Tecnologia tutte le notizie in tempo reale! CERTO PROPRIO TUTTE! SEMPRE AGGIORNATE! INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Scienza, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 8 minuti

Ultimo aggiornamento 7 Settembre, 2021, 01:35:19 di Maurizio Barra

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 18:57 DI SABATO 04 SETTEMBRE 2021

ALLE 01:35 DI MARTEDÌ 07 SETTEMBRE 2021

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Brunetta: lo smart working nella PA resterà al 15%, i paletti di Landini
E con regole contrattuali. In presenza per catalizzare la ripresa. Landini: ‘Preservare i diritti’
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
04 settembre 2021
18:57
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo smart working nella Pubblica amministrazione non sarà abolito, è auspicabile resti per una quota fino al 15%. Annuncio con il Corriere della Sera del ministro Renato Brunetta, che punta al ritorno in presenza della burocrazia come catalizzatore della ripresa, in questo momento sospinta anche dal superbonus 110% nell’edilizia.
Ritorno in ufficio anche per smaltire le montagne di arretrati, forti dell’arrivo di migliaia di nuovi assunti grazie allo sblocco del turnover e alle risorse Pnrr. E sullo smart working si definiranno ‘regole del gioco’ contrattuali per disconnessione, produttività, risultati.
Il leader Cgil Landini, dalla Festa de Il Fatto anticipa i paletti che fisserà nella discussione sullo smart working: “gli orari, le maggiorazioni, il sabato e la domenica, rimangono, non è che le cancelli”, ha aggiunto. Il rischio è invece proprio quello di “cancellare il tempo”. Ma tutto deve essere regolato dai contratti nazionali.   ECONOMIA   POLITICA

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Moles, da pirateria digitale danno 521 mln durante pandemia
Sottosegretario all’Editoria al Festival di Dogliani
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
DOGLIANI (CUNEO)
05 settembre 2021
18:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
“La situazione è molto grave, durante la pandemia ci sono stati danni da 521 milioni per la pirateria digitale”. Lo ha detto Giuseppe Moles, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria, intervistato dal direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, al Festival della Tv di Dogliani.
“Su questo tema il tavolo tecnico è del ministro Colao”, ha precisato.   PIEMONTE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Pm Torino a Telegram, oscurate chat No Vax
Rogatoria internazionale in caso di mancata risposta
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
06 settembre 2021
09:34
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Torino ha emesso un decreto di sequestro della Chat Telegram ‘Basta dittatura’, tra gli strumenti di comunicazione di alcuni gruppi No Vax e No Green Pass. Dalla struttura legale del social, informata via mail dai magistrati secondo quanto riferisce nelle pagine locali il quotidiano La Stampa, non è ancora arrivata una risposta ufficiale e nei prossimi giorni potrebbe essere avviata una rogatoria internazionale.
La chat è quella che ha pubblicato, tra i vari riferimenti, i numeri di telefono di Palazzo Chigi, dall’ufficio per la Comunicazione a quello del programma di governo, ma anche di noti virologi e di politici.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa, sfrattato dal web il sito per i delatori sull’aborto
Bandito dal server. Utenti TikTok lo inondano di soffiate false
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
10:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Finisce in mezzo alla strada il sito web messo online dall’associazione antiabortista Texas Right to Life per raccogliere le segnalazioni dei cittadini su chi, a vario titolo, aiuta le donne ad abortire, in base alla nuova legge sull’aborto in vigore in Texas. La società GoDaddy, il web host che ospitava il sito prolifewhistleblower.com sui suoi server, venerdì ha dato l’avviso di sfratto alla Texas Right to Life per “violazione dei termini di servizio”, concedendo 24 ore di tempo per spostarsi sui server di un’altra società.
A offrire accoglienza al sito è stato Epik, un provider che in passato ha già dato una casa al social Parler, popolare tra l’estrema destra americana, che era stato chiuso da Amazon Web Services all’indomani dell’assalto a Capitol Hill, e il forum 8chan, usato tra gli altri da Brenton Tarrant per annunciare nel 2019 la strage in due moschee a ChristChurch in Nuova Zelanda, e da Patrick Crucius sempre per preannunciare, due anni fa, la sparatoria in cui ha ucciso 20 persone in un supermercato di El Paso in Texas.
Nelle ultime ore, tuttavia, il sito dei delatori sull’aborto è stato messo offline anche da Epik, sempre a causa della violazione dei termini di servizio, che vietano la raccolta di informazioni su altre persone senza il loro consenso.
Nei giorni scorsi il sito antiabortista era finito nel mirino anche del popolo social. Da mercoledì scorso, quando in Texas è entrata in vigore la nuova legge che vieta l’interruzione di gravidanza dopo la sesta settimana e che consente ai privati cittadini di fare causa a chiunque favorisca l’aborto, dall’impiegato della clinica al tassista che accompagna una donna ad abortire, il sito era stato inondato da segnalazioni false inviate dagli utenti dei social TikTok, Twitter e Reddit. Su queste piattaforme alcuni sviluppatori hanno anche messo a disposizione dei programmi per inviare in automatico le soffiate fasulle.   MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cina, in forte aumento profitti delle grandi aziende Internet
Entrate a +26,3% e utili a +28% in primi sette mesi
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
10:13
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Le grandi aziende Internet cinesi hanno beneficiato di una rapida espansione delle loro entrate e profitti nei primi sette mesi di quest’anno: è quanto emerge dai dati del ministero dell’Industria e dell’Informatica. Questi ultimi mostrano infatti che durante il periodo le entrate delle aziende impegnate nel settore online sono aumentate del 26,3% su base annua per raggiungere quota 886,9 miliardi di yuan (circa 137,34 miliardi di dollari).
Nel frattempo, anche i profitti sono cresciuti del 28% a confronto con un anno prima arrivando a 84,29 miliardi di yuan. I dati evidenziano che tra i diversi settori, le entrate generate dai servizi informatici tra cui musica online, video, giochi e notizie hanno visto una crescita più rapida. Nei primi sette mesi dell’anno infatti, i proventi di tali settori si sono attestati a 494,4 miliardi di yuan, valore che denota una crescita annuale del 18,3%.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
SpaceX porterà iPhone e Apple Watch nello Spazio
Saranno usati per monitorare le condizioni dell’equipaggio
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
11:24
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Partirà il 15 settembre la missione ‘Inspiration4’ di SpaceX. Si tratta del primo lancio per quattro ;;cittadini all’interno della navicella spaziale Crew Dragon, che orbiterà intorno alla Terra per tre giorni prima di scendere sull’Oceano Atlantico.
Per monitorare lo stato di salute e i cambiamenti ai quali va incontro il corpo umano di persone che non hanno alle spalle un’esperienza e una preparazione da astronauta, SpaceX doterà tutti di Apple Watch Series 6 , iPhone 12 Pro e iPad mini.
Durante la missione, Apple Watch raccoglierà gli andamenti dell’elettocardiogramma (ECG), movimento, sonno, frequenza cardiaca, saturazione di ossigeno nel sangue, rumore della cabina e intensità della luce. I dati saranno raccolti dalla strumentazione della Crew Dragon ma anche dall’app Cognition su iPad mini, un software utilizzato da varie ricerche finanziate dalla Nasa. L’iPhone 12 Pro sarà invece accoppiato con il dispositivo Butterfly IQ+ Ultrasound, un dispositivo ecografico portatile, per scansionare gli organi dell’equipaggio. La valutazione aiuterà a determinare se è possibile acquisire immagini di livello clinico senza assistenza da Terra.
Altri test includono la raccolta e l’esame di gocce di sangue utilizzando un dispositivo di immunodosaggio a flusso verticale (VFI), valutazioni dell’equilibrio e della percezione e raccolta di campioni biomedici. Per quest’ultimo aspetto, SpaceX collabora con il Translational Research Institute for Space Health (TRISH) del Baylor College of Medicine e gli esperti del Weill Cornell Medicine.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva NitroPhone 1, dispositivo a prova di hacker
L’azienda Nitrokey, “Lo smartphone Android più sicuro del pianeta” secondo l’azienda
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
11:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
La compagnia tedesca Nitrokey ha lanciato il suo primo smartphone, il NitroPhone 1. Non è altro che un Pixel 4a modificato per eseguire un sistema opzionale basato su Android, chiamato ‘GrapheneOS’.
Questo è incentrato sulla privacy, un campo in cui Nitrokey è a suo agio, visto che produce chiavi di sicurezza USB, computer e portatili sicuri.
Non a caso, l’azienda lo definisce “lo smartphone Android più sicuro del pianeta”. Quello che fa GrapheneOS è utilizzare il codice di base di Android ma senza le app di Google, che sono opzionali, concentrandosi su funzionalità di sicurezza aggiuntive, rese possibili dalla presenza del chip Titan M, che crittografa i dati. A corredo di ciò, vi è la codifica di un nuovo metodo per l’inserimento del pin in fase di sblocco, così come uno strumento, conosciuto come “kill switch”, che spegne il telefono se rimane inattivo per un certo periodo di tempo.
Inoltre, la funzione di protezione dal tracciamento impedisce alle app di accedere al codice IMEI, indirizzo MAC e altri dati individuali. NitroKey afferma che il telefono può eseguire tutte le app classiche che possono trovarsi sul Play Store di Google ma in una modalità particolare. Una volta eseguito il download e l’installazione infatti, le applicazioni vengono fatte girare in una sandbox, un ambiente di prova, slegato dal normale flusso di dati che entrano ed escono dallo smartphone. In questo modo, viene ulteriormente innalzato il livello di difesa, di fatto non concedendo agli sviluppatori alcun riferimento nell’uso del cellulare. Per chi volesse, NitroKey può addirittura rimuovere fisicamente il microfono dal dispositivo prima di spedirlo.
NitroPhone 1 viene proposto a 630 euro, più spese di spedizione, e può essere pagato anche in Bitcoin.   ANDROID

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cybercrime, oltre 1,5 miliardi attacchi ai dispositivi IoT
Kaspersky, +93% gli quelli provenienti dall’Italia
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
12:48
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei primi sei mesi del 2021 sono stati rilevatI oltre 1,5 miliardi di attacchi indirizzati a dispositivi IoT (Internet of Things), che comprendono anche gli oggetti smart connessi che abbiamo in casa, come lavatrici o frigoriferi. Il numero è raddoppiato rispetto al semestre precedente.
Anche il numero di attacchi IoT provenienti dall’Italia ha subito una notevole crescita nell’ultimo periodo con un incremento del 93%. Sono i dati di Kaspersky, che ricorda come secondo gli analisti del settore ogni secondo vengono connessi a Internet 127 nuovi dispositivi. Dato il numero elevato, questi dispositivi attirano l’attenzione dei criminali informatici.
Nello specifico, nel primo semestre 2021 il numero totale di tentativi di infezione è arrivato a 1.515.714.259, mentre nei sei mesi precedenti ne sono stati registrati 639.155.942. Nella maggior parte dei casi, i tentativi di connessione hanno utilizzato il protocollo telnet (utilizzato per accedere ad un dispositivo e gestirlo da remoto). Riguardo l’Italia, nel secondo semestre del 2020, il numero di attacchi registrati ammontava a 1.892.200, mentre nel primo semestre del 2021 il dato è raddoppiato, raggiungendo i 3.650.500. Gli esperti di Kaspersky segnalano che i dispositivi infetti vengono spesso utilizzati per rubare dati personali, per il mining di criptovalute e per i più tradizionali attacchi DDoS, cioè L’interruzione di servizio per esempio ad un sito web.
“Da quando i dispositivi IoT, come smartwatch e accessori smart per la casa, sono diventati una parte essenziale della nostra vita quotidiana, i criminali informatici hanno spostato la loro attenzione in quest’area.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Le persone credono di non essere abbastanza importanti per essere vittima di un hacker, ma nell’ultimo anno abbiamo potuto osservare un grande aumento degli attacchi verso i dispositivi IoT”, ha commentato Dan Demeter, security expert di Kaspersky.
Un’altra ricerca sempre di Kapserky, ha mostrato come nel 2020 il numero dei dispositivi Internet of Things (IoT) ha registrato una crescita attiva, con un deciso aumento del 23,1%. Da un recente sondaggio della società è emerso che il numero di attacchi mirati a violare i dispositivi connessi è raddoppiato rispetto allo scorso anno (passando dal 16,17% al 32,72%). Infine, la maggior parte degli utenti (89%) è preoccupata per la sicurezza dei propri dispositivi. Questa tendenza sottolinea la necessità di fornire una protezione completa da un’ampia gamma di minacce per questo tipo di ecosistemi.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche l’Italia armerà i suoi droni
“Per far fronte a nuovi conflitti”.Finora usati per ricognizione
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
06 settembre 2021
18:26
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche l’Italia avrà i suoi droni armati. La cosa era nell’aria da tempo e la conferma è arrivata dal Documento Programmatico Pluriennale 2021 del ministero della Difesa, come sottolinea la rivista specializzata Rid, che collega questa novità all’emergere dei nuovi scenari.
Nuovi teatri operativi che, “dal Nagorno Karabah, alla Libia, hanno mostrato la rilevanza sui campi di battaglia del drone armato” ed hanno fatto cadere “incertezze e resistenze di natura etica che finora avevano impedito il compimento di tale passo”.
La Difesa non ha fornito ulteriori dettagli e non è nota la tipologia di armi che verrà integrata sui velivoli. Si sa solo che i droni Reaper verranno anche dotati di nuovi apparati per la guerra elettronica.
Gli Uav, acronimo che sta per aeromobile a pilotaggio remoto, vale a dire i droni, sono strumenti da molti anni indispensabili nelle varie aree di operazione, ma che l’Italia ha finora impiegato solo in versione disarmata, essenzialmente per attività di ricognizione, intelligence e sorveglianza. Secondo Pietro Batacchi, direttore di Rid, la Rivista italiana difesa, questa limitazione ha avuto pesanti conseguenze in passato. “La non disponibilità di armamento a bordo dei Predator/Reaper, ad esempio in Afghanistan, ha messo a rischio la vita dei nostri soldati a terra, con perdite che altrimenti potevano essere evitate”. Ma ora che la Difesa “ha deciso di armare i propri Uav classe Male Reaper i nostri comandanti sul terreno potranno disporre di una fondamentale opzione per proteggere le forze a terra e per neutralizzare eventuali minacce prima che queste possano manifestarsi”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.