Calcio tutte le notizie. Tutte sempre aggiornate in tempo reale. Clicca leggi e condividi!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 22 minuti

Ultimo aggiornamento 28 Ottobre, 2020, 08:42:31 di Maurizio Barra

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:57 DI MARTEDì 27 OTTOBRE 2020

ALLE 08:42 DI MERCOLEDì 28 OTTOBRE 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Mourinho, al Tottenham non c’è spazio per primedonne
Tecnico esalta la partita di Kane dopo il successo sul Burnley
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
08:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Al Tottenham “non c’è spazio per le primedonne”. Così Jose Mourinho dopo la sofferta vittoria esterna sul Burnley, aggiungendo lodi in particolare per la prestazione del centravanti Harry Kane, che ieri sera ha giocato in difesa nel finale di gara per difendere lo striminzito 1-0, poi portato a casa.
“Quando vuoi vincere, fai di tutto per la squadra, ha detto il tecnico portoghese. Non c’è posto per il “me” o per le primedonne. Kane ha quello spirito ed è fantastico. Questa partita non è il miglior esempio, ma il modo in cui giochiamo è perfetto per lui, si sente molto a suo agio, dato che è bravo in area e magnifico fuori”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bartomeu ‘folle dire che volessi cacciare Messi’
Presidente Barça: ‘non c’era piano per riassestare i conti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
11:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non e’ vero, anzi e’ privo di senso, dire che volessi facilitare l’addio a Messi per rimettere a posto i conti del club. E per questo non ho mai pensato di dimettermi, quest’estate”. Josep Bartomeu, presidente del Barcellona nella bufera dopo il caso Messi di quest’estate, parla per la prima volta dal giorno in cui l’argentino ha inviato il suo fax legale per annunciare l’intenzione di rescindere unilateralmente il contratto.
“Così -ha proseguito- ho deciso di non affrontare una discussione dialettica, perché la priorità era che Messi fosse nel nuovo progetto e non lo farò ora, perché è il nostro capitano”.
“La storia e’ semplice: Leo aveva quell’opportunita’ entro il 10 giugno, il termine era scaduto e quindi il suo contratto era rinnovato – ha aggiunto Bartomeu, in una conferenza telematica con i media spagnoli – La sua rabbia e’ un bene, vuol dire che non accetta le sconfitte…Spero che resti a lungo qui, e che chiuda la carriera col Barca”. “.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Francobollo per vittoria Napoli in Coppa Italia
In passato altre 2 emissioni filateliche per vittorie scudetto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
11:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La conquista da parte del Napoli della Coppa Italia nella stagione 2019-2020 e’ stata sottolineata oggi con l’emissione di un apposito francobollo, valido per la posta ordinaria.
Il francobollo sancisce il ritorno della squadra partenopea nel mondo dei dentelli dopo i due valori postali emessi nel 1987 e nel 1990 che commemorarono le due vittorie nel campionato di serie A.
La vignetta del francobollo emesso oggi mostra il logo della società sportiva che si staglia sulla coccarda tricolore e la silhouette di un giocatore con la divisa della squadra nell’atto di calciare un pallone; a destra compare la Coppa Italia.
La lunga storia del Napoli, cominciata nel 1926, e’ riepilogata dal presidente della societa’ Aurelio De Laurentiis, che ricorda anche il fallimento dichiarato nel 2004. Il Napoli dopo il suo ingresso si risolleva dalla serie C e ritorna in serie A nel 2007: un periodo che porta ”alla conquista di tre Coppe Italia (2012, 2014, 2020) e di una Supercoppa italiana (2014). Un periodo che riporta, soprattutto, il Napoli ai fasti internazionali con l’ingresso in Europa per ben 11 anni consecutivi tra Champions League ed Europa League. Unica squadra italiana – conclude De Laurentiis – ad aver centrato questo traguardo prestigioso”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: rifinitura Juve, si attende tampone CR7
Bonucci e Chiellini in dubbio, Pirlo ha uomini contati in difesa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 ottobre 2020
11:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus è in campo per la rifinitura pre-Barcellona: il tecnico Andrea Pirlo sta ultimando i preparativi per il big match di domani sera allo Stadium, ma ha diversi problemi di formazione.
In difesa gli uomini sono contati: durante i 15 minuti di allenamento aperti allo Stadium, Leonardo Bonucci ha svolto un riscaldamento personalizzato e non si è visto Giorgio Chiellini, dunque i due centrali sono in forte dubbio. E poi si aspettano novità da Cristiano Ronaldo, la cui presenza nella sfida contro Leo Messi è legata all’esito del tampone.   JUVENTUS

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Paratici ‘minaccioso’ con arbitro, multa 15mila euro
Giudice sportivo: un turno a Cigarini del Crotone
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
13:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il dirigente della Juventus Fabio Paratici è stato sanzionato dal giudice sportivo con una ammenda di 15mila euro, più diffida. “Non autorizzato, al termine del primo tempo – si legge nella motivazione – negli spogliatoi, assumeva un atteggiamento minaccioso nei con-fronti del direttore di gara e gli rivolgeva una critica irrispettosa; recidivo”. Per una giornata è stato squalificato l’addetto agli arbitri del Milan, Simone Reposi, “per avere, al 32° del secondo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale”.
In relazione agli incontri della 5/agiornata Luca Cigarini, del Crotone, è l’unico giocatore della Serie A fermato per un turno. Cigarini era stato espulso nel corso dell’incontro perso a Cagliari: doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: assistente positivo, Maradona messo in isolamento
60/o compleanno, niente ‘fiesta’ in campo con Gimnasia La Plata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
27 ottobre 2020
19:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BUENOS AIRES
27 ottobre 2020
19:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Venerdì Diego Armando Maradona compie 60 anni, ma rischia di non poterli festeggiare.
Infatti l’ex ‘Pibe de Oro’, e attuale allenatore del Gimnasia y Esgrima di La Plata, è stato messo in isolamento, nella sua abitazione, dopo che uno dei suoi assistenti che aveva un po’ di febbre e tosse, ha fatto il tampone risultando positivo al Covid-19. Ne ha dato notizia il club.
Ora anche Maradona, che ha avuto ripetuti contatti con questo assistente, verrà sottoposto a tampone. Rischi quindi di perdersi la partita di Coppa nazionale contro il Patronato, in programma proprio venerdì, in occasione della quale erano previsti speciali festeggiamenti in campo per celebrare il compleanno dell’ex fuoriclasse.
Maradona per le sue condizioni di salute è considerato un paziente a rischio e per questo viene tenuto particolarmente sotto controllo dai suoi medici. In occasione della recente amichevole contro il San Lorenzo (squadra del cuore di Papa Bergoglio) è andato in panchina con una speciale visiera, simile a quella del casco degli astronauti, e l’immagine ha fatto il giro di tutti i media argentini
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lecce; test negativi per calciatore e membro staff
Per difensore Dermaku lesione al flessore della gamba destra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
27 ottobre 2020
11:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sospiro di sollievo in casa Lecce: i due tesserati del gruppo squadra (calciatore e componente staff) risultati positivi al covid dopo il tampone di venerdì scorso, e negativi a quello eseguito nel ritiro di Rende nell’immediata vigilia della gara di Cosenza, sono stati sottoposti ad un ulteriore ciclo di test molecolari che hanno dato esito negativo.
Sul fronte infortuni, invece, il difensore albanese Kastriot Dermaku, costretto ad abbandonare il terreno di gioco nella gara di Cosenza, si è sottoposto a una risonanza magnetica che ha evidenziato una lesione di primo grado al flessore della gamba destra: per il calciatore si prospetta un mese di stop.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tecnico Lecce, a Torino per passare turno C. Italia
Corini dovrà fare a meno di Tachtsidis, Majer e Falco
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
27 ottobre 2020
12:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà una gara prestigiosa e gratificante, vogliamo provare a passare il turno. L’idea è quella di mettere la miglior formazione possibile. A centrocampo abbiamo delle defezioni importanti, ma andiamo a Torino comunque con la voglia di fare una grande partita”. E’ questo il desiderio del tecnico del Lecce Eugenio Corini, nell’immediata vigilia della gara di Coppa Italia di domani pomeriggio contro il Torino.
Resteranno in Salento Tachtsidis, Majer e Falco, che il tecnico lombardo preferisce preservare: “Ci sono degli affaticamenti post gara – dichiara Corini, preferisco avvicinarmi al meglio al prossimo impegno di campionato. Falco sabato era raffreddato e questo ci ha preoccupato per la condizione sanitaria, in seguito a quello che è accaduto a Cosenza abbiamo scelto di non rischiare: ora sta bene, ma non è disponibile per questa partita”.
Test importante e prestigioso quello contro i granata, soprattutto in ottica futura: “Dobbiamo palleggiare più corti, aumentare il possesso e migliorare in fase offensiva. Conta crescere su questi aspetti, ci sono tanti giocatori che non hanno la migliore condizione ma siamo sulla buona strada”, conclude il tecnico.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Napoli; Elmas e Zielinski tornano ad allenarsi
De Laurentiis a Castel Volturno dopo guarigione da coronavirus
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
27 ottobre 2020
14:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Elmas e Zielinski sono tornati ad allenarsi. I due centrocampisti sono negativi al covid19, nei giorni scorsi hanno completato un percorso di visite di approfondimento alla Clinica Pineta Grande di Castel Volturno e hanno ripreso gli allenamenti svolgendo parte del lavoro individuale e parte con il gruppo. Gattuso non potrà contare su di loro, che non si allenano da 25 giorni se non a casa, per il match di Europa League contro la Real Sociedad di giovedì, ma punta a reinserirli nelle rotazioni in campo al più presto.
Oggi a Castel Volturno è arrivato anche il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, che per la prima volta è tornato , al centro tecnico dopo essere guarito dal covid19. Il patron azzurro ha parlato con Gattuso e salutato la squadra. I contatti con il tecnico sono comunque quotidiani al telefono e i due sono anche in dirittura d’arrivo per il rinnovo del contratto dell’allenatore. Intanto la squadra prepara il match di giovedì sera in Spagna che sarà arbitrato dall’inglese Craig Pawson.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Pirlo ‘cerchiamo di recuperare Bonucci’
De Ligt non ha ok ortopedico, out anche Chiellini
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 ottobre 2020
14:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il tecnico della Juventus, Andrea Pirlo, fa il punto sulle condizioni dei suoi difensori alla vigilia della sfida di Champions contro il Barcellona: “Chiellini non ci sarà come De Ligt, l’olandese infatti non ha ancora ricevuto l’ok da parte dell’ortopedico. Bonucci? Cercheremo di recuperarlo”.   JUVE – BARCELLONA: CONFERENZA JUVENTUS IL VIDEO INTEGRALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Champions: Bonucci sui social ‘corri, ridi e sii positivo’
Giocatore sta tentando un recupero in extremis
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 ottobre 2020
14:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un messaggio social di Leonardo Bonucci fa ben sperare circa un suo recupero per il Barcellona dopo il fastidio muscolare che lo ha bloccato nel secondo tempo della partita contro il Verona di domenica sera. “Corri, ridi e sii positivo” ha scritto su Twitter il difensore della Juventus dopo la rifinitura di questa mattina. Pollice in alto e grandi sorrisi per il 19 bianconero, il quale sta provando un recupero in extremis per sfidare domani alle 21 i blaugrana nel turno di Champions League in programma all’Allianz Stadium.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Pirlo ‘speriamo Messi non sia in serata migliore’
Tecnico Juve: lui fa parte della storia del calcio come Cr7
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 ottobre 2020
14:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Affronterò Messi per la prima volta da allenatore, questi giocatori vanno trattati in modo diverso sperando che non sia nella sua serata migliore”: così Andrea Pirlo sulla Pulce, il pericolo principale del Barcellona in vista della sfida di Champions di domani sera. “Messi fa parte della storia del calcio, lui e CR7 fanno cose straordinarie da 15 anni anche se l’età avanza per tutti” ha aggiunto il tecnico della Juventus.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dpcm: Barelli, Conte mantenga impegni con mondo sport
A Roma manifestazione in pizza contro misure governo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
15:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La grande famiglia dello sport rischia di cadere in una crisi profonda; è difficile accettare che l’attività di centomila associazioni sportive sia stata penalizzata in questa maniera. Tutto ciò non è accettabile”. Lo ha detto il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, intervenuto a piazza del Pantheon, a Roma, alla manifestazione di sensibilizzazione e preoccupazione nei confronti del governo, da parte del mondo delle piscine e delle palestre all’indomani delle misure del nuovo Dpcm.
Barelli esprime preoccupazione e solidarietà: “E’ un momento molto difficile per tutto il Paese. Auspico che le promesse che sono state fatte, anche al sottoscritto non più tardi di domenica scorsa, dal Premier Giuseppe Conte siano mantenute. I soldi che servono sono tanti. Le categorie che stanno soffrendo in Italia sono molteplici: il mondo dello sport non è l’unico a essere in ginocchio. Non so se ci saranno fondi a sufficienza per tutti: me lo auguro. Lo sport in Italia, ahimè, non lo si pratica a scuola, nelle università ma esclusivamente per merito delle associazioni sportive e di tutte le persone, tecnici e non solo, che ci lavorano”.   SPORT

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Champions: tecnico Bruges, Lazio decimata? è comunque forte
‘Conosco tutti i loro giocatori,anche per noi dubbi per tamponi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
16:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Conosciamo tutti i giocatori della Lazio. Anche quelli che ora potrebbero giocare perchè altri staranno fermi per via del coronavirus”. Così Philippe Clement, allenatore del Bruges, risponde a chi gli chiede un commento sulla situazione della squadra rivale domani dei campioni del Belgio in Champions League, alle prese con un possibile focolaio del Covid-19. Ma Clement sottolinea che anche i suoi sono sottoposti a tampone, il cui esito sarà reso noto questa sera.
“Sono dubbi che rendono difficile fare scelte – dice il tecnico del Bruges -. Ma dobbiamo conviverci, preparare piani B e cose di questo tipo. Io ho visto tre gare della Lazio, il mio staff le ha viste tutte. Li conosciamo benissimo”.
In queste ore state seguendo la situazione della squadra di Simone Inzaghi? “Certo, abbiamo letto le notizie. Ma ne sapremo di più domani – risponde -. Penso che coloro che giocheranno saranno forti: è pur sempre la Lazio. La scorsa settimana è capitata la stessa cosa con lo Zenit (che il Bruges ha battuto, ndr). Devi pensare alla gara, e poi succederà quel che succederà. L’assenza di Immobile? Certamente lui è un grande attaccante, ma dobbiamo pensare a noi. A fare il nostro gioco, senza pensare troppo agli altri”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: positivo il presidente della Fifa Infantino
Ha lievi sintomi ed è già in isolamento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
16:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della FIFA Gianni Infantino è risultato positivo al coronavirus.
Infantino, che ha segnalato lievi sintomi, si è subito posto in autoisolamento e resterà in quarantena almeno per una decina di giorni.
Tutte le persone che sono entrate in contatto con Infantino negli ultimi giorni sono state informate ed è stato loro richiesto di prendere le misure necessarie.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
eSports: la Serie B si conferma su PES 2021 e 2022
Prolungato per due anni l’accordo di licenza con Konami
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
16:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lega Serie B e Konami Digital Entertainment hanno stretto un accordo di licenza esclusiva per eFootball PES 2021 che fino al 2022 sarà l’unico videogioco per PC e console a includere la licenza completa e le rappresentazioni autentiche delle 20 società della Serie B.
L’accordo di licenza vede ceduti in maniera esclusiva il logo del campionato, il trofeo e le patch ufficiali, oltre ai kit autentici di gioco e nomi delle squadre.
“Siamo molto felici di continuare insieme a Konami un viaggio iniziato la scorsa stagione, durante la quale abbiamo riscontrato grande entusiasmo tra i nostri tifosi – ha detto il presidente di Lega B, Mauro Balata -. Questo è anche un ottimo modo per stare vicino agli appassionati della Serie B in un momento molto particolare in cui la distanza dallo stadio ci rattrista molto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Immobile, Luis Alberto, Lazzari, Anderson saltano Champions
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 ottobre 2020
16:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Immobile, Luis Alberto, Lazzari e Anderson non sono partiti per il Belgio, dove domani sera la Lazio gioca una partita di Champions contro il Bruges. I quattro sono stati esclusi dalla lista dei convocati. Insieme ad Andreas Pereira, i quattro erano nel gruppo squadra che ieri si è sottoposto ai tamponi disposti dall’Uefa a 48 ore dalla gara.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tecnico Bruges, Lazio decimata? è comunque forte  – “Conosciamo tutti i giocatori della Lazio. Anche quelli che ora potrebbero giocare perchè altri staranno fermi per via del coronavirus”. Così Philippe Clement, allenatore del Bruges, risponde a chi gli chiede un commento sulla situazione della squadra rivale domani dei campioni del Belgio in Champions League, alle prese con un possibile focolaio del Covid-19. Ma Clement sottolinea che anche i suoi sono sottoposti a tampone, il cui esito sarà reso noto questa sera. “Sono dubbi che rendono difficile fare scelte – dice il tecnico del Bruges -. Ma dobbiamo conviverci, preparare piani B e cose di questo tipo. Io ho visto tre gare della Lazio, il mio staff le ha viste tutte. Li conosciamo benissimo”. In queste ore state seguendo la situazione della squadra di Simone Inzaghi? “Certo, abbiamo letto le notizie. Ma ne sapremo di più domani – risponde -. Penso che coloro che giocheranno saranno forti: è pur sempre la Lazio. La scorsa settimana è capitata la stessa cosa con lo Zenit (che il Bruges ha battuto, ndr). Devi pensare alla gara, e poi succederà quel che succederà. L’assenza di Immobile? Certamente lui è un grande attaccante, ma dobbiamo pensare a noi. A fare il nostro gioco, senza pensare troppo agli altri”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia: Sampdoria e Bologna al quarto turno
Doriani battono 1-0 la Salernitana, 2-0 rossoblù alla Reggina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
17:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Sampdoria rivoluzionata negli uomini fatica più del dovuto contro la Salernitana ma conquista la qualificazione al quarto turno di Coppa Italia, battendo i campani per 1-0. A regalare la qualificazioni agli uomini di Ranieri è l’attaccante La Gumina bravo a chiudere un contropiede fulminante di Verre al 9′ del secondo tempo. Blucerchiati sempre pericolosi ma poco concreti: nel primo tempo almeno tre le occasioni da rete non sfruttate con Keita, Verre e Leris.
Nella ripresa poco prima del vantaggio è stato invece La Gumina ad impegnare Belec prima di segnare il gol vittoria. Solo nel finale la Salernitana ha messo pressione ai padroni di casa ma senza impegnare realmente Letica. La Sampdoria attende ora la vincente di Genoa-Catanzaro, domani sempre al Ferraris, sfida che regalerà il prossimo avversario per il quarto turno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna batte Reggina e va a 4/o turno – Il Bologna strappa il pass per il quarto turno di Coppa Italia, piegando al Dall’Ara la Reggina. Ma serve più di un’ora ai convalescenti rossoblù (reduci da tre ko consecutivi in campionato), per sbloccare la sfida, con Vignato e Orsolini a firmare il 2-0 finale. Mihajlovic rinuncia a dieci titolari, schierando il solo Tomiyasu dal primo minuto, risparmiando uomini e fatiche in vista della sfida con il Cagliari di Sabato, Toscano fa altrettanto, rinunciando a 8 titolari in vista della Spal. Nonostante questo, il primo tempo è piatto e privo di emozioni, eccezion fatta per le proteste per un paio di contatti in area su Mbaye e Sansone da parte del Bologna. Per scuotere i suoi, Sinisa deve inserire i titolari a inizio ripresa: ovvero Barrow, Soriano e Orsolini. Il Bologna alza il tiro della qualità in campo e arrivano i gol qualificazione. Succede tutto in due minuti: al 25′ Soriano trova il filtrante per Orsolini, che si presenta a tu per tu. Il tiro è respinto, ma Vignato trova il tap in vincente. Al 27′ chiude i giochi Orsolini, imbeccato dal solito Soriano: tocco sotto, 2-0 e qualificazione in cassaforte. I rossoblù confermano però di non attraversare uno straordinario momento di forma e al minuto 78 incassano la rete del 2-1 a firma Gasparetto, annullato per fuorigioco e sempre per fuorigioco la Reggina si vede negare un rigore per il contatto tra Dominguez e Folorunsho, che all’ultimo minuto si divora il 2-1 a tu per tu con Da Costa. Il Bologna giocherà il quarto turno di coppa a fine novembre con la vincente di Spezia-Cittadella, in campo domani.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Discese ardite e risalite, i 60 anni di Maradona
Eroe, leader e guerriero: un altro traguardo per il mito Diego
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
19:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Qualche giorno fa per gli 80 anni di Pelè, l’unico che parli il suo stesso linguaggio calcistico, Diego Armando Maradona ha inviato un messaggio di auguri. Venerdì, giorno in cui il ‘Pibe de oro’ varcherà la soglia dei 60, c’è da giurare che ‘O’Rey’ ricambierà. Cortesie fra campioni che il tempo non riuscirà mai a sbiadire. Diego, assieme al brasiliano, è tutt’ora un’icona del calcio, ma rappresenta molto di più di un asso del pallone. L’argentino, da sempre mito e simbolo, è stato anche leader popolare, icona di creatività e ribellione, con la sua faccia da indio e il suo spirito da guerriero. Un concentrato di vita e di sport, sospeso fra debolezze umane e colpi di classe. Da capopolo ha spaccato e unito intere generazioni, come quando – alla vigilia della semifinale dei Mondiali del 1990, fra Italia e Argentina, che si sarebbe giocata nella ‘sua’ Napoli – puntò il dito contro un Paese intero, che “si ricordava di Napoli solo quando c’era da sostenere la Nazionale azzurra”. Dunque, nel momento del bisogno. Diego, con una sola frase, divise il San Paolo, che poi era il suo regno. Talento precoce dell’Argentinos Juniors, ha vinto meno di quanto la sua classe gli avrebbe consentito. E questo perché non ha mai scelto di far parte di un club dell’alta aristocrazia del calcio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Approdò in un Barcellona che si contrapponeva al Real Madrid e, dopo avere subito un gravissimo infortunio nella Liga (fallo durissimo di Goicoechea), venne acquistato dal Napoli. Sembrava un veterano, ma aveva solo 24 anni. Maradona arrivò ai piedi del Vesuvio dopo una trattativa di quasi tre mesi, condotta con la solita abilità diplomatica da Italo Allodi: la società partenopea organizzò un ‘saluto’ al pubblico il 5 luglio 1984 e fu amore a prima vista. Quel giorno, allo stadio San Paolo, a Fuorigrotta, 60 mila tifosi pagarono 3 mila lire a testa per veder palleggiare il ‘Pibe’. Maradona regalerà al Napoli una Supercoppa italiana, due scudetti, una Coppa Uefa, ricambiando con prodezze stilistiche l’amore di una città, che tutt’ora si tramanda da padre in figlio in una sorta di rituale e virtuale contemporaneità. Da Forcella al Rione Sanità, l’immagine di Diego è ancora stampata sui muri o nei tabernacoli ex voto del popolo. Una divinità pagana, da affiancare al patrono San Gennaro: quel campione che dice sempre quello che pensa e pensa quello che dice, senza giri di parole, è stato un Masaniello contemporaneo. Diego trova posto al fianco di idoli, suoi e non solo, della potenza mediatica di Ernesto Che Guevara o Fidel Castro, di cui sarà amico quasi inseparabile per un lungo periodo. Sposerà anche la causa palestinese, prima con Yasser Arafat, quindi con Abu Mazen.
Irriverente, burrascoso, quando arrivò a Napoli godeva della stessa popolarità di Papa Giovanni Paolo II o Michael Jackson. Il capolavoro sportivo e di astuzia lo realizza in Messico, proprio come Pelè nel 1970, fra i colori dello stadio Azteca, lo stesso che 16 anni prima aveva ospitato Italia-Germania 4-3. Diego, ai Mondiali 1986, contro l’Inghilterra – non un avversario qualsiasi, per via del ricordo ancora fresco della guerra delle Falkland – di fronte alle telecamere di tutto il mondo, beffa Peter Shilton, insaccando il pallone con un tocco di mano. Per l’arbitro tunisino Ali Bin Nasser, il ‘Pibe’ aveva segnato di testa: una decisione che fa impazzire di rabbia gli inglesi. Poi, a fine partita, l’argentino ammette che quel gol lo aveva segnato “La mano de Dios”, non lui.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A legittimare il capolavoro messicano, il gol più bello della storia, almeno per la Fifa, con Maradona che, nello stesso match, controlla con un preziosismo a centrocampo, parte con il pallone incollato sul magico sinistro, supera di slancio l’intera difesa inglese – compreso il portiere – e insacca mentre cade. Diego trascinerà l’Argentina, che peraltro ha una rosa di giocatori modesti, al titolo mondiale. Non si ripeterà a Italia ’90, perdendo in finale con la Germania per un rigore assai discutibile e che fa sciogliere in un pianto rabbioso l’eroe improvvisamente divenuto umano. La sua parabola calcistica si conclude ingloriosamente, con una positività al doping nei Mondiali di Usa ’94. Diego accusò la Fifa e puntò il dito contro il nemico di sempre, l’allora presidente Sepp Blatter, reo a suo dire di averlo indotto a rimettersi in carreggiata e poi di averlo tradito. Il suo declino era cominciato in realtà nel 1991, appena un anno dopo il secondo scudetto di Napoli, quando viene arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti. La sua carriera di allenatore non è all’altezza di quella da calciatore. La sua esistenza rimane in bilico – sospeso fra la vita e la morte- la sera del 4 gennaio 2000, per una “crisi di cocaina”, come ammise Jorge Romero, il medico che lo salvò. Ha collezionato amori, figli illegittimi e poi riconosciuti, ha riempito giornali, ha ballato con Raffaella Carrà, è stato showman, fatto scrivere libri densi di episodi che, malgrado tutto, non oscureranno mai la luce della sua stella.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dpcm: Ghirelli, polemiche? Concentriamoci su azioni positive
N.1 Lega Pro: ‘non ero da Conte in rappresentanza Comitato 4.0’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
17:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Senza alcuna polemica, perché questo non è il tempo della polemiche, io non ero presente nelle vesti del Comitato 4.0 all’incontro promosso dal presidente del consiglio Conte”. Lo dice il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, dopo le dichiarazioni di alcuni dirigenti sportivi sulla ‘confusione’ provocata dal comitato 4.0 all’incontro. “È il tempo del fare e dell’agire e dobbiamo farlo concentrando le forze sulle azioni positive e sulle proposte concrete”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Inzaghi, è un’emergenza ma dobbiamo andare avanti
Lazio decimata in Belgio. Tecnico preoccupato da mancanza cambi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 ottobre 2020
17:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ una vigilia diversa rispetto alle altre però dobbiamo andare a fare una gara importante. Loro hanno vinto la prima partita come noi, quindi sarà una sfida decisiva. Mancheranno degli elementi, ma dobbiamo andare oltre perché questa è un’emergenza che coinvolge un po’ tutti in questo momento”.
Pur senza mai nominare la parola Covid, il tecnico della Lazio Simone Inzaghi fa il punto, dai microfoni di Sky Sport, sulla situazione della sua squadra, che domani giocherà contro i campioni del Belgio, il Bruges, priva di molte pedine importanti. Immobile, Luis Alberto, Lazzari e Anderson, così come Pereira non sono partiti. Altri, come Strakosha, Cataldi, Lucas Leiva, Luiz Felipe e Armini, non erano nemmeno stati inseriti nella lista dei convocati. In più alla Lazio mancano gli infortunati di lungo corso Radu e Lulic. Così alla volta di Bruges sono partiti i dodici calciatori rimanenti della prima squadra (Reina, Milinkovic-Savic, Marusic, Acerbi, Muriqi, Correa, Patric, Caicedo, Parolo, Akpa Akpro, Fares e Hoedt) più i sei Primavera Alia, Furlanetto, Franco, Bertini, Pica e Czyz.
“Il problema principale è che non potremo ruotare i giocatori – sottolinea Inzaghi -, ma dobbiamo fare di necessità virtù. Avremo pochissimi cambi, cercheremo di fare quelli che abbiamo sapendo che abbiamo giocato tre giorni fa con il Bologna. Ma questo è il momento, bisogna andare avanti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari, turnover in Coppa Italia con la Cremonese
Pisacane e Pavoletti in rampa di lancio, anche Ounas dal 1′
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
27 ottobre 2020
18:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari in Coppa Italia contro la Cremonese domani alla Sardegna Arena per non perdere il gusto della vittoria dopo due successi consecutivi. Fischio d’inizio alle 14.30. E sarà una gara importante soprattutto per far capire al mister Di Francesco su chi contare quando sarà il momento di far rifiatare – due nomi non a caso – gli instancabili Rog e Nandez.
La parola d’ordine è turnover. Di Francesco era stato chiaro già nelle dichiarazioni del dopo gara domenica con il Crotone: in campo giocatori che hanno già giocato e “altri che sono stati impiegati meno e si stanno allenando bene”.
Il tecnico rossoblù deve pensare a due obiettivi: passare il turno e gestire le energie dei suoi in due partite ravvicinate.
Dietro gli undici che di solito vanno in campo c’è un’altra “squadra” che cerca occasioni e visibilità. Le certezze: non ci saranno Ceppitelli e Pereiro, anche oggi alle prese con l’allenamento personalizzato. E non ci sarà la possibilità di vedere all’opera l’angolano Luvumbo, a riposo come il laterale difensivo Pinna. Ma sarà l’occasione di rivedere magari i big delle passate stagioni che, per un motivo o per l’altro, stanno partendo dalla panchina in questo avvio di campionato. Due nomi su tutti: Pisacane, finora quarto centrale dietro Godin, Walukiewicz e Klavan, e Pavoletti: per il bomber potrebbe essere l’occasione di partire titolare dopo l’infortunio alla prima giornata dello scorso campionato.
Di Francesco dovrebbe dare spazio anche a Oliva, prima alternativa al duo di mediani Rog-Marin. E concedere l’esordio da titolare a Ounas, ultimo acquisto del mercato “estivo”. Non ci dovrebbero essere stravolgimento tattico: anche in Coppa Di Francesco potrebbe optare per il 4-2-3-1 che bene a fatto soprattutto con Torino e Crotone. Probabile anche l’inserimento di Faragò (bisogna capire se al posto di Zappa o di Nandez) e a sinistra di Tripaldelli al posto di Lykogiannis.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Shakhtar Donetsk-Inter 0-0
Secondo pareggio per i nerazzurri nel girone B
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
20:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Shakhtar Donetsk e Inter hanno pareggiato 0-0 in un incontro della seconda giornata del girone B di Champions League. A Kiev, la squadra di Antonio Conte ha incamerato un altro punto che si aggiunge a quello di una settimana a San Siro col Borussia Moenchengladbach, mentre gli ucraini sono momentaneamente in testa al gruppo con 4 punti grazie ala vittoria all’esordio sul Real Madrid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Protocollo d’intesa Figc-Federazione Arabia Saudita
Firmato a Roma da Gravina e dal ministro dello sport saudita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
21:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figc e federazione dell’Arabia Saudita insieme per lo sviluppo del calcio. È questo lo scopo dell’accordo bilaterale sottoscritto a Roma tra il presidente, Gabriele Gravina, il ministro dello Sport Abdul Aziz bin Turki Al-Faisal e il presidente della federazione saudita, Yasser Al-Misehal.
La giornata, nella quale si sono svolti anche incontri tecnici è culminata nella firma del documento con cui le due Federazioni si impegnano ad intensificare la collaborazione reciproca. L’accordo riguarda l’ausilio tecnico per la formazione degli allenatori, degli arbitri, dei dirigenti sportivi e l’organizzazione di eventi, nonché la crescita del calcio femminile in Arabia. “Il calcio è uno straordinario strumento di sviluppo e modernizzazione – ha affermato Gravina -; partnership così articolate, che interessano i più attuali temi di crescita a livello globale, compreso il calcio femminile, rappresentano un successo in grado di travalicare i confini sportivi”. Il ministro dello Sport, sua altezza reale il principe Abdulaziz Bin Turki AlFaisal, ha dichiarato: “In questi tempi difficili è molto incoraggiante vedere l’Arabia Saudita e l’Italia lavorare in partnership per una causa comune. Oggi il nostro rapporto si fa più stretto e si rafforza una partnership costruita sulla fiducia, il rispetto e la speranza in un futuro luminoso”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: tv portoghese, Ronaldo ancora positivo
Da Juve nessuna comunicazione ufficiale. Così niente sfida Messi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
27 ottobre 2020
21:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cristiano Ronaldo sarebbe ancora positivo al Covid. E’ l’indiscrezione della tv portoghese TvI 24, a ventiquattr’ore dal big march di Champions League contro il Barcellona. Nessuna comunicazione ufficiale dalla Juventus che in questi mesi ha sempre solo resi noti i casi in cui i giocatori sottoposti a test da positivi sono diventati negativi o viceversa. Di conseguenza, sembrano svanire le possibilità di vedere CR7 sfidare Messi domani sera all’Allianz Stadium.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Barcellona: si è dimesso il presidente Bartomeu
Governo catalano aveva respinto richiesta rinvio referendum soci
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
21:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Barcellona Josep Maria Bartomeu e tutta la giunta direttiva del club si sono dimessi con effetto immediato. La decisione è stata presa nel corso della riunione di oggi. Questo dopo aver appreso che la ‘Generalitat de Catalunya’ aveva fatto sapere di non aver rilevato “impedimenti di carattere giuridico e sanitario” che potessero impedire lo svolgimento del referendum dei soci del Barça fissato per l’1 e 2 novembre con sede unica il Camp Nou.
Referendum nel quale i soci voteranno la sfiducia a Bartomeu, e che il presidente aveva tentato di far saltare o rinviare.
Prima denunciando alla Guardia Civil presunte irregolarità nella raccolta firme (denuncia rispedita al mittente), poi aggrappandosi all’emergenza Covid, e infine chiedendo al Segretario per lo Sport e l’Attività Fisica della Generalitat di rinviare la riunione al 15 e 16 novembre per garantire una maggior sicurezza dei partecipanti, considerando che molti di loro sono ultrasessantenni e residenti fuori Barcellona.
Richieste non accolte, e da qui la decisioni di dimettersi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Intanto domani il Barcellona giocherà in Champions contro la Juventus.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Qualificazioni Europeo donne: Italia-Danimarca 1-3
Strada in salita verso Inghilterra ’22, ma azzurre sono in corsa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
21:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Danimarca vicecampione continentale ha battuto l’Italia per 3-1 in una partita delle qualificazioni agli Europei donne 2022 giocata al ‘Castellani’ di Empoli. Queste le reti: nel pt 5′ Sorensen, 17′ Nadim; nel st 1′ Nadim, 15′ Giacinti.
E’ una battuta d’arresto che complica, ma non pregiudica, il cammino delle azzurre verso l’Inghilterra (sede degli Europei).
La Danimarca è apparsa superiore alle ragazze di Milena Bertolini per un’ora di gioco e adesso servirà un’impresa calcistica per ottenere il primo posto nel girone che assicura il pass per i prossimi Europei: battere Israele nel recupero e vincere in Danimarca il primo dicembre, a Viborg, ribaltando la differenza reti negli scontri diretti.
In Inghilterra andranno però anche le migliori tre seconde dei nove gironi totali e gli ultimi tre posti verranno assegnati con gli spareggi tra le restanti seconde classificate dei vari raggruppamenti, ed è per questo che le ultime due sfide del girone mantengono inalterata la loro importanza.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’inizio di partita – ha commentato la ct Milena Bertolini a fine gara – è stato troppo titubante da parte nostra: abbiamo sbagliato l’atteggiamento. Paradossalmente ci siamo svegliate dopo il secondo gol subito e da lì abbiamo mostrato le nostre qualità.
Gli errori individuali? Possono capitare, ma ho comunque osservato delle buone cose”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conte, poca fortuna ma siamo sulla strada giusta
Meritavamo di vincere, giocato con piglio da grande squadra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
21:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Questa partita lascia sensazioni positive. La squadra ha giocato con la giusta intensità e il giusto piglio da grande squadra. Non siamo stati fortunati, abbiamo creato tanto. Dispiace, perché era una partita meritavamo di vincere ma lascia la consapevolezza di essere sulla strada giusta”. Il tecnico dell’Inter Antonio Conte commenta così, intervistato da Sky, il pareggio per 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk. “Non posso non essere soddisfatto, è la seconda partita in cui non prendiamo reti e in cui non rischiamo nulla. Dovevamo vincere. Questa era la quarta gara in 10 giorni: abbiamo iniziato questo ciclo con 6 positivi al Covid e con due infortuni come quello di Sanchez e Sensi. Stiamo però tenendo botta, grazie ai ragazzi e al lavoro dello staff. Dobbiamo pensare al Parma e poi prepareremo la partita di Champions col Real Madrid”, conclude Conte.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Atalanta-Ajax 2-2
La Dea va sotto di due reti, ma poi agguanta il pari con Zapata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
23:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta-Ajax 2-2 (0-2) in una partita del gruppo D della Champions League giocata questa sera a Bergamo. Queste le reti: nel pt 30′ Tadic (rigore), 38′ Traoré; nel st 9′ e 15′ D. Zapata.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Gasperini, i miei sono stati straordinari
‘Ajax mette in difficoltà chiunque. Campionato?non mi preoccupo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2020
23:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Subito dopo il gol abbiamo avuto un momento di incertezza. Anche il primo tempo è stato molto buono, abbiamo sfruttato male le occasioni, non siamo stati lucidi nell’ultimo passaggio. Loro recuperavano forte. Quando ci si avvicina all’area dico sempre che bisogna contare fino a due. I ragazzi sono stati straordinari visto che hanno giocato contro una squadra molto tecnica e velocissima. Averla rimontata è stato un grande risultato, sono contentissimo”. Così, intervistato da Sky Sport, Gian Gasperini commenta il pareggio per 2-2 dell’Atalanta contro l’Ajax.
“Non c’eravamo mai confrontati con loro, è fondamentale farlo perchè così puoi capire quanto puoi reggere con l’avversario e quanto gli sei vicino – dice ancora l’allenatore della Dea -.
Loro mettono in difficoltà tutte le squadre e quindi era un test fondamentale per noi. È sempre molto rischioso, sia per noi che per loro visto che si aprono tanti spazi”.
Ma come si spiegano le battute d’arresto in campionato? “Non sono preoccupato del campionato. Contro la Sampdoria abbiamo giocato bene – risponde -, sappiamo benissimo che questa è la fase fondamentale dei gironi. Non lasciamo niente a nessuno, però è evidente che la nostra testa principale è a queste due partite perché sappiamo che se ne vinciamo una passare agli ottavi diventa più possibile”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.