economia,economia tutte le notizie,economia tutte le notizie in tempo reale,economia tutte le notizie sempre aggiornate,economia tutte le notizie sempre aggiornate in tempo reale,economia tutte le notizie in tempo reale sempre aggiornate,ultim'ora economia,ultim'ora,borse,cambi,valute,finanza,spread,spread Btp,manovre,petrolio,oro,mercati,macroeconomia,microeconomia,Pil,Istat,Inps,inflazione
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 6 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:08 ALLE 21:02 DI LUNEDì 27 LUGLIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: Ryanair perde 185 milioni nel primo trimestre
Nello stesso periodo 2019 era in utile per 243 milioni di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2020
10:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La compagnia aerea a basso costo irlandese Ryanair ha chiuso il primo trimestre dell’anno fiscale 2020-2021 (al 20 giugno) con una perdita netta di 185 milioni di euro a causa dell’impatto della pandemia di coronavirus sul settore dei trasporti aerei.
La società di Dublino aveva chiuso lo stesso periodo dell’anno precedente con un utile netto di 243 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa contrastata dopo fiducia Ifo, Milano stabile
Effetto Covid su Spagna e Tui, futures in rialzo, spread a 146
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2020
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee contrastate dopo un avvio fiacco, con Francoforte positiva (+0,2%) dopo il rialzo oltre le stime dell’indice Ifo, che misura la fiducia economica in Germania. Stabile Milano (+0,04%), deboli invece Londra (-0,3%), Parigi (-0,25%) e soprattutto Madrid (-1,5%), dopo l’aumento dei contagi di Covid che ha indotto l’operatore turistico Tui (-13,5%) a sospendere i viaggi nel Paese. In aumento lo spread sopra quota 146 punti, mentre prosegue la corsa contrastata fra barile di greggio (Wti -0,24% a 41,19 dollari) e oncia d’oro (+2,61% a 1.940 dollari). Sempre sui massimi l’euro, poco sotto quota 1,17 dollari.
Le vendite si concentrano sul settore telefonico con Tim (-4%), Telefonica (-3,2%), Kpn (-3,46%) e Iliad (-2,58%). Segno meno per i petroliferi Repsol (-3%) e Bp (-1%), più caute invece Shell (-0,35%) ed Eni (-0,3%), in controtendenza Total (+0,32).
Contrastati gli automobilistici Daimler (+0,74%) e Peugeot (-1,8%), con Fca in calo dello 0,9%. Effetto conti trimestrali su Ryanair (-6,24%), che ha segnato un rosso di 185 milioni a causa del coronavirus. In campo bancario frenano Hsbc 8-3%), Lloyds e Bbva (-1,9% entrambe), e SocGen (-1,67%). Bene Commerzbank (+0,74%), mentre Intesa (-0,04%) e Ubi (-2,59%) esprimono uno scarto di 11 centesimi sulle condizioni dell’Opas che si chiude domani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano invariata, sprint Atlantia, giù Ubi e Tim
Ex popolare scambia sotto al prezzo dell’Opas di Intesa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2020
12:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari è invariata dopo 3 ore di scambi con l’indice Ftse Mib a 20.073 punti e lo spread in risalita a 147,7 punti. In luce Atlantia (+4,86%), all’indomani della previsazione che l’ingresso di Cdp in Aspi sarà contestuale all’offerta pubblica per la quotazione in Borsa. Bene anche Italgas (+2,1%) in attesa dell’imminente semestrale, mentre scivolano Tim (-3,8%), insieme agli altri telefonici europei e Ubi (-4,3%), nel penultimo giorno dell’Opas di Intesa (+0,07%), che amplia lo stacco a oltre 17 centesimi rispetto al prezzo stabilito.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta, bene futures, sale spread, Milano -0,1%
Atteso indice Fed Dallas, effetto conti su Ryanair, crolla Tui
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2020
13:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si confermano caute le principali borse europee al traguardo di metà seduta, con i futures Usa in rialzo in attesa dell’indice manifatturiero della Fed di Dallas.
Francoforte si conferma in testa (+0,2%) dopo il rialzo oltre le stime della fiducia economica in Germania (Ifo). Poco variate Milano (-0,1%) che gira in calo, Parigi e Londra (-0,15% entrambe) a differenza di Madrid (-1,3%), che sconta l’aumento dei contagi di Covid e la decisione dell’operatore turistico Tui (-11,4%) di sospendere i viaggi nel Paese. In aumento lo spread sopra quota 148,7 punti. Gira in positivo il greggio (Wti +0,34% a 41,42 dollari), mentre consolida in rialzo l’oro (+2,74% a 1.942 dollari l’oncia). Sempre sui massimi l’euro, salito sopra quota 1,17 dollari. Vendite su Tim (-3,8%), Kpn (-4,5%), Telefonica (-2,9%) e Iliad (-2,4%). Giù i petroliferi Repsol (-2,17%) e Bp (-0,7%), mentre girano in positivo Shell (+0,14%) ed Eni (+0,13%). Contrastati gli automobilistici Daimler (+0,4%) e Peugeot (-1,2%), mentre Fca (-0,17%) tenta il recupero.
Effetto conti trimestrali su Ryanair (-4%), che ha segnato un rosso di 185 milioni a causa del coronavirus. In campo bancario contrastate Intesa (+0,25%) e Ubi (-5,35%) che vanifica il premio da 0,57 euro per l’Opas che si chiude domani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ryanair, profondo rosso in primo trimestre, perde 185 mln
Pesa Covid. Nello stesso periodo 2019 utile di 243 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
27 luglio 2020
14:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La compagnia aerea a basso costo irlandese Ryanair ha chiuso il primo trimestre dell’anno fiscale 2020-2021 (al 20 giugno) con una perdita netta di 185 milioni di euro a causa dell’impatto della pandemia di coronavirus sul settore dei trasporti aerei.
La società di Dublino aveva chiuso lo stesso periodo dell’anno precedente con un utile netto di 243 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo (-0,28%)
Indice Ftse Mib scende a 20.019 punti
window.open(window.clickTag)
Messaggio pubblicitario con f
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 luglio 2020
17:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in ribasso dello 0,28% a 20.019 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude debole, Covid pesa su Madrid (-1,7%)
Londra -0,2%, Parigi -0,3% e Francoforte invariata
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2020
18:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura debole per le Borse europee con Londra che ha ceduto lo 0,2% a 6.111 punti, Parigi che ha perso lo 0,34%.a 4.939 punti e Francoforte che è rimasta invariata a 12.838 punti. Male invece Madrid che è scivolata dell’1,7% a 7.170 punti dopo l’aumento dei casi di coronavirus e la decisione della Gran Bretagna di imporre la quarantena a chi rientra dal Paese iberico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: 500.000 posti persi, 1/3 imprese a rischio
Il mercato del lavoro in Italia ha segnato “tre mesi consecutivi di cadute congiunturali”, un trend non fortissimo ma “persistente”, ha detto Roberto Monducci, direttore del Dipartimento per la produzione statistica dell’Istat
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2020
18:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il mercato del lavoro in Italia ha segnato “tre mesi consecutivi di cadute congiunturali”, un trend non fortissimo ma “persistente”: lo ha detto Roberto Monducci, direttore del Dipartimento per la produzione statistica dell’Istat, in audizione al Senato, parlando di “un calo del mercato del lavoro di circa 500.000 occupati dall’inizio della pandemia”.
Monducci, citando le indagini a disposizione, ha aggiunto che “oltre un terzo delle imprese” ha denunciato fattori economici ed organizzativi che mettono a rischio la sopravvivenza, rilevando un rischio per la sostenibilità dell’attività da qui a fine anno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole con Ubi, Tim e Juve, corre Atlantia
Male Autogrill, sprint di Diasorin. Bene Moncler e Italgas
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2020
18:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari inizia la settimana all’insegna della debolezza con l’indice Ftse Mib in calo dello 0,28%, a ridosso dei 20 mila punti, in linea con le altre Borse europee. A tener banco sono i timori di una ripresa dei contagi di coronavirus, di cui fa le spese Madrid (-1,7%), colpita dalla decisione del governo britannico di imporre la quarantena a chi arriva dalla Spagna, mentre l’avversione al rischio spinge l’oro verso il record di 1.945 dollari l’oncia.
Sul listino milanese scossone per Ubi Banca (-8,8%), che da oggi viaggia senza il premio dell’opas, male Tim (-5%), maglia nera in Europa in una seduta difficile per tutte le tlc dopo i risultati di Vodafone di venerdì scorso. Vendite anche sulle banche, peggior comparto europeo, con Banco Bpm (-3,8%) e Unicredit (-1,4%). In affanno Leonardo (-3,5%), Poste (-2,5%), A2A (-2,4%) e Saipem (-2,3%). Dall’altra parte del listino sprint di Diasorin (+5%) e Atlantia (+4,8%), bene Moncler (+2,3%), che a Borsa chiusa ha annunciato i conti del semestre, e Italgas (+2%), che pure ha dato i risultati.
Fuori dal Ftse MIb pesante la Juventus (-5,7%) nonostante lo scudetto e Autogrill (-6,6%), che sconta i timori su nuovi blocchi agli spostamenti in Europa, mentre corre Bialetti (+15%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Effetto Covid su imprese ‘rosa’, ne sono nate 10mila in meno
Dati Unioncamere su secondo trimestre, pandemia blocca rincorsa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 luglio 2020
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche la demografia d’impresa risente della pandemia, soprattutto se alla guida dell’azienda c’è una donna. E’ quanto emerge dal Rapporto di Unioncamere sull’imprenditoria femminile. Nel secondo trimestre, tra aprile e giugno, sono nate 10.678 imprese ‘rosa’ in meno, se si guarda alle iscrizioni di nuove imprese. Un calo su base annua del 42,3%, superiore a quello subito dalle attività maschili (-35,2%). Il saldo di fine giugno, rispetto al 2019, vede così venir meno quasi 5 mila imprese con al timone una donna.
Il monitoraggio di Unioncamere parte da un universo fatto da 1 milione e 340 mila aziende femminili, il 22% del totale. Protagoniste negli ultimi cinque anni di una rincorsa. Tanto che, prima che deflagrasse la pandemia, su 4 nuove aziende 3 vedevano una donna al timone. Nell’ultimo lustro le aziende ‘rosa’ erano infatti cresciute, si sottolinea, “a un ritmo molto più intenso di quelle maschili: +2,9% contro +0,3%. In valori assoluti l’aumento delle imprese femminili è stato più del triplo rispetto a quello delle imprese maschili: +38.080 contro +12.704. In pratica, le imprese femminili hanno contribuito a ben il 75% dell’incremento complessivo di tutte le imprese in Italia, pari a +50.784 unità”.  VAI ALLA POLITICA

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.