ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 30 Luglio, 2020, 10:51:29 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 14 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:26 DI MERCOLEDì 29 LUGLIO 2020

ALLE 10:51 DI GIOVEDì 30 LUGLIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Patuanelli, superbonus proseguirà con risorse Ue
Alla firma decreti attuativi dell’agevolazione.No costi indebiti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
10:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ritengo che le risorse ci saranno per portare avanti il superbonus per tutto il settennato della programmazione economica-finanziaria europea” e che potrà essere collegato ai progetti da presentare entro il 15 ottobre alla Commissione “per l’uso delle risorse messe a disposizione dal Recovery fund”. Così il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, sul superbonus al 110%, parlando in audizione in commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria.
Il ministro ha fatto sapere anche che stanno per essere firmati dal Mise i “due decreti attuativi” dell’agevolazione.
Quello più importante disciplina i requisiti tecnici ed ha anche l’obiettivo, sottolinea Patuanelli, di “evitare un indebito aumento dei costi a carico dello Stato per l’erogazione delle agevolazioni”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa contrastata in attesa Fed, bene Parigi (+0,8%)
Corre Kering. A Londra (+0,17%) scivola Barclays dopo i conti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
10:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le borse europee si muovono in ordine sparso, incerte sulla direzione da prendere, al pari dei futures Usa, in attesa della Fed. Mentre l’oro è stabile e il petrolio in leggero recupero sono le trimestrali a dominare la scena.
Londra guadagna lo 0,17% con Barclays (-4%) pesante dopo risultati peggiori delle attese, Francoforte è più cauta (-0,03%) malgrado Deutsche Bank sia premiata per i conti in utile (+0,86%). Meglio fa Parigi (+0,8%) spinta dalle semestrale diffusa alla vigilia da Kering (+5%). Restano indietro Milano (-0,37%), dove è il petrolifero Saipem (finito in asta di volatilità) a zavorrare il listino a seguito di una maxi-perdita, e Madrid (-0,43%) la migliore d’Europa nella seduta precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps-Bankitalia, oltre metà delle imprese ha usato la Cig-Covid
La quota pari al 45% nel Nord Est, al 48% nel Nord Ovest, al 52% nel Centro e al 55% nel Mezzogiorno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
14:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei mesi di marzo e aprile oltre la metà delle imprese italiane ha fatto uso della Cig-Covid. La cassa integrazione ha riguardato quasi il 40% dei dipendenti del settore privato. È quanto emerge dallo studio “Le imprese e i lavoratori in cassa integrazione Covid nei mesi di marzo e aprile”, effettuato dalla Direzione Centrale Studi e Ricerche dell’Inps in collaborazione con la Banca d’Italia.
La quota di imprese che ha fatto ricorso alla Cig-Covid è pari al 45% nel Nord Est, al 48% nel Nord Ovest, al 52% nel Centro e al 55% nel Mezzogiorno. Buona parte delle differenze tra macroaree è spiegata da eterogeneità nelle caratteristiche delle imprese, con riferimento in modo particolare al settore di attività, relativamente più sbilanciato nel Mezzogiorno a favore dei settori dell’alloggio e della ristorazione, delle costruzioni e del commercio al dettaglio non alimentare, che hanno maggiormente subito le conseguenze della crisi.
Nello studio si analizzano i dati relativi all’effettivo utilizzo, nei mesi di marzo e aprile, degli strumenti di integrazione salariale in costanza di rapporto di lavoro, così come modificati dal decreto Cura Italia (DL n.18/2020).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’analisi è basata sui microdati presenti nell’archivio dell’Inps e si riferisce a tutti gli strumenti di integrazione salariale previsti per fronteggiare l’emergenza sanitaria Covid: Cassa integrazione guadagni (CIG) ordinaria, assegni dei Fondi di solidarietà e del Fondo di integrazione salariale (FIS) e CIG in deroga, sia pagati direttamente dall’INPS sia portati a conguaglio dalle imprese.
I dati, aggiornati al 15 luglio, si riferiscono al mese di competenza del pagamento, cioè al periodo nel quale i lavoratori sono stati sottoposti alla riduzione dell’orario di lavoro e non al mese in cui la Cig-Covid è stata autorizzata dall’Inps: il decreto Cura Italia ha infatti riconosciuto alle imprese la facoltà di richiedere l’autorizzazione all’uso della Cig-Covid anche in un momento successivo all’effettivo utilizzo degli strumenti di integrazione salariale. Ciò comporta, precisa l’Inps, che i dati non possano essere ancora considerati come definitivi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei mesi di marzo e aprile oltre la metà delle imprese italiane ha fatto uso della Cig-Covid. La cassa integrazione ha riguardato quasi il 40% dei dipendenti del settore privato. È quanto emerge dallo studio “Le imprese e i lavoratori in cassa integrazione Covid nei mesi di marzo e aprile”, effettuato dalla Direzione Centrale Studi e Ricerche dell’Inps in collaborazione con la Banca d’Italia.
L’utilizzo della Cig-Covid è risultato più elevato nei settori sottoposti a lockdown in marzo e aprile. Tuttavia anche in settori in cui i livelli produttivi o il fatturato non sono diminuiti rispetto al periodo precedente la pandemia, l’utilizzo della Cig-Covid ha coinvolto una quota significativa di imprese (circa il 20% nella manifattura e il 30% nei servizi).
Ogni impresa in Cig-Covid ha risparmiato circa 1.100 euro per dipendente presente in azienda. Tra le imprese più piccole, che hanno utilizzato prevalentemente la CIG-Covid in deroga, l’importo medio risparmiato grazie alla riduzione dell’orario di lavoro è stato pari a 3.900 euro nel bimestre. Le imprese più grandi del settore dei servizi, che hanno fruito dell’assegno ordinario Covid, hanno risparmiato in media quasi 24.000 euro.
Per le imprese della manifattura, che ricorrono prevalentemente alla Cassa ordinaria Covid, il risparmio è stato di circa 21.000 euro. In media, spiega il rapporto, ogni lavoratore in Cig-Covid ha subito una riduzione oraria di 156 ore, il 90 per cento dell’orario mensile di lavoro a tempo pieno (pari a 173 ore in marzo e aprile), perdendo, secondo le attuali stime, il 27,3% del proprio reddito lordo mensile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora (-0,86%) con banche, pesa Saipem -11%
Virano in calo Ubi e Intesa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
13:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari peggiora (-0,86%) e fa peggio della altre borse europee dove svetta Parigi (+0,57%) coi futures Usa poco mossi in attesa della Fed dalla quale tuttavia non sono previsti annunci di nuove misure ma conferme sui tassi e sul programma di finanziamenti per l’emergenza covid. Sul listino milanese continua a pesare Saipem (-11% a 1,93 euro), fermata in asta di volatilità più volte nel corso della mattinata dopo la maxi perdita segnata nel semetre.
Vendite anche su Stm, (-2,54%) e Tenaris (-2,4%). Ha virato in calo anche il settore bancario, comprese Ubi (-0,47%) e Intesa (-0,83%) con l’opas che termina domani, dove le peggiori sono Banco Bpm (-2,4%) e Unicredit (-1,9%) dopo lo stop della Bce ai dividendi per tutto il 2020. Mantiene tuttavia il rialzo Mediolanum (+0,7%), così come Banca Generali (+0,92%), quest’utima ancora in attesa dei conti. Lo stesso fa Amplifon (+1%) . Già premiata alla vigilia per i risultati continua intanto a guadagnare terreno Campari (+1,1%) superata solo da Nexi (+1,5%). Fuori dal paniere principale corre Ima (+12,7% a 67,6 euro) che è volata fin dall’avvio a ridosso del prezzo dell’opa di Sofima col nuovo socio Bc Partners.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enac: in 2019 traffico passeggeri a 192 mln, +4%
Ryanair si conferma prima compagnia in Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
14:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il trasporto aereo, nel 2019, ha segnato un incremento del traffico passeggeri del 4%, a oltre 192 milioni. Lo rende noto l’Enac nel rapporto annuale 2019.
Fiumicino si conferma il primo aeroporto con oltre 43,3 milioni di passeggeri (+1,1%), seguito da Malpensa con oltre 28,7 milioni di passeggeri (+16,9%) e Bergamo, con quasi 14 milioni di passeggeri (+7,5%). Quindi Venezia, con 11,5 milioni di passeggeri (+3,7%) e Napoli, con circa 11 milioni di passeggeri (+9%).
Per quanto riguarda le compagnie aeree, Ryanair è sempre prima in Italia. Il vettore irlandese nel 2019 ha trasportato complessivamente oltre 40,52 milioni di passeggeri, secondo posto per Alitalia con 21,7 milioni di passeggeri e in terza posizione Easyjet con 19,16 milioni di passeggeri. Circa il traffico nazionale (solo partenze) è prima Alitalia, seguita da Ryanair ed Easyjet.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brembo si rafforza in Pirelli e sale al 4,99%
Nel semestre ricavi a 951 milioni e utile a 20 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
15:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brembo si rafforza nel capitale di Pirelli raggiungendo la quota del 4,99%. Lo rende noto Brembo evidenziando che “adottando un approccio non speculativo e di lungo periodo, ha deciso autonomamente di investire in Pirelli, azienda che per storia, brand, leadership e propensione all’innovazione rappresenta, come Brembo, un’eccellenza italiana”.
Brembo, sia direttamente sia tramite la società controllante Nuova FourB, ha terminato il processo di acquisto raggiungendo il 4,99% del capitale di Pirelli.
La società dei freni chiude il primo semestre dell’anno con ricavi a 951 milioni di euro (-28,2%) e l’utile netto di 20 milioni di euro, rispetto ai 123 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Il margine operativo lordo (Ebitda) ammonta a 143,3 milioni, rispetto a 270,6 milioni del primo semestre dell’anno scorso. Il margine operativo netto (Ebit) si attesta a 38,8 milioni e si confronta con 174,5 milioni dello stesso periodo del 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa a due velocità dietro Wall Street, Milano -0,5%
Santander, Barclays e Deutsche Bank piegate dai conti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
16:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le borse europee proseguono a due velocità dietro a Wall Strret che è in timido aumento in attesa delle decisioni del Fomc della Federal Reserve e della conferenza stampa del suo presidente, Jerome Powell. Milano cede lo 0,5% preceduta, in negativo, solo da Madrid (-0,7%9 dove il Santander scivola di oltre il 5% dopo aver registrato la sua prima perdita in 163 anni di storia. E non va meglio alle altre banche che hanno diffuso i risultati del secondo trimestre: Barclays lascia sul terreno il 5,3% a Londra bloccando l’indice sulla parità (+0,03%) e non fa meglio Deutsche Bank (-4,5%) a Francoforte (-0,22%). Resiste soltanto Parigi (+0,52%).
A Piazza Affari Ubi (-1,28%) come Intesa (-1,13%) ormai muovono in negativo alla vigilia della chiusura dell’opas. Le peggiori del comparto sono tuttavia Unicredit (-3,78%), allineato con lo stop della Bce al dividendo per tutto il 2020, e Banco Bpm (-3,37%). Continuano invece a pesare Saipem (-9,6%) e Tenaris (-4,9% in asta di volatilità), mentre la semestrale spinge Amplifon (+4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, Ftse Mib -0,11%
Pesano trimestrali, banche in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 luglio 2020
17:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In scia a Wall Street le Borse europee, e Milano si adegua, riducono le perdite a fine seduta.
L’indice guida di Piazza Affari chiude in calo dello 0,11% a 19.880 punti, segnato dai conti trimestrali. Saipem (-9% a 1,96 euro) maglia nera del paniere Ftse Mib, con Tenaris (-4,87% a 5,15 euro). Seduta difficile per le banche mentre in ordine sparso vanno le altre società. Tra i titoli sugli scudi Amplifon (+5,66% a 27,8 euro), Hera (+2,56% a 3,29 euro) e Campari (+1,99% a 8,72 euro).
Ubi (+0,08% a 3.58 euro) e Intesa (+0,18% a 1,7894 euro) tengono aspettando la chiusura ufficiale dell’opas. Tra le peggiori Banco Bpm (-2,39% a 1,34 euro) e Unicredit (-2,84% a 8,22 euro) dopo lo stop della Bce ai dividendi per tutto il 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse: Europa volatile, guarda a Fed
Pesano conti trimestrali con effetto Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
18:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La volatilità è stato il segno della seduta sulle Piazze europee. Il mercato deve ‘digerire’ l’ondata di trimestrali di questi giorni, segnate dagli effetti della pandemia, e intanto aspetta indicazioni di più ampio respiro dal meeting della Fed. lla quale tuttavia non sono previsti annunci di nuove misure ma conferme sui tassi e sul programma di finanziamenti per l’emergenza Covid. La conferenza stampa di luglio è comunque sotto i riflettori perchè l’aumento dei casi di contagio negli USA e l’introduzione di nuove misure di contenimento potrebbero mettere i bastoni fra le ruote alla ripresa economica.
Gli indici hanno seguito diverse strade, Milano ha ridotto il calo allo 0,11%, anche Francoforte ha chiuso in ribasso marginale (-0,10%) mentre Madrid è la più debole con un calo dello 0,55 per cento. Ha tenuto Londra (+0,04%) e ha chiuso in rialzo Parigi (+0,6%) sostenuta da Capgemini (+6,5%) e Schneider Electric (+2,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fed: da Covid-19 rischi, ripresa dipende da virus
Tassi restano invariati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
29 luglio 2020
22:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il coronavirus pone considerevoli rischia all’economia. Lo afferma la Fed al termine della due giorni di riunione. La traiettoria della ripresa dipendera’ in modo significativo dall’evoluzione del virus, precisa la Fed. I tassi di interesse sono rimasti invariati. Il costo del denaro resta fermo in una forchetta fra lo 0 e lo 0,25%. Il calo del pil del secondo trimestre è il maggiore della storia, ha precisato il presidente della Fed Jerome Powell.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Simest: utile schizza a 4,5 mln, aumentano finanziamenti
Previsto ulteriore incremento con agevolazioni Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
16:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Simest ha chiuso il primo semestre 2020 con un utile di 4,5 milioni di euro, in crescita del 140% rispetto agli 1,9 milioni del primo semestre 2019.
Le risorse mobilitate lorde nel primo semestre 2020 sono pari a 1.996 milioni di euro (+610%). Particolarmente rilevante, evidenzia una nota, il contributo ai dati gestionali dell’attività di Export Finance: 20 operazioni accolte per 1.825 milioni di euro, contro le 12 operazioni del 2019 per 68 milioni di euro. Positivo anche l’andamento della linea Finanziamenti per l’Internazionalizzazione, con 500 operazioni accolte per 159 milioni di euro, in crescita rispetto allo stesso periodo del 2019 (481 operazioni per 153 milioni di euro). Si tratta, spiega la società, di numeri “destinati a salire sensibilmente nel corso del 2020, visto che gran parte delle agevolazioni introdotte dalla normativa a sostegno del sistema produttivo nazionale colpito dalle conseguenze economiche della pandemia da Covid-19, sono diventate operative nelle ultime settimane”.
“In un contesto straordinariamente avverso, caratterizzato da un fortissimo rallentamento delle attività economiche causato dalla pandemia da Covid19 e dalle conseguenti difficoltà della maggior parte delle nostre controparti, – ha commentato l’amministratore delegato Mauro Alfonso – valuto in modo molto positivo il risultato conseguito, raggiunto dopo aver dovuto repentinamente convertire le modalità operative ad un modello di smartworking al 100%”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prada: semestre in perdita per 180 milioni, ricavi -40%
Bertelli, confidiamo in ripresa entro fine anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 luglio 2020
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel semestre Prada segna un calo dei ricavi del 40% (a cambi costanti) a 938 milioni di euro, e una perdita netta pari a 180 milioni, rispetto a un utile di 155 milioni nei primi sei mesi del 2019.
Le vendite retail subiscono un calo del 32% (a cambi costanti), significativamente condizionate dalla chiusura dei negozi mentre le vendite wholesale crollano del 71%. L’Ebit, prima dei costi operativi dei negozi rimasti chiusi durante i periodi di lockdown (pari a 112 milioni di euro), risulta negativo per 83 milioni. Negativa anche la posizione finanziaria netta per 515 milioni di euro, con una Capex a 49 milioni.
“La prima metà del 2020 ha visto una temporanea interruzione del nostro percorso di crescita che, in uno scenario di progressivo controllo della pandemia, confidiamo possa riprendere gradualmente già entro fine anno, quando la nostra rete di vendita tornerà ad operare a pieno regime”, ha osservato l’amministratore delegato di Prada, Patrizio Bertelli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: utile 774 milioni per svalutazioni e fondo covid
Donnet, pagheremo la seconda tranche del dividendo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
09:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali ha registrato nel primo semestre un utile netto di 774 milioni (-56,7%), risentendo di 226 milioni di svalutazioni su investimenti derivanti dall’andamento dei mercati finanziari, di 183 milioni per la conclusione dell’arbitrato sulla cessione di BSI e del contributo di 100 milioni per il Fondo Straordinario Internazionale per l’emergenza da covid. L’utile netto normalizzato, escludendo l’onere una tantum del fondo per il Covid-19, si attesta a 1.032 milioni (-21,2%).
Il risultato operativo è quasi invariato a 2.714 milioni dai 2.724 milioni del primo semestre 2019.
“Intendiamo pagare il dividendo previsto. Abbiamo già pagato la prima tranche. Il Cda che si terrà l’11 novembre farà le sue valutazioni sulla capacità a confermare il dividendo. Oggi non vedo motivi che potrebbero impedire il pagamento”, ha indicato lil Group Ceo di Generali, Philippe Donnet rinviando all’Investor Day del 18 novembre l’aggiornamento della strastegia e dei traget del piano al 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam: ricavi 6 mesi su a 1,35 mld, confermate stime
Utile in linea a 578 milioni, Alverà, pronti a ripartire
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
09:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam ha chiuso i primi 6 mesi del 2020 con ricavi in crescita del 3,3% a 1,35 miliardi. In linea con l’analogo semestre precedente l’utile netto a 578 milioni, che consente di confermare a “circa 1,1 miliardi” il risultato previsto per l’intero esercizio. In crescita gli investimenti a 457 milioni. Per il Gruppo, ha commentato l’amministratore delegato Marco Alverà si tratta di risultati ottenuti “nonostante gli effetti del Covid, grazie alla riduzione degli oneri finanziari, alla performance delle nostre partecipate internazionali e alle azioni di contenimento dei costi”. In questi mesi non ci siamo mai fermati – ha proseguito l’amministratore delegato di Snam Marco Alverà – continuando a garantire il nostro servizio essenziale di sicurezza energetica, aumentando gli investimenti e ponendo le basi per una veloce ripartenza”. “Già da inizio giugno – ha detto – abbiamo ripreso l’attività nel 100% dei nostri cantieri ed entro fine anno puntiamo a un sostanziale recupero dei ritardi dovuti al lockdown”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni: perdita semestre 7,34 mld, 0,66 mld adjusted
De Scalzi, reazione pronta e radicale a crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Eni chiude i primi sei mesi del 2020 con una perdita netta pari a 7,34 miliardi di euro (contro un utile di 1,516 dello stesso periodo dello scorso anno) e una perdita netta di adjusted di 0,66 miliardi. Lo comunica il gruppo petrolifero dopo il cda. A fronte del mutato contesto, della sua elevata volatilità e delle azioni messe in atto per fronteggiarne gli effetti, Eni rivede la politica di remunerazione degli azionisti al fine di dare loro la massima visibilità sulla distribuzione di dividendi e piani di buy back futuri.Nel periodo che definisco il peggiore nella storia dell’industria Oil&Gas, colpita dagli effetti della pandemia e della “guerra dei prezzi”, la reazione di Eni è stata pronta e radicale”. Questo il commento dell’Ad di Eni Claudio De Scalzi ai risultati semestrali e alle nuove strategie messe in atto dal gruppo per far fronte alla crisi. “Abbiamo predisposto una revisione della nostra strategia di breve/medio termine riducendo di 8 miliardi di euro gli esborsi per costi ed investimenti nel biennio 2020-21 che ci aspettiamo sarà il più critico”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: persi 600 mila occupati rispetto a pre Covid
Disoccupazione risale all’8,8%. Per i giovani arriva al 27,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
10:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da febbraio 2020 il livello dell’occupazione è sceso di circa 600 mila unità e le persone in cerca di lavoro sono diminuite di 160 mila, a fronte di un aumento degli inattivi di oltre 700 mila unità”. Lo rileva l’Istat nel commento alle stime che aggiornano i dati a giugno, facendo il confronto con il periodo appena precedente al deflagrare dell’epidemia.A giugno il tasso di disoccupazione in Italia risale all’8,8%, in aumento di 0,6 punti rispetto a maggio. Lo rileva l’Istat. La crescita delle persone in cerca di lavoro, sottolinea l’Istituto, è “consistente”, pari a 149mila unità in più (+7,3%). Il rialzo, si spiega, “riguarda soprattutto gli uomini (+9,4% pari a +99mila unità, contro il +5,0%, pari a +50mila, delle donne) e interessa tutte le classi di età”. La disoccupazione giovanile risale al 27,6%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in lieve calo a 41,22 dollari al barile
Brent a 43,67 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in lieve calo sul mercato after hour di new York. Il greggio Wti cede lo 0,12% a 41,22 dollari al barile. Il Brent perde lo 0,1% a 43,67 dollari al barile .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in calo a 1.960 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici cede lo 0,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le quotazioni dell’oro sono in calo dopo le fiammate dei giorni scorsi che hanno portato i futures a record storici sui 2.000 dollari l’oncia. Sui mercati asiatici il lingotto cede ora lo 0,5% a 1.960 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund stabile a 149 punti
Rendimento titolo decennale allo 0,98%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund è stabile in avvio di giornata a 149 punti base in linea alla chiusura di ieri . Il rendimento del titolo decennale italiano è allo 0,98%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,23%)
L’indice Ftse Mib sale a 19.926 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
09:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in leggero rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in progresso dello 0,23% a 19.926 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre debole, Francoforte -0,47%
Parigi cede lo 0,13% e Londra lo 0,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
09:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta debole per le principali Borse europee. L’indice Dax di Francoforte ha aperto le contrattazioni in calo dello 0,47% a 12.762 punti, l’indice Cac 40 di Parigi cede lo 0,13% a 4.952 punti mentre il Ftse 100 di Londra arretra dello 0,19% a 6.119 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rosso (-1%) con Eni, Saipem e Mediobanca
Vendute Generali e Webuild, bene Enel dopo conti, tiene Snam
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
09:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari perde rapidamente quota dopo un avvio in lieve rialzo, allineandosi alla seduta negativa delle altre Borse europee. Pesano sul Ftse Mib (-1,04%)i cali di Eni (-3,7%), che sconta il taglio della cedola e i conti in rosso del trimestre, Saipem (-2,5%), ancora venduta dopo il tonfo della vigilia, e Mediobanca (-2,2%), attesa alla semestrale in tarda mattinata. Vendite anche su Generali (-2,1%) e Webuild (-1,56%), i cui conti scontano l’effetto Covid, mentre Snam limita il calo allo 0,28%. In controtendenza, invece, Enel (+1,29%), che sale dopo i conti diffusi ieri a Borsa chiusa. Nel risparmio gestito soffre Fineco (-2%), tra gli industriali Leonardo (-2,1%), tra i bancari Banco Bpm e Unicredit (-1,8%) e tra gli assicurativi Unipol (-1,9%). In rosso anche Fca (-1,9%) e Tim (-1,7%) mentre tengono Tenaris (+0,7%) e Prysmian (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: persi 600 mila occupati rispetto a pre-Covid
Censis: con il coronavirus oltre 2 milioni di famiglie in più rischiano la povertà
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 luglio 2020
10:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Da febbraio 2020 il livello dell’occupazione è sceso di circa 600 mila unità e le persone in cerca di lavoro sono diminuite di 160 mila, a fronte di un aumento degli inattivi di oltre 700 mila unità”. Lo rileva l’Istat nel commento alle stime che aggiornano i dati a giugno, facendo il confronto con il periodo appena precedente al deflagrare dell’epidemia.
A giugno il tasso di disoccupazione in Italia risale all’8,8%, in aumento di 0,6 punti rispetto a maggio. Lo rileva l’Istat. La crescita delle persone in cerca di lavoro, sottolinea l’Istituto, è “consistente”, pari a 149mila unità in più (+7,3%). Il rialzo, si spiega, “riguarda soprattutto gli uomini (+9,4% pari a +99mila unità, contro il +5,0%, pari a +50mila, delle donne) e interessa tutte le classi di età”.
A giugno prosegue, anche se “a ritmo meno sostenuto”, il calo degli occupati su base mensile: 46 mila in meno rispetto a maggio (-0,2%). Lo rileva l’Istat. La diminuzione, spiega, “coinvolge” le donne, con una perdita di 86 mila unità, e i dipendenti permanenti, ovvero quelli con un ‘posto fisso’, che si riducono di 60 mila. Gli occupati aumentano invece tra gli uomini (+39mila), i dipendenti a termine, gli autonomi e gli ultracinquantenni.
A giugno il tasso di disoccupazione giovanile (15-24anni) aumenta al 27,6%, in rialzo di 1,9 punti rispetto al mese precedente.
Con l’emergenza provocata dal Coronavirus sono 2,1 milioni in più le famiglie italiane a rischio povertà assoluta . È questa in sintesi la fotografia scattata dal Focus ‘Covid da acrobati della povertà a nuovi poveri. Ecco il rischio di una nuova frattura sociale’ di Censis-Confcooperative che analizza i dati Istat e Svimez su occupazione e reddito.”Sono 2,1 milioni le famiglie con almeno un componente che lavora in maniera non regolare” di queste “1.059.000 famiglie vivono esclusivamente di lavoro irregolare” spiegano i dati. Tra i lavoratori ci sono “2,9 milioni di working poor” e gli irregolari “sono più di 3,3 milioni”.  VAI ALLA POLITICA

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.