Calcio tutte le notizie in tempo reale, tutto il Mondo del Calcio- sempre aggiornato! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 25 minuti

Ultimo aggiornamento 20 Settembre, 2020, 00:48:05 di Maurizio Barra

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:04 DI SABATO 19 SETTEMBRE 2020

ALLE 00:48 DI DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Udinese; ingaggiato il centrocampista Arslan
Il tedesco di origine turca ha giocato in entrambi i Paesi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
19 settembre 2020
04:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Udinese ha reso noto di aver ingaggiato il centrocampista Tolgay Ali Arslan, che ha firmato con i colori bianconeri fino al 30 giugno 2022; vestirà la maglia numero 22. “Arslan è un jolly di centrocampo – sottolinea il Responsabile dell’Area Tecnica Pierpaolo Marino – prezioso nella costruzione del gioco e nella rifinitura. E’ un giocatore di grande esperienza internazionale” Tolgay Ali Arslan è nato a Paderborn, in Germania, il 16 agosto 1990 ed ha cominciato nel settore giovanile del Borussia Dortmund all’età di 13 anni per passare nel 2009 all’Amburgo debuttando il 23 settembre dello stesso anno nella gara di coppa di Germania contro l’Osnabruck.
Nel 2010/20211 è andato in prestito all’Alemannia Aachen segnando 6 gol in 31 partite di campionato. E’ rimasto nell’Amburgo fino al gennaio 2015, totalizzando 92 presenze e 2 reti prima di trasferirsi nel suo Paese d’origine, nel Besiktas, dove ha vinto due campionati scendendo in campo, tra campionato, coppa, Champions ed Europa League, 132 volte segnando 3 gol. Nel gennaio 2019 è passato al Fenerbache collezionando, in campionato e coppa di Turchia, 33 presenze e segnando due gol.
Arslan ha vestito per 2 volte la maglia della nazionale turca Under 19 e una volta quella dell’Under 21. Nel suo curriculum ci sono anche 3 partite con l’Under 21 tedesca ed una con l’Under 20.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve, Pjaca in prestito al Genoa
Per l’attaccante croato contratto fino al giugno 2021
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 settembre 2020
10:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo l’Anderlecht, il Genoa: Marko Pjaca cerca nuovamente fortune lontano da Torino. L’attaccante croato si è trasferito in rossoblù.
La formula è quella del prestito secco per un anno: la Juventus, infatti, vuole mantenere il controllo sul suo cartellino. “Nella prossima stagione – è il comunicato ufficiale apparso sul sito del club bianconero – Marko Pjaca giocherà a Genova. Più precisamente nelle fila del Genoa: è infatti ufficiale l’accordo con la squadra rossoblu per il prestito del giocatore, che avrà durata fino al 30 giugno 2021”.  JUVENTUS

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Lecce, nel mirino Pobega e Bouah
I due giovani calciatori seguiti con attenzione dal ds Corvino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
19 settembre 2020
11:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lecce molto attivo in chiave calciomercato. Secondo alcune indiscrezioni il responsabile dell’area tecnica Pantaleo Corvino sta seguendo con molto interesse due giovani calciatori: si tratta di Tommaso Pobega, centrocampista classe 1999 di proprietà del Milan, ultima stagione a Pordenone, e Devid Eugene Bouah, terzino destro classe 2001 di proprietà della Roma, elemento di spicco della primavera capitolina. I prossimi giorni potrebbero essere decisivi per lo sblocco delle trattative.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A, Dal Pino, da ministero no a dialogo, calcio merita rispetto
‘Non è stato nemmeno esaminato studio Lega per riapertura stadi in sicurezza’ dice il presidente della Lega. ‘Stupito’ il ministro dello Sport: ‘Lo riceverò volentieri’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
19:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non mi piace dirlo, ma lo devo fare a voce alta : il calcio merita rispetto, bisogna pianificare le cose dialogando”: così il presidente della Lega di Serie A Paolo Dal Pino, a Radio DeeJay, ha commentato la miniapertura degli eventi sportivi al pubblico decisa ieri, sottolineando di non essere stati ascoltati dal ministero dello sport guidato da Vincenzo Spadafora “A luglio abbiamo fatto con i migliori consulenti in circolazione uno studio di 300 pagine su come riaprire gli stadi in totale sicurezza, nessuno ci ha mai chiamato nemmeno per affrontare questo discorso” ha detto Dal Pino. “Il Cts fa enormi sforzi per occuparsi del paese, siamo grati a loro per quello che stanno facendo. Ma rispetto al nostro ministero dello sport il dialogo non è quello che dovrebbe essere”.
“Il calcio -ha aggiunto Dal Pino ai microfoni di Radio DeeJay- rappresenta una delle più grandi industrie italiane, con un grande gettito tributario e previdenziale, dà lavoro a 300mila persone fra diretto e indiretto, e rappresenta un fenomeno sociale importante. Mi spiace dirlo, ma devo dirlo a voce alta, c’è bisogno di rispetto. Da parte nostra c’è un movimento che ha poco ascolto”. Poco prima, rispondendo a un’altra domanda, il presidente della Lega di Serie A ha anche sottolineato che sulla legge di riforma dello sport “non siamo stati sentiti e non abbiamo avuto alcun ruolo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ora -ha poi proseguito Dal Pino, tornando sul tema dell’apertura degli stadi al pubblico- il Paese sta cercando di ripartire, le scuole sono aperte, nei viaggi si muove qualcosa, le aziende lavorano normalmente. L’ho detto anche all’ultima assemblea: perchè in metro si fa la coda per entrare, e così a scuola, negli autobus, nelle aziende e perchè invece allo stadio non ci può essere una persona seduta con cinque posti vuoti intorno ? perchè ? qual è il problema in uno stadio di 40, 50, 70mila persone ? Bisogna solo sedersi e pianificare. Speriamo che il Cts abbia attenzione a questo tema, perchè questa è un’industria che se non ha attenzione da parte del ministero che dovrebbe governarla, rischia di andare in grandissima difficoltà e mettere in pericolo molti posti di lavoro”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La replica di Spadafora: “Ho letto con stupore le dichiarazioni di Dal Pino sulla mancanza di dialogo tra il Governo e il mondo del calcio” dice il ministro dello Spor. “L’attenzione e’ stata costante le soluzioni trovate per portare a termine lo scorso campionato e iniziare nei tempi quello che comincia oggi sono state condivise”, prosegue Spadafora, aggiungendo: “Riceverò con piacere il presidente Dal Pino nei prossimi giorni”. “Abbiamo assicurato una attività continua e giornaliera di supporto – prosegue la nota del ministro Spadafora -: solo per citare alcune delle cose, l’audizione di lunedì scorso al Comitato tecnico scientifico, richiesta da me a seguito della bocciatura del protocollo per la riapertura degli stadi, che non è affatto stato ignorato come sostiene Dal Pino, ha avuto come oggetto anche i protocolli per l’alleggerimento della frequenza dei tamponi, su cui ha discusso nuovamente il CTS ieri e su cui stiamo attendendo le decisioni. Ricordo poi la norma per il corridoio per gli atleti stranieri che possono quindi derogare alla quarantena e senza la quale non sarebbero ripartiti i campionati, e le tante singole segnalazioni che abbiamo ricevuto da molti club e che abbiamo aiutato a risolvere, dalle partite fino ad arrivare ai protocolli per la riapertura di tutto il calcio dilettantistico nonché il grande risultato ottenuto dell’apertura del CTS in merito all’apertura degli stadi a partire da ottobre”. “Pochi giorni – prosegue Spadafora – fa il presidente della Figc è stato ricevuto dal presidente del Consiglio, e a seguito dell’incontro a Palazzo Chigi si è confermata la volontà comune di riaprire gradualmente gli stadi a partire da ottobre, in attesa dell’analisi delle curve dopo la riapertura delle scuole. Il DPCM in vigore dai primi di agosto e rinnovato a settembre consente dei margini di intervento ai presidenti delle Regioni, ed alcuni hanno deciso di aprire gli stadi nei loro territori, seguendo le norme previste. Riceverò con piacere il presidente Dal Pino nei prossimi giorni – la conclusione – : la ripresa del campionato è una buona notizia per tutti gli appassionati e gli sportivi, tra cui il sottoscritto. Spero in una stagione di sport entusiasmante e faccio il mio in bocca al lupo a tutte le squadre coinvolte”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina “ora serve una nuova progettualità”
N.1 Figc a incontro con Aia. Rocchi leader project progetto VAR
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
17:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Grazie di cuore per tutto quello che avete fatto in questo momento difficile. Oggi è un momento di grande emozione per la nuova stagione che si apre in un momento di difficoltà per tutte le componenti del calcio e anche per questo ora serve puntare sul cambiamento. L’Aia è stata in grado di porlo in essere, con grande capacità. Abbiamo la responsabilità di seminare con una progettualità nuova, come voi avete dimostrato di saper fare”. Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina, rivolgendosi agli arbitri nel suo intervento all’incontro con la Commissione arbitri nazionale (Can) di serie A e B e gli arbitri, svoltosi a Tivoli.
Al tavolo dei relatori, oltre al presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, anche il responsabile della Can, Nicola Rizzoli, e l’ex arbitro internazionale Gianluca Rocchi, nominato leader project del nascente progetto Var, che Gravina ha definito “una coppia imbattibile”. “Avete messo in campo dei gioielli investendo sul futuro – ha aggiunti rivolgendosi al gruppo degli arbitri -. . Avete messo in campo dei gioielli investendo sul futuro e ritengo che nel futuro vi sia anche il confronto tra le componenti federali. Voi arbitri rappresentate un elemento di riferimento per una nuova ripartenza. Potete dare un contributo per portare il calcio italiano in un porto sicuro”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Arbitri; Nicchi,Centro Var progetto di grande valore
Presidente Aia,abbiamo dimostrato di saper lavorare su obiettivi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
17:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo dimostrato di saper lavorare per programmi e obiettivi, avendo realizzato, grazie alla tecnologia, tutto quello che la Figc ci ha chiesto: l’avvento della Var e l’implementazione dell’organico, in vista dell’inaugurazione del Centro Vav di Coverciano; la riunificazione della Can, riformata nel suo funzionamento; il rispetto dei protocolli sanitari, molto complesso per via dei grandi numeri degli organici”. così il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, nel suo intervento a Tivoli nell’incontro con le autorità federali.
Nicchi ha ringraziato poi il mondo arbitrale, “che nella difficoltà del Paese, è rimasto sereno a lavorare”, mentre a proposito dell’incarico federale a Gianluca Rocchi, leader project del progetto Var, ha detto: “Abbiamo elaborato un progetto di grande valore tecnico a supporto dello sviluppo della futura casa della video assistenza, al fine di poter offrire indicazioni e suggerimenti per la crescita del calcio, nel rispetto delle regole. Dialogheremo con le leghe per spiegare, in estrema trasparenza, le decisioni prese sulla base del regolamento di gioco”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lombardia e Veneto aprono lo sport agli spettatori
Ammessi 1000 spettatori all’aperto e 700 al chiuso. Ordinanza Zaia, solo posti a sedere e distanziati
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
20:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Impianti sportivi aperti al pubblico in misura non superiore a 1.000 spettatori in quelli all’aperto e a 700 spettatori in quelli al chiuso: è quanto stabilisce la nuova ordinanza regionale firmata dal presidente della Lombardia Attilio Fontana.
“A decorrere da oggi, sabato 19 settembre 2020 – si legge nell’ordinanza – in Lombardia è consentita la presenza del pubblico durante gli eventi e le competizioni sportive, ivi compresi quelli riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, di ogni disciplina, all’interno di impianti sia all’aperto che al chiuso, limitatamente a quei settori nei quali sia possibile assicurare posti a sedere da assegnare ai singoli spettatori per l’intera durata dell’evento e nel rispetto delle misure previste dall’allegato della presente Ordinanza”. La nuova ordinanza regionale sarà in vigore fino al 15 ottobre e stabilisce che dovrà essere rilevata la temperatura corporea sia per il personale che per il pubblico, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore a 37,5, che l’uso della mascherina è obbligatorio all’aperto e al chiuso e che dovrà essere garantito il distanziamento. Inoltre si prevede che “l’acquisto dei biglietti dovrà essere preferenzialmente effettuato on line. L’eventuale servizio di biglietteria in loco può essere previsto purché le relative postazioni siano dotate di barriere fisiche, sia fatto osservare il distanziamento interpersonale in coda e siano favorite modalità di pagamento elettroniche”. “Il titolo di accesso, in ogni caso – sottolinea l’ordinanza – deve essere nominale in relazione al singolo fruitore del posto assegnato”. “Al fine di evitare assembramenti – specifica ancora il testo – non è consentita l’attività dei bar, dei punti di ristoro e dei distributori automatici di alimenti e bevande. L’eventuale distribuzione di bevande e snack potrà avvenire mediante addetti che circolano nelle tribune, senza che il pubblico debba lasciare il posto assegnato”.
In Veneto gli spettatori possono assistere agli eventi sportivi, al massimo 1.000 negli impianti all’aperto e 700 in quelli al chiuso, nei quali sia possibile la preassegnazione dei posti a sedere.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lo prevede l’ordinanza firmata dal presidente della Regione, Luca Zaia, valevole da fino al 3 ottobre prossimo I tifosi “hanno l’obbligo di occupare per tutta la durata dell’evento esclusivamente i posti a sedere specificamente assegnati, con divieto di collocazione in piedi e di spostamento di posto, assicurando tra ogni spettatore seduto una distanza minima laterale e longitudinale di almeno un metro”.
Gli spettatori devono indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento, se al chiuso; all’aperto la mascherina va indossata dall’ingresso fino al raggiungimento del posto e ogni volta ci si allontani, incluso il momento del deflusso. L’ordinanza inoltre indica “l’utilizzo di tecnologie digitali” per automatizzare l’organizzazione degli ingressi, evitare “prevedibili assembramenti” e per consentire la registrazione degli spettatori; impone varchi per l’accesso del pubblico per evitare assembramenti nel momento del controllo temperatura e biglietti. Vieta l’ingresso di striscioni e bandiere; dispone il deflusso a gruppi degli spettatori al termine della manifestazione; deve essere attivato un servizio di steward con il compito di assistere il pubblico e controllare il rispetto delle misure. L’ordinanza è stata emessa “in attesa delle linee guida di competenza statale relative ai campionati nazionali e internazionali”. Alla luce del Dpcm del 7 agosto scorso, prorogato fino all’8 ottobre, “sussistono i presupposti – si legge nel testo – per autorizzare… lo svolgimento delle partite dei campionati nazionali alla presenza del pubblico nel rispetto delle disposizioni specificate nel dispositivo”.
Seduti e mascherina, tifosi a San Siro dopo 220 giorni – San Siro riapre ai tifosi, tra cori e applausi per l’ingresso in campo dell’Inter prima dell’amichevole contro il Pisa. Dopo 220 giorni, torna infatti il pubblico al Meazza per la sfida tra i nerazzurri e i toscani, con circa 1.000 spettatori presenti al primo anello rosso. Mascherine, distanziamento e controlli sono stati i protagonisti nel piazzale dello stadio Meazza davanti agli ingressi 13 e 14, i due dedicati all’accesso. Già dalle 16 in molti si sono messi in fila, a distanza ed evitando gli assembramenti: tutti sono stati poi sottoposti al controllo della temperatura e al saturimetro, consegnando inoltre una autocertificazione sulle proprie condizioni di salute. Tra le procedure di sicurezza, ai tifosi è stato inoltre chiesto di rimanere seduti per tutta la durata della partita, indicazioni ripetute anche dallo speaker all’interno dello stadio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mamma Zaniolo: “Ha pianto e pensava di smettere”
‘Felice di aver ricevuto i messaggi dei tifosi di varie squadre’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
19 settembre 2020
18:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sperava non fosse come è poi stato, in realtà ha subito scritto un messaggio ‘papà mi sono rotto di nuovo il crociato, questa volta smetto’. Era disperato, perché comunque era la seconda volta e non riusciva a crederci”. Così Francesca Costa, la mamma di Nicolò Zaniolo, in un’intervista esclusiva alla trasmissione ‘Dribbling’, in onda sulla Rai.
“Sono stata felicissima che mi abbiano scritto i tifosi della Roma, della Lazio, del Napoli, del Milan, della Juve, tanti che, nonostante i colori, erano vicini al ragazzo, giovane e promettente, che comunque si è dimostrato umile e si è fatto voler bene da tutti – sottolinea -. Quando si è svegliato dall’anestesia, il giorno dell’operazione a Innsbruck, si è sfogato, piangendo. Noi siamo rimasti con lui un’ora e mezza due e ha pianto per l’intera visita. Si è sfogato dicendo: ‘State tranquilli, tornerò più forte di prima. Sapete come sono, farò di tutto e non vi deluderò più’. Pensava di averci deluso! L’ho tranquillizzato, dicendo: ‘Nicolò ce ne vorrebbero figli come te!’.
“Nicolò è molto carico e vorrebbe tornare in campo per dimostrare che nulla è cambiato – aggiunge -. Però è anche il primo a capire che deve aspettare e a non voler anticipare i tempi, mentre dopo primo infortunio era il primo a dire di poter riuscire in meno tempo. Adesso sa che deve essere cauto. E’ un ragazzo bravissimo, dolcissimo, ma ha anche un temperamento difficile da gestire”.
“Ho citato Vasco Rossi dopo l’intervento, perché è ancora qua e tornerà più forte di prima e non è una frase fatta, è la verità. Come ha già peraltro dimostrato dopo il primo infortunio quando è stato bravissimo”, spiega. “Tra le foto che mi piacciono di più c’è quella dove si vedono le sue gambe con il tatuaggio con scritto ‘della mia esistenza tu sei l’essenza’.
Per questo l’ho pubblicata sui social. La frase ‘la vita è per il 10% ciò che ti accade, il 90 come reagisci’, questo descrive la sua grande forza ed è come lui sta reagendo, ha capito che non può guardare indietro”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp: sfida alla Juve per sfatare tabù debutto
Ranieri sceglie il 4-4-2, mossa Thorsby sulla fascia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
19 settembre 2020
18:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sfatare il tabù del debutto: la Sampdoria cerca la missione impossibile a Torino con la Juve anche per interrompere la striscia negativa degli esordi. La squadra blucerchiata ha perso gli ultimi due esordi stagionali nel massimo campionato (Lazio nel 2019 e Udinese nel 2018). Nel caso in cui la Samp perdesse a Torino sarebbe eguagliato il record negativo di tre ko di fila in tre anni: non accadeva dalla stagione 2006/07 Partire col piede giusto, questo l’obiettivo di Claudio Ranieri che lunedì potrebbe accogliere, salvo imprevisti, l’attaccante Keita dal Monaco che effettuerà le visite mediche.
Avanti con il 4-4-2, la Sampdoria si affiderà in attacco all’eterno Quagliarella che è a un solo gol dal raggiungere Gianluca Vialli (85) al 3° posto dei migliori marcatori nella storia della Sampdoria in Serie A. Il 37enne sarà spalleggiato da Bonazzoli, rivelazione ligure nel campionato post lockdown con sei reti all’attivo. Mentre toccherà al giapponese Yoshida insieme a Colley prendersi cura dell’attacco bianconero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ma le sorprese potrebbero arrivare dal centrocampo dove la mossa che non ti aspetti sarebbe quella di mettere Thorsby sulla fascia destra per frenare le avanzate juventine. In regia fiducia a Ekdal e Vieira. La Sampdoria di Ranieri vuole fare lo sgambetto alla Vecchia Signora nel giorno del battesimo in panchina di Andrea Pirlo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta: 5-1 al Como in test del mattino
Doppiette di Muriel e Toloi, nel pomeriggio c’è il Ravenna
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
19 settembre 2020
14:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Atalanta ha battuto 5-1 il Como (serie C, girone A) nella partita d’allenamento disputata al Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia a porte chiuse con inizio alle ore 11. Nel primo tempo a segno Muriel (8′) nell’angolino, Toloi al quarto d’ora su spizzata di Gosens da azione dalla bandierina, Malinovskyi (42′) su assist di Gomez e ancora Muriel (43′) imbeccato da Hateboer. Nella ripresa Toloi (16′) firma la doppietta su suggerimento dell’esterno olandese; tre minuti più tardi, gol della bandiera dei lariani di Gabrielloni. Nel pomeriggio, alle 15, altro test, stavolta col Ravenna.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari;Di Francesco,in casa Sassuolo con entusiaso
Tecnico contro sua ex: li’ una parte di cuore ma ora avversari
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
19 settembre 2020
14:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Di Francesco contro la squadra che ha fatto crescere. Cagliari-Sassuolo partita due volte speciale per il mister abruzzese: i ricordi da ex devono subito lasciare spazio al presente perché è la prima gara ufficiale sulla panchina rossoblù. E i punti sono già pesanti perché il calendario non è facile visto che le prossime gare saranno con Lazio e Atalanta. “A Reggio Emilia con entusiasmo e determinazione”, ha detto il tecnico nella conferenza stampa della vigilia. “A Sassuolo ho lasciato una parte di cuore – ha aggiunto – ma ora siamo avversari. E vogliamo dare tutto”.
Qualche dubbio sulla formazione. Ma l’impressione è che Di Francesco stia pensando ai giocatori più collaudati. Ad esempio dietro sulle fasce dovrebbero partire Faragò e Lykogiannis.
Zappa e Tripaldelli? “I due terzini – ha spiegato – sono arrivati da poco e per il futuro sono due prospetti importanti, poi starà a loro farmi vedere quanto valgono”. Per lo stesso motivo Nandez potrebbe fare l’esterno destro del tridente: “Sottil in settimana si è fermato – ha osservato senza sbilanciarsi troppo – ma ora è pienamente recuperato. Nandez per me è più un centrocampista che un esterno. Però dovrò valutare”.
In attacco il centrale sarà Simeone: al momento non c’è possibilità che giochi contemporaneamente a Pavoletti: “Per ora – ha puntualizzato – o gioca uno o gioca l’altro. Anche se ci saranno magari situazioni in cui potranno coesistere. E, in generale, ricordiamoci che bisogna ragionare pure nell’ottica dei cinque cambi”. Joao Pedro “dente” sinistro dell’attacco: “È 4-3-3 – ha precisato Di Francesco- ma è un giocatore creativo che deve avere anche libertà di movimento. Sono convinto che farà bene come esterno”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Di Francesco, Godin a Cagliari? E’ un leader
Attesa per rinforzo, “Club mi trasmette positività”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
19 settembre 2020
15:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Non c’è solo la partita contro il Sassuolo tra i temi caldi di questa prima giornata di Campionato per il mister del Cagliari Eusebio di Francesco. Oltre a voler verificare “a che punto siamo” con i giocatori a disposizione, c’è l’incognita dei rinforzi in arrivo. In primis Godin.
“Il club è su Godin – ha spiegato durante la presentazione della partita contro gli emiliani — la società mi trasmette positività. Non parlo dei non tesserati, ma se mi chiedete come è Godin rispondo che è un leader che punta a disputare il mondiale: chiunque vorrebbe un giocatore del genere”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: Maran, con il Crotone voglio il risultato
Tecnico: “Siamo ancora ‘in costruzione’, ma voglio il massimo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
19 settembre 2020
16:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà un esordio ancora senza pubblico quello di Rolando Maran sulla panchina del Genoa atteso domani dalla sfida al Crotone, “ma il calcio così non mi piace, mi piace coi tifosi. Anche perché da avversario questo stadio mi ha sempre messo i brividi”. Il Genoa è ancora in costruzione ma già con le idee chiare. “Dai miei ragazzi mi aspetto che diano il massimo, anche se siamo ancora in evoluzione – ha spiegato Maran -. Voglio piuttosto vedere già sacrificio, impegno, spirito e mentalità giusti. Voglio una squadra che abbia voglia di risultato e deve dimostrarlo già domani”. Al Ferraris Maran troverà il Crotone, neopromossa che viaggia sulle ali dell’entusiasmo. “Le difficoltà nell’incontrare una formazione promossa è tutta in questo. Troveremo una compagine ben rodata e allenata ma sappiamo di dover andare in campo e magari essere meno belli ma dobbiamo cercare di portare a casa con sacrificio un risultato che può darci lo slancio giusto”. I Grifoni dovranno fare a meno degli squalficati Masiello e Cassata e di alcuni infortunati come Criscito e Sturaro. “I nuovi? Con Pjaca e Zappacosta parlerò oggi ma si sono già allenati e hanno giocato alcune partite, Vedrò in quali condizioni sono e valuterò. Czyborra invece è stato più inattivo ma sarà convocato”. L’ultima battuta è dedicata al mercato ancora in corso. “La società sta lavorando nel modo giusto per allestire una squadra che sia capace di non soffrire e prendersi delle soddisfazioni – ha concluso Maran -. Abbiamo tracciato una strada che se continuiamo a percorrere ci porterà a divertirci”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Crotone: Stroppa, vorrei iniziare col piede giusto
Allenatore incontra giornalisti alla vigilia trasferta Genoa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CROTONE
19 settembre 2020
16:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo entusiasmo e voglia di confrontarci al meglio e siamo pronti in questo. Siamo in ritardo ma daremo tutto quello che abbiamo per portare a casa dei punti”. Lo ha detto l’allenatore dl Crotone, Giovanni Stroppa, incontrando i giornalisti alla vigilia della trasferta di domenica contro il Genoa che aprirà il terzo campionato di Serie A del Crotone. Stroppa sottolinea che la squadra non è ancora al top. “E’ stato penalizzante – dice il tecnico – non aver potuto giocare amichevoli, mentre per l’allestimento della squadra siamo in ritardo come tutte le altre. E’ la prima gara di campionato e ci teniamo tutti a fare al meglio e dare tutto quello che abbiamo perché mi piacerebbe iniziare con il in piede giusto. Ho la fortuna di avere calciatori che hanno avuto esperienza con me per amalgamare al meglio i nuovi. Ho l’incognita della condizione fisica. Fortunatamente ci sono 5 cambi. In serie A sicuramente dovremmo rincorrere o correre di più in fase difensiva perché la qualità degli avversari è più elevata. La mentalità, però, non cambia, non sarà diverso da quello che è stato fino ad ora. Ci saranno squadre più forti, ma non significa che dovremmo rincorrere sempre”. Stroppa sa che Il Crotone ha sempre perso alla prima giornata di campionato e che non ha mai vinto contro il Genoa e vorrebbe provare a rompere questo doppio tabù: “Anche il Genoa – dice il mister – è un’incognita. Sono in fase di costruzione, hanno uno zoccolo duro dell’anno scorso, non so se i nuovi saranno della gara.
Maran era collaboratore di Sonetti quando vincemmo il campionato nel 2000 a Brescia. E’ un amico speciale, un allenatore importante”. Come si affronta il Genoa? “Noi dobbiamo dare il massimo – risponde Stroppa – per fare una gara di grande attenzione sotto tutti gli aspetti. Nelle prime partite gli episodi sono determinanti”. Sul mercato Stroppa non si sbilancia. “Serve tanto – dice – e la società lo sa. C’è unità di intenti per allestire una rosa competitiva e completa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Pirlo “visti tempi passaporto,difficile Suarez arrivi”
Calciomercato chiude 5 ottobre, tecnico non conta su uruguaiano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 settembre 2020
16:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Suarez? E’ difficile vedendo i tempi per avere il passaporto, è complicato che possa essere il centravanti della Juve”: con queste parole, il tecnico bianconero Andrea Pirlo chiude di fatto le porte al centravanti del Barcellona a causa di intoppi burocratici che potrebbero protrarsi oltre al 5 ottobre, giorno di chiusura del calciomercato in Italia.  VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE  VAI ALLO SPORT  VAI ALLA POLITICA  VAI ALL’ECONOMIA  VAI ALLA TECNOLOGIA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Juve: Pirlo “aspettiamo attaccante, ma non c’è fretta”
Higuain “aveva voglia di cimentarsi in un campionato diverso”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 settembre 2020
16:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Alla vigilia del suo esordio da allenatore con la Juventus, Andrea Pirlo analizza la situazione legata al mercato e a un innesto in attacco che ancora non è arrivato: “Stiamo aspettando tutti il numero 9, ma il mercato è lungo: ci sono problemi per qualsiasi squadra, siamo sereni per chi abbiamo. In futuro speriamo arrivi anche il centravanti, ma non c’è fretta”. Pirlo ha parlato anche di Higuain: “Aveva voglia di cimentarsi in un campionato diverso, abbiamo trovato una strada comune velocemente”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pradè “70 milioni per Chiesa? Qualcosa in più”
Ds Fiorentina, “è un nostro calciatore, gioca ed è in gran forma
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
18:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ un periodo particolare, abbiamo tre partite con il mercato aperto. Chiesa è un nostro calciatore ed oggi è in campo, è in grande forma. Vale 70 milioni? Qualcosa in più”. Così il ds della Fiorentina, Daniele Pradè, parla a Sky Sport sulla situazione dell’attaccante, prima della sfida col Torino che apre la stagione di serie A, che i viola affrontano con l’obiettivo “di vincere più partite possibili, affrontare ogni avversario con rispetto ma senza il timore di nessuno, sapendo che siamo una squadra forte”.
“La presenza del presidente Commisso ci dà qualcosa in più – ha aggiunto il dirigente -, è mancato tantissimo per il Covid, è tornato, è un punto di riferimento per tutti noi, per l’allenatore, calciatori e anche per la città e i tifosi. Ha portato questa situazione diversa rispetto gli altri. Tutto quello che vogliamo fare è per la crescita della Fiorentina, dal centro sportivo dove possiamo stare tutti insieme, dalla prima squadra, al giovanile e al femminile. L’entusiasmo della gente – ha concluso – lo dobbiamo conquistare perché si viene da annate non belle, Firenze merita di più”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liverpool prende portoghese Diogo Jota per 50 milioni
Attaccante 23enne prelevato dai Wolves, firma un quinquennale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
19:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Liverpool ha acquistato dai Wolves l’attaccante 23enne portoghese Diogo Jota, investendo quasi 45 milioni di euro che salirebbero fino al tetto dei 50 con i bonus. Una parte della cifra, poco meno di un terzo, è però coperta dal trasferimento agli stessi Wolves del difensore Ki-Jana Hoever. Djogo Jota ha firmato un contratto quinquennale con i campioni in carica della Premier League, che ieri avevano investito altri venti milioni per ingaggiare dal Bayern Monaco il centrocampista spagnolo Thiago Alcantara.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina “Stadi aperti ok, ma anche in B e C
Presidente Figc, “Apertura solo in serie A mi lascia perplesso”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
20:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’apertura degli stadi al pubblico è una bella notizia, ma il fatto che il via libera sia arrivato solo per la Serie A, e non per gli altri campionati professionistici, mi lascia perplesso”. Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina. “I protocolli di sicurezza sono i medesimi in tutte e tre le serie professionistiche, così come lo devono essere le regole per il distanziamento, quindi anche su questo tema ci deve essere lo stesso trattamento – afferma Gravina -. Nei mesi difficili del Covid, il calcio tutto ha dimostrato grande responsabilità. Sono convinto che verrà preso il medesimo provvedimento prima dell’avvio ufficiale dell’attività della B e della C, previsto per il prossimo fine settimana”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Fiorentina-Torino 1-0
Ha deciso il primo match del campionato una rete di Castrovilli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
20:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Fiorentina ha battuto il Torino 1-0 (0-0) nella prima partita del campionato di calcio di Serie A 2020/21. Ha deciso il match disputato sul terreno dello stadio Artemio Franchi di Firenze una rete di Castrovilli al 33′ della ripresa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Piemonte riapre stadi, verso Juve-Samp con tifosi
Regione recepisce indicazioni governo, accesso a 1000 persone
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
20:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Da domani anche in Piemonte, come previsto dal Governo, sarà possibile tornare a giocare il Campionato di Serie A di calcio in presenza di pubblico. Lo comunica il presidente della Regione, Alberto Cirio, che nelle prossime ore firmerà una ordinanza in tal senso. L’Allianz Stadium può dunque riaprire per Juventus-Sampdoria, in programma domani sera, a mille persone, e nel rispetto dei protocolli di sicurezza.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier: United crolla in casa, il Crystal gliene fa 3
Squadra di Solskjaer strapazzata all’Old Trafford dai londinesi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
23:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sconfitta casalinga all’esordio in Premier League per il Manchester United, che viene severamente punito dal Crystal Palace, vittorioso per 3-1. La squadra del norvegese Ole Gunnar Solskjaer va sotto dopo 7′ per effetto del gol di Andros Townsend; Wilfried Zaha su rigore raddoppia e, dopo il gol della bandiera del neoacquisto dei ‘Red devils’, Donny Van de Beek, cala pure il tris.
Il Crystal Palace allenato da Roy Hodgson è a punteggio pieno, dopo la vittoria all’esordio in casa contro il Southampton (1-0), assieme all’Everton di Ancelotti.
Altri risultati: Everton-West Bromwich Albion 5-2, Leeds United-Fulham 4-3.
L’Arsenal batte il West Ham (2-1) nella 2/a giornata della Premier League, raggiungendo l’Everton di Ancelotti e il Crystal Palace di Roy Hodgson a punteggio pieno, con 6 punti, in vetta alla classifica. I ‘Gunners’, sul terreno dell’Emirates Stadium di Londra, in uno dei tanti derby della ‘City’, sono passati in vantaggio dopo 25′ con Lacazette; Antonio ha pareggiato per gli ‘Hammers’ al 45′, quindi Nketiah ha firmato il gol del successo per la squadra di Mikel Arteta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
fonti Juve, pronti a riaprire lo Stadium
Mille spettatori selezionati tra ospiti sponsor
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
21:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus “è pronta a riaprire l’Allianz Stadium” per Juventus- Sampdoria, in programma domani sera, “a mille tifosi”, così come previsto dal governo e recepito dalla Regione Piemonte. Lo si apprende da fonti vicine alla società. I mille spettatori, sempre secondo quanto si apprende, saranno selezionati tra gli ospiti dei tifosi, dal momento che a 24 ore dalla partita sarebbe impossibile aprire la vendita dei tagliandi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: tris Dortmund contro il Moenchengladbach
Poker dell’Hertha Berlino sul terreno del Werder Brema
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
21:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Dortmund vince 3-0 il ‘derby’ fra i due Borussia, imponendosi sul Moenchengladbach. La squadra allenata da Lucien Favre ha sbloccato al 35′ con Giovanni Reyna, Erling Haaland ha raddoppiato su rigore al 9′ della ripresa e poi ha calato il tris al 32′. Il Borussia Dortmund guida con 3 punti assieme a Bayern Monaco (ieri sera vittorioso 8-0 sullo Schalke 04), Hertha Berlino, Augusta, Friburgo e Hoffenheim.
Risultati di oggi: Eintracht Francoforte-Arminia Bielefeld 1-1, Union Berlino-Augusta 1-3, Colonia-Offenheim 2-3, Werder Brema-Hertha Berlino 1-4, Stoccarda-Friburgo 2-3. Domani: Lipsia-Magonza alle 15,30 e Wolfsburg-Bayer Leverkusen alle 18.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tifo e mascherine per 1.000, San Siro apre dopo 220 giorni
Si rivedono spettatori per 7-0 dei nerazzurri nel test amichevole col Pisa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 settembre 2020
21:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Goleada Inter nell’amichevole contro il Pisa che ha visto San Siro riaprire i battenti ai tifosi. Davanti a circa 1.000 spettatori, i giocatori guidati da Antonio Conte hanno battuto 7-0 il Pisa nell’ultimo test prima dell’esordio in campionato.
Protagonisti Lautaro Martinez, autore di una tripletta, e Christian Eriksen, schierato titolare e a segno con una doppietta: in rete anche Lukaku e Gagliardini, in una sfida che i nerazzurri hanno messo in discesa fin da subito, segnando quattro volte nei primi 20′ di gioco.
L’Inter tornerà in campo il prossimo 26 settembre, sempre a San Siro, per l’esordio stagionale in Serie A contro la Fiorentina, dopo il rinvio della sfida della prima giornata contro il Benevento, in seguito agli impegni in Europa League dello scorso agosto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stadi: Spadafora, solo la A? Presto tutti gli sport
Ministro dello Sport: “Le critiche fanno sorridere”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
22:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Fa sorridere che gli stessi che mi hanno sempre accusato di occuparmi di tutti gli sport tranne che della Serie A, ora mi stiano accusando del contrario. Come sempre, io mi occupo di tutto lo sport, altri cercano solo pretesti per polemiche poco utili. Oggi si è deciso sulla Serie A, perché ricomincia in questo week-end e perché ho voluto – per equità – rendere uniforme una scelta autonomamente adottata solo da tre presidenti di Regione”. Così il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora.
“Gli altri campionati inizieranno il prossimo fine settimana e condivideremo una linea unica per tutti, per evitare le fughe in avanti di queste ore”, aggiunge.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vidal all’Inter, accordo raggiunto
Intesa verbale col Barcellona, tra domani e lunedì sarà a Milano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
23:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vidal all’Inter, l’accordo è fatto. L’intesa verbale tra la squadra nerazzurra e il Barcellona, infatti – si apprende da ambienti dell’Inter – è stata raggiunta. Il giocatore cileno, il cui trasferimento avviene a titolo gratuito, è atteso a Milano tra domani e lunedì.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Verona-Roma 0-0
Nel corso del match colpiti tre legni. Dzeko resta in panchina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
23:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Verona e Roma hanno pareggiato 0-0 nel secondo anticipo della 1/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato stasera sul terreno dello stadio Marc’Antonio Bentegodi di Verona. Partita caratterizzata dai legni colpiti: alla fine saranno tre. Dzeko resta in panchina per tutto il match.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier; all’Arsenal il derby contro il West Ham
Sfida fra ‘nobili’ squadre londinesi finisce 2-1 per i ‘Gunners’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
23:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Arsenal batte il West Ham (2-1) nella 2/a giornata della Premier League, raggiungendo l’Everton di Ancelotti e il Crystal Palace di Roy Hodgson a punteggio pieno, con 6 punti, in vetta alla classifica. I ‘Gunners’, sul terreno dell’Emirates Stadium di Londra, in uno dei tanti derby della ‘City’, sono passati in vantaggio dopo 25′ con Lacazette; Antonio ha pareggiato per gli ‘Hammers’ al 45′, quindi Nketiah ha firmato il gol del successo per la squadra di Mikel Arteta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liga: prima sconfitta per il Valencia, ko col Celta
A Vigo la squadra di Gracia perde 2-1 nella seconda giornata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
23:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prima sconfitta stagionale per il Valencia nella Liga 2020/21. Nella sfida della 2/a giornata, la squadra dei ‘pipistrelli’ allenata da Javi Gracia si è arresa al Celta Vigo per 2-1 sul terreno dello stadio Municipal de Balaidos. I galiziani sono passati in vantaggio dopo 13′ con Aspas, sono stati raggiunti al 1′ del secondo tempo da Maxi Lopez, ancora Iago Aspas al 12′ ha deciso il match a favore della formazione di Oscar Garcia. In classifica il Celta è primo, assieme al Villarreal, con 4 punti; il Valencia è un punto sotto.
Risultati di oggi: Villarreal-Eibar 2-1 e Getafe-Osasuna 1-0. Domani: Huesca-Cadice alle 16, Granada-Alaves alle 18, Betis Siviglia-Valladolid alle 18,30 e Real Sociedad-Real Madrid alle 21. Rinviate: Siviglia-Elche, Levante-Atletico Madrid e Athletic Bilbao-Barcellona.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma, Fonseca: “Dzeko in panchina? Ho voluto preservarlo”
Allenatore giallorossi: “Non c’era bisogno di metterlo in campo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
19 settembre 2020
23:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tiene banco, nel dopopartita del Bentegodi, dove è andata in scena Verona-Roma, il mancato utilizzo di Edwin Dzeko, rimasto in panchina per tutta la durata del match. Tante le occasioni fallite dai giallorossi, soprattutto nella prima frazione. Ma l’allenatore dei giallorossi, Paulo Fonseca, dribbla abilmente le domande. “Non possiamo dire come sarebbe andata con Dzeko in campo – spiega -.
Penso che abbiamo disputato un ottimo primo tempo, fallendo 4-5 occasioni da gol. Nella ripresa abbiamo sbagliato sui palloni di rilancio, è difficile così avere il possesso. Nel finale abbiamo finito in crescendo, creando altre occasioni. Se avessimo segnato subito la partita sarebbe stata diversa. La squadra ha svolto tre settimane difficili di preparazione, ma sta bene fisicamente. Nel secondo tempo non siamo riusciti a controllare come volevamo, ma abbiamo finito la partita nella loro metacampo. E’ stata una settimana molto difficile per Dzeko. Io ho fatto questa scelta per preservarlo principalmente. Non c’era bisogno di metterlo in campo questa sera”. In casa Verona parla il vice dello squalificato Ivan Juric, Matteo Paro. “Abbiamo disputato una grande partita contro una squadra fortissima. Credo che i ragazzi, considerando la situazione vissuta con tanti infortunati, si siano superati. Il nostro è un gruppo che va rinforzato, l’allenatore lo ha detto e la società lo sa molto bene. Abbiamo iniziato bene, ma la strada da fare è lunga”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A, riaprono gli stadi. Mille persone per ogni partita
Spadafora: ‘Esperimento per prossime aperture’. Gravina: ‘Stadi aperti ok, ma anche in B e C’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
21:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tutti gli stadi di serie A saranno aperti, da domani, consentendo l’accesso ad un massimo di mille persone per impianto. Dopo la parziale apertura al pubblico degli eventi sportivi all’aperto, il calcio temeva di restare nel limbo proprio nella giornata inaugurale del massimo campionato, inducendo la Lega serie A ad accentuare la pressione per avere “attenzione e rispetto”, parole del suo presidente, Paolo Dal Pino, da parte del governo e del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora. Piu’ che il pressing – con botta e risposta polemico – della seria A, a fare effetto e’ stato il pressing delle Regioni, dopo Bonaccini il Veneto e la Lombardia, col Piemonte pronto. Così in serata è arrivato un via libera ad aprire gli stadi per tutte le partite di A. Un estensione a livello nazionale, “voluta fortemente” da Spadafora, “come esperimento” in vista della verifica del 7 ottobre, quando sulla base dei dati dei contagi si deciderà se aprire ogni stadio con una percentuale in base alla capienza. “Bene l’apertura, ma resto perplesso per il fatto che sia solo per la A: ci sono anche gli altri campionati”, il messaggio del presidente Figc, Gabriele Gravina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
C’era Bonaccini – apripista della scelta dei mille – come presidente della conferenza delle Regioni all’incontro che ha sbloccato la situazione, organizzato dal ministro Boccia con i colleghi Speranza e Spadafora. Da qui al 7 ottobre si lavorerà ancora per dare un contributo condiviso tra governo e Regioni in vista del prossimo Dpcm, anche in base alle valutazioni del ministero della Salute e del Cts sulla curva epidemiologica, per definire una percentuale di ingressi che tenga conto della capienza degli impianti per ogni disciplina. “E’ una sperimentazione per le prossime aperture” ha commentato con soddisfazione Spadafora, spiegando di aver chiesto “con decisione l’allargamento a tutto il territorio della apertura parziale per fare disparità tra le squadre e come sperimentazione in vista delle prossime aperture. L’obiettivo, ispirato in ogni caso alla cautela, e’ “definire un protocollo unico che preveda una percentuale di spettatori in base alla capienza reale degli impianti” per tutti gli sport.
Il percorso però non sarà semplice, perchè se da un lato il presidente della Figc, Gabriele Gravina esprime dubbi sulla mancata estensione del provvedimento di apertura, dall’altro all’interno del Cts c’è chi tiene il piede sul freno della prudenza. “L’apertura degli stadi al pubblico è una bella notizia ma il fatto che il via libera valga solo per la Serie A, e non per gli altri campionati professionistici, mi lascia perplesso – ha detto Gravina – perchè i protocolli di sicurezza sono i medesimi”. A non correre troppo invita il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, componente del Cts, che ritiene auspicabile un atteggiamento prudenziale ma anche una omogeneità di approccio su tutto il territorio” sull’apertura degli stadi. Insomma, se per la serie A si possono fare, e si faranno, riflessioni, per i campionati in generale ci sarà forse da attendere. Spadafora non ci stava a finire nel vortice delle critiche.
“Non si comprende la ragione delle motivazioni secondo le quali il governo ha dato il via libera all’apertura parziale degli stadi solo in serie A”. Lo rende noto la Lega B, dichiarando di ritenere la decisione “irrazionale”. “Questo – continua la Lega B – considerando che i protocolli di sicurezza sono i medesimi per tutti campionati professionistici e che la B ha un valore sociale ed economico fondamentale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I club risulterebbero gravemente penalizzati dal punto di vista economico e della passione dei tifosi, aspetto fondamentale anche per la regolarità del campionato. L’auspicio – conclude la Lega – è che ci possa essere al più presto da parte del governo una decisione uniforme per la serie B e tutti i campionati professionistici con una ratio che preveda in piena sicurezza l’apertura ad una percentuale di tifosi come avvenuto in vari sistemi europei”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier: l’ Everton vince 5-2, Ancelotti sorride
Col West Bromwich secondo successo che vale primato temporaneo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 settembre 2020
15:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Everton di Carlo Ancelotti batte 5-2 il West Bromwich Albion nel primo incontro della seconda giornata di Premier League e sale momentaneamente in testa alla classifica a punteggio pieno. In evidenza nella squadra di casa il neo acquisto James Rodriguez e l’attaccante Dominic Calvert-Lewin, autore di una tripletta, la sua prima in carriera da professionista.
Erano stati gli ospiti ad andare in vantaggio al 10′ con Diangana ma l’Everton ha ribaltato la situazione prima dell’intervallo con Calvert-Lewin e James, mentre il Wba si è trovato in dieci per l’espulsione di Gibbs. A inizio ripresa, Pereira ha pareggiato su punizione, ma la superiorità numerica ha favorito l’Everton, andato in gol ancora con Kean e poi due volte con Calvert-Lewind. Un ottimo inizio per la squadra di Ancelotti e pessimo per il West Bromwich, che in due gare ha subito otto gol e due espulsioni.

No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.