Cronaca tutte le notizie in tempo reale!! LEGGI INFORMATI SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 124 minuti

Ultimo aggiornamento 7 Marzo, 2021, 08:53:15 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 19:12 DI MERCOLEDì 03 MARZO 2021

ALLE 08:53 DI DOMENICA 07 MARZO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Crollo cimitero: si stimano 320 defunti coinvolti
Domani, messa in sicurezza la falesia, si scaverà tra macerie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
03 marzo 2021
19:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In una giornata in cui i lavori di demolizione delle due cappelle e dei loculi sul ciglio della frana del cimitero di Camogli si sono intensificati e volgono al termine, i Comsubin, che per sicurezza hanno dovuto limitare l’attività, hanno recuperato oggi sei salme. Sale così a 32 il numero di corpi rinvenuti, che si sommano ad urne cinerarie.

Intanto dal comune di Camogli arriva una stima esatta dei feretri scivolati in mare: i loculi interessati dal crollo avvenuto la settimana scorsa sono circa 220 per un totale di oltre 320 defunti considerando tutte le possibili tumulazioni.
Domani verrà ultimata la messa in sicurezza della falesia con la stesura delle reti di contenimento e venerdì inizieranno i recuperi sulla corpo di frana per mezzo di un pontone; si stima che la maggior parte dei feretri siano proprio sotto le macerie del costone franato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Piemonte,da lunedì II e III media e superiori in Dad
Cirio, sorvegliamo Torinese Cuneese Vercellese e Vco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
03 marzo 2021
19:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì 8 marzo l’attività didattica di seconde e terze medie e delle scuole superiori, in Piemonte, si svolgerà in dad al 100%, per 15 giorni. Venerdì, alla luce dei dati degli oltre trenta distretti sanitari del Piemonte, la Regione estenderà la didattica a distanza anche per gli ordini e gradi scolastici inferiori nelle aree dove l’incidenza dei contagi supera la soglia di allerta (250 casi ogni 100 mila abitanti) o sono presenti gli altri parametri in attuazione del nuovo Dpcm, ovvero la presenza certificata di casi da variante con azioni restrittive già attuate e l’incremento improvviso di contagi nell’ultima settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Torinese, ma anche Cuneese, Vercellese e Vco sono “osservate speciali” in Piemonte. Lo afferma il governatore Alberto Cirio e l’assessore all’Istruzione, Elena Chiorino, commentando la decisione di attivare la didattica a distanza per gli studenti delle seconde e terze medie e delle superiori.
“La variante inglese è presente in modo diffuso in tutto il Piemonte nella metà dei casi, ha una elevatissima velocità di diffusione e colpisce di più le fasce giovani della popolazione – aggiungono -. Per questa ragione è necessario intervenire in modo rapido. Pur nella necessità di tutelare la salute, cercheremo di salvaguardare il più possibile la didattica in presenza nella fascia dagli 0 ai 6 anni, per gli studenti disabili e i laboratori. Sappiamo quanto sia difficile per le famiglie e lo sforzo che devono affrontare tutti i genitori.
Abbiamo ricevuto garanzie dal Governo sull’attivazione immediata dei congedi parentali e dei bonus baby sitter”.    PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Torino: chiusa inchiesta su Teatro Regio, 5 indagati
Tra accuse corruzione, concussione e turbativa d’asta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
03 marzo 2021
19:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Torino ha chiuso un inchiesta sulla gestione del Teatro Regio all’epoca in cui il sovraintendente William Graziosi. Oltre Graziosi nell’avviso di conclusione delle indagini è stato notificato a quattro persone.

Fra i reati contestati figurano il traffico di influenze, la corruzione, la concussione e la turbativa d’asta.
Gli altri indagati sono Roberto Guenno, corista poi diventato responsabile innovazione e sviluppo del Teatro Regio, gli imprenditori Andrea Maulini e Priscilla Alessandrini e, infine, Ariosi Alessandro, manager di artisti e cantanti. Numerosi sono gli episodi entrati al vaglio del pm Elisa Buffa, dalle pressioni indebite all’affidamento irregolare di appalti e di incarichi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: studentesse anti Dad, lunedì saremo in piazza
Protesta a Torino. ‘E’ accanimento, non siamo veicolo contagio’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
03 marzo 2021
20:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna la didattica a distanza e le studentesse anti Dad riprendono la loro protesta . Lunedì Anita, Lisa e Maia saranno in piazza Castello, davanti gli uffici torinesi della Regione Piemonte.
“Non capisco questo accanimento contro le scuole, quando negli scorsi weekend le piazze erano affollate. Dove sono i dati che dimostrano che la scuola è veicolo di contagio?”, si lamenta Maia. “A cosa è servito lasciarci a casa per trovare una soluzione, se ora ci ritroviamo punto a capo?”, aggiunge Lisa. “La scuola è un posto sicuro – conclude Anita – ma nessuno vuole ascoltarci”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5 positivi su 3mila test S.Teodoro, sospetta variante
Comune sardo resta zona rossa, scuole chiuse fino al 10 marzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
03 marzo 2021
20:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su 3mila test effettuati in due giorni a San Teodoro – il comune gallurese in zona rossa dal 25 febbraio dopo una ordinanza della sindaca Rita Dereta – i laboratori della Assl di Sassari hanno accertato solo 5 nuovi casi di positività al Covid 19 dall’esito dei tamponi molecolari. Le analisi andranno avanti in quanto si sospetta che tutte e cinque le persone positive appartengano al primo focolaio, in cui era stato accertato un caso di variante inglese .

“Dobbiamo aspettare gli esiti di ulteriori approfondimenti per avere conferma di casi di variante inglese – ha detto la prima cittadina – Verosimilmente il ceppo è lo stesso, partito da un focolaio inziale con un caso accertato di questa mutazione. Le restrizioni da zona rossa andranno avanti fino al 10 marzo per quanto riguarda la scuola: il primo caso di variante inglese è stato diagnosticato a una giovane in età scolare. Per tutto il resto pensiamo ad una riapertura graduale ma lavoreremo con Ats per capire fino a dove possiamo spingerci”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ordinanza Fedriga, Gorizia e Udine arancioni
Dal 6 al 21 marzo. Scuole:didattica digitale integrata da 8 a 20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
03 marzo 2021
20:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dal 6 al 21 marzo, le ex Province di Gorizia e Udine saranno in zona arancione e dall’8 al 20 marzo in regione le attività delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, statali e paritarie, e le istituzioni che erogano percorsi di istruzione e formazione professionale, saranno svolte con didattica digitale integrata. Attività in presenza solo se necessario l’uso di laboratori non fruibili da remoto o per mantenere l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo prevede l’Ordinanza contingibile n. 5 emessa dal Presidente del Fvg Massimiliano Fedriga, diffusa questa sera.
Analogamente, svolgeranno attività in presenza gli alunni delle scuole secondarie di primo grado privi delle condizioni per svolgere la didattica a distanza. Analogamente, si svolgerà a distanza l’attività nelle università, nelle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica; sarà possibile in presenza se necessario l’uso di laboratori non fruibili da remoto. I corsi per i medici in formazione specialistica o specifica in medicina generale, attività di tirocinanti in università e istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica possono proseguire, sentito il Comitato universitario regionale di riferimento, laddove necessario, anche in modalità in presenza. Inoltre, dal 6 al 21 marzo è consentita dalle ore 11.00 fino alla chiusura dell’esercizio l’attività di somministrazione di alimenti e bevande esclusivamente con consumazione da seduti sia all’interno che all’esterno dei locali mantenendo la distanza minima interpersonale di un metro.
I servizi di ristorazione devono esporre all’ingresso un cartello indicando il numero massimo di persone ammesse nel locale. E’ vietata la consumazione di alimenti e bevande per asporto nelle vicinanze dell’esercizio di vendita e, comunque, in luoghi dove siano possibili assembramenti; è inoltre sempre consentita e fortemente raccomandata la vendita con consegna di alimenti e bevande a domicilio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Sanremo, bar sfida restrizioni, tra cori verso agenti
Gestore continua a servire oltre orario limite, in 60 con lui
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
03 marzo 2021
20:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Clamorosa iniziativa di protesta contro le restrizioni anti-covid in un bar in centro a Sanremo, non lontano dall’Ariston. Il gestore ha continuato a servire aperitivi oltre l’orario ‘limite’ delle 18 e quando sul posto è intervenuta una dozzina tra vigili e poliziotti si sono scatenati cori di sostegno: una sessantina i partecipanti, tra gli avventori del locale e altri sostenitori che si sono aggregati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La gente vuole lavorare, voi avete lo stipendio sicuro”, oppure “Lo stipendio ve lo paghiamo noi”, hanno scandito rivolti alle forze dell’ordine. La zona di Sanremo da domani passa in ‘arancione rinforzato’ (il resto della Liguria è gialla).
I partecipanti alla protesta hanno anche organizzato una colletta simbolica, raccogliendo 5 euro tra ciascuno dei presenti, per offrire i soldi per la probabile multa al gestore del locale nella centralissima via Corradi. Tra i cori da stadio rivolti alle forze dell’ordine si è udito spesso anche quello di “lavoro, lavoro, lavoro”.
Tra i titolari di bar e ristoranti di Sanremo è montato il malumore nelle ultime ore dopo che ieri sera un’ordinanza regionale restrittiva, legata all’andamento dei contagi, ha deluso quanti speravano di poter lavorare, soprattutto nei giorni del Festival, anche grazie al fatto che da lunedì la Regione Liguria è tornata in zona gialla. Tra le proteste, nel pomeriggio alcuni tra loro hanno anche annunciato l’intenzione di devolvere in beneficenza le derrate alimentari acquistate che però non potranno utilizzare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi rissa tra ragazzi con machete in Brianza
Bloccati da carabinieri, 3 i minorenni. La lite per una ragazza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
DESIO
04 marzo 2021
06:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una rissa tra due gruppi di giovani, alcuni dei quali minorenni, armati di mazze e persino di un machete, è stata bloccata nel tardo pomeriggio di ieri a Desio (Monza) dai carabinieri. Venti in totale i ragazzi coinvolti, sei dei quali sono stati identificati e denunciati dai militari, tra cui tre minorenni.
A far scattare l’appuntamento per lo scontro sarebbe stato un litigio nato tra due appartenenti a i due gruppi per una ragazza.
A quanto emerso uno dei due gruppi di giovani è arrivato in Brianza da Cinisello Balsamo (Milano), con lo scopo di far “pagare lo sgarro”. Grazie alle telefonate dei presenti alcune pattuglie sono sopraggiunte prima che la situazione degenerasse, bloccando la piazza e identificando tutti i presenti. I sei denunciati dovranno rispondere di rissa aggravata e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. I carabinieri hanno sequestrato una mazza da baseball e un machete. I giovani provenienti da fuori Desio sono stati inoltre tutti sanzionati per il mancato rispetto della normativa anti Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: confiscati beni per 40 mln a imprenditore edile
Giovanni Pilo vive nel Lazio, tra protagonisti sacco di Palermo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
04 marzo 2021
07:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Confiscati a un imprenditore edile di Palermo, Giovanni Pilo, 83 anni, residente in provincia di Roma, beni per 40 milioni di euro. L’operazione è stata condotta dalla Direzione investigativa antimafia (Dia) che ha eseguito un provvedimento della sezione penale e misure di prevenzione del tribunale di Palermo, presieduta da Raffaele Malizia, in accoglimento della proposta formulata dal direttore della Dia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pilo, della famiglia mafiosa di Resuttana (sposato con Anna Gambino, sorella di Giacomo Giuseppe detto “‘u’tignusu”, già capo del mandamento palermitano di San Lorenzo e componente della cupola provinciale), è stato sorvegliato speciale nel 1976 e nel 1985 e successivamente ha riportato una condanna a 7 anni al maxiprocesso di Palermo. Sul suo conto hanno rilasciato dichiarazioni anche i collaboratori di giustizia Tommaso Buscetta, Salvatore Contorno e Salvatore Anselmo.
Schierato con i corleonesi nella seconda guerra di mafia degli anni Ottanta, Pilo ebbe un ruolo nei progetti di speculazione edilizia nel capoluogo siciliano, il cosiddetto sacco di Palermo. Gli accertamenti patrimoniali effettuati dalla Dia hanno evidenziato una netta sperequazione fra i redditi dichiarati dal Pilo e gli investimenti sostenuti, da ritenersi pertanto frutto o reimpiego di capitali illeciti. La confisca che ha colpito beni intestati al proposto nonché alla coniuge e al figlio, già sottoposti a sequestro dalla Dia nel giugno 2020, ha interessato una villa, 145 immobili, tra i quali anche numerosi terreni a Palermo, Roma e Trapani, l’intero capitale sociale di 8 società, di cui 5 con il relativo compendio aziendale; 4 polizze assicurative, 5 rapporti bancari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Estradato dagli Usa Freddy Gallina, killer di Cosa Nostra
E’ ritenuto responsabile di tre omicidi aggravati dalla finalità mafiosa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ferdinando Gallina, detto Freddy, classe 1977, colpito da tre ordinanze di custodia cautelare in carcere e ritenuto responsabile di tre omicidi aggravati dalla finalità mafiosa, appartenente a “Cosa Nostra”, rientra in Italia dopo una battaglia per ottenere la sua estradizione durata quasi 5 anni.  Gallina è uomo d’onore della famiglia mafiosa di Carini e killer della mafia, ritenuto il braccio destro per la Sicilia occidentale, ed in particolare per la provincia di Palermo, del boss Salvatore Lo Piccolo. L’arrivo oggi a Fiumicino è stato reso possibile dall’ implementazione degli scambi informativi con gli Stati Uniti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Università: La Sapienza top nel classico, superata Oxford
L’undicesima edizione dei QS World University Rankings by Subject dà ottime soddisfazioni al sistema universitario italiano. Tra i primi cinque Paesi al mondo anche per la ricerca sul Covid
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
17:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Università di Roma La Sapienza è il migliore ateneo al mondo per ‘Studi Classici & Storia Antica’ superando l’Università di Oxford, ora al secondo posto. Non solo: le università italiane hanno conseguito in questo anno eccellenti risultati nel campo della ricerca sul Covid-19; l’Italia viene infatti riconosciuta come uno dei 5 migliori Stati al mondo per la produzione di ricerca scientifica relativa al Covid.
L’undicesima edizione dei QS World University Rankings by Subject dà ottime soddisfazioni al sistema universitario italiano anche se non mancano i lati ‘oscuri’: gli atenei della Penisola non hanno raggiunto gli stessi risultati nelle discipline tecnologiche o scientifiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due università italiane si collocano tra le prime 100 per gli studi di Medicina, mentre solo un’istituzione italiana figura fra le top 50 per ‘informatica’ (Politecnico di Milano, al 44mo posto). Nessuna università italiana appare tra le prime 50 per Scienze Biologiche, Chimica, Scienze Ambientali e Matematica.
“Le classifiche hanno evidenziato delle aree – specialmente gli indicatori “produzione scientifica” e “reputazione” per Scienze Ambientali, Informatica ed altre materie di crescente importanza a livello internazionale – che i leader dell’istruzione superiore italiana devono migliorare per assicurarsi che le università siano preparate a guidare gli studenti – e la società – nel futuro”, commenta Ben Sowter, Vice-Presidente della divisone Professional Services a QS. Nelle 51 classifiche per materia stilate da QS, l’università leader in Italia è il Politecnico di Milano, con sette dei suoi programmi classificati tra i migliori 50 al mondo. Le punte di diamante del Politecnico di Milano sono ‘Arte e Design’ (dove l’ateneo si aggiudica il 5 posto), ed ‘Architettura’ (10mo posto). In totale, sei dipartimenti italiani raggiungono la top-10 globale – due in meno dell’anno scorso.
Sul fronte degli studi umanistici nel complesso, otto delle 50 migliori istituzioni al mondo per lo studio di classici e storia antica sono italiane. Solo gli Stati Uniti hanno più università (12) nella top-50 in questa materia. E tra prime 50 al mondo per Scienze politiche figura la Luiss, che guadagna 90 posizioni in classifica. “I risultati raggiunti dall’Italia quest’anno dimostrano che, oltre ad offrire un’istruzione di prim’ordine a livello mondiale in materie storicamente presenti nei curriculum universitari – non esiste destinazione migliore nell’Europa continentale per studenti appassionati di Studi Classici – le università italiane hanno saputo affrontare magistralmente anche le urgenti sfide contemporanee”, commenta ancora Ben Sowter.
Molto soddisfatta anche la rettrice dell’Università La Sapienza, Antonella Polimeni.
Basandosi sul numero di programmi che si piazzano fra i primi venti nelle rispettive discipline, l’Italia è al dodicesimo posto come miglior sistema di ‘educazione superior’ al mondo. Nell’Europa Continentale viene superata solo dalla Germania (con 17 programmi nella top-20), i Paesi Bassi (con 27 programmi), e la Svizzera (con 40 programmi). Le classifiche, compilate dagli analisti globali dell’istruzione superiore QS forniscono un’analisi comparativa sulle prestazioni di 13.883 programmi universitari di 1440 università in 51 discipline accademiche e 5 Aree di Facoltà.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Porta in carcere Ferrara pacco con hashish, prete denunciato
Cappellano 70enne potrebbe essere stato inconsapevole contenuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FERRARA
04 marzo 2021
09:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È l’assistente spirituale del carcere di Ferrara e, per questo, è a contatto con tutti i detenuti con cui parla, che conforta e sostiene nei momenti più duri. Adesso qualcuno di loro, dentro e fuori la struttura, potrebbe essersi approfittato della sua disponibilità e vicinanza facendolo finire nei guai: in un pacco che ha portato lui stesso dentro il carcere nei giorni scorsi, sono stati trovati 40 grammi di hashish nascosti tra il borotalco e un microtelefono cellulare celato all’interno di una bottiglia di bagno schiuma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sacerdote, 70enne, cappellano del carcere e parroco in città – come riporta il quotidiano ‘la Nuova Ferrara’ – è stato al momento solo denunciato a piede libero ed è indagato, ma la sua posizione dovrà essere chiarita poiché potrebbe essere stato del tutto inconsapevole del contenuto di quel pacco che gli era stato affidato da consegnare all’interno della struttura penitenziaria..
Il fatto, a quanto si apprende, risale a martedì scorso. Dal controllo del pacco, compiuto all’ingresso del carcere dell’Arginone, è emerso come all’interno degli oggetti di igiene personale destinati ad un detenuto – di cui si sa l’identità e ovviamente ora verranno attivate le dovute e necessarie indagini – vi fossero 40 grammi di hashish suddivisi all’interno degli oggetti e un microtelefono cellulare. Della vicenda è stata informata la Procura, che ha disposto il sequestro degli oggetti ed ha poi valutato, sulla base degli elementi in possesso in quel momento e non essendovi gli estremi per ordinare altro, di adottare solo il provvedimento di denuncia a piede libero contro il sacerdote.
Che, dal canto proprio, sostiene di non sapere nulla di questo materiale.. Un ipotesi plausibile: nella sua attività pastorale il parroco è spesso di supporto all’esterno alle famiglie dei detenuti e, questa volta, qualcuno potrebbe avere approfittato di lui e del suo ruolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: giudice positivo, chiusa sezione tribunale Torino
In smart working magistrati e personale cancelleria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 marzo 2021
09:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è la positività al Covid di un giudice all’origine della decisione della Presidenza del tribunale di Torino di chiudere la Sezione Fallimentare al palazzo di giustizia. Magistrati e personale di cancelleria presteranno servizio in smart working.
La chiusura è stata disposta fino al 10 marzo.
La chiusura della sezione fallimentare del tribunale di Torino è stata comunicata ieri sera dal Consiglio dell’ordine degli avvocati ai propri iscritti con una lettera in cui si parlava di “ragioni sanitarie”, senza specificare quali fossero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Etna: vulcano irrequieto, altro parossismo con fontana lava
E’ il decimo dal 16/2, il secondo nell’arco di circa sei ore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
04 marzo 2021
09:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ ‘irrequieta’ l’Etna, con un carico notevole di energia interna da ‘scaricare’ all’esterno.
Così, a circa sei ore dal precedente nella notte scorsa, fa registrare il decimo evento parossistico dal 16 febbraio scorso con fontane di lava, alte circa 300 metri, che dalle 9 circa fuoriescono dal cratere di Sud-Est, accompagnata dall’emissione di un’alta nube di cenere lavica.
Il fenomeno, evidenzia l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio Etneo (Ingv-Oe) di Catania, è stato preceduto da un’attività di’ spattering’ dalla ‘bocca’ posta alla base del cratere di Sud-Est, che continua ad alimentare una colata che si riversa nella Valle del Bove. Persiste un’attività esplosiva alla ‘Voragine’ con emissione di cenere e un degassamento sostenuto al cratere di Nord-Est L’attività dell’Etna non ha impattato sull’operatività dell’aeroporto internazionale di Catania.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Appello di un 19enne ai ragazzi di Viggiù, vaccinatevi
Sindaco, a immunizzazione di massa i giovani aderiscono poco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VIGGIÙ
04 marzo 2021
09:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ultime ore a Viggiù (Varese) per la vaccinazione di massa, predisposta non solo per il numero di contagi, ma soprattutto per l’elevata presenza delle varianti del virus, come quella scozzese, rilevata per la prima volta in Italia. Da inizio settimana tutti gli abitanti stanno ricevendo la convocazione nel punto vaccino, aperto nella palestra della scuola media del vicino paese di Saltrio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La ‘chiamata’ è avvenuta per fasce di età e nelle ultime fasi tocca ai più giovani quelli che hanno compiuto i 18 anni.
“La risposta degli anziani è stata più che soddisfacente – ha detto Emanuela Quintiglio, il sindaco del paese, al confine con la Svizzera – potremmo dire al 90%, poi man mano che cala l’età la percentuale si è abbassata, e i più giovani, devo ammettere, stanno arrivando in numero inferiore ai loro nonni”.
“Io l’ho fatto appena mi hanno chiamato, perchè voglio tornare al più presto alla normalità – ha detto Melissa 19 anni, uscendo dal box vaccino – penso sia una cosa importantissima soprattutto per noi giovani, voler comunque viaggiare, tornare a scuola, fare tutto quello che si faceva nella vita di prima, certo ho avuto un pò paura e credo che tutti siano un pò insicuri, ma del resto casa bisogna fare per tornare alla normalità?”.
Poi ha rivolto un appello ai suoi coetanei: ‘è importante vaccinarsi, quindi quando si viene chiamati bisogna presentarsi”. Viggiù, come ha ricordato ieri durante la sua visita Guido Bertolaso, consulente del presidente di Regione Lombardia per il Piano Vaccinale;, è il primo paese in Italia per cui è stata predisposto un piano di vaccinazione di massa.
Poco più di 5000 abitanti, il comune della Valceresio dopo 2 settimane di zona rossa è passato in ‘arancione rafforzato’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Etna: vulcano ‘accelera’, nube lavica alta 12 chilometri
Fontana di lava alta 500 metri e colata lavica bene alimentata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
04 marzo 2021
10:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova ‘accelerazione’ sull’Etna con valori del tremore dei condotti magmatici interni che si mantiene molto elevato. Segnale di una grande energia che alimenta la fontana di lava che emerge dal cratere di Sud-Est, che ha raggiunto i 500 metri d’altezza, e l’emissione di un’alta colonna colonna eruttiva che è alta 12 chilometri.
L’ Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio Etneo (Ingv-Oe) di Catania segnala anche che prosegue l’attività effusiva, che rimane confinata nella desertica Valle del Bove, ma con la colata che è ben alimentata. Il tremore vulcanico, molto elevato, ha sorgenti sotto il cratere di Sud-Est, dove sono localizzati anche gli eventi infrasonici che, per numero e frequenza, rimangono elevati. I dati della rete Gnss non mostrano variazioni significative, mentre la rete clinometrica mostra contenute variazioni (0.1 – 1 microradianti) in concomitanza con l’attività in corso. L’aeroporto di Catania, al momento, è operativo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sapienza top nel classico, Italia per ricerca Covid
Italia indietro in discipline tecnologiche e scientifiche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
10:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Università di Roma La Sapienza è il migliore ateneo al mondo per ‘Studi Classici & Storia Antica’ superando l’Università di Oxford, ora al secondo posto. Non solo: le università italiane hanno conseguito in questo anno eccellenti risultati nel campo della ricerca sul Covid-19; l’Italia viene infatti riconosciuta come uno dei 5 migliori Stati al mondo per la produzione di ricerca scientifica relativa al Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’undicesima edizione dei QS World University Rankings by Subject dà ottime soddisfazioni al sistema universitario italiano anche se non mancano i lati ‘oscuri’: gli atenei della Penisola non hanno raggiunto gli stessi risultati nelle discipline tecnologiche o scientifiche. Due università italiane si collocano tra le prime 100 per gli studi di Medicina, mentre solo un’istituzione italiana figura fra le top 50 per ‘informatica’ (Politecnico di Milano, al 44mo posto). Nessuna università italiana appare tra le prime 50 per Scienze Biologiche, Chimica, Scienze Ambientali e Matematica. Nelle 51 classifiche per materia stilate da QS, l’università leader in Italia è il Politecnico di Milano, con sette dei suoi programmi classificati tra i migliori 50 al mondo. Le punte di diamante del Politecnico di Milano sono ‘Arte e Design’ (dove l’ateneo si aggiudica il 5 posto), ed ‘Architettura’ (10mo posto). In totale, sei dipartimenti italiani raggiungono la top-10 globale – due in meno dell’anno scorso. Sul fronte degli studi umanistici nel complesso, otto delle 50 migliori istituzioni al mondo per lo studio di classici e storia antica sono italiane.
Solo gli Stati Uniti hanno più università (12) nella top-50 in questa materia. E tra prime 50 al mondo per Scienze politiche figura la Luiss, che guadagna 90 posizioni in classifica. Molto soddisfatta la rettrice dell’Università La Sapienza, Antonella Polimeni. Basandosi sul numero di programmi che si piazzano fra i primi venti nelle rispettive discipline, l’Italia è al dodicesimo posto come miglior sistema di ‘educazione superior’ al mondo. Nell’Europa Continentale viene superata solo dalla Germania (con 17 programmi nella top-20), i Paesi Bassi (con 27 programmi), e la Svizzera (con 40 programmi).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuole Sardegna verso 100% presenza, presidi ‘ora vaccini’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
04 marzo 2021
10:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Subito i vaccini nelle scuole. Lo chiede alla Regione l’associazione nazionale presidi Sardegna.

“Come cittadini della prima regione in zona bianca – scrive la presidente dell’Anp Anna Maria Maullu – ci sentiamo orgogliosi della responsabilità che il popolo sardo ha dimostrato nel rispettare le regole anticovid, ma ci preoccupiamo del fatto che le nostre scuole, continuando a ospitare in presenza la totalità degli alunni della fascia 3-14 anni e da lunedì 8 marzo anche il 100% degli studenti della secondaria di II grado, se non si procede subito all’attuazione del piano vaccinale, sono particolarmente esposte al rischio di focolai”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caporalato: operazione Ps in piana di Gioia Tauro, 9 arresti
In corso anche perquisizioni. Sequestrata un’azienda agricola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GIOIA TAURO
04 marzo 2021
10:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia, coordinata dalla Procura della Repubblica di Palmi, ha eseguito 9 ordinanze di custodia cautelare – tre in carcere e sei ai domiciliari – emesse nei confronti di altrettanti soggetti della Piana di Gioia Tauro ritenuti responsabili, a vario titolo – in qualità di datori di lavoro, caporali e faccendieri – di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro e intestazione fittizia di beni.
Gli investigatori della Squadra mobile di Reggio Calabria e del Commissariato di Gioia Tauro, coadiuvati dalla Squadra mobile di Caserta e dagli equipaggi del Reparto prevenzione crimine, stanno eseguendo anche perquisizioni domiciliari a carico degli indagati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestrata anche un’azienda agricola.
Nell’operazione sono impiegati 80 uomini e donne della Polizia.
Con l’inchiesta “Rasoterra”, la squadra mobile di Reggio Calabria e il commissariato di Gioia Tauro hanno fatto piena luce su alcune vicende di grave sfruttamento lavorativo nelle campagne della Piana di numerosi migranti di origini subsahariana alloggiati nella baraccopoli di San Ferdinando, smantellata nel mese di marzo 2019. L’indagine si riferisce a diversi episodi legati al fenomeno del caporalato avvenuti tra il giugno 2018 e il giugno 2019. Dalle attività di controllo delle aziende e delle colture agrumicole in cui i migranti lavoravano come braccianti, dalle deposizioni di alcuni braccianti sottoposti a sfruttamento e infine grazie alle intercettazioni telefoniche, è emerso un contesto di assoluto rilievo criminale caratterizzato dal continuo verificarsi di condotte delittuose poste in essere da datori di lavoro, caporali e faccendieri. Erano loro, secondo gli inquirenti, a reclutare, utilizzare, assumere e impiegare lavoratori extracomunitari a basso costo. Approfittando del loro stato di estremo bisogno economico, gli indagati li destinavano al lavoro nei campi in condizioni di sfruttamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, contagi record, 919 in 24ore, 437 ad Ancona
Tra i casi 94 sintomatici. Altri 44 positivi da test antigenici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
04 marzo 2021
10:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Record assoluto di contagi da coronavirus in un giorno nelle Marche: sono 919 quelli rilevati tra le nuove diagnosi in 24ore tra i quali circa la metà (437, 47,5%) in provincia di ancona. Non accenna a frenare il trend di contagi nella regione da lunedì scorso in zona arancione e con la didatti a a distanza al 100% per le scuole superiori; intanto la provincia di Ancona è in zona rossa, la didattica a distanza al 100% è prevista per seconde e terze classi medie delle province di Ancona e Macerata con scuole di ogni ordine e grado chiuse nei Comuni di Ancona, Jesi e Falconara Marittima (Ancona).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che nell’ultima giornata sono stati testati 6.555 tamponi: 3.937 nuove diagnosi (di cui 1121 nello screening con percorso Antigenico) e 2.618 nel percorso guariti (rapporto positivi/testati al 23,3%)”. Nel Percorso Screening Antigenico, sulla base dei 1.121, riscontrati “44 positivi (da sottoporre a tampone molecolare). rapporto positivi/testati al 4%”.
Tra i 919 casi risultanti da tampone molecolare, oltre ai 437 di Ancona, ce ne sono 206 della provincia di Macerata, 117 della provincia di Pesaro-Urbino, 72 del Fermano, 61 del Maceratese e 26 da fuori regione). Questi casi comprendono 94 soggetti sintomatici. Tra i casi ci sono contatti in setting domestico (174), contatti stretti di casi positivi (384), in setting lavorativo (19), contatti in ambienti di vita/socialità (4), in setting assistenziale (2), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (30), screening percorso sanitario (3) e un caso proveniente da fuori regione. Per altri 208 casi si stanno ancora effettuando indagini epidemiologiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Molise, in 1.066 per 22 posti di infermiere
Boom di domande per assunzione a tempo determinato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
04 marzo 2021
11:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In 1.066 per 22 posti di infermiere: sono i candidati che hanno risposto all’avviso pubblico, per soli titoli, dell’Azienda sanitaria regionale del Molise (Asrem). Verranno assunti a tempo determinato per soddisfare le esigenze di servizio a carattere temporaneo tra le quali quelle correlate ad assicurare il personale per fronteggiare l’emergenza Covid-19.
Tra tutte le domande inviate, 48 sono state dichiarate non ammissibili per motivazioni varie.
La graduatoria dei 1.018 idonei è stata pubblicata all’albo pretorio dell’Asrem.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 204 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni Puglia
Comune più colpito è Barletta con 57 casi tra 0 e 18 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
04 marzo 2021
11:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In nove Comuni della provincia Barletta-Andria-Trani sono 204 i minorenni attualmente contagiati dal Covid, una impennata che è coincisa con il diffondersi della variante inglese. I dati sono inseriti in un report dell’Asl Bt aggiornato ad oggi, 4 marzo: il comune più colpito è Barletta con 57 casi tra bimbi e ragazzi da 0 a 18 anni, segue Bisceglie con 41 casi, Canosa con 28, Trani (28), Andria (25), Trinitapoli (8), San Ferdinando di Puglia e Spinazzola (7 a testa) e Minervino Murge (3).
Unico Comune a zero casi tra i minorenni è Margherita di Savoia. La fascia di età più colpita è quella tra i 14 e 18 anni con 68 contagi, ma si registra un forte aumento anche tra i 6 e 10 anni (62 casi attuali), e 0 e 5 anni (44 positivi); 30 i casi tra 11 e 13 anni. Per nessuno dei positivi è stato necessario il ricovero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Toscana,1.239 nuovi casi, tasso positivi sale a 5,22%
Prosegue tendenza all’aumento dei contagi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
04 marzo 2021
11:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi casi positivi Covid registrati in Toscana sono 1.239 su 23.744 test di cui 15.140 tamponi molecolari e 8.604 test rapidi, con un tasso dei nuovi positivi del 5,22% (9,5% sulle prime diagnosi). Lo ha reso noto Eugenio Giani, presidente della Regione.
Il dato dei nuovi casi è leggermente più alto di ieri (erano 1.163), a fronte però di un calo dei test (erano 24.913), dunque risale il tasso di positivi (era del 4,67%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inchiesta su Medicina a Firenze, perquisizioni Gdf a Careggi
Indagini su presunte turbative in concorsi e cattedre università
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
04 marzo 2021
11:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Perquisizioni della guardia di finanza questa mattina negli uffici dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi di Firenze. Secondo quanto appreso, l’attività delle Fiamme gialle sarebbe stata svolta nell’ambito di un’inchiesta sulla facoltà di Medicina per presunte turbative nell’organizzazione di concorsi, nella quale sono indagate una ventina di persone, tra cui il il direttore generale di Careggi Rocco Damone.
Secondo l’accusa ci sarebbero state logiche spartitorie nell’assegnazione delle cattedre universitarie e nella programmazione dei concorsi. I reati ipotizzati dai pm sono quelli di falso, abuso d’ufficio e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Nell’ambito delle indagini nel marzo del 2019 il gip di Firenze ha emesso misure di interdizione dall’insegnamento per otto docenti delle facoltà di Firenze, Milano e Padova. Alcune di questi provvedimenti sono stati poi annullati dal tribunale del riesame.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Crisanti e la scelta di Figliuolo: ‘Avrei preferito il Ceo di Amazon’
Fanno discutere le parole del microbiologo sul nuovo commissario per l’emergenza al ‘caffè del mercoledì’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
11:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fanno discutere le parole del microbiologo Andrea Crisanti sulla scelta del generale Francesco Paolo Figliuolo come commissario all’emergenza Covid. “Due mesi fa – ha sottolineato Crisanti a ‘ilcaffèdelmercoledì’, rubrica settimanale della Fondazione Luigi Einaudi – avevo detto che il governo doveva contattare gli ingegneri di Amazon.
Con tutto il rispetto il nostro generale del Genio rispetto a loro è un apprendista”. Amazon, ha osservato, è in grado di movimentare miliardi di pacchi al giorno. Il fatto che sia un genrale ha un grosso impatto mediatico ma ci volevano esperti in ingegneria e informatica. Se avessero messo il ceo di Amazon mi sarei sentito più sicuro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Sardegna ultima per somministrazioni in Italia, 58%
Fondazione Gimbe, ciclo completato per solo lo 0,3% over 80
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
04 marzo 2021
11:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La somministrazione dei vaccini in Sardegna stenta a decollare: oggi l’Isola, secondo il report del Governo, è l’ultima regione in Italia per inoculazioni delle dosi sulla base di quelle consegnate dalla struttura commissariale: il 58%, ossia 95.985 vaccini fatti su 165.380 dosi arrivate. Ma non è l’unica nota dolente della campagna vaccinale: la Fondazione Goimbe rileva che in Sardegna gli over 80 che hanno effettuato il ciclo completo di vaccinazione sono solo lo 0,3% (ultima tra le regioni italiane), mentre la percentuale di popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 1,87%; peggio solo l’Abruzzo e l’Umbria rispettivamente con l’1,84% e l’1,72%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Unicef: ‘Per 1 bimbo su 7 quasi un anno in lockdown’
Nuovo studio, sono 332 milioni nel mondo. Giovani più ansiosi e depressi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
14:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Almeno un bambino o un giovane su 7 – ovvero 332 milioni nel mondo – ha vissuto per almeno 9 mesi, da quando ha avuto inizio la pandemia da COVID-19, sotto misure nazionali che prevedevano l’obbligo o la raccomandazione di permanenza a casa, mettendo a rischio la salute mentale e il loro benessere. Lo rivela uno studio dell’Unicef che ha utilizzati i dati della Oxford COVID-19 Government Response Tracker.
Giovani più ansiosi e depressi  – Con l’inizio del secondo anno di pandemia, l’impatto sulla salute mentale e il benessere psicosociale di bambini e giovani è forte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In America Latina e nei Caraibi, un recente sondaggio U-Report dell’UNICEF sui giovani ha generato più di 8.000 risposte e riscontrato che oltre un quarto si è sentito ansioso, il 15% depresso. Anche prima della pandemia, rileva Unicef, i bambini e i giovani sopportavano il peso dei rischi legati alla salute mentale, con la metà di tutti i disturbi mentali che si sviluppavano prima dei 15 anni e il 75% entro prima età adulta. La maggior parte delle 800.000 persone che muoiono per suicidio ogni anno sono giovani, e l’autolesionismo è la terza causa di morte tra i 15-19 anni, con tassi più alti tra le ragazze adolescenti. Si stima che globalmente un bambino su 4 viva con un genitore che ha un disturbo mentale.
Per i bambini che subiscono violenza, abbandono o abuso a casa, le chiusure hanno lasciato molti di loro con i maltrattanti e senza il sostegno di insegnanti, parenti e comunità. I bambini appartenenti a gruppi di popolazione vulnerabili – come quelli che vivono e lavorano per strada, i bambini con disabilità e quelli che vivono in contesti di conflitto – rischiano che i loro bisogni legati alla salute mentale vengano completamente trascurati. Secondo l’OMS, la pandemia da COVID-19, ha interrotto o fermato i servizi fondamentali per la salute mentale nel 93% dei paesi del mondo, mentre la richiesta di supporto per la salute mentale è in aumento. Uno studio su 194 città in Cina ha mostrato che il 16% dei rispondenti ha riportato sintomi depressivi da moderati a gravi durante la pandemia e il 28% sintomi di ansia da moderati a gravi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Ats Insubria, tutta Lombardia verso arancio rinforzato
Delineata situazione contagio nella zona di Varese e Como
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 marzo 2021
11:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Verosimilmente tutta la Lombardia andrà in arancione rinforzato”: questo è il convincimento di Giuseppe Catanoso, direttore sanitario dell’Ats Insubria che ne ha parlato durante una conferenza stampa online per delineare la situazione del contagio nella zona di Varese e Como.
“Penso che si andrà in arancione rinforzato – ha aggiunto – perché si vuole evitare che parta nuovamente uno spike come ad ottobre”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esperti, in Umbria curva Covid in discesa costante
Media mobile Rt a sette giorni indicata in 0,88, 1,1 nazionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
04 marzo 2021
11:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La curva che caratterizza l’andamento in Umbria della pandemia Covid “è in discesa costante ormai da una ventina di giorni”. E’ quanto emerso dalla conferenza stampa di aggiornamento settimanale tenuta dalla Regione.
Il dottor Marco Cristofori, del nucleo epidemiologico ha comunque rilevato che il calo è “piuttosto lenta e non repentina” rispetto alla fase precedente.
Per gli esperti è importante la diminuzione degli attualmente positivi “perché significa che ci sono più guariti di nuovi casi”.
Riguardo all’indice Rt è stato spiegato che la media mobile a sette giorni è 0,88 contro un dato nazionale di 1,1.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Botte a barista che chiede di indossare mascherina,2 arresti
Nel Foggiano quattro ragazzi hanno aggredito anche un cliente
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOVINO (FOGGIA)
04 marzo 2021
11:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati arrestati e posti ai domiciliari due dei quattro foggiani di età compresa tra i 24 e i 27 anni che domenica scorsa avrebbero aggredito un cliente e il barista del locale ‘Giannotti’ di Bovino (Foggia) perché quest’ultimo aveva chiesto loro di indossare la mascherina. Il gip del tribunale di Foggia ha disposto i domiciliari per due dei quattro indagati e l’obbligo di firma e di dimora nel comune di Foggia per gli altri due.
A quanto si apprende, i quattro dopo aver pranzato in una trattoria del paese e dopo aver consumato alcolici hanno incominciato a minacciare e ad aggredire un cliente e il barista 34enne, fratello del titolare del locale, con pugni al volto, sfondando anche la porta d’ingresso del locale. I carabinieri sono riusciti a bloccare i quattro indagati sulla strada provinciale 103. Una volta fermati, i quattro hanno aggredito e a minacciato i militari che hanno poi proceduto al loro arresto per i reati di lesioni personali aggravate, danneggiamento, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rapina biglietteria Eav, carabiniere lo fa arrestare da casa
Militare segue la fuga dal balcone e indirizza colleghi in auto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
04 marzo 2021
12:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato arrestato dai carabinieri al termine di un inseguimento guidato via telefono da un militare che seguiva la fuga dell’uomo dal balcone di casa, il 24 enne che ieri pomeriggio ha svuotato le casse della stazione Eav di Piano di Sorrento prelevando circa 200 euro dopo aver messo ko una donna. I militari della compagnia di Sorrento hanno arrestato l’uomo, originario di Meta, e già noto alle forze dell’ordine, in flagranza di reato per rapina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I fatti sono accaduti all’imbrunire. Un carabiniere, in forza al Nucleo Radiomobile di Sorrento, ha sentito dalla sua abitazione le grida d’aiuto di una donna provenire dalla strada. Affacciandosi ha visto un uomo uscire di corsa dall’ingresso della vicina stazione Eav. Intuendo che fosse accaduto qualcosa di grave, ha chiamato i colleghi in servizio e – grazie alla posizione elevata del suo appartamento – ha continuato a seguire il percorso del sospettato. Due pattuglie dell’Arma, guidate dal collega al telefono, hanno bloccato il fuggitivo.
Il 24enne fermato era poco prima entrato nella biglietteria della stazione, con una gomitata aveva scaraventato a terra la donna preposta alla cassa e aveva preso circa 200 euro in contanti. Il denaro recuperato è stato restituito alla vittima.
I Carabinieri hanno accertato che il 24enne aveva tentato poco prima altre due rapine ai danni di altrettante donne.
L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato rinchiuso nella Casa Circondariale Napoli Poggioreale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: focolaio in quartiere Catanzaro, 28 casi e nuovi test
Sei ricoverati in malattie infettive. Attesi altri tamponi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
04 marzo 2021
12:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continua il monitoraggio del focolaio riscontrato nei giorni scorsi a Catanzaro nella zona di viale Isonzo. Al momento sono 28 i casi positivi di Covid-19 accertati.
Nelle prossime ore, però, si attende, il risultato di altri tamponi effettuati su numerose persone di etnia rom e non, che hanno effettuato lo screening nella tensostruttura dell’Esercito posta del quartiere Sala. Sei di loro sono ricoverati nel reparto Covid di Malattie infettive dell’ospedale Pugliese, alcuni in condizioni serie.
La presenza di un focolaio di Coronavirus nella comunità rom di viale Isonzo, ha allarmato anche la Curia che ha deciso, considerando il rischio, di chiudere fino al 15 marzo, a scopo precauzionale, la parrocchia di Santa Maria della Speranza, al centro del quartiere, sospendendo tutte le attività liturgiche e pastorali.
Il dato dei positivi accertati è stato comunicato stamani dall’Asp al sindaco Sergio Abramo. La situazione è sotto la stretta osservazione da parte della Prefettura, del Sindaco e dell’Asp di Catanzaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Veneto sfiora 1.500 nuovi casi in 24 ore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
04 marzo 2021
12:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto arriva a sfiorare 1.500 nuovi casi di Covid-19 in un giorno: il bollettino regionale segnala 1.487 nuovi contagi rispetto a ieri, che portano il totale a 338.237 malati. Sono 20 i decessi, con il totale a 9.911 da inizio pandemia.

La situazione nelle strutture ospedaliere è in leggero aumento ma senza criticità. Nei reparti ordinari sono ricoverati 1.202 pazienti. +8 rispetto a ieri, e nelle terapie intensive sono occupati 156 letti, con un nuovo ingresso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Sala, preoccupato per crisi, Milano soffre di più
‘Lottiamo per non tagliare servizi, pil sceso dell’11% nel 2020’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 marzo 2021
12:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono ottimista per il futuro di Milano ma preoccupato per questo periodo che ci attende. Il Comune continuerà a fare la sua parte, con un poderoso intervento sul welfare anche se Milano sta soffrendo più di altre realtà”.
Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato di come la crisi anche economica dovuta al Covid ha toccato la città, nel corso della presentazione della nuova iniziativa ‘Credito solidale 2.0’ promossa da Fondazione Welfare Ambrosiano.
“Le altre città non hanno questo fiore di società partecipate che in periodi normali ti garantiscono dividendi, ma quando poi vengono a mancare come è accaduto con la crisi si crea un problema. Così anche per il sistema di trasporto, è a costi fissi e se non hai entrate le casse ne risentono – ha aggiunto -. Stiamo lottando per non tagliare servizi e stiamo chiedendo una mano anche a questo governo”.
Sala ha poi ricordato che nel 2020 il Pil di Milano è calato dell’11% e che “nonostante il blocco dei licenziamenti sono stati persi 22 mila posti di lavoro, immaginate quante famiglie fanno fatica ad arrivare alla fine del mese”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: Iraq, chiederò a Dio perdono e pace dopo anni guerra
Ai cristiani perseguitati, ‘vi poterò la carezza della Chiesa’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
04 marzo 2021
13:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Vengo come pellegrino penitente per implorare dal Signore perdono e riconciliazione dopo anni di guerra e di terrorismo, per chiedere a Dio la consolazione dei cuori e la guarigione delle ferite”. Lo dice il Papa in un videomessaggio al popolo iracheno alla vigilia della sua partenza per Baghdad.

Il Papa si rivolge poi in particolare ai cristiani: “Avete testimoniato la fede in Gesù in mezzo a prove durissime, attendo con trepidazione di vedervi. Sono onorato di incontrare una Chiesa martire: grazie per la vostra testimonianza! I tanti, troppi martiri che avete conosciuto ci aiutino a perseverare nella forza umile dell’amore”. “Avete ancora negli occhi le immagini di case distrutte e di chiese profanate, e nel cuore le ferite di affetti lasciati e di abitazioni abbandonate. Vorrei portarvi la carezza affettuosa di tutta la Chiesa – dice Papa Francesco – , che è vicina a voi e al martoriato Medio Oriente e vi incoraggia ad andare avanti. Alle terribili sofferenze che avete provato e che tanto mi addolorano, non permettiamo di prevalere. Non arrendiamoci davanti al dilagare del male”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: a Florinas la prima stanza degli abbracci in Sardegna
Rosa, 93 anni, sotto una stanza gonfiabile ritrova i suoi figli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
04 marzo 2021
14:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La signora Rosa ha quasi 93 anni.
È praticamente non vedente e ha grossi problemi di udito, ma oggi si è potuta riconnettere col suo mondo grazie all’abbraccio intenso, lungo ed emozionato di Alessandra, la più piccola dei suoi sei figli, sotto lo sguardo gonfio di emozione di Nicola, secondogenito, e le lacrime di Maria Immacolata, Paola e Ica, le altre sue figlie collegate da oltre Tirreno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La grande riunione di famiglia, alla quale mancava solo Margherita a causa di impegni di lavoro, ha celebrato l’inaugurazione della prima stanza degli abbracci in Sardegna, allestita da Consorzio Parsifal e Cooperativa Altri Colori all’ingresso della comunità integrata comunale “Senior People Care Villa dei Giunchi” di Florinas, dove Rosa è ospite da alcuni anni, per dare agli anziani una parvenza di normalità anche in un periodo straordinario come quello che stiamo vivendo.
Avviata operativamente la gestione in ottobre, Villa dei Giunchi ha corso contro il tempo, d’intesa con l’amministrazione comunale, per adeguare la casa di riposo alle più efficaci misure di sicurezza sanitaria. Percorsi di accesso, limitazioni, dispositivi di protezione individuali, controlli, sanificazioni: tutto, pur di rendere sereno il soggiorno nella struttura degli attuali 15 ospiti, che a pieno regime può accogliere fino a 25 anziani anche se per precauzione i posti sono stati momentaneamente limitati a 20.
Villa dei Giunchi ha deciso di investire, di contattare l’azienda del nord Italia che ne detiene il brevetto e di acquistare due case degli abbracci, tante quante le due strutture gestite attualmente sotto il marchio Senior People Care, una in Abruzzo e l’altra, appunto a Florinas. La stanza gonfiabile è stata piazzata in uno degli ingressi della casa di riposo, così che i familiari possano accedere dall’esterno e gli anziani non debbano uscire dalla struttura, che è riscaldata e sarà igienizzata dopo ogni utilizzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Corpi carbonizzati: venerdì autopsia su cadaveri dei cugini
Esito importante per chiarire morte di Riccardo e Dario Benazzi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
04 marzo 2021
14:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il conferimento dell’incarico avvenuto ieri, inizierà venerdì l’autopsia per chiarire le cause della morte di Riccardo e Dario Benazzi, cugini di 64 e 70 anni, i cui corpi sono stati trovati carbonizzarti all’interno dell’auto del primo la sera del 28 febbraio a Rero di Tresignana (Ferrara).
L’esame autoptico, per cui è stata incaricata la dottoressa Raffaella Marino, dovrebbe fornire ai carabinieri, coordinati nelle indagini dal pm Lisa Busato, elementi utili per ricostruire la dinamica di quanto è accaduto.
Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori c’è anche quella di un duplice omicidio che potrebbe essere stato commesso da qualcuno che poi è scappato. Per gli esiti dell’autopsia, considerate le condizioni dei due cadaveri, ci potrebbe volere un po’ di tempo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccisa a Faenza: i ganci della porta ‘svelano’ il piano
Dovevano essere aperti da dentro anche con le chiavi di casa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
04 marzo 2021
14:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ilenia Fabbri, la donna sgozzata il 6 febbraio nel suo appartamento di Faenza, aveva l’abitudine, ben nota, di chiudere ogni sera i ‘ganci’ di sicurezza della porta d’ingresso, oltre a chiudere a chiave la porta interna ‘tagliafuoco’. Chi fosse stato quindi in possesso delle chiavi del garage, per entrare avrebbe avuto bisogno comunque di qualcuno che dall’interno togliesse i ganci di sicurezza della porta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I dispositivi potevano essere disattivati solo dall’interno, per cui entrare da quella porta, anche disponendo delle chiavi, sarebbe stato impossibile in qualsiasi altro giorno, perché Arianna doveva uscire, per andare a Lecco con il padre e, alle sei del mattino, nessuno avrebbe comunque richiuso i chiavistelli e la porta tagliafuoco”. E’ questa una delle “anomalie” messe in luce dalla Procura e recepite nell’ordinanza del Gip Corrado Schiaretti, che ha disposto l’arresto per l’ex marito della donna, Claudio Nanni, e per colui che è ritenuto l’esecutore materiale dell’omicidio, Pierluigi Barbieri.
Secondo gli investigatori, infatti, la presenza di Arianna, la figlia della coppia, la mattina dell’omicidio, serviva a rimuovere quei chiavistelli prima di uscire dalla porta del seminterrato. Da qui, si legge ancora nell’ordinanza, si deduce “che per chi avesse deciso di uccidere Ilenia la scelta della giornata, quella giornata, sarebbe stata obbligata, anche avendo la chiave”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al tempo del Covid la proposta di matrimonio è sul camice
Al lavoro a Viggiù, lui è un collega
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VARESE
04 marzo 2021
14:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non credevo di provocare tutto questo interesse, doveva esser solo una cosa simpatica tra me e i miei colleghi, ma sono comunque contenta: spero che tutto questo venga letto come un messaggio di speranza”. Ha fatto il giro del web la foto dell’infermiera con la scritta sul camice ‘Lorenzo vuoi sposarmi’, Chiara Vangeli, dell’Asst Valle Olona, che in questi giorni è impegnata con una équipe nella vaccinazione di massa a Viggiù (Varese).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una volta arrivati nel paese della Valceresio, indossati il camice (o la tutona come la chiama lei), al momento di scriverci sopra i propri nomi, i colleghi sul suo hanno messo la frase ‘Lorenzo vuoi sposarmi?’. “Con Lorenzo ci conosciamo da anni, scuola, laurea insieme, anche lui assistente sanitario, assunti quasi contemporaneamente, anche se non lavoriamo insieme – ha raccontato Chiara che ha 23 anni e vive a Cislago (Varese) – Io sono sempre stata innamorata di lui, ma lui si è accorto davvero di me solo da pochi mesi e ora pensiamo al matrimonio”.
Non è un progetto immediato ovviamente (‘siamo ancora troppi giovani’), ma lei ne parla continuamente con entusiasmo anche sul lavoro e per questo i suoi colleghi hanno deciso di fare quella cosa simpatica. “Lorenzo si è messo a ridere – ha detto Chiara – tanto lo sa che prima o poi è quello che faremo, non riesco a immaginare la mia vita con nessun altro vicino”. Una convinzione resa ancora più sicura dopo questo terribile anno.
“Mi sono laureata nella primavera scorsa e mi sono trovata subito sul fronte Covid – ha raccontato – E’ stata durissima, soprattutto la seconda ondata che ci ha un po’ demoralizzato, poi la fase dei tamponi, anche 1.500 al giorno”. Ma Chiara vuole mandare un messaggio anche ai suoi coetanei.
“Lo so che molti si stanno lasciando prendere dallo sconforto, che dicono ‘non ne possiamo più ‘tanto non serve a nulla fare tutti questi sacrifici’ – ha concluso – Io invece dico loro di essere più speranzosi, ne usciremo e soprattutto un consiglio ‘vaccinatevi'”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Diploma per Glicy, primo cane allerta-diabiete in Sardegna
Da quasi 3 anni il suo fiuto aiuta un bambino sardo di 13 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
04 marzo 2021
16:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aveva solo due mesi quando ha ricevuto le coccole di quel bambino, ha giocato con lui, ha imparato a conoscerlo e riconoscere il suo odore e oggi, quasi 3 anni dopo e grazie al suo fiuto, non è più solo il compagno fedele di mille giochi ma anche il salva-vita del suo padroncino. È la storia di Glicy, una barboncina di due anni e mezzo, primo cane allerta diabete della Sardegna, ma è anche la storia di Silvio, un bambino di 13 anni affetto da diabete di tipo 1 e dei suoi genitori, Daniela e Angelo Boi, che hanno fatto di tutto per tenere sotto controllo la malattia del figlio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Avevamo sentito parlare dell’esistenza di un cane che grazie alle sue particolari doti ci potesse aiutare ad affrontare la malattia di Silvio: un cane allerta diabete – raccontano Daniela e Angelo – Era un sogno che abbiamo condiviso e che Silvio ha accolto con entusiasmo. Abbiamo dovuto aspettare 2 anni perché in Sardegna non c’era un educatore cinofilo che formasse i cani per questa mansione. Nel 2018 è arrivato il Progetto Serena Onlus e Roberto Zampieri, educatore cinofilo di Verona, ideatore di un protocollo particolare per l’addestramento di cani allerta-diabete. Per noi è stato come vedere all’orizzonte un’alternativa positiva”. Quello che sembrava un miraggio è diventato realtà e sabato mattina alle 12 nella sala consiliare del Comune di Oristano sarà consegnato a Glicy il diploma che attesta questa sua particolare abilità. La cerimonia sarà trasmessa in diretta streaming sul canale youtube del Comune.
“In tanti ci hanno aiutato a realizzare il sogno di Silvio – sottolineano ancora papà e mamma – Due giorni dopo il suo arrivo nella nostra famiglia abbiamo ricevuta la visita dei media locali e regionali. Glicy aveva 2 mesi e Silvio 10 anni quando abbiamo iniziato l’addestramento, che si è svolto inizialmente a casa nostra con incontri settimanali con l’educatore. Dopo solo due mesi Glicy è riuscita a riconoscere picchi di glicemia anche in persone estranee alla famiglia. Con lui la nostra vita, la nostra quotidianità è cambiata decisamente in meglio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uber, stop al commissariamento. ‘Non c’è più sfruttamento rider’
Lo hanno deciso i giudici di Milano dopo la relazione degli amministratori giudiziari su condizioni rider
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 marzo 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano, presieduta da Fabio Roia, ha revocato l’amministrazione giudiziaria che era stata disposta il 29 maggio 2020 per Uber Italy per caporalato sui rider nel servizio Uber Eats. Alla luce della relazione positiva degli amministratori giudiziari, presentata ieri in udienza, anche il pm Paolo Storari aveva chiesto la revoca, sulla base dello sforzo fatto dall’azienda per eliminare forme di sfruttamento, per tutelare sicurezza e salute dei fattorini e per migliorare il loro trattamento economico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uber Italy torna così ad operare in piena autonomia.
Il caso Uber è stata “l’occasione, vissuta con grande collaborazione da parte delle istituzioni (Prefetto di Milano, Organizzazioni di categoria), dell’ufficio di amministrazione giudiziaria, dei difensori della società, per intervenire in un settore di mercato di grande sfruttamento e fragilità soggettiva al fine di tracciare una strada virtuosa dove logica del servizio, del rispetto di diritti fondamentali dei singoli e del necessario profitto d’impresa possano trovare una sintesi necessaria nel legame di legalità”. Lo scrive la Sezione misure di prevenzione del Tribunale che oggi ha revocato il commissariamento per Uber Italy.
Il trattamento economico, ora applicato da Uber Eats Italy per i rider, è una “proposta di mercato che ha decisamente abbandonato ogni logica di sfruttamento” per “proporre opportunità di lavoro, colte anche da studenti, da giovani adulti o da persone sottooccupate o disoccupate, da ritenersi tutelate sul piano del rispetto dei diritti”. Lo scrivono i giudici (Roia-Tallarida-Pontani) nel provvedimento con cui oggi, anticipatamente rispetto alla scadenza di un anno prevista per fine maggio, hanno revocato l’amministrazione giudiziaria di Uber Italy che era stata disposta per caporalato sui rider. Dall’inchiesta del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Gdf e del pm Paolo Storari, che sul fronte penale ha portato in udienza preliminare i responsabili di una società di intermediazione di manodopera e una manager (ora sospesa) di Uber, era venuto a galla che i rider del servizio ‘Uber eats’, stando alle imputazioni, venivano “pagati a cottimo 3 euro a consegna”, “derubati” delle mance e “puniti” se si ribellavano. “Nella simulazione effettuata dagli amministrazione giudiziari scrivono i giudici – la nuova tariffa applicata oggi da Uber Eats Italy Srl comporta un aumento medio del compenso del 40% sulle corse corte (tempo stimato 12 minuti) e dell’11% sulle corse intermedie (tempo stimato 20 minuti) con una proiezione di guadagno, sulla base della piena autonomia decisionale e di scelta dell’organizzazione dei singoli corrieri che possono decidere come e quanto lavorare, che può variare da Euro 431,78 per una frequenza medio-bassa di ordini (fra 60 e 150 per mese) fino a Euro 1.302,97 per una frequenza di ordini superiori a 250 al mese (tutti i dati sono riferiti al mese di gennaio 2021)”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Positivi quasi 23 mila in 24h e 232 ingressi in rianimazione
Tasso risale 6,7%, ricoverati con sintomi +394. Ancora 339 morti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
17:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono ancora i positivi al coronavirus in Italia, che sfiorano i 23 mila in 24 ore a fronte di una diminuzione dei tamponi. Continuano a salire gli ingressi in terapia intensiva, 232 notificati nell’ultima giornata, il secondo dato più alto da quando vengono comunicati, il 3 dicembre scorso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le vittime sono ancora 339.
Sono per la precisione 22.865 i test positivi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i positivi erano stati 20.884. Le vittime ieri erano state 347.
Sono 339.635 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 358.884, quasi 20 mila in più. Il tasso di positività è del 6,7%, ieri era stato del 5,8%, quindi oggi aumenta dello 0,9%.
Sono 2.475 i pazienti in terapia intensiva per il Covid-19, in aumento di 64 unità nel saldo quotidiano tra ingressi e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono stati 232.
Nei reparti ordinari ci sono invece 20.157 persone, in aumento di 394 unità rispetto a ieri.
Viene quindi di nuovo superata la soglia dei 20 mila ricoverati con sintomi.
I casi totali registrati da inizio epidemia sono quasi 3 milioni, per l’esattezza 2.999.119, i morti 98.974.
Gli attualmente positivi sono 446.439 (+9.018 rispetto a ieri), i dimessi e guariti 2.453.706 (+13.488), in isolamento domiciliare ci sono ora 423.807 persone (+8.560).
La Lombardia fa registrare oltre 5 mila test positivi in 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lombardia supera 5000 casi, oltre 200 ricoveri
Milano la più colpita con 1200 casi, 59 i decessi in regione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 marzo 2021
17:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono di nuovo sopra quota 5.000 i nuovi casi in Lombardia, una soglia che non veniva raggiunta dalla fine di novembre: i positivi sono infatti 5.174 con 53.563 tamponi effettuati con il tasso di positività in crescita al 9.6% (ieri 8.2%). Aumentano sia i ricoverati in terapia intensiva (+26, 532) che negli altri reparti (+190, 4.735).
I decessi sono 59 per un totale complessivo di 28.577 morti in regione dall’inizio della pandemia. Milano torna a essere la provincia più colpita con 1200 casi, di cui 421 a Milano città, seguita da Brescia (1.114), Monza e Brianza (475), Como (403), Varese (378) e Bergamo (372).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: flash mob a Roma,uomini con mascherine rosse
Manifestazione sulla scia di Biella, “basta cultura patriarcale”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Decine di uomini schierati in mascherina rossa per manifestare contro la violenza maschile sulle donne. Durante il flash mob che si è svolto questo pomeriggio nel centro di Roma sulla scia dell’iniziativa di Biella, sono stati esposti manifesti con su scritto: “Dico no alla mascolinità tossica”, “Voglio cultura di genere ora”, “un fenomeno strutturale non una tragedia da prima pagina”.
In piazza San Silvestro, alla manifestazione organizzata dal coordinamento Liberare Roma, anche Gianluca Peciola, attivista ed ex consigliere comunale, che spiega: “E’ stata una mobilitazione necessaria. Hanno partecipato tanti uomini che hanno dato un messaggio forte, di responsabilità e voglia di cambiamento. Di fronte alla strage procurata dalla violenza degli uomini nei confronti delle donne bisogna prendere la parola e mettere in discussione la cultura patriarcale – continua -. Bisogna che gli uomini non si voltino dall’altra parte, ma si assumano la responsabilità del cambiamento”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in lite condominiale, Comune Napoli ammesso parte civile
Assessori, importante precedente, sancite lesioni a collettività
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
04 marzo 2021
18:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte di Assise di Napoli ha ammesso il Comune di Napoli tra le parti civili costituite al processo a carico di Mauro Severino, accusato di avere ucciso Patrizio Falcone , marittimo di 42 anni, in una lite condominiale scoppiata a Piscinola, nel maggio del 2020. Lo rendono noto, in un comunicato, gli assessori alla sicurezza urbana Alessandra Clemente e all’Avvocatura Rosaria Galiero.
La Corte di Assise di Napoli, – spiega la nota – rigettando l’eccezione del difensore dell’imputato, ha ammesso la costituzione di parte civile, ravvisando quindi la sussistenza di un pregiudizio immediato e diretto per l’Ente causalmente riferibile alla condotta dell’imputato.
“Questa pronuncia costituisce un importante precedente in tema di azioni omicidiarie avvenute tra privati – dichiarano Clemente e Galiero – perché fatti di sangue così efferati e brutali sono lesivi per la collettività che il Comune rappresenta. Siamo vicini alla famiglia, alla moglie e ai figli e saremo al loro fianco in giudizio”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Trent’anni fa il primo esodo albanese, Brindisi era la libertà
Accoglienza senza precedenti. Profughi oggi professionisti
C
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRINDISI
04 marzo 2021
20:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arrivarono prima alla spicciolata, poi ammassati in barconi straripanti di paura e speranza. Trent’anni fa, il 7 marzo del 1991, l’esodo di 25mila profughi albanesi fu una dura prova di accoglienza per la Puglia, e in particolare per Brindisi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
le immagini di quell’esodo fecero il giro del mondo.
La situazione politica internazionale lasciava presagire che ci potesse essere uno spostamento di persone dall’Albania, ma non si ipotizzava potesse essere così massiccio. Del resto la striscia di mar Adriatico che separa Brindisi da Valona misura poco più di 60 miglia, quattro ore di navigazione. Quel giorno non c’erano segnali di bufera, solo in un secondo momento arrivarono le nuvole e il maltempo. Le onde alte e le carrette del mare, barconi e pescherecci, si trovarono in enorme difficoltà. Chi era a bordo racconta di essersi sentito come su un guscio di noce, e di avere temuto la morte.
Un fiume di gente giunse a Brindisi. Uomini affamati, affaticati. Donne e bambini. Non avevano nulla, ma erano tutti sorridenti dinanzi alle telecamere di allora: negli occhi il sogno realizzato, la speranza di trovare una vita migliore in quella terra che avevano conosciuto solo in tv. Cercavano libertà, più che ricchezza, fuggivano dalla crisi economica ma soprattutto dalla dittatura.
E fu così che una piccola città del Mezzogiorno, non certo una delle più ricche, si ritrovò ad affrontare una emergenza umanitaria. Brindisi non era la terra promessa ma così sembrava al fiume di gente che attendeva assiepata agli angoli del porto una mano tesa.
Fu il giovane sindaco dell’epoca, Giuseppe Marchionna, che aveva 37 anni, ad organizzare in fretta la macchina dei soccorsi.
Lanciò un appello all’accoglienza, ispirato innanzitutto dalla necessità di tutelare l’ordine pubblico ed evitare la presenza per strada di migliaia di disperati. La gente rispose con un enorme moto di solidarietà aprendo anche le proprie case all’ospitalità. Ai bambini furono regalati giocattoli, agli adulti vestiti e anche qualche soldo, in alcune circostanze. In tantissimi trovarono un lavoro, subito. E riuscirono a completare gli studi intrapresi in Albania e interrotti per cambiare vita.
Di vicende a lieto fine di quell’esodo ce ne sono state a migliaia. C’è Pjerin, il medico che all’epoca aveva 35 anni e che, dopo aver dovuto riprendere la laurea in Medicina a Bari, oggi è in prima linea contro il covid al 118 di Brindisi. E poi Anton che di anni, nel 1991, ne aveva 27. E’ un ingegnere meccanico, vive in provincia, a Carovigno, si è sposato con una pugliese, ha due figli e si è candidato alle elezioni amministrative per tre volte, con spirito di servizio: “Per pagare il mio debito, un debito psicologico”, dice.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, anche Macerata in zona rossa da 6 marzo
Domani ordinanza presidente, dad 100% medie in tutta la regione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
04 marzo 2021
20:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da sabato 6 marzo nelle Marche, zona rossa per le province di Ancona – già inserita in questa fascia – e Macerata, con conseguente stop alla didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado, comprese le Università. Nelle altre province marchigiane – Ascoli Piceno, Fermo e Pesaro Urbino -, pur restando in zona arancione, si applicherà la Dad al 100% per le secondarie di primo grado e di secondo grado (medie e superiori) e Università con l’esclusione dunque di Infanzia ed Primarie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo prevede un’ordinanza che verrà firmata domani dal presidente Acquaroli alla luce dell’analisi del trend Covid-19 fatta con servizio Sanità.
“Nessuna decisione viene presa a cuor leggero, – spiega con un post su Fb il presidente Francesco Acquaroli – chiudere le scuole o adottare zone rosse sono scelte dolorose ma di responsabilità, sostenute da analisi tecniche e da dati epidemiologici che ci dicono che è giusto intervenire. Domani – annuncia – firmerò un’ordinanza con la quale, a partire da sabato, le province di Ancona e di Macerata saranno in zona rossa che prevede, tra le altre misure, la chiusura, con Dad al 100%, di tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi i servizi educativi dell’infanzia e le Università”.
“Restano in zona arancione le province di Pesaro e Urbino, Fermo e Ascoli Piceno, – prosegue – dove disporremo la Dad al 100% per le scuole medie, le scuole superiori e le Università.
Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per i laboratori, gli studenti con disabilità e con bisogni educativi speciali. L’ordinanza che firmerò domattina – precisa – sarà valida fino a domenica 14 marzo”.
Misure, ribadisce il governatore, “imposte” dall’andamento dei contagi nella regione. “Questo provvedimento – afferma Acquaroli – è necessario per la salvaguardia della salute e della sicurezza dei cittadini marchigiani, per la tenuta delle strutture sanitarie e soprattutto per cercare di scongiurare scenari peggiori”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morì carbonizzata assieme ad amica, arrestato marito
Accusato duplice omicidio, voleva incassare soldi assicurazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
05 marzo 2021
08:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 70 anni è stata arrestato dai Carabinieri con l’accusa di duplice omicidio aggravato per la morte della moglie, Franca Fava, 68 anni, e di un’ amica, Fiorella Sandre, 74, rimaste carbonizzate nell’incendio della casa della coppia. L’episodio avvenne il 10 giugno 2020 a Castagnole di Paese, nel Trevigiano.
Il rogo dell’abitazione risultò essere stato appiccato intenzionalmente.
L’uomo era già indagato dalla Procura di Treviso. L’ordinanza di custodia, emessa dal gip di Treviso, è stata eseguita dai carabinieri di Montebelluna. Il movente del duplice omicidio, secondo quanto emerso dalle indagini, sarebbe stato la volontà dell’uomo di incassare i premi assicurativi per i danni dell’incendio e per le due vittime.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Immigrazione clandestina: smantellata rete Nord Italia
Operazione Digos Trieste e Ucigos. Legame con attentatore Londra
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
05 marzo 2021
08:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Digos di Trieste, supportata dal Servizio per il Contrasto all’Estremismo e Terrorismo Esterno della Dcpp/Ucigos, ha smantellato un’organizzazione dedita al transito di clandestini provenienti dal Kurdistan e diretti in Europa anche procacciando documenti d’identità falsi in cambio di ingenti somme di denaro. Sono state eseguite 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere, di cui due estese in ambito europeo, e 2 arresti domiciliari nei confronti di cittadini iracheni di etnia curda.
Uno di questi aveva legami con un cittadino siriano responsabile dell’attentato terroristico del 15 settembre 2017 a Londra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: assembramento al derby, sanzioni
In migliaia si erano trovati fuori da stadio chiuso

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 marzo 2021
09:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Polizia di Stato di Milano, grazie alla visione di immagini e video, ha identificato e sanzionato i primi tifosi del Milan e dell’Inter che non hanno osservato le prescrizioni per il contenimento della pandemia il 21 febbraio scorso, in occasione del derby cittadino a Milano.
Si tratterebbe, al momento, di una ventina di persone.
La Digos sta eseguendo anche delle perquisizioni nei confronti di 5 tifosi interisti indagati per le lesioni causate a un giovane supporter milanista.
Quel giorno, tra le ore 11 e le ore 14, migliaia di ultras si erano ritrovati, in violazione delle norme anti Covid, nei pressi dello stadio Meazza. In particolare, secondo le indagini della Digos, dopo le 14, nelle fasi di deflusso dallo stadio, in via Caprilli, nelle vicinanze dello stadio, un gruppo di tifosi neroazzurri ha aggredito con calci e pugni un giovane tifoso avversario. L’azione violenta, non denunciata né segnalata alle forze di polizia, è stata registrata da un residente della zona e successivamente diffusa sui social.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola: Fontana, scelta impopolare ma tutela famiglie
Presidente Lombardia, istituti erano diventati focolai
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 marzo 2021
09:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sapevo che il provvedimento sarebbe stato impopolare, ma tra la popolarità e la necessità di tutelare la salute dei bambini, dei ragazzi e delle famiglie, ho scelto quest’ultima”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo alla trasmissione “Mattino Cinque” su Canale 5, commentando la decisione di mettere da oggi tutta la regione in fascia arancione rinforzata, con immediata chiusura delle scuole.

“Non è stata una decisione nata dalla mia testa, ma dalla valutazione di una serie di esperti, tecnici e scienziati i quali mi hanno a prendere il provvedimento con la massima urgenza e tempestività – ha aggiunto -. È emerso come questa variante del virus, che ormai in Lombardia è maggioritaria, è particolarmente aggressiva, più rapida nella diffusione e colpisce anche i giovani, che fino a pochi mesi fa erano quasi indenni. In Lombardia è successo in tante occasioni che se scuole si siano trasformate in un importante focolaio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: udienza Gup a Catania con ambasciatore Massari
Deposizione come teste su ‘ridistribuzione’ migranti in Europa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
05 marzo 2021
10:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ cominciata, a Catania, con la deposizione, come testimone, dell’ambasciatore Maurizio Massari, in qualità di rappresentante permanente dell’Italia all’Unione Europea, l’udienza preliminare per la richiesta di rinvio a giudizio dell’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, accusato di sequestro di persona per il ritardo dello sbarco da nave Gregoretti di 131 migranti nel luglio del 2019 ad Augusta, nel Siracusano.
La deposizione dell’ambasciatore, davanti al Gup Nunzio Sarpietro, dovrebbe essere incentrata sugli accordi per la ‘ridistribuzione’ nei Paesi Europei dei migranti che sbarcavano in Italia.
L’ex ministro Salvini è presente nell’aula bunker del carcere di Bicocca assistito dal suo legale, l’avvocato Giulia Bongiorno. Le parti civili nel procedimento sono AcccoglieRete, Legambiente ed Arci, rappresentate rispettivamente dagli avvocati Corrado Giuliano, Daniela Ciancimino e Antonio Feroleto, e una famiglia di migranti che era a bordo della Gregoretti, rappresentata dall’avvocato Massimo Ferrrante. Per la Procura distrettuale di Catania è presente il sostituto Andrea Bonomo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: La Maddalena proroga zona rossa sino al 12 marzo
Appello 3 Comuni sardi in lockdown, subito vaccinazione di massa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
05 marzo 2021
10:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mentre tutto il resto della Sardegna è in zona bianca, il sindaco de La Maddalena, Fabio Lai ha annunciato su Facebook la proroga di una settimana della zona rossa sull’Isola dell’omonimo Arcipelago, che sarebbe dovuta scadere oggi.
“Che la curva di contagio sia cresciuta a livello esponenziale ormai è un dato inconfutabile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In meno di un mese siamo passati da 5 casi a 64 – scrive – A seguito di colloqui con l’assessorato alla Sanità e con l’azienda sanitaria, si è ritenuto necessario estendere la zona rossa per un’ulteriore settimana. Domani comunicheremo le nuove restrizioni, in quanto adegueremo l’ordinanza alle norme nazionali previste dal dpcm Draghi. Vi chiedo aiuto davvero affinché questo ulteriore sacrificio non sia inutile”. Con La Maddalena sono in lockdown anche San Teodoro, sino al 10 marzo, e Bono, sino a domani, 6 marzo. E proprio tutti e tre i comuni del Sassarese, “accomunati da un periodo difficile di lockdown per arginare la diffusione virale”, hanno presentato un’istanza alla Regione Sardegna” per l’adozione di misure a tutela della salute pubblica e dell’economia locale. In particolare viene chiesta “l’attuazione di una campagna vaccinale di massa e la predisposizione di ristori per tutte le attività colpite dalla crisi economica, causata dall’emergenza epidemiologica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Libia:dopo sequestro torna in mare anche motopesca Antartide
E’ la seconda imbarcazione a riprendere l’attività
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
05 marzo 2021
10:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il Medinea torna in mare anche l’Antartide di Mazara del Vallo, il secondo peschereccio che per 108 giorni è rimasto sequestrato nel porto di Bengasi insieme a tutto l’equipaggio, dal 1° settembre sino a dicembre scorso. L’imbarcazione ha mollato gli ormeggi dal porto nuovo di Mazara del Vallo dopo che per due mesi e mezzo è rimasto in cantiere per alcuni lavori di manutenzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sino a Pasqua saremo impegnati in battute di pesca tra le Egadi e la Sardegna.
Poi ci trasferiremo per 4 mesi nelle acque della Grecia per la pesca del gambero”, ha detto Francesco Di Giovanni, il nuovo Comandante del peschereccio.
Del vecchio equipaggio rimasto sequestrato a Bengasi, sono tornati a bordo solamente Fabio Giacalone, Vito Barracco e Ibrahim Sarr. Per Giacalone, primo macchinista dell’Antartide dallo scorso anno, è un ritorno al proprio lavoro seppur con preoccupazione: “Lascio mia moglie e la mia piccola di 8 mesi a casa e il distacco, ogni volta, è duro. Sono ancora vivi in me i ricordi della prigionia e di quei mesi vissuti lontani dai miei affetti più cari, con la paura di morire”. Vito Barracco, 53 anni, a bordo fa anche il cuoco: “Il mare a volte ti fa rilassare ma non bisogna mai fidarsi, perché non sai cosa puoi trovare, a cosa vai incontro”. Il saluto è affidato a due suoni di tromba, così l’Antartide esce dal porto per riprendere il largo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coppia scomparsa: famiglia Perselli ringrazia pompieri
“Enormemente riconoscenti per averci ridato il corpo di Laura”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
05 marzo 2021
10:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carla Perselli, la sorella di Laura Perselli e cognata di Peter Neumair, a nome della famiglia ha ringraziato i vigili del fuoco per le lunghe ricerche lungo l’Adige. “Vogliamo ringraziarvi per tutto il vostro lavoro di ricerca dei nostri cari, Laura e Peter, fatto con grande impegno in questo periodo.
Sappiamo – scrive la sorella – quanto avete faticato per giornate intere, anche immergendovi nelle acque gelide dell’Adige e cercandoli ovunque sul nostro territorio”.
“Vi ringraziamo moltissimo – prosegue il messaggio – per avere messo a disposizione la vostra professionalità, il vostro tempo e la vostra fatica per aiutarci. Abbiamo seguito le vostre ricerche, informandoci dai carabinieri di Bolzano e abbiamo visto nelle immagini dei media quanti volontari abbiano collaborato”. “Vi siamo enormemente riconoscenti per averci ridato il corpo di mia sorella Laura e vi stimiamo moltissimo per tutto ciò che avete fatto per noi! Grazie dal cuore. Carla Perselli e familiari”, conclude il messaggio, pubblicato su Facebook dall’associazione dei vigili del fuoco dell’Alto Adige, Landesfeuerwehrverband Südtirol.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltella marito durante litigio nel Foggiano, uomo è grave
Ascoli Satriano, la vittima è in prognosi riservata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ASCOLI SATRIANO
05 marzo 2021
10:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di 45 anni, un camionista foggiano è stato ricoverato in gravi condizioni nel policlinico Riuniti di Foggia dopo essere stato accoltellato al petto dalla moglie di 42 anni. L’episodio è accaduto in un appartamento ad Ascoli Satriano.
L’uomo è in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita.
Stando alla ricostruzione fatta dai carabinieri, l’accoltellamento sarebbe avvenuto durante un litigio avvenuto in casa della coppia alla presenza anche dei due figli minorenni. La donna avrebbe riferito agli investigatori di essere stata minacciata dall’uomo. Pare che non vi siano denunce di episodi di violenza pregressi tra i due coniugi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Aou Cagliari accerta 39 casi di variante inglese
Venti tra i positivi alla mutazione sono nel capoluogo sardo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
05 marzo 2021
11:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 39 i casi di variante inglese accertati nel laboratorio dell’Aou di Cagliari, all’interno del policlinico “Duilio Casula” di Monserrato. Tra questi contagi, secondo i dati dell’Aou, 20 sono riferibili alla città capoluogo, mentre gli altri sono stati intercettati in Comuni che fanno parte della città metropolitana e nella provincia del Sud Sardegna.
Un caso è stato scoperto anche nell’Oristanese, a Cabras.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Busta con proiettili inviata a sindaco nel Foggiano
A San Severo. Nel plico tre proiettili, indaga la polizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAN SEVERO
05 marzo 2021
11:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una busta contenente tre proiettili è stata inviata al sindaco di San Severo, Francesco Miglio. Il plico è stato recapitato martedì mattina a Palazzo Celestini dove ha sede il comune.
Il sindaco ha immediatamente denunciato l’accaduto in polizia mentre ieri si è tenuta una riunione straordinaria del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.
“Confidiamo con fermezza nel lavoro delle Istituzioni e non ci lasciamo intimidire neppure da questo episodio” – afferma il sindaco Miglio -. Questo episodio segue di pochi giorni il grave episodio accaduto negli uffici dell’assessorato alle Politiche Sociali del Comune, dove un uomo ha estratto un coltello alla presenza dei dipendenti chiedendo di poter parlare con l’assessore al ramo”.
“Il ripetersi di simili atti – aggiunge Miglio – non trovano precedenti nella storia della nostra città, abitata per larghissima parte da gente perbene, educata, laboriosa e civile.
Intendiamo proseguire con onestà, lealtà e passione il nostro impegno per San Severo e per tutti i cittadini sanseveresi”, conclude.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Università: 8mila studenti rispondono alla call Expo Dubai
Di 70 nazionalità per programma Volontari Padiglione Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
11:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Numeri da record per la Call Volontari del Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai che in poco più di due settimane ha coinvolto migliaia di studentesse e studenti universitari in tutto il Paese. Sono esattamente 7.971 le espressioni di interesse giunte da iscritti di 78 Atenei per prendere parte al programma di tirocini curricolari “Expo 2020 Dubai – Università italiane”, frutto di una collaborazione tra il Commissariato italiano per la partecipazione dell’Italia all’Esposizione Universale e la Fondazione CRUI.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una straordinaria risposta che coinvolge e unisce tantissimi giovani di ben 71 nazionalità, da tutte e 20 le Regioni italiane, in maggioranza studentesse (69%) e con una età media di 23 anni.
Si tratta di un’occasione di formazione unica, della durata massima di quattro mesi, che gli studenti selezionati avranno la possibilità di vivere a partire dal primo di ottobre – data di inizio di Expo Dubai – presso il Padiglione Italia, ampliando le proprie conoscenze in ambito internazionale e contribuendo all’organizzazione e alla gestione della partecipazione italiana al più importante evento globale mai organizzato nell’area che comprende Medio Oriente, Africa e Asia Meridionale.
Lunedì 15 marzo, alle ore 15:00, inizierà la fase 2 del programma: in diretta sulle pagine Youtube & Facebook di Padiglione Italia verrà presentato il Bando di selezione, contenente i requisiti di accesso, le condizioni di partecipazione e le fasi del percorso di selezione. Tutti gli studenti avranno poi tempo fino al 1° aprile 2021 per inviare la loro candidatura finale.
Durante l’incontro si alterneranno storie e testimonianze di altri giovani che hanno vissuto esperienze formative all’interno del Padiglione Italia. Saranno inoltre presentate alcune iniziative che il Commissariato metterà in campo per favorire il coinvolgimento verso Expo Dubai di tutti coloro che hanno risposto alla prima Call Invitation: TUTTE LE INFO.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sardegna bianca:bozza ordinanza, test obbligatori ingresso
Tra alternative per chi arriva in isola anche quarantena 10 gg.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
05 marzo 2021
11:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre alternative, tutte caratterizzate da obbligo, per chi intende fare ingresso in Sardegna a partire da lunedì 8 marzo e non sia già vaccinato o non si sia sottoposto a tampone molecolare con esito negativo almeno 48 ore prima della partenza. Lo prevede la bozza dell’ordinanza che il presidente della Regione sarda Christian Solinas dovrebbe adottare nelle prossime ore.
La prima: recarsi presso le aree dedicate in porti e aeroporti per sottoporsi a tampone antigenico rapido.Seconda: fare il test entro 48 ore dall’arrivo in una struttura pubblica o privata accreditata a proprie spese. Terza: entrare in quarantena per dieci giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Piemonte, Corte conti indaga su spesa pubblica
Ed anche su “decessi nelle Rsa e case di cura”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
05 marzo 2021
11:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono “numerosi” i fascicoli aperti nel 2020 dalla procura della Corte dei Conti del Piemonte per questioni legate al Covid e, in particolare, alle spese della pubblica amministrazione. Diversi, inoltre, riguardano i “decessi nelle Rsa e case di cura”.
E’ quanto si ricava dalla relazione diffusa dal procuratore regionale, Quirino Lorelli, all’inaugurazione dell’anno giudiziario. “Si tratta – ha spiegato – di fatti collegati alla fase pandemica e ai correlati acquisti di beni, merci e servizi da parte degli enti del Servizio sanitario regionale”.
I nuovi procedimenti, insieme a quelli sulle Rsa e sugli indennizzi per l’eccessiva durata dei processi (la cosiddetta Legge Pinto), hanno contribuito in misura significativa all’aumento complessivo dei casi incardinati dalla procura nel corso dell’anno, che sono stati 4.817 rispetto ai 4.224 del 2019 (+14%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Sea Watch lascia Palermo, sindaco “salvano vite”
Leoluca Orlando, bandiera della città a bordo punto riferimento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
05 marzo 2021
12:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il provvedimento che è intervenuto ha finalmente consentito la ripresa dell’attività che questa nave svolgeva e svolgerà ancora. Sea Watch 4 torna in mare per salvare vite a un anno da quando ho conferito al team, all’ong di questa nave la cittadinanza onoraria di Palermo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il sindaco Leoluca Orlando, assistendo alla partenza della nave della Ong rimasta in porto dopo sei mesi di fermo amministrativo. “Dovremmo continuare ad essere un punto di riferimento – ha aggiunto Orlando – per una cultura dei diritti di tutti e di ciascuno e soprattutto per salvare vite umane in un genocidio del Mediterraneo che continua con troppa indifferenza. La mia presenza è una forma di conferma di una condivisione di visione, di impegno che viene anche espressa dalla bandiera di Palermo che sta su questa nave, come su altre navi . Ancorché di nazionalità diversa da quella italiana mi sembra significativo che loro abbiano scelto Palermo come punto di riferimento e che Palermo dia a loro la bandiera come punto di riferimento di valori che bisogna coltivare con determinazione senza se e senza ma”.
Il sindaco ha poi osservato che “ci vorrebbe una diversa politica dell’Unione europea nel tema dei migranti, bisognerebbe partire dalla convinzione che i migranti sono esseri umani. Mi vengono i brividi a pensare che c’è bisogno di dire che i migranti sono esseri umani che fuggono da un planet change che noi spesso abbiamo provocato, che fuggono da guerre locali che noi spesso abbiamo finanziati, che fuggono da una condizione di insicurezza che noi spesso abbiamo prodotto. Ecco la ragione per la quale credo che la presenza dei migranti interroga noi europei, rispetto ai nostri diritti umani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 4 decessi e 230 nuovi casi in Alto Adige
Effettuati 16.700 tamponi pcr e antigenici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
05 marzo 2021
12:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nelle ultime 24 ore in Alto Adige si sono registrati 4 decessi e 230 nuovi casi covid. Sono stati infatti analizzati 1.713 tamponi pcr e 15.016 tamponi antigenici, rilevando nel primo caso 161 e nel secondo 69 positivi.
Nei normali reparti ospedalieri sono ricoverati 194 pazienti, 161 nelle cliniche private e 44 in terapia intensiva, di cui 3 in Austria. Cala invece a 7486 il numero degli altoatesini in quarantena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Beni confiscati: Libera, 5 su 10 ancora da destinare
Associazione presenta dossier Fattiperbene, 25 anni da legge 109
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
13:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Più di 36.600 beni immobili confiscati dal 1982 ad oggi, il 48% destinati dall’Agenzia nazionale per le finalità istituzionali e sociali, ma ben 5 beni su 10 rimangono ancora da destinare. Il maggior numero di beni immobili confiscati in Sicilia(6906), segue Calabria (2908), Campania (2747), Puglia (1535) e Lombardia (1242).
Sono invece 4384 le aziende confiscate di queste il 34% è stata già destinata alla vendita o alla liquidazione, all’affitto o alla gestione da parte di cooperative formate dai lavoratori delle stesse. Libera presenta il dossier Fattiperbene in occasione dei 25 anni dall’approvazione della legge n.109 del 1996.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Iss-Istat, in 10 mesi 108mila decessi in più su media
Nel 2020 totale morti per tutte le cause più alto 2° dopoguerra
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
12:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra marzo e dicembre 2020 si sono osservati 108.178 decessi in più rispetto alla media dello stesso periodo degli anni 2015-2019 (21% di eccesso), volendo stimare l’impatto dell’epidemia Covid-19 sulla mortalità totale.
Nel 2020 il totale dei decessi per il complesso delle cause è stato il più alto mai registrato nel nostro Paese dal secondo dopoguerra: 746.146 decessi, 100.526 decessi in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso).
Questi i dati del 5/o rapporto Iss-Istat sull’analisi della mortalità 2020 per il complesso dei decessi e per il sottoinsieme dei soggetti positivi al Covid-19 deceduti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Addio archeologo Paolo Moreno, dai Bronzi Riace a Cleopatra
Instancabile divulgatore, cattedre a Bari, Sapienza e Roma Tre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
11:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il mondo dell’archeologia e della storia dell’arte antica piange la scomparsa avvenuta stamattina a Roma a 86 anni del professor Paolo Moreno, grande studioso e instancabile divulgatore a cominciare dalle numerose e interessanti attribuzioni e identificazioni (da Fidia a Prassitele il vecchio) fino all’enorme contributo sui Bronzi di Riace.
Proprio sulle meravigliose statue scoperte per caso nelle acque calabresi Moreno concentrò a lungo i suoi studi sintetizzati anche nel saggio I Bronzi di Riace, Il Maestro di Olimpia e i Sette a Tebe (Electa) fino a identificarli come Tideo e Anfiarao.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I Bronzi sono identificabili come Tideo e Anfiarao, esponenti dei Sette a Tebe, forgiati in Argo, rispettivamente da Agelada II di Argo e da Alcamene I di Lemno, i quali si rivelano a loro volta responsabili della decorazione del tempio di Zeus, soluzione binaria al tenace anonimato del Maestro di Olimpia” spiega anche sul suo sito http://www.paolomoreno.com.
Nato nel 1934 a Udine, si laureò in Archeologia cristiana con Adriano Prandi alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari. Fu poi allievo di Doro Levi alla Scuola Archeologica Italiana di Atene, di Ranuccio Bianchi Bandinelli e Giovanni Becatti a Roma. E’ stato direttore dell’Istituto di Archeologia dell’Università di Bari, poi ordinario di Storia dell’arte antica a La Sapienza di Roma. Dal 1992 al 2008 ha insegnato Archeologia e storia dell’arte greca e romana all’Università Roma Tre.
Soprattutto ha sistematicamente divulgato le proprie scoperte riguardanti celebri monumenti: da Fidia e Prassitele quali autori del gruppo colossale in bronzo di cui sono copia i Dioscuri del Quirinale all’identificazione del Giovane di Mozia col dio punico Melqart dalle tracce del rivestimento bronzeo; dal Satiro danzante di Mazara del Vallo assegnato a Prassitele all’Atleta del Getty Museum come bronzo di Lisippo, insieme all’Eracle da Sulmona e al Pugilatore delle terme; dall’Afrodite cantata da Apollonio Rodio rivelata nella Vittoria alata di Brescia alla denominazione di Cleopatra Capitolina per la presunta Venere dell’Esquilino.
I funerali si svolgeranno in forma privata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Immigrazione clandestina: smantellata rete Nord Italia
Operazione Digos Trieste e Ucigos. Legame con attentatore Londra
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIESTE
05 marzo 2021
08:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Digos di Trieste, supportata dal Servizio per il Contrasto all’Estremismo e Terrorismo Esterno della Dcpp/Ucigos, ha smantellato un’organizzazione dedita al transito di clandestini provenienti dal Kurdistan e diretti in Europa anche procacciando documenti d’identità falsi in cambio di ingenti somme di denaro. Sono state eseguite 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere, di cui due estese in ambito europeo, e 2 arresti domiciliari nei confronti di cittadini iracheni di etnia curda.
Uno di questi aveva legami con un cittadino siriano responsabile dell’attentato terroristico del 15 settembre 2017 a Londra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: Ermal Meta primo anche nella serata delle cover
Seconda Orietta Berti, terzi gli Extraliscio. Voti da orchestra
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
05 marzo 2021
02:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Questa la classifica della serata delle cover, votata dall’orchestra del festival di Sanremo.
1) ERMAL META con NAPOLI MANDOLIN ORCHESTRA “Caruso” 2) ORIETTA BERTI con LE DEVA “Io che amo solo te” 3) EXTRALISCIO feat DAVIDE TOFFOLO con PETER PICHLER “Medley Rosamunda” 4) WILLIE PEYOTE con SAMUELE BERSANI “Giudizi universali” 5) ARISA con MICHELE BRAVI “Quando” 6) MANESKIN con MANUEL AGNELLI “Amandoti” 7) ANNALISA con FEDERICO POGGIPOLLINI “La musica è finita” 8) MAX GAZZE’ con DANIELE SILVESTRI e la MAGICAL MISTERY BAND “Del mondo” 9) LA RAPPRESENTANTE DI LISTA con DONATELLA RETTORE “Splendido splendente” 10) GHEMON con I NERI PER CASO – medley – L’Essere infinito (L.E.I.) 11) LO STATO SOCIALE con FRANCESCO PANNOFINO Ed EMANUELA FANELLI “Non è per sempre” 12) GAIA con LOUS AND THE YAKUZA “Mi sono innamorato di te” 13) IRAMA “Cyrano” 14) COLAPESCE DIMARTINO “Povera Patria” 15) FULMINACCI con VALERIO LUNDINI e ROY PACI “Penso positivo” 16) MALIKA AYANE “Insieme a te non ci sto più” 17) NOEMI con NEFFA “Prima di andare via” 18) MADAME “Prisencolinensinainciusol” 19) FRANCESCO RENGA con CASADILEGO “Una ragione in più” 20) FASMA con NESLI “La fine” 21) FRANCESCA MICHIELIN E FEDEZ – medley – “E allora felicità” 22) AIELLO con VEGAS JONES “Gianna”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23) BUGO feat PINGUINI TATTICI NUCLEARI “Un’avventura” 24) GIO EVAN con i cantanti di THE VOICE SENIOR “Gli anni” 25) RANDOM con THE KOLORS “Ragazzo fortunato” 26) COMA_COSE con ALBERTO RADIUS e MAMAKASS “Il mio canto libero”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ermal Meta guida la classifica generale
Seconda Annalisa, terzo Willie Peyote
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
05 marzo 2021
02:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Questa la top ten dei 26 Big in gara, al termine della terza serata.
1) ERMAL META – Un milione di cose da dirti 2) ANNALISA – Dieci 3) WILLIE PEYOTE – Mai dire mai (la locura) 4) ARISA – Potevi fare di più 5) IRAMA – La genesi del tuo colore 6) Lo STATO SOCIALE – Combat Pop 7) MALIKA AYANE – Ti piaci così 8) EXTRALISCIO con Davide Toffolo – Bianca Luce Nera 9) ORIETTA BERTI – Quando ti sei innamorato 10) MANESKIN – Zitti e buoni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Francesco Aquila è il vincitore di Masterchef Italia
34enne cuoco amatoriale trionfa a 10/a edizione cooking show Sky
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
00:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MasterChef Italia ha incoronato il suo trionfatore: è Francesco Aquila il vincitore della decima edizione del cooking show di Sky prodotto da Endemol Shine Italy. Il 34enne cuoco amatoriale pugliese e residente in Emilia-Romagna, a Bellaria-Igea Marina, maître di sala e docente di sala, è stato proclamato dai giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli al termine di una finale equilibrata ed avvincente, conclusasi pochi minuti fa su Sky Uno, culmine di un’edizione di altissimo livello.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per il vincitore, 100mila euro in gettori d’oro e la possibilità di pubblicare il libro di ricette con Baldini&Castoldi.
Aquila, come è sempre stato chiamato nel corso dell’edizione, ha superato nella finalissima Irene Volpe, 22enne di Roma laureata in design, e Antonio Colasanto, 25enne dottorando in chimica alimentare di Novara. Quarto classificato Monir Eddardary, 29 anni, disoccupato di origini marocchine e residente a Bevagna (Perugia), eliminato nel corso del primo episodio della serata, uno Skill Test che ha ospitato lo chef Chicco Cerea, tre stelle Michelin con il ristorante “da Vittorio” a Brusaporto (Bergamo), e lo chef numero uno al mondo nella classifica “50 Best Restaurants”, Mauro Colagreco, tre stelle Michelin con il suo “Mirazur” a Menton.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Focolaio nel Corpo di ballo della Scala, oltre 35 positivi
Tre positivi anche nel cast del dittico di Kurt Weill
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 marzo 2021
13:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un focolaio di Covid si è sviluppato fra i membri del corpo di ballo della Scala, con 35 danzatori e tre membri della direzione di ballo debolmente positivi. Il teatro lo comunica aggiungendo che “sempre dai risultati dei test pervenuti ieri sono emersi 3 casi di positività nella compagnia di canto del dittico di lavori di Kurt Weill (Die sieben Todsünden e Mahagonny Songspiel) di cui era prevista la trasmissione in streaming da Rai Cultura su RaiPlay il prossimo 18 marzo, e due nel settore del parrucco”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non si tratta del primo focolaio alla Scala, lo scorso novembre si erano verificati una cinquantina di casi positivi nel coro, il che aveva costretto ad annullare la Lucia di Lammermoor in programma (senza pubblico ma in diretta tv) per l’inaugurazione del 7 dicembre, sostituita poi da uno spettacolo di arie con un cast di grandi cantanti.
Le attività del Ballo erano già state sospese cautelativamente a partire dal 26 febbraio, dopo la scoperta, nei tamponi che vengono regolarmente fatti sul personale in teatro, di una ballerina debolmente positiva, che si è poi velocemente negativizzata.
Quel giorno si sarebbe dovuto registrare l'”Omaggio a Nureyev” previsto in streaming per domenica 28, che invece è stata rimandata a data da destinarsi. Al momento sono state sospese anche le prove del dittico di Kurt Weill (Die sieben Todsünden e Mahagonny Songspiel) in programma con la direzione di Riccardo Chailly. Il cast era impegnato nelle prove di scena ne i padiglioni ex Ansaldo e non era ancora entrato in contatto con l’orchestra.
Nei controlli – che vengono fatti in collaborazione con l’ospedale Sacco, anche per verificare se ci siano varianti al virus .- sono risultati tutti negativi professori d’orchestra e coro e quindi resta confermato lo Stabat Mater diretto dal Maestro Myung-Whun Chung programmato per domani alle 18 e trasmesso da Rai Cultura in diretta streaming su RaiPlay.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inchiesta su Medicina a Firenze, perquisizioni Gdf a Careggi
Indagini su presunte turbative in concorsi e cattedre università
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
04 marzo 2021
11:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Perquisizioni della guardia di finanza questa mattina negli uffici dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi di Firenze. Secondo quanto appreso, l’attività delle Fiamme gialle sarebbe stata svolta nell’ambito di un’inchiesta sulla facoltà di Medicina per presunte turbative nell’organizzazione di concorsi, nella quale sono indagate una ventina di persone, tra cui il il direttore generale di Careggi Rocco Damone.
Secondo l’accusa ci sarebbero state logiche spartitorie nell’assegnazione delle cattedre universitarie e nella programmazione dei concorsi. I reati ipotizzati dai pm sono quelli di falso, abuso d’ufficio e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Nell’ambito delle indagini nel marzo del 2019 il gip di Firenze ha emesso misure di interdizione dall’insegnamento per otto docenti delle facoltà di Firenze, Milano e Padova. Alcune di questi provvedimenti sono stati poi annullati dal tribunale del riesame.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: 2/a serata, 10,1 mln e il 41% per la prima parte
La seconda sfiora i 4 mln con il 45.7%. La media è del 42.1%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
04 marzo 2021
10:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La seconda serata del Festival di Sanremo ha ottenuto ieri su Rai1 10 milioni 113 mila telespettatori pari al 41.2% di share, la seconda 3 milioni 966 mila con il 45.7%. In media ha raccolto 7 milioni 586 mila spettatori con il 42.1%.

Nel 2020 la seconda serata del Festival fu seguita da 12 milioni 841 mila telespettatori, pari al 52.5%, nella prima parte e da 5 milioni 451 mila con il 56.1% nella seconda.
L’ascolto medio raggiunse i 9 milioni 693 mila spettatori pari al 53.3% di share.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Sanremo, bar sfida restrizioni, tra cori verso agenti
Gestore continua a servire oltre orario limite, in 60 con lui
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
03 marzo 2021
20:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Clamorosa iniziativa di protesta contro le restrizioni anti-covid in un bar in centro a Sanremo, non lontano dall’Ariston. Il gestore ha continuato a servire aperitivi oltre l’orario ‘limite’ delle 18 e quando sul posto è intervenuta una dozzina tra vigili e poliziotti si sono scatenati cori di sostegno: una sessantina i partecipanti, tra gli avventori del locale e altri sostenitori che si sono aggregati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La gente vuole lavorare, voi avete lo stipendio sicuro”, oppure “Lo stipendio ve lo paghiamo noi”, hanno scandito rivolti alle forze dell’ordine. La zona di Sanremo da domani passa in ‘arancione rinforzato’ (il resto della Liguria è gialla).
I partecipanti alla protesta hanno anche organizzato una colletta simbolica, raccogliendo 5 euro tra ciascuno dei presenti, per offrire i soldi per la probabile multa al gestore del locale nella centralissima via Corradi. Tra i cori da stadio rivolti alle forze dell’ordine si è udito spesso anche quello di “lavoro, lavoro, lavoro”.
Tra i titolari di bar e ristoranti di Sanremo è montato il malumore nelle ultime ore dopo che ieri sera un’ordinanza regionale restrittiva, legata all’andamento dei contagi, ha deluso quanti speravano di poter lavorare, soprattutto nei giorni del Festival, anche grazie al fatto che da lunedì la Regione Liguria è tornata in zona gialla. Tra le proteste, nel pomeriggio alcuni tra loro hanno anche annunciato l’intenzione di devolvere in beneficenza le derrate alimentari acquistate che però non potranno utilizzare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
8 Marzo: sale Essai, riapertura simbolo contro la violenza
Iniziativa Fice ad un anno dalla chiusura per pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
13:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Contro ogni chiusura mentale e culturale”. E’ lo slogan scelto dalla FICE – Federazione Italiana Cinema d’Essai che rende omaggio alla festa della donna chiedendo alle oltre 500 sale associate di riaprire simbolicamente, l’ 8 marzo alle 20 – peraltro ad un anno esatto dalla chiusura dei cinema disposta dal governo nella lotta alla pandemia Covid – per schierarsi contro la violenza di genere “con film che parlano di donne ,della loro lotta quotidiana”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per le sale d’essai”, commenta il Presidente FICE Domenico Dinoia, “Il cinema non rappresenta solamente una forma di intrattenimento e svago, ma da sempre svolge un importante ruolo sociale e culturale, contribuendo alla crescita civile del paese”. Proprio in questi ultimi mesi, prosegue, “stiamo assistendo ad un incredibile aumento degli episodi di violenza contro le donne, spesso sfociati in crudeli femminicidi. Proprio il cinema d’autore ha proposto negli ultimi anni molti film che hanno affrontato il tema, e per questo, nonostante le sale siano ancora chiuse, vogliamo dare un segnale di vicinanza a tutte le donne proiettandoli ‘simbolicamente’ nelle nostre sale”.
Tra i tanti titoli che sono stati proposti alle sale associate: i documentari Santa subito, Sono innamorato di Pippa Bacca, Nilde Jotti Il tempo delle donne, Alla mia piccola Sama; i lungometraggi Cosa dirà la gente, La candidata ideale, Sola al mio matrimonio, Sofia, Dio esiste e si chiama Petrunya, Marie Curie, Miss Marx, Non conosci Papicha, Rosa Pietra Stella, Persepolis, Ribelli, Sisterhood, Vogliamo anche le rose. “Sono solo alcuni dei titoli che simbolicamente saranno proiettati nei cinema l’8 marzo, con la speranza di poter tornare presto ad accogliere il proprio pubblico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Sky Italia diritti Speciale Harry e Meghan da Oprah
“Cbs presents oprah with Meghan and Harry in onda su Tv8 il 9/3
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
15:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sky Italia ha annunciato che lo speciale Cbs Presents Oprah with Meghan and Harry, in cui Oprah Winfrey ospiterà il Principe Harry e Meghan, Duca e Duchessa di Sussex, per una chiacchierata intima, verrà trasmesso martedì 9 marzo, alle ore 21.30, su TV8.
La Winfrey parlerà con Meghan, la duchessa di Sussex, in un’intervista ad ampio spettro che verterà su diversi argomenti, dal suo ingresso nella famiglia reale, al matrimonio, la maternità, il suo impegno filantropico e di come abbia gestito la sua vita sotto un’intensa pressione pubblica.
In un secondo momento, si unirà a loro anche il Principe Harry e si parlerà del loro trasferimento negli Stati Uniti e delle speranze e dei sogni per il futuro della loro famiglia in espansione.
Lo speciale è prodotto da Harpo Productions. I produttori esecutivi sono Terry Wood e Tara Montgomery, affiancati da Brian Piotrowicz. La distribuzione internazionale è affidata a ViacomCBS Global Distribution Group. Lo speciale in prima serata della durata di due ore verrà trasmesso domenica 7 marzo, dalle ore 20 alle 22 ET/PT, su CBS Television Network negli Stati Uniti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sophia Loren miglior attrice ai premi della Aarp
Associazione anziani Usa premia anche Anthony Hopkins
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
04 marzo 2021
16:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sophia Loren per “La Vita Davanti a Se’ del figlio Edoardo Ponti e’ la migliore attrice dei “premi per adulti” assegnati annualmente dalla AARP, l’associazione americana dei pensionati.
L’organizzazione degli anziani, che ha assegnato a George Clooney il premio alla carriera, celebrera’ i riconoscimenti il 28 marzo in prima serata virtuale sulla Pbs.

Il miglior film per la Aarp e’ “The United States vs Billie Holiday”. Aaron Sorkin per “Trial of the Chicago 7” ha vinto come miglior regista e miglior attore. L’83enne Anthony Hopkins e’ stato scelto come miglior attore per il suo ruolo in “The Father”. Quest’anno per la prima volta l’associazione degli “over 65” ha introdotto categorie per la televisione e riconoscimenti sono andati a “La Regina degli Scacchi” di Netflix e “This is Us” della Nbc.   SPETTACOLI, MUSICA E CULTURA   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scala: sono una cinquantina i positivi al Covid
Anche personale che lavora a sartoria e parrucco all’Ansaldo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 marzo 2021
21:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono una cinquantina le persone risultate positive al Coronavirus negli ultimi tamponi eseguiti alla Scala di Milano. Si tratta, oltre ai ballerini, e a tre membri del cast del trittico di Kurt Weill anche di personale che lavora in sartoria e nel settore parrucco all’Ansaldo.
A precisare il numero è stato oggi il sovrintendente Dominique Mayer che ha incontrato i sindacati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Zaia, Veneto è in zona arancione
Confermato dal ministro, esempio velocità virus
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
05 marzo 2021
13:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo zona arancione, me l’ha confermato il ministro e posso dirlo”. Lo ha annunciato il presidente del Veneto Luca Zaia.
“E il dato che ci ‘spara’ in arancione – ha aggiunto – è l’esempio della velocità del virus”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lgbtqi: Bologna intitola piazzale a Marcella Di Folco
Storica attivista trans e consigliera comunale morta nel 2010
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
05 marzo 2021
13:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un piazzale all’interno del giardino di Villa Cassarini, a Bologna, è stato intitolato dalla giunta cittadina a Marcella Di Folco, storica attivista trans e consigliera comunale scomparsa dieci anni fa (1943-2010).
Un’intitolazione molto attesa da tutta la comunità Lgbtqi cittadina e non solo, di un luogo molto significativo, poco distante dal monumento dedicato alle vittime omosessuali del nazifascismo e a due passi dal Cassero di Porta Saragozza, che ha storicamente ospitato la prima sede assegnata dal Comune a un’associazione omosessuale.

Si tratta di “un modo per custodire la memoria di una persona che ha fatto la differenza per la nostra città – ha detto il sindaco, Virginio Merola – Sono contento che siamo riusciti a portare a termine l’iter a pochi giorni dal suo compleanno, che cade il 7 marzo. Quando sarà possibile e la situazione sanitaria lo consentirà sarà bello celebrare pubblicamente questo nuovo piazzale”, ha concluso il sindaco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
8 marzo: da carcere Catanzaro omaggio a donne, disegni volti
Direttrice ‘fatti da detenuto. Continua riflessione su violenza’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
05 marzo 2021
13:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un omaggio all’universo femminile, in occasione dell’8 marzo, parte da un istituto penitenziario maschile, quello di Siano di Catanzaro. Disegni particolarmente curati, opera di Michele, detenuto autodidatta, attento osservatore dei volti femminili, si notano nel percorso che all’interno della Casa Circondariale porta verso la sala teatro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Questi lavori – spiega la direttrice del carcere Angela Paravati – sono stati realizzati grazie al materiale artistico fornito dall’associazione Universo Minori, presieduta dall’avvocato Rita Tulelli, che da anni collabora con il nostro istituto, soprattutto a tutela dei rapporti affettivi con le famiglie dei ristretti. Nell’ambito delle attività trattamentali, particolare attenzione è stata sempre data alla riflessione sulla violenza nei confronti delle donne, sugli episodi, tristemente noti, di femminicidio. Letture di libri, convegni con il Comitato pari opportunità della Regione, dibattiti vari hanno avuto come scopo quello di utilizzare il tempo della detenzione per riflettere su un problema a lungo sottovalutato, in alcuni contesti non considerato proprio tale, che invece ha troppo spesso conseguenze tragiche”.
“Questa persona qui reclusa – prosegue Paravati – ha un profondo rapporto con la madre, e l’accuratezza dei disegni, l’attenzione agli sguardi, ai volti, la volontà quasi di fermare sulla carta il pensiero delle donne vuole essere un messaggio di vicinanza anche in un periodo di doppia separazione, dovuto alla pandemia ed alla detenzione”. I volti sono associati a note frasi, simbolo di quella indipendenza specificatamente femminile, che non manca di un tocco di ironia: “L’unico uomo che può metterci le mani al collo è il gioielliere”, “Non come chi vince sempre, ma come chi non si arrende mai”, “Un uomo può indossare ciò che vuole sarà sempre un accessorio della donna” e quella di Marylin Monroe: “Non piangere mai per un uomo, ti si sbava il trucco”. “Oltre a pene severe e giuste – conclude Angela Paravati – è necessario innescare un cambiamento culturale. Neanche la più severa delle punizioni può restituire una vita che non c’è più. E’ questo il messaggio che parte da un carcere maschile in Calabria l’8 marzo 2021”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccise e fece a pezzi madre, accusata anche omicidio figlio
Cercò su internet come soffocare un bambino senza lasciar tracce
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
05 marzo 2021
13:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giulia Stanganini, la donna di 38 anni che lo scorso anno uccise la madre e ne fece a pezzi il corpo, aveva ucciso anche il figlio di tre anni e mezzo. La svolta choc è arrivata oggi: la squadra mobile di Genova ha notificato una nuova ordinanza in carcere alla donna che adesso è accusata di omicidio aggravato premeditato.
Il bambino era stato trovato morto il 22 novembre 2019. La donna aveva detto di averlo trovato morto nel letto e aveva accusato il pediatra di essere stato ‘superficiale’. In un primo momento si era pensato a una causa naturale ma dopo l’omicidio della nonna del piccolo, la procura ha approfondito. Dalle indagini è emerso che la donna un mese prima della morte del piccolo aveva visitato su internet pagine in cui viene spiegato come soffocare le persone senza lasciare tracce, pagine con le parole chiave “infanticidio”, “mamme che uccidono figli” e “come uccidere un bambino”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ragazza denuncia, violentata in un parco a Roma
22enne denuncia, “stavo correndo, aggredita alle spalle”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 marzo 2021
14:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una ragazza di 22 anni sarebbe stata aggredita e violentata stamattina poco dopo le 7.30 nel parco Villa Gordiani, alla periferia di Roma. La 22enne ha raccontato alla polizia che mentre stava correndo nel parco è stata aggredita alle spalle da un uomo che, dopo averle coperto la bocca con una mano, ha abusato di lei.
La ragazza è stata portata in ospedale per gli accertamenti del caso. Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile di Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ausl Bologna, mille ricoverati, numeri mai visti
Il direttore Paolo Bordon: velocità contagio è aumentata del 50%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
05 marzo 2021
14:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In questo momento abbiamo molti casi di malattia in corso, circa 8.500 persone che sono seguite a domicilio, ma poco meno di mille sono nei nostri ospedali, che è un numero impressionante, mai visto prima, e quello che ci spaventa è la velocità di diffusione del contagio che è aumentata quasi del 50% rispetto a prima”. Lo ha detto il direttore generale dell’Ausl di Bologna, Paolo Bordon, nel corso di un’intervista all’emittente locale Etv.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusi su figli, archiviata indagine su ex calciatore Sereni
Legali ex portiere Torino, vicenda è definitivamente chiusa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
05 marzo 2021
15:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip Michele Contini del tribunale di Cagliari ha archiviato l’inchiesta a carico di Matteo Sereni, ex portiere del Torino, che era stato denunciato per una vicenda di abusi sui figli poi rivelatasi infondata. Il provvedimento ne affianca un altro, anche questo di archiviazione, emesso nel dicembre del 2019 da un giudice del tribunale di Torino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli avvocati dell’ex calciatore, Michele Galasso e Giacomo Francini, sottolineano che “la vicenda è così definitivamente chiusa”.
Nel filone cagliaritano del procedimento si era ipotizzata la realizzazione e la vendita di filmati a sfondo pornografico. I difensori del calciatore hanno affermato che i minori sono stati a lungo “interrogati con modalità inappropriate e potenzialmente suggestive di falsi ricordi” sia dalla moglie separata che dalla ex suocera, e anche dai consulenti tecnici in sede civile e penale.
Il tribunale ha affermato che “le modalità prima descritte del disvelamento dell’abuso sono l’antitesi della metodologia con la quale dovrebbe essere condotto l’esame di una minore abusata, specie se in età prescolare”. “E’ sperimentalmente provato – osserva ancora il tribunale – quando è incoraggiato e sollecitato a raccontare da parte di persone che hanno una influenza su di lui (e ogni adulto è per un bambino un soggetto autorevole) tende a fornire la risposta compiacente che l’interrogante si attende e che dipende in buona parte dalla formulazione della domanda. Tali incoraggiamenti sono stati molteplici, sia da parte degli stretti congiunti, sia da persone estranee al loro ambito familiare”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: viaggio in Iraq ‘un dovere verso terra martoriata’
Il saluto ai giornalisti sul volo papale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AEREO PAPALE
05 marzo 2021
15:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo è un viaggio emblematico, un dovere verso una terra martoriata da molti anni”. Lo ha detto il Papa salutando i giornalisti sull’aereo che lo ha portato in Iraq per il primo viaggio nella storia di un Pontefice in questo Paese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: Baghdad blindata da imponenti misure sicurezza
Strade vuote, Paese in lockdown, piccole folle presso aeroporto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BAGHDAD
05 marzo 2021
15:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ una Baghdad blindata quella che sta accogliendo Papa Francesco in queste ore. Le strade sono costellate da militari e polizia, anche con mezzi blindati.

Sorvolano il cielo alcuni elicotteri militari. Subito fuori dall’aeroporto si sono comunque viste piccole folle di persone con bandierine irachene e vaticane e cartelli di ‘benvenuto’ per Papa Francesco.
Il resto della città invece è praticamente vuoto, quasi tutti i negozi sono chiusi e non ci sono persone nelle strade. L’Iraq in questi giorni è in lockdown a causa della pandemia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: a Sanremo serrata ristoratori, marciano sull’Ariston
Per protestare contro Regione che ha cambiato colore in 4 giorni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
05 marzo 2021
15:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una cinquantina di ristoratori e baristi del centro di Sanremo ha organizzato una serrata per protestare contro la decisione del governatore della Liguria Giovanni Toti di proclamare la città in zona arancione rafforzato a causa dei contagi covid, dopo che 4 giorni prima aveva permesso loro di aprire come se fossero in zona gialla con uniche restrizionioni la chiusura delle scuole e dei parchi. La decisione, secondo gli esercenti ha provocato danni per migliaia di euro ad ogni attività con l’acquisto di scorte di cibo vista la settimana del Festival, che non hanno poi potuto utilizzare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ristoratori e baristi hanno esposto ai negozi manifestini che criticano la scelta della Regione e poi hanno ‘marciato verso l’Ariston. “Ho piena fiducia nel nuovo governo, sono sicuro che Draghi una mano ce la darà ma la Regione ha fallito – afferma Fabio Compagnucci, titolare di un bar nella centrale via Matteotti – Qualcuno deve pagare, risarcire: non tra due mesi, ma domani, noi non possiamo più aspettare”. Per Mauro Natta, titolare di un bar di via Cavour, il problema non è stato chiudere, ma le finte riaperture. “La protesta nasce, perché Toti ha voluto più volte cambiare colore e noi abbiamo perso dei soldi. Non è lavorando tre giorni, che un ristorante può cominciare a ingranare. Ora dobbiamo buttare la spesa. Anzi, volevamo darla in beneficienza, ma ci sono stati messi dei paletti. I debiti stanno diventando troppi, ci stanno sommergendo. Una cosa vorrei dirla: se faccio male il caffè, perdo il cliente; ma se un governatore di una regione fa male il proprio lavoro, allora dovrebbe perdere il posto”.
Si legge nel volantino “I commercianti di Sanremo ringraziano sentitamente il Presidente della regione Liguria Giovanni Toti, per averci fatto aprire il lunedì e chiudere il mercoledì della stessa settimana permettendoci di dissanguarci ancora di più dopo un anno di apri e chiudi. Un sentito grazie anche all’assessore Gianni Berrino. Lui, di Sanremo, non ha aperto bocca o preso posizione dando voce a chi lo ha eletto in Regione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto ex sindaco di Milano e ministro Carlo Tognoli
Aveva 82 anni, a novembre era stato colpito dal covid
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 marzo 2021
15:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex sindaco di Milano e due volte ministro Carlo Tognoli è morto questa mattina nel capoluogo lombardo. Lo annuncia Bobo Craxi: “Carlo Tognoli, un pezzo della storia milanese, della Storia Socialista e anche della nostra vita che se ne va.

Un grande dolore”, ha scritto su Twitter.
Tognoli aveva 82 anni e a novembre era stato colpito dal covid, mentre si trovava ricoverato all’ospedale Gaetano Pini per la frattura del femore.
Da sempre iscritto al Psi, Tognoli è stato sindaco di Milano per 10 anni, dal 1976 al 1986, per poi diventare prima europarlamentare e poi deputato. E’ stato poi ministro per i Problemi delle Aree Urbane del Turismo e dello Spettacolo fino al 1992, per poi lasciare ogni carica politica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta Gigia Cannizzo, sindaco antimafia di Partinico
Fu anche minacciata e costretta a vivere sotto scorta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PARTINICO
05 marzo 2021
15:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è spenta a Roma all’età di 91 anni l’ex sindaco di Partinico Gigia Cannizzo. Ex provveditore agli studi di Trapani, Gigia Cannizzo fu tra i primi sindaci donna antimafia della provincia dopo le stragi di Capaci e via D’Amelio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Molto vicina a Leoluca Orlando, amministrò Partinico per quasi due legislature. Fu eletta per la prima volta nel 1993 con il movimento politico “La Rete”, fondato proprio da Orlando, trovando poi la riconferma per un secondo mandato. Icona antimafia, viene ancora oggi ricordata per essere stata una sindaca intransigente. Il suo rigore morale e le sue capacità amministrative agitarono le cosche locali. Rimase sotto il bersaglio delle minacce per tutto il periodo in cui rivestì la carica di sindaco. Dopo aver rifondato la macchina burocratica degli appalti pubblici fu costretta a vivere sotto scorta a causa delle numerose intimidazioni mafiose. Nel 1998 fu trasferita per alcuni giorni in una località protetta dopo aver ricevuto a casa una lettera di minacce di morte con dei proiettili. Durante la carica di primo cittadino le venne assegnato il titolo di commendatore dell’ordine al merito della Repubblica italiana per le sue molteplici attività professionali, culturali, sociali, politiche ed amministrative.
Plurilaureata, ricevette anche numerosi incarichi dal ministero dell’Istruzione. La sua ultima uscita pubblica risale allo scorso settembre. Le sue condizioni di salute, data l’età avanzata, negli ultimi tempi erano peggiorate. A causa di una crisi respiratoria da tre giorni era ricoverata al Policlinico “Gemelli” di Roma, città in cui viveva da anni e dove si è spenta questa mattina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dolomiti Superski archivia stagione e punta sull’estate
Varallo, “le perdite oscillano tra il 90 e 100% del fatturato”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
05 marzo 2021
16:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dolomiti Superski archivia la stagione invernale 2020-2021 che non è mai decollata. “Le perdite oscillano tra il 90-95% del fatturato per chi opera sia d’inverno che d’estate e del 100% per chi ha una vocazione puramente invernale, tenendo presente che nel nostro settore i costi incomprimibile sono del 72%”, spiega Andy Varallo, presidente del consorzio sciistico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A questo punto Dolomiti Superski punta già sulla stagione estiva che nel 2020, nonostante la pandemia, aveva dato buoni risultati.
Il primo Dpcm del governo Draghi prolunga la chiusura degli impianti di risalita e il divieto di utilizzo degli stessi da parte degli sciatori amatoriali, fino al 6 aprile . “Dopo l’Immacolata, Natale, Capodanno e Carnevale, ora viene a mancare anche la Pasqua, ultima ricorrenza della stagione invernale in cui la pratica dello sci poteva essere combinata con qualche giorno di vacanza”, fa presente Varallo. Dolomiti Superski con i suoi comprensori sciistici affiliati, ne prende atto e rinuncia a una apertura per pochi giorni dopo il 6 aprile. Il consorzio guarda però con fiducia verso la stagione estiva. “In tempi di Covid la montagna garantisce ampi spazi e speriamo, grazie ai vaccini, di riabbracciare anche la clientela internazionale e di ridare ottimismo agli operatori”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha cento ovuli di droga nell’intestino, arrestato a Bologna
Camerunense intercettato in controlli all’aeroporto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
05 marzo 2021
16:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aveva ingerito un centinaio di ovuli, fra eroina e cocaina, un uomo arrestato all’aeroporto Marconi di Bologna. È un trentenne di origine camerunense, smascherato da Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane.
In arrivo dalla Nigeria, al momento dei controlli ha manifestato segnali di nervosismo che hanno indotto militari e funzionari a svolgere accertamenti più approfonditi. Non aveva droga nel bagaglio, ma è stato accompagnato all’ospedale Sant’Orsola per gli esami radiologici previsti in questi casi, che hanno confermato i sospetti: nell’intestino c’erano numerosi corpi estranei. È bastato aspettare per scoprire che si trattava di ovuli il cui contenuto, dopo i test, è risultato essere eroina per alcuni e cocaina per altri. In tutto circa un chilo e mezzo.
Immessa sul mercato, secondo stime degli investigatori, la droga sequestrata avrebbe fruttato tra i 100 e i 120.000 euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimbo morto a Novara, chiesto ergastolo madre ed ex compagno
Il delitto nel maggio 2019. Il pm: la donna non fece nulla per evitarlo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
OVARA
05 marzo 2021
16:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il pm Silvia Baglivo ha chiesto l’ergastolo per Nicolas Musi e Gaia Russo, a processo per l’omicidio del piccolo Leonardo, il figlio della donna di appena 20 mesi. Per l’accusa, ad uccidere materialmente il bimbo, il 23 maggio 2019, fu Musi, all’epoca compagno della donna, per cui il pm ha chiesto anche 18 mesi di isolamento diurno, ma il comportamento della madre ha rafforzato l’intento omicida del suo compagno. “Non solo non ha fatto nulla per impedire il delitto e nemmeno per evitare i maltrattamenti, ma ha sempre fornito alibi per Musi, lo ha coperto finché ha potuto”, ha detto della donna la pm Baglivo.
Il pm ha parlato per quasi tre ore: una requisitoria precisa, puntigliosa che si è conclusa con la richiesta dei due ergastoli.
”Gaia avrebbe potuto evitare che l’escalation di violenza, iniziata due mesi prima da Musi, arrivasse al punto di non ritorno, ma non ha fatto nulla – ha sostenuto il magistrato – Così come non ha fatto nulla quando le botte inflitte a Leonardo lo avevano ridotto in fin di vita: non l’ha portato al pronto soccorso, non gli ha nemmeno dato un anti-dolorifico. Anzi, inviava agli amici le foto del bimbo con il volto tumefatto per i colpi, in modo da farsi prestare soldi per ‘cure mediche’ che mai faceva”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Razzismo: in archivio Delle Chiaie centinaia di documenti
Pagine manoscritte, atti di processi e note dei servizi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
16:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Decine di faldoni, centinaia di documenti, numerose pagine manoscritte di Stefano Delle Chiaie fondatore del movimento di estrema destra Avanguardia Nazionale, pizzini, manifesti, volantini ma anche note dei servizi segreti e atti relativi a processi sulla strage di Bologna, Golpe Borghese e sull’attentato di Piazza Fontana. Un vero e proprio archivio quello trovato dagli uomini della Digos nel corso della perquisizione svolta nei giorni scorsi in un appartamento nel quartiere Cinecittà nell’ambito dell’indagine per associazione sovversiva, propaganda e istigazione all’odio razziale che vede indagate almeno cinque persone tra cui Vincenzo Nardulli, ex appartenente ad Avanguardia Nazionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per gli inquirenti l’appartamento “abusivamente occupato e di proprietà del Comune di Roma, è la sede dell’associazione culturale “Socialis” che, a detta di chi indaga, “raccoglie l’eredità politica del movimento di estrema destra sciolto in passato perché ritenuto illegale.
In totale, per gli inquirenti, sarebbero 500 le persone legate in qualche modo all’attività dell’associazione. Il materiale raccolto nel corso dell’attività istruttoria sarà ora analizzato dagli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Eugenio Albamonte, titolare del procedimento. Tra i documenti rinvenuti anche scritti legati a personaggi storici dell’estremismo di destra come un “fascicolo Valerio Fioravanti scritto da Stefano Delle Chiaie”, appunti sui Nar e pagine dattiloscritte su Gelli-P2. Tra gli oggetti anche un quadro che ritrae Benito Mussolini e un calendario del Duce.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
B&B abusivo in area protetta a Polignano a Mare, sequestro
Sigilli a 13 mila mq, accertate anche false autorizzazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
05 marzo 2021
16:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sequestro preventivo di un’area di circa 13 mila mq a Polignano a Mare, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, è stato eseguito dalla Guardia costiera di Bari per illeciti in campo edilizio, demaniale e paesaggistico.
In particolare, in località “Pietra Egea”, è stata accertata la presenza di una struttura di circa 600 mq composta da tre mini-appartamenti utilizzata come bed and breakfast, altre strutture precarie adibite a servizi igienici e deposito, piazzali, docce, un varco di accesso al mare, muri di recinzione con inserti di cemento e un bunker seminterrato in cemento armato di circa 500 mq.
Il tutto, spiegano gli investigatori, realizzato in prossimità del mare senza alcun titolo edilizio.
Inoltre, per tentare di eludere i controlli, sarebbero stati falsificati diversi permessi di costruire e autorizzazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccise moglie dell’ex amante: 30 anni in appello
Confermata la sentenza di primo grado per Chiara Alessandri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
05 marzo 2021
17:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’appello di Brescia ha confermato la condanna a 30 anni nei confronti di Chiara Alessandri, la donna che il 17 gennaio 2018 uccise tra Gorlago (Bergamo) e Erbusco (Brescia) Stefania Crotti, la moglie dell’ex amante. Prima colpi la vittima nel garage della sua abitazione nella Bergamasca e poi abbandonò la vittima nelle campagne bresciane dandole fuoco quando ancora non era morta.
I giudici bresciani, rispetto al primo grado, hanno tolto l’applicazione della misura della sorveglianza speciale una volta espiata la pena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: record di contagi in E-R, oltre 3mila nuovi casi
Superato il picco di novembre, maglia nera per Bologna e Modena
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
05 marzo 2021
17:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Record assoluto di nuovi contagi giornalieri in Emilia-Romagna da inizio pandemia, che schizzano oltre i tremila. Superato l’altro picco registrato finora che era di 2.822 il 15 novembre 2020, apice della cosiddetta seconda ondata di Covid-19.
Il bollettino della Regione evidenzia che le nuove positività sono per la precisione 3.246 rilevate da 42.699 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. La maglia nera dei nuovi contagi va ancora a Bologna (753 più 114 del circondario imolese), seguita da Modena con 701 nuovi casi. Entrambe le province sono state dichiarate ‘zona rossa’ da ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: oltre 24mila positivi in 24h, superati 3 milioni casi
297 morti,verso quota 100 mila. Ancora 222 ingressi rianimazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
17:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo balzo dei test positivi al coronavirus nelle 24 ore: oggi sono oltre 24 mila, portando il totale dei casi accertati in Italia da inizio epidemia a superare i 3 milioni. Le vittime, con le 297 odierne – dato in calo – si avvicinano sempre di più alla spaventosa soglia di 100 mila.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano a salire di oltre 200 al giorno anche i ricoverati in terapia intensiva, sempre secondo il bollettino del ministero della Salute, portando il totale dei pazienti in rianimazione di nuovo oltre i 2.500.
Oggi i test positivi sono stati per la precisione 24.036, portando il totale a 3.023.129. Dall’inizio dell’emergenza sono morte 99.271 persone.
Sono 378.463 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 339.635. Il tasso di positività è del 6,3%, in calo dello 0,4 rispetto al 6,7% di ieri.
Sono esattamente 2.525 i pazienti in terapia intensiva, 50 in più rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite.
Gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del ministero della Salute, sono 222 (ieri erano stati 232). Nei reparti ordinari ci sono invece 20.374 persone, in aumento di 217 unità rispetto a ieri.
Ci sono poi 456.470 attualmente positivi, in aumento di 10.031 rispetto alla giornata di ieri. I guariti e i dimessi dall’inizio dell’emergenza sono invece 2.467.388, con un incremento di 13.682 nelle ultime 24 ore. In isolamento domiciliare ci sono ora 433.571 persone (+9.764 rispetto a ieri).
La Lombardia fa segnare oltre 5 mila e 200 test positivi, seguita dall’Emila Romagna con più di 3 mila e 200.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID Da lunedì 8 marzo Fvg sarà arancione
Fedriga, notato cambio di passo sui vaccini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
05 marzo 2021
18:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’annuncio del presidente Fedriga giunge come un fulmine a ciel sereno, affidato a una nota della Regione: da lunedì il Fvg passa in zona arancione. I residenti nella regione un po’ se lo aspettavano ma avevano previsto che accadesse tra una settimana, che ci fosse ancora una breve tregua, prima di riprendere le limitazioni più forti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Invece il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha tirato dritto come un treno. Fedriga in poche righe spiega che il passaggio è dovuto non all’indice Rt ma all’alto numero di contagi, cresciuto in modo “repentino e vistoso”. Dunque, ultime ore di semi libertà per Trieste e Pordenone che fino all’8 marzo rimangono gialle (Udine e Gorizia invece stanno per diventare arancioni nelle prossime ore in seguito a una ordinanza proprio del Governatore. In Fvg, allora, da lunedì didattica a distanza per le scuole medie, superiori e università.
Dal punto di vista dei contagi, oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.896 tamponi molecolari sono stati rilevati 575 nuovi contagi con una percentuale di positività del 8,34%. Sono inoltre 3.234 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 248 casi (7,67%). I decessi registrati sono 12; i ricoveri nelle terapie intensive sono 64, mentre quelli in altri reparti risultano essere 396.
Infinem, l’altro grande tema: i vaccini. Fedriga ha detto di aver “potuto notare un forte cambio di passo nelle intenzioni per l’approvvigionamento dei vaccini e la strategia vaccinale, con la richiesta all’Istituto superiore di sanità per utilizzare AstraZeneca per gli over 65: uno step fondamentale, in quanto è il vaccino logisticamente più facile da gestire, e da marzo e nel secondo trimestre dell’anno saranno disponibili più dosi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Segre, minacce? Oggi parlo di chi ama, non di chi odia
Senatrice a cerimonia per consegna pergamena dei Giusti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
17:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi parlo di chi ama, non di chi odia”. Liliana Segre, al suo arrivo per una cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano, ha così laconicamente commentato gli sviluppi dell’inchiesta milanese per i commenti antisemiti sui social dopo che la sua vaccinazione anticovid.

“Oggi parlo di Susanna Aimo, che rappresentò l’esatto contrario dell’odio e dell’indifferenza”, ha spiegato la senatrice a vita in riferimento alla donna che lavorò per 47 anni con la sua famiglia, scomparsa nel ’75, pur rischiando la deportazione perché le leggi razziali lo proibivano.
I parenti di Susanna Aimo hanno ricevuto con Liliana Segre la pergamena dei Giusti in occasione di una cerimonia promossa dall’Associazione Giardino dei Giusti composta da Gariwo, insieme col Comune di Milano e all’Unione delle Comunità ebraiche italiane. “Oggi parlo di Susanna, non degli odiatori”, ha spiegato la senatrice a vita sopravvissuta ad Auschwitz
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ordinanza Marche, Ancona e Macerata in zona rossa
Pesaro Urbino, Fermo e Ascoli Piceno in arancione, Dad 100%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
05 marzo 2021
18:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, come preannunciato ieri, ha firmato una ordinanza alla luce della nuova normativa disposta dall’ultimo Dpcm. Dalle 00:00 del 6 marzo e fino al 14 marzo le province di Ancona e Macerata saranno in zona rossa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si applicano tutte le misure del nuovo Dpcm compresa la chiusura e didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado e le Università. Le province di Pesaro Urbino, Fermo e Ascoli Piceno restano in zona arancione, con applicazione di tutte le relative misure previste nel Dpcm, alle quali, informa la Rregione, va aggiunta la chiusura delle scuole secondarie di primo grado e di secondo grado (medie e superiori), statali e paritarie, delle attività formative e curricolari delle Università, delle istituzioni alta formazione artistica, musicale e coreutica, che restano in didattica a distanza al 100%. Resta in ogni caso, sia in zona rossa che in zona arancione, sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per laboratori e per l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità e bisogni educativi speciali. In base all’ultimo Dpcm del 2 marzo che entrerà in vigore domani, sabato 6 marzo, nelle zone cambiano alcune regole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cantonieri investiti nel Torinese, vittime diventano due
Ferito morto in ospedale dopo due giorni di agonia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
05 marzo 2021
18:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non ce l’ha fatta Massimiliano Ferrero, il cantoniere di 57 anni investito mercoledì pomeriggio da un mezzo compattatore di rifiuti alle porte di Pinerolo (Torino). Nonostante le cure dei sanitari, l’uomo è morto dopo due giorni di agonia all’ospedale Cto di Torino, dove era stato ricoverato in prognosi riservata.
Nell’incidente era morto sul colpo un altro cantoniere, Rino Riceli di 45anni.
L’incidente sulla strada SP 129, che conduce a Buriasco. Le due vittime, cantonieri della Città metropolitana di Torino in servizio al Circolo di Pinerolo, erano scesi dal loro automezzo nell’ambito di una attività di sorveglianza stradale quando il compattatore li ha travolti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Appalti: a Napoli rinvio a giudizio per imprenditore Romeo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
05 marzo 2021
18:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’imprenditore Alfredo Romeo è stato rinviato a giudizio dal Gup di Napoli nell’inchiesta che lo accusa di essere stato “promotore e l’organizzatore” di un sistema in grado di condizionare appalti in strutture pubbliche e non, e di controllare la gestione di patrimoni immobiliari di pubbliche amministrazioni. Rinviato a giudizio per i reati contestati, tra i quali quello associativo, corruzione, millantato credito, evasione fiscale, frode in pubbliche forniture, prosciolto per alcuni capi minori.
Rinvio a giudizio per l’ex parlamentare Italo Bocchino, l’ex governatore Stefano Caldoro e l’attuale dg dell’AslNa1 Centro Ciro Verdoliva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sardegna bianca:tende in porti e aeroporti per test ingresso
Operatori sanitari Ats, tutto pronto per controlli da lunedì 8
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
05 marzo 2021
18:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo gli ultimi sopralluoghi tecnici tra Ats, Protezione civile, autorità portuali e di gestione degli aeroporti sono stati definiti tutti gli aspetti logistici per dare immediata esecuzione all’ordinanza sui test di ingresso per chi arriva nella Sardegna in fascia bianca dal resto della Penisola, divisa tra aree gialle, arancioni e rosse.
Un provvedimento atteso già nelle prossime ore da parte del governatore Christian Solinas e che nella bozza circolata questa mattina prevede l’obbligatorietà dei test.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Se venisse confermata questa prescrizione il piano di intervento dovrà essere modulato perchè le persone da gestire in attesa dei controlli sarebbero numerose, cioè tutti coloro che sbarcano da aerei e traghetti.
Nei porti l’organizzazione da approntare prevede il montaggio di cinque tensostrutture pneumatiche a Cagliari, mentre negli altri scali marittimi di Olbia, Golfo Aranci, Santa Teresa Gallura (per i collegamenti con la Corsica) e Porto Torres sono presenti già alcune tende che potranno essere riadattate, magari unendovi alcuni gazebo. Negli scali aerei, invece, principalmente saranno utilizzati gli spazi interni alle stazioni aeroportuali, anche se a Cagliari è prevista, secondo quanto appreso, una tensostruttura nel piazzale dello scalo.
“Siamo pronti – dice il direttore generale della Protezione civile della Sardegna, Antonio Pasquale Belloi – Su una platea di 6500 volontari sparsi per tutta la Sardegna saranno circa un centinaio quelli che ruoteranno in porti e aeroporti: ci saranno quattro unità a supporto di ogni postazione, per regolare i distanziamenti e la logistica”. In 24 ore sono stati chiusi tutti gli accordi tra i gestori dei porti e aeroporti e Ares Ats che metterà a disposizione le equipe sanitarie, manca ancora qualche dettaglio me restano ancora due giorni per risolvere tutte le criticità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ragazza denuncia, violentata in un parco a Roma
La ventiduenne denuncia: “stavo correndo, sono stata aggredita alle spalle”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
05 marzo 2021
19:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una ragazza di 22 anni sarebbe stata aggredita e violentata stamattina poco dopo le 7.30 nel parco Villa Gordiani, alla periferia di Roma. La 22enne ha raccontato alla polizia che mentre stava correndo nel parco è stata aggredita alle spalle da un uomo che, dopo averle coperto la bocca con una mano, ha abusato di lei.
La ragazza è stata portata in ospedale per gli accertamenti del caso. Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile di Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Modigliani: legali difese chiedono perizia su quadri
Il giudice deciderà il 19 marzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
05 marzo 2021
19:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una perizia imparziale, di esperti nominati dal giudice per capire se i 20 quadri di Modigliani, sequestrati a Genova durante una mostra nel 2017, siano veramente falsi o no. Sulla richiesta della difesa degli imputati il giudice si è riservato e deciderà il 19 marzo insieme alla eventuale acquisizione dei documenti prodotti dal procuratore aggiunto Paolo D’Ovidio e dai legali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A processo, per truffa, falso e contraffazione di opere, ci sono sei persone: Massimo Zelman, presidente di Mondo Mostre Skira, che organizzò la mostra, Joseph Guttman, mediatore originario dell’Ungheria con base a New York e proprietario di molte delle opere sequestrate, il curatore della mostra Rudy Chiappini, italiano trapiantato in Svizzera, Nicolò Sponzilli, direttore mostre Skira; Rosa Fasan, dipendente Skira, Pietro Pedrazzini, scultore svizzero, proprietario di un “Ritratto di Chaim Soutine” che secondo gli investigatori piazzò come autentico pur sapendolo falso.
Gli accertamenti scattarono nella primavera 2017, a mostra in corso, dopo la denuncia del critico Carlo Pepi. Tra i testimoni-chiave venne individuato l’esperto francese Marc Restellini che punto’ subito il dito contro Guttman. Le perizie hanno stabilito che 20 opere, un terzo di quelle esposte, erano false. Secondo gli investigatori, coordinati dal procuratore aggiunto Paolo D’Ovidio, attraverso l’esposizione alla mostra si voleva rendere autentiche delle opere false per acquisire una maggiore quotazione e rivenderle a prezzi stellari nel centenario (caduto lo scorso anno) della morte di Modi’ .
Per i legali degli imputati, invece, le opere sono autentiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Segre: due ragazzine chiedono autografo a senatrice a Milano
‘Per noi è un modello di vita’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
05 marzo 2021
19:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due ragazzine, nel pomeriggio, hanno atteso pazientemente che Liliana Segre salutasse le autorità dopo la cerimonia di consegna delle pergamene dei Giusti nel parco Monte Stella a Milano e, timidamente, le si sono avvicinate per chiederle un autografo.
Poiché non c’erano tavoli per la firma della senatrice a vita una delle due ha porto la schiena come ‘scrivania’.

La più grande delle due, tredici anni, ha spiegato che la senatrice a vita è un loro “modello di vita”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Napoli rinviato a giudizio l’imprenditore Alfredo Romeo
(2)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
20:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’imprenditore Alfredo Romeo è stato rinviato a giudizio dal gup di Napoli nell’ambito di una inchiesta dei sostituti procuratori Carrano, Woodcock e Raffaele. All’imprenditore difeso dagli avvocati Carotenuto, Sorge e Vignola, viene contestato il reato associativo e altri reati minori.
Assolto con l’architetto Ivan Russo della Romeo Gestioni dall’unico reato di corruzione contestato.
Rinvio a giudizio anche per l’ex parlamentare Italo Bocchino, l’ex governatore Stefano Caldoro e l’attuale dg dell’AslNa1 Centro Ciro Verdoliva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Furbetti cartellino:indagati 9 dipendenti ospedale a Palermo
L’indagine è scattata tra l’ottobre e novembre del 2019
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
06 marzo 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nove “furbetti” del cartellino sono stati scoperti tra i dipendenti dell’azienda ospedaliera Arnas Civico di Palermo. Per otto di loro sono state emesse dal gip misure cautelari e uno è indagato a piede libero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I provvedimenti sono stati eseguiti questa mattina dai carabinieri della compagnia di piazza Verdi. Gli operatori sanitari finiti nell’inchiesta, coordinata dalla procura, sono accusati a vario titolo di truffa aggravata ai danni dello Stato e falso.
L’ indagine è scattata tra l’ottobre e novembre del 2019 per contrastare comportamenti di assenteismo dal lavoro tenuti da alcuni dipendenti negli ospedali Civico di Palermo e all’ospedale dei Bambini. Le indagini sono state condotte attraverso l’osservazione di video riprese, pedinamenti e acquisizione di documenti da cui emergerebbe la responsabilità dei 9 indagati che in alcuni casi si sarebbero allontanati dall’ospedale pur risultando in orario di lavoro o si sarebbero intrattenuti nelle immediate adiacenze della struttura ospedaliera per un lasso temporale non giustificabile. In un unico caso un indagato avrebbe passato il badge di una collega per farlo risultare in servizio.
Per 3 dipendenti dell’azienda ospedale Civico è scattata la sospensione dal pubblico ufficio per dodici mesi, Per 5 ex Pip, inseriti nei piani di occupazione regionale, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Uno è denunciato a piede libero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Festa di compleanno in circolo a Roma, 39 multati
In zona Quadraro, in locale per appassionati balli caraibici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
06 marzo 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una festa di compleanno con 39 partecipanti è stata scoperta dai Carabinieri della Stazione IV Miglio Appio in un circolo privato in zona Quadraro a Roma.
L’intervento è scattato, ieri pomeriggio, quando i militari, nel corso di uno dei quotidiani servizi di controllo del territorio, hanno notato delle persone di fronte all’ingresso del locale – conosciuto nella zona e punto di ritrovo per appassionati di balli caraibici – che alla loro vista hanno tentato di entrare all’interno senza farsi notare.
I militari hanno accertato che il party era in pieno svolgimento. Le 39 persone, tutte di età compresa tra i 18 e i 45 anni – perlopiù sudamericane -, sono state identificate e nei loro confronti scatterà la sanzione prevista dalla normativa anti-Covid. Tra le persone sanzionate c’è anche la presidente del circolo, una donna originaria della Bolivia di 46 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Veneto, +1.539 contagi e 17 decessi in 24 ore
Totale infetti sale a 341.281, morti toccano quota 9.953
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
06 marzo 2021
10:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovi balzo in avanti dei contagi nel report sul Covid in Veneto, Il bollettino della Regione segnala 1.539 positivi e 17 decessi nelle ultime 24 ore. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 341.281, quello dei morti a 9.953.
Negli ospedali sono ricoverati nei reparti ordinari 1.197 malati, mentre nelle terapie intensive sono 153 i letti occupati da pazienti colpiti dal virus.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:festa in b&b in centro Roma, 20 identificati e multati
A due passi da Piazza del Popolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
10:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scoperta dalla polizia locale una festa in un B&B a due passi da piazza del Popolo, al centro di Roma. 20 le persone identificate e multe per oltre 13mila euro.

Fermata anche una rissa in un parco.
Era l’una circa di questa notte quando gli agenti del I Gruppo “ex Trevi” e sono intervenuti per la segnalazione di una festa in corso in un B&B. All’arrivo delle pattuglie, alcuni partecipanti hanno provato ad allontanarsi ma, subito fermati, sono stati tutti identificati: 20 le persone sanzionate, 18 cittadini italiani e 2 stranieri, dai 20 ai 30 anni, per violazione delle disposizioni anti contagio. Oltre 13mila euro l’ammontare delle sanzioni elevate. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti di tipo amministrativo sulla struttura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Test arrivi Sardegna, Federalberghi “ok se per zona bianca”
“Ora ininfluenti su turismo, speriamo servano in vista estate”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
06 marzo 2021
11:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I controlli obbligatori per gli arrivi in Sardegna da lunedì 8 marzo sino al 24, decisi dal governatore Christian Solinas, per ora vengono promossi da Federalberghi. “Chi si sposta oggi tra le Regioni lo fa secondo le prescrizioni dell’ultimo Dpcm e quindi non certo per farsi le vacanze – spiega il presidente regionale degli albergatori Paolo Manca – la Pasqua è saltata per il divieto di trasferimento tra i diversi territori e quindi la decisione sui tamponi obbligatori in ingresso in Sardegna sono inifluenti sul fronte dei flussi turistici.
Piuttosto – aggiunge – considerata la risalita dei contagi in tutta Italia, auspichiamo che queste prescrizioni possano servire alla Sardegna per restare in fascia bianca, anche in vista della prossima stagione turistica”.
Nel frattempo proprio lunedì 8 marzo, alle 12, nella sala convegni dell’aeroporto di Cagliari-Elmas tutte le organizzazioni della filiera del turismo sono state chiamate ad un incontro urgente con il presidente della Regione Solinas e l’assessore regionale del Turismo Gianni Chessa. E’ possibile che si inizia a disegnare la programmazione per l’estate 2021, le cui prenotazioni sono alle porte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 836 positivi in 24ore, 40% ‘contatti stretti’
Quasi 3/4 casi tra Ancona (51%) e Macerata (19%) ora zone rosse
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
06 marzo 2021
11:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 836 i nuovi casi di coronavirus rilevati nelle Marche tra le nuove diagnosi nell’ultima giornata (19,1%), quasi tre quarti dei quali nelle province di Ancona e Macerata, ora in zona rossa, che ne registrano rispettivamente con 431 (51,5%) e 162 (19,3%). Lo comunica il Servizio Sanità della Regione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I soggetti sintomatici sono 92 mentre il 40,5% del totale di contagi riguarda contatti stretti di persone positive (339). Nelle ultime 24ore sono stati “testati 6.628 tamponi: 4.382 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.864 nello screening con percorso Antigenico) e 2.246 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 19,1%)”. Pesante il bilancio anche dei positivi tra i test antigenici: 182, da sottoporre al tampone molecolare, “rapporto positivi/testati pari al 10%”.
Quanto ai 836 positivi al molecolare, oltre ai casi dell’Anconetano e del Maceratese, sopra i 100 anche Pesaro Urbino (10%). Più contenuti i contagi nelle altre due province di Fermo (59) e Ascoli Piceno (54); 25 da fuori Regione. Tra i casi, a quelli di contatti ‘stretti’, si aggiungono i contatti in setting domestico (158), in setting lavorativo (18), in ambienti di vita/socialità (5), in setting assistenziale (4), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (29), screening percorso sanitario (2) e un caso proveniente da fuori regione. Per altri 188 contagi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Telecamera nella mascherina per test patente, denunciato
Al candidato i suggerimenti con le vibrazioni del telefonino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
06 marzo 2021
11:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con una piccola telecamera nascosta nella mascherina inviava le domande del test per la patente di guida allo smartphone di un conoscente che gli suggeriva le risposte corrette facendo vibrare il suo telefonino: una volta per ‘vero’, due volte per ‘falso’. Con questo sistema un 50enne di origine nigeriana ha tentato di superare l’esame alla motorizzazione civile di Bologna ma è stato scoperto e denunciato dalla polizia per truffa aggravata ai danni dello Stato.

Ad accorgersi che il candidato si comportava in modo sospetto, muovendo spesso la testa di lato, sono stati i membri della commissione di esame che, controllando con attenzione, hanno scoperto un piccolo foro nella mascherina. Quando hanno chiesto al 50enne di potere verificare il dispositivo di protezione, hanno scoperto che all’interno era stata nascosta una piccola telecamera artigianale. Allertati gli agenti del Commissariato Bolognina-Pontevecchio, è stato accertato che le immagini venivano inviate al telefonino di un amico del 50enne che doveva suggerirgli le risposte del quiz facendo vibrare lo smartphone che aveva con sé. Il candidato è stato sospeso dalla prova e denunciato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Spallanzani, 140 ricoverati, 2088 dimessi
24 sono in terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
06 marzo 2021
12:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 140 i pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2 ricoverati allo Spallanzani di Roma: 24 pazienti sono ricoverati in Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 2.088.
E’ quanto emerge dal bollettino di oggi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Gdf blocca barca con 13 persone nel sud Sardegna
Ci sono anche tre bambini e una donna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
06 marzo 2021
12:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono ripresi gli arrivi di migranti nel Sud Sardegna. Questa mattina a largo dell’Isola del Toro l’elicottero del Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza ha avvisto un barchino con a bordo 13 persone.

L’imbarcazione è stata subito intercettata dal pattugliatore “Paolini”. I migranti, tra i quali anche tre bambini e una donna, sono stati trasportati fino al porto di Sant’Antioco e saranno trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir dove rimarranno in quarantena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Polizia sospende tre feste in casa a Milano
Una con 50 persone, in altra studenti tentano fuga dai tetti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 marzo 2021
12:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono state tre le feste private in casa sospese dagli agenti della Polizia a Milano nelle ultime 24 ore. In una, alle 2 di notte, in pieno centro, erano presenti 50 persone, di età compresa tra i 19 e 26 anni, che stavano festeggiando con musica ad altro volume e alcolici.
Sono stati tutti identificati e saranno sanzionati per via della violazione delle misure anticovid.
Ieri sera in un appartamento nella zona di competenza del Commissariato Gardibaldi-venezia sono stati trovati otto giovani che stavano festeggiando un compleanno.
Sempre ieri, in zona Pagano, gli agenti del Commissariato Sempione sono intervenuti in una casa dove si stava tenendo un’altra festa tra universitari con una decina di persone.
Gli studenti hanno cercato di sfuggire ai poliziotti scappando per i tetti ma sono stati bloccati e identificati.
Anche loro saranno sanzionati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Test arrivi Sardegna,Solinas “Isola ha diritto a normalità
“Difendiamo risultati raggiunti con grande sacrificio”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
06 marzo 2021
12:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La Sardegna, prima e attualmente unica regione a essere stata classificata in zona bianca ha il diritto di tornare alla normalità attraverso un percorso graduale che difenda gli importanti risultati raggiunti con grande sacrificio”. Lo dice il governatore della Sardegna, Christian Solinas argomentando la decisione di firmare l’ordinanza che impone l’obbligo di test obbligatori o di certyificazione vaccinale o di negatività per chi arriva nell’Isola a partire da lunedì 8 marzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Priora Cascia, parità diritti per le donne non più rinviabile
“La pandemia rischia di rendere vani i sacrifici e le lotte”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
06 marzo 2021
12:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La crisi della pandemia rischia di rendere vani i sacrifici e le lotte per la parità di genere delle donne, che ancora una volta risultano vittime. Penso alle centinaia di migliaia di donne che nel 2020 in Italia hanno perso il lavoro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A dirlo è la madre priora del monastero Santa Rita di Cascia, suor Maria Rosa Bernardinis, in occasione della festa dell’8 marzo.
“Insieme alle mie consorelle – ha aggiunto la superiora – prego ogni giorno il Signore per il nostro universo tutto al femminile, il quale attende ancora una vera rivoluzione sociale, economica e culturale necessaria a raggiungere la parità dei diritti. Una parità non più rinviabile”. “È per questo – ha detto ancora suor Bernardinis – che faccio appello ai governanti e legislatori affinché permettano alla donna una reale crescita all’intero della nostra società. Senza le donne non ci sarà alcun salto in avanti per il nostro Paese, perché mancherebbe l’apporto del genio femminile”.
“Santa Rita – ha detto ancora la religiosa – sostenga la nostra preghiera affinché i governi si adoperino sempre per il bene delle donne. Ne trarrà beneficio anche l’universo maschile”. “Non dimentichiamo – ha concluso madre Bernardinis – che Dio ha creato l’uomo e la donna a Sua immagine e somiglianza. E li ha creati perché aiutandosi a vicenda contribuissero insieme all’opera della creazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: maxi rissa in Cpa Cagliari, decisi 5 rimpatri
Trasferiti al centro per il rimpatrio di Macomer (Nuoro)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
06 marzo 2021
12:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avevano partecipato alla maxi rissa scoppiata all’interno del centro di accoglienza di Monastir (Cagliari) nella notte tra il 27 e il 28 febbraio scorso ed erano stati denunciati insieme ad altri 10 connazionali. Cinque dei 15 algerini coinvolti negli scontri sono stati trasferiti dal centro di accoglienza di Monastir al quello di Permanenza e Rimpatrio di Macomer.
Dopo la denuncia gli esperti dell’Ufficio Immigrazione della Questura hanno avviato accertamenti per far scattare per le persone coinvolte nella rissa ulteriori provvedimenti. Per i cinque, considerati tra i più facinorosi, è stato ottenuto il nulla osta dell’Autorità Giudiziaria, per il trasferimento a Macomer e per il successivo rimpatrio in Algeria.
Altri due migranti di 30 e 35 anni ospiti del centro di accoglienza di Monastir sono stati arrestati dalla squadra mobile perché rientrati in Italia nonostante nel 2019 gli fosse stato vietato di tornare in Italia prima di tre anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel Barese 69 rapine con la “Uno bianca”, 4 condanne
A supermercati, stazioni di servizio, tabaccherie, farmacie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
06 marzo 2021
12:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rapinavano supermercati, stazioni di servizio (un distributore di benzina è stato rapinato tre volte in due mesi) tabaccherie e farmacie della provincia di Bari, minacciando con armi e aggredendo fisicamente le vittime. La Polizia ha eseguito ordini di carcerazione, dopo le condanne diventate definitive, emessi dalla Corte di Appello di Bari per i quattro componenti di un’associazione per delinquere responsabili di 69 rapine commesse tra il 2015 e il 2016.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La modalità ricostruita dagli inquirenti baresi era sempre la stessa: il commando giungeva sul luogo scelto per la rapina con una Fiat Uno bianca rubata, i volti coperti da passamontagna e pistole in pugno. Minacciavano titolari e clienti degli esercizi commerciali, poi fuggivano col bottino e tentavano di cancellare ogni traccia dando fuoco all’auto. Sono stati anche accertati episodi particolarmente violenti, come un assalto ad un supermercato del capoluogo durante il quale i rapinatori hanno picchiato con calci e pugni una madre di fronte ai propri figli solo per impossessarsi della borsa.
Le indagini della Polizia sono state coordinate dal pm Fabio Buquicchio, riuscendo a documentare decine di rapine a mano armata in circa un anno, fino a tre colpi in un solo giorno. Il capo della banda, il 40enne Gaetano Fornarelli, che aveva il compito di reclutare i componenti del gruppo, dovrà scontare una condanna a 14 anni e otto mesi di reclusione per 15 rapine. Uno dei complici, il 40enne Ettore D’Ambrosio, ritenuto responsabile di 14 rapine, è stato condannato a undici anni di reclusione.
Per altri due imputati, componenti della banda, il 40enne Antonello Attanasio e il 30enne Nicola Valerio, sono passate in giudicato condanne rispettivamente a otto e cinque anni di reclusione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Campania: sindaco-rianimatore, assistenza non più garantita
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CASERTA
06 marzo 2021
12:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Al momento, l’assistenza sanitaria non è più garantita”. Lo scrive il sindaco di Calvi Risorta (Caserta) Giovanni Lombardi, medico-rianimatore dell’ospedale Cotugno di Napoli, in un post pubblicato su fb subito dopo aver finito il “turno di 12 ore nel Pronto soccorso”.
“Da questa mattina – scrive Lombardi nel post pubblicato la notte scorsa – la centrale operativa regionale di smistamento non è riuscita a trovare né un posto di terapia intensiva né di sub-intensiva in nessun ospedale della Campania.
Questo significa che siamo costretti a lasciare pazienti critici in reparti non intensivistici per mancanza di posti letto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: screening Cagliari, file davanti a scuole per tampone
Alla Fiera allestito il primo hub regionale per vaccini a over80
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
06 marzo 2021
12:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
File ordinate, nessuna ressa e nessun assembranto a Cagliari, per la quarta tappa della campagna di screening di massa “Sardi e sicuri”, organizzato dalla Regione Sardegna e condotto da Ares-Ats per tracciare la diffusione del virus nell’Isola. I test si concentreranno in due giornate, il 6 e il 7 marzo, mediante l’impiego immediato dei tamponi antigenici di nuova generazione, a immunofluorescenza e alta sensibilità alla rilevazione del virus.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I cancelli delle palestre delle scuole csi Cagliari che ospitano le 17 postazioni sono stati aperti alle 8.30 questa mattina, ma le persone, soprattutto anziani, si sono messi in fila già dalle 7.
Affluenza minore alla Fiera, dove sono state allestite otto postazioni per lo screening e un’area per avviare la campagna di vaccinazione a circa un migliaio di over 80 del capoluogo.
“Sta andando molto bene – dice il commissario di Ares-Ats Massimo Temussi – questa mattina ci sono state molte file ma i tempi di attesa sono comunque accettabili. Lanciamo però un appello ai cittadini che vogliano sbrigare il test più rapidamente: alla Fiera non sci sono file e si può effettuare il tampone in maniera molto più veloce”. Soddisfatto anche il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu: “Mi sembra ci sia una grande risposta da parte dei miei concittadini. Ribadisco l’appello ad andare a fare il test: non ci sono rischi nè assembramenti ed è un’occasione. Ricordo poi che possono recarsi allo screening anche i non residenti a Cagliari che sono domiciliati in città.
Nessuno verrà mandato via”.
“La fila è stata abbastanza veloce – dice una residente del quartiere Villanova – dopo avere fatto il test ci hanno rilasciato un foglio con le istruzioni per quando ci invieranno l’sms con le credenziali per l’esito del tampone”.
Circa 600 gli uomini e le donne in campo, tra medici, infermieri, tecnici informatici e volontari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sindaco Alzano, il 2020 un’unica grande notte
Bertocchi, a marzo mancava tutto, ora speriamo nei vaccini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ALZANO LOMBARDO
06 marzo 2021
12:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 2020 è stato un’unica grande notte, faccio ancora fatica a trovare le parole per descrivere quello che è successo nelle due settimane centrali di marzo. In quel momento non si vedeva una soluzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non c’era ossigeno, non c’erano saturimetri, non c’erano mascherine. E’ stato difficile mantenere la lucidità”. Camillo Bertocchi è il sindaco di Alzano Lombardo, uno dei comuni della Val Seriana travolti dall’ondata di contagi e morti da coronavirus della scorsa primavera.
Per il sindaco è difficile fare un bilancio di quanto è accaduto. A un anno dalle chiusure generalizzate per contenere il contagio, ancora vengono decisi lockdown sul territorio italiano, le mascherine sono obbligatorie e il numero dei decessi è impressionante. “Per noi la fase 1 non è mai finita.
Abbiamo vissuto e patito di persona che cosa significa fare i conti con il virus e ne conosciamo molto bene la pericolosità”.
Uno dei momenti simbolo dei mesi appena trascorsi è stato sicuramente il trasporto delle salme dei cittadini bergamaschi con i camion militari. “E’ stata una sconfitta totale, nel 2020 mai avremmo immaginato una cosa del genere. Addirittura non avere avuto la possibilità di dare un ultimo saluto, un ultimo abbraccio, a un familiare o a un caro amico. Eravamo totalmente travolti dal dolore”. Ancora oggi Bertocchi trattiene a stento l’emozione: “Sono tantissime le storie che mi hanno segnato, ma quello che mi ha generato maggiore senso di frustrazione e di impotenza è stato quando i miei concittadini mi telefonavano per chiedermi bombole d’ossigeno. E non potevo essere di nessun aiuto”.
Dal suo punto di vista, l’estate, con l’apertura di ristoranti e discoteche, è trascorsa in modo “assurdo, incomprensibile, per via di una grande sottovalutazione del rischio”. L’anno scorso il sindaco aveva lanciato un appello di prudenza ai ragazzi, e continua a farlo ancora oggi.
Sui vaccini, Bertocchi confida che siano “l’unica grande speranza”. E se il calendario va a rilento “manca la materia prima”, allora secondo il primo cittadino sono necessari “interventi forti da parte dello Stato per tutelare l’interesse principale, ovvero la salute dei cittadini”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: scontro tra auto e moto a Scampia, due morti
Le vittime erano in sella ad uno scooter
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
06 marzo 2021
13:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due uomini – di 41 e 31 anni – hanno perso la vita in un grave incidente stradale avvenuto la scorsa notte in via Arcangelo Ghisleri, nel Rione napoletano di Scampia. Le due vittime erano in sella ad uno scooter che, per cause ancora in corso di accertamento, si è scontrato con una utilitaria sulla quale viaggiavano tre ragazze.
Per loro le conseguenze dell’impatto non sono gravi.
I due uomini sono stati immediatamente soccorsi ma per loro non c’è stato nulla da fare. Sulla vicenda indagano gli agenti della polizia municipale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fuga di gas nel Fiorentino, evacuate una ventina di persone
A causa di un incidente stradale, sul posto intervento Vvf
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FUCECCHIO
06 marzo 2021
13:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A causa di una fuga di gas, causata da un’incidente stradale, una ventina di persone sono state momentaneamente evacuate, a scopo precauzionale, in via di Rosaiolo a Fucecchio (Firenze).
Sul posto intervento dei vigili del fuoco del comando di Firenze, distaccamento di Empoli (Firenze).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa incontra leader sciita Al-Sistani
‘Terrorismo tradisce fede, non possiamo tacere’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NASSIRIYA
06 marzo 2021
13:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa Francesco ha incontrato la massima autorità religiosa degli sciiti dell’Iraq, il Grande Ayatollah Al-Sistani. L’incontro, di carattere privato, si è tenuto nella casa del leader religioso, nella città santa di Najaf, al Sud dell’Iraq.
Si tratta di uno dei principali appuntamenti del viaggio di Papa Francesco in Iraq.
Nell’incontro interreligioso che si è successivamente tenuto sulla Piana di Ur (Nassiriya), il Papa ha chiesto a tutti i leder religiosi di prendere le distanze dai fondamentalisti e dal terrorismo. “Dio è misericordioso” e “l’offesa più blasfema è profanare il suo nome odiando il fratello. Ostilità, estremismo e violenza non nascono da un animo religioso: sono tradimenti della religione. E noi credenti non possiamo tacere quando il terrorismo abusa della religione” Per Papa Francesco “sta a noi – ha detto rivolgendosi a tutti i leader religiosi, cristiani, musulmani, ebrei, yazidi – dissolvere con chiarezza i fraintendimenti. Non permettiamo che la luce del Cielo sia coperta dalle nuvole dell’odio! Sopra questo Paese si sono addensate le nubi oscure del terrorismo, della guerra e della violenza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: da 8 marzo scuole chiuse in 40 comuni della Toscana
E per tutta la prossima settimana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
06 marzo 2021
14:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì 8 marzo e per tutta la prossima settimana, le scuole di 40 dei 273 comuni della Toscana rimarranno chiuse. E’ quanto disciplinato con ordinanze dal presidente Eugenio Giani, a seguito della sessione di lavoro con il il comitato toscano per l’emergenza e la prevenzione scolastica (Ceps), conclusa in nottata con i sindaci dei territori interessati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ prevista la ‘sospensione delle attività dei servizi educativi dell’infanzia, mentre le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgeranno esclusivamente con modalità a distanza’. “Nella zona rossa, come nel caso dei 20 comuni della provincia di Pistoia, la chiusura è un fatto automatico secondo l’ultimo Dpcm; a questi si sono aggiunti i comuni di Cecina e Castellina Marittima, appartenenti a province diverse e territorialmente contigui” spiega il presidente, che preannuncia una sola deroga per le Terme di Montecatini: “Rimarranno aperte, perché in questo caso c’è un aspetto di prevenzione sanitaria”. Nella Toscana arancione, ai 22 comuni rossi se ne aggiungo ora altri 18: in 15 la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado è interamente disciplinata da ordinanza regionale; in altri tre – Siena, Arezzo e Follonica – la disposizione sarà presa dai sindaci ma in condivisione con Giani, con specifico richiamo nell’ordinanza regionale: “Essendo comuni più grandi occorreva un’ordinanza più calibrata sulla specificità locale”, precisa il presidente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: No Dad, a Napoli in piazza con mangiafuoco e lumini
Protesta anti De Luca che richiamò in lockdown uso lanciafiamme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
06 marzo 2021
14:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le performance di un mangiafuoco e un grande striscione che dice ‘Un anno senza scuola’: sono i simboli della protesta delle famiglie No Dad di Napoli scese oggi in piazza a quasi un anno dal lockdown e dalla prima chiusura delle scuole. “Anche noi abbiano il lanciafiamme” ha detto Flavia Brescia, mamma ed educatrice, riprendendo lo slogan del lanciafiamme utilizzato dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca, proprio durante il lockdown per ‘convincere’ i cittadini a rispettare le regole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E contro De Luca sono stati intonati oggi in Via Toledo alcuni cori tra cui ‘De Luca buffone’.
Il governatore da mesi è nel mirino dei No Dad a causa delle sue ordinanze con cui a più riprese le scuole in Campania sono state chiuse “in contrasto” con le norme nazionali indicate nei dpcm che si sono susseguiti. “Vogliamo che sia garantito il diritto costituzionale all’istruzione per i nostri figli – ha proseguito Flavia – che è dato dalla scuola in presenza. In questi pochi giorni di apertura, appena 30 consecutivi, la scuola ha dimostrato di essere sicura perché in classe sono seguiti e attuati i protocolli di sicurezza”. Da settembre a oggi – sottolinea un cartello – le scuole a Napoli sono state chiuse per 139 giorni. Scuole che sebbene la Campania oggi sia in zona arancione sono già chiuse in virtù di un’ordinanza della Regione e che continueranno a restare chiuse visto il passaggio da lunedì in zona rossa. ‘Chiediamo Asilo…e pure elementari, medie e superiori’ recita un altro striscione fissato a terra da lumini accesi a simboleggiare “la morte” della scuola. E diverse sono state in questi mesi le lettere inviate dal Coordinameno Scuole Aperte Campania prima all’ex premier, Giuseppe Conte, e una settimana fa al nuovo presidente del Consiglio, Mario Draghi, in cui i genitori No Dad chiedono al.Governo “di subentrare” alla Regione nella gestione della scuola. E a chi fa notare l’aumento dei contagi, i No Dad rispondono che “i report della Regione riportano i contagi per fasce d’età: non sono contagi nelle scuole perché includono anche ragazzi risultati positivi mentre erano in Dad, segno che hanno contratto il virus fuori dalle scuole”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: gente in strada in centro a Napoli ma senza criticità
Più affollate vie shopping in quartiere Vomero.Lunedì zona rossa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
06 marzo 2021
14:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gente in strada a Napoli nell’ultimo weekend in zona arancione prima del passaggio da lunedì in zona rossa senza, tuttavia, situazioni di particolare criticità. Nella centrale via Toledo napoletani a passeggio ma finora non si è vista la folla come nelle scorse settimane.
Qui tanti i rappresentanti delle forze dell’ordine che sono a presidio dell’area.
Più affollate invece le vie dello shopping nel quartiere Vomero. Nell’isola pedonale Scarlatti- iordano tanta gente in giro tra ultimissimi saldi, alla ricerca di un’occasione, e chi ne approfitta per una passeggiata prima delle restrizioni che scatteranno da lunedì con il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Udine, prorogata zona rossa ex caserma Cavarzerani
Ordinanza sindaco da oggi al 18 marzo, per 8 casi positivita’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
06 marzo 2021
15:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prorogata oggi fino al 18 marzo dal Comune di Udine l’ordinanza di divieto di ingresso e uscita dall’ex caserma Cavarzerani emanata lo scorso 25 febbraio, struttura utilizzata come luogo per ospitare i richiedenti asilo. Lo ha reso noto il Comune, riferendo che la decisione è stata presa a seguito del riscontro, da parte del Dipartimento di prevenzione, di 8 casi di positività al Covid-19 tra gli ospiti.

“L’ordinanza contingibile e urgente che prevede il divieto di ingresso e di uscita dalla struttura per chiunque non sia debitamente giustificato da oggi al 18 marzo – ha precisato il Comune – ha l’obiettivo di contrastare la diffusione del contagio”.
L’ordinanza di fatto rende l’ex caserma alla periferia est del capoluogo friulano una “zona rossa”, come era accaduto con analoghi provvedimenti presi dal primo cittadino nei mesi scorsi. La Cavarzerani era stata messa in quarantena una prima volta il 21 luglio scorso, quando tre persone appena accolte furono trovate positive al coronavirus.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:medico Napoli ‘non garantita assistenza’, Dg ‘è falso’
Rianimatore, in Campania intensive piene. Di Mauro, smentisco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
06 marzo 2021
15:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un medico rianimatore dell’ospedale Cotugno di Napoli lancia l’allarme: “Al momento, l’assistenza sanitaria non è più garantita, da questa mattina la centrale operativa regionale di smistamento non è riuscita a trovare né un posto di terapia intensiva né di sub-intensiva in nessun ospedale della Campania”. Ma il dg dell’Azienda dei Colli (ospedali Cotugno, Monaldi e Cto), Maurizio Di Mauro, smentisce e precisa: c’è una “situazione critica all’Azienda dei Colli, ma la rete regionale funziona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Importante non creare allarmismo”.
Tutto è iniziato stamattina da un post su Facebook del sindaco di Calvi Risorta (Caserta) Giovanni Lombardi, medico-rianimatore dell’ospedale Cotugno di Napoli che ha lanciato un vero e proprio sos. Ma Di Mauro ha precisato: “La situazione è sicuramente complessa e abbiamo registrato, negli ultimi giorni, un aumento della richiesta di posti letto nelle strutture dell’Azienda Ospedaliera dei Colli, richiesta che ha portato a una saturazione delle degenze di terapia intensiva e sub intensiva presso l’ospedale Cotugno e l’ospedale Monaldi, ma la rete regionale funziona e, grazie ai trasferimenti e al turnover, si riesce a sopperire alla domanda. Si smentisce categoricamente, inoltre, che possa venir meno l’assistenza sanitaria nella nostra regione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiesa: Servi Maria lasciano Superga, Basilica senza messa
Domani l’ultima liturgia, il futuro è una incognita
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
06 marzo 2021
16:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo 57 anni i Servi di Maria lasciano la Basilica di Superga, capolavoro Settecentesco dello Juvarra e luogo di sepoltura dei membri di Casa Savoia. Padre Mario celebrerà domani mattina l’ultima messa nella Chiesa sulla collina di Torino famosa anche per la tragedia aerea in cui nel 1949 persero la vita Valentino Mazzola e gli altri Invincibili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Poi non ci sarà più nessuno ad occuparsene. E il futuro è una incognita.
“Non vuol dire che la basilica chiuderà, ma chissà…”, lancia l’allarme Emanuele Giletti, diacono e fratello del presentatore televisivo Massimo, a cui le sorti della Basilica stanno particolarmente a cuore. “E’ dal 2013 che i Servi di Maria – spiega – denunciano la situazione. Immagino che la sua gestione passerà alla Curia, che non potrà lasciare la Basilica chiusa, e il Museo alla Soprintendenza. Ma, appunto, chissà…”.
Alla base di quella che Giletti definisce una “storia amara” ci sono la “tragica mancanza di vocazioni e di attenzione da parte di tutti”. Negli ultimi decenni a gestire la Basilica erano rimasti tre padri Serviti: Padre Venanzio, 91 anni, trasferito a Genova dove è tuttora operativo, padre Benedetto Marengo, morto alcuni anni fa, e appunto padre Mario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cc ucciso: pm Roma chiede due ergastoli
Elder e Hjorth accusati di concorso in omicidio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
06 marzo 2021
17:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiedo il carcere a vita per Finnegan Lee Elder e Gabriele Natale Hjorth”. E’ la richiesta del pm di Roma Maria Sabina Calabretta, al termine di una requisitoria durata circa quattro ore, per i due americani accusati dell’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega avvenuto il 26 luglio del 2019 nel corso di una drammatica colluttazione in strada del quartiere Prati a Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sostituto procuratore ha esordito affermando che questa vicenda è caratterizzata da “fatti gravi” e “grave è l’ingiustizia che è stata commessa contro un uomo buono, che stava lavorando”. Si è trattato di “una aggressione, un attacco sproporzionato e micidiale: una azione univoca per uccidere, la finalità era uccidere”. Per il pm Cerciello “avrebbe potuto poco anche se armato e non lo era. La volontà di Elder era omicidiaria”. “Non fu legittima difesa. Entrambi gli imputati sono andati all’incontro preparandosi, erano pronti a tutto anche allo scontro fisico per raggiungere il loro obiettivo”, prosegue la requisitoria del pm.
“I carabinieri – prosegue – si sono qualificati, hanno mostrato il tesserino ed erano in servizio: si sono avvicinati frontalmente, non alle spalle. Cerciello non è stato ammazzato con una coltellata ma con undici fendenti. La giovane età degli imputati e il fatto che siano incensurati non tolgono gravità ai fatti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tognoli: aperta camera ardente, garofani sul feretro
Assieme alla famiglia a Palazzo Marino sindaco Sala e Martelli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
06 marzo 2021
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un breve applauso ha accolto l’arrivo a Palazzo Marino del feretro di Carlo Tognoli, ex sindaco di Milano, scomparso ieri all’età di 82 anni. Ad attenderlo in piazza Scala diverse decine di persone, tra cui l’ex ministro Claudio Martelli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprire la camera ardente in sala Alessi il sindaco di Milano Beppe Sala e la vedova del più volte ministro, Dorina Tognoli, insieme ai due figli Anna e Filippo e ai nipoti.
Fuori da Palazzo Marino, alcune bandiere del partito socialista. Intorno alla bara e sopra al feretro, tanti garofani rossi. E poi tanti milanesi venuti a rendere omaggio a quello che fu il più giovane sindaco di Milano.
Hanno reso omaggio a Tognoli anche l’assessore al welfare della Lombardia Letizia Moratti, il deputato del Pd Emanuele Fiano, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Bruno Tabacci, il presidente dell’Anpi di Milano Roberto Cenati. Ma anche Ricky Gianco e Claudia Buccellati.
“Un uomo straordinario nella sua umanità e costanza dell’impegno politico cui non è mai venuto meno – lo ha ricordato Claudio Martelli – Ha risollevato Milano dopo gli anni di piombo e ha avuto grandi intuizioni come quella sulla mobilità”.
Un ricordo più personale quello di Emanuele Fiano: “il primo ricordo che ho di Tognoli è di me bambino alla scuola ebraica: fu il primo sindaco di Milano a venire in visita e fu molto dolce, parlammo della storia di mio padre”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: nel Lazio da lunedì Frosinone in zona rossa
Zingaretti, “Regione zona gialla non è regalo, serve cautela”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
06 marzo 2021
17:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Frosinone e provincia diventano da lunedì zona rossa. “Pronta l’ordinanza: alle ore 00.01 di lunedi’ scatta la zona rossa per la provincia di Frosinone, mentre terminano le ulteriori restrizioni per i comuni di Colleferro, Carpineto (Fr) e Roccagorga (Lt)”, annuncia l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.

“Sono felice che ancora una volta il Lazio sia rimasto in zona gialla, ma faccio un appello alla prudenza e cautela.
Bisogna evitate luoghi affollati e di stare vicino ad altre persone senza mascherine”, ha detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti, in occasione dell’inaugurazione dell’hub vaccinale alla stazione Termini di Roma. “La nostra regione è rimasta di più in zona gialla solo perché tutti abbiamo avuto un atteggiamento responsabile – ha aggiunto – . Nulla ci è stato regalato, l’ultimo miglio è il più bello ma anche il più pericoloso”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: in sacchi di spazzatura, manifestazione a Trieste
E’ ‘così che sono considerati’. Un centinaio persone in piazza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
06 marzo 2021
18:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sacchi della spazzatura, perché così “sono considerati i corpi dei migranti che in terra di Croazia vengono picchiati, umiliati e violentati prima di essere respinti”, o abiti neri e un foulard rosso attorno alla testa come le madri di Plaza de Mayo, trasferendo simbolicamente l’esperienza argentina a quella della rotta balcanica. Si sono presentate vestite in questo modo alcune delle oltre cento persone che questo pomeriggio in piazza della Libertà a Trieste hanno preso parte alla manifestazione organizzata dall’associazione ‘UnitedCultures’, che ha aderito al manifesto ‘Un ponte di corpi’ promosso dall’attivista dell’associazione di volontariato e assistenza ai migranti Linea d’Ombra, Lorena Fornasir.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Costruiamo idealmente con i nostri corpi un ponte simbolico di attraversamento della frontiera, per denunciare le continue violenze e i respingimenti di cui sono vittime le persone che tentano di raggiungere via terra o via mare un luogo in cui poter vivere con dignità”, ha affermato Maria Luisa Paglia di UnitedCultures.
“Il nostro è un grido muto – ha concluso Paglia – ma di grande di solidarietà nei confronti delle persone bloccate nella pattumiera umana della Bosnia”.
Oltre a Trieste, sono state diverse le piazze in tutta Italia e in alcune città europee dove si è manifestato per lo stesso motivo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoli:Capo 118,su 110 medici 75 potrebbero lasciare
Recupero integrativi grave, tutti verrebbero portati in ospedale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
06 marzo 2021
18:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“A Napoli su 110 medici del 118 circa 75 potrebbero lasciare. Significherebbe fare solo trasporto in ospedale e non curare più le persone all’arrivo sul posto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo afferma Giuseppe Galano, direttore del 118 a Napoli e coordinatore della Campania, riferendosi all’intenzione di molti medici di lasciare l’emergenza dopo la sentenza che impone loro di restituire i compensi integrativi degli ultimi anni.
“Non togliendo dignità all’infermiere – spiega Galano – devo però ricordare che non può fare per legge la diagnosi e la terapia, quindi a quel punto tutti coloro che chiamano il 118 verranno trasportati in ospedale. Lo dico anche come esortazione ad avere attenzione a questo problema che non può limitarsi a integrare indennità per il futuro ma deve risolvere assolutamente il recupero del pregresso che si aggira a circa 100.000 euro a medico. Non si può ripagare una classe professionale come i medici del 118 in questa maniera, credo che tutti abbiamo giudicato questi uomini come eroi e ora li trattiamo come evasori”. Galano sottolinea che “fermo restando che sono convinto che ci sia un problema burocratico amministrativo che si può risolvere, la mancanza del medico del 118 potrebbe aggravare i problemi del pronto soccorso, cosa che un sistema messo alla prova dal covid non potrebbe sopportare. Cito un dato: solo l’anno scorso abbiamo curato circa 20.000 interventi, tra cui molti covid, curato sul posto senza portarli in ospedale. Questo filtro fondamentale che ha fatto il 118 se dovesse venire meno ci metterebbe davvero in difficoltà. Forse una soluzione potrebbe essere cambiare lo status dei medici del 118, non più convenzionati ma assunti dalle Asl, in modo di dare diritti e piena stabilità ai loro compensi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: aperto hub a Termini, è il primo in una stazione
All’inaugurazione anche Zingaretti e Speranza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
06 marzo 2021
19:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Apre il nuovo hub regionale di vaccinazione anti-Covid alla stazione Termini di Roma. È il primo centro vaccinale in una stazione italiana.
Presenti alla cerimonia di inaugurazione, tra gli altri, il ministro della Salute, Roberto Speranza, il governatore Nicola Zingaretti, l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, il presidente Nazionale Cri, Francesco Rocca e il direttore generale della Asl Roma 1, Angelo Tanese. Dopo i punti vaccinali aperti alla Nuvola dell’Eur, all’Auditorium – Parco della Musica e presso l’area Lunga Sosta dell’aeroporto di Fiumicino si aggiunge un altro importantissimo spazio dedicato alle vaccinazioni anti-Covid, questa volta nel cuore della Capitale.
L’hub Termini è dotato di 17 postazioni di anamnesi e 24 dedicate alla vaccinazione, sono inoltre presenti 2 postazioni ad uso esclusivo delle persone diversamente abili. Nel nuovo centro vaccinale saranno effettuati inizialmente 600 vaccini al giorno a partire dal personale scolastico, per poi aumentare progressivamente fino a 2.000 vaccinazioni al giorno a regime.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, da metà marzo certificato per cittadini
Finora mezzo milione vaccinati, si scaricherà online
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
06 marzo 2021
19:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“A metà del mese tutti i cittadini vaccinati, circa mezzo milione ad oggi nel Lazio, potranno scaricare online il certificato vaccinale”. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, in occasione dell’inaugurazione del nuovo hub alla stazione Termini.
“Siamo pronti – ha aggiunto – si potrà scaricare online dal fascicolo sanitario elettronico di ognuno. Sarà un certificato in doppia lingua dove verrà segnalata la doppia somministrazione e l’attestazione a firma autenticata attraverso un qr code”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: stop lockdown, paese Sassarese da zona rossa a bianca
Ma a Bono chiuse sino al 13 le scuole di ogni ordine e grado
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
06 marzo 2021
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Comune di Bono, nel Sassarese, si prepara ad uscire dal lockdown e cambiare colore passando direttamente da zona rossa a quella bianca, anche se le scuole di ogni ordine e grado resteranno fino al 13 marzo compreso (salvo proroga). Lo ha deciso il sindaco del paese del nord Sardegna, Elio Mulas, con un’ordinanza in vigore da domenica 7 marzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Visto il parere espresso dal servizio sanitario, in cui ci viene raccomandato il posticipo dell’apertura delle scuole per motivi di sicurezza, visti i dati che riguardano la trasmissione del virus all’interno degli ambienti scolastici, con tale ordinanza si stabilisce la chiusura delle scuole – si legge nel messaggio pubblicato sulla pagine Facebook ufficiale dell’amministrazione – Mentre, da domani 7 marzo 2021, tutte le attività finora chiuse potranno riprendere.
Questa graduale riapertura, non è un ‘liberi tutti’, quindi, si raccomanda tutta la popolazione di continuare a seguire le norme di sicurezza e indossare sempre i dispositivi di protezione individuale, evitando assembramenti. Si tratta, soprattutto, di rispettare quei lavoratori che hanno dovuto chiudere l’attività, facendo enormi sacrifici per andare avanti”.
Dal 7 marzo, quindi, resteranno due i Comuni del Sassarese in lockdown a causa dell’aumento dei contagi favoriti dalla diffusione della variente inglese: La Maddalena, che ha appena prorogato di un’altra settimana la zona rossa, e San Teodoro, che nonostante numeri più confortanti ha deciso di attendere la naturale scadenza dei termini indicati nell’ordinanza che saranno in vigore fino alle 23:59 di mercoledì 10 marzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: folla nelle zone della movida a Roma, chiusure e multe
Misure anti-assembramento a Trastevere, Ponte Milvio e S.Lorenzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
06 marzo 2021
21:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Folla in diverse zone della movida a Roma. Diversi gli interventi della polizia locale per sciogliere assembramenti e ripristinare condizioni di sicurezza nei principali luoghi di ritrovo come a Ponte Milvio, San Lorenzo e Trastevere dove in alcune piazze sono scattati i provvedimenti di chiusure temporanee per far defluire le persone.

In zona Appio Tuscolano elevate sanzioni per assembramenti e somministrazione di cibo e bevande dopo le 18 in due locali. In corso mirati controlli anche per contrastare la vendita irregolare di bevande alcoliche da parte dei minimarket.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Emis Killa Jake La Furia in vetta
Emis Killa Jake La Furia in vetta per gli album
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
19:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Emis Killa & Jake La Furia conquistano la vetta della hit parade con la riedizione speciale di “17”, uno degli album di maggior successo del 2020. “17 – Dark Edition”, oltre a tutto l’album rilasciato a settembre, contiene 5 inediti e 2 RMX.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i singoli, dove si conferma in testa La canzone nostra di Mace, Blanco & Salmo, fanno irruzione i brani di Sanremo: Chiamami per nome di Francesca Michielin & Fedez è secondo, Voce di Madame è settimo, Dieci di Annalisa è dodicesimo e Zitti e buoni dei Maneskin quattordicesimo.
Tornando alla classifica degli album, resta al secondo posto ‘Obe’ (acronimo di Out of body experience), il nuovo progetto discografico di Mace, davanti a ‘OK’ di Gazzelle che resta in terza posizione.
Alle spalle del podio le new entry: Bro’ (Amici 2021), la compilation di Amici di Maria De Filippi e California, il primo album d’esordio da solista di B3N (ovvero Benjamin Mascolo, del duo Benji&Fede).
Giù di una posizione Plaza di Capo Plaza, questa settimana sesto. A seguire Sfera Ebbasta con ‘Famoso’ e “ALI – Per chi non ha un posto in questo mondo”, il primo album de Il Tre, la scorsa settimana in vetta . Chiudono la classifica Marracash con Persona, primo anche tra i vinili, e The Weekend con After hours.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuove Proposte, Premio della Critica a Wrongonyou
Ha avuto 22 preferenze
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
05 marzo 2021
21:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Va a Wrongonyou il Premio della Critica Mia Martini per le Nuove Proposte, con il brano Lezioni di volo.
Wrongonyou ha avuto 22 preferenze, Davide Shorty 21, Gaudiano 11.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuove Proposte, a Davide Shorty Premio Lucio Dalla
Con il brano Regina
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
05 marzo 2021
21:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Davide Shorty vince il Premio della Sala Stampa Lucio Dalla, con il brano Regina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: Gaudiano vince tra le Nuove Proposte
Secondo Davide Shorty, poi Folcast e Wrongonyou
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
05 marzo 2021
21:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gaudiano con il brano Polvere da sparo vince il festival di Sanremo tra le Nuove Proposte.
Secondo Davide Shorty con il brano Regina, terzo Folcast con il brano Scopriti, quarto Wrongonyou con il brano Lezioni di volo.

A votare sono stati chiamati la sala stampa (33%), la giuria demoscopica (33%) e il pubblico con il televoto (34%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: Ermal Meta in testa alla classifica generale
Ancora al primo posto dopo la quarta serata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
06 marzo 2021
02:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ermal Meta, con Un milione di cose da dirti, guida ancora la classifica generale dei Big in gara al festival di Sanremo, frutto della media tra le votazioni nelle prime tre serate. (segue).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tempa Rossa: “attività sia in sicurezza”, stop impianto
Il Centro Oli della Total in Basilicata fermato dalla Regione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
06 marzo 2021
09:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Centro Olio “Tempa Rossa” della Total – la cui messa in esercizio definitiva è avvenuta nello scorso mese di dicembre – si ferma. Lo ha reso noto la Regione Basilicata.
“Al fine di assicurare ai lucani che l’impianto – è scritto in un comunicato – eserciti la sua attività in piena affidabilità e sicurezza, la Regione Basilicata ha chiesto alle società concessionarie una ‘fermata generale’ dell’impianto che comporterà un’attività manutentiva sostanziale. Le società hanno condiviso la richiesta della Regione e procederanno a redigere un approfondito ‘studio di affidabilità'”.
Lo ‘studio di affidabilità’ sarà “redatto – è scritto nel comunicato della Regione Basilicata – da esperti del settore con i conseguenti interventi che saranno, appunto, effettuati durante la “fermata generale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Consumi: Confesercenti, 137 mld persi in un anno pandemia
Spesa torna a livelli 1997. In 2021 450mila imprese a rischio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
06 marzo 2021
09:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I dodici mesi di pandemia sono costati all’Italia una riduzione di 183 miliardi di euro del Pil e di 137 miliardi per i consumi di cui 36 da addebitare all’assenza di turisti; abbastanza da riportare la spesa ai livelli del 1997, un passo indietro di 24 anni. Sono i conti contenuti nel Dossier “Le imprese nella pandemia: marzo 2020 – marzo 2021”, predisposto da Confesercenti.
Nel periodo hanno perso il lavoro 262mila lavoratori autonomie ,secondo i commercianti, senza interventi nel 2021 rischiano di chiudere 450 mila imprese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo,11,1 milioni e 43.3% per la prima parte della 4/a serata
La seconda sfiora i 5 milioni con il 48.2%. La media al 44.7%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
06 marzo 2021
10:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La quarta serata del Festival di Sanremo ha raccolto su Rai1 11 milioni 115 mila telespettatori pari al 43.3% nella prima parte e 4 milioni 980 mila nella seconda con il 48.2%, facendo registrare una media di 8 milioni 14 mila spettatori con il 44.7%.
Risalgono, dunque, leggermente gli ascolti rispetto alla serata cover, che aveva avuto 10 milioni 596 mila pari al 42.4% di share nella prima parte e 4 milioni 369 mila con il 50.6% nella seconda, con una media di 7 milioni 653 mila spettatori con il 44.3%.

Si confermano lontani i risultati dell’anno scorso, quando la quarta serata del festival ottenne 12 milioni 674 mila telespettatori con il 52.3% di share nella prima parte e 5 milioni 795 mila con il 56% nella seconda, incollando a Rai1 in media 9 milioni 504 mila spettatori pari al 53.3% di share.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: la finale si apre sulle note dell’Inno di Mameli
Eseguita dalla Banda della Marina militare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
06 marzo 2021
21:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura patriottica per la finale di Sanremo 2021, con la Banda della Marina militare che esegue l’Inno di Mameli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: Premio Lucio Dalla a Colapesce Dimartino
Assegnato dalla Sala Stampa Radio-Tv-Web, con 21 preferenze
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
07 marzo 2021
01:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Colapesce Dimartino con Musica Leggerissima conquistano il Premio Lucio Dalla, assegnato dalla Sala Stampa Radio-Tv-Web, con 21 preferenze su 98 votanti.
Secondo Ermal Meta con 12 voti, terza Annalisa con 8.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

I cacciatori piemontesi di tartufi nelle sale Usa
Non solo Stanley Tucci; documentario in shortlist Oscar
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
05 marzo 2021
22:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il leggendario mondo dei cacciatori di tartufi di Alba debutta nelle sale Usa e corre per gli Oscar. Con “Truffle Hunters”, presentato in pochi cinema a ingressi limitati ‘coast to coast’, i documentaristi americani Michael Dweck e Gregory Kershaw portano gli spettatori a conoscere un gruppo sempre più piccolo di anziani piemontesi che, con i loro fedeli cani – Birba, Fiona, Titina, Ettore – cercano nelle foreste segrete delle Langhe l’ingrediente culinario più costoso del mondo, il tartufo bianco d’Alba.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Truffle Hunters”, prodotto da Luca Guadagnino e presentato l’anno scorso al Festival di Sundance, e’ entrato a febbraio nella shortlist dell’Academy dei 15 migliori documentari: tra dieci giorni se la dovra’ vedere con “Notturno” di Gianfranco Rosi per la nomination.
Dal punto di vista dello spettatore l’Italia che raccontano Dweck e Kershaw ha molto in comune con quella che Stanley Tucci sta mettendo in mostra sulla Cnn nella docu-serie “Searching for Italy”: “Allieta gli occhi e solletica le papille gustative”, come scrisse all’epoca “Variety”, colmando il vuoto creato dal lockdown da Covid che impedisce di viaggiare. Se pero’ “Searching for Italy” porta gli americani a visitare tavole tipiche e innovazioni culinarie delle regioni italiane dalle Alpi alla Sicilia, “Truffle Hunters” punta i riflettori su una zona specifica e un modo di vivere che sta scomparendo. Il documentario segue nelle loro avventure notturne quattro ‘trifolau’ tra Langa e Monferrato a Roddino, S. Stefano Belbo, Montegrosso d’Asti e Cisterna: un gruppo di uomini alla fine della loro vita che vedono l’equilibrio del loro mondo minacciato da una realta’ commerciale sempre piu’ aggressiva.
I documentaristi hanno passato tre anni, grazie al sostegno del Centro Nazionale Studi Tartufi, nelle campagne entrate nel 2014 nelle liste dell’Unesco, facendosi alla fine accettare dai loro soggetti. “E’ stata la sincerita’ del loro interesse che finalmente ha convinto Franco, Aurelio, Carlo e gli altri tartufai ad accoglierli nel loro mondo segreto”, ha commentato il critico della National Public Radio. Il documentario esplora la storia di una sottocultura radicata nella tradizione. I ‘trifolau’ sono tutti “giovani di settanta e ottanta anni” che sembrano usciti da una fiaba. Non sono collegati agli schermi dei telefoni cellulari o a Internet, ma optano di preparare il cibo e le bevande a mano e dando la priorità alle connessioni di persona e alla comunità.
La caccia ai tuberi non e’ solo quello che fanno – uno suona la batteria, un’altro scrive poesie su una vecchia Olivetti – ma definisce la loro visione del mondo: a contatto con la natura ma anche suscettibile allo sfruttamento. Con loro, le star del film sono i ‘tabui’ – i cani Birba, Fiona, Titina, Ettore – la cui eccitazione provocata dagli stimoli olfattivi che arrivano da sottoterra e’ palpabile grazie all’uso di videocamere montate appena sopra il naso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strega: record 62 proposte, Ciabatti in pole position
Il 22 marzo la dozzina
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
22:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tocca il record assoluto di 62 libri proposti dalla giuria degli Amici della Domenica il Premio Strega 2021 che festeggia quest’anno la 75/ma edizione, gli stessi anni dalla proclamazione della Repubblica Italiana. Un numero così alto di proposte non si era mai registrato da quando il Comitato direttivo ha modificato, nel 2018, il regolamento per cui ogni Amico della domenica può segnalare singolarmente, con il consenso dell’autore, un’opera.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2018 le proposte arrivate erano state 41, nel 2019 erano 57 e nel 2020 erano 54. Con il nuovo regolamento in questi ultimi anni c’è stato anche il moltiplicarsi del numero di libri che appartengono a una stessa casa editrice. Sul podio nel 2021 ci sono Bompiani, Mondadori e Ponte alle Grazie, a pari merito con 5 titoli. Seguono con tre titoli ciascuno La Nave di Teseo ed Einaudi che tutti si aspettavano avrebbe puntato su Nicola Lagioia e il suo ‘La città dei vivi’ ma lo stesso scrittore, già Premio Strega nel 2015, ha deciso di non esserci spiegando in un tweet “temo che tornare a partecipare ora possa essere un gesto di arroganza, non solo verso gli altri, ma (poiché non ci si conosce mai fino in fondo) anche verso me stesso”. Partecipa di nuovo alla gara, dopo anni di assenza e il ritorno nel 2020, Feltrinelli con Andrea Bajani e il suo ‘Il libro delle case proposto da Concita De Gregorio. In lista anche Salani, di solito tra i protagonisti del Premio Strega ragazze e ragazzi, che si presenta con ‘Stjepan detto Jesus, il figlio’ di Maria Rita Parsi. Tanti i piccoli e medi editori tra i quali per la prima volta Linea Edizioni, Inschibboleth, Morellini, Jouvence, La Musa Talìa, Bertoni , Kairos e Di Felice. Sarà il Comitato direttivo del premio presieduto da Melania G. Mazzucco e composto da Pietro Abate, Valeria Della Valle, Giuseppe D’Avino, Ernesto Ferrero, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Helena Janeczek, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine, che si riserva la possibilità di integrare la lista iniziale, a scegliere i dodici titoli che si disputeranno l’edizione 2021. La dozzina sarà annunciata il 22 marzo. Una così ampia partecipazione è dovuta forse anche alla pandemia che ha fermato le possibilità di incontro con i lettori. Spicca l’assenza di Silvia Avallone e del suo ‘Un’amicizia’ pubblicato da Rizzoli che è in lista con un solo titolo ‘ Al passato si torna da lontano’ di Claudio Panzavolta. Entrare tra i dodici sarà già una conquista, ma i posti per entrare in cinquina – che sarà votata il 10 giugno, se sarà possibile nella sede storica di Casa Bellonci trasformata in casa Museo – sono pochi. In pole position Teresa Ciabatti con ‘Sembrava Bellezza’ (Mondadori), proposto dal Premio Strega 2020 Sandro Veronesi, che torna in gara dopo essere stata vicina alla vittoria nel 2017 e questa volta per vincere. Ma non è ancora chiaro se la sfida sarà a due o a tre con tra i favoriti Emanuele Trevi con ‘Due vite’ (Neri Pozza) sostenuto da Francesco Piccolo el a Premio Campiello 2017 Donatella Di Pietrantonio con il suo ‘Borgo sud’ (Einaudi) presentata da Nadia Fusini. Ma c’è anche Aurelio Picca con ‘Il più grande criminale di Roma è stato amico mio’ (Bompiani) proposto da Edoardo Nesi. Già così resterebbe solo un posto libero per entrare tra i cinque in corsa per la vittoria. E sono tanti i romanzi, per la maggior parte scritti da donne, che meriterebbero di avere questa chance da Giulia Caminito con ‘L’acqua del lago non è mai dolce’ (Bompiani), a Maria Grazia Calandrone con ‘Splendi come vita’ (Ponte alle Grazie), da Carmen Pellegrino con ‘La felicità degli altri’ (La nave di Teseo) a Edith Bruck con ‘Il pane perduto’ (La nave di Teseo). E poi Lisa Ginzburg con ‘Cara pace’ (Ponte alle Grazie), Loredana Lipperini con ‘La notte si avvicina’ (Bompiani), Anna Giurickovic Dato con ‘Il grande me’ (Fazi), Francesca Mannocchi con ‘Bianco è il colore del danno’ (Einaudi), Elena Mearini con ‘I passi di mia madre ‘(Morellini) e Chiara Mezzalama con ‘Dopo la pioggia’ ( E/O). Il vincitore sarà proclamato l’8 luglio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Jacopo e quella chitarra contro il silenzio
Le sue note a piazza Navona: “Il mio fu un messaggio di speranza”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
20:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutto è cominciato un giorno di aprile dello scorso anno, con il sole che tramontava alle sue spalle ed una piazza Navona completamente deserta. Prima il suono delle campane poi quello dell’Inno d’Italia, intonato con la sua chitarra elettrica dal balcone di casa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lui si chiama Jacopo Mastrangelo, un giovanissimo musicista che ha regalato a Roma, e all’Italia intera, alcuni dei momenti più emozionanti dell’intero lockdown. Le sue esibizioni in stile Jimi Hendrix dal terrazzino nel cuore di Roma hanno fatto il giro prima dei social poi della stampa italiana. Il suo canale Youtube ha centinaia di migliaia di visualizzazioni e sulle piattaforme online c’è anche la possibilità di ascoltare alcune sue registrazioni.
Jacopo, che ad aprile festeggerà i suoi 20 anni, è un chitarrista autodidatta. A guidarlo nel mondo della musica è stato il papà Fabio, commercialista con la passione per le sette note. “In quel momento – racconta – c’era la tendenza ad uscire sui balconi e così ho deciso di prendere la mia chitarra e fare qualcosa da ‘rockettaro’, ispirato dall’Inno americano suonato da Jimi Hendrix”. Quella è stata la prima di una lunga serie di esibizioni che hanno commosso i pochi passanti e le migliaia di persone a casa. “Insieme con papà, che era dietro al telefonino – spiega – abbiamo poi deciso di continuare, di fare una cosa un po’ più seria, con una base di brani italiani. Voleva essere un messaggio di speranza per far capire che insieme siamo più forti”.
All’epoca Jacopo, come tanti altri ragazzi della sua età, stava preparando gli esami di maturità da casa e mai avrebbe pensato che quello show potesse essere così seguito. “Sinceramente non me l’aspettavo ma lo speravo – ammette -. Volevo semplicemente aiutare. L’avevo fatto pensando che la cosa rimanesse nel quartiere” che – per inciso – è il cuore della capitale d’Italia. Da lì è partito il “successo”, con gli inviti in radio, televisioni, interviste e ospitate. “Era impegnativo, soprattutto dal punto di vista musicale – continua -. Dovevo studiare sempre un pezzo nuovo, e papà, da musicista, è parecchio pignolo. In più dovevo studiare per la maturità”. In estate Jacopo ha raggiunto il diploma ed oggi è una matricola in Economia. “Onestamente in questo momento non ho un’idea chiara sul mio futuro – dice -. Forse prima ce l’avevo, ma ora…Vorrei comunque seguire le orme di mio padre, ma ovviamente la musica resterà per sempre nella mia vita”.
In un anno di cose, nella vita di Jacopo, ne sono successe. Due dei suoi brani più significativi – il Canto degli italiani e il tema di Deborah di ‘C’era una volta in America’ del maestro Ennio Morricone – sono disponibili su Spotify e diversi produttori lo hanno contattato per incidere un album. “Mi ha chiamato anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi – racconta -. Mi ha invitato a suonare in Campidoglio. Poi è arrivata anche una lettera di ringraziamento del presidente della Camera, Roberto Fico”. Jacopo ha avuto così l’opportunità di esibirsi sia in Campidoglio sia a Montecitorio. “E’ stata un’emozione unica”, conclude mentre aspetta che il sole tramonti e le campane tornino a dargli il tempo per il prossimo brano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hit parade: Sanremo irrompe tra singoli
Emis Killa e Jake La Furia in vetta per gli album
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
19:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Emis Killa & Jake La Furia conquistano la vetta della hit parade con la riedizione speciale di “17”, uno degli album di maggior successo del 2020. “17 – Dark Edition”, oltre a tutto l’album rilasciato a settembre, contiene 5 inediti e 2 RMX.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i singoli, dove si conferma in testa La canzone nostra di
Mace, Blanco & Salmo, fanno irruzione i brani di Sanremo:
Chiamami per nome di Francesca Michielin & Fedez è secondo, Voce di Madame è settimo, Dieci di Annalisa è dodicesimo e Zitti e buoni dei Maneskin quattordicesimo.
Tornando alla classifica degli album, resta al secondo posto ‘Obe’ (acronimo di Out of body experience), il nuovo progetto discografico di Mace, davanti a ‘OK’ di Gazzelle che resta in terza posizione.
Alle spalle del podio le new entry: Bro’ (Amici 2021), la compilation di Amici di Maria De Filippi e California, il primo album d’esordio da solista di B3N (ovvero Benjamin Mascolo, del duo Benji&Fede).
Giù di una posizione Plaza di Capo Plaza, questa settimana sesto. A seguire Sfera Ebbasta con ‘Famoso’ e “ALI – Per chi non ha un posto in questo mondo”, il primo album de Il Tre, la scorsa settimana in vetta . Chiudono la classifica Marracash con Persona, primo anche tra i vinili, e The Weekend con After hours.
Ecco la classifica Fimi/Gfk degli album piu’ venduti in Italia
dal 26 febbraio al 4 marzo:
1) 17 DARK EDITION EMIS KILLA & JAKE LA FURIA (EPIC-SONY)
2) OBE, MACE (ISLAND-UNIVERSAL MUSIC)
3) OK, GAZZELLE (MACISTE DISCHI/ARTISTI FIRST-ARTIST FIRST)
4) BRO’ (AMICI 2021), AA VV (FASCINO-SONY)
5) CALIFORNIA, B3N (WM ITALY-WARNER MUSIC)
6) PLAZA, CAPO PLAZA (PLAZA MUSIC/ATLANTIC/WM ITALY-WARNER MUSIC)
7) FAMOSO, SFERA EBBASTA (ISLAND-UNIVERSAL MUSIC)
8) ALI, IL TRE (ATLANTIC/WM ITALY – WARNER MUSIC)
9) PERSONA, MARRACASH (ISLAND-UNIVERSAL MUSIC)
10) AFTER HOURS, THE WEEKND (ISLAND-UNIVERSAL MUSIC)
Ecco la classifica dei singoli piu’ scaricati:
1) LA CANZONE NOSTRA, MACE, BLANCO & SALMO (ISLAND/EPIC UNI)
2) CHIAMAMI PER NOME, FRANCESCA MICHIELIN & FEDEZ (RCA RECORDS LABS-SME)
3) JE NE SAIS PAS, LOUS AND THE YAKUZA, SFERA EBBASTA & SHABLO (COLUMBIA FRANCE/ISLAND-SME)
4) VENERE E MARTE, TAKAGI & KETRA, MARCO MENGONI & FRAH QUINTALE (SONY MUSIC ENTERTAINMENT-SME)
5) FERMA A GUARDARE, ERNIA & PINGUINI TATTICI NUCLEARI (ISLAND-UNI)
Infine la classifica del vinili:
1) PERSONA, MARRACASH (ISLAND-UNIVERSAL MUSIC)
2) THE DARK SIDE OF THE MOON, PINK FLOYD (PARLOPHONE-WARNER MUSIC)
3) ARIETE, ARIETE (BOMBA DISCHI-UNIVERSAL MUSIC)
4) GREATEST HITS I, QUEEN (USM-UNIVERSAL MUSIC)
5) LEGEND, BOB MARLEY & THE WAILERS (USM-UNIVERSAL MUSIC)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strega: record proposte, 62 libri per l’edizione 2021
17 le ultime segnalazioni arrivate, il 22 marzo la dozzina
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
05 marzo 2021
15:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 62 i libri proposti dagli Amici della domenica al Premio Strega 2021. È il più alto numero dal 2018, anno in cui il Comitato direttivo ha modificato il regolamento per cui ciascun Amico della domenica può segnalare singolarmente, con il consenso dell’autore, un’opera.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2018 le proposte erano state 41, nel 2019 erano 57 e nel 2020 erano 54.
Gli ultimi 17 titoli sono stati pubblicati sul http://www.premiostrega.it alla chiusura delle segnalazioni, il 4 marzo.
Queste le ultime proposte arrivate: ‘Lettere alla moglie di Hagenbach’ (Rubbettino) di Giuseppe Aloe, proposto da Corrado Calabrò; ‘Non è di maggio’ (Arkadia) di Luigi Romolo Carrino , proposto da Wanda Marasco; ‘Contorni opachi’ (Bertoni) di Anthony Capuana, proposto da Vito Bruschini; ‘Il marajà di Firenze’ (Arkadia) di Paolo Ciampi, proposto da Giuseppe Conte; ‘La modella di Klimt’ (Baldini+Castoldi) di Gabriele Dadati, proposto da Gian Arturo Ferrari; ‘La sirena dei mari freddi’ ((Di Felice Edizioni) di Roberto Michilli, proposto da Francesca Pansa; ‘Al passato si torna da lontano’ (Rizzoli) di Claudio Panzavolta, proposto da Enrico Deaglio; ‘Stjepan detto Jesus, il figlio’ (Salani) di Maria Rita Parsi, proposto da Gianpiero Gamaleri; ‘La vera storia di Martia Basile’ (Libri Mondadori) di Maurizio Ponticello, proposto da Maria Cristina Donnarumma; ‘Non dipingerai i miei occhi’ (Jouvenve) di Grazie Pulvirenti, proposto da Massimo Onofri; ‘La gioia della scrittura’ (Kairos Edizioni), di Lorenza Rocco Carbone, proposto da Marcello Rotili; ‘Il dannato caso del Signor Emme’ (Exorma) di Massimo Roscia , proposto da Umberto Croppi; ‘Il dono di Antonia’ (Einaudi) di Alessandra Sarchi, proposto da Valeria Parrella; ‘Raffaello in guerra’ (Aliberti compagnia editoriale) di Stefano Scansani, proposto da Raffaella Morselli; ‘La piazza’ (Robin Edizioni) di Angela Vecchione, proposto da Piero Mastroberardino; ‘L’anno che a Roma fu due volte Natale’ (Sem) di Roberto Venturini, proposto da Maria Pia Ammirati e ‘La congiura del rompighiaccio’ (La Musa Talìa) di Umberto Zuballi, proposto da Paolo Cirillo.
I dodici candidati saranno annunciati lunedì 22 marzo, alle ore 12.00.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Teatro, un anno dalle chiusure, ripartenza incerta
Atip lancia Giornate Spettacolo dal vivo. Calenda, noi pronti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
21:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un anno fa il Covid chiudeva tutti i teatri in Italia, riscrivendo il futuro dello spettacolo dal vivo. Anniversario amaro, che qualche sala ha scelto di ricordare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Roma, il Quirino alzerà le saracinesche dalle 18 alle 20, con piccole visite e, all’esterno, nel quadrilatero Sciarra, uno spettacolo di voci di grandi che hanno calcato il suo palcoscenico, da Gassman a De Filippo, Carmelo Bene e Gigi Proietti. Brancaccio e Sala Umberto invitano invece il pubblico a lasciare un post it nel foyer, mentre il Teatro del cerchio di Parma, il 6, lancia la Maratona teatrale on line R.esisto.
Ma oggi soprattutto il Teatro italiano si ritrova, per la seconda volta, alla vigilia della riapertura. Come annunciato dal ministro della cultura Dario Franceschini, il 27 marzo le sale in zona gialla potranno tornare ad accogliere spettatori, con orari ridotti, distanziamento e sanificazioni. La notizia, però, lascia molti con l’amaro in bocca. E un’Italia divisa a macchia di leopardo.
I più “pronti”, sulla carta, sono i Teatri nazionali. “Se il Dcpm sarà confermato – dicono dallo Stabile di Catania – riapriamo il Verga il 6 aprile con Le baccanti per la regia di Laura Sicignano”. Programma steso anche per La pergola di Firenze. Non se ne parla invece a Napoli e a Torino, dove i numeri dei contagi preoccupano. Al Teatro di Roma, che pure è in zona gialla, non si è ancora deciso.
Ancora maggiore è il dilemma per i privati, che in Italia sono circa il 70% delle sale. “E’ una follia. Come si può pensare di riaprire a queste regole e senza un sostegno?”, esordisce Geppy Gleijeses, che pure con al Quirino in estate aveva coraggiosamente annunciato un intero cartellone. “Lo riproporremo per la prossima stagione – dice – Si può sanificare tutto, ma come può una sala da 900 posti sostenersi, pagare i dipendenti, le tournée, con tali limitazioni di spettatori, ammesso che ci sia chi vuole venire a tutti i costi? E poi dovremmo tirar giù il sipario a metà del primo atto per mandare tutti a casa prima del coprifuoco? Con l’evoluzione della curva, poi, oggi rischiamo di fare la fine degli impianti sciistici”. Stessa perplessità all’Elfo Puccini di Milano dove “al momento non c’è alcun elemento per ipotizzare una riapertura”. La Fondazione Ert, in uno slalom di zone rosse, punta a “un’azione simbolica con la compagnia permanente”. “E’ sempre più chiaro che annunciare la riapertura è stato un gesto simbolico e come tale lo prendiamo”, concorda Massimo Romeo Piparo, direttore del Sistina di Roma e produttore di musical con la sua Peeparrow. “Speravamo almeno nell’estate – dice – ma le restrizioni dei posti sono insostenibili. I più colpiti dalla pandemia, poi, sono proprio nella fascia di età che rappresenta il 60% del pubblico teatrale. O lo Stato ci fa risparmiare sui costi o non ci sono le premesse”. Piuttosto, in veste di presidente dell’Associazione Teatri Italiani Privati, annuncia le Giornate nazionali dello spettacolo dal vivo, il 26 e 27 marzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una maratona di incontri, alla vigilia della Giornata mondiale del teatro, “per confrontarci, riflettere, costruire. Insomma, per far ripartire davvero il teatro”. Già al lavoro, invece, i privati più “piccoli”. “Noi apriamo con Roberto Herlitzka e la ripresa del suo De Rerum Natura da Lucrezio – racconta il direttore del Basilica di Roma, Antonio Calenda – Con lui abbiamo anche un progetto per i 700 anni della morte di Dante. I teatri piccoli – spiega – hanno costi inferiori, sono meno strutturati. La riduzione dei posti ci penalizza meno. Per noi anche solo 30 spettatori hanno senso. Abbiamo anche un giardino, che vorremmo sfruttare in estate”. Pronto anche l’Off Off Theatre, sempre a Roma, con “Allegro, non troppo” di Mariano Lamberti e, a seguire, “Sempre fiori, mai un fioraio” di Pino Strabioli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pablo, su Rai Yoyo un cartone animato inclusivo che affronta il tema dell’autismo
Con coraggio e grazie alla sua passione per il disegno riesce ad affrontare grandi sfide quotidiane
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
04 marzo 2021
18:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un prodotto di animazione rivolto a tutti, in cui la diversità di ciascuno è la chiave per superare ogni difficoltà. E’ “Pablo”, in onda tutti i giorni alle 18 su Rai Yoyo, e dal 2 marzo in replica anche alle 9.35.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La serie animata è fresca di nomination per i BAFTA e si trova anche su Raiplay.
Pablo è un bambino con autismo e con una grande passione per il disegno. Con coraggio e con l’aiuto di personaggi inventati riesce ad affrontare grandi sfide quotidiane. E’ un bambino intelligente e in compagnia dei suoi amici speciali riesce a trasformare ogni problema in una avventura da vivere insieme. La particolarità di Pablo non gli impedisce di trovare soluzioni alle difficoltà incontrate e condividerle con il mondo esterno.
In ogni episodio, il piccolo eroe si imbatte in alcuni problemi quotidiani o in qualcosa che non capisce. Ma grazie alla sua immaginazione e alla sua bravura nel disegnare, il problema prende vita nel mondo fantastico dove gli amici animali da lui raffigurati, che rappresentano aspetti della personalità di Pablo e di molti bambini affetti da autismo, lo supportano come una vera squadra e corrono in suo soccorso.
Fra loro ci sono Linda, una topolina timida ma determinata, Frullo, un energico uccellino, Dino, un grosso dinosauro e Raffa, una intelligentissima giraffa. Tutti loro offriranno soluzioni sorprendenti a problemi vissuti come insormontabili, consigliando a Pablo comportamenti che lo soddisfano e che possano essere allo stesso tempo riconosciuti e compresi dagli altri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ascolti in calo per la seconda serata, 10,1 mln con il 41% per la prima parte
La seconda sfiora i 4 mln con il 45.7%. La media è del 42.1%, la più bassa dal 2015
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
04 marzo 2021
10:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La seconda serata del Festival di Sanremo ha ottenuto ieri su Rai1 10 milioni 113 mila telespettatori pari al 41.2% di share, la seconda 3 milioni 966 mila con il 45.7%. In media ha raccolto 7 milioni 586 mila spettatori con il 42.1%. Nel 2020 la seconda serata del Festival fu seguita da 12 milioni 841 mila telespettatori, pari al 52.5%, nella prima parte e da 5 milioni 451 mila con il 56.1% nella seconda. L’ascolto medio raggiunse i 9 milioni 693 mila spettatori pari al 53.3% di share.
Sanremo sconta  dunque ancora un calo di ascolti.
La media del 42.1% di share per la seconda serata rappresenta il dato più basso dal 2015, quando il primo festival di Carlo Conti raccolse il 41.67% di share (ma in valori assoluti andò decisamente meglio, con 10 milioni 91 mila spettatori). Nel 2014 andò peggio, invece, al Fazio bis: la seconda serata raccolse in media 7 milioni 711 mila spettatori con il 33.95%. Sanremo perde spettatori anche rispetto alla serata del debutto che ha avuto una media di 8 milioni 363 mila spettatori con il 46.6%. L’anno scorso il primo festival targato Amadeus era riuscito nell’impresa di migliorare di oltre un punto di share gli ascolti della prima serata, passando al 52.2% al 53.3%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: in platea un palloncino fallico, ironia sui social
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
03 marzo 2021
22:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ironia social sulla platea che stasera ha preso vita grazie a una moltitudine di palloncini colorati e molto sorridenti: qualcuno tra i tanti gonfiabili ne ha intravisto uno con una chiara forma fallica. E twitter si è riempito del fermo immagini che avrebbe individuato il palloncino che svetta impertinente su tutti gli altri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Musica: Napoli, ‘Suoni contro muri’ on line dal Trianon
Dal 10 marzo, testimonial anche Arbore, Bollani e De Giovanni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
03 marzo 2021
19:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al teatro Trianon Viviani la musica e l’arte si incontrano in ‘Suoni contro muri’, la nuova rassegna ideata da Marisa Laurito, direttore artistico del teatro della Canzone napoletana, in streaming da mercoledì 10 marzo prossimo. Come recita il sottotitolo – ‘6 testimonial per 6 musicisti accompagnati da 6 artisti di arte contemporanea in 6 concerti’ – il teatro pubblico di Forcella ha programmato eventi dedicati a canzoni partenopee di ieri e di oggi, presentati da un musicista o scrittore, ai quali si associa il lavoro di un artista selezionato dal museo Madre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
” I teatri sono ancora chiusi – spiega Laurito – e gli artisti vivono un periodo di grande mortificazione, sentendosi sempre più isolati: proprio per questo, dobbiamo essere compatti, generosi l’uno con gli altri’. Ringrazio il Madre e la presidente uscente Laura Valente’. Primo appuntamento il 10 marzo con Gianni Conte nel concerto ‘Conte… un piano per Napoli’. Sarà Renzo Arbore a raccontare questo musicista, dalla ‘ bella, potente, intonata e coinvolgente voce”. Il recital di canzoni, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri, sarà accompagnato dalle opere dello scultore e pittore Lello Esposito”.
Il 17 marzo sarà la volta di Eugenio Bennato che introdurrà Fiorenza Calogero in NapulAnnùra. Il concerto propone brani da Renato Carosone a Sergio Bruni, da Angela Luce a Concetta Barra, spingendosi fino al Settecento napoletano, ed è associato al lavoro di Enrico Benetta, artista veneto. Il 24 marzo, Stefano Bollani presenterà il concerto del pianista e cantante Lorenzo Hengeller in ‘Alla faccia del jazz’ in contrappunto il lavoro di Roxy in the box. Il 31 marzo, Tosca racconterà i Suonno d’ajere in Suspiro. La cantante Irene Lupe Scarpato, il mandolinista Marcello Smigliante Gentile e il chitarrista Gian Marco Libeccio hanno creato questa formazione, tipica dei posteggiatori del primo Novecento. ll concerto è l’occasione per vedere il lavoro del fotografo e filmmaker partenopeo Giuseppe Riccardi. Peppe Barra, il 7 aprile, presenterà Tommaso Primo.
Intitolato ‘3103 live streaming’, il concerto presenta l’album omonimo, associato è il lavoro della fotografa Chiara Pirollo.
Infine, il 14 aprile, lo scrittore Maurizio de Giovanni introdurrà Flo ”una straordinaria musicista con una bellissima voce, le cui canzoni sono dei racconti dell’intimo e dell’anima, che parlano di lei attraverso le storie degli altri” . La cantautrice, al secolo Floriana Cangiano, interpreterà i brani dell’ultimo album, ’31salvitutti’. Con lei la fotografa Valeria Laureano.
Il 21 aprile è programmato un ulteriore concerto, un ‘bonus track’ della rassegna, lo definisce Marisa Laurito, con Maldestro nel recital EgoSistema. Trasmessi in streaming ogni settimana- il mercoledì alle 19 e, in replica, il venerdì alle 16 e il martedì successivo alle 18 – i concerti saranno fruibili sul sito (teatrotrianon.org) e i canali social del Trianon Viviani, nonché condivisi sul sito di Cultura Campania, l’ecosistema digitale cultura.regione.campania.it e i canali social del museo Madre e di Scabec. La rassegna si avvale del sostegno del Programma operativo complementare della Regione Campania e di sponsor privati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La marmellata della Reggia di Caserta
Progetto solidale con una coop di donne vittime di violenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CASERTA
03 marzo 2021
19:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La “marmellata delle Regine” è da oggi in vendita on line. La dolce conserva è realizzata, con le arance della Reggia di Caserta, dalle donne del laboratorio “Le Ghiottonerie di Casa Lorena”, trasformatesi in “artigiane” dopo aver affrontato il difficile percorso di affrancamento dalla violenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La marmellata è il “frutto” di un progetto sperimentale di economia circolare e solidale avviato sul territorio dalla Reggia con la cooperativa E.V.A., onlus impegnata da decenni in servizi di prevenzione e contrasto della violenza contro le donne. Dal 2012, Eva ha attivato a Casal di Principe, in un bene confiscato alla criminalità organizzata, “Lorena casa delle donne contro la violenza”, e al suo interno c’è il laboratorio che sostiene l’autonomia e l’inserimento lavorativo di donne in condizioni di particolare difficoltà.
“L’identità della Reggia di Caserta, istituto al servizio della società e del suo sviluppo – spiega il direttore Tiziana Maffei – ha un intrinseco e originario spirito produttivo che deve conciliarsi oggi con gli obiettivi di ecosostenibilità e “no waste” dell’Agenda 2030. Questo progetto integra tale ottica con la solidarietà sociale e la condivisione con la comunità. Un bel regalo per l’8 marzo”. La partnership con la cooperativa Eva ha ad oggetto la raccolta degli agrumi del Parco Reale, del Giardino Inglese e della Flora, destinati finora alla macerazione naturale o allo smaltimento oneroso, per la preparazione e commercializzazione della “marmellata delle Regine”, il cui nome è un omaggio alle sovrane protagoniste delle storia della Reggia di Caserta. I frutti sono stati raccolti all’interno del Complesso monumentale nei mesi di gennaio e febbraio e poi lavorati nel laboratorio della onlus.
Quando la Reggia – attualmente chiusa essendo la Campania zona arancione – potrà tornare ad aprire le sue porte al pubblico, la confettura sarà in vendita anche all’interno del Museo. I ricavi saranno destinati interamente ai progetti di tutela di soggetti vittime di violenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mieli e Cundari, ‘L’Italia della liberazione in 50 ritratti’
Esce per Centauria l’11 marzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
03 marzo 2021
19:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAOLO MIELI- FRANCESCO CUNDARI, L’ITALIA DELLA LIBERAZIONE IN 50 RITRATTI (CENTAURIA, PP 176, EURO 19,90), CON ILLUSTRAZIONI DI IVAN CANU. Cinquanta ritratti di personaggi fondamentali di un irripetibile momento, tra i quali Tina Anselmi, Sandro Pertini, Nilde Iotti, Italo Calvino, Edgardo Sogno, Primo Levi ed Elio Vittorini, per raccontare l’Italia dalla Liberazione alla Costituente, dalla definitiva sconfitta del fascismo alla ricostruzione. Introdotti da un ampio saggio iniziale, accompagnati da una dettagliata cronologia e corredati dalle eleganti illustrazioni di Ivan Canu, sono proposti da Paolo Mieli, con il contributo del giornalista ed autore televisivo Francesco Cundari, nel libro ‘L’Italia della Liberazione in 50 ritratti’ che esce l’11 marzo per Centauria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel giro di pochissimi anni, dal 1945 al 1948, l’Italia cambia volto: con la fine dell’occupazione tedesca e il ritorno alla democrazia, dopo aver fatto la Resistenza, i partiti antifascisti sono chiamati a ridisegnarne le istituzioni, a ricostruirne le basi economiche.
Sono gli anni del referendum istituzionale in cui bisogna scegliere tra monarchia e repubblica, in un voto tesissimo che la corona perde per un soffio e che lascia in eredità al nuovo sistema un paese profondamente diviso. Sono gli anni in cui personalità come Alcide De Gasperi e Palmiro Togliatti, Pietro Nenni e Benedetto Croce, sebbene sempre più aspramente divise sul piano politico dalla Guerra Fredda incipiente, continuano a lavorare fianco a fianco nell’Assemblea costituente, per stendere la carta fondamentale della neonata Repubblica.
Attraverso questi 50 ritratti dove troviamo anche Luigi Einaudi, Beppe Fenoglio, Emilio Lussu, Anna Magnani e Cesare Pavese vengono raccontate le convinzioni e le inimicizie, le ideologie e le passioni, i vizi privati e le pubbliche virtù dei padri e delle madri dell’Italia contemporanea.
Il libro è il terzo di una fortunata serie di Centauria firmata da Paolo Mieli, con le illustrazioni di Canu, partita nel 2018 con ‘La Storia del Comunismo in 50 ritratti’ , cui è seguito nel 2020 ‘L’Italia di Mussolini in 50 ritratti’, quest’ultimo con Cundari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: Premio della Critica a Willie Peyote
Con 21 voti. Secondi Colapesce Dimartino, terzi Extraliscio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
07 marzo 2021
01:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Willie Peyote con il brano Mai dire mai (La locura) si aggiudica il Premio della Critica Mia Martini – Sezioni Campioni, attribuito dalla Sala Stampa.
Willie Peyote ha ottenuto 21 voti, su 64 testate chiamate a esprimersi.
Secondi Colapesce Dimartino con 13 preferenze, terzi Extraliscio feat. Davide Toffolo con 6.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: a Madame premio Miglior testo ‘Sergio Bardotti’
Per il brano Voce
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
07 marzo 2021
02:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Va a Madame, per il brano Voce, il premio Miglior testo ‘Sergio Bardotti’ al Festival di Sanremo 2021.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: a Ermal Meta premio miglior composizione musicale
Per il brano Un milione di cose da dirti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
07 marzo 2021
02:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Va a Ermal Meta, per il brano Un milione di cose da dirti, il premio Miglior composizione musicale ‘Giancarlo Bigazzi’ al Festival di Sanremo 2021 (assegnato dall’Orchestra del Festival).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: i Maneskin vincono la 71/a edizione
Secondo posto Fedez e Michielin. Terzo Ermal Meta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANREMO
07 marzo 2021
02:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Maneskin con il brano Zitti e buoni vincono il 71/o Festival di Sanremo. Al secondo posto Fedez e Francesca Michielin.
Terzo Ermal Meta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa a Mosul, tra le macerie della guerra
Le strade e le chiese della città portano i segni della devastazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MOSUL
07 marzo 2021
08:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa è giunto a Mosul, nel Nord dell’Iraq, per la preghiera per le vittime della guerra. A Piazza delle Chiese, dove si svolge l’evento, sono ancora visibili le macerie della guerra.
Le strade e le chiese della città portano i segni della devastazione. Mosul oggi è blindata, con strade vuote e una massiccia presenza di militari e polizia. Solo Piazza delle Chiese vede la presenza di tante persone, tutte precedentemente registrate per partecipare all’evento.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.