Cronaca tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti di Cronaca sempre aggiornati approfonditi dettagliati monitorati affidabili! LEGGILI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 150 minuti

Ultimo aggiornamento 15 Maggio, 2021, 14:40:12 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:37 DI MARTEDÌ 11 MAGGIO 2021

ALLE  14:40 DI SABATO 15 MAGGIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Accoltella l’ex e uccide il figlio di lei in Ogliastra
Ricercato pakistano, 19enne intervenuto per difendere la mamma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
11 maggio 2021
06:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un cittadino di origine pakistana di 29 anni ha ferito l’ex compagna di 50 anni con un coltello e ucciso il figlio 19enne della donna intervenuto per proteggerla.
Il delitto è avvenuto all’alba a Tortolì, in Ogliastra, in via monsignor Virgilio nella casa della donna in pieno centro.
Sul posto ci sono Carabinieri, Polizia e Guardia di finanza, coordinati dalla Pm di Lanusei Giovanna Morra. Di recente l’uomo, che si è dato alla fuga ed è ricercato in tutta l’Ogliastra, era stato arrestato per maltrattamenti ed era stato destinatario di una misura di divieto di avvicinamento alla donna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Brignoli condannata a 4 anni di carcere
Disposti anche 5 anni di interdizione dai pubblici uffici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata condannata a 4 anni di carcere Alice Brignoli, moglie del defunto militante dell’Isis Mohamed Koraichi, a processo in abbreviato con l’accusa di terrorismo internazionale dopo essere stata arrestata in Siria a settembre dal Ros dei carabinieri e riportata in Italia assieme ai 4 figli, poi affidati ad una comunità. Lo ha deciso stamane la gup di Milano Daniela Cardamone, che ha disposto anche 5 anni di interdizione dai pubblici uffici.

La gup Cardamone ha anche stabilito una provvisionale, immediatamente esecutiva, per ognuno dei quattro figli della donna, assistiti dall’avvocato e curatore speciale Silvia Belloni che ha deciso di costituirsi parte civile nel processo.
“La costituzione di parte civile è stato un gesto di responsabilità nei loro confronti”, ha spiegato l’avvocato Belloni dopo la sentenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:studio Iss-S.Raffaele, anticorpi durano fino a 8 mesi
Indipendentemente da gravità malattia ed età
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli anticorpi neutralizzanti del virus SarsCoV2 persistono nei pazienti fino ad almeno otto mesi dopo la diagnosi di Covid-19, indipendentemente dalla gravità della malattia, l’età dei pazienti o la presenza di altre patologie. Chi non riesce a produrli entro i primi quindici giorni dal contagio è a maggior rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19.

Sono questi i due risultati principali del più ampio studio italiano su questo tema, condotto dall’Ospedale San Raffaele di Milano in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (Iss), e pubblicato sulla rivista Nature Communications.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, dal 17 maggio anche ultra40enni da medici base solo con AstraZeneca e Johnson
Un terzo della popolazione coinvolta da mezzanotte di domenica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
13:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno superato quota 500mila le prenotazioni per il vaccino anti Covid-19 per la fascia d’età 50-59 anni in Lombardia. Alle 10.15 di oggi, infatti, hanno già fissato un appuntamento per la vaccinazione 501.732 lombardi, praticamente un terzo della popolazione coinvolta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo fa sapere l’assessorato al Welfare di Regione Lombardia. Le iscrizioni sul portale di Poste Italiane e Regione Lombardia avevano preso il via alla mezzanotte di domenica scorsa.
Dal 17 maggio nel Lazio il vaccino si potrà prenotare anche dal medico di base. E’ l’accordo raggiunto ieri tra la Regione Lazio e la Federazione dei medici di famiglia del Lazio. Nell’incontro, al quale hanno partecipato il segretario regionale della Fimmg Gianni Cirilli e il vice segretario nazionale vicario Pier Luigi Bartoletti, sono stati affrontati i maggiori punti di criticità nello svolgimento della campagna vaccinale presso gli studi dei medici di famiglia, già segnalati nei giorni scorsi, contestualmente allo stato di agitazione che era stato indetto sabato. Due i punti principali: il primo è il diritto di scelta del cittadino di dove e da chi farsi vaccinare, il secondo di consentire al medico di famiglia di fare il suo lavoro con dignità, e al massimo delle sue possibilità, senza difficoltà o intoppi. I medici di famiglia saranno inseriti nel sistema di prenotazione del portale regionale dove i cittadini troveranno oltre che la prenotazione negli hub anche la prenotazione dal medico di medicina generale o farmacia.
Dal 17 maggio nel Lazio sarà possibile “per i soggetti ultraquarantenni di vaccinarsi solo presso il proprio medico di medicina generale con AstraZeneca o Johnson & Johnson, diversamente si dovrà aspettare l’apertura della fascia”. E’ quanto prevedono le regole stilate dopo l’incontro tra medici di Famiglia (Fimmg) e la Regione Lazio. L’accordo prevede anche un cronoprogramma preciso circa la distribuzione dei vaccini ai medici di famiglia del Lazio.
DAL 17 MAGGIO AL 1 GIUGNO: 2 fiale di Pfizer a settimana a medico per i soggetti fragili
DAL 20 MAGGIO: verranno consegnati ai Medici di Famiglia 20.000 dosi settimanali di Johnson & Johnson per le fasce consentite.
DAL 1 GIUGNO: verranno ampliate le consegne di Pfizer e verranno consegnati quantitativi crescenti del nuovo vaccino a M-Rna di produzione tedesca Curevac.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morte operaio, chiesto giudizio dirigenti Enichem Anic Gela
Per malattia professionale , Pm ipotizza omicidio colposo per 4
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GELA
11 maggio 2021
11:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Gela ha chiesto il rinvio a giudizio di quattro ex dirigenti delle società Enichem Anic, Praoil aromatici e Raffinazione srl per omicidio colposo.
Secondo l’accusa, al vaglio del Giudice per le indagini preliminari, si legge in una nota del procuratore Ferdinando Asaro, gli indagati avrebbero “per colpa consistita in negligenza ed imprudenza nonché inosservanza delle norme di prevenzione infortuni e malattie professionali, causato la morte di un dipendente delle predette società, deceduto il 12 ottobre del 2015, dopo aver avuto diagnosticato una malattia professionale consistita in mesotelioma sarcomatoide”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Assomiglia a Denise’, accertamenti su una ragazza in Calabria
Dopo la segnalazione di una donna i carabinieri stanno eseguendo dei controlli sulla giovane, che ha lo stesso nome e la stessa età. Attesa per le mosse della Procura di Marsala
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SCALEA
11 maggio 2021
12:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiama Denise, è di origini romene e ha 19 anni, la ragazza di Scalea, in provincia di Cosenza, sulla quale i carabinieri da ieri hanno avviato degli accertamenti a seguito di una segnalazione giunta da una cittadina, che riferisce similitudini con Denise Pipitone, la bambina scomparsa nel settembre del 2004 da Mazara del Vallo.
Secondo quanto riferito, la donna, una parrucchiera di Scalea, ha inviato un messaggio vocale nel quale ha riferito di aver riscontrato delle somiglianze fisiche, ma soprattutto legate “alla genesi di questa ragazza”, con la figlia di Piera Maggio, che oggi avrebbe 20 anni, perché nata il 26 ottobre 2000. Non si sa al momento se la Procura di Marsala procederà alla richiesta di ulteriori accertamenti.
“La Procura con noi non parla, è un muro”, ha riferito l’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio.
La ragazza non si è sottratta alle verifiche e ha fornito i nomi dei genitori e altre informazioni utili a ricostruire il suo passato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Protestano centri commerciali, serrata 30mila negozi
‘Chiudiamo perché vogliamo riaprire. Le misure vanno revocate’. Dall’inizio della pandemia perdite per 40 miliardi di euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
11 maggio 2021
19:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Saracinesche abbassate stamattina in 1.300 centri commerciali di tutta Italia per protestare contro le chiusure del weekend. Una serrata simbolica, di pochi minuti, che ha interessato 30 mila negozi e supermercati. “Chiudiamo perché vogliamo riaprire.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tempo è scaduto, le misure vanno revocate. Lo chiediamo a nome degli 800mila lavoratori che sono la forza dei centri commerciali”, spiegano esercenti che aderiscono all’iniziativa promossa da ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali.
Dall’inizio della pandemia i centri commerciali e gli outlet hanno registrato “oltre 40 miliardi di perdite, 8 miliardi di entrate in meno nelle casse dell’erario”. Lo stima Alberto Frausin, presidente di Federdistribuzione, che oggi, insieme alle altre associazioni di categoria, ha incontrato esponenti politici per sensibilizzare il governo a riaprire nel weekend centri commerciali, parchi commercial e outlet. “Il nostro settore, che incide per l’8% del pil a livello nazionale, è l’unico settore senza data di riapertura”, spiega Frausin e “ogni weekend di chiusura sono 150 milioni di mancati incassi per lo Stato”.
“Siamo costernati, perché dall’inizio della pandemia noi abbiamo messo in campo tutte le attività possibili dal punto di vista della sicurezza sanitaria per i dipendenti e per i clienti – commenta il direttore del centro commerciale Le Gru, Davide Rossi – Continuiamo a investire centinaia di migliaia di euro e non riusciamo a capire come mai non venga riconosciuto questo nostro impegno costante, mentre per le attività a bordo strada il tenore è differente. Non riusciamo a spiegarci il perché del perdurare di questi divieti”.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Accoltella la ex e uccide il figlio di lei, catturato
L’uomo sotto interrogatorio nella caserma dei Cc a Tortolì
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
11 maggio 2021
13:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato catturato Masih Shahid, il 29enne di origine pakistana che all’alba si è introdotto nella casa di Tortolì della ex compagna, Paola Piras, di 50 anni, accoltellandola e poi uccidendo suo figlio, Mirko Farci, 19enne, che si era gettato sulla mamma per difenderla. L’uomo si trova ora nella caserma dei Carabinieri di Tortolì dove i militari lo stanno interrogando.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A 23enne di Massa “iniettate 4 dosi Pfizer, non 6”
Lo rivela Asl dopo i controlli.Errore per ‘scivolone cognitivo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MASSA (MASSA CARRARA)
11 maggio 2021
14:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 4 non 6 le dosi di vaccino Pfizer-Biontech somministrate alla 23enne tirocinante di psicologia clinica a Massa (Massa Carrara) domenica scorsa.
La novità, spiega la Asl Toscana nord ovest in una nota, “è emersa nel corso dell’audit interno effettuato dall’Asl Toscana nord ovest e terminato nella serata di ieri all’ospedale Apuane di Massa, nel corso del quale è stato analizzato in maniera accurata il flacone utilizzato per la vaccinazione ed è stato misurato il quantitativo esatto di soluzione vaccinale ancora presente”, pari a 0,15 ml.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tenuto presente che la fiala contiene all’origine 0,45 ml di siero, tolto lo 0,15 di soluzione vaccinale ancora presente, “è in realtà di circa 0,30 ml, corrispondente al quantitativo impiegato per 4 dosi di vaccino”, il dosaggio iniettato per errore alle 23enne.
“Il fatto che la quantità di vaccino iniettato sia stato di poco superiore a 4 dosi – sottolinea la Asl – è importante perché la sperimentazione effettuata da Pfizer per individuare le conseguenze del sovradosaggio era arrivata appunto a testare un quantitativo di 4 dosi di principio attivo inoculate contemporaneamente, senza che per i pazienti ci fossero state conseguenze particolari”. Nell’eventualità delle sei dosi, come spiegato ieri dalla stessa Asl, sarebbe stato il primo caso al mondo.
L’Azienda sanitaria spiega che l’audit “ha confermato la dinamica già ipotizzata nelle ore precedenti: l’infermiera non ha inserito la soluzione fisiologica nel flaconcino, non ha quindi eseguito il passaggio della diluizione e ha aspirato il quantitativo necessario a preparare una dose con le siringhe di precisione fornite dalla farmacia aziendale”. E’ accaduto quello che la Asl definisce “scivolone cognitivo”.
Quanto alle condizioni della giovane “sta bene ma è tenuta ancora sotto stretto controllo, sempre in collegamento con la struttura di immunologia di Careggi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Zaia, nessun rischio di passare in zona arancione
Coprifuoco alle 23 ? Spero anche più avanti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 maggio 2021
15:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non c’è rischio di passare in zona arancione, i dati sono buoni”: Così il Presidente del Veneto, Luca Zaia, parlando a Verona, ha escluso che il Veneto – in zona gialla dall’inizio di maggio – possa essere ‘retrocesso’ al prossimo monitoraggio in area arancione. “Ora dobbiamo galoppare con i vaccini, se avessimo avuto più dosi avremmo già vaccinato tutti i veneti.
Il virus c’è ancora, ma la situazione sta migliorando: se ci comportiamo bene ne veniamo fuori velocemente. Chi si è vaccinato poi non finisce in ospedale per essere ricoverato”.. Quanto al dibattito sul tema del coprifuoco, Zaia si è detto fiducioso che “verrà risolto. La posizione originaria dei presidenti elle Regioni era di portarlo alle 23, adesso io spero che si guardi anche un po’ più in la'”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pietre a motopesca: Marina, lanciati anche fumogeni
Intervenuta Guardia costiera turca per far cessare l’azione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
16:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alle 10.10 circa, nelle acque a nord di Cipro, “si è verificata un’interazione tra un imprecisato numero di pescherecci turchi e due pescherecci nazionali, il “Giacalone” e il “San Giorgio 1/o”. Così la Marina Militare, spiegando che “i pescherecci turchi hanno lanciato materiali (pietre e fumogeni) e realizzato manovre ravvicinate (una delle quali è sfociata in un contatto con il motopesca Giacalone, che ha riportato danni lievi)”.
E’ quindi intervenuta la Margottini della Marina Militare con un elicottero ed una motovedetta della Guardia costiera turca “che ha ingaggiato le imbarcazioni turche per indurle a cessare l’azione”.   MONDO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tra principesse e mascotte, i parchi a tema ‘fateci riaprire’
“Fateci riaprire subito! No all’1 luglio!”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
08:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Fateci riaprire subito! No all’1 luglio!”. In una Piazza del Popolo coloratissima, a protestare è una folla di 350 tra principesse, mascotte, pinguini, majorette, stuntmen, ovvero la rappresentanza dei lavoratori dell’Associazione Parchi Permanenti Italiani, le 230 strutture tra parchi a tema, avventura, acquatici e faunistici, chiusi ormai da ottobre e che oggi rischiano di perdere quasi l’intera stagione calda per un cronoprogramma che, a oggi, li terrà chiusi ancora fino all’1 luglio. Un settore che nel 2019 ha generato un giro d’affari complessivo di due miliardi di euro, ma soprattutto un grande complesso di attività con 25 mila posti di lavoro diretti (tra occupati fissi e stagionali) che arrivano a 60.000 addetti considerando l’indotto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’atteggiamento del governo è miope – sottolinea il presidente dell’associazione e di Leolandia, Giuseppe Ira – Non riusciamo a capire quale siano le ragioni” di questa apertura ritardata, visto che “lavoriamo all’aria aperta e abbiamo ridotto a un terzo la nostra capacità”. “Dobbiamo restare chiusi e intanto però si continua con le attività di manutenzione per la sicurezza e la conservazione delle strutture”, lamenta Guido Zucchi, ad di Magicland. “Perché possiamo aprire dopo i ristoranti al chiuso e le palestre? – domanda il direttore generale di Mirabilandia, Riccardo Marcante – Chiediamo più rispetto per le nostre 800 famiglie, che da aprile non hanno nessun sostegno. È inaccettabile”.
Non solo divertimento. “Noi siamo un’agenzia della salute – dice Manuela Lovo, direttrice di Acqua estate e presidente dello Sporting Club Noale – Lavoriamo con il cloro e a ottobre più di 100 controlli nelle piscine a livello nazionale hanno dimostrato che non c’è alcun pericolo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: chiusa ‘Basso profilo’, anche Cesa e Talarico
Accusati di associazione mafiosa da Dda di Catanzaro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
11 maggio 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiuso le indagini dell’inchiesta “Basso profilo” nei confronti di 83 persone tra le quali il leader dell’Udc Lorenzo Cesa e l’ex segretario regionale del partito e attuale assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico, accusati entrambi di associazione mafiosa. L’inchiesta, che ha portato ai domiciliari, poi rimodulati in obbligo di dimora, per Talarico, riguarda i presunti intrecci tra le cosche del crotonese e politici, imprenditori, pubblici amministratori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gli indagati figurano anche l’ex presidente di Confindustria Giovani di Crotone Glenda Giglio e Rocco Guglielmo, notaio di Catanzaro.
Nel filone politico affaristico sono coinvolti Tommaso e Saverio Brutto (padre e figlio; il primo ex consigliere comunale di Catanzaro), Ercole e Luciano D’Alessandro (anche loro padre e figlio; il primo ex militare della Guardia di finanza), Antonio Gallo (ritenuto imprenditore di riferimento dei clan del Crotonese), l’imprenditore Antonio Pirrello, l’avvocato Claudio Larussa. Per tutti l’accusa è di associazione mafiosa. Cesa, all’epoca dei fatti eurodeputato, per l’accusa, “d’intesa con Talarico” si sarebbe impegnato “ad appoggiare il gruppo per soddisfare le mire dei sodali nel campo degli appalti, proponendosi di fornire indicazioni su soggetti incardinati in enti pubblici, in società in house e anche in Albania”, dove Gallo avrebbe voluto trasferire e ampliare il proprio business.
Talarico, da parte sua, come candidato alle elezioni politiche del 2018, avrebbe offerto il suo appoggio, “in cambio di un consistente pacchetto di voti, per introdurre Gallo e Pirrello in ambienti politico-istituzionali nazionali”: sarebbe stato lui a presentare gli imprenditori e i Brutto a Cesa.
A Talarico viene contestato anche il reato di scambio elettorale politico-mafioso sempre in relazione alla candidatura alle politiche del 2018. In quella occasione, per l’accusa, si sarebbe incontrato con alcuni referenti reggini di Gallo, “dichiaratamente vicino all’ex senatore Antonio Caridi”, “in particolare Natale Errigo (anch’egli indagato, ndr) – imparentato con esponenti della cosca De Stefano-Tegano di Archi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abel Ferrara e il Cristo velato, l’omaggio ai musei
Il regista leggerà una poesia davanti alla scultura di Giuseppe Sanmartino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
08:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abel Ferrara, il regista americano ‘selvaggio’ di origine italiana e, da un po’, anche di adozione, rende omaggio alla giornata dei musei  unenedo alcune delle sue passioni: arte, poesia, religione. In previsione del 18 maggio, la giornata dedicata ai musei,  Ferrara ha girato un video mentre legge una poesia di Gabriele Tinti davanti al Cristo Velato nella Cappella San Severo a Napoli in  occasione anche del 250esimo anniversario della nascita di Raimondo di Sangro, il mecenate che commissionò la famosa statua a Giuseppe Sanmartino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nato nel Bronx, nonno emigrato dall’Italia negli Usa senza un soldo, Ferrara è stato autore, fra gli altri, di King of New York, Il cattivo tenente e Fratelli.
Ha alle spalle una storia complicata dalle dipendenze (droga e alcol) dalle quali è uscito da otto anni grazie – ha raccontato lui stesso – ad una comunità frequentata proprio a Roma all’inizio degli anni ’10 del 2000. Ha tre figlie, l’ultima di cinque anni, e a Roma vive nel quartiere Esquilino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:Castrovillari,inchiesta Procura su presunti furbetti
“S’indaga su vari casi tra cui studenti diciottenni di Cariati”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CASTROVILLARI
11 maggio 2021
16:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Castrovillari ha aperto un’inchiesta sul caso dei vaccini somministrati a persone che non ne avevano diritto, come accaduto con il caso dei diciottenni di Cariati.
Sul tavolo del procuratore facente funzioni, Simona Manera, stando ad alcune indiscrezioni, sarebbero finiti alcuni fascicoli riguardanti non solo le inoculazioni catalogate come “altri” della cittadina ionica e che riguardavano studenti dell’ultimo anno delle scuola superiori alle prese con la maturità, ma anche quelle di altri centri della provincia di Cosenza come San Fili, Morano, Altomonte e Corigliano Rossano.

In tutti questi centri è stato ipotizzato l’inserimento, tra le persone che dovevano essere vaccinate, di nominativi legati a soggetti, definiti “furbetti del vaccino” che non avrebbero avuto prioritariamente diritto all’immunizzazione. L’ipotesi di reato per la quale si procede dovrebbe essere l’abuso di ufficio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Viadotto A12 vietato a tir, servono lavori
Aspi: E’ sicuro.Sindaci infuriati e c’è chi evoca crollo Morandi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
11 maggio 2021
17:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiuso al traffico pesante il viadotto Valle Ragone, in A12, tra Lavagna e Sestri Levante. La chiusura è scattata nel pomeriggio e riguarda i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione è stata presa da Aspi e ministero delle Infrastrutture dopo che durante i sopralluoghi periodici è stata riscontrata una ‘carenza del viadotto rispetto ai carichi pesanti’ secondo le norme di sicurezza amplificate entrate in vigore da alcuni mesi. Aspi sottolinea “la piena stabilità dell’infrastruttura, che resta pienamente fruibile al transito dei veicoli leggeri”.
La decisione ha fatto scattare le polemiche, prime fra tutti quelle dei sindaci di Lavagna e Sestri Levante. “Apprendiamo con preoccupazione della chiusura del viadotto, vogliamo conoscere le ragioni, la durata del provvedimento e chiediamo di minimizzarlo anche in considerazione del disagio che ne deriverà per la viabilità ordinaria”, scrivono ad Aspi i sindaci di Sestri Levante Valentina Ghio e Gian Alberto Mangiante. “Mi chiedo – dice Ghio – come sia possibile che oggi, dopo le numerose segnalazioni, si renda necessaria questa misura così impattante, peraltro evidenziata solo a seguito dell’ispezione del ministero”. Il m5s parla di ‘evidente ammaloramento”, la deputata di Cambiamo Manuela Gagliardi sottolinea che “si parla addirittura del rischio di un Morandi-bis, ciò e’ assolutamente inammissibile”. Il Pd chiede a Aspi di chiarire e la Regione chiede l’apertura immediata dei caselli e che personale di Aspi aiuti per gestire la viabilità ordinaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: chiusa ‘Basso profilo’, anche Cesa e Talarico
Accusa di associazione a delinquere aggravata da metodo mafioso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
11 maggio 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiuso le indagini dell’inchiesta “Basso profilo” nei confronti di 83 persone tra le quali il leader dell’Udc Lorenzo Cesa e l’ex segretario regionale del partito e attuale assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico, accusati entrambi di associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso (e non di associazione mafiosa). L’inchiesta, che ha portato ai domiciliari, poi revocati, per Talarico, riguarda i presunti intrecci tra le cosche del crotonese e politici, imprenditori, pubblici amministratori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gli indagati figurano anche l’ex presidente di Confindustria Giovani di Crotone Glenda Giglio e Rocco Guglielmo, notaio di Catanzaro. Nel filone politico affaristico sono coinvolti Tommaso e Saverio Brutto (padre e figlio; il primo ex consigliere comunale di Catanzaro), Ercole e Luciano D’Alessandro (anche loro padre e figlio; il primo ex militare della Guardia di finanza), Antonio Gallo (ritenuto imprenditore di riferimento dei clan del Crotonese), l’imprenditore Antonio Pirrello, l’avvocato Claudio Larussa. Per tutti l’accusa è di associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso. Cesa, all’epoca dei fatti eurodeputato, per l’accusa, “d’intesa con Talarico” si sarebbe impegnato “ad appoggiare il gruppo per soddisfare le mire dei sodali nel campo degli appalti, proponendosi di fornire indicazioni su soggetti incardinati in enti pubblici, in società in house e anche in Albania”, dove Gallo avrebbe voluto trasferire e ampliare il proprio business. Talarico, da parte sua, come candidato alle politiche del 2018, avrebbe offerto il suo appoggio, “in cambio di un consistente pacchetto di voti, per introdurre Gallo e Pirrello in ambienti politico-istituzionali nazionali”: sarebbe stato lui a presentare gli imprenditori e i Brutto a Cesa.
A Talarico viene contestato anche il reato di scambio elettorale politico-mafioso sempre in relazione alla candidatura alle politiche 2018. In quella occasione, per l’accusa, si sarebbe incontrato con alcuni referenti reggini di Gallo, “dichiaratamente vicino all’ex senatore Antonio Caridi”, “in particolare Natale Errigo (anch’egli indagato, ndr) – imparentato con esponenti della cosca De Stefano-Tegano di Archi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Sardegna anticipa tutti, prime dosi a donne incinte
Somministrazioni al Santissima Trinitá di Cagliari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
11 maggio 2021
17:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prime vaccinazioni anti Covid in Italia a donne in gravidanza. L’operazione è scattata questo pomeriggio a Cagliari all’ospedale Santissima Trinità.
“Il reparto di ginecologia è stato sempre all’avanguardia – conferma il direttore Sergio Marracini – a partire dai primi parti di donne positive, anche sotto una tenda. Ora questo nuovo passo: la procedura sará codificata a livello nazionale nei prossimi giorni. Ma naturalmente noi stiamo procedendo rispettando già da ora tutti i criteri di sicurezza necessari”.
Il punto nascita del Santissima Trinità ha dato il via alle vaccinazioni anticipando le decisioni ministeriali. Si comincia per ora a partire dalla 28esima settimana, dando priorità alle donne che presentano fattori di rischio di sviluppare una malattia grave da coronavirus. L’equipe della dottoressa Eleonora Coccollone, che in questo difficile periodo ha dato assistenza alle donne Covid positive, si è resa disponibile a vaccinare gratuitamente quelle incinte. Gli operatori del punto nascita valutano l’esistenza di indicazioni alla vaccinazione in priorità. E poi via alla somministrazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Corte Milano, prescritta pena per Bergamin
Si era costituito dopo il blitz della Polizia francese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2021
18:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Assise di Milano ha dichiarato l’estinzione della pena per prescrizione per Luigi Bergamin, il terrorista che si è costituito in Francia dopo il blitz delle Forze dell’Ordine di fine aprile che ha portato all’arresto in totale di nove ex esponenti degli anni di piombo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte ha accolto il ricorso del difensore Giovanni Ceola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna,primi vaccini a donne incinte
Isola anticipa tutti, ma resta penultima per dosi somministrate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
11 maggio 2021
19:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Sardegna sono state somministrate oggi le prime vaccinazioni anti Covid in Italia a donne in gravidanza. L’operazione a Cagliari all’ospedale Santissima Trinità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il reparto di ginecologia è stato sempre all’avanguardia – afferma il direttore Sergio Marracini – a partire dai primi parti di donne positive, anche sotto una tenda. Ora questo nuovo passo: la procedura sarà codificata a livello nazionale nei prossimi giorni ma naturalmente noi stiamo procedendo rispettando già da ora tutti i criteri di sicurezza necessari”.
In generale, però, la Sardegna continua ad arrancare: ammonta a 606.007 il totale delle dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale, l’80,8% delle 749.940 dosi attualmente disponibili.
La media nazionale è dell’89,4%; solo la Sicilia, con 80,5%, fa leggermente peggio della Sardegna. Nelle ultime 24 ore nell’isola sono stati somministrati solo 9.650 vaccini.
Intanto salgono a 55.765 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati nell’isola dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 83 nuovi contagi. In totale sono stati eseguiti 1.224.781 tamponi, di cui 5.776 nelle ultime 24 ore, per un tasso di positività dell’1,4%.
Si registrano anche quattro decessi (1.422 in tutto). Sono, invece, 274 (-14) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 40 (-1) i pazienti in terapia intensiva.
Le persone in isolamento domiciliare sono 14.916 e i guariti sono complessivamente 39.113 (+324).
Sul territorio, dei 55.765 casi positivi complessivamente accertati, 14.585 (+11) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.440 (+16) nel Sud Sardegna, 5.035 (+22) a Oristano, 10.751 (+7) a Nuoro, 16.954 (+27) a Sassari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Corte, dopo 30 anni cade interesse eseguire pena
Viene meno l’interesse dello Stato all’esecuzione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
19:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono “trascorsi non solo più di quarant’anni dai gravissimi fatti di reato per cui Bergamin è stato ritenuto responsabile, ma soprattutto più di trenta anni dall’irrevocabilità della pronuncia di condanna” e l’8 aprile è “ormai decorso il termine massimo previsto”. Lo scrive la Corte d’Assise di Milano nell’ordinanza con cui ha dichiarato l’estinzione per prescrizione della pena di 16 anni e 11 mesi per l’ex militante dei Pac che si trova in Francia.
La Corte fa notare che “il legislatore” ha stabilito che decorsi 30 anni dalla sentenza che infligge una pena temporanea viene meno “l’interesse dello Stato all’esecuzione della stessa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo e neve ostacolano missione ‘Ice Memory’ sul Rosa
Spedizione sul ghiacciaio Gorner doveva iniziare il 5 maggio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
11 maggio 2021
19:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le cattive condizioni meteo continuano ad ostacolare l’inizio della missione ‘Ice Memory’, con la quale un team di scienziati italo-svizzeri punta ad estrarre dal Gorner, sul Monte Rosa, una carota di ghiaccio profonda 80 metri, per lo studio del clima. I ricercatori – molti sono dell’Università Ca’ Foscari – dovevano arrivare sul ghiacciaio il 5 maggio scorso; ma il vento fortissimo in quota aveva costretto a posticipare il programma.
Nessuna finestre di bel tempo stabile – necessario per operare a 4.000 metri – si è più presentata. Ora una vasta saccatura di origine atlantica convoglia correnti umide sulle Alpi Occidentali, con diffuso maltempo e precipitazioni intense nell’area del Monte Rosa.
Stamane lo spessore di neve fresca alla Capanna Gnifetti, quota 3.600, superava il metro d’altezza. Le previsioni aggiornate fornite da ARPA Piemonte ai componenti della spedizione indicano un momentaneo miglioramento del meteo per i prossimi giorni, subito seguito da una nuova fase instabile a partire da sabato.
Una eventuale nuova ‘finestra’ per le attività di ricerca sarà valutata per l’ultima settimana di maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Denise: accertamenti su 19enne, lei dice ‘non sono io’
È di origini romene, informativa alla Procura di Marsala
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SCALEA
11 maggio 2021
20:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha 19 anni, i capelli rosa, i tratti italiani e parla con accento meridionale. E’ su questi elementi che si è poggiata la speranza di risolvere il caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa quando aveva quattro anni da Mazara del Vallo, nel 2004.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una speranza durata lo spazio di poche ore, però. A negare di essere la Denise siciliana è stata la stessa 19enne, che ha lo stesso nome della piccola scomparsa. Raggiunta da alcune televisioni ha smentito categoricamente di essere la bambina scomparsa. “Non sono io Denise” ha detto decisa ai giornalisti. “Non sono io la bambina – ha aggiunto – mi spiace per la famiglia. Sarebbe stata una bella notizia se fossi stata io e mi avessero trovato dopo tanto tempo ma non sono io, non sono io e basta. Ho avuto una vita abbastanza travagliata ma per fatti miei non perché mi ricollega alla vita dell’altra ragazza scomparsa. Mio padre è morto, mia madre invece no ma con lei non parlo da tanto tempo. Sono nata in Romania, mi dispiace ma non sono io”. La ragazza si è anche detta disponibile al test del Dna se “serve per potere confermare ulteriormente che non sono la ragazza che cercano”.
A fornire ai carabinieri di Scalea la descrizione della 19enne per la sua somiglianza a Denise, è stata Grazia Bonanno, parrucchiera di Scalea, che non appena l’ha vista ha subito pensato alla piccola. La signora ha incontrato la giovane per poco tempo, nel suo negozio, ma alcune informazioni riferitele e la piccola cicatrice sulla guancia, simile a a quella di Denise Pipitone, sono bastati per far sorgere il sospetto. Del fatto è stato informato anche l’avvocato Giacomo Frazzitta che da anni assiste la madre di Denise, Piera Maggio. L’avvocato, ovviamente, non si è sbilanciato, anche perché, si è limitato a dire, “la Procura con noi non parla, è un muro”.
Ai carabinieri di Scalea la giovane ha fornito i nomi dei genitori e altre informazioni utili a ricostruire il proprio passato. Con gli elementi raccolti, i carabinieri hanno redatto un’informativa che hanno inviato alla Procura di Marsala. Spetta ai magistrati siciliani decidere se effettuare una comparazione del Dna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violentata in una scuola a Roma, caccia all’uomo
La donna fa la cuoca nella mensa di un istituto della periferia sud della Capitale. Minacciata e rinchiusa in un ripostiglio. Poi dà l’allarme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
11 maggio 2021
20:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata violentata all’interno della scuola dove lavora mentre gli alunni erano in classe. Una mattina da incubo per una cuoca di un Istituto scolastico di Roma del Torrino, periferia sud della Capitale.

Erano le dieci e la donna era intenta al suo lavoro nelle cucine della mensa dell’Istituto quando, ha poi lei stessa raccontato, uno sconosciuto è entrato e l’ha aggredita. L’uomo ha colto la dipendente dell’Istituto di sorpresa. L’ha minacciata con un coltello, presumibilmente preso dalla cucina, l’ha derubata e poi l’ha stuprata. L’uomo ha poi rinchiuso la vittima in un ripostiglio ed è fuggito da dove era entrato, ovvero da un ingresso secondario del grande complesso scolastico dove si stanno svolgendo le lezioni. Per questo nessuno lo avrebbe notato e ha potuto agire indisturbato.
La donna, una volta accertatasi che l’aggressore non era più nei paraggi e benchè sotto shock, ha allertato la dirigente scolastica chiamandola col suo cellulare: la preside è arrivata e l’ha liberata.
Poi la denuncia alla polizia. E’ subito scattata una caccia all’uomo. La donna ha descritto l’aggressore come straniero e ha raccontato agli agenti gli attimi di terrore vissuti sempre sotto la minaccia di un coltello.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: Pietro Castellitto miglior regista esordiente
Per I predatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
22:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I premi fanno piacere le sconfitte fanno crescere , un bacio a mamma e un abbraccio a papà” così ha detto Pietro Castellitto. Il giovane attore-regista, 29 anni, figlio di Margaret Mazzantini e Sergio Castellitto, ha vinto ai David di Donatello come miglior regista esordiente per I Predatori, presentato a Venezia 2020.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

David: Matilda De Angelis, attrice non protagonista
Per l’incredibile storia dell’isola delle rose
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
22:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un riscatto incredibile, muoio” così Matilde De Angelis migliore attrice non protagonista ai David di Donatello per il film di Sydney Sibilia per L’incredibile storia dell’isola delle rose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: Elio Germano miglior attore protagonista
per Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
1 maggio 2021
22:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Elio Germano miglior attore protagonista per Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti ai David di Donatello. L’attore ha ringraziato tutti coloro che lo hanno aiutato ad entrare nel personaggio di Ligabue, dal regista al dialog coach, ai truccatori, citandoli uno per uno, “a tutti i lavoratori dello spettacolo e agli artisti soprattutto quelli dimenticati”.
Poi ha salutato i colleghi con cui ha diviso la candidatura, “spero di ritrovarli qui tanti altre volte”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: Sophia Loren, senza il cinema non posso vivere
L’attrice commossa, non so se sarà il mio ultimo film
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
22:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’emozione è la stessa del primo David 60 anni fa è anche di più”, ha detto Sophia Loren, David come migliore attrice protagonista per La vita davanti a sè di Edoardo Ponti, ringraziando i produttori e tutta la troupe e “il protagonista con me, un bambino meraviglioso, magico, che si chiama Ibrahima Gueye e ringrazio il mio regista, Edoardo. Il suo cuore e la sua sensibilità hanno dato vita e anima a questo film e al mio personaggio, anche per questo io a mio figlio sono veramente molto grata, è un uomo meraviglioso.
Non so se questo sarà il mio ultimo film ma io ho ancora voglia di farne ancora, sempre più belli, io senza il cinema non posso vivere assolutamente!”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: la figlia di Mattia Torre, bravo papà
La piccola ritira il premio per Figlia per il genitore scomparso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
22:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti in lacrime, Valerio Mastandrea e tutta la platea del Delle Vittorie e poi una standing ovation.
Emma Torre, la figlia di Mattia Torre, accompagnata dalla mamma Francesca, ha ritirato il premio vinto dal padre, prematuramente scomparso per la sceneggiatura del film Figli.
“Complimenti a mio padre che ha vinto il premio”, poi ringrazia tante persone che le sono state vicine. “Dedico il premio al mio fratellino Nico che mi fa ammazzare dalle risate e a mia mamma che non si arrende mai. Questo film parla di famiglie sole e bambini che nascono, ringrazio le ostetriche e i medici che non fanno volare via le persone. Bravo papà”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: Immigrato di Checco Zalone migliore canzone
Per Tolo Tolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
23:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Se lo sapevo venivo”, così Luca Medici, Checco Zalone, in collegamento ha scherzato alla notizia della vittoria del David come migliore canzone, Immigrato nel film Tolo Tolo. “I miei famigliari dormono, non gliene frega niente che ho vinto”, ha aggiunto.
“Mi sono preparato poche parole. “La solita cricca di sinistra che premia i soliti, no questo era il foglietto se perdevo. Grazie all’accademia per il riconoscimento meritocratico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
David: miglior film è Volevo Nascondermi
L’opera di Giorgio Diritti sul pittore Ligabue
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2021
23:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti ha vinto il premio David di Donatello come miglior film. L’opera dedicata al pittore Antonio Ligabue ha vinto anche per la regia di Diritti e l’attore protagonista Elio Germano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ritrovato furgone e attrezzi nazionale calcio in carrozzina
Grande, c’è tutto ma non sappiamo se ci sono danni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
11 maggio 2021
22:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato ritrovato e riconsegnato all’associazione ‘Oltre Sport’ il furgone che era stato rubato la scorsa notte mettendo a rischio la partecipazione di cinque atleti pugliesi al primo ritiro della nazionale di Powerchair football, il calcio in carrozzina elettrica, a Jesolo il 13 maggio. A bordo del furgone ci sono anche le due carrozzine da gioco e tutta l’attrezzatura sportiva.
L’atleta Donato Grande spiega che “il furgone è sensibilmente danneggiato” mentre “non riusciamo a capire” lo stato dell’attrezzatura.
A far ritrovare il mezzo è stato un cittadino che ha segnalato al 112 di aver rinvenuto un furgone bianco con all’interno del materiale sportivo e due sedie per disabili.
“Si può ricominciare”, scrive il governatore pugliese Michele Emiliano su Facebook. Mentre il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, sottolinea che “i danni si riparano e il sogno non si spezza”.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Colpito da un’arma da fuoco, grave un giovane a Bologna
E’ successo nel quartiere del Pilastro, indagini della Polizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
11 maggio 2021
22:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un giovane di 25 anni è stato colpito all’addome con un colpo di arma da fuoco, intorno alle 19.50, in via Natali al Pilastro, quartiere periferico di Bologna. E’ stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale Maggiore.

La polizia sta indagando sulle cause dell’aggressione. Poco distante, il 5 maggio scorso c’era stata una rissa alla quale aveva partecipato una decina di persone. Per sedarla era rimasto ferito anche agente di polizia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: sequestro beni a boss della Stidda e al fratello
Antonio Maira era stato inquisito dal giudice Livatino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
12 maggio 2021
08:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Beni per un valore di 400mila euro sono stati sequestrati dal personale della sezione misure di Prevenzione patrimoniali -della Questura di Agrigento ai fratelli Antonio e Giuseppe Maira, rispettivamente di 71 e 65 anni, di Canicattì.
Antonio, sottolineano gli investigatori, è stato un personaggio di primo piano nel panorama criminale della provincia agrigentina: negli anni ’80 come appartenente alla “Stidda” subì diverse condanne, tra cui quella più pesante inflittagli in un processo dove la pubblica accusa era sostenuta dall’allora giovane Pm Rosario Livatino, il giudice proclamato Beato domenica scorsa dopo essere stato ucciso nel ’90 da quattro killer.

Secondo diversi collaboratori di giustizia il giudice sarebbe stato assassinato proprio perché aveva inflitto forti condanne ad affiliati della “Stidda”, tra cui appunto Antonio Maira che era stato condannato dal Tribunale di Agrigento nel 1986 a 22 anni e mezzo di reclusione, pena poi ridotta in appello a 17 e sei mesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla ponte levatoio di una darsena a Spezia, nessun ferito
Durante operazione di apertura. Usato per transito barche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
12 maggio 2021
09:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha ceduto improvvisamente il ponte levatoio della darsena di Pagliari, a Spezia. Stamani durante una manovra di chiusura del ponte, la struttura è crollata per cause in corso di accertamento.
Non risultano feriti, durante le operazioni di apertura e chiusura la zona viene infatti interdetta. Il ponte levatoio, che si trova nella zona dei cantieri nautici e navali, permette l’uscita o l’ingresso di imbarcazioni dalla darsena.
Il traffico, da Spezia e da Lerici, è stato convogliato nelle vie limitrofe. Sono in corso accertamenti sulle cause.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caporalato: pakistani sfruttati in Veneto, due arresti
Operazione CC Nucleo Tutela Lavoro di Venezia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
12 maggio 2021
09:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri del Gruppo Tutela del Lavoro di Venezia, con il supporto dei militari di Treviso, hanno arrestato due cittadini pakistani, accusati di intermediazione e sfruttamento del lavoro aggravato nei confronti di decine di loro concittadini.
Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Treviso, su richiesta della sostituto procuratore Anna Andreatta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le indagini, svolte tra ottobre e febbraio scorsi, dopo una serie di controlli in aziende agricole delle province di Treviso, Pordenone e Udine, hanno portato alla scoperta di un’impresa agricola con sede legale a Cessalto (Treviso), che reclutava cittadini pakistani da impiegare come manodopera per lavorare presso aziende del territorio, in regime di sfruttamento.
Il titolare dell’azienda si occupava dell’impiego dei lavoratori nelle aziende agricole, mentre un suo collaboratore li reclutava e li trasportava nei luoghi dove venivano sfruttati.
Alloggiati con sistemazioni precarie, prive di riscaldamento con muffa, finestre e infissi danneggiati, e servizi igienici del tutto inadeguati, venivano svegliati alle prime luci dell’alba e accompagnati nelle aziende agricole dove lavoravano guardarti a vista, fino a tarda sera.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quarant’anni fa l’attentato al Papa
Preziosi ricostruisce vicenda che cambiò pontificato Wojtyla
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
09:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 1981, ore 17.17: papa Giovanni Paolo II ha appena riconsegnato una bimba ai genitori, dopo averla abbracciata e benedetta, mentre stringe le mani di migliaia di fedeli in piazza San Pietro per l’udienza del mercoledì. All’improvviso risuonano nel colonnato del Bernini alcuni colpi di pistola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa cade ferito nella camionetta, tra le braccia di don Stanislao Dziwisz, colpito dai proiettili del killer turco Alì Agca. A quarant’anni da quel gesto che è passato alla storia, arriva un libro di Antonio Preziosi dal titolo “Il Papa doveva morire” ricco di episodi, particolari poco conosciuti o anche inediti legati a quella giornata in cui il mondo si fermò con il fiato sospeso in attesa di notizie sulla salute del Papa che sopravvisse dopo quasi sei ore di un drammatico intervento chirurgico.
La storia è raccontata in maniera avvincente e minuziosa.
Dalla lettura del volume trapela che pochi secondi dopo l’attentato, papa Wojtyla sussurrasse “hanno fatto come a Bachelet”, ricordando l’omicidio del vicepresidente del Csm ucciso dalle Brigate Rosse. E che sempre pochi secondi dopo l’attentato, aveva confidato a don Stanislao parole di perdono verso l’attentatore, chiunque egli fosse stato. E poi l’incredibile corsa al Gemelli a bordo di una ambulanza con la sirena rotta, la porta della sala operatoria chiusa a chiave ed abbattuta a spallate da medici ed infermieri, lo stupore del capo della equipe medica del Gemelli, il professor Francesco Crucitti, nel constatare la “strana traiettoria” del proiettile che aveva percorso una specie di “zig zag” nell’addome del Pontefice, uscendo dal bacino, evitando di un niente tutti gli organi vitali e l’arteria aorta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa sopravvive e l’attentatore non se ne fa una ragione: non capisce come abbia fatto a fallire il colpo, con una potente arma da guerra, ad appena tre metri. E ne chiede conto allo stesso Giovanni Paolo II il giorno in cui il Papa si reca a trovarlo nel carcere di Rebibbia per portargli anche personalmente il suo perdono: “come hai fatto? – gli chiede – Come hai fatto a salvarti?”. Il pontefice polacco era convinto di essere stato salvato da un intervento diretto della Madonna di Fatima di cui proprio in quel giorno si festeggiava la ricorrenza dell’apparizione. Ed identificò nell’evento l’adempimento del Terzo Segreto di Fatima. “Una mano ha sparato, un’altra mano ha deviato il proiettile”, ripeteva spesso il pontefice che un anno dopo si recò proprio a Fatima per ringraziare la Madonna ed incastonò nella corona della statua della Vergine proprio il proiettile che aveva attraversato il suo corpo senza ucciderlo.
Quanto alle ragioni dell’attentato, Wojtyla non mostrò mai di appassionarsi a quello che definì, conversando con Indro Montanelli, “un garbuglio”, cioè alla fitta rete di ricostruzioni, smentite, depistaggi su ciò che si era mosso dietro la sparatoria contro di lui. Non aiutò la ricostruzione dell’attentato il comportamento di Agca che, secondo il giudice Ilario Martella, cambiò 52 volte versione, tirando in ballo di volta in volta vari servizi stranieri ed anche l’ajatollah Khomeini. Lo stesso Martella rimane ancora oggi un convinto assertore della “pista bulgara” secondo la quale il killer non agì da solo, ma con la complicità dei servizi di Sofia. Una pista smontata dallo stesso Agca che aveva invece contribuito a costruirla con le sue stesse dichiarazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quello sui presunti mandanti di Agca non è l’unico mistero irrisolto. Agca parlò di una suora che, nel momento dell’attentato, aveva abbassato il suo braccio impedendogli di prendere bene la mira e di uccidere così il Papa. Ma quella suora, ricorda Preziosi, non è stata mai rintracciata. Misteri a parte, l’unica certezza è che quel giorno il Papa doveva morire ma non morì. Errore del killer per i cronisti, intervento della divina Misericordia per il Papa Santo.
E’ proprio il tema della “regia divina” quello che viene raccontato negli ultimi capitoli del volume. “Questo libro – scrive nella prefazione monsignor Rino Fisichella – ha il merito di porre l’attentato come una chiave di lettura dell’intero pontificato, per evidenziare quanto Giovanni Paolo II abbia visto in quel fatto una ‘rinascita spirituale'”. Ed infatti, dopo quell’attentato, cambiò la storia del pontificato di Giovanni Paolo II e forse, pensando a quanto accadde dopo pochi anni con la fine della Guerra Fredda, cambiò anche il corso della Storia con la “esse” maiuscola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bertolaso, abbiamo dosi fino a giugno
‘Lombardia col turbo, potremmo fare under 50 a fine mese’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Usando tutto ciò che abbiamo e vaccinando tutti quelli che si sono prenotati si arriva al 10 giugno, vaccini per altre fasce al momento non ci sono”. Lo ha detto Guido Bertolaso, consulente di Regione Lombardia per la campagna vaccinale, intervistato oggi da L’Eco di Bergamo.
Sullo stato attuale “abbiamo il turbo – ha detto – ma stiamo andando a due cilindri, toh, al massimo a tre…” precisando che le prenotazioni per gli under 50 dovrebbero “partire a fine mese”.
Secondo Bertolaso, infatti “potremmo fare 140mila vaccini al giorno, e tra i 29 e il 30 aprile ne abbiamo fatti 115 mila in surplace. Invece ne facciamo 85mila, circa il 18-20% di tutte le vaccinazioni che si fanno nel Paese, e siamo anche oltre la media nazionale che si attesta sul 17%”.
Bertolaso, infine, che aveva dato un ‘”4 -” in informatica alla Lombardia, adesso gli darebbe “8 e mezzo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Contrabbando di gasolio, denunciate 5 persone
Operavano dalla Spezia nelle regioni limitrofe alla Liguria
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
12 maggio 2021
10:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I militari del Gruppo della Guardia di Finanza La Spezia e funzionari del Reparto Antifrode dell’Ufficio delle Dogane della Spezia hanno concluso una complessa attività di indagine con l’esecuzione di un sequestro preventivo di immobili e disponibilità finanziarie per oltre 240.000 euro nei confronti di cinque persone accusate di fare parte di un’associazione per delinquere dedita al contrabbando aggravato di prodotti petroliferi. Il provvedimento è stato disposto dal Giudice delle Indagini Preliminari di La Spezia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le indagini, iniziate nel 2019 nel porto di La Spezia e poi estese a Bologna, Parma, Genova, Livorno, Lucca, Pisa, Teramo, Napoli e Caserta, hanno consentito di individuare 24 spedizioni irregolari in 64 containers, sottoporre a sequestro complessivamente 244.041 litri di gasolio e accertare maggiori diritti di confine dovuti per 243.694,90 euro, a cui conseguono sanzioni per oltre 4 milioni di euro tra Leggi Doganali e delle Accise.
I prodotti sequestrati provenivano dal Venezuela in evasione di accise e di Iva attuata sia con falsa dichiarazione di specie del prodotto importato che con falsa dichiarazione di destinazione. Gli accertamenti hanno consentito di verificare che la società importatrice era di fatto inesistente, così come la società della Repubblica Ceca. Le indagini sono scaturite da un primo sequestro operato nel porto di La Spezia di un carico di oltre 40.000 litri di gasolio proveniente dal Venezuela stipato in flexitank (all’interno di due containers), che a seguito di analisi è risultato essere prodotto energetico anziché “sgrassante”, come falsamente dichiarato. Nell’arco di poco tempo, sono stati individuati altri otto containers con i quali i sodali hanno tentato di commercializzare illecitamente nel mercato nazionale, e con le medesime modalità, ulteriori 200.000 litri di gasolio, dichiarato come “sgrassante”, utilizzando questa volta per l’importazione una seconda società con sede legale a Bologna ma operativa nel parmense. I denunciati si celavano dietro società fittiziamente interposte o appositamente costituite in Repubblica Ceca e Venezuela.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Assalto distributori con ruspe,arresti Italia e Romania
Operazione Questura Pordenone, quattro ordinanze
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
12 maggio 2021
11:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’alba è in corso un’operazione di polizia transnazionale, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Pordenone, con il coordinamento del Servizio Centrale Operativo (S.C.O.) della Polizia e del Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia (S.C.I.P.), per eseguire ordinanze di custodia cautelare in carcere con emissione di “mandato arresto europeo”, a carico di 4 persone di nazionalità romena, componenti di una banda che ha compiuto numerosi assalti causando ingenti danni con ruspe ad aree di servizio in Fvg, Veneto, Emilia Romagna, Lombardia tra gennaio e aprile 2021.
L’operazione si sta svolgendo tra l’Italia e la Romania.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non affitto a stranieri”, casa negata a una coppia
Denunciato episodio di discriminazione a Pavia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
12 maggio 2021
11:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una coppia residente a Pavia si sarebbe vista rifiutare l’affitto di una casa dopo che il proprietario, all’appuntamento per la firma del contratto, ha visto che il marito della donna che l’aveva contattato è un uomo di colore.
Secondo quanto riferito, il proprietario avrebbe deciso di far saltare l’intesa che era stata raggiunta con un contatto telefonico, affermando “Non affitto a stranieri”.
A nulla sono valse le rimostranze della coppia ed in particolare della donna che ha spiegato che suo marito vive in Italia da 30 anni, si è laureato a Pavia ed è un professionista affermato. Il proprietario non ha voluto sentire ragioni.
La coppia non ha voluto denunciare il fatto all’autorità giudiziaria, ma lo ha comunque segnalato allo Sportello Antidiscriminazioni del Comune di Pavia. “Le persone devono capire che la discriminazione è una condotta illecita – ha dichiarato la donna -. Non è giusto escludere qualcuno per le proprie origini o per le proprie abitudini, nonostante su questo si sia fatta e si faccia ancora tanta propaganda politica per intercettare il consenso di persone che si lasciano ancora persuadere da certi ragionamenti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nas in strutture per anziani, trovati 87 operatori non vaccinati
Controlli in 572 Rsa, 6 chiuse e irregolarità in 141
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
16:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sei strutture ricettive per anziani chiuse e 87 operatori trovati senza vaccinazione Covid. Questo il bilancio dell’operazione dei Carabinieri dei Nas, anche alla luce della recente ordinanza sull’apertura alle visite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella prima decade di maggio è stata realizzata, d’intesa con il ministero della Salute, la campagna di controlli che ha coinvolto 572 strutture sanitarie e socio-assistenziali constatando irregolarità in 141 (25%). Contestate 197 violazioni penali e amministrative per 43 mila euro, deferite 36 persone all’Autorità giudiziaria e segnalate altre 136 alle Autorità amministrative.
Durante i controlli dei Nas è emersa in particolare la presenza di operatori sanitari e personale addetto alle strutture risultati privi di copertura vaccinale, divenuta obbligatoria da aprile scorso. Tale fenomeno, riscontrato in almeno 42 strutture socio-sanitarie in varie province per complessivi 87 tra infermieri, fisioterapisti, operatori socio-assistenziali e restante personale destinato al contatto diretto con gli anziani, “rappresenta – sottolinea il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute – un potenziale anello di debolezza nella strategia di tutela al possibile contagio degli anziani ospiti, proprio in un periodo di riapertura delle visite esterne dei familiari”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: salgono a cinque le isole Covid free nelle Eolie
Dopo Salina, Alicudi, Filicudi e Panarea oggi tocca a Stromboli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
12:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a cinque le isole Covid free nelle Eolie. Dopo Salina, Alicudi, Filicudi, Panarea oggi tocca a Stromboli.
La vaccinazione con l’equipe medica giunta in aliscafo avviene nei locali della guardia medica. Circa 200 gli isolani, ma anche i lavoratori stagionali ed i residenti interessati. Subito dopo si proseguirà con Ginostra, il minuscolo borgo di Stromboli raggiungibile solo via mare, e Vulcano.
Da venerdì invece inizieranno le vaccinazioni a Lipari nel nuovo hub vaccinale allestito presso il palacongressi. Tutti coloro che si sono già registrati sul sito del Comune saranno contattati, secondo l’ordine di prenotazione, per fissare data e orario.
“E’ possibile effettuare la prenotazione per tutti i cittadini residenti a partire dai 18 anni di età – precisa il sindaco Marco Giorgianni – per tutti coloro che sono domiciliati a partire dai 18 anni di età e per tutti i proprietari di casa sul nostro territorio insieme ai componenti maggiorenni del proprio nucleo familiare. E’ possibile fare il vaccino anche senza prenotazione, contattando direttamente i medici di famiglia di ciascuna isola che sono stati incaricati dall’Asp”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Malta: pressing Libia per recuperare il tesoro di Gheddafi
Chiesta restituzione 80 mln euro depositati in Bov
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
12 maggio 2021
12:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo libico ha lanciato un pressing su Malta per ottenere la restituzione di una parte del tesoro portato all’estero da Muhammar Gheddafi, oltre 80 milioni di euro depositati in conti della Bank of Valletta (BoV) dal figlio del dittatore Mutassi sui quali dal 2012 è in corso una battaglia legale con gli eredi del dittatore libico morto nel 2011. L’argomento è stato uno dei principali temi dell’incontro fra il ministro degli esteri maltese Evarist Bartolo ed il suo omologo libico Najla El-Mangoush, in visita alla Valletta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo hanno indicato fonti governative maltesi al Times of Malta, specificando che nell’incontro si è parlato anche di immigrazione e della ripresa tanto dei collegamenti aerei fra Libia e Malta quanto dei rapporti commerciali tra i due paesi.
Durante i suoi 40 anni di dominio sulla Libia, Muhammar Gheddafi aveva fatto ingenti investimenti personali a Malta.
Dopo la rivoluzione e la morte del dittatore, il nuovo governo libico ha individuato i fondi che il figlio Mutassim aveva depositato a Malta tramite la società Capital Resources Ltd. A febbraio scorso, dopo un anno di pausa per la pandemia, a Malta è ripresa la battaglia legale tra gli eredi di Gheddafi ed il governo libico.
Oggi il ministro di Tripoli ha chiesto l’aiuto del governo maltese per sbloccare la situazione, Fonti del ministero degli esteri maltese hanno riferito al Times of Malta che Bartolo da una parte ha garantito la condivisione di tutte le informazioni con il governo libico, aggiungendo che però non compirà passi concreti finché non sarà concluso il percorso giudiziario che dovrà determinare il destinatario finale dei fondi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pesca: sindaco Mazara a Roma, impegno tavolo tra Ministeri
Incontro con Di Maio per affrontare questione sicurezza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
12 maggio 2021
12:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un tavolo di discussione tra Ministero degli Esteri e dell’Agricoltura e pesca per affrontare la questione della sicurezza dei pescatori di Mazara del Vallo nel mar Mediterraneo. È questo l’impegno che ha strappato il sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci, incontrando il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Il primo cittadino è a Roma per incontrare i due Ministri ma anche i capigruppo delle forze politiche di maggioranza. “Quello che ho riscontrato è la convergenza sulla tematica da parte di tutti i partiti – ha detto Quinci – c’è un impegno affinché la situazione non finisca nel dimenticatoio e se ne parli solamente quando si verificano sequestri e assalti da parte dei libici e non solo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Chiari, il ruolo delle riviste culturali
La parola letteraria nel web, appuntamento online il 13/5
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CHIARI
12 maggio 2021
12:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue anche a maggio il cartellone di eventi dedicati alla promozione della lettura di Chiari, Prima Capitale Italiana del Libro, con il panel “La parola letteraria nel web. Riviste culturali”, in programma il 13 maggio alle 20.30 e coordinato dal direttore del Centro per il libro e la lettura Angelo Piero Cappello.
Gli argomenti al centro del dibattito saranno orientati a comprendere quale sia oggi il ruolo delle riviste culturali, la modalità con cui queste veicolano il mondo del libro e dei suoi contenuti agli utenti digitali, e quali reti di lettori riescono a creare: a discuterne Daniela Mena, direttore di “Microeditoria”, Saro Trovato, fondatore del social media “Libreriamo”, Francesco Pacifico de “il Tascabile”, Gabriele Gimmelli di “Doppiozero” e Stefano Malosso di “Limina”, che racconteranno la propria esperienza e risponderanno anche alle domande del pubblico.
L’evento sarà trasmesso in streaming sui canali social Facebook e YouTube del Comune di Chiari e della Rassegna della Microeditoria:

SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Del Brocco, Volevo nascondermi torna in sala
Ad Rai Cinema, a David ha vinto cinema italiano in sua diversità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
15:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“È l’intero cinema italiano nella sua diversità e ricchezza ad aver vinto ieri sera la 66/a edizione dei David di Donatello, con la sua voglia di esserci e di ripartire”, sottolinea in una nota Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, annunciando il ritorno in sala di ‘Volevo nascondermi’ dal 13 maggio nelle principali città italiane.
“Un anno fa – ricorda Del Brocco – partecipavamo a questa cerimonia con una promessa, quella di impegnarci a mantenere vivo il cinema e non perdere il contatto con il pubblico; l’incertezza era tanta e la strada tutta da costruire, ma la cosa più importante, oggi, è poter dire di esserci riusciti.
T
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutta l’industria – grazie ai registi, sceneggiatori, attori, ai produttori, ai tecnici, alle maestranze, alle istituzioni, alla loro tenacia e coraggio – ha resistito e, nonostante le difficoltà che questo anno ci ha messo di fronte, si è mossa verso un obiettivo comune. Ed è con tutti i lavoratori del settore che Rai Cinema vuole condividere la gioia per i diciotto David vinti in questo 2021”. Del Brocco ringrazia in particolare l’Accademia del David e Piera Detassis, che “ci hanno permesso di ritrovarci qui, a distanza di un anno, a premiare questi bellissimi film e documentari che sono lo specchio della vivacità del nostro cinema”. “Volevo nascondermi”, vincitore di sette statuette, è riuscito, “nonostante le chiusure forzate, la riduzione del mercato, le riaperture, i divieti, a costruire la sua strada e toccare il cuore degli spettatori, dimostrando la forza e il valore del nostro miglior cinema di qualità”. E proprio per riprendere “quel filo interrotto con il pubblico che abbiamo deciso con 01 Distribution di riportarlo al cinema da domani (13 maggio, ndr) nelle principali città italiane”. Congratulazioni anche da parte di Nicola Claudio, presidente di Rai Cinema “al giovane Pietro Castellitto, Miglior regista esordiente per “I predatori”, a Fabio e Damiano D’Innocenzo, Gianni Amelio, Emma Dante e Gianfranco Rosi, osservatore instancabile del nostro presente, per aver contribuito con le loro opere ad impreziosire questo anno di grande cinema e a tutti gli artisti e produttori con cui abbiamo avuto la fortuna di lavorare”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fagnani, racconto le donne che si mettono in gioco
Debutta il 14 maggio in seconda serata su Rai2 con ‘Belve’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
13:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Donne forti e decise, che hanno giocato all’attacco: persone coraggiose e a volte spregiudicate “che non hanno paura di portare in luce anche le proprie ombre, capaci di mettersi in gioco”. Sono le protagoniste di Belve, il programma ideato e condotto da Francesca Fagnani, che dopo i due anni in onda su Nove, dove il format ha riscosso un grande successo, approda con una nuova edizione dal 14 maggio in seconda serata su Rai2.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono molto contenta di riprendere in mano qualcosa che sento come una mia creatura. L’ho pensata e curata nei dettagli – spiega la giornalista che ha avuto fra i suoi maestri , negli inizi in Rai, Michele Santoro e Giovanni Minoli -. Io ho iniziato molto giovane nel servizio pubblico e mi fa molto piacere tornare con un mio programma. Ringrazio il direttore di rete Ludovico Di Meo che ha avuto l’apertura mentale di portare un’idea sperimentata altrove”. Nelle edizioni di Belve su Nove Francesca Fagnani ha parlato, fra le altre, nelle interviste a tu per tu con Giorgia Meloni, Adriana Faranda, Simona Ventura, Daniela Santanché, Paola Turci, Alessandra Mussolini. Spicca il suo stile diretto: “La libertà nella risposta è anche nella libertà di porre ogni domanda che uno creda. Anzi ne approfitto per dire che le domande non le do mai da leggere prima. La forza del programma sta anche nella spontaneità di una reazione, una risata, uno sguardo più serio…”.
Fra le protagoniste di Belve su Rai2, ci saranno nella prima puntata Arisa e Rosalinda Celentano, poi, fra le altre, Bianca Berlinguer, Asia Argento, Sabina Began e Virginia Raggi, “che ha accettato di mettersi in gioco. Invece “ho rinnovato ad esempio l’invito a Maria Elena Boschi, che mi ha detto di nuovo di no”.
Sarà presente anche un tema del quale Francesca Fagnani con le sue inchieste si occupa spesso, la criminalità organizzata, attraverso l’intervista a Anna Carrino, ex compagna del super boss dei Casalesi Francesco Bidognetti. Per la quota azzurra ci sarà Marco Travaglio “e un altro nome che sveleremo più avanti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
San Marino apre al ‘turismo vaccinale’ dal 17/5
Doppia dose Sputnik e albergo, per ora chiuso a italiani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAN MARINO
12 maggio 2021
14:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
San Marino è pronto a partire con quello che il governo, che ha approvato un apposito regolamento, definisce “turismo vaccinale”: 50 euro per la doppia dose, a partire dal 17 maggio con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno sul Titano che dovrà essere di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. Il turismo vaccinale è aperto a tutti, tranne che agli italiani perché con Roma ancora non c’è un accordo specifico.
Il pacchetto, vaccino più hotel. prevede l’iniezione del vaccino russo Sputnik, non riconosciuto dall’Ema.
“Sui temi dei vaccini e del Covid non si possono fare discorsi di geopolitica”: ha detto il segretario di Stato agli Esteri Luca Beccari. Beccari ha ricordato la “neutralità attiva” come una tradizione sammarinese e i “rapporti bilaterali ottimi” sia con la Russia che la Cina e altri 150 Paesi nel mondo. Ma sicuramente il rapporto privilegiato è con l’Italia, ha comunque sottolineato coralmente il Congresso di Stato, dalla quale San Marino sta continuando a ricevere forniture del vaccino Pfizer, dopo un inizio a rallentatore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Figliuolo alle Regioni: dal 17/5 aprire ai vaccini per gli over 40
Dall’accordo sui vacanzieri a open day come si muovono le Regioni sui vaccini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
09:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì le regioni italiane potranno aprire alle vaccinazioni degli over 40. Il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, lancia lo sprint della campagna in vista dell’estate, confortato dal calo della curva epidemiologica (oggi ancora sotto i diecimila nuovi casi per il quarto giorno consecutivo) e dall’impennata delle somministrazioni, che oggi hanno superato quota 25 milioni, pari cioè ad un terzo della platea.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ennesimo step di una road-map che sembra avanzare spedita e che vedrà, già da giugno, l’arrivo delle fiale anche nelle aziende. Ed intanto il premier Mario Draghi, durante il question time alla Camera, ha invitato ad “accelerare sullo sblocco dell’export” prima di “arrivare ad una liberalizzazione dei brevetti”. Dal Senato, invece, è arrivata l’approvazione ad un emendamento al dl Covid che prevde lo scudo penale per medici e infermieri durante il periodo di emergenza. “Un segnale importante – il commento del ministro alla Salute, Roberto Speranza – a chi ha lavorato in primissima linea in una fase così dura ed ha aiutato il Paese con il massimo dello sforzo e dell’impegno”. Sulla questione del richiamo Pfizer, infine, l’Ema ha confermato ufficialmente l’efficacia della seconda dose a 42 giorni, come deciso da tempo dal Comitato Tecnico Scientifico, e ribadito questa mattina dallo stesso coordinatore Franco Locatelli. Da lunedì, dunque, si aprirà ufficialmente una nuova fase della campagna vaccinale, alla quale potranno aderire anche i nati fino al 1981, vale a dire gli over 40.

In una lettera inviata alle Regioni, Figliuolo raccomanda comunque ai governatori “l’assoluta necessità di continuare a mantenere particolare attenzione per i soggetti fragili, classi di età over 60, cittadini che presentano comorbidità, fino a garantirne la massima copertura”. Per questo l’inizio delle somministrazioni per i più giovani non partiranno contemporaneamente in tutta Italia, ma solo nelle regioni che sono già pronte e che hanno già completato la vaccinazione di gran parte delle categorie citate dal commissario. Nel frattempo, con l’avvicinarsi delle vacanze, il governo sta pensando alla possibilità di consentire le vaccinazioni anche ai turisti in visita in regioni diverse da quella di residenza. L’accordo sembra essere vicino, come ha anticipato l’assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Il commissario Figliuolo è determinato – ha detto -, c’è un tema di sistemi informativi da mettere in comunicazione tra di loro, ma attraverso l’anagrafe vaccinale nazionale io credo che ci si arriverà in breve tempo”. Le regioni hanno utilizzato il 91% delle dosi a loro disposizione, con Puglia, Lombardia e Sardegna tra le più virtuose. E proprio oggi è cominciata la distribuzione di altre 2,1 milioni di dosi, alle quali – entro il fine settimana – si aggiungeranno le restanti dei previsti 3 milioni. Nel Lazio si punta ad arrivare all’immunità di gregge già ad agosto. In Campania, invece, con l’arrivo di altre 215 mila dosi è ripartita la campagna che aveva subito un piccolo rallentamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inusuale, poi, il caso di San Marino che proprio da lunedì aprirà al cosiddetto “turismo vaccinale”. La doppia dose costerà 50 euro, con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno che dovrà essere di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. L’iniziativa è aperta a tutti, tranne che agli italiani per via del mancato accordo ancora con il governo. Sul fronte Pfizer, infine, l’Ema mette la parola fine alla disputa sui 42 giorni del richiamo. “Non è una deviazione rispetto alla raccomandazione”, spiega l’Agenzia europea spiegando che nei test clinici la somministrazione della seconda dose era prevista fino a 42 giorni. Informazioni, tra l’altro, presenti anche nel bugiardino del vaccino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: La Norvegia rinuncia ad AstraZeneca la variante indiana si diffonde nella Ue
Molti casi segnalati nel Regno Unito. In Italia pochi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
10:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Norvegia ha deciso di rinunciare al vaccino anti Covi-19 prodotto da AstraZeneca e di sospendere quello di Johnson & Johnson. Lo ha annunciato il primo ministro norvegese Erna Solberg. La Norvegia – ha annunciato il governo – rinuncerà definitivamente al vaccino AstraZeneca nel suo programma di vaccinazione anti-Covid e riserverà il vaccino di Johnson & Johnson solo ai volontari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il primo ministro Erna Solberg ha giustificato queste misure con le pur rarissime complicazioni gravi riscontrate dopo la somministrazione di questi vaccini, che utilizzano la stessa tecnologia dell’adenovirus e ai quali la vicina Danimarca ha già rinunciato del tutto. L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomandano di continuare a usarli, giudicando i loro benefici superiori ai rischi. La Norvegia aveva sospeso l’11 marzo l’uso del vaccino AstraZeneca e non ha iniziato ad utilizzare dell’americana Johnson & Johnson sospettata di scatenare, molto occasionalmente, simili effetti collaterali. Tuttavia, pur mantenendo questa sospensione, Oslo si rifiuta di rinunciare a questo vaccino. “Vogliamo creare scorte di emergenza che possiamo utilizzare se le infezioni aumentano o se ci sono fallimenti nelle consegne da altri produttori di vaccini”, ha detto Solberg in una conferenza stampa. Il vaccino monodose di Johnson & Johnson, a differenza di AstraZeneca, potrebbe essere offerto alle persone su base volontaria, ha detto, seguendo le raccomandazioni formulate lunedì dagli esperti nazionali. Su 135.000 somministrazioni effettuate fino a metà marzo con il vaccino AstraZeneca in Norvegia, sono stati registrati otto casi di trombosi grave, quattro dei quali fatali, in persone relativamente giovani e sane. Il governo sta ora valutando la possibilità di restituire le sue dosi di AstraZeneca ai paesi dell’UE che le hanno fornite o, in alternativa, di effettuare una donazione ai Paesi poveri tramite Covax. “È un vaccino efficace che viene utilizzato in molti Paesi – ha sottolineato il ministro della Salute, Bent H›ie – e vogliamo fare in modo che le dosi siano utili ad altri Paesi che possono trovarsi in una situazione sanitaria più grave della nostra”.
In Spagna è attesa per la prossima settimana una decisione su come procedere per l’immunizzazione contro il Covid di persone al di sotto dei 60 anni a cui è già stata somministrata una prima dose di AstraZeneca. Lo ha annunciato in conferenza stampa la ministra della Sanità, Carolina Darias. Sarà decisivo, ha spiegato, il fatto che i tecnici del ministero e delle regioni avranno a disposizione le informazioni per decidere come procedere. Negli ultimi giorni, i presidenti regionali di Madrid e dell’Andalusia avevano spinto per conoscere la posizione del governo a riguardo, spiegando che temono di sprecare dosi di AstraZeneca che attualmente conservano in magazzino.
La variante indiana del virus SarsCov2 B.1.617 si sta diffondendo sempre di più in Europa, dopo aver portato nelle ultime 8 settimane ad un intenso aumento dei contagi in India. A fare il punto è l’ultimo rapporto pubblicato dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc). Di questa variante sono stati individuati tre sottotipi, B.1.617.1, B.1.617.2 e B.1.617.3, di cui i primi due segnalati in Europa. Il primo, B.1.617.1, è quello rilevato in India a dicembre, che ha raggiunto il suo picco a fine marzo, per poi calare ad aprile.
In base alle sequenze del virus pubblicate sulla banca dati Gisaid EpiCov è stato rilevato in India (1147), Regno Unito (247), Usa (137), Singapore (64), Germania (28), Australia (21), Danimarca (21), Bahrain (9), Giappone (9), Angola (8), Svizzera (8), Hong Kong (7), Irlanda (7), Portogallo (7), Belgio (5), Lussemburgo (5), Corea del Sud (5), Canada (4), Olanda (4), Nuova Zelanda (4), Svezia (4), Francia (3), Giordania (3), Repubblica Ceca (2), Guadalupe (2), Russia (2), Sint Maarten (2), Spagna (2), Cambogia (1), Grecia (1), Italia (1), Malesia (1), e Messico (1).
Il sottotipo B.1.617.2 è quello che invece ora sta diventando dominante in India da metà aprile e si sta diffondendo rapidamente anche in Europa. Al 10 maggio infatti è stato rilevato nel Regno Unito (676), India (290), Usa (192), Singapore (91), Australia (58), Germania (31), Giappone (20), Danimarca (18), Bahrain (13), Belgio (12), Francia (12), Irlanda (12), Svizzera (10), Nuova Zelanda (9), Italia (5), Polonia (5), Cina (4), Spagna (3), Svezia (3), Indonesia (2), Olanda (2), Aruba (1), Austria (1), Canada (1), Grecia (1), Hong Kong (1), Lussemburgo (1), Norvegia (1), Romania (1), Slovenia (1), e Corea del Sud (1). Il terzo sottotipo, rilevato a febbraio in India, è invece ancora raro. “Il dato positivo – rileva il virologo dell’Università Bicocca di Milano, Francesco Broccolo – è che il sottotipo 2 della variante indiana, quello che più si sta diffondendo in Europa, non presenta la mutazione E 484 Q, presente negli altri due sottotipi, e nelle varianti sudafricana e brasiliana, capace di sfuggire agli anticorpi neutralizzanti del virus”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti:Lamorgese,rafforzare capacità Libia gestire confini
Ministro incontra Inviato Onu a Tripoli, ‘Ue sia più coinvolta’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2021
15:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha incontrato l’inviato speciale della Nazioni unite per la Libia, Jàn Kubis e gli ha confermato l’intenso e continuo impegno del Governo italiano per “consolidare la cornice di sicurezza in Libia” anche al fine di “rafforzare le capacità di gestione delle frontiere terrestri e marittime da parte delle autorità libiche”. Il ministro ha anche sottolineato la necessità che “l’Unione europea sia maggiormente coinvolta nella gestione del fenomeno migratorio che ha radici al di fuori della Libia e la vede come Paese di transito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ex studente medicina in Veneto diventa ministro in Guinea
Zaia, è l’unico chirurgo pediatrico dello Stato africano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
12 maggio 2021
10:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Qualche anno fa Dionisio era solo un giovane studente di medicina arrivato in Veneto (tra Piove di Sacco, Arino e Dolo) dal villaggio di Jugudul per merito di un lungimirante missionario: oggi, a 49 anni, Cumbà ha realizzato un sogno, è Ministro della Sanità in Guinea Bissau e lavora nella clinica di Bor dove opera bambini con ogni genere di patologia”. A raccontare la storia di Dionisio, che ha casa a Piove di Saco, è il presidente del Veneto Luca Zaia nella sua pagina Facebook.

“E’ lui l’unico chirurgo pediatrico dello Stato africano, e al Governo ha ribadito di volere del tempo per continuare ad operare – sottolinea il Governatore -. In Italia Dionisio si è sposato con Laura, infermiera all’ospedale di Padova, ed ha fondato con un gruppo di amici di Dolo l’associazione Toka Toka Africa con cui sono stati costruiti pozzi per l’acqua potabile, una scuola e inviati per anni aiuti nel villaggio di Jugudul”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo tentativo di aggressione turco a peschereccio Mazara
“San Giorgio I” accerchiato da alcune imbarcazioni si allontana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MAZARA DEL VALLO
12 maggio 2021
16:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo tentativo di accerchiamento da parte dei pescherecci turchi nei confronti di imbarcazioni mazaresi, per farli allontanare dalla zona di pesca dove si trovano, dopo l’assalto di ieri con lancio di pietre e speronamento. È successo stamattina al motopesca ‘San Giorgio I’ che attualmente si trova in acque internazionali tra la Turchia e la Siria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo conferma l’armatore Carmelo Gancitano: “Anche questa mattina il nostro peschereccio ha subìto un nuovo tentativo di assalto da parte di alcuni motopesca turchi che lo stavano accerchiando, così il comandante Giuseppe Dell’Arno ha deciso di allontanarsi nuovamente”.
Ieri un altro peschereccio mazarese, il ‘Michele Giacalone’, era stato preso di mira a colpi di pietra e con un tentativo di speronamento; l’equipaggio del ‘San Giorgio I’, che si trovava a poche miglia, aveva deciso di allontanarsi. “In tutto il Mediterraneo ci sono alcune zone dove i fondali sono profondi e pescosi per il gambero rosso – spiega l’armatore – come in quel tratto di mare ed alcune zone di fronte la Libia. Se i nostri motopesca arrivano sino a lì è proprio per lavorare, visto che le nostre campagne sono focalizzate solamente sulla pesca del gambero rosso. Per noi rischiare la vita, con le minacce dei sequestri, dei colpi d’arma da fuoco e degli attacchi pirateschi seppur siamo in acque internazionali, è davvero un’assurdità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla a Spezia un ponte levatoio di una darsena, nessun ferito
Durante operazione di apertura, era stato costruito nel 2010 è costato 9 milioni di euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
12 maggio 2021
16:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha ceduto improvvisamente il ponte levatoio della darsena di Pagliari, a Spezia. Stamani durante una manovra di chiusura del ponte, la struttura è crollata per cause in corso di accertamento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non risultano feriti, durante le operazioni di apertura e chiusura la zona viene infatti interdetta. Il ponte levatoio, che si trova nella zona dei cantieri nautici e navali, permette l’uscita o l’ingresso di imbarcazioni dalla darsena.
Il traffico, da Spezia e da Lerici, è stato convogliato nelle vie limitrofe. Sono in corso accertamenti sulle cause.
I tecnici dell’Autorità portuale della Spezia e il magistrato di turno hanno eseguito un primo sopralluogo nei pressi del ponte crollato alla darsena Pagliari alla Spezia. Dai primi accertamenti è emerso che potrebbe essere stato un problema idraulico al momento della chiusura del ponte levatoio a provocarne la caduta. Sui tempi del ripristino al momento non ci sono indicazioni.
Il ponte mobile era stato inaugurato nel 2010 dall’Autorità Portuale e rappresentava un passaggio importante nella riqualificazione della zona. Lungo 21 metri, con un’antenna alta 14 metri che ricorda l’albero di una barca a vela, largo 12 metri, permette l’apertura per il passaggio delle barche a vela in un paio di minuti. L’opera ha permesso di garantire un passaggio diretto alla zona dei cantieri dalla città, sulla strada che poi prosegue fino a Lerici. Il progetto rientrava nella realizzazione della darsena di Pagliari, costata complessivamente oltre 9 milioni di euro.
“Ringrazio Polizia e Vigili del Fuoco che sono intervenuti immediatamente sul posto, fortunatamente non risultano feriti. Da questa mattina sono in contatto con il sindaco di Spezia Peracchini, l’assessore regionale alla protezione civile Giampedrone che si trova in città per avere ulteriori notizie e il presidente del porto Sommariva”. Lo scrive in una nota il presidente ligure Giovanni Toti. “Si tratta di un ponte gestito dall’Autorità Portuale della città, di servizio ad una darsena per imbarcazioni da diporto. Fortunatamente nessuno si è fatto male. Il crollo del ponte non comporta problemi al traffico cittadino, stando a quanto mi ha spiegato il sindaco, dal momento che le auto passano in una via adiacente e parallela. Attendiamo le verifiche e le indagini che ci dovranno dire cosa non ha funzionato nel meccanismo che garantiva mobilità al ponte”.
“Mentre il Governo perde ancora tempo a pensare di realizzare un ponte sullo Stretto di Messina, ossia nell’area a maggior rischio sismico del Paese, l’Italia diventa sempre di più il Paese dei ponti che crollano. Oggi, alla Spezia, il ponte mobile della Darsena di Pagliari è uscito dalla propria sede ed è crollato e il viadotto di valle Ragone, in A12, è stato chiuso ai tir oltre le 3,5 tonnellate. Ci chiediamo come sia possibile pensare a un’opera faraonica come il Ponte sullo Stretto quando non si è in grado di provvedere neanche alla manutenzione ordinaria dell’esistente, per di più in un anno sospeso nella pandemia con scarsa circolazione sia di persone che di mezzi”. Così, in una nota, il responsabile nazionale organizzazione dei Verdi ed esponente di Europa Verde, Francesco Alemanni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Luca Zaia si è vaccinato, al governatore dose di Pfizer
Si era prenotato qualche giorno dai, l’inoculazione a Godega
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
12 maggio 2021
17:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il governatore del Veneto Luca Zaia si è vaccinato oggi pomeriggio contro il Covid. Zaia, che si era prenotato personalmente nei giorni scorsi, è stato ricevuto nel centro vaccinale di Godega di Sant’Urbano (Treviso), il più vicino alla sua abitazione.
A Zaia, che ha 53 anni, è stata somministrata una dose di “Pfizer”. “E’ andata benissimo – ha detto al termine Zaia ai giornalisti – le due alternative per la mia classe d’età erano Pfizer o Moderna , mi hanno dato Pfizer. Devo complimentarmi con gli operatori per per la velocità; eravamo in tanti in attesa, ma credo che non abbiamo aspettato più di 3-4 minuti. La macchina del Veneto, con 60 centri vaccinali, funziona”.
Quanto alle polemiche su amministratori che avevano scelto di vaccinarsi prima del loro turno, ‘per dare l’esempio’, il governatore del Veneto ha risposto: “ho aspettato il mio turno, ho prenotato con il mio telefonino, ho avuto anch’io le mie difficoltà, e poi mi sono presentato quanto toccava a me”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaticano: Tribunale si allarga, udienze anche ai Musei
Per consentire partecipazione a processi con interesse dei media
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
12 maggio 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tribunale vaticano amplia i propri spazi. Le udienze in futuro si terranno anche nell’ex Laboratorio Polifunzionale dei Musei vaticani.
Lo ha detto il Presidente del Tribunale Giuseppe Pignatone al termine dell’udienza di oggi sui presunti abusi al Preseminario annunciando che la prossima udienza, il 7 giugno, si terrà in questa nuova aula “se sarà pronta”. L’utilizzo di una seconda aula è legata anche alla necessità di rispettare le norme Covid nei processi dove il numero di persone è consistente, per esempio, per l’interesse e la presenza della stampa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ats Milano, contagi in calo nelle scuole
Scendono sia i casi positivi che le persone in isolamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2021
18:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella settimana dal 3 al 9 maggio sono stati 446 i casi di tamponi positivi al Covid-19 nelle scuole delle province di Milano e Lodi segnalati all’Ats Città Metropolitana di Milano, in calo rispetto ai 641 della settimana precedente. Si tratta di 387 alunni e 59 operatori scolastici.

Il numero di persone isolate, invece, è 5.585 (5.388 alunni e 197 operatori), anche questo in calo rispetto agli 8.344 della settimana prima.
“Si registra un calo dei casi che frequentano le scuole e dei relativi provvedimenti di isolamento rispetto alla settimana precedente — spiega il Dott. Marino Faccini, Direttore della UOC Medicina Preventiva delle Comunità-Malattie Infettive di Ats Milano — in un quadro di diminuzione dei contagi a livello generale. Anche se il trend epidemiologico evidenzia segnali favorevoli, va mantenuta alta l’attenzione verso le misure di prevenzione e di sorveglianza”.
Dei 446 positivi, 35 sono del Nido, 95 della scuola dell’infanzia, 115 della scuola primaria, 93 della secondaria di primo grado e 108 di quella di secondo grado.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Lombardia ricoveri ancora in calo, 36 decessi
1.198 i nuovi positivi, tasso di positività stabile al 2.3%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2021
18:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con 50.658 tamponi effettuati, sono 1.198 i nuovi positivi in Lombardia con il tasso di positività stabile al 2,3%, come ieri. Calano ancora i posti letto occupati sia in terapia intensiva (-6, 448) che negli altri reparti (-115, 2.441).
I decessi sono 36 per un totale di 33.271 morti in regione dall’inizio della pandemia.
Per quanto riguarda le province, sono 362 i casi nella città metropolitana di Milano, di cui 141 a Milano città, 163 a Varese, 136 a Brescia, 96 a Monza e Brianza, 85 a Como, 82 a Bergamo, 73 a Mantova, 63 a Pavia, 42 a Cremona, 33 a Lecco, 25 a Sondrio, 8 a Lodi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Travolta mentre attraversa strada in carrozzina,morta 70enne
Disabile investita da un’auto a Rimini. Deceduta in ospedale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
12 maggio 2021
18:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna di 70 anni, disabile su sedia a rotelle, è deceduta dopo essere stata investita mentre attraversava sulla strisce pedonali questa mattina a Rimini, sulla via Flaminia. La donna è stata travolta da una Yaris che procedeva verso Sud.
Soccorsa dal 118 e trasportata in Pronto Soccorso all’Ospedale “Infermi” è deceduta dopo qualche ora. Sul posto per i rilievi dell’incidente la polizia municipale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Barca affonda nel Garda con bimbo 4 anni, tutti salvi
Gruppo di naufraghi austriaci lancia allarme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
12 maggio 2021
18:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri di Peschiera (Verona), hanno salvato un gruppo di persone, tra cui un bambino, dopo l’affondamento della barca su cui si trovavano nel lago di Garda. Durante la fase del naufragio una persona del gruppo, tutto di nazionalità austriaca, ha chiesto soccorso e immediate sono scattate le operazioni di salvataggio di quattro persone tra cui un bambino di 4 anni al largo delle acque della costa di Bardolino.
L’uomo che ha fatto scattare l’allarme e gli altri due turisti adulti si erano aggrappati a un pezzo di plastica dell’imbarcazione rimasto a galla, mentre il bambino è rimasto in superficie con difficoltà grazie ad un giubbotto di salvataggio. Una volta raggiunto il porto di Lazise, il gruppo è stato accolto dai Carabinieri e dal personale medico del Suem 118 per le prime cure. In via precauzionali i quattro sono stati ricoverati negli ospedali della zona per accertamenti sanitari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID:Sardegna punta a ritornare bianca
Curva stabile sotto i 100 casi, pronto sprint per vaccinazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
12 maggio 2021
19:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo tre settimane in zona rossa e due in arancione la Sardegna potrebbe arrivare a fine maggio, al via ufficiale della stagione estiva, lasciandosi alle spalle le restrizioni per il Covid. In questo momento, infatti, l’Isola si trova a cavallo tra la fascia gialla e quella bianca, grazie a numeri sempre più confortanti e un indice di poco oltre i 50 casi per 100mila abitanti, stimato nella settimana che va dal 3 al 9 maggio, ossia quella che sarà presa in considerazione dal monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità in vista della prossima cabina di regia di venerdì.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E proprio il 14 maggio si attende il cambio di colore da lunedì 17 per la Sardegna che mostra già da due settimane numeri da zona gialla. Resta, infatti, stabile sotto i 100 casi la curva dei contagi Covid. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 96 nuovi casi con 5.004 tamponi effettuati nelle 24 ore ed un tasso di positività dell’1,9%. Si registrano anche 5 decessi e continuano a svuotarsi gli ospedali. Sono 254 (-20) i pazienti attualmente ricoverati in reparti non intensivi, 38 (-2) quelli in terapia intensiva.
E mentre si registra una frenata nella campagna di vaccinazione con sole 6.715 dosi somministrate nelle ultime 24 ore, l’Ats fa sapere di essere pronta ad ampliare il target delle adesioni: venerdì 14 si passerà al sistema di prenotazione di Poste e con il via alle adesioni per gli over 50, ma già da lunedì 17 potrebbe essere la volta degli over 40. Nel frattempo la regione apre un nuovo hub con una potenzialità di 1000 dosi al giorno a San Gavino, mentre si registra la protesta della sindaca di Lodè Antonella Canu: “Il piano vaccinale a Lodè è stato bloccato dall’Ats che ha annullato la data del 15 maggio, quando, nel Punto vaccinale mobile del paese, si sarebbero dovuti essere vaccinare gli ultraottantenni e soggetti fragili”, denuncia pubblicamente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Simulavano incidenti per incassare indennizzi, sei arresti
Nella provincia di Taranto, scoperta associazione per delinquere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
13 maggio 2021
08:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Polizia stradale di Taranto ha eseguito sette ordinanze di custodia cautelare, di cui una in carcere, cinque agli arresti domiciliari, e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, a carico di altrettante persone residenti nella provincia di Taranto. Sono ritenute responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla simulazione di falsi incidenti stradali, attraverso una articolata rete criminosa strutturata per ottenere l’indennizzo dalle compagnie di assicurazioni attraverso la falsificazione e alterazione di documenti.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà, in presenza, alle ore 11 nella Caserma D’Oria, sede della Sezione Polizia Stradale di Taranto.
Interverrà il Dirigente del Compartimento della Polizia Stradale Puglia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Auto su binari: da rilievi non coinvolte altre vetture
Interrotta anche linea Lodi-Saronno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
08:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avrebbe fatto tutto da solo l’uomo che ieri sera con al sua auto è precipitato da un cavalcavia a San Donato cadendo sui binari dell’alta velocità milanese riportando gravi ferite. Sono i risultati degli accertamenti effettuati fino a ora.
Non risulta, infatti, siano stati coinvolti altri mezzi: il 48enne potrebbe anche aver avuto un malore.
Nel frattempo anche la linea S1 Lodi-Saronno risulta interrotta a Rogoredo senza corse in arrivo nel Lodigiano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi sequestro 2,4 tonnellate prodotti da fumo, 29 denunce
Operazione della Guardia di finanza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
09:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ammonta a circa 2,4 tonnellate il peso della melassa da fumo di contrabbando sequestrata dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma che, nel corso di un’operazione eseguita nella Capitale e in altre 88 città italiane, hanno denunciato 29 persone per il reato di contrabbando doganale. É il bilancio dell’operazione “Shisha”, condotta dalle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano che, partendo dall’ispezione di un deposito situato nel quartiere Casalotti e monitorando le più diffuse piattaforme on-line, sono risalite a oltre cento esercizi commerciali sparsi in tutta Italia che immettevano sul mercato prodotti da fumo per narghilè senza versare le accise dovute.

Oltre alla melassa di contrabbando, nel corso di uno dei controlli presso un distributore della Capitale, sono stati scovati circa 1.800 narghilè, 868 orologi Rolex, oltre 1.000 confezioni di profumi e prodotti estetici recanti i loghi contraffatti di famose case produttrici e 19.700 prodotti elettronici non sicuri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esplosione Pasqua: Procura indaga omicidio e incendio doloso
Forse già nomi in registro indagati. Ps ha ascoltato persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
13 maggio 2021
09:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Trieste ha aperto un’indagine per omicidio volontario e incendio doloso in relazione alla morte di Luca Lardieri, l’uomo di 35 anni trovato senza vita nel suo appartamento a Trieste il 4 aprile scorso dove si verificò un’esplosione. La notizia, anticipata da Il Piccolo, è stata confermata dal Procuratore capo Antonio De Nicolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il riserbo degli inquirenti è massimo ma, secondo quanto si è appreso, non è escluso che nel registro degli indagati figurino già iscritti uno o forse più nomi. La svolta nell’indagine è arrivata pochissimi giorni dopo i fatti quando il primo responso dell’autopsia ha svelato un taglio sul collo dell’uomo e alcune incongruenze sul luogo, che hanno portato a ipotizzare il coinvolgimento di terzi.
Il fuoco dell’incendio prima e l’acqua utilizzata per domare le fiamme poi hanno distrutto gran parte degli indizi. Tuttavia nell’alloggio sono stati rintracciati elementi sui quali gli inquirenti stanno già lavorando. La Polizia ha già cominciato a sentire alcune persone, altre saranno ascoltate nelle prossime settimane quando probabilmente si avranno i primi responsi anche delle analisi in corso sul materiale rinvenuto e repertato nell’abitazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanità:fatture pagate 2 volte, sequestro 4 mln a laboratorio
Il mese scorso Procura ha chiesto rinvio a giudizio imputati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
13 maggio 2021
09:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la richiesta di rinvio a giudizio, avanzata un mese fa, a carico dei 19 indagati nell’inchiesta sulle doppie fatture pagate dall’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria in favore dello “Studio radiologico s.a.s. di Fiscer Francesco” arriva il sequestro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su richiesta della Procura guidata da Giovanna Bombardieri, lo ha disposto il Tribunale nei confronti dello studio radiologico privato di Siderno operante nel settore dell’erogazione di prestazioni diagnostiche ai pazienti in convenzione con il Servizio sanitario nazionale.
La guardia di finanza ha sequestrato disponibilità finanziarie, beni mobili e immobili per un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro al termine dell’indagine, coordinate dal procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni e dai pm Giulia Scavello e Marika Mastrapasqua che, nei giorni scorsi, avevano chiesto il rinvio a giudizio, tra gli altri, per il titolare dello studio radiologico Francesco Fiscer ma anche per l’ex assessore regionale Maria Teresa Fragomeni, l’ex direttore generale dell’Asp Ermete Tripodi, l’ex direttore sanitario Salvatore Barillaro, quello amministrativo Pasquale Staltari e l’ex commissario straordinario dell’Asp Santo Gioffré.
I fatti si sono verificati pochi giorni dopo l’insediamento di quest’ultimo che è accusato di aver firmato, il 3 aprile 2015, un mandato di pagamento all’istituto radiologico relativo a una transazione al termine di una procedura iniziata dai suoi predecessori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vende gioielli ma non erano di Bulgari, nei guai nobildonna
Marta Brivio Sforza si difende, una perizia dice che sono veri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
09:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non sarebbero “serpenti Bulgari” i gioielli con orologio incastonato, che Marta Minozzi Brivio Sforza, nobildonna milanese, cedette a 200mila euro al commerciante Albert Hamadani il 2 luglio 2019.
Ora questa vicenda si trascina nelle aule giudiziarie tra Milano e Roma dove i monili sono stati posti sotto sequestro e dalla denuncia di Hamadani è nato un procedimento a carico della nobildonna 68enne, seconda moglie del marchese Annibale Brivio Sforza, indagata ora per truffa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hamadani acquistò i due preziosi e li rivendette per 300mila euro a un gioielliere di Monte Carlo. L’acquirente li rimandò indietro facendosi restituire i soldi, perché dalle sue indagini era risultato che i serpenti non erano stati prodotti negli anni ’70 ma di fattura ben più recente. Marta Brivio Sforza, si rifiutò di restituire i soldi sostenendo che i gioielli erano autentici. Dalle perizie chieste da Hamadani nei laboratori di Roma di Bulgari era emerso che i monili, pur realizzati con materiali preziosi, non sono “una creazione originale Bulgari”.
La maison, tra l’altro, avvertì, che la messa in commercio con il marchio Bulgari costituisce «violazione della normativa civile e penale”. Il 17 aprile 2020 il pm di Milano Luigi Furno aveva chiesto l’archiviazione, perché “non sussiste alcun profilo di dolo nella condotta di Minozzi che ha posto in essere la trattativa munendosi, in totale buona fede, di valutazioni effettuate da un esperto del settore”: la ditta Illario 1920. Il legale di Hamadani si è opposto e ha presentato opposizione all’archiviazione che però ancora non è arrivata al gip con un’udienza.
I due serpenti sono stati sequestrati a Roma in quanto considerati prodotti contraffatti. Nella capitale è stato aperto un nuovo fascicolo a carico di ignoti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Valle d’Aosta in bilico tra giallo e arancione
Determinanti i dati delle ultime ore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
13 maggio 2021
09:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Valle d’Aosta è in bilico tra il passare in zona gialla oppure restare in zona arancione. E’ quanto emerge dall’analisi dei dati del contagio da Covid-19 relativi alla scorsa settimana.
L’incidenza dei nuovi casi positivi ad oggi è intorno a 160 su 100.000 abitanti, l’indice Rt è inferiore a 1. Saranno determinanti i dati delle ultime ore per confermare o meno il calo del contagio nella regione alpina.
Il passaggio in zona gialla consentirebbe di allentare le misure restrittive, in particolare per quanto riguarda l’apertura di bar e ristoranti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: patron Verona Setti indagato per autoriciclaggio
Sequestro 6,5 milioni sottratte al club ‘maquillage contabile’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 maggio 2021
09:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente dell’Hellas Verona Maurizio Setti è indagato dalla Procura di Bologna per appropriazione indebita e autoriciclaggio. Nei suoi confronti è scattato un sequestro, eseguito dalla Guardia di Finanza, per 6,5 milioni di euro.
Secondo gli investigatori è la somma illecitamente sottratta alle casse della società calcistica e impiegata indebitamente per ristrutturare un’altra società, così da impedirne il fallimento. E’ stata anche accertata un’operazione di “maquillage contabile” con cui l’imprenditore modenese avrebbe cercato di nascondere l’origine delle somme di cui si era appropriato.   CALCIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Turbate gare adeguamento sismico scuole, arrestato sindaco
Provvedimenti cautelari eseguiti da Gdf nel cosentino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAOLA
13 maggio 2021
09:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Praia a Mare (Cosenza) Antonio Praticò e un funzionario dello stesso comune sono stati arrestati e posti ai domiciliari nel corso dell’operazione “Amici in Comune” condotta dai finanzieri della Tenenza di Scalea che hanno anche eseguito 9 misure interdittive nei confronti dell’ex sindaco di un altro comune, imprenditori e funzionari emesse dal gip su richiesta del procuratore di Paola Pierpaolo Bruni. Sarebbero emerse condotte poste in essere da pubblici ufficiali in concorso con imprenditori e professionisti che avrebbero determinato collusioni e turbative d’asta anche su gare per l’adeguamento sismico di scuole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza sessuale su figlia minorenne, condannato a 13 anni
A Catania, abusi anche su figlia della sua nuova convivente
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
13 maggio 2021
09:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avrebbe abuso della propria figlia e di quella della sua nuova convivente e a una delle due vittime avrebbe anche mostrato video in cui si vedeva la madre avere rapporti sessuali. E’ l’accusa contestata dalla Procura di Catania a un 44enne che è stato condannato a 13 anni di reclusione dalla quarta sezione penale del Tribunale del capoluogo etneo per violenza sessuale aggravata su minorenni e corruzione di minorenne.
L’inchiesta è stata incardinata dal pool contro le violenza contro le donne coordinato dal procuratore Carmelo Zuccaro e dall’aggiunto Marisa Scavo. Il pm Michela Maresca, che ha sostenuto l’accusa in aula, aveva chiesto la condanna a 15 anni di reclusione. L’uomo è anche indagato in un secondo troncone scaturito dall’inchiesta principale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: cc interrompono compleanno Lukaku, sanzioni
Presenti anche altri giocatori dell’Inter
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
10:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri sono intervenuti la notte scorsa a Milano in un hotel del centro dove, in un sala eventi, era in corso il compleanno del calciatore dell’Inter Romelu Lukaku. Il giocatore era con altre 23 persone che saranno sanzionate per violazione della normativa anti covid.
Tra loro anche altri calciatori dell’Inter.
L’episodio è accaduto intorno alle 3 della notte scorsa e i militari della Compagnia Milano Duomo e del Nucleo Radiomobile sono intervenuti a seguito di una segnalazione al 112.
Il direttore e gli ospiti – spiegano i carabinieri – saranno, a vario titolo, sanzionati per la violazione della normativa sul contenimento del Covid – 19.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: sprint Sardegna, 13.700 inoculazioni in un giorno
Gimbe, l’11,2% ha completato il ciclo con le due dosi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 maggio 2021
10:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo due giorni di rallentamento riparte di slancio la campagna di vaccinazione in Sardegna: nelle ultime 24 ore sono state somministrate 13.736 dosi negli 88 hub e punti allestiti da Ats in tutta l’Isola. Secondo il report del Governo si è passati, infatti, dalle 612.722 inoculazioni di martedì alle 626458 di ieri, cioè il 77,5% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna, come conferma anche la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale, si avvicina così alla soglia del 40% della popolazione residente che ha avuto almeno una dose (il 38,42%), mentre si arriva all’11,2% per chi ha completato il ciclo vaccinale.
“La percentuale di overb80 che ha effettuato il ciclo completo è pari al 69% a cui aggiungere un ulteriore 14,5% solo 1a dose – fa sapere Gimbe – la percentuale di popolazione 70-79 anni che ha effettuato il ciclo completo è pari al 13,1% a cui aggiungere un ulteriore 52% solo 1a dose; la percentuale di popolazione 60-69 anni che ha effettuato il ciclo completo è pari al 9,3% a cui aggiungere un ulteriore 33% solo 1a dose”. Infine “la percentuale di dosi somministrate su dosi consegnate per Astrazeneca è pari al 74,4%”.
E da domani, come annunciato dalla Regione, parte l’adesione per gli over 50 che si potranno prenotare sul portale delle Poste.
Si attende invece di capire se, come ha chiesto il generale Figliuolo, da lunedì 17 anche gli over 40 potranno iniziare ad aderire alla campagna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: sostanza nascosta in scuola abbandonata, 11 arresti
Carabinieri Crotone sgominano piazza di spaccio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CROTONE
13 maggio 2021
10:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della Compagnia di Crotone, con il supporto dello Squadrone eliportato Cacciatori e del 14mo Battaglione Carabinieri “Calabria”, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Crotone nei confronti di 11 persone, 9 in carcere e 2 ai domiciliari. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di detenzione, cessione o vendita di sostanze stupefacenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il provvedimento giunge a conclusione di un’indagine svolta da febbraio a giugno 2020 dalla Sezione operativa della Compagnia carabinieri di Crotone, diretta e coordinata dal procuratore di Crotone Giuseppe Capoccia e dal pm Andrea Corvino. L’indagine ha avuto origine da una perquisizione eseguita nel quartiere “Acquabona”, nei confronti di B.M., di 45 anni, crotonese. In quella circostanza, i militari sequestrarono 200 grammi di cocaina, 2 chilogrammi di marijuana, 226 cartucce cal. 12, un taccuino nonché un apparato DVR, collegato all’impianto di videosorveglianza dell’abitazione dell’indagato, attraverso il quale venivano controllati e monitorati i locali in disuso dell’ex Istituto scolastico “Gravina – Plesso Acquabona” – ormai in stato di abbandono – adibiti a nascondiglio della sostanza stupefacente e del munizionamento.
L’analisi dei filmati, registrati dal sistema di videosorveglianza, hanno consentito di delineare il ruolo ricoperto da ciascun indagato, accertando la gestione diretta di un’importante piazza di spaccio. E’ emersa così un’incessante attività di cessione e vendita di droga, posta in essere dai vari indagati, dalle prime ore dell’alba sino a tarda notte, senza soluzione di continuità, spesso anche in presenza di minori in tenera età. È stato possibile documentare come gli indagati fossero disposti ad accettare qualsiasi contropartita, tra cui smartphone, bigiotteria ed elettrodomestici, pur di vendere la sostanza stupefacente.
Durante l’indagine, i carabinieri hanno sequestrato 526 grammi di cocaina, 2,700 chilogrammi di hashish, 15 cartucce cal. 12, una pistola marca “Beretta” Mod. 35 cal. 7,65, con matricola abrasa, completa di caricatore e un ordigno esplosivo di fattura artigianale di circa 250 grammi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:festa in casa con carte e birra, 7 sanzioni nel Barese
Nei primi 2 giorni ‘gialli’ controllate 3.200 persone,45 multate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
13 maggio 2021
10:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avevano organizzato una festa in casa, a base di carte da gioco e birra. Sette persone sono state sanzionate nel Barese per violazione delle norme Covid.
E’ accaduto nei giorni scorsi a Grumo Appula, dove i carabinieri hanno sorpreso la comitiva assembrata e senza mascherine all’interno di una abitazione privata. I militari hanno proceduto all’accertamento in quanto insospettiti dalle troppe voci dal tono alto che si accavallavano e che provenivano dalla casa.
Con il passaggio della Puglia in “zona gialla”, da lunedì 10 maggio, permangono comunque alcune prescrizioni anti-contagio, come il distanziamento, l’uso dei disposizioni di protezione individuale e il coprifuoco. Nei primi due giorni “gialli’, nell’intero territorio dell’area metropolitana di Bari, le forze dell’ordine hanno controllato 3.200 persone e ne hanno sanzionate 45. Sono state sottoposte a controllo anche 132 attività e in nessun caso sono state contestate violazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: esortava alla jihad, arrestato Imam del carcere
Ad Alessandria. Marocchino invocava distruzione Vaticano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2021
10:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esortava alla jihad ed esaltava gli attentati terroristici, come quello di fronte alla ex sede di Charlie Hebdo del 2020, l’Imam del carcere di Alessandria.
Nei confronti dell’uomo, un detenuto di origini marocchine, i carabinieri del Ros hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Torino su richiesta della locale Procura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ ritenuto responsabile di istigazione a delinquere, in relazione ai delitti di terrorismo, nonché propaganda e istigaizone a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa.
Le intercettazioni hanno fatto emergere come l’uomo invocasse la distruzione del Vaticano ed esprimesse ammirazione per Osama Bin Laden e Mohammed Atta, definiti rispettivamente difensore dell’Islam e persona rispettosa dei principi più autentici.
Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri del Ros, il destinatario del provvedimento cautelare – ora detenuto a Novara – ha più volte espresso la volontà di realizzare azioni di martirio in nome del jihad mediante attacchi terroristici con l’utilizzo di armi da fuoco, esplosivi o autoveicoli, manifestando anche risentimento nei confronti dell’Autorità Giudiziaria, ritenuta responsabile della propria detenzione, con propositi ritorsivi verso il Tribunale di Torino.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sindaco Venezia pronto a discesa in campo con un suo partito
Per Brugnaro contatti con Toti, ipotesi nome è ‘Coraggio Italia’

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
10:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Luigi Brugnaro, il sindaco-imprenditore di Venezia, è pronto al salto nella scena politica nazionale con un suo partito di centro. Una discesa in campo – riporta la stampa locale – alla quale il patron di Umana sta lavorando da tempo, e che avrebbe visto ad aprile anche il deposito del simbolo della nuova formazione, “Coraggio Italia”, presso l’ufficio brevetti del Mise.
Del neo partito centrista Brugnaro avrebbe discusso a Roma durante un incontro con il governatore della Liguria, Giovanni Toti. “E’ il momento di fare scelte coraggiose: donne e uomini di buona volontà a cui chiediamo di mettersi generosamente a disposizione del futuro dell’Italia — ha detto Brugnaro — Ringrazio Giovanni Toti perché vuole essere parte della costruzione di un nuovo grande progetto politico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: attracca nave quarantena, 600 lasciano Lampedusa
Al via trasferimenti da hotspot, altri 200 su traghetto Sansovino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AGRIGENTO
13 maggio 2021
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La nave quarantena Azzurra è riuscita ad attraccare, dopo il miglioramento delle condizioni del mare, a Cala Pisana a Lampedusa dove è in corso l’imbarco di 600 migranti. A piccoli gruppi vengono trasferiti dalla polizia dall’hotspot di contrada Imbriacola dove, all’alba, c’erano 1.583 persone a fronte di una capienza massima di 250 posti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A metà mattinata è previsto l’imbarco di 200 minori non accompagnati sul traghetto Sansovino che giungerà in serata a Porto Empedocle. Nella struttura di primissima accoglienza, dopo questi trasferimenti pianificati dalla Prefettura di Agrigento, resteranno in 783.
Msf annuncia ripresa delle attività di soccorso in mare – Medici Senza Frontiere annuncia il rilancio delle proprie attività di ricerca e soccorso nel Mediterraneo per salvare le vite di migranti e rifugiati che tentano la traversata dalla Libia. Msf opererà con una propria nave la Geo Barents per soccorrere persone in pericolo e fornire loro assistenza medica. “Nel Mediterraneo centrale si continua a morire, in un desolante vuoto di capacità di soccorso. Di fronte alle morti incessanti e alla colpevole inazione degli Stati, siamo obbligati a tornare in mare per portare soccorso, cure e umanità facendo la nostra parte per fermare queste tragedie” dice la presidente di Msf Claudia Lodesani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Msf annuncia ripresa attività soccorso in mare
Ong pronta ad operare nel Mediterraneo con la nave Geo Barents
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
13 maggio 2021
10:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Medici Senza Frontiere annuncia il rilancio delle proprie attività di ricerca e soccorso nel Mediterraneo per salvare le vite di migranti e rifugiati che tentano la traversata dalla Libia.
Msf opererà con una propria nave la Geo Barents per soccorrere persone in pericolo e fornire loro assistenza medica.
“Nel Mediterraneo centrale si continua a morire, in un desolante vuoto di capacità di soccorso. Di fronte alle morti incessanti e alla colpevole inazione degli Stati, siamo obbligati a tornare in mare per portare soccorso, cure e umanità facendo la nostra parte per fermare queste tragedie” dice la presidente di Msf Claudia Lodesani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: frodi in settore carburanti, 15 mln sequestrati
Operazione Cc Reggio Calabria, 15 persone indagate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO CALABRIA
13 maggio 2021
10:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Beni per 15 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri a conclusione dell’operazione “Metameria” coordinata dal procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri e dai pm della Dda Stefano Musolino, Walter Ignazitto e Domenico Cappelleri. Il provvedimento è stato emesso dal gip nei confronti di 5 società e del loro patrimonio aziendale: la “Panoramic Stop di Penna Vincenza & Co”, l’impresa individuale “Api di Iannò Francesco”, la “Eco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
F.a.l. di La Valle Egidio e Francesco, la “Logam – Logistica per l’ambiente” e la “BM Service”. Quindici persone sono state denunciate in stato di libertà per riciclaggio ed autoriciclaggio, violazione delle norme sulle accise e fatturazione per operazioni inesistenti. L’inchiesta “Metameria” ha portato, il 16 febbraio scorso, a 28 ordinanze di custodia cautelare contro la cosca Condello.
Al sequestro si è giunti grazie alle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Roberto Lucibello, ex socio dell’imprenditore Francesco Giustra, che a febbraio era stato arrestato per concorso esterno. Dai verbali è emersa la figura di Francesco Iannò, imprenditore nel settore della distribuzione dei carburanti che opera a Reggio Calabria con due impianti. È accusato di essersi prestato a compiere attività di reimpiego di capitali con l’emissione da parte di soggetti compiacenti di documenti fiscali attestanti operazioni inesistenti riferibili ad una frode nel settore della vendita di carburanti. In particolare, grazie ad alcuni complici, secondo i pm, Iannò può disporre di un ingente quantitativo di carburante “in nero” che sottrae alla compagnia petrolifera e che viene reimmesso nella rete di distribuzione da lui controllata. Iannò, inoltre, avrebbe sovrafatturato forniture a alcune imprese restituendo in contanti la differenza tra il prezzo reale e quello artificiosamente rappresentato. I clienti si prestavano ad agevolare l’attività di riciclaggio, utilizzando ai fini fiscali le fatture per operazioni parzialmente inesistenti. Le imprese “Eco. F.a.l” e la “Logam” all’epoca dei fatti erano sottoposte a controllo giudiziario. Le condotte fraudolente finivano per occultare i flussi finanziari anche agli amministratori nominati dal Tribunale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evasi 330mila euro di dazi doganali,sigilli a yacht di lusso
Barca a vela battente bandiera Isole Vergini fermata ad Alghero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ALGHERO
13 maggio 2021
10:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia costiera di Alghero ha sequestrato una barca a vela di lusso per evasione dei dazi doganali. Secondo gli accertamenti dei militari e degli ispettori del Sezione antifrode dell’Agenzia dogane e monopoli di Sassari, coordinati dal sostituto procuratore Giovanni Porcheddu, l’imbarcazione del valore di circa 1,5 milioni di euro, battente bandiera delle Isole Vergini Britanniche, quindi extracomunitaria, ha soggiornato nelle acque comunitarie ben oltre i 18 mesi di ammissione temporanea consentiti dalla legge.

Le verifiche hanno stabilito che l’imbarcazione, ormeggiata in rada ad Alghero, ha effettuato la sua ultima traversata in acque extra UE nell’anno 2015. Quindi il proprietario, residente all’estero, ha evaso il pagamento di diritti doganali per un totale di circa 330mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Puglia supera quota 1,7 mln somministrazioni
1.212.212 le prime dosi e 510.066 seconde
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
13 maggio 2021
10:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Puglia è stato superato il tetto di 1,7 milioni di somministrazioni: ad oggi sono state consegnate 1.905.525 dosi di vaccini anti Covid e 1.722.278 sono quelle inoculate. Nel dettaglio, sono 1.212.212 le prime dosi e 510.066 seconde dosi.
La percentuale dei pugliesi che hanno ricevuto almeno una dose è del 30.66%, mentre il 12.9 % ha ricevuto anche la seconda dose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: un altro giorno senza decessi in Alto Adige
58 i nuovi casi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
13 maggio 2021
11:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’altra giornata senza decessi in Alto Adige. I nuovi casi covid sono 58: 42 analizzando 702 tamponi pcr e 16 su 4.266 test antigenici eseguiti.
In lieve calo i ricoveri: invariati quelli nei normali reparti ospedalieri (25), in terapia intensiva (6), mentre scende di due unità, a 18, il numero dei letti occupati nelle cliniche private. Aumenta invece il numero di altoatesini in quarantena che ieri erano 2.104 e oggi sono 2.259. I nuovi guariti sono invece 42.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evasione da 1mln di euro sugli aerotaxi, blitz Gdf Cagliari
“265 società non hanno pagato quote previste per i passeggeri”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 maggio 2021
11:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non hanno versato quasi un milione di euro di tasse per il trasporto di passeggeri a bordo di arei di lusso. Lo hanno scoperto i militari delle Fiamme gialle di Cagliari durante un’attività di controllo nel settore degli aerotaxi che hanno operato sullo scalo di Cagliari-Elmas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il settore degli aerotaxi è disciplinato da una normativa del 2011 – spiegano dalla Guardia di finanza – che prevede il versamento di un’imposta erariale commisurata, per ciascun passeggero trasportato, alla distanza chilometrica del viaggio”.
In particolare le compagnie devono versare 100 euro a passeggero per tragitti inferiori a 1.500 chilometri, la tassa sale a 200 per le percorrenze superiori.
I Finanzieri hanno analizzato la documentazione di tutti i voli passeggeri effettuati tramite aerotaxi dal 2017 al 2019, soprattutto nei mesi estivi e nelle festività. Sotto i riflettori sono finite 265 compagnie di navigazione private, con sede legale in 50 paesi esteri. Le società a fronte del trasporto di 6.234 passeggeri con 1.169 voli da e verso l’aeroporto di Cagliari- Elmas, hanno omesso di versare nelle casse dell’Erario i contributi previsti per il servizio offerto, pur avendoli percepiti dai passeggeri. Complessivamente, secondo quanto ricostruito dalle Fiamme gialle, non sono stati versati 960.900 euro di tasse. Nei confronti delle società sono scattate sanzioni per oltre 288mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gregoretti: attesa per domani la decisione Gup di Catania
Tre ipotesi scuola:processo,non luogo a procedere,altre indagini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
13 maggio 2021
11:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ attesa per domani la decisione dell’udienza preliminare a Catania sul caso Gregoretti. Il Gup Nunzio Sarpietro, si ritirerà in camera di consiglio e poi dovrebbe leggere, nell’aula bunker di Bicocca, la sua decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio per sequestro di persona per l’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini per i ritardi nello sbarco, nel luglio del 2019, di 131 migranti dalla nave della Guardia costiera italiana nel porto di Augusta, nel Siracusano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre le ipotesi di scuola: un decreto di rinvio a giudizio, con la fissazione della prima udienza dell’eventuale processo, una sentenza di non luogo a procedere o un’ordinanza che dispone un’ulteriore fase istruttoria. Per il ritardo nello sbarco di migranti dalla nave Open Arms, il Gup di Palermo, Lorenzo Jannelli, il 17 aprile scorso ha rinviato a giudizio Salvini, fissando la prima udienza per il prossimo 15 settembre davanti la seconda sezione penale del Tribunale.
La Procura distrettuale di Catania ha ribadito al Gup di emettere una sentenza di non luogo a procedere perché, la sua tesi espressa in aula dal Pm Andrea Bonomo, nello sbarco dei migranti da nave Gregoretti l’allora ministro dell’Interno “non ha violato alcuna convenzione nazionale e internazionale”, le sue scelte sono state “condivise dal governo” e la sua posizione “non integra gli estremi del reato di sequestro di persona” perché “il fatto non sussiste”. Una ricostruzione contestata dalle parti civili che chiedono il processo per Salvini: AccoglieRete, Legambiente. Arci e una famiglia di migranti che era a bordo della Gregoretti. Per il legale di Legambiente, Daniela Ciancimino, l’ex ministro ha “trattenuto illegittimamente a bordo” 131 persone, e deve andare a processo per sequestro di persona anche per le “sofferenze patite dai migranti ammassati su nave Gregoretti”. Per la difesa, rappresentata dall’avvocatessa Giulia Bongiorno, “l’azione penale contro Salvini non doveva neppure iniziare, perché il suo è stato un atto politico insindacabile” perché, ha sostenuto, per il “principio della separazione dei poteri e le decisioni adottate nell’interesse nazionale sono impenetrabili e non possono essere contestate in sede giudiziaria”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tav: corteo 2019, pm chiede condanne per 14 No Tav
Resistenza danneggiamento e violenza i reati contestati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2021
11:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattordici condanne a pene comprese fra i 2 anni e i 10 mesi di reclusione sono state chieste dalla pubblica accusa per altrettanti attivisti e simpatizzanti No Tav processati oggi dal Tribunale di Torino. La causa si riferisce a episodi risalenti al 27 luglio 2019 quando, nel corso di un corteo partito dall’abitato di Giaglione, un folto gruppo di manifestanti divelse la cancellata che sbarrava un sentiero e si portò a ridosso delle recinzioni del cantiere del Tav in località Maddalena di Chiomonte.

Durante la marcia, che rientrava fra le iniziative promosse durante il festival musicale Alta Felicità organizzato dal movimento No Tav, si verificarono anche dei tafferugli con le forze dell’ordine. La procura ha contestato i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale danneggiamento e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Calabria, migliora situazione casi su 100mila abitanti
Gimbe, 700 tra 5-11 maggio.11,3% popolazione finito vaccinazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
13 maggio 2021
11:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in miglioramento, nella settimana 5-11 maggio, in Calabria, l’indicatore relativo ai “Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti”, che sono 700, e in diminuzione i nuovi casi rispetto alla settimana precedente del 15,6%. E’ quanto rileva la Fondazione Gimbe nel monitoraggio settimanale con analisi su andamento dell’epidemia da Covid 19, forniture e somministrazioni vaccini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Restano sopra la soglia di saturazione i posti letto in area medica occupati da pazienti Covid-19 al 42%.
Sul fronte vaccinale, la percentuale di popolazione che ha effettuato il ciclo completo è pari al 11,3% (Italia 13%) a cui aggiungere un ulteriore 14,4% solo la prima dose (Italia 16,2).
Per gli over80 hanno completato il ciclo il 62,4% (Italia 77%) a cui aggiungere un ulteriore 11,3% solo prima dose (Italia 13%).
Nella fascia di età 70-79 anni ha effettuato il ciclo completo il 18,1% (Italia (18,1%) a cui aggiungere un ulteriore 44,3% con prima dose (Italia 55,9%); nella fascia 60-69 anni ha effettuato il ciclo completo il 14,3% (Italia 12,3%) a cui aggiungere un ulteriore 36% con una dose (Italia 38,2%). La percentuale di dosi somministrate su dosi consegnate per Astrazeneca è pari al 65,6% (Italia 80,7%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: gen. Figliuolo in visita a strutture vaccini Veneto
A Mestre con autorità e a hub Palaexpo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
11:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il commissario straordinario per la vaccinazione, gen. Francesco Paolo Figliuolo, è giunto stamani a Mestre, prima tappa della visita che compirà in Veneto alle strutture vaccinali.
Dopo avere incontrato le autorità locali presso l’ospedale All’Angelo, Figliuolo è giunto al Pala Expo di Porto Marghera, il più grande hub regionale, che serve il territorio dell’azienda ULSS Serenissima. Figliuolo è accompagnato dal presidente della regione Veneto Luca Zaia e dal capo della protezione civile, Fabrizio Curcio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Eurispes: effetto-Covid sulla psiche, 1 su 5 ha preso farmaci
Soprattutto le persone mature e le donne hanno preso ansiolitici, antidepressivi, stabilizzatori dell’umore e antipsicotici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
15:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi una persona su 5 ha assunto nell’ultimo anno farmaci come ansiolitici, antidepressivi, stabilizzatori dell’umore, antipsicotici. Vi ricorrono maggiormente le persone mature e le donne.
L’Eurispes, per il Rapporto Italia 2021, ha indagato sul consumo di psicofarmaci da parte dei cittadini e sul ricorso al sostegno psicologico, che pure risulta rilevante: un intervistato su 4 si è rivolto ad uno psicologo.
Il 19% del campione sondato dall’Eurispes ha dichiarato di aver assunto psicofarmci, il consumo risulta più diffuso della media tra le persone più mature (22,5% dai 65 anni in su), meno tra i giovanissimi (10,1% dai 18 ai 24 anni). La percentuale tra le donne risulta più alta che tra gli uomini: 21,2% contro 16,7%. Una maggiore incidenza è stata rilevata, poi, tra i persone in cassa integrazione (27,2%) e pensionati (23,7%).
Inoltre, stando ai dati raccolti nell’indagine, è rilevante la quota di chi si è rivolto ad uno psicologo: più di un quarto del campione (27,2%). Ad uno psichiatra si è rivolto il 5,6% degli intervistati, in un percorso che solitamente si avvale anche di una terapia farmacologica di supporto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, 233 positivi nelle Marche nelle ultime 24 ore
4.925 tamponi, 2.672 nuove diagnosi, positivi/testati 8,7%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
13 maggio 2021
11:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 233 i positivi rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore tra le 2.672 nuove diagnosi: 91 in provincia di Pesaro Urbino, 46 in provincia di Macerata, 32 in provincia di Ascoli Piceno, 29 in provincia di Fermo, 20 in provincia di Ancona e 15 fuori regione. Secondo il Servizio Sanità della Regione Marche “nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.925 tamponi: 2.672 nel percorso nuove diagnosi (di cui 911 nello screening con percorso Antigenico) e 2.253 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all’8,7%)”.
I 233 positivi comprendono soggetti sintomatici (39), contatti in setting domestico (68), contatti stretti di casi positivi (90), contatti in setting lavorativo (5), contatti in ambiente di vita/socialità (2), contatti in setting assistenziale (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (9). Per altri 19 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 911 testa del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 24 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 3%”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Poliziotti uccisi: Procura, incidente probatorio certosino
De Nicolo, accertamenti completi e inoppugnabili
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
13 maggio 2021
11:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono convinto che gli accertamenti di natura psichiatrica svolti nel corso di un incidente probatorio durato mesi siano quanto mai completi e inoppugnabili”. Lo ha riferito il Procuratore capo di Trieste Antonio De Nicolo commentando la decisione del suo ufficio di chiudere le indagini e chiedere il rinvio a giudizio del dominicano Augusto Meran che il 4 ottobre 2019, in Questura a Trieste, uccise i due giovani poliziotti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta.
“E’ stato fatto un lavoro certosino; i periti hanno effettuato adempimenti e ricerche anche su richiesta della difesa. Mi aspetto che la questione della parziale capacità di intendere e volere non venga più posta in discussione”. L’udienza preliminare è stata fissata per il 7 giugno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: vaccinazione straordinaria personale scuole Trentino
Annuncio dell’assessore Bisesti in Consiglio provinciale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
13 maggio 2021
12:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata inviata questa mattina dal Dipartimento salute la comunicazione di una seduta di vaccinazione straordinaria per il personale scolastico del Trentino, allo scopo di garantire che le tempistiche della seconda dose non coincidano con l’esame di stato. Lo ha annunciato in Consiglio provinciale l’assessore all’istruzione, Mirko Bisesti, nel corso dell’esame degli ordini del giorno collegati alla manovra finanziaria urgente per soccorrere imprese e famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltellata dall’ex:petizione online,900 firme in poche ore
Appello per più tutele per chi denuncia stalker e maltrattamenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORTOLÌ
13 maggio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A 48 ore dalla tragica morte a Tortolì del 19enne Mirko Farci, intervenuto per difendere la mamma, Paola Piras, dall’assalto dell’ex compagno Masih Shahid, già arrestato per maltrattamenti e sottoposto a divieto di avvicinamento nei confronti della donna, arriva su Change.org – la piattaforma di petizioni online – l’appello pubblico che chiede più tutele per chi denuncia maltrattamenti e misure cautelari più rigorose per gli stalker.
La petizione, lanciata da Sandro Monni e che in meno di 12 ore ha toccato quota 900 firme, si rivolge alla Presidenza del Consiglio e chiede maggiore protezione per le vittime di violenze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nonostante l’omicida fosse già stato oggetto di un arresto per maltrattamenti e su di lui pendesse un ordine restrittivo – spiega Monni – è stato comunque capace di violare le misure a lui destinate, introdursi nell’abitazione con la forza e compiere il massacro. È l’ennesima testimonianza dell’inefficacia delle misure di sicurezza cui tali sex offenders sono sottoposti, dell’incapacità dello Stato, delle istituzioni, della magistratura, delle forze di pubblica sicurezza, di garantire tutela alle vittime, alle denuncianti e ai loro familiari. È l’ennesima tragedia annunciata”.
L’appello prosegue chiedendo di rafforzare e intensificare l’utilizzo del braccialetto elettronico per gli stalker oltre all’obbligo di allontanamento dal territorio comunale e regionale con conseguente divieto di rientro per tutti i responsabili di maltrattamenti e tentativi di violenza. Allo stesso modo l’autore della petizione sottolinea l’importanza di garantire alle donne vittime di violenza le stesse tutele di cui oggi godono i testimoni di pubblica sicurezza. QUESTA LA PAGINA DELLA PETIZIONE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Wojtyla:L’Aquila ricorda attentato e 10 anni Santuario Ienca
Il 18/5 messa in chiesa dove è custodita reliquia sangue santo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’AQUILA
13 maggio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Arcidiocesi di L’Aquila oltre a ricordare l’attentato a S.Giovanni Paolo II – di cui oggi ricorre il 40/o anniversario – il prossimo 18 maggio, giorno della nascita di papa Wojtyla, con una S. Messa presieduta dall’arcivescovo emerito dell’Aquila, Giuseppe Molinari, ricorderà il decimo anniversario della fondazione del santuario alle pendici del Gran Sasso d’Italia a lui dedicato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fu proprio l’arcivescovo Molinari, il 18 maggio 2011, a erigere la Chiesa di San Pietro alla Ienca a Santuario di San Giovanni Paolo II. Proprio nel piccolo santuario è conservata la reliquia con il sangue dell’attentato del 13 maggio, giorno in cui si venera la Madonna di Fatima. A concelebrare la S. Messa il rettore del santuario, don Claudio Tracanna, don Alessandro Benzi e don Martino Gajda, già rettore dello stesso santuario.
La S. Messa sarà trasmessa alle ore 18 su LAQTV Abruzzo e in streaming sulle pagine Facebook “Laqtv Abruzzo”, “Chiesa di L’Aquila” e “Santuario San Giovanni Paolo II alla Ienca-Chiesa di San Pietro alla Ienca”. Proprio a partire dal 18 maggio il santuario di San Giovanni Paolo II tornerà ad osservare l’orario estivo quindi sarà aperto tutti i giorni per i pellegrini che vorranno pregare e venerare la reliquia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Uva: sorella prosciolta, non diffamò militari e agenti
Decisione gup Milano in udienza preliminare su richiesta Procura
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2021
12:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata prosciolta in udienza preliminare dall’accusa di diffamazione nei confronti di due carabinieri e quattro poliziotti Lucia Uva, sorella di Giuseppe, l’operaio di Varese morto nel giugno 2008 dopo una notte trascorsa in caserma a seguito di un controllo. Per quella morte erano finiti imputati due militari e sei agenti che, nel luglio del 2019, sono stati assolti in via definitiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il proscioglimento dall’accusa di diffamazione è stato deciso oggi dal gup Anna Calabi, su richiesta del pm Luigi Furno. La sorella dell’operaio era imputata, assieme ad Alberto Biggiogero, uno dei testi principali del processo sul caso Uva e ad altre 6 persone (tutti prosciolti), tra direttori di testate e giornalisti, per alcune affermazioni rese nel corso della trasmissione televisiva ‘Linea gialla’ nel dicembre del 2013.
Trasmissione nella quale la donna, tra le altre cose, aveva detto che, dopo aver visto il “sangue” in una parte del corpo del fratello, aveva pensato che fosse stato “seviziato”, “massacrato” per una “lezione che gli volevano dare”.
La donna per quelle frasi, che erano state anticipate quel giorno del 2013 da un sito di informazione, era stata denunciata da alcuni degli imputati nel processo per omicidio preterintenzionale e sequestro di persona, poi assolti in via definitiva.
Il pm nel chiedere il proscioglimento per l’accusa di diffamazione ha fatto anche riferimento alla sanzione disciplinare che venne comminata dal Csm all’ex pm di Varese Agostino Abate per l’inerzia nelle indagini su quella morte, inchiesta che poi passò ad altri magistrati. “Il vulnus derivato dal non aver fatto le indagini adeguate ce lo porteremo dietro tutta la vita”, ha spiegato l’avvocato Fabio Ambrosetti, legale di Lucia Uva anche nel procedimento per diffamazione che si è chiuso per lei e gli altri col proscioglimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nasce Premio Domina, Sky per eccellenze al femminile
In occasione lancio nuova serie Livia Drusilla arriva award
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
12:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stefania Andreoli, Sonia Peronaci, Alice Pasquini, Barbara Bonansea, Antonia Klugmann, Paola Fraschini, Cristina Fogazzi, Marina Spadafora sono le prime vincitrici del Premio Domina. Infatti in occasione del lancio della nuova serie Sky Original DOMINA – che debutterà per intero su Sky e NOW il 14 maggio – Sky ha deciso di istituire questo nuovo Award dedicato alle donne.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’incredibile storia di Livia Drusilla offre l’occasione per dedicare un premio ad alcune fra le donne che in questi anni, in Italia, più sono state espressione dei valori cardini dell’empowerment femminile. La silhouette della statuetta del PREMIO DOMINA raffigura propria Livia Drusilla. Ambassador del PREMIO DOMINA è Kasia Smutniak, scelta non solo perché interpreta Livia nella serie Sky Original, ma anche in quanto donna che incarna perfettamente questi valori. Le donne che sono state premiate sono: Stefania Andreoli: considerata tra le più importanti psicoterapeute dell’adolescenza italiane. Sonia Peronaci: cuoca, scrittrice, conduttrice televisiva e blogger italiana. Alice Pasquini: street artist, illustratrice e scenografa. Barbara Bonansea: calciatrice italiana, tra le più notevoli marcatrici del panorama italiano. Antonia Klugmann: senza dubbio uno degli Chef più noti d’Italia. Paola Fraschini: 7 volte campionessa del mondo di pattinaggio artistico a rotelle. L’Estetista Cinica: Cristina Fogazzi è imprenditrice e influencer del settore del beauty, che si è resa negli anni un modello per l’empowerment femminile. Marina Spadafora: Coordinatrice nazionale di Fashion Revolution, i cui progetti sociali e non solo ambientali puntano soprattutto sull’empowerment femminile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia:mamma di Claudio Domino, verità su morte di mio figlio
Ucciso a 11 anni nel 1986 a Palermo.Appello di Graziella Accetta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
13 maggio 2021
12:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo sapere tutta la verità sulla morte di mio figlio. Dopo 35 anni, per la prima volta, scendo in piazza per gridare il dolore di una madre a cui hanno ucciso un bimbo di 11 anni senza che si sia mai voluta fare giustizia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È l’appello lanciato da Graziella Accetta, mamma di Claudio Domino, il bimbo di 11 anni che il 7 ottobre 1986 fu ucciso a colpi di pistola a Palermo nei pressi di via Fattori.
Un mistero lungo 35 anni di cui non si è saputo nulla. Con varie piste e alcuni pentiti che hanno dato versioni diverse. Erano gli anni del maxiprocesso, la famiglia Domino gestiva una impresa che aveva vinto la gara d’appalto per la pulizia dell’aula bunker. Un omicidio, quello di Claudio Domino, che demolì il falso mito della mafia che non tocca i bambini, tanto da spingere un imputato, Giovanni Bontade, a prendere la parola al bunker per proclamare: “non siamo stati noi!”.
Poi sul caso calò il silenzio. Squarciato la settimana scorsa durante una trasmissione televisiva in cui è stato sostenuto – dal giornalista Lirio Abbate e dal procuratore di Lagonegro, Gianfranco Donadio – che, “il bimbo è stato ucciso da Giovanni Aiello, detto faccia da mostro, un ex poliziotto (deceduto nel 2017) e sospettato di essere un killer al soldo di servizi deviati e criminalità organizzata”.
“Non ci potevamo credere. Io ero ammutolita – dice la donna che da questa mattina manifesta sotto il palazzo di giustizia di Palermo – mentre mio marito ha rischiato l’infarto. Sapere dalla tv vicende che riguardano mio figlio mentre noi non siamo mai stati chiamati per essere informati o aggiornati è incredibile.
Noi abbiamo, da sempre, grande fiducia nello Stato e nelle Istituzioni, ma il rispetto dello Stato nei nostri confronti è pari a zero”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Turbativa d’asta, divieto dimora per sindaco del Messinese
Sospesa funzionaria, indagati 2 imprenditori e un professionista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FALCONE
13 maggio 2021
12:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Divieto di dimora e sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio di responsabile dell’Area Tecnica per la durata di un anno. E’ il provvedimento notificato dai carabinieri al sindaco di Falcone (Me), Carmelo Paratore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ordinanza cautelare, emessa dal Gip di Barcellona Pozzo di Gotto, Eugenio Aliquò, prevede anche la sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio di responsabile dell’Area economica e finanziaria, per un anno, di una funzionaria comunale. Applicata la misura interdittiva del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione, per lo stesso periodo, a due imprenditori e a un professionista. Sono tutti indagati per turbata libertà degli incanti con l’accusa di avere truccato gare di alcuni appalti. Dalle indagini dei carabinieri, è l’ipotesi della Procura, sarebbe emerso “un complesso meccanismo di turbative d’asta, in cui il sindaco Paratore, con la complicità della funzionaria comunale, favoriva alcune ditte e professionisti a lui più vicini, ai quali erano stati affidati i lavori per il ripascimento del tratto costiero antistante l’abitato del comune di Falcone, opere finanziate per diversi milioni di euro dalla Regione Siciliana”. Gli altri operatori economici che intendevano partecipare ai bandi pubblici, sostiene la Procura, venivano in qualche modo invitati a “farsi da parte”.
Nell’ordinanza, il Gip Aliquò sottolinea “la capacità del Paratore, che era sindaco, responsabile dell’Area tecnica e Rup del procedimento, di influenzare il normale sviluppo dell’azione amministrativa, impedendo che la stessa possa manifestarsi attraverso l’osservanza delle regole dell’imparzialità…”. Per il giudice, inoltre, il sindaco avrebbe cercato di accelerare i tempi di esecuzione dei lavori per ricavarne un consenso tra i cittadini. Indicativa, secondo il Gip, è al proposito, una frase di Paratore a un operatore economico: “devo essere sindaco io, perché se non sono sindaco io, non spenderete neanche una lira qua!!…”. Titolari dell’inchiesta, denominata ‘Movie direction’, sono il procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto, Angelo Cavall,o e il sostituto Andrea Apollonio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza San Carlo: gup, Appendino imprudente e negligente
Motivazioni condanna 18 mesi. Per gup approccio fu frettoloso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2021
12:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un approccio frettoloso, imprudente e negligente”. E’ quanto rimprovera il tribunale di Torino alla sindaca Chiara Appendino in relazione ai fatti di Piazza San Carlo.
Lo si legge nelle motivazioni della sentenza con cui la prima cittadina è stata condannata a 18 mesi di reclusione. Il 3 giugno 2017, durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions Juve-Real delle ondate di panico tra la folla provocarono 1.600 feriti e, più tardi, la morte di due donne.
Secondo il gup Maria Francesca Abenavoli, la sindaca ha “commissionato” l’evento in piazza e poi si disinteressata “di tutti gli aspetti operativi”; le scelte dell’amministrazione hanno però consegnato agli organizzatori una “traccia troppo rigida” entro cui lavorare. Ma la responsabilità della sindaca, come si ricava dalla sentenza, deriva anche da un decreto legislativo del 2000 che attribuisce ai primi cittadini funzione di tutela della incolumità pubblica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giovani: Dadone, orientamento al lavoro anche dopo le medie
“Ne parlerò insieme al ministro dell’Istruzione”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
12:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Orientare i ragazzi al mondo del lavoro anche dopo le medie e non soltanto concluse le superiori.
Lo ha annunciato la ministra alle Politiche Giovanili Fabiana Dadone partecipando al Convegno Nazionale “Ci sto? Affare Fatica!” “Una delle più grandi difficoltà che ha ancora oggi questo Paese – ha sottolineato – è quello di riuscire ad orientare i giovani rispetto alle prospettive del mondo del lavoro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su questo all’interno del Pnrr , di cui si sente molto parlare ma so che i ragazzi hanno una contezza limitata sui contenuti per cui stiamo provando a fare delle campagne che spieghino a loro in termini chiari e pratici come i finanziamenti riusciranno ad avere un’incidenza sulle proprie vite. E in termini di orientamento ci sono proprio delle progettualità che riguardano uno specifico accompagnamento tra il mondo della scuola e il mondo del lavoro che oggi all’interno del Piano Nazionale è previsto soltanto al termine delle scuole superiori, ma che io invece – ha spiegato Dadone – voglio provare a spostare, e di questo ne parlerò insieme al ministro dell’Istruzione, già al termine delle scuole medie perché anche quella, secondo me, è una fase importante nella quale serve dare un’indicazione, serve presentare nuovi modelli e prospettive per permettere effettivamente ai nostri ragazzi di capire quali siano le nuove professioni, che tipo di attività vogliano svolgere ed avere dei modelli di fronte permette effettivamente di farsi un’idea più chiara di quali possano essere le prospettive del futuro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non solo generalisti, la fiction regina dei canali tematici
Studio Frasi, oltre 31% dell’offerta free e pay nella stagione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
13:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non solo regina delle reti generaliste: la fiction domina i palinsesti anche degli altri canali, free e pay, occupando una quota superiore al 30%.
Escludendo le sette reti generaliste e le tv locali, l’Osservatorio dello Studio Frasi ha elaborato i dati di offerta e consumo di 131 canali nell’ultima stagione: dal 1 ottobre 2020 al 25 aprile 2021 la fiction è il genere dominante con il 31,6% del totale; al suo interno, al top troviamo i film (con il 52% dell’offerta), ma gli ascolti più alti sono appannaggio di soap opera (505 mila spettatori medi nelle 24 ore) e film per la tv (383 mila spettatori).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I CANALI PAY – Secondo lo Studio Frasi, le reti a marchio Sky producono un ascolto di 75 mila spettatori nella media della giornata e di 211 mila in prima serata, per una quota d’ascolto del 4,5% tra gli abbonati dell’universo Sky. I canali a marchio Premium/Mediaset hanno un’audience media di 27 mila spettatori nelle 24 ore e di 53 mila in prima serata. Il canale pay più seguito è Sky Cinema Uno: nel periodo considerato il film più visto sulla piattaforma Sky è Tolo Tolo di Checco Zalone (392 mila spettatori).
I CANALI DEDICATI AI FILM – Il film più visto sui neocanali free esplicitamente dedicati alle opere cinematografiche (Rai Movie, Cine24 e Paramount network) è Wonder con 746mila spettatori (share 2,87%) sintonizzati su Rai Movie; poi Non ci resta che piangere (740mila spettatori, 2,95%) in onda su Cine34 e Pane e tulipani (725mila spettatori per uno share del 2,96%) ancora su Rai Movie.
GLI ALTRI CANALI SEMIGENERALISTI – Il film più visto è The Equalizer 2 senza perdono, unico a superare il milione di spettatori (share 4,3%), su Rai4.
LE SERIE – Ascolti significativi premiano le serie in replica, come Don Matteo su Rai Premium (la puntata più vista l’8 marzo con 646 mila spettatori). Su Top Crime la serie più seguita è Poirot con una media di 353 mila spettatori in prima serata; su Giallo media di 360 mila per la belga Astrid&Raphaelle. Sky Atlantic vede in testa nel periodo considerato l’epopea di Francesco Totti in Speravo de morì prima, con 154 mila spettatori per uno share del 2,7% tra gli abbonati Sky.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso per difendere madre dall’ex: nessun segno pentimento
Procuratore Lanusei invita a calma, rabbia violenza non servono
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LANUSEI
13 maggio 2021
13:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà interrogato domani dal gip del tribunale di Lanusei Masih Shahid, l’operaio metalmeccanico di 29 anni, di origini pakistane, che martedì ha accoltellato la sua ex, Paola Piras, 50 anni, e ucciso il figlio 19enne di lei, Mirko Farci, che ha pagato con la vita il tentativo di difendere la madre. La donna, colpita con numerosi fendenti, lotta per la vita nel reparto di Rianimazione dell’ospedale ogliastrino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In queste ore nel cimitero di Quartu Sant’Elena il medico legale Matteo Nioi sta eseguendo l’autopsia sul corpo del giovane, la cui salma sarà restituita ai familiari nel pomeriggio: i funerali potrebbero svolgersi domani.
Intanto nel carcere di Lanusei, non mostra alun segno di pentimento Masih Shahid, che martedì davanti alla pm Giovanna Morra ha confessato il delitto e il ferimento della ex compagna a cui ha inferto 18 coltellate, dopo essersi introdotto nella casa della donna violando la misura del divieto di avvicinamento che gli era stato inflitto a dicembre dal giudice.
Lo conferma il capo della Procura di Lanusei Biagio Mazzeo.
“Non ha mai espresso parole di pentimento – dice il magistrato – Bisogna avere fiducia nella giustizia. La Procura e i carabinieri stanno facendo il necessario per accertare le circostanze dei reati commessi, affinché si arrivi all’accertamento delle responsabilità dell’operaio e di tutte le aggravanti, in modo che la pena possa essere proporzionata all’efferatezza della condotta”.
Il procuratore interviene anche sul tentativo di linciaggio del 29enne all’uscita dalla caserma da parte di una folla inferocita. “Invito tutti al senso di responsabilità, la rabbia e la violenza – chiarisce Mazzeo – non servono ad aiutare le vittime, ma creano solo ulteriori problemi per le forze di Polizia impegnate nelle indagini”. Il giovane operaio era già stato sottoposto a misura cautelare per i maltrattamenti nei confronti della ex compagna, ma qualcosa non ha funzionato. “Noi abbiamo fatto tutto ciò che la legge ci consente di fare date le circostanze, applicando misure in un meccanismo di progressione – sottolinea il procuratore – Se la persona viola la norma aggraviamo la misura, ma in questo caso nessuno ci aveva segnalato le violazioni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Auto su binari: morto il 48enne precipitato
Era stato ricoverato all’Humanitas di Rozzano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LODI
13 maggio 2021
13:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto all’Humanitas di Rozzano, in seguito alle ferite riportate Andrea Deni, 48 anni, l’uomo che, a bordo della sua Dacia Duster, è precipitato ieri sera sui binari dell’Alta Velocità, a San Donato Milanese, dal cavalcavia sovrastante dopo aver sfondato il guard rail.
Portato in ospedale immediatamente dopo i soccorsi e ricoverato in terapia intensiva, le sue ferite erano apparse subito gravissime dopo il volo di oltre 6 metri.
L’uomo viveva a Lodi Vecchio, nel Lodigiano. Tuttora al vaglio degli inquirenti la dinamica dell’incidente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stop tir viadotto: Aspi, esenzione pedaggio su tratta A12
Su tutte le classi di veicolo fino a completamento interventi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
13 maggio 2021
13:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Direzione di Tronco di Genova di Autostrade per l’Italia comunica di aver attivato sulla A12 Chiavari – Sestri Levante la temporanea esenzione totale del pedaggio sulla tratta che ospita il viadotto Valle Ragone. Lo annuncia una nota.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La misura, attiva dalle 11 di oggi, è stata disposta per alleviare i disagi derivanti dalla limitazione ai mezzi pesanti attiva sul viadotto fino a domenica, quando saranno completati i lavori per l’adeguamento dell’infrastruttura degli anni ’60 ai parametri della nuova normativa di dicembre 2020. L’esenzione sarà attiva fino al completamento degli interventi mirati di adeguamento normativo e riguarda tutte le classi di veicolo in entrambe le direzioni nelle percorrenze Chiavari-Lavagna, Chiavari-Sestri Levante e Lavagna-Sestri Levante.
Per quanto riguarda i mezzi pesanti, l’obbligo di uscita alle stazioni di Chiavari verso Livorno e di Sestri Levante verso Genova implica automaticamente l’applicazione delle agevolazioni già previste sulla rete ligure per i percorsi che hanno origine o destinazione nell’ambito della rete ligure di competenza di Aspi, spiega l’azienda. La misura, condivisa con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e nell’ottica di collaborazione con le istituzioni territoriali, è stata disposta per alleviare i disagi dovuti alla limitazione dei mezzi pesanti sul viadotto. Tale limitazione, sottolinea Aspi, non riguarda assolutamente la sicurezza del ponte (regolarmente controllato da assessor indipendenti e pienamente rispondente ai requisiti di progetto), ma è stata introdotta nelle more dell’adeguamento della struttura, progettata e costruita negli anni 60, ai nuovi e più stringenti parametri contenuti nelle linee guida del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, divenute operative lo scorso dicembre. La limitazione al transito dei soli mezzi pesanti e la relativa esenzione dal pedaggio verranno rimossi entro domenica sera, al termine dei lavori di adeguamento in corso, la cui durata complessiva è di tre giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta sul lavoro: procura, manipolato orditoio ‘gemello’
Prossimi giorni stessa analisi a macchinario dove Luana è morta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PRATO
13 maggio 2021
14:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il macchinario ‘gemello’ di quello in cui morì Luana D’Orazio aveva i sistemi di sicurezza manipolati. Lo si apprende da fonti della procura di Prato dopo un accertamento del suo consulente tecnico su un orditoio presente nella ditta uguale a quello in cui morì la 22enne.
Dopo l’incidente gli inquirenti sequestrarono due orditoi nella ditta – quello in cui Luana fu trascinata e un altro, di fronte – per fare una comparazione sui due macchinari. Ieri il consulente del pm ha iniziato l’accertamento dall’orditoio gemello trovando, appunto, le ‘sicurezze’ manipolate. Nei prossimi giorni sarà esaminato il macchinario dov’è morta Luana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Snaitech aderisce a Parks, inclusione e diversità sul lavoro
Schiavolin, “Ognuno da noi deve sentirsi libero e unico”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
14:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Snaitech ha annunciato la sua adesione a Parks-Liberi e Uguali, l’associazione senza scopo di lucro che promuove all’interno delle aziende i valori dell’inclusione e della diversità, soprattutto in riferimento all’orientamento sessuale e all’identità di genere.
“Sento molte volte parlare di libertà, ma c’è un aspetto di questo concetto su cui ci si sofferma poco e che mi sta particolarmente a cuore, ovvero la libertà di sentirsi se stessi, senza dover temere alcun tipo di giudizio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per questa ragione sono molto felice di poter collaborare con un’associazione che promuove il valore della diversità e dell’inclusione – ha detto Fabio Schiavolin, Ceo di Snaitech -.
In Snaitech, infatti, vogliamo che le nostre persone si sentano libere di essere come sono, ovvero uniche. Un ambiente di lavoro rispettoso e inclusivo, in grado di valorizzare diversi punti di vista, garantire equità e pari opportunità, è il presupposto fondamentale per qualsiasi tipo di sviluppo aziendale sostenibile”.
La collaborazione tra Snaitech e Parks si inserisce in un più ampio percorso intrapreso dall’azienda e finalizzato al continuo miglioramento del clima aziendale e di conseguenza del benessere dei propri dipendenti, risorsa inestimabile nonché pilastro di ogni azienda.
Proprio in questa prospettiva, Snaitech ha ritenuto fondamentale coinvolgere in questo percorso tutti i colleghi, partendo dall’organizzazione di un evento digitale interno – a cura di Parks – il cui scopo sarà quello di presentare l’associazione e, al contempo, sensibilizzare e promuovere i temi di Diversity and Inclusion. Sarà un importante momento di condivisione, a cui seguiranno altri appuntamenti di formazione e sensibilizzazione, organizzati in collaborazione con Parks e legati da un unico fil rouge: contribuire alla diffusione di una cultura del rispetto e dell’inclusione nel senso più ampio del termine, dall’orientamento sessuale all’identità di genere, dall’età e dal sesso fino alla disabilità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Copasir chiede a Draghi ispezione su vicenda Renzi-Mancini
Chiesto dall’ufficio di presidenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
15:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ufficio di presidenza del Copasir ha deciso di chiedere al presidente del Consiglio Mario Draghi l’attivazione di un’inchiesta interna sul caso dell’incontro tra il segretario di Iv Matteo Renzi ed il capocentro del Dis Marco Mancini in un autogrill documentato dalla trasmissione Report.
Lo fa sapere il presidente del Comitato, Raffaele Volpi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Fvg, 100 nuovi casi su 8.799 test e tamponi; 8 decessi
Calano isolamenti e ricoveri in reparti ordinari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
13 maggio 2021
15:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.968 tamponi molecolari sono stati rilevati 84 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,2%. Sono inoltre 1.831 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 16 casi (0,87%).
I decessi registrati sono 5, a cui se ne aggiungono 3 pregressi, i ricoveri nelle terapie intensive sono stabili e pari a 18, mentre si riducono quelli in altri reparti che risultano essere 98. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.760, con la seguente suddivisione territoriale: 803 a Trieste, 1.994 a Udine, 672 a Pordenone e 291 a Gorizia. I totalmente guariti sono 91.037, i clinicamente guariti 5.601, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 5.854.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 106.368 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.001 a Trieste, 50.481 a Udine, 20.768 a Pordenone, 12.929 a Gorizia e 1.189 da fuori regione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tre studenti adolescenti su 4 pronti a vaccinarsi
Skuola.net: ‘Soltanto il 6,7% dirà no quando sarà il momento’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccinare gli studenti adolescenti dai 12 ai 15 anni in concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico o forse anche prima. L’Italia prova l’accelerazione sul piano vaccinale con l’obiettivo di rendere sicura la scuola e tre studenti su 4 si dicono favorevoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo una ricerca effettuata dal sito specializzato Skuola.net assieme al dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell’Università “Sapienza” di Roma – su un campione di 5.313 ragazzi tra gli 11 e i 30 anni – circa il 75% si dichiara a favore del vaccino anti-Covid. Tra i restanti, comunque, il 10,1% al momento propende per il ‘no’ ma non esclude che, in futuro, potrebbe cambiare idea, e l’8,7% dice di non essersi ancora fatto un’opinione a riguardo. Alla fine, dunque, appena il 6,7% mostra l’assoluta intenzione di non sottoporsi al vaccino.
Presto, dunque, così come sta avvenendo negli Stati Uniti, i nostri ragazzi più giovani potrebbero beneficiare del vaccino di Pfizer-BioNTech, che ha superato tutti gli esami preparatori alla somministrazione di massa anche per i minorenni. Anche se manca ancora l’ok dell’Ema, l’Agenzia europea del farmaco.
La principale motivazione della disponibilità dei giovani a sottoporsi alla vaccinazione è la consapevolezza della gravità della situazione (38%), che in molti casi hanno potuto toccare con mano attraverso le vicende di familiari e conoscenti. Subito dopo viene la percezione che i benefici prodotti dai vari vaccini sin qui autorizzati superino di gran lunga i rischi (23%). Parecchi, però, lo farebbero soprattutto per avere una garanzia in più che i propri cari non si ammalino di Covid-19: a dirlo è il 21,5% dei favorevoli.
Interessante anche la tempistica con cui i giovani vorrebbero vaccinarsi. Poco meno della metà (47,9%) si candiderebbe non appena finita la fase di protezione delle persone più ‘fragili’, considerata prioritaria. Ma poco più di un terzo (35,7%) non aspetterebbe così a lungo e sarebbe pronto a farlo il prima possibile.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

‘Voglio la mamma’, J-Ax racconta l’esperienza con il Covid
“Devo esorcizzarla attraverso la musica”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
16:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
J-AX racconta in musica la sua esperienza con il Covid 19 nel brano “Voglio la mamma”, con una cover disegnata da suo figlio Nickolas, disponibile su tutte le piattaforme dalla mezzanotte di giovedì 13 maggio.
“Questo brano – spiega J-Ax – nasce dall’esigenza di tirare fuori e lasciarmi alle spalle l’esperienza che ho passato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non pubblico affinché diventi un successo, è un pezzo che ho deciso di non dare alle radio, è una mia necessità , per andare avanti devo esorcizzarlo attraverso la musica. E’ un regalo che mi sento di fare a tutti i miei fan e a chi come me si è trovato o si trova ancora ad affrontare il male. Voglio dirvi però che non sono diventato un tristone, non ho più paura, sono rimasto quello che ero e mi preparo a farvi una sorpresa la settimana prossima con il pezzo più zarro della mia storia musicale che, al confronto, Ostia Lido sembra “La cura” di Franco Battiato “.
Prodotto da Roofio, “Voglio la mamma” ripercorre il dolore e gli interrogativi dei giorni della paura – “Musica spenta, suonano solo le ambulanze, poi per un mese ho visto il vero inferno, altro che Dante”- e l’incapacità di dare risposte alle domande di suo figlio – “Ma tu come rispondi, quando poi lui ti guarda con le lacrime agli occhi e dice voglio la mamma perché lei è chiusa in stanza”. E di fronte a queste domande un papà può soltanto usare la fantasia per portare il suo bambino lontano dalla realtà: “È solo un gioco, questa è una fortezza, devi difendere la principessa. Tu pensa a questo che ai mostri fuori di qua ci pensa il tuo papà”.

Ruby ter, pianista di Arcore condannato a due anni
“Non fatemi parlare altrimenti mi fanno un altro processo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SIENA
13 maggio 2021
17:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tribunale di Siena ha condannato a due anni di reclusione per falsa testimonianza Danilo Mariani, il pianista senese di Arcore, nell’ambito del processo Ruby ter. Lo stesso tribunale oggi aveva stralciato la posizione di Mariani per l’accusa di falsa testimonianza, rinviando al 21 ottobre il processo per corruzione che lo vede imputato insieme a Silvio Berlusconi.
“Non fatemi parlare altrimenti mi fanno un altro processo”.
Lo ha detto, subito dopo la lettura della sentenza del tribunale di Siena che lo ha condannato oggi a due anni di reclusione per falsa testimonianza, pena sospesa, Danilo Mariani, il pianista senese di Arcore, imputato al processo Ruby ter a Siena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riceve 4 dosi di vaccino, la ragazza in cura da Pregliasco
Madre, ‘è disidratata nonostante beva anche 7 litri acqua’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MASSA
13 maggio 2021
18:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Virginia, la 23enne tirocinante in psicologia all’Asl Toscana nord ovest che domenica scorsa a Massa (Massa Carrara) ha ricevuto quattro dosi di vaccino Pfizer (inizialmente si era pensato fossero sei), è stata presa in cura dal virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano. A raccontarlo è la madre della ragazza che nei giorni scorsi ha conosciuto il virologo in occasione di una trasmissione radiofonica della Rai.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il dottor Pregliasco mi ha consigliato di non sottovalutare il sovradosaggio a cui mia figlia è stata esposta – racconta la mamma -, perché non possiamo sapere a che rischi va incontro il suo sistema immunitario. Nei giorni successivi ci siamo accorti, poi, che qualcosa non andava: mia figlia è tutt’oggi completamente disidratata, ha continuamente sete, nonostante ingerisca anche sette litri di acqua in poche ore; ha le labbra sempre secche e non riusciamo a reidratarla in nessun modo. Per questo stamani ho chiamato il dottor Pregliasco e gli ho chiesto di prendere in cura mia figlia. Lui ha acconsentito”. La ragazza è stata sottoposta a diverse analisi: la documentazione verrà poi inviata a Milano e valutata da Pregliasco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mostre: ‘Donne vascello’ in viaggio tra il sogno e l’emozione
La personale di Simona Gasperini alla Galleria Triphè di Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
18:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Occhi grandi, spesso indagatori, vestiti ricchi e a volte immensi, sfondi cerulei, a metà tra il cielo e il mare. Le “Donne vascello” di Simona Gasperini, in mostra alla Galleria Triphè di Roma dal 13 maggio al 20 luglio sono come delle “messaggere di sogni”, traghettano da una realtà onirica al luogo sconfinato dell’emozione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E lo fanno con grazia, spesso avvolte da fiori e foglie o avvolte in esotici turbanti.
Per presentarcele, Simona Gasperini ha scelto la tecnica del collage. La stessa che ispirò le avanguardie del Novecento da George Grosz a Picasso, ma con un tocco lieve che sa di magia.
La mostra, curata da Maria Laura Perilli, racconta di “figure femminili, le dame, che diventano come il verbo essere”.
Affermano cioè, come spiega l’artista, “l ‘esistenza, l’essenza in sé. Un atto puro” che significa “avere vita, avere origine”.
Ed è proprio per testimoniare questo che, racconta sempre Simona Gasperini, “parte una ricerca costante e minuziosa che dà il via alla scoperta di fotografie, giornali, fotocopie, poster, libri sparsi, spartiti musicali, copertine di libri, cataloghi” per raccontare “l’antico, il passato, il Deja-Vu”.
E il compito di queste “donne vascello” diventa dunque quello di riuscire a “creare qualcosa che prima non esisteva” per farlo vivere, con l’immaginazione, anche a chi le guarda mentre tenta di carpirne il segreto.
E l’incanto di questa mostra è proprio che da un materiale estremamente reale, come possono essere i ritagli di un giornale o di un libro, prenda vita il sogno o, meglio, l’emozione.
Un’emozione raccontata dal silenzio, per alcuni versi anche accusatorio, di queste figure femminili solo in apparenza leggiadre ed estranianti. In un’epoca come l’attuale in cui i femminicidi sono all’ordine del giorno, guardare i loro occhi, al di là dei sogni, diventa anche un’occasione per riflettere e ripensare l’universo femminile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Harry’s Bar ha 90 anni, festa con serranda chiusa
Non ha plateatico esterno. Cipriani ‘ci permettano di riaprire’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
13 maggio 2021
18:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tavolo su cui Hemingway finì di scrivere “Di là dal fiume e tra gli alberi” è vuoto, mentre davanti alla serranda abbassata all’imbocco di Calle Vallaresso sfila distratto qualche turista. Non è così che Arrigo Cipriano aveva immaginato di festeggiare oggi a Venezia il novantesimo compleanno del suo Harry’s Bar.
Ma le regole del Covid non fanno sconti a nessuno, neppure ad un locale dichiarato nel 2001 patrimonio nazionale dal ministero dei Beni culturali. E così a Cipriani, 89 anni, non è rimasto che festeggiare fuori dal locale, chiuso perchè senza plateatico e servizio mensa.
“Aspetto che il Presidente del Consiglio Draghi stanzi con questo governo i fondi per rimborsarci almeno di una parte dei danni economici che ci ha causato la pandemia – spiega Cipriani – ma la cosa più bella sarebbe quella di permetterci di riaprire tra una decina di giorni. Al resto ci pensiamo noi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna, sui vaccini si accelera
In arrivo 380mila dosi e da domani operativo portale delle Poste
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
13 maggio 2021
18:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mentre la curva dei contagi resta in discesa e la Sardegna si appresta a tornare in zona gialla da lunedì, l’obiettivo della Regione è dare un’accelerata decisiva nella campagna vaccinale.
Nella giornata di ieri sono state somministrate circa 13.700 dosi, dopo due giorni di rallentamento; oggi l’annuncio dell’arrivo di oltre 380mila dosi di vaccino Pfizer entro il 3 giugno e il via alle prenotazioni, da domani, con il portale delle Poste.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il report quotidiano del Governo si è passati dalle 612.722 inoculazioni di martedì alle 626.458 di ieri, cioè il 77,5% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale. La Sardegna, come conferma anche la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale, si avvicina così alla soglia del 40% della popolazione residente che ha avuto almeno una dose (il 38,42%), mentre si arriva all’11,2% per chi ha completato il ciclo vaccinale.
E dalle 12 di domani anche nell’Isola sarà possibile richiedere la vaccinazione anti-Covid attraverso il sistema di prenotazione realizzato da Poste Italiane. Tre le modalità che saranno immediatamente a disposizione dei cittadini: il portale online dedicato, accessibile all’indirizzo ‘prenotazioni.vaccinicovid.gov.it’; il call-center, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20 al numero verde 800.00.99.66; gli sportelli automatici (Atm) presso gli uffici postali. A partire dal 18 maggio sarà anche possibile effettuare la prenotazione tramite i portalettere.
Intanto nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 72 nuovi contagi (ieri erano 96) a seguito di 4.677 tamponi eseguiti (1.234.462 il totale), per un tasso di positività che scende dall’1,9% all’1,5%. Complessivamente salgono a 55.933 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza.
Si registra un solo nuovo decesso (1.428 in tutto). Sono, invece, 241 (-13) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 39 (+1) i pazienti in terapia intensiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Claudio Baglioni, 70 anni ma ‘la vita è adesso’
Mito da 60 milioni di copie, pronto a nuove sfide
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Settanta anni di vita, il 16 maggio, oltre 50 anni di musica e 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo: ne ha fatta di strada Claudio Baglioni, nato nel ’51 a Roma Montesacro.
La prima radio, un concorso di canzoni a Centocelle, per tutti era ‘Agonia’, il primo contratto con la RCA nel 1969, è diventato ‘il’ cantautore dei sentimenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha inaugurato i grandi raduni negli stadi ed è stato il primo, nel 1996, a ‘far scomparire il palco’ portando la scena al centro delle arene. Il 2 giugno la prossima sfida: l’opera – concerto totale ‘In questa storia che è la mia’ in streaming sulla piattaforma ITsART dal Teatro Olimpico di Roma.
Baglioni è una icona pop ma ha navigato anche attraverso la world music, il rock e il jazz, con sodalizi come quello con l’amico Danilo Rea. Se sono tracciabili i duetti incisi, da ‘Stelle di stelle’ con Mia Martini e ‘Io dal mare’ con Pino Daniele a quelli di Q.P.G.A (40 anni dopo) e le collaborazioni, da Stefano Di Battista a Tony Levin, da Astor Piazzolla a Youssou N’Dour, sono invece innumerevoli i duetti live in tournee (‘Capitani coraggiosi’ con Gianni Morandi) ma soprattutto sull’ isola del cuore, Lampedusa, alla quale ha regalato 10 edizioni di O’Scià (l’ultima nel 2012), portando sulla spiaggia della Guitgia oltre 300 artisti, senza sponsor e telecamere. E’ stata l’isola delle Pelagie, insieme alle esperienze in tv con Fabio Fazio ad ‘Anima mia’ e ‘L’ultimo valzer’, la palestra del Baglioni padrone di casa e showman visto alla guida del Festival di Sanremo nel 2018 e nel 2019.
Snobbato dagli artisti “impegnati” e contestato nell”88 a Torino sul palco di Amnesty, Baglioni ha toccato temi universali e il disagio sociale in alcune canzoni come I vecchi, Uomini persi e Noi no. Ha incontrato i papi, da Wojtyla a Francesco.
Dopo il successo negli anni ’70 con Questo piccolo grande amore, Gira Che Ti Rigira Amore Bello, E tu, Sabato Pomeriggio, Solo, E tu come stai, negli anni ’80 una nuova partenza con Strada facendo, il doppio live Alé-oo, La vita è adesso che rimane in classifica per 18 mesi, con oltre 1,5 milioni di copie vendute, un record, fino al doppio album della consacrazione Oltre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bong Joon-ho, dopo Parasite prepara film d’animazione sul mare
Regista sudocoreano Oscar prossimo presidente di giuria Venezia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
19:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bong Joon-ho, il regista del premio Oscar “Parasite”, sta preparando un film di animazione coreano sugli esseri umani e sulle creature delle profondità marine. Ha lavorato con la compagnia coreana 4th Creative Party dal 2018 e la sceneggiatura è stata completata a gennaio.
Bong è anche al lavoro sulla sceneggiatura di un film in lingua inglese ambientato tra il Regno Unito e gli Stati Uniti.
L’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap ha riferito, riporta Variety, che il film in lingua inglese sarà probabilmente l’atteso prossimo impegno di regia di Bong. Bong ha un altro appuntamento chiave quest’anno: è il presidente della giuria che decreterà il vincitore del Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia (1-11 settembre).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alberto Angela, racconto l’Antica Roma e resto a Ulisse
Esce 2/o libro trilogia. ‘Cancellazione programma è fake news’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
19:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La cancellazione di Ulisse è una fake news, che alimenta polemiche inesistenti. Rai1 non ha mai pensato di abbandonare la cultura in prima serata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la sostituzione il 12 maggio del suo popolarissimo e storico programma su Rai1 con la replica di un episodio de Il Commissario Montalbano, Alberto Angela decide di intervenire per interrompere ogni polemica legata a una possibile volontà della Rete di interrompere la messa in onda delle ultime due puntate. L’occasione è stata la presentazione in streaming del suo ultimo libro “L’inferno su Roma”, secondo volume della ‘trilogia di Nerone’ pubblicato da HarperCollins e in libreria dal 13 maggio. “E’ uno slittamento non una cancellazione, a causa dei rallentamenti dovuti all’emergenza covid: non è facile lavorare tra casi di contagio e zone rosse”, afferma Angela, “dal 27 maggio Ulisse tornerà con le ultime due nuove puntate, la prima dedicata a San Francesco e Santa Chiara visti in un modo particolare, come santi ma anche come ragazzi ribelli. Nella seconda invece affronteremo la crisi ambientale e l’emergenza climatica: e con me ci sarà anche Piero (Angela, ndr), entrato 70 anni fa alla Rai e ancora capace di occupare la prima serata”.
“Al tempo di Nerone le fake news funzionavano meglio: c’è ancora chi crede che sia lui il responsabile del grande incendio che distrusse Roma il 18 luglio del 64 d.C.”, prosegue con una battuta, raccontando l’evento storico al centro di questa sua ultima fatica letteraria, “Nerone era ad Anzio, le fiamme scoppiarono in una delle arcate, io ho immaginato a causa della caduta di una lucerna ma non sappiamo cosa sia accaduto davvero”. Dopo aver narrato nel primo volume (“L’ultimo giorno di Roma”) ciò che avvenne poche ore prima del propagarsi delle fiamme, in questo libro infatti Angela affronta direttamente quello che chiama “la belva”, ossia il terribile incendio che in 9 giorni distrusse irrimediabilmente la città. Un evento poco trattato, eppure cruciale per la storia di Roma, anche per capire il successivo sviluppo della città, che in seguito all’incendio, venne ricostruita in modo completamente diverso. Stile coinvolgente, da romanzo, contenuto da libro di storia, un accurato e scrupoloso studio delle fonti: replicando il modello vincente su cui basa la sua efficacissima divulgazione di temi culturali in tv, anche nel libro l’autore costruisce su questi elementi una narrazione che definisce “basata sui 5 sensi”.
Nelle pagine infatti il lettore si troverà coinvolto direttamente nel dramma dell’incendio, sentendone il calore sulla pelle e l’odore acre nelle narici, e immaginando la furia di fiamme alte decine di metri: “ma questo non è un romanzo – precisa – è un libro storico e tecnico, per il quale ho chiesto la consulenza di archeologi, storici antichi, vigili del fuoco, meteorologi. Ho cercato di entrare nella mente dei romani attraverso i personaggi che appaiono nel libro”. “Quando leggo un libro di storia sento la necessità che ci sia la verità, ho bisogno di conoscenza, altrimenti mi sento tradito”, afferma, “per questo, nei libri ma anche nei programmi televisivi, lo stile coinvolgente è sempre nutrito dai fatti storici. Del resto studiando il passato si può scoprire se stessi e capire come interpretare la nostra epoca per indirizzarci verso il futuro”. Quello che è indubbio è quanto questo incendio abbia costituito una sorta di spartiacque, creando un prima e un dopo, con inevitabili ripercussioni anche sul presente: “quello che i turisti vedono oggi a Roma è frutto diretto e indiretto dell’incendio”, aggiunge Angela, “dopo la distruzione Nerone fece un nuovo piano regolatore e nacque una città diversa: al centro l’imperatore costruì la sua imponente Domus Aurea addirittura con un grande lago. Quando dopo Nerone arrivò Vespasiano, quest’ultimo restituì l’area alla collettività, prosciugò il lago e fece costruire il Colosseo: senza l’incendio, chissà dove sarebbe nato e quale struttura avrebbe avuto questo monumento”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alcol, impennata del 250% del consumo a casa
Aperitivi digitali e home delivery hanno cambiato modo di bere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2021
20:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’approvvigionamento delle bevande alcoliche non ha conosciuto pause nel periodo del lockdown”. Anzi, “il mercato ha rafforzato nuovi canali alternativi e anche meno controllati relativamente al divieto di vendita a minori”, cambiando anche “le abitudini degli italiani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tanto che gli acquisti su canali online di e-commerce, per il settore delle bevande alcoliche “si stima abbiano conosciuto un’impennata nel 2020 tra il 181 e il 250% nell’home delivery, con un aumento dei consumi domestici registrati”. E’ quanto emerge dai nuovi dati relativi al consumo di alcol durante la pandemia Covid, diffusi all’Istituto Superiore di Sanità.
L’isolamento, spiega l’Iss, ha portato a “un incremento di consumo incontrollato, anche favorito da aperitivi digitali sulle chat e sui social network, spesso in compensazione della tensione conseguente all’isolamento, alle problematiche economiche, lavorative, relazionali e dei timori diffusi nella popolazione resa sicuramente più fragile dalla pandemia”. D’altro canto, i servizi di alcologia e i dipartimenti per le dipendenze e di salute mentale, a causa delle chiusure obbligate, precisa l’Iss, “hanno registrato una crescita di difficile gestione prima, durante e dopo i lockdown per la scarsità delle risorse a disposizione, per la quantità di richieste inevase a causa delle restrizioni anti-Covid-19 e per l’impreparazione relativa a soluzioni digitali, solo tardivamente introdotte”.
Sono stati 3,8 milioni, nel 2019, i binge drinker che hanno avuto almeno un’abbuffata alcolica, tra i quali anche 830.000 giovanissimi 11-25enni. Mentre “nel corso del 2020 si è registrato un incremento al 23,6 % per i maschi e al 9,7% per le femmine di coloro che consumano alcol a rischio”. E’ quanto evidenziano i dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) in vista dell’Alchool Prevention Day che si celebra domani, Relativamente al 2020, secondo un dato dell’analisi preliminare per l’anno del lockdown, “a preoccupare in particolar modo è l’aumento delle giovani consumatrici a rischio, le 14-17enni, che superano per numerosità, per la prima volta, i loro coetanei maschi”. E questo in un quadro complessivo d’incremento del consumo sbagliato di alcol tra le donne di tutte le età e di un incremento tra gli uomini nella fascia 35-60 anni. I dati pre-Covid, invece, a cui si riferisce il nuovo Rapporto Istisan e la Relazione annuale del Ministro della Salute trasmessa a maggio 2021 al Parlamento, evidenziano che nel 2019 in Italia sono stati più di 36 milioni coloro che hanno consumato alcolici, pari al 77,8% degli italiani sopra gli 11 anni e al 56,5% delle italiane, per le quali si conferma un trend in crescita dal 2014.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le fasce di popolazione con consumatori più a rischio è, per entrambi i generi, quella dei 750.000 minorenni, prevalentemente 16-17enni, seguita da oltre 2,7 milioni di anziani ultra-65enni. Mentre nel 2019, sono state circa 8,2 milioni le persone che hanno fatto quotidianamente un consumo rischioso, in leggero calo rispetto al 2018. “Alla luce dei dati riportati”, conclude Emanuele Scafato, direttore del Centro Oms per la ricerca sull’alcol e dell’Osservatorio Nazionale Alcol dell’Iss, “il day after della pandemia deve potersi connotare per attivazione di risorse e strategie che mirino all’era post Covid-19 con nuovi modelli d’intercettazione dei rischi da alcol, favorendo la formazione del personale sanitario e attivando nuove strategie di prevenzione, anche attraverso un rinnovato Piano Nazionale Alcol”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: maxi operazione carabinieri a Cagliari, 14 arresti
Blitz all’alba, sono accusati di associazione per delinquere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
07:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi operazione antidroga dei carabinieri a Cagliari. Dalle prime ore del mattino i militari del Comando provinciale di Cagliari stanno notificando 14 ordinanze di custodia cautelare, 12 in carcere e 2 ai domiciliari, per l’accusa di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio ed al traffico di droga.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’indagine, denominata ‘Dogs Square’, è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Cagliari e ha permesso di accertare numerosi episodi di spaccio avvenuti tra il 2018 e il 2019, ma anche fra agosto e ottobre dello scorso anno in diversi quartieri di Cagliari.
Il gruppo criminale, secondo quanto accertato dai carabinieri, era molto organizzato e aveva una perfetta suddivisione dei compiti: dai promotori, ai custodi della droga (cocaina, eroina, hascisc e marijuana), fino ad arrivare a pusher e vedette. Ad inchiodare gli spacciatori anche le microtelecamere piazzate dai militari dell’Arma in androni, scale e corridoi di palazzine trasformati in luoghi di spaccio.
I dettagli dell’operazione saranno illustrati in una conferenza stampa alle 11 nella sala stampa del Battaglione Carabinieri Sardegna in Piazza San Bartolomeo a Cagliari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gdf sequestra immobili a contrabbandiere comasco
Aveva intestato i beni ai famigliari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
07:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I militari della Guardia di Finanza di Olgiate Comasco (como) hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, per 600 mila euro, a fini di confisca, su beni riconducibili ad un noto contrabbandiere comasco, indagato per intestazione fittizia di beni. Le indagini hanno portato alla denuncia anche di tre famigliari dell’indagato, intestatari formali degli immobili L’uomo era stato più volte segnalato per reati di contrabbando e riciclaggio, e aveva fraudolentemente trasferito la proprietà dei propri beni ai figli ed alla moglie.
E’ anche imputato per associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di ingenti partite di preziosi e valuta da e per la Svizzera.
L’intestazione dei beni ai famigliari era avvenuta lo stesso giorno in cui la Procura di Como aveva chiesto il suo rinvio a giudizio. Sequestrati una villa di pregio a Faloppio e un fabbricato in una zona residenziale di Uggiate-Trevano, sempre nel Comasco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riaffiora il paese sommerso di Resia
In corso lavori di manutenzione al lago con il famoso campanile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
14 maggio 2021
08:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al lago di Resia sono in corso lavori di manutenzione. Il livello dell’acqua è stato abbassato e sono così riaffiorati i resti del paesino sommerso nel 1950.

Il lago è conosciuto da tempo per il campanile che, isolato tra le gelide acque, fa capolino. Negli ultimi anni il bacino artificiale è diventato famoso per il romanzo “Resto qui” di Marco Balzano e per la fortunata serie Netflix “Curon”. Tra il 1949-50 la Montedison ha creato la diga per la produzione di energia elettrica. Per la realizzazione della mega opera il vecchio paese di Curon con le sue 163 case fu allagato. L’unico edificio rimasto in piedi è il campanile della chiesa di Sant’Anna.
“Il lago di Resia – spiega il direttore operativo Alperia Greenpower Andreas Bordonetti – è il più grande lago artificiale dell’Alto Adige con 120 milioni di metri cubi di capacità d’invaso. Alimenta la centrale idroelettrica di Glorenza che può produrre fino a 250 milioni di kw/h all’anno”. E’ il primo della cascata di impianti della val Venosta che termina a Marlengo.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Estate: nove milioni di italiani pronti a partire
Swg-Confturismo, l’80% dei connazionali resterà in Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si concretizza la voglia di vacanze degli italiani e arrivano le prime prenotazioni: sono quasi 9 milioni gli italiani che hanno già scelto quando e dove andare.
Sono invece 16 milioni, tra chi ancora deve decidere e chi sa già che dovrà rinunciare, quelli che mancano all’appello rispetto ai tempi pre-Covid. Emerge da un sondaggio effettuato, tra il 5 e il 7 maggio, da Swg e Confturismo Confcommercio dopo il decreto riaperture e gli annunci di eliminazione delle quarantene e di adozione del pass Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’80% dei connazionali resterà in Italia privilegiando mete balneari, ad esempio Puglia e Sardegna, ma anche la Toscana.
La fiducia nel processo di vaccinazione e l’attesa del green pass europeo fa tornare anche la voglia di estero: sale, rispetto ad aprile, dal 13% al 20% la quota degli italiani che sceglieranno una meta oltre confine per le vacanze. Tra le mete preferite la Spagna che, tra le due rilevazioni, aumenta di 6 punti il suo distacco dai più immediati inseguitori, Grecia e Francia. Secondo Confturismo paga la coerenza nel tempo dell’offerta iberica, che da quest’inverno non ha mai imposto quarantene per i turisti in arrivo ed “è stata protagonista di una comunicazione promozionale discreta e incisiva”. Via via che procede il piano vaccinale in Italia si riduce anche l’appeal delle destinazioni “Covid free”. Scende di 10 punti fra le due rilevazioni la percentuale di coloro che le prediligerebbero per una vacanza, una tendenza tutto sommato prevedibile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tv: streaming illegale, oscurati 1,5 mln di abbonamenti
Operazione della polizia postale su inchiesta Procura di Catania
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
14 maggio 2021
10:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi operazione della polizia postale di Catania, con il coordinamento del Servizio polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma, contro lo streaming illegale e di contrasto al cybercrime che ha oscurato 1.500.000 utenti con abbonamenti illegali. Azzerato l’80% del flusso illegale delle IP TV in Italia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 45 le persone indagate dalla Procura di Catania per associazione per delinquere, accesso abusivo a sistema informatico, frode informatica e riproduzione e diffusione a mezzo internet di opere dell’ingegno. Un giro di affari illegale per milioni di euro in danno di Sky, Dazn, Mediaset, Netflix e altri. Gli ‘abbonati’ pagavano un canone di 10 euro ciascuno al mese, creando un giro d’affari fraudolento mensile da 15 milioni. I provvedimenti sono stati eseguiti in diverse città italiane e sono stati impiegati nell’operazione più di 200 specialisti provenienti da 11 Compartimenti regionali della Polizia Postale (Catania, Palermo, Reggio Calabria, Bari, Napoli, Ancona, Roma, Cagliari, Milano, Firenze, Venezia) che, operando sul territorio di 18 province, hanno smantellato l’infrastruttura criminale, sia sotto il profilo organizzativo che tecnologico. Una importante “centrale” è stata individuata a Messina: la sua disattivazione e sequestro ha fatto rilevare che essa gestiva circa l’80% del flusso illegale IPTV in Italia. La tecnica illecita, ha ricostruito la Procura di Catania, era ‘piramidale’ e vedeva la collaborazione tra loro di persone che non si conoscevano I contenuti protetti da copyright erano acquistati lecitamente, come segnale digitale, dai vertici dell’organizzazione (le ‘Sorgenti) e, successivamente, attraverso la predisposizione di una complessa infrastruttura tecnica ed organizzativa, vengono trasformati in dati informatici e convogliati in flussi audio/video, trasmessi ad una rete capillare di rivenditori ed utenti finali, dotati di internet ed apparecchiature idonee alla ricezione (il noto “Pezzotto”).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: triste che donne incinta debbano nascondere pancia
Bergoglio promuove assegno unico,’senza famiglie non c’è futuro’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA DEL VATICANO
14 maggio 2021
10:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Penso con tristezza, alle donne che sul lavoro vengono scoraggiate ad avere figli o devono nascondere la pancia. Com’è possibile che una donna debba provare vergogna per il dono più bello che la vita può offrire? Non la donna, ma la società deve vergognarsi, perché una società che non accoglie la vita smette di vivere.
I figli sono la speranza che fa rinascere un popolo!”. Lo ha detto il Papa agli Stati generali sulla natalità.
Poi il Pontefice, ringraziando il premier Mario Draghi per le sue parole “chiare e speranzose”, ha promosso l’assegno unico.
“Finalmente in Italia si è deciso di trasformare in legge un assegno, definito unico e universale, per ogni figlio che nasce.
Esprimo apprezzamento alle autorità e auspico che questo assegno venga incontro ai bisogni concreti delle famiglie, che tanti sacrifici hanno fatto e stanno facendo, e segni l’avvio di riforme sociali che mettano al centro i figli e le famiglie. Se le famiglie non sono al centro del presente, non ci sarà futuro; ma se le famiglie ripartono, tutto riparte”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Guibert, la fotografia come desiderio
Esce per la prima volta in Italia ‘L’immagine fantasma’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
10:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
HERVE’ GUIBERT, L’IMMAGINE FANTASMA (CONTRASTO, PP 190, EURO 14,90). La fotografia – di famiglia, di viaggio, erotica, che non si è riusciti a scattare o come pratica d’amore – è la grande protagonista del prezioso libro, volutamente senza foto, ‘L’immagine fantasma’ di Hervé Guibert.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un classico della letteratura francese che esce finalmente in Italia, a 40 anni dalla prima edizione, per Contrasto e inaugura la nuova collana ‘Lampi’ con copertine fatte di una carta speciale, realizzata con gli scarti alimentari.
Pubblicato in Francia da le Editions de Minuit nel 1981, ‘L’immagine fantasma’ arriva nelle nostre librerie, a 30 anni dalla morte di Guibert, nella traduzione di Matteo Martelli con la prefazione di Emanuele Trevi e un un formato che ricorda quello di un taccuino.
Scrittore, giornalista, fotografo, critico per il quotidiano Le Monde, Guibert, morto di Aids nel 1991, molto legato all’Italia tanto da voler essere sepolto all’Isola D’Elba, ci racconta il suo rapporto con la fotografia in brevi testi che insieme diventano una narrazione del nostro modo di vivere le immagini dove “l’unica fotografia che conta è quella che prende forma nella camera oscura della mente di chi legge” come sottolinea Trevi.
“Siamo in un momento in cui si consuma e si realizza tantissima fotografia, a volte anche senza pensarci. Forse avere un libro, una serie di brevi ma fulminanti riflessioni su quello che la fotografia è, senza avere le fotografie, ci può aiutare un po’ di più a capire quanto fa parte di noi, della nostra vita e come, anche all’interno del nostro ricordo, sia parte dei nostri desideri. Pensare a un’immagine vuol dire in qualche modo desiderare qualcosa. Penso che questa sia forse la cosa più importante che questo libro può offrire oggi. Una riflessione un po’ controcorrente rispetto a quello che è il modo normale di pensare la fotografia e di consumarla” dice Alessandra Mauro, direttrice editoriale di Contrasto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’idea di Lampi è quella “di dare spazio a testi che non necessariamente portino con se delle foto. Sono libri in cui è più importante il testo, anche se parliamo sempre dell’immagine, che è il nostro specifico. Ci è sembrato interessante cominciare con un libro che è un classico come ‘L’immagine fantasma’ che per quelle strane vicende della vita e dell’editoria non era mai stato pubblicato finora in Italia. Guibert era una persona molto particolare e questo libro nasce per essere un volume intorno al desiderio di fotografare o alla fotografia come desiderio. Ci è sembrato un ottimo viatico” spiega la Mauro. E aggiunge: “Trevi è stato un incontro perfetto perchè ha conosciuto Guibert, oltre ad essere un grande conoscitore del suo lavoro e pensiero. Ha fatto un’introduzione molto illuminante. Vorremmo affidare sempre a qualcuno un’introduzione che prenda per mano il lettore e lo porti all’interno del racconto, del lampo di cui si sta parlando in quel momento”.
‘L’immagine fantasma’ sono una sessantina di brevi testi in cui Guibert ripercorre parte della sua vita, sempre sul versante dell’immagine. “Il primo testo racconta di quando voleva fare una fotografia alla madre, di come pensa di sistemarla, di come le cambia la pettinatura e di come mandi via il padre dal set che crea. Ma poi Guibert si rende conto di non aver agganciato il rullino e quindi la fotografia non può essere fatta. L’immagine percorre questo libro in ogni parte però rimane un fantasma, è quello che avresti voluto realizzare” racconta la Mauro.
Guibert ci racconta che cosa rappresentano le fotografie sui dischi, le immagini di quando era piccolo, la differenza fra fotografia erotica e pornografica. “Ciò che mi ha spinto a scrivere è stato il rimpianto per le foto sbagliate, le foto che non sono riuscito a scattare, che non ho potuto fare, che si sono rivelate invisibili, come fantasmi. Ho pensato di scrivere per ritrovare la stessa sensazione che volevo dare a quelle foto” disse Guibert in un’intervista del 1981.
Tra gli amici più stretti di Michel Foucault, Isabelle Adjani e Sophie Calle, Guibert utilizza talvolta delle iniziali dietro le quali si nascondo amici importanti. “La ‘I’ di cui lui parla è quella di Isabelle Adjani della quale racconta come le ha scattato delle foto. In qualche modo ‘L’immagine fantasma’ è un libro che sembra seguire, anche se con tutte le differenze del caso, ‘La camera chiara’ di Roland Barthes” dice la Mauro.
Lampi propone inediti o testi già pubblicati che “proviamo a illuminare con un lampo diverso, oppure testi nuovi come nel caso del secondo volume in cui Ferdinando Scianna scrive intorno ai libri di Cartier Bresson, il suo nume tutelare. E’ un discepolo che parla del suo maestro attraverso i suoi libri e quello che hanno rappresentato in quanto forziere di immagini e suggestioni, ma anche in quanto oggetti fisici” annuncia la Mauro. E questa volta ci saranno anche le foto: quelle delle copertine di cui parla Scianna. Tendenzialmente questa collana, anche per la grandezza, non è fatta per mettere foto ma non sono un tabù, ce ne possono essere poche, ma significative” spiega la direttrice editoriale di Contrasto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Condannato per stupro di gruppo, arrestato dai carabinieri
La ragazza era stata fatta ubriacare in un locale a Cremona
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
10:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della di Cremona, in esecuzione a un ordine di carcerazione emesso dalla Procura, hanno arrestato un cremonese di 47 anni condannato per violenza sessuale di gruppo. L’uomo deve scontare una pena di tre anni ed era stato denunciato nel 2011 con un suo amico da una giovane donna che aveva subito la violenza.

Stando ai racconti della vittima e alle dichiarazioni rilasciate dai testimoni, i due uomini dopo aver passato la serata in un pub in compagnia della ragazza, che era stata fatta ubriacare, avevano proposto alla giovane di trascorrere il resto della notte a casa dell’arrestato. In casa la vittima, che non aveva potuto reagire a causa dell’alcol, aveva subito violenza. Solo dopo che i due amici si erano addormentati, la giovane era riuscita a chiamare aiuto e a uscire in strada. Qui era stata raggiunta da un amico che l’aveva accompagnata dai carabinieri per denunciare l’accaduto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Percepivano indebitamente buoni Covid, scovati 478 furbetti
Operazione Cc nel Vibonese.Tra i beneficiari affiliati a cosche
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VIBO VALENTIA
14 maggio 2021
10:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Autocertificazioni taroccate con lo scopo di percepire indebitamente i buoni spesa Covid.
Sono 478 le persone denunciate dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia con l’accusa di false attestazioni a incaricato di pubblico servizio e indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, nell’ambito di un’operazione coordinata dalla Procura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra le persone denunciate anche alcuni affiliati alla ‘ndrangheta.
L’indagine – che ha fatto luce sull’utilizzo indebito di fondi erogati dai Comuni a persone e nuclei familiari in stato di necessità per la crisi pandemica – copre un arco temporale che va da aprile 2020 ad oggi. I beneficiari dell’aiuto risiedono nei comuni di Vibo Valentia, Pizzo, Sant’Onofrio, Stefanaconi, Maierato, Mileto, Filogaso, Filadelfia, Francavilla Angitola, San Gregorio d’Ippona, Briatico, Cessaniti, Filandari, Ionadi, San Costantino Calabro e Francica.
Gli accertamenti hanno consentito di verificare che in molti avevano dichiarato di trovarsi in condizioni di indigenza senza esserlo, di non ricevere altri sussidi o di avere un nucleo familiare più numeroso, solo per ottenere un ingiusto profitto.
Dagli approfondimenti è emerso inoltre che c’era anche chi percepiva regolarmente il proprio reddito da lavoro dipendente e soggetti possessori di decine di migliaia di euro in buoni postali depositati. Per ricostruire la situazione economica dei “furbetti”, i militari si sono avvalsi della collaborazione dell’Inps, delle banche dati in uso alle forze di polizia ed in taluni casi anche degli istituti di credito. Sono così emerse una serie di irregolarità per un danno erariale complessivo stimato in stimato in circa 70.000 euro. L’attività non è conclusa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Tronchetti, pronti a farli in azienda da subito
Ad Pirelli, ambulatori disponibili, se arrivano ci siamo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
11:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alla Pirelli sono già pronti per partire con le vaccinazioni aziendali. Lo ha detto l’amministratore delegato di Pirelli, attuale sponsor dell’Inter, Marco Tronchetti Provera, a margine della visita della vice presidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti al centro vaccinale dell’Hangar Bicocca.
“È tutto pronto – ha aggiunto Tronchetti – abbiamo gli ambulatori aziendali disponibili, se arrivano i vaccini noi siamo pronti domani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Harry, la vita da reali? ‘Come nel Truman Show o in uno zoo’
Principe si apre in un podcast: ‘Volevo ritirarmi già a 20 anni’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
09:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un misto tra il Truman Show e lo zoo”. Così il principe Harry ha descritto la vita da reale in un’intervista a Dax Shepard per il suo podcast ‘The Armchair Expert’.
Il duca di Sussex ha rivelato che avrebbe voluto lasciare la famiglia reale già quando aveva 20 anni e spiegato che ha preso alla fine quella decisione per interrompere il circolo di “dolore o sofferenza” che aveva vissuto durante la crescita.
Tra le ragioni della sua rottura con i Windsor Harry ha anche menzionato la morte della madre Lady Diana. “Avevo vent’anni e pensavo: ‘Non voglio questo lavoro, non lo voglio fare. Guarda cosa è successo a mia madre? Come potrò mai costruire una famiglia, avere una moglie, quando so che può succedere di nuovo?”, ha confessato.
Quanto al padre Carlo, il principe ritiene aver in qualche modo subito o ereditato le sofferenze del genitore. “Non penso che dovremmo puntare il dito o incolpare qualcuno, ma certamente ho sperimentato qualche forma di dolore o sofferenza a causa del dolore o della sofferenza che forse mio padre o i miei genitori avevano sofferto. Per questo voglio assicurarmi di interrompere questo circolo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Siria: scambio prigionieri tra governo e opposizioni armate
Tra i detenuti liberati anche un miliziano iraniano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BEIRUT, 14 MAG – Il governo siriano e le opposizioni armate vicine alla Turchia hanno condotto nel nord del Paese in guerra uno scambio di prigionieri che ha coinvolto una decina di persone in tutto da entrambe le parti in conflitto.
Lo riferiscono media siriani, precisando che lo scambio è avvenuto al valico militare di al Bab, a nord di Aleppo, lungo la trincea che divide la zona controllata dal governo centrale e quella in mano alle milizie anti-regime cooptate dalla Turchia.

Le fonti affermano che nei prossimi giorni potrebbero svolgersi altri scambi di prigionieri. Tra i detenuti coinvolti nello scambio si registra anche un miliziano iraniano impegnato in Siria a fianco del governo di Damasco. In passato ci sono stati scambi tra le parti in cui sono stati liberati anche donne e bambini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: Bianchi, deve insegnare gli affetti
“Scuola italiana ha tanti problemi e molte risorse”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
11:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La scuola italiana ha molti problemi ma anche molte risorse. E’ dopo la famiglia la prima comunità che i bambini incontrano ed è l’unica istituzione che vede i bambini trasformarsi in ragazzi, in adolescenti e poi giovani, donne e uomini, è una istituzioni che li accompagna nella trasformazione di corpo e mente e deve insegnare come vivere anche il dolore.
Io ho detto che la scuola deve essere affettuosa, dobbiamo ricostruire un sapere, un imparare di affetti, non c’è natalità se non ci sono gli affetti”.
Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi agli Stati generali della natalità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tenta di uccidere convivente incinta dandole fuoco, preso
L’uomo arrestato nel Pavese, donna ha ustioni su 50% del corpo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
14 maggio 2021
12:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha cercato di uccidere la convivente incinta al secondo mese dandole fuoco con dell’alcol e la donna ha riportato ustioni per il 50% del corpo.
Per questo, i carabinieri di Bereguardo (Pavia) hanno arrestato un romeno di 41 anni per tentato omicidio a Vellezzo Bellini, in provincia di Pavia.

La donna è ricoverata all’ospedale Niguarda di Milano in prognosi riservata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso per difendere la madre dall’ex,catena umana per Mirko
Ragazzi Istituto Ianas ,omaggio a lui e per dire no a violenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORTOLI’
14 maggio 2021
12:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un silenzio irreale come se il tempo si fosse fermato, ha accompagnato una catena umana che si è snodata in corso Umberto ed è proseguita in via monsignor Virgilio a Tortolì, fino ad arrivare davanti alla casa di Mirko Farci, il 19enne ucciso a coltellate martedì mattina mentre tentava di proteggere la madre Paola Piras – ancora in coma farmacologico in ospedale – dall’aggressione dell’ex compagno della donna, Masih Shahid, operaio di origini pakistane già in carcere a Lanusei.
Sono stati i compagni dell’Istituto alberghiero Ianas, la scuola dove Mirko tra qualche mese si sarebbe diplomato come chef, a voler rendere omaggio con lungo serpentone a quel ragazzo solare e gentile e dire no ad ogni forma di violenza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli studenti, tutti con un cartello sul petto con la scritta “Codice Rosso”, si sono posizionati in mezzo alla carreggiata, uniti l’un l’altro con un nastro bianco e con dei fiori in mano, ai lati della strada due ali di folla, anche loro in silenzio, ma presenti per piangere Mirko e condannare quel gesto che ha sconvolto l’intera cittadina ogliastrina.
Spiccano dei palloncini colorati davanti alla panchina di fronte alla casa della famiglia Piras e arriva anche la Giunta comunale con in testa il sindaco Massimo Cannas e alcuni consiglieri regionali. Tutti attoniti, addolorati, rispettano il silenzio che avvolge ogni cosa.
Alle 17 si svolgeranno i funerali di Mirko: verranno celebrati dal vescovo di Lanusei, monisgnor Antonello Mura, nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe. Il sindaco ha decretato il lutto cittadino. I compagni di scuola aspetteranno il feretro all’uscita dalla chiesa con in mano i cartelli scritti in queste giornate di dolore per ricordare Mirko.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arsenale ex gip: sospetto Dda che custodisse armi per clan
De Benedictis in intercettazione, ‘risalgono a chi non devono’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
14 maggio 2021
12:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex gip del Tribunale di Bari Giuseppe De Benedictis potrebbe aver custodito armi anche per conto della criminalità organizzata. E’ quanto emerge dagli atti della Dda di Lecce che ieri hanno portato ad una nuova misura cautelare in carcere per traffico di armi, anche da guerra, nei confronti dell’ex giudice, già detenuto per corruzione in atti giudiziari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ di fondamentale importanza – si legge nell’ordinanza – l’accertamento in merito sia alla provenienza delle armi sia alla possibile detenzione delle armi anche per conto di soggetti terzi, appartenenti a persone orbitanti nell’ambito della criminalità organizzata locale”.
Dopo la perquisizione del 9 aprile scorso, nella quale De Benedictis fu colto in flagranza dopo aver intascato una tangente dall’avvocato penalista barese Giancarlo Chiariello (anch’egli in carcere dal 24 aprile per il concorso nella corruzione in atti giudiziari), l’ex giudice cominciò a preoccuparsi di essere “smascherato” anche sulla detenzione illecita dell’arsenale, poi sequestrato ad Andria il 29 aprile.
Parlando al telefono con il caporal maggiore capo scelto dell’Esercito italiano Antonio Serafino (anch’egli in carcere da ieri nell’ambito dello stesso procedimento), De Benedictis il 22 aprile dice di “temere che un eventuale rinvenimento dell’ingente materiale – ricostruisce la gip Giulia Proto – avrebbe smascherato la provenienza delle armi perché, come dice testualmente l’ex giudice, ‘risalgono a chi non devono'”.
“Quanto captato in questa conversazione – scrive la gip nella parte dell’ordinanza sulle esigenze cautelari – depone in tal senso”, con riferimento alla possibile detenzione dell’arsenale per conto di soggetti legati alla criminalità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccinazioni: Veneto apre oggi a prenotazioni 40enni
Dalle ore 16, Zaia, da adesso 200mila posti disponibili
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
14 maggio 2021
13:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Veneto apre da oggi pomeriggio, alle ore 16 – in anticipo rispetto alla giornata di lunedì, indicata dalla struttura commissariale – la prenotazione per i 40enni del vaccino anti-Covid. Lo ha annunciato il presidente Luca Zaia, invitando la classe d’età precedente (50-59 anni), ad affrettarsi, perchè dal pomeriggio entreranno nel sito altre 742.000 persone.
“Ci sono da questo momento – ha detto Zaia – 200.000 posti liberi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ripartono i pellegrinaggi Unitalsi, ‘segno di speranza’
Ma fermi i ‘treni bianchi’, troppa gente. Si va con aerei e bus
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
13:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Unitalsi riparte: è online il calendario dei pellegrinaggi per la stagione 2021. “Ripartenza come grande segnale di speranza” dicono dall’organizzazione, dopo il difficile anno segnato dalla pandemia, nel corso del quale si sono svolti pochi viaggi della fede a causa dell’emergenza sanitaria.
Riprende dunque il cammino di ammalati, volontari e pellegrini verso il santuario di Lourdes, in Francia, e verso le altre mete religiose, nel rispetto di tutte le procedure e dei protocolli per la sicurezza dei viaggi. Il primo pellegrinaggio, organizzato dalla sezione romana-laziale dell’Unitalsi si terrà a Loreto a fine giugno. Per luglio e agosto è già fitto il calendario di appuntamenti per le partenze verso Lourdes, Fatima, in Portogallo, e Santiago de Compostela (Spagna).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, Figliuolo: ‘Bene over 40 ma focus restano gli anziani’. Bertolaso: ‘Il 2 giugno la Lombardia apre ai 16-29enni’
In Veneto partite le prenotazioni per i 40enni. Lazio, dalle 24 prenotazioni per i 52-53enni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
23:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La prossima apertura delle prenotazioni agli over 40 è utile ai fini programmatici, ma il focus nazionale rimane sugli over 80, visto che ne mancano ancora molti all’appello”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo, a margine della sua visita in Trentino Alto Adige.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In ogni caso, ha aggiunto il generale, “con l’ordinanza numero 6 del 9 aprile, c’è stato un notevole incremento delle percentuali di over 80 e fragili vaccinati in tutte le regioni unitamente a un calo netto e repentino di ricoveri, terapie intensive e decessi”.
Sono 3.476.377 gli over 80 che sono completamente vaccinati in Italia. Si tratta del 76,87% delle persone previste. Lo rivela il report settimanale sui vaccini pubblicato dalla struttura commissariale. Gli over 80 ad aver ricevuto la prima dose sono 4.002.914, pari all’88,51%. Sono ancora in attesa della prima somministrazione, infine, 519.666 ultraottantenni, pari all’11,49% del totale. Sono invece 1.228.783, pari al 20,40%, le persone tra i 70 e i 79 anni ad aver ricevuto il richiamo, mentre 4.526.186 (75,16%) hanno ricevuto la prima dose. In attesa della prima inoculazione 1.495.947 (24,84%).
Lavoratori dei supermercati, ma anche quelli impegnati nel settore dei trasporti, della logistica e del turismo. Sono queste alcune delle categorie prioritarie per le quali potrebbe scattare la vaccinazione nell’ambito del Piano delle classi produttive a giugno. A quanto si apprende si tratta di un documento a cui l’Inail sta lavorando, anche alla luce delle indicazioni date dalle regioni. Tra le categorie che erano state inizialmente indicate come prioritarie c’erano anche parrucchieri ed estetisti.
Ok al documento con le indicazioni per la vaccinazione anti-Covid nei luoghi di lavoro, che individua le classi di priorità e che è stato “trasmesso alle Regioni”, con cui “siamo pronti ad avviare la campagna vaccinale, contestualmente alla disponibilità di dosi”. Lo fa sapere il ministro del Lavoro, Andrea Orlando: “Si inizia da coloro che in questi mesi di emergenza sanitaria hanno contribuito a non far fermare il Paese nei settori essenziali: dai lavoratori del commercio al dettaglio e della grande distribuzione nel settore alimentare, agli addetti ai trasporti, dai lavoratori della ristorazione ai servizi alla persona”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 2 giugno, non causalmente il giorno della Festa Repubblica, apriremo le vaccinazioni all’ultima categoria, ovvero i ragazzi dai 16 ai 29 anni, in modo di ricevere la prima dose prima di andarsene in vacanza. Il 27 maggio, potremmo aprire le vaccinazioni alla fascia 30-39.” Lo ha detto il coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia. “Abbiamo immaginato di aprire le prenotazioni per vaccinarsi ai 40-49enni il 20 maggio, garantendo la somministrazione ad inizio del mese di giugno. Tutta la Lombardia avrà ricevuto la prima dose prima di andare in vacanza e questo vorrà dire immunità di gregge, tranquillità, immagine e capacità di accogliere”, ha aggiunto Bertolaso.
Il Veneto ha aperto – in anticipo rispetto alla giornata di lunedì, indicata dalla struttura commissariale – la prenotazione per i 40enni del vaccino anti-Covid. Lo ha annunciato il presidente Luca Zaia, invitando la classe d’età precedente (50-59 anni), ad affrettarsi, perchè dal pomeriggio entreranno nel sito altre 742.000 persone. “Ci sono da questo momento – ha detto Zaia – 200.000 posti liberi”. “Dalle 16 si aprono le prenotazioni dei 40enni. Già in giornata sarà possibile vaccinarsi”. ha detto Zaia nel consueto punto stampa sul Covid. Il governatore ha anche annunciato la disponibilità di un app “SanitàKmZero’ dove è possibile prenotare direttamente dallo smartphone la vaccinazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Finite le prenotazioni per le vaccinazioni della fascia 40-49enni, poi “sia andrà ad un via libera tutti, cioè non si procederà più per target d’età, che finora è stato il sistema migliore. E non servirà presentarsi ai centri con la carta d’identità”. Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, annunciando la partenza delle vaccinazioni già da oggi per i 40enni.
Dalla mezzanotte di oggi, 14 maggio, sono aperte le prenotazioni per le classi di età 52 e 53 anni, ovvero per i nati nel 1969 e 1968. Le cittadine e i cittadini possono prenotarsi tramite il sito SaluteLazio, https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/. Lo comunica in una nota l’assessorato alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio.
Il Lazio ha chiesto alla struttura Commissariale per l’emergenza Covid 100mila dosi del vaccino Astrazeneca rimaste inutilizzate in altre regioni. Le dosi, secondo quanto si è appreso, potranno essere usate per altri Open day che verranno replicati dopo che giovedì in due ore e mezza si è verificato il sold out dei 20mila slot a disposizione per il fine settimana.
A partire dal 15 maggio, sarà aperta in Campania la piattaforma per le adesioni alla vaccinazione dei cittadini della fascia di età 45-49. Per la fascia 40-44 la piattaforma sarà aperta a partire da martedì prossimo, 18 maggio. Ne dà notizia l’Unità di Crisi della regione.
In Liguria “ho già dato istruzione di vaccinare tutti i residenti temporanei. Vaccineremo anche i turisti”. Lo ha detto il presidente della Regione e assessore alla Sanità Giovanni Toti nel punto stampa sulla pandemia. “Bisogna intendersi: chi fa il fine settimana e pensa di fermarsi il lunedì per vaccinarsi non verrà vaccinato”, ha chiarito Toti. Chi trascorre l’estate o un lungo periodo in Liguria può fare “una cosa già prevista nell’ordinamento sanitario”: iscriversi all’Asl “come residente temporaneo”, ha spiegato, e registrare la propria tessera sanitaria per aver accesso agli stessi sistemi di prenotazione dei residenti.
Superati gli 8 milioni di italiani vaccinati con entrambe le dosi. In base ai dati pubblicati sul sito del governo, ad oggi sono 8.070.376 i cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale, pari al 13,62% della popolazione. Complessivamente sono quasi 26 milioni (25.912.621) le dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale mentre sono quasi 30 milioni (29.583.060) le dosi consegnate: le regioni hanno dunque a disposizione oltre 3,6 milioni di dosi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stop a quarantena da Paesi Ue, Cts per proroga green pass
Speranza: ‘Dal 16 maggio stop alla quarantena dai Paesi dell’Unione Europea’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
17:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza che prevede l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Shengen, oltre che da Gran Bretagna e Israele, con tampone negativo, superando il vigente sistema di mini quarantena. Nella stessa ordinanza sono, invece, prorogate le misure restrittive relative al Brasile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con altra ordinanza si rafforzano i voli Covid tested, estendendone la sperimentazione agli aeroporti di Venezia e Napoli, oltre a Milano e Roma e ampliando i Paesi di provenienza a Canada, Giappone, Emirati Arabi Uniti, oltre agli Stati Uniti. Le ordinanze sono vigenti dal 16 maggio
Il Cts valuterà la proroga della validità del green pass covid, che attualmente – secondo l’indicazione europea – è prevista fino a sei mesi. Anche se la discussione del tema non è ancora calendarizzata, a quanto si apprende l’intenzione è di un pronunciamento che sia in linea con le indicazioni della Ue.
Di Maio, ok turisti Usa-Canada-Giappone con voli Covid free  – “Gli spostamenti a scopo turistico saranno consentiti anche da Usa, Canada e Giappone, Paesi con i quali rafforziamo i voli Covid free: apriamo così a un turismo sicuro da tutti gli Stati del G7 dopo oltre un anno”. Lo scrive il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in un post su Fb, ricordando che “finora con i voli Covid free non si poteva venire in Italia per turismo dai Paesi extra Ue. Adesso – aggiunge – riapriamo a questa opportunità, che consente spostamenti in sicurezza senza la quarantena. Con impegno lavoriamo per portare l’Italia fuori dalla crisi e salvare la stagione turistica”, aggiunge
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Isole minori: Gelmini, sindaci frontiera risorsa Paese
Ministro ha incontrato sindaco Lampedusa, garantiremo servizi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 maggio 2021
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Con il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello, ho avuto un incontro molto cordiale e costruttivo. I sindaci di frontiera sono una risorsa per il nostro Paese, fanno un servizio straordinario per i loro concittadini e devono, dunque, avere il massimo supporto dallo Stato e dalle istituzioni per poter svolgere al meglio il loro delicato compito”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, al termine dell’incontro avuto questa mattina a Roma con il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello.
“Il governo – ha aggiunto Gelmini – proprio per venir incontro alle esigenze di tante piccole comunità, ha ulteriormente accelerato la campagna vaccinale per le piccole isole – non mi piace chiamarle isole minori, perché stiamo parlando di veri e propri gioielli -, luoghi simbolo della bellezza e chiave per la ripartenza del settore turistico. Fondamentale sarà anche, nei prossimi mesi, intervenire per garantire sempre più alle popolazioni di queste realtà servizi primari adeguati e una continuità territoriale indispensabile e non più rinviabile”.
Il sindaco Martello ha definito l’incontro “estremamente positivo”.
“Abbiamo affrontato diversi temi riguardanti le Pelagie e più in generale la condizione delle piccole comunità che, come noi, ‘vivono in mezzo al mare’ – ha aggiunto Martello – ringrazio il ministro Gelmini per l’attenzione e la competenza che ha dedicato a Lampedusa, in particolare per quel che riguarda alcune questioni che per noi sono di grande rilevanza come le tratte sociali, i collegamenti marittimi, l’Energia e la vicenda relativa al depuratore dell’isola”.
A margine dell’incontro il ministro Gelmini ha parlato con il sindaco Martello anche dell’emergenza migranti, riconoscendo l’impegno di Lampedusa sul fronte dell’accoglienza umanitaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Bertolaso, ‘Il 2 giugno Lombardia apre a 16-29enni’
Il 27 maggio tocca alla fascia 30-39 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
15:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il 2 giugno, non causalmente il giorno della Festa della Repubblica, apriremo le vaccinazioni all’ultima categoria, ovvero i ragazzi dai 16 ai 29 anni, in modo di ricevere la prima dose prima di andarsene in vacanza. Il 27 maggio, potremmo aprire le vaccinazioni alla fascia 30-39”.

Lo ha detto il coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Musumeci, Sicilia da lunedì in zona gialla
Governatore, sentito ministro Speranza. A breve decreto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 maggio 2021
16:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sicilia da lunedì passa in zona gialla. Lo comunica il presidente della Regione Nello Musumeci, dopo aver sentito il ministro della Salute Roberto Speranza, che sta per firmare il relativo decreto.
“Dopo tante sofferenze si torna finalmente a respirare – commenta il governatore – e provo gioia soprattutto per gli operatori economici, coloro cioè che più hanno finora sofferto. Teniamoci caro questo risultato, con senso di responsabilità e con il rispetto verso le norme di prevenzione. La battaglia finale si vince solo quando tutti i siciliani si saranno accostati al vaccino”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sparisce prima della prova del pranzo di nozze, trovata auto
La fidanzata: ‘Mi basta sapere che stia bene, lo amo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VARESE
14 maggio 2021
16:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’auto di Riccardo Giuliani, il 35enne scomparso da Busto Arsizio (Varese) lo scorso 25 aprile, è stata trovata ieri a Como, con all’interno il suo portafogli e il suo giubbotto. La denuncia della famiglia, presentata ai carabinieri di Legnano dove risiedono i genitori del 35 enne, ha dato il via alle operazioni di ricerca.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Giuliani, che dovrebbe sposarsi il prossimo 29 maggio, è uscito di casa il giorno prima del pranzo di prove delle nozze, senza lasciare alcun messaggio alla fidanzata, ai genitori o ad un amico.
“Mi basta sapere che stia bene, qualsiasi cosa possa aver fatto non importa, lo amo e conosco i suoi pregi e i suoi difetti, aspetto una sua telefonata” ha detto Apryl, da sei anni fidanzata con Giuliani. “Sabato ci siamo sentiti via messaggio, io ero impegnata nelle ultime prove dell’abito, lui doveva lavorare”, racconta la giovane di origini filippine ancora sconvolta per l’accaduto. “La sera – prosegue – quando gli ho scritto, mi ha detto che era impegnato in una videochiamata, così gli ho chiesto di scrivermi quando fosse andato a dormire”. Cosa che non ha fatto. “La mattina gli ho scritto chiedendo perché non avesse risposto, ha ricevuto il messaggio ma non lo ha letto – continua Apryl – Lo aspettavo verso le 12 per andare al ristorante, poi mi ha chiamato sua madre per chiedere notizie e mi sono preoccupata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: bomba d’acqua e grandine a Cagliari
Temporali nel sud Sardegna, atteso forte maestrale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
16:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una bomba d’acqua e – a tratti – una copiosa grandinata, si sono abbattute su Cagliari dove le temperature hanno subito un’improvvisa diminuzione in poche ore.
Dopo le piogge di questa mattina che, a causa di un flusso di correnti occidentali con il transito di nuvolosità irregolare di origine atlantica, hanno caratterizzato il nord dell’Isola, la perturbazione primaverile si è spostata nel meridione con temporali e copiose precipitazioni sulla parte sudoccidentale della regione.

In serata è atteso l’arrivo del maestrale che spazzerà via le nuvole e la pioggia, ma porterà a un notevole aumento della ventilazione con raffiche che potranno superare anche gli 80 chilometri orari.

METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Il cronoprogamma delle riaperture
Dalle spiagge ai matrimoni, settore per settore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
16:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sarà lunedì il tagliando alle misure anticovid attualmente in vigore, disposte con il decreto legge 52 del 22 aprile. La cabina di regia politica convocata dal presidente del Consiglio Mario Draghi dovrà decidere se, come e da quando modificare le restrizioni, a partire dal coprifuoco, e indicare le date per quei quei settori la cui ripartenza non è prevista dal decreto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 MAGGIO – Riaprono le piscine all’aperto e gli stabilimenti balneari, che dovranno attenersi ai protocolli di sicurezza già approvati.
22 MAGGIO – Potrebbe essere la data per la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La decisione sarà presa dalla cabina di regia, anche se non è escluso che la data della ripartenza possa slittare al 29 maggio.
1 GIUGNO – Il decreto in vigore prevede la riapertura dei ristoranti al chiuso, “con consumo al tavolo, dalle ore 5:00 fino alle ore 18:00 e nel rispetto di protocolli e linee guida”, delle palestre e anche la possibilità di tornare ad assistere agli eventi sportivi, con la capienza limitata al 25% e comunque con non più di mille spettatori all’aperto e 500 al chiuso.
15 GIUGNO – Riaprono le fiere con la presenza di pubblico. Prima di quella data è possibile “svolgere, anche in data anteriore, attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico”. Il 15 giugno potrebbe essere anche la data buona per la ripartenza di tutto il settore dei matrimoni e sempre quel giorno decade anche il limite di un unico spostamento al giorno nelle zone gialle per andare in un’altra abitazione a trovare parenti o amici in un massimo di 4 persone oltre ai minori conviventi.
1 LUGLIO – Riaprono convegni e congressi, centri termali e parchi di divertimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Università: Cattolica; voto, Ateneo Studenti prima
Voto a Milano, Roma, Piacenza, Cremona, Brescia e Campobasso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
16:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alle elezione degli iscritti all’Università Cattolica nelle sedi di tutta Italia (Milano, Cremona, Brescia, Piacenza, Roma e Campobasso), la lista Ateneo Studenti ha ottenuto 2 seggi su 3 nel Consiglio di amministrazione dell’ente per la gestione del diritto allo studio, l’Educatt, il più importante organo dell’Ateneo. Il terzo seggio è stato assegnato a UniLab
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo rende noto, in un comunicato, Ateneo Studenti.
Al termine dello spoglio delle elezioni delle rappresentanze studentesche “si registra un’affluenza nazionale storica del 28,90% pari a circa 13.000 studenti votanti”. Gli studenti hanno votato anche per le rappresentanze nei Consigli di Facoltà.
Ateneo Studenti ha ottenuto 38 seggi su 79, UniLab 28, La Svolta 10. Nella sede di Milano la lista ha ottenuto 36 seggi, su 58 negli 8 Consigli di Facoltà, su 9796 votanti. Inoltre, per la prima volta la lista ha ottenuto 2 seggi alla facoltà di Medicina nella sede di Roma.
“A nome di Ateneo Studenti – ha dichiarato Paolo Spagnuolo, presidente della lista – desidero ringraziare tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo grande risultato.
La massiccia partecipazione al voto ci consente di poter dire che siamo effettivamente rappresentativi della comunità studentesca e, allo stesso tempo, ci attribuisce una grande responsabilità nel farci portatori delle esigenze degli studenti. Inoltre, la rilevante consistenza del dato sull’affluenza documenta il desiderio degli studenti di poter essere costruttori attivi e partecipi dell’Università soprattutto in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: no della Corte dei Conti a decreto produzione ReiThera
Lo rende noto la stessa Corte in una nota
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
09:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte dei Conti ferma il decreto che attivava i fondi per la biontech romana ReiThera, che non riceverà quindi gli 81 milioni promessi da Invitalia lo scorso gennaio. Uno stop preventivo che di fatto blocca il provvedimento.
“Attendiamo ancora la motivazione”, spiegano fonti del ministero dello Sviluppo, sottolineando che nel frattempo il piano per la produzione va avanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tecnicamente, una volta compreso il nodo da sciogliere potrà essere ripresentato un nuovo decreto attuativo. “Prendiamo atto della decisione della Corte dei Conti, che blocca di fatto l’impegno preso a suo tempo dalle parti governative. Aspettiamo di conoscerne i rilievi per valutare gli impatti che questa avrà sull’operatività di ReiThera”, afferma l’azienda.
Quello che è incappato nelle maglie dei magistrati contabili è il decreto per la produzione del vaccino italiano, che prevedeva un finanziamento di 50 milioni su un totale di 81 milioni previsti dal decreto rilancio. Ma il confronto con l’ufficio di controllo della Corte ha portato alla richiesta di chiarimenti e i magistrati contabili “ritenendo che le risposte fornite dall’Amministrazione non fossero idonee a superare le osservazioni formulate nel rilievo, hanno deferito la questione all’esame del Collegio della Sezione centrale controllo di legittimità”. Il decreto è stato “ricusato e l’atto non è stato quindi ammesso alla registrazione”.
Nella nota la Corte dei Conti ha spiegato tutti i passaggi del confronto col Mise per sostenere la produzione del vaccino ReiThera presso lo stabilimento di Castel Romano. Il progetto finora è arrivato alla fase due delle sperimentazione, che si è conclusa in 25 ospedali italiani con mille volontari, e i finanziamenti servono per procedere alla fase tre. Ma con lo stop della Corte, si apre comunque una fase di incertezza sulla produzione del vaccino italiano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Solinas, da Speranza conferma zona gialla da lunedì
“Cambio sarebbe già potuto avvenire la settimana scorsa”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
17:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro della Salute ha comunicato alla Regione il passaggio alla zona gialla, confermando la riclassificazione dell’Isola nella fascia di minor rischio. Lo annuncia il governatore della Sardegna Christian Solinas in una nota nella quale osserva che “il cambio di classificazione sarebbe già potuto avvenire la settimana scorsa, stando ai principali indicatori che misurano la diffusione del virus sul nostro territorio.
Un risultato che premia i grandi sforzi messi in campo per contrastare la pandemia e il sacrifico dei sardi. L’allentamento delle restrizioni – conclude – consentirà, in sicurezza, la ripartenza di tante attività”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Corte d’appello, Martina Rossi morì per fuggire da stupro
Motivazioni sentenza, ‘Fu suo disperato tentativo di scappare’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 maggio 2021
17:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Gli elementi indiziari che il processo ha faticosamente acquisito” sono “tutti convergenti nell’affermare, al di là di ogni ragionevole dubbio, che Martina Rossi la mattina del 3 agosto 2011 precipitò dalla camera 609 dell’albergo Santa Ana di Palma di Maiorca nel disperato tentativo di sottrarsi a una aggressione a sfondo sessuale posta in essere in suo danno da entrambi gli imputati”. Così le motivazioni della sentenza con cui la corte di appello di Firenze il 28 aprile ha condannato in un processo bis, a 3 anni di reclusione, Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi per tentata violenza sessuale di gruppo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per i giudici “Martina Rossi venne aggredita da entrambi gli imputati”, che erano in preda a effetto di stupefacenti, forse hashish. “La giovane – viene scritto – reagì con forza a questa aggressione ingaggiando, sicuramente con Alessandro Albertoni, una colluttazione a seguito della quale provocò dei graffi al collo dell’imputato”.
La corte di appello esclude il suicidio della ragazza che “molti testimoni nel processo hanno definito solare, soddisfatta del percorso universitario, ricca di progetti per il proprio futuro da condividere con le amiche”. Invece il racconto fatto di quella notte da Albertoni e Vanneschi per i giudici di appello è “nella quasi totalità falso” e “assolutamente privo di credibilità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Noleggia 5 veicoli e sparisce, arrestato dopo 10 anni
Il valore dei mezzi è di 114 mila euro, rischia 10 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
14 maggio 2021
17:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha noleggiato cinque veicoli a Bratislava ed è sparito nel nulla, arrecando alla compagnia un danno di 114 mila euro. Esattamente dieci anni dopo, l’autore dell’appropriazione indebita è stato arrestato dai Carabinieri.

Si tratta di un uomo di 53 anni, pregiudicato, residente in provincia di Udine. Nei suoi confronti era stato emesso mandato di arresto europeo il 28 aprile scorso dall’autorità giudiziaria della Repubblica di Slovacchia.
L’attività è stata coordinata dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno di Roma.
L’arrestato è stato messo a disposizione del presidente della Corte d’Appello di Trieste.
La pena massima prevista dall’articolo 213 del codice penale della Repubblica di Slovacchia per il reato di appropriazione indebita è di 10 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Notte di paura per un parroco a Roma, rapinato e legato
Sorpreso nel sonno nel suo alloggio, bottino da 4mila euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 maggio 2021
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Notte di paura per il parroco della chiesa Santa Maria Del Ponte e San Giuseppe a Centro Giano, vicino Acilia, nel quadrante sud di Roma. Intorno alle 4.30 tre persone sono entrate da una finestra nel suo alloggio e lo hanno sorpreso nel sonno minacciandolo con un cacciavite.
Hanno rubato circa quattromila euro in contanti e alcuni soprammobili. Poi gli hanno legato mani e piedi. E’ stato lo stesso parroco a dare l’allarme quando è riuscito a liberarsi. Sul posto i carabinieri della stazione di Vitinia e della compagnia di Ostia che indagano sulla vicenda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, nelle Marche 328 ricoveri, otto meno di ieri
50 restano in intensiva, 21 dimessi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
14 maggio 2021
18:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono scesi a 328 i ricoveri per covid negli ospedali marchigiani, -8 su ieri. Invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva, 50 , mentre quelli in semi intensiva sono 92 (-1) e quelli in reparti non intensivi 186 (-7).
Secondo il Servizio Sanità della regione Marche nelle ultime 24 ore ci sono stati 21 dimessi. Sono 6 (+2) le persone nei pronto soccorso, non considerate tra i ricoverati, mentre gli ospiti di strutture territoriali sono 108. I positivi in isolamento domiciliare sono 4.475, i positivi alla data di oggi (ricoverati più isolamenti) 4.803, le persone in quarantena per contatto con contagiati 9.790. I dimessi/guariti dall’inizio della pandemia salgono a 92.869.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lazio chiede 100mila dosi Astrazeneca da ‘non virtuosi’
Nel week end primo open day, alle 24 prenotazioni 52-53enni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 maggio 2021
18:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Avanti con la campagna vaccinale e con gli Open day dopo il successo di quello del prossimo fine settimana col sold out di ben 20mila slot in due ore e mezza a Roma, Frosinone, Latina e Viterbo. Per questo l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato ha chiesto al Commissario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo 100mila dosi del vaccino Astrazeneca rimaste inutilizzate in altre regioni.
Le dosi, secondo quanto si è appreso, potranno essere usate proprio per altri Open day dedicati ad Astrazeneca che verranno replicati in futuro magari per le fasce d’età più basse. Intanto dalle 24 si apriranno le prenotazioni per le classi di età 52 e 53 anni, ovvero per i nati nel 1969 e 1968.
Domani poi inizia il week end del primo open day Astrazeneca per gli over 40 che vede in campo 21 hub e il debutto del ticket virtuale che consentirà lo spostamento per raggiungere il punto di somministrazione e il rientro nella propria abitazione durante le ore del coprifuoco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, pianoforte per 100mila somministrazioni hub Mandela
Musica ‘sugella’ passaggio per chi esce vaccinato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 maggio 2021
19:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La musica a sigillare il passaggio fra chi all’interno dell’Hub Mandela Forum di Firenze entra senza vaccinazione e ne esce vaccinato, differenza che in questo momento definisce una variabile di grande valore. Con questo pensiero un pianoforte è stato posizionato oggi al centro del Mandela, dove dall’apertura dell’hub sono state superate le 100mila somministrazioni (ieri erano 104.088 per l’esattezza).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E come nelle stazioni ferroviarie e negli aeroporti delle più grandi città europee, spiega una nota, il pianoforte al centro della sala principale del Mandela, manda un unico messaggio: suonami. Rivolto indistintamente a tutti.
“Le oltre 100mila somministrazioni effettuate al Mandela Forum, in uno tra i più grandi hub della Toscana, testimoniamo il buon andamento della campagna di vaccinazione nella nostra regione – commenta il governatore toscano Eugenio Giani in una nota -. Ben venga questa iniziativa sostenuta dalla Asl centro per festeggiare questo importante risultato, reso possibile grazie a uno straordinario lavoro di squadra”. Per Giani, “se a oggi in tutta la Toscana siamo riusciti a somministrare oltre 1milione e mezzo di dosi, lo dobbiamo a una macchina organizzativa complessa, che abbiamo progressivamente perfezionato e reso migliore con il contributo di tutti a partire dagli stessi cittadini, che hanno compreso quanto sia importante vaccinarsi”. “Le 100mila vaccinazioni rappresentano lo stargate fra quello che era il Mandela prima e la memoria che si rinnova oggi attraverso i medici, gli infermieri, i volontari, i tecnici e i gestori di impianti e tutti coloro che vengono a vaccinarsi”, dice Giuseppe Malgeri, direttore del Mandela Forum da cui è partita l’idea di celebrare così, con un pianoforte, il raggiungimento delle 100mila vaccinazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: Sardegna gialla, vaccini a over 50
Rt più basso d’Italia, conto alla rovescia per zona bianca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 maggio 2021
19:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna torna in fascia gialla come il resto d’Italia, tranne la Valle d’Aosta che resta per un’altra settimana in arancione. L’Isola però inizia già il conto alla rovescia per la zona bianca, visto che tutti gli indici mostrano che il cambio di colore potrebbe essere ad un passo, già dal 24 maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo il monitoraggio Iss-Ministero della Salute la Sardegna, con 0.7, è la regione italiana con l’indice di trasmissibilità del Covid, l’R(t), più basso d’Italia. Non solo: ha una classificazione di rischio basso, con un’incidenza di 41 casi per 100mila abitanti, dato più basso d’Italia insieme al Molise, e una percentuale di positività del 2,3%. Anche i dati delle ultime 24 ore mostrano che la situazione è in miglioramento: 99 casi nel territorio, dei quali 15 su una petroliera ormeggiata a Cagliari. Mentre prosegue il calo dei ricoveri, oggi quasi 250 i posti letto occupati da pazienti positivi, si registrano altri due decessi.
Sul fronte vaccini è stato attivato il sistema di prenotazione per i vaccini anti-Covid di Poste Italiane. Il portale è aperto anche agli over 50 nati dal 1970, a salire verso le altre fasce d’età. Tre le modalità che saranno immediatamente a disposizione dei cittadini: il portale online dedicato, accessibile all’indirizzo ‘prenotazioni.vaccinicovid.gov.it’; il call-center, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20 al numero verde 800.00.99.66; gli sportelli automatici (Atm) presso gli uffici postali. A partire dal 18 maggio sarà anche possibile effettuare la prenotazione tramite i portalettere. In fase di prenotazione sarà possibile scegliere la data e il punto di vaccinazione, secondo le disponibilità. La Regione, in una nota, parla di “esordio positivo” per il sistema che ha già dato 10mila appuntamenti per la somministrazione alle 12.30, ad appena mezz’ora dall’avvio. E alla Maddalena è partito, invece, il programma per rendere “covid free” le isole minori: nel primo giorno convocati oltre 7.000 cittadini. La campagna ha un potenziale di 2.500 somministrazioni giornaliere nei due hub allestiti nella palestra della Scuola per sottufficiali e nell’ex Arsenale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: report, immunizzato 76,8% degli over 80
Per i 70-79 anni richiamo fatto solo al 20,4% della platea
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
20:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 3.476.377 gli over 80 che sono completamente vaccinati in Italia. Si tratta del 76,87% delle persone previste.
Lo rivela il report settimanale sui vaccini pubblicato dalla struttura commissariale. Gli over 80 ad aver ricevuto la prima dose sono 4.002.914, pari all’88,51%. Sono ancora in attesa della prima somministrazione, infine, 519.666 ultraottantenni, pari all’11,49% del totale. Sono invece 1.228.783, pari al 20,40%, le persone tra i 70 e i 79 anni ad aver ricevuto il richiamo, mentre 4.526.186 (75,16%) hanno ricevuto la prima dose. In attesa della prima inoculazione 1.495.947 (24,84%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Grave dopo accoltellamento in bar a Perugia dopo lite
L’aggressore è scappato, ricerche dei carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
14 maggio 2021
20:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo di circa 40 anni è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Perugia dopo essere stato ferito con tre coltellate al termine di una lite in un bar a ridosso del centro del capoluogo umbro. L’aggressore è quindi fuggito ed è ora ricercato dai carabinieri.

In base a una prima ricostruzione tra i due c’è stata una lunga discussione per motivi ancora da chiarire. Poi l’uomo è stato raggiunto dalle coltellate tra l’addome e il torace.
L’aggressore, probabilmente di origini straniere, è scappato. I carabinieri della compagnia di Perugia non escludono che abbia avuto un complice.
Il ferito è stato portato all’ospedale di Perugia e sottoposto a intervento chirurgico. E’ ricoverato con riserva di prognosi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pedofilia: Cassazione conferma condanna per ex prete
Abusò di bimba 10 anni, papa Francesco lo ‘dimise’ dal clero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
20:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Confermata questa sera dalla Cassazione la condanna a 2 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione nei confronti di un ex sacerdote accusato di aver abusato di una bimba di dieci anni, vicenda che lo portò all’arresto in flagranza la sera del 24 luglio 2018 nei pressi di Prato, a Calenzano. Con questa decisione gli ‘ermellini’ hanno confermato quanto deciso dalla Corte di Appello di Firenze nel giugno 2020 quando i giudici di merito avevano dimezzato la condanna di primo grado pronunciata dal gup di Prato con rito abbreviato.
L’ex prete – in seguito a questo fatto fu dimesso dal clero da Papa Francesco – dopo l’arresto in flagranza, è stato ai domiciliari. Sul fascicolo della Cassazione c’è la richiesta di privacy e di oscuramento dei dati sensibili, anche se il caso è noto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rula Jebreal rifiuta l’invito a Propaganda Live. Diego Bianchi: “Non ci conosce”
Il conduttore: “Scegliamo le persone per storia e competenza, non per il sesso”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
00:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Avevamo deciso di invitare Rula Jebreal per raccontare quello che sta succedendo tra Israele e Palestina ma, quando lei ha visto il suo nome in mezzo a quelli di altri sette ospiti, tutti uomini, ha deciso di non esserci. Ora è chiaro che non ci conosce”: lo spiega Diego Bianchi all’inizio della puntata di ‘Propaganda Live’ su La7.
“Non conoscevo Rula Jebreal.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non ci avevo mai parlato fino a ieri sera. Eravamo molto contenti – ha spiegato il conduttore – di avere qui il suo punto di vista e la sua competenza al servizio della trasmissione, ma stamattina, quando abbiamo lanciato sui social i nomi degli ospiti della puntata, insieme ad alcuni nomi del cast, lei si è vista da sola, unica donna, e ha deciso, in coerenza con sue battaglie, di non venire”.
La giornalista aveva scritto su Instagram: “7 ospiti… solo una donna! Come mai? Con rammarico devo declinare l’invito. Come scelta professionale non partecipo a nessun evento che non implementa la parità e l’inclusione”:

Diego Bianchi ha concluso, amareggiato: “Abbiamo capito, una volta per tutte, che lei non conosce questa trasmissione che, con tutte le difficoltà e gli errori fatti negli anni, già dai tempi di Gazebo in Rai, ha vinto il ‘Diversity award’ proprio perchè rappresenta tutte le diversità. La nostra forma mentis – ha aggiunto – consiste nell’invitare una donna o un uomo perchè competenti, per la loro storia, perchè i migliori per parlare di quella determinata cosa. Non avevamo chiamato Rula perchè donna ma perchè, visto quello che sta succedendo, ci sembrava la giornalista, la persona adatta. Il risultato – ha concluso – è che non ci sarà nessuno a parlare di Palestina con quel pensiero e quel ragionamento che volevamo condividere”.

Rula Jebreal rifiuta l’invito a Propaganda Live. Diego Bianchi Non ci conosce VIDEO:

Pallavolo: caso Lugli, Lara vince ‘battaglia’ per maternità
Pordenone ritira citazione e ottempera obblighi verso giocatrice
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
15 maggio 2021
08:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Risolto il caso di Lara Lugli: la sua ex società, il Volley Pordenone, “ha ritirato la citazione e ottemperato a ogni obbligo nei confronti di Lara Lugli”. Lo ha fatto sapere Assist, l’associazione nazionale delle atlete.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La questione tra la pallavolista, che non ha ricevuto gli emolumenti dalla società dopo la rescissione del contratto per una gravidanza, e il suo ex club, non andrà quindi in Tribunale: l’udienza era prevista per il 18 maggio. “È una grande vittoria per tutti – il commento di Lara Lugli – ed era molto importante che questa causa non entrasse nemmeno in un Tribunale a dimostrazione della sua infondatezza. È un forte segnale per tutte le donne non solo atlete che si trovano a dover affrontare queste situazioni assurde. Voglio ringraziare tutti quelli che sono stati al mio fianco, in particolare il mio legale Bonifacio Giudice Andrea, il mio agente Stefano Franchini, Assist e Aip, perchè il loro sostegno è stato per me fondamentale”, ha concluso l’ex pallavolista. Soddisfatto il presidente della federvolley Giuseppe Manfredi (Federvolley), per il quale “è assolutamente inaccettabile considerare la maternità quale giusta causa di risoluzione contrattuale imputabile a una futura mamma. Posso inoltre anticipare che nel prossimo Consiglio federale sarà proposta la costituzione di una Commissione Pari opportunità, finalizzata in primo luogo, al monitoraggio, la promozione e il sostegno dei diritti delle atlete”.   SPORT

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Dopo la pioggia si apre voragine nella zona Sanità a Napoli
Nessun ferito, vigili stanno mettendo in sicurezza la zona
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
15 maggio 2021
08:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’ampia voragine si è aperta nella notte nella zona della Sanità, a Napoli. Non ci sono feriti.
Sul posto sono giunti gli uomini della Polizia ed i vigili del fuoco, che hanno avviato gli accertamenti del caso.
Non si esclude che la voragine possa essere stata causata dalle abbondanti piogge che si sono registrate a partire dalla serata di ieri. Oltre allo spavento nessun danno per i residenti della zona. I vigili del fuoco stanno lavorando ancora per mettere in sicurezza l’area interessata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: bisca clandestina in appartamento, una denuncia
Scoperta dai carabinieri nella Locride, 14 avventori sanzionati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BIANCO
15 maggio 2021
09:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una bisca clandestina, in attività malgrado le restrizioni dovute alla pandemia, è stata scoperta in un appartamento a Bianco, in provincia di Reggio Calabria, dai carabinieri che hanno denunciato in stato di libertà il responsabile, un uomo di 31 anni, per esercizio di gioco d’azzardo e sanzionato 14 avventori presenti per assembramento in violazione delle norme covid-19.
I militari della Compagnia, nel corso di un blitz all’interno dell’appartamento, hanno trovato un tavolo da gioco, fiches, carte, strumentazione professionale, un flipper e un bar ben fornito.
A insospettire era stato, nei giorni precedenti, un continuo e strano viavai di gente dall’abitazione. Una volta all’interno, i carabinieri si sono imbattute in quattordici persone, alcune delle quali hanno anche cercato di svignarsela, molte delle quali sedute attorno al tavoliere intente a giocare a poker. Tra gli avventori, anche molte persone provenienti dai paesi limitrofi: Africo, San Luca e Bovalino, tutti con in tasca molto denaro, dai 100 agli oltre 1.700 euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: simulano nozze per festeggiare battesimo, denunciati
Trovati 50 invitati a banchetto in un ristorante a Palermo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
15 maggio 2021
09:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno simulato il banchetto per un matrimonio per festeggiare insieme a cinquanta amici il battesimo della figlia. E’ successo Palermo nella zona Molara dove i carabinieri hanno interrotto un pranzo in una sala trattenimenti e multato tre persone per violazione delle norme anti covid 19 in piena zona arancione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I genitori della bimba erano convinti che fosse possibile organizzare il banchetto nuziale. E così hanno messo in scena una grande rappresentazione. I carabinieri del nucleo radiomobile hanno trovato la mamma della bimba vestita da sposa. Una messa in scena per cercare di rendere quanto mai più vera la pantomima. Il ristorante, sarebbe dovuto essere chiuso. I genitori della bimba hanno raccontato ai militari che stavano festeggiando il loro matrimonio. Credevano che in zona arancione si potesse fare. E invece, come da decreto, è consentita la sola celebrazione religiosa con rigide restrizioni. Tra l’altro i carabinieri hanno accertato che la coppia era già regolarmente sposata. La sanzione amministrativa è scattata per i genitori della festeggiata e per il titolare del servizio di catering.
Sono in corso gli accertamenti nei confronti del titolare del ristorante. Sono state elevate sanzioni per 1200 euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta, rientra dalla Spagna in Italia il latitante Romeo
Era riuscito a sottrarsi alla cattura dal 2018, arrestato in marzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
09:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘E’ rientrato dalla Spagna ed è arrivato allo scalo aeroportuale di Roma Fiumicino il latitante di ‘ndrangheta Giuseppe Romeo, classe 1986, scortato da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) della Direzione Centrale della Polizia Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Il pericoloso criminale di San Luca (Rc) era stato arrestato a Barcellona l’11 marzo scorso, sulla base di un mandato di arresto europeo.
Romeo, conosciuto con i soprannomi “u pacciu”, “maluferru” o “u nanu”, figlio di Antonio detto “centocapelli”, aveva il ruolo di promotore, organizzatore e finanziatore dei traffici di cocaina in Europa e, stabilita la propria dimora in Germania, faceva spola fra la Calabria, la Lombardia e l’Europa nord-occidentale per stringere accordi con i fornitori e con alcuni intermediari in Belgio, Olanda e Germania.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Colpito da due ordinanze di custodia cautelare in carcere, Romeo è destinatario di un decreto di sequestro preventivo nell’ambito dell’inchiesta “European ‘Ndrangheta Connection” e il 3 novembre 2020 è stato condannato dal Gup di Reggio Calabria a 20 anni di reclusione per la partecipazione, con ruolo di rilievo, ad un’associazione per delinquere finalizzata al narcotraffico internazionale, detenzione di sostanze stupefacenti, trasferimento fraudolento di valori ed auto-riciclaggio. Era riuscito a sottrarsi alla cattura dal 2018.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: scatto in avanti Sardegna, 13.774 dosi in un giorno
Quasi il 40% cittadini ha avuto almeno una somministrazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 maggio 2021
09:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pur restando all’ultimo posto tra le regioni italiane che somministrano più vaccini nell’arco delle 24 ore, la Sardegna ha un nuovo scatto in avanti per le inoculazioni. Nel giorno in cui c’è stato il passaggio al portale di prenotazione di Poste Italiane e si è dato avvio alla campagna isole minori covid free alla Maddalena la regione raggiunge quota 13.774 vaccini nell’arco della giornata, passando alle 637.953 di giovedì alle 651.727 di ieri.

Complessivamente, secondo il report del Governo è stato somministrato l’80,6% delle 808.440 dosi consegnate dalla struttura commissariale che ha già chiesto alle regioni di ampliare da lunedì 17 la platea dei beneficiari estendendo agli over 40 la possibilità di adesione.
E se in tutto il Paese ha completato il ciclo vaccinale quasi il 14% della popolazione, la Sardegna si ferma all’11,6 con quasi il 40% dei cittadini che ha ricevuto almeno una dose (39,97%), proprio mentre l’Isola si appresta ad entrare in zona gialla, che scatterà da lunedì 17.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Figlio Ripa di Meana, assurdo dare ad asta suoi gioielli
43 lotti saranno battuti il 23 giugno,scontro con Lucrezia Lante
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
09:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono fuori di me”. A dirlo è Andrea Ripa di Meana Cardella, figlio adottivo di Marina e Carlo, avendo appreso che gioielli unici, d’artista, appartenuti a Marina Ripa di Meana saranno battuti all’asta da Pandolfini il 23 giugno a Firenze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono i gioielli a cui Marina teneva più di tutto, mai e poi mai li avrebbe dati all’asta, erano gioielli di famiglia, voleva rimanessero alla famiglia. C’è in particolare un anello che mai avrebbe venduto. Era una donna sopra le righe ma molto tradizionale nella sfera familiare e che fa la figlia? Mette all’asta per poche centinaia di euro gioielli costati milioni?” Il riferimento di Andrea, è a Lucrezia Lante della Rovere. “Lei vuole togliere completamente di mezzo anche il ricordo della madre, ha ancora le ceneri in un angolo della cucina, quando Marina voleva fossero disperse in mare. L’ultima persona che Marina ha voluto accanto prima di morire sono stato io, non è stata la figlia. Sono certo che Marina non avrebbe mai venduto quei gioielli che erano regali di Carlo, miei e di altre persone.
In questi 43 lotti – spiega Andrea – ci sono molti oggetti che non sono di Marina, “non so se chi organizza l’asta ne sia a conoscenza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Furgone tampona tir su A10 a Ventimiglia, 1 morto e 2 feriti
Lungo intervento Vvf, traffico chiuso nella notte su carreggiata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENTIMIGLIA
15 maggio 2021
10:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo è morto e altri due sono rimasti feriti in modo grave, in uno schianto avvenuto nella tarda serata di ieri sull’A10 Genova-Ventimiglia, all’altezza dell’ultima galleria, prima della barriera autostradale di Ventimiglia, in direzione Italia. I tre sarebbero tutti di Ventimiglia.
Viaggiavano su un furgoncino, che a quanto si apprende avrebbe tamponato un tir. Lo schianto è stato assai violento. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno dovuto lavorare quasi un’ora per estrarli dalle lamiere, e il personale sanitario. Il traffico sulla carreggiata è rimasto chiuso dalle 22.30 a notte inoltrata. Accertamenti sono in corso da parte della polizia stradale per ricostruire la dinamica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 149 positivi in un giorno, 68 nel Pesarese
Casi sono 6,9% nuove diagnosi. 30 persone con sintomi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
15 maggio 2021
10:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ultima giornata 149 casi di positività al coronavirus nelle Marche su 2.144 nuove diagnosi per un rapporto positivi/test del 6,9%. Altri 24 casi (da sottoporre a tampone molecolare) emergono nel percorso Screening Antigenico (711 test) e il rapporto positivi/test è pari al 3%”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo comunica il Servizio Sanità della Regione. Nel complesso in 24ore sono stati testati “3.677 tamponi: 2.144 nel percorso nuove diagnosi (di cui 711 nello screening con percorso Antigenico) e 1.533 nel percorso guariti”.
Per quanto riguarda la ‘mappa’ del contagio, dei 149 casi, sono 68 quelli rilevati in provincia di Pesaro Urbino, 28 nell’Anconetano, 21 in provincia di Ascoli Piceno, 14 nel Fermano, 11 in provincia di Macerata e 7 fuori regione. I positivi con sintomi sono 30. I casi comprendono contatti in setting domestico (32), contatti stretti di casi positivi (48), in setting lavorativo (3), contatti in ambiente di vita/socialità (1), contatti in setting assistenziale (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (23), screening percorso sanitario (1) e due casi provenienti da fuori regione. Per altri otto casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Biennale Arte 2022, il Padiglione Italia a Eugenio Viola
Franceschini, “Una visione creativa, ambiziosa e innovativa”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
10:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà Eugenio Viola il curatore del Padiglione Italia alla 59a Biennale Arte di Venezia, in programma dal 23 aprile al 27 novembre 2022, sotto la guida di Cecilia Alemani. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini, che sottolinea: “Viola è portatore di una visione creativa, ambiziosa e innovativa, capace di indagare a fondo i profondi mutamenti innescati dalla pandemia nella nostra società”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Napoletano, 46 anni, Viola è attualmente il curatore del Mambo museo di arte moderna di Bogotà, in Colombia. “Per me un grande onore e privilegio”, ha commentato ringraziando il ministro. “Lavorerò al massimo dell’impegno, eticamente, consapevole della responsabilità per il prestigioso incarico che mi è stato affidato”. Nella sua carriera Viola ha curato oltre 70 mostre in Italia e nel mondo ed ha al suo attivo più di 50 pubblicazioni tra libri e cataloghi. Il progetto che proporrà nel grande padiglione alle Tese delle Vergini dell’Arsenale e che è stato scelto dal ministro nella terna proposta dal dal direttore generale Creatività Contemporanea Onofrio Cutaia, viene sintetizzato come “una riflessione sulle urgenze dell’Italia di oggi, suggerendo chiavi di lettura e soprattutto di risoluzione e riscatto alla situazione attuale attraverso la creazione di un percorso”.
Prima dell’esperienza in Colombia, Viola è stato Senior Curator del PICA- The Perth Institute of Contemporary Arts a Perth in Australia, nonché curatore del Museo Madre di Napoli, dal 2009 al 2016. Qui ha co-curato le prime grandi mostre istituzionali in Italia dedicate a Boris Mikhailov e a Francis Alӱs, un progetto di Daniel Buren e le retrospettive di Vettor Pisani e Giulia Piscitelli. Come guest curator ha collaborato con numerose istituzioni italiane e internazionali. Ai dieci curatori invitati alla selezione era stato chiesto espressamente di affrontare i temi attuali e urgenti della società di oggi, esplorandoli attraverso la trasversalità e l’interdisciplinarietà propri dei linguaggi del contemporaneo, per creare mondi e immaginari in grado di dialogare in maniera costruttiva con gli spazi del Padiglione Italia che occupa 1200 mq, a cui si aggiungono 900 mq di spazio in esterno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Berlusconi verso le dimissioni, lo conferma Licia Ronzulli
Il leader azzurro ricoverato da lunedì al San Raffaele
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 maggio 2021
10:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Silvio Berlusconi sarà dimesso presto dal San Raffaele dove è ricoverato dall’11 maggio scorso per una complicanza legata al post covid. Lo ribadisce la senatrice di Forza Italia, Licia Ronzulli, raggiunta telefonicamente. “Si va verso le dimissioni”, ha detto Licia Ronzulli.
Tutto è cominciato lunedì sera, quando Berlusconi, avrebbe accusato un certo malessere che lo avrebbe spinto al ricovero al San Raffaele dove poter eseguire terapie specifiche per lenire alcuni disturbi sorti dopo il Covid.
Tre giorni dopo il ricovero sono iniziate le indiscrezioni circa un suo aggravamento, i rumors su presunti attacchi di gastrite e di difficoltà di ossigenazione del sangue. Fonti ben informate non negavano la complessità dei problemi ma assicuravano che non c’era “nessun allarme rosso, nessun pericolo di vita”.
Ieri le prime notizie, non del tutto rassicuranti. “Mi ha chiamato Berlusconi, non sta benissimo ma ne uscirà”, ha riferito il leader della Lega, Matteo Salvini. Nel pomeriggio notizie più confortanti sul miglioramento e le imminenti dimissioni confermate oggi dalla Ronzulli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 a Gubbio
La magnitudo, inizialmente indicata come 4.0 dall’Ingv, è stata ricalcolata a 3.9
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 maggio 2021
13:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono tre le repliche registrate fino ad ora dall’Ingv dopo la scossa di terremoto che si è verificata questa mattina alle 9.56 con epicentro a Gubbio. La magnitudo di questa prima scossa, che è avvenuta a dieci chilometri di profondità, inizialmente indicata come 4.0 dall’Ingv, è stata ricalcolata a 3.9.
Due minuti più tardi, alle 9,58, si è verificata una prima replica, di magnitudo 2,1. Alle 10,07, terza scossa, di 3.1 e alle 11.14 un’altra di 2,3. Tutte sono avvenute a nove o dieci chilometri di profondità e nel raggio di uno due chilometri da Gubbio. I movimenti tellurici sono stati avvertiti dalla popolazione. Un pò di paura tra la gente, ma non si segnalano danni al momento. I controlli sono in corso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Turchi e Carmen Russo “contro di noi diffamazione”
La coppia “dal tribunale nessuna notifica”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
11:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Contro di noi articoli diffamatori e lesivi della dignità”. Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo intervengono sulla vicenda riportata oggi da alcuni siti internet secondo la quale la coppia dello spettacolo sarebbe stata denunciata dai custodi della villa di Formello per ‘lavoro irregolare e violenza privata’ e sottolineano di non aver ricevuto notifiche dal tribunale di Tivoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La vicenda che viene malamente raccontata – scrivono Turchi e Russo – è quella di due asseriti domestici che avrebbero prestato la propria attività lavorativa alle dipendenze degli scriventi, subendo una serie di soprusi sia sotto il profilo personale che economico. Tutti detti articoli appaiono ridondanti di illazioni e luoghi comuni che si pongono in stridente contrasto con la realtà fattuale e le circostanze comportamentali delle parti. Ciò posto, anche nella considerazione che allo stato degli atti gli scriventi non hanno ricevuto alcuna notificazione dei ricorsi asseritamente depositati dai presunti dipendenti al Tribunale Ordinario di Tivoli, competente per territorio, gli esponenti stessi sì riservano, a loro volta, di agire giudizialmente per la tutela dei propri diritti e interessi”. I due ballerini aggiungono di aver già conferito il mandato al loro legale, Paolo Colosimo invitandolo a procedere “nelle opportune sedi per “denunciare le illecite condotte” degli estensori degli articoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da oggi aprono le spiagge. Via quarantena dai Paesi Ue
Verso proroga validità del green pass. Solo Valle d’Aosta arancione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
13:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sulle spiagge di Ostia, Fiumicino e Fregene avvio ufficiale oggi della stagione balneare baciato dal sole ma sferzato da un vento rigido che si fa sentire. Tuffi in acqua solo per “temerari” per il momento sulle spiagge libere frequentate da giovani in particolare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maggiori presenze sono attese nel pomeriggio e poi domani in particolare. Le famiglie con bambini prediligono le passeggiate su lungomare o sui moli di porti; molti i bikers sulle ciclabili. Il vero debutto oggi è stato per stabilimenti e chioschi balneari che possono finalmente accogliere la clientela, e la tendenza di prenotazioni, è buona per la stagione, alle prese per il secondo anno con le misure anti Covid e le linee guida delle Ordinanze Balneari di Roma e Fiumicino: registrazione degli ingressi, distanziamenti tra le postazioni di ombrelloni e lettini, sanificazioni, misurazione della temperatura, ecc.

Con il calo ormai costante della curva pandemica, ieri il sesto giorno consecutivo con meno di diecimila nuovi casi, arriva il primo allentamento delle misure per chi fa il suo ingresso sul territorio italiano.
Da domenica, infatti, entrerà in vigore l’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, che elimina la mini-quarantena per chi arriva dall’Unione Europea, ma anche dai territori dell’area Schengen, da Gran Bretagna e Israele. Un piccolo passo sul fronte riaperture, al quale, già da oggi, si aggiungerà quello del ritorno in spiaggia. In gran parte delle regioni italiane, infatti, si aprirà ufficialmente la nuova stagione balneare. In attesa, poi, di un ventilato prolungamento della validità del certificato vaccinale, cresce sempre più il dibattito su coprifuoco e mascherine. Argomenti che saranno al centro della cabina di regia di lunedì dove, con ogni probabilità, arriverà il via libera allo slittamento alle 23 dell’obbligo di restare a casa. E, sempre lunedì, l’Italia si colorerà per intero di giallo, fatta eccezione per la sola Valle d’Aosta che resterà ancora in arancione, seppur riaprendo i dehors dei bar fino alle 18.
Il bollettino di ieri parla di 7.567 nuovi casi di positività, con 182 vittime e un tasso che continua la sua lenta, ma costante, discesa attestandosi al 2,5%. Ancora in calo anche terapie intensive (-33) e ricoveri (-558), con le Regioni che continuano a registrare sempre più una minor pressione sul sistema ospedaliero. Segnali positivi in vista del lento ritorno alla sperata normalità.
Oggi riapriranno le piscine all’aperto ma, soprattutto, si darà il via alla nuova stagione balneare, anticipata oggi dal ‘mare’ di oltre 25 mila ombrelloni aperti in contemporanea sulle coste del Friuli Venezia Giulia. Una voglia d’estate che, secondo un sondaggio di Swg e Confturismo, ha portato già 9 milioni di italiani ad aver prenotato quando e dove andare in vacanza. Sotto la lente delle associazioni dei consumatori ci saranno comunque i prezzi di lettini e ombrelloni che potrebbero essere ‘gonfiati’ per rientrare dei mancati incassi.
Maggiore sembra essere, invece, l’attesa per il 17 maggio.
Lunedì, infatti, durante la cabina di regia dovrebbe essere varato ufficialmente lo slittamento del coprifuoco, tema cavalcato a più riprese, in particolare, da Lega e Fratelli d’Italia. La stessa leader dell’opposizione, Giorgia Meloni, ha definito “assurdo” quanto accaduto ieri al Foro Italico quando gli spettatori sono stati invitati a lasciare gli Internazionali di tennis mezz’ora prima delle 22. “Un altro esempio dell’assurdità del coprifuoco”, il tweet della Meloni che ha rilanciato lo stop alla misura, come richiesto anche da Matteo Salvini e Giovanni Toti. “Credo che progressivamente l’idea è di arrivare al superamento”, ha annunciato il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, senza specificare però tempi e modi.
Altro argomento di discussione è quello legato all’obbligo delle mascherine. “Al chiuso la mascherina dovrebbe rimanere anche dopo, per un bel po'”, il parere del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri che, nei giorni scorsi, aveva ipotizzato l’addio alle protezioni una volta raggiunti i 30 milioni di vaccinati. Apre alla possibilità di togliere le mascherine all’aperto Andrea Crisanti, secondo il quale una decisione potrà essere valutata tra “un paio di settimane”. Arriva dall’infettivologo genovese Matteo Bassetti, infine, l’invito al governo a rimuovere l’obbligo della mascherina “dopo 20 giorni dalla prima dose del vaccino”.
Ed è proprio sul fronte vaccinale che il Comitato Tecnico Scientifico potrebbe varare la prossima novità, quella cioè di prolungare la validità del green pass oltre i previsti 6 mesi.
Indicazioni in tal senso sono state date dal governatore della Liguria, Giovanni Toti. “Il ministro (Speranza, ndr) ha incontrato l’Ordine nazionale dei medici – ha detto – cui ha assicurato che nei prossimi provvedimenti di legge sarà prorogato di almeno tre mesi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Campania, approvato protocollo per ripresa cerimonie
De Luca, pronti a ripartire appena ci sarà via libera nazionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
15 maggio 2021
11:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Regione Campania ha varato un protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività del wedding e delle cerimonie. Il governatore Vincenzo De Luca ha firmato oggi l’ordinanza che contiene le misure stabilite dall’Unità di crisi e condivise con le categorie interessate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo deciso – spiega De Luca – di anticipare il più possibile la definizione dei protocolli di sicurezza che consentono, in attesa della data definitiva del via alla ripartenza delle attività prevista entro questo mese di maggio, di approntare tutte le misure necessarie condivise con le categorie interessate. Ciò consentirà di essere pronti alla fine di maggio per poter programmare la ripresa delle attività già dall’inizio di giugno. Si tratta di un comparto importante per la nostra regione, che comprende tante realtà produttive dislocate in tutti i territori, dall’area flegrea, alle isole, alle costiere”.
Il protocollo è stato definito nel rispetto delle nuove disposizioni vigenti e sulla base delle risultanze degli incontri e delle proposte pervenute dalle Camere di Commercio, dalle principali associazioni di categoria, da singoli ristoratori nonché operatori nel settore del wedding campano e delle cerimonie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro scosse di terremoto a Gubbio in mattinata
La più forte alle 9.56 di magnitudo 3.9
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 maggio 2021
12:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono tre le repliche registrate fino ad ora dall’Ingv dopo la scossa di terremoto che si è verificata questa mattina alle 9.56 con epicentro a Gubbio. La magnitudo di questa prima scossa, che è avvenuta a dieci chilometri di profondità, inizialmente indicata come 4.0 dall’Ingv, è stata ricalcolata a 3.9.
Due minuti più tardi, alle 9,58, si è verificata una prima replica, di magnitudo 2,1. Alle 10,07, terza scossa, di 3.1 e alle 11.14 un’altra di 2,3. Tutte sono avvenute a nove o dieci chilometri di profondità e nel raggio di uno due chilometri da Gubbio. I movimenti tellurici sono stati avvertiti dalla popolazione. Un pò di paura tra la gente, ma non si segnalano danni al momento. I controlli sono in corso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aprono centri tamponi Croce Rossa, fila a Cagliari
Con arrivo turisti ipotesi apertura anche punto nel Nord Isola
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 maggio 2021
12:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Neanche il tempo di inaugurare la struttura che davanti al centro tamponi rapidi della Croce Rossa Italiana alla stazione di Cagliari si è formata la fila di cittadini pronti a fare il test: poco meno di due minuti per il tampone e 15 minuti di attesa per l’esito. Nel nuovo centro tamponi, aperto nell’ex edicola della stazione proprio davanti ai binari in posizione centrale, si stima che potranno essere effettuati dai 200 ai 300 test giornalieri, attraverso due postazioni attive.
In contemporanea a Cagliari sono stati aperti oggi anche i centri per tamponi rapidi antigenici anche nelle stazioni Fs di Bari Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella., Palermo Centrale, Reggio Calabria Centrale, Torino Porta Nuova e Venezia Santa Lucia.
“Ora abbiamo interlocuzioni con diversi sindaci e Pensiamo di poter monitorare quelle realtà qualora ce ne fosse bisogno – dice il presidente regionale della Cri della Sardegna Sergio Piredda – abbiamo anche intenzione di aprire un secondo centro in una delle città del nord Sardegna anche in previsione dell’afflusso dei turisti, con la prossima apertura della stagione estiva”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sottosegretario,porrò a ministro tema salivari per maturità
Serafini (Snals), subito questi test anche per la terza media
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
12:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Condivido la riflessione sull’opportunità di utilizzare i test salivari già per gli esami di terza media e di maturità. Porrò il tema all’attenzione del ministro Patrizio Bianchi”.
Lo ha detto il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso. A chiedere test salivari subito per gli esami di terza media e poi per la maturità è lo Snals con Elvira Serafini. “Con l’autorizzazione del ministero a poter utilizzare i test salivari, auspichiamo possano essere utilizzati subito per gli esami di Stato. Il Covid sta colpendo le fasce di alunni giovani e giovanissimi, con le varianti sono presi di mira anche i piccoli. Sarebbe importantissimo tutelare docenti, personale ata e alunni: con questi test sarebbero certi che non ci sono casi di positività.
Chiediamo la gratuità di questi test per tutti, personale e studenti”, dice la segretaria dello Snals.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Toscana 19 morti in un giorno, età media 76 anni
L’84% dei nuovi positivi nella regione è under 60
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
15 maggio 2021
13:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Conta 491 nuovi positivi Covid (età media 37 anni; solo il 16% sopra i 60 anni) e altri 19 decessi (età media in calo a 76,7 anni) il report delle 24 ore della Regione. In Toscana sono saliti a 236.263 i casi di positività al Coronavirus dall’inizio della pandemia.
I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente mentre i guariti – 915 nelle 24 ore, tutte guarigioni complete a tampone di controllo negativo – crescono dello 0,4% e raggiungono quota 215.214 unità. Il totale delle vittime sale a 6.518 deceduti (10 a Firenze, 2 a Prato, 1 a Lucca, 1 a Livorno, 5 a Arezzo). Ci sono oggi 14.531 positivi, dato in calo col -3% rispetto a ieri. Tra loro i ricoverati sono 1.064 (-53 persone, pari al -4,7%) di cui 180 in terapia intensiva (due in meno) e 13.467 coloro in isolamento domiciliare con sintomi che non richiedono cure ospedaliere o senza sintomi (-390 su ieri, -2,8%). In calo anche le quarantene domiciliari con 28.025 persone in isolamento fiduciario (-764 su ieri, -2,7%), in sorveglianza attiva Asl per contatti con persone contagiate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Regione, la campagna vaccini in Umbria mostra efficacia
“Tra i primi per riduzione contagi e ricoveri”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 maggio 2021
13:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La direzione Salute e Welfare della Regione Umbria sottolinea “il buon andamento della campagna vaccinale, testimoniato dal report ministeriale che vede la nostra regione costantemente nelle prime posizioni per la capacità di somministrare le dosi ricevute dalla struttura del Commissario nazionale, con percentuali superiori al 90 per cento”.
“Il piano regionale – spiega la direzione in una nota – ha sempre seguito in maniera rigorosa quello nazionale ed ha mirato a proteggere tutti i soggetti più a rischio come gli anziani, i soggetti estremamente vulnerabili, i loro familiari e caregiver.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In questo senso, a fronte di una popolazione anziana tra le più numerose d’Italia, abbiamo vaccinato circa 22.000 cittadini, con età compresa tra i 70 e i 100 anni, in più rispetto alla media italiana. Al fine della protezione dei nuclei familiari più fragili, abbiamo vaccinato mediamente due familiari o caregiver che prestano assistenza ad un soggetto estremamente vulnerabile”.
“Se non avessimo avuto cura di favorire la massiccia adesione di anziani, fragili e caregiver – prosegue la direzione regionale Salute – avremmo potuto dedicarci alla vaccinazione di fasce d’età più giovani, ma questa strategia è stata uno degli elementi che ci ha permesso, tra le prime regioni d’Italia, di ridurre i contagi e i ricoveri, sia ordinari che in terapia intensiva”.
I positivi risultati della nostra campagna vaccinale sono evidenziati anche – si sottolinea – dall’ultimo monitoraggio di Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.
L’Umbria ha vaccinato in maniera capillare e tempestiva: il 13,46% della popolazione con ciclo completo (ottavo posto tra le regioni), il 95,74% degli over 80 con prima dose (terzo posto) e il 77,04% con ciclo completo (ottavo posto), il 100% degli ospiti delle Rsa con prima dose (primo posto) e l’83,34% con ciclo completo (nono posto), il 95,07 degli operatori delle Rsa (quinto).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 2 milioni di over 70 ancora non vaccinati
A 500mila ottantenni e 1,5 mln 70-79enni neanche una dose
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 maggio 2021
13:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono oltre 2 milioni di italiani over 70 che non hanno ancora ricevuto la prima dose del vaccino. In base all’ultimo report del governo, aggiornato al 14 maggio, 519.666 ultra ottantenni (l’11,49% della popolazione di questa fascia d’età) e 1.495.947 cittadini tra i 70 e i 79 anni (il 24,84%) non sono stati vaccinati.
Tra gli over 80 la regione più indietro è la Sardegna, con un 30,99% che non ha avuto neanche la prima dose mentre in Veneto la percentuale scende all’1,56%. Tra i 70-79enni la regione che ha vaccinato meno è la Sicilia, con il 42,57% e quella che è andata meglio è la Puglia, dove resta un 15,70% di non vaccinati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafie: nel Bolognese tribuna stadio tricolore per le vittime
A San Venanzio di Galliera, progetto cofinanziato da Regione E-R
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
15 maggio 2021
13:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un gesto per ricordare le vittime innocenti delle mafie, che ha i colori della bandiera italiana.
E’ la Tribuna della Legalità, gli spalti del campo sportivo ‘Galetti’ di San Venanzio di Galliera (Bologna) che – grazie a un progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna – da oggi riporteranno i nomi di una trentina di persone, in rappresentanza delle oltre mille che hanno perso la vita a causa della criminalità organizzata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una testimonianza per quanti hanno compiuto il proprio dovere fino all’estremo sacrificio, ma anche per le persone, tra le quali molti bambini, che sono state vittime incolpevoli della criminalità. Stamattina l’inaugurazione, con la partecipazione del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, del sindaco di Galliera, Stefano Zanni, del prefetto di Bologna, Francesca Ferrandino, di Paolo Setti Carraro, fratello di Emanuela, moglie del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, di Damiano Tommasi, dirigente sportivo ed ex calciatore, e di Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso Pubblico.
“Promuovere e diffondere la cultura della legalità, soprattutto tra i giovani e nelle scuole – ha detto Bonaccini – monitorare fenomeni di illegalità e favorire lo scambio di conoscenze e informazioni sui fenomeni criminosi, rafforzare la prevenzione e proseguire nel riutilizzo di beni confiscati alle mafie restituendoli alle comunità locali. Questi sono gli obiettivi che perseguiamo come Regione insieme ai territori, alle istituzioni statali e alle forze dell’ordine”, ha spiegato il presidente dell’Emilia-Romagna.
Il progetto del Comune di Galliera non si esaurisce qui: la Tribuna della Legalità verrà accompagnata da una serie di iniziative pubbliche di promozione della cultura legalitaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: tavolino condiviso per ristoranti senza spazi esterni
Iniziativa parte da idea ristoratore Sardegna “un piccolo aiuto”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
15 maggio 2021
13:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sardegna torna in fascia gialla e i riaprono bar e ristoranti, ma si potrà consumare solo nei tavoli all’aperto. E tutti i titolari degli esercizi pubblici che non hanno spazi esterni rischiano di restare penalizzati rispetto ai loro colleghi più fortunati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per questo motivo un ristoratore di Capoterra (Città Metropolitana di Cagliari) ha lanciato sulla pagina Facebook del suo locale “Maddalena” l’iniziativa #tavolinocondiviso: “chi verrà da noi troverà nel tavolo anche i menù delle altre pizzerie nel Comune e potrà farsi consegnare la pizza preferita – fa sapere Giovanni Ruggeri – E’ un piccolo segnale di solidarietà perché ad essere penalizzata risulterebbe l’intera economia locale. Abbiamo la fortuna di un grande spazio all’aperto dove far cenare i nostri clienti, ma purtroppo non è così per diversi nostri colleghi che lavorano al chiuso o solo con l’asporto”.
L’iniziativa non è la sola portata avanti da Ruggeri: “Da circa due mesi – spiega – regaliamo, con una spesa minima di 10 euro per asporto o consegna a domicilio, mascherine FFp2 o libri sardi, ma abbiamo anche aperto per effettuare tamponi: ora ci auguriamo che le pizzerie del paese possano aderire a questa iniziativa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: l’abuso sui minori è ‘omicidio psicologico’
L’invito del pontefice: ‘Lottiamo contro abitudine di coprire abusi su minori’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
15 maggio 2021
14:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’abuso sui minori è una sorta di ‘omicidio psicologico’ e in tanti casi una cancellazione dell’infanzia”. Così il Papa all’Associazione Meter.
“La protezione dei bambini contro lo sfruttamento sessuale è un dovere di tutti gli Stati, chiamati a individuare sia i trafficanti sia gli abusatori. In pari tempo sono quanto mai doverose la denuncia e la prevenzione attuate nei vari ambiti della società: scuola, realtà sportive, ricreative e culturali, comunità religiose, singoli individui. Inoltre, nel campo della tutela dei minori e nella lotta alla pedofilia occorre predisporre interventi specifici per un aiuto efficace alle vittime”.
“Anche oggi vediamo quante volte, nelle famiglie, la prima reazione è coprire tutto: anche nelle altre istituzioni, nella Chiesa, dobbiamo lottare con questa abitudine vecchia di coprire”. Lo ha detto papa Francesco a proposito degli abusi sessuali sui minori ricevendo in udienza in Vaticano l’Associazione Meter.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Post sessista su Kamala Harris, Statale Milano sospende prof
La vicenda aveva provocato polemiche nel novembre scorso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2021
17:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stato sospeso dall’insegnamento per un mese e rimarrà senza stipendio per questo stesso periodo di tempo Marco Bassani, il docente dell’Università statale di Milano che aveva postato sulla sua pagina Facebook, lo scorso novembre, un commento sessista sulla neo eletta vice presidente americana Kamala Harris. Un post che aveva provocato polemiche e per questo l’università aveva deciso di intraprendere un procedimento disciplinare.

La decisione di sospendere il professore per un mese, sospendendogli anche lo stipendio, è stata presa dal Cda della Statale che si è tenuto oggi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’arte agli orologi, il Barocco e l’ossessione del tempo
A Palazzo Barberini, dal 15/5 riflessione di forte attualità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2021
17:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Più il tempo ci sfugge e più sentiamo l’urgenza di governarlo, se non altro con l’immaginazione. E proprio al tempo, all’ossessione del suo divenire, all’urgenza di fermarlo, di dargli forma, senso, sostanza che si configura in particolare nell’epoca del Barocco, è dedicata la mostra che si apre da domani al 3 ottobre a Roma nelle sale appena rinnovate di Palazzo Barberini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Curata dalla direttrice Flaminia Gennari Sartori e da Francesca Cappelletti, che sempre a Roma guida la Galleria Borghese, la rassegna nasce da un progetto del 2017, fermato come tanti dall’irrompere della pandemia Covid. Eppure, proprio per questo suo riflettere sul tempo e sulla sua percezione, sull’ansia atavica dell’uomo di comprenderlo, misurarlo, fermarlo, arriva attualissima quasi come fosse stata pensata dalle due studiose per dare un senso al tempo dilatato e straniato dai lockdown legati alla pandemia. E se è vero che sala dopo sala il racconto per immagini che piano piano si snoda agli occhi del visitatore, dalle tele possenti di Guido Reni, Poussin, van Dyck, Caravaggio, agli incredibili disegni di Bernini e Baciccia, Andrea Sacchi, fino agli oggetti preziosi, orologi d’oro e di pietre preziose che sono insieme prodigio di meccanica e di alta oreficeria, racconta un’epoca particolare e unica della storia occidentale, quel Seicento che fu del Bernini ma anche di Galileo e che ha segnato un mutamento profondo tanto nella percezione fisica quanto nella rappresentazione poetica del tempo, è vero anche che questo “Tempo Barocco” appare, anzi quasi irrompe nell’attualità con mille spunti e suggestioni.
Realizzata grazie ai fondi Cipe destinati al ripristino delle sale del piano terra di Palazzo Barberini, la rassegna inaugura anche il nuovo spazio – oltre 750 metri quadrati per una spesa di 952.626 euro- destinato alle mostre temporanee e fortemente voluto dalla direttrice Gennari Sartori. Un progetto anche questo partito nel 2017 per il compimento del grande Museo Barberini e di cui “finalmente vediamo i risultati”, sottolinea la direttrice anticipando che in autunno aprirà finalmente anche la Caffetteria di Barberini, nello spazio delle antiche serre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Diciottenne muore investito per schivare un gavettone
L’incidente a un ricevimento di nozze, era testimone dello sposo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MODENA
15 maggio 2021
14:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Finisce in strada per evitare un gavettone, lì dove un furgone in transito lo investe. Sarebbe questa la dinamica che ha portato alla morte del 18enne Riccardo Bellopede, residente a Correggio, nel Reggiano, in un incidente stradale avvenuto ieri poco prima delle 16 a Magreta, frazione del comune di Formigine in provincia di Modena, dove era in corso un ricevimento di nozze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il giovane era testimone dello sposo e per questo motivo ieri pomeriggio si trovava in una villa di Magreta dove si svolgevano i festeggiamenti dell’evento.
Stando a quanto è stato ricostruito dagli operatori della polizia locale e riferito anche dai testimoni, Bellopede pochi istanti prima della tragedia stava scherzando con amici e parenti (a quanto pare erano presenti anche i suoi genitori) e per evitare un gavettone si sarebbe allungato a piedi oltre il passo carraio, finendo sulla strada pubblica che si trova vicino all’area dei festeggiamenti. Proprio in quell’istante sopraggiungeva un furgone, condotto da un 43enne di Bologna. Un impatto che non ha lasciato scampo al giovane liceale, morto praticamente sul colpo. Inutile l’intervento dei sanitari del 118, sul posto era stato fatto atterrare anche l’elisoccorso.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.