Mondo tutte le notizie in tempo reale! DA NON PERDERE! SEGUI LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento 15 Settembre, 2020, 20:42:08 di Maurizio Barra

Tempo di lettura: 32 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:01 ALLE 20:42 DI MARTEDì 15 SETTEMBRE 2020

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus, 925 mila i decessi al mondo
Usa verso i 195 mila morti. Seguono il Brasile e l’India
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
01:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hanno superato quota 925 mila i decessi nel mondo legati al coronavirus, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins.
Il paese più colpito in termini assoluti restano gli Stati Uniti, con quasi 195 mila morti e oltre 6,55 milioni di contagi.
Seguono il Brasile e l’India.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il bilancio dei morti provocati dal coronavirus in Brasile ha superato quora 132mila: lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Cnn. I nuovi dati indicano che il Paese ha registrato ieri 381 ulteriori decessi, per un totale di 132.006 vittime dall’inizio della pandemia. Allo stesso tempo, il numero dei casi è salito a 4.345.610, di cui 15.155 nella giornata di ieri.
L’India ha registrato altri 83.809 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, un andamento che porta il bilancio complessivo dei contagi oltre quota 4,9 milioni: lo riporta il Times of India. Secondo i nuovi dati, ad oggi il Paese registra un totale di 4.930.236 contagi, inclusi 80.776 morti (di cui 1.054 nelle ultime 24 ore). L’India, come è noto, è il secondo Paese al mondo per numero di infezioni in termini assoluti dopo gli Stati Uniti (6.554.820) e il terzo per numero di decessi dopo Usa (194.536) e Brasile (132.006).
Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi in Israele, secondo dati preliminari del ministero della sanità, hanno sfiorato i 5mila casi (4.812): finora un record. Ieri sono stati effettuati oltre 47mila tamponi che hanno rivelato un tasso di infezione pari a poco più del 10%. I morti da inizio pandemia sono arrivati a 1.136. Da venerdì prossimo scatterà in tutto il paese un lockdown totale di 3 settimane secondo quanto stabilito di recente dal governo.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump mette in guardia l’Iran
Minaccia “contrattacco” dopo voci su piano ritorsione Teheran
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
15 settembre 2020
06:28
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump ha promesso una risposta degli Usa “di grandezza mille volte maggiore” a qualsiasi attacco dell’Iran, dopo informazioni di stampa su un presunto piano di Teheran per assassinare un diplomatico statunitense.
Il ministro degli Esteri americano Pompeo ha detto che sta prendendo “seriamente” tali informazioni, tacciate invece come “infondate” da Teheran. Secondo il sito d’informazione Politico, che cita due funzionari statunitensi in condizione di anonimato, i servizi di intelligence Usa ritengono che il governo iraniano stia prendendo in considerazione il tentativo di assassinare l’ambasciatrice statunitense in Sudafrica, Lana Marks, vicina al presidente Donald Trump. Teheran intenderebbe vendicare la morte del suo potente generale Soleimani, ucciso a gennaio da un attacco americano su ordine di Trump.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Brasile, i morti superano quota 132mila
Il bilancio dei contagi sale a 4.345.610
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
07:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il bilancio dei morti provocati dal coronavirus in Brasile ha superato quora 132mila: lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Cnn.
I nuovi dati indicano che il Paese ha registrato ieri 381 ulteriori decessi, per un totale di 132.006 vittime dall’inizio della pandemia. Allo stesso tempo, il numero dei casi è salito a 4.345.610, di cui 15.155 nella giornata di ieri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump mette in guardia l’Iran
Minaccia “contrattacco” dopo voci su piano ritorsione Teheran
CONTINUAZIONE DI QUANTO SCRITTO POCO SOOPRA
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
15 settembre 2020
12:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump ha promesso una risposta degli Usa “di grandezza mille volte maggiore” a qualsiasi attacco dell’Iran, dopo informazioni di stampa su un presunto piano di Teheran per assassinare un diplomatico statunitense.
Il ministro degli Esteri americano Pompeo ha detto che sta prendendo “seriamente” tali informazioni, tacciate invece come “infondate” da Teheran.
Secondo il sito d’informazione Politico, che cita due funzionari statunitensi in condizione di anonimato, i servizi di intelligence Usa ritengono che il governo iraniano stia prendendo in considerazione il tentativo di assassinare l’ambasciatrice statunitense in Sudafrica, Lana Marks, vicina al presidente Donald Trump. Teheran intenderebbe vendicare la morte del suo potente generale Soleimani, ucciso a gennaio da un attacco americano su ordine di Trump.
Pronta la risposta dell’ Iran, che avvisa gli Stati Uniti di non compiere “un nuovo errore strategico”, dopo le minacce del presidente Donald Trump di dure ritorsioni contro Teheran, in caso di vendette per l’uccisione del generale dei Pasdaran Qassem Soleimani. “Ci auguriamo che non facciano un nuovo errore strategico, e certamente, nel caso lo facessero, vedrebbero una decisa risposta dell’Iran”, ha dichiarato Ali Rabiei, portavoce del governo di Hassan Rohani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Tunisia, 747 contagi e 10 morti in 48 ore
Ministero Salute, situazione epidemiologica ‘inquietante’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
15 settembre 2020
07:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue la marcata crescita di casi giornalieri di coronavirus in Tunisia, dove nelle ultime 48 ore sono stati registrati altri 747 contagi, che portano il totale delle infezioni confermate nel Paese nordafricano a quota 7.382. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Tunisi in un comunicato, precisando che il bilancio dei decessi è salito a 117, di cui 10 negli ultimi due giorni.
Finora in Tunisia sono guarite 2.175 persone, mentre 5.090 risultano ancora positive, di cui 131 si trovano in ospedale e 30 in rianimazione. I tamponi effettuati dall’inizio della pandemia sono 177.904. Una situazione epidemiologica che sta intasando i laboratori di analisi e che la portavoce del ministero della Sanità e direttrice dell’Osservatorio malattie nuove ed emergenti, Nissaf Ben Alaya, ha definito “inquietante” per il suo andamento crescente.
Intanto oggi comincia la riapertura graduale delle scuole.
Dal 26 agosto scorso per entrare in Tunisia, a prescindere dal Paese di provenienza, è necessario esibire un test covid-19 free effettuato nelle 72 ore precedenti al primo imbarco e che non superi comunque le 120 ore al momento dell’ingresso nel Paese.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: India, i casi superano quota 4,9 milioni
Il bilancio dei morti sale a 80.776
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
09:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’India ha registrato altri 83.809 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, un andamento che porta il bilancio complessivo dei contagi oltre quota 4,9 milioni: lo riporta il Times of India.
Secondo i nuovi dati, ad oggi il Paese registra un totale di 4.930.236 contagi, inclusi 80.776 morti (di cui 1.054 nelle ultime 24 ore).
L’India, come è noto, è il secondo Paese al mondo per numero di infezioni in termini assoluti dopo gli Stati Uniti (6.554.820) e il terzo per numero di decessi dopo Usa (194.536) e Brasile (132.006).
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Venezuela: elezioni,oltre 20 milioni potranno votare il 6/12
107 partiti politici iscritti per le legislative
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 SET
15 settembre 2020
09:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Consiglio nazionale elettorale (Cne) del Venezuela, Indira Alfonzo Izaguirre, ha annunciato che, sulla base della revisione e dell’aggiornamento realizzato delle liste elettorali, 20.710.421 venezuelani potranno esercitare il diritto di voto nelle legislative del prossimo 6 dicembre. Lo riferisce la tv statale Vtv.
Izaguirre ha poi ricordato che per questo appuntamento “si sono iscritti 107 partiti politici che parteciperanno a sessioni informative sul processo elettorale che riguardano anche la scelta di posizione del simbolo sulla scheda elettorale”.
La responsabile del Cne ha quindi segnalato che l’organismo sta ancora “esaminando proposte per la sostituzione o la modifica di candidature” di diverse formazioni politiche. Il 5 settembre scorso Alfonzo aveva annunciato che per queste elezioni parlamentari si erano iscritti 14.400 candidati.
Il voto riguarda il rinnovo per cinque anni dell’Assemblea nazionale (An, Parlamento unicamerale) per il periodo 2021-2026.
Il leader dell’opposizione, autoproclamatosi presidente ad interim, Juan Guaidó, ha avviato una campagna di boicottaggio, appoggiato da 37 partiti ed oltre 100 associazioni, definendo le elezioni “una truffa” orchestrata dal governo.
Ma la compattezza dell’opposizione è stata rotta dall’ex candidato presidenziale ed ex governatore dello Stato di Miranda, Henrique Capriles, il quale ha dichiarato che “il 6 dicembre è un pedaggio che non possiamo evitare” perché la Costituzione stabilisce che dopo cinque anni si deve eleggere una nuova Assemblea nazionale”. E poi anche perché, ha concluso, “non possiamo continuare ad essere governo solo via internet”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Pakistan, 6 morti e 404 casi in 24 ore
Contagio rallenta, da oggi riaprono le scuole
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISLAMABAD
15 settembre 2020
09:15
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il Pakistan ha registrato 6 morti e 404 nuovi contagii da Covid-19 nelle ultime 24, mentre grazie alla riduzione dei casi nelle ultime settimane ha cominciato a riiaprire le scuole oggi.
Secondo i dati resi noti dal ministero della Sanità, i casi complessivi dall’inizio della pandemia sono 302.424, di cui 5.774 ancora attivi. Tra questi, sono 563 i malati in condizini criitiche.
Oggi in tutto il Paese hanno riaperto le scuole superiori e le università, mentre le scuole elementari e medie ricominceranno l’attività entro le prossime due settimane.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Colombia: vittime in disordini, 56 agenti sotto inchiesta
Dopo la morte violenta di un avvocato per mano della polizia
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BOGOTA’
15 settembre 2020
09:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità della Colombia hanno presentato i primi risultati delle indagini in corso dopo la morte la settimana scorsa di almeno undici persone in disordini a Bogotà ed in altre città colombiane, seguiti al decesso, causato dall’azione di due agenti di polizia, dell’avvocato Javier Ordóñez. Lo riferice la radio Rcn. In una conferenza stampa il ministro della Difesa, Carlos Holmes Trujillo, ha indicato che sono stati analizzati 50 video dai quali è emerso che almeno 56 agenti hanno aggredito i partecipanti alle manifestazioni. Per questo, ha sottolineato, al momento la polizia nazionale ha aperto più di 43 indagini interne per appurare la dinamica dei fatti. Trujillo ha poi sottolineato che “per tutti noi è della massima gravità che vi sia stato un bilancio di undici morti e 258 feriti fra giovedì e venerdì e speriamo che al più presto possibile le autorità competenti determinino le responsabilità di ciascun caso”. Da parte sua il direttore pro tempore della polizia nazionale, generale Gustavo Moreno, ha reso noto che “già tre poliziotti hanno ammesso di aver usato le armi in loro dotazione, e che di questo si sta occupando la Procura”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Oim, 454 riportati in Libia in una settimana
8.435 dall’inizio dell’anno
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
15 settembre 2020
10:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nel periodo tra l’8 ed il 14 settembre scorso, 454 migranti sono stati intercettati in mare e riportati in LIbia. Lo si legge in un tweet dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) in Libia nel quale viene pubblicato il resoconto settimanale della situazione migranti in Libia.
Nel 2020 secondo l’Oim sono stati 8435 i migranti riportati in Libia dalla Guardia costiera.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Garcia (S&D), situazione a Moria è vergognosa
Ciò che sta accadendo è antitesi dei valori Ue’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
15 settembre 2020
10:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La situazione nel campo di migranti di Moria nell’isola di Lesbo a seguito dell’incendio è “assolutamente vergognosa per l’Europa”. Lo ha affermato la presidente del gruppo dei Socialisti e democratici (S&D) Iratxe Garcia in conferenza stampa.
“Ciò che sta accadendo è l’antitesi dei nostri valori dell’Unione europea. Siamo tutti responsabili di trovare una soluzione per coloro che cercano rifugio e sicurezza in Europa”, ha aggiunto.  VAI ALLA POLITICA  VAI ALL’ECONOMIA  VAI ALLO SPORT  VAI AL CALCIO  VAI ALLA TECNOLOGIA  VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE  VAI ALLA CRONACA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus:record Israele, quasi 5.000 casi in 24 ore
Oltre 47 mila tamponi, 10% tasso contagio. Da venerdì lockdown
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
15 settembre 2020
10:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi in Israele, secondo dati preliminari del ministero della sanità, hanno sfiorato i 5mila casi (4.812): finora un record. Ieri sono stati effettuati oltre 47mila tamponi che hanno rivelato un tasso di infezione pari a poco più del 10%. I morti da inizio pandemia sono arrivati a 1.136. Da venerdì prossimo scatterà in tutto il paese un lockdown totale di 3 settimane secondo quanto stabilito di recente dal governo.
Al momento i malati attivi sono oltre 40 mila. La percentuale dei contagi, scrive Israel ha-Yom, è particolarmente elevata nelle località popolate da ebrei ortodossi, dove ha raggiunto un livello tre volte superiore alla media nazionale. Altri focolai importanti sono stati registrati in località arabe. Il giornale rileva che a contribuire alla crescita dei contagi si è aggiunta, due settimane fa, la apertura delle scuole.
Diversi ospedali avvertono intanto che i loro dipartimenti di coronavirus sono pieni e che non è per loro possibile ricoverare altri pazienti affetti dal virus.
Le autorità sanitarie hanno precisato che durante il lockdown gli israeliani dovranno restare in casa e non potranno allontanarsi più di 500 metri dalle loro abitazioni. Sono però previste eccezioni per chi si stia recando la lavoro, o per chi necessiti cure mediche o anche per l’accompagnamento di bambini di coppie divorziate. Altre deroghe sono state messe a punto per gli ebrei osservanti in occasione delle celebrazioni del Capodanno ebraico, che inizieranno venerdì sera.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libano: media, domato incendio nel centro di Beirut
Non si conoscono al momento le cause
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
11:11
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato domato l’incendio scoppiato stamani nel centro di Beirut e che ha danneggiato un edificio, appena finito di costruire e noto per esser stato progettato dallo studio dell’architetta britannica di origini irachene Zaha Hadid, scomparsa nel 2016.
Lo riferiscono media libanesi, citando fonti della sicurezza nella capitale libanese. L’incendio si era propagato nell’edificio che si trova all’interno della zona detta Mercati di Beirut (Souks of Beirut), completamente ricostruita dopo la distruzione della guerra civile (1975-90).
Non si conoscono al momento le cause di questo nuovo incendio, dopo i ripetuti incendi nel porto – vicino alla zona dei Mercati di Beirut – devastato dall’esplosione del 4 agosto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Perù: Vizcarra accusa il Congresso di ‘cospirazione’
Dopo l’avvio dell’iter di destituzione del capo dello Stato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LIMA
15 settembre 2020
11:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della repubblica del Perù, Martín Vizcarra, ha denunciato che il Congresso (Parlamento unicamerale) peruviano, ed in particolare il suo presidente, Manuel Marino, sarebbero impegnati in “una cospirazione per destituirlo”, dicendosi certo tuttavia che “le forze democratiche non lo permetteranno”.
In una dura reazione all’avvio approvato la settimana scorsa dai parlamentari di un iter per destituirlo per “incapacità morale permanente”, Vizcarra ha replicato: “Ripudio il fatto che vi siano persone che desiderino il caos e l’instabilità per raggiungere puri interessi personali, nel pieno di una delle peggiori crisi sanitarie della storia”.
In un discorso alla nazione il capo dello Stato si è soffermato sulla diffusione di intercettazioni audio riguardanti la vicenda di un cantante peruviano come consulente del ministero della Cultura che lo coinvolgono, ed ha replicato che “non si può infangare l’onore delle persone e poi farla franca”.
Dopo la decisione del Congresso a grande maggioranza di fissare una seduta per il 18 settembre in cui il capo dello Stato avrà un’ora per difendere le sue ragioni di innocenza, il governo ha presentato ieri una istanza alla Corte costituzionale (Tc) in cui chiede di verificare se l’iniziativa congressuale sia compatibile con i principi della Costituzione peruviana.
Ma ieri Vizcarra non ha esitato a rivolgersi a quello che pare il suo principale antagonista, il presidente del Congresso Merino. “Perché – ha detto – il presidente del Parlamento ha contattato ed ha parlato con gli alti vertici militari, addirittura ipotizzando governi che si insedierebbero dopo la mia destituzione? Questa, signori, è cospirazione!”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny su Instagram, ‘respiro da solo e mi mancate’
Ha pubblicato una sua foto sul letto d’ospedale di Berlino
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
15 settembre 2020
12:04
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alexei Navalny è tornato a rivolgersi ai suoi follower per la prima volta dopo l’avvelenamento del 20 agosto scorso e ha scelto Instagram per farlo. “Mi mancate”, ha scritto Navalny pubblicando una sua foto sul letto d’ospedale di Berlino. “Non riesco ancora a fare quasi niente ma ieri sono riuscito a respirare da solo per tutto il giorno. In generale sono me stesso. Non ho usato nessun aiuto esterno, nemmeno la più semplice valvola in gola. Mi è piaciuto molto…”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Migranti:Michel,è sfida per l’Ue,non solo per Stati costieri
‘Spero si facciano progressi a partire da proposta Commissione’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
15 settembre 2020
13:34
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“La questione migratoria è una sfida per l’Unione europea e non solo per i Paesi in prima linea. Con tutti gli Stati membri occorre trovare una risposta giusta, forte, ed efficace”. Così il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, in una dichiarazione stampa ad Atene, col premier greco Kyriakos Mitsotakis.
“Occorre mobilitarsi per far arretrare l’immigrazione illegale”, trovare la convergenza “sulla politica di asilo” ed essere “più efficaci sui rimpatri”, ha affermato Michel, aggiungendo: “Spero si possano fare progressi, a partire dalla proposta che la Commissione europea presenterà prima della fine del mese”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump, Usa avranno il vaccino nel giro di settimane
Berlino, In Germania disponibile a metà 2021
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
15 settembre 2020
14:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti avranno un vaccino contro il coronavirus nel giro di settimane. Lo afferma Donald Trump in un’intervista a Fox.
Il vaccino Anticovid in Germania potrà essere disponibile per molte persone soltanto a metà dell’anno prossimo. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione e della Ricerca Anja Karliczek a Berlino, in conferenza stampa con il ministro della Salute Jen Spahn, sottolineando l’aspetto centrale della “sicurezza” del farmaco. La ricerca in Germania “fa progressi veloci” e il governo è “fiducioso”, “ma dobbiamo ancora dire che non siamo ancora dove vogliamo. E non sappiamo cosa può succedere nelle prossime settimane”, ha spiegato.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cina, osservatori Ue liberi di visitare lo Xinjiang
Pechino, abbiamo accettato e siamo disposti a prendere accordi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
15 settembre 2020
13:47
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gli osservatori Ue sono liberi di visitare lo Xinjiang per “capire veramente” la situazione nella regione nordoccidentale dove la Cina è accusata di abusi contro la popolazione uigura di fede musulmana. All’indomani della richiesta di Bruxelles fatta nel summit virtuale Cina-Ue, il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino Wang Wenbin ha detto che il blocco dei 27 Paesi è “benvenuto” a visitare l’area “per capire veramente la situazione reale, evitando di fare affidamento sul sentito dire. L’Ue ha espresso il desiderio di visitare lo Xinjiang, la Cina ha già accettato ed è disposta a prendere accordi”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Australia, nessun morto per la prima volta in 2 mesi
Nelle ultime 24 ore solo 50 nuovi casi
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MELBOURNE
15 settembre 2020
13:53
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia non ha registrato alcun decesso da coronavirus nelle ultime 24 ore per la prima volta in due mesi e solo 50 nuovi casi a livello nazionale: è quanto risulta in base ai conteggi dell’agenzia di stampa Afp.
Allo stesso tempo, le autorità hanno allentato il rigido lockdown che era stato imposto a Melbourne, nello Stato di Victoria: i residenti posso adesso trascorrere un’ora in più all’aperto per fare sport e possono visitare amici che vivono soli. Tuttavia, gli esercizi commerciali non essenziali rimangono chiusi e rimane in vigore – fino al 26 ottobre – il coprifuoco notturno.
Nel resto dello Stato, inoltre, i residenti potranno uscire dalle loro abitazioni e le attività commerciali potranno riaprire dalla mezzanotte di mercoledì grazie a un calo dei casi di contagio nelle zone rurali.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sparatoria tra gang alle porte di Parigi, due morti
Avevano 17 e 25 anni, ferito un 16enne
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
SAINT
15 settembre 2020
15:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Due giovani, di 17 e 25 anni, sono stati uccisi e un terzo, di 16 anni, è rimasto ferito durante una sparatoria avvenuta la notte scorsa a Saint-Ouen, alla periferia nord di Parigi: lo ha reso noto una fonte vicina alle indagini sottolineando che l’adolescente ferito non è in pericolo di vita. Fonti vicine all’inchiesta parlano di una rissa scoppiata intorno alla mezzanotte per la quale dodici persone sono state messe in stato di fermo per omicidio e tentato omicidio in banda organizzata. L’inchiesta è stata affidata alla brigata anticrimine di Bobigny.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Turchia denuncia ‘nuova violazione della Grecia nell’Egeo’
Ue: no ad azioni unilaterali di Ankara, dialogo o sanzioni
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
15 settembre 2020
14:36
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Turchia ha emesso un nuovo avviso ai naviganti (Navtex) nel mar Egeo, in cui denuncia una violazione da parte della Grecia dello status di Chios come isola non militarizzata, previsto dal trattato di Losanna del 1923. L’isola si trova a poche miglia dalla costa turca di Cesme, nella provincia di Smirne, dalla cui stazione è stata emessa la comunicazione sulle restrizioni alla navigazione.
Intanto l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell parlando alla plenaria del Parlamento europeo, ha sottolineato la necessità di “riannodare il dialogo” con Ankara, invitando la Turchia ad “astenersi dall’intraprendere azioni unilaterali. “La situazione nel Mediterraneo orientale richiede un impegno urgente e collettivo”, ha detto Borrell. “Ci troviamo davanti ad uno spartiacque nelle nostre relazioni con la Turchia, le soluzioni non arriveranno da una relazione sempre basata sullo scontro, noi non vogliamo questo – ha aggiunto -. La Turchia è un vicino importante per l’Ue ed è un partner chiave su molte aree come ad esempio la migrazione”.
“Le nostre relazioni con la Turchia sono a un bivio – ha concluso – ed è giunto il momento per i nostri leader di prendere decisioni difficili” al Consiglio europeo del 24 e 25 settembre. Ha poi precisato che “non c’è ancora un accordo per le sanzioni”. Per sanzionare un paese terzo serve l’unanimità dei 27.
Riprendono intanto i colloqui tecnici tra le delegazioni militari di Turchia e Grecia presso la presidenza del Comitato militare della Nato a Bruxelles per cercare di stabilire canali di comunicazione utili a evitare nuovi incidenti nel Mediterraneo orientale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Lesbo, cinque migranti arrestati per l’incendio a Moria
La Germania ospiterà altri 1.500 profughi del campo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
15:01
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cinque migranti sono stati arrestati per aver appiccato l’incendio al campo di Moria, sull’isola di Lesbo, il più grande d’Europa. Lo ha annunciato il governo di Atene. “Cinque giovani stranieri sono stati arrestati. Si cerca un sesto che è stato identificato”, ha dichiarato il ministro greco della Protezione Civile Michalis Chrysohoidis.
Per quanto riguarda la destinazione dei migranti sfollati dal campo oggi Angela Merkel e il suo ministro dell’Interno Horst Seehofer si sono intanto accordati sull’accoglienza di altri 1500 profughi. Lo ha scritto la Dpa, citando fonti informate. Il parametro scelto in questo piano è che si accoglieranno le famiglie con i bambini.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Siria: esperti Onu, nuovi possibili crimini contro l’umanità
Governo Assad sospettato di omicidi, torture, violenze sessuali
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
GINEVRA
15 settembre 2020
15:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovi possibili crimini contro l’umanità sono stati perpetrati dal governo siriano, secondo esperti delle Nazioni Unite. Nonostante una relativa riduzione delle ostilità, i siriani continuano a subire gravi violazioni dei diritti umani, ha denunciato oggi la Commissione d’inchiesta delle Nazioni Unite sulla Siria.
In un rapporto reso noto oggi a Ginevra, la Commissione afferma di “avere ragioni di ritenere che il governo siriano abbia continuato a perpetrare i crimini contro l’umanità di sparizione forzata, omicidio, tortura, violenza sessuale e reclusione. In alcuni casi, questi atti possono anche costituire crimini di guerra.
Il rapporto di 25 pagine, relativo al periodo dall’11 gennaio al primo luglio 2020, documenta le continue violazioni e abusi da parte “di quasi tutti gli attori del conflitto che controllano il territorio in Siria” . Il rapporto evidenzia una moltitudine di violazioni legate alla detenzione da parte delle forze governative, dell’Esercito nazionale siriano (SNA), delle Forze democratiche siriane (SDF), di Hay’at Tahrir al-Sham e di altre parti in conflitto, nonché un aumento di abusi mirati come omicidi, violenza sessuale e di genere contro donne e ragazze e saccheggio o appropriazione di proprietà privata. “Per quasi un decennio tutti gli appelli a proteggere donne, uomini, ragazzi e ragazze sono stati ignorati. Non ci sono mani pulite in questo conflitto, ma lo status quo non può durare “, ha esortato il presidente della Commissione d’inchiesta Paulo Pinheiro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gb, ex deputato Tory condannato per molestie sessuali
A 2 anni di carcere. La moglie gli è subentrata e lo ha lasciato
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
15 settembre 2020
15:51
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Condanna a due anni di carcere per Charlie Elphicke, 49enne ex deputato del Partito conservatore britannico sospeso dal Parlamento nella scorsa legislatura e riconosciuto colpevole ora di molestie sessuali nei confronti di due donne in episodi avvenuti a 9 anni di distanza fra loro.
La sentenza contro l’uomo politico in disgrazia è stata emessa dalla giudice Philippa Whipple della Southwark Crown Court di Londra, che ha riconosciuto come abusi sessuali i messaggi espliciti e i palpeggiamenti attribuiti a Elphicke nell’ambito di tre episodi avvenuti uno nel 2007 e due nel 2016 ai danni di due donne, ma denunciati solo in seguito. L’ex parlamentare si era proclamato innocente sui reati contestati, pur riconoscendo di aver avuto comportamenti impropri e chiedendo scusa. Un’ammissione considerata insufficiente dalla giudice. Già sospeso l’anno scorso dalle file Tory, Charlie Elphicke è stato rimpiazzato come deputato del collegio di Dover dalla moglie Natalie (eletta alla Camera dei Comuni al suo posto alle politiche del dicembre scorso) la quale ha poi chiesto il divorzio da lui a luglio.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Turchia denuncia ‘nuova violazione della Grecia nell’Egeo’
Ue: no ad azioni unilaterali di Ankara, dialogo o sanzioni
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
15 settembre 2020
14:43
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Turchia ha emesso un nuovo avviso ai naviganti (Navtex) nel mar Egeo, in cui denuncia una violazione da parte della Grecia dello status di Chios come isola non militarizzata, previsto dal trattato di Losanna del 1923. L’isola si trova a poche miglia dalla costa turca di Cesme, nella provincia di Smirne, dalla cui stazione è stata emessa la comunicazione sulle restrizioni alla navigazione.
Intanto l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell parlando alla plenaria del Parlamento europeo, ha sottolineato la necessità di “riannodare il dialogo” con Ankara, invitando la Turchia ad “astenersi dall’intraprendere azioni unilaterali. “La situazione nel Mediterraneo orientale richiede un impegno urgente e collettivo”, ha detto Borrell. “Ci troviamo davanti ad uno spartiacque nelle nostre relazioni con la Turchia, le soluzioni non arriveranno da una relazione sempre basata sullo scontro, noi non vogliamo questo – ha aggiunto -. La Turchia è un vicino importante per l’Ue ed è un partner chiave su molte aree come ad esempio la migrazione”.
“Le nostre relazioni con la Turchia sono a un bivio – ha concluso – ed è giunto il momento per i nostri leader di prendere decisioni difficili” al Consiglio europeo del 24 e 25 settembre. Ha poi precisato che “non c’è ancora un accordo per le sanzioni”. Per sanzionare un paese terzo serve l’unanimità dei 27.
Riprendono intanto i colloqui tecnici tra le delegazioni militari di Turchia e Grecia presso la presidenza del Comitato militare della Nato a Bruxelles per cercare di stabilire canali di comunicazione utili a evitare nuovi incidenti nel Mediterraneo orientale.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Libia:Di Maio, vertice di governo su pescherecci sequestrati
‘L’azione per il rilascio deve essere corale’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
12:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha sentito le famiglie dell’equipaggio dei pescherecci sequestrati in Libia, il sindaco di Mazara del Vallo e gli armatori, ai quali ha assicurato il massimo impegno del governo per una risoluzione positiva della vicenda. Lo si apprende da fonti diplomatiche. Il pressing della Farnesina, sempre secondo quanto si apprende, è senza sosta: ieri Di Maio ha sentito prima il suo omologo emiratino ed oggi sentirà il ministro russo Lavrov. Sia gli Emirati che Mosca sono due attori molto influenti nei confronti di Bengasi. Sulla questione sarà convocato un vertice di governo, perché “l’azione deve essere corale”, ha spiegato il titolare della Farnesina. Il ministero degli Esteri da anni sconsiglia le marinerie italiane di pescare nelle acque dove si è verificato il sequestro dei pescherecci.
“Ministro, la ringrazio per la sua presenza e disponibilità, apprezziamo molto lo sforzo che sta compiendo la Farnesina per il rilascio dei pescherecci” sequestrati in Libia. Lo ha detto, il sindaco di Mazara del Vallo al ministro Luigi Di Maio durante il collegamento di stamattina in video conferenza.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Iran risponde a Trump, non faccia errore strategico
‘Se accadrà, gli Usa avranno una decisa risposta’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
15 settembre 2020
12:37
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’Iran avvisa gli Stati Uniti di non compiere “un nuovo errore strategico”, dopo le minacce del presidente Donald Trump di dure ritorsioni contro Teheran, in caso di vendette per l’uccisione del generale dei Pasdaran Qassem Soleimani. “Ci auguriamo che non facciano un nuovo errore strategico, e certamente, nel caso lo facessero, vedrebbero una decisa risposta dell’Iran”, ha dichiarato Ali Rabiei, portavoce del governo di Hassan Rohani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Navalny su Instagram, ‘respiro da solo e mi mancate’
Ha pubblicato una sua foto sul letto d’ospedale di Berlino
(2)
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
15 settembre 2020
13:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alexei Navalny è tornato a rivolgersi ai suoi follower per la prima volta dopo l’avvelenamento del 20 agosto scorso e ha scelto Instagram per farlo. “Mi mancate”, ha scritto Navalny pubblicando una sua foto sul letto d’ospedale di Berlino. “Non riesco ancora a fare quasi niente ma ieri sono riuscito a respirare da solo per tutto il giorno. In generale sono me stesso. Non ho usato nessun aiuto esterno, nemmeno la più semplice valvola in gola. Mi è piaciuto molto…”.
Il direttore dei servizi segreti esterni della Russia (SVR) Serghei Naryshkin ha detto Mosca ha “molte domande” per la Germania sulla vicenda dell’avvelenamento dell’oppositore Alexei Navalny, dato che i medici dell’ospedale di Omsk hanno eseguito una serie di esami approfonditi e Navalny ha lasciato la clinica senza mostrare segni di avvelenamento. “È un dato di fatto che nel momento in cui Alexei Navalny ha lasciato il territorio russo non c’erano tossine nel suo organismo. Pertanto, abbiamo molte domande per la parte tedesca”, ha aggiunto Naryshkin, citato da Interfax.
Il presidente della Duma russa Vyacheslav Volodin ha descritto la vicenda che ha coinvolto Navalny come una “provocazione” messa in scena dagli Stati Uniti con l’obiettivo di imporre nuove sanzioni alla Russia. “Tutto il caso Navalny, le sanzioni, tutto questo è legato a una provocazione”, ha detto Volodin al canale televisivo Rossiya-24. “Si tratta di una provocazione da parte di Paesi stranieri, potenze occidentali, questa è una provocazione da parte degli Stati Uniti d’America”, ha detto. “L’obiettivo è di fermare lo sviluppo della Russia attraverso le sanzioni. Ma non ci riusciranno”, ha detto Volodin. Lo riporta Interfax.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: record in Israele, quasi 5mila casi in 24 ore
Oltre 47mila tamponi, 10% tasso contagio. Da venerdì lockdown. Sono 925mila i morti nel mondo
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
15 settembre 2020
10:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Hanno superato quota 925mila i decessi nel mondo legati al coronavirus, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins. Il paese più colpito in termini assoluti restano gli Stati Uniti, con quasi 195 mila morti e oltre 6,55 milioni di contagi. Seguono il Brasile e l’India.
Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi in Israele, secondo dati preliminari del ministero della sanità, hanno sfiorato i 5mila casi (4.812): finora un record. Ieri sono stati effettuati oltre 47mila tamponi che hanno rivelato un tasso di infezione pari a poco più del 10%. I morti da inizio pandemia sono arrivati a 1.136. Da venerdì prossimo scatterà in tutto il paese un lockdown totale di 3 settimane secondo quanto stabilito di recente dal governo.
L’Australia non ha registrato alcun decesso nelle ultime 24 ore per la prima volta in due mesi e solo 50 nuovi casi a livello nazionale: è quanto risulta in base ai conteggi dell’agenzia di stampa Afp. Allo stesso tempo, le autorità hanno allentato il rigido lockdown che era stato imposto a Melbourne, nello Stato di Victoria: i residenti posso adesso trascorrere un’ora in più all’aperto per fare sport e possono visitare amici che vivono soli. Tuttavia, gli esercizi commerciali non essenziali rimangono chiusi e rimane in vigore – fino al 26 ottobre – il coprifuoco notturno. Nel resto dello Stato, inoltre, i residenti potranno uscire dalle loro abitazioni e le attività commerciali potranno riaprire dalla mezzanotte di mercoledì grazie a un calo dei casi di contagio nelle zone rurali.
In Russia nelle ultime 24 ore sono stati accertati 5.529 nuovi casi e 150 persone sono morte a causa del morbo: lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus, secondo cui i nuovi contagi giornalieri hanno toccato il livello massimo dal 27 luglio. Ufficialmente, dall’inizio dell’epidemia in Russia si contano 1.073.849 casi di Covid-19 e 18.785 decessi provocati dal virus Sars-Cov-2.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A Margaret Atwood il premio Dayton, letteratura per la pace
Il monito del “Racconto dell’Ancella”, “può accadere ovunque”
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
15 settembre 2020
09:30
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Per aver ricordato ai lettori che “tutto può succedere in qualsiasi luogo se le circostanze lo consentono”, la scrittrice canadese Margaret Atwood ha vinto il premio Dayton per la letteratura per la pace. Il premio onora la memoria del diplomatico americano Richard Holbrook che mediò gli accordi per la pace nella ex Jugoslavia raggiunti nel 1995 nella città dell’Ohio.
La Atwood “continua a ricordarci che non possiamo fidarci del ‘qui non può succedere’. Tutto può succedere se le circostanze lo consentono. In questo momento, con il disprezzo per le istituzioni democratiche che cresce ogni giorno, le sue lezioni sono più importanti che mai, ha detto Shaton Rab, la fondatrice del premio, rendendo omaggio all’autrice di “Il Racconto dell’Ancella”, la saga di una società totalitaria dove le donne sono soggiogate da un gruppo teocratico che ha rovesciato il governo degli Stati Uniti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Winslet, l’amore fra due donne senza etichette
Da Toronto parte la corsa verso l’Oscar per lei e Saoirse Ronan in Ammonite
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
09:24
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il titolo del film “è anche simbolico. Un fossile come l’ammonite richiede che ci si lavori con cura e pazienza per trovarne la forza e la bellezza. E’ quello che queste due donne fanno l’una per l’altra”. Lo dice nell’incontro online al Toronto Film Festival Saoirse Ronan, 26 anni e quattro nomination all’Oscar, parlando di Ammonite, il dramma di Francis Lee, ispirato da fatti reali, sull’amore saffico nel Dorset del 19/o secolo tra la pioniera della paleontologia Mary Anning (Kate Winslet) geniale scienziata autodidatta, a lungo snobbata (almeno ufficialmente) da una comunità scientifica di uomini, e la geologa Charlotte Murchison (Ronan), sposata e reduce dalla perdita di un figlio. Il film ha debuttato al Festival nordamericano e la critica è concorde sull’indicare entrambe le attrici come contendenti per la corsa all’Oscar.
Non si sa in realtà se tra Mary Anning e Charlotte Murchison ci sia stata una relazione passionale ma le lettere della paleontologa dimostrano l’esistenza fra loro di un legame di amicizia molto forte. Il regista ha pensato che rileggerlo, in quella società patriarcale, come un amore anche fisico “avrebbe permesso un’esplorazione più interessante del mondo di Mary, di come lo interpreto io, per renderle omaggio” spiega Lee nel Q&asul web realizzato per il festival insieme alle due protagoniste. Kate Winslet (che a Toronto riceve anche uno dei Tribute Award alla carriera) in fase di preparazione ha imparato con un paleontologo le tecniche dROMA – i ricerca di fossili ed ha costruito per se’ una routine solitaria e disciplinata come quella in cui viveva Mary Anning. “La cosa che mi rende più fiera guardando il film è che si racconti in un’ambientazione d’epoca, una storia d’amore fra due donne che non si nascondono, sono semplicemente se stesse e scoprono chi sono veramente attraverso il loro legame. Alla fine, il fatto che siano due persone dello stesso sesso non ha nemmeno importanza – dice l’attrice -. E’ un elemento necessario per un vero cambiamento. Raccontare storie d’amore come questa senza pruderie o malizia, mostrare semplicemente due persone innamorate”. Quando “abbiamo iniziato le prove con Saoirse abbiamo subito capito che la nostra collaborazione sarebbe stata entusiasmante e molto gratificante. Ci eravamo già incontrate negli anni ma non sul lavoro, la nostra amicizia è venuta naturalmente, siamo state fortunate, non capita sempre”.
E’ un set “su cui mi sono sentita molto sicura – spiega Saoirse Ronan -. Sentivo di essere con qualcuno di cui mi fidavo completamente. C’era un’atmosfera molto rilassata e serena”. Con Kate Winslet “ci eravamo incontrate e anche intervistate a vicenda anni fa. Sapevo che lavoriamo in un modo simile, anche se lei porta l’organizzazione (nel costruire il personaggio) a tutto un altro livello, che comprende mettere post-it sulle pagine della sceneggiatura – aggiunge sorridendo -. Uscivo giusto da Piccole donne, che era un set molto animato e pieno di attori, mi interessava molto tornare una sfera più quieta e intima”. Il suo personaggio, Charlotte “è una donna riservata alle prese con l’elaborazione del lutto, sta recuperando emotivamente e fisicamente”. Il rapporto fra le due donne, è molto delicato “fatto sia di conflitti che di unione. Era molto importante capire quali fossero i momenti di snodo della loro relazione”, sempre tenendo in mente che “facciamo una nostra reinterpretazione su questi personaggi”.
Per Kate Winslet è stato anche sorprendente: “MI ha emozionato quanta parità ci sia (nel racconto della loro intimità). Mi ha fatto riflettere su come spesso nelle scene con coppie eterosessuali, è l’uomo che prende la donna, e la donna si lasci prendere. Mi sono anche arrabbiata con me stessa, perché abitualmente faccio valere le mie ragioni, ma quello è un aspetto della scrittura che si dà spesso per scontato”. Qui invece “c’è tanto realismo e naturalezza”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Idris Elba, cowboy urbano pensando a Black Lives Matter
In ‘Concrete Cowboy’ a Toronto, ‘Importante ruolo comunità’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
09:23
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
A Philadelphia, città delle mille contraddizioni, culla storica dell’indipendenza degli Stati Uniti e nucleo ad alta densità di squilibrio sociale e criminalità, sopravvive la cultura di cowboy e cowgirl black ‘urbani’: uomini e donne che, ricollegandosi alla lunga e spesso dimenticata tradizione dei cowboy di colore, si prendono cura dei propri cavalli in stalle poste nell’area cittadina e insegnano ai ragazzi dei quartieri più poveri equitazione, con l’obiettivo di tenerli lontani dalla violenza e dalle gang. Una realtà raccontata da Concrete Cowboy di Ricky Staub, dramma famigliare/sociale con Idris Elba (anche coproduttore) e Caleb McLaughlin (una delle giovani star di Stranger Things), accolto molto favorevolmente dalla critica al Toronto Film Festival.
Una storia di costruzione del rapporto padre-figlio, di senso di comunità e valorizzazione delle proprie radici che secondo l’attore britannico (risultato positivo insieme alla moglie, nei mesi scorsi, al Covid, superato senza strascichi) risuona in maniera attuale e urgente in questo momento di attenzione sociale sulle tematiche del Black Lives Matter. “Abbiamo girato il film 15 mesi fa, molto prima di tutto ciò che sta succedendo – ha spiegato Idris Elba nella conferenza stampa online -. Ma è molto importante per noi come gruppo di filmmaker raccontare il bivio a cui un giovane può arrivare in questo Paese, cosa succede prendendo una strada o l’altra. Abbiamo riflettuto su quanto sia potente l’eco di questa storia sulla fase che viviamo. Spero che abbia l’effetto di portare le persone a rivalutare il ruolo della comunità sulla vita e il futuro dei ragazzi. Perché spesso (per un cambiamento) serve uno sforzo comune. ‘Concrete Cowboy’ per noi arriva al momento giusto. Ricky ci lavora da quattro anni e l’America non cambia in un giorno. E’ lo stesso per la Gran Bretagna dove c’è un grande problema di criminalità. Ci sono molte lezioni da imparare nel raccontare storie come quelle nel film. Mi ha colpito profondamente, anche perché sono padre di due ragazzi e non vedo l’ora che mio figlio più piccolo lo veda”.
Tratto dal romanzo Ghetto cowboy di Greg Neri, Concrete Cowboy ha nel cast, insieme a Lorraine Toussaint e Clifford “Method Man” Smith, fra gli altri, alcuni veri cowboy urbani come Jamil Prattis. Il regista, infatti, è di Philadelphia e ha lavorato a stretto contatto con la comunità locale. Protagonista della storia è Cole (McLaughlin), 15enne problematico che dopo essersi fatto espellere da un’altra scuola di Detroit, viene portato dalla madre a vivere con il padre, Harp (Elba), ruvido cowboy urbano a Philadelphia, per anni assente dalla vita del figlio. L’uomo coinvolge Cole nel lavoro nella stalla e nella difesa del maneggio che unisce i cowboy locali in una protesta contro il rischio chiusura paventato dalle autorità. Ma l’adolescente ritrova anche il legame con un amico d’infanzia, “Smush” (Jharrel Jerome), diventato un giovane spacciatore. Elba per il ruolo ha dovuto superare l’ostacolo della sua allergia ai cavalli: “A volte non riuscivo a respirare – racconta -. Prepararsi per il personaggio andava oltre imparare a cavalcare, ho costruito un reale legame con il cavallo, abbiamo capito a vicenda i nostri ritmi. Lui ha imparato a comprendere la mia voce e io per capire cosa fare, guardavo costantemente a Jamil”.
Elba sottolinea la forza del rapporto creato con McLaughlin: “E’ praticamente il primo film di Caleb e siamo tutti molto fieri di lui, ha dimostrato una grande professionalità e apertura emotiva. Io sono un fan delle sue serie. In fase di preparazione abbiamo creato un legame, parlando di amore, vita, dei nostri padri”. Caleb “ha incarnato al 100% la complessità del suo ruolo, è esaltante vederlo nel film”. Stima ricambiata da McLaughlin: “Con Idris si è creato un legame personale profondo che ha nutrito quello che abbiamo nella storia. Per me lui è un mentore… una sorta di secondo padre… uno zio”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Jimi Hendrix, a 50 anni morte il mito sfida il futuro
Carriera breve e folgorante per il più grande chitarrista rock
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
14:09
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alle 12.45 del 18 settembre 1970 il dottor John Bannister, medico del St Mary Abbot’s Hospital di Londra, dichiarava morto Jimi Hendrix. Dieci giorni dopo, una volta effettuata l’autopsia, il coroner Gavin Thurston stabilì che la causa della morte era l’asfissia: Hendrix era stato soffocato dal proprio vomito durante il sonno indotto da una dose eccessiva di barbiturici. Tuttavia, vista la mancanza di chiare evidenze, il verdetto sulla morte di uno dei geni della musica del ‘900 è rimasto aperto. James Marshall Hendrix, per sempre Jimi, avrebbe compiuto 28 anni il 27 novembre.
Come tutta la sua vita, anche la sua stupida morte prematura è avvolta nel mito: più d’uno ha raccolto materiale per dimostrare che le leggerezze e gli errori che hanno portato al decesso fossero tutt’altro che casuali. La tesi del complotto poggia su un dato provato: Hendrix finanziava le Black Panther e per questo era spiato dall’onnipresente FBI di J.Edgar Hoover.
Dunque quella notte maledetta sarebbe stato aiutato a morire con la complicità, volontaria o meno, di Monika Danneman, la donna con cui ha passato la sua ultima notte. Quello che è certo, è che Jimi Hendrix è una delle vittime più illustri di un business senza scrupoli, che, grazie a contratti capestro, lo sfruttava senza pietà, costringendolo a una massacrante routine di concerti.
In questo mezzo secolo la musica di Jimi Hendrix è rimasta attuale: ancora oggi sono in pochi a dubitare del fatto che sia stato il più grande chitarrista della storia del rock. La sua carriera di star è una luce abbagliante durata solo quattro anni. I primi tre album sono capolavori: insieme alla Experience, Mitch Mitchell alla batteria e Noel Redding al basso, incide nel 1967, in meno di un anno, “Are You Experienced”, uno dei più grandi debutti di sempre e “Axis: Bold As Love”. Poi nel 1968 registra il suo ultimo album in studio, il doppio “Electric Ladyland”. Nel 1967 l’America ancora non lo conosceva: Paul McCartney lo raccomandò agli organizzatori del festival di Monterey. Il 18 agosto 1969 un altro appuntamento con la leggenda: Woodstock. La sua versione distorta dell’inno americano è una delle performance più importanti e sconvolgenti di sempre.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Uragano Sally si rafforza, rotta tra Mississippi e Louisiana
Tragitto simile all’uragano Katrina che devastò New Orleans
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
15 settembre 2020
17:29
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’uragano Sally ieri si è rafforzato a categoria 2 e oggi dovrebbe toccare terra probabilmente a Biloxi, in Mississippi. Potrebbe seguire, secondo gli esperti, la linea di confine tra Mississipi e Louisiana, un tragitto simile a quello di Katrina, che nel 2005 ha devastato New Orleans. Il National Hurricane Center ha fatto sapere che Sally dovrebbe arrivare sulla costa del Golfo stasera (ora locale), e potrebbe “avvicinarsi alla forza di un uragano maggiore”.
I venti si sono rafforzati a 160 km orari, ma la cosa più preoccupante è il suo lento avvicinamento finale. Il presidente americano Donald Trump ha approvato le dichiarazioni di emergenza per Mississippi e Louisiana, autorizzando quindi il Dipartimento per la sicurezza interna e l’Agenzia federale per la gestione delle emergenze (Fema) ad assistere negli sforzi di soccorso in caso di calamità nei due Stati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump, alla fine anche palestinesi firmeranno accordi
Emirati,accordo con Israele menziona soluzione a 2 Stati
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
15 settembre 2020
17:31
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alla fine anche i palestinesi “arriveranno a un punto in cui vorranno unirsi all’accordo di pace» con Israele, dopo l’adesione di altri Stati arabi. Lo ha detto il presidente americano Donald Trump in una intervista a Fox News alla vigilia della firma degli “accordi di Abramo” di Israele con Emirati Arabi e Bahrein. “Avremo la pace in Medio Oriente senza queste stupidaggini, questo sparare a tutti, uccidere tutti, questo spargere sangue sulla sabbia», ha aggiunto.
L’accordo tra Emirati e Israele – alla firma alla Casa Bianca a Washington – menzionerà la soluzione a 2 Stati come parte di riferimento ad intese precedenti. Lo ha detto il ministro degli Esteri degli Emirati Anwar Gargash in un briefing su zoom, ripreso dai media israeliani. La sospensione dell’annessione di Israele di parti della Cisgiordania, ha aggiunto, metterà fine ai pericoli per questa soluzione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump, farò accordo con Iran ma Teheran spera in Biden
‘Per farne uno migliore’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
15 settembre 2020
18:50
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Donald Trump ha detto prima della firma degli ‘accordi di Abramo’ che prevede di fare un accordo con l’Iran dopo le elezioni, ma ritiene che Teheran attenda il voto sperando di fare un accordo migliore con il suo rivale Joe Biden.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump, giorno storico per la pace in Medio Oriente
‘Altri 5 o 6 Paesi arabi seguiranno’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
15 settembre 2020
18:54
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Storico giorno per la pace in Medio Oriente”: lo twitta Donald Trump annunciando l’imminente firma alla Casa Bianca da parte dei leader di Israele, Emirati e Bahrein degli accordi “che nessuno pensava fossero possibili”. ” Altri “cinque o sei Paesi” arabi firmeranno presto accordi con Israele per la normalizzazione dei rapporti, ha aggiunto il presidente Usa.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Trump scherza, persino ‘Bibi’ è stanco della guerra
Battuta con i cronisti all’arrivo di Netanyahu alla Casa Bianca
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
15 settembre 2020
18:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele vuole “fortemente la pace”, al punto che persino il premier ‘Bibi’ Netanyahu “e’ stanco della guerra”. Lo ha detto Donald Trump, scherzando con i giornalisti, ricevendo allo studio Ovale lo stesso Netanyahu prima della firma degli storici accordi con Bahrein ed Emirati Arabi Uniti per la normalizzazione delle relazioni.
In Medio Oriente, ha sottolineato Trump, si sono susseguiti “bagni di sangue per decenni» e «nessuno ha mai ottenuto niente”. L’accordo raggiunto in questi giorni, invece, rappresenta “una pace forte”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Italiano ferito in Thailandia, 13mila firme per volo di stato
Prosegue anche raccolta fondi arrivata a 33mila euro
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
JESI
15 settembre 2020
19:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ha superato in 24ore le 12.800 adesioni la petizione lanciata ieri dalla famiglia sulla piattaforma online Change.org (“RiportateACasaSantiago”) per riportare in Italia Santigo Loccioni, il 29enne animatore turistico originario di Jesi, rimasto ferito dopo essere caduto da un ponte nel nord nel Pese a giugno. Migliaia di persone chiedono di far tornare il 29enne in Italia per essere sottoposto a un’operazione urgente, già prenotata all’ospedale Torrette di Ancona.”Chiediamo una celere partenza di Santiago da Bangkok con volo di linea fino ad Amsterdam e con volo di Stato da Amsterdam a Falconara Marittima. Il tempo scorre inesorabilmente, ogni minuto che passa è prezioso: se Santiago non dovesse rientrare in Italia a breve, potrebbe rimetterci la vita” dice il padre del giovane, Marcello Loccioni.
“Il Ministero degli Esteri – spiega nella petizione – ha ignorato le nostre ripetute richieste di aiuto e soccorso.
Lavorando con il consolato italiano di Bangkok e con quello svizzero per poterlo ricoverare a Lugano abbiamo trovato 1.000 opposizioni: annullamento di visti e di biglietti aerei prepagati anticipatamente, il 22 luglio, il 23 agosto, il primo settembre, il 4 settembre. Ora le autorità diplomatiche ci hanno promesso che Santiago potrà rientrare a casa il 18 settembre, ma non ci fidiamo”. Un’altra petizione va intanto avanti per aiutare la famiglia a sostenere le spese mediche di Santiago in Thailandia, quella sulla piattaforma di crowdfunding “gofundme.com” dove sono stati già raccolti oltre 33mila euro.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Omt, turismo mondiale ha perso 460 mld dollari
‘Per una ripresa ci vorranno dai 2 ai 4 anni’
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2020
19:17
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Il calo del numero di turisti internazionali dovuto alla pandemia di coronavirus ha comportato una perdita di 460 miliardi di dollari per il settore nella prima metà dell’anno. Sono le stime dell’Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO) secondo la quale nel periodo c’è stato un calo del 65% del numero di turisti internazionali, dovuto alla chiusura delle frontiere e alle restrizioni per i viaggiatori.
Il calo di attività turistica ha generato perdite che “moltiplicano per cinque quelle registrate durante la crisi economica e finanziaria del 2009”, riporta l’organismo dell’Onu che ha sede a Madrid. “E ‘un settore da cui dipendono milioni di persone”, ha ammonito il segretario generale Zurab Pololikashvili.
In base ai dati di agosto si prevede inoltre “un calo della domanda di quasi il 70%” per tutto il 2020, mentre alcune aree del mondo, come l’Europa, hanno registrato una ripresa dell’epidemia quest’estate che ha portato a ulteriori restrizioni per i viaggiatori. “Il ritorno ai livelli del 2019 in termini di arrivi di turisti richiederà dai 2 ai 4 anni”, ha aggiunto l’Organizzazione mondiale del turismo. Nel 2019, il turismo globale ha registrato una crescita del 4% degli arrivi.
La Francia era stata la destinazione numero uno davanti a Spagna e Stati Uniti.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: governo Irlanda in isolamento
Sospetto contagio ministro. Parlamento temporaneamente chiuso
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
15 settembre 2020
19:56
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
L’intero governo irlandese è da oggi in isolamento precauzionale a causa del sospetto contagio da coronavirus del ministro della Sanità, Stephen Donnelly, sentitosi poco bene dopo una riunione di gabinetto. Il ministro si è rivolto al suo medico ed è in attesa dei risultati del test. Nel frattempo il Parlamento monocamerale di Dublino, ha dapprima aggiornato i lavori fino a nuovo ordine, salvo essere poi riconvocato. Secondo la Bbc, a rispondere a una prevista sessione di interpellanze dei deputati saranno per ora i sottosegretari.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Francia, 7.852 casi in 24 ore
Altri 37 decessi, 31 pazienti entrati in rianimazione
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
15 settembre 2020
19:59
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati 7.852 i nuovi casi positivi di Coronavirus in Francia nelle ultime 24 ore, con 37 morti in più, secondo le cifre di Santé Publique France. I decessi hanno raggiunto la cifra di 30.999. Il tasso di positività ritorna al 5,4% dopo essere sceso ieri di un decimale, al 5,3%.
Sono 31 i pazienti entrati da ieri nei reparti di rianimazione, contro i 43 di ieri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Alla Casa Bianca firmato accordo tra Israele, Emirati e Bahrein
Trump: giorno storico per la pace in Medio Oriente
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
15 settembre 2020
20:19
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
“Un giorno storico per la pace, nasce un nuovo Medio Oriente con un accordo che nessuno pensava fosse possibile e che a breve verrà firmato da altri cinque o sei Paesi arabi”. Donald Trump sigilla con nuove promesse la pax americana in Medio Oriente, formalizzata dalla firma alla Casa Bianca degli ‘accordi di Abramo’, ossia le intese per la normalizzazione dei rapporti a 360 gradi tra Israele da un lato e gli Emirati Arabi e il Bahrein dall’altro, in cambio della sospensione dell’annessione della Cisgiordania. “Una nuova alba di pace, superiamo le divisioni e ascoltiamo il battito della storia”, gli ha fatto eco il premier israeliano Benyamin Netanyahu, che ha siglato le intese con i ministri degli Esteri degli altri due Paesi, rispettivamente Abdullah bin Zayed Al Nahyan e Khalid bin Ahmed bin Mohammed Al Khalifa.
“Storici accordi di pace”, li ha definiti il presidente americano nel South Lawn della Casa Bianca, davanti ad una folla di centinaia di invitati con pochissime mascherine e senza distanziamento sociale. Ma Emirati e Bahrein non sono mai stati in guerra con Israele, non sono trattati di pace come quelli siglati con l’Egitto nel 1979 e con la Giordania nel 1994. In ogni caso si tratta di intese storiche che cambiano la mappa e gli equilibri mediorientali, segnando l’accettazione di Israele nel mondo arabo e un’alleanza comune contro l’Iran, il nemico numero uno di Washington nella regione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Per Trump è indiscutibilmente un trionfo diplomatico, che gli permette di accreditarsi come artefice di pace e di vantare la candidatura al Nobel a sette settimane dalle elezioni, mentre spera di incassare un nuovo successo dai negoziati sull’Afghanistan.
Come suggerisce lo stesso nome degli accordi, è una vittoria anche per il suo amico ed alleato Netanyahu, inseguito finora dalle polemiche del processo per corruzione e per il rinvio del lockdown per la pandemia. L’unico prezzo che paga è la sospensione, non la rinuncia, all’annessione della Cisgiordania.
Resta più di qualche spina, a partire dai palestinesi, che si sono sentiti “pugnalati alle spalle” dagli accordi dei due Paesi arabi dopo aver negato a Trump il ruolo di mediatore per le sue decisioni favorevoli a Israele. “E’ un giorno buio”, ha detto il premier palestinese Mohammed Shtayyeh. Ma il tycoon promette ora di coinvolgere altri Paesi del Golfo, probabilmente Oman e Arabia Saudita, convinto che alla fine anche i palestinesi “arriveranno a un punto in cui vorranno unirsi all’accordo di pace”, altrimenti “saranno lasciati da parte”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Wto, dazi Usa su Cina violano norme internazionali
Ombra sulla guerra commerciale avviata dalla Casa Bianca
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
15 settembre 2020
17:18
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
I dazi di Donald Trump sui prodotti Made in China imposti nel 2018 sono in violazione delle regole internazionale. Lo afferma l’Organizzazione Mondiale del Commercio, gettando un’ombra sulla guerra commerciale avviata dalla Casa Bianca contro Pechino con dazi su più di 500 miliardi di dollari di prodotti. Washington, riporta l’agenzia Bloomberg, può comunque porre il proprio veto sulla decisione del Wto presentando un appello nei prossimi 60 giorni.

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.