luglio 2021
14:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La premiere di Tre Piani di Nanni Moretti al festival di Cannes ha coinciso con la finale degli europei di calcio, nello stesso giorno in cui l’Italia disputava a Wimbledon anche la finale di tennis con Matteo Berrettini.
Undici minuti di applausi ci sono stati al termine della proiezione ufficiale al Grand Theatre Lumiere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti felici meno uno, sia detto con ironia, “non finivano mai, erano interminabili, io invece non vedevo l’ora di uscire e scappare a vedere la partita”, dice con sincerità Riccardo Scamarcio, ‘sfidando’ Moretti e il suo rigore professionale. Ieri sera è stato avvistato che correva letteralmente sulla Croisette con la compagna inglese Angharad Wood, tenendo in mano i sandali di lei per fare prima. “Sono molto contento – risponde il regista ad una domanda sul match – purtroppo io non ho potuto seguire ero alla cena ufficiale”.
L’appuntamento dopo la proiezione, finita intorno alle 21.30 era al Five Seas Hotel con cena e festa a seguire. Alcuni hanno disertato, come l’ad di Rai Cinema Paolo Del Brocco ‘bacchettato’ da Moretti, altri sono arrivati a coppa vinta, altri ancora come Margherita Buy intenta a guardare sul telefonino le fasi finali. “Nel pomeriggio – dice l’attrice, al quarto film di seguito con Moretti che l’ha definita la Meryl Streep italiana – ho seguito Berrettini, sono una grande appassionata di tennis, ma certo anche dell’Italia, abbiamo guardato i rigori sul telefonino, e poi fatto festa”. Anche Cannes ha festeggiato l’Italia con cori e caroselli di auto fino a notte inoltrata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Variety, film su Lady Diana in anteprima mondiale a Venezia
Spencer di Pablo Larrain con Kristen Stewart
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
15:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Spencer,” l’attesissimo film di Pablo Larrain con Kristen Stewart nei panni di Lady Diana, sarà in concorso in anteprima mondiale alla Mostra del cinema di Venezia (1-11 settembre). Lo anticipa Variety.
Scritto da Steven Knight (autore di “Peaky Blinders”), il film racconta il decisivo weekend dei primi anni ’90 quando Diana decise di separarsi dal principe Carlo. Fu durante le vacanze di Natale con la Royal Family riunita a Sandringham in Norfolk, quando decise di dire basta ad un matrimonio che la faceva soffrire. Carlo d’Inghilterra è interpretato da Jack Farthing, mentre il cast include Timothy Spall, Sally Hawkins e Sean Harris. Nel 2022 ricorre il 25/o anniversario della morte di Diana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: vescovi Scozia, verrà a Glasgow per Cop26 a novembre
Portavoce conferenza episcopale, ‘Sarà una visita breve’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
15:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I vescovi cattolici scozzesi “hanno accolto con favore la prospettiva di un incontro con Papa Francesco durante la conferenza Cop26, l’appuntamento Onu sui cambiamenti climatici, a Glasgow a novembre”. Lo afferma la Conferenza episcopale scozzese inviando gli auguri di pronta guarigione al Pontefice.

Il portavoce dei vescovi, in una nota, aggiunge: “Il Papa sarà in Scozia per un tempo molto breve, la maggior parte del quale sarà speso nella partecipazione alla Conferenza Cop26.
Anche se desidereremmo molti incontri pastorali, ecumenici e interreligiosi mentre lui è con noi, i limiti di tempo, purtroppo, dicono che un programma così completo non sarà possibile”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Belen mamma bis, è nata Luna Marì
Dal compagno Antonino Spinabese. Primo figlio da ex De Martino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
15:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Belén Rodríguez mamma bis: è nata Luna Marì. La showgirl ha dato alla luce la figlia avuta dal compagno Antonino Spinalbese, che ha dato l’annuncio sui social della nascita.
La conduttrice è già mamma di Santiago, primogenito avuto dall’ex marito Stefano De Martino.
Tanti i commenti dei fan e follower, tra questi c’è chi fa notare: “Sei nata nella notte dei campioni”. Il compagno della showgirl, nel dare la lieta notizia, ha postato una foto del piedino della neonata con la frase: “Ti conquisterò ogni singolo attimo, perché hai il profumo di felicità”.
Nel corso della gravidanza Belen aveva reso partecipi i suoi follower su Instagram (10 milioni) mostrando la sua pancia man mano che cresceva e filmando anche il momento delle ecografie di controllo della piccola Luna Marì, condividendo la grande gioia per la futura nascita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: temporali al Nord, allerta arancione in Lombardia
Allerta meteo Protezione civile, dal pomeriggio perturbazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
16:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dal pomeriggio di oggi l’arrivo di una perturbazione atlantica porterà temporali su Piemonte e Valle d’Aosta, in estensione dalla notte a Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Toscana. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Così un’allerta meteo della Protezione civile.
Valutata per domani allerta arancione per rischio temporali su gran parte della Lombardia, e allerta gialla in Valle d’Aosta, Piemonte, nei restanti settori della Lombardia, in Veneto, Emilia-Romagna, Toscana e parte dell’Umbria.   VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Salute: Emergency, per tribunale cure a europei senza Ssn
Condannati Ats e Niguarda Milano. Caso romena operata al cuore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 luglio 2021
16:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bisogna riconoscere il diritto alle cure essenziali indipendentemente dalla situazione amministrativa ed economica dell’assistito. E’ questo, in sintesi, il principio espresso dal Tribunale di Milano che ha condannato – rende noto l’ associazione Emergency che ha patrocinato il caso – nei giorni scorsi l’Agenzia di tutela della salute di Milano e l’ospedale Niguarda a garantire l’accesso completamente gratuito alle cure essenziali di una cittadina romena di 53 anni in stato di bisogno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ats Milano “deve – sottolinea Emergency – farsi carico di tutte le prestazioni sanitarie essenziali anche dei cittadini europei privi di residenza e dei requisiti per l’iscrizione al Servizio sanitario nazionale”. Nel 2015 alla donna “era stata impiantata una protesi mitralica meccanica in sostituzione di una precedente protesi biologica, ma da allora non ha potuto eseguire alcun controllo cardiologico perché non poteva pagare le visite”.
A differenza di altre regioni italiane – denuncia Emergency – “la Regione Lombardia non riconosce il diritto alle cure essenziali ai cittadini europei non regolarmente soggiornanti, che sono costretti a sostenere per intero il costo delle terapie, pagando quindi di tasca propria visite ambulatoriali, ricoveri e farmaci, indipendentemente dal reddito”.
“Purtroppo, – spiega Emanuele Longo, medico dell’Ambulatorio mobile – il deterioramento di una protesi valvolare cardiaca, o una sua disfunzione, può causare un alto tasso di mortalità.
Inoltre, le terapie farmacologiche a cui è sottoposta la signora devono essere monitorate costantemente per evitare l’insorgere di complicanze, quali possibili emorragie nel caso della terapia anticoagulante orale. Per questa ragione, i controlli specialistici, quali le visite cardiologiche o l’ ecocardiografia o gli esami del sangue, dovrebbero essere periodici oppure il più precoci possibili, per identificare l’insorgenza di problemi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Futura, a Cannes un affresco dei giovani senza sogni
Marcello, Rohrwacher, Munzi per docu storico su era pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
12 luglio 2021
16:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chissà, chissà domani / Su che cosa metteremo le mani… la Futura di Lucio Dalla che guarda a quello che accadrà con timore ma anche speranza lascia il passo oggi ad altri sentimenti più cupi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rohrwacher, racconta l’Italia giovane di oggi, ragazzi di tutti i ceti e latitudini chiamati dai tre affermati cineasti a raccontare come vivono, cosa sperano, come si immaginano il futuro. “Aleggia l’idea di un mondo che sta per finire – ammette Rohrwacher – ci troviamo davanti al buio, loro portano la luce”. “Mi emoziona e mi fa piangere questo lavoro che abbiamo fatto – confessa Marcello – c’è una grande inquietudine, sembra un paradosso chiedere del futuro a questi ragazzi che ne sono stati derubati”.
Cominciato prima della pandemia e poi proseguito durante e dopo, il documentario mostra giovani tra i 15 e i 20 anni in tutta la difficoltà dell’oggi: “Vivono in un tempo complicato, si muovono in un presente difficile da acchiappare e la pandemia li ha resi ancora più fragili rispetto all’immaginario di quello che potranno vivere, costruire, come se ci fosse piuttosto una prossima fine del mondo, un concetto non nuovo ma che oggi con la pandemia sembra trovare ragioni più scientifiche”, prosegue Munzi. Non tanto la paura quanto “l’angoscia sembra il sentimento prevalente pur senza generalizzare, facce di giovani che non sanno bene come andranno a finire, che non hanno slanci.
Una gioventù più libera, meno condizionata delle generazioni precedenti come possono essere le nostre, più abituata – aggiunge Alice Rohrwacher, che prepara la sua prima serie tv ‘Ci sarà una volta’ – a comunicare se stessa con i social, a raccontarsi su Instagram, che a riflettere, esprimere opinioni”.
I tre registi, tutti genitori di figli adolescenti, hanno fatto pool per un lavoro collettivo con un’idea ben precisa: “Fare un affresco dei giovani di oggi e consegnarlo agli archivi, alla storia, un come eravamo da ricordare quando sarà il momento”.
Prodotto da Avventurosa e Rai Cinema, uscirà in sala e poi in tv.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Genovese, Riesame dispone il sequestro di 4,3 milioni
Accolto il ricorso del pm di Milano per reati fiscali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 luglio 2021
16:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale del Riesame di Milano ha accolto il ricorso della Procura su un sequestro per reati fiscali, che era stato bocciato dal gip, di 4,3 milioni di euro a carico dell’imprenditore del web Alberto Genovese, per il quale nei giorni scorsi i pm Rosaria Stagnaro e Paolo Filippini, con l’aggiunto Letizia Mannella, hanno anche chiuso le indagini per due casi di violenze sessuali tra Milano e Ibiza ai danni di due ragazze stordite con mix di droghe. Ora la difesa di Genovese potrà ricorrere in Cassazione contro la decisione del Riesame sul sequestro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo visita negata accoltella il chirurgo, è grave
In ospedale nel milanese, arrestato uomo di 75 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 luglio 2021
16:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 75 anni ha ferito con una coltellata alla coscia un chirurgo all’interno del Policlinico di San Donato Milanese (Milano), dove si era recato per una visita senza prenotazione che gli è stata negata. La lama, lunga 20 centimetri, è affondata nella coscia destra lesionandogli l’arteria femorale.
Le condizioni del ferito sono serie ma non sarebbe in pericolo di vita. Il 75enne, che ha precedenti per minaccia e ingiuria, è stato arrestato per tentato omicidio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Frana su albergo a Bolzano, verso messa in sicurezza pendio
Giunta comunale prende atto del progetto di fattibilità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
12 luglio 2021
17:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La giunta comunale di Bolzano ha preso atto del progetto di fattibilità tecnico-economica per la mitigazione del pericolo da caduta massi presso la località S.Maddalena redatto dall’ufficio geologia e prove materiali della Provincia autonoma. Lo scorso 5 gennaio una frana distrusse l’albergo Eberle, fortunatamente senza causare vittime, perché la struttura era chiusa causa pandemia.

Vi è da parte del Comune l’impegno a realizzare le opere necessarie a ridurre il pericolo di natura idrogeologica da frana gravante sulla passeggiata Sant’Osvaldo e sulle abitazioni di Santa Maddalena, opere che consentiranno anche di ridurre il grado di pericolo definito ai sensi del Piano delle zone di pericolo. L’attuale grado di pericolo elevato, infatti, non consentirebbe la ricostruzione dell’albergo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MATTARELLA AGLI AZZURRI: AVETE MERITATO DI VINCERE, AVETE RESO ONORE ALLO SPORT
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
17:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Paura per vasto incendio nell’Oristanese, evacuati 70 bimbi
Fiamme vicino a un campo scout e un camp estivo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
12 luglio 2021
17:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un devastante incendio divampato nella campagne di Abbasanta, nell’Oristanese, ha portato all’evacuazione di un camp estivo con 25 ragazzini e di un campo scout con altre 48 persone tra giovanissimi e personale, tutti soccorsi dalla Protezione civile e dal Corpo forestale e allontanati dalla zona.
L’incendio si è sviluppato in località Funta Cannas e a causa del vento e del caldo si è propagato verso un’area collinare.

Sul posto stanno operando al momento tre elicotteri della flotta regionale e due Canadair, più un terzo in arrivo da Ciampino, più le squadre a terra di Corpo forestale e vigili del fuoco “Tutti sono stati portati in salvo”, rassicura la sindaca di Abbasanta, Paola Carta.
Sono i pompieri che si stanno occupando di trasportare gli scout e il personale che si trovava nel campo al sicuro in un area di Abbasanta lontana dalle fiamme. Intanto Corpo forestale, Protezione civile e altre squadre dei vigili del fuoco stanno lavorando per arginare le fiamme.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 888 positivi, 13 vittime. Tasso sale a 1,21%
158 in rianimazione, ricoveri ordinari a +15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 luglio 2021
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 888 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.391.
Sono invece 13 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 7. I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia sono 73.571. Ieri erano stati 143.332. Il tasso di positività è dello 1,21%, in aumento rispetto allo 0,97% di ieri. Sono 158 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia: tre in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 4 (ieri erano stati 6). Ma i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari, seppure di poco, tornano a salire: sono 1.149, in aumento di 15 unità rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenze a minori disabili: sette misure cautelari
Operatori cooperativa di Varese accusati di continue vessazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VARESE
12 luglio 2021
19:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sette operatori di una cooperativa sociale per minori con gravi disabilità a Varese sono stati sottoposti a misura cautelare con accuse di maltrattamenti aggravati, a seguito di un’indagine dei carabinieri. A quanto emerso, gli ospiti venivano sottoposti a continue vessazioni e violenze, lasciati a se stessi senza controlli tanto da non accorgersi di ripetuti atti di autolesionismo da parte degli stessi minori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro degli operatori sottoposti al divieto di avvicinamento alle parti offese sono anche accusati di abbandono di persone minori o incapaci e lesioni personali colpose.
Insulti, strattoni, percosse e anche solitudine durante crisi dovute alla loro disabilita. È questo l’incubo in cui vivevano le loro giornate un gruppo di giovani disabili gravi, all’interno della cooperativa di Varese, struttura socio sanitaria diurna deputata alla loro cura, di cui sette operatori sono stati sottoposti a misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Varese. Le indagini dei carabinieri sono partire nel marzo scorso, quando i genitori di uno dei minori ospiti del centro ha sporto denuncia ai militari dopo aver notato un grande cambiamento nel loro figlio disabile. Filmati e intercettazioni sono riusciti a documentare ciò che succedeva all’interno del centro con “finalità educative e riabilitative di minori affetti da gravi disabilità”, una serie continua di maltrattamenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cantieri autostrade: altra giornata di caos su rete Liguria
Code per restringimenti, mezzi in avaria e incidenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
13 luglio 2021
10:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’altro giorno di caos sulle autostrade dlla Liguria a causa dei cantieri per la manutenzione e per incidenti sulla rete. La situazione peggiore in A12 Genova-Livorno dove si registrano sette chilometri di coda tra Recco e Chiavari per un veicolo in avaria, e altrettanti tra Lavagna e Rapallo.
In tilt in particolare il casello di Rapallo, dove anche le auto dirette a Genova sono rimaste ferme a causa del blocco del traffico in entrata verso Livorno nonostante il lavoro dei tecnici di Aspi per garantire una passaggio a senso unico alternato.
In A10 Genova-Savona sono sei i chilometri di coda tra Varazze e il bivio A10/Inizio Complanare Savona. In A7 Genova-Milano coda di quattro chilometri tra Genova Bolzaneto e Busalla. E, infine, in A26 (Genova-Alessandria) coda tra il bivio A26/A10 Genova-Ventimiglia e Masone per incidente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sub morto durante immersione a Cagliari, ipotesi malore
La tragedia ieri sera nelle acque del Poetto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 luglio 2021
10:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiamava Gabriele Ibba, il sub 20enne morto ieri sera durante una immersione nelle acque del Poetto di Cagliari. La Guardia costiera sta ancora lavorando per ricostruire dettagliatamente la tragedia.
L’ipotesi più avvalorata è che il ragazzo abbia avuto un malore mentre tentava di ritornare in superficie. Da quanto si apprende, ieri pomeriggio il ventenne era uscito insieme ad altri cinque amici per una gita in gommone. Poco prima di tornare a riva, hanno deciso di fermarsi per fare alcuni tuffi, fermando il gommone non troppo distante dal porticciolo turistico di Marina Piccola.
Il 20enne ha indossato la cintura con i pesi e le pinne e, dopo aver legato la sagola alla boetta di segnalazione, si è tuffato.
Gli amici, tornati in superficie hanno atteso pochi istanti e non vedendolo risalire hanno cercato di tirarlo su, ma inutilmente. Hanno subito fatto scattare l’allarme.
Sul posto è arrivata la Guardia costiera con due mezzi navali e l’elicottero e i sommozzatori dei vigili del fuoco. Sono proprio questi ultimi ad aver recuperato poco dopo le 22 il corpo del giovane. È possibile che il magistrato di turno affidi l’incarico per l’autopsia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: 100 soccorsi dalla Guardia costiera nella Locride
Erano su natante con motore in avaria.Condotti in porto Roccella
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROCCELLA JONICA
13 luglio 2021
10:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cento migranti sono stati soccorsi e trasportati la notte scorsa nel porto di Roccella Ionica da unità della guardia costiera. I migranti, tra i quali alcune donne di cui una incinta e diversi minori, erano a bordo di un vecchio peschereccio con i motori in avaria a circa 40 miglia dalla costa della Locride.
I militari della Guardia costiera li hanno trasbordati sulle proprie unità e condotti in porto.
Appena giunti a Roccella i migranti sono stati sottoposti al tampone molecolare e in seguito sistemati temporaneamente nel centro di primo soccorso di Roccella, struttura messa a disposizione dal Comune ionico.
Con l’arrivo della notte scorsa è salito a 12 il numero degli sbarchi nella Locride negli ultimi 45 giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio, droga ed estorsioni nel Napoletano: 26 arresti
Provvedimenti della DDA notificati dai carabinieri in 7 province
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
13 luglio 2021
10:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Duro colpo dei carabinieri di Castello di Cisterna e della DDA di Napoli a due gruppi criminali del Napoletano, attivi nel territorio del comune di Acerra: 26 sono le persone a cui i militari hanno notificato altrettante misure cautelari (22 in carcere e 4 ai domiciliari, dei quali 4 già detenuti) emesse dal Gip di Napoli. I reati contestati sono associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, alle estorsioni aggravate dal metodo mafioso, nonché alla commissione di reati in materia di armi, contro il patrimonio e la persona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I provvedimenti – notificati agli indagati tra Acerra, Caivano, Napoli, San Gimignano (Siena), Benevento, Cosenza e Siracusa – riguardano presunti affiliati ai gruppi malavitosi Di Buono, soprannominati i Marcianisielli, e il gruppo rivale dei Lombardi, entrambi facenti base ad Acerra.
Gli inquirenti sono riusciti a ricostruire l’organizzazione di tre piazze di spaccio (nei quartieri popolari Ice Snei, Parco dei Napoletani e Piazzale dei Martiri) di Acerra, e l’omicidio di un 57enne, ritenuto legato ai Lombardi, commesso da due due affiliati ai Di Buono, uno dei quali diventato collaboratore di giustizia, che si è autoaccusato dell’assassinio. La vittima era tranquillamente seduta su una panchina quando venne uccisa in pieno centro, con un singolo colpo di pistola alla nuca esploso dai due giunti in sella a uno scooter.
Si è fatta anche luce sul tentato omicidio avvenuto il 13 aprile 2016, ancora una volta ad Acerra, di un 21enne eseguito da uno dei due killer ritenuti responsabili dell’uccisione del 57enne. Infine è stata ricostruita la dinamica di una serie di estorsioni ai danni di una ditta di calcestruzzi, di una del settore siderurgico e della bonifica ambientale e di un distributore di carburanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maurizio De Giovanni, la mia Mina e le sirene
Scrittore, è il mio romanzo più napoletano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
18:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MAURIZIO DE GIOVANNI, UNA SIRENA A SETTEMBRE’ (EINAUDI STILE LIBERO, PP. 262, EURO 18,50). Torna Mina Settembre, la bella assistente sociale con “un’antiquata passione per gli ultimi” di Maurizio de Giovanni e deve fare i conti con una doppia sfida.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma a conquistare in questa nuova storia è il confronto con le Sirene che incantano e con la straordinaria e poetica figura de La Signora. “La Signora è la Sirena ed è anche mia madre, a cui è dedicato il libro, che è mancata a settembre. E’ il ricordo di questa meravigliosa donna e della sua capacità di raccontare” dice Maurizio de Giovanni parlando del suo terzo romanzo, ‘Una Sirena a Settembre’ (Einaudi Stile Libero) con protagonista Gelsomina, detta Mina.
Lo scrittore ha preso dunque dalla madre, grande narratrice di storie orali, la sua capacità di raccontare? “Spero di si, lei è sempre stata più brava, mi auguro di riuscire a scimmiottarla un po'” spiega l’autore dei Bastardi di Pizzofalcone e del Commissario Ricciardi. Ma in questa storia dove un’anziana viene scippata e finisce in coma e vengono mandate in onda da una tv locale le immagini di un bambino che si contende il cibo con un cane, fra montagne di spazzatura, le sirene sono tante dalla ragazza che sta sulla sedia a rotelle e canta meravigliosamente alla conduttrice televisiva, che si chiama Sirena, “e che in qualche modo inganna. Ed è una sirena quella che ha tatuata sull’avambraccio il ragazzo che fa lo scippo. La sirena è il pentagramma su cui si scrivono tutte queste storie. La Sirena è vergine e madre, ha nel racconto il proprio nutrimento” dice de Giovanni.
E proprio il racconto che sembra frammentario in realtà è unitario come Napoli “che sembra fatta di pezzi che invece poi trovano una sistemazione. Ogni singolo pezzo ha un senso in rapporto agli altri. Questo è il mio romanzo più napoletano” spiega lo scrittore. “Napoli è una città diversa dalle altre, costantemente racconta storie, le mette a confronto e ognuna inevitabilmente influenza le altre” aggiunge. Mina, che non è una poliziotta, “è una assistente sociale che opera anche per risolvere i conflitti tra legge e giustizia”, indaga con l’aiuto del ginecologo Mimmo Gammardella, che assomiglia tanto a Brad Pitt, su due vicende apparentemente sconnesse che non le sembrano per nulla chiare. “Volevo dare il senso di come storie apparentemente disconnesse, distanti l’una dall’altra trovino una connessione. Elementi slegati fra loro che invece hanno dei ponti l’uno con l’altro. Non diamo un’opportuna rilevanza sociale a chi ha bisogno. Se in una storia si riesce a darla, male non fa, è un modo di sensibilizzare verso queste realtà. Lo facciamo troppo poco” spiega de Giovanni che con i suoi libri tradotti in 43 Paesi ha venduto in Italia 2 milioni e mezzo di copie ed è diventato un caso unico in tv per il numero di serie tratte dai suoi libri in onda su Rai1. ‘Una Sirena a Settembre’ è anche un libro sulla narrazione e come sempre in questa serie di storie non manca il riferimento alla figura di un attore internazionale. Così dopo Robert Redford e Kevin Costner questa volta c’è Brad Pitt. “Cambio attore di volta in volta. Mi diverto così per dare il quadro di questa donna appassionata di cinema. Troverò un altro attore per il prossimo romanzo. Mi piace dare questo taglio cinematografico a questa passione di Mina. Se usassi un attore italiano si offenderebbero gli altri, invece un attore straniero molto popolare non da fastidio a nessuno. Mina è innamorata del ginecologo e lo maltratta come fanno spesso le donne quando sono innamorate” sottolinea.
A differenza di Ricciardi e de I Bastardi di Pizzo Falcone, de Giovanni per Mina non si occupa della sceneggiatura, ma “credo – dice – che sia cinematograficamente interessante questo libro, si presta a una storia per immagini. Ma è un po’ la mia scrittura in generale che è adatta. E’ trama, è personaggi, è più facile da rendere. Sono aiutato dalla mia semplicità, non ho una scrittura letteraria. Faccio narrativa fieramente popolare e sono contento così” dice. Poi racconta che “a settembre 2021 andrà in onda la terza serie de I Bastardi di Pizzofalcone, già girata. E stiamo scrivendo la seconda serie di Ricciardi. A breve le rivedremo tutte e due”. In arrivo anche “‘Il silenzio grande’ che “è diventato un film per la regia di Alessandro Gassmann, da una mia opera teatrale. Uscirà a settembre e non vedo l’ora perché hanno fatto un lavoro bellissimo. E’ un film splendido, che ho visto in anteprima, con Margherita Buy, Massimiliano Gallo e Marina Confalone. Adesso devo scrivere una commedia ambientata nella seconda guerra mondiale, per il teatro, con due personaggi di Ricciardi: Bambinella e il brigadiere Maione con gli stessi interpreti della serie, Adriano Falivene e Antonio Milo, con la regia di Alessandro D’Alatri per una produzione del Teatro Diana di Napoli. Mi piace moltissimo scrivere per il teatro”. Il terzo libro dedicato a Mina Settembre non ha fatto in tempo ad uscire e sta già scalando le classifiche e poi “comincerò il prossimo romanzo de I Bastardi di Pizzofalcone che conto possa uscire agli inizi di ottobre. Si parlerà di angeli” annuncia lo scrittore che è sempre dentro un flusso continuo di storie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi: allerta in Sardegna, rischio alto per nuovi roghi
Bonifiche dopo l’inferno di fuoco ad Abbasanta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
13 luglio 2021
10:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Previsione di pericolo incendio alto sul Campidano di Cagliari, nel Sulcis e in Gallura, nella giornata di oggi martedì 13 luglio. L’allerta codice arancione è stata emanata dalla Protezione Civile regionale secondo cui “le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, l’evento, se non tempestivamente affrontato, può raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente contrastabile con le forze ordinarie, ancorché rinforzate, potendosi rendere necessario il concorso della flotta statale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Intanto, dopo l’inferno di fuoco di ieri, sono riprese questa mattina con l’intervento di un elicottero della flotta regionale le operazioni di bonifica del devastante incendio scoppiato ieri pomeriggio ad Abbasanta, nell’Oristanese, dove sono state evacuate una colonia estiva, un campo scout e alcune abitazioni.
Durante la notte io vigili del fuoco hanno presidiato la zona, evitando che alcuni focolai potessero riprendere vigore e questa mattina l’elicottero della flotta regionale ha iniziato a gettare sulla zona bombe d’acqua per spegnere definitivamente ogni tizzone ancora acceso. Sul posto, insieme ai vigili del fuoco, ci sono le squadre del Corpo forestale.
Elicotteri di nuovo in volo anche a Masullas (Oristano) e Bonorva (Sassari), dove ieri si è lavorato contro un vasto incendio che ha percorso il parco eolico a sud dell’abitato.
“Ringraziando la sorte che anche questa volta nessuno si sia fatto male, spero che, con questo ennesimo disastro, Bonorva, anche per quest’anno, abbia pagato il suo tributo al fuoco – scrive su Fb il sindaco Massimo D’Agostino – Diversamente, rimarrà davvero ben poco da bruciare e il disastro sarà anche economico per i nostri allevatori e per tutti coloro che, investendo risorse e anni di sacrifici, credono ancora nella campagna”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Volontario bresciano ucciso in strada in Messico
In Chiapas, da dieci anni seguiva progetti cooperazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 luglio 2021
10:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un volontario italiano è stato ucciso in Messico a colpi di pistola in strada. Si tratta di Michele Colosio, 42enne di Borgosatollo (Brescia).
Come scrive il Giornale di Brescia, l’uomo, ex tecnico di radiologia agli Spedali civili, da dieci anni faceva la spola tra l’Italia e il Messico per seguire progetti di cooperazione. È stato ucciso a San Cristóbal de Las Casas, in Chiapas. A Brescia vive ancora la madre che è in contatto con le autorità per il rientro della salma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia:voto di scambio a Latina per comunali 2016, due arresti
Indagato europarlamentare Lega Adinolfi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due arresti a Latina per scambio elettorale politico mafioso. Per lo stesso reato è indagato anche l’europarlamentare della Lega Matteo Adinolfi nell’inchiesta della Dda di Roma.
Polizia e carabinieri hanno eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip di Roma su richiesta della Dda capitolina. Le misure riguardano un imprenditore, Raffaele Del Prete, che opera nel settore dei rifiuti, e un suo collaboratore. Secondo l’accusa in occasione delle elezioni amministrative del 2016 a Latina i due, previo pagamento di una somma di 45 mila euro a membri del clan Di Silvio, hanno assicurato l’aggiudicazione di almeno duecento voti al capolista candidato nella lista “Noi con Salvini”, nei quartieri di influenza del clan.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano i casi e le Regioni temono giallo
Ancora pochi test in alcune zone. L’ipotesi soglie minime resta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
21:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La variante Delta prosegue la sua corsa e adesso alcune Regioni si affidano al dibattito sulla possibile revisione dei parametri che stabiliscono i profili di rischio e l’assegnazione delle zone: lo spauracchio è il ritorno alla zona gialla in piena estate. Scenari che – seppure non imminenti – potrebbero affacciarsi nelle future settimane e su cui i tecnici si stanno concentrando.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le ipotesi vanno dalla soglia minima di tamponi da effettuare ogni 100mila abitanti – che alcuni esperti vorrebbero aumentare – al maggiore peso del cosiddetto Rt ospedaliero – vale a dire il tasso occupazione dei posti letto – rispetto a quello sull’incidenza. Tra le questioni poste, infatti, c’è quella di rendere più determinante, nell’ambito del monitoraggio settimanale, la valutazione dei rischi sulla pressione ospedaliera rispetto all’incidenza dei contagi, proprio in vista dell’alleggerimento delle strutture sanitarie dovute al calo dei casi gravi con l’avanzare delle vaccinazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, chiarisce comunque che una risalita dei contagi era prevista ed è in corso, ma con numeri più bassi del passato. “Come abbiamo sempre fatto ci affideremo alla nostra squadra di tecnici che continueranno a fare questo lavoro di verifica, vediamo passo dopo passo come le cose vanno avanti”, spiega Speranza, sottolineando ancora che “la vera arma per chiudere questa stagione è la campagna di vaccinazione, su cui bisogna insistere”. E il sottosegretario Pierpaolo Sileri non vede il rischio di una revisione dei parametri, dato che “l’attuale sistema ci ha permesso di arrivare alla riaperture in sicurezza”.
Tra le questioni da approfondire c’è anche quella – più volte invocata proprio di fronte all’avanzare delle mutazioni – dello screening: non tutte le Regioni li eseguono in maniera efficace, in particolare alcune del Sud – come Calabria e Sicilia – sarebbero indietro sul numero di test da effettuare ogni giorno. Un caso preoccupante è anche quello dell’Abruzzo, che azzera i contagi (nelle ultime ore non sono emersi nuovi casi) ma resta bassissimo il numero dei tamponi processati: sono solo 473. I numeri, infatti, su base settimanale, complice la circolazione della variante Delta, sono in peggioramento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A lanciare l’allarme sulla necessità dei test è anche il direttore del dipartimento di Microbiologia dell’Università di Padova. Andrea Crisanti, secondo il quale “la variante Delta, purtroppo, è a un passo dal diventare resistente ai vaccini e quindi meno si trasmette e meglio è. Per questo, penso che bisognerebbe combinare la campagna vaccinale, vaccinando più persone possibili, e allo stesso tempo rafforzare la nostra capacità di tracciamento, perché diminuire la trasmissione potenzia l’effetto dei vaccini”.
In 19 regioni su 21 ci sono evidenti segni di aumento dei casi, risale il tasso di positività e aumentano i ricoveri. I dati del ministero della Salute indicano che i casi positivi sono 888, contro i 1.391 di 24 ore prima: una flessione attesa ogni lunedì per via del rallentamento dei test durante il fine settimana. I nuovi casi sono stati infatti individuati grazie a 73.571 test, fra molecolari e antigenici rapidi, poco più della metà dei 143.332 del giorno precedente. Di conseguenza il tasso di positività è salito in 24 ore dallo 0.97% all’1,21%, calcolando il rapporto fra i nuovi casi e il totale dei test; calcolando invece il rapporto fra i casi e i soli test molecolari il tasso supera il 2%.
I decessi sono aumentati da 7 a 13 in un giorno e registrano un incremento di 15 unità anche i ricoveri nei reparti ordinari, per un totale di 1.149. E’ invece stazionaria la situazione nelle unità di terapia intensiva, dove i ricoverati sono complessivamente 158, ossia tre in meno nel saldo tra entrate e uscite; gli ingressi giornalieri si sono ridotti da sei a quattro in 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fra le regioni, i dati del ministero della Salute segnalano il maggiore incremento giornaliero dei casi nel Lazio (172), seguito da Sicilia (150), Emilia Romagna (118), Lombardia (95), Veneto (76) ,Campania (69), Toscana (66) e Sardegna (51); nelle altre regioni l’incremento è stato inferiore a 20 casi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Volontario italiano ucciso in strada in Messico a colpi di pistola
In Chiapas, da dieci anni seguiva progetti cooperazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 luglio 2021
14:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un volontario italiano è stato ucciso in Messico a colpi di pistola in strada. Si tratta di Michele Colosio, 42enne di Borgosatollo (Brescia). Come scrive il Giornale di Brescia, l’uomo, ex tecnico di radiologia agli Spedali civili, da dieci anni faceva la spola tra l’Italia e il Messico per seguire progetti di cooperazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stato ucciso a San Cristóbal de Las Casas, in Chiapas. A Brescia vive ancora la madre che è in contatto con le autorità per il rientro della salma.
“L’Ambasciata d’Italia a Città del Messico, in stretto raccordo con la Farnesina, segue il caso del connazionale Michele Colosio, deceduto a San Cristobal de Las Casas, in Messico. L’Ambasciata è in contatto sia con le Autorità di polizia messicane per seguire lo sviluppo della vicenda, sia con i familiari della vittima, a cui sta prestando la massima assistenza”. Così una nota della Farnesina.
L’assassino di Michele Colosio l’avrebbe raggiunto in moto per poi scappare dopo aver esploso in direzione dell’italiano alcuni colpi di pistola. E’ quanto emerge dalle indagini. L’uomo, 42 anni, aveva preso in gestione un piccolo podere in cui allevava degli animali e in cui sviluppava progetti per l’istruzione dei ragazzi delle zone rurali più povere. Ha sempre però mantenuto la residenza a Borgosatollo, paese bresciano dove è nato e cresciuto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libri, cresce il mercato con più 15 mln copie vendute (+44%)
I dati Aie-NielsenIQ del primo semestre 2021
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
11:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce il mercato del libro. Dal 4 gennaio al 20 giugno sono stati venduti nei canali trade 15 milioni di copie di libri a stampa in più (+44%) rispetto al 2020 e sono stati generati oltre 207 milioni di euro in più rispetto al 2020 (+42%).
Il valore complessivo del mercato del libro nei primi sei mesi 2021 è di 698 milioni di euro. Questo secondo i dati Aie -NielsenIQ.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco continua la riabilitazione. Il direttore della sala stampa: “In Vaticano quanto prima”
Il Pontefice rivolge il suo pensiero ai pazienti allettati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
13 luglio 2021
18:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Santo Padre continua le cure previste e la riabilitazione, che gli permetterà quanto prima il ritorno in Vaticano”. Lo dichiara il direttore della sala stampa vaticana, Matteo Bruni, sul decorso ospedaliero di papa Francesco al policlinico Gemelli.
Papa Francesco “fra i tanti ammalati incontrati in questi giorni rivolge un pensiero particolare a quanti, allettati, non possono tornare a casa: che possano vivere questo tempo come un’opportunità, anche se vissuta nel dolore, per aprirsi con tenerezza al fratello o alla sorella malati nel letto accanto, con cui si condivide la medesima umana fragilità”, dichiara il direttore della sala stampa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GdF sequestra 500mila mascherine non sicure, 9 denunce
Sequestrato anche mezzo milione di euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
13 luglio 2021
13:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia di finanza di Ancona ha sequestrato 500mila mascherine non conformi e prive dei requisiti si sicurezza e mezzo milione di euro come profitto di reato, denunciando 9 persone. Nell’ambito dell’operazione ‘Mask Cov’ sono stati prima sequestrati i dispositivi di protezione non sicuri presso alcuni depositi commerciali dove erano stati stoccati successivamente anche presso le strutture dove erano stati distribuiti: residenze per anziani, strutture per la riabilitazione di soggetti deboli, enti di assistenza, ambulatori medici, farmacie, poli specialistici sanitari, del tutto ignari della reale qualità dei prodotti acquistati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’attività delle Fiamme Gialle, coordinate dalle Procure della Repubblica di Ancona e Bologna, ha permesso di denunciare a piede libero 9 rappresentanti legali di imprese con sede in quattro regioni, nelle province di Ancona, Roma, Perugia e Udine, per i reati di frode nell’esercizio del commercio, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e frode nelle pubbliche forniture. Segnalate anche violazioni amministrative previste dal codice del consumo.
Le ricerche e le attività di perquisizione sono state eseguite in aziende e strutture sanitarie di Ancona, Osimo, Jesi, Fabriano, Fermo, Senigallia, Camerano, Falconara Marittima, Sirolo e presso l’aeroporto di Bologna. Qui, insieme al personale delle dogane , sono state sequestrate circa 420mile mascherine. Requisite, con decreto dal Commissario Straordinario per l’Emergenza Covid-19 su richiesta dei militari della Guardia di Finanza e dei funzionari doganali, ulteriori 80.200 dispositivi, tutti sprovvisti di idonea certificazione CE.
Le Fiamme Gialle anconetane hanno richiesto e ottenuto dal gip presso il Tribunale di Ancona l’applicazione della misura patrimoniale del sequestro finalizzato alla confisca dei profitti illecitamente conseguiti per un importo complessivo di circa mezzo milione di euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bus a fuoco nel Lecchese, salvi 25 bimbi
In galleria, tutti scesi prima che fiamme distruggessero mezzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCO
13 luglio 2021
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Venticinque bambini sono stati messi in salvo stamattina prima che un autobus prendesse fuoco in galleria lungo la corsia nord della Superstrada 36 che collega Lecco alla provincia di Sondrio.
L’incidente è avvenuto all’altezza di Lierna (Lecco) e avrebbe potuto avere pesanti conseguenze se l’autista non si fosse accorto che qualcosa non andava.
E’ riuscito a fermarsi e a far scendere i ragazzini, provenienti dalla provincia di Como e a metterli al sicuro prima che le fiamme divorassero il mezzo.
Sul posto sono intervenute cinque squadre dei Vigili del fuoco del distaccamento di Lecco e Bellano che hanno spento le fiamme e spostato il mezzo in zona sicura. Nessuno ha dovuto far ricorso all’ambulanza inviata dalla centrale operativa del 118.
La Superstrada è stata chiusa e il traffico diretto verso nord deviato ad Abbadia Lariana lungo la provinciale 72.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maurizio Cattelan e la sua visione del ciclo della vita
Dal 15 il nuovo progetto allestito Pirelli HangarBicocca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
13:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ciclo della vita in tre atti secondo Maurizio Cattelan: la scultura in marmo bianco di un uomo sdraiato in posizione fetale accanto ad un cane con cui sembra condividere respiro e intimità, piccioni in tassidermia che sbucano inquietanti da un’architettura di ex edificio industriale, la struttura in resina nera composta da un monolite e dalla sagoma di un aereo che lo interseca. Sono le tre opere che danno il titolo alla nuova mostra personale dell’artista sessantenne, ‘Breath Ghosts Blind’, allestita nel grande spazio espositivo Pirelli HangarBicocca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Presentata il 13 luglio, resterà aperta dal 15 luglio al 20 febbraio 2022. “L’arte affronta gli stessi temi dall’inizio della storia dell’uomo: creazione, vita, morte – afferma Cattelan – I temi si intrecciano con l’ambizione di ogni artista di divenire immortale attraverso il proprio lavoro. Ogni artista deve confrontarsi con entrambi i lati della medaglia: un senso di onnipotenza e di fallimento. È un saliscendi di altitudini inebrianti e discese impervie. Per quanto possa essere doloroso, la seconda parte è anche la più importante. Come tutte quelle che l’hanno preceduta, questa mostra è un concentrato di tutti questi elementi”.
La mostra è stata curata da Roberta Tenconi e Vicente Todolí.   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

‘Ndrangheta: operazione contro cosca Piromalli, 12 arresti
Dopo contrasti patto di non belligeranza tra cosche Gioia Tauro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
13 luglio 2021
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le cosche Piromalli e Molè di Gioia Tauro, dopo i contrasti determinati dall’omicidio del boss Rocco Molè, e dopo gli arresti che in questi anni hanno colpito le due famiglie, hanno deciso di stringere un patto di non belligeranza, delineando nuovi equilibri criminali sul territorio e ribadendo il proprio predominio nel settore delle estorsioni. E’ quanto emerge dall’operazione “Geolja” che ha stamani ha portato all’arresto di 12 persone – 2 ai domiciliari – tra le quali Girolamo Piromalli, detto “Mommino”, e Salvatore Copelli, nipote del boss Giuseppe Piromalli detto “Facciazza”, entrambi ritenuti ai vertici dell’organizzazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ordinanza, emessa dal gip Valerio Trovato su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri, dall’aggiunto Gaetano Paci e del pm Giulia Pantano, è stata eseguita dai carabinieri. Complessivamente sono 21 gli indagati dalla Dda.
L’indagine ha preso avvio dall’incendio, avvenuto nella notte tra il 18 e il 19 agosto 2019, del panificio “L’Arte del Pane” i cui titolari hanno sollecitato l’intervento dei boss di Rosarno, loro paese d’origine, per individuare i responsabili e risolvere la questione mediante la “messa a posto”. “Sono venuti con l’intenzione di distruggere perché noi non abbiamo capito circa dieci, quindici volte… Quando quello veniva per soldi, faceva lo ‘sciacquino’ suo!” dicevano le vittime, intercettate dai carabinieri. Dopo essere stati costretti a chiudere l’attività commerciale per diversi mesi, gli imprenditori hanno prima chiesto accesso a un fondo di solidarietà del Ministero dell’Interno per le aziende colpite da attentati dolosi e poi sono stati autorizzati dalla ‘ndrangheta a riaprire il panificio subendo sia l’imposizione di prezzi, orari e periodi di ferie, in modo da non danneggiare l’attività concorrente dell’arrestato Antonio Gerace, sia il pagamento del pizzo. “Pagano tutti, un’offerta al Santo la fanno tutti quanti! L’offerta al Padre Eterno! Come il film il professore vesuviano, ogni mese passerà da voi un santo, e ognuno avrà il proprio Santo” dice una delle vittime, sempre intercettata, spiegando alla fidanzata come funzionano le cose a Gioia Tauro citando i dialoghi del film “Il Camorrista”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: inchiesta Farmabusiness, chiuse indagini per 24
C’é anche ex presidente Consiglio regionale Calabria Tallini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
13 luglio 2021
13:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 24 gli indagati nei confronti dei quali la Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso l’avviso di conclusione indagini nell’ambito dell’inchiesta “Farmabusiness” incentrata sulla cosca Grande Aracri, accusata di reimpiegare i capitali illecitamente accumulati per investirli nel business della distribuzione dei farmaci. Un’indagine, condotta dai carabinieri dei Comandi provinciali di Crotone e Catanzaro e coordinata dai sostituti procuratori della Dda di Catanzaro Domenico Guarascio e Paolo Sirleo, che vede coinvolti esponenti del clan di Cutro, professionisti e politici tra i quali l’ex presidente del Consiglio regionale della Calabria Domenico Tallini, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e di voto di scambio politico mafioso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le accuse mosse agli indagati sono, a vario titolo, associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, tentata estorsione, ricettazione e violenza o minaccia a un pubblico ufficiale. Concluse le indagini anche per Domenico Scozzafava, accusato, tra l’altro, di avere fornito un importante contributo “occupandosi degli interessi economici del sodalizio, con riguardo agli investimenti dei proventi dall’attività della consorteria, la cura delle operazioni imprenditoriali, anche sofisticate, partecipando alla riunione, con altri esponenti di vertice del sodalizio, in cui se ne stabilivano le strategie”.
Proseguono invece le indagini nei confronti del boss Nicolino Grande Aracri, la cui posizione è stata stralciata dopo il tentativo del boss di collaborare con la giustizia. Una collaborazione che non ha convinto i magistrati della Dda i quali, in una relazione, hanno sottolineato la sua inattendibilità e “il sospetto peraltro che l’intento collaborativo celasse un vero e proprio disegno criminoso”. La finta collaborazione di Nicolino Grande Aracri potrebbe essere nata dal fatto che nell’inchiesta Farmabusiness sono coinvolti la moglie del boss Giuseppina Mauro, la figlia Elisabetta e il fratello Domenico. A loro la chiusura indagini è stata notificata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mappa Apple sbagliata, automobilisti fuori rotta nel Nuorese
Impossibile raggiungere Gorropu, il canyon più grande d’Europa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
13 luglio 2021
14:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo aver risolto i problemi con Google Maps, che ha adeguato le mappe non corrette per raggiungere la gola di Gorropu – il canyon più lungo d’Europa nel Supramonte nuorese – ora a portare fuori rotta gli automobilisti sono le mappe di Apple, che stanno creando un disservizio agli amministratori della società Chintula di Urzulei, concessionari della gestione del canyon.
Di qui l’appello al colosso informatico affinché le mappe che segnalano uno dei siti più frequentati dell’isola – nel 2019 la stagione si era chiusa con 30mila presenze – vengano corrette.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il disservizio è amplificato dal rilevante numero di visitatori giornalieri, che in questo periodo si scontrano quotidianamente con le informazioni errate che vengono fornite dal colosso del web – spiega Luciano Murgia di Chintula – Al contrario di Google che lo scorso anno, in seguito alla segnalazione ha immediatamente modificato le indicazioni errate per raggiungere il sito, Apple maps non ha provveduto”. Secondo i servizi forniti da Apple maps, i visitatori possono raggiungere la gola di Gorropu direttamente con la propria auto, ma l’informazione non corrisponde al vero, in quanto una volta raggiunto il parcheggio attrezzato di “Sa Barva”, si devono poi percorrere obbligatoriamente gli ultimi 6,5 km a piedi. Le informazioni corrette sono invece diverse: “Per raggiungere a piedi la Gola di Gorropu il percorso più breve si trova presso il Campo Base Gorropu, sulla Strada Statale 125 al km. 190.500 – rimarca Murgia -. Dal Campo base è possibile prenotare un servizio jeep che porta i visitatori a bordo del Flumineddu, da cui restano soltanto 2.8 km da percorrere a piedi. Il punto raggiungibile liberamente in auto, che si avvicina maggiormente alla Gola di Gorropu è il passo Ghenna Silana sulla Statale 125 al km 183. Da qui parte un sentiero di circa 4 km di discesa a piedi per raggiungere la Gola. L’altro punto raggiungibile liberamente in auto è il parcheggio a pagamento di Sa Barva (o S’Abba Arva), nell’agro di Dorgali, dal quale si devono percorrere circa 6.5 km a piedi per raggiungere Gorropu”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pop.Bari: ammesse 2.700 parti civili, anche Regione e Comune
Prevalentemente azionisti, nel processo alla Fiera del Levante
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
13 luglio 2021
14:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono circa 2.700 le parti civili ammesse, prevalentemente azionisti, nel processo in corso alla Fiera del Levante di Bari nei confronti di Marco e Gianluca Jacobini, padre e figlio rispettivamente ex presidente ed ex condirettore generale della Banca popolare di Bari, accusati di aver falsificato per anni i bilanci e i prospetti e di aver ostacolato l’attività di vigilanza di Bankitalia e Consob, quest’ultima costituita anche parte civile. Lo hanno deciso i giudici del Tribunale di Bari che con una lunga e motivata ordinanza hanno ammesso la costituzione di Regione Puglia, Comune di Bari, della stessa banca, della quale è stata accolta anche la citazione come responsabile civile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ammesse anche le associazioni Codacons, Unione nazionale consumatori e Federconsumatori. I giudici (presidente Marco Guida), hanno invece escluso dalle parti civili tutti gli azionisti, 80, che hanno già accettato un accordo transattivo con l’istituto di credito. Esclusi anche i sindacati Filca Cgil, First Cisl e Uilca, le associazioni Assoconsumatori, Confconsumatori, Federconsumatori Bari e Puglia, Associazione avvocati dei consumatori e Adusbef.
I giudici hanno infine rigettato la richiesta di citazione come responsabili civili di Consob, Banca d’Italia e due società di revisione. Consob e Bankitalia, spiegano i giudici, sono enti “tenuti a compiti di vigilanza e intervento negli istituti di credito” ma non sono “gravati da alcuna forma legale di responsabilità civile”. Si tornerà in aula il 27 settembre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccisa a Napoli: al via Appello, chiesto ergastolo per marito
Anche decadenza podestà genitoriale e pubblicazione sentenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
13 luglio 2021
15:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sostituto procuratore generale di Napoli Maria Di Addea ha chiesto l’ergastolo per Vincenzo Lo Presto, 43 anni, condannato in primo grado a 10 anni di reclusione per l’omicidio preterintenzionale della moglie, Fortuna Bellisario, morta a Napoli, nel 2019. Una sentenza emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato.

Il magistrato ha anche chiesto la decadenza della podestà genitoriale e la pubblicazione della sentenza al Comune di Napoli e, infine, la pubblicazione di un estratto della decisione presso il Ministero di Grazia e Giustizia, oltre il risarcimento dei danni. La richiesta è stata formulata nel corso del processo di secondo grado che ha preso il via oggi davanti alla IV sezione della Corte di Assise di Appello di Napoli.
Lo Presto ha preso parte all’udienza in videoconferenza dal carcere dove è tornato dopo il pronunciamento con il quale la prima sezione della Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dal legale dell’uomo, l’avvocato Sergio Simpatico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: a Palermo murale omaggio a Paolo Borsellino
Accanto a ritratto Falcone, progetto Fondazione Falcone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
13 luglio 2021
15:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con il murale che ritrae il giudice Paolo Borsellino si completa La porta di Giganti, un’opera della Fondazione Giovanni Falcone, realizzata dall’artista Andrea Buglisi con il contributo della Regione Lazio. E’ l’ultimo capitolo del progetto Spazi Capaci-Comunità Capaci, un’iniziativa della Fondazione Falcone che, attraverso l’arte, si propone di rinnovare il rapporto tra le città e i cittadini, curato da Alessandro de Lisi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il murale che riproduce il volto del giudice ucciso in via D’Amelio il 19 luglio del 1992 insieme agli agenti della scorta Eddie Walter Cosina, Emanuela Loi, Claudio Traina, Agostino Catalano e Vincenzo Li Muli, è stato realizzato su una superficie di oltre novecento metri quadrati, su un palazzo di sei piani in via Sampolo, in prossimità dell’aula bunker del tribunale di Palermo, teatro del maxiprocesso alla mafia, accanto al grande ritratto di Giovanni Falcone, completato per lo scorso 23 maggio. “Con questo ritratto la Fondazione intende manifestare tutta la sua gratitudine nei confronti di un uomo coraggioso, un uomo che conosceva il suo drammatico destino e non si è sottratto ad esso. Una figura che in qualche modo ricorda i protagonisti di certe tragedie greche, pronti al sacrificio nonostante fossero consapevoli della sorte a cui erano condannati. Paolo Borsellino, come mio fratello Giovanni, non si sentiva un eroe, era semplicemente un uomo dello Stato. Credeva nelle istituzioni, credeva nella giustizia e ha fatto il suo dovere fino in fondo”, dice Maria Falcone, sorella del magistrato assassinato e presidente della Fondazione Falcone. “L’opera che abbiamo voluto realizzare, è inoltre un regalo a questa nostra città per troppo tempo sfregiata dal brutto del sacco edilizio.
L’augurio è che i volti di Giovanni e di Paolo ci indichino la strada”, spiega. “Questo è un omaggio alla famiglia di Paolo Borsellino e alla città di Palermo” spiega Alessandro de Lisi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Camion prende fuoco in A14, ancora a Bologna Borgo Panigale
Non risultano feriti, la stessa zona dell’incidente del 2018
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 luglio 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un incendio è scoppiato intorno alle 15 sul semirimorchio di un autoarticolato in transito sulla carreggiata Sud della A14, al km 8 all’altezza di Bologna Borgo Panigale. Dalle prime informazioni, a prendere fuoco sarebbe stato il carico di bobine di carta del mezzo pesante, non a seguito di un incidente ma forse per un surriscaldamento.
Il camionista è riuscito ad accostare e si è messo in salvo. Ci sono state anche alcune esplosioni, probabilmente delle gomme del mezzo pesante. Sul posto sono rapidamente intervenuti i vigili del fuoco, con diverse squadre, e la Polstrada. Non risultano feriti. La colonna di fumo che si è alzata in cielo, nello stesso punto del drammatico incidente dell’agosto 2018, è visibile da tutta la città. Il tratto della A14 tra Borgo Panigale ed il raccordo di Casalecchio in direzione di Ancona è stato chiuso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arisa madrina del Premio Bianca d’Aponte
La finale della 16a edizione dell’unico contest italiano per cantautrici il 14 e 15 luglio ad Aversa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
17:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutto pronto per il Premio Bianca d’Aponte: il 14 e 15 luglio ad Aversa ci sarà la finale della 16/ma edizione dell’unico contest italiano riservato alle cantautrici, inizialmente prevista per ottobre 2020 e poi rinviata per l’emergenza sanitaria. La madrina sarà Arisa che nella serata finale interpreterà ‘Cantico dei matti’ di Bianca d’Aponte, la cantautrice prematuramente scomparsa alla quale la manifestazione è dedicata, insieme ad alcuni suoi brani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A lei anche il compito di presiedere la giuria.
In gara ci saranno Bambi da Napoli, Simona Boo da Termoli, Ebbanesis da Napoli, Lamante da Piovene Rocchette, La Zero da Piano di Sorrento, Lucrezia da Bologna, Elena Romano da Firenze, Sara Romano da Monreale, Veronica da Aversa, Chiara White da Firenze.
Ad aprire le due serate sarà Cristiana Verardo, vincitrice del concorso nell’ultima edizione, mentre il 14 luglio salirà sul palco anche la Nuova Compagnia di Canto Popolare, che riceverà un Premio alla carriera dalla Città di Aversa. Insieme a loro si esibiranno Giuseppe Anastasi, Bungaro, Alfina Scorza e Brunella Selo. Il 15 luglio alle 16.30 all’Auditorium Bianca d’Aponte ci sarà spazio per un incontro con le finaliste. In serata, oltre ad Arisa, saliranno sul palco in veste di ospiti gli A’67, Patrizia Laquidara e i Têtes de Bois. La conduzione delle due serate è affidata a Carlotta Scarlatto e Ottavio Nieddu, mentre ad accompagnare alcune delle finaliste sarà la band coordinata e diretta da Alessandro Crescenzo. Il tutto con la direzione artistica di Ferruccio Spinetti.
Sarà possibile seguire le due serate anche in streaming sulla pagina Facebook del Premio Bianca d’Aponte e il 15 su quella di Rai Radio 1, media partner.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Farhadi, “Il mio eroe ispirato alla gente comune”
In corsa per la Palma a Cannes il film tra dramma e thriller
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
13 luglio 2021
17:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non è certo la prima volta, ma i film dell’iraniano Asghar Farhadi ricordano quelli italiani del Dopoguerra, tanto più A HERO, dramma-thriller in lingua farsi in concorso al Festival di Cannes, dove padre e figlio sembrano proprio quelli di LADRI DI BICICLETTE con lo sguardo subito pronto ad autentica gioia e vergogna. È il caso del protagonista Rahim (Amir Jadidi), carcerato per debiti che, uscito per qualche giorno dalla prigione, cerca in tutti i modi di trovare anche solo una parte dei soldi per far ritirate la denuncia e restare in libertà.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi sono ispirato a storie simili lette sui giornali, storie di persone comuni che sono state messe sotto i riflettori a causa di qualcosa di altruistico che hanno fatto. Ma A Hero non è ispirato da una notizia specifica” ha detto il regista in una intervista stampa. Ma per Rahim a un certo punto arriva la fortuna sotto la forma di una borsa piena di monete d’oro. La sua nuova ragazza la trova abbandonata ad una fermata d’autobus.
I due cercano inizialmente di ricavarci dei soldi, poi, per tutta una serie anche di strani ‘segni’, Rahim decide di cercarne il proprietario mettendo un annuncio. Quando la donna che ha perso la borsa approda nella casa della sorella di Rahim, dove vive anche lui insieme al figlio adolescente, e dimostra di esserne la legittima proprietaria, il carcerato diventa subito un eroe. Tv e media lo cercano, e il figlio è davvero orgoglioso di averlo per padre. Da qui il film del due volte premio Oscar cambia nettamente.
Capace come è Farhadi di cavalcare tutti i registri delle persone semplici, naturali, fa entrare nella vita del protagonista il sospetto, il dubbio. Un dubbio che ha anche la stessa polizia che non vede tutto chiaro nella restituzione della borsa. E un eroe, si sa, fa presto a cadere se la gente non crede più in lui.
Nel cast di A HERO, che sarà distribuito in Italia da Lucky Red, oltre Mohsen Tanabandeh e Fereshteh Sadre Orafaee c’è anche la figlia del regista, Sarina Farhadi, che aveva già lavorato con lui in UNA SEPARAZIONE.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Quadraro non è una discarica”, abitanti bloccano strada a Roma
Protesta contro caos rifiuti su via Tuscolana, bloccato traffico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
13 luglio 2021
18:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Protesta dei cittadini alla periferia di Roma al grido: “Il Quadraro non è una discarica”. Circa 200 persone sono scese in strada bloccando il traffico su via Tuscolana, all’altezza appunto del popolare quartiere del Quadraro.
Esposti alcuni striscioni con su scritto: “La pazienza è finita” e “Se Ama non pulisce il Quadraro disubbidisce”. Sul posto la polizia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coniugi morti a Ribera, per carabinieri è omicidio-suicidio
Il marito prima ha ucciso la moglie e poi si è sparato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
18:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È quella dell’omicidio-suicidio l’ipotesi investigativa su cui i carabinieri di Ribera (Agrigento) puntano per cercare di chiarire i contorni del ritrovamento dei due anziani coniugi morti all’interno della loro abitazione in via Parlapiano.
Il settantaquattrenne Girolamo Vaccaro, portalettere in pensione, avrebbe ucciso la moglie, Angelica Cocchiara, di 75 anni, casalinga, sparandole alla testa, per poi togliersi la vita con la stessa pistola, che deteneva legalmente.

Considerata dai vicini una coppia tranquilla, la vicenda ha generato stupore in paese. Stando a quanto si apprende da fonti investigative pare che la donna fosse malata. Da giorni i vicini di casa non avevano più notizie dei due coniugi, e per questo hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri, che oggi sono entrati nell’appartamento. I coniugi Vaccaro non avevano figli. Le indagini sull’episodio sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca Roberta Griffo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anziana uccisa a Milano: giovane condannato a 18 anni
Omicidio in cascina nel gennaio 2020. Pm aveva chiesto ergastolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 luglio 2021
19:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato condannato a 18 anni di carcere, di fronte ad una richiesta da parte della Procura di Milano dell’ergastolo, Dobrev Damian Borisov, 23enne di origini bulgare che era a processo per l’omicidio della 92enne Carla Quattri Bossi, anziana che venne trovata morta, colpita molte volte alla testa con un barattolo di marmellata, il 5 gennaio del 2020 in una cascina-agriturismo nel quartiere Gratosoglio alla periferia milanese. Il figlio della vittima aveva preso in affido Borisov da minorenne e il ragazzo faceva dei lavori di manutenzione nella cascina in cambio di vitto e alloggio.

La Corte d’Assise di Milano (presidente Ilio Mannucci Pacini), accogliendo alcune delle richieste del difensore, l’avvocato Angelo Morreale, ha escluso l’aggravante dei motivi abietti e futili, contestata assieme a quella della crudeltà e del nesso teleologico, e ha concesso al giovane le attenuanti generiche prevalenti sulle aggravanti. Da qui i 18 anni di carcere con tre anni di libertà vigilata, come misura di sicurezza, a pena espiata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fipe, contrari al green pass per i ristoranti
Velocizzare campagna vaccinale senza penalizzare chi lavora
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 luglio 2021
19:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La campagna vaccinale va sostenuta, incoraggiata e, possibilmente, velocizzata. Questa è la nostra migliore arma per un ritorno alla stabilità delle nostre vite.

Quello che tuttavia non è accettabile è che, per raggiungere l’immunità di gregge, si finisca per penalizzare sempre le solite categorie. I pubblici esercizi hanno pagato più di ogni altro settore nei 16 mesi della pandemia, sia in termini di perdita di fatturati che in termini di posti di lavoro. Andare ancora una volta a pesare sulle nostre attività significa compromettere la ripartenza”. Così Roberto Calugi, Direttore generale di Fipe-Confcommercio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: albero su funivia in Alto Adige, tutti salvi
Incidente durante temporale a Maranza a Rio Pusteria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
13 luglio 2021
23:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Durante un forte temporale un albero è finito sulla funivia che da Rio Pusteria porta a Maranza, in Alto Adige. Una decina di persone si trovavano nella cabina, che è stata letteralmente spinta dall’albero verso il pilone dell’impianto che si è immediatamente bloccato.
Sul posto sono arrivati i soccorritori che hanno tratto in salvo i passeggeri, come anche altre tre persone che stavano scendendo a valle nell’altra cabina. La funivia resta chiusa per le verifiche del caso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi in Italia, spenti sei roghi
Equipaggi Canadair in azione dalla Sardegna alla Sicilia. Fiamme anche in Puglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
00:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli equipaggi dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, sono stati impegnati dalle prime luci del giorno di martedì nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra.
Secondo i dati disponibili, sono 18 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 4 rispettivamente da Calabria, Sicilia e Sardegna, 3 dalla Puglia e una ciascuna da Abruzzo, Molise e Basilicata.
“L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi – informa una nota della Protezione civile – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 6 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza”.
“È utile ricordare – si aggiunge – che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva”.
Una decina di abitazioni che si trovano in località Mannarella tra Vico del Gargano e Ischitella nel Foggiano è stata evacuata a causa di un pericoloso incendio divampato dal pomeriggio sul Gargano. Al momento non si registrano feriti. L’incendio sembrava essere sotto controllo ma il forte vento ha nuovamente alimentato le fiamme ed ora sta ostacolando anche le operazioni di spegnimento. Nel pomeriggio è intervenuta una decina di mezzi dei vigili del fuoco e due canadair. Sul posto oltre agli uomini del 115 stanno operando i carabinieri e i volontari della Protezione Civile. Le fiamme sono ben visibili sia da Vico del Gargano che da altri paesi e località turistiche della zona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terremoto di magnitudo 3 nello Stretto di Messina
Epicentro davanti alla costa della Calabria, nessun danno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
01:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una scossa di terremoto di magnitudo 3 è stata registrata all’1:01 nello Stretto di Messina, davanti alla costa della Calabria.
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 34 km di profondità ed epicentro a 7 km da Roghudi (Reggio Calabria).

Non si segnalano danni a persone o cose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oim, raddoppiato nel 2021 il numero dei migranti morti in mare
La maggior parte delle vittime nel Mediterraneo, +130% rispetto al 2020
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
08:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il numero di migranti morti in mare nel tentativo di raggiungere l’Europa è più che raddoppiato quest’anno. Lo ha reso noto l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), che ha invitato gli Stati a prendere provvedimenti urgenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo le statistiche pubblicate in un nuovo rapporto, almeno 1.146 persone sono morte in mare nel tentativo di raggiungere l’Europa nella prima metà del 2021. Nel 2020, 513 erano morte nello stesso periodo e 674 nel 2019. La maggior parte dei decessi è stata registrata nel Mediterraneo (896), circa 250 nel tentativo di raggiungere le Isole Canarie, nell’Oceano Atlantico.
“L’Oim ribadisce la richiesta agli Stati di adottare misure urgenti e proattive per ridurre la perdita di vite umane sulle rotte migratorie marittime verso l’Europa e per rispettare gli obblighi previsti dal diritto internazionale”, ha affermato il direttore generale dell’Oim Antonio Vitorino, in una nota, “Aumentare gli sforzi di ricerca e soccorso, mettere in atto meccanismi di sbarco prevedibili e garantire l’accesso a rotte migratorie sicure e legali sono passi chiave per raggiungere questo obiettivo”, ha sottolineato.
Nei primi sei mesi dell’anno, la maggior parte dei decessi è stata registrata nel Mar Mediterraneo (896), con un aumento del 130% rispetto allo stesso periodo del 2020. La maggior parte è morta nel Mediterraneo centrale (741), regolarmente descritta dalle agenzie umanitarie come la rotta più pericolosa al mondo, seguita dal Mediterraneo orientale (149). Sei migranti sono morti cercando di raggiungere la Grecia via mare dalla Turchia.
Nello stesso periodo, almeno 250 migranti sono morti in mare durante il tentativo di raggiungere le Isole Canarie, nell’Atlantico. Tuttavia, queste cifre sono sicuramente molto inferiori alla realtà, sottolinea l’Oim, sostenendo che “centinaia di casi di naufragi invisibili” sono segnalati da Ong che sono in contatto diretto con chi è a bordo o con le loro famiglie. “Questi casi, estremamente difficili da verificare, mostrano che il numero di morti sulle rotte marittime verso l’Europa è molto più alto di quanto indicano i dati disponibili”, aggiunge l’organizzazione internazionale con sede a Ginevra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rider aggredito a Cagliari, denunciati due giovani
Un 20enne e un 23enne sono accusati di violenza privata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 luglio 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno un nome e un volto i due giovani che la notte del 7 luglio scorso durante i festeggiamenti per la qualificazione dell’Italia alla finale per gli europei hanno aggredito il rider, Alessandro Ghiani, impegnato in alcune consegne, facendolo cadere a terra con colpi al casco, spinte e calci allo scooter. Denunciati dalla polizia un 20enne e un 23enne, già noti alle forze dell’ordine, appartenenti alla tifoseria organizzata del Cagliari.
I due giovani sono stati denunciati per violenza privata.
Le indagini sono state condotte dalla Squadra mobile di Cagliari. I due denunciati dovranno anche pagare 500 euro di multa, per la violazione delle regole di prevenzione del Covid-19 durante i festeggiamenti per la nazionale di calcio in piazza Yenne nel centro del capoluogo sardo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: blitz contro clan palermitano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 luglio 2021
10:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito una misura cautelare nei confronti di 11 persone accusate a vario titolo di associazione di tipo mafioso, detenzione di stupefacenti, favoreggiamento personale e tentata estorsione con l’aggravante del metodo mafioso. Sarebbero tutti componenti della famiglia mafiosa di Torretta, comune in provincia di Palermo, da sempre con solidi legami con la mafia newyorkese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le indagini coordinate dalla Dda hanno portato nove persone in carcere, una agli arresti domiciliari e una all’obbligo di dimora nel comune di residenza.
Al centro dell’indagine, condotta dal Nucleo investigativo dei Carabinieri e coordinata dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca, ci sono il mandamento di Passo di Rigano e la famiglia mafiosa di Torretta, un piccolo borgo con poco più di 4.000 abitanti nell’hinterland palermitano, da sempre roccaforte mafiosa alleata dei cosiddetti ‘scappati’, boss della fazione sconfitta dai corleonesi di Totò Riina al termine della seconda guerra di mafia e costretti all’esilio negli Usa.
Ruolo di rilievo nel clan avrebbe Raffaele Di Maggio, figlio dello storico esponente mafioso Giuseppe Di Maggio detto ‘Piddu’, morto nel gennaio 2019. Fedelissimi del boss erano Ignazio Antonino Mannino, anche lui con funzione direttiva e organizzativa, Calogero Badalamenti cui era stata affidato il controllo sul territorio di Bellolampo, Lorenzo Di Maggio, detto ‘Lorenzino’ scarcerato nell’agosto del 2017 e sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Carini, Calogero Caruso, detto Merendino, ritenuto una figura di vertice della ‘famiglia’, il nipote Filippo Gambino e Calogero Christian Zito, che faceva la spola tra la Sicilia e gli Usa. Le attività indagine hanno interessato anche due fratelli imprenditori edili di Torretta.
Resta solido lo storico legame tra il clan mafioso di Torretta (Pa) e la mafia americana. Lo ha accertato l’inchiesta dei carabinieri che ha portato all’esecuzione di 11 misure cautelari. Le indagini hanno documentato il legame con esponenti di spicco di “cosa nostra” statunitense capace di condizionare, attraverso propri emissari, gli assetti criminali della cosca. La mafia di Torretta si sarebbe inserita nel tessuto economico legale, tra edilizia, agricoltura e allevamento di bestiame attraverso il diretto intervento nelle dinamiche di compravendita degli animali e dei terreni. Il clan avrebbe controllato inoltre le commesse pubbliche e private non solo a Torretta, dove sarebbe riuscito ad infiltrarsi nella locale amministrazione influenzando e modificando l’esito delle elezioni comunali del 2018, fino allo scioglimento del Comune del 2019, ma anche nei comuni limitrofi di Capaci, Isola delle Femmine e Carini, oltre che in alcuni quartieri di Palermo che fanno capo al “mandamento” di Passo di Rigano. I carabinieri hanno ricostruito i numerosi incontri riservati organizzati nelle campagne per sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine tra gli affiliati del clan di Torretta ed in particolare un summit avvenuto la sera del 21 novembre 2018 in casa di Raffaele Di Maggio boss ai vertici del clan, arrestato oggi. Alla riunione presero parte anche Ignazio Antonino Mannino, e Calogero Badalamenti.
Alla fine del mese di settembre del 2018 un emissario di Cosa nostra americana è stato accolto dai vertici della famiglia mafiosa di Torretta. Emerge dall’inchiesta dei carabinieri sul clan di Torretta che oggi ha portato a 11 misure cautelari. La permanenza dell’uomo in zona fu coperta, tra gli altri, da due fratelli imprenditori che, dividendosi i ruoli, lo avrebbero preso in aeroporto e ne avrebbero garantito il soggiorno in una lussuosa villa con piscina di Mondello, regalandogli la cocaina in segno di benvenuto. Nel periodo trascorso sull’isola, l’emissario avrebbe preso parte ad una riunione nell’abitazione del boss Raffaele Di Maggio, il 3 ottobre 2018 a Torretta, e a un secondo incontro nel comune di Baucina (Pa). All’indomani dell’omicidio del mafioso americano Frank Calì detto “Franky Boy”, avvenuto a Staten Island (New York) la sera del 13 marzo 2019, i carabinieri hanno registrato una serie di fibrillazioni tra i mafiosi del clan palermitano. Nei giorni successivi, il figlio di uno degli indagati è partito per gli Usa e durante la sua permanenza a New York ha incontrato diverse persone tra cui proprio l’emissario arrivato a Torretta nel settembre 2018. Rientrato dal viaggio, il giovane ha raccontato il clima di profonda tensione creatosi sulla sponda americana, esprimendo le proprie valutazioni su chi sarebbe subentrato a Calì alla guida della compagine mafiosa americana. A Torretta inoltre i carabinieri hanno registrato i commenti “di prima mano” di alcuni degli indagati che conoscevano personalmente Frank Calì e che, in un primo momento, avevano temuto che l’episodio potesse provocare una pericolosa escalation di violenze nella quale avrebbero rischiato di rimanere direttamente coinvolti anche altri soggetti.
I pizzini per Matteo Messina Denaro passavano da Torretta. Il ruolo di raccoglitore dei messaggi lo avrebbe svolto, secondo gli investigatori Lorenzo Di Maggio, detto “Lorenzino”, tornato in libertà nel 2017. E’ il pentito Antonino Pipitone che lo accusa di essere stato il postino dei messaggi per il capomafia di Castelvetrano. “Gran parte dei pizzini sia della provincia che dei mandamenti di Palermo che dovevano arrivare al superlatitante arrivavano sempre a lui”, ha sostenuto il collaboratore di giustizia. “I biglietti gli venivano consegnati dove lavorava o a casa della madre”. Pipitone ha svelato che i pizzini venivano poi consegnati da Di Maggio a Calogero Caruso, “il quale a sua volta li consegnava a Campobello di Mazara, utilizzando l’auto del Comune di Torretta dove Caruso all’epoca lavorava”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Danni gravi dalla dad, 1 su 2 termina scuole impreparato
Invalsi,73% in Campania non sa matematica. Male pure l’italiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
10:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia e la dad hanno fatto danni enormi sull’apprendimento dei ragazzi, soprattutto alle superiori. Il quadro emerge dal Rapporto Invalsi.
Alle medie il 39% degli studenti non ha raggiunto risultati adeguati in italiano, il dato sale al 45% in matematica. Alle superiori il dato sale rispettivamente al 44% e al 51% con un + 9%. In molte regioni del Sud oltre la metà degli studenti non raggiunge la soglia minima di competenze in Italiano: Campania e Calabria 64%, Puglia 59%, Sicilia 57%, Sardegna 53%, Abruzzo 50%. In Campania il 73% degli studenti è sotto il livello minimo di competenza in matematica, in Sicilia 70%, 69% Puglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pesca abusiva datteri di mare: Marevivo, bene procura Napoli
Associazione parte civile nel processo contro 21 ‘datterari’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 luglio 2021
11:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Saremo vigili e presenti perché il mare rappresenta un bene comune che va tutelato e preservato in quanto fonte di vita e non reso oggetto di interessi esclusivamente privati e per giunta illeciti”: così l’associazione ambientalista Marevivo annuncia che si costituirà parte civile nel processo al Tribunale di Napoli contro i ventuno imputati di associazione a delinquere finalizzata all’estrazione dei datteri di mare. Il dibattimento comincerà il 24 settembre e dovrà accertare le responsabilità per i danni irreparabili arrecati a diverse scogliere del golfo di Napoli tra cui i Faraglioni di Capri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il pubblico Ministero dott. Giulio Vanacore, ha ritenuto lampanti le prove raccolte nell’ambito della complessa e brillante indagine volta alla repressione del gravissimo danno ambientale arrecato dalla pesca abusiva dei datteri nel Golfo di Napoli. Le indagini hanno portato a contestare i reati nel periodo compreso dal marzo 2019 al marzo del 2021, allorquando venivano emessi i mandati per la carcerazione”, afferma Mariagiorgia de Gennaro, socia e legale di Marevivo”.
“Siamo fiduciosi nel processo – aggiunge -così come della sua importanza sociale dal momento che pone basi forti per una concreta sensibilizzazione su reati che purtroppo troppo spesso sfuggono al sentire collettivo che non ha strumenti, informazione e coscienza piena del disastro ambientale che la condotta posta in essere dai “cd datterari” così come di tutti i predatori del mare arrecano al nostro ecosistema”.
Nel processo vengono contestati anche altri reati tra i quali l’illecito accesso al reddito di cittadinanza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa è stato dimesso dall’ospedale
Era ricoverato al Gemelli da domenica 4 luglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
14 luglio 2021
11:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco è stato dimesso dal Policlinico Gemelli di Roma dove era ricoverato da domenica 4 luglio. Il Papa ha utilizzato la sua consueta auto, sedendosi accanto all’autista come fa normalmente.

Bergoglio era stato operato il 4 luglio, giorno del suo ingresso in ospedale, per una diverticolite. Domenica 11 l’Angelus dall’ospedale, oggi il ritorno a casa, dove proseguirà la convalescenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I ‘danni’ della Dad, 1 su 2 termina la scuola impreparato
Rapporto Invalsi, al Sud oltre la metà degli studenti non raggiunge la soglia minima di competenze in Italiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
15:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia e la Dad hanno fatto danni enormi sull’apprendimento dei ragazzi, soprattutto alle superiori. Il quadro emerge dal Rapporto Invalsi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alle medie il 39% degli studenti non ha raggiunto risultati adeguati in italiano, il dato sale al 45% in matematica. Alle superiori il dato sale rispettivamente al 44% e al 51% con un + 9%. In molte regioni del Sud oltre la metà degli studenti non raggiunge la soglia minima di competenze in Italiano: Campania e Calabria 64%, Puglia 59%, Sicilia 57%, Sardegna 53%, Abruzzo 50%. In Campania il 73% degli studenti è sotto il livello minimo di competenza in matematica, in Sicilia 70%, 69% Puglia.
Il calo è generalizzato in tutto il Paese e solo la Provincia autonoma di Trento rimane sopra alla media delle rilevazioni del 2018 e del 2019 La quota di studenti sotto il livello minimo cresce di più tra gli studenti socialmente svantaggiati e presumibilmente anche tra quelli immigrati.
Sono il 9,5%, ovvero oltre 40 mila i giovani di 18-19 anni, coloro escono da scuole senza competenze, impreparati: “sono la metà della città di Ferrara – ha fatto notare Roberto Ricci, responsabile nazionale delle prove Invalsi – un terzo di Modena.
La bocciatura non cambia le cose, è più funzionale all’organizzazione della scuola che alle competenze. I dati dicono che anche gli studenti che hanno avuto una bocciatura, continuano ad avere esiti sensibilmente più bassi di chi non è stato bocciato, dunque la bocciatura non è la soluzione. La sfida credo sia cercare risposte alternative, che sono già tutte nell’ordinamento vigente, non necessitano di particolari risorse le indicazioni nazionali”.
“Il tempo che è trascorso – ha concluso il ricercatore – non lo recuperiamo con la bacchetta magica, ma usare questi dati può aiutare a prendere decisioni da calare nella realtà”. La Puglia, ha fatto notare, che per diversi anni è stata citata come esempio in controtendenza incoraggiante, rispetto al resto del sud, si è giocata con la pandemia quel guadagno che aveva accumulato: “questo ci deve dire quanto il miglioramento va coltivato con garbo e affetto, non va deplano, una volta raggiunto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Bianchi, rimetterla al centro per rilancio Paese
Il ministro alla presentazione del Rapporto Invalsi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
11:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna porre la scuola al centro del Paese per uscire da questa fase nella maniera migliore. La scuola è la base di ogni possibile rilancio, non c’è sviluppo del Paese se non c’è il rilancio della scuola”.
Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi alla presentazione del Rapporto Invalsi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Concerto omaggio a Battiato il 21 settembre all’Arena
Nel cast Diodato, Gazzè, Emma, Alice, Morgan, Gifuni, Mahmood
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
12:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alice, Arisa, Baustelle, Sonia Bergamasco, Bluvertigo, Angelo Branduardi, Umberto Broccoli, Vasco Brondi, Brunori Sas, Paolo Buonvino, Juri Camisasca, Giovanni Caccamo, Roberto Cacciapaglia, ColapesceDimartino, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Diodato, Emma, Eugenio Finardi, Max Gazzè, Fabrizio Gifuni, Mario Incudine, Luca Madonia, Fiorella Mannoia, Mahmood, Gianni Maroccolo con Andrea Chimenti, Antonio Aiazzi e Beppe Brotto, Morgan, Nabil Bey, Gianna Nannini, Manet Raghunath, Danilo Rossi, Saturnino, Subsonica, Paola Turci saranno i protagonisti di “Invito al viaggio – Concerto per Franco Battiato”, l’omaggio al cantautore recentemente scomparso che si terrà il 21 settembre all’Arena di Verona. Franco Battiato ha attraversato il mondo della canzone popolare arricchendola a dismisura, intercettando moltissimi ascoltatori e altrettanti artisti di percorsi diversi, ma sempre vicini alla sua sensibilità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saranno loro a ribadirne ancora una volta il valore nel concerto evento, partendo dal suo album più radiosamente pop, La voce del padrone, uscito quarant’anni fa proprio in quella data. “Invito al viaggio” unirà figure del mondo dello spettacolo con un’orchestra formata dalla Filarmonica dell’Opera Italiana Bruno Bartoletti, Carlo Guaitoli alla direzione d’orchestra e pianoforte, Angelo Privitera alle tastiere e programmazione, Osvaldo Di Dio, Antonello D’Urso e Chicco Gussoni alle chitarre, Andrea Torresani al basso, Giordano Colombo alla batteria. Molto del repertorio sarà eseguito seguendo gli arrangiamenti originali, su timbriche e sfumature che vogliono rispecchiare tutto il percorso musicale di Battiato, come se fosse un concerto del Maestro. Non soltanto canzoni, quindi, ma anche suite e momenti puramente orchestrali, in una sorta di testimonianza in movimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stop furti sabbia in spiagge sarde, al via campagna Dogane
Testimonial Caterina Murino, Geppi Cucciari e il cestista Datome
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 luglio 2021
13:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Partirà domani la campagna di comunicazione istituzionale “Portala nel cuore”, realizzata da Adm in collaborazione con la Regione Sardegna, a tutela dell’ambiente.
Sabbia, ciottoli, conchiglie e altri materiali naturali vengono spesso asportati da spiagge o fondali marini a ricordo delle vacanze trascorse nell’Isola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pochi sanno che questo comportamento sbagliato, oltre a impoverire il paesaggio e a deturpare l’ambiente – spiega l’Agenzia delle Dogane e Monopoli – costituisce un reato punito con una multa da 500 a 3.000 euro.
Per dare un’idea dell’entità del fenomeno, basti pensare che nel corso del 2020 presso i soli due aeroporti sardi di Olbia e Alghero i funzionari dell’Adm hanno sequestrato oltre 80 kg tra ciottoli, sabbia e conchiglie provenienti dai litorali dell’isola e occultati nei bagagli di numerosi viaggiatori in partenza Testimonial della campagna tre sardi d’eccezione: Caterina Murino, Geppi Cucciari e Luigi Datome, che hanno dato il loro contributo per sensibilizzare su questa tematica nel rispetto dell’ambiente e della normativa.
Quattro gli spot previsti, il primo collettivo con tutti e tre i volti noti, in uscita il 15 luglio alle 12. Il 19 luglio sarà la volta del video con protagonista Caterina Murino, il 22 di quello con Geppi Cucciari, per finire il 26 con Luigi Datome.
Gli spot saranno diffusi sui canali social di Adm e della Regione Sardegna, sugli schermi delle principali stazioni ferroviarie italiane e sulle più importanti emittenti radiotelevisive sarde.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rubini, amo i film veri, oggi sono prodotti da banco
In The Story of My Wife, lettera d’amore agli uomini imperfetti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
14 luglio 2021
13:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è Sergio Rubini sulla Montee des Marches a Cannes, coprotagonista di The Story of My Wife della regista ungherese Ildiko Enyedi, in concorso per la Palma d’oro.
Un red carpet con defezioni: la protagonista Lea Seydoux, positiva al Covid, rimasta a Parigi, e Jasmine Trinca rimasta in Italia a preparare le imminenti riprese del suo film d’esordio Marcel! con protagonista Alba Rohrwacher.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Attesi oltre a Rubini il protagonista Josef Hader e Louis Garrel. “Sono l’anima nera del film, il personaggio che fa scattare la storia perché solletico il protagonista, un capitano di lungo corso, a sposare la prima donna che farà ingresso nella taverna del porto che frequenta”. Ed è così che il capitano Jacob Storr si ritrova, in un appartamento di Parigi negli anni ’20, con Lizzy (Seydoux), la sua giovane, avvenente e misteriosa sposa.
Diventa una storia d’amore devastante che consuma il marinaio: “E’ un film – aggiunge Rubini – sull’inadeguatezza di ognuno di noi rispetto all’amore. La regista lo definisce una meravigliosa lettera d’amore a tutti gli uomini imperfetti, io aggiungo scritta a tutti gli uomini imperfetti da donne imperfette”. Tratto dall’omonimo romanzo di Milan Fust, in concorso batte bandiera francese ma si tratta di una coproduzione europea con Ungheria, Germania e in cui partecipa anche l’Italia con la Palosanto e il sostegno di Rai Cinema ed uscirà anche da noi.
Nel corso della storia “il capitano diventa un ‘principe’, la sua sofferenza amorosa lo eleva, mentre io – prosegue Rubini – mi realizzo negli affari e quando lui saprà fare a meno della sua ombra nera ossia di me sarà un uomo migliore”.
L’attore parla del cinema che ama, “quello d’autore, artigianale, originale. Oggi essere autori non va più di moda, tutto va ad omologarsi, ci sono serie tv che hanno anche registi diversi e devono assomigliarsi uno con l’altro per non far cambiare impronta alla serie. I film per lo più oggi sono prodotti, prodotti da banco per le piattaforme, per me è una mazzata terribile. Anche per motivi anagrafici io mi riconosco in un cinema diverso, di qualche anno fa e quando mi sono trovato sul set con la Ildiko Enyedi, con la sua passione artigianale, sono stato felice”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bolle, su arte e cultura l’Italia investa di più
L’etoile al Sole24ore, troppi corpi di ballo chiusi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
14:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Troppi i corpi di ballo che in questi anni hanno chiuso i battenti, dal Maggio di Firenze alla Fenice di Venezia, da Bologna a Torino. E troppi giovani costretti a scegliere la strada dell’estero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia, dice Roberto Bolle, “è un grande Paese ed io sono orgoglioso di essere italiano. Ma su arte e cultura si investe troppo poco ed è davvero un peccato perché gli investimenti sulla cultura hanno un ritorno sul turismo ed in generale sull’economia”. L’occasione sono gli Stati Generali della Cultura organizzati dal Sole 24 Ore con l’Associazione imprese culturali e creative (Aicc), che per l’edizione 2021 affrontano il tema “Le nuove frontiere della cultura”.
Bolle parla da Roma dove sta andando in scena con il Teatro dell’Opera dalle rovine del Circo Massimo. Il suo viso sprizza gioia da tutti i pori, “sono davvero felice di essere tornato in scena”, spiega, “non succedeva dall’ottobre dell’anno scorso, tanti mesi a cercare di tenermi in forma, di motivarmi, non è stato facile”. Alle spalle, sottolinea, c’è un “periodo che è stato in generale durissimo per tutto il settore”, per le tantissime persone che lavorano anche dietro le quinte, nella macchina dell’organizzazione e soprattutto nelle realtà più piccole, quelle che hanno sofferto di più. Un periodo, dice Bolle, “che è servito però anche a prendere consapevolezza dei vulnus, delle tante mancanze dal punto di vista previdenziale e assicurativo e a porvi rimedio”. Adesso, ragiona, “credo che si siano capiti i problemi e che si possa fare qualcosa per assicurare a tutti le necessarie tutele e per assicurare una equità sociale”.
L’appello è a dare più spazio all’arte, a investire di più: “La cultura è il nostro punto di forza nel mondo ed è anche un investimento redditizio” ribadisce appassionato, prima di ricordare i tanti corpi di ballo che negli ultimi anni sono stati chiusi: “E’ un impoverimento per il nostro paese”. In Italia ne sono rimasti quattro, Milano, Roma, Napoli e Palermo, “gli ultimi due sotto organico” e questo significa, aggiunge, “che i giovani sono costretti ad andare all’estero”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: 9 positivi su un volo da Malta, intero aereo in quarantena
I positivi sono tutti giovani, asintomatici o paucisintomatici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
15 luglio 2021
10:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nove positivi al Covid-19 su 65 persone di ritorno da Malta che ieri sono state sottoposte a tampone appena sbarcate all’aeroporto d’Abruzzo. La task force regionale, per precauzione, ha deciso di porre in isolamento fiduciario, per 14 giorni, tutti i 70 passeggeri del volo, anche quelli con Green pass, perché considerati contatti stretti dei positivi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo riferisce il referente regionale per le emergenze, Alberto Albani, che ha voluto il servizio di screening in aeroporto, poi disposto dal governatore Marco Marsilio con un’ordinanza che impone il test a tutti coloro che arrivano da Malta, Regno Unito e Spagna.
Il servizio in questione è partito proprio ieri pomeriggio, con il volo proveniente da Malta. Su 70 passeggeri, in 65 si sono sottoposti a test, mentre gli altri cinque hanno rifiutato avendo il Green Pass. I nove positivi sono tutti giovani, asintomatici o paucisintomatici. Stamani sono stati eseguiti altri tamponi sui passeggeri del volo proveniente da Londra.
“La Regione Abruzzo e la task force per l’emergenza – afferma Albani – hanno adottato una misura che va nella direzione giusta. Questa operazione ha portato subito i primi risultati.
Il virus sta tornando a livelli di diffusione importanti. Per precauzione abbiamo deciso di disporre l’isolamento fiduciario di 14 giorni per tutti i passeggeri, a prescindere dal Green pass. Fortunatamente siamo riusciti a intercettare subito i positivi. Stiamo cercando di stroncare sul nascere eventuali focolai. Ora partiranno le attività di tracciamento dei contatti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: ringrazio chi mi è stato vicino nei giorni di ricovero
‘Non dimentichiamoci di pregare per i malati’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
14 luglio 2021
15:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini con la preghiera e l’affetto nei giorni di ricovero in ospedale. Non dimentichiamoci di pregare per i malati e per chi li assiste”.
Lo dice Papa Francesco in un tweet dopo le dimissioni dal Policlinico Gemelli di Roma e il ritorno in Vaticano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Guardia Costiera: amm. Pettorino saluta, visitati i 288 presidi
In pensione da 24/7. “Bellissimo incontro,11mila servono Paese”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
14 luglio 2021
15:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In vista di lasciare la guida del Comando generale delle Capitanerie di Porto, il 24 luglio per raggiunti limiti d’età, l’ammiraglio Giovanni Pettorino ha visitato i 288 presidi della Guardia Costiera in cui prestano servizio 11mila tra uomini e donne. Lo ha riferito lo stesso Pettorino ad Ancona, dove è stato direttore marittimo e Comandante del porto tra il 2010 e il 2013 e dove si è ‘insediato’ oggi come Commissario dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico Centrale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione di visitare i presidi l’aveva presa prima di sapere del nuovo incarico, con l’intento di lasciare per ultima la piccola “Seziomare” di Falconara Marittima (Ancona) che “insieme a quelle di Sarroch (Sardegna) e Santa Panagia (Sicilia) sono quelle in cui arriva la maggior parte degli idrocarburi in Italia”. Oggi l’ammiraglio ha completato il giro a Falconara anche per salutare amici e colleghi in vista della ‘pensione’: “il destino ha voluto che tornassi in un’altra veste…”.
“Un momento bellissimo aver incontrato tutti gli 11mila uomini e donni della guardia costiera che ogni giorno servono il Paese e sono al servizio degli interessi marittimi e portuali del nostro Paese, – ha detto l’ammiraglio -, importanti perché dai porti prendiamo parte importante del pil: quello di Ancona per il 3% discende dal porto. Uomini e donne che – ha ricordato – in questi anni continuano, tra tante emergenze, in mare e soccorsi, a servire gli interessi marittimi di un Paese come il nostro che sul mare ha un ruolo fondamentale, come sul mare e nei porti le Adsp (56 porti; ndr) hanno un ruolo fondamentale e cioè gestire le porte d’ingresso del nostro Paese”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bus prende fuoco: Procura di Lecco ha aperto un’indagine
Al vaglio del magistrato i documenti relativi al mezzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCO
14 luglio 2021
16:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Lecco ha aperto un fascicolo sull’incendio del bus nella galleria Fiumelatte a Perledo (Lecco) sulla superstrada 36. La Polizia Stradale di Lecco, dopo aver effettuato i rilievi su quanto accaduto nella mattinata di ieri sulla corsia Nord della Statale 36, ha consegnato una dettagliata relazione alla Procura.

Il magistrato di turno, Andrea Figoni, sta vagliando i documenti, soprattutto quelli relativi al bus che stava portando a Livigno (Sondrio) 24 ragazzi, che sono stati salvati grazie all’intervento dell’autista e dell’accompagnatore dell’oratorio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nobel Letteratura 2021, proposto il poeta Guido Oldani
Per il libro manifesto ‘Il Realismo Terminale’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
16:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il poeta Guido Oldani, autore del manifesto letterario ‘Il Realismo Terminale’, pubblicato da Mursia, con il quale ha dato vita all’omonimo movimento letterario e artistico internazionale, è stato proposto per il premio Nobel per la Letteratura 2021. La candidatura è stata sottoscritta, insieme all’editore Fiorenza Mursia, da intellettuali di tutto il mondo: gli italianisti Giuseppe Langella, Caterina Verbaro, Daniele Maria Pegorari, Daniela Carmosino, la presidente della fondazione di poesia ‘Il Fiore’ Giuseppina Caramella, l’artista svedese Françoise Ribeyrolles-Marcus, i poeti cinesi Jidi Majia e Gao Xing, il russo Gennadij Šlapunov, presidente della Fondazione per il dialogo eurasiatico tra culture e civiltà, lo statunitense Major Jackson e il sudafricano Zolani Mkiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo i sottoscrittori della candidatura, il Realismo Terminale è “una tendenza letteraria di portata planetaria, aperta alle più varie forme espressive (arti visive e plastiche, musica, teatro, danza), che ambisce ad essere la rappresentazione critica e ironica della civiltà globalizzata degli anni Duemila, interpretando e descrivendo quegli aspetti del divenire storico-sociale che maggiormente caratterizzano il nostro tempo, tanto da poter essere additati come i suoi esiti più tipici e rappresentativi. Esso nasce, infatti, nella mente di Oldani, dall’osservazione di alcuni fatti macroscopici che si stanno verificando su scala mondiale e delle trasformazioni antropologiche che stanno generando, quasi in contemporanea, un po’ dappertutto, nell’Occidente più avanzato come nei Paesi in via di sviluppo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Autista muore schiacciato da un carro attrezzi nel Milanese
Inutile l’intervento dell’eliambulanza, la vittima aveva 68 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCHIERA BORROMEO (MILANO)
14 luglio 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 68 anni residente nel Sud Milano è morto schiacciato tra il pianale del suo carro attrezzi e un furgone che stava ritirando da un’officina di Peschiera Borromeo, in frazione Bellaria, dopo una riparazione.
L’infortunio si è verificato davanti ai cancelli dell’autofficina.
Nel caricare il mezzo, il conducente del carro attrezzi è rimasto schiacciato tra il pianale del proprio mezzo e il veicolo da riportare al suo proprietario. I soccorsi sanitari sono intervenuti anche con l’eliambulanza ma hanno dovuto constatare il decesso. Sul posto, per chiarire dinamica e eventuali responsabilità, i tecnici dell’Ats e la polizia locale di Peschiera Borromeo. Su quanto accaduto è già stata anche informata la Procura di Milano.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Draghi e Cartabia a Santa Maria Capua Vetere: ‘Riformare il sistema, mai più violenze’
‘Il Governo non ha intenzione di dimenticare. Non può esserci giustizia dove c’è abuso. E non può esserci rieducazione dove c’è sopruso’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Santa Maria Capua Vetere per dare un segno tangibile che il governo non dimentica. E che, ora più che mai, l’ordinamento penitenziario va riformato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il premier Mario Draghi e la ministra della Giustizia Marta Cartabia scelgono il carcere dell’ “orribile mattanza” – parole del Gip che si è occupato del caso – per ampliare il raggio delle riforme dell’esecutivo nel campo della giustizia. Andando a toccare non solo i processi civili e quelli penali ma anche il sistema delle carceri e i diritti dell’uomo sanciti dalla Costituzione. “Oggi non siamo qui a celebrare trionfi o successi ma ad affrontare le conseguenze delle nostre sconfitte”, sottolinea non a caso dopo la visita. Il premier e la Guardasigilli – con loro anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Roberto Garofoli – arrivano nel casertano nel primo pomeriggio. Restano oltre un’ora nel penitenziario “Francesco Uccella”. Draghi visita diversi bracci del carcere, come quello femminile o quello con i detenuti con disabilità. Entra in alcune celle e parla con i suoi inquilini. E, nel cortile del penitenziario, arriva anche l’acclamazione dei detenuti. “Draghi, Draghi”, urlano al passaggio del capo del governo, scandendo anche la richiesta di “indulto”. Il presidente del Consiglio ovviamente incontra anche la polizia pentenziaria. E il messaggio che gli viene recapitato è univoco: il corpo, con l’aumento dei detenuti, è sottodimensionato. A loro Draghi promette che il governo non li lascerà soli e che la riforma dell’ordinamento pentenziario toccherà anche il settore della polizia. “Il governo non ha intenzione di dimenticare. Non può esserci giustizia dove c’è abuso. E non può esserci rieducazione dove c’è sopruso”, sottolinea al termine della visita. E, il premier, a prescindere dalle indagini sugli abusi risalenti al 6 aprile 2020, evidenzia “la responsabilità collettiva” per le violenze, quella “di un sistema che va riformato.”
“La detenzione – spiega ancora – deve essere recupero, riabilitazione. Gli istituti penitenziari devono essere comunità. E dobbiamo tutelare, in particolare, i diritti dei più giovani e delle detenute madri. Le carceri devono essere l’inizio di un nuovo percorso di vita. Alle parole del premier fanno eco quelle di Cartabia che prenderà in mano il dossier della riforma delle carceri. “Questa deve essere l’occasione per far voltar pagina al mondo del carcere”, sottolinea la ministra assicurando che metterà in campo, “subito”, più assunzioni per il personale e più formazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al di là dei fatti di S. Maria Capua Vetere, da anni le carceri italiani sono segnate dal sovraffollamento. Una lieve diminuzioni (da oltre 60mila a 53.329) si è registrata nel passaggio dal 2020 al 2021 ma i numeri restano alti. E il Covid ha accentuato le difficoltà. “La pandemia “ha fatto da detonatore a questioni antiche”, osserva Cartabia. E Draghi, a sua volta, sottolinea: “L’Italia è stata condannata due volte dalla Corte europea dei diritti dell’uomo per il sovraffollamento carcerario. Ci sono migliaia di detenuti in più rispetto ai posti letto disponibili. Sono numeri in miglioramento, ma sono comunque inaccettabili”. Per la riforma dell’ordinamento penitenziario ci vorranno alcune settimane. Ma sui principi il premier è chiaro.
“La Costituzione sancisce all’art. 27 i principi che devono guidare lo strumento della detenzione: “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”. A questi principi deve accompagnarsi la tutela dei diritti universali”, spiega Draghi. Ma la strada del governo non è in discesa. Sull’onda delle notizie dei pestaggi di S.Maria Capua Vetere la maggioranza è tornata a mostrare le sue divisioni sull’argomento. Pd e Lega partono da posizioni molto distanti. Toccherà al premier e a Cartabia trovare la, non facile, mediazione.
Il carcere è al centro dell’inchiesta sugli scontri della primavera del 2020 nella quale sono contestati ai vertici della struttura e agli agenti penitenziari i reati di violenza e tortura:

Il premier Mario Draghi ha incontrato la delegazione di  lavoratori della Whirlpool giunta a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) per chiedere l’intervento del capo del governo sulla crisi dell’azienda.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: oltre mille casi e attualmente positivi in più in 24h
Vittime 23,ma 9 da ricalcolo Sicilia. Scendono ancora ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
17:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 2.153 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.534, quindi circa mille in meno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono invece 23 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 20. Dei 23 decessi, però, 9 in Sicilia su 10 sono relativi al periodo marzo-luglio, rende noto la Regione secondo una nota alla tabella del ministero della Salute, “a seguito di aggiornamento dati da parte delle strutture ospedaliere del territorio”. La Regione Valle d’Aosta comunica che il report odierno riporta un decesso in meno rispetto a ieri, relativo ad un caso doppio di competenza di altra Regione.
Sono 210.599 i tamponi molecolari e antigenici effettuati; ieri erano stati 192.543. Il tasso di positività è dello 1,02%, in risalita rispetto allo 0,8% di ieri.
Sono 151 i pazienti in terapia intensiva, 6 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 7, come ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.108, quindi 20 in meno rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.275.846, i morti 127.831. I dimessi ed i guariti sono invece 4.106.315, con un incremento di 1.079 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi – che ieri per la prima volta da mesi erano tornati a crescere – sono 41.700, in aumento di ben 1.051 unità nelle ultime 24 ore.
Le persone in isolamento domiciliare – anch’esse tornate a salire ieri – aumentano ancora e sono 40.441 (+1.077).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: rifiuta di indossare la mascherina in aereo, multata
È accaduto ieri sul volo Pisa-Cagliari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 luglio 2021
17:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non voleva indossare la mascherina durante il volo Pisa-Cagliari e, rimproverata dai passeggeri e poi dall’equipaggio, ha inveito contro le hostess.
Protagonista della vicenda, avvenuta sul volo Ryanair FR9933 proveniente da Pisa e diretto all’aeroporto di Cagliari-Elmas, una donna di 51 anni originaria di Lucca.
Per la viaggiatrice è scattata una multa da 400 euro.
Secondo quanto ricostruito dagli agenti della polizia di frontiera, la donna appena salita a bordo dell’areo ha rifiutato di indossare la mascherina, diventata obbligatoria per evitare la diffusione del coronavirus. Gli altri passeggeri le hanno chiesto più volte di indossarla, poi è intervenuta una hostess che ha cercato di convincerla, ma in tutta risposta è stata insultata e minacciata. Il comandante, vista la situazione ha segnalato quanto stava accadendo chiedendo l’intervento della polizia di frontiera appena l’aereo è atterrato in Sardegna. I poliziotti hanno inviyato la 61enne a seguirli negli uffici dove le è stata consegnata la contravvenzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Grandi navi: Vtp, cancellata nei fatti la nostra concessione
Società gestione passeggeri, nessuna nave arriverà in Marittima
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
14 luglio 2021
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Decreto sulle Grandi navi varato dal governo “di fatto cancella arbitrariamente la possibilità di utilizzo del terminal di Marittima in concessione a VTP fino al 2025, come bene strumentale al servizio di interesse generale per la movimentazione dei passeggeri nel porto di Venezia”. E’ la dura replica della Venezia Terminal Passeggeri (Vtp) al decreto che stoppa le navi a San Marco dalll’1 agosto.
“Stanti gli stringenti limiti indicati – prosegue -,quasi nessuna nave che scalava a Venezia potrà accedere alla Marittima; il decreto di fatto cancella la concessione in modo unilaterale, violando norme nazionali e comunitarie”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Allerta gioco d’azzardo, raccomandazioni ministero alle regioni
Controlli nelle sale. Mitigare impatto da astinenza forzosa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
17:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ispezioni preventive nei locali da gioco e gradualità nella rimessa in funzione per evitare un effetto boomerang dopo mesi di astinenza. Sono alcune delle “raccomandazioni stringenti” contenute in una nota del ministero della Salute, firmata dal direttore della Prevenzione Gianni Rezza, che sottolinea le preoccupazioni per la ripresa a regime delle attività di gioco d’azzardo che si andranno a sommare all’incremento del gioco on line durante il lockdown.
“Dopo la forzosa astinenza si ritiene necessario adottare con urgenza misure a tutela della salute pubblica” in quanto potranno produrre “un impatto negativo sulla salute”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Whirlpool: operai a Ps, togliete i caschi e protestate con noi
Rimosso il blocco lungo l’Appia a Santa Maria Capua Vetere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANTA MARIA CAPUA VETERE (CASE
14 luglio 2021
18:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli operai della Whirlpool hanno da poco liberato la statale Appia a Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Agli agenti intervenuti in assetto antisommossa hanno urlato: “Togliete i caschi e protestate con noi”.
Gli operai sono disperati e chiedono un Intervento del premier Mario Draghi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti:Raggi,riapriamo discarica Albano,impianti vanno riaperti
Appello a cittadini e sindaci, appoggiateci in questa battaglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 luglio 2021
18:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Se la Regione Lazio non vuole ripartire le discariche e vuole lasciare i rifiuti in strada, vorrà dire che le riapriremo noi. Per questo ho chiesto alla Città Metropolitana di predisporre un’ordinanza urgente per riaprire la discarica di Albano Laziale”. Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi, intervenendo alla seduta straordinaria in Assemblea Capitolina sull’ emergenza dei rifiuti. “Assicuro ai cittadini di Albano che lo faremo per il tempo strettamente necessario – ha proseguito Raggi – . E rivolgo loro un appello a loro e a tutti i sindaci: appoggiateci nella battaglia per riaprire la discarica di Colleferro e gli altri impianti ancora utilizzabili. Aiutateci a creare un sistema che eviti le continue crisi e restituisca al Lazio una rete adeguata di impianti”. “La narrazione scritta sui rifiuti per oltre 40 anni ha penalizzato Roma, la quale ha accolto anche i rifiuti di altri Comuni con la discarica più grande d’Italia. Ora si vuole fare un bieco gioco elettorale che però va a ricadere sulle spalle dei cittadini romani. L’interesse dei cittadini ci sta a cuore e ci guida. Quindi nel momento in cui la Regione Lazio continua a chiudere le discariche, noi abbiamo predisposto la cartografia per individuare le aree idonee a ospitare i siti – ha sottolineato Raggi -. Abbiamo le soluzioni del lungo periodo, ma mancano le soluzioni sul breve periodo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: Falcone su delitto Mattarella, voluto da Cosa nostra
Giudice in verbali desecretati oggi, ma sicari erano esterni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 luglio 2021
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nell’omicidio Mattarella vi era una concordia di fondo di tutta la commissione sull’eliminazione di questo personaggio, nel senso che non interessava a tutti più di tanto che rimanesse in vita; però nel momento più acuto della crisi, che poi sarebbe sfociata l’anno successivo in una guerra di mafia molto cruenta, ognuno aveva paura di fare il primo passo, e Stefano Bontade, per la parte che ci è stata riferita, aveva preferito stare alla finestra nel senso di disinteressarsi delle vicende di Cosa nostra per poter poi contestare dall’opposizione certe vicende all’interno dell’organizzazione.
Se per l’omicidio Mattarella, e questo ci è stato ampiamente confermato da Buscetta, fossero stati utilizzati killer mafiosi, in due secondi chiunque all’interno di Cosa nostra avrebbe saputo chi aveva ordinato l’omicidio del presidente Mattarella”.

Un omicidio di mafia eseguito, però, da sicari non mafiosi: era la conclusione sul delitto dell’ex presidente della Regione siciliana Piersanti Mattarella a cui era giunto il giudice Giovanni Falcone. Le sue rivelazioni alla commissione Antimafia il 22 giugno del 1990 sono state desecretate oggi dalla stessa commissione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fedriga,per parametri valutare ricoveri e non contagi
Presidente Conferenza Regioni, vanno cambiati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
14 luglio 2021
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiudere una regione o metterla in difficoltà perché magari ha un po’ più di contagi ma gli ospedali sono vuoti penso sia controproducente, anche per il messaggio che stiamo lanciando ai cittadini, ovvero di partecipare alla campagna vaccinale. Dobbiamo tutti metterci d’accordo sul fatto che il problema sono le ospedalizzazioni, non solo per i malati Covid ma per tutte le persone che non trovano risposte perché gli ospedali sono saturi”.
Così il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, ai microfoni di Radio 1 in Vivavoce a una domanda sulla necessità di cambiare parametri.
Per il passaggio da una fascia all’altra di colore “i parametri – ha aggiunto – devono essere cambiati. Non abbiamo più le armi che avevamo un anno e mezzo fa. Abbiamo armi nuove, i vaccini, e non possiamo utilizzare le stesse risposte che utilizzavamo un anno fa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Egitto, a Patrick Zaki altri 45 giorni di custodia cautelare
Lo ha reso noto l’Ong Eipr
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
14 luglio 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata prolungata di altri 45 giorni la custodia cautelare in carcere al Cairo di Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università Alma Mater di Bologna arrestato nel febbraio dell’anno scorso per propaganda sovversiva su internet. Lo ha riferito Lobna Darwish, una rappresentante dell’Ong “Eipr” (“l’Iniziativa egiziana per i diritti personali”) annunciando l’esito di un’udienza svoltasi l’altro ieri e resa nota oggi.” Lunedì si era tenuta una sessione di udienze tra cui quella dello studente egiziano e la decisione dei giudici circa un rinnovo o meno della carcerazione, come di consueto, non era stata annunciata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La precedente udienza che aveva rinnovato la custodia cautelare per il ricercatore e attivista per i diritti civili si era svolta il primo giugno.
Il 30enne era stato arrestato in circostanze controverse il 7 febbraio dell’anno scorso e, secondo Amnesty, rischia fino a 25 anni di carcere. La custodia cautelare in Egitto può durare due anni. Le accuse a suo carico sono basate su dieci post di un account Facebook che i suoi legali considerano fake ma che hanno configurato fra l’altro la “diffusione di notizie false, l’incitamento alla protesta e l’istigazione alla violenza e ai crimini terroristici”. Per la prima volta dai primi giorni del suo arresto nel febbraio dell’anno scorso, Patrick Zaki ieri è stato sottoposto per oltre due ore ad un interrogatorio.
Amnesty international esorta il governo a “prendere qualche iniziativa”, convocando, “ad esempio, l’ambasciatore d’Egitto in Italia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gianluca Sciortino, torno sul palco per rinascere ancora
Uscì dal coma nel ’92 all’età di 10 anni. La sua storia raccontata in una fiction di Rai1
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
20:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Portando avanti il suo progetto, quasi una missione, legato alla musicoterapia, Gianluca Sciortino si esibirà il 31 luglio nell’ambito della rassegna ‘Lungo il Tevere Roma’. Nel dicembre del ’92 Sciortino uscì dal coma sulle note della canzone di Antonello Venditti “Dimmelo tu cos’è”, aveva solo 10 anni.
Oggi è un cantautore, sostenuto dal papà Pino. Dopo aver perso un anno fa Gerarda, la mamma coraggio raccontata nella fiction di Rai1, ‘In nome del figlio’, dedicata alla sua storia, Gianluca ha scritto una canzone intitolata “Guerriera”. Tornare su un palco rappresenta per lui la voglia di rinascere dopo le restrizioni legate alla pandemia. Tra le canzoni in scaletta ‘La nuova Era’, incisa insieme a Tony Esposito:

 

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scoperti due cadaveri nella ex villa di Versace a Miami
Casa Casuarina a Miami Beach è oggi un hotel di lusso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
14 luglio 2021
23:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giallo a Casa Casuarina, la villa di Miami Beach, di fronte all’iconica Ocean Drive, che fu la dimora di Gianni Versace e oggi trasformata in un lussuoso boutique hotel conosciuto come La Magione o The Villa Casa Casuarina. All’interno della residenza sono state trovati due cadaveri, scoperti da alcuni addetti alle pulizie.
Le indagini sono in corso e nulla finora trapela su cosa sia realmente accaduto. Esattamente 24 anni fa, il 15 luglio 1997, sull’ingresso della villa fu ucciso lo stilista italiano, freddato dai colpi di pistola esplosi dal serial killer Andrew Cunanan. Versace aveva 50 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oms, catastrofe assoluta ritardando i vaccini ai bimbi
Il direttore del dipartimento di immunizzazione dell’Oms a Ginevra: “Pericolosa anche la revoca troppo rapida delle restrizioni sanitarie contro il Covid”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
15:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) mette in guardia sul rischio di una “catastrofe assoluta” se il pericoloso ritardo nella vaccinazione dei bambini a causa della pandemia di Covid-19 non verrà recuperato e se le restrizioni sanitarie verranno revocate troppo rapidamente.
“Nel 2021 abbiamo il potenziale per una catastrofe assoluta”, ha avvertito oggi la dottoressa Kate O’Brien, direttore del dipartimento di immunizzazione dell’Oms a Ginevra. La pandemia ha costretto infatti a dirottare risorse e personale verso la lotta al Covid, e molti servizi sanitari hanno dovuto chiudere o ridurre l’orario.
Le persone erano anche riluttanti a spostarsi per paura della contaminazione, quando le misure di contenimento non le vietavano. I bambini non protetti e la revoca troppo rapida delle restrizioni sanitarie contro il Covid – che hanno anche parzialmente protetto alcune malattie infantili – stanno già avendo i loro effetti, con ad esempio focolai di morbillo in Pakistan, ha affermato il funzionario dell’Oms. Questi due fattori combinati sono “l’assoluta catastrofe contro la quale stiamo lanciando l’allarme ora, perché dobbiamo agire ora per proteggere questi bambini”, ha sottolineato la O’Brien.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusa boutique del falso, tra i clienti personaggi di spettacolo
600 articoli contraffatti in un appartamento di un quartiere vip a Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 luglio 2021
10:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una boutique del falso in un appartamento dei quartieri vip di Roma, che riforniva anche personaggi del mondo dello spettacolo. E’ di 850mila euro il volume d’affari di una 50enne romana scoperta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma.
Nel corso di una perquisizione nell’appartamento della donna, a Corso Francia, sono stati trovati oltre 600 articoli – tra borse, cinture e portafogli – con marchi contraffatti di Gucci, Fendi, Hermes, Chanel, Bottega Veneta e Balenciaga. Gli importi degli incassi oscillavano tra i 500 ed i 2000 euro per ogni articolo e i nomi dei clienti – ora sanzionati – sono stati scovati su una lista.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: sospesi 177 operatori sanitari no vax a Pordenone
Dopo accertamenti del Dipartimento di prevenzione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
15 luglio 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 177 gli operatori sanitari residenti in provincia di Pordenone che non hanno adempiuto all’obbligo vaccinale e che ora sono stati sospesi. Tra questi ci sono 46 infermieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ne danno notizia i quotidiani locali.
L’Azienda sanitaria Friuli occidentale (Asfo) ha pubblicato l’atto di accertamento dell’obbligo vaccinale – redatto dal Dipartimento di prevenzione – il quale determina la sospensione dell’attività che comporta il rischio di diffusione del virus.
Il provvedimento stabilisce la sospensione immediata fino ad avvenuta vaccinazione o al 31 dicembre.
“Questa azienda – si legge nel documento ufficiale – ha provveduto ad invitare formalmente 177, tra esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario, a sottoporsi nel mese di giugno alla somministrazione del vaccino anti Sars-Cov-2, indicando termini e modalità, ma i medesimi non si sono presentati agli appuntamenti programmati”.
Dell’accertamento dell’inosservanza dell’obbligo vaccinale “sarà data immediata informazione all’interessato, al datore di lavoro (ove noto) e all’ordine professionale di appartenenza (ove presente), comunicando contestualmente la sospensione dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio da Sars-Cov-2”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Whirlpool: protesta a Capodichino, sbloccata area partenze
Lavoratori nel piazzale dell’aeroporto dove continuano a gridare slogan e ad esporre striscioni e bandiere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
15 luglio 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I lavoratori della Whirlpool hanno liberato l’area di accesso alle partenze dell’aeroporto di Capodichino. I viaggiatori da qualche minuto possono tornare a espletare le operazioni di imbarco.
La protesta è durata meno di mezz’ora e non dovrebbe aver impedito il decollo di nessun volo. I lavoratori, un centinaio, ora si sono spostati nel piazzale dell’aeroporto dove continuano a gridare i loro slogan e ad esporre striscioni e bandiere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esce docu autobiografico Bellocchio
In sala anche Penguin Bloom ed Escape Room 2
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
12:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Come accade ogni anno le due settimane di Cannes, sommate quest’anno all’arrivo del grande caldo, generano una stagnazione nelle uscite in sala. Così per il weekend c’è spazio per pochi titoli riservati a pubblici settoriali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fa in qualche modo eccezione il bellissimo lavoro autobiografico di Marco Bellocchio che gli appassionati non perderanno anche perché il regista sarà premiato con la Palma d’onore nell’anno del gran ritorno sulla Croisette, proprio con questo film.
– MARX PUO’ ASPETTARE di Marco Bellocchio. Questa è la storia di Camillo, il fratello gemello di Marco, scomparso tragicamente il 27 dicembre del 1968: un anno cruciale per la storia italiana, per quella del regista, per la sua famiglia, ripiegata su un lutto mai confessato chiaramente fino ad oggi. La frase che dà il titolo è proprio di Camillo che si sentiva lontano dai furori rivoluzionari di Marco e che pure, senza volerlo, lega oggi la sua memoria a una data, il’68, rimasta incisa nella memoria collettiva.
– PENGUIN BLOOM di Glendyn Ivin con Naomi Watts, Andrew Lincoln, Griffin Murray-Johnston, Essi Murray-Johnston, Felix Cameron, Abe Clifford-Barr, Jacki Weaver, Leanna Walsman, Gia Carides, Rachel . E’ un vero melodramma, ma anche un inno alla vita ispirato a una storia vera, il racconto di come Samantha Bloom, moglie e madre felice, vede andare la sua esistenza in frantumi quando nel2013, scivolando da una terrazza marcita in Thailandia, precipita rompendosi la colonna vertebrale e rimanendo paralizzata dal petto in giù. Il ritorno a casa in Australia è drammatico, Samantha perde ogni voglia di vivere finché i suoi figli non portano a casa un cucciolo di gazza gravemente ferito. Samantha si prenderà cura di Pinguino (così battezzato) fino a instaurare un rapporto simbiotico con l’uccello che la guiderà verso una nuova dimensione del suo essere al mondo.
– ESCAPE ROOM 2 di Adam Robitel, Bragi F. Schut con Taylor Russell, Logan Miller, Holland Roden, Isabelle Fuhrman, Thomas Cocquerel, Carlito Olivero, Indya Moore, Deborah Ann Woll, Jamie-Lee Money, Corin Silva, Wayne Harrison. Sequel di un tipico horror amato specie online, riprende le fila del gioco mortale del primo episodio al quale sono sopravvissuti Zoey e Ben. Che comunque finiscono di nuovo in trappola insieme a un altro gruppo di ragazzi che – si scoprirà – hanno tutti sperimentato l’attrazione mortale di un rompicapo fatto per uccidere. Chi sopravviverà questa volta? – I CROODS 2 di Joel Crawford. Nella violenta e buffa preistoria, la tribù dei Croods parte alla caccia di una nuova terra in cui vivere in pace. Quando la trovano scoprono però di doverla dividere con i più evoluti Superior. Dopo un’iniziale solidarietà scoppiano le tensioni e i Croods sarebbero destinati ad avere la peggio se non si palesasse un nemico molto più forte che obbliga tutti all’alleanza per la sopravvivenza. Messaggio edificante in un cartoon per bimbi felici.
– RITORNO IN APNEA di Anna Maria Selini. Un bel documentario-testimonianza in cui la giornalista/regista si espone al racconto personale di come, in piena esplosione del Covid-19 sente il dovere di lasciare Roma per tornare nella natia Bergamo a testimoniare di un dramma collettivo che non può lasciare nessuno neutrale, lei per prima.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Toscana 173 casi, quasi raddoppio in un giorno
Da un mese non si superava quota 100. Tasso positivi sale 1,53%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
15 luglio 2021
11:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 173 su 11.311 test di cui 6.226 tamponi molecolari e 5.085 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,53% (3,4% sulle prime diagnosi).
Questi i dati diffusi dal presidente della Toscana Eugenio Giani nel suo consueto report sui social. Rispetto a ieri i contagi quasi raddoppiano a fronte di un numero di test dimezzato e un tasso di positività che è pari al quadruplo quasi: nel precedente report i casi erano stati 90 su 21.706 test, con un’incidenza di positivi dello 0,41% (1,8% sulle prime diagnosi).
Era da un mese circa che la Toscana non superava quota 100 contagi giornalieri: l’ultima volta era accaduto il 16 giugno, quando i casi erano stati 106, mentre l’ultimo numero di contagi più alto rispetto a oggi si era registrato il 10 giugno, con 174 nuovi positivi in un giorno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: studenti in vacanza positivi, in 15 bloccati in Grecia
Gli studenti avevano organizzato il viaggio a Ios per festeggiare la maturità e sarebbero dovuti tornare l’altro ieri sera in aereo a Tessera (Venezia)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
11:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una quindicina di studenti diciottenni veneziani è bloccata nell’isola greca di Ios, perché alcuni di loro sono risultati positivi al Covid. I giovani, che hanno deciso di mettersi in auto isolamento, non sanno quando potranno far rientro a casa, hanno spiegato le famiglie, sostenendo che le autorità greche non avrebbero fornito informazioni ai figli, né alcun supporto logistico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I giovani, tutti con almeno una dose di vaccino già fatta – riferisce il Gazzettino – si sono allarmati quando una ragazza della compagnia ha iniziato ad accusare un leggero malessere, con febbre. Fatti i tamponi, in 5 sono risultati positivi al Covid.
Gli studenti, che avevano organizzato il viaggio a Ios per festeggiare la maturità – riferisce sempre il Gazzettino – avrebbero dovuto tornare l’altro ieri sera in aereo a Tessera (Venezia). Le loro condizioni generali comunque sono buone, e ogni giorno tengono al corrente le famiglie dell’evoluzione della situazione. Le famiglie riferiscono che le autorità sanitarie locali non avrebbero finora svolto alcun controllo sui ragazzi.
Proprio ieri la Farnesiuna, in una nita, ha sottolineato che recarsi all’estero comporta rischi sanitari. “Da gennaio 2020 perdura in tutto il mondo l’emergenza sanitaria causata da COVID-19. Tutti coloro che intendano recarsi all’estero, indipendentemente dalla destinazione e dalle motivazioni del viaggio – avverte la Farnesina – devono considerare che qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio di carattere sanitario” e che nel caso in cui si risultasse essere positivi al test per il coronavirus o contatti di una persona positiva vanno seguite le norme disposte dalle autorità locali.
“In particolare – spiega la Farnesina – nel caso in cui sia necessario sottoporsi a test molecolare o antigenico per l’ingresso in Italia o per il rientro nel nostro Paese da una destinazione estera, si rammenta che i viaggiatori devono prendere in considerazione la possibilità che il test dia un risultato positivo. In questo caso, non è possibile viaggiare con mezzi commerciali e si è soggetti alle procedure di quarantena e contenimento previste dal Paese in cui ci si trova. Tali procedure interessano, con alcune possibili differenze dovute alle diverse normative locali, anche i cosiddetti contatti con il soggetto positivo, che sono ugualmente sottoposti a quarantena/isolamento dalle autorità locali del Paese in cui ci si trova e che, a tutela della salute pubblica, potranno far rientro in Italia al termine del periodo di isolamento previsto”. La Farnesina “raccomanda pertanto di pianificare con massima attenzione ogni aspetto del viaggio, contemplando anche la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, nonché di dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra anche i rischi connessi al COVID-19”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccide padre a coltellate nel Mantovano
L’uomo, di 50 anni, è stato arrestato dai Carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANTOVA
15 luglio 2021
11:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 50 anni ha accoltellato il padre 75enne, la scorsa notte, al culmine di una lite in un appartamento di Ostiglia, nel Mantovano.
E’ stato lui stesso chiamare i soccorsi dopo l’accoltellamento nella speranza di poter salvare il padre pensionato ma all’arrivo dell’ambulanza Mario Prandi era già morto a causa delle numerose ferite a torace e addome inferte con un coltello da cucina.
Lorenzo Prandi è stato quindi arrestato dai carabinieri.
L’uomo, due figli, separato, era tornato a vivere col padre da un anno dopo che aveva perso il lavoro di tecnico informatico. Ignoti ancora i motivi che hanno causato la lite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 50 anni ha accoltellato il padre 75enne, la scorsa notte, al culmine di una lite in un appartamento di Ostiglia, nel Mantovano. E’ stato lui stesso chiamare i soccorsi dopo l’accoltellamento nella speranza di poter salvare il padre pensionato ma all’arrivo dell’ambulanza era già morto a causa delle numerose ferite a torace e addome inferte con un coltello da cucina.
E’ stato quindi arrestato dai carabinieri. L’uomo, due figli, separato, era tornato a vivere col padre da un anno dopo che aveva perso il lavoro. Ignoti ancora i motivi che hanno causato la lite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 23 nuovi casi e solo 14 guariti in Alto Adige
+28 altoatesini in quarantena
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
15 luglio 2021
11:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a crescere in Alto Adige il numero delle persone attualmente positive al covid-19. I nuovi casi sono infatti 23 (13 tramite pcr e 10 tramite test antigenico), mentre sono solo 14 i nuovi guariti.
Sale anche il numero delle persone in quarantena a 394 (+28).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, tamponi in aeroporto d’Abruzzo, positivi su volo Londra
Ieri 9 da Malta. In due giorni emersi 11 contagi tra viaggiatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
15 luglio 2021
11:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due passeggeri su 30 sono risultati positivi al Covid-19; si erano sottoposti a tampone ieri mattina, all’aeroporto d’Abruzzo, appena sbarcati dal volo Londra-Pescara. Si tratta di due giovani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti i viaggiatori a bordo del velivolo dovranno comunque sottoporsi a quarantena obbligatoria di cinque giorni, così come previsto dalle disposizioni nazionali.
Si tratta del secondo collegamento i cui passeggeri vengono sottoposti a tampone una volta in aeroporto, in base a quanto stabilito dall’ordinanza del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, che impone il test molecolare a chi arriva da Gran Bretagna, Spagna e Malta. Il primo volo interessato dall’attività di screening è stato il Malta-Pescara atterrato martedì pomeriggio. Ieri i risultati dei tamponi: nove giovani sono risultati positivi e tutti i 70 passeggeri sono stati sottoposti a isolamento fiduciario di 14 giorni.
Il referente regionale per le emergenze, Alberto Albani, che ha fortemente voluto l’esecuzione dei tamponi in aeroporto, sottolinea che “il servizio sta dando risultati”, perché su entrambi i voli finora testati “sono emersi casi di Covid-19 che probabilmente prima non avremmo intercettato”. L’auspicio, per Albani, che è a capo della task force regionale sul coronavirus, è che anche altre Regioni seguano il modello abruzzese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusa boutique del falso, tra clienti personaggi spettacolo
600 articoli contraffatti in appartamento quartiere vip a Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 luglio 2021
11:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una boutique del falso in un appartamento dei quartieri vip di Roma, che riforniva anche personaggi del mondo dello spettacolo. E’ di 850mila euro il volume d’affari di una 50enne romana scoperta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma.
Nel corso di una perquisizione nell’appartamento della donna, a Corso Francia, sono stati trovati oltre 600 articoli – tra borse, cinture e portafogli – con marchi contraffatti di Gucci, Fendi, Hermes, Chanel, Bottega Veneta e Balenciaga. Gli importi degli incassi oscillavano tra i 500 ed i 2000 euro per ogni articolo e i nomi dei clienti – ora sanzionati – sono stati scovati su una lista.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti: Raggi firma ordinanza riapertura discarica Albano
Provvedimento per far fronte a emergenza breve periodo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
15 luglio 2021
11:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La Sindaca della Città Metropolitana di Roma, Virginia Raggi, ha firmato un’ordinanza, contingibile e urgente, per la riapertura della discarica di Albano Laziale.
L’impianto, come disposto dalla Sindaca, potrà accogliere fino ad un massimo di 1.100 tonnellate al giorno di scarti lavorati dagli impianti di trattamento, per un periodo di 180 giorni”.
È quanto si legge nel comunicato stampa della Città Metropolitana.
“Il provvedimento è stato disposto per far fronte, nel breve periodo, alla crisi nella gestione del ciclo dei rifiuti che sta interessando le province del Lazio. L’ordinanza, infatti individua la sussistenza di situazioni di eccezionale ed urgente necessità di tutela della salute pubblica e dell’ambiente al fine di scongiurare il rischio di un’emergenza sanitaria. La riapertura della discarica di Albano era tra le ipotesi al vaglio dei tavoli tecnici convocati presso il Ministero della Transizione Ecologica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: impennata nuovi casi in Veneto (+318) e un decesso
Stabile situazione ospedali, +2 in terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
15 luglio 2021
12:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Altra impennata di nuovi casi Covid-19 in Veneto, con 318 contagi in 24 ore, che portano il totale a 427.322 da inizio pandemia. Il bollettino regionale segnala anche un decesso, con il totale a 11.625.

Crescono anche gli attuali positivi (+253) che sono 5.745.
Negli ospedali è invariata la situazione nei reparti ordinari, dove i ricoveri sono 233, e crescono di 2 pazienti le terapie intensive (18).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in Messico: Procura Roma avvia indagine per omicidio
Procedimento al momento contro ignoti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
12:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio in relazione alla morte del volontario italiano Michele Colosio, ucciso in strada in Messico l’11 luglio scorso. Il procedimento, coordinato dal procuratore Michele Prestipino, è al momento contro ignoti.
L’ uomo, ex tecnico di radiologia agli Spedali civili, da dieci anni faceva la spola tra l’Italia e il Messico per seguire progetti di cooperazione. È stato ucciso a San Cristo’ bal de Las Casas, in Chiapas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: giudice lavoro ordina reintegro infermiera licenziata
Casa di cura privata dovrà anche pagare indennità risarcitoria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BELVEDERE MARITTIMO
15 luglio 2021
12:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dovrà essere reintegrata nel suo posto di lavoro Alina Vlad, l’infermiera licenziata nel marzo del 2020 dalla casa di cura privata “Tirrenia Hospital” di Marina di Belvedere Marittimo dopo avere scoperto di aver contratto il Covid.
La risoluzione contrattuale era stata impugnata dai legali dell’infermiera.

Il giudice del lavoro di Paola, Antonio Dinatolo, ha ritenuto fondato il ricorso e annullato il licenziamento dell’infermiera, condannando la struttura sanitaria privata anche al pagamento di un’indennità risarcitoria e al versamento dei contributi previdenziali e assistenziali maggiorati di interessi nella misura legale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Ausl Bologna riapre per 20-59enni e lancia appello
Le prime disponibilità sono previste per il 23 agosto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
15 luglio 2021
12:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Azienda Usl di Bologna riapre le prenotazioni per la vaccinazione anti-Covid per la popolazione nella fascia d’età 20-59 e lancia un appello all’immunizzazione a fronte della diffusione della variante Delta del coronavirus.
L’obiettivo è dare “nuovo impulso alla campagna vaccinale, consentendo di raggiungere per l’autunno una copertura tale da sventare una possibile nuova ondata pandemica”.
Nei giorni scorsi alcuni open day rivolti agli over 60 non avevano riscosso il ‘successo’ sperato.
Dunque per le nuove prenotazioni per cittadini 20-59enni le prime disponibilità, precisa la Ausl, saranno a partire dal 23 agosto presso l’hub vaccinale dell’Unipol Arena. Nei prossimi giorni, in base alle forniture di vaccini comunicate dalla struttura commissariale, sarà valutata un’eventuale estensione dei posti disponibili.
Ad oggi, secondo dati diffusi dalla stessa azienda sanitaria bolognese, le persone ancora non prenotate e non vaccinate del target 20-59enni sono 192.317 di cui: 40.076 di età compresa tra 50-59 anni, 51.345 di età compresa tra 40-49 anni, 55.389 di età compresa tra 30-39 anni, 45.507 di età compresa tra 20-29 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Epidemiologi, in Umbria segnali di ripresa pandemia
Rilevata “leggerissima inversione” della curva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 luglio 2021
12:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Registra una “leggerissima inversione” la curva dei contagi Covid in Umbria che non scende più ma mostra “qualche segnale di ripresa”. Lo ha detto Marco Cristofori del nucleo epidemiologico della Regione nella conferenza stampa di aggiornamento settimanale sull’andamento della pandemia.

L’indice Rt dell’Umbria è stato calcolato a 1,82 (era 0,94 la scorsa settimana) contro l’1,61 della media italiana “con un trend in aumento”. Anche se gli esperti hanno sottolineato che per numeri “piccoli” come quelli umbri le oscillazioni sono più frequenti.
Gli epidemiologi hanno indicato in 0,2 il tasso di positività medio settimanale dei tamponi mentre mercoledì a livello italiano “era sopra a uno”, è stato ricordato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Schiacciato da una bobina, lavoratore morto a Ravenna
L’incidente in tarda mattinata allo stabilimento Marcegaglia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
15 luglio 2021
12:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un lavoratore di una ditta esterna, è morto in seguito alle ferite riportate in un infortunio verificatosi in tarda mattinata allo stabilimento Marcegaglia di Ravenna. Sul posto sono intervenuti sia i tecnici della Medicina del Lavoro dell’Ausl Romagna che i carabinieri.

Secondo le prime verifiche, l’uomo è stato schiacciato da un coil, pesante bobina di acciaio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimbo precipitato:parte processo maestra
Bambino morì nel 2019 a Milano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Già una condanna e patteggiamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 luglio 2021
12:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo scelto il rito ordinario perché siamo sicuri dell’innocenza della nostra assistita, riusciremo a smontare l’accusa, perché è vero che c’è un dovere di vigilanza ma è vero anche che in alcuni casi possono verificarsi situazioni imponderabili e imprevedibili”.
Lo ha spiegato ai cronisti l’avvocato Luigi Iemma, che col collega Michele Sarno, assiste la maestra imputata per omicidio colposo per la morte del bambino di 5 anni e mezzo precipitato nell’ottobre del 2019 nella tromba delle scale della scuola primaria Pirelli di Milano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi, dopo che un’altra insegnante è stata già condannata a un anno con rito abbreviato e una bidella ha patteggiato 2 anni, si è aperto davanti all’undicesima penale di Milano il processo a carico della terza imputata, insegnante di sostegno, presente in aula. Il bimbo che si era allontanato per andare in bagno, quel 10 ottobre di due anni fa, precipitò per una decina di metri e morì dopo quattro giorni in ospedale per via delle ferite riportate nella caduta.
La maestra, così come la collega già condannata, è accusata di avere “omesso la dovuta vigilanza sul bambino” avendogli consentito di “recarsi ai servizi igienici fuori dall’orario programmato” e violando così il regolamento dell’istituto e la direttiva della scuola avente ad oggetto la vigilanza sugli alunni.
Nella prossima udienza, fissata per il 26 ottobre, saranno in aula i primi testi dell’accusa (21 i testimoni in totale) citati dal pm Letizia Mocciaro, titolare dell’inchiesta. I familiari del bimbo sono parti civili con l’avvocato Giuseppe Sassi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Università: a Pavia da settembre ritorno lezioni in presenza
Annuncio del rettore durante l’evento “Porte Aperte”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
15 luglio 2021
13:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per l’anno accademico 2021-2022 prevediamo, a partire da settembre, il ritorno di tutte le lezioni in presenza: lo abbiamo programmato sulla scorta di una campagna vaccinale che, ci auguriamo, possa ulteriormente estendersi nelle prossime settimane”. Lo ha annunciato questa mattina il rettore dell’Università di Pavia Francesco Svelto, in occasione della manifestazione “Porte Aperte” durante la quale l’Ateneo pavese si è presentato agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori di secondo grado.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono per natura ottimista e voglio credere che si possa tornare a una normale programmazione didattica – ha aggiunto Svelto -. Però, in caso di difficoltà legate alla situazione pandemica, siamo in grado di passare dalla modalità in presenza a quella a distanza nel giro di pochissime ore”. Il rettore ha ricordato i tre nuovi corsi di laurea introdotti a Pavia (dedicati all’intelligenza artificiale, in collaborazione con la Statale e la Bicocca di MIlano, all’utilizzo della medicina in ambito ingegneristico, e alle scienze della prevenzione e della sicurezza), sottolineando anche gli sforzi fatti per allargare le iscrizioni per le facoltà a numero chiuso: “ne avremo 67 in più a Medicina e 25 in più a Chimica”. “Il 30 per cento dei nostri studenti non paga tasse – ha sottolineato Svelto -.
Inoltre assegniamo 2.200 borse di studio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: neve a 2.500 metri imbianca a luglio il Monviso
E’ l’effetto della perturbazione arrivata dalla Francia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CRISSOLO (CUNEO)
15 luglio 2021
13:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Neve di luglio sul Monviso. La perturbazione in arrivo dalla Francia e il calo di temperature degli ultimi giorni hanno provocato una debole nevicata sul Re di Pietra, sopra i 2.500 metri, nella giornata di ieri.
Un’imbiancata che non è rara nelle estati del Monviso, ma che regala sempre uno spettacolo della natura. Sono state sufficienti poche ore di sole per far fondere la neve, che permane ancora oltre i 3.500 metri sulla vetta della montagna simbolo del Piemonte.   VAI AL METEO   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: oltre mille casi e attualmente positivi in più in 24h
Vittime 23,ma 9 da ricalcolo Sicilia. Scendono ancora ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 luglio 2021
17:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 2.153 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.534, quindi circa mille in meno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono invece 23 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 20. Dei 23 decessi, però, 9 in Sicilia su 10 sono relativi al periodo marzo-luglio, rende noto la Regione secondo una nota alla tabella del ministero della Salute, “a seguito di aggiornamento dati da parte delle strutture ospedaliere del territorio”. La Regione Valle d’Aosta comunica che il report odierno riporta un decesso in meno rispetto a ieri, relativo ad un caso doppio di competenza di altra Regione.
Sono 210.599 i tamponi molecolari e antigenici effettuati; ieri erano stati 192.543. Il tasso di positività è dello 1,02%, in risalita rispetto allo 0,8% di ieri.
Sono 151 i pazienti in terapia intensiva, 6 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 7, come ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.108, quindi 20 in meno rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.275.846, i morti 127.831. I dimessi ed i guariti sono invece 4.106.315, con un incremento di 1.079 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi – che ieri per la prima volta da mesi erano tornati a crescere – sono 41.700, in aumento di ben 1.051 unità nelle ultime 24 ore.
Le persone in isolamento domiciliare – anch’esse tornate a salire ieri – aumentano ancora e sono 40.441 (+1.077).
Test su arrivi Sardegna: verso controlli ingressi da estero
Ordinanza attesa già oggi, faro su voli diretti con città Ue
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 luglio 2021
13:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Regione Sardegna al lavoro sul testo dell’ordinanza per il ripristino dei test anti Covid in ingresso nell’Isola. Il provvedimento potrebbe essere adottato già stasera dal governatore Christian Solinas ed entrare in vigore domani, o comunque entro il fine settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli ultimi dati sui contagi, d’altra parte, non sono confortanti: secondo l’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe nell’Isola si registra, nella settimana tra il 7 e il 13 luglio, la percentuale di incremento della positività (+202%)tra le più alte d’Italia. Fonti dell’assessorato della Sanità fanno notare che in questo periodo di grandi afflussi turistici la Sardegna non è popolata solo da 1,6 milioni di persone. Anche per questo motivo l’ordinanza di Solinas potrebbe prevedere controlli obbligatori indirizzati soprattutto a chi arriva dall’estero, da Paesi dove la variante Delta sta correndo: Spagna, Regno Unito, Portogallo, Francia. In quest’ottica, la stretta dovrebbe riguardare specialmente i tre scali aeroportuali di Olbia, Alghero e Cagliari dove atterrano i voli diretti provenienti dalle più importanti città europee.
I test per chi arriva dalla penisola dovrebbero essere , invece, volontari. Resta da capire se, per organizzare la macchina dei controlli, il presidente della Regione si rivolgerà alla Protezione civile che ha già tanto da fare con la campagna antincendio. Nei porti la strada degli eventuali controlli è in discesa perché non sono mai stati smontati i gazebo e le tende allestiti per somministrare i tamponi ai passeggeri in entrata, quando la Sardegna era passata in zona bianca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tangenti: a processo Lara Comi e altri
Rinviati a giudizio in più di 60, anche Tatarella e Altitonante
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 luglio 2021
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati mandati a processo a Milano oltre 60 imputati, tra cui l’ex eurodeputata di FI, Lara Comi, l’ex vicecoordinatore lombardo ‘azzurro’ ed ex consigliere comunale milanese, Pietro Tatarella, e il consigliere lombardo e collega di partito, Fabio Altitonante.
Hanno scelto il rito ordinario nel procedimento a carico di oltre un centinaio di persone scaturito dalla riunione di quattro filoni dell’inchiesta ‘mensa dei poveri’ su un presunto “sistema” di mazzette, appalti, nomine pilotate e finanziamenti illeciti in Lombardia.
A deciderlo è stato il gup Natalia Imarisio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Umbria oltre 10 mila dosi vaccino in un giorno
Assessore Coletto, potenzialità c’è ma mancano le dosi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 luglio 2021
13:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Record di vaccinazioni ieri in Umbria, dove è stata superata la soglia delle 10 mila dosi giornaliere somministrate. “Questo sta a dimostrare che la potenzialità c’è, ci fossero anche le dosi saremmo molto ma molto più avanti” ha sottolineato l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, fornendo i dati nel corso dell’aggiornamento sull’avanzamento della campagna vaccinale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo cercando di andare a vaccinare sempre più fragili e vulnerabili – ha detto ancora Coletto -, per quanto riguarda i sessantenni siamo a buon punto rispetto a quando venivamo a messi all’indice. Pian piano recupereremo tutti, la vaccinazione deve essere consapevole”.
“Sopra ai 60 anni siamo oltre all’85% – ha spiegato Enrica Ricci, dirigente del servizio Prevenzione della Regione -, mantenendo la prima posizione per gli over 80 e la terza per le fasce 70-79 e 60-69. Tutte le altre categorie hanno ampi valori di percentuali per la prima dose. La riattivazione della somministrazione agli under 30, che verranno completati nelle prime due settimane di agosto, ci permetterà di raggiungere il 75% della popolazione vaccinata, tutta quella che ha dato l’adesione finora”.
Confermate le proiezioni secondo cui l’immunità della popolazione umbra sarà raggiunta intorno alla metà di settembre.
“Ma dipende dal numero di dosi consegnate” ha sottolineato ancora Coletto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vacanze: 46% rinuncia più per guai economici che per Covid
Demoskopika, è il momento delle decisioni politiche consapevoli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
14:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 54% degli italiani ha optato per andare in vacanza (in Italia nell’87% dei casi), ma il 46% ha rinunciato per vari motivi. Emerge da un’indagine realizzata da Demoskopika per Anni 20 Estate in onda su Rai2 che mette in luce come però a pesare di più sulla rinunce sia il peggioramento delle condizioni finanziarie delle famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Le difficoltà economiche – dice il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio – pesano più della paura del Covid nei consumi turistici degli italiani. Adesso è il momento delle decisioni politiche consapevoli”.
Poco più di 5 italiani su 10 fanno parte del gruppo dei vacanzieri, avendo scelto di trascorrere una vacanza prioritariamente in Italia nella stragrande maggioranza dei casi rilevati (87%). Sul versante opposto, il 13% ha optato per il viaggio oltre confine: l’11,1%, in particolare, ha in programma una meta europea, mentre il 2,1% opta per una destinazione internazionale.
Per l’identikit di chi ha deciso per la vacanza sono i giovani i più propensi (62%), rispetto agli adulti (59%) e agli over 65 anni (33%). Risiedono principalmente nel Mezzogiorno i più convinti assertori della villeggiatura. Inoltre possiedono un titolo di studio medio-alto e si trovano in una condizione di lavoro dipendente (dirigenti, quadri, impiegati, etc.) piuttosto che autonomo. Quasi 6 italiani su 10, infine, si affideranno alla tradizione optando di trascorrere la vacanza al mare (58%), preceduta dalla linea di prodotto turistico “montagna” (15%), dalla vacanza nelle “città d’arte e dei borghi” (10%) e in “campagna e agriturismo” (8%).
Tra coloro che restano a casa oltre un 24% che “ha già rinunciato, al di là del coronavirus” (24%), preoccupa il 17% (circa 10 milioni di italiani) che non andrà in vacanza perché non ha la possibilità economica per farlo, mentre appena il 5% ha rinunciato perché, pur volendo, ha ancora timore a viaggiare a causa del Covid-19 e delle sue varianti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Moratti; green pass? positivo ogni strumento che dà sicurezza
‘Siamo impegnati a garantire i cittadini in ogni modo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 luglio 2021
14:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo impegnati a garantir la sicurezza dei cittadini con ogni strumento”: è partita da questo la vicepresidente della Lombardia, Letizia Moratti, per rispondere ai microfoni del TgR Lombardia a una domanda sull’utilizzo alla francese del green pass per entrare in ristoranti, palestre o stadi.
“Quindi – ha aggiunto – qualsiasi strumento che serva a garantire la sicurezza ai cittadini, secondo noi è positivo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Madrid intitolerà una piazza a Raffaella Carrà
Tutta la giunta a favore, tranne Vox che si è astenuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
19:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La giunta comunale di Madrid ha approvato la proposta di dedicare una piazza della capitale spagnola a Raffaella Carrà. Lo riporta il sito del quotidiano El Diario.
Tutti i partiti hanno votato a favore tranne Vox che si è astenuto. L’iniziativa era stata presentata da Más Madrid “per valorizzare la memoria di questa donna, cantante, compositrice, presentatrice, ballerina, coreografa e icona di riferimento per tutti i madrileni e le madrilene e in particolare per la comunità LGBTI +”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bellocchio a Cannes, mi sento libero ma non assolto
“Con il mio film più privato”. Sabato la Palma d’onore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CANNES
15 luglio 2021
14:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes incorona Marco Bellocchio.
Il regista, che sabato 17 luglio riceve la Palma d’oro d’onore durante la serata di chiusura del 74/o festival, porta il suo nuovo film Marx può aspettare e tiene un Rendez Vous, una lezione ad una platea sold out di giornalisti, accreditati e cineasti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
mi fa sentire più giovane, un così piccolo film nato per noi avere una così grande ribalta. La Palma d’oro d’onore invece mi fa felice, ma non la considero un premio di risarcimento, perché io qui ho avuto sempre enormi soddisfazioni, tra cui la doppia Palma d’oro agli interpreti di Salto nel vuoto, Michel Piccoli e Anouk Aimee”. Bellocchio racconta Marx può aspettare come “un’ultima occasione per fare i conti con qualcosa che era stato censurato, nascosto a tutti noi, da me e dalla mia famiglia. Prima abbiamo organizzato un pranzo al circolo dell’Unione a Piacenza che mio padre aveva fondato. Capii subito che non mi interessava fare una cosa nostalgica, tenera con chi restava della mia famiglia, mia sorella, i miei fratelli, ma che il focus sarebbe diventato ‘il grande assente’ ossia Camillo, il mio gemello suicida a 26 anni nel 1968”.
Il titolo del film (da oggi in sala con 01, coprodotto da Kavac Film e Rai Cinema con Tenderstories), è proprio una frase detta dall’infelice fratello a Marco già regista in ascesa: alla sua richiesta di attenzione, di aiutarlo a trovare un lavoro il regista gli rispose con “potrai riscattare la tua infelicità entrando nella lotta rivoluzionaria”.
Si ride, ci si emoziona, si partecipa dei fatti della famiglia Bellocchio: “Paradossalmente il mio film più privato e anche il mio più libero, leggero, senza i condizionamenti che mi avevano impedito di riflettere su questo dramma, prima la salvaguardia di mia madre, poi la politica, poi la psicanalisi.
Ora finalmente sono sereno, ma non per questo assolto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nyt, ‘Michelangelo chi? I robot irrompono nella scultura’
In prima sul quotidiano un braccio meccanico al lavoro a Carrara
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
18:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I robot irrompono nel mondo dell’arte, più precisamente in quello della scultura, dove – riporta il New York Times – molti degli artisti contemporanei che si servono di queste tecnologie per realizzare le loro opere chiedono agli operatori dei bracci meccanici di mantenere segrete le loro identità.
Il quotidiano statunitense dedica oggi un lungo articolo – dal titolo appunto “Michelangelo who? Robots break into sculpting” (Michelangelo chi? I robot irrompono nella scultura) – a questo nuovo trend e pubblica in prima pagina l’immagine di uno di questi giganti, denominato ABB2, al lavoro in un laboratorio di Carrara per realizzare una statua “commissionata da un famoso artista americano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma ABB2, un robot alto quasi quattro metri, è solo uno dei tanti: in un altro laboratorio a pochi metri di distanza, prosegue il Nyt, Quantek2 lavora su un altro blocco di marmo per realizzare un’opera commissionata questa volta da un “artista britannico”.
Se centinaia di anni fa molti artisti e artigiani lavoravano nell’ombra per realizzare le opere dei grandi maestri che poi firmavano i capolavori, oggi questo ruolo lo svolgono i robot.
Tra i clienti che possono essere menzionati con nome e cognome, il giornale cita l’italiana Vanessa Beecroft e gli americani Jeff Koons e Barry X Ball, pioniere della tecnologia dello scanning 3D, che fa ampio uso di computer e di macchine a controllo numerico per realizzare i suoi capolavori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antiriciclaggio, 89 segnalazioni di attività sospette dalla Santa Sede
Rapporto 2020. Cresce la cooperazione internazionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
16:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un anno complesso, il 2020, non solo per la pandemia ma anche per alcune novità che hanno interessato l’Asif, l’Autorità di Supervisione e Informazione Finanziaria vaticana. Tra i dati emergono le 89 segnalazioni di attività sospette (85 dallo Ior), in linea con il trend degli ultimi anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nessun sequestro preventivo. Cresce la cooperazione internazionale con le altre autorità e l’autorità guidata da Carmelo Barbagallo sottolinea i sostanziali passi avanti fatti nella direzione della trasparenza, certificati anche da Moneyval.
E mentre si attende l’apertura del processo sulla gestione dei fondi della Segreteria di Stato (la prima udienza del tribunale vaticano è in agenda per il 27 luglio), si è riunito in questi giorni anche il Consiglio per l’Economia. “Oggetto della riunione l’approvazione del bilancio consuntivo per il 2020 della Santa Sede, presentata per quanto di rispettiva competenza dal Prefetto della Spe, e la riflessione – informa il Vaticano – sulla politica di investimenti della Santa Sede”.
Tornando invece al Rapporto Asif, “nel 2020 ha trovato conferma il trend crescente nella proporzione tra rapporti inviati all’Ufficio del Promotore di giustizia e segnalazioni ricevute, a dimostrazione del costante miglioramento nella qualità delle segnalazioni. In particolare, sono state ricevute dall’Asif 89 segnalazioni di attività sospetta e sono stati inviati all’Upg 16 rapporti”, informa il Vaticano.
In merito alla Vigilanza, nel 2020 – si legge nel Rapporto dell’Autorità di Supervisione e Informazione Finanziaria – “in ambito prudenziale è stata condotta un’ispezione generale presso lo Ior”. E’ stata poi svolta una attività di formazione e supporto a tutti gli enti della Santa Sede/Stato della Città del Vaticano, anche con “l’avvio di processi di autovalutazione” degli enti stessi. Lo scorso anno sono state scambiate 49 richieste di informazioni con altre Autorità vaticane, riguardanti 124 soggetti.
L’Asif ritiene poi “significativa” l’attività svolta in ambito internazionale: sono stati sottoscritti due nuovi protocolli d’intesa e l’autorità antiriciclaggio ha scambiato 58 richieste di informazioni con Uif estere su 196 soggetti e ha inviato 19 comunicazioni spontanee riguardanti 104 soggetti.
Prosegue il transito di denaro contante da e verso il Vaticano: nel 2020 oltre 14 milioni di euro, anche se il trend risulta in calo. Sono state 131 le dichiarazioni in entrata, per un totale di 5.756.556,67 euro, e 458 le dichiarazioni in uscita, per un totale di 8.406.477,32 euro. “Il numero e l’importo delle dichiarazioni transfrontaliere confermano la tendenza già osservata negli anni precedenti di una progressiva diminuzione dell’utilizzo del contante. Il trend – spiega l’Autorità antiriciclaggio – è dovuto anche alla disponibilità di altri sistemi di trasferimento fondi effettuati dallo Ior (tra cui il circuito Sepa, che si è reso disponibile nel 2019), garantendo così un migliore standard di sicurezza e tracciabilità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri: a Gozzini Firenze murale su libertà e redenzione
Nato da processo partecipativo con gruppo detenuti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
15 luglio 2021
16:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rappresenta artisticamente il percorso di crescita, riabilitazione e reinserimento sociale che si può realizzare all’interno degli istituti penitenziari, il murale inaugurato oggi alla casa circondariale Mario Gozzini di Firenze, comunemente chiamata ‘Solliccianino’. ‘Libertà’ e ‘redenzione’ sono le parole scritte nelle bandiere che sventolano sul ponte della nave rappresentata nel murale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’opera, che si intitola ‘La scritta che buca’, è nata attraverso un processo partecipativo che ha coinvolto un gruppo di detenuti e la sua realizzazione è stata affidata agli artisti dell’associazione culturale Toscana Elektro Domestik Force. Il progetto ‘La Scritta che Buca’, è stato spiegato oggi durante l’inaugurazione, rientra nel percorso ‘Dal Giardino degli Incontri agli Incontri nel Giardino: oltre il muro tra carcere e città’, finanziato dall’Autorità regionale per la garanzia e la promozione della partecipazione e coordinato dall’Università di Firenze e dalla Fondazione Michelucci. Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, la direttrice di Sollicciano Antonella Tuoni, il garante dei detenuti di Firenze Eros Cruccolini, gli assessori comunali Tommaso Sacchi, Cosimo Guccione, Sara Funaro il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni. “Questo è un progetto di ampio respiro di rigenerazione urbanistica – ha spiegato Tuoni – per cambiare un po’ l’estetica del carcere perché siamo abituati a vedere il carcere con le mura grigie. Poi vorremmo mandare un messaggio all’esterno che le persone che sono dentro il carcere sono cittadini che per un periodo della loro vita dovranno stare in una situazione di limitazione della libertà personale, ma non devono perdere le possibilità di noi cittadini liberi anche di beneficiare di un’opera d’arte”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ancora nessun decesso in Calabria, nuovi casi 32
Si abbassa tasso positività, da 2,48% a 1,62%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
15 luglio 2021
17:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora nessun nuovo decesso In Calabria per il coronavirus. I nuovi casi di contagio sono 32 (ieri erano stati 56) e si abbassa il tasso di positività (da 2,48% a 1,62%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
sone risultate positive sono 69.475. Sono questi sono i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali della Calabria.
Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti.
Catanzaro: casi attivi 33 (4 in reparto, 1 in terapia intensiva, 28 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.228 (10.084 guariti e 144 deceduti). Cosenza: casi attivi 1.540 (28 in reparto, uno in terapia intensiva, 1.511 in isolamento domiciliare); casi chiusi 21.721 (21.162 guariti, 559 deceduti).
Crotone: casi attivi 47 (2 in reparto, 0 in terapia intensiva, 45 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 6.559 (6.458 guariti, 101 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 182 (9 in reparto, 0 in terapia intensiva, 173 in isolamento domiciliare); casi chiusi 23.051 (22.713 guariti, 338 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 16 (4 in reparto, 0 in terapia intensiva, 12 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.560 (5.468 guariti, 92 deceduti).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusi chierichetti Papa, Pg chiede 6 e 4 anni per imputati
Promotore di Giustizia, “atti di violenza, non cose di ragazzi’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
15 luglio 2021
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei anni di reclusione per don Gabriele Martinelli, 29 anni, per atti di violenza carnale aggravata e atti di libidine aggravati, e quattro anni per don Enrico Radice, 71 anni, per favoreggiamento. Sono le richieste di condanna del Promotore di Giustizia, nell’udienza che si è svolta oggi nel Tribunale vaticano nell’ambito dei presunti abusi nel Preseminario San Pio X, gestito dall’Opera don Folci della diocesi di Como, che ospita i cosiddetti ‘chierichetti del Papa’.
Un processo parallelo per gli stessi fatti è aperto anche al Tribunale di Roma.
Si è trattato di veri e propri “atti di violenza e non di “cose di ragazzi”. Questa la premessa del Promotore di Giustizia vaticano, Roberto Zannotti, che ha chiesto la condanna dei due imputati. Pene ridotte per Martinelli perché nel primo periodo al quale risalgono i fatti dei quali è imputato era minorenne.
Per il legale della vittima il processo è “la punta di un iceberg”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aumentano ancora casi e tasso positività,calano morti
Tornano a salire terapie intensive, ma diminuiscono ricoverati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
17:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano ancora i casi di coronavirus in Italia: sono 2.455 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 2.153.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono invece 9 le vittime in un giorno – il dato più basso del 2021 dopo i 7 morti dell’11 luglio -, mentre ieri erano state 23.
Sono 190.922 i tamponi molecolari e antigenici effettuati, ieri erano stati 210.599. Il tasso di positività è dell’1,3%, in aumento rispetto all’1,02% di ieri.
Tornano a salire i pazienti in terapia intensiva: sono 153 in totale in rianimazione, 2 in più di ieri saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 11 (ieri erano stati 7). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.089, quindi 19 in meno rispetto a ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.278.319, i morti 127.840. I dimessi ed i guariti sono invece 4.109.579, con un incremento di 3.264 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 40.900, in calo di 800 unità nelle ultime 24 ore (tornano a scendere dopo due giorni di incremento). Le persone in isolamento domiciliare sono 39.658 (-783, anch’esse di nuovo in calo dopo due giorni di aumento).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Salvini, ne parleremo se sarà necessario
‘Temo che dovremo convivere con il Covid per dieci anni’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 luglio 2021
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Di green pass “ne parleremo se e quando ce ne sarà la necessità”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine dell’inaugurazione del nuovo point della Lega a Milano per la raccolta firma per il referendum sulla giustizia.

“Adesso chiediamo attenzione e rispetto delle regole, però non possiamo terrorizzare la gente prima del tempo – ha aggiunto -. Quindi se ce ne sarà la necessità, vedremo se investire in sicurezza”.
“Noi con il Covid temo che dovremo conviverci per dieci anni” ha aggiunto il leader della Lega. A chi gli chiedeva inoltre se questa convivenza con il Covid dovesse avvenire con la mascherina, il leader del Carroccio ha risposto; “Laddove serve”. “Occorrerà essere prudenti, però non possiamo chiuderci in casa una volta l’anno” ha detto ancora Salvini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuole aperte e sindaco della notte, il piano Gualtieri per Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 luglio 2021
21:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Roberto Gualtieri pone le basi per il modello di città che ha in mente e che vuole offrire ai romani.
Il candidato del centrosinistra a sindaco di Roma ha infatti delineato i tratti della sua Capitale, una città a misura d’uomo che punti sui servizi ma che miri anche in alto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’esponente dem parte proprio pensando alle nuove generazioni, con un nuovo modello di scuola: “Bisogna estendere il tempo pieno e tenere le scuole aperte anche il pomeriggio”. Quindi “scuole, palestre scolastiche, aule magne” per Gualtieri “possono trasformarsi in luoghi vissuti, messe in rete tra loro e sul web per ospitare in orario extrascolastico eventi, laboratori, coworking, progetti educativi e sociali”.
Per realizzare un piano per la riorganizzazione scolastica, secondo il candidato del Pd, serve “un dipartimento che programmi la manutenzione ordinaria e straordinaria delle scuole”. Gualtieri rilancia poi la proposta avanzata dal suo competitor alle primarie, Tobia Zevi: “sindaco della notte? è una proposta interessante, già esiste in altri paesi e potrebbe gestire una fase importante della vita cittadina, che va governata e non subita, ad esempio sul fronte mobilità, rifiuti, sicurezza”. Per Gualtieri l’obiettivo fondamentale sarebbe infatti “tutelare i residenti” e allo stesso tempo “garantire opportunità di cultura e lavoro”. Il dem punta al rilancio possibile con i fondi del Recovery Plan: “Sono una straordinaria opportunità che non va sprecata. Per Roma ci sono 500 milioni per il turismo sostenibile anche in vista del Giubileo, 300 milioni per il progetto Cinecitta’ e la filiera dell’audiovisivo. E poi risorse per realizzare 75 Centri di comunità per l’assistenza sociosanitaria territoriale”. La formazione della Giunta è il punto di arrivo del processo di partecipazione che ci porterà alle elezioni”. Ma di una cosa il dem è certo: “Noi sceglieremo i migliori e avremo molte donne”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.